close

Enter

Log in using OpenID

Copertina mac.indd

embedDownload
PER
L’INDUSTRIA
DEL
MOBILE
MA C
Mensile di informazione e
approfondimento per i produttori
di mobili con diffusione
nazionale e internazionale
MAGGIO 2014
MACCHINE ACCESSORI COMPONENTI
Macchine Accessori Componenti
per l’industria del mobile
Mensile - Anno 1 - N° 5
Maggio 2014
€ 3,00
IL PUNTO DI DARIO CORBETTA
Il punto della situazione sulle macchine per la lavorazione del legno secondo Dario Corbetta
direttore di Acimall, alla vigilia di Xylexpo, una fiera concreta, ricca, a dimensione di visitatore
e che sta lavorando con grande intensità perché l’edizione di questi giorni sia una sorta
di ponte verso il 2016.
Il 2013, per il comparto delle macchine per la lavorazione del legno,
non è certo stato prodigo di soddisfazioni, tuttavia, si inizia a scorgere qualche segnale positivo. Nella
sua ultima indagine l’Ufficio studi di
Acimall rileva segnali confortanti: incrementa il clima di fiducia, tra le imprese associate, e questo fa pensa-
TECNOLOGIA
Divani, poltrone
e sofà
pag. 1
SPECIALE
Materiali
per l’imbottitura
pag. 11
MATERIALI
Intelligente è la materia
pag. 20
TECNOLOGIA
Ferramenta e meccanismi
di funzione
pag. 26
SPECIALE
Ferramenta tecnica pag. 33
re che l’anno in corso possa essere
in miglioramento rispetto alle contrazioni dell’ultimo quinquennio.
“È molto difficile poter prevedere cosa accadrà nei prossimi mesi – spiega Dario Corbetta direttore
di Acimall – sono molti gli elementi che possono influire sulle dinamiche di un settore, anche se di dimensioni contenute come il nostro.
Ci attendiamo una leggera tendenza verso l’alto di tutti gli indicato-
C O M P O N E N T I
ri, anche se purtroppo difficilmente
si potrà parlare di una ripresa decisa. Ancora una volta i flussi verso
l’estero giocheranno un ruolo decisivo per un settore dove la propensione all’export è oramai superiore
all’80 per cento”.
E un ulteriore indicatore di un’inversione di tendenza in atto viene da
Xylexpo, con molte nuove adesioni internazionali e il ritorno di alcune
grandi aziende italiane.
M A T E R I A L I
DALLE AZIENDE pag. 44
MERCATO
L’anno
della ripresa
pag. 46
EVENTI
Young&Design
pag. 48
FIERE
pag. 52
A C C E S S O R I
MAC MAGGIO 2014
Una rassegna di alcune delle novità più rappresentative
selezionate da Material Connexion e già pubblicate
sull’opuscolo annuale dell’agenzia. Naturalmente, si tratta
di materiali che possono trovare applicazione ideale nel
mondo dell’arredamento e del design.
PAG. 20
Una selezione di aziende produttrici dei migliori materiali
per l’imbottitura degli elementi di arredo per il relax. I nuovi
modelli, ottenuti attraverso la sperimentazione di soluzioni
innovative, si caratterizzano per comfort e forme inedite.
PAG. 11
Se si osservano tutti i tipi di mobili e arredi, oltre ai
differenti materiali impiegati per realizzare strutture,
rivestimenti, bordure e finiture, fondamentali sono gli
accessori, meccanismi di funzione e minuteria che
assicurano al mobile funzionalità....
PAG. 26
• 2 spine in acciaio per garantire
portate elevate
• l’unico che non sollecita
la giunzione spalla-cappello
801
• disponibile con sistema
antisganciamento attivo
REGGIPENSILE
801 e 807
La coppia
rivoluzionaria
per la cucina
sospesa
807
REGGIBASE
• 4 spine in acciaio per
garantire portate elevate
• dotato di sistema
antisganciamento attivo
CAMAR S.p.A. - 22060 Figino Serenza (Como) - ITALY - Via Leopardi, 8
Tel. +39.031.72.811 - Fax +39.031.72.812 - [email protected] - www.camar.it
TECNOLOGIA
DIVANI, POLTRONE
E SOFÀ:
DAI MATERIALI ALLE FORME,
DALLE PROPRIETÀ ALLA QUALITÀ
Domenico Adelizzi
La progettazione di ogni tipo di
mobile imbottito inizia con lo studio delle dimensioni ergonomiche, indispensabile per analizzare, valutare, correggere e progettare sistemi confortevoli seguendo
i concetti base dell’ergonomia sia
per aumentare la conoscenza delle proprietà del prodotto riguardo
al suo utilizzo; sia per adeguare i
prodotti alle esigenze degli utenti
e aumentare la sicurezza durante
il ciclo di vita. E’ in quest’ottica che
s’inquadra la qualità, le performance e la forma della struttura di divani, poltrone e sofà, senza dimen-
Struttura a telaio metallico
ticare l’importanza degli accessori
e dei materiali che assicurano funzionalità, stabilità e durata.
LA STRUTTURA
Analizzando la suddivisione dello spazio di un mobile imbottito,
ci si accorge che lo schienale, oltre a chiudere il retro dell’imbottito, ha l’importante compito di conferire alla struttura la necessaria
stabilità e robustezza, anche perché, una volta seduti, è lo schienale che dovrà sopportare lo sforzo
maggiore. Lo schienale, può essere aggrappato ai fianchi e al ba-
Poltrona avvolgente
samento mediante resistenti bulloni, oppure inserito in specifiche
sedi o scanalature. Per gli imbottiti che prevedono il basamento,
lo stesso si può realizzare con asse a un lato, a tre lati, (i due laterali e la parte frontale) o a quattro lati, ossia come un telaio completo attorno alla struttura (è il più
utilizzato). Per realizzare la struttura del basamento, di sovente si
utilizzano i medesimi materiali impiegati per i fianchi e lo schienale, curando che la base garantisca
sia l’alloggiamento dell’imbottitura, che del meccanismo di molleggiamento e dei connettori per assemblare gli altri elementi strutturali, ossia i fianchi e il retro. Nel caso in cui i fianchi scendono a pavimento, in genere è bene applicare un elemento trasversale in vista o insito nella struttura, utile per
garantire la resistenza trasversale della medesima. Quando si utilizza il legno massiccio naturale,
1
Tecnologia.indd 1
06/05/14 09.42
Requisiti dei materiali per realizzare la struttura di divani, sofà e poltrone
Struttura a guscio
oppure pannelli da esso ottenibili;
l’ancoraggio, la tenuta e la stabilità degli elementi strutturali, spesso sono affidati ai sistemi bloccanti e ai meccanismi metallici; se invece la struttura è a lastra e costituita da elementi metallici, la tenuta è soprattutto affidata alle saldature ed ai sistemi a viti o a bulloni. Di sovente, la soluzione definita
“a lastra” con meccanismi e giunti mobili è particolarmente indicata
per divani, sofà e poltrone ingombranti e pesanti perché facilita lo
smontaggio, il montaggio, la movimentazione e, non di poco con-
Legno naturale
Se il telaio è in vista, e necessario che il legname sia integro e privo di difetti naturali quali nodi, fenditure
passanti, falcature e deformazioni generate dall’errata stagionatura ed essiccazione (arcuature, rigonfiamenti,
svergolamenti). Tra le tante specie legnose, quelle che offrono maggiori garanzie di stabilità e tenuta, vi sono
le conifere Abete e Pino e le latifoglie quali Faggio vaporizzato, Acero, Tiglio e legnami di densità volumica
non inferiore a 600 - 650 Kg/m3.
Pannelli lignei
Oltre alla stabilità e buona tenuta di viti, bulloni, chiodi e graffette, i pannelli a base legno per gli elementi di
struttura, debbono avere spigoli smussati ed arrotondati per evitare che recidano i fili delle cuciture del materiale dell’imbottitura e di rivestimento. Il tipo di pannello ligneo più appropriato è il multistrato perché presenta
struttura regolare, composizione reticolare; buon stabilità ed elevate resistenze alle sollecitazioni dinamiche.
Metalli
I materiali più indicati sono i metalli leggeri (ad es. alluminio), l’acciaio inossidabile, l’ottone ed il ferro battuto.
Ciò che occorre verificare è che non vi siano sbavature e spigoli vivi sia per non recidere gli altri materiali, sia
per motivi di sicurezza d’uso. Di sovente, l’utilizzo dei metalli è previsto per realizzare elementi misti metallo/
schiumato di poliuretano espanso.
Materiali sintetici
Il cloruro di polivinile (pvc), il polistirolo rigido, l’abs e materiali similari sono utilizzati se oltre alla solidità permettono il fissaggio delle gambe (o del basamento) e del materiale impiegato per l’imbottitura del telaio. In
tutti i casi debbono garantire sia la tenuta dei connettori che dei meccanismi di movimentazione.
Materiali innovativi
Negli ultimi anni, si utilizzano sia pannelli stratificati che a struttura organica costituiti da fibre di vetro o di carbonio. Questi innovativi semilavorati sono ottimi perché oltre a garantire notevoli resistenze alle sollecitazioni dinamiche, permettono di realizzare imbottiti dal design innovativo. L’unico neo è il costo che tuttora è troppo elevato.
to, il trasporto e la consegna a casa dell’acquirente.
LA FORMA
La forma del mobile imbottito è
molto spesso definita dalla struttura che assicura la stabilità e resi-
stenza. I tipi di forme per la struttura sono definite “a telaio”, “a guscio” e “a lastra” perché tutte consentono di ottenere mobili imbottiti
che, nel contempo siano resistenti,
stabili, durevoli e con design e finiture che aumentano notevolmen-
te sia l’aspetto estetico che quello formale.
Struttura a telaio
E’ il tipo di struttura particolarmente indicata per realizzare sedie,
poltrone e letti. Si costituisce dal
collegamento delle parti con inca-
2
Tecnologia.indd 2
06/05/14 09.42
TECNOLOGIA
stri o giunzioni allo scopo di semplificare al massimo la linea ma,
nel frattempo, anche per garantire
stabilità e resistenza alle sollecitazioni dinamiche continue. Costatato che i carichi non sono mai statici come invece avvengono per i
mobili contenitori; per poltrone, divani e sofà, è necessario garantire
che la struttura non presenti molti
incastri o interruzioni degli elementi
che la costituiscono perché, un’eccessiva presenza d’interruzioni, facilita la mancanza di stabilità e movimento dei braccioli, schienale e
seduta anche a causa delle sollecitazioni esterne che agiscono in
tutte le direzioni.
Dall’analisi, s’intuisce che per fabbricare poltroncine e mobili imbottiti è bene utilizzare:
• Materiali di struttura con buone
proprietà meccaniche.
• Giunti, connettori e accessori resistenti, stabili, ed elastici.
• Metodi/tecniche di fabbricazione che assicurino l’efficacia delle
connessioni.
Nel caso di strutture costituite da
legname massiccio naturale o
pannelli, uno dei tipi di giunzione più consona è quella conosciuta con il termine: “cava e tenone
passante”, in cui la giunzione delle
parti consiste nel collegare gli elementi mediante incastri. Altri metodi validi sono l’uso di caviglie (anche dette spine), giunti a 45° con
Struttura a guscio
Alcune norme tecniche utili per i mobili imbottiti
N° Norma Tecnica
UNI 11072:2003
Titolo
Contenuto
La norma stabilisce i requisiti prestazionali e i metodi di prova relativi alle strutture,
alle imbottiture e ai rivestimenti di tutti i tipi di sedute imbottite indipendentemente
dalla loro costruzione e dai materiali costituenti. Sono previsti tre livelli di comportamento per le seguenti tipologie di verifiche:
• Carico statico sedile-schienale
Requisiti e metodi di prova per monili • Carico statico sedile-schienale addizionale per sedie reclinabili a media inclinazione
• Carico statico sedile-schienale addizionale per sedie completamente reclinabili
imbottiti
• Carico statico sull’appoggiapiedi
• Carico statico orizzontale dei braccioli
• Fatica sedile-schienale
• Fatica sedile-schienale addizionale per sedie reclinabili a media inclinazione.
• Fatica sedile-schienale addizionale per sedie completamente reclinabili.
UNI 9175:1987
Reazione al fuoco di mobili imbottiti sottoposti all' azione di una piccola fiamma.
UNI EN 1021-1:2006
Verifica dell’accendibilità dei mobili
imbottiti – Parte 1: Sorgente di accensione: sigaretta in combustione lenta
UNI EN 1021-2:2006
Verifica dell'accendibilità dei mobili
imbottiti - Parte 2: Sorgente di accensione: fiamma equivalente a quella di un
fiammifero.
Descrive un metodo per valutare la combustione in presenza o meno di una fiamma e/o incandescenza di mobili imbottiti. Il metodo fornisce un'indicazione orientativa sulla reazione al fuoco di un mobile nella fase iniziale di un incendio, sotto
l'azione di una sorgente di agnizione di limitata entità. Origine: D.M. 26 giugno
1984 del Ministero dell'Interno - Metodo CSE RF 4/83. D.M. 16 febbraio 1982 del
Ministero dell'Interno. Attività soggette al controllo di prevenzione incendi del Corpo nazionale dei vigili del fuoco.
E’ a versione ufficiale in lingua inglese della norma europea EN 1021-1 (edizione
febbraio 2006). La norma stabilisce un metodo di prova per la valutazione dell'accendibilità di combinazioni di materiali, quali rivestimenti ed imbottiture utilizzate in
sedili imbottiti quando sottoposti a una sigaretta in combustione lenta, quale sorgente di accensione. La prova misura esclusivamente l'accendibilità di una combinazione di materiali utilizzati in sedili imbottiti e non l'accendibilità di un particolare
mobile finito che comprende tali materiali. Fornisce un'indicazione del comportamento all'accensione del mobile finito, pur non garantendolo.
E’ la versione ufficiale in lingua inglese della norma europea EN 1021-2 (edizione febbraio 2006). La norma stabilisce un metodo di prova per la valutazione
dell'accendibilità di combinazioni di materiali, quali rivestimenti ed imbottiture utilizzate in sedili imbottiti quando sottoposti a una piccola fiamma, quale sorgente di
accensione. La prova misura esclusivamente l'accendibilità di una combinazione
di materiali utilizzati in sedili imbottiti e non l'accendibilità di un particolare mobile
finito che comprende tali materiali. Fornisce un'indicazione del comportamento
all'accensione del mobile finito, pur non garantendolo.
3
Tecnologia.indd 3
06/05/14 09.42
Alcuni test per i mobili imbottiti (Estratto da UNI 11072:2003)
Sequenza
Prova (EN 1728)
Carichi / Cicli
Livello 1
Livello 2
Livello 3
1
Carico statico sedile-schienale
forza sedile N
forza schienale N 10 cicli 1)
1 300
450
1 600
560
2 000
700
2
Carico statico sedile-schienale addizionale per
sedie reclinabili a media inclinazione
forza sul sedile N
forza schienale N 10 cicli
2)
2)
2)
3
Carico statico sedile-schienale addizionale per
sedie completamente reclinabili
forza sedile N
forza schienale N 10 cicli
3)
3)
3)
4
Carico statico sull'appoggiapiedi
forza N 10 cicli
1 300
1 600
2 000
5
Carico statico orizzontale dei braccioli
forza N 10 cicli
400
500
700
6
Carico statico verticale dei braccioli
forza N 10 cicli
800
900
1 000
7
Fatica sedile-schienale
Cicli forza sul sedile: 1 000 N;
forza sullo schienale: 330 N
100 000
150 000
200 000
8
Fatica sedile-schienale addizionale per sedie
4)
reclinabili a media inclinazione
5)
5)
5)
9
Fatica sedile-schienale addizionale per sedie
6)
completamente reclinabili
5)
5)
5)
1)La Forza sullo schienale è la forza massima applicabile prima del ribaltamento (vedere
1728).
2) I valori delle forze da applicare sono quelli ricavati usando la formula riportata in norma
1728 utilizzando i carichi di base del carico statico.
3) I valori delle forze da applicare sono quelli ricavati usando la formula riportata in norma
1728 utilizzando i carichi di base del carico statico.
4) I valori delle forze da applicare sono quelli ricavati usando la formula riportata in norma
1728 utilizzando i carichi di base della prova di fatica.
tenone riportato, forcella con appoggio a 45° e incastri a coda di
rondine o a pettine. Nel caso di
strutture a telaio costituite da metallo in vista o ricoperto, ciò che invece si dovrà sempre verificare è
l’elasticità degli elementi di giunzione. L’elasticità della giunzione
è fondamentale per contrapporre
la rigidezza del metallo, sia esso
Struttura a telaio
EN
EN
EN
EN
sottoforma di tubolare, che di lamina o di profilo. Anche per la struttura a telaio costituita con metallo,
le giunzioni si ottengono utilizzando saldature o connettori di plastica o resina, curando che non deformino la linea.
Struttura a guscio
Di norma, la struttura a guscio (anche detta “a uovo”), si costituisce
Struttura a telaio
5) Metà dei cicli di fatica devono essere eseguiti con lo schienale verticale e metà con lo schienale inclinato.
6) I valori delle forze da applicare sono quelli ricavati usando la formula riportata in norma EN
1728 utilizzando i carichi di base della prova di fatica
Nota
La completezza delle sopraddette informazioni tecniche, è possibile solo consultando il contenuto
delle norme tecniche citate nel testo e prospetti, reperibile presso gli uffici di Uni dislocati su tutto
il territorio nazionale.
da un unico elemento la cui forma è realizzata in funzione dell’impiego del prodotto. Data la particolarità, la struttura guscio si utilizza per produrre elementi strutturali
di mobili imbottiti caratterizzati dalla forma sinuosa e con curve accentuate. Per realizzare il guscio,
è essenziale che i materiali siano caratterizzati da conformazio-
ne omogenea e dal costante comportamento ai vari tipi di sollecitazioni, perché non essendoci giunti o connessioni, la stabilità, la durata e funzionalità devono essere
assicurate solo dal materiale e dalla forma dell’imbottito. Per questi
motivi, i materiali più utilizzati sono le resine sintetiche agglomerate come il poliestere rinforzato con
Struttura a lastra
4
Tecnologia.indd 4
06/05/14 09.42
TECNOLOGIA
fibra di vetro, il metallo annegato
nel poliestere espanso, il compensato curvato e i materiali innovativi compositi ad alta rigidità come
sono i whisker, le fibre continue di
carbonio ed il kevlar. Nel caso in
cui si vogliano utilizzare i semilavorati lignei, il compensato curvato è il più indicato per fabbricare
mobili imbottiti con struttura a guscio, perché la forma finale dell’arredo si ottiene utilizzando sottili fogli di legno (gli sfogliati) disposti
in diverse direzioni, tra loro incollati, inseriti in stampi che riproducono la forma finale del mobile ed
infine pressati. Oltre al compensato curvato di legno, si utilizzano
scocche e strutture a guscio con
il legno amalgamato con una delle fibre innovative precedentemente dette. Il legno, sottoforma di sfogliati o di particelle o di fibre si utilizza per motivi strutturali, economici o semplicemente per migliorarne l’aspetto estetico, mentre le
fibre di carbonio o di kevlar trovano il loro scopo perché assicurano
alte resistenze ed elasticità. L’accoppiamento legno /superfibre risulta efficace perché le superfibre
garantiscono elevate proprietà fisiche e meccaniche, alta affidabilità, bassissime deformazioni e facilità di lavorazione; mentre il legno
garantisce calore, aspetti estetici sempre diversi ed altamente decorativi, ma anche perché è un ottimo coadiuvante per le resistenze e, da non sottovalutare, può
rendere più comune ed economico l’utilizzo di questi materiali innovativi che attualmente hanno costi
troppo elevati.
Struttura a lastra
Di sovente, la soluzione definita
“a lastra” si costituisce da più elementi che vengono connessi tra loro con meccanismi e giunti mobi-
Alcune proprietà dei materiali per il rivestimento
Tessuti Naturali
Si suddividono in tre gruppi.
a)Vegetali.
Le più conosciute sono: cotone, lino, canapa, juta, ramiè, agave, cocco, manila e rafia.
b)Animali.
Oltre alle pelli bovine ed equine da cui si ottiene anche il cuoio, la nappa e la crosta, si ottengono anche i tanti tipi di
lana e di seta.
c)Minerali.
Mediante fasi di processo alquanto complesse, si producono svariati tipi di fibre di vetro, le quali, unite a resine sintetiche come ad es. il poliestere, si fabbricano semilavorati per strutture a guscio e a telaio.
Tessuti Chimici
Sul mercato ci sono circa diecimila tipi di materie plastiche che hanno caratteristiche completamente diverse. In
ultima analisi, si possono suddividere in tre gruppi.
a)Artificiali.
Si ottengono dalla lavorazione della cellulosa come il rayon ed il bembereg e, dalla lavorazione della caseina, la
merinova.
b)Sintetici.
E’ la più vasta categoria di tessuti. Si ricavano dall’industria chimica, e spesso hanno denominazioni commerciali.
La maggior parte sono molto resistenti all’usura, alla luce, agli acidi ed alle muffe ed in base alla resina base che le
costituiscono, si dividono in cinque gruppi.
* Con l’utilizzo di resine poliammidiche, si ottengono i tessuti denominati Perlon, Lilion, Rilsan e Nailon.
* Dalla lavorazione della resina poliestere e, con l’aggiunta di altre particolari sostanze chimiche, si ottengono il
Terilene, il Terital ed il Dacron.
* Il Movil ed il Vinion, sono tessuti che ottenuti lavorando le resine poliviniliche.
* Con formulazioni a base di resine poliacriliche, si hanno tessuti denominati Orlon, Dralon e Leacril.
* Il polipropilene è il tipo di resina sintetica utilizzata per realizzare il tessuto conosciuto con Meraklon.
Microfibre
Per la maggior parte, le microfibre provengono dagli idrocarburi ed appartengono a poche famiglie polimeriche
con cui si realizzano i tessuti sintetici.
Da quando si sono scoperte, progressivamente, le microfibre stanno sostituendo tutti gli altri materiali, sia per gli
elementi per i mobili imbottiti, sia per altri comparti.
Tessuti misti
L’applicazione delle microfibre si estende anche ai tessuti misti ed il loro inserimento in trama con ordito di altre
fibre tessili da nuovi ed ottimi risultati sia sotto l’aspetto tattile - estetico che del comfort.
I tessuti misti non si sgualciscono e possiedono elevata resistenza allo sfregamento, ai raggi ultravioletti ed infrarossi e consentono di ottenere rilievi a disegni svariati con il metodo di tessitura jacquard.
Due esempi di tessuti misto sono l’ Alcantara e Lorica che permettono una vestibilità notevole ed adattabilità a
qualsiasi linea e design del mobile imbottito.
Tessuti Antifiamma.
Senza alterare le resistenze e le caratteristiche dei tessuti, durante la mescola delle sostanze del tessuto sintetico,
s’introducono elementi chimici (ad es. composti di fluoruati) che hanno la proprietà di inibire la fiamma. Le fibre
ignoritardanti più utilizzate per mobili imbottiti provengono o dalla famiglia delle resine poliesteri come ad es. il
Fidion Fr ed il Trevira CS o dalle resine acriliche come nel caso del Velicren.
I tessuti antifiamma, alla presenza del fuoco ed in funzione della loro composizione, reagiscono in due modi diversi.
Quelli costituiti a base di resine poliesteri, si ritirano bruciando lentamente od auto estinguendosi; mentre i tessuti a
base di resine acriliche carbonizzano dando origine ad uno strato protettivo non più combustibile. Anche i tessuti
ottenuti con filati non chimici possono essere resi ignoritardanti sottoponendoli a trattamenti e finissaggi speciali.
Essendo quasi sempre interventi di superficie, la ignoritardanza non può essere sempre garantita anche perché,
dopo diversi lavaggi ed in funzione del tipo di filato, il trattamento di ingnifugazione deve essere rifatto.
Similpelle
Sono materiali sintetici a base di polivinilacetato (PVC) o di altra natura chimica e presentano effetti estetici e disegni simili al pellame naturale. Le caratteristiche tecniche sono spesso inferiori e per questo il loro utilizzo è prevalente per imbottiti di basso pregio.
Pellami
Dal regno animale, provengono il cuoio e le pelli bovine ed equine che, in funzione dei difetti naturali presenti, assumono terminologie specifiche. Alcuni esempi sono la nappa, il primo fiore, il mezzofiore, l’hunting e la crosta.
5
Tecnologia.indd 5
06/05/14 09.42
Alcune proprietà dei materiali per l’imbottitura dei mobili imbottiti
Poliuretani e schiumati
Sono la base ideale per le imbottiture di strutture di mobili imbottiti. I poliuretani hanno un´origine sintetica
e derivano dalla reazione tra diversi elementi derivati dal petrolio. Gli ultimi tipi non sono tossici e, soprattutto, non contengono prodotti o sostanze cloro-fluoro-carburi (CFC) tanto dannosi per l´ozono dell’aria. La
struttura è a forma di nido d´ape a cellette aperte. Hanno ottime caratteristiche d’isolamento termico e di
resistenza all’idrolisi e si possono trattare in modo da renderli resistenti a muffe e batteri che si potrebbero
formare soprattutto se utilizzati per ambienti umidi. I poliuretani sono ben tollerati dal corpo umano e non
provocano irritazioni al contatto con la pelle e, per questo motivo sono la base ideale per le imbottiture della
gran parte della produzione di mobili imbottiti grazie anche alla versatilità e alle diverse densità ottenibili
ed accoppiabili tra loro. Grazie alla struttura con le pareti a cellette aperte e sottili, questi espansi flessibili
rimangono particolarmente leggeri e permeabili all’aria; ed è la traspirazione dell’aria e la dimensione delle
cellette che li caratterizza, suddividendoli in varie categorie, e con diverse prestazioni meccaniche. I tipi più
utilizzati sono quelli con densità adatte a garantire nel tempo inalterate le caratteristiche di portanza, elasticità e resistenza come per esempio la densità 25- 30 fino a 60 Kg/m3. Nelle sedute di mobili imbottiti “più
tecnici” come poltroncine da ufficio, si utilizza il poliuretano indeformabile, che permette un uso intensivo
pur conservando nel tempo più a lungo le caratteristiche iniziali. Nei prodotti per il settore pubblico invece si privilegiano poliuretani espansi flessibili ignifughi testati e certificati secondo le norme internazionali
vigenti, per garantire l’adeguata protezione all’incendio. Ogni nuovo prodotto che entra nella produzione
di mobili imbottiti ha una precisa strutturazione delle proprie imbottiture, proprio per favorire l´ideale combinazione tra estetica, prestazioni, e comfort. Grazie a procedimenti di incollaggio e combinazione tra loro,
i poliuretani espansi flessibili sono un mosaico di pezzi che nel mobile imbottito hanno una collocazione
precisa per dare il massimo delle prestazioni nel punto in cui sono posizionati. Grazie alla leggerezza,
ariosità ed elasticità si potrà sottoporre i mobili imbottiti a turbolenze di vario tipo e natura e vederli tornare
in forma come prima. Un specifico tipo di poliuretano e quello a “lento ritorno” il quale lo si definisce viscoelastico perché si caratterizza da un lento ritorno allo spessore iniziale dopo una compressione seppure è
ad alta densità (circa 90 Kg/mc ). Questo tipo è stato studiato per impieghi sia nel campo delle guarnizioni
per autoveicoli che come insonorizzante (è un’ottima alternativa a materiali più pesanti, come agglomerati
di gomma, guaine bituminose o espansi impregnati) e per imbottiture di mobili di altro pregio e materassi
grazie alla sua proprietà più specifica che consiste nella capacità di seguire morbidamente il contorno del
corpo che lo sta schiacciando, avvolgendolo e sostenendolo. Una ulteriore dote del poliuretano è la riciclabilità. Infatti con gli sfridi di lavorazione il poliuretani viene ridotti in trucioli successivamente ricompattati in
maniera permanente, ottenendo così un tipo di poliuretano dal caratteristico aspetto a puntini multicolori.
Questo materiale, particolarmente indicato per imbottiture, è disponibile in densità comprese da 60 a 300
Kg/m3 sottoforma di lastre, rotoli, pezzi sagomati e guarnizioni fustellate.
Schiumati
Gli schiumati sono simili ai prodotti di poliuretano con la differenza che s’utilizzano prevalentemente per lo
stampaggio dei manufatti dalla forma particolare, in grandi quantitativi e con le medesime caratteristiche
qualitative. Lo schiumato è una variante del poliuretano. Lo schiumato in stampi è piuttosto adattabile: la
sua versatilità e resistenza all’invecchiamento è provato in laboratorio attraverso test rigorosi. È sicuro perché non si infiamma facilmente in conformità alle vigenti normative internazionali e garantisce un aspetto
pulito nei contorni, particolare essenziale nella costruzione delle sedute d´autore. Le prestazioni sono straordinarie e creano le migliori condizioni di comfort. Le innovazioni più recenti degli schiumati sono i cosiddetti poliuretani eco-compatibili, perché possono essere, riagglomerati fisicamente o chimicamente, nonché
recuperati come energia.
Lattice naturale, sintetico e schiuma e agglomerato.
Secondo la Circolare del Ministero delle Attività Produttive del 7 dicembre 2001 n. 782684, la definizione
corretta di lattice naturale è definibile solo per quell’ottenuto per “dispersione di polisoprene generato
dall’hevea”, e cioè quello contenuto nella corteccia delle piante della famiglia delle Euforbiacee, provenienti
dalla foresta amazzonica e dalle Guaiane ma coltivate anche in Malesia e Indonesia. Invece il lattice sintetico è ottenuto per “dispersione di polimeri sintetici, derivati, per esempio, dallo stirene-butadiene” e la schiuma di lattice si ottiene per coagulazione e vulcanizzazione di un’emulsione di lattice sintetico e/o naturale,
mischiata con aria, mentre l’agglomerato di fiocchi di lattice – poliestere è il prodotto ricostituito partendo
da residui di lattice e polietere. Il latice può essere combinato con altri materiali assume un aspetto lattiginoso e consistenza collosa, di colore bianco, raramente giallo, arancio o rossastro destinato per fabbricare
una serie di prodotti uso comune oltre che per imbottiture di mobili imbottiti e materassi.
li. Queste strutture sono particolarmente indicate per quei divani, sofà e poltrone voluminosi, ingombranti e pesanti perché facilita lo
smontaggio, il montaggio, la movimentazione e, non di poco conto, il trasporto e la consegna a casa dell’acquirente.
MATERIALI PER LE STRUTTURE
Il legno massiccio, i pannelli a base legno e i metalli sono i materiali
che da sempre sono i più utilizzati
per realizzare scocche e telai grazie alle loro proprietà meccaniche,
anche se scocche in resina e materiali compositi stanno sempre più
prendendo piede.
Legno massiccio naturale
e pannelli
Le specie legnose utilizzate per
le strutture dei mobili imbottiti sono spesso definite dalle prime fasi
di studio del manufatto e verificate sui prototipi iniziali per assicurare che estetica, prestazioni meccaniche, e robustezza della realizzazione siano adeguate all’obiettivo estetico, qualitativo e prestazionale prescelto. Le specie legnose che si utilizzano provengono da
tutte le parti del mondo, l’importante è che siano sane e adeguatamente stagionate (umidità 9-12%).
Le caratteristiche del legno massiccio lavorato con incastri strutturali nelle parti più sollecitate, facilitano l’ottenimento di strutture leggere, robuste e stabili, oltre che
fornire un’ampia gamma di colori,
trame, tonalità e finiture. La maggior parte delle strutture di legno
massiccio a vista per mobili imbottiti si compone da un’intelaiatura di legno di faggio, noce o rovere oppure di abete o di pannello a base legno se non a vista, lavorate in modo da realizzare monoscocche oppure singoli elementi
6
Tecnologia.indd 6
06/05/14 09.42
TECNOLOGIA
da assemblarsi tra loro. Quando le
parti sono molto sottoposte a forti sollecitazioni, è bene realizzare
la struttura con incastri strutturali e
ferramenta di unione supplementare rinforzata con angolari o con
particolari blocchetti d’irrigidimento anch’essi di legno massiccio. I
tamponamenti tra le varie parti del
telaio portante si realizzano con
pannellature di vario genere costituite o da pannelli di fibre lignee
del tipo duro (ad esempio faesite,
masonite) oppure, per dare maggiore rigidità alla struttura portante,
con rinforzi in pannello MDF o multistrati. Quando il legno è in vista
-specialmente nei prodotti a scocca unica sedile/schienale-, si adottano pannelli multistrati o curvati appositamente costruiti alle esigenze. Inoltre, le strutture di legno
massiccio sono particolarmente indicate per essere rivestite da blocchi in poliuretano espanso di diverse densità e proprietà, permettendo così di ottimizzare il confort
delle sedute e, nello stesso tempo,
realizzare le forme volute. I piedini
della gran parte dei mobili imbottiti e sedie spesso si realizzano con
legnami opportunamente lavorati tramite processi di tornitura auto-
Struttura a telaio
matica, fresatura e/o scorniciatura.
La manutenzione delle parti verniciate è semplice, è sufficiente pulire con un panno morbido leggermente inumidito seguito da asciugatura con un panno morbido ed
asciutto per evitare la formazione
di graffi o abrasioni, evitando l´uso
di prodotti non conosciuti, chimici ed abrasivi. Infine, per evitare
qualsiasi danno alle strutture verniciate, si dovrà evitare contatti e/o
urti con altre parti e tenerli sollevati da terra per non rovinarli durante
la movimentazione.
Metallo e pannelli compositi
con resine
Il design estremo, lo stimolo all’innovazione e le nuove tecnologie,
hanno portato le aziende ad utilizzare in accoppiamento materiali nobili; come il legno massiccio
al metallo nelle sue diverse tipologie, forme e varianti. Tale connubio, ha permesso di ottenere manufatti dotati da una forte connotazione estetica e di una robustezza adeguata al loro utilizzo. La ne-
cessità di coniugare forme complesse ma esili a materiali resistenti, impone alle aziende di scegliere
in molti casi metalli come l´acciaio,
l´alluminio, l´ottone ed altri opportunamente lavorati con le tecnologie più disparate (si va dalla piegatura alla calandratura, dal semplice taglio, alle fusioni in stampo, dalla lucidatura o verniciatura, alla cromatura, zincatura e così
via). I prodotti in poliuretano schiumato si realizzano con telaio interno in acciaio, saldato con procedimento robotizzato o tradizionale
Alcune performance dei poliuretani espansi flessibili senza Cloro Fluoro Carburi /CFC)
Densità
Resistenza
Portanza 25%
Compressione 40% KPa
Portanza 65%
Allungamento
Perdita di Portanza
a Fatica Dinamica
[kg/m3]
[KPa]
[Newton]
[%]
[Newton]
[Newton]
21
3.0
114
230
220
30
25
3.4
126
252
220
25
30
35
40
4.4
4.5
4.8
167
170
180
361
348
375
220
200
180
25
22
20
1 KPa = 1,01 Kg/cm2 - 1 Newton = 0,101 Kg.
7
Tecnologia.indd 7
06/05/14 09.42
TECNOLOGIA
Poltrona a telaio smontata
secondo i casi; ed è indicato per
la robustezza e la facilità con cui
si possono soddisfare le richieste
dei progettisti, permettendo di riprodurre rilevanti serie con il massimo standard qualitativo. Quando
forme esili devono essere messe a
vista e presentare superfici brillanti o lucide, la scelta obbligata è la
Policarbonato
cromatura dell’acciaio, oppure la
verniciatura a polveri epossidiche.
Ambedue i processi consentono
una grande resistenza nel tempo
ed un mantenimento della finitura
a livelli qualitativi eccellenti anche
a seguito di un uso prolungato.
Per i prodotti ed elementi più particolari, per la peculiarità delle ca-
ratteristiche estetiche e meccaniche unite alla resistenza agli agenti esterni, non poche volte si opta per l´acciaio inossidabile (inox)
perché è pregiato, resistente ed
adatto a lavorazioni estreme come
dimostra il collaudato utilizzo in altri comparti del mobile e dell’arredamento, nonché perché consente
di realizzare particolari curvature
mediante matrice. L´alluminio diventa indispensabile nelle strutture
e nei particolari ove la leggerezza,
la particolarità della forma e il livello di finitura devono raggiungere la perfetta simbiosi. Nella quasi totalità dei casi l´alluminio scelto è quello pressofuso, o fuso in
conchiglia, in seguito lucidato. Per
quanto concerne la manutenzione
, tutti i materiali metallici non hanno bisogno di particolari cure soprattutto quando sono utilizzati per
parti non in vista oppure rivestite
da poliuretano o altro. Si consiglia
di non esporre il prodotto a sbalzi
eccessivi di umidità o direttamente all’acqua perché le finiture superficiali si possono deteriorare.
Per la pulizia dei metalli verniciati
o lucidati, si deve avere la cura di
non usare prodotti chimici, abrasivi, solventi o altro, perché possono
graffiare le superfici, mentre le cromature si possono pulire con prodotti specifici. Infine, si dovranno
evitare contatti o urti alle parti verniciate, lucidate o cromate per non
graffiare o ammaccare le finiture.
MATERIALI PER IL SISTEMA DI
MOLLEGGIAMENTO
La tenuta, la stabilità e l´elasticità
della struttura e delle sedute del
mobile imbottito sono una caratteristica importante per garantire il
comfort adeguato alla dimensione
e alla struttura del divano o della
poltrona. L’abbinamento tra le varie parti morbide in poliuretano e
gli interposti, coadiuvato dall’azione elastica del sistema di molleggiamento spesso costituito da cinghie, permette di ottenere il giusto grado di sostegno e di elasticità del sedile. Abbandonati quasi
completamente i classici molloni,
le cinghie elastiche sono diventate
parte importantissima della struttura dell’imbottito perché garanti-
Kevlar-Carbonio
8
Tecnologia.indd 8
06/05/14 09.42
TECNOLOGIA
scono la migliore e uniforme possibilità di sopportare sollecitazioni di peso e perché hanno una trama a croce e migliorano la struttura portante perché la disposizione
è omogenea costatato che lo spazio tra cinghia e cinghia non dovrebbe superare i 40/50 millimetri. Le cinghie sono particolarmente elastiche perché si compongono per il 53% di gomma e 47% da
polipropilene. Le cinghie elastiche
non hanno necessità di particolari
istruzioni di manutenzione, tuttavia
è opportuno non saltare sulle parti
centrali dei sedili, non solo perché
rovinano i cuscini ma anche perché la struttura o il telaio perimetrale può subire delle deformazioni
anche permanenti.
MATERIALI PER LE
IMBOTTITURE
Oltre all’utilizzo delle naturali piume
d’oca e d’anatra e dei materiali naturali quali le fibre animali come lana e crine e di fibre vegetali come
kapok; sisal; cocco e lino a tutt’oggi utilizzati per una piccola nicchia
di prodotti imbottiti; la parte da leone sia per le imbottiture (ma anche
per i rivestimenti) la fanno le resine
e le fibre artificiali e/o sintetiche come poliuretani espansi, schiumati, lattici di natura sintetica i quali, grazie alle proprietà visibili nello
schema che correda questo testo
sono insostituibili per imbottire divani, sofà e poltrone.
MATERIALI PER IL
RIVESTIMENTO
Scegliere il tipo di pellame o di
tessuto per rivestire una poltrona
o un divano è un’operazione non
semplice e facile, perché le caratteristiche estetiche, tattili, di colore, di resistenza e di durata, sono
alcune delle proprietà specifiche
che, spesso, determinano il successo del mobile imbottito. Senza ombra di dubbio, il rivestimento di un divano o di una poltroncina è l’aspetto più evidente e lo
si sceglie anche in funzione di altre soggettive proprietà quali: colore, linea, design, praticità di uso
e di pulizia, nonché per il comfort.
Il comfort si può desumere dai seguenti aspetti:
• Proprietà termiche: trasmissione
del calore e protezione termica;
• Trasmissione di vapore-umidità: Permeabilità all’umidità e fattori che influiscono per la permeabilità al vapore.
• Trasmissione di liquido-umidità: idrorepellenza e assorbimento
d’acqua; misura delle caratteristiche d’umidità; produzione di tessuti assorbenti; di tessuti idrorepellenti; fattori che influenzano la trasmissione dei liquidi e dell’umidità;
• Permeabilità all’aria: test di permeabilità all’aria; produzione di
tessuti permeabili e correlazione
tra permeabilità ed altri fattori;
• Taglia e foggia dei mobili da rivestire: confort estetico, misura
delle proprietà estetiche e variazioni nel comportamento estetico;
• Elettricità statica: misura della
propensione elettrostatica; effetti
dell’elettricità statica; riduzione del
carico elettrostatico.
• Rumore: impiego del tessile per
combattere vibrazioni e rumori non
graditi.
Una possibile suddivisione e proprietà dell’infinita gamma dei materiali per il rivestimento è visibile nel relativo schema contenuto
nell’articolo.
QUALITA’
Produrre mobili imbottiti è un’arte; sia perché prima bisogna progettare l’intero sistema, procurarsi i materiali migliori e dedicarsi a
un’attenta progettazione – ingegnerizzazione e costruzione, perché ogni tipo di struttura richiede una specifica imbottitura e rivestimento per garantire nel tempo
il miglior risultato in termini di design, morbidezza, elasticità, confort, estetica e durata. La stabilità, la funzionalità, la resistenza e la
durata sono le performance prin-
cipali che i componenti strutturali del mobile imbottito devono garantire e, in questo contesto, assumono importanza i requisiti minimi che i differenti tipi di materiali, accessori e meccanismi utilizzabili debbono possedere, cosicché
designer e aziende sono in grado
di verificare l’efficacia per garantire le performance. Per evitare di
realizzare mobili imbottiti con forme e strutture non stabili, giunti e
collegamenti non funzionali e per
verificare la resistenza, affidabilità
ed efficienza di tutto il sistema divano, sofà o poltrona, un altro utile strumento di verifica (purtroppo non molto utilizzato) sono i collaudi sul mobile imbottito secondo
quanto prescrivono le norme tecniche vigenti. Solo attuando questo tipo di approccio si può asserire che le performance, la sicurezza d’uso, la durabilità e la resistenza sono oggettive perché assicurate e garantire da numeri e indici
e non soggettive come invece sono il design, l’estetica e il comfort;
il tutto, per la migliore qualità del
ben vivere…e comodità. ■
9
Tecnologia.indd 9
06/05/14 09.42
SPECIALE
MATERIALI
PER L’IMBOTTITURA
Una selezione di aziende produttrici dei migliori materiali per l’imbottitura degli elementi di arredo
per il relax. I nuovi modelli, ottenuti attraverso la sperimentazione di soluzioni innovative, si caratterizzano per comfort e forme inedite.
Il taglio della foglia in continuo è un’operazione
attraverso la quale si ottengono rotoli di poliuretano
espanso di spessore e metrature differenti.
La lavorazione inizia con la produzione in continuo
dove vengono tagliati blocchi di lunghezza 30 o
60 metri, che vengono posizionati su una linea a
ciclo di taglio lineare. Le due estremità del blocco
vengono incollate tra loro dando così luogo a una
figura chiusa di forma ovale.
A questo punto un aggregato di taglio posto
all’interno della “stecca” di poliuretano si
occupa di tagliare, senza soluzione di continuità,
una lastra che viene arrotolata su appositi tubi
fino a raggiungere il diametro voluto.
Il rotolo termina il suo percorso su una speciale
imballatrice che ne comprime il diametro
riducendolo a un terzo circa del suo volume
iniziale, confezionandolo con politene nero che
preserva il prodotto dall’esposizione alla luce.
Da più di 40 anni Vefer crea poliuretani.
Le oltre 70 tipologie di prodotto che
attualmente compongono la nostra
gamma nascono dalla pluriennale
esperienza nel settore e dalla continua
attività di ricerca e di sviluppo portata
avanti con la collaborazione dei primari
produttori di materie prime.
Ogni tipo di poliuretano prende forma
da esigenze applicative ben precise.
Ogni formulazione è studio, ricerca,
attenzione, è voglia di ottenere prodotti
sempre più sicuri, innovativi, duraturi,
creati per le applicazioni produttive più
disparate e per soddisfare le richieste
specifiche dei nostri clienti.
I nostri poliuretani nascono dall’incontro
di qualità e tecnologia, dal controllo
rigoroso del processo produttivo, dal
continuo aggiornamento degli impianti,
dal rispetto della sicurezza e
dell’ambiente e dalla costante ricerca
di materiali innovativi.
TAGLIO
CONTINUO
LINEE COMPUTERIZZATE PER UN TAGLIO SU MISURA.
vefer.it
ELCAM
Recentemente Elcam ha ottenuto l’esclusiva per
l’utilizzo del materiale Solotex™: nuovo polimero
in PTT, prodotto da Teijin Fibers Limited e distribuito da Toyota Tsusho Corporation.
Rappresenta un perfetto esempio di successo
all’insegna dell’eccellenza tecnologica ed innovativa giapponese, e dello stile tipicamente made in Italy nella progettazione e produzione di
imbottiti di qualità.
Solotex® è un prodotto innovativo, di ultima generazione, un’imbottitura elastica con peculiarità
di memoria di forma che rivoluziona il comfort, il
microclima e la portanza dei sedili e degli schienali per imbottiti in generale.
D
Materiale rivoluzionario dall’ottima indeformabilità ed anatomicità, voluminosità, prodotto elastico, areato, flessibile e morbido.
Questo da origine ad un prodotto straordinario,
con performance di elevata durevolezza, elasticità, leggerezza e grande traspirabilità.
Se utilizzato in modo corretto può essere anche
un’alternativa al poliuretano espanso.
Data la sua natura a base di fibre di poliestere può essere riciclato. Grazie alla sua innovativa ed esclusiva combinazione di caratteristiche,
Solotex® segna dei nuovi standard di prestazione che possono rivoluzionare il mondo delle fi-
bre sintetiche o dei poliuretani impiegati finora
negli imbottiti. Il tessuto idrorepellente in esclusiva per Elcam viene utilizzato per l’intera produzione outdoor, per divani, lettini, pouf, piattaforme, sedie ecc. E’ un tessuto garantito, testato,
resistente all’acqua e agli agenti atmosferici in
generale, di facile manutenzione, di ottima qualità e di lunga durata. La sua sofisticata e attenta
lavorazione rendono tale prodotto waterproof il
numero uno del mercato outdoor, conferendogli
inoltre l’esclusiva di marchio registrato.
www.elcam.eu
FRABO ADESIVI
Adesivo mono-componente a base acqua
AQUAGUM M/313, non infiammabile e non nocivo, con totale assenza di solventi; da utilizzarsi con gli stessi tempi di lavorazione degli adesivi a base solvente e per incollare i medesimi
manufatti.
Estrema facilità di utilizzo, l’alimentazione degli aerografi di spruzzatura avviene per gravità,
senza impianti o pompe.
Esiste anche la versione più densa denominata Aquagum M/313-D per essere applicata con
le nuove macchine a rullo solo da un lato, nella
produzione di materassi. Caratteristiche principali del prodotto sono: un’ottima resistenza termica, un veloce tempo di lavorazione ed una
forte appiccicosità. La nuova confezione “bag in
box”, permette l’utilizzo dell’adesivo per caduta,
posizionando l’imballo ad un’altezza di circa 2
mt. l’adesivo raggiunge l’aerografo per forza di
gravità, senza l’ausilio di pompe.
www.frabo.it
14
speciale.indd 14
06/05/14 11.29
SPECIALE
SITAB P.E.
air
a
ir
evolution
Air Evolution è il risultato di una nuova formulazione, basata prevalentemente sull’utilizzo di
ingredienti a base naturale di origine vegetale,
i quali opportunamente dosati e miscelati consentono di ottenere un prodotto che conferisce
valore e distinzione alla linea Air, il poliuretano
a memoria di forma di Sitab, e Air Active il poliuretano “Latex like”.
Concretamente Sitab P.E. offre un vantaggio
competitivo ai clienti che scelgono di utilizzare Air Evolution nella fabbricazione dei loro
prodotti (materassi, guanciali ecc). Il ciclo tecnologico di Air Evolution consiste nell’immet-
tere, già in fase di preparazione delle miscele, gli additivi. Air Evolution offre la possibilità
di scegliere tra una vasta gamma di soluzioni innovative ed integrabili fra loro: Air San, Air
Gel, Air Soja, Air Flora, Air Rose, Air Bouquet.
Air Evolution è inoltre personalizzabile con
l’offerta customer colors: la possibilità di avere
un colore in esclusiva.
Usando Air Memo Dream ed Air Active è possibile ottenere materassi di qualità, leggeri e traspiranti.
www.sitabpe.com
VEFER
Dalla ricerca Vefer nasce una nuova serie di guanciali “multihardness” ottenuti con una particolare
tecnologia che permette di incapsulare diversi materiali in un corpo unico, senza l’utilizzo di colle o di
additivi.
Aprendo di fatto nuove frontiere nel miglioramento
dei confort e nella personalizzazione del prodotto,
specialmente nei cuscini, Vefer risponde alle richieste di un utente sempre più esigente e attento alle
caratteristiche prestazionali e all’alta qualità dei materiali utilizzati.
Dalla ricerca Vefer, sui sistemi colloidali, è nato polarGelfoam®, una straordinaria schiuma poliuretanica atossica, priva di sostanze volatili e plastificanti,
che favorisce una piacevole sensazione di freschez-
za. Segnaliamo inoltre Malvafoam®, guanciale di ergonomica elasticità arricchito all’estratto di malva,
realizzato in schiuma poliuretanica ad alta resilienza
(HR) con procedimento shaping e i guanciali composti da uno strato base “contenitore” in M.F.Mind
Foam® e uno strato superiore “di riempimento”, in
differenti materiali.
Infine il materiali viscoelastico M.F.soy®, prodotto
con procedimento shaping.
Si tratta di una schiuma poliuretanica con particolari
caratteristiche di deformabilità e lento ritorno, ideale
come supporto di sedute e materassi grazie al suo
effetto conformante.
www.vefer.com
15
speciale.indd 15
06/05/14 11.29
KENDA FARBEN
ne di adesivi sia a base solvente che a base acqua, molto apprezzati per tutte le lavorazioni e
i diversi materiali utilizzati nel settore. Uno dei
principali punti di forza dell’azienda è da sempre il livello qualitativo dei prodotti e il costante impegno nella ricerca e sviluppo di nuove linee, sempre più rispondenti al continuo evolversi dei processi di lavorazione di calzatura e pelletteria e imbottito.
Costanti investimenti hanno portato Kenda Farben a disporre di laboratori estremamente avanzati oltre che organizzati per linea di prodotto.
Sar 503 e’ un adesivo monocomponente “one
La Kenda Farben si propone come fornitore affidabile e partner solido e versatile. L’obiettivo non e la sola soddisfazione del cliente ma la
creazione di un rapporto duraturo e costante.
Oggi l’azienda è uno dei leader mondiali nella produzione di adesivi e vernici e prodotti per
il finissaggio, con diverse sedi in paesi chiave
per il settore calzaturiero e pellettiero (Cina, India, Brasile, Serbia e Vietnam). Nuovo core business è il settore dell’imbottito, con la produzio-
way” base solvente, da utilizzare a spruzzo,
per l’incollaggio di molteplici materiali nel settore del mobile imbottito. La facilità di applicazione, la velocità di incollaggio e la resistenza alla
temperatura sono le caratteristiche principali di
questo prodotto.
Sar 523 e’ un adesivo policloroprenico a base solvente da applicare a spruzzo. La natura
del polimero presente nella sua formulazione, lo
rende adatto per incollaggi particolarmente difficili. E’ un prodotto molto apprezzato per i rivestimenti dei mobili in pelle e nel settore nautico.
Ecosar 502 B e’ un adesivo policloroprenico
in dispersione acquosa. Assieme all’attivatore
Kendor Eco A, viene utilizzato per l’incollaggio
di gomme espanse , materiali naturali e sintetici.
L’elevata presa iniziale e la resistenza alla temperatura rendono questo adesivo molto apprezzato nella produzione dei materassi.
La gamma di adesivi a base acqua “Ecosar”, totalmente esente da solventi, rispetta pienamente le normative vigenti che regolano la salute del
lavoratore e l’inquinamento ambientale.
www.kendafarben.com
3P
3P ha come attività principale la trasformazione del
poliuretano espanso per l’industria dell’arredamento. Nel corso dei molteplici anni di operatività l’attività si è notevolmente sviluppata e, grazie all’impiego di moderne tecnologie, ad un’elevata specializzazione e flessibilità aziendale, diventando ormai
un’azienda a ciclo completo.
Tutto ciò fa si che la produzione trovi applicazione, oltre che nel campo dell’arredamento, anche in
quello degli imballaggi, dei materassifici, delle calzature, della valigeria ed in tutti quelli in cui trovi
impiego il poliuretano espanso.
Tra la gamma di prodotti, segnaliamo:
- Imbottitura sistemi di riposo Sommier, realizzata in
legno imbottito con molle indipendenti e poliuretano espanso rivestito con ovatte
- Guanciali sagomati da blocco e ricostruiti
- Poltrona in bianco, con strutture poltrone messe
in bianco.
www.3pespansi.com
16
speciale.indd 16
06/05/14 11.29
SPECIALE
ASSOPIUMA
ASSOPIUMA, fondata nel 1981, ha istituzionalmente promosso il consumo, la conoscenza, la
qualificazione delle imbottiture naturali, dandosi anzitutto un preciso e rigido Regolamento e
depositando il Marchio distintivo (deposito n °
1.299.049 c/o l’UE). Ha promosso studi e convegni formativi, ha ufficializzato, con l’autorevole normativa UNITEX, il glossario dei termini e le
definizioni dei materiali e dei componenti. Ha ottenuto un importante riconoscimento internazionale con la Presidenza e la Segreteria del Comitato Tecnico CEN 222 Europeo il quale ha messo
a punto tutta la normativa europea attualmente in
vigore. Dalla normativa ASSOPIUMA, sono nate
le etichette ASSOPIUMA, per riconoscere, anche
dall’esterno e senza essere esperti, una buona
imbottitura. Le etichette contengono una filigrana che ne garantisce l’autenticità, sono numerate
per poter risalire al produttore del capo, sono applicabili esclusivamente dagli associati che si sono impegnati a rispettare il Regolamento e a sottoporsi ai relativi controlli. Oltre alla composizione
garantiscono il trattamento di bonifica e lavaggio
secondo le normative e
le leggi vigenti, a protezione dei diritti del consumatore. L’etichetta ASSOPIUMA, con funzione
di Marchio di Qualità, è
sempre accompagnata da una seconda etichetta
“verità” sulla quale il Socio produttore riporta: la
composizione tessile, la composizione dell’imbottitura, i consigli di manutenzione e altre informazioni utili al consumatore finale. Solo i manufatti realizzati in Italia possono fregiarsi del Marchio
e quindi dell’etichetta ASSOPIUMA su cui è ripor-
tato il “Made in Italy”: la conferma del valore della
tradizione Italiana di un lavoro artigianale e la garanzia dell’alta qualità frutto dell’esperienza e della tecnologia che ci contraddistingue. ASSOPIUMA è membro dell’EDFA (European Down and
Feather Association).
www.assopiuma.org
GLI ASSOCIATI
• A. MOLINA & C.
• CITPIUMA
• FURIA CUSCINI
• MORBID LINE
• MTP
• NORDPIUMA
• PELUCCHI
• PIUMARREDO
• RESINPIUM
ANTECON
Molleggio insacchettato Micropocket ad alta densità con portanza differenziata 3-5-7 zone. Si può definire l’evoluzione del pocket tradizionale. Le oltre 500
molle per metro quadrato costruite con fili ad alto te-
nore di carbonio in diametri da mm. 1,20-1,30-1,40
garantiscono una indipendenza ed un sostegno indeformabile e duraturo nel tempo.
Manufatto che si pone nella fascia di prodotti ad alta
tecnologia, e deve il suo punto di forza all’elevata indipendenza nel sostegno del corpo a riposo ed alla
grande flessibilità strutturale. Queste caratteristiche
tecnico-meccaniche fanno si che sia l’ideale per letti
con reti a movimento indipendenti, ideali per manufatti di elevata qualità. Disponibili due varianti quella
“soft” in diam.1,2/1,3 mm. con rivestimento in feltrino e quella “firm” diam. 1,3/1,4 mm. con rivestimento spunbond.
Molleggio di ultima generazione a molle indipendenti Supermicro pocket a 3-5-7 zone con portanza differenziata per una migliore distribuzione e sostegno
degli equilibri del peso. L’altissima densità di molle
per metro quadrato, oltre 1000, il diametro del filo armonico, mm. 0.80-0.90-1.00 in funzione del differente carico di portanza, i 13 giri della molla stessa, la
tasca di contenimento in tessuto anallergico per singola molla la cui chiusura è effettuata con ultrasuo-
ni rendono questo molleggio unico nel suo genere.
L’ergonomia diventa così il fine assoluto di questo prodotto avvolgente e compatto al tempo stesso. Queste caratteristiche unite alla indeformabilità ed all’eleganza intrinseca del Supermicro pongono questo manufatto al top di gamma ed in una posizione di assoluta elite. Il mercato a cui si rivolge è
una clientela estremamente esigente, attenta ai propri bisogni psicofisici ed alla qualità della vita.
www.antecon.it
17
speciale.indd 17
06/05/14 11.29
CINELLI PIUME E PIUMINI
Leader sul mercato della fornitura di piuma
per il settore arredamento da 50 anni, Cinelli Piume e Piumini continua ad investire
sia nella ricerca di materiali innovativi che
nell’espansione strutturale con nuovi macchinari, l’introduzione di energie alternative e con un ampliamento degli stabilimenti
nella sede di Buggiano (PT).
La produzione Cinelli Piume e Piumini è al
100% made in Italy e sottoposta a diversi
controlli. Per quanto concerne i nuovi materiali, da utilizzare insieme alla piuma e al
piumino, vengono sottoposti in laboratorio a
numerosi test per verificarne la qualità.
Dopo il superamento di questa fase e solo
se ritenuti validi vengono introdotti nella lavorazione. Il rigore di Cinelli Piume e Piumini è garanzia di un prodotto di elevata qualità con parametri sopra la media dei competitor presenti sul mercato.
L’esigenza di accostare materiali più tecnologici (poliuretani, memory, molle in acciaio armonico, etc…) alla piuma e piumino nasce dalla volontà di crescere e riuscire a rispondere ai diversi trend del mercato.
La soluzione finale deve offrire un comfort
ottimale. Il tessuto esterno in puro cotone
100%, garantisce una perfetta traspirabili-
tà. La lavorazione a trama fitta impedisce la
fuoriuscita di piuma e piumino.
L’azienda utilizza per l’imbottitura 20-25 tipi di piuma diversi, studiando e mettendo a
punto nuove miscele create ad hoc tra cuscini per sedili, schienali, cuscini opzionali,
cuscini bracciolo in grado di garantire portanze e sofficità differenti anche in base alle
richieste dei clienti. Ogni singolo modello è
unico nel suo genere. Ciascun cuscino nasce per rispondere ad una richiesta di forma e di comfort differente, trasformandosi
così in qualcosa di esclusivo.
L’evoluzione di Cinelli Piume e Piumini continua con nuove soluzioni innovative e d’eccellenza.
www.cinellipiumini.com
MASTEK
Mastek, azienda da sempre impegnata nello sviluppo di nuove soluzioni tecnologiche, presenta
sul mercato due nuovi adesivi mono-componenti in dispersione acquosa: Ekopren 1312, studiato nei laboratori di ricerca per rispondere alle esigenze dei clienti sempre più protese alla tutela
dell’ambiente. L’adesivo è utilizzato nei settori del
mobile imbottito, dei materassifici. Le sue caratteristiche peculiari possono essere così elencate:
- non necessita di catalizzatore;
- dopo l’incollaggio, il film adesivo rimane sempre morbido;
- grazie all’alto contenuto secco presenta una
ottima resa;
- ha una ottima resistenza termica.
Il secondo prodotto Ekopren 51 A, mono-componente, viene utilizzato anch’esso nel settore del
mobile imbottito e dei materassifici. L’adesivo viene spruzzato sui due supporti da incollare e, dopo
una breve attesa (massimo 3- 4 minuti) si può procedere all’unione degli stessi. Le caratteristiche
del prodotto sono le stesse dell’Ekopren 1312 oltre
all’alta resistenza termica che consente ai supporti incollati di mantenere inalterate le proprie caratteristiche anche in condizioni climatiche particolari
come ad esempio temperature elevate.
www.mastek.it
18
speciale.indd 18
06/05/14 11.29
2007 - 2014
VIA CAROLI 12 DA EX ORATORIO DISMESSO A FULCRO
DI PERCORSI DI INSERIMENTO SOCIALE E LAVORATIVO
6 ANNI DI ATTIVITÀ - 450 GIOVANI COINVOLTI
LABORATORIO MULTIMEDIALE
CUCINA PROFESSIONALE - RISTORANTE
ORTO - FRUTTETO SPERIMENTALE AND MORE…
DIDATTICO
SCEGLI IL
5
PER
MILLE
DELLA DIFFERENZA
I L
C O D I C E
F I S C A L E
D A
I N D I C A R E :
9 4 0 2 7 6 0 0 1 3 2
www.5permilledifferenza.net
PERCHÈ DARE IL 5X1000 A FONDAZIONE BERTINI ONLUS?
È UNA SCELTA NUOVA
Nata da un’impresa
famigliare, con G.EN.TE
(Giovani e Nuove Tecnologie)
si pone a favore dei giovani
con disagio mentale e
sociale
È UNA SCELTA EFFICACE
È UNA SCELTA AFFIDABILE
“Imparare facendo” è il
nostro pensiero: tutti i corsi
(nuove tecnologie - cucina
- ortoflorovivaismo) hanno
generato inserimenti
lavorativi stabili
A sei anni dalla nascita, la
Fondazione è un
soggetto autorevole,
riconosciuto
dalle istituzioni e radicato
su tutto il territorio
COME FARE PER DEVOLVERE IL TUO 5X1000 A FONDAZIONE BERTINI ONLUS
Quando compili la scheda CUD, il modello 730 o il modello UNICO:
1. Firma nel riquadro indicato come
“Sostegno del volontariato...”;
2. Indica nel riquadro il codice fiscale di
Fondazione Bertini: 94027600132.
F O N D A Z I O N E
G A E T A N O
B E R T I N I
O N L U S
M A L G A R I N I
INTELLIGENTE
È LA MATERIA
Una società internazionale – undici uffici in tutto il mondo – che opera nel campo della
consulenza sui materiali innovativi e sui processi produttivi, sviluppando le sue ricerche
a 360 gradi, per individuare proposte utilizzabili nei più diversi settori applicativi,
dall’architettura al design.
Material ConneXion rappresenta il
più grande centro di ricerca e consulenza sui materiali innovativi con
sedi a New York, Bangkok, Beijing,
Colonia, Daegu, Istanbul, Milano,
Seoul, Shanghai, Skövde e Tokyo.
Fondata nel 1997 a New York, in seno al centro, Materials Library si è arricchita nel corso degli anni, diventando il più grande archivio di materiali e processi produttivi innovativi e
sostenibili al mondo. L’archivio, sia fisico che online, conta più
di 7 mila materiali e processi produttivi suddivisi
in diverse categorie: polimeri, ceramiMicol Costi, direttore
della Library &
ci, vetri, meMaterials Research
talli, cementi, naturali e derivati, materiali a base di carbonio e processi produttivi.
Ogni mese la Library include circa
50 nuovi materiali e tecnologie selezionati da una giuria di esperti internazionale e interdisciplinare, tra i
tanti presentati dalle diverse sedi o
direttamente dalle aziende. I materiali, una volta scelti, compongono il
database online e i diversi archivi fisici, diventando le novità di prodotto più interessanti dal punto di vista
dell’innovazione, delle caratteristiche
tecniche e delle capacità produttive.
Oggi, Material ConneXion fornisce
anche servizi di ricerca e consulenza personalizzata per soddisfare esigenze e problematiche progettuali più complesse, che necessitano
della collaborazione diretta del team
di esperti. Il Centro promuove poi la
creazione di contatti tra i produttori di materiali e i potenziali utilizzatori.
La prima delle sedi internazionali è
proprio a Milano, dove Material Connexion offre le proprie risorse nel cuore della capitale mondiale del design.
?
Di cosa vi occupate in questa
sede?
“Qui in Italia, Material Connexion è
particolarmente attiva – risponde Micol Costi, direttore della Library & Materials Research – poiché esistono
settori molto vivaci nello studio e sviluppo di nuovi materiali, come l’arredamento e l’architettura. Dunque, oltre a disporre di uno spazio espositivo permanente all’interno della Triennale di Milano, dedicato alla cultura e alla conoscenza dei materiali e processi innovativi, operiamo attraverso consulenze mirate, in supporto a professionisti e aziende nella scelta di soluzioni materiche da utilizzare per i loro progetti e prodotti”.
?
In quale direzione si sta evolvendo la ricerca nel campo del
design? “In primo luogo verso tutto ciò che è sostenibilità e che con-
tribuisce a diminuzione dell’impatto ambientale. Le strade che si stanno aprendo sono davvero molte: non
soltanto per quanto riguarda la fase
produttiva, ma anche verso la ricerca e il miglior utilizzo di materiali locali, che consentono risparmi di processo e di trasporto. Ma la strada si amplia, comprendendo la presenza di
contenuti riciclati e la compostabilità dei prodotti, caratteristica, questa,
molto importante per tutto il mondo
del contract, dove è necessario disporre di manufatti che possano essere agevolmente smaltiti e riciclati dopo il termine del loro ciclo di vita”.
?
Invece, innovazione nell’utilizzo?
“Un paradigma costante è la necessità di creare prodotti per l’uso
quotidiano più facili, leggeri e durevoli. Inoltre, oggi si tende a realizzare materiali attivi, dotati di particolari capacità batteriostatiche, ovvero capaci di migliorare le condizioni
dell’aria in ambienti confinati o meno,
oppure bloccare le radiazioni Uv o
neutralizzare i batteri. Si tratta di proprietà eco-attive riscontrabili in materie di differente natura e in diverse composizioni chimiche, parliamo
di vetri, ceramiche, polimeri, quindi prodotti tessili, vernici, lastre o rivestimenti. Le proprietà antibatteriche,
inizialmente pensate per i laboratori, vengono oggi utilizzate per molti ambienti domestici, come le cu-
cine o i bagni, ma anche per i piani dei tavoli e delle cucine dove si
maneggia il cibo. Oltre, a entrare in
tutto quello che costituisce arredo
per bambini e a materiali scolastici”.
?
Veniamo a materiali più tradizionali, come il legno. Quali sono le nuove tecnologie che lo rendono innovativo?
“Posso citare la stabilizzazione, dove le sostanze polimeriche utilizzate non solo sono in grado di conferire specifiche caratteristiche fisiche e
tecniche ai legnami adottati, ma consentono anche di determinare colorazioni su misura e del tutto innovative. Spesso i legni sottoposti a processi di stabilizzazione sono materia di recupero, il procedimento consente infatti di utilizzare anche legname marcito, il cui iniziale stato di deterioramento non è riconoscibile nel
prodotto finale. Le innovazioni legate al legno sono molteplici. Attraverso il ricorso a elementi diversi, ad
esempio le fibre ottiche, è poi possibile rendere traslucido un pannello in massello, dotandolo quindi di
una caratteristica totalmente inedita, che lo arricchisce esteticamente, ampliandone sensibilmente il potenziale applicativo, basti pensare
a superfici retroilluminate, elementi schermanti, pareti divisorie e segnaletica per architettura, design di
punti vendita ed eventi eccetera”.
20
Elettrodomestici.indd 20
06/05/14 11.37
M AT E R I A L I
SETTEMILA MATERIALI E TECNOLOGIE INNOVATIVE
Di seguito, una rassegna di alcune delle novità più rappresentative selezionate da Material Connexion e già pubblicate
sull’opuscolo annuale dell’agenzia. Naturalmente, si tratta i materiali che possono trovare applicazione ideale nel mondo
dell’arredamento e del design. Per qualsiasi ulteriore informazione è possibile rivolgersi alla sede di Milano.
Poliuretano E’. Il poliuretano espanso flessibile è un elastomero e le sue
caratteristiche principali sono l’elasticità e la resilienza, requisiti che lo rendono capace di sopportare una notevole deformazione sotto sforzo e di
ritornare alle dimensioni originali quando viene interrotto, garantendo il
recupero della forma
iniziale ed evitando il
crearsi di avvallamenti. La struttura microcellulare del poliuretano espanso flessibile permette il ricambio
d’aria e la dispersione
di umidità, condizioni
che impediscono l’insorgere di allergie legate al proliferare di batteri, consentendo al corpo umano di godere di una naturale traspirazione.
Ligneah è un multistrato composto da tranciato in legno naturale, inciso al laser, accoppiato a un tessuto. L’incisione laser sottrae la fibra
al legno e rende la superficie del legno simile alla pelle. Le aree di incisione laser possono coinvolgere in modo difefrenziato la superficie
del legno, le distanze tra un area di incisione e l’altra che permettono
di rendere la superficie simile alla pelle,
variano da Yz mm a 6
mm. Il grado di morbidezza o rigidità del
multistrato dipendono
dalle caratteristiche
del tessuto di supporto, che ne condiziona inoltre la resistenza alla trazione.
Lo spessore del multistrato variano da 8/10 di mm fino a 1,8 mm.
Pannelli per superfici dall’aspetto anticato, creati mediante una lavorazione esclusiva che permette di
modellare un sottile rivestimento in legno su una base di legno composito, come truciolato o compensato. L’anima dei pannelli è racchiusa in sandwich nel
rivestimento in legno verniciato e quindi formata per
produrre una superficie dimensionalmente strutturata. I pannelli hanno formato massimo 245 x 63,5 cm e
spessore standard di 21 mm. La versione standard ha
tempi di consegna compresi fra le tre e le quattro settimane. Il rivestimento è disponibile nelle versioni in durame autentico di noce non verniciato e larice affumicato autentico non verniciato. Non si ha ripetizione del motivo ornamentale. Le applicazioni comprendono il rivestimento di pareti e soffitti e la creazione di mobili, ripiani
per espositori, porte e relativi inserti.
Tessuto spalmato ignifugo trapuntato con imbottitura in schiuma, per
applicazioni in interni residenziali e nel settore contract. Presenta un disegno geometrico sfaccettato, . realizzato attraverso una tecnica di trapuntatura industriale. Il materiale è costituito al 43% da Pvc (polivinilcloruro), al 20% da Cot/Pes (cotone/poliestere), al 33% da Pu
(schiuma poliuretanica) ed al 4% da Pp (polipropilene).
Presenta un indice di stabilità dei colori alla luce pari
a 6 (ISO 105-B02, Xenotest - scala del blu), sopporta
10.000 cicli del test Martindale (rete metallica - ISO
5470-2/03) e risulta resistente al fuoco (EN 10212:2006 e UNI 9175 - Classe 11M).
La superficie trapuntata presenta una grana opaca
che riproduce la texture dei pellami d’arredamento, ed
è disponibile in 24 colori, sotto forma di rotoli di altezza
140 cm (55 in) e peso 820 g/m2 (2,7 oz/ft2 ). Gli utilizzi includono tappezzerie e rivestimenti per arredi, pannellature e superfici.
Oltreluce Collezione di vetri traslucidi stampati, costituita dai tre pattern esclusivi, Oltreluce Circles, Oltreluce Waves, Oltreluce Space, disegnati da Michele De Lucchi e disponibili nelle versioni trasparente, extra-clear e argentata. Il materiale presenta una trasparenza variabile, che muta a
seconda dell’angolo di osservazione, grazie ai differenti spessori dei rilievi, che punteggiano la superficie vetrata. La versione temprata offre resistenza meccanica migliorata e maggiore resistenza al calore, inoltre il vetro può essere laminato, per aumentarne la sicurezza, o assemblato in vetrata isolante. I processi produttivi Agc per vetro stampato garantiscono standard elevati, grazie a
un controllo di qualità rigoroso e costante. Gli utilizzi riguardano applicazioni sia in interni, tra cui
arredi, pareti fisse o scorrevoli, porte, cabine doccia eccetera, sia in esterni, come porte e finestre.
21
Elettrodomestici.indd 21
06/05/14 11.37
Pannelli in materiale composito di origine
biologica, costituiti da fibra di canapa riciclata preconsumo {50%, risorsa rapidamente rinnovabile} e legante acrilico esente da
formaldeide {50%}. L’esclusivo procedimento di infusione del legante acrilico conferisce
al materiale la medesima resistenza delle superfici in truciolato. I pannelli, che possono essere lavorati con le comuni attrezzature da falegnameria, hanno formato 91 x 244
cm e spessore 12,7 o 9,5 mm. Il prodotto è
disponibile nei colori naturale, cacao, rame e
onice. Il materiale ha durezza 1,41 kg (3,100
Ib) sulla scala Janka e resistenza all’estrazione delle viti dalla superficie pari a 197 kg
(4341b, vite da lamiera 4,8 mm x 2,5 cm).
Può contribuire al conseguimento di crediti
LEED EQ 4.4 (materiali ad emissioni ridotte),
MR 4 (contenuto in materia riciclata) ed MR 6
(materiali rapidamente rinnovabili). Il prodotto è usato per realizzare pannelli da parete,
superfici di lavoro, arredi e ante per mobili.
Tessuto spalmato flessibile di spessore soffice, termoformato in continuo, per il rivestimento di imbottiti destinati a interni residenziali e al
settore contract. Il materiale viene sottoposto a
un processo di stampaggio a caldo e goffratura, che conferisce alla superficie un caratteristico aspetto tridimensionale (3D). È costituito al
55% da Pvc (polivinilcloruro), al 25% da Pu (poliuretano) ed al 20% da Cot (cotone). Presenta un indice di stabilità dei colori alla luce pari a
6 (ISO 105-B02, Xenotest - scala del blu) e sopporta 50.000 cicli del test Martindale (ISO 54702:2003). Il prodotto è disponibile in tre motivi
standard, in una gamma di e 16 colorazioni, sot-
to forma di rotoli di altezza 140 cm e peso 880
g/m2. Gli utilizzi riguardano la progettazione di
ambienti residenziali ed il settore contract ed includono tappezzerie e rivestimenti per arredi,
pareti, pannellature e superfici.
Lamine metalliche multicolori in acciaio e
alluminio prodotte tramite un processo di serigrafia multistrato, che impartisce alla superficie colore, grafica e struttura. A differenza
di altri materiali del genere, come i pannelli in
acciaio laminati con Pvc, il prodotto non emette gas che compromettono la qualità dell’aria
degli ambienti e non contiene composti organici volatili (Voc). È resistente all’attacco chimico e agli agenti
atmosferici, non
contiene alogeni, raramente produce fumi e non influenza la velocità di propagazione delle fiamme.
Il substrato in lamina zincata viene dapprima sottoposto
a imprimitura e quindi serigrafato su più strati in modo da dare colore e struttura alla superficie. Da ultimo viene applicato un rivestimento protettivo incolore. I pannelli sono lavabili con i comuni detergenti e sono prodotti nel
formato standard 122 x 250 cm, con spessore
della finitura superficiale compreso fra 0,025
e 0,065 mm. È disponibile una scelta di motivi
grafici, con possibilità di personalizzazione. I
possibili utilizzi includono arredi, elettrodomestici e pannelli per pareti, porte e soffitti per interni ed esterni, anche in località costiere.
Rivestimento in puro metallo utilizzato per impartire a qualunque supporto l’aspetto di una vera superficie metallica. Il materiale è composto da metallo (72%) e da resina legante (28%). Quest’ultima può essere a base di solvente, di acqua oppure
flessibile a base di acqua. Il legante viene prodotto in base a criteri ben precisi e la polvere di metallo utilizzata proviene da
industrie metallurgiche. Prima del trattamento l’applicatore miscela il metallo allegante nelle corrette proporzioni, e un agente indurente viene aggiunto nel caso di resine a base di solvente. Della polvere addensante viene aggiunta per dare alla superficie la struttura desiderata. Se si usano leganti base di acqua o flessibili, al metallo viene aggiunto solo un poco d’acqua
nel caso la temperatura sia molto elevata. Il procedimento permette l’utilizzo del metallo in circostanze nelle quali il costo o i
peso lo renderebbero proibitivo. Inoltre il supporto trattato può assumere caratteristiche e texture non ottenibili con semplici
superfici metalliche. Il rivestimento è venduto in confezioni includenti 50 kg di polvere metallica e 20 kg di solvente. È disponibile in sette versioni, ciascuna proposta in più varianti che differiscono per aspetto, consistenza e disegno. Particolari miscele e combinazioni di colori vengono fornite a richiesta . Il materiale trova utilizzo nella progettazione e decorazione di superfici ed elementi per hotel, imbarcazioni, punti vendita e ambienti residenziali ed è utilizzato per rivestire pareti, pavimenti,
sportelli e ante, mobili e complementi d’arredo, piani d’appoggio, recinzioni, cartelli, sculture, impianti di illuminazione, porte
e interni di ascensori, fontane e giochi d’acqua, aree piscina, piastrelle, porte e persiane.
22
Elettrodomestici.indd 22
06/05/14 11.37
M AT E R I A L I
Vernici a polvere in poliestere
esenti da Tgic (triglicidil-isocianurato) trasparenti o semitrasparenti, resistenti agli agenti atmosferici.
L’utilizzo di una tecnologia brevettata di adesione durante il processo di applicazione assicura qualità
e resa del colore ottimali. Le vernici presentano resistenza alle intemperie, proprietà meccaniche, fluidità
e potere coprente eccellenti e sono
esenti da solventi e Cov/Voc. Sono
applicate sul substrato con pistole e impianti per verniciatura elettrostatica a bassa energia, quindi eliminando la necessità di processi di
verniciatura a secco e nebulizzazione e il verificarsi di fenomeni quali
striature o l’effetto quadro (o effetto
cornice). Queste vernici presentano
una densità (Astm D792) di appros-
Finitura piacevole al tatto, applicabile a qualsiasi superficie. Si tratta di una vernice trasparente composta
da una miscela di idrossiacrilati, la cui vellutata morbidezza ricorda al tatto la pelle di alta qualità. Il trattamento può essere applicato a numerosi substrati:
acrilonitrilebutadiene- stirene (Abs), poliammide/nylon
(Pa), poliuretano (Pur) polipropilene (Pp), acrilico, vetro, legno, cartone, metallo, cartongesso, materiali
compositi e da prototipazione. Non esistono limitazioni
tecniche alla dimensione della superficie trattata, ma al
fine di garantire un processo efficiente e una corretta
fase di asciugatura, si raccomanda di non superare il
formato 400 x 250 x 200 cm. Il prodotto può essere incolore o della tinta desiderata. L’aggiunta della vernice
opa- ca di consistenza vellutata altera leggermente le caratteristiche della finitura. A richiesta si sviluppano soluzioni personalizzate. Le applicazioni comprendono console, targhe per
porte, bottoni, interruttori e attrezzi.
Rivestimento trasparente cancellabile a secco per superfici
di interni ed esterni. Questo rivestimento a lunga durata, trasparente e non soggetto a ingiallimento, risulta asciutto dopo due
ore e dopo otto ore è pronto per la scrittura con pennarelli cancellabili a secco o decalcomanie rimovibili. Si tratta di una formulazione bicomponente (isocianato e resina bicomponente),
applicabile con un rullo liscio su cartongesso, intonaco, piastrelle, metallo o qualsiasi superficie liscia verniciata, che asciuga rapidamente, con una
lucidità di superficie uniforme. Un gallone
(3,79 litri) di prodotto ha un potere coprente
di ca. 37,16 metri quadrati, se applicato su
superfici lisce. Il materiale è disponibile in tre
diversi kit: completi di utensili per l’applicazione manuale, per la
copertura di 4,6 e 9,3 metri quadrati, e per applicazione professionale, per la copertura di 18,6 metri quadrati. Soddisfa i requisiti IAQ (Indoor Air Quality) sezione CA 01350 relativi alle emissioni e contiene meno di 5 g/I di composti organici volatili (Cov/
Voc). Questa soluzione, le cui applicazioni includono superfici
scrivi bili a secco di uffici, spazi destinati alla didattica e ambienti residenziali, rappresenta un’alternativa alle lavagne.
simativamente 1,2-1,8 g/cm3, a seconda della pigmentazione, ed un
potere coprente teorico di 11,1 m3/
kg con densità 1,5 g/cm3 e spessore dello strato di 60 11m (2,5 mils).
Questa collezione, fornita nel formato standard, box da 20 kg, o in mini
confezioni da 2,5 kg, è disponibile
in 15 colorazione in 20 differenti finiture, senza opzioni di personalizzazione del prodotto, ed ha una stabilità allo stoccaggio di 6 mesi a oltre 25° C. Le applicazioni riguardano superfici per interni ed esterni e
includono arredamento e complementi, illuminazione, ringhiere e arredi per punti vendita.
23
Elettrodomestici.indd 23
06/05/14 11.37
Materiale di copertura durevole simile alla ceramica, prodotto con sostanza minerale e carbonio. Si tratta di
un materiale inorganico rigido e microporoso, ottenuto per carbonizzazione di terreni ricchi di sostanze minerali a
temperature superiori a 1100° C. Una sottile rivestimento in carbonio è quindi applicato sulla superficie delle lastre di argilla sinterizzata così ottenute. Tale rivestimento, depositato per via chimica in fase vapore, conferisce al
materiale il suo color argento, insieme a una buona resistenza agli agenti atmosferici. Il sottile strato di carbonio,
di composizione simile a quella del nerofumo, presenta una microstruttura molto particolare. L’aspetto metallico è
dovuto al fatto che metà degli atomi di carbonio è organizzata in strutture orientate in direzione parallela alla superficie della lastra. La parte restante forma grappoli di forma irregolare che, connessi rigidamente alla struttura
ordinata, impartiscono elevata durevolezza al materiale. Il fabbricante afferma che l’elevata porosità permette al
materiale di regolare il grado di umidità dell’aria assorbendo il vapore per poi rilasciarlo quando l’ambiente diviene più secco. Il prodotto assorbe gli odori (comportamento dovuto, come nel caso del carbone attivo, alla porosità) e possiede, in base a quanto dichiarato, proprietà antigelo dovute all’emissione di radiazione nella regione dell’infrarosso lontano. Il materiale è disponibile nel colore argento naturale sotto forma di piastrelle e pannelli di dimensioni a piacere. Le applicazioni riguardano tegole per tetti,
pannelli da parete, cornici, lampade, vasi, piatti, sculture ed altri prodotti.
Schiuma poliuretanica completamente esente da lattice. La schiuma è prodotta con risorse rinnovabili (le poliolefine sono state rimpiazzate da materie prime di origine naturale) e contengono una minore quantità di sostanze ricavate
dal petrolio rispetto agli analoghi prodotti tradizionali. Il
materiale ha proprietà idrofile e risulta molto morbido, liscio e piacevole al tatto, qualità che lo rende ideale per
le applicazioni a diretto contatto con la pelle. Inoltre non
si sbriciola, è ipoallergenico, oleocompatibile e personalizzabile in base alle specifiche fornite dalla clientela.
La schiuma ha densità 88 kg/m3, resistenza alla trazione 207 kPa e durezza 35 sulla scala Shore 000. Le opzioni di personalizzazione interessano forme, colori e ingredienti attivi. È anche possibile impregnare il prodotto con agenti antimicrobici o altri detergenti concentrati, polveri di diversa composizione o altri prodotti solidi a
dispersione. Le applicazioni includono schiume per cosmesi, imbottiture, protezioni, elementi filtranti, materiali assorbenti e altri beni di consumo.
Rivestimento per pareti e altre superfici dalla superficie texturizzata, realizzato con carta di corteccia (90%) e sottile lamina metallica
(10%). Il materiale è realizzato a mano e provvisto sul retro di un supporto in carta riciclata. La carta, prodotta
con corteccia naturale e dipinta con
inchiostri all’acqua, viene lavorata a
rilievo con lamina metallica per dare alla superficie l’aspetto della grana
di legno e riceve infine un trattamento antimacchia. Il materiale è disponibile in sei combinazioni di colori sotto dorma di rotoli di formato 0,91 x 7,3 m. In caso di ordini consistenti esiste la possibilità di personalizzare colori, disegni e formati. Il prodotto appartiene alla Classe A di reazione al fuoco (standard Astm E84). La tappezzeria è usata per rivestire e decorare pareti e soffitti di interni.
Laminato grezzo in legno per tornitura e intaglio. Il materiale è ottenuto assemblando diversi strati di tranciato di betulla colorati per l’intero spessore. La tecnica usata assicura che il colore penetri l’intero spessore del legno, in modo che la superficie possa essere carteggiata, verniciata, trattata con prodotti a olio o con
cere senza attenuazione della tinta. Porzioni di piallaccio colorate individualmente vengono incollate l’una
sull’altra rispettando l’orientamento e quindi pressate per creare il laminato grezzo, pronto per la tornitura e
l’intaglio. Il legno di betulla possiede durezza e robustezza intrinseche, e il tipo di colla può essere scelto in
modo da ottimizzare la resistenza alle intemperie, la lavorabilità e il costo. Le tavole hanno formato standard
85 x 27 cm, spessore 60 mm e densità compresa fra 600 e700 kg/m3. Il massimo formato disponibile misura 295 x 35 cm, ma il materiale può essere prodotto nelle dimensioni richieste dal prodotto finito. Il catalogo comprende oltre 20 impiallacciature di colore diverso, ma la tavole possono essere personalizzate scegliendo opportune combinazioni di tinte e spessori (sia di serie sia personalizzati). Il legno di betulla utilizzato è provvisto di certificazioni PEFC (Program for the Endorsement of Forest Certification) e FSC (Forest Stewardship Council). Le possibili applicazioni comprendono superfici per rivestire pareti di interni, porte, soffitti, pavimenti, gambe di tavoli, arredi per uffici, maniglie per articoli sportivi e gioielli.
24
Elettrodomestici.indd 24
06/05/14 11.37
M AT E R I A L I
Pannelli rigidi in polimero acrilico Pmma (polimetilmetacrilato) colato,
con decorazioni incorporate o poste sulla superficie. La struttura complessa e di grande effetto è ottenuta con l’utilizzo di polvere o filamenti luccicanti disposti sulla superficie o incorporati nella matrice in singolo o doppio strato. Le lastre hanno formato standard compreso fra 200 x120 cm e
300 x 150 cm e spessore massimo 20 mm. La resina usata può essere incolore oppure assumere
una delle dieci colorazioni
proposte. Disponibile nelle versioni Sand blasted,
Pyramid, Ice crushed e
Inner-ice crusche, con finitura satinata od opaca.
In caso di ordinativi consistenti, la scelta di colori e inclusioni può essere
concordata con il cliente.
Le applicazioni riguardano mobili, punti vendita,
targhe, elementi di arredo
ed espositori.
Fogli decorativi di polivinilcloruro (Pvc) caratterizzati da un motivo lenticolare
costituito da celle alveolari. Viene utilizzata una tecnica di goffratura che produce minuscoli solchi in grado
di diffrangere la luce e creare un effetto di tridimensionalità. I fogli hanno spessore 0,3 mm e sono disponibili in rotoli alti 142 cm. Disponibili nelle versioni azzurra,
rosa, incolore e in quattro
altri colori, possono essere stampati, goffrati o tagliati. Le applicazioni riguardano l’allestimento di punti vendita, il design di eventi e la creazione
di imballaggi, accessori di moda e decorazione di interni e arredi.
25
Elettrodomestici.indd 25
06/05/14 11.37
FERRAMENTA E
MECCANISMI DI FUNZIONE
PER MOBILI ED ARREDI
Domenico Adelizzi
Se si osservano i vari tipi di mobili e arredi, oltre ai differenti materiali impiegati per realizzare strutture, rivestimenti, bordure e finiture; ve ne sono altri necessari per
gli accessori, meccanismi di funzione e minuteria che assicurano
al mobile funzionalità, connessione, assemblaggio, stabilità, tenuta,
maneggevolezza, fruibilità, personalizzazione e attenzione alle esigenze estetiche. Tra le più spiccate qualità dell’industria italiana degli accessori per i mobili e l’arredamento, vi è la brillante creatività dei
progettisti a inventare soluzioni funzionali e innovative, razionali, contenute nei costi e in grado di soddisfare tutte le svariate e diversissime esigenze.
MINUTERIA E MECCANISMI
Viti, bulloni, bussole, caviglie (spine) e reggiripiani seppure siano
piccoli sono accessori essenziali che permettono di assemblare
componenti e determinare funzioni specifiche al mobile. Le viti e i
bulloni, imprimono un moto rotatorio, ottenendone in risposta un moto traslatorio e viceversa, con il risultato finale di svolgere la funzione di connessione e fissaggio, ovvero di assicurare un collegamento
tra due parti o componenti. Le spine, gli inserti e le bussole, con tecniche d’assemblaggio più diverse, si utilizzano per collegare due o
più differenti parti del mobile, mentre i reggiripiani assicurano l’utilizzo dei piani e mensole intermedie del mobile contenitore. A differenza di chiodi e spine, i collega-
menti con viti o bussole si può definire elastico perché la connessione delle parti può essere interrotta
più volte. Le viti si suddividono in
due tipi: viti tradizionali per il legno
naturale (anche dette viti coniche)
e le viti autofilettanti (anche dette a tutto filetto) destinate alla connessione di parti costituite da pannelli di particelle o altri tipi semilavorati lignei. Tra gli elementi più importanti che caratterizzano una vite
vi è la testa che può essere tonda,
con intaglio, svasata piana, svasata piana con intaglio, con impronta
a croce, svasata con calotta, esagonale, bombata con impronta a
croce e il filetto. Le bussole, di solito sono di metallo o in plastica dura e di sovente hanno il profilo filettato per far corpo unico con gli elementi da collegare. La spina, an-
che detta caviglia, di solito è di legno naturale duro (Faggio o Robinia), molto utilizzato, sia perché la
predisposizione degli elementi è di
semplice esecuzione (foratura), sia
perché il loro posizionamento ed
assemblaggio non richiede operazioni particolari. Per queste particolarità, la spina è molto utilizzata per
mobili di serie da spedirsi smontati. Gli inserti, conosciuti anche con
il termine improprio “anime”, si realizzano in pannello compensato utilizzati per assemblare parti di mobili con dimensioni notevoli. Una variante dell’inserto è il lamello che si
caratterizza per la forma ellittica, dimensione contenuta e facile utilizzo: basta inserirlo con idoneo adesivo nelle due fresate degli elementi e praticare una leggera pressione sui due elementi da connettere.
26
Tecnologia.indd 26
06/05/14 11.38
TECNOLOGIA
ACCESSORI DI FUNZIONE
Oltre alla piccola minuteria, vi sono
altri accessori che si caratterizzano
per la specifica funzione che soddisfano, come ad esempio i pomoli e
le maniglie ed altri che, di sovente,
si affiancano ad uno dei meccanismi
già citati per conferire al mobile ulteriori e specifiche funzioni.
Congegni e sistemi di chiusura
La funzione è di assicurare la protezione dalla non voluta apertura chiusura degli elementi. Appartengono a
questo gruppo tutti i tipi di catenacci, crichetti a scatto o magnetici, serrature normali, a cilindro per coulisse, a stringa e ad asta rotante (anche dette spagnolette).
Guide e scorrevoli
Consentono l’uso, l’apertura e chiusura di cassetti e degli altri elementi di contenimento. Tra i tanti tipi si
citano le guide e coulisse per cassetti, per ante scorrevoli, snodate, a
scomparsa, le guide per contenitori,
per tavoli allungabili, sistemi per letti ribaltabili, nonché rotelle snodate e
scivoli in genere.
Meccanismi e inserti di
congiunzione
Hanno l’importante funzione di garantire la costruzione della struttura del mobile. Appartengono a questo gruppo la vasta gamma delle viti,
di innesti rapidi, di eccentrici, attacchi e ganci per letti e mobili pensili, giunzioni per elementi portanti, telai e contro telai di ante e porte, cre-
magliere, supporti per mensole nonché sostegni regolabili per mobili, interpareti, rivestimenti murali, per plafoni e pavimenti.
Push per ante
Possono essere utilizzati sia su ante di legno che su ante con profilo in
alluminio. Il push si compone da una
serie di cerniere con spinta in apertura, da cricchetti fissabili con viti o
biadesivo e sono disponibili anche
nella versione con regolazione frontale e laterale e da controcricchetti
da applicare all’anta.
Push per cassetti
Integrato nella guida, il sistema push
non richiede l’applicazione di alcun
cricchetto sul fianco del mobile. Per
aprire, basta esercitare una leggera
pressione al centro del cassetto e il
sistema ne consente l’apertura totale, indipendentemente dal carico. E’
disponibile sia per l’estrazione parziale che totale dei cassetti di lunghezza da 250 mm a 600 mm.
Meccanismi per ante a ribalta
Uno tra i più recenti sistemi di aper-
tura per pensili per anta a ribalta che
conferisce ai mobili un tocco di originalità ed eleganza e che si presta anche a pensili con profondità ridotte fino a 85 mm, è costituito da
un profilo in alluminio dotato di un
esclusivo sistema di chiusura decelerata che si installa semplicemente e velocemente posizionandolo a
piacere in qualsiasi punto dell’anta, sia con ante con o prive di maniglia. Anche la chiusura dei mobili pensili diventa una nuova esperienza. Con l’imperativo del principio
del “più movimento“ si ampliano le
competenze delle cerniere per mobili e sui sistemi dei cassetti e degli
elementi estraibili con il nuovo campo. Le diverse cerniere per ante ribaltabili si evidenziano sia per il modo di movimentazione delle stesse
e sia per l’apertura (facile come non
mai) realizzando i desideri dei clienti
del bel design ed alto valore aggiunto, grazie alla gamma omogenea e
montaggio agevole e di facile regolazione. Con questi sistemi, sembra
che le leggi della forza di gravità siano annullate costatato che perfino
per l’apertura di ante pesanti è sufficiente uno sforzo minimo ed il segreto del movimento dolce e perfetto in
ogni condizione operativa è nascosto nelle basi forza. Senza spostarsi,
l’anta a ribalta rimane nella posizione in cui si è lasciata fino a che non
sia completamente aperta o richiusa.
La posizione variabile della maniglia
ne consente il montaggio nel modo
ergonomico più opportuno. Fissata
sul bordo inferiore dello sportello, la
maniglia è facilmente raggiungibile
da parte di ogni utente, indipendentemente dalla sua altezza. In questo
modo le ante con doppia ribalta possono essere richiuse senza fatica alcuna. Integrandola con il sistema di
rallentamento ogni chiusura si trasforma in un fatto emotivo.
Il movimento perfetto e la tecnica
studiata fino nei minimi particolari si
sommano in una nuova esperienza
di armonia tra apertura e chiusura
dolce e silenziosa.
Tenuta media di una vite autofilettante inserita in diversi tipi di pannelli a base legno
Spessore pannello [mm]
Da 12 a 19
Da 20 a 35
Oltre 36
Multistrato di Pioppo [daN]
Longitudinale
Trasversale
100
85
95
75
95
75
Note.
• Specifiche della vite:
- Vite autofilettante di diametro 3,2 mm. e lunghezza 30 mm.
- Norma metodologica: UNI 9346/88.
Pannello di Particelle [daN]
Longitudinale
Trasversale
90
80
85
75
85
75
Pannello (MDF) [daN]
Longitudinale
Trasversale
110
85
95
75
95
75
- Longitudinale: Vite inserita perpendicolarmente allo spessore del pannello.
- Trasversale: Vite inserita parallelamente allo spessore del pannello.
• 1 [daN] = 1,02 Kg.
27
Tecnologia.indd 27
06/05/14 11.38
Servo drive per ante
Il supporto elettrico per il controllo
del movimento e azionamento di ante a ribalta si trasforma in un’esperienza unica: che si tratti di ante a
soffietto, basculanti, ad apertura verticale oppure a ribalta; per l’apertura è sufficiente premere leggermente sul frontale, mentre per la chiusura basta semplicemente premere
l’interruttore. Il suo utilizzo assicura
la totale libertà di apertura, chiusura e movimento, anche perché presenta estrema facilità di apertura con
una leggera pressione del frontale,
comoda chiusura con una semplice
pressione dell’interruttore, consente
la protezione, l’anticollisione integrata e chiusura dolce e silenziosa.
cerniere con ali per mobili
Cerniere a Scomparsa
Cerniera per ante in vetro
Cerniera per ante
Cerniera a tazza
Guide per cassetti
I nuovi meccanismi per l’apertura
e chiusura automatica dei cassetti prevedono che il meccanismo sia
integrato su entrambe le guide consentendo l’apertura automatica del
cassetto eseguendo una semplice pressione in qualsiasi punto del
frontale in modo morbido e uniforme grazie alla barra che collega la
guida destra con la sinistra oltre alla chiusura del cassetto che avviene chiudendolo fino alla battuta, cosicché il cassetto si blocca da solo
grazie al fermo montato in fondo alla
guida. Tra le altre caratteristiche, si
evidenzia l’apertura d’emergenza, la
possibilità di regolare l’aria tra fron-
Cerniera a ribalta
Cerniera invisibile
tale e il mobile agendo sulla rotella
di regolazione situata sul retro della
guida. Il profilo rettangolare chiuso
delle guide evita allo sporco di penetrare rendendo così lo scorrimento
preciso e silenzioso grazie ai carrelli
e rotelle in pregiato materiale plastico o di metallo; la stabilità maggio-
re grazie al profilo rettangolare e la
ruota laterale di sostegno; l’abbassamento minimo grazie alla perfetta suddivisione dei carrelli all’interno della guida; il sistema sincronizzato (estrazione e chiusura silenziosa senza battute intermedie) carrelli e rotelle in pregiato materiale pla-
Le norme tecniche comunitarie europee per le cerniere per mobili ed arredi
N° Norma Tecnica
UNI EN 15570:2008
UNI EN 15828:2010
EC 1-2010 UNI EN
15570:2008
Titolo
Sommario
Accessori per mobili - Resistenza e
La norma specifica i metodi di prova e i requisiti per la resistenza e durabilità di tutti
durabilità delle cerniere e dei loro comi tipi di cerniere su asse verticale e loro componenti per tutti i campi di applicazione.
ponenti - Cerniere su asse verticale.
Accessori per mobili - Resistenza e
durabilità delle cerniere e dei loro componenti - Bracci a snodo e cerniere su
asse orizzontale.
Accessori per mobili - Resistenza e
durabilità delle cerniere e dei loro componenti - Cerniere su asse verticale.
La norma specifica requisiti e metodi di prova per la resistenza e la durabilità di tutte
le cerniere, i bracci a snodo e i sistemi che includono bracci a snodo e cerniere su
asse orizzontale e i loro componenti, per tutti i campi di applicazione.
Errata corrige 1 del 07-04-2010 alla UNI EN 15570:2008.
28
Tecnologia.indd 28
06/05/14 11.38
TECNOLOGIA
Alcuni consigli pratici per l’inserimento
degli accessori nei mobili
Costatata la più che diversa struttura e le proprietà fisiche e meccaniche del legno massiccio naturale e dei diversi tipi di pannelli a
base di legno di sovente utilizzati per mobili e arredi, si consiglia che
i giunti e le connessioni scelte avvengano in modo da assicurare la
massima tenuta e, per garantirsi tutto ciò è auspicabile rispettare le
seguenti regole:
• Ripartire gli sforzi su superfici estese diminuendo al massimo gli
sforzi di trazione perpendicolare alle facce dei pannelli per evitare
allo stesso di aprirsi nello spessore.
• Gli incollaggi garantiscono adeguati risultati se i bordi sono spianati e combacianti.
• E’ bene che le scanalature e le fresate non siano superiori a 1/3
dello spessore del pannello e che le linguette siano di legno massiccio o compensato.
• Gli elementi introdotti nei pannelli: linguette, spine, inserti, giunti
non dovrebbero mai essere fatti penetrare con forza nella loro
sede.
• L’inserimento di viti, bulloni e altri tipi di sistemi di congiunzione
o assemblaggio con inserto affogato nel supporto è idoneo se si
salvaguarda l’integrità del materiale predisponendo la sede d’inserimento (preforo) prima di inglobare l’elemento di connessione.
stico oltre che il montaggio semplice
eseguendo le predisposte pre-forature per la applicazione delle guide
sui fianchi dei cassetti e spalle.
Maniglie e pomoli
Sono accessori che hanno la particolarità di essere l’elemento di traino per le parti movibili del mobi-
le. Negli anni settanta, hanno avuto
un periodo di latitanza dovuto al design dell’epoca che proponeva mobili lineari e privi di qualsiasi orpello. Il cambio di rotta del design anni
ottanta le hanno fatte ritornare prepotentemente alla ribalta, diventando elemento qualificante del mobile. Nei mobili di qualità, la maniglia
è parte integrante del progetto divenendo anche elemento di riconoscimento e oggetto di un approfondito studio ergonomico per rendere
agevole la presa, anche nei casi più
difficoltosi e quindi con un occhio di
attenzione ai disabili. L’aspetto formale delle maniglie è molto vario e
in funzione dell’estetica e la gamma
dei materiali utilizzati è molto vasta.
In commercio, si trovano sia maniglie d’ottone prevalentemente utilizzate per mobili classici, d’acciaio o d’alluminio impiegate soprattutto per mobili da cucina o per ufficio,
oppure smaltate per avere omogeneità con il colore del mobile e
quindi essere meno visibili. Dove
la forma della maniglia lo consen-
Alcuni sistemi di cerniere particolari per mobili e arredi
Tipo di sistema
Funzionamento
E’ una cerniera con asta di nuova generazione realizzata per controllare l’apertura delle ante dei mobili. Consente di regolare
Sistema ante a ribalta la forza di chiusura e l’allineamento delle ante adiacenti. L’asta è dotata di una frizione che consente di arrestare l’anta sia in
apertura che in chiusura nella posizione desiderata. È indicata per ante di medie dimensioni in legno oppure in alluminio. Di
(Wasistas)
sovente si realizzano in metallo (zama) nichelato e con materiale plastico.
Ante con chiusura
ammortizzata per ante in Meccanismo per l’apertura di ante basculanti verticali, oblique, a ribalta e pieghevoli a pacchetto. Il meccanismo è dotato di
legno o alluminio con pro- molle a gas di diverse portate in base al peso dell’anta, ed inoltre essendo frizionato consente l’apertura in tutte le posizioni.
filo alto.
Struttura in alluminio per La cerniera permette di realizzare ante scorrevoli con vetro o legno, con o senza maniglie, adattandosi sempre alle misure
le ante scorrevoli sovrap- ed alle esigenze del cliente. La struttura può essere fornita smontata o montata con vetro e la finitura può essere anodizzata,
verniciata oppure diversamente rivestita.
poste da armadio.
Il sistema a trave in alluminio è la soluzione di chiusura con anta scorrevole per ottenere cabine armadio, per separare
Sistema scorrevole a tra- ambienti con vani di transito, separare ma senza togliere continuità agli spazi. Il sistema a trave consente di separare anche
in presenza di soffitti molto alti o di controsoffitti, in quanto la trave può essere fissata, grazie a dei supporti telescopici, diretve
tamente alle pareti.
Solitamente è di spessore 35 mm interamente realizzata in alluminio estruso anodizzato o brunito. L’anta può anche avere la
Anta scorrevole bifacciale
specchiatura intera realizzate interamente in alluminio estruso anodizzato.
Sistema di binario a 1 via a soffitto con applicazione di 1 o 2 coppie di ante con apertura a soffietto. Le ante sono regolabili in
Sistema scorrevole binaaltezza grazie alla escursione dei carrelli e sono contenute lateralmente da un sistema di stipiti telescopici che permettono la
rio- soffietto
perfetta chiusura del vano.
29
Tecnologia.indd 29
06/05/14 11.38
te, il materiale varia in funzione delle esigenze, quindi la stessa maniglia è realizzata sia in metallo sia in
massello di legno di diverse specie legnose pregiate. Una parte
del mercato è occupata dalle maniglie di materiale plastico impiegate sia per mobili, che per i serramenti che richiedono di dimensioni più importanti e forme ergonomiche più funzionali. Le tecniche
di assemblaggio della maniglia sono prevalentemente due: a incastro
o a vite. Quelle a incastro s’utilizzano per ante o porte scorrevoli perché non devono creare ingombri;
quelle a vite si suddividono in due:
a vite passante quando la maniglia
sporge dal mobile ed è collocata sulla faccia dell’anta o del cassetto ed a vite non passante se la
maniglia è ancorata sullo spessore
dell’anta o del cassetto.
Sistemi di estrazione
Per tenere il passo con gli ultimi
Numero consigliato di cerniere per ante di larghezza tra 200 e 600 mm.
Schema
Altezza dell’anta [mm.]
6
Da 1801 a 2.400
5
Da 1301 a 1.800
4
Da 901 a 1.300
3
Da 601 a 900
2
Da 300 a 600
sviluppi nel campo del design sia
di cucine e sia di mobili contenitori
per uffici, le aziende mobiliere hanno perfezionato i sistemi dei cas-
settoni migliorando e offrendo infinite possibilità di personalizzazione nel campo dei frontali alla base
dei quali vi sono delle piccole rin-
N° cerniere [N°]
ghiere rotonde che consentono l’integrazione con diverse pareti laterali, e quindi scelti in base alle specifiche e proprie esigenze creati-
Alcune norme tecniche utili per gli accessori di mobili e arredi
N° Norma Tecnica
UNI 10716:1999
UNI 10717:1999
UNI 10768:1999
UNI 11064:2003
UNI EN 15338:2010
UNI EN 15706:2009
UNI EN 15828:2010
Titolo
Mobili – Reggipensili.
Requisiti e metodi di prova.
Mobili - Accessori.- Caratteristiche
dimensionali della mappa chiave femmina per serrature ad una leva.
Mobili - Barre e piastrine appendi pensili - Metodo per la determinazione della
portata.
Accessori per bagno - Maniglioni Requisiti di sicurezza e metodi di prova.
Accessori per mobili - Resistenza e
durabilità degli elementi estensibili e dei
loro componenti.
Accessori per mobili - Resistenza e
durabilità dei sistemi di scorrimento per
porte scorrevoli e porte avvolgibili.
Accessori per mobili - Resistenza e
durabilità delle cerniere e dei loro componenti - Bracci a snodo e cerniere su
asse orizzontale.
Sommario
La norma descrive i metodi di prova e definisce i requisiti dei reggipensili utilizzati
nei mobili pensili (per esempio nelle cucine domestiche). La norma si applica ai reggipensili di qualsiasi tipo e forma.
La norma definisce le dimensioni e le relative tolleranze della mappa chiave femmina per serrature ad una leva utilizzata nei mobili.
La norma definisce un metodo per la determinazione della portata di barre e piastrine appendi pensili.
La norma specifica i requisiti di sicurezza e i metodi di prova per i maniglioni.
La norma specifica i metodi di prova e i requisiti per la resistenza e la durabilità di
tutti i tipi di elementi estensibili e loro componenti per tutti i campi d'applicazione, ad
esclusione dei tavoli estensibili.
La norma specifica i metodi di prova ed i requisiti per la resistenza e la durabilità di
tutti i tipi di sistemi di scorrimento per tutti i tipi di porte scorrevoli e avvolgibili orizzontali e verticali e loro componenti per tutti i campi di applicazione.
La norma specifica i requisiti e metodi di prova per la resistenza e la durabilità di
tutte le cerniere, i bracci a snodo e i sistemi che includono bracci a snodo e cerniere
su asse orizzontale e i loro componenti, per tutti i campi di applicazione.
30
Tecnologia.indd 30
06/05/14 11.38
TECNOLOGIA
ve. Tutto ciò si tramuta nell’avere
a disposizione numerose possibilità di differenziazione nei materiali e colori più diversi oltre che garantire attenzione alle proporzioni
armoniose fra i fianchi e l’elemento
inseribile: per far sì che il passaggio sia quasi impercettibile, constatato che non si nota alcuna fuga
fra i due componenti, senza dimen-
ticare che questi tipi di sponde del
cassettone rende possibile la regolazione tridimensionale del frontale, direttamente sotto la placchetta
di copertura.
Sistemi scorrevolezza
I sistemi integrati di estrazione consentono le chiusure dolci e silenziose e colpiscono per l’estrema
scorrevolezza con estrazione totale che permette la migliore vista
del contenuto e più facile accesso per il prelievo. Le aziende specializzate hanno realizzato una miriade di sistemi per molteplici impieghi e ognuno di loro si distingue
per la semplice lavorazione e la
tecnica confortevole di regolazione, oltre che essere razionali. Infatti, molti elementi come guide, fian-
chi e schienali sono spesso identici
e questo rende evidente la migliore
razionalità e comfort, anche perché
il possibile supporto di apertura
elettrico può essere applicato ed
è sufficiente una leggera pressione e i cassetti (o le ante) si aprono
come da sé … il tutto per renderci
sempre più comodo; confortevole
e semplice la fruizione dei cassetti,
ante e sistemi di contenimento. ■
La centralina
intelligente
La HE 200 è una centralina compatta
multifunzione utilizzabile con i sistemi
di attuatori doppi e singoli a
comando diretto.
Vibromassaggiatore
Vibromassaggiatore
Connessioni:
Connessioni fino a 4 Vibromassaggiatori
Connessioni per sistemi di comando a
Radio Frequenza (2,4 GHz bidirezionale)
Fino a 4 posizioni memorizzabili
senza sensori di hall
Ulteriori connessioni:
Presa USB, Caricabatteria USB, Luci LED,
Abbassamento d‘emergenza, Bluetooth®
Luci LED
Bidirectional RF
communication
USB presa
App
personalizzabile
e
Phoenix Mecano S.R.L. Divisione DewertOkin
Prolungamento di Via G. di Vittorio, 11
I-20065 Inzago (MI)
Tel.: +39-0295-315 320 · Fax: +39-0295-310 501
E-Mail: [email protected]
www.dewertokin.de
Abbassamento d‘emergenza
Coma
Comando RF
ELEGANCE N
ELEGA
2
4G
2.4
GHz RF
Bluetooth® FURNIBUS
31
Tecnologia.indd 31
06/05/14 11.38
SALONE
INTERNAZIONALE
COMPONENTI,
SEMILAVORATI E
ACCESSORI
PER L’INDUSTRIA
DEL MOBILE
a
F I E R A
1 4 - 1 7
D I P O R D E N O N E
O T T O B R E 2 0 1 4
la strada giusta
per il tuo business
Exposicam srl
Via G. Carducci, 12
20123 Milano
Tel: +39 0286995712
Fax: +39 0272095158
[email protected]
www.exposicam.it
SPECIALE
FERRAMENTA
TECNICA
33
speciale.indd 33
06/05/14 11.40
ADELCHI FERRARI
Pilot Linea è la nuova base lineare che si caratterizza per il design ricercato e l’ingombro ridotto. Una volta premontata la cerniera, infatti, la base resta completamente nascosta sotto di essa. Agendo sull’apposita camma di regolazione, accessibile anche a cerniera montata, si ottiene lo spostamento verticale e parallelo dell’anta di +/-2mm.
Il sistema assicura in ogni punto della regolazione effettuata la massima tenuta senza cedimenti delle ante. In ogni punto della regolazione, base e cerniera rimangono sullo stesso asse.Wave è il nuovo ammortizzatore per cerniere Ferrari che coniuga funzionalità, design e facilità di utilizzo. L’installazione è semplice e veloce: Wave si monta direttamente sulla cerniera
senza l’utilizzo di alcun utensile.
Il sistema garantisce una chiusura dolce e silenziosa delle ante. Attraverso la vite di regolazione è possibile ottimizzare l’effetto ammortizzante (-20% in due step) anche dopo l’installazione.
www.ferrarispa.it
ATIM
T-Able è un nuovissimo sistema che permette l’estrazione di un tavolo a penisola, anche di
dimensioni importanti da un vano cassetto. La
gamba abbattibile telescopica garantisce grande portata e stabilità (sino a kg 100) soddisfa-
cendo gli standard di sicurezza più alti. Inoltre è
possibile regolare l’altezza della gamba in riferimento al la zoccolatura.
T-Bench è un sistema che permette l’estrazione di una seduta a penisola da un vano casset-
to. Grazie alla robustezza della guida in alluminio ed alla gamba abbattibile, è possibile estrarre la seduta per oltre 900 mm di profondità con
portate superiori a 100 kg. Inoltre è possibile regolare l’altezza della gamba in riferimento alla
zoccolatura.
www.atimspa.com
34
speciale.indd 34
06/05/14 11.40
SPECIALE
TERNO SCORREVOLI
Non solo innovativa tecnologicamente, ma anche attenta e sostenitrice del gusto italiano che caratterizza
il Made in Italy, la Terno Scorrevoli propone soluzioni a cui non manca ricercatezza di nuove forme e di
design per donare qualità ad ogni singolo dettaglio.
L’azienda ha presentato importanti novità sia nel settore mobile che nel settore porte:
NUOVA serie MAGIC
Il nuovo sistema invisibile per porte scorrevoli ester-
no muro che permette di nascondere completamente la vista del binario di scorrimento, sia con porta
aperta che con porta chiusa. Un prodotto brevettato
e innovativo che coniuga ricerca estetica e funzionale, in risposta concreta alle esigenze delle sfide sempre più complesse imposte dal mercato.
Elevato contenuto estetico, facilità di montaggio,
qualità di ogni singolo dettaglio, sono le carte vincenti che hanno reso all’avanguardia del design
questo nuovo meccanismo.
Il sistema di scorrimento altamente performante è
dotato di ammortizzatori che consentono morbide
frenature sia in apertura che in chiusura, inoltre tutto il meccanismo completamente invisibile conferisce all’insieme un aspetto estremamente lineare ed
essenziale.
L’obiettivo di Terno Scorrevoli è stato quello di donare
ancora una volta una nuova identità alla porta esterno muro, proponendo un prodotto estremamente
versatile, in grado di adattarsi ai diversi contesti senza rinunciare alla qualità: less is more.. its’ Magic !
Serie SPACE AIR 36
Sistema di scorrimento per armadi con fermi ad aria
dalla lunga e morbida frenatura per ante fino a 40kg
e fino a 80kg. La particolare struttura dello scorrevole, dotato di sistema antisganciamento, consente
l’utilizzo con un unico binario e un’unica foratura, sia
del fermo ammortizzato ad aria brevettato sia del fermo a pinza standard, garantendo al prodotto la massima versatilità.
www.ternoscorrevoli.com
Space Air 36
CAMAR
Innovazione e design: ecco gli elementi distintivi del
nuovo reggipensile visibile Camar art.801.
Innovazione, perché grazie alle sue particolari bus-
sole in acciaio, art.801 è l’unico che trasferisce tutto
il peso del mobile al muro, evitando di sollecitare la
giunzione spalla-cappello del pensile. Una soluzione rivoluzionaria volta ad offrire la massima forza e sicurezza, che tiene conto anche delle profonde evoluzioni che hanno vissuto i mobili pensili moderni in
termini di dimensioni, materiali e varietà delle sollecitazioni a cui sono sottoposti. Design, perché le grandi prestazioni del reggipensile 801 sono concentrate
in un ingombro di soli 10mm. La varietà delle finiture
del coperchietto in plastica abbinato si adatta inoltre
alle più svariate finiture del mobile, rendendo il reggipensile praticamente invisibile.
Art. 801 è inoltre facile da montare, richiede infatti solo due semplici fori ø 10mm nella spalla del mobile
nei quali si inseriscono le bussole in acciaio, e consente una regolazione orizzontale di 19mm e verticale di 22mm.
L’innovativa serie art. 801 Camar offre inoltre una sicurezza in più: il dispositivo antisgancio. E’ infatti disponibile anche una versione con braccetto specia-
le compatibile solo ed unicamente con le nuove piastrine serie art. 897, dotate di un innovativo e rivoluzionario sistema antisgancio che si attiva automaticamente al momento dell’aggancio del reggipensile
e resiste a sollecitazioni provenienti da qualsiasi direzione, impedendo qualsiasi distacco accidentale del
mobile sospeso.
www.camar.it
35
BLUM JULIUS GMBH
Per stare al passo con il trend attuale con soluzioni particolari, Blum, il produttore austriaco
di accessori per mobili, ha sviluppato un sistema box dall’estetica lineare e i lati stretti. Legrabox pure colpisce per le linee sobrie, mentre il
design minimalista delle spondine pone decisi
accenti sullo stile dell’allestimento. Per l’ordine,
nella sua forma più bella all’interno dei mobili è
a disposizione Ambia-Line, un sistema di suddivisione interna adeguato a Legrabox.
Tutti i componenti di Legrabox pure armonizzano tra loro per materiale, design e colore. Questo consente di poter offrire una gamma completa di prodotti di alta qualità. Per cassetti o
cassetti interni, cassettoni o cassettoni interni:
la nuova soluzione può essere utilizzata ovunque, in tutte le applicazioni ed è quindi adatta
ad ogni ambiente. L’alta qualità di design di Legrabox pure ha ricevuto diversi riconoscimenti a
livello internazionale, come per esempio anche
il “Red dot award 2012”.
Ambia-Line, l’adeguato sistema di suddivisione interna per Legrabox, con i suoi eleganti telai, fa sì che l’ordine di tutto il soggiorno abbia
linee perfette. Il sistema di suddivisione interna è disponibile in due versioni: con telai in acciaio rivestito in diversi colori o nella combinazione di componenti in acciaio e ricercate decorazioni in legno, che creano un’immagine uniforme del binomio cassetti e loro organizzazio-
ne interna. Studiati i dettagli come per esempio
il collegamento magnetico dei telai in acciaio allo schienale dei cassetti o lateralmente ad altri
telai, permette di inserire e utilizzare Ambia-Line
in modo semplice e intuitivo.
www.blum.com
CINETTO F.LLI
Cinetto F.lli è sempre attenta a tutte le richieste
e le tendenze del mercato in cui opera ed é in
quest’ottica di innovazione che presenta il PS10
Elettric Motion.
Cinetto PS10 Electric Motion conserva tutte le
caratteristiche tecniche del PS10 con l’aggiunta
di un “drive unit” che permette l’apertura servo
assistita delle ante garantendo il massimo della
silenziosità e del comfort.
E’ sufficiente dare l’impulso all’anta con una leggera spinta iniziale e l’anta si aprirà e si chiuderà automaticamente, anche in modo autonomo.
Questo sistema, testato e certificato, garantisce
la sicurezza del suo utilizzo nel totale rispetto
delle normative europee.
Il sistema può essere predisposto per l’utilizzo
con telecomando (a richiesta) ed è compatibile
per armadi a 2 ante o a 3 ante con una larghezza cha va da mm. 1600 a mm. 4000.
PS40 è il nuovo sistema per ante complanari di
Cinetto, senza dubbio il più flessibile sul mercato. Nessuna lavorazione sui binari, un solo meccanismo per ogni larghezza delle ante (9341800 mm) e il vasto range di spessori anta, 1655 mm inclusa la maniglia, lo rendono il top per
la distribuzione.
Il sistema, primo e unico sul mercato, è compatibile con la struttura del mobile tradizionalmente usato per le ante sovrapposte, sistema PS10
Cinetto: risolti quindi tutti i problemi di posizionamento dei piedini o dei livellatori, e soprattutto azzerata la necessità di creare uno stock specifico. Le ante sono regolabili in altezza di -4/+6
mm e possono arrivare ad un peso massimo di
60 kg.
PS40 è dotato di Softspace, sistema di apertura
e chiusura ammortizzata delle ante.
www.cinetto.it
36
speciale.indd 36
06/05/14 11.40
SPECIALE
HETTICH ITALIA
La cerniera ad ampio angolo di apertura Sensys
consente un’apertura delle ante dei mobili e una
chiusura uniforme e morbida. L’ammortizzatore
incorporato invisibile convince per le ottime prestazioni: ampio angolo di chiusura da 35°, effetto ammortizzante in un range di temperature da
+5°C a +40°C, generoso accesso all’interno del
mobile grazie a un angolo di apertura di 165°.
La totale assenza di ingombro permette di applicare cassetti interni senza l’impiego di listelli distanziatori.
Nell’ambito delle cucine alta gamma, Hettich ripropone il concetto di piattaforma di ArciTech
sul quale sta investendo da alcuni anni, introducendo la nuova funzione Push to open Silent, vale a dire una soluzione per cassetti che
abbina il meccanismo Push to open al comfort
dell’ammortizzatore Silent System. Con questo
sistema, si realizza in modo puramente meccanico ciò che prima era possibile soltanto con sistemi elettromeccanici, riuscendo ad armoniz-
zare un’estetica senza maniglie con un’elevata
comodità di apertura e chiusura. Basta premere sul frontale per attivare lo scatto del meccanismo e l’estrazione del cassetto risulta davvero ampia.
Push to open Silent, grazie a intelligenti possibilità di regolazione, può essere ottimamente adattato a cassetti di dimensioni e pesi diversi. Inoltre, dato che va montato sotto il fondo
del cassetto, questo sistema si rivela vantaggioso soprattutto quando nella parte posteriore non
c’è spazio sufficiente.
Un punto di forza nella produzione Hettich è
rappresentato dalla gamma di soluzioni per le
ante scorrevoli, indubbiamente di grande impatto per quanto riguarda grandi armadiature con
ante spesse e pesanti ma sorprendentemente
utili anche in ambienti piccoli e stretti come bagni e cucine. Una soluzione a binario unico che
permette di personalizzare l’organizzazione delle pareti attrezzate, delle scaffalature, delle dispense e dei mobili per il bagno è SlideLine M
che permette uno scorrimento leggero e silenzioso di ante fino a 30 Kg di peso.
Due ante sovrapposte possono scorrere su un
solo binario in modo agevole e veloce. Il sistema opzionale di ammortizzazione è invisibile e
può essere posizionato dove si vuole.
www.hettich.com
37
speciale.indd 37
06/05/14 11.40
SAMET
Sviluppata e lanciata con lo slogan “Decidi tu
come chiuderlo!”, la cerniera di nuova generazione Impro offre la possibilità di regolare la velocità di chiusura dell’anta grazie a un meccanismo frenante a 5 diversi gradi di ammortizzazione, permettendo anche l’esclusione totale del
meccanismo soft-closing.
Impro è caratterizzata inoltre da una regolazione
eccentrica in 3 direzioni. Un altro plus è costituito dal meccanismo track, che consente un montaggio e smontaggio facile delle ante.
Una soluzione elegante ed intelligente, la cerniere a freno Impro di Samet ha dimostrato la
sua forza e la sua qualità passando con successo il test di 80.000 apri-chiudi eseguito dall’ente
certificatore internazionale LGA.
Slidea è la guida a scomparsa dal design elegante e dalla funzionalità impeccabile. Nuovo
prodotto di Samet nato da un lungo lavoro di
R&S e studi di design, è un passo avanti a tutti i prodotti simili grazie a un’attenta ingegnerizzazione. Slidea è caratterizzata da un montaggio facilissimo ed è nello stesso tempo un prodotto di estrema resistenza e stabilità, certificata dall’ente tedesco autonomo LGA (per avere
superato con successo 80.000 test apri-chiu-
di). L’estrazione parziale a 3/4 rappresenta un
plus per l’arredamento day and night. Slidea è
disponibile in diversi range di lunghezze (250560 mm) e nelle versioni soft-closing, premiapri e premi-apri ammortizzato - tecnologia integrata di cui Samet è stata pioniera sul mercato internazionale.
www.samet-italy.it
SALICE
Produttori sistemi di arredamento investono quotidianamente nel design e sono in costante evoluzione nell’offerta di finiture sempre più innovative e ricercate.
Lapis di Salice rappresenta una rivoluzione nella sua forma e nelle sue molteplici finiture rispetto quanto presente sul mercato.
Lapis è un sistema di cerniere che offre caratteristiche di regolazione, resistenza, performance di durata e decelerazione tra le migliori del
panorama dei sistemi di apertura ma sviluppata con canoni estetici agli antipodi rispetto all’offerta odierna.
mobili, non necessita di particolari lavorazioni su
anta e fianco.
I due gusci di copertura si muovono in maniera
sincrona con gli elementi della cerniera coprendo i componenti tecnici e conferendo un’estetica ricercata, lontana dalle geometrie tradizionali
delle cerniere per mobili.
Ben dodici Finiture e 144 combinazioni offrono
un elevato livello di personalizzazione rispondendo alle esigenze dei produttori di mobili di
qualsiasi stile e tipologia.
Lapis richiede i medesimi standard di foratura e
processi utilizzati per le tradizionali cerniere per
www.salice.com
38
speciale.indd 38
06/05/14 11.40
SPECIALE
PHOENIX MECANO
Okin, sempre seguendo il solco dell’innovazione e sempre nello spirito, nello stile proprio dei
leader, di essere un passo avanti agli altri, ha la
soddisfazione di presentare al vasto mondo dei
prodotti elettricamente movimentati, non solo reti da letto ma anche poltrone e divani, un nuovo
concetto di comfort: il “ COMFORT CONTROL
SYSTEM”. Elemento essenziale del “COMFORT
CONTROL SYSTEM”, è la centralina HE200. Vero concentrato tecnologico, la centralina HE200,
grazie all’ausilio di vari dispositivi, riesce a modificare un semplice piano rete o una comoda
seduta, in un luogo di vero e proprio comfort. La
centralina HE200, facendo proprio e migliorando il concetto di integrazione, riesce a rendere ancor più confortevole e rilassante quello che
da sempre è un umano bisogno primario: il riposo. Utilizzando delle praticissime connessioni o delle semplicissime interfaccia, la centralina
HE200 mette a disposizione dell’utente una serie di incredibili, piacevoli soluzioni. Partendo da
un comunissimo motore OKIMAT IPS, tradizionalmente presente in una rete da letto a uso domestico, o da una coppia di motori singoli, normalmente presenti nella movimentazione elettrica di poltrone e divani, l’utilizzatore finale, compreso Lei che in questo momento ci legge, potrà beneficiare delle seguenti caratteristiche:
Alimentazione - a bassa tensione 29V, direttamente dalla rete di alimentazione;
Massaggio - kit da 2/4 unità vibro massaggianti; questo è un massaggio relax, per altri scopi
Okin consiglia un buon fisioterapista;
Emergenza - kit batteria per situazioni di emergenza;
Comando - con il comando Elegance viene garantita una completa gestione dei vari dispositivi con sistema a radio frequenza bidirezionale;
Memorie - Sempre con il comando Elegance è
possibile memorizzare sino a 4 posizioni senza
l’ausilio di hall sensors;
Luce di cortesia - è disponibile un set di luce di
cortesia a led;
Unità parallela - con un semplice connettore diventa anche più semplice utilizzare una seconda unità parallela, letti matrimoniali per esempio;
USB - grazie ad una pratica e semplice interfaccia è possibile utilizzare delle chiavette USB;
Bluetooth - grazie ad un semplicissimo dispositivo e dopo aver scaricato gratuitamente l’applicazione, è possibile dialogare a distanza utilizzando la tecnologia Bluetooth.
www.dewertokin.de
39
SERRATURE MERONI
Kubo di Serrature Meroni è l’innovativo pomolo
per mobile, dal design minimalista ed elegante,
dalla funzionalità versatile, completamente in
metallo. Il design di Kubo e della nuova chiave
si fondono in uno stile essenziale e pulito. Il cilindro a filo ha la testa piana in finitura nickel lucida come lo stelo della chiave.
La chiave pieghevole è realizzata totalmente
in metallo, è personalizzabile con il logo cliente e si uniforma alle finiture del pomolo: argento, nero e bianco.
Kubo è una soluzione applicativa flessibile e
ready-to-fix. Il pomolo è in grado di acquisire
la funzione di tutte le serrature per mobile con
cilindro estraibile di Meroni. La possibilità di
estrarre il cuore della serratura rende questa linea flessibile sia dal punto di vista della gestione delle cifrature che dal punto di vista puramente applicativo poiché si adatta a qualsiasi
sistema di chiusura.
www.serraturemeroni.it
HÄFELE ITALIA
Il programma Slido nasce dalla consolidata
esperienza di Häfele nella progettazione e produzione di meccanismi per ante scorrevoli.
Slido Classic 70 VF A, ultimo nato di questa famiglia, rappresenta un’evoluzione in termini di
funzionalità e design nel mondo degli scorrevoli.
Questa guarnitura non è semplicemente un
meccanismo per ante scorrevoli, ma un sistema
modulare progettato per integrare di volta in volta differenti componenti che lo rendono sempre
la soluzione ottimale per la specifica applicazio-
ne. Gli ammortizzatori Smuso CD, l’azionamento elettrico e-drive e l’unità di sincronizzazione Syncro sono i protagonisti che permettono di
personalizzare lo Slido Classic 70 VF A.
Gli ammortizzatori offrono una minima resistenza
all’apertura pur assicurando sempre una chiusura soft ottimale; l’azionamento elettrico consente, in tutta sicurezza, l’apertura di due, tre o
quattro ante tramite un piccolo telecomando; il
meccanismo Syncro permette l’apertura sincronizzata in armadi a quattro ante.
Tutti questi componenti vengono montati dietro
il binario di scorrimento oppure sul coperchio
del mobile coniugando in tal modo le esigenze
di funzionalità a quelle di design, assicurando
sempre un’estetica pulita e minimalista.
Slido Classic 70 VF A è utilizzabile su armadi
con dimensioni comprese tra 1600 e 4000 mm,
a due, tre o quattro ante e peso anta fino a 70
kg. Infine, per venire incontro alle esigenze di
design, Häfele fornisce anche profili decorativi in HPL per celare il binario di scorrimento superiore facendolo scomparire nella struttura del
mobile.
www.hafele.it
40
speciale.indd 40
06/05/14 11.40
SPECIALE
IGUS
Igus presenta nuovi prodotti della serie Drylin T
tra cui una slitta con cuscinetti dal gioco regolabile per la misura 12 e la nuovissima misura 07,
che può essere considerata la versione più piccola del sistema lineare modulare Drylin T.
Presentando le medesime dimensioni della
maggior parte dei sistemi lineari a sfera, le guide lineari miniaturizzate Drylin T si adattano ad
applicazioni con spazi limitati a disposizione e
nelle quali si vogliano evitare la necessità di lubrificazione e i rumori di rotolamento di altre versioni con cuscinetti a sfere. Come tutte le altre
varianti della serie Drylin T, anche questi nuo-
vi componenti si basano sulla collaudata combinazione di binario guida in alluminio anodizzato, slitta in pressofusione di zinco ed elementi scorrevoli realizzati con i tecnopolimeri ad alte prestazioni.
Le guide miniaturizzate Drylin T sono particolarmente indicate per l’impiego salvaspazio in
applicazioni in sistemi di misurazione e nella
tecnica medicale, in apparecchiature da laboratorio ma anche in video/fotocamere e sistemi
di sicurezza.
www.igus.it
FORMENTI E GIOVENZANA
Dispositivo SlowMotion Alfa per cerniere: sistema di chiusura silenziosa e
controllata delle ante. SlowMotion Alfa
è un sistema ammortizzato con applicazione diretta sul box delle cerniere
serie Optima Click e MS Slide-On FGV.
Facile da montare con un semplice
click è compatibile con tutte le versioni
di cerniere della gamma.
Il gruppo ammortizzato si compone di
un pistone idraulico ed una cover discreta. Il sistema è semplice ma effi-
ciente e garantisce funzionalità ed eleganza.Soluzione add-on con clip di assemblaggio senza l’utilizzo di attrezzi,
facile da montare sia in linea di produzione sia in ambito Fai Da Te.
Forza di ammortizzazione regolabile in base alle dimensioni ed al peso
dell’anta; con ante standard è richiesto un solo dispositivo SlowMotion Alfa.
www.fgv.it
41
speciale.indd 41
06/05/14 11.40
STM
STM opera nel settore della componentistica per mobili producendo e commercializzando prodotti quali cerniere, guide per cassetti ed altri componenti per
arredo ufficio.
Forte del know-how accumulato nel tempo, l’azienda
offre una gamma completa che spazia dalle cerniere
a marchio TM a cassetti metallici, telai porta-cartelle,
serrature ed altri componenti indispensabili per cassettiere ed archivi.
Il valore aggiunto conferito in quest’ultimo segmento coincide con il supporto tecnico offerto
al cliente per lo sviluppo di soluzioni
personalizzate.
Lo staff si occupa infatti di
adattare i componenti ai requisiti specifici di ogni produttore, collaborando fin dalla fa-
se di sviluppo e consegnando un prodotto che va ad
integrarsi nel mobile del cliente senza necessità di
apportarvi modifiche.
Oltre al singolo elemento, STM fornisce anche soluzioni complete per la struttura interna di cassettiere
e mobili archivio comprensive di cassetti, telai portacartelle, guide e sistema di chiusura.
L’esperienza maturata negli anni, unita alla capacità
di fornire soluzioni personalizzate a prezzi competitivi, hanno permesso a STM di proporsi come operatore qualificato nel settore e di cooperare con i maggiori produttori italiani ed esteri.
www.stmitaly.it
MARA
Timmy è un nuovo e ambizioso progetto di tavoli ribaltabili, tavoli pieghevoli e tavoli fissi. La versione ribaltabile ha un deciso carattere innovativo grazie all’unico comando di sblocco, la versione pieghevole permette un maggior recupero
dei volumi e la versione fissa si caratterizza per
il design essenziale e rigoroso.
www.marasrl.it
MACO
Da oltre 50 anni la Maco è presente sul mercato
nazionale ed internazionale per la vendita di Ferramenta e Accessori per il Mobile.
Da vero leader nella produzione di cricchetti a
scatto, chiusure magnetiche, ruote, scivoli, reggipensili, livellatori, reggipiani, passacavi e ferramenta in genere per il mobile, presenta due chiusure
magnetica regolabili Art. 0722-0723, con magnete neodimio o con paracolpo, disponibile in diversi colori e Art. 0726-0727, con magnete neodimio o
con paracolpo e sistema di fissaggio a scomparsa,
disponibile in diversi colori.
www.maco.it
42
speciale.indd 42
06/05/14 11.40
SPECIALE
OMGE
Guarnitura completamente regolabile per armadi
con ante scorrevoli sovrapposte esterne e binario
in alluminio sia nella parte superiore che inferiore.
Il sistema è dotato di ammortizzatori soft closing in
apertura e chiusura di tutte le ante sia nella versione a due che in quella a tre ante.
Le caratteristiche principali di questo sistema, la
cui portata massima è di 80 Kg per anta, sono la
versatilità che permette l’utilizzo di ante con spessore compreso tra 20 e 50 mm senza dover cambiare gli accessori, e la semplicità di montaggio
grazie all’inserimento automatico delle guide nel
binario inferiore ed alla regolazione in altezza delle ante. La serie 2133 dispone di due differenti configurazioni con distanza dell’anta da terra di
17 mm o 33 mm.
www.omgespa.it
JOLLY DESIGN
DI ANGIOLINI
GIULIA
Rolling è una ruota in poliuretano trasparente su doppi cuscinetti a sfera con diametri 80-100125 mm. Il Modello scorrevole-silenzioso è particolarmente adatto
per carrelli di servizio sala nella ristorazione.
www.jollydesign.it
43
REHAU
UNA NUOVA DIMENSIONE
NELLA PROGETTAZIONE DI MOBILI
Rauvisio è l’esclusivo programma REHAU che reinterpreta le superfici in modo del tutto innovativo e rende infinite le possibilità
di design nella progettazione di
mobili. Grazie alle speciali ricette dei materiali e a nuove tecniche di lavorazione, REHAU crea
e consegna a produttori e designer di mobili una nuova dimensione attraverso la quale esprimere ai massimi livelli il proprio estro
creativo. Permette di realizzare
componenti per mobili dall’estetica perfetta e con la massima flessibilità di lavorazione.
Le nuove superfici rauvisio Crystal e Rauvisio Brilliant interpretano l’attuale tendenza che privilegia il design essenziale ed elegante del vetro e il lucido di qualità dei tradizionali elementi laccati,
cambiando la modalità produttiva.
Rauvisio è, infatti, un programma
completo che include in un unico
sistema tutti i componenti necessari per la produzione di frontali,
fianchi e nicchie di elevata qualità:
fornendo le superfici in acrilico, incollate su supporto in legno e relativo controbilanciante, in abbinamento alle soluzioni di bordatura
laser Raukantex laser edge, REHAU semplifica il processo di lavorazione ed assicura risultati perfetti sia dal punto di vista cromatico che funzionale.
Rauvisio Crystal
Rauvisio Crystal consente di progettare frontali e laterali di mobili dall’aspetto naturale del vetro,
sfruttando tutti i vantaggi di lavorazione del laminato polimerico.
Questo prodotto si avvale, inoltre,
di un innovativo processo di laccatura che permette di raggiungere il massimo grado di resistenza
antigraffio. Disponibile in grande
formato e dal peso ridotto, la novità REHAU permette di realizzare diverse forme, di effettuare tagli
personalizzati su misura e perforazioni flessibili per tutti i tipi di maniglia, in qualsiasi momento. L’abbinamento con i bordi Raukantex
visions Duo-Design, proposti in diverse varianti, consente, inoltre, di
realizzare semilavorati dall’effetto
vetro visivamente perfetto in tutti i
componenti del sistema.
Rauviso Brilliant
Studiato come alternativa ai tradizionali elementi laccati, Rauviso Brilliant è la lastra in acrilico
super lucido di ultima generazio-
44
ne che offre superfici a specchio
dall’aspetto completamente uniforme. L’unione indissolubile tra bordo e pannello consentita dalla tecnologia laser, senza effetto giunzioni e senza fughe, rende la superficie REHAU lucida sull’intero pannello, per una lucentezza
di nuova qualità e una perfezione
estetica ineguagliabile.
Con la nuova gamma Rauvisio
Crystal e Rauvisio Brilliant, REHAU offre un programma di fornitura completo che include non solo componenti perfettamente abbinati per risultati esteticamente
perfetti, ma anche il know-how e il
supporto tecnico per la lavorazione dei propri sistemi, riconfermandosi un partner d’eccellenza per
produttori e designer di mobili. ■
www.rehau.it
DALLE AZIENDE
HI-MACS
®
diale nella produzione di barche a
vela e a motore, risulta un esempio
efficace: per la riuscita del progetto, la caratteristica termoformabilità
del materiale HI-MACS® si è infatti
rivelata fondamentale per ricreare,
attraverso una foratura delle lastre,
un suggestivo effetto visivo ‘a onda’
a richiamo dell’identità del brand.
Anche in occasione della recente
Milano Design Week, HI-MACS®
ha confermato con determinazione
la sua leadership sul mercato mon-
La facciata della sede sociale di Beneteau
diale. Al Temporary Museum for
New Design, Zona Tortona, la Pietra
Acrilica di Nuova Generazione ha
dato corpo alle idee di Karim Rashid
nella realizzazione di ‘Sparkle Krib’,
una rivisitazione in chiave artistica,
visionaria, quasi trascendentale, del
concetto di abitazione. Proclamando una collaborazione tra aziende
complementari che continuerà certa-
AdaptLiving, un prototipo di cucina di Varenna, del Gruppo Poliform
© Federico Torra
Bonomi Surfaces offre soluzioni per
l’architettura e il design, distribuendo
a livello nazionale il Solid Surface di
Nuova Generazione HI-MACS® attraverso una fitta rete di professionisti
altamente qualificati.
HI-MACS® è prodotto da LG Hausys, il ramo del Gruppo Coreano LG
dedito all’ideazione e creazione di
materiali da costruzione hi-tech dalle
prestazioni ineguagliabili.
HI-MACS® è composto da resina
acrilica, minerali naturali e pigmenti che insieme creano una superficie liscia, non porosa e priva di
giunzioni visibili, soddisfacendo gli
standard più elevati da un punto di
vista estetico, costruttivo, funzionale e igienico. Per tutti questi motivi,
numerosi professionisti hanno scelto
di avvalersi di HI-MACS® per l’allestimento d’interni e progetti delle
più svariate tipologie, tra rivestimenti, cucine, bagni e superfici d’arredo, in spazi privati e pubblici. Tra
le altre realizzazioni, il rinnovamento della facciata della sede sociale
di Beneteau, azienda leader mon-
© Mathieu Ducros. Progetto: PAD Architectes
LA PIETRA ACRILICA
di Nuova Generazione
APP by Tazzari
‘Sparkle Krib’, by Karim Rashid
mente in futuro, HI-MACS® e Bonomi Surfaces hanno anche instaurato
per l’occasione una sinergia con LG
Electronics, che ha supportato il progetto con la presenza dei suoi nuovi
prodotti dal design fluido. Accanto a questo studio delle forme dal
forte valore artistico e concettuale,
HI-MACS® ha sostenuto anche altri
progetti, come AdaptLiving, un prototipo di cucina studiato dagli Architetti Muschiato e Carpentiero, dello
SkillPoint Health Care Design del
Politecnico di Milano, con il contributo di Varenna del Gruppo Poliform,
e pensato per essere utilizzato da
persone con difficoltà motorie. La
cucina AdaptLiving mette a disposizione degli utenti anche APPcore™,
di Tazzari Design, un sistema integrato per il controllo del flusso e della temperatura dell’acqua, tramite un
doppio slider touch installato sotto la
superficie di HI-MACS® e di facile
pulizia, installazione e manutenzione.
APPcore™, di Tazzari Design e promosso da Bonomi Surfaces, nasce
da APP™, un lavabo scultoreo in
HI-MACS®, la cui forma sembra animarsi facendo emergere da sé stessa il miscelatore.
APPcore™ è un sistema discreto,
quasi invisibile ed estremamente
funzionale, ideale per l’utilizzo sia in
ambito privato sia contract. ■
www.himacs.eu
45
L’ANNO DELLA RIPRESA
Potrebbe essere definito un settore di nicchia, nel mondo produttivo nazionale, se non
ché vanta alcune eccellenze assolute e sta a monte di un comparto estremamente
importante, come quello del legno arredo. Ecco i dati di Acimall.
Parliamo dei produttori di macchine per la lavorazione del legno, un
gruppo rappresentabile attraver-
so queste poche cifre: 270 aziende – per lo meno le maggiori –di
cui 181 associate ad Acimall; 9 mila addetti; un fatturato 2013 di 1,4
miliardi di euro che rappresenta il 15 per
cento dell’intera produzione
mondiale, con
una percentuale di esportazione oltre l’80
per cento, oltre 1,1 miliardi,
Dario Corbetta,
che vede Gerdirettore Acimall
mania, Usa,
Francia, Russia e Cina ai primi posti
quali migliori clienti.
Alla vigilia di Xylexpo, la biennale
delle forniture per l’industria del mo-
bile e del legno, che si terrà a Fiera
Milano-Rho dal 13 al 17 maggio, vediamo come sta navigando questo
comparto nelle acque ancora gelide
della crisi italiana.
I dati sono quelli dei preconsuntivi dello scorso anno, ma indicano
che per la tanto attesa ripresa dovremo pazientare ancora: il 2013, infatti, non è certo stato prodigo di soddisfazioni. L’Ufficio studi di Acimall,
l’associazione confindustriale di settore, descrive un settore che mostra, purtroppo, i segni di una stagione economica difficile e che negli ultimi sei anni ha registrato una contrazione del 30 per cento del proprio
fatturato.
La produzione, come detto, attestatasi a quota 1.481 milioni di euro, ha
segnato un calo rispetto all’anno precedente. I motivi sono da ricercare in
un mercato interno che – pur lontano
dal meno 15 per cento registrato nel
2012 – non mostra particolari sussulti vrso l’alto. Le nostre esportazioni
perdono un ulteriore 8,1 per cento ri-
spetto al 2012 (nel 2012 la contrazione rispetto al 2011 fu dell’8 per cento), a causa della minore attenzione
verso il nostro prodotto dei mercati a noi più vicini, Germania, Francia,
Spagna e Portogallo in primo luogo. L’Europa, in termini più generali, è sempre stato un importante partner dei nostri produttori, un’importanza che si è notevolmente ridimensionata negli ultimi anni. E non sono bastati i “soddisfacenti” risultati registrati nei mercati emergenti a compensare questa dinamica, come Ci-
na, Brasile, Canada, Usa, Messico,
che si sono dimostrate buone destinazioni per le nostre tecnologie.
Le importazioni crescono del 10,5
per cento (più 144 milioni di euro in
termini assoluti), grazie alle vendite messe a segno nel nostro Paese soprattutto dai competitor tedeschi e cinesi. I primi detengono una
quota del 50 per cento del totale delle importazioni, in gran parte verso la
fascia alta del mercato; il “made in
China” (circa il 25 per cento dell’import italiano di settore) comprende
soluzioni a basso contenuto tecnologico o componenti e soluzioni in
transito per altre destinazioni.
Un segnale consolante viene però
dallo scorporo dei dati e dalla lettura isolata di quelli dell’ultimo trimestre dell’anno scorso, che conferma
un miglioramento tendenziale. Ancora una volta c’è da rilevare il diverso
andamento dei mercati esteri (in aumento) rispetto al contesto domestico (in calo). Un elemento positivo:
46
Notizie.indd 46
06/05/14 11.49
M E R C ATO
migliora il clima di fiducia, un dato
che induce a pensare che l’anno in
corso possa essere migliore rispetto ai troppi segnati da una contrazione. Rimane tuttavia evidente che una
crescita strutturale significativa deve
necessariamente fondarsi su un aumento dei consumi interni.
L’indagine qualitativa mostra, sulla base dei giudizi espressi dalle
aziende che partecipano all’indagine, questi risultati: il 36 per cento indica un trend di produzione positivo,
il 41 per cento stabile, mentre il 23
per cento dichiara un livello produttivo in calo. L’occupazione viene considerata stazionaria dal 91 per cento
del campione e in diminuzione dal 9
crescita nel rimanente 4 per cento.
L’indagine previsionale delinea le dinamiche di breve periodo del comparto. Discreto ottimismo per quanto concerne i mercati stranieri, ribadito dai dati relativi agli ordini. Attendismo per quanto concerne i clienti italiani: il 36 per cento degli intervistati vede per il prossimo periodo
una crescita degli ordini dall’estero,
mentre per il 59 per cento rimarranno stazionari. Il restante 5 per cento prevede un calo (il saldo positivo
è pari a 31).
L’indagine previsionale per il mercato interno mostra un calo per il
13 per cento del campione. Per il
73 per cento, invece, le vendite in-
per cento. Le giacenze risultano stabili nel 55 per cento delle interviste,
in diminuzione nel 41 per cento e in
terne manterranno un livello stabile. Il 14 per cento delle aziende prospetta una crescita nel breve perio-
MACCHINE E TECNOLOGIE PER IL LEGNO: INDICE DEGLI ORDINI
(2012=100, prezzi correnti)
MACCHINE PER LA LAVORAZIONE DEL LEGNO
Dati preconsuntivi 2013
do (il saldo è pari a 1). “È molto difficile poter prevedere cosa accadrà nei prossimi mesi – spiega Dario
Corbetta direttore di Acimall – sono
mercato domestico ci vorrà tempo:
siamo ancora alle prese con una crisi della domanda che potrà essere
risolta solo a patto di provvedimenti
molti gli elementi che possono influire sulle dinamiche di un settore, anche se di dimensioni contenute come il nostro. Ci attendiamo una leggera tendenza verso l’alto di tutti gli
indicatori, anche se purtroppo difficilmente si potrà parlare di una ripresa decisa. Ancora una volta i flussi
verso l’estero giocheranno un ruolo
decisivo per un settore dove la propensione all’export è oramai superiore all’80 per cento. Se le aziende
italiane avranno la forza per aggredire alcuni contesti utilizzando forme di internazionalizzazione innovative e cercando modelli di cooperazione tecniche e commerciali, potremo parlare di un settore in crescita.
Per un vero e proprio incremento del
forti a livello macroeconomico”.
Un altro elemento capace di fornire una conferma ai segnali positivi
è Xylexpo, la biennale internazionale. Non si è ancora tenuta, ma già le
adesioni fanno ben sperare.
“Sono certo che questa sarà l’edizione della ripresa – dice Corbetta – a
tutt’oggi sono 450 gli espositori, ma,
soprattutto, voglio sottolineare il ritorno di alcune grandi aziende, dopo
un’edizione saltata a causa della crisi. Si tratta di imprese di primo piano, marchi che hanno fatto la storia
della tecnologia italiana per la lavorazione del legno e dei suoi derivati,
capaci di garantire un contributo alla
completezza dell’offerta e alla qualità
delle proposte tecnologiche”. ■
47
Notizie.indd 47
06/05/14 11.49
and the winner is...
2014
P R O D O T T I S E L E Z I O N AT I
DANIELE MINGARDO
ALESSANDRO MASTURZO
Linea - Jannelli&Volpi
Penelope - Infinity Design
FEDERICO ANGI
NICOLA CERASA
N
Plissè - Atipico
Minimal Sgabello - Emporium
SERENA CONFALONIERI
SOVRAPPENSIERO DESIGN STUDIO
Cattedrale - Spazio 900
Cook - Mamoli
SERENA CONFALONIERI
Santissimi - Spazio 900
NORMA MILESI
Serramento a battente - Carminati Serramenti
SOVRAPPENSIERO DESIGN STUDIO
Bowl Iceberg - Incipit
ILARIA LUBELLI
Strato - De Castelli
BUSETTI GARUTI REDAELLI
STEFAN KRIVOCAPIC
Log - Pedrali
Colony - Miniforms
STEFAN KRIVOCAPIC
Collar - Sancal
MICHELE CAZZANIGA
Tivoli - Pedrali
MENEGHELLO PAOLELLI ASSOCIATI
Cloud - Fima Carlo Frattini
TOMMASO CALDERA
Lampada DORI - Contempo
FRANCESCO TOSI
Figurazioni by Ideas - EatingDesign
DAVID LOPEZ QUINCOCES
STEFAN RADINGER
Treeo - TEAM 7
Starsky - Living Divani
EMO DESIGN
Fuji - Scarabeo Ceramiche
48
48-51 Y&D.indd 48
06/05/14 15.31
YO U N G & D E S I G N
2014
and the winner is...
LA GIURIA
Armando BRUNO
Architetto e designer
Coordinatore del Concorso
Young&Design 2014
Lorenzo DAMIANI
Architetto e designer
Vincitore del Concorso
Young&Design 2001 e 2004
Luisa BOCCHIETTO
Luca NICHETTO
Presidente ADI
Associazione per
il Disegno Industriale
Designer
Secondo classificato Concorso
Young&Design 2009
Fabio NOVEMBRE
Philippe NIGRO
Architetto e designer
Vincitore Concorso
Young&Design 1988
Designer
Vincitore del Concorso
Young&Design 2009
Beppe FINESSI
Architetto, critico
e ricercatore Politecnico di Milano
49
48-51 Y&D.indd 49
06/05/14 15.31
2014
and the winner is...
GLI SPONSOR
CITTERIO GIULIO
IGUS
Professionalità e tecnologia unite a una struttura produttiva
all’avanguardia e a una mano d’opera qualificata sono le carte vincenti di Citterio Giulio, azienda che realizza maniglie per mobili
100% made in Italy.
L’azienda ha sede a Renate, nell’hinterland milanese, nel cuore
della Brianza, culla di una miriade di imprenditori che nel comparto dell’arredamento hanno creato realtà e marchi conosciuti in tutto
il mondo. È in questo contesto che si è sviluppato il business della
Citterio Giulio. L’azienda nasce nel 1945, producendo componenti
per l’arredo e specializzandosi negli anni con la produzione di maniglie per mobili in zama.
I continui e costanti investimenti in progettazione, tecnologia, processi e prodotti garantiscono alla Citterio Giulio una leadership sui mercati a livello mondiale. L’originalità del design,
la ricchezza della gamma, la varietà delle finiture per ciascun modello, alimentate da risorse propositive dinamiche, permettono di soddisfare ogni richiesta in un settore quale quello del mobile in continua evoluzione. Finiture nuove ed effetti originali si sposano con un design ricercato e funzionale.
La varietà non sarebbe gran cosa senza la qualità: quella di Citterio Giulio è qualità testimoniata dalla fedeltà e dalla espansione costante della clientela mondiale, nonché dall’elevata
affidabilità del prodotto nel tempo.
La progettazione e la produzione sono interamente realizzate in Italia, nel pieno rispetto delle norme a tutela dei lavoratori, dei consumatori e dell’ambiente, espressione di un prodotto 100% Made in Italy.
www.citteriogiulio.com
La storia di Igus® comincia con Günter Blase in un garage doppio nei pressi di Colonia il 15 ottobre 1964, e
quest’anno l’azienda festeggia il cinquantesimo anno
dalla fondazione. Nel 1983 Frank Blase inizia il processo di internazionalizzazione della società affiancando
ai cuscinetti autolubrificanti in plastica un programma di
catene portacavi sempre in materiale plastico ad alta tecnologia, avvalendosi di una prima
rete di vendita. igus® passa da 40 ai 2200 lavoratori di oggi , con 32 filiali e 55 distributori
presenti in altrettanti paesi del mondo. Tra le filiali , igus® italia , nata nel luglio 1993 con la
direzione di Sergio Villa, è ben presto diventata una delle più importanti del gruppo. Nella
struttura operativa italiana, che si articola su circa 800mq di uffici e 2400mq di capannone,
vengono seguiti sotto il profilo tecnico e commerciale i clienti, che possono scegliere tra i
100.000 articoli della gamma di sistemi per catene portacavi, guide lineari e cuscinetti autolubrificanti. Oltre all’ampio magazzino, nella sede italiana è presente un’unità di assemblaggio in grado di approntare ordini su misura per il cliente anche in 24 ore o in giornata. Tra i
punti di forza dell‘azienda vi è l’impegno continuo nella ricerca e sviluppo, una forte propensione all’ innovazione che si esprime nelle tante novità (168 nel 2013) che ogni anno vengono sviluppate nei laboratori igus® di Colonia e presentate alle fiere di settore. Gli svariati test a cui sono sottoposti i componenti permettono di garantirne la durata: gli sforzi del reparto R&D vanno oggi nella direzione di prevedere materiali sempre più performanti e duraturi. Questo insieme alle caratteristiche di autolubrificazione permette agli utilizzatori di installare il componente riducendo drasticamente gli interventi di manutenzione, azzerandoli
in casi di applicazioni non particolarmente gravose.
www.igus.it
VEFER
TERNO SCORREVOLI
Una realtà produttiva all’avanguardia, qualità e competenza al servizio del cliente. Da oltre sessant’anni Vefer si occupa di prodotti per imbottiture; azienda in costante evoluzione, è passata dalla trasformazione di prodotti di sintesi, alla produzione odierna di poliuretani espansi d’alta qualità. Due impianti per la produzione
in continuo di poliuretano da blocco, un impianto per la produzione di poliuretani speciali in
continuo, impianti e caroselli per lo stampaggio di poltrone, divani, guanciali e blocchi di alta qualità, linee automatizzate per assemblaggio e fustellatura, linee di taglio e sagomatura
computerizzate, moderno impianto per la produzione di rotoli in continuo, tutto questo sviluppato su oltre 160.000 mq. e con oltre 200 addetti, queste sono le caratteristiche che consentono all’azienda di essere al vertice internazionale in questo settore. Accanto alla fabbricazione, un’organizzazione ineccepibile dei trasporti permette di consegnare in modo capillare i prodotti in tutta Europa. La filosofia aziendale nasce dall’incontro di qualità e tecnologia, ecco quindi il costante controllo della produzione, il continuo aggiornamento degli impianti, il rispetto dell’ambiente e l’introduzione di materiali innovativi.
www.vefer.it
Fondata nel 1950, la Terno Scorrevoli ha da sempre basato la propria
filosofia sul concetto di integrazione e complementarietà tra tecnologia e design. Non solo innovativa tecnologicamente, ma anche attenta
e sostenitrice del gusto italiano che caratterizza il Made in Italy, la Terno
Scorrevoli propone soluzioni a cui non manca ricercatezza di nuove forme e di design per donare qualità ad ogni singolo dettaglio.
Oltre 60 anni di ricerca e progettazione hanno permesso alla Terno
Scorrevoli di distinguersi sul mercato per la continua innovazione tecnologica sui prodotti
del mobile e delle porte d’interni.
Proprio per questo la Terno Scorrevoli è in grado di offrire una vasta gamma di sistemi scorrevoli e di accessori che garantiscono la piena soddisfazione delle esigenze del cliente.
Tutti i prodotti sono venduti in oltre 60 nazioni di tutti e 5 i continenti.
Terno Scorrevoli una realtà in continua evoluzione.
www.ternoscorrevoli.com
TABU
50 anni di storia fatta di amore per il legno. Una storia nata - non a caso - a Cantù, nel cuore della Brianza, storicamente luogo di aggregazione del design e del
progetto made in Italy. Da allora Tabu vive una storia in continua evoluzione per le capacità imprenditoriali di una famiglia unita dall’amore e dal rispetto per il legno.
Tabu produce impiallacciatura di legno tinto e multilaminare. La moderna tecnologia con la quale è trattato il legn garantisce la penetrazione del colore in tutto lo
spessore, esaltandone le naturali venature ed assicurando l’uniformità desiderata. La gamma di prodotti è composta da più di 600 colori, offerti in numerose specie
legnose sempre disponibili a magazzino. La ricerca e sviluppo di Tabu, unitamentealle molteplici collborazioni poste in essere con aziende di diversi settori e con i
più prestigiosi studi d’architettura, consente il continuo aggiornamento delle collezioni, nei trend colori che sono regolarmente proposti al mercato. Tabu ha ancora
molto da raccontare grazie ai suoi materiali performanti per l’architettura ed il design, all’insegna dell’eco-sostenibilità, in un percorso coerente e sempre più orientato al rispetto per l’ambiente, la tecnologia e la costante ricerca della qualità.
www.tabu.it
50
48-51 Y&D.indd 50
06/05/14 15.31
YO U N G & D E S I G N
2014
1∆ classificato
The winner is..
Menzione al designer
SOVRAPPENSIERO
DESIGN STUDIO
Serie COOK di MAMOLI
2∆ classificato
SERENA
CONFALONIERI
ANTONIO PAGLIARULO
MICHELE CAZZANIGA
SIMONE MANDELLI
TIVOLI di PEDRALI
Menzione al prodotto
3∆ classificato
FEDERICO
ANGI
DAVID LOPEZ
QUINCOCES
PLISSE’ di ATIPICO
Starsky di LIVING DIVANI
Sul prossimo numero tutte le foto della grande festa
51
48-51 Y&D.indd 51
06/05/14 15.31
SALONE DEL MOBILE 2014
IL SUCCESSO DELL’ECCELLENZA
Un successo che trova riscontro
nella qualità dell’offerta fieristica
e nei numeri della manifestazione. La 53° edizione del Salone
del Mobile chiude registrando un
totale di 357.212 visitatori, di cui
311.781 operatori del settore con
un incremento del 13% rispetto
all’edizione 2013.
“Abbiamo lavorato per preparare il Salone del Mobile più bello
del mondo e il risultato supera le
nostre aspettative - dichiara Claudio Luti, presidente del Salone del
Mobile. Buyers, giornalisti, designers hanno toccato con mano
l’eccellenza creativa e produttiva
della nostra filiera, riconoscendo
il valore della produzione madein-Italy e l’importanza del Salone a
livello internazionale”.
Significativo riconoscimento
all’importanza del settore è arrivato dal presidente del Consiglio
Matteo Renzi, che ha visitato la
manifestazione ricordando come
il settore del mobile sia un tassello
strategico dell’economia reale del
52
Fiere.indd 52
06/05/14 11.49
FIERE
nostro paese, il segno di un’Italia viva, che sta superando una
congiuntura difficile, grazie alla
straordinaria cultura di impresa e
alla fi liera di eccellenza che sta
dietro ai prodotti e alla ricerca di
design. Un segno di attenzione e
gratitudine non solo personale ma
di tutto il Governo: presenti in fiera
anche il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Graziano
Delrio e i Ministri Maurizio Lupi e
Maurizio Martina.
“Con questa edizione del Salone
del Mobile abbiamo confermato
l’importanza dell’export come elemento determinante per il settore – afferma Roberto Snaidero,
presidente di FederlegnoArredo.
Nell’ultimo anno abbiamo venduto all’estero quasi la metà della
nostra produzione e la forte presenza di visitatori stranieri lo ha
pienamente dimostrato”.
Un Salone sempre più internazionale, con presenze qualificate da
oltre 160 paesi.
Un’edizione quella 2014 che ha
segnato una profonda sinergia
con la città di Milano, capitale della creatività capace di attirare con
la design week migliaia di visitatori con il Progetto Accoglienza,
inaugurato quest’anno in collaborazione con il Comune di Milano e
l’Assessorato alla Moda e Design.
Oltre 100 i ragazzi delle scuole
di design di Milano che hanno
accolto i visitatori della manifestazione nella postazioni disloca-
te nei punti nevralgici della città.
Non solo business: protagonista
del Salone del Mobile anche la
mostra “Dove vivono gli architetti”. Uno spazio di confronto e
una riflessione sulle modalità, le
esperienze e la cultura dell’abitare con otto testimonial d’eccezione: Shigeru Ban, Mario Bellini,
David Chipperfield, Massimiliano
e Doriana Fuksas, Zaha Hadid,
Marcio Kogan, Daniel Libeskind e
Studio Mumbai/Bijoy Jain.
“Questa edizione ha rappresentato una prova generale in vista
di Expo 2015 - conclude il presidente Luti. Ci sono le migliori
premesse perché sia un grande
evento che mostrerà al mondo
quello che Milano e l’Italia sono
in grado di fare. Una sfida che
non ci spaventa e che ci vede già
impegnati a preparare un grande Salone che aprirà le danze
dell’esposizione universale” .
53
Fiere.indd 53
06/05/14 11.49
SICAM:
RICONFERMA PER UNA MANIFESTAZIONE
INTERNAZIONALE DI SUCCESSO
Si cominciano a definire le linee
caratterizzanti della sesta edizione
di SICAM, in calendario alla Fiera
di Pordenone da martedi 14 a venerdi 17 ottobre prossimi. Un Salone che farà ancora del suo particolare format un punto di forza
di assoluto valore: si va dunque a
rinnovare l’appuntamento fieristico
che, per la sua efficacia, è sempre
più riconosciuto come un insostituibile strumento di marketing dalle aziende di accessoristica e componentistica che operano nei mercati internazionali del mobile e arredamento. SICAM si presenta con
una base espositiva completa, di
altissimo profilo e radicata: oltre
l’85% di riconferme rispetto all’edizione 2013, con tutti i maggiori players internazionali di ciascun settore espositivo, oltre a molte nuove richieste.
Alla ricerca dei mercati emergenti: anche per il 2014 è questa la linea di promozione di SICAM su-
gli scenari internazionali. Nuovi Paesi alle viste dunque per ottobre a
Pordenone, per ampliare ancora il
già esteso range delle provenienze degli operatori attesi in fiera (so-
no state 94 dai cinque continenti lo
scorso anno): quest’anno SICAM
ha un calendario di tutto rispetto,
con presenze a Teheran e a Las
Vegas, a Bangalore in India, e poi
a Dubai, in Indonesia e in Brasile.
A tutto campo, dunque: con l’obiettivo di consolidare e se mai di incrementare quel 35% circa di operatori esteri registrati alla passa-
54
Fiere.indd 54
06/05/14 11.50
FIERE
ta edizione, nell’ottobre 2013. Provenienze da 94 diversi Paesi dei
cinque continenti, ma sono stati la
Germania e la Russia i mercati con
il maggior numero di registrazioni
rilevate: dal primo Paese, tradizionalmente grande frequentatore di
SICAM, è giunto a Pordenone infatti l’8,65% dei visitatori esteri e dalla
Russia il 7,83%.
Se c’è una parola che può sintetizzare oggi lo “stile fieristico” di SICAM questa è “qualità”: che si declina in qualità dell’ambiente, degli allestimenti, delle relazioni; e
in qualità delle persone soprattutto, perchè un visitatore di SICAM
su due, dati alla mano, è un contatto di altissima qualità, qualcuno in grado di determinare scelte e
strategie. Dall’analisi delle presenze a Pordenone nell’edizione 2013,
emerge infatti che circa il 35% delle registrazioni è riferita a titolari
d’impresa e a figure di vertice con
alto potere decisionale. A questi
vanno aggiunti poi un ulteriore 5%
di direttori generali di azienda ed
un altro 10% circa di direttori tecnici e commerciali. “E’ comprensibile che siano soprattutto i decision
makers ai livelli più elevati a scegliere questa fiera per sviluppare il
business aziendale – sostiene Carlo Giobbi, organizzatore di SICAM
-: si tratta di figure per le quali il
tempo è prezioso, e hanno bisogno di non disperderlo. Vengono a
SICAM perché sanno di ottenere la
massima efficacia dal tempo dedicato alla loro visita in fiera”.
Le fiere amano spesso “dare i numeri”, e SICAM, che è ufficialmente certificata ogni anno, non ha
avuto difficoltà nel comunicare subito, alla chiusura della passata
edizione, una contrazione di circa il 6% nel numero di visitatori.
L’analisi qualitativa effettuata successivamente ha dato una chiara
lettura del semplice dato numerico:
il numero delle aziende in visita nel
2013 è risultato infatti sostanzialmente in linea rispetto ai valori del
2012; l’effetto della crisi si è piuttosto tradotto nel contenimento del
numero di persone che per ogni
azienda hanno visitato il Salone. E
questo, considerando che un’altra
parte di defezioni si è rivelata legata sostanzialmente alla cessazione
di attività di aziende del mobile, dà
ragione del fatto che a SICAM lo
scorso ottobre si sia ancora lavorato bene in quasi tutti i settori espo-
sitivi. Si riconferma quindi, se mai
ce ne fosse bisogno, la validità del
particolare format di questa manifestazione, davvero unica nel suo
genere. Un Salone che fa dell’organizzazione dei servizi il suo punto di forza di maggior significato:
collaudata ed efficace, la formula
“chiavi in mano” di SICAM si completa e si rinnova tuttavia ogni anno, nella logistica, nel catering e
soprattutto nell’assistenza a 360°
agli operatori. ■
www.exposicam.it
55
Fiere.indd 55
06/05/14 11.50
Le innovazioni al centro della scena a
CIFM / interzum
guangzhou 2014
CIFM / interzum guangzhou, la fiera leader in Asia per i macchinari per la lavorazione del legno, la
produzione di mobili e gli interni,
è pronta ha aperto i battenti il 28
marzo presso il China Import and
Export Fair Complex di Canton
(Guangzhou) in Cina, con un obbiettivo preciso.
Riflettori puntati sull’”innovazione”:
due forum ufficiali ospitati dagli organizzatori sono stati dedicati al futuro della produzione di mobili e alle relative tecnologie.
Al fine di accrescere la coscienza
56
globale del legno come una tipologia naturale, ecologica e rinnovabile di materiale da costruzione di
alta qualità e al fine di promuovere la creatività, si è tenuta una mostra speciale allestita nel padiglione 14.1. La mostra ha ospitato i la-
vori vincitori del concorso di design “Design innovation - exploring
the possibilities of Swedish Wood”,
organizzato in collaborazione con
Swedish Wood e il dipartimento di
architettura della Shanghai Jiaotong University.
CIFM / interzum guangzhou si è
svolta ancora una volta in contemporaneamente alla prestigiosa China International Furniture
Fair (CIFF), su una superficie di
130.000 metri quadrati nelle aree B
e C del Pazhou Complex. Alla fiera,
della durata di cinque giorni, de-
dicata al settore delle subforniture hanno partecipato 1.147 espositori provenienti da 32 paesi e oltre
60.000 visitatori da più di 140 paesi. I padiglioni internazionali 11.1,
14.1 e 15.1, apprezzati dai produttori e fornitori d’oltreoceano, riuniscono 280 espositori, incluse nove
aree collettive nazionali: Germania,
Stati Uniti / Canada, Italia, Turchia,
Spagna, Cile, AHEC (American
Hardwood Export Council), Canada Wood e Swedish Wood. ■
www.interzum-guangzhou.com
fiere
interzum 2015
Si preannuncia un nuovo grande successo
Si terrà dal 5 all’8 maggio 2015
la 29^ edizione di interzum. Quella che si è conclusa lo scorso 16
maggio 2013 è stata una splendida edizione, il salone dedicato alle forniture e ai semilavorati per
l’industria del mobile che –ancora una volta – ha dimostrato di essere il punto di riferimento assoluto a livello mondiale. 53mila i visitatori, qualche punto percentuale in
più rispetto ai 52.400 del 2011, di
cui il 70 per cento da ben 148 Pae-
si, con una forte crescita degli arrivi dall’Asia, dall’America del nord e
dall’Europa orientale.
Forte internazionalità anche sul
piano degli espositori, che sono
stati 1.512 di cui ben 1.121 da 62
Paesi. L’Italia è stata, come sempre, la rappresentanza estera più
numerosa (266 espositori), seguita a distanza dalla Turchia, seconda classificata, con 101 espositori.
Aumentata del 6 per cento la superficie espositiva netta occupata.
Una nota sulla partecipazione italiana, che ha dimostrato ancora
una volta il nostro ruolo di “fornitori
di eccellenza” a livello mondiale e
la grande propensione all’export, a
cui si aggiunge l’opportunità delle
collettive “made in Italy” organizzate da Koelnmesse Italia, un’opportunità “comoda ed efficace” che riscuote molti consensi.
Molte le innovazioni tecniche ed
estetiche che hanno suscitato l’interesse degli operatori di settore.
Il trend va verso una produzione a
basso consumo di materiali e un
crescente utilizzo di componenti sostenibili. Sotto il profilo estetico vi è una chiara tendenza ad uno
stile più sobrio. Si rinuncia al superfluo con linee basate sulla funzione essenziale del prodotto. I colori continuano nella loro avanzata
nell’indotto dell’industria internazionale del mobile e dell’arredamento. Le decorazioni spesso sono a
colori vivaci o con immagini grafiche a stampa. Sul versante della domanda sono richieste soluzioni possibilmente personalizzate. Rientra perfettamente nel trend della
sostenibilità anche il classico. Non
a caso a Colonia sono rimaste soddisfatte anche aziende di produzione e distribuzione di materiali impiallacciati. ■
www.interzum.com
57
furniPRO Asia
furniPRO Asia, biennale internazionale dedicata alle tecnologie per la
lavorazione del legno, la produzione di pannelli e la subfornitura per
l’industria del mobile, si terrà a Marina BaySands di Singapore, dal 5
all’8 novembre 2014.
L’edizione di quest’anno vede un
aumento della superficie espositiva
che coprirà oltre 10.000 metri quadrati sui quali saranno allestite 9
collettive nazionali da Francia, Germania, Italia, Malaysia, Singapore,
Spagna, Taiwan, Turchia e USA.
Grazie al sostegno dell’ASEAN Furniture Industries Council (AFIC) sarà possibile raggiungere 20.000
produttori in 9 paesicome Cambogia, Indonesia, Laos, Malaysia,
Myanmar, Filippine, Singapore,
Thailandia e Vietnam, garantendo
così un elevato numero di visitatori
dalla regione ASEAN.
furniPRO Showroom:
una presentazione olistica del
meglio del mercato
Tra le novità di furniPRO Asia 2014
vi sarà il furniPRO Showroom, un
concept unico che propone una
presentazione delle ultime soluzioni nel campo della produzione
di mobili, materiali e componenti all’interno di uno showroom unico dove saranno esposti prodotti finiti, come mobili e articoli di arredamento di alta qualità. Per la prima volta Nobilia Kitchens, azienda
leader nella produzione di cucine,
si assocerà a IMA e Schelling per
presentare gli ultimi sviluppi nel
campo della produzione di cuci-
ne; durante un tour dedicato ai buyer si potranno ammirare una cucina completa e i macchinari impiegati per produrla e sarà inoltre possibile assistere a una serie di dimostrazioni.
Altri fornitori di tecnologia presenti
saranno Siempelkamp e Wemhoe-
ner, mentre fra gli sponsor di componenti e materiali troviamo American Hardwood Export Council,
APP Timber, French Timber e Woodmark Creation.
Parallelamente alla fiera, la furniPRO Conference proporrà ai partecipanti un programma che affronterà i temi del momento e prenderà il
via con un CEO Forum in cui i key
opinion leader e gli esperti esporranno le proprie previsioni e opinioni sulle potenziali opportunità e sulle insidie dell’industria globale del
mobile. Proseguendo la collaborazione con partner di esperienza,
altre proposte saranno Technology, Market Strategy, Design Forum
e Sustainability& Green Forum. ■
www.furniproasia.com
58
fiere
miff 2014
record di visitatori
Si chiude con grande successo la
20esima edizione della Fiera Internazionale del Mobile Malese (MIFF
- Malaysian International Furniture
Fair), che si è tenuta a Kuala Lumpur dal 4 all’8 marzo.
I cinque giorni di esposizione hanno attirato 19.472 visitatori (+ 6%
rispetto all’edizione precedente)
di cui 6.171 buyer internazionali provenienti da 141 paesi e regioni, con un fatturato di US $
892.000.000.
L’ottimo risultato sottolinea l’importanza e la crescente rilevanza
del MIFF e dell’industria del mobi-
Trade Centre (PWTC) e al Matrade Exhibition and Convention Centre (MECC).
Nel 2013, la fiera ha attirato un totale di 18.397 visitatori provenienti da 140 paesi e regioni con un fatturato di US $ 854.000.000.
MIFF 2014 è stata ufficialmente
inaugurata dal Segretario Generale del Ministero del Commercio e
dell’Industria Ministero malese.
Tra i visitatori degli 80.000 metri
quadrati della manifestazione ha
partecipato una delegazione del
Belgium Furniture Manufacturers
Association, gruppi professiona-
le non solo nei mercati del sud-est
asiatico ma anche in quelli globali.
L’affluenza dei buyer internazionali e locali ha sicuramente sviluppato maggiori opportunità di business
per i 503 espositori provenienti da
13 regioni che hanno esposto le loro novità di prodotto al Putra World
li provenienti da Corea del Sud e
Giappone, tra cui l’Amministratore
Delegato di Hikari Global Trading
Co, uno dei più grandi importatori
di mobili del Giappone.
MIFF 2014 ha ospitato anche il 5°
MIFF Furniture Design Competition
(MIFF FDC), una piattaforma pro-
gettata in esclusiva da MIFF con
l’obiettivo di sostenere l’industria
del mobile malese, attraverso un
concorso che ha voluto dar spazio alla creatività dei giovani designer con particolare attenzione
all’aspetto commerciale.
I prototipi dei 10 finalisti, scelti tra
più di 200 domande, sono stati realizzati grazie al supporto degli
espositori e sponsor della manifestazione e poi esposti in un’area
dedicata. Il primo premio è stato assegnato al giovane designer
Francesco Lye Aik Theng con XSR,
un elegante sgabello da bar con
struttura in acciaio inox e seduta in
materiale termoplastico. ■
www.miff.com.my
59
MACCHINE E SOFTWARE
packagin systems
Cefla Finishing
Via Bicocca, 14/c
40026 Imola (BO)
Tel. 0542 653441 • Fax 0542 653444
www.cefla.com
Robot di spruzzatura.
Forni di essicazione ad aria calda
verticali e in linea. Automazione
delle linee di verniciatura.
Biesse
Via della Meccanica 16
61122 Pesaro Pu
Tel 0721 439500• Fax 0721 451820
[email protected]
www.biesse.com
Produttore di macchine per la
realizzazione di mobili
Dolphin Pack
Via Volta, 37010 Affi • Verona
www.dolphinpack.net
Tel. 045 6200814 • Fax 045 6201570
Macchine per imballaggio di poliuretano, materassi e salotti, mobili e reti da
letto con film plastico impianti e linee
di movimentazione interna.
Lectra Italia
Via G. Crespi, 12
20134 Milano
Tel. 02 210471
Fax 02 26410417
www.lectra.com
[email protected]
Software e sistemi di taglio
d’avanguardia per il settore tessile
Makor Group
Via Casalpiano, 9
53048 Sinalunga (Siena)
Tel. 0577 679103
Fax 0577 634080
www.makor.it
Costruzioni macchine e impianti
per cornici e profilati in legno
Renzo Borgonovo
Via Comasina, 125
20843 Verano Brianza (MB)
Tel. 0362 901347• Fax 0362 905901
www.borgonovo.com
Macchina per la lavorazione
delle cornici
Italian Cutting
Systems Srl
Fema Italian Cutting Systems Srl
Via E. Mattei, 20
70024 Gravina in Puglia (BA)
Tel 080 3267758• Fax 080 32582 49
[email protected]
www.italiancutting.it
Sistemi di taglio
Ipea Srl
Via Tagliamento, 22
20821 Meda (MB)
Tel. 0362 340321• Fax 0362 70171
www.ipea-international.com
[email protected]
Macchine e articoli per arredamento
MATERIALI E TECNOLOGIE
A BASE LEGNO
Busnelli International Srl
Via Cialdini 120
20821 Meda (MB)
Tel. 0362 70680 - Fax 0362 340952
www.busnelli.eu • [email protected]
Produzione tranciato precomposto
multilaminare di vero legno
Maroni SpA
Via Europa, 18
22060 Cabiate (CO)
Tel. 031 769111
Fax 031 767602
www.maroni.it • [email protected]
Legno, corian, ottone e altri
Tabu SpA
Via Rencati, 110
22063 Cantù (CO)
Tel. 031 714493 • Fax 031 711988
www.tabu.it • [email protected]
Piallacci naturali tinti e multilaminari
per l’arredo e l’architettura d’interni
Santarossa
Componenti SpA
Via della Chiesa, 111
33080 Villanova di Prata (PN)
Tel. 0434 615511 • Fax 0434 615500
www.santarossa.it
[email protected]
Componenti e ante per il mobile
MATERIALI TECNOLOGICI
Bonomi Surfaces srl
Via Stelvio, 9
20184 Varedo (MB)
Tel. 0362 543190 • Fax 0362 573620
www.himacs.eu • [email protected]
Superfici innovative per l’arredamento
Sadun Srl
Via Wagner, 193
20831 Seregno (MB)
Tel. 0362 2334.1
www.sadun.it • [email protected]
Materiali innovativi per l’arredamento
Silestone by Cosentino
www.silestone.com
[email protected]
Piani lavoro con protezione
IMBOTTITURE
CHEMICAL RESINE
S.a.S.
Via XXIV Maggio, 4/6
20851 Lissone (MB)
Tel 039 2459565 • Fax 039 483442
www.chemicalresine.com
[email protected]
Produzione puliuretano
espanso in blocchi e lastre
Pelma SpA
Via Mazzini,3
25020 Bassano Bresciano (BS)
Tel.030 9935102
Fax 030 9935244
www.pelma.it
Produzione resine espanse
I POLIURETANI
Olmo - Group
Via per Spirano, 24
24040 Comun Nuovo (BG)
Tel. 035 4544311• Fax 035 595354
www.olmo-group.com
Produzione poliuretano
espanso in blocchi e lastre
Cimnaghi s.a.s.
Via A. Gramsci, 5
22066 Mariano Comense (CO)
Tel 031 743747 • Fax 031 3552315
[email protected]
www.cimnaghi.it
Stampaggio poliuretano
Sitab P.E. s.p.a.
Via Nuova Valassina, 4
23895 Nibionno (LC)
Tel. 031 690694 • Fax 031 690860
www.sitabpe.cm
[email protected]
Produzione poliuretano espanso
in blocchi e lastre
Ovattificio Fortunato srl
Via dell’Industria, 109
84092 Bellizzi (SA)
Tel. 089 981146
Fax 089 981150
www.ovattificiofortunato.it
[email protected]
Box Mistral e guanciali in viscoelastico
feltri e ovatte per imbottitura
e termoacustica
Vefer SpA
Viale Martiri della Libertà, 102
20851 Lissone (MB)
Tel. 039 484821• Fax 039 484607
www.vefer.com • [email protected]
Poliuretani espansi
Impe SpA
Località Ponte Riccio
80019 Qualiano (NA)
Tel. 081 8198811 • Fax 081 8185708
www.impespa.it • [email protected]
Produzione poliuretano
espanso in blocchi, lastre e rotoli
Orsa Foam SpA
Via Colombo, 60
21055 Gorla Minore (VA)
Tel. 0331 609111 • Fax 0331 609223
www.orsafoam.it
Produzione poliuretano
espanso in blocchi e lastre
New Wind Srl
Via dell’Edilizia Z.I. • 72017 Ostuni (BR)
Tel. 0831 305985 • Fax 0831 306776
www.new-wind.it • [email protected]
Poliuretano espanso in blocchi,
lastre e rotoli
60
MAC Quadratini.indd 60
06/05/14 11.53
I FORNITORI
IMBOTTITURE
®
Advansa GmbH
5, Frielinghauser Strasse
59071 HAMM 1 / Westfalen (Germany)
Tel. ++49/2388 840 5109 (linea diretta)
Fax ++49/2388 840 5123
Produttore di fibre per imbottiture
Dacron® - Distributore nazionale:
Orlandi S.p.A.
Agentrix Srl
Via Lecco, 5
20835 Muggiò (MB)
Tel. 039 795528
Fax 039 2782251
www.agentrix.it
[email protected]
Imbottiture per arredamento
Via Bisaura, 15
48018 Faenza (RA)
Tel. 0546 380111
Fax 0546 382235
www.atlgroup.it
[email protected]
Imbottiture d’arredamento.
Cinelli Piume
e Piumini Srl
Via Cessana, 5
51011 Buggiano (PT)
Tel. 0572 31721 • Fax 0572 32815
www.cinellipiumini.it
[email protected]
Cuscini componenti e manufatti
semifiniti in bianco
Elcam Srl
Via Piave, 19/21
20846 Macherio (MB)
Tel. 039 2013621 • Fax 039 2011265
www.elcam.eu • [email protected]
Semilavorati
per l’arredamento imbottito
F.lli Rossetto Sas
Via Castellana, 64/A
35010 Trebaseleghe (PD)
Tel. 049 9385060
Fax 049 9386589
www.rossetto.it • [email protected]
Produzione poliuretano espanso
Italpiume Srl
Via Salaria, 14/16 Loc. S. Rufina
02015 Cittaducale (RI)
Tel. 0746 606281 • Fax 0746 606126
www.italpiume.it
[email protected]
Lavaggio, sterilizzazione, selezione,
analisi della piuma.
Loima Srl
Via dell’industria, 15
35010 Borgoricco (PD)
Tel. 049 9335133 • Fax 049 9335722
www.loima.it • [email protected]
Imbottiture d’arredamento su misura
e PIUME s.r.l.
Cordigomma e Piume Srl
Via Del Lavoro, 36
31036 Cordigliano (TV)
Tel. 0438 580311 • Fax 0438 580309
www.cordigomma.com
Trasformazione resine espanse
Quinflex S.r.l.
Via Del Commercio, 4
25028 Verolanuova (BS)
Tel. 030 9920930
Fax 030 9920939
www.quinflex.com
Lavorazione resine espanse
®
Toscana Piume Srl
Via Brunelleschi, 52 51039
Quarranta (PT)
Tel. 0573 737935 • Fax 0573 775095
www.divanitoscanapiume.it
[email protected]
Lavorazione cuscini in piuma e resine
espanse Imbottitura semilavorati in bianco
Ume Srl
Via Aldo Moro, 37 - Perticato
22066 Mariano Comense (CO)
Tel. 031 749732 • Fax 0362 744526
[email protected]
Architettura molecolare
sintetica e biologica.
COLLANTI, BORDI, ACCESSORI
GRUPPO
Plastivar S.r.l.
Viale Rimembranze, 1
23879 Verderio inferiore (LC)
Tel. 039 510662 • Fax 039 510663
www.plastivar.it
[email protected]
Bordi in ABS
Intes SpA
Via Fratelli Kennedy, 15
22060 Novedrate (CO)
Tel. 031 790371 • Fax 031 791648
www.inteswebb.com
Cinghie elastiche per arredamento
Mastek Srl
Zona Industriale, tronco M
73042 Casarano (LE) ITALIA
Tel. 0833.512267• Fax 0833.332849
www.mastek.it
Colle a spruzzo base acqua
e solvente per imbottiti
Kenda Farben SpA
Via Tramia, 72 • 27026 Garlasco (PV)
Tel. 0382 820 201 • Fax 0382 820 205
www.kendafarben.com
[email protected]
Adesivi a spruzzo base acqua
e solvente per imbottiti • Colle viniliche
Tecnotapes snc di Marchese Filippo
Via delle Gerole, 7/B
20867 Caponago (MB)
Tel. 02 95746051 • Fax 02 9504305
www.tecnotapes.it • [email protected]
Nastri adesivi e biadesivi tecnici. Adesivi e sigillanti. Lavorazioni su misura.
Distributore autorizzato
Ancora Srl
Via dell’Industria, 36/B
36060 Pianezze S.L. (VI)
Tel. 0424 470346 • Fax 0424 476469
Produzione colle e adesivi per
l’industria dell’imbottito e del mobile
Forestali Srl
Via Kennedy, 75
20010 Marcallo C/Casone (MI)
Tel. 02 972141 r.a. • Fax 02 9760158
[email protected]
www. forestali.it
Adesivi per l’industria del mobile
imbottito
Tesa SpA
Via Cadorna, 69
20090 Vimodrone (MI)
Tel. 02 250108.72
Fax 02 250108.41
www.tesaitalia.it
[email protected]
Soluzioni per guarnizioni e profili.
Alfatex Italia Srl
zona industriale Iesce • 75100 Matera
Tel. 0835 346683/4/5
Fax 0835 346725
www.alfatex.it
Accoppiature
Hettich Italia
Via Del Lavoro 25
31013 Cimavilla Di Codogne’ Tv
Tel. 04384781 Fax 0438478300
[email protected]
www.hettich.com
Movimenti per letti, poltrone divani
Lampolet
Via bacone 4
20831 Seregno mb
Tel. 0362.326682 • Fax 0362.238470
[email protected]
www.lampolet.com
Movimenti per letti, poltrone divani
Soluzioni adesive per l’industria
Frabo SpA
Via Garibaldi, 76/78
20061 Carugate (MI)
Tel. 02 9253631 • Fax 02 9252357
www.frabo.it
Adesivi a solvente, adesivi a
spruzzo per imbottiti, termofusibili,
colle viniliche
MECCANISMI
Corbetta Fia S.r.l.
Viale Brianza, 19
22060 Carugo (CO)
Tel. 031 761303 • Fax 031 762142
www.corbettafia.it
[email protected]
Bordi, carte, colle
Linak Italia Srl
Via Del Commercio, 27
20090 Buccinasco (MI)
Tel. 02 48 46 33 66
Fax: 02 48 46 82 52
www.linak.it • [email protected]
Sistemi di movimentazione
lineare elettrici.
A Phoenix
Mecano
Brand
Phoenix Mecano S.r.l.
Prolungamento Via G. Di Vittorio, 11
20065 Inzago (MI)
Tel. 02 95315320 • Fax: 02 95310501
www.okin.de
Attuatori lineari per l’industria
del mobile.
61
MAC Quadratini.indd 61
06/05/14 11.53
COMPLEMENTI
FERRAMENTA
Atim SpA
Via IV Novembre, 52
20019 Settimo Milanese (MI)
Tel. 02 33503203
www.atimspa.com • [email protected]
Accessori tecnici in alluminio
per l’industria del mobile
Biemme Srl
Via della Valle, 40
20841 Carate Brianza (MB)
Tel. 0362 311083 • Fax 0362 862290
www.biemme-italia.com
[email protected]
Piedini ruote macchinari componenti
ed accessori per arredamento
CEAM Amadeo SpA
Via Dante, 5 • 22072 Cermenate (CO)
Tel. 031 771316 • Fax 031 772911
www.ceamitalia.it
[email protected]
Cerniere invisibili, giunzioni,
aste libere e frenate
Cieffe F. & G. Srl
Via Valassina, 2520831 • Seregno (MB)
Tel. 0362 326899 r.a. • Fax 0362 235014
www.cieffe-srl.it • [email protected]
Azienda certificata
ISO 9001:2000 Cert. n° 1183/1
Gambe tavolo, basamenti, telai
per penisole, telai, piedini regolabili,
livellatrici e reggimensole
Via Consolare, 53
25030 Zocco di Erbusco (BS)
Tel. 030 7268344 • Fax 030 7760567
www.fonderialancini.com
Maniglie per mobili
Omge SpA
Strada Nazionale dei Giovi
22070 Vertemate con Minoprio (CO)
Tel. 031 88891 • Fax 031 901057
[email protected]
Guide scorrevoli per cassetti,
guide per allungamento tavoli,
porta TV estraibili e orientabili
Mollificio Pavano SpA
Via Overijse, 3
22053 Lecco-Maggianico
Tel. 0341 420274 • Fax 0341 422257
www.mollificio-pavano.com
[email protected]
Pozzi Ferramenta
Sistem Holz
Metal Stampi
Via Valsorda, 6
22040 Cremnago di Inverigo (CO)
Tel. 0316949111 • Fax 031v698073
www.gruppopozzi.it
[email protected]
Ferramenta per mobili
Roberto Marella S.p.A.
Via Rudiana, 6/8
25030 Roccafranca (BS)
Tel. 030 7093111 • Fax 030 7093151
www.bosettimarella.it
[email protected]
Maniglie e accessori per il mobile
Permo S.r.l.
Via F. Sorgato, 3
35024 Bovolenta (PD)
Tel. 0495386889 • Fax 0495386065
www.permo.it • [email protected]
Ferramenta e accessori per mobili
Securital Srl - Società con socio unico
Via del Commercio, 14
20832 Desio (MB)
Tel. 0362 630393 • Fax 0362 300366
www.securital.it • [email protected]
Produzione serrature per mobili
Camar SpA
Via Leopardi, 8
22060 Figino Serenza (CO)
Tel. 031 72811
Fax 031 72812
www.camar.it
Piedini regolabili, reggipensili,
livellatori, gambe tavolo
Cinetto F.lli Srl
Via Meucci, 4 - 35030 Rubano (PD)
Tel. 049 8977211 • Fax 049 635822
www.cinetto.it • [email protected]
Ferramenta per mobili. Meccanismi
per armadi ed ante scorrevoli.
Attrezzature per pareti.
Citterio Giulio SpA
Viale Mazzucchelli, 21
20838 Renate (MB)
Tel. 0362 924451 • Fax 0362 924063
www.citteriogiulio.com • [email protected]
Maniglie per mobili
Umberto Confalonieri & C. Srl
Via Prealpi, 11
20833 Giussano (MB)
Tel. 0362 3535.1
Fax 0362 851656
Ferramenta e accessori per mobili
Siro Italia
Via Giusti, 31
20030 Paina (MI)
Tel. 0362 335107 • Fax 0362 335508
www.siroitalia.it
[email protected]
Maniglie e accessori
Corbetta Salvatore Srl
Viale Lombardia, 18 • 23847 Molteno (LC)
[email protected]
www.corbettasalvatore.com
Produzione accessori per mobili.
Piedi, gambe, strutture componibili
Somidesign
Via S. Scandalli, 2 L
60022 Castelfidardo (AN)
Tel. 071 7820410
Fax 071 7823112
www.somidesign.com
[email protected]
Accessori per mobili e arredi
Cosma
di O. Citterio SpA
Via Marconi, 15
23893 Cassago (LC)
Tel. 039 9210660 r.a. • Fax 039 956915
www.gruppocosma.com
Maniglie, accessori
e ferramenta decorativa
Häfele Italia Srl
Via G. Natta, 6
20823 Lentate S/S (MB)
Tel. 0362 5774400 • Fax 0362 5774477
[email protected]
www.hafele.it
Ferramenta e accessori per mobili
Omp Porro SpA
Via Stazione 8/a
22060 Cucciago (CO)
Tel. 031 787100 • Fax 031 787575
www.ompporro.com
[email protected]
Accessori per mobili e arredi
Citterio Line SpA
Via Dante Alighieri, 21
20838 Renate (MB)
Tel. 0362 925425 r.a.
Fax 0362 925424
www.citterioline.com
[email protected]
Maniglie e accessori
Terno Scorrevoli s.r.l.
Via Ravenna, 4 • 20814 Varedo (MB)
Tel. 0362 543001• Fax 0362 582290
www.ternoscorrevoli.com
[email protected]
Scorrevoli per armadi, soggiorni,
porte mobili per ufficio
Danco SpA
Via Volta, 12
20837 Veduggio (MB)
Tel. 0362 998752 r.a.
Fax 0362 998730
www.danco.it • [email protected]
Cerniere per mobili
Igus Srl
Via delle Rovedine, 4
23899 Robbiate (LC)
Tel. 039 59061 • Fax 039 5906222
www.igus.it • [email protected]
Ferramenta e accessori per mobili
Pamar S.p.A.
Via Concordia, 61/63
Via Sirtori, 41 • 20838 Renate (MB)
Tel. 0362 924661/1/2/3
Fax 0362 924612
www.pamar.it
Maniglie, pomoli e coordinati
per mobili.
Euro Orvel Srl
Via della Sbrozzola, 3
60021 Camerano (AN)
Tel. 071 731496 • Fax 071 731190
www.orvel.it
[email protected]
Accessori per mobili
MACO Srl
Via Macallè, 142
20831 Seregno (MB)
Tel. 0362 320970 • Fax 0362 320930
www.maco.it • [email protected]
Ferramenta e accessori per il mobile.
Chiusure magnetiche. Reggipensili.
Cricchetti a scatto. Ruote. Livellatori.
Precom
Via Monte Grigna, 7
20092 Cinisello Balsamo (MI)
Tel. 02 6184042
Fax 02 66011085
www.precom.it
Molle a gas per l’arredamento
Agostino Ferrari SpA
Via Provinciale per Cornate, 45
23878 Verderio Sup. (LC)
Tel. 039 5900.1 • Fax 039 5900222
www.ferrarispa.it
[email protected]
Cerniere, guide e accessori per mobili
62
MAC Quadratini.indd 62
06/05/14 11.53
I FORNITORI
ACCESSORI DI COMPLETAMENTO
ELETTRODOMESTICI
Candy Elettrodomestici Srl
Via privata Eden Fumagalli
20861 Brugherio (MB)
Tel. 039 20861
Fax 039 2086237-249
www.candy.it
Faber SpA
Viale XIII Luglio, 160
60044 Fabriano (AN)
Tel. 0732 6911
Fax 0732 691233
www.faberspa.it
[email protected]
Franke SpA
Via Pignolini, 2
37019 Peschiera del Garda (VR)
Tel. 045 6449311
Fax 045 7553091
www.franke.it
[email protected]
Frigo 2000 Srl
Viale Fulvio Testi, 125
20092 Cinisello Balsamo (MI)
Tel. 02 66047147 • Fax 02 66047260
www.frigo2000.com
[email protected]
Miele & Cie. KG
Carl Miele Strasse, 29
33332 Gütersloh (Germania)
Tel. +49 5241890
Fax +49 5241892090
www.miele.de • [email protected]
Neff
Via M. Nizzoli, 1
20147 Milano
Numero Verde: 800522822
www.neff.it
Marchio della ditta
BSH Elettrodomestici
Electrolux Zanussi Italia SpA
Corso Zanussi, 26
33080 Porcia (PN)
Tel. 0434 3941
Fax 0434 395091
www.electrolux.it
Whirlpool Europe Srl
Viale Borghi, 27
21025 Comerio (VA)
Tel. 03322758457 • Fax 0332759063
www.whirlpool.com
Marchi registrati KitchenAid, Whirlpool
Fratelli D’Aniello Snc
Zona Industriale di Pascarola
80023 Caivano (NA)
Tel. 081 8359329 • Fax 081 8359361
www.sismecitalia.it
[email protected]
Meccanismi per divani letto
Essedue Srl
Via Manzoni, 38
22060 Arosio (CO)
Tel. 031 758382 • Fax 031 762313
www.essedue.it
info.@essedue.it
I.L.CA. Srl
Via 1° Maggio, 8
31018 Gaiarine (TV)
Tel. 0434 767575 • Fax 0434 76310
www.ilcareti.it
[email protected]
Reti e meccanismi per letti
Pessotto Reti
Viale delle Industrie, 36
31018 Albina di Gaiarine (TV)
Tel. 0434 758734 • Fax. 0434 758533
[email protected]
www.pessottoreti.com
Sistemi per letti
Provini snc
Via Emilia, 1/c
20803 Biassono (MB)
Tel. 039 2497837 • Fax 039 2493536
www.provinimeccanismi.it
[email protected]
Meccanismi e strutture in metallo
per arredamenti.
Pozzoli Srl
Via Sabbionette, 6
20843 Verano Brianza (MB)
Tel. 0362 901562 • 0362 991444
Fax 0362 990826
[email protected]
www.pozzoli-seccproject.com
Reti in maglia metallica e in legno.
Meccanismi di regolazione della rete
ECO-TQL Srl
Via Longura, 27
20826 Misinto (MB)
Tel. 02 96729090 • Fax 02 96320757
www.ecolatex.it • [email protected]
Produzione di guanciali, materassi
e accessori in schiuma di lattice
Gommmagomma SpA
Via Asiago, 212
21042 Caronno Pertusella (VA)
Tel. 02 965100.1
Fax 02 96510099
www.gommagomma.com
Produzione schiuma di lattice.
Via R. Wagner, 289
20831 Seregno (MB)
Tel. 0362 231754 - 0362 229695
Fax 0362 238097
[email protected]
Materassi
Biemmereti
Via Del Mercato 16 Z.I.
31020 Falze’ Di Piave Tv
Tel. 0438896044 • Fax 0438896393
[email protected]
www.biemmereti.it
reti, materassi e guanciali
Maretto Marflex
Via Bosco
30030Rivale Di Pianiga Ve
Tel. 0415121111 • Fax 0415121112
[email protected]
www.marettomarflex.com
Morfeus
Via Casinella 26
61020 Tavoleto Pu
Tel. 072262961 • Fax 0722629425
[email protected]
www.morfeus.it
Reti Gritti
Via Castrezzato 6
25030 Castelcovati Bs
Tel. 0307187681 • Fax 030718411
[email protected]
www.retigritti.it
Semaflex
Via Wagner 289
20831 Seregno Mb
Tel. 0362231754 • Fax 0362238097
[email protected]
www.semaflex.it
Hotpoint-Ariston
Viale A. Merloni, 47
60044 Fabriano (AN)
Tel. 0732 6611 • Fax 0732 662501
www.hotpoint-ariston.com
Marchio della ditta Indesit Company
RETI E MATERASSI
Loiudice
Via Della Paglia 41
70022 Altamura Ba
Tel. 0803101088 • Fax 0803101312
[email protected]
www.loiudice.com
materassi e accessori
63
MAC Quadratini.indd 63
06/05/14 11.53
AZIENDE
3P
PER
L’INDUSTRIA
DEL
MOBILE
MA C
Mensile di informazione e
approfondimento per i produttori
di mobili con diffusione
nazionale e internazionale
MAGGIO 2014
MACCHINE ACCESSORI COMPONENTI
Macchine Accessori Componenti
per l’industria del mobile
Mensile - Anno 1 - N° 5
Maggio 2014
€ 3,00
IL PUNTO DI DARIO CORBETTA
Il punto della situazione sulle macchine per la lavorazione del legno secondo Dario Corbetta
direttore di Acimall, alla vigilia di Xylexpo, una fiera concreta, ricca, a dimensione di visitatore
e che sta lavorando con grande intensità perché l’edizione di questi giorni sia una sorta
di ponte verso il 2016.
Il 2013, per il comparto delle macchine per la lavorazione del legno,
non è certo stato prodigo di soddisfazioni, tuttavia, si inizia a scorgere qualche segnale positivo. Nella
sua ultima indagine l’Ufficio studi di
Acimall rileva segnali confortanti: incrementa il clima di fiducia, tra le imprese associate, e questo fa pensa-
TECNOLOGIA
Divani, poltrone
e sofà
pag. 1
SPECIALE
Materiali
per l’imbottitura
pag. 11
MATERIALI
Intelligente è la materia
pag. 20
TECNOLOGIA
Ferramenta e meccanismi
di funzione
pag. 26
SPECIALE
Ferramenta tecnica pag. 33
re che l’anno in corso possa essere
in miglioramento rispetto alle contrazioni dell’ultimo quinquennio.
“È molto difficile poter prevedere cosa accadrà nei prossimi mesi – spiega Dario Corbetta direttore
di Acimall – sono molti gli elementi che possono influire sulle dinamiche di un settore, anche se di dimensioni contenute come il nostro.
Ci attendiamo una leggera tendenza verso l’alto di tutti gli indicato-
C O M P O N E N T I
ri, anche se purtroppo difficilmente
si potrà parlare di una ripresa decisa. Ancora una volta i flussi verso
l’estero giocheranno un ruolo decisivo per un settore dove la propensione all’export è oramai superiore
all’80 per cento”.
E un ulteriore indicatore di un’inversione di tendenza in atto viene da
Xylexpo, con molte nuove adesioni internazionali e il ritorno di alcune
grandi aziende italiane.
M A T E R I A L I
DALLE AZIENDE pag. 44
MERCATO
L’anno
della ripresa
pag. 46
EVENTI
Young&Design
pag. 48
FIERE
pag. 52
ADELCHI FERRARI
PAG. 33
VIA PROVINCIALE PER CORNATE 45
23878 VERDERIO SUPERIORE LC
Tel. 0395900 - Fax 0395900222
www.ferrarispa.it
A C C E S S O R I
Una rassegna di alcune delle novità più rappresentative
selezionate da Material Connexion e già pubblicate
sull’opuscolo annuale dell’agenzia. Naturalmente, si tratta
di materiali che possono trovare applicazione ideale nel
mondo dell’arredamento e del design.
PAG. 20
Una selezione di aziende produttrici dei migliori materiali
per l’imbottitura degli elementi di arredo per il relax. I nuovi
modelli, ottenuti attraverso la sperimentazione di soluzioni
innovative, si caratterizzano per comfort e forme inedite.
PAG. 11
PAG. 11
VIA PONTORME 198
50053 EMPOLI FI
Tel. 0571 993539 - Fax 0571 993205
www.3pespansi.com
ANTECON
Se si osservano tutti i tipi di mobili e arredi, oltre ai
differenti materiali impiegati per realizzare strutture,
rivestimenti, bordure e finiture, fondamentali sono gli
accessori, meccanismi di funzione e minuteria che
assicurano al mobile funzionalità....
PAG. 26
Macchine Attrezzature Componenti è parte
della mediapyramid Arredo-Contract
Numero 5 - Maggio 2014
PAG. 11
Contatti di Redazione
[email protected]
VIA IV NOVEMBRE 52
20019 SETTIMO MILANESE MI
Tel. 0233503203 - Fax 0233516514
www.atimspa.com
Produzione tecnica/Production office
Margherita Sola
Stampa e confezione/Printing
Arti Grafica Boccia - Salerno
© GIGA Publishing - Missaglia (Lc)
Tutti i diritti riservati. Manoscritti e fotografie,
schizzi e disegni, anche se non pubblicati, non si
restituiscono. é vietata la riproduzione anche parziale senza l’autorizzazione dell’editore.
Sede operativa
Via Teocrito 47 - 20128 Milano
Iscrizione al ROC n. 20653 del 04/02/2011
Informativa Privacy ai sensi del D.lgs 196/03 per il trattamento dei
dati. La informiamo che, le finalità del trattamento dei dati relativi
ai destinatari del presente periodico consistono nell’assicurare
l’aggiornamento dell’informazione tecnica a soggetti identificati
per la loro attività professionale mediante l’invio della presente
rivista o di altre dello stesso editore riguardanti la medesima sfera
di attività. In qualsiasi momento, Lei potrà chiedere al Titolare del
Trattamento dei dati personali, BE-MA editrice Srl con sede in
Milano, via Teocrito n.47, la consultazione, la modifica, il blocco o
la cancellazione dei Suoi dati secondo quanto previsto dall’art.7
della stessa normativa, scrivendo a [email protected]
PAG. 33
BLUM JULIUS GMBH
PAG. 33
INDUSTRIESTR. 1
6973 HOST
Tel. 004355787052341
004355787052341
www.blum.com
BONOMI SURFACES
- Fax
PAG. 44
VIA STELVIO 9
20814 VAREDO MB
Tel. 0362543190 - Fax 0362573620
www.himacs.eu
CAMAR
II COP., PAG. 33
VIA LEOPARDI 8
22060 FIGINO SERENZA CO
Tel. 03172811 - Fax 03172812
www.camar.it
CEAM AMADEO
FORMENTI
E GIOVENZANA
PAG. 33
PAG. 25
CINELLI PIUME E PIUMINI PAG. 11
VIA CESSANA 5
51011 BUGGIANO PT
Tel. 057231721 - Fax 057232815
www.cinellipiumini.it
PAG. 33
VIA MEUCCI 4
35030 RUBANO PD
Tel. 0498977211 - Fax 049635822
www.cinetto.it
COSMIT
PAG. 52
FORO BUONAPARTE 65
20121 MILANO MI
Tel. 028065141 - Fax 0286996211
www.cosmit.it
PAG. 11, 23
VIA GARIBALDI 76
20061 CARUGATE MI
Tel. 029253631 - Fax 029252357
www.frabo.it
HÄFELE ITALIA
PAG. 33
VIA G NATTA 6
20823 LENTATE SUL SEVESO MB
Tel. 036257741 - Fax 03625774477
www.hafele.it
HETTICH ITALIA
PAG. 33
VIA DEL LAVORO 25
31013 CIMAVILLA DI CODOGNE’ TV
Tel. 04384781 - Fax 0438478300
www.hettich.com
IGUS
PAG. 33
VIA DELLE ROVEDINE 4
23899 ROBBIATE LC
Tel. 03959061 - Fax 03959062
www.igus.it
JOLLY DESIGN
DI ANGIOLINI GIULIA
PAG. 33
PAG. 11
VIA TRAMIA 72
27026 GARLASCO PV
Tel. 0382820201 - Fax 0382820205
www.kendafarben.com
KOELNMESSE
PAG. IV COP, 56, 57, 58
VIALE SARCA F 336
20126 MILANO MI
Tel. 028696131 - Fax 0289095134
www.koelnmesse.de
MACO
VIA BERNARDO DAVANZATI 33
20158 MILANO MI
Tel. 0239325585 - Fax 0239321239
www.materialconnexion.it
OMGE
PAG. 33
VIA NAZIONALE 1
22070 VERTEMATE CO
Tel. 03188891 - Fax 031901057
www.omgespa.it
PHOENIX MECANO
PAG. 33
PAG. 29, 33
VIA G.DI VITTORIO 11
20065 INZAGO MI
Tel. 02953151 - Fax 0295310265
www.phoenix-mecano.com
REHAU
PAG. 42
VIA XXV APRILE 54
20040 CAMBIAGO MI
Tel. 02959411 - Fax 0295941250
www.rehau.it
SALICE ARTURO
PAG. 33
VIA PROV. NOVEDRATESE 10
22060 NOVEDRATE CO
Tel. 031790424 - Fax 031790425
www.salice.com
SAMET
PAG. 33
VIA ZANICA 19/K
24050 GRASSOBBIO BG
Tel. 0350274510 - Fax 0350274509
www.samet-italy.it
SERRATURE MERONI
VIA CANOVA 9
21013 GALLARATE VA
Tel. 0331781570 - Fax 0331772655
www.jollydesign.it
KENDA FARBEN
VIA DANTE ALIGHIERI 5
22072 CERMENATE CO
Tel. 031771316 - Fax 031772911
www.ceamitalia.it
CINETTO F.LLI
64
MATERIAL CONNEXION
MILANO
PAG. 20
PAG. 32, 54
VIA CARDUCCI 12
20123 MILANO MI
Tel. 0286995712 - Fax 0286913226
www.exposicam.it
FRABO ADESIVI
VIA G.B. MORGAGNI 33
20129 MILANO MI
Tel. 0220404234 - Fax 0220420210
www.assopiuma.org
PAG. 11
EXPOSICAM
ASSOPIUMA
PAG. 11
MASTEK - EUROKOLL
Z.I. CASARANO
73100 LECCE LE
Tel. 0833505079 - Fax 0833332849
www.mastek.it
VIA CONCORDIA 16
20837 VEDUGGIO CON COLZANO MB
Tel. 03629471 - Fax 0362998788
www.fgv.it
ATIM
Marketing
Valeria Del Vaglia
[email protected]
PAG. 11
VIA PIAVE 19/21
20846 MACHERIO MB
Tel. 0392753569 - Fax 0392754152
www.elcam.eu
VIA VERGA 44 - LOC.
20845 SOVICO MB
Tel. 0362.626708 - Fax 0362/627023
Direttore Responsabile
Fiorella Baserga
Concessionario di pubblicità
BE-MA editrice
Via Teocrito 47 - 20128 Milano
www.bema.it
ELCAM
PAG. 33
VIA GIULIO NATTA 16
20823 LENTATE SUL SEVESO MB
Tel. 0362682701 - Fax 0362525204
www.serraturemeroni.it
SITAB P.E.
PAG. 11
VIA NUOVA VALASSINA 4
23895 NIBIONNO LC
Tel. 031690694 - Fax 031690860 sitabpe.com
STM
PAG. 33
VIA MARIO RICCI 25
61122 PESARO PU
Tel. 0721/403930 - Fax 0721 404025
www.stmitaly.it
TABU
PAG. 10
VIA RENCATI 110
22063 CANTU CO
Tel. 031714493 - Fax 031714494
www.tabu.it
VIA MACALLE’ 142
20831 SEREGNO MB
Tel. 0362320970 - Fax 0362320930
www.maco.it
TERNO SCORREVOLI
PAG. 33
VIA RAVENNA 4
20814 VAREDO MB
Tel. 0362543001 - Fax 0362582290
www.ternoscorrevoli.net
MARA
UBM
PAG. 33
VIA ADUA 11
25050 PASSIRANO BS
Tel. 030/6857568 - Fax
www.marasrl.it
MARONI
PAG. 59
LUDGATE HOUSE 245 BLACKFRIARS
ROAD - LONDRA
Tel. 004402079215000
www.ubm.com
PAG. 43
VIA EUROPA 18
22060 CABIATE CO
Tel. 031769111 - Fax 031769112
www.maroni.it
VEFER
IV COP., PAG. 11, 12
VIALE MARTIRI LIBERTA 102
20851 LISSONE MB
Tel. 039484821 - Fax 039484607
www.vefer.com
MAC 250x350.qxp_Layout 1 17/04/14 13:29 Pagina 1
we energize your business
Circolo Golf Bergamo L’Albenza
Formula di gara
18 buche Stabelford hcp3 – cat
90 YEARS
SINCE 1924
archilab - roma
Save the date!
Lunedì 7 luglio 2014 – ore 11.00
III Koelnmesse Golf Invitational
Per iscriversi alla gara o ricevere maggiori informazioni,
rivolgersi alla segreteria organizzativa:
Amina Piciotti – [email protected]
Lara Marsilio – [email protected]
POLIURETANI
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
14 089 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content