close

Enter

Log in using OpenID

bando gara campi - ARCA SUD SALENTO

embedDownload
BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA
L’ARCA SUD SALENTO – Agenzia Regionale per la Casa e l’Abitare (ex IACP di Lecce ),
in esecuzione della Determinazione Dirigenziale n. 973 del 21/10/2014, indice procedura aperta per l'affidamento dei lavori di adeguamento e ripristino di un fabbricato di n.28 alloggi
ERP in Campi Salentina, il cui progetto esecutivo è stato validato con verbale in data
18/01/2014 - CIG: 5563900387; CUP: I29F14000000002.
1. STAZIONE APPALTANTE: ARCA SUD SALENTO – Agenzia Regionale per la Casa e l’Abitare (ex IACP di Lecce) - Via S. Trinchese 61/d (Galleria) - Telef. 0832446111
- Fax 0832315034 - sito Internet: www.arcasudsalento.it – MAIL [email protected]
– PEC [email protected];
2. PROCEDURA DI GARA: gara mediante procedura aperta ai sensi del Decreto Leg.vo
n. 163/2006 e s.m.i.;
3. IMPORTO DEI LAVORI E ONERI PER LA SICUREZZA: importo complessivo
dell'appalto (compresi oneri per la sicurezza e costo del personale) € 683.063,98;
categoria prevalente OG1 classifica III, oneri per l’attuazione dei piani della sicurezza
non soggetti a ribasso: € 71.337,70, Importo costo del personale non soggetto a ribasso €
195.600,83;
4. LAVORAZIONI DI CUI SI COMPONE L’INTERVENTO:
1) EDIFICI CIVILI ED INDUSTRIALI
2) INFISSI ED OPERE IN FERRO
3) IMPIANTI IDRICO-SANITARIO,
CUCINE, LAVANDERIE
4) IMPIANTI TERMICI E DI CONDIZIONAMENTO
5) IMPIANTI INTERNI ELETTR., TELEFONICI,
RADIOTELEF. E TELEVISIVI
Cat. OG1 - € 261.899,29
Cat. OS6 - € 235.026,29
Cat. OS3 - € 54.417,99
Cat.OS28 - € 49.848,26
Cat.OS30 - € 10.534,45
Ai sensi dell’articolo 118, comma 2, del Dlgs n°163/2006 e successive modifiche ed integrazioni, i lavori sopra descritti, appartenenti alla categoria prevalente, sono subappaltabili nella misura massima del 30% ad imprese in possesso dei requisiti necessari.
Ai sensi dell’articolo 4, comma 5 del Capitolato speciale, i lavori sopra descritti al punto 2
appartengono a categorie diverse dalla categoria prevalente, di importo superiore ad Euro
150.000,00. Possono essere eseguiti dall’appaltatore anche se questi non sia in possesso dei
requisiti di qualificazione per la relativa categoria, purché in possesso della Cat.OG1 class.II.
5. MODALITA’ DI PAGAMENTO DELLE PRESTAZIONI:
Modalità di determinazione del corrispettivo: a misura ai sensi di quanto previsto dal combinato disposto degli articoli 53 - comma 4 e 82 del Decreto Leg.vo n. 163/2006 e s.m.i.
Si precisa che la Stazione Appaltante disporrà la liquidazione delle rate dei lavori maturate
entro 30 (trenta) giorni dall’emissione del certificato di pagamento da parte del RUP, ed invierà prontamente la richiesta di pagamento al soggetto finanziatore Regione Puglia. La Stazione Appaltante provvederà al materiale pagamento entro 30 (trenta) giorni dall’ accredito
delle somme da parte della Banca d’Italia al proprio tesoriere.
6. FINANZIAMENTO: Delibera G.R. n.42/2010.
7. TERMINE DI ESECUZIONE: Giorni 519 (cinquecentodiciannove), naturali e consecutivi decorrenti dalla data di consegna dei lavori.
1
8. DOCUMENTAZIONE DI GARA ED ELABORATI PROGETTUALI:
Il disciplinare di gara contenente le norme integrative del presente bando relative alle
modalità di partecipazione alla gara, alle modalità di compilazione e presentazione
dell’offerta, ai documenti da presentare a corredo della stessa ed alle procedure di aggiudicazione dell’appalto nonché gli elaborati grafici, il computo metrico, il piano di sicurezza, il capitolato speciale di appalto e lo schema di contratto sono consultabili presso il
Servizio Progettazione dell’Agenzia il lunedì e il venerdì dalle ore 9 alle ore 13 ed il
martedì dalle ore 15,30 alle ore 18.
Il costo relativo all'estrazione di copie degli elaborati progettuali e della documentazione
complementare, secondo le modalità concordate con il R.U.P., è a totale carico del concorrente.
Tutti i documenti di gara nonché gli elaborati progettuali sono altresì pubblicati sul sito
internet dell’Agenzia www.arcasudsalento.it. L’ARCA SUD SALENTO, pertanto, non
prenderà in considerazione, ai sensi dell’art. 71 – comma 1 del D.Leg.vo 163/06 e s.m.i.,
le richieste di invio dei documenti di gara e degli elaborati progettuali.
9. TERMINE, INDIRIZZO DI RICEZIONE, MODALITA’ DI PRESENTAZIONE E
DATA DI APERTURA DELLE OFFERTE:
9.1 termine: 28.11.2014 ore 12.00;
9.2 indirizzo: ARCA SUD SALENTO – Agenzia Regionale per la Casa e l’Abitare ( ex
IACP di Lecce ) - Via S. Trinchese 61/d ( galleria ) - 73100 Lecce;
9.3 modalità: secondo quanto previsto nel disciplinare di gara di cui al punto 8. del presente bando;
9.4 apertura offerte: presso la sede dell’Agenzia con inizio alle ore 9,30 del giorno
2.12.2014 con eventuale continuazione;
Si avverte che, in rapporto al numero dei partecipanti ovvero per impegni improvvisi, il Presidente di gara potrà disporre una sospensione delle operazioni di gara con prosieguo nella
stessa giornata fissata per la gara ovvero in altra data. Non verrà, in ogni caso, operata alcuna
sospensione durante la fase di apertura dei plichi contenenti l’offerta economica.
10. SOGGETTI AMMESSI ALL’APERTURA DELLE OFFERTE: I legali rappresentanti dei concorrenti di cui al successivo punto 12, ovvero soggetti, uno per ogni concorrente,
muniti di specifica delega loro conferita dai suddetti legali rappresentanti.
11. CAUZIONE: l’offerta dei concorrenti deve essere corredata da una cauzione provvisoria, pari al 2% (due per cento) dell’importo dell’appalto costituita nei modi di cui all'art. 75
del Decreto Leg.vo n. 163/2006 e s.m.i. e dovrà contenere quanto prescritto nel suddetto articolo. Detta cauzione, inoltre, deve garantire l’eventuale sanzione pari allo 0,1% (zerovirgolauno per cento) dell’importo dell’appalto nel caso in cui ricorra quanto previsto
dall’art. 38 comma 2 bis e dall’art. 46 - comma 1 ter – del D. Lgv n. 163/06 e s.m.i., introdotti dall’art. 39 commi 1 e 2 del Decreto Legge n. 90 del 24.6.2014 convertito con
modificazioni con legge n. 114 dell’11.8.2014.
12. SOGGETTI AMMESSI ALLA GARA:
Concorrenti di cui all’art. 34, comma 1, del Decreto Leg.vo n. 163/2006 e s.m.i., costituiti da imprese singole di cui alla lettera a), o da imprese riunite o consorziate di cui alle
lettere b), c), d), e) , e/bis ed f), ai sensi degli articoli 92 - commi 1, 2 (cosi come sostituito dall’ar. 12 – comma 9 – della legge 23.5.2014 n. 80), 3 e 4 -, 93 e 94 del D.P.R.
n. 207/2010, ovvero da imprese che intendano riunirsi o consorziarsi ai sensi del successivo articolo 37, comma 8 o operatori economici di cui alla lett. f bis) costituti conformemente alla legislazione vigente nei rispettivi Paesi nonché concorrenti con sede in altri stati membri dell’Unione Europea alle condizioni di cui all’articolo 103 del D.P.R. n.
207/2010.
2
Nel caso di soggetti di cui all’art. 34 lett. d) ed e) (raggruppamenti o di consorzi ordinari
di concorrenti già costituiti) è espressamente richiesto, a pena di esclusione, l’atto costitutivo ai sensi dell’art.37 del d.lgs.n.163/2006, in originale o copia resa conforme nei
modi di legge.
Ai sensi dell’art.90 - comma 8 del d.lgs.n.163/2006, gli affidatari di incarichi di progettazione non possono partecipare agli appalti o alle concessioni di lavori pubblici, nonché
agli eventuali subappalti o cottimi, per i quali abbiano svolto la suddetta attività di progettazione; ai medesimi appalti, concessioni di lavori pubblici, subappalti e cottimi non
può partecipare un soggetto controllato, controllante o collegato all'affidatario di incarichi di progettazione. Le situazioni di controllo e di collegamento si determinano con riferimento a quanto previsto dall'articolo 2359 del codice civile. I divieti di cui al presente
comma sono estesi ai dipendenti dell'affidatario dell'incarico di progettazione, ai suoi
collaboratori nello svolgimento dell'incarico e ai loro dipendenti, nonché agli affidatari
di attività di supporto alla progettazione e ai loro dipendenti.
Ai sensi dell’art. 37 del Decreto Legislativo n°78/2010, convertito in legge con modificazioni dalla Legge n°122/2010, gli operatori economici aventi sede, residenza o domicilio nei Paesi inseriti nelle black list di cui al Decreto del Ministro delle Finanze del 4
maggio 1999 ed al Decreto del Ministro dell’Economia e delle Finanze del 21 novembre
2001 possono partecipare alla presente gara d’appalto solo se in possesso
dell’autorizzazione rilasciata ai sensi del D.M. 14 dicembre 2010 del Ministro
dell’Economia e delle Finanze.
13. CONDIZIONI MINIME DI CARATTERE ECONOMICO E TECNICO
NECESSARIE PER LA PARTECIPAZIONE:
(caso di concorrente stabilito in Italia)
i concorrenti all’atto dell’offerta devono possedere attestazione rilasciata da società di
attestazione (SOA) di cui all’art.69 del D.P.R. 207/2010 e s.m.i. regolarmente autorizzata, in corso di validità che documenti il possesso della qualificazione in categorie e classifiche adeguate ai lavori da assumere.
(caso di concorrente stabilito in altri stati aderenti all’Unione Europea)
i concorrenti devono possedere i requisiti previsti dal DPR 207/2010 e s.m.i. accertati,
ai sensi dell’articolo 62 di detto DPR, in base alla documentazione prodotta secondo le
norme vigenti nei rispettivi paesi.
E’ ammesso l’Avvalimento conformemente alle previsioni di cui all’art. 49 del D. L.vo
163/2006 e s.m.i. e all’art. 88 del D.P.R. 207/2010.
14. TERMINE DI VALIDITA’ DELL’OFFERTA: 180 giorni dalla data di presentazione;
15. CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE: massimo ribasso percentuale sull’importo dei
lavori posti a base di gara al netto degli oneri per la sicurezza e dell’importo relativo alla
mano d’opera;
16. VARIANTI: non sono ammesse offerte in variante;
17. ANTICIPAZIONE: ai sensi dell’art. 26/ter della Legge n. 98/2013 è dovuta
l’anticipazione del 10% dell’importo contrattuale. Si applicano gli artt. 124 – commi 1 e
2 – e 140 – commi 2 e 3 – del D.P.R. 207/2010 e s.m.i.
18. ALTRE INFORMAZIONI:
a) non sono ammessi a partecipare alla gara soggetti privi dei requisiti generali di cui
all’articolo 38 del D. Leg.vo n. 163/2006 e s.m.i. ad eccezione dei soggetti indicati al
comma 1 bis dello stesso art. 38;
b) ai sensi dell’art.79 comma 5 – quinquies del D.Lgs. n.163/2006 e s.m.i., è fatto obbligo al concorrente di indicare nell’istanza di partecipazione il domicilio eletto per le
3
c)
d)
e)
f)
g)
h)
i)
j)
k)
l)
m)
comunicazioni con l’avvertimento che, in caso di mancata indicazione la stazione appaltante non sarà responsabile per il tardivo o mancato recapito delle stesse;
è fatto divieto ai concorrenti di partecipare alla gara in più di un raggruppamento
temporaneo o consorzio ordinario di concorrenti, ovvero di partecipare alla gara anche in forma individuale qualora abbia partecipato alla gara medesima in raggruppamento o consorzio ordinario di concorrenti. Si ricorda che è vietata l'associazione in
partecipazione. In conformità alle previsioni normative è vietata qualsiasi modificazione alla composizione dei raggruppamenti temporanei e dei consorzi ordinari di
concorrenti rispetto a quella risultante dall'impegno presentato in sede di offerta;
si procederà, ai sensi dell'art. 38 - comma 1 lett. m/quater - del Decreto Leg.vo
163/06 e s.m.i. , all'esclusione dei concorrenti che si trovino, rispetto ad un altro partecipante alla gara, in una situazione di controllo di cui all’art. 2359 del C.C. o in una
qualsiasi relazione, anche di fatto, se la situazione di controllo o la relazione comporti
che le offerte sono imputabili ad un unico centro decisionale;
si procederà, ai sensi dell'art. 122 comma 9 del D. Leg.vo n. 163/2006 e s.m.i.,
all’esclusione automatica dalla gara delle offerte anormalmente basse secondo le modalità previste dall’articolo 86, comma 1. Ai fini dell’individuazione della soglia di
anomalia di cui al suddetto articolo comma 1, le offerte aventi un uguale valore di ribasso sono prese in considerazione distintamente nei loro singoli valori sia per il calcolo della media aritmetica, sia per il calcolo dello scarto medio aritmetico. Qualora,
nell’effettuare il calcolo del 10% di cui al suddetto articolo, siano presenti una o più
offerte di eguale valore rispetto alle offerte da accantonare, dette offerte saranno, altresì, accantonate ai fini del successivo calcolo della soglia di anomalia. Nel caso di
offerte in numero inferiore a dieci non si procederà all’esclusione automatica e la
stazione appaltante applicherà l’art.86 comma 3 del d.l.vo n.163/2006 e s.m.i per la
valutazione della congruità di ogni offerta che, in base ad elementi specifici, appaia
anormalmente bassa;
si procederà all’aggiudicazione anche in presenza di una sola offerta valida sempre
che sia ritenuta congrua e conveniente;
in caso di offerte uguali si procederà per sorteggio;
l’aggiudicatario deve prestare cauzione definitiva nella misura e nei modi previsti
dall’articolo 113, comma 1, del D. Lgv. n. 163/2006 e s.m.i., nonché la polizza di cui
all'art. 129, comma 1, del medesimo decreto, e dell'art. 125 del D.P.R. 207/2010, per
la somma assicurata riportata nel capitolato speciale di appalto;
ai sensi dall’articolo 75, comma 7, del D. Lgv. n. 163/2006 e s.m.i. l’importo della
sola garanzia pari al 2% dell’importo dell’appalto, con esclusione quindi dell’importo
previsto dall’art.39 commi 1 e 2 del D.L. n.90/2014, e del suo eventuale rinnovo, è
ridotto del 50% per gli operatori economici ai quali venga rilasciata, da organismi accreditati, la certificazione del sistema di qualità conforme alle norme europee di cui
all’art. 75 del D. L.vo 163/2006 e s.m.i. Per fruire di tale beneficio l’operatore economico dovrà allegare la documentazione attestante la relativa certificazione di qualità. Si precisa che in caso di R.T.I. la riduzione della garanzia sarà possibile solo se
tutte le imprese sono certificate;
le autocertificazioni, le certificazioni, i documenti e l’offerta devono essere in lingua
italiana o corredati di traduzione giurata;
per i raggruppamenti temporanei di cui all’art. 34, comma 1, lettere d), e) ed f) del D.
Lgv. n. 163/2006 e s.m.i. i requisiti di cui al punto 13. del presente bando devono essere posseduti, nella misura di cui all’articolo 92, comma 2 , del D.P.R. 207/2010 e
s.m.i. cosi come sostituito dall’art. 12 ,comma 9, della legge n. 80/2014 qualora
associazioni di tipo orizzontale, e, nella misura di cui all’articolo 92, comma 3. del
medesimo D.P.R. qualora associazioni di tipo verticale;
gli importi dichiarati da imprese stabilite in altro stato membro dell’Unione Europea,
qualora espressi in altra valuta, dovranno essere convertiti in euro;
la contabilità dei lavori sarà effettuata ed i corrispettivi saranno pagati con le modalità
previste dal capitolato speciale d’appalto;
4
n) gli eventuali subappalti saranno disciplinati ai sensi delle vigenti leggi e in caso di
subappalto la Stazione Appaltante non provvederà alla corresponsione diretta al subappaltatore dell’importo delle prestazioni eseguite dallo stesso;
o) la stazione appaltante applicherà le disposizioni di cui all’articolo 140 del D. Leg.vo
n. 163/2006 e s.m.i. così come integrato dall’art.44 co. 6 della Legge 22.12.2011 n.
214 e si applicherà l’art. 118 co. 3 del D. Leg.vo 163/06 e s.m.i.;
p) qualora l’istanza di ammissione o altro documento soggetto non sia in bollo o sia in
bollo insufficiente, si procederà, ai sensi dell’art. 19 e art. 31 del D.P.R. n. 642/1972,
alla trasmissione di tali documenti all’Agenzia delle Entrate per la regolarizzazione
della relativa imposta e all’applicazione della relativa sanzione;
q) tutte le controversie derivanti dall'esecuzione del contratto sono demandate al giudice
ordinario. È esclusa la competenza arbitrale. E' territorialmente competente il Foro di
Lecce.
r) responsabile del procedimento: Ing. Enrico Albanese – tel. 0832446281 – e-mail
[email protected], al quale potranno essere richieste eventuali informazioni inerenti l’appalto;
s) i dati raccolti saranno trattati, ai sensi del D. Lgv. n. 196/2003, esclusivamente
nell’ambito della presente gara;
t) ai sensi dell’art. 34 – comma 35 – della Legge n. 221 del 17.12.2012, (ripristinato
dalla legge n. 89/2014 sino al 31.12.2015) saranno poste a carico dell’impresa aggiudicataria le spese relative alla pubblicazione sui quotidiani locali e nazionali
del presente bando e dei relativi avvisi previsti dall’art. 122 – comma 5 2° periodo – del D. Leg.vo 163/06 e s.m.i.;
u) ai sensi dell’art. 11 – comma 13 – del D. Leg.vo 163/06 e s.m.i. , così come modificato D.lgs n°179/2012 art. 6 c.3 e s.m.i. , il contratto sarà stipulato in modalità elettronica in forma pubblica amministrativa a cura dell’Ufficiale Rogante
dell’amministrazione aggiudicatrice.
v) l’impresa aggiudicataria dovrà dotarsi di firma digitale per la sottoscrizione del contratto stipulato con le modalità del precedente punto u);
w) per tutto quanto non contemplato dal presente bando di gara e dal disciplinare trovano
applicazione le disposizioni del D. Lgv. n. 163/2006e s.m.i., del D.P.R. 207/2010 e
s.m.i., della Legge 136/2010 e s.m.i. e del D.M. 145/00 limitatamente agli articoli rimasti in vigore.
x) Nel presente bando l’impresa è obbligata all’osservanza delle seguenti clausole contenute nel Protocollo d’Intesa “ La rete dei responsabili della legalità negli appalti pubblici” sottoscritto con la Prefettura di Lecce in data 9.10.2012 successivamente modificato ed integrato con atto sottoscritto in data 19.10.2013 e visionabile sul sito
www.arcasudsalento.it per quanto non in contrasto con l’art. 29 del Decreto Legge
24.6.2014 n. 90 così come modificato con la legge di conversione n. 114
dell’11.8.2014:
Clausola n. 1
La stazione appaltante si riserva di acquisire sia preventivamente alla stipulazione
dell’appalto, sia preventivamente all’autorizzazione dei sub- contratti di importo pari o
superiore a € 50.000,00 o di qualsiasi importo per le “forniture o servizi sensibili” le
informazioni del Prefetto ai sensi dell’art. 91 del Decreto lgs del 6.11.2011 n. 159 (
Codice Antimafia ). Qualora il Prefetto attesti, ai sensi e per gli effetti dell’art. 91 del
Decreto lgs del 6.11.2011 n. 159, emergono elementi relativi a tentativi di infiltrazione
mafiosa, la stazione appaltante procede all’esclusione del soggetto risultato aggiudicatario ovvero al divieto del sub-contratto.
Clausola n. 2
Qualora l’informativa prefettizia segnali, ai sensi e per gli effetti dell’art. 91 del Decreto lgs del 6.11.2011 n. 159 , che sussistono elementi relativi a tentativi di infiltrazione mafiosa, la stazione appaltante procede all’esclusione del soggetto risultato aggiudicatario ovvero al divieto del sub-contratto.
5
Nei casi di autorizzazioni di subappalti, o altri affidamenti la stazione appaltanti con
immediatezza richiede le suddette informazioni prefettizie. Trascorsi i termini di legge
procede all’autorizzazione salvo revoca della stessa in caso di informazioni prefettizie
indicative di tentativi di infiltrazione mafiosa, anche in coso di esecuzione.
In ogni caso la stazione appaltante recederà, in qualsiasi tempo, dal contratto, revocherà la concessione o l’autorizzazione al sub-contratto, cottimo, nolo o fornitura e alla
automatica risoluzione del vincolo al verificarsi dei presupposti stabiliti dall’art. 92,
comma 4, del Decreto Lgs 159/2011.
Clausola n. 3
Qualora la commissione di gara rilevi anomalie in ordine alle offerte, considerate dal
punto di vista dei valori in generale, della loro distribuzione numerica o raggruppamento, della provenienza territoriale, delle modalità o singolarità con le quali le stesse
offerte sono state compilate e presentate, etc., il procedimento di aggiudicazione è sospeso per acquisire le valutazioni (non vincolanti) dell’Autorità per la vigilanza sui
contratti pubblici.
Decorso il termine di 10 giorni la commissione di gara, anche in assenza delle valutazioni dell’Autorità, dà corso al procedimento di aggiudicazione. Nelle more, è individuato il soggetto responsabile della custodia degli atti di gara che adotterà scrupolose
misure necessarie ad impedire rischi di manomissione, garantendone l’integrità e
l’inalterabilità.
Clausola n. 4
La stazione appaltante si impegna ad inserire nel contratto e a far inserire
dall’affidatario o fornitore nei relativi subcontratti apposita clausola in forza della quale nel caso che le informazioni antimafia di cui all’art. 91del citato Decreto Legislativo
abbiano dato esito positivo il contratto è risolto di diritto e sarà applicata dalla stessa
stazione appaltante una penale a titolo di liquidazione forfettaria dei danni nella misura del 10% del valore del contratto o del subcontratto stesso, salvo il maggior danno.
La penale sarà posta a disposizione, nel caso di subcontratti della ditta aggiudicataria
nei limiti dei costi sostenuti per la sostituzione del subcontraente o del fornitore.
La parte residua di tale penale è destinata all’attuazione di misure incrementali della
sicurezza antimafia dell’intervento, secondo le indicazioni che il Prefetto di Lecce farà
pervenire, sentito il Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica.
Clausola n. 5
La stazione appaltante si obbliga a riprodurre gli obblighi e facoltà previsti nelle clausole di autotutela nei contratti di appalto.
Inoltre nei bandi e disciplinari di gara deve essere previsto l’obbligo per il concorrente
di presentare apposita dichiarazione sottoscritta contenente le seguenti clausole:
Clausola n. 5/a
Il/la sottoscritto/a offerente, dichiara di essere a conoscenza di tutte le norme pattizie
di cui al presente protocollo di legalità, e che qui si intendono integralmente riportate e
di accettarne incondizionatamente il contenuto e gli effetti.
Clausola n. 5/b
Il/la sottoscritto/a offerente, nel caso di aggiudicazione si obbliga espressamente a
comunicare tramite il RUP quale titolare dell’ufficio di direzione lavori alla stazione
appaltante e all’Osservatorio regionale dei lavori pubblici lo stato di avanzamento dei
lavori, l’oggetto, l’importo e la titolarità dei contratti di sub appalto e derivati di importo pari o superiore a € 50.000,00 o di qualsiasi importo per i servizi e forniture sensibili di seguito indicati, nonchè la modalità di scelta dei contraenti e il numero e le
qualifiche dei lavoratori da occupare. Si obbliga altresì espressamente a inserire identica clausola nei subcontratti ed è consapevole che in caso contrario le eventuali autorizzazioni non saranno concesse.
Servizi e forniture sensibili
o trasporto di materiale a discarica;
o trasporto e smaltimento rifiuti;
o fornitura e/o trasporto terra e materiale inerti;
6
o fornitura e/o trasporto di calcestruzzo;
o fornitura e trasporto di bitume;
o noli a freddo di macchinari;
o fornitura di ferro lavorato;
o forniture con posa in opera (qualora il subcontratto non debba essere assimilato al
“subappalto” ai sensi dell’art. 118 del D. Lgs. 163/2006);
o acquisizioni, dirette o indirette, di materiale da cava per inerti e di materiale da cave
di prestito per realizzazione di opere in terra;
o noli a caldo (qualora il subcontratto non debba essere assimilato al “subappalto” ai
sensi dell’art. 118 del D. Lgs. 163/2006);
o servizi di autotrasporti;
o servizi di guardiania di cantieri;
Clausola n. 5/c
Il/la sottoscritto/a offerente altresì dichiara:
- nel caso di aggiudicazione si obbliga espressamente a segnalare alla stazione appaltante qualsiasi tentativo di turbativa, irregolarità o distorsione nelle fasi di svolgimento
della gara e/o durante l’esecuzione del contratto, da parte di ogni interessato o addetto
o di chiunque possa influenzare le decisioni relative alla gara in oggetto.
Si obbliga, altresì, espressamente a collaborare con le forze di polizia, denunciando
ogni tentativo di estorsione, intimidazione o condizionamento di natura criminale (richieste di tangenti, pressioni per indirizzare l’assunzione di personale o l’affidamento
di subappalti a determinate imprese, danneggiamenti/furti di beni personali o in cantiere, etc.).
La suddetta dichiarazione è condizione rilevante per la partecipazione alla gara , sicchè, qualora la stazione appaltante accerti, nel corso del procedimento di gara, una situazione di collegamento sostanziale, attraverso indizi gravi, precisi e concordanti,
l’impresa verrà eslcusa.
Clausola n. 5/d
Il/la sottoscritto/a offerente dichiara di conoscere e di accettare la clausola risolutiva
espressa che prevede la risoluzione immediata ed automatica del contratto, ovvero la
revoca dell’autorizzazione al subappalto o subcontratto, qualora dovessero essere comunicate dalla Prefettura, successivamente alla stipula del contratto o subcontratto, informazioni interdittive analoghe a quelle di cui all’art. 91 del Decreto lgs del
6.11.2011 n. 159 , ovvero la sussistenza di ipotesi di collegamento formale e/o sostanziale o di accordi con altre imprese partecipanti alle procedure concorsuali
d’interesse. Qualora il contratto sia stato stipulato nelle more dell’acquisizione delle
informazioni del Prefetto, sarà applicata a carico dell’impresa, oggetto
dell’informativa interdittiva successiva, anche una penale nella misura del 10% del valore del contratto ovvero, qualora lo stesso non sia determinato o determinabile, una
penale pari al valore delle
prestazioni al momento eseguite; le predette penali saranno applicate mediante automatica detrazione, da parte della stazione appaltante, del relativi importo dalle somme
dovute all’impresa in relazione alla prima erogazione utile.
Clausola n. 5/e
Il sottoscritto offerente dichiara di conoscere e di accettare la clausola risolutiva espressa che prevede la risoluzione immediata ed automatica del contratto, ovvero la
revoca dell’autorizzazione al subappalto o subcontratto, in caso di grave e reiterato inadempimento delle disposizioni in materia di collocamento, igiene e sicurezza sul lavoro anche con riguardo alla nomina del responsabile della sicurezza e della tutela dei
lavoratori in materia contrattuale e sindacale.
Clausola n. 5/f
Il sottoscritto offerente dichiara di conoscere e di accettare la clausola risolutiva espressa che prevede la risoluzione immediata ed automatica del contratto ovvero la revoca dell’autorizzazione al subappalto o al subcontratto nonchè l’applicazione delle
sanzioni amministrative pecuniarie di cui alla legge n. 136/2010 e successive modifi-
7
cazioni qualora venga effettuata una movimentazione finanziaria (in entrata o in uscita) senza avvalersi degli intermediari e dei conti dedicati di cui all’art. 3 della legge citata. La sottoscritta impresa dichiara di conoscere ed accettare l’obbligo di effettuare
gli incassi e i pagamenti, relativi ai contratti di cui al presente Protocollo, attraverso
conti dedicati accesi presso un intermediario autorizzato tramite bonifico bancario o
postale, ovvero con altri strumenti di pagamento idonei a consentire la piena tracciabilità delle operazioni, il cui mancato utilizzo determina la risoluzione di diritto del contratto; in caso di violazione di tale obbligo, senza giustificato motivo, sarà applicata
una penale nella misura del 10% del valore di ogni singola movimentazione finanziaria cui la violazione si riferisce, traendo automaticamente l’importo dalle somme dovute in relazione alla prima erogazione utile.
Clausola n. 5/g
La sottoscritta impresa dichiara di essere a conoscenza che, aggiudicatosi l’appalto, è
tenuta prima dell’inizio dei lavori a comunicare le generalità dell’amministratore, del
direttore tecnico attuale e di quelli che si sono succeduti negli ultimi tre anni.
Clausola n. 6
Inoltre anche allo scopo di contrastare i tentativi di turbativa d’asta, nei bandi e disciplinari di gara è previsto l’obbligo per il concorrente di presentare apposite dichiarazioni sottoscritte del seguente tenore:
“Il/la sottoscritto/a offerente dichiara espressamente ed in modo solenne:
- di non trovarsi in situazioni di controllo o di collegamento (formale e/o sostanziale)
con altri concorrenti e che non si è accordato e non si accorderà con altri partecipanti
alle gare;
- che non subappalterà lavorazioni di alcun tipo ad altre imprese partecipanti alla gara
– in forma singola o associata – ed è consapevole che, in caso contrario, tali subappalti
non saranno autorizzati;
- che la propria offerta, è improntata a serietà, integrità, indipendenza e segretezza;
- si impegna a conformare i propri comportamenti ai principi di lealtà, trasparenza e
correttezza.
Clausola n. 7
L’impresa aggiudicataria si impegna ad accettare quanto disposto dal presente Protocollo e dovrà improntare tutti i contratti di subappalto e derivati al disposto dello stesso, i cui obblighi verranno contrattualmente assunti nei confronti dell’impresa aggiudicataria anche dal terzo affidatario a qualsiasi titolo interessato all’esecuzione dei lavori e la cui inosservanza comporterà la revoca degli affidamenti.
Si obbliga ancora espressamente a inserire identiche clausole nei contratti di subappalto e derivati ed è consapevole che, in caso contrario, le eventuali autorizzazioni non
saranno concesse.
Si avverte che il mancato rispetto delle clausole contenute nel protocollo d’intesa costituisce causa di esclusione dalla gara .
Lecce, 23.10.2014
IL COORDINATORE DEL SERVIZIO PROGETTAZIONE
( Ing. Enrico Albanese )
8
DISCIPLINARE DI GARA
CIG N: 5563900387
1. Modalità di presentazione e criteri di ammissibilità delle offerte
Il plico contenente l’offerta e la documentazione deve pervenire, pena l’esclusione, entro il
termine perentorio ed all’indirizzo di cui al punto 9. del bando di gara, a mezzo raccomandata
del servizio postale, ovvero posta celere, ovvero mediante agenzia di recapito o altro. Non è
ammessa la consegna a mano dei plichi.
Il plico, pena l’esclusione, deve essere idoneamente chiuso e sigillato, controfirmato sui lembi
di chiusura e deve recare all’esterno - oltre all’intestazione del mittente e all’indirizzo dello
stesso - le indicazioni relative alla all’oggetto della gara, al giorno e all’ora dell’espletamento
della medesima.
Il recapito tempestivo del plico rimane ad esclusivo rischio dei mittenti ove per qualsiasi
motivo non giunga a destinazione entro l’ora e il giorno fissato come termine ultimo per la
presentazione delle offerte. In tal caso farà fede unicamente il timbro con l’indicazione della
data e dell’ora di arrivo apposti sul plico medesimo dall’Ufficio protocollo della Stazione
Appaltante.
Detto plico deve contenere quanto segue:
A) BUSTA A – Detta busta, pena l’esclusione, deve essere idoneamente chiusa e sigillata e
controfirmata sui lembi di chiusura, deve recare l’intestazione del mittente e la dicitura “A Documentazione” e deve contenere:
1) pena l’esclusione:
- domanda, in bollo, di partecipazione alla gara, con annessa dichiarazione, secondo il
modello A) predisposto dall’Ente, sottoscritta dal legale rappresentante del concorrente;
nel caso di concorrente costituito da associazione temporanea o consorzio non ancora
costituito la domanda deve essere sottoscritta da tutti i soggetti che costituiranno la
predetta associazione o consorzio; alla domanda, in alternativa all’autenticazione della
sottoscrizione, deve essere allegata, a pena di esclusione, copia fotostatica di un
documento di identità del/dei sottoscrittore/i; la domanda può essere sottoscritta anche
da un procuratore del legale rappresentante ed in tal caso va trasmessa la relativa
procura;
- dichiarazione secondo il modello A/BIS, predisposto dall’Agenzia, nel caso in cui
ricorrano le condizioni;
(caso di associazione o consorzio o GEIE già costituito):
2) pena l’esclusione:
- mandato collettivo irrevocabile con rappresentanza conferito alla mandataria per atto
pubblico o scrittura privata autenticata, ovvero l’atto costitutivo in copia autentica del
consorzio o GEIE;
(caso di associazione o consorzio o GEIE non ancora costituito):
3) pena l’esclusione:
- dichiarazione, sottoscritta da tutte le imprese facenti parte della costituenda
associazione o consorzio o GEIE, dalla quale risultino espressamente le quote di
partecipazione al raggruppamento;
4) pena l’esclusione, cauzione provvisoria in originale, come prevista dall'art. 75 del
D.Leg.vo 163/2006 e s.m.i., dell'importo di € 13.661,28 pari al 2% dell'importo
dell’appalto e dell’importo di € 683,06 così come previsto dall’art. 38 comma 2
9
bis e dall’art. 46 - comma 1 ter – del D. Lgv n. 163/06 e s.m.i., introdotti dall’art.
39 commi 1 e 2 del Decreto Legge n. 90 del 24.6.2014 convertito con
modificazione con legge n. 114 dell’11.8.2014. Detta cauzione potrà essere
costituita, a scelta del concorrente, nei modi di cui al suddetto art. 75 con l'avvertenza
che non è ammessa la modalità in contanti per comprensibili problemi di gestione del
denaro. Nell’eventualità ricorrano le condizioni di cui all’ articolo 75, comma 7, del
D. Lgv. n. 163/2006 e s.m.i., deve essere rispettato, pena l’esclusione, quanto
previsto al punto 18 lett. i) del bando di gara.
La fideiussione bancaria o la polizza assicurativa o rilasciata da un intermediario
finanziario iscritto nell’elenco speciale di cui all’articolo 106 del decreto legislativo 1
settembre 1993, n. 385 che svolgono in via esclusiva o prevalente attività di rilascio di
garanzie e che sono sottoposti a revisione contabile da parte di una società di revisione
iscritta nell’Albo previsto dall’art. 161 del D. Leg.vo n. 58/98, dovrà pena
l’esclusione:
- avere validità non inferiore a 180 (centottanta) giorni dalla data di presentazione
dell’offerta;
- contenere l’impegno del garante a rinnovare, a semplice richiesta della stazione
appaltante nel corso della procedura, la garanzia per la durata massima di ulteriori 180
giorni nel caso in cui al momento della sua scadenza non sia ancora intervenuta
l’aggiudicazione;
- deve prevedere espressamente la rinuncia al beneficio della preventiva escussione del
debitore principale, la rinuncia all’eccezione di cui all’art. 1957, comma 2, del Codice
Civile nonché l’operatività della garanzia medesima entro 15 giorni a semplice
richiesta scritta della Stazione Appaltante;
- contenere l'impegno del fidejussore a rilasciare la cauzione definitiva di cui all'art.
113 del suddetto Decreto qualora l'offerente risultasse aggiudicatario.
Per i contratti fidejussori ed assicurativi potranno essere utilizzati gli schemi di
polizza tipo approvati con Decreto Ministero delle Attività produttive 12 marzo
2004, n.123 (art.1 - commi 1 e 3), purchè integrati con le clausole previste nel
presente bando e all’art. 75 del D.lgs. n. 163/06 s.m.i..
E’ consentito prestare cauzione provvisoria sia nella precedente formulazione (più
articolata), sia in forma semplificata - purché integrati con le clausole previste nel
presente bando e all’art. 75 del D.lgs. n. 163/06 - (secondo le schede tecniche
approvate con il D.M. n.123/2004 preferibilmente complete della seguente dicitura:
la presente scheda tecnica costituisce parte integrante dello schema tipo 1.1. di cui
al Decreto Ministero 12 marzo 2004, n.123 e riporta i dati e le informazioni
necessarie all’attivazione della garanzia fidejussoria di cui al citato schema tipo; la
sua sottoscrizione costituisce atto formale di accettazione incondizionata di tutte le
condizioni previste nello schema tipo.
E’ consentito altresì allegare appendici alle polizze o alle suddette schede tecniche al
fine di contenere tutte le condizioni per la cauzione provvisoria previste dal bando e
dall’art. 75 del D.Lgs. n. 163/06.
In caso di soggetti raggruppati (Riunione Temporanea di Imprese, Consorzi o GEIE)
non ancora formalmente costituita la cauzione, a pena di esclusione, deve essere
intestata a tutti i concorrenti associandi;
Le fidejussioni e le polizze dovranno essere, a pena di esclusione, corredate da
idonea dichiarazione sostitutiva rilasciata dai soggetti firmatari il titolo di garanzia ai
sensi del D.P.R. 445/2000, e circa l’identità, la qualifica ed i poteri degli stessi. Si
intendono per soggetti firmatari gli agenti, i broker, i funzionari e comunque i soggetti
muniti di potere di rappresentanza dell’Istituto di Credito o Compagnia Assicurativa
che emette il titolo di garanzia. Tale dichiarazione dovrà essere accompagnata, a pena
di esclusione, da fotocopia di un documento di identità in corso di validità dei
suddetti soggetti. In alternativa, il deposito dovrà essere corredato di autentica notarile
circa la qualifica, i poteri e l’identità dei soggetti firmatari il titolo di garanzia.
10
5) pena l’esclusione, prova dell’avvenuto pagamento di € 70,00, secondo le istruzioni
operative in vigore dal 1° gennaio 2014 – relative all’applicazione della deliberazione del 5.3.2014 - presenti sul sito dell’Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici
di
lavori,
servizi
e
forniture
al
seguente
indirizzo:
http://www.avcp.it/riscossioni.html in favore dell’Autorità sui contratti pubblici.
6) MOD GAP compilato in ogni sua parte , datato e sottoscritto;
(caso di avvalimento)
7) Pena l’esclusione, dichiarazioni sostitutive, ai sensi del DPR 445/2000 e
documentazioni, rese dall'impresa avvalente, secondo quanto richiesto dall'art. 49 del
D. Lgv. n. 163/2006 e s.m.i..
8) Pena l’esclusione, dichiarazioni sostitutive, ai sensi del DPR 445/2000 rese
dall'impresa ausiliaria secondo quanto richiesto dall'art. 49 del D. Lgv. n. 163/2006e
s.m.i.
Si tenga conto che per espressa previsione regolamentare, il contratto di avvalimento, ai
sensi del comma 1 dell’art. 88 del D.P.R. 207/2010, tra le altre, deve riportare in modo
compiuto, esplicito ed esauriente:
A) Oggetto: le risorse e i mezzi prestati in modo determinato e specifico;
B) Durata;
C) Ogni altro utile elemento ai fini dell’avvalimento.
Entrambi i soggetti (avvalente ed ausiliaria) ai fini della dichiarazione del possesso dei
requisiti generali dovranno effettuare le dichiarazioni di cui all’allegato MOD.A) e MOD
A/bis (se ricorre) del bando di gara ed obbligatoriamente quelle previste dall’art. 49 del
D.Leg.vo 163/06 e s.m.i.
(caso di subappalto)
9) dichiarazione sostitutiva ai sensi del D.P.R. 445/2000 con la quale l’impresa dichiara
di voler subappaltare, indicandoli espressamente, lavori e parte di lavorazione nei
limiti e nel rispetto delle condizioni previste dall’art. 118 del D.Leg.vo 163/06 e
s.m.i. nonché, per le sole categorie di lavori per i quali è richiesta la qualificazione obbligatoria, i nominativi degli eventuali subappaltatori che dovranno
produrre apposita dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà ai sensi del
D.P.R. 445/00 e s.m.i. in ordine al possesso dei requisiti di qualificazione secondo i MOD A/TER predisposto dall’Agenzia.
In detta dichiarazione, pena l’esclusione, deve essere riportato l’oggetto
dell’appalto;
(per le società per azioni, in accomandita per azioni, per le società a
responsabilità limitata, per le società cooperative a responsabilità limitata, per le
società consortili per azioni o a responsabilità limitata)
10) pena l’esclusione, dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà ai sensi del D.P.R. n.
445/2000 e s.m.i. attestante la composizione societaria ex D.P.C.M. 187
dell’11.5.91, con indicazione delle quote societarie possedute;
11) Modello PASS-OE ottenuto dal sistema presso il sito www.avcp.it, a
seguito della registrazione al servizio AVCPASS. Si precisa che l’impresa
è obbligata a registrarsi al sistema secondo le istruzioni ivi contenute, in
quanto la verifica sul possesso dei requisiti generali, tecnico-organizzativi
11
ed economico-finanziari avverrà, ai sensi dell’art.6 bis del Codice,
attraverso l’utilizzo del sistema AVCPASS.
La dichiarazione di cui al punto 1) deve essere sottoscritta dal legale rappresentante in caso
di concorrente singolo. Nel caso di concorrenti costituiti da imprese associate o da associarsi
le medesime dichiarazioni devono essere prodotte e sottoscritte da ciascun concorrente che
costituisce o che costituirà l’associazione o il consorzio o il GEIE. La dichiarazione può
anche essere sottoscritta dal procuratore del legale rappresentante ed in tal caso va trasmessa
la relativa procura.
La domanda con annessa dichiarazione sostitutiva deve essere redatta utilizzando il modello A)
allegato al presente disciplinare.
I soggetti di cui all’art. 38 comma 1 lett. b) e c) del decreto leg.vo 163/06 e s.m.i. (se ricorrono le condizioni) devono rendere, pena l’esclusione, apposita dichiarazione utilizzando il
MOD A/BIS allegato al presente disciplinare.
Alle dichiarazioni deve essere allegata, pena l’esclusione, copia fotostatica di un documento
di identità del sottoscrittore in corso di validità
Con riguardo ai soggetti cessati dalla carica eventualmente irreperibili, il legale rappresentante dell’Impresa concorrente deve produrre, pena esclusione dalla gara, una distinta dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà “per quanto di propria conoscenza” specificando le
circostanze che rendono impossibile (ad es., in caso di morte) o eccessivamente gravosa (ad
es., in caso di irreperibilità o immotivato rifiuto) la produzione della dichiarazione da parte
dei soggetti interessati.
In detta dichiarazione il concorrente dovrà attestare che nei confronti dei soggetti cessati dalla carica nell’anno antecedente la data di pubblicazione del bando, espressamente indicati:
a) non è pendente procedimento per l'applicazione di una delle misure di prevenzione di cui
all’art. 6 del Decreto Leg.vo n. 159/2011 (Codice Antimafia) e successive modifiche ed
integrazioni, o di una delle cause ostative previste dall'art. 67 del Decreto Leg.vo n.
159/2011 (Codice Antimafia ) e successive modifiche ed integrazioni;
b) non è stata pronunciata condanna, con sentenza passata in giudicato, per uno o più reati di
partecipazione ad un'organizzazione criminale, corruzione, frode, riciclaggio, quali definiti dagli atti comunitari citati all'art. 45, paragrafo 1, direttiva CE 2004/18.
In caso contrario, il concorrente deve indicare le relative risultanze e gli atti o misure di
completa dissociazione dalla condotta penalmente sanzionata adottati dall'impresa.
In caso di associazione temporanea o consorzio o GEIE già costituito o da costituirsi le
dichiarazioni inerenti l'ottemperanza alla Legge 68/90 devono essere rese da ciascun
concorrente che costituisce o che costituirà l’associazione o il consorzio o il GEIE.
Alla dichiarazione sostitutiva di certificazione, alle dichiarazioni sostitutive che attestino la
conformità all’originale di una copia, nonché a quelle di cui ai punti 7), 8), 9) e 10) deve
essere allegata, pena l'esclusione, fotocopia di un documento di identità del dichiarante in
corso di validità.
B) BUSTA B”: Detta busta , pena l’esclusione, deve essere idoneamente chiusa e sigillata e
controfirmata sui lembi di chiusura, deve recare l’intestazione del mittente e la dicitura “B –
Offerta economica ”e deve contenere:
- Pena l’esclusione, offerta in bollo, con riportato l’oggetto della gara, sottoscritta dal legale
rappresentante o da suo procuratore, contenente l'indicazione del massimo ribasso percentuale sull’importo dei lavori posto a base di gara (al netto degli oneri di sicurezza e del costo
del personale). Il ribasso deve essere espresso sia in cifre che in lettere con un massimo di
tre cifre decimali; le cifre decimali, oltre la terza, non saranno prese in considerazione.
In caso che l’offerta sia sottoscritta da un procuratore del legale rappresentante, va trasmessa
la relativa procura.
12
In caso di Raggruppamento Temporaneo di Imprese o consorzi ordinari non ancora costituiti,
l'offerta deve essere sottoscritta, a pena di esclusione, da tutti i soggetti che costituiranno il
Raggruppamento o il Consorzio.
L'aggiudicazione avviene in base al ribasso percentuale indicato in lettere.
2. Modalità di espletamento gara:
Il Presidente della gara, il giorno fissato al punto 9.4. del bando per l’apertura delle offerte,
in seduta pubblica, sulla base della documentazione contenuta nelle offerte presentate, procederà:
a)
b)
c)
d)
e)
f)
g)
h)
alla verifica della regolarità dei plichi pervenuti;
all’esclusione di quelli eventualmente pervenuti fuori dei termini;
all'apertura, di volta in volta, dei plichi;
all’apertura, di volta in volta, delle buste “Busta A - Documentazione”, verificando la
correttezza formale delle stesse ed in caso negativo ad escluderle dalla gara e verificando
i documenti, gli atti e le dichiarazioni contenute nella busta documenti per l’ammissione o
l’esclusione delle ditte concorrenti;
all’esclusione dalla gara per violazione del principio della segretezza delle offerte (art.75
del R.D. 23/5/1924, n. 827), dei concorrenti che non abbiano formulato la propria offerta
autonomamente, in violazione alle previsioni di cui all'art.38 co.1 m – quater) del D.lgs.
n.163/06 e s.m.i.
all’esclusione dei concorrenti per i quali si accerti che le relative offerte sono imputabili
ad un unico centro decisionale, sulla base di univoci elementi. La verifica e l’eventuale
esclusione sono disposte dopo l’apertura delle buste contenenti l’offerta economica.
alla verifica che non vi siano altre forme di divieto a partecipare previste dal D. Lgs. n.
163/2006 e s.m.i..
ad effettuare il sorteggio ex art. 48 comma 1 del D. Leg.vo n.163/06 e s.m.i. ed a procedere alla relativa verifica.
Il Presidente di gara procede poi all’apertura delle buste “B - Offerta economica” presentate
dai concorrenti non esclusi dalla gara e all’aggiudicazione provvisoria, ai sensi dell'art. 122
comma 9 e con le modalità di cui all’articolo 86, comma 1 del D. Leg.vo n. 163/2006 e
s.m.i.. La sola media finale (soglia di anomalia) è calcolata fino alla terza cifra decimale arrotondata all’unità superiore qualora la quarta cifra decimale sia pari o superiore a dieci.
L'aggiudicatario provvisorio dovrà confermare, entro il termine richiesto, a mezzo di dichiarazione del titolare o del legale rappresentante, resa ai sensi e per gli effetti degli artt. 46 e 47
del D.P.R. 445/2000 e s.m.i., che non sono intervenute modifiche alla ragione sociale
dell'impresa dalla data riportata negli atti di gara esibiti nonché la permanenza, in capo
all'impresa e ai soggetti tenuti per legge, dei requisiti di ordine generale di cui al D. Leg.vo
163/06 e s.m.i. e di ordine speciale necessari al rilascio dell'attestazione di qualificazione.
Detta dichiarazione dovrà essere corredata, pena l'esclusione, da copia del documento di identità del sottoscrittore.
La stipulazione del contratto è, comunque, subordinata al positivo esito delle procedure previste dalla normativa vigente in materia di lotta alla mafia e dal Protocollo d’Intesa “ La rete
dei responsabili della legalità negli appalti pubblici” sottoscritto con la Prefettura di Lecce in
data 9.10.2012 successivamente modificato ed integrato con atto sottoscritto in data
19.10.2013 per quanto non in contrasto con l’art. 29 del D.L. n. 90/2014 convertito con
modificazioni in Legge 114 dell’11.8.2014.
13
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
225 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content