close

Enter

Log in using OpenID

aprile 2014 / anno 7 - numero 4

embedDownload
ANNO 7 - NUMERO 04
1 APRILE 2014
BUONA
PASQUA
MENSILE DEL TERRITORIO DI LERICI
a cura dell’Istituto Comprensivo di Lerici
Diana Brusacà: l’importanza del rispetto della legalità
e la giusta interpretazione delle norme
Il 13 febbraio scorso la classe
terza media di San Terenzo ha incontrato, nell’ambito del Progetto
Legalità, la dr.ssa Diana Brusacà, giudice per le indagini preliminari presso il tribunale della Spezia, e l’avvocato penalista Daniele
Caprara, che ci hanno spiegato
come funziona la macchina della
giustizia.
Nell’occasione abbiamo chiesto
a Diana Brusacà, che è santerenzina, se era disponibile a concederci
un’intervista per Lerici In. La ringraziamo per aver accettato di
buon grado il nostro invito e averci
dato subito la sua disponibilità.
Quando e come è maturata in Lei la decisione di entrare in Magistratura?
R. La decisione di entrare in
Laboratorio di
Giornalismo
delle scuole
medie F. Poggi
e P. Mantegazza
Lerici In… è un
allegato di Ameglia
Informa, registrato al
tribunale della Spezia
al n.2 del 4.2.1998
(stampato in proprio)
LERICI IN...
non ha alcun finanziamento pubblico e
si regge solo grazie
alla pubblicità degli
inserzionisti
che permettono la
DISTRIBUZIONE
GRATUITA
alla popolazione.
Diffuso in 2800 copie
magistratura è maturata immediatamente dopo il mio ingresso
alla facoltà di giurisprudenza,
quando ho avuto modo di approfondire il diritto e ho cominciato a
pensare all'importanza del rispetto della legalità e della possibilità
di incidere nella società con una
giusta interpretazione delle norme.
D. Lei ha frequentato la
scuola di San Terenzo. Che
ricordo ha e che emozione le
ha dato ritornare tra queste
mura?
R. Ho frequentato la prima
media a San Terenzo e la seconda
e terza media a Lerici. Ritornare
nella mia vecchia scuola mi ha dato una profonda emozione e mi ha
ricordato tutti i sogni che avevo in
quella fase della vita. Ho ricordato
i professori che negli anni si sono
avvicendati e che hanno contribuito in maniera determinante alla
mia formazione. Gli anni successivi, quelli del liceo, hanno avuto un
percorso agevolato proprio grazie
a quei splendidi docenti che mi
hanno insegnato il valore della
cultura e la forza della determinazione.
D. Che ricordo ha del suo
primo processo?
R. Il primo processo che ho
affrontato è stato un processo per
omicidio di una moglie a carico del
marito. Ricordo la apparente freddezza della donna e la difficoltà di
dover indagare su tutti gli aspetti
personali della vita di una famiglia. In quel caso sono stata assalita da un grande coinvolgimento
umano ed emotivo.
D. C’è stato qualche caso
che l’ha particolarmente coinvolta positivamente o negativamente?
R. Ancora oggi il coinvolgimento è un aspetto del mio lavoro che,
per quanto abbia imparato a gestire, lo rende spesso complicato ma
soprattutto molto affascinante.
Sono parecchi i casi che mi hanno
coinvolta positivamente o negativamente. I casi più spiacevoli hanno riguardato abusi su minorenni
nei quali ho potuto constatare i
danni irreparabili che possono essere inflitti a dei bambini che, difficilmente, potranno riprendersi o
si riprenderanno solo a costo di un
(Continua a pagina 2)
Tutti i numeri di LERICI IN sono pubblicati in Internet sul sito del Comune
www.comune.lerici.sp.it e in quello della scuola www.istitutocomprensivo-lerici.it
(Continua da pagina 1)
enorme lavoro su se stessi. Diversi casi invece hanno avuto
dei risvolti positivi; sono quei
casi in cui il giudice si accorge
che un'applicazione giusta e
moderata della legge può aiutare le persone che hanno sbagliato a ricominciare una nuova vita facendo frutto dei propri errori. Anni fa fu arrestato
un ragazzo molto giovane, appena maggiorenne, per un
grosso quantitativo di droga;
con l'aiuto del suo avvocato
(che fece un brillante lavoro) e
di tutta la famiglia siamo riusciti ad applicargli una pena
molto personalizzata e adeguata al suo caso. Ancora oggi,
ogni tanto passa a salutarmi e
mi racconta di tutti i suoi progressi e dell'importanza che
quell'arresto ebbe nella sua
vita e per tutta la sua crescita
successiva.
D. Quali altri interessi
coltiva al di fuori del campo professionale?
R. Fuori del campo professionale coltivo interessi nel
volontariato, in quanto faccio
parte di una associazione che
aiuta i bambini nel mondo.
Sono stata per questo motivo
recentemente in Africa (in Malawi) in una missione dove abbiamo costruito un ambulatorio pediatrico per la cura della
malaria dei bambini in uno dei
paesi più poveri del mondo. E
poi coltivo la filosofia, che era
la mia grande passione ai tempi del liceo e che mi ha portato
diversi anni fa ad iscrivermi
anche alla facoltà di filosofia
per tornare, con molti più anni, a sedermi nei banchi degli
studenti.
Diana Brusacà GIP presso il
Tribunale della Spezia
Diana Brusacà, che ora
svolge l’incarico di GIP presso
il Tribunale della Spezia, dopo
aver frequentato le scuole
dell’obbligo a Lerici e aver conseguito la maturità scientifica
presso il liceo scientifico “A.
Pacinotti”, si è laureata in giurisprudenza con il massimo
dei voti presso l’Università di
Pisa. Nominata magistrato nel
Bussola in…
di Galantini Barbara & C. s.r.l.
San Terenzo (lungomare)
via Matteotti, 10
t e l. e f a x 0 1 8 7 - 9 7 2 0 0 4
Barbara cell. 349-4602295
a r ti c ol i d a r ega l o , ar ge n ti ,
s o u v e n ir , t e s su t i a rr e d o,
bi j o u x a rt i gi an a l i e no n
LERICI IN… - aprile 2014
‘93 fin dall’inizio della carriera ha svolto le funzioni di giudice penale presso il Tribunale
della Spezia.
Nel 2012 è stata eletta componente del Consiglio Giudiziario presso la Corte d’Appello di Genova. Ha tenuto numerose relazioni in incontri e corsi di studio organizzati dal
Consiglio Superiore della Magistratura, dalle Università
degli studi di Pisa e di Parma,
dalla Camera Penale della
Spezia, dall’Ordine dei Medici
e dalle Scuole della Provincia
sui problemi della violenza
sulle donne e sui minori, sulla
colpa professionale, sul consenso informato, sul testamento biologico, sul valore della
legalità e sulla democrazia .
Presiede l'associazione culturale “Francesco Conti” che si
occupa di solidarietà diretta al
mondo dell'infanzia e che nel
dicembre 2007 ha donato al
Reparto Pediatrico dell’Ospedale della Spezia un’apparecchiatura cardiaca di ultima generazione.
Fra le altre attività rivolte
anche verso il Terzo Mondo: la
convenzione con la fondazione
don Carlo Gnocchi per un intervento mirato a favore dell’ospedale pediatrico Santa Maria
di Rilima in Rwanda per la
(Continua a pagina 3)
RISTORANTE - HOTEL
ITALIA NEW
Dependance “Panoramic”
* AFFITTACAMERE *
LERICI via Carbognano 19 (inizio strada per Tellaro)
f uor i zona ZTL t el. 0187-967272
cu ci na l o ca le e i nt er na zi on a le
sp ec i ali z za ta i n pi at ti di pe sc e
il posto id eale p er organizzare pranzi
conviviali, di ricorrenze e d i matrimonio
Prenotatevi per il P RA N ZO D I P AS QU A
e per le feste a tema (da 25 a 35 €)
Pagina 2
(Continua da pagina 2)
formazione del personale paramedico e la realizzazione del
Pronto Soccorso pediatrico
presso l’ospedale sant’Andrea
della Spezia. Diana Brusacà è
stata anche con il dottor Mauro Biagioni (cfr. Lerici In N° 7,
luglio 2013) in Malawi, nel
villaggio di Toleza, dove sta
per essere completata la costruzione di un ambulatorio
medico pertinente ad un asilo.
Presiede inoltre l'Associazione Italiana Disturbo da Deficit di Attenzione e Iperattività (AIDAI) - sezione Liguria che ha come obiettivi la ricerca, il patrocinio di azioni di
supporto, la diffusione di informazioni e formazione sul
disturbo evolutivo dell'autocontrollo di cui sono affetti
molti bambini. È anche com-
Shelley e la sua ultima sfida contro il mare
Nelle lettere che Lawrence
scrive dalla sua casetta di Tellaro chiusa fra il verde e l'azzurro, non mancano gli accenni a Percy Bisshe Shelley.
Il grande poeta romantico
inglese lì vicino, a villa Magni
a San Terenzo, giusto 91 anni
prima, aveva trascorso gli ultimi giorni della sua breve esistenza. È noto che Shelley l'8
luglio 1822 lasciò Livorno per
tornare a casa su una barca
appena acquistata. Non ascoltò chi lo dissuadeva dalla partenza e, vicino a Viareggio,
una brutta burrasca lo capovolse in fondo al mare.
Morì giovane, ma restò
un'icona per i letterati anglofoni che qua venivano a compiere, come dice Henry James,
un pellegrinaggio sentimentale, tanta era l'attrazione che
Direttore Responsabile
Sandro Fascinelli
Capo-redazione
Maria Luisa Eguez
redattore docente
Gabriella Molli
Redazione di San Terenzo
Matteo Basta, Alice Berlenghi,
Nicolò Conti, Alessandra Guariglia, Annalisa Mencacci, Francesco Mencacci, Emmanuele
Purpi, Gloria Tassoni, Martina
Bronzi, Irene Gennaro.
Redazione di Lerici
Alessandro Galazzo, Kevin
ShurbaJ, Giorgia Ramaglia,
Filippo Tognetto, Jasmine Oveslati, Andrea Nizzi, Andrei Sima, Giorgia Tringale.
esercitava.
Pure gli Italiani lo omaggiarono. Nel 1907 Manara
Valgimigli, grande classicista
che insegnò nel liceo L. Costa,
visita la villa che non è più sul
mare, come quando l'abitava
Shelley, perché la strada realizzata nel 1888 aveva modificato il profilo della costa spingendolo verso l'orizzonte.
Valgimigli ricorda quanto a
Percy piacesse giocare con il
mare. Provare quanto fosse
capace di spingersi oltre il limite, era una sfida che affascinava e seduceva il poeta: la
prova delle sue capacità.
Nota Manara che nella cabala rabbinica Ariel è il nome
dello spirito delle acque in cui
è destinato a dissolversi e proprio a questo folletto Shelley
aveva intitolato la navicella su
ponente del direttivo dell'Associazione Studi Giuridici “Giuseppe Borrè”, che contribuisce
ad organizzare insieme al Comune della Spezia la manifestazione annuale “Parole di
Giustizia”.
G UAR D I A M ED I C A
Ore notturne dalle ore 20 alle ore 8
dei giorni feriali e nei giorni prefestivi e festivi tel. 0187-026198
cui compì la crociera, ultima e
fatale.
Un po' come dire che fosse
presago della sua morte, o che
l'aveva cercata, oppure solo,
più semplicemente, che ogni
nome reca scritto un destino.
Alberto Scaramuccia
ORARIO SS. MESSE
Local it à Prefestivo
(ora leg.)
Leri ci
S. Francesco
(*San Rocco)
18.30
Festivo
(ora leg.)
(*8.30)
10.00
11.30, 18.30
S.Terenzo 18.30
8.00 - 10.30
18.30
Tellaro
19.00
11.00
La Serra
18.00
09.00
Pugliola
17.00
10.00
Pozzuolo
18.00 (S. Giorgio)
9.15
La redazione, a suo insindacabile giudizio, potrà modificare, rinviare o rifiutare
la pubblicazione di scritti e annunci se non conformi all’etica ed allo spirito
della presente pubblicazione o per mancanza di spazio.
Sino a diverso orientamento, le lettere non vengono pubblicate. Gli articoli devono essere concordati preventivamente con il direttore responsabile.
Gli scritti, le lettere e le richieste di pubblicità, complete di nome, indirizzo, telefono ed eventuale e-mail, dovranno essere indirizzate alla redazione c/o la
Direzione Didattica di Lerici piazza Bacigalupi, 5 o tramite e-mail a:
l e r i c i .i n @ l i be r o .i t .
Si avverte che la pubblicazione non ha fine di lucro, quindi gli scritti, gli
articoli e le collaborazioni sono accettate a titolo gratuito e di volontariato.
Gli orari delle manifestazioni e le informazioni turistiche, nonostante la nostra
più scrupolosa precisione e attenzione, poiché predisposte con largo anticipo,
dovranno essere sempre verificate dai lettori interessati prima dell’evento.
La tariffa per ogni modulo di pubblicità è di euro 35 + IVA (gratis 1 ogni 12).
Per la pubblicità si può contattare il n° di telefono 0187-601268 (anche fax e
segreteria telefonica) o [email protected] .
LERICI IN… - aprile 2014
Pagina 3
“Il viaggio della vita” di Valerio Al bisetti
IL VIAGGIO
DELLA VITA
Come riconoscerne e valorizzarne gli
aspetti positivi
Ed. Paoline, Milano, 2008
L’uomo contemporaneo ha
cercato di cancellare dal proprio vocabolario parole come
sacrificio, sofferenza, dolore,
dovere, colpa, responsabilità e
persino Dio, nella vana speranza di conseguire unicamente
per se stesso felicità a buon
mercato, appagamenti gratuiti,
libertà illimitata, ma ha invece
trovato al loro posto il buio della perdita di valori e d’orientamento in un vuoto sempre più
crescente.
Il dottor Albisetti (nella foto), psicoterapeuta affermato a
livello internazionale e autore
di numerose pubblicazioni, non
elude gli aspetti della vita che
di solito si ha maggiore difficoltà ad affrontare, non ammannisce ricette a buon mercato su
come aggirarli ma anzi ne fa
punti di forza per un percorso
consapevole d’autentica crescita.
Difficilmente, afferma l’autore, potremo essere felici se faremo sempre dipendere la nostra serenità interiore da cose
al di fuori di noi o da altre persone. La felicità è prima di tutto una ricerca di senso nella
vita reale e questa ricerca porterà prima o poi, inevitabilmente, a confrontarsi anche
con la dimensione spirituale
dell’esistenza: la si potrà accettare o rifiutare, in libertà, ma
Beppe Mecconi attore
e co-sceneggiatore del
sti giorni in tutta Italia e di
cui Beppe Mecconi è co-sceneggiatore e (ahivoi, quando lo
vedrete) attore. È diretto da
Massimo Morini, leader del
gruppo musicale dei Buio Pesto. Come attori partecipano
anche gli altri componenti del
gruppo. È un film di fantascienza ambientato in un paesino ligure (Bogliasco).
La storia è vissuta attraverso gli occhi del ragazzo
Max che, in vista delle elezio-
film “12 12 12”
Il 28 e 29 marzo al Cinema
Nuovo della Spezia approda il
film “12 12 12”, che viene
proiettato con successo in que-
se il viaggio è realmente intrapreso non si potrà eluderne a
priori la tappa fondamentale
dell’incontro con il divino.
Lo stilema di Albisetti è volutamente scarno, privilegia la
paratassi rispetto all’ipotassi,
marcia per accostamenti e ripetizioni che conducono per
mano il lettore e lo inducono a
ritornare su concetti già espressi in un percorso a spirale
che viene sin dall’inizio apertamente dichiarato dallo scrittore come proprio intenzionale
modo di procedere.
Un altro pregio del testo è il
fatto che l’autore non esiti a
coinvolgere se stesso, il suo vissuto personale ed anche la propria ricerca interiore alla luce
di quando qui sostenuto.
Maria Luisa Eguez
ni, è convinto di trovarsi di
fronte a un complotto politico
ad opera di alieni. Il finale inaspettato lascerà tutti a bocca aperta. Il film non è stato
candidato agli Oscar, ma è
"molto divertente, con alcuni
attori davvero bravi e girato
bene" come ha scritto il direttore di Rai 2. Se siete curiosi
di vedere qualche scena del
film potete entrare nel sito
dedicato: www.121212film.it
SF
RISTORANTE
BONTÀ
NASCOSTE
chiuso il martedì
LERICI - Via Cavour, 52
pesce e carne
nel cuore di Lerici
www.bontanascoste.it - tel. 0187-965500
LERICI
2014
LERICI IN…
IN…- -aprile
aprile
2014
Via Cavour, 2-3-4 - LERICI
tel. 0187-966776
GIOCATTOLI - CESTERIA - TUTTO PER IL NUOTO
Barche e motori
nuovi e usati
Super sconti su articoli da nuoto
equipaggiamenti
LERICI
FORNITORE ESCLUSIVO piscina "CICCI ROLLA" Lerici
via Vespucci, 5
www.beppenautica.it
dal 1937
tel. 0187-966993
HEAD SWIMMING - SPEEDO - CRESSI SWIM AQUASPHERE
VISITA IL NOSTRO SITO www.dallacolombina.com
Pagina 4
Perché tanti lericini non hanno amato Bibolini
Abbiamo ricevuto e volentieri pubblichiamo queste osservazioni sulla figura del sen.
Giovanni Battista Bibolini
(Lerici, 12 settembre 1875 –
18 settembre 1955). Ingegnere
e armatore, Giobatta Bibolini
fu inventore di un metodo per
rigenerare l'olio esausto. Proprietario di Villa Marigola
(cfr. Lerici In di marzo 2014),
la fece restaurare dal celebre
architetto Franco Oliva.
Nel numero di gennaio
2014 di LERICI IN è stato
pubblicato un articolo inerente
la figura di Giobatta Bibolini,
intitolato “Storia di un amore
non corrisposto”. Il pezzo afferma che tra gli anni ’40 e ’50
il senatore Bibolini voleva fare
di Lerici una concorrente della
Costa Azzurra e costruire nella zona della Venere Azzurra
un complesso alberghiero. Bibolini era proprietario di tutto
il terreno della Venere Azzurra fino a San Terenzo, quindi
già negli anni ’40 la sua intenzione era quella di attuare una speculazione edilizia alla
Venere e di conseguenza di
guadagnarci legittimamente.
Nel dopoguerra il senatore
si rivolse per la costruzione
delle sue navi ai cantieri di
Sestri ma, per fortuna, una
legge allora in vigore, voluta
dai primi Comitati di Liberazione, lo obbligò a costruire le
imbarcazioni al Muggiano.
Bibolini era stato nominato
senatore in pieno regime fascista e del parlamento fascista
condivise tutte le decisioni,
per cui contribuì anche a ratificare le famigerate “Leggi
Razziali” che sono considerate
un crimine contro l’umanità
che non va mai in prescrizione. Inoltre approvò l’entrata in
guerra dell’Italia con tutto
quello che ne seguì.
Alla fine del secondo conflitto mondiale, in conseguenza di tutto ciò, fu imprigionato. Non essendo stato riconosciuto come responsabile diretto di fatti di sangue durante il
regime fascista, fu liberato e,
dopo qualche giorno passato a
pulire le strade, poté riprendere la sua attività imprenditoriale.
Per ricostruire la propria
immagine, fortemente compromessa, curò quindi attività che
potessero lasciare un segno
positivo nell’opinione pubblica
lericina: finanziò società sportive, donò una sede alla S.M.S.
Marittima, fece erigere un palazzo per i marittimi.
Consigli delle nonne
Seguono dal n. 1 e 2 / 2014 i
consigli dal diario di bisnonna Dina Turchini.
Capelli bianchi per levare
il giallo dai capelli che sembrano sporchi anche quando
sono stati lavati, mettere nell’ultimo sciacquo un cucchiaio
di bicarbonato.
Per far bollire l’acqua alla svelta, mettere sul coperchio uno straccio bagnato.
Per schiarire le mani
mettere insieme mezzo limone
spremuto e un cucchiaino di
bicarbonato, mischiare e strofinare le mani.
Candele per non farle
sgocciolare tenerle per 3 ore in
acqua salata.
Contro il singhiozzo bere
un bicchiere di acqua con il
succo di un limone spremuto.
Macchie di penna biro:
toglierle con alcool o trielina
senza stropicciare e far assorbire con un batuffolo di ovatta
sotto il tessuto.
Per pulire sandali o borse chiare in pelle usare un batuffolo di cotone imbevuto di
latte detergente.
Per lucidare o togliere le
macchie dalle pentole inox
mettere qualche goccia di ammoniaca su una spugna e
Franco Valtriani strusciare.
Ristorante
Il Golf
Di Gianni
Bagnone
G O L F C LU B
Marigola
LERICI via Biaggini, 5
loc. Venere Azzurra
da martedì a domenica ore 9-13 e 13.30.17.30
c/o Golf club Marigola
chiuso lunedì - parcheggio privato
Uno sport per tutte le età
con entrata autorizzata in ZTL
Ti piacerebbe giocare a GOLF?
tel. 339-6572902 gradita prenotazione Ora puoi con i corsi promozionali per
Terrazza ai bordi del “green”
pranzi - cene - aperitivi - buffet
ricevimenti per ogni tipo di evento
LERICI IN… - aprile 2014
bambini e adulti - Al termine del corso sei
mesi di GOLF con quota mensile di € 25.
Tel. 0187-970193 e-mail [email protected]
Parcheggio privato con entrata autor. ZTL
Pagina 5
Strategie contro la cellulite e la ritenzione idrica (3)
ri. Non tenere in casa ciò che non
Qualunque nome porti (frutto- si vuol mangiare o bere come ad
Consigli per una giusta
esempio gelati, dolci, bibite: se
alimentazione.
Precedenti sio, zucchero grezzo, di canna, non ci sono si supererà meglio la
puntate febbraio e marzo 2014. miele, melassa, sciroppo d’acero tentazione.
…) ricorda che è sempre zucchero
Noi tutti usiamo troppo sale,
e deve essere usato con moderain
media venti volte la quantità
zione. I dolcificanti artificiali non
necessaria
all’organismo. È pur
fanno gran che, se non perpetuavero
che
il
sale
è necessario alla
re il desiderio di dolce: il consiglio
buona
salute:
regola
la pressione,
è di utilizzarli solo se è proprio
controlla
il
pH,
conserva
la sonecessario, in quanto nessuno di
spensione
di
calcio
nel
sangue.
essi è innocuo. Stare il più possiTutto il sale (cloruro di sodio)
bile lontano dai cibi trattati: più
che
ci serve è già contenuto in
si eviteranno e più si ridurrà il
quasi
tutti i cibi che mangiamo,
desiderio di dolci.
ed
esattamente
così lo dovremmo
Quando si cucina bisogna cerconsumare:
com’è
per natura precare di ridurre alla metà lo zucsente
negli
alimenti.
Il sale che
Usare la maionese con sobrie- chero delle ricette. Sorprenderà
utilizziamo
in
cucina
o
aggiungiatà e, se possibile, utilizzare una constatare quanto poco cambi il
mo
ai
cibi
trattati
è
quello
su cui
marca a basso contenuto calorico prodotto finale. Dopo un po’ si
si
leva
il
segnale
di
pericolo.
e poco sodio; questo condimento si potrà ridurre ulteriormente la
Il sodio si trova prevalentepuò però allungare con lo yogurt. dose.
mente
nel liquido che circonda le
Se si ha voglia di mangiare
Anche per quanto riguarda lo
cellule
e, quando è in debito equizucchero è necessario cercare di qualcosa di dolce è meglio un
librio
con
il potassio, sospinge le
ridurlo il più possibile. Il nostro frutto fresco: comprare solo frutta
sostanze
nutritive
nelle cellule e
organismo infatti non ha assolu- di stagione, perché ha un sapore
sottrae
i
residui
da
eliminare.
tamente necessità di zucchero migliore. Evitare la frutta in scaTroppo
sodio
interferisce
con
raffinato, il quale priva l’organis- tola; se di tanto in tanto si deve
l’equilibrio
dei
liquidi:
il
sale
tratmo del preziosissimo potassio, consumarla acquistare quella
tiene acqua corrispondente a setuna ragione in più per starne alla conservata nel suo succo. Leggere
tanta volte il suo peso.
larga. Lo zucchero arriva a noi attentamente le etichette dei cibi
Troppo sale ha come risultato
sotto forme nascoste, non eviden- trattati che si comprano: se lo
una
carenza di potassio e la ritenti, per cui molte persone che pen- zucchero è tra i primi ingredienti
zione
idrica, che provoca rigonfiasano di non mangiare zucchero, cambiare prodotto, se è l’ultimo
menti
ed accentua la cellulite.
in realtà ne consumano molto di non c’è da preoccuparsi.
Il
gusto
del sale è acquisito,
A poco a poco si imparerà a
più di quanto possano immaginapertanto
è
abbastanza
facile sure. Lo zucchero è l’additivo nume- sostituirli con altri prodotti con
perarlo.
Inoltre,
esso
non
valorizro uno, è usato praticamente in poco zucchero o addirittura senza
il
gusto
di
una
pietanza,
ma
tutto, nelle salse, nel pane, nei za. Acquistare conserve di frutta
piuttosto
ne
maschera
il
sapore.
cracker, nei dadi, per non citare non dolcificate: si possono prepaLa sua riduzione deve essere
le ovvie fonti, come le bibite, i rare delle puree di frutta passangraduale:
riducendolo molto lendo al frullatore frutti molto matudolci, i gelati.
(Continua a pagina 7)
Osteria
FIORI JUNA
La Caletta
Te l l a r o
via Fiascherino 100 tel. 0187-964000
cucina genuina di mare
LERICI - Piazza Garibaldi 13
tel. 0187-967279
e presso
BUONA
PASQUA
il cimitero Boschetti
L a Sp ez ia ce ll. 3 39- 2769 627
idee regalo
Vasi design e ballon point
fiori e piante
Fiori per ogni tipo di evento lieto o triste
ampia scelta di menu a la carte e menu fissi
Degustazione la Caletta: prelibatezze di mare
secondo il pescato del giorno, ideale per assaporare tante varietà in una sola occasione
servizio Interflora - consegne a domicilio
Veranda vista mare - Si organizzano
pranzi e cene per ogni tipo di evento
Al vost r o ser vi zi o l’ esperi enza di
t r e gener azi oni di fi or ai
LERICI IN… - aprile 2014
Allestimenti per cerimonie
Pagina 6
tamente si avvertirà di meno la
differenza, ci si adatterà più facilmente e si riuscirà ad abituarsi a
un consumo ridotto.
Evitare tutti i cibi ricchi di
sale; alcuni, come le minestre in
scatola, contengono l’equivalente
del fabbisogno quotidiano di sodio
in una sola porzione. Andrebbero
ridotti anche i surgelati e i cibi
confezionati.
Provare ad utilizzare l’ampia
gamma di erbe e spezie che esaltano il gusto: l’aglio e il pepe ren-
dono più vari i cibi poco salati;
talvolta basta una spruzzatina di
limone per ravvivare un piatto.
Evitare i condimenti quali il
sale all’aglio, alla cipolla, al sedano, i dadi e le salse pronte. Non
preoccuparsi invece del contenuto
alcolico, in quanto evapora durante la cottura.
Sciacquare taluni cibi trattati
sotto l’acqua corrente per almeno
un minuto, per eliminare gran
parte del sale aggiunto. Leggere
attentamente le etichette: dove
compare la parola sodio, pensare
subito al sale.
Non è insolito trovare parecchi
ingredienti contenenti sodio in un
solo prodotto. Alcuni dei composti
del sodio sono: glutammato di
sodio, benzoato di sodio, bicarbonato di sodio, idrossido di sodio,
alginato di sodio, propionato di
sodio. (fine)
Alessandra Di Sibio Biologa
della Nutrizione - San Terenzo
Input o Imput, no stop o non stop? ...
Da “Il mare in un imbuto”. fornitore di accesso, stand by e
“Dove va la lingua italiana” di non attesa e attachment insiGianluigi Beccaria (Einaudi dia, allegato.
Non posso fare nulla contro
2010), pag 116:
il verbo digitare che sostitui“Non c’è nulla da fare, l’insce ormai digitalizzare. C’è
glese ha dalla sua un’enorme
l’inputare degli informatici
forza trainante che lo fa avanche diventa facilmente impuzare inarrestabile. Inutile optare e confonde le acque con
porsi. Sono ormai del registro
l’omonimo verbo di ambito
comune day hospital, call
giuridico”.
center, free press in luogo di
Sono d’accordo con il linguigiornali gratuiti, low cost piutsta e critico letterario Gian
tosto di a basso costo, last miLuigi Beccaria. Ma purtroppo
nute piuttosto di ultimo minunel mese di marzo, a pag 13,
to, jet lag per indicare il main un pezzo che porta la mia
lessere che prova chi si sposta
firma, è uscito imput e non
in aereo passando da un luogo
input. Come avrei preferito.
all’altro con un fuso orario
Forse la causa è di mistemolto spostato, intelligence e
riosi automatismi che agiscono
non controspionaggio, e per
durante il passaggio di una evia informatica sono di uso
mail da un computer all’altro.
quasi comune nickname e non
pseudomino, provider e non
Gabriella Molli
NUMERI UTILI
PREFISSO
TELESELETTIVO dei numeri: 0187
Carabinieri via XX Settembre 23
tel. 967 129 - tutti i giorni, anche
festivi dalle ore 8 alle 22
fax 967270
Ufficio Locale Marittimo
via Calata Mazzini 23 tel. 964545
Lunedì - sabato dalle ore 9 alle 12
Difensore civico – tel. verde
800807067 per appuntamento oppure
tramite URP (uff. relazioni col pubblico)
Pubblica Assistenza Lerici Esplica i seguenti servizi: trasporti con
ambulanza, onoranze funebri,
protezione civile, antincendio boschivo tutti i giorni H 24 - tel. 0187-967136.
COMUNE DI LERICI
piazza Bacigalupi 9
centralino Telefono 9 6 0 1
fax 9 6 6 9 9 8
gli uffici e l’URP sono aperti al
pubblico tutti i giorni feriali dalle
ore 9.00 alle ore 12.00
Vigili urbani - Sportello: dal lunedì
al sabato 8:30 - 12:30 / 14:30 18:30 tel. 967326
CENTRO ESTETICO SHELLEY
Lungomare B iaggini 5 - Lerici tel. 0187– 968204
Arriva comodamente al parcheggio dell’Hotel… al resto pensiamo noi
L’estate si a vvi cina... con i nostri omaggi
Promozioni SPA manicure € 25
Pedicure curativo personalizzato € 30
Scrub corpo con mela verde + trattamento nutriente omaggio
Pulizia viso profonda € 45
Massaggio Ayurvedico di 1 h (antico massaggio risalente al 3000 a.C.) € 70
€ 15
€ 25
€ 45
€ 35
€ 60
Per tutti i trattamenti sconto 40 % a chi porta un amico/a che farà un trattamento al prezzo in promozione
INFO: www.hotelshelley.it
LERICI IN… - aprile 2014
Pagina 7
“ISOMAR”: un farmaco all’ “acqua di mare”
re sul mare e inspirare l'acqua
Intervista a
salata.
Paolo Ghigliazza
D. Come ha sfruttato
La linea decongestionante
delle vie respiratorie ISOMAR,
famosa in tutta Europa e ultimamente reclamizzata continuamente in TV, ha una matrice lericina che pochi conoscono. Infatti l'idea di questo
rimedio farmaceutico, a base
di acqua di mare delle Cinque
Terre, è nata a seguito di un'intuizione di Paolo Ghigliazza
(nella foto), titolare della farmacia di San Terenzo. Un vero
"uovo di Colombo" moderno.
La redazione di San Terenzo, per conoscere i retroscena di questa scoperta, ha organizzato quest’intervista:
D. Come e quando è nata
l'idea di utilizzare l'acqua
di mare ad uso curativo?
R. Quando ero bambino e
avevo il raffreddore mio nonno, Paolo Ghigliazza chimico/
farmacista, mi diceva di anda-
questa sua scoperta?
R. Da adulto, ricordandomi
della "cura naturale" ho proposto alla multinazionale farmaceutica Novartis la commercializzazione di un prodotto
con quelle caratteristiche. La
Novartis Italia ha presentato
l'idea alla sede generale in
Svizzera che però ha bocciato
il progetto.
D. Ci può fare una breve
storia delle vicende commerciali del marchio Isomar sino ad oggi?
R. Il rifiuto mi ha rattristato tanto da decidere di svendere l'idea a una ditta Italiana:
l’Euritalia Pharma.
Dopo un anno la Novartis
mi ha chiamato dicendo che
avrebbero comprato l'idea a
qualsiasi prezzo: ma ormai era
tardi. Ora tutta la linea (spray
per l'igiene quotidiana per adulti e neonati, dentifricio, collirio) é stata acquistata dalla
Coswell Groupe di Bologna. Il
direttore vendite, dott. Alberto
Ferrario, è venuto in questi
giorni a San Terenzo per incontrarmi incuriosito per l'intuizione che avevo avuto.
L'Isomar, acqua di mare del
Parco Marino delle Cinque
Terre, è oggi uno dei prodotti
per l'igiene quotidiana per naso e orecchie più venduto e ha
pubblicizzato, a mio modesto
parere, ancora di più questo
angolo di Paradiso.
L'unico rammarico è che
nessun Presidente del Parco,
nel passato e nel presente, ha
mai pensato di inviarmi un
semplice "grazie". L'unico riconoscimento epistolare del lavoro fatto mi è stato dato, nel
2002, dalla dott.sa Lucia Solaro, quale direttrice generale
dell'APT.
D. Perché ha utilizzato
l'acqua di mare delle Cinque Terre e non quella del
Golfo dei Poeti?
R. Ho utilizzato l'acqua delle Cinque Terre per il nome
internazionale del luogo, perché l'acqua veniva prelevata a
3,5 miglia dalla costa a 6 mt
di profondità nel Parco Marino, quindi assolutamente pulita.
D. Quali sono le proprietà terapeutiche del prodotto ?
R. Da studi fatti dalle aziende distributrici è stato dichiarato che il prodotto è indicato per raffreddore, bronchite, sinusite, asma, allergie in
genere anche da polline e, per
(Continua a pagina 9)
La nostra grande qualità
per il vostro grande giorno
matrimonio - battesimo - cresima
compleanni
per info e prenotazioni:
tel. 0187-967800
www.doriahotels.com
LERICI IN… - aprile 2014
doriahotels
Pagina 8
chi opera in ambienti chiusi
soprattutto in presenza di polveri.
Indispensabile per chi ha
subito interventi nasali e per
chi russa (roncopatie acute e
croniche). Avevo fatto testare
il prodotto dal prof. Salvatore
Smirne del San Raffaele di
Milano, uno dei più importanti
specialisti della malattia del
sonno, che mi ha assicurato
che i pazienti che usavano Isomar avevano diminuito in modo considerevole il russare.
Ritengo che dovremmo in-
segnare ai nostri figli ad adoperare i prodotti per la pulizia
del naso e delle orecchie ogni
mattina e ogni sera, come si
usa il dentifricio, per tentare
di creare una barriera alle malattie orecchio/naso sempre più
frequenti.
Dario Gennaro tra sport e management
Dario Gennaro versione sportiva:
Portiere di pallanuoto al Pro Recco
Dario Gennaro è nato il 15
maggio nel 1987 e vive a Lerici
dove ha frequentato le scuole
medie (è stato allievo della
prof. Eguez). Ha iniziato a giocare a pallanuoto a 16 anni e
ne ha coltivato la passione fin
da ragazzo trovando un ambiente favorevole a Lerici dove
questo sport è una tradizione.
Poiché aveva molto talento,
ha ricevuto una proposta dalla
centenaria Pro Recco per essere inserito nella rosa dei suoi
giocatori. Entra così a far parte
della squadra più blasonata
d’Italia, che è anche fra le più
titolate del mondo, dopo un
periodo trascorso dal 2007 al
2009 prima a Chiavari e poi a
Camogli. Nel 2009 torna alla
Pro Recco rimanendo a giocare
lì fino al 2012, quando cessa
l’attività agonistica.
Per anni ha fatto da secondo
a Stefano Tempesti, uno dei
più grandi campioni. Tra il
marzo del 2011 e il gennaio del
2013 ha collaborato nel dipartimento di amministrazione e
finanza dello Spezia Calcio e
della Pro Recco Pallanuoto.
Dario si distingue anche negli studi laureandosi nel 2010
in Economia Aziendale e tre
anni dopo in Amministrazione,
Finanza e Controllo.
Dopo essersi addottorato e
aver passato sei mesi in Inghilterra per il miglioramento
della lingua, Dario decide di
continuare a vivere e a lavorare nel mondo sportivo; così, nel
novembre dello scorso anno, si
iscrive al “Master Internazionale in Strategia e Pianificazione delle Organizzazioni, degli Eventi e degli Impianti Spor-
Dario Gennaro versione manager
tivi” con sede a San Marino
che durerà fino a giugno 2014.
Il “Master” ha come obbiettivo di costruire un percorso
didattico formativo che crei un
fortissimo legame di collaborazione tra il mondo sportivo italiano e quello internazionale.
Nella sua carriera sportiva
Dario ha conquistato cinque
scudetti, quattro coppe Italia,
tre Champions League, un Jadranska Liga.
Al suo attivo ha anche la
partecipazione a due Europei
giovanili e a un Mondiale Under 20, che gli fece vincere
l’argento a Long Beach.
Martina Bronzi
Ristorante
del Molo
Associazione Sportiva
CIRCOLO TENNIS LERICI
meta di artisti e poeti...
PRANZO DI PASQUA
ALLA CARTA
aperto tutto l’anno
tel e fax 0187-968612
in calata Mazzini a LERICI
le vere ricette
di mare della tradizione lericina,
dolci della casa
tel. 0187-967334
LERICI IN… - aprile 2014
loc. Vallata - Venere Azzurra
info e prenotazione campi
Segreteria del Circolo 0187 965995
•Corsi di tennis per ragazzi
•Corsi di tennis per adulti
•Organizzazione tornei F.I.T.
Indirizzo e-mail: [email protected]
Parcheggio riservato per soci e giocatori
Pagina 9
25 Aprile - Uno per tutti - Giuseppe “Pino” Casini
L’effige di Pino
sul cippo lungo
la S.S. 446
Sono dodici i nomi impressi nel
marmo dell'androne comunale, dodici
giovani che senza alcuna esitazione
hanno dato la loro vita per un ideale
Se oggi noi festeggiamo il
25 Aprile, questo merito va a
tutti quelli che si sono battuti
per darci la libertà.
Ne ricordiamo solo uno, ma
vale per tutti. Avrebbe potuto
essere un giovane come quasi
tutti gli altri: invece no, Giuseppe volle decidere in un momento in cui le scelte veramente ti condizionavano la
vita.
Giuseppe Casini nasce a
Chiavari nel 1920. Operaio
meccanico, durante la guerra
si trova in Francia con il grado
di sergente del Regio Esercito
nel reparto Genio Guardia alla
Frontiera e presta pertanto
servizio al confine italiano.
Lascia Mentone dopo l'8
settembre e raggiunge le montagne della Garfagnana, dove
RISTORANTE
LA CALATA
gli fu affidato il comando di
una piccola formazione partigiana. Scelse come nome di
battaglia "Pino", vezzeggiativo
con il quale probabilmente veniva chiamato durante l'infanzia. Tra le sue numerose azioni si ricordano il disarmo delle
caserme dei Regi Carabinieri
di Aulla e di Fosdinovo, vari
attacchi a reparti tedeschi, a
reparti della Monte Rosa e
della Decima Mas. Memorabili
azioni rimangono la distruzione dei ponti della Spolverina,
di Aulla e di Serricciolo.
Riorganizzò il battaglione
“Mauro” e portò in salvo il suo
gruppo che, al rientro da
un’azione, era stato accerchiato. Pino, medaglia d’oro al valore militare alla memoria,
cadde all’età di 24 anni, nella
notte tra il 2 e il 3 gennaio del
1945 ai Pilastri di Fosdinovo.
Nel 1946 i superstiti della
"Lunense" hanno eretto sulla
strada statale 446, nel luogo
dell’uccisione, un cippo con la
sua immagine.
Cinquant'anni dopo, il Comune di Fosdinovo vi ha aggiunto una lapide in ricordo
dell'eroico comandante. Il Comune di Lerici lo ricorda con
una delle principali strade nella frazione di Pugliola e nel
1968 gli dedica l’Istituto Aldal 1883
Via Mazzini 7 LERICI
Tel. 0187 967143-
berghiero di Stato.
La massima ricompensa al
valore è stata concessa alla
sua memoria con questa motivazione:
“Organizzatore di unità partigiane, partecipò col suo reparto a numerose azioni di guerriglia e ad arditi atti di sabotaggio, che gravi danni arrecarono al nemico. Valoroso tra i
valorosi, seppe trasfondere nei
suoi uomini il proprio ardimento e mai arretrò innanzi al
pericolo. Sorpreso da un reparto nazifascista mentre alla testa di una pattuglia tornava
da una audace azione, accettava combattimento e lo sosteneva con leonino ardore fino
all’ultima cartuccia, per dare
modo ai compagni di sfuggire
alla cattura. Gravemente colpito alla gola mentre, sempre
impugnando la sua arma automatica cercava di ritirarsi per
ultimo, veniva raggiunto dall’avversario, che lo finiva a
bruciapelo ed esalava l’ultimo
anelito dopo aver avuta la forza, nei rantoli dell’agonia, di
confermare in faccia al rabbioso nemico la sua fede nella redenzione della Patria. Luminoso esempio di ardimento e
di cameratismo”.
Ora Pino riposa nel cimitero di Narbostro.
Gino Cabano
SUPERM ERCATO
S UP E R CR AI S AN TERE NZO
Via Garibaldi, 49 tel. 0187-952118
I migliori cibi della tradizione ORARIO CONTINUATO
DA LUNEDÌ A SABATO
culinaria lericina - gestione familiare
ore 8.00 - 20.00
pranzi per comitive o per cerimonie
TUTTI I GIORNI PANE FRESCO
PRANZO DI PASQUA gradita la prenotazione
FRUTTA, VERDURA, SALUMERIA
www.lacalata.it
menù degustazione a 25 o 35 euro
ampie sale interne e dehors sul
porticciolo turistico
LERICI IN… - aprile 2014
REPARTI ASSISTITI DI
GASTRONOMIA, MACELLERIA,
E PANETTERIA
APERTO DOMENICA
8.30 - 13 e 16 - 20
consegna
SP ES A A DO M ICIL IO
Pagina 10
COME FUNZIONA
ANAGRAFE in febbraio 2014
abitanti al 31 gennaio
IL SERVIZIO
abitanti al 28 febbraio 10.426
DELLE FARMACIE
nati
8
Le
farmacie
sono aperte dalle
morti
13
ore
8.30
alle
12.30
e dalle ore 16
immigrati
7
alle 20 (s. 25-10); chiuse i festivi e
emigrati
124
lunedì mattina. La farmacia di turno
matrimoni
0
effettua il seguente orario di aperN B In questo mese non c’è tura: dalle ore 8.30 alle ore 13.00 e
stata una fuga di abitanti. dalle ore 15.30 alle 21.
L’alto numero di emigrati di
febbraio è dovuto quasi esclusivamente alle comunicazioni
ISTAT conseguenti la chiusura degli atti del Censimento.
La farmacia di turno nelle ore
di chiusura, e facoltativamente
dalle ore 19.30 alle 21, garantisce
il servizio a battenti chiusi con il farmacista presente in farmacia.
Certificato medico obbligatorio per detenere armi
Poiché molti
cittadini hanno
armi da fuoco,
non per farne
uso ma anche
in semplice possesso, segnaliamo, su indicazione della locale Stazione Carabinieri, questa nuova disposizione di legge, diretta a tutti
coloro che a qualsiasi titolo le
detengono, in modo che possano provvedere per tempo a
mettersi in regola senza l’ansia
della scadenza.
Il Decreto Legislativo 29-09
-2013, n. 121 (Disposizioni integrative e correttive del decreto legislativo 26 ottobre
2010, n. 204, concernente l'attuazione delle direttive CEE
relative al controllo dell'acqui-
sizione e della detenzione di
armi), dispone in modo innovativo che “Entro diciotto
mesi dalla data di entrata
in vigore del presente decreto: I soggetti detentori di
armi … devono produrre il
certificato medico per il rilascio del nulla osta all'acquisto di armi comuni da
fuoco previsto dall'articolo 35,
settimo comma, del Regio Decreto 18 giugno 1931, n. 773,
salvo che non sia stato già prodotto nei sei anni antecedenti
alla data di entrata in vigore
della presente disposizione.
Il certificato medico indicato consentirà di detenere le
armi per altri 6 anni.
I residenti di questo Comune che hanno il porto d’armi,
Bar Pasticceria
BERNARDI ORIANI
dal 1918
SAN TERENZO
VIA Matteotti, 13 - tel. 0187-971372
Specialità PONCRÉ…
… una bontà che piace.
La famiglia Oriani
augura buona PASQUA
LERICI IN… - aprile 2014
Il Gambero
Nero
I turni delle farmacie iniziano alle ore 8.30 del lunedì per terminare
alle ore 8.30 del lunedì successivo.
Farmacie di turno ad aprile:
• Dal 31 marzo al 7 aprile e dal
28 aprile al 5 maggio farmacia
Bello di Lerici,
• Dal 7-4 al 14-04 farmacia Ghigliazza di San Terenzo,
• Dal 14-4 al 21-04 farmacia
Giudici di Lerici,
• Dal 21-04 al 28-4 farmacia Padre Pio di Tellaro,
Le farmacie non di turno possono
effettuare aperture straordinarie.
di qualunque genere scaduto
da oltre 6 anni, sono obbligati
a presentare alla Stazione Carabinieri di Lerici il certificato
medico. Inoltre le persone che
detengono armi, ad esempio
ereditate semplicemente con
la sola denuncia o un nulla
osta, devono presentare ugualmente l’attestato medico.
Chi non fosse interessato a
detenere più le armi può cederle a persone titolate (chi ha
un porto d’armi valido) oppure
a rottamarle contattando la
Stazione Carabinieri di Lerici
tel. 0187-967129 negli orari di
apertura: ore 08.00-22.00
Il termine per mettersi in
regola con la legge è di 18 mesi decorrenti dal 5 novembre
2013, data di entrata in vigore
della legge.
SF
Ristorante
Il Gambero nero
TELLARO
Via Fiascherino, 108
tel.-fax 0187-965731
specialità di pesce e cantina vini
Gran menù di Pasqua € 50
(antipasti, primi, secondi, dolce - vino Vermentino)
Par cheggi o pr i vat o
Sal a per banchett i e anche…
Camere doppie e triple con vista mare
www.ristorantegamberonero.it
Pagina 11
Oh nonno, nonno, dove li prendevi questi nomi?
Il nome l’ho ereditato da
una zia morta diciottenne, così
usava: NERA. Questo nome è
stato l'incubo della mia infanzia e della mia giovinezza. Sono nata in via Trogu, già via
Nazionale, il 31 gennaio 1937,
XV anno dell'era fascista.
Il mio pensiero va a quell'unica “Befana Fascista” distribuita in un locale del viale della Vittoria della signora Domenichini. La ressa, le spinte
per arrivare al palchetto sono
difficili da descrivere e tutto
per ricevere alcune matasse di
lana “autarchica” di un bel
colore azzurro e un paio di calde pantofole per la gioia della
mamma.
Ritornando al mio nome
quando a San Terenzo venivano i saltimbanchi, il più famoso era il "Carro di Cespi", lo
spettacolo iniziava sempre così: “Era una notte nera, nera,
nera, era una notte nera, nera
come il carbon”. Per alcuni
giorni ero lo zimbello dei maschi che la cantavano alla Marina mentre giocavano al “tuntun - che la revegna fiasco” (1).
Noi ragazze, sotto la grande
palma, giocavamo alle biglie, a
palla prigioniera, a quante
belle figlie, al mio bel castello
e a tanti altri giochi.
Quando all'asilo dalla Madre Pina, a scuola dall’indimenticabile maestra Ernesta
Zolesi o al catechismo, pronunciavano il mio nome Nera
L'uomo della menta, il violinista e lo stracciaio
Se oggi chiedessi ai quarantenni quali personaggi della loro
infanzia ricordano con affetto, mi
risponderebbero, probabilmente, i
Puffi, Mazinga zeta, l'Uomo ragno. Anch’io, sessantenne santerenzina, nell' infanzia ho avuto i
miei personaggi: l’uomo della
menta, il violinista, lo stracciaio
ma, a differenza dei cartoni televisivi, i miei erano persone reali e
mi suscitavano sentimenti diversi.
Gioia il primo, malinconia il
secondo, timore il terzo.
Ai primi caldi dell’estate dalle
finestre aperte arrivava una voce
forte e nitida che gridava: uomo
della menta, uomo della menta...
Mi affacciavo sorpresa e contenta
di vedere in strada quell'uomo,
piuttosto grosso, a cavalcioni della sua bicicletta, offrire a pagamento fiaschi impagliati pieni di
quel liquido verde intenso che
avrei gustato per tutta la stagione.
Non so da dove provenisse, forse
dall'Appennino.
Rientravo in casa gridando a
mia madre che era arrivato l'uomo che vendeva la menta (come
Pasticceria - produzione propria
L’Ambrosia
via Petriccioli 19 - Lerici
Prenotazioni
tel. 0187-965712 cell. 339-2423188
A PASQUA TORNANO LE NOSTRE COLOMBE
Artigianali, tradizionali o con gusto albicocca,
frutti di bosco, cioccolato o cioccolato e pere...
pasticceria fresca e secca, torte dolci
si preparano rinfreschi dolci e salati
per tutti gli eventi - consegna a domicilio
PIZZERIA TAVOLA CALDA IL GIOGO
GIOGO
FORNO A LEGNA
via Petriccioli 44 Lerici
di fronte alla Banca
Chiuso il lunedì tel. 0187-967896 cell. 339-1626176
LERICI IN… - aprile 2014
Meucci di Osman puntualmente come Osrarn, peccato
che non chiedessero anche il
nome di mio zio Milziade. Osmanin e Mersì per i santerenzini.
Oh nonno, nonno, dove li
prendevi questi nomi? Anche
oggi quando mi presento ho un
certo imbarazzo a dire “piacere Nera” e purtroppo sarà
sempre così.
(1) Il tun-tun era un gioco dove
i ragazzi si dividevano in due
squadre. I componenti di una
squadra stavano sotto e gli altri saltavano sulla loro schiena. L'ultimo saltatore doveva
dire “Tun-tun che la revegna
fiasco”.
Nera Meucci
se lei non lo avesse sentito) e la
scongiuravo di comprarne un fiasco; l'avremmo diluita con acqua
(del rubinetto) zuccherata e sarebbe diventata la nostra bibita
estiva.
Ricordo che mi dava un fiasco
vuoto e io lo portavo, con i soldi, a
quell'omone, ricevendone uno
pieno che trionfante consegnavo
a mia madre. Verde, densa amara, quella menta che con parsimonia veniva distribuita a me e a mio
fratello rappresentava il sapore
dell'estate, la mia estate. (segue)
L. D.
CLIMACALOR snc
snc
Impianti e rivendita di materiale idraulico
LERICI loc. Guercio - Via Provinciale 15
(siamo a sinistra dopo l’incrocio per Cerri, direzione Romito)
(casa rossa) parcheggio privato
t el .-f ax 0187- 968536 cell. 335- 7699610
termosanitari
condizionamento
riscaldamento
IMPIANTI
e-mail: [email protected]
VENDITA - INSTALLAZIONE - ASSISTENZA
progettazione - esecuzione accurata impianti
formula chiavi in mano - certificazioni
Patentino DPR 43/2013 x impianti di climatizzazione
Pagina 12
Attrezzi giocattolo usati nella pratica religiosa della Settimana Santa
Qualche attrezzo, che per
taluni aspetti poteva configurarsi come giocattolo, trovava
impiego fino agli anni ’60 nelle
funzioni religiose degli ultimi
tre giorni della Settimana
Santa, quando tutte le campane vengono fermate in segno
di dolore per la passione del
Signore. Si diceva: “E campane l’en ligà”.
I momenti più significativi
consistevano nei riti liturgici
del Giovedì e Venerdì Santo,
nella processione del Cristo
morto e nel Mattutino, preghiera delle prime ore del
mattino. Gli originali aggeggi
erano usati anche dai ragazzi,
che percorrevano a gruppi le
vie del paese, per annunciare
l’orario delle funzioni e il
mezzogiorno.
L’usanza è andata col tempo scomparendo ma ci sono
persone che si stanno adoperando perché sia ripresa.
Il crepitacolo “śgrissuo”
Era un arnese di legno co-
stituito essenzialmente da un
supporto nel quale veniva infilato un asse sul quale era calettata una ruota dentata.
Facendo ruotare il manico,
la ruota dentata scontrava
contro una linguetta elastica,
sottile ma resistente, provocando un rumore tipo cicaleggio, di notevole intensità.
Il supporto poteva essere
costituito anche da due piccole
assi parallele, attraversate dal
manico che reggeva la ruota
dentata, con il sistema della
linguetta elastica. I ragazzi si
divertivano molto a “suonarle”
andando su e giù per il paese.
La battola “ a batuela”
Raimondo Pagano
Programma lezioni di
aprile 2014 di UNITRE
Lerici (ore 15.30 - 17.00 circa)
Lunedì 31 marzo Cineforum dr.
Petacco - Tutti i santi giorni.
Martedì 1 Acoustic center: disturbi dell’udito, diagnosi e terapia.
Esame gratuito dell’udito.
Mercoledì 2 gioco degli scacchi.
Venerdì 4 lezione da concordare.
Martedì 8 lezione da concordare
Mercoledì 9 gioco degli scacchi.
Venerdì 11 prof. Sergio Sciamarelli - “La civiltà greca”.
Martedì 15 prof. Cesare Letta Scienze storiche antiche (Ateneo
di Pisa) - Le guerre alpine di Augusto.
Mercoledì 16 amm. Romani opera lirica - I libretti musicali.
Martedì 22 prof. Andreucci - ingegneria astronautica (Ateneo di
Pisa) - Lo spazio: nuove scoperte.
Mercoledì 23 - gioco degli scacchi.
Martedì 29 - Chiusura dell’Anno Accademico con l’intervento
del sindaco Marco Caluri.
Era costituita da una spessa tavola in legno, della lunghezza di un tagliere da cucina, ma più stretta. All’estremità superiore aveva un incavo
per l’impugnatura, mentre da
entrambi i lati erano assicurati degli anelli metallici incernierati e in grado di muoversi.
Quando la tavola veniva
agitata in senso rotatorio, gli Tutti i martedì alle ore 17.00 c’è
anelli metallici battendo fra il corso di schola cantorum.
loro e contro la tavola produ- Gli studenti si esibiscono.
International
Real Estate
Services &
Property
Management
Lungomare Lerici -Golfo dei Poeti
Affitto appartamenti estivi
www.international-realestate.it
cell.: 3482484108 - 3478551710
[email protected]
LERICI IN… - aprile 2014
cevano un rumore metallico di
intensità notevole.
FARMACIA GHIGLIAZZA
San Terenzo - Via Mantegazza 8A
tel. 0187 970991 - 0187 971588
www.farmaciaghigliazza.it
Prenotazione cup
da lunedì a venerdì ore 8.45 - 10.30
sabato dalle ore 9,30 alle 10,30
i nst all azi one e lettur a holt er
car di aco e pressorio 24 h
consegna a domicilio di prodotti per persone anziane o
con gravi problemi di salute; le richieste devono pervenire entro le ore 11, salvo urgenze
Quando non di turno chiusa lunedì mattina e domenica
Aperture straordinarie il 1° aprile e il 25 aprile ore 9.00 - 12.30
Pagina 13
Un Lotario pittore e un Lotario editore a Lerici (3) lioni di fanciulli con testate
Lotario Vecchi editore (2) luppò allora in Francia e in che “resteranno nella storia
In Italia esisteva già il
“Corriere dei piccoli”, ma ai
ragazzini cominciavano a
non piacere più le vignette
con didascalie in versi sotto
il disegno colorato. Il 17 dicembre 1932 Vecchi pubblicò “Jumbo”: un altro grande
successo con tiratura di
350.000 copie, rispetto alle
220.000 del Corrierino.
A Jumbo fecero seguito
vari personaggi e racconti,
fra i quali “Ken, il tamburino di Drake”, “Colomba
Bianca, regina dei Navajos”,
“Titì, Totò e lo zio Maso”,
“Mandrake”, “Tarzan” e altri periodici quali “Rin Tin
Tin”,
“Bombolo”,
“Primarosa” e “Audace”, seguitissimi.
Ma altri guai vennero dal
regime; la casa editrice si
serviva di un’agenzia inglese, la “Amalgamated Press”,
per diffondere i giornalini
in Gran Bretagna. Ciò naturalmente non piaceva e fu
ostacolata in tutti i modi
sino ad arrivare al divieto
di importazione di racconti
dall’estero. L’attività si svi-
altre nazioni e continuò nel
dopoguerra in tutti i rami;
ai quali si aggiunse quello
delle figurine.
Diceva Vecchi: “Siamo
stati i primi a fare le figurine con le quali, ancora una
volta, dopo i romanzi a dispense ed i “comics”, abbiamo invaso l’Europa, anticipando tutti”. Il “Salone internazionale del fumetto”,
tenutosi a Lucca nel 1974,
diede ampia e grata testimonianza alla casa editrice
Vecchi di aver divertito mi-
(fine)
Raimondo Pagano
Purtroppo con l’aria
della primavera non
riesco più a tenerli
a bada
dott. Casaleggio
come mai oggi ha un
grillino per capello?
Vignetta di
Irene Gennaro
L’OSTERIA DEL MARE
LERICI piazza Cesare Battisti 2
tel. 0187-974074
cucina tipica locale
specialità di mare
prelibatezze del Golfo
ENOTECA
gestione familiare
locale caratteristico e dehors
gradita la prenotazione
cell. 348-5665223 o 333-4764215
PRANZO DI PASQUA a menù fisso
LERICI IN… - aprile 2014
della letteratura infantile”.
Il giornalista Ezio Ferraro, dopo aver rimarcato che
enti, sodalizi e privati lericini hanno conosciuto la sua
generosità, chiude osservando: “Filosofo della vita,
minuto come sempre, modesto e tranquillo, preciso e
onesto oltre lo scrupolo,
questo gigante dell’editoria
popolare non è solo storia
ma anche mito”. Lotario
Vecchi si è spento a Milano
nel 1985, all’età di 97 anni.
Sede di LERICI
42 anni di esperienza
L’Agenzia Migliorini vi aspetta
nella nuova sede di via Roma 31
tel . 0 187 -969 139
ce ll. 348 -7 93190 2
Compra - vendita - Stima
E -mai l: [email protected]
We b: www.migliorini.net
Pagina 14
La coppa un po’ meno misteriosa
per di Zurigo nel 1928, fu immatricolata come J 440 con il
nome di “Fledermaus IV” che
significa appunto “pipistrello”.
Nel 1933 il nome fu italianizzato e nel 1987 l’imbarcazione
Su Lerici In di marzo abbiamo scritto del ritrovamento
di una bellissima coppa in argento vinta nel 1937 e avevamo terminato l’articolo promettendo di rendere noti i risultati dell’“l’indagine” allorquando lo Yacht Club di Zurigo, organizzatore delle regate,
avesse risposto alle nostre domande.
La risposta è arrivata puntuale per e-mail. Ci hanno
mandato una diecina di pagine di un libro, naturalmente
in tedesco, che racconta quelle
storiche regate e soprattutto
riporta la classifica finale dove
risulta che al secondo posto si
era classificata la barca chiamata “Pipistrello” con equipaggio italiano.
Continuando la ricerca abbiamo trovato la barca che,
come potete vedere dalle fotografie, è in ottimo stato e si
trova a “Schaalsee”, un lago
nel Nord della Germania a 50
Km. a sud-est di Amburgo.
Costruita nei cantieri Pie-
Sio-Ca’ (Alfredo Lupi)
CASTELLO DI SAN TERENZO
fu completamente restaurata.
Come si può notare dalle
foto, questo tipo di imbarcazione porta vele auriche, con randa, controranda e fiocco. La
superficie velica di 22 metri
quadrati è enorme per una
barca a deriva mobile se pensate che una tale dimensione è
compatibile con lo “Star” a chiglia fissa con bulbo che abbassando il centro di gravità aumenta la stabilità dell’imbarcazione.
Dal 1940 si è preferito armare queste barche con vele
da 15 mq. e per le regate olimpiche si è preferito sostituirle
fin dal 1936 con la Jole olimpionica, classe O, una randa
senza fiocco e manovrabile dal
solo timoniere. Noi a San Terenzo ricordiamo la Jole di
IL PARCO SHELLEY
è aperto dalle ore 10 alle 18.
MOLINARI MODA 1932
Via del Prione 286 La Spezia
Abbigliamento uomo donna
pellicceria
Cerimonia
sposa - sposo
tel 0187-770208 / 770772
8 Marzo. La Coop contro
la violenza sulle donne
In occasione della “Festa della
Donna” il tradizionale omaggio
floreale alle clienti quest’anno è
stato sostituito da un corrispondente contributo alla “Associazione Donna” della Spezia che
opera a favore delle donne che
hanno subito violenza.
COOP 1° MAGGIO
Main sponsor Carispezia
Viale della Vittoria, 14
San Terenzo tel. 0187-952115
Da più di un secolo al servizio dei soci
e della comunità santerenzina:
e Comune di Lerici
Venere Azzurra
tel. 0187-965773 parcheggio privato
Prezzi e orari: www.lericisport1954.it
IL NUOTO A LERICI TUTTO L’ANNO
• Corsi
di nuoto per bambini, anche propedeutici alla pallanuoto
preparazione: CAMPUS estivo per ragazzi
• Corsi
di nuoto per adulti - nuoto libero
e acquagym per gestanti
Aquagol e pallanuoto per ragazzi
• Acquagym
•
È visitabile gratuitamente il sabato
e la domenica dalle ore 15 alle 17.
LERICI SPORT 1954
c/o Piscina
• In
Giovanni Tobino, quasi sempre governata da Renzo Ferbel
(l’angioletto) e quella del “Binù” un “vitellone” spezzino che
bordeggiava lungo le nostre
coste come se stesse facendo le
“vasche” in via Chiodo.
In seguito la Jole fu sostituita dalla classe “Finn” che
ha pressappoco le stesse caratteristiche di velatura e noi ricordiamo il Finn del dottor Ciro Brusacà. (segue)
LERICI IN… - aprile 2014
il miglior servizio, con prodotti di
qualità, al prezzo più conveniente
Aperta da lunedì a venerdì ore 8-12.45 e 17-19.30
sabato ore 8-12.45 e 16 45-19.30
Essere socio coop
ti da una marcia in più
Pagina 15
EUROSPIN
via Scoglietti 22 LERICI loc. Muggiano
tel. 0187-952116
AMPIO PARCHEGGIO PER LA CLIENTELA
La spesa intelligente
da lunedì a sabato orario continuato ore 8.00 - 20.00
la domenica ore 8.30 - 13.00
offerte speciali a rotazione ogni 15 giorni
.
nei nostri reparti trovate:
•gastronomia
•pane fresco e prodotti locali
•carne e preparati di carne
•pesce fresco
•frutta e verdura
•gelati e surgelati
•prodotti alimentari
• cibo per gli animali
• prodotti per la casa e per
l’igiene
• ...e tanto altro ancora
Superato San Terenzo, ci trovate a sinistra, subito dopo la galleria degli Scoglietti
I “Pirati” all’assalto di Genova (dal nostro inviato speciale)
Dopo il successo riportato nelle gare provinciali di basket per la
conquista del Trofeo Ravano, i
“Pirati” hanno potuto partecipare
alle gare regionali che si sono
svolte a Genova. La squadra era
formata da alunni delle classi
quinte della scuola primaria di
San Terenzo. Il mattino del 6 febbraio, alle ore 8, gli atleti si sono
recati al Campetto dove li aspettava il pullman che li avrebbe portati nel capoluogo.
L’emozione era tanta; gli alunni non stavano più nella pelle per
la gioia di vivere questa nuova
avventura in una città dove molti
di loro non erano mai stati.
L’emozione, però, è stata ancora maggiore quando i “Pirati”
Calevo Nestore & F. s.r.l.
Calevo Prefabbricati s.r.l.
magazzino
via Provinciale, 386
19030 Romito Magra
tel. 0187-988010 / 0187-988226
fax 0187-988403
stabilimento
Show room pavimenti, arredo
bagno, rivestimenti
GRUPPO CALEVO
dal 1888
LERICI IN… - aprile 2014
sono entrati nel palazzetto, o meglio “Palazzone dello sport”; qui
oltre al campo di basket, c’era
addirittura un campo di calcio!
Tutto questo però non ha distratto gli atleti che non hanno
perso la concentrazione e infatti,
partita dopo partita, tutte vittoriose, hanno conquistato il diritto di
accedere alla finale. A questo
punto le cose si sono complicate:
gli avversari, la squadra di Alassio, erano molto forti e combattivi
e, nonostante la grinta dei “Pirati”,
la partita si è conclusa con il punteggio di 32 a 18 per gli avversari.
I “Pirati” si sono, comunque,
classificati al secondo posto. Di
sicuro emozionante il momento
della premiazione: gli atleti, commossi, hanno ricevuto una medaglia d’argento ciascuno e una bella coppa che resterà a scuola in
ricordo di un’esaltante competizione.
Tommaso Tincani
materiale per l’edilizia,
caminetti e stufe, ferramenta,
idraulica, centro colore
via Montesagro, 11
19021 Arcola
tel. 0187-954392
fax 0187-986605
solai
lastre
gabbie presaldate
ferro lavorato
w w w. c a l e v o . i t
Pagina 16
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
1 002 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content