close

Enter

Log in using OpenID

criptismo, mimetismo - Scienze | Roma Tre

embedDownload
Corso di Zoologia
BIOLOGIA
EVOLUZIONISTICA
(5)
(criptismo, mimetismo)
I fenomeni di criptismo e di mimetismo:
un eclatante esempio di adattamento
Il criptismo
Colorazioni e forme criptiche associati
Colorazione e atteggiamenti criptici negli
Emitteri Omotteri (cicale)
Colorazioni, forme, comportamenti criptici nei
Fasmidi (insetti stecco)
Il fasmide Parasosibia parva che imita
un rametto.
Forme e colorazioni criptiche
in Insetti di vari ordini
Forme e colorazioni criptiche in Insetti di
vari ordini
Colorazioni e atteggiamenti criptici nei
Molluschi Cefalopodi
Forme e colorazioni criptiche negli Osteitti
Forme e colorazioni criptiche
negli Osteitti
Colorazioni e atteggiamenti criptici in Rettili
Inserisci immagini di
camaleonte del Namib e
dell’Etosha con variazione e
discuti delle variazioni di colore
con cromatofori
I casi di “melanismo industriale”
in farfalle notturne
Sono numerosi i casi di falene con
fenomeni analoghi
Alcune specie di farfalle notturne presentano forme
melaniche nei distretti industriali
Un caso sperimentato di evoluzione di colorazioni criptiche
Fenomeni di criptismo
come variazione rapida
di frequenze alleliche in
risposta a pressioni
selettive dovute a
variazioni ambientali
Colori e forme fanerici
1. Minaccia
2. Falso avvertimento
3. Inganno (“mimetismo
di Peckam”)
Minaccia e inganno
Molti animali hanno colorazioni simili agli
occhi di vertebrati, sia in ambiente terrestre
sia acquatico
L’enigma delle macchie “a
forma di occhio di vertebrato”
Gli occhiali non servono solo a veder
meglio, ma anche a farsi vedere meglio,
ovvero a minacciare
“occhi” non solo in invertebrati, ma anche in vertebrati,
sia acquatici sia terrestri, predatori e predati
Comportamenti e forme che
inducono inganno per predare
o trarre altro vantaggio
Ragni con esche
Comportamenti
ingannevoli
Formiche
“mungitrici” di afidi
Insetti mirmecofili
simbionti che si fanno
accettare tramite
comportamenti e segnali
chimici “da formica”
Strutture di
inganno per
predare (Modello
di Peckam)
Fenomeni di cosiddetto “mimetismo parassitario”
Le vedove
africane
b
a
La vedova paradisea da adulto
non è simile, nell’aspetto, ai
genitori adottivi dei suoi piccoli,
un altro passeriforme africano
d
Inganno collettivo per evitare la predazione
Uova di
lepidotteri
aggregate
Il vero mimetismo: colorazioni
e forme aposematiche
1. Sistemi di mimetismo batesiano
(Bates)
2. Sistemi di mimetismo
muelleriano (Mueller)
3. ? Sistemi di mimetismo
mertensiano (Mertens)
Il sistema è composto da:
(a) un modello, aposematico e
inappetibile
(b) uno o più mimi
aposematici e simili al
modello, inappetibili
(batesiano) o appetibili
(muelleriano)
(c) il predatore
I presupposti perché funzioni il modello
batesiano sono:
- mimo appetibile, modello inappetibile
- mimo simile al modello
- mimo sintopico e sincronico con il
modello
- mimo in numero minore del modello
- predatore che usa la vista e ha capacità
di apprendimento
Coevoluzione di segnali per evitare “danni” reciproci
O*
S
L’apoideo produce un chiaro e definito segnale di attenzione(S); l’uccello trova
questo insetto inappetibile, imparando attraverso l’ esperienza il significato del
segnale (S) e risponde (O*) per allontanare il bombo. Entrambe le specie traggono
beneficio da questa coevoluzione di sistemi basati su segnali nterspecifici
modello
Il mimetismo
considerabile un
fenomeno di
parassitismo su
processi di
coevoluzione di
segnale?
mimo
predatore
Mimetismo batesiano
modello
mimo
Imenottero
Vespidae
inappetibile
Lepidottero
Sesiidae
appetibile
Mimetismo batesiano
Farfalla monarca (inappetibile)
Farfalla viceré (appetibile)
Esempi di
mimi
batesiani
MIMI
MODELLI
India
Papilio polytes
Pachliopta aristolochiae
U.S.A.
Papilio troilus
Battus philenor
Esempi di mimetismo batesiano fra farfalle diurne
Mimi
Modello
Limenitis astyanax
Battus philenor
Papilio glaucus
U.S.A.
Mimi
Modelli
U.S.A
Limenitis archippus
Danaus plexippus
Filippine
Graphium idaeoides
Idaea leuconoe
Esempi di mimetismo batesiano fra farfalle diurne
Limenitis arthemis, appetibile e Battus
philenor, che accumula sostanze
tossiche dalla pianta mangiata dal bruco
Mimetismo batesiano ?
Spiegazione del modello batesiano
I presupposti perché funzioni il modello
muelleriano sono:
- mimo e modello sono inappettibili e
simili tra loro
- i mimi sono a loro volta modelli
- mimi-modelli sintopici e sincronici
- mimi-modelli in numero vario, anche
simile
- predatore che usa la vista e ha
capacità di apprendimento
Si conoscono
vere e proprie
catene mimetiche
muelleriane
Mimetismo muelleriano
Le farfalle Heliconius erato e H.melpomene del Sud America hanno
colori e forme alari molto simili ed entrambe sono tossiche
Esempi di complessi mimetici
Modelli muelleriani
Mimo batesiano
Venezuela
Heliconius hecale
Charonias eurytele
Tithorea harmonia
Esempi di complessi mimetici muelleriani
Upland melanic mimicry ring in NE Peru
© Mathieu Joron 2001
The photo shows Müllerian mimicry of various Ithomiinae, a day-flying moth and
Heliconius numata from San Martín, Eastern Peru. This sub-ring of the tiger ithomiine
mimicry ring occurs commonly between 500 and 1800 m altitude on the Eastern slopes of
the Andes from Ecuador to Bolivia. Top row: Hypothyris meterus meterus, Mechanitis
mazaeus ssp. Second row: Hyposcada anchiala mendax,Heliconius numata bicoloratus
(Nymphalidae: Heliconiiti). Third row: Chetone sp. (Arctiidae: Pericopinae), Melinaea
"marsaeus" mothone. All are Nymphalidae: Ithomiinae unless otherwise stated. See also
details of other ithomiine -- H. numata mimicry rings from San Martín, Mathieu Joron's web
page and the paper by Joron et al. on the maintenance of mimetic polymorphism in
Heliconius numata.
Anello mimetico in farfalle del Perù
In aree tropicali sono
noti complessi
mimetici misti
batesiani-muelleriani,
stratificati in livelli
funzionali diversi
degli ecosistemi
tropicali pluviali
Peru’
Dismorphia orise
(mimo batesiano)
Methona confusa
(modello mulleriano)
Zygaena ephialtes, farfalla
a colorazioni polimorfiche
e inappetibile, entra in
diverse catene muelleriane
con specie differenti, a
seconda del fenotipo, in
distinte aree geografiche
europee
Il sistema muelleriano di Zygaena ephialtes: l’importanza del
polimorfismo
Colorazioni aposematiche: possibile caso di
mimetismo mertensiano nei serpenti corallo
innocuo
parzialmente velenoso
specie innocue, parzialmente velenose, mortali
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
3
File Size
14 435 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content