close

Enter

Log in using OpenID

Clicca Qui Per Leggere ()

embedDownload
NUMERO 174 - 21 OTTOBRE 2014
2
3
4
5
6
8
Nuove Emissioni
Nuovi “fattori” di
rendimento
SG irrompe sull’ETFPlus con una
carica di 19 ETC
Pillole ETF
Deutsche Bank taglia il TER
dell’ETF sul Nikkei
Nuove Emissioni
iShares porta in Europa la gamma
dei “Factor ETF”
Tema caldo
Anche SPDR ETF affila le armi nella guerra
dei costi
Focus Banca IMI
Nuovo BTP Italia, valutazioni
ancora attraenti
Commento agli ETF
Corrono gli short 2X sul Dax
È disponibile la nuova app di ETF news per il tuo Ipad, è gratis!
2
SG irrompe sull’ETFPlus con una carica di 19 ETC
Sovracollaterizzazione
al
105%
La gamma di SG ETC si divide
in due tipologie: ETC a Leva
Fissa giornaliera x3 Long e
Short su singole materie prime
e indici azionari; ETC Long e
Short su Oro e Petrolio. Della
seconda tipologia fa parte anche un ETC sull’oro con protezione dal rischio cambio. Gli
ETC dell’emittente transalpina
risultano emessi da una società-veicolo della UE (Lussem-
MATERIE PRIME x3
burgo), escludendo così soluzioni off-shore. Sono inoltre
una leva 7) e per gli ETC/ETN a leva sul mercato ETFPlus
garantiti in maniera incondizionata e irrevocabile da Société
ha spinto Société Générale ad ampliare la gamma di struGénérale.
menti a leva. Guardando gli scambi sul mercato italiano
Al fine di annullare/mitigare il rischio di controparte è preemerge infatti che gli ETC più scambiati sono proprio quelli
visto un collaterale a garanzia che si allinea alla normativa
a leva se si eccettua uno che ha come sottostante l’oro. La
UCITS in termini di qualità e diversificazione. Il collatescelta dell’ETFPlus come mercato di sbocco di questi nuovi
rale è pari al 105% su base giornaliera e risulta segregato
strumenti è dettata dall’intento di attirare un target differente
presso Bank of New York Mellon. Gli ETC godono infine
di investitori rispetto a quelli prettamente retail che sono sodi una fiscalità semplificata identica a quella dei certificate
liti utilizzare i certificati a leva fissa. Gli ETC risultano invece
con le plusvalenze che possono essere compensate con
UCITS Eligible, ossia possono essere inseriti in portafogli di
eventuali minusvalenze pregresse, mentre le minusvalenze
fondi e Sicav. “Nell’aprirci a questo nuovo segmento – ha
possono essere portate in compensazione con eventuali
detto Marcello Chelli, responsabile prodotti quotati di Sofuture plusvalenze per i successivi 4 esercizi.
ciété Générale in Italia – abbiamo deciso che i nostri ETC
avrebbero dovuto rispondere a
tutti i migliori standard di merI 19 nuovi ETC targati SG
cato, per offrire la qualità più
Nome ETC/ETN
Leva
Codice ISIN
TER
SG ETC Gold +3x Daily Leveraged Collateralized
LONG +3x
XS1073721133
0,98%
elevata e le maggiori tutele agli
SG ETC Gold -3x Daily Short Collateralized
SHORT -3x
XS1073721216
0,98%
investitori”.
MATERIE PRIME
Nuovo importante player sul mercato ETFPlus di Borsa Italiana. Société Générale, già leader in Italia nel segmento
ETF con il marchio Lyxor, ha fatto il suo debutto il 17 ottobre
con il brand SG Issuer che diventerà il punto di riferimento
per quanto riguarda certificati e ETC/ETN. Il debutto è
avvenuto con una folta schiera di novità, in tutto 19 ETC/
ETN, con la predominanza di strumenti che permettono di
andare a leva su singole commodity o indici azionari.
Poiché la normativa UCITS permette una leva massima
di 2x, gli strumenti a leva tre non rientrano nella categoria dei fondi comuni risultando quindi Exchange-traded
Notes (ETN) o Exchange-traded
Société Générale Commodities (ETC) a seconda se
ha quotato su il sottostante è rappresentato da
Borsa Italiana la indici azionari o singole materie
sua prima gamma prime. Questi strumenti proposti
di ETC tra cui spiccano da SG Issuer non sono quindi
diversi replicanti a fondi comuni di investimento ma
leva 3 su singole titoli atipici (collateralised securicommodity e su indici ties). che garantiscono l’esposiazionari zione con leva (3x) e con leva
inversa (-3x). Sono comunque
molte le similitudini con il funzionamento degli ETF: replicano anch’essi l’andamento di un determinato indice,
sono scambiati sui mercati regolarizzati come le azioni e
possono riguardare diverse tipologie d’investimento (azioni,
obbligazioni, commodity, valute, etc). Da ricordare che la
performance degli ETC a leva viene calcolata sulla base dei
rendimenti giornalieri composti, pertanto i rendimenti misurati su periodi maggiori di un giorno possono discostarsi da
quelli offerti dall’indice di riferimento (effetto compounding).
L’apprezzamento mostrato dagli investitori italiani per i certificati a leva fissa presenti nel Sedex (che si spingono fino a
AZIONARI x3
a cura di Titta Ferraro
TEMA CALDO
SG ETC
SG ETC
SG ETC
SG ETC
SG ETC
SG ETC
SG ETC
SG ETC
SG ETC
SG ETC
SG ETC
SG ETC
SG ETC
SG ETC
SG ETC
SG ETC
SG ETC
Wti Oil +3x Daily Leveraged Collateralized
Wti Oil -3x Daily Short Collateralized
Silver +3x Daily Leveraged Collateralized
Silver -3x Daily Short Collateralized
Natural Gas +3x Daily Leveraged Collateralized
Natural Gas -3x Daily Short Collateralized
SG ETC Gold Collateralized
Gold -1x Daily Short Collateralized
Gold Daily Euro Hedged Collateralized
Wti Oil Collateralized
Wti Oil -1x Daily Short Collateralized
Ftse Mib +3x Daily Leveraged Collateralized
Ftse Mib -3x Daily Short Collateralized
Dax +3x Daily Leveraged Collateralized
Dax -3x Daily Short Collateralized
Euro Stoxx 50 +3x Daily Leveraged Collateralized
Euro Stoxx 50 -3x Daily Short Collateralized
LONG +3x
SHORT -3x
LONG +3x
SHORT -3x
LONG +3x
SHORT -3x
LONG
SHORT
LONG
LONG
SHORT
LONG +3x
SHORT -3x
LONG +3x
SHORT -3x
LONG +3x
SHORT -3x
XS1073721646
XS1073721729
XS1073721307
XS1073721489
XS1073720911
XS1073721059
XS1073721992
XS1073722024
XS1073721562
XS1073722297
XS1073722370
XS1101721923
XS1101724869
XS1101723622
XS1101722228
XS1101724513
XS1101721683
0,98%
0,98%
0,98%
0,98%
0,98%
0,98%
0,29%
0,95%
0,48%
0,48%
0,95%
0,69%
0,69%
0,69%
0,69%
0,69%
0,69%
Fonte: Elaborazioni ETF News
NEWS DAL MONDO ETF
News
Deutsche Bank taglia il TER sul Nikkei
Deutsche Asset & Wealth Management (Deutsche AWM), società del gruppo
Deutsche Bank, ha ridotto la fee annuale omnicomprensiva per il db x-trackers
Nikkei 225 UCITS ETF (DR) dallo 0,25% allo 0,09% annuo. Il db x-trackers Nikkei
225 UCITS ETF (DR) appartiene alla gamma core-ETF di Deutsche AWM lanciata
nel febbraio 2014 per soddisfare le esigenze di tutte le tipologie di investitori in
cerca di un costo complessivo contenuto (costo totale di acquisizione, detenzione
e della successiva chiusura dell’investimento). Tutti gli ETF db X-trackers core
replicano i rispettivi indici attraverso una replica diretta, fisica, con una fee annuale
omnicomprensiva compresa fra lo 0,07% e lo 0,19% annuo.
Source lancia con Ashmore i primi ETF attivi sui bond emergenti
Source e Ashmore, società di investimento specializzata nelle strategie di gestione
attiva, hanno lanciato i primi ETF a gestione attiva che permettono di prendere
posizione sulle obbligazioni dei mercati emergenti. Gli ETF UCITS di Ashmore
Source sono nuove classi di azioni della SICAV di Ashmore. Il fondo Ashmore
SICAV Emerging Markets Total Return propone una strategia di gestione attiva,
suddividendo gli investimenti tra obbligazioni corporate dei mercati emergenti,
debito sovrano denominato in valuta locale e in dollari USA, per approfittare delle
opportunità offerte dal ciclo di mercato. Il fondo Ashmore SICAV Emerging Markets
Corporate Debt offre un’esposizione maggiormente focalizzata sulle obbligazioni
corporate dei mercati emergenti, dove gli spread sono più elevati rispetto a quelli
dei mercati sviluppati.
ETF: ritmo afflussi in calo a settembre, interesse verso le large cap di Wall
Street
In rallentamento gli afflussi sul mercato ETF. A settembre le incertezze sulla
crescita a livello internazionale hanno orientato gli investitori verso gli Stati Uniti e
all’area dei mercati globali con esposizioni allargate. Dal report “ETP Landscape
– Industry Highlights” di BlackRock sull’andamento del mercato degli ETP emerge
che gli afflussi sono stati pari a 8,9 miliardi di dollari lo scorso mese portando il
totale da inizio anno a 190,9 miliardi di dollari. Tra i segmenti che hanno registrato
significativi flussi si contraddistinguono le large cap statunitensi con 12,6 miliardi di
dollari, gli azionari dei mercati sviluppati con esposizioni allargate (globale e globale
3
Deutsche Asset
& Wealth Management
Il primo ETF fisico in Europa sull’indice
di azioni A cinesi CSI300
db x-trackers Harvest CSI300 Index UCITS ETF (DR)
ISIN
LU0875160326
TER
Dividendi
Replica
1,10%
Distribuzione
Diretta
Internet: www.dbxtrackers.it
Numero verde: 800 90 22 55
Prima dell’adesione leggere il documento di quotazione, il prospetto ed il KIID del comparto
rilevante.
Avvertenze – Potete ottenere gratuitamente tali documenti presso Deutsche Bank AG, Via Turati 27, 20121 Milano e sul
sito www.dbxtrackers.com. db x-trackers è un marchio commerciale di proprietà di Deutsche Bank AG. Gli ETF descritti
nel presente opuscolo informativo sono azioni di db x-trackers, una società d’investimento costituita ai sensi del diritto
lussemburghese nella forma di Société d’Investissement à Capital Variable (SICAV). Deutsche Bank AG e lo sponsor
degli indici non rilasciano alcuna dichiarazione o garanzia circa i rendimenti che possono essere ottenuti dall’utilizzo del
relativo indice. Le informazioni contenute nel presente documento sono destinate esclusivamente all’utilizzo in Italia. La
pubblicazione del presente documento non costituisce una modalità di offerta al pubblico da parte di Deutsche Bank AG
e non costituisce o intende fornire alcun giudizio, da parte della stessa, sull’opportunità dell’eventuale investimento ivi
descritto. Deutsche Asset & Wealth Management racchiude in sé tutte le attività di asset management and wealth
management condotte da Deutsche Bank AG e dalle sue filiali e succursali. Deutsche Asset & Wealth Management
fornisce prodotti e servizi alla propria clientela tramite una o più soggetti giuridici che possono essere indentificati dai
clienti all’interno dei contratti, accordi, materiali di offerta o altra documentazione pertinente a tali prodotti o servizi.
a cura di Titta Ferraro
NUOVE EMISSIONI
4
iShares porta in Europa la gamma “Factor ETF”
Bassi, Norvegia, Spagna e Svezia) e quindi
Strumenti sempre più sofisticati per andare
accessibili ai soli investitori professionali.
incontro ad esigenze specifiche d’investimento, sia per diversificare al meglio la comEsposizione mirata a 4 fattori specifici
ponente core del portafoglio sia per quella
Ognuno dei quattro Factor ETF consente un
di nicchia. L’offerta di prodotti che rientrano
accesso ai mercati azionari globali con l’innella famiglia degli smart Beta, ossia che si
tento di offrire un’esposizione mirata ad uno
rifanno a indici di strategia che si prefiggono
specifico fattore che storicamente ha regidi superare alcune delle inefficienze dei tradistrato un rendimento corretto per il rischio più
zionali indici a capitalizzazione, è in continua
elevato. I fattori sono: value, capitalizzazioevoluzione con nuovi strumenti atti ad allarne, quality e momentum.
gare lo spettro delle opportunità per prendeOgnuno di questi fattori è pensato per assere posizione sui mercati. In tal senso va la
condare una particolare visione specifica su
gamma di Factor ETF proposta da iShares
un singolo fattore per tutto il ciclo economiche va ad allargare la piattaforma Smart Beta
co. Deborah Yang, responsabile del business
dell’emittente leader globale nel campo degli
dell’indice MSCI nell’area EMEA e India, ha
ETF che comprende già fondi con fattore “mirimarcato come la famiglia di indici Factor
nimum volatility”, ovvero prodotti che offrono
MSCI attualmente vanta un patrimonio inveesposizioni di mercato ampie e diversificate
stito in strumenti che li replicano superiore ai
con una volatilità dei rendimenti ridotta.
100 miliardi di dollari. Negli Stati Uniti iShaI quattro nuovi ETF quotati a Londra e Franres già annovera una gamma di Factor ETF
coforte sono volti a cogliere fonti di rendimenti
su analoghi fattori ma legati a indici Msci
che non possono essere isolate tramite i tradiUsa. “I nuovi fondi Factor consentono agli
zionali indici ponderati sulla capitalizzazione di
investitori di evidenziare spemercato. Si tratta di
cifiche visioni di investimenfondi a replica fisica
Debutto
a
Londra
e
to o costruire un portafoglio
con un TER pari allo
Francoforte per una nuova ampiamente diversificato con
0,30%. I Factor ETF
gamma di ETF targati la dimensione del fattore con
di iShares risultano
iShares che consente di l’obiettivo di sovraperformaregistrati in Italia e
cogliere specifici driver re il mercato azionario allarin altri Paesi europei
di rischio-rendimento sui gato”, ha commentato Sara
(Austria, Danimarca,
Finlandia, Francia,
mercati azionari globali Shores, responsabile Globale
Smart Beta di BlackRock.
Lussemburgo, Paesi
Caratteristiche dei Factor ETF di iShares
Fattore
Fondo
Obiettivo
Obiettivo
iShares MSCI World Value
Factor UCITS ETF
Esposizione ad un sottoinsieme
dell’indice MSCI World, selezionando titoli
sottovalutati alla luce dei loro fondamentali
Capitalizzazione
iShares MSCI World Size
Factor UCITS ETF
Esposizione a società di bassa
capitalizzazione nell’ambito dell’universo
d’investimento MSCI World
iShares MSCI World
Momentum Factor UCITS ETF
Esposizione ad un sottoinsieme di
titoli dell’indice MSCI World che hanno
recentemente registrato un rendimento
corretto per il rischio più elevato
Momentum
Quality
Esposizione a un sottoinsieme di titoli
iShares MSCI World Quality dell’indice
MSCI World che presentano una
Factor UCITS ETF
solida situazione patrimoniale e utili stabili
Fonte: iShares
Anche SPDR ETF affila le armi nella guerra dei costi
La guerra sui costi prende sempre più piede sul mercato europeo degli ETF, sulla falsariga di quanto accaduto
negli ultimi anni sull’altra sponda dell’Atlantico. La voce
costi, in particolare il TER, risulta infatti sempre più in prima fila tra quelle prese in considerazione dagli investitori
prima di acquistare un replicante. Gli investitori europei si
mostrano alla ricerca di prodotti il più efficienti possibile
a livello di costi e i maggiori emittenti si stanno mostrando sempre più propensi a “guerreggiare” su tale fronte
per proporre TER sempre più ridotti ai minimi termini. La
corsa alla riduzione del TER ha coinvolto tutti i principali
emittenti di ETF con una decisa accelerazione di tale
“price war” avvenuta lo scorso anno in coincidenza con
l’approdo nel Vecchio continente di Vanguard, emittente
statunitense fortemente competitiva sui costi. Ultima in
ordine di tempo a fare leva sulla voce costi è stata State
Street Global Advisors (SSGA) che questo mese ha apportato cambiamenti nella propria gamma di SPDR ETFs
disponibili in Europa, tra cui una riduzione delle commissioni per 15 dei suoi ETF core azionari e obbligazionari.
SSGA ha anche proposto il consolidamento degli ETF in
una singola piattaforma “per venire incontro alle esigenze
del sempre più maturo mercato europeo degli ETF”.
5
Sforbiciata media del 20% del TER per 15 ETF core
La riduzione delle commissioni decisa da SSgA comporta
per gli investitori un risparmio medio del 20% su 15 ETF
core azionari e obbligazionari. La riduzione più significativa riguarda il replicante legato all’S&P 500, il cui
TER è stato ridotto da 15 bps a 9 bps. SSgA ha anche
proposto la fusione dei suoi 13 ETF domiciliati in Francia
in un’unica struttura centralizzata in Irlanda che emetterà
e regolerà attraverso un International Central Securities
Depository (ICSD) tramite Euroclear. SSgA con questa
struttura mira a pervenire a benefici quali una riduzione
dei rischi e dei costi operativi, il miglioramento della liquidità, una riduzione degli spread bid-ask e la creazione di
processi più snelli e accurati per tutte le parti interessate.
“Abbiamo recentemente assistito a una notevole crescita di popolarità degli ETF, che sono ormai annoverati
tra i principali strumenti di investimento come risultato
dell’evoluzione delle esigenze degli investitori nell’attuale scenario economico”, ha commentato Alexis Marinof,
responsabile di SPDR ETFs per Europa, Middle East e
Africa (EMEA). “Questi cambiamenti – ha aggiunto Marinof - hanno l’obiettivo di fornire ai nostri clienti un’offerta
sempre più competitiva, capace di soddisfare i loro bisogni e quelli di un mercato europeo sempre più maturo”..
Gli ETF su cui SPDR ha tagliato il TER
Fondo
SPDR MSCI Emerging Markets UCITS ETF
SPDR MSCI EM Asia UCITS ETF
SPDR MSCI EM Latin America UCITS ETF
SPDR MSCI EM Europe UCITS ETF
SPDR S&P Emerging Markets Dividend UCITS ETF
SPDR MSCI Emerging Markets Small Cap UCITS ETF
SPDR MSCI EM Beyond BRIC UCITS ETF
SPDR MSCI ACWI UCITS ETF
SPDR MSCI ACWI IMI UCITS ETF
SPDR FTSE UK All Share UCITS ETF
SPDR Barclays Euro High Yield Bond UCITS ETF
SPDR Barclays Euro Aggregate Bond UCITS ETF
SPDR Barclays US Aggregate Bond UCITS ETF
SPDR MSCI EMU UCITS ETF
SPDR S&P 500® UCITS ETF
A Francoforte il primo ETF su bond convertibili
SSgA inoltre a metà mese ha ampliato la propria gamma europea lanciando sulla Borsa di Francoforte lo
Spdr Thomson Reuters Global Convertible Bond Ucit
Etf (Isin: IE00BNH72088), primo ETF in assoluto in
Europa a dare accesso al mercato dei bond convertibili.
“I convertible bond risultano un valido strumento di diversificazione - ha rimarcato Marinof - con storicamente una minore correL’emittente che fa
lazione con i mercati
capo a State Street
azionari e obbligazioha provveduto alla
nari tradizionali e tiriduzione delle
picamente hanno una
commissioni
a livello
minore sensibilità alle
europeo e proposto
variazioni dei tassi
d’interesse rispetto ai
il consolidamento di
normali bond”.
alcuni fondi
Vecchio
TER
0,65%
0,65%
0,65%
0,65%
0,65%
0,65%
0,65%
0,50%
0,55%
0,30%
0,45%
0,20%
0,20%
0,30%
0,15%
Nuovo TER
(dal 01/10/2014)
0,42%
0,55%
0,55%
0,55%
0,55%
0,55%
0,55%
0,40%
0,40%
0,20%
0,40%
0,17%
0,17%
0,25%
0,09%
Fonte: State Street Global Advisors
FOCUS BANCA IMI
Collegati al sito www.bancaimi.it per leggere tutte le ricerche o ascoltare i risultati con il servizio Podcast
L’APPROFONDIMENTO
DI BANCA IMI
Nuovo BTP Italia, valutazioni
ancora attraenti
Inflazione europea cui sono indicizzati i BTPei e inflazione italiana
cui sono indicizzati i BTP Italia (in %)
5
4
Inflazione italiana
Inflazione europea
p
3
2
1
0
-1
giu 18
nov 17
apr 17
set 16
feb 16
lug 15
dic 14
mag 14
ott 13
mar 13
ago 12
gen 12
giu 11
nov 10
apr 10
set 09
feb 09
lug 08
dic 07
mag 07
ott 06
mar 06
ago 05
gen 05
6
Il 20 ottobre è partito il collocamento del settimo BTP
Italia, titolo di stato indicizzato all’inflazione italiana (ex
tabacco) e pensato prevalentemente per la clientela retail.
Restano immutate le due novità introdotte nel collocamento di aprile: la durata di sei anni e il collocamento
aperto anche agli investitori istituzionali. La novità di questa emissione riguarda la distribuzione per quest’ultima
categoria di investitori: il collocamento avrà luogo nella
delle materie prime, dalle dinamiche interne di domanda e
mattina dell’ultimo giorno e potrebbe prevedere un riparto,
offerta e dalle decisioni nazionali in materia di imposizione
nel caso in cui il totale degli ordini ricevuti risulti superiore
fiscale. In questo contesto, uno strumento che ha come
all’offerta stabilita dal Tesoro. Al contrario, per la clientela
punto di riferimento l’inflazione italiana, rappresenta un’efdei piccoli risparmiatori ed affini non sarà applicato alcun
fettiva protezione dalla variazione del potere d’acquisto
tetto massimo, come in precedenza.
domestico.
Con riferimento allo scenario di evoluzione dei prezzi da
Considerando gli strumenti alternativi, nominali (BTP 4%
oggi ad ottobre 2020, l’inflazione media annua italiana
sett. 2020) e reali (BTPei settembre 2021 indicizzato
dovrebbe essere intorno all’1,4% in ulteriore calo rispetto
all’inflazione europea) la valutazione relativa al BTP Itaalle precedenti previsioni. La cedola reale minima galia appare attraente, avendo un’inflazione di break-even
rantita è stata fissata all’1,15%; la cedola reale effettiva
(sopra la quale conviene detenere
non potrà essere inferiore. Il renSettima emissione del il BTP Italia rispetto agli altri strudimento nominale lordo, che si
trova in prima approssimazione
BTP Italia con cedola menti) inferiore allo 0,5%, quinsommando il rendimento reale
minima garantita fissata di inferiore sia rispetto alle nostre
garantito all’inflazione di periodo
all’1,15%. Considerando previsioni sia rispetto a quella inattesa, potrebbe essere quindi
l’inflazione attesa il corporata negli indicizzati all’inflain area 2,5%. Come anticipato in
rendimento reale dovrebbe zione europea (leggermente supeapertura, il BTP Italia è un titoessere in area 2,5% riore all’1%). Detto in altre parole,
rispetto a un ipotetico rendimento
lo di stato indicizzato all’inflazionominale in area 2,5% (cedolare reale + inflazione attesa)
ne italiana, pertanto fornisce all’investitore una protezione
del BTP Italia, il nominale di riferimento scambia oggi in
contro l’effettivo aumento del costo della vita. I prezzi al
area 1,5%. Considerando invece gli strumenti analoghi,
consumo dipendono, oltre che da fattori “esogeni” ai sinossia gli altri BTP Italia scambiati sul secondario e ipotizgoli paesi, come l’azione della Banca Centrale e i prezzi
Nota: l’area grigia indica le previsioni. Fonte: elaborazioni Intesa Sanpaolo su dati Bloomberg
zando una cedola pari alla cedola minima, il nuovo BTP
Italia sarebbe leggermente meno attraente degli ultimi
due, che ad oggi incorporano un’inflazione di break-even
vicina allo 0. Queste considerazioni portano a ritenere
interessante l’investimento in tale strumento, in particolare
in un’ottica di detenzione in portafoglio fino alla scadenza
(conseguendo così, se investitore retail, anche il premio
fedeltà pari al 4 per 1000).
OSSERVATORIO ETF
I MIGLIORI A 1 MESE
La pagina dei numeri di ETF News
Europa - Indice EuroStoxx 50
Usa - Indice S&P 500
3400
2050
2000
3200
1950
1900
3000
1850
2800
apr-14
mag-14
giu-14
lug-14
CHIUSURA
Eurostoxx50
Ftse Mib
Dax30
Ftse100
ago-14
3 MESI
2962
18701
8850
6310
-7,27
-9,69
-9,97
-7,32
set-14
ott-14
VARIAZIONE%
6 MESI
12 MESI
-7,02
-13,35
-7,01
-5,58
-3,27
-2,82
-1,29
-5,54
1800
apr-14
mag-14
giu-14
lug-14
CHIUSURA
Dow Jones
S&P 500
Nasdaq
Russell 2000
3 MESI
16117
1863
3765
1086
-4,21
-4,62
-3,16
-6,02
Far East - Indice Nikkei
Commodity - Indice CRB
17000
320
16000
ago-14
set-14
ott-14
VARIAZIONE%
6 MESI
12 MESI
-0,17
1,17
7,95
-4,88
6,37
8,15
13,76
-2,91
300
15000
280
14000
13000
apr-14
mag-14
giu-14
CHIUSURA
Giappone
Cina
Russia
Brasile
14533
967
1073
54298
lug-14
ago-14
3 MESI
-0,69
10,00
-16,99
-2,26
set-14
ott-14
VARIAZIONE%
6 MESI
12 MESI
4,10
15,27
-11,73
6,93
3,77
13,81
-30,15
0,62
260
apr-14
mag-14
giu-14
lug-14
CHIUSURA
Crb
Petrolio Wti
Oro
Cacao
273
83
1238
348
ago-14
3 MESI
-8,33
-19,73
-5,54
-7,34
set-14
ott-14
VARIAZIONE%
6 MESI
12 MESI
-12,47
-20,63
-4,38
-30,47
-4,98
-17,89
-5,90
-22,08
Nelle tabelle sono riportati solamente gli Etf quotati sul segmento ETFplus di Borsa Italiana Spa. I dati sono elaborati su base quindicinale. Il trend indicato nelle ultime due colonne è dato
dall’incrocio di due medie mobili. Per quella di breve periodo, l’indicazione è positiva tutte le volte che la media mobile esponenziale a 5 giorni perfora verso l’alto quella a 20 giorni mentre
è negativa ogni volta che la media a 5 giorni perfora verso il basso quella a 20 giorni. Per quello di medio termine l’indicazione è positiva tutte le volte che la media mobile esponenziale a
20 giorni perfora verso l’alto quella a 50 giorni mentre è negativa ogni volta che la media a 20 giorni perfora verso il basso quella a 50 giorni.
7
Lyxor Etf Daily Shortdax X2
Etfx Dax 2X Short Fund
Dbx Short Dax 2X Daily
Lyxor Ucits Etf Euro Stoxx 5
Lyxor Etf Ftsemib Daily 2Xsh
I MIGLIORI A 6 MESI
Dbx Cnx Nifty
Amundi Etf Leveraged Msci Us
Lyxor Etf Msci India
Amundi Etf Msci India Ucits
Lyxor Ucits Etf Iboxx Usd T
I PEGGIORI A 1 MESE
Lyxor Etf Levdax
Amundi Etf Leveraged Euro St
Etfx Ftse Mib Leveraged 2X
Dbx Euro Stx 50 Levrged
Dbx Lev Dax Daily
I PEGGIORI A 6 MESI
Lyxor Etf Ftsemib Daily Lev
Lyxor Etf Ftse Athex 20
Etfx Ftse Mib Leveraged 2X
Lyxor Etf Stoxx Automl-Parts
Lyxor Etf Levdax
I PIÙ SCAMBIATI / QUANTITÀ
Lyxor Etf Ftsemib Daily Lev
Lyxor Etf Ftsemib Daily 2Xsh
Lyxor Etf Ftse Mib
Ishares S&P 500 Ucits Etf Di
Dbx S&P 500 2X Inverse
I PIÙ SCAMBIATI / VALORE
Lyxor Etf Ftsemib Daily 2Xsh
Lyxor Etf Ftsemib Daily Lev
Lyxor Etf Ftse Mib
Ishares Euro Stoxx 50 Ucits
Ishares Msci World Ucits Et
PREZZO €
VOLUMI
PER % 1 MESE
PER % 6 MESI
TREND BT
TREND MT
12,665
15,12
12,175
12,335
13,215
162266
12640
29267
72392
2626569
24,84
24,39
24,11
22,74
21,85
11,39
10,00
10,78
5,52
17,10










102,46
624,93
12,63
395,44
106,06
971
389
148327
651
2009
-2,96
-11,03
-3,81
-3,79
6,93
23,76
21,48
20,57
20,55
19,48










63,28
187,38
74,43
17,20
68,25
48961
2362
14095
31523
8172
-21,17
-20,96
-20,91
-20,90
-20,90
-15,23
-12,35
-24,93
-12,36
-14,87










7,94
1,448
74,43
47,465
63,28
3302758
299332
14095
1592
48961
-20,68
-18,88
-20,91
-9,28
-21,17
-26,75
-26,08
-24,93
-15,36
-15,23










7,94
13,22
18,77
14,77
4,40
3302758
2626569
1324144
637034
593724
-20,68
21,85
-10,44
-5,67
13,26
-26,75
17,10
-13,26
9,92
0,98










13,22
7,94
18,77
29,66
26,94
53120990
40976900
34282780
21320690
12869000
21,85
-20,68
-10,44
-10,23
-6,48
17,10
-26,75
-13,26
-6,66
4,99









=
Fonte: Bloomberg - dati aggiornati al 20/10/2014
OSSERVATORIO ETF
Il Commento agli ETF
dall’Amundi ETF Leveraged Euro Stoxx
L’accentuata debolezza dei mercati
(-20,96%) e dall’Etfx Ftse Mib Leveraged
nelle ultime settimane e i crescenti
2X (-20,91%). A sei mesi cali superiori
timorio sulla congiuntura europea hanno
al 26% per il Lyxor Etf Ftsemib Daily
penalizzato soprattutto le Borse del
Leveraged e il Lyxor ETF Ftse Athex 20.
Vecchio continente. Sul mercato ETFPlus
Tra i prodotti più scambiati per numero di
di Borsa Italiana nell’ultimo mese si sono
pezzi spiccano i prodotti legati a Piazza
quindi distinti gli strumenti short a leva
Affari. Il Lyxor UCITS Etf Ftse Mib Daily
sul Dax, indice guida tedesco scivolato ai
Leverage primeggia con
minimi a oltre un anno.
una media giornaliera
Il Lyxor ETF Daily Short
La discesa ai di 3,30 milioni di pezzi.
Dax X2 ha guadagnato
minimi a oltre un Seguono il Lyxor UCITS
quasi il 25%, rialzi oltre
il 24% anche per l’Etfx
anno del Dax mette Etf Ftse Mib Daily 2X
Dax 2X Short Fund e il
le ali agli ETF short Short con transazioni
DB x-trackers Short Dax
a leva sull’indice medie per 2,62 milioni
pezzi e poi il Lyxor
2X Daily. A sei mesi
tedesco. Forti diUCITS
Etf Ftse Mib con
svetta il DB x-trackers
volumi
sullo
short
a
scambi per 1,32 milioni
CNX Nifty (+23,76%) che
leva sul Ftse Mib pezzi. Tra i più scambiati
beneficia del rally della
per controvalore emerge
Borsa indiana. Bene anche
il Lyxor UCITS Etf Ftse
l’Amundi ETF Leveraged
Mib Daily Short con transazioni per 53,12
Msci Usa (+21,48%) e il Lyxor ETF Msci
milioni di euro. Seconda e terza piazza
India (+20,57%).
rispettivamente per il Lyxor UCITS Etf Ftse
Volgendo lo sguardo ai peggiori dell’ultimo
Mib Daily 2X Leveraged con 40,97 milioni
mese spiccano invece i cali degli ETF a
di euro e per il Lyxor UCITS Etf Ftse Mib
leva. Oò Lyxor ETF Levdax ha ceduto
con transazioni per 34,24 milioni di euro.
oltr eil 20 per cento, seguito a ruota
La presente newsletter ETF News ha carattere puramente informativo e non rappresenta né un’offerta né una sollecitazione ad effettuare alcuna operazione di acquisto o vendita di
strumenti finanziari. Il Documento è stato preparato da Brown Editore S.p.A (l’editore) in completa autonomia e riflette quindi esclusivamente le opinioni e le valutazioni dell’Editore
stesso. Il presente Documento è distribuito per posta elettronica a chi è iscritto ai servizi di newsletter di Finanza.com ed a chi ne ha fatto richiesta, è destinato al pubblico indistinto
e non può essere riprodotto o pubblicato, nemmeno in una sua parte, senza la preventiva autorizzazione scritta di Brown Editore S.p.a. Qualsiasi informazione, opinione, valutazione
e previsione contenute nel presente Documento è stata ottenuta da fonti che gli Editori ritengono attendibili, ma della cui accuratezza e precisione l’editore non potrà essere ritenuto
responsabile né possono assumersi responsabilità alcuna sulle conseguenze finanziarie, fiscali o di altra natura che potrebbero derivare dall’utilizzazione di tali informazioni.
8
Sottostante di Riferimento
Long/Short
Collaterale
Codice ISIN
ORO
LONG
SÌ
XS1073721992
Codice Negoziazione
GOLD1L
ORO
SHORT
SÌ
XS1073722024
GOLD1S
ORO (cambio coperto)
LONG
SÌ
XS1073721562
GOLDH
PETROLIO
LONG
SÌ
XS1073722297
OIL1L
PETROLIO
SHORT
SÌ
XS1073722370
OIL1S
ORO
LONG +3x
SÌ
XS1073721133
GOLD3L
ORO
SHORT -3x
SÌ
XS1073721216
GOLD3S
PETROLIO
LONG +3x
SÌ
XS1073721646
OIL3L
PETROLIO
SHORT -3x
SÌ
XS1073721729
OIL3S
ARGENTO
LONG +3x
SÌ
XS1073721307
SLVR3L
ARGENTO
SHORT -3x
SÌ
XS1073721489
SLVR3S
GAS NATURALE
LONG +3x
SÌ
XS1073720911
GAS3L
GAS NATURALE
SHORT -3x
SÌ
XS1073721059
GAS3S
FTSE MIB
LONG +3x
SÌ
XS1101721923
MIB3L
FTSE MIB
SHORT -3x
SÌ
XS1101724869
MIB3S
DAX
LONG +3x
SÌ
XS1101723622
DAX
SHORT -3x
SÌ
XS1101722228
DAX3S
EURO STOXX 50
LONG +3x
SÌ
XS1101724513
SX5E3L
EURO STOXX 50
SHORT -3x
SÌ
XS1101721683
SX5E3S
DAX3L
790491
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
1 560 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content