close

Enter

Log in using OpenID

Classe I – Scuola Primaria CONOSCERE CON I SENSI. Esplorare l

embedDownload
COMPETENZE aprile 2014
UdA I – Conoscere con i sensi
UNITÀ DI APPRENDIMENTO INTERDISCIPLINARE
Classe I – Scuola Primaria
CONOSCERE CON I SENSI. Esplorare l’ambiente attraverso i sensi
Senso formativo del percorso
L’argomento degli organi di senso viene trattato mediante attività sperimentali finalizzate a
favorire un utilizzo consapevole degli strumenti di conoscenza del mondo e allo sviluppo di
una maggior capacità descrittiva attraverso di essi. Si stimolano in tal modo le competenze di base in scienza, sviluppando atteggiamenti di curiosità e modi di guardare il mondo
che stimolino a formulare domande e cercare spiegazioni, acquisendo consapevolezza del
proprio corpo e degli organi di senso.
Competenze da promuovere
Competenza focus:
Competenze di base in scienza
Competenze correlate:
Imparare a imparare
Competenze sociali e civiche:
Rappresentazione delle dimensioni chiave della competenza focus
© DeAgostini Scuola S.p.A, Novara - Fotocopiabile
ATTEGGIAMENTO POSITIVO VALUTARE E RIVEDERE PORSI DOMANDE RIELABORARE E UTILIZZARE RACCOGLIERE E ORGANIZZARE DATI INTERAZIONE SOCIALE 1
COMPETENZE aprile 2014
UdA I – Conoscere con i sensi
Rubrica valutativa sulla competenza focus: Competenze sociali
e civiche
Livelli
Dimensioni
Atteggiamento
positivo
Porsi domande
Raccogliere
e organizzare dati
Rielaborare
e utilizzare
Valutare
e rivedere
© DeAgostini Scuola S.p.A, Novara - Fotocopiabile
Interazione
sociale
Parziale
Accettabile
Intermedio
Avanzato
Ha bisogno di essere motivato e sollecitato a partecipare alle attività.
Partecipa alle attività, anche se raramente assume iniziative personali.
Partecipa alle attività con atteggiamento costruttivo e
spirito di iniziativa.
È motivato e partecipa alle attività con
atteggiamento costruttivo, spirito di
iniziativa e disponibilità alla ricerca e
all’azione.
Va incoraggiato a
interessarsi
all’attività.
Se sollecitato dimostra interesse e
curiosità.
Dimostra curiosità
ed esplicita i propri
interrogativi.
È curioso, pone
domande e individua collegamenti e
relazioni.
Necessita dell’aiuto
dell’adulto per acquisire i dati necessari.
Una volta sollecitato acquisisce i dati
necessari.
Acquisisce i dati
necessari e ne
tenta l’organizzazione.
Acquisisce i dati
necessari, li organizza e recupera le
esperienze pregresse.
Necessita di essere
guidato a utilizzare
alcuni elementi
raccolti in funzione
del compito.
Se incoraggiato,
prova a utilizzare
alcuni elementi
raccolti in funzione
del compito.
Utilizza gli elementi
raccolti elaborandoli in funzione del
compito.
Utilizza autonomamente gli elementi
raccolti, ne coglie le
connessioni e li
elabora in funzione
del compito.
Fatica a rivedere la
propria azione.
Su richiesta controlla la propria
azione e la rivede.
Rivede la propria
azione in base alle
indicazioni fornite.
Rivede autonomamente la propria
azione tenendola
sotto controllo.
Deve essere sollecitato a interagire e
a rispettare le essenziali regole di
relazione sociale.
Interagisce rispettando le essenziali
regole di relazione
sociale.
Interagisce in modo
collaborativo rispettando le regole di
relazione sociale.
Interagisce in modo
collaborativo;
rispetta e aiuta a
far rispettare le regole di relazione
sociale.
2
COMPETENZE aprile 2014
UdA I – Conoscere con i sensi
Traguardi per lo sviluppo di competenze
e obiettivi di apprendimento disciplinari
SCIENZE
Traguardi
Obiettivi di apprendimento
- L’alunno sviluppa atteggiamenti di curiosità e modi
di guardare il mondo che lo stimolano a cercare
spiegazioni di quello che vede succedere.
Osservare e prestare attenzione al funzionamento
del proprio corpo per riconoscerlo come organismo
complesso.
- Con l’aiuto dell’insegnante osserva e descrive lo
svolgersi dei fatti, formula domande, propone e realizza semplici esperimenti.
- Acquisisce consapevolezza della struttura del proprio corpo nei suoi diversi organi.
Individuare, attraverso l’interazione diretta, le caratteristiche osservate, analizzarne qualità e proprietà,
descriverli nella loro unitarietà e nelle loro parti.
Descrivere semplici fenomeni della vita quotidiana.
EDUCAZIONE FISICA
Traguardi
Obiettivi di apprendimento
- Acquisisce consapevolezza di sé attraverso la percezione del proprio corpo.
Acquisire consapevolezza delle funzioni del corpo.
- Utilizza il linguaggio motorio e corporeo per comunicare.
Utilizzare in forma originale e creativa modalità
espressive e corporee.
ITALIANO
Traguardi
Obiettivi di apprendimento
- L’allievo partecipa a scambi comunicativi con compagni e docenti (conversazione, discussione, di
classe o di gruppo) attraverso messaggi semplici,
chiari e pertinenti.
Ricostruire verbalmente le principali fasi
un’esperienza vissuta a scuola o in altri contesti.
di
Produrre brevi e semplici testi funzionali e descrittivi
legati a scopi concreti.
© DeAgostini Scuola S.p.A, Novara - Fotocopiabile
ARTE E IMMAGINE
Traguardi
Obiettivi di apprendimento
- Utilizza le conoscenze e le abilità relative al linguaggio visivo per produrre testi visivi e rielaborare
in modo creativo le immagini.
Elaborare creativamente produzioni personali e autentiche per rappresentare e comunicare la realtà
percepita.
3
COMPETENZE aprile 2014
UdA I – Conoscere con i sensi
Situazione problema
In che modo possiamo allestire una mostra sugli organi di senso, aperta a visitatori (genitori, insegnanti e allievi di altre classi), che testimoni attraverso cartelloni e piccole installazioni quanto abbiamo scoperto/appreso durante il percorso di ricerca?
Organizzazione del lavoro didattico
Soggetti coinvolti:
gli allievi della classe prima;
gli insegnanti che si occupano delle discipline scienze, italiano, arte e immagine, educazione fisica;
i genitori e/o insegnanti e allievi di un’altra classe in qualità di visitatori.
Spazi: la classe/un laboratorio di arte e immagine;
una sala adatta all’allestimento di una mostra.
Tempi di sviluppo: un incontro settimanale di 2 ore per 2 o 3 mesi.
Scansione operativa
Fasi
© DeAgostini Scuola S.p.A, Novara - Fotocopiabile
Condivisione
di senso
Attività didattica
Nel corso di un’attività di educazione fisica, in palestra, si chiede ai bambini di fare attenzione a che cosa «sentono», stimolandoli a utilizzare tutti i sensi. In seguito, in classe, si raccolgono le impressioni sondando in tal modo le preconoscenze degli
allievi sui cinque sensi.
Si presenta quindi l’attività che porterà all’allestimento di una
mostra che sarà aperta alla visita dei genitori e di altre classi.
L’attività prende il via da una discussione sulle parti del corpo
che ci consentono di conoscere il mondo che ci circonda. Su un
poster raffigurante un bambino, utilizzando dei cartellini,
l’insegnante appende i nomi degli organi di senso (occhi, orecchie…) individuati dai bambini, man mano che verranno nominati. Si appura inoltre la conoscenza dei termini relativi ai sensi
(tatto, gusto…). Schede specifiche consentiranno il consolidamento di questo lessico (vedi all. 1).
Allenamento
In palestra si possono svolgere attività fisiche che mettono in
gioco le conoscenze acquisite: per esempio, mentre gli allievi
corrono l’insegnante dice: «Olfatto» e gli allievi devono toccarsi
il naso, oppure individuare zone diverse della palestra in cui
spostarsi, o tipi diversi di movimenti a seconda del senso che
l’insegnante dice. Si possono anche fare giochi che prevedono
l’omissione di uno dei sensi e verificare come sia più difficile
compiere azioni limitando la vista o l’udito, mettendosi le mani
sugli occhi o sulle orecchie.
Collegamenti con la
competenza focus
Si stimola l’allievo ad acquisire consapevolezza
di sé attraverso la percezione del proprio corpo.
Questo passaggio è fondamentale al fine di motivarlo a partecipare all’attività con atteggiamento costruttivo e disponibilità
alla
ricerca
e
all’azione.
Viene stimolata la curiosità degli allievi, spronandoli a porre domande
e individuare collegamenti e relazioni.
In tal modo possono acquisire i dati necessari e
recuperare le esperienze
pregresse.
L’attività motoria permette inoltre di utilizzare il
linguaggio corporeo per
comunicare.
4
COMPETENZE aprile 2014
UdA I – Conoscere con i sensi
Si propone un incontro specifico per ciascun senso. Questi incontri saranno l’occasione per svolgere attività finalizzate a un
uso cosciente del proprio corpo e allo sviluppo di una maggior
capacità descrittiva attraverso di esso. A tale scopo si possono
realizzare giochi di individuazione di un oggetto attraverso l’uso
esclusivo del senso in questione:
• riconoscere odori da bendati;
• riconoscere cibi solo attraverso il gusto;
• individuare al tatto degli oggetti familiari racchiusi in un
sacchetto;
• ascolto di un rumore e individuazione della fonte che lo
ha prodotto.
Integrazione
delle risorse
Altre attività possono riguardare l’uso selettivo di un solo organo di senso per descrivere la realtà circostante. Si possono
proporre:
• descrizione di oggetti attraverso la vista;
• ascolto a occhi chiusi dei suoni della classe e loro verbalizzazione;
• scoperta di un ambiente con il naso (per esempio passeggiata attraverso il quartiere, individuandone gli odori
e la fonte);
• descrizione, usando il tatto, (per esempio, di un pupazzo racchiuso in una scatola).
Altre attività sperimentali di approfondimento sugli organi di
senso possono essere la mappatura della lingua (vedi all. 2) o
la scoperta, attraverso piccole esperienze, della prevalenza di
uno dei propri occhi o delle proprie orecchie rispetto all’altro.
Nell’interazione e nella
collaborazione
con
i
compagni, ciascun alunno ha l’opportunità di acquisire ulteriori dati e di
utilizzare gli elementi
raccolti, elaborandoli in
funzione del compito.
Può così sviluppare atteggiamenti di curiosità e
modi di guardare il mondo che lo stimolano a
cercare spiegazioni di
quello che vede succedere e a riflettere sui sensi
che gli consentono di
percepire gli eventi.
Con
l’aiuto
dell’insegnante realizza semplici
esperimenti e descrive
ciò che osserva. In tal
modo acquisisce consapevolezza del proprio
corpo e del modo di percepire la realtà mediante
gli organi di senso.
Un’altra semplice esperienza, relativa al tatto, permette di scoprire che i nostri sensi possono anche ingannare: si preparano
tre bacinelle, una con acqua gelida, una con acqua calda e una
con acqua tiepida. Si immergono contemporaneamente le mani, una nell’acqua calda e una in quella fredda. Dopo un po’ si
mettono entrambe le mani nella bacinella con l’acqua tiepida,
rilevando una diversa sensazione tattile.
© DeAgostini Scuola S.p.A, Novara - Fotocopiabile
Un’esperienza analoga può essere predisposta a proposito della vista proponendo agli allievi figure doppie o altre illusioni ottiche o inganni visivi.
Per ogni incontro, e quindi per ciascun senso, si raccoglierà il
materiale utilizzato a testimonianza delle esperienze svolte e se
ne produrrà ad hoc (disegni, testi, cartelloni…). Il tutto confluirà
in una mostra allestita in uno spazio apposito, con «stand» dedicati a ciascuno dei sensi, aperta alla visita delle altre classi e
dei genitori.
Riflessione
sul percorso
Una volta che la mostra è stata allestita e visitata si preveda un
incontro conclusivo in cui ripercorrere le tappe che ne hanno
consentito la realizzazione. Sarà l’occasione per dare sintesi
alle informazioni raccolte circa gli organi di senso e per far riflettere i bambini su come sono state raccolte tali informazioni,
come sono state utilizzate e come hanno permesso di acquisire
nuove conoscenze e consapevolezza su come siamo fatti e
come ci rapportiamo al mondo e agli altri.
Il bambino è stimolato a
rielaborare ciò che ha
sperimentato e a esprimerlo in maniera adeguata. È un’occasione
per spronarlo a rivedere
e valutare la propria
azione.
5
COMPETENZE aprile 2014
UdA I – Conoscere con i sensi
Valutazione
La valutazione della competenza richiama la prospettiva trifocale impiegata nei kit valutativi, a cui si rimanda per un approfondimento.
Come possibile prova di competenza a conclusione del percorso si suggerisce la seguente.
Suggerire a ciascun alunno una determinata situazione e chiedere di scegliere un senso
ritenuto il più utile a compiere una scelta (per esempio, sei in una pasticceria e devi scegliere una torta; potendo disporre di un unico senso quale sceglieresti?). Chiedere di motivare la scelta recuperando elementi analizzati durante il percorso svolto. La scelta può poi
essere discussa con il gruppo classe.
© DeAgostini Scuola S.p.A, Novara - Fotocopiabile
La prestazione richiesta potrà essere valutata sulla base dei seguenti criteri di giudizio:
- atteggiamento costruttivo, spirito di iniziativa e disponibilità alla ricerca
- acquisizione dei dati necessari, capacità di organizzarli e di recuperare le esperienze pregresse
- capacità di cogliere relazioni e di considerarle in funzione del compito
- acquisizione di una maggiore consapevolezza del proprio corpo e degli organi di
senso.
6
COMPETENZE aprile 2014
UdA I – Conoscere con i sensi
All.1
classe 1 • Progetto
I sensi
• Unisci le parole al disegno, poi completa.
orecchio
Con l’olfatto sentiamo l’odore
delle cose.
L’organo dell’olfatto è il
..................
Con il gusto sentiamo i sapori.
L’organo del gusto è la
...................
occhio
naso
lingua
Con il tatto sentiamo il caldo e
il freddo.
L’organo del tatto è la
....................
pelle
© DeAgostini Scuola S.p.A, Novara - Fotocopiabile
© DeAgostini Scuola S.p.A, Novara - Fotocopiabile
Con l’udito sentiamo i rumori.
L’organo dell’udito è l’
....................
Con la vista vediamo i colori e
le forme.
L’organo della vista è l’....................
• Scrivi la parola nel riquadro esatto. Aggiungi un aggettivo
in ciascun insieme.
gusto – olfatto – tatto – udito – vista
Scricchiolante
Quadrato
Dolce
Profumato
Caldo
Rumoroso
Rosso
Salato
Puzzolente
Tiepido
......................
......................
Fischiante
Lungo
Amaro
Assordante
......................
......................
Pungente
UDITO
7
COMPETENZE aprile 2014
UdA I – Conoscere con i sensi
All.2
classe 1 • Progetto
La mappatura della lingua
• Materiale necessario: contagocce – succo di limone – soluzione di acqua e zucchero – soluzione di acqua e sale –
soluzione di acqua e vaniglia.
- Fatti versare con il contagocce una goccia di acqua e zucchero sulla lingua dal tuo compagno.
- Aspetta un attimo.
- Su quale parte della lingua è rimasto il sapore? Colora la
parte corrispondente del disegno e completa la legenda.
- Sciacqua la bocca e fai la stessa cosa con il succo di limone.
- Continua con l’acqua e sale e infine con l’acqua e vaniglia.
LEGENDA
= dolce
= acido
© DeAgostini Scuola S.p.A, Novara - Fotocopiabile
© DeAgostini Scuola S.p.A, Novara - Fotocopiabile
= salato
= amaro
8
COMPETENZE aprile 2014
UdA I – Conoscere con i sensi
Approfondimenti tramite risorse esterne
http://126maestramaria.wordpress.com/2012/04/11/poesie-sui-cinque-sensi/
Raccolta di filastrocche sui cinque sensi
http://www.lannaronca.it/schede%20classe%20prima%20p.htm#IL_MIO_CORPO_E_L
E_COSE
Schede didattiche relative a un percorso sui sensi
http://prezi.com/yy1z-mhcjma5/i-sensi/
© DeAgostini Scuola S.p.A, Novara - Fotocopiabile
Coinvolgente presentazione in Prezi per introdurre i bambini di classe prima alla conoscenza dei sensi
9
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
2
File Size
592 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content