close

Enter

Log in using OpenID

Capitolato delle opere

embedDownload
CLASSE ENERGETICA B
Le nostre costruzioni vengono concepite con tecniche costruttive rivolte al risparmio energetico e al comfort termo-igrometrico interno al fine di ottenere la Classe Energetica B.
E’ crescente da parte dell’utente finale un’attenzione particolare a quanto viene costruito ed offerto sul mercato in termini edilizi; la maggior parte dei clienti vuole oggi efficienza
termica in estate ed inverno, salubrità degli ambienti indoor e
qualità dell’abitare.
La risposta dell’edilizia a tali legittime richieste di mercato ha
innescato, e tuttora sviluppa, uno sforzo progettuale e costruttivo mirato al totale soddisfacimento delle esigenze dei propri
interlocutori. E’ con uno spirito di innovazione tecnologica di
materiali e metodi costruttivi che il gruppo INDUSTRIE EDILI ha
intrapreso una strada di aggiornamento e orientamento verso un sapere specialistico capace di fornire concrete risposte
sulla qualità del proprio costruito.
Grazie ad una collaborazione continuativa all’interno dell’azienda vengono affrontati dallo staff tecnico i miglioramenti
apportabili all’involucro edilizio e ai suoi sistemi impiantistici
per elevare le prestazioni termo-igrometriche e di comfort del
prodotto offerto sul mercato.
capitolato figurato -
2
INDICE
CAPITOLATO
FIGURATO
5.
5.
5.
6.
6.
6.
6.
7.
7.
7.
7.
7.
8.
8.
8.
8.
Involucro
Platea di fondazione
Solaio piano terra
Solaio piano primo e sup.
Tetto ventilato
Marciapiedi perimetrali
Logge e terrazze con sottost. locale abitato
Logge e terrazze con sottost. garage inter.
Muratura perimetrale
Parete divisoria fono-isolante
Tramezza
Muratura parapetti
Tramezza garages
Serramenti vani scala e spazi commerciali
Finestre e portefinestre unità abitative
Tapparelle avvolgibili motorizzate
Soglie e davanzali
11.
11.
13.
14.
Impiantistica
Pannello Solare
Caldaia e accumulatore 150 lt
Riscaldamento
Predisposizione climatizzazione
15.
15.
15.
15.
Interni e finiture
Porte interne e portoncino blindato
Pavimenti e rivestimenti
Bagni, sanitari, rubinetteria
Impianto elettrico
16.
16.
16.
16.
16.
17.
17.
17.
17.
18.
18.
18.
18.
19.
19.
19.
Opere complementari
Impianto fognario
Pavimentazione garages
Basculanti garages
Pavimentazioni parti comuni
Pavimentazioni esterne adiacenti all’edificio
Ingressi e recinzioni
Illuminazioni parti comuni
Grondaie e pluviali
Lucernai
Pavimentazione terrazze
Illuminazione terrazze
Vano scala condominiale
Ascensore
Canne fumarie
Verde privato
Predisposizioni varie
20.
Cronoprogramma
21.
Contatti
INVOLUCRO
L’involucro edilizio è un elemento
disposizione, ha condotto alla realiz-
e della gamma di prodotti offerti e
architettonico che delimita e con-
zazione di rifugi più sofisticati e sicuri
dall’affinamento delle tecniche e dei
clude perimetralmente l’organismo
e questa iniziale necessità si è arric-
materiali tradizionali.
costruttivo e strutturale. La sua fun-
chita e trasformata in un sistema di
L’involucro edilizio è divenuto sempre
zione è quella di mediare, separare
bisogni in crescita e nella ricerca di
più una superficie di confine dinami-
e connettere l’interno con l’esterno,
un rapporto equilibrato tra mondo
ca, in grado di variare le proprie pre-
ma esso è anche un elemento am-
naturale ed artificiale.
stazioni al mutare delle situazioni am-
bientale, che delimita e identifica gli
L’evoluzione che l’involucro dell’e-
bientali esterne e delle esigenze di
spazi esterni circostanti.
dificio ha subito nei decenni, ha ge-
coloro che vivono l’ambiente interno
La primitiva esigenza dell’uomo di
nerato la crescita dei requisiti richie-
ed in grado di ospitare dispositivi im-
costruire artificialmente il proprio ha-
sti, motivati da un aumento sensibile
piantistici di varia natura.
bitat, modificando le risorse naturali a
delle prestazioni, della complessità
4
5
3
7
6
3
7
5
6
2
LEGENDA
1. platea di fondazione
2. solaio Predalles
cm 24+20 (isolamenti e impianti)
3. solaio Bausta
cm 25+20 (isolamenti e impianti)
4. solaio piano di copertura
8
cm 28+18 isolamento + 10 ghiaia
5. muratura perimetrale
cm 30+10 cappotto
1
6. muratura divisoria fra unità
cm 8+8 isolamento +8
7. muratura poggioli
cm 13+3 cappotto
8. Muratura divisoria garages
cm 10 cm
I disegni
capitolato figurato -
4
PARTIZIONI ORIZZONTALI
PLATEA DI FONDAZIONE
Platea realizzata in conglomerato cementizio armato (C 30/35),
compresa la lavorazione e la posa del ferro, la realizzazione delle eventuali sponde e la vibratura del getto, il disarmo e la pulizia delle sponde realizzate.
L’impermeabilizzazione delle pareti in cemento armato a contatto con il terreno sarà effettuata con 1/2 spalmature a pennello di cemento osmotico.
Il pavimento del piano interrato sarà in calcestruzzo al quarzo
posto in opera sopra la platea di fondazione (vedi opere complementari).
SOLAIO PIANO TERRA
Il primo solaio, ovvero quello che separa i garage dalle abitazioni al piano terra, sarà del tipo Predalles, spessore 4+16+4 cm.
Sarà eseguito un sottofondo alleggerito in calcestruzzo cellulare, tipo Foacem, per uno spessore di circa 8-10 cm per il passaggio degli impianti.
Sopra al sottofondo verrà eseguito un isolamento fonoassorbente mediante materassino e successivamente sarà posato l’impianto di riscaldamento a pavimento (vedi impianti).
Il pacchetto del solaio terminerà con un massetto (miscela di
sabbia e cemento) dello spessore di circa 5 cm idoneo alla
posa di pavimenti da incollare (sono compresi l’esecuzione dei
giunti di dilatazione, posa fascia perimetrale di isolamento ed il
folgio di nylon per la separazione dei massetti).
SOLAIO PIANO PRIMO E SUPERIORI
Solaio in latero-cemento (tipo Bausta) formato da travetti prefabbricati ed interposti elementi di alleggerimento in laterizio e
getto di completamento in cls con rete in acciaio elettrosaldata, spessore 20+5 cm.
Sarà eseguito un sottofondo alleggerito in calcestruzzo cellulare, tipo Foacem, per uno spessore di circa 8-10 cm per il passaggio degli impianti.
Sopra al sottofondo verrà eseguito un isolamento fonoassorbente mediante materassino e successivamente sarà posato l’impianto di riscaldamento a pavimento (vedi impianti).
Il pacchetto del solaio terminerà con un massetto (miscela di
sabbia e cemento) dello spessore di circa 5 cm idoneo alla
posa di pavimenti da incollare (sono compresi l’esecuzione dei
giunti di dilatazione, posa fascia perimetrale di isolamento ed il
foglio di nylon per la separazione dei massetti).
capitolato figurato -
5
TETTO PIANO DI COPERTURA
Solaio di copertura in latero-cemento da gettare in opera, formato da travetti prefabbricati (a traliccio con fondello in cotto)
ed interposti elementi di alleggerimento in laterizio (comunemente chiamate pignatte e/o interposte), è compresa la formazione dei cordoli perimetrali di collegamento, lo spessore del
solaio è di 24+4 cm. Sopra il solaio verrà eseguito una barriera
al vapore tipo PRO-TEC da 3 mm., un doppio pannello di isolamento in polistirene o materiale fibroso per un totale di 18 cm.,
sottofondo in massetto, impermeabilizzazione con doppia guaina e ghiaia grossa per uno spessore di 10 cm. circa.
MARCIAPIEDI PERIMETRALI
L’impermeabilizzazione dei marciapiedi perimetrali sarà eseguita con guaina bituminosa ad L dello spessore di 4 mm e seconda guaina liquida tipo Mapelastic o similare posta sopra il massetto per la successiva posa della pavimentazione in lastre tipo
Maspe incollate o flottanti.
LOGGE E TERRAZZE
CON SOTTOSTANTE LOCALE ABITATO
L’impermeabilizzazione delle logge e delle terrazze con sottostante un locale abitato sarà realizzata mediante la posa sul
solaio di un pacchetto formato da barriera al vapore, pannello
isolante in poliuretano o similare dello spessore di 6 cm, guaina
bituminosa, massetto in sabbia e cemento e successiva impermeabilizzazione con doppia guina bituminosa a caldo e tessuto
non tessuto sulla quale verrà posata la pavimentazione in lastre
tipo Maspe incollate o flottanti.
LOGGE E TERRAZZE
CON SOTTOSTANTE PIANO GARAGE INTERRATO
L’impermeabilizzazione delle logge e delle terrazze con sottostante il piano interrato dei garage sarà realizzata mediante la
posa a caldo di una doppia guaina a base di bitume dello spessore di 4 mm con risvolto e la posa di un foglio di tessuto non
tessuto per la successiva realizzazione del massetto e la posa
della pavimentazione in lastre tipo Maspe incollate o flottanti.
capitolato figurato -
6
PARTIZIONI VERTICALI
MURATURA PERIMETRALE (sp. 42 cm)
Muratura realizzata in blocchi Poroton dello spessore di 30 cm
(2) e rivestimento termoisolante a cappotto esterno costituito
da un pannello isolante in polistirene espanso da 10 cm (4), unito alla muratura per mezzo di colla (3).
Esternamente viene esaguita una rasatura con interposta una
rete in nylon; internamente finitura con intonaco (1).
PARETE DIVISORIA FONO-ISOLANTE (sp. 28 cm)
Muratura divisoria interna composta da una parete in cartongesso con lastre di gesso tipo Ecophon (sp. 1,5 cm); all’interno delle
lastre vengono posti due fogli di Topsilent con interposti 4 cm di
lana di roccia. La parete nel suo complesso misura 8 cm (3).
Alla parete in cartongesso verrà addossa, da entrambe le parti,
una rifodera in laterizio dello spessore di 8 cm (2-4) al fine di consentire il posizionamento degli impianti a parete. Finitura esterna
in intonaco (1-5).
TRAMEZZA (sp. 11-15 cm)
Muratura per tramezze composta in blocchi di laterizio da 8 cm
e da 12 cm (2) per le pareti dei bagni dove saranno collocati i
sanitari.
Al piede delle tramezze sarà posta una fetuccina isolante. Internamente ed esternamente finitura con intonaco (1).
MURATURA PARAPETTI (sp. 18 cm)
Muratura per parapetti composta in blocchi di laterizio da 13 cm
(2), alti 1 mt, con rivestimento termoisolante a cappotto esterno
costituito da un pannello isolante in polistirene espanso da 2/3
cm (4), unito alla muratura per mezzo di colla (3).
Tinteggiatura interna lavabile al quarzo per esterni (1) e sovrastante copertina in marmo trani da 5 cm o lamiera in ferro preverniciata.
TRAMEZZA GARAGES (sp. 10 cm)
Muratura divisoria dei garage al piano interrato in blocchi di calcestruzzo a facciavista, lisci di colore grigio tipo Leca dello spessore di 10 cm.
capitolato figurato -
7
SERRAMENTI E CHIUSURE ESTERNE
SERRAMENTI VANI SCALA CONDOMINIALI E SPAZI
COMMERCIALI
I serramenti dei vani scala condominiali e spazi commerciali (portone d’ingresso e finestre) saranno realizzati in alluminio di colore
bianco con spessore telaio fisso 64 mm.
Il Sistema R72 a taglio termico è realizzato per rispondere alle esigenze di isolamento dal caldo e dal freddo. La termicità si ottiene con l’isolamento del profilato dal controtelaio e dalle parti in
muratura mediante l’uso di materiale diverso, con bassi valori di
conducibilità termica.
FINESTRE E PORTE FINESTRE UNITA’ ABITATIVE
Gli infissi delle unità abitative saranno realizzati in abete lamellare
di colore bianco. Le finestre dei bagni e delle cucine (se presenti)
avranno apertura ad anta/ribalta con spessore telaio 68x78 mm
con 2 guarnizioni per la tenuta termica e acustica.
Finestre e porte finestre avranno un vetro camera da 4 temperato + 18 gas + 4 temperato con inserimento di basso emissivo.
Le portefinestre con larghezza maggiore di cm. 160 verranno
installati meccanismi alzante-scorrevole nei quali è prevista un
anta fissa ed una scorrevole.
TAPPARELLE AVVOLGIBILI MOTORIZZATE
Finestre e porte finestre saranno dotate di tapparelle motorizzate in alluminio, con coibente pesante interno, inserite in cassonetti (incassati a muro) con isolamento termoacustico in EPS.
SOGLIE E DAVANZALI
Davanzali e soglie esterne saranno in marmo Trani dello spessore di 3 cm per le soglie e di 3+3 cm per i davanzali.
Le parti a vista avranno finitura lucida e saranno completi di
gocciolatoio e di listelli con funzione di battiacqua.
capitolato figurato -
8
IMPIANTISTICA
Un impianto solare termico (destina-
le temperature inferiori e le condizio-
meno energia. Installare un impianto
to alla produzione di acqua calda)
ni meteo meno favorevoli riducono
solare termico significa quindi rispar-
sfrutta l’energia solare per produrre
la resa dell’impianto. Anche in que-
miare sui consumi energetici prolun-
energia termica. Nei mesi più caldi
sti casi però la caldaia lavora molto
gando al contempo la vita della cal-
dell’anno l’impianto è in grado di co-
meno, poiché l’acqua da scaldare
daia, che è sottoposta a un carico
prire quasi completamente il fabbiso-
non è mai fredda. Infatti i pannelli
di lavoro decisamente inferiore del
gno di acqua calda di una famiglia.
solari hanno continuato ad operare,
normale.
Ciò significa che la caldaia non deve
anche se con una resa inferiore. Per-
quasi mai entrare in funzione.
tanto la caldaia impiegherà meno
Nei mesi più freddi il sistema non
tempo per portare l’acqua alla tem-
smette di operare, ma naturalmente
peratura desiderata e consumerà
pannello solare
1
stratificazione media temperature in inverno
16°
17°
2
18°
05° inverno
3
4
acqua calda sanitaria
20°
22°
stratificazione media temperature in estate
26°
24°
35° estate
6
22°
21°
5
20°
LEGENDA
1. pannello solare
2. caldaia a condensazione
3. serbatoio di accumulo acqua
calda da 150 lt
4. riscaldamento a pavimento
5. unità esterna condizionatore
6. unità interna di raffrescamento
N.B.: è prevista la sola predisposizione
dell’impianto di raffrescamento
I disegni sono indicativi e hanno una fuzione didattico-illustrativa.
capitolato figurato -
9
PANNELLO SOLARE
Per integrare la produzione di acqua calda sanitaria è previsto
un impianto solare integrato atto a pre-riscaldare l’acqua sanitaria garantendo un notevole risparmio in termini di consumi energetici, costituito da collettore solare Baxi modello SB 25.
CALDAIA E ACCUMULATORE 150 LT
La caldaia sarà a condensazione con serbatoio di accumulo,
del tipo Baxi Luna 3 comfort in HT 240 B120 Solar, a basamento
con camera stagna a tiraggio forzato, di dimensioni 95x35x220
cm e sarà posizionata nelle terrazze o nella muratura per le unità
al piano terra; sarà impiegata per il riscaldamento e per la produzione di acqua calda sanitaria.
RISCALDAMENTO
Il riscaldamento è garantito da un impianto con sistema a diffusione a pannelli radianti della ditta Ercos modello PPM 45 per tutti
i locali abitativi e nei bagni sarà integrato con uno scaldasalviette elettrico in acciaio smaltato bianco (dim. 50x120 cm).
PREDISPOSIZIONE CLIMA
Saranno posate le linee frigorifere, gli scarichi di condensa e la
posa del solo corrugato per l’alimentazione elettrica per una
eventuale successiva installazione di un impianto con una evaporante esterna e una macchina condensante tipo slit per mini
e bicamere; per i tricamere saranno previste due predisposizioni
per gli split.
capitolato figurato -
10
INTERNI E FINITURE
Nella progettazione degli interni vengono adottate soluzioni tecnico costruttive che si integrano a quelle dell’involucro e degli impianti, come le pareti
divisorie, i solai di interpiano e il portone d’ingresso. L’insieme di questi elementi architettonici garantisce un’insonorizzazione ottimale dei rumori che si
generano all’esterno dell’abitazione. Gli interni e le finiture sono il risultato di
una progettazione tecnico-architettonica che supera i criteri dell’efficienza
termoacustica, per offrire ai nostri clienti caratteristiche aggiuntive come la
salubrità, l’inviolabilità e la personalizzazione degli spazi.
I nostri clienti possono personalizzare, nei limiti della fattibilità, la disposizione
delle pareti di tramezzo (prima della loro realizzazione) e le finiture, poichè la
casa deve soddisfare le esigenze e interpretare lo stile di vita di chi la vive.
Le foto utilizzate nel capitolato sono immagini di repertorio e hanno uno scopo esclusivamente illustrativo.
capitolato figurato -
11
PORTE INTERNE E BLINDATO
Le porte interne saranno della CG Dorigio, modello Lux, serie liscia,
in finitura tipo Blanc con serratura tipo “patent” in acciaio cromato.
Tutte le stanze (esclusi i bagni) avranno battiscopa in legno in tinta
con le porte.
Il portoncino d’ingresso alle unità sarà blindato della ditta Torterolo
& Re serie Gold. La porta TR 210 è realizzata con struttura bilamiera
rinforzata e coibentata ed è dotata di serratura di sicurezza a doppia
mappa con nucleo intercambiabile.
Eventuali differenze di prezzo, dovute alla scelta di materiali extra capitolato, dovranno essere contrattate con i nostri fornitori.
La scelta dei fornitori avverrà a nostro insindacabile giudizio e non
potrà essere modificata.
PAVIMENTI E RIVESTIMENTI
I pavimenti delle camere da letto saranno realizzati in legno prefinito
di rovere o iroko naturale (sp. mm 10, lungh. mm 700/800) con posa
a correre. I pavimenti di tutti gli altri locali saranno finiti con piastrelle
in monocottura o in gres porcellanato con posa diritta e accostata,
formato cm 30x60, 40x40, 50x50 o formati minori di egual valore commerciale. Il rivestimento dei bagni e dell’angolo cottura (per un max di
6 mq) sarà realizzato con piastrelle in monocottura o in gres porcellanato con posa diritta e accostata, formato 20×20, 20x40, 25×35, 30x60
o formati minori di egual valore commerciale. Eventuali differenze
di prezzo, dovute alla scelta di materiali extra capitolato, dovranno
essere contrattate con i nostri fornitori. La scelta dei fornitori avverrà a
nostro insindacabile giudizio e non potrà essere modificata.
Le foto utilizzate nel capitolato sono immagini di repertorio e hanno uno scopo esclusivamente illustrativo.
capitolato figurato -
12
Le foto utilizzate nel capitolato sono immagini di repertorio e hanno uno scopo esclusivamente illustrativo.
capitolato figurato -
13
BAGNI, SANITARI, RUBINETTERIA
Il bagno padronale sarà composto da lavabo, bidet e water della
Ideal Standard serie Esedra o della Pozzi Ginori serie Selnova 3 o similare (sanitari sospesi) e da vasca in acrilico (dim. 170x70) o piatto doccia (dim. 90×90 cm, o 80×100 cm, o misure inferiori). Il bagno di servizio
sarà composto da lavabo, bidet e water della Pozzi Ginori serie Colibrì
o Ydra o similare (sanitari a pavimento) e da piatto doccia (dim. 90×
90 cm, o 80×100 cm, o misure inferiori). La rubinetteria sarà costituita
da miscelatori della ditta Ideal Standard serie Ceraplan o similare.
Eventuali differenze di prezzo, dovute alla scelta di materiali extra capitolato, dovranno essere contrattate con i nostri fornitori.
La scelta dei fornitori avverrà a nostro insindacabile giudizio e non potrà essere modificata.
Le foto utilizzate nel capitolato sono immagini di repertorio e hanno uno scopo esclusivamente illustrativo.
capitolato figurato -
14
IMPIANTO ELETTRICO
Ogni abitazione sarà dotata di un quadro elettrico generale con
interuttore salvavita a protezione delle linee elettriche.
Le prese, gli interruttori e le placche a vista saranno della serie
Plana o Idea di Vimar colore bianco o serie Living International
della B-Ticino colore bianco o similari.
Qui sotto è indicata una configurazione tipica di punti luce e frutti esterni relativi ad ogni locale. Potrete modificarne disposizione,
quantità e tipo in accordo con la direzione lavori e in rispetto
delle norme vigenti.
Eventuali differenze di prezzo, dovute alla scelta di prodotti e
quantità extra capitolato, dovranno essere contrattate con i nostri fornitori.
La scelta dei fornitori avverrà a nostro insindacabile giudizio e
non potrà essere modificata.
1 quadro elettrico generale
con interruttore salvavita
Soggiorno/cucina
Camera matrimoniale
1 punto luce con interruttore
(ogni 10 mq)
1 punto luce con interruttore
1 interrutore bipolare
1 presa per lavastoviglie (16 A)
2 prese (10 A)
1 campanello di chiamata
2 prese (10 A)
1 presa (16 A)
3 prese (16 A)
1 presa TV
1 presa Telecom
2 presa TV (1 cucina e 1 soggiorno)
1 presa Telecom
Camera singola
1 punto luce con interruttore
1 cronotermostato
1 presa (10 A)
1 campanello di chiamata
1 videocitofono
1 presa (16 A)
1 presa TV
1 presa Telecom
Bagno padronale
Bagno di servizio
1 punto luce con interruttore
1 presa (10 A)
1 punto luce con interruttore
1 presa (10 A)
1 punto luce con interruttore
1 punto luce con interruttore
1 campanello di chiamata
1 campanello di chiamata
1 presa schuko (16 A) per lavatrice
1 interruttore bipolare
1 presa schuko (16 A) per lavatrice
1 interruttore bipolare
Disimpegno
Loggia/Poggiolo
1 punto luce con interruttore
1 punto luce con interruttore
La simbologia ha una fuzione didattico-illustrativa e non rappresenta la tipologia delle placche.
capitolato figurato -
15
OPERE COMPLEMENTARI
IMPIANTO FOGNARIO
Sarà composto da una rete fognaria per la raccolta delle acque
bianche e una rete fognaria per le acque nere.
Saranno composte da tubazioni in PVC, caditoie, pozzetti di raccordo e, vasche biologiche e quanto altro necessario per il loro
corretto funzionamento. L’allacciamento alla rete mista comunale avverrà con un’unica condotta dove confluiranno acque
nere e bianche. La rete sarà dimensionata e disposta in rispetto
delle norme comunali vigenti.
PAVIMENTAZIONE GARAGES
Il pavimento del piano interrato sarà in calcestruzzo al quarzo
posto in opera sopra la platea di fondazione e finito in superficie
con uno strato di antiusura da uno spolvero di quarzo di colore
grigio e successiva lisciatura.
BASCULANTI GARAGES
Porta basculante a contrappesi per garages con montanti laterali realizzata in lamiera d’acciaio stampata e zincata, completa
di griglia per l’aereazione. Sarà prevista la predisposizione per la
motorizzazione (sono esclusi il motore e i cavi elettrici).
PAVIMENTAZIONI PARTI COMUNI
I vialetti pedonali e i percorsi carrai di accesso interni ai lotti saranno pavimentati su fondo in ghiaino in betonelle prefabbricate
di conglomerato cementizio vibrato.
Dove prescritto da normative comunali riguardanti la permeabilità del terreno sarà posata una pavimentazione drenante.
La tipologia delle pavimentazioni esterne è a scelta insindacabile della D.L.
capitolato figurato -
16
PAVIMENTAZIONI ESTERNE
ADIACENTI ALL’EDIFICIO
Il pavimento dei marciapiedi adiacenti all’edificio, logge e portici sarà in piastre di cemento tipo Maspe formato 50x50x4 cm o
40x60x4 cm.
La tipologia delle pavimentazioni esterne è a scelta insindacabile della D.L.
INGRESSI E RECINZIONI
Su lato strada sarà realizzata una muretta in calcestruzzo con sovrastante ringhiera (disegno semplice a scelta della D.L.);
Tutti gli altri lati (comprese le divisioni dei giardini privati) saranno
realizzati con recinzione costituita da muretta in calcestruzzo con
sovrastante rete plastificata verde.
I cancelli pedonali condominiali avranno serratura elettro-magnetica, i cancelli carrai saranno motorizzati (1 telecomando per
unità) e saranno entrambi realizzati in ferro zincato e verniciato
(disegno semplice a scelta della D.L.).
ILLUMINAZIONE PARTI COMUNI
L’illuminazione delle parti comuni, come i percorsi pedonali e i
viali carrabili, sarà realizzata con paletti a pavimento o corpi illuminanti ad incasso.
La tipologia del modello e la disposizione dei corpi illuminanti saranno a scelta della D.L. in accordo all’aspetto architettonico
dell’edificio e in funzione delle norme vigenti.
GRONDAIE E PLUVIALI
Grondaie, scossaline, converse e pluviali saranno realizzati in lamiera di alluminio preverniciato.
La sagoma e il colore saranno a scelta della D.L. rispettando l’aspetto architettonico dell’edificio.
LUCERNAI
Sul piano di copertura saranno posizionati, come da elaborati
grafici, dei lucernai della ditta Velux o similare, dim. 55x78 cm,
55x98 cm, 47x98 cm, con apertura a bilico e vetrocamera con
vetro esterno temperato.
Sarà predisposto l’impianto di motorizzazione (sono esclusi il motore e i cavi elettrici), ogni altro accessorio escluso.
capitolato figurato -
17
PAVIMENTAZIONE TERRAZZE
Nelle terrazze la pavimentazione sarà del tipo sopraelevata e
costituita da appositi supporti e da marmette prefabbricate tipo
Maspe modello Solaris o similari, aventi dimensioni 60x40x4 cm o
50x50x4 cm, posate dritte, accostate e a secco.
La tipologia delle pavimentazioni esterne è a scelta insindacabile della D.L.
ILLUMINAZIONE TERRAZZE
L’illuminazione deIle terrazze sarà con corpi illuminanti a parete
della ditta Prisma serie Super Delta o similari (n. 1 punto luce per
terrazza).
La tipologia del modello e la disposizione dei corpi illuminanti saranno a scelta della D.L. in accordo rispettando l’aspetto architettonico dell’edificio e in funzione delle norme vigenti.
VANO SCALA CONDOMINIALE
La pavimentazione dei corridoi e il rivestimento delle scale condominiali sarà in marmo Biancone o di eguale valore commerciale.
Tutte le pareti e i soffitti saranno finite con pittura semilavabile.
L’illuminazione di corridoi e scale sarà affidata a plafoniere comandate da interuttori temporizzati.
Le scelte sulla realizzazione delle opere sarà a discrezione della
D.L.
ASCENSORE
I vari piani saranno collegati con un ascensore elettrico della ditta ABM o similare, delle dimensioni e portata adatte alle caratteristiche dell’edificio (in genere, n. 6 persone, portata 450 kg).
capitolato figurato -
18
CANNE FUMARIE E ASPIRAZIONI
Le canne fumarie ramificate (Ø 120, 140, 160 mm) saranno in acciaio inossidabile AISI 316 e inserite su di una coppella in lana di
roccia e/o all’interno di un blocco cavo in calcestruzzo prefabbricato.
Le tubazioni delle aspirazioni forzate dei servizi igienici ciechi e
delle zone cottura saranno in PVC, Ø 100 mm.
Per la ventilazione delle cucine saranno realizzati due fori (Ø 140
e/o Ø 160 mm) con griglia in plastica di colore bianco.
Le canne fumarie fuori tetto saranno realizzate in lamiera con
fumaiolo antivento a disegno semplice.
VERDE PRIVATO
I giardini privati saranno consegnati livellati e pronti per la semina
(formazione del giardino e semina a carico dell’acquirente).
PREDISPOSIZIONI VARIE
Sarà predisposto l’impianto elettrico per l’illuminazione dei giardini privati per 1 punto luce per giardino con tubo corrugato a
doppia parete (sono eslusi la stesura dei cavi e i corpi illumanti).
Verrà predisposto l’impianto antifurto del tipo volumetrico con n.
2 rilevatori per unità mediante la posa dei tubi corrugati (escluso
l’impianto).
Sarà predisposto l’impianto fotovoltaico attraverso i tubi corrugati e le scatole di raccordo (impianto escluso).
Il presente capitolato potrà subire delel modifiche durante la fase di esecuzione in relazione agli aspetti strutturali, impiantistici, tecnici o su indicazione ella D.L. e/o degli
Enti preposti.
capitolato figurato -
19
Smobilizzo cantiere
Sistemazioni esterne (fognature
e sottoservizi, recinzioni)
Serramenti interni ed esterni,
basculanti
Posa in opera pavimenti e
rivestimenti
Intonaci interni ed esterni
Posa in opera massetti
Impianto elettrico
Impianto idrico-sanitario e
del gas
Realizzazioni murature divisorie,
Posa in opera falsi telai
Impermeabilizzazioni
Lattonerie
Pacchetto tetto
Tetti in legno
Realizzazione murature
portanti
Posa in opera, armo e getto
solai
Armo e gtto strutture in c.a.
(muri e/o pilastri)
Armo e getto fondazioni
Scavi e movimento terra
Impianto wellpoint
Sbancamento area e
tracciamenti
Demolizioni (se presenti)
Allestimento area cantiere
mese 2
mese 3
mese 4
mese 5
mese 6
mese 7
mese 8
mese 9
Cronoprogramma tipo per realizzare un edificio residenziale di 15 unità con piano interrato.
Il seguente schema è indicativo e ha una fuzione didattico-illustrativa.
Le tempistiche di realizzazione delle varie fasi possono subire delle modifiche dovute a vari fattori
mese 1
mese 11
Imp. grezzo
Imp. grezzo
mese 10
mese 12
Imp. finito
Imp. finito
mese 13
mese 14
mese 15
mese 16
CRONOPROGRAMMA
capitolato figurato -
20
Sede Legale
Strada dei 100 Anni, 14
30039 Stra (VE)
Sede Direzionale
Via Riviera Francia, 3/A
35127 Padova
Tel. (+39) 049 69.88.481
Fax. (+39) 049 87.08.631
email: [email protected]
web: www.industrieedili.it
I disegni della sezione “Involucro” e “Impiantistica” sono indicativi ed hanno la
sola funzione didattico-illustrativa.
Le foto utilizzate nel capitolato sono immagini di repertorio e hanno uno scopo
illustrativo.
La riproduzione e la cessione a terzi del
presente capitolato è vietata.
Ne è consentito solo l’uso privato.
2013 - © Gruppo Industrie Edili S.p.A.
capitolato figurato -
21
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
8 339 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content