close

Enter

Log in using OpenID

ALESSANDRIA Case di riposo, 250 in attesa con retta ridotta

embedDownload
12
LA STAMPA
MERCOLEDÌ 5 NOVEMBRE 2014
Tortona e Valle Scrivia .45
.
il trovalavoro
TORTONA. IL BILANCIO DEL CISA PERÒ È IN ORDINE «ALMENO FINO AL 2015»
Case di riposo, 250 in attesa
di un posto con retta ridotta
Queste le più recenti offerte di
lavoro segnalate dalle Agenzie del lavoro della Provincia,
consultabili anche su
www.provincialavoro.al.it
(raggiungibile anche dal portale:
http://www.provincia.alessandria.gov.it). Info
nei Centri per l’impiego.
Il Consorzio socio assistenziale: una situazione di grave criticità
Sono stati riaperti i termini
per aderire al Progetto Disoccupati, rivolto a persone che
abbiano già lavorato in passato ma che al momento siano
senza lavoro. Le persone interessate devono essere iscritte
da meno di 24 mesi ai Centri
dell’impiego. Scadenza il 7 novembre.
MARIA TERESA MARCHESE
TORTONA
A oggi 250 persone sono in lista di attesa per avere un posto in convenzione nelle case
di riposo e nelle altre strutture convenzionate della zona,
che prevede il pagamento da
parte dell’Asl del 50% della
retta. Una situazione di grave
criticità per Tortona i 40 Comuni del Tortonese, illustrata
nell’ultima riunione della
commissione comunale Sanità da Pierpaolo Cortesi e Luciana Negri, presidente e direttore del Cisa, il Consorzio
intercomunale socio assistenziale, che si occupa dell’assistenza ad anziani, giovani, disabili, famiglie e meno abbienti nel Tortonese.
«Il Cisa - ha detto Cortesi è figlio di un dio minore, poco
considerato dai politici e dai
partiti, a volte persino dimenticato. Secondo precise parametrazioni, la nostra zona
avrebbe diritto a 302 posti letto, invece quando sono arrivato, 5 anni fa, erano solo 198 e a
fatica adesso siamo riusciti
ad averne 220. Tutto questo
perché nel computo dei posti
vengono presi in considerazione anche il Piccolo Cottolengo e il Centro Paolo VI che
così, anziché rappresentare
un valore aggiunto, penalizzano tutto il territorio». La situazione finanziaria del Cisa
al momento è buona: «Siamo
una delle poche realtà che
non ha mai effettuato richieste di anticipazioni di cassa ha detto il presidente - e il bilancio almeno fino al 2015 sarà buono, grazie alla Fondazione Cr Tortona che negli ultimi anni ha sostenuto progetti realizzati dal Consorzio
per 260 mila euro. Fino al
2016 i Comuni possono stare
tranquilli: la retta per abitante (25,5 euro) non sarà aumentata e questo anche perché siamo riusciti farci pagare dall’Asl debiti del 2006».
Secondo Cortesi ci vorrebbe maggior sinergia tra la
funzione socio assistenziale
del Comune e Cisa, anche
perché il Comune di Tortona
trae vantaggio dalla presenza
il caso
SILVANA MOSSANO
TORTONA
L’
azienda «MB srl» di
Tortona, che produceva apparecchiature
e impianti per aziende che
operavano nel settore dell’editoria grafica, andò a rotoli nel 2005, per un miscuglio di concause. Un po’ c’entrava la crisi dei mercati, un
po’ i clienti tardavano a saldare i conti in sospeso o non
pagavano del tutto, un po’ la
struttura artigianale della
ditta non era proporzionata
al tipo di lavorazione di fatto
industriale.
Fu così che il 22 dicembre
di nove anni fa il tribunale dichiarò il fallimento della società di cui erano amministratore unico Roberto Ma-
Il Cisa si occupa dell’assistenza ad anziani, giovani, disabili, famiglie e meno abbienti
del Consorzio. «Nel 2013 - ha
spiegato Cortesi - il Comune ha
versato al Cisa 1 milione e mezzo e in cambio ha avuto servizi
per 1 milione 835 mila euro. Il
Cisa è una magnifica realtà del
territorio e va difeso, sviluppato in termini di progetti perché
altrimenti non so quanto potrà
andare avanti».
«Una grossa criticità - ha
detto Luciana Negri - è il rapporto che il Cisa ha con l’Asl,
perché ci mancano gli interlocutori. Ed è il Cisa in questo
momento a sopperire alle carenze dell’Asl, per tutti quei casi che necessitano di assistenza
ma che per l’Asl non sono classificabili come “sanitari”.
Quando non ce la faremo più,
troveremo anche a Tortona
persone che vivono sulla strada. I casi di indigenza stanno
aumentando da 1-2 a 10 all’anno
e non ci sono strutture dove
collocare queste persone».
DI FRONTE ALLA STAZIONE
Venerdì s’inaugura la sede
della Casa di accoglienza
Venerdì alle 11, verrà
inaugurata la nuova sede
della Casa di accoglienza e
del Dormitorio per senza
fissa dimora, in corso Repubblica 27, angolo giardini
Pastore, di fronte alla stazione ferroviaria. Fuori dall’ingresso è stata installata
una targa con l’immagine di
Franco Mutti. Dal 1° settembre la Casa di accoglienza ha
ripreso la sua attività nella
funzionale sede (edificio ex
bar Gambrinus) messa a disposizione dalla Fondazione
Cr Tortona, dopo il trasloco
da piazza Borgo del Loreto.
1
Bancarotta
in 2 patteggiano
pena a tre anni
gnone, e amministratore di fatto la moglie Monica Marcon.
Quando furono esaminati
dal curatore fallimentare i bilanci e la contabilità emersero
pasticci e distrazioni di somme
e beni, che furono segnalate alla procura della Repubblica.
L’inchiesta, coordinata dal
pm Bruno Rapetti, si chiude se
con l’incriminazione per bancarotta fraudolenta.
Fu ricostruita una situazione patrimoniale non corrispondente al vero, in cui erano
state occultate perdite che, fin
dal 2001, avevano eroso il pa-
trimonio sociale.
I coniugi evidentemente
avevano cercato di tenere duro, sperando che la situazione
critica si evolvesse in meglio.
Ma più il tempo passava e più
le falle da chiudere si allargavano. Furono tentati aggiustamenti contabili, per confezionare un «vestito» che coprisse
le magagne, nella speranza di
poter rimettere tutto in sesto,
un giorno o l’altro.
Così, si legge, ad esempio,
nel capo d’accusa, furono distratte somme destinate al pagamento di un bonifico banca-
La struttura è gestita da
gruppi di volontari delle sei
parrocchie che si avvicendano dal lunedì al sabato,
dalle 15 alle 17, per l’offerta di
servizi «a bassa soglia»:
docce, indumenti, alimentari, stoviglie, attrezzature
per la casa, ecc. La Casa di
accoglienza ha iniziato l’attività nel 1987. Ha operato per
una decina d’anni nell’edificio dell’Opera Don Orione a
lato del Piccolo Cottolengo,
poi per un anno in Seminario, quindi per 15 anni al Loreto messo a disposizione
dal Comune.
[M. T. M.]
rio accreditato sul conto corrente di una società con sede a
Karachi, in Pakistan per la
presunta fornitura di un paio
di macchine. E furono prelevati denari dal conto della «Mb
srl» aventi come causale il
compenso per gli amministratori che, però, in realtà era
molto più basso. E, secondo il
pm che ha mandato a giudizio i
coniugi tortonesi, erano stati
favoriti alcuni creditori a danno di altri, senza rispettare il
grado di privilegio.
Molte carenze furono riscontrate all’interno di una
contabilità alquanto ingarbugliata.
Ieri, a distanza di nove anni
dal fallimento, Magnone e
Marcon, difesi dall’avvocato
Roberto Tava, hanno preferito
chiudere la pagina penale concordando con il pubblico ministero Rapetti il patteggiamento della pena a tre anni di reclusione ciascuno, ratificata
dal gup Stefano Moltrasio.
PROGETTO DISOCCUPATI.
CASALE (via Magnocavallo 13,
telefono 0142 452394, fax 0142
422086). Privati: 1 addetto installazione e assistenza meccanica su macchine utensili
tradizionali (1866), iniz. per 6
mesi, esp. pluriennale, pref. perito meccanico, pref. sgravi
contributivi; 1 impiegato/a
(1856), sost. maternità, part time 20 ore, addetto contabilità,
esp. pluriennale, uso programma «mercato elettronico Cinsip», diploma ragioneria; 1 apprendista chef (1841), a Valenza, diploma pref. minima esp.; 1
addetta attività segreteria
ed elaborazione dati contabili (1839), a Murisengo, sost.
maternità, laurea in economia,
diploma ragioneria, pref. minima esp.; 1 addetto/a gestione
«GARANZIA GIOVANI PIEMONTE». Il Centro per l’im-
magazzino, confezionamento articoli (1838), a Valenza, ti-
piego di Alessandria ha avviato il progetto «Garanzia Giovani Piemonte», rivolto a giovani tra i 15 e i 29 anni (disoccupati e non studenti) e alle
aziende in cerca di personale,
mirato ad agevolare l’incontro
domanda/offerta nel territorio (ww.garanziagiovanipiemonte.it). Tutti i servizi, compresi attivazione di tirocini /
inserimento al lavoro, sono
erogati dal Centro per l’impiego in modo del tutto gratuito
sia ai candidati sia alle aziende interessate (sono previsti
incentivi per inserimento).
rocinio, età massima 28, diploma, buona conoscenza inglese e
francese; 1 tagliatore pietre
preziose (1837), a San Salvatore, iniz. tempo det., esp. pluriennale; 1 elettricista im-
CANTIERI DI LAVORO. A
voratori iscritti nelle categorie protette per candidarsi devono rivolgersi direttamente
ai Centri per l’impiego. Queste le segnalazioni: 2 opera-
3 mesi, età 23-50, esp. pluriennale in redazione documenti
Word ed Excel relativa a gare
d’appalto e commesse di lavoro
con clienti pubblici, caricamento sui siti Internet delle
Pa, ottimo uso Office, posta
elettronica e Pec, diploma; 1
ingegnere logistico (1847),
età 23-50, laurea in ingegneri a
logistica, esp.; 1 capo officina
(1828), a Voghera, per 3 mesi,
età 23-48, organizzazione lavoro e del personale, riparazione
e manutenzione auto multimarca, monitoraggio e manutenzione dei macchinari e attrezzature; 1 impiegato amministrativo (1827), per 3 mesi, età 23-50, esp, in prenotazione alberghi, voli, auto e in
gestione personale di pulizia,
attività di reception, centralino, archiviazione elettronica,
elaborazione dati e approvvigionamento materiali, diploma, ottima conoscenza lingua
inglese e buona conoscenza
francese, ottimo uso pc; 1 ope-
tori tecnici servizi generali
e tecnici (1869), ad Alessan-
ratore/montatore su tornio
a Cnc (1814), per 3 mesi, età 20-
dria, tirocinio formativo 12
mesi, part time 20 ore settimanali, patente B; 7 coadiutori amministrativi (1868),
ad Alessandria, tirocinio formativo di 12 mesi, part time 20
ore, informatica di base, inglese elementare; 1 operatore
50, minima esp.
presse
0144 322014). Nessuna segnalazione.
Ovada sono aperti due bandi
per l’impiego temporaneo e
straordinario di disoccupati
in cantieri di lavoro: uno al
Comune di Cremolino (scadenza 7 novembre) per manutenzione ordinaria del verde
pubblico e delle piazze e vie,
l’altro al Comune di Trisobbio
(scadenza 15) per pulizia strade e sentieri e manutenzione
del patrimonio dell’ente.
CHIAMATE
PUBBLICHE.
Candidature entro il 17 novembre per: 1 aiuto cuoco
(1867), a Cerrina, in casa di riposo, esp. 3 mesi nell’ultimo
semestre in case di riposo o
mense aziendali, corso professionale attinente.
CATEGORIE PROTETTE. I la-
di
stampaggio
(1864), ad Alessandria tirocinio formativo di 12 mesi; 1
operatore di camera bianca (1863), ad Alessandria, ti-
rocinio formativo di 12 mesi,
per controllo qualità e imballo
pezzi plastica.
ALESSANDRIA (via Cavour 17,
telefono 0131 303359 - 303367).
Per candidarsi, occorre inviare il curriculum a [email protected]
citando il codice dell’offerta a
cui si è interessati. 1 elettricista (1861) esperto o in possesso di titolo di studio adeguato,
tempo det., pref. esp. installazione impianti di sicurezza; 1
ingegnere addetto alla logistica (1845); 1 architetto
neolaureato (1835), iniz. ti-
rocinio, o geometra con esp.
mansione di assistente ai progetti, età massima 29, conoscenza photoshop, 3D studio,
Autocad; 1 amministrativo
(1830), part time, iniz. tempo
det., età massima 40, esp.
biennale.
pianti prevalentemente civili (1802), iniz. tirocinio con pos-
sibilità di assunzione come apprendista, età 19-25.
NOVI (via Oneto 29, telefono
0143 2374). Nessuna offerta segnalata.
TORTONA (via Marsala 22, telefono 0131 861402). Privati: 1
impiegato/a amm. (1857), per
VALENZA (via IX Febbraio an-
golo via Carducci, tel. 0131
942104). Segnalazioni gestite
da Casale.
ACQUI (via Crispi 15, telefono
OVADA (via Pietro Nenni 12,
telefono 0143 80150). Privati: 1
addetta pulizie (1873) in abi-
tazione, fabbrica e uffici, tempo det., esp. biennale; 10 collaboratori (1871) a provvigione
per vendita diretta prodotti di
largo consumo e cosmetica,
pref. diploma, patente, residenza in Ovadese, Acquese,
Novese, uso Office e posta elettronica; 1 fresatore-programmatore Cnc (1812), iniz.
per 6 mesi, esp. biennale; 1 responsabile
commerciale
(1811), età 25-35, ottima conoscenza inglese e francese, diploma o laurea, esp. anche minima, disponibilità a trasferte;
2 periti elettronici (1796), età
19-25, apprendistato previo tirocinio di 3 mesi, buona conoscenza inglese e informatica,
disp. trasferte; 1 stampatore
serigrafo (1753), età 25-50,
esp. biennale, disponibilità a
straordinari anche al sabato.
[email protected]
12 45
LA STAMPA
MERCOLEDÌ 5 NOVEMBRE 2014
.
Novara e provincia .43
CLINICA DI VERUNO. RESTANO LE RISERVE DAI MEDICI DI ANAAO ASSOMED
Incontro Maugeri-sindacati
su conti e rientro dai debiti
Oggi con tutte le sigle e domani tocca all’assessore regionale Saitta
CHIARA FABRIZI
VERUNO
La vertenza alla Fondazione
Maugeri tiene banco. A Veruno i dipendenti attendono
con ansia. Stamattina il nuovo presidente Gualtiero
Brugger incontra i sindacati:
la richiesta dei rappresentanti dei lavoratori è di conoscere con chiarezza lo stato
finanziario e del patrimonio.
Ci sarà anche l’Anaao Assomed che riunisce i medici dirigenti e Mario Vitale, segretario regionale, dice: «Noi oggi vogliamo giungere senza
pregiudiziali a un accordo costruttivo».
Di recente la direzione della Maugeri ha comunicato la
chiusura del tavolo di confronto con Anaao Assomed e
il conseguente passaggio dal
contratto di sanità pubblica a
quella privata per i dirigenti
medici. Decisione dettata
dall’indisponibilità dell’associazione di categoria a discutere alcuni punti della proposta, quali l’indennità di esclusività e periodo feriale. «La
pregiudiziale, in un eventuale confronto, non è accettabile - dichiarano dalla fondazione -. Solo l’affrontare tutti i
punti della proposta può essere considerato un percorso
alternativo e compatibile».
Vitale: «E’ un pretesto per
fare ricadere sui sindacati la
rottura delle trattative. Non
è ammissibile far pagare alla
dirigenza medica e sanitaria
il prezzo di disastri altrui. La
Fondazione ha rifiutato di
analizzare a fondo tutte le voci di bilancio, volendo salvaguardare aree di privilegio».
Diego Passero per la Uil
funzione pubblica Novara:
«Se si va verso il concordato
preventivo con le banche,
l’azienda dovrà presentare il
piano con cui pensa di rientrare dai debiti. Si giocherà a
carte scoperte». Domani l’incontro con l’assessore regionale Antonio Saitta: la Maugeri ha anche la clinica
«Major» a Torino. Martedì ai
lavoratori del centro medico
di Veruno sarà illustrato il
piano per il bilancio 2015.
Altra
tappa
Martedì
ai lavoratori
del centro
medico
di Veruno
sarà illustrato
il piano
per il bilancio
del prossimo
anno
Fondazione
Maugeri
è poi
proprietaria
della clinica
«Major»
di Torino
NELL’ALTO NOVARESE
DA DOMANI A NOVARA
Con «La scintilla»
per un nuovo hospice
Quattro appuntamenti
di «Ideainsieme»
L’associazione «La scintilla», attiva
da anni tra Arona e Borgomanero nelle
cure palliative e assistenza ai malati cronici e terminali, chiede l’apertura di un
hospice per l’area Nord del Novarese. Un
progetto di cui si parla da tempo e che
avrebbe dovuto avere sede nell’ospedale
di Arona. Martedì i volontari de «La Scintilla», dalle 9 alle 13, saranno sul lungolago Repubblica, ad Arona, per raccogliere
firme a supporto della petizione. La data
è quella della «Giornata di San Martino»,
emblema dell’attenzione al malato inguaribile. Per sensibilizzare sui diritti e bisogni dei malati e delle famiglie, l’associazione fondata da Venerando Cardillo ha
indetto il concorso «Una scintilla per accendere il cuore, perché sia sempre estate di San Martino» tra i bambini della
scuola dell’infanzia e primaria della Direzione didattica di Arona. Gli elaborati saranno esposti il 15 e 16 (orario 14-17) al palacongressi. Premio, da 500 euro, alla
scuola della classe vincitrice.
[C. FA.]
1
La vita e il declino, morte e cure palliative, fisico e psiche: quattro nuovi incontri per capire e confrontarsi. Al via il
quarto ciclo promosso dall’associazione
«Ideainsieme» di Novara, guidata dalla
presidente Margherita Zanetta. Primo
appuntamento domani, giovedì, nella saletta della Fondazione Faraggiana in via
Bescapè 12 (tel. 349.2543591) alle 18. Il tema: «Sono vivo, ed è solo l’inizio. Riflessioni filosofiche sulla vita e sulla morte»:
interviene la professoressa Laura Campanello. L’invito è esteso a tutti perché
«non si affrontano i temi in modo settoriale ma con approfondimenti utili nella
quotidianità e nel percorso di ciascuno».
Campanello è consulente etica e pedagogica all’Hospice Floriani a Milano e altri
centri specializzati; è autrice di saggi.
«Ideainsieme» collabora con la struttura
di Cure Palliative del Maggiore, diretta
dal dottor Aurelio Prino. Prossimi incontri sono il 13, il 20 e il 27 novembre; partecipazione gratuita.
[M. P. A.]
1
La Regione ha respinto il piano regolatore
BORGOMANERO. MINORANZA ALL’ATTACCO
“Imposte più pesanti
a causa del nuovo prg
Risarcite i cittadini”
Il piano regolatore
bocciato in Regione
per eccesso
di edificabilità
Opposizione all’attacco sul
piano regolatore di Borgomanero. Lo strumento urbanistico, che era all’esame
della Regione per l’approvazione, è stato rimandato al
Comune perché è stato rilevato che prevede un indice
di edificabilità eccessivo in
alcune zone. Ora i consiglieri
comunali Pierluigi Pastore e
Gianni Barcellini, del gruppo civico «Insieme per Borgomanero», chiedono spiegazioni precise e hanno presentato due interrogazioni
che dovranno essere discusse nella prossima assemblea.
«La Direzione regionale
programmazione strategica
politiche territoriali ed edilizia ha chiesto al Comune un
notevole ridimensionamento in termini di superfici edificabili ed innumerevoli precisazioni e sostanziali modifiche riguardanti il complesso di tutta la materia urbanistica locale. In seguito al
progetto del nuovo piano regolatore - dicono Pastore e
Barcellini - molti lotti di terreno hanno subìto cambiamenti di destinazione d’uso
urbanistici anche non richie-
sti dai proprietari e sono stati
resi edificabili quindi solo al fine di incamerare l’Imu».
Adesso che il piano è stato
rinviato al Comune e tutto
torna come prima (quindi i
terreni sono di nuovo a destinazione agricola), Pastore e
Barcellini chiedono che cosa
verrà fatto per i cittadini che
hanno versato l’Imu maggiorata a partire dal marzo del
2012. «E’ solo una delle incongruenze e dei problemi - aggiunge Pastore - che si verificano in seguito alla, per ora,
mancata approvazione del
piano».
Una seconda interrogazione contesta una delle premesse del piano regolatore: «Questo progetto - dice Pastore prevedeva che la popolazione
di Borgomanero arrivasse a
38 mila abitanti, invece siamo
fermi a 23 mila: non c’è quindi
la necessità di molte nuove costruzioni come invece è stato
previsto dal progetto e come
la Regione ha contestato».
A replicare è l’assessore all’Urbanistica Pier Franco Mirizio: «Il piano è stato redatto
seguendo anche i suggerimenti e le osservazioni della
cittadinanza, adesso si devono predisporre le contro-deduzioni alla Regione e riportare lo strumento urbanistico in
Consiglio comunale. Poi verrà
rimandato in sede regionale.
Noi abbiamo creato un piano
astratto, ma abbiamo seguito
le necessità concrete della città».
[M.G.]
In breve
SULL’A26. GRAVE L’UOMO AL VOLANTE
Si schianta con l’auto
all’ingresso del tunnel
Un incidente con un ferito
gravissimo, code, un tamponamento e la corsia chiusa:
ieri è stato un pomeriggio difficile sull’A26. Attorno alle 14
un automobilista varesino ha
perso il controllo dell’auto e
si è schiantato contro la cuspide d’ingresso della galleria Stresa 2, in direzione di
Gravellona Toce. Forse una
violenta raffica di vento ha
investito la sua vettura mentre percorreva il viadotto.
L’impatto contro il muraglione di cemento armato è
stato devastante. Soccorso
da un’ambulanza del 118, l’uomo è stato trasferito in condizione di estrema gravità al-
l’ospedale Maggiore di Novara. È ricoverato nel reparto di
Rianimazione.
Nelle fasi successive al primo incidente, a causa degli
inevitabili rallentamenti, si è
verificato un tamponamento
con il coinvolgimento di un furgone Ducato e due vetture. In
questo caso gli automobilisti
coinvolti hanno riportato ferite che non hanno richiesto la
permanenza in ospedale. Sul
posto per i rilievi due pattuglie
del distaccamento della polizia
stradale di Romagnano Sesia.
Sulla corsia con senso di marcia Nord, l’autostrada è rimasta chiusa con uscita obbligatoria ad Arona fino alle 16. [R.L.]
Novara
Arona
Il «Maggiore» premiato
per progetto di pulizia
Taxi boat, il bando
su due licenze
1 Nel convegno «Pulizia &
1 Due
INCIDENTE TRA ORTA E GOZZANO
Meina
Bogogno
Strada del lago bloccata per tre ore
Cena e solidarietà
a favore del Kenia
Moser e Saronni
Parla il giornalista Conti
1 Prenotazioni
1 La rivalità tra Moser e Sa-
sanificazione in sanità» a Milano, l’Istituto Internazionale di Ricerca (IIR) ha premiato i programmi più innovativi: sul podio il Maggiore di
Novara con il progetto «Sperimentazione di un sistema
di sanificazione con panni in
nanotech e microfibra con
particelle d’argento». [M. P. A.]
Strada provinciale 229 del lago d’Orta chiusa ieri mattina dalle
8,30 per tre ore a causa di un incidente in località Poncetta tra Orta
e Gozzano. Nel sinistro, avvenuto attorno alle 8.30, sono rimaste
coinvolte due vetture: i conducenti sono stati trasportati, in codice verde, all’ospedale di Borgomanero. Sul posto polstrada di Borgomanero e carabinieri di Orta mentre gli agenti di Polizia Municipale dell’Unione dei comuni del Cusio hanno bloccato la strada
dirottando il traffico verso Ameno e Miasino.
[V.A.]
alla cena
benefica di sabato alla mensa
delle medie con «Vedette Meina» per progetti in Kenia; alle 20; il costo è di 15 euro. Dettagli:
0322.660487;
338.5862886.
[C. FA.]
licenze per trasporto
via «taxi boat» sul lago. Dal Comune un nuovo bando: gli altri
due non sono andati a buon fine. Scade il 20 il termine per
presentare le domande. La
barca a motore si potrà collocare al nuovo porto di interscambio del lungolago Nassiriya. Maggiori dettagli in Comune: 0322.231270.
[C. BOV.]
ronni, i due campioni del ciclismo. A parlarne sarà venerdì il
giornalista sportivo della Rai,
Beppe Conti alle 21 in biblioteca. Introdurrà l’incontro
Gianluca Trentini.
[M. G.]
14 .Cronache
STAMPA
.LA
MERCOLEDÌ 5 NOVEMBRE 2014
Intervista
GRASSO: CHI SA PARLI
Caso Cucchi
Il presidente
del Senato
riceve i familiari
ELENA LISA
TORINO
ROMA
a rabbia dei laureati in Medicina davanti al caos del
primo concorso
nazionale per le
scuole di Specialità, non si
comprende se non si chiarisce il percorso comune - e obbligato - degli studenti.
A 18 anni test per l’accesso
all’Università. Laurea e poi
esame di Stato per l’iscrizione all’albo dei Medici. Se ci si
ferma qui si vive in un limbo
che lascia disoccupati. È consentito fare prelievi, guardie
mediche e sostituire i dottori
di base. Stop. Per sperare in
un posto bisogna andare oltre, fare un altro concorso quello del caos per intenderci - e aggiudicarsi una borsa
di Specialità: cinque anni di
pratica negli ospedali pubblici e di teoria universitaria.
Solo a 30 anni, dodici dopo il
primo esame, può scattare la
cacciaallavoro.Cacciachesempre più spesso porta all’estero.
«E’ evidente - commenta Gianmaria Ajani, rettore dell’Università di Torino e del dipartimenti di Medicina tra i più autorevoli in Italia – che bisogna ripensare tutto. Questo concorso
è stato un episodio disgraziato».
L
Disgraziato?
«C’è un altro modo per definirne l’esito? È stato un sintomo, come la febbre, di poca
salute dell’intero sistema».
D’accordo il sistema, ma
restando sulla tentata riforma?
Improvvisamente è mancato
Antonio Bottacin
pensionato La Stampa
anni 78
Lo annunciano: moglie Lena Petiti, igli Mirella, Gianni e famiglie, parenti
tutti. Funerale in Sanfrè giovedì 6 novembre ore 10,30 parrocchia SS. Pietro e Paolo.
– Sanfrè, 4 novembre 2014
Gruppo Verrua - Bra
Il Presidente, il Consiglio di Amministrazione, il Collegio Sindacale, il
Direttore Generale, i Dirigenti e i dipendenti tutti dell’Editrice La Stampa
S.p.A. partecipano al dolore della famiglia per la scomparsa dell’ex dipendente
Antonio Bottacin
– Torino, 4 novembre 2014
I Seniores La Stampa ricordano il caro
COLLEGA.
“Beati i miti, perchè
avranno in eredità la terra.”
E’ mancato all’affetto dei suoi cari
Gian Piero Testa
antiquario
Lo annunciano con immenso dolore
la moglie Elena Sapienza, le iglie Susanna con Alessandro, Arianna, Alice
e Soia, Laura con Vittorio e Alessia, la
sorella Linda con Mario, parenti tutti.
S. Rosario mercoledì 5 ore 18,45 e Funerali giovedì 6 ore 10 parrocchia B. V.
delle Grazie, Crocetta.
– Torino, 3 novembre 2014
Genta dal 1848 - Torino
Franco e Ester Gonella partecipano al
dolore di Elena, Susanna e Laura.
Gli amici Michele, Michi, Ugo, Guido
ed Enrico ricordano con affetto GIAMPI
e sono vicini a Elena e famiglia.
Cristianamente è mancato
Caos di competenze
Delle borse di specialità
si occupano tre ministeri,
con i risultati che abbiamo visto:
ognuno va per conto proprio
Dopo il caos alle prove, gli studenti aspettano l’esito degli esami
Gianmaria Ajani
“Test di Medicina
Il governo si metta da parte
e lasci fare agli Atenei”
Torino, il rettore: “Bisogna ripensare tutto”
per non illudere centinaia di
laureati. Al concorso contestato
hanno partecipato più di 12mila
studenti. Le borse sono 5mila».
Due laureati su tre, quindi, a
una specialità non arriveranno mai. C’è una ragione?
«Lo dicevo all’inizio: la gestione a tre non funziona.
Delle borse di Specialità si
occupano il ministero dell’Economia, quello della Sanità e dell’Istruzione».
L’impressione è che ognuno
vada per conto suo?
«È l’impressione».
«Abbiamo voluto fare gli americani senza stare in America:
trasformare un concorso gestito localmente dagli Atenei
in un test nazionale è una buona idea. Ma prima devi essere
certo di poterla sostenere».
no paratie tra una postazione
e l’altra, per esempio».
E così, sempre per esempio, si
puòcopiareeiltestpuòdiventare di gruppo. Sono molte le
testimonianze al riguardo...
«Una strategia è necessaria.
La popolazione invecchia: servono geriatri, oncologi. Bisogna investire nei servizi e nell’assistenza paramedica».
Il ministero dell’Istruzione in
cosa non è stato capace?
Ma quando dice che bisogna
cambiare tutto, ha anche in
mente una direzione?
Investire così, genericamente?
«Per niente. La formazione deve restare in mano agli Atenei.
Il ministero della Salute piuttosto deve far altro per gli studenti: assicurare un lavoro, un
futuro. E non lo sta facendo».
“Il tuo coraggio nell’affrontare tanta sofferenza
ci è insegnamento e guida per sopportare la tua
mancanza.”
Ezio, Rita, Micol e Clara abbracciano
forte Elio e mamma nel ricordo di
PAOLO.
«Non ha valutato che non tutti gli Atenei hanno aule informatiche adattabili, oltre alla
didattica, agli esami. Manca-
E’ mancata all’affetto dei suoi cari
Teresa Grosso
ved. Roetto
La famiglia ringrazia il dott. Guido
Parvis, tutto il personale medico e infermieristico del prof. Saglio, Daniela e
Mariana per la sollecita ed amichevole
assistenza. Non iori ma offerte alla
comunità di S. Egidio Piemonte Onlus.
S. Rosario giovedì 6 corr. ore 18,45
parrocchia Crocetta. Funerali venerdì
7 ore 10,30 parrocchia di Cocconato
d’Asti.
– Torino, 5 novembre 2014
O.F. Domus - Torino
“Vivere nel cuore di chi
resta è non morire mai.”
E’ mancato
Carlo Morrone
Maresciallo Maggiore
dei Carabinieri
Aiutante di Battaglia
Cavaliere del Lavoro
L’annunciano con dolore la moglie
Lucia, le iglie Damiana e Corrada, i
generi Francesco e Claudio, la nipote
Chiara. S. Rosario il 5 alle ore 18 parrocchia N.S. del S. Cuore di Gesù dove
saranno celebrate le Esequie il 6 alle
ore 14,30. La presente è partecipazione e ringraziamento.
– Torino, 4 novembre 2014
Improvvisamente è mancata
Elena Pandoli Alberici
ved. Munno
Con immenso dolore lo annunciano
Marcella e Marina con Marcello e Stefano, gli adorati nipoti Matilde e Riccardo. Esempio di forza e dolcezza ci
guiderai per sempre.
– Torino, 3 novembre 2014
«Non mi stupiscono».
«Sì:laprogrammazionedeibisogni
di formazione medica. La gestione
atredeiministerinonfunziona».
Dopo lunghe sofferenze è mancata
all’affetto dei suoi cari
Elsa Maria Vigna
in Barutello
anni 76
L’annunciano: il marito Oreste, i igli Lorella, Ivano con Elena, Isa, Ezio;
Wilmer con Roberta, Giada, Alex; Valerio con Angela, Soia, Giorgia, sorelle, cognata, nipoti e parenti tutti. I
Funerali avranno luogo in San Pietro
di Coassolo, giovedì 6 novembre alle
ore 14,30 dall’abitazione Case Michel
104. Il presente è partecipazione e ringraziamento.
– S. P. di Coassolo, 3 novembre 2014
O.F. Mecca & Chiadò - Ciriè
Dopo una lunga vita felice circondato dall’affetto dei suoi cari, si è spento
serenamente
Maggiorino Perino
di anni 96
La moglie Mariuccia, i igli Nicoletta,
Claudia, Alberto, i nipoti tutti e famigliari ne danno il triste annuncio. Si
ringrazia tutto il personale della residenza Seniores di Pino Torinese, per le
amorevoli cure prestate. Funerali giovedì 6 novembre corr. alle ore 10 parrocchia di Cavoretto, Torino. Santo Rosario mercoledì 5 ore 18 in parrocchia.
– Torino, 3 novembre 2014
Le famiglie Turatti e Asberto sono vicine, con tanto affetto, a Mariuccia,
Alberto, Claudia e Nicoletta.
Titti, Lorenzo, Claudia e Gaia con Billa,
Giorgio e le loro famiglie sono affettuosamente vicini a Maria, Alberto,
Claudia e Nicoletta.
E’ mancato
Ciao ELENA, nei nostri cuori sempre.
Marisa e Gino.
Rosanna Bechis e famiglia sono vicini a
Marina e Marcella per la perdita della
loro cara MAMMA.
Giovanni Grella
anni 81
L’annunciano: il fratello Giuseppe con
la moglie Giuseppina Gennero, il nipote Giacomo, parenti tutti. Funerali in
Torino giovedì 6 alle ore 10 parrocchia
San Pio X, Falchera. Tumulazione Cimitero di Borgaro Torinese. Il presente è
partecipazione e ringraziamento.
– Torino, 1 novembre 2014
O.F. Mecca & Chiadò - Ciriè
ALESSANDRO DI MARCO
/ANSA
E’ mancata all’affetto dei suoi cari
Silvia Rossella
in Tealdi
Lo annunciano il marito Vittorio, la
nipote Paola con Riccardo e Vittorio,
parenti tutti. Funerale giovedì 6 novembre ore 9 parrocchia San Leonardo
Murialdo.
– Torino, 5 novembre 2014
Tommaso Pietrantonio
anni 79
Addolorati lo annunciano la moglie
Luciana Rainero, i igli Marco e Cristina con famiglie, parenti tutti. Cerimonia di Commiato venerdì 7 novembre
ore 11,50 Tempio Crematorio Cimitero
Monumentale di Torino.
– Torino, 4 novembre 2014
O.F. Antares - tel. 011.7790163
La Saet ascensori ed i dipendenti si associano al dolore della famiglia per la
perdita del caro
Tommaso Pietrantonio
– Torino, 4 novembre 2014
E’ possibile prevedere le necessità della società futura?
«Niente affatto. Il ministero,
una previsione numerica a 20
anni, è in grado di farla. Ipotizzare un tetto è indispensabile
Si è unita in cielo all’adorato papà
Giulio l’anima bella di
Pierpaolo Porporato
IlministrodellaSalute,Beatrice Lorenzin, la pensa come
lei: le scuole di formazione
che coincidono con l’ingresso
nel mondo del lavoro devono
essere gestite da un solo dicastero. Il suo. E’ d’accordo?
Gilberto, Gabriella, Gianluca, Monica
e Alessandra Ambrosio partecipano
all’immenso dolore di Lina, Elio e famiglia per la prematura scomparsa
dell’amato PIERPAOLO.
di anni 51
Lo piangono con tanto amore la mamma Marta Costamagna, il fratello Elio
con Zaira, le affezionate cugine Marisa
e Simona con le loro famiglie, l’amico
caro Sergio e la cara Cristina. Un ringraziamento particolare al sig. Franco
D’Andrea che ha seguito il nostro Paolo passo per passo nel suo calvario.
Perenne riconoscenza all’amico prof.
Baracchi e al dott. Monaco e signora
per le attenzioni e le cure prestate. S.
Rosario mercoledì 5 novembre ore 19
presso la parrocchia S. Margherita in
Torino, strada San Vincenzo 146. Funerale giovedì 6 novembre ore 9,30
presso la medesima parrocchia. La
cara salma proseguirà per la tumulazione al Cimitero di Orbassano alle
ore 11.
– Torino, 4 novembre 2014
Caro PAOLETTO, insieme abbiamo giocato, lavorato, bisticciato, scherzato. Il
ricordo è di grande tenerezza. Un abbraccio, Marisa.
Ciao PAOLO, ricevi il nostro abbraccio,
ti ricorderemo con affetto e rimpianto. I cugini Giuseppe, Annamaria, Michele, Federico.
Ciao PAOLO, ti ricorderemo sempre. I
cugini Maria Teresa con Angelo Carola
e Roberto, Maria Grazia con Roberto
Chiara e Soia, Anna con Vittorio e
Maria.
Il tuo sole non tramonterà più e sarà
una lunga estate. Ciao PAOLO. Simona, Gigi, Marco, Sveva e Beppe.
Luigi e Misa Quaranta con la famiglia
e tutti i collaboratori dello studio partecipano al lutto che ha colpito Elio e
la mamma per la perdita di
Paolo Porporato
– Torino, 4 novembre 2014
Maria Teresa Lavazza e Piera Fusco
partecipano al dolore di Lina e famiglia per la perdita di PIERPAOLO.
Siamo vicini a Lina ed Elio per la perdita di PAOLO. Era un amico fraterno,
sarà sempre nei nostri cuori. Giulio,
Daniela e Federico.
Improvvisamente è mancato all’affetto dei suoi cari
Elio Vicinanza
titolare dell’Eurocarrozzeria
Torino
Lo annunciano la moglie Rosetta, i
igli Daniele, Angela e Luca con le rispettive famiglie. Per orario Funerale
telefonare dopo le ore 18 al numero
335.7220952.
– Avigliana, 4 novembre 2014
Dopo una lunga vita dedicata agli
altri, si è spento serenamente
Francesco Scardulla
già Procuratore Capo
della Repubblica di Torino
Lo annunciano con profondo dolore i
igli Silvio e Giorgio con le rispettive
famiglie. I Funerali si svolgeranno giovedì 6 novembre alle ore 10 nella parrocchia di San Giuseppe di Priaruggia
in viale De Geneys. La presente quale
partecipazione e ringraziamento.
– Genova, 4 novembre 2014
O.F. Ferrari - Genova
E’ mancato
Bruno Soffredini
Fulvio Gianaria e Nicola Gianaria partecipano al grande dolore dell’amico Elio per la perdita del carissimo
PAOLO.
Gabriele Capello, i soci e i collaboratori dell’agenzia UnipolSai GerbidoStatuto partecipano al lutto.
I Notai Marocco, Ganelli e Insabella,
con tutti i collaboratori partecipano
commossi al lutto della famiglia per la
prematura scomparsa di
Pierpaolo Porporato
– Torino, 4 novembre 2014
Con immenso dolore ci stringiamo a
zia Marta, Elio e Zaira e con loro piangiamo la perdita del caro PIERPAOLO.
Beppe, Franca, Vittorio, Simone, Rossella, Beatrice e nonna Rina.
La ricerca della verità su
Stefano Cucchi - morto a 31
anni dopo essere stato arrestato per spaccio - annovera
un nuovo importante alleato.
Il presidente del Senato Pietro Grasso lancia un appello:
«Ci sono dei rappresentanti
delle Istituzioni che sono certamente coinvolti in questo
caso. Quindi, chi sa parli. Che
si abbia il coraggio di assumersi le proprie responsabilità, perché lo Stato non può
sopportare una violenza impunita di questo tipo».
A margine di una cerimonia per la Festa delle Forze
armate - ieri mattina a Bari la seconda carica dello Stato
si schiera accanto alla famiglia di Stefano. E in serata ha
annunciato che oggi riceverà
i genitori del giovane e la sorella Ilaria.
«Intanto - puntualizza
Grasso - è doverosa e giusta
la solidarietà alla famiglia
della vittima di violenza. Devo dire che la violenza non
può far parte della dignità di
uno Stato civile, soprattutto
quando viene da rappresentanti delle istituzioni». E ancora: «Noi speriamo di continuare a cercare la verità, nonostante ci siano state delle
sentenze che non hanno saputo o potuto trovarla. Pensiamo che bisogna continuare su questa strada dando la
massima solidarietà ai famigliari delle vittime».
Mario Boidi, Massimo Boidi, Fabio Pasquini, i collaboratori ed i dipendenti
dello studio Boidi partecipano al lutto
della famiglia Porporato, per la perdita del caro PIERPAOLO.
di anni 94
Lo ricordano i igli Daniele e Sergio
con le rispettive famiglie. Funerali
giovedì 6 novembre ore 11 presso
parrocchia S. Nazario, Villarbasse. S.
Rosario mercoledì 5 alle ore 20,30 in
parrocchia.
– Moncalieri, 4 novembre 2014
O.F. Requiem - tel. 011.6821010
ANNIVERSARI
1997
Sempre ti ricordiamo con immensa nostalgia. Santa Messa sabato 8
novembre ore 18,15 parrocchia San
Giorgio.
2007
L’avv. Italo Pernice assieme ai propri
collaboratori partecipa commosso nel
ricordo penetrante del cav. Giulio, al
dolore della madre, del fratello e dei
loro familiari per la perdita dell’amato
PAOLO.
Ciao PAOLO. E’ stato facile volerti
bene, impossibile sarà dimenticarti. I
tuoi amici Marialuisa e Sergio.
Casale Giovanni, Marisa, Giorgio, Enrica partecipano all’immenso dolore
della famiglia Porporato.
L’avv. Enrica Casale si unisce al cordoglio dei famigliari per la scomparsa di
PIERPAOLO.
2014
Pier Carlo Minetti
5 NOVEMBRE
2014
Danilo Pavani
Sempre.
– Torino, 5 novembre 2014
2013
6 NOVEMBRE
2014
Ada Raineri Mosca
Lo studio Casale prende parte al lutto
della famiglia Porporato.
Sempre con noi. Consuelo, Micaela,
Federica e le loro famiglie.
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
2 948 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content