close

Enter

Log in using OpenID

categorie esenti dal ticket per prestazioni

embedDownload
CATEGORIE ESENTI DAL TICKET
PER PRESTAZIONI AMBULATORIALI E PRONTO SOCCORSO
(aggiornamento gennaio 2014)
Il ticket, ovvero la quota di partecipazione alla spesa previsto per le prestazioni di diagnostica strumentale e specialistica ambulatoriale, è pari a €
36.00 PER RICETTA (nuovo importo a decorrenza 1° dicembre 2007) a cui si aggiunge, dal 1° agosto 2011, una quota variabile per ricetta (da zero a 30
€), proporzionale al valore delle prestazioni richieste (ai sensi della Legge 111 del 15/07/2011 e dalla DGR IX/2027 del 20/07/2011).
MODALITA’ DI PRESCRIZIONE
Ogni ricetta può contenere un massimo di 8 prestazioni della stessa branca specialistica.
Si fanno salve alcune eccezioni riguardanti i cicli di terapia fisica riabilitativa (vedi pag. 24 e 25 dell'Allegato al Decreto n. 32731 del 18.12.2000). Per le
prestazioni introdotte con DGR VII/13796 del 25.7.2003 Allegato 5, cioè la terapia ad onde d'urto focalizzate per patologie muscolo-scheletriche e la
terapia ad onde d'urto radiali per patologie muscolo scheletriche, possono essere prescritte un massimo di tre sedute per ricetta – vedi anche DGR
VIII/3111 2006 –Lea).
Prestazioni di branche specialistiche diverse devono essere prescritte su ricette diverse.
Prestazioni esenti e prestazioni non esenti devono essere prescritte su ricette diverse.
SONO ESENTI DALLA QUOTA DEL TICKET:
•
•
minori di età compresa tra 0-14 anni (l’esenzione vale fino al compimento del 14° anno di età), indipendentemente dalla posizione reddituale del nucleo familiare di
appartenenza (con decorrenza 1° giugno 2007 - DGR VII/4750 del 18/05/2007). Esenzione valida per i soli assistiti della Regione Lombardia (nota regionale del
26/10/2011 prot. n. 0031741).
minori di 6 anni appartenenti a nucleo familiare non superiore a 36.151,98 €. Esenzione valida sul territorio nazionale (nota regionale del 1°/6/2011 prot. n. 0016796).
Dipartimento Cure Primarie – Servizio Assistenza Medica Territoriale
1
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
cittadini di età superiore ai 65 anni con reddito complessivo familiare inferiore o uguale a 36.151,98 €. Esenzione valida sul territorio nazionale (nota regionale del
10/05/2011 prot. n. 0014310).
i cittadini di età superiore a 65, purché appartenenti a nucleo familiare fiscale con reddito lordo complessivo compreso tra i 36.151,98 e 38.500,00 €, riferito all'anno
precedente. Esenzione valida in Regione Lombardia (nota regionale del 10/05/2011 prot. n. 0014310).
i titolari di pensione sociale e i familiari a carico.
i titolari di pensione al minimo ultrasessantenni e i familiari a carico: questa condizione è subordinata all'appartenenza a nucleo familiare fiscale con reddito
complessivo lordo, riferito all'anno precedente, inferiore a € 8.263,31, € 11.362,05 se con coniuge a carico, incrementato di € 516,45 per ogni figlio a carico.
disoccupati (cittadini che abbiano cessato per qualunque motivo "licenziamento, dimissioni, cessazione di un rapporto a tempo determinato" una attività di lavoro
dipendente o autonomo) immediatamente disponibili allo svolgimento ed alla ricerca di una attività lavorativa e iscritti al Centro per l’Impiego e loro familiari a carico
(anche nel caso di figli a carico al 50%) appartenenti a nucleo familiare con reddito complessivo inferiore a 8.263,31 € incrementato a 11.362,05 € in presenza del
coniuge ed in ragione di ulteriori 516,46 € per ogni figlio a carico. Esenzione valida sul territorio nazionale (nota regionale del 10/05/2011 prot. n. 0014310).
disoccupati (cittadini che abbiano cessato per qualunque motivo "licenziamento, dimissioni, cessazione di un rapporto a tempo determinato" una attività di lavoro
dipendente o autonomo) immediatamente disponibili allo svolgimento ed alla ricerca di una attività lavorativa e iscritti al Centro per l’Impiego e loro familiari a carico
(anche nel caso di figli a carico al 50%) appartenenti a nucleo familiare con reddito complessivo superiore a € 8.263,31 incrementato a € 11.362,05 in presenza del
coniuge ed in ragione di ulteriori € 516,46 per ogni figlio a carico ed inferiore o pari a € 27.000, per la durata della condizione. Esenzione valida in Regione Lombardia
(DGR n. IX/4380 del 7/11/2012);
Lavoratore/trice in mobilità, in cassa integrazione straordinaria, in cassa integrazione in deroga (DGR n. 10804/2009), in Contratto di Solidarietà Difensivo ex. Art. 1 D.L.
30/10/1984, n. 726 (DGR n. 3341/2012) e loro familiari fiscalmente a carico, anche nel caso di figli a carico al 50%, che percepiscano una retribuzione, comprensiva
dell’integrazione salariale o indennità, non superiore ai massimali previsti dalla Circolare n. 14 dell’INPS del 30.01.2013 e suoi eventuali successivi aggiornamenti, per la
durata della condizione. Esenzione valida in Regione Lombardia (DGR n. X/313 del 27/06/2013).
gli invalidi civili con percentuale superiore ai 2/3, o con assegno di accompagnamento, o con indennità di frequenza
prestazioni richieste in sede di verifica dell’invalidità civile ex DM 20/1989, n. 293 e s.m.
i ciechi e i sordomuti di cui agli artt. 6 e 7 della Legge 482/68
gli infortunati sul lavoro e gli affetti da malattie professionali per le prestazioni correlate
le categorie dalla I alla V degli invalidi di guerra e per servizio e gli invalidi per lavoro con percentuale superiore a 2/3 sono totalmente esenti, mentre sono esenti solo
per le prestazioni correlate alla patologia invalidante le categorie dalla VI all'VIII degli invalidi di guerra e gli invalidi per lavoro con percentuale inferiore a 2/3
le categorie di cittadini esenti per patologia o condizione sono individuate dai Decreti del Ministero della Sanità 329/1999 e 296/2001 che definiscono le 51 condizioni e
gruppi di malattie croniche e invalidanti che danno diritto all'esenzione generale o solo per alcune prestazioni correlate. Il D.M. Sanità 279/2001 definisce le malattie
rare e le relative esenzioni per le prestazioni efficaci ed appropriate per il trattamento, il monitoraggio e la prevenzione degli ulteriori aggravamenti
prestazioni finalizzate alla diagnosi precoce dei tumori di cui all'art. 85 della Legge 388/2000:
mammografia ogni 2 anni per le donne tra 45 e 69 anni, e tutte le prestazioni di secondo livello qualora l'esame mammografico lo richieda (l'aggiunta dopo la
virgola viene riportata per disposizione del comma 31, art. 52 della Legge 448/2001-L. Finanziaria per il 2002)
pap test ogni 3 anni per le donne tra 25 e 65 anni
colonscopia ogni 5 anni oltre i 45 anni di età e per i gruppi a rischio
accertamenti specifici per neoplasie in età giovanile, secondo criteri che dovranno essere determinati dal Ministero della Salute
prestazioni incluse nel protocollo della campagna di monitoraggio sulle condizioni sanitarie dei soggetti operanti nei territori della Bosnia-Herzegovina e del
Kosovo (ex DM 22/10/2002)
Dipartimento Cure Primarie – Servizio Assistenza Medica Territoriale
2
•
prestazioni erogate a fronte di particolari condizioni di interesse sociale art. 1, commi 4 e 5 del D.lgs 124/98
prestazioni specialistiche rese nell'ambito di programmi organizzati di diagnosi precoce e prevenzione collettiva (screening)
prestazioni finalizzate alla tutela della maternità, definite dal decreto del Ministero della Sanità 10 settembre 1998
prestazioni finalizzate all'avviamento al lavoro derivanti da obblighi di legge
prestazioni finalizzate alla promozione delle donazioni di sangue, organi e tessuti, limitatamente alle prestazioni connesse alle attività di donazione; (ivi
comprese le prestazioni finalizzate al controllo della funzionalità dell'organo residuo)
prestazioni finalizzate alla tutela della salute collettiva obbligatorie per legge o disposte in caso di epidemie
prestazioni volte alla tutela dei soggetti danneggiati da complicanze di tipo irreversibile a causa di vaccinazioni obbligatorie, trasfusioni e somministrazione di
emoderivati, limitatamente alle prestazioni di cui alla legge n. 210/1992
i vaccini per le vaccinazioni non obbligatorie di cui all'art. 1, comma 34 della legge 23 dicembre 1996, n.662, quali antimorbillosa, antirosolia, antiparotite, antiHaemophylus influenzale di tipo B, nonché quelli previsti da programmi approvati con atti formali delle regioni nell'ambito della prevenzione delle malattie
infettive nell'infanzia
prestazioni finalizzate alla prevenzione della diffusione dell'infezione da HIV
vittime del terrorismo e delle stragi di tale matrice e loro familiari di 1^ grado (coniuge e figli e, in mancanza, genitori), come specificato nella Legge n. 302/90
e successive modifiche e integrazioni
vittime del dovere e loro familiari di 1^ grado (coniuge e figli e, in mancanza, genitori), ex DPR 07/07/2006 n. 243
rilascio di certificati di idoneità alla pratica sportiva, adozione e affidamento, svolgimento del servizio civile
obiettori di coscienza in servizio civile
accordo tra Regione Lombardia e Ministero di Grazia e Giustizia a favore di detenuti ed internati
prestazioni medico legali ai naviganti (marittimi e aerei) in ambito SASN (DM 22/02/1984 ed altre normative tecniche del settore)
prestazioni ambulatoriali urgenti o comunque essenziali ai cittadini extracomunitari non in regola con le norme relative all'ingresso e al soggiorno, privi di risorse
economiche sufficienti (art. 35 c.23 D.Lgs. 25/07/1998 n. 286; art. 43 DPR 31/08/1999 n. 394)
a partire dal 23 aprile 2009 i cittadini abruzzesi colpiti dal Terremoto dell’aprile 2009 (Circ. R.L. prot. n. H1.2009.001509 del 23/04/09). Il diritto all’esenzione deve
essere autocertificato compilando l’apposito modulo e firmando lo spazio della ricetta
Dipartimento Cure Primarie – Servizio Assistenza Medica Territoriale
3
TICKET PRONTO SOCCORSO
Sono soggetti al pagamento del ticket in pronto soccorso solo i pazienti le cui visite sono identificate dal codice BIANCO (cioè non rivestono carattere
d'urgenza). L’importo del ticket, a partire dal 1 giugno 2007, è stata fissata in 25 euro per la visita specialistica, comprese eventuali altre prestazioni
diagnostico-terapeutiche (DGR VII/4750 del 18/05/2007)
Sono esentati da tale quota ticket:
• i cittadini di età inferiore a 14 anni
• i cittadini di età superiore a 65 anni
• tutte le categorie esenti: gli esenti per patologia sono esenti dalla quota per tutti gli accessi in P.S., indipendentemente dal motivo
dell’accesso
• le prestazioni seguite da ricovero
• le prestazioni effettuate a seguito di infortunio sul lavoro in assicurati INAIL
• le prestazioni effettuate su richiesta degli organi di pubblica sicurezza o polizia giudiziaria
• le prestazioni di Pronto Soccorso, identificate con codice VERDE, GIALLO o ROSSO.
Dipartimento Cure Primarie – Servizio Assistenza Medica Territoriale
4
Riepilogo esenzioni per prestazioni di Specialistica Ambulatoriale
categorie esenti - codice regionale - modalità di biffatura
Partecipazione alla spesa prevista:
- importo della singola prestazione fino al massimo di € 36/ricetta a cui si aggiunge, dal 1° agosto 2011, una quota
variabile per ricetta (da zero a € 30), proporzionale al valore delle prestazioni richieste (Legge 111 del 15/07/2011 D.G.R. IX/2027 del 20/07/2011).
ESENZIONE PARZIALE: esenzione solo per le prestazioni ambulatoriale correlate alla condizione
ESENZIONE TOTALE: esenzione per tutte le prestazioni ambulatoriali
Categorie che beneficiano dell’esenzione
Codifica
Esenzione
Esemplificazione della modalità di indicazione dell’esenzione sulla ricetta
Per Età e/o Reddito
ESENZIONE TOTALE
1
Cittadini di età inferiore a 14 anni senza limiti di reddito (a
decorrere dal 1° giorno del compimento del 14 anno pagano
il ticket) (Decorrenza 01/06/07 - D.G.R. VIII/4750 del
18/05/2007)
non necessitano di attestato, nè autocertificazione
E11
validità regionale
N
E
1
R
NO
REDDITO
___________________________
FIRMA AUTOCERTIFICANTE
1
CODICE ESENZIONE
NON ESENTE
ESENZIONE TOTALE
condizione registrata a NAR da MEF - aggiornata ogni 31/03
2
Cittadini di età superiore ai 65 anni o inferiore a 6, purché
appartenenti a nucleo familiare fiscale con reddito
complessivo riferito all’anno precedente non superiore a €
36.151,98. Attuazione D.M. 11/12/2009
E01
validità nazionale e
regionale
N
E
0
R
NO
REDDITO
___________________________
FIRMA AUTOCERTIFICANTE
1
CODICE ESENZIONE
NON ESENTE
ESENZIONE TOTALE
condizione registrata a NAR autocertificata in ASL
3
Cittadini di età superiore ai 65 anni, purché appartenenti a
nucleo familiare fiscale con reddito complessivo riferito
all’anno precedente compreso tra € 36.151,98 e € 38.500,00.
Attuazione D.M. 11/12/2009
E05
validità regionale
N
E
0
R
NO
REDDITO
___________________________
FIRMA AUTOCERTIFICANTE
5
CODICE ESENZIONE
NON ESENTE
ESENZIONE TOTALE
condizione registrata a NAR da MEF - aggiornata ogni 31/03
4
Dipartimento Cure Primarie
Servizio Assistenza Medica Territoriale
Titolari di pensione sociale e familiari fiscalmente a carico
(art. 8, c. 16 L. 537/93 e succ. modifiche ed integrazioni)
E03
Attuazione D.M. 11/12/09
validità nazionale e
regionale
N
NON ESENTE
Aggiornamento gennaio 2014
E
0
3
CODICE ESENZIONE
R
NO
REDDITO
___________________________
FIRMA AUTOCERTIFICANTE
1
Riepilogo esenzioni per prestazioni di Specialistica Ambulatoriale
categorie esenti - codice regionale - modalità di biffatura
Partecipazione alla spesa prevista:
- importo della singola prestazione fino al massimo di € 36/ricetta a cui si aggiunge, dal 1° agosto 2011, una quota
variabile per ricetta (da zero a € 30), proporzionale al valore delle prestazioni richieste (Legge 111 del 15/07/2011 D.G.R. IX/2027 del 20/07/2011).
ESENZIONE PARZIALE: esenzione solo per le prestazioni ambulatoriale correlate alla condizione
ESENZIONE TOTALE: esenzione per tutte le prestazioni ambulatoriali
Categorie che beneficiano dell’esenzione
Codifica
Esenzione
Esemplificazione della modalità di indicazione dell’esenzione sulla ricetta
Per Età e/o Reddito
5
6
Dipartimento Cure Primarie
Servizio Assistenza Medica Territoriale
Titolari di pensione al minimo ULTRASESSANTENNI più familiari
a carico, purché appartenenti a nucleo familiare fiscale con
reddito complessivo lordo < a € 8.263,31 annui, incrementato
a € 11.362,05 in presenza del coniuge più € 516,45 per ogni
figlio a carico.
I “Titolari di pensione al minimo” sono in possesso di modello O BIS M- rilasciato dall’INPS che riporta la dicitura
“TRATTAMENTO INTEGRATO AL MINIMO”, indipendentemente
dal valore del rateo indicato sul modulo. (D.G.R. n. 15592 del
12/12/2003)
Disoccupati (cittadini che abbiano cessato per qualunque
motivo "licenziamento, dimissioni, cessazione di un rapporto a
tempo determinato" una attività di lavoro dipendente o
autonomo) immediatamente disponibili allo svolgimento ed
alla ricerca di una attività lavorativa e iscritti al Centro per
l’Impiego e loro familiari fiscalmente a carico (anche nel
caso di figli a carico al 50%) con un reddito complessivo
inferiore a 8.263,31 €, incrementato fino a 11.362,05 €, in
presenza del coniuge ed in ragione di ulteriori 516,46 € per
ogni figlio a carico, per la durata della condizione (DGR n.
IX/4380 del 7/11/2012).
7
Disoccupati (cittadini che abbiano cessato per qualunque
motivo "licenziamento, dimissioni, cessazione di un rapporto a
tempo determinato" una attività di lavoro dipendente o
autonomo) immediatamente disponibili allo svolgimento ed
alla ricerca di una attività lavorativa e iscritti al Centro per
l’Impiego e loro familiari fiscalmente a carico (anche nel
caso di figli a carico al 50%) con un reddito complessivo
superiore a 8.263,31 €, incrementato fino a 11.362,05 €, in
presenza del coniuge ed in ragione di ulteriori 516,46 € per
ogni figlio a carico ed inferiore o pari a € 27.000, per la durata
della condizione (DGR n. IX/4380 del 7/11/2012).
8
Lavoratori in mobilità, in Cassa Integrazione Straordinaria, in
Cassa Integrazione in Deroga, in Contratto di Solidarietà
Difensivo ex. art. 1 D.L. 30 ottobre 1984, n. 726 e loro familiari
fiscalmente a carico (anche nel caso di figli a carico al 50%),
che percepiscano una retribuzione, comprensiva
dell’integrazione salariale o indennità, non superiore ai
massimali previsti dalla Circolare n. 14 dell’INPS del 30.01.2013
e suoi eventuali successivi aggiornamenti, per la durata della
condizione.
(D.G.R. n. 10804 del 16/12/09 - Nota Regionale del 15/3/2010
prot. n. 9981 - D.G.R. n. 937 dell'1°/12/10 - D.G.R. n. 3341 del
24.04.2012 - Nota Regionale del 26.04.2012 prot. n. 0013466 DGR n. IX/4380 del 7/11/2012 - DGR X/313 del 27/06/2013)
ESENZIONE TOTALE
condizione registrata a NAR da MEF - aggiornata ogni 31/03
E04
Attuazione D.M. 11/12/09
validità nazionale regionale
N
E
0
R
NO
REDDITO
___________________________
FIRMA AUTOCERTIFICANTE
4
CODICE ESENZIONE
NON ESENTE
ESENZIONE TOTALE
condizione registrata a NAR autocertificata in ASL
E02
Attuazione D.M. 11/12/09
validità nazionale regionale
N
E
0
R
NO
REDDITO
___________________________
FIRMA AUTOCERTIFICANTE
2
CODICE ESENZIONE
NON ESENTE
ESENZIONE TOTALE
condizione registrata a NAR autocertificata in ASL
E12
Attuazione D.M. 11/12/09
validità regionale
N
E
1
R
NO
REDDITO
___________________________
FIRMA AUTOCERTIFICANTE
2
CODICE ESENZIONE
NON ESENTE
ESENZIONE TOTALE
condizione registrata a NAR autocertificata in ASL
E13
Attuazione D.M. 11/12/09
validità regionale
N
NON ESENTE
Aggiornamento gennaio 2014
E
1
3
CODICE ESENZIONE
R
REDDITO
NO
___________________________
FIRMA AUTOCERTIFICANTE
2
Riepilogo esenzioni per prestazioni di Specialistica Ambulatoriale
categorie esenti - codice regionale - modalità di biffatura
Partecipazione alla spesa prevista:
- importo della singola prestazione fino al massimo di € 36/ricetta a cui si aggiunge, dal 1° agosto 2011, una quota
variabile per ricetta (da zero a € 30), proporzionale al valore delle prestazioni richieste (Legge 111 del 15/07/2011 D.G.R. IX/2027 del 20/07/2011).
ESENZIONE PARZIALE: esenzione solo per le prestazioni ambulatoriale correlate alla condizione
ESENZIONE TOTALE: esenzione per tutte le prestazioni ambulatoriali
Categorie che beneficiano dell’esenzione
Codifica
Esenzione
Esemplificazione della modalità di indicazione dell’esenzione sulla ricetta
Patologia o condizione morbosa
ESENZIONE PARZIALE
Tesserino Rosa correlato alla patologia rilasciato dall'ASL
Prestazioni tabellate dai DD.MM. n. 329/99 e n. 296/01
N
1
Cittadini affetti da patologie croniche o condizioni morbose,
compresi i soggetti in attesa di trapianto (cod. 050) o
trapiantati d’organo (cod. 052), individuate dai Decreti
329/99 e 296/2001.
da 001
a 056
oppure
A02 - B02 - C02 - A31 - D31
0
0
R
NO
REDDITO
___________________________
FIRMA AUTOCERTIFICANTE
1
CODICE ESENZIONE
NON ESENTE
Per le "Affezioni del sistema circolatorio" e per la "Malattia ipertensiva il codice è alfanumerico: A02 per le "Malattie
cardiache e del circolo polmonare"; B02 per le "Malattie cerebrovascolari"; C02 per le "Malattie delle arterie,
arteriose, capillari, vene, vasi linfatici"; A31 per ipertensione arteriosa e D31 per Danno di organo
N
A
0
R
NO
REDDITO
___________________________
FIRMA AUTOCERTIFICANTE
2
CODICE ESENZIONE
NON ESENTE
ESENZIONE PARZIALE
2
Cittadini affetti da Malattie Rare individuate nel DM 279/2001
individuate dai Decreti 329/99 e 296/2001.
da RA0010
a RQ0010
Tesserino Rosa correlato alla patologia rilasciato dall'ASL
Prestazioni correlate
N
R
A
0
0
1
CODICE ESENZIONE
NON ESENTE
R
NO
REDDITO
___________________________
FIRMA AUTOCERTIFICANTE
0
ESENZIONE PARZIALE
3
Dipartimento Cure Primarie
Servizio Assistenza Medica Territoriale
Sospetto diagnostico di malattia rara
(ex art. 5, c. 2 D.M. 279/2001):
- Indagini necessarie per giungere a diagnosi di malattia rara;
- Indagini genetiche sui familiari dell'assistito se necessarie per
diagnosticare una malattia rara di origine ereditaria.
Tesserino Rosa correlato alla patologia rilasciato dall'ASL
Prestazioni correlate
R99
N
NON ESENTE
Aggiornamento gennaio 2014
R
9
9
CODICE ESENZIONE
R
REDDITO
___________________________
FIRMA AUTOCERTIFICANTE
3
Riepilogo esenzioni per prestazioni di Specialistica Ambulatoriale
categorie esenti - codice regionale - modalità di biffatura
Partecipazione alla spesa prevista:
- importo della singola prestazione fino al massimo di € 36/ricetta a cui si aggiunge, dal 1° agosto 2011, una quota
variabile per ricetta (da zero a € 30), proporzionale al valore delle prestazioni richieste (Legge 111 del 15/07/2011 D.G.R. IX/2027 del 20/07/2011).
ESENZIONE PARZIALE: esenzione solo per le prestazioni ambulatoriale correlate alla condizione
ESENZIONE TOTALE: esenzione per tutte le prestazioni ambulatoriali
Categorie che beneficiano dell’esenzione
Codifica
Esenzione
Esemplificazione della modalità di indicazione dell’esenzione sulla ricetta
Invalidità Civile (ex codice 0008)
ESENZIONE TOTALE
Tesserino Verde rilasciato dall'ASL
1
Invalidità civile 100% senza indennità di accompagnamento
e minori di 18 anni con indennità di frequenza
IC13
N
I
C
1
R
NO
REDDITO
___________________________
FIRMA AUTOCERTIFICANTE
3
CODICE ESENZIONE
NON ESENTE
ESENZIONE TOTALE
Tesserino Verde rilasciato dall'ASL
2
Invalidità civile 100% con indennità di accompagnamento
IC14
N
I
C
1
CODICE ESENZIONE
NON ESENTE
R
NO
REDDITO
___________________________
FIRMA AUTOCERTIFICANTE
4
ESENZIONE TOTALE
3
Invalidità civile con riduzione della capacità lavorativa
superiore a 2/3, ossia dal 67% al 99% (ex art. 6, c. 1 lett. d,
D.M. 01.02.1991)
IC20
(>65anni)
IC21
(<65anni)
Tesserino Verde rilasciato dall'ASL
N
I
C
2
R
NO
REDDITO
___________________________
FIRMA AUTOCERTIFICANTE
0
CODICE ESENZIONE
NON ESENTE
ESENZIONE PARZIALE
Prestazioni richieste da verifica INPS
4
Prestazioni richieste in sede di verifica dell'invalidità civile ex
DM 20/1989, n. 293 e s.m.
IC07
N
NON ESENTE
Dipartimento Cure Primarie
Servizio Assistenza Medica Territoriale
Aggiornamento gennaio 2014
I
C
0
7
CODICE ESENZIONE
R
NO
REDDITO
___________________________
FIRMA AUTOCERTIFICANTE
4
Riepilogo esenzioni per prestazioni di Specialistica Ambulatoriale
categorie esenti - codice regionale - modalità di biffatura
Partecipazione alla spesa prevista:
- importo della singola prestazione fino al massimo di € 36/ricetta a cui si aggiunge, dal 1° agosto 2011, una quota
variabile per ricetta (da zero a € 30), proporzionale al valore delle prestazioni richieste (Legge 111 del 15/07/2011 D.G.R. IX/2027 del 20/07/2011).
ESENZIONE PARZIALE: esenzione solo per le prestazioni ambulatoriale correlate alla condizione
ESENZIONE TOTALE: esenzione per tutte le prestazioni ambulatoriali
Categorie che beneficiano dell’esenzione
Codifica
Esenzione
Esemplificazione della modalità di indicazione dell’esenzione sulla ricetta
Invalidità di Guerra (ex codice 0002 - 0003)
ESENZIONE TOTALE
1
Invalidi di guerra militari/civili dalla 1^ all’5^ categoria titolari
di:
1. pensione diretta vitalizia (P)
2. assegno temporaneo (A)
Tesserino Verde rilasciato dall'ASL
IG11
(P-A)
N
I
G
1
1
R
NO
REDDITO
___________________________
FIRMA AUTOCERTIFICANTE
P
CODICE ESENZIONE
NON ESENTE
ESENZIONE PARZIALE
Tesserino Verde rilasciato dall'ASL
2
Invalidi di guerra militari/civili dalla 6^ all’8^ categoria titolari
di:
1. pensione diretta vitalizia (P)
2. assegno temporaneo (A)
IG31
(P-A)
N
I
G
3
1
CODICE ESENZIONE
NON ESENTE
R
NO
REDDITO
___________________________
FIRMA AUTOCERTIFICANTE
P
Invalidità del Lavoro (ex codice 0004 - 0005)
ESENZIONE TOTALE
Tesserino Verde rilasciato dall'ASL
1
Invalidi di lavoro con riduzione della capacità lavorativa
dall’80 % al 100%
(Grandi Invalidi del Lavoro)
IL15
N
I
L
1
CODICE ESENZIONE
NON ESENTE
R
NO
REDDITO
___________________________
FIRMA AUTOCERTIFICANTE
5
ESENZIONE TOTALE
Tesserino Verde rilasciato dall'ASL
2
Invalidi di lavoro con riduzione della capacità lavorativa
maggiore dei 2/3 (dal 67% al 79%)
IL24
N
I
L
2
R
NO
REDDITO
___________________________
FIRMA AUTOCERTIFICANTE
4
CODICE ESENZIONE
NON ESENTE
ESENZIONE PARZIALE
3
Invalidi di lavoro o affetti da malattie professionali con
riduzione della capacità lavorativa inferiori ai 2/3 (ossia
dall'1% al 66%)
Tesserino Verde rilasciato dall'ASL
prestazioni correlate alla patologia invalidante
IL41
N
I
L
4
R
NO
REDDITO
___________________________
FIRMA AUTOCERTIFICANTE
1
CODICE ESENZIONE
NON ESENTE
ESENZIONE PARZIALE
prestazioni correlate all'infortunio o malattia professionale
4
Invalidi di lavoro o affetti da malattie professionali (ex art. 6, c.
2 lett. C del DM 1/2/1991
L04
N
NON ESENTE
Dipartimento Cure Primarie
Servizio Assistenza Medica Territoriale
Aggiornamento gennaio 2014
L
0
4
CODICE ESENZIONE
R
REDDITO
___________________________
FIRMA AUTOCERTIFICANTE
5
Riepilogo esenzioni per prestazioni di Specialistica Ambulatoriale
categorie esenti - codice regionale - modalità di biffatura
Partecipazione alla spesa prevista:
- importo della singola prestazione fino al massimo di € 36/ricetta a cui si aggiunge, dal 1° agosto 2011, una quota
variabile per ricetta (da zero a € 30), proporzionale al valore delle prestazioni richieste (Legge 111 del 15/07/2011 D.G.R. IX/2027 del 20/07/2011).
ESENZIONE PARZIALE: esenzione solo per le prestazioni ambulatoriale correlate alla condizione
ESENZIONE TOTALE: esenzione per tutte le prestazioni ambulatoriali
Categorie che beneficiano dell’esenzione
Codifica
Esenzione
Esemplificazione della modalità di indicazione dell’esenzione sulla ricetta
Invalidità di Servizio (ex codice 0006 - 0007)
ESENZIONE TOTALE
Tesserino Verde rilasciato dall'ASL
1
Grandi Invalidi di Servizio di 1^ categoria titolari di specifica
pensione
IS12
N
I
S
1
R
NO
REDDITO
___________________________
FIRMA AUTOCERTIFICANTE
2
CODICE ESENZIONE
NON ESENTE
ESENZIONE TOTALE
Tesserino Verde rilasciato dall'ASL
2
Invalidi di Servizio di 2^ alla 5^ categoria titolari di specifica
pensione
IS22
N
I
S
2
CODICE ESENZIONE
NON ESENTE
R
NO
REDDITO
___________________________
FIRMA AUTOCERTIFICANTE
2
ESENZIONE PARZIALE
Tesserino Verde rilasciato dall'ASL
3
Invalidi di Servizio di 6^ alla 8^ categoria titolari di specifica
pensione
IS42
N
I
S
4
R
NO
REDDITO
___________________________
FIRMA AUTOCERTIFICANTE
2
CODICE ESENZIONE
NON ESENTE
Invalidità per Cecità/Sordomutismo (ex codice 0009)
ESENZIONE TOTALE
Tesserino Verde rilasciato dall'ASL
1
Affetti da cecità assoluta riconosciuti dall'apposita
Commissione Invalidi Ciechi Civili (art. 6 comma 1 lett.f del
D.M. 01/02/1991)
IA16
N
I
A
1
R
NO
REDDITO
___________________________
FIRMA AUTOCERTIFICANTE
6
CODICE ESENZIONE
NON ESENTE
ESENZIONE TOTALE
2
Affetti da cecità parziale: ciechi con residuo visivo non
superiore ad 1/10 in entrambi gli occhi con eventuale
correzione riconosciuti dall'apposita Commissione Invalidi
Ciechi Civili (art. 6 comma 1 lett.f del D.M. 01/02/1991)
Tesserino Verde rilasciato dall'ASL
IA23
N
I
A
2
R
NO
REDDITO
___________________________
FIRMA AUTOCERTIFICANTE
3
CODICE ESENZIONE
NON ESENTE
ESENZIONE TOTALE
3
Affetti da sordomutismo (art. 6 comma 1 lett.f del D.M.
01/02/1991) (per sordomuto si intende colui che è colpito da
sordità dalla nascita o prima dell'apprendimento della lingua
parlata)
Tesserino Verde rilasciato dall'ASL
ID23
N
NON ESENTE
Dipartimento Cure Primarie
Servizio Assistenza Medica Territoriale
Aggiornamento gennaio 2014
I
D
2
3
CODICE ESENZIONE
R
NO
REDDITO
___________________________
FIRMA AUTOCERTIFICANTE
6
Riepilogo esenzioni per prestazioni di Specialistica Ambulatoriale
categorie esenti - codice regionale - modalità di biffatura
Partecipazione alla spesa prevista:
- importo della singola prestazione fino al massimo di € 36/ricetta a cui si aggiunge, dal 1° agosto 2011, una quota
variabile per ricetta (da zero a € 30), proporzionale al valore delle prestazioni richieste (Legge 111 del 15/07/2011 D.G.R. IX/2027 del 20/07/2011).
ESENZIONE PARZIALE: esenzione solo per le prestazioni ambulatoriale correlate alla condizione
ESENZIONE TOTALE: esenzione per tutte le prestazioni ambulatoriali
Categorie che beneficiano dell’esenzione
Codifica
Esenzione
Esemplificazione della modalità di indicazione dell’esenzione sulla ricetta
Vittime del Terrorismo e della Criminalità Organizzata (ex codice 0060)
ESENZIONE TOTALE
Tesserino Verde rilasciato dall'ASL
1
Vittime del terrorismo e criminalità organizzata (ex art. 5, c. 6
D.Lgs. 124/98) con invalidità < 80%. Attesta la condizione la
certificazione rilasciata dalla Prefettura
VT43
N
V
T
4
R
NO
REDDITO
___________________________
FIRMA AUTOCERTIFICANTE
3
CODICE ESENZIONE
NON ESENTE
ESENZIONE TOTALE
Tesserino Verde rilasciato dall'ASL
2
Vittime del terrorismo e criminalità organizzata con invalidità >
80% (ex art. 4, legge 206/2004). Attesta la condizione la
certificazione rilasciata dalla Prefettura
VT43>80
N
V
T
4
3
8
CODICE ESENZIONE
NON ESENTE
R
NO
REDDITO
___________________________
FIRMA AUTOCERTIFICANTE
0
ESENZIONE TOTALE
3
Familiari 1^ grado delle vittime del terrorismo e stragi di tale
matrice anche se la vittima è deceduta (coniuge e figli e, in
mancanza, genitori - ex art. 9 L. 206/2004, circ. R.L. prot. n.
H1.2004.0047753 del 13.09.04))
Tesserino Verde rilasciato dall'ASL
VT43.2
N
V
T
4
3
R
NO
REDDITO
___________________________
FIRMA AUTOCERTIFICANTE
2
CODICE ESENZIONE
NON ESENTE
Vittime del Dovere
ESENZIONE TOTALE
Tesserino Verde rilasciato dall'ASL
1
Vittime del dovere (ex DPR 07/07/2006 n. 243)
VD44
N
V
D
4
R
NO
REDDITO
___________________________
FIRMA AUTOCERTIFICANTE
4
CODICE ESENZIONE
NON ESENTE
ESENZIONE TOTALE
2
Familiari 1^ grado delle vittime del dovere, anche se la
vittima è deceduta (coniuge e figli e, in mancanza, genitori ex art. 9 L. 206/2004, circ. R.L. prot. n. H1.2004.0047753 del
13.09.04))
Tesserino Verde rilasciato dall'ASL
VD44.2
N
V
D
4
4
R
NO
REDDITO
___________________________
FIRMA AUTOCERTIFICANTE
2
CODICE ESENZIONE
NON ESENTE
Malattie post-vaccinali e post-trasfusionali (ex codici 00074 - 00075 - 00076 - 00077)
ESENZIONE PARZIALE
1
Dipartimento Cure Primarie
Servizio Assistenza Medica Territoriale
Danneggiati da complicanze di tipo irreversibile (ex art. 1, c. 5
lett. D D.Lgs. 124/1998) a causa di:
1. Trasfusioni e somministrazioni di emoderivati
2. Vaccinazioni obbligatorie
PT44
(Trasfusioni)
PV44
(Vaccinazioni)
Tesserino Verde rilasciato dall'ASL
N
NON ESENTE
Aggiornamento gennaio 2014
P
T
4
4
CODICE ESENZIONE
R
NO
REDDITO
___________________________
FIRMA AUTOCERTIFICANTE
7
Riepilogo esenzioni per prestazioni di Specialistica Ambulatoriale
categorie esenti - codice regionale - modalità di biffatura
Partecipazione alla spesa prevista:
- importo della singola prestazione fino al massimo di € 36/ricetta a cui si aggiunge, dal 1° agosto 2011, una quota
variabile per ricetta (da zero a € 30), proporzionale al valore delle prestazioni richieste (Legge 111 del 15/07/2011 D.G.R. IX/2027 del 20/07/2011).
ESENZIONE PARZIALE: esenzione solo per le prestazioni ambulatoriale correlate alla condizione
ESENZIONE TOTALE: esenzione per tutte le prestazioni ambulatoriali
Categorie che beneficiano dell’esenzione
Codifica
Esenzione
Esemplificazione della modalità di indicazione dell’esenzione sulla ricetta
Condizioni di interesse sociale che non sono subordinate al rilascio di alcun attestato (comma 4 art. 1 del D.Lgs n. 124/98)
ESENZIONE PARZIALE
1
Prevenzione della diffusione dell’HIV, limitatamente
all’accertamento dello stato di infezione, in favore di soggetti
appartenenti a categorie a rischio, con comportamenti a
rischio o incidentalmente esposti a rischio di infezione (ex art.
1, c. 4 lett. b, D.Lgs. 124/1998 – I^ parte)
Autocertificato o certificato dal prescrittore
B01
N
B
0
R
NO
REDDITO
___________________________
FIRMA AUTOCERTIFICANTE
1
CODICE ESENZIONE
NON ESENTE
ESENZIONE PARZIALE
Autocertificato o certificato dal prescrittore
2
Campagne di screening autorizzate dalla Regione (ex art. 1,
c. 4 lett. a, D.Lgs. 124/1998)
D01
N
D
0
CODICE ESENZIONE
NON ESENTE
3
Accertamenti diagnostici e clinici necessari al rilascio di
certificati di idoneità:
1. alla pratica sportiva
2. all’adozione e affidamento (accertamenti richiesti dai
soggetti istituzionalmente preposti alla definizione dei percorsi
di affidamento e adozione - circolare regionale prot. n.
H1.2004.0040613 del 21.07.2004)
3. allo svolgimento del servizio civile (ex DPCM 28/11/2003)
R
NO
REDDITO
___________________________
FIRMA AUTOCERTIFICANTE
1
ESENZIONE PARZIALE
Autocertificato o certificato dal prescrittore
I01
N
I
0
R
NO
REDDITO
___________________________
FIRMA AUTOCERTIFICANTE
1
CODICE ESENZIONE
NON ESENTE
ESENZIONE PARZIALE
Autocertificato o certificato dal prescrittore
4
Tutela della salute collettiva, con disposizioni a livello locale in
caso di situazioni epidemiche (ex art. 1, c. 4 lett. b, D.Lgs.
124/1998 – II^ parte)
P01
N
P
0
R
NO
REDDITO
___________________________
FIRMA AUTOCERTIFICANTE
1
CODICE ESENZIONE
NON ESENTE
ESENZIONE PARZIALE
5
Avviamento al lavoro derivante da obblighi di legge e non
poste a carico del datore di lavoro – attualmente eseguibili
nei confronti dei soggetti maggiorenni apprendisti (ex art. 1, c.
4 lett. b, D.Lgs. 124/1998 – ultima parte)
Autocertificato o certificato dal prescrittore
P02
N
P
0
NON ESENTE
R
NO
REDDITO
___________________________
FIRMA AUTOCERTIFICANTE
2
CODICE ESENZIONE
ESENZIONE PARZIALE
Autocertificato o certificato dal prescrittore
6
Pratica vaccinale obbligatoria o raccomandata per infezione
(ex art. 1, c. 4 lett. b, D.Lgs. 124/1998 – I^ parte)
Profilassi antitubercolare ex DPR 07/11/2001 n. 465
P03
N
NON ESENTE
Dipartimento Cure Primarie
Servizio Assistenza Medica Territoriale
Aggiornamento gennaio 2014
P
0
3
CODICE ESENZIONE
R
NO
REDDITO
___________________________
FIRMA AUTOCERTIFICANTE
8
Riepilogo esenzioni per prestazioni di Specialistica Ambulatoriale
categorie esenti - codice regionale - modalità di biffatura
Partecipazione alla spesa prevista:
- importo della singola prestazione fino al massimo di € 36/ricetta a cui si aggiunge, dal 1° agosto 2011, una quota
variabile per ricetta (da zero a € 30), proporzionale al valore delle prestazioni richieste (Legge 111 del 15/07/2011 D.G.R. IX/2027 del 20/07/2011).
ESENZIONE PARZIALE: esenzione solo per le prestazioni ambulatoriale correlate alla condizione
ESENZIONE TOTALE: esenzione per tutte le prestazioni ambulatoriali
Categorie che beneficiano dell’esenzione
Codifica
Esenzione
Esemplificazione della modalità di indicazione dell’esenzione sulla ricetta
Condizioni di interesse sociale che non sono subordinate al rilascio di alcun attestato (comma 4 art. 1 del D.Lgs n. 124/98)
ESENZIONE PARZIALE
Autocertificato o certificato dal prescrittore
7
Obiettori di coscienza in servizio civile (ex art. 6, c. 1, L.
8/07/1998 n. 230)
S04
N
S
0
R
NO
REDDITO
___________________________
FIRMA AUTOCERTIFICANTE
4
CODICE ESENZIONE
NON ESENTE
ESENZIONE PARZIALE
Autocertificato o certificato dal prescrittore
8
Promozione delle donazioni di sangue, organi e tessuti (ex art.
1, c. 5 lett. c, D.Lgs. 124/1998)
T01
N
T
0
CODICE ESENZIONE
NON ESENTE
R
NO
REDDITO
___________________________
FIRMA AUTOCERTIFICANTE
1
ESENZIONE TOTALE
9
Accordo tra Regione Lombardia e Ministero di Grazia e
Giustizia a favore di detenuti ed internati ex art. 1, c. 6, D.Lgs.
22/06/1999 n. 230)
F01
N
F
0
R
NO
REDDITO
___________________________
FIRMA AUTOCERTIFICANTE
1
CODICE ESENZIONE
NON ESENTE
ESENZIONE PARZIALE
Prestazioni medico legali e prestazioni ambulatoriali connesse alla formazione del giudizio medico legale*
Prestazioni medico legali ai naviganti (marittimi e aerei) in
10 ambito SASN (DM 22/02/1984 ed altre normative tecniche del
settore)
PML
N
NON ESENTE
P
M
L
CODICE ESENZIONE
R
NO
REDDITO
___________________________
FIRMA AUTOCERTIFICANTE
* Le prestazioni correlate al codice PML sono:
● visita preventiva di imbarco per i marittimi con libretto di navigazione, di nazionalità italiana, straniera o apolide
● visita preventiva di imbarco per gli imbarcandi come personale al servizio sulla nave che imbarcano con passaporto di nazionalità italiana o straniera su navi battenti bandiera italiana
● visite periodiche biennali di idoneità alla navigazione marittima
● visite di rilascio o rinnovo delle licenze e degli attestati aeronautici (per il solo personale di 1^ e 2^ classe in costanza di rapporto di lavoro nel settore dell'aviazione civile)
● accertamenti diagnostici richiesti dalla Commissione Medica Permanente di 1° grado
● accertamenti diagnostici richiesti dall'I.M.L. in sede di visita straordinaria
● visita di sbarco per malattia occorsa durante il periodo di imbarco (o insorta entro 28 giorni dallo sbarco per i marittimi imbarcati o per il personale imbarcato a servizio della nave ed iscritto all'I.P.Se.Ma)
● emissione di giudizio di idoneità o non idoneità al lavoro
Dipartimento Cure Primarie
Servizio Assistenza Medica Territoriale
Aggiornamento gennaio 2014
9
Riepilogo esenzioni per prestazioni di Specialistica Ambulatoriale
categorie esenti - codice regionale - modalità di biffatura
Partecipazione alla spesa prevista:
- importo della singola prestazione fino al massimo di € 36/ricetta a cui si aggiunge, dal 1° agosto 2011, una quota
variabile per ricetta (da zero a € 30), proporzionale al valore delle prestazioni richieste (Legge 111 del 15/07/2011 D.G.R. IX/2027 del 20/07/2011).
ESENZIONE PARZIALE: esenzione solo per le prestazioni ambulatoriale correlate alla condizione
ESENZIONE TOTALE: esenzione per tutte le prestazioni ambulatoriali
Categorie che beneficiano dell’esenzione
Codifica
Esenzione
Esemplificazione della modalità di indicazione dell’esenzione sulla ricetta
Condizioni di interesse sociale che non sono subordinate al rilascio di alcun attestato (comma 4 art. 1 del D.Lgs n. 124/98)
ESENZIONE TOTALE
Cittadino extracomunitario iscritto al SSN con permesso di
soggiorno per richiesta di asilo (politico o umanitario) ed i
11 famigliari a carico (circ. R.L. prot. n. H1.2004,0025239 del
26/04/04 e circ. R.L. prot. n. H1,2005,0029847 del 14/06/05 e
Nota Regionale del 16/5/2011 Prot. n. 0014807)
Esenzione assegnata dall'ASL
E02
N
E
0
R
NO
REDDITO
___________________________
FIRMA AUTOCERTIFICANTE
2
CODICE ESENZIONE
NON ESENTE
ESENZIONE TOTALE
Prestazioni ambulatoriali urgenti o comunque essenziali ai
cittadini extracomunitari non in regola con le norme relative
12 all'ingresso e al soggiorno, privi di risorse economiche
sufficienti (art. 35 c.23 D.Lgs. 25/07/1998 n. 286; art. 43 DPR
31/08/1999 n. 394)
Da utilizzarsi solo quando il cittadino straniero non goda di esenzione ad altro titolo (es. gravidanza, patologia,
X01
N
X
0
CODICE ESENZIONE
NON ESENTE
R
NO
REDDITO
___________________________
FIRMA AUTOCERTIFICANTE
1
ESENZIONE TOTALE
Autocertificazione
Cittadini abruzzesi colpiti dal Terremoto dell'aprile 2009.
13
(Circ. R.L. prot. n. H1.2009.0015091 del 23/04/09)
E99
N
NON ESENTE
Dipartimento Cure Primarie
Servizio Assistenza Medica Territoriale
Aggiornamento gennaio 2014
E
9
9
CODICE ESENZIONE
R
REDDITO
Mario Rossi
___________________________
FIRMA AUTOCERTIFICANTE
10
Riepilogo esenzioni per prestazioni di Specialistica Ambulatoriale
categorie esenti - codice regionale - modalità di biffatura
Partecipazione alla spesa prevista:
- importo della singola prestazione fino al massimo di € 36/ricetta a cui si aggiunge, dal 1° agosto 2011, una quota
variabile per ricetta (da zero a € 30), proporzionale al valore delle prestazioni richieste (Legge 111 del 15/07/2011 D.G.R. IX/2027 del 20/07/2011).
ESENZIONE PARZIALE: esenzione solo per le prestazioni ambulatoriale correlate alla condizione
ESENZIONE TOTALE: esenzione per tutte le prestazioni ambulatoriali
Categorie che beneficiano dell’esenzione
Codifica
Esenzione
Esemplificazione della modalità di indicazione dell’esenzione sulla ricetta
Diagnosi precoce dei tumori (comma 4 ex art. 85 della L. 338/2000) non subordinata al rilascio di alcun attestato da parte dell'ASL
PAP TEST OGNI TRE ANNI
Autocertificazione o certificazione del prescrittore
1
Diagnosi precoce dei tumori: esame citologico per donne di
età compresa tra i 25 e i 65 anni (art. 85 comma 4 L. 388/2000)
D02
N
D
0
R
2
CODICE ESENZIONE
NON ESENTE
REDDITO
Mario Rossi
___________________________
FIRMA AUTOCERTIFICANTE
MAMMOGRAFIA OGNI DUE ANNI
2
Diagnosi precoce dei tumori: esame mammografico per
donne di età compresa tra i 45 e 69 anni (art. 85 comma 4 L.
388/2000)
Autocertificazione o certificazione del prescrittore
D03
N
D
0
R
3
CODICE ESENZIONE
NON ESENTE
REDDITO
Mario Rossi
___________________________
FIRMA AUTOCERTIFICANTE
COLONSCOPIA OGNI CINQUE ANNI
3
Diagnosi precoce dei tumori: esame colonscopico per assistiti
di età superiore a 45 anni e gruppi a rischio (art. 85 comma 4
L. 388/2000)
Autocertificazione o certificazione del prescrittore
D04
N
D
0
R
4
CODICE ESENZIONE
NON ESENTE
REDDITO
Mario Rossi
___________________________
FIRMA AUTOCERTIFICANTE
PRESTAZIONI DI SECONDO LIVELLO
4
Diagnosi precoce del tumore della mammella: prestazioni di
secondo livello, per approfondimento richiesto dallo
specialista
Autocertificazione o certificazione del prescrittore
D05
N
NON ESENTE
Dipartimento Cure Primarie
Servizio Assistenza Medica Territoriale
Aggiornamento gennaio 2014
D
0
5
CODICE ESENZIONE
R
REDDITO
Mario Rossi
___________________________
FIRMA AUTOCERTIFICANTE
11
Riepilogo esenzioni per prestazioni di Specialistica Ambulatoriale
categorie esenti - codice regionale - modalità di biffatura
Partecipazione alla spesa prevista:
- importo della singola prestazione fino al massimo di € 36/ricetta a cui si aggiunge, dal 1° agosto 2011, una quota
variabile per ricetta (da zero a € 30), proporzionale al valore delle prestazioni richieste (Legge 111 del 15/07/2011 D.G.R. IX/2027 del 20/07/2011).
ESENZIONE PARZIALE: esenzione solo per le prestazioni ambulatoriale correlate alla condizione
ESENZIONE TOTALE: esenzione per tutte le prestazioni ambulatoriali
Categorie che beneficiano dell’esenzione
Codifica
Esenzione
Esemplificazione della modalità di indicazione dell’esenzione sulla ricetta
Diagnosi precoce dei tumori (comma 4 ex art. 85 della L. 338/2000) non subordinata al rilascio di alcun attestato da parte dell'ASL
PRESTAZIONI SPECIFICHE
5
Prestazioni incluse nel protocollo della campagna di
monitoraggio sulle condizioni sanitarie dei soggetti operanti
nei territori della Bosnia-Herzegovina e del Kosovo (ex DM
22/10/2002)
Autocertificazione o certificazione del prescrittore
D06
N
D
Neoplasie in età giovanile, secondo criteri determinati dal
Ministero della Salute (criteri non ancora individuati dal
Ministero della Salute)
R
6
CODICE ESENZIONE
NON ESENTE
6
0
REDDITO
Mario Rossi
___________________________
FIRMA AUTOCERTIFICANTE
ESENZIONE NON APPLICABILE IN QUANTO NON ANCORA DISCIPLINATA
D09
Tutela della gravidanza e della maternità (ex D.M. n. 10/09/1998) non subordinata al rilascio di alcun attestato da parte dell'ASL
ESENZIONE PARZIALE
Prestazioni correlate al D.M. 10/09/1998
1
Stato di gravidanza in epoca pre-concezionale ai sensi D.M.
10/09/1998
M00
N
M
0
CODICE ESENZIONE
NON ESENTE
R
NO
REDDITO
___________________________
FIRMA AUTOCERTIFICANTE
0
ESENZIONE PARZIALE
Prestazioni correlate al D.M. 10/09/1998
2
Stato di gravidanza con decorso ordinario ai sensi D.M.
10/09/1998
da M01 a M41
N
M
0
R
NO
REDDITO
___________________________
FIRMA AUTOCERTIFICANTE
1
CODICE ESENZIONE
NON ESENTE
ESENZIONE PARZIALE
3
Stato di gravidanza con decorso ordinario ma termine
sconosciuto, qualora il medico non sia in grado di
quantificare l’esatta settimana di gestazione (D.M.
10/09/1998)
Prestazioni correlate al D.M. 10/09/1998
M99
N
NON ESENTE
Dipartimento Cure Primarie
Servizio Assistenza Medica Territoriale
Aggiornamento gennaio 2014
M
9
9
CODICE ESENZIONE
R
NO
REDDITO
___________________________
FIRMA AUTOCERTIFICANTE
12
Riepilogo esenzioni per prestazioni di Specialistica Ambulatoriale
categorie esenti - codice regionale - modalità di biffatura
Partecipazione alla spesa prevista:
- importo della singola prestazione fino al massimo di € 36/ricetta a cui si aggiunge, dal 1° agosto 2011, una quota
variabile per ricetta (da zero a € 30), proporzionale al valore delle prestazioni richieste (Legge 111 del 15/07/2011 D.G.R. IX/2027 del 20/07/2011).
ESENZIONE PARZIALE: esenzione solo per le prestazioni ambulatoriale correlate alla condizione
ESENZIONE TOTALE: esenzione per tutte le prestazioni ambulatoriali
Categorie che beneficiano dell’esenzione
Codifica
Esenzione
Esemplificazione della modalità di indicazione dell’esenzione sulla ricetta
Tutela della gravidanza e della maternità (ex D.M. n. 10/09/1998) non subordinata al rilascio di alcun attestato da parte dell'ASL
ESENZIONE PARZIALE
Prestazioni correlate al D.M. 10/09/1998
4
Stato di gravidanza con decorso a rischio (per le prestazioni
correlate a tale specifico stato)
M50
N
M
5
R
NO
REDDITO
___________________________
FIRMA AUTOCERTIFICANTE
0
CODICE ESENZIONE
NON ESENTE
ESENZIONE PARZIALE
Prestazioni correlate
5
Ulteriori prestazioni in gravidanza erogate al personale
navigante
M52
N
NON ESENTE
M
5
R
NO
REDDITO
___________________________
FIRMA AUTOCERTIFICANTE
2
CODICE ESENZIONE
Pronto Soccorso (per le prestazioni identificate con codice bianco è prevista una quota ticket di € 25,00 per la visita specialistica, comprese eventuali altre prestazioni diagnostico-terapeutiche - DGR VII/4750 del
18-05-07; D.L. n. 98 del 6 luglio 2011)
1
Dipartimento Cure Primarie
Servizio Assistenza Medica Territoriale
* Cittadini di età inferiore a 14 anni
* Cittadini di età superiore a 65 anni
* Tutte le categorie esenti per la specialistica ambulatoriale
* Prestazioni seguite da ricovero
* Prestazioni effettuate a seguito di infortunio sul lavoro
(assicurati INAIL)
* Prestazioni effettuate su richiesta degli organi di pubblica
sicurezza o polizia giudiziaria
* Prestazioni identificate con codice verde, giallo e rosso
ESENZIONE PARZIALE
per visita o prestazioni diagnostico-terapeutiche
/
Aggiornamento gennaio 2014
13
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
1
File Size
277 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content