close

Enter

Log in using OpenID

, ORIGI.NALE I I ~ - Gazzetta Amministrativa

embedDownload
Ratificata con delibera
Rettificata con delibera
Modif, e/o integr, con delibera
Revocata con delibera
Annullata con delibera
-----:I
del
del
del
del
del
di
di
di
di
di
CITTA'
Prot. n.
I Affissa all' Albo Pretori o i1
I Comunicata in elenco ai Capigruppo
I con lettera n"
del
I RIF. Det. Dirig. n.
del
DI
POMPEI
_
_
Consiliari
_
_
, ORIGI.NALE
Provincia di Napoli
DELIBERAZIONE
DELLA GIUNTA COMUNALE
DELj~oWQ[1,lW/~
N° ~
OGGETTO:
Piano di attuazione
CAMPANIA" .
regionale
"GARANZIA
GIOV ANI
IN
I~
L'anno duemilaquattordici
addì
del mese di 0(10 [l;Jttf alle ore )~ ')O , nella sala
delle adunanze del Comune si è riunita la Giunta Comunale, previo convocazione nei modi di legge, con
la presenza dei Sigg.:
SINDACO
ASSESSORE
ASSESSORE
ASSESSORE
ASSESSORE
ASSESSORE
- VICE SINDACO
Cognome e Nome
P
A
ULlANO FERDINANDO
PIROZZI IMMA
AMITRANO PIETRO
ORSINERI PIETRO
PALOMBA SONIA
SICA VINCENZO
)(
-
X
)(
X
X
)(
-
Assume la Presidenza Uliano Ferdinando nella sua qualità di Sindaco.
Assiste il Segretario Generale Dott.ssa Carmela Cucca , incaricato della redazione del verbale.
Il Presidente, constatato il numero legale degli intervenuti, dichiara validamente costituita la seduta,
invitando i presenti a deliberare sull'oggetto sopraindicato.
LA GIUNTA COMUNALE
Avvalendosi delle attribuzioni di rispettiva competenza, ai sensi ed in conformità dell'art. 48 del D.Lgvo
n° 267 del 18.08.2000;
Vista ed esaminata l'allegata proposta di deliberazione relativa all'argomento segnato in oggetto
corredata dai pareri di cui all'art.49 - comma l° - del D.Lgvo n.267/2ooo;
Ritenuto di dover approvare la suddetta proposta di deliberazione;
. A voti unanimi, espressi nei modi e forme di legge;
DELIBERA
1.
2.
3.
4.
Di approvare la proposta di deliberazione, così come formulata, relativa all'argomento indicato in
oggetto, che viene allegata al presente atto per formarne parte integrante e sostanziale e come se nel
presente dispositivo trascritta.
Di non comunicare il presente provvedimento, contestualmente all' affissione all' Albo Pretorio
Comunale, al Sig. Prefetto di Napoli, ai sensi e per gli effetti di cui all'art.l35 del D.Lgvo 267/00,
regolante le materie relative ad acquisti, alienazioni, appalti e in generale a contratti nelle modalità e
termini di cui all'art.l33 del D.Lgvo medesimo.
Di incaricare il Dirigente del Settore
Responsabili dei Servizi
, nelle
persone del
, per l'esecuzione della presente e le relative procedure attuative.
Dichiarare la presente, con separata ed unanime votazione, immediatamente eseguibile, stante
l'urgenza ai sensi dell'art. 134 - comma 4° - del D.Lgvo n.267I2oo0.
I
ALLA GIUNTA COMUNALE
SEDE
PROPOSTA
DI DELIBERAZIONE
oggetto: Piano di attuazione regionale "GARANZIAGIOVANIIN CAMPANIA".
PREMESSO CHE:
a)
L'art. 18 della L. 196/1997 e s.m.i., al fine di realizzare momenti di
alternanza tra studio e lavoro nell'ambito dei processi formativi e di agevolare le
scelte professionali mediante la conoscenza diretta del mondo del lavoro,
promuove i tirocini formativi e di orientamento a favore di soggetti che abbiano
già assolto l'obbligo scolastico, accrescendoli professionalmente.
b)
Con deliberazione di G.C. n. 79/2013
è stato approvato il
Regolamento in materia di tìrocìnr/stage
(integrato dalla del. G.C. n.
135/2013). L'art. l del citato regolamento definisce il tirocinio una misura
formativa di politica attiva, finalizzata a creare un contatto diretto tra un
soggetto ospitante e il tirocinante allo scopo di favorirne l'arricchimento del
bagaglio di conoscenze,
l'acquisizione di competenze professionali
e
l'inserimento o il reinserimento lavorativo. Si chiarisce altresì che il tirocinio
consiste in un periodo di orientamento al lavoro e di formazione in situazione
che non si configura come un rapporto di lavoro.
c)
La Regione Campania con il Decreto Dirigenziale n0566 del
01/08/2014, successivamente pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione
Campania (B.U.R.C.) al n056 del 04/08/2014, ha approvato ravviso per i datori
di lavoro pubblici e privati per l'adesione al programma e per l'attivazione dei
percorsi di inserimento dei giovani attraverso i Tirocini e le assunzioni
incentivate ex art. l D.L. 76/2013.
CONSIDERATOCHE
a)
Il Piano Attuativo della Regione Campania (P.A.R.) "Garanzia
Giovani" promuove lo sviluppo di percorsi di inserimento lavorativo dei giovani
-------
destinatari del programma e propone a tal frne, tra le altre misure, una azione
di promozione e frnanziamento per l'attivazione di tirocini extracurriculari .
b)
Tale azione prevede il frnanziamento delle ìndennìtà di
partecipazione spettanti ai giovani tìrocìnantì e degli altri costi accessori legati
alla realizzazionedei tirocini extracurriculari ai sensi della normatìva vigente.
c)
l'attivazione delle misure indicate richiede una procedura di
adesione al programma e di ammissione al frnanziamento dei tirocini ovvero
delle misure collegate all'incentivo all'assunzione.
PRESOATTOCHE
a)
Per l'attuazione delle misure indicate è stato predisposto un Avviso
rivolto ai datori di lavoro pubblici e privati.
b)
l'avviso è frnalizzato a richiedere l'adesione dei datori di lavoro
pubblici e privati "alprogramma e la compilazione di un Progetto dedicato alla
Garanzia Giovani che potrà essere articolato e utilizzato secondo le specifiche
esigenze e che si compone di tre diverse sezioni (Tirocini, Lavoro, Fabbisogni
fonnativi) la cui compilazione è libera e impegna il richiedente sol()nei casi in
cui implica la richiesta di un beneficiofinanziario. Con un unico atto, che potrà
essere integrato nel periodo di realizzazione del P.A.R., programmato frno a
dicembre 2015, i datori di lavoro si potranno pertanto candidare a misure e
servizi che il programma offre oppure chiedere direttamente di accedere a
strumenti.
RITENUTO
a)
di dovere aderire all'avviso approvato dal D.D. 566/2014 rivolto ai
datori di lavoro pubblici e privati per l'adesione al Programma e per l'attivazione
dei percorsi di inserimento dei giovani attraverso i tirocini e le assunzioni
incentivate ex Art.l DL 76/201 mediante il fonnat allegato A) Garanzia Giovani
- Progetto (Adesione, proposte progettuali, istanze) che i datori di lavoro
compilano e trasmettono attraverso la pìattaforma Avvisie Bandi della Regione
Campania secondo le modalità indicate nell'Avviso.
b)
di voler perseguire come misura di politica attiva la promozione di
stage e tirocini, per favorire un contatto diretto con le attività dell'Ente in
modo tale da arricchire
competenze professionali.
Visto
-/
./
il bagaglio
di conoscenze
e l'acquisizione
di
il Regolamento Comunale in materia di Tirocini e Stage;
il Decreto Dirigenziale n0566 del 01/08/2014, del Dipartimento 54
della Regione Campania, pubblicato
Campania al n056 del 04/08/2014.
sul Bollettino Ufficiale della Regione
IL DIRIGENTE AFFARI GENERALI E FINANZIARI, L'ASSESSORE ALLE
RISORSE UMANE E L'ASSESSORE ALLE POLITICHE FORMATIVE
PROPONGONO DI DELmERARE
a)
di aderire all'Avviso approvato dal D.D. 566/2014 rivolto al datori
di lavoro pubblici e privati per l'adesione al Programma e per l'attivazione dei
percorsi di inserimento dei giovani attraverso i tirocini e le assunzioni
incentivate ex Art. 1 DL 76/2013;
b)
di dare atto che la partecipazione all'avviso verrà effettuato co~ la
sottoscrizione dell' allegato A) Garanzia Giovani - Progetto (Adesione, proposte
progettualì, istanze) da parte del rappresentante
legale dell'Ente, da
trasmettersi, successivamente, attraverso la piattaforma Avvisi e Bandi della
Regione Campania, secondo le modalità indicate nell'avviso;
c)
Di incaricare il Dirigente del I Settore Affari Generali e Finanziari,
Dr. Eugenio Piscino, di predisporre i necessari atti consequenziali.
d)
Di pubblicare il presente atto, ai sensi del D.lgs. n.33/2013
del Comune di Pompei all'area "Amministrazione trasparente".
sul sito
Pompei, 3 ottobre 2014
ASSESSORE ALLE
IL DIRIGENfE J\Wl::"\J1\t::H
GENERALIE FINrl.I'\I,,~t~n.1
Dr. Eugenio PIS
RIS~7liit7L~
L'AS~ESSORE
~u:(
POLITICHEFORMATIVE
~.
1l0I.l.E'ITI\O LFFICL\I-E
della REGIONE CAMPANIA
n. 56 del 4 Agosto 2014
""",,, ~
Alti della Hegionc
Decreto Dirigenziale n. 566 del 01/08/2014
Dipartimento 54 - Dipartimento Istr., Ric., Lav., Politiche Cult. e Soc.
Direzione Generale 11 - Direzione Generale Istruzione, Formazione,Lavoro e
Politiche Giovanili
U.O.D. 8 - UOD Tutela e sicurezza lavoro Poi per immigraz e emig e inclus di 50gg
5van
Oggetto dell'Atto:
GARANZIA
GIOVANI 2014/2015 - PAR CAMPANIA.
APPROVAZIONE
"AVVISO AI
DATORI DI LAVORO PUBBLICI E PRIVATI PER L'ADESIONE AL PRPGRAMMA E PER
L'ATTIVAZIONE
TIROCINI
DEI PERCORSI
E LE ASSUNZIONI
DI INSERIMENTO
INCENTIVATE
DEI GIOVANI ATTRAVERSO
I
EX ART. 1 D.L. 76/201"
fonte: http://burc.regione.campania.it
1I()LUTn:-;o I ;n'I( :L\LE
della REGIONE CAMPANIA
n. 56 del 4 Agosto 2014
......•.
D AHi della
Regione
IL DIRIGENTE
PREMESSO che
a)
la Raccomandazione del Consiglio del 22 aprile 2013 pubblicata sulla GVE Serie C 12012013 del
26 aprile 2013 istituisce, nell'ambito dell'iniziativa a favore dell'occupazione giovanile presentata
con la Comunicazione COM (2013) 144, una "garanzia" per i giovani e invita gli Stati Membri ad
assicurare ad essi un'offerta qualitativamente valida di lavoro, di proseguimento degli studi, di
apprendistato o di tirocinio o altra misura di formazione entro quattro mesi dall'inizio della
disoccupazione o dall'uscita dal sistema di istruzione formale;
b)
la Commissione europea ha preso atto con nota n. ARES EMPLlE3/MB/gc (2014) del Piano di
attuazione della Garanzia Giovani, inviato alla medesima Commissione in data 23 dicembre 2013
che definisce le azioni comuni da intraprendere sul territorio italiano;
c)
il summenzionato Piano al par. 2.2.1 "Govemance gestionale" indica che l'attuazione della
Garanzia Giovani venga realizzata mediante la definizione di un unico Programma operativo
nazionale (PON YEI), che prevede le Regioni e le Province Autonome come organismi intermedi;
d)
Il Ministero del Lavoro e della Politiche Sociali, Autorità di Gestione del PON YEI, ha
individuato la Regione Campania Organismo Intermedio per l'attuazione del Programma;
e)
il Decreto Direttoriale n. 0.0. 237/Segr D.G.\ 2014 del 04/04/2014 ha ripartito le risorse del
"Piano di attuazione italiano della Garanzia per i Giovani" tra le Regioni e la Provincia Autonoma
di Trento e ha determinato che la dotazione finanziaria complessiva del PAR YEI Campania è pari
a€ 191.610.955;
t)
con DGR n.117 del 24/04/2014 pubblicata sul Bure n.29 del 29/04/2014 la Regione ha approvato
il Programma Attuativo della Regione Campania "Garanzia Giovani" assumendo il ruolo di
Organismo Intermedio ai sensi di quanto disposto dal comma 7 dell'art. 123 del Regolamento
Europeo 1303/13;
g)
con Decreto Dirigenziale Dip.54 DG Il n.448 del 24/05/2014 è stato approvato "1'''Avviso per la
partecipazione degli operatori alla attuazione del Piano Garanzia Giovani Campania".
CONSIDERATO
CHE
a)
Il Piano Attuativo della Regione Campania "Garanzia Giovani" promuove lo sviluppo di percorsi
di inserimento lavorativo dei giovani destinatari del programma e propone a tal fine, tra le altre
misure, una azione di promozione e finanziamento per l'attivazione di tirocini extracurriculari .
b)
Tale azione prevede il finanziamento delle indennità di partecipazione spettanti ai giovani
tirocinanti e degli altri costi accessori legati alla realizzazione dei tirocini extracurriculari ai sensi
della normativa vigente.
c) Il Piano propone inoltre un insieme di misure di promozione e di accompagnamento finalizzate
all'inserimento lavorativo dei giovani destinatari e aventi come strumento di incentivo
all'assunzione le risorse finanziarie di cui all'art. l DL 76/2013.
d) l'attivazione delle misure indicate richiede una procedura di adesione al programma e di
ammissione al finanziamento dei tirocini ovvero delle misure collegate all'incentivo
all'assunzione
e) le competenze relative all'attuazione delle politiche per l'apprendistato sono in capo al Dirigente
della UOD 54.11.08.
fonte: http://burc.regione.campania.it
III)LLETIl2\O (H'I( :lAU:
della REGIONE CAMPANIA
n. 56 del 4 Agosto 2014
•••••••
,~
Alli della Regione
PRESO ATTO CHE
a)
Per l'attuazione delle misure indicate è stato predisposto un Avviso rivolto ai datori di lavoro
pubblici e privati.
'
b)
l'avviso è finalizzato a richiedere l'adesione dei datori di lavoro pubblici e privati al programma e
la compilazione di un Progetto dedicato alla Garanzia Giovani che potrà essere articolato e
utilizzato secondo le specifiche esigenze e che si compone di tre diverse sezioni (Tirocini, Lavoro,
Fabbisogni formativi) la cui compilazione è libera e impegna il richiedente solo nei casi in cui
implica la richiesta di un beneficio finanziario. Con un unico atto, che potrà essere integrato nel
periodo di realizzazione del Par, programmato fino a dicembre 2015, i datori di lavoro si potranno
pertanto candidare a misure e servizi che il programma offre oppure chiedere direttamente di
accedere a strumenti finanziari e benefici che nella realizzazione del programma sono già attivi e
immediatamente disponibili.
RITENUTO
a)
b)
di dovere approvare 1"'Avviso ai datori di lavoro pubblici e privati per l'adesione al Programma e
per l'attivazione dei percorsi di inserimento dei giovani attraverso i tirocini e le assunzioni
incentivate ex Art. I DL 76/20 I;
di dovere approvare il format in allegato A) Garanzia Giovani - Progetto (Adesione, proposte
progettuali, istanze) che i datori di lavoro compilano e trasmettono attraverso la piattaforma
Avvisi e Bandi della Regione Campania secondo le modalità indicate nell' Avviso
c)
di dovere dare atto che con successivo provvedimento si comunicheranno le modalità e le
disposizioni specifiche per l'esecuzione dei pagamenti da parte dell'ente pagatore Inps riferiti alla
attivazione dei tirocini;
d)
di dover disporre il rinvio a successivo provvedimento dell'impegno delle risorse, destinate dalla
citata DGR n.117 /2014 al Piano di attuazione regionale Garanzia Giovani Campania;
e)
di dover attribuire al Dirigente della UOD 54.11.08 la competenza di Responsabile Unico del
Procedimento per tutte le attività relative alla esecuzione del presente avviso;
t)
di dover disporre la pubblicazione del presente atto e degli allegati sul Bure e sui siti istituzionali
della Regione Campania e dell' Arlas
g)
di trasmettere il presente atto ali' ADG FSE Campania e ali' Arlas
VISTI
a)
b)
c)
d)
e)
f)
g)
Regolamento (UE) n. 1303 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 17 dicembre 2013;
Regolamento (UE) n. 1304 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 17 dicembre 2013;
Regolamento (UE - EURATOM) n. 1311 del Consiglio del2 dicembre 2013;
Decreto Legislativo 21 aprile 2000, n. 181 "Disposizioni per agevolare l'incontro fra domanda
ed offerta di lavoro, in attuazione dell'articolo 45, comma 1, lettera a), della legge 17 maggio
1999, n. 144";
Decreto Legislativo 10 settembre 2003, n. 276 "Attuazione delle deleghe in materia di
occupazione e mercatodel lavoro. di cui alla legge 14 febbraio 2003, n. 30";
Legge n.92 del 28 giugno 2012 recante "Disposizioni in materia di riforma del mercato del
lavoro in una prospettiva di crescita";
Legge regionale n. 14 del 18 novembre 2009 "Testo Unico della normativa della Regione
Campania in materia di lavoro e formazione professionale per la promozione della qualità del
lavoro";
Regolamento regionale 2 aprile 2010, n. 8 - Regolamento di attuazione di cui alla Legge
regionale n. 14 del 18 novembre 2009, art. 54 comma 1 lett. a);
fonte: http://burc.regione,campania.it
'--"--'~~~-
BOLLETll'.;() l'FFICIALE
della REGIONE CAMPANIA
n. 56 del 4 Agosto 2014
-,
~
Alti della Regione
h)
Regolamento regionale 2 aprile 2010, n. 9 - Regolamento di attuazione di cui alla Legge
regionale n. 14 del 18 novembre 2009, art. 54 comma 1 lett. b);
i)
DGR n.242 del 22/07/2013 di approvazione del "Modello operativo di accreditamento degli
operatori pubblici e privati per l'erogazione dei servizi di istruzione e formazione professionale e
dei servizi per il lavoro";
j)
Delibera della Giunta Regionale n. 195 del 23/04/2012 di approvazione delleLinee Guida per
il sistema regionale di Istruzione e Formazione Professionale <teFP);
k)
Delibera della Giunta Regionale n.83 del 14/03/2013 "Approvazione Linee Guida per la
costituzione dei Poli Tecnico Professionali in Campania"
I)
Delibera della Giunta Regionale n. 243 del 22/07/2013"Modifiche al Regolamento regionale
aprile 2010, n. 9 - Regolamento di attuazione di cui alla Legge regionale n. 14 del 18 novembre
2009, art. 54 comma 1 lett. b) "Testo Unico della normativa della Regione Campania in materia
di lavoro e formazione professionale per la promozione della qualità del lavoro" - Disciplina dei
Tirocini di formazione e orientamento;
m)
Delibera della Giunta Regionale n. 117 del 24/04/2014 "Garanzia Giovani Programma di
attuazione e Linee guida" con allegati Piano di Attuazione e Linee Guida"
n)
Decreto Dirigenziale Dip.54 DG Il n.448 del 24/05/2014 Approvazione dell"'Avviso per la
partecipazione degli operatori alla attuazione del Piano Garanzia Giovani Campania".
o)
Decreto del Presidente della Giunta Regionale n. 342 del 13111/2013;
p)
Decreto Dirigenziale n. 430 del 17/6/2014
q)
La nota Direttore Generale 54.11 prot.532051 del 30/07/2014
DECRETA
L di approvare 1'''Avviso ai datori di lavoro pubblici e privati per l'adesione al Programma e per
l'attivazione dei percorsi di inserimento dei giovani attraverso i tirocini e le assunzioni incentivate
ex Art. l DL 76/201;
2. di approvare il format in allegato A) Garanzia Giovani - Progetto (Adesione, proposte
progettuali, istanze) che i datori di lavoro compilano e trasmettono attraverso la piattaforma
Avvisi e Bandi della Regione Campania secondo le modalità indicate nell' Avviso
3. di dare atto che con successivo provvedimento si comunicheranno le modalità e le disposizioni
specifiche per l'esecuzione dei pagamenti da parte dell'ente pagato re Inps riferiti alla attivazione
dei tirocini;
4.
di disporre il rinvio a successivo provvedimento dell'impegno delle risorse, destinate dalla citata
DGR n.117 /2014 al Piano di attuazione regionale Garanzia Giovani Campania;
s. di attribuire al Dirigente della UOD 54.11.08 la competenza di Responsabile Unico del
Procedimento per tutte le attività relative alla esecuzione del presente avviso;
6.
di disporre la pubblicazione del presente atto e dell'allegato sul BURC e sui siti istituzionali della
Regione Campania e dell' Arlas
1. di trasmettere il presente atto all' ADG FSE Campania e all' Arlas
Dott.ssa Fiorella Coppola
fonte: http://burc.regione.campania.it
-----.-.
•
UNIONE EUROPEA
Iniziawa a 'allOre del'OccupazlOntt Giovanilll
Fondo Sociali! Europeo
t)..
.
.
,./I,m~tlttfg~
4
(""4 />L •. /.
Cj; '. '"
"tE"",c./l~_
'..7_(1"
j
ASJ
-
~
e a. ~
IE<:;lONl c.wrANL\
'.
Lavoro
IOne
Piano di attuazione italiano della Garanzia per i Giovani
Piano di attuazione regionale "GARANZIA GIOVANI IN CAMPANIA"
AWISO AI DATORI DI LAVORO PUBBLICI E PRIVATI PER L'ADESIONE Al PROGRAMMA E PER
L'ATIIVAZIONE DEI PERCORSI DI INSERIMENTO DEI GIOVANI ATIRAVERSO
I TIROCINI E LE ASSUNZIONI INCENTIVATE ex Art.1 DL 76/2013
"GARANZIA GIOVANI - PROGETTO"
1
fonte: http://burc.regione.campania.it
----------
.
UNIONIlEUROPEA
IniziatNa a rawre del'Occupuione
FOIMIo Sociale Europeo
Giovanile
G'~
'",IINH~
ti"" 2~
A! ("D 4J.L· /.
Ce..:.. ~
j
l'! (PYEI!' ,..7«TR.rHt!
•
•../t'tn/"
As.l
rI '.
Lavoro
-
ea ~
IOne
lEGIONI CAM'4.~
Sommario
NORMATIVADI RIFERIMENTO
3
1. DEFINIZIONI
4
2. FINALITÀ E RISORSEFINANZIARIEDISPONIBILI
5
3. GARANZIA GIOVANI- PROGETTO
6
4. DESTINATARI
7
5. BENEFICIARI
8
6. VALIDITÀ DELL'AWISO
8
7. AMMONTAREDEL CONTRIBUTOFINANZIARIOE BENEFICICOLLEGATI
9
8. MODALITÀDI ATTIVAZIONEDEI TIROCINI
10
9. MODALITÀ DI PAGAMENTODELLE INDENNITÀDI PARTECIPAZIONEAI TIROCINI
11
10. OBBLIGHI DEI BENEFICIARI
12
11. CONTROLLI
12
12. MODIFICHEDELL'AWISO - REVOCA
12
13. TUTELA DELLA PRIVACY
12
14. INFORMAZIONISULL'AWISO
13
2
fonte: http://burc.regione.campania.it
UNIONE EUROPEA
Inizialilla a ra..ore del'Oa:upazione
As.! ~
e a. ~
-
Giovanile
R[GIONf CAMM.N14
Fondo Sociale Europeo
•
" Lavoro
Ione
Normativa di riferimento
-
-
-
-
-
-
-
Regolamento (UE) n. 1303 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 17 dicembre 2013pubblicato
sulla GUE del 20.12.2013 recante disposizioni comuni sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul
Fondo sociale europeo, sul Fondo di coesione, sul Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale e sul
Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca,che definisce disposizioni generali sul Fondo europeo
di sviluppo regionale, e abroga il Regolamento (CE) n. 1083/2006 del Consiglio;
Regolamento (UE) n. 1304 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 17 dicembre 2013pubblicato
sulla GUE del 20 dicembre 2013 relativo al Fondo sociale europeo e abrogante il Regolamento (CE) n.
1081/2006 del Consiglio;
Regolamento (UE - EURATOM) n. 1311 del Consiglio del 2 dicembre 2013 che stabilisce il quadro
finanziario pluriennale per il periodo 2014-2020;
Comunicazione COM (2013) 144 con cui la Commissione Europea ha presentato l'iniziativa a favore
dell'occupazione giovanile quale opportunità per contrastare il fenomeno della disoccupazione per le
Regioni con un tasso superiore al 25%;
Raccomandazione del Consiglio del 22 aprile 2013 pubblicata sulla GUE Serie C 120/2013 del 26aprile
2013 che delinea lo schema di opportunità per i giovani, promosso dalla suddetta Comunicazione
della Commissione COM (2013) 144, istituendo una "garanzia" per i giovani e invita gli Stati Membri
ad assicurare a quelli con meno di 25 anni un'offerta qualitativamente
valida di lavoro, di
proseguimento degli studi, di apprendistato o di tirocinio o altra misura di formazione entro quattro
mesi dall'inizio della disoccupazione o dall'uscita dal sistema di istruzione formale;
Legge del 25 giugno 1997, n. 196, "Norme in materia di promozione dell'occupazione", in particolare
articolo 18;
Decreto Legge n. 76 del 28 giugno 2013, convertito dalla Legge n. 99/2013 coordinato con la Legge di
conversione 9 agosto 2013, n. 99, "Primi interventi urgenti per la promozione dell'occupazione, in
particolare giovanile, della coesione sociale, nonché in materia di imposta sul valore aggiunto (IVA) e
altre misure finanziarie urgenti";
Circolare Inps n.131 del 17/09/2013 recante indicazioni in merito all'Articolo 1 del decreto legge 28
giugno 2013, n. 76;
Decreto Interministeriale del 25 marzo 1998, n. 142 "Regolamento recante norme di attuazione dei
principi e dei criteri di cui all'art. 18 della L. 24 giugno 1997, n. 196 sui tirocini formativi e di
orientamento";
Circolare del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali del 15 luglio 1998, n. 92, "Tirocini formativi
e di orientamento. DM 142 del 25/3/98";
Legge 28 giugno 2012 n. 92, recante "Disposizioni in materia di riforma del mercato del lavoro in una
prospettiva di crescita" e il particolare l'art. l, comma 34
Accordo tra Governo, Regioni e Province autonome di Trento e Bolzano, sul documento
in materia di tirocini" - Repertorio atti n.1/CSR del 24 gennaio 2013;
"Linee guida
3
fonte: http://burc,regione,campania.it
ASl ~
ea. ~
-
UN~N~EUROPEA
Iniziativa a favore deI'Oa:upaziDne
Foruto SocIale Europeo
•
-
-
-
Giovanile
IEGt01'o1
CAMPA."IIA
'.Lavoro
Ione
Legge regionale n. 14 del 18 novembre 2009 "Testo Unico della normativa della Regione Campania in
materia di lavoro e formazione professionale per la promozione della qualità del lavoro";
Regolamento regionale 2 aprile 2010, n. 8 - Regolamento di attuazione di cui alla Legge regionale n.
14 del 18 novembre 2009, art. 54 comma 1lett. a);
Regolamento regionale 2 aprile 2010, n. 9 - Regolamento di attuazione di cui alla Legge regionale n.
14 del 18 novembre 2009, art. 54 Gomma 1lett. b);
Delibera della Giunta Regionale n. 243 del 22/07/2013"Modifiche
al Regolamento regionale aprile
2010, n. 9 - Regolamento di attuazione di cui alla Legge regionale n. 14 del 18 novembre 2009, art. 54
comma 1 lett. b) "Testo Unico della normativa della Regione Campania in materia di lavoro e
formazione professionale per la promozione della qualità del lavoro" - Disciplina dei Tirocini di
formazione e orientamento;
Delibera della Giunta Regionale n. 165 del 3/06/2014 "Recepimento e adozione "Linee Guida per la
regolamentazione e la gestione dello stato di disoccupazione ai sensi di quanto previsto agli articoli 1,
2 e 4 del decreto Legislativo 21 aprile 2000, n. 181 e ss.mm.ii." in conformita' all'accordo Stato Regioni
e Province autonome, sottoscritto in data 5 dicembre 2013"
Delibera della Giunta Regionale n. 117 del 24/04/2014 "Garanzia Giovani Programma di attuazione e
Linee guida";
Decreto Dirigenziale Dip.54 DG 11 n.448 del 24/05/2014 recante approvazione "1"'Awiso per la
partecipazione degli operatori alla attuazione del Piano Garanzia Giovani Campania".
1. Definizioni
1. Tirocinio - Esperienza di formazione pratica presso un luogo di lavoro. Ai sensi della vigente normativa
non costituisce rapporto di lavoro.
I tirocini oggetto del presente awiso sono definiti nell'ambito del PON VEI Garanzia Giovani in coerenza
con le "Linee guida in materia di tirocini" di cui all'Accordo tra Governo, Regioni e Province autonome di
Trento e Bolzano Repertorio atti n.1/CSR del 24 gennaio 2013 e sono regolati dal D.M. n. 142 del 25 marzo
1998 e s.m.i., nonché dal Regolamento Regionale n.7 del 29 novembre 2013.
I tirocini oggetto del presente awiso hanno una durata massima di sei mesi estesa a 12 mesi per i soggetti
destinatari disabili di cui all'articolo I, comma I, della legge n. 68/99 e delle persone svantaggiate ai sensi
della legge n. 381/91.
2. Promotore del tirocinio
Un soggetto pubblico o privato, accreditato o autorizzato, individuato tra quelli indicati ali' Art.3 del
Regolamento Regionale n.7/2013 che, per agevolare le scelte professionali mediante la conoscenza diretta
del mondo del lavoro, può promuovere nell'ambito territoriale di propria competenza, tirocini presso
datori di lavoro pubblici e privati.
In attuazione del presente awiso possono accedere al contributo finanziario previsto dalla misura 5 del
Par Campania i soggetti promotori che hanno aderito al Par ai sensi del Decreto Dirigenziale Dip.54 Dg 11
n.448/2014.
4
fonte: http://burc.regione.campania.it
--_._--
•
ASJ ~
e a. ~
-
UNIONE EUROPEA
Iniziativa a favore <lel'Occupazlone
Fondo Sociallt Europeo
Giovanile
I(CIONI
CAMM.'''M
~Lavoro
Ione
3 Ospitante del tirocinio
Tutti i datori di lavoro pubblici o privati in possesso dei requisiti di cui all'art.4 del Regolamento Regionale
n.7/2013 possono ospitare tirocini.
In attuazione del presente Awiso sono identificati quali soggetti ospitanti pubblici: le amministrazioni
dello Stato; gli enti pubblici territoriali; gli altri enti pubblici non economid;gli
organismi di diritto
pubblico; le associazioni, unioni, consorzi, comunque denominati, costituiti da detti soggetti e che
aderiscono al presente awiso. I soggetti ospitanti pubblici osservano una specifica disciplina di attuazione
e di ammissione ai finanziamenti definita all'art.8 del presente Awiso.
4. Indennità di partecipazione - Contributo mensile riconosciuto
partecipazione al tirocinio per l'intera durata dello stesso.
al tirocinante
a titolo di indennità
di
2. Finalità e risorse finanziarie disponibili
Il presente avviso, nell'ambito del Par Garanzia Giovani Campania approvato dalla Giunta Regionale con
Deliberazione n.117 del 24/04/2014, promuove lo sviluppo di percorsi di inserimento lavorativo dei
giovani destinatari del programma realizzati attraverso l'attivazione di tirocini, le assunzioni con contratto
a tempo indeterminato e le trasformazioni a tempo indeterminato di rapporti di lavoro a termine.
Attraverso il presente awiso la Regione Campania richiede ai datori di lavoro pubblici e privati di
manifestare interesse a partecipare alle operazioni attivate nel Par e li sollecita ad una partecipazione
attiva le cui modalità sono esposte nel presente awiso e progettate per assicurare certezza dei tempi e
degli interlocutori, aderenza degli strumenti offerti dal programma alle esigenze dei soggetti economici,
chiarezza e semplicità nelle relazioni tra amministrazione e cittadino.
Come è stato illustrato nel Par Garanzia Giovani e nei primi procedimenti attuativi che hanno interessato
la costituzione di una rete di operatori dei servizi per il lavoro pubblici e privati, ai giovani che si attivano è
offerto un paniere di servizi e di misure entro un percorso personalizzato di intervento, con la finalità di
restituire ai giovani gli strumenti per l'inserimento nella vita attiva e per la costruzione in tempi adeguati
di una carriera lavorativa credibile e praticabile.
Nei confronti delle imprese, degli operatori economici, dei professionisti e del privato sociale e delle
istituzioni pubbliche si offrono con il presente awiso alcune opportunità
in tema di fabbisogni
professionali e occupazionali e di accrescimento di capitale umano e sociale.
Per utilizzare tali opportunità il presente awiso richiede di svolgere una semplice procedura di adesione
consistente nella compilazione di un progetto dedicato alla Garanzia Giovani che potrà essere articolato e
utilizzato secondo le specifiche esigenze e gli interessi di chi lo compila. Il progetto infatti contempla
l'adesione formale al programma e si compone di tre diverse sezioni (Tirocini, lavoro, Formazione) la cui
compilazione è lasciata alla libera scelta ed è vincolante solo nei casi in cui implica il riconoscimento di un
beneficio finanziario. Con un unico atto, che potrà essere integrato nel periodo di realizzazione del Par,
5
fonte: http://burc.regione.campania.it
•
As.! ~
'.Lavoro
ea ~
IOne
-
UNIONE EUROPEA
InizialMl afavore del'Occupazione GIo'lllnile
Fondo Sociale Eul'GpeO
RE{;IONEC,\MI'A.II4t.\
programmato fino a dicembre 2015, ci si potrà pertanto candidare a misure e servizi che il programma
offre oppure chiedere direttamente di accedere a strumenti finanziari e benefici che nella realizzazione del
programma sono già attivi e immediatamente disponibili.
Con il presente awiso sono attivate le misure del programma riguardanti (Misura 5) i tirocini
extracurriculari e le assunzioni incentivate con l'art. 1 del DL 76/2013 alle quali si collegano (Misura 3 e
Misure 4.1,4.2,4.3) i servizi di accompagnamento
al lavoro e gli interventi formativi nell'ambito
dell'apprendistato.
Le risorse finanziarie disponibili per far fronte agli oneri a carico del Par Garanzia Giovani Campania per
l'attuazione del presente awiso sono quantificate in Euro 30 milioni a valere sul PON VEI oltre quelle che si
renderanno disponibili sul Piano di Azione e Coesione.
Per le assunzioni con contratto a tempo indeterminato e le trasformazioni a tempo indeterminato dei
contratti a termine la Regione Campania si awale delle risorse di cui all'art. 1 del di 76/2013 individuate
nell'allegato 2 della Circolare INPS n. 131 del 17/09/2013 consultabile al seguente indirizzo:
http://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtua
IURL=/Circo lari/Circola re+n umero+ 131+del+ 17-092013.htm.
Le informazioni, le indicazioni e le progettualità che in risposta al presente awiso la Regione potrà
acquisire dai soggetti economici del territorio saranno una fonte prioritaria per la progettazione e
l'attuazione delle misure previste dal Par in una prospettiva modulare e dinamica di progettazione e
gestione che costituisce elemento essenziale di governance delle complessità che il programma presenta e
elemento determinate di realizzazione dei risultati attesi.
3. Garanzia Giovani - Progetto
In allegato A al presente awiso si fornisce un format per la presentazione del progetto con cui i datori di
lavoro pubblici e privati manifestano il proprio interesse, espongono la propria idea di come partecipare
alla Garanzia Giovani, iniziano a richiedere l'accesso agli strumenti attivati, forniscono informazioni utili a
progettare gli strumenti successivi. Il format è un contenitore nel quale raccogliere tutte le idee e le
informazioni e allo stesso tempo i documenti e gli adempimenti formali che permetteranno di utilizzare
ciascuno degli strumenti del programma man mano che questi saranno attivati.
Il format va compilato e inviato alla Regione Campania attraverso la piattaforma Awisi e Bandi all'indirizzo
www.bandidgll,regione.campania.it
sottoscritto con firma digitale (formato P7m) secondo le specifiche in
vigore disposte dali' Agenzia per l'Italia Digitale.
Il format resta nella disponibilità del soggetto che lo ha
inviato che potrà richiamarlo dalla piattaforma, aggiornarlo per le parti consultive e informative ed
integrarlo per le parti interessate a successivi awisi o interventi previsti dal programma.
6
fonte: http://burc.regione.campania.it
•
UNIONE EUROPEA
Inizialilla a favore del'Occupazlone
FQndo SIlciaIe Eumpeo
Giovanile
ASj
~
'. Lavoro
ea
~
IOne
-
RlGIONf G\MP.\. •••'"
L'invio del progetto ha validità, per le sezioni da compilare che sono richiamate nel presente awiso, ai fini
della presentazione delle relative istanze di beneficio.
E' valido inoltre ai fini del riconoscimento del datore di lavoro quale soggetto aderente al programma
Garanzia Giovani.
L'invio del progetto non comporta vincoli per
un'istanza
di beneficio,
e dà titolo
a
cliclavoro.lavorocampania.it
sull'attuazione del
delle imprese, servizi di supporto informativo
attuazione del programma.
chi lo sottoscrive, se non per le sezioni che costituiscono
ricevere informazioni
e aggiornamenti
dal portale
programma, inviti ad eventi e iniziative rivolti al sistema
e consulenziale dell'Arlas sulle misure e le modalità di
4. Destinatari
1. Sono destinatari delle azioni finanziabili con il presente Awiso i giovani che hanno aderito al Programma
Garanzia Giovani vengono presi in carico dai servizi per il lavoro di cui al DD Dip.54 DG 11 n.448/2014,
Allegato Awiso, Par. 2.2.1, nell'ambito del PARCampania Garanzia Giovani.
2. Per l'incentivo alle assunzioni e alle trasformazioni di cui all'art.l DL 76/2013 sono destinatari i giovani
fino a 29 anni di età - che al momento dell'assunzione abbiano compiuto 18 anni e non abbiano ancora
compiuto 30 anni e siano in almeno una delle seguenti condizioni:
-
-
privi di impiego regolarmente retribuito da almeno 6 mesi, in conformità ai criteri di individuazione
definiti con il decreto del Ministero del lavoro e delle Politiche Sociali del 20 marzo 2013, pubblicato
sulla Gazzetta Ufficiale n. 153 del 2 luglio 2013;
privi di diploma di scuola media superiore o professionale.
NB. La citata Circolare INPS n. 131 del 17/09/2013 chiarisce che è possibile essere ammessi all'incentivo di
cui all'art. DL 76/2013 per la trasformazione di un rapporto a termine se quest'ultimo è stato instaurato
con un lavoratore "privo di impiego regolarmente retribuito da almeno sei mesi". In tal caso, la condizione
di assenza di "impiego regolarmente retribuito da almeno 6 mesi" deve sussistere al momento della
trasformazione e ne consegue pertanto che, ai fini dell'ammissione al beneficio, la trasformazione deve
iniziare entro sei mesi dalla decorrenza del rapporto da trasformare, eventualmente anche in anticipo
rispetto l'originaria scadenza (es.: rapporto a termine per il periodo 01.07.2013 - 31.01.2014 di un giovane
aderente alla garanzia giovani privo di impiego da almeno sei mesi: la trasformazione deve intervenire al
più tardi entro il 31.12.2013). E' pertanto possibile anche l'ammissione all'incentivo della trasformazione,
con le modalità sopra indicate, per giovani "ne et" aderenti al PAR Campania che in prima istanza,
nell'ambito del programma, siano stati assunti con contratto a termine.
7
fonte: http://burc.regione.campania.it
•
-
As.! ~
ea ~
UNIONE EUROPEA
lniziatNa a favore del'Occupazione
Fondo Sociale Europeo
Giovanile
R(CIONI CAMti'\.~1A
~Lavoro
IOne
5. Beneficiari
Sono beneficiari delle operazienLpreviste
dal presente avviso:
a) per l'incentivo alle assunzioni di cui al DL 76/2013:
Tutti i soggetti aventi sede legale e/o operativa (stabilimento o ufficio) nella Regione Campania che, in
qualità di datori di lavoro, in base alla vigente normativa sul lavoro e ai sensi delle disposizioni di cui
all'art.1 Ol 76/2013, abbiano incrementato
o incrementeranno
il numero di lavoratori a tempo
indeterminato con l'assunzione di giovani di cui all'art.3 comma 1 in possesso dei requisiti specifici di cui al
comma 2.
NB
l'incentivo spetta per le seguenti tipologie di assunzione:
- assunzioni a tempo indeterminato, anche a tempo parziale.
- rapporti di lavoro subordinato a tempo indeterminato instaurati in attuazione del vincolo associativo
stretto con una cooperativa di lavoro, ai sensi della legge 142/200l.
- assunzione degli apprendisti, in considerazione della circostanza che l'articolo 1, comma 1, del decreto
legislativo 14 settembre 2011 , n. 167 definisce a tempo indeterminato il corrispondente contratto;
- assunzioni a tempo indeterminato a scopo di somministra zio ne, sia essa a tempo indeterminato che
determinato (in tali casi l'incentivo stesso non spetta durante i periodi in cui il lavoratore non sia
somministrato ad alcun utilizzatore).
l'incentivo non spetta per le assunzioni di lavoratori domestici e per i rapporti di lavoro intermittente né
ripartito.
b) per i tirocini:
Soggetti ospitanti tirocini identificati in tutti i datori di lavoro pubblici o privati che possiedono i
requisiti di cui all'art.4 del Regolamento Regionale n.7/2013. A tali soggetti saranno riconosciute le
spese relative alla copertura degli oneri assicurativi obbligatori per i tirocinanti.
Operatori dei servizi per il lavoro che hanno preso in carico i giovani e/o dei soggetti promotori di
tirocini con essi convenzionati. Tali soggetti sono beneficiari dei finanziamenti relativi ai servizi di
promozione e di accompagnamento all'inserimento in tirocinio dei giovani destinatari.
6. Validità dell'avviso
1.11presente avviso si avvale della procedura cosiddetta a sportello e ha validità a partire dalla data di
pubblicazione sul BURCfino al31 dicembre 2015 e comunque fino ad esaurimento delle risorse disponibili.
2 Ai fini del riconoscimento del contributo finanziario di cui al PAR Garanzia Giovani in Campania
l'assunzione o il tirocinio oggetto del presente avviso devono di norma risultare attivati nell'ambito di un
8
fonte: http://burc.regione.campania.it
rI '.
•
As.!
Lavoro
e a.RfGIONt<J\MtI\.""'''
~
Ione
-
UNION~EUROPEA
Inlzialillaa favore dltl'Occupazlone Giovanile
F omlo Sodale Ellropeo
Piano di intervento personalizzato (PIP) che il giovane aderente alla Garanzia Giovani ha stipulato con il
servizio per il lavoro competente che lo ha preso in carico nel rispetto delle disposizioni di cui alla DGR
117/2014 e al DD Dip 54 DG 11 n.448/2013 e con le modalità di cui al successivo art.8.
7. Ammontare del contributo finanziario e benefici collegati
1. Per il finanziamento delle indennità di partecipazione dei tirocinanti aderenti al PAR Garanzia Giovani
Campania la Regione eroga, con le modalità indicate all'art.lO, il contributo massimo di € 500,00 mensili
per un massimo di sei mesi comunque non superiore a € 3.000. Per i tirocinanti disabili ai sensi della legge
n.68/99 e per i tirocinanti svantaggiati ai sensi dell'art. 4, comma 1 della legge n.381/91(manina),
l'importo del contributo massimo è di Euro 500,00 mensili per un massimo di 12 mesi, comunque non
superiore a € 6.000.
2. Il PAR Garanzia Giovani Campania finanzia inoltre, a valere sui finanziamenti di cui all'art.2 comma 2,
le azioni previste per l'attuazione della la misura 5 in favore degli operatori dei servizi per il lavoro e dei
soggetti promotori
di tirocini consistenti nella promozione del tirocinio e nella
assistenza e
accompagnamento nella definizione del progetto formativo legato all'attivazione dei percorsi di tirocinio.
Tali azioni prevedono, come riportato nella scheda della misura 5 del PAR, il riconoscimento a costi
standard dei servizi prestati differenziati in base alla fascia di profiling del giovane destinatario e variabili
da un minimo di 200 a un massimo di 500 euro pro capite.
3. la Regione Campania riconosce inoltre
obbligatori dei tirocinanti.
un contributo
per il finanziamento
degli oneri assicurativi
4. l'incentivo all'assunzione o alla trasformazione di un rapporto di lavoro a termine concesso ai sensi
dell'art.l
Dl 76/2013 è pari ad un terzo della retribuzione mensile lorda imponibile ai fini previdenziali; il
valore mensile dell'incentivo non può comunque superare l'importo di seicentocinquanta euro per
lavoratore. In caso di assunzione a tempo indeterminato l'incentivo spetta per 18 mesi; in caso di
trasformazione a tempo indeterminato di un rapporto a termine l'incentivo spetta per 12 mesi. In caso di
assunzione (ovvero trasformazione) a tempo indeterminato a scopo di somministrazione, l'incentivo non
spetta durante i periodi in cui il lavoratore non è somministrato a nessun utilizzatore. L'incentivo previsto
dall'articolo 1 del di 76/2013 per l'assunzione di un apprendista non può mensilmente superare l'importo
della contribuzione dovuta dal datore di lavoro per il medesimo.
NB A tutte le assunzioni o alla ospitalità di tirocini che riguardano i giovani che hanno aderito al
programma Garanzia Giovani, individuando la Regione Campania per l'offerta dei servizi e delle misure
previste dal programma, sono collegati i riconoscimenti e le premialità che il programma attiva in favore
degli operatori della rete dei servizi per il lavoro e per la formazione che partecipano al programma. I
servizi e le misure consistono in azioni di accompagnamento all'inserimento lavorativo (somministrazione,
intermediazione, reclutamento, selezione ecc), azioni di formazione finalizzata all'inserimento lavorativo,
servizi di orientamento di primo e secondo livello, azioni di promozione, accompagnamento e tutoraggio
9
fonte: http://burc.regione.campania.it
•
UNIONE EUROPEA
iniziativa a f.1IOfe del'O«upuione
Fondo Sociale Europeo
As.l
e a.
Giovanile
l)J '.
-
I~ION
Lavoro
Ione
tAMPANlA
di tirocini. Di tali servizi e misure i datori di lavoro possono fruire attraverso la rete degli operatori dei
servizi che effettua la presa in carico dei giovani e svolge insieme a loro i piani di intervento
personalizzato. La disciplina che regola l'attuazione dei servizi e delle misure, l'ammontare e le modalità di
accesso ai relativi contributi finanziari è formulata nel Par Campania approvato con DGR 117/2014 e
ne II'Awiso agli operatori di CUial DD 448/2014 Dip S4 DG11 UOG S.
8. Modalità di attivazione dei tirocini
1. Il soggetto ospitante, come definito all'art.l comma 3, presenta alla Regione mediante questo awiso il
proprio progetto di tirocinio che dovrà essere formulato fornendo le informazioni indicate nella sezione A)
TIROCINI del format di progetto in allegato A. Nel progetto si dovrà indicare la denominazione del soggetto
ospitante, il titolo del progetto, gli obiettivi formativi, il/i profili professionali previsti e il corrispondente
numero di tirocinanti.
2. La Regione autorizza la realizzazione del progetto accertato che vi sia la disponibilità di risorse finanziarie
che sia coerente con le funzioni e le dimensioni del soggetto ospitante.
e
3. All'atto dell'autorizzazione la proposta di tirocinio è pubblicata sul portale c1iclavorocampania dal soggetto
ospitante, salvo i casi di cui al successivo comma 4, direttamente o tramite il soggetto promotore cos ì come
definito all'art.l comma 2 compilando il format di proposta con l'indicazione, in un'apposita casella dello
stesso, della dizione "Garanzia Giovani. La proposta di tirocinio sarà attiva per raccogliere le candidature dei
giovani che potranno essere inviate al portale c1iclavoro Campania direttamente dai destinatari o dagli
operatori che li hanno presi incarico compilando il format di candidatura con l'indicazione, in un'apposita
casella dello stesso, della dizione "Garanzia Giovani". A partire dalla pubblicazione sul portale
c1iclavoro.lavorocampania.it delle proposte e delle relative candidature i servizi per il lavoro pubblici o
accreditati opereranno l'assegnazione del tirocinante al corrispondente soggetto ospitante che a valle di tale
procedimento potrà esprimere il proprio assenso.
4. Nei casi in cui il soggetto ospitante sia costituito da un soggetto pubblico così come definito all'art. 1 comma
3 la proposta di tirocinio è pubblicata sul portale c1iclavorocampania resterà attiva per raccogliere le
candidature dei giovani che potranno essere inviate al portale direttamente dai destinatari o dagli operatori
che li hanno presi incarico. Nel corso della raccolta delle candidature si procederà alla rilevazione, tra i giovani
che risultano presenti e attivi (presi in carico) nella piattaforma informatica di gestione della Garanzia Giovani
Campania, di coloro che sono presenti nel territorio in cui si svolge il progetto (inteso come bacino comunale,
sovracomunale o nel caso della città di Napoli dell'intera città) e che hanno un profilo professionale
corrispondente a quello (o a uno di quelli) richiesto nel progetto a cui saranno aggiunti tutti i giovani che nei
giorni successivi alla pubblicazione della proposta hanno presentato la propria candidatura sulla piattaforma
cliclavoro. Tra questi giovani, cos ì individuati, i servizi per il lavoro pubblici o accreditati procederanno alla
assegnazione al progetto. Qualora il profilo professionale associato al tirocinio richieda requisiti minimi
vincolanti per la partecipazione al progetto l'assegnazione sarà limitata a coloro che hanno i corrispondenti
requisiti minimi; qualora sia necessario selezionare i giovani le cui candidature eccedono il numero di
tirocinanti richiesti sarà rispettato l'ordine cronologico di adesione al programma Garanzia Giovani a partire
10
fonte: http://burc.regione.campania.it
•
As.l ~
e a. ~
UNIONI EUROPEA
InlziatNa a fallOre deI'OccupaziDne
Fondo Sociale Eul'opeo
Giovanile
'«;Kli'o'GIMWM
'.Lavoro
Ione
dalla data più remota cos ì come risulta tracciata nel sistema informatico e segnalata al giovane nella ricevuta
dell'atto di adesione. A parità di data di adesione si procederà in ordine di età a partire dal più giovane.
5. l'awenuta pubblicazione delle proposte e delle candidature sul portale, nei tempi e con le modalità di cui ai
precedenti comma, risulta dal traccia mento dei dati nel sistema c\ic\avorocampania ed è sottoposta a controllo
sistematico in fase di autorizzazione del tirocinio, con conseguente inammissibilità in esito negativo del
controllo.
6. Una volta completate le operazioni di individuazione dei tirocinanti, siano esse realizzate ai sensi del comma
3 oppure del comma 4, i soggetti ospitanti attivano i tirocini seguendo la procedura di cui al Regolamento
regionale 7/2013, con l'invio al sistema informativo CO presente sul portale c\ic\avoro campania, per ciascun
tirocinante, della comunicazione obbligatoria con modulo "Unilav", con allegati la Convenzione tra il soggetto
promotore e il soggetto ospitante e il Progetto formativo di cui all'allegato A al Regolamento regionale 7/2013.
7. la Regione, accertata la regolarità di svolgimento delle operazioni di cui ai comma 3 o 4, l'invio del modulo
Unilav con allegati Convenzione e Progetto formativo, nonchè l'awenuta approvazione dei Piani di intervento
Personalizzati (PIP) dei tirocinanti individuati per la partecipazione ai tirocini, autorizza il pagamento delle
indennità di partecipazione ai tirocinanti da parte dell'lNPS dandone comunicazione al soggetto ospitante
unitamente alle indicazioni sul tracciato dati da compilare e trasmettere, direttamente o tramite la Regione,
all'lnps quale organismo pagatore.
8. l'operatore dei servizi per il lavoro che ha in carico il tirocinante per il quale è stato attivato il tirocinio invia
al sistema informativo regionale, tramite il portale c\ic\avoro campania, la scheda "Politiche attive" sezione 6
della Sap relativa al tirocinante debitamente compilata ai fini della chiusura del PIP e delle operazioni di
pagamento, rendicontazione e monitoraggio previste per la Misura 5 Par Campania.
9. Modalità di pagamento delle indennità di partecipazione ai tirocini
1.11contributo finanziario per il pagamento delle indennità ai giovani partecipanti ai tirocini riconosciuto
dalla Regione Campania al soggetto ospitante ai sensi del presente awiso sarà erogato attraverso l'INPS
che corrisponderà gli indennizzi dovuti direttamente ai destinatari tramite bonifico bancario o altra
modalità di pagamento.
2. Ai fini del riconoscimento e dell'erogazione del contributo sarà cura del soggetto ospitante attuare le
specifiche modalità operative che la Regione indicherà con successivi atti e che sono richieste per l'inoltro
all'lNPS delle disposizioni di pagamento.
3. L'accettazione di tali modalità di pagamento e i relativi impegni a rispettare le procedure richieste
andranno sottoscritti in sede di formulazione del progetto formativo ammesso a finanziamento dai
soggetti proponente e ospitante e dal giovane destinatario.
11
fonte: http://burc.regione.campania.it
UNIONEEUROPEA
Inizialillaa favore deI'O«upazlone
Fondo Sodalll Europeo
•
,/~m~ (kI'y~
,9M'.f;-'" .9ho4
Giovanile
,,~
As.l ~
I Lavoro
ea ~
Ione
-
IECla"f CAMl'ANIA
10. Obblighi dei beneficiari
I soggetti che beneficiano dei contributi di cui al presente avviso sono responsabili della corretta
esecuzione delle attività finanziate, della regolarità di tutti gli atti di propria competenza ad esse connessi,
delle dichiarazioni rese. I seguenti obblighi hanno natura essenziale e pertanto la loro violazione comporta
la revoca del contributo finanziario concesso:
a)
avviare e concludere le attività nei tempi e nei modi previsti dal PAR e dal presente Avviso;
b) presentare la documentazione
c)
prevista a prova dello svolgimento delle attività;
consentire i controlli;
d) fornire le informazioni necessarie per il monitoraggio finanziario, fisico e procedurale periodico e
per la sorveglianza delle iniziative finanziate tramite caricamento dei dati sui sistemi informativi
della Regione da questa indicati.
11. Controlli
le attività di verifica in loco programmate dall'AdG FSE (01) circa la legittimità e la regolarità delle
operazioni finanziate, tenendo conto del grado di rischio inizialmente previsto saranno effettuati su base
campionaria, garantendo un campione controllato almeno pari al 10% degli interventi ammessi a
finanziamento.
12. Modifiche dell'avviso
- revoca
Il presente avviso potrà subire modifiche nel corso della sua vigenza e potrà essere revocato da parte
dell'Amministrazione
Regionale qualora se ne ravvisi la necessità.
13. Tutela della privacy
I dati personali dei quali gli uffici regionali e dei soggetti promotori
e ospitanti
incaricati entrano in possesso a seguito dell'applicazione
e gestione del presente
trattati nel rispetto del D.lgs. 30 giugno 2003 n. 196 "Codice in materia
personali", secondo le disposizioni specifiche approvate da ciascun soggetto.
i tirocini o loro
avviso verranno
di protezione
dei dati
12
fonte: http://burc.regione.campania.it
•
As.! ~
ea ~
-
UNIONE EUROPEA
IniziatMi a favore del'Occupazlone
Fondo SOciale Europeo
Giovanile
lEGIONI
CAMPA:'IIIA
~Lavoro
Ione
14. Informazioni sull'avviso
1.11 presente awiso è pubblicato sul sito regionale (http://www.regione.campania.itesulsitodell·Arlas
http://www.lavorocampania.it
nonché sul Bollettino
Ufficiale della Regione Campania.
informazioni possono essere re perite all'indirizzo di posta elettronica [email protected]
Ulteriori
2.Per tutto quanto non previsto dal presente Awiso si fa riferimento alla L.R. n.14/2009 e s.m.i., al
regolamento
regionale
n. 7/2014 e s.m.i. nonché alla regolazione normativa, regolamentare,
amministrativa vigente in materia.
ALLEGATI ALL'AWISO
Allegato A "Garanzia Giovani - Adesione e Progetto"
13
fonte: http://burc.regione.campania.it
Allegato A
Piano di attuazione regionale "GARANZIA GIOVANI IN CAMPANIA"
Garanzia Giovani - Progetto
Adesione, proposte progettuali, istanze
(da compilare a cura dei datori di lavoro)
Il presente fermat di progetto sarà compilato attraverso la piattaforma telematica all'indirizzo web
www.banciidgl1.regone.campania.it.
Potrà essere inviato anche se compilato in solo una delle sezioni
specifiche indicate, fatta salva la compilazione della parte anagrafica e la sottoscrizione con firma
digitale.
Dati anagrafici
Il sottoscritto nome e cognome
_________________________
il
CF
Residente a
Pro
CAP
Indirizzo
Mail
altro contatto (tel/Fax)
ha compilato il progetto allegato in qualità di legale rappresentante
Ragione Sociale
Sede legale
Comune
Sede operativa
Comune
(compilare per ogni sede interessata)
Telefono
FAX
PEC Posta certificata
CF_ PIVA
Iscr. CCIIAAn.
Settore di attività
Numero di dipendenti a tempo indeterminato
nato a
_
_
_
_
dell'impresa/
dell'organizzazione:
Forma giuridica
CAP
Pro
_
CAP
Pro
_
_
_
_
MAIL
_
_
Prot.
del_/ _/_
Codice ATECO
_
_
Titolo del progetto
Si suggerisce di riportare nel titolo elementi identificativi dei propri interessi specifici con riferimento al
settore o all'area di attività economica, al territorio se l'attività è di carattere locale, al/ai profilo/i
professionale/i coinvolti. (Ad es. Grande distribuzione, Salerno, Magazzinieri e Cassieri; Cantieri edili,
impianti termoidroulict, Tecnici impiantisti)
E' di interesse per lo scrivente la partecipazione al PAR Garanzia Giovani in Campania nell'ambito del
quale progetta di realizzare le seguenti operazioni:
fonte: http://burc.regione.campania.it
A) OSPITALITA' DI TIROCINI
Lo scrivente si propone di realizzare unprogetto di tirocinio ed è interessato ad ospitare tirocini con
finalità formative e di orientamento in attività che lo scrivente svolge nella/e propria/e sede/i di
(Comune e indirizzo delle sedi interessate)
e che consistono in (Descrizione delle attività che interessano i tirocini)
Lo scrivente pertanto chiede il finanziamento previsto dalla misura 5 Par Campania delle indennità e
degli oneri accessori di partecipazione del tirocinante per:
n. __
n. __
n. __
tirocinanti con profilo di
tirocinanti con profilo di
tirocinanti con profilo di
_
_
_
Si suggerisce di individuare i profili professionali tra quelli classificati nel sistema CP2011 (manina) o tra
quelli presenti nel Repertorio delle Qualificazioni della Regione Campania entrambi consultabili nel
portale c1iclavoro.lavorocampania.it
Il periodo di realizzazione del progetto di tirocinio è previsto per sei mesi a far data dal giorno di
presa in carica del tirocinante e per dodici mesi per coloro che sono inseriti nel collocamento mirato.
Il costo previsto di cui si chiede il rimborso è quello degli oneri assicurativi obbligatori.
Lo scrivente si impegna alla pubblicizzazione del progetto, direttamente o tramite il soggetto
promotore del tirocinio, sul portale cliclavoro.lavorocampania.it.
(L:Opzione non è richiesta in quanto
obbligatoria per i soggetti ospitanti pubblici).
Lo scrivente è in possesso dei requisiti richiesti al soggetto ospitante ed è a conoscenza delle regole e
modalità di attuazione dei tirocini ai sensi del Regolamento Regionale n.7 j2014(manina)
e delle
disposizioni attuative che regolano il Par Campania Garanzia Giovani.
B) LAVORO
Lo scrivente si propone di richiedere/ha richiesto (cancellare la voce che non interessa)
cui all'art. 1 DL 76/2013 per:
l'assunzione a tempo indeterminato in apprendistato per n __
giovani
con profili professionali di
_
l'assunzione a tempo indeterminato per n __
giovani
con profili professionali di
_
la trasformazione a tempo indeterminato per n. __ giovani
con profili professionali di
_
l'incentivo di
C) FABBISOGNI FORMATIVI
Lo scrivente è interessato agli interventi previsti dal programma per la formazione o il completamento
o il perfezionamento dei seguenti profili di qualificazione
fonte: http://burc.regione.campania.it
·
..
.
individuati tra quelli presenti nel Repertorio delle Qualificazioni della Regione Campania consultabili
nel portale cliclavoro.lavorocampania.it
con particolare interesse alla acquisizione delle seguenti competenze specifiche
e all'acquisizione
2006/962/CE
delle competenze
chiave per la cittadinanza
attiva di cui alla Raccomandazione
Il sottoscritto
- ha reso le dichiarazioni e informazioni contenute nel presente progetto consapevole in caso di
dichiarazioni mendaci, della responsabilità penale ex art. 76 del DPR 445/2000, nonché della
decadenza dal contributo concesso ex art. 75 DPR 445/2000.
- ha preso visione del Par Campania Garanzia Giovani approvato con DGR 117/2014 e ne
condivide gli obiettivi che intende contribuire a perseguire nel rispetto delle modalità e
disposizioni di attuazione del programma.
- è interessato a ricevere informazioni sull'attuazione del programma e a partecipare agli eventi
che nell'ambito del programma sono indirizzati al sistema delle imprese e ai datori di lavoro.
Firma del Legale Rappresentante
fonte: http://burc.regione.campania.it
-,
-,
I Oggetto:
Piano di attuazione regionale "GARANZIA GIOVANI IN CAMPANIA".
PARERE SULLA REGOLARITA'
TECNICA (Art. 49 - comma l- TUEL)
SETTORE PROPONENTE: AFFARI GENERALI E FINANZIARI
~
n
esprime parere FAVOREVOLE
D
si esprime parere SFAVOREVOLE per il seguente motivo:
IL DIRIGENTE DEL SET
Lì
C) -\Q.\\
(;R.i AFFARI FINANZIARI
dr. Eugen'
~jCINO
\
.
J
PARERE SULLA REGOLARITA' CONTABILE (Art. 49 - comma 1- TUEL)
SETTORE AFFARI GENERALI E FINANZIARI
Efsi esprime parere FAVOREVOLE
D si esprime parere SFAVOREVOLE per il seguente motivo:
_
D atto estraneo al parere contabile in quanto non comporta riflessi diretti o indiretti sulla situazione
economico, finanziaria o sul patrimonio dell'Ente.
IL RESPONSABILE ~L:.~J,","~J.,-VIZIO
FINANZIARIO
Il Dirigente del
Affari Finanziari
r. u nio PISCINO
ATTESTAZIONE DELLA COPERTURA FINANZIARIA
SETTORE AFFARI GENERALI E FINANZIARI
Bilancio:
Esercizio finanziario:
_
Missione:
Programma:
Tito 10:
_
Cap. PEG n.
_
per €.
_
_
_
_
Prenotazione impegno di spesa
Assunzione impegno di spesa
(153 comma 5 del TUEL e d.lgs. n. 11812011- Principio contabile n. 16)
n.
D si attesta che esiste la copertura finanziaria al capitolo indicato
atto estraneo alla copertura finanziaria.
_
IL RESPONSAB
Il Dirigente del
dr.
SERVIZIO FINANZIARIO
ttor Affari Generali e Finanziari
uge io PISCINO
"
Prot.
t-
Della suestesa d iberazione viene iniziata oggi la pubblicazi
Messo Comunale.
'15 OTT, 2014
Pompei n
COPIA CONFORME ALL'ORIGINA
Pompei,n
Il Dirigente Responsabile del Settore AA.GG. e FINANZIARI
Dr. Eugenio PISCINO
_
ATI'EST ATO DI TRASMISSIONE E COMUNICAZIONE
Si attesta che la suestesa deliberazione, contestualmente all' Affissione all' Albo Pretorio Comunale, è stata:
D riportata in apposito elenco, comunicato con lettera n.
in data
ai Sigg. Capigruppo consiliari ai sensi dell'art. 125 del
D. Lgvo n. 267nOOO,
D comunicata con lettera n.
in data
al Sig. Prefetto ai sensi dell'art. 135 del D.Lgvo n. 267nOOO;
Pompei lì,
VISTO: Il Dirigente Responsabile del Settore AA.GG. e FINANZIARI
Dr .Eugenio PISCINO
_
=====================
ATI'ESTATO DI ESEGUITA PUBBLICAZIONE
La suestesa deliberazione è stata pubblicata mediante affissione ai sensi dell'arti 24- comma l° D. Lgvo n. 267nOOOall' Albo Pretorio Comunale
per quindici giorni consecutivi dal
, contrassegnata con n.
Reg. Pubbl., senza reclami ed opposizioni.
Pompei
VISTO: IL SEGRETARIO GENERALE
Dr.ssa Carmela Cucca
IL MESSO COMUNALE
n,
ATTESTATO DI ESECUTIVITA'
La suestesa deliberazione è divenuta esecutiva ai sensi del D. L.gvo n. 267/2000 il giorno
a)
b)
perché:
D
Entro il prescritto termine di IO giorni dalla suddetta data di inizio della pubblicazione elo contestuali comunicazioni non è pervenuta
alcuna richiesta di invio al controllo da parte degli interessati (Art. 127- comma l°, art. 134 comma 3° e art.l35 - comma 2° - del D.
L.gvo n. 267nOOO);
D E' una delibera urgente, dichiarata immediatamente eseguibile, con il voto espresso dall'unanimità ovvero dalla maggioranza dei suoi
componenti (art. 134- comma 4° - del D. L.gvo n. 267/2000);
IL SEGRETARIO GENERALE
Pompe:i~n~'~~~~~~~~~============,======:======================Dr~.:ss:a~c:arm~e=la::C~u:cc:a~
SPAZIO RISERVATO ALL'ORGANO DELmERANTE DELL'ENTE
NOMINATIVO
PIROZZI
NOMINATIVO
Imma
PALOMBA Sonia
AMITRANO Pietro
Assessore -;;~~-'--/-~"""'A..'--- SICA
ORSINERI
Assessore:~.I!"",~,H!!I.<!!""'I-_
Pietro
FIRMA
Vincenzo
SPAZIO RISERVATO PER ALTRI ORGANI DELL'ENTE
La presente deliberazione viene trasmessa agli interessati sottoindicati su richiesta della G.C.:
p.r. Data e Firma
D Presidente del Consiglio
D Presidente del Nucleo di Valutazione
D Assessore al ramo
D Presidente del Collegio dei Revisori
D Capigruppo Consiliari
D Presidente della Struttura per controllo di gestione
-----------------
----------------
p.r. Data e Finna
---------~-----
SPAZIO RISERVATO PER GLI INCARICATI DELL'ESECUZIONE
Copia della presente viene trasmessa per l'esecuzione della medesima e le relative procedure attuative:
P.R. Data e Finna
elo Responsabile Servizio
al Dirigente l° Settore AA.GG. e FINANZIARI
P,R. Data e Finna
_
elo Responsabile Servizio
_
al Dirigente Ill" Settore AA.DD. e Politiche Sociali
e/o Responsabile Servizio
_
al Dirigente IVo Settore Sicurezza, Polizia Locale
elo Responsabile Servizio
_
al Dirigente
[[0
Settore Turismo,Cultura e Legale
al Dirigente VO Settore Tecnico e P.c.
elo Responsabile Servizio
_
al Dirigente Vl? Settore Tecnico
elo Responsabile Servizio,
_
Pompei, n.
_
IL RESPONSABILE Settore AA.GG. e FINANZIARI
Dott. Eugenio PISCINO
\
I
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
1 463 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content