close

Enter

Log in using OpenID

Del. G.C. n.611 del 17-09-2014

embedDownload
COMUNE DI PESCARA
CITTA' DI PESCARA
ME:da-gli.a d'orD al Me:rit:o Cilliloa:
COPIA
VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE
Numero
611 Del 17/09/2014
Oggetto: APPROVAZIONE DOCUMENTO UNICO DI PROGRAMMAZIONE (OUP) 20142016 EX O.LGS. 118/2011 E D.P.C.M. 28/12/2011
DA SOTTOPORRE AL CONSIGLIO
COMUNALE.
L'anno duemilaquattordici il giorno diciassette del mese di Settembre, seduta iniziata alle
ore 13.40 in Pescara, nella sala delle adunanze della sede Municipale, previo invito si è riunita
la Giunta Comunale.
Presiede l'adunanza Avv. Alessandrini Marco nella sua qualità di SINDACO e sono
rispettìvamente presenti ed assenti 1 seguenti signori:
Avv. Alessandrini Marco
Del Vecchio Enzo
Marchegiani Paola
Sammassimo Bruna
Oiodati Giuliano
Santavenere Sandra
Sulpizio Adelchi
Di lacovo Giovanni
Cuzzi Giacomo
Teodoro Veronica
SINDACO
VICE SINDACO
ASSESSORE
ASSESSORE
ASSESSORE
ASSESSORE
ASSESSORE
ASSESSORE
ASSESSORE
ASSESSORE
P
P
A
P
P
P
P
P
P
P
ne risultano presenti n. 9 e assenti n. 1.
Partecipa alla seduta 11 Segretario Generale Avv. Langiu Antonello
Assiste il SEGRETARIO VERBAUZZANTE Praf. Addario Luigi designato per la redazione
del verbale.
Il Presidente, accertato che il numero dei presenti è sufficiente per dichiarare valida la
seduta, invita gli intervenuti a deliberare sull'oggetto sopraindicato.
Atto di Giunta Comunale n.
611 Del 17109/2014 - Pag.1 - COMUNE DI PESCARA
LA GIUNTA COMUNALE
Premesso
che :
Con D. Lgs. 118 del 23.06.2011 sono state recate disposizioni in materia
di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio delle
Regioni, degli enti locali e dei loro organismi;
Con D.P.C.M. del 28.12.2011 è stata avviata la sperimentazione dei
nuovi sistemi contabili e degli schemi di bilancio;
Considerato:
• che il Comune di Pescara ha aderito alla fase sperimentale sin dalla sua
fase iniziale;
• che, ai sensi del principio applicato alla programmazione, punto 9.2, i
Comuni deliberano entro il 31 dicembre il bilancio di previsione per
l'anno successivo riguardante le previsioni di entrata e di spesa relative
almeno al triennio successivo;
Dato atto che il termine
è stato da ultimo differito al 30 settembre 2014, con
decreto del Ministero dell'Interno del 18 luglio 2014;
Considerato
che il nuovo principio di programmazione
prevede, tra gli
strumenti di programmazione dell'ente, il Documento Unico di Programmazione,
di seguito DUP, il quale si compone di una Sezione Strategica ed una sezione
Operativa;
Rilevato
che l'approvazione
del DUP da parte del Consiglio Comunale
costituisce il presupposto per l'approvazione del bilancio di previsione 2014;
Visto l'art. 48 del D. Lgs. 267/2000, concernente le competenze della Giunta
Comunale;
Visti i pareri espressi, ai sensi dell'art.49 del D.Lgs. 18 agosto 2000 n. 267, dal
Dirigente del servizio interessato e dal Dirigente della Ragioneria, come da
scheda allegata;
Atto di Giunta Comunale n. 611 Del 17/09/2014 - COMUNE DI PESCARA
Pago 2
Con voto unanime favorevole, espresso nelle forme di legge
DELIBERA
1. Di approvare il Documento Unico di Programmazione per gli anni 2014 2016 allegato alla presente deliberazione per fame parte integrante e
sostanziale;
2. Di prendere atto che tale documento ha compito programmatorio e di
indirizzo dell'azione amministrativa e gestionale;
3. Di sottoporre, dopo l'approvazione, il presente documento alla successiva
approvazione da parte del Consiglio Comunale.
Indi,
LA GIUNTA COMUNALE
Con separata votazione e con voto unanime palesemente espresso nei modi e
forme di legge, dichiara la presente immediatamente eseguibile
/I Presidente nella persona del SINDACO, Avv. Marco Afessandrini, dato atto
che si è del tutto esaurito l'O.D.G. della odierna seduta giunta/e, alle ore 14.05 dichiara
sciolta l'adunanza.
Atto di Giunta Comunale n. 611 Del 17/09/2014 - COMUNE DI PESCARA
Pag.3
•••••
•.
'.-
.
,'.1
...
".-.,
..
'
.',,~
Città di Pescara
Medaglia d'oro al Merito Civile
DOCUMENTO
UNICO DI PROGRAMMAZIONE
Il percorso di formazione del Bilancio 2014/2016 è stato condotto secondo una metodologia nuova
rispetta al passato, che ha visto il coinvolgimento attivo e propositivo della Giunta Comunale sin
dalle sue primissime fasi.
Il Comune di Pescara, dallO gennaio 2012, sta sperimentando un nuovo sistema di contabilità che
ha introdotto nuove strutture di bilancio, nuove voci contabili e un diverso criterio per la
detenninazione
degli stanziamenti previsionali che, basandosi sul principio applicato della
contabilità finanziaria, fa riferimento al momento dell'esigibilità.
Le nonne di riferimento del nuovo sistema contabile "armonizzato" sono:
•
Il D. Lgs. 118 del 23.06.2011 "Disposizioni in materia di armonizzazione dei sistemi
contabili e degli schemi di bilancio delle Regioni, degli Enti Locali e dei loro organismi, a nonna
degli articoli 1 e 2 della legge 5 maggio 2009n. 4211
•
Il D.P.C.M. 28.12.2011 I1Sperimentazione della disciplina concernente i sistemi contabili e gli
schemi di bilancio delle Regioni, degli enti locali e dei loro organismi, di cui all'art. 36 del D.
Lgs. 23.06.2011 n. 118"
Gli allegati al citato D.P.C.M.
Caratteristica importante del nuovo sistema in fase di sperimentazione, che nasce con il
presupposto di voler definire una norma contabile costruendola "dal passo", cioè in esito alle
diverse esperienze maturate, è che le disposizioni legislative cui fare riferimento hanno subito e
continuano
a subire modifiche
in conseguenza
degli stati di avanzamento
della
sperimentazione.
Risale infatti a fine 2013 la pubbhcazione
dell'Allegato 12 al D.P.C.M. 28.12.2011, che dettaglia
per gli enti in sperimentazione il "Principio contabile applicato concernente la programmazione di
bilancio".
Si riportano di seguito alcuni stralci di detto principio.
"La programmazione è il processo di analisi e valutazione che, comparando e ordinando
coerentemente tra loro le politiche e i piani per il governo del territorio, consente di
organizzare, in una dimensione temporale predefinita, le attività e le risorse necessarie per la
realizzazione di fini sociali e la promozione dello sviluppo economico e civile della comunità
di riferimento.
Il processo di programmazione, si svolge nel rispetto della compatibilità economicofinanziarie e tenendo conto della possibile evoluzione della gestione dell'ente, richiede il
coinvolgimento dei portatori di interesse nelle fonne e secondo le modalità definite da ogni ente, si
conclude con la formalizzazione delle decisioni politiche e gestionali che danno contenuto a
programmi e pi ani futuri riferibili alle missioni de11 ente.
I
Attraverso l'attività di programmazione, le amministrazioni concorrono al perseguimento degli
obiettivi di finanza pubblica definiti in ambito nazionale, in coerenza con i principi fondamentali
di coordinamento della finanza pubblica emanati in attuazione degli articoli:
117 terzo comma e 119 secondo comma della Costituzione e ne condividono le conseguenti
responsabilità"
Tra gli strumenti di programmazione per gli enti locali questo principio introduce un documento
nuovo, cioè il Documento Unico di Programmazione
che, per gli enti in sperimentazione,
sostituisce la Relazione Previsionale e Programmatica da allegare al Bilancio.
11percorso di programmazione seguito dalla Giunta è appunto partito dalla detìnizione della parte
strategica del Documento Unico di Programmazione (di seguito DUP), ancorata alle "linee
programmatiche di mandato". Direttamente collegati agli obiettivi strategici, sono stati quindi
definiti gli obiettivi operativi sostenibili nell'ambito delle risorse a disposizione.
Le risorse impiegabili sono state individuate per gradi, a partire dalla previsione delle entrate nel
triennio in approvazione; queste, per quanto attiene la parte corrente del bilancio, sono state
dedicate in via prioritaria al finanziamento delle spese cosiddette "incomprimibili", e di quelle a
copertura dei contratti in essere. La parte residuale dei fabbisogni
manifestati
(spese
"comprimibili"), preservando gli impegni nel contempo assunti,
è stata finanziata dando
precedenza
alle spese correnti consolidate, riferite a servizi essenziali e struttura] i, al
mantenimento del patrimonio e di quei servizi alla cittadinanza ritenuti necessari.
Segnaliamo che il nuovo sistema contabile utilizza una posta nuova, il Fondo Pluriennale
Vincolato, che consente di "traslare" nell'esercizio di effettiva competenza l'impiego di risorse
accertate negli esercizi precedenti. Tale posta, il cui più frequente utilizzo è riscontrabile nella parte
investimenti, nella rappresentazione di bilancio comporta un'alterazione dei totali, che di
conseguenza vanno letti ricordando che gli importi indicati nella parte "di cui FPV" nelle stampe
ufficiali di bilancio sono da detrarre dal totale dell'esercizio perchè di competenza degli anni
succeSSIVI.
Tale documento è costruito con l'intento di evidenziare, nella parte dedicata alla sezione strategica,
le linee programmatiche di mandato del Sindaco, indivlduando, in coerenza con il quadro normativa
di riferimento, gli indirizzi strategici dell'Ente, mentre nella Sezione Operativa è stata dettagliata,
sulla base degli indirizzi generali, la programmazione operativa con riferimento all'arco temporale
pari a quello di durata del bilancio di previsione 2014 - 2016.
RICOSTRUZIONE
SITUAZIONE ECONOMICO FINANZIARIA
Prima di entrare nel merito, è opportuno comprendere il quadro di riferimento. Con deliberazione
del Consiglio Comunale n. 90 del ] o agosto 2014, è stato approvato il Rendiconto di gestione del
2013 che ha registrato un disavanzo di € 4.285.425,23. In tale sede il Collegio di Revisione,
nell'esprimere parere NON FAVOREVOLE, ha posto l'attenzione su alcune criticità ed, in primis,
sulla questione dei residui attivi, tanto da affermare che tale conclusione è da ascrivere al fatto che
"il risultato del riaccertamento dei residui non consente di attestare la corrispondenza del
rendiconto alle risultanze della gestione ". Al riguardo, il Collegio fa presente che "occorre quindi,
anche mediante riduzione della spesa corrente nel prossimo bilancio di previsione 2014, procedere
alla loro graduale ricostituzione in ossequio al disposto di legge ",
Altre criticità riguardano ]a crisi di liquidità, l'utilizzo "costante di risorse vincolate per il
pagamento di spese correnti, mai reintegrate, che al 3].12,20]3 ammontavano ad e ]6 milioni
circa ", nonché la presenza di debiti fuori bilancio.
Pertanto, ]a ratio insita nello schema d] bilancio dl previsione, che gli organi di governo locale si
accingono ad approvare, si fonda sulle pregnanti considerazioni svolte dal Collegio del Revisori dei
conti; ne1lo specifico, sono state poste in essere una selie di riduzioni e di tagh mirati, in parte
imposti dalla normativa nazionale ed in parte determinati dall'aver riportato sull'esercizio
finanziario 2014 diverse spese di esercizi precedenti.
Ciò nonostante, per poter raggiungere l'equilibrio di bilancio è stato necessario apporre al
documento contabile in discorso diversi corretti vi nonché i] ricorso alla leva fiscale al fine di
garantire un corposo gettito delle entrate fiscali.
2
Preme sottolineare che, per consentire al Comune di Pescara di riavere in ordine il conto economico
e quello finanziario, in tennini strutturali e pertanto duraturi, è assolutamente necessario
provvedere, nel triennio di riferimento, a porre in essere efficaci azioni che consentano un'adeguata
riduzione della spesa, nonché implementare tutte le azioni possibili volte aWeffettivo incasso delle
entrate tributarie ed extratributarie. Infine, è di assoluta priorità provvedere al riaccertamento
straordinario dei residui, anche in ossequio anche alle prescrizioni fatte dal Collegio dei Revisori,
come sopra testualmente riportate.
Per meglio comprendere
quanto sopra affermato, corre l'obbligo ripercorrere, seppur
sinteticamente, la situazione economico - finanziaria in cui versa l'Amministrazione Comunale.
AI 16 giugno 2014, data di passaggio delle consegne, lo scoperto di conto corrente presso la
tesoreria comunale era pari ad € ] 7.98] .]89,78, erano inoltre giacenti mandati di pagamento pari
ad € 8.437.647,72, per uno scoperto di conto effettivo pari ad € 26.418.837,50 (All. 1,2 e 3). A ciò
si devono aggiungere i fondi vincolati utilizzati per far fronte alle spese correnti, e da rifinanziare,
pari ad € 13.368.760,84. Infine, se si tiene conto che, mediamente, giacciono presso la Ragioneria
del Comune atti di liquidazione delle spese correnti per circa 30 milioni di euro, si comprende con
facilità la grave crisi finanziaria in cui versa l'Ente civico.
Affinché si possa avere una chiara idea di come la situazione sia andata via via deteriorandosi, di
seguito si riporta il trend dalla consistenza di cassa al 31 dicembre di ogni esercizio finanziario
(elemento emblematico ed inconfutabile per una fondata ed attendibile lettura delle dinamiche di
bilancio):
31.12.2009
31.12.2010
31.12.2011
31.12.2012
31.12.2013
19.318.179,49
19.904.869,00
14.116.808,65
12.42] .206,99
2.380.] 00,87
Dal quadro sopraesposto Sl eV1denzia come durante il periodo 2009 - 20]4 siano venute meno
risorse finanziarie pari a circa 5O milioni, pari all'utilizzo della cassa disponibile, cui si aggiungono
l'utilizzo di somme vincolate, e lo scoperto presso la tesoreria comunale.
Come si può vedere vi è stata una significativa e consistente riduzione della cassa, fino a giungere,
dapprima, all'utilizzo dei fondi vincolati per poter sostenere le spese correnti c, successivamente
nella prima parte dell' esercizio 2014, ricorso ali 'anticipazione di ingenti risorse finanziarie da parte
della Banca Caripe.
Per completezza del quadro infonnativo, preme sottolineare che, da una analisi delle riscossioni e
dei pagamenti in conto residui, a fronte di un pagamento "quasi certo" dei residui passivi nel corso
degli esercizi, i residui attivi vedono un tasso di riscossione notevolmente inferiore c, soprattutto,
come la divergenza tra i due tassi di riscossione sia andata aumentando nel corso degli anni, come
Sl evince dal prospetto di seguito riportato:
3
(datl..In mIgliaia
. r . d') euro
E
2009
20to
Rise.ni
dRes.
32.449
9.267
35.206
8.358
Residui
Conserv
ati
38.975
8.835
Residui
Conserv
ati
42.781
5.883
]0.726
6.135
5.886
2.555
6.]00
3.593
6.6]6
3]]
33.49]
13.086
28.382
6.128
29.540
5.071
3 ].399
5.5]4
33.080
5.679
72.569
28.638
71.558
21.531
70.632
]5.985
76.475
]7.943
82.478
] 3.646
Tasso di
riscossione
39,46%
Residui
Conservati
Pag.ti
dResidui
Residui
Conservati
Pag.ti
elresidui
55.070
33.]35
60.471
37.056
Residui
Conservati
Rise.Di
e/Residui
]
28.206
9.668
2
]0.87]
3
Tit
2013
2012
2011
Residui
Conserv
ati
Residui
Conservat
i
30,09%
Rise.Ri
clRes.
22,63%
Rise.Ri
c/Res
Rise.ni
dRes.
7.655
23,46%
16,55%
U
Tit
]
Tasso di
pal!amenti
Differenza
60,17%
- 4.497
Residui
Conserva
ti
61.722
Pag.ti
e/Residui
39.618
Residui
Conserva
ti
Pag.ti
e/Residui
60.72]
38.]75
Residui
Conserva
ti
Pag.ti
e/Residui
63.340
41.732
61,28%
64,19%
62,87%
65,89%
- 15.525
-23.633
-20.232
-28.086
Dalla rappresentazione numerica si confenna quanto in precedente affermato e cioè che, per effetto
del significativo divario tra tassi di pagamento e quelli di riscossione, con un delta che, negli ultimi
anni arriva a raggiungere quasi il 50%, la crisi di liquidità, già di per sé grave, ha certamente una
componente economica.
In altre parole, dall 'andamento degli accertamenti e degli impegni, nonché dei residui attivi e
passivi, si può affennarc, con fondatezza, che si è in presenza di un disequilibrio strutturale che, a
sua volta, genera ulteriore crisi di liquidità.
E' ovvio, pertanto,
che questo
fenomeno,
stratificatosi
negli anni, abbia comportato
un
assottigliamento sempre maggiore delle disponibilità di cassa, fino a quando è stato necessario
utilizzare massicciamente l'anticipazione di tesoreria, dalla quale non si è più riusciti a rientrare.
Il det.erioramento della situazione finanziaria, sia strutturale che congiunturale, si comprende
meglio attraverso l'analisi
degli accertamenti/impegni
di competenza, come di seguito
rappresentati:
Accertamenti
correnti (til. 1,2,3)
Impegni
correnti
(ti t. ] e 3)
Avanzo/Disavanzo
2009
2010
201 ]
2012
2013
] 16.506.000
114.793.000
119.694.000
[ ]9.713.000
] [5.079.000
[ 15.[40.000
[ ]7.487.000
[20.727.000
[ 19.862.000
1] 4. 790.000
1.366.000
-2.694.000
-1.033.000
-149.000
289.000
Dall'esame della tabella suesposta si evidenzia come l'ente abbia sempre raggiunto un equilibrio di
bilancio, seppur con l'utilizzo, in tre dei cinque esercizi, di una quota considerevole dei proventi
dei pennessi a costruire destinati alla spesa corrente. La considerazione da farsi, anche alla luce
dello schema precedente riguardante il tasso di riscossione e pagamento in e/residui, è che gli
accertamenti sono stati effettuati quanto meno in maniera non prudenziale, considerando che la
quota non riscossa nell'esercizio di competenza
registrava, negli anni successivi un tasso di
riscossione sempre inferiore rispetto a quello di pagamento. Dalle considerazioni sopra esposte, si
evince un diseguilibrio "strutturale" del bilancio di questo Ente che, nel corso degli anni, ha fatto
sempre riferimento ad una spesa storica consolidata facente affidamento su entrate che invece erano
in parte sovrastimate e comunque non aderenti alla realtà.
4
11fenomeno è rimasto latente fino a quando non si è fatto ricorso all' anticipazione di tesoreria e,
cioè, fino a quando vi era a disposizione un fondo di cassa che, seppur costituito da fondi in buona
parte vincolati, ha permesso di non riconere all' anticipazione di tesoreria.
Il necessario ligore tenuto dalla nuova Amministrazione Comunale trova ulteriore fondamento se si
considera che 11Comune di Pescara è in anticipazione di tesoreria per circa 30 milioni di euro,
considerando anche le somme vincolate e riservate.
Nello specifico, per quanto riguarda l'anticipazione di tesoreria, la legge n. 50 del 28-03-2014 ha
previsto all'art. 2, comma 3-bis, la possibilità di elevarla dai 3/12mi delle entrate correnti
dell' ultimo consuntivo approvato a 5/12mi, proprio per incentivare la velocizzazione dei pagamenti
in tàvore delle imprese; tale possibilità, che per il Comune di Pescara ha significato poter contare
su una linea di credito passata da E 29.928.288,66 ad E 49.880.481,10, è limitata fino al 31-122014, data entro la quale il Comune dovrà rientrare di questa anticipazione.
Quanto sopra riportato ha comportato necessariamente un rallentamento dei tempi medi di
pagamento.
A tal proposito giova ricordare come il D.L. 66/2014, all'art. 47, ha imposto dei limiti ai tempi di
pagamento delle Pubbliche Amministrazioni, prevedendo specifiche sanzioni nel caso in cui tali
tempi medi risultino superiori di 90 giorni (per il 2014), e di 60 per il 2015 rispetto ai 30
legislativamente previsti.
La sanzione, nel! 'ipotesi di superamento di tali limiti, è costituita dal divieto di effettuare
assunzioni a qualsiasi titolo e per qualsivoglia tipologia contrattuale; attualmente il Comune di
Pescara è ben oltre i limiti imposti dalle legge e, pertanto, per potervi rientrare è richiesto un
ulteriore sforzo di carattere finanziario.
Con il bilancio di previsione 2014 - 2016 dovrà essere data copertura, al disavanzo di gestione
2013 di E 4.285.425,23. Per farvi fronte è stata prevista l'alienazione di parte del patrimonio
disponibile, mediante la suddivisione nel triennio 2014-2016; considerato che la norma non impone
obblighi di copertura con percentuali determinate, la copertura del disavanzo è stata così prevista: E
500.000,00 nel 2014 e€ 1.500.000 nel 2015, e perE 2.285.425,22 nell'esercizio 2016.
Nell'ipotesi in cui non dovesse materializzarsi la vendita del patrimonio immobiliare disponibile, la
copertura del disavanzo avverrà, per ogni esercizio, tramite risorse proprie dell 'Ente, rivenienti da
economie di spesa, o accertamenti di nuove entrate.
Qualora non dovessero esservi proroghe a tale provvedimento, e pertanto la possibilità per il
Comune di Pescara di ricorrere all'anticipazione fosse limitata ad E 29.928.288,66, l'Ente sulla
base delle proiezioni effettuate non avrebbe la liquidità necessaria a far fronte ai pagamenti
correnti ed obbligatori; ciò tenendo conto anche del fatto che l'aumento dell'addizionale comunale
si trasformerebbe in flussi monetari veri e propri solo dall' esercizio 2015, considerando il
meccanismo di pagamento dell 'imposta.
In tal caso l'Amministrazione dovrebbe prendere in considerazione altre e probabilmente più forti
provvedimenti di riequilibrio, facendo ricorso, se necessario a tutte le possibilità offerte dalla
nonnativa di riferimento.
Sul fronte del patto di stabilità, si è provveduto ad allegare, al bilancio di preVISIone, come
previsto dalla normativa, uno schema che prevede il preventivo rispetto dello stesso, a tal riguardo il
comma 18 dell' art. 31 legge n. 183/20 Il, ribadisce, al fine di una puntuale pianificazione delle
misure di contenimento da attuare, che il bilancio deve essere approvato iscrivendo le previsioni dei
flussi di casa di entrata e spesa in conto capitale in modo che sia garantito il rispetto delle regole che
disciplinano il patto medesimo.
Vi è da evidenziare come il Comune di Pescara abbia ottenuto un considerevole miglioramento del
proprio saldo, determinato dalla partecipazione alla sperimentazione contabile ex D. Lgs. 118-2011,
lo stesso, per effetto del Decreto del Ministro dell 'Economia e delle Finanze n. 10574 del 5 febbraio
2014 è stato pari per il nostro ente ad € 5,8 milioni in aumento.
5
Nel corso della prima parte dell'esercizio si è potuto usufruire inoltre degli spazi concessi dalla
Regione Abruzzo, e pertanto migliorare ulteriormente il proprio saldo per una somma di €
1.363.000,00 a titolo di "spazi verticali regionali", ai sensi dell'art. l commi 138,139 e 140 della L.
220-2010;Nonostante quanto sopra espresso, si registrano difficoltà a rispettare il Patto di Stabilità
dovuto al fatto che, nell 'ultimo periodo, la precedente Amministrazione ha dato avvio a numerosi
cantieri, ciò ha determinato, e determinerà a regime, e quindi a fine lavori, stati di avanzamento per
un importo stimato in circa 15 milioni di Euro, con la conseguente legittima pretesa da parte delle
imprese ad essere pagate.
I lavori in parola infatti sono stati finanziati per la maggior parte mediante mutui contratti negli anni
passati con la Cassa DD.PP. Il meccanismo del patto di stabilità non considera tra le entrate
rilevanti ai fini del saldo quelle provenienti da mutui, mentre le spese del titolo n° costituiscono
spese rientranti nel patto, ciò sta costringendo il Comune a "contingentare" i pagamenti delle fatture
relative alle opere pubbliche, con conseguenti ovvie ricadute sulla situazione finanziaria delle
imprese creditrici, oltre che sullo stesso ente.
Manovre del Comune di Pescara
L'Amministrazione, a fronte della situazione economica e finanziaria in cui versa, nel predisporre
lo schema di bilancio, ha posto in essere azioni riguardanti contemporaneamente tagli alla spesa e
previsioni di entrate più accurate.
Corre l'obbligo far presente, in via preliminare, che lo schema di bilancio di previsione 2014 è
pressoché rigido in quanto è stato predisposto nel corrente mese di settembre e, pertanto, la capacità
con ridotta possibilità di incidere sul risultato finale (lo spazio di manovra è ridotto ai 3/12).
Va da sé che, al fine di ottenere tangibili benefici dalle politiche di bilancio poste in essere, è
necessario approvare il bilancio di previsione entro il 31 dicembre dell'anno precedente a quello di
riferimento, almeno per ciò che concerne lo schema di bilancio da parte della Giunta.
Per quanto riguarda le minori spese (rectius: spese rinviate) l'Ente ha previsto una serie di riduzioni
anche legate a quanto previsto dal D.L. 66/2014 per un importo pari a circa 750.000 €, al netto delle
spese obbligatorie e dei fondi svalutazione crediti; tutto questo, nonostante la circostanza che nel
corso dell'approvazione del bilancio di previsione 2013 - 2015 sia stato effettuato un taglio
pressoché lineare alla spesa anche obbligatoria che ha comportato, in diversi casi, lo spostamento di
spese, anche per importi considerevoli, dall'esercizio 2013 a quelli successivi.
Sul fronte delle maggiori spese correnti rispetto agli impegni dell'esercizio 2013 vi è da segnalare
che gli stessi ammontano a circa 4 milioni; le cui principali partite sono di seguito rappresentate:
• Spese per elezioni 2014: € 387.906,67
• Pubblica Illuminazione - Canone di gestione Pescara gas: € 1.339.575,00
• Avvocatura: € 761.407,92
• Manutenzioni: € 449.000,00
• Interessi passivi su mutui e Anticipazioni di liquidità: € 724.273,11.
Per quanto concerne le minori entrate, rispetto agli accertamenti iscritti nel bilancio 2013, l'attuale
Amministrazione proprio per interrompere il "modus operandi" in sede di redazione del bilancio di
previsione, al fine di evitare l'ulteriore aggravamento degli equilibri di bilancio, ha effettuato una
rivisitazione degli stanziamenti di entrata, per renderli maggiormente aderenti alla realtà.
Inoltre al fenomeno sopra rappresentato, sono previste minori entrate correnti, pari a circa 11
milioni a seguito del taglio dei trasferimenti statali.
6
Ne consegue che il totale complessivo delle minori entrate è pari a circa € 15 milioni, rispetto agli
accertamenti 2013, come di seguito schematicamente rappresentato:
• Trasferimento statale IMU abitazione principale: € 10.383.000
• Gettito di partite arretrate di sanzioni su tributi: € 857.000,00
• Sanzioni per violazioni al C.d.S. partite arretrate: €781.000,00
• Fondo di solidarietà comunale: € 520.000,00
• Partite arretrate concernente la TARES: € 791.000,00
• Partite arretrate IMU: € 676.000,00
• Trasferimenti regionali quota fondo sociale: € 315.000,00
• Imposta sulla pubblicità e pubbliche affissioni (comprese le partite arretrate) € 250.000,00
MISURE CORRETTIVE ED AZIONI DI GOVERNO
Alla luce del quadro di riferimento sopra esposto, questa Amministrazione intende portare avanti
una sorta di "road map" che consenta al Comune di Pescara di tornare ad avere i conti in ordine e di
porre in essere politiche attive capaci di rilanciare, per quanto possibile, il tessuto socio-economico
della città e di agire con maggiori margini di operatività attraverso diversi punti, come di seguito
indicati:
);>
Revisione dei residui: Dopo l'approvazione del bilancio di previsione 2014 - 2016 gli uffici
comunali saranno impegnati in una puntuale ed approfondita attività di revisione dei
residui; questo perché, come anche giustamente segnalato dal Collegio dei Revisori, un
bilancio che reca con sé una mole di residui come quella attuale non è in grado di
rappresentare in maniera veritiera e trasparente la reale situazione dei conti dell'Ente. A tale
scopo, sono già state richieste relazioni ai Dirigenti di Settore, molti dei quali hanno già
fornito una prima risposta con l'indicazione dei macro numeri.
Ovviamente non è possibile allo stato attuale prevedere gli esiti, in valore assoluto, di tale
verifica; comunque, di sicuro, al termine dell'analisi stessa si sarà in grado di avere una
fotografia della reale situazione dei conti di bilancio.
A seguito di tale meticoloso lavoro, ci saranno le condizioni per valutare se vi sarà la
necessità di aumentare il fondo svalutazione crediti, che è appunto finalizzata ad evitare che
le entrate di dubbia esigibilità, accertate in bilancio, possano finanziare spese con esigibilità
certa, con la conseguenza di avere un immediato miglioramento nel quadro generale degli
equilibri del Comune.
);>
Potenziamento delle entrate comunali: E' intenzione dell'Amministrazione potenziare la
riscossione delle entrate proprie dell' ente, e quindi velocizzare la riscossione dei crediti
vantati dal Comune, obiettivo sarà diminuire il differenziale attualmente esistente tra tasso
di riscossione delle entrate e tasso di pagamento delle spese, sia per quanto riguarda la
competenza che la gestione residui. A tale scopo potrà essere previsto, se del caso, e
compatibilmente alla normativa vigente in materia, il ricorso a società specializzate nel
recupero crediti in fase di precontenzioso.
7
);>
Lotta all'evasione: Sarà avviato un progetto straordinario di verifica di tutte le categorie di
immobili, sia attraverso un 'attività puntuale sul territorio dell 'intera Città, sia attraverso
incroci di tutte le banche dati a disposizione dell'Ente, valutando la possibilità di
incrementare le risorse umane e la dotazione tecnologica necessaria.
);>
Razionalizzazione tariffe dei servizi a domanda: Considerata la attuale bassa percentuale di
copertura
del costo
dei servizi
a domanda
individuale,
sarà considerata
dall' Amministrazione una rivisitazione/razionalizzazione
dell 'attuale sistema di gestione di
tali tipi di servizi. Ciò avverrà sia attraverso una razionaIizzazione del sistema tariffario, che
attraverso la riduzione dei costi, da realizzarsi anche tramite la razionalizzazione degli orari
di apertura dei plessi al10 scopo dedicati, dell 'utilizzo del personale utilizzato, ed in
generale di ogni tipo di spesa insistente sulla fornitura di tali prestazioni, onde pervenire ad
un aumento della percentuale di copertura del costo dei servizi.
);>
Debiti fuori bilancio: Verrà effettuata una ricognizione di tutti quelli esistenti, a tale scopo
per quanto riguarda quelli di titolo 2° provvederemo a richiedere appositi mutui alla Cassa
Depositi e Prestiti, avendo ad oggi l'ente una ampia capacità di indebitamento secondo i
dettami dell'art. 204 del T.U.E.L. mentre per quanto concerne quelli di parte corrente,
verranno finanziati mediante riduzione ulteriore della spesa corrente ovvero dal1e somme
rivenienti dalla razionalizzazione di alcuni tipi di spesa, quali ad esempio quelle rivenienti
dalla sostituzione di tutti i corpi illuminanti presenti negli immobili comunali con lampade
ad alta efficienza energetica, che dovrebbero comportare una riduzione media della spesa
nell' ordine del 30%.
);>
Rinegoziazione dei mutui: Saranno valutate tutte le ipotesi e possibilità poste in essere dalla
norma di riferimento per effettuare rinegoziazioni dei mutui passivi accesi nei confronti
della Cassa Depositi e Prestiti, valutando anche l'opportunità di emissione di Buoni
Ordinari Comunali (BOC), operazione già effettuata nel periodo 2003 - 2006.
);>
Revisione e ristrutturazione della spesa: Il D.L. 66/2014, all'art. 47, ha previsto un ulteriore
taglio al "Fondo di solidarietà comunale" per la somma di € 716.037,64; la cosa ha
comportato una consequenziale riduzione della spesa corrente, il cui elenco è allegato al
bilancio di previsione. Su tale strada l'Amministrazione è intenzionata a proseguire anche
per i prossimi esercizi, ponendo in essere azioni sia sul versante della ristrutturazione delle
spese di funzionamento che su quelle della ristrutturazione dei costi dei servizi erogati ai
cittadini, che si sono cristallizzati nel tempo.
~ Vendita del patrimonio disponibile dell'ente: E' stata predisposta la deliberazione di Giunta
Comunale concernente l'alienazione del patrimonio disponibile delPEnte; all'uopo
verranno predisposti appositi bandi disciplinanti le caratteristiche delle offerte da
presentare, nel rispetto della normativa vigente e dello specifico Regolamento Comunale.
);>
Valorizzazione del Patrimonio disponibile dell'Ente: E' intenzione dell' Amministrazione
aumentare la redditività del proprio patrimonio immobiliare; ciò prevedendo, attraverso
apposite procedure negoziate, di dare gli stessi in gestione a terzi, così, conseguentemente,
8
oltre a corrispondere un canone alI' ente vedranno il Comune sgravarsi di una serie di costi
di gestione, allo stato non più sopportabili.
»
Rivisitazione della macrostruttura deWEnte: Entro il prossimo mese di ottobre 2014
l'Amministrazione Comunale approverà con proprio atto di Giunta la nuova Macrostruttura
con l'intendo di rendere più efficiente ed efficace l'azione amministrativa. Oltre agli aspetti
sopra evidenziati, particolare attenzione verrà posta alla riduzione dei costi del personale,
fino a prevedere la riduzione dei settori dell'Ente;
»
Ristrutturazione della rete museale:L'obiettivo sarà quello di razionalizzare
i costi e
migliorare l'offerta culturale, anche mediante il coinvolgimento degli operatori culturali e
delle organizzazioni interessate, considerando che la cultura deve rappresentare per la Città
uno degli elementi fondanti per la Città, saranno inoltre predisposti nuovi regolamenti per la
concessione dei contributi, e sarà dato impulso alla partecipazione ai bandi europei per la
assegnazione dei contributi.
» Recupero
dell'IVA dai beni immobili comunali: La gestione del patrimonio immobiliare
configura aspetti di notevole interesse, considerando che negli ultimi anni le Autorità
competenti hanno mutato il loro orientamento in relazione all'applicazione dell'IV A
relativamente alla gestione dei beni immobili. In particolare l'Agenzia delle Entrate nel
2009 ha modificato il quadro interpretativo, sostenendo che per la verifica della sussistenza
del carattere commerciale di un'attività svolta dal Comune occorra verificare caso per caso
l'esistenza di un'organizzazione in forma di impresa, e che la commercialità dell'attività
svolta risulti caratterizzata dai connotati tipici della professionalità, sistematicità ed
abitualità. Si provvederà, pertanto, ad una analisi delle forme di gestione di tutti gli
immobili dell'Ente, verificandone di volta in volta l'assoggettabilità o meno al regime IVA,
ed alla conseguente possibilità di recupero dell'imposta, consentendo un risparmio di non
poco conto.
>-
Esternalizzazione Impianti sportivi: Sono gta m atto una serie di esternalizzazioni
>-
Gestione parcheggi cittadini: E' intenzione dell' Amministrazione cambiare la modalità di
di
impianti sportivi, tramite]' istituto dell' affidamento in concessione, con la previsione di un
canone ricognitorio, ed in qualche caso di una contribuzione da parte dell'ente; i contratti di
servizio disciplineranno la suddivisione delle spese tra il Concedente (Comune) ed il
Concessionario, con l'intento di aumentare sensibilmente, ed in alcuni casi interamente, la
copertura dei costi da parte dei privati.
Tutto questo comporterà una riduzione considerevole dei costi di gestione degli impianti
sportivi (illuminazione, gas, telefonia, pulizie, ecc.), non più sostenibili
dall' Amministrazione civica.
gestione degli stalli di sosta; in sostanza, si intende "reinternalizzare" il servizio all' interno
dell'Ente. Cosi facendo si avrebbe, nell'immediato, un cospicuo risparmio in termini di
mancato pagamento dell'IV A, nella misura del 22%. Un altro beneficio che si avrebbe dalla
reinternalizzazione del servizio sarebbe la mancata applicazione delle imposte locali tares e
cosap.
Pertanto, la società "Pescara Parcheggi" svolgerebbe esclusivamente l'attività di riscossione
del ticket, emettendo fattura nei confronti del Comune per lo svolgimento del servizio; ne
consegue che la stessa società non sarebbe più titolare della concessione del servizio.
9
Ovviamente andrà realizzato un plano economlCo -- finanziario teso a verificare la
sostenibilità
della
continuità
aziendale;
altro fondamentale
fattore
sarà la
rivisi tazi one/razionalizzazione delle tari ffe.
~ Zona franca urbana: Il Governo Renzi con il D.L. n. 66/2014 ha rifinanziato la totalità
deUe Zone Franche Urbane (ZFU), fra le quali è compresa anche quella di Pescara,
stanziando per il biennio 2015-20]6 ]75 milioni di €; tali risorse verranno ripartite fra le
Città interessate con i medesimi criteri già utilizzati nel 2009 sulla base della delibera CIPE
n. 14 del 05/05/2009. Il beneficio legato alla ZFU non consiste nell'erogazione di contributi
in denaro, bensì nello sgravio fiscale relativamente a Irpef, Irap e IMU, oltre che
contributivo.
A tale scopo è già stato richiesto alla Regione Abruzzo di sollecitare il MISE ad effettuare
la comunicazione circa il riparto delle risorse assegnate alla Città.
~ Società partecipate: Saranno poste in essere tutte le iniziative ed i poteri riconosciuti dalla
normativa vigente in materia per poter esercitare, con efficacia, il controllo analogo nei
confronti delle società partecipate, al fine di raziona]izzare le spese (ove ve ne siano le
condizioni), conseguendo così un risparmio in termini di minore canone da corrispondere.
Per quanto riguarda la "'Attiva S.p.A." sarà presentato, a breve, un piano industriale della
durata di tre anni con l'obiettivo di portare raccolta differenziata al 65%, a canone invariato,
con conseguente risparmio dell 'ecotassa regionale.
Inoltre, è in corso un'interlocuzione con la Regione Abruzzo per la realizzazione di un
impianto di compostaggio per la raccolta della frazione umida, con conseguente riduzione
dei costi di smaltimento.
Con riguardo al mattatoio comunale, a breve verrà indetta la gara per la concessione della
struttura a terzi, con conseguente eliminazione dal bilancio dell'ente di un cespite in
negativo. Nell'ipotesi in cui tale procedura dovesse andare deserta, (nonostante la
previsione di un ridotto canone), saranno prese le necessario decisioni affinché il Comune
di Pescara non sostenga i costi attualmente in essere.
~ Area di risulta: Migliore utilizzo dell' area anche mediante la costruzione di nuovi stalli di
parcheggio e, nel contempo, avviare un confronto con la Città, i portatori di interesse,
l'Università, le categorie professionali per definire un progetto condiviso e rapidamente
canti erabil e;
);>
Diga foranea: In collaborazione con la Regione Abruzzo, seguire il progetto dei lavori teso
ad evitare futuri dragaggi e, comunque, a scongiurare la chiusura o anche la parziale
inabilità della fondamentale infrastruttura per l'economia della città;
~ Interventi presso l'ex cola rappresenta la prospettiva della Città rispetto ad uno sviluppo
turistico che necessita di una progettazione programmatica in cui le migliori esperienze
professionali saranno chiamate a pensare di disegnare e valutare un progetto strategico
all'altezza della qualità dell' aria;
~ Interventi ex fea: Anche in questo caso la programmazione di ciò che dovrà accadere sarà
frutto di una attenta analisi di tutte le aree centrali di Pescara, che determinerà la funzione
pi ù adeguata;
~ Expò 2015: Sono state avviate interlocuzioni con la Camera di Commercio di Pescara, la
Fondazione "Pescarabruzzo", i Sindaci della Provincia e tutte le categorie produttive per
lO
cogliere l'occasione dell'expò 2015 per ridare slancio economico, produttivo e di immagine
in Italia ed in Europa alla nostra Città;
~ Mobilità: Al fine di favorire una ripresa delle attività produttive e commerciali all'interno
della Città sarà dato l'avvio alla predisposizione di un nuovo piano per la mobilità
Predisposizione del PUMA (Piano Urbano di Mobilità Area vasta) con piano per la mobilità
altemativa e biciplan.
~ Sociale: Rimane confermato l'impegno delJ' Amministrazione in questo settore, soprattutto
in favore delle fasce più deboli della popolazione, anche in considerazione della grave crisi
economica che attraversa il paese, soprattutto utilizzando sinergie con Regione, Stato, ed
Unione Europea, capaci di attrarre finanza pubblica con progetti mirati.
~ Ambiente: Gestione dei rifiuti: potenziamento/riorganizzazione
della raccolta differenziata,
definizione di nuove metodologie di rilevamento della produttività e tariffazione,
concertazione sulle migliori modalità gestionali con i portatori di interesse. Illuminazione
pubblica e approvvigionamento
energetico: efficientamento, sostituzione delle reti e
apparecchiature tradizionali con sistemi a basso consumo. Inquinamento: potenziamento
del sistema diffuso del verde urbano finalizzato per miglioramento climatico.
1]
•••
1rìJ
Ci ltà di Pesca ra
M~r1(1gli(lr1'oro 01 M~rilo Ciwle
ANALISI STRATEGICA DELLE CONDIZIONI ESTERNE ED INTERNE ALL'ENTE
IL QUADRO DEMOGRAFICO
Popolazione legale al censimento 2011
n.
117.166
n.
n.
n.
n.
n.
124.398
58.512
65.886
53.637
39
Popolazione all'1.1.2012 (penultimo anno precedente)
n.
124.398
Nati nell'anno
Deceduti nell'anno
n.
n.
Popolazione residente alla fine del penultimo anno precedente (art. 110 D. L.vo 77/95)
(1.1.2012)
di cui:
Maschi
Femmine
Nuclei familiari
Comunità/Convivenze
Saldo naturale
n.
1.088
1.410
-322
Saldo migratorio
n.
n.
n.
3.531
3.202
329
n.
124.162
n.
n.
n.
n.
n.
7.262
8.550
17.683
60.294
30.37
Immigrati nell'anno
Emigrati nell'anno
Popolazione al 31.12.2012 (penultimo anno precedente)
di cui:
- In età prescolare (0/6 anni)
- In età scuola obbligo (7/14 annì)
- In forza lavoro 11\ occupazione (15/29 anni)
- In età adulta (30/65 anni)
- In età senile (oltre 65 anni)
•••••
trt
Città di Pescara
h1r!daglia d'oro al A1enta Clwle
Tasso di natalità nell'ultimo quinquennio:
Tasso di mortalità nell'ultimo quinquennio:
Anno
Anno
Anno
Anno
Anno
2012
2011
2010
2009
2008
%0
%0
%0
%0
%0
8,75
8,46
8,67
Anno
Anno
Anno
Anno
Anno
2012
2011
2010
2009
2008
%0
%0
%0
%0
%0
11.34
10,47
10,80
11,22
9,52
8,41
8,72
t.
••••
Città di Pesca ra
lleda~~lia(l'oro a//\1enra
Cil'ih'
IL PERSONALE
Q.F.
PREVISTI IN
PIANTA
ORGANICA
DIRIG
17
WPREV.
P.O.
IN SERVIZIO
NUMERO
Q.F.
13 + 2 a T.D.
A
D
130
C
382
B
199
Totale personale
PREVISTI IN
PIANTA
ORGANICA
IN SERVIZIO
NUMERO
82
al 31.12.2012
di ruolo
fuori ruolo TD
n.
806
n.
10
+ comandati
Totale
AREA TECNICA Sett. 127-128-129-130-131-132
PREVISTI IN
N° PREV.
IN SERVIZIO
Q.F.
PIANTA
NUMERO
P.O.
ORGANICA
DIRIG.
N° PREV.
P.O.
4+1T.o.
3
819
AREA ECONOMICO - FINANZIARIA setto 123
PREVISTI IN
N° PREV.
IN SERVIZIO
Q.F.
PIANTA
P.O.
NUMERO
ORGANICA
DIRIG
1
1 T.D.
D
48
D
17
C
82
C
26
B
63
B
14
A
40
A
2
••
111
Città di P~cara
Meda[{lia d'oro al Mcrilo Civile
AREA DI VIGILANZA Setto 134
PREVISTI IN
N° PREV.
Q.F.
PIANTA
P.O.
ORGANICA
DIRIG.
IN SERVIZIO
NUMERO
1
AREA DEMOGRAFICA STATISTICA setto 126
PREVISTI IN
N° PREV.
IN SERVIZIO
Q.F.
PIANTA
P.O.
NUMERO
ORGANICA
DIRIG.
2
D
14
D
4
C
146
C
16
B
27
A
3
B
A
2
I SERVIZI
STRunURE
ANNO 2013
ANNO 2014
ANNO 2015
ANNO 2016
Asili nido
n.
7
posti n. 209
posti n. 209
posti n. 220
posti n. 220
Scuole materne
n.
27
posti n. 2567
posti n. 2812
posti n. 2812
posti n. 2812
Scuole elementari
n.
22
posti n. 5419
posti n. 5529
posti n. 5529
posti n. 5529
Scuole medie
n.
4
posti n. 3926
posti n. 3977
posti n. 3977
posti n. 3977
n.
1
Strutture
resìdenziali
per anziani
posti n.
50
posti n.
50
posti n.
50
posti n.
50
Città di Pcs~ara
Meda}!.!'" d'oro al Meruo Ovile
ORGANISMI GESTIONALI
Le principali società partecipate del Comune di Pescara per i servizi di pubblica illuminazione, raccolta rifiuti, acqua e gestione dei parcheggi,
sono::
Pescara Gas S.p.A.;
Attiva S.p.A.;
A.C.A. S.p.A. in house providing;
Pescara Parcheggi S.r.l..
Tra i servizi gestiti in concessione vi è il servizio della riscossione tributi ed altre entrate patrimoniali gestito da:
"GESTOR S.p.A." - SOGET SPA-
••
tWJl
Città di Pe~cara
A.fedaglia d 'oro u/ AlerJfo
(.'JVJh·
Economia insediata
SCIA commerciali
Autorizzazioni
di vendita in sede fissa - vicinato (nuove aperture e subingressi)
commerciali di vendita in sede fissa - medie e grandi strutture
n.
450
n.
12
SCIA commerciali
per barbieri, parrucchieri e mestieri affini - nuove aperture
n.
35
SCIA commercìali
per barbieri, parrucchieri e mestieri affini - subingressi
n.
50
n.
60
Autorizzazioni
per attività di somministrazione
alimenti e bevande (bar, ristoranti ecc.) - nuove aperture
SCIA per attività di somministrazione
alimenti e bevande (bar, ristoranti ecc.) - subingressi
n.
170
SCIA per attività di somministrazione
alìmenti e bevande (circoli privati) - nuove aperture e subingressi
n.
55
Autorizzazioni
commerciali Mercati su aree pubbliche di tipo A - posteggio fisso
n.
202
Autorizzazioni
commerciali Mercati su aree pubbliche di tipo B - itinerante
n.
116
Autorizzazioni
temporanee di occupazione
n.
1.451
Concessioni
Autorizzazioni
Concessioni
permanenti
suolo pubblico
di occupazione suolo pubblico
temporanee demanio marittimo
demanio marittimo (suppletive - sub ingressi - proroghe)
n.
77
n.
49
n.
82
Città di Pescara
JHedaxlia d'w"o al A.Jerilo ('!ll;!e
ANALISI DELLE ENTRATE
IL QUADRO RIASSUNTIVO
Di seguito si riporta la sintesi delle entrate complessive del bilancio 2014-2016, con la specifica delle previsioni di competenza e delle
somme relative ai riaccertamenti imputati al triennio di riferimento.
ENTRATE
FONDO PLURIENNALE VINCOLATO - ENTRATA
ANNO 2014
PREV. INIZIALE
ANNO 2015
PREV.INIZIALE
ANNO 2016
PREV. INIZIALE
8.596.125,54
1.094.858,45
D,DO
Titolo 1 - Entrate correnti di natura tributaria, contro
PREVISIONI DI COMPETENZA
REIMPUTAZIONI ACCERTAMENTI
87.583.756,93
87.393.756,93
190.000,00
87.561.213,00
87.371.213,00
190.000,00
87.371.213,00
87.371.213,00
0,00
Titolo 2 • Trasferimenti correnti
PREVISIONI DI COMPETENZA
REIMPUTAZIONI ACCERTAMENTI
11.963.796,31
11.963.796,31
11.657.714,28
11.657.714,28
11.243.714,28
11.243.714,28
Titolo 3 - Entrate extratributarie
PREVISIONI DI COMPETENZA
REIMPUTAZIONI ACCERTAMENTI
17.735.800,87
17.735.800,87
18.201.730,00
18.201.730,00
17.905.350,00
17.905.350,00
Titolo 4 - Entrate in conto capitale
PREVISIONI DI COMPETENZA
REIMPUTAZIONI ACCERTAMENTI
41.811.545,19
33.946.109,51
7.865.435,68
15.297.294,19
7.954.196,51
7.343.097,68
7.695.425,22
7.695.425,22
0,00
0,00
D,DO
167.691.024,84
133.812.809,92
124.215.702,50
Titolo 5 - Entrate da riduzione di attività finanziarie
TOTALE ENTRATE FINALI
0,00
Città di Pesca ra
A (ec/aglia d'om al A.ferl1o CIVIle
ANNO 2014
PREV.INIZIALE
ENTRATE
ANNO 2015
PREV.INIZIALE
ANNO 2016
PREV. INIZIALE
Titolo 6 - Accensione
di prestiti
PREVISIONI DI COMPETENZA
REI MPUTAZIONI ACCERTAMENTI
17.769.005,97
1.340.487,20
15.127.304,00
2.641.701,97
500.000,00
840.487,20
Titolo 7 ~Anticipazioni
80.000.000,00
80.000.000,00
80.000.000,00
15.805.152,00
15.805.152,00
15.805.152,00
113.574.157,97
97.145.639,20
96.305.152,00
281.265.182,81
230.958.449,12
220.520.854,50
Titolo 9 - Entrate
da ist. tesoriere/cassiere
per conto di terzi e partite
di giro
TOTALE
TOTALE
Le entrate correnti ammontano ad euro 117.283.354,11
COMPLESSIVO
ENTRATE
500.000,00
500.000,00
0,00
ed il fondo pluriennale vincolato, così come definito nel conto consuntivo 2013, è
pari ad euro 1.223.547,27. Le tabelle che seguono evidenziano le entrate per titolo e per tipologia.
ENTRATE CORRENTI DI NATURA TRIBUTARIA,
CONTRIBUTIVA
ANNO 2013
ASSESTATO
ENTRATE TIT I PER TIPOLOGIA
101
Imposte, tasse e proventi assimilati
104
Compartecipazioni
301
Fondi perequativi
83.745.442,23
di tributi
da Amministrazioni
E PEREQUATIVA
83.216,00
Centrali
Totale
ANNO 2014
PREV. INIZIALE
82.684.794,57
0,00
ANNO 2015
PREV.INIZIALE
ANNO 2016
PREV.INIZIALE
82.662.250,00
0,00
82.472.250,00
0,00
5.225.365,42
4.898.962,36
4.898.963,00
4.898.963,00
89.054.023,65
87.583.756,93
87.561.213,00
87.371.213,00
'fMf
t't
Città di Pescara
kfedaglia
d'oro al Aleri/o
(,il·jJe
TRASFERIMENTI
CORRENTI
ANNO 2013
ASSESTATO
ENTRATE TIT Il PER TIPOLOGIA
101 Trasferimenti
correnti da Amministrazioni
105 Trasferimenti
correnti dall'Unione europea e dal Resto del Mondo
pubbliche
Totale
ANNO 2014
PREV.INIZIALE
ANNO 2015
PREV.INIZIALE
ANNO 2016
PREV.INIZIALE
23.209.502,87
11.869.085,33
11.534.714,28
11.120.714,28
207.000,00
94.710,98
123.000,00
123.000,00
23.416.502,87
11.963.796,31
11.657.714,28
11.243.714,28
ENTRATE EXTRA TRIBUTARIE
ANNO 2013
ASSESTATO
ENTRATE TIT 111PER TIPOLOGIA
100
Vendita di beni e servizi e proventi derivanti dalla gestione dei beni
200
Proventi derivanti dall'attività di controllo e repressione delle
irreQolarità
300
Interessi attivi
400
Altre entrate da redditi da capitale
500
Rimborsi e altre entrate correnti
ANNO 2014
PREV.INIZIALE
ANNO 2016
PREV. INIZIALE
10.232.180,00
9.732.484,56
9.788.356,00
9.781.976,00
5.000.000,00
4.400.000,00
4.400.000,00
4.400.000,00
972.139,00
659.199,00
658.074,00
658.074,00
0,00
Totale
ANNO 2015
PREV. INIZIALE
70.965,00
0,00
0,00
3.160.860,00
2.873.152,31
3.355.300,00
3.065.300,00
19.365.179,00
17.735.800,87
18.201.730,00
17.905.350,00
•••••
trt
Città di Pescara
Medaglia d'oro o/ Merit" Uvi",
Per quanto riguarda le entrate in e/capitale si evidenzia che i proventi derivanti da oneri concessori per l'esercizio 2014 ammontano ad
euro 2 MLN e vengono destinati per la quota del 70% alla parte corrente.
ENTRATE IN CONTO CAPITALE
ANNO 2013
ASSESTATO
ENTRATE TIT IV PER TIPOLOGIA
200
Contributi agli investimenti
300 Altrì trasferimenti in conto capitale
ANNO 2014
PREV.INIZIALE
7.619.534,95
35.588.105,19
700.000,00
583.500,00
ANNO 2015
PREV. INIZIALE
ANNO 2016
PREV. INIZIALE
10.639.766,80
2.570.000,00
0,00
0,00
400
Entrate da alienazione di beni materiali e immateriali
3.305.000,00
3.630.005,00
3.489.863,00
4.025.425,22
500
Altre entrate in conto capitale
3.268.500,00
2.009.935,00
1.167.664,39
1.100.000,00
14.893.034,95
41.811.545,19
15.297.294,19
7.695.425,22
Totale
Proventi ed oneri di urbanizzazione - competenza
Altre entrate in conto capitale - permessi di costruire
ANNO 2014
PREV. INIZIALE
ANNO 2013
ASSESTATO
2.430.000,00
ANNO 2015
PREV. INIZIALE
2.000.000,00
ANNO 2016
PREV.INIZIALE
1.100.000,00
1.100.000,00
ACCENSIONE PRESTITI
ENTRATE TIT VI PER TIPOLOGIA
300
I Accensione
mutui e altri finanziamenti a medio lungo termine
ANNO 2013
ASSESTATO
20.389.382,85
L'anticipazione di cassa è prevista per l'ammontare di € 80.000.000,00
sensi dell'art. 222 del D.Lgs. 267/2000 che ammonta
correnti.
ANNO 2014
PREV. INIZIALE
17.769.005,97
ANNO 2015
PREV. INIZIALE
ANNO 2016
PREV. INIZIALE
1.340.487,20
500.000,00
ed è ricompresa nei limiti dell'anticipazione
ai 3/12 dell'entrate accertate
nel penultimo anno precedente
di tesoreria prevista ai
relativamente
alle entrate
Città di PestHa
Me,faglia d'oro al Meri/o C"'ile
ANALISI DELLE USCITE
Il QUADRO RIASSUNTIVO
Il quadro generale di sintesi delle uscite evidenzia, relativamente all'esercizio 2014, previsioni di competenza per euro 261.971.919,62,
riaccertamenti per euro 18.198.404,74 ed un fondo pluriennale vincolato per euro 1.094.858,45.
·•·.•··.·.·.~N.9:~.91.6..........•.....
.' .',PREW'INIZIAtE
D!S.tWA~ZO
DI AMMINISTRAZIONE
(4.285.425,22}
500.000,00
1.500.000,00
2.285.425,22
Titolo 1 • Spese correnti
PREVISIONI DI COMPETENZA
REIMPUTAZIONIIMPEGNI
FONDO PLURIENNALE VINCOLATO
106.641.181,38
105.227.634,11
1.355.465,35
58.081,92
104.257.14S,20
104.009.067,28
248.081,92
0,00
103.686.337,28
103.686.337,28
0,00
0,00
Titolo 2 • Spese in conto capitale
PREVISIONI DI COMPETENZA
REIMPUTAZIONI IMPEGNI
FONDO PLURIENNALE VINCOLATO
53.429.129,43
35.549.413,51
16.842.939,39
1.036.776,53
16.174.557,92
6.954.196,51
9.220.361,41
0,00
5.910.000,00
5.910.000,00
0,00
0,00
0,00
0,00
Titolo 3 - Spese per incremento
di attività
finanziarie
Titolo 4 - Rimborso di prestiti
Titolo 5 - Chiusura
Anticipazioni
da ist. tesoriere/casso
Titolo 7 - Spese per conto terzi e partite
di giro
0,00
24.889.720,00
13.221.590,00
12.833.940,00
80.000.000,00
80.000.000,00
80.000.000,00
15.805.152,00
15.805.152,00
15.805.152,00
Città di "cscara
A1edaglia d'oro al Merilo Civile
SINTESI DEGLI IMPIEGHI
Dì seguito vengono illustrate le spese correnti e le spese destinate ad investimenti dei varì centri di costo per il triennio 2014-2016.
ESERCIZIO
2014 - DETTAGLIO DEGLI IMPIEGHI PER PROGRAMMI
CENTRO plCOSTO
0100 - GABINETTO
0200
0300
0302
0303
0500
-
DECENTRAMENTO
NOTIFICHE ALBO PRETORIQ ARCHIVIO PROTOCOLLO
GARE E CONTRATTI
ORGANIISTITUZIONAU
E ADI AMMINISTRATIVI
RISORSE UMANE E SVILUPPO ORGANIZZATIVO
0600 - RAGIONERIA GENERALE
0703 - PROWEDITORATO
0800 - CONTROLLO DI GESTIONE
-
'1500 - POLIZIA URBANA
1600 - PROTEZIONE CIVILE 626/94 PUBBLICA rNCOLUMfTA'
1700 - SCUOLE MATERNE STATALI
1800 - SCUOLE MATEFINE COMUNALI
1900 - SCUOLE ELEMENTARI
2000 - SCUOLE MEDIE STATALI
2200 - REFEZIONE SCOLASTICA
2300 - ASSISTENZA
2400 - CULTURA
E TRASPORTO
SCOLASTICA
2401 - MUSEI
2500 - SPORT E GESTIONE
CQRRENTI
1.410.538,36
112.280,00
1.432..782,67
641.478,76
3.237.848,41
3.318.237,08
1.869.211,33
728.663,61
73.791,72
TRIBUTI
LL.PP.
MANUTENZIONE
POLITICHE DELLA CASA
SERVIZI DEMOGRAFICI
'1300 - SISTEMI INFORMATIVI E CED
1301 - AWOCATURA
1400 - UFFICI GIUDIZIARI
0900
1101
1102
1103
1200
...,$Pt~E
IMPIANTI
2.091.162,36
1.242.609,55
1.564.617,95
416.387,05
2.198.829,48
591.510,54
4.230.436,67
3.637.603,39
7.135.542,86
34.368,00
152.407,00
479.296,51
1.177.689,95
SPESE PER
INVESTIMENTI·
TOTALE
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
1.410.538,36
1i 2.280,00
1.432.782,67
641.478,76
3.237.848,4 i
3.318.237,OB
0,00
1.869.211,33
D,DO
261.352,96
0,00
0,00
11.146.747,19
3.216.140,93
6.767.846,40
0,00
30.000,00
2.500.000,00
300.000,00
165.155,25
583.500,00
0,00
0,00
861.656,24
990.016,57
73.791,72
2.091.162,36
12.389.356,74
4.780.758,88
7.184.233,45
2.198.829,48
621.510,54
6.730.436,67
3.937.603,39
7.300.698,1'[
617.868,00
152.407,00
479.296,51
2.039.346,19
968.675,00
3.715.162,04
1.012.117,16
0,00
968.675,00
0,00
0,00
3.715.162,04
1.012.117,16
670.743,25
919.686,55
2.346.616,97
656.960,64
1.898,97
768.661,21
1.327.703,89
921.585,52
3.115.278,18
Città di Pescarll
Medaglia il 'oro al Malia nerle
ESERCIZIO
2014 - DETTAGLIO DEGLI IMPIEGHI PER PROGRAMMI
2501 - PATRIMONIO
IMMOBILIARE
2600 - TURISMO
2700 - STRADE
2703 - PUBBLICA ILLUMINAZIONE
1.291.405,99
4.897.135,58
78,900,00
3.880,217,90
4.412.413,00
0,00
14.295.140,81
0,00
4.725.458,00
78.900,00
18.175.358,71
0,00
1.769.277,97
1.769.277 ,97
567.935,18
23.747.683,42
3002 - POLITICHE AMBIENTALI
3100 - PROGETTI 8TRATEGICI E VERDE URBAr--JO
E ARTIGIANATO
618.718,69
24.247.683,42
1.831.678,36
2.157.633,17
2.664.876,98
255.827,34
4.661.024,57
586.874,60
871.648,98
374.224,86
1.041.894,26
5.825.185,48
2.864.400,00
13.737,40
0,00
370.000,00
0,00
172.104,00
902.400,03
2.815.458,26
2.157.633,17
2.664.876,98
3.120.227,34
4.674.761,97
586.874,60
1.241.648,98
374.224,86
1.213.998,26
6.727.585,51
53.429.129,4:3
160,070.310;81
,.-
... --.
.-.
2015·, DETTAGLIO DEGLI IMPIEGHI PER PROGRAMMI
CENTROmCO$TO
0100
0200
0300
0302
0303
0500
50.783,5i
4.412.413,00
5.623.319,50
500.000,00
983.779,90
0,00
0,00
··106,$41:181,38
ESERCIZIO
TOTALE
3.605.729,59
2900 -1~nERVENTI COMUNJTAFII E PROGRAMMAZIONE
- ASILI NIDO
- SERVIZI PER l'INFANZIA E PER I MINORI
- CASA DI RIPOSO
- SERVIZI ALLA PERSONA
- ASSOCIAZIONISMO
E POLITICHE GIOVANILI
- MERCATI COPERTI E ITTICO Al MINUTO
- MERCATO ITTICO ALL'INGROSSO
- SP. UNICO ATIIVITA' PRODUTTIVE COMMERCIO
- MOBILITA' E ARREDO URBANO
INVESTIMENTI
897.861,50
2801 • PROGRAMMAZIONE
E TERRITORIO
2807 - DEMANIO URBANIZZAZIONE
3201
3203
3205
3206
3209
3401
3407
3409
3500
SPESE PER
SPESE
CORRENTI
CENTRO DI COSTO
- GABINETTO
- DECENTRAMENTO
- NOTIFICHE ALBO PRETORIO ARCHIVIO PROTOCOLLO
- GARE E CONTRATTI
- ORGANI ISTITUZIONALI E ATTI AMMINISTRATIVI
- RISORSE UMANE E SVilUPPO ORGANIZZATIVO
0600 - RAGIONERIA
GENERALE
0703 - PROWEDlTORATO
SPESE
CORRENTI
1.554.649,68
139.541,01
1.461.530,53
582.310,76
3.344.786,44
3.277.739,38
2.040.949,93
728.663,61
SPESE PER
INVESTIMENti
TOTALE
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
1.554.649,68
139.541,01
1.461.530,53
582.310,76
3.344.786,44
3.277.739,38
2.040.949,93
728.663,61
Città di Pescara
J 'oro al Meri/" Ovile
Medaglia
ESERCIZIO
2015 - DETTAGLIO DEGLI IMPIEGHI PER PROGRAMMI
CENTRO DI·COSTO
0800 - CONTROLLO
DI GESTIONE
0900 - TRIBUTI
1101 - LL.PP.
1102 - MANUTENZIONE
1103 - POLITICHE DELLA CASA
- SISTEMI INFORMATIVI E CED
. AWOCATURA
.. UFFICI GIUDIZIARI
- POLIZIA URBANA
- PROTEZIONE CIVILE 626/94 PUBBLICA
1700 - SCUOLE MATERNE STATALI
1800 - SCUOLE MATERNE COMUNALI
1900 - SCUOLE ELEMENTARI
2000 - SCUOLE MEDIE STATALI
- REFEZIONE SCOLASTICA E TRASPORTO
- ASSISTENZA SCOLASTICA
- GUL TURA
- MUSEI
SPORT E GESTIONE IMPIANTI
- PATRIMONIO IMMOBILIARE
- TURISMO
- STRADE
- PUBBLICA ILLUMINAZIONE
2801
2807
2900
3002
.. PROGRAMMAZIONE E TERRITORIO
- DEMANIO URBANIZZAZIONE
-INTERVENTI COMUNITARI E PROGRAMMAZIONE
- POLITICHE AMBIENTALI
3100 - PROGEnl
3201
3203
3205
3206
STRATEGICI
0,00
73.791,72
0,00
1.102.368,26
292.483,18
150.000,00
2.173.142,36
2.327.457,81
1.974.854,87
0,00
0,00
0,00
1.821.762,22
616.010,54
4.822.445,49
3.304.637,00
7.271.820,12
610.368,00
0,00
0,00
172.652,00
476.610,51
BOO.OOO,OO
569.863,00
1.952.145,00
1.534.208,00
0,00
0,00
310.000,00
0,00
500.000,00
739.679,69
0,00
9.905.830,28
3.878.733,34
970.972,16
705.302,93
578.788,55
2.721.766,97
4.043.181,28
149.500,00
13.602.656,04
0,00
4.310.923,00
0,00
937.606,70
1.768.761,97
508.607,71
23.091.973,42
2.085.290,36
2.057.664,83
3.522.445,49
3.304.637,00
7.271.820,12
610.368,00
172.652,00
476.610,51
1.152.145,00
964.345,00
2200
2300
2400
2401
2500·
2501
2600
2700
2703
E VERDE URBANO
- ASILI NIDO
- SERVIZI PER L'INFANZIA E PER I MINORI
- CASA DI RIPOSO
- SERVIZI ALLA PERSONA
TOTALE
73.791,72
1.821.762,22
616.010,54
INCOLUMITA'
SPESE PER
INVESTIMENTI
2.173.142,36
1.225.089,55
1.682.371,69
453.570,00
1200 - SERVIZI DEMOGRAFICI
1300
1301
1400
1500
1600
SPESE
CORRENTI
3.878.733,34
970.972,16
395.302,93
578.788,55
2.221.766,97
3.303.501,59
149.500,00
3.696.825,76
4.310.923,00
937.606,70
1.768.761,97
504.274,20
23.091.973,42
1.785.290,36
2.057.664,83
2.679.781,76
251.037,34
4.533.746,30
0,00
1.300.000,00
0,00
0,00
4.333,51
0,00
300.000,00
0,00
D,DO
0,00
0,00
603.570,00
2.679.781,76
251.037,34
4.533.746,30
Città di Pescara
Medaglia d'oro al Menlo
Cmle
ESERCIZIO
2015 - DETTAGLIO DEGLI IMPIEGHI PER PROGRAMMI
SPESE
CORRENTI
CENTRO DI COSTO
3209 - ASSOCIAZIONISMO
E POLITICHE GIOVANILI
3401 - MERCATI COPERTI E ITTICO AL MINUTO
3407· MERCATO IDICO ALL'INGROSSO
3409 - SP. UNICO ATIIVITA' PRODUTIIVE COMMERCIO
3500 - MOBILITA' E ARREDO URBANO
-
E ARTIGIANATO
,.
'.
"
.-
..
- -
TOTALE
419.180,00
0,00
419.180,00
868.482,02
377.572,36
1.001,104,62
5.823.426,48
0,00
0,00
200.000,00
0,00
868.482,02
377.572,36
1.201.104,62
5.823.426,48
.
tOtALEUScrrl::~'ANN02Ò15
ESERCIZIO
SPESEPER
INVESTIMENTI
104;257.149;20··
16;174.557,92
120A31.707,12
2016 - DETTAGLIO DEGLI IMPIEGHI PER PROGRAMMI
SP~SE
CORRENTI
0100 - GABINEno
0200-DECENTRAMENTO
0300 - NOTIFICHE ALBO PRETORIO ARCHIVIO PROTOCOLLO
0302 - GARE E CONTRATTI
0303 - ORGANIISTITUZIONALl
E AnI AMMINISTRATIVI
0500 - RISORSE UMANE E SVILUPPO ORGANIZZATIVO
0600 - RAGIONERIA GENERALE
0703 - PROWEDITORATO
0800 - CONTROLLO DI GESTIONE
0900
1101
1102
1103
1200
1300
- TRIBUTI
- LL.PP.
- MANUTENZIONE
- POLITICHE DELLA CASA
- SERVIZI DEMOGRAFICI
- SISTEMI INFORMATIVI E CED
1301
1400
1500
1600
1700
-
AWOCATURA
UFFICI GIUDIZIARI
POLIZIA URBANA
PROTEZIONE CIVILE 626/94 PUBBLICA INCOLUMITA'
SCUOLE MATERNE STATALI
1.526.212,90
120.154,00
1.444.594,67
582.310,76
3.286.086,44
3.270.857,68
2.012.261,33
728.663,61
73.791,72
2.136.142,36
1.206.689,55
1.645.579,55
443.010,00
1.818.586,81
616.010,54
3.274.363,57
3.603.727,00
7.260.260,12
360.368,00
147.912,00
SP~SEPER
TOTALE
INVE;STIMENfl
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
1.200.000,00
500.000,00
150.000,00
0,00
0,00
1.300.000,00
120.000,00
0,00
0,00
0,00
1.526.212,90
120.154,00
1.444.594,67
582.310,76
3.286.086,44
3.270.857,68
2.012.261,33
728.663,61
73.791,72
2.136.142,36
2.406.689,55
2.145.5'79,55
593.010,00
1.818.586,81
616.010,54
4.574.363,57
3.723.727,00
7.260.260,12
360.368,00
147.912,00
Ciuà di rescar~
Me,I"K'ia il 'aro al Menlo Cfl'ile
ESERCIZIO
2016 - DETTAGLIO DEGLI IMPIEGHI PER PROGRAMMI
SPESE
. CORRENTI
CENTRO DI COSTO
1800
1900
2000
2200
2300
2400
- SCUOLE MATERNE COMUNALI
- SCUOLE ELEMENTARI
- SCUOLE MEDIE STATALI
- REFEZIONE SCOLASTICA E TRASPORTO
- ASSISTENZA SCOLASTICA
- CULTURA
476.610,51
1,135.175,00
931.705,00
3,878.074,03
963.922,16
578.562,93
901.748,55
2.175.566,97
3.164.875,59
148.000,00
3.505.455,76
4.228.703,00
918.056,70
1.768.761,97
501.774,20
23.093.527,59
2401 - MUSEI
2500
2501
2600
2700
2703
2801
2807
2900
3002
- SPORT E GESTIONE IMPIANTI
- PATRIMOf\110 IMMOBILIARE
- TURISMO
- STRADE
- PUBBLICA IllUMINAZIONE
- PROGRAMMAZIONE E TERRITORIO
- DEMANIO URBANIZZAZIONE
- INTERVENTI COMUNITARI E PROGRAMMAZIONE
- POliTICHE AMBIENTALI
3100· PROGETTI STRATEGICI
3201 - ASILI NIDO
E VERDE URBANO
'.
------
D,DO
300.000,00
0,00
150.000,00
620.000,00
0,00
700.000,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
500.000,00
0,00
0,00
0,00
"
2.056.025,83
2.689.781,76
246.007,34
4.531.546,30
419.180,00
864.402,02
374.262,36
1.000.182,26
5.823.426,48
....
TOTALEIJSCITE;ANNQ2016
'
D,DO
'
"
.
103.686.337,28 ....
.
.........
TOTALE
0,00
170.000,00
0,00
0,00
1.753.420,36
3203 - SERVIZI PER l'INFANZIA E PER I MINORI
3205 - CASA DI RIPOSO
3206 - SERVIZI ALLA PERSONA
3209· ASSOCIAZIONISMO E POLITICHE GIOVANILI
3401 - MERCATI COPERTI E ITTICO Al MINUTO
340'1 - MERCATO ITTICO ALL'INGROSSO
3409 - SP. UNICO ATI1VITA' PRODUTTIVE COMMERCIO E ARTIGIANATO
3500 - MOBILITA' E ARREDO URBANO
-----.
.. .... :' .... :
... ,.:
: ..
..
SPESE PER
INVESTIMENTI
.
0,00
0,00
0,00
200.000,00
0,00
5.9.10.000,00
476.610,51
1.305.175,00
931.705,00
3.878.074,03
963.922,16
878.562,93
901,748,55
2,325,566,97
3,784.875,59
148,000,00
4.205.455,76
4,228.703,00
918.056,70
1,768.761,97
501.774,20
23,093.527,59
2.253.420,36
2.056.025,83
2.689.781,76
246.007,34
4.531.546,30
419.180,00
864.402,02
374.262,36
1,200.182,26
5,823.426,48
109.596.337,28
Ciuà di Pescara
Medaglw d·/tI·" a/ Merilo Uv;le
SPESE CORRENTI PER MISSIONI
.·.·.····.·····.··A~Nq~M.6.....•.....
:::l'R:E.V;JNIZIALE
Servizi istituzionali,
generali e di gestione
28.053.336,45
27.460.644,41
.
26.832.125,19
2
Giustizia
3.637.603,39
3.304.637,00
3.603.727,00
3
Ordine pubbllco e sicurez7..él
7.030.397,86
7.126.220,12
7.114.660,12
<1 Istruzione e diritto allo studio
7.588.347,66
7.694.458,01
7.612.398,70
5
Tutela e valoriz:za2ione dei beni e attività culturali
1.583.514,80
964.623,68
i .468.877,48
6
Politiche giovanili, sport e tempo libero
2.346.616,97
2.221.766,97
2.175.566,97
7
Turismo
78.900,00
149.500,00
148.000,00
8
Assetto del territorio ed edilizia abitatìva
2.593.816,67
2.582.282,87
2.552.172,87
9
Sviluppo sostenibile e tutela del territorio e dell'ambiente
25.791.882,61
25.054.264,61
25.014.248,78
14.378.626,38
14.156.175,24
13.882.585,24
32.368,00
597.368,00
347.368,00
10.546.636,66
10.179.560,23
10.177.271,23
10 Trasporti e diritto alla mobilità
11 Soccorso civile
'12 Oiritli sociali, politiche sociali e famiglia
---~
14 Sviluppo economico e competitività
20
Fondi e accantonamenti
Totale
2.266.743,16
2.225.648,06
2.217.335,70
712.390,77
540.000,00
540.000,00
104.257.149,:2'0
103.686.337,28
106.641,HI1,38
1M'
Il}
Città di Pesca ra
Aledaglia J'oro al Mento ('j,,'ile
TABELLE DIMOSTRATIVE EQUILIBRI
Si evidenzia di seguito il rispetto degli equilibri di bilancio per il triennio 2014-2016.
EQUILIBRIO
ANNO 2014
DI PARTE CORRENTE
ANNO 2015
ANNO 2016
(+)
1.223.547,27
58.081,92
Entrate Titoli 1.00 - 2.00 - 3.00
(+)
117.283.354,11
117.420.657,28
116.520.277,28
Spese Titolo 1.00 - Spese correnti
(-)
106.641.181,38
104.257.149,20
103.686.337,28
(-)
58.081,92
(-)
12.889.720,00
Fondo pluriennale
Fondo pluriennale
vincolato
vincolato
per spese correnti
di parte corrente
(di entrata)
(di spesa)
Spese Titolo 4.00 - Quote di capitale amm.to dei mutui e prestiti obbligazionari
(al netto delle anticipazioni di iquidità)
TOTALE
-1.024.000,00
0,00
13.221.590,00
0,00
0,00
0,00
12.833.940,00
0,00
ALTRE POSTE DIFFERENZIALI, PER ECCEZIONI PREVISTE DA NORME DI LEGGE, CHE HANNO EFFETTO SULL'EQUILIBRIO EX ARTICOLO 162, COMMA
6, DEL TESTO UNICO DELLE LEGGI SULL'ORDINAMENTO DEGLI ENTI LOCALI
Entrate di parte capitale destinate a spese correnti in base a specifiche disposizioni di
legge (PROV. ONERI CONCESSORI)
(+)
1.400.000,00
0,00
0,00
Entrate di parte corrente destinate a spese di investimento
disposizioni di legge (AVANZO CORRENTE)
(-)
376.000,00
0,00
0,00
0,00
0,00
in base a specifiche
TOTALE
0,00
1.
••••
Ci uà d i Pescara
JHcdaKlia d'aro al lltlerilo Crl'i1e
EQUILIBRIO
DI PARTE CAPITALE
Fondo pluriennale
vincolato
ANNO 2014
per spese in conto capitale
(di entrata)
ANNO 2015
ANNO 2016
(+)
7.372.578,27
1.036.776,53
Entrate Titoli 4.00-5.00-6.00
(+)
59.580.551,16
16.637.781,39
Entrate di parte capitale destinate a spese correnti in base a specifiche disposizioni di
legge (PROV. ONERI CONCESSORI)
(-)
13.400.000,00
0,00
0,00
(+)
376.000,00
0,00
0,00
(-)
53.429.129,43
16.17 4.557 ,92
(- )
1.036.776,53
0,00
di
cui per
0,00
8.195.425,22
anticipazioni di liquidità 12 m/n
Entrate di parte corrente destinate a spese di investimento
disposizioni di legge (AVANZO CORRENTE)
in base a specifiche
Spese Titolo 2.00 - Spese in conto capitale
Fondo pluriennale
vincolato
in c/capitale
(di spesa)
TOTALE
RECUPERO DISAVANZO
DI AMMINISTRAZIONE
ESERCIZIO
PRECEDENTE
DIFFERENZA
~I
5.910.000,00
0,00
500.000,00
1.500.000,00
2.285.425,22
-500.000,00
-1.500.000,00
-2.285.425,22
I
0_,0_0
0,00
I
0,00
I
••
J!!j
:r-
Città di Pescara
Med,,~/ia d'oro al Me"J/o Civile
SEZIONE OPERATIVA
PROGRAMMI ED OBIETTIVI PER MISSIONI
--_._------_._-----------------------------------~-----~-~MISSIONE 1 - SERVIZI ISTITUZIONALI,
l ADEGUAMENTO
CANONI (VERIFicA
GENERALI
E DI GESTIONE
__~_._~
~_~
FISCALE DEI CONTRATTI DI CONCESSIONE
~
~
~_
DEGLI IMMOBILI INDISPONIBILI DELL'ENTE
~
"._,.
__
~J
I
Il"ADEGUAMENTOTARIFFARIO
DIRITTI DI ISTRUTTORIA PATRIMONIO.
..
----
--ADEMPIMENTIÀUTORIZZATIVI Dì COMPETENZA COMUNALE. PARERI ED ATTIVITÀ DI SUPPORTO AI VARI SERVIZI COMUNALI CONCERNENTI
U-"J.,TEHVEI'!JJPRIVATI/PUBBLICI.
_.~ __
~
i ADEMPI MENTI RELATIVI ALL'ANAGRAFE UNICA STAZIONE APPAL TANTE (AVCP)
~'
_
-j.,-G-Gi6'RNA-M-ENT1-E-L-ENCHI
ANNUALI IN DOTAZIONE PER OPERATORI ECONOMICI E PROFESSIONISTI PER AFFIDAMENTI CON PROCEDURE
NEGOZIATE.
---_.-----_.~._,----------------------------~-------------------------'
AGGIORNAMENTO CONTRIBUTO ONERI DI URBANIZZAZIONE.
I
l
!
I
jAGGIORNAMENTÒINVENTARIOTERRENI
DI PROPRIETÀ
COMUNALE E VALUTAZIONE BENI AI FINI DELLA DISMISSIONE E VALORIZZAZIONE
,
~:::~~~=::;':~:~=~-O:-~-=:C:-I
~=A-:-:R=T=E=-C=--O=--R=R=E=N--:::T=E=-E=D=-:-A=TT=I-:-:V",-AZ=lc=O-:-cN=E-=D=E=-L-:-:LE::::-:-:-P=RO--=-=CE=D=U-=R=E=--PE=R=--L'=IN-:C-:C=-A-=S------------1
1'~NALISINER1F1CA
DEI RESIDUI PASSIVI DI PARTE CORRENTE.
,
! ANTICORRUZIONE
rAPPRovAi.ìoNEPROGETTI
DI OPERE PUBBLICHE DISTINTI PER FASI DI LEGGE (PRELIMINARE, DEFINITIVO ED ESECUTIVO).
!ASSIS:(ENzA-AGlI
ORGANI ISTITUZIONALI (C.C.P./C.C/G.C,) CON LA MODIFICA DELLE MODALITÀ DI CONVOCAZIONI
L,~§SE~?.9Bl..PÉ.R LA PARTECIPAZIONE ALLE COMMISIONI CONSILIARI PERMANENTI, GIUNTA E CONSIGLIO
i ATTIVAZIONE DELLE FASI PROCEDIMENTALI
I An'IVAZIONE
DELLE PROCEDURE
DEGLI ATTI AMMINISTRATIVI.
••
••
c •• ~
NECESSARIE ALLA PUBBLICAZIONE
DEGLI Ani
AMMINISTRATIVI
NELL'ALBO
RIVOLTE AI CONSIGLIERI E
PRETORIO DALLA PROCEDURA
~_
iW
L'l,
y-
Città d i Pescara
lL.fed'-'Klia d'oro al A4ento (.'/wle
I ATTIVAZIONE E MESSA IN UTILIZZO DELLE PROCEDURE GESTIONALI APSYSTEMS - (STIPENDI - DOTAZIONE ORGANICA - RILAVAZIONE PRESENZE).
I
____
!
•••
•
c
~.
•
_,~'_._,,
~~~
~
_
ATTIVAZIONE E MESSA IN UTILIZZO DELLE PROCEDURE GESTIONALI APSYSTEMS.
iAfTIVAZIONEiNIZIATIVEDIDATTICHE
RIVOLTE PRINCIPALMENTE AI RAGAZZI DEL QUARTIERE FONTANELLE TRA 16 ED 114 ANNI
IATIIVAZIONE'PROCEDIMENffESPROPRIATIVI
i----.
.
DI OPERE PUBBLICHE E COMPARTI URBANISTICI
. -----~~.---
_
~,-~_.~
ATTIVAZIONE PROCEDURE INERENTI OPERE PUBBLICHE DELL'ELENCO ANNUALE 2014. RIMODULAZIONE IMPORTI RESIDUALI DI APPALTI E/O
LAVQ~L!'J~Q.Vl1v1jJTUI,\{ERIFICHE DISPONIBILITÀ SULLE SOMME RESIDUALI DEGLI STESSI PER ASSUNZIONE IMPEGNI DI SPESA
ATTIVAZIONE PUNTO DI ASCOLTO "ANAGRAFE TRASPARENTE"
rnfIVAZIONE-SPcfRTELLO
A"NTI-DISCRIMINAZIONEDEL PROGETIO CENTRA
/AffiVAZIONESPORTELCO
GRATUITO DI COUNSELING PER LE PROBLEMATICHE RELATIVE AL DISAGIO LAVORATIVO
~ffIVAZIONESPORTELLO
RICEZION-E-D~E-p-cO--'-S-IT--Oc--S-IS-M-IC-O-'------------------------------------1
I ATTIVAZIONE TECNICO DI TURNO SPORTELLO DI FRONT-OFFICE
I
L...-. - .. -~---...' .----...-=-=c:=~-=---~~o-==___,___c_:_::_:_:_::--:-=_=--c=--=-=::_:=-=-c--=--=-~=-=-=:::-c-=-::::-=-c:-=----~------------.I ATTIVITA CONNESSE AGLI ASPETTI CONTABILI ED AL NUOVO APPLICATIVO PASSoWEB DELL'INPDAP.
I ---..-..---~--_
i
--.
-----
- ---
----c-~---_,___--:-----=-c=-c--,--::_::_:=__--~~------=~__::_:__=---:--===-==--=-=~~-----==-=-==-=~-:=:-_:=:__:_::__:_:::________j
ATIIVITA CONNESSE ALLA REDAZIONE E STIPULA NELLA FORMA DELLA SCRITTURA PRIVATA DEI CONTRATTI RELATIVI AD AFFIDEMENTI FINO AD
I UN VALORE 01 50.000 EURO·_
ATT1VlfA-CONNESS'i~:ALL'ACCERTAMENTO, LOTIA ALL'EVAZIONE RETTIFICHE DEI PROWEDIMENTI, MODIFICA E DEFINIZIONE DELLE POSIZIONI
i TRIBUTARIE.
fATTIVrrA CONNESSE~E-S-T-R'~U~M~E-N-'-T-A-Ll----------------------------·----~----------l
i
I
ATTIVITADIAPPROFONDIMENTO E COORDINAMENTO NORMATIVO CONNESSE AGLI ADEMPIMENTI DI SPECIFICA RILEVANZA PREVIDENZIALE,
ANCHE IN SEGUITO ALL'ENTRATA IN VIGORE DEL D.L. 90/2014.
ATTIVITA' DI CUSTOMER SATISFACTION
h'TIUAlIONE
!
1
li.
DELLE-OPERE PUBBLìc--H-E--D-E-LL-'E-L-E-N-C~O-A-N-N-U-A-L~E-20-1-3---------------------------~_____1
j
lATTUAZIONETEMPESl'IVA DELLE r..'lISURESULLA TRASPARENZA
rCENSIMENTe)"DELL:E-ji,TIREZzATURE INFORMATICHE (COMPUTER, STAMPANTI, SCANNER, FAX, ECC.).
ICE-NSIIV1ENTO'OELLE
ATTREZZATURE INFORMATICHE(COIMPUTER, STAMPANTI, FAX ECC.).
i
\ CERTjFicAZIONfANAGRAFICHE ONLlNE ATTRAVERSO IL PORTALE DELL'ENTE: PREDISPOSIZIONE TECNICA E SOFTWARE
~-------~------------------------
~-------
.. I
•
'«!li<
Città di Pescara
Medaglia d'om al Mafia ('ivile
CIMITERI CITTADINI
I
!..-_-.-- ..
----..
--
; COLLABORAZIONE
~--"--,
'-'
PROTEZIONE
CIVILE/PUBBLICA
- D.LGS. 81/08
I
AMMINISTR-'\IIYA:Lt.
l COMPLETAMENTO
IL MIGLIORAMENTO
QUALITATIVO
DELL'ATIIVITA'
AMMINISTRATIVO
CONTABILE
----'-----------------------------------~-----'----'-,
ED ASSISTENZA
GIURIDICO AMMINISTRATIVA,
I COMPtETAMENTO'OELLA-L1BERALIZZAZIONE
1
INCOLUMITÀ
AL PERSONALE TOGATO ATIRAVERSO
-----------
i COLLABORAZIONE
""
-
-- .._------~---'-_._--------------------------._------------~
RAZIONALI~y\ZIONE
DEMATERIALIZZAZIONE
DI CARATTERE
GENERALE.
DEL SERVIZIO POSTALE DELL'ENTE, NELL'OTTICA DELL'ECONOMICITÀ
ED EFFICIENZA '
DEI COSTI CONTINUA A RAPPRESENTARE
UN'ESIGENZA PRIORITARIA PER L'INTERO SETTORE
D.U.R.C.
. __
: COMPLETAMENTO STRUTTURALE DEL CENTRO DI INFORMAZIONE EUROPEA ALL'AVANGUARDIA
EUROp'gl~,ECT,
CON IN.T_ER_V_E_N_T_I
_M_IRA_T_1
CONSERVAZIONE DOCUMENTIINFORMATICI:
ASPETTI PROCEDURALI. *
I
I
ICÒNSULENZA
[j~GALE AGLI ORGANI ISTITUZIONALI
E DIREZIONALI
IN ORDINE A QUESTIONI
MUL TIMEDIALE
~
E PROBLEMATICHE
DENOMINATO
EUROPAURUM~
GIURIDICHE
I
I CÒNTROLLO-OI'REGOLARi'tA'
AMMINISTRATIVA
E CONTABILE
DEGLI ATTI DEL'ENTE Al FINI DELLA PREVENZIONE
~ICONTROLLò'
•••
c
ESATIA-PUBBLICAZIONE
DELLE DETERMINE A CONTRARRE E DEGLI AWISI AGGIUDICAZIONE
NEGOZIATE DI IMPORTO SUPERIORE A 50,000 EURO AI FINI DELLA STIPULA DEL CONTRATIO
CONTROLLO MONITORAGGIO TRIMESTRALE
0 ••
_
••
~_'_
••
__
•
!-COORDINAMENTO
t-_···
-------
- ·
: COORDINAMENTO
..-
DELLA CORRUZIONE
APPALTI DELLE PROCEDURE
__
DEGLiAFFIDAMENTI
PER SERVIZI E FORNITURE
ATIRAVERSO
IL ME.PA.
-.--.~--~~~___=_~=--~~--=--~---~~=~=-==-c-~~~.,...,...,..-----------
L_~_
DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI A LIVELLO GENERALE
NONCHE DI QUELLI DIRETTAMENTE
SUBORDINATI.
I
COORDINAMENTO
CONSERVAZIONE
~COORDINAMENTO
DI.TÙTTE LE ATTIVITÀ INERENTI IL PROCESSO DI DEMATERIALIZZAZIONE
DELLA STIPULA DEI CONTRATTI
SOSTITUTIVA
E·GESTIONE DELLE PROCEDURE DI GARA DEGLI INTERVENTI DI INTERESSE STRATEGICO.
NONCHE DELLA
I
!
CREAZIONE ANAGRAFE DEL DOMICILIO ELEno
IN SEDE DI GARA DEI CONCORRENTI
I
l-CREAZIONE
ARCHIVIO INFORMATICO
i CREAZIONE
DI
UN PROGRAMMA
[ CREAZIONE5mNA
CONTRATTI STIPULATI
INFORMATICO
PER LA RATEIZZAZIONE
CASELLA DI POSTA ELETTRONICA
--OEMATERIAi..TiZAZIONE
IN MODALITA'
ELETTRONICA
ONERI CONCESSORI
PER IL RICEVIMENTO
DOMANDE ACCESSO AGLI ATTI SETTORE EDILIZIA E SUAP
CARTELLINI CARTE IDENTITA'
b'EMATERIALIZZAZIONE
DI PERMESSI FERIE ATTIVAZIONE
PERS9NALE, CRE~,?10NE DL.gOD.!f! PER LA RILEVAZIONE
E SVILUPPO DELLE APPOSITE FUNZIONALITÀ PER LA GESTIONE AUTOMATIZZATA
DEL
ANALITICA DEGLI OROLOGI DI TIMBRATURA DELLE VARIE TIP. DI PRESENZA/ASSENZA.
-t'l
J-'
Città di Pescara
Medaglia d'o", al Mario nvile
DEMATERIALIZZAZIONE
FASAC1COLI ELETTORALI
l
I
IDIFESAE
,
I
RAPPRESENTANZÀ
--~1
IN GIUDIZIO DELL'ENTE
I
DIFESA-.E.-.R.APPRESENTANZA-IN GIUDIZIO DELL'ENTE E CONSULENZA LEGALE AGLI ORGANIISTITUZIONAU
E DIREZIONAUIN
ORDINE A QUESTIONI E I
PROBLEMATICHE GIURIDICHE.
l
100Glt-ALlllAZIONE
E CARICAMEtÙO
SUL SI-T'O--D-E-L-C-O-M-U-N-E-D-l
P-E-S-C-A-RA--D--E-I-V-E-R-BA-L~I~D~E~L~LE-R-IU-N-IO-N-I-D-E-L-LE-C-O-M-M-IS-S-IO-N-I
C-O-N-S-r-U-A-R-I
'-'--.-j
Il
i
PERMANENTI.
OBIETTIVO DI MANTENIMENTO COLLEGATO ALLA TRASPARENZA
FORMAZIONE OBBLIGATORIA DEI DIPENDENTI DI LIVELLO RELATIVA AL CODICE DI COMPORTAMENTO.
i DOCENZÀ-PERLA
L .. ,.----
I ELABORAZIONE
._.. ,__~
BOZZA DEL TITOLARIO
--_._-------~-~--_
I
..
EMANAZIONE
DI CLASSIFICAZIONE
DECRETI. .....
I ESPLETAMENTO
GESTIONE
-
DEI DOCUMENTI
----------------------------------
_~~._----------
:-EMi-SS-I-O-NE-O-ROiNA'NZE------.-
PER LA CORRETIA
---------_
,,
.....--~-------------------------------------------------j
DELlE-R~IC~H~I~E~S~T~E~D~1
~N~UL~L~A~O~S-T-A--B-B-.M-.
-E-O-I-C-O-M-P-A-T-IB-IL-I-TA'-'
-A-M-B-IE-N-T-A~L-E~.
---------------.-.---------i
;
rEsPRESSiòN-E:,
ANCHE-ÀO-HORAS SEDUTA STANTE, DEI PARERI E VALUTAZ. TECNICO-GIURIDICHE
49 DEL T.U,E.L. IN CASO DI ASSENZA O IMPEDIMENTO DEL DIRIGENTE INTERESSATO-ART.97
I-fORMAZIONE ALBI ON L1NE
i ARI.
I----
CONSIGLIO, GIUNTE E SINDACO O EVENT. 'EX
COA LETT. B) T.U.E.L.-
.... -_._-------_ ...
_~-----------------------------------------
FUNZIONI DI COMPONENTE DEL COMITATO TECNICO DI DIREZIONE PER LA DIFFUSIONE DELLE PROPOSTE DI P.E.G., PROPOSIZIONE PIANI DI
MIGLIORAMENTO DELLE PRODUTTIVITÀ, ETCC. - FUNZIONE DI COMPONENTE CONSUL TIVO DELL' o.I.V. UNITAMENTE AL DIRETTORE GENERALE.
GARANTIRE IL RISPETIO DEI PARAMETRI FINANZIARI PREVISTI AI FINI DEL RISPETTO DEL PATTO DI STABILIT
E DI CRESCITA OLTRE CHE L'EQUITA
IEI§çALt= ..__
--------------~
i GESTIONE AFFIDAMENTO SERVIZIO DI RILEGATURA DEGLI ATTI DI DELIBERE DI GIUNTA E CONSIGLIO
L------i
GESTIONE
...---------
CONTENUTI
---
TRASPARENZA
.
I
..--------------------.~-~
AMMINISTRATIVA
SUL SITO DELL'ENTE
I
i'GESTTONEDEI RICORSI INNANZI AL TAR PER LE ISTANZE DI NULLA aSTA BB.M. RIGETTATE E RAPPORTI CON PROCURA,
DI P.G., UFFICIO LEGALE CON PARTICOLARE RIFERIMENTO A DENUNCE DI SITUAZIONI ABUSIVE
[GEstiONE
DEL SISTEMA CONTABILE SECONDO QUANTO PREVISTO DAL D.LGS. 118/2011.
QUESTURA,
CTU, AGENTI
I,
'GESTICiNE'UNITARIADIi'UTTE
LE SEGNALAZIONI DI INTERVENTI MANUTENTIUVI
çf-iE g_~GLlINTE'3'y!=NTIIN CORSO DI ESPLETAMENTO, CHE DI QUELLI CHIUSI.
...
, IMPLEMENTAZIONE ARCHIVIINFORMATIZZATI
IIMPLEMENTAZIONE).\TIIVITÀ
i IMPLEMENTÀZlo'NE
DI AGGIORNAMENTO
ATTIVITADIINFORMATIZZAZIONE
DEI FASCICOLI
PREVlDENZIALI
DEI FASCICOLI
RICHIESTI DAI CITTADINI,
CON VISIBILITÀ SIA DELLE SEGNALAZIONI
DEI DIPENDENTI. ..
DEI DIPENDENTI
PER UN NUMERO ALMENO PARI A 200.
!
I
i
••
lQl
.JCittà d i Pescara
Medap./w cl'aro al Menlo ('il'ile
IIMPLEMENTAZIONE
ATTIVITA' INFORMAGIOVANI
I SCUOLE
TRAMITE ATTIVAZIONE
DI SEMINARI DI ORIENTAMENTO
AL LAVORO RIVOLTO AI RAGAZZI DELLE
i
IMPLEMENTAZiòf'fE-DECLE
PROCEDLJRE DI ARCHIVIAZIONE INFORMATICA DEGLI ATTI DELIBERATIVI DI CONSIGLIO E DI GIUNTA ADOTTATI NEGLI
~Nl
PRECED1=lJ1L __
!IMPLEMENTAZIONE
DELLE PROCEDURE NECESSARIE ALL'INSERIMENTO/PUBBLICAZIONE
DELLE INFORMAZIONI RELATIVE ALL'ANTICORRUZIONE
D~,=-LAEROç~QlJl3~_DEGLI
ATTI AM-'-"Mc:..::..:.cIN:..:.cIS::...:T...:...RA::...:....:...T::....:~V..:..:I.
, INDAGINE GRADIMENTO DELL'UTENZA
«
_
I
r'iNbAGINfO'
---.J
CUSTOMER SATISFACTION
i
iTNTRODUZIONE
l
DELLA TARI E TARES
_., ..
.___
I L1BERALIZZAZIONE
.. _
SERVIZI POSTALI
I MAPPATURAffELlEPROC-E-D-U-R-E-----i-- ....--------
! MAPPATURE
._
-------
PROCEDURE
rMi'sURECORRETTIVE
ED INTEGRATIVE PER UNA REGOLAMENTAZIONE
L~E~Y!Z:!.,I\DOMANDA
If'.JJJ.I_V_ID_U_A_LE_,
MODIFICA REGOLAMENTO EDILIZIO,
l
i MÒDULO
PERI'ANTicORRuzTONE
PiÙ STRINGENTE
SUI SERVIZI A DOMANDA
INDIVIDUALE
- DISCLIPINA
DEI
~
;
i
b-A--S-O-TT-O-P-O-R-R-E-A~D-E-V-E-N-TU-A-L-I-P-A-R-T-N-ER-L-O-C-AL-I-O-I-C-U-I
L-'A-M-M-IN-IS-T-RA-Z~IO-N-E-C-O-M-U-NA-L-E-E-'-C-A-P-O-F-IL-A-----l
1
r~5NIT5RAGGIO
A CAMPI.O.N.E SUL CORRETTO RILASCIO DELLE AUTORIZZAZIONI
ALLA SOSTA RilASCIATE NEL 2014, AI FINI DELLA PREVENZIONE
LQELLA CORRUZIONE
! MONITORAGGIO DEI PROCEDIMENTI I PROCESSI RELATIVI AI LAVORI PUBBLICI MAPPATI AI FINI DELL'ANTICORRUZIONE.
I
IMo"NYfoRAGGIO-E
INDIVIÒUAZIONE AZIONI DA INTRAPRENDERE AI FINI DELL'ANTICORRUZIONE
i DELL'ART:_~5 DEL D.LGS 33/2013 PER IL SERVIZIO PROTOCOLLO, ARCHIVIO E NOTIFICHE
I MONITORAGGIO ED AGGIORNAMENTO DEL PIANO ANTICORRUZIONE
fMONfTORAGGIO
il
I
ED ARCHIVIAZIONE
!'ORGANIZZAZlillfÈ<DI
OPERE PUBBLICHE ATTRAVERSO
RISPETTO Al PROCEDIMENTI
INDIVIDUATI
i
AI SENSI
Il
i
L'UTILIZZO DI UN SOFTWARE.
I
VISITE GUIDATE DELLE SCUOLE AGLI UFFICI COMUNALI
pARTECI"PAZIONE, CON--F'UNZIONI CONSUL TIVE, REFERENTI E DI ASSISTENZA,
DEL T.U.E.L E REDAZ. E SOTTOSCRIZIONE RELATIVI VERBALI.
I PERFEZIONAMENTO PROCEDURE MEDIANTE STIPULA ATTO PUBBLICO
l
r-PI~~-6i5~~_~.O~MAZIONE
DEI TE~NICI PER IL COORDINAMENTO
ALLE RIUNIONI DI GIUNTA E DI CONSIGLIO
DELLA SICUREZZA.
ARI. 97, CO. 4, LETIERA
~
~
A)
=~
I
••
•
CiUà di Pescara
Medaj!.ha d'oro al MerilO ('i,'ile
l PIANO
DELLA PERFORMANCE
PiANÒ·
ANNUALE
DI RAZi-o-N-A-L~ZZAZioN-E-1M-O-N=IT=-=O=R:-CA=G--=G:-:-I
O=-=D--=E~L"-'LE=-=S=P=E=S=E-D-:-I
--:-T=E'--:LE=F=O=-=N=I-:-A=F--=I
S,.-S',.--:A--=E=:-:ccM=-=O=B--=IL=E--:---,S=-=T=U=O:-:-IO=-=-D-1
=FA-:-n=I=-B:-:-1
L=IT::>A--'P=-=E=R=--=-SO-=-:--:LU--=Z=I~O~N=1
P~E~R~~~--1
L'ABBATIIMENTO .. DEI COSTI.
,----~_._
.... -.--, PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE
E MONITORAGGIO DEI COSTI DEI BENI CONSUMABILI (TONER, CARTUCCE, CARTA, ECC,) PER CENTRO DI
LR~§POI'J§A~!~_ITÀ E TRAS,M1SSI0NE DELLA RELATIVA REPORTISTICA - STUDIO DI FATTIBILlTÀ PER L'ABBATTIMENTO DEI COSTI_:_~_~~~~~~~
PIANO DI RISTRUTTURAZIONE
E RAZIONALIZZAZIONE
DELLE SPESE "SPENDING REVIEW".
,.,-~-----
i
I
. P'f·Ù:DISPOSIZIONEAGGIUDICAZIONisAL.'(STATI
COMPLETAMENTO,
PREDISPOSIZIONE
'I
DI AVANZAMENTI
LAVORI),
PERIZIE TECNICHE SUPPLETIVE
PROCEDURE PER L'IMPLEMENTAZIONE
DEL CICLO COMPLETO
ELETIRONICA IN EMISSIONE/RICEZIONE.
IPREDisPOS1Z10NE
ED APPROVAZIONE DEL NUOVO REGOLAMENTO DI CONTABILITÀ DELL'ENTE
I
..
'----",.
i PREDISPOSIZIONE
~~----j
PROGETTI"--
COLLAUDI FINALI.
DI POSTAZIONE RISERVATA AGLI UETNTI PER LA RICERCA DELLE PRATICHE EDILIZIE
h:JRE..DISPOSIZIÒ. NE E AWICYf:iELLE
,---,_
DI VARIANTE,
,---_._---~---~------------------,~
MODIFICA REGOLAMENTARE RELATIVA ALL'ACCESSO
FABBISOGNO DEL PERSONALE.
IPREDisPOSIZiONEPROGRAMMA
TRIENNALE DEI LL.PP. 2011-2013-
DI GESTIONE
DELLA FATTURAZIONE
I
------i
~
I
AL COMUNE DI PESCARA TRAMITE ISTITUTO DEL COMANDO, ATTI DI
I PROGRAMMAZIONE
1-__-__
.
! PREDISPOSIZIONE
_
REGOLAMENTI
PER LAVORI, SERVIZI E FORNITURE
E PER AFFIDAMENTO
INCARICHI PROFESSIONALI.
,
!--PREDISPOSIZIONE-REGOLAMENTO
DEL PIANO DI CONSERVAZIONE
DELL'ARCHIVIO
CORRENTE.
i
*
rRED'ISPOSl~ZI~Of.rÈREG-O-L-A-MENTO 'G---=-=E=ST=I=O=N=E--=P=R::--:O=-=T=O=-=C=O=L--:L=O--=I=N=F-=O-=R--=-M-=-=A=T""IC=O=-.--:-*~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~---·--~
l P-R..ÒCmURE'AMMINISTR,ll,.TìvE
RELATIVE AGLI AFFIDAMENTI DI SERVIZI E FORNITURE IN ECONOMIA ED AGLI INCARICHI PROFESSIONALI PER
SERVIZI DI INGEGNERIA ED ARCHITETIURA,
SUPPORTO TECNICO, AMMINISTRATIVO-CONTABILE.
-PROCEDURE--RELAT1VE-A DEBITI DELL'ENTE DERIVANTI DA DECRETIINGIUNTIVI,
PIGNORAMENTI E/O PIGNORAMENTI PRESSO TERZI (RIFERITI AGLI
l
: APF>.~.L!.IQl!:-!::ePJ_~
..
i PROCESSO
DI ARMONIZZAZIONE
---c-:-,----,,-c-=-==-:
.".-,c~-=-=-===-::o-=-~~~----:::--:~,------,-:-::-~,...,---~~~~~~~~~~~~~~~~~~-~~----j
DEL SISTEMA CONTABILE DELL'ENTE - D.LGS. 118/2011
;
IPROGE~liAZIONE
PRELIMINARE
E REDAZIONE
DEGLI STUDI DI FATTIBILITA
RELATIVI AGLI INTERVENTI
PREVISTI NELL'ELENCO
i
I PROGRAMMA
TRiENNALE
PER LA TRASPARENZA
E PER L'INTEGRITÀ
2014 -2016 ANNUALlTÀ 2014
jPRClMOZION'E:'OELL'1M MAG-'l-N-E-D-E-:-L-L'--=A,----:W,..,O-=--=-CA-::-T=U--:cRA=--c--~~~~~~~~-~~~~~~~~~~~~--~~~~~~~~---~--
i
iPROSECUZiONEATIIVITA'
VOLTE ALLA REALIZZAZIONE ED APPROVAZIONE
DI UN PIANO DI COMUNICAZIONE
,~-~---~---,_._-_._.~~~~~~~~~~~~-~~~~~~~~~~~~~-~~~~~~~~----,~
~- ~,---
INTERNA
ANNUALE
2013
Chtà di Pescara
Mcdal!lio d'oro al Meri/(J Ch'tle
! PUBBLICAZIONE
DEI PROGETTI AMMESSI A FINANZIAMENTO
CON INDICAZIONE
DEL BUDGET
i DESCRIZIONE
DELLE ATTIVITA' CORRELATE
i-PUBBLICAzI6~fEEL-ENCO Ass6cIAZI6N-I-C-O--N-C-E-S-S-IO-N-A~R-IE-L-O-C-A-L1-C-O-M-U-NA-L-I--~~---~~---~~------
ASSEGNATO
ALL'AMMINISTRAZIONE
COMUNALE
E LA
I
i
PUBBLICAZIONE
SUL SITO INTERNET
ISTITUZIONALE
SERVIZIO ARCHIVIO,
PROTOCOLLO
E NOTIFICHE
I PUBB.L...'CAZ..
DELL'ENTE
DELLA
TEMPISTICA
PER LA GESTIONE
DELLE
IONE S..U
.. L SITO WEB DELL'ELENCO
DELLE ISTANZE DI ACCESSO
AGLI ATTI AMMINISTRATIVI
EVASE,
DAJ'ARTE
OELL'UTENZA,
NELL'AMBITO
DELLE INIZIATIVE
SULLA TRASPARENZA,
PRETORIO,
SITO ISTITUZIONALE
TRASPARENZA
DEGLI ATTI.
DQCl!~E~:r~IQt:lE
I!_g~~lA
PUBBLICAZIONI
ALL'ALBO
\ REALIZZAZIONE
PRATICHE
DI COMPETENZA
AL FINE DI FACILITARE
DEL
IL RITIRO
D-I U-N C-EN-TRO~D-I PR~IM~O~S:;:cO:;:cC:;:cC:;:cO:::::-R::::-S:;:cO~Pc:;:;;E""'R--:-L--:-A-.:R::7IAc-:B=I~LI=Tc:-AZ~I-::::O-:-;Nc:;:E-':O=E::-l~lE=-=T
A-:-CR=T=:A:-::R::7UC-::G;:-:"H-:-:::EO-:MC:-A-:-CR=IC-:N""'E-O:O=E::-L::-:L'AC:-O:;:CR=IC7A=T=IC-':Oc--------------,
I
REALI
llAzioN E DI UN
COLLEGAMENTO
IN RETE
DELl'URP
AGLI ARCHIVI
DEI SERVIZI
COMUNALI
AL FINE DI FACILITARE
AGLI ATTI AMMINISTRATIVI
I DATI PER L'ACCESSO
'-REA-L1llAZiONE
E:-MONiTORAGGIO
DE-L-L-E-O-P~E-R-E-P-U-B-B~L-IC-H-E-R-E-LA-T-I~V-E-A~L-lE-A-N-N-U-A-L-IT~À-2-0-12-E-2-0-13-.------------·--·
REALIZZAZIONE
PROGRAMMA
RECUPERÒEMOLTJMENr'1
APPROVATO
CORRISPOSn-A
DALL'UFFICIO
PERSONALE
DI PRESIDENZA
ASSENTE
COMPATIBILMENTE
PER RESPONSABILITÀ
ALLE RISORSE
ALL'UTENZA
LA RICERCA
ASSEGNATE
------jI
I
CITTADINO
(STRADE,
SEGNALETICA,
DEGLIINTEVENTI
DI MANUTENZIONE
DEI PROCEDIMENTI
DI RIMBORSO
IMPIANTI,
PROTEZIONE
CIVilE,
ORDINARIA
E STRAORDINARIA.
ECC.) CON CONSEGUENTE
I
i"RTLEVAZI6NE
5!CRITICITÀ
E DI INCOERENZA
CON l'EFFETTIVA
ATTIVITA
LAVORATIVA
SVOLTA - PIANO DI ADEGUAMENTO
IN PIANTA
I PROFILI PROFESSIONALI
INTERESSATI.
IRlVis IT AZIONE DEL RE'::;:G::::07-LA~M~EO=:NT=O~P:':::E':::'R-:-L"A
o---:G=-=E=-=S:C:T=:-IO::::-N::-OE=-=D:-:=E::-'
::::-B=CEN:7I::-:I-:-CM~M=-=O=-=B:-;C1
L:-:I--=D=-=-t-==P-=R--=O-=P=R=IE==T::-'!:A--:D=-=E=CL-:-L-='E=-=-N-=T==E""-.
~---~----~~------J
Il'ROGiTO DEI CONTRATTI
DEL.L'ENTE"; ART. 97 COMMA
,...Q~QB13LLGO NELL'INI_~RESSE
DELL=='E~N~T:::-E:;:."-:-:'
===I SERVIZIO
VISITE OEL CENTRO EUROPE OIRECT
L__
_..
I SOCIETAPARTECIPATE
4, LETTERA
C) DEL T.U.E.L.
l'
,
DI TERZI.
I;:~:~::~::~~:~~E~;~~;F::~~~::~:::::::~
::;3~ PRIVATI)
IRICOGNIZIONE
DELLO STATO DEL PATRIMONIO
Ye..LUTJ\~IOf'!.~ .•1:\TIUAZIONE
E MONITORAGGIO
RIDUZIONE
DEI TEMPI MEDI PER LA GESTIONE
DI
- AUTENT1CAZIONl
SCRITTURE
PRIVATE
~
ORGANlZA
DEI
ED ATTI UNILATERALI
~
_
.__
I
! SO FTWAREPER-
LA GESTIONE
PROCEDIMENTI
AL FINE DELLA
REDAZIONE
DEL PIANO
ANTICORRUZIONE
DELL'ENTE.
1- SO-VR IN-T-END-E-NZA-A-LLA-R-EA~L-IZZAZ--io=N'-;:E=-=D=EL::-:L-':E~I::-NC;-;IZ~IA7.T~I7CV::::OE-O:F:-::1
NC:-A;:-:"L--;:IZZA~-':T==E""A;:-:"L--:M:-:-IC::;G::-L-;-':IO:::-:R::-CA:-::M-::E::-:N-O:T==O~D=El;-;;:nD:::-:E=-=C::-:O::-:R=-CO=~;-:D::-:E~L-:-L--=-A--:C:-::ITT=A:-:-'
-:-CN=E:-"CLL:-::E=-=-="A-':R=E==EO"':O=-CI-':P=-=R=-=E=-=GCC-IO-=
'---------------.---.-----------
.,...1
'!IW
tEt
Ciltà di Pesca ra
Aledoglia d'ora a/1Hl!rilo Cil'lle
I SOVRINTENDENZA
DELLA PROCEDURA DI RILEVANZA STRATEGICA RELATIVA ALL'ORGANIZZAZIONE
A PESCARA DELLA PRIMA EDIZIONE DEI
l'
GIOCHI DEL MEDITERRANEO IN SPIAGGIA 2015
l-sTUDIO DI FATIIElllJrÀ
PER ATTIVAZIONE I POTENZIAMENTO
DI STRUMENTI ALTERNATIVI DI VERSAMENTO DELLE ENTRATE VOLTE ALL'INNOV. ~~'-'-,
i_~EMP~lFICAZION1=2.J\b-,çONTENIMENTO/RIDUZIONE
DEI COSTI DI GESTIONE,(ATTIVAZIONI
DEI POS PER I SERVIZI CHE INCASSANO DIRETTAMENTE.
STUDIO DI FATTIBILITA PER PREDISPOSIZIONE DI UN PIANO DIIMPLEMENTAZIONE
IN PROCEDURA INFORMATICA APSYSTEMS CHE CONSENTA LA
I. VALUTAZIONE COSTI/BENEFICI SIA SUS TRUTTURE DELL'ENTE AURUM, IMPIANTI SPORTIVI, MERCATI, ECC. CHE SU VARIE TIPOLOGIE DI SPESA.
fSTÙDi6-0IFArilBiLlTÀlAVVIO
DEL PROGRESSIVO AMPLIAMENTO DELLE LICENZE SISTEMA OPERATIVO PERSONAL COMPUTER I ACQUISTO NUOVI
I
COMPUTER COMPRENSIVI DI SISTEMA OPERATIVO- POSSIBILI SOLUZIONI ALTERNATIVE ALL'ACQUISTO.
~
I S.TUD.IO.DI.FA.TT. lBILITÀ/AVVIO DELLE ATIIVITÀ PER LA PREDISPOSIZIONE
DI UN PIANO DIIMPLEMENTAZIONE
IN PROCEDURA INFORMATICA CHE
CONSENTA L'AUTOMAZIONE NELLA RILEVAZIONE ED IL MONITORAGGIO COSTANTE DEGLI INDICATORI DI PERFORMANCE.
'sTUDio Di FAn-IBiuTÀ/AVVIO
DELLE-ATIIVITÀ
PER LA PREDISPOSIZIONE
DI UN PIANO DIIMPLEMENTAZIONI
IN PROCEDURA INFORMATICA CHE
I
. CONSENTA L'AUTOMAZIONE NELLA RILEVAZIONE ED IL MONITORAGGIO COSTANTE DEGLI INDICATORI DI PERFORMANCE.
!STUDIÒ-·OIFAiiISiLITÀlIMPLEMENTAZIONE
HARDWARE DEL SISTEMA DI RILEVAZIONE DELLE PRESENZE DEGLI OPERATORI ECONOMICI DEI
! MERCATI.
I~STUDI6~DI-FATTIBTLrTj\]\JA[iJTÀziòNE-PER
LA SEMPLIFICAZIONE
DELLA COMUNICAZIONE CON L'ENTE - SUDDIVIONE DELLA PEC UNICA IN AREE
OMOGENEE.
SUPPORTO AnlVITA'lNERENTllL
SISTEMA AVCPASS
I
j
I
I
I
!
l SVILUP-POI5EtTEATTIVITA'
LEGATEA-CLA PARTECIPAZIONE
DEL COMUNE AGLI ORGANISMI INTERNAZIONALI QUALI CECICN, AICCRE, FORUM DELLE
~gIJ~~DELL'A~RJf\TICO
E DELL9J.Q~IO, ANCHE IN RELAZIONE ALLA GESTIONE DELLA PRESIDENZA DEL FORUM PER IL BIENNIO 2012-2014
I TRASCRIZIONE DIGITALE DELLE SEDUTE DELLE COMMISSIONI CONSILIARI E PUBBLICAZIONE.
,
i----.~~~
i
-~-J
i
!
---.------..----- ....
----
i
..-.
I TRASPARENZA
i
i
~--_.-.---..
-....
_...
---.-...-.-~-·~::_;_;_;~c~=--o=~;_:_:::~~_:_::.====------------------~----------------l
! VALORIZZAZIONE
DEL PATRIMONIO
iVALUTAZIONE-OEÙ'A
nIVITA'
IMMOBILIARE
DELL'ENTE.
DEL PROCESSO-=A--=S-=p-=E=n=:-:I
F=-c':c-SC:c-A-:-cL:-:I-=(=FAc-:n=U=R=-=E::-c)----------------------------j
I
'VALUTAZIONE
DELi;ATrIVITA'
DEL PROCESSO BILANCIO.
I-VALuTAZIÒNEDELL'AnIVITA'
DEL PROCESSO ENTRATE (ACCERTAMENTI)
I VALUTAZIONE
DEL PROCESSO ENTRATE
DELL'AnIVITA'
'IVACOfAZ'ONEDELL'ATTIVITA--DEL
E USCITE (DETERMINAZIONI
RESTITUITE)
PROCESSO MUTUI.
IVÀLÙiAzioN-E-D-EL-L-'ATrIVITA'
DEL PROCESSO PROWEDITORATO-ECONOMATO
- GRADO DI EFFICACIA DELLA GESTIONE DEGLI ACQUISTIIBJg'y'~!Qt-JE DEI Q!9BNI NECESSARI PER SODDISFARE LE RIESTE PER BENI DI FUNZIONAMENTO E ALTRI BENI DI CONSUMO. (RICHIESTE)
I VALUTAZIONE
DELL'ATTIVITA' DEL PROCESSO PROWEDlTORATO-ECONOMATO
(FUNZIONAMENTO
E BENI DI CONSUMO)
!
~_VA~~~AZIO~~:~E_-L_L~'A~n~I-V~IT·--~-'_D-~E-L~P-_R~O=C=E=S-S-O-U-S-C-IT-E---I~M~P~E-G-N-I
(-D-E-T-E-R-M-IN-AZ.-I-O·-N-I)------------------------i
I
I
I
W"
11)
Città di Pesca ra
Medaxlia d'a/"{} al Merila Civile
VALUTAZIONE
DELL'ATIIVITA'
DEL PROCESSO USCITE - MANDATI (Ani
-VALUTAZIONE
DELL'ATIIVTA'
DEL PROCESSO AUTOPARCO
- MISURAZIONE
DEL GRADO DI EFFICACIA
r-VALUTA2.IONEI5ELC;ATIIVTA'
DEL PROCESSO AUTOPARCO
- MISURAZIONE
DEL GRADO DI EFFICIENZA
I VALUTAZIONE-D-ELl~;ATIrVTA'
DEL PROCESSO CASSA - GRADO DI EFFICACIA
I
1-- ----------------__ ----
DI LIQUIDAZIONE)
DELLA GESTIONE
DELLA GESTIONE
DEI MEZZI (MANUTENZIONI)-
(TEMPI DI INTERVENTO)
DELLA CASSA ECONOMALE
(BUONI IN USCITA)
-------
! VERIFICA DELLA POSIZIONE CONTRIBUTIVA
i
DELL'ENTE
RELATIVAMENTE
ALLA GESTIONE SEPARATA
INPS PER GLI ANNI DAL 2000 AL 2013 ....
i
! VERTFTCAE-Moi\JifORAGGIO
I
!vERIFIcA
E MONrTORAGGIO
COSTANTE
DELLA GESTIONE
ECONOMICO
FINANZIARIA
COSTANTE
DELLE ENTRATE DELLA GESTIONE
DEL SERVIZIO
PARCHEGGI.
DI COMPETENZA.
I
I VERIFIC-HE
SUL GRADO DI COPERTURA DELLO SMAL TIMENTO
!IMPEQNI CHE DI INCASSI !PAGAMENTI.
i ~çgEf3T~MENTI
RIFIUTI E SPAZZAMENTO,
CON LE RELATIVE ENTRATE (TASSA) SIA A LIVELLO DI
r·---~"-~--~---------~·'·_---
I MISSIONE 2 - GIUSTIZIA
IANALISI-STATO
01 FATIO
E PIANIFICAZIONE
DELLA SICUREZZA
ATTIVAZIO NEDI-UN SISTE~A EDiLlZlq
PIENAMENTE ADEGUATO
SICUREZZA, FUNZIONALITA E QUALITA EDILIZIA
CONTROLLO SERVIZI GESTIONE NUOVO PALAZZO DI GIUSTIZIA
DEGLI EDIFICI SCOLASTICI
(MESSA A NORMA).
ALLE ESIGENZE DEL TERRITORIO
E CARATIERIZZATO
DA ELEVATI STANDARD
I
----
~-VERfFicADELLA VULNERAB1LlTA SISMICA DI ALCUNE STRUTTURE COMUNALI (CPI VIA REGINA ELENA - COMPLETAMENTO
1_~l§.t\N.j\~v'tE_N_TQ..I§_IE~N_ICO
SANITARIO DELLE FONDAZIONI DELLA SCUOLA DI VIA SALARA VECCHIA.
IMISSIONE
3 - ORDINE PUBBLICO
E SICUREZZA
l~~~~-r:TtVERIFiCA~~_RESIDljI"AiT-IV-I-
-D-l-PA-R-T-E-C-O-R-R~E-N--TE-E-D-A-TT-IV-AZ-IO-N-E-D-E-L-LE-P-R-O-C-E-D-U-R-E-P-E-R~L~'I-N-C-A-S-S-O-.
--------~
I ANALISINERIFICA DEI RESIDUI PASSIVI DI PARTE CORRENTE.
I ATTIVAZIONE DEL S-ERVIZIO DI CONSULTAZIONE DELLE MULTE
I
I-ATTiVAZIONE SERVIZIO DI RILEVAZIONE
1--·----
2° DI VIA RUBICONE -
DELLE VIOLAZIONI
-~,_ ..-----~------------------------------------------
I ATTIVITÀ. DI STUDIO E DI RISCONTRO DELLE ENTRATE.
ON UNE
AL CDS TRAMITE
TERMINALI
PALMARI
DI
••••
18)
Città di Pescara
McJag/iu J'oro al Mcn(o (:i,'iI"
i CONTROLLI AMMINISTRATIVI
- IGIENICO SANITARI DI PUBBLICI ESERCIZI E RISTORAZIONE IN MATERIA DI SOMMINISTRAZIONE
I BEVANDE
r-CONTROLL66ccUPAZIONI
SUOLO PUBBLICO ATTIVITÀ COMMERCIALI, PUBBLICI ESERCIZI ED ATTIVITÀ ARTIGIANALI.
MODIFICA DEL REGOLAMENTO
-- ..-----i
PIANO DI RISTRUTIURAZIONE
i-PROCEDURA
-----1I
DEL CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE
-----~-------------------------------------
------.-
I
DI ALIMENTI E
E RAZIONALIZZAZIONE
DI CARICO ESCARICoDEI
DELLE SPESE "SPENDING
.~
REVIEW",
I
,
VERBALI PER SANZIONI AL CODICE DELLA STRADA.
h:~EALIZZAZioNE DEL PROGRAMMA~ATIUATIVO
REGIONALE
! nS1CUREZZA IN CITTÀ" "SULLA BUONA STRADA 2.0"
n~:EG6LAMENTO PER GLI- AUSILIARI DEL TRAFFICO.
DEL FONDO AREE SOTIOUTILIZZATE
- PROGETII:
- "PROSSIMITÀ
E PREVENZIONE"
i SICUREllAURBANJ\,CONTROLLO
IGIENICO-SANITARIO
(VIGILANZA ANTI-DEGRADO URBANO, DEIEZIONI CANINE E/O DI ALTRI ANIMALI, RACCOLTA
RISPETTO QUIETE PUBBLICA, RELATIVAMENTE Al RUMORI PROMANANTI DALLE ATTIVITÀ.
i"'JERiFTcA"E: MONITORAG-GIO COSTANTE DEllE ENTRATE DELLA GESTIONE DI COMPETENZA.
I DIFFERENZIATAR1F1UTI);
r-- ..--,----,---,~--~
..
I MISSIONE 4 - ISTRUZIONE
E DIRITTO ALLO STUDIO
i~AGG
..·iORNA. ME}.JtOPERIOoTCo'OELLE
' TRASPARENZA E ANTICORRUZIONE.
iAGGIORNAMENTO
REGISTRAZIONI
ÀZIONlbi INTERVENTO
ISTITUTI COMPRENSIVI
-_._-','--~
SCHEDE PUBBLICATE
SUL SITO DELL'ENTE
NEL RISPETTO DI QUANTO DISPOSTO
SANITARIE LOCALI MENSA - CUCINA - SPORZIONAMENTO
PER IL COMPLETAMENTO
DEL TERRITORIO
E/SOSTITUZIONE
STRUTTURE
DEGLI ARREDI E DELLE ATTREZZATURE
EDUCATIVE PER LA PRIMA INFANZIA - AFFIDAMENTO
SULLA
1
.--
_._---~--_._--~--------------------------------------~-~
FUNZIONAMENTO
DALLA NORMATIVA
IN GESTIONE
SCOLASTICHE
PRESENTI NEGLI
DI UNA STRUTTURA.
~"INTERVENTI-PER L'AÙMENTO DEI POSTI NEI SERVIZI PER L'INFANZIA PRESSO STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE. CONVENZIONI PUBBLICO E
l PRIVATO ACCREDITATO.
l L1f•••iTfARE LA" DISPERSIONE'---=-S~C~O-'-LA-'-S=T=I-=-C-=-A-D-E-::G-:-L-'-I
"-UT=E=N-=T=I-=A-V-:E"-N=T-:I
D=I=R-=-ln~Oc-A-'-G-L1-IN"-T=E=R=V-E-N-::T=I-P-E-R--:-IL:--=D=IR=ITT==-O~A-LL"-O~ST=U--:-D=-I-O-----------i
~MITARE~L'EVASIONE
FISC:::-cA;-;-L-=E,-----~--~-------------------~--------------~
f-pr-AN015f:A:rfUÀZIONE
DELLO SCARICO IN AUTOMATICO DELLE PARTITE RELATIVE ALLA FUZIONE DELLA REFEZIONE SCOLASTICA, ATTIVAZIONE DI
~~"~~~EMA
~I RILEVAMENTO DELLA FRUZIONE DEI PASTI E DEL PAGAMENTO ANTICIPATO. VERIFICA DELLA VALIDITÀ DELL'ACQUISTO DIRETTO ..
l
I PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE
DELLE SPESE NELLA GESTIONE DEI ASILI NIDO COMUNALI,
Ll'AUMENTO DELLLA RICETIIVITÀ DELLE STRUTTURE ESISTENTI.
I RAZIONÀLIZZAZIONE
STUDIO DI FATTIBILITA
GESTIONE MAGAZZINI DEI LOCALI MENSA - CUCINA - SPORZIONAMENTO
E SOLUZIONI
ALTERNATIVE
PER
'Wl<
lft
Città di Pescara
Med"y,lia d
'01'0
,,/lHerllo
Civile
RINNOVO E ADEGUAMENTO
i MIsSIONE
5~TUTELA
DEL SERVIZIO 01 BOLLETIAZIONE
E VALORIZZAZIONE
PER IL PAGAMENTO
DEI BENI E ATTIVITÀ
DEGLI IMPORTI DELLA REFEZIONE
SCOLASTICA
CULTURALI
i
j-ALLiNEAMENTO-iN
FORMAffco
IATIIVAZiONEE-MESSA
: COMPLETAMENTO
DEI RESIDUI SOGET!A1PA (TRIBUTI!
INUTiLIZZO
DELLE PROCEDURE
MUSEO MERAVIGLIE
GESTIONALI
POLIZIA MUNICIPALE)
CON LA PROCEDURA
GESTIONALE
APSYSTEMS.
MARINE .. _
~E5iSpÒSLZIONE-MODULlST1CA--PE-RDTENZA
DEL SETTORE - STANDARDIZZAZIONE
PROCEDURE - PREDISPOSIZIONE
BANNER SERVIZIO CULTURA CON ELABORAZIONE MODULISTICA E PUBBLICAZIONE SUL SITO DEL COMUNE,
I STUDIO
5iFA1TIBILITAlAVvIO
L'AUTOMAZIONE
I CONSENTA
DATI PER REALIZZAZIONE
DELLE ATIIVITÀ PER LA PREDISPOSIZIONE
DI UN PIANO DIIMPLEMENTAZIONIIN
PROCEDURA
NELLA RILEVAZIONE ED IL MONITORAGGIO COSTANTE DEGLI INDICATORI DI PERFORMANCE_
i-STUDIO-ED ANALiSI PER L'ATIIVAZIONE
APSYSTEMS_
DELLO SPORTELLO
INFORMATICA
CHE
UNICO.
I
r\iALÒRIZZAZIONEDI
i
._. _.__
! MISSIO-NE6
STR.UTTURE CULTURALI GIÀ ESISTENTI
~ ..._._.
..
- POlITIC-HE GIOVANILI,
lA.NA.LTSf~~~~F'CADETRES'bU'
AFFINCHÈ
~_~~~~~
VENGA POTENZIATO
._~~
IL RUOLO DI "AGORÀ"
~~~~
SPORT E TEMPO LIBERO
ATTIVI DI PARTE CORRENTE
ED ATTIVAZIONE
_
--------_._._-DELLE PROCEDURE
PER L'INCASSO.
[ANALISINERIFICA
__
DEI RESIDUI PASSIVI DI PARTE CORRENTE.
--=-:-:-::==-:--=-::c-:---:-:=~:=:-:=-::-:-~:-:-::-~-::--:=c-:-:::-:-=::-===--=-==:-::=:-::::--:-~----=-:--:-:-::===-=-=-=-:=-=-:-:=:~,-------=--=-~:-:-;-=:-,~_._----LAVORI DI COMPLETAMENTO PALESTRA POLIFUNZIONALE
IN VIA CADUTI PER SERVIZIO, NEL QUARTIERE FONTANELLE - ANNUALITA 2012
o
--
--
----
MONITORAGGIO
DEI PROCEDIMENTI!
IORGANfillZIONEFiN.A.LTCAMPIONATO
iPliù,io
DI RISTRUTIURAZIONE
PROCESSI RELATIVI AI LAVORI PUBBLICI MAPPATI Al FINI DELL'ANTICORRUZIONE.
COPPA ITALIA DI CALCIO A 5 SERIE A ANNO 2014
E RAZIONALIZZAZIONE
DELLE SPESE "SPENDING
REVIEW",
!
i PUBBLICAZIONE
ELENCO SOCIETÀ SPORTIVE FRUITRICI
DEI VARI IMPIANTI SPORTIVI
f"REALIZtAzioNECAMPo5icAic-'--'IO:::--C-:C"o'--'O::-CN-'--'A=T=I"=-=I-:-:N-=E=R=BC":CA---=S=-CI-:-:N=T=ET=I=C-A---=A--:-L---=F=I::-:-N=E-=D-'--'I
-:-CMC"CIG=L--:-IO-=-=-RA---=R:="CE=-:--LA-C--:=F-=R---=U:-:-:1
B=IL:-:I=T
A-r-::D-=EC"CL:-:L'-:-:-I
M:-:-:P=IA-:-:N:-::T:="CO=-=-S=P=O=R=T=IV=O---=.
-----~
-REA-L1ZZA-ZlONÉ DI INDAGINI 01 CUSTOMER "SATISFACTION"
-REALIzZAzIONE
I
I
INTERVENTI TORRI~=FA-:-:R=O=-=D=E-;-:LL:-:O~S=TA-::-D:::::-I:-::O::-A-:-:D=R=I;-:-A=T='C:-:O=-="G=.C=O=R-:-:N-=-AC=C=-=H-=-=IA-="------------------------I
••
triJ
Città di Pescara
Medaglia d'nro nI Meri/n 01'11"
STUDIO DI FATTIBllITÀ ESTERNALIZZAZIONE
DEGLI IMPIANTI MAGGIORI: (STADIO ADRIATICO, CIRCOLO TENNIS, IMPIANTO STRADA VIC.LE CONTE
GENUINO, ECC.).
: STUDio PER LA Rl\ZfONALIZZAZIONE
DEI COSTI DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI MINORI, REVISIONE DEL PIANO DELLE TARIFFE,
i ABBATTIMENTO DEI CONTRIBUTI PER I BILANCIO IN DISEQUILIBRIO DELLE SOCIETÀ CHE GESTISCONO.
!
l,
I
i
Il
,--I
IVERf~~=~~M?~I:~~A_G_G_I_O_C_O~STÀN~=-~~~_L_A_G_E_S_T_IO_N_E_E_C_O_N_O_M_I_C_O_F_IN_A_N_Z~I_A_R~IA~D_E_L_S_E_R_V_I_Z'_O_I_M_P_IA_N_T_I_S_P_O_R_T_IV~I.
.
I VERIFICA E MONITORAGGIO COSTANTE DELLE ENTRATE DELLA GESTIONE DI COMPETENZA.
MISSIONE 7 - TURISMO
i
REALIzzAZIÒNE
DI MOMENijDTA~NIMAZIONE
PROFESSIONALITÀ,
I MISSIONE
CITTADINA
CORI POLIFONICI, COMPAGNIE
8 - ASSE'TTO DEL TERRITORIO
E 01 SPETTACOLI
TEATRALI;
SECONDO
IN DIVERSE ZONE D-E-L-L-A-C-ITT-A~'
,-V~A-L~O-R-1ZZA--N-D-O-A-R-T-IS-T--I-L~O--C-A-L-I,-----~
UN CICLO ANNUALE,
DISTINTO IN QUATTRO FASI.
ED EDILIZIA ABITATIVA
i
"ATTIVITÀ CONNESSEALLAPREDISPOSIZIONE
{REDAZIONE DI ELABORATI CARTOGRAFICI COMPLESSI QUALI STRUMENTI
PARTICOLAREGGIATI
O ESECUTIVI O LORO VARIANTI ATTTRAVERSO
L'UTILIZZO DI TECNICHE E STRUMENTIINFORMATICI.
!
ACCORDO QUADRO PROGETTO
i
MANUTENZIONE
STRAORDINARIA
SU ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE
URBANISTICI,'GENARAIT,--
PUBBLICA DI PROPRIETÀ
COMUNALE
I
i ACQU1SIZfòNE
E V ERIFICA DELLE DICHIARAZIONI
!-ANALISINERIFICA
DEI RESIDUI ATTIVI DI PARTE CORRENTE
i ANALISINERiFicA
I
L--
..
~
DEI LAVORI
ED ATTIVAZIONE
DELLE PROCEDURE
PER L'INCASSO.
DEI RESIDUI PASSIVI DI PARTE CORRENTE.
_
----
i CONDONO EDILIZI O RILASCIO SANATORIE A SEGUITO DELLA PROROGA
DEI TERMINI PER LA DEFINIZIONE
DELLE ISTANZE, LEGGE REGIONALE
102/2013
I-~~~~~g~~~
DàI
E SCADENZE
-----
..
-.
--------
~'-
DELLE CONVENZIONI
URBANISTICHE
E MONITORAGGIO
SUL CRONOPROGRAMMA
ISTRUTTORIA DEI PROGETTI DI OO.PP. RIFERITI AI COMPARTI ED AI PROGETTI URBANI INNOVATIVI.
CON I GESTORI DE LLE RETI ESTERNE ......
--.---.--------MICROZONIZZAZIO NE SISMICA DI LIVELLO 1 P.R.G. L.R. N.28 DEL 11 AGOSTO 2011
hvìoDIFICAE.
DEI LAVORI NEI CANTIERI
IN
.-
iMPLE MENTAZIONE
.._~
PROGRAMMA
COORDINAMENTO
CON GLI UFFICI INTERNI E
INFORMATICO.
-
f PATRIMONIO STORICO ARCHITETTONICO
/-PIANTI5IZÒNA 10,01--10:15---'~~~--------------~--~~-----------~-----------~1
L__ ._.-_________
__
--
I
I
••••••
t9
Città di Pescara
tHfdol!./Ja d'oro al '.:!erjfo Civile
. PIANO ATIUATIVO
I PlANò
VIA NAZ. ADRIATICA
7.-17 PESCARA
AiTUA:f1VO
NORD SOnOZONA
SUD, SOTIOZONA
I
810
FS
~I
I
l-PIANO ÀTTUATIVO
STRA-15A\iECC-HiA
r~~~~A_T_T_D~T_'·I_V~VI~
i PIANO DI RECUPERO
I PiANo
DEL[A--M-A-D-O-N-N-A-,S-O-TT-O-Z-O-N-A-B-1-0·~------------------·
I
Dl_S_0_T_T_O_,_S_O_n--~-O-_~Z~O~-N_--A_-_B~1-0_-_-_-_-_-.~_-_-_-~-_-_-_-_-_-~_--:_-_~_-_
-_-_-:_ -_-_~_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-~-_-_-_-_-_-_-_-_.-_-_~_~~~_-_~~
VIA PIAVE
DIRIGENERAZiONE
1
I
FÒ--N-T-A-N-E-L-LE--------------------------------------I
--I
I
fpIAN05TRISGHIOAEROPORTUALE'
--
r PIANO-bfRISTRUnURAiioNE
----------
PIANO
I
or
-
-- ..-- .. - - ....
E RAZIONALIZZAZIONE
DELLE
SPESE
nSPENDING
REVIEWn.
---
ZONA 10,02
!
IPIANO
PARTICOLAREGGIATO
N.2 - ZONA PORTUALE
P-IA-N~!~-R-TI-C-O-LA-R~~IA-T-O-N-.4-P-A--R-C-O-F-L_U_V_IA_L
__E
PIANO RECUPERO
~. PROGEiT6'Qj
._
BORGOMARINO
MANUTENZIONE
STRAoRrnNAR1A
SU ALLOGGI
DI EDILIZIA
RESIDENZIALE
PUBBLICA
DI PROPRIET
ATER - ACCORDO
DI PROGRAMMA,
~~TER-COMUNE
~~~~~~b DI MANUT_-E_N_Z_IO_N_E_S_T_R_A_O_R_D_I_N_A_R_IA_S_U_E_D_IF_IC_I_E_R_P_D_I_P_R_O_P_R_I_E.T_A_·
_A_TE_R_B_O_R_G_O_M_A_R_IN_O_S_U_D_A_C_C_O_R_D_O_D_l_P_R_O_G_R_A_M_M_A.
ATER-----.J
f
PROGRAMMA
COMPLESSO
I-REALlZZAiioNE
rEALjiliZiON
-·-·---
••
SERVIZIO
0"
I
ACCORDO
DI PROGRAMMA
ATRE-COMUNE
E'ISTIN5AGIN
I DI CUSTOMER
"SATISFACTION
REALIZZAZIONE
.f.~B!I~I!_VA
RIVISITAZIONE
n
nLUNGOFIUME
i
PER COSTRUIRE
ALLOGGI
ERP - VIA PEPE
n
E COSTRUZION-:::E~D::;'~I;-CA:-"OL7L-::::O-::::GC:::GC:-1
-;::D-;-CI
E;:OCD~I::-L:::IZ~IA::-=EC=-O=-:-:N-::::O"OCM:-:-:IC;;:-A:-=EC-;:P::-:;O:-;:P:-:O:-:-L-;:A-=R-=E:-:C::-:O::-:N-=V-:::E=N-O::Z:::-IO:::CN:-"OA7":T:::CAJ=-=-SO-::-:-:W:-:CE=NC
L-"'IZ=:I-:-A-1
-<
,,
~~_
••••
N.T.A. DEL P.R.G. - V:-::A-=R::-:IA:-:-N:;;;T;;;;E-;:N-:-:O::-:R=:MC:-A7":T=I:-:V7A~--~--~-'------------------------
,.------~.-..,===_===_=_=._=_=:_:__:_:==_:__==-------------------------------__I
DI AFFIDAMENTO
GESTIONE
SPIAGGE
LIBERE.
'STUDIO Di FA-nlBILlA-CON
MONITORAGGIO
I CONTROLLO A CAMPIONE PER VERIFICA DEL CAMBIO DI PRORIETÀ DEGLI IMMOBILI
PER I QUALI L'ENTE DETIENE IL DIRITIO DI SUPERFICIE.
:rRASPO-S-I-Z-IONE·'O=EL'--P=,-=R-::.G:::-.
-=O-A7"
·B;;:-A:-;S::-::E=-A:-:E=R=-:O~F=-:O::-:T=:O::-:G=:RA::-:-::MC:CM:-:-=ET=R::CIC:=C-;:A-:-A:::-B=A7S:::CE=-:::CC:-A=T
A7S=T=-A:-"OLc-;:E=---=:?:--------------------------1
C'ERlFiCA_I.5~CANTIERI
FERMI,
DEL~E DISFUNZIONI
ED EVENTUALlIMPEOIMENTL
(ALLOGGI
PEEP)
••
8)
Ciuà di Pescara
MedQ?/iad'am
al MenI<>C"l'lle
I VERIFICA
DEI MODELLI "ISE" CON L'AGENZIA DELLE ENTRATE
DELLE DICHIARAZIONI MENDACI.
..GENERALE
E DEL 5% DELLE "AUTODICHIARAZIONI"
~An'IVAZIONE
1.._
~
- SVILUPPO-SOSTE'NIBILE
I
,__
====~~~~_
-I
DEL TERRITORIO E DELL'AMBIEN-~-
DELLA'2· RICiCLERIA.-'
,'o
i ATTIVITÀ
E TUTELA
'--I
DI COMPETEN~---------------------
J-VERI"j:iC~~~ROSi~À_-'A_~~~G_G_I~R_P_C_O_~U~A_L_I_E_P_IA_NI_D_I_RI~E_N_TR_O
~
f MISSIONE9
I
AL DIRETTORE
i
..ffE DELLE ENTRA.TE'OELLAGESffONE
i-VERiFICA E MON1TORAGGIO-COSTAt
CON COMUNICAZIONE
__
"
.~
__
DI PREVENZIONE
iAZIONfFTNALlzZATE
E GESTIONE IN MATERIA DI PROTEZIONE
ALLA PROMOZIONE
CIVILE NELL'AMBITO
DEL TERRITORIO
COMUNALE,
DELL'ASSOCIAZIONISMO
E-AGG10-R-N-A-M-E-N-T-O-D-E~L-L-E-I-ST-R-U-TT-O~R-IE-IN-E-R-E-N-T-I
L-A~B-O-N-I-FI-C-A~D-E-l-S-IT-I
-CO-NT-A-M-I-N-A-TI-(-D-.L-G-S-.
-15-2-/0-6-).-----
!CENSIMENTOINFORMATICO
I
..EFFICSIENTAMENT6DEGLT-IMPIANTI
DI IRRIGAZIONE.
I M ONifORAG GIOEfEi PROCEDIMENTI
I MoN"iTORAGGIORICHIESTE
l'-MONITORAGGIO
0.
",--------
_••
__
._.
- MONITORAGGIO
RiCHIESTE
•
,
1 PROCESSI RELATIVI AI LAVORI PUBBLICI MAPPATI AI FINI DELL'ANTICORRUZIONE.
DI INTERVENTO SU SEGNALAZIONE
DELL'UTENZA
FINALE - ATTIVA SPA
DI INTERVENTO SU SEGNALAZIONE
DELL'UTENZA
FINALE - PESCARA GAS
,
__
~
-
SUL RISPETTO DELLE PREVISIONI DELLA SPESA PER LO SPAZZAMENTO
E LO SMATIMENTO
~
__
DEI RIFIUTI.
-PIA~f6-6(-SENSH31LIiZ.AzTC5NE
. lNDIVIOUAZ10NE
I
PUBBLICAZIONE
PER LA RlDUZIONE DEi CONSUMI NEGLI EDIFtCI SCOLASTICI .. GEST'ONE CALORE I ENERG'A ELETTR1CADELLE POSSSIBILI POLITICHE DI INCENTIVO AL RISPARMIO CON PERCENTUALE DI BONUS DI SPESA.
SUL SITO ISTUZIONALE
DEll'ENTE
DELLE CONSUMI
DI ENERGIA ELETIRICA
ANNUALITA
PREGRESSE
2011 - 2012 2013.
i REÒAzIONE
ED ATTUAZIONE DEL PIANO DI RISPARMIO ENERGETICO, CON LA SOCIETÀ PARTECIPATA "PESCARA GAS" PER LA SOSTITUZIONE
: DELLE ATIUALI LAMPADE PER LA PUBBLICA ILLUMINAZIONE E DELLE LAMPADINE PER GLI EDIFICI SCOLASTICI E COMUNALI CON LAMPADE E
LAMPADINE.
--..--~--------,.-..-=--=--=:-:---==-=-==--:---:::-:--=-=------=-=~_:_;__::,____;_::c=_=_=_=___c::_=_:::__:___:_c:__:_::=__=~~=_:_:_=~~==__=__:_=______=_~=__=:_:_::~__,______=_-~____=_c_---__/
RICOGNIZIONE DELLO STATO DEL PATRIMONIO CITTADINO (STRADE, SEGNALETICA, IMPIANTI, PROTEZIONE CIVILE ECC.) CON CONSEGUNTE
VALUTAZIONE, ATTUAZIONE E MONITORAGGIO DE8L1INTERVENTI
DI MANUTENZIONE, ORDINARIA E STRAORDINARIA.
! RIORGANlzZAZfONEDEI
PUNTI DI FORNITURA DI ENERGIA ELETTRICA FINALIZZATA ALLA RIDUZIONE DEI COSTI.
'SVILUPPO SOFTWARE PER LA SUDDIVISIONE IN AUTOMATICO DELLE FATTURE ENERGIA ELETTRICA 1 CALORE IN BASE AD IMPOSTAZIONE
PREDEFINITA (ES. SU BASE %),
SVOL 81 MENTO· DI ATTIVITÀ TEC":--:-:-N:-:::I
C:-:-H=-=E:-:E=O:-A-=-CMC--:-:-M=I
N=IS-::-:T:::-:RA::-:-::T=I~V=E-=R=-=E:-:-L-:-AT=I:-V=E--cAc-:-L-c-L='O-=TT=-E:-N-c:-1
M=E::--CN=T=O=--D::--'E=IC-:C=-CO=N:-:T=R=-CIB=-'U:--CCT=I--:-I
N~C-C:-/C=-A=P=IT=A=L--=E=D-I:-C=U:-I-A-L:-,,-,cC-O-N-T~O-~-1
I ENEFiGJA
TEf3MICO~' E/O ALL'OTTENIMENTO
DIE TITOLI DI EFF. ENERGETICA
(CERTIFICATI
BIANCHI
01 CUI AL D.M. 20/07/2004,
••••
•
Città di PeS(:ara
MeJa~lia J 'oro al Merita Civile
I MISSIONE 10 • TRASPORTI
i-A"GGiORHAMENTO
E DIRITTO ALLA MOBILITÀ
PAGINA WEBDELLA
I
-M--O~BI-L-IT~A-DA-IN-S-E-R"I-R-E-N-E-L-S-IT-O-I-S-T-IT-U-Z-IO-NA-L-E-D-EL-L-'E-N-T-E---I-N-F-O-M-O-B-IC'ltr--~"-------
-----·-··-··-'-1
I
!-A-GGKm-N-A-MENT-O-RE-G-a-LA-M-E-NT-AZ-I-a-N-E-ZT-L,-S-O-S-T~A-,
-P-A-R-C-H-E-G-G-I
-L1-B-E-R-1
-E~A-P-A-G-A-M~E-N-T-O---------~-----~----------~I
IGESTIONE
DEe CONTRADa
Di SERVIZIO
DEL TRASPORTO
PUBBLICO
I
LO--C-A-L-E-(T-P-L-)-----------------·---·
.J
!_R_E_-A_U~~_-Z_ION_E_DE~_LE_INF_R_A_-S~~._U_T_T_U_R_E_D
__E_D_I_C_A_T_E_A_L_LA._M_O_B_IL_IT_À_IN_S_E~R_IT_E_N_E_LL_'E_L_E_N_C_0_A_N_N_U_A_L_E_2_0_1_2_E_2_0_1_3
~L.
__
'
_
. MISSIONE 12 - DIRITTI SOCIALI, POLITICHE SOCIALI
I
E FAMIGLIA
iAGGiORNAMEr:it6PERIOD1C6
DELLE SCHEDE PUBBLICATE SUL SITO DELL'ENTE NEL RISPETTO DI QUANTO DISPOSTO DALLA NORMATIVA SULLA
TRASPARENZA E ANTICORRUZIONE.
! AL FINE DI PREVENIRE FORME DI CORRUTTELLA VERRANNO PROGRAMMATI
INCONTRI PERIODICI DI AREA PER EVITARE CHE LA SCELTA DEGLI
IINTERVENT IJ.!':JFAV.ORE DELL'UTENZA, SIA DI TIPO ECONOMICO.
rANALISINE RIFICA DEI RESIDUI ADIVI DI PARTE CORRENTE ED ATTIVAZIONE DELLE PROCEDURE PER L'INCASSO.
I
-j
I
~------_. .-----------.--.
IANAL~SINE RIFICA DEI RESIDUI PASSIVI DI PARTE CORRENTE .
.•
..-.. -----
CON
I AWIODEL LE PROCEDURE PER LA VERIFICA DEI MODELLI "ISE" CON L'AGENZIA DELLE ENTRATE E DEL 5% DELLE "AUTODICHIARAZIONI"
l COMUNICAZ IONE AL DIRETTORE GENERALE DELLE DICHIARAZIONI MENDACI.
,IFAVORIRE" E SOSTENERE LE PERSONE CON DISABILITA IN UN CONTESTO SOCIALE E DOMICILIARE PROTETTO, VALORIZZANDONE LE RISORSE
~PERSONAL l,FAMILIARI E DI CONTESTO
GARANTIRE A-TUTTn SOGGETTI, IN SITUAZIONE DI ESPOSIZIONE E CHE LO RICHIEDONO, L'ASCOLTO E L'ACCESSIBILITÀ ALLE INFORMAZIONI E AI
SERVIZI OF FERTI DALL'ENTE
-~
IONE ATIRRAVERSO
INTERVENTI DI ORIENTAMENTO E TUTORAGGIO, MEDIAZIONE SOCIO CULTURALE
~~
I
I~;~:,.z
I
I
--.------'---
ISTRUTTURAZIONE
E RAZIONALIZZAZIONE
DELLE SPESE "SPENDING
REVIEW".
"
FORME DI ISOLAMENTO E DI ESCLUSIONE SOCIALE DELLE PERSONER ANZIANE FAVORENDO, PER QUANTO POSSIBILI, LA LORO
NEL CONTESTO SOCIO-FAMILIARE DI RIFERIMENTO
PREVENZIO NE E CONTENIMENTO DEL FENOMENO DEL RANDAGISMO SUL TERRITORIO IN RETE CON ASSOCIAZIONI ANIMALlSTE
PREVENIRE
NZA
..PERMANE
_-~,._--
----.---
PREVENZIO NE, CONTENIMENTO ED EVENTUALE RECUPERO DI SITUAZIONI DI DEVIANZA IN RETE CON ISTITUZIONI PUBBLICHE E DEL PRIVATO
SOCIALE
I SOSTENER E I NUCLEI FAMILIARI A RISCHIO AL FINE DI PREVENIRE L'ABBANDONO E DI CONSENTIRE AL MINORE DI ESSERE EDUCATO NELL'AMBITO
I DELLA PRO PRIA FAMIGLIA;
VERIFICA E MONITORAGGIO COSTANTE DEI SERVIZI A DOMANDA INDIVIDUALE: ASILI NIDO, REFEZIONE E TRASPORTO SCOLASTICO, CASA DI
RIPOSO.
-.-., --------VERIFICA E _MONITORAGGIO COSTANTE DELLE ENTRATE DELLA GESTIONE DI COMPETENZA.
L--.
--
------.--
--.
..
--
"W
tEt
Città di Pescara
Medaglia d'oro al MaifQ Ci\'ile
I
~1~~N~~~~~~~O~~~_C_O_M_p_E_T_rr_W_I_T_À~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~
~
ADEGUAMENTO TARIFFE DIRTII DI ISTRUTTORIA SUAP
_~~~~DAMENTO DEL~~~VIZIO
NOLEGGIO BAGNI CHIMICI
AFFIDAM ENTO IN CONCESSIONE
\-~~~~~~
RNAMENTO
___
.•• __
AREA RISTORO E SANCK BAR C/O MERCATO
-~-----~--"---~._~~
DI PIAZZA MUZI
IMPIANTO 01 ASTA TELEMATICA
•.• 0_'
ENTO DEL CAMPO DI APPLICAZIONE DELL'UTILIZZO COMBINATO DI PROTOCOLLO INFORMATICO, PEC E FIRMA DIGITALE,
i CATEGQ RIE DI ATTIVITÀ PRODUTTIVE
i ANALISIN ERIFICA DEI RESIDUI ATTIVI DI PARTE CORRENTE ED ATTIVAZIONE DELLE PROCEDURE PER L'INCASSO.
_~~L_"·
PER ULTERIORI
"-
".
ANALISII VERIFICA DEI RESIDUI PASSIVI DI PARTE CORRENTE.
______
o
.,
-
~_
APPROV AZIONE DEL PIANO CARBURANTI
BANDO E STERNO PER L'AFFIDAMENTO
E GESTIONE
PRESSO IL MERCATO
IMPLEME NTAZIO-NE SISTEMA DI RILEVAZIONE
-- ..-- .. ------'
SU APPLICAZIONE.
DI PIAZZA MUZlI DI N" 8 BOX
DELLE PRESENZE
DEGLI OPERATORI
ECONOMICI
DEI MERCATI.
,.
INDAGIN I DI CUSTOMER SATISFACTION
~-~--
----~.~
IPfANb-D~
I RISTRUTTURAZIONE
E RAZIONALIZZAZIONE
MMA mpUSBLICAZIONE
~~~i~~~-L-IZZAZIONE
~"-"""""---"--~~---""
SUL SITO SUAP, CON RIORDINO
1~~~19NA~IZZAZ!c:>NE
E REVISIONE
USCITA CONSORZIO
RiOFfGANIZZAZIONE
-
-~-~.
SPOSTAMENTO
ED IMPLEMENTAZIONE
DEI DATI GIÀ PUBBLICATI,
DI INFORMAZIONI
COMUNALE
DI PROCEDURE
SUAP SULLA BASE DELLA RECENTE NORMATIVA
IN MATERIA
ASI
E VERIFICA DELLA SUSSiSTENZA
E ~~NITORA<:3GI()
---
DEI POSTEGGI ISOLATI
DELLE COMMISSIONI
NON OBBLIGATORIE
(COMMISSIONE
PUBBLICO SPETTACOLO
DEL MERCATO DI PESCARA NORD
VERIFICA"EMONITORAGGIO
!-VE~!~IC~
REVIEW"
----E GESTIONE AMMINISTRATIVA
DEI MERCATI (FATTURAZIONE ACQUISTO E VENDITA PESCE).
---~~--~----~~~--~~~--~~-~~~--~~~~~--~~~-~~~~~-
iI REDAZIONE DI NUOVO REGOLAMENTO
"RICOGNIZIONE
DELLE SPESE "SPENDING
COSTANTE DEI SERVIZI A DOMANDA
INDIVIDUALE
COSTANTE DELLE ENTRATE DELLA GESTIONE
MERCATI COPERTI E MERCATO
DI COMPETENZA
ITTICO
ECC.)
ALLEGATO ALLA DELIBERA
T.'201~ L
DI GI NTA COMUNALE
••
(
"
CITTA DI PESCARA
Medaglia d'Oro al Merito CMle
•
SErrORE
RAGIONERIA ECONOMATO TRIBUTI
Senor.
Mod. RAG/06
Ragioneria
Economato
Tributi
Pian" ltalia,1· ~100 Pescara
PROTOCOLLO
n.
3t09.2J
del
Rit. A eventuale procedente Prot. n.
Pescara, li 07/07/2014
AI Sig. SINDACO
Avv. Marco Alessandrini
AI Presidente del
Collegio dei Revisori
Dott. Domenico Velluto
seDE
Oggetto: Relazione sulla situazione finanziaria dell'Ente.
Con nota inviata dal Sindaco di Pescara, avente prot. n. 79418. è stata chiesta "una
dettagliata relazione sulla reale situazione finanziaria deJl'Ente~ evidenzjando "con chiarezza e
precisione gli aspetti di maggior criticità già segnalati dall'Organo di revisione, ossia:
•
l'attuale consistenza delle giacenze di cassa;
•
l'utilizzo per le spese correnti di entrate derivanti dall'emissione di mutui e di altre entrate in
conto capitale con vincolo dì destinazione, non ancora reintegrate;
•
l'eventuale previsione in bilancio di entrate per importi maggiori rispetto
realizzabili, che oggi provocano sofferenze nella gestione dei residui
•
la previsione delle entrate legate
•
ogni altro elemento utile
8
a
quelli realmente
e della cassa;
Tares Tasi e IMU e la relativa tempistica degli incassi;
a definire la reali situazione finanziaria del Comune.
In via preliminare, corre l'obbligo fare presente che lo scrivente, essendo stato
nominato dirigente ad interim del Settore Ragioneria. Tributi ed Economato, in data 16 giugno U.s.,
giusta decreto del Sindaco prot. n. 75260, nel predisporre la presente relazione si è avvalso della
necessaria collaborazione dei competenti responsabili di servizio, oltre che della documentazione
rfnveniente agli atti di questo Settore.
,• ,I
l
Medaglia d'Oro al Merito Civile
SETTORE RAGIONERIA ECONOMATO TRIBUTI
I
Mod. RAG/06
I
"
CITTA DI PESCARA
SeUore Ragioneriil
Piazza Italia,1·
i
Al 16 giugno 2014, in occasione
Avv. Marco Alessandrini,
tesoreria comunale,
ed il Sindaco
EconomalO Tributi
G5100 Pescara
del passaggio
di consegne
tra il Sindaco subentrante
uscente, Avv. Luigi Albore Mascia,
e cioè l'effettivo anticipo
della Caripe, era di
l'indebitamento
con la
€ 17.981.189,78.
Nella stessa data, tenuto conto che:
•
l'anticipazione
di tesoreria (pari a 3 dodicesimi
è pari ad
+ 2 dodicesimi)
€ 49.880.481,10:
•
le somme vincolate per il titolo
•
le somme riservate per mutui e pignoramenti
la somma ancora disponibile
Alla
data
per il pagamento
odierna,
tenuto
pari ad € 20.481.000,00,
€ 50.463.864,20
e dei
10.794.146.97,
la situazione
di cassa
€ 13.368.760,84;
è pari ad € 9.090.410,12;
delle spese correnti,
conto
complessivamente
pagamenti
Il sono pari ad
degli
dei pagamenti
effettuati
per
incassi
tit. I~ è di € 7.891.222,73.
della
prima
effettuati per le spese
le spese
in
conto
rata
detl'IMU,
correnti,
capitale,
pari
pari ad
€
ad
è la seguente:
»
utilizzo anticipazione € 5.661.695,33
»
disponibilltli
di spesa al titolo I € 27.624.162,91
Da quanto sopra esposto, la somma ancora da reintegrare per il pagamento delle
spese riguardanti
il tit. Il (somme
Occorre
proroghe)
tenere
di rientrare
dei
è di € 13.368.760,84.
vincolate)
in debita considerazione
2 dodicesimi,
l'obbligo
riducendo
il
al 31.12.2014
limite
(salvo modifiche
dell'anticipazione
accordata
o
ad
€ 29.928.288,66.
Prima di affrontare
la questione
dei pagamenti,
va rilevato il trend riguardante
il saldo di
cassa di fine esercizio come di seguito specificato:
31.12.2011
31.12.2012
31.12.2013
14.116.808,65
12.421.206,99
2.380.100,87
Particolare
31.12.2014,
attenzione
va prestata
alla situazione
dei pagamenti
entro il
sia per il titolo r che per il titolo 11.
Per quanto
riguarda
il Tit. I, occorre
precisare
che l'Ente matura
correnti per circa 8 milioni al mese e, tenuto conto di quelle indifferibili,
previsione
da effettuare
ìpotizzabile
degli effettivi pagamenti,
in media spese
come di seguito riportate. la
fino a fine anno, risulta essere la seguente:
2
;.
CITT A DI PESCARA
11
'O;
Medaglia d'Oro al Merito Civile
SETTORE RAGIONERIA ECONOMATO TRIBUTI
,
i
I
Sfttore
Ragioneria
Piazza Italia,1·
Mod. RAG/06
EcoMmafo Tributi
I
651(J() Pescara
Tabella - 1 Pagamenti
Luglio
Stipendi'l1meIi
Attiva, Deco + Pe Gas
liquidazioni varie
Agosto
Settembre
ottobre
3.000.000
850.000
2.000,000
1000.000
850.000
1.000.000
3.000.000
1.850.000
1.000.000
3.000.000
2.950.000
1.ool}.OOO
5.850.000
4.850.000
5.850.000
6.950.000
Mutui
TOTALI
Tot.
dicembre
5.000.000 20.000.000
3.000.000
1.850,000
10.750.000 19.100.000
6.500.000
500.000
1.000.000
8.000.ooQ
8.000.000
novembre
5.850.000
53.600,000
24.250.000
53.600.000
TOTALE GENERALE
Tabella - 2 Riscossioni
Luglio
C/C postali
Add.le IRPEF
VARIE
Agosto
Settembre
Ottobre
Novembre
500.000
500.000
600.000
500.000
500.000
600.000
500.000
500.000
600.000
500.000
500.000
600.000
500.000
500.000
600.000
13.000.000
20.000.000
5.000.000
3.000.000
3.000.000
3.600.000
13.000.000
20.000.000
5.000.000
1.600.000
1.600.000
1.600.000
1.600.000
1.600.000
39.600.000
47.600.000
47.600.000
TARI
*
TOTALI
Tot.
500.000
500.000
600.000
Saldo IMU
TASI Saldo
Dicembre
TOTALE GENERALE
* Nel corso del mese di Giugno lo Stato ha anticipato l'acconto TASI per ~ 4.769.611,14 per gli enti che non
avevano ancora deliberato Il relativo regolamento al 23 maggio 2014. Tala importo costituisce acconto che lo
Stato tratterrà sul saldo una volta definite le alìquote TASI.
Come evidenziato nelle tabelle riportate, con le attuali disponibilità si creerebbe ogni
mese una giacenza media di liquidazioni non pagate per circa 2/3 milioni, data dalla differenza tra i
flussi medi di entrata e di uscita, ad eccezione del mese di dicembre, in cui sono previsti i
versamenti dei saldi delle entrate tributarie.
Nelle liquidazioni varie sono rìcomprese, fra le altre, le spese afferenti i servizi sociali,
la rìstorazione scolastica, e le utenze necessarie al funzionamento dell'ente.
Per quanto riguarda le entrate da qUI alla fine dell'esercizio lo scenario prevedlbile è il
seguente:
3
••
..•
I
CITTA DI PESCARA
•
"'l
Medaglia d'Oro al Merito Civile
SETTORE
;r
RAGIONERIA
ECONOMATO
TRIBUTI
Settore Ragioneria Econamato Tributi
Piazza ltalla,1. 65100 Pescara
Mod. RAGf06
i
Il saldo IMU a dicembre
è stato considerato al netto della trattenuta dello Stato a
2014
titolo di Fondo dì Solìdarietà Comunale,
:
non effettuata sulla prima rata.
Il trend delle entrate correnti nell'ultimo triennio è stato il seguente:
Riscossioni
Riscossioni
2011
2012
Riscossioni 2013
Solo competenza
90.259.579
87.499.483
77.895.587
Competenza+ residui
106.244.939
105.443.061
91.541.993
Preme
Ragioneria.
sottolineare
ammontano
sono stimabiU in
sulla
base
dei dati
con
riportati,
una
corrente,
ricordare,
in primis
a generare
in
entro fino anno
di spese di personale.
alla fine
giacenza
allo scrivente
dei limiti ai tempi di pagamento
i pagamenti
dell'esercizio
da rinviare
all'esercizio
sanzioni nell'ipotesi
ufficio,
delle Pubbliche
che il D.L. 66/2014
Amministrazioni,
2015
previsti
di circa
in cui i tempi medi di pagamento
Nel caso
successivo,
in cui l'Ente
si troverà
assumere personale a qualsivoglia
Ne deriva che l'esercizio
finanziario
in questa
aH'art. 47 ha
con la previsìone
di
delle fatture risultino superiori di 90
giorni (per jl 2014) e 60 giorni (per il 2015), rispetto ai 30 giorni legislativamente
sofferenza
oggi giacenti
(26 mln + 50 mln - 53,6 mln).
Preme
specifiche
di parte
e quelli che si andranno
di cui 20.000.000,00
ad € 53.600.000
ammonteranno
imposto
€ 26.919.015,16
ad
€ 50.000.000,00.
Pertanto
40.000.000
che gli atti di liquidazione,
ultima
ipotesi
previsti.
non potrà
nell'esercizio
titolo, e tipologia.
2015, con molta probabilità,
inizierà con una forte
in termini di liquidità, laddove non verranno adottati seri corretti vi in fase di redazione ed
approvazione
del bilancio di previsione
Per quanto
riguarda
2014.
il tit. Il, la situazione
•
Atti di liquidazione
•
Atti di liquidazione
è la seguente.
tutt'ora giacenti in Ragioneria:
che si prevede
base dei lavori in corso
verranno
di esecuzione,
E: 5.387.934,27
emessi
dai Servizi
tecnici, sulla
fino a fine anno, per un totale di €
15.000.000,00.
Oltre alla difficoltà
somme
utilizzabili
di liquidità
per i pagamenti
non potranno superare
sopra esposta,
si fa presente
delle spese in conto capitale,
€ 2.000.000,00.
4
che fino a fine anno le
nel rispetto del patto di stabilità
$1
"
I
Medaglia d'Oro al Merito Civile
I
,
,
"'{
CITT A DI PESCARA
SETTORE RAGIONERIA ECONOMATO TRIBUTI
Settore Ragioneria Economato Tributi
Piazza /taNa, 1 - 65100 Pesçara
Mod. RAG/06
Pertanto ad inizio esercizio 2015 le giacenze di parte investimenti si prevede
ammonteranno a circa € 18.000,000.
Al fine di aumentare tale disponibilità, si sottopone alla Sua attenzione alcune misure
che potrebbero essere adottate:
•
A)
Incrementare
la riscossione
(sia di competenza
owero
che residuo)
dei
trasferimenti
in conto capitale,
l proventi degli oneri concessori,
prowedendo
a rilasciare più velocemente possibile i titolo edilizi abitatori, e
riscuotere i trasferimenti dovuti all'ente da parte della Regione, Provincia,
Unione Europea, ecc.
•
B) Ridurre gli impegni per la spesa corrente;
•
C) Incrementare gli accertamenti
delle entrate correnti (Entrate tributarie,
proventi da violazioni al Codice Stradale, servizI a domanda individuale, ecc.);
owlamente
l'aumento degli accertamenti
di cui sopra va necessariamente
accompagnato ad un aumento delle riscossioni. onde evitare il proliferare dei
residui attivi, costituenti già un grosso problema per il nostro Ente.
Per quanto riguarda le entrate tributarie: circa il mancato introito di circa 7
milioni di TARES 2013, sono stati predisporti, ed awiati alla postaIizzazione , awisi
di
accertamento indirizzati agli utenti inadempienti.
E' verosimile prevedere entro il termine dell'esercizio una adesione, e quindi una
riscossione intorno al 30% degli awisi recapitati.
Sul fronte invece della lotta all'evasione, al 31-12-2014 matureranno rate di tributi, da parte
di utenti che hanno richiesto la rateizzazione del pagamento, per € 1.455.000,00.
Per quanto concerne invece il Conto Consuntivo 2013, lO schema é stato approvato in
Giunta Comunale venerdi 4 luglio e porta con sé un disavanzo di gestione di € 4.285.425,23.
Il risultato è stato determinato essenzialmente dalla necessità (espressamente prevista
dalla norma) di coprire il fondo svalutazione crediti (pari ad E 7.540.989,00) con l'avanzo di
amministrazione; quest'ultimo, non essendo di importo sufficiente, ha generato un c,d. ~disavanzo
tecnico" che è necessario coprire, entro il triennio considerato.
L'esercizio 2013 è stato il primo interamente gestito con i criteri previsti dal D.Lgs.
118/2011. C.d. "armonizzazione
dei sistemi contabilI',
5
ed appare subito evidente come tale nuovo
"
CITT A DI PESCARA
Medaglia d'Oro al Merito Civile
'*
SerrORE
ECONOMATO
I,
TRIBUTI
Sf/ttwe Ragioneria ECOnoffliJto Tributi
Piazza fttIlla,1·
6~100Pescara
Mod. RAG!06
criterio faccia emergere
sistema contabile
competenza
RAGIONERIA
le criticità effettive
conto che fa logica di tale
degli Enti, tenendo
è quella di rendere quasi coincidenti
(specie per la spesa in conto capitale)
la
e la cassa.
Questo
Ente a fronte
"premiato"
con 5,8 milioni
migliorare
il saldo riguardante
della partecipazione
di "spazi
è stato
a tale fase preliminare/sperimentale,
finanziari",
ovvero
gli
il patto di stabilità al 31.12.2014,
è stata concessa
consentendo
la possibilità
di effettuare
di
ulteriori
pagamenti per lo stesso importo.
L'esercizio
appena
concluso
residui passivi per
€ 144.313.559,37;
fondo svalutazione
crediti.
In conclusione,
maniera sintetica,
particolare
si
proprio i residui attivi determinano
per completezza
la questione
è chiuso con residui attivi pari ad € 155.199.596,90,
del quadro
riguardante
generale,
il bilancio
e
la somma da iscrivere a
è doveroso affrontare, ancorchè in
di previsione
pJuriennale 2014 - 2016 con
riguardo alla annualità 2014.
Quest'ultimo
dati assestati
approvazione
è stato oggetto di una prima elaborazione
dell'esercizio
di bilancio
2013,
aggiungendo
di previsione
all'inizio
gli stanziamenti
2013) necessari
dell'esercizio,
(oggetto
a far fronte
di taglio
a spese
riportando
in sede
obbligatorie,
j
di
nelle
seguenti risultanze:
Entrate €120.371.752;
Uscite € 123.761.447
A fronte di tutto ciò si
questo punto, i 4.285.425,23
è evidenziato
di disavanzo
uno squilibrio
della gestione
di 3.389.000,00,
cui vanno aggiunti,
2013 (che va però coperto nell'ambito
a
del
triennio 2014 - 2016).
Nel conteggio,
solidarietà
comunale,
e conseguentemente
la parte delle entrate tributarie,
è evidente quindi la notevole rigidità del bilancio specie nella parte corrente,
la evidenziazione
di un disavanzo
Proprio in questi giorni sono previste le audizioni
emergerà
è stata inserita già al netto del Fondo di
un quadro sicuramente
da coprire negli importi sopra evidenziati.
con i dirigenti dei singoli settori, dai quali
più delineato ed utile per assumere le decisioni conseguenti.
6
,.iL
2
L
ALLEGATO ALLA DELIBERA
DI GIUNTA COMUN1~
, N°
8ET.2,014
t..{{ .....
DEL ..: ..••••••.•••......
COMUNE DI PESCARA
~_._~""
,
i
!Prot.int.
""'''"'O,..._.~R .."''-'''''"-_._ .., __
COLLEGIO
n.)3/14
L~._, ..~~
__.,..,..,__ ~
•...
-'~
~"""'
__
<"''""'''''''_.
DEI REVISORI
_~"·c.'~"
__
"'"_-.;0 ....
'...,..RU....•......
_
•••,~''''~
DEI CONTI
addr,1l/07/2014
" ~"_",
~,"."
..,_._
"'n_.
-- .._... '-, ..
,'~"_,_
Al Signor
..,.__
,,.'
Sindaco
SEDE
I OGG ETTO:
-'
Relazjo~c s una sjt~-a-zj-o-n·-e-r-m-a-n-z-ia-r-i3·-d-c-I-P-e-n
t-e..--.--------.'------.-----;
-~----------------------------_.~
Il Collegio prende atto della SLlii del 25 gillgno con la quale si invita ad integrare con valori attuali
ed in fOffila analitica le precedenti relazioni del CoUegìo dei mese di marzo e maggio scorso sulla
situazione economico-tlnanziaria ed immediata liquidità del Comune di Pescara.
Il Collegio ba ricevuto dal dirigente del settore ragioneria una completa e detEagliata relazione sulla
situazione finanziaria dell'ente che, nelle linee generali e nei contenucj cCindiviàe, ritiene pertanto di
integnue le proprie relazioni evidenziando a!clme criticità non approfondite dal dirigente del
Settore.
E' noto che i[ Comune per anni ha uliIizzalo ingenti risorse vincolate nd investimenti per il
pagamentD
di spese C01Tenti, mai reintegrate. Al J 1/12/2013
l'utilizzo
si è assesTato ad
€.l5.763.992,OO provenieme daU'impiego delle seguenti risorse:
• FONDI TERNA
EURO 3.949.736,32
1.636.000.00
"
• FONDI P1SU
• REIVESTHvtENTl DA ALIENAZIONI
5.042.148,36
3.428.4] 3.46
• CONTO FRUTTIFERO MUTUI RINEGOZlA Tl
• MUTUI EROGATI DA CASSA DO.PP.
707.693,49
TOTALE VINCOLATO
~5.763.991,63
-Il
,;
il Collegio ritiene non più pI'ocrastinabilc un graduate e progressivo
reintegro di tali risorse
vincolate, prevedendo dalla prossima sresura del Bilancio dì prevbione 2014 maggiori risorse o
minori spese di parte corrente.
Il rìaccertamemo dei residui etIeltLl.ato in modo del MIO parziale dai Dirigemi di Serio re, risuha non
realistico in quanto privo di motivazioni sul mantenimento o eliminazione dei residui stessi. Dive:nta
pertanto prioritario e non più r;nviabile un profondo e compkssivQ riaccenamento srraordìnario del
resìdui in modo da ristabilire un realistico equilibrio di Bilancio.
Il Collegio non nasconde preoccupazione per la criricita finanziaria espressa !leHa relazione del
dirigente del settore di ragÌoneria perallro ampiamente portata a conoscenza nelle comunicazioni del
marzo è maggio scorso.
E. PRESJ DENTE
Don. Domenico Velluto
ALleGATO ALLA DELlB 11~'
DI GIUNTA COMUNALE
~ ..6:.1..1. .. DEL
..•• •.
!J C L .
3
J- 2014
CITTA' DI PESCARA
REVISIONE ECONOMICO-FINANZIARIA
Data
21/07/2014
OGGETTO: Verifìca straordinaria della cassa e della gestione del servizio degli
agenti contabili interni a seguito di mutamento della persona del sindaco
L'anno duemiIaquattordici il giorno ventuno del mese di luglio, alle ore] 1,30, premesso che
a seguito delle elezioni amministrative tenutesi in data 07 e 08 giugno 2014, è mutata la persona del
Sindaco, l'organo di revìsione economico- fmanzi aria si è riunito per procedere alIa verifica
straordinaria di cassa e della gestione del servizio di tesoreria ai sensi dell' art. 224 del D.Lgs. n.
267/2000;
Partecipano alla verifica:
SINDACO USCENTE:
SINDACO ENTRANTE:
Tesoriere Comunale: per la BANCA CARIPE SP A
Responsabile del Servizio Finanziario
Revisore dei conti
Avv.
Avv.
Rag.
Dott.
Dott.
Luigi Albore Mascia;
Marco Alessandrini;
Giorgio Amicone;
Guido Dezio;
Domenico Velluto.
Verificate le risultanze contabili del comune e del Tesoriere riferite alla data del 16.06.2014, come
di seguito riportato:
FONDO DI CASSA AL 01101/2014
€ 2.380.100,87;
+ Reversali emesse
€ 67.438.738,08;
- Mandati emessi
€ 75.448.477,77;
SALDO CONTABILE
COMUNE
+ Incassi da regolarizzare con reversale
1-
Maridati non ancora estinti dal Tesoriere
€ -5.629.638,82;
€ 4.933.691,37;
€ 8.437.647,72;
. Reversali ancora da incassare
€
592.239, l O;
- Carte contabili da regolarizzare
€
- Pagamenti rate mutui passivi
€
0,00;
- Pagamenti per azioni esecutive
€
0,00;
:FONDO DI CASSA AL 16/06/2014
Euro 240.526,12 (AlI. A)
6.908.935,05;
TI conto di tesoreria unica presso la Banca d 'Italia ~ Tesoreria del10 Stato Sezione di Pescara alla
data del 16.06.2014, pres<nta una disponibilità di €. 0,00. (AlI. B)
t-
!Jb
Il saldo di diritto è di
€ - 8.197.121,60 (AlI. A)
L'anticipazione di cassa è utilizzata per € -17.981.189,78 (AlI. A) e c/c n. 391286 (AI1-C)
Pignoramenti in essere n. 31
per €
2.093.682,32 (All. D)
Delegazioni di pagamento n. 561 per € 7.168,466,67 (AlI. E)
Conti Correnti Postali
n. 21
per € 1.712.255,18 (AlI. F)
Fondi Speciali c/c n. 391993
per €
240.526,12 (All. G)
Titoli in custodia
(AIL H)
Rilevato, in ordine alla gestione del servizio di tesoreria, quanto segue:
• Riscossione delle entrate (artt. 214 e 215) - regolare
• Pagamento delle spese (artt. 216 - 218) - regolare
• Gestione dei titoli e valori (art. 221) - regolare (All. H )
• Obblighi di documentazione e conservazione (art. 225) - regolare
• ~rasmissione Bilancio di previsione e variazioni (art. 216, comma l) - regolare
• Trasmissione elenco residui (art. 216, comma 3) - regolare
Si accerta che la gestione del servizio di tesoreria viene effettuata regolarmente.
La seduta si è conclusa alle ore )
1{ c;)'
Letto, approvato e sottoscritto.
_I1_R_e_I:J~
. l SindLo uscente
Il SindacoSUbentran~L
/IlMDL
I
.
ALLEGATO ALLA DEUBERA
O, G'.UNTA COMUNAl
N° .6..1.
DEL •••
_1.7
§.~T.2014
Città dì {]'escara
Meda/dia d'oro al Merito Ovile
67-L
J0
Allegato alla Proposta di deliberazione O.C. N. 63%dell>S settembre 2014
Oggetto: APPROVAZIONE DOCUMENTO UNICO DI PROGRAMMAZIONE (DUP) 20142016 EX D.LGS. 118/2011 E D.P.C.M. 28/12/2011 DA SOTTOPORRE AL CONSIGLIO
COMUNALE.
PARERI AI SENSI DELL'ART. 49 DEL D.Lg.vo N.267/2000
Parere di regolarità tecnica,
redazione degli atti e diffusione·
anche con specifico riferimento alla garanzia della tutela della privacy nella
pubblicazione
delibera di C.C. n. 209 de117/l2/2010
dei dati sensibili ed agli altri contenuti ai sensi ed in conformità alla
in materia di pubblicità legale degli atti ex art. 32 della Legge n. 6912009, come
modificato ed integrato con D.L. n. 194/09 convertito in Legge n. 25/20]0:
...................................................f(!.t(Q.a.~.t/.':'..~.~
..:
Li ..
1ì./ .~l/.:~.c::!.lr
.
.
Parere di regolarità contabile:
.........................................
r/},!:!-? 1?.. f(.v:.(?f.:.C?~.~
•.•.•.•.•.•.•.•.•.•.•.•.•.•.•.•.•.•.••.•••••••.•••.••••••.•.•.•••••.•.••.••.•.•..••.•••.••.•••••.••••.•.•.•
Li . :1.
ì:/.c:.r I..~~:~1.~
.
..............................•
t'
,.,
dott. Andr
(
\
••.•.••••.
~
, •••••
e
.••••.••••
Il
•••••••••.•
Del che si è redatto il presente verbale, che, previa lettura e conferma, viene
sottoscritto come appresso.
IL SEGRETARIO
VERBAUZZANTE
F.to Prof. Addario Luigi
IL SINDACO
F.to
IL SEGRETARIO
Avv. Alessandrini
Marco
GENERALE
F.to Avv. Langiu Antonello
Per copia conforme all'originale.
SABILE
-----1-8--SI-t- 014
Pesca ra, lì
A seguito di conforme attestazione dell'addetto alle pubblicazioni, si certifica
che copia della presente deliberazione è stata pubblicata all'Albo Pretorio dal
alO
3 OTT. 20f4
1 8 SETI 2014
e che contro di essa non sono state prodotte opposizioni.
IL FUNZIONARIO RESPONSABILE
Pescara, Iì
_
SI DICHIARA LA PRESENTE ESECUTIVA a seguito di pubblicazione all'Albo Pretorio
per 10 giorni consecutivi dal
senza opposizioni ai sensi e per gli
effetti dell'art. 134 - 3°comma - D. Legislativo del 18 agosto 2000 N.267.
IL FUNZIONARIO RESPONSABILE
Pescara, Iì
_
COMUNE
N.
FASCICOLO UFFICIO
di prot.
DI
PESCARA
Pescara, lì
All'Ufficio
_
_
All'Ufficio
_
...per i provvedimenti di competenza.
IL FUNZIONARIO RESPONSABILE
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
2 906 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content