close

Enter

Log in using OpenID

Datasheet Commerciale

embedDownload

Scheda di controllo a microprocessore altamente configurabile progettata per gestire
un’ampia gamma di applicazioni speciali e complesse, inclusi sistemi di Cogenerazione

Fino a 24 Gruppi elettrogeni connessi in parallelo (funzionamento in Isola)

Gestione di più gruppi elettrogeni in parallelo con la rete elettrica

Ripartitore, Sincronizzatore e Regolazione della Potenza reattiva, tutto incluso

Funzioni PLC integrate con Blocchi PID

Uscite digitali UP/DOWN per regolare la velocità e la tensione

Gestione dell’interruttore di Gruppo e dell’interruttore di Rete

Interfaccia J1939 e per MTU MDEC. Inclusa la possibilità di gestire motori tradizionali a
sensori

Misura a vero valore efficace delle tensioni e correnti del generatore e di rete. Disponibile
la lettura della quarta corrente per realizzare la protezione differenziale indiretta (51N)

Misura della Potenza attiva, reattiva ed apparente

Misura della Frequenza e della Potenza in ingresso rete

20 Ingressi digitali isolati con ampia possibilità di espansione

16 Uscite digitali isolate + 2 Fisse con ampia possibilità di espansione

Porta seriale RS232 + Porta seriale aggiuntiva RS232 o RS485 MODBUS RTU

Predisposizione per interfaccia Ethernet TCP/IP

Porta seriale USB per aggiornamento FW

Ampio display grafico

Orologio e Registrazione degli eventi

Sistemi di controllo remoti

Disponibile in versione SPLIT

Conforme alla Technical guideline BDEW (DE)

Certificazione KEMA (presto disponibile)
rilevamento del motore avviato. I tasti MCB e GCB sono abilitati
quando il generatore è in finestra operativa. La loro funzionalità
DST4602 è una scheda di controllo per gruppi elettrogeni dipende dalle modalità selezionate. La sincronizzazione
altamente configurabile che può essere utilizzata per manuale può essere effettuata facilmente per mezzo delle
applicazioni complesse e speciali che vedono coinvolti gruppi funzioni integrate.
elettrogeni singoli o in parallelo con altre macchine e/o con la AUTO: la scheda può essere impostata per gestire impianti
rete.
di tipologia diversa: Single Prime Mover, Stand-by, Stand-by e
In dettaglio, è possibile connettere fino a 24 gruppi elettrogeni Short Time Parallel, Single Parallel to Mains, Multiple Prime
sullo stesso bus (funzionamento in isola), sia gestire gruppi Mover, Multiple Parallel to Mains.
elettrogeni connessi in parallelo con la rete elettrica.
TEST: avviamento automatico per prova generatore. La
Sulla base dell’elevata configurabilità della scheda, raggiunta prova può essere effettuata a vuoto, a carico o in parallelo. In
grazie all’integrazione delle funzioni PLC, la DST4602 può caso di mancanza rete (in applicazioni di stand-by), la scheda
essere utilizzata per gestire impianti complessi come le centrali commuta nella modalità AUTO.
di cogenerazione composte da cogeneratori a Gas, Diesel, Applicazioni di parallelo: le applicazioni di parallelo rete
Dualfuel e Biofuel.
sono gestite dal regolatore interno. Rampe di carico e scarico
La DST4602 ingloba in un unico dispositivo il ripartitore di carico, sono effettuate automaticamente. Le applicazioni di parallelo
sincronizzazione e la possibilità di regolare la potenza tra gruppi sono realizzate per mezzo dell’interfaccia CAN per lo
reattiva.
scambio dell’informazioni relative alla ripartizione di carico. Fino
La scheda si interfaccia direttamente con una vasta gamma di a 24 generatori possono essere connessi in parallelo.
motori con protocollo CAN J1939 (Volvo Penta, Scania, Perkins, La sincronizzazione è realizzata grazie ad un sincronizzatore
MTU, Deutz, Cummins, John Deere, Caterpillar e altri). Può interno digitale grazie al quale è possibile evitare l'impego
essere comunque utilizzata con i motori tradizionali a sensori.
di costosi moduli aggiuntivi ed esterni.
La DST4602 può essere utilizzata con diverse schede di
controllo SICES come DST4602Evolution, GC500, GC500Plus,
DST4601/PX e MC100. In caso di più gruppi elettrogeni
funzionanti in parallelo con la rete in cui è anche richiesta la
sincronizzazione di rientro rete, la DST4602 può essere
interfacciata con un controllore comune di gestione chiamato
MC100. In tal modo si evita una seconda interruzione per la
sincronizzazione di passaggio al fine di una specifica gestione
dell’interruttore di rete.
I parametri impostabili dalla scheda consentono l'utilizzo di
questo dispositivo in impianti speciali dove è richiesto un alto
livello di customizzazione. I parametri sono programmati
utilizzando il software gratuito (BoardPrg), scaricabile dal sito
web Sices. È comunque possibile impostare i valori desiderati
direttamente dalla tastiera del dispositivo. Disponibile sempre in
forma gratuita il software PLC Editor per l’impostazione di
logiche PLC.
La DST4602 dispone di un ampio display grafico,
rappresentando quindi un'interfaccia user-friendly molto utile per
un'immediata visualizzazione delle misure e degli allarmi del
gruppo elettrogeno.
Gli eventi e i registri sono accessibili dal pannello frontale dove è
collocato il display.
DST4602 supporta diversi dispositivi di comunicazione per il
controllo locale o remoto. Disponibile il software di telegestione
SicesSupervisor e SI.MO.NE.
RESET: l’avviamento motore è inibito, il carico è forzato
sulla rete. Se il motore è funzionante e il selettore a chiave è
nato su OFF/RESET la sequenza di shutdown del motore è
attivata. Gli allarmi sono resettati. Tutti i parametri possono
essere modificati tramite PROGRAM.
PROGRAM: permette di modificare i parametri di
configurazione della scheda. L’accesso alla programmazione
può essere controllato per mezzo di password a 4 livelli. Alcuni
parametri possono essere modificati anche con motore avviato.
MAN: avviamento e arresto manuale del motore. Le
protezioni generatore e motore sono comunque attive. Il
comando di avviamento è automaticamente disabilitato al
Selettore a chiave.
Pulsanti START e STOP motore
ACK/TEST (tacitazione allarme e altre funzioni).
GCB e MCB per comando commutazione.
Regolazione contrasto LCD.
Quattro pulsanti di navigazione.
Tasti EXIT, ENTER, SHIFT
Tensioni generatore:
L1-N, L2-N, L3-N, L1-L2, L2-L3, L3-L1
Misure a vero valore efficace.
Massima tensione Lx-N < 300Vac cat. IV
Tensione impulsiva = 6kV 1.2/50 us
Tensione max. misurabile = 25.000V (con trasformatori esterni
di misura).
Correnti generatore:
L1, L2, L3, N (*)
Misure a vero valore efficace.
Max. corrente nominale: 5Aac
Sovraccarico misurabile: 4 x 5Aac (sinusoidale).
Trasformatori interni.
Corrente nominale massima = 6000A (con trasformatori
esterni di misura).
(*) Corrente di Neutro generatore in alternativa alla corrente
della protezione differenziale o per utilizzo misura potenza di
Rete.
Tensione di rete:
L1-N, L2-N, L3-N, L1-L2, L2-L3, L3-L1
Misure a vero valore efficace.
Massima tensione Lx-N < 300Vac cat. IV
Tensione max. misurabile = 25.000V (con trasformatori
esterni di misura).
Frequenza generatore e rete:
Risoluzione = 0.1 Hz.
Precisione = ± 50ppm, ±35ppm/°C (tipico)
Tensione di batteria:
Risoluzione = 0.1V
Tipi sensori pressione olio:
Curva programmabile in funzione dei sensori disponibili
Tipo sensori temperature refrigerante:
Curva programmabile in funzione dei sensori disponibili
Livello combustibile:
Curva programmabile in funzione dei sensori disponibili.
Max. 400ohm
Misura velocità motore:
Da pick-up. Numero denti configurabile.
Lo stesso ingresso può essere utilizzato per il segnale W.
Potenza attiva
Potenza reattiva
Potenza apparente
Fattore di potenza: totali e per singola fase
Contatore di energia attiva e reattiva
Contaore e contavviamenti
Sovravelocità (12)
Alta temperatura acqua motore
Bassa pressione Olio
Livello combustibile da ON/OFF e da analogica (allarme e
blocco)
Rottura cinghia
Massima potenza
Mancato avviamento
Sottofrequenza (81U)
Sovrafrequenza (81O)
Sottotensione (27)
Sovratensione (59)
Inversione di energia (32)
Perdita di eccitazione (Reverse reactive 32RQ)
Sovracorrente in funzione del tempo (51)
Controllo sincronismo (25)
Sovracorrente istantanea (50)
Sequenza fasi (47)
Sbilanciamento correnti e tensione (46/47)
Protezione di terra (51N o 51GN) (in alternativa alla misura di
neutro
Sequenza negativa I2
Protezione di fase di massima corrente temporizzata a
ritenuta di tensione (51V)
Per le applicazioni di parallelo con la Rete, sono previste le
seguenti protezioni:
81R ROCOF
Vector shift
Sottotensione (27)
Sovratensione (59)
Sottofrequenza (81U)
Sovrafrequenza (81O)
Nuova funzione di regolazione automatica della potenza
erogata del gruppo elettrogeno funzionante in parallelo alla rete
in base ai parametri di frequenza e tensione di rete, in
conformità alla Delibera Autorità 84/2012/R/EEL e Codice di
Rete Allegato A70 di TERNA, la quale prescrive un
allargamento delle soglie di frequenza (47,5 Hz e 51,5 Hz) e
tensione (0,85 Vn ÷ 1,1 Vn) di esercizio.
L’introduzione di questa funzione consente la salvaguardia del
gruppo elettrogeno, qualora la frequenza di rete scenda al di
sotto di una soglia accettabile dalla macchina per il suo corretto
funzionamento.
Conformità alla normativa tedesca BDEW che regola la
connessione di impianti alla media e alta tensione.
Rispondendo alla guida tecnica tedesca è stato introdotto il
calcolo della corrente di “sequenza positiva I1” al calcolo della
corrente di “sequenza negativa I2”, già presente. Calcolo in
tempo reale della potenza attiva, reattiva e del cosfi del
generatore sulle singole fasi.
27T - Protezione di bassa tensione tempo-dipendente (BDEW)
27Q - Protezione di bassa tensione con reattiva direzionale
(BDEW).
Certificazione KEMA (presto disponibile).
Orologio e calendario
Ore, minuti, secondi, giorni, mesi, anni (anno bisestile), giorno
della settimana. Per un lungo mantenimento degli storici
archiviati è disponibile, già nella versione standard, una batteria
al Litio ricaricabile.
Operatività generatore condizionabile in base a orario e giorno
della settimana.
Prova periodica impostabile per orario e giorno della settimana.
Data e ora possono essere modificati da remoto.
Registrazione trend veloci e lenti
Fino a un max. di 860 record (in funzione della configurazione
prescelta).
Registrazione eventi
Fino a un max. di 860 eventi
Pompa combustibile
La scheda gestisce la pompa combustibile per mezzo di un relé
esterno di potenza e 5 segnali digitali di controllo o utilizzando
la misura analogica (i componenti esterni non sono compresi).
Funzionamento manuale e automatico.
Scadenza manutenzione
La scheda può emettere allarme o preallarme alla scadenza
dopo il numero di ore programmato.
Preallarme temperature scheda
La scheda segnala un preallarme se la temperature interna
supera una soglia predeterminata.
Blocco generatore
Il generatore può essere bloccato da remoto. Lo sblocco
richiede l’inserimento della password.
Sirena allarme
La scheda è dotata di avvisatore acustico interno.
 Selezione automatica dei gruppi elettrogeni di potenza più
coerente alla richiesta di carico (NEW) (*)
 Definizione automatica del gruppo/i da mantenere in moto
così da avere minor numero di macchine in erogazione
(NEW) (*)
(*) Funzione disponibile per un massimo di 5 Gruppi
elettrogeni in parallelo tra loro.
N.1
N.1
N.1
N.1
Porta seriale RS232, con protocollo MODBUS RTU
Porta seriale RS232 o RS485 isolata con protocollo
MODBUS RTU
Porta USB disponibile per aggiornamenti firmware
Predisposizione per interfaccia Ethernet TCP/IP
Ripartizione del carico:
La ripartizione del carico è effettuata nelle applicazioni di
parallelo tra più generatori. La DST4602 agisce sul regolatore di
velocità facendo sì che i gruppi elettrogeni eroghino la stessa
potenza percentuale.
Modulazione di potenza:
La regolazione di potenza è consentita da regolatore interno.
Per i motori elettronici è disponibile una linea CAN per il
controllo della velocità, per quelli tradizionali è comunque
integrata un’apposita interfaccia analogica.
Regolazione potenza reattiva
La DST4602 agisce direttamente sul regolatore di tensione al
fine di minimizzare o ripartire la potenza reattiva.
La DST4602 è un dispositivo multilingua:
Le lingue selezionabili sono: Italiano, Inglese, Francese,
Tedesco, Spagnolo e Russo.
Gestione diretta modem PSTN e GSM
Chiamata dati su evento
È disponibile in opzione:
 Convertitore esterno RS232/485/USB
 Modem GSM
 REWIND - Modulo di interfaccia per sistema di telegestione
SI.MO.NE via GPRS/GSM e GPS.
 DANCE - Modulo di interfaccia per sistema di telegestione
SI.MO.NE via Ethernet con protocollo Modbus TCP/RTU.
 Opzione Ethernet inseribile direttamente nella scheda
 Software di supervisione SicesSupervisor e SI.MO.NE
disponibili per Windows
 Possibilità di interfacciarsi con un sistema di supervisione
personalizzato tipo SCADA.
Interfaccia CAN secondo il protocollo SAE J1939 e
Protocollo secondo specifiche MTU per MDEC
Modalità automatica per comandare l’avviamento e l’arresto
dei gruppi elettrogeni in base al carico. Disponibili varie
modalità di gestione:
 Gestione manuale con impostazione manuale del GE Pilota.
 Rotazione ad orario predefinito con assegnazione
automatica del GE Pilota secondo un orario giornaliero.
 Rotazione ad intervalli di tempo impostabili.
20 Ingressi digitali programmabili
3 Ingressi analogici per strumenti motore
3 Ingressi analogici aggiuntivi disponibili
8 Uscite programmabili e protette
6 Uscite programmabili con relé
2 Relé in scambio per la gestione degli interruttori MCB e GCB
 Fino a 10 DITEL con CPU / 20 DITEL senza CPU per un max
di 160 Ingressi digitali programmabili e 160 Uscite digitali
programmabili, tutti isolati.
 Fino a 16 DITHERM/DIGRIN per acquisire le misure
analogiche da termocoppia e/o termoresistenza (PT100), per
un massimo di 48 Misure analogiche aggiuntive.
 Fino a 16 DIVIT per acquisire le misure analogiche di
tensione e/o corrente (0..10mA, 0..20mA, 0..5V, 0..10V), per
un massimo di 64 Ingressi analogici aggiuntivi.
 Fino a 8 DANAOUT per l’aggiunta di max 32 uscite
analogiche isolate (0..10mA, 0..20mA, 0..5V, 0..10V).
DST4602 - VERSIONE SPLIT
A Sinistra: Pannello operatore con display (HMI) da montare sulla portella del quadro elettrico.
A Destra: Box (SCM) da montare all’interno del quadro elettrico
Innovativa sequenza automatizzata implementata nelle
funzioni della scheda di controllo DST4602 grazie alla quale è
possibile realizzare la rapida sincronizzazione e messa in
parallelo di più gruppi elettrogeni costituenti la centrale di
emergenza in un tempo compreso tra i 9 e 15 secondi al
massimo (in funzione delle caratteristiche dei GE).
Questo sistema detto “Parallelo Veloce” rappresenta
un’efficiente soluzione di controllo per quei contesti sensibili in
cui la mancanza rete, anche per soli pochi secondi,
causerebbe notevoli problemi per la sicurezza o comportare
ingenti danni per alcuni particolari processi produttivi (banche,
ospedali, sistemi informatici centralizzati, ecc…). Grazie a
questo sistema i gruppi elettrogeni sono avviati, sincronizzati e
disponibili per alimentare le utenze privilegiate in pochi secondi
dal rilevamento della mancanza rete.
Tensione di alimentazione: 8÷33 Vdc
Consumo: tipicamente meno di 7W (+5W per lampada display).
Frequenza nominale generatore: 50 o 60 Hz
Ingressi digitali: opto isolati
Uscite statiche: 500mA @ 25°C, 360mA @ 50 °C, 20 Apk.
Uscite relé: 8A nominali (solo per connettore J4 15-16)
Relé ausiliari: 1A 30V
LCD: transflettivo con retroilluminazione a LED
Temperature operative: da -25°C a 70°C
Temperatura di stoccaggio: fino a –30°C e max. 80°C
Peso: 1,6 Kg
Dimensioni totale: 260(L) x 202(H) x 78,6(P) mm
Dimensioni del display 125(L) x 72(H) mm
Dimensioni cava montaggio: 240(L) x 172(H) mm
Modalità di montaggio: tramite prigionieri
Grado di protezione: IP54 (solo pannello frontale con cappuccio
di protezione chiave e guarnizione)
EMC: conforme a EN61326-1
Sicurezza: costruito in conformità a EN61010-1
Disponibile a richiesta, versione tropicalizzata per condizioni
ambientali sfavorevoli.
MODULI DI ESPANSIONE E ACCESSORI
2 Porte
seriali:
CAN0
USB
CANBUS SAE J1939/MTU
1 x RS232
1 x RS485
(isolata)
FINO A 24 GRUPPI ELETTROGENI
COLLEGATI SULLO STESSO BUS
CAN1
CAN1
CAN1
MAX 20 DITEL
MAX 16 DIGRIN/DITHERM
MAX 16 DIVIT
MAX 8 DANOUT
EXBUS
PC locale collegabile alla scheda via USB per l’aggiornamento del firmware del controllore
Usando le porte seriali disponibili è possibile collegare i seguenti dispositivi:
REV.06
SICES
GATEWAY
ETHERNET TCP/IP
CONVERTER
MODEM GSM
ROUTER GSM
REWIND / DANCE
ANALOGUE MODEM
PC
DST4602 Compact
(MASTER)
DST4602 Compact
(BACK-UP)
In contesti particolarmente sensibili, è necessario poter assicurare un’elevata sicurezza anche per quanto riguarda il sistema di
controllo che gestisce il gruppo elettrogeno.
Nello specifico, è possibile ottenere un sistema di controllo ridondato, avendo una scheda master detta “Master unit”, la quale
controlla lo start/stop e gli eventuali allarmi riferiti al motore e al generatore. Vi è inoltre in abbinamento una scheda di scorta, meglio detta “Back-up unit”.
La scheda “Master” è dotata di un sistema di autodiagnosi (watch dog) in grado di rilevare eventuali guasti avvenuti nella centralina
primaria. Dopo un tempo impostabile riferito alla perdita di comunicazione, la scheda di “Back-up” si accende automaticamente,
prendendo in carico le varie funzioni e logiche precedentemente eseguite dalla scheda “Master”.
Quando la scheda “Master” è in funzione, la scheda di “Back-up” è spenta e viceversa. In questo modo è evitato il rischio che sia
dato un comando sbagliato tra le due schede di controllo.
La ridondanza offerta con questo sistema è quindi detta “a caldo” o “warm redundancy”, in quanto passano 6-7 secondi da
quando la scheda di “Back-up” viene attivata.
È possibile configurare la ridondanza del Sistema di controllo come segue:
Per ogni gruppo elettrogeno:
a)
2 x DST4602 compact
b)
2 x DST4602 SCM + N.1 DST4602 HMI (display).
In questo caso si ha un display comune (DST4602 HMI) e il back up è realizzato sulle due centraline DST4602 SCM.
DST4602 SCM (MASTER)
DST4602 HMI
DST4602 SCM (BACK-UP)
MOSE - VENEZIA
Quadri elettrici speciali per la gestione di Gruppi elettrogeni, volti all’alimentazione di compressori presenti
sull’impianto in caso di mancanza della rete elettrica.
PIATTAFORMA ROSETTI
Quadri elettrici di controllo
per gruppi elettrogeni di
emergenza presenti sulla
piattaforma.
OSPEDALE di UDINE - Quadro elettrico di controllo per la gestione di 3 Gruppi elettrogeni funzionanti in parallelo tra
loro ed in servizio di emergenza alla rete elettrica
Impianto di Cogenerazione
Quadro elettrico di controllo e gestione per un
cogeneratore con motore MAN a Biogas.
Quadri elettrici di controllo per Gruppi elettrogeni
destinati al noleggio aventi la possibilità di
funzionare a tensioni e frequenze diverse
OSPEDALE S. Bortolo - VICENZA: Quadro elettrico di controllo per la gestione di un cogeneratore a gas da
1584kW e della parte termica
Dimensioni: DST4602 - Versione SPLIT
Dimensioni: DST4602 - Versione COMPACT
-
-
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
1 825 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content