close

Enter

Log in using OpenID

BANDO DI GARA PER LA VENDITA DI UN COMPLESSO

embedDownload
BANDO DI GARA PER LA VENDITA DI UN COMPLESSO IMMOBILIARE DI PROPRIETÀ
DI FERROVIA ALTO PISTOIESE S.R.L. IN LIQUIDAZIONE, SITO IN LOCALITÀ
PRACCHIA (COMUNE DI PISTOIA)
A. PREMESSA
La società FERROVIA ALTO PISTOIESE S.r.l. (di seguito anche FAP S.r.l.), attualmente in liquidazione,
con sede in Via Filippo Pacini, n. 47 a Pistoia (CAP 51100), Codice fiscale e Partita IVA n. 00130960479, a
seguito di scioglimento volontario della comunione di beni con il Demanio dello Stato legata ad una
concessione scaduta riguardante la ferrovia, è divenuta proprietaria esclusiva di un complesso immobiliare
situato a Pracchia, frazione del Comune di Pistoia.
In data 20/08/2014, l’Assemblea dei soci di FAP S.r.l. ha manifestato la volontà di procedere alla vendita di
tale complesso ed ha approvato il presente bando, autorizzando e regolando l’espletamento delle necessarie
attività.
FAP S.r.l. intende quindi svolgere una selezione che preveda la presentazione di offerte pari o in aumento
rispetto al prezzo base come di seguito indicato, con esclusione automatica di offerte in ribasso, parziali o
condizionate.
Descrizione del complesso immobiliare messo in vendita
Il complesso immobiliare messo in vendita è costituito da 4 particelle catastali di terreno boschivo con
un’estensione di circa 10.000 mq, su una delle quali, la n. 200, si trova un fabbricato, ormai diruto e, ai tempi
in cui la ferrovia era ancora attiva, collegato alla stazione mediante un binario. Il fabbricato, un tempo
adibito a deposito treni, è di forma rettangolare allungata con murature di pietrame e, prima del collasso, con
una copertura a capanna.
Le particelle 201, 313 e 314 possiedono una superficie fortemente scoscesa e sono ricoperte dal bosco. La
particella 200 è invece a giacitura pianeggiante e lambisce la sponda destra del fiume Reno.
La destinazione urbanistica è descritta di seguito con riferimento al Regolamento Urbanistico adottato dal
Consiglio Comunale di Pistoia, approvato definitivamente con delibera n. 35 in data 17/04/2013 e pubblicato
sul B.U.R.T. in data 12/06/2013.
L’intero complesso è stato sottoposto a verifica di interesse culturale a norma del D. Lgs. 22 gennaio 2004,
n. 42 “Codice dei beni culturali e del paesaggio, ai sensi dell'articolo 10 della legge 6 luglio 2002, n. 137”,
con esito negativo, come da nota del 21/02/2012 (prot. n. 3242) della Direzione Regionale per i beni
Culturali della Toscana. Il fabbricato non è soggetto ad Attestazione di Prestazione Energetica perché privo
di copertura.
Identificativi catastali del complesso immobiliare messo in vendita
Catasto Fabbricati
Foglio di mappa
17
Particella
Destinazione urbanistica
200
/
201
313
314
mq 4.460
mq 2.730
mq 440
In parte, Ambiti forestali di boschi e radure – Bosco
ceduo – Art. 89 – con presenza di Edificio Storico (A1 –
rudere) – Art. 38.
In parte, Aree a destinazione speciale – Aree per
ambiti fluviali – Art. 90.
Catasto Terreni
Foglio di mappa
Foglio di mappa
Foglio di mappa
17
17
17
Particella
Particella
Particella
Destinazione urbanistica
Totalmente Ambiti forestali di boschi e radure – Bosco
ceduo – Art. 89.
Consistenza del complesso immobiliare messo in vendita
Piano
Terra
Terra
Attuale utilizzo
Deposito
Terreni
Totale superficie di proprietà
Superficie lorda (mq)
168
10.572
10.740
Pagina 1 di 8
B. ENTE CEDENTE
FERROVIA ALTO PISTOIESE S.r.l., Via Filippo Pacini, n. 47 a Pistoia (CAP 51100).
Riferimenti: Dr. Giuliano Martignoli - Liquidatore.
Indirizzo e-mail: [email protected]
Indirizzo posta elettronica certificata: [email protected]
Il presente avviso sarà consultabile anche sul sito di COPIT S.p.A., al seguente indirizzo: www.copitspa.it
C. OGGETTO DELLA PROCEDURA
Il prezzo a base d'asta, per il fabbricato e i terreni annessi descritti e identificati al precedente punto A., che
FAP S.r.l. intende alienare, è fissato in euro 30.000,00 (trentamila/00).
La vendita sarà effettuata a corpo nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano il fabbricato e i terreni. Tutte
le spese, nonché le imposte e le tasse vigenti al momento della stipula del contratto, inerenti il trasferimento
della proprietà, sono a carico dell’acquirente.
D. REQUISITI DEI CONCORRENTI
Possono presentare domanda di partecipazione alla gara le persone fisiche, le imprese individuali, le società
o altri enti iscritti nel Registro delle Imprese, le amministrazioni pubbliche di cui all'art. 1, comma 2, del D.
Lgs. n. 165 del 2001, le associazioni e i soggetti non iscritti nel Registro delle Imprese.
Per partecipare alla gara i soggetti sopra elencati devono possedere i seguenti requisiti, ove e come
applicabili in relazione alla propria natura soggettiva:
pieno e libero godimenti dei diritti civili e politici;
non trovarsi in stato di fallimento, di liquidazione coatta, di concordato preventivo, salvo il caso di
cui all'articolo 186-bis del Regio Decreto 16 marzo 1942, n. 267, sempre che nei propri riguardi non
sia in corso un procedimento per la dichiarazione di una di tali situazioni;
assenza di procedimenti pendenti nei propri confronti per l'applicazione di una delle misure di
prevenzione di cui all'articolo 6 del D.Lgs. n. 159 del 2011 o di una delle cause ostative previste
dall'articolo 67 del D.Lgs. n. 159 del 2011: l'esclusione e il divieto operano, nel caso delle imprese,
se la pendenza del procedimento riguarda il titolare o il direttore tecnico, se si tratta di impresa
individuale; i soci o il direttore tecnico se si tratta di società in nome collettivo, i soci accomandatari
o il direttore tecnico se si tratta di società in accomandita semplice, gli amministratori muniti di
poteri di rappresentanza o il direttore tecnico o il socio unico persona fisica, ovvero il socio di
maggioranza in caso di società con meno di quattro soci, se si tratta di altro tipo di società;
assenza di pronuncia, nei propri confronti, di sentenza di condanna passata in giudicato o decreto
penale di condanna divenuto irrevocabile, oppure sentenza di applicazione della pena su richiesta, ai
sensi dell'articolo 444 del Codice di procedura penale, per reati gravi in danno dello Stato o della
Comunità che incidono sulla moralità professionale; è comunque causa di esclusione la condanna,
con sentenza passata in giudicato, per uno o più reati di partecipazione a un'organizzazione
criminale, corruzione, frode, riciclaggio, quali definiti dagli atti comunitari citati all'articolo 45,
paragrafo 1, Direttiva CE 2004/18: l'esclusione e il divieto operano, nel caso delle imprese, se la
sentenza o il decreto sono stati emessi nei confronti del titolare o del direttore tecnico se si tratta di
impresa individuale; dei soci o del direttore tecnico, se si tratta di società in nome collettivo; dei soci
accomandatari o del direttore tecnico se si tratta di società in accomandita semplice; degli
amministratori muniti di potere di rappresentanza o del direttore tecnico o del socio unico persona
fisica, ovvero del socio di maggioranza in caso di società con meno di quattro soci, se si tratta di
altro tipo di società o consorzio. In ogni caso l'esclusione e il divieto operano anche nei confronti dei
soggetti cessati dalla carica nell'anno antecedente la data di pubblicazione del bando di gara, qualora
l'impresa non dimostri che vi sia stata completa ed effettiva dissociazione dalla condotta penalmente
sanzionata; l'esclusione e il divieto in ogni caso non operano quando il reato è stato depenalizzato
Pagina 2 di 8
ovvero quando è intervenuta la riabilitazione ovvero quando il reato è stato dichiarato estinto dopo la
condanna ovvero in caso di revoca della condanna medesima;
non applicazione nei propri confronti della sanzione interdittiva di cui all'articolo 9, comma 2, lettera
c), del D.Lgs.8 giugno 2001 n. 231 o di altra sanzione che comporta il divieto di contrarre con la
pubblica amministrazione.
E. CONDIZIONI GENERALI
Per partecipare alla gara gli interessati dovranno presentare, a pena di esclusione e tassativamente entro il
termine sotto indicato e secondo le condizioni di seguito riportate:
Documentazione amministrativa, contenente la Domanda di partecipazione, corredata dalla fotocopia
del documento di identità del sottoscrittore e le altre dichiarazioni richieste (Busta A);
Offerta economica, redatta in bollo (Busta B).
Il plico unico contenente la documentazione amministrativa (Busta A) e l'offerta economica (Busta B), pena
l'esclusione dalla gara stessa, deve essere sigillato con cera lacca o nastro adesivo non removibile e
controfirmato su tutti i lembi di chiusura e deve pervenire perentoriamente entro e non oltre il 14/10/2014 ore 12,00, esclusivamente a COPIT S.p.A., via Filippo Pacini, 47 – Pistoia – 51100, a mezzo raccomandata
A/R del servizio postale, ovvero mediante agenzia di recapito autorizzata o mediante consegna a mano alla
Segreteria della Direzione di COPIT S.p.A., via Filippo Pacini, 47 – Pistoia (orario lunedì – mercoledì –
giovedì: 8,30 – 12,30/14,30 – 16,30; martedì e venerdì: 8,30 – 12,30), che ne rilascerà apposita ricevuta. Il
recapito tempestivo del plico rimane ad esclusivo rischio del mittente.
Il plico deve recare all'esterno la denominazione del soggetto che presenta offerta, il suo Codice Fiscale e/o
la Partiva IVA e l’indirizzo della sua sede legale, numero di fax e/o indirizzo di posta elettronica certificata
al quale il soggetto intende ricevere le comunicazioni, l'oggetto della gara, la dicitura “Non aprire” o
equivalente. Non saranno in alcun caso presi in considerazione i plichi pervenuti oltre il suddetto termine
perentorio di scadenza, anche indipendentemente dalla volontà del concorrente ed anche se spediti prima del
termine medesimo. Ciò vale anche per i plichi inviati a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento, a
nulla valendo la data di spedizione risultante dal timbro postale dell'agenzia accettante; tali plichi non
verranno aperti e saranno considerati come non consegnati.
Il plico unico deve contenere al suo interno due buste, a loro volta sigillate con cera lacca o nastro adesivo e
controfirmate sui lembi di chiusura, recanti l'intestazione del mittente, l'oggetto della gara e la dicitura,
rispettivamente, "A - Documentazione amministrativa" e "B-Offerta economica".
La busta A " Documentazione amministrativa " dovrà contenere, a pena di esclusione, i seguenti
documenti:
1) Domanda di partecipazione alla gara redatta in lingua italiana, datata e sottoscritta dallo stesso soggetto
che sottoscrive l'offerta economica;
2) Dichiarazione sostitutiva in carta semplice, ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. 20 dicembre 2000, n.
445, avente — a pena di esclusione — il seguente contenuto:
i.
Indicazione del soggetto che dovrà acquistare il fabbricato e i terreni annessi, nonché dei dati e della
qualifica di chi sottoscrive l'offerta e la dichiarazione. In particolare:
per le persone fisiche e i titolari di impresa individuale: indicazione di nome, cognome, luogo e
data di nascita, domicilio, codice fiscale del sottoscrittore;
per le società o altri enti iscritti nel Registro delle Imprese: indicazione di denominazione o
ragione sociale, sede legale, codice fiscale e partita IVA, dati anagrafici di tutti i soci per le
società in nome collettivo e dei soci accomandatari per le società in accomandita semplice,
generalità del sottoscrittore rappresentante legale e degli altri eventuali legali rappresentanti per
gli altri tipi di società, indicazione del numero, luogo e data di iscrizione al Registro delle
Imprese;
per gli enti pubblici e per le amministrazioni pubbliche di cui all'art. 1, comma 2, del D. Lgs. 30
marzo 2001, n. 165: indicazione della denominazione, sede legale, codice fiscale e partita IVA,
generalità del sottoscrittore rappresentante legale e/o negoziale che opera in nome e per conto
dell'Ente ed indicazione dei riferimenti della relativa deliberazione o determinazione a contrarre;
Pagina 3 di 8
ii.
iii.
iv.
v.
vi.
per le associazioni e i soggetti non iscritti nel Registro delle Imprese: indicazione di
denominazione o ragione sociale, sede legale, dati fiscali, generalità del sottoscrittore
rappresentante e degli altri eventuali legali rappresentanti;
Indicazione del possesso dei requisiti di cui al punto D;
In caso di offerta in nome e per conto di terzi: indicazione dei dati relativi al sottoscrittore, dei dati
relativi al soggetto sul quale ricadranno gli effetti dell'aggiudicazione nonché gli estremi dell'atto
notarile di riferimento della procura speciale, da allegare a pena di esclusione, per partecipare alla
gara; oppure, specificazione che si tratta di offerta per persona da nominare;
Attestazione che il sottoscrittore si trova nel pieno e libero godimenti dei diritti civili e politici;
Attestazione - resa dal soggetto interessato se persona fisica o da ciascuno dei suoi legali
rappresentanti e procuratori se si tratta di persona giuridica, nonché da ciascuno dei soci, se si tratta
di società in nome collettivo, dai soci accomandatari se si tratta di società in accomandita semplice,
dagli amministratori muniti di potere di rappresentanza se si tratta di altro tipo di società - che non
sono pendenti nei propri confronti procedimenti per l'applicazione di una delle misure di prevenzione
di cui all'articolo 6 del D.Lgs. n. 159 del 2011 o di una delle cause ostative previste dall'articolo 67
del D.Lgs. n. 159 del 2011;
Attestazione - resa dal soggetto interessato se persona fisica o da ciascuno dei suoi legali
rappresentanti e procuratori se si tratta di persona giuridica, nonché da ciascuno dei soci, se si tratta
di società in nome collettivo, dei soci accomandatari se si tratta di società in accomandita semplice,
degli amministratori muniti di potere di rappresentanza se si tratta di altro tipo di società - che nei
propri confronti non è stata pronunciata sentenza di condanna passata in giudicato, o emesso decreto
penale di condanna divenuto irrevocabile, oppure sentenza di applicazione della pena su richiesta, ai
sensi dell'art. 444 del Codice di procedura penale, per reati gravi in danno dello Stato o della
Comunità che incidono sulla moralità professionale o per i reati di partecipazione ad una
organizzazione criminale, corruzione, frode, riciclaggio; tutti gli eventuali provvedimenti penali
comunque pronunciati nei propri confronti vanno dichiarati dal concorrente, compresi quelli per i
quali è stato concesso il beneficio della non menzione, fatta eccezione per le condanne per le quali
sia intervenuto provvedimento di revoca o riabilitazione ai sensi dell’art. 178 Codice penale o
formale dichiarazione di estinzione del reato dopo la condanna e per quelle riferite a reati
successivamente depenalizzati;
Attestazione che nei propri confronti non è stata applicata la sanzione interdittiva di cui all'art. 9,
comma 2, lett. c), del D. Lgs. 8 giugno 2001, n. 231 o altra sanzione che comporta il divieto di
contrarre con la pubblica amministrazione;
Attestazione che l'impresa individuale o societaria è iscritta nel Registro delle Imprese e non si trova
in stato di fallimento, di liquidazione coatta, di concordato preventivo e che nei propri riguardi non è
in corso un procedimento per la dichiarazione di una di tali situazioni;
3) Dichiarazione, a pena di esclusione:
i.
di aver verificato lo stato di fatto e di diritto in cui si trovano il fabbricato e i terreni messi in vendita,
anche con riferimento alla situazione amministrativa, catastale, edilizia ed urbanistica;
ii.
di aver preso conoscenza e di accettare integralmente tutte le condizioni riportate nel presente Bando
di gara, senza alcuna riserva o condizione;
iii.
di impegnarsi a corrispondere il prezzo offerto in sede di gara secondo le modalità di pagamento
contenute nel punto I del Bando stesso;
4) Per il partecipante che non sia persona fisica, copia dell’atto costitutivo del partecipante o dell’analoga
documentazione prevista dalle norme dello Stato in cui sia stabilito;
5) Fotocopia del documento di identità del/i sottoscrittore/i;
6) Per chi agisce per procura speciale: originale o copia conforme all'originale della relativa procura notarile;
7) Documento attestante l’avvenuta costituzione, a pena di esclusione, di una garanzia per le obbligazioni
derivanti dalla presentazione dell'offerta e dall'aggiudicazione (ivi compresi la stipula del Contratto e il
pagamento del prezzo). La predetta garanzia dovrà essere di importo pari al 10% del prezzo a base d'asta
e dovrà essere costituita secondo le modalità e nei termini di cui al successivo punto G).
Sono ammesse offerte:
Pagina 4 di 8
per procura speciale, da presentare, a pena di esclusione, in originale o copia autentica, purché sia stata
conferita con atto pubblico o scrittura privata autenticata; non sono validi i mandati di procura generale né
le semplici deleghe;
per persona da nominare, secondo le modalità di cui all'art. 81 del Regio Decreto 23 maggio 1924, n. 827,
di seguito riportate: l'offerente, purché egli stesso abbia i requisiti necessari per essere agli incanti e la
garanzia sia a lui intestata, può dichiarare la persona all'atto dell'aggiudicazione provvisoria, ovvero entro
il termine di tre giorni dall'aggiudicazione stessa, presentando contestualmente identica garanzia, con gli
stessi requisiti di cui al successivo punto G, validamente prestata nell'interesse della persona da nominare,
che andrà a sostituire a tutti gli effetti l'analoga garanzia presentata dall'offerente. Qualora l'offerente non
renda la prevista dichiarazione nel termine utile — ovvero la persona dichiarata non accetti al momento
dell'aggiudicazione, se presente alla stessa, o entro i tre giorni successivi, ovvero non abbia i requisiti
necessari per concorrere all'asta o in generale per assumere obbligazioni o per stipulare contratti —
l'offerente stesso sarà considerato, a tutti gli effetti legali, come vero ed unico aggiudicatario.
La Busta B “Offerta economica" dovrà contenere:
L'offerta economica dovrà essere redatta in bollo (€ 16,00), in lingua italiana, sottoscritta dal rappresentante
legale e dovrà specificare, a pena di esclusione:
prezzo offerto, oltre che in cifre anche in lettere, ai sensi del Bando di gara. Non saranno ammesse offerte
in ribasso, parziali, condizionate, indeterminate ovvero recanti cancellazioni, aggiunte o correzioni non
espressamente approvate con postilla firmata dall'offerente. In caso di discordanza tra l'importo in cifre e
quello in lettere, in applicazione dell’art. 72 del R.D. n. 827 del 1924, sarà considerata valida l'offerta più
vantaggiosa per FAP S.r.l.;
la dichiarazione che l'offerta economica presentata è incondizionata, ferma, vincolante, irrevocabile, ai
sensi dell'art. 1329 Codice civile, fino a 180 giorni dalla data di scadenza di presentazione delle offerte
prevista dal Bando di gara.
F. SISTEMA DI AGGIUDICAZIONE
La gara sarà aggiudicata alla presenza del Liquidatore di FAP S.r.l. con il metodo dell'asta pubblica, ai sensi
dell'art. 73, comma 1, lettera c) del R.D. n. 827 del 1924, per mezzo di "offerte segrete", da porre a confronto
col prezzo a base d'asta. L'aggiudicazione avverrà in favore del soggetto che, in possesso dei requisiti
richiesti, avrà offerto il prezzo più elevato rispetto a quello posto a base d'asta. Non sono ammesse offerte a
ribasso.
Il Liquidatore, constatata la conformità formale dei plichi rispetto a quanto stabilito dal Bando, nonché
l'integrità degli stessi, procederà alla verifica della documentazione presentata, all'ammissione delle offerte
idonee ed alla successiva apertura delle buste contenenti le offerte economiche. Il Liquidatore procederà,
quindi, alla lettura delle offerte economiche, tra quelle valide pervenute, indicando, poi, tra le valide
pervenute, quelle con il prezzo più alto rispetto alla base d'asta. Quindi procederà all'aggiudicazione
provvisoria in favore del concorrente che, in possesso dei requisiti, abbia offerto il maggior prezzo rispetto a
quello a base d'asta. La gara sarà aggiudicata anche in caso di una sola offerta utile e valida, purché superiore
o uguale al prezzo a base d'asta. Le offerte inferiori al prezzo a base d'asta non saranno considerate valide e
verranno escluse dalla gara.
Nel caso di parità di offerta tra due o più concorrenti, tutti in possesso dei necessari requisiti, che risultasse
essere anche l'offerta più alta, il Liquidatore inviterà i concorrenti che hanno proposto il medesimo prezzo
migliore a far pervenire, entro il termine stabilito nella medesima seduta pubblica, una ulteriore offerta
migliorativa. In caso di ulteriore parità si procederà al sorteggio pubblico, a norma dell’art. 77 del R.D.
n. 827 del 1924.
Dell'esito della procedura di aggiudicazione sarà redatto apposito verbale. L'aggiudicazione provvisoria al
soggetto che avrà presentato l'offerta più alta avrà effetti obbligatori e vincolanti per l'aggiudicatario, ma non
per FAP S.r.l..
FAP S.r.l. si riserva comunque la facoltà di sospendere o revocare, in qualunque momento, la procedura e/o
di non procedere alla vendita, a suo insindacabile giudizio, senza che possa essere avanzata alcuna pretesa o
responsabilità nei suoi confronti.
Per quanto non previsto, si applicano le disposizioni di cui agli artt. 76 e ss. del R.D. n. 827 del 1924.
Pagina 5 di 8
G. GARANZIE DI ESECUZIONE DEL CONTRATTO
I concorrenti sono obbligati a costituire una garanzia ai sensi dell'art. 54 del R.D. n. 827 del 1924, pari al
10% del prezzo a base d'asta.
La garanzia delle obbligazioni derivanti dalla presentazione dell'offerta e dall'aggiudicazione, ivi compresi la
stipula del Contratto e il pagamento del prezzo per la vendita, dovrà essere costituita, a scelta dell'offerente,
sotto forma di fideiussione bancaria, assicurativa o rilasciata dagli intermediari iscritti nell'albo di cui
all'articolo 106 del D.Lgs. 1 settembre 1993, n. 385 o mediante assegno circolare emesso in favore di FAP
S.r.l..
È salvo in ogni caso l'esperimento di ogni altra azione da parte di FAP S.r.l. qualora la garanzia risultasse
insufficiente ed il diritto al risarcimento del maggiore danno.
La garanzia dovrà permanere per 180 giorni e comunque fino alla fine del periodo necessario
all’adempimento di tutte le obbligazioni derivanti dalla presentazione dell'offerta, dall'aggiudicazione e dalla
stipula del Contratto, incluso il pagamento del prezzo per la vendita, e lo svincolo della stessa sarà
autorizzato dal Responsabile del Procedimento, in assenza di controversie.
Nel caso dei concorrenti non aggiudicatari, la garanzia dovrà permanere fino all’aggiudicazione definitiva e
lo svincolo della stessa, anche in questo caso, sarà autorizzato dal Responsabile del Procedimento.
La mancata costituzione della garanzia determina l’esclusione dalla gara.
Pena l'esclusione, la garanzia deve prevedere espressamente:
impegno che, in caso di mancata estinzione di tutte le obbligazioni oggetto della garanzia entro il
termine di 180 giorni, la garanzia sarà prorogata per ulteriori 180 giorni;
la rinuncia al beneficio della preventiva escussione del debitore principale;
la rinuncia all'eccezione di cui all'articolo 1957, comma 2, del Codice Civile;
l'operatività della garanzia medesima entro quindici giorni, a semplice richiesta scritta di FAP S.r.l..
H. STIPULAZIONE DEL CONTRATTO DI VENDITA
FAP S.r.l. comunicherà l'esito all'aggiudicatario provvisorio, con lettera raccomandata A/R o posta
elettronica certificata. L'aggiudicatario sarà contestualmente invitato ad indicare, entro 10 (dieci) giorni dalla
data di ricezione della missiva, il nome del Notaio presso il quale intende effettuare la stipulazione del
contratto, attraverso persona munita dei necessari poteri di rappresentanza.
La mancata e non giustificata presentazione dell'aggiudicatario alla firma del contratto, la cui stipula dovrà
avvenire entro il termine di 40 (quaranta) giorni dalla data di aggiudicazione definitiva, comporta per
l'aggiudicatario medesimo la decadenza dall'acquisto, con conseguente violazione dei doveri di
responsabilità precontrattuale in capo all'acquirente e il diritto per FAP S.r.l. di procedere all’escussione della
garanzia, salvo azione di maggior danno da far valere in sede competente, e di procedere alle stesse
condizioni alla stipula del contratto con il soggetto successivamente classificato, previa verifica dei requisiti
dichiarati.
Tutte le spese contrattuali, ivi comprese le spese notarili, imposte, diritti, commissioni, ecc., saranno
integralmente a carico dell'aggiudicatario stesso, come previsto dall’art. 62 del R.D. n. 827 del 1924.
I. PREZZO D'ACQUISTO
Il contraente deve provvedere al versamento dell'intero prezzo di vendita mediante assegno circolare o
bonifico a favore di FAP S.r.l., tassativamente entro la data della stipulazione del contratto, al netto della
cauzione già incamerata (ove la garanzia sia stata costituita in tale forma), pena l’escussione della garanzia e
la decadenza da ogni diritto conseguente l'aggiudicazione, fatti salvi i maggiori danni. Copia della ricevuta di
versamento e della garanzia prestata dovranno essere esibite al Notaio che interviene nella transazione,
affinché ne sia dato atto nel contratto.
Nel caso in cui il contraente non provveda, nei tempi e alle condizioni stabilite nel contratto, ad effettuare il
versamento dell’intero prezzo di vendita, FAP S.r.l. procederà alla stipula del contratto con il soggetto
successivamente classificato, previa verifica dei requisiti dichiarati.
J. PUBBLICAZIONE
Il presente Bando sarà pubblicato mediante avviso sul sito web istituzionale di COPIT S.p.A.
(www.copitspa.it) e affisso all’Albo pretorio del Comune di Pistoia.
Pagina 6 di 8
I contenuti del bando saranno anche divulgati mediante annunci sulla stampa locale e l’affissione di
manifesti nelle località interessate.
K. ACCESSO ALLA DOCUMENTAZIONE DI GARA E NOTIZIE INTEGRATIVE
Sul sito internet di COPIT S.p.A., all'indirizzo www.copitspa.it, sono disponibili il bando di gara e i modelli
utilizzabili in modo facoltativo per partecipare alla gara. In caso di utilizzo di tali modelli, il partecipante è
comunque tenuto a verificarne la congruità con il proprio stato e con quanto richiesto dal presente Bando,
con esonero di FAP S.r.l. da ogni responsabilità.
Ogni informazione necessaria per la formulazione dell'offerta dovrà essere richiesta esclusivamente via email all'indirizzo: [email protected]
Chiarimenti ed informazioni relative al presente Bando possono essere richiesti, esclusivamente per iscritto,
al Responsabile del procedimento. Le richieste scritte dovranno pervenire non oltre cinque giorni prima del
termine stabilito al precedente punto E per la ricezione delle domande di partecipazione. FAP S.r.l.
risponderà alle richieste di chiarimenti in merito al presente Bando nel sito internet: www.copitspa.it
L. DATA DI SVOLGIMENTO DELLA GARA
La gara sarà esperita, in seduta pubblica, secondo le modalità del presente bando, presso la sede di COPIT
S.p.A., via Filippo Pacini, 47 – Pistoia – 51100, il giorno 14/10/2014, alle ore 14,30.
FAP S.r.l. si riserva, comunque, la facoltà di non procedere all'espletamento della gara ovvero di disporre il
rinvio del termine predetto. Possono presenziare alle sedute pubbliche i legali rappresentanti delle società o
degli enti partecipanti o, in alternativa, le persone munite di specifica delega conferita dai rispettivi
rappresentanti legali ovvero le persone fisiche che abbiano fatto richiesta di partecipare alla gara.
M. TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI
Ai sensi dell'art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 "Codice in materia di protezione dei dati personali", si
informa che:
i dati saranno trattati per finalità connesse all'espletamento delle fasi di gara, nonché alla stipula ed
all'esecuzione del contratto;
i dati saranno trattati con modalità manuali, informatiche e/o telematiche secondo le finalità indicate;
il conferimento dei dati è facoltativo ma necessario per partecipare alla gara;
la conseguenza di un eventuale rifiuto di rispondere consiste nell'esclusione dalla gara o nella decadenza
dall'aggiudicazione;
i dati potranno essere comunicati alle seguenti categorie di soggetti: concorrenti che partecipano alla
gara, ogni altro soggetto che abbia interessi ai sensi della legge n. 241 del 1990;
l'interessato potrà esercitare i diritti previsti dall'art. 7 del D.Lgs. n. 196 del 2003, tra cui la
cancellazione, la rettifica, l'integrazione rivolgendosi presso il Titolare del trattamento;
Titolare del trattamento è FAP S.r.l. con sede in via Filippo Pacini, n. 47, Pistoia.
N. CONTROVERSIE
Per tutto quanto non previsto dal presente avviso, si fa riferimento al Regio Decreto 23 maggio 1924, n. 827
“Regolamento per l'amministrazione del patrimonio e per la contabilità generale dello Stato”, nonché a tutte
le altre norme in materia.
Tutte le controversie concernenti il presente bando e il successivo contratto, o comunque connesse, che
dovessero insorgere fra le parti, saranno risolte da un Collegio Arbitrale di tre arbitri dei quali i primi due,
nominati da ciascuna delle parti in causa, e il terzo, con funzioni di Presidente del Collegio, nominato
direttamente dalla Camera Arbitrale istituita presso la Camera di Commercio Industria Artigianato e
Agricoltura di Pistoia. Il Collegio deciderà in via rituale, secondo diritto, nel rispetto del Regolamento della
Camera Arbitrale di Pistoia, vigente al momento della stipula del presente Contratto, e delle norme
inderogabili del Codice di Procedura Civile.
O. RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Ai sensi della Legge n. 241 del 1990, il Responsabile del procedimento è il Dr. Giuliano Martignoli, in
qualità di Liquidatore di FAP S.r.l..
Pagina 7 di 8
Dr. Giuliano Martignoli
Liquidatore F.A.P. S.r.l.
Pagina 8 di 8
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
243 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content