close

Enter

Log in using OpenID

Besanese n. 221 - Comune di Besana in Brianza

embedDownload
lbesanese
il besanese periodico di informazione del comune di besana in brianza
n. 4 2014
BESANESE_221_170x240 06/10/14 09:02 Pagina 1
221
www.comune.besanainbrianza.mb.it
Besana per la Pace
A nuovo la palestra delle Medie
Carpooling per andare a scuola
Speciale Tributi
Il nuovo dirigente scolastico si presenta
BESANESE_221_170x240 06/10/14 09:02 Pagina 2
I grandi temi
Besana per la Pace
Il Comune aderisce
alla Marcia Perugia-Assisi
4
Sommario
Palestra
Assessorati: Lavori Pubblici 5
Al via i lavori di riqualificazione
Asilo Nido
Assessorati: Servizi Sociali
Un giorno tra i bambini
6
Nuova mobilità
Assessorati: Trasporti
A scuola con il carpooling
7
Speciale Tributi
Assessorati: Bilancio
Imu, Tari e Tarsi
Istruzioni e informazioni
11
Intervista
Scuola
Elisabetta Biraghi
nuovo dirigente
15
Anniversario
Cooperativa Solaris
30 anni di attività
16
Sangalli
Bimestrale d’informazione del
Comune di Besana in Brianza
Autorizzazione del Tribunale di Monza
in data 4.1.1972, numero 210
Tiratura 7300 copie - Pubblicità inferiore al 70%
Direttore Responsabile
Dario Redaelli
Comitato di Redazione
A. Alfieri, R. Carena, D. M. Crippa,
S. Pozzi, E. Pozzoli, A. Riva,
M. Russo, E. Sanvito
Hanno collaborato
Elena Crippa, Alice Giovenzana,
Gruppi Consiliari, Maddalena Mauri,
Luigi Pirovano, Giuliano Villa, Fabio Vismara
Copertina
Gentile Sangalli:
I campanili di Vergo Zoccorino
Il successo nel presente è legato
a cosa si è fatto nel passato
Servizio fotografico
Gentile Sangalli
Progetto Grafico
Edizioni GR s.r.l. by Valerio Bovati
Impaginazione e Stampa
Edizioni GR s.r.l. - Besana Brianza
Direzione e Redazione
Ufficio Servizi Demografici
Comune di Besana in Brianza
Telefono 0362.922021
2
Il giornale è stampato su carta ecologica
BESANA IN B.ZA - Viale Kennedy, 111 - Tel. 0362.96116 - Fax 0362.915824
www.sangalliauto.it
BESANESE_221_170x240 06/10/14 09:02 Pagina 3
Valori e famiglia
per costruire il futuro
D
opo la pausa estiva ricominciano le attività
su tutti i fronti.
Da quello lavorativo alle prese con
una crisi che non accenna a diminuire, in attesa dei provvedimenti
sull’occupazione che il Governo,
con qualche fatica, sta prendendo,
soprattutto per ridare fiducia al
44% dei giovani (ultime stime) che
sono ancora senza lavoro. A quello
amministrativo, con i cronici problemi legati a risorse sempre meno
consistenti a disposizione dei Comuni e bisogni sociali sempre più
grandi, per far fronte ai quali non
resta che ricorrere a qualche prelievo fiscale in più. Pagare le tasse,
per nostra mentalità, è sempre
qualcosa di negativo. Nel nostro
piccolo, dove gli amministratori oltre a spendere badano anche a risparmiare, pagare le tasse può
essere vissuto come un gesto di
solidarietà, perché gli introiti sono
destinati in massima parte a mantenere i servizi, garantendo la loro
fruibilità anche a coloro che non
hanno la possibilità (e sono in aumento) di sostenerne l’onere. Letto in questa prospettiva il bollettino dell’IMU o della TASI può diventare meno antipatico. Ricomincia a
girare anche la macchina della
scuola, che vede studenti e insegnanti impegnati a costruire il futuro della nostra Comunità, non
solo locale, ma anche nazionale
ed Europea. Credo che questa
convinzione debba animare tutto il
mondo scolastico, soprattutto gli
insegnanti, chiamati ad un compito non facile, che spesso va oltre
la semplice trasmissione delle conoscenze, ma attraversa anche la
fase educativa e della formazione
della personalità dei ragazzi. Nessuna sostituzione alla famiglia,
che nel processo educativo scolastico, a mio avviso, deve riconoscere e rispettare il delicato ruolo
dei docenti, ma sicuramente
un’attenzione in più, in un tempo
in cui la compagine famigliare attraversa grandi difficoltà di relazione e chi è in formazione, come i
ragazzi, rischia di non avere un
supporto sufficiente. Anche agli
studenti viene richiesto un contributo di impegno nello studio e nella conoscenza, non solo per soddisfazione personale che a volte distacca dagli altri, ma nella convinzione che ciò che si apprende poi
si deve condividere per costruire
insieme una società più solidale.
Quindi imparare nozioni, ma anche vivere insieme agli altri, studenti e insegnanti, relazioni positive e rispettose. Salutiamo il nuovo
Dirigente Elisabetta Biraghi che
prende con entusiasmo il posto
dell’uscente Maria Luisa Sironi.
Riprende a pieno regime anche
l’attività delle famiglie, che l’estate
rallenta solo un po’. Il compito dei
genitori, non si esaurisce e non va
in ferie: la famiglia è il luogo primo
della vita dell’individuo, dove sperimenta gli affetti, dove viene riconosciuto e valorizzato per se stesso, ed è anche luogo di quotidiana
esperienza di relazione e di vita
sociale.
La filosofia di vita che oggi va per la
maggiore nella civiltà occidentale
rischia di snaturare questa sua dimensione originale e insostituibile
e sono molte le situazioni di disagio
e di crisi. La precarietà del legame
coniugale è una delle caratteristiche del mondo contemporaneo
che indebolisce la famiglia e la
rende più fragile. Ci sono poi la cultura, le ristrettezze economiche
che smembrano le famiglie, una
falsa concezione della libertà, la
paura dell’impegno, stili di vita,
mode, spettacoli, che mettono in
dubbio il valore del matrimonio, fino
a propagare l’idea che il dono reciproco degli sposi fino alla morte sia
qualcosa di impossibile. Se a ciò
aggiungiamo l’invasione, da parte
di un individualismo radicale, di numerose sfere dell’attività umana, a
partire dalla vita economica: concorrenza spietata, competizione in
tutti i campi, disprezzo degli emarginati, solo così possiamo capire
quale difficile momento stia attraversando l’istituzione familiare. È
allora importante subito riflettere
sull’importanza della famiglia, per
il futuro delle nuove generazioni e
della società, operando per difenderla sul piano economico, e costruire intorno ad essa una società
fraterna e solidale. Ma non basta.
Papa Francesco nella sua umanissima catechesi propone alle famiglie tre parole da vivere ogni giorno
per diventare veri luoghi educativi
e di relazioni profonde: “Permesso
per non essere mai invadenti. Grazie per saper sempre riconoscere
quello che l’altro ha fatto per me.
Scusa, parola un po’ difficile da
dire, ma necessaria perché tutti noi
sbagliamo”. Un piccolo grande programma alla portata di tutti.
Dario Redaelli
Editoriale
Riflessioni alla ripresa delle attività
dopo la pausa estiva
3
BESANESE_221_170x240 06/10/14 09:02 Pagina 4
Besana per la Pace
Grandi Temi
Sessanta besanesi in marcia da Perugia ad Assisi
testimoni di fraternità
D
omenica 19 ottobre si
svolgerà la 20a Marcia
della Pace, che si snoda tra Perugia ed Assisi per circa
25 km. Obiettivo della Marcia è da
sempre quello di puntare l’attenzione sul bisogno di Pace, ragionando insieme su cosa è la Pace e
sulle modalità, necessarie, per perseguirla tutti insieme.
Già nella Dichiarazione universale
dei diritti umani del 1948 si parla
di pace. L’articolo 28 – Ogni individuo ha diritto ad un ordine sociale
e internazionale nel quale i diritti e
le libertà enunciati in questa Dichiarazione possono essere pienamente realizzati –, pur non citandola mai direttamente, pone la Pace
come aspetto fondamentale per la
vita di ogni individuo e per il vivere
comune. Un’idea di Pace “positiva”
(N. Bobbio), che veda le persone e
gli enti a livello locale, nazionale ed
internazionale impegnati nella costruzione di relazioni tra istituzioni e
di politiche di cooperazione, attuabili
per mezzo di un percorso di cambiamento sociale che può essere
possibile solo con la messa al centro della promozione dell’uguaglianza e della giustizia sociale, del
sostegno a uno sviluppo politico ed
economico dei Paesi delle zone
meno sviluppate del mondo. Quindi
non un’idea di Pace “negativa”, cioè
solo come periodo di assenza di
guerra, in cui gli Stati si preparano
per eventuali situazioni belliche.
Nel 1984 l’Assemblea Generale
delle Nazioni Unite (con risoluzione
39/11 del 12 novembre 1984) definisce la pace come un diritto di
tutti i popoli, rimarcando che la
promozione di tale diritto deve essere un obbligo fondamentale di
tutti gli Stati, che devono impegnarsi ad abbandonare il ricorso
della forza nelle relazioni internazionali con altri Stati.
Per rimarcare con forza l’importanza dell’impegno alla costruzione
della Pace il Comune di Besana –
nell’attesa di aderire nuovamente, il
prossimo anno, al Coordinamento
Nazionale degli Enti Locali per la
Pace e i Diritti Umani – ha aderito
al Comitato organizzatore della
ventesima edizione della Marcia
Perugia-Assisi per la Pace e la Fraternità. Da Besana partirà inoltre un
pullman di 60 persone che si uniranno ad altre migliaia per condividere insieme un momento di
fraternità, confronto e riflessione
sui temi della pace, che non può
essere vista come un qualcosa calato dall’alto, ma come un esercizio
• Tende da sole
• Grate di sicurezza
• Pergolati
PRODUZIONE SHOW ROOM
4
Calò - Via Lovati, 29
Tel. 333.2377648
www.cortende.it
[email protected]
22066 Mariano C.se (Co)
Via Matteotti, 9G
Telefono 031.3551344
Fax 031.3554028
quotidiano, una ricerca nelle piccole cose. Ciò significa mettere al
centro di ogni azione, sociale ed
anche amministrativa, la dignità di
tutte le persone, riconoscendone
diritti e differenze. Significa ripensare al concetto di solidarietà tra i
popoli e tra le generazioni, ridandogli un significato più profondo del
mero scambio economico, ma di
collaborazione, di trasmissione fattiva di saperi e di supporto, di eliminazione delle differenze e delle
ingiustizie sociali. Significa portare
avanti un progetto di Educazione
alla Pace, che preveda una domanda di giustizia sociale, di pari
opportunità e di accesso a beni primari quali cibo ed acqua e di difesa
dei beni comuni, di diritto all’istruzione e a un lavoro dignitoso, di disarmo e non violenza, di pari
dignità alle persone con diverse
culture e religioni, di non prevaricazione sull’altro, di non discriminazione. Un’Educazione alla Pace,
quindi, che passi dal pensiero della
cura temporanea dei mali del
mondo, al pensiero dell’avere a
cuore e preoccuparsi tutti insieme
e costantemente degli altri, dell’umanità, secondo la lezione di
Don Milani del concetto di “I care”.
Sonia Pozzi
• Tende per interni
• Veneziane
• Zanzariere
BESANESE_221_170x240 06/10/14 09:02 Pagina 5
Restyling per la palestra
delle scuole Medie
F
inalmente la palestra della scuola media, dopo
tanti anni di onorato servizio prestato a diverse generazioni
di studenti e alle associazioni
sportive della nostra comunità, si
avvia ad un meritato restyling. Il
problema, sollevato a più riprese
negli ultimi anni soprattutto dalla
scuola, affrontato ma non ancora
risolto dalle amministrazioni comunali che si sono susseguite anni per la mancanza di risorse sufficienti ha trovato una soluzione.
Entro fine anno infatti saranno
conclusi i lavori di riqualificazione
che la renderanno maggiormente
fruibile a studenti e sportivi besanesi. Il motivo di questa positiva
conclusione della vicenda sta nel
reperimento dei fondi necessari,
stimati, secondo il progetto definitivo approvato nel mese di settembre, in 152.000,00. Già nel mese
di gennaio qualcosa si era mosso:
dopo l’analisi delle opere da eseguire è stato affidato allo studio
Gatti di Besana il progetto di riqualificazione della palestra, necessario per partecipare al bando
regionale per l’assegnazione di
contributi per la sistemazione di
palestre scolastiche ad uso pubblico. Purtroppo però la richiesta,
pur essendo stata ammessa dalla
Regione e dichiarata valida, non è
stata finanziata perché nel frattempo i fondi sono stati esauriti.
Per fortuna però il progetto ha potuto salvarsi, come si suol dire, in
corner: il Governo Renzi, tra i suoi
provvedimenti a favore degli Enti
locali ha infatti stabilito che le
spese di investimento per edilizia
scolastica già nel 2014 potessero
essere scorporate dal tetto di
spesa del “patto di stabilità”, sbloccando di fatto la situazione.
Il Comune ha quindi richiesto all’Amministrazione centrale di avvalersi di questa possibilità, ottenendo risposta positiva con Decreto del
13 giugno scorso.
All’inizio di settembre la Giunta ha
quindi approvato il progetto definitivo esecutivo, predisposto dallo
Studio Gatti, che già aveva presentato il primo progetto inviato in Regione assegnando i relativi lavori,
che, come si è detto dovranno concludersi entro la fine del 2014.
Da settembre la palestra quindi è
stata messa a disposizione dell’impresa che effettuerà i lavori dirottando le attività scolastiche sulla
palestra “Monti” e quella dei gruppi
sportivi su altre strutture comunali
e private. Quali sono i lavori che
verranno effettuati? Anzitutto verrà
rifatta integralmente la pavimentazione, ormai degradata, consolidando la preesistente con una
nuova composta “da teli in PVC con
finiture in poliuretano e superficie
antisdrucciolevole”, bicolore, per
delimitare i diversi campi per le attività sportive e molto più resistente
ad un uso continuato.
Verranno poi sostituite le attrezzature sportive fisse e messo in sicurezza l’ambiente della palestra
(pilastri e sporgenze) oltre all’istallazione di vetri antisfondamento.
Verranno anche modificate le posizioni delle porte di accesso, per impedire che, in caso di forti piogge
l’acqua piovana penetri nella palestra. Sempre nella parte esterna si
prevede inoltre di sistemare la
scala di accesso, posizionare una
copertura sopra la stessa e rifare
l’intonaco ammalorato istallando
un corrimano di sicurezza, oltre a
potenziare l’impianto di illuminazione esterna. Una delle novità
principali sarà la creazione di un
accesso indipendente rispetto alla
palestra, ricordando che attualmente si accede direttamente allo
spazio di gioco. Verranno rifatti gli
spogliatoi, posizionando nuove
docce a tempo, nell’ottica del risparmio energetico e sarà rifatto il
pavimento in gres con un nuovo di
materiale antiscivolo.
Infine un importante intervento in
tema di igiene e salute: sarà rifatto
anche l’impianto idrico per prevenire l’insorgere della legionella.
L’assegnazione dei lavori avverrà
con procedura d’urgenza per permetterne la conclusione entro il
termine stabilito dalle norme del 31
dicembre. Dopo le vacanze natalizie dunque la struttura sarà nuovamente disponibile a scuola e
cittadini.
Dario Redaelli
Assessorati Lavor Pubblici
Entro fine anno la struttura riqualificata sarà disponibile
5
BESANESE_221_170x240 06/10/14 09:02 Pagina 6
Un giorno al Nido
p
Assessorati Servizi Sociali
Un’opportunità educativa per i bimbi
e un sostegno alla famiglia
6
C
on settembre riprendono le scuole, e
anche l’attività del nostro Asilo Nido Comunale.
Ecco come si svolgono le giornate
dei piccoli:
ore 7.30 - 9.30 ACCOGLIENZA
L’educatrice, collaborando col genitore, facilita la separazione attraverso momenti di gioco.
SPUNTINO
Tutti i bambini presenti, seduti a tavolino, mangiano la frutta.
ATTIVITÀ EDUCATIVE
Ogni gruppo svolge le varie attività/laboratori secondo la programmazione. I lattanti che ne necessitano fanno il riposino mattutino.
ore 11.30 PRANZO
Dopo essersi lavati le mani ci si
siede ai tavolini. Fin da piccoli i
bambini vengono stimolati a familiarizzare con pappa e cucchiaio
fino all’autonomia e, per i più grandi, alla collaborazione nel riordino.
ore 13.00 NANNA
Ogni bambino viene messo a letto
rispettando il proprio rituale (oggetti
transizionali, coccole,...). Il risveglio
è graduale, il bimbo viene cambiato
ed intrattenuto con giochi.
ore 15.30 MERENDA
I bambini si siedono ai tavolini per
fare insieme la merenda.
ore 16.00 GIOCO
I bimbi attendono l’arrivo dei genitori giocando.
Durante le giornate vengono svolti
laboratori:
MUSICALE
Ascolto di musica di diverso genere, movimento a ritmo, uso di
strumenti musicali convenzionali e
non, apprendimento di canzoncine.
LINGUISTICO
Lettura di immagini e libretti, stimolazione linguistica continua attraverso la descrizione di ogni
azione e la sollecitazione dello
scambio verbale.
SIMBOLICO
Gioco di ruolo in cui il bambino
imita l’adulto nelle sue azioni quotidiane (cucina, coccola la bambola, fa i buchi col trapano...).
MOTORIO
Salire, arrampicarsi, rotolare, strisciare, camminare, saltare...
ESPRESSIVO
Espressione della creatività libera
con materiali ed azioni diverse.
TRAVASO
Riso, farina gialla ed altri materiali
vengono travasati in contenitori di
forme e dimensioni diverse, sperimentando i concetti: dentro-fuori,
poco-tanto, pesante-leggero.
COCCOLE
Rilassamento con carezze e massaggi e uso della crema.
Si aggiungono poi progetti consolidati:
1.Raccordo con
le Scuole dell’Infanzia
2.Biblioteca per la ricerca di libri e
la realizzazione di momenti di conoscenza dell’ambiente Biblioteca o di lettura al nido.
3.Educazione alimentare per un
approccio sereno verso il cibo,
anche attraverso il ruolo della
cuoca ed il laboratorio di cucina
settimanale.
4.Educazione ambientale per
aiutare fin da piccoli a capire
l’importanza del riciclo.
5.Autonomia: i piccoli sono stimolati a fare da soli. Spazi e materiali sono appositamente studiati
per agevolarli, lasciando a ciascuno i propri tempi.
6.Dalla terra alla tavola
una parte del giardino è destinata all’orto.
7.English time per familiarizzare
con la musicalità di una nuova
lingua.
Il nido accoglie bambini dai 3 mesi
ai 3 anni di età. I tempi di frequenza sono molteplici, con possibilità di part-time, anche alternato,
e “nido breve” (tre ore, tre giorni a
settimana), che permette la socializzazione da parte dei bimbi ed
l’alleggerimento di chi si occupa
quotidianamente di loro con costi
contenuti. Le iscrizioni sono aperte,
per informazioni su tempi di frequenza, rette e inserimento è possibile contattare i servizi sociali:
0362 922027.
Maddalena Mauri
BESANESE_221_170x240 06/10/14 09:02 Pagina 7
A scuola con autobus,
piedibus o... carpooling?
L
’Amministrazione Comunale di Besana in Brianza
e l’Istituto Comprensivo
“Giovanni XXIII” hanno deciso di
aderire al progetto “Assist Carpooling – Auto condivise in Brianza”,
promosso dall’Associazione Volontari di Sovico e dall’Associazione “di Emma”. Di che cosa si tratta? Il carpooling è una modalità di
trasporto sostenibile, che consiste
nella condivisione di automobili
private tra persone che compiono
lo stesso tragitto (nel nostro caso,
casa – scuola – casa): famiglie residenti in luoghi vicini potranno
accordarsi per utilizzare a turno
una sola automobile, con a bordo
3/4 passeggeri.
Nel nostro Comune l’abitudine di
accompagnare i bambini a scuola
con l’auto privata è ancora molto
diffusa, malgrado la disponibilità
degli autobus scolastici e del servizio Piedibus (che – naturalmente –
continueranno ad essere disponibili anche quando entrerà in funzione questa nuova modalità di
trasporto). Tale abitudine causa la
presenza di un numero notevole di
auto sulle strade, e in particolare in
prossimità dei plessi scolastici.
L’obiettivo del carpooling è dunque
quello di diminuire il numero di
auto sulle strade, di ridurre il rischio
di incidenti di fronte alle scuole, di
limitare i consumi di carburante, le
emissioni di CO2 nell’aria e i costi
per le famiglie. Non da ultimo, questa nuova forma di mobilità educa
i bambini al rispetto dell’ambiente
e alla condivisione, permettendo di
sviluppare o ampliare amicizie e
conoscenze.
Come funziona il carpooling? A
breve, tutti gli alunni delle scuole
primarie e delle medie riceveranno
a scuola il materiale informativo,
con un tagliando che andrà restituito – sempre a scuola – da coloro che vogliono aderire al
progetto. Le famiglie interessate
verranno quindi invitate ad una serata di presentazione, in cui saranno spiegate le modalità organizzative e sarà sottoscritto il regolamento che garantirà gli aspetti assicurativi e di sicurezza: verrà
richiesta un’autocertificazione sul
possesso dei requisiti di legge per
la guida, la circolazione e l’assicurazione della propria auto. Verranno
in seguito organizzati gli equipaggi
in base alla residenza e saranno
previsti anche genitori/autisti di riserva, disponibili a sostituire coloro
che per cause improvvise non potranno garantire il loro turno. Sarà
possibile aderire anche solo come
alunno/passeggero, anche se è
preferibile collaborare in maniera
attiva garantendo almeno un servizio di trasporto settimanale.
Coloro che aderiranno riceveranno
una targa magnetica e rimovibile,
con il logo del carpooling (una coccinella), da applicare sulla portiera
della propria auto, che consentirà
di accedere a stalli di sosta riservati posti di fronte alle entrate dei
tre plessi scolastici. Su “youtube” è
possibile visionare un video esplicativo dell’esperienza di carpooling
già attiva da alcuni anni a Sovico,
digitando “car-pooling Sovico”.
Le potenzialità educative, ecologiche e sociali di questo progetto
sono davvero tante... quindi aderite
senza indugio!
Assessorati Trasporti
Il Comune e il Comprensivo
aderiscono a questo interessante progetto di mobilità
Luigi Pirovano
Assessore all’Istruzione e Trasporti
Fabio Vismara
Pres. CdI Comprensivo “Giovanni XXIII”
Cavenaghi Auto srl
Vendita auto Multimarche
Punto vendita
Carrozzeria
Officina
Convenzionata con le principali assicurazioni
Disbrigo pratiche assicurative e consulenza in sede
Sistemazione danni da grandine senza verniciatura
Sostituzione cristalli
Riparazioni multimarche, Servizio Revisioni, Sostituzione gomme
20842 Besana in Brianza - MB - Viale Kennedy 55 (Sp n.6 km. 31)
Telefono 0362.994570 - Fax 0362.994381- [email protected]
7
BESANESE_221_170x240 06/10/14 09:02 Pagina 8
Protezione Civile
poche parole, molti fatti
Associazioni Volontariato
Il gruppo di Besana si presenta ai cittadini
I
l gruppo comunale di Volontari
Protezione Civile del Comune
di Besana in Brianza, di cui il
sindaco è il legale rappresentante,
nasce nel 2000 con lo scopo di
svolgere attività di prevenzione sul
territorio, intervenire in situazioni di
reale emergenza e a supporto della
polizia locale e degli addetti alla
manutenzione del comune. Ha altresì lo scopo di promuovere una
cultura nell’attenzione verso l’ambiente in cui si vive.
I Volontari ad oggi operativi sono
34, di cui 4 donne, coordinati da
Dario Grassi, neoeletto Coordinatore a Giugno di quest’anno. Gli
ambiti operativi dei Volontari spaziano in diverse direzioni: nell’area
geografica di Besana in Brianza le
situazioni da monitorare riguardano
per lo più le emergenze idrogeologiche, ma il Gruppo, negli anni, ha
partecipato ad esercitazioni intercomunali nell’ambito di messa in
sicurezza di aree a rischio, ricerca
di persone scomparse e ha inviato
Volontari in occasione delle emergenze per i terremoti in Abruzzo del
2009 e in Emilia Romagna nel
2012. Nel periodo invernale il
Gruppo si è spesso occupato dello
sgombero dei marciapiedi in caso
di neve e ha supportato, negli spostamenti, gli enti che si occupano
di fornire pasti agli anziani e alle
persone che hanno difficoltà a spostarsi da casa.
Durante l’estate 2014 l’impegno è
stato rivolto prevalentemente a risolvere i disagi causati dal maltempo, soprattutto per quanto riguarda gli allagamenti che si sono
verificati nelle abitazioni private,
alla scuola secondaria “Aldo Moro”
e al palazzetto “ Ezio Perego”di Villa
Raverio. Il nostro impegno è quello
di affiancarci al Comune e alle Autorità di Polizia Locale nella gestione di interventi in cui si mette
in primo piano la sicurezza delle
persone, fornendo Volontari che
con passione e spirito di servizio
offrono un po’ del loro tempo per il
bene comune.
Per chi volesse ricevere informazioni saremmo più che lieti di fornirle. Potete trovarci ogni lunedì
sera dalle 21.00 presso le ex
scuole elementari di Montesiro
(dietro la Farmacia Comunale)
oppure seguiteci su Facebook
“www.facebook.com/vpc.besana”
Alice Giovenzana
Ti sei ricordato di rinnovare la patente?
GIMA
CONSULENZA AUTOMOBILISTICA
8
Besana in Brianza - Via C. Ferrario 27
Telefono e Fax 0362.969609 - 0362.969336
[email protected] - www.gimabesana.com
Aperti tutti i giorni fino alle 19.30 e il sabato mattina
di Paleari L. & C.
Trapassi auto e moto • Bolli auto
Rinnovo patenti e duplicati • Conversioni patenti estere
Trasporto merci c/proprio e terzi
Targhette motorini • Assicurazioni
BESANESE_221_170x240 06/10/14 09:02 Pagina 9
Donare gli organi,
il modulo in anagrafe
L
a donazione degli organi,
promossa anche nel nostro comune dalla benemerita attività della sezione AIDO,
è uno dei gesti estremi più belli,
grazie ai quali una vita che sta
scomparendo può regalare a chi è
meno fortunato un futuro migliore.
Non dimentichiamo infatti che la
persona in attesa di un organo
può contare solo sulla donazione
per continuare a vivere. Spesso
non ci poniamo questo problema,
ma chi ne ha bisogno ci pensa
ogni giorno. Senza donazione non
c’è trapianto.
Come è noto per poter favorire l’espianto di organi in caso di decesso è necessario lasciare un documento dove sia espressa tale volontà da parte della persona donatrice. Fino a qualche anno fa l’onere di diffondere questa pratica e
di raccogliere le dichiarazioni era
affidata alle associazioni private
come l’AIDO. Da qualche tempo
invece se ne interessa direttamente la Pubblica amministrazione, in
primis le Aziende sanitarie locali,
che hanno predisposto un apposito registro nel quale sono iscritti
tutti coloro che hanno espresso
per iscritto la loro volontà riguardo
alla donazione degli organi.
propria sottoscrizione.
In caso di decisione favorevole, il
modulo compilato e firmato potrà
essere consegnato, subito o in un
secondo tempo, all’ufficio stesso,
che ne curerà l’inoltro all’ASL di
Carate Brianza, per l’inserimento
nel registro nazionale dei donatori
che viene tenuto e aggiornato dal
Ministero della Salute – centro nazionale dei trapianti di Roma.
Quest’ultimo ente invierà poi al
Nei mesi scorsi l’Azienda sanitaria domicilio una raccomandata che
di Monza e Brianza, insieme all’AI- attesterà l’avventa iscrizione nel
DO di zona e ai Sindaci di Monza registro.
Dario Redaelli
e Brianza, ha sottoscritto una convenzione, in base alla quale i Comuni, attraverso gli uffici demografici, si impegnano a promuovere presso i cittadini la donazione
degli organi ed a raccogliere le dichiarazioni e consegnarle all’ASL.
Anche il Comune di Besana in
Brianza ha aderito a questa iniziativa che partirà dal 1° ottobre
prossimo.
In sostanza, gli operatori dell’anagrafe, ogni volta che un cittadino
maggiorenne si recherà a richiedere la carta di identità, gli sottoporranno, insieme ad una informativa con le modalità di compilazione e di iscrizione, la spiegazione dell’importante significato della
Impresa Funebre
CRIPPA
Besana B.za
Via Viarana 7
Casatenovo Via Misericordia 2
Rovagnate Via V. Veneto 73
Barzanò
Via G. Sirtori 29
Missaglia
P.zza Basilica 2
Telefono 0362.996148
Telefono 039.9203221
Telefono 039.955360
Telefono 039.955360
Sala del Commiato
Telefono 039.9201138
Servizio 24 ore su 24
039.955360
Concessionario Comunale
[email protected]
Servizi comuni e di lusso
Addobbi
Autofunebri Limousine
Personale qualificato
Fiori
Vestizioni salme
Pratiche presso Enti e Ospedali
Cremazioni
Trasporti Nazionali e Internazionali
Manifesti lutto - Ringraziamenti
Ricordini - Foto
Necrologie su tutti i giornali
Lavori cimiteriali
Esposizione monumenti
Bronzi - Ceramiche - Cristalli
Assessorati Demografici
Dal 1° ottobre a chi rinnova la carta d’identità
sarà proposto di firmare per la donazione
9
BESANESE_221_170x240 06/10/14 09:02 Pagina 10
Associazioni Culturali
Riprende la Lectio
Storico Letteraria
10
BESANESE_221_170x240 06/10/14 09:03 Pagina 11
Imu, Tari e Tarsi
istruzioni per l’uso
C
ari besanesi, dopo
aver presentato nello
scorso numero la diversa tipologia di imposizione fiscale e le scelte operate dalla nostra Amministrazione, presentiamo adesso in maniera sintetica,
suddivise per tipo di tributo, le aliquote e le diverse modalità operative per il versamento alle rispettive scadenze.
Da parte nostra ci siamo impegnati per cercare di rendere le cose
più semplici possibile, con l’applicazione di tariffe e detrazioni facilmente comprensibili e calcolabili.
In questa materia però, c’è sempre un aspetto tecnico non trascurabile. Proprio per quest’ultimo
aspetto, abbiamo cercato di andare incontro alle esigenze di tutti i
cittadini, con un nuovo servizio offerto dal Comune.
La novità importantissima è che
viene effettuato, direttamente dall’Ufficio Tributi, il calcolo della TASI
(Tassa sui servizi indivisibili) e viene
consegnato al cittadino il modello di
pagamento F24 da portare in banca o per il pagamento online.
Il servizio è già iniziato il 15 settembre e durerà fino al 16 ottobre,
ultimo giorno per il versamento
dell’acconto della TASI. Lo sportello è aperto anche il sabato mattina.
Lo spunto importante, che è arrivato dalla nostra Amministrazione,
ha visto la condivisione e la pronta disponibilità delle persone coinvolte a tutti i livelli.
Proprio queste persone intendo
ringraziare, perché è un segnale
fondamentale nella direzione del
“Comune al servizio del cittadino”,
uno dei punti qualificanti del nostro programma.
Speciale Tributi
Chi deve versare, come calcolare,
dove e quando pagare le imposte comunali
Giuliano Villa
11
BESANESE_221_170x240 06/10/14 09:03 Pagina 12
Speciale Tributi
A
ll’1 gennaio 2014 è en- COME SI CALCOLA
trata in vigore l’Imposta - Non occorre effettuare alcun
calcolo della tassa;
Unica Comunale (IUC),
- Gli avvisi di pagamento della
composta da:
TARI, con i tre modelli F24 già
IMU Imposta municipale propria
precompilati per effettuare i verTARI Tassa sui rifiuti
samenti in banca o in Posta,
TASI Tributo sui servizi indivisibili
sono già stati recapitati presso le
residenze dei contribuenti;
IMU
- Qualora l’avviso di pagamento
CHI DEVE VERSARE
non fosse stato ricevuto entro il
Il proprietario dell’immobile e il ti20 settembre 2014, è necessatolare di altro diritto reale (usurio rivolgersi all’Ufficio Tributi per
frutto, uso, diritto di abitazione,
il rilascio del duplicato.
locatario finanziario, ecc.).
QUANDO SI PAGA
SU QUALI IMMOBILI SI PAGA
- Prima rata (acconto)
Su tutti gli immobili
entro il 30 settembre 2014
ad esclusione di:
- Seconda rata (acconto)
- Abitazione principale e relative
entro il 30 novembre 2014
pertinenze (tranne le categorie - Terza rata (saldo)
catastali A/1, A/8 e A/9), comentro il 31 dicembre 2014
presa quella assegnata al coniuge separato legalmente ed TASI
effettivamente, o divorziato;
CHI DEVE VERSARE
- Fabbricati rurali strumentali;
- Abitazione di proprietà del per- Il proprietario dell’immobile, il titosonale delle forza armate e di lare di altro diritto reale (usufrutto,
uso, diritto di abitazione, locatario
polizia.
finanziario, ecc.) e il coniuge veCOME SI CALCOLA
dovo.
- Utilizzando il programma disponibile sul sito internet comunale, SU QUALI IMMOBILI SI PAGA
nella Sezione Tasse e Tributi, o Solo sugli immobili
sotto elencati:
collegandosi direttamente al link
- Abitazione principale e relative
http://www.riscotel.it/calcoloiuc
pertinenze (tranne le categorie
2014/?comune=A818;
catastali A/1, A/8 e A/9), com- Rivolgendosi ai Centri di assipresa quella assegnata al costenza fiscale (CAF) o ai consuniuge separato legalmente ed
lenti fiscali.
effettivamente, o divorziato;
Abitazione del coniuge vedovo;
QUANDO SI PAGA
- Prima rata
(acconto del 50 per cento)
entro il 16 giugno 2014
- Seconda rata (saldo)
entro il 16 dicembre 2014
TARI
12
CHI DEVE VERSARE
Tutti i contribuenti che hanno presentato la denuncia di inizio occupazione di un immobile.
- Fabbricati rurali strumentali;
- Abitazioni delle cooperative a
proprietà indivisa;
- Abitazione di proprietà del personale delle forza armate e di
polizia non locata;
- Fabbricati delle imprese costruttrici.
QUANTO SI PAGA
- L’aliquota è pari al 2,5 per mille
per tutti gli immobili sopra elencati. Sull’abitazione principale e
relative pertinenze può essere
effettuata una detrazione di
25,00 euro per ogni figlio di età
inferiore a 26 anni, residente e
dimorante effettivamente nella
famiglia e fiscalmente a carico. Il
figlio è fiscalmente a carico se
nel 2013 ha posseduto un reddito complessivo uguale o inferiore a 2.840,51 euro, al lordo
degli oneri deducibili.
COME SI CALCOLA
- Utilizzando il programma disponibile sul sito internet comunale,
nella Sezione Tasse e Tributi, o
collegandosi direttamente al link
http://www.riscotel.it/calcoloiuc
2014/?comune=A818;
- Rivolgendosi ai Centri di assistenza fiscale (CAF) o ai consulenti fiscali.
QUANDO SI PAGA
- Prima rata
(acconto del 50 per cento)
entro il 16 ottobre 2014
- Seconda rata (saldo)
entro il 16 dicembre 2014
BESANESE_221_170x240 06/10/14 09:03 Pagina 13
e
e
i
à
e
a
Se non foste in grado di accedere
ad una connessione internet per il
calcolo delle imposte o di rivolgervi
a CAF e consulenti fiscali, l’Ufficio
Tributi comunale sarà disponibile
per effettuare con voi il calcolo e
stampare i relativi moduli di versamento.
Il servizio inizierà il 15 settembre e terminerà il 16 ottobre.
Sarà sospeso il 23 settembre e il
13 ottobre.
Giorni ed orari:
dal lunedì al venerdì
dalle 9.00 alle 12.00
giovedì dalle 17.00 alle 18.15
sabato dalle 9.00 alle 12.00.
IMPORTANTE
All’Ufficio Tributi, il cittadino, prima
di accedere al servizio, dovrà prendere il numero di prenotazione progressivo all’ingresso: sarà possibile
effettuare circa cinquanta calcoli
nelle aperture mattutine e venticinque il giovedì pomeriggio, con un
massimo di due calcoli per persona. È indispensabile presentare
i dati fiscali del contribuente e le visure catastali dell’abitazione principale e delle relative pertinenze.
Il Servizio Tributi è normalmente a
disposizione, per ogni ulteriore informazione riguardo alle imposte,
nei seguenti giorni ed orari:
dal lunedì al venerdì, dalle 9.00 alle
12.30; il giovedì dalle ore 17.00
alle ore 18.30.
AREA RISORSE
E ORGANIZZAZIONE
Servizio Tributi
Telefono 0362 922024
0362 922046 - 0362 922063
[email protected]
mb.it
ATTENZIONE
L’utente è l’unico responsabile
della correttezza dei dati forniti per CITTÀ DI BESANA IN BRIANZA
il calcolo della TASI.
Monza e Brianza
Via Roma 1
Sul sito internet www.comune.be- 20842 Besana in Brianza
sanainbrianza.mb.it, nella sezione Telefono 0362 922011
Tasse e Tributi, sono disponibili, in Fax 0362 996658
dettaglio, tutte le informazioni ri- PEC: [email protected]
guardo ad ogni singolo tributo.
besanainbrianza.mb.it
Speciale Tributi
PER CALCOLARE
LA TASI
IL TUO COMUNE
TI AIUTA
k
13
BESANESE_221_170x240 06/10/14 09:03 Pagina 14
Speciale Tributi
LE OPPORTUNITÀ
DEL POLO CATASTALE
Per calcolare la TASI è necessaria
la visura catastale aggiornata. Sul
modulo è possibile trovare rendita
catastale, le categorie catastali, gli
intestati attuali e le relative quote
di proprietà.
Se si dispone di una visura catastale rilasciata a partire dall’anno
2000, e non sono subentrate variazioni catastali (cambiamenti di
natura edilizia come ampliamenti,
unificazioni di alloggi, di destinazione d’uso dell’immobile, di nuovi
soggetti intestati all’immobile, delle
quote di proprietà dei vari proprietari) è sempre valida e non occorre
richiedere una nuova visura catastale. Diversamente occorre rivolgersi all’ufficio del Polo Catastale
portando con sé un documento
d’identità di uno dei proprietari e il
relativo titolo di proprietà (rogito notarile, dichiarazione di successione,
sentenza del tribunale, ecc.).
Una sottolineatura per coloro che
sono proprietari di un alloggio acquisito in cooperativa: spesso le visure, anche se ormai l’alloggio è di
proprietà dei singoli soci, risultano
ancora intestate alla cooperativa
che dall’origine risulta proprietaria
sell’immobile.
In questo caso è necessario provvedere alla variazione catastale con
il cambiamento di intestazione a
favore del socio ora titolare del diritto di proprietà.
Lo stesso dicasi anche per chi ha
una visura, corretta dal punto di
vista della rendita e degli altri dati,
ma sbagliata per quanto riguarda
la proprietà.
La variazione catastale può essere
fatta presso l’Ufficio Catasto portando i documenti di cui si è accennato più sopra oppure, per i più
esperti, può essere effettuata direttamente dal computer di casa.
Fino al 16 ottobre, per le visure relative alla TASI, il Polo Catastale è
aperto da lunedì a venerdì ore 9 12.30, giovedì ore 17-18.45, sabato ore 9-12.30.
Le operazioni di allineamento naturalmente potranno essere effettuate anche dopo la data di
scadenza della TASI, negli orari di
routine del servizio catasto ovvero
lunedì 9-12.30 – mercoledì 9-13
– giovedì 17-18.45 (solo Volture in
preallineamento/Prenotazione subalterni/Modello unico istanza) venerdì 9-12.30.
I servizi offerti dall’ufficio, disponibili anche per i comuni del polo,
Biassono, Briosco, Carate Brianza,
Correzzana, Lesmo, Renate, Triuggio, Veduggio con Colzano sono i
seguenti: visura catastale, estratto
mappa, certificato catastale, copia
planimetria, domanda di voltura.
Per info tel. 0362 922.017 – Fax
0362 996.658 [email protected]
besanainbrianza.mb.it
REVISIONI AUTO e MOTO
Centro autorizzato Motorizzazione
IMPIANTI GPL/METANO - GANCI TRAINO
ASSISTENZA MULTIMARCHE
diagnosi computerizzata - servizio gomme - assetto ruote
BESANA IN BRIANZA - Via B. Croce 18 - Tel. 0362.919200
14
BESANESE_221_170x240 06/10/14 09:03 Pagina 15
Elisabetta Biraghi nuovo
dirigente scolastico
L
’anno scolastico inizia
con una novità: dopo tanti anni di servizio la dirigente scolastica delle scuole primarie e secondarie di secondo
grado Maria Luisa Sironi, ha lasciato l’incarico che è stato conferito alla professoressa Elisabetta
Biraghi.
La carica di dirigente scolastico le
è stato affidata a sorpresa il 27
agosto, quando era già pronta a riprendere l’incarico di insegnante di
educazione fisica alle scuole di
Nova Milanese. La sorpresa è stata
solo pari allo sconcerto, in pratica
la professoressa Biraghi si è trovata
dall’affrontare un nuovo anno scolastico come professoressa di educazione fisica, a dover organizzare
un plesso scolastico che comprende le scuole di Besana e Villa
Raverio con 1219 studenti, con il
compito di dirigente. Nonostante la
sorpresa e la responsabilità a cui si
è trovata difronte, l’entusiasmo per
questo nuovo incarico e l’esperienza raccolta in 30 anni di lavoro
nella scuola, la rende ottimista e
polarizzata nell’adempimento del
nuovo compito, anche se la sua
nostalgia per l’insegnamento in palestra è tanta. La professoressa Bi-
raghi abita a Lissone e, fino allo
scorso anno insegnava alla scuola
secondaria di primo grado di Nova
Milanese. Tre anni or sono ha partecipato al concorso per dirigenti
scolastici. Durante la sua carriera
ha già ricoperto ruoli amministrativi, prestando servizio all’Ufficio
Scolastico Regionale, nel dipartimento di coordinamento dell’insegnamento di educazione fisica. Per
tre giorni si occupava di attività didattica e per gli altri due lavorava
in Regione.
La prima impressione del nuovo
Dirigente Scolastico delle scuole
besanesi è ottima: conferma che
l’ambiente è sano, tranquillo e collaborativo e a tal proposito, il nuovo
Dirigente tiene a ringraziare la dottoressa Sironi per il suo prezioso
contributo nel passaggio delle consegne. Il desiderio della professoressa Biraghi è quello di mettere la
scuola al centro della comunità,
creando una continuità tra l’educazione in famiglia e l’insegnamento
a scuola. La scuola non deve e non
può più essere un luogo unicamente dedicato alla didattica, dove
si sviluppano solo conoscenze intellettuali, ma deve essere un luogo
di crescita personale, dove lo studente impara ad assumersi le proprie responsabilità, diventando
autonomo ed indipendente, crescendo sia intellettualmente che civilmente, acquisendo consapevolezza civile e sociale. È questo il
metodo corretto per consentire agli
studenti ragazzi di oggi di diventare
cittadini adulti consapevoli.
Noi della redazione de “Il besanese”
auguriamo alla nuova dirigente
buon lavoro e, crediamo che a questo augurio si associ tutta la cittadinanza di Besana. Siamo sicuri
che le sue idee si trasformeranno
in successi.
Noleggio
Pullman e MiniBus,
Auto con conducente
Auto senza conducente
Servizi turistici,
Autoservizi
pellegrinaggi, gite,
viaggi di istruzione,
viaggi sportivi,
23895 Nibionno (Lc)
autonoleggio
via Liberazione 13
per cerimonie
e-mail: [email protected]
e auto blu.
telefono 031.692175 - fax 031692167
Cattaneo
Istituto Comprensivo
La scuola al centro della comunità:
tra educazione in famiglia e insegnamento in classe
Marco Russo
• Impianti idraulici e sanitari
• Impianti di riscaldamento
e di condizionamento
civile e industriale
www.termoidraulicabottaro.com
[email protected]
Via Casaretto, 11/R
20842 Besana Brianza (MB)
Cell. 335 5855401
sede operativa
Via XI febbraio, 72
20836 Fornaci di Briosco (MB)
• Energie solari
• Installazione
canne fumarie
• Servizio miniescavatore
• Videoispezioni
• Riparazioni
15
BESANESE_221_170x240 06/10/14 09:03 Pagina 16
Cooperativa Solaris:
trent’anni di storia
Anniversario
Un grande traguardo per un’istituzione
che sta facendo molto per chi è meno fortunato
16
S
olaris quest’anno festeggia trent’anni di
storia, di incontri e di
presenza all’interno di un territorio
che l’ha vista muovere i primi passi in favore di persone in situazione di disagio, ed ha assistito alla
sua graduale crescita. Solaris è
una Cooperativa, con sede legale
a Triuggio che gestisce e sviluppa
servizi socio-sanitari ed educativi,
diurni e residenziali, per persone
con disabilità e per persone con
problemi di dipendenza. Ha il suo
radicamento territoriale in Brianza
e lo scopo di promuovere il benessere degli utenti, cercando di rispondere con competenza e professionalità ai loro bisogni e alle
loro famiglie. Viene costituita nel
febbraio dell’84 grazie all’iniziativa
di un gruppo di persone di diversa
formazione politica e culturale, accomunati dal fatto di avere sperimentato in ambienti e occasioni
diverse (nel sindacato, in politica,
in parrocchia, nel volontariato)
esperienze di partecipazione alla
vita sociale e di condivisione di situazioni di emarginazione. Sin dall’inizio i soci fondatori hanno scelto di vivere la loro esperienza, prima pionieristica e con pochi strumenti, in seguito più sicura e dotata di maggiori competenze, per
rispondere ai bisogni emergenti
del territorio. Tra il 1985 e il 1992
prendono avvio le attività che tuttora caratterizzano la Cooperativa
nei settori della disabilità, della
tossicodipendenza e dell’inserimento lavorativo di persone svantaggiate in attività di manutenzione del verde e di tutela ambientale. Nel 1985 viene affidata a Solaris la gestione del nascente Cdd di
Villa Raverio. Nel 1987 le viene
donato, dalla Dott.ssa Emilia Mosca, farmacista di Montesiro, lo
stabile “Il terrazzo” ex ristorante e
balera a Triuggio gestito dalla sua
famiglia. A seguito del rapimento
subito il 28 ottobre 1979 la
Dott.ssa Mosca ha maturato il de-
siderio di aprire una comunità di
recupero per tossicodipendenti
avviata poi da Solaris nel 1992
nello stesso stabile da lei donato.
La comunità “Casa Francesco Mosca” ospita oggi 15 ragazzi.
Dall’85 ad oggi Solaris ha ampliato
il suo raggio di intervento e attualmente gestisce 23 servizi tra cui:
11 Cdd del territorio (Villa Raverio,
Verano, Macherio, Lissone, Usmate, Cusano, Cinisello, Trezzo, Cornate, Vimercate, Brugherio), 2 centri socio educativi: Atelier a Carate
ed Esperia a Verano, 1 Sfa a Giussano,1 Cse piccoli all’interno della
scuola di Vimercate e 1 a Villasanta,
servizi di assistenza domiciliare e
scolastica nelle scuole del distretto
di Carate, del Comune di Brugherio
e di Monza, 1 comunità di recupero
per tossicodipendenti a Triuggio, 1
Comunità Alloggio per Disabili (Villa
Luisa, Villa Raverio), 1 sportello
tempo libero senza barriere, 1 progetto Prefettura. Gli operatori coinvolti nella gestione dei servizi sono
più di 350 (tra educatori, asa/oss,
medici, psicologi, infermieri e amministrativi) per 584 utenti.
Cosa facciamo:
All’interno dei servizi vengono garantite attività riabilitative, di assistenza ed educative sulla base dei
Progetti Individualizzati attraverso il
coinvolgimento della famiglia. Per
ciascun utente viene individuato un
educatore di riferimento e predisposto un progetto annuale individualizzato che definisce obiettivi e
metodologia d’intervento. Ogni
progetto viene condiviso con i familiari e con i servizi sociali che
possono tenere regolari contatti
con la responsabile e con gli operatori del servizio per ogni necessità. Medici specialisti supervisionano mensilmente oppure su richiesta, gli aspetti sanitari legati
alla tutela della salute degli utenti.
Annualmente è prevista una visita
medica specialistica per ciascun
ospite. I Centri diurni sono aperti da
lunedì a venerdì dalle ore 8.30 alle
16.00. È da questa esperienza pluriennale di lavoro con e per le persone disabili è sorta la necessità di
proporre e di articolare momenti di
sensibilizzazione sulle disabilità al
fine di favorire una corretta percezione della persona disabile. Infatti
per chi opera nell’area della disabilità è importante riferirsi alla comunità che gradualmente può
accrescere la capacità di accogliere la persona disabile e abbattere il pregiudizio e gli stereotipi.
È per questo motivo che già da diversi anni Solaris intesse reti di collaborazione con le associazioni
locali nella realizzazione di alcune
iniziative a favore delle persone con
disabilità quali: il CAI sezione di Besana (gita sulla neve e camminate
in montagna), la Pastorale Giovanile e gli oratori e parrocchie, l’associazione sportiva Ul gir de Munt,
di Cazzaniga
CAFFETTERIA
GELATERIA
Besana in Brianza (MB) - Piazza Cuzzi 2 - Telefono 0362.995088
[email protected]
PASTICCERIA CASTANO
gli Alpini, la Polisportiva (squadra di
basket DIR). Inoltre propone e realizza, all’interno delle scuole e in
collaborazione con l’Amministrazione Comunale di Besana, progetti
di sensibilizzazione e promozione
culturale per l’integrazione della
persona disabile quale la manifestazione “Al di là delle Barriere” di
cui quest’anno ricorre il decennale.
Le proposte in questa manifestazione sono state diverse: cene al
buio, cineforum sulla disabilità, tavole rotonde, spettacoli, teatri realizzati dai ragazzi del Cdd e hanno
riscosso partecipazione da parte
della comunità.
Per tale presenza Solaris ringrazia
l’intera comunità besanese per la
sensibilità dimostrata nel favorire il
rispetto dei diritti di inclusione delle
persone con disabilità nella comunità locale. Per il futuro Solaris proseguirà l’impegno di collaborare
con le amministrazioni pubbliche,
con le altre organizzazioni di terzo
settore e con la comunità locale nel
leggere i bisogni del territorio, definire soluzioni per il welfare, gestire servizi per realizzarlo.
Per info sulla Cooperativa Solaris:
Elena Crippa 349.5068337 o il sito
www.coopsolaris.it
Elena Crippa
Anniversario
BESANESE_221_170x240 06/10/14 09:03 Pagina 17
17
BESANESE_221_170x240 06/10/14 09:03 Pagina 18
Il Mosaico
compie vent’anni
Associazioni Volontariato
Due decenni di cultura alla portata di tutti
H
a avuto inizio, nel mese
di settembre, il ventesimo Anno Accademico gestito dalla associazione Il
Mosaico che ha sede in Besana,
via Garibaldi 4. Per tutti coloro
che, in vario modo, hanno vissuto,
almeno in parte, l’ormai considerevole periodo di intensa e gratificante attività è doveroso ma soprattutto piacevole pensare a momenti di festa dove organizzatori,
docenti, amici di vecchia data e, ci
piace credere, numerosi nuovi interessati, possano incontrarsi.
Per questo un “brindisi augurale”
ha allietato la serata del 18 settembre nella quale è avvenuta la
presentazione del programma, peraltro già distribuito anche tramite il
Besanese e che può essere ritrovato sul sito della associazione:
www.ilmosaicobesana.altravista.org
Questo per un quadro in dettaglio
della attività dell’anno 2014/2015.
Ora qui vogliamo rapidamente
orientare il lettore sulle idee che informano e sostengono, ormai da
un ventennio, tali attività.
Già nel nome: Il Mosaico, sono
racchiuse le intenzioni dei soci fondatori, nella maggior parte, ancora
convintamente attivi. La proposta
infatti si fonda sull’idea di proporre
temi che, come le tessere di un
mosaico, formino nella loro individualità e diversità un insieme coerente e attrattivo. Tale impostazione
è il fondamentale elemento di continuità, lo sfondo sul quale, ogni
anno, in forma aggiornata e con
sensibilità ai cambiamenti, si costruisce il programma di lavoro.
Un’altra convinzione non mutata è
la volontà di offrire una varietà di
interventi dove si raggiunga un giusto equilibrio fra impegno e piacevolezza, dove si dia al termine
cultura una accezione ampia, non
semplicemente scolastica.
Per intenderci meglio facciamo
qualche esempio scorrendo il programma 2014/2015.
Troviamo un tema tradizionale come la letteratura italiana che diviene attualità nel ricordo di Eugenio Corti o come quella russa dove,
in una esposizione multimediale,
testo e materiali filmati si sostengono e intrecciano.
Lezioni di psicologia, medicina, diritto si offrono non come astratto
aggiornamento culturale ma come
un concreto aiuto alle persone. Diciamo infine che non mancano
momenti più “leggeri” valga per
tutti l’esempio della lezione sul
“Balletto”.
Ai corsi culturali si affiancano quelli
pratici che possono essere seguiti
come attività ricreativa, pensiamo
al “decoupage” o come un impegnativo esercizio di manualità, si
veda il “Fai da te” dove puoi imparare a restaurare oggetti di legno
dalla piccola cornice alla credenza.
La proposta si completa con le
“Serate in biblioteca” piccola serie
di conferenze, affidate a relatori di
provata competenza, e che, cosa
rilevante, non sono riservate ai soli
iscritti, ma offerte alla libera partecipazione di chiunque ne voglia
fruire. A questo punto non è possibile prescindere da un grazie fatto
di stima, considerazione e affetto ai
docenti, non solo competenti ma
appassionati alla propria disciplina
e capaci di vivere gioiosamente il
ruolo di comunicatore anche nei
casi più ostici.
Tutto quanto esposto fin qui dice
che Il Mosaico e tutti i suoi amici
vecchi e nuovi meritano di vivere
un particolare momento di festa.
Per questo avremo in Novembre
una serata musicale aperta a tutti,
con la presenza di un gruppo di
musicisti della banda di Besana.
CARROZZERIA
AUTOSOCCORSO
STUDIO GIUSSANI
Amministrazioni immobili
affitti e consulenze
18
23873 MISSAGLIA LC - Via Don G. Rigamonti 3
Telefono e fax 039.9200777 - 2 linee
Orario ufficio per telefonate: 16.30 – 18.30
[email protected] - www.studio-giussani.it
Ugo Rigamonti
Riparazioni Auto e Veicoli Industriali
Forno e Dima • Scritte Pubblicitarie
20842 Besana in Brianza (MB)
Via Mantovani 4 - Telefono 0362.994015
Fax 0362.1724030 - Cell. 348.3167689
Partito
Democratico
Insieme
per Besana
Con Sergio
Cazzaniga
Un'Amministrazione comunale è
un ‘servizio’ alla comunità. Il gruppo del PD conseguentemente plaude il ‘servizio’ che la Giunta ha
predisposto per i cittadini besanesi nella compilazione della Tasi
(vedi inserto). Pagare le tasse non
fa contenti, soprattutto nelle difficoltà economiche. Queste entrate
non vanno ad ingrassare furberie
ai danni della collettività, ma sono
utilizzate per erogare servizi essenziali a favore dei cittadini. Bisognerebbe chiederne conto a
quel signore, che coerente con la
sua politica demagogica ha abolito l’Ici costringendo chi governa,
nel tentativo di fare quadrare i
conti pubblici, all'istituzione prima
dell’Imu e ora della Tasi. Per puro
ed egoistico elettoralismo, sono
stati illusi i cittadini, ma i soldi per
gestire i Comuni non possono piovere dal cielo: a meno di abolire i
servizi essenziali! Ciò non significa
esaltare le tasse: anzi, se possibile, sarebbe opportuno abbassarle sempre di più. È ciò che ha
cominciato a fare questa Amministrazione abolendo, come promesso, l’aumento dell’Irpef comunale dello 0,2%, introdotta dalla
precedente Amministrazione per
motivi (o pretesti) ben noti. Negli
anni futuri, se i conti lo permetteranno vista la crisi imperante, si
potrebbe pensare ad ulteriori diminuzioni. La nuova amministrazione votata dai Besanesi è partita
con il piede giusto, con una politica di ‘servizio’ ai cittadini, senza
decidere sopra le loro teste, come
è stato fatto nel passato. Avvicinare l’Amministrazione ai cittadini:
ecco il nostro obiettivo per gli anni
del nostro mandato.
La nuova Amministrazione Comunale, dopo anni in cui il tema della
promozione di una cultura della
pace nella nostra Città era passato in secondo piano, ha deciso
di rimetterlo. Ha aderito al Comitato organizzatore della ventesima
Marcia per la Pace Perugia-Assisi
che si terrà il 18 ottobre e per la
quale un pullman di nostri concittadini è già stato organizzato. Con
delibera di Consiglio, anziché di
sola Giun-ta, tornerà a sedersi al
tavolo della pace partecipando al
“Coordinamento nazionale degli
enti locali per la pace e i diritti
umani”. L’Amministrazione ha
inoltre deciso di condividere nuovamente il progetto “Natale di
Pace a Betlemme”. Da ultimo il
Consiglio Comunale, nella seduta
del 29 settembre, ha posto alla discussione una mozione consigliare sulla situazione in Irak e
Siria, nella convinzione che la comunità besanese non possa rimanere estranea verso eventi generali che investono i valori fondamentali della convivenza civile.
Solo la fatica nella costruzione
lenta e paziente di una cultura
della pace che passi per iniziative
non sporadiche e che lavori principalmente sul piano educativo e
culturale consente di rispondere a
quanti, sostengono che non vi
siano altre strade e che la guerra
nell’urgenza sia l’unica soluzione,
senza interrogarsi invece su come
si sia potuti arrivare a questo
punto. Operare per la pace –
come insegnava Aldo Capitini,
ideatore della Marcia Perugia-Assisi – significa cercare la giustizia
sociale e la solidarietà tra i popoli,
unica via per non soggiacere al ricatto della forza e dello strumento
irrazionale e sempre ingiusto della
guerra.
Mario Vergani
Il 13 Settembre si è svolto il primo
appuntamento “Operazione Parchi
Puliti”al parchetto di via del Castano. Alle 9 i volontari della Protezione Civile hanno iniziato le
operazioni di taglio degli alberi.
Alle 10 appuntamento per gli altri
cittadini, in particolare i giovani.
Purtroppo la presenza non è stata
numerosa. Rinnoviamo quindi l’invito a partecipare a questa esperienza di lavoro e collaborazione,
a cui tutti possono (e sarebbe
bello si sentissero in dovere di)
partecipare. Ci rivolgiamo soprattutto ai ragazzi per testimoniare
che a Besana, al di là delle diverse
idee che si possono avere o degli
ambienti frequentati, i cittadini
giovani non vogliono lasciare che
il territorio e l’ambiente siano solo
voci di bilancio per cui si spendono soldi e si fanno lavori di manutenzione (che pure servono!). I
giovani di Besana vogliono vivere,
rispettare e rendere migliore, il
loro territorio. Siamo consapevoli
del fatto che talvolta alcuni atti di
vandalismo sono opera anche di
ragazzi della nostra stessa età, e
proprio per questo ci impegniamo
anche a pulire dove altri hanno
sporcato, lasciando un segno positivo del nostro passaggio. Per il
prossimo appuntamento ci piacerebbe rivolgere un invito speciale
anche agli esponenti di altri gruppi
consiliari, perchè siamo convinti
che sarebbe un segnale positivo
per i besanesi. Solo con i gesti dimostriamo la nostra volontà di lavorare fianco a fianco al di là delle
diverse opinioni, ed è con la voglia
di rendere migliore nel nostro piccolo ma concretamente questa
Città che potremo essere rappresentanti credibili, oltre che cittadini consapevoli, attivi e interessati.
Ettore Ferrari
Francesco Impaziente e Alice Giovenzana
Gruppi Consiliari
BESANESE_221_170x240 06/10/14 09:03 Pagina 19
19
BESANESE_221_170x240 06/10/14 09:03 Pagina 20
Gruppi Consiliari
GATTI
SINDACO
20
Lega
Nord
Con
Alcide Riva
Gatti
Sindaco
Chiudete gli occhi... e pensate a
cosa ha fatto Cazzaniga in 4 mesi.
Esatto: niente. Eppure un record
lo hanno battuto. Appena un mese
dopo l’insediamento hanno voluto
un bilancio che aumenta le tasse
(IMU) di 400.000 € e lo hanno
portato in Consiglio senza rispettare le regole sulla pubblicità degli
atti. Quando lo abbiamo fatto notare hanno tirato diritto e ci hanno
trattato come i soliti leghisti che
urlano... salvo scoprire che avevamo ragione e hanno dovuto rimandare il bilancio a settembre.
Rimandati. Primo atto, prima cappellata. Insomma lo stesso pressapochismo di dieci anni fa, quel
dilettantismo che ci ha portati a
debiti, sentenze e che ad esempio
ci ha portati a quella condanna
per la piscina per cui Cazzaniga,
in Consiglio comunale, il 29 settembre ha votato che il Comune
non farà niente per recuperare i
soldi. In pratica il Sindaco Cazzaniga ha votato che non farà niente
per recuperare il danno causato
da… se stesso. Ma ve li ricordate
i campioni del conflitto di interessi
del PD? Ovviamente vale solo per
gli altri. Per il resto sapete per
cosa paghiamo le tasse in più?
Per aderire al tavolo della Pace.
Unica decisione presa in 4 mesi.
Costo? Per ora 500 € e non si sa
ancora quanti per spedire una delegazione a Betlemme a Natale.
Ovviamente paga pantalone.
Noi però continuiamo ad impegnarci con un’opposizione responsabile mirata al bene di
Besana. Se vuoi far parte del
gruppo, raggiungici tutti i martedì
sera alle 21.00 dietro alla farmacia di Montesiro oppure su facebook alla pagina Lega Nord
Besana in Brianza.
Auguriamo a tutti gli alunni, ai loro
genitori ed a tutte le persone impegnate nella scuola un buon
anno scolastico. Consapevoli delle
responsabilità che ciascuno di noi
ha nei confronti dell’educazione
dei nostri bambini e ragazzi, vogliamo rilanciare la riflessione sui
servizi rivolti ai minori della fascia
0-6 anni. In questi anni, crisi economica e denatalità hanno portato
ad una rilevante diminuzione del
numero degli iscritti nelle scuole
dell’infanzia e negli asili nido.
A fronte di tale situazione, la precedente amministrazione ha avviato un dialogo con le scuole
dell’infanzia ed ha scelto di aumentare i contributi economici a
favore delle stesse (calcolati sui
bambini nella fascia 3-6 anni), al
fine di consentire l’abbattimento
delle rette e favorirne l’accesso.
Per quanto riguarda la fascia 0-3
anni l’unico servizio che riceve attualmente un contributo è l’asilo
nido di Vergo, per il quale l’attuale
amministrazione ha stanziato 48
mila euro. Pensiamo che si potesse fare una scelta diversa, con
la stessa cifra si sarebbe potuto
allargare la platea dei beneficiari
ed offrire un contributo alle scuole
per tutti i bambini nella fascia 0-3
anni, introducendo il principio di
uguaglianza nell’accesso. Crediamo sia fondamentale continuare il positivo dialogo con le
scuole per sviluppare un sistema
di servizi integrato per la fascia 06 anni ed insieme a loro proseguire le riflessioni tese ad un
ripensamento del sistema dei servizi dedicato all’infanzia. Noi rimaniamo a disponibili per discutere
di questo tema che ci sta a cuore.
Il nostro Gruppo sull’esperienza di
Gatti Sindaco lavora in concreto
per Besana. Non c’è il nemico da
abbattere! Realizziamo le nostre idee nel confronto. In Consiglio comunale è emerso un metodo nuovo che ci piace e dà
buoni risultati. Già in agosto
presentavamo una mozione sui
Cristiani colpiti dal Califfato islamico, scossi dalla voce dell’arcivescovo di Mosul: le nostre sofferenze di oggi sono il preludio di
quelle che subirete voi europei e
cristiani occidentali nel prossimo
futuro. E abbiamo apprezzato l’intervista del Viceministro Pistelli favorevole ad interventi d’aiuto
umanitario e militare, poi approvati in Parlamento. Tuttavia ci siamo incontrati coi Gruppi politici
per ricavare un accordo dalla mozione di Maggioranza “sulla situazione in Iraq e Siria” firmata anche
da noi. Invitiamo i Besanesi al sostegno concreto dei cristiani e ad
approfondire il tema tramite la Biblioteca, il Gandhi o gli Oratori.
Sull’emergenza educativa c’era
anche la mozione, a firma Pozzoli,
che ritiene famiglia l’istituzione
unicamente fondata da un padre,
una madre e i figli ed esorta la
Scuola a un’educazione al genere
(maschilità/femminilità) che sia discussa e condivisa coi genitori.
Abbiamo votato a favore di questa
posizione di valore e di buon
senso, respinta dalla Maggioranza
in nome dell’autonomia scolastica. Si voleva poi revocare la decisione d’uscire dal Consorzio
Smaltimento Rifiuti presa dalla
passata Amministrazione, ma si è
deciso -all’unanimità- il rinvio per
meglio valutare i pro e i contro.
Nell’interesse di Besana andiamo
avanti sui valori condivisi.
Alcide Riva
Carlo Ratti
Emauele Pozzoli
Movimento
5 Stelle
Cari concittadini/e, vi aggiorniamo
sulle nostre azioni per controllare
e migliorare le scelte della maggioranza. Abbiamo votato contro al Bilancio iniquo: nella TASI
non vi è la gradualità a favore dei
meno abbienti, che era stata promessa in campagna elettorale.
Inoltre i proprietari ne pagano il
90% mentre la legge consentirebbe di far pagare agli inquilini
sino al 30%, visto che i servizi comunali li usano tutti in egual misura. Non vi sono stanziamenti per
lo sviluppo economico di Besana,
nonostante esistano finanziamenti
regionali ed europei cui si potrebbe accedere. Il Comune affida
il servizio idrico a Brianza Acque,
Società privata che ne trarrà un
profitto. Secondo noi deve essere
affidato a Società pubbliche senza
lucro. Abbiamo presentato tre
interrogazioni per controllare
l’operato della Giunta: 1) Grazie
ad un emendamento del Movimento, l’8 per mille dello Stato può
servire alla manutenzione delle
scuole comunali: abbiamo chiesto
se l’Amministrazione richiederà i
fondi. 2) L’inceneritore cui Besana
invia i rifiuti ha ricevuto una multa
di 8,6 milioni per mancato rispetto
delle norme europee. Abbiamo
chiesto di controllare che non la
paghino i Comuni utenti e quindi
anche i Besanesi. 3) abbiamo
chiesto quando inizierà la promessa “Tariffazione puntuale”
(producendo meno rifiuti indifferenziati si paga meno TARI).
PER INCONTRARCI: ogni venerdì
ore 21, Montesiro, Elementari ingresso dietro la farmacia email:
[email protected] Facebook: Cinque Stelle Besana.
Marco Corbella
Farmacie
BESANESE_221_170x240 06/10/14 09:03 Pagina 21
FTurni
armacie
Ottobre
Me 1 Rizzi Veduggio
Gio 2 Segreti Verano
Ve 3 Caccia Besana
Sa 4 Citterio Villa Raverio
Do 5 Merati Carate
Lu 6 Segramora Albiate
Ma 7 Negri Triuggio
Me 8 Bellotti Verano
Gio 9 Savini Renate
Ve 10 Comunale Montesiro
Sa 11 Varisco Carate
Do 12 Pisilli Tregasio
Lu 13 Appennini Capriano
Ma 14 Caccia Besana
Me 15 Segreti Verano
Gio 16 Gatti Carate
Ve 17 Citterio Villa Raverio
Sa 18 Rizzi Veduggio
Do 19 Savini Renate
Lu 20 Negri Triuggio
Ma 21 Comunale Montesiro
Me 22 Bellotti Verano
Gio 23 Varisco Carate
Ve 24 Segramora Albiate
Sa 25 Merati Carate
Do 26 Gatti Carate
Lu 27 Pisilli Tregasio
Ma 28 Citterio Villa Raverio
Me 29 Rizzi Veduggio
Gio 30 Appennini Capriano
Ve 31 Segreti Verano
Novembre
Sa 1 Caccia Besana
Do 2 Comunale Montesiro
Lu 3 Negri Triuggio
Ma 4 Merati Carate
Me 5 Varisco Carate
Gio 6 Segramora Albiate
Ve 7 Bellotti Verano
Sa 8 Savini Renate
Do 9 Citterio Villa Raverio
Lu 10 Pisilli Tregasio
Ma 11 Gatti Carate
Me 12 Caccia Besana
Gio 13 Segreti Verano
Ve 14 Appennini Capriano
Sa 15 Rizzi Veduggio
Do 16 Varisco Carate
Lu 17 Segramora Albiate
Ma 18 Merati Carate
Me 19 Negri Triuggio
Gi 20 Savini Renate
Ve 21 Comunale Montesiro
Sa 22 Bellotti Verano
Do 23 Appennini Capriano
Lu 24 Rizzi Veduggio
Ma 25 Segreti Verano
Me 26 Gatti Carate
Gio 27 Caccia Besana
Ve 28 Citterio Villa Raverio
Sa 29 Pisilli Tregasio
Do 30
Il turno di guardia farmaceutica è di 24 ore dalle ore 8.30 alle ore 8.30 del giorno seguente. La farmacia è regolarmente aperta dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 19.00, mentre negli altri orari effettua servizio a chiamata con ricetta medica urgente.
Farmacia Caccia 0362.994520
Piazza Umberto I 11 - Besana in Brianza
Farmacia Comunale 0362.917726
Via S. Siro 25 - Montesiro
Farmacia Citterio 0362.942220
Via Boltraffio 3 - Villa Raverio
Farmacia Segramora 0362.930162
Vicolo S. Fermo 1/3 - Albiate
Farmacia Appennini 0362.958294
Via Trieste 34 - Briosco
Farmacia Varisco 0362.901714
Via Mascherpa 14 - Carate Brianza
Farmacia Gatti 0362.900133
Piazza IV Novembre 3 - Carate Brianza
Farmacia Merati 0362 903676
Via Volta 1 - Carate Brianza
Farmacia Eredi Savini 0362.924219
Via Roma 24 - Renate
Farmacia Pisilli 0362.918157
Cascina Gianfranco 53 - Tregasio
Farmacia Negri 0362.997860
Viale Rimembranze 5 - Triuggio
Farmacia Rizzi 0362.911468
Via Magenta 31 - Veduggio
Farmacia Segreti 0362.902839
Via Galileo Galilei 1 - Verano Brianza
Farmacia Bellotti 0362.903818
Via M. Preda 4 - Verano Brianza
21
BESANESE_221_170x240 06/10/14 09:03 Pagina 22
Una società
che lavora per il futuro
Associazioni Sportive
Il settore giovanile, fiore all’occhiello dell’Associazione
che non si occupa di solo calcio
22
L
a società Besana ASD
Fortitudo da anni sul nostro territorio, è l’unica
società di calcio a cui il Comune
ha affidato annualmente in uso il
campo di calcio, in base al progetto sportivo presentato. La sua sede è presso il centro sportivo comunale di via de Gasperi.
Negli ultimi anni la società , tenen- tà professionistiche, soprattutto
do fede al progetto presentato, ha per la preparazione dei nostri tecsviluppato in modo particolare il nici che presso queste frequentasettore della scuola calcio per i
bambini di età compresa fra i 5 e
i 7 anni, inserendo figure con
competenza e titoli qualificati (allenatori con patentino rilasciato dalla F.I.G.C., istruttori ISEF, medico
sportivo e fisioterapista) e prevedendo la figura del coordinatore.
La società e formata da dirigenti
volontari che dedicano il proprio
tempo libero per un’attività sportiva che ha come obiettivo la crescita dei ragazzi. I bambini si allenano due giorni alla settimana a
gruppetti per età per circa un’ora
e mezza e in carso di maltempo gli
allenamenti si svolgono nel campo
coperto di calcetto. Il settore giovanile pre-agonistico é composto
da 3 squadre di pulcini e una
squadra di esordienti, mentre il
settore agonistico è composto da
una di giovanissimi e una di allievi. Questi ragazzi si allenano due
giorni alla settimana per circa
un’ora e mezza e giocano la partita di campionato il sabato o la domenica; sempre seguiti da un dirigente responsabile per ciascuna
delle categorie. La società Besana
ASD Fortitudo collabora con la più
titolata società calcio Monza ed è
in contatto anche con altre socie-
A
no stage di aggiornamento.
Come è noto vi sono due prime
squadre, una maschile e una femminile che, fanno salire il numero
delle formazioni iscritte ai relativi
campionati al numero elevato di
dodici squadre.
Pallavolo
Da dieci anni la società è presente
anche con il settore della pallavolo
con quattro squadre che abbracciano una fascia di età da 6 fino a
16 anni, frequentando i campionati
organizzati dalla PSG e quelli organizzati dal comitato zonale FeSTA
del decanato di Carate Brianza.
La collaborazione di persone volonterose, ha permesso alla società
di crescere ogni anno sempre più,
e dare la possibilità alle ragazze di
fare sport oltre a divertirsi, contribuendo a rafforzare relazioni ed
amicizie e crearne nuove.
Nell’augurare a tutti una buona
stagione sportiva, Vi ricordiamo che
sono aperte le iscrizioni per l’anno
sportivo 2014/2015, sia per il calcio che la pallavolo, presso la sede
del centro sportivo o contattando la
segreteria.
È in allestimento il sito della società
mentre è già attivo da diversi mesi
la pagina facebook (https://it-it.facebook.com/BesanaAsdFortitudo)
V
A
V
Ottobre/Novembre
Mer 8 ottobre ore 9.15-14.00
18-25 ottobre ore 15.30
Al di là delle barriere
Lectio Storico-Letteraria Cineforum d’autunno
Da 10 anni in corsa...
di corsa insieme
Centro Sportivo Comunale
Mer 8 ottobre ore 21.00
Ven 7 novembre ore 20.45
I nostri ragazzi
un film di Ivano De Matteo
Cinema Edelweiss, piazza Cuzzi, Besana
Corso di “Storia della
Letteratura Italiana”
Villa Filippini, via Viarana, Besana
Sab 8 novembre ore 21.00
Ven 24 ottobre ore 20.45
Concerto
Il Mosaico in Biblioteca Cineforum d’autunno
Fare Teatro: che passione!
a cura del prof. G. Garlati
Sala Conferenze, Villa Filippini
Ven 10 ottobre ore 20.45
Cineforum d’autunno
Note dal fronte
La gabbia dorata
Corpo Musicale S. Cecilia Besana
un film di D. Quemada-Diez
Palazzetto E. Perego, Villa Raverio
Cinema Edelweiss, piazza Cuzzi, Besana
8-22-29 novembre ore 15.30
25 ottobre/25 novembre
Lectio Storico-Letteraria
Omaggio ad
artisti besanesi
Corso di “Storia della
Letteratura Italiana”
Villa Filippini, via Viarana, Besana
Alabama Monroe
un film di F. Van Groeningen
Cinema Edelweiss, piazza Cuzzi, Besana Mostra
Ass. Amici dell’Arte di Aligi Sassu
10-17-24 ottobre ore 17.00
Padiglione Neoclassico e Sale Espositive
Tessere nodi d’amore... di Villa Filippini, Besana
Gruppi di messa in parola
Ven 31 ottobre ore 20.45
per i figli adottivi
Eos Cooperativa Sociale onlus
Cineforum d’autunno
Sottotetto di Villa Filippini
Father and Son
un film di Hirokazu Koreeda
11-13 ottobre
Cinema Edelweiss, piazza Cuzzi, Besana
Festa del S. Crocifisso
Festa Patronale di Besana
Ven 31 ottobre ore 21.00
Dom 12 ottobre ore 20.30
Il Mosaico in Biblioteca
Incontro con l’autore
Corpo Musicale S. Cecilia Besana Mario Rusca presenta
Cinema Edelweiss, piazza Cuzzi, Besana “Il frullo della libellula”
Sala Conferenze, Villa Filippini
Concerto
Ven 17 ottobre ore 20.45
Cineforum d’autunno
Agenda
BESANESE_221_170x240 06/10/14 09:03 Pagina 23
Lun 3 novembre ore 17.00
Tessere nodi d’amore...
Gabrielle
un film di Louis Archambault Sostegno per genitori adottivi
Eos Cooperativa Sociale onlus
per “Al di là delle Barriere”
Cinema Edelweiss, piazza Cuzzi, Besana Sottotetto di Villa Filippini
Ven 14 novembre ore 20.45
Cineforum d’autunno
Lei
un film di Spike Jonze
Cinema Edelweiss, piazza Cuzzi, Besana
Le iniziative qui contenute
sono quelle comunicate ufficialmente
all’Ufficio Cultura, a cui si rimanda
per ogni informazione in merito
In memoria dei coniugi
PIERO E LUCILLE CORTI
Venerdì 7 novembre alle ore 21
nella Chiesa di S. Pietro Martire in
via C. Alberto a Monza, la Fondazione Corti propone una Messa in
memoria dei coniugi Corti. Il Coro
della Basilica di Besana e Canticum Novum di Renate eseguiranno
l’Ordinario in latino della Messa della
Incoronazione per soli, coro e orchestra di W. A. Mozart.
Onoranze Funebri
CELI
s.r.l.
Besana Brianza - Via Puecher 36
Renate Brianza - Via Mazzucchelli 5
servizio continuato 24 ore su 24
Telefono 0362.994560
Cellulare 335.5309824
23
BESANESE_221_170x240 06/10/14 09:03 Pagina 24
Città di
Besana in Brianza
Decima edizione
da 10 anni
in corsa
... di corsa insieme
Ottobre - Novembre 2014
Mercoledi 8 ottobre ore 9.15 - 14.00
Giornata sportiva “Al di là delle barriere”
10 anni di corsa insieme
“in corsa... di corsa”
Città di Besana in Brianza
Cooperativa Sociale Onlus Triuggio
Con la partecipazione dei Centri per disabili del territorio, gli alunni delle scuole
dell’Istituto Comprensivo “Giovanni XXIII” e “Don Carlo San Martino” di Besana in Brianza
e con l’animazione degli studenti dell’Istituto di Istruzione Superiore Statale “M.K. Gandhi”.
Durante la giornata Esposizione mostra
Mappa dei 30 anni SOLARIS e dei 10 AL DI LÀ DELLE BARRIERE
Centro Sportivo Comunale - via De Gasperi 89 - Besana in Brianza, frazione Villa Raverio
dal 14 al 16 ottobre in orario scolastico
Istituto Comprensivo “Giovanni XXIII”
Scuola San Martino di Rigola
Comunità Pastorale Santa Caterina
I.I.S.S. “M.K. Gandhi”
A.S.D. Polisportiva Besanese
CAI Sezione Besana
Croce Bianca
L’Iride - Soc. Cooperativa a.r.l.
Gruppo Alpini Sez. Villa Raverio
I Pescadur de Calò
Il Gruppo Volontari Protezione Civile
Percorsi sensoriali, in cammino con i sensi
per i ragazzi delle scuole elementari (classi IV)
Laboratori sensoriali al buio per risvegliare i sensi, per comunicare oltre le parole
accompagnati da una guida di “Dialogo nel buio”: dottoressa Claudia Consonni
Martedì 14 ottobre Scuola primaria di Besana in Brianza
Mercoledì 15 ottobre Scuola primaria di Villa Raverio e Don Carlo S. Martino
Giovedì 16 ottobre Scuola primaria di Villa Raverio
Sale espositive di Villa Filippini - Via Viarana - Besana in Brianza
Mercoledì 22 e 29 ottobre e 5 novembre ore 19.30
Cena al buio... aggiungi un posto a tavola
Cooperativa Solaris
Crippa Elena
cellulare 349 50.68.337
[email protected]
Servizio Sport
Comune di Besana in Brianza
telefono 0362 92.20.58
[email protected]
www.comune.besanainbrianza.mb.it
per la scuola primaria e secondaria di primo grado e le loro famiglie
Una cena famigliare al buio per risvegliare i sensi, per comunicare oltre le parole
accompagnati da una guida di “Dialogo nel buio”: dottoressa Claudia Consonni
Adulti 10 € - Ragazzi 7 € su prenotazione [email protected]
indicando nome e cognome, numero di iscritti, un recapito telefonico ed eventuali allergie
Oratorio di Calò
Venerdì 17 ottobre ore 20.45
Proiezione del film: “Gabrielle”
regia di Louis Archambault con Gabrielle Marion-Rivard, Melissa Désormeaux-Poulin - Ingresso 5 €
CineTeatro Edelweiss - piazza Cuzzi - Besana in Brianza
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
2
File Size
4 804 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content