close

Enter

Log in using OpenID

02 | Furti nelle case e nelle aziende

embedDownload
PERIODICO DELL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI BUDRIO | Aut. Trib. Bo n. 6078/92 | Iscr. R.O.C. 8924
Marzo
15
EDITORIALE
COMUNE
COMUNITÀ
02 |Furti nelle case e nelle
aziende: preoccupazione
per la sicurezza
06 |Le potature urbane
07 |Prima edizione della
camminata per le scuole
di Budrio
EVENTI
ASSOCIAZIONI
CULTURA
10 |Budriodonna 2015:
il programma
15 |Lo Studio del Movimento
Danza fa il pieno di premi
a Reggio Emilia
16 |Presentazione libri
a Mezzolara:
altri due appuntamenti
Editoriale
Budrio terra e civiltà | pagina 02
Furti nelle case e nelle aziende:
preoccupazione per la sicurezza. Servono più
controlli e più attenzione di vicinato
Le forze dell’ordine sono necessarie ma da sole non potranno mai essere sufficienti
La risposta è nella capacità della comunità di alzare il livello di guardia
N
on ce lo nascondiamo: il
tema della sicurezza ci
preoccupa. Preoccupa i
tanti cittadini che non si sentono
più sicuri in casa e nella loro vita
quotidiana. Preoccupa noi sindaci
perché alcuni fenomeni dilagano
in tutto il territorio, indistintamente.
Capiamoci: a Budrio, camminando
per strada o frequentando luoghi
pubblici non si ha la percezione di
essere insicuri. Non c’è un contesto di paura che faccia pensare a
pericoli. Non c’è nulla che assomigli alle periferie violente o degradate di certe città. Tuttavia, per la
prima volta - alla fine della crisi più
lunga e pesante da 70 anni a oggi
- ci sentiamo un po’ meno sicuri. E’
proprio la crisi economica che ha
consentito alle organizzazioni criminali di reclutare migliaia di persone disperate, senza scrupoli e
senza niente da perdere. Spesso,
i primi a essere esclusi dal mercato del lavoro (regolare e irregolare)
sono stati coloro che, emarginati e
sradicati, hanno ceduto più facilmente alle lusinghe della criminalità e delle bande.
I FURTI
A preoccupare sono innanzitutto
e soprattutto i furti nelle case: non
solo nelle zone isolate di campagna, ma anche nei centri abitati e
agli orari più disparati. Nella “violazione” della propria abitazione, oltre al danno economico c’è sempre
un danno morale irreparabile, uno
shock doloroso come qualcosa
che si rompe per sempre.
Ci sono anche i furti nelle auto in
sosta sotto casa o al cimitero o al
supermercato, e i furti nelle aziende, soprattutto quelle agricole, più
scoperte e più “attaccabili”. Non mi
soffermo poi sulle truffe di ogni tipo,
in particolare ai danni degli anziani.
Assistiamo poi, di tanto in tanto,
a furti con scasso negli esercizi
commerciali, soprattutto bar, con
l’obiettivo principale di impossessarsi delle slot machine: parliamo
di quelle macchinette infernali che
di giorno svuotano le tasche di chi
è entrato nel vortice del gioco (ludopatia) e di notte diventano preda dei ladri, facendo diventare quei
bar obiettivi sensibili.
A questo proposito, nei prossimi
mesi, a Budrio lanceremo la campagna “Slot Free”, premiando e valorizzando quegli esercizi che scelgono di non avere (o di eliminare)
queste macchinette mangiasoldi.
Inoltre, nei giorni scorsi ho spedito
una lettera al Prefetto e al Sindaco
di Bologna per richiamare la loro
attenzione sulla stazione di Bologna San Vitale (via Zanolini), dove
si stanno ripetendo scippi e furti
anche ai danni di budriesi, a causa
delle cattive condizioni di quell’area, poco curata e poco illuminata.
SOSTENIAMO LE NOSTRE
FORZE DELL’ORDINE
E’ impossibile immaginare che le
forze dell’ordine possano controllare fisicamente tutto il territorio
in tutti i momenti del giorno, ma
è anche vero che la loro presenza costante aiuta a dare maggiore senso di sicurezza a tutti. Nel
Comune di Budrio l’impegno dei
Carabinieri è costante e rilevante, anche se un numero più alto di
uomini sarebbe utile e necessario.
Per parte nostra, dobbiamo lavorare quotidianamente per migliorare
sempre di più il coordinamento tra i
Carabinieri e la Polizia Municipale,
con aggiornamenti e scambi di informazioni continui.
Purtroppo, nei tagli generali alle
spese, le forze dell’ordine (e i comuni) hanno subito una riduzione
di risorse e strumenti per agire adeguatamente sul controllo e quindi
anche sulla repressione. Bisogna
dirsi anche, senza mezzi termini,
che le pene appaiono spesso così
leggere da far venir meno il loro
carattere originario, quello di deterrenza. Anche la pena immediata
per chi commette furti o rapine è diventata ridicola: la detenzione dura
pochi giorni, poi si viene rilasciati in
attesa di un eventuale processo. E
questo avviene non certo per responsabilità dei Carabinieri o della
Polizia che spesso identificano e
fermano i criminali.
Lo sforzo e l’impegno dei cittadini
deve essere quello di aiutare e sostenere le forze dell’ordine, fornendo informazioni, anche in “tempo
reale” quando succede qualcosa
o quando c’è qualcosa di sospetto.
Un clima di collaborazione e fiducia verso le forze dell’ordine è un
elemento importante di contrasto
alla criminalità.
IL CONTRASTO DEVE ESSERE
FORTE E DIFFUSO
Noi cittadini abbiamo dunque un
ruolo determinante: una risposta
risiede nel consolidamento del
senso di comunità, che ci fa sentire
parte di un tutto, e nel controllo sociale esercitato dai cittadini stessi,
che costituisce un ostacolo e una
reazione importante ai comportamenti pericolosi. Il “controllo di
vicinato” è un primo passo molto
significativo: mostriamoci attenti
e presenti, non solo a quello che
succede a casa nostra, ma anche
a ciò che succede intorno alle abitazioni dei nostri vicini. Se si alza
il livello di attenzione generale e di
reciprocità, si rende la vita più difficile a chi vuole commettere azioni
violente.
PROMUOVIAMO UNA CAMPAGNA DI SENSIBILIZZAZIONE
Anche se la legge non attribuisce
ai comuni funzioni dirette in tema di
sicurezza, dobbiamo tutti farci carico del problema. Per questo propongo di avviare una campagna di
informazione e sensibilizzazione
che veda coinvolti cittadini, associazioni e categorie economiche.
Ma è fondamentale che in questo
impegno siamo uniti anche come
forze politiche e consiglieri comunali. Interpretando lo spirito positivo degli esponenti di maggioranza
e opposizione, rivolgo questo invito
a collaborare e a intraprendere insieme un percorso a tutti i referenti
dei movimenti e dei partiti politici.
Solo se la comunità budriese sarà
unita, potrà dare una risposta efficace a questi fenomeni. n
Giulio Pierini
Sindaco di Budrio
Comune
Budrio terra e civiltà | pagina 03
Le potature urbane
Salvaguardia della sicurezza dei cittadini, assecondando la natura
D
al mese di Novembre
2014, il Comune di Budrio sta portando avanti, come ogni anno, un capillare
programma di potature che ha
già interessato, fra le varie zone,
il parco di Villa Rusconi e via
Schiassi a Mezzolara, via Martin
Luther King e più recentemente i
platani di via Gramsci. Si è trattato di un lavoro impegnativo che,
come per le altre potature del territorio, è stato realizzato tenendo
conto di un calendario stabilito
secondo alcuni criteri: gli interventi precedenti, le condizioni di
salute degli alberi, la loro specie
e le loro caratteristiche intrinseche, eventuali fattori di rischio o
pericolosità per cose e persone.
L’amministrazione comunale si
avvale di potatori professionisti
esterni, che conoscono bene il
loro lavoro e si confrontano con
i tecnici del Servizio Ambiente su
come operare in ogni singola situazione, in base alle condizioni
delle piante da potare.
La nostra tecnica di potatura è
quindi mirata al tipo di pianta su
cui operare e ben lontana da metodi approssimativi che utilizzano semplici capitozzature o criteri di taglio che non tengono conto
delle specie e del loro naturale
sviluppo: non è infatti pensabile
di mantenere alla stessa altezza
un acero campestre e un platano o una quercia.Ogni pianta ha
infatti una specifica esigenza di
sviluppare una giusta dimensione della chioma in armonia col
suo apparato radicale. Non si
può pensare di potare gli alberi
come le siepi.
Dove siamo intervenuti invece
con tagli più marcati, ma sempre nel rispetto della forma della
pianta, è stato per sanare rami
ormai compromessi o secchi, o
in impianti come via Gramsci,
caratterizzati da una piantumazione molto vicina e dalla scelta di essenze a grande sviluppo come i platani. Gli stessi, nel
passato, avevano subito forti capitozzature che ne hanno alterato e compromesso uno sviluppo
La potatura degli alberi di via Gramsci
armonico e regolare. In ambito
urbano la potatura di una pianta, qualunque essa sia, comporta una serie di valutazioni che in
natura non sono necessarie. In
città la pianta deve essere potata per garantire la sicurezza dei
cittadini, ma senza comprometterne le condizioni fitosanitarie:
ogni taglio rappresenta una via
di accesso per funghi, virus e insetti dannosi ed inoltre determina il futuro sviluppo e portamento della chioma. n
Apertura iscrizioni ai servizi educativi per la prima infanzia
L
’Amministrazione informa che da lunedì 9 Marzo a sabato 28 Marzo
2015 saranno aperte le iscrizioni ai servizi educativi per
la prima infanzia del Comune
di Budrio.
Mercoledì 4 Marzo 2015 alle
ore 17.30, presso l’Auditorium
di Budrio via A. Saffi n.50, si
terrà un incontro pubblico
per presentare le linee educative e pedagogiche, l’organizzazione dei servizi, la Car-
ta dei Servizi Educativi per la
prima Infanzia e per conoscere
il personale che opera nei servizi.
E’ previsto inoltre un open day
dei due nidi comunali nei giorni:
l sabato 28 Febbraio 2015
dalle ore 10.00 alle 11.30
per l’Asilo Nido “Don Cadmo
Biavati” (via A. D’Ormea n.19);
l sabato 7 marzo 2015
dalle ore 10.00 alle 11.30
per l’Asilo Nido “Aquiloni”
(via Dante Mezzetti n.10).
Per informazioni:
Servizi Educativi e Scolastici
Piazza Matteotti n. 2 - Budrio
Tel. 051/6928308
e-mail:
[email protected]
Per le iscrizioni:
Sportello dei Servizi
alla Persona
Piazza Matteotti n. 2 - Budrio
Tel. 051/6928342
Orari e giorni di apertura:
l Lunedì, martedì, giovedì
e venerdì
dalle ore 8.30 alle ore 12.00
l Mercoledì
dalle ore 15.00 alle ore 18.00
l Sabato
dalle ore 8.30 alle ore 11.30
Modulistica e bando:
I moduli ed il bando saranno
disponibili a partire dal 9 marzo presso lo Sportello Servizi
alla Persona e sul sito internet
www.comune.budrio.bo.it n
Consiglio Comunale
Budrio terra e civiltà | pagina 04
Partito Democratico
Budrio Bene Comune
LA RISTORAZIONE
SCOLASTICA INSIEME AL
COMUNE DI CASTENASO:
UN BEL RISULTATO
I
comuni di Budrio e Castenaso
sottoscriveranno
una convenzione per la gestione in forma associata della
refezione scolastica. Nel 2015
scade l’appalto per questo servizio per entrambi i Comuni e
così si è pensato di lavorare insieme per giungere a una gestione unificata, con l’obiettivo di una maggiore qualità e
un migliore monitoraggio, insieme a una maggiore efficienza ed efficacia dei servizi, con
il conseguente contenimento
dei costi di gestione generale.
L’ottimo lavoro di squadra ha
portato a una convenzione condivisa, da cui emerge una grande attenzione al bene degli
alunni e alla gestione di un importante servizio pubblico. Insieme potremo poi condividere
e godere delle buone pratiche
messe in atto, fin qui, dalle due
amministrazioni singolarmente.
Alcune considerazioni: ancora
una volta ho potuto verificare
con quanto impegno e rispetto il
nostro comune si occupi delle
persone e dei loro bisogni, ma
anche quanta attenzione abbia per l’ambiente e il territorio:
è un interesse che in questa
convenzione si evidenzia con
la scelta di prodotti biologici o
provenienti da coltivazioni a lotta integrata, privilegiando frutta
e verdura a km 0, l’utilizzo di
stoviglie e vasellame lavabili e/o materiali compostabili al
100%, favorendo al massimo la
raccolta differenziata dei rifiuti.
Altra considerazione: nel 2015,
anno dell’Expo, la nostra convenzione è decisamente in linea con la “Carta di Milano”, un
manifesto di impegni e priorità
frutto di un percorso condiviso
e partecipato sul tema dell’Expo
stesso: “Nutrire il Pianeta. Energia per la Vita”.
L’ambizione della carta è chiedere espressamente «un’assunzione di responsabilità, da
parte di tutti, nella battaglia per
il diritto al cibo e contro le diseguaglianze e gli sprechi alimentari».
Da ultimo, vorrei esprimere
l’orgoglio di appartenere a una
amministrazione che mette le
persone al centro e che si impegna con costanza e sacrificio
per mantenere i servizi e, ove
possibile, migliorarli.
Lo si fa anche mettendosi insieme ai comuni vicini come in
questo caso, con buona volontà, superando le differenze e
condividendo l’obiettivo finale
che non può essere altro che “il
bene comune”. In questo caso
ce l’abbiamo fatta e continueremo a farlo in futuro. n
Sonia Serra
Presidente della
Commissione Consigliare
“Servizi ai cittadini e
partecipazione attiva”
MoVimento 5 Stelle
L’ULTIMO STEP
S
tiamo arrivando all’ultimo atto di uno dei casi
di insuccesso tutto targato Pierini e Castelli: la chiusura dell’azienda Step, la società partecipata del Comune
di Budrio.
L’idea alla base di questa operazione avviata appena nel
2008 era quella di avere una
società esterna e parallela al
Comune, che svolgesse per
suo conto gli investimenti e le
opere che il Comune, da solo,
non avrebbe potuto mettere in
cantiere.
Quindi Step era nata appositamente per eludere il patto di
stabilità: una specie di “doping
contabile” che ha alterato per
anni la capacità di spesa del
Comune. A capo della società
veniva posto un fedele amministratore unico e non un consiglio di amministrazione (in
cui siedono anche le minoranze...), venendo così a mancare
un reale controllo da parte del
Consiglio Comunale.
Ad aggravare la situazione,
per tenere ovviamente il passo alla grandeur del PD, Step
ha dovuto anche ricorrere
all’indebitamento - vedi i mutui
contratti - per realizzare i lavori commissionati dal Comune.
Così nel giro di pochi anni la
situazione finanziaria della società è divenuta insostenibile
tanto che, a nostro giudizio, fin
dal 2011 vi erano chiari segnali
che indicavano che la situazione andava affrontata!
Invece si è tirato a campare
perché ammettere agli elettori
che i conti ballavano era troppo compromettente (ma lo è
anche oggi e infatti si trovano
mille giustificazioni).
E veniamo ai giorni nostri: a
maggio 2014 il Comune paga
migliaia di euro una società di consulenza esterna per
realizzare un piano di ristrutturazione e salvataggio della
partecipata, per poi smentire
il piano stesso appena pochi
mesi dopo. Infatti in Gennaio
2015 questa amministrazione
annuncia un nuovo cambio di
rotta dichiarando in commissione che se ne sta valutando la chiusura (ma è una pura
messa in scena perché hanno
già deciso).
Per cercare di tamponare il
disastro creato, il Sindaco e i
suoi sodali, dichiarano inoltre
che vogliono “valorizzare” la
farmacia comunale, che nel
loro linguaggio significa cederne in una qualche forma
la gestione facendola entrare
nell’orbita del “Gruppo Sfera”,
società del Consorzio Conami di Imola (che è anche uno
dei maggiori azionisti di HERA
e a cui furono svendutele nostre azioni Hera nel 2012 per
chiudere un buco di bilancio).
In pratica l’unico bene che poteva creare reddito, se ben gestito, si avvia a prendere altre
strade.
Noi faremo il possibile affinché tutti coloro che hanno
contribuito a creare questa
situazione rispondano dei
gravissimi danni che secondo noi sono stati fatti alla comunità. n
MoVimento 5 Stelle Budrio
[email protected]
http://www.beppegrillo.it/
listeciviche/liste/budrio/
Consiglio Comunale
Budrio terra e civiltà | pagina 05
NOI per Budrio
S.TE.P. : FINALMENTE SI
CHIUDE, MA QUANTI DEBITI
PER I BUDRIESI?
P
er anni, dall’inizio del
mandato e dopo avere
visto i primi bilanci, abbiamo manifestato la nostra
posizione sulla S.Te.P, la società patrimoniale del Comune di Budrio: una situazione di
grave sostenibilità finanziaria
legata alla impossibilità del suo
unico cliente (il Comune) di
mantenere gli impegni economici assunti. Proprio un anno
fa ci veniva detto dal Sindaco
che la S.Te.P andava “messa
in sicurezza finanziaria” e veniva proposto un piano di ristrutturazione del debito con
le banche e con la prospettiva
dell’ingresso di un socio privato. Dopo appena un anno,
mentre siamo ancora in attesa
dell’assenso delle banche al
piano di rimodulazione dei debiti, viene prospettata la possibilità di chiudere la S.Te.P.
e far rientrare tutto il patrimonio e la situazione debiti-crediti all’interno del Comune. La
S.Te.P. andava chiusa ben prima, almeno per ridurre i debiti
che toccherà pagare al Comune, cioè ai cittadini. Viene da
chiedersi come può una società indebitarsi quando effettua
lavori su commissione da un
unico cliente che ne è anche il
proprietario.
La gestione da parte dell’amministrazione attuale e di quella precedente sono state un
vero disastro e a parole si può
raccontare quello che si vuole
ma quando le banche chiede-
ranno al Consiglio comunale
la nuova fidejussione qualche
consigliere di maggioranza riderà meno di quando sorrideva alle nostre perplessità sulla
S.Te.P.
Ormai è esplosa a livello di Città metropolitana la questione
del Passante Nord, un’opera
voluta dai vertici regionali del
PD e dai costruttori e sempre
più osteggiata dai Sindaci dei
Comuni attraversati dall’opera. Il progetto è stato modificato rispetto a quello originale
in modo da evitare una gara
europea e poter dare l’affidamento diretto dei lavori. Il nuovo Passante è previsto essere
di sole due corsie per senso
di marcia e il tratto bolognese
non sarà aperto per diventare tutta tangenziale. Bastano
questi due dati per far capire
che si tratta di un’opera inutile, voluta solo per gli interessi
che muove e senza interessarsi minimamente all’impatto
ambientale.Noi speriamo che
il Consiglio comunale non si
arrampichi sugli specchi con
mozioni ambigue ma dia un
netto parere contrario alla realizzazione del Passante Nord
e chieda delle serie alternative
per risolvere il problema del
traffico del nodo bolognese,
magari insistendo con un po’
più di coraggio nel chiedere il
completamento della trasversale di pianura. Sempre che
non si disturbi troppo quelli a
cui non importa nulla. n
Maurizio Mazzanti
Capogruppo
“NOI per Budrio”
NUMERI UTILI HERA
Vi segnaliamo qui di seguito i numeri utili
alla cittadinanza per contattare Hera
in caso di guasti
PRONTO INTERVENTO
Gas
800.713.666
Energia Elettrica
800.999.010
Acqua e Fognatura
800.713.900
Teleriscaldamento
800.713.699
Pubblica Illuminazione e Semafori
800.498.616
Vi segnaliamo qui di seguito i numeri utili alla
cittadinanza per contattare Hera
per informazioni e pratiche relative
ai vari servizi
SERVIZIO CLIENTI FAMIGLIE
Telefono fisso
800.999.500
Cellulare
199.199.500
numero a pagamento secondo gestore
e profilo tariffario
Servizio Clienti Aziende
800.999.700
Comunità
Budrio terra e civiltà | pagina 06
Legalità=libertà2
I like Budrio by bike
Anche il prefetto all’incontro del 14 marzo alle Torri
Percorsi alla scoperta del territorio
P
S
abato 14 marzo alle ore
15,00 presso le Torri dell’acqua di Budrio si
terrà un incontro pubblico organizzato dal Comune di Budrio.
L’Amministrazione comunale
sta sviluppando con la Regione Emilia Romagna all’interno del progetto conCittadini,
un’iniziativa che coinvolge i ragazzi delle scuole elementari, medie e superiori del territorio sul tema Legalità=libertà2,
nell’intento di promuovere nei
giovani i principi della cittadinanza attiva e sottolineare il
valore della democrazia e della nostra costituzione quali
strumenti essenziali per la tutela della legalità. In tale ambito i ragazzi del Liceo “G.Bruno”
stanno collaborando con i giovani detenuti del Pratello nel-
la produzione dello spettacolo
teatrale “Il vuoto delle parole”.
Il programma dell’evento prevede alle ore 15,00 la rappresentazione dello spettacolo a
seguire, quindi l’incontro pubblico - tavola rotonda sul tema
“I giovani e la legalità”. Moderatori dell’incontro il Sindaco
Giulio Pierini e il Vicesindaco
Luisa Cigognetti. Sono previsti interventi del prefetto di Bologna Ennio Mario Sodano,
Antonio Mumolo Consigliere
regionale e Presidente di “Avvocato di Strada”, Desy Bruno
Garante regionale delle persone private della libertà personale, Alfonso Paggiarino Struttura detentiva IPM “Pratello” di
Bologna e Antonio Monachetti Referente dell’associazione
“Libera” a Bologna. n
roseguono le attività di
partecipazione del progetto avviato dall’Amministrazione comunale. Il 19 febbraio si è tenuto un secondo
incontro con i soggetti pubblici e
privati che aderiscono al progetto per costituire il Tavolo di Negoziazione, un gruppo che affiancherà l’Ente per organizzare al
meglio le attività previste. La prima occasione di confronto aperta a tutti i cittadini sarà un laboratorio di discussione previsto per
la mattinata di sabato 21 marzo a cui seguirà, entro la metà
di aprile, un secondo momento di approfondimento, sempre
di sabato mattina. I partecipan-
ti ai laboratori potranno affrontare il tema dell’uso della bicicletta
nel nostro territorio di campagna
attraverso la fruizione di percorsi
già esistenti, da riscoprire e valorizzare dal punto di vista ambientale, culturale e turistico. Per
partecipare al laboratorio di sabato 21 marzo è necessario inviare una richiesta via mail entro
lunedì 16 marzo all’indirizzo [email protected]
oppure telefonare al numero 051
6928224. Per approfondimenti è
attivo nella home page del sito
del Comune di Budrio, un banner
che contiene tutte le informazioni
sul progetto, gli aggiornamenti e
la cartografia di lavoro. n
Comunità
Budrio terra e civiltà | pagina 07
Prima edizione della camminata
per le scuole di Budrio
Domenica 19 aprile camminata di finanziamento per le scuole del territorio
D
omenica 19 aprile si
svolgerà, per le vie di
Budrio, la prima edizione di una manifestazione aperta alla partecipazione di tutti i
cittadini, grandi e piccoli: la prima camminata per le scuole di
Budrio. Ideata dal comitato organizzatore dei festeggiamenti
delle scuole Elementari Fedora
Servetti Donati e medie Quirico
Filopanti, questa manifestazione si inserisce nel più ampio
programma di eventi che il comitato, formato da genitori ed
insegnanti, ha pensato di mettere in atto per questo anno
scolastico. Questa manifestazione, come altre attività che si
pensa di proporre, ha un chiaro
carattere di autofinanziamento
delle scuole interessate dall’evento: le feste scolastiche di
fine anno, i banchetti dei mercatini, una semplice passeggiata diventano, per noi genitori o
semplici cittadini, anche occasione per contribuire, ognuno
con le proprie possibilità, alla
crescita dei nostri bambini e dei
nostri ragazzi. La camminata
del 19 aprile sarà inserita all’interno della più ampia cornice
di Primaveranda 2015, avrà
un carattere non agonistico e
si svolgerà lungo due percorsi: il primo, più semplice e più
corto, è adatto a tutti, mentre
il secondo percorso sarà sensibilmente più lungo e rivolto a
chi si concede spesso il piacere di una salutare passeggiata.
Il ritrovo è previsto al piazzale
della gioventù, dalle ore 14:00,
per lo svolgimento delle pro-
cedure di iscrizione, mentre la
partenza, per tutti i partecipanti
è fissata alle ore 15:00. L’arrivo sarà per tutti al piazzale della gioventù, dove confluiranno
entrambi i percorsi e verrà allestito un punto di ristoro: partecipanti grandi e piccoli potranno
così rifocillarsi in un’atmosfera
di incontro reciproco, festoso e
conviviale.
E allora: camminiamo per la
scuola, per i nostri bambini e
per il futuro di tutti! n
Il Comitato Organizzatore
Comunità
Budrio terra e civiltà | pagina 08
DELEGAZIONE BUDRIESE
A GYULA (UNGHERIA)
D
al 5 al 8 febbraio una delegazione budriese, composta dal Vicesindaco Cicognetti,
dall’Assessore Montanari, dal Consigliere Bersani e da Claudia Carini per il Comune di Budrio,
insieme a Giorgio Cesari, Giovanni Santandrea
e Mario Pasquali si sono recati in visita a Gyula
nell’ambito delle iniziative di gemellaggio fra le
due cittadine. Assieme al Sindaco e al Vicesindaco di Gyula hanno posato in questa foto, davanti
alla targa che ricorda il gemellaggio tra Budrio e
Gyula nel quartiere di Gyula che porta il nome
di Budrio. Si ringraziano alcune realtà del territorio per aver partecipato alla realizzazione dell’incontro, in particolar modo la Profumeria Zarri. Un
grazie anche all’azienda agricola Dante Nerini e
al Centro Sociale La Magnolia.
La delegazione budriese con il Sindaco e il Vicesindaco di Gyula
VISITA DEL MINISTRO
GALLETTI ALLA COMET
L
o scorso 16 febbraio, il Ministro dell’ambiente
Galletti ha visitato la sede Comet di Budrio
ospite della famiglia Cervellati e della Confcommercio di Bologna. Insieme al Sindaco di Budrio
hanno accompagnato il Ministro durante la visita,
i Sindaci di Castenaso, San Giovanni in Persiceto e Sasso Marconi. Un grande gruppo che rappresenta un’eccellenza budriese e che impegna,
in diverse regioni d’Italia, oltre 2000 persone con
più di 100 punti vendita e 9 milioni di visitatori
all’anno. Un lavoro di qualità, un comportamento
etico verso l’ambiente e la responsabilità sociale
di imprenditori che continuano a investire e a credere nel territorio. Congratulazioni alla famiglia
Cervellati e a tutta la Comet per l’organizzazione
di questo importante evento. n
Il Ministro Galletti, i Sindaci Pierini, Sermenghi e Mazzuca con la famiglia Cervellati
Eventi
Budrio terra e civiltà | pagina 09
Cioccolata o cioccolato?
Il 7 e 8 marzo si terrà a Budrio, in Piazza Filopanti, la prima festa del cioccolato artigianale
P
romossa
dal
Comune di Budrio, da Ascom
Confcommercio e Cna,
con i maestri cioccolatieri di
Ciocchinbo e l’organizzazione
di Eventi, verranno allestiti una
ventina di gazebo in piazza. 10
maestri cioccolatieri provenienti
da diverse regioni d’Italia si danno questo appuntamento per fare
sfoggio del “cibo degli dei”. Sarà
davvero una cascata di cioccolata
e una montagna di cioccolato. A
proposito si può dire in modo indifferente oppure è meglio essere precisi. La cioccolata è quella
liquida, il cioccolato è solido. Lo
sapevate? L’importante che sia
buono e nutriente. Quanti miti e
credenze da sfatare su questo
alimento. Ci sarà il tempo già
in questa prima edizione e più
ancora in quelle che verranno.
Cremino o pralina, riso soffiato
con cioccolato fondente o al latte, forme artistiche per attirare lo
sguardo e non solo per il peccato
di gola. Le novità bio, il cioccolato
al peperoncino oppure con stevia
o malva, poi miele, rum… Quando passano i bambini sgranano
gli occhioni. Per loro ci saranno le
cose migliori. Partiamo dal labo-
ratorio. Sia sabato che domenica
pomeriggio in piazza lavoreremo
con i bambini il cioccolato e la pasta di zucchero. I piccoli “pasticcioni” si divertiranno a decorare
la loro faccina smile di cioccolato secondo l’umore della giornata: sorridente o imbronciata? E
poi giochi e attrazioni. Non deve
mancare niente per un evento nuovo e gustoso. E gli adulti?
Non ce ne siamo dimenticati, anzi
li coinvolgeremo cercando di metterli alla prova. Nonne, mamme,
ragazze, ma anche tutti gli uomini di casa possono scrivere la
loro “cioccoricetta”. Un biscotto,
una torta al cioccolato che sia realizzabile. Sbizzaritevi, inventate,
oppure ricercate la vecchia ricetta
nel cassettone di carte dimenticate. Chissà potreste vincere i kili di
cioccolato in palio. 10 kili divisi tra
primo, secondo e terzo classificato, deciso da una giuria di qualità.
E per tutti intrattenimento musicale e animazione in strada. Sabato mattina la banda aprirà la kermesse con il Sindaco di Budrio,
il Presidente di Ciocchinbo e il
presidente di Eventi. E’ un evento
all’insegna del gusto e del divertimento. Buon cioccolato a tutti. n
Eventi
Budrio terra e civiltà | pagina 10
Budriodonna 2015
l Giovedì 26 febbraio
ore 20.30
Sala S
via Garibaldi 39
CONTROLLO LA MENTE,
CONTROLLO IL CORPO
Corso di autodifesa e
autostima rivolto al genere
femminile.
In collaborazione
con Davide Vecchi
Associazione Akademia
l Sabato 28 febbraio
ore 17.00
Sala Rosa
Palazzo Medosi Fracassati
via Marconi
Inaugurazione mostra
personale Giorgia
Montanari
Porta itineris dicitur
longissima esse
La mostra sarà visitabile nei
giorni 1, 7 e 8 marzo
dalle ore 10 alle ore 12.30
e dalle ore 15.30 alle ore
18.30
l Sabato 7 marzo
ore 18
Torri dell’acqua
piazzetta De Andrè
Inaugurazione mostra
personale di Patrizia
Gamberini Fantelli
ma l amore
La mostra sarà visitabile sino
al 29 marzo
In collaborazione con
la Fondazione Cocchi e
Associazione Amici del
Consorziale
l Domenica 8 marzo
ore 12.30
Centro Sociale La Magnolia
via Bianchi 31
Pranzo per la Festa
della Donna
Info: 051 6920897
l Martedì 10 marzo
ore 16
Centro Sociale La Magnolia
via Bianchi 31
IL MITO DI ORFEO NELLA
Eventi
STORIA DELL’ARTE
Relatrice Maria Chiara Mazzi
A cura della Commissione
Cultura ANCeSCAO
Provinciale
l Venerdì 13 marzo
ore 20.30
Campo Centrale Palestra del
Liceo Giordano Bruno
CONTROLLO LA MENTE,
CONTROLLO IL CORPO
Dimostrazioni pratiche di
autodifesa nelle situazioni di
rischio, dedicate al genere
femminile, in collaborazione
con i maestri della
associazione Akademia
Domenica 15 marzo
ore 16
Auditorium
via Saffi 50
IO & MIA FIGLIA
progetto di film cortometraggio
sulla tematica dello stalking.
Regia di Ruggero Deodato,
introduce Patrizia Stefani
In collaborazione con
l’associazione marocchina
Safir, lo SPI CGIL di Budrio e
lo Sportello Donna
l
Budrio terra e civiltà | pagina 11
CGIL Bologna.
Interviene Milena Schiavina
l Venerdì 20 marzo
ore 21
Auditorium
via Saffi 50
SETTE DONNE
spettacolo teatrale
A cura dell’Associazione
Culturale Teatrale “Il Sogno”
l Domenica 22 marzo
ore 17
Torri dell’acqua
piazzetta De Andrè
Liliana Stracuzzi presenta:
I PITTORI TRIESTINI AL
TEMPO DI ITALO SVEVO
Nell’ambito della rassegna
Musica Parole Immagini
l Martedì 24 marzo
ore 16
Centro Sociale La Magnolia
via Bianchi 31
IL MITO DI ORFEO NELLA
STORIA DELLA MUSICA
Relatrice Jessica Forlai
A cura della Commissione
Cultura ANCeSCAO
Provinciale
l Mercoledì 22 aprile
ore 21
Chiesa di Sant’Agata
via Marconi
AN AMERICAN STAR
Faythe Freese
(USA, organo)
A cura del Circolo Amici delle
Arti di Budrio
l Domenica 26 aprile
ore 21
Torri dell’acqua
piazzetta De Andrè
DUO RENOIR
Lavinia Soncini, violino
Claudia D’Ippolito, pianoforte
Musiche di Beethoven
e Frank
Nell’ambito della rassegna
Musica Parole Immagini
l Prossimamente
“ELOGIO DELLA LIBERTÀ”
presso Torri dell’acqua
Conversazioni di Liliana
Stracuzzi tratte dal libro di
Dacia Maraini n
Cultura
Budrio terra e civiltà | pagina 12
Due mostre a Londra e Venezia
per la budriese Vanna Modelli
L
a pittrice budriese Vanna Modelli ha
iniziato il 2015 esponendo le sue opere in due prestigiose collettive che si
sono tenute rispettivamente all’Art Rooms
VANNA MODELLI
di Londra, in collaborazione con Galleria
Accorsi Arte di Torino e presso Bautando a
Venezia, all’interno del suggestivo scenario
della Scuola Grande San Giovanni Evan-
gelista. Complimenti a Vanna per il successo conseguito: un’altra personalità budriese che si distingue nel panorama italiano
internazionale. n
LO SPAZIO ESPOSITIVO A SAN GIOVANNI EVANGELISTA - VENEZIA
Cultura
Budrio terra e civiltà | pagina 13
Ma l amore
alle Torri dell’acqua
I
l 7 marzo, alle Torri dell’acqua,
si inaugura la mostra ma l amore, che presenta una serie di
installazioni dell’artista Patrizia
Gamberini Fantelli, bolognese
di nascita e di studi, ma da molto
tempo attiva in luoghi diversi del
mondo. La galleria delle Torri accompagna il visitatore lungo un
percorso segnato ad ogni passo
dalla sofferenza delle donne e dei
più deboli: femminicidio, amore
tradito e concepito come possesso, fatica di resistere come donne
coraggiose che all’amore non vogliono rinunciare, ma non possono accettare la
succubanza, sotto qualunque cielo, proveniente da qualunque malinteso diritto. Una mostra
che ben si iscrive nel periodo dell’anno che
vuole ricordare le battaglie delle donne per migliorare le proprie condizioni di lavoro - iniziate
in un fatidico marzo del 1857 - e non vuole dimenticare il gravissimo episodio (marzo 1911)
dell’incendio della fabbrica tessile newyorche-
se Triangle Shirtwaist Company,
in cui perirono bruciate vive le lavoratrici rinchiuse a chiave nello
stabilimento durante il lavoro, per
il timore di furti o di pause troppo
lunghe. In maggioranza erano immigrate, italiane ed ebree. Oggi
le immigrate sono asiatiche, africane, slave. La promozione di
questa mostra da parte dell’amministrazione comunale e l’allestimento di essa da parte delle Torri
dell’acqua, è anche un modo per
sottolineare che, se le mimose e
le feste sono un bel segno di speranza, occuparsi attraverso una mostra d’arte
dei diritti ancor oggi così ferocemente violati in
tutto il mondo, è un prova forte di assunzione
di responsabilità e di impegno per la libertà di
cittadinanza e di pensiero. Cittadine e cittadini
sono invitati a visitare questa mostra da cui potranno scaturire molte importanti riflessioni per
una sana convivenza civile.
La mostra si chiude il 29 marzo. n
Invito a cena
con delitto
Il cast del film
Il 28 Febbraio scorso si è tenuta, presso il Circolo Ricreativo Culturale Dugliolese, una serata di proiezione del
film “Invito a cena con delitto” scritto
e diretto da Stefania Zanardi.
Le protagoniste del film sono 10 signore di Minerbio, la cui età va dai 55 ai
74 anni, che si sono messe in gioco
goliardicamente, per realizzare un calendario ed un film, a scopo benefico
per l’Istituto Ramazzini che si occupa
della ricerca sul cancro.
Nel casting, anche il Sindaco di Minerbio Lorenzo Minganti. n
Eventi
Budrio terra e civiltà | pagina 14
Il 15 marzo carnevale a Vedrana
Il carnevale dedicato alla solidarietà
I
volontari della Scompagnia del Torrione,
organizzano quest’anno il tradizionale
Carnevale del Torrione a Vedrana, arrivato alla sua 18° edizione, nella giornata di
domenica 15 marzo. In caso di maltempo
la manifestazione si terrà la domenica successiva 22 marzo. Si precisa che l’annullo
postale, presso la sala d’aspetto dell’ambulatorio medico, si effettuerà il 15 marzo
a prescindere dalle condizioni meteorologiche. Il programma prevede l’inizio della sfilata dei carri allegorici ore 14.30: aprirà la
sfilata dei carri un gruppo folkloristico. Sul
palco la maschera di Balanzone farà da intrattenimento. Durante la manifestazione
del carnevale saranno in funzione i punti
di ristoro gestiti dall’associazione AVIS di
Budrio. Si ringrazia anticipatamente quanti
interverranno, gli sponsor e tutti i cittadini
di Vedrana che con il loro generoso contributo continuano a rendere possibile lo
svolgersi della festa. Ricordiamo infine che
i proventi del carnevale di verranno, come
sempre, devoluti in beneficenza: quest’anno, il destinatario, è il plesso scolastico di
Vedrana. n
Per il Comitato, Leonardo Di Michele
Torna al Consorziale la Compagnia del Veterinario
V
enerdì 27 marzo, la Compagnia Gli
Amici del Veterinario presenta al Teatro Consorziale di Budrio la commedia
brillante dialettale: ANSELMO AL MARIDA
LA FIOLA di Ermes Manferrari. Spettacoli:
Venerdì 27, sabato 28 e domenica 29 marz.
Un sarto, non proprio stilisticamente all’avanguardia, si trova nella necessità di fare l’abito
nuziale per la figlia prossima alle nozze. Anselmo, questo è il suo nome, abbandona presto l’idea spinto dalla moglie, che conoscendo
le scarse qualità in materia del marito, assume per l’occasione un noto stilista francese
tale Alfons du Chec. Tutto sembra andare per
il verso giusto, quando una lettera anonima,
getta nel panico l’intera famiglia tanto da mettere a rischio l’annunciato matrimonio. Solo
nel finale, tutto si chiarisce e la vicenda volge
a lieto fine. La commedia, come da tradizione, è condita di satira sociopolitica locale di
cui l’autore ERMES MANFERRARI non può
esimersi ogni anno dal mettere in scena. L’incasso, sarà devoluto in beneficenza come segue: un terzo al Teatro Consorziale, un terzo
al progetto di costruzione del parco giochi per
disabili, un terzo all’Associazione genitori “Il
Sogno di Lucrezia” Onlus. n
Associazioni
Budrio terra e civiltà | pagina 15
Lo Studio del Movimento Danza
fa il pieno di premi a Reggio Emilia
Emma Barattini e Eva Blunno si aggiudicano la finale del concorso Internazionale di Montpellier
G
randi soddisfazioni hanno avuto gli
allievi e gli insegnanti della scuola di
danza studio del movimento di Budrio
alle selezioni nazionali per l’accesso al concorso Internazionale di Montpellier (Francia), manifestazione organizzata dalla Confédération
Nationale de Danse francese: la prima fase
di selezione ha avuto infatti luogo domenica
25 gennaio presso il teatro Asioli di Correggio (RE). Presidente della giuria era il maestro
Jean-Pierre Lamperti (Vice Presidente CND)
accompagnato in giuria da Yoko Wakabayashi
(ex ballerina del Rudra di Bejart e dell’Ensemble di Micha Van Hoecke) e Francesca Bertolli
(ex ballerina di Sosta Palmizi); queste le categorie in cui i concorrenti si sono misurati: classico, jazz, contemporaneo, carattere, hip-hop
e altri stili. Le selezioni nazionali del Concours
Nationale de Danse CND avvengono, oltre che
in Francia e in Italia, in numerosi altri paesi Europei ed extraeuropei: Belgio, Spagna, Portogallo, America Latina. Alla finale, che si terrà
a Montpellier dal 13 al 16 maggio, accedono
solo i concorrenti che hanno ottenuto il 1er prix
(primo premio con felicitazioni della giuria) in
una o più categorie, nelle selezioni nazionali
dei vari paesi. Lo Studio del Movimento Danza
di Budrio ha presentato 18 solisti, un duo, e
tre gruppi, nelle categorie classico, contemporaneo e hip hop e questi sono i nostri risultati:
Preparatorio 2: Rebecca Rossi 2° Premio
Elementary 1: Giada Cenni, Martina Fantini e
Ludovica Sant’Andrea 1° Premio, Giulia Zarri
2° Premio
Elementary 2: Martina Torti Primo Premio
all’unanimità, Jennifer di Carlo e Noemi Piazzi
1° Premio, Margherita De Cataldo 2° Premio,
Silvia Menandro 3° Premio
Moyen 1: Matilde Tinti 3° Premio
Moyen 2: Aurora Casatori 1° Premio all’unanimità, Emma Barattini 1° Premio, Gemma Giordano e Anita Grandi 2° Premio
Excellence classico: Eva Blunno 1° Premio
Categoria Contemporaneo 2: Aurora Casatori e Giada Cenni 1° Premio all’unanimità,
Jennifer di Carlo, Noemi Piazzi, Gemma Gior-
dano, Giulia Petazzoni 1° Premio, Paola Biancoli 2° Premio
Categoria Gruppi Contemporaneo: La coreografia ALL RIGHT di Emilia Martinci danzata
dalle allieve del corso B3 della Scuola vince il
1° Premio e la coreografia PERHAPS sempre
di Emilia Martinci ballata dalle allieve B2 vince
il 2° Premio
Categoria Duo: La coreografia IF... di Federico Frison danzata da Irene Bastelli e Fayruz El
Sayed vince il 1° Premio
Categoria Gruppi Hip Hop: La coreografia
WANTED di Federico Frison danzata dagli allievi dei corsi Hip Hop della scuola vince il 1°
premio.
Tra gli oltre 200 allievi che hanno partecipato
alla selezione italiana solo 8 hanno avuto il primo premio con felicitazioni e la possibilità quindi di poter partecipare alla finale in Francia e
tra questi ci sono due allieve dello studio del
movimento:
Emma Barattini vincitrice del 1° PREMIO con
FELICITAZIONI Categoria Contemporaneo 3
con la coreografia “Drain” di Martina Stivani e
l’allieva Eva Blunno vincitrice del 1° PREMIO
EMMA BARATTINI
EVA BLUNNO
con FELICITAZIONI Categoria Contemporaneo 4 con la coreografia “Twilight” sempre di
Martina Stivani. Emma ed Eva rappresenteranno quindi l’Italia alla finale del concorso che
si terrà a Montpellier dal 12 al 16 maggio. À
bientôt a Montpellier!!!! n
Progetto musica / arte
alla Magnolia
Un’unica programmazione lega quest’anno
Musica e Arte: quello di raccontare attraverso due linguaggi molto differenti le storie
meravigliose del mito e della natura quello
dell’amore tra Euridice e Orfeo, il giovane
pastore che col suo canto commuove le
divinità infernali e le convince a restituirgli
l’amata morta. È un mito senza tempo sulla
forza dell’amore che supera ogni ostacolo e
che da sempre fino ad oggi ha commosso
ed ispirato pittori, letterati e musicisti. L’altro
argomento trattato sarà invece un vero e
proprio ciclo sulla natura, per mettere in
relazione “cultura” e “coltura”. Protagoniste saranno innanzitutto le Stagioni, che
‘scandiranno’ la nostra annata e che sia in
musica che in pittura hanno avuto celebri e
meravigliose realizzazioni e poi sentiremo
e vedremo gli animali, così come sono stati
‘trasformati’ dai musicisti e così come sono
stati dipinti nei secoli dall’antichità ad oggi.
Gli appuntamenti di marzo:
Il mito di Orfeo
Arte: Martedì 10 Marzo 2015 h.16.00
Musica: Martedì 24 Marzo 2015 h. 16.00
Relatrici: Maria Chiara Mazzi - Storia della
musica
Jessica Forlai - Storia dell’arte
Centro La Magnolia - Via Bianchi, 31
Budrio /BO (tel.051-6920897). n
Cultura
Budrio terra e civiltà | pagina 16
Presentazione libri a Mezzolara:
altri due appuntamenti
13 marzo - ore 20.45
L’AMORE AI TEMPI DEL
TELEFONO FISSO
Sarà presente l’autore
Gianluca Morozzi
Presentazione di Carla Bonaveri
Letture a cura di Tiziano Casella
Qual era la cosa più difficile da fare per
un adolescente degli anni Ottanta? Sopravvivere alle spalline e ai paninari? Non
farsi pestare dal teppista della scuola durante l’ora di educazione fisica? No: negli
anni drammatici del telefono fisso la cosa
più difficile del mondo era telefonare a
una ragazza.
All’altro capo della cornetta avrebbe potuto rispondere chiunque, la nonna sorda, il
padre severo, il fratellino scemo, o peggio ancora la madre giovanile dalla voce
molto simile a quella della figlia, il suono
degli scatti della rotella che girava componendo il numero era la colonna sonora
dell’angoscia, della confusione mentale,
della secchezza delle fauci.
Entrata Libera.
17 aprile - ore 20,45
LA MIA INDAGINE ABUSIVA
Saranno presenti gli autori:
Ugo Pirani, Gabriele Montanari,
Andrea Federici
Letture a cura di Tiziano Casella
Un omicidio senza senso frantuma la
quiete di un tranquillo paese alle porte di
Bologna.
L’indagine ufficiale arranca. Servirà un
improvvisato investigatore-massaggiatore per far luce su una vicenda dai contorni demenziali.
Entrata Libera. n
l Direttore responsabile: Anna Magli l Impaginazione e Grafica: EVENTI soc. coop. - Bologna
Avviso per tutte le associazioni budriesi
Potete scriverci o contattarci a questo recapito: Redazione Budrio terra e civiltà
Comune di Budrio - P.zza Filopanti, 11 - Anna Magli - Tel. 051.6928320 - [email protected]
l Per la vostra pubblicità contattate: EVENTI soc. coop. - Bologna
Tel. 0516340480 - Fax 0516342192 - [email protected] - www.eventibologna.com
Il Periodico BUDRIO Terra e Civiltà è stampato su carta riciclata - chiuso per la stampa il 18/02/2015
Il materiale contenuto nel Notiziario, anche in forma web, è protetto da copyright. Se non espressamente richiesto, non è consentito copiare, scaricare, trasmettere, ri-pubblicare anche
parzialmente i contenuti del Notiziario senza previo consenso da richiedere all’Amministrazione Comunale. Non è altresì consentito estrapolare alcuna delle immagini grafiche contenute né
usare il contenuto o i marchi del sito. L’utente che invia un contributo (fotografie, scritti in genere ed altri contenuti originali) che contiene informazioni di carattere personale relative ad un
soggetto identificato o identificabile nell’immagine, assume la qualifica di Titolare del trattamento dei dati personali contenuti nel contributo inviato. Pertanto dovrà informare gli interessati nei casi
e nei modi previsti dall’art.13 d.Lgs N. 196/03 nonché raccogliere il consenso alla diffusione degli stessi. In nessun caso i contributi inviati potranno contenere dati qualificabili come sensibili.
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
2 944 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content