close

Вход

Log in using OpenID

beps – arresto cardiaco bls - IC Dosolo Pomponesco Viadana

embedDownload
Corso Base
per
Aspiranti Volontari della
CROCE ROSSA ITALIANA
ARRESTO CARDIACO
B.L.S.
Croce Rossa Italiana - Emilia Romagna
OBIETTIVO DELLA LEZIONE
 conoscere il protocollo di intervento in caso di arresto cardiaco
 Saper effettuare le manovre di rianimazione senza ausili
 Saper risolvere le situazioni di ostruzione delle vie aeree
Croce Rossa Italiana - Emilia Romagna
L’Attacco Cardiaco
• La casistica:
– 55.000 casi ogni anno, in Italia
– 70-80% dei casi avviene nelle abitazioni
– 65% dei casi con un testimone presente
– Probabilità di sopravvivenza:
• Se un testimone allerta subito i soccorsi ed effettua le manovre di soccorso:
30-50%
• Se sul posto dell’evento non è presente nessuno:
0-2%
•
Le manovre della rianimazione cardiopolmonare devono essere conosciute
da tutti i cittadini
Croce Rossa Italiana - Emilia Romagna
Il B.L.S. (Basic Life Support)
Cos’è:
Sequenza di verifiche ed azioni da effettuare sulla Vittima quando
A – NON E’ COSCIENTE
B – NON RESPIRA
C – NON HA CIRCOLO
Scopo:
Prevenire o Limitare i danni dovuti alla Carenza di Ossigeno nelle
zone cruciali per la Vita della vittima:
Cervello
Cuore
Svolgendo le funzioni che l’organismo
non riesce più a compiere da solo
Croce Rossa Italiana - Emilia Romagna
Il Cervello e l’Ossigeno
Il cervello per funzionare ha bisogno di Ossigeno...
L’Ossigeno è il suo carburante
Dopo 4 – 6 minuti
Il cervello subisce i
primi danni
Assenza di Circolo
Dopo 10 minuti
Si hanno danni cerebrali
IRREVERSIBILI
Croce Rossa Italiana - Emilia Romagna
OBIETTIVO DEL B.L.S.
B.L.S.  Basic Life Support
Pronto riconoscimento dell’arresto cardio-respiratorio
Attivazione precoce del sistema di emergenza
SUPPORTO PRECOCE DELLE FUNZIONI VITALI:
RESPIRO E CIRCOLO
Croce Rossa Italiana - Emilia Romagna
CAUSE DI ARRESTO RESPIRATORIO
Cause più frequenti
Ostruzione delle vie aeree
Trauma
Annegamento
 Caduta della lingua nella persona NON
cosciente
 Corpi estranei
Folgorazione
Overdose da oppiacei
Intossicazione da farmaci
Arresto cardiaco
L’arresto respiratorio impedisce l’apporto
d’ossigeno al cuore, che dopo alcuni minuti smette di
battere:
ARRESTO CARDIOCIRCOLATORIO
Croce Rossa Italiana - Emilia Romagna
CAUSE DI ARRESTO CARDIACO
• Problemi del Ritmo del Cuore
• Malattie del Cuore
• Infarto del miocardio (IMA)
• Carenza di ossigeno nel sangue
• Gravi emorragie
• Traumi
La morte cardiaca improvvisa
è una cessazione BRUSCA ed INATTESA
delle attività circolatoria e respiratoria in pazienti
con o senza malattia nota o segni premonitori
Croce Rossa Italiana - Emilia Romagna
LE MANOVRE FONDAMENTALI
VENTILAZIONE ARTIFICIALE
MASSAGGIO CARDIACO
Croce Rossa Italiana - Emilia Romagna
LE MANOVRE FONDAMENTALI
VENTILAZIONE ARTIFICIALE
BOCCA-BOCCA BOCCA-NASO
MASCHERA-BOCCA
Rischio di contagio soccorritore-vittima o vittima-soccorritore
•
•
Per contatto diretto con la vittima: statisticamente estremamente basso
In caso di ferite dentro o attorno alla bocca:
– Telo di garza o fazzoletto
– Bocca-Naso
Croce Rossa Italiana - Emilia Romagna
LE MANOVRE FONDAMENTALI
VENTILAZIONE ARTIFICIALE
•
•
•
•
•
•
•
BOCCA-BOCCA
Mantenere la testa nella posizione corretta
(iperestensione se non traumatico)
Inspirare
Applicare la labbra “a tenuta” attorno alla bocca della vittima
Chiudere le narici
Soffiare l’aria nella bocca della vittima lentamente
(2 secondi)
Verificare che il torace della vittima si sollevi
come in una respirazione normale
Allontanare la bocca dalla vittima
Lasciare che la vittima espiri naturalmente
Frequenza della manovra: 10 ventilazioni / minuto
Croce Rossa Italiana - Emilia Romagna
LE MANOVRE FONDAMENTALI
VENTILAZIONE ARTIFICIALE
BOCCA-NASO
Se la respirazione Bocca-Bocca può essere inefficace
(contrattura muscolare, trauma, freddo)
•
•
•
•
•
•
Mantenere la testa nella posizione corretta
(iperestensione se non traumatico)
Inspirare
Applicare la labbra “a tenuta” attorno al naso della vittima
Chiudere la bocca, premendo anche sulla mascella inferiore
Soffiare con forza l’aria nel naso della vittima
(2 secondi)
Verificare che il torace della vittima si sollevi
come in una respirazione normale
Lasciare che la vittima espiri naturalmente
(aprire la bocca)
Frequenza della manovra: 10 ventilazioni / minuto
Croce Rossa Italiana - Emilia Romagna
LE MANOVRE FONDAMENTALI
VENTILAZIONE ARTIFICIALE
MASCHERA BOCCA
La Ventilazione con la maschera tascabile (Pocket-Mask)
è molto efficace
•
•
•
•
•
•
•
Posizionarsi dietro la testa della vittima
Appoggiare la maschera sul viso, coprendo naso e bocca
Sollevare la mandibola e solo se non traumatico estendere la testa
Mantenere l’aderenza con pollici ed indici di entrambe le mani
Soffiare l’aria nel boccaglio della maschera lentamente
(2 secondi)
Verificare che il torace della vittima si sollevi
come in una respirazione normale
Lasciare che la vittima espiri naturalmente
Frequenza della manovra: 10 ventilazioni / minuto
Croce Rossa Italiana - Emilia Romagna
LE MANOVRE FONDAMENTALI
VENTILAZIONE ARTIFICIALE
CAUSE DI VENTILAZIONE INEFFICACE - COMPLICANZE
CAUSA
EFFETTO
Incompleta aderenza della maschera
IPOVENTILAZIONE
insufficiente iperestensione del capo
IPOVENTILAZIONE
Insufflazioni troppo rapida o brusca
DISTENSIONE GASTRICA
IPOVENTILAZIONE
NON ARRIVA OSSIGENO
DISTENSIONE GASTRICA
ARIA NELLO STOMACO
Croce Rossa Italiana - Emilia Romagna
LE MANOVRE FONDAMENTALI
MASSAGGIO CARDIACO
TECNICA DI COMPRESSIONE TORACICA
- Posizionarsi sopra il paziente e stendere le braccia
RAPPORTO “COMPRESSIONE : RILASCIAMENTO”
1:1
PROFONDITÀ DELLA COMPRESSIONE
4-5 cm
FREQUENZA DI COMPRESSIONE
100 comp./minuto
Croce Rossa Italiana - Emilia Romagna
LE MANOVRE FONDAMENTALI
MASSAGGIO CARDIACO
CAUSE DI INEFFICACIA DEL MASSAGGIO CARDIACO
CAUSA
EFFETTO
Punto di compressione scorretto
Compressioni troppo intense e brusche
Compressioni troppo superficiali
FRATTURE STERNALI COSTALI
LESIONI ORGANI INTERNI
CIRCOLO INSUFFICIENTE
Croce Rossa Italiana - Emilia Romagna
BASIC LIFE SUPPORT
A
VALUTAZIONE
Stato di coscienza
Chiama e scuoti
LA VITTIMA NON RISPONDE
AZIONE
ATTIVARE I SOCCORSI
• Se ci sono dei presenti, fare chiamare il 118
• Se si è soli, valutare prima se respira e poi
• allertare il 118
Croce Rossa Italiana - Emilia Romagna
BASIC LIFE SUPPORT
A
VALUTAZIONE
Stato di coscienza
Chiama e scuoti
LA VITTIMA NON RISPONDE
AZIONE
ALLINEARE LA VITTIMA e POSIZIONARLA SU UN PIANO RIGIDO
SCOPRIRE IL TORACE
 Prepararsi ad effettuare le altre valutazioni.
Croce Rossa Italiana - Emilia Romagna
BASIC LIFE SUPPORT
VALUTAZIONE
Stato di coscienza
A
AZIONE
A  Pervietà delle vie aeree
Non TRAUMATICO:
Iperestensione del capo
Croce Rossa Italiana - Emilia Romagna
BASIC LIFE SUPPORT
B-C
VALUTAZIONE
Presenza di respiro
G  GUARDO
Presenza segni di circolo
A  ASCOLTO
S  SENTO
 Controllare per 10 secondi
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10
Croce Rossa Italiana - Emilia Romagna
BASIC LIFE SUPPORT
VALUTAZIONE
G  GUARDO
Presenza di respiro
A  ASCOLTO
S  SENTO
LA VITTIMA NON RESPIRA E
NON HA CIRCOLO
30
AZIONE
Compressioni
2
Insufflazioni
Croce Rossa Italiana - Emilia Romagna
B-C
BASIC LIFE SUPPORT
B-C
VALUTAZIONE
G  GUARDO
Presenza di respiro
A  ASCOLTO
S  SENTO
LA VITTIMA NON RESPIRA E
HA CIRCOLO
AZIONE
10
CONTROLLO
OGNI
MINUTO
(B-C)
Insufflazioni
al minuto
Croce Rossa Italiana - Emilia Romagna
BASIC LIFE SUPPORT
B-C
VALUTAZIONE
G  GUARDO
Presenza di respiro
A  ASCOLTO
S  SENTO
LA VITTIMA RESPIRA
AZIONE
POSIZIONE LATERALE DI
SICUREZZA PLS
 Ruotare ogni 30 min
 Controllare respiro ( G.A.S. )
Croce Rossa Italiana - Emilia Romagna
BASIC LIFE SUPPORT
QUANDO INTERROMPO LA RIANIMAZIONE ( RCP)
QUANDO ARRIVANO I SOCCORSI (118)
QUANDO SONO ESAUSTO FISICAMENTE
Croce Rossa Italiana - Emilia Romagna
B-C
BASIC LIFE SUPPORT
RIANIMAZIONE CARDIO POLMONARE
CAMBIO TRA DUE SOCCORRITORI
- Il cambio tra due soccorritori viene effettuato alla fine di un ciclo di RCP
CAMBIO !
- Nel cambiarsi i Soccorritori
gireranno dalla stessa parte
per non ostacolarsi a vicenda
Croce Rossa Italiana - Emilia Romagna
BASIC LIFE SUPPORT
RIANIMAZIONE CARDIO POLMONARE
QUANDO INIZIARE LA RCP UGUALMENTE?
INIZIARE LA RCP SENZA TENERE CONTO DI:
 ETÀ APPARENTE
 ASPETTO CADAVERICO
 TEMPERATURA CORPOREA BASSA
 MIDRIASI
Croce Rossa Italiana - Emilia Romagna
BASIC LIFE SUPPORT
RIANIMAZIONE CARDIO POLMONARE
LA PERSONA E’ VITTIMA DI UN TRAUMA, COSA FACCIO ?
NO
NO
IPERESTENSIONE DEL CAPO
POSIZIONE LATERALE DI SICUREZZA
LA PERSONA E’ VITTIMA DI ANNEGAMENTO,
FOLGORAZIONE
NESSUNA VARIAZIONE NELLE MANOVRE
Croce Rossa Italiana - Emilia Romagna
OSTRUZIONE DELLE VIE
AEREE DA CORPO
ESTRANEO
Croce Rossa Italiana - Emilia Romagna
OSTRUZIONE VIE AEREE
TIPI DI OSTRUZIONE
PARZIALE
COMPLETA
 Segno universale di soffocamento
 La persona respira con difficoltà
 Respiro con fischio
 La persona riesce a tossire
 La persona NON parla
 La persona NON respira
 La persona NON riesce a tossire
 La persona PUO’ perdere conoscenza
Croce Rossa Italiana - Emilia Romagna
OSTRUZIONE VIE AEREE
OSTRUZIONE PARZIALE DA CORPO ESTRANEO
Cercare di valutare la causa
VALUTAZIONE
 È a pranzo?
 È sul luogo di lavoro?
Stimolare a tossire
Se persiste allertare il 118
Trattare come ostruzione
completa
Croce Rossa Italiana - Emilia Romagna
OSTRUZIONE VIE AEREE
OSTRUZIONE COMPLETA DA CORPO ESTRANEO
SU PERSONA COSCIENTE
TRATTAMENTO
Da dietro la vittima, appoggiare
una mano sul torace e far piegare in
avanti la persona dare 5 colpi tra le
scapole con mano aperta (a fuggire)
Croce Rossa Italiana - Emilia Romagna
COLPI
INTERSCAPOLARI
OSTRUZIONE VIE AEREE
OSTRUZIONE COMPLETA DA CORPO ESTRANEO
SU PERSONA COSCIENTE
TRATTAMENTO
COLPI INTERSCAPOLARI
 Da dietro la vittima, abbraccio con
pugno chiuso all’altezza del diaframma
 Fare 5 compressioni sotto lo sterno
dal basso verso l’alto, da avanti ad
indietro
COMPRESSIONI
DIAFRAMMATICHE
Croce Rossa Italiana - Emilia Romagna
OSTRUZIONE VIE AEREE
OSTRUZIONE COMPLETA DA CORPO ESTRANEO
QUANDO LA PERSONA PERDE COSCIENZA
 Accompagnare a terra l’infortunato
e allertare il 118 (Paziente incosciente)
 Eseguire 30 compressioni poi controllare il
cavo orale e Tentare 2 insufflazioni
“ANCHE SE INEFFICACI CONTINUARE LA SEQUENZA B.L.S.”
CONTROLLARE IL CAVO ORALE FRA
“ COMPRESSIONI E I INSUFFLAZIONI “
Croce Rossa Italiana - Emilia Romagna
OSTRUZIONE VIE AEREE
OSTRUZIONE COMPLETA DA CORPO ESTRANEO
SU PERSONA TROVATA NON COSCIENTE
INIZIO SEQUENZA BLS
TRATTAMENTO
 B – Tento 2 insufflazioni
se inefficaci dopo avere escluso errori
di tecnica nella ventilazione
PROSEGUIRE IL B.L.S
Croce Rossa Italiana - Emilia Romagna
FINE
Croce Rossa Italiana - Emilia Romagna
APPROFONDIMENTI
PROVE PRATICHE
Croce Rossa Italiana - Emilia Romagna
Prove Pratiche
• Esercizio 1:
–
Verifiche e manovre di soccorso su paziente NON Cosciente, che
Respira:
•
Il paziente si trova a faccia in su; il compagno (cavia) può commentare solo
a prova terminata
• Esercizio 2:
–
Manovre Fondamentali del BLS, su manichino:
•
•
Respirazione Bocca-Bocca, Bocca-Naso, Maschera-Bocca
Massaggio Cardiaco
• Esercizio 3:
–
Sequenza completa BLS ad un Soccorritore:
•
Il paziente si trova a faccia in su;
• Esercizio 4:
–
Disostruzione Vie Aeree su vittima cosciente
Croce Rossa Italiana - Emilia Romagna
Author
Документ
Category
Без категории
Views
4
File Size
2 573 Кб
Tags
1/--pages
Пожаловаться на содержимое документа