close

Enter

Log in using OpenID

circolare indizione campionati 2014-2015

embedDownload
CIRCOLARE
DI
INDIZIONE
CAMPIONATI
2014/2015
1
La Federazione Italiana Pallavolo indice ed il
Comitato Provinciale FIPAV di Taranto
organizza, per la stagione agonistica 2014/2015,
i seguenti Campionati:
SETTORE MASCHILE
SETTORE FEMMINILE
1a Divisione
Campionato Master
a
1 Divisione giovani
2a Divisione
2a Divisione giovani
Under 13 (3vs3)
Under 13 (6vs6)
Under 14
Under 15
Under 17
Under 19
1a Divisione
Campionato Master
a
1 Divisione giovani
2a Divisione
2a Divisione giovani
Under 13 (6vs6)
Under 14
Under 16
Under 18
2
INDICE
Contributi d’iscrizione ______________________________________________________________________6
Termini d’iscrizione campionati di serie ________________________________________________________6
Termine d’iscrizione campionati di categoria ____________________________________________________7
1.
CESSIONE DIRITTI SPORTIVI _________________________________________________________8
2.
ATTIVITA’ GIOVANILE______________________________________________________________9
Obbligo di partecipazione ai campionati ________________________________________________________9
Limiti d’età ed altezza rete settore maschile_____________________________________________________9
Limiti d’età ed altezza rete settore femminile ___________________________________________________9
Prestito per un campionato __________________________________________________________________9
3.
SANZIONI, MULTE, PROVVEDIMENTI DISCIPLINARI E PAGAMENTI _________________________10
Obbligatorietà della presenza dell'allenatore in panchina _________________________________________10
Prima rinuncia alle gare ____________________________________________________________________10
Seconda rinuncia alle gare e ritiri dal campionato _______________________________________________10
Multe: termini di pagamento________________________________________________________________11
versamenti a vario titolo ___________________________________________________________________11
Modalità di versamento tassa reclamo ________________________________________________________11
Automaticità dei provvedimenti di squalifica verso gli atleti ed allenatori nei campionati. ______________11
4.
RECLAMI _______________________________________________________________________13
Appello d’uregenza________________________________________________________________________13
Estrazione atti ____________________________________________________________________________13
5.
GARE – DISPOSIZIONI GENERALI ____________________________________________________14
Campo di gara – requisiti ___________________________________________________________________14
Omologazione campo______________________________________________________________________14
Variazioni di data, orario o campo di gara______________________________________________________15
Ritardo inizio gare_________________________________________________________________________16
Utilizzazione mezzo privato _________________________________________________________________16
Indumenti di gioco ________________________________________________________________________16
Palloni di gioco ___________________________________________________________________________16
Atleti ___________________________________________________________________________________17
Libero e secondo libero ____________________________________________________________________17
Adempimenti pre-gara _____________________________________________________________________17
Dirigente addetto all’arbitro ________________________________________________________________19
Dirigente arbitro di società _________________________________________________________________19
Segnapunti associato (ex segnapunti federale)__________________________________________________20
Sanzioni durante la gara allenatore – atleta ____________________________________________________21
Idoneità medico-sportiva ___________________________________________________________________22
3
7.
DISPOSIZIONI GENERALI CAMPIONATI _______________________________________________23
Redazione calendari _______________________________________________________________________23
Riforma del sistema dei ripescaggi nuovi articoli del regolamento gare ______________________________23
Mancato pagamento dei contributi gara_______________________________________________________23
8.
1ª DIVISIONE Maschile E Femminile _________________________________________________24
Composizione gironi e formula di svolgimento__________________________________________________24
Contributi gara e modalità di versamento _____________________________________________________24
Periodo di svolgimento ____________________________________________________________________24
Giornate ed orari di gara ___________________________________________________________________24
Promozioni e Retrocessioni _________________________________________________________________24
9.
2ª DIVISIONE Maschile E Femminile _________________________________________________25
Composizione gironi e formula di svolgimento__________________________________________________25
Contributi gara e modalità di versamento _____________________________________________________25
Periodo di svolgimento ____________________________________________________________________25
Giornate ed orari di gara ___________________________________________________________________25
Promozioni e Retrocessioni _________________________________________________________________25
10.
CAMPIONATO MASTER Maschile e Femminile _______________________________________26
Composizione gironi _______________________________________________________________________26
Contributi gara e modalità di versamento _____________________________________________________26
Periodo di svolgimento ____________________________________________________________________26
Partecipazione ___________________________________________________________________________26
Giornate e orari di gara ____________________________________________________________________26
Secondo Libero: Non è consentito l’utilizzo del secondo libero _____________________________________26
11.
CAMPIONATO DI 1ª DIVISIONE GIOVANI Maschile e Femminile _________________________27
Composizione gironi e formula di svolgimento__________________________________________________27
Contributi gara e modalità di versamento _____________________________________________________27
Periodo di svolgimento ____________________________________________________________________27
Partecipazione ___________________________________________________________________________27
Giornate ed orari di gara ___________________________________________________________________27
Promozioni e retrocessioni__________________________________________________________________28
12.
CAMPIONATO DI 2ª DIVISIONE GIOVANI ___________________________________________29
Composizione gironi e formula di svolgimento__________________________________________________29
Contributi gara e modalità di versamento _____________________________________________________29
Periodo di svolgimento ____________________________________________________________________29
Partecipazione ___________________________________________________________________________29
Giornate ed orari di gara ___________________________________________________________________29
13.
CAMPIONATI DI CATEGORIA _____________________________________________________30
Contributi gara e modalità di versamento _____________________________________________________30
4
Giornate ed orari di gara ___________________________________________________________________30
Fase regionale campionati di categoria ________________________________________________________30
Norme tecniche campionato under 14 e 13 ____________________________________________________31
14.
ORGANIZZAZIONE TORNEI E GARE AMICHEVOLI _____________________________________32
5
ISCRIZIONI
Le domande di iscrizione, da formulare tramite la piattaforma web www.portalefipav.net, dovranno
pervenire tassativamente entro i termini di seguito indicati, dopo aver compilato tutti i campi e
confermata l’iscrizione, seguendo le istruzioni riportate nel manuale disponibile nell’area riservata delle
Società.
Copia della ricevuta di versamento, della tassa di iscrizione e diritti di segreteria, dovrà
essere allegata all’iscrizione e inviata al
C.P. tramite
email
all’indirizzo
[email protected] e per conoscenza a [email protected] o
consegnate a mano entro i limiti previsti, pena l’inaccettabilità delle stesse. Non è più
consentito l’uso del fax.
In caso di rinuncia i versamenti dei contributi di iscrizione, diritti di segreteria e quant’altro previsto dalle
norme vigenti non saranno restituiti. (La rinuncia effettuata dopo la stesura dei calendari, sarà
sanzionata, con l’applicazione delle multe per ritiro dal campionato).
CONTRIBUTI D’ISCRIZIONE
CAMPIONATO
ISCRIZIONE
DIRITTI DI
SEGRETERIA
TOTALE
€ 80,00
€ 50,00
€ 80,00
€ 40,00*
€ 80,00
€ 50,00
€ 80,00
€ 40,00*
2a DIVISIONE M-F
€ 52,00
€ 52,00
2a DIVISIONE M-F GIOVANI
€ 25,000
€ 25,00 *
UNDER 19 M
€ 26,00
€ 26,00
UNDER 18 F
€ 26,00
€ 26,00
UNDER 17 M
€ 26,00
€ 26,00
UNDER 16 F
€ 26,00
€ 26,00
UNDER 15 M
€ 26,00
€ 26,00
UNDER 14 F
€ 16,00
€ 16,00
UNDER 14 M
€ 16,00
€ 16,00
UNDER 13 (6vs6) F
€ 6,00
€ 6,00
UNDER 13 (6vs6) M
€ 6,00
€ 6,00
UNDER 13 (3vs3) M
€ 6,00
€ 6,00
* come previsto dal Progetto 1ª e 2ª Divisione Giovani
1a DIVISIONE M-F
Campionato Master M-F
1a DIVISIONE M-F GIOVANI
se svolge anche U/19,U/18 o
U/17, U/16
€ 160,00
€ 100,00
€ 160,00
€ 80,00
DIRITTI DI
SEGRETERIA X
PROGETTO
€ 15,00
______
€ 15,00
€ 5,00*
TOTALE
€ 95,00
______
€ 95,00
€ 45,00
€ 104,00
€ 50,00
€ 52,00
€ 52,00
€ 52,00
€ 52,00
€ 52,00
€ 32,00
€ 32,00
€ 12,00
€ 12,00
€ 12,00
€ 10,00
€ 5,00 *
-----------€ 5,00
€ 5,00
€ 5,00
€ 5,00
------------€ 16,00
------------€ 5,00
€ 5,00
€ 62,00
€ 30,00
-----------€ 31,00
€ 31,00
€ 31,00
€ 31,00
----------€ 32,00
-----------€ 11,00
€ 11,00
TERMINI D’ISCRIZIONE CAMPIONATI DI SERIE
SERIE
1 DIVISIONE
Campionato Master M-F
2a DIVISIONE
1a DIVIS. GIOVANI
2a DIVIS. GIOVANI
a
TERMINE ISCRIZIONE
Entro il 19/09/2014
Entro il 02/01/2015
Entro il 29/09/2014
Entro il 02/01/2015
Entro il 10/10/2014
6
PRESUMIBILE INIZIO CAMPIONATO
13/10/2014
26/01/2015
26/01/2015
come stabilito dal C.P. di competenza
come stabilito dal C.P. di competenza
TERMINE D’ISCRIZIONE CAMPIONATI DI CATEGORIA
CATEGORIA
UNDER 19 M
UNDER 18 F
UNDER 17 M
UNDER 16 F
UNDER 15 M
UNDER 14 M-F
UNDER 13 (6vs6) M-F
UNDER 13 (3vs3) M
TERMINE ISCRIZIONE
PRESUMIBILE INIZIO CAMPIONATO
Entro il 12/09/2014
Entro il 12/09/2014
Entro il 12/09/2014
Entro il 12/09/2014
Entro il 10/10/2014
Entro il 19/12/2014
Entro il 06/02/2015
Entro il 06/02/2015
07/10/2014
07/10/2014
07/10/2014
07/10/2014
04/11/2014
20/01/2015
17/03/2015
03/03/2015
TERMINE CAMPIONATI GIOVANILI
Le Fasi Provinciali (compreso le Finali) devono improrogabilmente terminare entro le date sotto
riportate:
 Under 19 Maschile: 11 gennaio 2015;
 Under 18 Femminile: 8 febbraio 2015
 Under 17 Maschile: 8 febbraio 2015;
 Under 16 Femminile: 15 febbraio 2015;
 Under 15 Maschile: 15 febbraio 2015;
 Under 14 Maschile e Femminile: 19 aprile 2015;
 Under 13 (6vs6) Maschile e Femminile: 24 maggio 2015;
 Under 13 Maschile (3vs3): 26 aprile 2014.
Qualora il numero di iscrizioni sia inferiore a 6 per la maschile e a 8 per la femminile, ad esclusione dei
campionati Under 19 Maschile, Under 13 Maschile (3vs3) e Under 13 Maschile e Femminile (6vs6), le squadre
iscritte saranno accorpate ad altra provincia.
Ai sensi delle vigenti disposizioni, entro cinque giorni dalle date su indicate potranno essere accettate le
richieste pervenute in ritardo previa maggiorazione del 50% della tassa di iscrizione; anche per tale
evenienza l’iscrizione dovrà essere fatta sempre tramite la piattaforma web www.portalefipav.net.
Non saranno prese in considerazione iscrizioni pervenute successivamente al termine su indicato (fa
fede il timbro postale del relativo versamento), mancanti delle attestazioni di versamento o non
debitamente compilate in ogni loro parte, né quelle avanzate da Società Sportive aventi con la FIPAV, ed
in particolare con il Comitato Provinciale, pendenze economiche. Queste, così come innanzi evidenziato,
dovranno essere saldate prima dell’iscrizione.
Le Società che hanno pendenze nei confronti del Comitato Provinciale non potranno procedere
all’iscrizione ai campionati in quanto il portale automaticamente ne bloccherà l’inserimento; pertanto è
opportuno controllare l’estratto conto presente nella sezione SOCIETA’ della piattaforma web
www.portalefipav.net e provvedere al pagamento delle predette somme. Al fine di sbloccare il portale,
si deve inviare l’attestazione di versamento via mail a [email protected]
Eventuali fusioni o assorbimenti dovranno essere comunicati improrogabilmente entro la data prevista
dalle Norme di Riferimento per le procedure di Affiliazione e Tesseramento – Stagione Sportiva
2014/2015.
N. B. - Tutte le iscrizioni dei Campionati di 1ª e 2ª Divisione giovani devono essere inserite nel portale
del Comitato Provinciale il quale, dopo cinque giorni dalla data di scadenza, trasmette al Comitato
Regionale l’elenco delle iscrizioni pervenute: la C.R.G. predispone i gironi (per vicinorietà e, se ne ricorre
il caso, interprovinciali) e li trasmette alle CC.PP.GG. per la predisposizione dei calendari e
l’organizzazione dei campionati. I gironi saranno composti numericamente quanto più omogenei
possibili.
Torna all’indice
7
1. CESSIONE DIRITTI SPORTIVI
E' possibile la cessione dei diritti del campionato di 1ª divisione maschile e femminile tra società
all’interno della stessa Provincia. Alla richiesta deve essere allegata la seguente documentazione:
 Avvenuta affiliazione per il 2014/2015 dei due associati (si ricorda che la quota del rinnovo
affiliazione da versare alla FIPAV tramite CCP è quella relativa al titolo sportivo al 30/06/2014;
 Delibera da parte di entrambi gli associati interessati rispettivamente di consenso alla cessione e alla
acquisizione del diritto;
 Attestazione di versamento dei Diritti di Segreteria per Acquisizione Titolo (la Società che acquisisce
deve versare € 300,00, da versare al Comitato Provinciale);
Tutta la documentazione dovrà essere presentata entro il 19 settembre 2014 al Comitato Provinciale
che, integrandola con il proprio parere motivato obbligatorio, provvederà ad inviarla all’Ufficio
Tesseramento FIPAV.
Il passaggio del titolo potrà avvenire solamente se le Società interessate al passaggio non hanno
pendenze economiche nei confronti della FIPAV, sia Nazionale che Regionale e Provinciale.
Gli atleti vincolati con l’associato cedente ed interessati al campionato ceduto, salvo accordo diretto o
nulla osta, possono richiedere alla Commissione Tesseramento Atleti lo scioglimento coattivo del
vincolo, da attivarsi entro il 15 ottobre 2014, secondo le procedure previste nel Regolamento
Giurisdizionale e dal Regolamento Affiliazione e
Tesseramento.
Per la stagione 2015/2016, la Consulta Regionale potrà decidere di stabilire eventuali norme per limitare
e regolamentare le cessioni dei diritti sportivi.
Torna all’indice
8
2. ATTIVITA’ GIOVANILE
OBBLIGO DI PARTECIPAZIONE AI CAMPIONATI
Il Comitato Provinciale ha deliberato che, per la stagione 2014/2015, le società partecipanti ai
campionati di 1a Divisione hanno l’obbligo di disputare almeno un campionato giovanile, del relativo
settore, tra i campionati U/14M, U/15M, U/17M e 2ª DIV. GIOVANI Maschile e U/16F, U/18F e 2ª DIV.
GIOVANI Femminile. Le società inadempienti saranno sanzionate con una multa di € 200,00. Nessun
obbligo è previsto per le società di Prima Affiliazione che partecipano all’ultimo campionato di serie.
LIMITI D’ETÀ ED ALTEZZA RETE SETTORE MASCHILE
CATEGORIA
LIMITI DI ETÀ’
ALT.RETE
Under 19 Maschile
Nati dal 1996 al 2000
Under 17 Maschile
Nati dal 1998 al 2003
Under 15 Maschile
Nati dal 2000 al 2003
Under 14 Maschile
Nati dal 2001 al 2004
Under 13 Maschile (6vs6)
Nati dal 2002 al 2004
Under 13 Maschile (3vs3)
Nati dal 2002 al 2004
(*) – per tutta la fase provinciale l’altezza della rete è fissata a 2,35
(**) – per tutta la fase provinciale l’altezza della rete è fissata a 2,24
mt. 2,43
mt. 2,43*
mt. 2,35**
mt. 2,15
mt. 2.05
mt. 2,05
Utilizzo LIBERO
SI
SI
SI
NO
NO
NO
Utilizzo 2°
LIBERO
SI
SI
SI
NO
NO
NO
LIMITI D’ETÀ ED ALTEZZA RETE SETTORE FEMMINILE
CATEGORIA
Under 18 Femminile
Under 16 Femminile
Under 14 Femminile
Under 13 Femminile
LIMITI DI ETÀ’
Nate dal 1997 al 2003
Nate dal 1999 al 2003
Nate dal 2001 al 2004
Nate dal 2002 al 2004
ALT.RETE
mt. 2,24
mt. 2,24
mt. 2,15
mt. 2,15
Utilizzo LIBERO
SI
SI
NO
NO
Utilizzo 2° LIBERO
SI
SI
NO
NO
PRESTITO PER UN CAMPIONATO
"Esclusivamente per gli atleti delle categorie giovanili nati negli anni 1996-1997-1998-1999-2000-2001 ed
esclusivamente per le atlete nate negli anni 1997-1998-1999-2000-2001 è ammesso il prestito per un solo
campionato."
Un atleta, quindi, nel rispetto delle fasce d’età degli stessi Campionati, dovrà:
 Giocare con l’associato di prestito un solo Campionato di categoria o promozionali ed obbligatoriamente con
l’associato di appartenenza un Campionato di serie ed eventualmente ALTRI Campionati di categoria o
promozionali diversi da quello di prestito;
 Giocare con l’associato di prestito un solo Campionato nazionale di serie A e B, ovvero anche un Campionato
regionale e provinciale e con la propria Società i Campionati di categoria o promozionali;
La richiesta di trasferimento deve essere presentata, nei termini fissati per i trasferimenti, utilizzando il modulo L1
e riportando nell'apposito spazio l'indicazione del Campionato di prestito.
Si precisa che gli atleti che vengono prestati con tale istituto, con la Società di prestito, non possono beneficiare
delle 10 e/o 15 partecipazioni in deroga previste nel paragrafo “Partecipazione ai diversi Campionati”; il prestito è
ammesso solo tra Società della stessa regione e con il limite di 3 atleti ricevuti in prestito per un determinato
Campionato; non è possibile effettuare spostamenti di ufficio o fuori dalle norme regolamentari, per permettere
la partecipazione degli atleti a gare di Campionati di serie e di categorie con le due Società.
Torna all’indice
9
3. SANZIONI, MULTE, PROVVEDIMENTI DISCIPLINARI E PAGAMENTI
Sarà usata la posta elettronica come unico mezzo di comunicazione per informare le Società.
Solo le sospensioni, squalifiche, gare a porte chiuse saranno effettuate tramite telegramma. Le
variazioni di data, orario o campo di gara saranno comunicate via e-mail.
Si ricorda che, a termine di regolamento, è riconosciuta, quale unica notifica ufficiale, l'affissione all'Albo
Federale dei provvedimenti adottati dalla competente Commissione Gare.
OBBLIGATORIETÀ DELLA PRESENZA DELL'ALLENATORE IN PANCHINA
Nei campionati Provinciali le società sono tenute all'obbligo di iscrizione al referto di almeno un
allenatore. Alla quarta assenza la Società verrà sanzionata con una multa pari ad € 26,00. Se la società
non è in regola con il pagamento del tesseramento societario dell’allenatore, da eseguire
esclusivamente “On line”, l’arbitro segnalerà l’inadempienza sul rapporto di gara e, la società incorrerà
in una sanzione amministrativa pari al doppio della tassa di tesseramento societario dell’allenatore
PRIMA RINUNCIA ALLE GARE
Le rinunce a disputare gli incontri per qualsiasi motivo saranno punite, oltre che con la perdita
dell’incontro, la penalizzazione di tre punti in classifica ed una sanzione pecuniaria pari a:
 Campionato di 1ª Divisione Normale: € 200,00
 Campionato di 1ª Divisione Giovani: € 200,00
 Campionato di 2ª Divisione: € 200,00
 Campionato di 2ª Divisione Giovani: € 150,00
 Campionato Master: € 150,00
Se la rinuncia è preannunciata almeno 48 ore prima della gara, la sanzione è mitigata. Il ritiro prima o
durante le fasi finali (play off/out) sarà considerato “ritiro dal campionato”, ai soli fini della sanzione
pecuniaria, fatto salvo quanto disposto dall’art. 12 del Regolamento Gare.
SECONDA RINUNCIA ALLE GARE E RITIRI DAL CAMPIONATO
Qualora, durante lo svolgimento del Campionato un affiliato rinunci per due volte ad una gara o chiede il
ritiro dal campionato, ai fini della classifica ufficiale non si terrà alcun conto dei risultati conseguiti
dall’affiliato in difetto e comporterà l’incameramento delle tasse di iscrizione e una sanzione pecuniaria
pari a:
 Campionato di 1ª Divisione Normale: € 400,00
 Campionato di 1ª Divisione Giovani: € 300,00
 Campionato di 2ª Divisione: € 350,00
 Campionato di 2ª Divisione Giovani: €. 200,00
 Campionato Master: €. 300,00
La sanzione è applicata anche alle Società che, inserite in calendario provvisorio, si ritirino prima della
pubblicazione del calendario definitivo e dell’inizio del Campionato.
Nei Campionati di Categoria la sanzione pecuniaria sarà pari a 10 volte la tassa gara. Nei soli campionati
Under 14 e Under 13 la prima rinuncia sarà punita con una multa di € 50,00 mentre l’esclusione dal
campionato per ritiro o seconda rinuncia sarà punita con una multa di € 100,00.
Per quanto riguarda le fasi a concentramento, le rinunce a disputare un concentramento, in cui sono
previste due gare per una società, saranno considerate come unica rinuncia.
10
MULTE: TERMINI DI PAGAMENTO
Ai sensi di quanto previsto dal Reg. Giurisdizionale le multe devono essere pagate entro il 15° giorno
successivo alla data di pubblicazione del relativo provvedimento sul Comunicato Ufficiale. Scaduto tale
termine la multa è aumentata del 50% ed il relativo pagamento deve essere effettuato entro 15 giorni
dalla data di affissione del Comunicato Ufficiale nel quale è stata disposta la relativa maggiorazione.
Scaduto tale ulteriore termine, il G.U. provvederà al prelievo coattivo.
L’eventuale richiesta di verifica inoltrata agli Organi competenti non interrompe i termini di pagamento
delle multe che vanno, comunque, rispettati.
VERSAMENTI A VARIO TITOLO
Tutti i versamenti (tasse gara, tasse spostamento gare, tasse reclamo, multe e maggiorazioni,
omologazioni campi di gara, ecc.) delle Società al Comitato Provinciale vanno effettuati tramite
Bonifico Bancario presso la Banca di Taranto Credito Cooperativo, Codice IBAN
IT03 E0708715801000000000254 o sul c/c postale n. 10833747 intestato a FIPAV – Comitato
Provinciale Taranto utilizzando sempre bollettini a 3 o 4 sezioni .
Per facilitare i compiti di verifica è obbligatorio specificare con cura ed attenzione i dati
necessari nella causale di ogni versamento da effettuare ed indicare sempre il numero
di codice società, inviandolo celermente mail ([email protected]).
Si precisa che i termini concessi per ogni eventuale richiesta di pagamento, ove non siano stati
specificati, devono intendersi di gg. 15 dalla data di affissione del Comunicato Ufficiale. Si ricorda che le
spese sostenute dal Comitato Provinciale per solleciti ed inadempienze saranno poste a carico di
ciascuna società inadempiente e dovranno essere versate nei modi e termini previsti dalle disposizioni
regolamentari. L’estrazione di copia di atti, richiesti per motivi giurisdizionali, può avvenire previo
versamento sul C.C.P della somma di € 60,00 se gli atti sono ritirati a mano e di € 100,00 se inviati per
posta, così come previsto dalla normativa dei Contributi 2014/2015.
E’ ASSOLUTAMENTE VIETATO EFFETTUARE VERSAMENTI CUMULATIVI CON CAUSALI DIVERSE
(esempio: tasse gare di campionati diversi insieme a tasse richieste spostamento o insieme a multe).
In tal caso il versamento sarà considerato valido per una sola causale.
MODALITÀ DI VERSAMENTO TASSA RECLAMO
E’ abolito il versamento della tassa reclamo nelle mani del 1° arbitro. È fatto obbligo alle Società
proponente il reclamo di versare la prescritta tassa a mezzo bollettino sul c/c postale n. 10833747
intestato a FIPAV – Comitato Provinciale Taranto utilizzando sempre bollettini a 3 o 4 sezioni o tramite
Bonifico Bancario presso la Banca di Taranto Credito Cooperativo, Codice IBAN
IT03 E0708715801000000000254 e di allegare la relativa attestazione in originale, a pena di
inammissibilità, alla raccomandata che la stessa Società deve inviare al G.U. Provinciale entro le 24 ore
del giorno feriale immediatamente successivo.
AUTOMATICITÀ DEI PROVVEDIMENTI DI SQUALIFICA VERSO GLI ATLETI ED ALLENATORI NEI CAMPIONATI.
E’ codificata dall’art. 57 del Regolamento Giurisdizionale.
Precisazioni
- Nel caso di un atleta o allenatore a cui vengono sanzionati provvedimenti diversi e successivi
senza che sia ripreso il gioco, il Giudice in sede di omologa prenderà in considerazione la
sanzione maggiore.
-
Nel caso di un tesserato che svolga con la stessa squadra di campionato le funzioni di atleta e di
allenatore, le sanzioni disciplinari verranno applicate indipendentemente dalla funzione svolta;
11
pertanto nel caso di una squalifica, questa comporterà l'inibizione a svolgere sia la funzione di
atleta che quella di allenatore per quella squadra e per quel campionato.
-
nel caso di sanzioni relative a comportamenti tenuti da atleti e allenatori dopo la gara, il Giudice
Unico potrà sanzionare delle giornate di squalifica o delle sospensioni a tempo,
indipendentemente dalla situazione delle penalità accumulate del tesserato fino a quel
momento del campionato ed il provvedimento farà aumentare la tabella di sole 4 penalità che
non faranno scattare ulteriori sanzioni; in caso di comportamenti, sempre dopo la gara, che non
richiedano la diretta sanzione della squalifica o della sospensione, il Giudice Unico potrà
sanzionare 1-2 o 3 penalità che verranno sommate a quelle sino allora raggiunte.
-
L’allenatore squalificato dovrà scontare le squalifiche nel solo campionato in cui è stato
sanzionato e per il numero di giornate previste dal provvedimento. Se un allenatore squalificato
svolge ugualmente le sue funzioni, incorrerà nel raddoppio della squalifica, la gara sarà
omologata con il risultato conseguito sul campo e la società sarà sanzionata con una multa. Si
ricorda che, nelle gare in cui un allenatore deve scontare un turno di squalifica, egli non può né
sostare né transitare nelle vicinanze del terreno di gioco e per assistere alla gara deve rimanere
nello spazio riservato al pubblico. Inoltre non può impartire direttive agli atleti in campo. Ogni
comportamento contrario a tali direttive, equivale all’aver svolto le funzioni di allenatore con le
conseguenti sanzioni disciplinari. L’allenatore squalificato non potrà disputare l’incontro come
atleta.
Torna all’indice
12
4. RECLAMI
APPELLO D’UREGENZA
Si comunica che l’Appello d’urgenza avverso i provvedimenti emessi dal Giudice Unico, devono
pervenire alla segreteria della Commissione d’Appello Federale – sezione distaccata Puglia/Campania,
entro 10 giorni dalla data di affissione del provvedimento, per permettere l’esame immediato
dell’appello. Le istanze pervenute dopo tale orario, saranno esaminate nella settimana successiva. Si
ricorda che l’appello d’urgenza deve essere inviato a mezzo fax o consegnato a mano, unitamente
all’attestazione di avvenuto versamento tramite carta di credito della tassa di appello di € 260,00. Per
quanto riguarda l'Appello, si ricorda che va proposto entro cinque giorni dalla data di affissione all’albo
del provvedimento di prima istanza. L'appello va proposto mediante dichiarazione scritta da inviarsi a
mezzo raccomandata, allegando il bollettino di versamento, alla Commissione d’Appello Federale –
sezione distaccata Puglia/Campania o anche via fax, fermo restando l'invio della raccomandata nei
termini previsti.
ESTRAZIONE ATTI
Gli interessati dei procedimenti, nei casi previsti dal Regolamento Giurisdizionale, hanno il diritto di
prendere visione degli atti del procedimento e di estrarne copia presso la Segreteria della Commissione
Gare. La richiesta di copia è soggetta alla richiesta scritta e obbligatoriamente motivata e al versamento
di un diritto di segreteria pari a €. 20,00, da versare al Comitato Provinciale FIPAV. Se l’interessato
richiede la spedizione delle copie estratte, i tempi di spedizione non possono essere addotti come causa
di invalidità del procedimento o giustificato motivo di rinvio della discussione (modulo estrazione atti
http://www.fipavtaranto.it/allegati/modulistica/RICHIESTA_ATTI_GIURISDIZIONALI.pdf).
Torna all’indice
13
5. GARE – DISPOSIZIONI GENERALI
CAMPO DI GARA – REQUISITI
Il Consiglio Federale nella riunione del 16 u.s. ha deliberato le MISURE MINIME per l’omologazione dei
campi di gioco per i Campionati di serie e di categoria Regionali e Provinciali. Per misure minime si
intendono quelle al di sotto delle quali non sarà possibile concedere alcun tipo di deroga, mentre ogni
Comitato potrà innalzare tali misure nel caso lo ritenesse possibile in relazione alle caratteristiche dei
campi di gioco dislocati sul proprio territorio.
CAMPIONATI
ZONA DI RISPETTO (MISURE IN CM)
FONDO
LATERALI
TOLLERANZA
CAMPO
300
300
5%
150
150
ALTEZZA
SOFFITTO
TOLLERANZA
SERIE C - D
700
4%
1ª 2ª Divisione
600
3ª Divisione/tutti i campionati
di categ. meno U13
120*
150
500
UNDER 13
100*
150
480
* Per i Campionati di 3ª divisione e i campionati U13 le zone minimo di rispetto laterali sono al di sotto
di quelle previste dal CONI e pertanto occorre una specifica richiesta di omologa da parte del Presidente
della società al Comitato di appartenenza.
OMOLOGAZIONE CAMPO
Il verbale di omologazione campo dovrà essere compilato, accuratamente, in tutte le sue parti, dal
Presidente della Società e recare il timbro della Società oltre alla firma autografa del suo Presidente e
dovrà essere vidimato presso il C.P.
Non saranno presi in considerazione verbali di omologazione privi di chiare indicazioni su:
1. Altezza del soffitto;
2. Misure perimetrali;
3. Presenza di eventuali ostacoli (canestri, spalliere, etc.)
4. Disposizione di: panchine, seggiolone arbitrale, tavolo segnapunti;
5. Numero degli spogliatoi;
6. Zona a disposizione del pubblico;
7. Sistema di illuminazione (è sufficiente specificare il numero delle lampade e/o dei fari esistenti
con il relativo wattaggio).
Per omologare il campo di gioco, il sodalizio dovrà versare il relativo diritto di segreteria di € 52,00
tramite Bonifico Bancario presso la Banca di Taranto Credito Cooperativo, Codice IBAN
IT03E0708715801000000000254 o sul c/c postale n. 10833747 intestato a FIPAV – Comitato
Provinciale Taranto utilizzando sempre bollettini a 3 o 4 sezioni.
Le Società che nella stagione agonistica disputeranno, sullo stesso campo di gara, anche un campionato
nazionale o regionale devono inviare al C.P. copia del verbale di omologazione, allegando la fotocopia
della ricevuta di versamento effettuato al competente organo nazionale o regionale. La non
ottemperanza sarà punita con una multa di € 52,00.
I campi di gioco delle Società partecipanti ai campionati provinciali potranno essere sottoposti a verifica
prima del rilascio della certificazione di omologazione.
Delle notizie riportate nel verbale di omologazione è responsabile il Presidente della Società nei
confronti del quale saranno adottati gli eventuali provvedimenti disciplinari qualora i dati riportati nel
verbale non dovessero corrispondere al vero.
14
VARIAZIONI DI DATA, ORARIO O CAMPO DI GARA
Il contributo per lo spostamento di data, orario e campo di gara è dovuto nella misura di € 25,00 per
ciascuna richiesta e relativa autorizzazione di spostamento, anche cumulativa, autorizzati su ogni
comunicato. La C.O.P.G. si riserverà di concederli solo per i casi assolutamente eccezionali o per causa di
forza maggiore. Le richieste, da formulare esclusivamente tramite la piattaforma web
www.portalefipav.net (le istruzioni, per richiedere le variazioni tramite il portale, sono riportate nel
manuale disponibile nell’area riservata delle Società) devono essere documentate e presentate nei
termini previsti dagli artt. del Regolamento Gare;
Non saranno prese in considerazione indisponibilità del campo per vaghe motivazioni, senza una
probante certificazione dei motivi determinanti la richiesta di spostamento.
Non possono essere considerati validi i seguenti motivi: atleti/e malati o assenti in gita, allenatori o
dirigenti impegnati in altre gare o manifestazioni, generica comunicazione di indisponibilità
dell’impianto di gara, etc.. (Al fine di garantire la regolarità dei Campionati, la CRG, è autorizzata ad
effettuare controlli per verificare l’effettiva necessità dello spostamento concesso).
Nei confronti dei responsabili di false dichiarazioni sarà avviato il relativo procedimento disciplinare.
Lo spostamento richiesto dalle Società ed i recuperi conseguenti ad eventi programmabili (elezioni, etc.)
saranno effettuati nella settimana antecedente.
Al fine di agevolare il lavoro di tutti, è assolutamente necessario non tenere in sospeso sulla piattaforma
web www.portalefipav.net le richieste per più di 3 giorni. Per il buon funzionamento del sistema è
fondamentale, qualora una Società non sia d’accordo sullo spostamento richiesto, NON ACCETTARE
cliccando sul relativo pulsante in modo da non lasciare in sospeso la richiesta.
Per le Società che sul modulo d’iscrizione non indicheranno il giorno di recupero per eventuali gare non
disputate, provvederà la C.O.P.G. a stabilire d’ufficio il giorno di recupero a propria discrezione; la
Società ospitante dovrà, comunque, reperire per tale giorno un campo di gioco con le eventuali
conseguenze disciplinari che potrebbero derivare in caso di mancata disputa dell’incontro; in alternativa
potrà disputare il recupero sul campo della squadra ospitata. Si ricorda che non è sufficiente l’accordo
tra le società per rendere esecutivo uno spostamento. La C.O.P.G. potrà, infatti, non concederlo ove ne
ravvisasse gli estremi oppure lo ritenesse dannoso al regolare svolgimento del campionato. Non è
necessario l’assenso dell’altra società in caso di solo spostamento del campo di gioco, purché orario e
giorno siano invariati con richiesta , comunque, documentata.
Si precisa che il termine relativo ai 5 giorni precedenti la data di effettuazione della gara, si riferisce non
alla data di spedizione ma a quella di ricevimento da parte della C.O.P.G. La C.O.P.G. non prenderà in
considerazione richieste prive della regolare documentazione, del previsto contributo di € 25,00
da versare al Comitato Provinciale, dell’accordo scritto dell’altra società interessata alla variazione.
Non saranno accettate richieste per via telefonica. In mancanza di comunicazione scritta da parte della
C.O.P.G. la variazione è da intendersi non concessa.
La Commissione potrà apportare variazioni d’ufficio al calendario, in presenza di particolari esigenze
connesse alla programmazione dell’attività provinciale o regionale anche in deroga al limite temporale
previsto per le variazioni; si ricorda che nessun rimborso a qualsiasi titolo è dovuto dalla F.I.P.A.V. in
conseguenza di variazioni di calendario. Gli spostamenti richiesti dopo l’approvazione e l’invio dei
calendari necessitano dell’assenso scritto dell’altra società.
15
RITARDO INIZIO GARE
Ai sensi dell’art. 24 del Regolamento Gare, le gare dovranno iniziare all’ora fissata in calendario.
Per tutti i campionati provinciali sarà applicata la sanzione di 1,00 € per ogni minuto di ritardo.
La multa di cui innanzi sarà comminata anche qualora l’orario di inizio delle gare dovesse protrarsi in
conseguenza di qualsiasi manifestazione o gara sportiva precedente (anche di Pallavolo) programmata
meno di due ore prima dell’inizio della gara stessa.
La documentazione giustificativa del ritardo, dovrà essere presentata all’arbitro ovvero inviata entro e
non oltre il martedì successivo alla gara; in mancanza si procederà con l’applicazione della multa per
ritardo inizio gara, revocabile solo in caso di accoglimento di eventuale appello alla CAF.
UTILIZZAZIONE MEZZO PRIVATO
Resta confermato che per le trasferte particolarmente disagiate che non consentono, con l’uso del
mezzo pubblico, l’arrivo nel luogo dell’incontro almeno due ore prima o la possibilità di rientro in sede
nella stessa giornata, è consentito ai sodalizi partecipanti ai campionati di serie e di categoria di
richiedere al G.U. l’autorizzazione dell’uso di un mezzo privato, fermo restando l’assunzione delle
responsabilità civili da parte della società richiedente. Tale richiesta deve pervenire almeno dieci giorni
prima della data dell’incontro. Il G.U. si riserva di autorizzare l’uso del mezzo privato previo
accertamenti. Resta inteso che il mancato arrivo a seguito di eventuali guasti meccanici o problemi di
traffico intenso (ingorghi, code etc.) non saranno motivi validi per il recupero della gara. Eventuali
incidenti di particolare gravità, debitamente comprovati dagli Organi Pubblici preposti, possono
costituire giustificato motivo per il recupero della gara, sempre che la trasferta sia stata organizzata in
modo tale da poter giungere nella città, sede dell’incontro, con un congruo anticipo rispetto all’orario di
inizio della gara, tale da permettere altre possibilità di trasferimento nel caso dei suddetti contrattempi.
(Art. 69 Reg. Gare, 2° comma e seguenti). L’impossibilità a raggiungere la sede della gara a causa di
particolari eventi atmosferici deve essere attestata dagli Organi Pubblici preposti (Carabinieri o Polizia
Stradale).
INDUMENTI DI GIOCO
Si ricorda che l’equipaggiamento degli atleti/e è composto da una maglietta ed un pantaloncino,
eventualmente anche uniti in un unico indumento. Il giocatore che svolge la funzione del “LIBERO”
dovrà avere una maglia di colore contrastante da quello dei compagni di squadra; la maglia potrà
riportare una scritta pubblicitaria diversa da quella contenuta nelle altre maglie della squadra. E’
obbligatoria la presenza del numero anteriore che può anche non essere posizionato al centro della
maglia. E’ autorizzata la numerazione delle maglie degli atleti nei campionati regionali, provinciali e di
categoria dall’1 al 99.
PALLONI DI GIOCO
Tutti gli incontri ufficiali dei campionati di serie 1^-2^-3^ divisione e di categoria si devono disputare
esclusivamente con palloni delle marche MIKASA e MOLTEN, in tutti i tipi e modelli omologati dalla FIVB,
al punto 1.2 del “2012 Volleyball Sports Material, Team Equipment & Advertising Guidelines for FIVB
World and Official Competition” (edition 15 July 2012).
Per maggiore chiarezza si riportano i modelli dei palloni da poter utilizzare:
- MIKASA: MVA 200 – MVA 300
- MOLTEN: V5M 5000
Gli incontri del Campionato Under 13 Maschile e Femminile (6vs6) si devono disputare esclusivamente
con il Volley School.
16
Per il Campionato Under 13 Maschile (3vs3) si consiglia l’uso dei palloni: MOLTEN V4M3000L (210gr) e
MIKASA MVA123SL (200-220gr), che saranno utilizzati nell’ambito della Finale Nazionale. È comunque
consentito l’uso dei palloni fino ad oggi impiegati nei campionati under 13 (versione SCHOOL).
ATLETI
Possono partecipare ai campionati tutti gli atleti regolarmente tesserati per la stagione in corso secondo
le norme per il tesseramento previste dal Regolamento Affiliazione e Tesseramento e dalle Norme per il
Tesseramento 2014/2015 e dall’art. 19 e 20 del Regolamento Gare.
Inoltre le società devono presentare quanto previsto dagli artt. 21 e 22 del Regolamento Gare.
Composizione squadre (art. 21 del Regolamento Gare)
Nelle fasi e finali a concentramento che si disputano in sede unica, gli atleti da utilizzare da parte di ogni
società partecipante possono essere al massimo 12 non variabili per tutta la durata della
manifestazione.
LIBERO E SECONDO LIBERO
L’ utilizzo del Secondo Libero viene mantenuto anche per i campionati Provinciali di 1a, 2a e 3a Divisione
2014/2015.
Per tutti i predetti Campionati il secondo libero dovrà essere UNDER 19 (nati/e negli anni 1996 e
successivi). Per il Campionato di 1ª Divisione Giovani M/F, in considerazione della presenza di fuori
quota, il secondo libero potrà essere al massimo UNDER 19 (nati negli anni 1996 e successivi).
Per i campionati di categoria in cui è prevista la possibilità di utilizzo, il secondo libero dovrà rispettare
i limiti di età previsti per quel campionato.
Pertanto ogni squadra potrà iscrivere a referto: 12 atleti/e senza alcun Libero oppure 11 atleti/e e un
Libero oppure 11 atleti/e e due Liberi di cui uno/a secondo il limite di età su riportato.
Ovviamente nel caso di due Libero iscritti a referto, durante la gara potrà entrare in campo soltanto
uno/a Libero secondo la normativa attuale; la differenza sta nel fatto che il Libero che può entrare in
campo può essere uno dei due iscritti a referto secondo le scelte tecniche dell’allenatore.
(Determinazioni della consulta regionale pag. 4).
ADEMPIMENTI PRE-GARA
La documentazione da presentare prima di ogni gara consta in:
1. Elenco partecipanti alla gara. E’ confermato che le società dovranno presentare l’elenco di tutti
i propri tesserati da Iscrivere a referto (atleti, dirigente accompagnatore, allenatori, medico,
fisioterapista, dirigente addetto all’arbitro) completo, dei numeri di matricola, della data di
nascita e di quanto altro richiesto, redatto esclusivamente sul modulo CAMP 3 da compilare e
scaricare dal Tesseramento on-line – Sezione “Elenco Atleti Partecipanti". Possono essere
aggiunti manualmente i numeri di maglia e gli estremi dei documenti di riconoscimento. Le
società che non presenteranno il modello CAMP 3 redatto on-line incorreranno nella sanzione
della DIFFIDA; successivamente con una multa da parte del Giudice Unico che il Comitato
Provinciale di Taranto ha fissato, così come per ogni recidiva, nella misura di €. 10,00.
Analoghe sanzioni verranno applicate in caso di cancellature e correzioni. Il modulo elenco dei
partecipanti alla gara deve essere esibito in DUPLICE COPIA, ai direttori di gara almeno 30 minuti
prima dell’ora fissata per l’inizio della gara. Una copia, debitamente siglata dall’arbitro, deve
essere consegnata da questi al capitano della squadra avversaria, prima dell’incontro. A fine
gara tutti i partecipanti sono tenuti a salutare gli arbitri.
2. Documenti di riconoscimento: alle gare ufficiali possono prendere parte solamente i tesserati in
possesso della tessera emessa dalla Federazione e un documento di identità personale rilasciato
dalle autorità competenti. Allo scopo di chiarire lo spirito delle normative in vigore in tema di
17
riconoscimento dei partecipanti alla gara, compito che gli arbitri svolgono prima dell’inizio della
gara, si precisa:
-
-
I documenti, in originale e non in fotocopia, possono essere con validità scaduta ma
muniti di una foto recente, tale comunque da permettere chiaramente il riconoscimento
della persona. Per persone di nazionalità estera devono essere accettati i documenti di
identità con scrittura straniera con carattere di tipo latino.
Sulla base dell’art.34 del DPR 445/2000 si ricorda che è possibile richiedere la
“legalizzazione di fotografie”. Si riporta, per comodità, il testo dell’articolo:
1. Le amministrazioni competenti per il rilascio di documenti personali sono tenute a
legalizzare le prescritte fotografie presentate personalmente dall'interessato. Su richiesta
di quest'ultimo le fotografie possono essere, altresì, legalizzate dal dipendente incaricato
dal Sindaco.
2. La legalizzazione delle fotografie prescritte per il rilascio dei documenti personali non è
soggetta all'obbligo del pagamento dell'imposta di bollo.”
Dal punto di vista pratico la legalizzazione si effettua applicando la foto su di uno stampato (in
genere fornito dall’amministrazione), legandola a questo con il timbro a secco apposto
dall’amministrazione, e apponendo la dicitura “foto di …..” completata con i dati del soggetto:
cognome e nome, luogo e data di nascita, indicazione della modalità di riconoscimento
dell’interessato;
infine cognome, nome e qualifica del pubblico ufficiale che esegue la legalizzazione e la sua firma.
Tale possibilità è consigliata soprattutto per gli atleti giovani per i quali non è ancora previsto il
rilascio del documento di identità utilizzandolo così per tutta la stagione sportiva.
Legalizzazione di fotografia
(art.34 Dpr 445/2000)
intestazione dell’ente ed ufficio
Fotografia di………………….
Nato a………………………...
Il………………………………
Documento di identificazione ……………………
(timbro a secco)
luogo, data
Il funzionario incaricato
………………………………………….
(Firma per esteso)
-
in aderenza alle disposizioni vigenti sui documenti di identità personali, l’identità può essere
accertata con una autocertificazione in carta semplice sulla quale dovrà essere apposta una
fotografia dell’atleta e dovranno essere specificati nome, cognome, data e luogo di nascita.
L’atleta, o il genitore per gli atleti minorenni, dovrà firmare la fotografia ed attestare la
rispondenza della foto stessa con l’intestatario del certificato. In alternativa
l’autocertificazione potrà essere dichiarata in calce ad una fotocopia di un documento di
identità rilasciato dalle autorità competenti, purché l’atleta sia ben riconoscibile.
18
L’autocertificazione verrà ritirata dall’arbitro ed inviata, unitamente agli atti della gara, all’organo
preposto all’omologa. Poiché la FIPAV, in quanto soggetto di diritto privato, non può avere accesso agli
archivi della Pubblica Amministrazione, entro il martedì successivo è obbligatorio presentare il
documento di riconoscimento originale direttamente alla segreteria della C.P.G. In caso di
inadempienza, oltre alla sospensione dell’omologa della gara, sarà applicata una multa pari alla tassa
gara per ciascun atleta non identificato; trascorsi inutilmente ulteriori 15 giorni, il Giudice Unico
sanzionerà la squadra in difetto con la perdita della gara e con una multa pari a tre volte la tassa gara.
-
è permesso il riconoscimento diretto da parte di uno degli arbitri. In questo caso l’arbitro
riporterà una propria dichiarazione scritta sul retro del referto o sul relativo elenco ufficiale
della squadra.
Quanto previsto per il riconoscimento degli atleti è valido anche per gli altri partecipanti alle gare
(allenatori e dirigenti)
In caso di frode accertata il/i colpevole/i sarà denunciato alle Autorità competenti ed agli Organi
Giurisdizionali
Le società sono tenute a far rettificare i dati errati del tesseramento trasmettendo copia del modello
stesso e la documentazione di avvenuta trasmissione, alla Commissione Provinciale Gare entro il
martedì successivo alla gara ( la cui omologa sarà sospesa) in cui tale difformità è stata rilevata. Coloro
che non si atterranno ai suddetti obblighi incorreranno in una sanzione pecuniaria pari alla tassa gara
del campionato cui partecipano.
Inoltre la squadra ospitante dovrà presentare:
 Verbale di omologazione campo firmato dal Presidente del C.P.
 Documentazione probatoria di richiesta forza pubblica (ricevuta della raccomandata o visto
dell’Ufficio competente). In caso di incidenti provocati dal pubblico le sanzioni, in mancanza della
suddetta richiesta, saranno maggiorate.
 Un referto in triplice copia da consegnare al proprio segnapunti di Società.
DIRIGENTE ADDETTO ALL’ARBITRO
Il dirigente addetto all’arbitro non è obbligatorio nei campionati provinciali. Per le fasi Regionali ci si
deve riferire alle relative indizioni.
DIRIGENTE ARBITRO DI SOCIETÀ
A partire dalla stagione 2011/2012, il Comitato Provinciale FIPAV Taranto, così come gli altri Comitati
Provinciali della Puglia, ha regolamentato la figura del Dirigente Arbitro di Società. Il Dirigente Arbitro di
Società può trovare impiego esclusivamente nei campionati di categoria Under 14, Under 13 e
Campionato di 2ª Divisione giovane.
Definizione: Il Dirigente Arbitro di Società, è colui che in caso non venga designato l’arbitro federale
deve arbitrare le gare casalinghe della propria squadra. Il Dirigente Arbitro di Società che svolge le
funzioni di Direttore di gara (Collaboratore Arbitrale) nel momento in cui si accinge a svolgere detto
compito, assume a tutti gli effetti le responsabilità proprie di un Arbitro federale e dovrà quindi,
assumere un ruolo “super partes”.
Regolamentazione: Tale figura viene così regolamentata:
1. Tutte le gare a cui NON venga designato l’arbitro federale, DEVONO essere arbitrate da un
Dirigente Arbitro di Società regolarmente formato e munito di idonea certificazione.
2. Il Dirigente Arbitro di Società per ottenere la qualifica, dovrà avere i seguenti requisiti:
 Partecipare ad appositi corsi gratuiti di formazione.
19
3.
4.
5.
6.
7.
 Aver compiuto 18 anni di età e fino al compimento del 65° anno di età.
 Essere tesserato per la Società, con qualunque qualifica.
Tutte le Società che parteciperanno ai campionati di categoria Under 14, Under 13 e Campionato
di 2ª Divisione giovane DOVRANNO avere almeno due Dirigenti Arbitro di Società abilitati.
A tutti i Dirigenti Arbitri di Società verrà consegnato una attestazione vidimata dal Comitato
Provinciale per la stagione, che attesta l’abilitazione di Dirigente Arbitro.
Tutti coloro che arbitreranno le gare, DOVRANNO OBBLIGATORIAMENTE presentare, a seguito di
richiesta della Società ospite, l’attestazione di dirigente arbitro e un valido documento di
riconoscimento in modo tale che la società ospite potrà verificarne la regolarità.
qualora la Società ospitante non dovesse presentare il proprio Dirigente Arbitro di Società, o
altro Dirigente Arbitro regolarmente abilitato, la gara sarà disputata ugualmente ed assumerà la
funzione di “arbitro” un Dirigente Arbitro di Società della squadra ospite; in caso di assenza
anche del dirigente arbitro della Società ospite, la gara sarà comunque disputata sotto la
direzione di un Tesserato (Dirigente, Allenatore, Atleta maggiorenne o Arbitro presente sul
campo), previo accordo scritto fra le società da far pervenire al C.P. unitamente al Referto ed al
Rapporto di Gara. In tale evenienza il Giudice Unico Provinciale sanzionerà la squadra ospitante
con una ammenda pari a € 100,00.
Compiti del Dirigente Arbitro di Società: È compito del dirigente arbitro il controllo della
documentazione relativa alla gara, la direzione della stessa e l’eventuale assunzione dei previsti
provvedimenti. Lo stesso, entro il lunedì successivo alla gara è tenuto ad inviare al Comitato
Provinciale il referto di gara, copie dei versamenti tasse gara ed eventuale rapporto per la
successiva omologa. Qualora i referti non dovessero pervenire ovvero non dovessero essere
consegnati direttamente in Comitato entro tale termine (fa fede il timbro postale), il Sodalizio
ospitante sarà sanzionato dal G.U.P. (con una diffida per la prima volta, con una multa di €.
10,00 dalla volta successiva). E’ altresì possibile e consigliabile anticipare l’invio dei referti di
gara via e-mail all’indirizzo [email protected]
SEGNAPUNTI ASSOCIATO (EX SEGNAPUNTI FEDERALE)
Possono essere abilitati alle funzioni di Segnapunti Associato i dirigenti, gli allenatori, gli atleti, tesserati
per qualsiasi società, che:
1) abbiano compiuto il 16° anno di età;
2) abbiano superato gli appositi corsi di abilitazione predisposti dai CP FIPAV;
3) abbiano formalmente aderito alla FIPAV con la sottoscrizione del tesseramento ed il
pagamento della relativa quota in qualità di dirigente, allenatore, atleta.
Il Segnapunti Associato deve essere in buona salute con assenza di patologie che ne sconsiglino lo stress
derivante dalla funzione. Possono essere abilitati alla funzione di Segnapunti Associati i portatori di
handicap fisici.
Le funzioni di segnapunti associato possono essere svolte in tutti i Campionati ad eccezione di quelli di
serie A1 e A2.
I tesserati abilitati alle funzioni di segnapunti associato potranno svolgere le loro funzioni fino al
compimento del 75° anno di età.
Obblighi delle Società : Le Società partecipanti ai campionati federali debbono disporre di almeno due
Segnapunti Associati che incaricano di volta in volta a svolgere la funzione di segnapunti nelle gare che
disputano come squadra ospitante. Se non può disporre dei propri, può utilizzare Segnapunti Associati
presentati da altre Società.
Tesseramento: Il tesseramento del SEGNAPUNTI ASSOCIATO abilitato dal Comitato Provinciale, essendo
già un tesserato, è gratuito. Non è possibile tesserare come Segnapunti Associato persone che non siano
già dei tesserati (dirigenti, allenatori, atleti).
Obblighi del segnapunti: trattandosi di un tesserato FIPAV, il Segnapunti Federale risponde del suo
comportamento come qualsiasi tesserato della Società.
20
In caso di assenza di Segnapunti in una gara ufficiale o di utilizzo di Segnapunti non tesserato per la
corrente stagione sportiva, la Società ospitante sarà multata con una ammenda pari a 5 volte la tassa
gara prevista per la gara stessa. Non saranno ammessi ad espletare le funzioni di segnapunti (con le
conseguenze disciplinari di cui sopra) coloro che non siano in possesso della documentazione tesserativa
per la stagione in corso.
Come per la passata stagione agonistica i Comitati Provinciali non potranno più designare arbitri
federali quali segnapunti per le gare interne delle società partecipanti ai Campionati Provinciali.
Trattandosi di un tesserato FIPAV facente capo ad una società affiliata, il Segnapunti Federale risponde
del suo comportamento come qualsiasi tesserato della Società. La società è oggettivamente
responsabile, data la particolare funzione, del comportamento del segnapunti, per cui nei casi di
sospensione da ogni attività federale, si applicherà la multa come per la squalifica dei dirigenti. In caso di
sospensione del segnapunti per incapacità a svolgere le sue funzioni, sarà comminata alla società una
multa pari a 5 volte la tassa gara; si invitano, pertanto le società a far aggiornare presso i competenti
CC.PP. i propri segnapunti. In riferimento alle Norme Federali, un segnapunti abilitato in attività può
accedere ai corsi di Aspirante Arbitro continuando a svolgere la funzione di segnapunti fino
all’acquisizione della qualifica di Arbitro Effettivo. Gli Aspiranti Arbitri, invece, non possono iscriversi ai
corsi per segnapunti.
LE DOMANDE DI ISCRIZIONE AI CORSI DI FORMAZIONE SEGNAPUNTI ASSOCIATO 2014/2015, RECANTI
TUTTE LE INDICAZIONI NECESSARIE DEI PARTECIPANTI (cognome e nome, data e luogo di nascita,
indirizzo completo, telefono, codice società che lo ha TESSERATO e, la qualifica e il relativo numero di
matricola) POTRANNO ESSERE INOLTRATE DALLE SOCIETA’, ENTRO IL TERMINE MASSIMO DEL
30/10/2014. NON SARANNO PRESE IN CONSIDERAZIONE RICHIESTE INCOMPLETE O PERVENUTE
SUCCESSIVAMENTE AL TERMINE SOPRA INDICATO.
SUCCESSIVAMENTE A TALE TERMINE SARANNO ORGANIZZATI SOLO CORSI PER EVENTUALI RICHIESTE DA
PARTE DI SOCIETA’ DI PRIMA AFFILIAZIONE
Per quanto non espressamente previsto dalla Presente Circolare di Indizione si fa riferimento ai Vigenti
Regolamenti Federali
SANZIONI DURANTE LA GARA ALLENATORE – ATLETA
A seguito delle modifiche alle Regole di Gioco apportate dalla FIVB, che hanno cambiato le sanzioni che
gli Arbitri potranno applicare durante le gare ai tesserati che tengono comportamenti non corretti, la
scala dei provvedimenti che potranno essere adottati durante lo svolgimento di una gara sarà la
seguente:
- Avvertimento: cartellino GIALLO (nessuna sanzione);
- Penalizzazione: cartellino ROSSO (punto e servizio alla squadra avversaria);
- Espulsione: cartellini GIALLO e ROSSO mostrati insieme con la stessa mano (l'atleta o l’allenatore
sanzionato non può giocare per la restante parte del set);
- Squalifica: cartellini GIALLO e ROSSO mostrati separati con due mani (l'atleta o l’allenatore
sanzionato non può giocare per il resto della gara).
21
IDONEITÀ MEDICO-SPORTIVA
Ai sensi della legge nazionale e dalle relative leggi regionali (ove esistenti) tutti gli atleti tesserati e
partecipanti ai Campionati di serie e/o di categoria (con la sola eccezione per gli atleti che partecipano
al solo campionato U12), devono essere in possesso del certificato medico di idoneità agonistica,
rilasciato dalle competenti strutture autorizzate. Gli atleti/e nati/e negli anni 2002-2003-2004 che
partecipano al Campionato Under 13 hanno l’obbligo di sottoporsi alla visita medica agonistica.
Per gli atleti che partecipano alla attività di minivolley e al solo campionato U12, è sufficiente il
certificato di stato di buona salute rilasciato dal medico di base dell’atleta o da uno specialista in
Medicina dello Sport.
Il certificato deve essere depositato presso la società dove l’atleta svolge la propria attività, a
disposizione per ogni necessità.
Il Presidente della Società è responsabile dell’effettiva ottemperanza all’obbligo della visita medica
preventiva e se ne rende garante tramite la sottoscrizione del modulo di affiliazione (per i giocatori
che si intendono riconfermare) e dei moduli di primo tesseramento (per i nuovi tesserati).
SI CONSIGLIA A TUTTE LE SOCIETÀ DI PRENDERE VISIONE DEL DECRETO MINISTERIALE 24 APRILE
2013 “ DISCIPLINA DELLA CERTIFICAZIONE DELL’ATTIVITÀ SPORTIVA NON AGONISTICA E
AMATORIALE E LINEE GUIDA SULLA DOTAZIONE E L’UTILIZZO DI DEFIBRILLATORI
SEMIAUTOMATICI E DI ALTRI EVENTUALI DISPOSITIVI SALVAVITA ( 13°06313 ) CONVERTITO DALLA
LEGGE 8 NOVEMBRE 2013 E PUBBLICATO SULLA GU N. 169 DEL 20/07/2013 ( COSIDDETTO “
DECRETO BALDUZZI”) per tutti gli adempimenti che diventeranno via via obbligatori nei prossimi 30
mesi.
Torna all’indice
22
7. DISPOSIZIONI GENERALI CAMPIONATI
REDAZIONE CALENDARI
La C.O.P.G., in fase di redazione dei calendari, potrà apportare modifiche a quanto innanzi in presenza di
concomitanza di orari di inizio delle gare, non preventivamente concordati tra le società che utilizzano lo
stesso impianto.
RIFORMA DEL SISTEMA DEI RIPESCAGGI NUOVI ARTICOLI DEL REGOLAMENTO GARE
La reintegrazione dei quadri (ripescaggi) viene effettuata in base all’art.11 del nuovo regolamento gare
che di fatto cambia il sistema dei ripescaggi. Qualora i gironi di 1 a e 2a Divisione risultassero incompleti
per carenza di squadre, il ripescaggio sarà effettuato, in deroga a quanto previsto dal suddetto articolo
11, assegnando i posti vacanti alle squadre retrocesse. Inoltre l’art. 41 del nuovo regolamento gare,
sancisce le modalità per stabilire la classifica tra squadre della stessa serie ma partecipanti a gironi
diversi.
Le richieste di reintegro nel campionato superiore dovranno essere formalizzate per iscritto ed
integrate con i relativi versamenti del campionato al quale si chiede di essere iscritti.
MANCATO PAGAMENTO DEI CONTRIBUTI GARA
La mancata osservanza delle disposizioni relative ai termini ed alle modalità di pagamento dei contributi
gara, costituisce infrazione disciplinare punita con una multa. In caso di recidiva nello stesso
campionato, si applicherà una multa pari al 50% della tassa gara.
Nel caso la società non abbia effettuato il versamento con il c/c postale, il dirigente della società potrà
consegnare all’arbitro un assegno bancario intestato a FEDERAZIONE ITALIANA PALLAVOLO – Comitato
Provinciale Taranto per una cifra pari all’importo previsto; anche in questo caso, in sede di omologa, il
Giudice Unico sanzionerà la società con una multa pari al contributo gara.
Ogni altro tipo di versamento non sarà ammesso.
N.B. - IN CASO DI MANCATO PAGAMENTO DEL CONTRIBUTO GARA, LA SQUADRA INADEMPIENTE, IN
SEDE DI OMOLOGA, SARA’ CONSIDERATA PERDENTE CON IL PEGGIOR PUNTEGGIO. I CONTROLLI E
L’APPLICAZIONE DI EVENTUALI SANZIONI POTRANNO ESSERE EFFETTUATI ANCHE DOPO L’OMOLOGA
DELLA GARA, IN SEGUITO ALLA VERIFICA DEGLI EFFETTIVI PAGAMENTI.
Per motivi contabili non saranno ammessi versamenti di contributi gara recanti detrazioni per eventuali
somme già versate a qualunque titolo (multe, spostamenti, ecc.). Tali somme potranno essere richieste
mediante esplicita domanda di rimborso. Si ricorda che, per tutte le gare dei Play-off o di fasi successive
le società interessate dovranno versare i contributi gara in unica soluzione prima dell’inizio degli stessi.
Si precisa che l’attestazione dell’avvenuto versamento dovrà essere allegata all’elenco atleti della prima
gara di ogni soluzione cui si riferisce ed E’ OBBLIGATORIO SPECIFICARE CORRETTAMENTE NELLA
CAUSALE IL NUMERO DI GARA/E A CUI SI RIFERISCE IL VERSAMENTO E IL CODICE DI AFFILIAZIONE.
Il mancato rispetto della presente norma sarà sanzionato con una diffida ed, in caso di recidiva nello
stesso campionato, sarà applicata una multa di € 10,00.
Torna all’indice
23
CAMPIONATI
8. 1ª DIVISIONE Maschile E Femminile
COMPOSIZIONE GIRONI E FORMULA DI SVOLGIMENTO
Il girone sarà composto autonomamente dal Comitato Provinciale in presenza di almeno 6 squadre iscritte.
Le gare si svolgeranno con la formula del girone all’italiana, con gare di andata e ritorno ed al meglio di 3 set su
cinque. La formazione dei gironi sarà comunicata al termine delle iscrizioni.
Il termine di iscrizione è fissato per il 19/09/2014
CONTRIBUTI GARA E MODALITÀ DI VERSAMENTO
Il contributo gara è stabilito nella misura di: 45,00 €
1a Soluzione  Per le gare da disputare entro il 31/12/2014
2a Soluzione  Per le rimanenti gare del girone di andata
3a Soluzione  Per le prime 5 gare del girone di ritorno
4a Soluzione  Per le rimanenti gare del girone di ritorno
5a Soluzione  Per tutte le gare dei Play-off o di fasi successive(se previsti).
È possibile il pagamento della 2ª, 3ª e 4ª Soluzione con unico versamento.
PERIODO DI SVOLGIMENTO
Inizio: Ottobre 2014
Termine: Max 17 Maggio 2015
GIORNATE ED ORARI DI GARA
Le gare potranno essere disputate nei seguenti giorni e fasce orarie:
sabato con inizio compreso tra le ore 17.00 e 21.00
domenica con inizio compreso tra le ore 9.00 e 11.00
PROMOZIONI E RETROCESSIONI


Promozioni come da determinazione della Consulta Regionale: MASCHILE N° 1 promozione purché il
campionato provinciale sia organizzato con almeno 8 squadre che portino a termine il campionato. Nel
caso in una provincia il campionato di 1ª Divisione si svolga con meno di 8 squadre, la vincente non
conquisterà la promozione diretta, ma parteciperà ad un play off di spareggio con le seconde
classificate delle provincie che hanno svolto il campionato in maniera regolare. FEMMINILE N° 1
promozione purché il campionato provinciale sia organizzato con almeno 10 squadre che portino a
termine il campionato. Nel caso in una provincia il campionato di 1ª Divisione si svolga con meno di 10
squadre, la vincente non conquisterà la promozione diretta, ma parteciperà ad un play off di spareggio
con le seconde classificate delle provincie che hanno svolto il campionato in maniera regolare.
Retrocessioni N° 2
Torna all’indice
24
9. 2ª DIVISIONE Maschile E Femminile
COMPOSIZIONE GIRONI E FORMULA DI SVOLGIMENTO
Il girone sarà composto autonomamente dal Comitato Provinciale in presenza di almeno 6 squadre
iscritte.
Le gare si svolgeranno con la formula del girone all’italiana, con gare di andata e ritorno ed al meglio di 3
set su cinque. La formazione dei gironi sarà comunicata al termine delle iscrizioni.
Il termine di iscrizione è fissato per il 19/09/2014
CONTRIBUTI GARA E MODALITÀ DI VERSAMENTO
Il contributo gara è stabilito nella misura di: 40,00 €
1a Soluzione  Prime 5 gare del girone di andata.
2a Soluzione  Per le rimanenti gare del girone di andata
3a Soluzione  Per le prime 5 gare del girone di ritorno
4a Soluzione  Per le rimanenti gare del girone di ritorno
5a Soluzione  Per tutte le gare dei Play-off o di fasi successive(se previsti).
È possibile il pagamento della 2ª, 3ª e 4ª Soluzione con unico versamento.
PERIODO DI SVOLGIMENTO
Inizio: Febbraio 2015
Termine: Maggio 2015
GIORNATE ED ORARI DI GARA
Le gare saranno disputate nei giorni di sabato e domenica.
 Sabato con inizio compreso dalle ore 16.00 alle ore 20.30.
 Domenica con inizio compreso dalle ore 09.00 alle ore 11.00
PROMOZIONI E RETROCESSIONI
2 promozione DIRETTE se parteciperanno al campionato almeno 8 squadre. In caso contrario sarà
disputato un play off tra le prime 4 squadre classificate in regular season, le cui vincitrici saranno
promosse in 1a Divisione. I dettagli e le modalità dell’eventuale playoff saranno determinati con apposita
circolare entro un mese dalla fine della stagione regolare.
Torna all’indice
25
10. CAMPIONATO MASTER Maschile e Femminile
La Federazione Italiana Pallavolo indice e organizza tramite i competenti Comitati periferici il
Campionato Nazionale Master Maschile e Femminile per l'anno 2014/2015, valevole per l'assegnazione
del titolo di Campione d'Italia.
COMPOSIZIONE GIRONI
Qualora le iscrizioni risultassero inferiori a 6, entro tre giorni dalla scadenza, l’elenco delle squadre
iscritte sarà inviato al Comitato Regionale al fine di accorpare le squadre ad altra provincia. In base alle
iscrizioni sarà deciso se ci sarà la Fase Regionale e/o Interprovinciale.
Il termine di iscrizione è fissato per il 02/01/2015
CONTRIBUTI GARA E MODALITÀ DI VERSAMENTO
Il contributo gara è stabilito nella misura di: 50,00 €
PERIODO DI SVOLGIMENTO
Inizio: Marzo 2015
Termine: 30 Aprile 2015
PARTECIPAZIONE
Come descritto dalla Guida Pratica 2014/2015, possono partecipare al Campionato Nazionale Master
Maschile gli atleti nati negli anni 1970 e precedenti e i nati negli anni 1971-1972-1973-1974 che non
dovranno essere scesi in campo in precedenti gare dei Campionati di Serie Nazionale di A1-A2-B1 e B2
alla data della prima gara del Campionato Master a cui intendono partecipare, ovvero nel caso di primo
ingresso in campo in una gara di un campionato di serie nazionale, da quel momento non potranno più
partecipare a gare del Campionato Master.
Mentre, possono partecipare al Campionato Nazionale Master Femminile le atlete nate negli anni 1980
e precedenti e le nate negli anni 1981-1982-1983-1984 che non dovranno essere scese in campo in
precedenti gare dei Campionati di Serie Nazionale di A1-A2-B1 e B2 alla data della prima gara del
Campionato Master a cui intendono partecipare, ovvero nel caso di primo ingresso in campo in una gara
di un campionato di serie nazionale, da quel momento non potranno più partecipare a gare del
Campionato Master.
GIORNATE E ORARI DI GARA
Le gare potranno essere disputate nei seguenti giorni e fasce orarie:
 lunedì, martedì, mercoledì, giovedì e venerdì con inizio dalle ore 19.00 alle ore 21.00
 domenica con inizio alle ore 11.00
Per le gare tra squadre con distanza inferiore ai 100 km., la C.O.G.P. potrà decidere a sua discrezione, di
calendariarle la domenica con inizio alle ore 9.00
SECONDO LIBERO: NON È CONSENTITO L’UTILIZZO DEL SECONDO LIBERO
Torna all’indice
26
11. CAMPIONATO DI 1ª DIVISIONE GIOVANI Maschile e Femminile
Indetto dal Comitato Regionale e organizzato tramite i Comitati Provinciali.
COMPOSIZIONE GIRONI E FORMULA DI SVOLGIMENTO
Il girone sarà composto autonomamente dal Comitato Provinciale in presenza di almeno 6 squadre iscritte.
Le gare si svolgeranno con la formula del girone all’italiana, con gare di andata e ritorno ed al meglio di 3 set su
cinque. La formazione dei gironi sarà comunicata al termine delle iscrizioni.
Il termine di iscrizione è fissato per il 02/01/2015
CONTRIBUTI GARA E MODALITÀ DI VERSAMENTO
Il contributo gara è stabilito nella misura di: € 35,00, o € 45,00 qualora non si disputano i Campionati di
categoria previsti dal Progetto.
1a Soluzione  Per le gare del girone di andata
2a Soluzione  Per le gare del girone di ritorno
È possibile il pagamento della 1ª e 2ª Soluzione con unico versamento
Incentivo tecnico: Il progetto prevede le seguenti promozioni del Campionato Regionale di serie D 2013/2014:
MASCHILE: N° 3 promozioni di cui 2 promozioni dai gironi con maggior numero di squadre, (minimo 8) e 1
proveniente da un play off tra le 2^ classificate dei gironi con più squadre e le 1^ classificata dei gironi con
minor numero di squadre purché il campionato provinciale sia organizzato con almeno 6)
FEMMINILE: N° 3 promozioni di cui 2 promozioni dai gironi con maggior numero di squadre, (minimo 10) e 1
proveniente da un play off tra le 2^ classificate dei gironi con più squadre e le 1^ classificata dei gironi con
minor numero di squadre purché il campionato provinciale sia organizzato con almeno 6)
Inoltre, sarà data priorità alle squadre del Campionato di 1ª Divisione Giovani nei ripescaggi in serie in serie D
Maschile e Femminile 2015/2016.
Incentivo economico: per le sole Società che hanno partecipato anche ai Campionati Under 19 Maschile, Under
18 Femminile, Under 17 Maschile e/o Under 16 Femminile è previsto il pagamento del 50% della tasse di
iscrizione e dei diritti di segreteria rispetto a quelle del Campionato di 1ª Divisione.
Per le sole Società che hanno partecipato anche ai Campionati Under 19 Maschile, Under 18 Femminile, Under 17
Maschile e/o Under 16 Femminile è previsto il pagamento inferiore delle tasse gara, corrispondente a €. 35,00.
PERIODO DI SVOLGIMENTO
Inizio: Marzo 2015
Fine: Maggio 2015
PARTECIPAZIONE
Per la presente stagione, le fasce di età del Campionato di 1ª Divisione Giovani, sono le seguenti:
 MASCHILE: ad atleti Under 17 (nati dal 1998 al 2003) con massimo 2 atleti Under 20 iscritti a
referto (nati negli anni dal 1995 al 1997)
 FEMMINILE: ad atlete Under 17 (nate dal 1998 al 2003) con massimo 2 atlete Under 20 iscritti a
referto (nati negli anni dal 1995 al 1997)
Non è possibile utilizzare gli stessi atleti nel Campionato di 1ª Divisione e in quello di 1ª Divisione Giovani.
GIORNATE ED ORARI DI GARA
Le gare potranno essere disputate nei seguenti giorni e fasce orarie:
 Lunedì e martedì con inizio alle ore 16.30 alle ore 18.30 e alle ore 20.30
 Domenica con inizio alle ore 16.00 alle ore 18.00 e alle ore 20.00
27
Previo accordo tra le Società, le gare di questo campionato si potranno giocare nella giornata di
domenica mattina.
Per le gare tra squadre con distanza superiori ai 100 km., la C.O.G.P. potrà decidere a sua discrezione, di
calendariarle la domenica pomeriggio con inizio alle ore 15.00 alle ore 18.00 e alle ore 20.00.
PROMOZIONI E RETROCESSIONI
Come da determinazione della Consulta regionale.
Torna all’indice
28
12. CAMPIONATO DI 2ª DIVISIONE GIOVANI
Potranno partecipare al Campionato di 2ª Divisione Giovani anche le società che non prederanno parte al
Campionato Under 14; fermo restando i limiti di età previsti, a tali società è riservato il solo incentivo tecnico. Tutti
gli atleti/e, che disputino fino a 10 gare, anche non consecutive, in uno dei Campionati di serie A1, A2, B1, B2, C,
D, 1ª Divisione normale e 2ª Divisione normale potranno partecipare al Campionato di 2ª Divisione Giovani. Il
campionato è indetto dal Comitato Regionale che compone i gironi con criteri di vicinorietà e, se ne ricorrono le
condizioni, anche di interprovincialità, con l’organizzazione a cura dei Comitati Provinciali.
COMPOSIZIONE GIRONI E FORMULA DI SVOLGIMENTO
Sarà organizzato a livello interprovinciale in gironi composti da Comitato Regionale.
Le gare si svolgeranno con la formula del girone all’italiana A/R a concentramento con incontri al meglio
dei 2 set su 3.
CONTRIBUTI GARA E MODALITÀ DI VERSAMENTO

Per le Società che parteciperanno al Campionato di 2ª Divisione Giovani, non è previsto il pagamento dei
contributi per iscrizione e diritti di segreteria del Campionato Under 14;



le quote di partecipazione al Campionato di 2ª Divisione Giovani sono: € 25,00 tassa di iscrizione;
È previsto il pagamento della tassa gara, corrispondente a €. 5,00 per partita;
Non è previsto il pagamento di eventuali spostamenti gara;
PERIODO DI SVOLGIMENTO
Inizio: Novembre 2014
Fine: 18 Gennaio 2015
PARTECIPAZIONE
Il Campionato Regionale 2ª Divisione Giovani riservato ad atleti/e Under 14 (nati/e dal 2001 al 2004).
GIORNATE ED ORARI DI GARA
Le gare potranno essere disputate nei seguenti giorni e fasce orarie:
 Mercoledì con inizio alle ore 16.30 e alle ore 18.30
 Domenica con inizio alle ore 16.00 e alle ore 18.30
Previo accordo tra le Società, le gare di questo campionato si potranno giocare nella giornata di
domenica mattina.
Per le gare tra squadre con distanza superiori ai 100 km., la C.O.G.P. potrà decidere a sua discrezione, di
calendariarle la domenica pomeriggio con inizio alle ore 15.00 alle ore 18.00 e alle ore 20.00.
Le gare in cui non viene designato l’arbitro Federale DEVONO essere arbitrate da un Dirigente Arbitro
della Società.
Torna all’indice
29
13. CAMPIONATI DI CATEGORIA
CONTRIBUTI GARA E MODALITÀ DI VERSAMENTO
UNDER 19/M
UNDER 18/F
UNDER 17/M
UNDER 16/F
UNDER 15/M
UNDER 14
UNDER 13 (6vs6)
UNDER 13 (3vs3) solo maschile
€
€
€
€
€
€
€
€
25,00
20,00
20,00
20,00
20,00
5,00
3,00
0,00
1a Soluzione  Per le gare da disputare entro il 31/12/2014
2a Soluzione  Per le rimanenti gare del girone di andata
3a Soluzione  Per le gare del girone di ritorno
È possibile il pagamento della 2ª e 3ª Soluzione con unico versamento.
(Per i campionati Under 13 ed Under 14 è obbligatorio il pagamento delle tasse gara in un'unica
soluzione)
GIORNATE ED ORARI DI GARA








L’Under 19/M sarà disputato nei giorni di Lunedì e Martedì con inizio dalle ore 16.30 alle ore
19.00.
L’Under 18/F sarà disputato nei giorni di Lunedì e Martedì con inizio dalle ore 16.30 alle ore
19.00.
L’Under 17/M sarà disputato nei giorni di Mercoledì e Giovedì con inizio dalle ore 16.30 alle ore
19.00.
L’Under 16/F sarà disputato nei giorni di Mercoledì e Giovedì con inizio dalle ore 16.30 alle ore
19,00.
L’Under 15/M sarà disputato nei giorni di mercoledì, giovedì e venerdì con inizio dalle ore 16.30
alle ore 19,00.
Il Campionato Under 14/F sarà disputato con la formula a concentramento il mercoledì, giovedì,
venerdì e la domenica pomeriggio con orario d’inizio dalle ore 16.30 alle ore 18.30.
Il Campionato Under 14/M sarà disputato con la formula a concentramento il mercoledì,
giovedì, e la domenica pomeriggio con orario d’inizio dalle ore 16.30 alle ore 18.30. Il venerdì
potrà essere utilizzato per organizzare i concentramenti solo da quelle società che non
utilizzano tale giorno nei campionato U/15.
Il Campionato Under 13 M/F sarà disputato con la formula a concentramento il lunedì, martedì e
venerdì con orario d’inizio dalle ore 16.30 alle ore 18.30. La domenica pomeriggio potrà essere
utilizzata per organizzare i concentramenti solo da quelle Società che non utilizzano tale giorno
nel campionato U/14.
FASE REGIONALE CAMPIONATI DI CATEGORIA
Come da determinazione della consulta 2013/2014
30
NORME TECNICHE CAMPIONATO UNDER 14 E 13
Campionato Under 14-M/F: Non esiste più alcuna limitazione sul primo tocco di ricezione. Nel
campionato Under 14 non può essere utilizzato il LIBERO
Campionato Under 13F: Il servizio dovrà essere eseguito obbligatoriamente con tecnica dal basso.
Campionato Under 13M (6X6): Il servizio dovrà essere eseguito obbligatoriamente con tecnica dal
basso.
Per l’Under 13M (3X3), valgono le norme tecniche indicate nella Guida Pratica 2014/2015. Nel
campionato Under 13 è obbligatorio l’uso del pallone Volley School.
I campionati U/14 e U/13 M-F, che saranno disputati a concentramento si svolgeranno al meglio dei 2
set su 3. Anche le finali provinciali saranno disputate al meglio dei 2 set su 3.
Per la classifica si attua comunque il seguente sistema di punteggio:
- 3 Punti alla vittoria 2 a 0
- 2 Punti alla vittoria 2 a 1
- 1 Punto alla sconfitta 1 a 2
- 0 Punti alla sconfitta 0 a 2
3 Punti di penalizzazione in caso di rinuncia.
Torna all’indice
31
14. ORGANIZZAZIONE TORNEI E GARE AMICHEVOLI
Tutti i campionati hanno la precedenza sui tornei e gare amichevoli. Pertanto, ogni autorizzazione si
intende concessa con implicita salvezza degli impegni societari nei campionati. I limiti di competenza
delle Commissioni Esecutive in campo e degli organi giurisdizionali provinciali, regionali e nazionali, per i
provvedimenti disciplinari, sono quelli previsti dai regolamenti federali. Tutte le manifestazioni di
pallavolo devono essere preventivamente autorizzate dalla FIPAV. Si preme sottolineare che se non
autorizzati dall'organo competente in primo luogo tutti i partecipanti non sono assicurati e per tutti i
partecipanti costituisce una infrazione disciplinare, per cui la Commissione gare non potrà esimersi da
adottare provvedimenti disciplinari. (Modulo Autorizzazione Torneo)
http://www.fipavtaranto.it/allegati/modulistica/MODULO_AUTORIZZAZIONE_TORNEO.doc
PER QUANTO NON ESPRESSAMENTE PREVISTO DALLA PRESENTE
CIRCOLARE DI INDIZIONE SI FA RIFERIMENTO A:
-
CIRCOLARE DI INDIZIONE REGIONALE 2014/2015,
ALLE DETERMINAZIONI DELLA CONSULTA REGIONALE 2014/2015
AL PROGETTO 1ª E 2ª DIVISIONE GIOVANI 2014/2015
AL PROGETTO DI INCENTIVAZIONE DELL’ATTIVITA’
VIGENTI REGOLAMENTI FEDERALI.
Taranto, 25/07/14
C.P. FIPAV TARANTO
32
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
655 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content