close

Enter

Log in using OpenID

1A - Artistico Porta Romana Firenze

embedDownload
LICEO ARTISTICO DI PORTA ROMANA FIRENZE
PROGRAMMA di DISCIPLINE GEOMETRICHE svolto nell’anno scolastico 2013-2014
Docente: Maria Anna Massaro
Classe: 1a A
N° ore settimanali: 3
Firenze, 05 giugno 2014
GLI STRUMENTI PER DISEGNARE E TECNICHE DI RAPPRESENTAZIONE
• Uso degli strumenti e il linguaggio grafico.
LE COSTRUZIONI GEOMETRICHE
• Rette, angoli, triangoli, quadrilateri, poligoni, tangenti e raccordi, ellissi.
• Composizioni decorative caratterizzate da quadrati, archi di circonferenze e simmetrie.
• Sviluppo di solidi: cubo, parallelepipedi, prismi, piramidi, ecc.
I SISTEMI DI RAPPRESENTAZIONE
 LE PROIEZIONI ORTOGONALI
• Il concetto di proiezione ortogonale attraverso l’osservazione e la comunicazione visiva di
descrizioni grafiche riferite ad oggetti bi e/o tridimensionali nello spazio;
• Il metodo delle proiezioni ortogonali: dall’oggetto alla sua rappresentazione;
• Le condizioni di normalità e accidentalità ai piani di proiezione;
• I piani ausiliari;
• Ribaltamento parziale per la determinazione della vera grandezza;
• Solidi semplici, affiancati e sovrapposti sezionati;
• Proiezioni ortogonali di: figure piane e solide, composizioni di solidi, oggetti reali
(scatoline, elementi LEGO, sedia, tavolo, ecc.)
LABORATORIO
• Costruzione di modellini solidi con cartoncini colorati: cubo, parallelepipedi, prismi,
piramidi, ecc.
• Esperienze di rilevazione formale e dimensionale della propria cameretta con arredi e
restituzione grafica (pianta e prospetti interni) in scala 1:20 o 1:10;
• Costruzione di plastici della propria cameretta con arredi in scala 1:20 o 1:10 (lavori di
gruppo). Esecuzione con materiali vari quali: legno, polistirolo, cartoni pressati, acetati,
plexiglas, sottili tondini di legno e leghe metalliche.
Esercitazioni grafiche e verifiche
Le diverse unità sono state approfondite con una o più applicazioni grafiche relative ad oggetti via via più complessi. In
generale le trattazioni hanno riguardato nelle introduzioni i segmenti e le figure piane, poi i solidi e quindi le
composizioni di solidi variamente disposti o di oggetti reali. Talvolta si sono completati i lavori con l’utilizzo di
cartoncini colorati, lucidi, colorazioni e immagini fotografiche.
Libro di testo: “SPAZIO IMMAGINI” vol. 1° di Franco Formisani
Prof.ssa Maria Anna Massaro
_________________________
Gli studenti:
_________________________
_________________________
_________________________
.
.
.
LICEO ARTISTICO DI PORTA ROMANA
PROGRAMMA SVOLTO
Anno Scolastico 20013/2014
Classe 1 A
Materia Lingua e Civiltà straniera INGLESE
Insegnante : LUCIA CALZOLARI
MACROMODULI E TEMPI
Tre ore di lezione settimanali.
LANGUAGE
-Dal libro di testo “Into English, Student’s Book + Workbook 1”, Loescher, si sono svolte le unità dalla 1 alla 10 per
promuovere lo sviluppo delle strutture linguistiche di base e delle principali funzioni comunicative:
Le unità 1-10 sono state articolate in moduli tematici contenenti esercizi di pronuncia, letture di civiltà e attualità,
attività lessicali, attività per esercitare in modo integrato le quattro abilità linguistiche, strategie di apprendimento, test
di autovalutazione.
In dettaglio:
MODULE 1 UNITS 1-2
Letture:
Out of the ordinary
School clubs
Let’s give him a hand!
Helping at a hospital
Grammatica:
Presente semplice di To Be, affermative, interrogative e negative e risposte brevi.
Variazioni ortografiche della terza persona singolare
Verb + -ing: gerundio
Variazioni ortografiche verbi in _ing
Verbi di stato e di moto
Have breakfast/lunch/dinner
Presente progressivo
Presente semplice vs presente progressivo
Avverbi di frequenza ed espressioni di frequenza
pronomi personali soggetto
Pronomi oggetto
Lessico:
Attività del tempo libero
Materie scolastiche
Routine
Faccende domestiche
MODULO 2 UNIT 3-4
Letture:
Exceptional people: making a difference
Remembering heroes
Grammatica:
Passato di BE
was/ were born
Passato semplice dei verbi regolari/irregolari
Passato: forma affermativa/negativa, interrogativa, risposte brevi
Lessico:
1
Verbi frasali
Espressioni di tempo per il passato
MODULE 3 UNITS 5-6
Letture:
The X factor
Teenagers earning money
A long and healthy life
Grammatica:
Have to/don’t have to
Genitivo sassone ‘s
variazioni ortografiche dell’apostrofo s
Aggettivi e pronomi possessivi
Whose?
Sostantivi numerabili e non numerabili
How much/how many
a/an, some and any
much and many/ a lot of /lots of
Lessico:
Professioni
Cibi e bevande
MODULE 4 UNIT 7-8
Letture:
Teen talk
Planet holiday, Welcome to CapeTown- the city that has everything
Grammatica:
Comparativi di maggioranza e superlativi relativi
Presente progressivo per esprimere azioni pianificate
Lessico:
Espressioni per esprimere il tempo futuro pianificato
Attività per il tempo libero (sport acquatici, ecc.)
MODULE 5 UNIT 9-10
Letture:
It’ll never happen
Fortune telling
Jungle Survival Grammar: Too + aggettivi Avverbi Grammatica:
Will/won’t per fare previsioni future
Lessico:
Espressioni per fare previsioni future (I think, maybe, I’m sure, ecc.)
Dal Libro di testo Top Grammar, Helbling Language, 2012, si sono svolti esercizi di approfondimento di alcune delle
principali strutture grammaticali studiate durante l’anno scolastico.
L’INSEGNANTE
GLI STUDENTI
Lucia Calzolari
2
LICEO ARTISTICO
Istituto Statale d’Arte - Corso di Perfezionamento
di Porta Romana, Firenze e Sesto Fiorentino
Docente
PROGRAMMAZIONE
ANNUALE
A.S. 2013/2014
Mariella Monticolo
Disciplina Laboratorio di indirizzo
Indirizzo Design della Moda, costume,tessuto
Classe 1A-1B-1C-1D-1G-1H-1I-1L
e 2G-2I-2L-2M
per la sospensione del giudizio
A – PROGRAMMAZIONE SVOLTA
Obiettivo del laboratorio è realizzare un accessorio ispirato al design di moda percorrendo le diverse fasi di
lavoro che corrono dall'idea alla rappresentazione, alla realizzazione del cartamodello , al taglio e alla
confezione personalizzata con un itervento a patch-work.
B - MODALITA’ DI VERIFICA
 Produzione di una tavola di documentazione del percorso ideativo e delle fasi realizzative, con
indicazione dei materiali e delle lavorazioni
 Realizzazione del prototipo
®
Data, 2/6/2014
Firma del Docente ……………………………………………
Liceo Artistico Statale di Porta Romana
Classe 1^A
Materia Matematica
Anno scolastico 2013/14
Prof . Vivolo Luisa
PROGRAMMA SVOLTO
Insiemi e la logica
Definizione di insieme con indicazioni simboliche. Modalità di rappresentazione di un insieme.
Sottoinsiemi di un insieme, insiemi uguali, disuguali e disgiunti. Operazione di unione ed
intersezione tra insiemi e le loro proprietà. Insieme complementare, differenza tra insiemi. Prodotto
cartesiano. Enunciati e connettivi logici: enunciati elementari, enunciati composti ed operazioni
con gli enunciati elementari (negazione di un enunciato, congiunzione, disgiunzione implicazione e
coimplicazione di due enunciati). Le espressioni logiche. Logica dei predicati: predicati ed
operazioni logiche con i predicati. Analogie e differenze nelle operazioni tra insiemi e tra
proposizioni logiche.
Insiemi numerici: N,Z Q
Caratteristiche dell’insieme N e Z. Operazioni con relative proprietà. Regole di calcolo. Potenze con
esponente un numero naturale e relative proprietà. La scomposizione di numeri in fattori primi tra
loro e calcolo del minimo comune multiplo e massimo comune divisore (m.c.m. e M.C.D.) Le
frazioni equivalenti e i numeri razionali. Insieme numerico Q dei numeri razionali e relative
caratteristiche. Le operazioni e regole di calcolo. Potenze con esponente un numero intero negativo.
Rappresentazione dei numeri razionali. Numeri decimali finiti e periodici. Risoluzione di
espressioni numeriche in N, Z, Q. Rapporti, percentuali e proporzioni. Traduzione dal linguaggio
naturale a quello algebrico e viceversa. I numeri irrazionali ed i numeri reali (Cenni).
Calcolo letterale
Definizione di monomi e sue caratteristiche (monomio ridotto a forma normale, monomio nullo,
monomi uguali, monomi simili, monomi opposti e grado di un monomio). Operazioni con i
monomi: somma algebrica, moltiplicazione, divisione e elevamento a potenza. Massimo Comune
Divisore e Minimo Comune Multiplo di due o più monomi.
Definizione di polinomio e sue caratteristiche (polinomio ridotto, polinomi uguali, polinomi
opposti, polinomio nullo, grado di un polinomio, polinomi ordinati, polinomi omogenei e polinomi
completi). Operazioni tra polinomi: somma algebrica, prodotto di un monomio per un polinomio e
di un polinomio per un monomio, quoziente tra un polinomio ed un monomio, prodotto di polinomi.
Prodotti notevoli: quadrato di un binomio, quadrato di un trinomio, prodotto della somma di due
monomi per la loro differenza, cubo di un binomio. Uso di monomi e polinomi per la risoluzione di
problemi geometrici.
Concetti geometrici fondamentali.
Enti primitivi, postulati, e teoremi. Postulati di appartenenza e postulati d’ordine. Definizioni e
concetti di semiretta, semipiano, segmenti (segmento chiuso, aperto, semichiuso, segmenti
consecutivi ed adiacenti,) ed angoli(angolo piatto, angolo giro, angolo nullo, angolo concavo,
angolo convesso, angoli consecutivi, angoli adiacenti ed angoli opposti al vertice). Il movimento
rigido e la congruenza tra figure piane. Confronto di segmenti e di angoli. Somme di segmenti ed
angoli. Angoli supplementari e relativi teoremi. Multipli e sottomultipli di segmenti ed angoli.
Angolo retto, angolo acuto, angolo ottuso, rette perpendicolari, angoli complementari con relativo
teorema. Punto medio, bisettrice ed asse del segmento. Simmetrie rispetto a un punto ed a una retta.
Semplici dimostrazioni di teoremi su segmenti ed angoli.
Libri di testo: Nella Dodero-Paolo Baroncini-Roberto Manfredi-Ilaria Fragni “Lineamenti.
Math Azzurro Algebra 1” Ghisetti&Corvo.
Nella Dodero-Paolo Baroncini-Roberto Manfredi-Ilaria Fragni “Lineamenti. Math Azzurro
Geometria nel piano euclideo” Ghisetti&Corvo.
Firenze, 5 Giugno 2014
Firma degli alunni
Firma del docente
ANNO SCOLASTICO 2013-2014
PROGRAMMA DI STORIA DELL’ARTE
Classe I A
PROF.CHIARA CECCHI
I quadrimestre
1) DEFINIZIONE DI ARCHEOLOGIA-ARCHEOLOGIA E STORIA DELL’ARTE, QUESTIONI DI METODO
2) ARTE DELLA PREISTORIA
--L’arte rupestre
--le “Veneri” preistoriche
-- testimonianze di architettura
3) ARTE PRE-GRECA
--arte cretese
--arte micenea
4) ARTE GRECA
--Caratteri generali
--L'architettura: l'ordine dorico, l'ordine ionico, l’ordine corinzio; la scultura metopale e frontonale
--La tipologia dei vasi e la storia della pittura vascolare dal proto-geometrico alle figure rosse; l’anfora del
Dipylon ,il vaso Francois
--Caratteri generali della statuaria
--L’Arcaismo ; la scultura dorica: Kleobi e Bitone: la scultura ionica: Kouros di Milo, Hera di Samo; la scultura
attica:Moschophoros.
--Lo stile severo e la prima età classica: lo Zeus di Capo Artemision, l’Auriga di Delfi, il Discobolo, i Bronzi di
Riace
--Il classicismo: Policleto, Fidia; l'Acropoli di Atene
--La struttura del teatro
II quadrimestre
-Il IV secolo. Prassitele, Skopas, Lisippo
--L'Ellenismo. Caratteri generali dell'architettura e della scultura; analisi di alcune sculture: l’Ara di Pergamo, il
Laocoonte, la Nike di Samotracia, l’Afrodite di Milo, il Pugile in riposo, la Vecchia ubriaca
5) ARTE ETRUSCA
--Caratteri generali
--La città
--L'architettura: la tipologia del tempio e delle tombe
--La scultura: la statuaria in bronzo (Arringatore, Lupa Capitolina, Chimera), la decorazione dei templi
(antefisse e acroteri), la scultura funeraria (urne e sarcofagi).
--La pittura: cenni alla tipologia degli affreschi tombali
6) ARTE ROMANA
--Caratteri generali
--Le tecniche edilizie
--Le città e le strade
-- la tipologia delle abitazioni
--la tipologia del tempio (tempio di Portuno, tempio di Ercole Vincitore, Pantheon)
--i luoghi teatrali (Circo Massimo, teatro Marcello, anfiteatro Flavio)
LICEO ARTISTICO DI FIRENZE PIAZZALE DI PORTA ROMANA
PROGRAMMA DI ITALIANO
ANNO SCOLASTICO 2013 – 2014- CLASSE I A
DOCENTE: ANNA RANA
GRAMMATICA E LINGUISTICA
I suoni delle parole: la fonologia
I suoni e le norme grafiche (sillaba, accento, elisione e troncamento)
La punteggiatura e le maiuscole
La formazione e il significato delle parole:
La struttura delle parole
Formazione delle parole: derivazione, composizione, abbreviazione
Significato denotativo, connotativo, figurato; la polisemia
LA MORFOLOGIA
L’articolo
Il nome
L’aggettivo e il pronome
Il verbo
Le parti invariabili del discorso
LA SINTASSI DELLA FRASE SEMPLICE
Il nucleo della frase
Soggetto e predicato
UNA LINGUA PER COMUNICARE
Gli elementi fondamentali della comunicazione
I vari tipi di linguaggio: verbale e non verbale
La lingua come sistema di segni
Le varietà della lingua
I registri linguistici e i linguaggi settoriali
IL TESTO E I TESTI
Gli elementi costitutivi del testo: coerenza e coesione
Il testo e la situazione comunicativa, il contesto
La struttura del testo
Vari tipi di testo
LABORATORIO DI ESPOSIZIONE ORALE
Attività di esposizione orale:
Le tecniche di esposizione orale
LABORATORIO DI LETTURA
Attività di lettura ( in classe dal testo di Antologia in adozione, a casa elenco di libri fornito
dall’insegnante e dal Progetto “Libernauta”)
Capire il significato delle parole e dell’espressioni contenute nel testo
Capire il tema di fondo del testo
Individuare le informazioni implicite
Saper fissare ciò che si è letto:
 prendere appunti
 saper riassumere
 riformulare personalmente il contenuto del testo letto
 esprimere un giudizio motivato sul testo
TESTI PER LETTURE INTEGRALI A CASA ( 4 testi a scelta dell’allievo/a con relazione
scritta finale tra i sottoscritti autori e dall’elenco del Progetto Libernauta):
J. London, Il richiamo della foresta, Zanna bianca o altro testo a scelta
R. L. Stevenson, Lo strano caso del dr. Jekill e del signor Hide, L’isola del tesoro o altro testo a scelta
J. Conrad, La linea d’ombra o Cuore di tenebra
K. Hosseini, Il cacciatore di aquiloni o Mille splendidi soli
D. Grossman, Qualcuno con cui correre
LABORATORIO DI SCRITTURA
Il testo descrittivo
Descrivere luoghi, persone, animali e cose
La descrizione oggettiva e soggettiva
Descrivere per informare, per persuadere o per “esprimersi” letterariamente
Le tecniche descrittive
Il testo narrativo
Caratteristiche del testo narrativo
Le tecniche della narrazione
Raccontare: scrivere una cronaca; attività di analisi, riscrittura, scrittura guidata e scrittura libera
Il testo informativo-espositivo
Varie tipologie di testi informativi: la cronaca
Esporre argomenti: analisi della struttura di una esposizione
Le tecniche dell’esposizione scritta
Esporre: attività di scrittura guidate e libere ( in collegamento con l’attività di lettura )
Riassumere
Riassumere un testo descrittivo, espositivo e narrativo
Riassumere un intero romanzo (scaletta guidata)
Parafrasare
Parafrasare un testo poetico ( Epica )
Parafrasare un testo in prosa
I testi che bisogna saper scrivere:
Il tema
L’analisi testuale
La recensione
L’articolo di cronaca
La relazione scritta e orale
ANTOLOGIA
Racconto e romanzo
I generi della narrativa
Il racconto e la novella
Le origini e le caratteristiche
Lo sviluppo del genere nel corso dei secoli
I diversi generi di racconti
Il romanzo
Origini e caratteristiche
Il romanzo contemporaneo (in connessione con il modulo della Lettura)
Gli elementi della narrazione
La struttura del racconto
Svolgimento: fabula e intreccio
L’ordine del racconto: analessi e prolessi, alternanza dei filoni narrativi
Diversi tipi di inizio e di finali della narrazione
Le sequenze: diverse tipologie
I personaggi: le tipologie, i tratti
Modalità e tecniche di presentazione
Presentazione diretta e indiretta
Staticità e dinamicità dei personaggi
Il sistema dei personaggi
Ruoli e funzioni
Il tempo della storia e il tempo del discorso
L’ordine e la distanza
Tempo della storia e tempi verbali
La durata e il ritmo narrativo
Lo spazio: spazio esterno e spazio interno
Atmosfera e luoghi tipici della narrazione
Autore, narratore, punto di vista
Narratore interno e narratore esterno, I e II grado
Punto di vista o focalizzazione: interna, esterna, zero, alternanza di focalizzazioni
Tema, messaggio, contesto
Tema e temi della storia
Scopo, messaggio e contesto
Scelte linguistiche e stilistiche
Parole e pensieri dei personaggi
I registri
Paratassi e ipotassi
L’uso di figure retoriche: figure sintattiche e figure semantiche
Lettura e analisi dei brani proposti dall’Antologia, in fotocopia e da Storie per scrivere:
Pirandello, Il treno ha fischiato
I. Calvino,Despina, Isaura, Sofronia, Ottavia, da Le città invisibili
I. Calvino, Funghi in città, da Marcovaldo
Brown, La sentinella
K. Mansfield, La lezione di canto
A. Christie, Chi ha ucciso Arlena Marshall?
D. Sedaris, La città degli angeli
P. Levi, Sandro
T. Landolfi, Il racconto del lupo mannaro
A. Nove, Io, Filippo, il Calippo e la fuga
J. Barth, Venite con me, lettori, e non abbiate timore…
J.D. Salinger,Se davvero avete voglia di sentire questa storia…, da Il giovane Holden
L. Ghirri, Da Contarina a Prince
D. Foster Wallace, L’occhio del reporter
I. Svevo, La seduta spiritica in casa Malfenti, da La coscienza di Zeno
M. Rigoni Stern, Sulle nevi di gennaio, da I racconti di guerra
J. London, E l’uomo salvò il cane, da Il richiamo della foresta
D. Voltolini, “ Caro Luca…”
D. Benati, Io e Bursi
I. Allende, L’attacco dell’anaconda, da La città delle bestie
R. Brautigan, La bufera di neve più breve della storia
H. Pratt, Corto Maltese e le lanterne rosse
M. Crichton, Il posto delle ossa, da Congo
I. Calvino, La lotta con le arpie, da Orlando Furioso
S. Benni, La strega, da La grammatica di Dio
E. A. Poe, Il gatto nero
J. R. R. Tolkien, Nella tana di Shelob, da Il Signore degli Anelli
F. Brown, La rappresaglia
Lovecraft, Nella cripta
A .Rice, Iniziazione, da Intervista col Vampiro
B. Stoker, Le vampiresse, da Dracula
U. Cornia, Le signorine Nannini
A. Cianciullo, 200 milioni in fuga dalla sete
G. Remuzzi, Fare sport aiuta la mente
P. Di Stefano, La morte del pilota tredicenne: quando si rischia troppo presto
P. Bulbarelli, Boot Camp,sport e disciplina militare
MITO ED EPICA
Temi e significati del mito
Il mito e la realtà storica
Il mito e i modelli di comportamento
Il mito e l’identità
L’epica del Vicino Oriente
L’Epopea di Gilgamesh: la trama, i personaggi principali, lettura del brano in fotocopia
Il mito e il racconto biblico:
Noè e il diluvio, da Genesi, Antico Testamento
Il mito e le nostre radici
La trasmissione di una cultura comune
Apollodoro, La storia di Europa
Esiodo, Prometeo e la scoperta del fuoco
Apollodoro, Teseo e il Minotauro
L’epica e la cultura orale
Dall’oralità alla scrittura
I poemi omerici e la questione omerica
Gli ideali dell’eroe omerico
Eroe omerico ed eroe classico a confronto
L’Iliade: l’antefatto, la vicenda, la realtà storica, i personaggi principali
Lettura, parafrasi e analisi dei seguenti brani (o parte dei versi) proposti dal volume Mito Epica:
L’invocazione alla Musa e Proemio, libro I,vv 1- 7
Lo scontro tra Achille e Agamennone, libro I, vv. 92 - 222
Ettore e Andromaca, libro VI, vv. 399 - 502
La morte di Patroclo, libro XVI ( sintesi)
La morte di Ettore, libro XXII, vv. 226 – 272, vv. 317 – 409
Priamo alla tenda di Achille, libro XXIV, vv. 468 – 595 e sintesi fine canto
L’Odissea: il poema del viaggio, la struttura, la vicenda, la realtà storica, i personaggi principali
Lettura, parafrasi e analisi dei seguenti brani (o parte dei versi) proposti dal volume Mito Epica:
Proemio e invocazione alla Musa, libro I, vv. 1 – 10
Nell’isola di Ogigia: Calipso,libro V, vv. 116 – 120, vv.135- 224
Nausicaa, libro VI, vv.137-161, vv. 236-262
LIBRI DI TESTO
Antologia: B. Galli, M. L. Quinzio, Meravigliosamente. Narrativa, altri linguaggi, attualità,+
vol. Mito ed Epica di Eva Cantarella e Storie per scrivere di G. Franco Carlevero,
Einaudi Scuola
Grammatica: M. Sensini, Porte aperte + Grammatica facile, Ed. digit, A. Mondadori Scuola
Gli/le allievi/e
L’insegnante
LICEO ARTISTICO DI FIRENZE PIAZZALE DI PORTA ROMANA
PROGRAMMA DI STORIA- ED. CIVICA E GEOGRAFIA
ANNO SCOLASTICO 2013 – 2014 - CLASSE I A - DOCENTE: ANNA RANA
GLI UOMINI E LA STORIA
Le coordinate della storia: il tempo e lo spazio
Lo storico e i suoi documenti
Gli specialisti della storia
Che cos’è uno stereotipo
Esistono le razze umane?
LE ORIGINI DELLA STORIA UMANA
Definire la Preistoria
Il processo di ominazione e il popolamento del Pianeta
L’evoluzione della specie
La rivoluzione di Sapiens
La domesticazione dei viventi
La domesticazione del regno minerale e dello spazio
Le migrazioni di agricoltori e le lingue indoeuropee
CITTA’, STATI, IMPERI NEL MEDITERRANEO ORIENTALE
Le città centro del mondo
Sumer, dove nacquero le città
Uruk, il primo centro del mondo
L’epopea di Gilgamesh
Ebla la ricca, Akkad la spietata
Lo Stato centralizzato di Ur
Stati e imperi nell’Asia occidentale antica
Il Regno di Babilonia
Il codice di Hammurabi
L’Impero di Hatti
La Grande crisi
Le società dei grandi fiumi
La civiltà del Nilo
L’Egitto delle trenta dinastie
La stele di Rosetta
Il culto dei morti
La civiltà dell’Indo e del Fiume Giallo (cenni)
La civiltà dell’Egeo e dell’Italia
La civiltà dell’Egeo, tra Asia ed Europa
La leggenda del Minotauro
La civiltà micenea
L’Italia neolitica
La civiltà nuragica e le terramare
L’ORIENTE MEDITERRANEO E LA GRECIA
L’Asia occidentale antica nell’età del ferro
I “crudeli” assiri
Un popolo con due storie: gli ebrei (quadro di sintesi)
I fenici
L’Impero babilonese
Un impero cosmopolita: i persiani
La Grecia, dai “secoli bui” alla polis
Alle origini del mondo greco
La società greca arcaica nel racconto dei poemi omerici
Gli eserciti oplitici e la formazione della polis
La polis e le sue leggi
La colonizzazione greca
La cultura unifica i greci
La polis tra conflitti sociali e tirannidi
Sparta, città senza tiranni
Sparta, un modello di polis pieno di contraddizioni
La Grecia classica
Atene, da Solone a Pisistrato
La riforma di Clistene
Le guerre persiane
Atene fonda il suo impero
La cultura nell’età di Pericle
La guerra del Peloponneso
Dall’Impero spartano a Tebe ( sintesi )
La crisi del mondo classico
L’unificazione dell’Oriente: Alessandro Magno
I Macedoni alla conquista della Grecia
L’impero di Alessandro Magno
I regni e la cultura ellenistici
L’OCCIDENTE MEDITERRANEO
L’Italia arcaica
Il popolamento della penisola italica (cenni)
Gli Etruschi tra origine e formazione
Società ed economia degli Etruschi
Le origini di Roma
La formazione della città e i primi re di Roma
La società romana arcaica
La nascita della repubblica
EDUCAZIONE CIVICA
L’idea di cittadinanza tra passato e presente
Il Regolamento d’Istituto
Il giorno della Memoria
I principi fondamentali della Costituzione italiana
GEOGRAFIA
La demografia
Dinamiche demografiche delle regioni terrestri
Cause, forme e problemi della crescita urbana nel mondo attuale.
Città, metropoli, megalopoli nel mondo
Le funzioni delle città
La qualità della vita e metodi di misurazione
Dinamiche migratorie e i problemi sociali e culturali connessi
Povertà e squilibri
(Intervento degli esperti della Coop. Consumo consapevole “ I semi della discordia”)
La geografia della povertà
Paesi poveri e paesi ricchi
Debiti e scambi ineguali
LIBRI DI TESTO
A. Brusa, L’ alfabeto della storia, vol. 1 + Tre dimensioni, Ed. Palumbo
Gli/le allievi/e
L’insegnante
LICEO ARTISTICO
Istituto Statale d’Arte – Corso di Perfezionamento
di Porta Romana e Sesto Fiorentino
SCIENZE
Prof.ssa PATRIZIA BOANINI
1A (Liceo artistico, Porta Romana)
2013 - 2014
PROGRAMMA SVOLTO
I QUADRIMESTRE
MODULO ZERO. INTRODUZIONE ALLO STUDIO DELLE SCIENZE NATURALI
U.D.1: Il campo di studio delle scienze naturali
Il campo di studio della chimica e delle scienze naturali. Il metodo scientifico. La Terra come sistema integrato di
litosfera, atmosfera, idrosfera e biosfera.
U.D.2: Conoscenze di base per lo studio delle scienze naturali
Rapporti. Proporzioni. Frazioni e percentuali. Grafici: diagrammi cartesiani, grafici a torta, grafici a barre o istogrammi.
Multipli e sottomultipli. Potenze di 10 e notazione esponenziale. Angoli. Parallelismo e ortogonalità. Grandezze e unità
di misura nel S.I. Grandezze fondamentali e derivate, il concetto di ordine di grandezza. Grandezze estensive e intensive.
Velocità, , massa, volume, peso, densità, pressione, temperatura e calore, calore specifico.
Materia:
Insegnante:
Classe:
Anno scolastico
Chimica:
MODULO 1. LA STRUTTURA DELLA MATERIA
U.D.1: Materia ed energia
Sistemi aperti, chiusi e isolati. Stati di aggregazione e passaggi di stato. Volume e densità nei passaggi di stato. Il
concetto di sostanza pura. Elementi e composti. Miscugli omogenei ed eterogenei. Leghe e soluzioni, colloidi ed
emulsioni. Metodi di separazione dei miscugli: filtrazione, decantazione o sedimentazione, setacciatura, distillazione.
Proprietà fisiche e chimiche della materia. Trasformazioni fisiche e reazioni chimiche. L’analisi termica di una sostanza.
Temperature o punti fissi (Tf, Teb). Influenza della pressione su Teb. Energia e lavoro. Le forme di energia: termica,
cinetica, elettrica, chimica, nucleare, luminosa, potenziale. Fonti di energia rinnovabili e non rinnovabili.
U.D.2:.Elementi e composti
Elementi chimici e loro simboli. La tavola periodica. Metalli, semimetalli e non metalli. Elementi nativi. Composti
chimici e formule chimiche. Le molecole. Sostanze naturali e artificiali. La legge di Proust. Reazioni chimiche: reagenti
e prodotti. Le equazioni chimiche. Legge di Lavoisier o legge di conservazione della massa. Il significato di equazione
chimica bilanciata. Un esempio di reazione chimica: la combustione del metano.
U.D.3: Le particelle della materia
La teoria atomica di Dalton. Proprietà macroscopiche e microscopiche della materia. La teoria cinetica o particellare della
materia. Teoria cinetica e passaggi di stato.
II QUADRIMESTRE
(segue CHIMICA, U.D.3)
Dal modello atomico di Dalton al modello atomico nucleare o planetario. Il nucleo dell’atomo si può modificare: le
reazioni nucleari. Reazioni nucleari e legge di conservazione della massa. Le reazioni di fusione nucleare e la
nucleosintesi stellare degli elementi chimici.
Scienze della Terra
MODULO 2. LA TERRA COME PIANETA
U.D.1: Il Sistema solare e l’Universo
Pianeti, satelliti e corpi minori (asteroidi, meteoroidi e comete). La nascita del sistema solare. Pianeti terrestri e gioviani.
Le stelle: natura, luminosità, relazione tra colore e temperatura superficiale, composizione chimica. Magnitudine
apparente e assoluta. Spettri stellari. Le galassie. Distanze e unità di misura in astronomia: l’anno-luce. La Via Lattea.
Legge di Hubble e l’espansione dell’Universo. Il Big Bang e l’evoluzione dell’universo. La scoperta della radiazione
cosmica di fondo. L’evoluzione futura dell’Universo: espansione infinita o Big Crunch? Il moto dei pianeti attorno al
Sole: la I e la II legge di Keplero e la legge di gravitazione universale.
U.D.2: Il pianeta Terra
Forma e dimensioni della Terra. Il reticolato geografico: meridiani e paralleli. Le coordinate geografiche: latitudine e
longitudine. Il moto di rotazione terrestre e l’alternanza del dì e della notte. I crepuscoli. Il moto di rivoluzione terrestre.
Solstizi ed equinozi. Le stagioni. Le zone climatiche di tipo astronomico.
MODULO 3. LE SFERE TERRESTRI
U.D.1: L’atmosfera e il clima
La Terra come sistema integrato di atmo-, lito-, idro- e biosfera. L'atmosfera: struttura e composizione. Caratteristiche
della troposfera. La stratosfera e l’importanza dell’ozono. Origine ed evoluzione dell’atmosfera. Il bilancio termico
globale. L’influenza dell’acqua, della vegetazione e dell’inclinazione dei raggi solari sulla temperatura dell’atmosfera.
Cenni all’inquinamento atmosferico. L’effetto serra. I Cfc e il buco nell'ozonosfera. Climi e climatogrammi. I climi del
pianeta: effetti della latitudine e di fattori locali. Associazione tra climi e vegetazione. La paleoclimatologia.
Cambiamenti climatici negli ultimi 150 anni. Il riscaldamento globale.
Firenze,
Gli studenti
L’insegnante
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
985 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content