close

Enter

Log in using OpenID

13-2014 Vigilia Aquabike Milano

embedDownload
Grandi sorrisi per la sfilata dei rappresentanti degli enti (H2o Racing, Provincia, Uim, Fim, Aim Group, Dj vari e Nicolò Cavalchini
per la direzione artistica su tutti) che partecipano alla organizzazione di una intensa quattro giorni di sport e musica all’Idroscalo
Il Mondiale (5-8 giugno) con il record di partecipanti e un contorno insolito
Aquabike e musica: show all’Idroscalo
Sul bacino milanese, per la seconda prova iridata della stagione dopo l’esordio di
Doha, saranno di scena 91 riders, impegnati anche in uno slalom parallelo notturno
e in una esibizione degli acrobati dello stile libero sotto le stelle - L’organizzazione
targata H2o Racing di Nicolò di San Germano si affianca alla Provincia di Milano,
Uim e Fim per una quattro giorni di grandi emozioni - Con l’Aquabike Music
Festival tre nottate con la musica (giovane) e i Dj più famosi del momento.
L’apertura è dedicata ai francesi Klingande: con il sax di Jubel hanno davvero
conquistato il mondo - Tante anche le stelle dell’Aquabike per il GP d’Italia: lo
statunitense MacClugage contro i tre fratelli francesi Poret, il tandem portoghese
dei Sousa e Alberti Monti nella ski division, un altro francese (Cyrille Lemoine)
contro il connazionale Medori e Mattia Fracasso nella runabout, mentre Calderoni
e Mariani, nel freestyle, cercheranno di contrastare il duo (inavvicinabile?) formato
dai fratelli croati Rok e Nak Florjancic - Contro Marta Sorrentino torna in acqua la
tre volte iridata Julie Bulteau, moglie di Jeremy Poret - Sabato l’appuntamento con
«La barca del sorriso» e con un corso di guida sicura riservato alle moto d’acqua
MILANO, giovedì 29 maggio - Vi piace lo sport, quello carico di adrenalina come l’Aquabike? E siete magari
appassionati di musica, quella giovane, quella che più scatenata non si più, quella che va tanto di moda in
disco? Beh, allora è proprio inutile che stiamo qui a perdere tempo: la settimana prossima, da giovedì 5 a
domenica 8 giugno, non prendete impegni. All’Idroscalo di Milano, il bacino a due passi dall’aeroporto di
Linate (nel comune di Segrate, per la precisione) c’è infatti la seconda tappa del Mondiale Aquabike
(runabout, ski division e freestyle), dopo quella d’esordio a Doha (Qatar), alla quale si affianca l’AMF,
ovvero l’Aquabike Music Festival: sport e musica, un show a tutto volume in acqua e su un palco! Un
abbinamento abbastanza insolito da noi per un appuntamento iridato, ma che, stando a quello che bolle
in pentola, pardon, stando a quello che «raccontano» i social network, pare già sulla via di un successo
assicurato. Uno spettacolo, presentato questa mattina a Palazzo Isimbardi (in prima fila, con quelli della
Provincia di Milano, i rappresentanti di H2o Racing, Uim, Fim e Aim Group), che, per quel che riguarda
l’Aquabike iridata, sembra davvero sul punto di esplodere. Come ben dicono i numeri-record, prima di
tutto: 91 riders in acqua, in rappresentanza di 20 Paesi, tanto da dover già programmare in anticipo le
pre-qualifiche per quanto riguarda le runabout. Una categoria in cui, purtroppo, mancherà il campione in
carica, il kuwaitiano Yousef Al Abdulrazzaq, operato ad un ginocchio pochi giorni fa, ma che di sicuro
vedrà una bella sfida tra i francesi Cyrille Lemoine e Teddy Pons, cui cercheranno di mettere i bastoni tra
le ruote (ma si può anche con le moto d’acqua?) i nostri Mattia Fracasso, Lorenzo Benaglia, Antonio
D’Arma e Gianluca Santi Amantini.
Due francesi che saranno sicuramente tra i protagonisti la settimana prossima all’Idroscalo: Cyrille Lemoine (a sinistra) e Jeremy
Poret hanno vinto in Qatar, precedendo il connazionale Teddy Pons nella runaboat e il portoghese Tiago Sousa nella ski division
SKI DIVISION BOLLENTE Se, tra le righe, si è detto di Jeremy Poret (in gara contro i fratelli Mickael, iridato in
carica, e Morgan, mentre la sorellina Estelle se la vedrà con la… cognata Julie Bulteau), di un’altra cosa si
può essere sicuri: nella ski division ci saranno due gare bollenti. Già, perché Jeremy, al rientro dopo un anno
sabbatico che ha dedicato per stare a fianco della moglie, la Julie Bulteau di cui sopra che le ha dato il primo
figlio (Lucas), a Doha ha dimostrato di essere in gran forma (mica per niente in bacheca può vantare due
Mondiali), mentre il nostro Alberto Monti e lo statunitense MacClugage, uno che ha attraversato l’Atlantico
con in testa un chiodo fisso che si chiama titolo iridato, in una delle due prove sono andati ko per un
problema meccanico. Rabbia, tanta rabbia che, conoscendo i personaggi, non è stata di sicuro smaltita: una
spinta in più per essere protagonisti (come sempre,
del resto) davanti al pubblico italiano e al cospetto
della gara che potrebbe già essere decisiva sulla scia
che porta al titolo. Gli altri avversari più accreditati
(visto che non sarà in griglia il franco-qatariota
Ludovic Caumont)? Sicuramente il portoghese Tiago
Sousa, lo spagnolo Nachete Guardiola Armillas e la
rinforzata pattuglia italiana formata da Nicola e
Franco Piscaglia, Marco Lobina, Ugo Guidi, Sandro
Cau, Michele Napoli, Carlos Vela Sanandres e
Gianfranco Olivieri. Tra le ladies, vedremo all’opera
una «rabbiosa» Marta Sorrentino (non ha digerito
bene il terzo posto di Doha…) che dovrà vedersela
con Jennifer Menard e le due già citate del clan
Poret: Estelle e Julie Bulteu. Per la moglie di Jeremy
Poret, bisognerà soprattutto verificare le condizioni
fisiche, visto che non gareggia da una ventina di
mesi, anche se il palmares della 26enne atleta di St.
Maximin parla da solo: due titoli europei (2007 e
2008) e tre titoli iridati consecutivi (2009, 2010 e
2011) in una carriera cominciata a soli 17 anni. E il
Le acrobazie di Rok Florjancic e la grinta di Alberto Monti alla poker è mancato, nell’ottobre 2012, solo perché
virata: altri due atleti tra i più attesi per le gare dell’Idroscalo decise di andare a gareggiare negli Usa invece di
partecipare all’ultima gara dell’anno, in Cina, quando la corona finì sulla testa di Stefania Balzer, la
portoghese di Bergamo. Nessuna incertezza, di sicuro, sui protagonisti del frestyle, specialità in cui da
alcune stagioni domina il croato Rok Florjancic, ormai abituato a portare di peso sul podio il fratello minore
Nak. Libero il terzo posto, per il quale Valerio Calderoni e Roberto Mariani dovranno vedersela, al solito,
con un altro francese, Romain Stampers.
Cédric Steinmyller e Edgar Catry, i Klingande: con Jubel
hanno raggiunto il numero 1 nella classifiche mondiali
MUSICA BY NIGHT Lungo è l’elenco-record dei
partecipanti al Mondiale Aquabike, ma altrettanto
ricco di personaggi è l’AMF, ovvero l’Aquabike Music
Festival, la manifestazione musicale che per tre notti
accompagnerà l’appuntamento sportivo. Ma adesso
non pretendete da noi anche indicazioni ritmiche.
Dovete fidarvi: il… Mondiale musicale dell’Idroscalo,
così dicono gli esperti, è davvero da sballo. Perché, alla
faccia delle nostre conoscenze (un po’ retrò…), così
come raccontano quelli che ne sanno molto più di noi
(ma tanto più di noi!), i nuovi messia della musica
fanno vibrare le folle a colpi di sintetizzatori e
campionatori. Chiamateli dj, produttori o come più vi
piace, il risultato non cambia: a riempire gli stadi e i
palazzetti adesso sono soprattutto gli esponenti della
scena elettronica. C'è chi lo fa con sonorità più oscure
e underground, e chi invece si affida a un pop
elettrificato adatto a tutti i gusti, come i Klingande,
coppia di 23enni francesi, Cédric Steinmyller e Edgar
Catry, due che si affidano live a sax e pianoforte, che
saranno la stella più luminosa dell’AMF proprio nella
serata di apertura. Sono loro i «responsabili» di Jubel,
il tormentone musicale passato miliardi di volte in tv.
Sì, è proprio quel motivetto con il sax che vi piace
tanto, sottofondo di una campagna pubblicitaria per
una compagnia telefonica e di mille altri teaser in
televisione, nonché protagonista delle serate più «in»
nelle disco. Con loro ci saranno poi altri grandi
selecter (li chiamano proprio così…) come Alex
Guesta, Simon De Jano, Lush & Simon, Bottai,
Rudeejay, Marvin, We Are Presidents, Alaia & Gallo, Andrea Pellizari, Alex Gray, Boostykids, Out Of Sync e
Alex Tozzo, tutti pronti a scaldare le notti dell’Idroscalo fino al gran finale con la band di Nicolò Cavalchini.
Sport e musica: che abbinata!
Il programma - Giovedì 5 giugno, ore 9-13: verifiche tecniche e amministrative per i piloti iscritti alla
seconda prova stagionale del Mondiale Aquabike (runaboat, ski division e freestyle); ore 14-16.30: prove
libere slalom parallelo (gara non valida per il Mondiale Aquabike); ore 17-18: esibizione riservata agli
spettatori su un catamarano biposto; ore 20-22: slalom parallelo (categorie runaboat e ski division) e
freestyle show.
Aquabike Music Festival (ingresso sempre gratuito, ma per accedervi è richiesta la pre-registrazione su
http://www.amfevent.com): ore 22-1.00 con Dj Klingande, Dj 1UP e Addal.
Venerdì 6 giugno, ore 9.15: briefing piloti; ore 10-10.30: prove libere ski division; ore 10.35-11.05: prove
libere runaboat (primo gruppo); ore 11.10-11.40: prove libere runaboat (secondo gruppo); ore 11.45-12.15:
prove libere freestyle; ore 12.45-13.05: prequalifiche runaboat; ore 15.30-16: pole position ski division: ore
16.15-16.45: pole position runaboat: ore 17-17.30: pole position freestyle.
Aquabike Music Festival, ore 21-1.00: Dance corner night performances (Alex Guesta, Simone De Jano,
Lush & Simon, Bottai, Rudeejay, Marvin, We Are President, Alaia & Gallo, Andrea Pellizzari, Alex Gray,
Boostykids, Out of Sync e Alex Tozzo).
Sabato 7 giugno, ore 9.45: briefing piloti; ore 10.30-10.50: prove libere ski division; ore 11-11.20: prove
libere runaboat; 11.30-11.50: prove libere freestyle; ore 12-15: «La barca del sorriso» (un progetto avviato
nel 2006 dai cremonesi Leopoldo Vighini e Ennio Manfredini, riservato ai giovani diversamente abili); corso
di guida sicura (una campagna di sensibilizzazione incentrata sul corretto, sicuro e, soprattutto,
responsabile uso di una moto d’acqua al di fuori dell’attività agonistica gestito dalla signora Graziella
Fontana, che sarà sul posto per consigliare e rispondere alle domande circa l’iniziativa da lei proposta);
esibizione pubblica sul
catamarano biposto.
Mondiale Aquabike
(gara-1), ore 15.30-16:
ski division; ore 16.1516.45: freestyle; ore
17-17.30: Runaboat.
Aquabike Milan
Festival, ore 21.301.00: performances
della band di Nicolò
Cavalchini e Dj Simon
De Jano.
Domenica 8 giugno,
ore 9.45: briefing
piloti; ore 10.30-10.50:
prove libere ski
division; ore 11-11.20:
prove libere runaboat;
ore 11.30-11.50: prove
libere freestyle; ore
13.30-15: esibizione
catamarano biposto.
Mondiale Aquabike
(gara-2), ore 15.30-16:
ski division; ore 16.1516.45: freestyle; ore
17-17.30: rubaboat;
ore 18: cerimonia di
premiazione delle
quattro gare del
Mondiale Aquabike;
ore 18-19: esibizione
catamarano biposto.
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
1 525 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content