close

Enter

Log in using OpenID

Consorzio Etneo per la Legalità e lo Sviluppo

embedDownload
Consorzio Etneo per la Legalità e lo Sviluppo
Sode legai*. Via Prefettura n' 14 c/o Provinda Regìonaie di Catania cap, 95124 Catania
Sede ammifMstrativa do il Comune di Acicalerja - Vm Vi!J<«» Emarwele n" 4 cap. 96022 Telefono: 0S5f7684249 - 0957542270 Fax C59S/802181 e-ma«.- P E C sito web: —•
,
www.cwnune.adoatena. et. it
D E T E R M I N A Z I O N E D E L R E S P O N S A B I L E D E I S E R V I Z I AMMINISTRATIVI
N
5
DEL
\^ Ol h\k
OGGETTO P R O G R A M M A OPERATIVO NA230NALe "SICUREZZA P E R L O SVILUPPO"- REIN0I2I0NE
P R O C E D U R A A P E R T A P E R /y=^F!DAMENTO IN C O N C E S S I O N E A F A V O R E 01 S O G G E T T I PRIVATI DI
U N B E N E C O N F I S C A T O A L L A M A F I A DI PROPRIETÀ D E L C O M U N E DI A C I C A T E N A A P P R O V A Z I O N E
AVVISO PUBBLICO.
IL R E S P O N S A B I L E DEI SERVIZI A M M I N I S T R A T I V I
Premesso c h e il Consorzio Etneo per la legalità e lo sviluppo h a presentato ^ Ministero dell'lntemo un
programma di interventi neSt'ambitra del Programma operativo nazionale ' S i c u r e z z a p w lo sviluppo", c»n n,
10 progetti f i n a l i z z a alla diffusione e al rafforzamento della cultura della legalità nel contesto temtoriale dei
Comuni aderenti al Consorzio e tìie tutti i dieci progetti sono stati finanaati nel m a ^ i o 2011 ;
d i e con delibera del C d A. n. 13 d ^ 18.10 2013, avente a d oggetto "Stato di attuazione interventi finanziati
dal P O N Sicurezza e procedure di concessione di beni a terzi", é stalo autorizzato il Responsabile dei
Servizi Amministrativi a d espa-ire, ai serjsi e per gli ^ e t f i dell'art 48, c, 3, lett. c, del D. Lgs, 159/2011, le
procedi,re di eviderìza pubblica per la a c c e s s i o n e a Xmzì a titolo y a t u i t o , del bene immobile confiscato alla
mafia, facente parte del patrimonio indisponibìie del C o m u n e di A d Catena, d a destinare, per finalità soaali
8 senza scopo di l u a o , a 'Centro ascolto contro l a violenza sui minon", assegnato al Consorzio c o n
deliberazior» di Giunta Municipale de! C o m u n e di A d Catena n. 76 del 26,05,2009, sito ne! C o m u n e di A c i
Catena, via Nizzeti n, 153. fraz. A d S a n Filippo, identìficato al N . C E . U . a) fg. 7, pan. 633, sub, 3 4 e sub 40;
che nei mesi di dicemt)re 2013 e gennaio 2014 è stata esperita una procedura aperta per la a c c e s s i o n e del
prefato berte e che la proceAsra da qua è andata deserta:
Atteso c h e per l e finalità di cui sopra o c c o n * riawiare u n a procedura aperta rivolta a i soggetti indicati
dall'art, 48, c. 3, lett, c, del D L g s . 169/2011 e, segnatamente, a comunità, a n c h e giovanili, a d enti, a d
assodazionì maggiormente raf^sresentative degli enti locali, ad organìzzaBoni di volaitanato cfi cui alla legge
11 agosto 1991, n. 266, a cooperative s o d a l i di cui alla legge 8 novembre 1991, n. 381, o a comunità
t e r ^ u t i c h e e centri dì recupero e cura di tossicodipendenti di cui al testo unico delle leggi in materia di
disaplina degli stupefacenti e sostanze psicotr<:H>0- prevenzione, cura e riabilitazione dei relativi stati cB
tossicodipendenza, di cui ai D.P.R, 9 ottobre 19aD, n. 309, nonché alle a s s o d a z i w t i di protezione ambientale
riconosciute ai s e n a dell'articolo 13 delta l ^ g e 8 luglio 1 M 6 , n. 349, e a i c c e s s i v e modificazioni
Consiflterato, altresì, Ote ì! criterio dell'offerta economicamente più v a i t a ^ i o s a è quello più opportuno d a
utilizzffl'e per l a scelta del OTOtrawite, anche in consideraaone dei diversi eteinenti t e c n i d e d ecor»mici d a
valutare con modalità che rispettino ì prindpi della concon-enza;
Vista la deliberazione del C.d.A, n. 7 del 12.03.2010, c o n oggetto - A w x o v a z i o n e sc*»ntia dì capitolato
contratto per la concessione di beni a tena";
Visto l'avviso pubblico e l'acduso s c h e m a di c ^ i t o l a t o «)ntratto allegati d i a presente detarmìnazicMTe <x»me
parte irrtegr»ite e sostanziale.
Ritenuto, aitresì. opportuno proceda'8 alla fxjbblicazione per sessanta giorni cteH'awiso puWslico all'Alt»
Pretorio o n line d ^ ì Enti Consorziati^ ovvero la Provincia Regionale di Catania e d ì C o m u n i di A d Castello,
Adcatena, Belpasso, Calatabiano, Camporotondo Etneo, Castel di ludica, Catania, Gravina di Catania,
Linguaglossa, Mascali, M a s c a l u d a , Misterbìarìco, Motta Sant'Anastasia, Piedimonte Etneo, R a m a c c a , S a i
Giovanni L a Punta, S a n Pietro Clarenza. Trwmst'ieri Etneo, Viagrande e sui sito internet del Comur» dì
A d c a t e n a , s e d e amminisfrativa dei consorz», w w w . c o n i u n e . a c i c a t e n a . c t i t , sezione C w i s o r z i o
Etneo per la Legalità e lo Sviluppo, o v e sarà visionalsle e scaricabìle, altresì, lo sch«na di capitolato
contratto
Tutto dò premesso e consideraÉo;
DETERMINA
Per quarrto esposto nella parte motiva d i e qui sì intende integralmente rip<Mlato:
1) DI reindire una procedura aperta per la concessione a terzi, ai sensi e per gii effetti d e i l a n 48, c. 3, lett c,
del D. Lgs. 159/2011, a trtoto gratuito, del bme immobile confiscato ^ l a mafia, facente p«rte del patrimonio
indtsponibile
Comune di A c i Catena, d a destinare, perfinalitàs o d a l i e s e n z a scopo di lucro, a "Centro
ascolto contro la v t d e n z a sui minori', assegnato al Consorzio con deliberazione di Giunta Munìdpaie del
C o m u n e di A a Catana n, 78 dtì 2 6 0 5 2009. sito nel C o m u n e di A d Catena, via Nizzeti n 153, f r a z A d S a n
Filippo, identificato al N C . E U. al ig. 7, part. 633, sub. 34 e sub 40;
2) Di statMiire quale criterio di a g g i u d i c a a c r a il cnterio dell'offerta economicamerrte piij vantasgiosa;
3) Di approvare l'allegalo avviso pubblico con ì'acduso s c h e m a di contratto;
4) Di pufciblicare per sessanta giorni i! citato avviso put*>lico all'Albo Pretorio o n line degli Enti Consorziati,
o v v w o P r o v i n d a Regionale di C a t a r t a e d i C o m u n i di A d Castello, A d c a t w i a , Belpasso, C a l a l ^ a n o ,
CamfKJTOtondo Etneo, Castel di ludica, Catania, Gravina di Catania, Linguaglossa, Mascaii. M a s c a l u d a .
MisieriEJiarKX», Motta Sant'Anastasia, Piedimonte Etneo, R a m a c c a , S a n Giovanni L a Punta, S a n Pietro
Clarenza, Tremestìeri Etneo, Viagrande e jxibblicato sul sito ìntwnel d e l C o m u n e di A d c a t e n a . s e d e
amministrativa del consorzio, WWW.COmunt».acÌcatena.Ct.Ìt seziOTie Consorzio Etneo per la Legalità
e lo SviluRso, ove sa-à visicmabtie e s c a r i c a l a , altresì, lo sàn,mna di contratto.
A d Catena, 18/02/2014
11 Responsabile dei Servizi Amministratìvt
' ^ g r e t a - j p Consortile
Consorzio Etneo per la Legalità e lo Sviluppo
Sede legaler Via Prefemiia n° 14 d o Provincia Ragionala di Catania cap, 95124 - Catania
Sede arrsfflirsstrstìva do il Comune di Aci Catena - Via Vittorio Emanuete n' 4 - cap, ^ 2 2
Telefono: 095/7684249 - 095fl'54227t) Fajs 095/802181 - PEC: eonsongoeineoiapec.it
sto
ì»»^.comunfeaaca>enii-ffta;
AVVISO P U B S t f C O
P E R L ' A F F I D A M E N T O IN C O N C E S S I O N E A F A V O R E Dì S O G G E T T I P R I V A T I D E L B E N E C O N F I S C A T O
A L L A M A F I A D E L C O M U N E DI A C I C A T E N A , S I T O IN V I A NIZZETI N . 1 5 3 - F R A Z . A C I S A N F I L I P P O
(CT). P R O G R A M M A O P E R A T W O N A Z I O N A L E " S I C U R E Z Z A P E R L O S V I L U P P O " .
In esecuziorw della delibera dei C d A. n 13 d e l 18,10.2013, avwrte a d oggetto 'Stato d i attuazione
interventi finanziati dal P O N S i c u r e z z a e procedure di concessKXie .dei beni a terzi*, e delia delennìna del
ResponssÈite dei Sen/izi /tomimstrativi n.
dei M^I&^c/^J^ , si rende noto c*w questo
Consorzio indice una procedura aperta ai teiTitorio per la ssteacMié di u n ente cui c a i c e d e r e in uso i! bene
immobile confiscato alla mafia facente p a l e del patrimonio indisponibìie de! C o m u n e di Aci Catena, sito in
via Nizzeti n. 153 - ft-az. A d S a n F i i i w o (CT), a tìtolo i ^ u i t o . perfinalitàsodali e s e n z a scopo di lucro, d a
destmare a 'Centro ascolto contro la violenza sui minori", d'ora irmanzi denominato più semplicemente
' b e n e ' 1! p r e d i o immobile è stato trasferito a l comune dì A c i Catena c o n Decreto n. 32551 del 04/12/2000
del Ministero delle Finanze - Dipartimento dei Territorio - Direzione C e r w a l e del Demanio, e d assegnato al
Consorzio con detìtjeraaone dì Giunta MurMcipale del C o m u n e di A d C a t a i a n 7 6 del 2 6 ^ 6 / 2 0 0 9 , censito
nel N C . E U al fg. 7, part 633, sub 34 e sub 4 0 e OTstttuifo d a un appartamento, posto al piano terzo, di m q
8 ? e garage a! piano cantinato, della palazzina ' B " del complesso edilizio "Vercte CoitsTa* e d i n fase di
ri^tturazìone a seguito di finanziamerrto c o n fondi «tei P O N Sicurezza per lo sviluppo
Il t>6ne è concesso a tìtolo ^ t u t t o , per finalitì s o d a l i e s e n z a scopo di lucro, per e s ^ e destinalo a "Centro
ascolto contro la vic^enza sui mirwn" - con atto di c o n c e s a o n e - contatto per u n a durata di anni 10,
Ai sensi s per gli effetti dell'art. 48, c. 3, lett, c, del D. Lgs, 159/2011, p o s s o n o avanzare ridiìesta di
concessione comunità', a n d i e giovanili, enti, a s s o c i a z i a i f maggiormente rappresentative degli enti locsNi.
organizzazioni di volontariato dì cui alla l ^ g e 11 agosto 1991, n 266, c o c ^ r a t i v e s o d a l i di cui alla legge 8
novembre 1991, n, 3 8 1 , o comunità'twapeutictie e cento di recupero e cura di tossicodipendenti di cui a !
testo unico ! ^ l e leggi in materia
dì disdplìna
degli stupefacenti
e
sostanze
psicotrope,
prevenzione,
cura
e riabilitazione dei relativi stati d i tossicodipendenza, di cui a l D P R. 9 ottdsre
1990, n. 309, rmnctìe' a s s o d a a o n i dì protesone ambientale rìcor«3sdute ai s w i s i dell'articrto 1 3 della
legge 8 luglio 1986, n, 349, e s u c c e s s i v e modificazioni.
Non si terrà pertanto conto di istanze provenienti da soggetti non rientranti nelle su(*tette categorie.
I soggetti interessati alla corKjessione del |K«detto bene, dovrarwo avanzare al C o i s a r z i o a p p o a t a richiesta
s o i t t a per ottenerne la relativa assegnazione, unitamerte alla proposta p r o g e t t o ^ .
JNDICAZIC^JI G E N E R A L I SULL'ATTIVITÀ' P R O G E T T U A L E D A P R O P O R R E
In coerenza c o n i contenuti cte! jyogramma di interventi finanziato dal Ministero deH'Wemo, si forniscono le
seguenti incficazionì generaliriguardantìil contenuto minimo della predi^sonenda proposta fs-ogettuale.
I ragazzi trascorrono la maggior parte del toro tempo libero in contesti sempre m«io organizzati e strutturati,
s e n z a validi punti di rif«imento e modelli «Arcativi tdcmei a d a c c o m p ^ n a r i i nel loro <teiicato pr£x:es»D cfi
cresdta: si irrtende realizzare U Ì centro d w offra agli stessi, come conmjrriatori firjaii, ' l a produzione dì una
seiie di servizi dì orìentanento alla vita", dì a - e s d t a educativa, di assistenza a n d i e dkJallica e alio di studio,
ma anche un luogo di ritrovo p a - momenti di svago e di carattere ludico.
In particola^, sj intende:
- avviare attività volte a prevenire o segnalare alle Autorità competwiti violenze e/o maltrattamenti s o mirKsri
d e l territorio,
- r s ^ z z a r e u n ^ w i o irmw^tivo di c o n s t J e n z a i n chat vidrìo atte nKxtaità s* comunicazìorw delle nuove
generazioni e fifuibile attmverso un sito;
- sviluppare una modaiilà di ascolto telefonica * e p o s s a rispaidere meglio ai bisc^ì e afle richieste di aiuto
di bambini e cB adoiescwiti, aoco^temtone le segndazjoni, vaiutan<tone l'attendibilità e d attìvsBido i s e r v i a
del territorio;
- s e g n i a t e gli abusi e maltrattamenti alle aufewità competenti,richiederKìo.a secofKto tM risdiio © nei titnitì
conserrtti dalla legge, i p'owedinventì a M t ì a mm«Jtata de! m i n o B ;
-eWstttars te mspp^xx'e dei sarvta »rrilorralr;
- allacciare rapporti operativi c o n istituaonf e servizi territorian;
- s v r t g w e attività di frevenaorre e senstoilizzazione sul f m o m e n o d e i disagio «tei t ^ m W n l e degli
a d o t e s c ^ t i e, a tal firn, saranr«3 organizzati Incontri ptÉMm nei taritorio;
- promi«)vere iniziative contro lo sfruttamento s e s s u a l e dei minori, contro O0TÌ aVSB ftxma d i a g g r s s s i w i e
fisica, cuiturarf» psìcot<^ic3 perpetrata a j g l i stessi;
- prtwnuovere e sostenere iniaalive d i e agevolino proposte «iucative della famiglia rivtrfte alla W e l a dei
banbmt, attraverso un percorso t* totrotzicm ntì nasetto della loro idwttìtà c u t e a i e , politica, s o d a l e e
religiosa
M O 0 A U T A ' DI C O M M L A 2 I O N E R I C H I E S T A E D C M C U M E N T A S O N E D A A L U E G A R E
LM ricWesta s* a>n«»ssìon& deve e s s e e cxifnpfìata in c a n a ssrr^plìce.
le modalità di cut mfra, finrctta
dal legate rappresentarle
A i sensi deir»t, 3 8
O.P.R, n. 44S/2C30G rmn è richiesla «ytenticazione della sottoscrizione m a il tegsfe
rap|^es«^nte sottosorttore deve spiegare, p e n a l ' s s d u a o n e , semplice o j p i a fotostatica d i un prc^»io
documento di identità
L a rtrfì«ste, a p e r a <S esdusicsr». rtlre a i ess»e sotlosarìtta d a i ieg^ r ^ j p r ^ w n t a n t e drtrEnte, d e ^
racare l'indtsazìone p r e d s a :
- delta dwminaz3<»Te, d d i a r»atura giuridica, della s e d e legale e d e l recapito dell'Ente richiedwite, d e l
numero di fax e d e-mail dove il COTISOTEO potrà effettuare te comunicazioni di cui alla presente pro«dura.
Aita rfcittssta d o v r t mmm ^i^eto,
m oi^narte o «sfsa ccnftsrme «jlaificata a rwrma ofi ! e ^ ;
1) a i ) Per Enfi, Cwnunità. Associazioni riconosciute e non; l'atto costitutivo © lo statuto, i! verbale del rinnovo
d#ll« C8»ict» socirti per i ojnsiglì d i r ^ v i e il verbale c6 ncwnina «tei r^spreswitante legale;
a2) P e r te Cooperative S o d a l i ; l'atto corttutivo, lo statuto, il verbtìe di rinr»vo delie c a r i i ^ s o d a l i p e r i
consigli direttivi, il verisale di ncmina d e l r^^«^ntante Segale e il certificato d I s a i a O T w aifAllso dsWs
Società Coi^jeralive presso la C a m e r a di Commercio, S ez i one Cooperative arniJuaiitàfi^evsiente, s«»ndo
quanto previsto dal D « a « o 2 3 g i t a n o 2<M4 dei Ministero dtìla Attività Produttiva,
a3)Per le organizzazione dì volcntariato cfi cui alla l ^ g e 21 ^ s t o 1 ^ 1 . n . 2 ^ , e s u c c e s s i v e modificazitó
fatto costipitivo o atto equipollente, lo statuto, il vertjaie dì rinrravo delle c a n t r e sodati pm i consigli direttivi,
il v e r t 5 ^ cS nomina d ^ rs^ppresenteite ìe^ie e li Decreto d'iscrizione a l R ^ s f r o R i s o n a l e delte
O r g a n i z z a s o r w di volontariato «S cui alla ìeggB r e p o n a l e 22/96;
a 4 | P e r te coroun'ità terapeutiche e centri dì recupero a c u r a di tossìcodipefKlemi di cui a l D P R 9 ottote«
1 9 M , n , K ^ e s u c c e s s i v e modificazioni; fatto costitutivo o atto squipollente.o statuto, il v a l s a l e di rinnovo
deiSe o a i d i e sodaK p s r i ccmsigfi tWetfivt, H v e r b ^ di rrarana del r a p p r e s s n t a i t e l^^ìe e if Decreto d i
riconoscimento comB Ente ausiliario delia Regione o dello Stato:
aS) P e r le assodazionì mrimrtsS^e
riojrwsciute
ai s a i s i dell'articolo 13 della
8 l i ^ N o 1 ^ , n. 349, e
s u c t ^ t s i v e modffic^zksr»: Patto cosétutìvo o s t o e q u i p o t e i t e , lo statuto, 8 v e i t ^ di rirwovo delle 030**»
social! per i consigli direttivi, il vertiaie di nom'ina del r^preserrtante legale e il Decreto di riconoscimento
2) Kdwaraatsr» r e s a d ^ r a ^ ^ r ^ a i i a n t e
a i i ^ n s i M D.P.R. n. 4 4 ^ 2 0 0 0 , con l a i ^ i i ^ s i attastì dtm
l'Entea) TKKì si trova m ajndìzsonì di incapadtà a caitrattare c o n la Pubblica tomirsstrazlMTe e di e s s a e in regola
£3» l a rK»TnatJva vigwTte in materia d» a r * n a f i a ;
b) s i obbliga a d applicare, per i s o d dipendenti o dipendenti dell'Ente, te condizioni normativo e retributive
quali risultanti dai conlrattì collettìsft di categoria e d a eventuali aaawdi integrativi d ^ i stessa;
c ) » o t * * g a a o s s w v a r e te nonne in m a J a i a cS pmmmmm,
fmXeisom
e s i c u r e z z a del lavoro cwrtonute r ^
D. Lgs, n 81'2008 © s u c c e s s i v e modificaziont;
d) dì e s ^ r e a c o n o s M O z a stei l u < ^ dei quali ricfiiede la cwToessione e di aver preso piena a^prtóìone d i
tutte le d r c o s t a n z e ^ n e t B t i e particasiari d i e possano influire suli'espletanento dell'attività;
e) d i cofXJS<»re e d accatterà te cwwfcsof» ctsifrattuatj di a i ^ l o s c h e m a oB capìtrt^ conÉraljto p e r l a
fionc»ss»ons «te! i M n e - allegato 1;
f) e» e s s e r e in regola a>n gli crtNWiglii &illa noro»fiva dei disatHiì di cui alla legge n, 6 8 / 1 9 ^ e s.m.i.;
g) m rtWiga a cxmmmcam tefr^sttvaneote alf E n t e cpa^siasi variazione iMìa c(WTf>agir® s o d a l e sfo M
personale da impiegare nell'attività.
3J t! progetto di utjtìzzazrone dcrt bene de! cr.arte s i richte^ Sa «jncessime redatto e sottoscrftto anche d a
tecnico speci8(i?3:ato, con attegata relaaone descrittiva delle attività ctie si intendono realizzare e relativo
4) U n a neìaaone a n ^ i t e a descrittiva c M e eventuali attività già svelte daH'Ente su ben confiscati aUa mafia.
5) U n a relazione »i^ìtioa descrittiva delie attività, svolte nell'ultimo t r t s m i o (M'Bnle.
s i frtfaidono realizza» sul b a i e .
antìoohs a quelle c h e
In riferimento al punti 4 © 5 è n e c e s s a i o indicare in ciascuna relazione:
- t|)ologia di servizio e destinatari,
- «mimittenti pm t quaS sì è svolto ti s a v i z i o ( a i t e locale o altro);
- data dì inizio e s c a d e n z a dell'affidamento;
- numero totale dei mesi di avvenuta gestione;
- estremi dell'atto di affidamento
S) L'elenee nominativo dei soci © degli amministratori dell'Ente
richiedente;
7) L'elsnco nominativo del personale
l'Ente r i c r e d e n t e intende impiegare a «Risiasi titolo per
ì'e^atetamento dell'^tìvìfà sui bene con allegato il relatìvo c u r r i a J u m vìtae dstsitamente sottoscritto dagft
interessati;
A n c h e sili atti (fi e u i a i punti 3), 4$, S), 6), 7) dm<mo «ssere ( M M o n w n t e s o t t o s c r i t U d a i l e g a l e
rappresentant» d e l f E r r t e rfchiedeBt».
8) Certificati dei cariiSìi fendenti e del Casellario giudìaate del legale raf^M-esentante e dei c»mponentì degli
organi direttivi, o didiiarazione r e s a d a r»minatì soggetti ai sensi del D.P.R. n. 445/2000.
MODALITÀ' D ' I N V I O D E L L E R I C H I E S T E
11 piìaj a»itenante l'offerta e le documentazioni, pena l'esdusione dalla selezione, deve pervenire entro il
termir» perentorio de! 29/04/2014, ore 12.00, a m e z z o raccomandata del servizio postale, ovvero mediante
agenzia di r e c a p t o autorizzata ali'Uffido Protocollo Generale de! C o m u n e di A c i Catena, s e d e
amministrativa de! consorzio. V i a Palestra n, 28/A cap, 95022; è altresì facoltà dei richiedenti l a consegna a
mano del plico. Il plico recapitato a mano potrà e s s e r e consegnato allo stesso indirizzo di cui sopra dalie ore
9,00 alle ore 12 dì ogni giorno lavorativo escluso il Sabato
Il plico deve essere idoneamente sigillato, controfirmato sui lembi dì dìiusura, e dove recare alfestemo ottne aifintestazior*e
mittente e arincSnzzo dello s t e ^ - le seguente tSdtura " R i d i w s t a osncessione a l
C O N S O R Z I O E T N E O P E R L A LEG/U.ITA' E L O S V I L U P P O di un bene confiscato alla inafia sito in A d
Catena, via Nizzeti n. 153 - fraz. A d S a n Filippo (CT)". li recapito tempestivo dei plidii rimane &à esclusivo
rischio dei mittenti.
Il plico devft conter^ere al suo interno due buste, a sua volta sigillate con ceralacca e controfirmate sui lembi
di d m j s w a , r e c a i t i f t n t e s t e i o n e
mittente e l a didfera, nspettivafrwite "A - Documentaaone" e " B Offerta progetto"
'
Nella busta "A - Documentazione" (tevono essere contenuti, a pena di esclusione, oltre alia ridiiesta di
concessione antìie tutti ì documenti d i cui ai punti 1) e 2) del presente avwso. Nella busta ' 8 - Offerta
Progetto' devono e s s e r e contenuti, a pena di e s d u s i o n e , luto i documentì d i a a a i (Minti 3). 4), 5), 6), 7), 8)
del presente avviso
L e istanze, la documentazione e le p r c ^ s t e progettuali saranno valutate d a apposita Commissiorie
L a C o m m i s s i o n e presieduta dal Segrelano Consortile, acquisite le richieste, individuerà il concessìonano
suBa b a s e di una valutazione comparativa delie ipotesi progettuali p r e s e ^ a t e che devor» essere tese a!
miglia^mento e d alto sviluppo dei beni e c h e siano maggiormente rispondenti all'interesse puOblico e alle
finalità del D Lgs, n 1 ^ 2 0 1 1 ,
Si terrà conto a n d i e deiresperiertza p o s s a j u t a d a i s t ^ g e t t o n c h i e d a i t e netlambito dell'attività per lo
svolgimento della q i r f e viene richiesta f a s s e g n a z i o n e del t>8ne e relativa allultimo iriennio, della s u a
esperienza in materia di gestione di beni corrfiscati, della sua struttura,della dimensione organizzativa.
A i firN dtìla valutazione comparativa per l'iridividuazione dei concessionario s i seguiranno i seguaTtì crit»ì
d i e si riferiscono a d una f^ursrfiià di elementi in merito alla capacilà tecnica organizzativa e d economica e
alia qualità del progetto cSvasificati e d a coi viene attribuito un punteggio come segue;
Punto a); Capaatà tecnica relativamente all'esperiertza e alla professionalità acquisita esdusivamente nella
g e t t o n e , neìrullirrw biennio, di attività analoga a quella d i e si intende realizzare sul t>ene per <»nto dì Enti
pubblici o privati e <pjind! in rapporto di c o n v a i z i o n e c»n queste ultime, per la quale sarà attribuito 0,50 punti
per o y j i m e s e di servizio o frazione superiora a 15 g i a n i per un massimo di punB 18. te f r ^ i a i i inf«ìori a 15
giorni non saranno prese in consideraziOTie, conseguentemente non saranno cumuiabtii;
Punto b); Capacità tecnica reiativamente all'esperienza e la professionalità acquisita nel settore dei beni
corrfiscati per ccwito di Enti Putjblid per la qt^sle saranno attribuiti 4 punti per ogni anno di servizio o frazione
di e s s o non inferiore a mesi 6, per u n massimo di punti 20, le frazioni dì mesi inferiori a 6, non s a r a m o prese
in cwisiderazicsie, conseguentemente non saranno cumulabili;
Punto c | Capacità organizzativa reiativamente all'assetto dell'Ente e al persanale c h e intende impiegare
nell'attività sul bene per la quale sarà attribuito un punteggio massimo di punti 12;
Punto d) Qualità drtl'ìpotesì progettuale presentata; massimo punti M
L'aggiudicazione avven-à in favore d ^ l ' o f f a l a econwnìcamente più vantaggiosa (quella che avrà conseguito
il maggior punteggio d i e comurKjue non potrà e s s e r e inferia-e a SO punti) valutabile in t>as8 agii elementi
che insieme costituiranno il p j n t ^ g i o massimo attribtibìle a d ogni offer^-progetto d a parte della
Commissione di gara.
MODALITÀ* 01 S V O L G I M E N T O D E L L A GAf?Ac
I! giorno 30/04/2014 alle ore 1 6 . ^ , la Commissione precederà in seduta pubblica all'esame della
documentazior>e p-odotta dagli offerwiti ai fini dell'ammissione alia gara.
L a Commissione d i gara, ove lo ritenga necessario, e s e n z a c h e n e derivi un a g ^ v i o probatorio per i
conconenti, ai sensi delf art. 71 de! D P . R n. 445/20(X), può altresì effettuare verifiche della veridìdtà delte
dichiarazioni attestanti il p o s s e s s o di tutti requisiti dichiarati e della capadtà tecnica e organizzativa c o n
rifierimento ai conconenti irìdividuati con sorteggio oppure individuai secondo c r t ^ discrezionali.
Successivamente, m forma nsen/ata, l a Commissione di gara procederà, attraverso i t e o i i d c h e l a
costituiscono, alla valutazione delle offerte-progetto.
Conclusa la valutazione tecnica, la Commissione di gara dopo l'attritjuzione dei singoli punteggi procederà
alla stesura di una graduatoria finate sommando ì punteggi attribuiti.
QuifKli si procederà, in seduta pubblica, alla lettura della graduatoria
Il bene potrà essere concesso all'Ente a cui sarà attribuito il massimo punteggio.
L a Cammissione dì gara richiederà all'Ente c h e si colloca al fróno posto in graduatoria, dì comprovare il
p o s s e s s o di tutti requisiti dichiarati e della capadtà tecnica e organizzativa.
Quando tale prova n o n s i a fornita ovvero n o n s i axtfermino te dìdiiaraaoni P i e g a t e alia n d i i e s t a di
assegnazione la Commissione procede all'esclusione de! concorrente dalla gara n o t u M all'eventuale
applicazione delte fwmne vigenti in m«aria dì false dktiiarazìoni
In tal c a s o la Cc»nmissìone sconerà la y a d u a t o r i a e procederà ai s e n a del p w K x l o p r e c e d a n o nei confronti
dei soggetti che seguOTio.
E' data facoltà ai p a t e d p a n t i rta ^ i K J i o n e di dcxwmerttare prevwrtivamentB l a dWiiarazicne r e s a tramite te
presentazione di f r a n a l e attestaziono da parte dei committenti dei servizi
Il t^&rm potrà e s s e r e c o n c e s s o a n d i e in presenza di una sola o f f a t a pervenuta o rimaste in gara.
I amcorrenti, a d eccezione d^l'aggiudtcaterio, possono chi«iere al soggetto attuatore della gara la
restituzione della doojmentazione presentata per la partedpazione alla gara.
II tjene è affidato con provvedimento conc»ssorio del Consiglio di Amministrazione dei Consorzio, s u
proposta del Responsabile dei Servizi Ammìnistratìvi, seconcks te risultanze della selezione pubblica.
Il ccMisorzìo procederà, dopo l'aggiudicazione, all'acquisizione delle infomnazìonì prefettizie in ordine all'Ente
richiedente, ai sensi della normativa vigente, è alte persone dei soci, degli amministratori e del fjersonale
proprio c h e lo stesso Ente intende impiegare nel bene e d all'uopo la concessione contratto è sottoposta alla
ccMTdizìone nsolutiva dell'avvenute acquisizione di informativa prefettizia positiva a carico di ur» dei soggetti
scftra indicati.
Il Consorzio indipendentemente dalle risultanze della selezione putfclica, si riserva la facoltà insindacabile di
non dare luogo aBa c o n c e s s i M i e del tiene q u a i w a il progetto di utilizzazione del bene richiesto n o n risponda
aH'ìnlo'esse pubblìc» o non s i a coerente c o n i programmi d e l Consorzio. L e s p e s e ctella tancessìone
contratto sor» a c a i o o dell'Ente L a concessione è comunque subordinata alla presentaaone della
documentazione t m i p r o v a n t e il p o s s e s s o dei requisiti dichiarati in sede di garali Consorzio si rìsava di disporre oon provvedimento motivato ove n e ricorre la necessità, la riapertura della
gara e l'eventuale ripetizione delle operaziorti di e s s a .
i dati fomiti e raccolti in OKxasiono del presente proc»dimento vetrarffio trattati dall'Ente appaltante
conforrrtemente alle disposiziwii del D Lgs, 196/2(X>3 e saranno comunicati a terzi serto
motivi ina'entì l a
stipula e la gestione del contratto L'eventuale rifiuto dì fanìre t dati richiesti costituirà motivo di e s d u s i o n e
delia gara,
I! p-esente bando sarà affisso all' Albo on line degli Enti Consorziati, ovvero della Provìncia Regionale di
Catania e d ì Comuni di A d CasteHo, A c i Catena, Belpasso, Calatabiano, Camporotondo Etr»o, Castel <M
ludica, Catania, Gravina di Catenia, Lìngu^tes^, Mescali, M a s c a l u d a , MisterbiarK», Motte S a n f Anastasia.
Piedimonte Etneo, R a m a c c a , S a n Giovanni L a Punta, S a n Pietro Clarenza, Tremestìeri Etneo, Viagrande e
puWjìicato sui Sito internet dei C o m u n e dì A d Catena. www.t»mune.adcatena.ct.ìt. s e a w i e Consorzio
Etrteo p w la Legalità e lo Sviliippo.
ResfKmsatstie dei («icedinientó; a w , I n n o c a i z a Battaglia- Segretario Ccwisortìle - RespcKisabile dei SenÀzi
Amministrativi
Per ulteriori diiarimenti, ì soggetti interessati, p o s s i l o rivolgersi alla Segreteria cM Consonao Ino /Mfio
& a s s i - tei, 095/804758
A L L E G A T O N.1: S C H E M A 01 C O N T R A T T O
A d Catena, 18/02/2014
11 Segretario Consortije - R e s ^ s a t e l e <i9i Servizi Amministrativi
"?Wjnn^jfe'^atta^iaj
CONSORZIO ETNEO PER LA LEGALITÀ'
E LO SVILUPPO
Contratto di Comodato
L'aaiK} .......„.„„..„_„ A ^ o r a o
„..„.„„„.. d e l l a e s e d i
C o m u n a l e , t r a !!
„., i n
« p r e ^ la
n e l l a p e r s o n a dei.,......,.....,..,
„,.„..,...,....,...... e éamkMìmi
fiscale
per te c a r t e i n
« la
........rappresentata
to
„..,..
legalmente
.„ n a t o a
,
il
«©me e p e r co»t» d e l l ' E n t e , c o d i c e
c o n sede
da
...,..,.....,„
In
„.,.,....„..
nella
cf:
s u a qualità
di
legale
r a p p r e s e n t a n t e d e l l a m e d e s i m a n a t a a .,.„.,....,„..„. i l ...,...,.,„..„.,„,„„.„ e d o n ^ c i l i a t a p e r l a c a n c a In
„. V i a „..„
c o d i c e fiscale n "
„.,..„
P r e m e s s o c h e e o a d e c r e t o d l r e t t o t l a l e H ° ...„....„„ d e l
dell'Agenzia d e l Oemaoio
Dire'f^ìone C e n t r a l e p e r I s e r v i z i i m m o b i l i a r i - D i r e z i o n e G e s t i o n e b e n i c o n f i s c a t i v e t i l v a t r a s f e r i t o
a i p a t r i m o n i o i n d i s p o n l b i l e d e l C o m u n e dì
destinato a
per
„ ed i n particolare p e r essere
, — u n f a b b r i c a t o eppure l o t t o d i t e r r e n o s i t o i n „...
confiscati a
.......„., n a t o a
,
di mq
11 ................ e ìndivtduat! n e ! N.C.T. d e l
C o t a u n e d i „.,...„.,..._al fogHo.,.,.......„.„ pattlcelle...............,...,,,,..
c h e i n data,.,,..,..,.,
l'Agenzia dei D e m a n i o Filiale Sicilia consegnava materialmente
a l l ' E n t e 1 b e n i s u d d e t t i e i n d a t a ..,,,,...,......„.„ g l i s t e s s i v e n i v a n o trascrìtti;
che l a G i u n t a M u n i c i p a l e d e l c o m u n e d ! Catania c o n atto n "
del.,...,.... h a d e l i b e r a t o d i
c o n c e d e r e 1 b e n i c i t a t i al C o n s o r z i o E t n e o p e r l a legalità e l o s v i l u p p o ;
che i l b e i K è destinatario d e l
deirintemo
finanziamento
nce^ojto d a l C o n s o r z i o e d e r o f ^ t o d a l M i n i s t e r o
n e l l ' a m b i t o d e l l e m i s u r e p r e v i s t e d a ! POH
FESR
S i c i w e z z a jmi l o S v i l u p p o
Os.
Convergenìa 2 0 0 7 - 2 0 1 3 ;
c h e i l C o n s o r z i o E t n e o per l a legalità e l o s v i l u p p o h a m a n i f e s t a t o l a volontà d i c o n c e d e r e i l l ^ n e a l
, giusta delibera d e l C . d A . ,
a s e g u i t o d i e s p e r i m e n t o M p r o c e d u r a dì evideraaa
p«*bltca;
c h e i l C o n s i g l i o d i A m m i n i s t r a z i o n e d e l C o n s o n r i o E t K e o h a d e l i b e r a t o altresì a l fine d i p r e v e n i r e o
r e p r i m e r e o g n i p o s s i b i l e tentativo d i i n f i l C f a z i o n i d e l l a m a l a v i t a o r g a n i z z a t a n e l l a g e s t i o n e dei b e n i
ad essa confiscati d i subordinare
informazioni prefettizie
c^wnunque
l a concessione d e l bene
alFacquisizione
i n ordine a l l ' E n t e r i c h i ^ n f e , a i sensi M i a normativa vigente,
persone d e i s o c i , d e g l i a m m i n i s t r a t o r i
delle
e alle
e d e l p e r s o n a l e p r o p i o c h e l o ste&so E n t e i n t e n d e i m p e g a r e
a quaisìJKÌ t i t o l o per l ' e s p l e t r a i e n t o dell'attività s u i b e n i e c h e q u a l o r a <telle ìnforniazioni a c q u i s i t e
d a l P r e f e t t o , d o v e s s e r o e m e r g e r e a c a r i c o d i t a l u n o d e i swdÀitti s o g g e t t i e l e m e a i i t a l i d a f a r ritenere
c h e l ' E n t e n o n possa dare gàmmie d i ^ s o l u t a affidabilità stella g e s t i o n e d e l b e n e c o n f i s c a t o , n o n s i
p r o c e d e t i a concedere i l
tate;
Visti:
10 S t a t u t o d e l l a
— - — •
-•—'—
;
i l D . L ^ . N. 1.59/2011;
11 d e c r e t o d i r e t t o r i a l e n '
del
...„,.„.,...„.„ d e l l ' A g e n z i a d e l D e m a n i o D i r e z i o n e
C e n t r a l e p e r I s e r v i z i ìromM^lllarl - D i r e z i o n e G e s t i o n e b e n i c o n f i s c a t i ;
^ i artjrolì 1 8 0 3 e segg. d e l C o d i c e C i v i l e ,
T u t t o clè p r e m e s s o t r a l e p a r t i s i s t i p u l a e s i c o n v i e n e q u a n t o s e p i e ;
ART, 1 - OGGETTO
11 C o n s o r z i o Eiaieo p e r l a legalità e l o s v i l u p p o c h e i n s e g u i t o verrà d e n o m i n a t o
"concedente*
c o n c e d e In c o m o d a t o a„.... c h e In s e g u i t o verrà d e n o m i n a t o c o s K e s s i o n a r i o c h e a c c e t t a 11 b e n e
immobile,
n e l l o s t a t o d i fatto e d i d i r i t t o in cui si t r o v a .
Il b e n e
Immobile
Identificato
catastalmente c o m e segue: u n
f a b b r i c a t o s i t o i n .„...,
a
„..,.„di a i q ..„.....,..„..
nato a
Il
..al f o g l i o
.„
,.,confiscati
e I n d i v i d u a t i n e l N.C. U d e l C o m u n e d i
particelle.—
..come d a p l a n i m e t r i a
a l l e g a t a s u b lett. A
A R T . 2 - ATTIVITÀ'
11 C o n c e s s i o n a r i o s i i m p e g n a a r e c u p e r a r e e u t i l i z z a r e i l b e n e c o n c e s s o c o n i l p r e s e n t e ad» p e r l a
r e a l i z z a z i o n e d i attività p e r finalità s o c i a l i s e n z a fine d i l u c r o
rivolte
al territorio de! Consorzio
E t n e o p e r la legalità e l o s v i l u p p o , a n c h e a l f i n e d i r a f f o r z a r n e la c u l t u r a d e l l a legalità.
In p a r t i c o l a r e i l c o n c e s s i o n a r i o s i i m p e g n a a d e s t i n a r e l ' i m m o b i l e a . . . , ( s p e c i f i c a r e D E S T I N A Z I O N E )
c o m e da progetto allegato e d i n coerenza c o n gli obiettivi dei
finanziamenti
ricevniti
dal PON FESR
S i c u r e z z a p e r i o S v i l u p p o Ob. C o n v e i ^ e n z a 2 0 0 7 - 2 0 1 3 .
T a l i attività v e r r a n n o s v o l t e d a l c o n c e s s i o n a r i o a t t r a v e r s o l a p r o p r i a s t r u t t u r a o r g a n i z z a t i v a e
c o m u n q u e s e m p r e s o t t o l a p r o p r i a d i r e t t a responsabilità, e d i n d i r e t t o e c o s t a n t e r a p p o r t o c o n i l
C o n c e d e n t e , i l q u a l e dovrà e s s e r e c o s t a n t e m e n t e i n f o r m a t o dell'attività s v o l t a .
ART, 3 - OBBLIGHI DEL
CONCESSIONARIO
l i C o n c e s s i o n a r i o s i o b b l i g a a d u s a r e 11 bem c o n c e s s o p e r I s o l i f i n i d i c u i a l l ' a r t i c o l o p r e c e d e n t e ,
c o n c ^ i c u r a e d a b u o n p a d r e d i f a m i g l i a , a s t e n e n d o s i d a l r e c a r e d a n n i e deterioramentì a l b e n e .
In p a r t i c o l a r e H c o n c e s s i o n a r i o s i i m p e g n a a v i g i l a r e affinchè n o n s i a n o a r t v c a t i d a n n i
alla
s t r u t t u r a e a d i n f o r m a r e li concedente d i q u a l u n q u e atto o fatto che t u r b i lo stato del possesso.
Il c o n c e s s i o n a r i o è t e n u t o a c u s t o d i r e e a c o n s e r v a r e i l b e n e ©inetto d i c o m o d a t o c o n l a d i l i g e n ^
d e l b u o n p a d r e d i f a m i g l i a e d è d i r e t t a m e n t e r e s p o n s a b i l e v e r s o 11 c o n c e s s i o n a r i o d e ! d a n n i
c a u s a t i a l l o s t e s s o e d i q u e l l i c a u s a t i a l l e p e r s o n e , s i a t.err.i che s o c i , A t a ! f i n e 11 c o n c e s s i o n a r i o s i
impegna
a stipulare apposita polizza assicurativa contro tutti i rischi c h e possano
gravare
s u l l ' i m m o b i l e , e p e r responsabilità c i v i l e . L a p o l i z z a dovrà p r e v e d e r e l ' o b b l i g o a c a r i o ? d e l l a
Compagnia
di
risarcimento
diretto
del concedente
o delle
persone
danneggiate,
a i sensi
dell'articolo 1917 del Codice Civile.
Il c o n c e s s i o n a r i o s i o b b l i g a a t r a s m e t t e r e a n n u a l m e n t e l ' e l e n c o d e i s o c i , d e g l i a m m i n i s t r a t o r i e d e !
p e r s o n a l e i m p i e g a t o p e r l ' e s p l e t a m e n t o d e l l e attività p r e v i s t e n e l l a p r e s e n t e c o n c e s s i o n e ; i !
c o n c e s s i o n a r i o s i o b b l i g a altresì a c o m u n i c a r e i m m e d i a t a m e n t e o g n i e v e n t u a l e v a r i a z i o n e .
Il c o n c e s s i o n a r i o s i o b b l i g a altresì a t r a . s m e t t e r e a n n u a l m e n t e a l c o n c e s s i o n a r i o c o p i a d e l b i l a n c i
r e l a t i v i a l l ' u l t i m o e s e r c i z i o c h i u s o c o m p l e t i de^ì a l l e g a t i d i legge nonché u n a r e l a z i o n e d e t t a g l i a t a
dell'attività s v o l t a d a l l a q u a l e s i e v i n c a n o i risultati r a ^ u n t i .
Il
concessionario
solleva
i l concedente
d a qualsiasi
responsabilità
connessa
airutltizzo
d e l l ' i m m o b i l e e a l l o s v o l g i m e n t o In e s s o dell'attivitì p r e v i s t a . ,11 c o n c e s s t o n a r i o s i a ^ m e o ^ i
responsabilità c i v i l e , p e n a l e e fiscale p e r q u a n t o c o n c e r n e l e attività s\'OÌte n c H ' i m m o h i i e conces.so
i n c o m o d a t o . In p a r t i c o l a r e s i i m p e g n a a richiedere
tutte le eventuali a u t o r i z z a z i o n i necessarie p e r
l ' e s p l e t a m e n t o d e l l e attività p e r o t t e m p e r a r e a l l e d i s p o s i z i o n i n o r m a t i v e
p e r l e ^ e a p r o p r i o c a r i c o . 11 c o n c e s s i o n a r i o s i i m p e g n a a r i s p e t t a r e
in materia che
siano
le norme in materia d i
assisten'tó, p r e v i d e n z a e s i c u r e z z a s u l l a v o r o .
Il c o n c e s s i o n a r i o s i o b b l i g a a d e s p o r r e n e i b e n i c o n c e s s i u n a o più t a r g h e d i d i m e n s i o n i c m 6 0 x
c m 9 0 d i m e t a l l o c o l o r b i a n c o c o n s c r i t t a r o s s a s u l l a q u a l e dovrà e s s e r e a p p o s t a , o l t r e a l l o s t e m m a
d e l C o m u n e p r o p r i e t a r i o d a p o r r e i n a l t o a l c e n t r o e d e l C o n s o r z i o E t n e o p e r l a legalità e l o
sviluppo , anche i ! n u m e r o della concessione e la seguente dicitura: "Bene, confiscato alla mafia,
d e l p a t r i m o n i o d e l C o n s o r z i o E t n e o p e r l a legalità e l o s v i l u p p o " ,
I l o g h i s u d d e t t i d o v r a n n o e s s e r e a p p o s t i a n c h e n e l m a t e r i a l e d i v u l g a t i v o r e l a t i v o a d o g n i attività
p o s t a i n e s s e r e a t t r a v e r s o l ' u s o d e l b e n e , e p e r l e finalità prevLste.
In
caso d i inosservanza
dei suddetti obblighi
o qualora
i l concessionario contravvenga
a
disposizioni generali o s p e d a l i d i l e ^ , alle norme statutarie e / o regolamentari dell'Ente la
c o n c e s s i o n e sarà d i c h i a r a t a d e c a d u t a , s e n z a i n d e n n i z z o e p r e v i a c o n t e s t a z i o n e s c r i t t a e d i n v i t o
all'immediato adeguamento alle s u p e r i o r i previsioni.
l a c o n c e s s i o n e i n o g n i c a s o sarà r e v o c a t a , s e n z a l ' o s s e r v a n z a d i o g n i ulterìot^ formalità, e i l
rapporto c o n t r a t t a l e risolto immediatamente, nei seguenti casi:
a j q u a l o r a d a l l e i n f o r m a z i o n i a c q u i s i t e d a l P r e f e t t o s u l l a moralità d e i s o c i e d e g l i a m m i n i s t r a t o r i
dell'Ente
concessionario
o
s u l personale
impiegato
dallo
stesso, a qualsiasi titolo, p e r
l ' e s p l e t a m e n t o d e l l e attività s u i b e n i c o n c e s s i , d o v e s s e r o e m e r g e r e a c a r i c o d i t a l u n o d e g l i s t e s s i
e l e m e n t i t a l i d a f a r r i t e n e r e c h e l ' E n t e n o n p o s s a d a r e g a r a n z i e d i a s s o l u t a affidabilità n e l l a
g e s t i o n e dell'attività s u l b e n e c o n f i s c a t o
b} q u a l o r a i l c o n c e s s t o n a r i o d o v e s s e p e r d e r e t a l u n o d e i r e q u i s i t i c h e p a s t i f i c a n o , a i s e n s i d e l D.
Lgs. n. 1 5 9 / 2 0 1 1 , l a c o n c e s s i o n e ;
c j q u a l o r a 11 c o n c e s s t o n a r i o c e d a a t e r z i , s e n z a a l c u n a p r e v e n t i v a a u t o r i z z a z i o n e d a p a r t e d d
concedente, il contratto
d) q u a l o r a d o v e s s e r o s o p r a v v e n i r e c a u s e c h e d e t e r m i n a n o p e r l ' E n t e c o n c e s s i o n a r i o , a i s e n s i d e l l a
n o r m a t i v a v i g e n t e , l'incapacità a c o n t r a r r e c o n l a p u b b l i c a a m m i n i s t r a z i o n e .
e) q u a l o r a
il concessionario si renda
re.sponsabile d i v i o l a z i o n i delle n o r m e i n m a t e r i a d i
assistenza, previdenza e sicurezza dei l a v o r a t o r i
f) q u a l o r a i l c o n c e s s i o n a r i o sìa p a r t e i n r a p p o r t i c o n t r a t t u a l i c o n i n d i v i d u i o d organì22azioni l e c u i
caratteristiche o composizione sociale
fecciano
ritenere possibili forme d i condizionamento d i
tipo mafioso.
ART,4-DURATA
L a d u r a t a d e l l a p r e s e n t e c o n c e s s i o n e è fissata i n a n n i d i e c i a d e c o r r e r e d a l l a d a t a s o t t o s c r i z i o n e
d e l p r e s e n t e c o n t r a t t o . C o n t e s t u a l m e n t e a l l a s o t t o s c r i z i o n e d e l p r e s e n t e c o n t r a t t o dovrà r e d i g e r s i
t r a l e partì a p p o s i t o v e r b a l e d i c o n s e g n a e c o n s i s t e n z a d e l l ' i m m o b i l e ,
E' p r e v i s t a l a
facoltà d i r i n n o v o ,
previa valutazione
positiva da parte d e l Consorzio
della
progettualità a v v i a t a e a v v i a n d a e d e l l e c o n n e s s e r a g i o n i d i p u b b l i c o i n t e r e s s e .
Q u a l o r a i l c o n c e s s i o n a r i o i n t e n d e s s e p r o s e g u i r e , dovrà r i c h i e d e r e i l r i n n o v o d e l l a c o n c e s s i o n e
c o n l e t t e r a r a c c o m a n d a t a d a i n v i a r s i a l C o n s o r z i o E t n e o p e r l a legalità e l o s v i l u p p o
almeno
sei mesi p r i m a della scadenza prevista.
L a p r e s e n t e c o n v e n z i o n e c e s s a d i a v e r e e f f i c a c i a altresì n e l m o m e n t o i n c u i i l c o n c e s s i o n a r i o
d o v e s s e p e r d e r e t a l u n o d e ! r e q u i s i t i c h e ^ustìficano, a i s e n s i d e l B. L g s . 1 5 9 / 2 0 1 1 , l a p r e s e n t e
assegnazione.
A R T . 5- C E S S I O N E D E L C O N T R A T T O
S i s t a b i l i s c e e s p r e s s a m e n t e i l d i v i e t o a s s o l u t o p e r II c o n c e s s i o n a r i o d i c o n c e d e r e a t e r z i ( i n
comodat», l o c a z i o n e , o a q u a l s i a s i a l t r o t i t o l o ) , a n c h e s o l o p a r z i a l m e n t e , i l b e n e o g g e t t o d e l
p r e s e n t e c o m o d a t o , e d i c e d e r e a t e r z i , a q u a l u n q u e tìtolo, i l p r e s e n t e c o n t r a t t o , s e n z a a t t o d i
a s s e n s o d e l c o n c e d e n t e . L ' I n o s s e r v a n z a d e l l a p r e s e n t e c l a u s o l a determinerà l a r i s o l u z i o n e d e l
contratto stesso ex a r t 1 4 5 6 c e . oltre a l
risarcimento
dei danno.
ART. 6 - RESTITUZIONE D E L L A COSA
C e s s a t o il p e r i o d o d i c o n c e s s i o n e i l C o n c e d e n t e riacquisterà l a t o t a l e disponibilità d e l b e n i
c o n c e s s i , c h e d o v r a n n o e s s e r e r i c o n s e g n a t i i n b u o n o stat» dì m a n u t e n z i o n e .
ART. 7 - MIGLIORIE
Il c o n c e d e n t e n o n dovrà c o r r i s p o n d e r e c o m p e n s i o indennità d i s o r t a a l c o n c e s s i o n a r i o p e r
e v e n t u a l i a d d i z i o n i o migliorìe a p p o r t a t e , a q u a l s i a s i t i t o l o , s u i b e n i c o n c e s s i . Il c o m o d a t a r i o s i
obbli^
a mantenere
inalterata l a destinazione
di quanto
concessionario non h a diritto a d alcun rimborso
viene
affidato
p e r le spese ordinarie
e consegnato.
Il
e / o straordinarie,
s o s t e n u t e p e r serviirsì d e i b e n i c o n c e s s i , i v i c o m p r e s e q u e l l e p e r l e u t e n z e n e c e s s a r i e a l l a g e s t i o n e
d e i l o c a l i ; s o n o a c a r i c o d e ! conce^ionarìo a n c h e l e s p e s e p e r l a m a n u t e n z i o n e
s t r a o r d i n a r i a d e l l ' i m m o b i l e , tv! c o m p r e s a l a m e s s a a n o r m a
ordinaria e
dei locali, l a c u i esecuzione è
c o m u n q u e s u b o r d i n a t a a l l ' a c q u i s i z i o n e dì a p p o s i t a a u t o r i z z a z i o n e s u g l i I n t e r v e n t i d a p a r t e d e l
concedente, ove non siano d i corrente manutenzione.
ART. 8 - SPESE CONTRATTUALI
T u t t e le s p e s e d e l p r e s e n t e a t t o e s u e c o n s e q u e r o d a l l , n e s s u n a e s c l u s a , né e c c e t t u a t a s o n o a
totale carico del concessionario.
ART.g- RINVIO
P e r t u t t o q u a n t o n o n e s p r e s s a m e n t e s t a b i l i t o e p a t t u i t o t r a l e p a r t i , s i rinvia a l l e d i s p o s i z i o n i d e l
Codice Civile i n materia d i comodato.
Letto, approvato e sottoscritto a
Il
Il C o n c e d e n t e
?! C o n c e s s i o n a r i o
A i s e n s i e p e r g l i effettì de^ì a r t t . 1 3 4 1 e 1 3 4 2 c e , l e p a r t i a p p r o v a n o specìficamente, d o p o
a t t e n t a l e t t u r a , g l i a r t i c o l i n 2 ) , 3), 4 ) . 5 ) . 7). 8 )
L e t t o , a p p r o v a t o e sottoscrìtto a
11 C o n c e d e n t e
11 C o n c e s s i o n a r i o
Il ,„„.
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
6 388 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content