close

Enter

Log in using OpenID

All - ASPIRIDeS - Servizi alla persona

embedDownload
A.S.P. IRIDeS
Relazione consuntivo 2013
All. A Delibera CdA n. 08 del 25/03/2014
RELAZIONE SUI RISULTATI DELLA GESTIONE
ANNO 2013
Con Deliberazione Consiliare n. 05 del 19/03/2013 il C.d.A. ha approvato il Piano delle attività per l’anno
2013.
Nel corso del 2013 alcuni significativi elementi di contesto si sono modificati. Si segnala, in primo luogo, la
comunicazione del Comune di Bologna del 11/07/2013 al ns. prot. n. 6088/2013 con la quale è stato definito un diverso orientamento rispetto al progetto di fusione:
unificazione delle sole Asp Giovanni XXIII e Poveri Vergognosi;
trasferimento dei servizi assistenziali di natura sociale di Asp IRIDeS alla nuova Asp costituenda al
fine di una gestione unitaria dei processi sociali e socio-sanitari;
mantenimento in capo a Asp IRIDeS dei servizi educativi.
Ciò ha determinato una nuova direzione degli obiettivi e delle previsioni del bilancio 2014, come contenuto
nella Deliberazione del Consiglio di Amministrazione n. 22 del 27/11/2013.
Nel momento in cui si scrivono queste note, si registra un successivo indirizzo strategico del Comune di Bologna: nell’Assemblea Soci del 13 dicembre 2013 il Presidente ha comunicato che l’Amministrazione Comunale, visti gli emendamenti apportati dal Parlamento alla Legge di Stabilità 2014, ha considerato di far rientrare IRIDeS - con decorrenza presunta dal secondo semestre 2014 - nella fusione rivolta alla costituzione
dell’Asp Unica, già operativa dal 1° gennaio u.s. per la parte dei servizi di natura sociale, e nella costituzione
della nuova Istituzione per la parte dei servizi di natura educativa.
Le variabili sopra evidenziate hanno pertanto inciso fortemente sulle attività 2013, giacché si è dovuto e si
deve tuttora gestire il mutevole contesto e la conseguente incertezza della mission di ASP IRIDeS.
Per questi motivi, sugli Obiettivi di cui al punto A “Azioni finalizzate al processo di fusione” non si può che
evidenziare che – da una fase di lavoro congiunto tramite gruppi interprofessionali con le ASP da unificare,
lavoro compiuto nella prima parte del 2013 – si è giunti, nella seconda parte del 2013, a una fase di rielaborazione dei processi di ASP IRIDeS orientata alla conservazione ed allo sviluppo autonomo. Tale successivo
stadio sarà poi modificato a inizio 2014.
Si sono svolti incontri inter-ASP a proposito di:
• la gestione del protocollo e dell’archivio;
• la gestione delle procedure di gestione del personale e dei relativi sistemi informativi;
• i regolamenti sul funzionamento del CdA;
• l’analisi e il confronto della costituzione e le modalità di distribuzione del fondo salario accessorio
delle tre ASP;
• la gestione di attività e servizi, con Dipartimento o altre ASP (da Garsia nell’ASP unica al raccordo
con ASP Poveri Vergognosi sui nuclei);
• la definizione del piano dei conti, causali incassi/pagamenti etc.;
• lo sviluppo del sistema contabile;
• la gestione unificata dei contratti;
• il collegamento e l'integrazione dei sistemi informativi;
• la costruzione di una rete intranet da condividere;
• le procedure di manutenzione del patrimonio immobiliare urbano e agrario;
Pagina 1
A.S.P. IRIDeS
•
Relazione consuntivo 2013
il sistema informativo di gestione del patrimonio.
E' proseguita la collaborazione con l'ASP Poveri Vergognosi per la risoluzione e la supervisione di problematiche tecniche di natura straordinaria, per la ristrutturazione del tetto di Palazzo Ratta e alcuni coperti di
fabbricati rurali. Si segnala altresì la collaborazione per la copertura di una figura all'interno del settore patrimoniale a part-time in sostituzione di altra uscente dal settore per le problematiche di natura tecnica di
tipo ordinario. E’ continuata inoltre, per il primo semestre 2013, la collaborazione con ASP Poveri Vergognosi per l’espletamento delle attività inerenti al Settore Risorse Umane, mediante distacco di personale in
somministrazione.
E' proseguita altresì la collaborazione con l'ASP Giovanni III, avviata nell'anno 2012 con la stipulazione della
convenzione per lo svolgimento congiunto di attività inerenti alla gestione economica del personale
(Det.Dir.n. 175/2012.)
OBIETTIVO B - Contributo alla riorganizzazione del sistema di accoglienza
Azioni previste:
∼ Incontri con i fornitori
∼ Partecipazione ai tavoli inter istituzionali
∼ Sviluppo dei progetti di sperimentazione
∼ Coinvolgimento Azienda USL su prese in carico congiunte e compartecipazione delle spese
∼ Sensibilizzazione e potenziamento affido
∼ Progettualità comuni tra servizi dell’ASP (servizi educativi, servizio sociale, centro per le famiglie)
∼ Avvio procedure di gara sui servizi di accoglienza
Nell’ottica del contenimento della spesa, si sono svolti numerosi incontri con i principali fornitori dei servizi
di accoglienza (Ceis, Csapsa, CoopDolce, Mondo Donna, Fondazione Pini...). Tali incontri hanno focalizzato e
valutato gli elementi costitutivi delle rette delle comunità di accoglienza.
Come si evince dai report periodici prodotti da ASP IRIDeS, nel corso del 2013 il costo medio dei servizi collegati alla scheda A del contratto di servizio ha visto oscillazioni da un minimo di 78,92 € ad un massimo di
84,65 €. Si evidenzia che a gennaio 2012 tale costo medio era di 87,13 €. Per quanto riguarda la scheda B
l'andamento 2013 del costo medio giornaliero è in riduzione costante: da 87,2€ di gennaio ai 79,6 € dell'ultimo dato di settembre. Indicativo il confronto con il dato di gennaio 2012, assestato a 99,86€.
Ulteriori incontri si sono avviati per dare seguito alle ipotesi d’innovazione del sistema di accoglienza emerse nel Tavolo attivato dal Dipartimento e dall’Ass.to Welfare del Comune di Bologna; oggetto del Tavolo è
stato la riprogettazione dei servizi su base territoriale specificatamente dedicati ai minori stranieri non accompagnati.
ASP IRIDeS è stata presente, con i suoi operatori, ai seguenti Tavoli Interistituzionali:
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
Tavolo riprogettazione servizi dedicati ai minori stranieri non accompagnati
Coordinamento provinciale infanzia e adolescenza
Gruppo provinciale contrasto alla dispersione scolastica
Coordinamenti di Quartiere sull’adolescenza
Tavolo monitoraggio attività del PRIS
Tavoli tematici dell’Ufficio di Piano (Piano salute e benessere sociale)
Equipe minori
Equipe casa
Tavolo bassa soglia Piano Freddo (nuclei)
Equipe Tecnica Integrata
Unità di Valutazione Multiprofessionale
Coordinamento provinciale accoglienza
Tavolo Casa delle Donne Progetto Save
Pagina 2
A.S.P. IRIDeS
•
•
•
•
Relazione consuntivo 2013
Tavolo integrato sulla violenza contro le donne nelle relazioni d’intimità
Coordinamento attività Teatro del Pratello
Coordinamento Nazionale Servizi Affidi
Coordinamento regionale dei Centri per le Famiglie.
Quanto alla Sperimentazione di nuove forme di accoglienza, si evidenziano i progetti che si pongono
l’obiettivo di coinvolgere le famiglie del territorio in alternanza all’inserimento in comunità (progetti con
CEIS e Istituto Gavinelli Salesiani). ASP IRIDeS ha altresì supportato la presentazione di ulteriori progetti di
percorsi di accoglienza innovativi a cura dei gestori alla commissione autorizzativa (Sguincio; Progetto Pallone).
Nel corso del 2013 è stata attivata l’Equipe Tecnica Integrata (ETI) per i minori seguiti da ASP (msna; vittime
tratta; non riconosciuti alla nascita); è stata garantita la presenza di una psicologa AUSL per 18 h settimanali
a supporto delle attività dell’equipe interna di ASP; si è partecipato all’Unità di Valutazione Multidisciplinare (UVM).
ASP IRIDeS ha presentato richieste di contributo alla Provincia di Bologna per azioni specifiche connesse
all’accoglienza familiare (BolognAccogliente - promozione e supporto famiglie accoglienti). I contributi della
Provincia hanno garantito: La realizzazione di un Volantino a carattere promozionale dedicato
all’accoglienza in famiglia di msna; Due eventi di sensibilizzazione in collaborazione con la Cineteca : proiezione di film seguiti da dibattito.
Da segnalare l’apertura di rapporti con le comunità straniere (con particolare riferimento al Centro Zonarelli) per l’avvio di possibili collaborazioni finalizzate allo sviluppo dell’affido “omoculturale”. In tale ambito va
segnalata la preparazione della giornata di promozione e presentazione del video realizzato dagli operatori
del servizio sociale e del centro per le famiglie (25 gennaio 2014 c/o Zonarelli).
Le iniziative promozionali ed il lavoro congiunto svolto dagli operatori del Servizio Sociale e del Centro per
le Famiglie hanno prodotto un significativo risultato: nel corso del 2013 sono stati realizzati ben 17 Affidi di minori stranieri non accompagnati presso famiglie che hanno ritenuto di intraprendere questo
percorso.
Tra le attività dei servizi sociali inerenti le progettualità comuni, si segnala la gestione di 10 Nuclei richiedenti asilo in carico per problematiche afferenti la genitorialità segnalati da ASP PV, di cui quattro inseriti in
comunità. Ugualmente gli accordi interni tra servizi hanno reso possibile seguire con continuità il Progetto
Gandusio, oltre che la realizzazione del video sull’affido.
Sono stati Impostati gli atti ed il relativo percorso amministrativo propedeutico all’avvio delle procedure ad
evidenza pubblica per il reperimento del fornitore per la gestione della comunità mamma bambino “Beretta Molla” ai sensi della 1904/11, in sinergia con il Settore Gare e Contratti.
Si sono altresì avviate, in sinergia con Settore Gare e Contratti, le analisi per la revisione dell’Elenco Operatori per la gestione dei servizi di accoglienza: obiettivo dell’analisi è semplificare e rivedere complessivamente le procedure gestionali di costruzione (accesso), monitoraggio ed utilizzo dell’elenco operatori ai fini
dell’individuazione di comunità di accoglienza da proporre ai Servizi Sociali richiedenti i collocamenti in
struttura di minori e nuclei madre-bambino.
OBIETTIVO C - Sviluppo della funzione di raccordo nel sistema dell’accoglienza
Azioni:
∼ Proseguimento dell’attivazione della piattaforma Garsia
∼ Elaborazione di report al Comune di Bologna
∼ Proseguimento del progetto Gandusio
Pagina 3
A.S.P. IRIDeS
Relazione consuntivo 2013
Presso l’Amministrazione Comunale (Dipartimento) si sono svolti incontri congiunti ed approfondimenti
specifici con il coordinatore del Sistema Informativo del Comune; in particolare, all’interno del percorso di
unificazione delle ASP, si sono avviate azioni tendenti a promuovere il raccordo fra i diversi sistemi informativi che insistono sullo stesso processo organizzativo( Garsia,/Garsia strutture/ programma contabilità). Si è
inoltre svolto un lavoro di allineamento dei dati inseriti in Garsia (verifica casi attivi; apertura/chiusura PAI;
case manager).
Per il monitoraggio del budget riferito alle schede A e B del contratto di servizio, nel corso dell’anno sono
stati prodotti all’Amministrazione Comunale dei report bimestrali contenenti i seguenti dati: andamento
mensile del numero di madri e minori presenti in struttura – del costo medio per giorno di presenza – andamento mensile della spesa su ordinativo e consuntivo, articolato anche per Quartiere.
Ulteriori dati analitici su situazioni specifiche (minori provenienti dal Bangladesh; flusso inserimenti in comunità nel corso dell’anno) sono stati inoltrati all’Amministrazione Comunale; si sono prodotte rilevazioni
per il flusso informativo regionale SISAM-ER e dati sull’accoglienza del Progetto “Oltre la Strada”.
Il Progetto Gandusio è stato sottoposto a una verifica, effettuata ad un anno di distanza dall’attivazione,
nell’ambito dell’ equipe minori dell’Amministrazione Comunale. Nel periodo giugno 2012-giugno 2013 sono
state gestite 34 richieste inserimento, si sono realizzati 21 nuovi inserimenti è stata curata l’uscita di 6 nuclei ed il personale ha partecipato ad equipe minori ed equipe casa dell’Amministrazione Comunale.
E’ stata svolta la rendicontazione alla Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna del processo di allestimento degli alloggi del progetto Gandusio. Tali alloggi sono altresì stati gestiti e presidiati dal punto di vista contrattuale (allacciamento/chiusura utenze/chiusura contatori, contatti con ACER); inoltre si è svolta
un’attività di verifica e ripristino delle condizioni manutentive problematiche all'interno delle unità immobiliari, oltre che di attivazione di interventi di natura manutentiva (disinfestazione, sistemazione impiantistica
ecc.).
Obiettivo D - Sviluppo dei Servizi Estivi per bambini e adolescenti
Azioni:
∼ Affidamento servizi estivi per la fascia 3-11 anni.
∼ Informazione ai cittadini, monitoraggio e valutazione del servizio affidato.
∼ Sviluppo del progetto Scuole Aperte per fascia 11-14 anni.
∼ Avvio analisi e progettazione servizio di iscrizione on line.
Per l’individuazione dei soggetti fornitori dei servizi estivi per bambini dai 3 agli 11 anni, è stata espletata la
procedura di gara di coprogettazione con relativo avviso pubblico: Determina a contrarre n. 33 del
28/02/2013 avente per oggetto: "Servizio Estate in città anno 2013 rivolto a bambini di età da 3 a 11 anni,
periodo giugno – settembre 2013" oltre ai relativi adempimenti conseguenti (aggiudicazione provvisoria,
verifica dei requisiti, aggiudicazione definitiva) fino alla stesura dei contratti con i fornitori.
I servizi sono poi stati monitorati da operatori di ASP IRIDeS, che hanno tenuto i necessari raccordi tra famiglie-fornitori-quartieri. Hanno partecipato ai servizi estivi n. 8.244 ragazzi fra i 3 e gli 11 anni. Totale spesa
155.482,04 € budget 230.500,90 €; risparmio 75.018,86 €.
Per l’iscrizione on line si è svolto uno studio di fattibilità e si è quindi garantita, tramite la procedura di gara,
la realizzazione del servizio di iscrizione on line da parte di tutti i gestori di Estate in Città (fascia 3-11 anni).
Si sono altresì presidiati gli aspetti di comunicazione alla cittadinanza, tramite la produzione di volantini
(impostazione; rapporto con Tipografia metropolitana; organizzazione distribuzione).
Quanto al progetto “Scuole Aperte” d’estate, rivolto ai ragazzi dagli 11 ai 14 anni, il delicato lavoro di integrazione tra ASP-Istituti Scolastici-Quartieri ha permesso l’apertura di:
• n. 5 scuole aperte (791 iscritti/frequentanti);
Pagina 4
A.S.P. IRIDeS
•
Relazione consuntivo 2013
Progetto Centro Estivo via Giacosa (63 iscritti).
Obiettivo E - Integrazione dei Servizi Educativi di ASP in relazione al territorio
Azioni:
∼ Sviluppo delle sinergie tra equipe.
∼ Confronto con i referenti dei Servizi Territoriali.
∼ Elaborazione di modelli integrati, anche in relazione con le realtà esistenti sui territori.
Nel mese di luglio 2013 è stata pubblicata la Manifestazione d’interesse per l’avvio di attività di volontariato
a supporto delle attività di studio e compiti presso i CAV. All’avviso pubblico hanno risposto 24 cittadini volontari che, a partire dall’anno scolastico 2013-2014, hanno iniziato a collaborare con gli educatori dei diversi CAV cittadini. Il progetto ha richiesto diversi interventi: dall’analisi e valutazione delle domande, agli
incontri di conoscenza con i volontari, all’individuazione di sedi, orari, materie ecc. Il progetto è tuttora nella fase sperimentale e sarà oggetto di verifica a metà percorso.
In accordo con l’Amministrazione Comunale si è avviato un Tavolo cittadino sull’identità e il ruolo dei CAV,
con la partecipazione dei Quartieri e del Settore comunale competente. Il tavolo sta tuttora affrontando le
problematiche correlate alla migliore definizione della rete dei servizi e delle procedure operative tra CAVscuola-quartiere-famiglie. Il complesso lavoro di analisi sarà descritto in un’apposita relazione in corso di
elaborazione.
Al fine di garantire un servizio di supervisione rivolto agli educatori dei CAV, si è prodotto e pubblicato un
avviso pubblico finalizzato al reperimento di fornitori qualificati. L’attività di supervisione si è avviata a inizio 2014.
E’ stato concordato un servizio sperimentale di Counseling educativo rivolto ai ragazzi tramite sportello di
ascolto presso l’IC n.7 (Quartiere San Vitale). Il progetto (2 h settimanali) ha acquisito sin da subito il gradimento dei ragazzi e della scuola, tant’è che si registra una lista di attesa e sono state avanzate richieste di
ampliamento da parte della scuola. Lo sportello ha permesso – fra l’altro – di fare emergere alcune situazioni di forte criticità (maltrattamenti, abusi.) nell’ambito familiare, alcune delle quali sono poi state presentate e prese in carico dai servizi sociali del territorio. L’esperienza sperimentale sta mostrando pertanto
il forte bisogno di supporto alla genitorialità che hanno le famiglie dei ragazzi in età preadolescenziale, bisogno che vede una risposta dei servizi pubblici assai limitata.
Per individuare soggetti del terzo settore interessati all’assegnazione e alla gestione degli spazi interni ed
esterni del CAV di via Giacosa (gestione della sala prove musicali, dello skatepark, dell’orto) è stato elaborato e pubblicato un avviso pubblico, in accordo con il Quartiere Borgo Panigale. Sono in corso le procedure
per la sottoscrizione del contratto con l’associazione individuata.
Presso il Quartiere Reno si è avviato il Progetto educativo denominato “Facehood “.
Obiettivo F - Centro per le Famiglie
Azioni:
∼ Sensibilizzazione all’accoglienza familiare
∼ Ampliamento del volontariato e della sussidiarietà fra famiglie
∼ Implementazione sportello Informafamiglie in relazione ai servizi educativi di ASP
Per sensibilizzare la cittadinanza sui temi dall’accoglienza familiare, si sono svolti incontri pubblici in collaborazione con soggetti o associazioni del territorio (parrocchie; Rupe.)
Il Progetto PIPPI, che si pone l’obiettivo di sviluppare l’accoglienza dei minori in famiglia, si è avviato con 2
con famiglie d’appoggio.
Pagina 5
A.S.P. IRIDeS
Relazione consuntivo 2013
Si è Costituita una mailing list “affido adozione accoglienza” per promuovere la partecipazione a eventi e
iniziative.
Si è avviato il confronto sull’introduzione di un” Registro dei volontari” e l’adozione del relativo regolamento di gestione.
Lo sportello informafamiglie è stato coinvolto nella costruzione di un servizio di orientamento per genitori
con figli con disabilità frequentanti i nidi d’infanzia, supportati da educatori di ASP IRIDeS. Si sono raccolte
le informazioni finalizzate all’attività di orientamento.
Obiettivo G - Ottimizzazione della gestione del Patrimonio Immobiliare
Azioni:
∼ Analisi e omogeneizzazione delle banche dati in raccordo con il settore contabilità
∼ Implementazione procedure recupero crediti
∼ Verifica e aggiornamento delle convenzioni
∼ Partecipazione al progetto di Co-Housing
∼ Analisi situazioni contrattuali critiche e azioni conseguenti
∼ Proseguimento attività di ridefinizione dei contratti di locazione
∼ Analisi patrimonio sfitto e azioni di miglioramento delle forme di pubblicizzazione.
E’ attivata una procedura che coinvolge i settori Bilancio e Patrimonio per la verifica periodica dei crediti
verso gli inquilini. Il Settore Contabilità ha inviato mensilmente all’Ufficio Patrimonio la situazione aggiornata degli insoluti, consentendo così il quadro complessivo delle morosità per il monitoraggio delle insolvenze. In tale ambito, ogni due mesi si sono inviate lettere di sollecito ai conduttori insolventi, assegnando un
termine per il pagamento dei debiti.
Si sono avviati, inoltre, numerosi tavoli intersettoriali per l’ottimizzazione del raccordo fra gli aspetti contabili dei crediti (canoni di locazione), gli aspetti condominiali (manutenzioni e spese accessorie) e quelli concernenti le utenze insolute permettendo, così, di avere per ciascun inquilino moroso un quadro d’insieme
completo. Il software unico è in grado di soddisfare sia le esigenze patrimoniali (tecniche, contrattuali e di
scadenza) sia le esigenze contabili (bollettazione, imposta di registro, istat).
Si è aggiornata la banca dati delle proprietà immobiliari dell’Asp, consentendo in tal modo di adempiere
puntualmente le varie scadenze fiscali.
Progetto Cohousing: è stata espletata la Manifestazione d’interesse per l’affidamento del servizio di individuazione dei soggetti, attraverso attività di mediazione e progettazione partecipata, per la costituzione e
accompagnamento del gruppo di residenti del cohousing di Via del Porto n. 15 - Bologna: Determina a contrarre n. 46 del 20/03/2013. Si sono svolti tutti gli adempimenti conseguenti (aggiudicazione provvisoria,
verifica dei requisiti, aggiudicazione definitiva) fino alla stesura del contratto. Nel corso dell’anno sono avvenuti numerosi Tavoli di confronto con il Comune di Bologna e ACER per l'individuazione dell'intervento di
manutenzione straordinaria che meglio possa rispondere all'obiettivo della coabitazione, nel rispetto del
budget fissato.
Si è realizzato un Avviso Pubblico per l'individuazione di legali da incaricarsi delle procedure di sfratto e recupero crediti; a seguito di ciò, si sono avviati i necessari raccordi con gli avvocati individuati per la presa in
carico legale dei casi insolventi.
E’ continuata l’attività di controllo, aggiornamento e rinnovo delle convenzioni in capo al settore patrimoniale ora vigenti. Trattasi di atti eterogenei riguardanti comodati d’immobili, gestioni patrimoniali, servizi
tecnici.
Tra le convenzioni con enti pubblici per la valorizzazione di beni immobili, si segnala l’assegnazione al Comune di Castello D’Argile di un terreno nel quale sperimentare modalità innovative di coltivazione biologica
e di consumo a” KM zero”.
Pagina 6
A.S.P. IRIDeS
Relazione consuntivo 2013
Si evidenzia il proseguimento delle valutazioni di casi specifici con particolari problematiche di varia natura
(condizione familiare e/o economica del soggetto, situazione manutentiva dell'unità immobiliare), gestione
di rapporti e relazioni con enti terzi coinvolti (Servizi Sociali del Comune di Bologna, Acer) con individuazione di soluzioni legate principalmente a posizioni contrattuali delle ex-ipab.
A causa della crisi economica e del conseguente calo dei valori dei canoni di mercato pervengono all'ASP da
parte dei propri inquilini richieste di revisione/riduzione del canone corrisposto sia per quanto concerne le
unità immobiliari a uso abitativo che extra-abitativo. Al fine di evitare il recesso e un conseguente periodo
di sfittanza si sono esaminati i casi richiesti analizzando la situazione reddituale dei nuclei familiari in caso
d’immobile abitativo e la situazione reddituale aziendale nei casi d’immobili extra-abitativi; si sono esaminate circa 30 posizioni.
Quanto alle unità immobiliari che sono sfitte: si sono intrapresi rapporti con agenzie immobiliari per la locazione senza esborso di commissione da parte di ASP concedendo l'esclusiva per un periodo di 3/4 mesi; si
sono svolte analisi per l'individuazione di azioni da attuarsi per la rilocazione di unità immobiliari problematiche per posizione e/o condizioni manutentive.
Obiettivo H - Valorizzazione patrimonio agrario
Azioni:
1. Avvio procedure di vendita di terreni e immobili individuati dagli organi dell'ASP
2. Gestione dei contratti agrari
Avviata e conclusa positivamente la procedura di vendita relativamente a 2 lotti di terreno dell'estensione
rispettivamente di mq. 9.500 e 15.000 appartenenti ad un fondo ubicato in comune di Castello d'Argile al
fine di agevolare lo sviluppo economico ed occupazionale della zona in condivisione con il comune di Catello d'Argile. La vendita dei 2 lotti ha generato un introito complessivo pari ad € 159.380,00.
E' stata compiuta un'analisi dei 10 contratti agrari in scadenza nell'anno con il supporto tecnico dell'ASP Poveri Vergognosi:
- per 7 di questi si è proceduto al rinnovo;
- Per 2 fondi in comune di Galliera si è proceduto ad effettuare Avviso Pubblico il cui esito positivo ha prodotto un aumento del canone di affitto del 35 % rispetto a quello posto a base d'asta;
- Per il fondo ubicato in comune di Castello d'Argile si è raggiunto un accordo con il Comune stesso per l'utilizzo con finalità sociali;
Nel corso dell'autunno si è infine locato, previa pubblicazione di avviso pubblico, il fondo ubicato nella zona
pedecollinare cittadina denominato "Podere Stanzani" dell'estensione di circa 60 Ha - inutilizzato dall'anno
2008 - al fine di evitare ulteriori condizioni di degrado manutentivo e renderlo nuovamente produttivo per
le coltivazioni.
Obiettivo I - Gestione immobili di Servizio
Azioni:
∼ Monitoraggio sedi di Servizio
∼ Presidio delle azioni e degli interventi tecnici riferiti alla normativa sulla sicurezza
Proseguimento del censimento ed acquisizione della documentazione tecnica di riferimento degli immobili
di proprietà comunale e di terzi utilizzati per lo svolgimento di servizi propri di ASP IRIDES.
Eseguito confronto ed approfondimento con l'RSPP relativamente agli Interventi per il miglioramento della
sicurezza e salute negli ambienti di lavoro relativamente alle sedi amministrative di ASP. Avviata la realizzazione degli interventi di manutenzione come da programma aggiornato al 6/8/2013 prot. n° 6599.
Pagina 7
A.S.P. IRIDeS
Relazione consuntivo 2013
Obiettivo L - Presidio della manutenzione del patrimonio
Azioni:
∼ Attività propedeutiche alla costruzione dell’archivio tecnico patrimoniale.
∼ Prosecuzione delle attività e procedure di manutenzione straordinaria del tetto di Palazzo Ratta.
∼ Attività relative alla riqualificazione di alloggi disponibili.
Per il progetto di manutenzione straordinaria del tetto di Palazzo Ratta:
• Eseguita gara con procedura negoziata ex art . 122, comma 7, D.Lgs. 163/2006 con invito alla partecipazione a n. 10 imprese specializzate negli interventi su immobili di pregio storico.
• Avviato intervento di manutenzione straordinaria del tetto di Palazzo Ratta in collaborazione con l'ASP
Poveri Vergognosi a seguito della sottoscrizione del contratto con l'impresa Melegari srl, aggiudicataria
della gara, avvenuto in data 30/10/2013. I lavori termineranno indicativamente fra i mesi febbraio e
marzo 2014.
• L’avvio dei lavori al coperto di Palazzo Ratta è avvenuto nel corso del 2013 e al 31/12/2013, è stato pagato il primo SAL. La fase del pagamento ha richiesto una complessa valutazione degli stati
d’avanzamento sulle disponibilità finanziarie dell’Asp rese critiche dai ritardi nei rimborsi del Contratto
di Servizio da parte del Comune di Bologna: tali ritardi hanno infatti reso indispensabile l’utilizzo momentaneo di tutte le liquidità con il vincolo di destinazione agli investimenti immobiliari o di manutenzione straordinaria, per coprire parte dei costi inerenti le attività ordinarie dell’Asp in attesa dei rimborsi stessi.
E’ proseguita la raccolta della documentazione tecnica relativa alla proprietà immobiliare urbana e agraria
dell'ASP.
A seguito del rilascio del conduttore, si è svolta l’analisi delle condizioni manutentive degli alloggi,
l’acquisizione preventivi per interventi essenziali di modesta entità di spesa e la realizzazione degli interventi.
Obiettivo M - Prosecuzione del percorso di sviluppo delle risorse umane
Azioni:
∼ Attività per sottoscrizione accordo decentrato 2013 e accordo specifico personale scuola.
∼ Analisi e prime indicazioni per integrazione degli Istituti contrattuali delle 3 ASP.
∼ Formazione e supervisione del Personale.
∼ Estensione adempimenti in materia di Salute e Sicurezza sul Lavoro ai nuovi servizi educativi/scolastici.
Si segnalano i seguenti atti, che prevedono lo svolgimento di attività di relazioni sindacali:
• Deliberazione del Consiglio di Amministrazione n. 2 del 28/01/2013: "Autorizzazione alla sottoscrizione dell’accordo sindacale in merito alla risorse decentrate per il personale addetto ai servizi educativi ed ausiliari presso i nidi e le scuole dell’infanzia conferiti ad ASP IRIDeS con contratto di servizio per
l’anno educativo/scolastico 2012-2013".
• Deliberazione Consiliare n. 19/2013 "Sottoscrizione definitiva dell'accordo in merito al riparto del fondo per le risorse decentrate personale non dirigente, relative all'anno 2013".
• Prot.n. 6370/2013: Accordo definitivo per la ripartizione del fondo per le Risorse Decentrate relativo
all'anno 2013del personale ASP e del personale nidi e scuole dell'infanzia.
Si è applicato il piano di formazione del personale su proposta dei Responsabili di settore e della Direzione
ed in particolare si è svolta:
• attività di supervisione del personale impegnato nei servizi educativi;
• formazione obbligatoria per addetti alla sicurezza (pronto soccorso e antincendio) per il personale impegnato nei nidi e scuole dell'infanzia;
Pagina 8
A.S.P. IRIDeS
Relazione consuntivo 2013
• formazione obbligatoria ai preposti per la sicurezza;
• formazione base per neoassunti.
Eseguite visite mediche di verifica dell’idoneità alla mansione per tutto il personale a tempo indeterminato
e per il nuovo personale a tempo determinato nidi e scuole infanzia.
Obiettivo N - Gestione delle procedure di reperimento fornitori
Azioni:
∼ Procedura di coprogettazione per Estate in città.
∼ Aggiornamento dell’elenco degli operatori qualificati per il sistema dell’accoglienza.
∼ Procedure per attività di servizio.
La procedura di coprogettazione per l’individuazione dei fornitori del servizio di Estate in Città prevede una
complessa rete di relazioni e procedure che coinvolgono anche i nove Quartieri interessati. Tutte le attività
si sono svolte nel periodo marzo-maggio 2013. ASP IRIDeS ha poi seguito la pubblicizzazione e l’avvio del
servizio e ne ha monitorato lo svolgimento, intervenendo nella gestione delle situazioni più complesse e nei
casi di criticità.
Per migliorare il sistema dell’accoglienza in strutture (sk.A e B) dal punto di vista dell’efficienza (snellimento, ottimizzazione) e dell’aderenza alla normativa vigente, si è avviato un approfondimento con l’Avv. Manservisi dal quale è derivato uno studio di fattibilità che sarà oggetto di confronto con l’Amministrazione
Comunale.
E’ stata adottata una procedura semplificata per l'affidamento in economia di servizi, interventi manutentivi e lavori di modesta entità consolidatasi nell'anno 2013.
Obiettivo O - Sviluppo di Sistemi Informativi
Azioni:
∼ Raccordo con le altre ASP per lo sviluppo di una rete Intranet.
∼ Raccordo con le altre ASP per le misure di sicurezza dei sistemi informativi.
Per quanto attiene all’implementazione dei Sistemi Informativi (rete Intranet, sicurezza ecc.) si rinvia alle
azioni compiute per il processo di fusione e descritte nella prima parte del presente documento.
Si segnala la partecipazione alla sperimentazione su base nazionale di un Sistema Informativo Minori: su input e coordinamento del Ministero del Lavoro e delle politiche sociali (Direzione Generale dell'Immigrazione e delle Politiche di Integrazione) il progetto coinvolge FFOO, Comune e Regione.
Obiettivo P - Regolamentazione del processo degli acquisti di beni e servizi
Azioni:
∼ Semplificazione delle procedure relative agli atti amministrativi.
∼ Avvio della “procedura ordini” e relativa assegnazione dei BGT di servizio.
∼ Raccordo fra sistema Garsia e “procedura ordini”.
∼ Continuazione procedure di contrattazione per la riduzione delle tariffe delle utenze.
E’ terminata la predisposizione di una procedura interna per gli acquisti di modesta entità: scopo della procedura semplificata individuata è, tra l’altro, la riduzione del numero degli atti amministrativi da adottare.
Nel corso del 2013 si è resa operativa la “procedura ordini”, fase preliminare del programma Eusis, per
l’attribuzione di budget e il controllo della spesa. A ciascun settore di appartenenza sono stati attribuiti i relativi programmi di spesa, suddivisi in categorie di macro voci e codici numerici associati al piano dei conti.
Pagina 9
A.S.P. IRIDeS
Relazione consuntivo 2013
Ciò ha richiesto una complessa attività di definizione dei budget, formazione del personale, rappresentazione delle nuove procedure, monitoraggio e supporto costante, predisposizione della manualistica.
Obiettivo Q - Inventario dei beni mobili
Azioni:
∼ Ultimazione inventario beni mobili non a carattere storico artistico.
∼ Analisi del patrimonio storico artistico ubicato presso l’ex Conservatorio del Baraccano.
È terminata la riconciliazione tra inventario fisico e contabile dei beni mobili dell’Asp e si sta rettificando lo
stesso inventario contabile ai dati della rilevazione.
Per i beni mobili a carattere storico-artistico, è in corso la definizione di un progetto per l’inventariazione,
catalogazione e valorizzazione degli stessi unitamente alla Soprintendenza e al Comune di Bologna. In particolare, si segnala l’individuazione in collaborazione con la Soprintendenza per i beni culturali di alcuni soggetti con la professionalità necessaria per compiere l'analisi del patrimonio storico artistico e la conseguente valutazione ai fini di una valorizzazione, oltre che l’acquisizione di una proposta di progetto di "Inventariazione Stima Restauro Valorizzazione" che prevede concretamente le differenti fasi di analisi corredata da
relativo preventivo.
Obiettivo R - Sviluppo dell’attività di Found Raising
Azioni:
∼ Ricerca e analisi di progetti di Found Raising.
∼ Elaborazione e presentazione di progetti ed eventuale rendicontazione.
Nel corso del 2013 si è provveduto a seguire alcuni progetti già avviati in precedenza:
• Progetto Liber (Italia Lavoro):
Dopo aver presentato domanda di partecipazione al progetto, nel febbraio 2013 Italia Lavoro ha pubblicato la graduatoria che annovera fra i vincitori anche il progetto “Liber” di ASP IRIDeS/Comune di Bologna. A marzo 2013 si è provveduto alla sottoscrizione dell’ATS fra Comune di Bologna, Asp IRIDeS,
Gruppo CEIS e Coop. CSAPSA che ha dato avvio alla fase di sviluppo concreto del progetto.
Il progetto prevede l’erogazione di n.30 “doti occupazione” dedicate a Minori Stranieri Non Accompagnati, i quali, dopo una prima fase di avvio e formazione (anch’essa finanziata dal progetto), possono
beneficiare di 375 ore di stage retribuito in azienda.
Nel mese di novembre 2013 si è dato avvio alla rendicontazione della prima tranche delle attività del
progetto; tale fase non è ancora conclusa.
L’importo complessivo del progetto è pari a 150.000 €, di cui 17.500€ destinati ad ASP IRIDeS.
• Emergenza Nord Africa:
Nel corso del 2013 è stata completata la rendicontazione del progetto “Emergenza Nord Africa” (periodo: aprile 2011-dicembre 2012) finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, attraverso
l’invio al Ministero stesso di tutta la documentazione necessaria alla giustificazione delle spese sostenute. All’interno di questo progetto sono stati rendicontati complessivamente: 669.419,76 €.
• Oltre la Strada:
Finanziamento attivo già da qualche anno per la tutela delle minori vittime della tratta.
L’implementazione del progetto è proseguita come di consueto, così come la relativa rendicontazione
delle spese alla Regione. Importo complessivo per il 2013: 25.098,52 €
Inoltre, nel corso del 2013, l’attività di Fund Raising è proseguita attraverso la ricerca e l’analisi di diversi altri bandi di finanziamento in linea con le attività dell’ASP.
In particolare si è lavorato sui seguenti progetti:
Pagina 10
A.S.P. IRIDeS
•
•
•
Relazione consuntivo 2013
A seguito del corso di progettazione europea organizzato nel dicembre 2012 dall’associazione Extrafondente di Bologna presso la sede dell’ASP Poveri Vergognosi, nel mese di gennaio 2013 si è dato avvio ad una collaborazione con la stessa ASP finalizzata all’ideazione di un progetto comune. Finora non si sono individuate linee di finanziamento d’interesse comune che possano garantire
qualche probabilità di successo.
Con la collaborazione dell’associazione Extrafondente di Bologna, nel mese di maggio 2013 ASP
IRIDeS ha partecipato a un Bando Progress dell’Unione Europea in qualità di Partner in un progetto
internazionale promosso dall’associazione EDEX di Bilbao. Tale progetto mirava a contrastare lo sviluppo del razzismo fra i giovani attraverso l’utilizzo di una piattaforma di e-learning. Tale progetto
non è stato ammesso al finanziamento.
Nell’autunno 2013 ASP IRIDeS ha lavorato per partecipare a ulteriori 3 bandi di finanziamento:
UNRRA (promosso dalle Nazioni Unite), FEI (Ministero dell’Interno) e ancora Progress (Unione Europea). Le condizioni d’incertezza sul futuro dell’ASP, collegate a difficoltà d’integrazione con i referenti dell’Amministrazione Comunale (che è individuata dai bandi come capo fila istituzionale),
hanno determinato l’impossibilità a partecipare attivamente ai bandi con progetti comuni.
Obiettivo S - Nuovi servizi educativi ed ausiliari nei nidi e scuole dell’infanzia comunali
Azioni:
∼ Analisi e miglioramento procedura di sostituzione del personale assente.
∼ Analisi e perfezionamento procedure di assunzione e di gestione amministrativa del personale.
∼ Razionalizzazione ed implementazione processi informatici per automatizzare lo svolgimento delle funzioni ripetitive e di inserimento dati.
∼ Gestione dei progetti di formazione del personale educativo ed ausiliario.
∼ Raccordo con i Quartieri e con i settori competenti del Comune di Bologna.
∼ Acquisizione del materiale necessario all'attività nei nidi e scuole dell’infanzia.
Nel corso del 2013 si sono svolte numerose azioni che si sintetizzano in:
•
•
•
•
•
•
Svolgimento di un’analisi e conseguente implementazione di una riorganizzazione delle funzioni interne ai diversi settori che operano nel processo di assunzione e gestione del personale;
Approvazione con le Determinazioni Dirigenziali n. 8 del 22/01/2013e n. 53 del 05/04/2013 e dopo
appositi incontri con OOSS, della "Disciplina interna per la gestione dei servizi ausiliari e dei servizi
educativi integrativi nei nidi e nelle scuole dell’infanzia comunali", in cui è definita la specifica organizzazione dei servizi e la gestione delle assenze a vario titolo del relativo personale e relative sostituzioni;
Adozione della Deliberazione consiliare n. 14 del 09/07/2013 "Ridefinizione della Dotazione Organica e dell’Organizzazione di ASP IRIDeS" al fine di istituire il nuovo settore "Servizi educativoscolastici 0-6" e prevedere in Dotazione il relativo personale;
Assunzione a tempo indeterminato di n. 74 Operatori ai servizi prima infanzia, a tempo pieno e part
time, dal 02/09/2013 per la gestione dei servizi ausiliari nei nidi comunali conferiti ad ASP IRIDeS
dal Comune di Bologna con Contratto di Servizio. (Det.Dir. n. 123 del 11/07/2013);
Assunzione a tempo indeterminato di 2 Istruttori Amministrativi, cat. C, mediante scorrimento della
vigente graduatoria di concorso pubblico, approvata con determinazione n. 128/2010.
(Del.Cons.n.24 del 27/11/2013);
Adozione, con determinazione dirigenziale n. 156/2013, di uno specifico sistema di valutazione del
periodo di prova del personale assunto a tempo indeterminato e determinato, mediante l’utilizzo di
Pagina 11
A.S.P. IRIDeS
•
•
•
•
Relazione consuntivo 2013
una specifica scheda di valutazione che prevede l'uso di parametri atti ad apprezzare aspetti tecnici
specifici del profilo professionale e aspetti comportamentali assunti nel contesto lavorativo;
Analisi punti di forza e criticità delle procedure adottate nell'anno scolastico 2012-2013;
Adozione, a decorrere da settembre 2013, della procedura di assunzione/sostituzione del personale
di nidi e scuole infanzia già in uso presso Comune di Bologna, attraverso sistema informativo unico
e integrato SISPE NET di gestione graduatorie concorsuali, elaborazione contratti, denunce SARE,
gestione giuridica ed elaborazione buste paga dei dipendenti;
Passaggio da sistema informativo fornito dalla ditta INFOLINE a nuovo sistema informativo SISPE
NET per gestione del personale di nidi e scuole dell'infanzia a decorrere all'anno scolastico 20132014. Analisi delle azioni necessarie per passaggio della gestione informatica di tutto il restante
personale dell'ASP a SISPENET, dall'01/01/2014, con conseguente internalizzazione elaborazione
buste paghe e denunce mensili ed annuali, precedentemente gestite attraverso Service esterno;
Adozione di una procedura comparativa prezzo/qualità attraverso il confronto tra fornitori MEPA e
fornitori esterni. Determina dirigenziale a contrarre n. 43 del 11/03/2013 avente per oggetto “Servizi ausiliari ed educativi integrativi nei nidi e nelle scuole comunali conferiti ad ASP IRIDeS: forniture degli indumenti e dei dispositivi di protezione”.
Obiettivo T - Aggiornamento delle procedure amministrative rispetto alle novità normative
Azioni:
∼
Analisi adeguamenti necessari alla normativa sulla Privacy.
∼
Analisi e implementazione adempimenti in materia di normativa Anticorruzione (L.190 del
06/11/2012).
Nel corso del 2013 è stata avviata l’analisi delle procedure interne e il confronto con la normativa vigente in
materia di rispetto della Privacy.
E’ stata adottata la Determinazione Dirigenziale n. 11 del 22/01/2013 "Approvazione disposizioni applicative interne in materia di procedimenti disciplinari."
Da evidenziare altresì l’Applicazione del nuovo” Regolamento di funzionamento del Consiglio di Amministrazione” adottato con Deliberazione n.9/2012, nonché l’analisi per l’applicazione della Legge Regionale di
riordino delle ASP, n. 12 del 26/07/2013.
In particolare, in occasione della nomina del nuovo CdA (deliberazione dell'Assemblea dei Soci n.06 del
14/11/2013) è stata eseguita la verifica delle cause di inconferibilità e incompatibilità dei Consiglieri, alla
luce della normativa regionale e della nuova legge anticorruzione n. 190/2012.
Avviata l’analisi della nuova normativa in materia di anticorruzione e trasparenza, di cui alla legge 6 novembre 2012, n. 190 “Disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell’illegalità nella
pubblica amministrazione”. Deliberazione Consiglio di Amministrazione n. 06 del 19/03/2013: Nomina del
Responsabile della prevenzione della corruzione. Deliberazione del CdA n. 23 del 27/11/2013: Nomina del
Responsabile per la trasparenza e integrità ai sensi del D.lgs. n. 33/2013, art. 43.
In base all’art. 1 c. 8 della L. 6/11/2012 n. 190 “Disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell’illegalità nella pubblica amministrazione” l’organo d’indirizzo politico entro il 31/1 di ogni anno
adotta il piano triennale di prevenzione della corruzione. In Asp IRIDeS è stato adottato con delibera del
CdA in data 31/1/2014.
Pagina 12
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
182 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content