close

Enter

Log in using OpenID

allegato - Comune di Prignano sulla Secchia

embedDownload
COMUNE DI PRIGNANO SULLA SECCHIA
PROVINCIA DI MODENA
SETTORE 4° - URBANISTICA EDILIZIA - AMBIENTE
Via Mario Allegretti, 216 – 41048 Prignano s/S (MO)
Marca
da
bollo
Prot.Uscita ........................... : 3069/14
Prot.Rif. .....................................1774/14
Permesso SUE n°............... :
41/14
IL RESPONSABILE DELLO SPORTELLO UNICO PER L’EDILIZIA
-
VISTA la richiesta presentata dal signor:
BURSI MATTIA: nato a Modena, il 06/01/1984 e residente in Prignano sulla Secchia (MO), via
Sassuolo III° tr. n. 3807, C.F. BRS MTT 84A06 F257P, nella sua qualità di proprietario;
assunta agli atti del Comune di Prignano sulla Secchia in data 30/04/2014, prot. 1774 ed integralmente
perfezionata in data 12/07/2014, tesa ad ottenere Permesso di Costruire, relativo alla realizzazione di un
edificio residenziale monofamiliare.
Su consistenza immobiliare sita in questo Comune, frazione Pigneto, via Sassuolo III°Tr.,
catastalmente identificata al foglio 12 particelle 8 e 325;
- VISTI gli elaborati progettuali presentati a corredo della domanda, a firma del progettista incaricato
Geom. Alessandro Rasponi, corredati della dichiarazione che, ai sensi dell’art. 481 del codice Penale,
assevera la conformità del progetto presentato, agli strumenti urbanistici adottati ed approvati, al
Regolamento Edilizio, alle norme di sicurezza ed a quelle igienico-sanitarie;
-
ACCERTATO che il richiedente ha titolo, ai sensi dell'art. 18, comma 1° della Legge Regionale
30/07/2013, n. 15, per ottenere il Permesso di Costruire;
-
VISTA la Legge Regionale 30/07/2013, n. 15 ;
-
VISTO il Piano Paesistico Reg/le approvato con Delibera del Consiglio Reg/le n. 1338 del 20/01/1993;
-
VISTO il Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale (PTCP) approvato con delibera del Consiglio
Provinciale n. 46 del 18/03/2009, testo vigente;
-
VISTO il Piano Assetto Idrogeologico (P.A.I.) di cui alla deliberazione del Comitato Istituzionale
dell’Autorità di Bacino del fiume Po, n.1/2002 del 13.03.2002, testo vigente;
-
VISTA la vigente strumentazione urbanistica comunale nonché il Regolamento Edilizio vigente;
-
VISTA l’allegata richiesta inerente la monetizzazione dei parcheggi di urbanizzazione primaria,
presentata ai sensi della D.G.C. n. 40/05 - lett. a), del 01/04/2005;
Pagina 1 di 7
-
VISTI i seguenti atti istruttori - Documenti ed atti integrativi::
Parere espresso dalla Commissione per la Qualità Architettonica ed il Paesaggio nella seduta del
22/05/2014, di seguito integralmente riportato: ”Favorevole nel rispetto delle prescrizioni impartite
dall’U.T.C. , del parere espresso da questa commissione nell’esame del progetto inerente l’adiacente
ampliamento del garage, di cui al P.C. 14/13. Si sottolinea inoltre che la soluzione scelta per l’interrato
(realizzazione parziale), appare sfavorevole ai fini della stabilità del fabbricato, in quanto potrebbe
determinare lesioni causate da cedimenti differenziati della struttura”;
-
Autorizzazione inerente l’esenzione temporanea dal vincolo idrogeologico, del 17/06/2014, prot. 3276,
agli atti al n. 2368 di prot. gen. del 19/06/2014;
-
Valutazione di clima acustico, L. 447/95, inoltrata in data 02/07/2014, registrata al n. 2878 di
protocollo;
-
Denuncia di deposito del progetto esecutivo riguardante le strutture di cui alla L.R. 19/08, agli atti al n.
di prot. generale 1776 del 30/04/2014;
-
Relazione tecnica di calcolo – “prestazione energetica del sistema edificio impianto”;
-
Documenti ed atti integrativi presentati in data 12/07/2014;
ed inoltre
-
Richiamato l’atto sindacale relativo al conferimento di posizione organizzativa;
-
fatti salvi e riservati i diritti di terzi;
RILASCIA
ai sensi dell’art.18 della L.R.15/2013
PERMESSO DI COSTRUIRE N. 41/14
Al signor:
• BURSI MATTIA: nato a Modena, il 06/01/1984, C.F. BRS MTT 84A06 F257P;
nella sua qualità di proprietario;
relativamente all’immobile sito in questo Comune, frazione Pigneto, via Sassuolo III° tr. n. 3807,
catastalmente censito al foglio 12, particelle 8 e 325;
Pagina 2 di 7
per la realizzazione dell’intervento edilizio richiesto, sotto l'osservanza delle vigenti disposizioni in materia
edilizia, di igiene, di polizia locale in conformità al progetto allegato e secondo la perfetta regola d'arte,
nonché sotto l'osservanza delle prescrizioni e rispetto delle avvertenze di seguito riportate:
1. AVVERTENZE
a) I diritti dei terzi devono essere salvi, riservati e rispettati in ogni fase dell’esecuzione dei lavori;
b) Ai sensi della L.R. 25.11.2002, n.31, i lavori dovranno essere iniziati entro mesi 12 dalla data di
rilascio del presente provvedimento e dovrà essere fornita tempestiva comunicazione al IV° Settore
Edilizia – Urbanistica e Ambiente , sottoscritta dal Direttore dei Lavori e dall’Impresa esecutrice. Il
mancato inoltro della Comunicazione di Inizio dei Lavori, entro i termini di legge determinerà
l’applicazione del provvedimento di cui al successivo punto 2. DECADENZA. ;
c) i lavori dovranno essere ultimati, in modo tale da rendere agibile entro e non oltre il termine di mesi 36
dalla data di rilascio del presente provvedimento, e cioè entro e non oltre il 12/07/2017;
d) Decorsi tali termini il Permesso decade di diritto per la parte non eseguita, la realizzazione della parte
dell’intervento non ultimata nel termine stabilito è subordinata a nuovo titolo abilitativo per le opere
ancora da eseguire;
e) il titolare del Permesso di Costruire, il committente, il direttore dei lavori e l’assuntore dei lavori sono
responsabili di ogni inosservanza delle norme generali di leggi e di regolamenti, come delle modalità
esecutive fissate nel presente, ai sensi del D.P.R. 380/2001 e della L.R. 21/10/2004, n. 23;
f)
si deve evitare in ogni caso di ingombrare le vie e gli spazi pubblici adiacenti e devono essere adottate
tutte le cautele atte a rimuovere ogni pericolo di danno a persone e alle cose;
g) per eventuali occupazioni di aree e spazi pubblici si deve ottenere apposita autorizzazione da parte del
competente Comando di Polizia Municipale. Le aree e gli spazi così occupati devono essere restituiti
nello stato originario, a lavoro ultimato o anche prima per richieste della Pubblica Amministrazione, nel
caso in cui la costruzione sia abbandonata o sospesa senza motivazione;
h) il rilascio del presente Permesso di Costruire non vincola il Comune in ordine ai lavori che il Comune
stesso intenda eseguire per adeguare i propri servizi in conseguenza dei quali non possono essere
pretesi compensi o indennità salvo quanto previsto da leggi, regolamenti o contratti;
i)
il Permesso di Costruire è irrevocabile. Esso decade con l’entrata in vigore di contrastanti previsioni
urbanistiche, salvo che i lavori siano già iniziati e vengano completati entro il termine stabilito nel
permesso stesso;
j)
il presente Permesso di Costruire riguarda esclusivamente le opere e gli interventi richiesti, non estende
i suoi effetti né comporta alcuna valutazione su altre parti dell’immobile/area pur descritte negli elaborati
grafici, né costituisce sanatoria di eventuali abusività edilizie che non risultino specificate espressamente
dal richiedente.
Pagina 3 di 7
A NORMA DELL’ART. 29 L.R.15/13 IL CONTRIBUTO di COSTRUZIONE E’ DETERMINATO IN
COMPLESSIVI:
€ 21.613,57
così suddiviso:
-
ONERI DI URBANIZZAZIONE PRIMARIA (U1)
€ 3.145,25;
-
ONERI DI URBANIZZAZIONE SECONDARIA (U2):
€ 3.145,25;
-
CONTRIBUTO AFFERENTE IL COSTO DI COSTRUZIONE:
€15.323,07;
-
Importo relativo alla monetizzazione dei parcheggi di
urbanizzazione primaria:
€ 12.113,06;
Tot
€ 33.726,63;
di cui:
-
il 100% € 33.726,63 - Versati con bonifico C.R.O. n. 58994040212 – N.D. 198637 del 09/07/2014
2. DECADENZA
Il Permesso di Costruire decade :
(a) qualora i lavori non siano ultimati entro la data stabilita nel presente provvedimento, il Permesso di
Costruire decade. Su richiesta presentata anteriormente alla scadenza, entrambi i termini possono
essere prorogati per una sola volta, per fatti estranei alla volontà del titolare del permesso;
(b) con l’entrata in vigore di contrastanti previsioni urbanistiche. Salvo che i lavori siano già iniziati e
vengano completati entro il termine stabilito nel Permesso stesso.
3. DESTINAZIONI D’USO
L’intervento edilizio dovrà essere realizzato con le caratteristiche risultanti dagli elaborati grafici allegati al
presente provvedimento autorizzando la seguente destinazione d'uso : edilizia residenziale – funzione
abitativa;
4. PRESCRIZIONI PARTICOLARI E ADEMPIMENTI OBBLIGATORI PREVISTI DALLA
LEGISLAZIONE VIGENTE IN MATERIA DI EDILIZIA
•
Vengano osservate le prescrizione come sopra formulate e riportate nel presente titolo abilitativo;
•
Il presente permesso di costruire vale anche quale autorizzazione alla installazione di baracche di
cantiere, limitatamente ai termini di validità della presente concessione edilizia;
•
Devono essere osservate le norme, disposizioni e prescrizioni costruttive di cui alla L.1086/71 in merito
alle opere in conglomerato cementizio normale e precompresso ed a strutture metalliche. Prima
dell’inizio dei lavori di qualsiasi struttura in conglomerato cementizio armato, normale, precompresso ed
a struttura metallica, il Costruttore dovrà procedere alla denuncia delle opere, a norma del D.L.n.229 del
16.11.1969 e della L.1086/71, al Servizio Sportello Unico dell’Edilizia;
•
Devono trovare applicazione tutte le norme sulla prevenzione degli infortuni sul lavoro;
Pagina 4 di 7
•
Contestualmente all’inizio dei lavori deve essere collocata, all’esterno del cantiere, ben visibile al
pubblico, una tabella con le seguenti indicazioni non esaustive: Ditta proprietaria, Impresa,
Progettista, Direttore dei Lavori, estremi del presente titolo abilitativo, della eventuale
autorizzazione paesaggistica, del Coordinatore per la sicurezza nella fase di progettazione e
nella fase di esecuzione dei lavori, ecc.);
•
Ogni sostituzione dell’impresa costruttrice e del direttore dei lavori dovrà essere tempestivamente
comunicata al Servizio Sportello Unico.
5. VIGILANZA
Nell’esercizio dei compiti di vigilanza sull’attività edilizia, il Servizio Sportello Unico per l’Edilizia verifica la
corrispondenza delle opere in corso di realizzazione al Permesso di Costruire.
Qualora si riscontri l’inosservanza delle prescrizioni e delle modalità di intervento contenute nel Permesso,
fatto salvo quanto previsto per le variazioni minori, il Responsabile del Servizio assumerà i provvedimenti
sanzionatori degli abusi accertati, secondo quanto previsto dalla legislazione statale vigente.
6. VARIAZIONI ESSENZIALI
Le modifiche al permesso di costruire, che si rendessero necessarie dopo l’inizio dei lavori, sono soggette
alla presentazione di nuova richiesta di permesso di costruire qualora riguardino anche una sola variazione
tra quelle definite all’art.23 L.R.31/02, lettere a),b),c),d) ed f), oppure modifichino in modo sostanziale gli
effetti delle azioni sismiche sulla struttura.
7. VARIAZIONI MINORI IN CORSO D’OPERA
Le variazioni all’intervento in oggetto, se conformi agli strumenti di pianificazione e alla normativa urbanistica
ed edilizia, qualora apportate in corso d’opera, sono soggette alla presentazione di segnalazione
certificata di inizio attività nel caso determinino scostamenti e aumenti di cubatura e di superfici fino ai
limiti stabiliti dall’art.41 L.R.15/13, comma 1°, lettere b), c), d). La denuncia inizio attività può essere
presentata anche successivamente alla realizzazione delle variazioni, ma comunque prima della
comunicazione di ultimazione dei lavori.
8. ADEMPIMENTI SUCCESSIVI ALL’ULTIMAZIONE DEI LAVORI
Ultimati i lavori, e comunque prima di utilizzare l’opera, come infra consentita, il titolare del permesso di
costruire o il soggetto che ha presentato la denuncia di inizio attività, ovvero i loro successori o aventi causa,
sono tenuti a richiedere, entro e non oltre 15 (quindici) giorni dalla data di ultimazione dei lavori, il certificato
di conformità edilizia e agibilità ai sensi dell’art.23 della L.R.15/13, con apposita domanda rivolta al
Dirigente/Responsabile del Servizio per i seguenti interventi:
a) interventi di nuova edificazione (lettere da g.1 a g.7 dell’allegato alla L.R. 15/13);
b) interventi di ristrutturazione urbanistica;
c) interventi di ristrutturazione edilizia.
Pagina 5 di 7
Per gli interventi edilizi non compresi nelle lettere precedenti, deve essere presentata la Scheda Tecnica
Descrittiva di cui all’art.23 L.R.15/13; la dichiarazione di conformità del professionista abilitato, contenuta
nella STD tiene luogo del certificato di conformità edilizia e agibilità.
Il ritardo o la mancata presentazione del certificato di conformità edilizia e agibilità e la
mancata trasmissione al Servizio sportello Unico della Scheda Tecnica Descrittiva, comporterà
l’applicazione della sanzione amministrativa pecuniaria da 100,00 a 1000,00 Euro.
9. PUBBLICITA’ DEL PROVVEDIMENTO
Copia del presente provvedimento è trasmessa a cura dello Sportello Unico dell’Edilizia al locale Comando di
Polizia Municipale, affinché venga assicurata una costante vigilanza anche in tema di circolazione stradale e
di occupazione di suolo pubblico.
Del rilascio del presente Permesso di Costruire verrà data notizia al pubblico mediante affissione all’albo
Pretorio. Chiunque potrà prendere visione presso lo Sportello Unico dell’Edilizia del provvedimento
unitamente agli elaborati allegati e richiedere al Sindaco, ai sensi dell’art.27 della L.R. 15/13, entro 12
(dodici) mesi dal rilascio, l’eventuale riesame per contrasto con le disposizioni di legge o con gli strumenti di
pianificazione territoriale e urbanistica, ai fini dell’annullamento o della modifica del permesso di costruire.
Durante il periodo di validità del permesso di costruire, lo Sportello Unico dell’ Edilizia verificherà la
corrispondenza delle opere in corso di realizzazione, su un campione di almeno il 25% degli interventi
realizzati.
10.
PRESCRIZIONI SPECIALI
a. Antecedente l’inizio dei lavori dovranno essere comunicati, al IV° Settore:
1.
dichiarazione delle imprese coinvolte nella realizzazione dell’opera, dell’organico medio annuo,
distinto per qualifica, nonché una dichiarazione relativa al contratto collettivo stipulato dalle
organizzazioni sindacali comparativamente più rappresentative, applicato ai lavoratori dipendenti;
2.
visura camerale delle imprese attestante l’iscrizione alla camera di commercio, industria e
artigianato;
3.
documento unico di regolarità contributiva;
4.
nominativo di un tecnico abilitato quale Direttore dei Lavori;
5.
Dichiarazione del committente o del responsabile dei lavori, attestante la verifica dell’ulteriore
documentazione indicata all’art. 90 comma 9 lettere a), b) e c) del D.Lgs 81/2008 e s.m.i.;
c. Dovranno essere rispettate tutte le condizioni e prescrizioni riportate nel parere espresso dalla
Commissione per la Qualità Architettonica ed il Paesaggio nella seduta del 22/05/2014, come riportate in
premessa;
d. Dovranno essere rispettate tutte le indicazioni riportate nella relazione geologico - geotecnica a firma del
Dott. Raffaele Manelli, Geologo e nella relativa autorizzazione alla sospensione temporanea del vincolo
idrogeologico;
Pagina 6 di 7
e. Dovranno essere rispettate tutte le indicazioni riportate nella valutazione di clima acustico, redatta ai sensi
della L. 447/95, a firma del p.a. Fabrizio Cobianchi, inoltrata in data 02/07/2014, registrata al n. 2878 di
protocollo;
f. Dovranno essere rispettate tutte le indicazioni riportate nella Relazione tecnica di calcolo – “prestazione
energetica del sistema edificio impianto” , a firma del p.i. Gian Luca Gatti;
g. Dovrà essere rispettata la normativa in materia sismica, come da documentazione depositata;
h. Si dovranno osservare e rispettare in ogni loro parte tutte le prescrizioni e condizioni contenute nel parere
rilasciato dal “Hera s.p.a.”, relativamente alla depurazione dei reflui e all’allacciamento in pubblica
fognatura.
11. ALLEGATI
Si allega al presente provvedimento un esemplare delle tavole progettuali presentate, timbrate e vistate,
costituite da :
•
Asseverazione ai sensi dell’art. 481 del c.p. ;
•
Tavola n. 01 “Planimetria della sistemazione esterna”;
•
Tavola n. 02 “Sezioni - prospetti”;
•
Tavola n. 03 “Planimetria generale dimostrativa dei parametri urbanistico - edilizi”;
•
Tavola n. 04 “Planimetria con schema di raccolta dei reflui domestici”;
•
Relazione geologica.
Prignano s/S lì, 12/07/2014
Il Responsabile del Settore
Geom. Pellegrino Tonelli
………………………………..
Il sottoscritto/a geom. ____________________, in qualità di Addetto al IV° Servizio Urbanistica – Edilizia e
Ambiente dichiara di avere consegnato oggi, l’originale del permesso di costruire, corredato dei relativi
allegati al:
Sig.
nella qualità di:
documento:
Proprietario/avente titolo:
Tecnico incaricato
Delegato/altro
Prignano sulla Secchia lì _______________________
L’addetto dello Sportello
....................................
Per ricevuta
…………………………………..
Pagina 7 di 7
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
123 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content