close

Enter

Log in using OpenID

articolo - Azienda ULSS 21

embedDownload
38 Provincia
L'ARENA
Martedì 17 Giugno 2014
BASSO VERONESE
Via Alessandro Benedetti, 4 - Legnago | Telefono 0442.20600 Fax 0442.27609
[email protected]
LEGNAGO. Iladri hanno assaltatol’officina nel pomeriggio usandouna vettura come ariete ecausandogravi danni
«Spaccata»daMasieroinpienogiorno
Volevano una Bmw ma non
sono riusciti a rubarla
hanno urtato altre auto e
sono fuggiti su un furgone
Difficile immaginare con quale determinazione e sicurezza
abbia commesso il colpo la
banda che sabato scorso ha fatto intrusione, provocando decide di migliaia di euro di danni, alla Masiero gomme. I malviventi hanno sfondato l’ingresso dell’officina meccanica, usando un’automobile come ariete, alle 18.30, cioé anco-
ra in pieno giorno e, a giudicare da quanti danni hanno provocato all’interno, se ne debbono essere andati non prima di
una mezz’ora. Tutto ciò senza
curarsi di essere in una zona
affatto isolata - la Masiero
gomme si trova in zona artigianale di San Pietro, vicinissima
ad un hotel e ad altre aziende e senza preoccuparsi che il frastuono provocato venisse sentito o che si presentasse qualcuno all’improvviso.
Una baldanza, quindi, che inquieta. E profondamente inquietati sono tutt’ora i proprie-
tari dell’officina, un centro
che si occupa di molti servizi
ed è tra i più noti della Bassa.
La Masiero non aveva mai subito furti ma quello che è successo sabato è stato devastante.
Prima di tutto, come dicevamo, lo sfondamento dell’ingresso a porte scorrevoli dove
vi transitano le auto in entrata
ed uscita dall’officina. Quindi,
i banditi, un volta all’interno
del capannone, hanno subito
puntato ad una Bmw ma non
ce l’hanno fatta a portarla fuori - e a rubarla - per un palo dis-
suasore: nel tentativo di farla
uscire dalla ditta, comunque,
l’auto è stata seriamente danneggiata ed è stata abbandonata. Non solo, ma nelle complesse manovre per impossessarsi
della Bmw, i ladri hanno urtato altre macchine della rimessa, spaccandole in vari punti.
Abbandonata
l’impresa
Bmw, i ladri rubato un furgone e se ne sono andati con quello. Ma non era il furgone che
volevano, forse perché poco
adatto ad altri utilizzi, come altri furti o alla vendita, perciò,
arrivati a Castelguglielmo, in
provincia di Rovigo, dopo il Canalbianco, gli hanno appiccato fuoco, distruggendolo.
Anche ieri mattina - a due
giorni dall’incursione - i proprietari erano intenti alla conta dei danni provocati nella loro officina di via Enrico Fermi
1 ed è una somma non ancora
quantificabile ma, purtroppo,
a molti zeri.
Sul posto sono intervenuti i
carabinieri di Legnago per i rilievi ma, a quanto pare non vi
sono tracce e riferimenti utili
per individuare la banda degli
spavaldi malviventi. • D.A.
L’ingressocon levetratedivelte daMasierogomme DIENNE FOTO
LEGNAGO. Il nuovopiano peril socialedell’Ulss 21punta acreare sollievoe arisponderesempre meglioalle emergenze LEGNAGO
Nuoviserviziperl’Alzheimer
eaiuti afamiglie e disoccupati
Laboratoriper la memoria
ospitalitàagli anziani infermi
sostegnoallemammeindifficoltà
ecentraleoperativad’intervento
Fabio Tomelleri
Tre centri di aggregazione per
i malati d’Alzheimer, lo spostamento della riabilitazione degli anziani dagli ospedali alle
case di riposo ma anche progetti di sostegno alle famiglie
in difficoltà. Di fronte ad una
popolazione che invecchia ed
è sempre più fragile e la necessità di conciliare tutto ciò con i
morsi della crisi economica,
l’Ulss 21 ha definito nuovi interventi per i 155mila residenti dei 25 Comuni di competenza.
Così, il piano di zona socio-sanitario della Bassa, definito il
«Prg del sociale» da Raffaele
Grottola, direttore dei Servizi
sociali dell’Ulss, è stato approntato per impegnare i
77milioni di euro previsti per
quest’anno per gli interventi
del settore. Tra le nuove iniziative, che partiranno in estate e
rimarranno operative per un
anno, ci sono i «Laboratori della memoria», centri di incon-
tro dove i malati di Alzheimer
potranno ritrovarsi e partecipare ad attività di stimolazione della mente, seguiti da educatori specializzati. Il modello
proposto nella Bassa sarà simile a quello già attivo in altre zone della provincia, come a San
Giovanni Lupatoto dove, a cadenza settimanale, anziani affetti da demenza senile, insieme ad altri senza patologie,
trascorrono pomeriggi assieme seguiti da un’esperta di
musicoterapia.
«Verranno attivati tre centri
di sollievo di questo tipo nel
territorio», dice Grottola,
«per consentire alle famiglie
di lasciare i loro parenti malati in un posto sicuro, alleviandole per qualche ora alla settimana dalla preoccupazione di
seguire i parenti affetti da Alzheimer. Per tale iniziativa, la
Regione ha contribuito con
42mila euro». L’azienda sanitaria, con i sindaci dell’Ulss 21,
definirà le sedi dei tre centri.
«Sicuramente ce ne sarà uno
per la zona di Legnago e Ce-
Anzianinella casadi riposo, semprepiùservizi di sollievo
Ildirettore Massimo Piccoli
rea, un altro per quella di Bovolone e Zevio ed uno per il Nogarese». L’Ulss 21 ha già iniziato
a contattare associazioni di vo-
lontariato ed enti con i quali
potrà collaborare al servizio.
«Tra le realtà adatte a condividere il progetto», prosegue
Grottola, «ci sono il centro Auser di Legnago e la casa di riposo di Nogara: in entrambi i
centri sono state avviare iniziative per gli affetti da demenza
senile: i Caffè Alzheimer».
Un altro fronte su cui sta operando con l’Ulss 21 per la terza
età è quello della riabilitazione, in centri esterni, di anziani
che hanno subito fratture.
«Dall’inizio dell’anno, i pazienti della terza età», prosegue Grottola, «momentanea-
mente infermi e privi di una rete familiare di supporto, sono
ospitati temporaneamente in
circa la metà delle 16 case di
riposo del territorio, compresa quella di Legnago. Ciò ci ha
permesso di seguire al meglio
almeno 32 anziani al mese,
senza occupare posti ospedalieri». Entro la fine di giugno,
inoltre, sarà completata la
Centrale operativa territoriale
(Cot), ovvero il «pronto soccorso» del sociale che si troverà
nella sede amministrativa dell’Azienda sanitaria. «La centrale operativa», spiega il direttore generale Massimo Piccoli, «sarà guidata da operatori sanitari, del sociali e amministrativi, coordinati da un
professionista, funzionerà per
sei mesi, in via sperimentale
per classificare le richieste assistenziali ed attivare quindi
medici o assistenti sociali nei
vari comuni o distretti».
È ancora in cantiere, infine,
l’attivazione di una «Banca
della speranza», basata sul
«credito sociale» a favore delle famiglie sfrattate, colpite
dalla crisi economica. «Sarà
previsto l’aiuto di 60 mamme
con figli a carico», conclude
Grottola, «e 45 disoccupati. Sapremo solo a settembre se ci
saranno i finanziamenti necessari per attivare la rete». •
© RIPRODUZIONERISERVATA
BOVOLONE.Scuola
Ballottaggio
darifare?
Centrodestra
ricorreal Tar
Iragazzi
«parlano»
conilMenago
evincono
La lista «Centrodestra Legnago» è pronta a chiedere al Tribunale amministrativo regionale la revisione dei risultati
delle Comunali del 25 maggio.
Il gruppo presieduto da Nico
Dalla Via, che assieme ad altre
tre civiche appoggiava il candidato sindaco, nonché ex assessore del Pdl Paolo Longhi, nei
prossimi giorni depositerà al
Tar del Veneto un ricorso con
una duplice istanza. «Da un lato chiederemo un nuovo conteggio delle schede nulle», dice il segretario della civica Roland Tedesco, «e dall’altro domanderemo che venga annullato l’esito delle votazioni del
seggio 10 di San Pietro». Proprio il risultato del voto nella
frazione era stato decisivo per
il sorpasso di Loris Bisighin candidato della cordata formata da Lega Nord, Forza Italia
ed Unione cattolici legnaghesi
- su Longhi, avvenuto con uno
scarto minimo di 32 voti a favore del primo. Punti che avevano assegnato a Bisighin il diritto di disputare il ballottaggio
con Clara Scapin, escludendo
Longhi.
«Dopo che il 25 maggio era
già stato chiuso il seggio della
frazione», evidenzia Tedesco,
«il presidente è stato convocato nella sala giunta del municipio per un ulteriore verifica,
senza che vi fosse la presenza
dei vari rappresentanti di lista». • F.T.
Gita premio di fine anno al
Sea Life Acquarium di Gardaland, grazie a un’opera digitale sul Menago. Le classi terza
B e terza C delle elementari di
Bovolone sono state premiate
per l’elaborato multimediale,
realizzato al computer, «Ciao,
sono il Menago», con il quale
hanno partecipato al concorso «La nostra provincia…in
ogni angolo un mondo che comincia!», indetto dalla Provincia di Verona in collaborazione con l’Ufficio scolastico territoriale e Gardaland Sea Life
Aquarium. Si tratta di un progetto di valorizzazione del territorio che ha coinvolto studenti di elementati e medie di
Verona e provincia. Il tema di
quest’anno era la valorizzazione del territorio attraverso la
descrizione dell’attività svolta
lungo i corsi d’acqua della pianura veronese: «Acqua: fonte
di vita, energia e creatività».
Gli alunni della «Scipioni»
di Bovolone, sono stati tra i vincitori del concorso. Con i loro
disegni, pensieri e ricerche sono diventati «reporter ambientali», hanno immaginato
di parlare con il piccolo corso
d’acqua, hanno fatto parlare il
Menago che ha raccontato della sua storia, della sua flora e
della sua fauna, dei suoi parchi. E insegnato il rispetto per
l’ambiente e che nella vita «bisogna andare sempre avanti
come fa lui». • RO.MA.
LEGNAGO. Memorialalla «Briscese»con centogiocatori classe2007
LEGNAGO. Per chinon c’èpiù eperleadozioni
CASALEONE. Musica,cibo ebirraper12 sere
Un pomeriggio di sport per ricordare, e rendere omaggio a
tutti i caduti dell’Ottavo Reggimento Genio Guastatori Paracadutisti Folgore. È quanto accaduto alla caserma «Briscese» dove si è disputato il Memorial Guastatori Paracadutisti 2014, manifestazione non
competitiva di calcio a cinque.
Protagonisti dell’evento, organizzato con Anget, ANPd’I,
Ana e patrocinio di Avis ed Aido, sono stati un centinaio di
bambini, classe 2007, categoria primi calci, provenienti da
sette società calcistiche di Legnago centro (con due squa-
Sport nel ricordo dei giovani
della frazione che non ci sono
più. Ha preso il via nei campi
sportivi parrocchiali di Vangadizza il Torneo alla vita, organizzato da Polisportiva Vangadizza, circolo Noi e gruppo festeggiamenti. La manifestazione finirà il 18 luglio. A contendersi il trofeo 2014, 10 squadre
di calcio a sette. Previsti premi
per la squadra vincente, miglior portiere, giocatore, capocannoniere e miglior giovane.
Le partite si giocheranno alle
21 e alle 22. Si riprende domani per proseguire il 20, 23, 25,
27 e 30 giugno; il 2, 3, 7 e 10
Dodici giorni di musica, buon
cibo e fiumi di birra. Si aprirà
domani e terminerà il 29 giugno, al parco dell’Unità di Casaleone, il «St. Georgen Festival», appuntamento rinnovato e cresciuto negli anni, che
mira a diventare punto di riferimento per gli appassionati
della musica live e della cucina bavarese.
Ad aprire sarà il contry degli
«House of all»; giovedì 19 toccherà al rock de «I Scream».
Gli ospiti più famosi sono attesi sabato 21: i «The Fire», gruppo milanese capitanato da Olly Riva. Dal 2005 i The Fire di-
Minicalciatori incamponel ricordo «Torneo perlavita»
deiparàcadutidurante lemissioni Vangadizza è solidale
dre), Bevilacqua, Casaleone,
Cerea (con due sodalizi), San
Pietro di Legnago e Villa Bartolomea. Al termine delle partite, sono stati consegnati, a puro titolo simbolico, trofei e medaglie a ciascun mini calciatore.
Momento particolarmente
commovente del Memorial,
che ha visto la presenza di circa 500 ospiti, è stata la deposizione della corona al monumento ai caduti in piazza d’armi. Oltre a sottolineare l’importanza dello sport, «la manifestazione», ha detto il colonnello Domenico D’Ortenzi, co-
mandante dell’Ottavo Reggimento, «vuole commemorare
in modo gioioso quanti dei nostri ragazzi hanno sacrificato
la propria vita per gli ideali di
Patria, libertà e solidarietà. A
loro va il nostro più commosso pensiero, certi che da lassù
saranno contenti di vedere
tanta gente felice prendere
parte ad una così bella iniziativa». Ulteriore soddisfazione
per i parà è stata la raccolta
fondi. I duemila euro raccolti
andranno al Centro Aiuto Vita
di Casette, impegnato a sostenere situazioni di maternità
difficili. • E.P.
luglio. In calendario due eventi speciali: l’8 luglio, il torneo
dei «Piccoli» e il 16 luglio delle
«Vecchie glorie».
«L’obiettivo del torneo», spiega Stefano Croin, della Polisportiva, «è offrire sano divertimento nel ricordo degli amici scomparsi troppo presto.
Quindi, d’accordo con i genitori di questi ragazzi e con la comunità Regina Pacis di Verona, proseguiremo l’adozione a
distanza di Joao, un bambino
brasiliano di 9 anni al quale,
con le offerte del torneo, cerchiamo di dare una vita migliore». • E.P.
Rockinsalsabavarese
alSt.GeorgenFestival
vidono il palco con Deep Purple, Iggy Pop, Alice Cooper,
The Damned, Fall OutBoy,
Kaiser Chiefs, Gotthard, Satanic Surfers, Nashville Pussy e
altri. Altri big, la band «Alteria», venerdì 20, e i «Seta», il
27 giugno, formazione di musicisti tutti del Basso veronese.
A curare la gastronomia ci
penseranno gli staff dei locali:
The Corner di San Pietro di Legnago, Tarifa e Roses american bar, entrambi di Cerea.
Ampio spazio alla cucina bavarese e alla birra del birrificio tedesco St. Georgen. Ingresso
gratuito. • F.S.
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
114 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content