close

Enter

Log in using OpenID

. CIG [6064033655] 1 - Comune di Bucciano

embedDownload
Prot. N° 4556 del 18/12/2014
BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA
(art. 55,art. 124, lett. a) c. 6, artt. 82 e 86 del DL.vo n. 163/2006 e s. i e m. ,
nonché disposizioni normative della L.R. n. 3/2007 e s. i e m. e Regolamento di Attuazione n. 7/2010)
PER L'APPALTO DEL SERVIZIO RACCOLTA, TRASPORTO E SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SOLIDI
URBANI, DEGLI ASSIMILABILI E DEI MATERIALI DA AVVIARE AL RECUPERO E LO SPAZZAMENTO
DELLE STRADE.
CIG [6064033655]
SEZIONE I – STAZIONE APPALTANTE
1.1) Denominazione - Indirizzo Ufficiale
Denominazione: Comune di Bucciano (BN) Ufficio Tecnico comunale - Responsabile del Procedimento - via
Provinciale n. 14, 82010 Bucciano (BN) – Telefono 0823712742 Fax 0823714312 - Posta elettronica (e-mail)
[email protected] Indirizzo Internet (URL) www.comune.bucciano.bn.it
I.2) Provvedimenti di approvazione e validazione della procedura, fonte di finanziamento
Atto di approvazione capitolato speciale d’appalto e documentazione allegata:delibera di G.C. n. 82 del 12/12/2014
Determina Procedura Gara n. 208 del 18/12/2014
Fonte di finanziamento: Bilancio Comunale
I.3) Pubblicazione del bando e dell’esito (ex art. 124, c. 5 DLgs 163/06 e s.m.i. ).
Il presente bando e i relativi allegati sono pubblicati :
- Gazzetta ufficiale della Repubblica Italiana
- sul sito del comune : www.comune.bucciano.bn.it
- all’albo pretorio online della stazione appaltante;
- sul sito internet del Ministero: www.contrattipubblici.it;
Analogamente sarà pubblicato l’esito della gara.
I.4) Luogo di svolgimento della gara
La gara, in seduta pubblica, avrà luogo il giorno 14 Gennaio 2015 alle ore 10:00, presso il Municipio, sede della
stazione appaltante in via Provinciale n. 14 – 82010 Bucciano (BN). Qualora la gara per qualsivoglia motivo non
dovesse svolgersi nella seduta sopra riportata, sarà cura della stazione appaltante comunicare, tramite fax, ai concorrenti
partecipanti il giorno ed il luogo della seduta pubblica della gara, in oggetto, senza che gli stessi possono accampare
alcuna pretesa al riguardo. Il Presidente, inoltre, ha la facoltà di sospendere e/o rinviare le sedute, di cui innanzi, a data
e ora da stabilirsi nel caso insorgano complesse problematiche interpretative inerenti alla gara stessa, dandone
comunicazione ai concorrenti a mezzo fax.
I.5) Termine di presentazione delle offerte
Le offerte dovranno pervenire, pena l’esclusione dalla gara, al Comune di Bucciano Ufficio protocollo entro le ore
13:00 del giorno 12 gennaio 2015
SEZIONE II – OGGETTO, LUOGO E TEMPI DI ESECUZIONE DELL’APPALTO
II.1) Oggetto e luogo di esecuzione
L’oggetto dell’appalto è analiticamente descritto agli articoli 1 del capitolato speciale d’appalto allegato al presente
bando.
II.2) Durata dell’appalto :
1
La durata del servizio è fissata in 24 (mesi) mesi, con decorrenza dalla data di sottoscrizione del contratto.
Qualora il comune intenda aderire o sia per legge tenuto a forme di gestione del servizio dei rifiuti urbani a livello
consortile o provinciale o comunque sovracomunale, il Comune potrà recedere dal contratto inviando alla ditta
aggiudicataria, con preavviso di almeno due mesi, raccomandata con avviso di ricevimento. In caso di recesso la ditta
aggiudicataria avrà diritti esclusivamente ai compensi per il servizio svolto, senza null’altro a pretendere.
SEZIONE III – PRESTAZIONI ED IMPORTO A BASE D’APPALTO
III.1) Importo a base di gara
L’importo a base d’asta è fissato in € 192.000,00 (euro centonovantaduemila/00) IVA esclusa
L’importo annuo così determinato è da intendersi remunerativo in funzione delle prestazioni disciplinate dal presente
capitolato d’appalto per implicita ammissione della Ditta aggiudicataria. Gli oneri di smaltimento di TUTTI I RIFIUTI,
AD ECCEZIONE DELLA FRAZIONE ORGANICA, SONO A CARICO DELLA DITTA AGGIUDICATARIA.
I proventi della raccolta differenziata corrisposti dalle Piattaforme sono di spettanza della ditta.
III.3) Subappalto
La Ditta aggiudicataria, in sede d’offerta, dovrà dichiarare se intende procedere al subappalto ad altra impresa di alcuni
servizi oggetto dell’appalto o parte di essi, specificando quali, ai sensi dell’articolo 118 del D.lgs. 163/2006.
In caso di assenza di dichiarazione di subappalto in fase di gara l’Amministrazione Comunale non concederà nessuna
autorizzazione in tal senso.
In ogni caso la ditta subaffidataria dovrà:
• possedere tutte le qualifiche e le autorizzazioni previste dalla normativa vigente per l’espletamento dei servizi
subappaltati, nonchè essere in possesso di tutti i requisiti indicati nel bando di gara;
• osservare le prescrizioni in materia di subappalti previsti dell’articolo 118 del D.lgs. 163/2006 e successive
modifiche ed integrazioni. La Ditta aggiudicataria resta comunque totalmente responsabile nei confronti del
Comune dello svolgimento di tutti i servizi previsti ne presente capitolato.
Rimane in ogni caso vietata la cessione totale o parziale del contratto ai sensi dell’art. 116 del D.Lgs 163/2006 senza la
preventiva autorizzazione del Comune, sotto pena l’immediata risoluzione del contratto stesso ed il rimborso delle spese
e dei danni da esso derivanti.
In caso di subappalto, la stazione appaltante provvederà a corrispondere direttamente al subappaltatore l’importo dovuto
per le prestazioni dagli stessi eseguiti.
SEZIONE IV – DOCUMENTI DI GARA, CONSULTAZIONE E ACQUISIZIONE ATTI
IV.1) Documenti di gara –
I documenti a base dell’appalto sono: il capitolato speciale d’appalto e lo schema di contratto.
IV.2) Consultazione e acquisizione
I documenti e gli elaborati, che sono alla base dell’appalto, devono essere consultati presso l’Ufficio Tecnico di questo
Comune nei giorni di lunedì, martedì, mercoledì, giovedì e venerdì (ore 10:00 - 13:00); nel giorno di lunedì e
mercoledì (ore 16:30 – 17:30) ; analogamente, dovrà essere effettuato sopralluogo sui siti interessati.
Ai seguenti soggetti, autorizzati alla visione della predetta documentazione d’appalto, dietro presentazione di richiesta
scritta, verrà rilasciato l’attestato di eseguita presa visione dei documenti d’appalto e sopralluogo (da allegare alla
documentazione di gara) ed i modelli timbrati e vidimati da allegare alla documentazione di gara :
• Titolare o Legale rappresentante dell’impresa/società munito di documento di riconoscimento in corso di validità,
nonché di idonea certificazione rilasciata dalla C.C.I.A.A., dalla quale risulti la carica ricoperta;
• Direttore Tecnico dell’impresa/società nonché di idonea certificazione rilasciata dalla C.C.I.A.A., dalla quale
risulti la carica ricoperta;
• Incaricato munito di documento di riconoscimento, in corso di validità e delega semplice, nonché di idonea
certificazione rilasciata dalla C.C.I.A.A., dalla quale risulti il nominativo dell’impresa/società.
I soggetti di cui sopra, ognuno in rappresentanza di una sola impresa, potranno ritirare l’attestato e la documentazione
posta a base di gara per il solo concorrente rappresentato pervio versamento di € 25,00 sul C.C.P. intestato al Comune n.
12653820 a titolo di diritti di segreteria e copia .
Il bando e gli allegati sono altresì disponibili sul sito internet del comune : www.comune.bucciano.bn.it
SEZIONE V - CONDIZIONI PER PARTECIPAZIONE ALLA GARA E DOCUMENTI DA PRODURRE
V.1) Soggetti ammessi alla gara
2
Sono ammessi alla gara i soggetti di cui agli artt. 34, 35, 36 e 37 del D. Lgs n. 163/2006 e s. i e m. costituiti da imprese
singole o consorziate ai sensi degli artt. 92, 93 e 94 del D.P.R. n. 207/2010 e s. i e m., ovvero da imprese che intendono
riunirsi o consorziarsi ai sensi dell’art. 37, comma 8 del D.lgs. n 163/206 e s. i e m., nonché i concorrenti con sede in
altri Stati membri dell’Unione Europea alle condizioni di cui all’art. 62 del D.P.R. n. 207/2010 e s. i e m. ed alle
condizioni di cui agli all’art. 38, c. 4 e 5, all’art. 39 ed all’art. 47 del DLgs 163/06 e s.m.i..
V.2) Requisiti di ordine generale (art. 38 D.lgs. n. 163/2006 e s. i e m.)
Sono esclusi dalla partecipazione alla gara i soggetti che si trovano nelle cause di esclusione di cui all’art. 38 del DLgs
163/06 e s.m.i..
V.3) Requisiti di idoneità professionale (art.39 D.lgs. n. 163/2006 e s. i e m.)
Iscrizione alla Camera di Commercio per l’attività oggetto del presente appalto e iscrizione al competente Albo
Nazionale delle imprese che effettuano la gestione dei rifiuti, del servizio raccolta, trasporto e smaltimento dei rifiuti
solidi urbani, degli assimilabili e dei materiali da avviare al recupero e lo spazzamento delle strade. La Ditta
aggiudicataria deve possedere, per tutta la durata del contratto, l'iscrizione al predetto Albo Nazionale alla Categoria 1,
classe E) o superiori.
In caso di concorrenti di altro paese della Comunità Europea, iscrizione in uno dei registri professionali o commerciali,
di cui all’allegato XI C del DLgs 163/06 e s.m.i.
Per le sole Cooperative, iscrizione all’Albo delle Società Cooperative.
Per i soli Consorzi di Cooperative, iscrizione nello schedario generale della cooperazione.
V.4) Requisiti di capacità economica e finanziaria (art. 41 D.lgs. n. 163/2006 e s. i e m.)
- Possesso di idonee referenze attestate da almeno un istituto bancario o intermediari autorizzati ai sensi de D.lgs. n.
385/93 di data non superiore a trenta giorni a quella di pubblicazione del bando - In caso di R.T.I. detto requisito
deve essere posseduto da ciascuna delle imprese associate.
- Possesso di un fatturato globale d’impresa, relativo a servizi nel settore oggetto di gara, conseguito negli ultimi tre
esercizi 2012/2013/2014 non inferiore cumulativamente ad € 288.000,00.
Si applica il comma 3, art. 41 del D.lgs 163/2006.
V.5) Requisiti di capacità tecnica e professionale (art. 42 D.lgs. n. 163/2006 e s. i e m.)
- Elenco dei Servizi, analoghi a quelli nel settore oggetto di gara, prestati negli ultimi tre esercizi (20 12/2013/2014)
con l’indicazione degli importi, delle date e dei destinatari pubblici o privati dei servizi stessi
- Indicazione Numero medio annuo di dipendenti del concorrente e numero di dirigenti impiegati negli ultimi tre anni;
- Dichiarazione indicante attrezzatura, materiale ed equipaggiamento tecnico, di cui il concorrente disporrà per eseguire
l’appalto;
- Indicazione della quota di appalto che il concorrente intenda, eventualmente subappaltare;
- Si applica il comma 4-bis art. 42.
V.6) Raggruppamenti temporanei, consorzi ordinari di concorrenti, G.E.I.E.
I raggruppamenti temporanei e i consorzi ordinari di concorrenti sono ammessi, ai sensi dell’art. 37,c.2, del D.Lgs.
163/2006 e degli artt. 92,93 e 94 del DPR 207/2010 e s.m.i., se i partecipanti al raggruppamento ovvero i soggetti
consorziati sono in possesso dei requisiti indicati nel bando. Ai sensi dell’art. 92, comma 2 del DPR 207/2010 e s.m.i.
(raggruppamento di tipo orizzontale) l’impresa capogruppo mandataria deve possedere tutti i requisiti in misura
maggioritaria (minimo 40%).
È vietata qualsiasi modificazione alla composizione dei raggruppamenti e dei consorzi ordinari di concorrenti, rispetto a
quella risultante dall’impegno presentato in sede di offerta.
Ai sensi dell’art. 37, c. 7, del DLgs 163/06 e s.m.i., è fatto divieto ai concorrenti di partecipare alla gara in più di un
raggruppamento temporaneo o consorzio ordinario di concorrenti, ovvero di partecipare alla gara anche in forma
individuale qualora abbia partecipato alla gara medesima in raggruppamento o consorzio ordinario di concorrenti.
Ai sensi dell’art. 36 c. 5 del D. Lgs. n. 163/2006 e s. i e m. e dell’art. 17 della L. n. 69/2009, i consorzi stabili sono
tenuti ad indicare in sede di offerta per quali consorziati il consorzio concorre. A questi ultimi e' fatto divieto di
partecipare, in qualsiasi altra forma, alla medesima gara; in caso di violazione sono esclusi dalla gara sia il consorzio sia
il consorziato. In caso di inosservanza di tale divieto si applica l'art. 353 del codice penale. E' vietata la partecipazione a
più di un consorzio stabile.
SEZIONE VI – AVVALIMENTO
Ai sensi dell’art. 49 del D.Lgs. 163/2006 e s. i e m., il concorrente, singolo, consorziato o raggruppato ai sensi dell’art.
34 del D.Lgs. 163/2006, può soddisfare la richiesta relativa al possesso dei requisiti di carattere economico-finanziario e
tecnico-organizzativo, avvalendosi dei requisiti di un altro soggetto.
In caso di avvalimento il concorrente deve allegare, a pena di esclusione:
a) una sua dichiarazione, verificabile ai sensi dell'art. 48 del D.Lgs. 163/2006 e s. i e m., attestante l'avvalimento dei
requisiti necessari per la partecipazione alla gara, con specifica indicazione dei requisiti stessi e dell'impresa ausiliaria;
b) una sua dichiarazione attestante il possesso, da parte del concorrente medesimo, dei requisiti generali previsti
dall'art.38 del D.Lgs. 163/2006, di cui ai Modelli “B1”, “B2” e “B3”.
3
c) una dichiarazione sottoscritta da parte dell'impresa ausiliaria attestante il possesso da parte di quest'ultima dei
requisiti generali di cui all'art. 38 del D.Lgs. 163/2006, di cui ai Modelli “B1”, “B2” e “B3”, nonché il possesso dei
requisiti tecnici e delle risorse oggettive di avvalimento.
d) una dichiarazione sottoscritta dall'impresa ausiliaria con cui quest'ultima si obbliga verso il concorrente e verso la
stazione appaltante a mettere a disposizione, per tutta la durata dell'appalto, le risorse necessarie di cui è carente il
concorrente, con riferimento a:
- le risorse economiche e/o le garanzie messe a disposizione;
- i mezzi, le attrezzature, i beni finiti e i materiali messi a disposizione, con l’indicazione specifica dei beni finiti, dei
materiali, dei singoli mezzi o delle attrezzature con i loro dati identificativi;
- il numero degli addetti messi a disposizione, facenti parte dell’organico dell’ausiliaria, i cui nominativi dovranno
essere comunicati prima dell’inizio dei lavori con le specifiche del relativo contratto.
e) una dichiarazione sottoscritta dall'impresa ausiliaria con cui questa attesta che non partecipa alla gara in proprio o
associata o consorziata ai sensi dell'articolo 34 del D.Lgs. n. 163/2006 e s. i e m.;
f) originale o copia autentica del contratto in virtù del quale l'impresa ausiliaria si obbliga nei confronti del concorrente
a fornire i requisiti e a mettere a disposizione le risorse necessarie per tutta la durata dell'appalto con riferimento alla
precedente lett. d) dettagliatamente quantificate.
g) nel caso di avvalimento nei confronti di un'impresa che appartiene al medesimo gruppo, in luogo del contratto di cui
alla lettera f), l'impresa concorrente può presentare una dichiarazione sostitutiva avente i medesimi contenuti sostanziali
del contratto di cui alla lettera d), attestante il legame giuridico ed economico esistente nel gruppo, dal quale discendono
altresì i medesimi obblighi previsti dall’art. 49, comma 5 del D.Lgs. 163/2006 e s. i e m..
Tutte le dichiarazioni devono essere sottoscritte dal legale rappresentante e con data non anteriore alla pubblicazione del
bando.
Nel caso di dichiarazioni mendaci, ferma restando l'applicazione dell'art. 38, comma 1, lett. h) del D. Lgs. n. 163/2006,
nei confronti dei sottoscrittori, la stazione appaltante è tenuta ad escludere l’impresa avvalente, escutere la garanzia e
trasmettere gli atti all'Autorità per la Vigilanza sui Contratti Pubblici ai fini dell’applicazione delle sanzioni di cui
all'articolo 6, comma 11 del D.Lgs. 163/2006 e s.m.i..
L’impresa avvalente e quella ausiliaria sono responsabili in solido nei confronti della stazione appaltante in relazione
alle prestazioni oggetto del contratto d’appalto.
Gli obblighi previsti dalla normativa antimafia a carico dell’impresa avvalente si applicano anche nei confronti del
soggetto ausiliario.
Il concorrente può avvalersi di una sola impresa ausiliaria.
Non è consentito, a pena di esclusione, che della stessa impresa ausiliaria si avvalga più di un concorrente, o che
partecipino alla medesima gara sia l'impresa ausiliaria che quella che si avvale dei requisiti.
SEZIONE VII - LEGALITA’ NEGLI APPALTI
Ai sensi della LR. n. 3/07, i soggetti partecipanti alla gara, in forma singola o comunque associati, si obbligano,
sin dalla presentazione della domanda di partecipazione alla gara, in caso di aggiudicazione dell’appalto, a rispettare
e far rispettare le clausole di cui all’art. 51 rubricato “Clausole Contrattuali Speciali”, all’art. 52 rubricato “Tutela
dei lavoratori”, assicurando leale cooperazione fra la stazione appaltante e l’appaltatore ed art. 53 rubricato
“Disposizioni in Materia di Sicurezza” della citata L. R. n. 3/2007 e s. i e m. (Modello “B6”):
La mancata adesione, da parte dell’offerente, alle suddette clausole ne comporterà la esclusione dalla procedura
di gara.
SEZIONE VII/bis – VALUTAZIONE DI IMPATTO CRIMINALE
Ai sensi dell’art. 19, commi 4 e 5, del Regolamento di attuazione della L.R. n. 3 del 27 febbraio 2007
“Disciplina dei lavori pubblici, dei servizi e delle forniture in Campania” i soggetti partecipanti alla gara, in forma
singola o comunque associati, si impegnano, in caso di aggiudicazione dell’appalto, e sin dalla presentazione della
domanda di partecipazione alla gara, a comprendere nel contratto d’appalto, rispettare e far rispettare le clausole
contrattuali di valutazione di impatto criminale (V.I.C.), di cui alla dichiarazione del Modello “D”.
Ai sensi dell’art. 19, comma 7, del citato Regolamento attuazione della L.R. n. 3/2007, nonché ai sensi della L.
n. 136/2010 e s. i e m, tutti gli incassi e i pagamenti, relativi al contratto in essere, o allo stesso connessi, ivi
compresi il reperimento, effettuato in Italia e all'estero, delle necessarie risorse finanziarie ed il loro successivo
rimborso, da effettuarsi anche per il tramite di terzi, avvengono esclusivamente con movimentazioni a valere su
conto corrente dedicato, acceso per le operazioni medesime, indicato all’amministrazione aggiudicatrice.
In caso di RTI ciascun componente del raggruppamento è tenuto ad osservare in proprio e nei rapporti con eventuali
subcontraenti, gli obblighi derivanti dalla L. n. 136/2010 e s. i. e m.
SEZIONE VIII – CONTRIBUZIONE A FAVORE DELL’AUTORITA’ DI VIGILANZA SUI CONTRATTI
PUBBLICI
4
I concorrenti sono tenuti al versamento della contribuzione prevista dall’art. 1, c.65 e 67 della L. n. 266/2005 in
funzione dell'importo posto a base d'asta giusto determina AVCP del 21/12/2011 e pari ad € 20,00. Il pagamento della
contribuzione è condizione di ammissibilità alla presente procedura di selezione.
SEZIONE IX - CRITERIO E MODALITA’ DI AGGIUDICAZIONE
IX.1) Criterio di Aggiudicazione
L’aggiudicazione sarà effettuata a corpo, con il criterio del prezzo più basso ai sensi dell’art. 82 del D.Lgs. 163/2006 e
s. i e m.
IX.2.2) Criterio di Individuazione delle Offerte Anormalmente Basse (art. 86, DLgs 163/06).
Ai sensi dell’art. 86, comma 1, del DLgs 163/06, la stazione appaltante valuterà la congruità delle offerte .
In ogni caso la stazione appaltante potrà valutare la congruità di ogni altra offerta che, in base ad elementi specifici,
appaia anormalmente bassa. L’Amministrazione, pertanto, si riserva la facoltà di avviare le procedure previste dai
successivi artt. 87 e 88 del medesimo DL.vo n. 163/2006 e s. i e m.
IX.3) Modalità di Aggiudicazione
Si procederà all’aggiudicazione della gara anche in presenza di una sola offerta valida, purché ritenuta congrua e
conveniente per l’Amministrazione, ai sensi dell’art. 81, c.3, del DL.vo n. 163/2006 e s. i e m.
Nel caso di offerte uguali, l’aggiudicatario sarà individuato direttamente tramite pubblico sorteggio, in deroga alle
previsioni di cui all’art. 77 del R.D. n. 827/1924. Il migliore offerente sarà così individuato, fatta salva l’idoneità della
documentazione richiesta per la partecipazione alla gara.
SEZIONE X - ESPLETAMENTO DELLA GARA
La stazione appaltante si riserva la facoltà insindacabile di non dar luogo alla gara o di prorogarne la data senza che i
concorrenti possano vantare alcuna pretesa al riguardo. Si riserva, inoltre, la facoltà di interrompere o annullare in
qualsiasi momento la procedura di gara in base a valutazioni di propria ed esclusiva competenza, ovvero per difetto
della disponibilità di tutte le risorse finanziarie necessarie, senza che i concorrenti possano vantare diritti e/o aspettative
di sorta, né il rimborso delle spese a qualunque titolo eventualmente sostenute.
Qualora dovessero pervenire all’operatore economico concorrente comunicazioni concernenti il mutamento delle
modalità e/o dei tempi di espletamento della gara, esso è tenuto alla tempestiva verifica presso la stazione appaltante.
La procedura di gara sarà la seguente:
L'apertura delle offerte avverrà il giorno 14 Gennaio 2015, con inizio alle ore 10:00, presso la sede municipale; potrà
assistere un unico rappresentante per ciascun offerente: Titolare, Legale Rappresentante degli operatori economici
offerenti o soggetto munito di apposita delega.
La Commissione di gara, in seduta pubblica, procede all’apertura della busta “A-documentazione amministrativa” e
sulla base della documentazione contenuta nelle offerte presentate, procede a:
a. verificare la correttezza formale delle offerte e della documentazione ed in caso negativo ad
escluderle dalla gara;
b. verificare che non hanno presentato offerte concorrenti che sono fra di loro in situazione di
controllo ed in caso positivo ad escluderli entrambi dalla gara;
La Commissione procederà al sorteggio del 10% arrotondato all’unità superiore, tra i concorrenti ammessi, per
comprovare il possesso dei requisiti richiesti dal bando. Nel caso in cui tutti i partecipanti abbiano allegato i documenti
non verrà effettuato il sorteggio e si procederà di seguito all’apertura delle offerte,
Procede, indi, all’apertura delle buste “B-offerta economica” ed alla lettura delle offerte economiche.
La commissione di gara, dopo la lettura delle offerte, verifica la documentazione ed esclude i concorrenti per i quali
accerta, sulla base di univoci elementi, che le relative offerte sono imputabili ad un unico centro decisionale.
Indi il Presidente aggiudica provvisoriamente il servizio al concorrente che offrirà il prezzo più basso ai sensi dell’art.82
del D.Lgs. n.163/2006 mediante l’applicazione degli artt. 86, 87, 88 e 89 del D.Lgs.163/2006 e ss.mm.ii..
Ove si sia in presenza di più aggiudicatari con offerte uguali, si procede esclusivamente al sorteggio;
L’aggiudicazione dichiarata dal Presidente di gara ha carattere provvisorio e sarà definitiva solo dopo l’approvazione
dell’Organo competente ed in ogni caso subordinatamente alla positiva verifica dei requisiti dichiarati, così come
disposto dall’art. 11 del D. Lgs. 163/2006 e ss.mm.ii.;
La stazione appaltante, successivamente, procede a richiedere all’aggiudicatario provvisorio e al secondo in graduatoria
l’esibizione di tutta la documentazione, eventualmente non ancora acquisita, attestante il possesso dei requisiti previsti
dall’articolo 38 del Decreto Lgs.163/2006 e successive modificazioni.
Ove le operazioni di gara non si esauriscano nell'arco di una seduta in ragione della complessità e quantità delle
operazioni, le stesse saranno riprese il giorno lavorativo successivo alle ore 9.00, eventuali ulteriori differimenti saranno
5
comunicati di volta in volta in sede di gara e mediante avviso affisso all’Albo dell’Ente appaltante nonché sul sito web
www.comune.bucciano.bn.it.
Una volta effettuate le verifiche previste dall’art. 11 del DLgs 163/06 e s.m.i., l’aggiudicazione definitiva, allorché
divenuta efficace, verrà comunicata ai soggetti partecipanti alla gara secondo le modalità di cui all’art. 79 del DL.vo n.
163/2006 e s. i e m. al domicilio eletto o al n. di fax espressamente autorizzato e contestualmente sarà comunicato lo
svincolo della cauzione provvisoria di cui alla SEZIONE XII.2.2.J). Detta cauzione cessa automaticamente qualora
l’offerente non risulti aggiudicatario o secondo in graduatoria, estinguendosi decorsi trenta giorni dalla data di efficacia
dell’ aggiudicazione definitiva.
Nel solo caso in cui la predetta garanzia sia stata costituita mediante polizza fidejussoria o atto di fidejussione, la stessa
verrà direttamente restituita entro il termine succitato, a mezzo del servizio postale senza oneri per la stazione
appaltante ed a rischio del destinatario, e ciò sempre che lo stesso abbia inserito nella documentazione apposita busta
affrancata e che non abbia fornito indicazioni ostative a tale metodo di restituzione.
L’aggiudicazione è immediatamente impegnativa per l’aggiudicatario, mentre per la stazione appaltante diventa tale a
decorrere dalla data di stipula del contratto.
Il contratto dovrà essere stipulato non prima dei 35 giorni a decorrere dalla data di efficacia dell’aggiudicazione
definitiva, ai sensi dell’art. 11, commi 9 e 10, del DLgs 163/06 e s.m.i.
In relazione alla tipologia dei servizi, di che trattasi, la consegna può essere immediatamente effettuata, ai sensi
dell’art. 302, c.2, lett.a) del DPR 207/2010 e s.m.i., previa autorizzazione del RUP.
SEZIONE XI - INFORMAZIONI DI CARATTERE AMMINISTRATIVO
Presentazione dell’offerta
L'offerta dovrà essere redatta in lingua italiana e presentata in un plico chiuso controfirmato e sigillato con bolli di
ceralacca o simili sui lembi di chiusura a pena di esclusione, recante all'esterno:
- denominazione del soggetto offerente, in caso di RTI le componenti di tutti i componenti RTI, nel caso di
avvalimento denominazione di entrambe le imprese – ausiliaria ed ausiliata;
- oggetto della gara e CIG;
- il giorno e l'ora della gara;
- numero telefonico e numero di fax al quale far pervenire le eventuali comunicazioni;
- il seguente indirizzo: Al Comune di Bucciano, via Provinciale n. 14 - 82010 Bucciano (BN)
Il plico conterrà:
n. 2 (due buste) opache, anch’esse controfirmate e sigillate con bolli di ceralacca o simili sui lembi di chiusura a pena
di esclusione, sul cui frontespizio dovrà essere chiaramente indicato il mittente ed il relativo contenuto che le
contraddistingue e precisamente:
Busta “A -Documentazione Amministrativa” (vedi punto XII.2).
Busta “B- Offerta Economica” ( vedi punto XII.4)
Il plico, contenente le n. 2 buste, dovrà pervenire, a pena di esclusione, entro e non oltre le ore 13,00 del giorno
12 Gennaio 2015 al seguente indirizzo:
Comune di Bucciano, via Provinciale n. 14 82010 Bucciano (BN) a mano, a mezzo posta raccomandata o mediante
agenzia di recapito.
L’invio del plico avverrà comunque ad esclusivo rischio del mittente e non sarà tenuto conto dei plichi pervenuti dopo
la scadenza anche se sostitutivi o integrativi di offerte già pervenute.
L’apertura dei plichi avverrà presso l’aula consiliare del Municipio di Bucciano, il giorno 14 Gennaio 2015 alle ore
10.00, come disposto alla SEZIONE I “Luogo di svolgimento della gara”.
Le offerte recapitate non possono essere ritirate e non è consentita, in sede di gara, la presentazione di ulteriore offerta.
Le offerte condizionate o espresse in modo indeterminato o relative ad altro appalto, o comunque non conformi ai
modelli allegati, sono da ritenersi irricevibili e pertanto escluse dalla gara.
Le autocertificazioni, le certificazioni, i documenti e l’offerta devono essere redatti in lingua italiana o corredati di
traduzione giurata.
Per quanto non previsto dalle presenti disposizioni si fa espresso rinvio alle norme contenute e richiamate nella vigente
normativa.
SEZIONE XII - CONTENUTI DELL’OFFERTA
XII.1) Termine di Validità dell’offerta
L’offerta è valida per 180 giorni, ai sensi dell’art. 75, comma 5, del DLgs 163/06 e s.m.e i., decorrenti dalla data di
presentazione dell’offerta. Gli offerenti avranno la facoltà di svincolarsi dalla propria offerta decorso il suddetto
termine.
XII.2) Documentazione Amministrativa ( “Busta A”)
XII.2.1) Dove non diversamente disposto nel presente bando, il concorrente attesta il possesso dei requisiti di cui alla
SEZIONE V mediante dichiarazione sostitutiva in conformità alle disposizioni del D.P.R. n. 445/2000.
6
Le dichiarazioni e le attestazioni, richieste ai fini della partecipazione alla gara, non possono essere sottoposte ad
eccezioni, riserve o condizioni.
XII.2.2) Con riferimento al punto V.1) del bando di gara "SOGGETTI AMMESSI ALLA GARA", i concorrenti, nella
“Busta A- Documentazione Amministrativa”, dovranno produrre a pena di esclusione la seguente documentazione:
α) Domanda di partecipazione (Modello “A”) sottoscritta, come per legge, dal legale rappresentante del
concorrente, con indicazione del domicilio eletto o n. fax espressamente autorizzato per le comunicazioni di cui
all’art. 79 DL.vo n. 163/2006 e s. i e m. .
Nel caso di concorrente costituito da associazione temporanea o da un consorzio non ancora costituiti, la
domanda deve essere sottoscritta da tutti i soggetti che costituiranno la predetta associazione o consorzio.
Alla domanda, in alternativa all’autenticazione della sottoscrizione, deve essere allegata, a pena di esclusione,
copia fotostatica di un documento di identità del/dei sottoscrittori chiara e leggibile.
La domanda può essere sottoscritta anche da un procuratore del legale rappresentante e, in tal caso, va allegata la
relativa procura.
β) Dichiarazione Sostitutiva in carta semplice ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. 445/2000 (Modello “B1”)
accompagnata da fotocopia del documento di identità del sottoscrittore, concernente l'inesistenza di cause di
esclusione dalle gare d'appalto per l'esecuzione di servizi pubblici di cui all'articolo 38, comma 1, lett. b) e c), del
D.Lgs. n. 163/2006 e s. i e m.
La dichiarazione dovrà essere effettuata da ogni soggetto che rivesta il ruolo di:
a) titolare e direttore/i tecnico/i per le imprese individuali;
b) tutti i soci e il direttore/i tecnico/i per le società in nome collettivo;
c) tutti gli accomandatari e il/i direttore/i tecnico/i per le società in accomandita semplice;
d) tutti gli amministratori muniti di poteri di rappresentanza o il direttore tecnico o il socio unico persona fisica,
ovvero il socio di maggioranza in caso di società con meno di quattro soci, per gli altri tipi di società o consorzi.
Ai sensi dell’art. 38, comma 2, del DLgs 163/06 e s.m.i., la suddetta dichiarazione dovrà indicare tutte le
condanne penali riportate, ivi comprese quelle per le quali abbia beneficiato della non menzione .
Ai fini del comma 1, lett.c) del predetto art. 38, del D.Lgs. n. 163/2006 e s. i e m. il concorrente non è tenuto ad
indicare nella dichiarazione le condanne per reati depenalizzati ovvero dichiarati estinti dopo la condanna stessa,
né le condanne revocate, né quelle per le quali è intervenuta la riabilitazione.
χ) Dichiarazione Sostitutiva in carta semplice ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. 445/2000 (Modello “B2”)
accompagnata dalla fotocopia del documento di identità del sottoscrittore, concernente l'inesistenza di soggetti
cessati dalla carica di legale rappresentante o direttore tecnico nell’anno antecedente alla data di pubblicazione
del bando di gara, ovvero l'inesistenza di cause d'esclusione dalle gare d'appalto per l'esecuzione di servizi
pubblici di cui all'articolo 38, comma 1, lett. c), del D. Lgs. n. 163/2006, relativa ai soggetti sopraelencati alle
precedenti lettere a), b), c) e d) del precedente punto B), cessati dalla carica nell’anno antecedente alla data di
pubblicazione del presente bando.
La dichiarazione potrà essere resa dal legale rappresentante dell'impresa o personalmente da ciascuno dei predetti
soggetti interessati.
Qualora sia stata pronunciata sentenza di condanna passata in giudicato, o emesso decreto penale di condanna
divenuto irrevocabile, oppure sentenza di applicazione della pena su richiesta ai sensi dell'articolo 444 c.p.c., nei
confronti dei soggetti cessati dalla carica nell’anno antecedente alla data di pubblicazione del bando, il
concorrente dovrà dimostrare di aver adottato atti o misure di completa dissociazione dalla condotta penalmente
sanzionata ai sensi dell’art. 38, comma 1, lett. c) del D.Lgs. 163/2006 e s. i e m..
Ai sensi dell’art. 38, comma 2, del DLgs 163/06 e s.m.i., la suddetta dichiarazione dovrà indicare tutte le
condanne penali riportate, ivi comprese quelle per le quali la persona fisica abbia beneficiato della non menzione
e non deve indicare, invece, le condanne per reati depenalizzati ovvero dichiarati estinti dopo la condanna stessa,
né le condanne revocate, né quelle per le quali è intervenuta la riabilitazione.
δ) Dichiarazione Sostitutiva di certificazione ai sensi dell’art. 46 del DPR 445/2000 in carta semplice, sottoscritta
dal legale rappresentante dell’impresa, concernente l’inesistenza delle cause di esclusione dalle gare di appalto
per l’esecuzione di servizi pubblici di cui all’art. 38, comma 1, lett. a) d), e), f), g), h) i), l), m), m-bis) m-ter) e
m-quater) del predetto D.Lgs. n. 163/2006 e s.m.i. (Modelli “B1-bis “ “B1-ter” e “B3”,). La dichiarazione di
cui all’art. 38, comma 1, lett. m/ter è sottoscritta da tutti i soggetti di cui alla precedente lett. B).
ε) Dichiarazione Sostitutiva di certificazione ai sensi dell’art. 46 del DPR 445/2000 in carta semplice, sottoscritta
dal titolare o legale rappresentante dell’impresa, (Modello “B-quater”) relativa a
a) iscrizione del concorrente alla Camera di Commercio, Industria, Artigianato ed Agricoltura - Ufficio Registro
Imprese indicante :
- ragione sociale, forma giuridica, sede legale e codice fiscale dell’impresa partecipante;
- data inizio, durata ed oggetto dell’attività che deve essere inerente all’oggetto dell’appalto;
- generalità del titolare, soci, direttori tecnici, amministratori muniti di poteri di rappresentanza e soci
accomandatari o il socio unico, ovvero il socio di maggioranza in caso di società con meno di quattro soci;
7
- possesso del pieno esercizio dei diritti dell’impresa ed attestazione che l’impresa non si trova in stato di
fallimento, né sottoposta a procedure di liquidazione coatta o concordato preventivo;
- nulla-osta ai fini dell’art. 10 della L. n. 575/1965 e s. i e m.
- dimensione aziendale
- INPS ed INAIL ( sedi, matricola, codice ditta, PAT)
b) Fatturato globale d’impresa ed importo relativo a servizi nel settore oggetto di gara, conseguito negli ultimi
tre esercizi 2012/2013/2014, non inferiore cumulativamente ad euro 288.000,00, elenco dei principali servizi
prestati negli ultimi tre anni (2012/2013/2014) con l’indicazione degli importi, delle date e dei destinatari
pubblici o privati dei servizi stessi.
c) Indicazione numero medio annuo di dipendenti del concorrente e numero di dirigenti impiegati negli ultimi tre
anni;
d) Descrizione attrezzatura, materiale ed equipaggiamento tecnico, di cui il concorrente disporrà per eseguire
l’appalto;
e) Eventuale certificazione di qualità secondo le norme UNI EN ISO 9001 o superiore per il settore di
accreditamento relativo al servizio, oggetto di gara, ed in corso di validità e rilasciata da primario ente
certificatore aderente al SINCERT od analogo Ente Europeo
f) Esecuzione con buon esito negli ultimi tre anni (2012/2013/2014) di servizi analoghi a quelli oggetto di
appalto con indicazione delle date degli importi e dei committenti
g) Possesso di N. 1 idonee referenze attestate da istituti bancari/o intermediari autorizzati ai sensi del D.lgs. n.
385/2003.
h) Indicazione della quota di appalto che il concorrente intenda, eventualmente, subappaltare.
i) Accettazione senza condizione o riserva di tutte le norme e disposizioni contenute nel bando- disciplinare di
gara, nel capitolato, nonché tutte le obbligazioni poste a carico del concorrente dal predetto bando e disponibilità
ad eseguire i servizi aggiudicati anche in pendenza della stipula del contratto ai sensi dell’art. 302 del D.P.R. n.
207/2010 e s. i e m.
l) Di aver versato € 25,00 al Comune di Bucciano per diritti di segreteria e copia per il ritiro dell’ attestato di
presa visione e copia dei documenti di gara sul ccp 12653820.
m) Di aver versato il contributo di 20,00 € dovuto all’ANAC.
n) Di essere consapevole che nel caso di aggiudicazione dovrà rispettare le norme in materia del cosiddetto
“passaggio di cantiere” cosi come previsto anche dall'art. 6 del CCNL Federambiente.
o) Di essere consapevole che l'ATO o chi per esso, di cui il comune fa parte, ha diritto di esercitare la facoltà di
subentrare nella gestione del servizio in qualunque momento.
L’offerente ha la facoltà di produrre la certificazione, di cui innanzi, in originale o copia conforme, resa dal
legale rappresentante ai sensi del D.P.R. 445/2000, accompagnata da copia del documento di identità dello
stesso, in corso di validità.
Le Imprese straniere Iscrizione al Registro Professionale dello Stato di provenienza per l’attività svolta.
In caso di Associazioni Temporanee di Imprese, o consorzio o G.E.I.E., già costituiti o da costituirsi, la suddetta
certificazione deve essere prodotta da ciascun concorrente che costituisce o costituirà l'associazione o il
consorzio o il G.E.I.E..
Tanto la dichiarazione quanto il/certificato/i devono essere di data non anteriore a sei mesi rispetto a quella di
pubblicazione del bando.
La mancata o irregolare presentazione della dichiarazione riferita al subappalto, non costituirà motivo di
esclusione, ma sarà intesa come esplicita rinuncia ad avvalersi dell'istituto del subappalto.
f) Attestato di presa visione dei documenti di gara e di avvenuto sopralluogo che verrà rilasciato dalla stazione
appaltante secondo le modalità di cui alla SEZIONE IV.
g) I raggruppamenti temporanei e i consorzi ordinari di concorrenti da costituire producono apposita
dichiarazione sottoscritta da tutti gli offerenti che costituiranno i raggruppamenti o i consorzi e contenente:
a impegno che, in caso di aggiudicazione della gara, gli stessi operatori conferiranno mandato collettivo speciale
con rappresentanza ad uno di essi, nominativamente indicato come capogruppo, il quale stipulerà il contratto in
nome e per conto proprio e dei mandanti.
b per ciascun operatore l’indicazione della quota di partecipazione, in riferimento alla categoria richiesta .
I raggruppamenti temporanei di concorrenti già costituiti devono presentare in originale l’atto di costituzione
dell’associazione stessa; nel caso di consorzi di concorrenti già costituiti deve essere presentata copia autentica
dell’atto costitutivo. Qualora da tali documenti non risultino gli elementi di cui alle lett. a. e b. dovrà essere
presentata la dichiarazione ivi richiesta.
h) In caso di partecipazione del Consorzio Stabile, lo stesso dovrà presentare copia conforme ai sensi di legge,
ovvero autocertificazione completa di tutti gli elementi, dell’Atto Costitutivo dal quale risultino tutti gli
operatori economici facenti parte del consorzio stesso, ai fini della verifica di cui all’art. 36, comma 5 del D.Lgs.
n. 163/2006.
8
In caso di partecipazione di singolo operatore economico facente parte di un consorzio stabile, lo stesso dovrà
presentare una dichiarazione sostitutiva ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. 445/2000 accompagnata da
fotocopia del documento di identità del sottoscrittore, con la quale dichiara di quale consorzio stabile fa parte.
I consorzi di cui all’art. 34, comma 1, lettere b) e c) del D.Lgs. 163/2006 sono tenuti ad indicare, in sede di
offerta, per quali consorziati il consorzio concorra; a questi ultimi è fatto divieto di partecipare, in qualsiasi altra
forma, alla gara. In caso di violazione sono esclusi dalla gara sia il consorzio sia il consorziato.
Le Cooperative sono tenute ad indicare l’iscrizione all’Albo Nazionale degli Enti Cooperativi (ex D.lgs. n.
220/2002) oppure di aver inoltrato richiesta (indicare la data) oppure di non aver Obbligo di Iscrizione.
i) Originale o copia conforme ai sensi di legge della procura institoria o della procura, nell’eventualità che
l’offerta di cui al “Modello A1” sia sottoscritta dall’institore o procuratore, salvo che detta procura risulti dalla
dichiarazione o dal certificato di cui alla precedente lett. E). Nel caso in cui l'offerta sia sottoscritta dai soggetti
sopraindicati gli stessi devono produrre, a pena di esclusione dalla gara, la dichiarazione secondo il “Modello
B1".
j) Garanzia provvisoria a copertura della mancata sottoscrizione del contratto per fatto dell’aggiudicatario (ai sensi
dell’art. 75 del D. Lgs. n. 163/2006) di Euro 3.840,00 pari al 2% (due per cento) dell’importo dei servizi a base
d’asta, prestata con le modalità di cui all’art, 75 del DLgs 163/06 e s.m.i. e conforme allo schema tipo 1.1 del
D.M. n. 123 del 12/03/2004.
E’ fatta salva la riduzione del 50% della cauzione per le imprese, come previsto dall’art. 75, comma 7 del DLgs
163/06 e s.m.i., in possesso di certificazione di sistema di qualità conforme alle norme europee della serie UNI
CEI ISO 9001 e alla vigente normativa nazionale, rilasciata da soggetti accreditati ai sensi delle norme europee
della serie UNI CEI EN 45000 e della serie UNICEI/EN ISO 17000
In caso di raggruppamenti di imprese orizzontali o consorzi ordinari di concorrenti, ai fini della riduzione della
garanzia, la certificazione di cui sopra deve essere presentata da tutte le imprese facenti parte del raggruppamento
o del consorzio.
La Certificazione deve essere documentata con le medesime modalità previste per la presentazione del
Certificato Camera del Commercio.
Il deposito cauzionale deve altresì essere corredato, a pena di esclusione, da una dichiarazione di un istituto
bancario, oppure di una compagnia di assicurazione, separata o in calce alla polizza/fideiussione, con la quale il
fideiussore si impegna a rilasciare, in caso di aggiudicazione dell’appalto, a richiesta del concorrente, una
fideiussione bancaria o polizza assicurativa fideiussoria, relativa alla cauzione definitiva di cui al successivo
punto XIV.2, in favore dell'Amministrazione, valida fino alla data di emissione del certificato di collaudo
provvisorio.
Detta garanzia, in caso di raggruppamenti e consorzi, costituiti o costituendi, deve essere sottoscritta da tutti gli
offerenti.
k) Dichiarazioni sottoscritte da parte di tutti i soggetti economici offerenti, in forma singola o comunque associati,
di adesione alle clausole di cui alla SEZIONE VII, secondo il Modello “B6” .
l) Dichiarazioni di cui alla SEZIONE VI, in caso di avvalimento.
m) Dichiarazione Unilaterale di cui al Modello “B4”.
n) Dichiarazione di cui al Modello “D” -– Valutazione Impatto Criminale
o) Dichiarazione di cui al Modello “E”. Preventivo Tentativo Stragiudiziale di Conciliazione
p)
Referenze Bancarie.
q)
Copia versamento contribuzione alla AVLP
Si precisa che le dichiarazioni e i documenti, innanzi indicati, devono essere sottoscritti dal legale rappresentante,
in caso di concorrente singolo. In caso di concorrenti costituiti da imprese associate o da associarsi le medesime
dichiarazioni, nonché la documentazione, devono essere prodotte e sottoscritte da ciascun concorrente che costituisce o
che costituirà l’associazione o il consorzio o il GEIE.
Le dichiarazioni possono essere sottoscritte anche da procuratori dei legali rappresentanti muniti della relativa procura
da trasmettere.
Relativamente alla cauzione, di cui alla lett. J) deve essere unica, indipendentemente dalla forma giuridica del
concorrente.
La domanda, le dichiarazioni e la documentazione di cui ai punti precedenti, a pena di esclusione, devono essere
inoltrate nella busta “A- Documentazione Amministrativa”
L'Ente Appaltante non restituirà alcun documento tra quelli presentati in fase di offerta, fatta eccezione per la cauzione
provvisoria di cui alla precedente lett. J) che sarà restituita a ciascun concorrente, che ne faccia apposita richiesta
scritta, soltanto dopo l' aggiudicazione definitiva e comunque non oltre sei mesi dalla data dell’ apertura delle buste.
XII.4 – BUSTA “B- OFFERTA ECONOMICA”
La Busta “B” OFFERTA ECONOMICA” deve contenere, a pena di esclusione i seguenti documenti :
9
Offerta Economica, redatta in bollo, in lingua italiana, (“Modello A1”). Il prezzo complessivo ed il ribasso devono
essere indicati in cifre e in lettere. In caso di discordanza prevale il ribasso percentuale indicato in lettere.
Il verbale di gara non costituisce contratto, mentre l’aggiudicatario resta impegnato per effetto della presentazione
stessa dell’offerta, la stazione appaltante non assumerà verso di questi alcun obbligo se non quando tutti gli atti inerenti
alla gara in questione e ad essa necessari e dipendenti avranno conseguito piena efficacia giuridica.
La stazione appaltante successivamente procede a richiedere all’aggiudicatario provvisorio l’esibizione di tutta la
documentazione attestante il possesso dei requisiti richiesti.
La stipulazione del contratto è subordinata al positivo esito delle procedure previste dalla normativa vigente .
Dopo la consegna delle opere, verbalizzata attraverso la procedura prevista dalla vigente normativa in materia,
decorrerà il termine per l’ultimazione del contratto.
SEZIONE XIII - ESCLUSIONE DALLA GARA
La stazione appaltante esclude i concorrenti in presenza delle ipotesi, di cui all’art. 46, comma 1-bis del DL.vo n.
163/2006 e s. i e m
Il mancato utilizzo dei modelli A, A1,B1, B2, B3, B1 bis, B1 ter, B1 quater, B4, B6, D, E, timbrati e vidimati
forniti dall'Amministrazione sarà motivo di esclusione dalla gara.
In caso di contrasto, le prescrizioni del bando prevalgono su quanto indicato nel Capitolato Speciale d’ Appalto.
SEZIONE XIV- DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARSI DA PARTE
DELL’ AGGIUDICATARIO E DISPOSIZIONI DA ATTUARSI
PRIMA DELLA STIPULA DEL CONTRATTO
XIV.1.1) L'aggiudicatario dovrà presentare, entro e non oltre 10 gg. dalla data di comunicazione da parte della stazione
appaltante dell'esito di gara, i seguenti documenti:
A) idonea documentazione atta a comprovare il possesso dei requisiti richiesti nel Bando e per i quali siano già
state prodotte in fase di gara autodichiarazioni sostitutive ai sensi del DPR 445/2000, tra cui nel caso di
dichiarazione requisiti ex art. 28 D.P.R. n. 34/2000 e s. i e m. ;
 certificati di esecuzione dei servizi resi nel triennio 2012/2013/2014 attestante la regolarità dei servizi
per un importo non inferiore a € 288.000,00 (oppure fotocopie sottoscritte dal legale rappresentante ed
accompagnate da copia del documento di identità dello stesso); le prestazioni devono appartenere alla
natura indicata alla Sez. III.2 del bando;
 da uno o più documenti (bilanci riclassificati in base alle normative europee recepite nell’ordinamento
italiano, articoli 2423 e seguenti del codice civile, corredati dalle note integrative e dalla relativa nota di
deposito oppure dichiarazioni annuali IVA ovvero Modello Unico corredati da relativa ricevuta di
presentazione, oppure libri paga) necessari a comprovare il possesso del requisito del fatturato globale di
cui alla sezione III.2 del presente bando e dichiarato dal concorrente.
 Se il concorrente non è in grado, per giustificati motivi, ivi compreso quello concernente la costituzione o
l’inizio dell’attività da meno di 3 anni, di presentare le referenze richieste, può provare la propria capacità
economica e finanziaria mediante qualsiasi altro documento considerato idoneo dalla stazione appaltante.
B) certificato rilasciato dal competente Registro delle Imprese, in data non anteriore a tre mesi, dal quale risulti
che l'Impresa non si trova in stato di liquidazione, fallimento, concordato preventivo o amministrazione
controllata ai sensi del R.D. 19.3.1942 n. 267 e s.m.i..
di esecuzione dei servizi resi, di cui alla lett.a), e la trasmissione della documentazione, di cui alla lett.b).
C) Eventuale Certificazione di Qualità
D) Nel caso di associazione temporanea di Imprese o Consorzio i documenti di cui alle lettere A) e B) della
presente SEZIONE dovranno essere prodotti da ciascuna Impresa associata o consorziata.
E) In caso di aggiudicazione da parte di un raggruppamento temporaneo di imprese non ancora costituito o di un
consorzio ordinario di concorrenti, l’aggiudicatario dovrà presentare il relativo mandato e la connessa procura.
F) In caso di soggetti di altri Stati, dovrà essere prodotta documentazione e/o certificazione equipollente in corso
di validità.
G)
dichiarazione con la quale si indicano le modalità di pagamento e si designano le persone autorizzate
a riscuotere, ricevere e quietanzare le somme ricevute in acconto o a saldo anche per effetto di cessioni di
credito preventivamente accettate dalla stazione appaltante.
XIV.1.2) Entro 30 giorni dall’aggiudicazione definitiva, e comunque prima della consegna dei lavori, l’appaltatore
redigerà e consegnerà al committente un piano operativo di sicurezza previsto dal decreto legislativo 81/2008 e s. i e m.
Tali documenti formeranno parte integrante del contratto di appalto. Le gravi o ripetute violazioni dei piani stessi da
parte dell’appaltatore, previa formale costituzione in mora dell’interessato, costituiranno causa di risoluzione del
contratto.
XIV.1.3) Nel caso in cui l’aggiudicatario non ottemperi:
10
-
alla costituzione della garanzia fidejussoria definitiva di cui al successivo punto XIV.2.1), nel termine di 10 giorni
dalla data di ricezione della richiesta, si applica l’art. 11, commi 9 e 10, del DLgs 163/06 e s.m.i.;
- alla sottoscrizione del contratto, nel termine di 15 giorni dalla data di ricezione della richiesta, viene attivata la
procedura prevista dall’art. 113, comma 4 del D.Lgs. n. 163/2006 e s. i e m. ed incamerata la garanzia provvisoria
con contestuale comunicazione all’Autorità per la Vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture.
XIV.1.4) Al fine di verificare la regolarità contributiva dell’impresa aggiudicataria, verrà accertata, a cura della stazione
appaltante, ai sensi della specifica normativa vigente, la relativa posizione previdenziale ed assicurativa presso INPS ed
INAIL attraverso il Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC) di cui alla L. 276/03.
XIV.1.5) Nell’ipotesi in cui la Stazione appaltante riscontri, in capo all’aggiudicatario, cause ostative alla stipula del
contratto, riapre, in seduta pubblica, la gara, riprendendo la procedura dall’ultimo atto valido.
Ai fini dei controlli di cui al DLgs 81/2008 e s. i e m., la stazione appaltante acquisirà, prima della stipula del contratto,
, secondo le procedure di rito, il certificato camerale con dicitura “antimafia” ai sensi del DPR 252/99 e s.m.i. Nella
fattispecie di raggruppamenti temporanei e consorzi l’onere è riferito alla capogruppo ed ai mandanti e/o consorziati.
Detti soggetti sono pertanto obbligati a fornire le informazioni prescritte nel DLgs 81/2008 e s.m.i. e a fornire un
certificato camerale con dicitura “antimafia” ai sensi del DPR 252/99 e s.m.i..
XIV.1.6) L’aggiudicatario deve inoltre presentare le garanzie e coperture assicurative di cui al successivo punto XIV.2)
secondo i termini ivi indicati.
XIV.2) Garanzie e Coperture Assicurative
L esecutore dei lavori è obbligato a costituire:
• garanzia fideiussoria ai sensi dell’art 113 del DLgs 163/06 e s.m.i;
• polizze di assicurazione di cui al successivo punto XIV.2.2
XIV.2.1) Garanzia Fideiussoria (Cauzione Definitiva)
Ai sensi dell’art 113 del DLgs 163/06 e s.m.i. e dell’art. 123 del D.P.R. n. 207/2010 e s. i e m., l'esecutore del contratto
è obbligato a costituire una garanzia fideiussoria, a copertura degli oneri per il mancato od inesatto adempimento, che
cessa di avere effetto solo alla data di emissione del dell’attestazione di regolare esecuzione, di cui all’art. 325 del
D.P.R. n. 207/2010 e s. i e m. Tale garanzia è del 10% dell'importo contrattuale, aumentata (in caso di ribasso d'asta
superiore al 10%) di tanti punti percentuali quanti sono quelli eccedenti il 10%; (in caso di ribasso superiore al 20%) di
due punti percentuali per ogni punto di ribasso superiore al 20%. E’ fatta salva la riduzione al 50% in applicazione
dell'artt 40,c.7, e 75, comma 7, del DLgs 163/06 e s.m.i.
La garanzia fideiussoria, prevista con le modalità di cui all'art. 75, comma 3, del DLgs 163/06 e s.m.i., deve prevedere
espressamente la rinuncia al beneficio della preventiva escussione del debitore principale, la rinuncia all'eccezione di
cui all'art. 1957, comma 2, del codice civile, nonché l'operatività della garanzia medesima entro quindici giorni, a
semplice richiesta scritta della stazione appaltante.
Tale garanzia fideiussoria sarà progressivamente svincolata a misura dell'avanzamento dell'esecuzione, nel limite
massimo del 75% dell'iniziale importo garantito. Lo svincolo, nei termini e per le entità anzidetti, è automatico, senza
necessità di benestare del committente, con la sola condizione della preventiva consegna all'istituto garante, da parte
dell'appaltatore o del concessionario, della documentazione, in originale o in copia autentica, attestante l'avvenuta
esecuzione. L'ammontare residuo, pari al 25% dell'iniziale importo garantito, è svincolato secondo la normativa vigente.
Sono nulle le eventuali pattuizioni contrarie o in deroga. Il mancato svincolo nei quindici giorni dalla consegna della
documentazione, di cui innanzi, costituisce inadempimento del garante nei confronti dell'impresa per la quale la
garanzia è prestata.
La mancata costituzione della garanzia fideiussoria determina la decadenza dell'affidamento e l'acquisizione della
cauzione provvisoria di cui all'art. 75 del DLgs 163/06 e s.m.i. da parte della stazione appaltante, che potrà aggiudicare l
l'appalto al concorrente che segue nella graduatoria.
XIV.2.2) Polizze Assicurative
La Ditta appaltatrice è altresì obbligata, contestualmente alla sottoscrizione del contratto, a presentare idonea polizza
assicurativa di responsabilità civile che tenga indenne l’Amministrazione da tutti i danni eventualmente causati alla
medesima Amministrazione ovvero a terzi nell’espletamento dei servizi regolati dal presente capitolato speciale
d’appalto; inoltre dovrà essere presentata polizza assicurativa RCT con massimale non inferiore all’ammontare
dell’appalto;
Resta inteso che l’esistenza, la validità ed efficacia delle polizze assicurative, di cui innanzi, è condizione
essenziale alla stipula del contratto.
SEZIONE XV - STIPULAZIONE ED ESECUZIONE DEL CONTRATTO
XV.1) La stipulazione del contratto d’appalto non avrà luogo prima che siano trascorsi 35 giorni dall’ultima delle
comunicazioni relative all’aggiudicazione definitiva ai sensi dell’art. 79 del DL.vo n. 163/2006 e s. i e m.. E’ fatto salvo
ogni altro termine discendente dall’applicazione delle procedure necessarie a garantire la legalità negli appalti.
XV.2) I termini relativi alle modalità di pagamento del prezzo d’appalto sono specificati nel Capitolato Speciale.
XV.3) Nei casi di subappalto e cottimo, ai sensi dell’art. 118, comma 3 del D.Lgs. 163/06 e sm.i. , la stazione appaltante
obbliga l’affidatario/i a trasmettere, entro venti giorni dalla data di ciascun pagamento effettuato nei loro confronti,
11
copia delle fatture quietanzate relative ai pagamenti da essi affidatari corrisposti al subappaltatore o cottimista, con
l'indicazione delle ritenute di garanzia effettuate. Qualora l’affidatario/i non trasmetta le fatture quietanziate del
subappaltatore o del cottimista entro il predetto termine, la stazione appaltante sospenderà il successivo pagamento a
favore dell’affidatario stesso. Ai sensi dell’art. 118, comma 3 del D.Lgs. 163/06 e s.m.i. l'affidatario deve praticare, per
le prestazioni affidate in subappalto, gli stessi prezzi unitari risultanti dall'aggiudicazione, con ribasso non superiore al
venti per cento. L'affidatario corrisponde gli oneri della sicurezza, relativi alle prestazioni affidate in subappalto, alle
imprese subappaltatrici senza alcun ribasso; la stazione appaltante, sentito il direttore dell'esecuzione del contratto,
provvede alla verifica dell'effettiva applicazione della presente disposizione. L'affidatario è solidalmente responsabile
con il subappaltatore degli adempimenti, da parte di questo ultimo, degli obblighi di sicurezza previsti dalla normativa
vigente.
La mancata osservanza, da parte dell’aggiudicatario, degli obblighi di cui alle suddette clausole comporterà
l’applicazione delle sanzioni all’uopo previste, fino alla rescissione del contratto di appalto.
In caso di fallimento o risoluzione del contratto per grave inadempimento dell'originario appaltatore la stazione
appaltante si riserva la facoltà di procedere ai sensi dell’art. 140 del DLgs 163/06 e s.m.i..
SEZIONE XV – CONTROVERSIE
1) Avverso il presente bando ed i provvedimenti connessi e consequenziali relativi allo svolgimento della gara è
ammesso ricorso al TAR competente per territorio entro 30 giorni dall’avvenuta conoscenza degli stessi.
2) Per ogni controversia relativa all’esecuzione del contratto è competente il giudice ordinario- Foro competente è
Benevento. Resta fermo quanto previsto dalle vigenti norme di legge ed in particolare gli artt. 239 e segg. del DLgs
163/06 e s.m.i. in materia di contenzioso.
3) Al fine di garantire il buon andamento dell’esecuzione del contratto, il presente bando, ai sensi dell’art. 26 del
Regolamento di attuazione della L.R. n. 3/2007 “Disciplina dei lavori pubblici, dei servizi e delle forniture in
Campania”, individua, quale forma di risoluzione delle controversie alternativa a quella contenziosa, la clausola di
preventivo tentativo stragiudiziale di conciliazione qualora, nel corso dell’esecuzione del contratto medesimo, sorga una
divergenza che possa condurre ad una controversia tra le parti. L’amministrazione aggiudicatrice e il soggetto
aggiudicatario si impegnano ad inserire nel contratto la suddetta clausola (Modello E).
SEZIONE XVI - TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI
Ai sensi e per gli effetti del D.Lgs. n. 196/2003 (Codice in materia di protezione dati personali), la Stazione Appaltante
informa che procederà al trattamento dei dati personali forniti da ciascun concorrente con la presentazione dell'offerta. I
suddetti dati saranno sottoposti a trattamento, automatizzato e non, esclusivamente per le finalità gestionali e
amministrative inerenti alla presente procedura di gara.
Si rammenta che il conferimento di dati ha natura facoltativa, ma un eventuale rifiuto da parte della ditta concorrente
non consentirà alla Stazione Appaltante di prendere in esame l’offerta.
I suindicati dati non saranno comunicati a terzi, fatta eccezione per le competenti Pubbliche Autorità o soggetti privati
in adempimento ad obblighi di legge. I dati non saranno oggetto di diffusione.
Relativamente al trattamento dei dati raccolti con la presente procedura, i concorrenti avranno la facoltà di esercitare il
diritto di accesso e tutti gli altri diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/03.
Titolare del trattamento è l’arch. Pietro Francesco Buonanno, responsabile U.T.C. dell’Amministrazione appaltante.
RESPONSABILE UNICO DEL PROCEDIMENTO
Ai sensi dell'art. 10 del DLgs 163/06 e s.m.i. e degli artt. 4 e 6 della legge 241/90, Responsabile Unico del
Procedimento è l’arch. Pietro Francesco Buonanno responsabile U.T.C. (tel. 0823712742 Fax 0823714312, e-mail
[email protected] ) al quale è possibile chiedere informazioni e chiarimenti relativi alla gara in
oggetto.
Bucciano lì 18/12/2014
Il RUP
Arch. Pietro Francesco Buonanno
Firma autografa omessa ai sensi dell'art. 3 D. Lgs. 39/1993
12
CAPITOLATO D’APPALTO DEL SERVIZIO
RACCOLTA, TRASPORTO E SMALTIMENTO
DEI
RIFIUTI
SOLIDI
URBANI,
DEI
MATERIALI DA RECUPERARE E DELLO
SPAZZAMENTO STRADALE
Bucciano, lì 12 dicembre 2014
IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO
(Arch. Pietro Francesco BUONANNO)
Firma autografa omessa ai sensi dell'art. 3 D. Lgs. 39/1993
15
INDICE
Art. 1 – Oggetto dell’appalto.
Art. 2 – Durata dell’appalto.
Art. 3 – Carattere del servizio.
Art. 4 – Personale addetto al servizio.
Art. 5 – Modalità di affidamento del servizio.
Art. 6 – Stipula del contratto.
Art. 7 – Subappalto e cessione del contratto.
Art. 8 – Modalità di determinazione del corrispettivo e ammontare dell’appalto.
Art. 9 – Modalità di pagamento.
Art. 10 – Garanzia fidejussoria o cauzione definitiva – assicurazione.
Art. 11 – Responsabilità.
Art. 12 – Obbligo della documentazione.
Art. 13 – Controllo, vigilanza e segnalazioni.
Art. 14 – Inadempienze della ditta appaltatrice – riduzione del corrispettivo.
Art. 15 – Esecuzione d’ufficio.
Art. 16 – Risoluzione del contratto.
Art. 17 – Contenzioso e controversie.
Art. 18 – Osservanza delle leggi e dei regolamenti.
Art. 19 – Frequenza e orari del servizio di raccolta dei rifiuti urbani “porta a porta”.
Art. 20 – Gestione del servizio raccolta “porta a porta”dei rifiuti solidi urbani – R.S.U.
Art. 21 – Gestione del servizio raccolta “porta a porta”della frazione organica.
Art. 22 – Gestione del servizio raccolta “porta a porta”della carta e cartone.
Art. 23 – Gestione del servizio raccolta “porta a porta”della plastica e alluminio.
Art. 24 – Disposizioni comuni alle raccolte a domicilio.
Art. 25 – Gestione del servizio raccolta vetro
Art. 26 – Gestione del servizio raccolta dei R.U.P. (pile esaurite – medicinali scaduti).
Art. 27 – Gestione del servizio raccolta dei R.S.U. e rifiuti cimiteriali presso il cimitero
comunale.
Art. 28 – Gestione del servizio di spazzamento delle strade.
Art. 29 – Gestione del servizio raccolta ingombranti
Art. 30 – Servizi aggiuntivi.
Art. 31 – Revisione del canone.
Art. 32 – Rapporti con i consorzi di filiera.
Art. 33 – Gestione dei contratti dei servizi di smaltimento.
Art. 34 – Spese inerenti al contratto.
Art. 35 – Inizio del servizio.
Art. 36 – Riferimento alla legge.
Art. 37 – Tutela della privacy.
15
ART. 1 OGGETTO DELL’APPALTO
Oggetto del presente appalto è l’affidamento ad una Ditta, regolarmente iscritta al
competente Albo Nazionale delle imprese che effettuano la gestione dei rifiuti, del servizio raccolta,
trasporto e smaltimento dei rifiuti solidi urbani, degli assimilabili e dei materiali da avviare al
recupero e lo spazzamento delle strade. La Ditta aggiudicataria deve possedere, per tutta la durata
del contratto, l'iscrizione al predetto Albo Nazionale alla Categoria 1, classe E) o superiori. I servizi
oggetto dell’affidamento sono:
A.
Raccolta dei Rifiuti Solidi Urbani (R.S.U.) non ingombranti – sacco nero:
Raccolta, trasporto conferimento e smaltimento presso i centri di recupero dei rifiuti
solidi urbani ed assimilabili (R.S.U.) nel Comune di Bucciano mediante sistema “porta
a porta”, provenienti da insediamenti civili, produttivi, commerciali e di servizio.
B.
Raccolta dei Rifiuti Differenziati non ingombranti:
Raccolta, trasporto e conferimento ai centri di smaltimento e di recupero dei rifiuti
provenienti dalla raccolta differenziata dei materiali riciclabili nel Comune di Bucciano
mediante sistema “porta a porta”, provenienti da insediamenti civili,
produttivi,commerciali e di servizio:
Frazione organica
Carta e cartone
Plastica
Alluminio e piccoli materiali ferrosi.
C. Raccolta, trasporto e conferimento ai centri di smaltimento e recupero di vetro,pile,
farmaci depositati negli apposti contenitori distribuiti sul territorio del Comune di
Bucciano.
D. Servizio spazzamento delle strade del territorio comunale e svuotamento dei cestini
porta rifiuti.
E. Raccolta ingombranti e ferro su richiesta dell’utente e prenotazione.
F. Raccolta, trasporto e smaltimento rifiuti cimiteriali.
G. Servizi occasionali in economia su richiesta del Settore Tecnico.
ART. 2 DURATA DELL’APPALTO
La durata del servizio è fissata in 24 (mesi) mesi, con decorrenza dalla data di sottoscrizione
del contratto.
Il contratto sarà sottoposto alla condizione risolutiva espressa della conclusione della
prima procedura di affidamento per l’intero ATO o STO così come previsto dal comma 6 dell'
art. 11 della L.R. Campania n. 5 del 24.01.2014 . In tal caso la ditta aggiudicataria avrà diritti
esclusivamente ai compensi per il servizio svolto, senza null’altro pretendere.
15
ART. 3 CARATTERE DEL SERVIZIO
Tutti i servizi oggetti del presente appalto sono da considerarsi ad ogni effetto “servizi
pubblici” e non possono essere sospesi od abbandonati se non per scioperi di categoria del
personale, fatte salve le norme che riguardano la salvaguardia dei servizi pubblici essenziali ed, in
particolare, quelle contenute nella legge 12 giugno 1990 n. 146. Entro 60 giorni dalla sottoscrizione
del contratto, l'impresa è tenuta a produrre copia dell'accordo stipulato con le rappresentanze
sindacali aziendali nel quale sia previsto:
• l'obbligo del preavviso di 15 (quindici) giorni per l'effettuazione degli scioperi;
• la determinazione del contingente di personale necessario ad assicurare comunque le
prestazioni dei servizi di raccolta dei rifiuti contrattualmente assunti in dipendenza del
presente capitolato;
le modalità di individuazione del personale esonerato dall'astensione dal lavoro.
La mancata produzione dell'accordo costituirà giusta causa di risoluzione del contratto.
ART. 4 PERSONALE ADDETTO AL SERVIZIO
Per l’espletamento delle attività oggetto dell’appalto la Ditta è tenuta ad impiegare un
numero sufficiente di operatori in possesso dei requisiti di professionalità e moralità utili alla
corretta gestione dell’attività.
La Ditta dovrà osservare nei riguardi dei propri dipendenti il trattamento normativo e salariale
disciplinato dal Contratto Nazionale di Lavoro della categoria oltre agli obblighi assicurativi e
previdenziali previsti dalla legge.
L’abbigliamento indossato dal personale durante le operazioni di lavoro dovrà essere tale da poter
riconoscere immediatamente l’operatore e la sua appartenenza alla Ditta effettuante il servizio per
conto del Comune di Bucciano: tale abbigliamento, inoltre, dovrà rispondere ai requisiti
antinfortunistici e di sicurezza richiesti dal D.Lgs. 626/94 e successive modifiche e integrazioni.
Dovrà essere presentata la documentazione relativa al D.lgs. 81/2008 come modificato dal D.lsg
106/2009 in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro
Ogni responsabilità ed ogni onere conseguente al rispetto delle normative in materia di sicurezza sui
luoghi di lavoro rimarranno ad esclusivo carico della Ditta appaltatrice: a tal proposito, in sede di
gara, ogni ditta partecipante dovrà produrre lo schema generale dell’organizzazione
dell’impresa in ordine alla prevenzione e protezione dei rischi e, in sede di aggiudicazione, la
Ditta appaltatrice è obbligata alla presentazione di apposito fascicolo contenente le procedure
di sicurezza per l’esecuzione dei servizi, oggetto dell’appalto.
ART. 5 MODALITÀ DI AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO
In attuazione della direttiva 92/50/CEE in materia di appalti pubblici di servizi di cui al
D.Lgs. 12.04.2006 n. 163 e successive modifiche ed integrazioni, l’affidamento del servizio
disciplinato dal presente capitolato speciale d’appalto sarà espletato con le procedure e con il
criterio d’aggiudicazione stabilito da un apposito bando di gara emanato dalla stazione appaltante in
conformità agli art. 54 e 81 del citato D.Lgs. 163/2006.
ART. 6 STIPULA DEL CONTRATTO
Ai sensi dell’art. 1655 del Codice Civile, la Ditta appaltatrice è tenuta a stipulare idoneo
contratto con il Comune .
Sono a carico della Ditta appaltatrice:
15
le spese, le imposte, i diritti di segreteria e le tasse, nessuna eccettuata od esclusa,
inerenti e conseguenti alla stipula del contratto;
le tasse e gli altri oneri dovuti ad altri enti territoriali per l’ottenimento di tutte le licenze tecniche
direttamente o indirettamente connessi alla gestione del servizio in affidamento.
a)
Il presente contratto è soggetto all’imposta sul valore aggiunto (I.V.A.) come regolata dalla
legge: tutti gli importi citati nel presente capitolato speciale d’appalto si intendono I.V.A. esclusa.
ART. 7 SUBAPPALTO E CESSIONE DEL CONTRATTO
La Ditta aggiudicataria, in sede d’offerta, dovrà dichiarare se intende procedere al
subappalto ad altra impresa di alcuni servizi oggetto dell’appalto o parte di essi, specificando quali,
ai sensi dell’articolo 118 del D.lgs. 163/2006.
In caso di assenza di dichiarazione di subappalto in fase di gara l’Amministrazione Comunale non
concederà nessuna autorizzazione in tal senso.
In ogni caso la ditta subaffidataria dovrà:
• possedere tutte le qualifiche e le autorizzazioni previste dalla normativa vigente per
l’espletamento dei servizi subappaltati, nonchè essere in possesso di tutti i requisiti indicati nel
bando di gara;
• osservare le prescrizioni in materia di subappalti previsti dell’articolo 118 del D.lgs.
163/2006 e successive modifiche ed integrazioni.
La Ditta aggiudicataria resta comunque totalmente responsabile nei confronti del Comune
dello svolgimento di tutti i servizi previsti ne presente capitolato.
Rimane in ogni caso vietata la cessione totale o parziale del contratto ai sensi dell’art. 116
del D.Lgs 163/2006 senza la preventiva autorizzazione del Comune, sotto pena l’immediata
risoluzione del contratto stesso ed il rimborso delle spese e dei danni da esso derivanti.
In caso di subappalto, la stazione appaltante provvederà a corrispondere direttamente al
subappaltatore l’importo dovuto per le prestazioni dagli stessi eseguiti.
ART. 8 MODALITÀ DI DETERMINAZIONE DEL CORRISPETTIVO E
AMMONTARE DELL’APPALTO
Il corrispettivo annuo dell'appalto è determinato a forfait e concorre a determinare il
corrispettivo annuo che il Comune verserà alla Ditta appaltatrice a titolo di retribuzione lorda
complessiva.
Di seguito si indicano le prestazioni remunerate mediante il corrispettivo annuo determinato a
forfait:
SERVIZI REMUNERATI MEDIANTE CORRISPETTIVO
ANNUO DETERMINATO A FORFAIT
FREQUENZA
Raccolta porta a porta - Trasporto – Conferimento –
Smaltimento
Bisettimanale
R.S.U. (FRAZIONE
SECCA)
Raccolta porta a porta - Trasporto – Conferimento
Bisettimanale
FRAZIONE
ORGANICA
Raccolta porta a porta - Trasporto – Conferimento
Settimanale
CARTA
Raccolta porta a porta - Trasporto – Conferimento
Settimanale
PLASTICA E ALLUMINIO
DESCRIZIONE
RIFIUTO
15
Raccolta porta a porta - Trasporto – Conferimento Smaltmento
A chiamata
Raccolta da contenitori - Trasporto – Conferimento Smaltimento
All’ occorrenza
R.U.P. (PILE E
MEDICINALI)
Raccolta da campane presenti sul territorio Trasporto
– Conferimento
All’ occorrenza
VETRO
Raccolta da contenitori - Trasporto – Conferimento –
Smaltimento
Mensile
Raccolta da cestini rifiuti - Trasporto – Conferimento –
Smaltimento
Spazzamento strade Trasporto – Conferimento –
Smaltimento
MATERIALI FERROSI e
INGOMBRANTI
R.S.U. (Cimitero comunale)
settimanale
R.S.U.
Con frequenza di
cui all’allegato B.
R.S.U.
L'ammontare annuo per l’espletamento dei servizi in appalto da remunerare a forfait è pari a
€ 96.000,00 IVA ESCLUSA; l’importo annuo così determinato è da intendersi remunerativo in
funzione delle prestazioni disciplinate dal presente capitolato d’appalto per implicita ammissione
della Ditta aggiudicataria.
Gli oneri di smaltimento di TUTTI I RIFIUTI, AD ECCEZIONE DELLA FRAZIONE
ORGANICA, SONO A CARICO DELLA DITTA AGGIUDICATARIA.
I proventi della raccolta differenziata corrisposti dalle Piattaforme sono di spettanza
della ditta.
ART. 9 MODALITÀ DI PAGAMENTO
Il canone annuo dell’appalto, sarà pagato dall’Amministrazione Comunale alla Ditta
appaltatrice in rate mensili posticipate, previa presentazione obbligatoria dei formulari e del
D.U.R.C. in corso di validità.
I pagamenti saranno effettuati entro 60 (sessanta) giorni dalla data di ricevimento della fattura e
dell’obbligatoria documentazione giustificativa sopra evidenziata, al netto degli oneri che il
Comune dovrà corrispondere direttamente agli impianti di smaltimento nel caso in cui la ditta non
potrà stipulare direttamente i contratti con gli impianti .
Ai sensi dell’articolo 3 della legge 136/2010 per i pagamenti dovranno essere utilizzati
obbligatoriamente conti correnti bancari o postali dedicati. La tracciabilità dovrà riguardare tutti gli
operatori siano essi fornitori, subappaltatori, dipendenti e consulenti.
ART.10 GARANZIA
-ASSICURAZIONE
FIDEIUSSORIA
O
CAUZIONE
DEFINITIVA
Alla Ditta appaltatrice è richiesta apposita garanzia fideiussoria, a titolo di cauzione a
garanzia degli obblighi assunti, pari al 10% (dieci per cento) dell’importo contrattuale: qualora
l’aggiudicazione sia fatta in favore di un’offerta di ribasso superiore al 20%, la garanzia fideiussoria
è aumentata di tanti punti percentuali quanti sono quelli eccedenti la predetta percentuale di ribasso.
La garanzia fideiussoria deve essere prestata mediante fideiussione bancaria o polizza assicurativa
con durata non inferiore a tre mesi oltre il termine contrattuale dell'appalto e dovrà espressamente
prevedere la rinuncia al beneficio della preventiva escussione del debitore principale e la sua
operatività entro 15 (quindici) giorni a semplice richiesta scritta della stazione appaltante: essa deve
essere presentata in originale al Comune prima della formale sottoscrizione del contratto e sarà
15
restituita, autorizzandone lo svincolo, al termine dell’appalto e previo accertamento della regolare
esecuzione del servizio oltreché liquidata ogni eventuale pendenza.
Nel caso di inadempienze contrattuali, l’Amministrazione Comunale potrà avvalersi della garanzia
fideiussoria, parzialmente o totalmente: l’incameramento della garanzia avviene con atto
dirigenziale del Responsabile del Servizio (o suo delegato) e senza necessità di dichiarazione
giudiziale, fermo restando il diritto della Ditta appaltatrice di proporre azione innanzi l’autorità
giudiziaria ordinaria.
La garanzia fideiussoria deve essere tempestivamente reintegrata qualora, durante il periodo
contrattuale, essa sia incamerata, parzialmente o totalmente, dall’Amministrazione; in caso di
variazioni al contratto, la medesima garanzia può essere proporzionalmente ridotta in funzione degli
importi contrattuali, mentre non deve essere integrata in caso di aumento degli stessi fino alla
concorrenza di un quinto dell’importo originario.
La Ditta appaltatrice è altresì obbligata, contestualmente alla sottoscrizione del contratto, a
presentare idonea polizza assicurativa di responsabilità civile che tenga indenne l’Amministrazione
da tutti i danni eventualmente causati alla medesima Amministrazione ovvero a terzi
nell’espletamento dei servizi regolati dal presente capitolato speciale d’appalto; inoltre dovrà essere
presentata polizza assicurativa RCT con massimale non inferiore all’ammontare dell’appalto;
ART. 11 RESPONSABILITÀ
La Ditta appaltatrice comunicherà per iscritto entro la data di decorrenza dell’appalto, il
nominativo del Responsabile del servizio a cui il Comune farà riferimento per qualsiasi esigenza.
Il responsabile del servizio dovrà essere reperibile telefonicamente tutti i giorni non festivi dalle ore
8.00 alle 18.00; in sua assenza dovrà essere tempestivamente comunicato all’Ufficio Tecnico
Comunale il nominativo ed il recapito telefonico della persona che lo sostituisce.
La Ditta appaltatrice è responsabile di ogni danno che possa derivare al Comune ed a terzi
nell’adempimento del servizio assunto e regolato dal presente capitolato: essa è inoltre responsabile
dell’operato dei propri dipendenti e degli eventuali danni, nessuno escluso, che il proprio personale
o i mezzi potessero arrecare al Comune o a terzi nell’espletamento del servizio.
Qualora la Ditta non dovesse provvedere al risarcimento dei danni ed alla rimessa dello stato
originario nel termine fissato nella relativa notifica, l’Amministrazione Comunale provvederà
direttamente, salvo rivalsa sull’importo della cauzione come sopra prestata e per l’eventuale
eccedenza, sui ratei di canone di più prossima scadenza.
ART. 12 OBBLIGO DELLA DOCUMENTAZIONE
La Ditta appaltatrice deve trasmettere tempestivamente (entro il giorno 10 del mese) al
Comune i dati e le informazioni richiesti sull’andamento dei servizi di raccolta dei rifiuti solidi
urbani e delle raccolte differenziate. Tali informazioni devono riguardare in particolare le quantità
raccolte, gli aspetti organizzativi dei servizi, nonché l’andamento dei prezzi di mercato dei materiali
raccolti.
ART. 13 CONTROLLO, VIGILANZA E SEGNALAZIONI
Il Comune provvederà alla vigilanza ed al controllo dei servizi gestiti dalla Ditta appaltatrice
a mezzo dell’Ufficio Tecnico Comunale e dell’Ufficio di Polizia Locale, ai quali la Ditta dovrà fare
15
riferimento per le disposizioni che l’Amministrazione Comunale potrà emanare in merito al servizio
stesso.
E’ fatto obbligo alla Ditta appaltatrice ed al personale dipendente di segnalare tempestivamente ai
suddetti uffici tutte quelle circostanze e fatti che possono impedire il regolare svolgimento del
servizio.
E’ fatto altresì obbligo alla Ditta appaltatrice di denunziare immediatamente al Comando di Polizia
Locale qualsiasi irregolarità (abbandono di rifiuti, depositi abusivi di materiali, ecc.), coadiuvando
l’opera degli Agenti di P.L. nell’offrire tutte le indicazioni possibili per l’individuazione dei
contravventori.
ART. 14 INADEMPIENZE DELLA DITTA APPALTATRICE - RIDUZIONE DEL
CORRISPETTIVO
In caso di inadempienza od inosservanza degli obblighi contrattuali assunti, la Ditta
appaltatrice, oltre all’obbligo di ovviare in un termine stabilito all’infrazione contestata, pena
l’esecuzione d’ufficio a spese della stessa, sarà passibile di sanzioni disciplinari da comminarsi a
cura del Responsabile del Settore o suo delegato.
Nello specifico, a titolo esemplificativo e non esaustivo, saranno applicate le sanzioni pecuniarie di
seguito elencate e per le fattispecie ivi esplicitate:
• mancato espletamento in parte del servizio di raccolta per fatto imputabile alla ditta
appaltatrice (per ogni giorno di mancata prestazione) ……….………………. € 750,00=
• mancato espletamento in parte del servizio di pulizia delle aree verdi per fatto imputabile
alla ditta appaltatrice (per ogni giorno di mancata prestazione) .………………. € 200,00=
• mancato espletamento in parte del servizio spazzamento delle strade per fatto imputabile
alla ditta appaltatrice (per ogni giorno di mancata prestazione)........…………….€ 750,00=
Per quanto non precedentemente considerato, il Responsabile del Settore o suo delegato,
potrà disporre l’applicazione di una sanzione pecuniaria fino a € 500,00 in funzione della gravità
dell’inadempienza o dell’inosservanza accertata.
La comminazione della sanzione sarà preceduta da regolare contestazione della inadempienza o
della inosservanza, effettuata con comunicazione via fax o posta certificata, alla quale la Ditta
appaltatrice avrà la facoltà di presentare controdeduzioni entro 10 (dieci) giorni dalla data di
notifica della contestazione.
L’ammontare delle sanzioni sarà trattenuto sul primo rateo di canone successivo alle determinazioni
del Responsabile Settore Gestione del Territorio e sue Risorse o suo delegato e, comunque, dopo il
termine assegnato per le controdeduzioni, anche se non formalizzato.
ART. 15 ESECUZIONE D’UFFICIO
Verificandosi deficienze ed abusi nell’adempimento degli obblighi contrattuali, il
Responsabile del procedimento, salvo quanto disposto dall’articolo precedente, ha facoltà di
ordinare e fare eseguire d’ufficio, a spese della Ditta appaltatrice, i lavori necessari per il regolare
andamento del servizio, ove la Ditta appaltatrice, diffidata, non ottemperi agli ordini ricevuti nei
termini di tempo fissati.
Nei casi di forza maggiore la Ditta appaltatrice deve tempestivamente segnalare le ragioni del
mancato servizio al Responsabile del procedimento, che, a suo giudizio, può autorizzare la
temporanea sospensione del servizio.
15
ART. 16 RISOLUZIONE DEL CONTRATTO
In caso di continue e gravi manchevolezze, negligenze e similari, non risolte nei termini di
tempo fissati, il Comune ha facoltà di dichiarare la risoluzione del rapporto e di provvedere al
servizio appaltato a spese della Ditta, ferma restando per quest’ultima la facoltà d’esprimere
eventuali azioni a tutela dei propri diritti secondo le previsioni di cui al successivo art. 17. In
particolare la Ditta incorrerà nella risoluzione del contratto nei seguenti casi:
a) sospensione del servizio non preventivamente autorizzata dall’Amministrazione Comunale;
nei casi di forza maggiore la Ditta dovrà tempestivamente segnalare le ragioni del mancato
servizio al Responsabile del procedimento, nonché provvedere tempestivamente alla
stampa e diffusione dei manifesti rivolti ad avvisare gli Utenti; qualora la Ditta incorra per
più di due volte in inadempienze della stessa natura senza poter fornire adeguati motivi di
giustificazione;
b) in caso di gravi infrazioni contrattuali debitamente accertate e notificate;
c) quando, senza il consenso scritto dell’Amministrazione Comunale, ceda ad altri, in tutto o
in parte, direttamente o indirettamente, i diritti e gli obblighi inerenti al presente capitolato;
d) quando la Ditta si renda colpevole di frode o nel caso di suo fallimento;
e) per ogni altra inadempienza, qui non contemplata, ai termini dell’art. 1453 del Codice
Civile.
ART. 17 CONTENZIOSO E CONTROVERSIE
Per tutte le vertenze che avessero a sorgere tra il Comune e la Ditta aggiudicataria, sia
durante il contratto che al suo termine, quale che sia la loro natura tecnica, amministrativa e
giuridica, sarà competente il Foro di Benevento.
ART. 18 OSSERVANZA DELLE LEGGI E DEI REGOLAMENTI
La Ditta dovrà osservare e fare osservare ai propri dipendenti, oltre le norme specifiche del
presente capitolato, tutte le disposizioni contenute nelle Leggi, Regolamenti e Ordinanze Municipali
aventi rapporto con il servizio oggetto del presente capitolato speciale d’appalto.
Il Sindaco può, in circostanze occasionali, che richiedono eccezionali provvedimenti in
difesa della salute pubblica, emanare norme speciali sul funzionamento del servizio di raccolta dei
rifiuti urbani interni.
Per quanto qui non previsto o derogato, si richiamano le norme vigenti in materia.
ART. 19 FREQUENZA E ORARI DEL SERVIZIO DI RACCOLTA DEI RIFIUTI
URBANI “PORTA A PORTA”.
I servizi di raccolta porta a porta dei rifiuti solidi urbani (R.S.U. – FRAZIONE SECCA) e
dei rifiuti differenziati provenienti da fabbricati ed insediamenti civili in genere, posti entro il
Comune, salvo modifiche imposte da fatti imprevisti, dovranno essere espletati secondo il
calendario e le modalità indicate nell’ allegato B del presente capitolato.
Il servizio di raccolta porta a porta dei rifiuti dovrà essere sempre svolto con la stessa successione,
percorrenza e con gli stessi orari che verranno opportunamente impartiti dall’Ufficio Tecnico
Comunale: il servizio, in ogni caso, dovrà rispettare i giorni e gli orari di cui sopra, salvo particolari
esigenze del servizio (recupero turni di raccolta ricadenti in giornate festive) ovvero dietro esplicita
e motivata richiesta da parte dell’Amministrazione Comunale.
Il calendario predisposto annualmente dall’Amministrazione Comunale disciplinerà i servizi di
raccolta ricadenti in giornate festive, disponendo il loro recupero nella giornata successiva feriale,
15
senza che la Ditta appaltatrice possa, al riguardo, avanzare pretese o richiedere indennizzi
economici di alcun genere.
ART . 20 GESTIONE DEL SERVIZIO RACCOLTA “PORTA A PORTA” DEI
RIFIUTI SOLIDI URBANI – R.S.U.
La Ditta appaltatrice deve espletare il servizio di prelievo “porta a porta” dei Rifiuti Solidi
Urbani - R.S.U. (FRAZIONE SECCA) provenienti da fabbricati ed insediamenti civili in genere.
La raccolta “porta a porta” viene svolta su tutto il territorio comunale, salvo modifiche imposte da
fatti imprevisti, nelle giornate di Martedì e Venerdì a partire dalle ore 6,30 secondo le modalità
disciplinate dal presente capitolato d’appalto e le disposizioni eventualmente impartite dal
Responsabile del Servizio e riguarda i seguenti materiali:
a)
rifiuti solidi urbani provenienti dall’ordinario uso domestico;
rifiuti assimilabili agli urbani così come definiti dal Comitato interministeriale nella delibera del
27/07/84, se non soggetti a raccolta differenziata il tutto ai sensi delle vigenti disposizioni
legislative e regolamentari in materia di servizi di raccolta e smaltimento di rifiuti urbani e
assimilabili.
Il servizio non comprende il prelevamento dei materiali e dei residui provenienti da lavori
edili, dei materiali provenienti dal riassetto dei giardini, degli orti e delle stalle ed in genere di quei
rifiuti che per dimensioni sono definiti rifiuti ingombranti. E’ altresì esclusa la raccolta dei rifiuti
speciali, tranne quelli dichiarati assimilabili agli urbani, derivanti da lavorazioni industriali o da
attività agricole, artigianali, commerciali o di servizi.
I sopraelencati materiali sono conferiti dall’utente il quale è tenuto a collocare l’apposito SACCO
NERO O SIMILARE , chiuso mediante legaccio, all’esterno dell’abitazione, sulla pubblica via, sul
fronte strada o marciapiede, senza ingombrare la sede stradale onde consentire il ritiro dei rifiuti da
parte degli addetti al servizio, secondo le modalità disciplinate dal presente capitolato d’appalto.
La raccolta viene effettuata mediante l’ausilio di automezzi “navetta” con cassone a cielo aperto
ovvero di auto-compattatori: il personale della Ditta appaltatrice dovrà prelevare i sacchi,
provvedere alla pulizia di eventuali rifiuti fuoriusciti quindi, nel caso di utilizzo di automezzi
“navetta”, scaricare il cassone negli auto-compattatori adibiti al trasporto dei R.S.U., in luoghi tali
da non intralciare la circolazione dei veicoli e creare molestia alle persone.
La Ditta appaltatrice, nello svolgimento del servizio non è tenuta ad entrare all’interno delle
proprietà private (solo in casi autorizzati dal Responsabile del procedimento e per motivi di
pubblico interesse la Ditta provvederà alla raccolta all’interno della proprietà privata) né a prelevare
R.S.U. conferiti in modo difforme a quanto previsto; l’addetto alla raccolta provvederà ad inserire
un avviso nella cassetta della posta o ad apporre sul sacco stesso un avviso per segnalare i motivi
della mancata raccolta; tale manchevolezza dovrà essere segnalata al Responsabile del servizio.
Sarà cura della Ditta Appaltatrice, durante lo svolgimento del servizio, limitare il più possibile
l’intralcio alla circolazione stradale.
Il materiale giornalmente raccolto verrà trasportato dalla Ditta appaltatrice, mediante autocompattatori, dal territorio comunale agli impianti di trattamento finale presenti sul territorio
regionale, regolarmente autorizzati, individuati dal Comune in osservanza alle disposizioni emesse
dai COMPETENTI ORGANI.
Mensilmente, la Ditta appaltatrice è obbligata, in conformità all’art. 9 del presente capitolato
d’appalto, a fornire tutta la documentazione attestante gli avvenuti conferimenti dei Rifiuti Solidi
Urbani (tagliandi operazioni di pesatura, formulari per il trasporto dei rifiuti): dalla relativa
documentazione dovrà risultare l’ora di arrivo all’impianto di smaltimento e l’esplicito riferimento
alla provenienza dei rifiuti conferiti (Comune di Bucciano).
L’onere dello smaltimento, comprensivo di eventuali penalità per qualsivoglia ragione
dovute, sono a carico della Ditta aggiudicataria.
15
ART. 21 GESTIONE DEL SERVIZIO RACCOLTA “PORTA A PORTA”DELLA
FRAZIONE ORGANICA
La Ditta appaltatrice deve espletare il servizio di raccolta “porta a porta” della Frazione
Organica proveniente da fabbricati ed insediamenti civili in genere.
La raccolta “porta a porta” viene svolta su tutto il territorio, salvo modifiche imposte da fatti
imprevisti, nelle giornate di Lunedì e giovedì, a partire dalle ore 6,30 secondo le modalità
disciplinate dal presente capitolato d’appalto e secondo le disposizioni eventualmente impartite dal
Responsabile del Servizio, e riguarda i materiali organici provenienti dagli scarti alimentari.
La Frazione Organica viene conferita dall’utente, all’esterno dell’abitazione, sulla pubblica via,
senza ingombrare la sede stradale o marciapiede onde consentire lo svuotamento degli stessi da
parte degli addetti al servizio, secondo le modalità disciplinate dal presente capitolato d’appalto.
Gli operatori del servizio svuotano i contenitori della frazione organica nell’automezzo e li
restituiscono all’utente deponendoli con cura e lasciandoli in modo ordinato senza intralciare la
circolazione dei veicoli e delle persone.
Il prelievo viene effettuato mediante l’ausilio di automezzi “navetta” con cassone a cielo aperto
ovvero di auto-compattatori: il personale della Ditta appaltatrice dovrà svuotare gli appositi
contenitori, provvedere alla pulizia di eventuali rifiuti fuoriusciti quindi, nel caso di utilizzo di
automezzi “navetta”, scaricare il cassone negli auto-compattatori adibiti al trasporto della Frazione
Organica in luoghi tali da non intralciare la circolazione dei veicoli e creare molestia alle persone.
Per il trasporto della frazione organica devono essere utilizzati automezzi idonei al fine
di evitare che dagli stessi fuoriescano liquami.
La Ditta appaltatrice, nello svolgimento del servizio non è tenuta ad entrare all’interno delle
proprietà private (solo in casi autorizzati dal Responsabile del servizio e per motivi di pubblico
interesse la Ditta provvederà alla raccolta all’interno della proprietà privata) né a prelevare la
Frazione Organica conferita in modo difforme a quanto previsto; l’addetto alla raccolta provvederà
ad inserire un avviso nella cassetta della posta o ad apporre sul contenitore stesso un avviso per
segnalare i motivi della mancata raccolta; tale manchevolezza dovrà essere segnalata Responsabile
del servizio.
Sarà cura della Ditta Appaltatrice, durante lo svolgimento del servizio, limitare il più possibile
l’intralcio alla circolazione stradale e avere cura di limitare il tempo che intercorre tra la raccolta ed
il trasporto del materiale verso l’impianto di smaltimento, compatibilmente con le esigenze di
funzionalità ed economicità del servizio, evitando comunque di creare situazioni di rischio igienicosanitario o di degrado ambientale.
Il materiale giornalmente raccolto verrà trasportato dalla Ditta appaltatrice mediante
autocompattatori, dal territorio comunale agli impianti di compostaggio presenti sul territorio
regionale, regolarmente autorizzati.
Mensilmente, la Ditta appaltatrice è obbligata, in conformità all’art. 9 del presente capitolato
d’appalto, a fornire tutta la documentazione attestante gli avvenuti conferimenti della Frazione
Organica (tagliandi operazioni di pesatura, formulari per il trasporto dei rifiuti): dalla relativa
documentazione dovrà risultare l’ora di arrivo all’impianto di smaltimento e l’esplicito riferimento
alla provenienza dei rifiuti conferiti.
L’onere dello smaltimento è a carico del Comune.
15
ART. 22 GESTIONE DEL SERVIZIO RACCOLTA “PORTA A PORTA” DELLA
CARTA E CARTONE
La Ditta appaltatrice deve espletare il servizio di raccolta “porta a porta” della Carta e
Cartone provenienti da fabbricati ed insediamenti in genere.
La raccolta “porta a porta” viene svolta su tutto il territorio comunale, salvo modifiche imposte da
fatti imprevisti, nella giornata del sabato a partire dalle ore 6,30 secondo le modalità disciplinate dal
presente capitolato d’appalto e le disposizioni eventualmente impartite dal Responsabile del
Servizio, e riguarda i materiali cartacei o ad essi assimilabili.
La Carta viene conferita dall’utente, il quale è tenuto a collocarla in adeguate scatole di cartone “a
perdere” ovvero in appositi contenitori rigidi o in sacchi trasparenti “a perdere” all’esterno
dell’abitazione, sulla pubblica via, senza ingombrare la sede stradale onde consentire il prelievo
ovvero lo svuotamento dei rifiuti da parte degli addetti al servizio, secondo le modalità disciplinate
dal presente capitolato d’appalto. Gli utenti, al fine di sveltire al massimo le operazioni di raccolta
del materiale cartaceo, devono conferire il sacco apposito aperto. Gli operatori del servizio caricano
sull’automezzo i cartoni e svuotano il sacco di plastica restituendolo all’utente.
Il prelievo viene effettuato mediante l’ausilio di automezzi “navetta” con cassone a cielo aperto
ovvero di auto-compattatori: il personale della Ditta appaltatrice dovrà prelevare le scatole di
cartone “a perdere” ovvero svuotare gli appositi contenitori, provvedere alla pulizia di eventuali
rifiuti fuoriusciti quindi, nel caso di utilizzo di automezzi “navetta”, scaricare il cassone negli auto
compattatori adibiti al trasporto dei rifiuti cartacei e ad essi assimilabili in luoghi tali da non
intralciare la circolazione dei veicoli e creare molestia alle persone.
La Ditta appaltatrice, nello svolgimento del servizio non è tenuta ad entrare all’interno delle
proprietà private (solo in casi autorizzati dal Responsabile del servizio e per motivi di pubblico
interesse la Ditta provvederà alla raccolta all’interno della proprietà privata) né a prelevare la Carta
conferita in modo difforme a quanto previsto; l’addetto alla raccolta provvederà ad inserire un
avviso nella cassetta della posta o ad apporre un avviso sul contenitore per segnalare i motivi della
mancata raccolta; tale manchevolezza dovrà essere segnalata al Responsabile del servizio.
Sarà cura della Ditta Appaltatrice, durante lo svolgimento del servizio, limitare il più possibile
l’intralcio alla circolazione stradale.
Il materiale raccolto verrà trasportato dalla Ditta appaltatrice mediante auto-compattatori, dal
territorio comunale agli impianti di recupero e riciclaggio affiliati CONAI presenti sul territorio
regionale, regolarmente autorizzati.
Mensilmente, la Ditta appaltatrice è obbligata, in conformità all’art. 9 del presente capitolato
d’appalto, a fornire tutta la documentazione attestante gli avvenuti conferimenti della Carta e
assimilabili (tagliandi operazioni di pesatura, formulari per il trasporto dei rifiuti): dalla relativa
documentazione dovrà risultare l’ora di arrivo all’impianto di smaltimento e l’esplicito riferimento
alla provenienza dei rifiuti conferiti.
L’eventuale contributo concesso ai sensi di legge dal CONAI è di spettanza della ditta e
verrà direttamente incassato dalla stessa.
ART. 23 GESTIONE DEL SERVIZIO RACCOLTA “PORTA A PORTA”DELLA
PLASTICA e ALLUMINIO.
La Ditta appaltatrice deve espletare il servizio di raccolta “porta a porta” della Plastica e
assimilabili e dell’ alluminio provenienti da fabbricati ed insediamenti in genere.
La raccolta “porta a porta” viene svolta su tutto il territorio comunale, salvo modifiche imposte da
fatti imprevisti, nella giornata di mercoledì a partire dalle ore 6,30 secondo le modalità disciplinate
15
dal presente capitolato d’appalto e le disposizioni eventualmente impartite dal Responsabile del
servizio, e riguarda i materiali plastici classificati con le sigle PET, PVC e PP e ad essi assimilabili
nonchè i rifiuti di imballaggi in plastica così come definiti dall’accordo di programma quadro Anci
Conai del 14 dicembre 2004 e materiale ferroso costituito da lattine, latte (senza residui di colle,
vernici, olii, ecc.) ed altri materiali metallici di piccole dimensioni.
La Plastica e l’alluminio vengono conferiti dall’ utente in un unico sacco di colore giallo
semitrasparente a perdere all’esterno dell’abitazione, sulla pubblica via, senza ingombrare la sede
stradale onde consentire il ritiro dei rifiuti da parte degli addetti al servizio, secondo le modalità
disciplinate dal presente capitolato d’appalto.
Il prelievo viene effettuato mediante l’ausilio di automezzi “navetta” con cassone a cielo aperto
ovvero di auto-compattatori: il personale della Ditta appaltatrice dovrà ritirare i sacchi contenenti la
plastica, provvedere alla pulizia di eventuali rifiuti fuoriusciti quindi, nel caso di utilizzo di
automezzi “navetta”, scaricare il cassone negli auto-compattatori adibiti al trasporto della Plastica e
ad essa assimilabili in luoghi tali da non intralciare la circolazione dei veicoli e creare molestia alle
persone.
La Ditta appaltatrice, nello svolgimento del servizio non è tenuta ad entrare all’interno delle
proprietà private (solo in casi autorizzati dal Responsabile del servizio e per motivi di pubblico
interesse la Ditta provvederà alla raccolta all’interno della proprietà privata) né a prelevare la
Plastica conferita in modo difforme a quanto previsto; l’addetto alla raccolta provvederà ad inserire
un avviso nella cassetta della posta o ad apporre un avviso sul contenitore per segnalare i motivi
della mancata raccolta; tale manchevolezza dovrà essere segnalata Responsabile del servizio.
Sarà cura della Ditta Appaltatrice, durante lo svolgimento del servizio, limitare il più possibile
l’intralcio alla circolazione stradale.
Il materiale giornalmente raccolto verrà trasportato dalla Ditta appaltatrice mediante
autocompattatori, dal territorio comunale agli impianti di recupero e riciclaggio affiliati CONAI
presenti sul territorio regionale, regolarmente autorizzati. Mensilmente, la Ditta appaltatrice è
obbligata, in conformità all’art. 9 del presente capitolato d’appalto, a fornire tutta la
documentazione attestante gli avvenuti conferimenti della Plastica e dei materiali ferrosi e
assimilabili (tagliandi operazioni di pesatura, formulari per il trasporto dei rifiuti): dalla relativa
documentazione dovrà risultare l’ora di arrivo all’impianto di smaltimento e l’esplicito riferimento
alla provenienza dei rifiuti conferiti.
L’eventuale contributo concesso ai sensi di legge dal CONAI è di spettanza della ditta e
verrà direttamente incassato dalla stessa.
ART. 24 DISPOSIZIONI COMUNI ALLE RACCOLTE A DOMICILIO
La raccolta delle diverse tipologie di rifiuti deve essere effettuata dalla Ditta appaltatrice
lungo il ciglio stradale, sui marciapiedi, ai cancelli o ai vari ingressi e solo in casi autorizzati dal
Responsabile del servizio la Ditta provvederà alla raccolta all’interno della proprietà privata.
I giorni e gli orari delle varie raccolte potranno essere eventualmente modificati nel
corso della durata dell’appalto per esigenze d’ufficio. Tali cambiamenti dovranno essere
comunicati alla ditta per iscritto.
La ditta deve provvedere a fornire agli utenti i sacchetti per le diverse tipologie di rifiuto ed in
particolare i sacchetti in mater-B per la raccolta dell’ umido. Le modalità della consegna agli
utenti saranno definite dal Responsabile del servizio, sentita la ditta.
La Ditta appaltatrice deve segnalare, per iscritto, al Responsabile del servizio, per le
opportune decisioni in merito, tutte le situazioni e i comportamenti dell’utenza che risultino
15
d’ostacolo all’agevole espletamento del servizio ed al raggiungimento degli obiettivi che il Comune
si è prefisso di conseguire con l’istituzione dei relativi servizi.
A servizio giornaliero ultimato l’attrezzatura utilizzata deve essere debitamente lavata e disinfettata.
I mezzi utilizzati dovranno essere in stato di perfetta efficienza, mediante regolare manutenzione
meccanica, di presentabilità, assoggettandoli anche a periodiche riverniciature, lavati
quotidianamente e disinfettati nonché dovranno rispettare le prescrizioni relative agli scarichi e alle
emissioni gassose, in vigore o che, anche in corso di contratto, potranno essere emanate: in
particolare, i mezzi adibiti al trasporto di frazioni putrescibili, suscettibili di rilascio di liquidi,
dovranno essere a tenuta stagna al fine di evitare ogni perdita di carico, liquida e/o solida.
I veicoli utilizzati per la raccolta ed il trasporto devono ottemperare alle norme della circolazione
vigenti nel territorio comunale, salvo speciali autorizzazioni che possono essere concesse dal
Comune per agevolare lo svolgimento del servizio e mantenere una velocità in modo tale da evitare
la perdita del carico trasportato.
La Ditta appaltatrice è obbligata a provvedere nel più breve tempo possibile e, comunque nella
giornata in cui avviene la raccolta, al ritiro di qualsiasi tipologia di rifiuto differenziato, conferito
come da capitolato, regolarmente comunicato (via fax o telefono) da parte del Responsabile del
servizio o suo delegato, se il disservizio è da imputare a dimenticanza della stessa Ditta.
La Ditta appaltatrice resta comunque responsabile verso il Comune e verso terzi per qualsiasi
inconveniente che si dovesse verificare a causa del trasporto e dello smaltimento dei rifiuti.
La Ditta appaltatrice provvede, a sua cura e spese, alle eventuali operazioni di cernita e di pulizia,
da materiali estranei, di quanto raccolto. Nessun onere deve pertanto gravare sul Comune per il
trasporto e lo smaltimento di carta e cartone, vetro, imballaggi di plastica e materiali ferrosi. Il
Comune autorizza la Ditta appaltatrice a stipulare direttamente con i diversi consorzi nazionali di
filiera le convenzioni per il recupero dei predetti materiali.
Gli eventuali contributi che saranno versati dai consorzi nazionali di filiera per le
diverse tipologie di materiali raccolti (carta, vetro, plastica e materiali ferrosi) resteranno
pertanto a favore della Ditta appaltatrice.
ART. 25 GESTIONE DEL SERVIZIO RACCOLTA CON CAMPANE DEL VETRO
La Ditta appaltatrice deve espletare il servizio di raccolta del Vetro proveniente da fabbricati
ed insediamenti in genere.
La raccolta viene svolta su tutto il territorio comunale, salvo modifiche imposte da fatti imprevisti,
secondo le modalità disciplinate dal presente capitolato d’appalto e le disposizioni eventualmente
impartite dal Responsabile dell’Ufficio Tecnico Comunale, e riguarda i materiali vetrosi o ad essi
assimilabili.
Il Vetro viene conferito dall’utente, il quale è tenuto a collocarlo in una delle campane, di proprietà
comunale, dislocate sul territorio comunale.
Le campane saranno svuotate dalla ditta all’ occorrenza utilizzando idonei automezzi.
Il personale della Ditta appaltatrice dovrà svuotare le campane, provvedere alla pulizia di eventuali
rifiuti fuoriusciti
Il materiale raccolto, salvo diversa disposizione del Responsabile del Servizio, verrà trasportato
dalla Ditta appaltatrice mediante auto-compattatori, dal territorio comunale agli impianti di recupero
e riciclaggio affiliati CONAI presenti sul territorio regionale, regolarmente autorizzati.
Mensilmente, la Ditta appaltatrice è obbligata, in conformità all’art. 9 del presente capitolato
d’appalto, a fornire tutta la documentazione attestante gli avvenuti conferimenti del Vetro e dei
materiali ad esso assimilabili (tagliandi operazioni di pesatura, formulari per il trasporto dei rifiuti):
dalla relativa documentazione dovrà risultare l’ora di arrivo all’impianto di smaltimento e l’esplicito
riferimento alla provenienza dei rifiuti conferiti.
15
L’eventuale contributo concesso ai sensi di legge dal CONAI è di spettanza della ditta e
verrà direttamente incassato dalla stessa.
ART. 26 GESTIONE DEL SERVIZIO RACCOLTA DEI R.U.P (PILE
ESAURITE/MEDICINALI SCADUTI) e TOSSICI ED INFIAMMABILI
La Ditta appaltatrice deve espletare il servizio di raccolta dei Rifiuti Urbani Pericolosi (pile
esaurite e medicinali scaduti), conferiti direttamente dagli utenti negli appositi contenitori, di
proprietà comunale, posizionati sul territorio comunale.
La Ditta appaltatrice deve provvedere al ritiro, al trasporto ed allo smaltimento dei suddetti Rifiuti
Urbani Pericolosi con periodicità indicativa mensile e comunque ogniqualvolta se ne ravvisi la
necessità, dietro esplicita richiesta del Responsabile del Servizio o suo delegato: il mancato
intervento nell’arco massimo di giorni 2 (due) dalla richiesta è sanzionabile a termini dell’art. 14 del
presente capitolato d’appalto.
Il trasporto e lo smaltimento dei Rifiuti Urbani Pericolosi sono eseguiti a cura e spese della Ditta
appaltatrice che, al momento del ritiro, è tenuta anche a provvedere alla pulizia del punto di raccolta
e dei contenitori stessi.
Il servizio di raccolta dei Rifiuti Urbani Pericolosi, inclusi gli oneri di smaltimento, sono compresi
nel corrispettivo determinato a titolo di canone d’appalto.
La Ditta appaltatrice è obbligata, in conformità all’art. 9 del presente capitolato d’appalto, a fornire
tutta la documentazione (tagliandi operazioni di pesatura, formulari per il trasporto dei rifiuti)
attestante gli avvenuti conferimenti dei R.U.P. presso gli impianti di smaltimento autorizzati.
L’onere dello smaltimento è a carico della Ditta aggiudicataria.
ART. 27 GESTIONE DEL SERVIZIO RACCOLTA DEI R.S.U. PRESSO IL
CIMITERO COMUNALE e RIFIUTI CIMITERIALI.
La Ditta appaltatrice deve espletare il servizio di raccolta dei Rifiuti cimiteriali, provenienti
da riesumazioni effettuate nel Cimitero comunale, conferiti negli appositi contenitori o bustoni
forniti dalla ditta .
La Ditta appaltatrice deve provvedere al ritiro sul posto, mediante svuotamento degli appositi
contenitori di proprietà, al trasporto ed al conferimento dei Rifiuti cimiteriali
Oggetto della raccolta sono i seguenti materiali elencati a titolo esemplificativo e non esaustivo :
1. resti di esumazioni ed estumazioni;
feretri;
marmi di copertura della tomba, lapidi, vasi, foto in ceramica, dizioni di metallo, statuette in
cemento, gesso bronzo, o altro materiale;
fiori ed alberelli, anche finti.
La raccolta dovrà impiegare mezzi a tenuta stagna e di dimensioni commisurate alle
caratteristiche della viabilità.
La raccolta avverrà su chiamata del responsabile del servizio. Il trasporto e lo smaltimento dei
rifiuti cimiteriali sono effettuati a cura e spese della Ditta appaltatrice, la quale resta l’unica
responsabile verso il Comune e verso terzi per qualsiasi inconveniente dovesse verificarsi a causa
del trasporto e dello smaltimento di tali rifiuti.
Il suddetto servizio, incluso lo smaltimento, è compreso nel canone d’appalto.
15
Gli RSU prodotti nel civico cimitero vengono conferiti in appositi contenitori forniti dalla ditta
appaltatrice e devono essere raccolti , trasportati e conferiti nel rispetto delle medesime disposizioni
generali indicate al precedente art. 20 in materia di gestione del servizio di raccolta “porta a porta”
ART. 28 GESTIONE DEL SERVIZIO DI SPAZZAMENTO STRADE
La Ditta appaltatrice deve espletare il servizio di spazzamento, manuale e/o meccanico,delle
strade e delle piazze comunali asfaltate e dei marciapiedi.
In particolare il servizio di pulizia strade dovrà riguardare lo spazzamento di tutte le vie, dei relativi
marciapiedi, dei piazzali, dei parcheggi, dei viali, dei parchi,delle aiuole spartitraffico, e di ogni
altra area pubblica e aperta al pubblico.
Il servizio di spazzamento delle strade dovrà essere effettuato in modo che tutte le strade del Paese,
di cui all’ allegato A, del presente capitolato, vengano spazzate con la periodicità ivi indicata .
In caso di pioggia intensa, lo svolgimento del servizio potrà essere sospeso e recuperato in data da
concordarsi con il Responsabile dell’Ufficio Tecnico Comunale.
In caso di neve il servizio sarà sospeso sino allo scioglimento della stessa. La ditta appaltatrice
dovrà successivamente provvedere a raccogliere tutto il ghiaietto antigelo sparso sulle strade senza
nessun aggravio di spesa, a compensazione dei servizi non effettuati a causa del maltempo.
La pulizia dovrà essere eseguita accuratamente, in modo da asportare completamente i rifiuti di
qualsiasi genere, compresi i detriti, i calcinacci, il fogliame e la fanghiglia in corrispondenza di tutte
le vie piazze ed i relativi marciapiedi. La spazzatura dovrà inoltre essere eseguita evitando di
sollevare la polvere.
Nei periodi di tempo in cui se ne manifesti la necessità, si dovrà provvedere all’innaffiamento o
lavatura delle aree/strade pubbliche in modo uniforme, senza sollevare polvere, nel rispetto di
quanto previsto da leggi e regolamenti sanitari vigenti. Il punto di approvvigionamento dell’acqua
da utilizzare per la spazzatrice sarà concordato con il Responsabile del servizio.
Tutti i materiali raccolti conseguentemente allo spazzamento delle strade dovranno
essere trasportati ad impianti di smaltimento autorizzati dalla Regione a cura e spese della
ditta appaltatrice.
ART. 29 RACCOLTA DEGLI INGOMBRANTI E DEI BENI DUREVOLI
Il servizio avrà una frequenza minima di un giorno a mese ed il ritiro avverrà presso il civico
di residenza e/o domicilio del richiedente.
La Ditta Appaltatrice è tenuta a propria cura e spese e con l’utilizzo di mezzi idonei, alla raccolta, al
trasporto e smaltimento dei rifiuti ingombranti prodotti dai nuclei familiari, persone fisiche e
giuridiche, iscritti al ruolo TARSU nonché residenti nel Comune di Bucciano.
Tale servizio è attivato su richiesta dei cittadini, iscritti al ruolo TARSU, mediante la compilazione
di un “MODULO” di richiesta disponibile presso l’Ufficio Tecnico dell’Ente Appaltante. Infine
l’ufficio preposto presa visione della conformità delle richieste li trasmetterà alla Ditta Appaltatrice
che provvederà ad organizzare il servizio di ritiro.
I rifiuti che possono essere conferiti sono i seguenti:
• rifiuti urbani misti (imballaggi e scarti di legno ed affini, scarti di gomma ed affini, scarti di
leghe;
metalliche di ferro ed altro, rottami di vetro, sanitari, mobili,ecc.) codice CER 20.03.07. (non
pericoloso);
legno non trattato CER 20.01.38. (non pericoloso);
apparecchiature elettriche ed elettroniche fuori uso, codice CER 20.01.36. (non pericoloso);
15
apparecchi domestici post consumo fuori uso contenente con CFC, codice CER 20.01.23. (rifiuto
pericoloso);
apparecchiature elettriche ed elettroniche fuori uso, codice CER 20.01.35. (rifiuto pericoloso);
Tutti i materiali raccolti dovranno essere trasportati ad impianti di smaltimento
autorizzati dalla Regione a cura e spese della ditta appaltatrice, che si assume anche gli oneri
di conferimento.
ART. 30 SERVIZI AGGIUNTIVI
Qualora durante il periodo contrattuale si rendesse necessario provvedere all’espletamento
di servizi aggiuntivi, non espressamente contemplati nel presente capitolato d’appalto ma aventi
natura similare di quelli in affidamento, il Comune potrà affidarli alla Ditta aggiudicataria
concordando con essa modalità, costi e durata nel rispetto delle condizioni contrattuali in essere.
Rimane comunque salva la facoltà dell’Amministrazione Comunale, rimessa al suo libero
apprezzamento, di affidare l’espletamento di tali servizi aggiuntivi ad altri imprenditori e senza che
la Ditta appaltatrice possa vantare pretese di alcun genere.
ART. 31 REVISIONE DEL CANONE
Il canone di appalto non è soggetto a revisione
ART. 32 RAPPORTI CON I CONSORZI DI FILIERA
Il Comune delegherà la ditta appaltatrice per i rapporti con i consorzi di filiera.
ART. 33 GESTIONE DEI CONTRATTI DEI SERVIZI DI SMALTIMENTO
L’impianto di smaltimento, rappresentante il recapito finale dei rifiuti solidi urbani (RSU)
provenienti dal Comune è, al momento e salva diversa determinazione degli organi competenti,
l’impianto sito a Casalduni (BN) gestito dalla SAMTE spa.
I rapporti con l’impianto faranno capo al Comune di Bucciano e gli oneri di
smaltimento che il Comune sosterrà, pagando le fatture del conferimento rifiuti, saranno
defalcati dal canone mensile dovuto alla ditta.
ART. 34 SPESE INERENTI AL CONTRATTO
Tutte indistintamente le spese contrattuali, nessuna esclusa ed eccettuata, nonché quelle per
la gestione del servizio sono a carico della Ditta appaltatrice.
Sono altresì a suo esclusivo carico le spese di registrazione del contratto d’appalto, nonché le spese
inerenti e conseguenti il rischio dell’incendio delle attrezzature e l’assicurazione, a norma di legge,
per la responsabilità civile verso terzi.
ART. 35 INIZIO DEL SERVIZIO
La Ditta aggiudicataria dell’appalto deve dare inizio al servizio previsto dal presente
capitolato, entro e non oltre 30 giorni dalla stipula del contratto.
ART. 36 RIFERIMENTO ALLA LEGGE
15
Per quanto non previsto nel presente capitolato d’appalto si fa riferimento alle disposizioni
di legge vigenti in materia.
ART. 37 TUTELA DELLA PRIVACY
Ai sensi della Legge 196/2003 e successive modifiche e integrazioni, è stabilito che il
trattamento dei dati personali della ditta appaltatrice sarà improntato a liceità e correttezza nella
piena tutela dei diritti della stessa e della riservatezza delle persone fisiche e senza altre finalità
rispetto a quelle previste dal presente capitolato d’appalto.
Bucciano lì 12 dicembre 2014
Il Responsabile del Servizio
Architetto Pietro Francesco Buonanno
Firma autografa omessa ai sensi dell'art. 3 D. Lgs. 39/1993
15
Modello “A” (in carta semplice)
Al Comune di Bucciano
Via Provinciale
82010 Bucciano (BN)
OGGETTO : ISTANZA DI AMMISSIONE GARA per l'appalto del servizio raccolta, trasporto e smaltimento dei
rifiuti solidi urbani, degli assimilabili e dei materiali da avviare al recupero e lo spazzamento delle strade. CIG
[6064033655]. Importo a base d’ asta € 192.000,00
Il/La sottoscritt ….................................................………………………………………………………………………….,
nato/a il ………………………………........……. a …...................................................………………………………….,
in qualità di ……….............................................………………………..……. (eventualmente giusta procura generale /
speciale n …………………… del ………………………. (allegare in copia conforme)
autorizzato/a a rappresentare legalmente l’impresa/società ……………………………….................…………………….
forma giuridica ………………......……. Codice Fiscale …....................………………………………….. Partita IVA
……………………………………. con sede legale in …..........................................……………………………………..
via ……………………………………….....…… n. …........... CAP …………………… Tel:……………………............
Fax………….....................................….. e-mail. ….......................................................................………………………...
domicilio eletto …......................…………………………………………………………………………………………..
o n. di fax …………………………… espressamente autorizzato dal sott. ………………………………………. presso
cui ricevere le comunicazioni di cui all’art. 79 DL.vo n. 163/2006 e s. i e m.
CHIEDE
di partecipare alla GARA, in oggetto, mediante PROCEDURA APERTA ex art. 55,art. 124, lett. a) c. 6, artt. 82 e 86
del DL.vo n. 163/2006 e s. i e delle disposizioni normative della L.R. n. 3/2007 e s. i e m. e Regolamento di Attuazione
n. 7/2010, come
A)
Impresa Singola
…………………………………………………….
(firma del titolare o legale rappresentante)
B)
Capogruppo di un Consorzio o di un GEIE o di una Associazione Temporanea di Imprese
Tipo orizzontale
Denominazione
_____________________________
Quota Percentuale Prestazioni
Quota Percentuale Prestazioni______________
Con le seguenti imprese mandanti :
(indicare la denominazione di ciascuna impresa e la quota percentuale delle prestazioni, che intende assumersi)
Denominazione
Importo Percentuale
______________________________ quota percentuale _________________________
______________________________ quota percentuale _________________________
______________________________ quota percentuale _________________________
(nel caso sia stato già conferito mandato speciale)
La sottoscritta impresa capogruppo dichiara, altresì, di presentare l’ istanza di ammissione, in oggetto, in nome e per
conto delle sopra indicate imprese mandanti o consorziate che hanno provveduto a conferire regolare procura, che
allega alla presente istanza.
…......……………………………………………………
firma del Legale Rappresentante Impresa Capogruppo
(nel caso che non sia stato ancora conferito mandato speciale) sottoscritte imprese si impegnano, nel caso di
aggiudicazione della gara, a conferire mandato collettivo speciale con rappresentanza all’impresa individuata come
Capogruppo, la quale stipulerà il contratto in nome e per conto proprio e delle mandanti . Si impegnano, altresì, a non
modificare la composizione del consorzio o del raggruppamento, indicata nella presente domanda.
firma Impresa Capogruppo
__________________________________
Firma Imprese Mandanti o Consorziate __________________________________
___________________________________
N.B. La firma del titolare o legale rappresentante deve essere, pena l’esclusione, corredata da copia fotostatica non
autenticata di un documento di identità o riconoscimento del sottoscrittore in corso di validità (fronte/retro)
Modello “A1” (in bollo)
Al Comune di Bucciano
Via Provinciale
82010 Bucciano (BN)
OGGETTO : ISTANZA DI AMMISSIONE GARA per l'appalto del servizio raccolta, trasporto e smaltimento dei
rifiuti solidi urbani, degli assimilabili e dei materiali da avviare al recupero e lo spazzamento delle strade. CIG
[6064033655]. Importo a base d’ asta € 192.000,00
Il/La sottoscritt ….................................................………………………………………………………………………….,
nato/a il ………………………………........……. a …...................................................………………………………….,
in qualità di ……….................................................................................................................………………………..…….
autorizzato/a a rappresentare legalmente l’impresa/società ……………………………….................…………………….
forma giuridica ………………......……. Codice Fiscale …....................………………………………….. Partita IVA
……………………………………. con sede legale in …..........................................……………………………………..
via ……………………………………….....…… n. …........... CAP …………………… Tel:……………………............
Fax………….....................................….. e-mail. ….......................................................................………………………...
A seguito del bando di partecipazione alla procedura di gara in oggetto indicato, dopo aver preso piena conoscenza
di tutti gli atti tecnici ed amministrativi e di tutte le condizioni contrattuali, per l’aggiudicazione dell’appalto a suo
favore ed intendendo compreso e compensato nel prezzo offerto ogni altro onere previsto nel Capitolato, offre
sull’importo a base d’asta, in ragione di € 192.000,00 (euro centonovantaduemila/00) il ribasso del:
…........................................................%
(percentuale di ribasso in cifre)
………………………………….............................................................................…… (percentuale di ribasso in lettere)
corrispondente all’importo netto di:
€ ……........................……………(importo in cifre)
Euro …………………................................…………………………………………………………... (importo in lettere).
(luogo e data) ……..................................……………
……………………………………….
SOTTOSCRIZIONE DELL’IMPRESA/E (*)
(nome e cognome del titolare/i o del legale/i rappresentante/i):
…………………………………………………………………
…………………………………………………………………
Istruzioni per la compilazione:
(*) L’offerta deve essere sottoscritta su ogni pagina con firma leggibile e per esteso:
- nel caso di impresa individuale: dall’Imprenditore;
- nel caso di Società, Cooperative o Consorzi: dal legale rappresentante;
- nel caso di raggruppamento temporaneo d’imprese o consorzio di concorrenti ancora da costituirsi: dalle persone che
si trovano nella medesima posizione giuridica con riferimento a ciascuna impresa.
- Qualora nell’Impresa sia presente la figura dell’Institore (artt. 2203 e seguenti del C.C.), del Procuratore (art. 2209 del
C.C.) o del Procuratore speciale: l’offerta può essere sottoscritta con firma leggibile e per esteso dagli stessi.
Allegare, a pena di esclusione, copia fotostatica (fronte/retro) di idoneo documento di identificazione, in corso di
validità di ciascuno dei soggetti dichiaranti. In caso contrario, le firme dovranno essere autenticate ai sensi del D.P.R. n.
445/2000 (a pena l'esclusione dalla gara).
Modello “B1” (in carta semplice)
Al Comune di Bucciano
Via Provinciale
82010 Bucciano (BN)
OGGETTO : ISTANZA DI AMMISSIONE GARA per l'appalto del servizio raccolta, trasporto e smaltimento dei
rifiuti solidi urbani, degli assimilabili e dei materiali da avviare al recupero e lo spazzamento delle strade. CIG
[6064033655]. Importo a base d’ asta € 192.000,00
DICHIARAZIONE ex artt. 46 e 47 del D.P.R. n. 445/2000 CONCERNENTE L’INESISTENZA DI CAUSE
D’ESCLUSIONE DALLE GARE D’APPALTO( art. 38 comma 1 lettere,b) e c) del D.Lgs n. 163/2006 e s. i e m.)
Il/La sottoscritt ….................................................………………………………………………………………………….,
nato/a il ………………………………........……. a …...................................................………………………………….,
in qualità di ……….................................................................................................................………………………..…….
autorizzato/a a rappresentare legalmente l’impresa/società ……………………………….................…………………….
forma giuridica ………………......……. Codice Fiscale …....................………………………………….. Partita IVA
……………………………………. con sede legale in …..........................................……………………………………..
via ……………………………………….....…… n. …........... CAP …………………… Tel:……………………............
Fax………….....................................….. e-mail. ….......................................................................………………………...
consapevole che le dichiarazioni mendaci incorreranno nelle sanzioni di cui all’art. 76 del D.P.R. 445/2000.
DICHIARA
sotto la propria personale responsabilità e consapevole di poter essere escluso dalla partecipazione alle procedure di
affidamento delle concessioni e degli appalti di lavori, forniture e servizi, di non poter essere affidatario di subappalti, e
di non poter stipulare i relativi contratti:
l’insussistenza delle situazioni contemplate dall’art. 38, commi 1, lett. b) e c) del D.Lgs n. 163/2006; 
che nei propri confronti non è pendente alcun procedimento per l’applicazione di una delle misure di prevenzione di cui
all’articolo 3 della legge 27 dicembre 1956, n. 1423 o di una delle cause ostative previste dall’art. 10 della legge 31
maggio 1965, n.575;
che non è stata pronunciata a proprio carico:
1. sentenza di condanna passata in giudicato, o emesso decreto penale di condanna divenuto
irrevocabile, oppure sentenza di applicazione della pena su richiesta, ai sensi dell’art. 444 del
codice di procedura penale, per reati gravi in danno dello Stato o della Comunità che incidono
sulla moralità professionale;
2. condanna, con sentenza passata in giudicato, per uno o più reati di partecipazione a
un’organizzazione criminale, corruzione, frode, riciclaggio, quali definiti dagli atti comunitari citati all’articolo 45,
paragrafo 1, direttiva Ce 2004/18;
(Ovvero) :
di avere riportato (**)
……………………………………….…………………..…………………………………………………………….
………………………………………………………………………………………..…………………………………….
………………………………………………………………………………………………….
(Ovvero) :
di aver riportato le seguenti condanne per le quali ha beneficiato della non menzione (ai sensi dell’art. 38, comma 2, del
DLgs 163/06 e s.m.i.:
……………………………………….…………………..……………………………………………
……………….………………………………………………………………………………………..
…………………………………….…………………………………………………………………
…………………..…………………………………………………………………………………….
…………………………, ……………..
(Luogo e Data)
…………………………………………….
(firma)
ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE
(*) La dichiarazione dovrà essere effettuata da ogni soggetto che rivesta il ruolo di:
a) titolare e direttore/i tecnico/i per le imprese individuali;
b) tutti i soci e il direttore/i tecnico/i per le società in nome collettivo;
c) tutti gli accomandatari e il/i direttore/i tecnico/i per le società in accomandita semplice;
d) tutti gli amministratori muniti di poteri di rappresentanza o il direttore tecnico o il socio unico persona fisica,
ovvero il socio di maggioranza in caso di società con meno di quattro soci, per gli altri tipi di società o consorzi.
Ai sensi dell’art. 38, comma 2, del DLgs 163/06 e s.m.i., la suddetta dichiarazione dovrà indicare tutte le condanne
penali riportate, ivi comprese quelle per le quali abbia beneficiato della non menzione .
Ai fini del comma 1, lett.c) del predetto art. 38, del D.Lgs. n. 163/2006 e s. i e m. il concorrente non è tenuto ad indicare
nella dichiarazione le condanne per reati depenalizzati ovvero dichiarati estinti dopo la condanna stessa, né le condanne
revocate, né quelle per le quali è intervenuta la riabilitazione.
Allegare, a pena di esclusione, copia fotostatica (fronte/retro) di idoneo documento di identificazione, in corso di
validità di ciascuno dei soggetti dichiaranti. In caso contrario, le firme dovranno essere autenticate ai sensi del D.P.R. n.
445/2000 (a pena l'esclusione dalla gara)
- Barrare i punti di interesse:
(**) In ogni caso il dichiarante deve indicare tutte le sentenze emesse nei suoi confronti, anche se non compaiono nel
certificato del casellario giudiziale rilasciato su richiesta dell’interessato, competendo esclusivamente alla stazione
appaltante di valutare se il reato commesso precluda o meno la partecipazione all’appalto. Più specificamente dovrà
indicare:
- le condanne per le quali si sia beneficiato della non menzione;
- le sentenze passate in giudicato;
- i decreti penali di condanna divenuti irrevocabili;
- le sentenze di applicazione della pena su richiesta, ai sensi dell’art. 444 del codice di procedura penale;
Modello “B1-bis” (in carta semplice)
Al Comune di Bucciano
Via Provinciale
82010 Bucciano (BN)
OGGETTO : ISTANZA DI AMMISSIONE GARA per l'appalto del servizio raccolta, trasporto e smaltimento dei
rifiuti solidi urbani, degli assimilabili e dei materiali da avviare al recupero e lo spazzamento delle strade. CIG
[6064033655]. Importo a base d’ asta € 192.000,00
DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA ex artt. 46 e 47 del D.P.R. n. 445/2000 ed art. 38, c. 1, lettera m-ter del D.Lgs n.
163/2006 e s. i e m.
Il/La sottoscritt ….................................................………………………………………………………………………….,
nato/a il ………………………………........……. a …...................................................………………………………….,
in qualità di ……….................................................................................................................………………………..…….
autorizzato/a a rappresentare legalmente l’impresa/società ……………………………….................…………………….
forma giuridica ………………......……. Codice Fiscale …....................………………………………….. Partita IVA
……………………………………. con sede legale in …..........................................……………………………………..
via ……………………………………….....…… n. …........... CAP …………………… Tel:……………………............
Fax………….....................................….. e-mail. ….......................................................................………………………...
consapevole che le dichiarazioni mendaci incorreranno nelle sanzioni di cui all’art.76 del D.P.R. 445/2000,
DICHIARA
sotto la propria personale responsabilità e consapevole di poter essere escluso dalla partecipazione alle procedure di
affidamento delle concessioni e degli appalti di lavori, forniture e servizi, di non poter essere affidatario di subappalti, e
di non poter stipulare i relativi contratti:
- di non essere stato vittima dei reati previsti e puniti dagli artt. 317 e 629 del codice penale aggravati ai sensi dell’art. 7
del D.L. 13 maggio 1991, n. 152, convertito con modificazioni dalla legge 12 luglio 1991, n. 203;
oppure
- essendo stato vittima dei reati previsti e puniti dagli artt. 317 e 629 del codice penale aggravati ai sensi dell’art. 7 del
D.L. 13 maggio 1991, n. 152, convertito con modificazioni dalla legge 12 luglio 1991, n. 203, di non aver omesso la
denuncia dei fatti all’autorità giudiziaria, salvo che ricorrano i casi previsti dall’art. 4, primo comma della L. n. 689 del
24.11.1981.
…………..….
(Luogo e Data)
-------------------------( FIRMA (*))
ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE
(*) La dichiarazione dovrà essere effettuata da ogni soggetto che rivesta il ruolo di:
a) titolare e direttore/i tecnico/i per le imprese individuali;
b) tutti i soci e il direttore/i tecnico/i per le società in nome collettivo;
c) tutti gli accomandatari e il/i direttore/i tecnico/i per le società in accomandita semplice;
d) tutti gli amministratori muniti di poteri di rappresentanza o il direttore tecnico o il socio unico persona fisica,
ovvero il socio di maggioranza in caso di società con meno di quattro soci, per gli altri tipi di società o consorzi.
Allegare, a pena di esclusione, copia fotostatica (fronte/retro) di idoneo documento di identificazione, in corso di
validità di ciascuno dei soggetti dichiaranti. In caso contrario, le firme dovranno essere autenticate ai sensi del D.P.R. n.
445/2000 (pena l'esclusione dalla gara).
Ai fini delle suddette istruzioni il presente modello vidimato e consegnato dal Comune potrà essere fotocopiato per gli
altri soggetti che dovranno rendere la dichiarazione.
Modello “B1-ter” (in carta semplice)
Al Comune di Bucciano
Via Provinciale
82010 Bucciano (BN)
OGGETTO : ISTANZA DI AMMISSIONE GARA per l'appalto del servizio raccolta, trasporto e smaltimento dei
rifiuti solidi urbani, degli assimilabili e dei materiali da avviare al recupero e lo spazzamento delle strade. CIG
[6064033655]. Importo a base d’ asta € 192.000,00
DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA ex artt. 46 e 47 del D.P.R. n. 445/2000 art. 38, comma 1, lettera m-quater del
D.Lgs n. 163/2006 e s. i e m.
Il/La sottoscritt ….................................................………………………………………………………………………….,
nato/a il ………………………………........……. a …...................................................………………………………….,
in qualità di ……….................................................................................................................………………………..…….
autorizzato/a a rappresentare legalmente l’impresa/società ……………………………….................…………………….
forma giuridica ………………......……. Codice Fiscale …....................………………………………….. Partita IVA
……………………………………. con sede legale in …..........................................……………………………………..
via ……………………………………….....…… n. …........... CAP …………………… Tel:……………………............
Fax………….....................................….. e-mail. ….......................................................................………………………...
consapevole che le dichiarazioni mendaci incorreranno nelle sanzioni di cui all’art.76 del D.P.R. 445/2000,
DICHIARA
sotto la propria personale responsabilità e consapevole di poter essere escluso dalla partecipazione alle procedure di
affidamento delle concessioni e degli appalti di lavori, forniture e servizi, di non poter essere affidatario di subappalti, e
di non poter stipulare i relativi contratti:
• di non trovarsi con alcun soggetto in alcuna situazione di controllo, di cui all'articolo 2359 del codice civile o in una
qualsiasi relazione, anche di fatto se la situazione di controllo o relazione comporti che le offerte sono imputabili ad
un unico centro decisionale e di aver formulato l’offerta autonomamente
(ovvero)
• di non essere a conoscenza della partecipazione alla medesima procedura di soggetti che si trovano, rispetto al
concorrente in una delle situazioni di controllo di cui all’art. 2359 del codice civile e di aver formulato l’offerta
autonomamente
• di essere a conoscenza della partecipazione alla medesima procedura di soggetti, che si trovano rispetto al
concorrente in situazione di controllo ai sensi dell’art. 2359 del codice civile e di aver formulato autonomamente
l'offerta (**).
Il Concorrente con cui sussiste tale situazione è il seguente:
Impresa …………….................................…………………….………………………………..………………………….;
con sede in …………………………………………………..… Cod.Fisc. ………………..…….……… ; partita IVA
…………………....………….;
Organi rappresentativi:
(titolare, socio, direttore tecnico, legale rappresentante, etc)
Sig.
………………………………………………………….nato/a
a
…………………………………
…il
……………………… residente nel Comune di
……………………………; Prov…………………………
Via/Piazza……..………..…………………………..……………………
Data …………..….
……………………………………………
Il titolare /legale rappresentante
ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE
(*) La dichiarazione dovrà essere effettuata da ogni soggetto interessato:
- Titolare per le imprese individuali;
- Legale Rappresentante per gli altri tipi di società
Allegare, a pena di esclusione, copia fotostatica (fronte/retro) di idoneo documento di identificazione, in corso di
validità di ciascuno dei soggetti dichiaranti. In caso contrario, le firme dovranno essere autenticate ai sensi del D.P.R. n.
445/2000 (a pena l'esclusione dalla gara).
(**) Depennare le parti della dichiarazione non pertinenti.
La stazione appaltante escluderà i concorrenti per i quali accerterà che le relative offerte sono imputabili ad un unico
centro decisionale, sulla base di univoci elementi. La verifica e l'eventuale esclusione saranno disposte dopo l'apertura
delle buste contenenti l'offerta economica.
Modello “B1-quater” (in carta semplice)
Al Comune di Bucciano
Via Provinciale
82010 Bucciano (BN)
OGGETTO : ISTANZA DI AMMISSIONE GARA per l'appalto del servizio raccolta, trasporto e smaltimento dei
rifiuti solidi urbani, degli assimilabili e dei materiali da avviare al recupero e lo spazzamento delle strade. CIG
[6064033655]. Importo a base d’ asta € 192.000,00
DICHIARAZIONE Iscrizione Camera Commercio, Attestazione SOA/ Certificazioni di Qualità- Posizioni
Contributive, Requisiti ex art. 39-41 e 42 D.lgs n. 163/2006 e s. i e m. , Subappalto, Inizio Prestazioni.
Il/La sottoscritt ….................................................………………………………………………………………………….,
nato/a il ………………………………........……. a …...................................................………………………………….,
in qualità di ……….................................................................................................................………………………..…….
autorizzato/a a rappresentare legalmente l’impresa/società ……………………………….................…………………….
forma giuridica ………………......……. Codice Fiscale …....................………………………………….. Partita IVA
……………………………………. con sede legale in …..........................................……………………………………..
via ……………………………………….....…… n. …........... CAP …………………… Tel:……………………............
Fax………….....................................….. e-mail. ….......................................................................………………………...
consapevole del fatto che, in caso di mendace dichiarazione, verranno applicate nei suoi riguardi, ai sensi dell’art. 76
del D.P.R. n. 445 del 28.12.2000, le sanzioni penali previste dal Codice Penale e dalle Leggi speciali in materia di
falsità negli atti, oltre alle conseguenze amministrative previste per le procedure relative agli appalti di lavori pubblici,
dichiara
ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. n. 445 del 28.12.2000,
1.) che mantiene le seguenti posizioni previdenziali ed assicurative
I.N.P.S. sede di…… ………………………………………………….. pos. n ……………………….;
I.N.A.I.L, sede di……………………. ……………………… ….. pos. n………………………………..;
PAT
e di essere in regola con i relativi versamenti;
2.) che è iscritta nel Registro delle Imprese della Camera di Commercio di ………………… ………… ………….
……… … ……………………………………………….. per attività corrispondenti ai lavori da eseguire ed attesta
i seguenti dati :
• numero di iscrizione………………………………………………………………………………….
• data di iscrizione……………………………………………………………………………………
• durata della ditta / data termine……………………………………………………………………
• forma giuridica
• P.I.V.A………………………………………C.F……………………………………………..
• indica i nominativi, le qualifiche, le date di nascita e di residenza degli eventuali titolari, soci, direttori tecnici,
amministratori muniti di poteri di rappresentanza e soci accomandatari :
……..............................………………………………………………………………………………………………..
………………………..............................……………………………………………………………………………..
la seguente dimensione aziendale da n. …...... a n. …......... dipendenti
3.) di possedere i requisiti, di cui agli artt. 39,41 e 42 del D.lgs. n. 163/2006 e s. i e m., così come di seguito:
a) di aver conseguito un fatturato globale di impresa nell’ultimo triennio (2012/2013/2014) pari ad € …………..
…………………………… euro …………………… …………………… …………………………… ……………
……… … …………………. I.V.A. esclusa, da intendersi quale cifra complessiva nel citato triennio ;
b) di aver conseguito nell’ultimo triennio (2012/2013/2014) un fatturato per servizi analoghi a quelli oggetto di
appalto pari ad € ……………………….. I.V.A. esclusa.
c) avere una disponibilità di organico medio di personale con riferimento all’ultimo triennio di n…… e
n……………… dirigenti impiegati.
c) possedere un’adeguata attrezzatura , materiale ed equipaggiamento per
effettuare le prestazioni, di cui
all’appalto, in oggetto costituita da
……....…………………………………………………………………………………………………………………
…....……………………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………………………
4.) (eventualmente) di essere in possesso della certificazione di qualità secondo le norme UNI EN ISO 9001 o
superiore per il settore di accreditamento relativo al servizio, oggetto di gara, ed in corso di validità e rilasciata da
primario ente certificatore aderente al SINCERT od analogo Ente Europeo ……………………………………
……………………… …………………………………………………………………………………………………
5.) di aver svolto con buon esito negli ultimi tre anni (2012/2013/2014) i seguenti servizi, analoghi a quelli oggetto
d’appalto :
anno 2012 per conto di ……….............................................................……………… importi € ……………………
anno 2013 per conto di ……….............................................................……………… importi € …....………………
anno 2014 per conto di ……….............................................................……………… importi € ……………………
6.) possiede N. 1 idonea referenza attestata da un istituto bancario o intermediario autorizzato ai sensi del D.lgs. n.
385/2003, di cui alle allegate dichiarazioni in busta chiusa e sigillata;
7.) indica la quota parte subappaltabile …...............……………………………………………………………………...
…………………………………………………..……………………………………………………………………
8.) accetta senza condizioni o riserva tutte le norme e disposizioni contenute nel bando disciplinare di gara, nel
capitolato, nonché tutte le obbligazioni poste a carico del concorrente dal predetto bando ed è disposto ad eseguire i
servizi aggiudicati, anche in pendenza della stipula del contratto ai sensi dell’art. 302 del D.P.R. n. 207/2010 e s. i e
m.
9.) di aver versato l’importo di euro 20,00 (venti/00) a titolo di contribuzione a favore dell'Autorità per la vigilanza sui
contratti pubblici di lavori, servizi e forniture, relativamente alla presente gara d'appalto, il cui CIG è 6064033655
10.) di aver versato l’ importo di € 25,00 sul conto corrente postale intestato al Comune di Bucciano n.12653820 per
diritti di segreteria e copia.
11.) Di essere consapevole che nel caso di aggiudicazione dovrà rispettare le norme in materia del cosiddetto “passaggio
di cantiere” cosi come previsto anche dall'art. 6 del CCNL Federambiente.
12.) Di essere consapevole che il Consorzio Rifiuti BN2 o chi per esso, di cui il comune fa parte, ha diritto di esercitare
la facoltà di subentrare nella gestione del servizio in qualunque momento.
_______________________
(Data )
________________________________________
(firma e timbro impresa)
N.B. La firma del titolare o legale rappresentante deve essere, pena l’esclusione, corredata da copia fotostatica
non autenticata di un documento di identità o riconoscimento del sottoscrittore in corso di validità (fronte/retro)
I concorrenti devono dimostrare, a pena di esclusione dalla gara, di aver versato la somma di euro 20,00 (venti/00) a titolo di
contribuzione a favore dell'Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture, relativamente alla presente
gara d'appalto, il cui CIG è 6064033655
I soggetti tenuti al versamento del predetto contributo devono preventivamente richiedere le proprie credenziali iscrivendosi on line
al nuovo “servizio di riscossione” che è disponibile sul sito dell’Autorità dal 1° maggio 2010, indipendentemente dalla modalità di
versamento utilizzata ed anche se già iscritti al vecchio servizio.
Gli operatori economici per effettuare il pagamento devono collegarsi al servizio con nuove credenziali e inserire il codice CIG che
identifica la procedura alla quale si intende partecipare. Il sistema consentirà il pagamento diretto mediante carta di credito oppure la
produzione di un modello da presentare a uno dei punti vendita Lottomatica Servizi. Sono quindi consentite due modalità di
pagamento della contribuzione :
- on line mediante carta di credito;
- presso la rete dei tabaccai lottisti abilitati al pagamento di bollette e bollettini, con il modello rilasciato dal portale dell’AVCP.
Per essere ammessi a presentare l’offerta gli operatori economici devono allegare alla documentazione di gara, copia della ricevuta di
pagamento rilasciata dal servizio di riscossione (scontrino Lottomatica, ovvero ricevuta di pagamento on line).
Nel caso di raggruppamento temporaneo o consorzio ordinario di concorrenti il versamento è unico.
Modello “B2” (in carta semplice)
Al Comune di Bucciano
Via Provinciale
82010 Bucciano (BN)
OGGETTO : ISTANZA DI AMMISSIONE GARA per l'appalto del servizio raccolta, trasporto e smaltimento dei
rifiuti solidi urbani, degli assimilabili e dei materiali da avviare al recupero e lo spazzamento delle strade. CIG
[6064033655]. Importo a base d’ asta € 192.000,00
DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA ex artt. 46 e 47 del D.P.R. n. 445 del 28.12.2000 ed art. 38, comma 1, lett. c) del
D.Lgs n. 163/2006 e s. i e m.
Il/La sottoscritt ….................................................………………………………………………………………………….,
nato/a il ………………………………........……. a …...................................................………………………………….,
in qualità di ……….................................................................................................................………………………..…….
autorizzato/a a rappresentare legalmente l’impresa/società ……………………………….................…………………….
forma giuridica ………………......……. Codice Fiscale …....................………………………………….. Partita IVA
……………………………………. con sede legale in …..........................................……………………………………..
via ……………………………………….....…… n. …........... CAP …………………… Tel:……………………............
Fax………….....................................….. e-mail. ….......................................................................………………………...
consapevole che le dichiarazioni mendaci incorreranno nelle sanzioni di cui all’art.76 del D.P.R. 445/2000,
DICHIARA
sotto la propria personale responsabilità e consapevole di poter essere escluso dalla partecipazione alle procedure di
affidamento delle concessioni e degli appalti di lavori, forniture e servizi, di non poter essere affidatario di subappalti, e
di non poter stipulare i relativi contratti:
- l’inesistenza di soggetti, cessati dalla carica nell’anno antecedente alla data di pubblicazione del bando;
(Ovvero)
- l'inesistenza di cause d'esclusione dalle gare d'appalto per l'esecuzione di lavori pubblici di cui alla lett. c), comma
1, dell'articolo 38 del D.Lgs. n. 163/2006, relativa ai soggetti di cui al punto XII.2.2.B, lett. a), b), c) e d) del bando,
cessati dalla carica nell’anno antecedente alla data di pubblicazione del bando, e ciò ai sensi e per gli effetti
dell'articolo 38 del D.Lgs. n. 163/2006 e s. i e m..
(Ovvero)
- che è stata pronunciata sentenza di condanna passata in giudicato, o emesso decreto penale di condanna divenuto
irrevocabile, oppure sentenza di applicazione della pena su richiesta ai sensi dell'articolo 444 c.p.c., nei confronti
dei seguenti soggetti cessati dalla carica nell’anno antecedente alla data di pubblicazione del bando ai sensi
dell’art. 38, comma 1, c) del D.Lgs. 163/2006 e s. i e m. :
1) soggetto:
generalità piene ……………………… ………………………………………………………………….; ruolo:
…………… ………………………………. condanna / sentenza): ……………………………………
…………………………………………………………………….
2) soggetto:
generalità piene ……………………… ………………………………………………………………...; ruolo:
…………… ………………………………. condanna / sentenza): …………………………………………
…………………………………………………………………….
In merito, si dimostra di aver adottato atti o misure di completa dissociazione dalla condotta penalmente
sanzionata, mediante: …………………………………………………………………………………………di cui alla
documentazione allegata).
…………………………, ……………..
(Luogo e Data)
………………………………………………….
(firma)
ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE
(*) La dichiarazione dovrà essere effettuata da ogni soggetto che rivesta il ruolo di:
a) titolare e direttore/i tecnico/i per le imprese individuali;
b) tutti i soci e il direttore/i tecnico/i per le società in nome collettivo;
c) tutti gli accomandatari e il/i direttore/i tecnico/i per le società in accomandita semplice;
d) tutti gli amministratori muniti di poteri di rappresentanza o il direttore tecnico o il socio unico persona fisica,
ovvero il socio di maggioranza in caso di società con meno di quattro soci, per gli altri tipi di società o consorzi.
Allegare, a pena di esclusione, copia fotostatica (fronte/retro) di idoneo documento di identificazione, in corso di
validità di ciascuno dei soggetti dichiaranti. In caso contrario, le firme dovranno essere autenticate ai sensi del D.P.R. n.
445/2000 (a pena l'esclusione dalla gara).
Ai fini delle suddette istruzioni il presente modello vidimato e consegnato dal Comune potrà essere fotocopiato per gli
altri soggetti che dovranno rendere la dichiarazione.
Modello “B3” (in carta semplice)
Al Comune di Bucciano
Via Provinciale
82010 Bucciano (BN)
OGGETTO : ISTANZA DI AMMISSIONE GARA per l'appalto del servizio raccolta, trasporto e smaltimento dei
rifiuti solidi urbani, degli assimilabili e dei materiali da avviare al recupero e lo spazzamento delle strade. CIG
[6064033655]. Importo a base d’ asta € 192.000,00
DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA (ex artt. 46 e 47 D.P.R. n. 445/2000- art. 38, comma 1, lett. a),d), e), f), g),
h), i), l), m), m-bis) del D.Lgs n. 163/2006 e s. i e m. )
Il/La sottoscritt ….................................................………………………………………………………………………….,
nato/a il ………………………………........……. a …...................................................………………………………….,
in qualità di ……….................................................................................................................………………………..…….
autorizzato/a a rappresentare legalmente l’impresa/società ……………………………….................…………………….
forma giuridica ………………......……. Codice Fiscale …....................………………………………….. Partita IVA
……………………………………. con sede legale in …..........................................……………………………………..
via ……………………………………….....…… n. …........... CAP …………………… Tel:……………………............
Fax………….....................................….. e-mail. ….......................................................................………………………...
consapevole che le dichiarazioni mendaci incorreranno nelle sanzioni di cui all’art. 76 del D.P.R. 445/2000,
DICHIARA
sotto la propria personale responsabilità e consapevole di poter essere escluso dalla partecipazione alle procedure di
affidamento delle concessioni e degli appalti di lavori, forniture e servizi, di non poter essere affidatario di subappalti, e
di non poter stipulare i relativi contratti:
a) di non trovarsi in stato di fallimento, di liquidazione coatta, di concordato preventivo, o nei cui riguardi sia in
corso un procedimento per la dichiarazione di una di tali situazioni;
b) di non aver violato il divieto di intestazione fiduciaria posto all'art. 17 della L. n. 55 del 19 marzo 1990 e s. i e m.;
c) di non aver commesso gravi infrazioni debitamente accertate alle norme in materia di sicurezza e a ogni altro
obbligo derivante dai rapporti di lavoro, risultanti dai dati in possesso dell'Osservatorio;
d) secondo motivata valutazione della stazione appaltante, di non aver commesso grave negligenza o malafede
nell'esecuzione delle prestazioni affidate dalla stazione appaltante che bandisce la gara; o di non aver commesso un
errore grave nell'esercizio dell’attività professionale, accertato con qualsiasi mezzo di prova da parte della stazione
appaltante;
e) di non aver commesso violazioni gravi, definitivamente accertate, rispetto agli obblighi relativi al pagamento delle
imposte e tasse, secondo la legislazione italiana o dello Stato in cui è stabilito;
f) che nei propri confronti, ai sensi dell’art. 38, comma 1-ter, del D.L.vo n. 163/2006 e s. i e m., non risulta
l’iscrizione nel casellario informatico, di cui all’art. 7, c. 10, del medesimo D.L.vo, per aver presentato falsa
dichiarazione o falsa documentazione in merito a requisiti e condizioni rilevanti per la partecipazione a procedure
di gara e per l’affidamento dei subappalti;
g) di non aver commesso violazioni gravi, definitivamente accertate, alle norme in materia di contributi previdenziali
e assistenziali, secondo la legislazione italiana o dello Stato in cui è stabilito;
h) che l’impresa non è tenuta al rispetto delle norme che disciplinano il diritto al lavoro dei disabili (L. n. 68 del
12.031999, avendo alle dipendenze un numero di lavoratori inferiore a quindici;
oppure
h-bis) che l’impresa avendo alle dipendenze un numero di lavoratori compreso tra 15 e 35 e, non avendo proceduto,
successivamente al 18.01.2000, ad assunzioni che abbiano incrementato l’organico, non è attualmente obbligata a
presentare il prospetto informativo di cui all’art. 9 della L. n. 68/99
oppure
h-ter) di essere in regola con le norme che disciplinano il diritto al lavoro dei disabili di cui alla L. n. 68/99 e la
certificazione di ottemperanza può essere rilasciata alla stazione appaltante dal centro per l’impiego di ……………..
……………………………, Via …………………………………….,tel………………………Fax …………………….
i) di non essere stato assoggettato all’applicazione della sanzione interdittiva di cui all'art. 9, c. 2, lettera c), del DL.vo
dell'8 giugno 2001 n. 231 o ad altra sanzione che comporta il divieto di contrarre con la pubblica amministrazione
compresi i provvedimenti interdittivi di cui all'art. 36-bis, comma 1, del decreto legge 4 luglio 2006, n. 223,
convertito, con modificazioni, dalla legge 4 agosto 2006, n. 248;
j) che nei propri confronti, ai sensi dell’art. 40, comma 9-quater, del DL.vo n. 163/2006 e s. i e m., non risulta
l’iscrizione nel casellario informatico, di cui all’art. 7, comma 10, stesso DL.vo, per aver presentato falsa
dichiarazione o falsa documentazione ai fini del rilascio dell’attestazione Soa
oppure :
di avere riportato (indicare la fattispecie ricorrente):
______________________________________________________________________________________
______________________________________________________________________________________
______________________________________________________________________________________
______________________________________________________________________________________
______________________________________________________________________________________
_____________________________________________________________________________________.
oppure:
di aver riportato le seguenti condanne per le quali ha beneficiato della non menzione (ai sensi dell’art. 38,
comma 2, del DLgs 163/06 e s.m.i.:
______________________________________________________________________________________
______________________________________________________________________________________
____________________________________________________________________________________.
________________
(Luogo e Data)
____________________________
(firma)
ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE
(*) La dichiarazione dovrà essere effettuata da ogni soggetto interessato, titolare o legale rappresentante :
Allegare, a pena di esclusione, copia fotostatica (fronte/retro) di idoneo documento di identificazione, in corso di
validità di ciascuno dei soggetti dichiaranti. In caso contrario, le firme dovranno essere autenticate ai sensi del D.P.R.
n. 445/2000 (a pena l'esclusione dalla gara);
Modello “B4” (in carta semplice)
Al Comune di Bucciano
Via Provinciale
82010 Bucciano (BN)
OGGETTO : ISTANZA DI AMMISSIONE GARA per l'appalto del servizio raccolta, trasporto e smaltimento dei
rifiuti solidi urbani, degli assimilabili e dei materiali da avviare al recupero e lo spazzamento delle strade. CIG
[6064033655]. Importo a base d’ asta € 192.000,00
DICHIARAZIONE UNILATERALE
La sottoscritta Impresa (*)…………………………………….………………………………………
dichiara con la presente:
- di aver accuratamente e compiutamente esaminato il capitolato d’appalto e la valutazione del canone annuale;
- di essersi recata sul luogo di esecuzione delle prestazioni e di aver preso conoscenza delle condizioni locali, della
viabilità di accesso e delle discariche autorizzate, nonché di tutte le circostanze generali e particolari suscettibili di
influire sulla determinazione del prezzo, sulle condizioni contrattuali e sull'esecuzione delle prestazioni e di aver
giudicato il servizio, oggetto di gara, realizzabile, gli elaborati posti a base di gara adeguati ed i prezzi nel loro
complesso remunerativi e tali da consentire l'offerta presentata;
- di aver effettuato una verifica della disponibilità della mano d'opera necessaria per espletare il servizio, nonché della
disponibilità di attrezzature adeguate all'entità e alla tipologia e categoria del servizio in appalto;
- di essere a conoscenza e di accettare espressamente che il contratto prevede l' affidamento a corpo
delle opere, di aver valutato ogni implicazione ed onere e di averne tenuto conto nel formulare la propria offerta;
che, prevedendo il presente appalto il pagamento di corrispettivi a corpo, il prezzo convenuto non può essere
modificato sulla base della verifica della quantità e della qualità delle prestazioni a farsi e resta fisso ed invariabile ai
sensi degli articoli 53, comma 4 e dell'art. 83 del DLgs 163/06 e s. m.e i.
- di avere considerato, nel formulare l'offerta, tutte le eventuali difficoltà ed oneri connessi alla necessità di dover
ottemperare, durante l'esecuzione del servizio, a tutte le disposizioni impartite dagli enti e/o autorità competenti;
- di rinunciare pertanto fin d'ora, qualunque possa risultare in concreto l'incidenza sulla sua prestazione delle difficoltà,
soggezioni ed oneri derivanti dalle cause indicate ai punti che precedono, a richiedere indennizzi, risarcimenti e
compensi aggiuntivi rispetto al corrispettivo contrattuale, fatte salve le disposizioni dell’art. 133 del D.lgs. n. 163/2006 e
s. i e m.;
- di non avere nulla a pretendere nei confronti della Committente nell'eventualità che la procedura di gara, per
qualunque motivo, venga sospesa o annullata.
- di essere consapevole che nel caso di aggiudicazione dovrà rispettare le norme in materia del cosiddetto “passaggio di
cantiere” cosi come previsto anche dall'art. 6 del CCNL Federambiente.
- di essere consapevole che il Consorzio Rifiuti BN2 o chi per esso, di cui il comune fa parte, ha diritto di esercitare la
facoltà di subentrare nella gestione del servizio in qualunque momento.
DATA ……………………………
………………………………………………………………………
(TIMBRO E FIRMA)
ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE
(*) La dichiarazione deve essere compilata e sottoscritta con firma leggibile e per esteso:
- nel caso di impresa individuale: dall’Imprenditore;
- nel caso di Società, Cooperative o Consorzi: dal legale rappresentante;
- nel caso di raggruppamento temporaneo d’imprese o consorzio di concorrenti ancora da costituirsi: dalle persone che
si trovano nella medesima posizione giuridica con riferimento a ciascuna impresa.
- Qualora nell’Impresa sia presente la figura dell’Institore (artt. 2203 e seguenti del C.C.), del Procuratore (art. 2209 del
C.C.) o del Procuratore speciale: l’offerta può essere sottoscritta con firma leggibile e per esteso dagli stessi.
Allegare, a pena di esclusione, copia fotostatica (fronte/retro) di idoneo documento di identificazione, in corso di
validità di ciascuno dei soggetti dichiaranti. In caso contrario, le firme dovranno essere autenticate ai sensi del D.P.R. n.
445/2000 (a pena l'esclusione dalla gara).
Modello “B6” (in carta semplice)
Al Comune di Bucciano
Via Provinciale
82010 Bucciano (BN)
OGGETTO : ISTANZA DI AMMISSIONE GARA per l'appalto del servizio raccolta, trasporto e smaltimento dei
rifiuti solidi urbani, degli assimilabili e dei materiali da avviare al recupero e lo spazzamento delle strade. CIG
[6064033655]. Importo a base d’ asta € 192.000,00
DICHIARAZIONE AI SENSI DEGLI ARTT. 51, 52 E 53 DELLA L.R. N. 3/2007
Il/La sottoscritt ….................................................………………………………………………………………………….,
nato/a il ………………………………........……. a …...................................................………………………………….,
in qualità di ……….................................................................................................................………………………..…….
autorizzato/a a rappresentare legalmente l’impresa/società ……………………………….................…………………….
forma giuridica ………………......……. Codice Fiscale …....................………………………………….. Partita IVA
……………………………………. con sede legale in …..........................................……………………………………..
via ……………………………………….....…… n. …........... CAP …………………… Tel:……………………............
Fax………….....................................….. e-mail. ….......................................................................………………………...
iscritta al n………………………. del Registro delle Imprese presso la Camera del Commercio di
……………………………………………………………., partecipante alla procedura aperta per l’aggiudicazione dei
servizi, in oggetto,
SI OBBLIGA
sin dalla presentazione della domanda di partecipazione alla gara in oggetto specificata, in caso di aggiudicazione del
relativo appalto, a rispettare e far rispettare le seguenti clausole:
1) ai sensi dell’art. 51 “Clausole contrattuali speciali”:
a) ad assicurare il rispetto dei tempi, il contenimento dei costi, la qualità del risultato e la sicurezza nella fase di
esecuzione;
b) a sottoporsi a qualsiasi verifica che la stazione appaltante potrà disporre a garanzia del rispetto, da parte
dell’appaltatore e degli eventuali subappaltatori, delle clausole contrattuali;
c) a rispettare e far rispettare agli eventuali subappaltatori, le clausole di cui all’articolo 52 sulla tutela dei lavoratori,
nonché l’impegno a denunciare alle autorità competenti ogni tentativo di estorsione, intimidazione o
condizionamento di natura criminale;
2) ai sensi dell’art. 52 “Tutela dei lavoratori”, assicurando leale cooperazione fra la stazione appaltante e l’appaltatore:
a) ad applicare e far applicare integralmente nei confronti dei lavoratori dipendenti impiegati nella esecuzione degli
appalti, anche se assunti al di fuori della Regione, le condizioni economiche e normative previste dai contratti
collettivi nazionali e territoriali di lavoro della categoria vigenti nel territorio di esecuzione del contratto, ad
eccezione dei lavoratori in trasferta ai quali si applica il contratto di lavoro della provincia di provenienza;
nonché, durante tutta l’esecuzione dei servizi aggiudicati, ad onorare gli obblighi relativi alla regolarità
contributiva;
b) a rispondere dell’osservanza di quanto previsto alla lettera a) da parte degli eventuali subappaltatori, subaffidatari
o ditte in ogni forma di sub-contrattazione nei confronti dei propri dipendenti, per le prestazioni rese nell’ambito
del subappalto loro affidato;
c) a ritenere il pagamento dei corrispettivi, a titolo di acconto e di saldo da parte dell’amministrazione aggiudicatrice
per le prestazioni oggetto del contratto, subordinato all’acquisizione della documentazione di regolarità
contributiva e retributiva, rilasciata dagli enti competenti.
3) ai sensi dell’art. 53 “Disposizioni in materia di sicurezza”:
Ai fini del controllo del ricorso al lavoro sommerso e delle irregolarità nei contratti pubblici, nel rispetto dell’art.
36/bis del decreto legge 4 luglio 2006, n.223, così come convertito con legge n. 248/06 e s.m.i., nonché della verifica
della corretta applicazione delle norme vigenti in materia di sicurezza e di regolarità contributiva, l’aggiudicatario si
obbliga a sottoporsi ad indagini e verifiche a campione da parte dell’Unità operativa per il controllo sulla sicurezza di
cui al comma 1 del medesimo articolo;
E DICHIARA
di essere informato che la mancata osservanza degli obblighi derivanti dalle suddette clausole comporterà l'applicazione
dei provvedimenti e delle sanzioni all’uopo previsti ai medesimi articoli, oltre che ai provvedimenti e alle sanzioni
previste dalla normativa vigente.
DATA ……………………………
………………………………………………………………………
(FIRMA)
ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE
(*) Il modello deve essere compilato e sottoscritto con firma leggibile e per esteso: - nel caso di impresa individuale:
dall’Imprenditore; - nel caso di Società, Cooperative o Consorzi: dal legale rappresentante; - nel caso di
raggruppamento temporaneo d’imprese o consorzio di concorrenti ancora da costituirsi: dalle persone che si trovano
nella medesima posizione giuridica con riferimento a ciascuna impresa. - Qualora nell’Impresa sia presente la figura
dell’Institore (artt. 2203 e seguenti del C.C.), del Procuratore (art. 2209 del C.C.) o del Procuratore speciale: l’offerta
può essere sottoscritta con firma leggibile e per esteso dagli stessi. Allegare, a pena di esclusione, copia fotostatica
(fronte/retro) di idoneo documento di identificazione, in corso di validità di ciascuno dei soggetti dichiaranti. In caso
contrario, le firme dovranno essere autenticate ai sensi del D.P.R. n. 445/2000 (a pena l'esclusione dalla gara).
Modello “D”
(in carta semplice)
Al Comune di Bucciano
Via Provinciale
82010 Bucciano (BN)
OGGETTO : ISTANZA DI AMMISSIONE GARA per l'appalto del servizio raccolta, trasporto e smaltimento dei
rifiuti solidi urbani, degli assimilabili e dei materiali da avviare al recupero e lo spazzamento delle strade. CIG
[6064033655]. Importo a base d’ asta € 192.000,00
DICHIARAZIONE AI SENSI DELL’ART. 19 REGOLAM. ATTUAZIONE L.R. N. 3/2007 –
VALUTAZIONE IMPATTO CRIMINALE
Il/La sottoscritt ….................................................………………………………………………………………………….,
nato/a il ………………………………........……. a …...................................................………………………………….,
in qualità di ……….................................................................................................................………………………..…….
autorizzato/a a rappresentare legalmente l’impresa/società ……………………………….................…………………….
forma giuridica ………………......……. Codice Fiscale …....................………………………………….. Partita IVA
……………………………………. con sede legale in …..........................................……………………………………..
via ……………………………………….....…… n. …........... CAP …………………… Tel:……………………............
Fax………….....................................….. e-mail. ….......................................................................………………………...
iscritta al n………………………. del Registro delle Imprese presso la Camera del Commercio di
……………………………………………………………., partecipante alla procedura aperta per l’aggiudicazione dei
servizi, in oggetto,
SI IMPEGNA
secondo quanto previsto all’art. 19 del Regolamento di attuazione della Legge R. n. 3 del 27 febbraio 2007 “Disciplina
dei lavori pubblici, dei servizi e delle forniture in Campania”, che qui si intende integralmente trascritto, sin dalla
presentazione della domanda di partecipazione alla gara in oggetto specificata, in caso di aggiudicazione del relativo
appalto, a comprendere nel contratto d’appalto, rispettare e far rispettare le seguenti clausole:
- obbligo del soggetto aggiudicatario di segnalare ogni fatto tendente ad alterare la corretta e legale esecuzione delle
prestazioni, come elemento essenziale del contratto, ai sensi dell’art. 51, comma 4, della L.R. n. 3/07.
Ciò al fine di tutelare l’integrità e la legalità in fase di esecuzione del contratto ed evitare l’instaurazione e la
prosecuzione di rapporti contrattuali con soggetti affidatari che possano soggiacere a infiltrazioni e pressioni illecite di
soggetti estranei al rapporto di appalto o di concessione, nonché al fine di agevolare il soggetto aggiudicatario nella
denunzia di fatti tendenti ad alterare la corretta e legale esecuzione delle prestazioni, consistenti in particolare in atti
intimidatori o estorsivi perpetrati ai loro danni o ai danni dei soggetti subappaltatori.
Al proposito, qualora nel corso dell’esecuzione dell’appalto, l’amministrazione aggiudicatrice, anche mediante gli
uffici del RUP e della direzione dell’esecuzione del contratto, ravvisi, sulla base di concreti elementi di fatto, la
presenza di pressioni illecite e plurime ad opera di soggetti estranei al rapporto di appalto, tendenti a condizionare o
alterare la corretta e legale esecuzione delle prestazioni, rappresenta la situazione, senza indugio e riservatamente, al
Prefetto competente per territorio, affinché si effettuino le opportune indagini, tese a verificare la presenza di
infiltrazioni o pressioni nei confronti dell’affidatario o di alcuno dei subappaltatori. In caso di atto interdittivo ad
opera del Prefetto, avente ad oggetto l’appalto in corso di esecuzione, il RUP propone alla stazione appaltante i
provvedimenti consequenziali di competenza e, se del caso, avvia la procedura di risoluzione del contratto, ai sensi
dell’art. 136 e ss. del Codice ovvero di revoca dell’autorizzazione di cui all’art. 118 del Codice.
−
Ai sensi dell’art. 19, comma 7, del Regolamento di attuazione della L.R. n. 3 del 27 febbraio 2007 “Disciplina
dei lavori pubblici, dei servizi e delle forniture in Campania”, e della L. n. 136/2010 e s. i e m. tutti gli incassi e i
pagamenti, relativi al contratto in essere, o allo stesso connessi, ivi compresi il reperimento, effettuato in Italia e
all'estero, delle necessarie risorse finanziarie ed il loro successivo rimborso, da effettuarsi anche per il tramite di terzi,
avvengono esclusivamente con movimentazioni a valere su conto corrente dedicato, acceso per le operazioni
medesime, indicato all’amministrazione aggiudicatrice.
DICHIARA
di essere informato che la mancata osservanza degli obblighi derivanti dalla suddetta dichiarazione comporterà
l'applicazione delle sanzioni previste dalla normativa vigente.
DATA……………………
………………………………………
(FIRMA)
ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE
(*) Il modello deve essere compilato e sottoscritto con firma leggibile e per esteso:
- nel caso di impresa individuale: dall’Imprenditore;
- nel caso di Società, Cooperative o Consorzi: dal legale rappresentante;
- nel caso di raggruppamento temporaneo d’imprese o consorzio di concorrenti ancora da costituirsi: dalle persone che
si trovano nella medesima posizione giuridica con riferimento a ciascuna impresa.
- Qualora nell’Impresa sia presente la figura dell’Institore (artt. 2203 e seguenti del C.C.), del Procuratore (art. 2209 del
C.C.) o del Procuratore speciale: l’offerta può essere sottoscritta con firma leggibile e per esteso dagli stessi.
Allegare, a pena di esclusione, copia fotostatica (fronte/retro) di idoneo documento di identificazione, in corso di
validità di ciascuno dei soggetti dichiaranti. In caso contrario, le firme dovranno essere autenticate ai sensi del D.P.R. n.
445/2000 (a pena l'esclusione dalla gara).
Modello “E” (in carta semplice)
Al Comune di Bucciano
Via Provinciale
82010 Bucciano (BN)
OGGETTO : ISTANZA DI AMMISSIONE GARA per l'appalto del servizio raccolta, trasporto e smaltimento dei
rifiuti solidi urbani, degli assimilabili e dei materiali da avviare al recupero e lo spazzamento delle strade. CIG
[6064033655]. Importo a base d’ asta € 192.000,00
DICHIARAZIONE AI SENSI DELL’ART. 26 REGOLAM. ATTUAZIONE L.R. N. 3/2007 – PREVENTIVO
TENTATIVO STRAGIUDIZIALE DI CONCILIAZIONE
Il/La sottoscritt ….................................................………………………………………………………………………….,
nato/a il ………………………………........……. a …...................................................………………………………….,
in qualità di ……….................................................................................................................………………………..…….
autorizzato/a a rappresentare legalmente l’impresa/società ……………………………….................…………………….
forma giuridica ………………......……. Codice Fiscale …....................………………………………….. Partita IVA
……………………………………. con sede legale in …..........................................……………………………………..
via ……………………………………….....…… n. …........... CAP …………………… Tel:……………………............
Fax………….....................................….. e-mail. ….......................................................................………………………...
partecipante alla procedura aperta per l’aggiudicazione dei servizi, in oggetto,
Al fine di garantire il buon andamento dell’esecuzione del contratto, ai sensi dell’art. 26 del Regolamento di attuazione
della L.R. n. 3 del 27 febbraio 2007 “Disciplina dei lavori pubblici, dei servizi e delle forniture in Campania”, in caso
di aggiudicazione dell’appalto medesimo
SI IMPEGNA
quale forma di risoluzione delle controversie alternativa a quella contenziosa, ad aderire alla clausola di preventivo
tentativo stragiudiziale di conciliazione secondo le procedure ivi previste, qualora nel corso dell’esecuzione del
contratto medesimo sorga una divergenza che possa condurre ad una controversia tra le parti. L’amministrazione
aggiudicatrice e il soggetto aggiudicatario si impegnano ad inserire nel contratto la suddetta clausola.
DATA ……………………………
………………………………………………………………………
(FIRMA)
ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE
(*) Il modello deve essere compilato e sottoscritto con firma leggibile e per esteso:
- nel caso di impresa individuale: dall’Imprenditore;
- nel caso di Società, Cooperative o Consorzi: dal legale rappresentante;
- nel caso di raggruppamento temporaneo d’imprese o consorzio di concorrenti ancora da costituirsi: dalle persone che
si trovano nella medesima posizione giuridica con riferimento a ciascuna impresa.
- Qualora nell’Impresa sia presente la figura dell’Institore (artt. 2203 e seguenti del C.C.), del Procuratore (art. 2209 del
C.C.) o del Procuratore speciale: l’offerta può essere sottoscritta con firma leggibile e per esteso dagli stessi.
Allegare, a pena di esclusione, copia fotostatica (fronte/retro) di idoneo documento di identificazione, in corso di
validità di ciascuno dei soggetti dichiaranti. In caso contrario, le firme dovranno essere autenticate ai sensi del D.P.R. n.
445/2000 (a pena l'esclusione dalla gara).
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
1
File Size
710 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content