close

Enter

Log in using OpenID

Casertana, settimana decisiva per il tecnico

embedDownload
1
abbigliamento
donna
abiti
da cerimonia
taglie
comode
Via S. Croce 2
S. Nicola La Strada
AUT. N. 794
del 14/02/2012
Direttore Responsabile Vincenzo Di Nuzzo
Past Director Nicola Di Monaco
SABATO 17 MAGGIO 2014 / anno XXX- n. 20
Gratis in edicola www.sabatononsolosport.com
Casertana, settimana decisiva per il tecnico
OPTIPOINT
Promozione valida in abbinamento
con l’acquisto di lenti oftalmiche
Pagliari ha scavalcato Indiani e
Braglia, è lui il candidato principale
Giovanni Pagliari alla
Casertana. Per l’uffi-
cialità bisogna attendere ancora qualche set-
montature da vista
scontate del 50%
CASERTA Via S. Giovanni, 40 - Tel. 0823 351732
Via Acquaviva, 140 - Tel. 0823 424320
Via Ricciardi, 31 - Tel. 0823 327620
FORMIA - TEVEROLA - BENEVENTO - AVELLINO - PESCARA
Il nostro giornale al Giro d’Italia
servizi all’interno
timana, ma al momento
l’allenatore di Tolentino è l’indiziato principale per sedere sulla
panchina rossoblù. Le
ultime due stagioni a
L’Aquila ottenendo la
promozione in Prima
Divisione e chiudendo
il campionato al quinto posto. Eliminato
nei playoff dal Pisa,
l’ex Perugia sembra
interessato all’offerta del club campano e
la prossima settimana
si incontreranno per
definire i dettagli. Ma
il direttore generale
Armando Serpe
a pagina 5
nuovi arrivi primavera/estate
ABBIGLIAMENTO
CONTINUANO I
SALDI
2
17 Maggio
2014
PRENDERSI CURA DELL’UDITO
Sento ma non capisco le parole
Oggi si può potenziare l’udito con Oticon Nera
Sentire ma non capire le parole è il primo campanello di allarme da non
sottovalutare. Se trascurato, l’udito va incontro ad un peggioramento
che danneggia la vita sociale e professionale. Il deficit uditivo si manifesta subito con una ridotta comprensione delle consonanti, fondamentali per capire le parole. La perdita di alcuni indizi sonori compromette la capacità di capire le parole. Dopo i 50 anni, si potrebbe avere
difficoltà a capire le parole che contengono le consonanti come S, T o F.
Questa perdita limita la capacità di capire i significati: per questo è importante risolvere il problema con moderne ed innovative tecnologie.
Oticon Nera
microCIC
Un udito in 3D per sentire
la voce, i suoni e lo spazio
con Oticon Nera
Noi sentiamo con entrambe le orecchie, ed è
proprio grazie a questa interazione che possiamo localizzare la provenienza dei suoni e distinguere un interlocutore da un altro in presenza
di più voci.
I sistemi acustici di nuova generazione Oticon
Nera sono in grado di ripristinare un udito stereofonico: ovvero, un udito bilanciato a 360° che
offre una percezione tridimensionale del suono.
Con queste tecnologie si possono contrastare i
suoni indesiderati, mettendo in primo piano suoni specifici e la voce umana.
Recenti tecnologie innovative che
potenziano l’udito: Oticon Nera
nuova soluzione
Negli ultimi dieci anni i sistemi acustici
quasi “invisibile”
sono diventati molto più potenti e molquando indossata
to più piccoli. Una nuova frontiera
è Oticon Nera il “sistema acustico”
più piccolo prodotto dall’azienda danese Oticon (tra INIUM: un microchip con Intelligenza
le prime nel settore). E‘ una tecnologica controlla- Artificiale che gestisce tutto automaticamente
ta autonomamente da un‘Intelligenza artificiale e Il microchip INIUM è il cuore di Oticon Nera ed è dotato di una sofistida sistemi Bluetooth™. Nonostante le sue piccole cata Intelligenza Artificiale che gestisce tutto il sistema in automadimensioni contiene un gruppo di sofisticate tecno- tico. Per esempio, adatta il funzionamento dei microfoni direzionali
logie per esaltare l’udito: cattura la voce e la protegge per contrastare il rumore ed esaltare la voce dell’interlocutore; opfino a quando raggiunge l’orecchio, chiara e forte. E’ in pure automaticamente cambia il volume in base all’ambiente in cui
grado di ridurre i rumori di fondo e, pur conservandoli, li si trova l’utilizzatore in modo che l’ascolto sia chiaro e confortevole.
Ecco il sistema
L’uso combinato della tecnologia Bluetooth™ consente a Oticon
acustico Oticon Nera, attenua in modo che non disturbino mantenendo anche tutti
quegli indizi acustici intorno a noi, che al nostro cervello servo- Nera la trasmissione a distanza di segnali e dati senza l’uso di fili.
più piccolo
in assoluto di Oticon no per ricostruire lo spazio e capire la direzione dei suoni.
Oticon Nera microCIC, molto piccoli
e quasi invisibili perché costruiti
Oticon Nera: per dire basta
per il “vostro orecchio”
al volume della TV troppo alto
I nuovi sistemi si distinguono anche per la tecnologia Blueto- Tra le caratteristiche più importanti di Oticon Nera c’è
Invisibile
oth™ che consente di connetterli direttamente a televisori, te- la quasi invisibilità quando è indossato. E’ un risultato
lefoni fissi e mobili, sistemi informatici, MP3, Tablet, iPod, iPad che consente serenità nell’uso quotidiano e la difesa
della privacy personale. La prima ragione, più evidente,
e qualunque fonte di segnale audio. Tutto senza fili.
Guardare la TV in famiglia o con gli amici, ridiventa un piacere è nella dimensione ridotta del sistema e nel peso di pochi
perché non esistono più i disagi e le discussioni per il volume grammi. La seconda, ma non certamente meno importante, è che
Oticon Nera si
troppo alto: l’audio viene trasmesso direttamente all’apparec- il guscio viene modellato esattamente sul canale uditivo di chi lo
connette wi-fi con
chio acustico, senza interferenze... e il suo volume è indipen- indossa. Tutto ciò significa che è quasi invisibile allo sguardo e nesogni fonte
suno si accorgerà di questo piccolo segreto.
dente rispetto a quello generale del televisore.
di segnale audio
Oticon Nera:
ogni suono si trova
dove ci si aspetta
Questo microchip
che pesa meno di
1 grammo è il cervello
di Oticon Nera
Oticon Nera microCIC:
una volta indossato
è quasi invisibile
perchè scompare
nel condotto uditivo
Leggere attentamente le avvertenze e le istruzioni per l’uso - È un dispositivo medico CE - Aut. alla Pubblicità Nr. 0061855-P-19/08/2013
Prova la nuova soluzione gratuitamente
e senza impegno presso
®
SPECIALE PORTATORE APPARECCHI ACUSTICI
presentando questo coupon gratis
per te
1 • Pulizia e regolazione del tuo vecchio apparecchio
2 • Subito una confezione di batterie in omaggio
3 • E una tessera per acquistare le batterie
a soli € 3,50 a confezione (valida per il 2014)
Nome
Cognome
Indirizzo
CASERTA
Via San Carlo, 97
Tel. 0823 325274
800-886061
www.scechearing.it
e-mail
Autorizzo il trattamento dei dati personali, in base alle norme previste dalla legge 675/96.
Siamo presenti anche a • NAPOLI Centro • NAPOLI Fuorigrotta • NAPOLI Chiaia • NAPOLI Vomero • PORTICI • POzzUOLI • NOLA • GIUGLIANO • BENEVENTO • SALERNO • TELESE TERME
3
17 Maggio
2014
Il DG Pannone ci parla del campionato scorso e del futuro.
Il miglior acquisto di questi due anni?
Senza dubbio, il Presidente Lombardi
di ENZO
DI NUZZO
Con il direttore
Generale della
Casertana,
N i c o l a
Pannone, riviviamo la seconda promozione
consecutiva. E’
la prima cosa che gli chiediamo
è quando ha capito che si poteva
vincere il campionato?
Vincerlo forse no, ma andare
nella C unica da subito, perché
con 8 squadre promosse diretta
più una ai playout non potevamo fallire.
Quale emozione hai provato con
la matematica certezza del salto di
categoria?
Non mi sono esaltato più di tanto, ecco io mi auguro di vivere
un’esperienza bellissim l’anno
prossimo o al massimo tra due.
Qual è la partita che ti è piaciuta di
più quest’anno?
importante, una famiglia oserei
dire e ne approfitto per ringraziare tutti e soprattutto quelle
che sono state al mio fianco ininterrottamente dalla mattina alla
sera e vi posso assicurare che si è
lavorato anche 18 ore al giorno.
Ringrazio il segretario Nappo,
il segretario Marco, l’addetto
stampa Frondella, il team manager Cesare Salomone e poi
Tommaso Caso responsabile del
settore giovanile che è rimasto a
gestire 14 squadre senza strutture e noi anche in questo caso
ci siamo riusciti. Mi auguro di
trovare un rimedio il prossimo anno. Voglio avere fiducia
nell’amministrazione comunale e quindi sono convinto che il
prossimo anno porremo rimedio
a questa vergogna che la città di
Caserta non merita a livello nazionale. Perché il prossimo anno
sarà importante, quello che si fa
riveste di un’importanza anche
la città di Caserta, speriamo ce
lo consentano.
da giocare. Sono convinto che
il dottor Lombardi farà un bel
regalo alla tifoseria casertana.
Lasciatemi ricordare, visto che
me ne dai la possibilità, gli altri dirigenti che fanno parte di
questa grande società, il dottor
Corvino, Giovanni Pascarella
i cugini Di Vico che sono delle persone sensibili, Loffredo,
Piccirillo, Minutolo e spero di
non essermene dimenticato nessuno perché tutte sono persone
che meritano rispetto e stima.
Una menzione ai nostri magazzinieri Sandro e Giovanni, il
massaggiatore Pezzullo, tutti uomini eccezionali. Grazie di cuore
anche al dottor Casella, da tanti
anni collabora con la Casertana
a titolo gratuito, giusto che la
gente sappia, perché di questa
Passiamo alle curiosità. Qualche
colpo mancato che a gennaio poteva arrivare?
Quelli che non sono arrivati in quel preciso momento,
stiamo lavorando per poterlo
fare adesso. A gennaio non si è
insistito più di tanto visto che
gli obiettivi erano già stati raggiunti e abbiamo conservato le
risorse per questo campionato
l’allenatore è il responsabile unico di un settore della società, al
resto pensa Lombardi ed i collaboratori che operano con lui.
I tifosi stiano tranquilli noi faremo una discreta squadra per
il primo anno, faremo un lavoro
anche in base al girone in cui
saremo collocati. Bisogna aver
fiducia. In questi due anni, credo che si sia dimostrato di voler
fare bene e lo abbiamo fatto e lo
faremo anche il prossimo.
Che campionato prevedi per la
Caserta il prossimo anno?
Se ci salviamo già abbiamo vinto
il campinanto. E’ un’esperienza
nuova, la città dopo tanti anni
ritorna nel calcio che conta e noi
speriamo di far bene. Restiamo
fiduciosi, ne abbiamo motivo.
CON LA SICUREZZA E LA DURATA DEGLI PNEUMATICI MICHELIN,
RADDOPPI I VANTAGGI DELL’ESTATE.
SALEMME
PNEUMATICI
Quella di Cosenza è stata una
bella partita, abbiamo dimostrato di essere veramente la squadra più forte del girone, solo una
“sciocchezza” di Rinaldi ci ha
privati di quella vittoria.
Quale invece il periodo meno bello?
Nessuno. Anzi, quest’anno è
stato veramente un bel campionato. Si è un formato un gruppo
persona non si parla mai, vi posso garantire che fanno tutto con
passione tutti i giorni sono vicini
alla Casertana.
Parliamo allora del colpo più bello
che hai fatto in questi 2 anni con la
Casertana.
Aver portato il presidente
Lombardi a Caserta. Vi posso
assicurare che si è innamorato
della città, dei tifosi e questo è
un amore ricambiato, per questo sono convinto che il dottor
Lombardi farà grandi cose per
questa città.
Qualche anticipazione riguardo al
futuro?
Sia i tifosi che i tuoi colleghi
devono capire una cosa. La
Casertana è una società solida e
chi decide certe cose è la società non i tecnici o altro, per noi
Via Pier Paolo
Pasolini - Caserta
0823 327584
volantino.indd 1
Con la promozione “L’Estate Raddoppia”
Michelin ti regala fino a 80 euro per il
carburante.
Quest’anno l’Estate raddoppia, con gli pneumatici Michelin.
Se vuoi rinnovare il tuo treno di pneumatici, approfitta subito della
promozione "L’Estate Raddoppia". Acquista 4 pneumatici Michelin
vettura o 4x4 estate, registrati e invia la fattura: oltre alla sicurezza e
alla durata degli pneumatici Michelin, avrai un buono da spendere in
carburante del valore di 20 € per pneumatici da 15’’, 40 € per pneumatici
da 16’’ e di 80 € per pneumatici da 17’’ in su.
Promozione valida dal 14 aprile al 31 maggio 2014 presso i punti di vendita aderenti indicati sul sito
www.michelin.it/offerte/rivenditori. Regolamento completo sul sito www.michelin.it/offerte/home
20/03/14 11.32
4
17 Maggio
2014
Dalle scalee dei distinti all’ufficio stampa della società rossoblù
Giuseppe Frondella: la Casertana
prima di tutto, poi gli affetti familiari
Prima esperienza per Giuseppe
Frondella da addetto stampa e
subito vittoria del campionato.
Come hai vissuto questa esperienza con la Casertana?
Sicuramente è stata una fortuna fare l’addetto stampa in una
stagione fortunata e vincente,
visto che per 20 anni non ci sono
stati campionati con risultati
importanti a parte quella del
1995-1996 quando era Tufano
presidente. E’ stata un’esperienza importante perché dopo aver
seguito la Casertana dall’altra
parte della barricata, visto che
raccontavo le vicende rossoblù,
essermi ritrovato a vivere ogni
giorno con la squadra e vivere
in simbiosi con la società mi ha
permesso di incontrare tante
persone che in passato avevo
avuto modo di intervistare, invece in questa modo ho avuto
modo di confrontarmi con tutti
i collaboratori della società. Una
bella esperienza poi quando si
vince e tutto ancor più bello.
Come è avvenuto il matrimonio
Frondella-Casertana?
Ero in vacanza, mi telefono il
direttore e insieme a Tonino
Maiello mi chiesero la dispo-
Quattro Falchetti vestono
d’azzurro nel raduno della
Nazionale under 16 di Lega Pro
Si è concluso a Monzello, centro tecnico
dell’A.C.Monza, il raduno della Nazionale
Under 16 di Lega pro, nel corso del quale sono
stati visionati circa novanta calciatori classe
1998. Quattro i giovani della Casertana che
hanno raggiunto la Lombardia e che si sono
messi in evidenza nel corso dello stage. Per
Antonio Ceceri, Vincenzo Solimene, Gaetano
Tommasino e Federico Verdone una grande
esperienza con la maglia azzurra. Per la Casertana un’altra soddisfazione che arriva al
termine di un’annata da incorniciare.
nibilità a ricoprire questo ruolo. La mia risposta fu subito
si. Mi onorava far parte della
società, io sono un tifoso della
Casertana da sempre. Rientrai
in città e ne parlai direttamente
con loro, era il 5 agosto il giorno
che festeggiamo il ripescaggio in
Lega Pro. Dopo l’incontro con
Pannone, sentii telefonicamente
il presidente Lombardi, ripeto
il si era scontato. Mi reputavo
pronto a svolgere questa mansione dopo tanto peregrinare al
seguito della squadra in veste
di cronista, qualcuno non sarà
contento perché anagraficamente mi reputa ancora troppo giovane, ma io sono tredici anni che
ho iniziato la mia professione di
giornalista, un po’ di esperienza
credo di averla.
Dopo aver ricevuto la notizia che
saresti stato l’addetto stampa della
Casertana, a chi è andato il tuo primo pensiero?
Ho pensato a tante cose, perché
oltre all’aspetto lavorativo, solo
chi non fa questo lavoro non sa
che l’aspetto economico è l’ultimo dei tuoi pensieri, lavorare
con la Casertana per chi è anche
tifoso di questi colori è davvero
una missione. Credo che l’entusiasmo che mi ha accompagnato
in questa avventura si sia visto.
Il mio primo pensiero è andato
alla mia famiglia, alla mia fidanzata che il sabato e la domenica
lascio sola perché il mio cuore è
con la sua rivale, la Casertana.
Vado in ritiro con la squadra e
la domenica sono sugli spalti.
Poi impossibile non pensare a
Mario Iannotta con il quale ho
iniziato nel 2001, Sergio Ievoli e
tutti i colleghi che ho incontrato
lungo il cammino. Con molti di
loro il confronto è quotidiano,
perché solo chi vive la realtà da
vicino conosce tutte le sfaccettature che ci sono in una società di
calcio. La Casertana in queste
categorie professionistiche è uno
stimolo a non mollare mai, c’è
sempre da imparare dai professionisti ed io molto ho imparato
in questo anno anche dal presidente Lombardi, dal direttore
Pannone che è il collante di questo gruppo.
Puoi raccontarci qualche curiosità.
Con chi hai stretto maggiormente
rapporti di amicizia?
Chiaramente stando a stretto
contatto con lo staff è con loro
che ho intrecciato maggiormente rapporti di collaborazione e di
amicizia, Marco, Cesare, e poi il
direttore per quando riguarda
la squadra questo è un bel grup-
po e tutti quelli che vivevano la
città, quindi Idda, Fumagalli,
Cucciniello, Mancino il rapporto è anche al di fuori del campo.
I rapporti con i tifosi è cambiato.
Quando non ricoprivi questo ruolo avevi ricevuto molti attestati di
stima, hai partecipato anche ad alcune serata organizzate dai tifosi,
quest’anno?
E’ vero. Quando ti fanno delle
domande alle quali non puoi rispondere, ti dispiace. Ma dall’interno della società sai che ci sono
alcune notizie che non possono
essere divulgate e capisci che
è giusto così. Ma tutti hanno
capito quale fosse il mio ruolo
è sapevano che io resto comunque un tifoso della Casertana e
che mai avrei rinnegato il mio
rapporto con loro. Sono stato in
curva con loro a gridare forza
Casertana anche in campionati
minori, niente mi vietava di farlo dalla tribuna ed in una veste
diversa. Ecco diciamo che anche
loro sanno che non possono farmi domande sul chi prendiamo
o su chi andrà via.
C’è una domanda che non ti ho
fatto e che magari ti aspettavi che
formulassi?
Quella su cosa ho provato alla
proposta della Casertana. Noi
giornalisti non veniamo mai
premiati e difficilmente siamo
elogiati, mai un riconoscimento
per il lavoro svolto, nemmeno il
primo giorno quando entri a far
parte di un gruppo lavorativo.
Nessuno ti dice sei bravo perciò
vieni a lavorare con noi.
Campionato concluso. Riposerai?
Devo dire che ho difficoltà nel
godermi il riposo. Ogni settimana può succedere qualcosa di
nuovo. Capisci che devi conciliare le esigenze familiari e personali con quelle lavorative. Pensi
la Casertana a luglio va in ritiro, e che faccio io non vado? Ad
agosto si ritorna in città e si lavora sul campo. Manco solo io?
Poi inizia il campionato, i ritiri,
le partite. Non si può mancare.
Quindi quando vai in vacanza
la testa continua a pensare alla
Casertana?
Lo so che è giusto staccare la
spina almeno per una settimana,
devi rispettare chi fa parte della
tua vita, ma la Casertana è una
cosa che ti prende e che non vuoi
mai lasciare.
Con questa ultima risposta hai fatto capire tutta la passione che metti in questo lavoro. Un in bocca al
lupo e speriamo che anche questo
nuovo campionato possa essere
vincente per te e per la Casertana.
5
17 Maggio
2014
Cesare Salomone team manager rossoblù
Servono strutture idonee a Caserta
per campionati importanti come la C
Questo è stato il mio quarto anno
con la Casertana, i primi tre
nell’ufficio stampa e quest’anno
con l’incarico di team manager.
Molte differenze negli incarichi
ma la sinergia tra i vari ruoli societari mi ha permesso di
svolgere questo nuovo delicato
incarico nella massima serenità
ed ottenendo grandi soddisfazioni. Di questo devo ringraziare il
Presidente Lomabardi ed il DG
Pannone che mi hanno voluto
con loro dandomi la massima
fiducia.
E’ stato un anno straordinario,
un esperienza umana e professionale difficile da dimentica-
re, sin dall’anno scorso ho riconosciuto in questa società le
potenzialità che sono state poi
espresse, noi ci abbiamo creduto sempre in questa straordinaria impresa. Anche il cambio di
allenatore ad inizio anno lo ha
dimostrato, Ugolotti, che non
aveva mai particolarmente brillato altrove, ha avuto a disposizione da subito un gruppo valido
e motivato che sicuramente ha
reso agevole il suo lavoro.
Il mio ruolo mi porta a vivere
con i giocatori e lo staff le problematiche di ogni giorno, sportive, logistiche e personali. Questo mi ha fatto sentire ancora
con più intensità tutte le emozioni di questo vittorioso percorso.
Ho avuto con tutti uno splendido rapporto, nessuno escluso,
mi piace ricordare in particolare quello instaurato con Michel Cruciani e quel “pazzo” di
Francesco Bruno.
Il futuro della Casertana è anche legato a tutto ciò che si riuscirà a fare per le strutture, e
non parlo solo del Pinto. La società è solida e con un progetto
importante, ma tutto questo non
può prescindere dalle problematiche strutturali a cui quest’anno
abbiamo sopperito con enormi
sacrifici.
DALLA PRIMA PAGINA DALLA PRIMA
Casertana, settimana
decisiva per il tecnico
Pannone sta anche intensificando i contatti con i calciatori
da ingaggiare. Già presi Rajcic (centrocampista), Mattera
(biennale per il difensore dell’Ischia) e quasi sicuramente
anche Mezavilla (Juve Stabia). In attacco piace Alessandro
del Vicenza, ma la lista di bomber è davvero lunga. Si sta
lavorando anche ai rinnovi. Fumagalli, D’Alterio, Alvino,
Bacio Terracino e Cucciniello pronti da un momento all’altro per la firma. Stessa cosa per Pezzella a cui le offerte non
mancano, ma Caserta resta la prima scelta. Anche in questo
caso entro fine mese dovrebbe arrivare la fumata bianca. Capitolo stadio: martedì verrà sottoposto un protocollo di intesa
alla società di Via Medaglie d’Oro che si occuperà della sistemazione (speriamo definitiva) del manto erboso.
Al Comune spetterà l’adeguamento dell’impianto di illuminazione, l’allargamento del settore ospiti (si è pensato anche
a ripristinare l’agibilità della curva sud pur di venire incontro alle disposizioni della Lega e alle richieste del Gos).
Insomma tutto procede per il verso giusto, ovviamente in teoria. Adesso bisogna fare i fatti.
Armando Serpe
via Matilde Serao n.59 Maddaloni
6
17 Maggio
2014
CAMPIONATO DI A: ULTIMO ATTO. TORINO, PARMA, MILAN, VERONA CERCANO PUNTI PER L’EUROPA LEAGUE
CIRO IMMOBILE E LUCA TONI, SPRINT TRA I CANNONIERI
NAPOLI: UNA BUONA STAGIONE
SAN PAOLO SENZA PUBBLICO CON IL VERONA. DE LAURENTIIS PENSA GIA’ AL FUTURO:
RESTA BENITEZ PER PUNTARE DI NUOVO SCUDETTO ED EUROPA
SERVIZIO di UGO DI MONACO
Campionato di calcio, ultimo atto.
Tutto deciso, in testa e in coda.
Juve, tre scudetti di fila con Antonio Conte in panchina. Secondo
posto e eccellenza per la Roma
di Rudi Garcia, mai così tonica e
quadrata. Terzo posto per il Napoli di Rafa Benitez e quinta Coppa
Italia in bacheca. Juve e Roma in
Champions direttamente, preliminari per il Napoli. Lasciano la
massima divisione il Livorno, il
Bologna e il Catania. Dispiace
vedere la squadra di Bulgarelli lasciare la serie A, ma la vendita dei
pezzi più pregiati e la partenza di
Diamanti per la Cina spiegano la
debacle della formazione felsinea.
L’orgoglio del Catania non è stato
sufficiente a garantirgli la permanenza, ma la Sicilia può contare
sul ritrovato Palermo, che ha messo in fila tutte le formazioni del
campionato cadetto.
Per il Livorno ha avuto un peso
notevole la mobilità della panchina, fino a sfiorare il ridicolo. Ma
l’ultima giornata ha ancora qualcosa da dire. La griglia dell’Europa League, che vede già premiate
la Fiorentina di Vincenzo Montella e I’Inter di Walter Mazzarri, non
è ancora chiusa. Aspiranti Torino
a 56 punti, Parma a 55, Milan e
Verona a 54. Tutto è ancora possibile. Brutte gatte da pelare per il
Torino di Ventura che va a Firenze
e per il Verona di Mandorlini che
sarà ospite al San Paolo. Surreale
la gara di Napoli, dove si giocherà senza pubblico. Più agevole
l’incontro del Milan di Seedorf,
impegnato in casa con il Sassuolo,
già salvo e pago dell’obiettivo raggiunto. Per i rossoneri, sommersi
all’andata da una quaterna secca di
Berardi che costò la panchina ad
Allegri, una chance per afferrarsi
al predellino dell’Europa League
last minute. Facile prevedere la
vittoria del Parma di Donadoni
che domani sera ospiterà un Livorno demoralizzato e ultimo in
classifica. I ducali hanno fatto un
campionato straordinario, grazie
anche a un ritrovato Cassano, rigenerato e messo a lucido in provincia. Motivo di interesse dell’ultima giornata di campionato anche
la classifica dei cannonieri. Ciro
Immobile a 22, Luca Toni a 20. Il
nuovo che avanza, l’usato sicuro
che si conferma. Sugli scudi entrambi, anche se Prandelli ha lasciato a casa il bomber del Verona.
Dietro, sgranati, Tevez, Palacio e
Higuain. Immobile, lo scugnizzo
di Torre Annunziata, in vetta senza
rigori. Luca Toni ne ha segnati tre,
ma prima che Jorginho passasse
al Napoli, era l’italo brasiliano il
rigorista del Verona. Bella sfida,
per di più tutta italiana. Vinca il
migliore.
GLI SPAGNOLI METTONO CAPPELLO SUL CALCIO EUROPEO: IL SIVIGLIA FA FUORI IL BENFICA
AI RIGORI IN EUROPA LEAGUE. REAL E ATLETICO, IN PALIO IL MASSIMO TROFEO DEL
VECCHIO CONTINENTE. IN PANCHINA CON IL REAL CARLO ANCELOTTI
DERBY MADRILENO A LISBONA
ALL’ORIZZONTE IL MONDIALE IN BRASILE. AMICHEVOLI DELL’ITALIA
DI PRANDELLI A LONDRA CONTRO L’IRLANDA IL 31 MAGGIO, A PERUGIA
CONTRO IL LUSSEMBURGO IL 4 GIUGNO E L’8 GIUGNO A RIO DE JANEIRO
CONTRO LA FLUMINENSE. POLEMICHE PER LE CONVOCAZIONI
SERVIZIO di NICOLA DI MONACO
Ai punti avrebbe vinto il Benfica, ma la Coppa di Europa League prende la strada dell’Andalusia. Il Siviglia vince ai
rigori e per i portoghesi si consuma l’ennesima maledizione
di Guttmann, ultimo allenatore lusitano ad avere alzato la
Coppa dalle grandi orecchie,
la Champions. Disse: dopo di
me, mai più. E sale ad otto il
conto delle finali consecutive
perse dal Benfica. La Spagna,
campione del mondo in carica,
fa il pieno in Europa. Bravo e
fortunato il Siviglia, in rimonta con il Betis e finalista con
una rete last minute contro il
Valencia che vinceva in casa
per tre a zero. Tanti rimpianti
per Napoli e, soprattutto per
la Juve, nel cui stadio ha avuto luogo la finale. L’Europa
League era alla loro portata,
ma entrambe sono state condannate dagli errori commessi in trasferta. Il Napoli con il
Porto, la Juve con il Benfica.
Inutile rimuginare sul latte
versato. Il 25 maggio, a Lisbona, in Portogallo, si chiude
la stagione del calcio europeo
con il trofeo più prestigioso, la
Champions. In campo l’apoteosi del calcio spagnolo. Per un
Barcellona uscito di scena, ecco
l’Atletico di Simeone pronto a
rimpiazzare i blu grana. Tutta
madrilena, la finale. Il Real a
trazione anteriore, con la star
portoghese Cristiano Ronaldo
a guidare la danza. In panchina c’è il nostro Carlo Ancelotti, Milan, Chelsea, Paris Saint
Germain, Real Madrid, quinta
finale da allenatore. Ne ha vinto quattro, due da giocatore,
due da allenatore, tutte con il
Milan. All’orizzonte, intanto,
c’è il mondiale in Brasile. Sarà
proprio la Spagna, nazionale
in carica, la squadra più attesa, anche se il Brasile non fa
misteri sull’obiettivo finale. Né
fanno mistero delle loro intenzioni l’Argentina di Gonzalo
Higuain e l’Uruguay di Edinson Cavani. Partenza in salita
per l’Italia di Cesare Prandelli, alle prese anche con il coro
di proteste per il caso Chiellini
e l’applicazione ballerina del
codice etico. Anche le convocazioni non hanno convinto del
tutto. A partire dalla esclusione di Criscito e di Gilardino.
Esordio con l’Inghilterra il 14
giugno a Manaus e girone di
ferro, tenuto conto che ne fa
parte anche l’Uruguay. Alla
portata il Costarica. Per assaggio tre amichevoli premondiali. Il 31 a Londra contro
l’Irlanda, il 4 giugno a Perugia
contro il Lussemburgo e l’8
giugno a Rio de Janeiro contro
la Fluminense.
Per i tifosi del Napoli il prossimo mondiale si tingerà d’azzurro, tenuto conto che la rosa
di Benitez ha pezzi da novanta
in molte delle nazionali che si
annunciano protagoniste. L’Italia è poco accreditata per
le magnifiche quattro che daranno vita alle semifinali, ma
anche in Germania l’Italia di
Lippi arrivò con tanto scetticismo e poi ci regalò le immagini
di un trionfo insperato. Cesare
Prandelli non promette miracoli, ma finora non ha tradito
le attese dei tifosi, farà bene
anche nell’assolata estate brasiliana. Con quello che passa il
convento, comunque, non gli si
può chiedere la luna nel pozzo.
7
17 Maggio
2014
I 2000 della Boys crollano in casa, addio play off
Termina la stagione dei 2000
della Boys Sannicolese nella
maniera più inattesa.Pesante la
sconfitta interna per i ragazzi
di mister Motta :dura la lezione subìta ad opera del Recale.
Un vero suicidio quello della
compagine sannicolese visto
che mancava alla matematica
qualificazione play off un punto.
Squadra apparsa nervosa sin dalle prime battute con poca armonia tra i reparti.
I 2000 della Boys pena pesanti
assenze non brillano come in
tante altre precedenti uscite. Si
esce meritatamente alla luce di
quanto visto in campo. La clas-
sica giornata storta dove subìto
a freddo il gol saltano schemi e
tranquillità.
Occorreva un punto:si esce con
un pesante fardello sulle spalle.
Il risultato finale(1-5) non lascia
spazio ad ulteriori commenti:la
squadra fallisce l’appuntamento
stagionale. La tensione,il caldo,
l’attesa possono creare brutti
scherzi. Il gruppo dei 2000 si è
tolto in questo campionato grosse soddisfazioni fallendo l’obiettivo negli ultimi novanta minuti.
Dalle sconfitte si deve maturare,
rialzarsi e tornare a combattere
con carattere da BOYS SANNICOLESE.Il presidente De-
ALESSANDRO CIARMIELLO
siato come sempre ha sostenuto
i ragazzi in questa settimana di
allenamenti:insieme si perde e
vince.
Si rialza a testa alta consapevoli
di aver compiuto fin qui passi da
gigante.Forza ragazzi.
Mario Fantaccione
JONATHAN BASSO
ANDREA DELLE CAVE
FEDERICO BRACCHETTI
GAETANO ERRICO
GIUSEPPE RAGNINO
MARCO FUSCO
DOMENICO CROCCO
FRANCESCO RUSSO
MICHELE DECURIONE
MICHELE VIGLIOTTI
NICCOLO’MINUTOLO
NICOLA SPERDUTO
PIERALDO CASSANELLI
SAMUEL CAMPUS
VINCENZO DELLA PERUTA
8
17 Maggio
2014
IL DIRIGENTE DEI ’98 TRAMONTANO COMMENTA IL CAMMINO DEI RAGAZZI
A ROMA SENZA VEDERE IL PAPA…
rebbe da pensare. Non meritavamo di perdere nell’ultima
gara di campionato.Ci riprenderemo l’anno prossimo. Il
materiale umano c’è.L’annata
è stata positiva :l’unico handi-
cap il mancato accesso ai play
off. Per quanto riguarda l’under 17 i ragazzi stanno andando molto bene.Mancano quattro partite da giocare.Stiamo
giocando con i ’98 e ’99.Bravi
ragazzi per la splendida annata ma è mancata la ciliegina
sulla torta..Non ci siamo riusciti più per sfortuna che per
demerito”
MARIO FANTACCIONE
RAMMARICATO DOPO LA SCONFITTA IL DIRIGENTE DEI 2000 CROCCO
PASSATI IN SVANTAGGIO, CI SIAMO SMARRITI
Il dirigente dei ’98 Tramontano non può che complimentarsi
per il campionato disputato dai
ragazzi del tecnico Zampella.
Grinta e determinazione a volontà prima dell’amara sconfitta
interna contro l’Aversa Academy . Uno stop imprevisto che
ha negato la gioia dei play off ai
sannicolesi .C’è attualmente la
partecipazione al torneo under
17 :i sannicolesi si stanno comportando egregiamente.Il bilancio dello stesso Tramontano è
positivo:”Siamo andati a Roma
senza vedere il Papa mi ver-
Bello si sa esporsi dopo vittorie
e celebrare imprese sul campo.
Far crescere e sostenere il proprio
gruppo, le proprie idee è fondamentale per la crescita morale e
tecnica dei ragazzi. Il dirigente
Crocco non si capacita dell’incredibile metamorfosi in negativo
della squadra dopo il tonfo interno
contro il Recale. Si precisa che si
chiude il campionato a 50 punti
col Cesa:un signor cammino , un
rendimento continuo ricco di soddisfazioni. In attesa del comunicato che darà di certo notizie più precise su chi passerà per i play off,
CARNI DI PRIMA QUALITà
Vieni a scoprire nel nostro punto vendita
le offerte della settimana.
Da noi trovi anche prodotti alimentari
Costolette e salsiccia di maialino nero casertano
MACELLERIA
MAIENZA
Viale Italia, 22 - San Nicola la Strada - Caserta
Tel. 0823.450725
è innegabile che l’amarezza regni
sovrano intorno ai ragazzi. Ripresa
degli allenamenti col morale sotto
i tacchi.I ragazzi non saranno mai
soli:il presidente Desiato da buon
padre di famiglia sostiene come
sempre il gruppo cercando di capire i motivi di questa sconfitta.Una
giornata storta non può e non deve
pregiudicare il valore dei ragazzi.
L’analisi del dirigente Crocco:”I
ragazzi hanno mostrato troppa
sicurezza.Passati in svantaggio
siamo entrati nella paura. A noi
bastava un solo punto,che pec-
cato. Avevamo creato col nostro
solito gioco le occasioni.Ad oggi
chiudiamo a pari punti col Cesa
a 50 punti. Il presidente come
del resto tutti noi è dispiaciuto.
Ripresi gli allenamenti: è intervenuto il tecnico Motta che
ha strigliato i ragazzi. Ho visto
Ciarmiello e Crocco in campo
troppo nervosi. Abbiamo steccato l’ultima,non di certo i nostri avversari sono più forti di
noi.Passati in svantaggio, ci siamo deconcentrati e smontati”
MARIO FANTACCIONE
9
17 Maggio
2014
FUTURO ROSEO PER I 2006 DI CARLO D’ANDREA
AMALGAMATO IL GRUPPO
Bilancio positivo di fine stagione per i 2006 della Boys
Sannicolese. Il doppio impegno al Real Poggio ed il VillaSport terminano con risultati
positivi:un terzo posto al Poggio mentre c’è la qualificazione
ai play off al VillaSport.Di fermarsi non c’è alcuna intenzione in casa Boys Sannicolese:in
cantiere tornei per far divertire
sempre più i ragazzi. Soddisfatto decisamente l’istruttore
Carlo D’Andrea :”Positiva la
stagione. Chiudiamo in terza posizione al Real Poggio
mentre ora ci prepariamo
a disputare i vari tornei che
organizza la segreteria.Il bilancio è decisamente positivo.Siamo riusciti a ben figurare nel campionato Otads
giocando sempre alla grande
contro la prima e seconda
classificata.Non mi aspettavo così tanti miglioramenti e
progressi di tutti i bambini. I
nuovi si sono inseriti sin da
subito ai vecchi per cercare
di portare il gruppo allo stesso livello.Ci divertiremo tutti insieme fino al 30 Giugno
anche non sono da escludere
altre novità..”
MARIO FANTACCIONE
10
17 Maggio
2014
SODDISFATTO IL TECNICO DEI 2003 PARITARIO
I MIEI RAGAZZI
SONO FANTASTICI!
Gruppo granitico genitori, ragazzi e staff tecnico per i 2003 della
Boys Sannicolese. La stagione
volge al termine, i progressi di
tutto il gruppo sono evidenti.
Alle spalle il sostegno incessante
di tutta la società. Sono ragazzi
e si devono divertire:questo il
motto continuo di tutti i responsabili. Grande il lavoro di tutti
gli istruttori che si interfacciano quotidianamente con i responsabili Giovanni Liguori ed
Enzo Rossi. Uniti si vince:è il
leit motiv ricorrente. I ragazzi
di Enzo Paritario escono sconfitti in finale a Casoria al Real
Poggio al termine di una bella
gara contro la Francesco Viscido. 2 a 1 il risultato finale:di
Forgillo la rete della bandiera
sannicolese. Spettacolo in campo e applausi finali per vinti e
vincitori.Contentissimo lo stesso
Paritario:”Usciamo a testa alta
in finale. Usciti dalle qualificazioni , abbiamo preso parte ad
un altro girone qualificandoci
per l’attesa finale. Siamo molto
amici con la società avversaria.
In campo tanto fair play. Tutti i ragazzi sono stati premiati
con una medaglia:grande la
soddisfazione perché è la prima medaglia della loro vita.
Sono stati premiati da Papa
responsabile del torneo. Gli
avversari giocavano da più
tempo e vinto meritatamente. Ho portato tutto il gruppo
disponibile eccezion fatta per
qualche febbricitante e qualche bambino impegnato con la
Prima Comunione. I risultati
si cominciano a vedere.Non
sono più come amo definirli
scherzosamente un branco di
animaletti ma un gruppo che
corre e vede posizione e movimento. Ci sono tanti errori da
correggere ovviamente. Cercheremo sin dall’anno prossimo di limarli un poco alla vol-
ta. In questa stagione mi sono
divertito tantissimo.Un grazie
doveroso alla società che mi
ha aiutato tantissimo. Nel nostro cammino calcistico ci sono
state cose positive e negative
come giusto che sia. Li abbiamo sempre affrontati e superati. Un grazie doveroso al mio
dirigente Michele Vespoli che
ha dato anima e corpo al progetto così come Michele Tramontano sempre vicino a noi.
Il rapporto con Rossi,Liguori e
Desiato si è consolidato ancora
di più. Sono nate amicizie straordinarie con i genitori che ci
hanno sempre incoraggiato e
sostenuto in questa fantastica
avventura. Mi piace lo spirito
che regna nella scuola calcio.
I nostri 2006 di Carlo D’Andrea dopo la finale persa per il
terzo e quarto posto al torneo
Real Poggio hanno reagito in
maniera positiva fin da subito
scherzando con gli altri bambini. Si cresce con lo spirito
giusto”
MARIO FANTACCIONE
Sabato 24 Maggio , giornata
conclusiva del Progetto
Scuola calcio? no Calcio scuola!
Progetto iniziato durante l’anno scolastico 2013 - 2014 , presso “
I.C. E. De Filippo “ , plesso Via Einuadi .
Gli istruttori “ Boys “ hanno seguito i bambini delle terze , quarte e
quinte nell’avviamento allo sport .
Ringraziamo la Preside , Dott.ssa Disando , per la meravigliosa accoglienza riservataci , permettendoci di esprimerci e sposando appieno i nostri principi legati allo sport e alla sua diffusione , quale
mezzo di aggregazione e formazione insieme ai percorsi scolastici.
Sabato 24 Maggio dalle ore 10.00 alle ore 12.30 , ci ritroveremo tutti al campo “ex Ciapi “ Viale Carlo III ,San Nicola La Strada , per
la festa finale. Sara’ presente l’Assessore allo Sport , Arch. Maurizio
Santamaria ,il cui progetto è stato anche da lui sostenuto . L’Assessore dara’ a tutti i bambini che hanno partecipato al progetto la
pergamena ricordo. Ci saranno durante la manifestazioni attrazioni
varie e avremo con noi le hostess Mc Donald’s .
I nostri ringraziamenti vanno nuovamente alla Dirigente e all’amministrazione del Comune di San Nicola la Strada nella figura
dell’Assessore allo Sport Maurizio Santamaria.
Domenica 25 Maggio avra’ inizio il campionato “Viva il
Ciapi ....con i Boys “ , campionato risevato alle categorie
2003 - 2004 - 2005 - 2006 - 2007/0 si giochera’ ogni
domenica fino al 29 Giugno.
Abbiamo avuto adesioni di tante Societa’ calcistiche , tra le
quali : San Marco Trotti , Suessola , Real Maceratese , Real
Santa Maria a Vico , San Tammaro , U.S.C. Valle , Micri
, Real Carinaro ,Dea Diana, Gladiator , Global Sporting
Village . La “Boys Calcio Sannicolese , non puo’ che essere
fiera e partecipe della sua stessa gioia.
11
17 Maggio
2014
In tv boom di consensi per Tutto fa Calcio su Capri Event e Telecapri sport.
POKER D’ASSI DA FANTACCIONE
A LA VOCE DEL MERCOLEDI’
Una puntata con ospiti di qualità
pronti a commentare gli ultimi risultati delle finali play off e play
out nei vari campionati. Ospiti in
studio il tecnico Carlo Sanchez, i
direttori sportivi Orlando Stiletti e
Marco Mignano,il presidente del
Giugliano Salvatore Sestile ospite
d’onore della serata.
Dalla redazione di tuttomercatoweb la giornalista Barbara
Carere la cui simpatia dilagante
associata ad una professionalità
indubbia infiamma la platea dei
radioascoltatori:”Ho la passione
per il calcio sin da bambina. Seconda di due figlie ,mio padre mi
metteva a veder e partite di calcio. Ero piccolina quando arrivò
Maradona a Napoli. Sono cresciuta a pane e calcio . Sono sposata con un calciatore Giuseppe
Della Corte che ha giocato in
tante piazze come Cavese,Juve
Stabia,Potenza”
Il direttore dell’emittente radiofonica Enzo Di Nuzzo dà piena fiducia al lavoro di tutta la redazione
sportiva del programma :”Sia per
radio, giornale e passaggio su
facebook diamo grande visibilità a tutto quello che facciamo.
Non ci fermiamo mai. Come al
solito anche questa settimana
al seguito del Giro D’Italia. Da
Sassano saremo fino a Montecassino. Porteremo con onore il
nome della radio con interviste
in esclusiva. Abbiamo fatto una
pagina dedicata al Giro col colo-
re rosa. Un onore e piacere avere
Sestile che torna a parlare per la
prima volta E tutti gli ospiti insieme.Le cose belle sono quelle
fatte con spontaneità. Bella diretta della giornalista..Il programma va forte.L’accoppiata
giornale diretta streaming e
giornale è potente. I nostri ospiti
hanno tanto visibilità:parliamo
di brave persone e operatori di
calcio”
La prima diretta telefonica è di
Vincenzo Tommasino papà di
un giovane calciatore di belle
speranze:”I sacrifici si fanno in
due.I ragazzi stanno sempre
sotto pressione. Non fanno la
vita degli altri quindicenni. Mio
figlio sta nel calcio professionistico: è un nazionale under 16.
E’un tesserato della Casertana
Calcio ed è stato convocato in
nazionale under 16. Ha iniziato
con un paio d’anni,solita trafila.
In un torneo nel Lazio l’ha visto
il Fondi squadra professionistica che faceva i giovanissimi
nazionali. La pressione dei genitori è talmente alta che a volte
qualche ragazzo può andare in
difficoltà. Gli dai troppo addosso e il ragazzo si sente un po’ sotto pressione. E’un gioco e non si
stanno divertendo. Esprimono il
massimo quando non c’e’ pressione. Dagli spalti li vedo i genitori. L’anno scorso esperienza
bruttissima :in tanti credono
di avere gia’ Ronaldo . A 14 15
anni non riesci a vedere tante
cose. Fondamentale l’apporto
della scuola. Alla fine il ragazzo
si perde. Su cento ne escono due
se non sbaglio. La qualità degli
istruttori c’è ,però tante società non hanno i mezzi giusti per
pagare gli stessi istruttori.Mio
figlio deve lavorare,essere umile
e continuare ad essere quello che
è. Se son rose fioriranno. Inutile far credere qualcosa che non
può avvenire.
Alle ore 20 ecco furoreggiare PIANETA AFRAGOLESE a
cura di PeppeLa Rosa:Afragola
intera sogna la promozione. Le
ultimissime in casa rossoblù alla
vigilia della delicata trasferta di
Casavatore. Un’intera piazza
chiede a gran voce il ritorno in
serie superiore:”Sabato giochiamo alle ore 16:30 allo stadio di
Casavatore.Partita difficile. Si
punta alla vittoria finale. Campo ostico,il Casavatore venderà
cara la pelle. Tutta la città di
Afragola si recherà a Casavatore. Si punta al successo. Afragolese in testa è da brividi:una
prima volta emozionante. C’e’
molta euforia. Saluto gli ospiti
in studio Sanchez,Mignano e
Stiletti .Puntiamo a finire il campionato poi si vedrà. Vogliamo
vincere il campionato poi punteremo ad una squadra competitiva.Afragola merita il calcio che
conta.Ringrazio il direttore Di
Nuzzo per tutto quello che fa”
I cinque anni di Marcianise difficilmente di dimenticheranno visto
l’ottimo rapporto da sempre maturato con giocatori ed ambiente.
Il portiere Giuseppe Della Corte
ricorda le piazze della sua carriera :”Cavese,Juvestabia,Potenza
in C1:campionato bellissimo
con Capuano allenatore.Con
la Turris ai play off nazionali
abbiamo perso la finale ai rigori.
In ogni piazza mi sono trovato
sempre bene dove sono andato.
La piazza dove ho lasciato il mio
cuore e’ stato il Marcianise alla
luce dei cinque anni. Queste cose
fanno male al calcio. Andrebbero di certo evitate. Spero che
l’anno prossimo faranno sempre un campionato all’altezza e
arrivare di nuovo inLega Pro.
Me lo auguro. Faccio parte della
scuola calcio San Luciano di Lusciano :prendiamo l’affiliazione
con una squadra di serie A. Abbiamo creato una scuola calcio
per portieri. Penso alla scuola
calcio e scuola portieri. Quello il
mio futuro”
Il giornalista Francesco Cascella
saluta gli ospiti in studio:”Bello
risentire il ds Stiletti : al calcio
operativo e’ mancato . Saluto
i grandi amici miei Mignano
scopritore di giovani talenti non
solo per il Campania e Sanchez.
Sono convinto che se avessero
fatto lavorare in pace il presidente Sestile il Giugliano per
come organizzato avrebbe dato
filo da torcere a tante squadre.
Giugliano squadra città è compagine importante. Non può
sparire dallo scenario calcistico. Vedo le immagini del DeCristofaro. Faccio un appello
all’amministrazione:fate lavorare Sestile in santa pace.E’un
grande gentlemen di
straordinaria serietà. Non sono
sviolinate,contratti con lui non
ne ho mai fatti. Dico la verità”
Da Mondragone il direttore sportivo Paolo Filosa è
diretto::”Giugliano e Vollese due
vittime. Non c’e’ stata solidarietà da tutte le altre società. Ti
tolgono cinque punti ma ti viene
la voglia di mollare e non andare da nessuna parte. Deve continuare a fare calcio a Giugliano.
Durissima senza fare calcio. Il
presidente Sestile ha ereditato
questa passione dal padre. Tante le iniziative per il Giugliano.
Competenza unica,grande blasone. Come si puo’ sparire. Mi
sarei aspettato dai presidenti
dalle altre società un intervento
in favore”
Fervono i preparativi per mercoledì prossimo con una grandissima sorpresa in studio.Per intervenire in diretta si può telefonare allo 0823 424191 e mandare
messaggi tramite WHATSAPP
al 347 0384284.Tutti invitati ad
intervenire:le linee saranno roventi!
C.D
12
17 Maggio
2014
DURO IL PRESIDENTE DEL GIUGLIANO SESTILE
Con i cinque punti di penalizzazione
la Federazione ci ha tagliato le gambe
I colori gialloblù portati con enfasi ed orgoglio in ogni campo.
Una stagione da ricordare per le
belle vittorie conquistate, il sogno play off cullato per mesi, un
gruppo di giocatori valido inseritisi perfettamente nella realtà.Oggi
Giugliano s’interroga sul proprio
futuro:legittime le preoccupazioni
dei tifosi dopo il ritiro della squadra del presidente Sestile dopo i
gravi incidenti di Mugnano. Sabato scorso nella centralinissima
Piazza Matteotti sventola una
grande bandiera gialloblù. Adunata per tanti tifosi e cittadini giuglianesi pronti a firmare la raccolta
di adesioni firme per l’apertura del
campo DeCristofaro.Perplessità sul futuro del calcio locale. Il
presidente Sestile sceglie gli studi
di via Bronzetti per fare il punto
della situazione dopo la cena della
settimana scorsa con un colloquio
privato finale con giocatori e staff
tecnico. Un colpaccio assoluto per
Radio Caserta Nuova essere stata
scelta dal presidente Sestile che ritorna a parlare dopo i gravi fatti di
violenza in quel di Mugnano.
Dalle sue parole traspare amarezza e rabbia per l’aver sbattuto
il mostro in prima pagina. Giugliano è gente di persone perbene, di tifosi caldi e passionali che
amano i propri colori. La grande
famiglia del Giugliano Calcio
termina anzitempo la stagione. Il
massimo esponente gialloblù riparte da quel fatidico giorno che
ha scosso i tanti appassionati di
colori gialloblù:”Abbiamo provato grandi momenti di aggregazione. E’un grosso rammarico a lasciarci così. La fortuna
è trovare prima uomini e poi
addetti competenti in materia.
Ho conosciuto persone disponibilissime come Orlando Stiletti
che interpreta benissimo il ruolo
allineandosi sempre alle direttive societarie:questo il mio modo
di veder calcio. Inutile marcare
mister Mazziotti il sergente di
ferro che ha plasmato un gruppo alla grande. Non lascia in
balia delle onde determinate
situazioni. Avendo un progetto
senza lo stadio credo che sia ben
da riflettere. In itinere qualcosa
c’è ,aspettiamo gli eventi per
capire un po’. Un applauso alla
trasmissione per lo spazio a trecentosessanta gradi dato a tutti.
Rivolgo un applauso al dottor
Lombardi amico mio,al grandissimo Nicola Pannone,
a
tutta la tifoseria di Caserta e
società Casertana Calcio per
lo splendido campionato fatto.
Saranno da protagonisti anche
nella prossima stagione. Provo
grande amarezza:c’e’ stato sciacallaggio mediatico.Appena succede qualcosa si accendono i ri-
flettori. I veri giuglianesi hanno
provato grande amarezza e tristezza per essere stati spiattellati in ogni tv nazionale. Il futuro
Ho avuto inviti da parecchi comuni vicini a Giugliano .Fermiamoci un attimo e guardiamo le nostre cose. Giusto che
le istituzioni facciano la loro
parte.Giugliano splendida città
con uno stadio che fa invidia a
tutti. Combattiamo tutti assieme affinché venga ridato quello
che ci spetta. La commissione
prefettizia a Giugliano sta lavo-
rando :spero che non si facciano più chiacchiere in relazione
a quanto stiamo facendo. C’è
delusione :diciamo un film già
visto. La Federazione poteva
fare la parte sua in altro modo
ed evitare di dare i cinque punti, ci hanno tagliato le gambe.
La situazione si poteva gestire
meglio. La decisione l’avevo già
adottata prima. Abbiamo subìto
molte multe per petardi esplosi
. C’era molta premeditazione da
parte di tutti”
MARIO FANTACCIONE
13
17 Maggio
2014
IL TECNICO CARLO SANCHEZ NON LE MANDA A DIRE
Secondo a nessuno. Sempre a testa alta senza portare sponsor
Scalpita ai box per un rientro
immediato su una panchina.
Carattere schietto, le sue squadre hanno sempre rispecchiato in campo un atteggiamento
propositivo. Gavetta nel calcio
minore, protagonista del ciclo
del Casalnuovo con la fantastica promozione maturata al
Pinto contro l’Inter casertana
qualche stagione orsono,il tecnico Carlo Sanchez commenta la
stagione dell’eccellenza appena
conclusa:”Grosso rammarico
per come era stata impostata la
stagione:il Giugliano avrebbe
giocato i play off alla pari con
tutte le squadre . Complimenti
alla Frattese:meritata ampiamente la posizione occupata.
Di squadre delusioni non parlo altrimenti vengo chiamato
opinionista. I professionisti si
offendono e si credono perché
stanno sul campo. Non sono
secondo a nessuno. La forza
mi viene osservando questi allenatori. Stare un anno fermo
non e’ stato semplice. Il calcio
è strano: l’anno prima miglior
allenatore dell’anno per poi
passare un anno a vedere partite. Non ho preferenze verso
una piazza. Se si fa calcio non
importa la sede. Il calcio e’ diventato un lavoro . Stare fermo mi ha fatto conoscere piu’
da vicino le persone. Quando
stavi sulla cresta tutti amici poi
si sono dimostrati di che pasta
sono fatti. Veniamo dalla gavetta dalle categorie. Ci siamo
riempiti di prima e seconda.
Ho allenato in piazze difficili
dove c’e’ difficolta’. Non porto
sponsor, non porto direttori .
Se mi chiamano mi devono pagare. Se ho la persona di fronte
che mi convince accetto.
A Casal di Principe e San Cipriano partirà il corso degli
allenatori Uefa B della Terra
dei Fuochi dal 3 Giugno al 16
Luglio. Grazie doveroso al
presidente Abete,al presidente dell’Associazione Ulivieri ,
L’AFFONDO DEL DS STILETTI
al nostro presidente regionale
Nino Scarfato .Le domande si
possono fare entro e non oltre
il 23 Maggio con documenta-
zione completa presso la Segreteria Nazionale Aiac in Coverciano entro il 23 Maggio”
Il bando completo per il corso
è scaricabile dal sito del Settore Tecnico(www.settoretecnico.
figc.it).
MARIO FANTACCIONE
SESTILE ABBANDONATO
DALLE ISTITUZIONI
Della gara col Volla si è ampiamente parlato. Titoli di cosa per il campionato di eccellenza con le squadre in lizza per i loro rispettivi obiettivi. Il
Giugliano costruito in estate dal ds Stiletti era pronto per i play off alla
luce del materiale umano e tecnico a disposizione del tecnico Mazziotti.
Tutto vanificato dopo un pomeriggio di ordinaria follia. I tifosi gialloblù
si sono mobilitati in questi giorni con la raccolta firme per lo stadio. Duro
l’intervento del ds Stiletti amareggiato per il modo in cui si è chiusa la
stagione dei tigrotti:”Il presidente Sestile è stato abbandonato dalle
istituzioni. Tanti sacrifici per riportare il calcio vero a Giugliano.
In fase di presentazione ricordo quanto detto in estate scorsa : nel
giro di due tre mesi si dava il campo DeCristofaro solo per allenarsi. La stagione Il presidente per tutto il campionato non ci ha fatto
pesare nulla. Fondamentali il suo carattere e simpatia.Sul campo di
Villaricca non c’erano le condizioni ma dava sempre la forza e carisma di superare qualsiasi ostacolo. Da quella situazione è partita
la grande stagione del Giugliano.Ogni difficoltà l’abbiamo superata
tutti insieme. Mi auguro che la piazza di Giugliano abbia quanto
prima il campo e che il presidente sSestile non venga lasciato solo.
Un supporto morale dalla piazza vale tanto. Non ci sono parole per i
tifosi veri, per quello che hanno fatto per noi. Abbiamo fatto un buon
campionato. La gratificazione è quella:capiscono i sacrifici fatti. Il
presidente può ambire ad una grande carriera, in qualsiasi categoria. Ha un carattere e un savoir faire giusti. Quando un attaccante
non segnava lo caricava a modo suo. Ha un rapporto affettuoso con
i giocatori. Più un giocatore non rendeva più gli sta vicino. Parliamo
di ragazzi con voglia di allenare ,pronti a scendere in campo con la
condizione del lavoro. Si lavora per raccogliere i frutti la domenica.
Serata bellissima in radio tra amici. Domenica mattina triangolare a
Tavernanova con i ‘98 con i Giugliano –Sannicolese e Mitri.
MARIO FANTACCIONE
Orologeria, Bigiotteria e Argenteria,
troverai le tue firme preferite
a prezzi OUTLET dal 20% al 70% di SCONTO
Siamo a San Nicola la strada (CE) 81020
in via Torino 29/c. (di fronte alla posta centrale).
Per info 08231550640 oppure seguici su Facebook
al contatto “Prestige San Nicola la strada”.
14
17 Maggio
2014
L’APPELLO DEL DS MIGNANO
IL CALCIO HA BISOGNO DI FIGURE
COME I PRESIDENTI SESTILE E DE MICCO
Un umile lavoratore di campo,
un operatore di mercato sempre al servizio della squadra facendosi apprezzare per onestà
e serietà:questo in sintesi l’identikit del ds Marco Mignano
ospite del talk show sportivo
radiofonico mercoledì scorso.
Un anno di transizione,lontano
dai campi è dura quando la passione per lo sport la si ha nel
dna.L’eccellenza al suo epilogo finale col Quarto che sogna
l’approdo in serie D. I fatti di
Giugliano hanno scosso tutti in
quanto memori del grande lavoro della famiglia Sestile per la
causa. Il ds Mignano lancia il suo
appello a favore di persone serie
e competenti come i presidenti
Sestile e Di Micco cui l’accomuna l’esperienza col Campania
Piscinola:”Lavoro eccezionale. Fare un campionato intero
fuori casa vuol dire partire gia’
svantaggiato. I grandi risultati si fanno in casa. Fare trenta
partite fuori casa è un grande
RICCI
handicap. Mi è piaciuto come
hanno creato il Giugliano in
questa stagione: spirito operaio. Non è stato loro regalato
nulla :tutto guadagnato con
umiltà,tanta abnegazione e sacrificio. Questo il calcio che mi
è sempre piaciuto. Un po’ lo
spirito del Campania .Merito
del mister, del presidente. Ci
danno la fiducia, poi sta a noi
dimostrare concretamente di
meritarla. Ricordo la stagione del Campania:partimmo
il 16 Luglio. Mister Campana
guarda ogni minimo particolare. Il presidente De Micco
e’ come Sestile. Dopo quindici
anni sono stato fuori a vedere
partite. Bello vedere crescere
giovani dirigenti e calciatori. Complimenti alla Frattese
per la vittoria del campionato
con un allenatore che ha dimostrato di saperci fare come
Grimaldi. Il girone di eccellenza è un bel campionato. Il direttore DeSimone ed il tecnico
Grimaldi in due anni hanno
realizzato un grande lavoro
in un campionato importante.
L’Eccellenza bel campionato.
Volla sulla carta è fortissima in grado di giocarsela con
chiunque. Otto promozioni ora
sono passate:puntiamo al futuro cercando di far meglio di
quanto fatto. Ricordo la finale
play off contro il Cervinara
con la Sanità davanti a cinque
mila persone in trasferta. Vin-
cemmo dimostrando a tutti il
nostro valore. Grazie al presidente Sestile per gli apprezzamenti. Ti danno la forza per
andare avanti”
MARIO FANTACCIONE
Dirette telefoniche,filmati
e commenti: consensi
per il programma tv
tutto fa calcio
Consueto appuntamento settimanale per tutti gli sportivi campani con TUTTO FA CALCIO format televisivo
condotto da Peppe La Rosa,Sonia Sodano e dall’opinionista Mario Fantaccione. Si commenta la vittoria
del Napoli contro la Sampdoria e si analizzano obiettivamente come sempre i campionati dalla serie D a
scendere. In studio ospiti il difensore ex Casertana
& CAPRICCI
di DE LUCIA GENNARO e BRIGNOLA ANNA TERESA
aperti
la domenica
Parrucchiere
estetista
Via Adige, 35 - 81100 Caserta - Tel. 3339674440/3384934775
e Gladiator Pasquale Borrelli e l’attaccante del San
Marco Trotti Giovanni Tufano.
Omaggio alla Prima Categoria col servizio realizzato da Mario Fantaccione per la gara Afragolese-Real
Martinese.
Spazio alle dirette col gradevole intervento del giornalista Felice Romano da questa settimana entrato ufficialmente nella redazione sportiva de La Voce del mercoledì di Radio Caserta Nuova.
In cabina di regia Gerry Tucci, il tecnico Gianni Orefice.Un doveroso grazie all’editore Pasquale Turco e al
responsabile dei servizi sportivi di Capri Event Nello
Odierna.
In diretta ogni martedì su Capri Event alle ore 21:10
.Repliche il mercoledì alle ore 21:10 su Telecaprisport
,il giovedì alle ore 16 su Telecaprisport mentre il venerdì alle ore 15:30 su Capri Event
Sintonizzatevi numerosi come sempre in settimana sui
canali CAPRI EVENT E TELECAPRI SPORT.
Per coloro che sono residenti fuori della campania possono seguirci in streaming sul sito: www.caprievent.it .
15
17 Maggio
2014
SUCCESSO PER LE ESTERNE
DE L’ANGOLO ROSA DI GIOVANNA BARCA
TRA BOXE E NUOTO
Irrompe nel fine settimana l’avvocato Giovanna Barca col suo
angolo rosa in versione esterna per
l’occasione. Assente mercoledì
per impegni di lavoro ,nell’ultimo
week end si è recata presso la palestra della Casertana Boxe il venerdì sera mentre sabato mattino è stata la volta della piscina Dennerlein
ad ospitare Barca e Fantaccione .
Tra uno scatto fotografico ed una
ripresa video per gli utenti facebook del gruppo La voce del mercoledi’ Radio Caserta Nuova,riuscito
ed apprezzato l’esperimento che
sarà ripetuto anche in futuro. Raggiante per l’esperienza la stessa
Giovanna Barca:”Felicissima di
queste due nuove esperienze per
me in esterna. Un grazie di cuore per l’ospitalità a tutti”
Allenamenti intensi in casa Casertana Boxe con tutta la grinta
del maestro Pagliaro:”Molto lieto della visita delle telecamere
de La voce del Mercoledì. Ringraziamo
l’Amministrazione
Comunale per far sì che anche
a Caserta città ci fosse pugilato
serio. Ci sono ragazzi che vanno
a scuola:il pugilato sport povero
deve piacere. Sono fiero di far
parte del fantastico mondo del
pugilato sport leale. Gli atleti
si picchiano con delle regole. Al
termine del match si abbracciano ancor di più. Sport serio
e leale”
Il sabato mattina la redazione
sportiva del programma si è recata
presso la Piscina di Corso Giannone Dennerlein per salutare la
dottoressa Annabella Amoresano
già venuta negli studi. L’occasione per dar sempre più lustro e
visibilità alla TMA Metodo MaLa corsa a tappe più importante del
panorama femminile è giunta alla
sua 25^ edizione. Il Giro d’Italia
Internazionale Femminile, che
dalla scorsa edizione è denominato
Giro Rosa andrà in scena dal 4 al
13 luglio 2014. A guidare la carovana c’è sempre
Giuseppe Rivolta. Il brianzolo
è stato organizzatore e direttore
generale della corsa dal 2002 al
2005, dal 2007 al 2009 e nel 2013.
Per lui anche il ruolo di direttore
di gara nelle edizioni dal 2010 al
2012. L’evento, di proprietà della
Federazione Ciclistica Italiana, gli
è stato affidato in gestione anche
per il 2014. La società Quattro
Erre è già al lavoro da mesi per
allestire un’edizione speciale, ricca
di emozioni e qualche bella sorpresa. “Il Giro Rosa mi è entrato nel
cuore” – precisa il patron – “Sono
entusiasta come lo ero per il primo
mandato, anzi, forse ora di più. Il
Giro d’Italia Internazionale Femminile è cresciuto molto, come sta
crescendo il movimento femminile
in Italia. Colgo l’occasione per
ringraziare il Presidente della FCI,
Renato Di Rocco, che mi ha concesso nuovamente la sua fiducia.
ietta :”Volevo ribadire il progetto del BAR LUME che aiuta i
ragazzi a diminuire gli errori
cognitivi,aumentare il livello di
autosufficenza e gestire le proprie emozioni. Svolgiamo attività di Terapia Multisistemica
in Acqua presso la Piscina di
Corso Giannone ed è rivolto a
tutti i ragazzi con patologie diverse. Vorrei parlare di un progetto Autosostenibile : lo fanno i
nostri ragazzi aiutandoli a riciclare il sughero.Si svolge nella
nostra sede di Via Bersaglieri”.
Obiettivi aumentare il livello di
sicurezza ,eliminare qualsiasi situazione di imbarazzo ed interagire sempre più con gli altri per
farli crescere in un ambiente sano
e pulito. Al bar sempre presente un
Tutor che aiuterà nell’integrazione al lavoro i ragazzi. Le basi per
un progetto luminoso sono state
tracciate:FORZA RAGAZZI!
MARIO FANTACCIONE
IL GIRO D’ITALIA INTERNAZIONALE
FEMMINILE COMPIE 25 ANNI
ECCO LE TAPPE DELL’EDIZIONE 2014
solo gli ultimi dettagli: il tracciato è
stato completato. I miei collaboratori
ed io ci impegneremo al massimo per
non deludere le attese delle atlete, dei
Da quando la macchina organizzativa
si è messa in moto non ci sta facendo
mancare il suo supporto. Lo scorso
anno si è chiuso nel miglior dei modi.
Sicuramente è stato un gran successo
mediatico e di pubblico. Le sfide ci
piacciono e vogliamo andare oltre e
fare ancora meglio. Stiamo lavorando su tutti i fronti per far sì che la 25^
edizione sia eccezionale. Il Giro Rosa
resta a pieno titolo la corsa a tappe
più importante del ciclismo femminile a livello internazionale. Mancano
Team e di tutti coloro che seguiranno
la corsa rosa: dagli addetti ai lavori
ai semplici e grandi appassionati.”
Mancano poco più due mesi, ma le
tappe sono state definite: l’edizione
numero 25 scatterà ancora una volta
dal sud, da uno scenario bellissimo,
quale la città di Caserta e terminerà
in cima alla Madonna del Ghisallo,
meta amata dai ciclisti italiani e di
tutto il mondo.
Ecco le 10 tappe dell’edizione numero 25:
Prologo: Caserta
1a tappa: S. Maria a Vico (CE) - S. Maria a Vico (CE)
2a tappa: Frattamaggiore (NA) – Frattamaggiore (NA)
3a tappa: Caserta (CE) - San Donato Val di Comino (FR)
4a tappa: Alba Adriatica (TE) - Jesi (AN)
5a tappa: Jesi (AN) - Cesenatico (FC)
6a tappa: Gaiarine (TV) - S. Fior (TV)
7a tappa: Aprica (SO) - Chiavenna (SO)
8a tappa: Verbania (VCO) - San Domenico di Varzo (VCO)
9a tappa: Trezzo sull’Adda (MI) – Madonna del Ghisallo (CO)
Questa sera inoltre andrà in onda su Rai Sport 2 un servizio dedicato alla tappa marchigiana (da Alba Adriatica a Iesi), da non perdere.
Appuntamento alle ore 19.30 per scoprire i dettagli.
Ufficio Stampa Giro Rosa +39 331 9556924
[email protected] www.girorosa.it
FB: Giro Rosa Cycling Race TW: @GiroRosaCycling
16
17 Maggio
2014
Riprendono i campionati ,immancabile il nostro occhio vigile
sui tanti addetti ai lavori/tifosi che sfogliano abitualmente il
SabatononsoloSport. Salutiamo questa settimana Mena Capasso dell’Ortese Calcio e Rosa Grande mamma di Antonio
Di Prisco dei 2005 della Boys Sannicolese ,i genitori della
Boys Sannicolese,il presidente Giovanni Desiato e Salvatore
Pellegrino dal Ciapi,il tecnico Sandro Marino del Casavatore,
il dirigente Giuseppe Saccone e vicepresidente Davide Guida
del Costa Arienzo compagine di Prima Categoria ed infine i
due ex rossoblù Roberto D’Auria e Luca Tucci.
Al prossimo appuntamento..
Prima Comunione
Francesco Pio Gaudiano
Domenica 18 maggio riceverà il Sacramento della
Prima Comunione il giovane Francesco Pio Gaudiano, nella Chiesa di Portico
di Caserta.
Il papà Alessando e la
mamma Rosanna insieme
al fratello Giuseppe saranno vicini al loro ragazzo in
questo giorno importante.
Tantissimi Auguri da zio
Domenico, zia Carmela,
Giuseppe Antonio e Valentina che dopo il rito religioso festeggeranno Francesco in un noto ristorante
della città.
Francesco la tua famiglia
ti è vicina in questo giorno
importante, la felicità, ti auguriamo di conservare la
spensieratezza di quest’età
e la gioia che sai trasmettere a tutti noi che quotidianamente ti acccompagnamo nel percorso della vita.
Auguri amore mio.
17
17 maggio
2014
Oggi comincia il torneo di qualificazione. Lunedì il “main draw”.
Tra le favorite la toscana Dentoni e la giovane brasiliana Haddah Maia, finalista nella scorsa edizione.
Riflettori sugli internazionali
femminili di tennis di Caserta
Si alza il sipario sulla XXVII edizione degli “Internazionali Femminili di Tennis Città di Caserta Trofeo Power Gas”, dotato di un
montepremi di 10.000 dollari ed
inserito nel circuito professionistico ITF Women’s, organizzata
dal Tennis Club Caserta presieduto da Massimo Rossi.
Proprio stamane prenderanno il
via gli incontri del tabellone di
qualificazione che consentiranno ad otto giocatrici di accedere
al”main draw”.
Due giorni all’insegna del tricolore, con pochissime presenze
straniere. Di conseguenza saranno in tante a colorare di azzurro
il tabellone principale che avrà
inizio lunedì 19, per concludersi
con la finalissima sabato 24 nel
pomeriggio.
La testa di serie numero uno è la
venticinquenne toscana Corinna
Dentoni, attualmente posizionata
intorno alla 300esima posizione
del ranking mondiale, giunta al
130esimo posto nel 2009. Una
giocatrice dal buon potenziale
che sta cercando di risalire la
china, visto che ha avuto un calo
di circa 200 posizioni in quattro
stagioni.. Il miglior risultato in
carriera è il successo a Telavi, in
Georgia (25.000 dollari di montepremi) nel 2007. A Caserta
parte con i favori del pronostico
anche perché preferisce la terra
battuta.
Numero due del seeding la brasiliana Beatriz Haddad Maia
finalista nella passata edizione
con la giocatrice della repubblica ceka Renata Voracova, Una
grande performance per la giovane atleta verdeoro (18 anni il
30 maggio) che proprio lo scorso
anno raggiunse la migliore classifica in carriera (265). Quest’anno è calata un po’ ma potrebbe
cominciare a risalire proprio dal
tennis club di via Laviano. Giunge a Caserta con quattro successi
in tornei di pari montepremi.
Sul terzo gradino del seeding,
la russa Marina Shamayko che
staziona da quattro anni tra la
300esima e la 400esima posizione. A ventisette anni, probabilmente proseguirà su questa
strada ancora per un po’. Testa di
serie numero quattro la diciannovenne francese Jade Suvrijn che
Il presidente Rossi con i fratelli Sergio e Gaetano Pascarella
De Simone, Sergio Pascarella, Massimo Rossi, Del Gaudio, Mariano
è in fase ascendente nel circuito
professionistico.
Tra le italiane, riflettori anche su
Anna Giulia Remondina, Martina Caregaro e Martina Di Giuseppe, vincitrice nell’edizione
del 2009. Le prime due wild card
per il tabellone principale sono
state assegnate alla tedesca Anne
Schaefer e alla romana Diletta
Alessandrelli, punto di forza del
team del Tennis Club Caserta che
partecipa al campionato nazionale di serie B. La finale del doppio
verrà disputata venerdì 23.
Come per gli anni precedenti il
supervisor della kermesse sarà
Guido Pezzella. Da sabato parto-
Dentoni
no anche le iniziative parallele al
torneo: i volontari della Associazione Opera Sant’Anna saranno
attivi per la raccolta dei fondi
per ristrutturare i locali della ex
biblioteca di via Roma a Caserta
per destinarli alla creazione del
“Palazzo della solidarietà”.
Dati, foto, news e tabelloni della
manifestazione sono sul sito ufficiale del torneo: www.itfcaserta.
com; su facebook: www.facebook.com/itfcaserta.
Pino Pasquariello
Grande successo di Chitarre e Mandolini in concerto
a San Nicola La Strada con il M° Antonio Russo
Domenica 11 maggio presso la
chiesa Santa Maria delle Grazie
in Piazza Municipio si è tenuto
un concerto dell’ensemble di
mandolini e chitarre “Gli Anelli
di Saturno”, ospitato dal parroco don Marco Fois con un repertorio che ha spaziato da Vivaldi
ad Astor Piazzolla, viaggiando
per la Napoli del Seicento. E’
la prima volta che l’ensemble è
approdato sul territorio casertano, dopo aver tenuto già diversi
concerti in tutta la regione. E’
sannicolese, ed unico casertano,
uno dei componenti della formazione, il M° Antonio Russo,
chitarrista e mandolinista, attual-
mente docente di chitarra presso
la scuola media statale ad indirizzo musicale “P.S. Mancini” di
Ariano Irpino (AV).
Gli altri componenti dell’ensemble, provenienti da tutta la
regione Campania, sono il M°
Antonio Saturno, fondatore del
gruppo, chitarrista, mandolinista ed arrangiatore, i chitarristi
Salvatore Esposito Ferraioli e
Roberto Iossa, i mandolinisti
Giovanni Marcellini, Tommaso
Barra e il M° Luigi Bordo.
Durante il concerto il M° Antonio
Saturno, il M° Antonio Russo ed
il giovane promettente Giovanni
Marcellini si sono alternati in en-
tusiasmanti parti soliste sostenuti
da tutto l’ensemble di musicisti
e dal gioioso coinvolgimento del
numeroso pubblico presente.
Principale obiettivo dell’esibi-
zione è stato quello di contribuire a diffondere la cultura musicale nella nostra terra, spesso
citata solo come portatrice di
tristi eventi.
18
17 maggio
2014
Bianconeri penalizzati dalla “classifica avulsa”.
La società è già a lavoro per la prossima stagione.
Pasta Reggia fuori dai play-off
Grande amarezza per la
mancata qualificazione ai
play-off della
Pasta Reggia
Caserta proprio negli ultimi secondi
della regular
season. Peggio proprio non poteva finire
per i bianconeri che sono stati
esclusi per effetto della classifica avulsa, pur avendo un saldo
attivo nei confronti di Pistoia.
Nel bussolotto delle soluzioni
possibili è uscita fuori proprio
quella più infelice per la squadra
di Molin che è caduta dall’ottovolante per appena tre punti.
In effetti, in caso parità in classifica con Pistoia e Reggio Emilia
(sconfitta ad Avellino) la formazione bianconera poteva perdere
al massimo di due punti. Purtroppo, nel turbillion del finale, i
casertani non sono riusciti ad andare sotto i cinque punti di scarto, dopo essere stati in vantaggio
in alcuni frangenti dell’incontro.
Se Reggio Emilia avesse vinto
ad Avellino, lo scarto di Pistoia
sarebbe stato sufficiente per conquistare l’ottavo posto ma con i
se e con i ma, purtroppo, non si
Tutti i giorni
vasto
assortimento
pasticceria
fresca
8 € al kg
fa la storia…
La Pasta Reggia è passata dalla
possibilità di agganciare il settimo posto (considerato appunto
la sconfitta di Reggio Emilia)
all’esclusione dalla post season.
Sicuramente fa molto male uscire cosi, con quindici vittorie
all’attivo tra cui alcune di rilievo come il doppio confronto
con Siena (giunta seconda nonostante le grane societarie) e il
successo a Sassari nel finale di
regular season con un attacco
devastante..
La qualificazione, insomma, era
a portata di mano, ma la navicella bianconera si è arenata proprio
Romano
Piccolo
“La Città
a spicchi”
Il 20 maggio alle ore
17,30 nel palazzo della
Provincia di Caserta,
presentazione del libro
la Città a Spicchi
vicino al porto. Davvero un gran
peccato. In effetti, l’approccio
deboluccio al match lasciava già
intendere che sarebbe stata dura
portare a casa il risultato.
Manovra incerta e percentuali
inconsistenti specie dalla lunga
distanza.
Michele Vitali e Carleton Scott
hanno cercato di risollevare la
truppa ma non è bastato.
Forse l’emozione o la tensione
hanno giocato un brutto scherzo
ad una squadra che aveva le carte
in regola per vincere al Palacarrara, ottenendo la meritata qualificazione.
Adesso si riparte dal nucleo degli
italiani, tutti confermati, Mordente, Michelori, Tommasini e
Vitali, con gli americani Moore
e Scott. Probabilmente andranno
via sia Roberts che Brooks che
ha dimostrato di avere una marcia in più e quindi sarà richiesto
da compagini di primissima fascia.,
Intanto, martedì scorso c’è stato
il saluto di fine stagione al Palamaggiò tra tecnici, giocatori e
tantissimi tifosi.
Il general manager Marco Atripaldi ha tracciato un bilancio
positivo, sebbene ci sia grande
amarezza per l’esclusione in
extremis dalla fase decisiva del
torneo.
Il dirigente casertano, nel suo
rapido excursus sull’anno trascorso, ha sottolineato l’azione
di rilancio della Juvecaserta, una
“società storica e che ha una storia nel mondo del basket con un
importante seguito di pubblico.
Grazie anche all’opera di risanamento messo in piedi dalla proprietà che ha riguardato almeno
gli ultimi due, precedenti campionati. Oggi, – ha sottolineato
Atripaldi – il bilancio della Juvecaserta è uno dei più sani dell’intera pallacanestro italiana”
Il giemme ha ringraziato la città
per l’accoglienza ricordando la
grande fiducia accordatagli da
Iavazzi, soprattutto nel periodo
delle cinque sconfitte consecutive.
“Oggi tutti i giocatori della Juvecaserta hanno un valore di mercato superiore a quello di inizio
anno e tanto rappresenta anche
un riconoscimento dell’eccezionale impegno di Lele Molin e
dell’intero staff. L’obiettivo ora
è cercare di migliorarsi l’anno
prossimo –ha proseguito Atripaldi - sapendo di poter contare
su un nucleo di base già contrattualizzato anche per l’immediato
futuro. Questa è programmazione ed è quella cha sta facendo
la Juvecaserta anche nel settore
giovanile dove certamente l’idea
di Iavazzi dell’Academy è vincente dal momento che rappresenta la voglia di unire le diverse
realtà del territorio provinciale e
non solo». Atripaldi ha successivamente ringraziato lo sponsor
Pasta Reggia ricordando di aver
molto apprezzato la telefonata pervenuta da Attilio Pallante
subito dopo la conclusione della
gara con Pistoia
Dunque, finisce cosi, almeno per
questa stagione, con l’auspicio
di ripartire di slancio e fare quel
passettino in più che è mancato
di un soffio a Pistoia. I presupposti ci sono per proseguire la risalita verso mete più ambiziose.
Pino Pasquariello
19
17 maggio
2014
Il Giro d’Italia giovedì scorso nella 6^ Tappa di Montecassino ha corso lungo Maddaloni, Caserta e Provincia
Michael Matthews vince la tappa
dell’Abbazia e si consolida in Rosa
La tappa più lunga del Giro d’Italia è
stata la 6^ quella di giovedì 15 Maggio
da Sassano a Montecassino, di 257 km
(prolungato di 10 km, causa una frana
precedente), che ha attraversato anche
la provincia di Caserta oltre Salerno e
Napoli in Campania. La frazione è stata
segnata dal ricordo di Marco Pantani da
striscioni e applausi nel decennale della
scomparsa del “Pirata”.La Corsa Rosa,
sotto l’aspetto tecnico, si è sviluppata
subito con un tentativo di fuga da
lontano ai 9 km si è staccato un gruppo
di quattro corridori Bandiera, Zardini,
Torres e Fedi, che passa per primo al
GPM di Cava de’ Tirreni al km 112,8
con ben 9’ di vantaggio sul gruppo, e
poi anche al Traguardo Volante “Alberto
Marzaioli” di Maddaloni al km 168,4,
attraverso due ali festanti di pubblico e
cosi prosegue inseguito dal gruppo lungo
PHOTO 2014 - PIETRO JUNIOR ZAMPELLA
già in Maglia Rosa, Michael Matthews
a tagliare per primo il traguardo di
Montecassino e il GPM (m 484), davanti
Wellens 2°, 3° Cadel Evans e primo degli
italiani Matteo Rabottini al 4° posto,
buon 5° anche per il Campione d’Italia
Ivan Santaromita. In classifica generale
conferma la maglia Rosa Matthews che
precede il connazionale Cadel Evans di
21 secondi e di 1′ e 18” il colombiano
Rigoberto Uran.
Sabino Novaco
Quest’anno la carovana rosa è
giunta nuovamente sulle strade
della nostra regione, in un percorso sempre suggestivo lungo
ben 247 Km. È stato il giorno
che lo Staff Sabato Non Solo
Sport, Radio Caserta Nuova e
Sedicinews.eu giungesse in Sassano per seguire, ormai da anni,
il Giro d’Italia con la Tappa fino
a Montecassino. Sassano il paese
e’ situato nel Vallo di Diano, una
sesta tappa dal profumo di orchidee e tutto il Cilento era in trepida attesa del passaggio dei ciclisti. Indimenticabili emozioni si
ripetono in noi quando seguiamo
il Giro da spettatori speciali: la
nostra auto che precede la Corsa
riprende e fotografa, non solo gli
striscioni ma anche la gente che
aspetta il passagio dei ciclisti.
Una coda variopinta di biciclette, ammiraglie e gioia popolare
ci porta alla partenza da Sassano.
Cominciamo il nostro viaggio
andando alla scoperta di luoghi
come Sala Consilina, Atena Lucana, Pertosa e poi fino a Salerno, passando per Cava dei Tirreni, siamo giunti a Sarno, Nola.
Dopodiché Maddaloni, Caserta,
Capua, Vairano Patenora il luogo
dove il 26 ottobre 1860 Garibaldi salutò il Re D’Italia e l’attuale cittadinanza ha ben salutato
anche la Carovana del Giro e i
suoi atleti. Impossibile dimenticare le numerose persone lungo
il percorso tanto da realizzare un
fotoreportage dal titolo “Aspettando il Giro: gente e striscioni”
da vedere su web www.sedicinews.eu. La pioggia ci attende in
Cassino dove, tra un buon cibo
della tradizione Ciociaria, vediamo i ciclisti affrontare la rampa
finale che li ha portati, per la prima volta nella storia del Giro, a
Montecassino.Tantissime le bandiere tricolori lungo la frazione
più lunga per ricordarci, almeno
negli eventi, la nostra appartenenza italiana. Nonostante tutto
è lo sport per tutti, tranquillo e
conserva sempre immutato il suo
fascino, che si rinnova ogni anno
imprevedibile e meraviglioso.
Una verità in fondo c’è secondo
un detto: “L’unica catena che ti
rende libero è quella della bicicletta”.
Gianni Leuci
IL GIRO È SEMPRE UNA GRANDE EMOZIONE
via Roma a Caserta e poi Santa Maria
C.V. e Capua, gremite di tifosi, passando
per Calvi, Vairano, Mignano Monte
Lungo e San Cataldo prima di entrare
in terra Laziale. I quattro “coraggiosi “
fuggitivi sono raggiunti dal gruppo dopo
ben 236 km, in una frazione bagnata
nel finale e segnata da alcune cadute,
quando a circa 11 chilometri dall’arrivo,
in prossimità di una rotatoria avviene la
caduta peggiore con numerosi ciclisti
coinvolti, tra cui i due del Team Katusha
Giampaolo Caruso, che ha la peggio
rimanendo a lungo a terra prima di
salire in ambulanza, e anche il ritiro di
Rodriguez uno dei favoriti della vigilia.
Spezzato il gruppo in due file, restano
avanti in pochi corridori insieme alla
Maglia Rosa Matthews ed Evans. Ultimi
attacchi nell’ascesa a -3 km dall’arrivo
lungo i tornanti finali, ma è l’australiano
20
17 maggio
2014
Da Terni a Manfredonia vince
ancora il TT San Nicola CE
Importante affermazione del TT
San Nicola CE ai due Tornei
Nazionali svoltisi il weekend
scorso del 10-11 maggio. In
quello di Terni nella categoria
sing. Femminile top 101/300
ottimo 3° posto per Eliana
Comune del TT San Nicola CE,
mentre nel doppio femminile
top 9/300 la coppia composta da
Laura Gambacorta del TT San
Nicola CE e Ana Brzan del TT
Edera (FC) arriva sino in finale
agguantando un buon 2° posto.
Nel Torneo Nazionale “Verde”
di Manfredonia grande vittoria nel doppio over 2001 della
coppia composta da Giuseppe
Sacchetti e Roberto Serti del TT
San Nicola CE che supera 3-2
Flavio De Mori e Saverio Di
Pasquale della locale formazione TT Manfredonia.IL pongista
casertano Giuseppe Sacchetti si
ripete ottenendo un prestigioso
3° posto nel singolo over 2001,
da segnalare anche la prova di
un altro atleta casertano che
milita nelle fila del TT Capua,
Achille Calicchio, che è giunto
nei quarti di finale. IL TT San
Nicola CE conquista cosi nel
Torneo di Manfredonia un importante 2° posto nella classifica
per società grazie alla vittoria
nel doppio alla semifinale nel
singolo e ai buoni piazzamenti raggiunti da Roberto Serti e
Remigio Vardaro. “Una bella
soddisfazione per me – le parole
di Giuseppe Sacchetti- il rag-
1° posto doppio, Giuseppe Sacchetti e Roberto Serti entrambi
del TT San Nicola CE, Torneo Manfredonia
3° posto Eliana Comune, Torneo Terni
giungimento di una semifinale
di un torneo nazionale va oltre
le aspettative e ancor di più sono
contento per la vittoria in dop-
pio con l’amico Roberto Serti
con il quale, dopo la vittoria ad
un torneo regionale, ci siamo
ripetuti a livello nazionale, su-
3° posto singolo Giuseppe Sacchetti, Torneo Manfredonia
2° posto doppio Laura Gambacorta del TT San Nicolab CE e Ana Brzan,
Torneo Terni
perando avversari più quotati”.
Intanto, questo weekend 17-18
maggio ritorna l’attività agonistica al Palatennistavolo di via
levi a San Nicola La Strada con
i Campionati Regionali di 5^ categoria singolo e doppio.
Sabino Novaco
CASAPULLA. PARTE IL PRIMO OPEN-DAY CULTURALE
“A RISCOPRIR LA STORIA CON LA PRO LOCO”
L’evento si terrà domenica 18 maggio consistente in un piccolo tour cittadino presso quattro cappelle storiche più importanti del paese
di Anna Rita Saputo
Un nuovo ed interessante evento è stato organizzato dalla Pro
Loco Casapulla che nonostante
sia impegnata nel proseguimento
dell’Ecotour cittadino, ha ideato
un ulteriore piccolo tour all’interno del paese per domenica
18 maggio. L’evento dal titolo
“A riscoprir la storia con la Pro
Loco Casapulla” è stato creato
in occasione del “Maggio dei
monumenti” consistente in un
open-day attraverso la conoscenza della storia di alcune cappelle
più importanti presenti nel paese
tifatino. Infatti dalle ore 10 alle
ore 13 i membri della Pro Loco
accompagneranno i visitatori
presenti a procedere in un percorso specifico facendo tappa alle
chiesette aperte appositamente
nel corso della mattinata, le quali
inoltre saranno illustrate e descritte da un personale preparato.
Tale iniziativa è finalizzata alla
salvaguardia e alla valorizzazio-
ne del territorio casapullese, per
rivalutare le bellezze storiche,
architettoniche e culturali che
Casapulla possiede ed evitare
pertanto che siano dimenticate
e lasciate in stato di abbandono.
Dunque, proprio per questo motivo quattro saranno le cappelle
storiche disegnate: Dell’Assunta
e di San Nicola Dei Principi, della Santissima Concezione, Santa
Croce ed infine dell’Addolorata
e San Nicola.
La scelta di queste cappelle è
stata valutata con un preciso criterio poiché le stesse vengono
aperte solo in determinati periodi
dell’anno o addirittura come nel
caso della Cappella dell’Addolorata e San Nicola che è chiusa da
quasi 10 anni.
Pertanto l’appuntamento con un
pezzo di storia di Casapulla è
per domenica 18 maggio a partire dalla ore 10. Inoltre sempre
la Pro Loco Casapulla fa sapere
che sul proprio sito on-line è stata data vita ad una biblioteca virtuale dove ognuno può richiedere e consultare i testi disponibili
trattanti tanti e diversi generi:
dalla letteratura alla saggistica,
dagli storici ai fanciulleschi, ma
anche libri di economia, filosofia, enciclopedie e raccolte di
testi politici.
Chiunque può aderire a questa
iniziativa, richiedendo libri oppure donandoli direttamente, anche usati purché in buono stato.
Per informazioni e contatti:
www.prolococasapulla.it
21
17 maggio
2014
CycloLenti: partono in bici in giro per il
Mondo alla scoperta di realtà ecosostenibili
Il 20 Maggio, Marco, sannicolese, e Tiphaine, francese, lasceranno l’Italia e per qualche
anno viaggeranno in bici in giro
per il Mondo alla scoperta di realtà in cui, come in bicicletta, i
ritmi sono più lenti e sostenibili
per l’uomo e la natura. Il nome
del loro progetto è CycloLenti e
questo è il blog per seguirli nella
loro avventura: http://cyclolenti.
weebly.com
Sono diretti verso l’Est Asiatico
e l’itinerario prevede un detour
per l’Europa del Mediterraneo
per poi arrivare in Indocina e
chissà ancora dove. Partiranno
dalla costa atlantica francese e
dopo aver attraversato Spagna,
Portogallo e Italia, passeranno
il primo inverno in Grecia. Da
qui proseguiranno verso i Paesi
del Caucaso e poi via alla volta
dell’Asia.
“Un viaggio per inseguire i nostri sogni, nutrire lo spirito, assaggiare la vita nella sua essen-
za. Vogliamo scoprire il Mondo,
mescolarci tra la gente, osservare
modelli di vita diversi da quelli
in cui siamo cresciuti. La frenesia, le ansie, le contraddizioni
della società capitalista che sottrae tempo al sé, all’otium, ci
spingono a rallentare, a cercare
ritmi più vicini alla natura, a noi
stessi.” afferma Marco. Durante
tutto il viaggio visiteranno re-
altà che già sperimentano tutto
ciò: fattorie biologiche della rete
wwoof, ecovillaggi, progetti di
permacultura, comuni virtuosi,
villaggi agresti, di nomadi, di
pastori…dal vecchio Continente
alle immense steppe dell’Asia.
La bici, il mezzo a propulsione
umana per eccellenza, rappresenta bene lo spirito con il quale i due ragazzi affronteranno il
viaggio. “La scelta della bicicletta
è stata del tutto naturale, non ha
impatto negativo sull’ambiente
e ci consente di avanzare a ritmi
sufficientemente lenti (per questo siamo cyclolenti) in modo da
osservare il Mondo ed entrare in
contatto con le persone che conosceremo lungo il tragitto”
“Cambiare si può! Può essere
alla portata di tutti e si può fare in
qualsiasi momento. E’ questo il
messaggio che in forma silente
risuona dalle nostre bici tra una
pedalata e l’altra. Un proverbio
africano recita: “Chi vuole sul
serio qualcosa trova una strada, gli altri una scusa”. Noi non
siamo né ricchi né degli sportivi, semplicemente dei sognatori.”
http://cyclolenti.weebly.com
LA SOCIETÀ SPORTIVA CALCIO LAZIO SUPERVISIONA
I GIOVANI CALCIATORI DELLA VIRTUS S. MARCO
Per i giovani calciatori della Scuola calcio VIRTUS S. MARCO di San Marco
Evangelista, un pomeriggio speciale di
allenamenti con i loro preparatori, ma
soprattutto con la supervisione tecnica
dei direttori tecnici della Società sportiva calcio Lazio. Tra i vari osservatori
della Lazio, spiccano i nomi di Fabio
Chiummo, ex calciatore della Casertana
nell 85-86, del preparatore atletico
Arianna Cara e del responsabile della
scuola calcio Lazio PAOLO SCRIBONI.
Per la Virtus San Marco in campo il coordinatore della scuola calcio Alessandro
Amorosa ed il tecnico Fiore Marro.
Antonio Miele
22
17 maggio
2014
L’Atletica San Nicola alla 20^ edizione
della Volkswagen Prague Marathon
Considerata tra le 10 più belle
maratone del mondo, ospita ogni
anno atleti provenienti da più di
70 paesi, caratterizzata da un
percorso veramente spettacolare,
raro da trovare in altre competizioni, percorso con una scenografia “semplicemente indimenticabile”, così come l’hanno
definita tantissimi runners alla
fine della gara.
E la città è bellissima. C’è si la
Praga storica, del Ponte Carlo,
del Castello e del mito di Kafka,
ma pure la parte nuova e moderna , con i locali di tendenza,
le boutique di design e gli hotel
di lusso.... Alla partenza della
20^ edizione della Volkswagen
Prague Marathon, nella famosa
piazza della città vecchia o piazza dell’Orologio, circondata dai
più caratteristici quartieri di Praga, presenti anche tre “più uno”
canotte dell’Atletica San Nicola,
il “capitano Francesco D’An-
drea, Giuseppe Nuzzo, Mario
Salvo e …. Nicola D’Andrea, in
veste di accompagnatore (convalescente per un fastidioso
problema muscolare). Allo start
presenti circa 7000 atleti. Temperatura di circa 12 C, ideale per
correre una maratona, ma fastidioso vento di tramontana.
I 42 km e 195 metri, si presentano molto insidiosi soprattutto
per gli innumerevoli ponti e i
tantissimi falsopiani , intorno al
fiume Moldava che taglia in due
la città. La gara dei primi è una
storia a parte che ha quali protagonisti , come di consueto, gli
atleti africani, a cui va la vittoria
della gara. Terer Kipyegon in
2h08’07” è il vincitore la gara
maschile e Dado Firehiwot col
tempo di 2h23’34” è la prima ad
arrivare per le donne.
Bella gara per dei nostri atleti,
con Francesco D’Andrea che
giunge nella 287^ posizione as-
soluta con il tempo di 2h06’58”,
Giuseppe Nuzzo nella 1908^ posizione con il tempo di 3h45’41”
e Mario Salvo 1918^ posizione
in 3h45’58”.
L’appuntamento per le prossime maratone è in autunno, periodo durante il quale le canotte
dell’atletica sannicolese saranno impegnate in l’Italia, nelle
più belle capitali europee e probabilmente anche nella classica
New York Marathon
23
17 maggio
2014
LA MEMORIA CHE CI IMPORTA DEL MONDO
DI CASERTA
DOPO LA FIERA DI TORINO PROSEGUONO IN PROVINCIA DI CASERTA
LE INIZIATIVE DELLA CASA EDITRICE E DELLA LIBRERIA SPARTACO
OGGI POMERIGGIO, ALLE 18,30, PRESSO LA SEDE DI VIA MARTUCCI, A S.MARIA
C.V., IVAN MAZZOLETT PRESENTA L’AUTRICE SELVAGGIA LUCARELLI. NELLE
PROSSIME SETTIMANE IL DIBATTITO “NATI PER LEGGERE”,”MATTI PER I
CLASSICI” E IL ROMANZO “IDDU. IL DIO DEL FUOCO”
Mi rivolgo a tutti coloro che,
come me, amano la propria città, la rispettano e s’indignano
quando a farla da padrone sono
l’ignoranza, l’abbandono, la tecnologia male applicata, i restauri
abusivi, la speculazione fondiaria ed immobiliare. L’art. n°2
della Carta Europea del Patrimonio Architettonico, adottata dal
Comitato dei Ministri del Consiglio d’Europa nel 1975, dichiara
testualmente ‘la testimonianza
del passato documentata dal patrimonio architettonico costituisce un ambiente essenziale per
l’equilibrio e lo sviluppo culturale dell’uomo’.
Per fortuna, siamo sempre più
consapevoli, anche se non abbastanza, del fatto che il suddetto patrimonio rappresenti un
elemento fondamentale per la
nostra memoria, perché soltanto
attraverso la rielaborazione degli
insostituibili valori del passato
siamo in grado di costruire il nostro capitale spirituale, culturale,
economico e sociale, così come
dovranno fare le generazioni future, nei riguardi delle quali abbiamo il sacrosanto dovere della
conservazione. Senza la memoria non abbiamo alcuna possibilità di crescere, non l’avranno i
nostri figli e nemmeno i figli dei
nostri figli…. Al di là delle altre
preesistenze, non meno importanti, la nostra memoria è espressa soprattutto da Palazzo Reale.
Nonostante l’acclamato degrado,
al quale si sta cercando di porre
rimedio, il Complesso Vanvitelliano segna letteralmente il territorio sul quale si erge, è uno dei
più importanti musei al mondo,
offre ospitalità e funzionalità
ad una moltitudine di enti, è un
polmone verde al quale non dobbiamo rinunciare, per il nostro
benessere, ed è parte essenziale
dell’intero patrimonio architettonico casertano, teso, quest’ultimo, a testimoniare il nostro
passato e che, per tale motivo,
debba essere necessariamente
trasmesso nella sua integrità alle
generazioni future. Per il perseguimento di tale obiettivo non
bastano i mezzi giuridici (leggi
che concorrano alla tutela del
patrimonio), i mezzi amministrativi (strutture adeguate), i mezzi
finanziari, i mezzi tecnici (professionisti competenti, ma anche
artigiani competenti, da formare
opportunamente in scuole specializzate, che sarebbe il caso di
istituire, offrendo, così, possibilità di lavoro a tantissimi giovani), è necessario che ognuno di
noi si sensibilizzi ulteriormente
e non abbia timore di denunciare episodi di vandalismo, “…di
negligenza, di degradazione, di
demolizione deliberata, di nuove
costruzioni non armoniose e di
circolazione eccessiva” (Dichiarazione di Amsterdam, 1975).
Anna Rossi
PARCHEGGIO
Tra le protagonista assolute della
Fiera Internazionale del Libro a
Torino – ben tre eventi di rilievo
mediatico nazionale, tra i quali la
presentazione de Il confine sminato, firmato dalla giornalista di
Vanity Fair Tamara Ferrari, con la
commovente testimonianza di Davide Campasi, record di presenze
– le Edizioni Spartaco tornano a
macinare cultura in provincia di
Caserta. E’ di oggi, infatti, presso
la omonima Libreria, in via Martucci, la presentazione del libro
“Che ci importa del mondo”. Alle
ore 18,30 darà il via all’incontro
il giornalista Ivan Mazzoletti presentando la scrittrice Selvaggia
Lucarelli al pubblico dei lettori.
“… nonostante me ne stia sullo
scoglio più alto a guardare gli altri
che annaspano, mi manca l’amore. Anche solo per rivivere l’attimo, quel solo attimo, quando ti innamori, quello in cui capisci tutto,
prima di non capire più nulla”. A
pronunciare queste parole è Viola,
la protagonista del romanzo “Che
ci importa del mondo”, una donna
che cela i suoi sentimenti dietro
la maschera di sicurezza che le
impongono il lavoro, la società e
la paura di essere di nuovo ferita
SERVIZIO di UGO DI MONACO
da un uomo. Selvaggia Lucarelli,
uno dei casi mediatici più interessanti di questi ultimi anni, attraverso il web, è arrivata alla Radio
e alla Televisione. E’ opinionista,
blogger, scrittrice, attrice, conduttrice televisiva e radiofonica. Nel
2003 ha dato vita a un blog satirico che è diventato un caso mediatico e le ha aperto le porte della tv,
della radio e della carta stampata.
Ha condotto Cominciamo bene
estate (Rai 3), La mezzanotte di
Radio 2, Scelgo te e Speciale sex
and the city (Sky). Ha collaborato con “Max”, “Panorama”, “il
Tempo”, “Italia Oggi”, “Gioia”,
“Chi”, “Diva e donna”. Ora è editorialista sul quotidiano “Libero”
e conduce su Radio M2o il programma “La fine del mondo” di
cui è autore Ivan Mazzoletti.
A seguire, nelle prossime settimane, le iniziative coordinate da
Tiziana Di Monaco. Martedì 20
maggio, ore 18: dibattito “Nati
per leggere” a confronto pediatri,
insegnanti, genitori sulla lettura
dei bambini da 0 a 6 anni. Con
il pediatra Lorenzo Mottola e la
dirigente dell’istituto comprensivo “Principe di Piemonte” Rosa
Petrillo.
“Nati per leggere” è un progetto nazionale promosso a livello
ministeriale per incentivare la
lettura tra i più piccoli. L’iniziativa è mossa dalla convinzione
che i bambini possano non solo
avvicinarsi ai libri prima di saper
leggere ma che la lettura, somministrata a giuste dosi, possa diventare un importante strumento
di crescita.
Sabato 24 maggio, ore 18, presentazione del libro “Alcune edizioni
a stampa della Commedia di Dante dal ’400 al 700” di Giuseppe
Papale. Presentano il professore
Silvio Laudisio e padre Berardo.
Mercoledì 28 maggio, ore 18,
per il ciclo “Matti per i classici” lettura di quattro capitoli
del romanzo “Il maestro e Margherita” di Michail Bulgakov.
Reading a cura di Silvano Porceddu e Ivan Samuele Piscitelli.
Venerdì 30 maggio, ore 18, presentazione del libro “Iddu. Dieci
vite per il dio del fuoco” di e con
Andrea Vismara. Presenta la prof.
Ersilia Montesano.
Libreria Spartaco-Interno4, Via
Martucci, Santa Maria Capua
Vetere (CE), tel. 0823 797063
24
17 maggio
2014
GRANDE FESTA OGGI PER I 60 ANNI DELLA
SOCIETA’ BOCCIOFILA MADDALENA
La società sportiva bocciofila
“Maddalena” di San Nicola la
Strada è fra le società più antiche di Terra di Lavoro. Oggi
pomeriggio nella sede in via
Luigi D’Andrea è in programma una grande festa per celebrare il sessantesimo anno della
fondazione e della affiliazione.
Alle 14,30 sui campi si ritroveranno i 48 protagonisti delle
tre categorie A, B e C, sedici
per ogni categoria che daranno
vita a partite, specialità raffa,
per aggiudicarsi l’ambito premio del sessantennale della
“Maddalena”. Le gare di qualificazione si giocheranno sia sui
campi sannicolesi che sui campi amici della Folgore Briano,
di Sant’Antonio a Casagiove e
di Sant’Elpidio di Casapulla,
poi domenica dalle 9 in poi sui
campi della “Maddalena” a San
Nicola le fasi conclusive con la
finale, che sarà diretta dall’arbitro Antonio Dello Iacovo, prevista alle 15. Festa grande per
la società bocciofila che ha iniziato la sua attività sui campi in
via Adone Zoli, traversa di via
Santa Croce. Nel dopo guerra
gli appassionati della specialità
si ritrovavano a giocare in via
Appia nella cantina di Raffaele Golino ( ‘u funaro), poi si
spostarono negli anni 50’ in via
Adone Zoli, dove Simone Gallo
si offrì di costruire i campi sul
suo terreno.
La società lì è rimasta operativa fino al 1980, quando sindaco
Marco Ursomando e delegato
allo sport l’attuale sindaco Pasquale Delli Paoli, fu costruito
il bocciodromo in via Luigi
D’Andrea. La “Maddalena” ha
vinto anche il tricolore, è stata
campione d’Italia nel 1958, la
foto ritrae il gruppo che si laureò campione d’Italia. Il primo
in piedi da sinistra è Raffaele
Bove, al suo fianco Fiore De
Lucia, poi Giuseppe Monteforte, Paolo De Lucia e Giuseppe
Attanasio. Seduti da sinistra ci
sono Filippo Pasquariello, Giuseppe Di Stazio, Nicola Motta
e Michele Sagliano, in altro da
sinistra Giuseppe De Rosa e
Antonio Costantino.
Alcuni dei vincitori fanno parte anche del gruppo dei sedici
Fiftyone Service
&
Acquapiù
Progettazione - Realizzazione - Manutenzione
Impiani Trattamento Acqua Industriali e Domestiche
Multifiltrazione per acqua potabile
Prodotti chimici e accessori per piscine
• Filtrazione acque
• Accessori ABS per vasche
• Accessori per la pulizia
• Illuminazione piscine
• Ricambi e materiali di consumo
• Sabbia per filtri
Sale “iperpuro”
made in Austria
per addolcimento
delle acque in
pastiglie
Tel. 0823. 30 16 67
Show Room Via. G. Tescione n. 36/38 Caserta
fondatori composto da: Raffaele Bove, Filippo Pasquariello, Andrea Pascariello, Filippo
Maiello, Giuseppe Di Stazio,
Arcangelo Trippaldella, Giuseppe Del Monaco, Nicola Feola, Nicola Motta, Francesco
Raucci, Mario Leone, Raffaele Gelio, Bartolomeo Cecere,
Gennaro Di Stazio e Vincenzo
Di Maio. Tutti saranno ricordati
oggi pomeriggio. Con l’attuale
presidente Gennaro Minutolo,
il vice Giuseppe Ferrante, il
segretario Michele Morgillo,
l’economo Antonio Pastore, il
cassiere Giovanni D’Andrea,
il direttore sportivo Vincenzo
Torrese, il consigliere Domenico D’Agostino ed i probiviri
Vittorio Varra e Giovanni Biccardi, ci saranno tutti gli iscritti
a far festa, a ricordare una data
importante. La “Maddalena”
oggi ospiterà il sindaco Pasquale Delli Paoli, con gli assessori
Giusy Iannotta e Maurizio Santamaria, il parroco don Marco
Fois, il delegato provinciale del
Coni Michele De Simone, con
il presidente nazionale della Federazione Italiana bocce Franco
Del Vecchio, il presidente regionale Antonio Barbato ed il presidente provinciale Vincenzo
Ghidelli, con loro sarà ricordato
l’importante traguardo tricolore
del 1958, sarà scoperta una lapide con incisi i nomi dei sedici
fondatori che nel 1954 diedero
vita alla bocciofila affiliandola
al Coni e partecipando fin da
allora a gare ed competizioni
nazionali ed internazionali.
Periodico edito da Associazione Culturale.
“Sabato non solo SportIVO”
Direttore Responsabile: ENZO DI NUZZO
Past Diretcor: NICOLA DI MONACO
Capo Redattore: LUIGI RUSSO
Redazione: Armando Serpe, Mario Fantaccione, Sabino Novaco, Salvatore Masullo,
Pino Pasquariello, Fabrizio De Luca, Enzo Toscano, Nello Cucciniello, Nunzio De Pinto,
Giuseppe Stellato, Domenico Birnardo, Gianni Leuci
Foto: CISAN di Ciro Santangelo - Tel. 336.851286
Impaginazione, grafica e stampa: SEGNI s.r.l
Via Brunelleschi, 39 Caserta - Tel. 0823.325335 - www.segniprint.it
Sabato non solo Sportivo, nacque come Sac nel 1985.
L’idea del nome fu di Pierino Fusco, fondatore di RADIO CASERTA NUOVA.
La collaborazione è aperta a tutti i lettori. Articoli, lettere e manoscritti anche se non pubblicati
non saranno restituiti e non impegnano in nessun modo l’amministrazione.
E-mail: [email protected]
Le e-mail dovranno rispettare le seguenti regole: Nell’oggetto dovrà essere riportato l’argomento trattato pena la non pubblicazione, all’interno una breve descrizione dell’argomento e i
recapiti di colui che invia. Gli articoli dovranno essere allegati a parte. Accettiamo file allegati in
formato: doc, txt, jpg, rtf, tif, pdf. La pubblicazione degli articoli anche se inviati correttamente
non vincola la redazione alla pubblicazione. Si accettano i file fino alle ore 00,00 del giovedì
precedente all’uscita del sabato. Il mancato ricevimento delle e-mail può dipendere dalla rete
internet per cui non ci rende responsabili.
25
17 maggio
2014
“Ora d’Aria” e “Fabbrica dei sogni”, quante novità!
I conduttori delle due trasmissioni sono riusciti davvero ad emozionare
i radioascoltatori in diretta, con tanti interventi e qualche sorpresa
Una settimana davvero intensa quella appena trascorsa per
le trasmissioni “Ora d’Aria” e
“Fabbrica dei sogni”, le quali,
oramai, si stanno davvero arricchendo sempre più, in termini
di temi da trattare e di ospiti,
non più soltanto telefonici, che
affollano lo studio di Radio
Caserta Nuova, anzi alcuni di
questi ultimi rappresentano una
presenza fissa, visto che ai conduttori “consolidati” Mimmo
Testa, Domenico Callipo e Tullio
Vaccari si sono aggiunti il giovane Simone Allegretta ed il “grazioso” Roberto Preziosi, nella
settimana in cui il direttore Enzo
Di Nuzzo ha seguito da vicino
il transito del Giro d’Italia per
Caserta e provincia.
Nel corso delle due puntate,
dunque, si sono succedute varie
finestre, nel corso delle quali
sono stati affrontati differenti
argomenti, in primis il progetto
“CycloLenti”, visitabile al sito
http://cyclolenti.weebly.com, riguardante un viaggio di una coppia in giro per il mondo all’insegna dello sviluppo sostenibile
(dall’Europa all’Asia), i cui
protagonisti saranno Tiphaine
e Marco (la prima francese e il
secondo italiano, ndr), il quale,
telefonicamente, ha presentato, a
grandi linee, il viaggio che i due
dovranno fare nei prossimi mesi,
in esclusiva per Radio Caserta
Nuova, soffermandosi sulle bellezze che un’esperienza simile
potrebbe riservare, ma anche
sulle difficoltà che un’impresa
del genere comporta.
L’immancabile Lello Florio, poi,
ha voluto soffermarsi sulla cucina, sia italiana, sia straniera,
ricordando la nascita, risalente
al 1921, di Ben Floretto, mentre
il mitico Barone Dudù ha raccontato alcuni aneddoti risalenti
alla Prince, come l’incidente che
ha riguardato uno chalet anni
fa, oppure la tradizione, ancora
presente presso i napoletani, e
non solo, di utilizzare i cosiddetti “percuochi” (una particolare
qualità di pesca) in una “zuppiera
grande” con il vino, da prendere
con il “cuppino” (un mestolo, in
altre parole) e da infilzare, a fine
pasto, con una forchetta.
Ma non sono mancati anche al-
tri interventi, come quello di
un parente del Barone Dudù,
vale a dire Alfonso “o’cartunaro” (la persona che, un tempo,
di professione svolgeva la raccolta dei cartoni abbandonati
per strada, al fine di rivederli
alle cartiere, professione venuta
meno, progressivamente, con la
raccolta differenziata), il quale
ha raccontato le sue esperienze
“semi-tragiche” quando lavorava ancora, definendo il Barone
un “pidocchioso”, che ha dovuto
abbandonare il collegamento telefonico perché il suo telefono,
ancora a gettone, stava suonando
(in quanto questi apparecchi avvisavano con un segnale acustico che la linea stava per cadere,
ndr), mentre Gianni Croce ha
letto una delle sue poesie, allo
stesso modo di Roberto Preziosi,
sottolineando che le emozioni nascono da dentro l’essere
umano. E proprio le emozioni
hanno rappresentato un altro
dei temi “portanti” della puntata
del giovedì, visto che è intervenuto uno psicologo in studio, il
dottor Giampaolo Carotenuto,
facente parte dell’associazione
“IOxTUxNOI” (visitabile al sito
www.ioxtuxnoi.org, di cui la
principale referente è la dottoressa Anna Falco), il quale ha sottolineato come le quattro emozioni principali, unitamente a
quelle secondarie, vengono vissute quotidianamente, visto che
ognuno comunica con le parole
e con i gesti, nonostante spesso
si faccia confusione tra emozioni, stati d’animo e sensazioni,
anche perché chi non manifesta
le proprie emozioni soffre di un
disturbo psicologico vero e proprio, in quanto non vive in maniera armonica.
Con Gino De Vita, direttore
di una web radio, “Radio Blu
Napoli”, è stato introdotto il
tema del blocco delle emozioni,
il quale ha promesso che, dal
prossimo giovedì, verrà effettuata una diretta anche sulla propria
stazione radiofonica, mentre alcune persone intervenute da casa
hanno voluto porre delle domande al dottor Carotenuto, il quale
ha evidenziato altri due aspetti,
tra i molteplici, ovverosia la
differenza esistente tra sesso ed
amore ed il fatto che chi scrive
(visto che ha pubblicato un libricino dal titolo “Emozioni in parole”), mette, inevitabilmente, a
nudo se stesso.
Dulcis in fundo, infine, non sono
mancate le dediche, come quella di Raffaele a Marilisa, sulle
note di uno degli ultimi successi
di Francesco Renga “Vivendo
adesso”, il che ha fatto sì che i
polivalenti speakers Mimmo
Testa, Domenico Callipo, Tullio
Vaccari, Roberto Preziosi e
Simone Allegretta siano riusciti
a far passare qualche messaggio davvero “pregnante”, dando
appuntamento, rispettivamente,
con “Fabbrica dei sogni” il giovedì e con “Ora d’Aria” il martedì, dalle ore 19:30 alle ore 21:30
circa, on air su Radio Caserta
Nuova (100 Mhz in FM oppure in streaming sul sito www.
radiocasertanuova.com), per la
settimana successiva, con altre
sorprese veramente “speciali”,
ragion per cui non perdete i prossimi appuntamenti!!!
26
17 maggio
Rubrica ideata dal
Cav. Antonio
Maiorano
a cura della
Redazione
La
Voce di
l i b e r a
Appello contro lo
sversamento dei rifiuti abusivi
Questo appello ha il tentativo
di risvegliare le coscienze e
il senso civico di tutta la cittadinanza contro il fenomeno
dell’inquinamento ambientale causato dallo sversamento
abusivo di rifiuti nelle campagne del nostro territorio. Il
tentativo di impedire l’infelice e incivile sistema dell’abbandono dei rifiuti, contro
l’odioso sacchetto selvaggio
lasciato ai bordi di alcune
strade cittadine. Soprattutto
quando uno di questi sacchetti
contiene amianto pericoloso
lasciato ad un chilometro dalla scuola d’infanzia Rossella
in via Leone.
Mi chiedo quale incosciente o pazzo scellerato mette a
repentaglio la vita di piccole
anime innocenti? Nonostante
la massiccia comunicazione
dei media contro il fenomeno,
che ha marchiato la nostra terra con il nome di “Terra dei
Fuochi”, sembra non bastare.
Invito il Sindaco e l’Amministrazione comunale ad individuare possibili soluzioni,
come un’attività di monitoraggio periodico delle forze
dell’ordine sul territorio sannicolese, coadiuvate dalle
segnalazioni di noi cittadini.
Concludo con un frase di don
Maurizio Patriciello“Occorre
che tutti si diano da fare. Tutti, per amore di se stessi e dei
loro figli. Per amore di questa
terra maltrattata”
Mariella Cozzolino, mamma
Direttivo Circolo PD
San Nicola la Strada
2014
San Nicola
la Strada
SABATO MATTINA NICOLA
CAPUTO IN PIAZZA DELLA
REPUBBLICA CON IL PD E I GD
Sarà questa mattina in Piazza Della Repubblica, ore 11, il consigliere
regionale Nicola Caputo, candidato al parlamento Europeo, al gazebo organizzato dal Partito Democratico e dai Giovani Democratici.
Quella di Nicola Caputo è una campagna elettorale che la locale sezione sta seguendo con particolare attenzione, anche perché sarebbe Lucia Esposito a subentrare in Consiglio Regionale all’onorevole
Caputo. Giovanni Motta (PD): via Patturelli, intervenire subito per
la bonifica Il Consigliere Comunale del PD Giovanni Motta, raccogliendo le sollecitazioni e le preoccupazioni di numerosi residenti
della zona “ex 167”, ha presentato una nuova interrogazione a risposta scritta in merito alla necessaria bonifica di un appezzamento di terreno, ricadente nella medesima zona (via Patturelli), che fu
sequestrato dal N.O.E. di Caserta. Giovanni Motta: “Sono trascorsi
oramai tre anni e mezzo dal dissequestro disposto dal PM al solo
fine di dare avvio alla bonifica ed i cittadini vogliono conoscere quali
provvedimenti l’amministrazione comunale ha adottato e come intende intervenire ed entro quali tempi. Per questa ragione, ho deciso,
unitamente al mio Partito, di intervenire sull’argomento sollecitando
provvedimenti urgenti al fine di tutelare la salute dei residenti ed anche il rilancio dell’area in questione che attende ancora i necessari
servizi e le indispensabili infrastrutture.”
Partito Democratico
Circolo di San Nicola la Strada
BUCHE: CONTAGIATA
ANCHE PIAZZA
PARROCCHIA
Di buche non se ne può proprio più a San Nicola la Strada ed anche
Piazza Parrocchia, da qualche giorno, è stata contagiata. Una grossa
buca è infatti comparsa in prossimità del Convitto Borbonico. Impossibile evitarla, poiché si trova proprio al centro della carreggiata. Un
certo numero di Sampietrini è stato sollevato dal continuo passaggio
delle auto vetture, ed è venuto a crearsi il vuoto. E già si preannunciano altri cedimenti, se non si interviene sarà presto un festival di
buche anche in piazza.
FONTANE PRATICAMENTE
DISATTIVATE
Ormai non c’è quasi più una fontana che funzioni: vasche desolatamente aride, alla faccia dell’igiene. Da Via Cairoli alla Rotonda, le
fontane ornamentali ormai non ornano più niente, mente quella posta di fronte al Comune è stata sostituita già da qualche anno da un
albero. Che ci auguriamo tenga, visto e considerato che nella parte
sottostante il cemento non sarebbe stato rimosso.
VIA APPIA SEMPRE
NEL DEGRADO
Prof. Giuseppe Brighina Specialista in Nefrologia, in Cardiologia, in diabetologia
e in Medicina Interna. Già Primario dell’Ospedale San Giovanni Bosco di Napoli.
Via G. Matteotti, 98 - Casoria Napoli
Tel. 081.7580995 - 335.7054296
Nonostante appelli e lamentele niente sembra smuovere i nostri amministratori, ed il degrado continua a regnare sovrano sia in via Santa
croce che in via Appia. Parliamo delle aree un tempo occupate da
palazzi poi molto danneggiati in seguito al terremoto del 1980 e dei
quali restano solo le mura perimetrali. E’ assurdo che in pieno centro
storico si debba assistere a questo disgustoso spettacolo. E da anni.
Nel conto, inoltre, mettiamo anche via De Gasperi con il Mulino Palombo, di questo passo, destinato a fare la stessa fine.
27
17 maggio
2014
Offerte valide dal 17 al 24 maggio
28
17 maggio
2014
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
4 106 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content