close

Enter

Log in using OpenID

Circolare per il corso TECNICO/TECNICO PROGETTISTA

embedDownload
Milano, 14 febbriao 2014
Prot.
AI0050-13BIS
Alle aziende interessate
Corso nazionale organizzato da Assoimballaggi di FEDERLEGNOARREDO per
la qualificazione della figura professionale di
per il settore dell’imballaggio
industriale di legno.
Spettabile Azienda,
Assoimballaggi (Associazione nazionale delle Industrie di imballaggi di legno,
pallet, sughero e servizi logistici) ha organizzato, tramite FederlegnoArredo
srl, uno specifico corso nazionale per il settore degli imballaggi industriali,
con il patrocinio dei seguenti Enti: Università degli Studi di Trento,
Università degli Studi di Torino, CNR – IVALSA, FEFPEB e Istituto Italiano
Imballaggio.
La durata complessiva del corso è di 54 ore per 9 giorni di corso così
suddivisi: 36 ore in 6 giorni, che corrispondono al corso per Imballatore, e
18 ore suddivise in 3 giorni di corso specifico per tecnici e valutatori
(ciascun giorno di corso prevede 6 ore di lezione).
NOTA BENE: Possono accedere al percorso per “Tecnico Progettista dell’imballo di
legno” o “Tecnico dell’imballo di legno” o “Valutatore di imballaggi di legno” tutti gli
Attori appartenenti alla filiera ed alle organizzazioni e attività ad essa collegate in
possesso di abilitazione tecnica superiore e che abbiano effettuato lo specifico
corso per IMBALLATORI.
Le prime due sessioni del corso per IMBALLATORE si terranno nelle seguenti
date:
Prima sessione corso per “Imballatori”
(Sede: MILANO, c/o FederlegnoArredo, via Foro Bonaparte 65)
- 1° giorno giovedì 28/11/2013
- 2° giorno venerdì 29/11/2013
- 3° giorno giovedì 12/12/2013
- 4° giorno venerdì 13/12/2013
- 5° giorno sabato 14/12/2013
- 6° giorno (giornata di approfondimento; la lezione si terrà a Febbraio 2014, la data
verrà comunicata entro fine 2013).
Per tutti i Tecnici Progettisti dell’imballo di legno, Tecnici dell’imballo di legno
e Valutatori di imballaggi di legno (Auditor) che avranno frequentato il corso
per Imballatori, è prevista una sessione unica.
Le date del corso saranno:
- 1° giorno giovedì 20/03/2014
- 2° giorno venerdì 21/03/2014
- 3° giorno sabato 22/03/2014
I corsi si terranno a Milano, presso la sede di FederlegnoArredo, in via Foro
Bonaparte 65.
Per ogni giornata di corso (6 ore) si osserverà il seguente orario: le
lezioni si terranno dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 17.00.
La partecipazione è limitata a un minimo di 8 ad un massimo di 30 persone
(in funzione delle esigenze logistiche della sede). Il Regolamento del corso in
allegato, dev’essere controfirmato dal candidato, poiché descrive i requisiti
di ammissione, i contenuti didattici e le modalità d’esame.
La quota di iscrizione per il corso TECNICO PROGETTISTA dell’imballo di
legno e TECNICO dell’imballo di legno, è fissata come segue:
•
•
Se l’ azienda è associata ad Assoimballaggi/FederlegnoArredo la
quota di iscrizione è di € 900,00 (euro novecento) + IVA per ogni
singolo partecipante;
è previsto uno sconto del 50% per eventuali altri partecipanti della
stessa azienda.
Se l’azienda NON è associata ad Assoimballaggi/FederlegnoArredo
la quota di iscrizione è di € 1200,00 (euro mille e duecento) + IVA
per ogni singolo partecipante;
NON è previsto uno sconto del 50% per eventuali altri partecipanti
della stessa azienda.
Il costo dell’eventuale ripetizione dell’esame nelle sessioni successive è di €
300,00 (euro trecento) + IVA.
L’iscrizione e la partecipazione ai corsi è gratuita per i “VALUTATORI degli
imballaggi di legno”.
La quota di iscrizione COMPRENDE: il materiale didattico descritto nel
documento programmatico allegato, le slide e le dispense dei docenti, il
rilascio dell’attestato di qualificazione, pranzi e coffee-break.
La quota di iscrizione NON COMPRENDE: alloggio, cene, ulteriore
materiale didattico consigliato.
Per iscrizioni, informazioni e/o chiarimenti, Vi preghiamo di contattare la
segreteria di Assoimballaggi, Sig.ra Ilaria Bislenghi (tel. 02.80604326
[email protected]).
Auspico che tale iniziativa possa essere di Suo gradimento.
Ettore Durbiano
Presidente Assoimballaggi
Allegato 1 – Regolamento del Corso
Allegato 2 - Programma Indicativo del Corso
Allegato 3 - Scheda di iscrizione per TECNICO e per TECNICO PROGETTISTA
Allegato 4 - Scheda di dichiarazione del partecipante TECNICO e TECNICO
PROGETTISTA
Allegato 5 - Scheda di iscrizione per VALUTATORE
A L L E G A T O 1 - REGOLAMENT O DI ASSOIMBALLAGGI PER LA
QUALIFICAZIONE DELLA FIGURA PROFESSIONALE DI “TECNICO
DELL’IMBALLO DI LEGNO / TECNICO PROGETTISTA DELL IMBALLO DI LEGNO /
VALUTATORE DI IMBALLAGGI DI LEGNO” PER IL SETTORE DELL’IMBALLAGGIO
INDUSTRIALE DI LEGNO
1 – OGGETTO
Il presente Regolamento, approvato da FEDERLEGNOARREDO, definisce la
procedura istituita per consentire ad ASSOIMBALLAGGI di effettuare la
qualificazione della figura professionale dell’ “TECNICO DELL’IMBALLO DI
LEGNO / TECNICO PROGETTISTA DELL IMBALLO DI LEGNO / VALUTATORE DI
IMBALLAGGI DI LEGNO” (di seguito “TECNICI e VALUTATORI”) per il settore
dell’imballaggio industriale di legno.
2 – SCOPO
Scopo del regolamento è la definizione del profilo funzionale dei Tecnici e dei
Valutatori nonché della struttura gestionale, dei requisiti e delle modalità
operative per:
 l’accesso dei candidati “TECNICI e VALUTATORI” alla qualificazione;
 l’organizzazione di un corso di aggiornamento con contenuti necessari e
sufficienti;
 lo svolgimento di un esame finale qualificante ed il rilascio del relativo
Attestato;
 la tenuta di un Registro dei TECNICI E VALUTATORI qualificati.
3 – PROFILO FUNZIONALE DEI TECNICI E DEI VALUTATORI
Per il Tecnico Progettista dell’imballo di legno ed il Tecnico dell’imballo di legno,
il processo di lavoro fa riferimento alla predisposizione ed elaborazione del
Progetto esecutivo, sviluppato sulla base dell’ipotesi progettuale predisposta e
concordata con l’Imballatore, in linea con i contenuti delle Industrial Wood
Packaging Guidelines, completo di tutti i calcoli e disegni relativi a
prodotti/servizi singoli e complessi, di tipo standard e personalizzati.
Per i Valutatori di imballaggi di legno, il processo di lavoro fa riferimento alla
preparazione tecnica indirizzata ad una qualificazione nell’ambito settoriale, al
fine di consentire loro di soddisfare, con cognizione di causa, le esigenze di
accertamento, controllo, validità e autenticità della gestione, nelle aziende del
Sistema Imballo che operano in conformità con le Industrial Wood Packaging
Guidelines.
Ambiente di lavoro
La figura professionale opera presso aziende produttrici di Imballaggi
Industriali, sia nella sede aziendale, sia negli eventuali magazzini distaccati o
cantieri.
La figura professionale può operare, inoltre, presso organismi pubblici di
gestione e movimentazione dei prodotti/servizi di riferimento, nel rispetto della
specifica normativa per l’accesso.
Attività di ruolo
Il Tecnico Progettista dell’imballo di legno e il Tecnico dell’Imballo di legno
svolgono le seguenti attività, alcune delle quali in alternativa o collaborazione
con l’Imballatore:
- raccogliere, ai fini della progettazione, tutte le informazioni indispensabili alla
migliore realizzazione del prodotto/servizio,
- analizzare, ai fini della progettazione, le strutture organizzative, i processi di
lavoro e i ruoli degli Attori del Sistema Imballo coinvolti nella gestione del
prodotto/servizio richiesto,
- verificare la coerenza degli eventuali capitolati indicati dal Committente con le
esigenze del prodotto e della spedizione,
- definire le normative tecniche idonee a soddisfare le esigenze dell’ipotesi
progettuale predisposta in collaborazione con l’Imballatore,
- analizzare i prodotti oggetto dell’imballaggio e definirne sia la composizione,
sia le caratteristiche dell’imballo stesso.
- predisporre i disegni necessari alla progettazione ed esecuzione degli
imballaggi,
- elaborare i particolari tecnici,
- proporre al Cliente, in affiancamento all’Imballatore, la migliore soluzione
tecnica in funzione dei problemi indotti dal circuito logistico,
- fornire agli utenti le informazioni tecniche relative al prodotto/servizio offerto,
- pianificare, in accordo con l’Imballatore, i programmi di lavorazione e seguirne
l’iter produttivo,
- controllare la rispondenza degli imballaggi, prodotti da eventuale costruttore
esterno, ai disegni ed alla progettazione da lui effettuata,
- affiancare l’Imballatore nei confronti dei vari attori del sistema imballo, dei
sistemi di verifica ispettiva ed altri coinvolti nei processi tecnici e di spedizione
relativi al prodotto/servizio progettato.
4 – STRUTTURA GESTIONALE
ASSOIMBALLAGGI ha nominato i seguenti organi gestionali, fissandone le
specifiche modalità operative:
Organo
Comitato Direttivo
(CD)
Presidente del CD
Comitato Scientifico
(CS)
Coordinatore Tecnico
(CT)
Composizione
3 FederlegnoArredo
1 Università di Trento
1 Università di Torino
1 consulente
Eletto da CD
Nominato da CD
Nominato da CD
Responsabile di Modulo Nominato da CS
didattico
Commissione
Esaminatrice (CE)
Nominata da CD
Responsabilità
Gestione
straordinaria
2-3 riunioni/anno
Autorità
Nomina/revoca CT e
CE
Convalida atti CT e
CE
Voto doppio
Definizione
Nomina dei
contenuti tecnici Responsabili di
di dettaglio
Modulo Didattico
Gestione ordinaria Accettazione
candidati
Calendario corsi ed
esami
Rapporti con
partners
Qualità dei
Modifica contenuti
contenuti,
e/o docenti
presenza dei
docenti
Gestione esame Rilascio
dell’Attestato di
Qualificazione
5 – ACCESSO ALLA QUALIFICAZIONE
Possono accedere al percorso per Tecnico Progettista dell’imballo di legno o
Tecnico dell’imballo di legno o Valutatore di imballaggi di legno tutti gli Attori
appartenenti alla filiera ed alle organizzazioni e attività ad essa collegate in
possesso di abilitazione tecnica superiore e che abbiano effettuato lo specifico
corso per IMBALLATORI.
Prerequisiti conoscitivi - I prerequisiti conoscitivi sono:
TECNICO PROGETTISTA dell’imballo di legno.
- essere laureato (vecchio ordinamento a ciclo unico, triennale, magistrale) in
una facoltà (ad es. Ingegneria) o diplomato in un Istituto tecnico superiore (ad
es. Geometra, Perito, ecc.), sia del settore legno, sia di altro indirizzo tecnico,
nei cui programmi di insegnamento siano previsti, quale materia di studio
documentata, la scienza e/o la tecnica delle costruzioni, purché abilitato alla
progettazione come attestato dagli Enti preposti.
TECNICO dell’imballo di legno
- essere laureato (vecchio ordinamento a ciclo unico, triennale, magistrale) in
una facoltà (ad es. Ingegneria) o diplomato in un Istituto tecnico superiore (ad
es. Geometra, Perito, ecc.), sia del settore legno, sia di altro indirizzo tecnico,
nei cui programmi di insegnamento siano previsti, quale materia di studio
documentata, la scienza e/o la tecnica delle costruzioni, anche se non abilitato
alla progettazione dagli Enti preposti
NOTA BENE: In mancanza di tali requisiti, è consentito l’accesso ai corsi di
Tecnico dell’Imballo di legno ai candidati che possono documentare
un’esperienza almeno decennale nella progettazione di imballaggi industriali di
legno, previo superamento di un esame di ammissione finalizzato a verificare le
conoscenze di base della scienza e/o tecnica delle costruzioni: a febbraio 2014
verrà organizzato un esame di ammissione per gli interessati, i quali sono
invitati a compilare la scheda di partecipazione al corso per “Imballatore”.
VALUTATORE di IMBALLAGGI di LEGNO (UNI 10986)
- essere laureato (vecchio ordinamento a ciclo unico, triennale, magistrale) in
una facoltà (ad es. Ingegneria) o diplomato in un Istituto tecnico superiore (ad
es. Geometra, Perito, ecc.), sia del settore legno, sia di altro indirizzo tecnico,
nei cui programmi di insegnamento siano previsti, quale materia di studio
documentata, la scienza e/o la tecnica delle costruzioni, anche se non abilitato
alla progettazione dagli Enti preposti.
- essere riconosciuto, quale AUDITOR SICEV, AUDITOR e AUDITOR in
addestramento, come da regolamento RG IWP AUDITOR
In alternativa, specifici profili professionali italiani ed esteri potranno essere
riconosciuti dal Comitato Scientifico come equivalenti ad uno dei requisiti
formativi considerati. In questo caso, l’Ente formativo di riferimento dovrà far
pervenire ad ASSOIMBALLAGGI una comunicazione scritta relativa al piano
formativo applicato nel periodo di frequenza del corso da parte del candidato
TECNICO / VALUTATORE richiedente.
ASSOIMBALLAGGI, pur applicando un costo di iscrizione differente, garantisce
che l’accesso al corso è consentito indipendentemente dal fatto che il
candidato sia affiliato o meno ad una azienda associata.
6 – CORSO
Il percorso formativo è articolato su cicli della durata, totale, di 18 h.
I contenuti principali delle lezioni sono di seguito elencati
1) Scopo/introduzione del corso
2) Introduzione al calcolo delle strutture in legno:
3) I materiali previsti dalla UNI 9151:
4) Elementi di collegamento:
5) Realizzazione e calcolo della base:
6) Realizzazione di fianchi e testate:
7) Realizzazione e calcolo dei montanti:
8) Realizzazione e calcolo del coperchio:
9) Realizzazione e calcolo degli elementi di collegamento:
10) Ipotesi progettuali: accelerazioni, carichi di sovrapposizione e
accatastamento,
movimentazione:
11) Realizzazione e calcolo delle selle:
12) Movimentazioni con funi o catene. La durata del percorso formativo è
calcolata come monte ore/candidato, la cui frequenza ed attuazione sono
vincolanti per il raggiungimento degli obiettivi formativi.
La durata del percorso formativo è calcolata come monte ore/candidato, la
cui frequenza ed attuazione sono vincolanti per il raggiungimento degli
obiettivi formativi.
7 – ESAME
Per quanto riguarda il corso per Imballatori, l’esame finale è obbligatorio per
tutti i candidati “Imballatori” tranne per coloro i quali intendono frequentare
anche il corso per candidarsi come “Tecnico dell’Imballo di legno” / “Tecnico
Progettista dell’imballo di legno” / “Valutatore degli imballaggi di legno” ma
che non intendono fregiarsi anche del titolo di “Imballatore” con qualunque
tipo di formazione e/o esperienza.
Per quanto riguarda il corso per Tecnici e Valutatori, l’esame finale è
obbligatorio per tutti i candidati “Tecnico dell’Imballo di legno” / “Tecnico
Progettista dell’imballo di legno” / “Valutatore degli imballaggi di legno”.
L’esame può essere in forma scritta e/o orale, così come la durata
dell’esame può variare dai 30 minuti ai 60 minuti, a discrezione dei Docenti
del corso. Le domande vertono su tutte le materie dei moduli didattici.
La Commissione Esaminatrice è composta dai Docenti del Corso.
L’esame si terrà nella primavera del 2014, nel mese di Maggio (la data
dell’esame verrà stabilita e comunicata ai partecipanti entro la fine del
2013).
Il rilascio degli Attestati di Qualificazione avverrà entro due settimane
dall’esame.
E’ prevista la possibilità di ripetere l’esame nelle sessioni successive.
8 – REGISTRO
I nominativi dei Tecnici e dei Valutatori qualificati vengono raccolti in un
apposito Registro. La sorveglianza e l’aggiornamento del Registro sono a
cura di ASSOIMBALLAGGI.
9 – RISERVATEZZA
Gli atti (documenti, lettere, comunicazioni) relativi alla attività di gestione
della qualificazione sono considerati riservati e quindi l'accesso ad essi è
regolamentato da apposita procedura. Le persone che per conto di
ASSOIMBALLAGGI, nell'espletamento delle proprie funzioni, vengano a
conoscenza di tali atti o di altre informazioni afferenti l'attività del
candidato/qualificato, sono tenute al segreto professionale. Gli aspetti legati
alla riservatezza sono gestiti secondo quanto consentito e prescritto delle
relative leggi in vigore.
10 – RECLAMI; RICORSI; CONTROVERSIE
10.1 – Reclami
Per reclamo si intende: una manifestazione di insoddisfazione delle
prestazioni (tecniche, amministrative, nei tempi di risposta, ecc.) di
ASSOIMBALLAGGI. Il candidato/qualificato dovrà presentare l'eventuale
reclamo, in forma scritta, al Coordinatore Tecnico, entro 10 giorni dal
verificarsi del comportamento contestato. Il reclamo, annotato in apposito
registro, verrà analizzato dal Comitato Direttivo, che individuerà eventuali
azioni da intraprendere ed entro 30 giorni dalla data di ricezione, invierà
risposta scritta a chi ha inoltrato il reclamo. Il tutto a spese del
reclamante.
10.2 - Ricorsi
Per ricorso si intende: una manifestazione di non accettazione documentata
delle decisioni di ASSOIMBALLAGGI riguardanti l'applicazione,
interpretazione, esecuzione e risoluzione del presente Regolamento.
L'eventuale ricorso va indirizzato al Presidente del Comitato Direttivo a
mezzo di lettera raccomandata con ricevuta di ritorno entro 10 giorni
dall'evento che ha causato il ricorso. Il ricorso, annotato su un apposito
registro, verrà analizzato dal Comitato Direttivo che procederà ad un
accertamento in merito e tenterà di addivenire ad un accordo entro 30
giorni dalla ricezione dello stesso. Il tutto a spese del ricorrente.
10.3 - Controversie
Salvo e fermo restando tutto quanto precede, le controversie relative al
pagamento delle tariffe dovute ad ASSOIMBALLAGGI per i servizi prestati in
esecuzione e comunque in relazione al presente Regolamento saranno di
competenza esclusiva del Foro di Milano.
11 - LEGGE APPLICABILE
Il presente regolamento e gli eventuali contratti che derivano dalla sua
applicazione sono soggetti alla legge italiana applicabile.
ALLEGATO2
PROGRAMMA *
INDICATIVO
Primo giorno (6 ore)
 Mauro Andreolli, Maurizio Piazza - ore 6,0
Secondo giorno (6 ore)
 Mauro Andreolli, Maurizio Piazza – ore 6,0
Terzo giorno (6 ore)
 Mauro Andreolli, Maurizio Piazza - ore 5,0
 Sara Zunino - ore 1,0
*Per ulteriori informazioni si rimanda al “Documento programmatico” dei
corsi
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
155 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content