close

Enter

Log in using OpenID

Criteri per la concessione di contributi straordinari a

embedDownload
DELIBERAZIONE N° X / 1932
Presidente
ROBERTO MARONI
Assessori regionali
MARIO MANTOVANI Vice Presidente
VALENTINA APREA
VIVIANA BECCALOSSI
SIMONA BORDONALI
PAOLA BULBARELLI
MARIA CRISTINA CANTU'
CRISTINA CAPPELLINI
Seduta del 06/06/2014
ALBERTO CAVALLI
GIOVANNI FAVA
MASSIMO GARAVAGLIA
MARIO MELAZZINI
MAURO PAROLINI
ANTONIO ROSSI
CLAUDIA TERZI
Con l'assistenza del Segretario Marco Pilloni
Su proposta dell'Assessore Antonio Rossi
Oggetto
CRITERI PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI STRAORDINARI A SOSTEGNO DELLE ASSOCIAZIONI E
SOCIETÀ SPORTIVE DILETTANTISTICHE LOMBARDE ANNO 2014
Si attesta la regolarità istruttoria del procedimento
I Dirigenti Donatella Bosio
Stella Contri
Si attesta la conformità dell'atto a leggi e regolamenti
Il Segretario Generale Andrea Gibelli
L'atto si compone di 9 pagine
di cui 3 pagine di allegati
parte integrante
CONSIDERATO che il Programma Regionale di Sviluppo della X legislatura
approvato con dcr 9 luglio 2013, n. X/78, in materia di politiche per lo sport e il
tempo libero:
• evidenzia il ruolo prioritario dell’attività sportiva, non solo come occasione di
benessere della popolazione, ma anche come strumento di educazione e
formazione della personalità, di prevenzione e tutela della salute, di
trasferimento valoriale e orientamento a corretti stili di vita e, non ultimo, di
sviluppo;
• stabilisce di perseguire l’obiettivo dello sviluppo della pratica sportiva per tutte
le categorie di popolazione, con particolare attenzione al mondo della
scuola, ai meno giovani ed alle categorie più deboli, ma anche a talenti ed
eccellenze;
VISTA la legge 241/1990, che all’art. 12 (Provvedimenti attributivi di vantaggi
economici) stabilisce che la concessione di sovvenzioni, contributi, sussidi ed ausili
finanziari e l’attribuzione di vantaggi economici di qualunque genere a persone
ed enti pubblici e privati sono subordinate alla predeterminazione da parte delle
amministrazioni procedenti, nelle forme previste dai rispettivi ordinamenti, dei
criteri e delle modalità cui le amministrazioni stesse devono attenersi;
VISTO l’art. 8 l.r. 1/2012, che dispone che ove non siano già stabiliti da leggi o
regolamenti, i criteri e le modalità da osservarsi nei singoli provvedimenti di
concessione di sovvenzioni, contributi, sussidi e vantaggi economici di qualsiasi
genere a persone od enti pubblici o privati, sono predeterminati, con apposito
provvedimento da pubblicarsi sul Bollettino Ufficiale della Regione e sul sito
istituzionale;
VISTA la legge regionale 8 ottobre 2002, n. 26 “Norme per lo sviluppo dello sport e
delle professioni sportive in Lombardia” ed in particolare gli artt. 1 e 2 i quali
prevedono che la Regione:
• riconosce il valore dello sport quale strumento di formazione della persona, di
socializzazione, di benessere individuale e collettivo;
• favorisce la promozione e diffusione delle attività e iniziative sportive e motorie
rivolte a tutte le categorie di utenti, anche mediante la predisposizione ed
attuazione di progetti ed interventi specifici, e la divulgazione della storia e dei
valori dello sport e della cultura olimpica;
• promuove lo sviluppo delle attività motorio-sportive da parte delle fasce
1
deboli, utili al superamento del disagio e del disadattamento, in particolare
giovanile;
VISTA la dgr n. X/668 del 13/09/2013, recante approvazione dell’Accordo di
Programma Quadro per lo sviluppo e il rilancio dello sport in Lombardia,
sottoscritto nella stessa data con Ufficio Scolastico regionale della Lombardia,
CONI Lombardia, CIP Lombardia e, in qualità di soggetti aderenti, ANCI
Lombardia e Unione Province Lombarde;
CONSIDERATO che il Sistema sportivo lombardo, con specifico riferimento al CONI
Lombardia e al CIP Lombardia, ha rappresentato, in particolare nell’ambito del
Comitato di Coordinamento e della Segreteria Tecnica dell’AdPQ sopra citato, la
necessità di un importante intervento di Regione Lombardia a favore dello sport di
base rappresentato dalle Associazioni e società sportive dilettantistiche,
espressione del movimento sportivo a salvaguardia dei valori sociali per i giovani,
e che in questa difficile congiuntura si trovano in forte sofferenza finanziaria;
VISTA la dgr n. X/1868 del 23/05/2014 “Sostegno straordinario all’associazionismo
sportivo dilettantistico lombardo e determinazioni in merito ai progetti speciali”,
che in risposta alle esigenze del sistema sportivo lombardo sopra evidenziate, ha
stabilito una dotazione finanziaria complessiva straordinaria di euro 1.000.000,00 a
sostegno delle Associazioni e società sportive dilettantistiche lombarde, a valere
sul capitolo 6.01.104.7853 dell’esercizio finanziario 2014, che presenta la necessaria
disponibilità;
RITENUTO di stabilire che la dotazione finanziaria indicata al paragrafo precedente
sia ripartita, in analogia a quanto definito a livello nazionale, fra le categorie di
soggetti riconosciuti dal CONI e dal CIP di seguito elencate e nelle misure
indicate, in ragione del differente ruolo da esse esercitato nell’ambito
dell’organizzazione e della pratica sportive, con particolare riguardo:
• alla significativa rilevanza delle Federazioni Sportive Nazionali, che in base allo
Statuto CONI svolgono nel territorio nazionale e sul piano internazionale
un’attività sportiva, ivi inclusa la partecipazione a competizioni e l’attuazione
di programmi di formazione degli atleti e dei tecnici, sono affiliate ad una
Federazione internazionale riconosciuta dal CIO, ove esistente, e gestiscono
l’attività conformemente alla Carta Olimpica e alle regole della Federazione
internazionale di appartenenza;
• all’opportunità di riservare una parte di risorse al settore dello sport dei disabili,
2
in considerazione dell’importanza sociale e agonistica assunta dal fenomeno
del movimento paralimpico;
• all’opportunità di destinare una parte delle risorse disponibili, comunque non
superiore ad un terzo, a sostegno di quelle società che si siano distinte per
particolari risultati sportivi contribuendo a dare risalto all’eccellenza sportiva
lombarda :
Federazioni Sportive Nazionali (FSN)
550.000 euro
Discipline Sportive Associate (DSA)
50.000 euro
Enti di Promozione Sportiva (EPS)
50.000 euro
Federazioni Sportive Nazionali che curano ed organizzano
l'attività di base ed agonistica per gli atleti disabili
50.000 euro
Società rappresentanti l’eccellenza sportiva lombarda
300.000 euro
fatta salva la possibilità di operare compensazioni tra le diverse categorie in
presenza di economie;
RITENUTO altresì che l’importo riservato alle Federazioni Sportive Nazionali, al fine di
offrire un potenziale sostegno finanziario alle società in esse operanti in misura
adeguata all’effettiva incidenza di ciascuna disciplina sul sistema sportivo, venga
ripartito tra le Federazioni stesse in funzione di elementi oggettivi e di carattere
dimensionale, così come meglio esplicitati nell’Allegato A, parte integrante e
sostanziale del presente provvedimento, secondo dati da comunicarsi da parte
del CONI, fatta salva la possibilità di operare compensazioni tra le medesime
Federazioni sportive in presenza di economie;
CONSIDERATO che, nell’ambito delle ripartizioni esplicitate nella tabella di cui
sopra, i contributi alle associazioni e società sportive dilettantistiche lombarde
iscritte al Registro CONI verranno assegnati mediante applicazione di uno o più
dei criteri di selezione indicati nell’Allegato A, che verranno specificati nel bando
in ragione delle peculiarità delle categorie di appartenenza;
CONSIDERATO che con successivo atto del competente Dirigente della Direzione
Generale Sport e Politiche per i Giovani si provvederà all’approvazione di uno
3
specifico bando per la concessione di contributi a sostegno delle spese per la
gestione delle attività svolte dall’associazionismo sportivo dilettantistico, finalizzate
a favorire lo svolgimento della pratica sportiva dei tesserati, in attuazione del
presente provvedimento, nonché di quanto disposto dalla dgr n. X/1868 del
23/05/2014;
VISTA la l.r. 31 marzo 1978 n.34 «Norme sulle procedure della programmazione, sul
bilancio e sulla contabilità della Regione» e le successive modifiche ed
integrazioni nonché il regolamento di contabilità e la legge regionale di
approvazione del bilancio dell’anno in corso;
A VOTI UNANIMI espressi nelle forme di legge;
DELIBERA
1. di stabilire che la dotazione finanziaria, approvata con dgr X/1868 del
23/05/2014, pari a euro 1.000.000,00 a sostegno delle Associazioni e società
sportive dilettantistiche lombarde iscritte al Registro CONI, a valere sul
capitolo 6.01.104.7853 dell’esercizio finanziario 2014, che presenta la
necessaria disponibilità, è ripartita come segue, fatta salva la possibilità di
operare compensazioni tra le diverse categorie in presenza di economie:
Federazioni Sportive Nazionali (FSN)
550.000 euro
Discipline Sportive Associate (DSA)
50.000 euro
Enti di Promozione Sportiva (EPS)
50.000 euro
Federazioni Sportive Nazionali che curano ed organizzano
l'attività di base ed agonistica per gli atleti disabili
50.000 euro
Società rappresentanti l’eccellenza sportiva lombarda
300.000 euro
2. di stabilire che, per quanto concerne le Federazioni sportive nazionali,
l’importo ad esse riservato è ripartito tra le Federazioni stesse in funzione di
elementi oggettivi e di carattere dimensionale, così come meglio esplicitati
nell’Allegato A, parte integrante e sostanziale del presente provvedimento,
secondo dati da comunicarsi da parte del CONI e fatta salva la possibilità di
operare compensazioni tra le Federazioni medesime in presenza di economie;
4
3. di stabilire che, nell’ambito delle ripartizioni esplicitate nella tabella di cui al
punto 1, i contributi alle associazioni e società sportive dilettantistiche
lombarde iscritte al Registro CONI verranno assegnati mediante applicazione
di uno o più dei criteri di selezione indicati nell’Allegato A, che verranno
specificati nel bando in ragione delle peculiarità delle categorie di
appartenenza;
4. di dare atto che con successivo atto del competente Dirigente della
Direzione Generale Sport e Politiche per i Giovani si provvederà
all’approvazione di uno specifico bando per la concessione di contributi a
sostegno delle spese per la gestione delle attività svolte dall’associazionismo
sportivo dilettantistico, finalizzate a favorire lo svolgimento della pratica
sportiva dei tesserati;
5. di disporre la pubblicazione della presente deliberazione sul Bollettino Ufficiale
della Regione Lombardia e sul portale web regionale;
6. di stabilire che il termine per la conclusione dei procedimenti amministrativi di
cui alla presente delibera è di 90 giorni;
7. di disporre la pubblicazione della presente deliberazione ai sensi del D. Lgs.
33/2013.
IL SEGRETARIO
MARCO PILLONI
5
ALLEGATO A) – CRITERI PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI STRAORDINARI A SOSTEGNO
DELLE ASSOCIAZIONI E SOCIETÀ SPORTIVE DILETTANTISTICHE LOMBARDE ANNO 2014
FINALITÀ
Stabilire i criteri per la ripartizione delle risorse stanziate e l’assegnazione di contributi straordinari
a favore del movimento sportivo di base rappresentato dalle Associazioni e società sportive
dilettantistiche, quale ambito di aggregazione di forte impatto in termini di inclusione e coesione
sociale, nonché strumento efficace di formazione e crescita della persona per ogni fascia d’età e
categoria, nei diversi campi che vanno dalla tutela della salute, all’educazione agli stili di vita sani e
ai valori della convivenza civile.
DESTINATARI
Possono presentare domanda di contributo le Associazioni e società sportive dilettantistiche
lombarde senza scopo di lucro iscritte al Registro Nazionale del CONI e affiliate a Federazioni
sportive, Discipline sportive associate, Enti di promozione sportiva.
MODALITÀ DI ATTUAZIONE
Le modalità relative alla presentazione delle domande di contributo e alla procedura di
assegnazione e liquidazione delle risorse vengono stabilite con un avviso pubblico, approvato con
decreto dal dirigente competente della Direzione Generale Sport e Politiche per i Giovani e
pubblicato sul BURL e sul sito internet regionale.
RISORSE
Le risorse in dotazione per questa misura straordinaria di sostegno ammontano ad euro
1.000.000,00 suddivisi nel modo indicato nella seguente tabella, tenuto conto dell’articolazione e
dei fattori dimensionali del sistema sportivo lombardo, nonché in considerazione dei risultati
sportivi di eccellenza ottenuti:
ENTI
CATEGORIE DI
AFFILIAZIONE
Federazioni Sportive
Nazionali (FSN)
CONI
CONI e CIP
CONI e CIP
RIPARTIZIONE RISORSE
550.000,00 euro
ripartiti fra le Federazioni sulla base dei seguenti
criteri di pesatura:
 5% n° di associazioni e società sportive affiliate
 20% n° complessivo di tesserati
 75% n° di tesserati di fascia giovanile - under 18
Discipline Sportive
Associate (DSA)
50.000,00 euro
Enti di Promozione
Sportiva (EPS)
50.000,00 euro
Federazioni Sportive
Nazionali che curano ed
organizzano l'attività di
base ed agonistica per gli
atleti disabili
Associazioni o Società
rappresentanti
l’eccellenza sportiva
lombarda
50.000,00 euro
300.000,00 euro
* di cui 10% riservato ad Associazioni o Società la cui
attività sia prevalentemente legata allo sport per
disabili
1
Le società rappresentanti l’eccellenza sportiva lombarda devono possedere i seguenti requisiti:
 partecipazione, nell’anno agonistico 2013-14 o nell’anno solare 2014 fino al 30 settembre
2014, al massimo campionato o alla classifica generale di più alta categoria per società
previsti per lo sport cui la associazione o società partecipa in virtù dell’affiliazione alla
Federazione sportiva nazionale, purché si tratti di sport rientrante nel novero delle
discipline previste ai Giochi Olimpici estivi o invernali del quadriennio olimpico di
riferimento del presente provvedimento;
 insussistenza di contratti professionistici fra l’associazione o società sportiva partecipante
al bando ed i propri tesserati, a qualsiasi categoria (per età o qualifica) essi appartengano.
CRITERI GENERALI DI ASSEGNAZIONE DEL CONTRIBUTO ALLE ASSOCIAZIONI E SOCIETÀ SPORTIVE
Ad esclusione delle Associazioni o Società sportiva rappresentanti l’eccellenza sportiva lombarda e
che parteciperanno alla assegnazione delle risorse (€ 300.000,00) di cui alla tabella precedente,
l’assegnazione del contributo alle associazioni e società sportive che presentano domanda avverrà
mediante applicazione di uno o più dei seguenti criteri di selezione, che verranno specificati nel
bando, in ragione delle peculiarità delle categorie di appartenenza:




n° complessivo di tesserati
n° tesserati di fascia giovanile - under 18
n° titoli sportivi conseguiti nell’anno agonistico 2013-14 o nell’anno solare 2014 fino al 30
settembre 2014;
partecipazione a campionati/competizioni nazionali e/o internazionali a livello europeo e/o
mondiale nell’anno agonistico 2013-14 o nell’anno solare 2014 fino al 30 settembre 2014.
Per le associazioni o società sportive di eccellenza si applicheranno, invece, tutti i seguenti criteri
di selezione, specificati in un successivo bando:





n° complessivo di tesserati
n° tesserati di fascia giovanile - under 18
n° titoli sportivi conseguiti nell’anno agonistico 2013-14 o nell’anno solare 2014 fino al 30
settembre 2014
partecipazione a campionati/competizioni nazionali e/o internazionali a livello europeo e/o
mondiali nell’anno agonistico 2013-14 o nell’anno solare 2014 fino al 30 settembre 2014
n° atleti convocati nelle rispettive rappresentative nazionali a livello assoluto
CONTRIBUTO ASSEGNABILE
Il contributo sarà assegnato nella misura del 50% delle spese ammissibili (vedi paragrafo
successivo) il cui importo minimo dovrà essere pari a euro 2.000,00. L’importo massimo del
contributo assegnabile sarà pari a euro 5.000,00. Per quanto concerne le associazioni o società
rappresentanti l’eccellenza sportiva lombarda, l’importo massimo del contributo assegnabile sarà
di euro 15.000,00 per associazione o società.
SPESE AMMISSIBILI
Sono considerate spese ammissibili quelle sostenute nel corso del 2014 strettamente e
oggettivamente connesse all’attività dell’associazione o società sportiva partecipante al bando e
relative alle seguenti voci:
a) affiliazione societaria e tesseramento singolo e di categoria di atleti ed altro personale di staff
(dirigenti, tecnici, giudici, personale sanitario e parasanitario) a Federazioni Sportive Nazionali,
2
b)
c)
d)
e)
f)
g)
h)
Discipline Sportive Associate, Enti di Promozione Sportiva per la stagione sportiva corrente alla
data di partecipazione al bando;
assicurazioni e polizze infortuni stipulate a copertura dell’attività e non comprese nei costi già
sostenuti di tesseramento di cui al precedente punto a);
affitto di strutture e/o impianti sportivi (es. palestre, campi) utilizzate per la propria attività
continuativa;
acquisto e noleggio di attrezzature per il primo soccorso (defibrillatori);
acquisto di abbigliamento sportivo (ad esempio tute e borse);
noleggio di veicoli, spese di viaggio e trasporto, ospitalità, documentate e sostenute
esclusivamente per le trasferte delle proprie squadre e/o atleti individuali – compreso relativo
staff - previste dal calendario dei campionati e/o competizioni cui la associazione o società
sportiva partecipa o ha partecipato nell’anno 2014, periodo compreso tra il 1° Gennaio e il 30
Settembre 2014;
iscrizione a manifestazioni e/o competizioni sportive dei propri tesserati previste dal
calendario dei campionati e/o competizioni cui la associazione o società sportiva partecipa o
ha partecipato nell’anno 2014, periodo compreso tra il 1° Gennaio e il 30 Settembre 2014;
compensi per allenatori, istruttori, formatori, tecnici, arbitri, giudici di gara, personale sanitario
e parasanitario e altro personale incaricato ai sensi della legge n. 342 del 21/11/2000 (esclusi i
rapporti di lavoro dipendente).
Le spese ammissibili dovranno essere rendicontate per un importo non inferiore al doppio del
contributo assegnato.
3
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
459 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content