close

Enter

Log in using OpenID

agosto 2014 / anno 7

embedDownload
ANNO 7 - NUMERO 08
1 AGOSTO 2014
MENSILE DEL TERRITORIO DI LERICI
a cura dell’Istituto Comprensivo di Lerici
Una storia d’amore all’ombra dei cipressi
Le lacrime come le gocce di pioggia
possono cadere senza misura
ma non possono far tornare
passione e bellezza
COME UN SOLDATO
È TORNATA AL SUO DIO
Laboratorio di
Giornalismo
delle scuole
medie F. Poggi
e P. Mantegazza
Lerici In… è un
allegato di Ameglia
Informa, registrato al
tribunale della Spezia
al n.2 del 4.2.1998
(stampato in proprio)
LERICI IN...
non ha alcun finanziamento pubblico e
si regge solo grazie
alla pubblicità degli
inserzionisti
che permettono la
DISTRIBUZIONE
GRATUITA
alla popolazione.
Diffuso in 2800 copie
Varcato il cancello principale di
Narbostro, basta volgere lo sguardo verso destra. Mabel è là in fondo. In quella cappella di cemento
grigia con il cancello arrugginito
perennemente semiaperto (foto a
pagina 2). In quella baroccheggiante e anche un po’ cupa tomba
di famiglia giace Mabel Olphert
Beresford Rose, ma quella cappella non è solo un sepolcro e anzi,
paradossalmente, rappresenta un
monumento a due amori: quello
tra Arthur e Mabel e quello della
coppia per il Golfo dei Poeti. Amori profondi, amori con la A maiuscola e degni di un romanzo.
Sì, perché Mabel, che riposa
nello splendido cimitero affacciato
su uno dei più bei panorami del
mondo, lì non dovrebbe esserci
perché non è morta a Lerici e neppure in Italia. Eppure grazie alla
forza dell’amore…
Mabel e Arthur erano due ricchi inglesi che assieme a molti
connazionali arrivarono nel Lericino attratti dal mito di Shelley. Assieme a scrittori e pittori giunsero
molti benestanti sudditi di sua
maestà britannica. Nei primi decenni del secolo scorso tutte le più
belle ville erano proprietà di inglesi. Lubbock nella costa di Fiascherino, Cochrane a Pugliola, Reginald Pearce proprietario di villa
Marigola e villa Shelley, Bacon
della Primacina e, poco sotto nella
villa La Padula, la baronessa
Orczy, inglese per matrimonio, che
preferì Lerici alla già celebratissima Montecarlo.
Ma torniamo a Mabel e Arthur
e partiamo dall’inizio. Mabel era
nata il 18 agosto 1872 a Mandalay, in Birmania. In un’altra colonia inglese, l’Australia, era nato il
3 febbraio 1865 Arthur Charles
Frederick Rose che nel 1890 sposò
Ada Mary Copeland. La giovanissima moglie morì dando alla luce
Arthur junior. Qualche anno dopo
Arthur e Mabel si conobbero in
India dove il padre di lei era comandante di un reggimento di
dragoni irlandesi. Mabel aveva
una ventina di anni ed era stata la
prima donna bianca a cavalcare
all’amazzone attraverso il Khiber
Pass. Durante l’impresa venne colpita da una pallottola al femore e
la ferita la fece zoppicare per tutta
la vita. Fu in seguito nominata
luogotenente onorario dell’esercito
britannico.
Tra i due fu amore a prima vista e nel giro di pochi mesi convolarono a nozze. Dopo il matrimonio la coppia girò il mondo: Europa, Australia, Sud e Nord America
e un soggiorno di quattro mesi in
Giappone e di questi viaggi Mabel
(Continua a pagina 2)
Tutti i numeri di LERICI IN sono pubblicati in Internet sul sito del Comune
www.comune.lerici.sp.it e in quello della scuola www.istitutocomprensivo-lerici.it
(Continua da pagina 1)
scrisse ampi resoconti per i
principali giornali australiani.
Cittadini del mondo, Arthur e Mabel avevano una casa a Rushcutters Bay in Australia e un’altra a Vaucluse
nell’interno della Costa Azzurra, dove lui ricoprì la carica di
sindaco. Quando, nel 1927,
Arthur andò in pensione, la
coppia tornò in Inghilterra e
fu a Kensington che Mabel
morì l’8 dicembre 1928.
Superato lo straziante dolore ad Arthur restò il non facile
compito di onorare la promessa che aveva fatto alla sua amata, quello di seppellirla nel
posto dove erano stati felici,
nel paese dove avevano trascorso la luna di miele, dove
avevano vissuto i momenti più
belli della loro storia d’amore:
sulla collina di Lerici su quello
splendido balcone affacciato
sul Golfo dei Poeti.
Arthur e Mabel avevano
girato il mondo e sotto i loro
occhi erano passati paesaggi
mozzafiato ma il loro cuore era
stato stregato dalla meravigliosa bellezza del Golfo dei
Poeti. Fu così che si promisero
l’un l’altro che lì avrebbero
costruito la loro tomba. Chi
fosse sopravvissuto vi avrebbe
portato il corpo del coniuge e
poi l’avrebbe raggiunto dopo la
sua morte.
La cappella di Mabel - la lapide è in 1ª pag.
La prima a morire fu Mabel
e superato il dolore, Arthur si
mise al lavoro per onorare la
promessa. Il primo soggiorno a
Lerici, al Pernigotti Hotel della Venere Azzurra, risale al 18
ottobre 1929. Suppongo che
Arthur Rose, forse aiutato da
qualcuno dei numerosi connazionali residenti nel Lericino,
abbia preso contatto col sindaco per conoscere la procedura
per costruire una cappella a
Narbostro e portarci il corpo
della moglie. Ci devono essere
volute montagne di documenti, ma niente riuscì a frenare
la determinazione di Arthur
che un anno dopo, esattamente il 23 ottobre 1930, ottenne
dalla Prefettura spezzina il
consenso al trasferimento del
cadavere di Mabel.
Bussola in…
di Galantini Barbara & C. s.r.l.
San Terenzo
(lungomare)
via Matteotti, 10
Il 5 novembre il vice console italiano a Londra incassò “i
diritti di concessione e le spese
di regolarizzazione” e concesse
ad Arthur il permesso “ad introdurre in Italia la salma di
Mabel Beresford Rose attestando che la cassa è stata chiusa
con i sigilli di questo Regio
Consolato”. Il 12 gennaio 1931
l’Ufficio di Sanità Marittima
di Genova rilascia al comandante del piroscafo che l’ha
portata in Italia il permesso di
sbarcare la bara. La cassa viene caricata su un treno diretto
alla Spezia e qualche giorno
dopo una carrozza funebre
trainata da due cavalli neri
varcò il cancello di Narbostro e
la bara venne collocata nella
cappella. Arthur restò a Lerici
sino al 22 aprile.
Un dettaglio: nella cappella
ci sono due loculi ma quello
che Arthur aveva preparato
per sé è rimasto vuoto. Il suo
corpo non è mai stato a fianco
a quello dell’adorata Mabel.
Non so quando Arthur sia
morto, probabilmente quando
Inghilterra e Italia erano in
guerra. Mi piace credere che
sia solo per questo che Mabel e
Arthur non riposano insieme.
Una preghiera: se passate
davanti a quella tomba lasciate un fiore a suggellare questa
splendida storia d’amore.
Riccardo Bonvicini
RISTORANTE- HOTEL
ITALIA è anche
dependance” Panoramic”
Barbara cell. 349-4602295
* AFFITTACAMERE *
LERICI via Carbognano 19 (inizio strada per Tellaro)
f uor i zona ZTL t el. 0187-967272
a r ti c ol i d a r ega l o , a r ge nt i,
s o u v e n ir , t e s su t i a rr e d o,
c e r a mi c he ar ti s ti c h e
bi j o u x a rt i gi an a l i e no n
cu ci na l o ca le e i nt er na zi on a le
sp ec i ali z za ta i n pi at ti di pe sc e
il posto ideale per organizzare
pranzi convivia li, di ricorrenze e
di m atrim onio - pa r cheggi o pr i vato
tel. e fax 0187-972004
LERICI IN… - agosto 2014
Pagina 2
Carla Giunchi e la biblioteca Andrea Doria
Nel 1981 ho lavorato come
bibliotecaria alla “Andrea Doria”,
a fianco di Carla Giunchi, che mi
ha insegnato le basi della professione. Per questo posso testimoniare in prima persona l’impegno,
la passione, la tenacia, che
l’hanno sempre caratterizzata.
Per quarant’anni Carla è stata
lì a far crescere la sua creatura,
ad aggiornarsi, a stabilire contatti
in tutta Italia, ad aiutare i ragazzi
nelle loro ricerche, a consigliare
gli adulti nelle loro scelte di lettura. Sempre disponibile e con la
battuta pronta. Per questo, a nome dei lettori di Lerici In, ho voluto rivolgerle qualche domanda.
D. La biblioteca “Andrea
Doria”, così come la intendiamo oggi, è praticamente
nata con te: vuoi ripercorrerne la storia?
R. La Biblioteca Civica, sorta nel 1935, è stata intitolata
all'ammiraglio genovese Andrea Doria. Nel 1963 per interessamento della Soprintendenza Bibliografica di Genova,
è stata trasferita nella sede
attuale di via Gerini n. 44. Dal
1973, anno in cui sono stata
incaricata di organizzare e migliorare il servizio, la biblioteca è diventata pian piano un
polo di aggregazione per l'intera collettività.
In questi ultimi dieci anni,
grazie ai cospicui investimenti
dell'Amministrazione Comunale, ha beneficiato di importanti lavori di ristrutturazione, di
adeguamento e ampliamento
degli spazi interni e superamento della barriere architettoniche.
Il patrimonio librario della
Biblioteca ammonta attualmente a 36.800 volumi e comprende alcuni importanti Fondi: il Bompiani, il Severgnini,
il Bertolani, il Tonelli e il Lardon. Ultimamente il sig. Gian
Piero Pieroni, grande cultore
della cucina, ci ha donato tutta la sua biblioteca costituita
da testi rari e di pregio sull'arte culinaria, circa mille volumi
da lui raccolti nell'arco della
sua vita. La biblioteca eroga ai
cittadini numerosi servizi:
prestito librario locale, prestito interbibliotecario, servizio
wi-fi, consultazione banche
dati, laboratorio informatico,
prestito e-book, servizio di fotocopiatura, ecc.).
Nel 2010, in seguito alla
collocazione a scaffale delle
cospicue donazioni di cui sopra, per mancanza di spazi
adeguati si è reso necessario
procedere allo spostamento
della sezione ragazzi dalla sede centrale al centro di aggre-
La redazione, a suo insindacabile giudizio, potrà modificare, rinviare o
rifiutare la pubblicazione di scritti e annunci se non conformi all’etica e
allo spirito della presente pubblicazione o per mancanza di spazio.
Le lettere non vengono pubblicate. Gli articoli devono essere concordati
preventivamente con il direttore responsabile.
Gli scritti, le lettere e le richieste di pubblicità, complete di nome, indirizzo, telefono ed eventuale e-mail, dovranno essere indirizzate alla
redazione c/o la Direzione Didattica di Lerici piazza Bacigalupi, 5 o
tramite e-mail a: [email protected] .
Si avverte che la pubblicazione non ha fine di lucro, quindi gli scritti,
gli articoli e le collaborazioni sono accettate a titolo gratuito e di
volontariato. Gli orari delle manifestazioni e le informazioni turistiche,
nonostante la nostra più scrupolosa precisione e attenzione, poiché predisposte con largo anticipo, dovranno essere sempre verificate dai lettori
interessati prima dell’evento.
La tariffa mensile per ogni modulo di pubblicità è di euro 35 + IVA (gratis
una ogni 12). Per la pubblicità si può telefonare al 0187-601268
(anche fax e segreteria) o inviare una e-mail a [email protected] .
LERICI IN… - agosto 2014
gazione l'Aquilone Blu al piano terra delle scuole primarie.
La Doria nel 2001 è entrata
a far parte del Servizio Bibliotecario Nazionale (SBN). Le
biblioteche che partecipano al
SBN lavorano in autonomia e
al tempo stesso sono integrate
in un sistema cooperativo di
catalogazione partecipata, infatti un documento viene catalogato solo dalla prima biblioteca che lo acquisisce, tutte le
altre ne catturano la descrizione e aggiungono la propria localizzazione.
Posso senz'altro affermare
che le varie Amministrazioni
che si sono succedute hanno
costantemente accolto con entusiasmo le richieste di miglioramento del servizio che via
via ho segnalato. Penso comunque che un servizio bibliotecario efficiente ed efficace
come il nostro debba essere
sempre garantito e potenziato
in quanto la biblioteca in ogni
realtà urbana è un centro propulsore di iniziative e di servizi troppo importante per non
essere migliorato.
Ho un sogno nel cassetto
che, per mancanza di tempo,
non potrò realizzare: quello di
un open space grandissimo
attrezzato in maniera adeguata dove poter allestire una su(Continua a pagina 4)
(ex S upe r CR AI ) S AN TERE NZO
Via Garibaldi, 49 tel. 0187-952118
INAUGURAZIONE E APERTURA
PREVISTA PER IL 25 LUGLIO
orario da lunedì a sabato ore 8-21
domenica ore 8.30-20.30
consegna spesa a domicilio gratis
Pagina 3
AZIENDA AGRICOLA CONTE PICEDI
BENETTINI FATTORIA IL CHIOSO
Baccano di Arcola (SP)
www.picedibenettini.it
tel. e fax 0187-625147
tel. 0187-967110
cell. 338-9719406
messe
vespertine
Local it à
festive
(ora leg.)
18.30
10.00
11.30, 18.30
(*8.30)
S.Terenzo 18.30
8.00 - 10.30
18.30
Tellaro
18.30
11,00
La Serra
17.30
9.30
Pugliola
16.30
10.30
Leri ci
S. Francesco
(*San Rocco)
Pozzuolo
9.15
di Radice Sabrina
piazza C. Battisti,13 LERICI
Cell. 393-5677384 DEHORS coperto
Un nuovo modo di gustare il pane e il companatico …
Vuoi uno spuntino alternativo o taglieri con prodotti
tipici liguri? ... COLAZIONE– PRANZO - CENA
A LERICI TUTTO L’ANNO…
cr o
sto
ni
foc
a cc
e
Feste
LERICI
2014
LERICI IN…
IN…- -agosto
agosto
2014
ORARIO SS. MESSE
ei
sgab
ati
ett
aff ata
rin
VINI DOC COLLI DI LUNI
VINI IGT VAL DI MAGRA
VINI IGT GOLFO DEI POETI
Maria Luisa Eguez
LERICI BISTROT
fa
AGRITURISMO
FATTORIA DEL CONTE
Ceserano di Fivizzano (MS)
www.fattoriadelconte.it tel. 0585-982015
gia, Bianca Maria Frabotta e
Betty Bennet, docente americana curatrice delle opere di
Mary Shelley.
Ricordo anche con particolare commozione gli incontri
con Attilio Bertolucci e Giovanni Giudici, due grandi poeti di fama internazionale, con i
quali ho condiviso assieme a te
diverse edizioni del premio
letterario “Lerici Golfo dei Poeti”, in quanto presidenti delle
giurie.
Altra figura di grande spessore culturale che ci ha onorato della sua presenza per diversi anni è stato il poeta inglese Charles Tomlinson, carissimo amico di Paolo Bertolani, poeta di casa nostra.
mu
sic
a
rm
ag
gi
per biblioteca con sale studio
per adulti e ragazzi, una emeroteca (sala adibita alla lettura di riviste e quotidiani), una
sala multimediale per il servizio internet e per l’ascolto, una
saletta per incontri con l'autore e conferenze.
D. Una biblioteca è frequentata da utenti di svariate tipologie: cosa si fa in
genere e cosa è stato fatto,
nello specifico, alla “Doria”
in questi quarant’anni per
stimolare l’approccio alla
lettura?
R. La nostra biblioteca ha
sempre privilegiato tra i suoi
compiti quello di promuovere
il piacere della lettura stimolando gli utenti delle differenti
fasce di età, organizzando incontri con autori di libri di fama nazionale. Sono stati nostri ospiti alcuni scrittori di
libri per ragazzi come Roberto
Piumini, Domenico Volpi,
Ruggero Quintavalle, Marino
Cassini, Laura Boldrini, M.
Teresa Veronesi, Sofia Gallo,
Beppe Mecconi, Catia Castellani e altri ancora.
Abbiamo organizzato incontri rivolti a un pubblico di adulti con scrittori quali Valentino Bompiani, Ottiero Ottieri,
Arrigo Petacco, Piero Ottone,
Marco Ferrari, Marco Butic-
chi, Roberto Iacona, Walter
Siti, A. Marzo Magno, Beatrice Masini, Gianni Dragoni,
Carla Sanguineti (presidente
dell'Associazione Amici e Amiche di Mary Shelley che ha
presentato alcuni volumi sugli
Shelley da lei curati) e molti
altri ancora.
D. I suoi locali sono stati
frequentati anche da molti
personaggi famosi a livello
nazionale e internazionale:
chi vuoi ricordare in particolare?
R. Ripercorrendo con la
mente tutti gli anni trascorsi
alla direzione della Doria devo
dire di aver avuto l'opportunità di conoscere e frequentare
molti personaggi famosi e importanti del territorio nazionale e non solo. Ricordo con grande affetto e ammirazione gli
incontri con Mario Soldati, sia
nella sua casa che nella cornice meravigliosa di Villa Marigola, nell'ambito di convegni
sulla letteratura e in relazione
alle edizioni di premi letterari
che le Amministrazioni Comunali avevano organizzato dal
1981 fino al 1992.
Durante questi convegni ho
avuto l'onore e il piacere di
conoscere Stefano Zecchi, Roberto Mussapi, Giuseppe Conte, Stefano Verdino, Massimo
Bacigalupo, Giuseppe Pontig-
fo
(Continua da pagina 3)
he
ug
i
c
ac
birra
vino e
Pagina 4
te alla sola località riportata sul contrassegno ad esclusione di piazza Bacigalupi, davanti al Comune e
piazza Valtriani (Conad) dove la sosta è consentita
con disco orario (120 min) solo dalle ore 8 alle 20.
(15-6 / 15-9)
PUNTI INFORMATIVI TURISTICI
AGOSTO
Lungomare Venere Azzurra (Via Biaggini)
TUTTI I GIORNI solo dalle ore 24 alle 9 del giorno tutti i giorni dalle ore 9 alle 12 e dalle ore 14 alle 16
successivo è possibile transitare nella zona a Info tel. 0187 969164
traffico limitato. La ZTL è attiva dalle ore 9 alle 24. e-mail [email protected]
Un semaforo segnala ai varchi il libero transito: Rotatoria della galleria Primacina (sopra la Vallata)
rosso ZTL = entrata e sosta solo per gli autorizzati tutti i giorni dalle 8.30 alle 13.30 e dalle ore15 alle 20
verde entrata libera, sosta solo per gli autorizzati. San Terenzo, presso la Rotatoria di via Gozzano
Gli autoveicoli privi di pass possono sostare solo nei tutti i giorni dalle ore 9 alle 13 e dalle ore15 alle 17
parcheggi a pagamento in località Vallata con entra- San Terenzo, presso Piazza Brusacà
ta dalla rotatoria Primacina sopra la Venere Azzurra Ufficio Turistico Tellaro presso sede della Società di
(Al parcheggio La Vallata, se si supera il periodo di sosta, si può Mutuo Soccorso Info tel. 0187-1997543
e-mail: [email protected]
integrare nello stesso giorno il pagamento della tariffa per il periodo
ALTRE INFORMAZIONI
eccedente contattando il personale incaricato operante sul posto) e
Sito del Comune di Lerici
Bagnara (entrata dalla parte alta di San Terenzo), da
www.comune.lerici.sp.it [sezione il turista - (infordove è previsto un servizio di bus circolare gratuito
mazioni – viabilità – parcheggi)] dove è possibile troogni 12 minuti dalle ore 8.30 all’una di notte.
vare tutte le informazioni relative al Bike sharing, al
Il transito dei motocicli è consentito liberamente, piano della sosta e viabilità, ai parcheggi, alle tariffe e
la sosta è prevista negli spazi indicati con segnaletica. agli abbonamenti.
Per i residenti: dal 1° luglio al 31 agosto gli autovei- Ufficio Viabilità: è aperto martedì – giovedì –
coli muniti di appositi pass possono sostare nelle aree
venerdì e sabato dalle ore 9.00 alle 12.00
di sosta identificate come "riservate ai residenti" riferi-
SOSTA
E VIABILITÀ
A LERICI
Ufficio URP: è aperto nei giorni feriali ore 9 - 12
Il Gruppo ANMI di Lerici, presieduto
da Carlo Moracchioli, con
Il 30 maggio, con la descrizione
questa
iniziativa ha aperto la prodella traversata del Sahara a vela
pria
sede
alla popolazione facendo
da parte di Mauro Melis e l’impresa
un’opera
meritoria
considerato che
da San Terenzo a Trieste in canoa,
a
Lerici
manca
una
sala per confeprotagonista Fabrizio Trivella, si è
renze
o
manifestazioni
similari.
concluso il primo ciclo di conferenLa
partecipazione
dei lericini,
ze tenutesi nel Quadrato Marinai
notoriamente
restii,
è
stata
molto
della sede ANMI di Lerici.
buona
e
l’ANMI
si
augura
sia
ancor
Gli argomenti trattati sono stati i
maggiore alle conferenze che si
più disparati e hanno riguardato:
la marineria, il territorio, i cava- terranno in autunno. Chiunque lo
nei, i momenti di vita lericina, i gio- desideri può anche portare un
chi lericini di un tempo, la meteoro- proprio contributo su un argologia, la storia contemporanea, mento di interesse comune contattando la Presidenza.
R.P.
l’attualità, l’avventura.
Conferenze dell’ANMI
Direttore Responsabile
Sandro Fascinelli
Capo-redazione
Maria Luisa Eguez
redattore docente
Gabriella Molli
Lerici In ha due redazioni:
a San Terenzo
Matteo Basta, Nicolò Conti, Alessandra
Guariglia, Annalisa Mencacci, Francesco Mencacci, Emmanuele Purpi, Gloria Tassoni, Martina Bronzi, Irene Gennaro.
e a Lerici
Diletta Giannarelli, Matilde Locori, Emma Pedemonte, Elsa Poletto, Pietro
Ratti, Alessandro Tronconi.
RISTORANTE
BONTÀ
NASCOSTE
chiuso il martedì
LERICI - Via Cavour, 52
pesce e carne
nel cuore di Lerici
dal 1937
Via Cavour, 2-3-4 - LERICI
tel. 0187-966776
www.bontanascoste.it - tel. 0187-965500
GIOCATTOLI - CESTERIA - TUTTO PER IL NUOTO
Barche e motori
nuovi e usati
se cercate qualcosa di estivo, è da noi
equipaggiamenti
LERICI
via Vespucci, 5
www.beppenautica.it
LERICI IN… - agosto 2014
tel. 0187-966993
I
FORNITORE ESCLUSIVO piscina "CICCI ROLLA" Lerici
HEAD SWIMMING - SPEEDO - CRESSI SWIM AQUASPHERE
VISITA IL NOSTRO SITO www.dallacolombina.com
Pagina 5
Strategie contro la cellulite e la ritenzione idrica (6)
Con questa puntata siamo veramente arrivati alla fine di questa
serie di consigli della dr.ssa Alessandra Di Sibio, pubblicati da febbraio 2014. I precedenti numeri di
Lerici In si possono trovare su
Internet o presso la segreteria della scuola in piazza Bacigalupi.
Ringraziamo la dottoressa per
la sua gentile collaborazione, sicuri
che presto ritornerà con altri articoli
per le nostre lettrici ma non solo.
Idee per i pasti
L’alimentazione ideale per
combattere la cellulite è in realtà molto semplice ma non si
tratta di una dieta temporanea:
è un modo di nutrirsi permanente. I pasti devono essere soddisfacenti, gustosi, nutrienti ed assai gradevoli.
COLAZIONE
Il cibo che mangiate al mattino è il combustibile che
l’organismo utilizzerà fino all’ora di pranzo. La colazione
non deve essere necessariamente abbondante ma deve
contenere le giuste sostanze
nutrienti. È bene cominciarla
bevendo un bel succo di frutta
appena spremuta (arancia,
pompelmo, ananas) o mangiando della frutta secca.
I cereali sono considerati il
nuovo piatto forte della colazione e se ben scelti e preparati sono effettivamente eccellenti. Essi si possono mescola-
re al latte parzialmente scremato o magro oppure allo yogurt. Una fetta di pane tostato
integrale con un pochino di
marmellata e di burro può accompagnare la tazza di latte.
Non c’è motivo di fare la
colazione subito appena svegli,
soprattutto se non si deve andare a lavorare o a scuola. Si
può ritardarla di qualche ora.
Molte persone non hanno fame
appena sveglie e questo per
molte ragioni, come la cena
fatta troppo tardi e/o un pranzo troppo pesante.
Durante la notte i nostri
processi digestivi sono molto
rallentati, pertanto può capitare che la mattina si stia ancora digerendo quanto si è
mangiato la sera precedente.
Se vi viene fame a metà mattina bevete un grosso bicchiere
di succo di frutta o di verdura
oppure mangiate un frutto.
PRANZO
Cercate di mangiare la pasta, preferibilmente integrale
ogni giorno, possibilmente preceduta da un bel piatto di verdura fresca condita con olio
extra-vergine di oliva e limone. Almeno tre volte la settimana sostituite il secondo con
un piatto unico di pasta e legumi. Per la verdura non vi
limitate alla lattuga e ai po-
Osteria
La Caletta
Te l l a r o
via Fiascherino 100 tel. 0187-964000
cucina genuina di mare
modori, ma cercate di variare
tutti i giorni. Come pane quello da preferire è sempre il tipo
integrale.
I secondi da utilizzare sono
quelli indicati nella dieta che
seguite. Completate il pranzo
con un buon frutto fresco: se
non lo desiderate subito potete
spostarlo una mezz’ora dopo o
come spuntino del pomeriggio.
CENA
Il pranzo e la cena come
indicato nella dieta che seguite possono essere perfettamente intercambiabili, ma qui possiamo aggiungere qualche suggerimento.
A casa, zuppe e insalate
possono essere facilmente ridotte in creme e, per una maggiore varietà, potrete usare gli
avanzi. Per esempio, una cena
a base di riso integrale, verdure cotte al vapore e un secondo
è perfetta per la sera e la sera
successiva si potrà utilizzare il
riso avanzato per l’insalata; lo
stesso vale per il pollo magro,
che una sera si potrà mangiare con le verdure cotte al vapore e la sera dopo per arricchire
l’insalata.
Possibili cene a casa
o al ristorante:
•
pasta condita con un sugo
leggero e una generosa porzione di verdure cotte e
(Continua a pagina 7)
FIORI JUNA
LERICI - Piazza Garibaldi 13
tel. 0187-967279 e presso il
cimitero Boschetti
L a Sp ez ia c ell. 33 9- 2769 627
idee regalo
Vasi design e ballon point
fiori e piante
Fiori per ogni tipo di evento lieto o triste
ampia scelta di menu a la carte e menu fissi
Degustazione la Caletta: prelibatezze di mare
secondo il pescato del giorno, ideale per assaporare tante varietà in una sola occasione
servizio Interflora - consegne a domicilio
Veranda vista mare - Si organizzano
pranzi e cene per ogni tipo di evento
Al vost r o ser vi zi o l’ esperi enza di
t r e gener azi oni di fi or ai
LERICI IN… - agosto 2014
Allestimenti per cerimonie
Pagina 6
(Continua da pagina 6)
un’insalata,
pesce arrosto o al cartoccio
con verdure cotte e/o un’abbondante insalata,
• un’omelette
con l’insalata
(perfetta anche per il pranzo,
specie se il ristorante non
offre molta scelta),
• una patata al forno con
un’ab-bondante porzione di
verdure cotte al vapore o arrostite e una piccola insalata
(questo piatto da consumarsi
solo una volta la settimana
per purificarsi),
• cena a base di verdure, con
l’aggiunta di un po’ di pollo o
di tacchino.
DOLCI
Quando si va al ristorante o
a casa cercate di saltare il dessert. Qualche volta ci si può
permettere un succo di frutta
o un sorbetto di frutta, che
non sono molto nutrienti e sicuramente migliori dei gelati,
dei pasticcini e delle torte.
•
Una piccola porzione di yospremute,
gurt magro con un cucchiaino • yogurt magro con un cucdi uva sultanina e magari
chiaio di uvetta o di frutta
qualche pezzetto di noce per
fresca,
terminare un pasto, di tanto • cereali secchi senza aggiunta
in tanto, è un dessert rinfredi dolcificanti o sale: un cucscante e soddisfacente.
chiaino di fiocchi di frumento
I dolci fatti in casa con la
o di avena o di riso soffiato;
farina integrale e pochissimo • un dolce di frutta con marzucchero o, meglio ancora, utimellata di sola frutta,
lizzando la frutta secca per • una tartina fatta in casa;
addolcirli, sono accettabili e
ciambelline integrali non
ogni tanto vanno bene. Dimensalate,
ticate invece completamente i • una fetta di pane integrale
dolci surgelati e i gelati confefresco o tostato, con marmelzionati.
lata di sola frutta o 30 gr. di
SPUNTINI
formaggio magro;
Uno spuntino va benissimo • noci, nocciole, semi non salati.
se a base di cibi giusti. Ecco Alessandra Di Sibio biologa
alcuni suggerimenti di spuntidella nutrizione San Terenzo
ni che non interferiscono con il
programma per una sana ali- MOLINARI MODA 1932
mentazione:
Via del Prione 286 La Spezia
• frutta fresca o una piccola
Abbigliamento uomo donna
pellicceria
quantità di frutta secca,
Cerimonia
• crudités,
• frullati fatti in casa,
sposa - sposo
• succo di verdure appena
tel 0187-770208 / 770772
La farmacia di turno nelle ore
COME FUNZIONA
di
chiusura, e facoltativamente
IL SERVIZIO
dalle ore 19.30 alle 21, garantisce
DELLE FARMACIE il servizio a battenti chiusi con il
Le farmacie sono aperte dalle
ore 8.30 alle 12.30 e dalle ore 16
alle 20 (s. 25-10); chiuse i festivi e
lunedì mattina. La farmacia di turno effettua il seguente orario di
apertura: dalle ore 8.30 alle ore
13.00 e dalle ore 15.30 alle 21.
farmacista presente in farmacia.
I turni delle farmacie iniziano alle ore 8.30 del lunedì per terminare
alle ore 8.30 del lunedì successivo.
Farmacie di turno a AGOSTO:
• Dal 28 lug. al 4 ago. e dal 25
agosto al 1 settembre farmacia
Ghigliazza di San Terenzo,
• Dal 4 al 11 agosto farmacia
Giudici di Lerici,
• Dal 11 al 18 agosto farmacia
Padre Pio di Tellaro,
• Dal 18 al 25 agosto farmacia
Bello di Lerici.
Le farmacie non di turno possono
effettuare aperture straordinarie.
CENTRO ESTETICO SHELLEY
Lungomare B iaggini 5 - Lerici tel. 0187– 968204
Arriva comodamente al parcheggio dell’Hotel… al resto pensiamo noi
Le nostre promoz ioni per un’estate in forma
Trattamento viso anti age
Trattamento viso illuminante-schiarente
Pedicure curativo + omaggio manicure smalto semip.
Reflessologia plantare (1 ora)
Trattamento corpo (di 1 ora e 30 min.)
Adip-ex anticellulite (alle alghe della Bretagna)
€
€
€
€
60
50
55
50
€ 80
€
€
€
€
50
45
40
45
€ 70
INFO: www.hotelshelley.it
LERICI IN… - agosto 2014
Pagina 7
15 agosto: il Canale di Panama compie 100 anni
L'idea di aprire un canale
che mettesse in comunicazione
l'Atlantico col Pacifico, si può
far risalire a Vasco Nufiez de
Balboa che nel 1513, dopo un
percorso leggendario compiuto
in 24 giorni alla testa di 190
spagnoli e 800 indios, attraverso la giungla che copriva
l'istmo, raggiunse l'Oceano più
vasto. Da quella prima idea e
dalle vane ricerche di Magellano che dovette percorrere miglia e miglia prima di attraversare, oltre la Patagonia, lo
stretto che oggi porta il suo
nome, fino a cento anni fa l'unica rotta percorribile, per veleggiare da un Oceano all'altro, era quella particolarmente
insidiosa di Capo Horn.
Solo dopo l'apertura del Canale di Suez nel 1869, fu lo
stesso realizzatore della colossale opera, Ferdinand de Lesseps, che tentò analoga impresa con Panama senza peraltro
riuscirvi, e non solo per ragioni finanziarie. Comunque, l'idea di quel Canale, lungo poco
più di 81 chilometri, non venne abbandonata malgrado le
esigenze finanziarie della Colombia della quale faceva parte la zona interessata ai lavori. L'intricato caso politico fu
risolto dall'ingegnere francese
Philippe Bunau-Varilla, che
aveva lavorato con de Lesseps
e dalla spregiudicatezza di
Theodore Roosevelt, da poco
eletto presidente degli USA.
L'ingegnere lanciò l'idea di
una rivoluzione dalla quale
sarebbe nato uno stato indipendente che avrebbe concesso
agli Stati Uniti il terreno necessario per costruire il Canale. I cospiratori vennero discretamente informati che in
caso di rivoluzione la flotta
americana avrebbe bloccato la
costa allo scopo di impedire un
eventuale sbarco delle truppe
colombiane. La spregiudicatezza di Roosevelt - come narra André Maurois nella sua
"Storia degli Stati Uniti" - si
risolse non ascoltando le
chiacchiere del Senato americano sulla opportunità di agire
in modo poco ortodosso e accettando invece il Canale che
gli sarebbe stato offerto su un
piatto d'argento dall'ingegnere
francese. Intanto la Colombia
finì per transigere con 25 milioni di dollari.
Altri guai si manifestarono
durante gli interminabili lavori in una regione che si distingueva per la malaria e la febbre gialla le quali fecero oltre
20.000 vittime. Il Canale, i cui
tel. 0187-966327
LIDO DI
LERICI
STABILIMENTO BALNEARE
BAR
Via Biaggini, 24 - LERICI
tel. 0187-968159
PICCOLO
HOTEL
DEL LIDO
www.locandadellido.it
UN SOGGIORNO INDIMENTICABILE
LERICI IN… - agosto 2014
primi lavori erano iniziati nel
1880, è orientato da NordOvest a Sud-Est nella direzione Atlantico-Pacifico. Per
sfruttare in modo analogo a
quanto praticato per il Canale
di Suez con i Laghi Amari, nel
caso di Panama fu utilizzato
per un buon tratto del percorso il Lago di Gatún e per un
tratto minore quello di Miraflores.
Per i diversi dislivelli del
terreno fu costruito un sistema di chiuse che permette il
transito contemporaneo delle
navi nei due sensi. L'importanza del canale, palese per
ogni navigazione marittima, è
particolarmente evidente per
gli USA: infatti la distanza via
mare fra New York e San
Francisco è stata artificialmente abbreviata di 7.875 miglia marine (poco meno di
15.000 Km), passando da
13.155 a 5.280 miglia marine
(1 miglio marino = 1852 m).
La "Canal - Zone", data agli
USA dalla giovane Repubblica
di Panama "in perpetuo", dal
l° gennaio 2000, con regolari
trattati, è tornata a far parte
della Repubblica centroamericana (comprese le aree occupate dalle 14 basi militari statunitensi) con un traffico annuale di circa 13.000 navi.
(Continua a pagina 9)
TRITTICO NATATORIO
SANTERENZINO 2014
www.tritticosanterenzo.it
[email protected]
La manifestazione natatoria, promossa dalla Regione Liguria e patrocinata dal Comune di Lerici,
che ogni anno fa affluire nel nostro paese numerosi atleti e familiari da tutta Italia
15 giugno …… Miglio Blu (gara aperta a tutti)
19 e 20 luglio. Memorial “Adolfo Mariani”
(Gare FIN, UISP e Amatori)
10 agosto … …Un solo golfo un solo mare
(gara aperta a tutti)
13 e 14 settembre Memorial “David Passalacqua”
(Gare FIN – UISP e Amatori)
Pagina 8
1914: già allora diatribe tra Lerici e San Terenzo
(Continua da pagina 8)
Nel secolo scorso molti cittadini della nostra Provincia,
che sceglievano per lavoro la
via del mare, non avrebbero
avuto difficoltà a trovare una
motivazione per questo ricordo
centenario: infatti il Canale di
Panama fu aperto al traffico il
15 agosto 1914 (anche se l'inaugurazione ufficiale avvenne sette anni dopo). Ma oggi,
con la memoria labile per tanti
avvenimenti storici, saranno
pochi coloro che ricorderanno
quanti loro parenti, non lontani nel tempo e direi meglio ancora viventi, hanno attraversato il Canale su navi da carico dirette a Los Angeles, San
Francisco, Seattle o addirittura a Vancouver in Canada,
oppure, con una rotta verso
Sud, fino al lontano Cile.
Infatti, tanti nostri marittimi, nel senso più ampio del
termine, navigarono con i
transatlantici della “Navigazione Generale Italiana” o della
“Società Italia” toccando i porti della Colombia, dell'Ecuador, del Perù e quelli del Cile
fino a Valparaiso. A loro dedico questo ricordo e in particolare ai marittimi dei Comuni
di Lerici e Ameglia che ritengo
siano stati fra i più numerosi
della nostra Provincia.
Noi siamo gente, lo sappiamo bene, più di strapaese che
di paese. Il nostro campanile è
sempre più verde di quello del
vicino, anche se le due torri
sono così contigue da specchiarsi l'una nell'altra.
Così succede che proprio un
secolo fa Lerici e San Terenzo
si guardano in cagnesco, con
gli abitanti di quest'ultimo
borgo che minacciano la scissione reclamando l'indipendenza dal centro lericino. Ce lo
dice una lettera che “Il Comune”, settimanale spezzino del
tempo pubblica il 25 luglio di
quell'anno 1914.
Il titolo dell'articolo che riproduce la missiva di un «egregio amico di S. Terenzo», è
quanto mai significativo: “Per
la pace”. Chi scrive ricorda che
«la vessata questione dura ab
antiquo fra i due paesi posti
dalla natura in atteggiamento
di eterna sfida», ma auspica
che fra le due parti (una che
non intende rinunziare ad alcuna prerogativa, l'altra pronta ad ergersi a Comune autonomo) si trovi la via di un ragionevole accordo che componga la diatriba. Indica anche
quale può essere la via da percorrere per trovare l'accordo:
concedere a San Terenzo un
Luigi Romani «più equo reparto di consiglie-
ri» e un ufficio di Stato civile
distaccato, seguendo l'esempio
di Arcola con Pitelli.
Il commento del giornale è
di plauso alla proposta, ma
contiene anche un invito che i
Santerenzini non si lascino
abbindolare da chi soffia sul
fuoco per il proprio tornaconto
urbanistico.
Come finisce la storia, non
si sa, però giova ricordare che
già nel precedente marzo il
Comune aveva provveduto a
fornire il territorio di «comodi
edifici scolastici».
Alla Serra e Pugliola già si
costruisce; a Lerici e a San
Terenzo si sono appaltati i lavori da farsi nei terreni dei
Picedi e degli Spinola.
Alberto Scaramuccia
CASTELLO DI SAN TERENZO
È visitabile gratuitamente tutti i
giorni dalle ore 17 alle 19.
IL PARCO SHELLEY
è aperto dalle ore 9 alle 22.
CIRCOLO DEL TENNIS
Campus estivo per ragazzi
sino alla fine di agosto.
Dal 1° all’8 agosto
Torneo del villeggiante limitato 4.1 - Iscrizioni entro
il 29 luglio: telefonare alla
segreteria tennis o inviare
una e-mail
Ristorante
del Molo
Associazione Sportiva
CIRCOLO TENNIS LERICI
meta di artisti e poeti...
dove rivivono
gli antichi sapori
aperto tutto l’anno
tel e fax 0187-968612
in calata Mazzini a LERICI
le vere ricette
di mare della tradizione lericina,
dolci della casa
tel. 0187-967334
LERICI IN… - agosto 2014
loc. Vallata - Venere Azzurra
info e prenotazione campi
Segreteria del Circolo 0187 965995
•Corsi di tennis per ragazzi
•Corsi di tennis per adulti
•Organizzazione tornei F.I.T.
Indirizzo e-mail: [email protected]
Parcheggio riservato per soci e giocatori
Pagina 9
Per le edizioni Giacché, il dottor Mauro Biagioni ci ha donato
una commovente testimonianza dei
suoi viaggi africani con Mail dal
Malawi il cuore caldo dell’Africa,
corredate da foto di Fausto Gianluca Di Natale. Un anno fa, nel n°
7 del luglio 2013, abbiamo già parlato dell’attività in Malawi del dottor
Mauro Biagioni, pediatra molto conosciuto per le sue doti umane e
professionali, ma anche scrittore
che ha regalato alla storia locale
preziosi contributi, scritti a due mani
con la moglie, la dott.ssa Enrica
Bonamini, come Storie e leggende
di Lerici e Val di Magra (con illustrazioni di Francesco Musante), Il Golfo racconta… (con disegni di Lele
Luzzati), La Lunigiana dei castelli
(con foto di Davide Marcesini).
Il libro è una raccolta di e-mail
mandate alla moglie o ad amici,
nati sull’onda delle emozioni del
momento e tuttavia redatti con
quell’eleganza che è connaturata
alla comunicazione scritta e orale
del loro mittente, ricchi di osservazioni pittoriche e di rimandi letterari;
una narrazione insomma troppo
bella per restare confinata a pochi
intimi, quegli stessi intimi che, come
padre Mario, hanno spinto Biagioni
a dare le sue lettere alle stampe.
Il ricavato del libro si tramuterà,
come è ovvio per chi conosce almeno un po’ il pediatra arcolano, in
cibo e medicinali per il Comfort
Community Hospital di Balaka, nel
sud del Malawi, dove lui opera dal
2008 nelle sue trasferte annuali.
Biagioni presta la sua attività
nell’ambito di Orizzonte Malawi,
un'associazione no profit composta
da volontari, che sostiene i progetti
di Andiamo Youth Cooperative
Trust, consorzio creato nel 1984 da
padre Mario Pacifici e don Cesare
Castelli a Balaka.
Fra le iniziative avviate, nel
settore dell’istruzione: quattro asili,
una scuola secondaria per duecento studenti, vari corsi di formazione
professionale per un centinaio di
studenti, due ostelli per ragazzi e
due per ragazze; per la sanità è
stata aperta la Comfort Clinic, una
struttura che fornisce servizi sanitari ambulatoriali e che soltanto nel
primo trimestre del 2014 ha già registrato 15.564 visite (con due soli
decessi) e attualmente dispone di
44 letti pediatrici tutti costantemente occupati; per il sociale sono
operanti progetti di microcredito,
una fabbrica di scarpe e circa settecento operai impiegati in lavori di
edilizia, falegnameria, carpenteria,
meccanica, agricoltura; per lo sport
ci sono centri dove si incentivano
l’atletica, il basket, la pallavolo, il
calcio e attività tradizionali come il
net-ball; per la cultura l’Alleluya
band porta ogni anno in tournée i
suoi spettacoli che hanno anche lo
scopo di reperire fondi a favore di
Orizzonte Malawi.
Parlando della storia del fondatore, Biagioni scrive:
“Padre Mario divideva l’impegno
nei villaggi con quello in parrocchia. La comunità parrocchiale
cresceva ed era sempre più vitale.
Erano gli anni della costruzione
della grande chiesa di Balaka.
Le feste religiose erano sentite e
largamente partecipate.
Padre Mario dice di aver sempre
dato grande rilevanza alle feste per
la loro capacità di attrazione e il
loro contributo alla crescita spirituale della comunità.
Canti, suoni, danze: nacque così anche l’Alleluja Band con la
quale ancora oggi Padre Mario va
in giro per il mondo. E intanto si
sviluppava “Andiamo”, la cooperativa, con tutte le realizzazioni ad essa collegate: asili, scuole, officine,
la Comfort Clinic.
Intanto anche l’Africa cambiava.
Venne l’AIDS, una tragedia dapprima silenziosa e poi sempre più
devastante, con i suoi lutti e i suoi
dolori, che decapitò le classi produttive e disseminò il Paese di
orfani. Una tragedia che ancora
continua. E poi i perversi cortocircuiti innescati dai venti della globalizzazione”.
Grazie, dottor Biagioni, per questa testimonianza!
E chi fosse interessato ad avere
il libro o a saperne di più può
scrivere a [email protected]
Maria Luisa Eguez
La nostra grande qualità
per il vostro grande giorno
matrimonio - battesimo - cresima
compleanni
per info e prenotazioni:
tel. 0187-967800
www.doriahotels.com
doriahotels
LERICI IN… - agosto 2014
Pagina 10
L’89° “Palio del Golfo”, visto da chi ci partecipa
In vista del prossimo Palio
del Golfo che si svolgerà domenica 3 agosto la redazione di
San Terenzo ha intervistato Annalisa Mencacci timoniera dell'armo di Lerici (foto sopra) e alunna
cronista della stessa redazione,
che vivrà il Palio da protagonista.
Le “borgate marinare” che si
sfideranno a colpi di remo sono:
Portovenere, Le Grazie, Fezzano, Cadimare, Marola, CRDD
(Circolo ricreativo dipendenti difesa), Canaletto, Fossamastra,
Muggiano, San Terenzo, Venere
Azzurra, Lerici e Tellaro.
Una curiosità:
Negli anni 1942-43-44- il Palio
non fu disputato per via della 2a
Guerra Mondiale, Nel 1945 il Palio
del Golfo è stato disputato davanti
a San Terenzo perché alla Spezia
la passeggiata Morin era impraticabile a causa dei bombardamenti e
le navi del porto erano affondate
proprio nelle acque dove veniva
disputato il Palio.
D. Annalisa ora sei timoniera titolare dell'armo
della Borgata Marinara di
Lerici. Come sei giunta a
Illice
occupare questo ruolo?
R. Sono giunta a occupare
questo ruolo quando a San Terenzo, borgata per la quale ho
timonato due anni, è venuto a
mancare l'equipaggio femminile. Mi ha indotto a cambiare
borgata il fatto che la proposta
alternativa che mi avevano
fatto non esaudiva il mio desiderio perciò, fra le offerte che
avevano fatto le borgate vicine
ho deciso di scegliere quella di
Lerici perché mi sembrava (ed
è) una borgata con equipaggi
forti e ben organizzata.
D. Hai già partecipato
alle gare del Palio di agosto? Che emozioni hai provato in gara e dopo?
R. Ho partecipato all’87°
Palio del Golfo con l'equipaggio femminile arrivando terza.
Quando abbiamo tagliato il
traguardo gli allenatori e i tifosi esultavano mentre io, non
essendomi resa conto cosa
stesse succedendo, rimasi seduta immobile. Poi capii che ci
eravamo piazzati bene così mi
alzai in piedi e tirai su le braccia come tutti gli altri. Partecipai anche alla gara senior, dove arrivai decima. Fui felice
ugualmente perché non fu
un'ottima stagione e un decimo posto era già qualcosa.
All'88° Palio del Golfo, sem-
pasticceria
caffetteria
con laboratorio artigianale
Biscotti di Lerici
ci trovate anche su Fac ebook: illice
e su Internet: www.illice.it
con le date delle degustazioni e musica dal vivo
LERICI via Roma 45 cell. 333-1553139
Confezione di cesti da regalo
con prodotti tipici
LERICI IN… - agosto 2014
Il Gambero
Nero
pre con l'equipaggio femminile, arrivai quinta dopo una
brutta stagione per diverse
malattie delle vogatrici.
La gara senior non fu entusiasmante come l'anno prima
e arrivammo undicesime in
seguito alla squalifica della
borgata della Venere Azzurra
per aver “sberciato” (saltato)
la boa dei 1000 metri.
D. Quali aspettative avevi all'inizio e quali ora?
R. Le aspettative che avevo
all'inizio della mia “carriera”
sono molto cambiate: all'inizio
volevo solo divertirmi ma ora
ho intenzione di arrivare a ottenere buoni risultati.
D. Nel tuo futuro pensi
che possa esserci spazio per
continuare e diventare vogatrice?
R. Io ho intenzione di continuare questa passione diventando vogatrice. Come tutti
dicono, “I timonieri di oggi sono i vogatori di domani”.
Nel San Terenzo è stato
presidente nonché fondatore
(con altre persone) il mio bisnonno Dismo Mencacci.
Lui ha coltivato la passione
della voga in mio padre anche
se non è mai stato vogatore.
Quando mi hanno chiesto se
volevo andare a timonare lui
mi ha subito detto che sarebbe
stata una bella esperienza.
Ristorante
Il Gambero Nero
TELLARO
Via Fiascherino, 108
tel.-fax 0187-965731
specialità di pesce e cantina vini
sa la pe r fes te ggiar e
i vos tri m om enti pi ù bel li
Par cheggi o pr i vat o
m a anche…
Camere doppie e triple con vista mare
www.ristorantegamberonero.it
Pagina 11
Le meraviglie meno conosciute di Sarzana (4)
Usciti dalla Cattedrale giriamole intorno in senso orario, fino a raggiungere la piazza Calandrini, così detta in
onore del cardinale fratello per
parte di madre di Niccolò V.
Se si osserva attentamente
la parete di marmi bianchi
sulla nostra destra si potranno
notare, a circa due metri di
altezza, delle lettere incise. In
basso CL, in alto CC, verso
destra sono ripetute ma rovesciate e la distanza fra le prime è leggermente maggiore a
quelle delle seconde.
Se teniamo conto che anticamente la piazza era quella
del mercato, la cosa si risolve
in questo modo: sono due misure differenti di lunghezza, la
Canna Lunga e la Canna Corta, rispettivamente per i contadini e i burgensi. Ancora negli anni '50 era possibile vedere nelle piazze di mercato delle principali città italiane delle
grandi tabelle di marmo murate, recanti comparazioni di
misure di ogni genere. Lì venivano risolte le controversie sui
confronti fra pesi e misure.
Torniamo verso via Mazzini
e svoltiamo a destra: quasi
immediatamente sulla nostra
sinistra si presenta la cancel-
lata che immette al giardino
del Palazzo Vescovile.
Proseguendo fra i palazzi
nobiliari di via Mazzini, sulla
nostra destra fa spicco quello
Picedi-Benettini-Gropallo, con
le sue notevoli e artistiche grate in ferro battuto. Poco oltre,
sempre sulla destra, troviamo
la Pieve di S. Andrea, la chiesa più antica di Sarzana, del
decimo secolo. Ormai totalmente rimaneggiata, mantiene solo la parte inferiore della
facciata e parte del lato destro
originario. All'interno conserva il fonte battesimale, che fu
l'unico di Sarzana per molti
secoli, alcuni dipinti del Fiasella e parti degli affreschi più
antichi.
Continuando, sulla nostra
sinistra si affacciano i due archi gotici della casa-torre Buonaparte, dove vissero gli antenati di Napoleone. In breve, la
famiglia attestata nella prima
metà del Duecento nella frazione di Stadano, fra Santo
Stefano Magra e Aulla, si trasferì a Sarzana. Lì si imparentò con i Malaspina e fu proprio
dal matrimonio fra Cesare
Buonaparte e Apollonia Malaspina, nella seconda metà del
Trecento, che iniziò il ramo
successivamente divenuto corso. Ormai siamo arrivati in
fondo a via Mazzini, dove troviamo piazza Matteotti, già
detta della Calcandola, perché
qui scorreva quel torrente, poi
spostatosi fuori dalle mura del
centro storico.
Davanti a noi, sulla sinistra, si trova il cinquecentesco
palazzo Roderio, ora sede del
Comune, con un'ampia collezione di ruderi lunensi nel cortile interno. Potendo salire al
primo piano, la balaustra in
marmo sulla sinistra dell'ingresso della Sala Consiliare ci
presenta alcuni pregevoli esempi di antichi tavolieri da
gioco incisi. Altri tavolieri, meno conservati perché esposti
alle intemperie, sono visibili
sulla balaustra, ora vetrata,
che si affaccia sul cortile interno. I tavolieri ci testimoniano,
dal Sedicesimo al Diciottesimo
secolo, la presenza di truppe
straniere, spesso di origine
teutonica, nella città di Sarzana, a volte in qualità di mercenari al soldo di Genova, altre
di veri e propri invasori.
Tornando davanti all'ingresso del palazzo possiamo
notare parecchie lapidi commemorative, fra le quali quella che ricorda la cosiddetta
(Continua a pagina 13)
D
E
H
O
R
S
Pasticceria - produzione propria
L’Ambrosia
via Petriccioli 19 - Lerici
•
•
•
•
Prenotazioni
tel. 0187-965712 cell. 339-2423188’
pasticceria fresca e secca
torte per matrimoni, cresime, ecc.
colazioni dolci e salate, aperitivi
PIZZERIA con TAVOLI ALL’APERTO
si preparano rinfreschi dolci e salati
per tutti gli eventi - consegna a domicilio
PIZZERIA TAVOLA CALDA IL GIOGO
GIOGO
FORNO A LEGNA
via Petriccioli, 44 Lerici
di fronte alla Banca
Chiuso il lunedì tel. 0187-967896 cell. 339-1626176
LERICI IN… - agosto 2014
CLIMACALOR snc
snc
Impianti e rivendita di materiale idraulico
LERICI loc. Guercio - Via Provinciale 15
(siamo a sinistra dopo l’incrocio per Cerri, direzione Romito)
(casa rossa) parcheggio privato
t el .-f ax 0187- 968536 cell. 335- 7699610
termosanitari
condizionamento
riscaldamento
IMPIANTI
e-mail: [email protected]
VENDITA - INSTALLAZIONE - ASSISTENZA
progettazione - esecuzione accurata impianti
formula chiavi in mano - certificazioni
Patentino DPR 43/2013 x impianti di climatizzazione
Pagina 12
(Continua da pagina 12)
Pace di Dante. La mattina del
6 ottobre 1306, il sommo poeta
ricevette dai Malaspina, proprio in questa piazza, la delega a trattar pace col Vescovo
di Luni. Subito dopo egli si
recò da questi, in Castelnuovo
Magra, e così si concluse una
di quelle interminabili guerre
fra Vescovo e Malaspina, insieme a feudatari minori e Comune di Sarzana.
Sergio Marchi
Tellaro. Incontri pro-campane da restaurare
I tellaresi amano le loro
campane. E poiché sono da
restaurare, si è formato un apposito comitato per organizzare, nella splendida piazzetta
sul mare dell’Oratorio di Selaa
a Tellaro, incontri fra cibocultura-tradizione.
In sintesi l’invito del gruppo
di lavoro per la promozione di
una ricerca di fondi si è attivato sotto la guida di Cesare Battistelli, con nomi come quello
di Silvio Vallero e Lauro Cabano, e tante donne del paese.
Infatti cibo-vino-olio sono i
tre punti forti della storia del
territorio tellarese e della sua
convivialità. In modo semplice,
gli incontri. Così il comitato ha
fatto leva in uno di essi sulla
presentazione di un libro uscito presso Cantine Lunae di Paolo Bosoni (“Ricette di Lunigiana”) per opera di tre autori
(Gabriella Molli, Armando Baldassari, Enrico Calzolari).
In questo caso l’azienda Lunae ha inviato Debora Bosoni,
la pupilla che si accinge dopo
la madre Iana ad essere la se-
conda signora del vino di casa.
Debora Bosoni si è soffermata
sulla ricerca enologica di suo
padre Paolo. Una storia generazionale quella di questa azienda (prima in Liguria) che
si è dato un programma non
solo per portare nel bicchiere
la cultura del Vermentino,
ma anche per diffondere la storia della Terra di Luna.
La storia del libro è affiorata dalle parole di Enrico Calzolari, studioso d’ambiente, che
ha spiegato la connotazione di
particolare valore didattico
delle ricette raccolte nel 1996
dal prof. Armando Baldassari
in un laboratorio di nuova concezione europea all’Alberghiero
Casini (Baldassari era docente
di sala bar). Ricette che senza
l’aiuto di Paolo Bosoni sarebbero rimaste in un cassetto.
Ebbene, una parte importante delle serate pro-campane
l’hanno svolta le donne tellaresi sempre presenti alle iniziative cultural-conviviali delle associazioni che operano a Tellaro. Incantevole il luogo scelto e
semplice il menu delle serate,
iniziate prima del tramonto e
terminate a notte fonda. Per
un omaggio alla cultura contadina del borgo (i tellaresi erano
contadini) ecco il pane con il
formaggio di un pastore lunigianese (Tellaro è citata nei
testi antichi per la sua formaggetta ai profumi delle erbe aromatiche di campo, primo fra
tutti il timo). E, altra chicca
molto comune nelle case come
ammazzafame condito con olio
e erbe, ecco le acciughe sottosale. L’olio è il secondo elemento che ha segnato la storia
di Tellaro. Olio oggi diventato
Dop grazie alla ripresa della
produzione da parte di un’azienda (Agritur) che ha risanato gli oliveti. I salumi dolci della buona tradizione lunigianese, dell’azienda Giordani che
ha sede a Romito Magra e che
ha ripreso la via della cultura
del maiale come la intendevano in Lunigiana (sale sì, ma
con quella misura che non nasconde la dolcezza della carne).
ha conquistato i palati.
Il produttore era presente
con la sua famiglia. Salumi
esaltati dagli sgabei di Toni: il
fornaio di Tellaro oggi in pensione un tempo parlava con i
bambini della scuola per far
loro capire la storia del grano.
Gabriella Molli
FARMACIA GHIGLIAZZA
San Terenzo - Via Mantegazza 8A
tel. 0187 970991 - 0187 971588
www.farmaciaghigliazza.it
International Real Estate
Services & PropertyManagement
Affitto appartamenti estivi
Lungomare Lerici -Golfo dei Poeti
www.international-realestate.it
cell.: 3482484108 - 3478551710
[email protected]
LERICI IN… - agosto 2014
Prenotazione cup
da lunedì a venerdì ore 8.45 - 10.30
sabato dalle ore 9,30 alle 10,30
i nst all azi one e lettur a holt er
car di aco e pressorio 24 h
consegna a domicilio di prodotti per persone anziane o
con gravi problemi di salute; le richieste devono pervenire entro le ore 11, salvo urgenze
In agosto chiusa lunedì mattina, aperta la domenica
ore 9.00--12.30 - apertura straordinaria il !5 agosto
Pagina 13
La passeggiata davanti la spiaggia di San Terenzo
Questa fotografia è stata
scattata nell’estate del 1959,
l’anno dell’inaugurazione del
pontile che Adolfo Mariani,
l’illustre e generoso santerenzino di New York, aveva donato alla popolazione e che purtroppo fu distrutto dalle mareggiate invernali dell’anno
successivo. Come potete vedere la passeggiata c’era già, costruita, ma non arredata e neanche pavimentata, si vede
ancora la cassaforma sullo
sbocco a mare del canale Lizzarella. Questa immagine ci
serve per continuare il racconto che avevamo iniziato nel
numero di novembre: vi ricordo che, dopo la mareggiata del
’51, si era proceduto alla messa in opera della diga frangiflutti e in seguito si era formata una piccola spiaggia che
oltre a proteggere il paese aveva contribuito alla crescita turistica di San Terenzo.
Già nel 1956 si era cominciato a riempire lo specchio
acqueo sotto il castello per formare una grande piazza e nel
marzo 1958 iniziò la costruzione della passeggiata terminata nello stesso mese dell’anno
successivo. Il lavoro di riempimento fu agevolato dall’utilizzo dei prodotti di scarto della
Fonderia di Pertusola e dal
materiale di scavo delle fondamenta dei nuovi palazzi che
avevano cominciato a costruire
sia in Bagnara che sul Viale
della Vittoria.
Dopo l’allargamento della
strada e la costruzione della
passeggiata era rimasta una
piccola spiaggia, o meglio una
lingua di sabbia che era sufficiente per ospitare noi residenti e i nostri “Parmesan”,
ma, dopo pochi anni, era già
cresciuta a dismisura e attirava tutti i bagnanti della Spezia dove nel frattempo avevano chiuso gli stabilimenti balneari del Canaletto e di Fossamastra per fare posto al porto
ed ai cantieri di riparazione
navale.
In pochi anni la fisionomia
di San Terenzo era cambiata:
da un caratteristico borgo di
pescatori, che aveva affascinato Shelley e Paolo Mantegazza, si era trasformato in un
La Creuza de Mauri
Il ristorant e
di Maurizio Stella
Enoteca
San Terenzo - via Mecconi, 14
tel. 0187-971225 cell.327-4681652
specialità di pesce
piatti di carne
cucina vegana a richiesta
LERICI IN… - agosto 2014
anonimo paese davanti a una
spiaggia libera. Nei primi anni
’70 la spiaggia cominciò a diventare un problema, la convivenza fra barche e bagnanti
rappresentava un pericolo fisico e l’acqua stagnante, soprattutto con i canali Portiola e
Lizzarella che sfociavano direttamente nella darsena, un
problema chimico di igiene
ambientale.
Nel 1975 l’Amministrazione
Comunale decise di procedere
a un radicale dissabbiamento.
La sabbia venne asportata con
ruspe e trasportata dietro al
castello, nella spiaggia della
Marinella. Questo è il periodo
che mi piace indicare come il
nostro “Klondike”, perché iniziò una vera e propria caccia
all’oro. Tutti gli oggetti di valore, catenine, anelli, bracciali,
perduti dai bagnanti negli ultimi vent’anni ritornavano alla
superficie: ci sono state persone che hanno racimolato qualche etto d’oro. Malgrado il lavoro del ’75 l’insabbiamento
continuò inesorabilmente creando dissapori nella popolazione fra chi era favorevole e chi
era contrario alla spiaggia finché l’Amministrazione Comunale guidata dal sindaco Ignazio Ferrari propose un referendum fra i cittadini di San Te(Continua a pagina 15)
Sede di LERICI
42 anni di esperienza
L’Agenzia Migliorini vi aspetta
nella nuova sede di via Roma 31
tel . 0 187 -969 139
ce ll. 348 -7 93190 2
Compra - vendita - Stima
E -mai l: [email protected]
We b: www.migliorini.net
Pagina 14
Estate al cinema ASTORIA di LERICI nella sala digitale o nell’arena
LERICI VIA GERINI 40
Inizio spettacoli alle ore 21.30
I MIGLIORI FILM CON
ANTEPRIME NAZIONALI
EVENTI MUSICALI
E CULTURALI SUL
GRANDE SCHERMO
NUMERI UTILI
PREFISSO telefonico: 0187
disponibili
Scegli o
nell’arena estiva o
nella sala
a proiezione digitale
presso il cinema
o i locali pubblici
del territorio
Per informazioni
si può chiamare:
tel. 0187-952253
cell. 328.3896245
Segui la programmazione
giornaliera
attraverso i manifesti
o le locandine
ambulanza, onoranze funebri, al sabato 8.30 - 12.30 / 14.30 protezione civile, antincendio boschivo - 18.30 tel. 967326
tutti i giorni H 24 - tel. 967136.
Carabinieri via XX Settembre 23
COMUNE DI LERICI
tel. 967 129 - tutti i giorni, anche festivi
piazza Bacigalupi 9
dalle ore 8 alle 22 fax 967270
centralino Telefono 0187-9 6 0 1
Ufficio Locale Marittimo
fax 9 6 6 9 9 8
via Calata Mazzini 23 tel. 964545
Difensore civico – telefono verde gli uffici e l’URP sono aperti al
800807067 per appuntamento pubblico tutti i giorni feriali dalle ore
9.00 alle ore 12.00
Pubblica Assistenza Lerici Esplica i seguenti servizi: trasporti con Vigili urbani - Sportello: dal lunedì
(Continua da pagina 14)
renzo: Eliminazione spiaggia - SÌ / Eliminazione
spiaggia - NO (1). La consultazione si svolse domenica 30
aprile 1989 e, come avrete facilmente intuito, vinsero nettamente i NO.
Non è che noi, per
far crescere lei, dovremo fare una nuova cura dimagrante?
ANAGRAFE in giugno 2014
abitanti al 31 maggio
abitanti al 30 giugno
nati
morti
immigrati
emigrati
matrimoni
Nonostante chi tifa per i gufi noi puntiamo
a far crescere l’Europa
Rai sat
Sio-Ca’ (Alfredo Lupi)
Semestre europeo
(1) Per la precisione il quesito
era: Sei favorevole all’eliminazione
della spiaggia davanti all’abitato di
S.Terenzo? SÌ o NO. Se voti SÌ preferiresti: 1) Mare al posto della spiaggia. 2) Riempimento parziale della
baia. 3) Riempimento totale.
Vignetta di
Irene Gennaro
LERICI SPORT 1954
COOP 1° MAGGIO
Main sponsor Carispezia
Viale della Vittoria, 14
San Terenzo tel. 0187-952115
ESTATE CON SCONTO 20 %
sui gelati SAMMONTANA
Da più di un secolo al servizio dei soci
e della comunità santerenzina:
e Comune di Lerici
c/o Piscina
Venere Azzurra
tel. 0187-965773 parcheggio privato
Prezzi e orari: www.lericisport1954.it
IL NUOTO A LERICI TUTTO L’ANNO
•
•
•
•
10.387
10.395
2
4
35
25
5
Corsi di nuoto per bambini, anche propedeutici alla pallanuoto
Corsi di nuoto per adulti - nuoto libero
Acquagym e acquagym per gestanti
Acquagol e pallanuoto per ragazzi
CAMPUS estivo in piscina per ragazzi / e
LERICI IN… - agosto 2014
il miglior servizio, con prodotti di
qualità, al prezzo più conveniente
Apertura: domenica ore 8.30 - 12.45
.45
.15
.45
da lunedì a venerdì ore 8 - 12 e 17 - 19
Sabato ore 8 - 12.45 e ore 17 - 19.45
Pagina 15
EUROSPIN
via Scoglietti 22 LERICI loc. Muggiano
tel. 0187-952116
AMPIO PARCHEGGIO PER LA CLIENTELA
La spesa intelligente
da lunedì a sabato orario continuato ore 8.00 - 20.00
la domenica ore 8.30 - 13.00
offerte speciali a rotazione ogni 15 giorni
.
nei nostri reparti trovate:
•gastronomia
•pane fresco e prodotti locali
•carne e preparati di carne
•pesce fresco
•frutta e verdura
•gelati e surgelati
•prodotti alimentari
• cibo per gli animali
• prodotti per la casa e per
l’igiene
• ...e tanto altro ancora
Superato San Terenzo, ci trovate a sinistra, subito dopo la galleria degli Scoglietti
L’angolo dei pe losi a quattro zampe
Chi sono Franca e Giorgio?
Non sono due umani, ma due
pelosi e ad essi è intestato il
gruppo di Facebook Franca &
Giorgio amici di zampa che nasce dalla voglia di aiutare cani di
ogni specie, in memoria di due
“giganti buoni” salvati un anno fa
da violenza e indifferenza.
Hanno creato una magia e
un'energia positiva tali da spingere un gruppo di volontari a tentare di ripetere il miracolo dell’adozione di altri cani e gatti oggetto
di maltrattamenti e abbandono.
Con le quote delle adozioni a di-
stanza (10 € al mese per partecipare alla rinascita di un essere
vivente, riscattato dalla crudeltà
del proprio destino) si possono
garantire stallo e visibilità a qualche altro amico di zampa.
L’appello è lanciato in prima
persona da Benedetta-Maria Eguez, co-fondatrice del Gruppo e
intestataria del conto corrente a
cui far pervenire le offerte (IBAN
IT66N0603010704000046631102):
«Non possiamo fare molto,
non possiamo fare tutto ma per i
cagnetti che incontrano la nostra
strada tutto cambierà. L'affitto del
box che paghiamo ci permette di
salvarne due o tre per volta, non
è molto - lo sappiamo - ma per
loro che si salvano è tutto!
É solo con il vostro aiuto che
possiamo farlo perché noi, oltre
che a donar loro cure, attenzioni,
tempo e un amore sincero, ci au-
LERICI IN… - agosto 2014
INFO: 339-2275801 Cristiana;
347-6127359 Bettina;
339-2275801 Benedetta.
GUARDIA MEDICA
Ore notturne dalle ore 20 alle
ore 8 dei giorni feriali e nei giorni prefestivi e festivi
tel. 0187-026198
Calevo Nestore & F. s.r.l.
Calevo Prefabbricati s.r.l.
magazzino
via Provinciale, 386
19030 Romito Magra
tel. 0187-988010 / 0187-988226
fax 0187-988403
stabilimento
Show room pavimenti, arredo
bagno, rivestimenti
GRUPPO CALEVO
dal 1888
totassiamo ai limiti delle nostre
forze. Se volete venire a vedere i
nostri pelosi e toccare con mano
il nostro lavoro, sappiate che siete i benvenuti in qualsiasi momento».
Chi aderisce a questo progetto ogni mese riceverà via e-mail
le informazioni sui cani adottati a
distanza.
Per vedere gli appelli e gli aggiornamenti quotidiani di noi volontari ci si può iscrivere al gruppo chiuso su Facebook.
materiale per l’edilizia,
caminetti e stufe, ferramenta,
idraulica, centro colore
via Montesagro, 11
19021 Arcola
tel. 0187-954392
fax 0187-986605
solai
lastre
gabbie presaldate
ferro lavorato
w w w. c a l e v o . i t
Pagina 16
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
1
File Size
969 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content