close

Enter

Log in using OpenID

Comunicazioni - Caritas Perugia e Città della Pieve

embedDownload
informa
caritas
Anno XXIII
Numero 20
1 dicembre 2014
Quindicinale di informazione di Caritas Italiana
disponibile nell’area riservata di www.caritas.it
Tra le segnalazioni:
PRESENTAZIONE DELL’AUDIOLIBRO “PAOLO VI”
Roma, 11 dicembre 2014
CONFERENZA SU PAOLO VI E LA CARITAS
Concesio (BS), 16 dicembre 2014
PAGINA 4
informacaritas
INDICE
Anno XXIII | Numero 20 | 1 dicembre 2014
Appuntamenti
Calendario dicembre 2014 – gennaio 2015
3
Presentazione dell’audiolibro Paolo VI: Roma, 11 dicembre 2014
 Conferenza su Paolo VI e la Caritas: Concesio (BS), 16 dicembre 2014
4
SPICeS – Scuola di Politica internazionale Cooperazione e Sviluppo
 Master in Nuovi Orizzonti di Cooperazione e Diritto internazionale
Roma, dal 20 gennaio 2015
5
Incontri di Caritas Italiana con le Delegazioni regionali Caritas
Da gennaio a marzo 2015
6


Comunicazioni
Elenco dei più recenti comunicati stampa di Caritas Italiana
7
Famezero: un’iniziativa che nulla ha a che fare con Caritas
e con le sue Campagne sul diritto al cibo a livello nazionale e internazionale
8
Mons. Luigi Bressan è il nuovo presidente di Caritas Italiana
9
Comunicazioni sul servizio civile
10
Notizie a cura del Servizio Promozione umana
12
MicroProgetti di sviluppo: Lista 5/14 – Ottobre 2014
15
Pubblicazioni
Povertà e vulnerabilità dei genitori separati.
Bisogni intercettati ed espressi nel circuito ecclesiale
17
Rapporto sulla protezione internazionale in Italia 2014
18
Sussidi Avvento-Natale 2014
A Nazaret Gesù cresceva e si fortificava (Lc 2,40)
19
Informacaritas | Quindicinale di informazione di Caritas Italiana | Disponibile nell’area riservata del sito www.caritas.it
Info: [email protected] | Direttore: Francesco Soddu | Direttore responsabile: Ferruccio Ferrante
Sede legale: via Aurelia 796, 00165 Roma | Tel. 06 66177001 | Fax 06 66177602 | Autorizz. Trib. di Roma n.125/92
del 29-2-1992 | Sped. Abb. Post. DL. 353/2003 (Conv. in LG. 46/2004) art. 1 comma 2 DCB Roma
CALENDARIO
APPUNTAMENTI
3
Dicembre 2014
Presidenza di Caritas Italiana  Roma
1 lunedì
Consiglio nazionale di Caritas Italiana  Roma
2 martedì
3 mercoledì
Presentazione dell’audiolibro su Paolo VI  Roma
11 giovedì
Conferenza su Paolo VI e la Caritas  Concesio (BS)
16 martedì
47ª Marcia per la Pace  Vicenza
31 mercoledì
Gennaio 2015
Incontro di Caritas Italiana con la Delegazione regionale Caritas Abruzzo – Molise
21 mercoledì
Incontro di Caritas Italiana con la Delegazione regionale Caritas Puglia
23 venerdì
Incontro di Caritas Italiana con la Delegazione regionale Caritas Liguria
28 mercoledì
Incontro di Caritas Italiana con la Delegazione regionale Caritas Piemonte – Valle d’Aosta
29 giovedì
informacaritas
anno XXIII - numero 20
1 dicembre 2014
APPUNTAMENTI
PRESENTAZIONE
DELL’AUDIOLIBRO “PAOLO VI”
4
Roma, 11 dicembre 2014
«La vita deve essere consacrata a qualcosa di
grande... Non di parole vi è bisogno oggi, ma di
opere». Sono parole di papa Paolo VI, a cui è dedicato il 13° audiolibro (libro+cd) della Collana
PhonoStorie, curata da Rete Europea Risorse
Umane e Caritas Italiana.
Il Papa del Concilio e del Post-Concilio, il Papa dei
primi grandi viaggi, dell’apertura ai Dialoghi, della
riforma della curia romana. Ma anche il Papa schivo
e tormentato, l’uomo amico di Aldo Moro, il Papa
delle encicliche innovative, dell’impatto del secolarismo insito nella società di massa con la Chiesa.
Comunque sia stato definito, Giovanni Battista
Montini rimane uno dei più grandi uomini del secolo scorso e il papato di Paolo VI lo spartiacque
tra il passato e il futuro, che ha posto le basi e reso
possibile i grandi papati successivi.
Alcuni tra i moltissimi e significativi testi, lettere,
discorsi di di Giovanni Battista Montini, in Paolo
VI prendono la voce degli artisti: Paolo Bonacelli,
Giorgio Pasotti, Fabrizio Bucci, Barbara Lo Gaglio,
Francesca Fialdini.
Le prefazioni sono di: Giovanni Battista Re, prefetto
emerito della Congregazione per i Vescovi; Giovanni
Maria Vian, direttore de L’Osservatore Romano.
L’audiolibro sarà presentato
Giovedì 11 dicembre 2014 ore 11.45 a Roma
Sala Marconi di Radio Vaticana – piazza Pia, 3
Modera Fabio ZAVATTARO, vaticanista TG1 Rai
Intervengono:
S.Em. Card. Giovanni Battista RE, prefetto emerito
della Congregazione per i vescovi
don Francesco SODDU, direttore di Caritas Italiana
Giovanni Maria VIAN,, direttore de L’Osservatore
Romano
Mite BALDUZZI e Roberto TIETTO, Rete europea
Risorse umane
Saranno presenti alcuni tra gli artisti e le personalità coinvolte
CONFERENZA
SU PAOLO VI
E LA CARITAS
Concesio (BS), 16 dicembre 2014
INFO: Ufficio Comunicazione,
tel. 06 66177 226 / 416 / 502
[email protected]
informacaritas
anno XXIII - numero 20
1 dicembre 2014
La conferenza si svolgerà
martedì 16 dicembre 2014 ore 17.00
a Concesio (BS) – Istituto Paolo VI Auditorium
“Vittorio Montini” – via Guglielmo Marconi, 15
Modera Annachiara VALLE, giornalista di Famiglia
Cristiana
Intervengono:
S.E. Mons. Riccardo FONTANA, arcivescovo di
Arezzo – Cortona – Sansepolcro
don Francesco SODDU, direttore di Caritas Italiana
don Angelo MAFFEIS, presidente dell’Istituto
Paolo VI
Mite BALDUZZI e Roberto TIETTO, Rete europea
Risorse umane
APPUNTAMENTI
SPICES  SCUOLA DI POLITICA
5
INTERNAZIONALE COOPERAZIONE E SVILUPPO
MASTER IN NUOVI ORIZZONTI DI COOPERAZIONE
E DIRITTO INTERNAZIONALE
Roma, dal 20 gennaio 2015
Promossi da Volontari nel mondo – FOCSIV e Pontificia Università Lateranense / In collaborazione con:
Caritas Italiana, OIM – Organizzazione internazionale per le Migrazioni, CESPI – Centro Studi di Politica internazionale, ISCOS, Ministero dello Sviluppo economico – Punto di contatto nazionale Responsabilità sociale d’Impresa,
Fondazione Migrantes, Anima per il Sociale nei Valori d’impresa, Centesimus Annus Pro Pontifice, Solidarete / Con
il patrocinio di: Cooperazione italiana allo Sviluppo – Ministero Affari esteri Cooperazione internazionale
SPICES (gennaio 2015 – aprile 2016)
880 ore complessive: 180 ore di didattica frontale
- 100 ore di Project work sul ciclo del progetto 500 ore di stage - 100 ore per elaborazione della
tesina conclusiva. Massimo 40 studenti.
La SPICeS è una Scuola di perfezionamento postlaurea sulle tematiche della politica internazionale
e della cooperazione allo sviluppo e propone un
percorso di studio completo per chi intende affacciarsi al mondo della cooperazione e del volontariato internazionale e, in coerenza con l’identità di
FOCSIV, trova fondamento nella Dottrina Sociale
della Chiesa. Si rivolge a laureandi e laureati che
intendano intraprendere la propria carriera in uno
dei diversi ambiti della cooperazione, a professionisti già attivi in questo settore che intendano consolidare la propria formazione. Si rivolge a coloro
che intendono fare un percorso di aggiornamento
per saper leggere con maggior competenza i
“segni dei tempi” sia per formazione personale che
in vista di un ruolo educativo nei propri ambiti di
azione.
MASTER (gennaio 2015 – aprile 2016)
1500 ore complessive = 60 CFU: 300 ore di didattica frontale - 150 ore di Project work sul ciclo del
progetto - 400 ore di studio individuale - 500 ore
di stage - 150 ore per elaborazione della tesi conclusiva. Massimo 30 studenti.
Il Master propone un percorso di studio specialistico incentrato sulla cooperazione allo sviluppo,
la politica, l’economia e il diritto internazionale, finalizzato a formare competenze di co-progettazione tra profit, non profit e istituzioni, volte
all’internazionalizzazione delle imprese con strategie di responsabilità sociale. L’offerta formativa si
concentra, con un modulo specifico, sulla responsabilità e imprenditorialità sociale a livello internazionale, con l’obiettivo di apprendere dal dibattito
internazionale le nuove linee guida su diritti umani
e imprese, le strategie e certificazioni per le imprese
sociali e le imprese for profit che vogliono operare
secondo una internazionalizzazione responsabile
delle loro attività nelle catene di valore globale. Saranno affrontati i temi dell’impact investing e delle
filiere commerciali internazionali. L’offerta comprende anche 4 Seminari di approfondimento sulla
cooperazione dell’Unione europea.
Le domande dovranno pervenire alla Segreteria dei corsi presso la FOCSIV e verranno
accolte in ordine di arrivo; al raggiungimento del tetto massimo sarà stilata una lista
d’attesa. Le iscrizioni saranno aperte fino a mercoledì 5 dicembre 2014.
informacaritas
anno XXIII - numero 20
19
115dicembre
novembre
2014
2014

Via San Francesco di Sales, 18 - 00165 Roma
tel. 06 68 77796 – [email protected] – www.focsiv.it
APPUNTAMENTI
6
INCONTRI DI CARITAS
ITALIANA CON LE DELEGAZIONI
REGIONALI CARITAS
Da gennaio a marzo 2015
La scheda preparatoria con le indicazioni per l’organizzazione dei seguenti appuntamenti e un documento di approfondimento verso il Convegno ecclesiale di Firenze
sono già stati inviati a tutti i delegati regionali.
Delegazione regionale Caritas ABRUZZO – MOLISE
Mercoledì 21 gennaio 2015
Delegazione regionale Caritas PUGLIA
Venerdì 23 gennaio 2015
Delegazione regionale Caritas LIGURIA
Mercoledì 28 gennaio 2015
Delegazione regionale Caritas PIEMONTE – VALLE D’AOSTA
Giovedì 29 gennaio 2015
Delegazione regionale Caritas SICILIA
Mercoledì 4 febbraio 2015
Delegazione regionale Caritas SARDEGNA
Venerdì 6 febbraio 2015
Delegazione regionale Caritas CALABRIA
Lunedì 9 febbraio 2015
Delegazione regionale Caritas BASILICATA
Venerdì 13 febbraio 2015
Delegazione regionale Caritas TOSCANA
Lunedì 16 febbraio 2015
Delegazione regionale Caritas EMILIA ROMAGNA
Martedì 17 febbraio 2015
Delegazione regionale Caritas MARCHE
Giovedì 19 febbraio 2015
Delegazione regionale Caritas CAMPANIA
Venerdì 27 febbraio 2015
Delegazione regionale Caritas LOMBARDIA
Lunedì 2 marzo 2015
Delegazione regionale Caritas TRIVENETO
Martedì 3 marzo 2015
Delegazione regionale Caritas LAZIO
Lunedì 16 marzo 2015
Delegazione regionale Caritas UMBRIA
Mercoledì 18 marzo 2015
informacaritas
anno XXIII - numero 20
1 dicembre 2014
INFO: Segreteria di Direzione, tel. 06 66177 226 / 502
[email protected]
COMUNICAZIONI
ELENCO DEI PIÙ RECENTI
COMUNICATI STAMPA
DI CARITAS ITALIANA
7
CS congiunto | 28 novembre 2014
“PAOLO VI”: CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE
DELL’AUDIOLIBRO SU TESTI DI GIOVANNI BATTISTA MONTINI
Roma, 11 dicembre 2014
CS congiunto | 17 novembre 2014
RAPPORTO SULLA PROTEZIONE INTERNAZIONALE 2014:
MIGRANTI E RICHIEDENTI ASILO IN AUMENTO
L’impegno dell’Italia per l’accoglienza
CS 29 | 13 novembre 2014
PRESENTAZIONE DEL RAPPORTO SULLA PROTEZIONE INTERNAZIONALE
IN ITALIA 2014
Lunedì 17 novembre 2014 ore 9.30 – Roma, Centro Congressi
“Roma Eventi Piazza di Spagna”, via Alibert 5
CS 28 | 6 novembre 2014
FILIPPINE: BILANCIO CARITAS A UN ANNO DAL TIFONE HAIYAN
Caritas Italiana, ancora sul posto accanto alla Caritas locale, in un dossier
presenta i frutti della grande risposta solidale
CS congiunto | 30 ottobre 2014
APPELLO AL GOVERNO PER NON INTERROMPERE MARE NOSTRUM
L’Italia non può sottrarsi alla responsabilità di salvare vite umane nel Mediterraneo
CS 27 | 16 ottobre 2014
GIORNATA CONTRO LA POVERTÀ: REPORT DI CARITAS ITALIANA
I dati dei Centri di ascolto del primo semestre 2014 e i progetti anticrisi
CS 26 | 2 ottobre 2014
LAMPEDUSA: EVITARE NUOVE STRAGI
A un anno dalla tragedia in cui persero la vita 368 migranti, Caritas Italiana
partecipa ad alcuni eventi che si svolgeranno sull’isola dal 1 al 5 ottobre
TUTTI I COMUNICATI IN VERSIONE INTEGRALE SU www.caritas.it
informacaritas
anno XXIII - numero 20
1 dicembre 2014
INFO: Ufficio Comunicazione, tel. 06 66177 226 / 416 / 502
[email protected]
COMUNICAZIONI
FAMEZERO
8
UN’INIZIATIVA CHE NULLA
HA A CHE FARE CON CARITAS
E CON LE SUE CAMPAGNE
SUL DIRITTO AL CIBO A LIVELLO
NAZIONALE E INTERNAZIONALE
Sta per essere lanciata un’iniziativa che può generare confusione ed equivoci. Si tratta del Progetto
Famezero.com – contro lo spreco del cibo nel
mondo. La Campagna, già annunciata ad ottobre,
sarà lanciata il prossimo 8 dicembre e si chiama
Famezero. Food for everyone. Sul sito è riportato il titolo della campagna Caritas Una sola
famiglia umana. Cibo per tutti, con sotto
scritto papa Francesco.
PERPLESSITÀ E RISCHI
Sono tutti elementi che generano confusione.
In primo luogo l’iniziativa sfrutta e gioca molto
sul collegamento con la Campagna Caritas, generando equivoci. In secondo luogo l’utilizzo spregiudicato della voce di Papa Francesco (peraltro
tratta dai discorsi per la Campagna Caritas) sembra una strumentalizzazione inappropriata ai fini
dell’iniziativa (con addirittura un video in cui si
lascia intendere che il Papa utilizzi questa applicazione).
Nel comunicato diffuso dai promotori si legge:
«L’applicazione verrà lanciata l’8 dicembre a
Roma, nel giorno in cui si ricorda l’Immacolata
Concezione. Scopo dell’app è mettere in contatto
i singoli cittadini e le aziende (donatori) con incaricati (angeli) che si occuperanno di raccogliere
il cibo messo a disposizione e portarlo ai centri di
raccolta (mense o associazioni di volontariato).
Scaricando l’app sul proprio dispositivo e registrandosi anche tramite i propri profili social, sarà
quindi possibile visualizzare i centri di raccolta
sulla mappa interattiva e inviare segnalazioni in
tempo reale. L’angelo più vicino riceverà tale comunicazione e procederà al ritiro del cibo».
L’azienda che ha realizzato il prodotto è la Passmakers, brand della software-house Velamic,
basata in Svizzera con personale italiano.
informacaritas
anno XXIII - numero 20
1 dicembre 2014
Caritas Italiana non era al corrente dell’iniziativa,
né lo erano il segretario generale e lo staff di Caritas Internationalis. Durante un incontro con gli
organizzatori, sia il vicedirettore di Caritas Italiana
che il segretario generale di Caritas Internationalis
hanno sollevato alcune questioni problematiche
senza però ricevere risposte esaustive.
Inoltre si profilano grandi problematicità in base
alla legislazione vigente nella distribuzione di
avanzi alimentari non controllati dal punto di
vista sanitario e problemi legati alla tutela della
privacy.
Alla luce delle considerazioni esposte e in vista
del prossimo lancio dell’8 dicembre si ritiene
opportuno informare tutte le Caritas diocesane che l’iniziativa non ha nulla a che fare con
Caritas e con le sue Campagne sul diritto al
cibo a livello nazionale e internazionale.
COMUNICAZIONI
MONS. LUIGI BRESSAN
È IL NUOVO PRESIDENTE
DI CARITAS ITALIANA
9
L'Assemblea Generale della Cei ha eletto S.E. Mons. Luigi Bressan presidente della Commissione episcopale per il Servizio della Carità e la Salute e, in quanto tale, presidente
di Caritas Italiana e della Consulta ecclesiale degli Organismi Socio-assistenziali.
Mons. Bressan, arcivescovo di Trento, dal 2013 membro di presidenza di Caritas Italiana,
dal 27 ottobre 2014 era succeduto come presidente ad interim a Mons. Giuseppe Merisi.
A lui vanno nuovamente gli auguri del direttore e di tutti gli operatori di Caritas Italiana,
con l’impegno a condividere con sempre nuovo slancio un ulteriore tratto di strada a servizio della comunità ecclesiale.
Il Consiglio Episcopale Permanente, nella sessione del 12 novembre, ha provveduto inoltre
alla nomina del nuovo membro della Presidenza di Caritas Italiana: S.E. Mons. Luigi
Antonio Cantafora, vescovo di Lamezia Terme e incaricato regionale per la Pastorale della
Carità e la Salute, al quale Caritas Italiana dà il benvenuto.
informacaritas
anno XXIII - numero 20
1 dicembre 2014
COMUNICAZIONI
COMUNICAZIONI
SUL SERVIZIO CIVILE
10
FONDI 2015 PER IL SERVIZIO CIVILE
Dopo il comunicato stampa del 7 novembre (cfr. Informacaritas n. 19 – 15 novembre 2014), il 26 novembre la CNESC (Conferenza Nazionale Enti Servizio Civile, di cui fa parte Caritas Italiana) ha emanato
un nuovo comunicato a proposito delle risorse finanziare per il servizio civile previste dalla legge di stabilità all’esame del parlamento:
«Ieri pomeriggio il Governo Renzi ha affossato l’emendamento “Patriarca e altri” presentato in Commissione Bilancio della Camera dei Deputati che avrebbe conferito 200 milioni al Servizio Civile Nazionale
invece dei 65 proposti dal Governo stesso.
In questo modo il Governo Renzi prende in giro i giovani, il Terzo Settore, gli Enti Locali, le Regioni e
smentisce se stesso.
Ricorda Penelope: di giorno “tesse” la tela del proclama dei 100.000 giovani in SCU, di notte “disfà” iniziando dagli stanziamenti in Legge stabilità per il SCN.
Ai proclami roboanti fa seguito l’umiliante realtà dei fatti e i giovani ne sono le vittime.
Altro che “Il Servizio Civile Nazionale lo faremo Universale”: niente di più falso.
Pochi giorni fa il sottosegretario Bobba aveva detto di aver recuperato i 10 milioni tagliati rispetto a
quanto stabilito dal Governo Letta: altro falso.
L’“effervescente Renzi” è battuto, per quanto riguarda il servizio civile, per 105 a 65 dal Governo del “grigio
Letta”.
Al Governo Renzi va comunque assegnato un record: la più misera dotazione per il SCN dal 2001!
Per chiarire, ecco gli effetti di queste scelte del Governo: saltano 1.800 posti nella programmazione degli
avvii in Italia nel 2015, quindi non saranno più 24.500, al netto di quelli di Garanzia Giovani che sono
un’altra cosa; nel 2016 ci saranno risorse per meno di 9.000 posti Italia, chiudendo anche questa porta
in faccia ai giovani e con le ovvie conseguenze sul deposito dei progetti e gli investimenti qualitativi delle
organizzazioni.
In sintesi oggi il Governo Renzi porta a compimento ciò che aveva iniziato il Governo Berlusconi: la chiusura del Servizio Civile Nazionale, nascosta dalla cortina fumogena del Servizio Civile Universale.
Si tratta dello stesso Governo che il 1 Luglio 2014 al Parlamento Europeo ha detto che senza il servizio
civile europeo non ci sarà l’Europa.
Adesso la legge di stabilità passerà al Senato. Ci saranno cambiamenti di comportamento del Governo
Renzi? Ci sarà un sussulto di coscienza politica sulla posta in gioco? Si vuole aumentare la rabbia dei giovani verso ogni Istituzione?».
Info: www.cnesc.it
UNA RICERCA SUL SERVIZIO CIVILE ALL’ESTERO
Il 19 novembre, alla presenza tra gli altri del Sottosegretario on. Luigi Bobba e del capo Dipartimento
Gioventù Calogero Mauceri, sono stati presentati a Roma i risultati della Ricerca Servizio Civile all’Estero
– Giovani, lavoro e cittadinanza attiva, che FOCSIV ha affidato a CENSIS per verificare l’impatto del Servizio Civile Nazionale all’estero sulle opportunità occupazionali e la crescita della cittadinanza attiva
dei giovani partiti negli ultimi 10 anni.
La ricerca è stata realizzata in collaborazione con la Caritas Italiana, l’Associazione “Comunità Papa Giovanni XXIII”, con cui Focsiv condivide il progetto “Caschi bianchi”,
informacaritas
anno XXIII - numero 20

1 dicembre 2014
COMUNICAZIONI
 COMUNICAZIONI SUL SERVIZIO CIVILE
11
e con CONFAP (Confederazione Nazionale Formazione Aggiornamento Professionale) e
ISFOL.
Il rapporto di ricerca è consultabile all’indirizzo:
http://www.focsiv.it/download/Censis/Ricerca%20CENSIS%20FOCSIV%20Servizio%20Civile%20
all’Estero%20-%20giovani%20lavoro%20e%20cittadinanza%20attiva.pdf
PROGETTI “SERVIZIO, NONVIOLENZA, CITTADINANZA”
Le Caritas diocesane che intendono presentare progetti relativi alle proposte diversificate per giovani
(Anno di Volontariato Sociale, percorsi di volontariato, ecc.) al di fuori dalla legge 64/01 sul servizio civile
nazionale possono fare riferimento alla circolare inviata il 12 settembre 2011.
La suddetta circolare, unitamente alla modulistica (anche in formato .doc) da utilizzare, sono reperibili
nell’area riservata del sito www.caritas.it (sezione Servizio civile e obiezione di coscienza  Progetto “Servizio,
nonviolenza, cittadinanza”).
RIAPERTURA DELL’ACCREDITAMENTO
Nei giorni scorsi è stata inviata a tutte le Caritas diocesane una circolare contenente le istruzioni per le
Caritas che vorranno effettuare modifiche inerenti a sedi e figure accreditate per il sistema del servizio
civile nazionale.
Le Caritas diocesane interessate dovranno inviare la prevista documentazione ai Referenti/Nuclei regionali
entro il 31 dicembre 2014.
La circolare e la modulistica sono disponibili nell’area riservata del sito www.caritas.it (sezione Servizio
civile e obiezione di coscienza).
BANDI GARANZIA GIOVANI
Il 14 novembre sono stati pubblicati i Bandi per la selezione di 5.504 volontari da impiegare in progetti
di Servizio Civile Nazionale nelle Regioni che hanno inserito la Misura servizio civile nazionale nel loro
Piano di attuazione di Garanzia Giovani (GG).
Caritas Italiana vede finanziati 8 progetti, per un totale di 36 posti, distribuiti in 7 Caritas diocesane (Caltagirone, Frosinone, Latina, Mondovì, Novara, Ragusa, Torino). La scadenza per le domande da parte dei
giovani sono le ore 14.00 del 15 dicembre 2014.
Info: www.serviziocivile.gov.it e www.esseciblog.it
SEDI ACCREDITATE ATTIVE
Si ricorda alle Caritas diocesane che hanno in corso progetti di servizio civile nazionale che i volontari
assegnati possono essere impiegati esclusivamente nelle sedi e per le attività previste dal progetto approvato e finanziato. Le Caritas diocesane sono pertanto invitate a verificare quanto indicato nel progetto
approvato e ad adeguarvisi. Eventuali trasferimenti di sedi e di attività (o sostituzione di personale) possono essere effettuati solo dopo l’approvazione da parte dell’UNSC.
Si ricorda che eventuali irregolarità possono essere sanzionate dall’UNSC con gravi ripercussioni non
solo sulla Caritas diocesana ma su tutto il sistema Caritas del servizio civile nazionale.
informacaritas
anno XXIII - numero 20
1 dicembre 2014
INFO: Ufficio Servizio civile
tel. 06 66177 265 / 267 / 423
e-mail [email protected]
COMUNICAZIONI
NOTIZIE A CURA
DELL’UFFICIO PROMOZIONE
UMANA
12
TAVOLO AIDS
Il 18 novembre si è svolta, presso la sede di Caritas Italiana, la riunione del Tavolo di lavoro AIDS.
Quindici le Caritas diocesane presenti, tutte partecipanti al “Progetto nazionale AIDS” proposto da Caritas Italiana.
L’incontro è servito, tra l’altro, allo scambio di informazioni sulle iniziative in programma per il 1° dicembre, Giornata internazionale per la lotta all’AIDS, per la quale quest’anno l’UNAIDS ha scelto lo slogan
“Colma il divario” (www.unaids.org/en/WAD2014closethegap) in vista della sconfitta completa all’AIDS
entro il 2030.
Per ulteriori informazioni, ci si può rivolgere all’Ufficio Promozione Umana.
IL MINISTRO MARTINA INCONTRA GLI ENTI CARITATIVI
Il 24 novembre il ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali Maurizio Martina ha incontrato una
delegazione del cartello “Insieme per gli aiuti alimentari” (di cui fa parte anche Caritas Italiana) sul tema
del Piano alimentare di sostegno agli indigenti. Era presente all’incontro il viceministro Andrea Olivero.
Nel corso della riunione c’è stato un aggiornamento sulla fornitura di 45 mila tonnellate di prodotti acquistati da AGEA su delega del Ministero del Lavoro e con l’indirizzo del MIPAAF, utilizzando i 36,7 milioni di euro di anticipo da parte del Governo nazionale delle risorse del Fondo europeo di assistenza
agli indigenti.
Gli Enti Caritativi hanno sottolineato l’importanza del Piano e del Tavolo di coordinamento permanente
al Ministero delle Politiche agricole, per un lavoro concreto che faccia fronte all’aumento di richieste di
assistenza alimentare. Gli Enti hanno sottolineato l’importanza di un lavoro congiunto con le Istituzioni
e la filiera per la riduzione degli sprechi alimentari e un utilizzo virtuoso del cibo recuperato per i poveri.
Il ministro ha poi raccolto positivamente la richiesta di mettere in luce le esperienze degli Enti nell’assistenza di oltre 4 milioni di indigenti nell’ambito di Expo Milano 2015.
Il ministro Martina ha poi ricordato che l’AGEA ha emanato altri due bandi di gara per la fornitura di 4,5
milioni di euro di carne bovina in scatola e per 2 milioni di euro di minestrone in scatole, che si aggiungono al bando del 19 novembre da 2 milioni di euro per la fornitura di succo e polpa di pesca, sempre a
favore degli indigenti.
Con le gare AGEA si è provveduto ad acquistare oltre 15 mila tonnellate di latte, 6 mila tonnellate di
polpa di pomodoro, quasi 5 mila tonnellate di olio di semi e 1.740 tonnellate di formaggi DOP. Per tutti
questi prodotti sono state esaurite le procedure amministrative necessarie e nei prossimi giorni inizieranno le consegne. È altresì in via di completamento la consegna di oltre 17mila tonnellate di pasta e farina acquistati con l’impiego di tutte le risorse disponibili per il 2014 del Fondo nazionale di aiuto agli
indigenti.
Il nuovo programma di aiuti, elaborato nel 2014 di concerto tra Ministero del Lavoro e MIPAAF, prevede poi lo stanziamento di 80 milioni di euro nell’esercizio 2015 e 66 milioni di euro per ciascun
anno sino al 2020.
informacaritas
anno XXIII - numero 20
1 dicembre 2014

 NOTIZIE A CURA DELL’UFFICIO PROMOZIONE UMANA
COMUNICAZIONI
13
Da parte loro, gli Enti Caritativi aderenti al “cartello” hanno ringraziato il ministro Martina per il positivo incontro, augurandosi che il Parlamento alzi la quota del Fondo Nazionale
(che ora ammonta a 5 milioni di euro per il 2015) e hanno apprezzato inoltre l'impegno del ministro
a modificare l’attuale norma che favorisce più la distruzione di cibo che il recupero e ad aprire un dialogo
per trovare soluzioni in merito alla possibilità di trasformare i prodotti ortofrutticoli eccedenti.
L’INDAGINE SUI SENZA DIMORA
Il 21 novembre è partita la seconda indagine nazionale sulla popolazione homeless in Italia, promossa
dal Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali in collaborazione con fio.PSD, ISTAT e Caritas Italiana.
In un mese, dal 21 novembre al 20 dicembre, si realizzeranno 5.400 interviste a persone senza dimora,
presso 750 servizi di mensa e accoglienza notturna in 158 comuni italiani.
I risultati dell’indagine saranno resi noti nella primavera 2015.
GRASSO E BOLDRINI INCONTRANO IL GRUPPO CRC
Il 20 novembre, in occasione della Giornata nazionale per i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, il Gruppo
CRC, composto da 87 soggetti (tra cui anche Caritas Italiana) del Terzo Settore che hanno dato vita ad
un sistema di monitoraggio permanente, indipendente e condiviso sull’attuazione della Convenzione
ONU sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza in Italia, ha avuto modo di presentare ufficialmente alle
istituzioni il suo 7° Rapporto (cfr. Informacaritas n. 12 – 1 luglio 2014).
In particolare, il Gruppo CRC è intervenuto al Convegno organizzato in Parlamento dalla Commissione
Infanzia (unica voce della società civile) e ha incontrato i presidenti di Camera e Senato (analoga richiesta
d’incontro al Governo non ha avuto risposta) chiedendo loro che lo stesso Parlamento s’impegni a portare a termine importanti provvedimenti a favore dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza nel nostro
Paese.
Alla Camera ci sono proposte di legge importanti come quelle di riforma della legge sulla cittadinanza e
la proposta per misure di protezione e accoglienza dei minori stranieri non accompagnati, così come
altri provvedimenti urgenti al Senato, quali la Ratifica del Protocollo opzionale della Convenzione Onu
sui diritti dell’infanzia sulle procedure di comunicazione o la proposta di legge per un Sistema integrato
di educazione e istruzione 0-6 anni.
Info: www.gruppocrc.net
LA CAMERA SULLA DISPERSIONE SCOLASTICA
Il 27 novembre la Commissione Cultura, Scienza ed Istruzione della Camera dei deputati ha presentato
il documento conclusivo dell’Indagine conoscitiva sulle Strategie per contrastare la dispersione scolastica,
intesa ad approfondire l’analisi dei processi che caratterizzano la dispersione scolastica, le strategie volte
a contrastarla e le prospettive di intervento. La riduzione della dispersione rappresenta uno dei cinque
obiettivi proposti dalla Commissione Europea nell’ambito della Strategia Europa 2020.
Il testo conclusivo dell’indagine è consultabile all’indirizzo:
http://www.camera.it/_dati/leg17/lavori/documentiparlamentari/IndiceETesti/017/006/INTERO.pdf
LA SOCIAL CARD
Il 26 novembre, il sottosegretario al Lavoro e le Politiche sociali, Franca Biondelli, ha risposto in
Commissione Affari Sociali della Camera a un’interrogazione dell’on. Donata Lenzi sullo
stato di attuazione della “carta acquisti” ordinaria e della “carta acquisti” sperimentale,
denominata “Sostegno per l'Inclusione Attiva”.
informacaritas
anno XXIII - numero 20

1 dicembre 2014
 NOTIZIE A CURA DELL’UFFICIO PROMOZIONE UMANA
COMUNICAZIONI
14
L’on. Biondelli ha ricordato che per la “carta acquisti” cosiddetta ordinaria istituita nel
2008 concessa agli anziani di età superiore o uguale ai 65 anni e ai bambini di età interiore ai
tre anni, la legge di stabilità per l’esercizio 2014 ha previsto lo stanziamento di 250 milioni di euro e
il disegno di legge di stabilità 2015, attualmente all’esame del Parlamento, prevede un incremento di 250
milioni di euro annui a decorrere dall'anno 2015.
Inoltre, la legge di stabilità 2014 ha previsto la possibilità – in presenza di risorse disponibili, in relazione
all’effettivo numero dei beneficiari – di riservare parte delle risorse assegnate al Fondo per la carta acquisti
ordinaria alla nuova carta acquisti sperimentale cosiddetta Sostegno per l’Inclusione Attiva (SIA) per
l’estensione su tutto il territorio nazionale, non ancora coperto dalla sperimentazione.
La misura sperimentale del Sostegno per l’Inclusione Attiva (SIA), introdotta nel 2012, è pienamente
operativa nelle 12 città con più di 250.000 abitanti dove, con l’eccezione di Roma, sono stati identificati
i beneficiari, sono stati avviati i pagamenti e sono stati predisposti i progetti personalizzati di presa in
carico da parte dei servizi sociali dei comuni.
Secondo i dati forniti dal sottosegretario, al 29 settembre scorso risultano circa 470 mila beneficiari in
tutto il territorio nazionale, di cui circa 250 mila anziani di età superiore o uguale ai 65 anni e circa 220
mila bambini di età inferiore ai tre anni. Relativamente alla distribuzione territoriale dei beneficiari della
carta acquisti ordinaria, oltre l’85 per cento dei bambini sotto i 3 anni e il 60 per cento degli anziani
risiede nelle regioni del Mezzogiorno.
Dal monitoraggio effettuato il 1o settembre scorso dal Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali sulla
chiusura della prima fase della sperimentazione del Sostegno per l’Inclusione Attiva (SIA), si evince che
più di 6.500 nuclei familiari, corrispondenti a quasi 27.000 persone, in condizione di povertà percepiscono
oggi la misura di sostegno economico.
L’on. Biondelli ha poi affermato che, in linea con le raccomandazioni espresse dalla Commissione europea
nell’ambito della Strategia Europa 2020, è intenzione del Governo estendere gradualmente il sostegno per
l’inclusione attiva assicurando un’assegnazione mirata e un’applicazione uniforme su tutto il territorio.
Inoltre, il 13 maggio scorso è stato registrato dalla Corte dei Conti il decreto interministeriale firmato
dal ministro del Lavoro e delle Politiche sociali, dal ministro dell’Economia e delle Finanze e dal ministro
per la Coesione territoriale che ripartisce le risorse finalizzate all’estensione della Sperimentazione ai territori delle regioni del Mezzogiorno che non ne siano già coperti. L’estensione avverrà con nuovi criteri
volti a semplificare le procedure e i criteri in maniera da facilitare l’accesso alla misura, fermo restando il
budget complessivo.
Infine, il sottosegretario ha annunciato che il Decreto per la determinazione delle modalità operative
della Sperimentazione nei territori delle regioni del Mezzogiorno e l’individuazione dei requisiti per l’accesso ai benefici è in via di definizione.
IL NUOVO ISEE
Sulla “Gazzetta Ufficiale” del 17 novembre (Supplemento Ordinario n. 87) è stato pubblicato il decreto
di approvazione del nuovo modello di dichiarazione necessario per ottenere l’ISEE, Indicatore della Situazione Economica Equivalente, insieme alle relative istruzioni per la compilazione. La riforma dell’ISEE
sarà pienamente operativa a partire dal 1° gennaio.
Info: www.lavoro.gov.it/Priorita/Pages/20141112_Nuovo-modello-dichiarazione-ISEE.aspx
informacaritas
anno XXIII - numero 20
1 dicembre 2014
INFO: Ufficio Promozione umana
tel. 06 66177 265 / 289 / 266
[email protected]
COMUNICAZIONI
MICROPROGETTI DI SVILUPPO
15
A SOSTEGNO DELLE POPOLAZIONI DI: AFRICA; AMERICA LATINA;
ASIA E OCEANIA; MEDIO ORIENTE, NORD AFRICA E CORNO D’AFRICA; EUROPA
LISTA 5/14 > OTTOBRE 2014
AFRICA
BURUNDI > Mucche, capre e polli
per persone affette da Aids
La zona di Kiguhu e Kayero, nel Sud-est del Paese,
è situata al confine con la Tanzania. Il MicroProgetto prevede l’acquisto di 4 mucche, 23 capre, 46
polli, mangimi e le spese veterinarie per i primi 6
mesi. A beneficiarne saranno gli appartenenti all’associazione Twegerane, che accoglie 83 persone
affette da Hiv/Aids. L’allevamento, che sarà avviato
nei terreni della parrocchia di Kiguhu, garantirà
una migliore dieta alimentare di base.
Causale: “MP 123/14 BURUNDI”
Costo: € 4.800
CONGO RD > Banchi e libri per i bambini
di Kananga
Nel villaggio di Kambote, situato nella parte meridionale del Paese, la diocesi di Kananga ha costruito un complesso scolastico intitolato a Notre
Dames des Ange. Il MicroProgetto prevede un
contributo all’acquisto di banchi scolastici e materiale didattico. A beneficiarne saranno gli attuali
517 alunni (221 bambine e 196 bambini), compresi tra i 4 e gli 11 anni di età.
Causale: “MP 124/14 CONGO RD”
Costo: € 5.000
CONGO BRAZZAVILLE > Pozzo e acquedotto
nel quartiere Massengo Soproggi
Nel quartiere Massengo Soproggi, della capitale
Brazzaville, le fonti di acqua potabile sono insufficienti per le persone che vi abitano. Il MicroProgetto prevede lo scavo di un pozzo e un
sistema di distribuzione. A beneficiarne
saranno 2.300 persone: gli studenti
che frequentano le scuole
informacaritas
anno XXIII - numero 20
1 dicembre 2014
della Città Don Bosco, i giovani dell’oratorio e tutti
gli abitanti del quartiere. Essi potranno usufruire
così di una fonte d’acqua potabile vicina.
Causale: “MP 125/14 CONGO BRAZZAVILLE”
Costo: € 5.000
ETIOPIA > Utensili per apprendere un mestiere
La Lideta Catholic School di Addis Abeba è situata
nella zona est della Capitale. Il MicroProgetto
prevede l’acquisto di utensili per il laboratorio
meccanico. A beneficiarne saranno i ragazzi che
frequentano la scuola, che ospita attualmente circa
2.600 studenti, tra elementare, media e superiore.
Causale: “MP 126/14 ETIOPIA”
Costo: € 2.000
ETIOPIA > Allevamenti per donne rimaste
vedove nel villaggio di Shebo
Il villaggio di Shebo è situato nella parte est del
Paese e dista circa trenta Km dalla cittadina di
Gambella. Il MicroProgetto prevede l’acquisto di
140 ruminanti (capre e pecore) e l'avvio di corsi di
formazione all’allevamento. A beneficiarne saranno inizialmente 70 donne rimaste vedove. Esse
riceveranno alcuni capi di bestiame per avviare
l'allevamento. Gli animali che in futuro nasceranno da questi capi di bestiame verranno distribuiti a un secondo gruppo di donne con la
famiglia a carico.
Causale: “MP 128/14 ETIOPIA”
Costo: € 4.900
GUINEA CONAKRY > Olio di palma
per migliorare il reddito
La cittadina di N’Zérékoré si trova nel Sud del
Paese. Il MicroProgetto prevede l’acquisto di attrezzature e materie prime da utilizzare per la trasformazione dell’olio di palma (costruzione di

COMUNICAZIONI
 MICROPROGETTI DI SVILUPPO
setacci in bambù). A beneficiarne saranno i 54
membri dell’associazione locale di non vedenti e
le loro rispettive famiglie.
Causale: “MP 129/14 GUINEA CONAKRY”
Costo: € 5.000
KENYA > Un pozzo per la produzione agricola
Il villaggio di Makima si trova a nord della capitale
Nairobi. Il MicroProgetto prevede lo scavo di un
pozzo di acqua potabile e per usi agricoli. Beneficiari saranno gli abitanti del villaggio che potranno
così accedere facilmente all’acqua per aumentare
e migliorare la produzione agricola sia per uso familiare sia per la vendita nei mercati locali.
Causale: “MP 130/14 KENYA”
Costo: € 4.000
ASIA
16
INDIA > La scuola per il futuro
Il Villaggio di Kurupam è situato nella parte est del
Paese, nello stato di Andhra Pradesh. Il MicroProgetto prevede l’acquisto di materiale per la scuola,
frequentata da 70 ragazzi: 70 panche, 70 tavolini,
7 lavagne, 7 cattedre, e inoltre sedie, tavoli e armadietti per gli insegnanti.
Causale: “MP 145/14 INDIA”
Costo: € 4.800
INFO: Ufficio MicroProgetti, tel. 06 66177 255 / 228 – [email protected]
Per sostenere i MicroProgetti di Caritas Italiana, riportare nella causale il rispettivo codice
(es.: “MP 37/14 NOME PAESE”). Si può versare il proprio contributo tramite:
 c/c postale n. 347013
 Banca Popolare Etica, via Parigi 17, Roma – IBAN: IT 29 U 05018 03200 000000011113
 UniCredit, via Taranto 49, Roma – IBAN: IT 88 U 02008 05206 000011063119
 Banca Prossima, piazza della Libertà 13, Roma – IBAN: IT 06 A 03359 01600 100000012474
 Banco Posta, viale Europa 175, Roma – IBAN: IT 91 P 07601 03200 000000347013
informacaritas
 CartaSi (VISA e MasterCard) telefonando a Caritas Italiana,
anno XXIII - numero 20
tel. 06 66177001, orario di ufficio
1 dicembre 2014
PUBBLICAZIONI
“POVERTÀ E VULNERABILITÀ
DEI GENITORI SEPARATI”
17
Bisogni intercettati ed espressi nel circuito ecclesiale
Edizioni Dehoniane Bologna
Ottobre 2014
Pagine 128
Diversi sono gli ambiti di bisogno e i percorsi di
vulnerabilità che si svelano sia per l’uomo che
per la donna separati, ma che assumono sfumature e contorni difformi.
€ 10,00
Il volume presenta i risultati di un’indagine nazionale condotta da Caritas Italiana sulla condizione di vita dei genitori separati.
Lo studio, in linea con gli approcci multidimensionali della povertà, ha permesso di approfondire lo standard di vita dei genitori separati
facendo emergere quelle che oggi risultano essere le principali problematicità, legate ad
aspetti materiali, relazionali e/o psicologici, evidenziando il legame tra rottura del rapporto
coniugale e talune forme di povertà.
La separazione è un evento critico che porta
con sé processi dolorosi e che può incidere negativamente su molti aspetti della vita quotidiana.
Le frequenti notizie di padri separati costretti a
dormire in macchina o a rivolgersi a enti caritativi per un piatto caldo, tuttavia, non restituiscono in modo completo il quadro delle
difficoltà, non solo di ordine materiale, affrontate dalle coppie che decidono di non vivere
più insieme.
informacaritas
anno XXIII - numero 19
15 novembre 2014
Questo lavoro di ricerca vuole essere uno strumento di riflessione utile a chi, direttamente o
indirettamente, si occupa di tematiche sociali:
volontari, ricercatori, operatori sociali e pastorali, amministratori, presbiteri, docenti.
PUBBLICAZIONI
RAPPORTO SULLA
PROTEZIONE INTERNAZIONALE
IN ITALIA 2014
Novembre 2014
18
di accoglienza efficace ed integrato dove nessuno possa sentirsi escluso o l’unico protagonista.
Pagine 240
Il Rapporto sulla protezione internazionale in Italia 2014 è realizzato da ANCI, Caritas Italiana, Cittalia, Fondazione Migrantes, Servizio Centrale
dello SPRAR e UNHCR.
Partendo dall’analisi del ruolo dello Stato, degli
enti locali e del Terzo settore rispetto all’asilo e
all’accoglienza dei titolari di protezione internazionale, esso intende fare il quadro su come, nel
corso degli anni, si sta sviluppando l’accoglienza
integrata nel nostro Paese e su come il fenomeno delle migrazioni riguardi un numero sempre più ampio di soggetti vulnerabili, come
minori stranieri, apolidi e vittime di tratta le
cui condizioni spesso si intrecciano con quelle dei
rifugiati.
Il Rapporto si articola in quattro capitoli dedicati
rispettivamente al tema dell’asilo tra Stato e Terzo
settore, al fenomeno dei richiedenti protezione
internazionale in Italia e al sistema di protezione
per richiedenti asilo e rifugiati (SPRAR e altre
forme di accoglienza messe, di volta in volta, in
atto), ai soggetti particolarmente vulnerabili
(apolidi, vittime di tratta e minori stranieri richiedenti asilo – MSNARA) e al flusso delle migrazioni forzate a livello internazionale ed europeo.
Questa sinergia fra i promotori del presente Rapporto vuole essere di per sé un auspicio verso la
costruzione di un sistema nazionale di tutela e
informacaritas
anno XXIII - numero 19
15 novembre 2014
L’augurio dei promotori è quello di potersi ritrovare il prossimo anno a riflettere non tanto sulle
problematiche da risolvere, quanto sulla qualità
di un sistema che si stia sempre più definendo e
a cui si spera che questo volume possa dare un
contributo attivo per la sua costruzione.
PUBBLICAZIONI
SUSSIDI AVVENTONATALE 2014
19
A Nazaret Gesù cresceva e si fortificava (Lc 2,40)
Itinerario verso il Natale 2014 per bambini e famiglie
I sussidi proposti da Caritas Italiana in collaborazione con Città Nuova editrice intendono accompagnare le famiglie nel tempo di Avvento e Natale
per sperimentare la carità in famiglia, “luogo” fondamentale da dove partire per creare la cultura della
solidarietà e della condivisione. Un percorso fatto
di esperienze, riflessioni, accoglienza che arriva:
 AL CUORE DELLA FAMIGLIA attraverso
l’Opuscolo per le famiglie sul senso della povertà e della condivisione, in ascolto dei molteplici richiami offerti da papa Francesco, brani
della Scrittura e tratti dalla Evangelii Gaudium.
 AL CUORE DEI BAMBINI con un libro di favole: Una sola famiglia umana, cibo per tutti.
Cinque storie da mangiare pensato appositamente per loro.
 AL CUORE DELL’ALTRO con un salvadanaio
in cartoncino componibile, attraverso il quale
esprimere una solidarietà concreta. La raccolta
di fondi viene destinata a sostenere la Campagna Una sola famiglia umana, cibo per tutti: è
compito nostro.
Inoltre è disponibile un poster, scaricabile al seguente indirizzo:
http://s2ew.caritasitaliana.it/materiali/Pubblicazioni/opuscoli_poster/Avvento_2014/DEFIPOSTER_CARITAS_AVVENTO2014.pdf
I SUSSIDI AVVENTO-NATALE 2014 POSSONO ESSERE ORDINATI
SOLO ATTRAVERSO LA CASA EDITRICE CITTÀ NUOVA. INFO SU:
www.caritasitaliana.it/home_page/area_stampa/00005343_Sussidi_Avvento_Natale_2014.html
informacaritas
anno XXIII - numero 20
1 dicembre 2014
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
431 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content