close

Enter

Log in using OpenID

2014_2015 pof 1 settembre 2014

embedDownload
Un’ alleanza tra famiglia e scuola
una scommessa con la società
per formare un cittadino migliore
PIANO DELL’OFFERTA FORMATIVA
ANNO SCOLASTICO 2014-2015
Suore Orsoline
Viale di Trastevere, 251 – 00153 Roma
Tel 06/5818160 - fax 06/5882981
www.orsolinetrastevere.it
e-mail: [email protected] ; [email protected]
pec: [email protected]
Cari genitori e alunni,
vi diamo il BENVENUTO nella nostra scuola.
Vi auguriamo
che negli anni che trascorrete qui, il nostro impegno faccia sì che ciascun alunno sviluppi al meglio le proprie conoscenze, competenze,
nonché i propri talenti e capacità.
La nostra scuola è luogo di formazione ed educazione integrale, ed è
per questo che l’opuscolo del POF illustra, oltre all’offerta didattica,
organizzativa e metodologica, anche i principi educativi e valoriali
verso cui tendere.
Ci auguriamo
che il lavoro di tutti contribuisca alla formazione della personalità
degli alunni, promuovendo la continuità educativa e di collaborazione nella scuola, con la famiglia e con altri enti territoriali
La Dirigenza Scolastica e i Docenti
01 settembre 2014
Per conoscere meglio l’offerta formativa e seguirne lo sviluppo
nel corso dell’anno scolastico, visitate il sito della scuola :
www.orsolinetrastevere.it
LE SCELTE DIDATTICHE E PROGETTUALI
L’Istituto Scolastico Paritario “S. Gaetano” incarna il carisma delle Suore Orsoline
di Maria Vergine Immacolata di Gandino, ispirato agli insegnamenti di
Sant’Angela Merici, la quale sollecita a “non lasciare l’antica strada facendo vita
nuova”.
La Scuola cerca di operare in dialogo con le famiglie per condividere la responsabilità del Progetto Educativo, nell’attenzione al contesto sociale del quartiere di
Trastevere in Roma, per formare personalità impegnate al servizio delle reali esigenze, attraverso una cultura completa e ben equilibrata tra aspetti umanistici e
tecnico-scientifici.
Pertanto offre:
•
un’educazione che si ispira ai valori evangelici;
•
un’istruzione seria, attenta all’ambiente, aperta all’Europa e al Mondo.
LE FINALITA’ EDUCATIVE
Questa comunità educante pone al centro del processo educativo e di apprendimento la persona, con il fine di promuovere unitariamente e armonicamente la
formazione integrale di ciascun alunno.
La scuola si ispira:
•
ai principi della COSTITUZIONE
•
alla DICHIARAZIONE DEI DIRITTI DEI BAMBINI (ONU)
•
ai VALORI CRISTIANI
•
alla TRADIZIONE PEDAGOGICA DI SANT’ANGELA MERICI
La scuola si propone di essere:
•
attenta all’età e alla psicologia dell’alunno,
•
attenta alla formazione dell’uomo e del cittadino,
•
attenta ai rapidi cambiamenti della società,
•
attenta alla valorizzazione delle diversità,
•
comunità che promuove l’autonomia, la formazione dell’identità, lo sviluppo delle competenze,
•
attenta all’inclusione di ogni alunno.
LE SCELTE DIDATTICHE E PROGETTUALI
Progettazione
La Scuola Primaria esprime la propria identità progettuale potenziando i seguenti
ambiti:
Programmazione educativa
Il Collegio Docenti ha confermato per l’anno scolastico 2014-2015 la programmazione educativa stabilendo le seguenti finalità formative generali:
a) favorire nel bambino la consapevolezza di sé valorizzandone l’esperienza acquisita e promuovendone le dimensioni:
•
affettiva
•
corporea
•
estetica
•
sociale
•
morale
•
spirituale
•
religiosa
b) promuovere un percorso di riflessione stimolando un continuo confronto interpersonale per divenire consapevole della diversità e valorizzare sempre l’altro come risorsa:
•
favorire il confronto interpersonale
•
favorire la capacità di lavorare in un gruppo attivo e solidale
•
favorire il dialogo
•
favorire l’operare con sensibilità, rispetto e creatività
c) sperimentare l’importanza dell’impegno personale nel rispetto degli altri e
dell’ambiente scolastico:
•
favorire la capacità di riflessione e il senso critico
•
educare al rispetto dell’ambiente e delle risorse
•
promuovere il senso di responsabilità nei confronti di regole comportamentali.
LE SCELTE DIDATTICHE E PROGETTUALI
Linee metodologiche
Il compito della scuola non è principalmente quello di trasmettere il sapere,
quanto piuttosto insegnare all’alunno ad ”imparare ad imparare”: l’alunno,
con la guida degli insegnanti, deve riuscire a conoscere l’epistemologia e i contenuti delle diverse discipline, a rielaborarli e a sedimentarli attraverso la condivisione, maturando dei costrutti personali, in modo da poter fruire in situazioni nuove e problematiche.
Gli interventi didattici più efficaci sono attualmente quelli ispirati a diverse
modalità di conduzione della classe, quali:
• lezione frontale o collettiva
• conversazione, dialogo, discussione
• apprendimento per tentativi ed errori, per scoperte ( problem solving)
• brainstorming, per attivare una modalità creativa nella ricerca di soluzioni
• cooperative learning, ovvero l’apprendimento cooperativo
• tutoring, ossia l’azione di tutoraggio che alunni esperti conducono nei
confronti dei compagni in difficoltà
• il metodo della ricerca
• ricerca d’aula o circle-time
• lezioni interattive con l’utilizzo della LIM
• interventi individualizzati
• lezioni con la compresenza dei docenti
I docenti, consapevoli di dover garantire l’unitarietà, l’interdisciplinarietà e la
trasversalità del processo di insegnamento/apprendimento, sono i principali
attori delle suddette strategie d’intervento e le utilizzano allo scopo di rendere
più efficace e più significativo il rapporto formativo.
LE SCELTE DIDATTICHE E PROGETTUALI
Verifica e valutazione
Punti di riferimento per la valutazione degli apprendimenti sono la situazione di
partenza della classe e le competenze / gli obiettivi di apprendimento, descritti nel curricolo d’Istituto redatto dalle docenti e pubblicato all’inizio dell’anno scolastico,
specificati in seguito nel registro dell’insegnante.
La valutazione viene effettuata in relazione:
.
al grado di raggiungimento degli obiettivi di apprendimento relativi alle competenze e
alle conoscenze disciplinari irrinunciabili, delineati in sede di collegio docenti.
I docenti si riuniscono periodicamente per:
• verifica e adeguamento della programmazione educativa
• valutazione delle competenze acquisite
• valutazione delle eventuali strategie di recupero e/o di potenziamento.
Il corpo docente verifica l’acquisizione delle competenze di ciascun alunno tramite:
• osservazione sistematica
• conversazioni
• interrogazioni
• questionari
• produzioni scritte, artistiche, manuali e di laboratorio.
Per la valutazione si terrà conto di:
• situazione di partenza
• progressi
• livello delle competenze acquisite
• eventuali difficoltà certificate
• piano didattico personalizzato per alunni certificati DSA/iperattività
Le valutazioni sono assegnate in base alla scala numerico/decimale.
Oggetto della valutazione è l’atteggiamento dell’alunno in relazione a:
• rispetto delle norme di convivenza civile
• osservanza del regolamento interno
• disponibilità a relazionarsi e a collaborare con i compagni
•partecipazione al dialogo educativo.
Il decreto legge 137 del 01 settembre 2008 ha riportato la valutazione espressa in decimi.
Il Consiglio Docenti al fine di avvicinarsi quanto più possibile a una valutazione oggettiva e omogenea in tutte le discipline, ha elaborato indicatori di valutazione da riferire
agli obiettivi di ciascuna classe con giudizio/voto. Tali linee guide vanno impiegate come Strumento Flessibile di Lavoro, in relazione alle esigenze contingenti, e non vanno
intese come prescrittive e obbligatorie.
LE SCELTE DIDATTICHE PROGETTUALI
Progettazione
Il Collegio dei Docenti presa visione del Progetto Educazione alla Cittadinanza ha definito gli obiettivi formativi dai quali viene declinata la progettazione realizzata in unità di apprendimento , in laboratori e in progetti
riguardanti le varie educazioni.
IMPARANO
A CONOSCERSI
E
A VIVERE INSIEME
Riconoscimento, denominazione,
espressione, comunicazione,
controllo.
ACQUISISCONO
SENSO DI RESPONSABILITA’
VERSO SE STESSI E
LA SOCIETA’
Salute, intercultura, legalità,
cittadinanza, appartenenza.
IMPORTANZA
DELLE REGOLE
PER
LA CONVIVENZA
Dimensione etica per vivere
e convivere.
MOTIVAZIONE E PIACERE
DI APPRENDERE
E DECISIONE DI ESPRIMERSI
LIBERAMENTE
METODO
DI STUDIO
Problema del senso.
Congetture, procedure
e configurazioni.
LE SCELTE DIDATTICHE E PROGETTUALI
Gli insegnanti favoriranno la realizzazione di tali obiettivi e percorsi mediante:
·
la testimonianza (comportamento - collaborazione - disponibilità)
·
prendendosi cura di ogni alunno/a (valorizzazione delle risorse individuali – accoglienza - ascolto e attenzione allo sviluppo delle capacità personali di ciascun alunno)
·
a partecipazione attenta alle problematiche contingenti relative al
singolo alunno e al gruppo classe.
In caso di comportamento non adeguato all’impegno scolastico e al rispetto verso i compagni, i docenti e l’ambiente; ogni insegnante è tenuto
a comportarsi secondo le seguenti procedure disciplinari.
LE SCELTE DIDATTICHE E PROGETTUALI
Procedure disciplinari
COMPORTAMENTI
NON ACCETTABILI
Mancato svolgimento
delle consegne
assegnate a casa
e a scuola
Dimenticanza
sistematica del
materiale scolastico
Disturbo continuato
durante le lezioni
Gravi danni arrecati a
persone o a cose
INTERVENTI
CORRETTIVI
- Richiamo verbale
- Secondo richiamo
- Richiamo con segnalazione scritta ai genitori
-Convocazione dei genitori
- Contrazione del voto
di comportamento
RESPONSABILI
DELL’INTERVENTO
CORRETTIVO
- Docente della materia.
- Se il comportamento è reiterato il Coordinatore Didattico.
- Richiamo verbale
- Secondo richiamo
- Richiamo con segnalazione scritta ai genitori
-Convocazione dei genitori
- Contrazione del voto
di comportamento
- Docente della materia.
- Se il comportamento
è reiterato il Coordinatore didattico.
- Richiamo verbale
- Richiamo scritto sul
giornale di classe
-Convocazione dei genitori
- Contrazione del voto
di comportamento
- Docente della materia per i richiami e
Coordinatore Didattico per la convocazione
dei genitori.
- Consiglio di classe
per le sospensioni.
-Sospensione delle attività da 1 a 3 gg. se il
comportamento è reiterato.
- Contrazione del voto
di comportamento
- Consiglio di classe
per le sospensioni.
LE SCELTE DIDATTICHE E PROGETTUALI
Rapporti Scuola e Famiglia
La famiglia è informata riguardo la progettazione educativa didattica annualmente con le assemblee di classe , convocate dalla Coordinatrice entro
il mese di ottobre di ogni anno, e, a seguire, per l’elezione dei rappresentanti dei genitori.
I colloqui Scuola e famiglia si svolgono ogni due mesi :
•
novembre
•
febbraio con la consegna del pagellino informativo.
•
aprile
•
giugno con la consegna del documento di valutazione.
E’ compito della scuola informare i genitori sulla data e sulla modalità
dell’incontro.
Al di fuori di questi colloqui, i genitori possono chiedere di incontrare le
insegnanti su appuntamento, all’interno dell’orario di ricevimento indicato
da ognuno a inizio d’anno.
E’ necessaria una corretta gestione del diario di ogni alunno e la presa di
visione delle varie iniziative e comunicazioni tramite il sito web della scuola.
Assemblee di classe
Classe
giorno
ora
Classe prima
venerdì
19/09/14
ore 16.15
Classe seconda
martedì
23/09/14
ore 16.15
Classe terza
mercoledì 24/09/14
ore 16.15
Classe quarta
giovedì
25/09/14
ore 16.15
Classe quinta
venerdì
26/09/14
ore 16.15
Orario settimanale disciplinare per classe e docenti
LE SCELTE DIDATTICHE E ORGANIZZATIVE
CLASSE 1^ Insegnante prevalente: Privitello Sabina
DISCIPLINE
DOCENTI
ORE
Settimanali
30 ORE SETTIMANALI
Religione Cattolica
Riva sr Pierangela
2
Italiano
Riva sr Pierangela
6
Lingua Inglese
Tempesta Elisa
2
Storia
Privitello Sabina
2
Geografia
Privitello Sabina
2
Matematica
Privitello Sabina
5
Scienze
Privitello Sabina
1
Musica
Faraci Ornella
2
Arte e Immagine
Privitello Sabina
2
Educazione Fisica
Privitello Sabina
2
Tecnologia
Privitello Sabina
1
+ 3 ore
laboratoriali
ORE
annuali
LABORATORI
MADRE LINGUA
INFORMATICA
ESPRESSIVO
TEATRALE
Easy Life
Scuola di metodo
Picinali sr Elisabetta
Privitello Sabina
Compagnia Teatrale
Aìresis
30
30
20
LE SCELTE DIDATTICHE E ORGANIZZATIVE
Orario settimanale disciplinare per classi e docenti
CLASSE 2^ Insegnante prevalente: Vaiani Chiara
DISCIPLINE
DOCENTI
ORE
settimanali
Religione Cattolica
Bettoni sr Eurosia
2
Italiano
Vaiani Chiara
6
30 ORE SETTIMANALI
Lingua Inglese
Tempesta Elisa
2
Storia
Vaiani Chiara
2
Geografia
Vaiani Chiara
2
Matematica
Vaiani Chiara
2
Scienze
Vaiani Chiara
2
Musica
Faraci Ornella
1
Arte e Immagine
Vaiani Chiara
1
Educazione Fisica
Privitello Sabina
5
Tecnologia
Vaiani Chiara
1
+ 3 ore laboratoriali
ORE
annuali
LABORATORI
MADRE LINGUA
INFORMATICA
ESPRESSIVO
TEATRALE
Easy Life
Scuola di metodo
Picinali sr Elisabetta
Vaiani Chiara
Compagnia Teatrale Aìresis
30
30
20
LE SCELTE DIDATTICHE E ORGANIZZATIVE
Orario settimanale disciplinare per classe e docenti
CLASSE 3^ Insegnante prevalente: Buccieri Marialuisa
DISCIPLINE
DOCENTI
ORE
settimanali
Religione Cattolica
Bettoni sr Eurosia
2
Italiano
Picinali sr Elisabetta
6
30 ORE SETTIMANALI
Lingua Inglese
Tempesta Elisa
2
Storia
Buccieri Marialuisa
2
Geografia
Buccieri Marialuisa
2
Matematica
Buccieri Marialuisa
2
Scienze
Buccieri Marialuisa
2
Musica
Faraci Ornella
1
Arte e Immagine
Tempesta Elisa
1
Educazione Fisica
Tempesta Elisa
5
Tecnologia
Buccieri Marialuisa
1
+ 3 ore laboratoriali
ORE
annuali
LABORATORI
MADRE LINGUA
INFORMATICA
ESPRESSIVO
TEATRALE
Easy Life
Scuola di metodo
Picinali sr Elisabetta
Buccieri Marialuisa
Compagnia Teatrale Aìresis
30
30
20
LE SCELTE DIDATTICHE E ORGANIZZATIVE
Orario settimanale disciplinare per classe e docenti
CLASSE 4^ Insegnante prevalente: Picinali Sr Elisabetta
DISCIPLINE
DOCENTI
ORE
Settimanali
30 ORE SETTIMANALI
Religione Cattolica
Bettoni sr Eurosia
2
Italiano
Picinali sr Elisabetta
6
Lingua Inglese
Tempesta Elisa
2
Storia
Buccieri Marialuisa
2
Geografia
Buccieri Marialuisa
2
Matematica
Buccieri Marialuisa
5
Scienze
Buccieri Marialuisa
1
Musica
Faraci Ornella
2
Arte e Immagine
Tempesta Elisa
2
Educazione Fisica
Tempesta Elisa
2
Tecnologia
Buccieri Marialuisa
1
+ 3 ore laboratoriali
ORE
annuali
LABORATORI
MADRE LINGUA
INFORMATICA
ESPRESSIVO
TEATRALE
Easy Life
Scuola di metodo
Picinali sr Elisabetta
Tempesta Elisa
Compagnia Teatrale Aìresis
30
30
20
LE SCELTE DIDATTICHE E ORGANIZZATIVE
Orario settimanale disciplinare per classe e docenti
CLASSE 5^ Insegnante prevalente: Paternostro Maria
DISCIPLINE
DOCENTI
ORE
settimanali
Religione Cattolica
Bettoni sr Eurosia
2
Italiano
Paternostro Maria
6
30 ORE SETTIMANALI
Lingua Inglese
Tempesta Elisa
2
Storia
Paternostro Maria
2
Geografia
Paternostro Maria
2
Matematica
Paternostro Maria
5
Scienze
Paternostro Maria
1
Musica
Faraci Ornella
2
Arte e Immagine
Paternostro Maria
2
Educazione Fisica
Tempesta Elisa
2
Tecnologia
Paternostro Maria
1
+ 3 ore laboratoriali
ORE
annuali
LABORATORI
MADRE LINGUA
INFORMATICA
ESPRESSIVO
TEATRALE
Easy Life
Scuola di metodo
Picinali sr Elisabetta
Paternostro Maria
Compagnia Teatrale Aìresis
30
30
20
LE SCELTE DIDATTICHE E ORGANIZZATIVE
Orario scolastico giornaliero
Unità di insegnamento
Ore
1^
08.20 - 09.20
2^
09.20 - 10.20
Intervallo
10.20 - 10.30
3^
10.30 - 11.30
4^
11.30 - 12.30
Pranzo/Ricreazione
12.30 - 14.00
5^
14.00 - 15.00
6^
15.00 -16.00
SERVIZIO PRE-SCUOLA
L’istituto accoglie gli alunni dalle 7:30 e ne garantisce la sorveglianza
senza nessun onere alla famiglia.
SERVIZIO DOPO-SCUOLA
Su richiesta e a pagamento, dalle ore 16:00 alle ore 18:00, anche con possibilità di frequenza occasionale, i bambini potranno svolgere i compiti,
assistiti da una docente.
LE SCELTE DIDATTICHE E ORGANIZZATIVE
Orario disciplinare, settimanale e annuale
Tutte e cinque
le classi
Discipline
H
sett.
H
ann.
Italiano
6
198
Inglese
2
66
Musica
Educazione Fisica
Arte e Immagine
6
198
Storia
2
66
Geografia
2
66
Matematica
5
165
Scienze
1
33
Tecnologia
1
33
Religione Cattolica
2
66
Totale discipline
27
891
Teatrale
1
20
Informatica
Inglese
1
1
33
33
Totale
990
Laboratori
LE SCELTE DIDATTICHE E PROGETTUALI
Progetto continuità
Finalità generali
Il Progetto si prefigge:
·
·
·
·
garantire agli alunni un percorso formativo organico e completo;
promuovere lo sviluppo articolato e multi direzionale dei bambini i quali,
pur nei cambiamenti evolutivi e nelle diverse istituzioni scolastiche, costruiscono la propria identità;
favorire l’effettiva continuità del processo educativo fra i diversi segmenti
scolastici del sistema d’istruzione;
prevedere e agevolare un positivo e motivato inserimento per ogni bambino.
Obiettivi generali:
* Agevolare i rapporti fra i vari ordini di scuola
* Facilitare un passaggio graduale e sereno da un ordine all’altro di scuola
* Favorire la continuità educativa didattica attraverso il mantenimento del processo di apprendimento.
*
Favorire la conoscenza reciproca e relazionale fra gli alunni dei vari ordini di
scuola.
* Individuare momenti di incontro tra i docenti delle classi prime e gli insegnanti
dell’ultimo anno della scuola dell’infanzia .
Metodologia e svolgimento :
Tutte le attività saranno svolte predisponendo spazi e materiali idonei e soprattutto
sarà utilizzata una didattica prevalentemente di tipo attivo – esperienziale, pertanto
le attività prevedono:
•
Drammatizzazione
•
Verbalizzazioni
•
lettura e ascolto della storia
•
disegni, colorazione e ricostruzione delle riproduzioni.
Gli incontri si svolgeranno in un’unica aula con la supervisione congiunta delle insegnati. I bambini verranno suddivisi in piccoli gruppi di lavoro composti da alunni di
entrambe le fasce d’età.
LE SCELTE DIDATTICHE E ORGANIZZATIVE
Open Day 2013
Martedì 7 ottobre 2014
Assemblea genitori della futura prima
per la presentazione del P.O.F
Sabato 29 novembre 2014
Ore 15.00—18.00
Accoglienza e visita all’Istituto
“S. Gaetano”
LE SCELTE DIDATTICHE E ORGANIZZATIVE
Gite e uscite d’istruzione
Il territorio è un libro aperto che permette di apprendere dentro il contesto
di vita. Per questo, ogni docente di disciplina, sceglie e propone visite
d’istruzione legate alla progettazione che aiutano a visualizzare, esplorare
e interiorizzare meglio i contenuti presentati in classe. Le spese relative
alle visite di istruzione ( mezzo di trasporti, vitto, alloggio, biglietti
d’ingresso ai musei e quant’altro) sono a carico delle famiglie. L’Istituto si
avvale, ove occorre, della collaborazione di Agenzie e/ Tour Operator che
possano garantire standard di sicura efficienza e efficacia.
Per l’anno scolastico 2014/ 2015 sono state approvate dal collegio docenti in
data 03/09/2014 e presentate ai genitori nelle prime assemblee di classe le
seguenti uscite.
CLASSE
1^
2^
3^
4^
5^
META
•
•
•
Explora (uscita didattica insieme alla classe seconda)
•
•
•
Explora (uscita didattica insieme alla classe prima)
•
•
Museo Pigorini
•
•
Latte Sano (uscita didattica insieme alla classe quarta)
•
•
Musei Vaticani settore Egizio o Museo Barracco
•
•
Latte Sano (uscita didattica insieme alla classe terza)
•
Museo Nazionale –Etruschi – Villa Giulia
Palazzo Massimo o Museo della Civiltà Romana all’Eur
Museo Nazionale delle Arti del XXI secolo-MAXXI
Auditorium (uscita didattica insieme a tutte le classi)
Gita dei tre giorni (Grotte di Frasassi-Ravenna-Minitalia
(Viserba –Rimini)
•
•
•
•
Bioparco (uscita didattica insieme alla classe seconda)
Auditorium (uscita didattica insieme a tutte le classi)
Bioparco (uscita didattica insieme alla classe prima)
Auditorium (uscita didattica insieme a tutte le classi)
Osservatorio di Monte Porzio Catone(uscita didattica
insieme alla classe quarta)
Auditorium (uscita didattica insieme a tutte le classi)
Osservatorio di Monte Porzio Catone (uscita didattica
insieme alla classe quarta)
Auditorium (uscita didattica insieme a tutte le classi)
LE SCELTE DIDATTICHE E PROGETTUALI
Progetto informatica
Il Collegio Docenti, in data 03 settembre 2014 ha approvato, dopo la presentazione da
parte delle singole docenti di classe, progetti che sviluppano contenuti e competenze
trasversali alle varie discipline e garantiscono un sapere unitario.
CLASSE
EDUCAZIONE
Prima
Seconda
Terza
Quarta
Quinta
“A scuola …
di informatica”
METE FINALI
INTRODUZIONE GENERALE
L’ istituto per garantire un servizio scolastico idoneo ad
offrire opportune condizioni di una crescita culturale, sociale ed umana, propone di:
• valorizzare la didattica multimediale, intesa come
risorsa e come confronto di modalità operative e
conoscitive diverse, le quali alimentano la crescita
personale, relazionale e cognitiva di tutti gli allievi
del gruppo sezione e classe ;
• favorire l’inserimento dei bambini attraverso
l’utilizzo ludico delle risorse multimediali;
• promuovere lo sviluppo di una cultura
dell’attenzione delle nuove tecnologie assistite ed
informatiche, agevolando l’accrescimento di una
cultura verso le innovazioni tecnologiche e verso il
loro impiego a supporto delle attività scolastiche sia
per gli adulti, sia per i bambini;
• definire una metodologia di impostazione e di implementazione di progetti tecnologici al fine di diffondere presso la nostra scuola una prassi rigorosa per lo
sviluppo delle iniziative progettuali relative alle
tecnologie assistite e informatiche;
• favorire, da parte dei genitori, la capacità d’uso dei
mezzi informatici e promuovere la loro capacità di
selezione e valutazione delle offerte veicolate da
internet;
• contribuire ad “irrobustire” le capacità dei
genitori di collaborare con i docenti per promuovere un uso efficace di internet e prevenire gli
eventuali rischi che l’ uso della rete determina
per minori.
LE SCELTE DIDATTICHE E PROGETTUALI
Progetto informatica
CLASSE
EDUCAZIONE
METE FINALI
Prima
Seconda
Terza
Quarta
Quinta
“A scuola …
di informatica”
La scuola si impegna ad attivare percorsi formativi rivolti
ad alunni per l’apprendimento di conoscenze del mezzo
informatico con particolare riferimento ad INTERNET, alla
rete e acquisizione di modalità d’ uso delle stesso che consentano ai genitori di sostenere e indirizzare i propri figli ad
un uso consapevole e responsabile dei mezzi di comunicazione informatici e multimediali.
Il Progetto è finalizzato ad attivare:
•
Iniziative destinate all’utilizzo delle risorse informatiche nella prassi didattica
•
Attività di supporto ad azioni di particolare complessità e rilevanza nei processi di innovazione didattica ed educativa
•
Favorire l’alleanza educativa tra scuola e famiglia
promuovendo atteggiamenti di “corresponsabilità”
educativa.
•
Il progetto di informatica è ampliato dall’uso della
LIM presente nelle cinque classi e permetterà di
arricchire il processo di insegnamentoapprendimento anche con i vari linguaggi e opportunità che offre tale supporto. E’ quindi offerta una
nuova occasione di arricchimento formativo e stimolo per il lavoro interattivo e cooperativo.
LE SCELTE DIDATTICXHE E PROGETTUALI
Progetto teatrale
Il percorso teatrale avviene tramite il lavoro insieme, la collaborazione, la sperimentazione, la
fantasia, l’invenzione, il divertimento, la condivisione e il raggiungimento di un obiettivo comune.
Il teatro inoltre guida il bambino alla scoperta della “socialità”, a rapportarsi con gli altri all’interno
di un Gruppo, con una maggiore consapevolezza delle sue capacità e del suo ruolo in quanto membro.
importante mezzo di apprendimento per imparare ad esprimersi e comunicare utilizzando con maggiore coscienza il corpo, la mente e le emozioni.
CLASSE
EDUCAZIONE
Prima
Seconda
Terza
Quarta
Quinta
“A scuola …
di teatro”
Anno sesto
METE FINALI
I nostri obiettivi
Il percorso teatrale si propone di raggiungere i seguenti obiettivi:
1.
L’attivazione, nel bambino, dei meccanismi della teatralità,
ossia l’espressione corporea, la vocalità, l’improvvisazione, il
gioco creativo…
2.
La sensibilizzazione del bambino al linguaggio teatrale.
3.
La valorizzazione della “socialità”, con particolare attenzione
alla costituzione di un Gruppo affiatato, dinamico e solidale.
4.
Favorire il superamento, da parte dei bambini, di blocchi emotivi.
5.
Sviluppare la capacità di ascolto, l’attenzione e la disciplina
dei piccoli allievi-attori.
Cicli di Insegnamento
Nella scuola elementare l’età dei bambini varia dai sei ai dieci/undici
anni, proprio per questo riteniamo che sia importante diversificare il
percorso formativo in funzione delle diverse fasce di età differenziandolo in due cicli.
Primo Ciclo
(classi I, II e III)
Per i bambini del primo ciclo l’attività teatrale sarà presentata dagli
insegnanti sotto forma di “gioco teatrale” ponendo quindi particolare
attenzione all’aspetto ludico dell’apprendimento, per interessarli e
coinvolgerli. Gli esercizi teatrali proposti avranno sempre la forma del
gioco, un gioco che stimolerà l’attenzione dei bambini, guidandoli
all’ascolto e all’osservazione della realtà che li circonda. A tal fine, sarà
data grande importanza agli esercizi legati alle forme, ai colori e ai
suoni, al lavoro sulle sul ritmo che spingono i bambini a porre attenzione ai propri gesti e ai propri movimenti.
Secondo Ciclo (classi IV, e V)
Per i bambini del secondo ciclo il lavoro sarà mirato a sviluppare la
capacità di ascolto sottolineando l’importanza dell’attenzione e della
disciplina. Assumerà particolare rilevanza in questo ciclo il lavoro
sull’improvvisazione e sull’interpretazione del personaggio (attraverso
piccoli brani da interpretare), sulla comprensione e sulla creazione di
un ritmo, sullo spazio (muoversi nello spazio, creazione di uno spazio
immaginario…), sulla vita di gruppo e sull’interazione con l’altro. A
seconda della predisposizione degli alunni, potranno essere introdotti
elementi di espressività corporea e di dizione.
LE SCELTE DIDATTICHE E PROGETTUALI
Progetto di inglese
CLASSE
EDUCAZIONE
Prima
Seconda
Terza
Quarta
Quinta
“A scuola …
di inglese”
Anno secondo
METE FINALI
“English for Life”
L’Istituto S. Gaetano propone lo studio della lingua
inglese per una preparazione linguistica adeguata alle
esigenze della società d’oggi. Quindi, quest’anno scolastico 2014_2015 offre il corso “English for Life”. E’ un
laboratorio dinamico animato da giochi, canzoni, filastrocche, fiabe, balli, mimica, attività manuali, che avvicina i bambini ai suoni della lingua straniera ed ai primi vocaboli in lingua, in maniera spontanea e divertendosi, attenendosi strettamente alle direttive del Consiglio d’Europa per i giovani alunni.
I corsi si svolgeranno nell’ intero anno scolastico con
cadenza settimanale. Durante le lezioni si svolgerà il
programma grammaticale completo del livello assegnato al gruppo.
I programmi didattici sono in linea con le direttive
grammaticale stabilite del City and Guilds ( una delle 4
certificazioni di livello linguistico riconosciute dal
Miur).
A giugno l’anno formativo si conclude col saggio finale
in cui sono invitati tutti i genitori che potranno apprezzare i progressi dei loro piccoli e ritirare l’attestato che
certifica le competenze acquisite durante il corso.
LE SCELTE DIDATTICHE E PROGETTUALI
Progetto di inglese
CLASSE
EDUCAZIONE
Prima
Seconda
Terza
Quarta
Quinta
“A scuola …
di inglese”
Anno secondo
METE FINALI
A partire dal decimo anno di età, inoltre i ragazzi avranno la
possibilità di sostenere un esame ufficiale di certificazione
linguistica del livello A1 con un esaminatore City and Guilds e
quindi, in caso di esito positivo, ottenere il rilascio di un attestato internazionale, valido anche per i crediti scolastici.
La metodologia Easy-Life _ Trust Europe
• L’obiettivo è quello di portare i bambini a comunicare in
lingua diversa dalla propria, mentre svolgono attività piacevoli e coinvolgenti, proprie di questa fascia di età.
• Sviluppare l’identità personale di ognuno, sollecitando atteg-
giamenti di sicurezza, di stima di sé e di fiducia nelle proprie
capacità.
• Condurre
il bambino alla progressiva conquista
dell’autonomia, consentendogli di cogliere il senso delle sue
azioni, ed avviandolo al rispetto di sé, degli altri e
dell’ambiente.
• Consolidare le abilità sensoriali, percettive, motorie, linguisti-
che ed intellettive.
LE SCELTE DIDATTICHE E PROGETTUALI
Lo sportello di ascolto a scuola
Nell’anno scolastico 2014-2015, l’iniziativa di istituire lo Sportello d’Ascolto Psicologico, presso il
nostro istituto, si inserisce in un progetto più ampio teso a valorizzare l’individuo nella sua interezza
e a stimolarne una crescita tanto cognitiva quanto emozionale. La scuola rappresenta sicuramente
l’ambito privilegiato di un intervento psicologico che possa contribuire ad affrontare le problematiche sempre presenti in tutte le fasi della crescita individuale e a prevenire il disagio giovanile. Lo
Psicologo Scolastico, dunque, è a disposizione degli alunni, dei genitori, degli insegnanti che desiderino un confronto con un esperto di relazioni e comunicazione tenuto al segreto professionale. psicopedagogia di intervento integrato.
CLASSE
Prima
Seconda
Terza
Quarta
Quinta
EDUCAZIONE
Sportello
di Ascolto
Psicologico
METE FINALI
Lo Sportello d’Ascolto Psicologico è un servizio di promozione della salute intesa nel senso più ampio che ne dà
l’Organizzazione Mondiale della Sanità: benessere fisico,
psichico, socio-relazionale, con obiettivi di prevenzione
del disagio e delle devianze, oltre che di educazione alla
gestione del proprio equilibrio mentale nel rispetto della
propria individualità. Tale Sportello, in genere attivo
nell’orario scolastico e gratuito per gli utenti (studenti,
genitori, insegnanti) rappresenta un’occasione di avvicinamento ad una preziosa figura di aiuto, lo Psicologo
appunto, offrendo nel corso dell’anno scolastico ad ogni
studente la possibilità di sperimentare il valore della riflessione guidata dall’esperto. Lo Sportello d’Ascolto non
si delinea, quindi, come un percorso psicoterapico e prevede un massimo di 3-4 incontri per studente, in genere
sufficienti per consentirgli di focalizzare le soluzioni attuabili, a riscoprire le proprie potenzialità inespresse, ad
uscire dall’impasse che in alcuni momenti della vita causa
passività e sofferenza. Se, invece, nel corso degli incontri
dovessero emergere problematiche che necessitano un
maggior approfondimento, lo psicologo si occuperà di
indirizzare lo studente presso un Servizio adeguato al
proseguimento del lavoro.
LE SCELTE DIDATTICHE E PROGETTUALI
CLASSE
Prima
Seconda
Terza
Quarta
Quinta
EDUCAZIONE
Destinatari
Metodologia e
interventi
METE FINALI
È pertanto aperto anche a tutti gli adulti che sentano
l’esigenza di confrontarsi sulle problematiche vissute a
scuola
nel
rapporto
con
i
bambini.
Lo psicologo si rende quindi disponibile al confronto
anche con insegnanti e genitori, al fine di considerare e
sperimentare modalità di relazione più funzionali al
benessere degli allievi.
In sintesi, l’attivazione di questo Servizio sarà
un’occasione per i bambini :
•
•
•
•
•
•
di ascolto
di accoglienza e accettazione
di sostegno alla crescita
di orientamento
di informazione
di gestione e risoluzione di problemi/conflitti.
Rispetto ai genitori, si privilegia il potenziamento delle
capacità genitoriali e delle abilità comunicativorelazionali con i figli, affinché essi possano trovare ascolto e supporto:
•
nell’esercizio di una genitorialità piena e consape-
vole
• nell’empowerment delle proprie competenze educative.
Nei confronti dei docenti, infine, vengono fornite specifiche indicazioni psicopedagogiche da integrare nelle
attività curriculari.
Modalità di accesso
allo sportello
di ascolto
Il progetto sarà realizzato durante tutto l’anno scolastico.
È prevista un’ora a settimana per gli incontri.
I colloqui verranno svolti, previo appuntamento fissato
telefonicamente tramite la segreteria della scuola o attraverso richiesta scritta da consegnare in segreteria o
all’insegnante di sezione.
Il sevizio offerto dalla scuola è completamente gratuito.
LE SCELTE DIDATTICHE E PROGETTUALI
Laboratori trasversali
LABORATORIO
CLASSE
DESCRIZIONE
MULTIDISCIPLINARE
Prima e seconda
Il laboratorio ha lo scopo di offrire la possibilità ai bambini di realizzare lavori vari
con materiali nuovi e diversi da quelli
abituali sviluppando fantasia e creatività
in relazione agli argomenti che si trattano
nelle varie discipline.
LETTURA
Prima, seconda e
terza
Attraverso letture esemplificative a voce
alta, si intende migliorare la dizione variando :
* l’intonazione della voce,
* valorizzando la punteggiatura,
*scandendo le sillabe per un’ espressione
più chiara e lineare, al fine di stimolare i
bambini alla lettura all’interpretazione
mimico facciale e corporea del testo.
MUSICALE
Trasversale a tutte
le classi
Integrare il programma di musica con
esperienze concrete e dirette che permettano ai bambini di comprendere meglio il
mondo circostante, di sentire il ritmo della
vita che pulsa intorno a noi. La musica
sarà, quindi, un mezzo per lo sviluppo :
-della sensibilità auditiva,
-del senso ritmico,
-della sensibilità musicale e
-della fantasia nei bambini.
SCIENTIFICO
Trasversale a tutte
le classi
Aiutare l’alunno ad acquisire un metodo di
ricerca attraverso esperienze concrete per
essere protagonista del suo apprendimento.
Sostenere l’alunno nell’approfondimento
di un argomento per disciplina con
l’utilizzo di schemi, testi, tabelle, immagini
in gruppo e individualmente.
LE SCELTE DIDATTICHE E PROGETTUALI
Regolamento interno
• I docenti sono presenti in aula dalle ore 8.20
• L’entrata alla seconda ora è un’eccezione ed è autorizzata dalla Direttrice; si esige
comunque la giustificazione scritta del genitore.
• Le assenze, anche di un solo giorno, vanno giustificate sul diario.
• Oltrei cinque giorni di assenza è indispensabile il certificato medico in aggiunta
alla giustificazione.
• Gli alunni si recano a scuola forniti SOLTANTO del materiale didattico.
• Gli alunni di ogni classe sono RESPONSABILI dell’ordine, della pulizia e degli
oggetti della propria aula e RISPONDONO di eventuali danni e di mancanza di
rispetto verso le cose altrui.
• In particolare ogni alunno è RESPONSABILE delle condizioni del banco e della
sedia che occupa.
• Nessun alunno può utilizzare l’attrezzatura LIM se non autorizzato dal docente,
il quale si assume la responsabilità di un uso improprio della stessa.
• La correttezza e l’educazione necessarie vanno dimostrate sempre, soprattutto in
momenti particolari, come nel cambio dell’ora di lezione, durante la ricreazione, nel
raggiungere le aule speciali, i laboratori, le palestre, durante il pranzo nella sala
mensa.
• La buona educazione e il rispetto reciproco richiedono che nel parlare non sia mai
presente un linguaggio sconveniente.
• Ogni docente e collaboratore non docente è autorizzato a intervenire nei casi in
cui gli alunni manifestassero atteggiamenti pericolosi o non adeguati alle norme.
• È obbligatoria la divisa scolastica e la tuta d’Istituto per l’attività motoria.
Eventuali malattie infettive e/o contagiose devono essere tempestivamente segnalate al Dirigente Scolastico. L’alunno può essere riammesso solo dietro presentazione di certificato medico che ne attesti la guarigione.
• In caso di pediculosi la famiglia è tenuta ad informare la Coordinatrice Didattica
che darà comunicazione alle famiglie della scuola. Il rientro a scuola dovrà avvenire
24 ore dopo il trattamento e dietro presentazione di autocertificazione da parte delle famiglie. In caso di recidiva l’alunno rientrerà a scuola dietro presentazione del
certificato del medico curante. A sua volta la scuola avviserà tempestivamente la
famiglia nel caso accertasse un episodio di pediculosi, mettendo in atto le opportune precauzioni, in attesa che la famiglia venga a prendere il proprio figlio.
• Il personale docente e non docente non può somministrare farmaci agli alunni.
• Non è consentito ai genitori l’accesso ai locali scolastici e agli spazi ricreativi
esterni senza l’autorizzazione della Direttrice.
LE SCELTE DIDATTICHE E PROGETTUALI
Divisa scolastica
•
L’istituto adotta la divisa scolastica finalizzata :
•
non all’omologazione, ma al rispetto delle diverse condizioni economiche delle famiglie ;
•
ad offrire agli alunni una forma corretta e semplice di identificazione
che fa parte dell’assimilazione del progetto formativo dell’Istituto.
Oltre la divisa da indossare ogni giorno, c’è l’obbligo di far uso della tuta
scolastica per le ore di Educazione Fisica .
Gli indumenti si acquistano presso la Manifattura Bianchetti S.R.L. ,via
della Pigna,18—00186 Roma.
LE SCELTE DIDATTICHE E PROGETTUALI
L’Istituto, per ritrovarsi con le proprie radici religiose e con i propri
principi cristiani, organizza celebrazioni specifiche di inizio e termine anno
scolastico e momenti liturgici nei periodi di Avvento e Quaresima, con la Celebrazione Eucaristica per inserire nel mistero salvifico di Cristo tutto il nostro cammino di crescita.
*S. Messa inizio anno scolastico in parrocchia mercoledì 02 ottobre 2014 alle
ore 9.00
*S. Messa natalizia in cappella, giovedì 18 dicembre 2014 alle ore 15.00 .
*S. Messa (mercoledì delle ceneri) in parrocchia mercoledì 18 febbraio 2015
alle ore 9.00
*S. Messa pasquale in cappella, mercoledì 01 aprile 2014 ore alle 15,00.
Servizio mensa
Per gli alunni della Scuola Primaria è garantito il servizio mensa, gestito
all’interno della scuola da una ditta catering. Durante la refezione è prevista
l’assistenza del personale docente incaricato.
Le famiglie, che desiderano usufruire di tale servizio, devono farne richiesta
all’atto dell’iscrizione.
Re-estate insieme
L’Istituto offre alla famiglia la possibilità di permanenza degli alunni per tutto il mese di giugno, organizzando tre settimane ricreative con possibilità di
recarsi al mare (S. Severa) ogni lunedì-mercoledì-venerdì. La famiglia è informata dell’organizzazione nel mese di aprile e liberamente sceglie secondo i
propri progetti familiari e personali del/la bambino/a
LE SCELTE DIDATTICHE E PROGETTUALI
Colloqui individuali
Primo quadrimestre
Classe prima
Giovedì
Venerdì
20 novembre
21 novembre
dalle ore 16.15
Classe seconda
Martedì 25 novembre
Mercoledì 26 novembre
dalle ore 16.15
Classe terza
Martedì
25 novembre
dalle ore 16.15
Classe quarta
Giovedì
27 novembre
dalle ore 16.15
Classe quinta
Mercoledì 26 novembre
dalle ore 16.15
Secondo quadrimestre
Classe prima
Giovedì
Venerdì
16 aprile
17 aprile
dalle ore 16.15
dalle ore 16.15
Classe seconda
Giovedì
Venerdì
16 aprile
17 aprile
dalle ore 16.15
dalle ore 16.15
Classe terza
Mercoledì
15 aprile
dalle ore 16.15
Classe quarta
Martedì
21 aprile
dalle ore 16.15
Classe quinta
Mercoledì
15 aprile
dalle ore 16.15
LE SCELTE DIDATTICHE E PROGETTUALI
Calendario consegna schede
Primo quadrimestre
Classe prima
Martedì 10 febbraio
dalle ore 16.00
alle ore 18.00
Classe seconda
Martedì 10 febbraio
dalle ore 16.00
alle ore 18.00
Classe terza
Martedì 10 febbraio
dalle ore 16.00
alle ore 18.00
Classe quarta
Martedì 10 febbraio
dalle ore 16.00
alle ore 18.00
Classe quinta
Martedì 10 febbraio
dalle ore 16.00
alle ore 18.00
Secondo quadrimestre
Classe prima
Giovedì 11 giugno
dalle ore 16.00
alle ore 18.00
Classe seconda
Giovedì 11 giugno
dalle ore 16.00
alle ore 18.00
Classe terza
Giovedì 11 giugno
dalle ore 16.00
alle ore 18.00
Classe quarta
Giovedì 11 giugno
dalle ore 16.00
alle ore 18.00
Classe quinta
Giovedì 11 giugno
dalle ore 16.00
alle ore 18.00
Nota bene
Le schede di valutazione devono essere ritirate dai genitori nella data stabilita dal collegio
docenti.
In caso di impedimento possono essere ritirate da altre persone con delega firmata dal genitore.
Se non sono ritirate nei giorni stabiliti , vengono depositate in segreteria.
LE SCELTE DIDATTICHE E PROGETTUALI
Attività extrascolastiche
Attività musicale:
pianoforte
Corsi
di Madre Lingua
La scuola offre
le seguenti opportunità
Doposcuola
Attività
informatiche
LE SCELTE DIDATTICHE E PROGETTUALI
Attività extrascolastiche
La scuola “S. Gaetano” offre agli alunni , dopo le 16.00, la possibilità di
fermarsi a scuola , per chi ne avesse bisogno per il doposcuola assistito da una docente.
Le attività sportive sono gestite dall’ ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA “Team 4 Sport”, mentre l’attività espressiva musicale è affidata alla docente
Maria Rosaria Paternostro .
GIORNO
ATTIVITA’
ORA
lunedì
* Doposcuola
16.00—18.00
16.00—17.00
martedì
* Doposcuola
* BASKET
* Corso di pianoforte
16.00—18.00
16.00—17.00
17.00—18.00
mercoledi * Doposcuola
16.00—18.00
16.00-7.00
giovedì
* Doposcuola
16.00—18.00
16.00—17.00
17.00—18.00
venerdì
* Doposcuola
* Corso di pianoforte
* BASKET
16.00—18.00
Calendario scolastico 2014/2015
Il collegio docenti, riunitosi in data 06 giugno 2014, ha deliberato il calendario per l’anno
scolastico 2014/2015.
Alla presenza della coordinatrice didattica della scuola Primaria Pierangela Riva e delle docenti dell’equipe pedagogica viene stabilito quanto segue:
* l’articolazione delle lezioni resta fissata su 5 giorni settimanali nel rispetto del monte ore
annuale;
* i giorni totali di lezione non saranno in numero inferiore a 174 per la scuola primaria e 189
per la scuola dell’infanzia come previsto dal D.L. 16 aprile 1994 n. 297.
Lunedì 01 Settembre 2014
Inizio attività scolastica
per le docenti
Lunedì 15 Settembre 2014
Inizio delle lezioni
Sabato 01 Novembre 2014
Festa di tutti i Santi
Lunedì 08 Dicembre 2014
Festa dell’Immacolata
Vacanze Natalizie
Da lunedì 22 Dicembre 2014
a martedì 6 Gennaio 2015
Vacanze Pasquali
Da giovedì 02 aprile a martedì 07 Aprile 2015
Sabato 25 Aprile 2015
Anniversario della Liberazione
Festa dei lavoratori
Venerdì 01 Maggio 2015
Lunedì 01 Giugno 2015
Martedì 02 Giugno 2015
Ponte Festa della Repubblica
Festa della Repubblica
Venerdì 05 Giugno 2015
Termine delle lezioni
per la Scuola Primaria
Martedì 30 Giugno 2015
Termine delle lezioni
per la Scuola dell’Infanzia
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
9
File Size
946 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content