close

Enter

Log in using OpenID

CONCORSO PUBBLICO - Comune di Dorgali

embedDownload
ALLEGATO ALLA DETERMINAZIONE N. 1718 DEL 18.11.2014
C O M U N E DI D O R G A L I
Viale Umberto, 37 - CAP. 08022 - TEL. 0784-927216 - FAX 0784–94288
Provincia di Nuoro
AVVISO DI MOBILITA’ ESTERNA AI SENSI DELL’ART. 30 DEL D.LGS N. 165/2001
PER N. 1 POSTO DI ISTRUTTORE DI VIGILANZA A TEMPO PART-TIME AL 50% E
INDETERMINATO - CAT. GIURIDICA C, PERCORSO ECONOMICO C1-C5 CCNL AA.LL.
PER LA SOSTITUZIONE DI DIPENDENTE IN RUOLO IN ATTESA DI MOBILITA' IN USCITA
IL SEGRETARIO COMUNALE - RESPONSABILE DELL'AREA AMMINISTRATIVA
VISTA la deliberazione della Giunta n. 282 del 18.11.2014, con la quale è stata programmata la
mobilità in entrata di n. 1 Istruttore di Vigilanza a tempo part-time al 50% e indeterminato di cat. C, al fine
di consentire la mobilità in uscita, per motivi familiari, di n. 1 Istruttore di Vigilanza a tempo part-time al
50% e indeterminato, cat. C, dando mandato al Responsabile del Settore Risorse Umane per l'attivazione
del relativo bando pubblico;
VISTA la propria determinazione n. 1718 del 18.11.2014, relativa all’approvazione del bando;
VISTO il Decreto legislativo n. 165/2001 e s.m.i. “Norme generali sull’ordinamento del lavoro alle
dipendenze delle amministrazioni pubbliche”;
VISTO il Regolamento sulla mobilità esterna ed interna, approvato con deliberazione n. 96 del
16/04/2010, pubblicato all’albo pretorio dal 16/04 al 03/05/2010;
RENDE NOTO
E’ indetta una selezione, con procedura di mobilità esterna ai sensi dell’art. 30 D.lgs n. 165/2001 così come
integrato e modificato dall’art. 49 del D. Lgvo n. 150 del 27/10/2009, per n. 1 posto di Istruttore di
Vigilanza a tempo part-time al 50% e indeterminato, Cat. giuridica C1, percorso economico C1-C5 CCNL
comparto regioni enti locali, presso l’area Polizia Municipale, per la sostituzione di personale di ruolo in
attesa di mobilità in uscita.
La mobilità in entrata verrà attivata all'atto di mobilità in uscita del dipendente del comune di Dorgali
richiedente la mobilità.
REQUISITI GENERALI PER L’AMMISSIONE ALLA SELEZIONE
Per l'ammissione alla selezione è necessario:
1. essere in servizio, con rapporto di lavoro a tempo indeterminato part-time al 50% da almeno 24
mesi, in una delle amministrazioni di cui all’art. 1, co. 2, del D.Lgs. n. 165/01, con inquadramento di
ruolo nella categoria “C” e nel profilo professionale di “Istruttore di Vigilanza”;
2. essere in possesso di un diploma di scuola media superiore di durata quinquennale;
3. essere in possesso di patente di guida di cat. “B”;
4. non aver riportato condanne penali e non aver procedimenti penali in corso (in caso affermativo
indicare le condanne riportate e/o i procedimenti penali pendenti);
5. non aver riportato, nei 2 anni precedenti la data di scadenza del presente bando, sanzioni
disciplinari, e non avere procedimenti disciplinari in corso;
6. nulla osta al trasferimento per mobilità rilasciato dal dirigente Responsabile del servizio degli
uffici dell’Ente di provenienza.
I requisiti prescritti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine ultimo stabilito dal bando di
concorso per la presentazione delle domande di ammissione. L’accertamento della mancanza dei requisiti
per l’ammissione comporterà l’esclusione dalla selezione.
1
DOMANDA DI AMMISSIONE ALLA SELEZIONE
La domanda di ammissione al concorso dovrà essere redatta utilizzando l’apposito modulo allegato al
presente bando.
La domanda dovrà a pena di esclusione essere corredata da:
1. curriculum professionale in formato europeo, debitamente firmato, in cui il candidato avrà cura di
indicare gli enti presso i quali ha prestato servizio, con specificazione del profilo professionale di
appartenenza, delle eventuali posizioni di responsabilità ricoperte e dei corsi di formazione svolti;
potrà altresì indicare eventuali ed ulteriori esperienze professionali ritenute significative per il posto
da ricoprire, il livello di conoscenza di lingue straniere, nonché ogni altra informazione ritenuta utile
per la valutazione della professionalità posseduta;
2. la dichiarazione dell’ente di provenienza con l’indicazione di eventuali procedimenti disciplinari
dell'ultimo quinquennio e dei periodi di malattia fruiti nell’ultimo triennio;
3. nulla-osta al trasferimento per mobilità rilasciato dal dirigente Responsabile del servizio dell’Ente
di provenienza.
4. Fotocopia di documento di identità in corso di validità.
La domanda di ammissione, sottoscritta dal concorrente in forma leggibile e per esteso, a pena di
esclusione, inserita in busta chiusa recante all’esterno il mittente e la dicitura “Domanda mobilità esterna
Istruttore di Vigilanza” deve essere indirizzata al Comune di Dorgali – Settore Personale, via Umberto n.
37,
spedita
a
mezzo
raccomandata
A/R,
a
mezzo
posta
elettronica
certificata
([email protected]) oppure consegnata a mano al protocollo dell’Ente, e deve pervenire
entro le ore 14.00 del 04.12.2014.
La data di spedizione della domanda è stabilita e comprovata dal timbro a data del protocollo o
dell’ufficio postale accettante.
L’Amministrazione non assume responsabilità per la dispersione di comunicazioni dipendente da
inesatte indicazioni del recapito da parte del concorrente oppure da mancata o tardiva comunicazione del
cambiamento di indirizzo indicato nella domanda, per eventuali disguidi postali o telegrafici o comunque
imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o forza maggiore.
Non verranno prese in considerazione le domande di mobilità volontaria già pervenute all'Ente e non
espressamente riferite al presente avviso.
Non è
dati:
o
o
o
o
CASI DI IMMEDIATA ESCLUSIONE DALLA SELEZIONE
sanabile e comporta l’immediata esclusione dal concorso, l’omissione nella domanda dei seguenti
cognome, nome, residenza o recapito del concorrente;
firma del concorrente, a sottoscrizione della domanda stessa;
esperienze lavorative di almeno 24 mesi nella stessa qualifica di quella del posto da ricoprire;
nulla-osta al trasferimento per mobilità da parte dell’organo competente.
VALUTAZIONE DELLE DOMANDE
1. Le domande di partecipazione pervenute nei termini saranno preliminarmente esaminate dal Responsabile
del Servizio Affari Generali, ai soli fini dell’accertamento dei requisiti richiesti dall’avviso di mobilità.
2. I candidati in possesso dei requisiti minimi saranno sottoposti a colloquio individuale da parte di una
Commissione esaminatrice formata da un Presidente a da due membri esperti.
3. Il punteggio massimo attribuibile ai titoli, pari a 40 punti, è ripartito come segue:
a) Curriculum professionale
massimo punti 7
b) Anzianità di servizio
massimo punti 6 (1,20 per ogni anno di servizio,
0,10 per ogni mese di servizio o per frazione
superiore a 15 giorni)
c) Situazione familiare:
massimo punti 27

c1. avvicinamento al proprio nucleo familiare
2
punti 1 in caso di distanza da 40 a 60 km



ovvero al luogo di residenza o domicilio
c2. carico familiare in rapporto al numero dei figli
c3. unico genitore con figli a carico
c4. malattia propria o di stretto familiare
c5. genitore/i ultrasessantacinquenni conviventi
c6. nucleo familiare con portatore di handicap
punti 2 in caso di distanza da 61 a 100 km
punti 4 in caso di distanza oltre i 100km
punti 7 nel caso in cui la sede di lavoro del
richiedente sia posta fuori dalla Sardegna
punti 2,5 per ogni figlio
punti 5
punti 6
punti 2
punti 5
Il punteggio di cui ai punti c2), c3), c4), c5), c6) è attribuito solo in presenza della condizione c1).
Nell’ipotesi in cui il richiedente goda dei benefici previsti dalla normativa in materia di tutela dei portatori
di handicap in situazione di gravità (legge n. 104 del 5 febbraio 1992, art. 33 e D. Lgs. n. 151 del 26 marzo
2001, artt. 33 e 42) e che la sua domanda di mobilità sia motivata ai sensi della predetta normativa, si
attribuirà – in luogo della valutazione di cui ai punti c2), c3), c4), c5), c6) - il punteggio di 20 punti. I
suddetti 20 punti verranno attribuiti solo in presenza della condizione c1) e verranno sommati ai punti
ottenuti a seguito della valutazione della condizione c1) medesima.
La distanza (Z) è calcolata secondo la formula: X-Y = Z, dove:
X= Km. intercorrenti tra luogo di residenza o domicilio del dipendente o nucleo familiare e sede di lavoro;
Y = Km intercorrenti tra luogo di residenza o domicilio del dipendente o nucleo familiare e sede di lavoro
richiesta.
4. In esito alla valutazione delle domande i candidati ritenuti in possesso dei requisiti professionali richiesti
sono invitati a sostenere un colloquio finalizzato al riscontro della professionalità e delle competenze
risultanti dal curriculum, nonchè dell’idoneità professionale, il cui esito non impegnerà nè i candidati nè
l’Amministrazione;
5. Ai candidati non in possesso dei requisiti richiesti dal bando sarà inviata apposita comunicazione di non
ammissione al colloquio.
MODALITÀ DI SVOLGIMENTO DEL COLLOQUIO
1. Il colloquio effettuato dalla Commissione nominata dal Responsabile Affari Generali è finalizzato alla
verifica del possesso dei requisiti attitudinali e professionali richiesti per il posto da ricoprire.
2. La Commissione valuterà il colloquio tenendo conto dei seguenti criteri di valutazione:
- preparazione professionale specifica
- grado di autonomia nell’esecuzione del lavoro
- conoscenza di tecniche di lavoro o di procedure predeterminate all’esecuzione del lavoro
- conoscenza di almeno una lingua straniera
- capacità di individuare soluzioni innovative rispetto all’attività svolta.
La Commissione, immediatamente prima dello svolgimento dei colloqui, predeterminerà le modalità di
espletamento degli stessi e, qualora lo ritenga opportuno, potrà integrare i su indicati criteri di valutazione.
3. I colloqui si svolgeranno in data 11.12.2014 alle ore 16,00 presso la Sala Consiliare del Comune di
Dorgali, Via Umberto n. 37, alla presenza dell’intera Commissione e secondo l’ordine deciso dalla
Commissione medesima (ordine alfabetico o sorteggio da effettuarsi dopo l’appello).
4. Il concorrente che non si presenti al colloquio nel giorno stabilito si considera rinunciatario e viene
escluso dalla selezione.
5. Conclusa ogni singola prova individuale, la Commissione si ritira per procedere alla valutazione del
candidato ed attribuire il punteggio, tenuto conto dei criteri stabiliti nel presente bando.
6. Al termine di ogni seduta dedicata ai colloqui, la Commissione compila l’elenco dei candidati esaminati
con l’indicazione del punteggio da ciascuno riportato.
7. Tale elenco, sottoscritto da tutti i componenti della Commissione, viene affisso fuori dall’aula in cui si
sono svolti i colloqui.
8. Il colloquio viene effettuato anche in caso in cui vi sia un solo candidato che abbia presentato domanda di
partecipazione o sia stato ammesso alla selezione a seguito della verifica del possesso dei requisiti di
partecipazione.
3
CRITERI PER LA FORMAZIONE DELLA GRADUATORIA
1. La Commissione ha a disposizione, per la valutazione del colloquio dei candidati, 10 punti attribuibili.
2. Viene collocato utilmente nella graduatoria il candidato che avrà ottenuto nel colloquio un punteggio non
inferiore a 7 punti.
3. Per la formazione della graduatoria, al punteggio del colloquio sarà sommato quello per i titoli, con
punteggio finale espresso in cinquantesimi.
4. A parità di punteggio, precede il candidato con maggiore anzianità di servizio.
NORMA FINALE
Si precisa sin d'ora che il presente avviso ha valore esplorativo e non vincola in alcun modo
l'Amministrazione Comunale, che ha facoltà di prorogare o riaprire i termini dell'avviso, nonché di non dare
seguito alla procedura di mobilità in presenza di cause ostative o valutazioni di interesse dell'Ente.
Ai sensi e per gli effetti della L. 125/1991 e D Lgs. 165/2001, l'Amministrazione Comunale
garantisce piena e pari opportunità tra uomini e donne per l'accesso alla procedura di mobilità e per il
trattamento di lavoro.
Tutti i dati personali trasmessi dagli interessati con la domanda di partecipazione alla procedura di
mobilità, ai sensi degli artt. 13 e 24 del D. Lgs. n. 196 del 30.06.2003, saranno raccolti presso il Servizio
Risorse Umane del comune di Dorgali e trattati esclusivamente per le finalità di gestione della procedura di
mobilità in questione e, successivamente all'eventuale instaurazione del rapporto di lavoro, per le finalità
inerenti alla gestione del medesimo. Con la domanda di partecipazione il candidato autorizza
l'Amministrazione alla pubblicazione del proprio nome sul sito del comune di Dorgali per tutte le
informazioni inerenti il presente bando.
Il presente bando è disponibile sull'Albo Pretorio informatico, sul sito internet dell'Ente:
www.comune.dorgali.nu.it e sul link del medesimo sito "Amministrazione Trasparente".
Ai sensi dell'art. 8 della L. 241/1990 e s.m.i., si comunica che il Responsabile del procedimento è la
dr.ssa Lucia Tabasso, Responsabile dell'Area Amministrativa, Settore Risorse Umane, tel. 0784-927211.
Dorgali, 19.11.2014
IL RESPONSABILE AREA AMMINISTRATIVA
Settore Personale
(Dott.ssa Lucia Tabasso)
TL/li
4
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
128 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content