close

Enter

Log in using OpenID

19° Lezione - MMSolutions

embedDownload
ECONOMIA
AZIENDALE
Anno accademico 2014 - 2015
Prof. Mario Mazzoleni
Lezioni di Economia
Aziendale
Prof Mario
Mazzoleni
Indice
• Globalizzazione
• Glocalizzazione
• Internazionalizzazione
2
Lezioni di Economia
Aziendale
Prof Mario
Mazzoleni
Un fenomeno multidimensionale
Dimensione
economica
Dimensione
culturale
Dimensione
politica
3
Lezioni di Economia
Aziendale
Prof Mario
Mazzoleni
1. Dimensione economica
• Imprese multinazionali e concorrenza globale
• Organizzazioni internazionali:
▫ WTO (World Trade Organization)
▫ FMI (Fondo Monetario Internazionale)
▫ Banca Mondiale
• Fusione o acquisizione tra imprese di paesi diversi
(GM – FIAT)
• Spostamento delle attività produttive verso aree
più convenienti.
4
Lezioni di Economia
Aziendale
Prof Mario
Mazzoleni
2. Dimensione politica
• Organizzazioni per il coordinamento politico a
livello mondiale:
▫
▫
▫
▫
ONU
Lega Araba
Unione Europea
Organizzazione Unità Africana
• Organizzazioni che regolano aspetti specifici della
società:
▫ Navigazione
▫ Trasporto aereo
▫ Poste
• Organizzazioni militari
▫ NATO
5
Lezioni di Economia
Aziendale
Prof Mario
Mazzoleni
3. Dimensione culturale
• Mezzi di comunicazione di massa:
▫ TV, stampa;
▫ Telefonia fissa e mobile;
▫ Internet.
• Formazione di culture e stili di vita ibridi;
• Premi e riconoscimenti dal valore planetario:
▫ Culturali (Nobel)
▫ Premi musicali…
6
Lezioni di Economia
Aziendale
Prof Mario
Mazzoleni
Globalizzazione:
definizione
“intensificazione di relazioni sociali mondiali che
collegano tra loro località distanti facendo sì che gli
eventi locali vengano modellati dagli eventi che si
verificano a migliaia di chilometri e viceversa”
Giddens
7
Lezioni di Economia
Aziendale
Prof Mario
Mazzoleni
Fenomeno complesso attraverso cui tutto il mondo
è un unico mercato entro il quale operare
scambi di beni secondo un unico meccanismo
Nelle imprese:
maggiori possibilità
di aumentare
produttività e
redditività
Nei sistemi paese:
gap nello sviluppo
dei sistemi paese e
nel rapporto impresa
- paese
8
Lezioni di Economia
Aziendale
Prof Mario
Mazzoleni
1. Nelle imprese
….
Beni conformi a qualsiasi mercato:
non esiste adattamento o modifica
del prodotto per i consumatori di
una altro mercato.
9
Lezioni di Economia
Aziendale
Prof Mario
Mazzoleni
2. Nei sistemi paese…
• Rimane irrisolto il problema della diffusione
della ricchezza dall’industria agli altri
settori della società;
• Hirschman parla di un passaggio
automatico, di “ “sgocciolamento” della
ricchezza dai sistema più ricchi a quelli
meno ricchi (Trickle down effect)
10
Lezioni di Economia
Aziendale
Prof Mario
Mazzoleni
Indice
• Globalizzazione
• Glocalizzazione
11
Lezioni di Economia
Aziendale
Prof Mario
Mazzoleni
L’origine della strategia glocale
• Dochakuka = vivere sulla propria terra;
• Formula manageriale che adatta la politica
di vendita di un prodotto, ideato e
realizzato con una strategia globale, alle
condizioni di ogni mercato locale.
• Strategia del “think global, act local”
12
Lezioni di Economia
Aziendale
Prof Mario
Mazzoleni
Glocalizzazione: definizione
“dicotomia che fa emergere una nuova
dimensione in cui globalizzazione e
localizzazione si fondono in un insieme
complesso dove le due parti non si
escludono ma si integrano e
completano, in quanto il locale
costituisce una parte del globale”.
Roberston
13
Lezioni di Economia
Aziendale
Prof Mario
Mazzoleni
Da globale a glocale
La globalizzazione ha coinvolto e
incorporato il locale
Ex. bagel
14
Lezioni di Economia
Aziendale
Prof Mario
Mazzoleni
La cultura Glocale
Proiettata
verso il sole
(globale)
L’azienda glocal è radicata nel
territorio, ma agisce in
un’ottica globale
Radicata nel terreno
(locale)
15
Lezioni di Economia
Aziendale
Prof Mario
Mazzoleni
….e in Sunstar?
Scelta strategica:
Headquarter di Sunstar in Svizzera
Motivazioni
strategiche
Motivazioni
culturali
16
Lezioni di Economia
Aziendale
Prof Mario
Mazzoleni
1. Motivazioni strategiche
1.
2.
3.
4.
Sede ideale per lo sviluppo di una politica di
internazionalizzazione:
stabilità economica e politica;
piattaforme tecnologiche;
condizioni di mercato liberali;
economia inserita in un contesto internazionale
17
Lezioni di Economia
Aziendale
Prof Mario
Mazzoleni
2. Motivazioni culturali
•
1.
2.
3.
Prossimità culturale Svizzera-Giappone:
cultura dell’innovazione;
attenzione al locale, alla società;
investimenti nella formazione ed educazione.
18
Strategia di internazionalizzazione


Ricerca di nuovi mercati
Accesso a fattori produttivi/risorse a
condizioni vantaggiose

Sfruttamento di vantaggi istituzionali

Riduzione del rischio
Percorsi di internazionalizzazione

Commercio internazionale

Investimenti diretti esteri
Alto
Basso
Commercio internazionale
Modelli di internazionalizzazione
dei settori
SETTORI INTERNAZION.
•Aerospaziale
•Forniture militari
•Estrazione diamanti
•Agricoltura
SETTORI GLOBALI
•Automobili
•Semiconduttori
•Elettronica di consumo
SETTORI PROTETTI
•Ferrovie
•Lavanderie
•Parrucchieri
•Latte
•Artigiani
SETTORI MULTIDOMES.
•Cibo confezionato
•Banche di investimento
•Hotel
•Servizi di consulenza
Basso
Alto
Investimento diretto estero
Processo di internazionalizzazione
Esportazione
Distribuzione
Produzione
e distribuzione
Effetti sulle dinamiche
competitive

Riduzione delle barriere all’entrata

Rivalità tra imprese esistenti
Riduzione del
grado di
concentrazione
dell’offerta
Maggiore
diversità dei
concorrenti
Aumento
capacità
in eccesso
Maggiore
potere
contrattuale
dei clienti
La competitività dei paesi:
il modello del diamante di Porter
Condizione
dei fattori
Condizioni
della
domanda
Settori
correlati e
di sostegno
Strategia,
struttura e
concorrenza
Scelte di localizzazione:
soluzioni alternative



Commercializzazione
produzione nazionale
globale
con
Consociate nazionali che producono nel
paese in cui operano
Produzione
nazionale
globale
con
vendita
Scelte di localizzazione:
i fattori determinanti

Disponibilità di risorse chiave

Trasferibilità dei prodotti


Specificità del vantaggio competitivo
basato su risorse e competenze
interne
Analisi della catena del valore
Opzioni di ingresso in paesi esteri
Opzioni di ingresso in paesi esteri:
gli interrogativi chiave



Il vantaggio competitivo è specifico
all ’ azienda o è legato a risorse del
paese ospitante?
Il prodotto è trasferibile?
L ’ azienda possiede una gamma
completa di risorse e competenze per
stabilire un vantaggio competitivo nel
mercato estero?
Opzioni di ingresso in paesi esteri:
gli interrogativi chiave


L’impresa può appropriarsi facilmente
dei rendimenti delle proprie risorse?
Qual è la
transazione?
natura
dei
costi
di
I vantaggi della strategia globale
(Levitt)


Globalizzazione delle preferenze dei
consumatori
Possibilità di sfruttamento
economie di scala
delle
I vantaggi della strategia globale


Economie di replicazione
Economie
internazionale
nella

Economie di apprendimento

Competere strategicamente
produzione
La diversificazione locale

Preferenze dei consumatori

Regolamentazione

Canali distributivi

Paesi leader

Differenze culturali tra paesi
I rischi dell’internazionalizzazione



Differenze
previste)
della
domanda
(non
Eccessivi costi organizzativi
Sviluppo di attività che non creino
valore
I rischi dell’internazionalizzazione

Incompatibilità tra culture aziendali e
manageriali (in caso di partnership o
fusioni)

Problemi doganali e valutari

Discontinuità normativa e legislativa

Barriere linguistiche
Imprese internazionali e
multinazionali
Le IMPRESE INTERNAZIONALI
gestiscono le attività nei diversi
mercati senza che emerga un
sostanziale approccio unitario.
Le IMPRESE MULTINAZIONALI sono
caratterizzate da una gestione
parallela ed integrata nei diversi Paesi
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
1 198 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content