close

Enter

Log in using OpenID

cartella_stampa_leopolda_siciliana

embedDownload
Il 28 febbraio ed il 1° marzo 2015
alla FABBRICA SANDRON
SICILIA 2.0.
Il futuro è già il presente
CARTELLA STAMPA
Rapporti per l’evento con la Stampa: Dario Matranga
tel.: 393 9956916 email: [email protected]
PROGRAMMA
Sabato 28 febbraio ore 08.30: apertura registrazioni
Sabato 28 febbraio ore 10.00: inizio interventi e pranzo dalle ore 13.00
Sabato 28 febbraio dalle ore 15.00: tavoli tematici / chiusura alle ore 20,00 e cena a seguire
Domenica 1 marzo dalle ore 9.30 alle 13,00: tavoli tematici / interventi e chiusura
28 febbraio 2015
On. DAVIDE FARAONE
Giuseppe Lo Bocchiaro con il suo PC lancerà le strisce
Alberto Firenze spiega l'evento da un punto di vista organizzativo su orari, ristorazione, iscrizione tavoli, Speech e
timing per tutti.
Giusy Avola lancerà i tweet ed #
Silvia Francese (GIOVANE ATTRICE, SUGLI SCHERMI DI “BIAGIO” DI PASQUALE SCIMECA,
PALERMITANA, IN CANTIERE UN FILM DA SCENEGGIATRICE CON UNA STAR UP DI PRODUZIONE
CINEMATOGRAFICA SU BASE A ROMA CON UNA FORTE COMPONENTE SICULA, MIRELATIVES
PICTURES) .
PRIMA SESSIONE SPEECH (10.30)
1.
IOLANDA RIOLO
2.
IVAN LO BELLO
3.
GIACOMO PIGNATARO
4.
UGO PALAZZO
5.
GIUSEPPE SOTTILE
6.
ADOLFO ALLEGRA
7
GIOVANNI PAGANO
8
MAURIZIO ZAMPARINI
9
CLEO LI CALZI
10
FAUSTO RACITI
11
EZIO LAURICELLA
12
GIUSEPPE CIMAROSA
13
MARIA RITA SGARLATA
14
MAURIZIO ROSSO
15
GIULIO SEMINARA
16
GEA SCHIRO'
17
PIETRO BUSETTA
18
ROSARIO CROCETTA
19
GIGI BOBBA
20
SIMONA BONAFE’
ore 13.00: PRANZO
ore 15.00-17.00: Tavoli Tematici
Numer
o
1
TITOLO
TEMA
RELATORE
Rete Ospedaliera Siciliana, come tagliare i costi e
Lucia Borsellino
migliorare i servizi
Sanità
2
3
Stato Sociale
4
5
Continuità Ospedale-Territorio
Giuseppe Termine
Riforma terzo settore
Pino Toro
Occupazione femminile: Equilibrio vita e lavoro
Antonella Marsala
Trasporti Aerei e Ferroviari in Sicilia: l’Europa si
Vito Riggio
Allontana?
Green Economy: da sogno ambientale a progetto
Aurelio Angelini
di sviluppo, aspetti economici e giuridici
Economia
6
7
Facility Services: Nuove forme di Credito?
Mario Mancuso
8
Agricoltura e
Pesca
Expo 2015: Cluster Biomediterraneo
Dario Cartabellotta
9
Scuola e
Università
Ricerca Universitaria in Sicilia ed in Italia
Pietro Perconti
10
11
Lavoro
12
Funzione
pubblica
15
16
Antonio Di Liberto
Vincenzo Ceruso
Valeria Ajovalasit
Enrica Arena
Dario Lo Bosco
Giovanni Vaiola
Giuseppe Gullo
Fabio Montagnino
Gaetano Virdone
Giacomo Casalicchio
Giuseppe Giuffrè
Diego Maggio
La buona Scuola in Sicilia ed il sistema duale:una
Mimmo Di Fatta
nuova strada per l'alternanza scuola lavoro
Alessandro Bruno
Maria Luisa Scattoni
Anna Maria Angileri
Margherita Francalanza
Le Camere di Commercio nel rapporto imprese ed
Elio Sanfilippo
istituzioni
Giovanni Felice
Vincenzo Genco
Accursio Gallo
Alessandro D'Avenia
Mauro Mangano
Salvo Capone
Giuseppe Verde
Senza Burocrazia riprende lo sviluppo
Nello Di Pasquale
Liberi Consorzi di Comuni: abbiamo fatto finta?
Luca Sammartino
Matteo Cocchiara
Angelo Fasulo
Comunicazione La rete: come cambia la comunicazione
Tony Siino
Ugo Piazza
Francesco Passantino
Turismo
Cultura
Distretti Turistici e Culturali
Antonino Purpura
Termalismo e Turismo
Nicola D’Agostino
Economia della Cultura e dello Spettacolo
Luca Mazzone
Lo Sport in Sicilia: Modelli organizzativi sostenibili
Francesco Greco
Enti Locali
17
18
19
Sport
20
Fabrizio De Nicola
Gianpiero Seroni
Emilio Galbo
Salvatore Russo
Ha ancora senso parlare di autonomia speciale?
13
14
DISCUSSANT
Energia ed
Ambiente
e
Pianificazione e Gestione delle risorse idriche in
Sicilia.
Giorgia Ronco
15.30 –18.00 Sessione Speech
Caterina Greco
Baldo Cacioppo
Nico Torrisi
Mario Conti
Consuelo Lupo
Vito Meccio
Gaspare Polizzi
Salvo Rappa
Attilio Toscano
Luigi Bellassai
1.
GIANNI PUGLISI
2.
THARSAN
3.
FRANCO RICCOBONO
4.
ERASMO MORMINO
5.
PATRIZIA FASULO
6.
CARMELO CRIMI
7.
GIUSEPPE BADALAMENTI
8.
FRANCESCO GIAMBRONE
9.
ROBERTO ALAJMO
10. GIORGIA BUTERA
11. DANIELA MATRANGA
12. FEDERICO ALBA
13. NINO CALECA
14. GIUSY NICOLINI
15. DAVIDE CAMARRONE
16. GIMMI GAUDESI
17. SALVO NICOSIA
18. GREGORIO SCERRINO
19. GIOVANNI PIOGGIA
20. ALESSANDRO CACCIATO
21. IVAN SCINARDO
22. SIMONA LA MANTIA
18.00-SPAZIO GRAZIANO DEL RIO
19.00– 20.00 Sessione Speech
23. PAOLA SAVONA
24. ANTONIO PERDICHIZZI
25. GAETANO D'ALESSANDRO
19.45 –20.00: DAVIDE FARAONE
ORE 20.30 – 22.30 = CENA E TALK D’INTRATTENIMENTO
01 marzo 2015
Ore 09.00-11.00: Tavoli Tematici
Numer
o
21
TEMA
Sanità
22
23
Stato Sociale
24
25
TITOLO
RELATORE
Per Non Morire di 118
Letizia Di Liberti
Disabilità e Cittadinanza
Giuseppe Mattina
Politiche dell’Accoglienza
Giusy Palermo
Le nuove famiglie (Diritti Civili)
Giorgio Bisagna
Autorità Portuali in Sicilia ed autostrade
Francesco Di Sarcina
del Mare
Economia
26
DISCUSSANT
Franco Tomasello
Vincenzo Munafò
Giovanna Gambino
Daniele Giliberti
Giuseppe Scozzari
Ferdinando Firenze
Paolo Patanè
Pino Apprendi
Alessandro Albanese
Christian Emmola
Matteo Fici
Paolo Di Francesco
Innovazione, Start-Up e smart Cities
Maurizio Carta
Legalità
Giustizia, legalità E LOTTA alla Mafia
Dario Greco
Ninni Gallo
Vito Lo Monaco
28
Agricoltura e
Pesca
Dall’agricoltura alla Pesca: Filiera di Sicilia
Antonio Parrinello
Giovanni Basciano
Gianpiero Giacalone
29
Scuola e
Università
Istruzione, Formazione Professionale
Mariella Lo Bello
27
30
Industria del Futuro e Trasferimento
Roberto D’Agostino
d’Impresa
31
La Riforma dei Conservatori
32
Minimo Vitale: Interesse Regionale o
Marco Causi
Nazionale?
Politiche del Mezzogiorno ed Aree
Antonino La Spina
Metropolitane
Lavoro
33
Enti Locali
34
Enti Locali: Difficoltà ad amministrare
35
Funzione
pubblica
Fisco
e Risparmiare per Investire
36
37
Energia
Ambiente
Daniele Ficola
ed
Marco Zambuto
Alessandro Baccei
Riforma Fiscale e Tassazione Locale
Ernesto Ruffini
Dissesto idrogeologico e protezione civile
Maurizio Croce
38
Paesaggio
e
patrimonio
culturale
Regionale
Beatrice Basile
39
Gestione filiera rifiuti: da problema a
risorsa
Vania Contrafatto
40
Energie rinnovabili ed efficientamento
energetico
Gianfranco Rizzo
ore 09.00-12.00: Sessione SPEECH
1.
MICHELA GIUFFRIDA
2.
SANTINO SCIRE'
3.
MAURIZIO LI MULI
Filippo Cannella
Linda Guarino
Francesco Dieli
Giorgio Stassi
Marzia Manno
Domenico Piccicchè
Giuseppe Bruno
Pippo Russo
Benedetto Marasà
Carmelo Nigrelli
Silvio Moncada
Francesco Teriaca
Pia La Tona
Vincenzo Barbaro
Iole Niccolai
Nicola Vernuccio
Teodora Vega
Giovanni Misseri
Gaetano Lazzari
Manlio Mele
Giuseppe Norata
Giuseppe Napoli
Alessandro Ficile
Saverio Governale
4.
ENZO BIANCO
5.
ADELFIO ELIO CARDINALE
6.
PAOLO BIANCHINI
7.
GIACOMO D’ARRIGO
8.
ROBERTO LAGALLA
9.
TOTI AMATO
10. TOMMASO CURRO’
11. MARCELLA LIBRIZZI
12. GIOVANNI PEPI
13. NICOLA FIASCONARO
14. TERESA PICCIONE
15. WALTER ROCCARO
16. GIANCARLO GAROZZO
17. GAETANO MANCINI
18. GIUSEPPE LUPO
19. BALDO GUCCIARDI
20. ALEXANDER MINKAH
ore 12.25: CHIUSURA DAVIDE FARAONE
L’annuncio di Davide Faraone
del 28 gennaio 2015
“Adesso”. Due anni fa questa parola è stata il motto di Matteo Renzi. Un “adesso” fatto di
entusiasmo, di vigore, di forza, di allegria. Nonostante la piena consapevolezza dei problemi esistenti è bene che quel motto, quell’adesso e tutto ciò che comporta, si affermi anche
in Sicilia.
Non ci stiamo alla narrazione della catastrofe che si adatta e si assuefà alla catastrofe.
L’analisi la conosciamo, è giusta ed è terribile, ma noi siamo qua per andare oltre le analisi e marcare una svolta. Quel cambio di verso non è solo un avverbio ma è fiducia, voglia
di rimboccarsi le maniche e di programmare. Non per essere velleitari, ma per essere utili.
Diceva Benedetto Croce: “la politica onesta è la politica capace”. Ne siamo capaci? Ne
siete capaci? Di programmare il futuro? Quando un’isola è “alla deriva”, serve che tutti
prendano in mano i remi, la governino e le imprimano una direzione. Lavoriamo insieme
per la Sicilia. Ma cambiando i paradigmi, con coraggio. Spazzando via un passato fatto di
logiche che si sono rivelate stagnanti e recessive.
Per questo motivo il 28 febbraio e l’1 marzo prossimi sbarca a Palermo “Sicilia 2.0”, la
“Leopolda sicula”: 2 giorni, 25 tavoli di confronto su 25 argomenti diversi. Economia e lavoro, come portare e creare innovazione. Politica e geopolitica: la Sicilia è vicina ai mutamenti più che ogni altro luogo d’Europa e non parliamo solo di immigrazione ma anche di
sanità, di guerre, di culture, di ipotesi commerciali, di flussi di persone e merci. Le istituzioni, l’assetto del territorio e il governo del medesimo. Il nostro patrimonio storico, artistico e paesaggistico, il nostro tesoro da mettere a frutto creandogli intorno le condizioni per
essere goduto non per essere subito. Ci sono delle vicende su cui è necessario dire la nostra
e confrontarci con i siciliani. Non cambiamo nulla da soli e per questo chiamiamo a raccolta tutti.Come pensiamo di risolvere la questione del precariato siciliano? Senza un piano
economico e industriale, che sia anche “culturale” non si risolve, perché il “posto di lavo ro” deve inserirsi in una programmazione complessiva che crei produzione, sviluppo e futuro. Non dobbiamo garantire “il posto” ma “il lavoro”. Vogliamo che i 22 miliardi di fondi comunitari non vengano distribuiti a pioggia ma che siano utilizzati per cambiare la natura economica della Sicilia: da regione burocratico-amministrativa, terra del precariato
pubblico, a regione della cultura, dei servizi e della produzione.
E con i privilegi di politici e burocrati? Vogliamo uno statuto che rafforzi i cittadini, che offra “servizi” ai cittadini, non “favori”. Che premi il merito e i risultati, piuttosto che consolidare carriere, e che metta fine all’anacronistica e costosissima equiparazione Ars/Senato. Vogliamo che venga combattuto il centralismo regionale e desideriamo una semplificazione legislativa vera. Davvero vogliamo tenere fuori da tutto questo le strade e le autostrade che potrebbero tirarci fuori dal pantano? E l’istruzione, la formazione e l’Università? Il
governo nazionale sta puntando tutto sugli asili, sulla scuola e quest’anno partirà la Costituente dell’Università. Perché mai? Perché è da queste cose che si riparte, soprattutto in
tempi di crisi. La Sicilia deve metterci il suo, finendo di operare con azioni coriandolo, con
progetti che nascono e finiscono in una scuola o in un dipartimento e applicando una logica di sistema, da zero a 25 anni.Queste sono solo alcune proposte e solo su alcuni temi: durante “Sicilia 2.0” tutti saremo chiamati a dire la nostra e a ipotizzare soluzioni e strategie
per il futuro del Sud. Innovazione, progetto, futuro, capacità, rischio, sogno sono sei parole
chiave attorno alle quali organizzare i nostri pensieri, la nostra immaginazione…e la nostra azione. Sono i sei strumenti che avremo a disposizione attorno ai tavoli di discussione
di “Sicilia 2.0”.
Abbiamo deciso di incontrarci alla ex Fabbrica Sandron, un locale che in passato ospitava
una casa editrice costretta a trasferirsi da Palermo a Firenze, all’indomani di un’alluvione
che sconvolse il capoluogo siciliano. Perché una casa editrice? Perché non c’è luogo migliore di uno spazio simbolico in cui le idee libere diventano comunicazioni, progetti industriali, posti di lavoro. Ma non prima di aver esercitato la fantasia, di aver sognato “concretamente”.Affinché la discussione e il confronto siano produttivi e non meri esercizi di
immaginazione, ciascun tavolo sarà coordinato da autorevoli relatori, esperti del tema caldo in discussione: assessori, parlamentari, esperti e specialisti proveranno a costruire mondi possibili – e speriamo anche impossibili – con chi vorrà prendere parte a “Sicilia 2.0”.
Adesso dobbiamo sì pensare alle emergenze ma non possiamo farci travolgere da esse.
Adesso dobbiamo concentrarci nel progetto Sicilia: non un progetto astratto, ma qualcosa
che abbia obiettivi concreti, tempi reali, sul quale lavoreremo mettendo in campo interventi
dettati da logiche strategiche e organiche, non a compartimenti stagni. Al bando le conventicole: noi vogliamo costruire cattedrali.Tutti siamo chiamati a ripensare il nostro territorio, a ripensare noi stessi. E dal confronto delle idee, dalla riflessione approfondita dei
temi, potremmo stabilire priorità nelle emergenze e assi di sviluppo per una programmazione che guardi lontano. Assolvere ai bisogni più urgenti ma ridisegnando nel frattempo i
comportamenti verso la cosa pubblica dei singoli e collettivi, che mettano ordine nella selva oscura che sembra diventata questa terra. Lo faremo con onestà e con coraggio. Il futuro è già il nostro presente e il domani non è una minaccia. Il futuro è un posto ricco di incognite ma anche di possibilità, suggestioni, opportunità. E la cosa bella è che possiamo
cominciare a dirigerci adesso, insieme.
Davide
Ps. Se vi abbiamo convinti e non vedete l’ora di rendervi protagonisti del cambiamento del
nostro territorio, scrivete una mail a [email protected] e aderite a “Sicilia 2.0”.
E per tenervi aggiornati, vi basterà consultare il sito www.siciliaduepuntozero.it Io ci sarò.
Comunicato Stampa
Arriva la “Leopolda siciliana”, come partecipare per discutere sul futuro della Sicilia
Palermo, 11 febbraio 2015
Il 28 febbraio e il primo marzo prossimi, sbarca a Palermo la “Leopolda siciliana”: l’iniziativa prende il nome “Il futuro è il nostro presente” ed è organizzata dall’associazione
“Sicilia 2.0”. Il programma prevede un week-end ricco di dibattiti e incontri, più di quaranta
tavoli tematici di confronto su argomenti diversi a cui potranno iscriversi e partecipare tutti i
cittadini che vogliono dare un contributo per un futuro diverso alla Sicilia: innanzitutto economia e lavoro, come portare e creare innovazione; ma anche politica e geopolitica; e poi
immigrazione, sanità, conflitti, culture; centrali anche i temi che riguardano le istituzioni,
l’assetto del territorio e il suo governo; un occhio particolare sarà rivolto al patrimonio storico, artistico e paesaggistico; spazio anche per istruzione, formazione e Università. Questi
sono solo alcuni degli argomenti ospitati. Innovazione, progetto, futuro, capacità, rischio,
sogno sono, invece, le “parole chiave” attorno alle quali ruoterà trasversalmente il dibattito e
il confronto tra tutti i partecipanti.
La manifestazione si svolgerà presso l’ex Fabbrica Sandron (Via Ferro Luzzi n. 3/5, a Palermo), un sito fortemente simbolico che ospitava, un tempo, l’omonima casa editrice costretta a trasferirsi a Firenze. Hanno già risposto positivamente all’invito di Davide Faraone: Graziano Delrio, sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei ministri e Lorenzo
Guerini, portavoce e vicesegretario del Partito Democratico. I nomi degli ospiti che decideranno di aderire verranno pubblicati di volta in volta sul sito web della manifestazione.
Ciascun tavolo sarà coordinato da esperti dei temi in discussione: assessori, parlamentari,
tecnici e specialisti a confronto con tutti coloro che parteciperanno iscrivendosi attraverso
l’apposita piattaforma presente su www.siciliaduepuntozero.it
Oltre alla discussione nei tavoli tematici, ci sarà la sessione degli interventi dal palco: sarà
possibile prendere la parola per suggerire un’idea o presentare una proposta per la Sicilia.
Ogni intervento durerà cinque minuti e, per iscriversi, bisognerà prenotarsi entro le ore 15 di
lunedì 23 febbraio sul sito www.siciliaduepuntozero.it.
L’iniziativa è finanziata attraverso le donazioni che possono essere eseguite online. I giornalisti che desiderano accreditarsi per l’evento possono registrarsi attraverso un’apposita pagina del sito web.
Comunicato Stampa
La carica dei mille per la “Leopolda siciliana”
Palermo, 21 febbraio 2015
Quasi mille persone si sono già registrate sul sito www.siciliaduepuntozero.it per partecipare attivamente, il 28 febbraio e il primo marzo prossimi a Palermo, alla “Leopolda siciliana”.
All’invito di Davide Faraone, hanno già risposto positivamente: Graziano Delrio, sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei ministri; Lorenzo Guerini, portavoce e vicesegretario del Partito Democratico; Luigi Bobba, sottosegretario di Stato del Ministero del Lavo-
ro e delle Politiche Sociali; Erasmo D’Angelis, sottosegretario di Stato del Ministero delle
Infrastrutture e dei Trasporti; le parlamentari europee Simona Bonafè, Caterina Chinnici e
Michela Giuffrida.
Tanti anche gli assessori regionali che hanno già detto di sì: alle Attività produttive Linda
Vancheri, al Turismo Cleo Li Calzi, all’Istruzione Mariella Lo Bello, ai Beni culturali Antonio Purpura, alla Sanità Lucia Borsellino, alla Funzione pubblica Ettore Leotta, all’Economia Alessandro Baccei, all’Energia Vania Contraffatto.
Saranno presenti anche Dario Cartabellotta dirigente generale Dipartimento regionale Pesca Mediterranea, Toti Amato presidente dell’ordine dei Medici di Sicilia, lo scrittore Davide Camarrone.
“Speaker-conduttrice” dei lavori sarà l’attrice Silvia Francese, mentre il fumettista Giuseppe Lo Bocchiaro racconterà in diretta la “due giorni” attraverso le sue “strisce”.
Attesa anche la presenza di rettori delle Università e di Istituti di Alta formazione artistica e
musicale: presenti con certezza Gianni Puglisi dello IULM di Milano e della Kore di Enna,
Roberto Lagalla dell’Università degli studi di Palermo, Giacomo Pignataro dell’Università degli studi di Catania, Pietro Perconti (pro-rettore) dell’Università degli studi di Messina, ai quali si uniranno tanti docenti universitari come Giuseppe Verde, Pietro Busetta e
Aurelio Angelini, ma anche il direttore del Conservatorio di musica di Trapani Walter
Roccaro.
E poi tanti sindaci dei comuni siciliani: a incominciare da alcuni “simboli” per ciò che rappresentano i loro territori, come Giusy Nicolini (Lampedusa), Salvatore Burrafato (Termini Imerese), Giancarlo Garrozzo (Siracusa). Ma alle Officine Sandron ci saranno anche
personaggi come il presidente del Palermo Calcio Maurizio Zamparini, la jazzista Sade
Mangiaracina, il campione di golf Federico Alba, nonché diversi imprenditori come Adolfo Allegra che opera nella sanità privata.
Il programma della manifestazione prevede più di quaranta tavoli tematici di confronto
su questi temi: sanità, stato sociale, economia, scuola, università, lavoro, funzione pubblica,
comunicazione, turismo, cultura, energia, ambiente, disabilità e cittadinanza, terzo settore,
famiglia, autorità portuali, innovazione, start-up e smart cities, infrastrutture e mobilità, Europa, pesca, ricerca, mezzogiorno, aree metropolitane, fisco e tasse locali, paesaggio, patrimonio culturale, rifiuti, energie rinnovabili ed efficientamento energetico.
Gli interventi dal palco dureranno, invece, cinque minuti e, per iscriversi, occorre prenotarsi entro le ore 15 di lunedì 23 febbraio sul sito www.siciliaduepuntozero.it.
Attraverso il sito è pure possibile inviare videomessaggi. Saranno accolti bene anche i bambini: oltre alle aree bar e ristorazione sarà, infatti, allestito un baby parking dotato anche
di “gonfiabili”.
L’iniziativa è finanziata attraverso le donazioni online sul sito www.siciliaduepuntozero.it
Comunicato Stampa
Ancora tante adesioni per la “Leopolda siciliana”
Palermo, 23 febbraio 2015
E’ un crescendo continuo di entusiasmo per la “Leopolda siciliana”, la manifestazione che si
svolgerà presso l’ex Fabbrica Sandron (Via Ferro Luzzi n. 3/5, a Palermo) sabato 28 febbraio e domenica 1 marzo prossimi.
Mentre continuano ad arrivare le adesioni di semplici cittadini che vogliono partecipare ai
dibattiti, hanno confermato nelle ultime ore la loro presenza tanti personaggi provenienti dal
mondo della politica: l’eurodeputato Renato Soru; i parlamentari nazionali Gea Schirò,
Tommaso Currò, Giuseppe Famiglietti, Pamela Orrù; il presidente della regione Rosario Crocetta; gli assessori regionali all’Agricoltura Nino Caleca; il già responsabile Comunicazione del Pd e ora nel team comunicativo di palazzo Chigi con delega ai social network
Francesco Nicodemo; i sindaci di Catania e di Gela Enzo Bianco e Angelo Fasulo; gli ex
sindaci di Agrigento e Piazza Armerina Marco Zambuto e Carmelo Nigrelli; il segretario
regionale del PD Fausto Raciti; il coordinatore regionale di FutureDem Giulio Seminara;
il sociologo Pippo Russo.
Dal mondo delle associazioni arriva l’assenso del presidente regionale delle Acli Santino
Scirè; della presidentessa di arcidonna Valeria Ajovalasit; del direttore soci di Coop Sicilia Giovanni Pagano; del presidente di LiberImpresa Giovanni Felice; del presidente di
Paladini Vini di Sicilia Diego Maggio, del presidente di Economia Sociale Elio Sanfilippo.
Presenze importanti anche dal mondo produttivo: il presidente di Assindustria Palermo
Alessandro Albanese; l’industriale Roberto D’Agostino; gli imprenditori Carmelo Crimi,
Gimmi Gaudesi, Nicola Fiasconaro; lo chef Giuseppe Giuffrè; il responsabile Green Economy di Lega Coop Giuseppe Gullo; per Start Up ARCA Fabio Montagnino.
E poi tanti dirigenti di aziende ed enti pubblici: Vito Riggio presidente dell’Enac; Dario Lo
Bosco amministratore delegato di RFI; la dirigente di “Italia Lavoro” Antonella Marsala;
il segretario generale della Camera di Commercio di Palermo Vincenzo Genco; Giovanni
Pioggia del CNR; Gaetano Mancini amministratore delegato della SAC Catania; le soprintendenti ai Beni Culturali di Agrigento e di Siracusa Caterina Greco e Beatrice Basile; i
presidenti delle Autorità portuale di Palermo e di Messina Vincenzo Cannatella e Francesco Di Sarcina; il presidente dell’Ente Parco delle Madonie Angelo Pizzuto; il manager
dell’ASP di Trapani Fabrizio De Nicola. E poi il docente universitario Nino La Spina,
Pino Toro fra i fondatori di Città per l’Uomo e la preside Anna Maria Angileri.
Voglia di esserci anche per il mondo delle professioni: il direttore di Andros Day Surgery
Adolfo Allegra; gli avvocati Ernesto Maria Ruffini e Giuseppe Bruno e Alessandro
D’Avenia.
Fra gli intellettuali: i giornalisti Giuseppe Sottile, Giovanni Pepi e Vincenzo Morgante; il
drammaturgo Roberto Alajmo; la scrittrice Giorgia Butera; il regista Paolo Bianchini.
Per lo sport dopo l’annuncio di Maurizio Zamparini arriva anche Salvo Rappa dell’Aquila Sport basket.
Questi nomi si aggiungono a quelli già trapelati nei giorni scorsi: Graziano Delrio, Lorenzo Guerini, Luigi Bobba, Erasmo D’Angelis, Simona Bonafè, Caterina Chinnici, Michela Giuffrida. Linda Vancheri, Cleo Li Calzi, Mariella Lo Bello, Antonio Purpura,
Lucia Borsellino, Ettore Leotta, Alessandro Baccei, Vania Contraffatto, Dario Cartabellotta, Toti Amato, Davide Camarrone, Gianni Puglisi, Roberto Lagalla, Giacomo
Pignataro, Pietro Perconti, Giuseppe Verde, Pietro Busetta, Aurelio Angelini, Walter
Roccaro. Giusy Nicolini, Salvatore Burrafato, Giancarlo Garozzo, Sade Mangiaracina,
Federico Alba, Adolfo Allegra, Silvia Francese, Giuseppe Lo Bocchiaro.
Previsti 40 tavoli tematici di discussione e già calendarizzati 80 interventi dal palco. Innovazione, progetto, futuro, capacità, rischio, saranno le “parole chiave” attorno alle quali
ruoterà trasversalmente il dibattito, gli interventi e il confronto tra tutti i partecipanti.
Per partecipare bisogna iscriversi attraverso il sito www.siciliaduepuntozero.it dove è
presente un’apposita area dedicata all’accredito dei giornalisti.
Comunicato Stampa
“Sicilia 2.0”, quasi pronta la “Leopolda siciliana”.
Palermo, 24 febbraio 2015
Fervono i preparativi per organizzare la “Leopolda siciliana”, manifestazione che si svolgerà a Palermo, presso l’ex Fabbrica Sandron (Via Ferro Luzzi n. 3/5), il 28 febbraio e il primo marzo prossimi. Ad accogliere i presenti gli spazi dell’ex stamperia trasformata, per due
giorni, in un luogo di dibattito, elaborazione di proposte e confronto con quaranta tavoli tematici e ottanta interventi dal palco.
Già alle 8,30 di sabato 28 febbraio inizieranno le operazioni di accoglienza, mentre l’inizio
dei lavori è previsto per le ore 10,00, con termine del programma a tarda sera, dopo la cena.
Invece, domenica 1 marzo i lavori inizieranno alle ore 9,30 per terminare alle ore 13,00.
Per accedere bisogna registrarsi sul sito www.siciliaduepuntozero.it
Attraverso il sito web è già possibile inviare proposte sottoforma di videomessaggi che saranno trasmessi durante i lavori, come quelli che saranno registrati direttamente alle Officine Sandron nell’apposito punto allestito.
Ma per gli ospiti ci saranno anche zone bar e ristorazione per la fruizione del pranzo e la
cena di sabato 28 febbraio (è già possibile prenotare online). Per chi viene da fuori Palermo
sono state realizzate apposite convenzioni alberghiere con prezzi riservati ai partecipanti
consultabili sul sito web, così come le informazioni su come arrivare e sui parcheggi. Per
agevolare le famiglie sarà allestita una zona baby parking gratuita dotata di “gonfiabili”.
La realizzazione delle due giornate è finanziata con donazioni, attraverso paypal sul sito
www.siciliaduepuntozero.it
I tavoli tematici di confronto saranno tenuti rispettivamente da un relatore e due
“discussant” che si confronteranno anche con il pubblico che prenderà parte ai singoli temi:
sanità, stato sociale, economia, scuola, università, lavoro, funzione pubblica, comunicazione, turismo, cultura, energia, ambiente, disabilità e cittadinanza, terzo settore, famiglia, autorità portuali, innovazione, start-up e smart cities, infrastrutture e mobilità, Europa, pesca,
ricerca, mezzogiorno, aree metropolitane, fisco e tasse locali, paesaggio, patrimonio culturale, rifiuti, energie rinnovabili ed efficientamento energetico. Gli interventi dal palco dureranno, invece, cinque minuti ciascuno.
Intanto è stata confermata anche l’adesione dell’assessore regionale al Territorio Maurizio
Croce.
Comunicato stampa
Ecco i tavoli tematici di discussione della “Leopolda siciliana”
Palermo, 25 febbraio 2015
Partecipare attivamente, il 28 febbraio e il primo marzo prossimi a Palermo, alla “Leopolda
siciliana” sarà possibile, semplicemente, registrandosi sul sito www.siciliaduepuntozero.it
La manifestazione si svolgerà presso l’ex Fabbrica Sandron (Via Ferro Luzzi n. 3/5, a Palermo). Già alle 8,30 di sabato 28 febbraio inizieranno le operazioni di accoglienza, mentre l’inizio dei lavori è previsto per le ore 10,00 con termine del programma a tarda sera, dopo la
cena.
Invece, domenica 1 marzo i lavori inizieranno alle ore 9,00 per terminare dopo le ore 13,00.
I tavoli tematici sono in tutto 40 e si svolgeranno giorno 28 febbraio (dalle ore 15 alle ore
17) e giorno 1 marzo (dalle ore 9 alle ore 11). In programma anche circa 80 interventi dal
palco che dureranno, invece, cinque minuti ciascuno (Tre sessioni giorno 28 febbraio: dalle
ore 11,30 alle ore 13,00 – dalle ore 14,30 alle ore 15,00 – dalle ore 17,30 alle ore 20,00. Una
sessione giorno 1 marzo: dalle ore 11,30 alle ore 13,00).
Al link http://www.siciliaduepuntozero.it/news/ è possibile leggere tutti i comunicati stampa
già diffusi, mentre i giornalisti che vorranno accreditarsi potranno farlo a questo link
http://www.siciliaduepuntozero.it/accrediti-stampa/
Attraverso il sito è ancora possibile inviare proposte sottoforma di videomessaggi che saranno trasmessi durante la manifestazione. Alle Fabbriche Sandron sarà comunque allestito un
punto in cui si potranno registrare videomessaggi che verranno replicati durante i lavori.
Saranno allestite zone bar e ristorazione dove si potranno consumare il pranzo e la cena di
sabato 28 febbraio. Sul sito web è già possibile prenotare il pasto.
A disposizione per chi avesse bambini al seguito una zona baby parking gratuita dotata anche di “gonfiabili”. Per chi viene da fuori Palermo sono state realizzate apposite convenzioni alberghiere con prezzi riservati ai partecipanti. Sul sito tutte le informazioni su come arrivare e sui parcheggi.
L’iniziativa è finanziata con le donazioni online attraverso paypal sul sito www.siciliaduepuntozero.it
Il programma dei tavoli tematici
Si parlerà soprattutto di sanità, stato sociale, economia, agricoltura e pesca, scuola e
università, lavoro, funzione pubblica, enti locali, comunicazione, turismo e cultura, sport,
energia e ambiente, legalità, funzione pubblica e fisco, energia e ambiente. L’elenco dei
tavoli tematici è pubblicato sul sito web.
Comunicato Stampa
Sicilia 2.0, Il Futuro è già presente: tutto sulla “Leopolda siciliana”
Palermo, 26 febbraio 2015
Circa duemila500 persone già registrate sul sito www.siciliaduepuntozero.it per partecipare
attivamente, il 28 febbraio e il primo marzo prossimi a Palermo, alla “Leopolda siciliana”.
La manifestazione che andrà anche in diretta streaming all’indirizzo http://www.livestream.com/pubblimed si svolgerà presso l’ex Fabbrica Sandron (Via Ferro Luzzi n. 3/5, a Palermo).
Già alle 8,30 di sabato 28 febbraio inizieranno le operazioni di accoglienza, mentre l’inizio
dei lavori è previsto per le ore 10,00 con termine del programma a tarda sera, dopo la cena.
Invece, domenica 1 marzo i lavori inizieranno alle ore 9,30 per terminare dopo le ore 13,00.
I tavoli tematici sono in tutto 40 e si svolgeranno giorno 28 febbraio (dalle ore 15 alle ore
17) e giorno 1 marzo (dalle ore 9 alle ore 11). In programma anche circa 80 interventi dal
palco che dureranno cinque minuti ciascuno (Tre sessioni giorno 28 febbraio: dalle ore
11,30 alle ore 13,00 – dalle ore 14,30 alle ore 15,00 – dalle ore 17,30 alle ore 20,00. Una
sessione giorno 1 marzo: dalle ore 11,30 alle ore 13,00).
Al link http://www.siciliaduepuntozero.it/news/ è possibile leggere tutti i comunicati stampa
già diffusi, mentre i giornalisti che vorranno accreditarsi potranno farlo a questo link
http://www.siciliaduepuntozero.it/accrediti-stampa/
Oltre ai videomessaggi che sono stati trasmessi dai partecipanti attraverso il sito, alle Fabbriche Sandron sarà comunque allestito un punto in cui si potranno registrare videomessaggi
che verranno replicati durante i lavori.
Saranno allestite zone bar e ristorazione dove si potranno consumare il pranzo e la cena di
sabato 28 febbraio. Sul sito web è possibile prenotare il pasto.
A disposizione per chi avesse bambini al seguito una zona baby parking gratuita dotata anche di “gonfiabili”. Per chi viene da fuori Palermo sono state realizzate apposite convenzioni alberghiere con prezzi riservati ai partecipanti. Sul sito tutte le informazioni su come arrivare e sui parcheggi.
L’iniziativa è finanziata con le donazioni online attraverso paypal sul sito www.siciliaduepuntozero.it
Per tutte le informazioni richieste sono stati attivati appositi account: per la stampa, [email protected]; per gli alberghi, [email protected]; per le donazioni: [email protected]
Sul sito il programma dei tavoli tematici ed elenco di alcune delle personalità partecipanti.
Comunicato stampa
Sicilia 2.0, il futuro inizia domani alla Fabbrica Sandron: al via la “Leopolda siciliana”
Palermo, 27 febbraio 2015
"Basta a chi dice sempre no, a chi demolisce, a chi minaccia, a chi non si sbraccia per
costruire nuove prospettive. Basta alle marce su Roma della Lega Nord. Sabato e domenica
a Palermo con il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Graziano Delrio, con il
vicesegretario del Partito Democratico, Lorenzo Guerini, e con tutti coloro che credono nel
futuro del Paese, ripensiamo un nuovo Mezzogiorno che sia da traino per l'Italia". Con
queste parole Davide Faraone saluta tutti coloro che domani, sabato 28 febbraio e domenica
primo marzo, parteciperanno a Palermo alla “Leopolda siciliana”: “Il futuro è il nostro
presente”, organizzata dall’associazione “Sicilia 2.0”.
Il programma prevede un fine settimana ricco di dibattiti e incontri: video-messaggi, talk,
tavoli tematici di confronto cui hanno già chiesto di iscriversi duemila500 persone da tutta
la Sicilia e tanti interventi. Duecento le personalità presenti: un relatore e due discussant
per ognuno dei 40 tavoli tematici e 80 speech dal palco.
Circa 150 i volontari coinvolti nella manifestazione, mentre 80 sono i giornalisti accreditati.
L’evento andrà in diretta streaming all’indirizzo http://www.livestream.com/pubblimed
Già alle 8,30 di sabato 28 febbraio inizieranno le operazioni di accoglienza: l’inizio dei
lavori è previsto per le ore 10,00, con termine del programma a tarda sera, dopo la cena che
si terrà durante un talk dal palco. Domenica 1 marzo i lavori inizieranno alle ore 9,30 per
terminare alle ore 13,00. I tavoli tematici si svolgeranno giorno 28 febbraio (dalle ore 15
alle ore 17) e giorno 1 marzo (dalle ore 9 alle ore 11). Gli interventi dureranno cinque
minuti ciascuno (Tre sessioni il 28 febbraio: dalle ore 11,30 alle ore 13,00 - dalle ore 14,30
alle ore 15,00 - dalle ore 17,30 alle ore 20,00. Una sessione giorno 1 marzo: dalle ore 11,30
alle ore 13,00). Chi non si è ancora registrato sul sito web (le procedure informatiche di
accettazione terminavano alle 19 del 26 febbraio) potrà accedere direttamente sul luogo.
Attraverso il sito sono state inviate proposte anche sotto forma di video messaggi che
saranno trasmessi durante i lavori; saranno registrati messaggi anche presso le Officine
Sandron nell’apposito “videobox” allestito.
Per gli ospiti ci saranno zone bar, ristorazione e street food all’aperto per la fruizione del
pranzo e la cena di sabato 28 febbraio (è già possibile prenotare online) e la colazione di
domenica 1 marzo. Si può mantenere un ricordo dell’evento acquistando i gadget realizzati
per sostenere l’iniziativa che è finanziata con donazioni online su
www.siciliaduepuntozero.it Per i fuori sede sono state realizzate apposite convenzioni
alberghiere (consultabili sul sito web, così come le informazioni su come arrivare e sui
parcheggi). Per consentire alle famiglie con figli di partecipare alla “due giorni” si sta
allestendo una zona baby parking gratuita dotata di “gonfiabili”.
Al link http://www.siciliaduepuntozero.it/news/ è possibile leggere tutti i comunicati stampa
già diffusi e la “cartella stampa”, mentre i giornalisti che vorranno accreditarsi potranno
ancora farlo a questo link http://www.siciliaduepuntozero.it/accrediti-stampa/
In relazione all’afflusso di pubblico previsto, il Comune di Palermo ha emesso un’ordinanza
di limitazione temporanea di circolazione veicolare e sosta in alcune strade (Via G.
Pantaleo, via Delle Croci nel tratto P. Calvi/Sandron, via Remo Sandron, via Ferro Luzzi
tratto Sandron/Duca della Verdura, via Duca della Verdura tratto Ferro Luzzi/Sampolo, via
E. Albanese tratto piazza Della Pace /Pasquale Calvi, via G. La Villa, Via G. Schirò).
Elenco di alcuni aderenti all’iniziativa
(elenco non esaustivo)
All’iniziativa sostenuta da Davide Faraone, sottosegretario di Stato all’Istruzione, hanno
dato la propria adesione, fra gli altri:
Eurodeputati: Renato Soru, Simona Bonafè, Caterina Chinnici, Michela Giuffrida.
Parlamentari nazionali: Graziano Delrio, sottosegretario alla Presidenza del Consiglio
dei ministri; Lorenzo Guerini, portavoce e vicesegretario del Partito Democratico; Luigi
Bobba, sottosegretario di Stato del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali; Gea
Schirò, Tommaso Currò, Pamela Orrù, Marco Causi.
Parlamentari e assessori regionali: il presidente della regione Rosario Crocetta; gli
assessori regionali all’Agricoltura Nino Caleca, al Territorio Maurizio Croce, al Turismo
Cleo Li Calzi, all’Istruzione Mariella Lo Bello, ai Beni culturali Antonio Purpura, alla
Sanità Lucia Borsellino, all’Economia Alessandro Baccei, all’Energia Vania
Contraffatto, Luca Sammartino, Baldo Gucciardi, Giuseppe Lupo, Pippo Laccoto,
Gianfranco Vullo, Nello di Pasquale, Marco Forzese, Nicola D’Agostino.
Altri personaggi di rilievo: il vicepresidente del Consiglio Superiore di Sanità Adelfio Elio
Cardinale; il consulente del Ministro per le riforme della giustizia Filippo Marciante; il
segretario regionale del PD Fausto Raciti; il coordinatore regionale di FutureDem Giulio
Seminara; Erasmo De Angelis, coordinatore Struttura Tecnica di Missione; Nelli Scilabra,
segretario particolare presidente della Regione; Salvo Nicasio, segretario Giovani
Democratici di Sicilia.
I sindaci: di Catania Enzo Bianco, di Gela Angelo Fasulo, Giusy Nicolini (Lampedusa),
Salvatore Burrafato (Termini Imerese), Giancarlo Garozzo (Siracusa), Francesco Re
(Santo Stefano di Camastra), Mauro Mangano (Paternò), Filippo Spataro (Comiso).
Ex sindaci di Agrigento e Piazza Armerina Marco Zambuto e Carmelo Nigrelli.
Associazionismo: presidente regionale delle Acli Santino Scirè; presidentessa di
Arcidonna Valeria Ajovalasit; direttore soci Coop Sicilia Giovanni Pagano; presidente di
LiberImpresa Giovanni Felice; presidente di Paladini Vini di Sicilia Diego Maggio; il
presidente di Economia Sociale Elio Sanfilippo; il sociologo Pippo Russo; Benedetto
Marasà di “diritto di parola 2.0”; presidente FIAVET Nico Torrisi; co-segretario
generale Cobas/Codir Marcello Minio; segretaria regionale Feder Solidarietà Giusy
Palermo; Maurizio Rosso della CGIL; Matteo Cocchiara dell'ASAEL; Gigi Bellassai
Ecologisti Democratici; Vincenzo Cusumano - Federazione Strade del Vino di Sicilia .
Impresa: presidente di Assindustria Palermo Alessandro Albanese; l’industriale Roberto
D’Agostino; gli imprenditori Carmelo Crimi, Gimmi Gaudesi, Nicola Fiasconaro,
Adolfo Allegra, Saverio Governale, Salvo Capone; lo chef Giuseppe Giuffrè; il
responsabile Green Economy di Lega Coop Giuseppe Gullo; per Start Up ARCA Fabio
Montagnino; Filippo Parrino di Lega Coop; per Orange Fiber Enrica Arena .
Dirigenti di aziende ed enti pubblici: Vito Riggio presidente dell’Enac; Dario Lo Bosco
amministratore delegato di RFI; il soprintendente del Teatro Massimo di Palermo
Francesco Giambrone; il direttore artistico del Teatro biondo Roberto Alajmo; la
dirigente di “Italia Lavoro” Antonella Marsala; il segretario generale della Camera di
Commercio di Palermo Vincenzo Genco; Giovanni Pioggia del CNR; le soprintendenti ai
Beni Culturali di Agrigento e di Siracusa Caterina Greco e Beatrice Basile; i presidenti
delle Autorità portuale di Palermo e di Messina Vincenzo Cannatella e Francesco Di
Sarcina; il presidente dell’Ente Parco delle Madonie Angelo Pizzuto; il manager dell’ASP
di Trapani Fabrizio De Nicola; Dario Cartabellotta dirigente generale Dipartimento
regionale Pesca Mediterranea; Ugo Palazzo direttore sanitario ISMETT; Ignazio Tozzo
dirigente generale Dipartimento per le attività sanitarie e Osservatorio epidemiologico;
Antonio Parrinello dirigente regionale; Gregorio Sciarrino del policlinico Universitario di
Palermo; Giampiero Serani, direttore sanitario del “Buccheri La Ferla”; Salvatore Russo
dirigente coordinatore del Distretto sanitario dell'Asp Palermo.
Mondo delle professioni, intellettuali e artisti: Toti Amato presidente dell’ordine dei
Medici di Sicilia; il direttore di Andros Day Surgery Adolfo Allegra; gli avvocati Ernesto
Maria Ruffini, Alessandro D’Avenia, Ninni Gallo, Attilio Toscano e Giuseppe Bruno;
la psicoterapeuta Daniela Matranga; i giornalisti Giuseppe Sottile, Giovanni Pepi e
Vincenzo Morgante; il drammaturgo Roberto Alajmo; gli scrittori Giorgia Butera,
Davide Camarrone; il regista Paolo Bianchini; le attrici Silvia Francese e Consuelo
Lupo; il fumettista Giuseppe Lo Bocchiaro; il direttore del centro sperimentale di
cinematografia di Palermo, Ivan Scinardo; Vito Meccio di Agricantus; Luca Mazzone
Teatro Libero
Docenti e rettori: Gianni Puglisi dello IULM di Milano e della Kore di Enna, Roberto
Lagalla dell’Università degli studi di Palermo, Giacomo Pignataro dell’Università degli
studi di Catania, Pietro Perconti (pro-rettore) dell’Università degli studi di Messina;
Giuseppe Verde, Pietro Busetta, Aurelio Angelini, Nino La Spina; i direttore dei
Conservatori di musica di Trapani e di Palermo Walter Roccaro e Daniele Ficola, Pino
Toro fra i fondatori di Città per l’Uomo e la preside Anna Maria Angileri.
Sport: il presidente del Palermo Calcio Maurizio Zamparini; il campione di golf Federico
Alba; Salvo Rappa dell’Aquila Sport basket; Marcella Librizzi campionessa Scherma;
Simona La Mantia campionessa Atletica.
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
1
File Size
568 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content