close

Enter

Log in using OpenID

Aeromodello „V-Tail“ - produktinfo.conrad.com

embedDownload
Aeromodello „V-Tail“
* Istruzioni
Ordine n° 1086439
7
Indice
*
Pagina
1. Introduzione..........................................................................................................................................................4
2. Spiegazione delle icone........................................................................................................................................4
3. Uso previsto..........................................................................................................................................................5
4. Descrizione del prodotto.......................................................................................................................................5
5. Fornitura...............................................................................................................................................................5
6. Indicazioni di sicurezza.........................................................................................................................................6
a) Generale.........................................................................................................................................................6
b) Prima della messa in funzione........................................................................................................................6
c) Durante il funzionamento................................................................................................................................7
7. Avvertenze per pile e accumulatori.......................................................................................................................8
8. Operazioni di montaggio.....................................................................................................................................10
a) Montaggio delle squadrette..........................................................................................................................10
b) Montaggio del piano di quota....................................................................................................................... 11
c) Regolazione delle aste di comando..............................................................................................................12
d) Montaggio del ricevitore...............................................................................................................................13
9. Montaggio dell‘ala...............................................................................................................................................14
10. Inserimento/collegamento dell‘accumulatore di volo..........................................................................................16
11. Impostazione del baricentro................................................................................................................................17
12. Verifica delle funzioni di controllo........................................................................................................................18
13. Il primo volo........................................................................................................................................................20
a) Test della portata..........................................................................................................................................20
b) Il decollo.......................................................................................................................................................20
c) Il volo in virata...............................................................................................................................................21
d) Regolazione dell‘aeromodello in volo...........................................................................................................21
e) Il primo atterraggio........................................................................................................................................22
f) Regolazione dell‘aeromodello dopo l‘atterraggio..........................................................................................22
14. Programmazione del pilota automatico..............................................................................................................23
a) Taratura della leva di accelerazione del trasmettitore..................................................................................23
b) Selezione della modalità di programmazione...............................................................................................23
c) Funzioni programmabili................................................................................................................................24
d) Indicazioni sulle funzioni programmabili.......................................................................................................25
15. Sostituzione dell‘elica pieghevole.......................................................................................................................28
2
Pagina
16. Manutenzione e cura..........................................................................................................................................29
17. Smaltimento........................................................................................................................................................29
a) Generale.......................................................................................................................................................29
b) Pile e accumulatori.......................................................................................................................................29
18. Dati tecnici..........................................................................................................................................................30
a) Aeromodello.................................................................................................................................................30
b) Motore ed elica.............................................................................................................................................30
c) Pilota automatico..........................................................................................................................................30
d) Radiocomando necessario...........................................................................................................................30
e) Accumulatore di volo necessario..................................................................................................................30
3
1. Introduzione
Gentile Cliente,
grazie per aver acquistato questo prodotto.
Il prodotto è conforme alle norme di legge nazionali ed europee.
Per mantenere queste condizioni e garantire il funzionamento in sicurezza, è necessario rispettare queste istruzioni.
Queste istruzioni sono parte integrante del prodotto. Contengono indicazioni importanti per la messa
in funzione e l‘utilizzo del prodotto stesso che dovranno essere rispettate anche da terzi ai quali venga
eventualmente ceduto il prodotto.
Conservare queste istruzioni per un‘eventuale consultazione futura.
Tutti i nomi di società e di prodotti citati sono marchi di fabbrica dei rispettivi proprietari. Tutti i diritti riservati.
Per domande tecniche rivolgersi ai seguenti contatti:
Italia:
Tel.: 02 929811
Fax: 02 89356429
e-mail: [email protected]
Lun - Ven: 9.00 - 18.00
2. Spiegazione delle icone
Il simbolo con il punto esclamativo segnala una situazione di pericolo inerente all‘utilizzo, al funzionamento o allo svolgimento di operazioni di servizio.
Il simbolo con la freccia segnala specifici suggerimenti o indicazioni per l‘uso.
4
3. Uso previsto
Il presente prodotto è un aeromodello a motore a trazione elettrica radiocomandato per mezzo del radiocomando
fornito. L‘aeromodello è progettato per l‘uso all‘aperto e può essere utilizzato soltanto in condizioni di vento debole.
L‘aeromodello è premontato e viene fornito con componenti propulsori e di comando a distanza incorporati. Il
prodotto non deve inumidirsi né bagnarsi.
Il prodotto non deve inumidirsi né bagnarsi.
Il prodotto non è adatto a bambini di età inferiore a 14 anni.
Attenersi a tutte le indicazioni di sicurezza riportate nelle presenti istruzioni, che forniscono importanti
informazioni per la gestione del prodotto.
L‘utilizzatore è l‘unico responsabile di un funzionamento non pericoloso dell‘aeromodello!
4. Descrizione del prodotto
L‘aeromodello „V-Tail“ è un modello preassemblato ARF („Almost Ready to Fly“, quasi pronto al volo), pronto a
decollare con poche operazioni supplementari. Tutti i componenti necessari per il funzionamento e il controllo sono
già incorporati nel modello e pronti all‘uso.
La guida dell‘aeromodello avviene mediante un radiocomando acquistabile a parte, che consente di controllare i
giri del motore, la direzione e l‘altezza di volo. L‘aeromodello è indicato per principianti di modellismo che hanno già
avuto esperienze di volo simili con modelli analoghi.
5. Fornitura
• Fusoliera
• Piano di quota sinistro e destro
• Ala sinistra e destra
• Stabilizzatore orizzontale
• Minuteria (ad esempio viti)
• Istruzioni
Per il funzionamento sono necessari un radiocomando dotato di almeno 5 canali e mixer V (consigliato
radiocomando computerizzato a 6 canali), un accumulatore di volo (3 celle LiPo, 11,1 V, da 1200 mAh,
25C), un sistema di connettori per corrente elevata adatto e un caricabatterie con cavo di ricarica.
5
6. Indicazioni di sicurezza
La garanzia decade in caso di danni causati dalla mancata osservanza delle istruzioni qui riportate. Non ci
assumiamo alcuna responsabilità per i danni indiretti.
Non ci assumiamo alcuna responsabilità in caso di danni a cose o persone conseguenti all‘utilizzo improprio o alla mancata osservanza delle indicazioni di sicurezza. In questi casi, la garanzia decade.
Dalla garanzia sono altresì esclusi la normale usura da utilizzo e i danni da caduta (ad esempio elica o
parti del velivolo rotte).
Ricordiamo che le indicazioni di sicurezza, oltre a salvaguardare il prodotto, hanno anche lo scopo di
garantire l‘incolumità propria e delle altre persone. È necessario pertanto leggere questo capitolo con
estrema attenzione prima di mettere in funzione il prodotto.
a) Osservazioni generali
Attenzione: indicazione importante
L‘azionamento del modello potrebbe causare danni a cose o persone. È importante pertanto essere certi
di avere un‘adeguata copertura assicurativa, ad esempio di disporre di un‘assicurazione per responsabilità
civile.
Nel caso si possieda già un‘assicurazione per responsabilità civile, prima di mettere in funzione il modello
verificare con la propria assicurazione che sia assicurato anche l‘utilizzo del modello.
Tenere presente quanto segue: in vari paesi esiste l‘obbligo di assicurazione per tutti gli aeromodelli!
• Per motivi di sicurezza e di immatricolazione (CE), non è consentito apportare modifiche arbitrarie al prodotto.
• Il prodotto non è un giocattolo e non è adatto a bambini di età inferiore a 14 anni.
• Il prodotto non deve inumidirsi né bagnarsi.
• Qualora non si possiedano ancora conoscenze sufficienti in merito alla gestione di modelli radiocomandati, si
prega di rivolgersi a un modellista esperto o a un club di modellismo.
• Non abbandonare i materiali d‘imballaggio: potrebbero diventare un giocattolo pericoloso per i bambini.
• In caso di domande che non possono essere chiarite tramite il manuale d‘uso, rivolgersi a noi (per le informazioni
di contatto vedere il capitolo 1) o a un altro esperto.
b) Prima della messa in funzione
• Accendere sempre innanzitutto il trasmettitore e immediatamente dopo collegare l‘accumulatore di volo al sistema
elettronico dell‘aeromodello. Potrebbero altrimenti verificarsi movimenti imprevisti dell‘aeromodello e l‘elica potrebbe attivarsi accidentalmente.
• Verificare la sicurezza di funzionamento dell‘aeromodello e del radiocomando controllando anche se sono
presenti segni evidenti di danni come ad esempio connettori difettosi o cavi danneggiati. Tutte le parti mobili
dell‘aeromodello devono funzionare facilmente, ma non devono aver gioco nel proprio alloggiamento.
• L‘accumulatore di volo necessario per il funzionamento dell‘aeromodello deve essere caricato conformemente alle
istruzioni per l‘uso.
6
• Accertarsi che l‘accumulatore del trasmettitore abbiano sempre una capacità residua sufficiente.
• Prima di ogni messa in funzione, controllare la regolazione della leva di trim sul trasmettitore per il controllo della
direzione ed eventualmente correggerla.
• Prima di ogni messa in funzione, controllare che l‘elica sia saldamente e correttamente in sede.
• Quando le eliche sono in funzione, tenere lontano dal loro campo di rotazione e aspirazione oggetti, abiti o parti
del corpo.
c) Durante il funzionamento
• Evitare di correre rischi nell‘azionamento del prodotto. La sicurezza personale e quella dell‘ambiente circostante
dipendono unicamente dalla gestione responsabile del modello da parte dell‘utilizzatore.
• Un azionamento improprio può causare gravi danni a persone e cose. Accertarsi dunque che durante il volo
venga mantenuta una distanza di sicurezza sufficiente da persone, animali e oggetti.
• Per far volare il modello, scegliere un campo di volo idoneo. Si consiglia di svolgere le prime prove di volo in una
giornata con condizioni di vento assente o debole.
• Far volare l‘aeromodello soltanto quando si è in pieno possesso delle proprie capacità di reazione. La stanchezza,
l‘assunzione di alcol o di medicine possono indurre ad azioni errate.
• Non dirigere mai l‘aeromodello direttamente verso gli spettatori o verso se stessi.
• Tanto il motore, quanto il pilota automatico e l‘accumulatore di volo possono riscaldarsi durante il funzionamento
dell‘aeromodello, di conseguenza attendere 5 - 10 minuti prima di ricaricare l‘accumulatore di volo o di ripartire
con un accumulatore di ricambio eventualmente disponibile. Il motore deve raffreddarsi fino alla temperatura
ambiente.
• Lasciare sempre il trasmettitore acceso quando il modello è in funzione. Dopo l‘atterraggio, scollegare sempre per
prima cosa l‘accumulatore dal modello. Soltanto a questo punto è possibile spegnere il trasmettitore.
• In caso di guasti o malfunzionamenti, è necessario eliminare innanzitutto la causa del problema, e poi riavviare il
modello.
• Non esporre l‘aeromodello e il trasmettitore per lungo tempo alla luce diretta del sole o a una fonte di forte calore.
• Dopo l‘uso, scollegare l‘accumulatore di volo dall‘aeromodello e spegnere il trasmettitore.
7
7. Avvertenze per pile e accumulatori
Sebbene pile e accumulatori siano diventati di uso comune nella vita di tutti i giorni, essi comportano numerosi rischi e problemi. In particolare, per quanto riguarda gli accumulatori LiPo/LiIon, con il loro elevato
contenuto di energia rispetto ai tradizionali accumulatori NiMH, è necessario osservare scrupolosamente
alcune norme per evitare il pericolo di esplosioni e incendi.
Attenersi pertanto scrupolosamente alle informazioni e alle indicazioni di sicurezza fornite di seguito per la
gestione di pile e accumulatori.
• Pile e accumulatori non devono essere lasciati alla portata dei bambini.
• Non lasciare incustodite pile e accumulatori. Essi costituiscono un pericolo se ingeriti da bambini o animali domestici. Nel caso si verifichi questa evenienza, rivolgersi immediatamente a un medico.
• In nessun caso mettere in corto, smontare o gettare nel fuoco pile e accumulatori. Pericolo di esplosione!
• Le pile o gli accumulatori esauriti o danneggiati se messi a contatto con la pelle posso causare gravi irritazioni.
Per manipolarli indossare pertanto guanti di protezione adeguati.
• I liquidi che possono fuoriuscire da pile e accumulatori sono agenti chimici molto aggressivi. Gli oggetti o le
superfici che vengono a contatto con tali sostanze possono talora subire gravi danni. Conservare pertanto pile e
accumulatori in un luogo adatto.
• Le pile tradizionali non ricaricabili non devono essere ricaricate. Pericolo di incendio e di esplosione! Ricaricare
esclusivamente gli accumulatori predisposti, utilizzando caricabatterie idonei.
Le pile (1,5 V) devono essere utilizzate soltanto una volta e devono essere smaltite a norma di legge quando si
scaricano.
• Quando si installano le pile o gli accumulatori nel trasmettitore o si collega un accumulatore di volo
all‘aeromodello, fare attenzione alla polarità corretta, rispettando i segni più/+ e meno/-.
Qualora si sbagli, oltre a danneggiare il trasmettitore, l‘aeromodello e l‘accumulatore, sussiste anche un pericolo
di incendio e di esplosione.
• Sostituire sempre l‘intero gruppo di pile o accumulatori del trasmettitore. Non mischiare pile o accumulatori carichi
e parzialmente carichi. Utilizzare sempre pile/accumulatori dello stesso tipo e della stessa marca.
• In caso di inutilizzo prolungato, ad esempio durante l‘immagazzinamento, togliere dal trasmettitore pile o accumulatori per evitare i danni causati da eventuali fuoriuscite di acidi.
Attenzione!
Non lasciare l‘accumulatore di volo collegato all‘aeromodello se quest‘ultimo non viene utilizzato (ad
esempio durante il trasporto o il magazzinaggio); l‘accumulatore potrebbe altrimenti scaricarsi completamente e subire danni irreparabili o divenire inutilizzabile.
Rimuovere l‘accumulatore di volo dal modello per caricarlo.
• Non caricare mai l‘accumulatore di volo immediatamente dopo l‘utilizzo. Lasciarlo sempre prima raffreddare per
almeno 5-10 minuti.
• Caricare solo accumulatori integri e non danneggiati. In nessun caso ricaricare accumulatori il cui isolamento
esterno sia danneggiato o che appaiano deformati o presentino rigonfiamenti. In questo caso sussiste un elevato
rischio di incendio e di esplosione.
8
• Gli accumulatori di volo LiPo di norma dispongono solo di un rivestimento in plastica relativamente morbido.
Non danneggiare mai l‘involucro esterno dell‘accumulatore di volo, non tagliare il rivestimento in plastica, e non
perforare l‘accumulatore con oggetti appuntiti. Pericolo di incendio e di esplosione!
• Poiché sia l‘elettronica di carica integrata nel caricabatterie che l‘accumulatore di volo potrebbero riscaldarsi
durante il processo di carica, è necessario accertarsi che vi sia aerazione sufficiente. Non coprire mai il caricabatterie e l‘accumulatore.
• Non lasciare mai incustoditi gli accumulatori durante la carica.
• Scollegare l‘accumulatore di volo dal caricabatterie una volta completata la ricarica.
• Non esporre il caricabatterie e l‘accumulatore di volo a temperature eccessivamente alte o basse o alla luce
diretta del sole.
• Per ulteriori informazioni, attenersi alle istruzioni per l‘uso del caricabatterie.
9
8. Operazioni di montaggio
Nel seguito delle istruzioni, i numeri riportati nel testo si riferiscono sempre alla figura più vicina oppure
alle figure incluse nella sezione. Rimandi ad altre figure sono indicati con il relativo numero di figura.
a) Montaggio delle squadrette
Montare le squadrette sui due picchia-cabra come illustrato nella Figura 1.
Collocare le squadrette sulla parte superiore dei picchia-cabra inserendole nelle cavità predisposte (1) e avvitarle
saldamente ai rispettivi timoni utilizzando una contropiastra (2).
Utilizzare una vite da 2 x 10 mm sul fulcro del timone e una vite da 2x 8 mm sul bordo posteriore del timone.
Figura 1
Ripetere le operazioni di montaggio relative ai picchia-cabra per fissare le squadrette sui flap delle ali.
Collocare le squadrette sulla parte inferiore dei flap inserendole nelle cavità predisposte e avvitarle saldamente ai rispettivi timoni utilizzando una contropiastra.
Utilizzare una vite da 2 x 14 mm sul fulcro del timone e una vite da 2x 12 mm sul bordo posteriore del
timone.
10
b) Montaggio del piano di quota
Inserire le due barre di collegamento (1) in una metà del picchia-cabra negli appositi alloggiamenti predisposti (2).
Ripetere ora l‘operazione con il secondo picchia-cabra, facendo attenzione a mantenere le barre centrate e in
posizione simmetrica (3).
Collegare i due cavi del servo ai cavi di collegamento che sporgono dalla fusoliera (4). Osservare le etichette dei
singoli cavi e raggruppare questi ultimi rispettandone la corrispondenza e la polarità (rispettare la colorazione dei
cavi).
Infine, infilare i cavi nella cavità della fusoliera (vedere la freccia in corrispondenza della posizione 4).
Montare il piano di quota con la placca e due viti da 2,5 x 35 mm (5) sulla fusoliera, facendo attenzione a non
schiacciare nessun cavo.
Montare le squadrette di comando del servo con le aste di comando adatte (6) sui servo e sulle squadrette di
comando (7).
Per i primi voli, le aste di comando sulle squadrette devono essere montate completamente verso l‘esterno.
Figura 2
11
c) Regolazione delle aste di comando
Tutti i flap sono già montati. Per motivi di produzione, i flap appena estratti dalla confezione sono solo parzialmente mobili. Prima di procedere al montaggio delle aste si consiglia pertanto di portare con cautela
ogni flap a fine corsa un paio di volte. In questo modo, i flap si muoveranno con più facilità.
Prima del primo volo, con il radiocomando acceso e i trim in posizione neutra, posizionare tutte i timoni
mediante taglio a misura delle aste in modo che tutti i flap si trovino esattamente sullo stesso piano delle
ali e dei picchia-cabra.
Per un movimento simmetrico dei timoni, soprattutto per i servo dei picchia-cabra, fare attenzione che, con il
radiocomando acceso e il trim in posizione neutra, le due squadrette del servo si trovino esattamente a 90° rispetto
all‘asse longitudinale della fusoliera (1). Solo dopo aver effettuato questa regolazione è possibile regolare la lunghezza delle aste del picchia-cabra.
Le aste di tutti i timoni vengono agganciate alle squadrette dei servo mediante una „Z curva“. All‘altra estremità dei
perni di comando sono collocate delle forcelle (2), ruotando le quali è possibile regolare la lunghezza.
Per regolare le aste, spingere il collare di sicurezza (4) leggermente indietro e sganciare la forcella dalla squadretta
(3). Regolare la lunghezza dell‘asta in base alle esigenze, agganciare nuovamente la forcella e fissarla con il collare
di sicurezza.
Montare e regolare le aste degli alettoni e dei flap di entrambe le ali seguendo un procedimento analogo a quello
visto per i picchia-cabra (Figura 3). Per i primi voli, le aste di comando sulle squadrette devono essere montate
completamente verso l‘esterno.
Figura 3
12
d) Montaggio del ricevitore
La fornitura non include un radiocomando idoneo. In base alle funzionalità disponibili sul radiocomando
utilizzato, è necessario collegare due servo con un cavo a Y. Nel kit sono inclusi due cavi a Y di questo
tipo. In questo modo è possibile ad esempio riunire entrambi gli alettoni e i flap con un cavo a Y e controllare ognuno di essi da un‘uscita del ricevitore.
Il radiocomando prescelto deve inoltre disporre di un „mixer V“ che consenta di utilizzare il picchia-cabra
anche come timone.
Per sfruttare appieno e con agio tutte le funzionalità di comando, si consiglia di utilizzare un radiocomando
computerizzato con un minimo di 6 canali. Osservare inoltre le indicazioni fornite nel capitolo 12.
Il ricevitore (1) viene fissato alla parte posteriore della cabina di pilotaggio con del velcro o con un nastro biadesivo
alla fusoliera. Collegare innanzitutto tutti i cavi del picchia-cabra (3) alle uscite corrispondenti del ricevitore, attenendosi a tal scopo alle indicazioni fornite per il radiocomando utilizzato.
Figura 4
13
9. Montaggio dell‘ala
Collegare i due cavi del servo ai cavi di collegamento che sporgono dalla fusoliera (1). Osservare le etichette dei
singoli cavi e raggruppare questi ultimi rispettandone la corrispondenza e la polarità (rispettare la colorazione dei
cavi). Da entrambi i lati della fusoliera deve sporgere un cavo con la dicitura „Aile / CH1“ e „Flap / CH6“.
Le due metà dell‘ala sono fissate tra loro per mezzo di apposito connettore (2). Al centro del connettore dell‘ala si
trova un anello (3) che deve essere spinto nel suo supporto fino a fine corsa.
Figura 5
14
Spingere le due ali con il relativo connettore inserito nelle carenature della fusoliera, fino a quando la carenatura
dell‘ala combacia con la fusoliera (4).
Fissare le ali alla fusoliera con due barrette (5) inserendole nella fusoliera dall‘alto e spingendole fino a quando si
bloccano (6).
Figura 6
15
10. Inserimento/collegamento dell‘accumulatore di volo
Attenzione, importante!
Prima di collegare l‘accumulatore di volo al modello, occorre mettere in funzione il trasmettitore. Accertarsi
anche che lo stick di controllo/l‘interruttore del motore si trovi nella posizione più in basso (motore spento).
Montare l‘accumulatore di volo (1) al centro della punta della fusoliera e fissarlo con il velcro (2). Collegarlo
all‘elettronica dell‘aeromodello mediante il connettore a spina protetto contro l‘inversione di polarità (3).
A questo punto, l‘elettronica verifica la tensione dell‘accumulatore e che il motore sia nella posizione spenta. Dopo
circa 2 secondi viene emesso un segnale acustico tramite una breve attivazione del motore, che indica che il
modello è pronto per il funzionamento.
Ora i timoni, i picchia-cabra, gli alettoni e i flap, nonché il motore reagiscono ai movimenti dello stick di controllo/
dell‘interruttore sul trasmettitore. Per l‘utilizzo del pilota automatico, osservare anche le indicazioni fornite nel
capitolo 14.
Nella Figura 7 alla posizione 4 è visibile il pilota automatico che, se possibile, dovrebbe essere montato
lateralmente sulla fusoliera con del nastro biadesivo.
Sull‘accumulatore di volo così come sul pilota automatico devono essere presenti connettori e spine
corrispondenti tra loro.
La fornitura non include una spina idonea per l‘accumulatore, che deve essere acquistata separatamente.
Durante la connessione fare attenzione alla polarità corretta (cavo rosso = più/+, cavo nero = meno/-).
Figura 7
16
11. Impostazione del baricentro
L‘allineamento (2) dell‘accumulatore (1) nell‘aeromodello deve essere predisposto in modo tale che il baricentro si
trovi circa 75 mm dietro il bordo di entrata dell‘ala, evitando di aggiungere zavorra (vedere la Figura 9).
A questo scopo contrassegnare con una matita le posizioni corrispondenti del baricentro sulla parte inferiore dell‘ala.
Sostenere il modello montato e pronto a volare in corrispondenza dei punti di misura con l‘indice della mano destra
e della mano sinistra (o con un dispositivo apposito). Se il baricentro è corretto, il modello dovrebbe assumere una
posizione leggermente inclinata in avanti.
Importante!
Il baricentro deve essere misurato solo una volta che il modello è stato completato (accumulatore di volo
inserito, cabina montata e così via) ed è pronto per il volo.
Figura 8
Figura 9
17
12. Verifica delle funzioni di controllo
Prima di far decollare l‘aeromodello per la prima volta, è necessario familiarizzare con le funzioni di controllo e
testare il funzionamento del modello.
Le funzioni illustrate nella Figura 10 di seguito sono solo suggerimenti per la modalità 2. Per la rotazione di tutti i
timoni, regolarsi in base alle possibilità offerte dal radiocomando utilizzato e secondo quanto ritenuto più opportuno.
Se si utilizza un radiocomando computerizzato di alta qualità che prevede il collegamento di tutti i servo a una specifica uscita del ricevitore, è necessaria una prolunga per il servo di circa 30 cm.
Si consigliano le seguenti funzioni:
1) Picchia-cabra
Sollevamento/abbassamento del picchia-cabra nella stessa direzione (se si desidera la funzione di timone, possibile
solo con mixer V/radiocomando computerizzato; se non si desidera la funzione di timone, unire entrambi i servo con
un cavo a Y)
2) Timone
Regolazione del picchia-cabra in direzione opposta (possibile solo con mixer V/radiocomando computerizzato)
3) Alettoni Sollevamento/abbassamento dei flap esterni in direzione opposta. Se si utilizza un radiocomando computerizzato,
per un comportamento di volo ancora più agile, è possibile azionare contemporaneamente i flap nello stesso senso.
È inoltre possibile migliorare le prestazioni di volo del modello riducendo l‘escursione dei flap nella stessa direzione.
4) Butterfly
Entrambi gli alettoni si sollevano nella stessa direzione, i flap si abbassano nella stessa direzione. Questa funzione
è denominata „Butterfly“ o anche posizione a farfalla o a corvo e agevola l‘atterraggio (viene ridotta la portanza).
Anche questa funzione può essere impostata solo con un radiocomando computerizzato di alta qualità.
5) Motore
Il motore viene acceso e spento tramite un canale di controllo. A questo proposito si consiglia di impostare la caratteristica di decollo del pilota automatico su „pianissimo“. Per la programmazione del pilota automatico, attenersi alle
indicazioni fornite nel capitolo 14.
Attenzione!
Accertarsi che durante il collaudo delle funzioni, l‘elica non rischi di aspirare parti staccate, come carta,
pellicola o altri oggetti.
Fare inoltre attenzione a tenere saldamente il modello durante il collaudo e che tutte le parti del corpo e
l‘abbigliamento siano ben al di fuori dell‘area di rotazione e di pericolo dell‘elica. Pericolo di lesioni!
In alternativa, durante le operazioni di regolazione staccare l‘elica pieghevole dal motore. Per la sostituzione dell‘elica pieghevole, attenersi alle indicazioni fornite nel capitolo 15.
Escursioni dei timoni consigliate:
Picchia-cabra 12 mm / 12 mm
Timone 12 mm / 12 mm
Alettoni 18 mm / 18 mm
Flap 18 mm verso il basso
18
Figura 10
19
13. Il primo volo
a) Test della portata
Prima del primo decollo, caricare l‘accumulatore di volo in base alle indicazioni del produttore. Verificare la tensione
delle pile o degli accumulatori all‘interno del trasmettitore, ad esempio con un tester per batterie. Sul campo di volo
eseguire innanzitutto un test della portata del radiocomando. A questo scopo, mettere in funzione il trasmettitore
e quindi il ricevitore. Verificare ora la portata, lasciando se possibile il modello a un‘altra persona e allontanandosi
man mano. Attenersi alle indicazioni d‘uso fornite per il radiocomando.
Dopo aver controllato ancora una volta rapidamente il buon funzionamento del motore, così come l‘escursione del
picchia-cabra e del timone nonché dei due alettoni/flap, l‘aeromodello è pronto per il primo volo.
Per far volare il modello, scegliere un campo di volo idoneo. Per i primi tentativi, è consigliabile utilizzare un grande
prato o un‘area di volo per aeromodelli. Scegliere una giornata con condizioni di vento assente o debole. Se si ha
scarsa esperienza nel manovrare un aeromodello, considerare la possibilità di farsi coadiuvare da un aeromodellista
esperto.
b) Il decollo
Di norma non è molto problematico far decollare da soli l‘aeromodello. Per il primo volo è tuttavia consigliabile farsi
aiutare da un modellista esperto che faccia decollare il modello dalle proprie mani. Questo permette di avere entrambe le mani libere per i comandi e di concentrarsi completamente sull‘aeromodello. Decollo e atterraggio devono
avvenire sempre contro vento.
Suggerimento
Per poter distinguere con precisione la posizione di volo del proprio aeromodello, sistemarsi dietro al
modellista che effettua il decollo, spostati lateralmente, e guardare esattamente nella direzione di volo
dell‘aeromodello in fase di decollo.
Per il decollo, il modellista afferra il modello con pollice e indice dalla fusoliera sotto alla superficie alare. Ora accendere il motore. Il modellista lascia quindi andare il modello diritto in avanti imprimendogli un leggero slancio.
Il modello dovrebbe a questo punto salire verso l‘alto seguendo un angolo piatto. Eventualmente è possibile correggere leggermente la posizione di volo con il picchia-cabra. In questa fase cercare di agire sui comandi il meno possibile. Soltanto quando il modello cambia completamente la propria posizione di volo compiendo ad esempio una
virata, salendo troppo o puntando il muso verso il basso, correggere la posizione di volo con gli appositi controlli.
Per una correzione minima della posizione di volo e per cambiamenti di direzione rispetto alla posizione normale di
volo, è sufficiente muovere di poco o brevemente gli stick di controllo sul trasmettitore.
Una volta raggiunta la quota di volo desiderata, spegnere il motore e iniziare la prima virata.
20
c) Il volo in virata
Il volo in virata viene iniziato agendo sull‘alettone, inclinando su un fianco l‘aeromodello. Quando è stata raggiunta
la posizione obliqua desiderata del modello, riportare l‘alettone nella posizione centrale. Allo stesso tempo, tirando
dolcemente lo stick di controllo del picchia-cabra, la virata viene eseguita mantenendo la quota raggiunta.
Quando il modello vola nella direzione desiderata, una piccola escursione dell‘alettone in posizione opposta permette di allineare nuovamente in orizzontale il modello e di riportare il picchia-cabra in posizione centrale. All‘inizio
cercare di non compiere virate troppo strette e cercare di mantenere anche in virata un‘altezza di volo costante.
Importante!
L‘efficacia dei timoni dipende oltre che dall‘ampiezza del range operativo del trasmettitore anche dalla
velocità di volo. Se dopo aver impostato una virata non si riportano gli alettoni in posizione o non lo si fa in
tempo utile, il modello esegue un tonneau o si gira sul dorso. Prima di eseguire un tonneau è consigliabile
fare alcune ore di esercitazione di volo.
Attenzione!
Durante il volo, cercare sempre di mantenere una velocità di volo minima sufficiente. Quando il motore
è spento, se si tira troppo lo stick di controllo del picchia-cabra, il modello diventa troppo lento e tende a
rovesciarsi in avanti sul muso o lateralmente su un‘ala.
Per questa ragione, all‘inizio è consigliabile volare a un‘altezza di sicurezza sufficiente, così da potersi
abituare al comportamento di volo dell‘aeromodello. Non permettere tuttavia che il modello si allontani
troppo, per poter valutare con chiarezza in ogni momento la posizione di volo.
d) Regolazione dell‘aeromodello in volo
Qualora l‘aeromodello nel volo lineare mostri la tendenza a tirare sempre in una direzione, occorre correggere la
posizione di folle del singolo timone mediante la regolazione del trim sul trasmettitore.
• Timone di direzione
Se il modello tira o tende ad andare verso sinistra, spingere verso destra la leva di trim del timone finché il modello non riprende a volare diritto. Se il modello tira verso destra, eseguire una correzione del trim verso sinistra.
• Picchia-cabra
La leva di trim del picchia-cabra deve essere impostata in modo tale che, con motore a piena potenza, il modello
salga verso l‘alto seguendo un angolo piatto, e con il motore spento, il modello voli mantenendo la quota raggiunta. Se il modello tende a salire troppo in alto, azionare il trim in avanti. Se invece il modello tende continuamente a
puntare verso il basso, azionare il trim all‘indietro.
• Alettoni
Se il modello ruota verso sinistra sull‘asse longitudinale, spingere verso destra la leva di trim degli alettoni finché
il modello non riprende a volare diritto. Se il modello ruota verso destra, eseguire una correzione del trim verso
sinistra.
• Flap
I flap possono essere utilizzati per migliorare le prestazioni di volo, come supporto per gli alettoni o insieme agli
alettoni per agevolare l‘atterraggio. Quando i flap sono in posizione neutra, il volo non subisce alcun cambiamento.
21
e) Il primo atterraggio
Compiere grandi cerchi piani a motore spento. Non tirare troppo forte l‘elevatore in modo da ridurre gradualmente
l‘altezza di volo. Scegliere l‘ultima virata prima della discesa in modo che l‘atterraggio avvenga contro vento, che si
abbia abbastanza spazio a disposizione per l‘atterraggio in caso di emergenza e che la direzione di volo non debba
più essere corretta in modo significativo nella fase di discesa.
Prestare comunque sempre attenzione che la velocità di volo sia sufficiente e fare in modo che il modello non diventi troppo lento a causa di una riduzione eccessiva della velocità o tirando troppo il picchia-cabra. Appena prima che
il modello tocchi il suolo, è necessario dosare il picchia-cabra. Se è stata programmata la posizione „Butterfly“ per
mezzo di un radiocomando computerizzato, è possibile eseguire un atterraggio di precisione eseguendo in modo
dosato questa funzione.
Se è stato necessario regolare il trim sul trasmettitore, dopo l‘atterraggio correggere il trim sull‘aeromodello (fili di
comando per alettoni, timoni e picchia-cabra) in modo tale che il trim sul trasmettitore sia di nuovo in posizione
centrale e il modello voli comunque diritto (vedere la sezione seguente).
f) Regolazione dell‘aeromodello dopo l‘atterraggio
Regolare le aste dei timoni dell‘aeromodello in modo che il trim sul trasmettitore si trovi in posizione centrale. In
questo modo rimarrà a disposizione l‘intera corsa del trim per le regolazioni in volo.
Dopo il volo, annotarsi l‘impostazione di trim effettiva di ogni singolo flap. Ora, con il modello pronto all‘uso, impostare sulla posizione centrale i trim sul trasmettitore. Quindi regolare l‘asta della punteria in modo da farla corrispondere all‘impostazione di trim precedente.
22
14. Programmazione del pilota automatico
Il pilota automatico lascia la fabbrica impostato in modo ottimale per il motore utilizzato, di conseguenza
non è necessario modificare le impostazioni di fabbrica per il primo volo.
a) Taratura della leva di accelerazione del trasmettitore
Quando la leva di accelerazione/l‘interruttore del trasmettitore è sul minimo (motore spento), il pilota automatico riconosce automaticamente la posizione „Motore spento“. Questo garantisce un controllo sicuro del numero di giri del motore.
Solo occasionalmente (ad esempio quando si sostituisce il trasmettitore del radiocomando) può essere necessario
riprogrammare le posizioni „Accelerazione massima“ e „Motore spento“. Procedere come indicato di seguito.
• Accendere il trasmettitore e spostare la leva di accelerazione/l‘interruttore in posizione „Accelerazione massima“.
• Collegare il pilota automatico all‘accumulatore di volo.
• Dopo circa due secondi viene emesso un doppio segnale acustico che viene ripetuto quattro volte.
• Dopo il doppio segnale acustico mettere immediatamente la leva di accelerazione/l‘interruttore in posizione di
minimo (motore spento).
• Viene emesso un altro doppio segnale acustico, seguito da una melodia. La programmazione è terminata. Il pilota
automatico è quindi pronto all‘uso.
Se non si sposta immediatamente la leva di accelerazione/l‘interruttore sul trasmettitore nella posizione
„Motore spento“, dopo il quarto doppio segnale acustico viene avviata la programmazione delle singole
funzioni. Se non si desidera eseguire questa programmazione, lasciar proseguire tutti i vari passaggi
fino alla fine oppure scollegare l‘accumulatore di volo dal pilota automatico. In questa fase però la leva di
accelerazione/l‘interruttore del trasmettitore deve essere sempre in posizione „Accelerazione massima“.
b) Selezione della modalità di programmazione
Il pilota automatico può essere programmato in modo mirato. A questo proposito, vedere le informazioni riportate
nella sezione „Indicazioni sulle funzioni programmabili“ e la tabella di programmazione. Per effettuare la programmazione, procedere come indicato di seguito.
• Accendere il trasmettitore e spostare la leva di accelerazione/l‘interruttore in posizione „Accelerazione massima“.
• Collegare il pilota automatico all‘accumulatore di volo.
• Dopo circa due secondi viene emesso un doppio segnale acustico che viene ripetuto quattro volte.
• Dopo il quarto doppio segnale acustico, il pilota automatico entra in modalità di programmazione.
• Vengono quindi passate in rassegna tutte le funzioni, iniziando da „1 Freno“ e terminando con l‘ultima „10.1 Rilevamento di bassa tensione“. Ogni sequenza di segnali acustici o melodia viene ripetuta quattro volte prima che il
dispositivo passi alla fase di programmazione successiva.
• Quando il pilota automatico raggiunge la funzione (sequenza di segnali acustici o melodia) che si desidera modificare,
portare immediatamente la leva di accelerazione/l‘interruttore del trasmettitore in posizione di minimo (motore spento).
• Viene emesso un altro doppio segnale acustico, seguito da una melodia. La programmazione è terminata. Il pilota
automatico è quindi pronto all‘uso.
Durante la programmazione del pilota automatico è possibile memorizzare soltanto una funzione. Se si
desidera programmare altre funzioni, staccare l‘accumulatore dal pilota automatico per almeno cinque
secondi, quindi programmare la funzione successiva.
23
c) Funzioni programmabili
Nella tabella che segue sono riportate le varie funzioni con le sequenze di segnali acustici o le melodie ad esse
abbinate. I segni di punteggiatura (asterisco o trattino) rappresentano singoli segnali acustici.
Le lettere indicano che viene eseguita una breve melodia.
Funzione
Opzione
Sequenza segnali acustici / Melodia
1 Freno
off / on
_* _* _* _*
2 Tipo batteria
NiMH
~ ~ ~ ~
2.1 Tipo batteria
LiPo
~~ ~~ ~~ ~~
3 Rilevamento bassa tensione
(50%) 2,8 V/cella
*_ _* *_ _* *_ _* *_ _*
3.1 Rilevamento bassa tensione
(60%) 3,0 V/cella
*_ _ _* *_ _ _* *_ _ _* *_ _ _*
3.2 Rilevamento bassa tensione
(65%) 3,2 V/cella
*_ _ _ _* *_ _ _ _* *_ _ _ _* *_ _ _ _*
__ __ __ __
4 Impostazione di fabbrica
Automatic (7-30°)
_ _ _ _
5.1 Anticipo del motore
low (7-22°)
__ __ __ __
5.2 Anticipo del motore
high (22-30°)
___ ___ ___ ___
pianissimo
VV VV VV VV
5 Anticipo del motore
6 Caratteristica di decollo
V
V
V
V
6.1 Caratteristica di decollo
piano
6.2 Caratteristica di decollo
normale
VVV VVV VVV VVV
off
_*_ _*_ _*_ _*_
7.1 Governor-Mode
Helimode 1
_**_ _**_ _**_ _**_
7.2 Governor-Mode
Helimode 2
_***_ _***_ _***_ _***_
sinistra / destra
W W W W
9 Frequenza di clock del pilota automatico
8 kHz
// // // //
9.1 Frequenza di clock del pilota automatico
16 kHz
\\ \\ \\ \\
10 Comportamento con bassa tensione
Riduci potenza
__– __– __– __–
10.1 Comportamento con bassa tensione
Spegni motore
– __– __– __–
7 Governor-Mode
8 Senso di rotazione del motore
24
d) Indicazioni sulle funzioni programmabili
„1“ = Freno
Se il freno è programmato su „off“, dopo il distacco dell‘alimentazione (motore spento), il motore gira senza freno.
Se invece si imposta l‘utilizzo del freno, dopo il distacco dell‘alimentazione (motore spento), il motore viene anche
frenato elettronicamente. L‘accensione del freno è consigliata per le eliche pieghevoli.
„2“ = Tipo accumulatore
Il numero di celle collegate viene rilevato automaticamente indipendentemente dall‘impostazione del tipo di accumulatore (NiCd/NiMH o LiPo) (si presuppone che l‘accumulatore sia carico).
Per evitare che l‘accumulatore si scarichi completamente con conseguenze dannose, grazie a un rilevamento di
bassa tensione programmato adeguato al numero di celle e al tipo di accumulatore, la potenza del motore viene
ridotta o il motore viene spento per tempo (caratteristica programmabile, vedere punto „10“ = Protezione da sottotensioni (Comportamento con bassa tensione).
Il rilevamento della bassa tensione può essere impostato o disattivato con la voce del menu „3“.
„3“ = Rilevamento bassa tensione
Questa voce del menu consente di definire i parametri per il rilevamento della bassa tensione. Per NiCd/NiMH si
consiglia 65%, per LiPo 3,0 V/cella.
Le impostazioni possibili sono:
1 = 2,8 V/cella LiPo (50% per NiCd/NiMH)
2 = 3,0 V/cella LiPo (60% per NiCd/NiMH)
3 = 3,2 V/cella LiPo (65% per NiCd/NiMH)
„4“ = Impostazione di fabbrica
Programmare questa funzione per ripristinare lo stato in cui si trovava il pilota automatico al momento della consegna. „5“ = „Motor-Timing“ (anticipo del motore elettrico collegato)
Questa impostazione influisce sulla resa del motore, analogamente all‘accensione anticipata di un motore a
combustione.
Le impostazioni possibili sono: „Automatic“ (raccomandato); „low“ (anticipo fra 7° e 22°) e „high“ (anticipo fra 22° e
30°).
L‘anticipo del motore dipende da molti fattori. Per un‘impostazione di base è possibile orientarsi sui valori seguenti a
seconda del numero di poli del motore:
Numero di poli del motore
Anticipo consigliato
Motore a due poli
da 0° a 5°
Motore a quattro poli
da 5° a 10°
Motore a 6-8 poli
da 10° a 15°
Motore a 10-12 poli
da 15° a 25°
Motore da 14 poli
da 25° a 30°
25
Impostare un anticipo basso (basso numero di gradi) compreso entro i valori di riferimento predefiniti per aumentare
la coppia del motore rispetto all‘impostazione di fabbrica e ridurne il numero massimo di giri.
Impostare un anticipo alto (alto numero di gradi) per aumentare il numero massimo di giri e ridurre la coppia.
In entrambi i casi verranno modificati i valori della corrente. Attenersi dunque anche alle specifiche del
motore e del pilota automatico. In fase di esercizio occorre inoltre tenere conto delle temperature dei
componenti indicati
Se non si dispone di conoscenze specialistiche adeguate o di apparecchiature di misurazione idonee, è
consigliabile utilizzare l‘opzione „Automatic“, che provvede a selezionare automaticamente l‘impostazione
ottimale per il motore utilizzato.
„6“ = Caratteristica di decollo
Questo parametro permette di impostare la caratteristica di decollo attivata spostando la leva di accelerazione del
trasmettitore da „Motore spento“ verso „Accelerazione massima“. Sono disponibili tre impostazioni: pianissimo,
piano, normale.
„7“ = Governor Mode
Se si programma la modalità „Helimode 1“, al segnale di regolazione „Accelerazione massima“ del trasmettitore, il
numero di giri del motore passa in circa 5 secondi in modo continuativo da 0% (a seconda del valore impostato per
la caratteristica di decollo) a 100%.
Con „Helimode 2“, la regolazione massima viene raggiunta in circa 15 secondi.
Le funzioni citate sono consigliate anche come „soft start“, ad esempio quando si desidera azionare il motore di un
aliante elettrico mediante l‘interruttore del trasmettitore.
Se durante la regolazione sul trasmettitore si passa dall‘impostazione „Accelerazione massima“ a „Motore
spento“ entro i primi 3 secondi, per il successivo avvio del motore eseguito entro i 3 secondi successivi,
l‘avvio progressivo viene disattivato.
Se il successivo avvio del motore avviene più di 3 secondi dopo l‘ultimo segnale di comando „Motore
spento“, l‘avvio progressivo viene riattivato.
Se è attiva l‘impostazione „Governor Mode“, viene disattivato automaticamente il freno programmato e lo
spegnimento del motore per bassa tensione viene modificato su „potenza ridotta per bassa tensione“.
„8“ = Senso di rotazione del motore
Questa funzione permette di modificare elettronicamente il senso di rotazione del motore (sinistra / destra) senza
scambiare il cavo fra il pilota automatico e il motore.
„9“ = Frequenza di clock del pilota automatico
La frequenza di clock può essere impostata fra i valori „8 kHz“ (consigliato) e „16 kHz“. Poiché quando si cambia la
frequenza del clock occorre tenere presenti numerosi fattori, quali tipo di motore, regolatore delle corse utilizzato,
numero di giri, valori di corrente, ecc., si consiglia di scostarsi dalla impostazioni di fabbrica soltanto in casi molto
particolari e tenendo in considerazione tutti i parametri necessari.
26
„10“ = Comportamento con bassa tensione
Questo parametro permette di specificare come deve reagire il pilota automatico ove sia stato attivato il rilevamento
di bassa tensione (vedere voce del menu „3“).
Scegliendo „Riduci potenza“, la potenza del motore viene ridotta al raggiungimento della soglia di bassa tensione.
Scegliendo „Spegni motore“, al raggiungimento della soglia di bassa tensione il motore viene completamente
spento.
Con l‘impostazione „Riduci potenza“, il motore continua a funzionare e a scaricare l‘accumulatore.
Per evitare che l‘accumulatore si scarichi completamente con conseguenze dannose, se viene usata
l‘impostazione „Riduci potenza“, spegnere il più rapidamente possibile il motore e avviare l‘atterraggio.
Se si utilizza l‘impostazione „Riduci potenza“ si consiglia inoltre di impostare il rilevamento di bassa tensione su 3,2 V/cella in caso di accumulatori LiPo.
Avviso:
il mancato funzionamento del pilota automatico può avere numerose cause. In questi casi, il pilota automatico
emette dei segnali di avviso.
1. Se vengono emessi segnali acustici in modo continuativo (*****) significa che la leva di comando per
l‘impostazione del numero dei giri non si trova nella posizione più in basso (motore spento).
2. Se vengono emessi segnali acustici in modo continuativo con un intervallo di un secondo tra l‘uno e l‘altro
(* * * *), significa che lo stato della tensione dell‘accumulatore di volo collegato non è definito. Verificare
lo stato di carica dell‘accumulatore di volo.
3. Se vengono emessi segnali acustici con una breve pausa tra l‘uno e l‘altro (* * * * *), è possibile che il pilota
automatico non riconosca correttamente il segnale del trasmettitore per l‘impostazione del numero di giri. In
questo caso attenersi alle indicazioni fornite nel paragrafo a) del capitolo 14.
27
15. Sostituzione dell‘elica pieghevole
Per fissare le singole pale dell‘elica alla parte centrale dell‘elica utilizzare una vite M3 (1) e il corrispondente dado
autobloccante (2). Per sostituire l‘intera elica pieghevole completa di spinner, stringere con cura lo spinner (3) come
illustrato nella Figura 11 e staccarlo. Togliere quindi il dado (4) dell‘elemento portante dell‘elica.
Figura 11
28
16. Manutenzione e cura
Controllare regolarmente la sicurezza di funzionamento del radiocomando e il corretto funzionamento del motore di
comando e dei timoni. Tutte le parti mobili del modello devono muoversi facilmente, ma non devono aver gioco nel
proprio alloggiamento.
L‘aeromodello e il trasmettitore devono essere puliti esternamente soltanto con un panno morbido e asciutto o con
un pennello. Non utilizzare in alcun caso detergenti aggressivi o soluzioni chimiche, per evitare di danneggiare la
superficie dell‘apparecchio.
Importante!
Se è necessario sostituire parti danneggiate o usurate, utilizzare soltanto parti di ricambio originali.
L‘elenco delle parti di ricambio è disponibile sul sito Internet www.conrad.com nell‘area di download relativa al
prodotto specifico.
In alternativa, è possibile richiedere l‘elenco delle parti di ricambio anche telefonicamente. Per i dati di contatto,
vedere il capitolo 1 all‘inizio di questo manuale.
17. Smaltimento
a) Osservazioni generali
Al termine del suo ciclo di vita, il prodotto deve essere smaltito in conformità con le norme di legge vigenti.
Rimuovere le pile o gli accumulatori installati e smaltirli separatamente dal prodotto.
b) Pile e accumulatori
L‘utilizzatore finale è tenuto per legge (ordinanza sulle batterie) a riconsegnare tutte le pile e gli accumulatori usati.
Il simbolo riportato a lato contrassegna pile e accumulatori contenenti sostanze nocive e indica il divieto di
smaltimento con i rifiuti domestici. I simboli dei metalli pesanti rilevanti sono: Cd=Cadmio, Hg=Mercurio,
Pb=Piombo (il simbolo è riportato sulla pila o sull‘accumulatore, ad esempio sotto il simbolo del bidone
della spazzatura riportato a sinistra).
Le pile e gli accumulatori usati vengono ritirati gratuitamente nei punti di raccolta del proprio comune, nelle nostre
filiali o in qualsiasi negozio di vendita di batterie, pile e accumulatori.
Oltre ad assolvere un obbligo di legge, si contribuirà così alla salvaguardia dell‘ambiente.
29
18. Dati tecnici
a) Aeromodello
Apertura alare........................................2.185 mm
Lunghezza.............................................1.248 mm
Superficie...............................................35,2 dm²
Carico alare...........................................30,7 g/dm²
Peso incl. accumulatore di volo.............1.073 g
b) Motore ed elica
Tipo........................................................Brushless, 900 KV
Predisposto per.....................................3 celle LiPo
Elica.......................................................30,48 x 15,24 cm (12“ x 6“)
c) Pilota automatico
Campo di tensione.................................2 - 4 celle LiPo
Importante!
Il pilota automatico può effettivamente utilizzare da 2 a 4 celle LiPo, ma l‘aeromodello e il motore utilizzato
sono predisposti solo per 3 celle LiPo.
Capacità di corrente..............................Corrente continua 35 A (per 10 secondi: 45 A)
BEC.......................................................Lineare, 5 V/DC, 4 A
Caricabatterie........................................Spine a banana/accoppiamento 4 mm
d) Radiocomando necessario (non fornito)
Frequenza di trasmissione....................2,4 GHz (consigliato)
Numero di canali....................................Min. 5 (consigliato radiocomando computerizzato con almeno 6 canali)
Mixer necessario...................................Mixer per modelli con piano di coda a V
e) Accumulatore di volo necessario (non fornito)
Tipo di accumulatore.............................Accumulatore LiPo a 3 celle, tensione nominale 11,1 V, capacità da
1200 mAh, regime di scarica minimo 25C
30
31
* Note legali
Questo manuale è pubblicato da Conrad Electronic SE, Klaus-Conrad-Str. 1, D-92240 Hirschau (www.conrad.com).
Tutti i diritti, compresa la traduzione sono riservati. È vietata la riproduzione di qualsivoglia genere, quali fotocopie, microfilm
o memorizzazione in attrezzature per l‘elaborazione elettronica dei dati, senza il permesso scritto dell‘editore. È altresì vietata
la riproduzione sommaria.
Questo manuale corrisponde allo stato tecnico al momento della stampa. La società si riserva il diritto di apportare modifiche
in termini di tecnologia e attrezzature.
© Copyright 2014 by Conrad Electronic SE. V1_0414_01
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
3 834 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content