close

Enter

Log in using OpenID

Decreto del Commissario ad acta (delibera del

embedDownload
Decreto del Commissario ad acta
(delibera del Consiglio dei Ministri del 21 l11arzo 2013)
DECRETO n.
Oggetto:
Presa d'atto dei Contratti/Accordi stipulati dalla Regione Lazio con il Policlinico
Agostino Gemelli e con l'Università Campus Biomedico di Roma, per l'erogazione di
prestazioni sanitarie per conto ed a carico del Servizio Sanitario Regionale - Anno 2014
IL COMMISSARJO AD ACTA
VISTI per quanto riguarda i poteri
la Legge Costituzionale 18 ottobre 200 I, n.3;
lo Statuto della Regione Lazio Il novembre 200 l, n. l'Wuovo Stalu/o della Regione L,do"
e successive modifiche e d integrazioni;
la legge regionale 18 febbraio n. 6 e s. m. i.;
Regolamento Regionale 6 settembre 2002, n. I e s.m.i.
la deliberazione del Consiglio dei Ministri del 21 marzo 2013, con cui il Presidente della
Regione Lazio Nicola Zingaretti è stata nominato Commissario ad oc/o per la prosecuzione
del Piano di rientro dai disavanzi regionali del settore sanitario della Regione Lazio;
la deliberazione del Consiglio dei Ministri del 17 dicembre 2013, con cui il Dott. Renato
Botti è stato nominato sub commissario nell'attuazione del Piano di rientro dai disavanzi
regionali del settore sanitario della Regione Lazio;
la determinazione regionale 803071 del 17 luglio 2013;
VISTI per quanto riguarda il Piano di Rientro
l'articolo 8. comma I della legge 5 giugno 2003, n. 131;
l'articolo I. comma 180, della legge 30 dicembre 2004, n. 311;
le Deliberazioni della Giunta Regionale n. 66 del 12 febbraio 2007 avente ad oggetto:
"Approva=ione del "Piano di Rien/ro.. " e n. 149 del 6 marzo 2007 avente ad oggetto: "Presa
d'al/o dell 'Accorda Sia/o Regione La=io ... .Approva=ione del "Piano di Rien/ro":
la legge 23 dicembre 2009, n. 191;
il Decreto del Commissario ad ac/a n. U00480 del 6 dicembre 2013, recante: 'Appronòone
programmi opera/ivi" per gli anni 2013-2015;
i programmi operativi approvati con Decreto del Commissario ad aclcl n. U00247 del 25
luglio 2014;
VISTI per quanto riguarda la disciplina di cui al D. Lgs, 30 dicembre 1992, n. 502: "Riordino
della disciplina in materia sanitaria, a norl11a dell'articolo J della legge 23 ol/obre 1992, n, 421",
ed in particolare:
l'art. 8 qllater comma 2 che prevede che qualità di soggetto accreditato non costituisce
vincolo per le aziende e gli enti del servizio sanitario nazionale a cOITispondere la
remunerazione delle prestazioni erogate, al di fuori degli accordi contrattuali di cui al
suddetto art. 8 quinquies;
l'articolo 8 qlla/er,comma 8 del D.Lgs. n. 502/92 e successive modifiche ed integrazioni per
cui, in presenza di una capacità produtti va superiore al fabbisogno determinato in base ai
criteri di cui al comma 3, lettera b), le Regioni e le unità sanitarie locali. attraverso gli
accordi contrattuali di cui all'aJ1. 8 qZlinqllies, sono tenute a porre a carico del servizio
sanitario nazionale un volume di attività comunque non superiore a quello previsto dagli
indirizzi della Programmazione nazionale;
l'art. 8 qllinqllies, comma 2, del D. Lgs. 502/92 che prevede la stipula di contralti con le
Pagina 2/40
,
f
Segue Decreto n.
dcI
strutture private e con i professionisti accreditati, anche mediante intese con le loro
associazioni rappresentative a livello regionale, che indicano, tra l'altro:
il corrispettivo preventivato a fronte delle attività concordate risultante dalla
applicazione dei valori tariffari e della remunerazione extratariffaria delle funzioni incluse
nell"accordo. da verificare a consuntivo sulla base dei risultati raggiunti e delle attività
effettivamente svolte secondo le indicazioni regionali (art. 8 quinqllies, comma 2, lettera d);
la modalità con cui viene comunque garantito il rispetto del limite di remunerazione
delle strutture correlato ai volumi di prestazioni, concordato ai sensi della lettera d),
prevedendo che, in caso di incremento a seguito di modificazioni, comunque intervenute nel
corso dell"anno dei valori unitari dei tariffari regionali. per la remunerazione delle
prestazioni di assistenza ospedaliera, delle prestazioni di assistenza specialistica
ambulatoriale, nonché delle altre prestazioni comunque remunerate a tariffa, il volume
massimo di prestazioni remunerate, di cui alla lettera b), si intende ridetellninato nella
misura necessaria al mantenimento dei limiti indicati alla lettera d).....omissis ....(art. 8
qllinquies, comma 2, lettera e- bis);
.,
VISTO il D.Lgs. 517/1999;
VISTO il DCA 183/2013 recante: "Approvcòone dello schema lipo di con/rallo/accordo per lo
defìni=ione dei rappor/i giuridici ed economici Ira le Aziende Sani/arie Locali e i soggelli erogatvri
di pres/a:ioni sanilarie a carico del Servizio Sanilario Regionale" (SSR);
VISTO lo schema tipo del contrano/accordo di cui all'Allegato A del DCA 261/2014. che ha
sostituito quello di cui al citato DCA 183/2013;
TENUTO CONTO che. ai sensi dell'anzidetto DCA 261/2014. la gestione del rapporto
preordinato alla sottoscrizione degli accordi con i Policlinici Universitari non statali, come pure la
contestazione e l'eventuale risoluzione, è demandata alla Regione, secondo il modello di
contratto/accordo di cui all'Allegato B del medesimo provvedimento;
VISTO il DCA 241/2014. con cui. in relazione all'attività di specialistica svolta dalle strunure
erogatrici di prestazioni sanitarie a carico del SSR sono stati definiti i limiti massimi delle risorse
assegnabili nell'anno 2014 per l'attività di "Laboratorio Analisi" e negli anni 201-1 - 2014 per
l'anivilà di "Altra Specialistica":
VISTO, altresì, il DCA 248/2014, con cui è stato definito il limite massimo di risorse assegnabili
per l'anno 2014 alle strunure erogatrici di prestazioni ospedaliere (acuti - posto acuti) con onere a
carico del SSR;
CONSIDERATO che i suindicati DCA 241/2014 e 248/2014 hanno stabilito che si sarebbe
proceduto con successivo provvedimento alla definizione del limite massimo di risorse da assegnare
per l'ann02014 ai Policlinici Universitari non statali:
PRESO ATTO del contratto/accordo allegato al presente provvedimento di cui costituisce pm1e
integrante, sottoscritto in data 11.09.2014 tra la Regione Lazio (nella persona del Presidente e del
Direttore della Direzione Regionale Salute e Integrazione Sociosanilaria) e il Policlinico Agostino
Gemelli (nella persona del Direttore del Policlinico e del Magnifico Rettore), per l'affidamento
delle prestazioni sanitarie specificatf\mente indicate all'art. I del medesimo contrano/accordo. con
Pagina 3! 40
•
Segue Decreto n,
dci
contestuale definizione del relativo Iim ite massimo di risorse assegnate per l'anno 2014;
PRESO ATTO, altresì, del contratto/accordo anch'esso allegato al presente provvedimento di cui
costituisce parte integrante, sottoscritto in data 11.09.2014 tra la Regione Lazio (nella personale del
Presidente e del Direttore della Direzione Regionale Salute e lntegrazione Sociosanitaria) e
l'Università Campus Biomedico di Roma (nella persona del Presidente), per l'aftìdamento delle
prestazioni sanitarie specificatamente indicate all'art. I del medesimo contratto/accordo, con
contestuale definizione del relativo limite massimo di risorse assegnate per l'anno 2014.
DECRETA
per I molivi espressi
provvedimento:
t.
2,
111
premessa che fon11ano palie integrante e sostanziale del presente
,
di prendere atto del contratto/accordo sottoscritto in data 11.09.2014 tra la Regione Lazio
(nella persona del Presidente e del Direttore della Direzione Regionale Salute e Integrazione
Sociosanitaria) e il Policlinico Agostino Gemelli (nella persona del Direttore del Policlinico
e del Magnifico Rettore), per l'affidamento delle prestazioni sanitarie specificatamente
indicate all"art. I del medesimo contratto/accordo. con contestuale definizione del relativo
lim ite massimo di risorse assegnate per l'anno 2014;
di prendere atto, altresì, del contratto/accordo sottoscritto in data 11.09.2014 tra la Regione
Lazio (nella personale del Presidente e del Direttore della Direzione Regionale Salute e
Integrazione Sociosanitaria) e l'Università Campus Biomedico di Roma (nella persona del
Prsidente), per l'affidamento delle prestazioni sanitarie specifìcatamente indicate all'art. l
del medesimo contratto/accordo, con contestuale definizione del relativo limite massimo di
risorse assegnate per l'anno 2014,
li
"
Avverso il presente decreto è ammesso ricorso giurisdizionale innanzi al Tribunale Amministrativo
del Lazio nel termine di sessanta giorni, ovvero, ricorso straordinario al Capo dello Stato enll'O il
ten11ine di giorni centoventi,
11 presente provvedimento sarà pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Lazio,
;
I,
Ro D
ma,
26 SET. 201~
....
I"
,~:
Pagina 4/40
I
J
Alle.gatu Il
Allegato "...
"A.~ . . ".:", DECRETO N. '!..t?2.,~22/2D '4
----
.. _•......
_---_._-----_._--_._--
·
l
ili'
.··.REGIONE;
. LAZIO /:...
l'
,
Contralto/Accordo per l'C1"og~l~iolle eli prcsta~iuni slIuitm'ic P"'I' eunto cd a carico del
Seni~io
~
!~
Sanitario Regionale
-------_.
Pagina 5/40
I '
[l
~.
Alkgalu Il
COlltmttu/Accordo
tTi:l
Rcgiollc Lnzio, wn sede in RO.llla, Via Rosa Raimondi Garibaldi n, 7, in peC'illl'l dci Presidente Nicill:,
ZingareUi
t:
del Direllure RegjOllHle Salule e flllcgl'a'l.ionc Socio~~anitaria FIori Dcgrassi l CF. c P.IVil
go 143490581, (di seguito per brevità "Regione"), da
U1HI pmte
liniversità Campus Biolllcdico di Roma che gestisce direttamente il Policlinico Universitalio
Campus !3ioll1edieo, coel. struttlu'a .\ 20') 15, erogatore di
pre~'tllzioni
ospedalicl'c, (cod, stlullul"
(150951) c di specialistica ulllbulaloriale(di seguito per bl'evilù "Erogatore" o "Struttura"), in pcrsona
elci l'rcsidente Doli. Felice Barda,
La Regione e l' Erogntore
~OllO
di seguito congiulllalllente dc.:non rinetti am.:he "parli" u, singolarmente,
~'pnrten
Visto,
a)
I'mt. 8 '1uinquie8, comma 2 D, Lgs
Il,
,,
502/92 c s,m,i,;
b) l'art. 8 qu/nq"ies, comma 2, leltera e bis D, Lgs
Il.
502/92 e SI11,j,;
c)
l'art. 8 quillq,,!es, comma 2-guater D, Lgs n, 502/92 e s,m,i,;
cl)
l'art. 8 quillquies, eomma 2 quinquies D, Lgs n, 502192 cl,,) prevede espressamente: "in ('liSO di
f]'/(lJ'It:uta stipula degli accordi di cui al presente art.ico!u,
i 'wxre ditm7tel'!w
isl.itllziotla/e (jj CIIi
all'{{!'{ù;u!o 8-fjuater del/li strutture e dei pro/e.s,,>'iOllisti eroganli fJrestaziuni IH!!' conio del Senh:io
sllIlitariu naziunale inleressati
")
è sospeso";
la L,R. 3 marzo 2003, n, 4 e s,m-i,;
P)'e.messo che:
a)
cun D,G,le n. 149 del G marzo 2007 la Regione Lazio ha approvato il Pianll di ricnll'u ilei qllllk
hanno b'llVato organica sislelllazi.one tutti gli obiettivi c le nlii,urc arnminisll'alive prol'cdcllliciJe ,II
I
conseguimenlo del progrmnmato l'isanamento l"1uallziario;
b) la Legge 23 clicembre 2009, n, 191 ha previsto ilmantenimerto della
ge~:tione
pro.seCU7.l0ne dr::! PiallO di Rientro, secondo programmì operati, -i (;oerenti
programmati eome predisposti dal Commissario (Id ac/a;
l~on
t,
connllissal'i:lle pel' la
gli obidtivi
.".,
!imlll~i~ln
I
,
."
"~
2
Pagina 6/40
'l
Allegato Il
eJ
in COel'CllU.l con gli, obiettivi posti dal PimlO di rientro. la R~ ~jl)ne Ll.l'l..ic intende porre su IHl~1 di
maggiore e compiuta certezza i mppo['li tra le aziende sl:llùlalit: locali e gli erugalori privati di
prel'itaziuni sanitarie e riCol'lnulur(;: un modtello Gontnillua!c uniforme per la c1isçiplil),1 ddl\:rog:JI.I(lnL'
ddle.; prestazioni saniturie, dw lunga t:onlu ddl 'evo]uzioIl0 nono;ttivi:I IlH%iollall: cd cumpt:i:\, urit:nlilla
ad asslclmu·c cht: le Stl11ttUfC siano in possesso, oltre i n:qldsili ul'cliuri per I accl\.::diltllllcnlu.
UIH.:hl'
di
requisili minimi di afiidabilità e onorabiliHl in ordine ad una carretta gcslione del rappol10 COli l.!
Regione, anche alline di elevare slandard di qualità e lrasparenza;
d)
i predetti obieltivi
pOSSOIlU
essere perseguiti, tra ['a!lro, atb'""er,o l'acquisizione da
po'1e
della
ASL l:ompctcnlc dcUa documentazione elencata [lIJ'aflicoto 2) del pi esente accordu;
e)
che le tarif1e regionali applicate sono quelle ralfone temporis 'v'itil:nti;
t)
cii" l.. detiniziCine dci ou<lgel rappn'senta ÌI JiveJ1u massimo di spesa a "t,rico del SSR, nell'amoilll
dcJ quale .s0110 c01Jsiderute riconoscibili e l'emllnel'abili esclusivamente le pJ'esl;:rzioni erogate ai sl.:l:si
della normativa vigente di rirerirneuto.
Tutlo dò premc&So e consideralo, parte
illtegr~mte
c so.stumialc del presente accordo k Parli
l
convengono quanto segue:
Articolo 1)
Idcutificazione dclla s!rll([lIm e dichiarazioni
1. L'Erogatore è titolare di autorizzazione all'esercizio e dell'a:crcdil<unenlo istiluzionak ddiaJlivo
l'ilasciali con provvedimentu d~crelo commissariale n.
uoa 133 dci 09.04.2013 pcr Ili "trutlun! sita ili
Roma, Via AJvaro del l'ortillo n. 200 (di segrJ.Ìlo denominala "SlrJltturn").
La struttura erog!!, in virtÙ dei titoli 'Come sopra
corr!§l!Q!ldcnteli.J
di ricovero per UL:uti;
u
prestaziuni
Il
pl"cstazioni di riabililaziollc pusl- aC1l7Je;
D
pr~'::ilazioni
•
prestazioll.i di specialistica ambulatoriale;
•
prestazioni APA;
•
preslaz;oll; di lèiSOllaJlza Magnelica KlIcleare;
LI
prestazioni di IèSA;
di lungOtkgenza medica;
3
Pagina 7/40
illdiç~tl. .G]ltiyj.!L\!i.~
111arwre Iule cas,!.!."Ù:
..
Allegato B
D
prestazioni Hospiee;
D
prestazioni di riabilitazione ex ru't. 2(,;
D
pwstHzioni neuropsichiatriene;
•
pr~tazioui
a rimburso:
,. tile F
•
I.
Dprostaziolli di dialisi
Il
radiolerapìa
o neonato sanu;
"
altil'ilà di cui all'arl. M-sexie" conuna2, D, Lgs, 502/92:
,.
maggiori cosli connessi allc attività di didattica e ricerca ex all, 7, comma
2. L'Erogatore esercita le prestazioni sanilarie
l'Cl'
~,
O. Lgs. 517/99.
te quali è ,tatll aee"edil:a.to o\'Vero per le quali è
corso la procedura finalizzati:! al rilascio del tilolo di aGCredjtfUn~nto defiilttivo i,l.;l'ilLlzinna!e. pt:r
111
COI1lI'
ed li carico del Servizio Sanitario RegiomiJe (SSR), Ile'i limiti dcllt. morse assegnale.
3. Allai tinc, [erma rcsluudo l'ac~uisizione dclla docurnclltazi')llc di cui al sueecssil'o anicolo
n
l'Erogatore dichiara:
Ì'lt di non trovarsi in slato di fallimento, (ti liquidazione coalla c ~he nessun pruee(!lmcnlo rcialil'o .:.
stato avviato nei slloi confronti;
~
di aver 0/ Ilon aver _ presenlato domanda di concordato pn:v..:mlivo;
~
chc non sussistono le cause di divieto, di decadenza o di so;penoione di elli ,,1I'articolo 67 dci
I).
Lgs. 159 dci 2011 (codice antimafia) in capo al/ni soggctto/i ch, ba'hnnn" la rappr""enlankH icg,de
della stru([urll;
~ di possedere aUa dala udierna tutti i requisili slruLlurali. imj:iaotiotici. luenoiogici ed organiZl.atil'i
ne<.:es:-;ari p~r l'esercizio, presso la propria struttura, delle pr~slazioni mnilarie. impegnandosi ~l
garantire la permanenza di detti requisiti per tulla la durata dci p 'c,'Onte Contratt": oono talli salvi caso
fortuito e forza maggiore.
Artieolu 2)
UoeuJJlelltazionc c adempimenti
J. La Regione è tenuta ad acquisire, per tramite dcUa struttura, ovvero dircltamenLl:, in cOII:-;idcraLj<..lI1l:
di quanto previsto dali 'arI. 15 deJJa L. n. 183/20 I J. la seguellte d >CllIT,clllazi'.Hle:
,
.,,
Pagina 8/40
Allc~lIlo
a)
U
per i soggelli non iscrilli al Registro dclie Imprese (Ful1claziullj ccl Enti no proli l) la diciIiar:lzione
sostitutiva dl Htto notorio aUestnJlte l~inSllssistenz~1 di causo di divi<:Lv, deci.J(jc;rl:(.;1 {) sosp~n,'jioJ1l; previsti
dall'art. 67 dèlla llonuativa i:ll1timulia del tcglll~ rapprewmtullt~, dci COITIl',-H1cl1t-i dcI Consiglill (li
I
t
Amministrazione e cil:i soggetti con poteri dì gestiLlne;
b) dichiarazione rilasciata dal legale rappresentante della struttura, alleslanlc l'olteJn;Jcnnwl agli
obbli~hi
intonnativi in materia di diritlo al lavoro dei disabili - secondo le J110dalitù di clli all'art.
12 marzo 1999,11. 68, come modificato dall'art. 4U del D.L. 25 giugno 200H, n. 112, converlilu
l)
L.
COli
modifjcilzioni dalla L. 6 agosto 2008, n. 133;
c)
eertiticmo generale del casellario giudiziario dci soggelti che hannu la ,...ppresCIllan"a Icgalc della
struttura per le !"inaliti! prccisale aJ successivo aJiieolo 12);
d)
dichiarazione del legale ntppresenhlilte della struttura atlestalll·~ l'avvomlta adozione dclmotlcllo
org,uùzzativu di euj al D.Lgs. 231i2QO! in materia di prevenzione dd reali;
e)
lI.
I")
auto\,)eJ'tinc~lzione dell'insussistenzil di situazioni di inGompnt hililù ai semii dcl1'ml. 4, coml11i! 'l L.
412/1991.
dicilirazillflc circa
lulela
dell'igiel1~
l'oss~r",uJza
della normali"" in materia
antinrurtuni,.ti~a. i1l1pianlisli~a
c snlla
e clella sululo sul Javl.ll"O, eiroa l'avveJrut2 valutazione dGi rischi Idl'ambienle (iJ
lavoro c, in ogni caso,
dell'ad~llJpimento
a tutle le prescrizillni cli cui di eni al Decretu u'gjslauvo
t)
aprile 2008, n. 81;
2. L'ErogatofC è tenuto a trasmettere nltLe le dichiaral.ioni sopra richieste c i dali anagraJici di tlttt I
soggetti per j quali deve essere acquisila la documentazione anti11:11,a cnu·o il
:\0 settembre dcll'",u,,,
precedenle a quello oggetto di stipula.
3. Su richiesta <JeJJa ASL, ovvero dell,l Regiune Lazio, l'Emga.ore
rlll"llir~
alla sleBBa ogni ulleriore
eventuale documento che non ~ia già in possesso deUa ammini·;trazione rkhil:dl,,;.nle,
po,sesso dei
r~quis.iti pr~de[(i ~d
il
il loro mantenimento per tulla la chlrala del presente Conlralto.
4, La R.cgilllle è t~nuta a veriticare la doculUentazione nel termijlf
~omunque,
CUllllJl"UVilLlk
enlro e non.ollce il 30 ottobre di
cia~clln
ci 30 giorni dal1a data di rice!.iolle c.
,mno.
5. In emm di mancala produzionc dclla documentazione I)vvero del1c indic'lzioni e dichiarazioni
necessarie, la
R.~gione
dit11da la sb·ultura ad adempiere entro e nOll olire 15 giorni; in casil di
inollelllpentnza si applica quanto previsto al successi vo artico!ll 12, comma: .
5
.j:<;'.',."
l. '
I
Pagina 9 J 40
-('
)J
Allc~alo
B
A,.ticolo 3)
Ogj1ctto del Contratto
I. Sino a COnCOJTt::llZU dall'importo massimo stabilito Hl ~Llcce~\sivo artit:.olo 4)1 la Re~iorli,; ;d'!idi.1
aJl'Erugatore lo svolgiml:llto delle prestm:ioni salttlaric llll:glio inckate al sllperil)n~ articolo I) a r~\'un:
degli aventi diritto clw, esercitando libera scelta, oplermmo di a;:ccdere pel il tnllnilc t1t:lIa StrullUra
deli 'EroJ;atore alle prestazioni del Servizio Sanitario R"gionale.
2. L'Erogatore si obbliga a svolgere le prt:st'Hziol1i sWlitarie per lutto la dlu'~lln del prC~clltc Cont:'ultu.
alle comlizioni. nei termini e secondo le modalità in t:sso stabilite,
J. La ASL rcrritorial1nelltc competente:; si impegna, in ba.se é1lla vigente JJonmlliva, a
rt:Ill111ll.,'I'éll\'
Ili
stmUUJ111lci iiJmLi di seguito indicati.
A,.ticolo 4)
V~llori7.zazi(Jl1c
t.
o)
di prestazioni crogubili e corrispettivo massimQ anl1uule/hiellllalr
pcr le pl'cstuzioni per ncuti: il Budget l'l.'>segnato al:'Erog:ll0rC
[-----------d;;I----.- -._-
I,er
1"UUIO/J;li
anni
W 14
(sc::;::;anlasdlemjliollinovecentonovuntanovenlilauovcccnlonoV:JI7-'+)l
erogale ai cittadini residenti fuori regione e delle pr~taziolli
eXlra~ClJln
(1)
erogat~
~l l1c~:~ty L:l~JD~~~is~~~i_~l!~.~~
i:
di
compr~n!iivo
F:
.'
•
67.990. ')()') 7-1
l:cllc pl'cslazj(>I1i
ai ciltat!ini slnmieri (comunildl'i cd
uni Lari),
Le strutture dlO erogano pl'estJziollÌ per a~tlti nell :ambito dellH progrullullaziollc rcglonale dljlJ~ alti vi lù
ospedaliere per aCUIi, nella logica deWintegraziol:c pubblico-pri,·ato c della solidaridi, di sistema. sonu
[enute a metlere
3
disposizIOne i posli Iclto richiesti pcr il rico"·~ro di pazilCllli provenienti da l'SIDEA
nel periodo eli parlicolare congcstiom,llllclHO dci settore dcll'e'nergcl17,él c'sp~:drdier[l KL:gllalatn, c<'lllo
stesso PS/DEA c dalla relativa Direzione Sanitaria. L'allività di .oui sopra non potn\ comunque super",'"
il limite massimo del 20% deU 'allivilà di ricovero cOJlsentita allf strllltllnl ed è ricolllpresa nei li lI1ili dci
budget :lssegnato. Tali richieste debbono essere comunicak: allche alla Rl,;;giul1t: Lazio, Dir.:ziultt.'
'.
Regionale Salute cd lntcgraziune Sociosallilaria. Il tmsferilllelilo da PSIDE/\ verso la strutlunl dL"'"
CSllerC
obbligatol'iamt:nte accompagnato da una rela:dooc ciillica cbe, ripol'Lumlo IL-: l:undizi\ll1i Jd
pazienl(,;, Ile ct:rtifichi la trasferihilitil in sicureZZa,
6
Pagina 10 140
,.
Allegalo B
per le prestazioni di rinbilHul..Ìonc posl- HC.II:lic: i t 8udgt:t assegnato all' Erogatore il) ~ (~~n':h~
b)
~';;nis~rialc
Il ..~ -
-·_·--dcl-=.~=-~~ per [·lUlnelgli
allll;
:~IJ 14 è di E 866.801.00
rcsidi..~lItj
(otloceoto::icssantast:illlilaoltm:entuwlO/OO) compn:usivo delle pn:sl;lzioni l:rugall..ì ai Giltadl!1ì
fuori regionI; c dell~ pretitazioui erogate ai dltadini stranieri (comullltari cd exlra-loll1unìHtri);
per le j)J'CSbl:t.luui di lungodegcl1'l:t Illedica: il Budget a~.segllalo aWGrogalore dal decrctn
c)
p~r
t; di (
l'anno,'gli annl
, comprcnsivu delle preslazioni erogatI: cri cittadini rcsich::nti Cumi
____...
delle presta~iolli
li)
~
del
cOl1lmiss~riale Il.
~rogate
fcgi()fìl' L'
ai cittadini slllUlieci (comunitari cd extra-,clllluuulari);
per prestazioni di specialistica ambuJatoriale:
d.l) laboratorio Analisi: il Blldg~t assegnato all'Erog~:tore (3/ ~]c~~n1;~~I~I~i;!T~Il. =~~= _~~~
per
l'rrnno/gli
anm
di
(ctuemi!ioninovecentosettenavecentoseHillllUllo/OO), <.:olllpn.;m3ivo delJe prustnziOlll erog.]le ai citl..ldilli
residenti fuori regione, dellt' prest.aziolll erogMe ili Giltadini slranic,oj (cOl11Uniinri cd cxtfa-cllll1unilal'i:
delle
comp~u1ecipazjoIlj
agghantive (tickct e quota Jissn) di cui ldla
riseava del VOlUlllO c del tetto d·j
l'ernLlller01zioll~
lIirent~
normativll;
in misura pari {lJ lOro non utili7.zabile
individualil ulla
,
periodo liuo illll
"
Vil.:lJ(;
!ll~1
I.:
I
oltobre 2014 poslll u garanzia dcU'assicunr/iollc delle prestazioni m:i mesi di ne vcmbre l: dic.;vmbrc;
__
d.2) llitra Specialistica: il Budgd us;cgnalo aU 'Erogaloro 1"1 k~I ;~;~I;) -~:i";:;;l;;~m:I~I.c.
C
-(i;j-----··
:=1m
l'alllluigli
è
2014
all.ll
di
f
,;j
9.592.029,011
(nnv-t;miliolllcinquece.nlonovaniaduezerQventillove/OO), compn'lIsivo delle prcstazioni erogale: ai
cittaduli residenti ftlori regione, deHe prestazioni l:rogate ai cittadini stntllierj (c.:omunitat°j ud l.:Xlr:lcomunitari) c delle compartecipazioui aggiulltive (ticket c qualn fissa) di cui alla vigente normativa;
viene individuata una riservfl dd volume e deJ letto di rel11l1m~razionc
ll.1
misura pari al 1 O~~l
!h>ll
lIlii izzabile nel periodo lino al 31 ottobre 2014 posin a garanzia dell' assicliruziolic delle prcslazio/l i ",·i
mesi di novembre c dicembre:
e)
per le pJ'e~tilzioJli Al)A: il Budget assegnato all'Erogatore
~"I
O",'
-_~----,
per
t' anno/gl i
(ducmiJiol1jccntoWmtaseitrecentuv~nti/2Y)ocumprensivo
allm
(5}
2014
lliT-~I~crel;-~{-;;;~~I~[;SH~~I_":·._IlJ
io
(,
di
delle prestazioni erogd\e
(ii
2.186.320 29
eiUmlilli rC~illlerlli
fuori regione, delle pres!.aziuni erogale ai ciUi:ldil!i slmnieJi (tX·nnlllilari ed r.;xlm-coll1lluitari)
l:
compartecipazioni aggiuntive (tickt~t e qUOla fissa) di cui alla Hgente nOrllwtiva: vIene illdividlla~i.\
ris~rva del
lU\!
volume e dcJ teLlo di reJl1unerazione in misura pari ~ll 10%1 non lItilizZHbiiL; nel p0riolJo rlllll
7
Pagina 11 140
t~L'H('
I .
l'·
Allegalo Il
al J I ottobre 2014 posta a garatl:lia dcil'assiL:uraziollc delle prc;lazioni !ll::i mesi di llovt:ntlm;
lO
dil':C:11lbl'tl;
l')
per le prestaziolli cii ltSA: il B"udgel ':'ls~egllato all' Erog:ItoJre dal decreto cOll1ll1i~sarialc Il.
_______ dcl
,
per l'arulo/g.li anfli
è di f
.__ ~
_
, Tale
budget si ri1erisce solo ai l:iltaciini residenù nclJi:! Hegionc Lnzio;
g)
per le prestuzioni Hospicc: il Budget assegnalo a!l'Ero~,alore dal deGl'do commissar,a,l.: ll.
del
____.
b)
___
per
l'anno/gli
è
H:U]1
di
' Tale budget si riferiscc solo Hi cittadiru "osidcllii nella ReglOlle Lazio:
pcr le prestazioni ex art. 26:
il Buuget aSl'iegni.lto aWEn:gntorc d:J1 decreto
dd
per
l'anno/gli
comil1i~òariilk 11.
e
illU1J
di
.' 'l'aIe budget si riferisce solo ai cittadini l'esic!enti /;db RegiuJle Laz.io;
il
per le prestazioni lleuropsichiutriclic: il Budget all'Emgatore dal decreto commi"ari,llc'
del
--'._--
,
j)
o
l' <milo/gli
fii
le
' Tale budget si riferisce solo ai citradini residenti JldJa Regione Lazio:
pcr le Httività di cui all'art. 8·sex!cs t comm:l 2, O.
all'Erogatore dal
2014 è di
k)
per
Il.
l'l
I dal decreto commissariale o,
Lg~ ..
5U2/92: il lìnanzialllcnto asscglldo
~
del
per l'anJln/gii alll1i
e l.630, IO 1,95 (LllunilioneseicentotrmtacenLouno/95),
per f maggiuri costi cOJ1uessi alP:lttività di didattica e ricerca cii cu.i nll'lu't. 7, COlnllla 1, O,
I,gs, 517/99: iI tinanzimneulo asscgnato all' Erogatore
[cL
lpcr l'anno/gli allni 21J14 "
@i,
~.E~relo ~oJlll11;SSar~1Je 2 ,.
_
'
~,.
Ila:'i al 7% ,"i v"llIl:
(61
::J
Jjnuni',ictri delle prel:ìtnziol1i tarilTatc (o1:ipecJalicra ~ specialistica} su pre8t::!zioni rcse dalle strutiUI'L:
gestite direttamente.
L"imporlo l'H.1rà rico.nosciuto a ~omil1nliVO, calc.olato suJ{a rn,duzionc rll;unos~ibjk dL:W,lll/lO lii
COll1pelenza.
C",
:-t;:;1{O
-1~~(;\
Pagina 12 I 40
!
ti,
,
'
.'
Allegalo B
2. Tenuto conio di quanto chiarito sopra, l'Erogatorc ha preso atto c con il P":SCI\tc CUlltratto COl1l(;nll"
di accettare quale tetto massimo annuo 2014 ùclle Pn::staziolli Sanltarie da erognrc pur l:untu t:ù a l:(~ril,;1.1
dci Servizio SanitaJio Regiollale (di seguito d~nomim,to 'Tel!o v1Jssimo Allnllo") l'importo tli I:ul"ll
85.183.132,98
(ottanla~in411emi lionicelltotlantatrecenlùtrentaduel!ISl,
pari a/l.l
SI)III1IW
delle voci a). b).
tll), d2), e), j).
3. L'ErlJgalore si impegna a mellere settimanalmente a disposizionE" del sistelrla ReCUP regiollale, Illlr
appena avviato, ahnwo il 30% delle proprie agentle sul totale delle preolazioni erogabili, in conlonll!t:,
con quanto tlisposto dal DCA 437/2013,
n~cHnte
il "Piano
2013 - ]015" e dalla DGR 15712014. in coerellza
~1J11
regiOll1k:'
per il g:lvenw delle Iisle di lIlll·\·1I
i requisiti di accredi,alllCnlo
l'
di erogahilil" di
cui al DCA 313/2013.
4. Si conviene che il tetto massimo dGi nltluralo oggelllJ del pncosellie C"ntrallo (di scgllilo "'l'clio
Massjlno dcI Fatt11Iato") deve comunque rias~orbire le prcstaZi{tll! snnitaric giÈl ~Vtil1tllil1m~IlIl,.: ~3v\llll:
dall'Erogatore sulla base cii aulorizzazione regionale: al budgei ]:ll"Ovvisorio COllllllLsllrnto mensilJllt:nlG
al budget delinito j'amlO precedente, ovvero t'issato sulla base di provvedimenti regionali pruvvisuri.
AI fine di consentire ag"li aventi dj)'itto continuità nella fruiziolle deHe Pr~slazjoni Sanitarie. :-ii,! pur
nell'ottica di lltX:essario conteniTJ]C:r1lo della spesa lJubblica, le Pwti si danno atto che J'[1rogHlurc ~
telluto all'erogaziolle delle prestaziolli agli aventi diritto modulacoclo la produzione per soddistill'e "
fabbisoguo assistenziale del1a popolazione in modo omogeneo per tullo ('anno, ltmcndo conto
d~(k
lisle d'altesa e delle priori là Hssislen%iali stabilite con apposito a.lo regionalc, !enno restando che le
prestazioni erogate oltre il Budget (tetto massimo) non sono ricollosciute con onere a carico del SSR.
Le l'arti, infatti, convengono espressamente chc oltrc il telto ma,simo (Budget) stabilito dal Jl"""e:rtc
contralto/accordo non sono riconosciuti oneri a carico del SSR e~, :ri tini dci rispetto dci lelti di
SPCS:I
sopl'a illdicali, eorrispondenti ai volumi di prestazioni massimi lemlmemti, si applica il disposto di
CIII
all'art. 8-quinqllies, COlllIlla 2 lettel'll e·bi, del D. Lgs. Il.502192 e s m.i richiamato nelle pl'emessc.
AI l'me del riconoscimento della relllullernzione eneltiva a eorsunlivo. olil'c cile del monitoraggio di
cui all' art. 6), l'Erogatore è tenuto al rispetto delie procecllll'e di ··!a!idaziolle. vcri Iìc:! c controllo ""lcmo
di cui nlla vigente normativa. AlI'erogotore viene nClJlloscinla .n produzione. nci lilllili dci budget. da
vel'ificare a co.nsnntivo snlla base delle attivilà effettivamente svolte.
9
Pagina 13 I 40
l.
AJlegldu Il
~1 'tiC~J,Ot,5)
I l'I'
\.cqmsl I e lllor H J "..t
j'
"si
' d Il l"
't '
c C Ir~stnzlOlll alli anc
(] Ol'og~lzlOnc
I. Le Prestazioni Sanitarie dovranno essere Cl'Ogate nelli' piena o"' el vama clelle applicabIli d;'p"swon i
norll'latlvc e regohllllenlan; Oi:IZIOnaLI
l:
reglOnall 111 mal l'm, avuto anche ngllill'do al requlslll di L.:LlI alla
D,C3,R. 14. 7.1U06, n, 424, come aggio1'l1ali clai Decreti eJ Commissario ad a<.'la nll, 90/20 IOe W20 Il c
SI). ll"llll.
\,;:d ii ..
L'Erogatore diGhiara c garantisce, inoltre, l'adcguutczzl ed il per:ello slato d'usu tlelle apparcGG1:i::l(un:
p~r l'i~t~ra .durata del ~ontratto, f~ltti .salvi Gi\S~) tbrt~lilo ~ r(Jl·~'1. :t'l~aggiol.·e,. e si .it11P.cg~la a lentI":': ~~
dlSposlzJOno della ASL e della Reglolle LazIO, pe' consenlle I relativI COl!lmlll, I wllirall: di
l11,trlut\:"-"11z10nC cio la doclimemaziDne ddJe attività di
n~éUlT.llcm:ione
etn:l.luLllfi..
2. L'erogazione delta prcstElzionc sanilaria, al11mesla alla H'nluneraziolle
subordinata alla rich.iesta. cUl'Ppllattl su Ricctlario cl01
ti
l:Hri<.:o lk:1 SSIC L:
S~N a c'lira dd medico prescrittorc, in conrorlllitù
~j
"l
a quanto pl'evisto dal DM l'I novembre 1988 n, 350, dal DM 17 marzo 2008 c Deerdo 2 novend,!'c
20 Il
t:
dullc dil:3po.sizioni regionali in materia, ovvero attraverso l,lUcra di traslerimcnto ddJa stru:lunl
inviante o verbale di emergenza dcI sanilario della :;lrutllllTI Icccttanl<.: :wl l)Llult;
specificate le
s~guenti
dOVri:lllllD
CSSl:fl'
indlcazioni:
a) Dali anagmlki del paziente;
b) Tipo di trattamento ricbicslo,
3. Le prestaziuni sanitarie sono erogate dalla strultll"a secouc!:) le llIodalità c
GOll
le caraUcri,o.:tic.hc
I
previste dai provvt:dimellti nazionali,~ rcgiolllili in Hl' teria cd., U\ (lgni caso, nel rispetto dei r~tjllisi\j di
aLlt"orizzazion~ c di accreditamento, di qLlalitù c appl'll pl'iittezza IJllpostiililll.l buona e diligenle pr<ì! j(.:~l
profcs~iullale,. secondo l'assetto. ~rganiZZ,'HtiVO " l'unJunllle cii
.'Ul
ai ]Jnlv'Jeclimenlj autorizzali vi
è
di
accredItamento cile la struttura SI Impeg"a li rISpetta] per tutta Il 'lIgel\ZH <kl prcsellie Clliltralll),
4.J../ErOgnt0r~, si imp,e:gna a ~vo~gere le prcslazi.OI~j !'Tllit~lI,'i~ nt,,;l P~Cll~ rispcllo de) D. Lgs" l 96/20(JJ
.lJ
ss. mm. ed tI. obbhgandosi di m;servt\rc ]e 11l1Slr~
11
trattamento dei dati COll stlLunentJ e1eltloIllCl, H
rnHlHnc
tl1
'i1C..:ureZZi.!
c, SGgllal~lllle[)l:.~
rreClrOlre qUCllll0 rlcJuesto di.llLut
pt·!·
34 del richiam:llo
Codice:
8.)
b)
Pagina 14/40
l'autenticazione mtbnnahca,
l
J 'adOZione
#,
di plOeeclul'\': di gesliollc delle ""edcn iaJr di a,,!<'nlleaZlOI1C,
j(~
t,
c)
['uti!izza1Jionc di un sistema l.1i uutorizzazione;
cl) l'aggiomamentu periodico dcll'individu{ll.iullc dell'ambito dci trattamento
con~enlitu
ai singuli
incaricati e addetti alla gestjonc o alla Illunutenzione degli s~nllne\lti elettronici -- prl)\'v~dt::lIdll allch\.,
alla f"ormazionc degli stessi al fine di garantire ['ellèttivi.l prntczil.mt: dci dall, nonch~ l'enic~lei[] l~eJl..:
lnisun~
c)
minime adoilatc;
la proIezione degli strul1lellti elettronici
C
dci dati rispdto
a
IriltalOenti illeciti di dali, ad
lICC"'';;
1I0n cutl:)cnti.ti e il determinati proi:,'1«mmi informaticl;
l)
l'adozione di procedure pcr lu ClL,ludia di copie di sicurezza, il ripristinll ddla di,ponibilitù dci dali
c del sistemJ;
g) l'adozione di tecniche di cili'mu11l u di eodi"i identific"tivi pc' delel'lninab trattamenli di dilli id'Hlei
a 11velare lo stato di salute o la vita scssuaie e!lettL",ti da orgm1isnu ,w1itnri,
Si impegna, in ogni coso, ,ti rispelto di quanto previsto al tiloi>:, V ciel D. Lg" 1%/2003, rubricatn:
"Traltomen10 di dati personali il1 ambitu sanitariu",
5. Le prè'8tazioni sanitarie dovranno
~ssere
erogutt.: da persollDI.:: operante presso la strutlllfCl che
.-\itl
munito dei titoli professionali previsti dalla normativa c che nor ycrsi in situa/.ìone di incompatibilità
secondo la normativa vigente i111l11lteria.
,I
Articolo 6)
Controlli c obbligtli i11forlllativi dell'Erogatore
l, Al fine di veri l.;care che le presta"-i""i ,iano rese conlbnnernClltc, alle applicabili prescriziolli di legge
L' nel rispello del Contraltn, la ASL èompctenle per lerrilmio e Il, Regione Lazio potnulI1o in qualullque
momento dare "orso ad ogni forma di vcritico e contratio c1cllt prestazioni erugale, con modnlit" ehc
/1on siano d'oslacolo aJl'ordinario svolgimento dellc atLivitù san,lilri~ dell'frogmure t: con
prCUVVI."ìll
di
almeno 48 ore,
2, Nelle oceas.ioni di veritka, che si sVlllgcraw)o alla presenza del legale rappresentante ddl'Erugalllrc
il quale, in coso di impedimento, dovrà delegare la relativa fUllzioJle, l'Erog.mure polri< :'arsi ass.stere da
consulenti e da rappresentanti della propria associazione di
cab~goria rrtppres~ntaj\'a
de{lc strullurc
private accreditate. A tal Gnl..:, l'Erogatore si illlpegna:
a)
"predisporre condizioni organiz:tarive tali da cousenlire l' le'luisi1.ion', da parle dell" i\~I, r lidla
Regione, "nche allraverso gli strumenti infornwliei, di ogn, dato riteouto utile a legittimamtnte
I]
I
i
I
l
1".
Pagina 15 I 40
I
AJll\~afO
B
l
verilit:<.Ire il curretto a<.!l,;mpilnelllo;
b}
a conselvar~ la documentazione relativa alle Prestazioni Sanitarie re.çe. III fUllzlone dcii" .stl;~
succt!'isiva consegna alla ASL (j delta Region~.
3.111 ogni caso JIEl'Ogatore si impegn<l
i.l
consentire lo svolgilllCn(C) dci ClllltroJJi Gl=;lerni
t:OIl}l.'
disciplin"li cluJie aorme tempo per tempo vigenti.
4. La struttura si impegna a
l.,;UllSerVarc,
in ogni caso, anche mcd
mIte
an;lllvio intol11lC1tit:o,
tlllt:l
lu
documentazione amministTutivD relativa alle prestazioni rese in ravor~ d~gli utenti dci :-;crv;l.io
sanillirio, pcr il pCl'iodo non inferiore a qucllo prevista dalle vig',nti disposilioni c dagli ulli di
nazionali e n::gionuli. E' fatto salvo il periodo dj consL:l"vaziu le prcscriLto
pl~r
p,.""i
la docwm:nlazi{lllt
sanitmiu (circolare ciel Ministero della sunità n. 61 del 19 dicembr, 1986 c s.In.i.).
5, La slmttllra si impegna a fornirc tntta la documentazionc richle!ta dalla ASL ovvero d'III" Rc~,."nc
p~r
onde consentire lo svolgimenti) cii oontrolli, vcriJìcbl:, ovvero
~U1Hlisi
adempiere ;:Id mtivitù statistiche I.,)!o di
di J"lussi regionali e nazionali, nonché COilHt.;l.Itire il monito·°<lggio conLmuo cldlc prestaziclI1i (;; del
Illuncro di pazienti trattati.
6. DI
ciascul~
acr..:csso preordinato aWacquisiziùne della documentazione,
O'IVl.:t"O
allu svolgimento dci
controlti c uelle verilichc, potrù eSSl,;;re redatto vorbale di cui copia Ept:Ltcl'à alla struttura.
La documentazione dovrà esiiere t<lfIlita} dalla stl'l1ltura, cnlro jJ termine di I:i giorni dalla richicsta.
Mticulo 7)
T,u'iffe e Corrisllel:!ivi
1. Per ciascuna l're.st"zione Sanitaria resa nel rispello della "C'rmativ". applicabile e dci pl~";rrle
Contratto, la ASlJllegionc sarà obbligala a corrispondere aL 'Erogatore, entro i limiti del budgel
annuale assegnato. un imporlo calcolato r«cellda applic(Jzione alle Il1riff"e ra/iune lelllporf.\ vigellli.
Il cOITispettivo cosI stabilito è OmllCOll1prellSivo e relll11t1t;ntt"VO cii ogni Ullerc:, costo e spesa
~he
I
l'EI:ogatnre dovrei sostenere per l'esercizio delle Prestazioni Sanitarie.
AI presente accortio si applica, comunque, quanto disposto dull'art. 8 qUi"qui"s, comma 2, lett. "-l>l'i
del D.I.gs. 502/1992, a mente del qmllc "le l1Iodulil.ì
limite
di
rwnunerllzione
delle
lettera d), prevedendo che
ill
strutture
correhau (Ii
CO/l
cui
lIofumi
di
pt'èstazioni,
coso di irlt'remento a seguitu di r.-todUìcazioHl
corsu cieLI 'mIno, tlei valvri unitari dei tar[Ui.:ri regionali
12
Pagina 16 I 40
l';ene COI1I1lt/tj1tf!
pf:f
garantito il
c'ot/curdalO
ri.\pelll)
1d sell.n cle/!o
c:ol1rtlt:lJI1f! infervenllie
!l. remllne,"UZùJll(! delle
ticl
"eI
pre8luzimli
di
Allqmlo B
assistenza ospedaliera. delle prestazioni di lIssi.YleJlza speciali.l'liclr' omlmlo.wriule, nOIH:hé delle
prestaziuni comunque rermwera{e
Cl
filllt'
tarijfù, it vo/tlme massimo di prestaziuni reJnuJlerall.' di c!d alla
lettera, b), si intende rideterminato nella misura necessaria al ,11.unlenimel.'w dei /i,I/iii i",lù.:w; al/cl
lettera dJ. .filtta sulva la pussibile stipula di cwcordi integrativi /1-;./ rispetto ddl 'Cljflilihriu e()onmllic()·
jhwflziario programmato'l;
2. Resta esprcS8amell{l.; convenuto che il pagamento dei corrispEttivi p~r le Preslazloni Sunilal'it: s;lI';ì
sospeso in cnso di tardiva trasmissione dci dati di L:ui al pn..'Ccdente a.ttieolc 6) (: .sino alli!
illlervt:ì1Ll:1
trasmissionI;.: dei dali medesimi.
Articolo 8)
Mod~llitit
di fatturaziolle, liquilia'Liolle c tel'milli per il pogamento dei corrispettivi
] .1./1s1ruttona amministrativo-contabile verrà eseguita secondo i relativi
pmvv~dimellii
regionali ed
~
condizionala ulla pr~sentazionc della nlttul"elzìonc.
2. La stlUttuIa si impeb'l.la, sin da ora,
ti
fatturare secondo il :'/urmuto di /uluruziol1c e!eitrunic.;" iII
cmso di adoziune cla parle dcII a l'A., in adellJplmenlo a quanto previslo da] D.L. n. 6612014;
3. La successiva valida:t.ione delle l'alture. la
JiqLJidu'lion~.
avvenil'e in conformità alla normativa IHlziollalc e
lil ccrti 'icuzionc ed il pagamento uovranllll
r~gioJ.1alc vjg~·Jlti.
nel lispdlD, in ogni
c,;a~o
delle
lUodalitil e dei tempi di volta in volta in uso presso la Regione.
Per quel che conccrne, in particolare, la I:ùse di liquidazione dclIe ralture, 1.i richiunlll qllUlllo di,pvsto
dall'Accordo Pagamenti, approvato con i DCA SOl/20!) c 2012il14, in tel11l1 di vcnlica della regobrilil
conlriul1tiva in capo alla struttura.
Articolo 9)
Dccon-cn.z;n c durata
I. !J presClllc contralto de'Corre clal IO gCllnaio 2014 cci avn\ ciurma sino al 3 I clicemhre 2014.
Articolo 11)
Cessione ciel Contratto
1.11 presellte Contratto noli potrà cssere eecluto ili lllllo o in pa·l, senza il COllsen,u della Regione. La
cessione dello costituisce grave in::lclcrni')imento ai sensi de
l'dlt.
12) e
(.;(lliSU
di ri1'ioluzionc del
13
Pagina 17/40
"
AII"~al,,
Il
contralto,
Mticolo 11)
CCssiOll.e dci credit.i
J, Nel caso di cessione,
11
qualsiasi liloln, dci credili dell'Erogalore derivanti dal [lresente COlllrall\!,
ItErugat.ore medesimo dovrà notificare ['atto di cessione ,dIa Ma, competentI,; (al domicilio
nd presente i.lci,;ordo) a
I1lC:lZO
ufl'ic:ialc giudiziario
0,
in
a!tcl;nativ8, él
jlldi~;Hu
mezzo piCl;O raccomandato
CUll
avviso di ricevimento o COli le ulteriori l110daJiléÌ di notitica prev ste dall' ACL:ordu Pagamenti, Entro il
termine di 45 giorni dalla
riCelioJl~
dell'atto, trasmcs.so COll le lllocialitù <Ii cui sopnl, la ASL è lCl1u(il ,I
comlLnicare espl'çssarncmtc, al domicilio indicato nel presente
aCr~~llrdll
ovvero al fax o atrinuiri'l,zo di
posta e1ettnmiL:a certificata indicata nel Sistema Pagamenti ovvem tramite il cariuallJcnto sul
SiS!t,,;IlHl
Pagamel1ti, l'adesione o il diniego aDa c-essiOllC. Decorso tak:cnnine, la cessione nvrù, L:Omunqu0,
el'fkacia tU;1 confronti della ASL, ancht.: ai lini dei L:untrulii dU'/li li ai sem.i della .Ilormaliva vigelJll'.
L'amministrazione .pUÒ oppone al L:essionnrio tutte le cccezi(lm opponibili 1\1
c(~dc.:l\lc
ili base al
presente conlratto.
2. Ln ASL si impegna a comUlllCate !'ill.:ccihlZic)JIe uella ces,sio!"1G del cn;:lilo secondu un 11l0lkllo
standard delineato dalla Regione;
•
3, Restano fermi ed impregiudicati gli cvellluali ull.eriori adcll'lpimenli conne;:si all'accordo tra Rcgiollc
c struttura, avente ·ad oggetto i crediti s,mitari C, in gellurale, agli 3l:cordi clll; regolano la procedunt de:!
Sistema Accordo PagumeJtlì,
Al'tieulo 12)
Risoluzione per grave inadcmpimeuto
J. l''ermo ogni flltro rimedio previsto nel Contralto c nella normaliva applica'oile, il presellte Conl,.,,((o si
intendera ri:::lOito ip,l.;v i/.lre, su dichiarazione della Regione Luzi.o. in osservan.?a della procedura di cui in
appresso, qualora intervenga lino o più delle ipotesi di seguilo idieal:e:
a)
hl!sità di alcuna delle die1Jimw,ioni rese all'arI. I) lettere a)lie, presente Contralto:
b)
acceltata sussistenza d.e.lle cuuse cii incompatibilità di cui ali 'at. 2) letle,." I);
cl
violazione de.]j'al't, IO iII llIateria di cessione del eonlratlo;
cl)
djni~go
ddinitivo c/o ]"ljVoca ddl'autorizzazionc c/o dt.:1 'i.>ccJcdilCllllelllu dcl-initivo, oVVt.;I"O di
14
Pagina 18 I 40
l
~,
Allega tu B
tjucllt) provvisorio.
2. Il pres~ll(e: Contratto si illte.nderà ult'resi risu!t{), in usservanza ddl~l procedura Ji Lui in appl'cs!'io.
qualura intervenga Ulla () pill delle
jp()'~si
di seguito Illdiculc che sbl10 di rilmianzél tale liti ù:lt:nllillan;
lIn gravc inadempimenlo dell'erogatore:
él) esistelw...n di condanne definitive.:
carico del legale rapptesctttanl~ p:.. . 1' r~ali
li
(OlllTO
la pubblirH
tUllmin lslrazio l'l (:;~
b)
acc~rlata vioiazjone
delle llonne
In
materia di pruta,ionc Inlorlunistic:l. siL:ureua sui !UOglll di
lavoro idonei ad illcidere gravemente su!Pesccllzionl; delle prcsta·~inni si.lnilariL: (art. 2. it:ttem Il):
c)
ripetuta inosservanza dci r~quisiti
d)
impedimenlo al controllo esercitala d" ASL o Regioue Lazio ai sensi dci l'arI. G);
c)
inosservanza degli obblighi di trasncissione dei dali di clIi ali "'1. 6);
l)
inusservanza di quanto previsto dall' "rl. Il) in materia cii ee"i,)n" del
c.;
delle l11odalit~ di erngazi')ll'c delle pn::.-;ul:I.iolli di ;.;ui all'art. 5),
Cl cd i lo.
J. [Il CHl)O di sosrcnsin'lle dell'autorizzazione elo dcll'accrclLitamcnto .;i determina l'autol1latiCi.
sospensione degli efiutti del presente conlralto, fermo restancio 1"Jbbligo di assiòlcro i paLienti gl:' 111
L:HrlCD.
4. QU(Jjora la Rcgioll~ ravvisi lIna ddle condotte soprn i''1dicate,
llt'
["a COJltL::-iLIZionc i:icriUél
all'Erogalore, coneedelldo termine di 15 (quindici) giorn.i al mcdesilOo per la produzio"e d,
documentazione e deduzioni scritte
Cl
eventl:ale confutazione. l:t:rogntorc potrà alPuopo avvalersi
dcII 'ausi Ho c dell'assistenza della propria ASSD~i'IZiolle di eate:;oria rappreselltal iva delle strutture
pJÌvah~ accreditate. (II >t!E!:~corsOtllleicrllli~~Regiooe-Tl'lVTeri -i~U?!.o..Rria_cOl~GZior_lc c-l~~~~~I-'~~~~
[edllzion.i s~rilte dell'Erogat~:e cd _':Y~;!!.tllahllent~!e.lI'A~s~~~ione
iuhP~n.~la, con _~ rela!;;J
[i!;curnenlazione, alla Re~. Cil l~egjoJle pDlr,ì quindi procaler" all~ risuluziulle dd eon1raliu.
ovvero, ptr i casi
<.lj
cui al comma 2, anche
l~nuto
cunlo deJk: giuqilicHZioni oltre chL: della c!llitù della
violazione, d.iflidare l'Erogatore aUa regolariZZllzionc, asseglUUlcio al medesimo tln tennil1c congrull pèr
pl\lvvcderc. In difotto di adempimento, 1.1 Regione dichiarerà risolto il contralto ai sellòi dcll'arl. 1'15t)
c.c.
5. Fermo cd impregiudicato yllallto sopra. Ili mancata
traslllj~sione
delk dO<.:umel:lazionc di elli al
superiore arI. 2) letterc b), c), d), c). l) nei termini ivi detennJHlti, scnz" congrlla giustificazione da
ptlrll:: delle StruLlLlr~ iutt:l'cssate, comported l'ado:t.i(;lIc, da parte della Regione, di un ullo l'ormule di
dilllda ad adempiere entro 15 giorni. La muncaia ollemperanza >reclude la
15
Pagina 19/40
~lipula
del contralto OVVCI"lI.
-.
•
Rospensioll~
in vigl.:llZa di contratto, è iùollea il detl.:rminamc la
mromaticH a <k.:cnrrcrt: dal pl'l1l1l1 giornu
del mese SllcCCSl-iivo a quello cii scadenza del (juinc!iccsill1o gioo] no prcsl..:ritlo per !'aueHlpJJl1l..:nlo. l.1I
l
'.
so:spensiollc nun conselllc di porre a carico del SSR h.1 produzior e erogala unjlH struttura; lrascorsi sl:i
mesi, nel caso di rersistellte adempimc11[(J, la Regione procede alla risolu:z.iont: dci cUlltra!.to steS:-ìO pl.:l'
illa<J.;mpimclllo di obblighi infonuat!vi.
6. R~'Sla renno, in ogni caso, il diritto delia Regiollc Lazio al risarcimento dei danni derivllnli
dall' inadcmpimenlo de Il ' Erogatore.
7. Fermo lluanto soprn, in caso di sussistenza di cause di divìe.o decauenza o !:iospensiom: prt:\'Jsk
~aril
dall'art. 67 della normativa antilllatié.l, il contratto
risolto ljMo il/l'e su dlGhiari.1zione della Rt.:g,,)Jh;
senza concessione di tennlni pc::r dedurre.
8. Resta inteso che, in caso di risolllzjone~ la slrnltura si illlpcgl11.
il
non ricoverare pazienti (salvIJ che
l
pcr esigenze indifferibdi e Su richiesta del]' Azienda Sanitari'n comp·etcnlQ).
Articolu 13)
Contruvcl'sic
1. Tutle
I~
controversie relative o
dCliv;mli
dal presente Contrallcl, :mmllllO
l'~llICSSC alla
compett:llzd dci
Foro nella cui giurisdizione ha sede la Regione La/,io, CDn esG!uSloJle ,ti ogni Foro ooncorrcnle.
Articulo 14)
CJausohl di salvngl1'nrùiu
l.
Con la soltoscrizione del presenle accordo la slrullunl a~cctla il contenuto c ~li el"!eHi dci
provvedimenti di determinazione dei lcll; di spesa, eH deterUlùla.c~ionc clelle lari/h: e ogni altro atl" agli
stessi collegalo o presupposto, in quanto atti cl10 determinano il contenuto dci cont"ratlo, t'III i salvi i
diritti costituzionaimellte garantiti.
2.
Resti:! iuleso clH" l'Erogatore si impegna ad
adegtlar~i
a
.J\ CII tuIl li
ullel'iori reqlllsiti che
lìJ:~st.:rn
richiesti por effetto di nOfmativ<1 u.nionale elo regionale intcncuuta SUCCOS.". iJViHllcnlC alla slipula dci
presente conlnn10, come pme ari adeguarsi
3.
il
pre:;çrizioni dettate da nol'inc imperaliv\:.
Ai scnsi dell'nrt. 8 qLJùLl/llies, comma 2 quillquies D. Lgs. n
accurdi, l'al.icrcdilalllc"nto
isliluziolUll~
~·02/92,
in
Clli:lO
(il
di cui aWmt. g qlwfel' dclla !:l.ru{(ul1l è S(lsp~n.
111i.lIlCi:lta
stipula dl'gli
I
I
I
16
Pagina 20 I 40
Alle~"l" Il
Articol.o 15)
R~gistrn:tiollc
L Il
pre~ent~ conlralto
cui "I D.P.R. n.
l: soggelto il l"tJgìstmzione in caso d'uso ai
~:ensi del
T.ll imposta di
r~gi.slrn di
131/IY~o.
Articolo lo)
Elezione ti i tlomicil io
L Le parli eleggono domici.lio ad ogni effelw cii legge e, segllatdlilcnle. per l'escell,ione dci prl:selile
contr"tto presso i rispettivi indi.ril.;zi in t.:plgrafc e!IHlrginali.
.
,{I
dl' voler ricevere o(:ni
..
. ...
01:\ I '.t ~O ~\ (:. U';;:/",; lI: (t\~l ' " \"\1 e;n" /')\\).J
comllDlcaZlOne al selISI d, legge all'lIltlmzzo dI posla e1etlrolllca certl1"tcata _ ._ ..
'
L'ente! la socict!, elegge, allresì, il proprio domicilio infol"ma\i.,o dichiarlrnd.o
.
.
c:
.'
La Regione elegge il proprio domicilio inlormatico alla casdla
r
PEcs~.z.JJ;iiL.C.V':'i!.&~9111 e,tl?0,Q .
ic
Roma, 11109/2014
Cl),(2).
iJl, 1<1). (S;. (Il, (7).(1-:), {l)I. (IO), (III de/e: l~
Per la Regione
parole contenute nella
pi:U<\~e
i
,I
l,
"
interi incati:l.
U Direttore RugionaJe Salute e
Integrazione Soc"iosanilmia
II l'residente
Ll Eroga10re.
Il l'residente
Ai sunsi c per gli elTctti dell'alt 1341 e 1342 del
C.C.,
l'Erogatore dichiara di aver preso visione cd
accettare espressamente le clausole di cui agli articoli 2) Docummtazione e adempimcnti; 4) Volul1I" eh
prestazioni erogabili e corrispettivi massimi; 5) Requisiti e mJdalilcì cli erogazione dellc l'res'''z,on;
Sanitarie; 6) Controlli e obblighi
inron~mtivi
dell'Erngatore, 7) Turi ne e ClIrrispctlivi; 8) Motlalitù di
17
\
Pagina 21 140
l
Allegato B
{
l'iLtturazione, liquidazione e termini per il pagamento dei corriBpeltivi, lO) Cessione del Contralto; I:)
,
Ccssjollc (Ici crediti; 12) Risoluzione per grave inadempimento; ll~.) Clausola eli sulvaguurdia.
!
~
Letto} L:ont"'crma'lo
COrtse~nan.: alla
l'Cl'
la Regione
t: :)ott(lsGfitto
in tn-~ nrigil;aii: uno per l:ia-1c.lrlO dei SO!fnscriLtori, il
kl"'/,(l
"L
l~it
ASL.
J]
Direttore Rcgionale Sa IUle·j
flltegrazi01W SOGiosuniwria
II Presidente
L'Erogatore
Il Prosich}ntu
,.
, II
iI
18
,
li
,
I
Pagina 22/40
AUC~il!(t
B
~
I
l
P<:.1,(:Hlllt.::. Avo"l il { l ,.·,\'1111'111
l.)lllv",~;llll C.'II<,loç'1 dql '....1( l''' I. ''', ...
~
j
C-C"'] ìl (-' Il i
Contratto/Accordo per l'erogazione di prc'itll:t:ìonì
sanitarJ~
per conto ed a
cal'h~o
dl'l
Servizio SUllitario Regionale
I
,t,
___________________________________...-J
Pagina 23 140
Alle~alo
Il
Il
'.
~j
'1
COllh"ail'o/Acconl0
tra
Regione Lazio, L'on sede in Roma, Via Rosa Raimoncli Garihal! in. 7, in P"'SO'la del Pre.;i<lcnte N,c,da
ZiJlgardti e det Direttore Regionale Salute e Integrazione Sociomnitaria l'lori Degrassi, C.F. e P.I"a
80143490581, (di seguilo per brevili, "Regione"), da una parle
Policlinico Universitario Agostino Gemelli, cod. suutlllt a 12090S, erogalore cii preslazi",,,
ospedaliere, codice struttura! 20067, e di prestazioni di spendistica ambulaloriale. (di seguito per
brevità HErugutOl'0a o HStruttura"), gl:stilo dall'Università Catlo!il.:u dci SUL:I'O Cuore, in
pcr:MllH
Llul
Magailico Retlore, Pro[ Franco Anelli e dd Direltme del Policlinico Dol!. lVI.aurizili Cìuiz/.mdi,
dall' a.l tm l'arie,
La Rcgl0ue c l'Erogatore sono di seguito congiulltumente d.cJl(llli.l1aii Hnc!Il' "parli))
i),
sillgolarll1~llk.
"parte"
Visto:
a)
l'an. 8 <juinijllit's, eOlmna 2 D. Lgs n. 502/lJ2 e s.l11.i.;
b)
l'art. 8 <juimluies, comma 2, lettera e bi, D. Lgs n. S02/92 e s.m. i.;
c)
l'arI. 8 lJui7lijllies, comma 2-qualer D. Lgs n. 502/92 e s.m.i ..
d)
l'arI. 8 'ltlinlJ"ics, eotlll11U 2 qtlinqUies D. Lgs n. 502/92 c le prevede tJSprcssmnetttc: "in CiI"U di
mllnculc1 stipu/li degli accordi di cui li! presente articolo, l'accreditamento L\"liwzi01wle di
l Ili
all'articolo 8-qualer delle scruLlu.n: e eh:i prufessiollisti eroganti pres/azlOni per ('(m/I) del Servr:.ifJ
sanitario nazionale interessati è SOSp(lsv'~:
c)
la L.R. 3 marZo 20tJ3, n. 4 e s.m.i.;
Premessu che:
a)
con D.G.R. n. 149 del 6 marzo 2007 la Regiutte La<:io ha appt1lvato ti l'iatto di ricnllu ttel quale
hanno trovato organica sistemazione tmti gli obiettivi e lo misure amnnlistrative propel1eulichc iii
,,
conseguimento del programmato risrullunr.-::nlo fimln'ljario;
I.
b)
la Leggc 23 clicembre 2009. n. 191 ha previsto il mattlenim(llio della g.,itionc commissariale
pmsecu<:ione dci Piano di Rientro,
seCOlI do
programmi opemtvi coerenti
prognunmalj come prcdi.spost.i dal COll'lm iSl:wriu ad acta;
2
Pagina 24 140
Cllil
l'Cl'
la
gti obie:livi Iimul/.ian
l'
,
Allegato Il
1;)
in coerenzu con gli obiettivj posti daJ Piano di rientro. li.1
r~csi()lIc LazIo Illlt:1ltk
purre su
h,,~i
di
maggiore e compilila certezza i rapporli tra le aziende sunita;'ic IDellli c gli cru:;!.utori priviltI ti
;
,,
I
11
prestazioni sanitarie e riformulare un modeJlo cOlltrattuale unj('.)nll~ per Ili discipillli.1 dcll\:rog'1ZIDlIL:
delle pl·(;Stazioni sanitarie, che [enga
con~o
dcii 'evoluzione norm,,[iva nazi,"I:!le ed europea. o..i"l1t:lt"
ad assicurare che le stlUtturc ~iano iII pOSS~Sl1. oltre i requisiti 'li1eriori pef t1accrculltllllClIlu, <.lIh.:llt.: di
requisiti minimi di altidabilitù c onnrabililò in ordine ad una c-::>I'rclta gu;liul1c dd rappurtll COli la
Regione, HIIChc al fine di elt:;vare stalldard di qualità e lra.:ipmCllZ-l:
d)
i predetti obiettivi pOSSOIlO essere perseguiti, Ira 1'"ltro. alll'averso l'i1eqlllsiZltllle da
p"r[~
dda
ASL competenle della doeurnelllaziullC elenca[a all'articulo 2) ,U presenl.c a,;cordo;
c) clic le tarine rcgionali applicale sono quellc ratione lempol'Ì' vigenti:
l)
clie la deliniziuIlc dci buclget rappleoeltta il livello massimo dl spesa a oariw del SSR, lIell'alld,ilu
del quale
S(JòO
considerate ricol1osr.;"ibijj
lo:
'l'cll1ut)crabili eselu811't'nnente I~ prestazioni l..lt'ogalc ai sensi
clelia normativa vigente di riferimento.
Tullo ciò premesso e considerato, parte integrante
l:
80stmlzlale del presunte uct:orc!o, Il, Parli
convengono quan10 segue:
, j
Articolo J)
,
,i:.
,•
Identiiicazionc della struttura c dicl!iarnzioni
I. L'Erogatore dichial1l di aver presentato riel1ie~ta di aulorizza:ziolle all'csereià> di a[[ivil" sanit"ria in
dala 28 giugno 2007 e richiesta di accredltamen[o istituzionale in data lS di,;emllre 2007 per la struilura
Policlinico Univen;itario Gemelli Sito in Roma, Largo Agostinc· {ìemcJIi n 8; l: in CO"," la proccdura
lInaiizzata "I rilascio del titolo di accrtxli[amcnto dellniti''ll i,[i[uzionale per wn[o cd a carietl del
Servizio Sanitario Regionale, (di seguito denominaw "Sù-ullura").
l.a ~iruttura eroga, Ilì lfujiltÙ d"i titoli come so~ra indicaI:!. l'attività di: (Barrare lale ca~dl;l/<,:
I..:orrispum.klltcli)
Pagina 25/40
•
pn..:stéll~ioni
•
prestazioni di riabilitazione posL- acuzie;
O
prestazioni di lungodcgenzu medica;
/I
p"eswzioni di 'peciali,licn ambulatoriale:
If
prcstnzioni APA;
di ricovero per uvuti;
i
!
,I
I~
,I:;..
I
I'
i, I,~,
. I
I
AI"'galo Il
l
I
•
pn.::stHzioni di Risllnanl.':a IVr.agneticu
[I
l'restuzìolli di RSA;
[I
prestazioni Hospice;
CJ
prestazi.oni di riabilitazione
o
prestHzioni neuropsichiatdcllc;
~
prestazioni a rimborso:
~x
art.
NlIclearG~
26~
l/
Il lile F
'\
" preolazioni di dialisi
Il
~
rudiolcrapia
~
m:onato sano;
/I
O.13.L;
l
,
I"
;,
'.
atlività di ,,"i ull'url. S-sexies, co mina 2, D. Lgs. 502/92:
w maggiori costi connessi ulle allivitù dI didHUiç(\
(~ricercaex at. 7,
conuna 2.
I), Lg~.
517/99.
2. L'Erogatore çS~l'dta Jc pn.:~hlZi{)lJl silnitarie per le quali è sta:o accreditDlo OVV(lrn per le quali ~ in
corSo la procedura finalizzata al rilascio dcI titolo di aCGredjté:lln~:1l10 definitivo i.stituzi(Jllale, per
<.:UJlhl
(;cl u carico del Servizi.o Stlllitario Rcgiouaie (SSR), nr:li Limiti ddk risorse assegnale.
3. AJ tal eme, ferma restando racCJui::;izione ddla documentazllne di cui al successivo arlicolu :~),
l'Erogatore dichiara:
~
di nOn (]"(warsi in stato di f<lllirncnlo, di liquidazione coatta e clIC nC:iSl.1n procedimento rd<ltivo 0
stato avviato nei suoi confronti;
~ di <lver
~
che
nOll
0/ 110n
ave]" f,J: presentato dOl1l<l11Cla di eOllcordato pl"evcntivo:
sussistono le causc di divieto, di decadenza u di sCispem;ione :li cni all'articolo ((/ (icl Il.
Lgs. 159 del 2011 (codice allUmatia) in capo al/ai so.ggello/i
<lell<l struttura;
121 d)
._.
dl~
__
IHI/hanno lo ruppre,elltallza legale
._---.-----
di possed~rc allfl data odierna tutti i requisiti slnltlurali. illlpianlislici, t:.;cnulo~i~j ed
organjzzaf'i'vi necessari per
l'eser~izio, pres~;o la
propria slruttura, ckl1c prestazioni
•
I
~.,'
saJlituri~,
imneu:nuntlos.i Cl llarantire la lJennElnenza di detti requisiti nel llllta la c.1Ll1\.1la del nrcsf;:111e Conlnltl\l:
,s0110 bItti salvi caso [ortolto e torza maggiore.
Pagina 26/40
l
Allcgato 1\
Articolo 2)
DOCIlJUentlJ7.ione c adempimenti
a. La Reglune è tenuta ad acqllisire, per tramite dt:lla :-;lruUunl, o"vero dirctli.ltlH;nte. in cunside!"i.IZI0nl'
di quanto previsto dall'art. 15 della L.
Il.
! 83/20 Il, la seguente cio ;ullleJlulziore:
(3)
a) per i soggetti non iscritLi al Registro delle Imprese (Fondazioni ed Enti no prol'it) la dichiara/.teo,l'
SOtititlltiva di atto notorio atk:stantc l'insussistenza li i cause di di vi (:{v, dL.'CLu_l~n'l.~1
(I
sospensiul1G prc\ ist!
dall'arI. 67 della normaliva antimafia del ll'gak rappresentanle, dui cOirpunCllli del Consigli" di
_A~lHnillistrazionc e dci soggetti con poteri di g('slione;
b-,
._._..... 1
.
ciic.:lli;,wi:lZiOlw rilasciata dal legnlc rRpprvsent~mte della slrIJUUI'i.I. al"1l;~;1anlc !'ottcmpcnIIlZ[1 Hgli
obblighi uliotmalivi in maleria di diritlo al lavoro dei disabili· ",condo le modalitil di cui all'arI. 9 I.
12 marzo 1999,
Il.
68, come morliJicalv d,ill'art. 40 dci D.L. 25 giugno
2()1ì~,
n. 112, conv"rrilo",,1l
modijjcaziulli dalla L. 6 agosto 2008, n. 133;
c.
ccrt,llcalo generalo del eas"lIario giuc!làlrio d~i soggelli chi: hanno la lappresentanza legale dcii:>
stntt!ura per le /'inalità precisate al sueec,s'ivQ articolo 12);
d.
dic.hianuionc del legale rapprcsentanle ddla struttura
orgamzzativo di cui al D.Lgs. 231/200! in
t.:.
Il.
f.
uutocertifici.lL:ione
<1eII:Ùlstlssjslenz~t
lUnt~ria
uH~~t.mh::
di prcvellziù[}(; tiei
!'av\iellulu adol:wllc del llll)ddl~l
r~atl;
di situ<lzioni di illcompal.itlililù ai :-;ensi tldl'art. 4, COJllllla -; I,.
41211 991.
dit:hiara:r,iolll:: circa l'osservanza dcll8 llOllllntiva in mat{1l'ia antinfortunisticu, imlJitUlti~tica c ~ulll\
tutela dell'igiene c della salute sul la.vo:."o, çirca l'avve\1u~(l va1tt:rzione dci ris~hi ne1l"ambientl' C'i
lavoru e, in agili. caso) deU\1Clcmpimcnlo a tlltte te prescrizioni dì clIi di cui JJ Decreto Legislativ" C)
apl'ilc20Utl,
2.
Il.
h.,
81;
L'ErogatDre è tenuLO
li
trasmettere tutte le
dk:hiarazioni sopm richiesle c i dati anagmlicl di lutti i
soggetti per i quali deve essere acquisila la doculllcnlazione anlilllafia entr,] il 30 .scl/.l:l11bn.:
dell'tlllllU
precedente a quello oggetto di stipula.
3.
Su ri\.:hicsta della ASL. ovvero delhl Regiolle
eventuale dOt:UlllCUlu
çjll;
nOli sia giù
Litl,h), JlEro~;a!on:
fornirò "Iln Hlcssa Og11i uhcrior~
ilJ possesso della aml11inistrazinne I ichicch::nlc.
liolTlpruvi.lnl~
Il
posse"o elci requisiti predetti ed il 10m mUlllellimelllo pçr luttu la durata dcI prese.llie Conlrattu.
5
"
Pagina 27 f 40
i\Uc~" l'' Il
~
I
4.
La Rcg;ium..: è Lemrla
ti
verificare lu uoclIllH::nlaziom: nt.:::llcl'mi!1c di 30 giorni dalla data di riCCi'IOI\l.'
e, comunque, el1tro e 11011 aUre il 30 uttobre di ciascun anl1o.
In CiiSO di mancata prodllY..ion~ della documenta,àone ovv~r:} delle i'lldit::lzioni c dichiaraziolll
5.
necessarie, la Hçgiol1c diffida la stl"uttura ad adempiere entn~ l;~ l\on oltre 15 giorni; in
G'\:-lO dl
inolternperanzn si applica quanto previ~10 al :'ìucccssivo cu·ticoio I '!, Com1l1~1 5.
Arlicolo 3)
Oggetto dci Con trlltto
L Sino
II
eoncurrenza ddl'imporlo massimo stabilito "l succes,ivo artieolu 4), la Reglolle all:d"
all'Erogatore lo svolgimento delle prestazinni sanitarie megliu in li"ate al superiore w·ticolo I) a ['IVorc
degli aventi, diritto che, esercitando Uberi.! scelta. opteranno di a~ccdùrc p..::r il lramilt: della StrL;lIur~l
dell'Erogatore alle prestHziorli del Servizio Sanitario l'{cgiollllje
2. L'Erogatore si obbliga
aJl~
il svoJg~re
Je jJl'.eslaziulli sHnitru'ie per :uJH la dUl",lta dcI presente Conll'illio.
COlldizioni) nei [Cl1llini e seconuo le modalitù in esso 5labilite
:fIlp~gf1a.
:l. La ASL terrilorialmente compeh:.:nle si
in base alla vigente ll'JrnHtliva.
ti
rcrnunt:nll't: b
slmtLura nei limiti di Hi:jguilo indicati,
Articolo 4)
Valoriz7.azionc di prcsta:tioni erugabili
t'
corrispettivo massimo aUnllHlc/hicllllalc
l-
a)
pCl' le strutture che ('rogano prestazioni per acuti: il BlIdg~t assegnalo all'Erogatorc
l'l ~- decreto .commissariale n.
--- --J,;J-----]per l'lIlll\u/gli mlili 2014 è di C
275.000.000 (dueeentosettaniacinqllemilioni/OO)
comprensivo d<llle pres(Jziorn erogale ai cill,uiilli
residenti fuori regione c dclle prestazioni (:rogale ai eillDdini strari"ri (coJllunitari cd extra-comunitari).
l,e struttllrlJ che erogano prestazioni pcr at:llti
llCJl 'a1l1bito
ddla p 'OAl'aJltIJHlZJOIll.,; regionale dellt: atti \. ili!
ospedilliere pcr acuti, nella logica dell'integrazione pubblico·privato c Jclla;olidari~tiJ JI sistemi!. $Olltl
tcnute a mettere a disposi,.;ione i posli !eUo
ridli~sti
per il ricovero di jlazic.,li provenienti
"il PS!Dlo,\
nel periodo di particolare congestionalllenlo dci settore dell'energcnza o:;pcdalicra "egnal<110, diii I,)
stesso PS/DEA e dalla relati va Di reziollc Sal1itaria. I .'attivitù di cui sopra 1100 pulrù comullquc supcl;lre
illiJmle massimo dc! 20% dell'attivltù di ricovero com;entit" alla struttura ed è riculIlprcs" noi h:lIi1i dci
Pagina 28/40
,
f
~
,I
budget assegnalo. Tali ridùest~ debbono essere .,;omunieaLc anchL: ~llla J{L:giulI~ Lal.lo, Dtn.::I!UllC
Regionale Salute .,<J Integrazione Sociosanilnr,a. Il trasferimento da PS/LJEA vel'su la strullul1l dcve
essere. obbligatoriamente Ut:t:olllpaguato da ulla relazione clin.ù:a chI.:, ripl.lrl~lJlcl(l le COl1di~.iolll dd
...
pazienll\ ne certilichi IL! trnsl"eribilitù in sicurezza.
b) per le prestazioni di riahilitar.ione post- aClIlic: il Budget assegnato a['I , Erogatore dal decl'ctu
1.'1
lili~Lclecreto commissariale .!!:_
(tremiliollicìnCjucC~!lt01!lila/OO)
---ct;;l.-J pel' l'amo/gli mmi 2014 " di f 3.500.0il.1I11
cOIllprensivo delle prestazioni e.rogak ai <;illadini residenli lù{ln
regione c delle prcSléJzi,oni erogate fii cittadini slnmieri (colllunì1w i ed extra-comunitari);
c)
Ilcr le prestazio1li di hUlgodegcnzil medita: il Budgd H5Hegoiltu all'Erogatore
f61
paJ
);;;;-rctocol1lll1issariale _~-,__I
GOlnprensivo
~r;;[] per
l'anno/gli
'"1111 2014 .; di
t
celle prestazioni crogatr: ai cittadini rt:sidenti fuori rcgium: \, :
delle prestazioni t:::rogate ai cittadini t)trani.eri (comunitari cd extra COl11l.lI1itclri);
cl)
l'Cl'
prestazioni di spccialìstiell sllIbllllltorialc:
ci. IJ laboratorio Allalìsi: il Budget assegualo al! 'Erogatore
(71
~Jlcr
c
l'anllo/gli
Hrull
2014
~;;[decreIU -';:;:;mJ:lissarialc-;;:-----]
di
~:
,
•
'I
/5./60.6'J'.I.flfl
I
(quiIH.ljcjmi lio.nicentoscSSnl1tmil::iccntmlOvantaqllatlro/OO). c(JmpnmslV(l
delle pn:stHzil1lli erogale <li citl~ld Illi
residenti fUOli regione, delle pr(;Sl1Izioni erogale (Il cittadini sllcll\lerl (comunimn cd extra-comullilari) c
~J
delle I;ompmiecipazioni aggLUntive (ticket c <jUQU1 fissa) di cui alla . . igeJll~ llornllll:v:J; vienc tndividual;lllild
li serva dd volume c del tetto di n:1l1l1aerazionc iUIUisunl jJ'lri al 10("0 non utiLizlubile ilei pl:riodo lino . 11 ì I
otlobre 20 14, posta Hgl:lnltlL.ia dell'nsstcur::lzio[l(.: de!1s:. pmsti:1Zitlni lwi :ne!'i di ncvell1brc c lIi.çtimbre;
d.l) altra Specialistica: i113lLctget assegnato all'Erogatol'e
lil !Jll[decrelo conunissariàiè Il.
dd
}er l'anno/gli anni 20 I'l i, di Euro 31.917.783.1111
(ITentumil ioni noveeenlod iciasoettesetlecontuotta111nlre/OO)
comi "":l1si vo d'" le prC1>lazion i "rugal'.'
"r
cittadini rC5idenli fuori regione, delle pregtazioni erogale ai eiltHlini stranieri (collluni("ri ed c"lrdcomunitari) c delle compartecipazioni agg:unlive (ticket e 'Iuot l fissa) di cui alla vigente. nom"ltivJ:
viene individnala una
ris~rva
del volume c dtjl tetto di
rcn1tll,erazion~
in Lllisura pmi a! 10% nOll
utilizzabile nei periodo fino al] I ottobre 2014 posta a garnnF.ia ,iell'asoicur Jziol1e ddle [J1·esta'l.ioni nei
{
Illesi di nuvembre e dicembre:
7
Pagina 29/40
c)
('II
per le prestazioni AI'A: il Budget assegnato all'Erogator0
llii_!i!'~..':~lu COllllIJi~,TC u,-=-~ dd ]
é:
per l'anno/g,i anni 2014 0 di
(cinqllerniliunjciJlqlle~entomiltJOO),
compreJlsivo delle pre.slnziolli erogale ai cilulllini
rcgiolt~,
i.! i
dr..:lle prc:::;(azioni cmgatc
cOlT1partecipU'l~ioui
cIUadiIll strHnieri (i,;olliunitari cd
5.500,O(lI),{)()
rc~idollli
~l'(lra·culllUllHtlri)
IUfll'l
,k!h.:
c;
l'
d
j,~
~".,,,
aggiuJltive (tickcl o q110t~1 ii.lisa) di Cl!l alta vigent~ l1ornwli\ a; vielle individual;'l Ulla
riserva del volnll1" e de/letto lli remun"razione in misura pari al 10% non utilizzabile nel periudo lìno
al J I otlobre 2014 poSt8 a garanzin dcII ~assict1razjolle delle prestazioni nei mesi di novemnre
~
c1icembn::;
I:)
per Il' prestazioni di I{SA: il Budgel assegnato ,di'Ero! alore dal .Jt:crclo clJlIlmissariak
d,,1
Il,
. TuIL
budget, si ri lerisee solo ai ciltadini residenti ndla Regione Lazio;
g)
per le prcsta:6iuui Hospicc: il Budget as~~gnato all'Erogatore dal -.kcrl'to
____
____
h)
dci
_
__
per
hUlllOigli
e
a mi
di
' Tale budget si ri ierisce solo ai cittndiJ11 r',sidenti Bella Regionc Lazio;
l'e,- le prestazioni ex ar!. 26: il Budget assegnato all'Ercgatore dal decreto CUIlll1lih""'-I"lc
____
dci
per
l'anno/gli
II-
è di
anni
___________' Tale budget si rilerisce sulo ai cittadin'
1)
CD'!\lll"liSBUI'iak li.
r~sidenli
lIella Regione Lazio;
per le prcstuzioni Ilcul'opsichiatdchc: il Budget all'Erogatore dal decreto çUlllmissari'lh: Il.
del
_
per
l'anno/gli
'UUlt
_ __ __
è di
___' Tale budget si riferisce solo ai cittadini -~;idcnti nella Regione 1,'l7io;
j)
per le attività eli cui all'm-t. B-sexi"s, comma 2, O. Lgs
~';02/92:
il linunziamcnlo assegll:1l0
per l'aullo/gli mllli 2014 è
di € 92,532,296,00 (lluvanlactulllilionicinqllcecntotrcnluduedueec lt'luovantm:ei/()(J), eomprensivn de:l"
relllulwrazi"ne forl~ltaria per le preSlal.ioui di diagnoslica e di Iab,lr31odo pCI le visite mediche, cru~'lle
sugli accessi non oeguìti da ricovero pari a Euro 7_518,865/00),
k) pcr i maggiori costi cOllllessi ull'attivitÌl di diùlIttiClt e ricerca di (,ui all'arI. 7, comilla 2, U_ Lgs,
517/99: ii tinanziamenlo assegnato all'Erogatore OIIIi!!iI decrel<' "()!l1miss~riale n,
L__
~ pcr l'anno/gli anni 2014 è
Il''
----~:ji<11
hiS..._-__ ~-=-::'-_-1 l'ari al 7% sui V'Illiri
finanziari delle prestazioni tariffale (osp'xlaliera e spednlistien)
Sll
prc:sta:tioui rese dalle slrullure
f
J
gestile direttamente e dal presidio C"lul'llbus; reslii inteso che ,1i"t:rsc dekrlllinazioni all'csilo dcii"
R
-/.<1';;- ,
~-~ "~+
.. -,
Pagina 30/40
1...... _.1
\
Il"
Allegala Il
sottoscrizione del protocullo d1intcsa avranno cffì(,;[lcia sul pI'CH::.1te accOido
(l
l'~lr onla
dalliJ ,";.l,l
~ottoscriziulll:':.
L'imporlo sarà ric.ono.scillto
fl
consuntIvo, cnlcolHto sulln
rllldteZiom: ril:onllsc.ibilc c!ell'HJ'.IlD (!i
cumpetenza.
2. Tenuto conto cii quanto chiarito sopra, l'Erogatore Iw preso atto e con il prv1-it;nh:: Conirr.Uo r.:onfcnnil
di accetlare quale lelto
ma~simo
J
\
(!unuo 20 14 delle Pr~'itazioni 'ani ta ~ie da erogare per CUll~() cd a carico
del Servizio Sanitario Regionale (di seguito denominalo "Telto h1assimo A,lJIuo") l'importo UI Eun'
423.610.773,00 (qualtroccntoventib'eseicentodiccisclleccntosellan<al rc/OO), pari alia ,omllla dclle voci
a), b). di), d2), c), j);, mentre Ic attività soggette a f1111borso sono eudle di cui all'arI. i.
3. L'Erogatore si impegna u mettere seHimanalmentc a disposizio)c dci sistema Rt,;CUP n;g,ionah.:.
1!I>lI
appena avviato. almcno il 30% delle proprie agende sul totale de!'e prest"zioni erogabili, in wn rol'll Il li>
<':011 quanto dispGsto dal DCA 437/20] J, recante il "Piano ,.egi()/!Ii.!I~ per il govel'llo delle liste dr t1lh'su
2IJI3 .- 2015" e da[\a DGR 15712014, in coerenza con i requisiti di accreditamento e di erogabililù di
cui al DCA 31312013.
4. Si conviene che il lello lTlussilJlo dd fattumt" oggelto dci presente Cc·ntnllto (di seguito "[ cl:"
M~s:::;imu
dcI Fatturalo") deve comunque riassorbire le prcstazicni sanitnril.. giù eventualmente
S\'Ohl'
dall'Erogatore suJla base di autorjzzaziol1~ regionale al budget rre,vvi},orio t.:.()Jnmisurato mensilelenh:
al budget dtdiJ1ito J1anno precedente, Ovvero (Issato sulla base di provvedimenti rCljionali pl"llVVlson:
AI fine di const=ntire ag!i aventi diritto l:onlinllitn nella fruizioJle delk Pn:slaiiulli Sélnilarit:. si'l pur
nell'oltiea di necessario contenimento deìla spesa pubblica, le Puti si elamo allo che l'Erogalore "
tenu!o ali 'eroga7,ione dellè prestazioni agli llvcnti dirittn modulando la produzione pcr soddi.irar" il
t~lbbisogno
assistenziale della popoJa:(';ione in modo omogeneo p(~r lutto l'anno, lenendo contu delh.:
lisle d'allcsa c delle priorità assis[enziali slabilite con apposilo atlo regionale, làmo rcslalldll che il;
prestazioni erogale oltre il Budgcl (Iello massimo) llon sonu rieollOsciule COli onere a cal ico elel SSR
Le ptu!i. infatti, convengono csprcss<Ullcnle che ollre il Ictio l1lilssimo (Budget) slabil:to dal prc'Sel1l\'
conlr:ltlolaecoruo non sono riconosciuti oneri a carico del SSR e, ai lilli dci rispetto elci letti di 81"_"'01
sopra indicati, conispondenti ai volumi di
presta~joni
massimi Icmunerati, si applica illiispostll di cui
all'arI. 8-quinqnics, comma 2 Jeller~ e-bis del D. Lgs. 11.5U2I92 e s.m.i riehiEilllalO nclle prc'cessc.
AI I1nc del riconoscimento della rCl11ullcrazione d'tettivH
~lIi ali 'art. 6), I·Erogalorc
cO!ìsLntivo,
onre che.: dci monilorilggle di
è lenulO al risrullo tldlc j>roucdun: di lH!idaziollc vt:ri licu c contru/l,l l,..'SIGLIIl
'j
Pagina 31 I 40
il
,
j
...
di cui aJln vigenle normativa, Ali 'erogalo re viCj)l,l licOllUSL:.iutJ [a pl'Otluzinllt,.nei limili dt:l butlgd. tI!.l
verij·iellrc
ti
..
.",
~
~I
L:onsllnl'ivo sulla base delle aLtivitù dTl:lIìvmnel1tc SVOlI.0.
,t
Articolo 5)
Hcq uisiti c motialità di erogazione delle
Pn~stazioJl1
L
Sllllital'ie
1. Le Prc:-ilazioni Sanitarie dovr::uUlo essere erogate nella piena o~-ervanZ<J (Ielle applicabili dispo~izlOlll
nonlléltiv~ e rcgohlmcntari,
D.G.R. 14.7.2006,
ss,
BlIl1.
il.
nazionali ~ rcglOnati i.n materia, avuto alche rigtvll'dn ai r~qtlisiti di r.;ui \llIa
424, come aggiornati dai Decreti del ConunissuTio (/(/ a"'{a nn. 90/2010 e 8f2111; c
cd ii ..
L'Erogatore dichiara c garantisce, inoltre, I 'adcgul\tcua ed il per. elio stato cl' uso ddle uppafcccl1i.llul'c
per l'intera durata del çonlralto, fatti SHlvi caso lbrluitu
t;
fhrz:t magg.iol'e.
l;
si il11pc:gua a knen.'
~I
disposi"iolle della ASL c 'della Regione Lazio, per consentire i l'dativi controlli, i contralti d,
maIlutenzione c/o la docllm~nla7,ion(3 delle attivitù di manutcllzior e effettuata,
2. L'erogazione deUa prostflzione sé.U1ilaria, ammessa alla n:mllncra7.ioflt.~ a ..:arico d~) S!:)!\
l:
subordinata alla richiesta compilata su Ricetlario del SSN u cura :lcl medico [lre,critlore, iu COnlllll1util
li
quanto previsto dal DM 17 novembre 1988
2011 c dalle disposizioni ftlgionali in
inviante o
ll1ak~riu,
Il.
J50, dal DM 17 marzo 2008 c Decreto 2 novembre
ovvero attl'rtvcrso
~c(teré:l
di
tHlsf(.~rimenlO
della
~ll'uttura
verbale di emergenza oel SfUlitario della struttura :tCI:eUante sul qunle dovranlll l CS'-;çrL'
specificate le seguenti indieal.ioni:
a)
Dnti anngrafì0j dcJ paziente;
li)
Tipo di trattamento ricl1ie.sto.
3. Le pres!H/,ioni si.llJitnde sono erogHlç dalla slrullura seeonc.!e, le llIodalltil e con le car<'ILlcrisl il.: IH.:
previs10 dtli provvedimenti llaziulHlli ~ rcgiollalì iII materia ed, in oglli caso. nd risp:..:tlo dci rc{]uisiti di
autori/.z"zione c di acereditamcnto, cii qualità e appropriatezza innosti dalla buona e cliligellic pr".icii
professionale, ~ct.:ondo l'assetto orgunizzativn c funzionale di cui aì provvedimenti autorizzallvi
accreditamento ehc la strullura si impegna a rispettare per tulla la v'gcnza del
prc~clJle
4. VErogatorl: si impegna a svolgcre lc prestazioni sanitarie nel pieno rispdto dd
ss. mm. ed ii. obbJigandosi di o:::scrvare le
lIliSLlI\':
minime
dI
o.
l.'
(~i
contralto.
Lgs. J 96f20() l e
sicurcz~~(l 1:. s~gl1C1lC1mentl:
pl.~r .J
u'altamento dei dali con strumcnti elettronici. a predisporre qualòto richiesto dall""1. 34 dci rieh""niltll
Codice:
IO
Pagina 32/40
,
j
~
AllegatO! 1\
a)
J"mttentica:Lione informatica;
bl
l'adozione di procedure di gestione delle cnxienzla!i di
c)
]'udlizz(l:(.iouc di un sistema di autorizzazione;
d)
/'aggiornmnell(o periodico
im.:aricali
t:
dell'ambiio d:.1 trall"ll1eHto e,msenl:to ai singoli
addetti Cllla gt:stiune o alla Illl.uwlcflZiune degli ~lnun{;n:j c!cllr01:icl
alla formazione degli
misure tninjmt:
c)
dell'indjvjduazjol1~
autenli,,'r~ione;
st~ssi
2.1 fine di garnntire "effettiva
prott:""l.ionr~
provvcdt:ndu ulH:lle
dei dali, nonché
l'CttiCHCitl
dt:lk
adotlat~;
la protezione degli strumellti elettronici
~
dei dati rispetto n rl'attmm:nLi ilk:cili di dali. ad
acc~;Sl
non t:on::icntiti e a determinati programmi illionnatit:i;
l)
l'ado,,ione cii pl'Oceclure per la custodia di copi" cii sicurezza, il riprl,tino dcII" disponibiJilù dci cI:ll;
c elci sistemi;
g)
l'adozione di tecniche di cjfhltUnI o di codici :identiticativi per ddcl"lni.rmli tralti.unenti di dati idon~i
f:l rivelare lo stato di salute () la vita sc:s~lJale c!'/.ctlllali da organisllli sanitari.
Si
ill1p~gna,
('Tn~Lt(Jmel'lto
in ogni caso, al rispetto clj quanlo 1)l'evi,lo al litoir, V del D. Lgs. 196/2003, rubri""ll"
di dali personali in ambito .mnilttrio'l.
5. Le prestazioni sanitarie dovmuno CSSl:re erogale da
per~onak
(lperanlt: pressI) li.! s\rulLura chI.: si,1
munito elci titoli protessionali prcvisti dalla normativa c ehc nOll versi in slluxt,i(lne di incompatibilil;'
secondo la normativa vigente in materia.
Arlieolo 6)
Controlli c obbHglIi infonnativl deJl'lLrogatol'c
I, AI fine di verificare che le prestazioni siano rese conformemente alle appli.cabiJi prc>;erizloni di legge
e nel rispetto dci Coutralto, la ASL cùlllpc:tente per territorio e la
momento dare eorw ad ogni forma di
v~riliea ~
R~gjone
L,IZio potnmno in qualuI1l ,u"
cOl1lrolJu delle pl'eslazio(li erogale, con mudal't" che
non siano ùJostaco!o aU)ordinario svolgimento dcile attività sHnitarie dellJEn}gatorc c con preavvisu (Ii
almeno 48 ore.
2. Nelle occasioni di v<3rifieu, che si svo!ger'anno ulla presenza {bi legale
l'Hppres~lltant('
d0Jl'El'ogutlll'\,,7
il quale, in caso di impedimento, dovrù dell'gare la rduliva runzilHle, l'Erog''!l)J'l' potI''' J1'I'si assistere da
consulenti e da rappresentanti dell.a propria associaòunc di c"kgol'ia rappresentativa
d~Jle
stl'utlul'e
,J
Il
I
Pagina 33/4D
Allegai n Il
private accreditate. A talline. l'Erogatore si irnpcgnd:
a)
H predisporre condizioni organizzHlive t'ali da consenlln: j1aucui.siziollc L!~.; parl'e ddlo ASL e dd),l
Regione, anchc attraverso gli strumenti inlol'lllfltici, di ogni dat.! ritennto utile
veriJit:an.:: il eorretlu
11
legittimamente
adcmpiment()~
f
•
b) a conservare la uOl;umentazionc relativa alle Prestazioni Sanitarie rese. in fUIl7.ione ddla 'ilhl
Hucccs~ivH
3.111
L:unsegna alla ASL e della Regione.
ogni CWiO l'Erogatore si
irnp~glla
a consentire lo
svull~mel11o
dei l,;oll(rolli cstUITIl i,;orlH":
disciplinati dalle nonne tempo per tempo vigcntl,
4. La strutturi:! si impegna a const'rvt!l"e, in ogni caso, anche I1wdjante m"cl'ivio informatico.
documentazione amministrativa relativa alle
pre~iaziolli
lutti.~
b
rese Hl tiwon:" degli ulenl! del servizil}
saniwrio, pcr il periodu non inferiore a queJlo pruvisto dalle vigl:nl i dù;posiziuni e dagli alti di pras:;i
naziol1ali c regionali. E' f;jlto Sl1\vo il periuclo di conservaziOllt: pn::sçrilt..J per la
sanilaria (circolare del tvlinislcro della sl:Hlit:à
11.
cloclll"l1l:nLi/'innl:
61 del 19 dicembn: J 9S6 e s.m.i.).
5. La sll'utlura Hi impegna a fornire tutta In dOClImentél:r.iollC
richj~~sI.Ei
dalla ASL. ovvero dalla Rcgiom:
onde consenlire lu svolgimento di controlli. veriliche, ovvero peI' ldetnpiel'c w.l altivil:l stat~stichJ eh..! . Ii
analisi di flussi regiona1i e nazionali, Ilonché consentire ill1lolliloraggio coulhuo delle pn..:s!azioni c li.. ·'
numero di pazienti tmUati.
6. Di ciascun aCt:cssu J'reorclinHto all'aGquisiziom; della dOCUJTIt=HtJzionc, uvvero allo
R"ulgi.Jl1~llt(l
t!(.;l
,l
~
centroll i c dulie veri lielle, potri! essere redallo verb,,\e di cui copi, sneller" alla ,tI u!lUnJ.
La documentazione dovrà eSsere fornila, dalla struttura, entro il termine di 15 giorni dHlla richiesta,
,
Art.icolo 7)
L
Tarine e Corrispettivi
l. Per
CLiJSt;UI1é.1
Preslazione Sanitaria resa n<:::l rispetto d0!la norma(iva upplit:abi1c c del pre.scnk
Contratto, la ASL/Regione sarà obbligata
annuaJe assegnalo.
n corrispettivo
Ull
il
corrispondere ali Erogatore, entro i limiti del bud~et
imporlo calcolato facendo applicazionc.alk tariffe raLlUne tempuris vigenti.
così stabilito è olUlIcoU1jJfen3ivo e remunerati·,io di ogni onere. costo c spcsa
l'1i~
l'Erogatore dovriJ sostt:llerc pcr "esercizio delle Prestmiolli Sfoilaric; suno fatte salve le prcvislOl\:
dcII n lettera k) deU'arl. 4) e le prestazioni oggettO di rimborso di Clli all'art. I.
12
J"
.
Pagina 34/40
,
,
t
I
l
AIIC~:If"
li
•
Al pre.ì(;nlc ac.cordo si applica,
del D.Lgs. 502/1 992,
11
~omunqUG,
menb.:': del quale.
quanto di::ipùsto dall'a·'l. S quinqldes.
COllllltU
:</e modalità con cui vicf;e cormmq/{(J glll'()nl;/o
2 JeU. f.:.-IN.\)
7
il
riSjJl'lIo dci
limite di relf/uneraz;oJ1e delle strutrure correlato ai l;ollllni di pJ'e....ta;:ioni, t:I)1/l..'ordo!o ai sensi d.'l/o
lettera cl), prevedendo che in
ClISU
di incremento a seguitu tli rno.li./icaziorli
.;Olf/lIllque inLervClIl/fl' lIt'i
cor.w del! 'anno, dei valnri uni/ari dei 11IriUùri regionali per ill temuner(U'ùnll: delle preslaziul/,ò di
assistel/.za ospetialiera, delle prestazioJli di (/Ssi~'lenza speciE1listi·~tl urnbulal:jriulc, nondré delle "Itr('
pre.\tazioni comunque remwwralc a larijli.t,
il vulume
massimo
eli pres/aziod
1'C!ft/unemlc: cii t:ui ctlla
letrera b), si intende ridelermi1'lalO nella mLwra necessaria al ull,'nlcmillll:!nto dei limili inuh:({Ji ,,/III
lellero d),
jÙt!ll
~alva
la pos,'"i!Jile stipula di accunti integrativi l1.d risjJr:/tu dell 'equilibrio
eCVIIOJ/UUI
jilWJ1Zillrio prograrnmatd':
2. Resta ~spressamente convenulo 0he il j.1ngaml:nto dei corrispdtivi per le Pn~."'iiflLi()rJi S,mitaril,; s:~rù
sospeso in caso di tardiva trasmissione dei dati di cui nl precede ltlc articolo Ci) t.: sinu alla
tr3smis~joJle
Articolo
intt.:rVl,;ll~I[;1
t1ei dati medesimi.
,
j
I
,l't •
~)
~-1odalibi
di fattuntzionc, liq\lidaziollc c termini per il pagamento dci corrispettivi
I. L'istrulluria alllministrativo-COi.llabilc
v~rrà ~egllita
secondo i relativi provvcdimenli regionali ed
t:
condizionala alla pregcolazion" della falturazione.
2.1...c1 struttura si impegna. sin da 01'<.1 a Ùltlurarc secondo il
1
corso di
3. La
ado~jone
succ~s>iva
'~f(tnnllto
di .!tlulIFaziulIe
da parle della P.A., in adempimento a quamo p..e'/islo dal D-L.
ti.
e!ellroJlir.:fI" III
66!21l14;
validazione delk tìltlure. la lilJllitlnziooe, la celtilicaziotlc "d il pagamento duvrannll
avvenire in conformità alla l1ol'nmliva nazionale e r~giol1nle vi~~enLi. nel rispd;.D~ in ogni ca~() dt:Jlc
moualitù c dei tempi di volta in volta itl uso p!'~sso la 'Regione.
Per 'Iue] che concerne, in parlicolare, la lilse di liquidazione delle Iilllllrc,
dall'Accordo JJagamenli, appfIlvalu
CUI!
~i
ricliiama qU<lulo disvuslIl
i DCA 5UI/2013 c 20/2(/14, io tem" cii vcrifica
d~lIa
contribufiva in capo alla struttura.
Articolo 'I)
Decorrenza c duratu
1. Il presente cunlrallo decorre dal l'' gClUmio 20 14 cd avrà duruta :;ino al 31 tliccmorc 2014.
13
Pagina 35 I 40
rcgolanti<
~,
,,
AlIc~"IO
Il
Articolo LO)
L:CSSiOIIC
L 11
dci C;ontl'l.ltto
pr~selllo
cc~siolle
Conlralto
11011 potr~
essere ceduto in lulto () in pmtl: senza il
c.unS011Sll
tldln Regione. La
dello costituisce grave inad~mpi!1lento ai scn~i del!' 111.. 12) c C,lUSJ di riSUIU/.iUllc ò.;;
contrailu.
Articolo Il)
Cessione dci crediti
j.
Nel caso di cessione, a qualsiasi litolo. dei crediti dell'Eroga ore derivanti dal prescllte Contratlo,
l'Erogtlton..: medesLmo dovrà noLificare l'atto di cessione alla
A~n
competente luJ domicilio illtliciJ1t,
nt:! presente acc01:do) Cl mezzo uff.1citlle giudiziario 0, in aHernativa. n mezzI) piego l'H\.::c:omandulu
CUli
avviso eli ricevimento o con le ullcriorl modaUtà di noli/'ics previst.e dall'AcG\)rclo Pagamenti. Entro i:
lenni,," di 45 I;iornj dalla ricezione dell'alto, trasmesso
COIl
le ll1ndalitù di eni ,;opra, la ASL è t""uLa
,
1
;
,
,
~
'fo! ~
;I
cOlllunic<lre espressllmente, al domil,;i!ill indioato .nel prt;:.Senlc al,;:.:erdo ovvcm al fax o all'imiirì'l..zo lh
posta elettronica certificata indicata nel Sistema Pagamenti
Paganttllli, l'adesiune
l>
il dinicgu alla
cl~siolJt:,
OVVCT'
tramite il
Occorso (aie termine, la
caricmn~nto sul Sislçl1l~1
CCSSiUllt;;
avrù, CUillUllLluc,
eOieaciu nei eonJì-onli della ASL, anche ai ulli dei controlli dOl'cti ai sem;i della nnrll111liv" vigellle,
L'amminlslra:,dullc può upporre uI cessionudo tutte le
cc~czilJni
opponibili al cC<.!entc in base al
presclite contratto.
2. La ASL si impegna a comunicare l'accettaziollc della cessione del Grl,ditn sccondo
1111
motldlll
standard delinealo dalla Regione;
3. Restano l'cnni cd impregiudil:i:lti gli eventuali ulll.:riori adempimenti connessi atl'l.lccordo bi R(,;giunl.:
e struttura, uvente ad oggetto i credil.i sLnitari c, in generale, agli at;cun.li
Sist~ma
ch(~
regulano la
procwur~
dd
Accordo Pagamenti.
.~
Articolo 12)
Risoluzione l'Cl' gnlvc inadempimentu
I. Fcrmo ogni altro rimedio previsto cci Contralto e n"lIa lJormaliv!l applicabile. il presente Conlrall., "
intenderò risulto ifJsv iure l su dichiaHlL.ione dcll~ Regjonc L::lzio, ir osserV(\l.za della prucedura tli elil
~,1+
Pagina 36 I 40
,
oH
In
Allegatil 1\
apprCS:::;OI qualora intervenga uno {} più delle ipol~si di seguito indIC-llle:
a)
I"alsità cU alcuna delle dichillrazioni rc,;e all'arl. l) lellcre a) del presenl.t: COlltrallo:
b) accertata sussistenza delle calise di illcPlI1palibil;là di clIi all'm!. 2) Icllera t):
cJ
violHzioHc dell"urlo IO in maturia {ii cl:s;jioJH; dd contratto;
cl} ùinit;gu tit:'linilivo cIo rcvm.:a cicll"lltl.orizzaziollc elo
d~Wa.:~:re(ljlmll\":l1(u
delinitivo. ovvero di
quello provvisorio.
2. Il prt~sente Contrat10 si intenderà altresì risolt.o. in osservanza cella pruL:edura di
qualora inlervenga LUla o più dcll(!; ipotesi dì
lIl!
a)
s~gllHu
CUI
in i1p;)n.::-:so.
illdicate che !;ii:lJlO di dJc:\'unza tale da determinare
grave inadempimento ddl'croga:ore:
esistcllza di condantte definitive a carico del legale
rappl'e~.t;llh-l\HC p~r
l'cali contro la pubblici.l
Hl1lmjl}islrazion~;
b)
acc.:ertala viohrt:ione delle norme il1 malc.:rli! (~i protezione hti)ltunislic:l, sicurez'tH sui luoghi di
lavoro idonei ad incid(;re gruvemcnLc suU'csccuziou~ delle presla:.·ioni sanité.ll'ie (arl. 2, Idtcl'u h):
c)
ripetuta inosservanza dei requisiti e ut:lll:: moùaiitù di ero~azi('ne delle pn~ttlziuni di cui a;l'arl. 5i:
d)
impedimentu al cOlllrolio esercitalo da ASL o Regione Lazio di "clisi dell 'art. l»);
c)
inosservanza degli obblighi di ITasmissione dei duti di cui all'al' .. 6);
I)
inosservallza di quanlo previsto dall'arI. Il) iII lIlaleria di Ces:,iOI10 del cf,;dilo.
3.ln caso di sospensione ddl'ml1oriJ'.'lu'lione c/o dciPnccrucilmncllto ::-,j udl:rmlfW l'auioJlnllca
sospensione degli effetti
d~1 presenLe cOlllralto. ['\;1'1110
restnndo 'c bb(igo di assistere i pazienti git'.
i;i
caneo,
4. Qualora la R.cgione ravvisi una dcliL: condoth.: sopra ludicute,
nC
fa contestaf.ione scritta
all'Erogalore, conced0ndo t0rmine di 15 (quindici) giorni 31 metlesimo
l'Cl'
la produl.iulòe di
dOCL1JY1ellLu;I,ione e deduzioni scritte a evcnll1al~ t:unllltazione. L'erogaLore pOlrù all'uopo avvall.:l~i
dell'ausilio e <JdJ'assisten'al della propria ASSDciilzione di (,;m~goriél rappresenlativa delle $trullurc
privafe accrediLali;:, (13) LlJ:?~co!sQt;lfe
·te~j~ln
Regione invjeJ'Ù E'..2.!:<l1Jria
~~lI~i~rlf- scr'illc-ZleW~É~og;tOJ:e~d_·ù~,~nìU-G;-c~tc~clPA~;;JrIZio~~
(~~~l~IU%ioll.~i1~,~V~el1[~~;~~~
i~~~;CIT{;~·~T;·-,~clat!~L
@Deumcutnzione, all,~ RcgJ.~neJ La Regione potrà quindi pm:edere alla risoluL.ione dci conlrallo.
ovvero, l'er i c~si di l:ui al eomUla 2. anche temlto conto delle gi .Isti licn7.ioni ollre ehe della enlili! dolici
violazi()n~,
diffidare l'Erogatore alla rc:golarizzazionc, atssugmmco al medesilllO un termine çongruo pt:l
provvedere. Ili difetto di ndempimelliu. Iii Il.egiolle dichiarerà ri:;olw il conl.rall" "i sensi dell'ari. 1"1'('
15
Pagina 37 I 40
:\lIr~"I(}
•
I
Il
c.c.
5. Fl,}fmO ed impregiudicato quanto sopra.. la
IlIancal~ trasllllssicnl:
della doc11l1lcnlaziont:: (h
1..:'.1]
i.~,
superiore art 2) letten1 a), b). c). ti). ej, t) noi l~nnini ivi detenni.n lU, sen~a l,jlll1gru:.J gltlslitka'lione da
parlo dclle Strlltture interessate, comporlor;, l'mJoziolle, da l'arie della Reglono, di Ull atlo ItmmJIe di
diffIda ad adempiere ent.ro 15 giorni. La mancata ottemperanza pl'c~;IIJde la stipula <Id contrattI) ovV.:ro.
in vigcnza di cOlltratto, è idonea
[l
deteFmini:1rne In sospension~ al11(lwaticH a ckcorn::re dal primo giortHl
del mese SllCCl;i')~ivo a quello di &'Cadenzu del CjuimHL:t;simu giol'l'o pn..-scrillo per radumpiflll'tltn, l.a
sospensione Don consente di porre a carico tleJ SSR la produzione erogata dalla slrutllU1l; trascorsi ~ei
mesi, nel caso di persistente adempimo!1to. la Regione procede ali \ risoluzione dci contrailo stesso IJcr
r
•
01
inadempimento ,Ii obblighi informativi.
6. Resta ferJllo. io ogni caso. il diritto della Regione Lui" 111 risarciml'nlo dei danni denvanli
dall'inadempimento del!' Emgalure.
7. Fermo lluanto ~opra, Ln
d~.IlI'èU·l. ()'i
L:HSO
cii slLssislcnza di cuuse di divictn,
della normativa Jntimalia! il contratto sarù risoltu ipw.'
dl;C(lcl~I\7a o
i~l1'e
sospensione previsti:
su dichiéc,v:ionc della Rt:giolll.:
senza concessione di tenllini per dedurre.
8. Resta inteso che, in caso dj riso/uzjonc, la struttura si impegna a non ril;ovcrarc pazienti (salvo che
per esigenze indit1eribili è su riL:l1it:sta dcii' AZltiOdu. Sanitaria compc~enle).
Arlicolo 13)
I
Controversi,'
l. Tulle le eOlJlroversic relative () deriv,mti dal presente Conlralto, samO:lO rimesse alia cOII'lldenza del
Foro nella cui giurisdizione ba sede la Regione 1.<1z:o, con esch~ione di agni Poro concorrenle.
Articolo 14)
Chwsola di salvaguardia
J.
Con la sottoscrizione dci presente "ccordo la slrulttll"il ncc.:ctla, limitlllHmenlc all'lInno 201'1, il
conlenuto c gli cl't'elli dei provvedimenti di determinHzione dei lelti di spesa, cii delerIl1ÌIw,(olle delle
[Urine e ogni allro
~lto
agli 'tessi collegalo o presupposlo, in qWJtlIO alti che dclellnillanu il contenulo
del contratto, fatti salvi i didirlli custiluziollulmenle gill"alltili.
2.
Pagina 38/40
J{c,SUt illteso che l'ErogatolU si impcgnu i1tJ mh..:gunrsi Il CVfllluuli ulteriori rc:quisili che fi.js~\'rn
I
riiJhiesti per cF/dto elj nornmtiva nuziOIlHie e/n regiunale inlClven;lla SIlCGeSSIVHJlH.:ute <.IUa stiplilo li.;!
presente I;OlllnJUO, ;.;ol1le l-nrc ud udcguarsi il pn:scnzioni dellate da ilO "!TU:: impcralin~.
:\.
A i SCllSl dcll'arl. 8 lflli/lqllicJ~', comnm
:? quilìlfuies D. Lgs. Il. 5/)2 '1)2, in
i1l;cordi, 1'acermlitumel!lo i.5tiluzianalc di co. all'art 8 ql/a(~r dalla
~tlTlt1ll"a
è
•....
(;~~() di 1ll.IJJCnlll stipula tk:~li
sosp...::~u.
4. Le parti si danno rcciprouamenw aHo etle il prcst:nte 1.1l.:cordo annulla e sos!i(lIi~ct.: illtegndrllellh.'
quello ,olloeGrillo iII data 27 tebbraio 2014.
Arlicoll) 15)
ll.egistl'.,zjonc
I. li presente GonlrnUo è soggetlo
il
rcgislnlziùne in CtLl.iO d'uso ai si:llsi dci T.lL imposta di registI'() di
cui al D.P.R. n. l31/1986.
Articolo 16)
Etclione di tloJ:rucilio
J
I. Le parti eleggono domicilio ad ogni ~n'ctlo di legge c, scgna~ mcnte, per l'~sccuzionc del prc;ellle
cuntratlo pre::;so i rispettivi
indiri~zi
"
in epigrafe emargin.ati.
L'ellte/ la società éloggc, altresi, il proprio domicilio infiJrmatico dichiarando di voler ricevere (I~.ni
c~I';i liGJt"d~lfJ0I\etl:hrutt n p t L ,J:,
La Regìonc dcgg~ il proprio domicilio illforrnatiw al!a casella rEce~l.t~~~~I....f.k~()'4h,\del'lJ;t.J
.
l
comunicazionc ai sensi di kgge all'indiri7.zo di posla elettronica
Roma. 11109/2014
(I), (2). f3), (<I).
r:i), (Il), ('/), (S), (l,I). (lO), (t l), (12). I\ II de/e: le paro le contenute ndl:1 parte lnt0r1ineata.
Per la Regioll"
Il
Dirc~lol1'
RegiollaLe S"lulc e
ln1cgrilzionc goci\1sno.itarin
Il l'rc:&denle
l'cr l'Erogalnre (Policlinico)
Il Direttore del PolieliniGll
lJ Magllifico RGltore
Ai sensi
C
!
~
"
)i~'lyi'
CIIJ~1JJr1rr-'
~/.,
.:J --- --:7:.
'-,
C·./
per gli cITetli ddl'mi. 1141 e 1342 dci e.c.. l'Erog,tore dic!li"';j di llVGr prcso visione cd
17
Pagina 39/40
/t::;!t!~J"JiA~-_/
M(/Ul'I1.illt5r:J..i
'i
,
Allegatu H
uccettarll ~pressalllenk le clausole di cui agli articoli 2) DOcUl11el:tll?.ionc c rH.h.:rnpimenti; 4) Volullle di
prestazioni erogabili c corrispettivi massimi; 5) Relluisiti c moda il.i di crog.azione ddk Pn:.:still.:(In!
Sanitarie; 6) Conlrolli e obblighi informativi del;' Erugatorc, 7) l'a-i!l(; c Coni,petl'vl: M) ~1od'ilitil ,L
falturaziune, liquidazione e tel'JUilu per il p<lgamcnto dci corrispeU VI, IO) lbsi01h: "d Conlrallo; Il)
I
~
Cessiolll; dei (.;r~dlli; (2) Risoluziune pt:r gfilvC inadempimento; 14) Clausola d; salvaguardia.
LeHo, con:I'cI'Jm.1to c sottoscritto in ln:.: origiuali:
UJlO
per ciuscuno dui sot!()scrittori, il
cOIl.,,,gLlare alla ASL.
Per la Regione
tCl'W
da
i
""
li Direllol'C Regionale Snlute e
1l!t~gwzione
Soeiosunitaria
Il Pn:sidcnle
Per l'Erogatore
Il Direttore dcll'olicfinico
f\.1U1lrizio Guj/~:lrtii
(,L-+/- '
{ I
11 Maglli Uc.o Retlof"
•
'1
IN
qina 40/40
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
6 340 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content