close

Enter

Log in using OpenID

ANA VALSUGANA.indd

embedDownload
ci trovi anche sul web: www.anavalsugana.it
Poste Italiane s.p.a. - Spedizione in Abbonamento Postale - D.L. 353/2003 (convertito in Legge 27/02/2004 n° 46) art. 1, comma 1, NE/TN
PROGETTO EMILIA
> Dopo alcuni mesi di stop dovuti a disguidi
burocratici, i lavori al Centro Tina Zuccoli di
Rovereto sulla Secchia sono ripartiti grazie
alla disponibilità dei nostri volontari, pochi ma
convinti che quello che stanno facendo è
qualcosa di grande. Si sa, l’impegno è gravoso
per la nostra sezione e come tutte le sfide
richiede impegno e determinazione, quella
determinazione che stanno dimostrando
quei volontari che da gennaio 2014 stanno
dedicando ore di lavoro gratuito. Certo non
tutti possono scendere a Rovereto sS, per la
difficoltà di trovare una settimana intera tra
impegni di lavoro, ferie, la famiglia e impegni
personali, tantè vero che molti dei volontari
che sono scesi sino ad ora sono pensionati. Di
questo siamo consapevoli, ma ciò non
dovrebbe impedirci di poter dare il nostro
personale contributo in altro modo: ma
come? Il finanziamento del progetto (circa
400.000 euro) è una parte importante che
non dobbiamo mai perdere d’occhio e molto
resta ancora da fare . La Valsugana ha già
dato molto, ma proprio per non rendere vano
quello che sino ad ora abbiamo raccolto e per
rispetto nei riguardi di coloro che, in modi
diversi, hanno dedicato e dedicano parte del
loro tempo alla realizzazione dell’opera, dobbiamo impegnarci ancora. L’impegno preso
nel febbraio 2014 con il nostro presidente
Pinamonti di lavorare per la realizzazione
della copertura in legno della struttura, è
stato portato avanti con determinazione.
Grazie alla disponibilità della Carpenteria in
Legno F.lli Battisti di Torcegno resasi disponibile a posare gratuitamente la copertura,
abbiamo chiesto la disponibilità della
Comunità di Valle e dei singoli Comuni che in
essa ricadono nel poter dare un loro contributo in termini di fornitura di legname da
opera per la necessaria materia prima. Ad
oggi, molte delle Comunità sin qui interpellate per nome dei rispettivi Capigruppo, hanno
dato il loro contributo, offrendo mediamente
15 mc. di legname che i nostri volontari si
sono preoccupati di tagliare a strada e che i
F.lli Battisti hanno provveduto a trasportare
in sega. Ad oggi sono stati conferiti circa 165
mc. (al netto) di legname per un valore di
> UNA FOTO RECENTE DEL CANTIERE DI ROVERETO SULLA SECCHIA (MO)
mercato di circa 11.000 euro, in parte lavorati e in parte messi a bilancio come sconto sul
costo complessivo, stimato in circa 36.000
Euro. Queste le Comunità che ad oggi hanno
aderito: Borgo Valsugana, Carzano,
Castelnuovo, Novaledo, Roncegno, Ronchi,
Spera, Strigno, Telve, Telve di Sopra e
Torcegno alle cui amministrazioni desidero
giungano i nostri più sentiti ringraziamenti.
Tutto questo è stato possibile anche grazie
all’opera dei nostri capigruppo che si sono
fatti interpreti delle nostre necessità con i
loro amministratori e dei nostri volontari che
si sono occupati del taglio e del trasporto a
strada del legname. Desidero qui ringraziarli,
sperando di non tralasciare nessuno. In primis Pino Tomaselli di Strigno che ha coordinato gran parte degli interventi con la sua
squadra formata da Paolo Sartori di Borgo,
Paolo Pecoraro, Roberto Pecoraro, Giampiero
Pevarello e Massimo Marighetto di Telve e
ancora Paolo Sandri della Ditta Forest-PEG di
Agnedo, il capogruppo di Ronchi Pierangelo
Swaizer con Claudio e Flavio Caumo, Roberto
e Michele Casagrande, Diego e Fernando
Lenzi. Ringrazio i F.lli Battisti per la disponibilità dimostrata e l’impegno preso di posare
gratuitamente la copertura. Ringrazio anche i
capigruppo di Roncegno e di Carzano che si
sono preoccupati di offrire ai “volontari del
taglio legname” un sostanzioso pranzo a fine
lavori c/o le rispettive sedi. Ringrazio i volontari Remo Raffi (ANA Strigno) colonna portante del cantiere, Giuseppe Tullini e Angelo Baldi
(ANA Borgo) che hanno lavorato in cantiere.
Ad oggi sono ancora in corso contatti con altri
Comuni per la richiesta di legname e con ditte
locali per la fornitura e posa degli impianti
idraulico-sanitari. Vorrei che ognuno di noi
potesse dare il proprio contributo e quello del
suo “vicino di casa” che si dimostrasse sensibile a questo progetto di solidarietà trentina
che come sezione ANA di Trento ci siamo
impegnati di portare a termine. Coloro che
volessero offrire il proprio contributo a copertura dei costi di fabbricazione del tetto, che
come zona ci siamo impegnati a sostenere,
possono effettuare un versamento tramite
bonifico bancario intestato a ASSOCIAZIONE
NAZIONALE ALPINI – VALSUGANA E TESINO – IBAN IT 72 C 08102 35560 0000
3000 8468 – CASSA RURALE VALSUGANA
E TESINO con causale “PROGETTO EMILIA”. Andiamo avanti determinati più che mai,
facendo appello a quello “spirito di corpo” che
è la nostra forza. (Riccardo)
RADUNO DEL TRIVENETO
> TRIVENETO – Venerdì 12, sabato 13 e domenica 14 settembre
si è tenuto a Verona il Raduno del Triveneto con l’arrivo nella
“città dell’amore” di migliaia e migliaia di alpini e loro famigliari.
Sede del glorioso 6° R.to Alpini, a 90 anni dall’inaugurazione
della targa ad esso dedicata – “Alle Aquile del VI Alpini, che le
Penne insanguinarono su tutte le cime, a prova di ferro, tormenta, valanghe, per il più libero volo” gli alpini si sono riuniti al motto
“Dalla storia un monito…..PACE”. Venerdì 12 ha aperto il carosello in Piazza Brà la nostra Fanfara di Lizzana. Sabato 13 la S.Messa
alle ore 17 in Arena celebrata dal Vescovo di Verona Monsignor
Giuseppe Zentie da Don Bruno Fasani direttore dell’Alpino.
Sempre sabato alle 21.00 il grande concerto di mille voci accompagnate dalle musiche della Fanfara storica degli Alpini di
Vicenza, dalla Fanfara della Brigata Tridentina e dalla Fanfara
sezionale di Verona. Domenica alle 7.50 l’alzabandiera in Piazza
Brà e alle 9.30 la sfilata da Ponte Vittoria, lungo Corso Cavour,
Corso Porta Nuova, Piazza Brà e Via Pallone. L’ammassamento
per la sezione di Trento era in Lungadige Matteotti alle 10.30
con partenza ad ore 11. La nostra sezione è stata ben rappresentata con ben 160 Gagliardetti e tra 1000-1500 alpini al seguito.
La nostra zona nel gruppo TRENTO-1 era presente con 12
gagliardetti e uno striscione titolo “Giovani: dai genitori il modello, dagli Alpini l’esempio”, portato dal Gruppo Alpini di
Ospedaletto. Al termine il tradizionale Rancio Alpino consumato
chi al Tendone, chi in qualche pizzeria della città, sempre però
nello spirito di allegria che contraddistingue ogni nostro raduno.
L’appuntamento è per il 2015 a Conegliano.
> IL GRUPPO DI OSPEDALETTO APRE LA SFILATA DI TRENTO 1
> FOTO DI GRUPPO PER IL GRUPPO ALPINI DI VILLA AGNEDO-IVANO FRACENA
> FOTO DI GRUPPO PER IL GRUPPO ALPINI DI STRIGNO
2
VALSUGANA
> FOTO DI GRUPPO PER IL GRUPPO ALPINI DI OSPEDALETTO
> I GAGLIARDETTI DI GRIGNO, TEZZE E SELVA DI GRIGNO
> I GAGLIARDETTI DI OLLE (FERRONATO), RONCEGNO (LOCATELLI) E BORGO VALSUGANA (NOVELLO)
> IL CAPOGRUPPO DI STRIGNO REMO RAFFI
> IL CAPOGRUPPO DI TELVE DI SOPRA L. FEDELE
51° PELLEGRINAGGIO IN ADAMELLO
> ADAMELLO - Si è svolto Sabato 26 e
Domenica 27 luglio il 51° Pellegrinaggio
in Adamello (suolo Sacro) dedicato alla
memoria del Papa Santo Giovanni Paolo
II. A cento anni dallo scoppio della
Grande Guerra e a trenta dalla prima
visita di Papa Woityla, 12 colonne di
Pellegrini, dal versante Camuno e da
quello trentino, sono saliti a quota 3045
m s.l.m. di Passo della Lobbia per commemorare e anelare alla Pace.
Purtroppo causa le pessime condizioni
meteo non tutte le colonne sono riuscite a raggiungere l’Altare del Papa, tant’è
che la S. Messa del sabato è stata cele-
> I NOSTRI ALPINI A PINZOLO PRIMA DELLA SALITA AL RIF. MANDRONE
> IL VICEPRESIDENTE MARINO SANDRI SCORTA IL LABARO
NAZIONALE
brata dal Vescovo di Trento Mons. Luigi
Bressan, presso il Rifigio ai Caduti dell’Adamello. Anche una nostra delegazione
ha raggiunto il Rif. Mandrone dalla Piana
di Bedole in Val Genova nel pomeriggio
di venerdì con l’intento di raggiungere
all’indomani mattina Le Lobbie via
ghiacciaio del Mandrone. Purtroppo
anche loro con grande rammarico hanno
dovuto rinunciare e riprendere all’indomani la via del ritorno sotto una incessante pioggia battente che li ha accompagnati sino ai piani di Malga Bedole.
Della delegazione facevano parte alpini
del gruppo di Bieno, Telve e Villa
Agnedo-Ivano Fracena. Alcuni di loro
hanno assistito il sabato sera a Tione
alla deposizione di una Corono al
Monumento ai Caduti, in presenza della
Fanfara Alpina della Taurinense e di un
picchetto in armi del 2° R.to Genio
Guastatori di Trento. La domenica mattina la sfilata lungo le vie della cittadina
con il Labaro Nazionale, Vessilli di sezione e gagliardetti di gruppo per un bagno
di folla che ha salutato tutti i pellegrini,
dandogli appuntamento alla prossima
edizione che sarà organizzata, come
vuole la tradizione, dalla sezione della
Val Camonica.
CRONACHE DAI GRUPPI
POSINA
23ESIMO INCONTRO
ITALO-AUSTRIACO
> POSINA 2014 – Si è tenuto a Posina
(VI) il 23° incontro Italo-Austriaco della
Pace alla presenza dell’arciduca Markus
d’Asburgo Lorena e di delegazioni
austriache, ungheresi, slovene, germaniche, rumene, francesi, ceche e ucraine
con l’immancabile Croce Nera austriaca.
Sulle note degli inni italiano, austriaco e
europeo, si sono radunati alpini, fanti,
artiglieri, granatieri, carabinieri e si sono
resi gli onori ai Caduti sulle note del
Piave e della “Gute Kamarad”. Tutti a
ribadire che, in un mondo instabile e
foriero di rischi come quello di oggi, la
Pace è un bene prezioso che va coltivato e difeso, sopratutto da parte dei giovani che conoscendo le sofferenze
patite dalle popolazioni inermi di questi
luoghi di sofferenza e di morte, debbono evitare con il loro comportamento il
ripetersi di simili fatti. Con l’occasione è
stato rivolto un deferente omaggio alla
memoria del carabiniere Dario Pallaoro
di Barco eroicamente caduto in servizio
a Posina per salvare dalle fiamme una
intera famiglia. In rappresentanza della
sezione era presente il Vessillo sezionale con il consigliere Bernardi e i
Gagliardetti dei gruppi di Borgo
Valsugana con il capogruppo Novello e
di Torcegno con il capogruppo Nunzio
Campestrini e il segretario Mirco
Giacomuzzi.
> IL CONSIGLIERE A.BERNARDI CON I CAPIGRUPPO R. NOVELLO E N.
CAMPESTRINI.
VALSUGANA
3
RACCOLTA FONDI
PER AISLA
> TELVE – Il 15 luglio presso l’A.P.S.P.
(Casa di Riposo) di Borgo Valsugana, si è
tenuto l’incontro per la consegna della
donazione spontanea con i delegati
delle due Associazioni coinvolte e la
referente AISLA onlus Trentino Alto
Adige, Francesca Valdini dedita alla
raccolta fondi. Per il gruppo Alpini di
Telve erano presenti il Capogruppo, Igor
Paterno e il Cassiere Rodolfo Agostini;
per il Corpo Volontari dei Vigili del Fuoco
il Comandante, Silvio Trentinaglia. Con
loro era presente anche la Sig.ra Bruna
Moggio, moglie di Renato Pecoraro, exCapogruppo, colpito da dalla malattia.
L’idea è stata avvallata fin da subito:
un’occasione per condividere un progetto, un’iniziativa in grado di unire persone, con l’idea comune di sentirsi uniti
e per sensibilizzare l’opinione pubblica
su questa devastante malattia neurodegenerativa. Tutti sanno che ogni
impegno preso per le Associazioni di
65° DI FONDAZIONE
DEL GRUPPO DI
GAZZADA SCHIANNO
> RONCEGNO – Il 20 luglio gli Alpini del
Gruppo Gazzada Schianno (VA) hanno
festeggiato il loro 65° di Fondazione.
Una domenica intensa che ha visto la
tradizionale sfilata per le vie del paese,
seguita dalla S. Messa e dalla deposizione della corona in onore ai Caduti. Alla
solennità della cerimonia iniziale ha poi
fatto seguito un rinfresco, dove tutti gli
astanti sono stati coinvolti da quel clima
di allegria e solidarietà che tanto caratterizza la figura dell’Alpino. Una ricor-
> I GAGLIARDETTI DEI GRUPPI DI RONCEGNO E GAZZADA SCHIANNO (VA)
4
VALSUGANA
> LA CONSEGNA DELLA SOMMA RACCOLTA ALLA AISLA ONLUS
volontariato va mantenuto. In questo
caso i fondi andranno a sostenere “ il
prossimo” malato che sarà colpito da
questa malattia che ad oggi non conosce cure risolutive. Da questa prima
renza importante, a cui il gruppo Alpini
di Roncegno è stato onorato di potervi
partecipare. E’ un profondo legame di
amicizia, quello che lega questi due
gruppi del nord Italia, instauratosi ormai
diversi anni fa. L’abituale ritrovo in maggio alle varie adunate nazionali, si trasforma sempre in un momento di grande gioia, e ad ogni occasione l’uno
diventa gradito ospite dell’altro.
Così è successo anche lo scorso 25
maggio per in occasione dell’85° di
Fondazione del gruppo di Roncegno.
Un’amicizia che è quindi già molto forte
ad oggi, e che è sicuramente destinata
a rinforzarsi nel tempo. (R.Capra)
esperienza, emerge una delle particolarità piu’ belle dell’Associazionismo
ovvero, la sua capacità di essere un fondamentale collante sociale.
(M. Agostini)
RONCHI
PER L’EMILIA
> RONCHI – Sabato 17 maggio il
Gruppo Alpini di Ronchi Valsugana si
è ritrovato per tagliare del legname
per la costruzione del tetto del
Centro Tina Zuccoli di Rovereto sulla
Secchia(MO). Il legname donato dal
Comune di Ronchi, era costituito da 7
piante da abbattere in località
"Bessa" a circa 1000 metri di altitudine. Armati di motoseghe e verricello
gli Alpini hanno abbattuto le piante,
che misurate sono risultate circa 14
mc, e le hanno posizionate a bordo
strada in modo che risultassero agevoli per il carico. Il legname è stato poi
conferito alla Carpenteria F.lli Battisti
di Torcegno, incaricata di fornire e
posare il tetto della nuova struttura.
(F.Lenzi)
> LA SQUADRA DI BOSCAIOLI AL TERMINE DEL LORO LAVORO
FESTA
A MALGA COLO
> RONCHI – Domenica 27 luglio il gruppo di Ronchi ha organizzato anche quest'anno la festa alpina a Malga Colo,
dove erano presenti anche il gruppo
gemellato di Riva Martignago (TV) con il
loro gagliardetto e quello di Telve di
Sopra. Il programma è iniziato al mattino alle 9.30 circa con la passeggiata
storica sul campo di battaglia, accompagnati dallo storico dott. Luca Girotto,
il quale ci ha narrato degli avvenimenti
durante della Prima Guerra Mondiale
che hanno coinvolto questi territori rac-
contando nei dettagli: date, numero di
persone coinvolte, armi usate e strategie che usarono gli eserciti austriaci e
alleati per contendersi le cime delle
nostre montagne e poter così avere
delle postazione favorevoli a dominare
tutta la Valsugana. Finita la passeggiata ci siamo recati presso la malga dove
si è svolta la S. Messa celebrata da
Padre Cesare Casagranda. Per l'occasione è stato inaugurato un capitello in
larice dedicato a Nives Rozza, per quanto amore ha dato per queste nostre
montagne, scomparsa prematuramente. Non poteva mancare un ricordo particolare a Simone Casagrande, che ci ha
lasciati poco più di un mese fa, la cui
assenza pesa sempre di più anche
durante questa festa, quando fino allo
scorso anno Simone era sempre disponibile a farsi in quattro. Il programma è
proseguito con il rancio alpino presso il
vicino tendone e il concerto dei
Glockenthurm nel pomeriggio. Non
sono mancati gli intrattenimenti per i
bambini come l'arrampicata sugli alberi,
la discesa sulla fune o il corso di nodi, il
tutto con la supervisione di Mauro e
Enzo. La serata si è conclusa con il
karaokei di Andrea e un arrivederci al
prossimo anno sperando in una condizione meteo più favorevole.
(F.Lenzi)
> FOTO DI GRUPPO DELLE RAPPRESENTANZE ALPINE AL COLO
GITA MALGA MASI
> NOVALEDO – Mercoledì 28 maggio
gli alpini assieme ai ragazzi delle scuole
elementari di Novaledo hanno raggiunto Malga Masi. Giunti a Vetriolo Vecchio
su due pullman, approfittando della
bella giornata, hanno raggiunto a piedi
la malga, cantando le canzoni che
Pierino gli aveva pazientemente insegnato. Ad attenderli c’erano alcuni figuranti in divisa militare della Prima
Guerra Mondiale e il gestore della malga
Claudio Rozza. Qui hanno consumato
un buon piatto di pasta offerto dagli
alpini. Nel pomeriggio i ragazzi si sono
cimentati in alcuni canti ed hanno
ascoltato le vicende la lezione dello storico Elio Moltrer invitato appositamente
per l’occasione. Sulla strada del ritorno,
i ragazzi hanno sostato presso il “Rocolo dei Pierei” e hanno potuto conoscere
> I RAGAZZI AFFASCINATI DAI FIGURANTI IN DIVISA PRIMA GUERRA MONDIALE
dalla voce di Pierino che cosa erano i
“Rocoli”. Vogliamo ringraziare tutti coloro che ci hanno aiutato a far trascorrere
ai ragazzi una stupenda giornata: i Vigili
del Fuoco Volontari, Pierino, Claudio
Rozza, Lucio Cazzanelli, Elio Moltrer, i
figuranti Franz Bruner, Bruno e Stefano
e tutte le maestre.
VALSUGANA
5
RICORDATI I CADUTI
DI SANT’OSVALDO
> RONCEGNO – Domenica 10 agosto a
S. Osvaldo di Roncegno Terme, sono
stati ricordati con una solenne cerimonia organizzata dal Gruppo Alpini i circa
400 caduti nella battaglia dell’aprile
1916 per la conquista del Colle di S.
Osvaldo. Con una sfilata capeggiata
dalla corona di alloro con al seguito i
Vigili del Fuoco Volontari, i carabinieri di
Roncegno, rappresentanti di altre associazioni con i loro gagliardetti e tanta
gente ha raggiunto la chiesetta di S.
Osvaldo a 1500 metri di altitudine dove
è stata posata la corona di alloro, e alla
presenza di molte persone, il parroco
Don Augusto ha celebrato la S.Messa
accompagnata con i canti di un gruppo
di scout del Veneto, in ricordo di quei
caduti che avevano sacrificato la propria vita per un’ideale di Patria. Al termine il capogruppo di Roncegno Bruno
Sandonà ringraziando tutti per la pre-
> FOTO DI GRUPPO PRESSO LA CHIESETTA DI S.OSVALDO
MESSA AL CAPITELLO
DEL CUCCO
> NOVALEDO – Sabato 17 maggio gli
Alpini di Novaledo affiancati dal parroco
Don Augusto e dal sindaco Attilio Iseppi
e da un gruppo di Masaroi e Masarole,
sono saliti al Capitello del Cucco in cima
a Via Valle dove inizia la strada forestale per Malga Broi.
Il Capitello risale al dopoguerra e fu
restaurato circa vent’anni fa dagli stessi alpini. Al termine della cerimonia religiosa, tutti i partecipanti sono stati invitati nella sede degli alpini per un rinfresco, dandosi appuntamento per il prossimo anno.
> FOTO DI GRUPPO AL CAPITELLO DEL CUCCO
6
VALSUGANA
senza, ha rievocato i drammatici eventi
di 98 anni fa che segnarono la fine di
tante giovani vite, lasciando poi spazio
al sindaco di Roncegno Mirko Montibeller che durante il suo intervento ha illustrato i lavori per la ristrutturazione
della Chiesetta che inizieranno a settembre per concludersi in occasione
della cerimonia del 2015.
Il pranzo poi distribuito presso il tendone allestito dalla Bocciofila Tor Tonda di
Marter ha concluso la giornata commemorativa.
I Gruppi Alpini della Valsugana e Tesino ringraziano gli sponsor
per il contributo finanziario accordatoci nella realizzazione del nostro periodico
CONVENZIONE CON FATA ASSICURAZIONI
Rinnovo l’invito ad aderire alla convenzione con il nostro
sponsor FATA ASSICURAZIONI che da diritto ad un significativo sconto commerciale riguardante la stipula di nuovi contratti di polizze ramo RCA, Previdenziali, Rischi civili, aziendali e similari.
Ricordo che la convenzione è riservata anche ai familiari dei
tesserati sino al primo grado di parentela (fratelli e figli). Per
accedervi l’interessato dovrà richiedere al proprio capogruppo
la “Lettera di convenzione” che dovrà esibire, unitamente
alla tessera ANA, alla filiale di zona di FATA Assicurazioni in
Viale Città di Prato 23 a Borgo Valsugana. Per ulteriori informazioni è possibile contattare il responsabile di zona di
FATA Assicurazioni, il Sig. Maurizio Agostini (ANA
Telve) ai seguenti recapiti: tel. 0461-751087, cell. 3393188094.
VALSUGANA
7
TROFEO SAN MAURIZIO
> ZONA - Si terrà dal 19 al 24 ottobre la
24a edizione del Trofeo S. Maurizio, gara di
tiro a segno con carabina ad aria compressa rivolto a tutti i tesserati (soci e amici)
della zona Valsugana e Tesino, organizzato in collaborazione con il Poligono di Tiro
a Segno Nazionale di Strigno.
A contendersi il prestigioso trofeo saranno ancora una volta i gruppi di Strigno,
vincitore delle ultime edizioni, Borgo
Valsugana e Castelnuovo. Chissà se qualche outsider riuscirà a intromettersi in
questa sfida. I turni di tiro si svolgeranno
domenica 19 (9.00-9.45-10.00), martedì
21 (20.30-21.15-22.00) e venerdì 24
(20.30-21.15-22.00). La premiazione si
terrà sabato 25 ottobre ad ore 18.00. La
quota di iscrizione è di 15 euro a tiratore.
Le iscrizioni si raccolgono sino a venerdì
17 ottobre presso la segreteria del poligono negli orari di apertura del poligono
(domenica mattina, martedì e venerdì
sera), oppure inviando il modulo di iscrizione presente sul sito www.anavalsugana.it al numero di fax 0461-763308.
Vi aspetto numerosi.
CALENDARIO
MANIFESTAZIONI
OTTOBRE
12 ottobre
Dono olio alla Madonna del Don
(Sezione Trento e Mestre)
19 ottobre
Assemblea dei Capigruppo di Sezione
(Baselga di Pinè)
19-25 ottobre
24° edizione Trofeo S. Maurizio
di tiro a segno (Poligono di Strigno)
26 ottobre
Inaugurazione Magazzino Nu.Vol.A.
Valsugana (S. Cristoforo)
1-4 novembre
NOVEMBRE
Commemorazione dei Caduti
(tutti i Gruppi)
2 novembre
Festa della Castagna (ANA Bieno)
29 novembre
Giornata Nazionale
della Colletta Alimentare
> GLI ALPINI IN UNA SESSIONE DI TIRO
4A PASSO MANGHENCIMA ZIOLERA
> T0RCEGNO - Bella prestazione della
coppia mista Valentina Campestrini –
Camillo Campestrini alla 4a edizione della
gara a coppie a cronometro Passo
Manghen-Cima Ziolera disputata domenica 21 settembre. La coppia del gruppo
alpini di Torcegno si è aggiudicata la
> I RINGRAZIAMENTI ALLA FAMIGLIA CAMPESTRINI
8
VALSUGANA
classifica mista a coppie con l’ottimo
tempo di 29’52”. La competizione, organizzata dall’Associazione sportiva Zon
de Cadin e dal gruppo alpini di Molina di
Fiemme gemellato con il gruppo alpini di
Telve, è stata dedicata ai compianti
componenti del Nu.Vol.A. Val di Fiemme,
ValsugANA
Periodico informativo semestrale degli Alpini
della Valsugana Orientale e Tesino
anno 7 - nr. 26 - settembre 2014
Direttore responsabile: Alberto Penasa
Associazione Nazionale Alpini Valsugana e Tesino
Via Delle Case Nuove, 27 - 38050 Bieno (TN)
Tel. 335-1243886
e-mail: [email protected]
Aut. Trib. TN n. 1357 del 24 aprile 2008
Repertorio ROC nr. 22663 del 27-7-2012
Grafica e stampa:
Centro Stampa Gaiardo O. snc - Borgo Valsugana (Tn)
Pio Capovilla e Celestino Corradini. Vi
hanno preso parte una sessantina di
coppie nelle classifiche femminile,
maschile, mista e junior. Una bella soddisfazione per il capogruppo Nunzio Campestrini, padre di Valentina e fratello di
Camillo. Ringraziamenti sono giunti
anche direttamente dai familiari dei due
alpini andati avanti. L’auspicio è che
nelle prossime edizioni, ci si possa
incontrare sempre più numerosi a
gareggiare sotto l’insegna del nostro
Cappello Alpino.
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
1 514 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content