close

Enter

Log in using OpenID

CITTA9 DI MONREALE - Comune di Monreale

embedDownload
u
, CRONOLOGICO
ALBO 1 9 LUG. 20H.
C I T T A 9 DI M O N R E A L E
(PROVINCIA DI PALERMO)
AREA PIANIFICAZIONE GESTIONE ED ASSETTO DEL TERRITORIO
Unità Organizzativa - Servizio Concessioni Edilizie
CONCESSIONI N. 33
'DEL31.03.2014
IL DIRIGENTE
Visto il D.Lgs.n. 80/98;
Vista la Circolare del Ministero dell'Interno n. 4/98
Vista l'istanza di condono edilizio n. 603/i dell'08.10.1987, presentata dal Sig, D'Agostino
Giuseppe, nato a Monreale il 29.06.1928, relativa a n. 5 imita immobiliari di cui tre di piano terra,
due adibite a civile abitazione ed una adibita a garage, una di piano primole una di piano secondo,
adibite a civile abitazione, site in Monreale in Via Circonvallazione snc ed identificate al Catasto
Fabbricati con la particella n. 2749 sub 1 (PT, Cai. A/2), sub 2 (PT, Cat A/2), sub 3 (PI, Cat. A/2)
sub 4 (P2, Cat. A/2) e sub 5 (PT, Cat. C/6) del F.M. 21;
Vista la legge n. 47 del 2S.02.19S5 e successive modifiche ed integrazioni;
Vista laL.R. n. 37 del 10.08.1985;
Vista laL.R. n. 4 del 16.04.2003 - art. 17;
Visto il P.R.G., adottato con le Deliberazioni Consiliari del 07.07,1977 n. 189 e del 18.05.1978 n.
149, con le modifiche prescrizioni e stralci di cui al Decreto Regionale al Territorio ed Ambiente
del 09.08.1980 n. 213;
Considerato che lo stesso Sig. D'Agostino Giuseppe, è proprietario delle unità immobiliari
identificate ai sub 2 ed al sub 4 della particella 2749 del F.M. 21 giusto Atto di Donazioni, rep. n.
20339, del 27.08.1974 rogato dal notaio doti. M. Allegra, trascritto a Palermo il 04.09.1974 ai nn.
31384 e 26284; la Sig.ra D'Agostino Carmela, nata a Monreale il 03.11.1964, è proprietaria della
particella 2749 sub 3 e sub 5 del F.M. 21, giusto Atto di Compravendita, rep. n. 18814, del
13.07.2004, rogato dal notaio doti M. Frosina, la Sig.ra Nicolosi Giovanna nata a Monreale il
29.01.1932 è proprietaria della particella 2749 sub 1 del F.M. 21, giusto Testamento Olografo, rep.
n. 27792, del 24.05.2013 rogato dal notaio M. Frosina;
Considerato che Pistruttore tecnico Geom. Filippo Modica ha espresso parere favorevole in data
09.08.2013, ai sensi dell'ari. 9 della Legge n. 34 del 18.05.1996;
Accertato che la ditta richiedente ha corrisposto, a titolo di oblazione la somma dovuta;
Accertato che la ditta richiedente ha provveduto al pagamento degli oneri di concessione con le
modalità previste dall'ari. 27 della L.R. 37/85;
Accertato che la ditta ha provveduto al pagamento dei diritti di segreteria, ricev. n. 0008 del
31.05.2013, e di istruttoria, ricev. n. 0009 del 31.03.2013, per un totale di € 374,94;
Visto l'ari. 26 della L.R. 37/85;
Vista la richiesta di autorizzazione allo scarico in pubblica fognatura del 28.03.2014;
Visti gli Atti d'Ufficio;
CONCEDE
al Sig. D'Agostino Giuseppe, C.F. DGSGPP28H29F377I, nato a Monreale il 29.06.1928,
l'esecuzione in sanatoria di n. 2 unità immobiliari di piano terra e di piano secondo, adibite a civile
abitazione, site in Monreale In Via Circonvallazione snc ed identificate al Catasto Fabbricati con la
particella n. 2749 sub 2 (PT, Cat. A/2) e sub 4 (P2, Cat. A/2) del F.M. 21;
alla Sig.ra D'Agostino Carmela, C.F. DGSCML64S43F377E, nata a Monreale il 03.11.1964,
l'esecuzione in sanatoria di n. 2 unità immobiliari di piano terra e primo adibite rispettivamente a
garage e civile abitazione site in Monreale in Via Circonvallazione snc ed identificate al Catasto
Fabbricati con la particella 2749 sub 3 (PI, Cat. A/2) e sub 5 (PT3 Cat. C/6) delF.M. 21;
alla Sig.ra Nicolosi Giovanna, C.F. NCLGNN32A69F377I, nata a Monreale il 29.01.1932
l'esecuzione in sanatoria di n. 1 unità immobiliare di piano terra adibita ad abitazione sita in
Monreale in Via Circonvallazione snc ed identificate al Catasto Fabbricati con la particella 2749
sub 1 (PT, Cat. A/2) del F.M. 21;
in conformità al progetto che trovasi agli atti d'ufficio e fatti salvi i diritti dei terzi.
L'ISTRUTTORE AMMINISTRATIVO
(DOTT. SALVATORE D^VERDE)
-f.nkW^-V
ILO
(INO. MAU
di P.O.
Funzionari© Tecnico
ENTE
IO BUSACCA)
I
ÌALBQ 1 9 ,LUB. 20tt
COMUNE DI MONREALE
Provincia di Palermo
AREA PIANIFICAZIONE GESTIONE ED ASSETTO DEL TERRITORIO
UNITA' ORGANIZZATIVA -SERVIZIO CONCESSIONI EDILIZIE
Prat. 73/O
CONCESSIONE n,
S3)
del
fn P
[U°
IL DIRIGENTE
Visto il Decreto Legislativo, n. 165/01;
Vista la circolare del Ministero dell'Interno n 4/98;
Vista la richiesta prot 271 del 07.01.2014 con la quale il Sig. Oliva Giuseppe, nato a
Palermo il 29.12.1951 C.F.. LVO GPP 51T29 G273G e residente a Palermo Via Gaspare
Palermo n. 65, nella qualità di comproprietario, ha presentato richiesta di concessione
edilizia per opere di manutenzione ed ampliamento, in applicazione della Legge Regionale n
6 del 23.03.2010 " Norme per il sostegno dell'attività edilizia e la riqualificazione del
patrimonio edilizio" dell'immobile sito in Monreale Via Aquino n. 20, identificato in catasto
alF.M. 28 part.lla 3407;
Visto l'Atto di Compravendita rep. N. 9423 racc. n. 1998 del 31.05.1999, registrato a
Palermo al n. 6432/1V il 18.06.1999;
Visto il progetto allegato all'istanza;
Vista la relazione tecnica del progettista;
Visto Tart. 96 della Legge 11 del 14.05.2010;
Vista rAutocertificazione di conformità delle norme igienico sanitarie a firma del Georn.
Albano Francesco;
Visto l'elaborato tecnico ai sensi dell'art. 4 del decreto Assessorato della Salute del 05
settembre 2012;
Viste le ricevute comprovanti i pagamento ICI e TARSU;
Vista la Legge Regionale n. 6 del 23.03.2010;
Visto il parere favorevole espresso dal tecnico Comunale in data 07.02.2014;
Visti i regolamenti di edilizia, igiene e polizia urbana;
Vista la legge n. 1150 del 17.08.1942;
Vista la legge n. 765 del 06.08.1967;
Vista la legge n. 10 del 28.01.1977;
Vista la legge n. 457 del 05.08.1978;
Vista la legge n. 71 del 27.12.1978;
Vista la legge n. 70 del 18.04.1981;
Vista la legge n. 37 del 10.08.1985; ,
llM.pU.Wf 4,1.- ~
Visto il D.Lgs 267/00;
Visto il D.A. del 26.09.1990 pubblicato sulla G.U.R.S. del 05.03.1991;
Visto il D.M. 10.05.1977;
Visto Ì1D.A.S.E. della Regione Siciliana dell'll.11.1977;
Vista la delibera del Consiglio Comunale n. 19 del 09.02.1979 e successivi adeguamenti;
Vista la delibera del Consiglio Comunale n. 31 del 03,06.2010;
Vista la ricevuta di versamento presso la Banca UNICREDIT agenzia di Monreale IBAN IT
83C 02008 43451 000 300006976, del 25.02.2014 di € 77,47 attestante l'avvenuto pagamento
dei diritti di segreteria;
Vista la ricevuta di versamento presso la Banca UNICREDIT agenzia di Monreale IBAN IT
83C 02008 43451 000 300006976, del 25.02.2014 di € 77,47 attestante l'avvenuto pagamento
dei diritti di istnittoria;
Vista la ricevuta di versamento presso la Banca UNICREDIT agenzia di Monreale IBAN IT
S3C 02008 43451 000 300006976, del 28.06.2014 di € 988,00 di cui € 591,94 attestante il
pagamento del costo di costruzione ed € 396,16 attestante il pagamento degli oneri di
urbanizzazione;
CONCEDE
Ai Sigg. Oliva Giuseppe, nato a Palermo il 29.12.1951 C.F.. LVO GPP 51T29 G273G e
Bramente Grazia, nata a Palermo il 13.02.1957 C.F..BRM GRZ 57B53 G273B, entrambi
residenti a Palermo Via Gaspare Palermo n. 65, nella qualità di comproprietari, di eseguire i
lavori per opere di manutenzione ed ampliamento, in applicazione della Legge Regionale n 6
del 23.03.2010 " Norme per il sostegno dell'attività edilizia e la riqualificazione del patrimonio
edilizio" dell'immobile sito in Monreale Via Aquino n. 20, identificato in catasto al F.M. 28
part.lla 3407, in conformità al progetto che si allega quale parte integrante del presente atto,
fatti salvi i diritti dei terzi ed a condizione che:
L'inizio dei lavori dovrà avvenire entro un anno dalla data del rilascio della presente
concessione, pena la decadenza della concessione stessa;
II termine di ultimazione dei lavori, entro il quale l'opera deve essere abitabile o agibile, non
può essere superiore a tre anni dall'inizio lavori; se non ultimati nel termine stabilito dovrà
essere richiesta una nuova concessione per la parte non ultimata.
PRESCRIZIONI GENERALI
1. Comunicare l'inizio dei lavori e le generalità complete del D.L., con relativo codice fiscale;
2. Comunicare le generalità complete dell'impresa esecutrice dei lavori;Notificare Documento Unico di
Regolarità Contributiva (DURC);
3. Comunicare eventuali cambiamenti entro quindici giorni, pena la decadenza della presente
concessione;
4. Comunicare la data di ultimazione dei lavori;
5. Nel corso dei lavori dovranno applicarsi tutte le norme sulla prevenzione degli infortuni sul lavoro.
6. I diritti dei terzi devono essere salvi, riservati e rispettati in ogni fase dell'esecuzione dei lavori.
7. In corso d'opera potranno essere solo apportate quelle varianti conformi agli strumenti urbanistici,
che, comunque devono essere autorizzate prima dell'ultimazione dei lavori. Le varianti che
comportino modifiche della sagoma, delle superfici e delle destinazioni d'uso delle unità
immobiliari, nonché il numero di queste ultime, e sempreché non si tratti di immobili vincolati ed
inoltre che non riguardino interventi di restauro, dovranno essere preventivamente concesse dal
Comune.
8. Dovranno essere osservate le disposizioni sulle opere in conglomerato cementizio armato normale
precompresso ed a strutture metalliche di cui alla legge 5 novembre 1971, n.1086 e in particolare: a)
il costruttore dovrà presentare all'Ufficio Genio Civile prima di iniziare le opere in cemento armato
con allegata la dichiarazione del collaudatore designatole attesta Taccettazione dell'incarico di
collaudo; b) il concessionario dovrà presentare all'Ufficio Area Pianificazione Gestione ed Assetto
del Territorio, al termine dei lavori, il certificato di collaudo delle opere riportante l'attestato di
avvenuto deposito presso l'Ufficio del Genio Civile, onde ottenere l'abitabilità o l'agibilità;
9. Qualora non siano stati indicati nella domanda di concessione il nominativo e l'indirizzo
dell'impresa esecutrice dei lavori e quelli del direttore dei lavori, come di regola deve avvenire, la
Ditta è tenuta egualmente a segnalarli per iscritto all'Area Pianificazione Gestione ed Assetto del
Territorio, prima dell'inizio dei lavori;
10. Nel caso di sostituzione dell'impresa esecutrice o del direttore dei lavori, il titolare della concessione
dovrà dare immediata notizia segnalando i nuovi nominativi;
11. Nei cantieri dove si eseguono le opere deve essere esposta una tabella recante numero, data e titolare
della concessione, l'oggetto dei lavori, l'intestazione della ditta esecutrice, la generalità del
progettista, del direttore e dell'assistente dei lavori e ad ogni richiesta del personale di vigilanza o
controllo deve essere esibita la concessione edilizia e le autorizzazioni di varianti se ve ne sono. Tale
personale ha libero accesso al cantiere e ad esso dovrà essere prestata tutta l'assistenza richiesta.
12. Nelle manomissioni di suolo pubblico, che devono essere sempre esplicitamente e regolarmente
autorizzate, sì dovranno usare speciali cautele onde rimuovere ogni eventualità di danno agli
impianti dei servizi pubblici e, in presenza di tali impianti, si dovrà darne avviso all'Ufficio
comunale competente.
13. Non è consentito ingombrare le vie e gli spazi pubblici. Occorrendo l'occupazione di tali vie e spazi,
deve essere richiesta l'apposita autorizzazione all'Ufficio comunale competente, con riserva di
revoca qualora il Comune lo ritenesse necessario per esigenze di pubblico interesse. TI luogo dei
lavori deve essere chiuso, lungo i lati prospicienti vie e spazi pubblici, con assito o muretto. Gli assiti
e muretti dovranno essere di aspetto decoroso, alti almeno m.2,50, dipinti a strisce bianche e rosse
per tutta l'altezza e muniti di rifrangenti. Ogni angolo sporgente dovrà essere munito di lanterna a
vetri rossi che dovrà restare accesa dall'ora corrispondente al tramonto a quella corrispondente al
sorgere del sole;
14. Ai sensi della legge 9 gennaio 1991, n.10 recante "Norme in materia di uso razionale dell'energia
elettrica e per il contenimento del consumo di energia negli edifici" e delle relative norme attuative
(D.P.R. 26 agosto 1993, n.412) ed in particolare ai sensi degli articoli 26 e 28 della stessa legge, il
proprietario o chi ne ha titolo deve depositare il progetto e la relazione tecnica, insieme alla denuncia
dell'inizio dei lavori, relativi alle opere di cui agli articoli 25 e 26 della legge 10/91 (quali
l'installazione dell'impianto termico o i lavori per la realizzazione dell'isolamento termico), per
ottenere l'attestazione dell'avvenuto deposito da parte degli Uffici Comunali. La relazione tecnica
deve essere redatta secondo i modelli-tipo approvati con decreto Del Ministero dell'Industria e
Commercio e artt.13 dicembre 1993 (G.U. n.297 del 20-12-1993) e deve essere depositata in
Comune secondo le modalità previste con Circolare 13 dicembre 1993, n.231/F dello stesso
ministero (G.U. n.297 del 20-12-1993);
15. Per gli allacci alla pubblica reti della fognatura e dell'acquedotto comunale, dovrà essere presentata
regolare, preventiva richiesta; i relativi lavori potranno essere iniziati solo dopo intervenuta
autorizzazione comunale;
16. Nel corso della costruzione dovranno adottarsi tutte le cautele (nell'osservanza delle vigenti
disposizioni di legge e regolamenti) e tutte le precauzioni allo scopo di evitare incidenti e danni alle
cose ed alle persone e di ovviare, per quanto possibile, i disagi che i lavori possono arrecare ai terzi
comunque interessati. L'impiego di mezzi rumorosi, o comunque molesti per la quiete e l'igiene
pubblica, dovrà essere ridotto al tempo strettamente indispensabile e comunque limitato nell'orario
stabilito dalle vigenti norme regolamentari;
17. La domanda di abitabilità o agibilità di quanto edificato, deve essere presentata all'Area
Pianificazione Gestione ed Assetto del Territorio, entro quìndici giorni dall'ultimazione dei lavori, ai
sensi dell'art. 24 comma 3, allegando a questa il certificato di collaudo delle opere edili, la
dichiarazione presentata al catasto dell'immobile, restituita dagli uffici catastali con l'attestazione
dell'avvenuto deposito e la dichiarazione del direttore dei lavori che certifichi, sotto la propria
responsabilità, la conformità di quanto realizzato rispetto al progetto approvato, l'avvenuta
prosciugarla dei muri e la salubrità degli ambienti, sotto perizia giurata, ai sensi dell'art.3 della L.R.
17/94. Inoltre alla richiesta andrà allegata anche la dichiarazione di conformità o il certificato di
collaudo degli impianti installati, ove previsto, salvo quanto disposto dalle leggi vigenti, ai sensi
deh" arti 1 della legge 5 marzo 1990, n.46. Nel caso che gli uffici comunali lo ritenessero necessario,
verrà richiesta l'ulteriore documentazione prevista dalle leggi e dai regolamenti vigenti.
18. Il Concessionario, il Direttore dei Lavori e l'Esecutore dei medesimi, sono responsabili di ogni
inosservanza delle norme di legge vigenti e dei Regolamenti comunali. L'inosservanza del progetto
approvato e delle relative varianti, comporta l'applicazione delle sanzioni penali e amministrative di
cui alla vigente legislazione in materia urbanistica.
19. Eventuali servizi di pubblica utilità esistenti sul lotto da edificare dovranno essere spostati a cura e
spese del Concessionario;
20. L'eventuale previsione nel progetto allegato di locali ad uso commerciale non implica
automaticamente il rilascio dell'autorizzazione commerciale, che dovrà essere subordinata al rispetto
al relativo piano del commercio comunale vigente;
L ' Istruttore Arnji
Sig.ra Mari
istrativo
te/ano
II Responsabile di U.O.
nano Tecnico
tar't
mtfGENTE
Ing. Maurizio Bus acca
II
Sottoscritto
jy^^-s^L y i ,M.>VCH
dichiara
ammara
di
ai
avere
ritirato
murato
.
.
_^u._
l'originate
della
presente
concessione
edilizia
e
di
obbligarsi
°S§(
alVosservanza'diluite l& condizioni e prescrizioni cui il rilascio stesso è stato subordinato.
oo
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
304 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content