close

Enter

Log in using OpenID

Assemblea 2014 - Acbano - Expo 2015.pptx - PMI-NIC

embedDownload
L’Esposizione Universale
principali caratteristiche
Assemblea annuale PMI-NIC
www.expo2015.org
Stefano Acbano
Participants Program Manager & BIE Relations
Expo 2015 S.p.A.
AGENDA
•  Le Expo il tema e il Sito Espositivo
•  La partecipazione i visitatori e le partnership
•  Spunti gestionali
2
L’EXPO NELLA VISIONE MODERNA
Londra,
1851
2000
Hannover 2000
Humankind, Nature,
Technology
Parigi, 1889
Aichi 2005
Milano 2015
Nature’s Wisdom
Feeding the Planet,
Energy for Life
2005
2010
Shanghai 2010
Better Cities,
Better Lives
2015
2020
Dubai 2020
Connecting Minds,
Creating the Future
3
L’EXPO NELLA VISIONE MODERNA
Di cosa si tratta?
n 
Unico Evento globale di lunga durata del nostro tempo (6 mesi)
n 
Organizzato nell’ambito di una Convenzione Internazionale, governata dal
Bureau International des Expositions (BIE), organizzazione cui aderiscono
attualmente 167 Paesi
n 
Principali partecipanti sono i Paesi, poi vengono Organizzazioni
Internazionali, ONG, Aziende, Organizzazioni della Società Civile e Istituzioni del
Paese ospitante
n 
Gli spazi espositivi allestiti dai partecipanti costituiscono la principale
attrazione per milioni di visitatori
n 
L’Evento, attraverso lo sviluppo di un tema ben definito, ha finalità educative
ed è in grado di focalizzare l’attenzione del grande pubblico su problematiche di
importanza capitale per il futuro dell’uomo e del pianeta
n 
L’Evento necessita di un preciso luogo (Sito espositivo) in grado di ospitare la
celebrazione dell’Evento
n 
Evento in grado di generare un impatto economico significativo sull’economia
del Paese ospitante e dei Soggetti partecipanti
n 
Il titolo di Città ospitante è conferito dalla maggioranza dei Paesi aderenti al BIE
a conclusione di un percorso di candidatura della durata di circa 1,5 anni
4
EXPO MILANO 2015
•  Tema
Feeding the Planet, Energy for Life
•  Date
1 Maggio – 31 Ottobre 2015
(184 giorni)
•  Main targets
130 Paesi
20 milioni di visitatori (30% esteri)
•  Exhibition Site Area
1 milione di metri quadri
•  Investimenti pubblici per l’evento
1,3 miliardi di euro
•  Investimenti dei Partecipanti Ufficiali
Circa 1,2 miliardi di euro
•  Ricavi attesi dal turismo
Circa 4,8 miliardi di euro
5
5
I PRIMI PASSI DEL PROGETTO
30.10.2006
•  Il Governo
sottopone al
BIE la lettera
ufficiale di
candidatura
16.10.2006
•  Istituzione del
Comitato di
Candidatura
27.10.2006
31.03.2008
25/26.06.2007
•  Organizzazione a
22/26.10.2007
Roma del
I Forum di
•  Visita ispettiva
Expo 2015
BIE
28/29.05.2007
21.09.2007
•  Milano viene
•  Visita ufficiale a •  Invio ufficiale
scelta dal
Roma del
al BIE del
Governo italiano Presidente e del
Dossier di
come candidata Segretario
candidatura
italiana ad
Generale del BIE
ospitare
l’Esposizione
Universale del
2015
•  L’Italia vince la
candidatura per
l’organizzazione
di Expo 2015 e il
01.04 il Consiglio
dei Ministri
istituisce il
Comitato di
Pianificazione
Expo 2015
02/05.02.2008
•  Organizzazione
a Milano del
II Forum di
Expo 2015
08.09.2009
•  Presentazione
del Conceptual
Masterplan
01.05.2009
•  Avvio lavori
della Consulta
Architettonica
01.12.2008
•  Costituzione di
Expo 2015 S.p.A.
società incaricata
della
realizzazione
dell’Evento
23.11.2010
•  Registrazione
ufficiale di
Expo 2015 da
parte del BIE
22.04.2010
07.01.2011
•  Presentazione •  Invio di 190
lettere ufficiali di
al BIE del
Dossier di
invito a Stati e
Registrazione Organizzazioni
Internazionali
6
IL TEMA
Missione educativa dell’Esposizione Universale
“Un’Esposizione Universale è un’esibizione che, qualsiasi sia il suo titolo, ha come
principale obiettivo quello dell’educazione del pubblico: essa potrà mostrare i mezzi
a disposizione dell’uomo per affrontare le necessità della civilizzazione oppure
dimostrare i progressi raggiunti in uno o più campi dell’attività umana o, ancora,
mostrare prospettive per il futuro”
Valori educativi di Expo Milano 2015
“Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita”
n 
n 
n 
Solidarietà universale
Dialogo tra identità e differenze
Alimentazione: processo originario di natura e società
Expo Milano 2015 rappresenta un evento in ambito educativo e scientifico di
portata mondiale che si prefigge di esplorare le sfide e le soluzioni collegate
alla nutrizione e allo sviluppo sostenibile
7
IL SITO ESPOSITIVO
I principi ispiratori
n 
Il Sito è progettato come espressione del tema
“Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita”
n 
L’area è concepita come un’isola circondata
da un canale d’acqua e strutturata intorno a
due assi perpendicolari di forte impatto
simbolico: il Decumano (da Est a Ovest) e il
Cardo (da nord a sud) che richiamano la Città
Romana
n 
La griglia che ne risulta determina la struttura
dei spazi assegnati a ciascun Paese
partecipante
n 
L’asse principale del Sito (World Avenue) - un
percorso pedonale lungo circa 1,5 km e largo
35 m - sarà pertanto composto dalle
architetture e dagli spazi immaginati da ogni
singolo Paese partecipante
Cardo e Decumano
Canale
Lotti
8
IL SITO ESPOSITIVO
Il contesto ambientale
Superando il concept delle Expo precedenti, le quali
puntavano a caratteristiche architettoniche monumentali
per impressionare i visitatori, Expo Milano 2015 pone
nuova attenzione sul paesaggio e le aree comuni
all’aperto nel design del proprio Sito.
Il paesaggio rappresenterà una parte sostanziale della
legacy del Sito assieme a poche strutture iconiche
realizzate per soddisfare esigenze di carattere pubblico/
sociale (es. Cascina Triulza, Anfiteatro, Palazzo Italia).
Le Opere temporanee saranno realizzate per la maggior
parte con materiali riciclabili per garantire il miglior livello
di sostenibilità.
9
IL SITO ESPOSITIVO
Sostenibilità
Soluzioni adottate
Condizioni di partenza
Temporaneità delle
costruzioni
§  Temporaneità destinazione
d’uso edifici permanenti
§  Riconversione area Expo
§ 
§ 
§ 
§ 
§ 
§ 
Gestione acque meteoriche (prima pioggia): raccolta e
fitodepurazione
Riduzione effetto isola di calore (indice SRI) tramite tende
e materiale pavimentazione
Materiali ad alto contenuto di componenti riciclate (per
Piastra: 90% acciaio, 4% calcestruzzo e 95% di legno
certificato)
210.000 mq di aree verdi con oltre 250 specie vegetali
diverse, flora locale; giardini acquatici; ulteriori superfici
dai lotti dei Partecipanti
Audit ambiente e sicurezza ai cantieri
Energia
1
Adozione criteri dello standard LEED New Development (Green Building USA)
per il Sito – Certificazione LEED NC per Cascina Triulza
2
Dotazione limitata di energia ai padiglioni dei partecipanti per favorire l’efficienza nei
consumi e la produzione di energia da fonti rinnovabili
3
Smart grid e illuminazione ad alta efficienza; energia da fonti rinnovabili
10
IL SITO ESPOSITIVO
Il Sito Espositivo sarà caratterizzato dalla World Avenue (Decumano), che unirà tutti i padiglioni
dei Paesi in base al principio di eguaglianza universale, e dagli spazi aperti dedicati al paesaggio
e alle aree per eventi. Expo Milano 2015 presenterà inoltre concept di progettazione innovativi:
§  Smart City sostenibile
§  Cluster
§  Aree Tematiche
Decumanus
Decumanus
Cardo
11
IL SITO ESPOSITIVO
Posizionamento e accessibilità
n 
Il Sito espositivo è situato a pochi chilometri dal centro di Milano in un
ambito fortemente infrastrutturato e tra i più accessibili dell’intera Regione
n 
Questa condizione garantisce una adeguata accessibilità e costituisce
elemento di qualità per impostare una strategia complessiva di accessibilità
all’evento
RHO-MONZA
Rho-Fiera
FS
Polo
Fieristico
Rho-Fiera
M1
ZARA EXPO
C.NA
MERLATA
TRIBONIANO
RACCORDO TANG. OVEST-C.NA MERLATA-A8
12
AGENDA
•  Le Expo il tema e il Sito Espositivo
•  La partecipazione i visitatori e le partnership
•  Spunti gestionali
13
CONSENSO GLOBALE (1/2)
142 Partecipanti Ufficiali
139 Paesi (6,1 mld di persone: 86,9% della popolazione mondiale)
+ Nazioni Unite, CERN & UE
Europe (+ Italy &
SMOM)
34 Paesi
Middle East
0,7 mld di persone
Asia and Oceania
31 Paesi
14 Paesi
3,8 mld di persone
0,2 mld di persone
America
21 Paesi
0,6 mld di persone
Africa
39 Paesi
0,9 mld di persone
14
CONSENSO GLOBALE (2/2)
142 Partecipanti Ufficiali
138 Paesi
+ Italia
+ United Nations,
CERN & EU
15
IL SITO ESPOSITIVO
Il Masterplan
Area Totale 934.835 mq
Padiglione Italia + Cardo
11.900 mq
36.645 mq
Architetture di Servizio
32.700 mq
Aree Tematiche
36.910 mq
Corporate + Civil Society - NOP
28.210 mq
Manufatti (EXC - OAT)
21.300 mq
Self-Built – Official Participant
131.985 mq
Clusters – Official Participant
16
IL SITO ESPOSITIVO
Distribuzione degli spazi per categoria di destinazione
3%
Official Participant (OP) 23%
Self-Built, Clusters, Partecipazione Italiana
23%
Non-Official Participant (NOP) 4%
Corporate, Società Civile
Aree Tematiche 5%
Aree di servizio 4%
Canale 10%
4%
51%
5%
Spazi Pubblici & Landscape 51%
Manufatti 3%
Expo Centre, Open Air Theatre
4%
10%
17
LA PIATTAFORMA EXPO 2015
60 LOTTI PER PAESI PARTECIPANTI SELF BUILT
9 CLUSTER
18
SPAZI ESPOSITIVI DEGLI OFFIAL PARTICIPANTS
N.20 EQUATORIAL
GUINEA
N.21 CHINA
N.22 COLOMBIA
N.18
THAILAND
N.10 REPUBLIC OF KOREA
N.23
ARGENTINA
N.19
URUGUAY
N.8 BRAZIL
MAURITANIA,
PALESTINIAN
NATIONAL
AUTHORITY,
SENEGAL,
ERITREA
N.37 ECUADOR
N.38 GERMANY
N.33 FRANCE
N.41 SAUDI ARABIA
N.39 KUWAIT
N.42 MONACO
N.43 JAPAN
TANZANIA,
VANUATU,
AFGHANISTA
N
BIOMEDIT
ERRANEU
M
CLUSTER
N.7 ANGOLA
ISLANDS, SEA
AND FOOD
CLUSTER
N.17
MALAYSIA
N.12 SRI LANKA
N.35 SWITZERLAND
N.44 SLOVAKIA
N.45 RUSSIA
ARID ZONES
CLUSTER
N.6 BAHRAIN
CAMBODIA
BANGLADES
H
SIERRA
LEONE,
LAOS
S.8 BELGIUM
S.30 ROMANIA
S.24 UNITED ARAB
EMIRATES
S. 28 HUNGARY
S.9 VIET NAM
4170
1010
1175
1175
BOLIVIA,
HAITI,
MOZAMBIQU
E
CONGO,
BENIN
ZIMBABWE,
TOGO
S.40 QATAR
S.31 MEXICO
S.23 AZERBAIJAN
2451
N41 N42 N43 N44 N45 N46 N47
S38 S39 S40
S42 S43 S44
2898
522
1910
1910
ETHIOPIA,
GUATEMALA,
KENYA,
UGANDA,
YEMEN
COSTA RICA
4170
1010
4170
1010
2790
2790
747
4933
4433
747
1910
1910
747
3592
2369
N35 N36 N37N38 N39N40
S32 S33 S34 S35
CEREALS AND
TUBERS
CLUSTER
CAMEROON,
GHANA,
GABON
COFFEE
CLUSTER
N32 N33 N34
S27 S28 S29 S30 S31
1910
COCOA
CLUSTER
584
2396
RICE
CLUSTER
887
4386
S23S24 S25 S26
2533
887
N18N19 N20N21 N22 N23
1910
1907
1907
747
4590
2947
747
1147
2047
1147
1147
N13 N14 N15 N16 N17
FRUITS
AND
SPICES
LEGUMES CLUSTER
CLUSTER
1910
N12
747
1521
3880
N10
S9
887
2010
4133
747
N8 N9
S7 S8
2010
N6 N7
S5 S6
887
2717
2952
1175
2717
887
N5
S3 S4
2717
887
1362
N.5 CZECH REPUBLIC
S1 S2
N.47 OMAN
DEM. REP. CONGO,
GAMBIA
GUINEA,
ZAMBIA,
KIRGYZSTAN,
BENIN
2790
N.14 LATVIA
N.13 MOLDOVA
ALGERIA, EGYPT,
MONTENEGRO,
SERBIA, TUNISIA,
SAN MARINO,
CROATIA, LEBANON,
LYBIA
ITALIAN PAVILION
N.34
ISRAEL
1175
N.15 LITHUANIA
S.38 TURKEY
S.35
IRAN
S.34
CHILE
S.33 AUSTRIA
S.26 KAZAKHSTAN
S.32 SLOVENIA
KEY OF COUNTRIES EXHIBITION SPACES STATUS
FREE
UNDER NEGOTIATION
ASSIGNED (PARTICIPATION CONTRACT
SIGNED)
PALAZZO ITALIA
n 
Palazzo Italia è lo spazio destinato a luogo di rappresentazione e
rappresentanza dell’Italia
n 
Edificio su più livelli da dedicare a eventi: luogo dell’accoglienza italiana
(spazi per attività istituzionali e di rappresentanza)
n 
Sarà il luogo dove verranno ospitate le cerimonie ufficiali, dove l’Italia potrà
accogliere i Partecipanti e le loro delegazioni
20
PALAZZO ITALIA
21
GERMANIA
Fields of Ideas
ISRAELE
Campi di Domani
23
Emirati Arabi Unit
Food for Thought
24
SVIZZERA
Confooderatio Helvetica
25
I CLUSTER
n 
I Paesi potranno essere presenti sul Sito Expo sviluppando e realizzando un proprio spazio
espositivo all’interno di un lotto oppure all’interno dei Padiglioni Cluster
n 
I Cluster rappresentano uno degli elementi più caratteristici di Expo Milano 2015 e
costituiscono uno grande valore aggiunto per lo sviluppo del Tema. Si tratterà di spazi
espositivi innovativi capaci di raccogliere e organizzare numerosi Paesi all’interno di
uno stesso progetto architettonico sviluppato intorno a un tema centrale condiviso
26
CLUSTER DEL CAFFE’
Coffee in the Forest
27
CLUSTER DEL BIO-MEDITERRANEO
The White Dream
28
POTENZIALI VISITATORI
Italia ed estero
ITALIA
12-14
mln
TOTAL VISITORS
20 mln
ESTERO
6-8
mln
+ 20% VISITE RIPETUTE = 24
mln
29
POTENZIALI VISITATORI INTERNAZIONALI
Provenienza
EUROPA
EXTRA EUROPA
3,3-4,4mln
2,7-3,6mln
LISTA DEI PAESI FOCUS
Austria
Croatia
Denmark
France
Germany
Great Britain
The Netherlands
Spain
Switzerland
Sweden
Australia
Brazil
China
Canada
India
Japan
Russia
South Korea
United Arab Emirates
USA
30
EXPO BY DAY / EXPO BY NIGHT
Un Sito che cambia pelle durante la giornata per un’esperienza sempre diversa e
coinvolgente
EXPO by DAY
EXPO by NIGHT
EDUTAINMENT
ENTERTAINMENT
7 GIORNI/ DALLE 9 ALLE 17
5 GIORNI/ DALLE 18 ALLE 23.30
31
MODELLO DI COINVOLGIMENTO DELLE AZIENDE
SERVICE
Partner (> 3 Mln €)
Investimento
THEME
Official Global
Partner
Cash+VIK > 20 Mln €
(<10 Companies)
Official Premium
Partner
Cash+VIK: 10 - 20 Mln €
(<10 Companies)
Official Partner
Cash+VIK: 3 - 10 Mln €
(10-15 Companies)
<3
Mln €
Sponsor (< 3 Mln €)
>3
Mln €
§ 
IP Network & Solutions (Cisco)
§ 
System Integration (Accenture)
Food Distribution (Coop)
§ 
Banking (Intesa San Paolo)
Coffee (Illy)
§ 
§ 
§ 
§ 
Smart Energy & Lighting (Enel)
Food & Nutrition
Sustainable Agriculture
§ 
§ 
Cluster (Riso, Cereali, Frutta, Spezie,
Isole, Biomediterraneo, Zone aride)
Safe City & Main Operation
Center (Finmeccanica)
§ 
Sustainable Mobility (Fiat)
§ 
§ 
Satellite (Eutelsat)
§ 
Operations (Fiera Milano)
§ 
Sustainability in African Countries (Eni)
§ 
Other Site Product & Service (furniture/
fittings, facility, bricolage & garden etc.)
§ 
Media & Travel Service (es. travel, hotel,
Airlines, media)
§ 
Aree Tematiche (Padiglione Zero,
Food in Art, Biodiversità, Children Park)
§ 
Theme (wine, spirits, water, etc.)
§ 
Children Service (areachildren,
hospitality children)
Cash+VIK: 1 - 3 Mln €
Cash+VIK: <1 Mln €
Connectivity &
Services (Telecom)
§ 
§ 
Official Sponsor
Contributing
Sponsor
§ 
§ 
§ 
Edutainment (Samsung)
Non
Official
Participant
Corporate
Pavillion:
§ CNH Italia
§ Vanke
Access controls (Came)
Naming di spazi fisici (Lake Arena, Open Air Theatre, …)
Altro
Event/
Project
Sponsor
§ Rio Mare
§ Italcementi Group
§ Orio al Serio
international
airport
§ Etc.
14 partner già onboard con oltre 350 Mln € investiti in Expo Milano 2015
32
ONBOARDING DEI PARTNER DI EXPO MILANO
2015
Set 2011
A settembre 2011 è stata
annunciata la campagna di
coinvolgimento dei Partner
di Expo Milano 2015
Ott 2011 – Dic 2013
Gen 2014
Dal 2013, Expo 2015
pubblicherà le seguenti
Requests for Proposal
e procederà con la
selezione dei Partner/
Sponsor:
ü Divise volontari
ü Food & Nutrition
ü  S
u s t a i n a b l e
Agriculture
ü Beer
ü Fruits
ü ….
33
AGENDA
•  Le Expo il tema e il Sito Espositivo
•  La partecipazione i visitatori e le partnership
•  Spunti gestionali
34
I MODELLI DI GOVERNANCE
Benchmark
Tipologia
Esposizione
Denominazione Soggetto
Natura
giuridica
Struttura
Universale
Sociedad Estatal
para la Exposition
Universal
Seville 92 SA
100% pubblica
Monosocietaria
Internazionale
Parque EXPO ’98
S.A
100% pubblica
Multisocietaria
(Gruppo)
HAN '00
Universale
EXPO 2000
Hannover GmbH
80% pubblica,
20% privata
Multisocietaria
(Società
indipendenti)
ZAR '08
Internazionale
ExpoAgua
100% pubblica
Monosocietaria
MIL '15
Universale
Expo 2015 S.p.A.
100% pubblica
Monosocietaria
SIV ‘92
LIS '98
SIV '92
Pur non essendoci una struttura societaria prevalente, le Esposizioni Universali
hanno previsto strutture pubbliche …
Fonti: Expo92, ParqueExpo, Expo2000, Official Report Expoagua Zaragoza 2008, Expo 2015 S.p.A., analisi Roland Berger
35
BUSINESS MODEL DEL SOGGETTO ORGANIZZATORE
Due macro-aree
Costi dei beni/servizi necessari per la
preparazione e svolgimento dell’Evento
(es.: arredamenti, IT equipment, veicoli, pulizia)
Costi / Ricavi di
gestione
dell’evento
Ricavi tradizionali generati dall’Evento
(es.:biglietteria, sponsorizzazioni, affitto spazi,
royalties da food&beverage, merchandising,
licensing, parcheggi, eventi, rivendita asset)
Ricavi addizionali generabili dall’Evento
(es.:attrazioni, diritti TV, advertising sul sito, accordi
di revenue sharing su trasporti, contenuti on-line,
rate card, servizi premium)
Business
Model
Preparazione aree del Sito espositivo
(es.: clearing interferenze)
Infrastrutturazione di base del Sito espositivo
(es.: utilities, strade, percorsi pedonali, illuminazione,
progettazione paesaggistica)
Realizzazione
opere
infrastrutturali
Realizzazione dei manufatti del Sito espositivo
(es.: padiglioni, uffici, magazzini, toilette, spazi per
eventi)
Progettazione (architettonica e ingegneristica) e
monitoraggio della realizzazione (project
management) del Sito espositivo
Ripristino del Sito espositivo
(es.: rimozione strutture temporanee, riconversione di
aree)
36
I MODELLI DI GOVERNANCE
Organismi di controllo di Expo 2015 S.p.A.
Controlli interni
Expo 2015 S.p.A.
Assemblea dei
Soci
Magistrato
delegato al
controllo della
Corte dei Conti
Collegio sindacale
Consiglio di
Amministrazione
Collegio dei
Revisori contabili
Internal Audit
Amministratore
Delegato
Controlli esterni
Istituti ad hoc
Istituzioni
COEM – Commissione di
Coordinamento per le
attività connesse a Expo
Consiglio superiore
dei lavori pubblici
Commissario Unico
Tavolo Lombardia –
interventi regionali e sovraregionali
Ragioneria
Territoriale Stato –
Sez.ne di Milano
Regione Lombardia –
Comitato trasparenza
appalti e sicurezza cantieri
Min. Infrastr. e
Trasporti
(DG Edilizia Statale e
Interventi Speciali)
Comune di Milano
Comitato Antimafia
- 
- 
- 
- 
ARPA
GICEX
ASL
Dir. Territoriale
Lavoro
-  Polizia Locale
Corte dei Conti
Regione Lombardia –
Commissione speciale
Antimafia
Comune di Milano
Comm. Consiliare Expo
Organismo di
vigilanza
Presidenza del
Consiglio,
Min. Economia e
Finanze
Organismi operativi
Prefettura di Milano
Comitato di Coord.to
Alta Sorveglianza sulle
Grandi Opere
Gli organismi di controllo coinvolti nel progetto Expo 2015 hanno ciascuno nel proprio ambito, competenze tali
da coprire tutti gli ambiti del progetto
37
37
IL SISTEMA PER SVILUPPARE LE POTENZILITA’ DI
EXPO 2015
n 
Expo 2015 è un progetto nazionale la cui realizzazione richiede l’intervento di una
pluralità di attori in sinergia con la società Expo 2015 S.p.A.
n 
Per garantire il pieno sviluppo delle opportunità legate all’iniziativa, sono stati
creati diversi meccanismi di coordinamento, ciascuno dotato di un preciso ambito
di azione
AGENDA
ITALIA 2015
realizza gli oltre 50 progetti
identificati dal Governo
■  coordina le attività degli
enti preposti alla
realizzazione
■  definisce gli obiettivi e il
loro raggiungimento
■ 
TAVOLO
LOMBARDIA
realizza le infrastrutture
regionali e sovraregionali
attinenti a Expo
■  svolge una pianificazione
integrata, con gli enti
■  indirizza i progetti per
massimizzare le ricadute
■ 
CITY
OPERATIONS
garantisce la realizzazione
dei progetti afferenti alle 11
aree indispensabili alla
realizzazione di Expo
■  massimizza le ricadute per
la città
■ 
38
PRINCIPALI ELEMENTI DEL PROGETTO EXPO
MILANO 2015
ACTUAL
2009
2010
2011
2015
2016
Smantellamento
Sviluppo contenuti dell’evento
Concept e pianificazione
strategica
Gestione
dell’evento
Legacy
Ingaggio dei Partecipanti
Marketing and communication plan
development
Operations plan
development
Definizione vincoli Sito in relazione allo
sviluppo Post Expo
Gestione
Post Expo
(AREXPO SpA)
Focus
2014
Costruzione opere Sito
Sviluppo
Expo
MACRO FASI
2013
Rimozione vincoli Sito
Sviluppo
Masterplan
Realizzazione
Sito
2012
1
Set-up
2
Sviluppo
•  Concept
•  Definizione Business Plan
•  Conceptual
•  Definizione contenuti Expo
Masterplan
•  Avvio conferme dei Partecipanti
•  Project Planning
3
Post Expo
Business strategy
Execution
•  Realizzazione del Sito
•  Sviluppo dei progetti caratterizzanti l’evento
•  Sviluppo del piano marketing e comunicazione
•  Sviluppo del piano Operations del semestre
•  Preparazione del post-Expo
Post Expo
Implementation
4
Chiusura
•  Smantellamento
Sito espositivo
•  Legacy
•  Riutilizzo aree
espositive
39
STATO DEI LAVORI
Superificie totale del sito 935.600 mq – Spazio espositivo
836.800 mq
Preparazione del Sito
Giugno 2014
Urbanizzazione del
Sito
Novembre 2014
Aprile 2015
Arredo urbano
Febbraio 2015
Edifici Expo
Padiglioni
Self-built
Clusters
Dicembre 2013
Aprile 2014
Marzo 2015
Dicembre 2014
Aprile
2015
40
I LAVORI DI PREPARAZIONE DEL SITO
41
AVANZAMENTO LAVORI
42
UNA PRPOSTA DI ARTICOLAZIONE DELL’EXPO
ILLUSTRATIVA
HR
FI
LR
TC
SI
MC
CO
PR
CE
PA
AE
HUMAN
RESOURCES &
ORGANISATION
FINANCE &
CONTROL
LEGAL &
REGULATIONS
THEME /
CONTENT
SITE
COMMERCIALIS /
MARKETING
COMMUNICATION
PROMOTION
CULTURE &
EVENTS
PARTICIPATION
AFTER EXPO
Organisation
Structure
Capital
Drafting
regulations
Content Master
Plan
Site Master
Plan
Commercialisation
/ Marketing Plan
International
Communication
International
Promotion
National
Programme
International
Participation
Building
removal
Commissioner
(General)
Expenses
Submission of
regulations to the
BIE
Theme + SubTheme
development
Relocation
Targets
National
Communication
National
Promotion
Programme of
International
Participants
National
Participation
Site Clearance
Volunteers
Revenues
Approval of
regulations
by the BIE
Objectives
Zoning
Calendar
Corporate
Participation
Re-use of the site
Final versions of
regulations
Key ideas
Equipment
of the site
Guidelines for
Sponsors
Assistance to
Developing
Countries
Legacy
Sending
regulations to
Participants
Thematic
Pavilions
Construction
Merchandising
Participation
Guide
After-use of
the pavilions
Contracts with
Concessionaires
National
Pavilion
Operations
Copyrights
Contracts with
Corporate
Participants
Coordination with
other Departments
Security
Patents
Contracts with
Sponsors &
Partners
Coordination with
external actors
Transportation
Special coins
Agreements
Forums on theme
development
Special stamps
Special Acts
Tenders
Eco-money
Lottery
Banking
43
UN PASSAGGIO DELLA DEFINIZIONE DEGLI AMBITI
DEL PROGETTO
Fonti primarie
ILLUSTRATIVA
Elaborazione lista preliminare
§  Al fine di definire una prima lista di
§  Sulla base dei documenti analizzati, è
possibili progetti, sono stati esaminati i
stata redatta una lista preliminare di
principali documenti di
circa 30 progetti prioritari in capo alle
pianificazione
diverse Direzioni
B
Piano
Industriale
C
Piano di
Committenz
a dei Lavori
D
Piano
Contenuti
A
Dossier di
Registrazione
E
Piano
Marketing e
Ingaggio
Aziende
MARKETING
THEMATIC
SPACES
§1 Piano Marketing
§2 Piano Comunicazione / Pubblicità
§3 Piano Eventi
§4 Partnership
§5 Licensing & Merchandising
§6 Mascotte
7
§ Brand Equity
§8 Padiglione “Zero”
§9 Area “Future Food
District”
§10 Altre aree tematiche
§11 Allestimento aree tematiche all’aperto
HUMAN
RESOURCES
EXTERNAL
RELATIONS
§21 Piano Reclutamento
§22 Volontari
§23 Strategia Media
§12
§13
§14
§15
INTERNATIONAL AFFAIRS
TECHNOLOGIES
Cluster
Adesioni Paesi
Cascina Triulza
International Participant
Meeting ‘12
§16 Partnership tecnologiche
§17 Cyber Expo
§18 Smart Operations
§19 Site Construction
§20 Operations prioritarie
LEGAL
GENERAL
AFFAIRS
Non
assegnati
§24 Strategia assicurativa
§25 Piano Progetti Strategici
CONSTRUCTION & OPERATIONS
§26
§27
§28
§29
Ticketing
Lotteria
Turismo
Contenuti del semestre
44
expo2015.org
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
16 409 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content