close

Enter

Log in using OpenID

allegato - Comune di Sarroch

embedDownload
Comune di Sarroch
Provincia di Cagliari
V E R B A L E DI D E L I B E R A Z I O N E DELLA
GIUNTA
COPIA
COMUNALE
N°56
O G G E T T O : Servizio socio educativo per la prima infanzia. Approvazione rette e criteri per l'ammissione
ai servizio anno 2014 - 2015.
L'anno duemilaquattoridici
Comunale.
Si
addì tre del mese di Settembre
alle ore 13:30 nella
Casa
è riunita la Giunta Comunale nella persona dell'Avv. Salvatore Mattana - Sindaco -
Presidente e dei Sigg. Assessori:
'
1
DESSÌ
'
ANGELO
PRESENTI
ASSENTI
X
i
2
MELISIGOR
3
MELONI GIANL UIGI
4
SPANO MANUELA
5
SPIGA
MIRKO
X
6
MELIS
MANUELA
Y
X
X
'
Assiste il Segretario C o m u n a l e D . s s a Lucia T e g a s
X
I
LA GIUNTA
COMUNALE
Visti
Tarticolo 1, comma 1259 della legge 27 dicembre 2006, n° 296;
- la Legge Regionale 23 dicembre 2005, n° 23;
- il Regolamento di attuazione delFarticolo 43 della Legge Regionale 23 dicembre 2005, n°
23, organizzazione e ftinzionamento delle strutture sociali, Istituti di partecipazione e
concertazione approvato con Decreto del Presidente della regione 22 luglio 2008, n. 4;
- in particolare i l capo V del Regolamento suddetto relativo alle strutture per la prima
infanzia, ed in particolare gli articoli 20 (strutture e servizi educativi per la prima infanzia),
21 (Nidi d'infanzia), 23 (Sezioni Primavera);
la Deliberazione della Giunta Regionale n. 62/24 del 14.11.2008 con la quale sono stati
approvati i requisiti specifici per l'autorizzazione al funzionamento delle strutture e servizi
educativi per la prima infanzia;
- la Deliberazione della Giunta regionale n° 21/43 deir8 aprile 2008 con la quale è stato
approvato i l Piano straordinario per lo sviluppo dei servizi socio-educativi per la Prima
Infanzia al fine del raggiungimento dei seguenti obiettivi: aumentare l'offerta complessiva
di posti a disposizione nei servizi socio-educativi destinati alla prima infanzia; diversificare
l'offerta dei servizi in relazione alle differenziate esigenze delle famiglie; promuovere una
diffusione equilibrata nel territorio regionale; incrementare il numero dei bambini che
usufruiscono dei servizi; promuovere la qualità degli ambienti;
Considerato che l'Amministrazione Comunale ha ottenuto un finanziamento
per la costruzione, nell'area adiacente al Centro di Aggregazione Sociale, di una struttura da
destinare a Nido d'Infanzia, con ingresso dalla via Raffaello;
- per l'avvio di una sezione sperimentale, che attivata nel mese di settembre 2012 ha
proseguito l'attività fino al 31 luglio 2014;
Considerato altresì che la Regione, a seguito della rendicontazione delle somme spese per l'attività
svolta, ha concesso un ulteriore finanziamento per la prosecuzione dell'attività;
Accertato che per i l funzionamento dei nidi d'Infanzia, occorre rispettare le prescrizioni stabilite
dalla Deliberazione n. 62/24 del 14/11/2008 sopracitata, in merito:
- ai requisiti strutturali, è consentita una tolleranza massima del 10% rispetto alla superficie
degli spazi intemi ed estemi mentre la ricettività massima del nido può essere incrementata
nella misura massima del 15% in considerazione dello scarto giornaliero tra bambini iscritti
e bambini frequentanti.
- al personale che deve essere numericamente adeguato e in possesso di titoli di studio ritenuti
idonei a svolgere le funzioni di educatore;
- ai rapporti educatore bambino: un educatore ogni cinque bambini di età compresa fra i tre e i
dodici mesi, elevabile a sei nel caso siano presenti, in prevalenza, bambini al di sopra degli
otto mesi; un educatore ogni otto bambini di età compresa fra i dodici e ventiquattro mesi;
un educatore ogni dieci bambini di età compresa tra i ventiquattro e i trentasei mesi. In
presenza di minori con disabilità i l rapporto deve essere valutato di volta in volta a seconda
dei bisogni del minore e concordato con i servizi competenti dell'Azienda sanitaria locale.
- alla superficie intema del nido che deve prevedere spazi destinati alle attività dei bambini e
spazi destinati ai servizi generali.
- all'approvazione di un regolamento concernente le modalità di funzionamento.
Considerato che la sezione sperimentale, prevista dal comma 4 dell'art. 23, attivata
dall'Amministrazione Comunale per la prima volta dal mese di settembre dell'anno 2012, accoglie
bambini di età compresa tra i diciotto e i trentasei mesi e che il personale educativo, possiede le
stesse qualifiche previste per i l personale dei nidi, con un rapporto di un educatore ogni nove
bambini;
Ritenuto necessario al fine di non interrompere un servizio che ha ottenuto un notevole gradimento
da parte delle famiglie, nell'attesa che si concludano le procedure sia per la fruibilità della muova
struttura desfinata ad ospitare il Nido d'infanzia sia per l'individuazione di un operatore economico
a cui sarà affidata la gestione dell'attività, espletare le procedure per consentire il regolare avvio del
Servizio Innovafivo per la prima infanzia - Sezione Sperimentale per l'anno scolastico 2014 - 2015
nella struttura ubicata nella via Carducci;
Ritenuto altresì di poter stabilire che nel corso dell'anno scolastico 2 0 1 4 - 2 0 1 5 si potrà dare avvio
al Nido d'Infanzia, nel quale sarà ricompresa anche la Sezione Sperimentale, limitando per i l primo
anno di attività la frequenza alla fascia d'età compresa tra i 12 e i 36 mesi, con una ripartizione dei
posti di n. 20 circa per la fascia dai 18 ai 36 mesi e di n. 6 circa dai 12 ai 18 mesi;
Visto il Bando contenente i criteri e le modalità di presentazione delle domande di iscrizione alla
sezione sperimentale anno scolastico 2014 - 2015;
Rilevato che i l Bando contiene i criteri di attribuzione del punteggio per la formulazione della
graduatoria di ammissione dei bambini alla sezione sperimentale;
Considerato altresì necessario, per l'anno scolastico 2014 - 2015, stabilire delle quote di
contribuzione da parte degli utenti così come indicato dall'articolo 8 del Bando suddetto;
Visto lo Statuto Comunale;
Visto il Testo Unico sull'ordinamento delle leggi degli Enti Locali, Decreto Legislativo 18 agosto
2000, n. 267;
A d unanimità di voti, palesemente espressi
'
=
"
'•
DELIBERA
1. D i prendere atto della premessa narrafiva che far parte integrante e sostanziale del presente
atto.
2. D i approvare i l Bando contenente i criteri e le modalità di presentazione delle domande di
iscrizione alla sezione sperimentale anno scolastico 2 0 1 4 - 2 0 1 5 .
3. D i approvare le quote di contribuzione per l'ammissione al servizio sperimentale, nella
misura stabilita dall'articolo 8 del Bando in oggetto.
4. D i dare atto che a parità di punteggio costituiscono criteri di priorità:
^
a. Il minore da inserire è portatore di handicap
b. Il minore destinatario del servizio è identificato come assistibile sulla base della
relazione del Servizio Sociale in riferimento alle disposizioni di cui alla L.R. 23/2005
nonché tutti i casi
c. di affido familiare (con precedenza)
d. Il minore appartiene a un nucleo monogenitoriale
e. Il minore con entrambi i genitori lavoratori, tenuto conto della situazione ISEE.
5. D i demandare al Responsabile del Settore Servizi Sociali tutti gli atti conseguenti alla
presente deliberazione, compresa l'adozione degli atti che si rendono necessari per l'avvio
del Nido d'Infanzia, nel quale sarà ricompresa la Sezione Sperimentale, non appena la
struttura sarà dotata delle attrezzature necessarie allo svolgimento delle attività
indirizzandole prioritariamente, per i l primo anno, alla fascia d'età compresa tra i dodici e i
trentasei, nei limiti della disponibilità finanziaria assegnata.
C o n separata votazione unanime e concorde, e s p r e s s a In forma palese, di dichiarare la
presente deliberazione immediatamente eseguibile ai sensi dell'art 134 del d.lgs 267/2000.
Letto, approvato e sottoscritto.
IL SINDACO
IL SEGRETARIO C O M U N A L E
F.to Salvatore Mattana
.
F.to Lucia Tegas
ATTESTAZIONE Al SENSI DELL'ART.97 DEL T.U.E.L. P A R E R E DI CONFORMITÀ' A L L E LEGGI
STATUTO E REGOLAMENTI
Favorevole
IL SEGRETARIO C O M U N A L E
F.to L u c i a
Tegas
18/08/2014
CERTIFICATO DI PUBBLIC/^ZIONE
Si certifica che la presente deliberazione è stata pubblicata all'albo pretorio dal
0 8 SET. ?DU
per rimanervi giorni 15 consecutivi a norma deirart.124 deJ T.U.E.L. e contestuale comunicazione ai
capigruppo consiliari, ai sensi dell'art. 125 del T.U.E.L.
IL SEGRETARIO C O M U N A L E
•
conforrpe all' originale
COMUNALE
F.to Lucia Tegas
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
1 960 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content