close

Enter

Log in using OpenID

CISI j FOGGI@ - Cisl Foggia

embedDownload
RASSEGNA STAMPA CISL FOGGIA
18/06/2014
CISI FOGGI@
j
~
'\ UNIONE SINDACALE TERRITORIALE
"
"
a cura dell'Ufficio Informazione
Via Trento, 42 - Foggia
TeL 0881,724388 - 348.8543490 Fax 0881,771681
e-mail: [email protected]
www.cis1foggia.it
1
Copie ad esclusivo uso del destinatario
RASSEGNA STAMPA CISL FOGGIA
18/06/2014
Corriere del Mezzogiorno Mercoledì 18 Giugno 2014
•
la vittima Martino Marchesano stava effettuando delle riparazioni all'interno di un'azienda agricola
Apricena, morte bianca sul lavoro
--"--,..
~.
--qIi
Elettricista 38enne folgorato mentre sostituisce un fusibile
FOGGIA - Stava effettuando delle riparazioni ad un quadro elettrico
di un'azienda agricola quando è sta·to folgorato. Aveva 38 anni Martino
Marchesano, l'elettricista morto, ieri
mattina, nelle campagne di Apricena: l'ennesima morte bianca -in provincia di Foggia
Secondo la prima ricostruzione
dei carabinieri l'uomo, intorno alle
12.30, stava lavorando in una cabina
elettrica che. fornisce energia ad
un'azienda agricola che si trova lungo la provinciale 28, la strada per
San Marco in Lamis. L'elettricista,
che, lavorava in maniera autonoma,
stava cambiando dei fusibili quando, per cause ancora da accertare, è
stato colpito da una violenta scossa
elettrica. Sul posto, dopo l'allarme
dei titolari dell'azienda agricola, è
giunta una unità del 118: i medici però non hanno potuto far altro' che
constatare il decesso dell'uomo. Dopo qualche minuto sul luogo della
tragedia è giunta una squadra dei Vigili del fuoco del comando provinciale di Foggia A causa della violenta
scos'sa il quadro elettrico è andato a
fuoco: qualche difficoltà è stata ri- scontrata anche dagli stessi operato·
ri del 118 nel tentare di soccorrere
l'elettricista
L'uomo - stando_alle prime informazioni raccolte dagli inquirenti era stato chiamato per risolvere un
guasto al quadro ele'ttrjco provocato,
molto probahilmente, dal maltempo
che si è abbattuto negli ultimi giorni
anche in Capitanata Sull'accaduto la
procura di Foggia ha aperto una inchiesta I carabinieri, intanto, hrumo
stigatori, dunque, non solo le cause,
ma anche l'accertare Se la vittima
stesse lavorando seguendo tutte le
precauzioni previste dalla legge sui
luoghi di lavoro:
Certamente la vittima non era uno
sprovveduto o un elethicistaimprovvisato. Martino Marchesano lavorava in modo autonomo: aveva una ditta individuale specializzata in energie alternative. L'uomo effettuava an. che impiànti-.f0tovoltaici e di mini
eolico: un libero professionista con
diversi anni di esperienza alle spalle
e che, proprio per le sue conoscenze
nel campo, veniva chiamato per in:
terventi elettrici anche in grosse
aziende della provincia di Foggia Ecco perché nOl) si capisce, cosa possa
essere andato storto ieri mattina da
causare quella folgorazione che lo ha
ucciso.
,
Luca Pernice
OIl!Pll(lOt.QlOl-ffiIllWlVATA
l'incidente
Sul luogo dell'incidente
sono accorsi i vigili del
fuoco, e poi j
carabinieri' e gli
ispettori dello Spesal
(foto Cautilla)
sequestrato la cabina elettrica che nelle prossime ore - sarà all'attenzione degli investigatori per capire che
cosa abbia causato la scossa elettrica
che ha ucciso Marchesano. Al lavoro
anche gli ispettori dello Spesal, il SOl·
vizio di _sicurezza e prevenzione sW
luoghi di lavoro della regione Puglia
che hanno posto sotto. sequestro ano
che tutta l'attrezzatura utilizzat,
dall'elettricista Al vaglio degli inve-
2
Copie ad esclusivo uso del destinatario
RASSEGNA STAMPA CISL FOGGIA
18/06/2014
~,
o
lA GAZZE'ITADELMEZZOGIORNO
Mercoledì 18 giugno 2014
Gli inquirenti stanno
verificando cosa sia
successo nell'impresa
agricola della tragedia.
APRICENA
la tragedia
si è verificata
in un'azienda
agricola sulla
provinciale "28"
per S. Marco
•
ANTONIO D'AMICO
• APRICENA. Doveva essere un
intervento di normale rautine, si è
invece trasformato in una tragedia.
Stava sostituendo i fusibili in una
cabina elettrica, ma è morto fol~
gorato per una improvvisa scarica
che non ha lasciato scampo mettendo la parola fme alla sua vita.
Protagonista un giovane artigiano di
Apricena, il 37enne Martino Marchesana, titolare di una piccola impresa nel centro ai
piedi del Gargano.
Era stato chiamato
Wr'9 b' ',' MARTINO MARCHESANO AVEVA 37 ANNI. IERI SERA DOVEVA PARTIRE CON LA FAMIGLIA PER UNA GITA ALl'ESTERO ORGANIUATA DALLA PARROCCHIA
da
un'azienda
agricola del Grup-
po
Passalacqua
lungo la provinciale "28" (meglio co-
nosciuta come la
Pedegarganica)
che da Apricena
porta a all'incro-
Muore folgorato giovane elettricista
Stava lavorando in un'azienda
cio per San Marco
in Lamis sulla statale "272" per effettuare alcuni interventi di manutenzione all'interno
dell'impianto pare di prorietà
dell'impresa agricola.
Subito è scattato l'allarme e sul
posto sono giunti gli operatori del
"118": intervento inutile perché Marchesana è rimasto praticamente folgorato dalla scarica ad alta tensione
generata dall'impianto. Sul posto sono intervenute alcune squadre dei
vigili del fuoco di San Severo e dei
carabinieri della caserma di Apricena e dei colleghi di San Severo e
Foggia che, con l'aiuto dei presenti e
dei tiolari dell'azienda, hanno iniziato a ricostruire l'accaduto e soprattutto le cause dell'incdente che è
posiato la vita all'elettricista. Sul
posto anche gli ispettori dello Spesal
dell' Asl Foggia che collaboreranno
con i carabinieri, nell'accertare le
cause dell'incidente nell'inchiesta
aperta dalla Procura della repubblica di Foggia.
Marchesano era un giovane artigianato abbastanza conosciuto ad
Apricena, Titolare di una piccola
impresa con sede in via Principessa
Jose, si era specializzato in interventi nel settore eolico e delle rinnovabili, collaborando con le im·
prese produttrici di energia elettrica
che hanno investito nell'Alto tavo3
liere e nella zona di Apricena in
particolare, Sposato e padre di due
bambini, era conosciuto perché portatore della Madonna dell'Incoronata durante la festa patronale. Impegno che aveva mantenuto anche
nella recente edizione dei festeggiamenti.
Ieri era una giornata particolare
per il giovane Marchesana. Con la
famiglia doveva partecipare a un
viaggio a mALTA organizzato dalla
parrocchia. Un progetto c he aveva
coltivato da tempo e che si era
concretizzato negli ultimi tempi.
Uno svago necessario per trascorrere alcuni giorni con famiglia e
amici.
Non aveva fatto i conti con il
destino. E con una scarica partita
all'improvviso da una cabina elettrica.
Copie ad esclusivo uso del destinatario
RASSEGNA STAMPA CISL FOGGIA
18/06/2014
IA GAZZETIADELMEZZOGlORNO
Mercoledì 18 giug!1o 2014
Energia, alle imprese
bollette più leggere
Venerdì il prowedimento per il taglio dellO per cento
@II ROMA. Dalla «spalmatura» degli in·
centivi alle rinnovabili, alla riduzione degli
sconti applicati a Rete Ferroviaria Italiana,
passando per la semplificazione delle procedure per mettere in funzione ·piccoli imo
pianti verdi: è il pacchetto delle misure che il
Governo potrebbe portare
nel Cdm di venerdì per raggiungere l'obiettivo di un ta·
glio delie bollette per le Pmi
del 10%.
Ecco alcuni dei punti principali della bozza del cosiddetto «taglia bollette».
- STOP SCONTI A FS. TRANNE PER
SERVIZIO UNIVERSALE -: 11 "regime tariffario speciale" applicato a Rfi si applicherà
solo per i trasporti rientranti nel servizio
universale (convogli per pendolari in testa) e
viene fatto "divieto di traslare i maggiori
- ENERGIA CONSUMATA
E NON PRELEVATA -: dal
primo gennaio 2015, i cor-
>
rispettivi tariffari di trasmissione e di distribuzione dell'energia elettrica "sono determinati facendo esclusivo
riferimento al consumo di
energia dei clienti fmali". Allo stesso tempo, i "corrispettivi a copertura degli oneri
generali di sistema si applicano sull'elettricità consumata e non prelevata dalla rete".
- ONERI GSE A CARICO OPERATORI-: gli
oneri" sui prezzi praticati ai clienti. Finiscono anche gli sconti ai dipendenti delle
società elettriche attivi nel settore delle reti e
assunti prima del 1996. Si era parlato di
eliminazione degli 'sconti' anche a Vaticano e
San Marino ma nella bozza del 'taglia bollette'
non ce n'è traccia,
oneri sostenuti dal Gse per lo svolgimento
delle proprie attività collegate ai meccanismi
di incentivazione e sostegno
sono a carico "dei beneficiari
delle medesime attività". Allo.
stesso tempo sono cancellate
le spese di istruttoria che i Dagli incentivi alle rirmovabili,
beneficiari degli incentivi doalla riduzione degli sconti
vevano versare al Gse per
della rete ferroviaria
accedere alle tariffe agevo-
NEL MIRINO
late.
- INCENTIVI SPALMATI -: dal prossimo
primo gennaio per gli impianti fotovoltaici
sotto i 200 Kwh passa da 20 a 24 anni (in bozze
precedenti si pensava a 25 anni) la durata
degli incentivi, che vengono ridotti per tener
conto della maggior durata. I titolari degli
impianti però possono evitare la spalmatura
dell'incentivo a fronte di una riduzione pari al
10% a decorrere dal primo gennaio.
• MODELLO UNICO -:
Dal primo ottobre per "la
comunicazione per la realizzazione, connessione e
l'esercizio" dei piccoli impianti a fonti rinnovabili
basterà un "modello unico
approvato dal Ministero
dello sviluppo" che sostituisce i modelli eventualmente adottati dai comuni, dai gestori di
rete e dal Gse,
Il modulo, si legge nella bozza del «taglia
bollette», deve contenere «esclusivamente» i
dati anagrafici del richiedente, l'indirizzo
dell'immobile e la dichiarazione di essere in
possesso della dichiarazione fatta dal progettista.
4
Copie ad esclusivo uso del destinatario
RASSEGNA STAMPA CISL FOGGIA
18/06/2014
-"--,..
,.
~'-
Il Quotidiano
tJ
{Regione Puglia} Le organizzazioni sindacali confederali si rivolgono direttamente all'assessore al Lavoro
Avviati solo una decina di corsi: in ritardo gli assegni del Piano Straordinario per il Lavoro
presi gli operatori dei CTI, i-sin- mesi, inoccupati, donne, immidacati confederati sono costret- grati, ma anche lavoratori disati a registrare e segnalare "...un bili, con un intervento destinaeccessivo ritardo nell'avvio del- to a cittadini italiani e· comunile attiVità formative, con un irra- tari, nonché stranieri regolargionevole allungamento dei tem- . mente soggiornanti. n problema
pi nella erogazione del salno del è che fino a oggi sono stati avsostegno al reddito". Un brut- viati meno di ima decina di corsi
to colpo per le aspirazioIii' del- di·formazione che vedono coinla politica sociale azionata dal- volti appena centoquaranta la. la regione !argata Vendola, par- voratori.
tita con l'obiettivo primario di
Consid~rata la· gravità delincentivare l'aSsurizione a tem- la situazione, dunque, sono scepo indeterminato - da parte del- si in campo Cisl, egli e Uil che
le imprese operanti sul territo- . si sono rivolti con una lunga 'letrio remonale -···di soggetÙ svart- tera aperta'. direttamente all'astaggia~el mercato del lavoro,
sessore al lavoro Leo Caroli, riresi~enti in Puglia Un· discorso
tenendo ileéessario prima·di tutissai ampio c4e coinvolgeva an- to liquidare un secondo acconto,
. èhe le Pari Opportunità, andan- pari ad una mensilità, a tutti i la..do·a toccare le· aree di potenzia- voratori entro la fine del mese di
le discriminazione (origine etni- giugno. E subito dopo, però, proca., disabilità, genere, ·condizio- grammare la liquidazione del
ne. di disagio) rivolto a lavora- saldo delle terz.e mensilità a chi
tori disoccupati da almeno s.ei è stato avviato ad attività forma...
Antonio De Luigi
Stenta a seguire il percorso
avviato negli anni scorsi ,il Piano_straordinario per il lavoro in
favore degli ex fruitori degli a,s..
segni in dote occupazionale. Un
piano di grande ~ ambizioni atti-
vato nel9Qrso del 201. dalla Regione Puglia targata Vendola ed
Elena Gentile, -almeno inizialmente. Un piano, dicono oggi
sindacati e parti sociali, 'che aveva un significato importante per
tante lavoratrici e tanti lavora.:.
tori "in sofferenz'a" a causa del:la perdita del lavoro e; perciò,
una grande opportunità e l'unica vera azione di politica atti-
va per il lavoro degli ultimi aJJlÙ.
Purtroppo, a distanza di diversi
mesi, nonostante il lavoro fatto
da tutti i soggetti coinvolti COID-
tiva entro giugno di quest'anno;·
al fine di mettere·nella condizio-
ne !'Istituto Nazionale di Previdenza Sociale di erogare la prestazione entro il lO luglio, prevedendo l'utilizzo delle risorse
residue del sostegno al reddito,
in progetti mirati territoriali (un
progetto per ogni città capoluogo) che puntino, con la compar~
tecipazione dei comuni e del sistema· delle imprese; all'utilizzo di lavoratori ex fruitori degti assegni occupazionale. Ma i
sindacati a caroli hanno anche
richiesto di .... :attIvare la dote
occupazionale prevista n,el Piano 'mettendo a disposiqione tutte le risorse possibili al fine di
sostenere i progetti ·avviati". E
or.a non resta che attendere la
riposta dell'asséssore-sindacalista, magari per sepersi attorno
al più presto attorno a un tavolo comune .
•
5
Copie ad esclusivo uso del destinatario
RASSEGNA STAMPA CISL FOGGIA
18/06/2014
t,
~'.
Il Quotidiano
··tl
------_._._----- --
Il consigliere regionale Damone scrive all'assessore Giannini
"Contro la lentocrazia burocratica,
sbloccare immediatamente le opere aFoggia"
il consigliere regionale Fran~
cesco Damone ha inviato una lettera all'assessore ai lavori pubblici Giovanni Giannini con cui
chiede di interessarsi personal-
mente affinché si sblocchlno i
lavori per la realizzazione' del-
la tangenziale circumsanseverina e del raddoppio Foggia - San
Severo.
"Carissimo Assessore - scrive Damone - fimpegno da te profuso nel settore dei Lavori Pub-
blici non può, né deve essere va--nificato dalla 'lentocrazia bnro- .
eratica', che annulla gli sforzi
che la classe politica opera nei
confronti delle comunità regio--
nati. Mi riferisco alla tangenzia- 600mila eUl'O per la stesura del
le circumsanseverina già finan- pr~getto definitivo del raddopziata con 22milioni di euro che pionellaFbggia-San Severo, condeve solo esseJ;e appaltata. Non tinilo teatro di morti ed incidenconosco l'Ente che dovrà prore-. ti, ma sino ad oggi nulla è stato
dere all'affidamento dei lavori, 'operato affinché la progettaZioperò mi preme evidenziare con ne tecnica venga affrontata nel
forza che il 31 dicembre 2014 è il . più breve, tempo possibile.
termine ultimo entro cui avviare
Non ~gico, né civile e meno
almeno i lavori. I ritardi oltre alla che mai umano continuare a refunzionalità della nuova struttu- gistrare ritardi"in ordine alle
ra-sul piano della viabilità com- scelte politiche che i burocrati fiprime notevolmente la possibili- nisoono per -annullare.
tà di lavoro in un periodo di graCaro Assessore ti chiedo di
vissima carenza occupazionale.
interes$.arli personalmente delle
Oltre a questa opera ~ con- opere evidenziate e fornirmi una
tinua,il consigliere~. nell'ultimo risposta pubblica perché i cittabilancio si è prevista la somma di dini utenti 'possano apprezzare
la serietà e l'impegno come classe politica,
D'altra parte la burocrazia,
certa della retribuzione mensile
erogata a ciascuno di loro, lion
sempre si fa carico delle difficoltà di moltitudini di famiglie
di operai che in mancanzà anche di opere pubbliche, sono al
limite della sopraVvivenza. Oc-
corre quindi un Tuo iritervento
forte perché le cause dei ritardi
vengano immediatamente rimosse. Conosco il dinamiSmo e pragmatismo che contraddistingne il
Tuo impegno assessorile - conclude Damone ~ e sono certo che
a breve -fornirai, al sottoscritto
e all'intera comunità il risultato
del tuo intervento".
"
6
Copie ad esclusivo uso del destinatario
RASSEGNA STAMPA CISL FOGGIA
18/06/2014
lA =1Iì\DELMEZZOGIORNO
MerCQledl18 giugno 2014
EMERGENZA ESTATE
TASK FORCE ANTI-TRUFFE
~~'''i'''''''ru~,!'1=-''''''''''''=""",,,'''''''''''''''-=!
SINERGIA PRO-ANZIANI
l'OPERATIVITÀ DEI VOLONTARI
Questura, sindacati dei pensionati,
movimento dei consumatori e volontari
pronti a scendere in campo quest' estate
La crescita de «Gli Angeli»: un gruppo
costituito da donne che in due anni ha
i·
aperto tre sedi e salvato anziani dalla neve
~'.
ti
(<E.. $tate al sicuro)}, ovvero,
come evitare pericoli ed insidie di
«Nonni, siate scortesi
con gli sconosciuti»
li
cui spesso sono vittime gli anzia-
ni. E' il progetto organizzato
dall' associazione volontari di Protezione civile "Gli Angeli" in collaborazione con la'Polizia di Stato
e presentato a Palazzo Dogana.
13otto la lente i rischi, da quelli di
natura sanitaria come i classici
"colpi di calore", alle truffe di mal-
viventi che approfittano della solitudine degli anziani, più evidente nei periodi di vacanza.
Il questore Piernicola Silvis ha
ricordato come la stagione estiva
La polizia: «La migliore arma di difesa è la diffidenza»
sia più pesante per le fasce deboli,
non solo per l'afa, ma anche per le
sempre più ingegnose truffe architettate a danno degli anziani.
({A volte sembrano delle vere eproprie sceneggiate . ha spiegato il
questore -noi siamo presenti, non
. ci stanchiamo di elargire vademecum e consigli anche se le denunce
spesso sono :inferiori rispetto alle
truffe». li dirigente della squadra
mobile Giuseppe Annicchiarico
ha evidenziato che già da circa
dieci anni si è attenzionato il discorso truffa a danno degli anziani: ({Consigli che possiamo dare
alla popolazione ffiJ$iana? L'arma
vincente è essere scortesi e bruschi con coloro che fmgono della
strana gentilezza. Glianziani sono
portati ad essere accoglienti con
coloro che mostrano buona educazione, inrealtà si tratta di gente
che cerca di carpire la loro fiducia
per poi approfittarne. Ho unmamma anziana che vive in m'l'altra
città ed anche a lei dico sempre
cosa deve o non deve fare difronte
a situazioni poco chiare. Purtroppo oggi la· paura costringe a dif·
fidare di tutto e tutti, si vive in
solitudine, sappiamo poco eniente
del nostro vicino dicasa, un tempo
c'era un altro clima sociale».
A spiegare i meccanismi psicologici in cui si trova la persona
;
LA
CONFEREN.
ZA
Alcuni relatori
intervenuti
all'incontro a
Palazzo
Dogana
[Foto Maizzi)
di una certa età, lasciata troppo
sola, lo psicologo della questura,
Giovanni Ippolito: «Spesso gli anziani non raccontano di essere sta·
ti imbrogliati, perun senso di vergogna anche nei confronti dei loro
fIgli. D'altronde oggile truffe sono
"Oen organizzate, ci si inventa di
essere operatori nel campo sanitario o tecnrel del gas e dell'Enel. I
truffatori utilizzano a loro favore
il fattore tempo, mettono fretta a
talpìÌnto che la vittima è incapace
dì riflettere in maniera corretta.
C'è da dire che non solo gli anziani
cadono in queste trappole, ma anche i più giovanv). Al tavolo dei
relatori anche iI presidente del
Movimento Consumatori di Capi·
tanata, Bruno Maizzi con il commercialista Mario Marciello: ({Noi
consigliamo di contattarci per
qualsiasi dubbio -hanno affermato - facciamo da fùtro rispetto a
tante situazioni che fmiscono nel
calderone truffe. Molta gente non
denuncia per vergogna, fra i nostri associati tutte le fasce,d'età».
A rappresentare il mondo sindacale degli anziani, il segretario
dello Spi-Cgil Franco Persiano e il
segretario Cnl·Cisi Giuseppe Santelia. «li sindacato fa, ma può fare
dipiù- ha detto Santelia-. Ciò che
serve è fare rete, maggiori collegamenti con il territorio». Persiano ha aggilmto: «Uno dei mali dei
pensionati è la solitudine. Convegni con queste tematiche andrebbero proposti anche nei quartieri
periferici per capire meglio le esi·
genze dei tanti anziani che vi vivono». A dare voce al Forilln delle
famiglie, il vice presidente Ugo
,
Ferrantino: HNoi ci occupi~mo di
diversi settori, dalla salute alla
bioetica, dall'emigrazione alle famiglie separate. Non dimentichiamo che la prima rete sociale è la
famiglia, stiamo lavorando ad un
progetto a largo respiro che vede
al primo posto l'aiuto concreto
agli anziani, dall'accompagnarli a
fare la spesa al supporto psicologico». A chiudere l'incontro la
vicepresidente de "Gli Angeli",
Gioviana Tedeschi: ({La nostra associazione di volontari ha poco
più di due anni di vita, è nata nel
piccolo centro di Alberona, poi ab·
biamo aperto una sede a Motta
Montecorvino e quest'anno siamo
presenti anche a Lucera, centri in
cuBa gran parte della popolazione
è formata da anziani. L'associa·
zione, fondata essenzialmente da
donne, ha fatto passi da gigante in
pochissima tempo, convogliando
a sé risultati e traguardi, guadagnandosi la stima di tantt L'apertura della terza sede aLucerane è
la dimostrazione: l'inverno scorso, per le copiose nevicate, molti
anziani sono rimasti bloccati nelle
loro case: noi ci siamo occupati di
loro portando cibo a domicilio e
pagando le loro bollette».
Lmita Bruno
7
Non disidratarsi, bere molto
ma evitare zuccheri e caffè
In campo il «Centro antiveleni)) dei Riuniti
• Ecco alcune regole per combattere il gran caldo. A
spiegarle la responsabile del Centro Anti~Veleni del Policlinico "Riuniti", Anna Lepore, presente al convegno "E ...
State sicuri", «Noi siamo l'unico centro in Puglia, H24 - ha
ricordato la dotto Lepore ~ è importante prevenire il gran
caldo, non solo per gli anziani, ma anche per i bambini e
soggetti con problemi cardiocircolatori». Gli accorgimenti:
bere molta acqua durante la giornata, soprattutto gli anziani che perdono i meccanismi di adattamento al caldo,
non hanno più la capacità di sudare, né lo stimolo della
sete. il meccanismo della disidratazione si attiva silenziosamente ed ha come unico avviso la graduale diminuzione
della diuresi. Non bere liquidi che contengano alcool, caf. feina, né grandi quantità di bevande zuccherate che causano la perdita di più fluidi corporei. Non bere liquidi troppo freddi, Non uscire nelle ore più calde ed utilizzare un
cappellino, Tenere ben ventilata anche la casa, indossare
abiti leggeri e di colore chiaro, Altra fattore importante è
l'alimentazione, meglio consumare pasti leggeri, frutta e
verdura in abbondanza, perché apportano acqua, vitamine
e sali minerali. Consigliato uno spuntino pomeridiano a
base di frutta.
[Lor.Bru.]
Copie ad esclusivo uso del destinatario
RASSEGNA STAMPA CISL FOGGIA
18/06/2014
iii mtm:1) MERCOLEDì 18 GIUGNO 2014
ILCASO "
Avviato il cantiere in Asi
per il secondo casello,
partita la co ai subappalti
. SOCIET/l: AUTOSTRADE SPA HA INIZIATO I LAVORI, TRA I POSSIBILI FORNITORI CE IL CERIGNOLANO
MICHELE CIFALDI, STORICAMENTE VICINO Al PRESIDENTE DELL'ANCE BIANCOFIORE NUOVO
SODALE DI ZANASI, L'EX NUMERO UNO DEGLI INDUSTRIALI CHE PUNTA AGLI APPALTI DEI BENETTON
RANCESCO BELLIZZI
20 milioni di euro e 37mila
metri quadri in cantiere.
Questi due numeri danno
!'idea dell'importanza dell:ìnvestimento che -Società
Autostrade spa ha avviato
tramite la sua controllata
Pavimentai spa nella zona
''Non abbiamo vinto ancora cia che nelle ultime settimanulla. Abbiamo presentato ne ha affrontato un cartello
le nostre offerte per alçuni di associati che ne chiedevaappalti e ne aspettiamo no le dimissioni. Un lungo
l'esito". Il titolare della Be- braccio diferro nato daJ suo
tonClfaldi srl risponde così, attacco a Marco Insalata,
confermando la notizia del- del quale aveva·chiesto le dila candidatura ai lavori per il missioni per non aver deindustriale di Borgo Incorosecondo casello autostrada- nunciato il dirigente" ai lavonata. Parliamo del secondo
le; Ma non entra nel merito ri pubblici del comune Fercasello autostradale, prodelle offerte, "Ci occupiamo nando Biagini e il consiglie·
getto di cuisi parladallontadi forniture edili, è il nostro
re comunale Massimo Lac~
no2007 dicuioggièstato avlavoro, Spero che l'affida- cetti per la concussione
viato il cantìere.
mento dei subappalti avI.:opera è prevista proprio a
venga,a breve perché c'è bi- esercitata ai suoi danni.
ridosso della zona indu~
sogno di lavorare",
1: emergenza è rientrata da
strialefoggianaeverràcoUe_
Poi, l'imprenditore cerigno~ qualche gi~)l·no, Biancofiore
gata ad importanti artelie
lano smentisce 1'indiscre~
comelasuperstradaFoggiazione che lo vorrebbe tra i
Candela. Collegamenti di
sostenitori della raccolta fircui si dovr!;'!bbero occupare i
m."m,",p~d",n
me svolta nei giorni scorsi
progetti inseriti in Capita- .
_1lli<>_w,@tra
gli
associatI
Ance
per
nata 2020.
chiedere le dimissioni del
d.,,~dM>~
Una concreta fonte difinan-' .
~.. gi_ _<k>':
presidente Gerardo'Biancoziamentì per la nuova orbi... .!ls'*"~
tale che circonderà il capo-fiore, "Non è assolutamente
luogo dauno è rappresentavero, non ho firmatO. !lulla
ta dai 55 milioni di euro arriCredo chei contrasti sorti alvati a: Palazzo Dogana, di cui
l'interno degli Edili siano
10 sarebbero destinati acostati gonfiati dalla stampa; ci
finanziare l'investimento
sono semplicemente - due
per il secondo casello.
posizioni differenti che si
Se il cantiere in zona Asi è
sono confrontate'~ aggiunge
stato avviato da poco tempo,
minimizzando.
il sistema dei suqappalti per
Michele Cifaldi confenna
forniture, movimento terra
quindi la sua amicizia con
e operemurarie, è avviato da
Biancofiore, il numero uno
tempo.
dei costruttori qeUa provinTra gli impr~nditori della
provincia che pro babilm ente lavoreranno nell'indotto
c'è la Betoncifaldi srl del cerignolano Michele Cifaldi.
I.:imprenditore, componente del direttivo di Assindustria e specializzato in forniture per t'edilizia, è ritenuto
da s~mpre vicino al presi.dente degli edili della provincia, Gerardo Biancofiore, cerignolano come lui.
!
8
concluderà il suo mandato,
Il presidente dell'Ance ha
potuto contare in particola~
re sull'appoggio del collega
foggiano, Eliseo Zanasi. "Il
vero regista dell'attacco ad
Insalata", coslIo ha definito
due settimane fa su queste
colonne il costruttore SalvatoreDisilluso.
Zanasi, da presidente di As-"
sindustria e di Camera di
Commercio, si è particolar~
mente interessato al destino
del progetto del secondo casello autostradale, È stato
proprio lui ,con una conterenza stampa del 2007" ad
annunciare l'investimento
del Benetton, benedicendo~
lo. Un interesse dovuto""alla
rilevanza di questa infrastruttura per lo sviluppo
economico del territorio ma
non sol6". Dall'interno dell'associazione degli Industriali di via Valentini Vista
Franco arrivano da sempre
voci di un interesse di Zanasi peri subappalti che sarebbero nati dalI'apertura dei
lavori. Le strutture in ceménto armato sono il core
business di questo impren:
ditote che in zona Asi si è occupato della realizzazione
del grande impianto per la
trasformazione dei pomodori, AR, Zanasi è indicato
anche come uno dei principali subappaltatori di Tonino Sarni che con la Hnsud
srl ha amato il cantiere del
polo commerciale e produttivo aperto sui suoli dell'ex
zuccherificio Sfir.
La sua possibile presenza
nel sistema dei subappalti
del casello è una delle chiavi
·)di lettura possibili del suo
'sodalizio con Biancofiore.
Zanasi infatti è alla ricerca di
una nuova collocazione in
via Vista Franco Valentini,
adesso che i ponti con soci
stodci-come l' anualepresidente di Assindustria Pino
Di Carlo - sembrano essersi
interrotti irrimediabUmente. Una condizione di clifficoltà che starebbe cercando
di superare spostand? il ba~
dceotro. dei suoi mOVllnenu
via da Foggia in direzione
Cerignola.
'.
Biancofiore e gli imprendltori a lui vicini come t-.;Iìchele Cifaldi, sono per lui alleati
importanteperentrarenegU
affidamenti di Pavimental e
Società Autostrade.
Copie ad esclusivo uso del destinatario
RASSEGNA STAMPA CISL FOGGIA
18/06/2014
ID ~ MERCOLEDì 18 GIUGNO 2014
scrivè alla Corte dei Conti
"C'È STATO, FORSE, POCO CONTROLLO DA PARTE DELLA REGIONE PUGLIA
AGLI ANNUALI BILANCI. EPPURE QUELLO FOGGIANO PUÒ ESSERE DI SUPPORTO
E GUIDA PER GLI ALTRI ENTI DELLO STESSO TIPO OPERANTI NELLA REGIONE PUGLIA"
ANTONELLA SOCCIO
Il segretario territoriale della FUbi Adriano Lo Mele
scrive al Presidente della Sezione Regionale di Controllo della Corte dei Conti Raffaele Del Grosso perrappresentargli tutta la sua preoccupazione sullo stato di saIute del Consorzia per laEonifica della ·Capitanata,
assediato dai debiti. Già in
data 27 febbraio 20141a Filbi aveva invlato un lettera di
diffida al presidente del
Consorzio per la Bonifica
della Capitanata di Foggia,
ad in trapren dere l'iniziativa
mài!27.@2.1'U..
rllllii """"""'" iilmIiia*o
_:I........
di<WD<!!a
ai l!":lrem<!!....t ..
di applicare il Contratto di
Solidarietà. Nel contempo il
sindacato invitava la sezio-
ne Regionale di Controllo
della Corte dei Conti di Pu" .
glia, presieduta proprio da
Del Grosso, ad intervenire
nel suo ruolo istituzionale
per evitare che la situazione
econorriica-ed amministra~
tiva del Consorzio per laBo~
nifica della Capitanata di
Foggia precipiti. Nella nuo~
va missiva si legge: "Già da
molti anni, questa SegretariaTérritorialeho denuncia~
to la cattiva gestione amministrativa, per citarne qualcuna: ruoli non emessi di di-
glia. Sì sperava tanto nell' arrivo del nuovo assessore
all'agricoltura, ma Nardone, for$e' ha seguito la linea
tracciata da Stefano. Intanto
: il mese di. settembre è alle
!Il!sind"",at",
m~..,..:Ia
:la C ..ri.. d ... Co",ti
di li"I><$Wiia n<!!
mi..""....."..,
!!: <[email protected]
savanzi dell'irrìguo e sperpero di danaro, con un Piano Industriale costosissimo
e mai applicato. E con un
buco finanziario di oltre 30
milioni di euro, perfino riconosciuto nei giorni scorsi
dal Presidente Pietro Salcuni. Anche se qualche amministratore-ombra continua
a gridare che i mali economici del Consorzio sono da
addebitare ai Dirigenti e ai
Dipendenti, dimenticando
una propria autocritica e a
prendere il coraggio di' dimettersi". I dipendenti sindacalizzati sono fiduciosi e
aspettano un riscontro, da
>JIlÌ'Il.b~",
~",<!!i
",:ib'e 3@......un"'...
,di .._
ta, forse,-:poco controllo da '
parte élella tegiQne 'Pugl~"a .
agli annuali bilanci, beri
lungì n~l pensare' çld_~una:"
pressione da"parte delle as~
sociazione di categoria. Ep-
r
parte della Corte dei Conti.
Allo stesso tempo ricordano
al Presidente della Regione
Puglia, l'ono NickyVendola,
e all'assessore regionale Fabrizio Nardone che in molte
"Già da ana.:!,:Ia
lIi>~m.riaho
d ..",unciai:<> :la
.",.~ g ....t:!@....
~s~tiva':S
occasioni hanno sollecitato
un loro intervento fattivo
per dare una nuova linfa vi·
tale a questo Consorzio di
Bonifica, ftore all'occhiello
nazionale ed europeo. "Ed
invece solo silenzio~ scrivo~
no- anzi un silenzio assenso
alla cattiva gestione. C'è sta-
pure rivitaliziando il Con~
sorzi.o per la Bonifica di'Capitanata diFoggia può esse~
re di supporto e guida pergli
altri Consorzi di Bonifica
operanti nella regione Pu-
Si sperava tanto
nell'arrivo del
nuovo assessore
all'agricoltura ma
forse ha seguito la
linea di Stefano
9
porte e pe'! i 550 dipendenti
si annuncia un autunno
"ca1 dissimo". AllaI uce di tu t to questo siamo 'fiduciosi
nel pronto intervento del
Presidente Vendola,- che in
più occasiçlllihadimostrato
la piena disponibilità nei
confronti del Consorzio".
~IDEOl
Rinnovo
contratto
.
Confindustria Foggia
ha comunicato trami M
te una nota che lunedl
scorso è stato aperto
il tavolo di trattative
per-il rinnovo del conM
tratto integrativo pro~
vinciaJe del settore laM
pideo. Sarannocalendarizzati incontri tra j
rappresentanti datoriali e queUi deUe organizzazioni sindacali di
categoria (Feneal-UiI,
Filca-Cisl, FilIea-Cgll)
a partire da venerdl20
giugno pressolasede
dell'Associazione degli Industriali di Capitanata.
Copie ad esclusivo uso del destinatario
RASSEGNA STAMPA CISL FOGGIA
18/06/2014
COLPITI VIGNETI E FRUTTETI
CAMPI NEL FANGO
MALTEMPO
CAMPAGNE MARTORIATE
tVmRmrAITl=%t";=$!lil1"i1ltM'W~===rm
lA GAZZE'ITADELMEZZOGIORNO
Me"oledl18glugoo2014
Centinaia di ettari da Nord a Sud della
Nell'acqua anche le coltivazioni di
Capitanata immersi nel fango, ora si teme pomodoro appena trapiantate, i vigneti e
per la qualità del grano «slavato»
le coltivazioni orti cole, Allarme per i frutteti
Bomba d'acqua su grano epomodoro
,
Fermata le mietitrebbie nel pieno della raccolta, lo stop durerà almeno 4-5 giorni
• Non c'è pace per il raccolto 2014 del grano duro,
quello che ha già dovuto fare i
conti con le bizze del maltempo di maggio. La pioggia
che da tre giorni continua a
martoriare le coltivazioni nel
bel mezzo della raccolta, ri·
schia di mandare in fumo il
raccolto sull'intera piana del
Tavoliere. La {(bomba d'acqua» della notte scorsa ha
colpito i campi del Basso e
Alto Tavoliere, le foto che
pubblichiamo in queste pagine si riferiscono proprio al-
le campagne comprese fra
San Severo e Foggia.
«Gli acquazzoni che si sono
abbattuti nelle ultime ore sulla Capitanata - informa una
nota di Confagricoltura - han·
no flagellato le coltivazioni di
grano duro proprio nella fase
più importante della stagione,
quella della raccolta, I campi
sono inzuppati, centinaia di
ettari da Nord a Sud della
Capitanata sono stati "allettati" dalla forza del nubifragio che in alcuni casi potrebbe aver messo a rischio la
qualità del raccolto).
Con tutta la pioggia caduta
nelle ultime ore sulla Capitanata, quasi certamente gli
agricoltori non potranno risalire sulle mietitrebbie prima di 4-5 giorni sempre che le
condizioni meteo non riser·
vino altre sorprese nei prossimi giorni (una schiarita è
prevista soltanto dopo giove-
rAPPELLO LO ZUCCHERIFICIO CHIEDE ABBUONO 0110 EURO
dì).
Barbabietola in «saldo»
sos all'assessore Nardoni
«Gli uffici di Confagricoltura Foggia - rileva la nota sono impegnati in queste ore
a quantificare la portata del
problema che si estende
sull'intera provincia, ma con
particolare concentrazione
nella piana del Tavoliere ovvero quella maggiormente vocata alla produzione granaria»).
La raccolta era entrata nel
vivo nell'ultimo fine settima·
na, ma ora a causa di questa
perturbazione dovrà essere
fermata. Gli agricoltori incrociano le dita, l'effetto più
immediato della pioggia sugli
steli e i chicchi è che avremo
un grano "slavato" ma la qualità proteica delle produzioni
in genere non subisce alterazioni. Affogano nell'acqua
anche le coltivazioni di pomodoro, trapiantate da appena qualche settimana, come pure i vigneti e le coltivazioni orticole e i frutteti.
Laddove non si sia intervenuto con una copertura di
crittogamica potrebbero insorgere problemi di natura
funghina. Nelle prossime ore
il quadro effettivo dei danni
potrebbe essere meglio definito.
11 Copagri: «No all'aiuto accoppiato»
CAMPI AFFOGATI Una piantagione di pomodori nel fango. nella foto
sopra un appezzamento di grano «allettatm) nelle vicinanze di San Severo
10
• In una lettera inviata all'assessore regionale alle
Politiche agricole, Fabrizio Nardoni, il Copagri esprime la sua «disapprovazione) per l'aiuto accoppiato
(art.52) alla barbabietola da zucchero dopo il 2014 cosi
come previsto dalla nuova riforma della politica agricola. «Le ragioni sono numerose - spiega il presidente
provinciale, Luigi Inneo -la fme delle quote zucchero
nel 201612017, il mancato adeguamento del prezzo di
intervento dello zucchero da parte dell'Unione europea
e il calo del 40% del prezzo dello zucchero dal 2012 al
2014 impongono lll1a riflessione di cui la Regione deve
farsi portavoce al ministro dell'Agricoltura», Non
ultima, la «particolare situazione dello zuccherificio del
Molise, in concordato preventivo - annota il Copagri con l'amministratore dello zuccherificio che all'ultimo
incontro avvenuto con le associazioni bieticole ha
chiesto ed ottenuto lll1 abbuono di circa lO euro a
tonnellata sul prezzo delle bietole prodotte nella campagna 2014».
<~e società saccarifere, Nuovo zuccherificio del Molise e Eridania - Sadam . sottolinea il Copagri - hanno
dichiarato che a fronte di un continuo calo del prezzo
dello zucchero reagiranno portando il prezzo delle
barbabietole al minimo Cee, che ammonta a circa 29
euro a tonnellata, prezzo che porterebbe alla non
sostenibilità economica della coltivazione, assicurando
il proseguo dell'attività sfruttando soltanto il conto
lavorazione».
Copie ad esclusivo uso del destinatario
RASSEGNA STAMPA CISL FOGGIA
18/06/2014
lA f.ìAZZE1D\ DELMEZZOGIORNO
fASSESSORE GENTILE fASSESSORA REGIONALE INTERVIENE SUllA POLEMICA CON I COMITATI CHE VEDE NEL MIRINO VENDOtA
«Sul!'aeroporto Regione senza colpe
èil territorio che deve fare sistema»
• L'aeroporto Gino Lisa mi
sèmbra un totem da agitare
contro qualcuno, piuttosto che
un'opportunità di sviluppo
che il territorio dovrebbe saper cogliere. Così l'assessore
regionale alla Salute, Elena
Gentile, ha commentato ieri le
ultime vicende relative allo
scalo di viale Aviatori che met·
tono la Regione e il presidente
Vendola sempre più nel mirino dei comitati in difesa
dell'aeroporto, man mano che
si approssima la data del 30
giugno entro cui bisognerà utilizzare i 14 milioni di fondi
comunitari per l'allungamento della pista. La neoparlamentare europea, considerata
una vendoliana di ferro, non
ha mai preso posizione sull'aeroporto per questo ieri la sua
uscita è sembrata una difesa
d'ufficio della Regione e del
presidente Vendola che il 29
marzo scorso aveva pubblicamente definito i comitati come
"fanatici di facebook". L'ester-
REGIONE
NEL MIRINO
L'aeroporto
Gino Lisa: il
30 giugno
scadono i
finanziamenti
per la pista
nazione di Gentile sull'aeroporto - che ha espresso il suo
commento a margine dell'in·
contro tenuto ieri all' Asl sulla
medicina di genere (ne riferiamo nell'articolo di testa) non è sembrata, tuttavia, un
contrappunto legato alle vicende specifiche in cui è in-
cappato lo scalo (fondi Fas a
rischio e valutazione ambientale bloccata, per cui si chiede
alla Regione d'intervenire),
bensì una considerazione che
tiene conto del livello del dibattito oggi in Capitanata,
«Non si è capito che se questa
provincia non comincerà a fa-
re sistema, saranno sempre gli
altri a crescere», ha rilevato
l'assessore regionale. Proprio
sci Gino Lisa, infatti, sembrava che enti locali e associazioni delle imprese fossero riusciti a trovare un punto d'incontro da cui ripartire
per fare programmazione, ma
i "moti" per l'allungamento
della pista e Una maggiore
autonomia dello scalo nascono
nel 2011 (all'indomani della
chiusura dei voli della Darwin
Airline), ma sulle proteste non
si è coagulata una proposta
operativa in modo da smuovere l'iniziativa di Aeroporti
di Puglia, Ora c'è il piano
presentato dall'università Bocconi, su mandato della Camera
di commercio e dei Gal, che
stima dal 2016 un flusso di
traffico potenziale di 200mila
passeggeri l'anno a patto però
che il territorio riesca a confezionare una proposta operativa di attrazione dei turisti
stranieri.
11
fE7.illtili!x7iZ'H=nw.\zt\;r:mMrtmtttltrt!l!mllitElli"'WlUImEITit:=
le altre notizie
Mercoledì 18 giugno 2014
t
PROVINCIA DI VIA TELESFORO
Collocamento ((trasparente»
stamane la firma dell'accordo
iii Verrà firmato questa mattina alle ore 11 nella sala giunta della
,
Provincia in via Telesforo, un protocollo d'intesa fra i Centri per
!'impiego e le organizzazioni sindacali di categoria deilavoratori
agricoli e con le associazioni datoriali agriCOle per il collocamento
deilavoratori agricoli nei campi. Alla firma presenzietà l'assessore regionale alle Politiche giovanili, Trasparenza e Legalità, Gu·
glielmo MinervinL Scopo dell' accordo è favorire l'incrocio tra domanda e offerta di lavoro in agricoltura e di snellire la gestione
delle liste di prenotazioni, istituite dalla Regione Puglia per combattere illavoro nero nei campi e incentivare le assunzioni legali
dei braccianti.
CONFINDUSTRIA
Finanziamenti contro la crisi
domani convegno dell'Ance
ID "I fmanziamenti europei diretti ed indiretti per il settore delle
costruzioni2014/2020" è il tema del convegno promosso ed organizzato dall'Ance (associazione nazionale costruttori edili) e dal
ministero per lo Sviluppo Economico inprogramma domani con
inizio alle ore 9nella sala convegni di Confindustria, Tappafoggiana di una iniziativa nazionale itinerante di Ance per dare risposte alla crisi del comparto, il convegno sarà aperto da Gerardo
Biancofiore presidente Ance Foggia. Seguiranno, tra gli altri, le
relazioni a cura di Giulio Guarracino (Ance rapporti comunitari)
"I finanziamenti diretti ed indiretti" e diRomain Bocognani (Ance
AffariEconomici e Centro Studi) "La nuova programmazione europea 2014-2020: fondi strutturali e trasformazione urbana, PAC.
Copie ad esclusivo uso del destinatario
RASSEGNA STAMPA CISL FOGGIA
18/06/2014
lA GAZZE1lADELMEZZOGlORNO
Uomini e donne, cure non ugu~Ii
Via alla medicina di enere, a Fa
o tavolo sperimentale in PlJqIia
-
MASSIMO LEVANTACI
che questa iriiziativa spero con-
tribuisca ad attenuare».-
e Nonèla medìcinadelle donne, anche se il metodo di approccio sembra essere più sbilanciato verso l'al tra parte della
luna. Il tavolo tecnico di salute e
medicina di genere insediato ier}. all'Asl si propone di affrontare la patologia da due punti di
vista differenti. Quello, appunto, delle donne e quello degli
uomini. «Perché la malattia è
unica, ma il modo in cui essa
viene percepita può variare da
persona a persona ed è sicuramente differente fra donna e uomm), dice Teresa Prisco coordinatrice del tavolo tecnico. Si
comincia a settembre con un'attività di sensibilizzazione dei
medici di base e dei consultori,
previsti anche corsi di aggiornamento del personale medico e
screening su alcune tipiche malattie che si crede riguardino
solo gli uomini o viceversa: «Faremo lo screening del cancro
della ghiandola mammaria e indagheremo sull'osteoporosi da
cui si pensa vengano colpite soprattutto le donne».
La sperimentazione della medicina di genere è una sorta di
testamento politico che l'assessore regionale alla Salute, Elena
Gentile, che a fine mese lascerà
l'incarico dopo l'elezione al parlamento europeo. «Una sperimentazione - ha detto ieri - che
parte da Foggia e che seguirà
uno suo piano di attuazione anche attraverso l'adozione di protocolli terapeutici. Uomo e donna sono differenti anche dal
punto di vista dell'approccio clinico e diagnostico, il fatto che
fmora la scienza medica abbia
rivolto le sue sperimentazioni
solo sugli uomini è stata anche
questa una forma di discriminazione del genere femminile
Mercoledì 18 giugno 2014
La salute e medicina di genere nasce, infatti, nel'alveo del-
le pari opportunità attraverso il
Cug aziendale, ovvero il comi-
tato unico di garanzia per le pa-
•
ri opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e
contro le discriminazioni. ({Parliamo di un percorso cominciato nel 2008 su proposta proprio
dell'assessore Gentile - ha detto
Attilio Manfrini, direttore generale dell' Asl-e che grazie alle
linee guida di quella delibera
riusciamo oggi a proiettare sul
territorio quei processi di in·
clusione che riguardano tutth).
La medicina di genere diven-
ta oggi la nuova frontiera del
rapporto medic<rpaziente, un
rapporto però che non sarà fa-
SI PARTE A SETTEMBRE L'insediamento del tavolo
tecnico con l'assessora alla Salute Elena Gentile (terza
da sinistra), a fianco un ambulatorio (Maizzi)
OSPEDALI
, RIUNITI ORGANIZZATA DALLA SOCIETÀ ITALIANA DI MEDICINA DI EMERGENZA·URGENZA
E la settimana del Pronto soccorso
incontri con gli enti di volontariato
@AncheilProntosoccorsodegliOspedali
riuniti, diretto da Vito Procacci, ha aderito
all'iniziativa promossa dalla Società italiana di Medicina di emergenza-urgenza (Simeu), chefinoal22 giugno organizza in varie
regioni la Settimana nazionale del Pronto
Soccorso_ Medici e infermieri Simeu, in col*
laborazione con le associazioni dei pazienti,
le associazioni di volontariato (Croce Rossa
Italiana, associazione Volontari Ospedalieri, Pubblica assistenza Tur 27, Ordine di
Malta) e conle istituzioni locali organizzano
incontri,dimostrazionidimanovrediprìmo
soccorso e altre occasioni di confronto con la
popolazione, anche fuori dagli ospedali, in
luoghi inconsueti per l'emergenza.
.
Sono 24 milioni gli italiani che ogni anno
si rivolgono ai Pronto Soccorso degli ospedali: spesso, nel 25% dei casi si presentano
anche problemi di tipo sociale come i casi di
abuso sessuale, anziani malati e fragili, con
patologie complesse e condizioni economiche svantaggiate, tossicodipendenti, senza
dimora, stranieri irregolari. Perché si aspetta in Pronto Soccorso, a cosa è dovuto il
sovraffollamento, come funziona l'emergenza sanitaria, quale tipo di assistenza si trova
in pronto soccorso: a queste domande si
cercherà di dare una risposta alla cittadinanza, spiegando dinamiche e trasformazioni in atto nel mondo dell'emergenza-urgenza .
_._----~_._-_
..
OO.RR. L'ingresso del pronto soccorso
cile modificare da parte di quei
medici anziani formati sulla base di metodologie e pratiche che
non facevano distinzioni del genere umano. «A noi neofiti ricorda Luigi Pacilli, direttore
sanitario dell' Asl - certe differenze di genere sembravano
strane. Noi studiavamo la malattia, non i malati una semplificazione che oggi mal si addice
alla complessità sociale e alla
realtà clinica)}.
Oggi nel codice deontologico
entra la persona, finora l'attribuzione dei criteri maschili anche sulle donne è stato il presupposto di un'ingiustizia sociale che oggi si vuole rimuovere {(attraverso un percorso
culturale - dice Antonietta Colasanto, consigliera pari opportunita della Provincia - in cuila
donna ha dovuto adattare a sé
anche i farmaci regolarmente
sperimentatisulmaschioedunque testati in relazione anche
agli effetti collaterali da esso riscontratbì.
_-------~
12
Copie ad esclusivo uso del destinatario
RASSEGNA STAMPA CISL FOGGIA
18/06/2014
,
"
LA GAZZETTA
DEL MEZZOGIORNO
,;
@rM!j@ tI') ~I MI:ANALISI DELLA SITUAZIONE IN UN CONVEGNO, I FONDI MESSI ADISPOSIZIONE DALI:UNIONE EUROPEA
Disoccupati otto giovani su dieci
l drammatici dati di «Lavoro&welfare», le prospettive con il progetto «garanzia giovani»
ANNAMARIA VITULANO
•
MANFREDONIA. Ampia
partecipazione anche di giovani
all'incontro-seminario organizzato dalle associazioni «Dauniatur» e «Lavoro&welfare» sulla
misura europea «garanzia giovani», con cui l'Europa e gli stati
membri si prefiggono di offrire
ai ragazzi dai 15 ai 29 anni che
non studiano nè lavorano, una
opportunità di inserimento nel
percorso formativo o lavorativo,
nel periodo che va frno al 31
dicembre del 2015.
Nel suo saluto di apertura,
Giuseppe Quitadamo, referente
cìttadino dell'associazione «Lavoro&welfare» ha indicato il
contesto reale e drammatico nel
quale si inseriscono gli interventi e, in particolare, «il livello
record raggiunto dalla disoccupazione giovanile che, se nel
Paese è al 50%, nel nostro territorio riguarda quasi 1'80% dei
ragazzi», Silvio Cavicchia, sociologo e dirigente territoriale
di «Lavoro&welfare», ha illustrato i principali contenuti della cosiddetta «garanzia giovani»
e i settori di intervento sui quali
la regione Puglia ha distribuito
il fmanziamento complessivo di
questa misura pari a 120 milioni
di euro, destinati a tirocini formativi, servizio civile, formazione, bonus per assunzioni a
tempo indeterminato, «Sarà però determinante la risposta delle imprese e la capacità del territorio di rilanciare le proprie
azioni e potenzialità di svilupPO)} ha detto il relatore.
I giovani hanno evidenziato
l'importanza di una forte e ampia azione informativa e dell'incentivazione delle iniziative di
tirocinio finalizzate ad una assunzione stabile, Vimprenditore Antonello Scarlatella ha auspicato che il dinamismo dei
giovani possa esprimersi anche
con forme di autoimprenditorialità nei settori considerati
strategici del turismo e
dell'agroalimentare. Giuseppe
Frattarolo, rappresentante di
Dauniatur, ha esortato i giovani
a non adagiarsi o rassegnarsi a
condizioni di sottomissione e di
emarginazione e ricordato, come avvenuto per la loro esperienza, che da un percorso di
sostegno, quale è stato <<principi
attivi» in Puglia, si può giUngere ad un più coerente impiego
delle competenze professionali
acquisite e contribuire allo sviluppo del proprio territorio. Ulteriori informazioni su garanzia giovani si possono avere rivolgendosi al centro per l'impiego.
MANFREDONIA'
L'incontro~
seminario
organizzato
da due
associazioni
sipontine
13
Copie ad esclusivo uso del destinatario
RASSEGNA STAMPA CISL FOGGIA
18/06/2014
,
"
lA GAZZE'ID\ DELMEZZOGIORNO
Mercoledì 18 giugno 2014
'3 Bil @~ te fU t:ANNUNCIO DEL DIRETTORE DElLA ASL MANFRINI CHE HA OTTENUTO l'AUTORIZZAZIONE DALLA REGIONE PUGLIA
Ospeùale ({ Tatarella»
presto i concorsi per primari
Nel frattempo sono stati confermati i direttori prowisori dei reparti
ANTONIO TUFARIELlO
iii CERIGNOLA. La Asl Fg pro·
cederà a breve scadenza ad espletare i concorsi per la copertura
dei posti di direttore di struttura
complessa, in quei reparti del
«Tatarella» che già da tempo non
hanno un primario titolare. La
notizia viene dal direttore gene·
rale Attilio Manfrini che ieri ha
affermato di aver ottenuto le de·
roghe dalla Regione Puglia dove
si è recato, assieme agli altri ma·
nager della sanità pugliese, per la
ridefinizione delle piante organiche, Nelle more la Asl ha pro-
ceduto alla riconferma degli at·
tuali facenti funzione (Alessandro Scelzì in Radiologia, Luigi
Ratclif in Pediatria, Francesco
Ventrella in Medicina e Angelo
Specchio in Nefrologia) nomi·
nando invece per la Ostetricia e
Ginecologia, Gemma Corrado
che da circa dieci anni si occupa
assieme alla collega Moscarella
del Servizio di Colpocitologia.
Nei giorni scorsi la Asl aveva
già adottato la delibera che è stata
poi ritirata per un vizio diforma e
saràriproposta a breve riveduta e
corretta. In un primo momento
era sembrato che queste nomine
fossero ispirate dall'obbligo della
rotazione impartito della Corte
dei Conti per i reparti senza ti·
tolare. Pare invece· e ieri lo ha
sostenuto lo stesso Manfrini -che
la rotazione non sia prevista dal
contratto di lavoro e che quindi le
nomine a tempo siano ispirate
dall'assegnazione di incarichi a
tempo (semestrali) previa valutazione dei curricula, con verifica al termine del semestre ed
eventuale nomina di altri dirigenti medici cosiddetH' strutturati, cioè a tempo indeterminato.
La nomina della dottoressa
Corrado ha provocato qualche
malumore tra alcuni dei colleghi,
al punto che lunedì si vociferava
di ricorsi alla disposizione della
Asl. Estraneo alla contesa, almeno in prima battuta, Antonio
Giannatempo che, in quanto sindaco di Cerignola, è incompatibile con l'incarico di primario.
Resta da vedere quale scelta fa·
rebbe se l'anticipo di tre mesi della rimozione della incompatibilità, gli valesse l'incarico di primario. Ad ogni modo il via libera
alle deroghe regionali al blocco
dei concorsi dovrebbe dunque
portare diversi reparti del «Ta·
tarella» fuori da una situazione di
storica precarietà. La logica dei
"facenti funzioni", che tuttavia
non ha influito sulla funzionalità
se non in termini numerici, fin
qui ha prevalso rispetto alla normativa, sicuramente di grado superiore rispetto all'emergenza ed
ai blocchi regionali, che impone
l'espletamento dei concorsi per
ricoprire incarichi dirigenziali,
sempre che se ne abbiano i titoli
per parteciparvi.
14
Copie ad esclusivo uso del destinatario
RASSEGNA STAMPA CISL FOGGIA
18/06/2014
"
lA GAZZETlADELMEZZOGIORNO
Mercoledì 18 giugno 2014
'a im
l+~ 4';N; il
Dl
f14U.) MCHIESTO rlNTERVENTO DI SINDACO, PREFETTO EISPETTORATO DEL lAVORO
«Pàgati per lavorare 3ore al giorno
ma impiegati per molto più tempo»
l.:Ugl contro la ditta che si occupa della raccolta «porta a porta»
GENNARO MISSIATO LUPO
e MARGHERITA DI SAVOIA. UUgl
(unione generale del lavoro) torna ad
accendere i riflettori sul sul servizio di
raccolta differenziata dei rifiuti «porta a
porta» che sarebbe svolto in maniera non
corretta· a dire del sindacato" dalla ditta
{(Ecologica pugliese srh> che ha l'appalto
su tutto il territorio d Margherita di
Savoia. «In questi mesi nel cantiere di
Margherita di Savoia è successo di tutto e
di più, la questione dei dipendenti della
J .
"Ecologica pugliese" diventa ogni giorno
sempre più pesante ed insostenibile»
scrivono il responsabile territoriale Ugl
Nicola di Feo; i responsabili della Rsu
Vito Dambra, Giuseppe Mastrapasqua e
Cosimo Damiano Gambarrota. La nota è
stata inviata al responsabile organizzativo della ditta Roberto De Paolis, al
sindaco Paolo Marrano; al direttore di
cantiere della «Ecologica pugliese» franco Derrico; a varie organizzazioni sindacali, oltre che al prefetto della Pro-
Netturbini al lavoro
vincia Bat ed all'ispettorato del lavoro di
Foggia.
AI sindacati chiedono di conoscere «i
titoli del direttore tecnico ed amministrativo dell'azienda e quali siano i progetti rispetto al capitolato d'appalto e
soprattutto, ai lavoratori dipendenti», Il
sindacato lamenta che sono aumentate le
incombenze in una situazione confusionaria. «Non solo si verifica che i mezzi
vengono guidati da personale senza l'idonea patente abilitativa» dice l'Dgl «ma il
personale assunto con contratto di
due/tre ore giornaliere, viene impegnato
per molte ore in più», Il sindacato lamenta inoltre la presunta emarginazione
di coordinatori «che non possono essere
messi da parte senza che si dia una giusta
regolamentazione, sia in termini di sostituzione sia in termini di qualifiche».
Quanto all'elezione della rappresentanza sindacale, L'Dgl sostiene che «c'è stata alcuna contestazione sia all'attivazione della
procedura per la elezione che
all'insediamento della stessa, per
cui restano in carica perché regolarmente eletti Vito Dambra,
Giuseppe Mastrapasqua e Cosimo
Damiano Gambarrota (quest'ultimo in sostituzione del defunto
Antonio Dipaola)). «Visto che non
vi è volontà di osservare quanto
disposto e previsto dalla legge
300/70, invitiamo sindaco, prefetto
e ispettorato del lavoro» scrivono i
sindacati «a prendere atto di quanto
accade addebitando tutte le responsabilità, siano esse civili e/o penali, a chi
continua a trasgredire la legge». L'Dgl
invita invita infine il responsabile organizzativo della ditta «Ecologica pugliese» «a disporre un incontro urgente
con il sindaco e i rappresentanti della Rsu
per dare le dovute comunicazioni su
quanto si sta verificando all'interno del
cantiere e fornire i necessari chiarimenti»,
15
Copie ad esclusivo uso del destinatario
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
2 063 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content