close

Enter

Log in using OpenID

Attività ISCAPI 2008 - Istituto Calabrese di Politiche Internazionali

embedDownload
PIANO ATTIVITÀ 2008
A CURA DELLA DOTT.SSA ANNA INFANTE
UFFICIO STAMPA ISCAPI
1
2
Sommario
1.
Presentazione ............................................................................................................................. 4
FORMAZIONE
1. Corso di Lingua Spagnola e Cultura Rioplatense per italiani a Viedma, Patagonia Argentina ............................................................................................................................................ 9
2. Master in Europrogettazione e Cooperazione Internazionale II ed................................. 11
3. Programma Pitagora Mundus ............................................................................................... 13
4. Corsi di Lingua italiana per stranieri ................................................................................... 14
5. Corso di Lingua Inglese in modalità full immersion ......................................................... 17
6. Attività formative in corso di opera ..................................................................................... 18
RELAZIONI INTERNAZIONALI
1. Incontro Pitagora Mundus presso l’Ambasciata del Messico a Roma ............................ 23
2. Tokyo - Giappone.................................................................................................................... 24
3. Rapporti con il Comitato Permanente per il Partenariato Euromediterraneo dei Poteri
Locali e Regionali - COPPEM ....................................................................................................... 25
4. Visita in Argentina .................................................................................................................. 26
5. Visita Ambasciatori del Mesoamerica in Calabria ............................................................. 29
6. Delegazione municipale di El Bolson (Agrentina) in Calabria ......................................... 35
7. Visita dell’Ambasciatore del Perù ........................................................................................ 36
8. Delegazione Argentina in visita in Calabria ....................................................................... 39
1.
2.
3.
4.
5.
EVENTI
Evento Nazionale Erasmus .................................................................................................... 44
Educazione alla Pace. Cooperazione e dialogo per uno sviluppo globale ..................... 46
Presentazione libro “Fratelli Separati” del Min. Plen. Maurizio Serra............................ 50
Giornata Mondiale delle Nazioni Unite e dell’Informazione sullo sviluppo................. 52
Partecipazione al IX Summit dei Premi Nobel per la Pace ............................................... 57
3
1. Presentazione
I
l seguente documento è stato realizzato al fine di presentare le attività di lavoro svolte
nell’anno 2008 ed è diviso in due macroaree: Formazione e Relazioni Internazionali.
Per la prima area l’ISCaPI ha offerto un ventaglio di offerte mirate alla formazione nel settore
della cooperazione e progettazione nonché allo studio delle lingue.
Si comunica altresì che dal mese di Novembre l’Istituto è centro accreditato per la formazione
presso la Regione Calabria.
Ottimi anche i risultati ottenuti nell’ambito dei Rapporti Internazionali che, in tre anni di
attività, ha visto la struttura partecipare a rapporti di lavoro con 20 Paesi nel mondo e con più di 50
organismi (tra enti pubblici e privati) dislocati all’estero.
La rete creata dall’ISCaPI offre oggi numerose opportunità, così da un punto di vista culturale
come da un punto di vista economico.
In particolare la rete cui l’ISCaPI fa riferimento ha dimostrato di essere in grado di:
orientare gli investimenti sul territorio da parte degli imprenditori esteri, fornendo
dettagliati rapporti di rischio e opportunità d’investimento;
mettere in contatto gli investitori con le camere di commercio, gli enti di formazione e gli
enti pubblici afferenti il territorio estero di riferimento;
creare pacchetti orientati alla formazione – lavoro capaci di creare una classe dirigente per
l’avviamento imprenditoriale sul territorio attraverso il coinvolgimento di capitale umano
locale;
creare pacchetti formativi orientati al “succession planning” per tutti gli imprenditori che
hanno già rapporti avviati con l’Italia e intendono garantire la continuità aziendale di tali
contatti;
Alla cooperazione di tipo “hub and spoke” appena descritta, che ha in ISCaPI il suo centro di
propulsione e sviluppo, bisogna aggiungere la cooperazione “orizzontale” tra i punti della rete,
possibilità che aumenta a dismisura le opportunità di lavoro che un sistema come quello creato
dall’Istituto garantisce.
4
5
6
F
7
ormazione
8
1. Corso di Lingua Spagnola e Cultura Rioplatense per italiani a Viedma, Patagonia Argentina
Gennaio 2008/Febbario 2008
A partecipare alla prima classe di lingua spagnola in modalità full immersion a Viedma – in
seguito all’accordo stipulato tra ISCaPI, il Comune di Santa Severina, il Comune di Viedma
(Argentina, Patagonia) e il Consolato Generale d’Italia a Bahia
Blanca - sono stati 4 partecipanti di cui il responsabile Network
Administrator dell’ISCaPI Anna Infante, anche in qualità di
capo gruppo, il responsabile dell’ufficio turismo del Comune di
Isola Capo Rizzuto Domenico Mercurio, una studentessa di
Santa Severina Anastasia Tigano e una studentessa romana
Chiara Sbocchia.
Struttura del Corso
Il corso - di una durata di 42 ore - è stato organizzato
dall’Associazione Calabrese Nord Patagonia ed è stato così
strutturato: ogni mattina gli studenti seguivano il corso di
grammatica tenuto dalla prof.ssa Carmela Tursi, anche presidente
della medesima associazione, presso il Centro Culturale del
Comune di Viedma ; presso la stessa sede ogni giorno si
svolgevano anche le lezioni di folklore e due volte a settimana, di
pomeriggio, di tango.
Ogni venerdì pomeriggio, invece, si svolgevano i seminari
introduttivi alla cultura argentina.
Al termine del corso è stato rilasciato un attestato di
partecipazione dal Centro Universitario Regional Zona Atlantica
“Universidad Nacional del Comahue” e dalla Municipalidad de
Viedma.
Con il sindaco di Viedma
I Seminari
Argentina: Identidad, medios de comunicaciòn y publicidad – tenuto dal Dott. Facundo Trillo,
Direttore dell’omonima Agenzia di Pubblicità – inerente l’ idiosincrasia del popolo argentino, i
cambiamenti della propria identità attraverso l’immagine pubblicitaria, usi e costumi utili al
concetto creativo;
Los primeros habitantes de la Patagonia – tenuto dal Presidente della Fondazione Ameghino,
Dott. Rodolfo Megìn Casamiquela – relativo alle popolazioni indigene della Regione della
9
Patagonia, i movimenti migratori, le caratteristiche delle diverse etnie e l’organizzazione
sociale e economica;
Historia Regional de la Comarca Viedma – Patagones – tenuto dal Direttore del Museo Historico
Regional Emma Nozzi de Carmen de Patagones prof. Jorge Bustos - con relativa visita la Museo di
cui prima, l’incontro è stato utile per comprendere i cambiamenti dovuti nella regione in seguito
all’arrivo “dell’uomo bianco”e la cultura del colonizzatore, le interrelazioni sociali e economiche
tra bianchi e aborigeni, nonché conoscere la Gesta del 7 de Marzo e la battaglia del Cerro de la
Caballada.
Attività extra curriculari
Nel pomeriggio i corsisti sono stati sempre
affiancati, a persona, da un componente dell’Associazione
ospitante cos’ da proseguire l’apprendimento e l’uso della
lingua.
Ogni fine settimana il gruppo ha avuto la possibilità
di conoscere alcuni dei posti piu’ turistici della zona,
visitando località di mare quali El Condor, La Loberia –
ossia la riserva di leoni marini - Las Grutas, qui è stata
completamente ospite della
municipalità e Bariloche,
cittadina situata ai piedi delle Ande.
Altra importante visita è stato il giro organizzato
dall’Assessorato alle attività produttive del Comune di Viedma
presso alcune delle più importanti Cachre ( aziende agricole) del
circondario.
Altresì ai corsisti è stato insegnato come preparare il
Mate, bevanda tipica argentina a base di Yerba, e la Asado,
tipico piatto argentino fatto di carne di manzo cucinata alla
brace.
10
2. Master in Europrogettazione e Cooperazione Internazionale II ed.
Marzo/ Giugno 2008
Coordinatore Scientifico Prof. Msssimo Fragola – Facoltà Scienze Politiche Università della Calabria
L’idea progettuale è nata dall’esigenza di supportare lo sviluppo della Regione Calabria
nel suo processo di europeizzazione ed internazionalizzazione.
Il master è volto allo sviluppo nei discenti di una conoscenza nel campo dello sviluppo e
della rivalutazione territoriale sia in ambito locale sia in ambito internazionale. Si punterà alla
formazione di esperti in grado di sviluppare e mettere in pratica le possibilità che l’UE offre
per fare della Regione Calabria un punto focale dello sviluppo nell’area mediterranea. A tal
fine il master propone una disamina delle politiche locali, comunitarie ed internazionali che
hanno come obiettivo generale lo sviluppo.
In una prima fase, il corso ha coperto l'intero campo di attività delle politiche
comunitarie dell'Unione Europea, nonché il rapporto tra l'ordinamento comunitario e
l'ordinamento italiano, onde porre le basi per lo studio dell’azione UE in Calabria. Questa
sezione del corso ha proposto uno studio finalizzato all’acquisizione del ”know how” per la
futura gestione e il coordinamento di processi di sviluppo locale, all’interno di
amministrazioni pubbliche, di associazioni, di organizzazioni private, imprese, consorzi: un
ciclo di lezioni finalizzato all’approfondimento degli strumenti operativi di progettazione,
finanziamento e gestione delle strutture economiche e sociali locali.
La seconda fase del corso è stata finalizzata all’acquisizione delle conoscenze di base del
sistema internazionale, dalle politiche portate avanti nei fora multilaterali, allo studio delle
situazioni geo-politiche specifiche nelle aree dei paesi in via di sviluppo e alla conseguente
applicazione delle conoscenze acquisite nei moduli precedenti per lo sviluppo di progetti che
abbiano come obiettivo la cooperazione sul campo. A tal fine è stato previsto uno studio
specifico della geopolitica dei luoghi maggiormente interessati dalle politiche di sviluppo,
nonché il contributo di tecnici ed esperti del settore provenienti dalle istituzioni europee, dalle
Organizzazioni internazionali e dalle ONG maggiormente coinvolte nell’azione. Un modulo
specifico è stato riservato al sistema di protezione dei Diritti Umani, onde includere tale
aspetto nell’ottica della cooperazione.
11
Il corso ha avuto una durata di 520 ore complessive di studio tra didattica frontale e in
modalità e-learning. A questo monte ore si deve aggiungere uno studio personale pari a circa
300 ore per un totale di 820 ore.
Alla fine del corso i corsisti hanno svolto 3 mesi di stage e tirocinio - in Italia e all’estero presso strutture diplomatiche, ministeriali o regionali, ONG, aziende convenzionate quali: il
Parlamento Europeo, la FAO, l’UNICEF, il Comune di Vaughan (Canada), la Regione
Calabria, l’APROCOM, il CPS, l’ Associazione Soomalya Onlus, l’International Development
Organization, il Comune di Genova e altri.
Inoltre, il Consorzio ECSA GEIE (European Centre for Space Applications) si è
impegnato ad offrire un contratto di lavoro per almeno 8 dei migliori partecipanti al termine
del loro percorso formativo. L’ ECSA (European Centre for Space Applications) Gruppo
Europeo di Interesse Economico (GEIE) - con sede a Busto Arsizio (Va) e Benevento – è un
consorzio che si occupa di tecnologie aerospaziali e, in particolare, di attività di valutazione
delle scelte scientifiche e tecnologiche di società, associazioni, fondazioni ed enti in genere
(c.d. technology assessment); formazione e consulenza per i management e per l’impresa;
attività editoriale e promozionale; attività internazionali nell’ambito della cooperazione allo
sviluppo, ricerca e sviluppo delle azioni possibili e opportune presso istituzioni nazionali ed
internazionali per partecipare all’esecuzione di progetti dove siano previste agevolazioni e
finanziamenti da parte dell’Italia e di altre nazioni partecipanti, della UE e dell’ESA
(European Space Agency).
12
3. Programma Pitagora Mundus
Nell’ambito delle attività di formazione, l’Istituto Superiore
Calabrese di Politiche Internazionali ha dato vita al Programma
Pitagora Mundus, che intende concorrere alla creazione di una
rete del sapere che approfondisca tematiche legate al
rinnovamento del comune sentire verso la promozione di
un’armonia fra le genti.
In tal senso, il Programma Pitagora Mundus prevede la
creazione di 10 Scuole della Sapienza aperte alle migliori
competenze per approfondire e promuovere lo studio delle dinamiche scientifiche e socio
politiche attuali, attraverso momenti di recupero e diffusione della cultura magno-greca,
italiana ed euro-mediterranea.
Il fine ultimo è, dunque, quello di creare in Calabria centri di eccellenza volti allo
studio di alcuni aspetti particolari della cultura moderna che si avvarranno del contributo
delle migliori docenze internazionali e di una selezione di studenti, scelta con criterio
meritocratico, tra i migliori giovani laureati dei Paesi partner.
In particolare, in ciascuna Scuola della Sapienza è attivato un corso di lingua
straniera ed un corso di lingua italiana per stranieri.
Ad oggi, sono state attivate all’interno del Programma Pitagora Mundus, tre Scuole
della Sapienza che sono dislocate nei Comuni di Cosenza, Fuscaldo e Santa Severina.
13
4. Corsi di Lingua italiana per stranieri
Maggio/ Settembre 2008
I corsi di lingua italiana erogati da ISCaPI sono strutturati in modalità full
immersion, un metodo innovativo che permette lo sviluppo delle capacità comunicative
senza trascurare la riflessione sulle strutture grammaticali
In particolare, i corsi sono articolati in 3 livelli – secondo le direttive del Quadro
Comune Europeo di Riferimento per le lingue del Consiglio d’Europa – Corso Elementare
(Livello QCER – A1/A2), Corso Intermedio (Livelo QCER - B1/B2), Corso Avanzato
(Livello QCER – C1/C2) .
Altresì, l’ISCaPI è convenzionato con il Centro per la Valutazione e la Certificazione
Linguistica dell’Università per Stranieri di Perugia per l’erogazione della Certificazione
CELI - per l’italiano generale - e CIC - per l’italiano commerciale.
I nostri corsi, inoltre, affiancano alla didattica d’aula anche 12 ore di Percorsi
culturali tesi alla comprensione della storia e delle tradizioni del
Borgo ospitante e delle sue genti.
Percorso Rosso – Corso di Eno-gastronomia mediterranea
Percorso finalizzato all’apprendimento teorico- pratico dei
principi di base della dieta mediterranea come la pasta, gli umidi, il
pane e la pizza; esso terminerà con l’organizzazione di una cena
di quanto preparato.
Il corso è organizzato in collaborazione con la Coldiretti
Calabria che ne garantisce sia la qualità della didattica sia la
qualità dei prodotti utilizzati.
Percorso Giallo – Corso di Artigianato e Mestieri nel Borgo
Corso a carattere pratico tenuto dai Mastri artigiani locali ed in
collaborazione con la Confartigianato. Durante le lezioni ogni
studente realizzerà la propria opera e potrà conservarla come ricordo
di questa esperienza.
14
Percorso Blu – Corso di Arti visive
Durante le lezioni ogni studente realizzerà la propria opera e potrà conservarla come
ricordo di questa esperienza. Si prevedono anche visite presso i Musei e Gallerie d’Arte della zona
e analisi della storia cinematografica e delle esperienze sperimentali del territorio.
Percorso Verde – Corso di sviluppo territoriale sostenibile
Corso a carattere prevalentemente naturalistico e culturale organizzato in collaborazione
con UNESCO Calabria. Sono previste varie escursioni nei parchi della Sila con la guida di tutor
esperti.
Percorso Speciale – Eventi nel Borgo
Percorso dedicato alla conoscenza delle tradizioni del Borgo della sapienza attraverso gli
eventi e le manifestazioni che si svolgeranno nel territorio durante il periodo di permanenza
Per l’anno 2008 hanno partecipato ai corsi di lingua italiana
presso la Scuola di Santa Severina 108 studenti, presso la
Scuola di Fuscaldo 80 studenti mentre nella Scuola di
Cosenza – inaugurata nel mese di novembre 2008 – circa 20
studenti, provenienti dall’Argentina, dal Guatemala, dalla
Colombia, dal Perù, dall’Honduras, dal Venezuela, dalla
Cina, dal Canada, dal Marocco, dall’Ucraina, dalla Tunisia,
dall’Algeria, dall’Egitto, dal Montenegro, da Israele, dalla
Bulgaria, dalla Romania, dalla Moldavia,
Oltre ai partecipanti del Programma Pitagora Mundus, la Scuola della Sapienza di Fuscaldo
ha ospitato, dal 15 all’ 30 luglio 2008, un gruppo di 38 giovani provenienti dalla Germania, Francia,
Spagna, Grecia, Moldavia, Macedonia, Romania, Slovenia, Polonia, Repubblica Ceca, Inghilterra,
Serbia, Slovacchia, Estonia, Russia, e i Paesi Bassi, in occasione dell’evento europeo “Dancing
through Calabria” – Summer University promossa dall’associazione internazionale denominata,
“ASSOCIATION DES ETATS GENERAUX DES ETUDIANTS DE L’EUROPE” (AEGEE) e organizzata dalla
sede di AEGEE Cosenza.
L’evento itinerante “Dancing through Calabria” – Summer University è nato al fine di promuovere
l’integrazione europea e di far conoscere la cultura e il territorio calabrese.
L’evento è stato organizzato in lezioni di lingua italiana presso la Scuola della Sapienza di
Fuscaldo e in attività turistiche-culturali presso il centro storico di Cosenza, i Comuni di Fuscaldo,
Paola, Diamante, San Lucido, Gizzeria, e Tropea.
15
Intervista ai ragazzi
Maria 20 anni , Viedma
Santa Severina mi è piaciuta molto, le persone sono molto
accoglienti. Ora riesco ad esprimersi in italiano e riesco anche a
comprendere le persone del luogo. Mi piacerebbe molto ritornare
in questa bella cittadina dai paesaggi incantevoli.
Inna 21 anni , Kiev
Mi piace parlare con la gente in italiano, soprattutto con i nostri
baddy che sono sempre tanto gentili e disponibili con noi
studenti. È stata un esperienza molto bella e costruttiva e
soprattutto ho apprezzato la buona cucina italiana e in particolare
modo la pizza. Porterò sempre nel mio cuore il cielo e il mare
della Calabria. Adesso finalmente ho la possibilità di comunicare
con le persone di questo bellissimo paese. Mi piacerebbe tanto tornare.
Alessandro 20 anni, Bogotà
L’Italia mi è piaciuta tanto, è stata un’esperienza certamente positiva, e per questo motivo
che tornerei volentieri in Calabria anche da turista.
16
5. Corso di Lingua Inglese in modalità full immersion
In collaborazione con la camera di commercio italiana I/ACT of the New England e il Centro Linguistico
d’Ateneo dell’Università della Calabria.
Maggio/settembre 2008
L’obiettivo principale del corso è stato quello di fornire una buona preparazione e
conoscenza della lingua inglese attraverso le nuove tecniche di apprendimento del “Full
Immersion” per facilitare il contatto con la lingua attraverso attività pratiche ed operative.
Struttura del Corso
Il corso ha avuto durata complessiva di 3 mesi – tra l’Università della Calabria in Italia e il
College – New England School of English in Boston, USA – articolato in 3 periodi di studio:
Primo periodo (in Italia):
N° 1 Corso di Lingua Inglese, strutturato in 32 ore di insegnamento suddiviso in 2 lezioni
settimanali di 2 ore ciascuna presso il Centro Linguistico di Ateneo dell’Università della
Calabria. Il Corso ha proposto lo sviluppo di due macro-aree linguistiche, quali la
comprensione e l’interazione orale e la comprensione e produzione di brani scritti.
Secondo periodo (in Boston, USA):
Il secondo periodo didattico ha previsto un corso di full immersion per 30 giorni al College
“New England School of English” in Boston, USA, articolato in lezioni, seminari,
workshop. Oltre alle lezioni di lingua, saranno previste anche attività turistico-culturali
nell’area di Boston.
Terzo periodo (in Italia) :
Nel terzo periodo il Centro Linguistico di Ateneo ha effettuato le Prove di Valutazione delle
competenze acquisite.
Il Corso è stato tenuto da esperti madrelingua in Italia e, negli Stati Uniti, da professori
universitari selezionati dagli Istituti di competenza.
Al corso hanno partecipato 65 studenti che hanno usufruito di borsa di studio
comprendente vitto e alloggio a Boston.
17
6. Attività formative in corso di opera
a. Master di Europrogettazione e Cooperazione Internazionale III ed.
In collaborazione con la Facoltà di Scienze Politiche Dell’Università della Calabria
Con il patrocinio del Ministero degli Affari Esteri
COORDINAMENTO SCIENTIFICO E DOCENZA
Direttore Scientifico del Master è il Ch.mo Prof. Massimo Fragola, docente di Diritto
dell’Unione Europea, Tutela Internazionale dei Diritti dell’Uomo e Diritto del Turismo
all’Università della Calabria e nell’Università degli studi di Napoli “L’Orientale”.
I docenti del Master sono professori e ricercatori dell’Università della Calabria, esperti e
professionisti del settore, funzionari dell’Istituzioni Europee.
ORGANIZZAZIONE DELLA DIDATTICA
In una prima fase, il corso propone un ciclo di lezioni finalizzato calla conoscenza del
sistema UE e all’approfondimento degli strumenti operativi di progettazione, finanziamento e
gestione delle strutture economiche e sociali locali.
La seconda fase del corso sarà finalizzata all’acquisizione delle conoscenze di base del
sistema internazionale (politiche multilaterali, situazioni geo-politiche nelle aree in via di sviluppo)
e all’ applicazione delle conoscenze acquisite nei moduli precedenti per lo sviluppo di progetti che
abbiano come obiettivo la cooperazione sul campo. E’ previsto il contributo didattico di tecnici ed
esperti del settore provenienti dalle istituzioni europee, dalle Organizzazioni internazionali e dalle
ONG maggiormente coinvolte nell’azione.
Il Master ha durata di 4 mesi. Sono previste 800 ore complessive di studio di cui:
300 ore di didattica frontale
200 ore di e-learning
300 ore di studio individuale
Alla fine del corso sono previsti 3 mesi di stage e tirocinio - in Italia e all’estero - presso
strutture diplomatiche, ministeriali o regionali, ONG, aziende convenzionate.
Alla fine di ogni modulo didattico ogni corsista dovrà sostenere un esame di profitto,
basato su questionari a risposta multipla, esercitazioni e/o elaborati scritti predisposti dal docente
titolare del modulo di riferimento.
Il bando scade il 16 febbraio 2009.
18
b. Corso di Formazione in Cooperazione allo sviluppo per l’ Africa Sub-sahariana
In collaborazione con Amani onlus e Koinonia Community
Con il patrocinio di SIOI Campania e VIS
Coordinatore scientifico del Corso: Ch.mo Prof. Carlo Carbone, Professore di Storia
Contemporanea, Storia e Istituzioni dell’Africa, Storia dei Trattati e Politica Internazionale presso
l’Università della Calabria e Presidente del Comitato Scientifico dell’ISCaPI.
STRUTTURA E PROGRAMMA DEL CORSO
Il Corso ha una durata di 6 mesi, con inizio delle attività a Febbraio 2009 e chiusura entro
Luglio dello stesso anno. Si prevede un impegno complessivo di 660 ore. In particolare, 435 ore di
didattica saranno così suddivise:
125 ore di didattica frontale
200 ore di e-learning
100 ore di studio individuale
Il programma del Corso prevede per la parte didattica la seguente articolazione generale:
1.
2.
3.
4.
Relazioni Internazionali
Focus didattico Africa – Investire nella Pace
Cooperazione allo Sviluppo
Progettualità dello Sviluppo
Le ore di e-learning saranno invece suddivise per focus come segue:
a.
b.
c.
focus socio-economico,
focus tecnico
focus per operatori turistici
La fase didattica si svolgerà tra febbraio e marzo 2009 nel corso dei fine settimana (il
pomeriggio di venerdì e sabato) e sarà seguita da una fase di apprendimento in rete (e-learning)
della durata di 200 ore; la fase di pre-stage a cura di Amani Onlus O.N.G. si terrà invece a giugno
2009, avrà durata di circa 25 ore e avrà luogo nei fine settimana; le 25 ore di pre-stage
precederanno il periodo di stage a cura di Koinonia Community.
STAGES
Gli stages avranno una durata di un mese, per un totale di 200 ore. Essi si svolgeranno in Kenya
presso le strutture dell’Ong Koinonia.
Lo stage in Kenya sarà preceduto da un periodo di formazione presso le sedi I.S.Ca.P.I. a
cura degli esperti di Amani Onlus O.N.G.; il periodo, della durata di 25 ore, sarà finalizzato alla
preparazione degli studenti in vista della fase di formazione in Kenya.
Il bando scade il 23 gennaio 2009
19
c. Corso di lingua spagnola e cultura argentina a Viedma (Patagonia)
In collaborazione con il Comune di Cosenza, in qualità di partner del Programma
Pitagora Mundus, e con il Comune di Viedma, il Comune di El Bolson, la Provincia del Rio Negro
e l’Università del Rio Negro, sono erogate 20 borse di studio per partecipare al corso di lingua
spagnola e cultura argentina in modalità full immersion.
Il corso si svolgerà per tre settimane a Viedma (Patagonia) e una settimana a El Bolson
(Patagonia).
Il bando scade il 16 gennaio 2009.
d. Master in Comunicazione e Giornalismo Internazionale
In collaborazione con il Corso di Laurea in Filosofie e Scienze della Comunicazione e della Conoscenza
dell’Università della Calabria
Con il Patrocinio dell’Ufficio Informazioni Regionale delle Nazioni Unite - UNRIC
Coordinatore scientifico del Corso: Ch.mo prof. Daniele Gambarara, docente di Filosofia
del Linguaggio nel Corso di Laurea in Filosofie e Scienze della Comunicazione e della Conoscenza
dell’Università della Calabria.
Il progetto formativo, grazie alla peculiarità degli insegnamenti previsti, punta ad offrire
un'elevata specializzazione per coloro che vogliono entrare concretamente nel mondo del
giornalismo e nella gestione ed organizzazione degli uffici stampa a carattere internazionale. Il
punto di forza del master è quello di proporre agli allievi una costante attività pratica in sintonia
con la didattica frontale.
Il Master è infatti progettato in modo da offrire 1100 ore di corso, diretto dalle migliori
docenze in ambito internazionale (Giornalisti, docenti, direttori di testate giornalistiche) suddiviso
tra moduli teorici e pratici, finalizzati all’acquisizione delle tecniche più avanzate per diventare
comunicatore e giornalista specializzato in tematiche internazionali.
Stages
Gli stages saranno organizzati presso strutture di comunicazione (radio, televisioni,
giornali, uffici stampa) sul territorio nazionale e all’estero.
Gli stages non prevedono retribuzione e avranno una durata di 400 ore (corrispondenti
approssimativamente a 400 ore).
Prove di profitto e Esame Finale
Con il superamento della prova finale verranno riconosciuti 9 Crediti Formativi
Universitari.
20
R
apporti
I
nternazionali
21
22
1.
Incontro Pitagora Mundus presso l’Ambasciata del Messico a Roma
Febbraio 2008, Roma
Il Presidente dell’ISCaPI
Salvatore La Porta ha incontrato
presso l’Ambasciata de Messico a
Roma alcuni dei rappresentanti
delle città calabresi aderenti al
Programma
di
formazione
denominato “Pitagora Mundus”,
e le Autorità rappresentanti i
Paesi del Meso-America, per la
discussione degli aspetti operativi
e di sviluppo dello stesso
programma.
Presenti al meeting erano
l’Ambasciatore del Messico Jorge
Chen; l’Ambasciatore della Costa
Rica
Guillermo
Rojas;
l’Ambasciatore della Repubblica del Salvador Jose Roberto Andino Salazar; la delegata dell’
Ambasciatore della Colombia Sabas Pretelt de la Vega; l’Ambasciatore del Guatemala Francisco
Bonifaz Rodriguez; l’Ambasciatore Nicaragua Marlon Narvaez Saravia; l’Ambasciatore del Belice
Nuncio Alfred d’Algieri; l’Ambasciatore di Panama Eudoro Jaen Esquivel; l’Ambasciatore dell’
Honduras Roberto Ochoa Madrid, il Sindaco di Santa Severina Bruno Cortese, il Sindaco di
Fuscaldo Davide Gravina e alcuni membri della sua giunta, l’Assessore alle attività economiche e
produttive del Comune di Cosenza Maria Rosa
Vuono.
La
giornata è
stata
scrupolosamente
organizzata dalla dott.ssa Dolores Repetto, Addetto
culturale dell’Ambasciata messicana con l’obiettivo
di far conoscere le attività dell’ I.S.Ca.P.I. ai paesi del
Centro America.
A seguito di tale visita, una delegazione ISCaPI
formata anche dai Sindaci dei comuni calabresi
partecipanti al programma, saranno ospitati nello
Stato di El Salvador per sottoscrivere i protocolli
necessari alla riuscita del programma.
23
2. Tokyo - Giappone
Marzo 2008
Dal 9 al 15 marzo la Regione Calabria, per il lavoro congiunto dell’Assessore all’Agricoltura
Mario Pirillo e dell’Assessore alle Attività Produttive Francesco Sulla, ha
partecipato al “Foodex”, importante evento giapponese del settore
agroalimentare.
Tra i membri della delegazione istituzionale regionale anche il
Dirigente Generale delle Attività Produttive Francesco De Grano e il
Presidente di Confindustria Calabria Luigi Leone.
La partecipazione alla fiera è stata occasione di incontro e di conoscenza
dei due territori all’interno delle attività turistico – commerciali, una
collaborazione integrata per l’ aspetto culturale dalla sottoscrizione di un
primo protocollo di intesa tra la Camera di Commercio Italiana a Tokyo,
rappresentata dal Presidente Alberto Montanari, e l’Istituto Superiore Calabrese di Politiche
Internazionali (ISCaPI), rappresentata dal Presidente Salvatore La Porta, fortemente voluto
dall’Assessore Francesco Sulla.
Tale accordo –coordinato anche dall’ambasciata
italiana a Tokyo - prevede che le parti si impegnano a dare
vita ad una serie di scambi culturali – rivolte a studenti, a
operatori di settore e amministratori pubblici – legati ad un’
offerta formativa collegata allo sviluppo economico dei
territori.
Per quanto stabilito, saranno ospiti in Calabria un
gruppo di 10 studenti giapponesi rappresentanti del settore
turistico - agroalimentare che parteciperanno ad un corso
specialistico di lingua italiana organizzato dall’ISCaPI,
mentre una delegazione istituzionale – tra rappresentanti di enti pubblici e accademici - avrà
modo di approfondire le possibilità di sviluppo turistico – commerciali tra le due parti.
24
3. Rapporti con il Comitato Permanente per il Partenariato Euromediterraneo dei
Poteri Locali e Regionali - COPPEM
Marzo 2008
Nel corso della conferenza svoltasi presso il Museo Pecci di Prato, a cui erano presenti
autorevoli rappresentanti di dodici Paesi: Grecia, Algeria, Kuwait, Turchia, Olanda, Malta,
Giordania, Marocco, Belgio, Tunisia, Regno Unito e Italia, l’ISCaPI, nella persona del suo
presidente Salvatore La Porta, e il COPPEM hanno concluso un importante accordo, grazie
all’intermediazione del Centro Pecci che ha organizzato e coordinato l’incontro tra i due enti:
nell’ambito del Programma Pitagora Mundus dell’ISCaPI, sono state offerte al COPPEM 10 borse
di studio, da erogare ai Paesi partner, per l’apprendimento della lingua italiana in uno dei Borghi
della Sapienza in Calabria.
Le borse prevedono la partecipazione ad un corso full immersion di un mese, la copertura
delle spese di vitto e alloggio presso la sede di studio individuata e la certificazione finale - in
seguito alla prova d’esame – rilasciata dal Centro Linguistico di Ateneo dell’Università della
Calabria.
25
4. Visita in Argentina
22 Aprile – 4 Maggio 2008
Dal 23 aprile al 4 maggio una
delegazione ISCaPI composta dal
Presidente Salvatore La Porta, il
Presidente del Comitato Scientifico
Carlo Carbone e il Sindaco di
Bocchigliero Luigi De Vincenti, delegato
dalla Comunità Montana Silana è stata
in visita in Argentina, sia a Viedma
(Patagonia) che Buenos Aires.
L’obiettivo del viaggio è stato quello di
stabilire nuovi contatti per la creazione
delle scuole di Italiano a Buenos Aires,
d’accordo con la Procuración General de
la Provincia e le università del territorio; nonché quello di stabilire attività di collaborazione tra la
città di San Carlos de Bariloche – situata ai piedi delle Ande – e la Comunità Montana Silana.
In ultimo, grazie al lavoro svolto dai rappresentanti ISCaPI di Viedma (Patagonia) sarà possibile
entrare in contatto con il Comune di Montevideo in Uruguay, per fissare i termini di un’ eventuale
collaborazione.
La delegazione ha avuto modo di incontrare le seguenti autorità:
Segretario della Cultura della Provincia del Rio Negro, Segretario del Governo del Rio Negro,
Rettore dell’Università del Comahue,Presidente del Corso di Laurea in Lingue e Comunicazione, il
Sindaco della città di Viedma, Assessore al Turismo della città di Bariloche, il Direttore della Dante
Alighieri, il Direttore della Camera di Commercio a Bariloche, il Segrertario del Ministero
Provinciale del Turismo, Direttore della Camera di Commercio di Buenos Aires, Direttore
dell’Istituto Nazionale per il Commercio Estero di Buenos Aires e il Direttore dell’Istituto Italiano
di Cultura di Buenos Aires.
Buenos Aires, incontro con il Senatore Luigi Pallaro
La delegazione ISCaPI ha riscosso un notevole successo nella regione del Rio Negro e a Buenos
Aires (Argentina), molte le attività proposte e concordate che avranno inizio dalla prossima
primavera.
Nel quadro delle attività del Programma Pitagora Mundus, è stato sottoscritto un accordo con la
città di El Bolson – cittadina delle Ande – che prevede lo scambio da erogare per le seguenti
categorie: vigili urbani, operatori turistici, impiegati della promozione turistica pubblica, guardiani
del parco nazionale, artigiani e artisti
A Buenos Aires, la delegazione ha avuto modo di incontrare il senatore Luigi Pallaro – Presidente
della Camera di Commercio Italiana - con il quale si è deciso di avviare collaborazioni trasversali
tra i due Paesi.
Si aspetta la sua visita in Calabria a settembre del 2008
26
Missione ISCaPI nel Rio Negro, Patagonia – Argentina (Ande)
Grazie alla collaborazione del Presidente dell’Associazione Calabrese Nord Patagonia, Carmela
Tursi, una delegazione ISCaPI, composta dal Presidente Salvatore La Porta, dal Presidente del
Comitato Scientifico prof. Carlo Carbone e dal Sindaco di Bocchigliero Luigi De Vincenti, è stata
ospite - nei giorni scorsi - del Governo Rionegrino , con l’intento di creare contatti e nuovi accordi
di cooperazione.
La partecipazione alla Missione in Argentina del Sindaco di Bocchigliero, Luigi De Vincenti, è stata
importante per rappresentare la Comunità Montana Silana e stabilire, in tal modo, contatti utili per
la realizzazione di scambi culturali e economici con le cittadina di Bariloche e di El Bolson,
importanti centri turistici delle Ande.
In particolare, a El Bolson il Sindaco Oscar Romera ha accolto con entusiasmo l’arrivo della
delegazione ISCaPI e voluto sottoscrivere un accordo di carattere turistico e culturale che sarà reso
operativo dal mese di
luglio p.v. . Si tratta di un accordo di interscambio linguistico tra 7 rionegrini e 7 calabresi
qualificati, per cooperare in ambito turistico, socioculturale, artigianale, ambientale e commerciale.
Primo obiettivo di tale accordo – ha dichiarato il Presidente Salvatore La Porta – è la conoscenza
dei due popoli, dei modi di vita e interessi, per poter solo in seguito avanzare proposte concrete
volte alla scambio di possibilità di crescita turistica ed economica”. Un accordo di interscambio
culturale è stato sottoscritto anche con la Regione del Rio Negro, rappresentata dal Segretario
Generale del Governo Francisco Gonzàlez; un accordo destinato a incrementare i rapporti culturali
e commerciali tra i due Paesi.
Di questo accordo Gonzalez ha dichiarato che “
questo tipo di accordo permetterà un fluido
interscambio culturale. E’ un passo importante, un nuovo canale di comunicazione con la nostra
comunità il cui sviluppo è legato al ruolo degli immigrati italiani”. L’importanza di tale accordo è
legata alla possibilità di realizzare interscambi culturali a favore di attività di cooperazione per
amministratori pubblici e privati.
Altresì, il Governo del Rio Negro e ISCaPI hanno sottoscritto un accordo finalizzato a favorire la
diffusione reciproca della lingua e della cultura, in merito al quale saranno organizzati corsi e
convegni per lo studio della lingua; in tal senso, dal mese di settembre p.v. sarà organizzato un
corso in lingua per lo studio e la conoscenza dell’ordinamento pubblico e amministrativo del Paese
che riceve.
Personalità ed enti incontrati in Patagonia- Argentina
- Sottosegretario de la Provincia di Rio Negro, Dr. Armando Gentili
- Presidente dell’ Associazione Calabrese
- Università del Comahue, con il Decano Dr. Miguel Angel Silva
- Héctor Villegas, Vice Decano, Università di Comahue
- Coordinatrice della Carriera di lingue e Scienze Politiche, Prof. Juana Porro dell’ Università
del Comahue
- Segretaria di ricerca universitaria, Prof. Marta Ruffini, Università Comahue
- Sindaco di Viedma Jorge Ferreira
- Intendente El Bolsón, Dr. Oscar Romera
27
-
Assesore al Turismo San Carlos de Bariloche
Consigliere Maria de los Angeles Maggi, Comune di El Bolsón
Università di Rio Negro
Francisco Javier Gonzalez, Secretario Generale, Provincia Gobernación Rio Negro
Protocolli firmati in Patagonia- Argentina
- Protocollo con la Provincia di Rio Negro (generico e lingua) 15 funzionari pubblici
- Protocollo di San Carlos di Bariloche (dopo l’incontro)
- Protocollo di El Bolsón- Comunità Montana Silana
Personalità ed enti incontrati a Buenos Aires- Argentina
- Susana Rosano, Senior Trade ICE
- Daniel Borro, Direzione Generale delle Relazioni Istituzionali, Università di Quilmes
- Carlos Alberto Torre, Ente Gestor Entidades Educativas, Università di Quilmes
- Visita alla scuola italiana “Region Calabria”
- Visita Ospedale Arturo Oñativia
- Sociedad Italiana de Alte Brown, Fernando Meraglia, Presidente
- Comunità Calabresa di Buenos Aires alla Camera Italiana di Commercio
Protocolli firmati a Buenos Aires- Argentina
- Protocollo con la Camera di Commercio Italiana in Argentina (generico)
- Protocollo con la Sociedad Italiana de Socorros Alte Brown (generico)
- Protocollo El Ente Gestor de Instituciones Educativas Universidad de Quilmes. (Generico)
28
5. Visita Ambasciatori del Mesoamerica in Calabria
15 maggio – 17 maggio 2008
In occasione della riunione convocata da S.E l’Ambasciatore del Messico Jorge Chen per il 22
Febbraio 2008, presso la stessa sede diplomatica del Messico a Roma, la delegazione dell’ISCaPI ha
illustrato le strategie d’azione dell’Istituto legate al Programma Pitagora Mundus.
La relazione ha suscitato un vivo interesse che ha portato una nutrita rappresentanza degli
Stati della Meso-America in Calabria per tre giorni a visitare le strutture che afferiscono alla Rete
ISCaPI.
Il programma che segue è la descrizione dello sviluppo della missione delle Loro Eccellenze in
Calabria. La prima mai organizzata per quattro Ambasciatori.
15 maggio 2008
Città di Catanzaro
Visita a Palazzo Alemanni sede della Giunta Regionale
Prima tappa la città di Catanzaro.
Gli Ambasciatori sono stati accolti nella sede di Palazzo Alemanni dal Responsabile dell’Unità
organizzativa autonoma Affari della Presidenza Vincenzo Falcone, dall’Assessore alle Attività
produttive Francesco Sulla, e dal capo di Gabinetto della Presidenza Michele Lanzo.
Agli ospiti il dott. Michele Lanzo ha portato il saluto del presidente della Regione Agazio Loiero, a
Roma per impegni istituzionali, cedendo poi
la parola al Presidente dell’ISCaPI, Salvatore
La Porta, che ha illustrato il programma
Pitagora Mundus.
“Con Pitagora Mundus - ha sottolineato il
Presidente La Porta - si intende creare una
rete di scuole, con sede in dieci tra i borghi
più belli della Calabria, collegate a venti centri
di studio che nasceranno dall’unione
sinergico-collaborativa
tra
Università,
Istituzioni e Camere di Commercio in venti
Paesi nel mondo, per istituire in Calabria
centri di eccellenza che possano avvalersi del
contributo delle migliori docenze internazionali e di una selezione di studenti, scelta con criterio
meritocratico, tra i migliori giovani laureati dei Paesi partner”.
Per gli Ambasciatori e i rappresentanti della Regione è stata una buona occasione per confrontarsi
anche su una serie di progetti socio-culturali e politico-economici che potranno contribuire a una
futura collaborazione orientata alla cooperazione internazionale. “Le possibilità che si potrebbero
aprire - ha detto l’assessore Francesco Sulla - sono davvero interessanti. Attualmente stiamo
predisponendo un programma di internazionalizzazione culturale e commerciale e, già su questo,
29
si può avviare un percorso concreto e operativo da far camminare in parallelo con il programma
Pitagora Mundus”.
Secondo Francesco Sulla “l’ampliamento delle relazioni, partendo da quelle di carattere culturale e
formativo, potrebbe essere una buona opportunità per tutti i Paesi coinvolti”.
Il dott. Vincenzo Falcone ha poi spiegato che “questo è il momento propizio per presentare i
progetti e le idee della Calabria. Dal 2007 fino al 2013 siamo per l’Unione europea una Regione
Obiettivo 1 con risorse finanziarie consistenti che ci consentirebbero di superare il gap tra Paesi
ricchi e Paesi poveri. Inoltre, siamo anche una Regione Obiettivo 3 per quanto riguarda la
cooperazione transnazionale. Il progetto Pitagora Mundus è un buon elemento. Siamo pronti a
presentarci con i nostri programmi per i quali sono previsti finanziamenti per 10 milioni di euro.
Non ci sono ricette miracolo - ha concluso il responsabile Uoa - ma insieme si può costruire un
percorso a cui tutti possiamo aggregarci”.
Città di Reggio Calabria
Visita a Palazzo San Giorgio sede del Comune
L’assessore ai Beni Culturali Antonella Freno e l’assessore al Turismo Enzo Sidari hanno ricevuto
nel salone dei Lampadari di Palazzo San Giorgio i quattro Ambasciatori dell’area Meso-americana
in visita in Calabria.
Entusiasta della visita l’assessore Freno: “Siamo lieti di ospitare a Reggio Calabria il cuore
dell’America del Sud. Nel porgere i saluti del Sindaco Scopelliti mi auguro che questo visita
contribuisca alla crescita del dialogo tra due culture antiche come la Magno-greca e la cultura
Maya. E’ importante veicolare una nuova capacità di comunicazione e cooperazione tra i popoli
attraverso la conoscenza di diverse culture e tradizioni. In tal senso- ha concluso l’assessore Frenola città di Reggio Calabria è aperta al dialogo e sperando di favorire nel prossimo futuro reali
percorsi di collaborazione ci auguriamo di avere lasciato un segno positivo nei vostri cuori”.
Anche l’assessore Enzo Sidari non ha mancato di salutare con gioia la visita nella città dello Stretto
degli ambasciatori e la valenza del progetto rivolto agli studenti organizzato dall’ISCaPI. “E’
un’iniziativa interessante che sottolinea la voglia di fare della Calabria. Reggio è una città in
continuo fermento e ha dimostrato negli ultimi anni la volontà di mettere in campo progetti
concreti soprattutto per i giovani uno su tutti “Passaporto per l’Europa”che ha riscosso grande
successo consentendo agli studenti di confrontarsi con diverse realtà.
Città di Scilla
Visita al Comune e al Castello Ruffo
Tappa serale del soggiorno in Calabria è stato il Comune di Scilla, dove ad accogliere la
delegazione degli Ambasciatori e dell’ISCaPI c’erano il Sindaco Gaetano Ciccone e l’Assessore al
turismo Nino Vita.
Entrambi hanno con entusiamo sottolineato l’importanza che una piccola amministrazione
comunale, come quella scillese, conferiscono ad un programma di ampia veduta come il Pitagora
Mundus. “ Vari sono i vantaggi che si prospettano per i borghi calabresi nel diventare sedi delle
scuole di eccellenza all’interno del Programma Pitagora Mundus – ha affermato l’Assessore Vitaoltre alla possibilità, per i nostri giovani, di usufruire di borse di studio spendibili all’estero e per
noi amministratori di inserire il nostro territorio in una rete internazionale, ci saranno influenze
30
positive sul piano dello sviluppo e della crescita dell’economia locale anche nei mesi
stagionalmente non turistici. Per non parlare della possibilità di usufruire di finanziamenti
pubblici comunitari, nazionali e regionali per il recupero dei centri storici, per l’innalzamento dei
livelli qualitativi in ambito urbano, energetico, ambientale”. Al termine dell’incontro svoltosi
presso il palazzo del Comune, la delegazione è stata accompagnata a visitare il Castello Ruffo,
l'antica fortificazione situata sul Promontorio Scillèo, proteso sullo Stretto di Messina (già "Stretto
di Scilla") che costituisce il genius loci della cittadina di Scilla e sicuramente uno degli elementi più
caratteristici e tipici del paesaggio dello Stretto e del circondario reggino.
Giorno 16 maggio 2008
Città di Cosenza
Vista a Palazzo dei Bruzi, sede del Comune
Il sindaco di Cosenza Salvatore Perugini, l’assessore alle Attività economiche e produttive, Maria
Rosa Vuono e gli assessori della giunta hanno ricevuto la delegazione di ambasciatori dell’area
Meso-Americana in visita ufficiale in Calabria per una serie di scambi socio-culturali e politicoeconomici, in vista dell’avvio di forme di collaborazione orientate alla cooperazione internazionale.
Alla manifestazione erano presenti anche i rappresentanti dell’Associazione degli industriali, con il
presidente Raffaele De Rango ed il direttore Rosario Branda, e della Camera di commercio di
Cosenza con il commissario straordinario Pietro Rende.“Oggi è una giornata particolarmente lieta
per la nostra città - ha detto Perugini - e che il Comune vive con grande partecipazione. Siamo
particolarmente convinti che l’incontro di oggi abbia un duplice significato: da un lato il sentirsi
onorati per la presenza di ospiti così illustri, ambasciatori di Stati così importanti e con i quali
avviare proficui scambi di conoscenza ed esperienza e, dall’altro, quello di esprimere l’auspicio che
le relazioni internazionali già avviate si concretizzino in progetti che portino nella nostra regione
iniziative significative che contribuiscano anche a capitalizzare le esperienze dei nostri giovani e di
quelli dei Paesi che oggi abbiamo il piacere di ospitare”. “Utilizzando gli strumenti messi a
disposizione dal Progetto Pitagora Mundus e gli scambi internazionali avviati con i Paesi dell’area
Meso Americana – ha proseguito il Sindaco - dobbiamo non solo valorizzare le nostre attività
economiche e produttive, ma anche e soprattutto rivolgere uno sguardo più attento al nostro
centro storico, ricco di insediamenti culturali. Occorre recuperare l’identità del nostro centro
storico, anche attraverso la feconda collaborazione di altri paesi con i quali condividiamo
esperienze e sensibilità”.
Sul ruolo della Calabria come regione fondamentale nel dialogo euro-mediterraneo si è soffermato
il Presidente dell’Istituto superiore calabrese di politiche internazionali, Salvatore La Porta. “È
auspicabile che questa visita - ha sottolineato La Porta - abbia restituito una fotografia immediata e
quanto mai vicina alla realtà di una regione che ha enormi potenzialità di sviluppo e di rilancio.
L’incontro di oggi deve servire a consolidare e rafforzare quegli scambi che sono già esecutivi e che
vedranno già dalla prossima estate un gruppo di studenti dei Paesi del Pan Puebla Panamà ospiti in
Calabria dei borghi della sapienza già attivi a Santa Severina ed a Fuscaldo”.
31
Visita al Palazzo della Provincia di Cosenza
Al Palazzo della Provincia di Cosenza gli ospiti sono stati ricevuti dal Presidente Mario Oliverio,
dall’Assessore al Turismo Rosetta Console, dall’Assessore Pietro Lecce e dall’Assessore Pietro
Mari, i quali hanno dimostrato tutta la loro volontà e disponibilità nell’intraprendere rapporti di
collaborazione bilaterali.
L’incontro, promosso dall'Istituto Superiore Calabrese di Politiche Internazionali, presieduto dal
dottor Salvatore La Porta che ha accompagnato gli Ambasciatori unitamente ai Responsabili delle
Relazioni Internazionali e della Segreteria Internazionale dell'ISCaPI, Lorenzo Mari, Erika Liuzzi e
Deborah Raia, si è tenuto nella sala delle Commissioni di Palazzo della Provincia.
Il Presidente Oliviero, dopo aver ringraziato gli Ambasciatori del Messico, S.E. Jorge Chen, del
Guatemala, S.E. Francisco Bonifaz Rodriguez, di Panama S.E. Eudoro Jaen Esquivel ed delle
Honduras, S.E. Roberto Ochoa Madrid, per la visita, ha sottolineato, l'importanza dell’istaurare
relazioni tra i Paesi del Pan Puebla Panamà e la Calabria, realtà accomunate oltre che affinità
culturali ed anche similitudini territoriali, soprattutto dal comune legame costituito da una
fortissima presenza di emigrati
giunti proprio dalla provincia di
Cosenza.
" Siamo lieti ed onorati per questa
visita in una provincia grande,
collocata strategicamente tra due
mari del Mediterraneo, plasmata dai
suoi caratteri, dinamica ed aperta
all'ampliamento delle sue relazioni"
ha detto il Presidente Oliverio
accogliendo
gli
Ambasciatori.
"In un mondo che afferma sempre
più le interdipendenze imposte dalla
globalizzazione- ha proseguito - i
rapporti che segnano la cooperazione sono l'unica strada che consente un governo di processi
positivi, senza sbocchi conflittuali. La cooperazione è la strada obbligata per costruire prospettive
di affermazione degli equilibri pacifici che tendano alla crescita. E’ importante, a tal fine, che le
relazioni possano essere stabilite non solo tra Stati ma anche con le istituzioni locali".
Prospettive, queste, condivise dai diplomatici che hanno evidenziato nei propri interventi
l'importanza dei momenti di unione tra istituzioni, sia per approfondire la reciproca conoscenza
che per interscambi a più livelli.
Un saluto augurale ai rappresentanti degli Stati del Messico, Guatemala, Panama ed Honduras è
stato quindi rivolto dall'Assessore Console- che ha ricordato l'impegno della Provincia in termini
di opportunità offerte ai giovani attraverso una serie di progetti inseriti in ambito internazionaleprima che il Presidente Oliverio offirisse loro dei doni di rappresentanza.
All'incontro di era stata presente anche l'Assessore alle Attività Produttive del Comune di
Cosenza, Maria Rosa Vuono.
32
Comune di Pedace
Convento di San Francesco Di Paola
Inaugurazione della nuova sede formativa dell’ISCaPI
Una cerimonia breve ma intensa quella che si è tenuta presso il Convento di San Francesco di Paola
del Comune di Pedace per l’inaugurazione della nuova
sede formativa dell’Istituto Superiore Calabrese di
Politiche Internazionali. La cerimonia è stata presiedutadal
Sindaco del Comune di Pedace Stanislao Martire, dal
Presidente della Comunità Montana Silana Avv. Giuseppe
Cipparrone e il Presidente dell’ISCaPI Salvatore La Porta;
ospiti d’onore la delegazione di Ambasciatori appartenenti
al Pan Puebla Panamà in visita istituzionale in Calabria.
All’inaugurazione hanno preso parte anche il Consigliere
Provinciale Pietro Lecce, l’Assessore Maria Rosa Vuono
del Comune di Cosenza, il Sindaco del Comune di Santa Severina Bruno Cortese, il Sindaco del
Comune di Fuscaldo Davide Gravina, il Sindaco del Comune di Bocchigliero Luigi De Vincenti, il
Sindaco del Comune di Aprigliano Franco Gallucci, il Vicesindaco del Comue di Pietrafitta
Antonio Muto, il corpo docente del Comitato Scientifico dell’ISCaPI, tra cui il prof. Carlo Carbone,
il prof. Giorgio Giraudi, il Prof. Giuseppe De Bartolo e la dott.ssa Caterina Marchese, nonché i
soci ed i collaboratori dell’Istituto.
Un momento storico, hanno dichiarato i rappresentanti delle Istituzioni, che segna l’inizio di un
percorso ambizioso destinato a tracciare una nuova sfida nei rapporti e nelle relazioni della
Calabria con tutti i Paesi, europei ed extra-europei, interessati al dialogo interculturale.
Comune di Fuscaldo
Visita al Comune ed al borgo della Sapienza per l’Ambasciatore Roberto Ochoa Madrid.
Per l’Ambasciatore delle Honduras - che ha prolungato il suo soggiorno in Calabria - ultima tappa
della giornata del 16 maggio è stata il Comune di Fuscaldo, uno dei primi Comuni ad aver aderito
al Programma Pitagora Mundus. L’amministrazione Comunale ha organizzato un comitato
d’accoglienza ed una Conferenza Stampa nelle sale del palazzo del Comune, durante la quale il
Sindaco Davide Gravina alla presenza del Consiglio ha donato all’Ambasciatore Ochoa la
cittadinanza onoraria del Comune di Fuscaldo, simbolo di una stretta collaborazione che nascerà
attraverso il coinvolgeranno nel Programma Pitagora Mundus.
Il Sindaco Davide Gravina ha inoltre sottolineato che “ il Comune di Fuscaldo è pronto a
diventare un Borgo della Sapienza –aggiungendo- l’amministrazione comunale guidata dal
giovane Assessore Piero Carnevale, sta lavorando per accogliere i ragazzi stranieri già dal mese di
giugno prossimo e che , come previsto dal Programma, avranno modo di studiare la lingua italiana
e partecipare a percorsi culturali che gli consentiranno di conoscere al meglio la nostra storia, la
nostra cultura e la nostra gente”.
33
Giorno 17 maggio
Comune di Santa Severina (KR)
Il baby Consiglio di Santa Severina accoglie l’Ambasciatore dell’Honduras
Il Comune di Santa Severina, uno dei borghi più belli della Calabria e, come Fuscaldo, uno dei
primi Comuni già appartenenti al circuito del Programma Pitagora Mundus, è l’ultima tappa per
l’Ambasciatore dell’Honduras.
Ad accogliere l’Ambasciatore, accompagnato dal Presidente ISCaPI Salvatore La Porta e dalla
Responsabile desk ISCaPI in Roma Erika Liuzzi, il Sindaco Bruno Cortese e l’ intero Consiglio
Comunale, nonché il Baby Sindaco della cittadina e il suo giovane consiglio.
Un incontro, questo, inaspettato e piacevole per l’Ambasciatore che ha omaggiato i piccoli
amministratori comunali con cd-video sull’Honduras.
Al termine del suo intervento, l’Ambasciatore Roberto Ochoa Madrid ha manifestato tutto il suo
apprezzamento per le bellezze artistiche e paesaggistiche della regione, ringraziando i presenti per
il calore e l’accoglienza ricevuta in questi giorni. “Partecipare a questi incontri – ha dichiarato – è
stato molto utile, non solo per conoscere una regione da me non ancora visitata, ma anche per
capire l’importanza che può derivare dagli scambi di studenti avviati grazie al Programma
Pitagora Mundus, per i ragazzi universitari del mio Paese. I giovani Honduregni saranno ben
lieti di venire a studiare in Calabria per conoscere tali bellezze e per vivere insieme il vostro
popolo.”
Nell’andar via, infatti, tutti gli Ambasciatori hanno espresso il loro entusiasmo per quanto hanno
potuto vedere e conoscere, e manifestato la propria volontà a creare proficue iniziative di
cooperazione culturale e commerciale tra i diversi Paesi.
34
6. Delegazione municipale di El Bolson (Agrentina) in Calabria
26 giugno – 3 luglio
La visita del Sindaco del Comune di El Bolson in Calabria fa seguito agli accordi intercorsi in
occasione della visita in Argentina del Presidente La
Porta e il Sindaco del Comune di Bocchigliero.
Lo scambio interculturale a cui si intende dar vita trova
la sua ragion d’essere nella comunanza di tipicità e
caratteri territoriali. La condivisione dei territori montani
d’appartenenza diventa, infatti, il punto di partenza per
interscambi tra le due aree in questione, non solo di
natura nozionistica (legati all’apprendimento della
lingua) ma anche –in ottica futura- di natura culturale ed
economica.
La delegazione, composta dal Sindaco Oscar Romera,
dall’Assessore all’economia Leonardo Bellomo, e dalla
direttrice dell’area finanziaria del medesimo ente, Monica
Cominetti, ha trascorso sette giorni all’insegna della scoperta
degli antichi borghi non solo dell’altopiano silano ma anche
della costa tirrenica cosentina.
35
7. Visita dell’Ambasciatore del Perù
18 luglio – 20 luglio 2008
18 luglio
Visita a Palazzo dei Bruzi
e al Palazzo della Provincia di Cosenza
L’ Ambasciatore del Perù Carlos Roca Cacer è stato in visita per la seconda volta in Calabria ospite
dell’ISCaPI, segno evidente del suo interesse verso le attività proposte da ISCaPI all’interno del
Programma Pitagora Mundus.
Accompagnato dal Presidente Salvatore La Porta, l’Ambasciatore ha incontrato – presso il Palazzo
dei Bruzi – il Primo cittadino Salvatore Perugini e la sua Giunta. L’incontro è stato organizzato
grazie alla collaborazione dell’Ass. Maria Rosa Vuono la quale, qualche giorno prima, ha
presentato in Giunta la proposta (accolta
all’unanimità) di aderire all’ISCaPI e al
Programma Pitagora Mundus per far di Cosenza
il Centro di Coordinamento delle Scuole della
Sapienza. Ecco perché, l’incontro tra il Sindaco
Perugini e l’Ambasciatore Cacer, è stato
particolarmente centrato sull’importanza di
intensificare azioni di scambio culturale ed
economico; in tale contesto, ha spiegato
l’Ambasciatore, l’Ambasciata Peruviana in Italia
sta organizzando a Lima per il prossimo mese di
Marzo il “Forum per l’Italia”, a cui saranno stati invitati a partecipare gli esponenti del mondo
politico, accademico ed economico del nostro territorio.
Contestualmente l’Ambasciatore si è impegnato personalmente a individuare una città peruviana
che abbia caratteristiche simili a Cosenza per
avviare un gemellaggio utile e proficuo per
entrambi.
Con l’occasione inoltre, il Sindaco ha ricordato
che – tramite l’ISCaPI – saranno attivati dal mese
di Gennaio 2009 cinque corsi di studio per gli
scambi con il Perù.
Come da programma, Ambasciatore ha poi fatto
visita al Presidente della Provincia di Cosenza
Mario Oliverio.
36
Presenti all’incontro l’Assessore provinciale al turismo Rosetta Console e l’Ass. Maria Rosa Vuono.
Dopo i saluti istituzionali il Presidente Oliverio e l’Ambasciatore si sono confrontati in merito alle
opportunità di crescita che gli incontri - organizzati dall’ISCaPI - e le successive collaborazioni
come i gemellaggi, gli scambi studenteschi e le visite istituzionali, possono fornire ad una regione
come la Calabria, ricca di storia e di cultura.
Il presidente Oliverio ha omaggiato S. E. di un volume che raccoglie le bellezze della Provincia di
Cosenza e di una moneta raffigurante lo splendido palazzo che oggi ospita la sede della Provincia.
L’Assessore Console, ha infine consegnato all’Ambasciatore uno scriglio in legno, lavorato a mano
dagli artigiani Cosentini, contenente un dvd con tutte le bellezze paesaggistiche e le località
turistiche della Provincia di Cosenza, rinnovando l’invito, precedentemente espresso dal
Presidente Oliverio, a ritornare in Calabria per visitare i luoghi naturali, archeologici e storici che i
comuni calabresi custodiscono.
18 e 19 luglio
Visita al Comune di Santa Severina
Sapienza
del
medesimo
Alle ore 18.00, l’Ambasciatore del Perù è tornato ad
incontrare – per la seconda volta a distanza di pochi mesi –
il Consiglio Comunale e il Baby Consiglio di Santa Severina.
La visita presso il Comune è stata fortemente voluta dallo
stesso Ambasciatore per incontrare gli studenti stranieri
della Scuola della Sapienza iscritti al corso di italiano, prima
della venuta dei ragazzi peruviani.
In serata, sono giunti a Santa Severina anche il Sindaco del
Comune di Fuscaldo e gli studenti della Scuola della
Comune per partecipare alla
manifestazione
organizzata dal Sindaco
Bruno
Cortese
per
omaggiare la lingua e
cultura spagnola.
Il piccolo evento, che si è
svolto all’interno del
Castello
Carrafa,
ha
mostrato così all’Ambasciatore anche la sinergia tra i due
Borghi della Sapienza.
37
20 luglio
Lorica, incontro con il Sindaco di Pedace Nuccio Martire
ed il Presidente della Comunità Montana Giuseppe Cipparrone.
Dopo aver salutato gli studenti della Scuola della Sapienza di
Santa Severina, l’Ambasciatore ha incontrato presso la località
montana di Lorica il Sindaco di Pedace Nuccio Martire ed il
Presidente della Comunità Montana Silana Giuseppe Cipparrone.
L’incontro è stato occasione di dibattito e confronto sui temi
politici legati all’attualità locale e nazionale che hanno
accompagnato il pranzo a base di prodotti tipici silani, servito in
ambiente tipico montano al fresco dall’afa cittadina.
Visita Comune di Fuscaldo. Incontro con il Sindaco, Davide Gravina.
Ad accogliere l’Ambasciatore Carlos Roca Caceres ed i
rappresentati dell’ISCaPI vi erano il Sindaco della Cittadina
Davide Gravina e membri del Consiglio Comunale.
Presenti all’incontro, numerosi giornalisti locali e gli studenti
stranieri della Scuola della Sapienza di Fuscaldo.
L’ambasciatore ha ringraziato il Sindaco per la calda
accoglienza ed ha espresso il suo entusiasmo in merito allo
svolgimento degli incontri organizzati dall’ISCaPI.
Ha inoltre manifestato il suo reale interesse nell’entrare a far
parte della rete ISCaPI e nel collaborare fattivamente alla promozione del Programma Pitagora
Mundus affinché gli scambi linguistici e culturali di studenti peruviani e calabresi possano essere
un inizio per una reale cooperazione, anche in campo economico e sociale tra i comuni calabresi e
quelli peruviani.
Il sindaco ha poi accompagnato l’Ambasciatore a visitare il Borgo di Fuscaldo, ormai Borgo della
Sapienza, le piccole vie, le chiese del paese, la statua di Vienna da Fuscaldo - madre di San
Francesco di Paola- e i locali della Scuola della Sapienza che ospita
oggi ragazzi provenienti dall’Ucraina, dalla Polonia, dalla Cina,
dall’Algeria dal Canada etc.
La giornata si è infine conclusa con una cena presso la Marina di
Fuscaldo e con una serata in Piazza- in compagnia dei ragazzi delle
Associazioni Internazionali studentesche- ESN e AEGEE- e gli
studenti delle Scuole della Sapienza (di Santa Severina e Fuscaldo).
38
8. Delegazione Argentina in visita in Calabria
dal 20 al 25 ottobre 2005
Proseguono con grande intensità le iniziative ad opera dell’Istituto Superiore Calabrese di
Politiche Internazionali che da diversi anni organizza importanti attività finalizzate a rilevanti
scambi interculturali.
Dal 20 al 25 ottobre 2008, infatti l’ISCaPI ha organizzato una visita in Calabria di una delegazione
proveniente da diverse zone dell’Argentina.
È stato un programma decisamente ricco di incontri quello organizzato per l’autorevole gruppo
argentino che ha visitato i centri più belli della nostra regione, in compagnia del presidente
dell’Istituto il dott. Salvatore La Porta e dallo staff ISCaPI.
Ad arrivare in Calabria sono stati: Jorge Ferreira, Sindaco
Comune di Viedma, Alejandro Arizcuren, Assessore
Comune di Viedma, Luis Nievas, Assessore Comune di
Viedma , Jorge Pascual, Provincia Rio Negro Vice Presidente
della Prima Legislatura, Luis Bardeggia, Provincia Rio
Negro, Prof. Roberto Brardinelli, Professore Università
Nazionale di Quilmes (Buenos- Aires).
La visita è stata scandita da una serie di appuntamenti e
incontri con autorità del territorio, con l’intento di favorire
scambi interculturali tra i due paesi. Tale iniziativa rientra
nelle attività di promozione dell’Istituto, ovvero favorire la
divulgazione e la conoscenza delle eccellenze del territorio calabrese puntando su importanti
collaborazioni e gemellaggi sia a livello nazionale che internazionale.
Il 20 ottobre sono arrivati in città due componenti del gruppo:
Luis Bardeggia, Provincia Rio Negro e il Prof. Roberto Brardinelli,
Università Nazionale di Quilmes (Buenos- Aires), condotti subito
nel centro cittadino della città Bruzia da Salvatore La Porta.
Il pomeriggio si è svolto il primo incontro informale con il Prof.
Carlo Carbone, docente Unical e Presidente del Comitato
Scientifico dell’ISCaPI; “Le identità culturali sono presenti in
maniera positiva e in uno stesso villaggio globale. Mi auguro che
grazie a questa iniziativa si possa arrivare a qualcosa di più
concreto per ciò che riguarda le cooperazioni di tipo scientifico su
temi di interesse comune” ha sostenuto fervidamente il prof. Carbone. “Le nostre università” ha
continuato il docente, “hanno da sempre scarsa possibilità di agire al di fiori dei loro confini,
bisogna, dunque, puntare su uno scambio scientifico oltre che ad uno scambio di studenti, come è
stato fatto fino ad ora”.
“Questo incontro segna un percorso di approfondimento che potrebbe essere un momento di
ricerca compiuta tra le università delle provincie argentine che ci sono venute a fare visita” ha
dichiarato La Porta, “ potrebbe essere viatico” ha proseguito il Pres. ISCaPI, “di un importante
scambio sulle conoscenze politiche di entrambi i paesi. L’ISCaPI punta a creare importanti scambi
39
tra le nazioni, creando quelle relazioni necessarie senza le quali sarebbe impossibile avviare le
cooperazioni”.
L’illustre comitato argentino ha già fatto visita in Calabria negli anni passati, avviando importanti
scambi culturali, nell’ambito del Programma Pitagora Mundus (una delle tante attività promosse
dall’ISCaPI), in modo particolare con il comune di Bocchigliero centro della provincia cosentina.
Sono, infatti, previsti per lo stesso comune una serie di interscambi relativi alla formazione
nell’ambito del turismo, delle amministrazioni e delle scuole.
Il 21 ottobre, invece, Luis Bardeggia e il Prof. Roberto Brardinelli (entrambi di origini italiane) si
sono recati a Fuscaldo, apprezzata cittadina del tirreno Cosentino, Borgo della Sapienza e sede di
una delle Scuole della Sapienza del Programma Pitagora Mundus.
Ad accoglierli il sindaco di Fuscaldo Davide Gravina e l’Assessore Piero Carnevale. È stato un
incontro informale nell’ambito del quale si è discusso di vari argomenti, soffermandosi sulle
intenzioni di avviare collaborazioni future. Sempre nell’ambito dell’incontro è stato ricordato
l’argentino scrittore carismatico di origini fuscaldesi Ernesto Sabato.
Bardeggia e Brardinelli hanno visitato il centro storico, la scuola della sapienza con i relativi
alloggi.
È Stata una ulteriore giornata importante, ricca di appuntamenti, quella del 22 ottobre per la
delegazione argentina.
In mattinata infatti, il gruppo è stato accolto, dall’Assessore
allo Sport e al Turismo Rosetta Console nel bellissimo
Palazzo della Provincia di Cosenza, e da una delegazione
dell’Amministrazione comunale cosentina a Palazzo dei
Bruzi.
Un incontro decisamente produttivo quello svoltosi tra
l’Assessore Rosetta Console e le autorità argentine accolte a
Palazzo della Provincia con grande affetto.
“L’Assessore Console è la persona che da sempre è stata
fervida sostenitrice delle iniziative del nostro Istituto,
guardando le intelligenze e le capacità produttive reali di un
progetto” ha sostenuto soddisfatto Salvatore La Porta, “siamo qui
per cercare di mettere in contatto le istituzioni pubbliche
attraverso scambi importanti e di diversa natura, ma, che abbiano
una continuità e uno scopo preciso” ha continuato il presidente
ISCaPI.
La Console, nell’ambito dell’incontro, ha offerto un caloroso
benvenuto, (anche a nome del Presidente della Provincia l’On.
Mario Oliverio), all’illustre comitato argentino, manifestando la
sua disponibilità in merito ad importanti collaborazioni future e in
vari ambiti. L’assessore precisa quanto l’amministrazione provinciale punta da sempre ad
iniziative ad ampio raggio d’azione, guardando oltre i confini locali.
40
“Un’amministrazione provinciale non può chiudersi in un settore ristretto, ma deve guardare le
potenzialità e i talenti che ci sono in questo territorio” ha sostenuto l’assessore Console.
Il dialogo tra i presenti è stato scandito da un susseguirsi di proposte che hanno la finalità di creare
una rete importante di condivisione.
Stessa accoglienza è stata riservata alla delegazione da parte del Vice Sindaco On. Franco
Ambrogio, dall’Assessore alle Attività Produttive Maria Rosa Vuono e ancora, dall’Assessore alle
Politiche dell’Educazione Maria Lucente, assolutamente ben predisposti a collaborazioni future.
“Tali iniziative hanno un senso se poi hanno uno sviluppo sia sul terreno amministrativo che su
quello economico, dobbiamo dunque rinvigorire e supportare i rapporti tra la nostra regione e
l’Argentina, nazione che ha una ricca comunità calabrese” ha così affermato l’on. Ambrogio.
Anche l’amministrazione comunale cosentina sostiene fervidamente le attività dell’ISCaPI e del
Programma Pitagora Mundus (Scuole della Sapienza).
Proprio Cosenza infatti, diventerà sede del centro di controllo delle attività culturali del
medesimo programma.
Scambi di doni e foto hanno suggellato un incontro che si spera in futuro possa essere fecondo.
Il 23 ottobre tutta la delegazione si è spostata in Sila al
Parco Nazionale e al Museo, avendo la possibilità di
ammirare e di godere di uno dei luoghi più
straordinari della regione.
Nel pomeriggio il gruppo si è trasferito in provincia di
Crotone a Santa Severina, altro Borgo della Sapienza
che ospita da tempo una seconda Scuola della
Sapienza meta di centinaia di studenti stranieri
all’anno che frequentano i corsi di italiano indetti
dall’ISCaPI. A fare gli onori di casa il Sindaco Bruno
Cortese che ha condotto il comitato nel centro storico
41
della cittadina crotonese e a LALEO sede della scuola.
Il giorno successivo, ovvero il 24 ottobre ha segnato una tappa decisiva per la delegazione e per
chi ha voluto fortemente questa iniziativa. Infatti il gruppo ha preso parte alla “Giornata Mondiale
delle Nazioni Unite e alla Giornata Mondiale dell’Informazione sullo Sviluppo Sostenibile,
organizzata dall’ISCaPI e dall’Osservatorio del Mediterraneo e svoltasi a Palazzo Arnone a
Cosenza e che ha visto approdare in città accademici provenienti da tutta Europa. Mediterraneo; le
vie di un Co-Sviluppo nel Mediterraneo.
Presenze importanti per questa Giornata che ha segnato un appuntamento decisamente unico per
la città di Cosenza, che con tale iniziativa è entrata a far parte dell’esclusivo programma chiamato
“Portolano degli Scambi”, voluto dell’Osservatorio del Mediterraneo, che prevede
l’organizzazione di un ciclo di giornate mondiali su importanti tematiche sociali pianificate in
diverse città del mondo.
Sempre in mattinata le
spostate a palazzo della
presenza del Presidente
dell’ISCaPI Salvatore La
l’accordo tra: la Provincia
Cosenza, Castrolibero e
autorità argentine si sono
Provincia
Provincia
alla
Mario Oliverio e il Presidente
Porta, dove è stato siglato
di Cosenza, il comune di
Fuscaldo e la città di Viedma
e il Comune di Bariloche (Rio
Negro ) e la Provincia del Rio
Negro. Tale iniziativa mira a
rafforzare i rapporti tra i due
paesi, creando dei veri e
propri scambi interculturali a
tutto tondo. In modo particolare sarà previsto, un
singolare scambio di amministratori
(calabresi e
argentini) per prendere forza dalle competenze e dalle
strategie attuate dai due paesi. “Siamo lieti di poter
consolidare i rapporti con i nostri paesi, sperando tra una
brillante cooperazione” ha detto soddisfatto l’On. Oliverio,
che ha accolto con grande afflato il gruppo. “Noi dell’ISCaPI stiamo cercando di creare una rete di
scambi tra varie nazioni portando avanti quella che è la cultura della nostra regione” così ha
sostenuto Salvatore La porta Pres. ISCaPI.
Il Protocollo d’Intesa proposto e voluto dall’ISCaPI è stato immediatamente accolto dai
protagonisti dell’accordo.
Tale iniziativa fa parte, proprio di un ricco programma di attività dell’Istituto di promozione del
territorio.
La delegazione è ripartita il 25 ottobre tra strette di mano degli organizzatori ed un caloroso
arrivederci a collaborazioni future.
42
E
43
venti
1. Evento Nazionale Erasmus
22 Maggio - 25 Maggio
L’ Evento Nazionale Erasmus è una manifestazione
promossa da Erasmus Student Network Italia (ESN)
che coinvolge tutti gli studenti – soprattutto stranieri
- che svolgono l’Erasmus presso le Università in
Italia.
Quest’anno – per il terzo anno consecutivo – in
collaborazione con il Magellano Project, tale evento è
stato organizzato in Calabria presso l’Hotel Club
Village Porto Kaleo situato a Marinella di Cutro (Kr)
L’ Istituto Superiore Calabrese di Politiche
Internazionali – riconoscendo in tale iniziativa sia un
valore atto alla promozione del patrimonio storico, artistico e culturale della regione Calabria , sia
un’occasione per sviluppare conoscenze e stabilire
nuovi contatti tra università, studenti ed istituzioni
in vista di eventuali ulteriori collaborazioni e
progetti futuri – ha collaborato all’organizzazione
della
conferenza
“Erasmus
e
dialogo
interculturale”.
Al dibattito- convegno, che si è svolto presso la
Sala Azzura della Provincia di Crotone, i ragazzi
Erasmus sono stati accolti dal Vice Presidente della
Provincia di Crotone e del Sindaco di Cutro, dal
Presidente Nazionale ESN Nicola Alvaro e dal
Presidente della sezione di Cosenza Stefano Cario.
La dott.ssa Clara Grano, referente nazionale per il programma Life Long Learning -Erasmus, oltre
a rendere un plauso ai tanti operatori afferenti l’associazione che operano su tutto il territorio
nazionale, ha posto l’accento sulla valenza del
progetto Erasmus quale volano per la concreta
realizzazione di quella cittadinanza europea che ci
accompagna dal lontano 1993.
La Dott.ssa Loredana Oliva, giornalista del Sole 24
ore, nel presentare il suo ultimo lavoro “Io invece
studio all’estero”, partendo dalle varie statistiche e
della mancanza di mentalità volta al cambiamento ha
intrattenuto una gremita platea di giovani puntando
sul valore della diversità nell’attuale mercato del
lavoro.
La seconda sessione del convegno è stata prettamente dedicata ai vari rappresentati delle
istituzioni comunitarie.
44
Elena Montani, rappresentanza in Italia della Commissione Europea, ha puntato il dito contro i
forti limiti che ancora persistono nella nostra nazione quanto all’integrazione delle persone di
cultura differente all’interno del mercato del
lavoro. Dello stesso avviso Massimo
Palumbo, Ufficio d’informazione per l’Italia
del parlamento europeo, che ha presentato in
anteprima un cortometraggio “ Treni
strettamente
riservati”
(realizzato
in
collaborazione con la Fandango film).
L’integrazione del diverso nelle grandi città,
prende forma all’interno del vagone di un
treno dove rom, extracomunitari e autoctoni
dividono lo stesso scompartimento.
Infine, nel ricondurre alle tipicità territoriali
locali l’importanza del dialogo tra le diverse
culture, Ettore Bonanno, Associazione
Studenti Arbereshe Università della Calabria, ha presentato il caso delle comunità arbereshe
presenti sul territorio calabrese.
Inoltre, presenti anche l’ Assessore Mara Rosa Vuono in rappresentanza dell’esecutivo della città
dei Bruzi, l’On. Francesco Sulla Assessore alla Regione Calabria e l’eurodeputato Beniamino
Donnici, i quali hanno rinnovato il loro impegno per la propria terra a livello locale e comunitario.
L’ Evento Nazionale Erasmus - al quale hanno partecipato circa 1.300 giovani provenienti da
tutta Europa - ha un premio da parte della Presidenza della Repubblica Italiana, il patrocinio da
parte della Commissione Europea Rappresentanza in Italia e dal Parlamento Europeo ufficio per
l’Italia.
45
2. Educazione alla Pace. Cooperazione e dialogo per uno sviluppo globale
Visita del Presidente Lech Walesa, Premio Nobel per la Pace 1983
28 luglio 2008
La Regione Calabria ha avviato da qualche anno alcune iniziative per la
promozione della pace, dei diritti umani e
del dialogo tra i popoli.
In tal senso, la Calabria partecipa, quale
unica Regione italiana partner, al Summit dei
Premi Nobel per la Pace, organizzato dalla
Fondazione Gorbaciov e dal Comune di
Roma, ed è, inoltre, la prima Regione (e per
ora l’unica) ad aver adottato nell’estate del
2007 la "Carta per un mondo senza violenza" (già sottoscritta da numerosi
Premi Nobel per la Pace) sposando in tal modo il solenne appello rivolto dai Premi Nobel alla
comunità internazionale affinché venga contrastata ogni forma di violenza: dal conflitto armato
alla povertà, dallo sfruttamento economico alla distruzione dell’ambiente.
E’ – dunque- considerando tale ambito che l’Istituto Superiore Calabrese di Politiche
Internazionali ha deciso di accogliere in Calabria il Presidente Lech Walesa, Premio Nobel per la
Pace 1983 e leader del movimento Solidarnosc. Il Presidente Walesa è stato ospitato presso il
Comune di Santa Severina, uno dei Borghi più belli d’Italia nonché tra i primi Borghi della
Sapienza del Programma Pitagora Mundus; ad accompagnarlo il Console Generale ed il ViceConsole della Repubblica Polacca, rispettivamente Gerard Pokruszynski e Monica Pucilowska, il
Presidente del Lech Walesa Institute - Foundation (ILW) Piotr Gulczynsky ed il Vice Presidente del
Segretariato Permanente dei Premi Nobel per la Pace, Enzo Cursio.
46
L’incontro Istituzionale del 28 mattina
Castello Carrafa, Santa Severina
A salutare il Presidente Lech Walesa erano presenti in
sala il Vice Presidente della Provincia di Crotone, Emilio
De Masi, il Sindaco di Santa Severina, Bruno Cortese,
autorità civili, militari e religiose, ed una folta schiera di
Sindaci del Crotonese e del Cosentino. Molti gli omaggi
offerti al Presidente: dalla Provincia di Crotone una
preziosa icona della Madonna di Capocolonna; dal
Comune ospitante la
riproduzione
di
un’antica
anfora
magno
–
greca,
oggetti
d’arte
dall’Associazione
Culturale Gradiva Onlus di Cosenza; una
riproduzione di una croce bizantina realizzata per
l’occasione dall’orafo Gerardo sacco.
“Per la Calabria che aspira al suo riscatto economico e sociale,
il Presidente Polacco Lech Walesa può assurgere a simbolo”,
con queste parole il Vice Presidente Emilio De Masi ha
salutato il Leader di Solidarnosc, spiegando che la storia e i
successi ottenuti dal Presidente Walesa sono la dimostrazione
della possibilità che ha la
Calabria di costruire un
futuro diverso. “Per me – ha osservato il Presidente Walesa – è
stato sempre importante agire, non lasciare che le firme restino
sulla carta ma si concretizzino in progetti volti ad affermare i
principi di libertà, pace,
amicizia
e
conoscenza
dell’altro.
L’importante
è
volerlo”. Con queste parole, l’eroe di Danzica, ha tenuto a
battesimo anche la sottoscrizione del Protocollo di intesa tra
l’Istituto Superiore Calabrese di Politiche Internazionali –
rappresentata dal Presidente Salvatore La Porta – e il Lech Walesa
Institute Fondation – rappresentata dal Presidente Piotr Gulzynski, finalizzato a realizzare attività
di scambio interculturale tra la Calabria e la Polonia, un passo importante per costruire
sinergicamente quel ponte di conoscenza reciproca che da anni porta milioni di polacchi nel nostro
territorio.
47
Educazione alla Pace. Cooperazione e dialogo per uno sviluppo globale
Castello Carrafa, Santa Severina
Programma
 Ore 16.30 apertura dei lavori

Saluti istituzionali: dott. Bruno Cortese, Sindaco di Santa Severina; Governatore della Regione
Calabria On. Agazio Loiero; Mons. Domenico Graziani, Arcivescovo di Crotone e S. Severina;
dott. Enzo Curzio Vice-Presidente Segretariato Permanente Premi Nobel della Pace, dott.
Salvatore La Porta, Presidente Istituto Superiore Calabrese di Politiche Internazionali.
Interventi:

Le crescita sociale per la democratizzazione (Presidente Lech Walesa, Premio Nobel per la
Pace 1983)

Solidarność, movimento per la Pace (dott. Vincenzo Bova, Dipartimento di Sociologia e
Scienza Politica dell’Università della Calabria)

Presentazione attività formative ISCaPI – Regione Calabria: Master di Formazione in
Cooperazione Pace e Tutela dei Diritti Umani
(dott. Lorenzo Mari, Responsabile Formazione e Rapporti Internazionali ISCaPI)
 Ore 19.00 Chiusura Lavori
Modera: Prof.ssa Matilde Ferraro, Docente di Politiche e Strumenti per lo Sviluppo presso la
Facoltà di Scienze della Comunicazione dell'Università "La Sapienza" di Roma
48
Nel pomeriggio il Presidente Lech Walesa, nel salone delle scuderie del Castello Carrafa, è
intervenuto al convegno “Educazione alla pace – Cooperazione e dialogo per uno sviluppo
globale” a cui hanno partecipato anche molti
degli studenti stranieri, in parte polacchi, della
Scuola della Sapienza di Santa Severina.
Nel suo intervento, il prof. Vincenzo Bova ha
spiegato l’originalità ed il potere deflagrante
del movimento Solidarnosc, un movimento di
massa e luogo di incontro delle opposizioni di
matrice cattolica e anticomunista che si è
imposto al Governo centrale e che, attraverso
scioperi, contestazioni e altre forme di
dissenso politico e sociale, attuate sempre nel
principio cardine della non-violenza, mirava
alla destabilizzazione e allo sgretolamento del
monopolio del partito unico di governo. Una testimonianza di
altissimo impegno politico e culturale, dunque quella del Presidente
Lech Walesa, alla cui figura il Presidente della Regione Calabria ha
affiancato un’altra delle più grandi figure del nostro secolo, quella
di Papa Giovanni Paolo II, quali protagonisti della storia Polacca e
di tutta Europa, portatori di Pace nel mondo e attivi nella
costruzione dell’Europa unita.
Ecco perché, alla presenza del Presidente Walesa - simbolo
di libertà, pace e democrazia – l’Istituto Superiore Calabrese
di Politiche Internazionali ha voluto presentare il Master di
alta formazione in Cooperazione, Pace e Tutela dei Diritti
umani - che sarà portato avanti con il supporto della
Regione Calabria nell’ambito delle sue attività in materia.
Nel suggestivo castello Carrafa, dunque, si è svolta la più
importante agorà per la costruzione della pace svoltasi in
Calabria, una giornata suggellata con una proposta che fa della formazione un momento centrale e
fondamentale per il raggiungimento della pace nel mondo.
49
3. Presentazione libro “Fratelli Separati” del Min. Plen. Maurizio Serra
27 settembre 2008
La presentazione del libro “Fratelli Separati” del Ministro Plenipotenziario Maurizio Serra, svoltasi
alla Casa delle Culture di Cosenza, è il primo degli appuntamenti
organizzati dall’Istituto
Superiore Calabrese di Politiche Internazionali in collaborazione con la Casa Editrice Settecolori.
All’incontro hanno partecipato: Maria Lucente, Assessore alle Politiche Educative del Comune di
Cosenza che ha portato i saluti del Sindaco
Salvatore
Perugini;
Manuel
Grillo
Presidente l’Associazione Settecolori (Casa
Editrice Settecolori); Maurizio Serra autore
del libro Min. Plen. (Segreteria Generale
Ministero Affari Esteri); Pietro Fantozzi
docente di Sociologia Politica all’Università
della Calabria; Maria Rosa Vuono,
Assessore alle Attività Produttive del
Comune di Cosenza.
La presentazione del libro “Fratelli
Separati” (che sta riscuotendo un notevole
successo sia in Italia che in Francia) ha attirato alla casa delle Culture del centro storico cittadino,
un folto gruppo di personalità istituzionali. Tanti i sindaci della provincia, e i docenti che hanno
voluto essere presenti a questo importante incontro.
Il volume parla della vita e delle esperienze di tre importanti scrittori francesi di grande
personalità - Aragon, Malraux e La Roschelle - che hanno segnato il profilo culturale e politico del
loro paese in un epoca di grande trasformazione come quello fra le due guerre, e che si intersecano
tra letteratura, arte e impegno politico attraverso un accurata analisi.
“La cultura e la parola hanno lo scopo di Creare legami e non dividere”con questa frase
significativa, l’assessore Vuono introduce la sua brillante relazione.
Parla di “Beat Generation” Maria Rosa Vuono riferendosi ai tre scrittori francesi protagonisti del
libro, tre grandi personalità che hanno vissuto intensamente il periodo tra le due guerre in Francia.
L’intervento del Prof. Pietro Fantozzi, che riferendosi alla descrizione del libro, parla di “tre piani”
o tre chiavi di lettura: il piano culturale, il piano politico e quello dei legami che hanno
caratterizzato la vita di Aragon, Malraux e La Roschelle. Grande soddisfazione, inoltre, da parte di
Manuel Grillo, per la sua diciannovesima presentazione in Calabria ,che ha sempre accolto in
maniera egregia il Ministro Serra.
“In Francia si è giunti alla seconda edizione di Fratelli Separati, si è pertanto creato attorno a
questo volume, un intenso dibattito culturale, il libro ha, infatti, vinto il premio all’Accademia
50
Francese” e così che Grillo spiega il successo del testo e della sua Casa Editrice, nata da pochi anni
e che punta ad un target colto che ami libri di un certo spessore culturale.
“Fratelli Separati” spiega Grillo, “è stato presentato tra i più
importanti luoghi culturali del paese, come ad esempio le
Giubbe Rosse di Firenze.
Grande entusiasmo inoltre per l’intervento dell’autore che si è
detto molto lusingato ed emozionato, per l’accoglienza che gli è
stata rivolta dai calabresi. “
E’ un approfondimento di tre autori della storia politica del 900,
si tratta di un racconto molto intenso su tre livelli che sono
rimescolati nel corso della vita dei tre straordinari protagonisti”
così ha parlato Serra del suo Libro, “tre personaggi drammatici e
autodistruttivi, tre percorsi di tre persone estremamente
interessanti, che nella separazione ideologica non sono riusciti a
fare a meno di confrontarsi” ha continuato il Ministro che parla
di una storia tragica ma non pessimistica, tutti e tre hanno voluto
essere grandi scrittori ma anche dei politici che sono stati in
grado di portare avanti una “nuova politica”.
51
4. Giornata Mondiale delle Nazioni Unite e dell’Informazione sullo sviluppo
24 ottobre 2008
Relatori e parterre di alto livello per le celebrazioni della Giornata Mondiale delle Nazioni
Unite e della Giornata Mondiale dell’Informazione sullo Sviluppo, svoltasi nella città di
Cosenza, presso Palazzo Arnone venerdì 24 ottobre 2008.
L’iniziativa, co-organizzata dall’Istituto Superiore
Calabrese di Politiche Internazionali e dall’Osservatorio
del Mediterraneo, ha visto un susseguirsi di tavole
rotonde sulle seguenti tematiche: le Condizioni di un
Rinnovamento delle Nazioni Unite; Lo Sviluppo
Sostenibile e l’Economia Identitaria nel Mediterraneo;
Le vie di un Co-Sviluppo nel Mediterraneo.
Presenze importanti per questa Giornata che fissa un
appuntamento annuale, decisamente unico e rilevante, all’interno del ciclo promosso
dall’Osservatorio del Mediterraneo e denominato “ il Portolano degli Scambi” che prevede
la celebrazione, in diverse città del mondo, di alcune delle giornate mondiali proclamate
dalle Nazioni Unite e dall’Unione Europea.
L’inizio dei Lavori è stato suggellato dal messaggio augurale inviato dal Segretario
Generale delle Nazioni Unite, per tramite dell’UNRIC -United Nations Regional Information
Centre for Western Europe .
“Questo è un anno cruciale nella vita delle Nazioni Unite - scrive Ban Ki-Moon- Abbiamo
appena varcato la metà del duro cammino verso il conseguimento degli Obiettivi di
Sviluppo del Millennio, la nostra comune visione per un mondo migliore nel XXI secolo.
(<) nessuno è al riparo dalle minacce che questo secolo pone. Il cambiamento climatico, la
diffusione di malattie e armamenti mortali, la piaga del terrorismo, tutti fenomeni che non
conoscono frontiere. Se davvero intendiamo accrescere il benessere globale, dobbiamo
garantire l’accesso globale a beni che sono di tutti.
(<) Il partenariato è la strada per il futuro. (<) Le Nazioni Unite devono produrre
risultati per un mondo più sicuro, sano e prospero”.
Il tavolo dei saluti ha visto la presenza dell’Assessore Regionale al Bilancio e Patrimonio,
On. Demetrio Naccari Carlizzi; dell’Assessore alle Attività Produttive del Comune di
Cosenza dott.ssa Maria Rosa Vuono, portavoce del benvenuto del Sindaco l’avv. Salvatore
Perugini; del Prof. Nadir Mohamed Aziza, Direttore Generale dell’Osservatorio del
Mediterraneo e del dott. Salvatore La Porta, Presidente dell’ ISCaPI.
52
“L’amministrazione del comune di Cosenza è orgogliosa di essere stata scelta come luogo
di incontro e studio per una delle tappe del ciclo “Il Portolano degli Scambi”- ha affermato
l’Assessore Vuono, aggiungendo- il nostro pensiero va alle generazioni future, oggi si
deve puntare sul partenariato, sulla condivisione delle nostre prospettive, delle nostre
ambizioni che derivano dalle esperienze di ognuno di noi; bisogna essere uniti per fare
rete e per creare uno sviluppo caldo. il comune di Cosenza – ha concluso l’Assessorepunta a lavorare proprio su questo, cercando di supportare un effetto ripetitore tra gli
enti”.
L’Assessore Regionale al Bilancio l’On. Naccari Carlizzi, ha accolto senza indugio l’invito
degli organizzatori.
“la giornata del 24 ottobre, da oggi, ha assunto un significato importante per la Regione
Calabria, che ha bisogno di essere sottolineato e consolidato per reali sviluppi fututi .
La nostra società produce delle diseguaglianze estreme e anche il nostro Paese non è certo
esente da tali errate dinamiche. Gli otto obiettivi delle
Nazioni Unite sono uno stimolo importante. Tali
propositi devono entrare nella quotidianità delle
amministrazioni”.
L’assessore
regionale
ha
sottolineato come le diseguaglianze tra i popoli sono
aumentate di circa il 30% negli ultimi decenni,
allargando la “forbice” tra ricchi e poveri.
C’è la necessità di nuovi livelli di intervento e di
funzioni immediate.
A seguire il Benvenuto dei promotori della Giornata studio: il Prof. Nadir Mohamed Aziza
“Cercheremo di Precisare quali procedure dovranno guidare l’azione dei popoli del
Mediterraneo per gettare le basi di un co-sviluppo sostenibile e condiviso”e il dott.
Salvatore La Porta “L’appuntamento odierno è l’occasione per avviare in Calabria insieme
all’Osservatorio del Mediterraneo un nuovo ciclo di studi che possa creare nei Borghi della
Sapienza afferenti ad ISCaPI e nella regione, centri di interesse tematico legati alle attività
ed agli sviluppi delle Nazioni Unite proiettati verso orizzonti mediterranei”.
A conclusione la lettura del messaggio inviato dal Ministero degli Affari Esteri.
La prima tavola Rotonda “ Le condizioni di un Rinnovamento delle Nazioni Unite” ha
visto intervenire illustri esponenti del mondo accademico e politico internazionale quali;
Xaviere Ulysse, direttrice dell’Università Euro-Araba Itinerante; l’On. Michael Frendo,
Parlamentare, già Ministro degli Affari Esteri Repubblica di Malta, Claudio Di Turi,
professore di Diritto Internazionale dell’ Università della Calabria e Hatem Kotrane,
53
direttore del Dipartimento di Diritto Privato presso la Facoltà di Scienze giuridiche,
politiche e sociali dell’ Università di Tunisi.
I relatori hanno sottolineato l’importanza delle iniziative promosse dalle Nazioni Unite,
che hanno preso il via proprio sin dalla seconda guerra mondiale. Tante infatti, le missioni
di pace nelle aree del Mediterraneo che si sono
susseguite negli ultimi decenni.
L’incontro pomeridiano “Lo Sviluppo Sostenibile
e l’Economia Identitaria nel Mediterraneo” ha
visto gli interventi di: Osvaldo Pieroni,
Professore Ordinario di Sociologia dell’Ambiente
dell’Università della Calabria; Luca Introini
responsabile progetti Federculture,
Pietro
Iaquinta
professore
di
Demografia
dell’Università della Calabria .
Le tematiche legate allo sviluppo sostenibile
sono
state
affrontate
su
vari
fronti,
antropologico, sociologico, economico e politico.
Si è discusso del significato di “Sviluppo
Sostenibile”, una atavica disattenzione rispetto
all’argomento da parte delle imprese e degli
attori economici.
“Rispetto all’ambiente siamo di fronte ad una completa disattenzione da parte delle
imprese e dunque di tutti gli attori economici e partecipiamo passivamente ad una realtà
drammatica. Assistiamo, inoltre, ad uno sfruttamento eccessivo dell’acqua, ad una cattiva
qualità dell’area che respiriamo - ha così affermato il Prof. Pieroni- lavorare per il bene
comune è un atto politico e sociale (pensiamo al commercio equo solidale), bisogna porre
delle concrete basi per le regole commerciali a tutela delle persone e dell’ambiente”
È parere comune degli esperti, che fino ad oggi non si è tenuto conto dell’equilibrio
termodinamico del pianeta favorendo un utilizzo eccessivo di sostanze tossiche.
Nell’ambito del dibattito, infatti si è dedotto che si protrae nel tempo un utilizzo errato
delle energie naturali del globo, e non meno grave si è parlato di una enorme produzione
di rifiuti che esaspera e aggrava la situazione ambientale.
54
“Bisognerebbe incrementare i summit per discutere su tali tematiche, e trovare delle linee
ben precise di azione - ha affermato il dott. Luca Introini di Federculture - L’obiettivo
dovrebbe essere quello di arrivare ad uno sviluppo regionale-globale, bilanciato attraverso
un processo di omogeneizzazione, attivando la politica e dunque le amministrazioni.
Assistiamo ad una vera e propria massificazione del turismo senza agevolare, supportare e
incoraggiare le diverse entità culturali. Il processo euro-mediterraneo deve ripartire
attraverso un dialogo interculturale”.
Si è evidenziato il bisogno di “riorientare” l’idea di sviluppo basandosi sulle capacità reali
del nostro “Ecosistema”, e come sostenuto dal prof. Pietro Iaquinta “ è necessario
rispettare quelli che sono gli indicatori demografici delle aree in questione. Sembrerebbe
necessario, inoltre, recuperare le caratteristiche dei territori riconquistando la tradizione
quale straordinaria risorsa immateriale”.
Nel corso della seconda tavola rotonda “Le vie di
un Co-Sviluppo nel Mediterraneo”si sono
confrontati: Aurelio Angelini, Professore Associato
di Sociologia dell’Ambiente ed Ecologia
dell’Università di Palermo e IULM di Milano;
Cesare Pitto, Professore Ordinario di Antropologia
Culturale
dell’Università
della
Calabria;
Emmanuel Dupuy, Presidente Institut Prospective
et Securitè en Europe di Parigi; Andrea Nobili,
Presidente Festival Adriatico Mediterraneo di
Ancona; Alessandra Prudente, Responsabile relazioni esterne COPPEM.
Il Prof. Cesare Pitto ha messo in risalto un effettivo bisogno di maggior consapevolezza di
tutti gli attori sociali per la creazione diun partenariato sostenibile. “Sviluppo sostenibile è
anche valorizzazione culturale che punta sulle identità locali recuperando le caratteristiche
dei territori”.
Sono stati affrontati, ancora, argomenti nevralgici che hanno fatto giungere ad una serie di
conclusioni, una delle più significative è che la nostra società produce diseguaglianze
estreme, e che spesso i popoli del mediterraneo non sono affatto protagonisti del dibattito
globale.
“Non si è tenuto conto dell’equilibrio termodinamico del pianeta a causa di un utilizzo
eccessivo di carbonfossili - ha affermato il prof. Aurelio Angelini moderatore del dibattitoBisogna utilizzare le energie naturali senza abusarne, e basarsi sulle capacità reali
dell’ecosistema recuperando il ruolo tipico dei sistemi naturali. È indispensabile creare un
partenariato tra le regioni del mediterraneo e mettere da parte il modello esistente”.
55
A conclusione di questo straordinario appuntamento, i ringraziamenti da parte degli
organizzatori, il Prof. Nadir Mohamed Aziza e il Dott. Salvatore La Porta, e del Dott. Pier
Virgilio Dastoli, Direttore Rappresentanza della Commissione Europea in Italia a Roma.
“Noi europei dal 1648 viviamo su apparenti
entità nazionali. Siamo stati abituati a pensare
dalla nascita della democrazia di essere entità
nazionali e come tali ci riconosciamo- ricorda
Dastoli - Abbiamo bisogno oggi più che mai di
sentirci cittadini europei”.
L’ISCaPI e l’Osservatorio del Mediterraneo, hanno concertato un appuntamento fisso per
il 24 ottobre dei prossimi anni al fine di celebrare in Calabria la Giornata Mondiale delle
Nazioni Unite.
56
5. Partecipazione al IX Summit dei Premi Nobel per la Pace
Il Presidente dell’ISCaPI ha partecipato al IX Summit dei Premi
Nobel per la Pace tenutosi a Parigi in occasione del 60°
anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo e
svoltosi sul tema dei “Diritti umani per un mondo senza violenza”.
All’importante incontro era presente il Governatore della Regione
Calabria l’On. Agazio Loiero che - nel suo discorso - ha parlato
anche delle attività dell’Istituto riferendosi in modo particolare al
Master in “Cooperazione, Pace e tutela dei Diritti Umani” che sarà
organizzato da ISCaPI in collaborazione con la Fundacja Institut Lech Walesa.
L'accordo per la realizzazione di tale Master è stipulato proprio tra il premio Nobel Walesa
e l’ISCaPI nell’ambito del convegno "Educazione alla Pace - Cooperazione e dialogo per
uno sviluppo globale" svoltosi a Santa Severina (Kr) lo scorso luglio.
57
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
3 078 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content