close

Enter

Log in using OpenID

Cronaca Rimini - Virtualnewspaper

embedDownload
NON RICEVE ALCUN CONTRIBUTO PUBBLICO EDITORIA
DIREZIONE - REDAZIONE - SEDE LEGALE E OPERATIVA - PUBBLICITA': RIMINI, Viale Laurana 1/A (cap 47921) Centralino 0541 444011
Mail di settore Redazione: [email protected] - Amministrazione: [email protected] - Pubblicità: [email protected] - Segreteria: [email protected] qnews.it
MARTEDÌ 14 OTTOBRE 2014
ANNO 3 N. 1057
In 400 ieri per l’ultimo saluto alla 26enne trucidata dal marito, poi suicida
“Ivana, i tuoi figli la nostra forza”
Cattolica si ferma, fiocchi rosa sulle giacche delle donne
Un momento dei funerali di ieri a Cattolica di Ivana Intilla
CATTOLICA - Grande partecipazione ieri a Cattolica
ai funerali di Ivana Intilla,
la 26enne uccisa dal marito,
poi suicida, che non accettava di averla persa (i due
lasciano due gemellini di
tre anni).
SERVIZIO A PAGINA 11
Oggi i funerali a Verucchio del padre del Centro Pio Manzù
Dasi, quell’ultima
intervista
sui grandi della Terra
SERVIZI A PAGINA 4
Nuovi particolari sull’indagine riaperta dai legali della famiglia sull’ipotesi di omicidio
Vertice in Enac, fumata grigia
Pantani, misteri in un filmato Senza soldi
Il Rolex del campione è fermo alle 5, giallo sull’ora del decesso
Il video smentisce le ricostruzioni fatte sulla camera in cui morì
Da Rimini 2 squadre
nell’inferno di Genova
Oggi c’è allerta meteo
RIMINI - Due squadre della Protezione civile
sono a Genova per dare soccorso dopo
l’alluvione. Scattata l’allerta meteo in alcune
zone dell’entroterra fino alle ore 18 di oggi.
SERVIZIO A PAGINA 9
I mobili
risultano in
disordine ma
nessuno è
danneggiato
g Non c’è
traccia del
lavandino
sradicato dalla
parete
g Le strane
coincidenze su
alcune persone
accorse subito
g
RIMINI - La cordata vincente AirRiminum
non intende mettere soldi per la gestione
provvisoria. Enac ci lavora. Il Prefetto batte ogni strada. Ma il 31 ottobre è vicino.
SERVIZIO A PAGINA 3
Giovedì la provincia si ferma
RIMINI - Altro giallo sulla morte di
Marco Pantani, dopo dieci anni.
Quell’overdose di cocaina gli fu
somministrata con la forza? C’è il
mistero sull’ora segnata sul suo Ro-
lex, su un fax e pure su un lavandino
sradicato dalla parete. I misteri sono
tanti e le piste aperte dai legali della
famiglia trovano i primi riscontri.
SERVIZI A PAGINA 5
12 ottobre
ore 15.30 Spettacolo I TRE PORCELLINI
ore 16.30 Laboratori: COOKIE DESIGN e ARCHITETTI IN MINIATURA
19 ottobre
ore 15.30 Spettacolo LA BELLA E LA BESTIA
ore 16.30 Laboratori: COOKIE DESIGN e DIETRO LA MASCHERA
26 ottobre
aspettando
Halloween
Ha
Park...
ore 15.30 Spettacolo HANSEL E GRETEL
ore 16.30 Laboratori: PASTICCERI IN MINIATURA e FACCIA DA ZUCCA.
Mercatini di artigianato artistico a cura di Ass. Elio Morri.
Spettacoli a cura della “Combriccola dei Lillipuziani.
Per bambini da 3 a 10 anni.
A seguire merenda offerta a tutti i bambini partecipanti.
Incluso nel biglietto d’ingresso al parco.
Gli eventi si terranno anche in caso di pioggia o brutto tempo.
l’aeroporto
il 31 chiude
Posti limitati,
prenotazione obbligatoria al 0541.736 736
[email protected]
www.italiainminiatura.com
Contro il Jobs Act
la Cgil proclama
8 ore di sciopero
SERVIZIO A PAGINA 7
2
l
MARTEDÌ 14 OTTOBRE 2014
FISH
www.damarinelli.it
and
MuSIC LIVE
In occasione della Festa del patrono San Gaudenzo
la Trattoria Marinelli ti propone tre serate
con musica dal vivo e tre menù: dalle 20,30
ospiti
12
ottobre
ospiti
13
ottobre
Romano Cucci & Friends
Fantasia di mare al vapore
Pasta battuta in brodo di pesce
Risotto alla marinara
Graticola di calamari e gamberi
Fritto misto con verdure
Crema da bere
€ 20,00
I Maracaibo
Padellaccia del pescatore
Pasta battuta in brodo di pesce
Tagliolini al ragù di sogliola
Graticola di calamari e gamberi
Fritto misto con verdure
Crema da bere
€ 20,00
ospiti
14
ottobre
Romano Cucci & Friends
Gran misto di gratinati
Pasta battuta in brodo di pesce
Gnocchetti mazzancolle e spinaci
Graticola di calamari e gamberi
Fritto misto con verdure
Crema da bere
€ 20,00
(Bevande, caffè, liquori e piadina sono esclusi.)
È CONSIGLIATA LA PRENOTAZIONE
via Circonvallazione Occidentale, 36/38 - Rimini - 0541 783289
MARINELLI_intera_SAN_GAUDENZO2014.indd 3
02/10/14 17.09
Cronaca
Rimini
MARTEDÌ
14 OTTOBRE 2014
l
3
Ieri vertice a Roma con il Prefetto, il Curatore Santini e il rappresentante di AirRiminum. Bocche cucite
E ora chi tiene a galla il “Fellini”?
Si lavora a una soluzione provvisoria con la cordata vincente
che però non vuol mettere liquidità. Già domani altri incontri
RIMINI - Tutti al capezzale
dell’aeroporto di Rimini, per
evitare la chiusura dello scalo
il 31 ottobre, giorno della scadenza dell’esercizio provvisorio. Dall’incontro di ieri
mattina a Roma in Enac esce
una fumata grigia, comunque più nera che bianca. C’è
la volontà da parte di tutti i
soggetti in campo di trovare
una soluzione, ma vista l’ingarbugliata matassa, c’è bisogno ancora di un po’ di tempo
per verificare il da farsi. Al tavolo erano presenti, oltre a
Enac, il prefetto Claudio Palomba, il Curatore fallimentare di Aeradria Renato Santini e, in rappresentanza della
cordata AirRiminum uscita
vincente dall’aggiudicazione
provvisoria dello scalo, il
commercialista romano Leonardo Corbucci.
A quale soluzione si sta lavorando? Non facile. Visto che
bisogna mettere insieme il diritto fallimentare, quello della navigazione aerea e, soprattutto, i soldi che da qualche parte devono arrivare, visto che lo scalo è in perdita (si
dice almeno 150mila euro al
mese), ancor di più lo sarà nei
prossimi mesi autunno-in-
Servono soldi
e garanzie per
l’okay del
Tribunale.
Il Commissario
potrebbe
essere lo stesso
Renato Santini
Il Curatore
fallimentare
di Aeradria
Renato Santini
verno e il nuovo gestore
(sempre che AirRiminum
passi il vaglio dell’aggiudicazione definitiva e riceva le
certificazioni necessarie) non
potrà operare prima di gennaio. Da escludere che il Tribunale autorizzi un’altra proroga “al buio”, visto che i pri-
mi diritti da tutelare sono
quelli dei creditori della fallita Aeradria. Da escludere anche che il Prefetto riesca (o
voglia) mettere in piedi un’altra “colletta” tra gli imprenditori locali, dato che circa
500mila euro sono già stati
“bruciati” quest’estate per ga-
rantire che i voli proseguissero in piena estate ed ora c’è un
nuovo gestore all’orizzonte.
Si sta dunque lavorando a
una soluzione in cui AirRiminum si faccia carico di reperire la liquidità necessaria
per arrivare a fine gennaio,
con la “garanzia” di Enac a
gestire lo scalo in via provvisoria. Ma i soldi? Il rappresentante di AirRiminum (che
intanto non ha rivelato i nomi degli investitori neppure
ieri, davanti al Prefetto e ad
Enac) ha solo rassicurato sul
fatto che, come prevede il
bando, verranno sottoscritti i
3 mln di euro del capitale entro il 30 ottobre. E che, soprattutto, non vi sono le condizioni perchè da AirRiminum esca denaro per tenere
apero l’aeroporto in questa
fase transitoria.
Tutto ora è rinviato dopo le
ulteriori verifiche tecniche
che andranno in scena a tambur battente nei prossimi
giorni. Già domani ci sarà un
incontro tra il Prefetto e la
Curatela. Mentre Enac e AirRiminum metteranno a punto la soluzione del commissariamento per questa fase
transitoria, ma non si sa bene
con i soldi di chi. Già domani,
il Curatore Santini dovrebbe
incontrare anche i sindacati.
Il tempo stringe. Il 31 ottobre
si avvicina inesorabilmente.
E il Tribunale non concederà
proroghe finche non ci sarà
una soluzione certa e condivisa.
Domani e giovedì
Caselli
chiusi
per lavoro
RIMINI - Sull'A14 Bolo-
gna - Taranto, dalle 22
di domani (mercoledì
15 ottobre) alle 6 di giovedì 16 ottobre, sarà
chiusa la stazione di Rimini Sud in uscita per
chi viene da Bologna. In
alternativa si consiglia la
stazione di Riccione. Lo
riferisce Autostrade per
l'Italia precisando che la
notte successiva di giovedì 16 ottobre, sempre
con orario 22-06, sarà
chiusa la stazione di Rimini Nord in entrata
verso Bologna. La stazione alternativa consigliata è Valle del Rubicone.
Costanti
aggiornamenti sulla situazione
della viabilità e sui percorsi alternativi sono diramati tramite: i notiziari "my way" in onda
sul canale 501 di Sky
Meteo24; su Rtl 102.5;
su Isoradio 103.3 Fm;
attraverso i pannelli a
messaggio variabile e sul
network Tv Infomoving
in Area di Servizio. Per
ulteriori informazioni si
consiglia di chiamare il
Call Center Autostrade
al
numero
840.04.21.21.
In consiglio otto membri del centrosinistra e quattro del centrodestra. Il nuovo ente ancora in fase di passaggio
RIMINI - Andrea Gnassi è il
nuovo presidente della Provincia. Il consiglio è invece
composto da otto membri
di centrosinistra e quattro
del centrodestra. Gli otto
sono: Cristina Belletti; Massimo Allegrini; Giovanna
Zoffoli; Ulrike Bonfini; Stefano Giannini; Ivana Baldinini; Alice Parma e Riziero
Santi. Invece Enzo Ceccarelli; Renata Tosi, Giorgio
Ciotti e Nicola Marcello
compongono il gruppo di
minoranza. A entrambe le
parti i complimenti da diversi fronti.
Il presidente Gnassi, nel
suo primo intervento, precisa ancora una volta che
“assumere la responsabilità
del governo provinciale, in
una fase in cui dominano
confusione e incertezza su
competenze, deleghe, risorse finanziarie, personale
dell’Ente ‘che non c’è ma
c’è’, è questione che ha molto più a che fare con oneri
che onori”. L’ambiguità, secondo il primo cittadino, è
“la cifra di fondo di questa
‘pulizia istituzionale italia-
“Più oneri che onori”
Il neo presidente della Provincia Gnassi chiama all’unità contro Bologna
na’, ideata e gestita più su
una spinta emotiva che di
reale consapevolezza di
prospettive ed effetti”. Ma,
al di là della premessa, stante la situazione creatasi,
“siamo chiamati da oggi in
avanti a organizzare e amministrare un’istituzione
oggettivamente più debole
di ieri, in un incrocio delicato per un’area come la
nostra: la vicenda della
‘nuova Provincia di Rimini’
si interseca inevitabilmente
con quella regionale, a uno
snodo cruciale sulle politiche di sistema, dal lavoro e
dalla formazione, dai trasporti, alla sanità, alla tutela
del territorio. Per questo
credo che il primo compito
dell’amministrazione provinciale sia quello di riaffermare la centralità dell’ente
nelle dinamiche riminesi in
relazione alla Romagna e a
Bologna: se non definiamo
linee comuni di azione su
Stefano Vitali (l’ex presidente) con Andrea Gnassi (FOTO MANUEL MIGLIORINI)
ognuna delle partite sopra
citate, corriamo un grosso
rischio, cioè quello di ‘lavorare
inconsapevolmente
per un re di Prussia’ che,
non so se lo auspica, ma sicuramente ha tendenze
centripete spiccate”. Dunque Gnassi chiamati all'unità. “Insieme a Consiglio e
agli amministratori del territorio, in relazione all’evolversi di un quadro nazionale e regionale obbligatoria-
mente da attendere, faremo
il punto sulla salute finanziaria dell’Ente, consapevoli di una situazione più grigia che rosea, stante i tagli
governativi degli ultimi tre
anni. Credo che non andrà
molto meglio per ciò che riguarda le nuove competenze istituzionali che la legge
deve ancora assegnare con
precisione (oltre a quelle
già previste dalla riforma
Del Rio: manutenzione
strade, edilizia scolastica
superiore, qualche delega
ambientale, pari opportunità). C’è ancora una contrattazione aperta con le
Regioni, anch’essa confusionaria, che potrebbe alla
fine partorire un patchwork
con poco capo e altrettanta
coda. Staremo a vedere.
Quello che intravedo da subito come elemento indispensabile è però il mantenere salda quell’unità d’intenti, quell’omogeneità di
giudizio sulle questioni primarie per la nostra area,
fuori da ogni discorso ideologico e/o partitico, che ha
caratterizzato anche il percorso delle candidature e
delle liste: un valore che, a
mio parere, dovrà essere riconosciuto anche nella
componente amministrativo/gestionale vera e propria”.
4
l
MARTEDÌ 14 OTTOBRE 2014
Cronaca Rimini
..- IL PADRE DEL PIO MANZÙ SI È SPENTO A NOVANT’ANNI ---..
Saranno presenti i primi cittadini Gnassi e Sabba. A ricordare con commozione il fondatore del Pio Manzù anche Giandomenico Picco, collaboratore dell’Onu e suo grande amico
Oggi i funerali di Gerardo Filiberto Dasi
La funzione in programma alle 15 alla collegiata di Verucchio
Ieri messaggi di cordoglio provenienti da tutto il mondo
RIMINI - Ci saranno anche i
gonfaloni dei Comuni di Rimini e di Verucchio listati a
lutto al funerale di Gerardo
Filiberto Dasi, fondatore e
anima del Centro Pio Manzù,
che sarà celebrato oggi alle 15
alla Collegiata del comune
della Valmarecchia. Presente
tra gli altri anche il sindaco e
neo-presidente della Provincia Andrea Gnassi e il primo
cittadino di Verucchio Stefania Sabba. Ieri intanto sono
stati innumerevoli coloro che
hanno voluto ricordare Dasi.
“In queste ore di dolore siamo
stati inondati da un fiume di
messaggi di cordoglio provenienti da tutto il mondo – sot-
tolineanodal Centro Pio
Manzù - Molte le parole di vicinanza alla famiglia e al Centro Pio Manzù da parte delle
istituzioni locali, ma molti anche i messaggi arrivati da oltre
oceano. Tra questi Giandomenico Picco, stretto collaboratori del Centro e dell’Onu e
Edwak Lutwak, economista
amico di lungo corso di Dasi”.
Queste le parole di Picco:
“Gerardo ha usato la sua vita
per essere una luce che aiuta a
vedere quello che molti di noi
non riescono a vedere”. Per
Edwak Lutwak “Gerardo era
un uomo fatto di coraggio,
originalità e generosità”. Cordoglio è stato espresso anche
dalle istituzioni locali. La
Fondazione Cassa di Risparmio scrive “In questi decenni,
la trama che ci ha legati all’opera di Dasi è stata punteggiata dalla concretezza che reclamava da ogni rapporto, affinché innanzitutto le Giornate
Riminesi, ma non solo, fossero considerate e sostenute”.
Così invece si esprime la Camera di Commercio: “Lo
sguardo aperto sul futuro è
stato da sempre il tratto distintivo di Dasi”. Un affettuoso ricordo anche da parte del
Segretario di Stato sammarinese Pasquale Valentini e dai
parlamentari riminesi del Pd
Tiziano Arlotti e Emma Petit-
ti. I due deputati assicurano il
“massimo impegno” per sostenere il Centro Pio Manzù e
far sì che le Giornate annuali
possano continuare. Non ha
voluto far mancare il suo saluto a Dasi anche l'ex presidente
della Provincia Stefano Vitali
che dallo Zambia parla di “uomo dalle grandi passioni, che
ha dato molto a una città che
non lo ha sempre capito”.
Il Nuovo Quotidiano aveva
intervistato Dasi a giugno di
quest'anno, pochi giorni prima del suo novantesimo compleanno, in quello che è stato
uno dei suoi ultimi colloqui
con la stampa. La riproponiamo in versione integrale.
L’intervista che Dasi aveva rilasciato a giugno al Nuovo Quotidiano. Per lui una vita piena di avventure e successi con un unico cruccio: non aver avuto a Rimini Bill Clinton
“Che emozione l’incontro con lady Diana”
La principessa del Galles tra i grandi della Terra che erano arrivati in riviera ospiti della Giornate Internazionali
RIMINI - Mikhail Gorbaciov,
George Bush senior, la principessa Diana del Galles, la regina Rania di Giordania. E poi
ancora Henry Kissinger, Graça Machel Mandela, moglie di
Nelson Mandela, Sharon Stone, Luciano Pavarotti. Sono
solo alcuni dei grandi personaggi della politica, del costume e dello spettacolo portati
in riviera negli ultimi quarant'anni da Gerardo Filiberto
Dasi, storico fondatore e organizzatore del Centro Pio
Manzù. Un Centro di ricerca
e di studio, il Pio Manzù, tra i
più importati al mondo e praticamente unico nel suo genere data la sua peculiarità di
produrre elaborazioni e iniziative sempre rigorosamente
in un'ottica internazionale.
Non è certo un caso in effetti
se la creatura di Dasi è un organismo in status consultivo
generale con le Nazioni Unite
di New York che opera appunto per l’approfondimento
dei temi economici e scientifici di interesse cruciale per il
futuro dell’umanità.
Un riconoscimento, Dasi, di
cui lei va giustamente orgoglioso....
“E come potrebbe essere diversamente. E' il segno della
bontà del lavoro che abbiamo
fatto in tutti questi anni di attività. Anni durante i quali il
Centro si è espanso nel mondo creando decine di agenzie
sparse nei quattro angoli del
globo, che vengono regolarmente coinvolte dall'Onu e da
altri organismi internazionali
ogni qualvolta c'è bisogno di
un parere o di uno studio approfondito su una determinata questione”.
“Il lavoro
è la mia
vita.
Finchè
potrò sarò
in prima
linea”
Gerardo Filiberto Dasi con Lady Diana
Motivo di vanto per lei è poi
appunto la lista praticamente sterminata di personalità
che ha portato a Rimini ospiti delle sue Giornate internazionali di studio. Ce ne è una
a cui è rimasto particolarmente legato?
“Sicuramente la principessa
Diana, un personaggio e una
persona straordinari. Pensi
che quando chiamai nel 1996
Kensington Palace per chiederle di essere mia ospite ero
sicuro che mi avrebbe detto di
no, visti i suoi innumerevoli
impegni pubblici. E in effetti
in quel momento erano ben
settantadue tra enti e associazioni varie a contendersi la
sua presenza. E invece con
mia grande sorpresa rispose
subito di sì”.
La sua presenza suscitò
grande emozione in città,
che peraltro per alcuni giorni fu letteralmente al centro
della scena. Lei che ricordo
personale ha della principessa?
“Tutte le volte che penso al
primo incontro che ho avuto
con lei mi tremano ancora le
gambe. Le prime parole che
mi rivolse con un affetto e un
entusiasmo che non scorderò
mai furono “Ciao Gerardo!”.
Un'emozione indescrivibile”.
C'è stato tra i tanti personaggi che ha contattato per venire ospite delle Giornate del
Centro, uno che invece le ha
lasciato l'amaro in bocca rifiutando il suo invito?
PARTECIPAZIONE
Il Presidente, gli Ordini Direttivi
e gli Imprenditori di Unindustria Rimini
unitamente ad Ance Rimini
sono vicini alla FAMIGLIA DASI
in questo momento di grande dolore
per la scomparsa
GERARDO
FILIBERTO DASI
del prof.
Rimini, 14 Ottobre 2014
O. F. O.F.A.R. - Città di Rimini - tel. 0541 27209
“Uno c'è e me lo ricordo molto bene: l'ex presidente degli
Stati Uniti Bill Clinton. In
realtà il suo non fu un rifiuto.
Semplicemente mi chiese per
venire a Rimini la bellezza di
350mila euro. Un'eresia! Una
richiesta assolutamente spropositata. Io a quel punto non
ebbi dubbi: gli risposi con un
secco no”.
Clinton a parte, lei ha incontrato tutti i più grandi ?
Non sbaglio quindi se l'ha
definisco un uomo di potere
come ce ne sono pochi in riviera?
“No, per carità non mi
chiami così. Io non mi sento
affatto un uomo di potere. Se
come amo definirmi invece?
Come un uomo con dosaggio
psicologico, capace cioè con
acume e sensibilità di confrontarmi con gli altri e con le
grandi problematiche del
mondo allo scopo appunto di
promuovere la persuasione, il
dialogo tra i popoli e più in generale la crescita culturale, sociale e civile”.
Di situazioni di crisi purtroppo nel mondo continuano a essercene tante. Una su
tutte quella che vede contrapposte Russia e Ucraina.
Lei cosa ne pensa a riguardo?
“Il conflitto Russia-Ucraina è
proprio una delle materie
“calde” su cui siamo al lavoro
e che sarà al centro delle nostro Giornate Internazionali
che si svolgeranno al teatro
Novelli dal 17 al 19 ottobre (titolo dell'edizione si quest'anno, la 45 esima, Il Riflusso degli Imperi. La nuova storia tra
policentrismo e conflitti d'identità, ndr). Io questa crisi
l'avevo già predetta da tempo.
Sa che cosa le dico poi? Che la
situazione andrà ulteriormente peggiorando fino a sfociare in una vera e propria
guerra. Spero vivamente di
sbagliarmi, ma purtroppo temo che non sarà così. Altra situazione di crescente tensione che vorrei non fosse dimenticata e di cui del resto ci
stiamo occupando da tempo è
quella che vede contrapposte
per ragioni culturali ed economiche Qatar e Arabia Saudita”.
Nonostante i suoi novant'anni, lei è ancora saldamente al comando del Pio
Manzù. Mai avuto la tentazione di godersi finalmente
un po’ di meritato riposo?
“Assolutamente no. Il lavoro
è la mia vita. E poi è la miglior
medicina contro il senso di
vuoto tremendo che mi ha lasciato la morte di mia moglie
sei anni fa”.
Cronaca Rimini
MARTEDÌ 14 OTTOBRE 2014
l
5
Tre interrogativi senza risposta: l’errore sull’orario del decesso, l’orologio non funzionante al polso del Pirata e i mobili in disordine ma nessuno danneggiato
Pantani, il giallo è racchiuso in un numero
Spuntano particolari inediti che aprono scenari nuovi e clamorosi
Dal Rolex fermo alle 5 al fax che collocherebbe la morte alle 17
RIMINI - (ad.ce.) Tassello dopo
tassello l’inchiesta sulla morte
di Marco Pantani sta assumendo i contorni del giallo. Con
tanto di misteri mai svelati che
affiorano in superficie. Dopo
dieci anni. E tutto dalle pieghe
di quell’indagine che venne archiviata come decesso per collasso cardiocircolatorio provocato da una overdose di cocaina. Un quantitativo così massiccio che, secondo il professor
Francesco Maria Avato, perito
nominato dall’avvocato Antonio De Rensis, legale della famiglia del “Pirata” che lo scorso 24 luglio ha presentato un
esposto in Procura, il campione non avrebbe mai potuto
prendere da solo, ma solo dietro costrizione di terze persone
che, con la forza (e qui, sempre
secondo la versione del perito
della famiglia, emergerebbero
ferite sul corpo di Pantani procurate da qualcuno e non autoinflitte), lo avrebbero indotto
ad assumere tutta quella cocaina (magari a berla, visto che ci
sono tracce su un bicchiere e su
una bottiglia d’acqua trovati vicino al corpo del ciclista). Novità incredibili che, secondo De
Rensis, che ieri si è incontrato
col procuratore capo Paolo
Giovagnoli, dimostrerebbero
che su Pantani venne commesso un omicidio. Determinante
In Valmarecchia
Due schianti
in poche ore
Preoccupazione
per un neonato
NOVAFELTRIA - Tre inci-
denti stradali si sono verificati la notte tra sabato e domenica in Valmarecchia. Il
più prepoccupoante alle
13,30 a Sant’Agata Feltria,
lungo la strada Santagatese,
dove una 71enne del luogo,
alla guida di una Fiat Panda,
nell’effettuare una curva,
per cause in corso di accertamento, si è schiantato
frontalmente con una Toyota Rav4 condotta da un
27enne di San Leo, con a
bordo la moglie ed il figlio
neonato. Quest’ultimo, a
scopo precauzionale è stato
trasferito presso il pronto
soccorso dell’ospedale di
Novafeltria e dimesso con
una prognosi di alcuni giorni. Intorno alle 6, poi, a Pennabilli, lungoMarecchiese,
un 24enne del luogo, alla
guida della sua Volkswagen
Golf, nell’affrontare una
curva, ha perso il controllo
del veicolo andando a
schiantare contro un muretto di sostegno. Il giovane
è stato ricoveratocall’ospedale Infermi in condizioni,
fortunatamente, non gravi.
Sarebbe stato visto a terra nella stanza del campione, ma dai filmati sarebbe al suo posto
Ecco un nuovo mistero: quello del lavandino
RIMINI - In questi giorni il pm Paolo Giovagnoli
ha ascoltato alcuni testimoni. Come il dottor Greco, medico di Pantani che ha confermato che il Pirata faceva un abuso incredibile di cocaina, fino
anche a mangiarla (vicino alla bocca di Pantani,
tra il sangue già coagulato a terra e quello quasi
fresco fuoriuscito dalla profonda ferita all’altezza
dell’occhio e dal naso, c’era un bolo di cocaina voanche quella che, sempre secondo il medico-legale, riguarderebbe la scena del crimine
che qualcuno avrebbe inquina-
mitato dal campione). Ma anche Mengozzi, l’amico più caro di Pantani, che si piombò al residence
appena saputo dalla sorella della morte. E, infine,
il proprietario del residence che disse di aver notato, nella stanza di Pantani, un lavandino a terra,
sradicato dal muro. Lavandino che dalle immagini filmate dalla polizia (due ore e 56 minuti, ridottisi a 51 minuti) sarebbe, invece, al suo posto.
to spostando mobili e simulando un disordine provocato dal
delirio del campione, per dimostrare quella massiccia as-
sunzione di cocaina. Ipotesi già
formulate dal legale della famiglia Pantani che adesso si arricchiscono di nuovi e clamorosi
particolari. In primis quello del
Rolex che il “Pirata” aveva al
polso al momento del rinvenimento del cadavere: le 20.30-21
circa di quel maledetto, gelido,
14 febbraio del 2004. L’orologio era fermo alle 5 meno 5 (impossibile però stabilire se fossero del mattino o del pomeriggio) e chi conosce i Rolex sa bene che si fermano solo per dei
colpi o se tenuti senza movimento per almeno 50 ore (richiesta una perizia). Ebbene,
perché il campione portava al
polso quel costoso Daytona
fermo? Ecco allora rispuntare
la presenza di terze persone
che, sempre secondo la tesi della famiglia, nello spostamento
del corpo o in un’eventuale uso
della forza contro il campione,
potrebbero aver provocato
l’urto.
Ma non solo. Altro particolare
inquietante tirato fuori dal legale della famiglia (ma non ancora al vaglio della Procura di
Rimini ) quello del fax “urgente
e riservato” inviato, alle 21 circa del 16 febbraio 2004 (due
giorni dopo la scoperta del cadavere), dal medico-legale della Procura, Giuseppe Fortuni,
all’allora magistrato che seguiva le indagini. Ebbene, in quel
documento la morte del corridore sarebbe riconducibile alle
17 del 14 febbraio. Mentre un
mese dopo lo stesso Fortuni nel
rapporto definitivo ufficializzava il decesso tra le 11.30 e le
12.30 (come peraltro evidenziato da chi si occupò di ispezionare il cadavere nella stanza
del residence Le Rose e come
anche l’autopsia dimostrò: orario, infine, confermato dalla
stessa recente perizia depositata dal professor Avato, con uno
scarto di appena 45 minuti).
Come mai quel cambio di orario? Può essere commesso un
errore così grossolano nel formulare l’orario di un decesso?
Infine, il disordine all’interno
della stanza. Che secondo la famiglia sarebbe stato creato ad
arte, per dimostrate il delirio
del campione provocato dalla
troppa cocaina assunta. Perché
tutti quei mobili messi lì alla
rinfusa? Ma nessuno rotto o
danneggiato? In un delirio o in
un raptus d’ira le cose si rompono, non si spostano. Insomma, una serie di piccoli indizi
che, per l’avvocato De Rensis,
dimostrerebbero che qualcuno
in quella stanza c’è entrato, prima, ma anche dopo la morte di
Pantani. Indizi, particolari mai
emersi, testimonianze mai sentite prima. Per una morte che,
dopo dieci anni, fa ancora discutere e commentare. Spandendo una luce sinistra su tutta
la vicenda.
L’uomo, un rumeno attualmente introvabile, dopo la denuncia della signora è finito alla sbarra per molestie
Nuda su Facebook, per vendetta
Accecato dalla gelosia un marito pubblica le foto senza veli della moglie
Operazione dei carabinieri
Arrestata una 42enne russa
Troppi irregolari
alla guida
Patenti ritirate
Donna ubriaca
aggredisce
i carabinieri
NOVAFELTRIA - I carabinieri di No-
RIMINI - Ieri notte, verso le 2.30 i
vafeltria hanno denunciato per guida
in stato di ebbrezza un 43enne riminese sorpreso nel centro di Novafeltria, alla guida della sua autovettura
Fiat Punto, completamente ubriaco
(tasso alcolico pari a 1,90 g/l). La patente di guida gli è stata, così, ritirata.
Un giovane 26enne verucchiese è stato poi denunciato per sottrazione di
cose sottoposte a sequestro amministrativo. Il ragazzo, infatti, è stato
sorpreso a Verucchio con la patente
di guida sospesa, alla guida della sua
autovettura Volkwagen Polo nonostante la stessa fosse sottoposta alla
misura cautelare del sequestro a seguito di un’altra precedente infrazione al codice della strada commessa. Il
veicolo è stato sottoposto a fermo
amministrativo. Inoltre, i carabinieri
hanno effettuato diciotto contravvenzioni al codice della strada, con il
ritiro di una patente di guida ed una
carta di circolazione.
carabinieri sono intervenuti presso
un albergo do Miramare dove il gestore ed alcuni clienti venivano pesantemente infastiditi da una donna
russa di 42 anni, completamente
ubriaca. I militari, intervenuti sul
posto, hanno cercato di calmare la
signora, ma lei, in preda ai fumi dell’alcool, per sottrarsi al controllo e
all’identificazione, si è scagliata contro i carabinieri aggredendoli con
calci e pugni.
La straniera è stata comunque bloccata ed arrestata con l’accusa di violenza e resistenza a pubblico ufficiale. I carabinieri intervenuti sono stati feriti (pochi i giiorni di prognosi)
e la donna è stata, così,accompagnata presso le camere di sicurezza a
disposizione dell’autorità giudiziaria. Ieri mattina, infatti, la quarantadenne, è stata scarcerata in attesa,
però, del processo con rito direttissimo.
RIMINI - Prima le telefo-
nate, gli avvicinamenti, i
pedinamenti. Poi le minacce. Infine, la pubblicazione su facebook delle
foto di lei nuda. Accecato
dalla gelosia, un giovane
rumeno, sposato con una
connazionale, le aveva
provate tutte per convincere la moglie a non lasciarlo ed a tornare con
lui.
Ma invano. Così, infuriato, un giorno (eravamo
nel 2008, quando ancora
lo stalking non era diventato legge) il 25enne decise di rendere noto sul web
il corpo senza veli della
sua ex consorte. Beccandosi, così, una inevitabile
denuncia per molestie. La
coppia si ruppe, come il
sogno di rifarsi una vita a
Rimini: i due erano venuti
in Riviera, subito dopo il
matrimonio, proprio per
cercare fortuna. Portandosi dietro il figlioletto di
pochi anni.
Entrambi mai avrebbero
immaginato che, invece,
l’Italia sarebbe diventata
la tomba del loro amore. E
l’inizio di una strada fatta
di odio e di carte bollate. Il
giovane cameriere, infatti,
dopo l’esposto della moglie finì a processo e dopo
qualche tempo sparì dalla
circolazione.
Probabilmente facendo ritorno in
Romania. E, ieri, durante
l’udienza davanti al giudice monocratico è stata
ascoltata la donna che ha
ribadito tutte le accuse. Il
processo, in assenza dell’imputato, è stato, però,
rinviato.
6
l
MARTEDÌ 14 OTTOBRE 2014
EDIZIONE RISERVATA
PrendoCasa
PER LA TUA FAMIGLIA
SPREAD
2,20%
concessione
entro
7 GIORNI
sui mutui prima casa
a tasso variabile*
offerta
YDOLGDƂQRDO
31 OTTOBRE
2014
I Tuoi Desideri Prendono Forma
0HVVDJJLR SXEEOLFLWDULR FRQ ƂQDOLW½ SURPR]LRQDOH 3HU LO 7$(* SHU OH FRQGL]LRQL FRQWUDWWXDOL GHO SURGRWWR H SHU TXDQWR QRQ HVSUHVVDPHQWH LQGLFDWR Å QHFHVVDULR IDUH ULIHULPHQWR DL )RJOL
,QIRUPDWLYLDGLVSRVL]LRQHGHL&OLHQWLQHOOH)LOLDOLGHOOD%DQFDHVXOVLWRLQWHUQHWZZZEDQFDFDULPLW/DFRQFHVVLRQHGHOƂQDQ]LDPHQWRÅVXERUGLQDWDDOODSRVLWLYDYDOXWD]LRQHGL%DQFD&DULP,Q
ULIHULPHQWRDOOpRIIHUWDSURPR]LRQDOHULVHUYDWDDOOHSHUVRQHƂVLFKHGLHW½LQIHULRUHDDQQLYDOLGDGDODOHSHULPSRUWLƂQRDOGHOYDORUHGHOOpLPPRELOHORVSUHDGGHO
DSSOLFDELOHDOWDVVRYDULDELOH(XULERUPHVLFRUULVSRQGHDGXQ7$(*SDULDFDOFRODWRDOWDVVRGLLQWHUHVVHGHOSDUDPHWUR(XULERUDODJRVWRSDULDPDJJLRUDWRGLXQR
VSUHDGSDULDOVXXQFDSLWDOHGLbSHUODGXUDWDGLDQQL3HUOHHURJD]LRQLVXSHULRULDOHƂQRDOGHOYDORUHGHOOpLPPRELOHVDUDQQRYDOXWDWLVSUHDGGLYHUVLHGDGHJXDWL
0HGLDDULWPHWLFD(XULERUPHVLEDVHFRPHSXEEOLFDWRGDˆ,O6ROH2UH˜ULOHYDWDQHOPHVHDQWHFHGHQWHDTXHOORGLHURJD]LRQHRLQL]LRPDWXUD]LRQHGLFLDVFXQDUDWDDUURWRQGDWDDOORVXSHULRUH
Dal 1840, ancora, sempre.
www.bancacarim.it
Cronaca Rimini
MARTEDÌ 14 OTTOBRE 2014
l
7
Le iniziative del sindacato contro il Jobs Act di Renzi in vista della manifestazione nazionale che si terrà a Roma il 25 ottobre
I politici declinano l’invito della Cgil
Finora hanno dato disponibilità solo Arlotti, Parma, Spinelli e Piva
Giovedì sciopero generale di otto ore. E venerdì assemblea pubblica
RIMINI - Ora la Cgil fa sul serio:
per giovedì è stato proclamato
uno sciopero regionale di otto
ore. Continua dunque l’impegno dei sindacati di Rimini per
contrastare la legge delega sul
lavoro voluta dal governo Renzi. Dopo i primi presidi che si
sono svolti la scorsa settimana
in molte importanti aziende
della zona, si terrà giovedì la
manifestazione che prevede
uno sciopero generale di 8 ore.
Saranno ovviamente esclusi
dallo sciopero i servizi essenziali per la cittadinanza. Inoltre, la
Cgil di Rimini ha organizzato
per lunedì prossimo un dibattito pubblico in piazza Cavour.
Al microfono si alterneranno
lavoratori, cassintegrati, disoccupati, precari e studenti per
raccontare la loro esperienza
sulla mancanza di lavoro. Tutte
queste iniziative sono una sorta
Problemi con la sicurezza
Renzi critica
la rotonda
in via dei Mille
RIMIN - “E’ un aborto di ro-
tatoria quella realizzata all’incrocio tra Corso Giovanni XXIII e via dei Mille
che costa 20.634 euro. L’eliminazione del semaforo
per fluidificare il traffico è
avvenuta a scapito della sicurezza della circolazione”.
A dichiararlo è il consigliere comunale di Fratelli d’Italia, Gioenzo Renzi. “Non
è stata data notizia alla
stampa, ma sabato mattina
alle 7,50 è avvenuto il primo
incidente tra un’auto e un
ciclomotore con intervento
del 118, rilevato dalla Polizia Municipale - continua -.
Invece degli striscioni con “
Fila dritto” di Anthea a ridosso dell’incrocio, sarebbe
stato meglio l’invito “andare piano” se si vogliono prevenire gli incidenti. Avevo
già detto in consiglio che la
rotatoria è impossibile in
quello spazio limitato”.
di preparazione alla manifestazione nazionale che si terrà sabato 25 ottobre a Roma “per
chiedere lavoro, dignità, uguaglianza e democrazia”. Non
mancano poi le varie assemblee
programmate nei luoghi di lavoro per discutere delle proposte della Cgil per uscire da questo impasse della crisi.
Dalla Cgil di Rimini, però,
quello che continuano a lamentare, è uno scarso interesse da
parte dei politici locali a una
questione di fondamentale importanza come è quella del lavoro oggi.
“Non c’è niente da dire? Lo
abbiamo chiesto – afferma Graziano Urbinati, segretario generale della Cgil di Rimini - in una
lettera inviata ai sindaci della
provincia di Rimini, ai parlamentari locali, agli assessori e ai
consiglieri regionali, alle forze
Scontro in consiglio sui rifiuti
Pazzaglia (Fc): “Delibera tenuta nascosta dalla maggioranza”
RIMINI - E' battaglia in
consiglio comunale sull'approvazione del decalogo anti-inceneritore. A
chiederlo sono i membri
dell'opposizione, in particolare il consigliere di Fare
comune Fabio Pazzaglia,
candidate nella lista regionale con l'Altra Emilia Romagna. “Sono passati venti
giorni dal consiglio comunale dove si è deciso di rinviare in terza commissione
la nostra delibera sulla gestione dei rifiuti – spiega . Una decisione frutto di
un accordo avvenuto in
consiglio alla luce del sole
con il gruppo di maggioranza del Pd e alcuni gruppi di opposizione come i
5stelle”. Sembra però che
la delibera sia caduta in
una posizione di stallo.
“E' da diversi giorni che,
nonostante abbia chiesto a
più riprese delucidazioni
agli esponenti del Pd sulla
calendarizzazione del pas-
L’inceneritore di Raibano (FOTO MANUEL MIGLIORINI)
saggio nella commissione
da loro presieduta, nessuno è in grado dirmi quando sarà convocata – continua Pazzaglia -. Abbiamo
saputo da fonti interne alla
maggioranza che ci sono
dei timori su questa deli-
bera. Se così fosse chiediamo che questi timori vengano espressi apertamente
in modo da poter aprire
un confronto”. Non è tutto. “Abbiamo saputo anche che ci sono state due
riunione di maggioranza
su questa delibera e che
forse qualcuno nel Pd vorrebbe farne anche una terza. Noi pensiamo invece
che il tempo per approfondire sia stato più che sufficiente. Sono infatti passati
diversi mesi da quando le
associazioni ambientaliste
del nostro territorio hanno investito i gruppi consiliari del Comune di Rimini con l'invio del loro
decalogo così come hanno
fatto con altri consigli comunali”. Per questi motivi
“ci preme ricordare al
gruppo consiliare del Pd
che il patto alla luce del sole in consiglio comunale
va rispettato. In quella sede abbiamo stabilito la
tempistica della delibera
col passaggio in commissione il conseguente approdo in consiglio e abbiamo deciso che il tutto debba avvenire prima della
scadenza delle elezioni regionali. Chiediamo quindi
che venga rispettato il patto”.
Il paradosso è che, con
questo giovedì che viene,
sono due settimane che il
consiglio non viene convocato. Motivo? Per mancanza di delibere.
Sono stati assegnati dall’Ufficio scolastico regionale in base alle richieste
Altri 88 insegnanti di sostegno a Rimini
CASH FOR PHONE
CERCA
PERSONALE
QUALIFICATO
INFO
340.7611874
il tuo usato funzionante subito in contanti
C.so Giovanni XXIII n° 38
Graziano Urbinati in una manifestazione della Cgil a Rimini
Dopo mesi di rinvii non è ancora stato approvato dall’assise il decalogo sull’inceneritore di Raibano
telefonia
computer
tv color
hi-fi
video game
console
fotografia
RIMINI
politiche invitandoli, così come
è già avvenuto in altre province
della regione, a un incontro/confronto presso la sede
della Cgil che si terrà venerdì”.
Al momento, a questo invito
hanno risposto solamente l’onorevole Tiziano Arlotti, il sindaco di Santarcangelo di Romagna Alice Parma, quello di Coriano Domenica Spinell e il
consigliere regionale Roberto
Piva.
Mentre il Jobs Act si avvia
verso la votazione di fiducia,
dai sindacati si appellano anche
al nuovo consiglio provinciale,
al neoletto presidente Andrea
Gnassi e ai candidati per le regionali. A preoccupare gli effetti ipotizzati, numeri alla mano,
della riforma degli ammortizzatori sui lavoratori del territorio.
la tecnologia che vuoi a prezzi imbattibili
RIMINI Mare
V.le Regina Elena n° 173d
0541.56212 340.7611874
FORLÌ
Piazza Saffi n° 23
www.cashforphone.it
[email protected]
RIMINI - Autorizzati, dal direttore genera-
le dell'Ufficio Scolastico Regionale 1.243
posti di sostegno in deroga per le scuole
dell'Emilia-Romagna. Di questi, 88 sono
destinati a Rimini. Lo scorso anno - si
legge in una nota - i posti autorizzati per
la stessa finalità erano stati 776. I posti di
sostegno in deroga sono autorizzati sulla
base della gravità dei casi segnalati dagli
uffici in ambito territoriale e dell'aumento del numero di alunni con disabilità
grave. La valutazione delle esigenze, viene
spiegato, è stata effettuata da una com-
missione composta da dirigenti tecnici,
scolastici e medici della sanità regionale.
Nel dettaglio, la provincia di Bologna registra il numero più elevato di assegnazioni di posti di sostegno in deroga con
230, seguita da Modena (205), Reggio
Emilia (189), Forlì Cesena (137), Piacenza (120), Ravenna (98), Parma (97), Rimini (88) e Ferrara (79). Complessivamente
- chiosa la nota - il totale posti personale
docente di sostegno in regione, per l'anno
scolastico 2014-2015, è pari a 7.135 unità.
l
MARTEDÌ 14 OTTOBRE 2014
quelli che
una volta
ti davano
solo il gas,
oggi ti portano
anche la corrente,
quella buona.
Ufficio Comunicazione SGR / Essential / Foto: Chico De Luigi
8
Gas e luce.
Manutenzione,
installazione e vendita
caldaie, condizionatori
e fotovoltaico.
sgrservizi.it
Cronaca Rimini
MARTEDÌ 14 OTTOBRE 2014
l
9
La manifestazione avrà come sede la chiesa di piazza Mazzini. Quest’anno senza festa del borgo
Oggi giornata spirituale per San Gaudenzo
Si parte alle 10 con la messa del vescovo Lambiasi, seguirà la processione
Durante le celebrazioni sarà ricordato anche il beato Alberto Marvelli
RIMINI - La città festeggia il
suo patrono. Le celebrazioni di San Gaudenzo, che
coinvolgono la diocesi e
l’intera città di Rimini, non
possono che avere come
centro la parrocchia che
proprio al Santo viene intitolata, cioè la chiesa di
piazza Mazzini. Le celebrazioni liturgiche si uniscono quindi alla festa popolare ma, non svolgendosi
quest’anno la biennale festa del borgo, si è voluto
puntare di più sul carattere
spirituale, culturale e liturgico della festa parrocchiale.
Si comincia questa mattina alle 10 con la messa
presieduta dal vescovo di
Rimini Francesco Lambiasi.Vi parteciperanno numerosi sacerdoti, tutti in
diverso modo legati alla
parrocchia. La diocesi riminese conta infatti sette
preti originari della parrocchia San Gaudenzo, a
cui si aggiunge quest’anno
il giovane diacono Andrea
Scognamiglio.
Piazza Cavour gremita in occasione della festa di San Gaudenzo (FOTO PETRANGELI)
E’ invece organizzata
per le 11 la processione
con la statua del Santo che
si concluderà sul sagrato
della chiesa, con la venerazione della reliquia e con la
benedizione alla parrocchia e al territorio.
Verrà ricordato anche
Alberto Marvelli, di cui nel
2014 ricorrono i dieci anni
dalla beatificazione, con
una mostra allestita nella
sala parrocchiale, inaugurata da don Fausto Lanfranchi, amico di Marvelli,
oltre che suo biografo e vice postulatore della causa
di canonizzazione. La mostra sarà aperta ai visitatori
fino al 19 ottobre.
La chiesa di San Gaudenzo, denominata“chiesa
nuova” perché fu la prima
chiesa costruita a Rimini
dopo l’occupazione napoleonica, è appunto dedicata al santo patrono della
città e della diocesi, la cui
festa liturgica ricorre oggi,
14 ottobre. Fu inaugurata
nel 1856, oltre 40 anni dopo la fine dell’impero e fu
dedicata a San Gaudenzo,
che proprio in seguito all’occupazione napoleonica
aveva perso il suo antico
santuario sulla via Flaminia, appena fuori del borgo
san Giovanni. Proprio
quello infatti era il luogo
che la tradizione riconosceva come quello del martirio.
Ludovica Mattioli
Due squadre del coordinamento provinciale della protezione civile hanno raggiunto ieri Genova. Il presidente Gnassi: “Attività come questa indicano che l'ente ha ancora un futuro”
Allerta meteo fino alle 18 di stasera
Rischio di temporali intensi su alcune aree limitate, specie nell’entroterra
RIMINI - I nubifragi che tra
sabato e ieri hanno messo in
ginocchio la Liguria, il Piemonte e il parmense si sono
spostati nella notte sulla
Romagna, riminese compreso.
Anche se al momento non
sono previsti quantitativi
medi di pioggia superiori
alle soglie di criticità – in Riviera ad esempio dovrebbero cadere fino a questa mattina non più 15 millimetri
di acqua – la protezione civile regionale ha comunque
attivato l'allerta, valida peraltro per tutta la regione,
fino alle 18 di oggi. Il rischio
è dei temporali localmente
intensi possano abbattersi
su alcune aree limitate, specie in Valconca e Valmarecchia. Collegato all’allerta
meteo, la Protezione Civile
segnala il rischio di “criticità idraulica”.
“L'intensificarsi di correnti
sud occidentali molto umide ed instabili determinerà
un sensibile peggioramento
con temporali intensi e or-
La piena del Marecchia, lo scorso inverno (FOTO FABRIZIO PETRANGELI)
ganizzati - viene sottolineato nell'avviso emesso ieri che dal versante ligure si
sposteranno verso l'appen-
nino tosco-emiliano tra lunedì sera e le prime ore di
martedì. Le indicazioni modellistiche indicano co-
munque le concentrazioni
dei quantitativi maggiori
sui rilievi emiliani”.
Dove il maltempo ha colpi-
NQ SYSTEM SRL
Direttore responsabile
CLAUDIO CASALI
Direzione e redazione: Rimini, viale Laurana 1/a (cap 47921)
Tel: 0541 444011 - Mail: [email protected]
Registrazione tribunale di Rimini n. 5/2011 del 24-2-2011
Sede legale e operativa: Rimini, viale Laurana 1/a (cap 47921)
Amministrazione - tel: 0541 444011/444019
Mail: [email protected]
Pec: [email protected]
Amministratore unico: Claudio Casali
Coordinamento aziendale: Luigi Sergi
to duro è come noto la Liguria e in particolare il genovesato, raggiunto ieri anche
da due squadre del coordinamento provinciale della
protezione civile.
A darne conto il neo-presidente della Provincia Andrea Gnassi. “Al di là dei tagli, della sorte incerta, dei
dubbi, voglio dare una notizia che rappresenta uno spiraglio di fiducia – afferma
Gnassi – oggi (ieri, ndr) due
squadre del coordinamento
della Protezione civile sono
partite alla volta di Genova,
per dare il loro apporto e il
loro aiuto a una città e a una
popolazione alle prese con
un dramma”.
“C'era bisogno della Provincia e siamo partiti come
Provincia” ha poi aggiunto
il sindaco di Rimini, che ha
anche rimarcato che “se il
giorno che sancisce la nascita della nuova Provincia
proseguono attività come
questa, significa che per
l'ente il futuro non è ancora
scritto”.
La Fiera: “Numeri record”
In 60mila
a Ttg Incontri
Sia Guest
e Ibe Bus Expo
RIMINI - Successo per la
51esima edizione di Ttg Incontri e la 63esima di Sia
Guest e Ibe International
Bus Expo. Oltre 60mila,
60.158 per l'esattezza, i visitatori professionali che sono arrivati alla Fiera nelle
quattro giornate, da giovedì
a domenica (tre per Ttg Incontri e Ibe), con un progresso rispetto al 2013 del
18%. “Il risultato – sottolinea Rimini Fiera in una nota - premia un format unico
nel settore turistico, nel
quale convivono la commercializzazione del prodotto internazionale e l’unico salone in Italia dedicato specificatamente alle forniture alberghiere. Complessivamente, 14 padiglioni con 2.800 imprese rappresentate.
Ttg Incontri, Sia Guest e Ibe
hanno quindi consolidato
la leadership italiana di vetrina fieristica del turismo,
con un evento ormai stabilmente fra i primi cinque in
Europa”.
Oltre 130 sono stati i paesi
rappresentati, mille i buyers
esteri presenti e 35.000 business meeting complessivi:
“Numeri – fanno notare ancora dalla Fiera - che danno
la misura di un volano efficace e al servizio della filiera, in un matching virtuoso
e con grandi margini di sviluppo.
Rilevante poi l'attenzione
dei media, con oltre 700
giornalisti accreditati”.
“Con un bilancio complessivo così positivo e stimolante – conclude la nota Rimini Fiera conferma fin
d’ora la formula della contemporaneità delle manifestazioni per il 2015, con Ttg
Incontri in calendario dall’8
al 10 ottobre e SIA GUEST
fino all’11 ottobre. La Biennale Ibe International Bus
Expo tornerà invece nel
2016”.
PER LA TUA PUBBLICITA’
NQ SYSTEM Srl Sede legale e operativa:
Rimini, viale Laurana 1/a (cap 47921)
Tel: 0541 444011
Mail: [email protected]
Sito web: NQnews.it
Sfogliabile con applicativi mobili per smartphone e tablet
scaricabili da Apple market e Google Play
Responsabile trattamento dati legge 675/96: Claudio Casali
10
l
MARTEDÌ 14 OTTOBRE 2014
Riccione - Cattolica
& Valconca
MARTEDÌ
14 OTTOBRE 2014
l
11
CATTOLICA - Omelia di Don Biagio della Pasqua sulla speranza della conversione. Gesto simbolico di alcune donne che hanno appuntato dei fiocchi rosa sulle giacche delle signore
In quattrocento per l’addio a Ivana
La chiesa di San Benedetto gremita per i funerali della 26nne uccisa dal marito, poi suicida
Il ricordo in due lettere della sorella Fabiola e dei nipotini: “Ci mancherai, la nostra forza saranno i tuoi figli”
CATTOLICA - Grande parte-
cipazione ieri pomeriggio alla
chiesa di San Benedetto di
Cattolica ai funerali di Ivana
Intilla, la giovane di 26 anni
uccisa dal marito, che poi si è
tolto la vita, che non accettava
di averla persa (i due lasciano
due gemellini di tre anni). In
quattrocento hanno assistito
alla funzione. In prima fila i
familiari con indosso la maglietta con la sua fotografia.
Quella stessa fotografia utilizzata per la fiaccolata di mercoledì scorso. Un dolore composto il loro. Solo la sorella di
Ivana, Fabiola, al termine della funzione non è riuscita a
trattenere la propria disperazione e ha abbracciato forte la
bara, subito raggiunta e abbracciata a sua volta dai familiari. Della rabbia che può
condurre alla violenza più cie-
Chiesa gremita per la cerimonia dei funerali di Ivana
Intilla (FOTOSERVIZIO FABRIZIO PETRANGELI)
ca ma anche della speranza
che non deve mai mancare
anche dopo una pagina buia
come quella della morte di
Ivana ha parlato nella sua lun-
ga omelia Don Biagio della
Pasqua, il sacerdote che ha celebrato le esequie. “Il nostro
amore può diventare folle.
Può diventare violenza – ha
detto Don Biagio - Ma tutta la
nostra comunità è chiamata
alla conversione. Che il sacrificio di Ivana sia un richiamo
forte per ognuno di noi, affin-
ché troviamo la via di un amore improntato al rispetto della
dignità di ogni persona”. Un
momento toccante è stato poi
anche quello che ha visto co-
me protagonista una signora
cattolichina amica di famiglia
che ha letto due lettere, una
scritta dalla sorella e l'altra dai
nipotini “Sorellina mia – questo il contenuto della lettera
scritta dalla sorella – mi manchi tanto,ma la nostra forza
saranno i tuoi figli. Li amerò
come fossero i miei e mi prenderò sempre cura di loro”.
“Ciao zietta, ci mancherai
tanto – scrivono invece i nipotini - Ci mancheranno le
estati all’Aquafan, i giri in
macchina, le passeggiate al
mare”. Come annunciato nei
giorni scorsi, alcune signore
all’ingresso della chiesa si sono rese protagoniste di un gesto altamente simbolico, appuntando con degli spilli dei
fiocchi rosa sui vestiti delle
donne che si apprestavano ad
assistere alla cerimonia.
RICCIONE - Il Comune pienamente soddisfatto per i buoni risultati del servizio meteo dedicato alla Perla Verde
Previsioni Epson, si replica
L’assessore Montanari: “Progetto pilota che intendiamo ripetere”
RICCIONE - Le previsioni me-
teorologiche sono diventate
un aspetto quasi irrinunciabile nella normale pianificazione quotidiana di milioni di
persone in tutto il mondo. A
maggior rgione in una stagione estiva anomala come quella passata, in cui sull’Italia sono transitate ben 25 perturbazioni a fronte delle 9 dell’anno
precedente con il triplo dei
giorni di pioggia rispetto alla
media. Il Comune di Riccione
ha sentito l’esigenza di fornire
a cittadini e turisti un servizio
accurato e attendibile di previsioni, affidandosi alla ventennale esperienza del Centro
Epson Meteo che ha voluto
così marcare la differenza e far
emergere la qualità dei suoi
professionisti, che quotidianamente difendono la scienza
meteorologica. Dal 25 luglio
al 30 settembre, per 68 giorni,
Epson Meteo ha diffuso previsioni meteorologiche focalizzate su Riccione tramite
produzioni video, testi e regi-
CORIANO - Proseguono le iniziative sui 70 anni dalla Liberazione
A scuola di memoria
da Bruno Ghigi
CORIANO - Una piacevole mat-
tinata quella vissuta, sabato, dai ragazzi della Scuola Media “Gabellini” e da un gruppo di utenti della
Biblioteca Comunale “Battarra”
nella visita guidata alla Mostra sulla Liberazione d ’Italia (allestita
nelle sale della Biblioteca sino al
prossimo 18 ottobre) in ascolto
della illustrazione fatta dall’editore
riminese Bruno Ghigi, curatore
della Mostra. Presenti, tra gli altri,
il sindaco Domenica Spinelli e gli
storici Marco e Giancarlo Renzi
che hanno illustrato il volume
“Storia della guerra arrivata in Italia dalla Libia”, con una ampia riflessione sulle vicende della guerra
nel nostro territorio. Bruno Ghigi,
con i suoi oltre novant’anni, ha mischiato nel suo racconto storia,
biografia, vicende locali e nazionali. Il sindaco Spinelli ha sottolineato l’importanza della “memoria
storica” per dare una identità alla
popolazione di un territorio.
strazioni audio. Le previsioni
corrette riferite al giorno successivo hanno superato l’86%,
fino ad arrivare all’82% per il
secondo giorno di previsione.
E quando il meteorologo, in
base ai dati in suo possesso, si
è spinto sino al quarto giorno,
la precisione ha superato il
92%. “È stato un progetto pilota per la nostra città che intendiamo ripetere - ha dichiarato l’assessore al turismo
Claudio Montanari -”. “Forti
di questi eccellenti risultati”
sottolineando da Epson Meteo, “non ci sottrarremo alla
sfida meteorologica per antonomasia: le previsioni per la
Pasqua 2015, focalizzate ancora una volta su Riccione”.
Rimane sempre aperta e a disposizione di tutti la pagina
FB dedicata https://www.facebook.com/EpsonMeteoperRiccione che ospiterà ancora le produzioni meteo di
questa collaborazione scientifica tra Epson Meteo e il Comune di Riccione.
L’assessore Claudio Montanari
RICCIONE - Da ieri originale forma di protesta: email del sindaco invasa da richieste di accesso agli atti
“Vogliamo più trasparenza”
Il Movimento 5 Stelle all’attacco della giunta Tosi
RICCIONE - Il Movimento 5
Stelle riccionese ancora all'attacco del sindaco Tosi e della
giunta. L'accusa è quella, ribadita già in altre occasioni, di
scarsa trasparenza. “Il Peg,
ovvero il piano economico di
gestione – scrivono i pentastellati in un comunicato - approvato con deliberazione dal
Consiglio Comunale del 25
settembre - voto contrario del
M5S) recita: “Le procedure di
trasmissione degli atti e documenti alle caselle di posta elet-
tronica degli amministratori
sono state correttamente avviate e attualmente regolarmente utilizzate e monitorate.
L'obiettivo è stato realizzato e
concluso”. La situazione è però in realtà ben diversa. Noi
come gruppo consigliare avevamo chiesto via email accesso a tutti gli atti. Ebbene a tutt'oggi 13 ottobre (ieri, ndr)
l'amministrazione della trasparenza e dell'apertura alla
città dei cassetti nascosti dell'amministrazione non ha
fornito altro che un antico
modulo di richiesta d'accesso
che ridicolizza quanto scritto
nel Peg2014”. Per questo motivo il M5S di Riccione da oggi
e fino a quando non avrà risposta inizia una singolare
forma di protesta:
“Ogni giorno verrà inviata copia delle tre richieste sulle caselle di postadel sindaco e del
presidente del Consiglio. Prima di intasare la giustizia con
un esposto meglio intasare il
tablet del sindaco”
Il Muncipio di Riccione
12
l
MARTEDÌ 14 OTTOBRE 2014
CI
SFOGLI DOVE E COME
VUOI TU!
È GRATIS
GIÀ DA
MEZZANOTTE!
Puoi seguire la diretta web
Puoi fare qualsiasi ricerca sull’archivio del giornale
Puoi stampare pagine o articoli
Vuoi
promuovere la tua
attività, i tuoi
prodotti o servizi?
Chiamaci o scrivici per una
consulenza
personalizzata gratuita.
Questi sono i nostri
contatti:
[email protected]
0541 444011
Seguici su:
Cronaca Provincia
& San Marino
MARTEDÌ
14 OTTOBRE 2014
l
13
SANTARCANGELO - La rotatoria su via Emilia, all’altezza della zona industriale, penalizza i commercianti
“Quella rotonda è una rovina”
L’allarme di FdI: “Già quattro attività sono cessate
Il Comune deve rimediare al grave errore commesso”
“Quella rotonda è stata un
colpo di grazia per diverse
attività della zona”, così i
rappresentati di Fratelli
D'Italia in merito alla rotatoria realizzata su via
Emilia, all'altezza del ristorante Mensa Mia.
“Molte aziende si sono già
trasferite e altre stanno già
pensando di farlo”, si legge in una nota in merito a
un incontro avuto con i titolari delle attività coinvolte. “Questa rotonda è
sbagliata per il tipo di strada, troppo piccola e inadatta per manovre di bilici
e autobus”. Il progetto era
stato sponsorizzato dalla
vecchia amministrazione
comunale con l’Anas, al
fine di favorire la fluidificazione del traffico tra
SANTARCANGELO
Santa Giustina e Santarcangelo. Un progetto che
avrebbe dovuto dare possibilità ai clienti di avere
un accesso diretto alle imprese, in modo di favorire
l’acquisto, il commercio e
le vendite. Eppure, qualcosa è andato storto: quattro cessazioni di attività e
diminuzione del commercio, questi sono i risultati.
Una rotonda insignificante, posta prima del
centro industriale con, a
quasi mezzo chilometro di
distanza, un’altra rotonda
dove però, al contrario, è
costantemente soggetta a
flusso di automezzi. “E’
una vergogna vedere l’incapacità da parte dell’attuale amministrazione nel
non sapere prendere una
decisione e provare a rimediare ad un errore fatto. Siamo pronti a dar battaglia, sin da subito con
una petizione popolare
per coinvolgere imprenditori, lavoratori, clienti e
residenti e successivamente cercheremo, il prima possibile, di presentare in consiglio comunale
una mozione per modificare l’assetto stradale e di
favorire il commercio.
Non è ammissibile stare in
silenzio di fronte a chiusure di attività, gli interventi
sull’urbanistica servono
anche fuori dal centro”.
Dunque il dibattito
continua a essere molto
acceso sulla viabilità della
periferia clementina. Sono
diversi gli interventi richiesti.
SANTARCANGELO - Dalla polizia di vallata nel mese di settembre
SANTARCANGELO - Sono
circa 200 i veicoli controllati, nel
mese di settembre, dalla polizia
municipale di Vallata sulle strade provinciali della bassa Valmarecchia. Come annunciato
alcune settimane fa, gli agenti
del Corpo Intercomunale di polizia municipale stanno infatti
eseguendo una serie di pattugliamenti per garantire corretti
livelli di sicurezza su due arterie
particolarmente trafficate come
le strade provinciali Marecchiese e Santarcangiolese.
Lungo la Marecchiese le pattuglie hanno fermato 68 autoveicoli elevando 37 sanzioni per
eccesso di velocità, 124 gli automezzi controllati sulla strada
Duecento i veicoli controllati,
ben 42 le sanzioni elevate
provinciale Santarcangiolese
con 5 contravvenzioni comminate per uso del telefono cellulare, per mancanza di cinture di
sicurezza e per mancata revisione. Nei tre Comuni interessati
(Santarcangelo, Verucchio e
Poggio Torriana) i controlli veicolari sono stati effettuati sia attraverso l’uso di strumenti elettronici (autovelox e etilometro)
sia attraverso il normale pattugliamento.
I controlli lungo le strade
provinciali stanno proseguen-
Una pattuglia durante un posto di blocco
SANTARCANGELO - Annunciata una mozione ad hoc in consiglio
do anche nel mese di ottobre. In
particolare, nel fine settimana
appena trascorso, gli agenti della polizia municipale in servizio
notturno hanno fermato due
automobilisti e un motociclista
(due donne e un uomo) che sottoposti al test dell’etilometro risultavano con un tasso alcolemico superiore ai limiti consentiti. La donna alla guida della
moto risultava con un tasso addirittura pari a 2,5 grammi per
litro, quando il massimo consentito è di 0,5. Per lei è scattata
una denuncia in tribunale con
ammenda da 1.500 a 6.000 euro,
arresto da sei mesi a un anno,
sospensione della patente da 1 a
2 anni e fermo del veicolo.
BELLARIA
Via al corso
di autodifesa
contro lo stalking
BELLARIA - Scatta questa
sera, con una lezione di
prova alla palestra “Ferrarin” (ore 21), il corso contro lo stalking e per la promozione della cultura della non violenza promosso
dall’Associazione “Corpo
e Mente in Difesa” con il
patrocinio del Comune di
Bellaria Igea Marina. Il
corso, le cui iscrizioni rimarranno aperte anche
una volta avviata l’iniziativa, si protrarrà fino al mese
di maggio, prevedendo
una serie di incontri a cadenza settimanale dedicati
alla difesa e alla sicurezza
personale, alla gestione
delle criticità e all'innalzamento dei codici di attenzione. Il metodo scelto, associa conoscenze tecniche
ad un percorso psicologico
utile ad affrontare la paura
e favorire la crescita di consapevolezza e autostima.
L’Associazione “Corpo
e Mente in Difesa” è nata
proprio con l’obiettivo di
costruire percorsi di difesa
personale, dedicati alle
donne che vogliano non
solo acquisire una tecnica
di difesa, quanto “fare
esperienza” di ciò che possono mettere in campo
nella difesa di sé stesse partendo dal presupposto che
la difesa personale non è
un ‘combattimento da
strada’ ma molto di più.
Dunque maggiore conoscenza di sé stesse, acquisizione di consapevolezze,
creazione e sperimentazione di relazioni significative, uso del giudizio e
del discernimento, costruzione di una positiva immagine di sé. Per info e
iscrizioni: 335.6148777.
SAN MARINO - Eseguiti due interventi con tecnologie mai utilizzate all’ospedale di Stato
Giochi inclusivi nei parchi pubblici, Nuove tecniche chirurgiche
Forza Italia plaude la giunta Parma per l’ortopedia del Titano
SANTARCANGELO - Forza
Italia plaude alla decisione dell ’amministrazione comunale guidata da
Alice Parma che, nell’ultimo consiglio comunale, ha deciso di installare un gioco inclusivo nel parco del
Campo della Fiera. “Siamo stati piacevolmente colpiti da tale scelta perché quello dell’inclusività, quella vera, è sempre stato per noi un argomento molto sentito, non solo dal
punto di vista politico, ma soprattutto dal punto di vista umano - spiegano gli esponenti azzurri Massimiliano Crivellari e Loris Dall’Acqua -.
Anche ricordando l’idea del nostro
amico Fernando Vannini, per una
Santarcangelo senza barriere, riteniamo che il superamento delle barriere architettoniche passi anche attraverso il superamento delle barriere culturali, e queste si abbattono solamente quando due mondi separati
si incontrano e interagiscono tra loro, così si superano la paura e l’ignoranza. Cosa c’è quindi di più educativo e bello che veder giocare i bimbi
insieme, indipendentemente dal fatto che siano abili o meno, in tutti i
parchi?”. Di qui l’annuncio di un’ap-
posita mozione nella prossima seduta del parlamento clementino.
“Chiederemo all’amministrazione
che la realizzazione di nuove aree attrezzate sia fatta con l ’installazione
di nuovi giochi accessibili a tutti,
mentre per quanto riguarda i parchi
giochi già esistenti si chiederà l’impegno a provvedere, ogni qual volta
ci sarà un gioco da rimpiazzare in
quanto rotto o deteriorato, a sostituirlo con un gioco inclusivo. Una
mozione che si ispira a quanto proposto da Silvio Biondi di Chiave di
Svolta a Poggio Torriana”.
SAN MARINO - Ottime notizie
dalla sanità sammarinese. La
scorsa settimana sono infatti
stati effettuati due interventi
chirurgici con nuove tecniche
nella Unità operativa di Ortopedia e Traumatologia diretta
dal dottor Fabrizio Campi. A
una Paziente di 66 anni è stata
impianta una artroprotesi totale di anca con accesso mini invasivo anteriore. Questa tecnica chirurgica, per la prima volta
adottata nella Repubblica di
San Marino, permette l’impian-
to delle componenti protesiche
senza nessun sacrificio muscolare con evidenti benefici nelle
perdite ematiche e nel recupero
funzionale. In occasione del secondo intervento l’Unità di Ortopedia ha avuto il piacere di
ospitare il dottor Salomone,
esperto in fissazione esterna e,
con lui, l’equipe chirurgica ha
operato un giovane paziente
sammarinese affetto da una deformità post traumatica del
piatto tibiale. Per correggere
questa deformità, e quindi per-
mettere un recupero di una
buona biomeccanica articolare
e di conseguenza preservare le
strutture cartilaginee del ginocchio, ci si è avvalsi di una nuova
tecnologia, anche questa per la
prima volta adoperata a San
Marino. La tecnica si avvale di
un software che permette un
calcolo preciso della correzione
della deformità nei giorni successivi l'intervento. Una tecnica
entusiasmante, sia per la bassa
invasività chirurgica sia per la
affidabilità e precisione.
14
l
MARTEDÌ 14 OTTOBRE 2014
Spettacoli
& Cultura
MARTEDÌ
14 OTTOBRE 2014
l
15
Sabato in piazza Cavour “Wanna be Americano”, la festa vintage dall’entusiasmo coinvolgente
L’America Anni ‘50 è qui
Allestimenti, musica, cibo, auto e abbigliamento ad hoc
E dopo le 23 la festa dalla piazza si sposta alle cantinette
La locandina dal video-promo dell’evento visibile su Youtube
RIMINI - La macchina del
tempo è stata accesa e sabato
a Rimini si farà un carpiato
indietro fino agli Anni Cinquanta. A portare tutti negli
anni della ricostruzione,
quelli dell’America di Elvis,
del rock&roll e del boogiewoogie sfrenato, sarà Wanna Be Americano, la festa
che abbraccia tutti gli aspetti
del periodo, a cominciare
dall’entusiasmo. Musica live, dj set, ma anche auto d’epoca, cibo americano, la
possibilità di acconciarsi e
provare gratuitamente gli
abiti di moda in quegli anni... Insomma, tutto per calarsi nella parte e divertirsi
ascoltando buona musica.
A portare in piazza Cavour Wanna Be Americano
sono Andrea Ghinelli, cantante e leader degli Heartbreak Hotel, giovanissima
band di tributo a Elvis e a
tutta la musica del tempo e
Gabriele Gugnelli. “E’ un
evento che vorrebbe riportare l’entusiasmo come
quello che caratterizzava gli
Anni ’50, dove tutto era da
ricostruire. Grazie anche
agli sponsor come Banca
Carim e Filippi - Italian Fine
Art e la collaborazione con
Moro&Medri Eventi - spiega Gabriele -, siamo riusciti
a coprire tutti i costi della
manifestazione. Ci piacerebbe che Wanna Be Americano diventasse un punto di
riferimento per la città durante un momento fuori stagione per poter attrarre turisti. Costruire questo evento
in due partendo da zero è
stata un po’ una pazzia, speriamo di poter portare una
grande giornata di divertimento e spensieratezza”.
Il pomeriggio si aprirà
con un dj set rock’n roll del
dj Cininho da Pennabilli
che sancirà il connubio con
l’entroterra, per continuare
con gli stage di ballo di due
scuole, la Happy Rock di Cesena con lezioni di Jumpin’
Jive e Le Sirene Danzanti di
Rimini che insegneranno a
ballare il boogie-woogie e
porteranno sulla pista anche
uno spettacolo sulle note di
Grease.
A seguire il live degli
Heartbreak Hotel - in un
tributo a Elvis e agli aAnni
’50: ragazzi giovanissimi che
hanno partecipato a Italia’s
Got Talent, alla cerimonia di
apertura del Paganello e ai
grandi eventi dell’estate riminese porteranno la loro
energia per fare ballare 4 generazioni diverse. Chiuderà
l’evento in piazza il dj set di
Peddj con l’electroswing,
che fonde la musica dance
contemporanea allo swing e
alle sonorità retrò. Lungo
l’arco della giornata la voce
di Gilberto Gattei accompagnare sul palco tutto il cast artistico. Piazza Cavour
riprenderà le vesti del passato portando con sé tutta la
cultura Anni ’50: auto d’epoca, parrucchieri, truccatori, gli abiti e gli accessori
vintage, America Graffiticon i suoi panini, lo zucche-
ro filato per i più piccoli e i
dolci americani con il Maky’s Cake di Rimini.
Se fino alle 23 il fulcro della festa sarà in piazza, dopo
questo orario proseguirà invece nelle cantinette del centro: ben 14 quelle che hanno
aderito e che creeranno ambienti e serate ad hoc. “E’
una sana pazzia che accogliamo volentieri - commenta l’assessore alle Attività Economiche del Comune
di Rimini, Jamil Sadegholvaad - perché si inserisce nel
grande sforzo per attrarre
persone verso il centro storico che questa amministrazione sta facendo. Oltre agli
investimenti come l’anello
delle nuove piazze, la nuova
piazza Malatesta, la ristrutturazione del Fulgor e del
teatro Galli, si aggiunge tutta una parte di animazione
legata ad eventi come questo, che portano grande entusiasmo. Mi piace anche
sottolineare il bel connubio
che si è creato con i locali del
centro e che dunque porterà
un indotto. Invito tutti i riminesi a partecipare vestiti
anni ’50”.
Dopo anni di assenza apre una discoteca a San Marino: si chiama Visionnaire e inaugura sabato
L’alba di un nuovo divertimento
Due giovanissimi propongono serate diverse, dalla house al latino
SAN MARINO - La dance
music ritorna sul Titano. A
riportarla sono due giovani
sammarinesi, Andrea Merlini (classe 1993) e Fabio
Pazzini (classe 1996), che
grazie alla passione per la
musica e per il mondo della
notte, si cimentano in una
nuova avventura, quello di
aprire una discoteca a San
Marino, l’unica in questo
momento nell’Antica Repubblica. L’obiettivo è creare un luogo sano per divertirsi, rivolto in primis ai giovani sammarinesi e non, che
fino ad oggi non avevano la
possibilità di farlo data la totale mancanza di un locale di
questo genere, ma anche
con un occhio rivolto a target e proposte differenziate,
sempre di qualità.
Si chiama Visionnaire e
da sabato farà ballare con varie proposte chi arriverà in
via degli Aceri a Gualdicciolo. Un locale totalmente rinnovato, elegante e molto ac-
cogliente, che vuole diventare fulcro del divertimento
sammarinese. Andrea e Fabio, dopo aver collaborato
con i locali più importanti
della Riviera, si sono buttati
a capofitto in questa avventura e credono fortemente
nel progetto, nel quale hanno coinvolto molti giovani,
entusiasti di poter dare il
proprio contributo per realizzare un sogno.
La programmazione prevede l’alternanza di appuntamenti rivolti a un pubblico
diverso, con una diversa
proposta artistica. Inaugurazione sabato 18 ottobre,
con la serata dedicata agli
Over18, con Chicco Giuliani resident dj e special guest
Alex Neri dj, precursore di
sonorità e stili musicali, connubio di sue produzioni e
del meglio della musica house. Da mercoledì 22 ottobre
e per tutti i mercoledì della
stagione, Latino Evolution,
serata dedicata alla musica
Un’immagine dell’evento “preview” di fine agosto
latina in collaborazione con
l’animazione Gran Caribe.
Sabato 25 ottobre, il primo
appuntamento di Cool Over30 Night, in collaborazione con Fun4all con cena,
musica live con The Turner
show , tributo a Tina Turner
e Fabrizio Inti dj, revival
‘60-‘70’-‘80. Sabato 8 novembre la prima per i giovanissimi (15-22 anni circa)
con ospitedj Stefano Pain.
“No drugs, no drunkies” è
il motto che i gestori di Visionannaire vogliono lanciare sin dall’inaugurazione,
per sottolineare che la politica del locale sarà quella della
tolleranza zero verso chi farà
uso o spaccio di qualsiasi tipo di droga, chi abuserà di
alcool e chi assumerà qualsiasi comportamento di tipo
violento, avvalendosi di un
team di security altamente
qualificato. Info: www.discotecavisionannaire.it
Domani alle 18 alla Feltrinelli
D’Orazio torna a Rimini
per svelare i segreti
di Leonardo e le curiosità
legate alla Romagna
RIMINI - Costantino D’O-
razio torna a Rimini. Lo
storico dell’arte, reduce da
collaborazioni su Rai3 con
la trasmissione Geo & Geo
e del nuovo programma radiofonico di Serena Dandini su Radio2, sarà protagonista domani sera (ore 18)
alla Libreria Feltrinelli di
Rimini (largo G.Cesare 4)
dove avrà luogo la presentazione del nuovo libro
Leonardo
segreto. Gli
enigmi nascosti nei
suoi capolavori (246
pagine,
edito da
Sperling &
Kupfer al
prezzo di
18 euro).
D’Orazio,
che aveva
già scelto la
Libreria
Feltrinelli
per presentare
nello scorso novembre il libro Caravaggio segreto,
stavolta si è soffermato sulla vita e le opere di Leonardo da Vinci, un autentico
rebus che il saggista romano decifra attraverso l’analisi dei suoi capolavori, il
racconto dei suoi viaggi in
tutta Italia e l’attenta lettura dei testi che l’artista ha
scritto e accumulato in migliaia di fogli fino all’ultimo giorno. Leonardo è stato a dir poco poliedrico: architetto, poeta, ingegnere,
inventore, musicista, scrittore, medico, botanico,
chimico, scultore, costumista, scenografo, regista,
ma durante la sua vita non
è riuscito a portare a termine nemmeno uno dei suoi
progetti. Né una macchina
né un ponte, né una scultura né una tavola e nemmeno uno dei trattati scientifi-
ci a cui ha lavorato per anni. “Perché un genio come
lui – si chiede D’Orazio non ha finito quasi nessuna
delle sue opere? Era in grado di lavorare contemporaneamente ad un affresco
monumentale, all’allestimento di una cerimonia
ufficiale e alla realizzazione
di un canale, ma non fu in
grado di concludere la piccola tavola della Gioconda
o mettere
mano al
ritratto
di Isabella
d’Este,
la committente più
ambita
dagli
artisti
della
sua
epoca”.
Durante l’incontro
di domani da Feltrinelli,
D’Orazio riserverà una
particolare attenzione al
curioso e interessante soggiorno di Leonardo da
Vinci in Romagna, dove
l’artista si recò nel 1502 al
seguito di Cesare Borgia
con l’incarico di esplorare
il territorio e costruire fortezze. Oltre ad alcuni disegni realizzati nella zona, tra
gli appunti di Leonardo
compaiono diverse annotazioni che riguardano le
città della Romagna, e tra
queste Rimini, dove resta
affascinato dal suono della
fontana oggi in piazza Cavour, e sulla popolazione
della zona, a cui riserva parole ammirate e a tratti ironiche. D’Orazio svelerà i
retroscena di questa esperienza e mostrerà ciò che
rimane del lavoro di Leonardo in Romagna.
16
l
Cartellone
MARTEDÌ 14 OTTOBRE 2014
Oggi laboratori e mercatino ai Malatesta
La Festa della Famiglia
L’associazione Creattivamente invita tutti al centro commerciale I Malatesta di Rimini, dove oggi, in occasione
della festa del patrono della città, si svolge la “Festa della Famiglia”. Si inizia alle 9 del mattino con l’apertura del
mercatino dell’artigianato, poi dalle 15 nella galleria del
centro, laboratori ‘Dolcettiamo’ a cura di Sweet Monkey
Confetti & Co., laboratori di intrattenimento con Daniela,
“I pericoli, come affrontarli”, nozioni di disostruzione pediatrica a cura di Salvagente Rimini e “I pericoli cosa sono” a cura del Comando dei Vigili del Fuoco.
Giovedì al Museo di Stato inaugurazione di ‘Essere Simili’
Santo Marino nel nostro tempo
è al centro della riflessione
Giovedì alle 18 inaugurarazione della seconda edizione di “Essere Simili, il volto
del Santo Marino nel nostro tempo” di Stefano Di Stasio. Al Museo di Stato in Palazzo Pergami, a San Marino, saranno presenti il segretario di Stato per l’Istruzione e la Cultura Giuseppe Maria Morganti e l’artista Stefano Di Stasio. “Essere simili, il volto del Santo Marino nel nostro tempo” si configura come un laboratorio della
creazione artistica, un momento e luogo di riflessione intorno al ruolo che oggi
svolge la committenza nel promuovere e contribuire ad arricchire il patrimonio artistico. Nelle intenzioni del curatore, Walter Gasperoni, l’anima del progetto, che si
prefigura triennale, si identifica in una committenza che egli definisce “nobile”, volta a consolidare il percorso di crescita del nostro patrimonio artistico e culturale.
L’intenzione è quella di fornire una reinterpretazione in chiave contemporanea e
attuale dell’immagine del Santo protettore e fondatore della Repubblica.
In mostra verrà dunque presentata in anteprima l’opera raffigurante il Santo Marino, commissionata dalla Galleria al noto artista Stefano Di Stasio. Nel realizzare il
dipinto ad olio dall'emblematico titolo di Ora Diaconale l’artista, ispirandosi all’iconologia tradizionale, è giunto ad una nuova rivisitazione della figura del Santo. In
mostra figureranno, oltre al dipinto, alcune variazione sul tema di San Marino, ovvero altre riflessioni condotte da Di Stasio sull’immagine del nostro patrono. La
mostra rimarrà aperta fino al 16 novembre, tutti i giorni dalle ore 9 alle ore 17.
Primo incontro della stagione all’Infogiovani di Bellaria
Ha senso ‘Educare al successo’?
Al via la stagione dell’Infogiovani di Bellaria: sarà la presentazione del libro “Educare al successo” di Iacopo Casadei, ad inaugurare le attività di quest’anno, domani sera alle 20.30 alla biblioteca
comunale “Alfredo Panzini”. Nell’occasione, aperta a tutti e in particolare a genitori e studenti delle medie inferiori, sarà presentato
il programma 2014/2015 del servizio, ma soprattutto si approfondirà il tema: “Ha senso educare al successo?”.
Lo si farà con la consapevolezza che ci siano persone il cui successo è frutto di un lavoro serio e giocoso e che non sono diventati col tempo la maschera di se stessi: tutti sono in grado di individuarle e apprezzarle. Di questo parla il volume di Casadei, il quale
approfondisce un ‘successo’ che prescinde dalla notorietà, è all’altezza di tutti, è il frutto di quello che si è fatto o sarà fatto senza
scorciatoie. Un libro che, per genitori ed educatori, può rappresentare una fonte di stimoli, riflessioni, domande da cui prendere
spunto per costruire la propria risposta personalizzata ai diversi
dilemmi educativi.
L’Infogiovani di Bellaria Igea Marina si trova neii locali della biblioteca comunale e che il servizio è aperto il lunedì e il mercoledì dalle 15 alle 18.
Cinema
CinemaRimini
Riminieeprovincia
provincia
RIMINI
Multiplex Le Befane
Via Caduti di Nassiriya
Tel. 0541307805
Per prenotazioni tel. 899-002096
TARTARUGHE NINJA
fer. 16,30-18,30-20,30
Regia: J. Liebesman
Sala: 1
SEX TAPE - FINITI IN RETE
fer. 22,40
Regia: Jake Kasdan
Sala: 1
LUCY
fer. 16,30-18,30-20,30-22,30
Regia: Luc Besson
Sala: 2
THE EQUALIZER IL VENDICATORE
fer. 17,30-20,15-22,40
Regia: Antoine Fuqua
Sala: 3
PONGO UN CANE MILIONARIO
fer. 16,30
Regia: Tom Fernandez Sala: 4
LUCY
fer. 22,40
Regia: Luc Besson
Sala: 4
HERMITAGE 250° ANNIVERSARIO
fer. 18,30-21,00
Regia: Margy Kinmonth Sala: 4
I DUE VOLTI DI GENNAIO
fer.16,30-18,30-20,30-22,30
Regia: Hossein Amini
Sala: 5
BOXTROLLS
LE SCATOLE MAGICHE
fer. 16,30-18,30-20,30
Regia: A.Stacchi G.AnnableSala: 6
Trame
PEREZ.
fer. 22,40
Regia: E. De Angelis
Sala: 6
TUTTO MOLTO BELLO
fer. 16,30-18,30-20,30-22,30
Regia: Paolo Ruffini
Sala: 7
ANNABELLE
fer. 16,40-18,40-20,40-22,40
Regia:John Robert LeonettiSala: 8
FRATELLI UNICI
fer. 16,30-18,30-20,30-22,30
Regia: A.M.Federici
Sala: 9
MAZE RUNNER - IL LABIRINTO
fer. 16,20-18,30-20,40-22,50
Regia: Wes Ball
Sala: 10
SIN CITY UNA DONNA PER CUI UCCIDERE
fer. 16,40-18,40-20,40-22,40
Regia: Frank Miller
Sala: 11
AMORE, CUCINA E... CURRY
fer. 17,50-20,15-22,30
Regia: Lasse Hallström Sala: 12
Gambrinus
Via Parco Begni, 3 - Pennabilli
Tel. 0541-928317
Supercinema
Piazza Marconi, 1 - Tel. 0541622454
Santarcangelo di Romagna
PASOLINI
fer. 21,00
Regia: Abel Ferrara
Sala Antonioni
Settebello multisala
Via Roma, 70 - Tel. 054157197
IL REGNO D’INVERNO
fer. 20,45
Regia: Winter Sleep Sala rosa
PARTY GIRL
fer. 20,30
Regia: Amachoukeli Sala verde
LA TRATTATIVA
fer. 22,30
Regia:Sabina Guzzanti Sala verde
RICCIONE
Cinepalace
Viale Virgilio, 19 C/O Palacongressi
Tel. 0541605176
LUCY
fer. 20,30-22,30
Regia: Luc Besson
Sala: 1
FRATELLI UNICI
fer. 20,40
Regia: A.M.Federici
Sala: 2
Tiberio
ANNABELLE
Via San Giuliano, 16 - Tel. 054125761 fer. 22,40
Regia:John R. Leonetti Sala: 2
HERMITAGE SIN CITY 250° ANNIVERSARIO
UNA DONNA PER CUI UCCIDERE
fer. 21,00
fer. 22,40
Regia: Frank Miller
Sala: 3
Regia: Margy Kinmonth
FRATELLI UNICI
fer. 21,00
Regia: A.M.Federici
HERMITAGE 250° ANNIVERSARIO
fer. 21,00
Regia: Margy Kinmonth Sala: 3
MAZE RUNNER - IL LABIRINTO
fer. 20,40-22,50
Regia: Wes Ball
Sala: 4
TUTTO MOLTO BELLO
fer. 20,30-22,30
Regia: Paolo Ruffini
Sala: 5
THE EQUALIZER IL VENDICATORE
fer. 20,15-22,40
Regia: Antoine Fuqua
Sala: 6
Ariston 2
Via Torconca, 230 - Cattolica
Tel. 0541951405
TUTTO MOLTO BELLO
fer. 20,30-22,30
Regia: Paolo Ruffini
Sala: 1
Teatri
Teatro Novelli
Rimini
Via Cappellini, 3 Tel. 0541-793811
Teatro degli Atti
Rimini
Via Cairoli, 42 Tel. 0541-784736
Teatro del Mare
Riccione
Via Don Minzoni Tel. 0541-690904
Corte Coriano Teatro
Coriano
Via Garibaldi, 127 Tel. 0541-658667
Teatro Regina
Cattolica
Greta (Keira Knightley) e
Dave (Adam Levine), fidanzati dai tempi del liceo ed
entrambi cantautori, si trasferiscono a New York quando
lui riceve un’offerta da un colosso dell’industria musicale.
La celebrità, e le molte tentazioni che la accompagnano, fanno perdere la testa a
Dave e incrinano il loro rapporto. Nella metropoli scintillante e piena di opportunità,
Gretta incontra Dan (Mark
Ruffalo), un dirigente di un’etichetta musicale che assiste
per caso ad una sua esibizione nell’East Village e resta
subito colpito dal suo talento
naturale. Intorno a questo
incontro casuale prende vita
la storia di due persone che
si aiutano reciprocamente a
cambiare nel corso di un’estate newyorchese.
Piazza della Repubblica, 1 Tel. 0541-966778
Teatro Massari
S. Giovanni In Marignano
Via Serperi, 6 Tel. 0541-1730509
www.teatromassari.it
Teatro Astra
Bellaria
Via P. Guidi - Isola dei Platani Tel. 0541-343890
Teatro Malatesta
Montefiore conca
Viale della Repubblica 2, Tel. 0541-604972
www.compagniadelserraglio.com
Teatro Pazzini
Verucchio
Via San Francesco, 12 Tel. 0541-670168
www.teatroverucchio.it
Teatro Nuovo
Dogana
Piazza M. Tini, 7 Tel. 0549-885515
Teatro Titano
San Marino
Piazza Sant’Agata Tel. 0549-882416
www.teatroverucchio.it
Teatro Leo Amici
Monte Colombo (Rn)
Via Canepa, 136 Tel. 0541-986133
www.teatroleoamici.it
Cartellone
MARTEDÌ 14 OTTOBRE 2014
l
17
Stasera presenta il nuovo disco ‘Radici’
Francobeat ai Malfattori
Questa sera alle 21 al Circolo dei Malfattori di
Poggio Torriana (via Santarcangiolese 4603)
torna Franco Naddei per presentare “Radici”.
Un concerto da non perdere: una vera e propria festa in occasione dell'uscita ufficiale del
nuovo disco. Un evento unico che vedrà la
partecipazione degli ospiti che hanno impreziosito questo nuovo lavoro di Francobeat con
i testi scritti dagli ospiti della residenza per disabili mentali "Le Radici" di San Savino (Riccione). Sul palco i Sacri Cuori di Antonio Gramentieri, Diego Sapignoli (Aidoru) e Francesco Giampaoli, Santo Barbaro, Giacomo Toni,
Moro, Giuseppe Righini e John de Leo.
Apertura ore 19 e musica anche dopo il concerto. Contributo all’ingresso per finanziare l’iniziativa 6 euro, donne una consumazione
omaggio. Ingresso riservato ai soci Arci.
Questa sera imperdibile appuntamento a San Giuliano
Visita all’Hermitage
dalla poltrona del Tiberio
Il Cinema Teatro Tiberio di Rimini (via San Giuliano, 16), sala dotata di impianto di
proiezione 4K alta definizione ed impianto audio Dolby 7.1, presenta questa sera
alle ore 21, nell’ambito della rassegna Exhibition: le grandi mostre al cinema, una
speciale visita, per la regia di Margy Kinmonth al Museo Hermitage di San Pietroburgo, in occasione del suo 250° anniversario: per la prima volta nella storia il leggendario Museo di San Pietroburgo rivela i suoi segreti in una visita esclusiva. Da
palazzo Imperiale a Museo di Stato è una delle più grandi collezioni d'arte al mondo: un viaggio avvincente in un mondo nascosto per immergersi nella storia e scoprire meraviglie indimenticabili. E’ il 1764 quando la zarina Caterina II, l’amica di
penna di Voltaire e Diderot, acquista 225 dipinti della raccolta d’arte di un mercante
berlinese: nasce così in pieno secolo illuminista il primo germe dell’Hermitage, il
Museo di San Pietroburgo che rappresenta una delle mete più amate dei viaggiatori di tutto il mondo. La zarina lo immagina come un luogo isolato, un eremo non
lontano dalla Prospettiva Nevskij e con una magnifica vista sul fiume Neva: ’’un petit ermitage’’ dove godersi momenti di rigenerante riposo circondata solo da pochi
amici intimi e da opere d’arte. 250 anni dopo, l’Hermitage celebra il suo anniversario e lo fa con un evento cinematografico impressionante. Il tour guiderà gli spettatori all’elettrizzante scoperta di alcuni dei 3 milioni di pezzi conservati nel sontuoso
scrigno di San Pietroburgo. Da quel fatidico 1764 la collezione si è allargata a dismisura: la zarina Caterina non mancò infatti di allargare pian piano la preziosa
raccolta, così come fecero gli altri zar della dinastia Romanov, che anno dopo anno arricchirono la collezione aprendola al pubblico a metà Ottocento, quando per
le vie della città si incontravano i grandi scrittori russi, come Puskin, Gogol, Dostoevskij, Tolstoj e Cechov.
Biglietti 10/8 euro, ulteriori agevolazioni per gruppi e studenti con possibilità di organizzare proiezioni su richiesta. Info: Cinema Tiberio tel. 328/2571483. Programma completo su www.cinematiberio.it.
Meteo
Questa sera a I cerchi nel Grano
Una bella storia di mare
A I Cerchi nel Grano (via Matteotti, Borgo San Giuliano) questa
sera primo appuntamento con il ciclo di sdi storie di mare che
durerà fino a marzo. Andrea Stella presenterà “
E Lo Spirito Di Stella. Per Navigare Oltre le Barriere”. Andrea
Stella racconterà la sua storia, i suoi progetti e quelli della sua
associazione Lo Spirito di Stella e sarà accompagnato dallo
skipper Andrea Farina che presenterà i programmi delle crociere caraibiche di “Lo spirito di Stella”.
Nel 2000 il destino cambia la vita di Andrea Stella e lo costringerà su una sedia a rotelle. Non può più camminare, ma può
navigare. Così nasce il catamarano "Lo Spirito di Stella", imbarcazione senza barriere architettoniche.
Numeri utili
Bellaria
Max
26
Min
15
Rimini
Santarcangelo
EMILIA ROMAGNA
Riccione
Cattolica
RSM
Morciano
di Romagna
Novafeltria
Pennabilli
MARCHE
Pomeriggio
Sera
Notte
tel. 199892021*
www.trenitalia.it
*pagamento
Federico Fellini
tel. 0541 715711
www.riminiairport.com
Farmacie di turno
Rimini
Diurno Notturno: 24h su 24h
COMUNALE SAN FRANCESCO
Via Michele Rosa, 3
tel. 0541 24414
Riccione - Comuni periferici
Diurno e notturno: 24h su 24h
COMUNALE 4
Via Adriatica, 74
tel. 0541 600507
Coriano - Cattolica - Misano
Adriatico - Gabicce mare
BALNEARE
Via Bovio, 76 - Cattolica
tel. 0541 953895
BALLOTTA
Piazza Mercato, 8 - Cattolica
tel. 0541 961444
AMADEI
Via Provinciale 4812 loc. Falda
Montefiore Conca - tel. 0541 980313
Bellaria - Igea marina
IGEA
Viale Pinzon, 168 - Igea Marina
tel. 0541 331302
Alta Valmarecchia
Notturno diurno e notturno:
PIANINI MAZZUCCHETTI
P.zza Vittorio Emanuele,18
Novafeltria
tel. 0541 920745
Santarcangelo di Romagna
e Bassa Valmarecchia
RASPONI
Via San Vito, 1752 - Santarcangelo
tel. 0541 620013
Oroscopo
ARIETE: Le persone che lavorano
con te o per te, saranno più invadenti del solito. Giorno favorevole
per chiedere consigli e favori.
TORO: Occhio alle adulazioni:
oggi potrebbero esserci discorsi e
atteggiamenti che sanno di adulazione pura con fini che... potrebbero anche danneggiarvi.
GEMELLI: La responsabilità dei vostri errori non è solo attribuibile agli
altri. Fate un’esame di coscienza.
CANCRO: Bugie in arrivo: non siate però particolarmente rigide nel
rimproverarle alle persone che ve le
hanno dette.
LEONE: Dal passato ritorna qualcuno di inaspettato. Non vi accontentate delle minestre riscaldate...
VERGINE: Buone nuove sul fronte
del lavoro o del commercio: solo
qualche collega tornerà a infastidirvi con la sua indiscrezione e invadenza.
BILANCIA: Assicuratevi che la
persona che vi sta accanto abbia
la comprensione meritata. Non lasciatela sola.
SCORPIONE: Non abbiate remore
nel tentare di correggere qualche
vostro difetto: oggi Marte potrebbe evidenziare qualche vostro lato
negativo.
SAGITTARIO: Periodo di stasi nei
sentimenti. Non abbiate troppa
fretta: molte novità stanno per affacciarsi sulla vostra vita.
CAPRICORNO: Non tutti gli amici
sono sinceri: qualche sgambetto e
qualche pettegolezzo di troppo.
ACQUARIO: Mettete in chiaro subito le cose con una persona che cerca
a tutti i costi di farvi innervosire: siate
delicati ma decisi e poi girate pagina
e proseguite per la vostra strada.
PESCI: È bene oggi fare buone
azioni e aiutare persone che sapete
indigenti o in difficoltà: non disperdete le vostre energie e usatele per
donare un sorriso a qualcuno.
18
l
MARTEDÌ 14 OTTOBRE 2014
“La tua immagine sempre in primo piano”
Articoli monodose
e monouso per la ristorazione:
bustine di zucchero, tovagliette,
buste portaposate,
salviette profumate, stuzzicadenti,
cioccolatini, tovaglioli
e tanto altro ancora.
- Realizzazione grafica
- Stampa in alta definizione
- Consegna in tempi brevi
Personal Zucchero srl
Piazza Allende, 1 - 47824 Poggio Torriana (RN)
Tel. 0541 629284 - Fax 0541 629150
[email protected]
www.personalzucchero.com
Sport
Rimini
MARTEDÌ
14 OTTOBRE 2014
l
19
EURO 2016 - Questa sera a Serravalle (20.45). Manzaroli: “Siamo pronti per disputare un’altra grande prestazione”
I Titani all’assalto della Svizzera di Pektovic
SAN MARINO - Dopo la più che
onorevole sconfitta patita, giovedì a Wembley, contro i Leoni
inglesi, questa sera i Titani di
Pierangelo Manzaroli saranno
di scena al San Marino Stadium
opposti alla Svizzera (fischio
d’inizio ore 20.45) in occasione
della 3ª giornata delle qualificazioni a Euro 2016. Gli elvetici,
guidati dall’ex tecnico della Lazio Vladimir Petkovic, condividono con i biancazzurri l’ulti-
mo posto della graduatoria a
quota zero. Nonostante il gap
tecnico tra le due formazioni
resti elevato, per i Titani una
buona occasione per provarci.
“Ci aspettiamo una Svizzera agguerrita e determinata a fare
una grande partita - ha spiegato
il ct sammarinese Manzaroli -.
Dopo due sconfitte nelle prime
due partite verranno a San Marino con il coltello fra i denti,
ma noi siamo pronti e contia-
mo di fare un’altra grande prestazione. Ci proveremo”.
Gli unici due precedenti contro i rossocrociati risalgono al
girone di qualificazione di Euro
1992: il 14 novembre 1990, a
San Marino, la Svizzera si impose 4-0 con reti di Sutter, Chapuisat, Knup e Chassot. Il 5
Giugno 1991, a San Gallo, gli elvetici vinsero con un ampio 7-0
grazie a una doppietta di Knup
e alle reti di Hottiger, Sutter,
Hermann, Ohrel e Türkyilmaz.
Questi i convocati del ct
Manzaroli. Portieri: Simoncini,
Benedettini, Muraccini. Difensori: Buscarini, Bonini, Palazzi,
Brolli, Battistini, A. Della Valle,
C. Valentini, F. Vitaioli. Centrocampisti: Chiaruzzi, Tosi, F.
Golinucci, Mazza, Cervellini,
A. Gasperoni, L. Gasperoni.
Attaccanti: Hirsch, Rinaldi,
Selva, Stefanelli, M. Vitaioli.
Il ct Pierangelo Manzaroli
CALCIO SERIE D - Esordio bis amaro per Adrian Ricchiuti, entrato quando il match di Budrio era già compromesso
Il capitano suona la carica
“Sconfitta meritata ma peccato per le numerose occasioni non sfruttate
Così non si può andare avanti, dobbiamo rialzarci il prima possibile”
di CRISTIANO CERBARA
RIMINI - Era il 10 febbraio 2002 quando
Adrian Ricchiuti faceva il suo esordio
assoluto con la maglia del Rimini. I
biancorossi giocavano a Poggio Rusco,
cambiava la serie (era C2) ma il contesto
era più o meno lo stesso della serie D a
Budrio dove domenica il “chico” ha registrato il suo secondo debutto riminese. Di diverso c’è anche il risultato, allora
fu uno scialbo 0-0, stavolta invece il Rimini è riuscito a fare di peggio buscandone tre da un Mezzolara qualunque ma
Ricchiuti è entrato in campo quando la
frittatona era già fatta: “Speravo in un
esordio diverso – commenta amareggiato il trequartista italo-argentino – e a dire il vero tutti quanti ci aspettavamo di
vincere. Invece abbiamo perso e ne sono
molto dispiaciuto, capisco la rabbia della nostra gente che contesta. Venivamo
da due vittorie, questa sconfitta ci riporta indietro a quelle subite con Este e Fiorenzuola, praticamente identiche”. Ricchiuti riconosce i meriti del Mezzolara
che ha fatto la sua onesta partita, amplificata fino a diventare un’impresa storica grazie alle manchevolezze biancoros-
Capitan Adrian Ricchiuti
se: “Dobbiamo fare i complimenti ai nostri avversari che hanno disputato
un’ottima gara iniziandola con la giusta
determinazione, noi invece ci siamo
svegliati soltanto dopo aver subito il primo gol giocando anche un buon finale
di tempo. C’era anche un rigore netto su
Masini che ci avrebbe dato la possibilità
di andare al riposo in parità ma non possiamo attaccarci a questi episodi. Approccio sbagliato? Inutile cercare scusanti, abbiamo perso meritatamente ed
è un peccato, perché abbiamo visto che
con poco siamo riusciti a creare lo stesso
tante occasioni”. Al minuto 8 della ripresa ecco che Ricchiuti mette finalmente i piedi in campo (non succedeva
dalla partita di coppa Italia di agosto
contro la Ribelle), peccato che il punteggio fosse già di 2-0: “Stavo per entrare e
loro hanno segnato il secondo gol, ormai era finita. Sono contento solo perché fortunatamente non ho avuto problemi in campo, dal punto di vista fisico
tutto è andato liscio. Da martedì (oggi,
ndr) si ricomincia e domenica spero di
entrare in campo dal primo minuto per
dare una mano alla squadra”. La vetta è
tornata distante 6 punti ma soprattutto
in mezzo ci sono tante altre squadre:
“Stiamo perdendo terreno e questo non
deve più succedere. Peccato perché eravamo riusciti ad accorciare sulle prime,
comunque mancano ancora tante partite e nulla è perduto. Bisogna però trovare prima possibile la quadratura perché
così non si può andare avanti”.
CALCIO SERIE D - L’autore del primo gol biancazzurro col Formigine invita a rimanere con i piedi per terra
Camporesi: “Felici, ma il nostro obiettivo non cambia”
BELLARIA - La sua zampata
alla Pippo Inzaghi, su conclusione dal limite di Semprini, ha
permesso al Bellaria di sbloccare il risultato nel vittorioso match del “Nanni” contro il Formigine. Un successo che ha consentito ai ragazzi di mister Antonioli di allungare a quattro la
striscia di risultati utili consecutivi e mettere in cascina qualcosa come 10 punti nelle ultime 4
partite disputate. “Sono molto
contento per il gol, lo cercavo da
tempo, ho cercato la palla ed è
andata bene - spiega Alessandro
Camporesi -. Nelle prime giornate non sono stato indisponibile causa i postumi di un infortunio muscolare della scorsa
stagione e non è stato semplice
L’esultanza di Camporesi dopo l’1-0 (FOTO MIGLIORINI)
trovare posto in squadra. Una
rete che dedico a chi mi ha rimesso in piedi, a tutto il Bellaria
e a chi ha creduto in me ”. L’attenzione dell’attaccante classe
‘96 si sposta sull’analisi del match. “Tre punti molto importanti
ma, soprattutto, meritati perché
frutto di una bella prestazione.
Anche con il Formigine abbia-
mo dovuto fare i conti con tante
assenze, in attesa di tornare al
completo cerchiamo tutti di farci trovare pronti”. Il bomberino
resta comunque con i piedi per
terra. “All’inizio abbiamo faticato, sia perché siamo un gruppo giovanissimo che per il fatto
che per molti si tratta della prima esperienza in questo campionato. Poi, specie grazie a mister Antonioli, abbiamo preso le
misure ma il nostro obiettivo
non cambia. Pensiamo a un impegno per volta, a cominciare
da Rimini. Una sfida difficile conclude Camporesi -, che però
andremo ad affrontare con serenità, abbiamo dimostrato di
potercela giocare con tutti”.
Sergio Cingolani
CALCIO LEGAPRO - Il momento no del Santarcangelo
Ivan Graziani: “Buona
prestazione ma troppi
errori là davanti
Non dobbiamo mollare”
SANTARCANGELO - (c.c.) Quattro punti in otto partite,
nessuna vittoria e tre sconfitte consecutive. Non è certo questo lo score che può far sperare il Santarcangelo. Eppure nella
maggior parte dei casi, la squadra di Fraschetti ha creato più
occasioni rispetto all’avversario di turno, finendo comunque
con l’ottenere al massimo un pareggio. La partita con la Reggiana di sabato scorso è stata l’ennesima dimostrazione di un
Santarcangelo non inferiore agli altri ma ancora non abbastanza scaltro per ottenere ciò che meriterebbe sul campo.
Dunque inutile abbattersi di fronte a quello score anche se
l’umore non può essere dei migliori come confermano le
parole di Ivan Graziani: “La prestazione è stata buona – commenta “Ciccio” – ma come al solito commettiamo un errore
e lo paghiamo carissimo. Per il resto, alla Reggiana (che in
qualità di nuova capolista ha dimostrato ben poco, ndr) non
abbiamo concesso niente mentre davanti abbiamo creato diverse occasioni per segnare. Evidentemente dobbiamo essere
più cinici, più bravi e sbagliare ancora meno ”. Graziani è
l’unico finora ad essere andato a segno tra i gialloblù insieme
a Guidone. Esiste un problema uomini-gol nel Santarcangelo? “Le occasioni sono capitate a tutti, non solo a noi due
attaccanti. Prima o poi finirà anche questa maledizione, ci
sono tanti altri compagni in grado di buttarla dentro. Sfortuna? Se ne può parlare se capita una volta ma qui sono 8 partite
che gira così, evidentemente non è solo sfortuna. E’ questione
di migliorare nei piccoli atteggiamenti, nelle piccole cose.
Con voglia e unità ce la possiamo fare, del resto ogni volta si
incontrano squadre con parecchi giocatori di categoria superiore e certi errori non ce li possiamo permettere. Ma stiamo
dimostrando di potercela giocare con tutti”. La classifica è
brutta da guardare ma per Graziani non è il caso di fare finta
di niente: “Non è troppo presto. Siamo alla nona giornata, i
punti cominciano a pesare come pesavano all’inizio. Di certo
non bisogna farsi prendere dal panico, le prestazioni ci sono”.
E ora due scontri diretti in trasferta, prima a Savona poi a
Carrara: “Per noi le partite sono tutte uguali. Siamo capaci di
mettere sotto il Pisa e di farci dominare dal Tuttocuoio. Bisogna stare lì con la testa e non mollare”.
20
l
MARTEDÌ 14 OTTOBRE 2014
LO
LEGGI DOVE
VUOI
E
QUANDO
SIAMO GIÀ IN 9.500
a sfogliare da Smartphone e Tablet*
Vuoi
promuovere la tua
attività, i tuoi
prodotti o servizi?
Chiamaci o scrivici per una
consulenza
personalizzata gratuita.
Questi sono i nostri
contatti:
[email protected]
0541 444011
* Numero totale di download certificati dell’applicazione NQ News da Apple Center e Android Play Store alla data del 31/07/14
Sport Rimini
MARTEDÌ 14 OTTOBRE 2014
l
21
CICLISMO - L’Allieva riccionese ha conquistato 80 punti, 28 in più della compagna di squadra Iaccheri
Classifica di rendimento, Michelotti è 1ª in regione
Gli under23 Bartolini, Buono e Sampaoli danno l’addio
al ciclismo dopo una sola stagione nella categoria dilettanti
RIMINI - Conclusa l’attività
ciclistica con un bilancio di
diverse vittorie su strada e su
pista, l’Allieva riccionese
Martina Michelotti del Re
Artù di Forlì, può considerarsi soddisfatta della sua
stagione. Anche se in pista
non è riuscita a confermare il
titolo “tricolore” della Corsa
a Punti, ha vinto però una serie di maglie dell’Emilia Romagna, e infine c’è anche la
ciliegina finale sulla torta, il
1° posto nella classifica di
Rendimento della Regione.
Martina Michelotti ha
conseguito 80 punti, 28 in
più della compagna di squadra Valentina Iaccheri,
mentre terza si è classificata
Francesca Montefiori, anche
lei del team forlivese, con 34
punti.
Notizie negative invece in
ambito maschile. Dopo un
solo anno di attività fra gli
Under 23, tre promettenti
ragazzi del riminese, hanno
deciso di lasciare il ciclismo.
Sono il cattolichino Francesco Bartolini, il riccionese
Matteo Buono e il bellariese
Simone Sampaoli: Bartolini
e Buono hanno indossato la
maglia della Viris Vigevano
e Sampaoli quella del Gs Podenzano.
Per loro questa prima stagione fra i dilettanti è stata
fin dall’inizio particolarmente impegnativa e difficile, per varie ragioni. Ma vediamo i motivi della loro
uscita di scena.
Iniziamo da Bartolini che,
Martina Michelotti con Giulia Bonetti
GINNASTICA - Ai Campionati regionali under14
Tris di ori per gli atleti
della Polisportiva Celle
RIMINI - Profeti in Patria. E’ quanto si può
dire per le giovani promesse della Polisportiva Celle che sabato, al Palazzetto della Ginnastica di via Euterpe, hanno portato a casa tre medaglie d’oro ai Campionati
regionali di Categoria under 14. Emmanuele Ercolani (10 anni) è arrivato primo
nel livello riservato ai ginnasti più giovani
(L1), Alessandro
Petroncini (12
anni) primo in
L2 e Thomas
Grasso (14 anni)
primo in L3.
Buono anche il
risultato di Jacopo Coglianese
(13 anni) giunto
7° in L3 al suo
esordio nelle gare di categoria.
Domenica,
sempre a Rimini, si è svolto il Campionato
Regionale femminile a squadre di serie C1
e C2 riservato alle ginnaste dagli 8 ai 12
anni. Brillante esordio in C2 per le piccole
Alessia Fratti, Alexandra Gaspari e Elisa
Antonacci (tutte classe 2005), che hanno
conquistato l’argento arrivando seconde
su un totale di 36 squadre. Per il campionato di C1 sono invece scese in campo le
Campionesse Regionali dello scorso anno
Martina Lazzari, Michela Garbetti, Federica Brighi e Elisa Garattoni. A causa di
qualche errore e di una non perfetta condizione fisica si sono classificate al 4° posto, ai piedi del podio. Prossimo appuntamento per tutte il 25 ottobre a Montevarchi dove verranno assegnati i titoli regionali.
La scorsa settimana Michela
Garbetti e Federica Brighi hanno anche partecipato a Caserta
alla fase nazionale del Trofeo
Coni,
grande
manifestazione
sportiva giovanile. Giovedì la
cerimonia
di
apertura alla Reggia di Caserta con la sfilata di oltre 2500 atleti (quasi una miniolimpiade) alla presenza delle autorità.
Venerdì e sabato le competizioni in 30
diverse specialità in rappresentanza delle
varie regioni. Michela e Federica hanno
fatto parte delle Delegazione dell’Emilia
Romagna per la ginnastica artistica femminile.
spesso per altro si era messo
in evidenza con lunghe fughe ed ha all’attivo anche diversi piazzamenti. La sua decisione è dovuta ad un improvviso calo di motivazione. Tutto è successo a fine
agosto, quando, di punto in
bianco, ha deciso di chiudere
con il ciclismo. Un vero peccato perché, tra l’altro a tutt’oggi, ci sono varie squadre
Under che si stanno interessando a lui, chissà se durante
l’inverno cambierà idea?
Per Buono invece si è trattato di un abbandono prematuro visto che ad aprile la
sua comparsa nella categoria
era già finita. Il tutto è maturato da prestazioni che la
squadra ha ritenuto non all’altezza di un Campione Ita-
liano Juniores di Velocità.
Che cosa sta facendo adesso Buono? Si vocifera di un
suo rientro il prossimo anno
ma solamente come pistard
con un team specializzato
nell’attività su pista.
Riguardo invece a Sampaoli, la suo distacco dal
mondo del ciclismo è dovuto
al fatto che, quest’anno, ha
scelto di proseguire con gli
studi, iscrivendosi ad una
Università di Milano alla Facoltà di Ingegneria Nucleare.
Per Sampaoli era praticamente impossibile riuscire
ad abbinare studio e ciclismo
e così ha scelto di accantonare la bici. E’ un peccato per
tutti e tre, ma le loro decisioni, per quanto dispiaccia,
vanno rispettate.
BASEBALL - Nella finalissima battuta la Fortitudo Bologna
Falcons, gli Allievi
campioni regionali
RIMINI - Dopo lo scudetto categoria Ragazzi, con
la conquista del titolo di Campioni d ’Italia, gli
Allievi chiudono questa fantastica stagione per le
giovanili Falcons vincendo la Coppa Regione e
laureandosi Campioni Regionali. L’atto conclusivo della manifestazione si è giocato domenica, sul
diamante di Parma, con protagonisti i padroni di
casa dello Junior,
vincitori della zona
Ovest dell'Emilia
Romagna, la Fortitudo, per la zona
Centro ed il Torre
Pedrera che aveva
passato il turno nella zona Est superando Riccione e San
Marino in girone e
Ravenna in semifinale. Dopo il primo
incontro fra le avversarie, chiuso con
la vittoria dei bolognesi per 8 a 2, i Falcons se la sono vista con Parma. Partita in equilibrio due riprese, poi l’attacco
Falcons si é scatenato e con le valide di Tognacci,
Ioli e Mazzenga sono arrivati 5 punti. Intanto il
partente Ioli ha chiuso alla grande le sue quattro
riprese con due soli arrivi in base e la bellezza di
sei strike out, siglando una no-hit completata poi
dal rilievo Emanuelli. Al quinto attacco arriva per
i Falcons il punto della matematica vittoria, con
Ioli in base su valida che ruba seconda e terza e
vola a casa su lancio pazzo, mentre all’ultima difesa, a risultato ormai acquisito, causa due errori
difensivi i Falchetti regalano due punti per il 6 a 2
finale. Nella finalissima con la Fortitudo, Torre
Pedrera parte ancora bene, segnando due punti al
primo ed uno al secondo con il dop pio di Mambelli ed
il singolo di Ema nuelli e colpendo
bene anche al terzo
ma senza riuscire a
concludere (singoli
di Tognacci e Mazzenga). Gli avversari rispondono con
altrettante segnature nella prima metà
partita sull’incolpevole Antonioli, che
chiude con cinque
strike out ed un solo pgl, lasciando il monte sul 3
a 3 ad inizio quarto. I Falcons trovano il sorpasso
al quinto, ed allungano al sesto con i singoli di
Emanuelli e Ioli, mentre Tognacci in pedana, ben
supportato dalla difesa, abbassa la saracinesca.
Alla sesta difesa la palla del 18 out si spegne nel
guanto dell’interesse Ioli chiudendo la partita sul
5 a 3 e dando il via ai festeggiamenti.
TENNIS - Degna conclusione di stagione per la società riminese il cui settore tecnico si è dimostrato ancora una volta di altissimo livello
Grande festa a Viserba per le due squadre promosse in serie C e D3 maschile
VISERBA - (g.s.) Una semplice, ma
molto sentita cerimonia, per celebrare
i protagonisti di una doppia promozione nei campionati regionali degli affiliati. E’ quella che ha organizzato il
Tennis Viserba, al termine di una grande stagione sia dal punto di vista tecnico che organizzativo (in attesa del tradizionale momento conviviale prenatalizio), per festeggiare le sue squadre
promosse in serie C e D3 maschile.
Venerdì sera, nella sede di via Marconi, c’erano dirigenti, tecnici e appassionati per ricordare la magnifica ca-
valcata di queste due formazioni che,
partite con la prima fase di qualificazione a gironi a maggio, hanno centrato l’obiettivo nei play-off di settembre,
tributando così il giusto riconoscimento ai giocatori che sul campo hanno tenuto alto il nome del circolo riminese. Successi che mettono in evidenza, ancora una volta, la bontà del settore tecnico e la lungimiranza dei programmi stilati dai dirigenti del Tennis
Viserba. Alla presenza del vice presidente Roberto Rinaldi, del maestro
Marco Mazza, dei consiglieri Antonio
Giorgetti e Marco Zamagni (segretario), fra l’altro anch’essi tutti giocatori,
sono stati premiati i giovani emergenti
della D1 e i giocatori più esperti della
D4. Applausi dunque per il team che
l’anno prossimo giocherà il campionato di serie C, composto da Marco Mazza, Manuel Mazza, Alberto Bronzetti,
Filippo Maestri e Diego Zanni, come
pure per quello formato da Massimo
Bernardi, Roberto Rinaldi, Marco Zamagni, Marco Rinaldi e Giacomo Pironi, che nel 2015 si cimenterà in serie
D3.
22
l
MARTEDÌ 14 OTTOBRE 2014
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
15 125 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content