close

Enter

Log in using OpenID

DDPF n. 173/IFD del 20/06/2014

embedDownload
REGIONE MARCHE
Luogo di emissione
Numero: 173/IFD
Pag.
Ancona
Data: 20/06/2014
1
GIUNTA REGIONALE
DECRETO DEL DIRIGENTE DELLA P.F.
ISTRUZIONE, FORMAZIONE INTEGRATA, DIRITTO ALLO STUDIO E CONTROLLO
DI PRIMO LIVELLO
N.
173/IFD
DEL
20/06/2014
Oggetto: D.G.R. n. 723 del 16/06/2014. Bando per l’attuazione di progetti regionali a sostegno
dell’autonomia scolastica per l’anno scolastico 2014/2015 – Progetti punto 1 - 2 -3.
IL DIRIGENTE DELLA P.F.
ISTRUZIONE, FORMAZIONE INTEGRATA, DIRITTO ALLO STUDIO E CONTROLLO
DI PRIMO LIVELLO
-.-.VISTO il documento istruttorio riportato in calce al presente decreto, dal quale si rileva la necessità
di adottare il presente atto;
RITENUTO, per i motivi riportati nel predetto documento istruttorio e che vengono condivisi, di
emanare il presente decreto;
VISTA la Legge regionale n. 49 del 23/12/2013 recante “disposizioni per la formazione del
bilancio annuale 2014 e pluriennale 2014/2016 della Regione” (legge finanziaria);
VISTA la Legge regionale n. 50 del 23/12/2013 di approvazione del bilancio di previsione per
l’anno 2014 ed adozione del bilancio pluriennale 2014/2016;
VISTA la DGR n. 1734 del 27/12/2013 di approvazione del POA 2014;
VISTA l’attestazione della copertura finanziaria di cui all’art. n. 48 della legge regionale n. 31
dell’11/12/2001;
VISTO l’articolo 16/bis della legge regionale n. 20 del 15/10/2001.
-DECRETA- di approvare le modalità attuative, descritte nell’allegato 1) denominato “Bando per l’attuazione di
progetti regionali a sostegno dell’autonomia scolastica per l’anno scolastico 2014/2015 - Progetti
punto 1-2-3”, che forma parte integrante e sostanziale del presente atto, concernente l’assegnazione
di ausili finanziari per la realizzazione di progetti a sostegno dell’autonomia scolastica, ai sensi dei
criteri stabiliti con D.G.R. n. 723 del 16/06/2014, per la somma complessiva di € 132.000,00, alla
quale possono aggiungersi eventuali ulteriori risorse che potrebbero rendersi disponibili;
- di approvare la modulistica, che fa parte integrante e sostanziale del presente decreto, da utilizzare
per la presentazione delle istanze di contributo e per la rendicontazione dei progetti, come di seguito
specificato:
- modulo presentazione progetti punto 1, allegato A.1 al presente atto,
Impronta documento: C35629B29CED9C9A2F2E0DE8F894DA4DC7792C1B
(Rif. documento cartaceo 5640A6B626BAC61FCBF2CE09B39A2A51A086ACC5, 184/01//IFD_L)
Nessun impegno di spesa
REGIONE MARCHE
Luogo di emissione
Numero: 173/IFD
Pag.
Ancona
Data: 20/06/2014
2
GIUNTA REGIONALE
modulo presentazione progetti punto 1, allegato A.2 al presente atto,
modulo Diario Lavoro progetti punto 1, allegato A.3 al presente atto,
“Guida Autenticazione TRIS, allegato A.4 al presente atto;
modulo presentazione progetti punto 2, allegato B.1 al presente atto,
modulo presentazione progetti punto 3, allegato C.1 al presente atto,
dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà relativa alla rendicontazione finale per le
progettazioni di cui ai punti 1,2,3, allegato 2) al presente atto;
- modulo prospetto finanziario per le progettazioni di cui ai punti 1,2,3 - allegato 3) al
presente atto;
- dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà Articolo 28 DPR n. 600/73 – allegato 4);
-
La documentazione necessaria per la presentazione delle istanze di contributo e per la
rendicontazione
sarà
resa
disponibile
all’indirizzo
internet:
http://www.istruzioneformazionelavoro.marche.it alla sezione “Istruzione – Sistema
dell’Istruzione – Promozione dell’autonomia scolastica”;
- di provvedere con successivi atti dirigenziali alla approvazione graduatorie, concessione e impegno
dei contributi e successiva liquidazione in favore dei beneficiari;
- di provvedere a tutti gli atti conseguenti all’attuazione dell’intervento denominato “Bando per
l’attuazione di progetti regionali a sostegno dell’autonomia scolastica per l’anno scolastico
2014/2015”;
- di stabilire che l’eventuale disponibilità residua per ciascuna linea di intervento può essere resa
disponibile per altra linea.
- la copertura finanziaria del presente provvedimento è assicurata dallo stanziamento di € 132.000,00
sul capitolo 32103101 UPB 3.21.03 del bilancio di previsione 2014.
Il presente decreto è pubblicato per estratto sul Bollettino Ufficiale della Regione Marche.
LA DIRIGENTE DELLA P.F.
(Dott.ssa Graziella Cirilli)
Impronta documento: C35629B29CED9C9A2F2E0DE8F894DA4DC7792C1B
(Rif. documento cartaceo 5640A6B626BAC61FCBF2CE09B39A2A51A086ACC5, 184/01//IFD_L)
Nessun impegno di spesa
REGIONE MARCHE
Luogo di emissione
Numero: 173/IFD
Pag.
Ancona
Data: 20/06/2014
3
GIUNTA REGIONALE
- DOCUMENTO ISTRUTTORIO -
Normativa di riferimento
D.G.R. n. 723 del 16/06/2014 avente ad oggetto: L.R. n. 49 del 23/12/2013 Art. 31. Criteri per
l’attuazione di progetti regionali a sostegno dell’autonomia scolastica per l’anno scolastico 2014/2015.
- Motivazioni:
Con D.G.R. n. 723 del 16/06/2014 la Regione Marche ha approvato i criteri per l’attuazione di progetti
regionali a sostegno dell’autonomia scolastica per l’anno scolastico 2014/2015.
Le progettazioni che la Giunta Regionale ha ritenuto di sostenere sono:
Punto 1: Progetti per la costruzione e realizzazione di E-book
Le Istituzioni scolastiche pubbliche di ogni ordine e grado possono presentare istanza per la costruzione
e realizzazione di E-book in formato multimediale, inerente qualsiasi disciplina o forma laboratoriale di
apprendimento che veda coinvolti in una partecipazione interattiva i ragazzi in totale autonomia di
strumentazione digitale con la supervisione del Docente/i di riferimento per la disciplina o discipline
scelte.
La realizzazione e costruzione dell’E-book è vincolata alle caratteristiche tecnologiche stabilite con
decreto MIUR del 26.03.2013, prot. n. 209 così come indicato al punto 1) dell’allegato A) al presente
atto.
L’art. 15, della legge 133/2008 (D.L. 112/2008) rappresenta la norma con cui possiamo dire ha avuto
ufficialmente inizio la transizione, tutt’ora in atto, dal libro di testo tradizionalmente inteso come
volume cartaceo, al libro di testo in formato digitale. Le sue caratteristiche tecniche e tecnologiche sono
così definibili: “ è uno degli strumenti didattici per la realizzazione dei processi di apprendimento
definiti dagli ordinamenti scolastici dei diversi ordini e gradi di istruzione, nonché per lo studio
individuale e domestico, e rappresenta una fattiva istanza di sistematizzazione dei contenuti e delle
competenze oggetto del processo di apprendimento”.
Il passaggio dal formato cartaceo a quello digitale, implica in realtà un radicale mutamento di
prospettiva, si passa da una logica di apprendimento di tipo sequenziale, tipica dei libri di testo
tradizionali in formato cartaceo ad una logica di tipo reticolare e multidimensionale, caratteristica di
ipertesti, ipermedia e degli strumenti digitali in genere.
L’ottica è quella di una «Costruzione dei Saperi» che consenta ai «protagonisti del processo educativo»
di sperimentare nuovi contenuti e modalità di studio, in ambienti software preferibilmente «open
source» (art.15, comma 2bis, L.133/2008).
Essendo il primo anno di sperimentazione di questa tipologia di intervento, si propone un sistema di
presentazione istanze “a sportello” in quanto nella domanda di contributo online, le istituzioni
scolastiche dovranno solamente manifestare l’intenzione di realizzare un e-book, la cui valutazione
potrà essere fatta unicamente a lavoro realizzato.
Pertanto la graduatoria delle istanze sarà determinata in base all’ordine di protocollazione registrato e
visibile sul sito, in base alla disponibilità economica.
Per i progetti Punto 1, si ritiene di destinare la somma di € 97.000,00 in base ai criteri descritti
nell’allegato 1) Progetti Punto 1, parte integrate e sostanziale del presente atto.
Punto 2: Progettazioni intese a migliorare la qualità della scuola marchigiana.
Impronta documento: C35629B29CED9C9A2F2E0DE8F894DA4DC7792C1B
(Rif. documento cartaceo 5640A6B626BAC61FCBF2CE09B39A2A51A086ACC5, 184/01//IFD_L)
Nessun impegno di spesa
REGIONE MARCHE
Luogo di emissione
Numero: 173/IFD
Pag.
Ancona
Data: 20/06/2014
4
GIUNTA REGIONALE
Al fine di incoraggiare gli studenti a sviluppare le proprie competenze attraverso l’innovazione dei
contenuti didattici, la promozione di standard elevati di qualità dell’insegnamento, si reputa necessario
intervenire sin dal primo ciclo della scuola, con interventi rivolti alle nuove generazioni per poter
promuovere l’educazione interculturale alla cittadinanza, come rispetto e dialogo tra le culture, su cui
fondare la convivenza delle nostre comunità.
Tutti gli studenti di oggi devono essere accompagnati a discernere gli aspetti positivi e quelli insidiosi
della globalizzazione, in una società rapidamente diventata multietnica nella quale solo la cultura può
offrire gli strumenti per affrontare i cambiamenti epocali.
Si intende sostenere quindi il ruolo formativo della scuola nell’educazione interculturale nei vari ambiti
multidisciplinari, per poter approfondire forme, implicazioni, opportunità e difficoltà della didattica
interculturale, costruire nuovi percorsi metodologici, per creare un ponte tra saperi tradizionali e nuove
conoscenze, tra tradizione e modernità, trovare una strategia efficace anche dal punto di vista sociale.
In raccordo alle politiche europee, si ritiene altresì prioritario sviluppare una cultura della qualità delle
scuole e quindi sostenere interventi rivolti all’accrescimento dell’efficienza, dell’efficacia e del
miglioramento della qualità dei servizi resi, alla promozione della cultura con conseguente prevenzione
degli insuccessi scolastici, attraverso progetti di miglioramento che vengono attuati a seguito di azioni di
monitoraggio e valutazione dei punti di debolezza o di forza di ogni singolo istituto.
Per i progetti Punto 2, si ritiene di destinare la somma di € 15.000,00 in base ai criteri descritti
nell’allegato 1) Progetti Punto 2, parte integrate e sostanziale del presente atto.
I progetti sono presentati da reti di scuole esistenti da almeno 5 anni e composte da Istituzioni
scolastiche pubbliche di ogni ordine e grado.
Punto 3: Progetti in favore dei musei tecnico-scientifici.
I progetti devono offrire l’opportunità di studiare l’educazione scientifica non soltanto dal punto di vista
dei contenuti (quali attività, risorse, metodologie per l’insegnamento e l’apprendimento nelle scienze),
ma anche dal punto di vista dell’esperienza.
I musei sono una risorsa eccezionale che consente agli studenti di essere coinvolti in attività scientifiche
e tecnologiche per sperimentare, utilizzare nozioni specialistiche e allo stesso tempo, stimolano le
capacità, i comportamenti, le emozioni, le esperienze personali, di conoscenza multidisciplinare.
L’educazione e l’apprendimento nel museo si integrano con l’educazione e l’apprendimento a scuola in
quanto il processo di apprendimento inizia di norma con una domanda/un problema e coinvolge processi
di problem-solving, in altre parole, la metodologia educativa adottata dal museo scientifico e
tecnologico nel lavoro con le scuole vede il museo nel ruolo di facilitatore piuttosto che di insegnante
nel senso tradizionale.
Il binomio scuola-museo è un’ottima soluzione per agevolare la competenza degli studenti e per
stimolare la collaborazione delle metodologie didattiche, in approcci educativi complementari piuttosto
che contrastanti.
I destinatari dell’intervento sono i musei scientifici e tecnologici presenti nel territorio della Regione
Marche.
Si ritiene di destinare la somma di € 20.000,00 per il finanziamento di progettazioni per incentivare e
promuovere la didattica museale, in base ai criteri descritti nell’allegato 1) Progetti Punto 3, parte
integrate e sostanziale del presente atto.
L’eventuale disponibilità residua per ciascuna linea di intervento può essere resa disponibile per altra
linea.
Si propone altresì di mettere a disposizione delle Istituzioni Scolastiche pubbliche del territorio
regionale per la gestione delle progettazioni di cui al precedente punto 1), la piattaforma “Mcloud
Project Community”, accessibile al sito https://progetti.regione.marche.it/ , già realizzata dalla
Impronta documento: C35629B29CED9C9A2F2E0DE8F894DA4DC7792C1B
(Rif. documento cartaceo 5640A6B626BAC61FCBF2CE09B39A2A51A086ACC5, 184/01//IFD_L)
Nessun impegno di spesa
REGIONE MARCHE
Luogo di emissione
Numero: 173/IFD
Pag.
Ancona
Data: 20/06/2014
5
GIUNTA REGIONALE
P.F. Sistemi Informativi e Telematici della Regione Marche per la gestione di documenti, contenuti web
ed attività inerenti progetti regionali o aree di interessi condivise, nella quale verrà creata l’aula virtuale
“DIDAOMNES” finalizzata allo scambio e costruzione dei saperi, ovvero il luogo dove gli utenti che
partecipano al “progetto per la costruzione e realizzazione e E-book” potranno collaborare alla
produzione e pubblicazione dei contenuti, in base a quanto stabilito nell’allegato 1) Progetti Punto 1.
In fase di sperimentazione di utilizzo della piattaforma, solo le Istituzioni Scolastiche aderenti alle
progettazioni di cui al punto 1) costituiranno all’interno dell’aula virtuale una “community” .
Successivamente alla fase di sperimentazione la community verrà aperta a tutte le altre Istituzioni
Scolastiche del territorio regionale per la condivisione delle buone pratiche e la fruibilità gratuita di
ciascun progetto realizzato.
Alla luce di quanto sopra esposto si propone l’adozione del presente atto e dei relativi allegati,
concernente le modalità attuative di assegnazione degli ausili finanziari per la realizzazione delle
progettazioni di cui ai punti: 1, 2, 3 della D.G.R. n. 723 del 16/06/2014
Al fine della corretta imputazione della spesa per l’attribuzione del codice Siope saranno richieste
opportune variazioni compensative.
La copertura finanziaria del presente provvedimento è assicurata dallo stanziamento di € 132.000,00 sul
capitolo 32103101 UPB 3.21.03 del bilancio di previsione 2014.
Alla somma complessiva di € 132.000,00 possono aggiungersi eventuali ulteriori risorse che potrebbero
rendersi disponibili.
Proposta
Si propone al Dirigente della P.F. Istruzione, Formazione Integrata, Diritto allo Studio e Controlli di
Primo Livello, l’adozione del presente decreto ad oggetto: D.G.R. n. 723 del 16/06/2014. Bando per
l’attuazione di progetti regionali a sostegno dell’autonomia scolastica per l’anno scolastico 2014/2015 –
Progetti punto 1 - 2 -3.
LA RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
(Gina Gentili)
ATTESTAZIONE DELLA COPERTURA FINANZIARIA
Si attesta la copertura finanziaria di € 132.000,00, con riferimento alla disponibilità, sul capitolo
32103101 UPB 3.21.03 del bilancio anno 2014, in quanto trattasi di fondi regionali.
LA RESPONSABILE
(Dott.ssa Stefania Denaro)
- ALLEGATI -
Impronta documento: C35629B29CED9C9A2F2E0DE8F894DA4DC7792C1B
(Rif. documento cartaceo 5640A6B626BAC61FCBF2CE09B39A2A51A086ACC5, 184/01//IFD_L)
Nessun impegno di spesa
REGIONE MARCHE
Luogo di emissione
Numero: 173/IFD
Pag.
Ancona
Data: 20/06/2014
6
GIUNTA REGIONALE
Allegato 1)
Bando per l’attuazione di progetti regionali a sostegno dell’autonomia scolastica per l’anno
scolastico 2014/2015 – Progetti punto 1 - 2 -3.
Criteri e modalità attuative PROGETTI PUNTO 1
D.G.R. n. 723 del 16/06/2014 -Allegato A)
1) Finalità, obiettivi
La Regione Marche si impegna a sostenere le Istituzioni scolastiche pubbliche di ogni ordine e grado
presenti nel territorio regionale nella realizzazione di progettazioni rivolte alla costruzione e
realizzazione di E-book in formato multimediale, inerente qualsiasi Disciplina o forma Laboratoriale di
Apprendimento che veda coinvolti in una partecipazione interattiva i ragazzi in totale autonomia di
strumentazione digitale con la supervisione del Docente/i di riferimento per la disciplina o discipline
scelte.
Le innovazioni “innescate” dalle tecnologie possono operare cambiamenti significativi nel sistema
scolastico fornendo risposte a nuovi bisogni di comunicazione quotidiana e alle diverse tipologie di
competenze: pedagogico-progettuali per organizzare ambienti integrati di apprendimento (formali, non
formali, informali); metodologico-didattiche per gestire esperienze educative simulate; linguisticoespressive per produrre materiali multimediali-interattivi in specifici ambiti del sapere.
Riguardo alla didattica, una delle esigenze più pressanti appare il passaggio da una concezione basata
prevalentemente sull’insegnamento a una che privilegia l’apprendimento in quanto la nuova scuola
dovrà confrontarsi con una pluralità di altri paradigmi, funzionali alle diverse situazioni didattiche e
coerenti con un uso efficace delle nuove tecnologie.
Nell’ottica del quadro europeo gli obiettivi fondamentali da raggiungere sono:
a. educare gli studenti alla multimedialità e alla comunicazione;
b. migliorare l’efficacia dell’insegnamento disciplinare e dell’apprendimento attraverso l’uso delle
tecnologie;
c. migliorare la professionalità progettuale, metodologica e tecnologica degli insegnanti.
Perché un testo digitale: l’art. 15, della legge 133/2008 (D.L. 112/2008) rappresenta la norma con cui
possiamo dire ha avuto ufficialmente inizio la transizione, tutt’ora in atto, dal libro di testo
tradizionalmente inteso come volume cartaceo, al libro di testo in formato digitale. Le sue caratteristiche
tecniche e tecnologiche sono così definibili: “ è uno degli strumenti didattici per la realizzazione dei
processi di apprendimento definiti dagli ordinamenti scolastici dei diversi ordini e gradi di istruzione,
nonché per lo studio individuale e domestico, e rappresenta una fattiva istanza di sistematizzazione dei
contenuti e delle competenze oggetto del processo di apprendimento”.
Il passaggio dal formato cartaceo a quello digitale, implica in realtà un radicale mutamento di
prospettiva, si passa da una logica di apprendimento di tipo sequenziale, tipica dei libri di testo
tradizionali in formato cartaceo ad una logica di tipo reticolare e multidimensionale, caratteristica di
ipertesti, ipermedia e degli strumenti digitali in genere.
Il «libro in versione online scaricabile da internet» diviene «libro in versione digitale».
Nel 2008 inoltre il libro di testo può essere prodotto nelle tre versioni: a stampa (solo sino all’a.s.
2010/2011), «online scaricabile da internet» e mista (art.15 D.L. 112/08, convertito nella legge
Impronta documento: C35629B29CED9C9A2F2E0DE8F894DA4DC7792C1B
(Rif. documento cartaceo 5640A6B626BAC61FCBF2CE09B39A2A51A086ACC5, 184/01//IFD_L)
Nessun impegno di spesa
REGIONE MARCHE
Luogo di emissione
Numero: 173/IFD
Pag.
Ancona
Data: 20/06/2014
7
GIUNTA REGIONALE
133/2008) cioè testo in «formato cartaceo con contenuti digitali integrativi», oppure combinazione di
contenuti digitali e digitali integrativi in rete.
Nel 2011 nasce la rete «Book in Progress» per la produzione di materiali didattici in sostituzione o ad
integrazione dei libri di testo per le discipline di insegnamento nel primo biennio.
Ma solo dall’a.s. 2014/2015, per un triennio, le scuole potranno «elaborare il materiale didattico digitale
per specifiche discipline da utilizzare come libri di testo». Un docente supervisore, anche con altri
docenti ne elabora il prodotto e ne garantisce la qualità in collaborazione con gli studenti delle proprie
classi.
L’ottica è quella di una «Costruzione dei Saperi» che consenta ai «protagonisti del processo educativo»
di sperimentare nuovi contenuti e modalità di studio, in ambienti software preferibilmente «open
source» (art.15, comma 2bis, L.133/2008).
La Regione promuove quindi una nuova generazione di testi scolastici, su piattaforme aperte, che
consentano azioni collaborative tra docenti e studenti, favoriscano l’alfabetizzazione informatica, la
ricerca e l’innovazione tecnologica come fattori essenziali di progresso e opportunità di arricchimento
economico, culturale e civile (art.15, comma 2quater, L.133/2008).
Si riconosce alle istituzioni scolastiche che presenteranno istanza totale libertà di scelta del soggetto
individuato o proposta didattica di lavoro: monografie, comparazioni tra le varie discipline e/o qualsiasi
sperimentazione.
Caratteristiche tecnologiche per la costruzione e la realizzazione dell’E-Book ai sensi del Decreto
MIUR 26/03/2013 n.209
Il Decreto sui Libri Digitali contiene, nel suo allegato, le caratteristiche tecnologiche che deve possedere
il libro del futuro fruibile su tutti i supporti digitali. Il decreto, infatti, pone dei precisi paletti per le
caratteristiche degli E-book.
Il libro in versione digitale è composto da una parte "testuale-narrativa, descrittiva- esplicativa" articolata e strutturata in genere in capitoli, paragrafi - e da una serie di altri contenuti quali esercizi,
dimostrazioni, schemi, immagini, documenti collegati al testo. Tutto in formato digitale.
Il libro in versione digitale:
- è fruibile attraverso i più diffusi supporti tecnologici;
- utilizza standard tecnologici che ne garantiscano la più ampia interattività, nell'ottica di favorire
processi di apprendimento attraverso la costruzione delle conoscenze, di verifica delle stesse e la
partecipazione attiva degli studenti nei percorsi di studio;
- tiene conto delle vigenti normative sull'accessibilità.
Nel caso in cui debbano essere utilizzati plug in o software specifici per la sua fruizione, questi devono
essere disponibili in download, gratuitamente sul sito dell'editore o comunque con collegamenti sul sito
di riferimento, e in modo compatibile con i principali sistemi operativi e web browser.
Non vengono definiti in questa fase standard tecnologici (es. epub3), considerata la continua evoluzione
degli stessi.
Vengono invece definite le caratteristiche funzionali alle quali si devono adeguare entrambe le parti del
libro in versione digitale:
1. la parte testuale - che deve fare riferimento alla normativa vigente relativa alle Indicazioni nazionali
per il curricolo della scuola primaria e secondaria di primo grado (DM n. 254/2012), alle Indicazioni
nazionali per i licei, di cui al D. P. R. 15 marzo 2010, n. 89, e alle Linee guida nazionali per gli istituti
tecnici e professionali, di cui ai DD. PP. RR. 15 marzo 2010, n. 87 e n. 88. - deve poter essere fruita in
modo che si adatti alle dimensioni e all'orientamento dello schermo del supporto tecnologico utilizzato;
2. gli altri contenuti del libro digitale (esercizi, dimostrazioni, schemi, immagini, documenti):
- devono offrire le più ampie possibilità di interazione collaborativa e individuale;
Impronta documento: C35629B29CED9C9A2F2E0DE8F894DA4DC7792C1B
(Rif. documento cartaceo 5640A6B626BAC61FCBF2CE09B39A2A51A086ACC5, 184/01//IFD_L)
Nessun impegno di spesa
REGIONE MARCHE
Luogo di emissione
Numero: 173/IFD
Pag.
Ancona
Data: 20/06/2014
8
GIUNTA REGIONALE
- sono progettati per valorizzare le potenzialità offerte dalle tecnologie della informazione e della
comunicazione e per sfruttare al meglio i diversi linguaggi multimediali;
3. la fruizione della parte testuale e dei principali contenuti di cui al punto 2, realizzati in ambienti
online anche attraverso attività collaborative o interattive, deve essere possibile anche in modalità
offline.
2) Somma prevista
La somma complessiva a disposizione per l’intervento anno scolastico 2014/2015 in favore delle
Istituzioni Scolastiche pubbliche di ogni ordine e grado è pari ad € 97.000,00 alla quale possono
aggiungersi eventuali ulteriori risorse che potrebbero rendersi disponibili.
Il contributo massimo concedibile per ciascun progetto viene determinato entro la somma di €
4.000,00.
3) Soggetti proponenti
I progetti sono presentati dalle singole Istituzioni Scolastiche pubbliche di ogni e grado del territorio
regionale, secondo il seguente ordine prioritario:
Fase 1: Istituzioni Scolastiche pubbliche di ogni e grado del territorio regionale che non hanno mai
beneficiato del contributo MIUR o Regione Marche per Scuole 2.0, Classi 2.0 e Centri
Scolastici Digitali.
Fase 2: le restanti Istituzioni Scolastiche pubbliche di ogni e grado del territorio regionale che non
hanno avuto accesso alla Fase 1.
Ogni Istituzione Scolastica potrà accedere ad un solo finanziamento.
Condizione imprescindibile per la presentazione dei progetti è che le Istituzioni Scolastiche concorrenti
siano in regola con le disposizioni del calendario scolastico.
Saranno disposti opportuni controlli anche a campione, per verificare la regolarità agli adempimenti
previsti dalla DGR n. 636 del 29/04/2013 e successive, di definizione del calendario scolastico
regionale.
Pertanto potranno essere richieste, le deliberazioni del consiglio d’istituto concernenti l’adozione del
calendario scolastico regionale e gli eventuali adeguamenti.
Le Istituzioni Scolastiche non rispettose delle disposizioni stabilite con deliberazioni della Giunta
Regionale relativamente al calendario scolastico, non potranno accedere al finanziamento anche se
hanno completato la procedura di presentazione istanza.
4) Presentazione dei progetti
Le istanze dovranno essere obbligatoriamente presentate dal Dirigente Scolastico utilizzando la
procedura informatica resa disponibile all’indirizzo internet:
http://www.istruzioneformazionelavoro.marche.it alla sezione “Istruzione – Sistema
dell’Istruzione – Promozione dell’autonomia scolastica”
http://dodibox.istruzione.marche.it/autonomie/
Per la Fase 1:
le istanze di cui al fac simile allegato A.1, dovranno essere esclusivamente presentate a partire dal
giorno 14/07/2014 alle ore 13,00 del giorno 21/07/2014.
Impronta documento: C35629B29CED9C9A2F2E0DE8F894DA4DC7792C1B
(Rif. documento cartaceo 5640A6B626BAC61FCBF2CE09B39A2A51A086ACC5, 184/01//IFD_L)
Nessun impegno di spesa
REGIONE MARCHE
Luogo di emissione
Numero: 173/IFD
Pag.
Ancona
Data: 20/06/2014
9
GIUNTA REGIONALE
Per la Fase 2:
le istanze di cui al fac simile allegato A.2, dovranno essere esclusivamente presentate a partire dal
giorno 22/07/2014 alle ore 13,00 del giorno 30/07/2014.
Le fasi di presentazione istanza sono successive.
Il sistema di inserimento potrà essere disattivato prima della scadenza indicata nel caso il sistema rilevi
l’esaurimento delle risorse.
Le domande allegato A.1 per la prima Fase e allegato A.2 per la seconda Fase, debitamente compilate
sui moduli online, dovranno essere firmate digitalmente e trasmesse automaticamente al sistema di
protocollazione e gestione documentale Paleo della Regione Marche.
Per la generazione della firma digitale deve adoperarsi un certificato qualificato che, al momento della
sottoscrizione, non risulti scaduto di validità ovvero non risulti revocato o sospeso.
Conclusa la procedura di compilazione della domanda online e invio al sistema di protocollazione e
gestione documentale regionale Paleo, verrà visualizzata, in automatico la dicitura “Istanza Presentata”.
La segnatura del protocollo, registrata e visibile sul sito, dovrà essere annotata quale identificativo
dell’istanza.
La segnatura del protocollo, registrata e visibile sul sito, stabilirà l’ordine di graduatoria per il
finanziamento in base alla disponibilità economica.
Per problemi tecnici, le istituzioni scolastiche potranno usufruire del servizio di Help Desk disponibile
dal lunedì al venerdì (solo giorni lavorativi) dalle ore 09,00 alle ore 14,00 contattando i numeri
telefonici che saranno indicati nel sito.
Non saranno prese in considerazione istanze presentate al di fuori della modalità sopra indicata.
Per il primo progetto in graduatoria non interamente finanziabile per carenza fondi, sarà possibile un
finanziamento parziale.
In caso di ulteriori risorse che si rendessero disponibili entro l’anno 2014, lo stesso finanziamento potrà
essere successivamente integrato fino a completamento della somma richiesta e comunque non oltre la
cifra massima consentita di € 4.000,00.
5) Inammissibilità dei progetti alla valutazione
Non saranno accolte e ammesse alla valutazione, le istanze:
a. che non rispettino le tempistiche e le modalità stabilite al precedente punto 4) Presentazione dei
progetti;
b. presentate da Istituzioni Scolastiche pubbliche non rispettose delle disposizioni del calendario
scolastico;
c. pervenute in versione cartacea (fax e/o posta);
d. pervenute via mail;
e. presentate nella Fase 1, da Istituzioni Scolastiche pubbliche che hanno beneficiato di contributi
MIUR o Regione Marche per Scuole 2.0, Classi 2.0 e Centri Scolastici Digitali;
Impronta documento: C35629B29CED9C9A2F2E0DE8F894DA4DC7792C1B
(Rif. documento cartaceo 5640A6B626BAC61FCBF2CE09B39A2A51A086ACC5, 184/01//IFD_L)
Nessun impegno di spesa
REGIONE MARCHE
Luogo di emissione
Numero: 173/IFD
Pag.
Ancona
Data: 20/06/2014
10
GIUNTA REGIONALE
La competente struttura regionale ha la facoltà di richiedere chiarimenti e documentazione
integrativa, assegnando un termine perentorio per la risposta, nel caso in cui manchino informazioni
utili ai fini procedimentali o documenti da allegare alla domanda.
6) Avviamento, esecuzione e termine dei progetti
L’avviamento del progetto dovrà essere successivo alla data di adozione del decreto di concessione
contributi.
Il progetto potrà essere realizzato in orario curriculare e in orario extracurriculare.
Le Istituzioni Scolastiche sono tenute a compilare il “diario di lavoro” di cui all’allegato A.3, con
indicato:
- la data e l’orario in cui viene svolta l’attività per la realizzazione del progetto,
- il nominativo dei docenti;
- il numero degli alunni suddivisi per classe.
I progetti dovranno essere conclusi entro e non oltre il 10/06/2015 e rendicontati entro e non oltre
il 10/08/2015.
Alla conclusione del progetto, l’E-book realizzato secondo le caratteristiche tecnologiche stabilite
con decreto MIUR del 26.03.2013, prot. n. 209, diventerà patrimonio del sistema scolastico
regionale pertanto dovrà essere trasmesso alla Regione Marche con le garanzie di scientificità del
lavoro fatto e tutte le liberatorie per la sua diffusione, comprese quelle inerenti la privacy.
Possono essere richieste proroghe rispetto alla tempistica di realizzazione conclusione e rendicontazione
del progetto, e /o variazioni economiche al piano finanziario rispetto a quanto stabilito nell’istanza di
contributo.
La P.F. Istruzione, Formazione Integrata, Diritto allo Studio e Controlli di Primo Livello, procederà alla
valutazione ed al rilascio dell’eventuale autorizzazione.
7) Community e aula virtuale DIDAOMNES
La Regione Marche mette a disposizione la piattaforma “Mcloud Project Community”, già realizzata
dalla P.F. Sistemi Informativi e Telematici per la gestione di documenti, contenuti web ed attività
inerenti progetti regionali o aree di interessi condivise, e accessibile al sito
https://progetti.regione.marche.it/.
La piattaforma “Mcloud Project Community” , definita Web 2.0, si contraddistingue come
un’applicazione collaborativa costruita sul paradigma "social"; essa permette un elevato livello di
interazione tra il sito web e l'utente.
All’interno della piattaforma verrà realizzata un’aula virtuale denominata DIDAOMNES dedicata al
progetto, finalizzata allo scambio e costruzione dei saperi, ovvero il luogo dove gli utenti organizzati in
Community collaborano alla produzione e pubblicazione dei contenuti.
All’interno dell’aula DIDAOMNES sarà quindi possibile utilizzare l’area news, l’area documenti, l’area
documenti multimediali, il calendario incontri e lo spazio dedicato alle discussioni attraverso i blog, i
forum, le chat, i wiki (un sistema che permette ai propri utenti di aggiungere, modificare o cancellare
contenuti sviluppati in collaborazione da tutti coloro che vi hanno accesso).
Impronta documento: C35629B29CED9C9A2F2E0DE8F894DA4DC7792C1B
(Rif. documento cartaceo 5640A6B626BAC61FCBF2CE09B39A2A51A086ACC5, 184/01//IFD_L)
Nessun impegno di spesa
REGIONE MARCHE
Luogo di emissione
Numero: 173/IFD
Pag.
Ancona
Data: 20/06/2014
11
GIUNTA REGIONALE
Sarà inoltre possibile condividere le conoscenze dell’aula con i principali social network presenti nel
web, come Facebook, Twitter, Google+, ecc., o attraverso gli strumenti di utilizzo quotidiano come la
posta elettronica.
Durante il periodo di svolgimento del progetto,
le Istituzioni Scolastiche sono tenute
all’inserimento/aggiornamento nella piattaforma delle attività relative alla costruzione e realizzazione
dell’E-book anche in relazione allo scambio di informazioni.
Nella prima fase di sperimentazione di utilizzo della predetta piattaforma, le Istituzioni Scolastiche
costituiranno una vera e propria “community “ per la didattica innovativa.
Successivamente la community sarà aperta a tutte le istituzioni scolastiche pubbliche del territorio
regionale per la condivisione delle Buone Pratiche e la fruibilità gratuita di ciascun prodotto realizzato.
Indicazioni per iscriversi alla community
La modalità di autenticazione alla piattaforma MCloud Project Community avviene attraverso il
sistema di autenticazione regionale Cohesion (vedi allegato A.4 “Guida Autenticazione TRIS).
La modalità di iscrizione alla community avviene attraverso la metodologia dell’invito trasmesso
all’utente via posta elettronica da parte del manager dell’aula virtuale appositamente individuato.
Al termine del progetto l’E-book realizzato dovrà essere inserito nella piattaforma per essere messo a
disposizione dell’aula virtuale diventando così patrimonio del sistema scolastico regionale .
Come inserire l’E-book
L’E-book potrà essere inserito nell’aula virtuale attraverso le pagine web che ne consentono l’upload
(operando la seguente sequenza: selezionare l’area “Raccolta documenti” - premere l’apposito bottone
“Carica” - premere il bottone “Selezionare file da caricare” - selezionare l’e-book - premere “Apri”);
sarà anche possibile redigere il testo direttamente on line attraverso strumenti di multi editing presenti
in commercio.
8) Rinuncia
Nel caso in cui un soggetto titolare di un progetto non porterà a compimento tutte le attività, la Regione
Marche, disporrà la riduzione del finanziamento o la sua totale revoca.
9) Responsabilità
Il Dirigente dell’Istituzione Scolastica capofila della rete, ha la responsabilità del rispetto:
a) delle modalità di realizzazione e costruzione dell’E-book secondo le caratteristiche tecnologiche
stabilite con decreto MIUR del 26.03.2013, prot. n. 209;
b) delle comunicazioni scritte nel caso in cui necessitino proroghe rispetto alla tempistica di
realizzazione, conclusione e rendicontazione progetto, e/o variazioni economiche al piano finanziario
rispetto a quanto stabilito nell’istanza di contributo. La P.F. Istruzione, Formazione Integrata, Diritto
allo Studio e Controlli di Primo Livello, procederà alla valutazione ed al rilascio dell’eventuale
autorizzazione;
Impronta documento: C35629B29CED9C9A2F2E0DE8F894DA4DC7792C1B
(Rif. documento cartaceo 5640A6B626BAC61FCBF2CE09B39A2A51A086ACC5, 184/01//IFD_L)
Nessun impegno di spesa
REGIONE MARCHE
Luogo di emissione
Numero: 173/IFD
Pag.
Ancona
Data: 20/06/2014
12
GIUNTA REGIONALE
c) della tempestiva comunicazione scritta da inoltrare alla P.F. Istruzione, Formazione Integrata, Diritto
allo Studio e Controlli di Primo Livello, qualora intenda rinunciare al progetto ammesso al
finanziamento;
d) delle modalità di rendicontazione stabilite con il presente atto.
10) Spese ammissibili
Le spese ammissibili devono essere direttamente ed esclusivamente riferibili al progetto e devono essere
comprese nel periodo che va dalla data di approvazione del decreto di ammissione a contributo alla data
di conclusione progetto: 10/06/2015.
Sono ammissibili le seguenti spese :
• compensi al personale dipendente per attività espletate extraorario lavorativo, (specificare le funzioni
di ogni figura, la durata dell’impegno in ore/uomo, il compenso previsto, comprensivo delle spese per
i rimborsi e per gli oneri previdenziali, ove disposto dalla legge). In questa voce non è compreso il
compenso per la partecipazione dei docenti interni a percorsi formativi;
• spese relative a prestazioni professionali esterne all’ente (i costi relativi dovranno essere quantificati
secondo le tabelle professionali di riferimento e autocertificati dal legale rappresentante);
• spese per prodotti informatici esclusivamente connessi al progetto e solo fino alla concorrenza della
somma di € 1.000,00.
Non sono ammesse spese per :
- investimenti ovvero spese che permettono l’acquisto, la costruzione, la manutenzione straordinaria
o il rifacimento di opere e di beni immobili facenti parte del patrimonio dell’ente;
- compensi al personale dipendente in orario di lavoro;
11) Rendicontazione
Il rendiconto delle spese complessivamente sostenute, è presentato alla P.F. Istruzione, Formazione
Integrata, Diritto allo Studio e Controlli di Primo Livello entro e non oltre il 10/08/2015.
E’ ammessa la richiesta motivata di proroga purché presentata prima della scadenza del 10/08/2015.
A conclusione del progetto deve essere presentata la seguente documentazione di rendicontazione entro
la scadenza sopra indicata:
1.
relazione finale sull’attività svolta contenente l’indicazione delle varie fasi progettuali;
2.
elenco degli studenti coinvolti con l’indicazione della classe e sezione di appartenenza;
3.
Diario di Lavoro come da allegato A.3;
4.
dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà, ai sensi dell’art. 38 e 47 del DPR 28 dicembre 2000, n.
445, come da allegato 2) al presente decreto;
5.
prospetto finanziario (di cui all’allegato 3), parte integrante e sostanziale della dichiarazione che
dovrà essere redatto per le macrocategorie di spesa indicate al punto 10 “Spese Ammissibili” ed
all’interno di ogni macrocategoria dovranno essere indicati, analiticamente, per ogni spesa
sostenuta e quietanzata:
Impronta documento: C35629B29CED9C9A2F2E0DE8F894DA4DC7792C1B
(Rif. documento cartaceo 5640A6B626BAC61FCBF2CE09B39A2A51A086ACC5, 184/01//IFD_L)
Nessun impegno di spesa
REGIONE MARCHE
Luogo di emissione
Numero: 173/IFD
Pag.
Ancona
Data: 20/06/2014
13
GIUNTA REGIONALE
-
il numero e la data del documento,
la ragione sociale,
l’oggetto della spesa e/o prestazione,
l’importo sostenuto,
la data e il numero del mandato di pagamento,
l’indicazione della data e della modalità di pagamento: ricevute di conto corrente postale, copia
di assegni circolari/bancari/postali, bonifico bancario/postale.
6. dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà, Art.28 del DPR n.600/73, come da allegato 4) al
presente decreto;
Nello specifico, un costo, per essere ammissibile deve:
- riferirsi temporalmente al periodo di vigenza del finanziamento del progetto ed essere sostenuto nel
periodo compreso tra la data del decreto di concessione contributo e la data di conclusione del
progetto : 10/06/2015.
- essere pertinente ed imputabile, direttamente o indirettamente, al progetto ammesso a finanziamento
con il presente atto;
- essere reale effettivamente sostenuto e giustificato, da fatture quietanziate o da documenti contabili
di valore probatorio equivalente.
Si specifica che, i costi che saranno rendicontati per il progetto presentato ai sensi del presente allegato,
non potranno essere imputati a nessun altro progetto. Non sono ammessi a contribuzione i costi rispetto
ai quali il beneficiario abbia già fruito di una misura di sostegno finanziario regionale, nazionale e/o
comunitario.
Per tutto quanto inerente all’ammissibilità della spesa, costi diretti e indiretti, e non espressamente
indicato nel presente decreto, si farà riferimento a quanto stabilito nel “Manuale per la gestione e la
rendicontazione dei progetti inerenti la formazione e le politiche attive del lavoro” approvato con
D.G.R. n. 802 del 04/06/2012.
In sede di approvazione del rendiconto, il contributo concesso è confermato qualora il suo ammontare
non risulti superiore alla differenza risultante detraendo dall’importo complessivo delle spese sostenute,
riconosciute ammissibili, l’importo complessivo delle entrate relative al progetto, riferibili al medesimo
periodo.
Qualora l’ammontare del contributo concesso risulti superiore a detta differenza, il contributo è
rideterminato in un importo pari alla differenza stessa.
Nel calcolo delle entrate non viene computato l’importo del contributo concesso.
La documentazione giustificativa e probatoria delle spese sostenute deve essere tenuta agli atti
dell’Istituzione Scolastica capofila della rete e può essere richiesta dalla P.F. Istruzione, Formazione
Integrata e Controlli di Primo Livello in sede di ispezione o controllo.
12) Liquidazione e revoche
Liquidazione:
Impronta documento: C35629B29CED9C9A2F2E0DE8F894DA4DC7792C1B
(Rif. documento cartaceo 5640A6B626BAC61FCBF2CE09B39A2A51A086ACC5, 184/01//IFD_L)
Nessun impegno di spesa
REGIONE MARCHE
Luogo di emissione
Numero: 173/IFD
Pag.
Ancona
Data: 20/06/2014
14
GIUNTA REGIONALE
La P.F. Istruzione, Formazione Integrata, Diritto allo Studio e Controlli di Primo Livello provvederà con
decreto dirigenziale alla liquidazione del contributo previa verifica della documentazione di
rendicontazione inviata.
Revoche:
Il contributo concesso viene revocato nei seguenti casi:
a)
b)
c)
d)
e)
f)
g)
h)
i)
il progetto non sia stato realizzato secondo quanto previsto dal presente bando- Progetti Punto 1;
il progetto ammesso non sia terminato entro la data del 10/06/2015, salvo proroghe autorizzate;
inadempimento del beneficiario;
non venga presentata la documentazione di rendicontazione indicata al precedente punto 11 entro e
non oltre il 10/08/2015, salvo proroghe autorizzate;
qualora venga riscontrato che l’istituzione scolastica non abbia rispettato quanto stabilito dalla DGR
n. 118 del 10/02/2014 di adozione calendario scolastico 2014/2015;
rinuncia del beneficiario;
rifiuto di sottoporsi alle ispezioni e ai controlli a campione previsti al successivo punto 13;
qualora a seguito di verifiche e controlli sulla documentazione di rendicontazione presentata,
emergano dati/situazioni/circostanze non corrispondenti a verità;
qualora un soggetto titolare di un progetto non porti a compimento tutte le attività, la Regione
Marche, disporrà la riduzione del finanziamento o la sua totale revoca.
La revoca del contributo comporta la restituzione del contributo erogato, unitamente agli interessi
legali maturati dalla data di estinzione del mandato di pagamento della Regione Marche.
Procedure di revoca
Dopo aver acquisito fatti, circostanze che potrebbero dar luogo alla revoca, la P.F. Istruzione,
Formazione Integrata, Diritto allo studio e Controlli di Primo livello comunica agli interessati l’avvio
del procedimento di revoca e assegna ai destinatari il termine di 30 giorni decorrente dalla ricezione
della comunicazione stessa, per presentare eventuali controdeduzioni.
Entro il predetto termine di 30 giorni dalla data di comunicazione dell’avvio del procedimento di revoca,
gli interessati possono presentare alla P.F. Istruzione, Formazione Integrata, Diritto allo Studio e
Controlli di Primo Livello, scritti difensivi, redatti in carta libera, nonché altra documentazione ritenuta
idonea, mediante raccomandata a.r..
La P.F. Istruzione esamina la documentazione pervenuta e se opportuno acquisisce ulteriori elementi di
giudizio formulando osservazioni conclusive in merito.
Qualora non si ritengano fondati i motivi che hanno portato all’avvio della procedura di revoca, verrà
adottato il provvedimento di archiviazione con conseguente comunicazione agli interessati.
Qualora invece si ritengano fondati i motivi che hanno portato all’avvio della suddetta procedura, la P.F.
Istruzione determina, con provvedimento motivato, la revoca dei contributi e le eventuali somme
dovute di ingiunzione di pagamento.
Decorsi 30 giorni dalla comunicazione del provvedimento, qualora i destinatari non abbiano corrisposto
quanto dovuto alla Regione Marche, la P.F. Istruzione provvederà ad informare la struttura regionale
competente in materia di recupero crediti in merito alla mancata restituzione delle somme.
13) Modalità di controllo
Impronta documento: C35629B29CED9C9A2F2E0DE8F894DA4DC7792C1B
(Rif. documento cartaceo 5640A6B626BAC61FCBF2CE09B39A2A51A086ACC5, 184/01//IFD_L)
Nessun impegno di spesa
REGIONE MARCHE
Luogo di emissione
Numero: 173/IFD
Pag.
Ancona
Data: 20/06/2014
15
GIUNTA REGIONALE
Al fine di accertare il corretto svolgimento del progetto regionale, la Regione Marche potrà eseguire
anche controlli in loco.
Ai sensi D.P.R. n. 445/2000, la Regione Marche è tenuta ad effettuare idonei controlli anche a campione
e in tutti i casi in cui sorgono fondati dubbi, sulla veridicità delle dichiarazioni sostitutive dell’atto di
notorietà rilasciate ai sensi del predetto D.P.R..
Per la verifica documentale, si procederà tramite sorteggio di tutti i progetti ammessi a finanziamento,
all’estrazione casuale dei progetti da controllare nella misura minima del 5%.
Il comma 1 dell’art. 76 del D.P.R. n. 445 del 28/12/2000, stabilisce che: “chiunque rilascia
dichiarazioni mendaci, forma atti falsi o ne fa uso nei casi previsti dal citato DPR, è punito ai sensi del
codice civile penale e delle leggi speciali in materia”.
Pertanto qualora a seguito delle predette attività di controllo, emergano informazioni, dati e/o
fatti contrastanti con quanto dichiarato nelle dichiarazioni sostitutive e quindi non più rispondenti
a verità, la scrivente struttura dovrà procedere alla denuncia alla Autorità Giudiziaria, ai sensi
dell’art. 331 del c.p.p..
14) Responsabile del procedimento
Il responsabile del procedimento è il funzionario: Gina Gentili, della P.F. Istruzione, Formazione
Integrata, Diritto allo Studio e Controlli di Primo Livello e-mail: [email protected]
Il responsabile della gestione, rendicontazione e controllo è il funzionario Paola Santarelli, della P.F.
Istruzione, Formazione Integrata, Diritto allo Studio e Controlli di Primo Livello
e-mail:
[email protected]
15) Informazioni sul procedimento
L’avvio del procedimento avviene il giorno successivo alla data di scadenza per la presentazione delle
istanze.
L’obbligo di comunicazione di avvio del procedimento a tutti i soggetti che hanno presentato richiesta di
finanziamento, sancito dalla Legge n. 241/90 e s.m., è assolto di principio con la presente informativa.
La tempistica del procedimento è determinata dalle seguenti fasi:
- presentazione delle istanze di contributo in base alle modalità descritte al punto 4. del presente
Bando – Progetti Punto 1;
- approvazione graduatoria, concessione dei contributi, impegno delle risorse entro il 90° giorno dalla
data di disattivazione della procedura online di presentazione istanze;
- comunicazione di concessione del contributo entro il 30° giorno successivo alla data di
approvazione graduatoria, concessione contributi e impegno risorse;
- procedimento controllo rendicontazione e liquidazione dei contributi entro 120 giorni dalla data di
ricezione della documentazione di rendicontazione, compatibilmente con le esigenze della gestione
del bilancio regionale.
16) Trattamento dei dati personali
Ai sensi dell’art.13 del Decreto Legislativo 196/2003 si informa che il trattamento dei dati personali che
verranno comunicati alla Regione Marche – P.F. Istruzione, Formazione Integrata, Diritto allo Studio e
Controlli di Primo Livello, sarà unicamente finalizzato all’espletamento delle proprie funzioni
istituzionali di informazione, documentazione, promozione e verifica delle politiche ed attività
realizzate.
17) Clausola di salvaguardia
Impronta documento: C35629B29CED9C9A2F2E0DE8F894DA4DC7792C1B
(Rif. documento cartaceo 5640A6B626BAC61FCBF2CE09B39A2A51A086ACC5, 184/01//IFD_L)
Nessun impegno di spesa
REGIONE MARCHE
Luogo di emissione
Numero: 173/IFD
Pag.
Ancona
Data: 20/06/2014
16
GIUNTA REGIONALE
L’ Amministrazione regionale si riserva la facoltà, a suo insindacabile giudizio di revocare, modificare o
annullare, il presente bando, qualora ne ravvedesse l’opportunità per ragioni di pubblico interesse, senza
che per questo i soggetti proponenti i singoli progetti possano vantare dei diritti nei confronti della
Regione Marche.
La presentazione della domanda comporta l’accettazione di tutte le norme del presente bando.
18) Modalità di diffusione delle informazioni
Il presente deliberazione sarà diffusa mediante pubblicazione:
- nel sito della Regione Marche www.istruzioneformazionelavoro.marche.it alla pagina
“Istruzione – Sistema dell’istruzione – Promozione dell’autonomia scolastica”;
- nel BUR.
19) Disposizioni generali
Per tutto quanto non previsto nel presente bando si farà riferimento alla normativa nazionale e regionale
e alla D.G.R. n. 802 del 04/06/2012 “Manuale per la gestione e la rendicontazione dei progetti inerenti
la formazione e le politiche attive del lavoro”.
Impronta documento: C35629B29CED9C9A2F2E0DE8F894DA4DC7792C1B
(Rif. documento cartaceo 5640A6B626BAC61FCBF2CE09B39A2A51A086ACC5, 184/01//IFD_L)
Nessun impegno di spesa
REGIONE MARCHE
Luogo di emissione
Numero: 173/IFD
Pag.
Ancona
Data: 20/06/2014
17
GIUNTA REGIONALE
Impronta documento: C35629B29CED9C9A2F2E0DE8F894DA4DC7792C1B
(Rif. documento cartaceo 5640A6B626BAC61FCBF2CE09B39A2A51A086ACC5, 184/01//IFD_L)
Nessun impegno di spesa
REGIONE MARCHE
Luogo di emissione
Numero: 173/IFD
Pag.
Ancona
Data: 20/06/2014
18
GIUNTA REGIONALE
Criteri e modalità attuative PROGETTI PUNTO 2
D.G.R. n. 723 del 16/06/2014 - Allegato B)
1) Obiettivi e finalità delle progettazioni
La Regione ritiene necessario intervenire sin dal primo ciclo della scuola, al fine di prevenire
l’insuccesso scolastico e la dispersione scolastica, con interventi rivolti alle nuove generazioni per
poter promuove l’interculturalità intesa come rispetto e dialogo tra le culture, per arrivare ad un
contesto co-culturale in cui, accanto alla cultura propria di ciascuno, si venga a formare un cultura
condivisa, fatta di valori e conoscenze comuni, su cui fondare la convivenza delle nostre comunità.
Tutti gli studenti di oggi devono essere accompagnati a discernere gli aspetti positivi e quelli insidiosi
della globalizzazione attraverso insegnamenti significativi che sappiano far scoprire loro valori e
nuove prospettive.
Si intende sostenere il ruolo formativo della scuola nell’educazione interculturale negli ambiti
multidisciplinari, per poter costruire nuovi percorsi metodologici, per creare un ponte tra saperi
tradizionali e nuove conoscenze, tra tradizione e modernità, trovare una strategia efficace sia dal
punto di vista didattico che dal punto di vista sociale.
La Regione Marche ritiene altresì prioritario sviluppare una cultura della qualità, e quindi adottare
misure a sostegno del sistema di valutazione della qualità che sarà presto obbligatorio per tutto il
sistema dell’istruzione-formazione.
Gli interventi sono destinati all’accrescimento dell’efficienza, dell’efficacia e del miglioramento della
qualità dei servizi resi, alla promozione della cultura, attraverso progetti di miglioramento che
vengono attuati a seguito di azioni di monitoraggio e valutazione dei punti di debolezza o di forza di
ogni singolo istituto. Per rendere più efficace tale valutazione si intende promuovere un processo di
rendicontazione sociale della scuola per dare visibilità al suo operato, ai suoi valori, agli obietti che
raggiunge sotto il profilo educativo, economico e sociale.
La Regione Marche si impegna a sostenere le reti di scuole già operanti nel territorio regionale per la
realizzazione di iniziative rivolte a:
a. costruire una dimensione interculturale nella scuola, come indicato nei relativi documenti
nazionali, con il fine di coniugare la capacità di conoscere e apprezzare le differenze tra le
persone e le culture con la ricerca di una coesione sociale aperta al contesto culturale del
territorio, secondo una visione della “cittadinanza” coerente con i valori della Costituzione.
Tutte le diverse identità e competenze degli studenti sono un valore e una risorsa da far emergere
per la loro crescita educativa globale. La scuola deve poter offrire alle nuove generazioni gli
strumenti cognitivi e formativi per affrontare il nuovo mondo globale di riferimento, con solide
basi culturali che permettano di capire le differenti culture.
E’ necessario pertanto far fronte alla riorganizzazione delle conoscenze attraverso azioni
formative globali in quanto l’apprendimento si realizza con il fare formazione continua e ciò che
un’organizzazione impara, deve saper attivare;
b. a sviluppare la cultura della qualità nelle Istituzione scolastiche marchigiane attraverso un
processo di valutazione degli apprendimenti, di ricerca con intervento che preveda azioni di
progetti di miglioramento una volta individuato il problema, compresa la rendicontazione dei
risultati raggiunti da ogni scuola, da presentare alla comunità di riferimento.
Le istituzioni scolastiche nella loro qualità di capofila della rete, nella formulazione delle
progettazioni sono inviate a rilevare i problemi/esigenze che si intendono affrontare, gli obiettivi, le
modalità di intervento, i destinatari, i tempi di realizzazione, il livello di programmazione, gli
strumenti di monitoraggio.
Impronta documento: C35629B29CED9C9A2F2E0DE8F894DA4DC7792C1B
(Rif. documento cartaceo 5640A6B626BAC61FCBF2CE09B39A2A51A086ACC5, 184/01//IFD_L)
Nessun impegno di spesa
REGIONE MARCHE
Luogo di emissione
Numero: 173/IFD
Pag.
Ancona
Data: 20/06/2014
19
GIUNTA REGIONALE
2) Soggetti proponenti
I progetti sono presentati da reti di scuole esistenti nel territorio regionale da almeno 5 anni e
composte da Istituzioni Scolastiche pubbliche di ogni ordine e grado.
Le finalità previste nell’accordo di rete devono corrispondere a quanto stabilito ai commi a. e b. del
precedente punto 1).
Condizioni per la presentazione dei progetti:
a. Ogni singolo progetto deve essere presentato dall’Istituzione Scolastica capofila della rete che
avrà il compito di coordinamento, monitoraggio delle azioni e verifica dei risultati e
rendicontazione.
Nei confronti dell’Istituzione Scolastica capofila della rete saranno eseguiti i relativi
trasferimenti finanziari da parte della Regione.
La costituzione della rete di istituzioni scolastiche deve essere documentata dall’atto che l’ha
istituita con i seguenti requisiti:
- la rete deve essere istituita da almeno 5 anni;
- le finalità dell’accordo di rete devono corrispondere a quanto stabilito ai commi a. e b. del
precedente punto 1).
b.
c.
Condizione imprescindibile per la presentazione dei progetti è che le Istituzioni Scolastiche
concorrenti siano in regola con le disposizioni del calendario scolastico.
Saranno disposti opportuni controlli anche a campione, per verificare la regolarità agli
adempimenti previsti dalla DGR n. 636 del 29/04/2013 e successive, di definizione del
calendario scolastico regionale.
Pertanto potranno essere richieste, le deliberazioni del consiglio d’istituto concernenti l’adozione
del calendario scolastico regionale e gli eventuali adeguamenti.
Le Istituzioni Scolastiche capofila non rispettose delle disposizioni stabilite con deliberazioni
della Giunta Regionale relativamente al calendario scolastico, non potranno accedere al
finanziamento anche se hanno completato la procedura di presentazione istanza.
Ogni rete di scuole potrà usufruire di un solo finanziamento.
3) Risorse
Per l’attuazione delle progettazioni Punto 2, sono disponibili risorse fino a € 15.000,00 alla quale
possono aggiungersi eventuali ulteriori risorse che potrebbero rendersi disponibili.
Il contributo massimo concedibile per ciascun progetto viene determinato entro la somma di €
5.000,00.
4) Presentazione dei progetti
Le istanze dovranno essere obbligatoriamente presentate dal Dirigente Scolastico della scuola
capofila della rete, utilizzando la procedura informatica resa disponibile all’indirizzo internet:
http://www.istruzioneformazionelavoro.marche.it alla sezione “Istruzione – Sistema
dell’Istruzione – Promozione dell’autonomia scolastica”
http://dodibox.istruzione.marche.it/autonomie/
Le istanze di cui al fac simile allegato B.1, dovranno essere esclusivamente presentate a partire dal
giorno 07/07/2014 alle ore 13,00 al giorno 31/07/2014.
Impronta documento: C35629B29CED9C9A2F2E0DE8F894DA4DC7792C1B
(Rif. documento cartaceo 5640A6B626BAC61FCBF2CE09B39A2A51A086ACC5, 184/01//IFD_L)
Nessun impegno di spesa
REGIONE MARCHE
Luogo di emissione
Numero: 173/IFD
Pag.
Ancona
Data: 20/06/2014
20
GIUNTA REGIONALE
Le domande (allegato B.1), debitamente compilate sui moduli online, dovranno essere firmate
digitalmente e trasmesse automaticamente al sistema di protocollazione e gestione documentale Paleo
della Regione Marche.
La domanda debitamente compilata sul modulo online, dovrà essere firmata digitalmente e
trasmessa automaticamente al sistema di protocollazione e gestione documentale Paleo della Regione
Marche.
Per la generazione della firma digitale deve adoperarsi un certificato qualificato che, al momento
della sottoscrizione, non risulti scaduto di validità ovvero non risulti revocato o sospeso.
Conclusa la procedura di compilazione della domanda online e invio al sistema di protocollazione e
gestione documentale regionale Paleo, verrà visualizzata, in automatico la dicitura “Istanza
Presentata” .
La segnatura del protocollo, registrata e visibile sul sito, dovrà essere annotata quale identificativo
dell’istanza.
Non saranno prese in considerazione istanze presentate al di fuori della modalità sopra indicata.
Documentazione da inviare il medesimo giorno di inserimento istanza, via mail a:
[email protected] e/o [email protected]:
 Atto di costituzione della rete. L’accordo di rete deve corrispondere ai requisiti stabiliti al
precedente punto 2) comma a.
5) Inammissibilità dei progetti alla valutazione
Non saranno accolte e ammesse alla valutazione, le istanze che:
a. non rispettino le tempistiche e le modalità di presentazione istanza di cui al precedente punto 4)
Presentazione dei progetti;
b. non siano corredate dell’atto costitutivo della rete conforme ai requisiti stabiliti al punto 2) comma
a.;
c. pervenute in versione cartacea (fax e/o posta);
d. pervenute via mail;
e. siano presentate da Istituzioni scolastiche non rispettose delle disposizioni inerenti il Calendario
Scolastico Regionale;
f. siano prive dei requisiti specificatamente previsti a pena di decadenza nel presente bando.
La competente struttura regionale ha la facoltà di richiedere chiarimenti e documentazione
integrativa, assegnando un termine perentorio per la risposta, nel caso in cui manchino informazioni
utili ai fini procedimentali o documenti da allegare alla domanda.
6) Selezione e criteri di valutazione, graduatoria
Le istanze pervenute alla Regione Marche ai sensi della presente azione, saranno esaminate dalla
P.F. Istruzione, Formazione Integrata, Diritto allo Studio e Controlli di Primo Livello al fine di
accertare, in una prima fase, l’esistenza delle condizioni previste dal presente atto, per l’ammissione
alla fase di valutazione.
Impronta documento: C35629B29CED9C9A2F2E0DE8F894DA4DC7792C1B
(Rif. documento cartaceo 5640A6B626BAC61FCBF2CE09B39A2A51A086ACC5, 184/01//IFD_L)
Nessun impegno di spesa
REGIONE MARCHE
Luogo di emissione
Numero: 173/IFD
Pag.
Ancona
Data: 20/06/2014
21
GIUNTA REGIONALE
Le condizioni per l’ammissibilità sono quelle di non incorrere in una o più cause di inammissibilità di
cui al precedente punto 5.
I progetti ammissibili saranno valutati da una apposita Commissione nominata con atto dirigenziale,
che procederà:
- al controllo delle spese ammissibili, riservandosi la possibilità di eventuali tagli per le spese non
ritenute necessarie alla realizzazione del progetto,
- al successivo calcolo dei criteri di valutazione.
La valutazione dei progetti sarà effettuata sulla base dei seguenti criteri:
N. Indicatori di dettaglio
Coerenza del progetto con gli obiettivi e le finalità stabilite per le
1 progettazioni Punto 2
Chiarezza espositiva, correttezza, e coerenza della articolazione
2 progettuale e delle fasi, degli strumenti e dei tempi
Pesi
20
15
3
Adeguatezza delle risorse professionali pianificate per il progetto
15
4
12
5
Presenza e validità degli strumenti che si intendono adottare per il
monitoraggio e valutazione in itinere delle attività progettuali e per la
diffusione dei risultati conseguiti
Misurabilità del livello di competenza che si intende raggiungere con
le azioni programmate
10
6
7
Obiettivi per la riduzione della dispersione scolastica
Numero di scuole della rete
10
8
Criteri
50
Qualità del
progetto
40
Efficacia del
progetto
Chiarezza/esplicitazione, dettaglio e correttezza delle voci di costo
10
8 da preventivo
5
Economicità
9 Coerenza delle spese esposte nel preventivo, con le azioni progettuali
5
Per gli indicatori da 1 a 6 e da 8 a 9 il giudizio sarà espresso sulla base della seguente griglia:
- ottimo =
4 punti
- buono =
3 punti
- discreto =
2 punti
- sufficiente =
1 punto
- insufficiente o negativo = 0 punti
Per l’indicatore 7 i punteggi saranno assegnati automaticamente in sede di presentazione istanza
online, sulla base della seguente griglia:
- superiore/uguale a 16 4 punti
- da 11 a 15
3 punti
- da 7 a 10
2 punti
- da 2 a 6
1 punti
La posizione delle istanze in graduatoria sarà determinata dalla somma ponderata dei punteggi
ottenuti e la graduatoria conterrà:
a. le istanze ammesse a graduatoria;
b. le istanze ammesse a graduatoria e eventualmente da sottoporre a ulteriore richiesta di
documentazione per la definizione dei progetti stessi;
Impronta documento: C35629B29CED9C9A2F2E0DE8F894DA4DC7792C1B
(Rif. documento cartaceo 5640A6B626BAC61FCBF2CE09B39A2A51A086ACC5, 184/01//IFD_L)
Nessun impegno di spesa
REGIONE MARCHE
Luogo di emissione
Numero: 173/IFD
Pag.
Ancona
Data: 20/06/2014
22
GIUNTA REGIONALE
c. le istanze non ammesse.
Sulla base delle disponibilità delle risorse, saranno ammessi a finanziamento, secondo l’ordine di
ciascuna graduatoria, quei progetti ritenuti idonei, e cioè che hanno ottenuto il punteggio minimo di
60/100.
Nel caso si realizzassero economie derivanti dalle altre linee di intervento, si provvederà allo
scorrimento delle graduatorie.
Per il primo progetto in graduatoria non interamente finanziabile per carenza fondi, sarà possibile un
finanziamento parziale.
In caso di ulteriori risorse che si rendessero disponibili entro l’anno 2014, lo stesso finanziamento
potrà essere successivamente integrato fino a completamento della somma richiesta e comunque non
oltre la cifra massima consentita di € 5.000,00.
Al termine del procedimento valutativo verrà emesso il decreto di approvazione graduatoria e
concessione e impegno contributi che sarà comunicato a tutti gli interessati, ed inserito nel sito
www.istruzioneformazionelavoro.marche.it.
7) Avviamento, esecuzione e termine dei progetti
L’avviamento del progetto dovrà essere successivo alla data di adozione del decreto di concessione
contributi.
I progetti dovranno essere conclusi entro e non oltre il 10/06/2015 e rendicontati entro e non
oltre il 10/08/2015.
Possono essere richieste proroghe rispetto alla tempistica di realizzazione conclusione e
rendicontazione del progetto, e /o variazioni economiche al piano finanziario rispetto a quanto
stabilito nell’istanza di contributo.
La P.F. Istruzione, Formazione Integrata, Diritto allo Studio e Controlli di Primo Livello, procederà
alla valutazione ed al rilascio dell’eventuale autorizzazione.
8) Rinuncia
Nel caso in cui un soggetto titolare di un progetto non porterà a compimento tutte le attività, la
Regione Marche, disporrà la riduzione del finanziamento o la sua totale revoca.
9) Responsabilità
Il Dirigente dell’Istituzione Scolastica capofila della rete, ha la responsabilità del rispetto:
a) delle comunicazioni scritte nel caso in cui necessitino proroghe rispetto alla tempistica di
realizzazione, conclusione e rendicontazione progetto, e/o variazioni economiche al piano
finanziario rispetto a quanto stabilito nell’istanza di contributo. La P.F. Istruzione, Formazione
Integrata, Diritto allo Studio e Controlli di Primo Livello, procederà alla valutazione ed al rilascio
dell’eventuale autorizzazione;
b) della tempestiva comunicazione scritta da inoltrare alla P.F. Istruzione, Formazione Integrata,
Diritto allo Studio e Controlli di Primo Livello, qualora intenda rinunciare al progetto ammesso al
finanziamento;
c) delle modalità di rendicontazione stabilite con il presente atto.
10) Spese ammissibili
Le spese ammissibili devono essere direttamente ed esclusivamente riferibili al progetto e devono
essere comprese nel periodo che va dalla data di approvazione del decreto di ammissione a contributo
alla data di conclusione progetto: 10/06/2015.
Impronta documento: C35629B29CED9C9A2F2E0DE8F894DA4DC7792C1B
(Rif. documento cartaceo 5640A6B626BAC61FCBF2CE09B39A2A51A086ACC5, 184/01//IFD_L)
Nessun impegno di spesa
REGIONE MARCHE
Luogo di emissione
Numero: 173/IFD
Pag.
Ancona
Data: 20/06/2014
23
GIUNTA REGIONALE
Sono ammissibili le seguenti spese :
• compensi al personale dipendente per attività espletate extraorario lavorativo, (specificare le
funzioni di ogni figura, la durata dell’impegno in ore/uomo, il compenso previsto, comprensivo
delle spese per i rimborsi e per gli oneri previdenziali, ove disposto dalla legge);
• spese per la progettazione esecutiva fino ad un max di € 250,00;
• spese relative a prestazioni professionali esterne all’ente (i costi relativi dovranno essere
quantificati secondo le tabelle professionali di riferimento e autocertificati dal legale
rappresentante);
• spese per eventuali missioni docenti interni e esperti esterni, ai sensi di legge.
• spese per acquisti materiale strettamente connesso alle progettazioni;
• spese generali, ammissibili fino a un massimo del 15% del costo totale indicato a preventivo.
Non sono ammesse spese per :
- investimenti ovvero spese che permettono l’acquisto, la costruzione, la manutenzione
straordinaria o il rifacimento di opere e di beni immobili facenti parte del patrimonio dell’ente;
- compensi al personale dipendente in orario di lavoro;
- compensi di qualsiasi natura ai partecipanti all’attività formativa.
11) Rendicontazione
Il rendiconto delle spese complessivamente sostenute, è presentato alla P.F. Istruzione, Formazione
Integrata, Diritto allo Studio e Controlli di Primo Livello entro e non oltre il 10/08/2015.
E’ ammessa la richiesta motivata di proroga purché presentata prima della scadenza del 10/08/2015
A conclusione del progetto deve essere presentata la seguente documentazione di rendicontazione
entro la scadenza sopra indicata:
1. relazione finale sull’attività svolta contenente:
- l’indicazione delle varie fasi progettuali,
- le modalità di attuazione,
- i risultati conseguiti,
- il numero complessivo delle istituzioni scolastiche coinvolte,
- il numero complessivo degli studenti coinvolti suddiviso per ordine di scuola,
- il numero complessivo dei docenti impegnati.
2.
elenco delle istituzioni scolastiche coinvolte nella progettazione con indicato a fianco di ciascuna
di esse il numero delle classi e il numero degli studenti coinvolti;
3.
elenco distinto per ciascuna istituzione scolastica appartenente alla rete, del personale docente e
non docente impegnato nella realizzazione del progetto in orario extralavorativo, e suddiviso tra
docenti interni, assistenti, personale amministrativo ecc.. con indicato a fianco di ciascuno la
durata dell’impegno in ore/uomo, il compenso previsto, comprensivo delle spese per i rimborsi e
per gli oneri previdenziali ove disposto dalla legge;
4.
elenco dei docenti esterni coinvolti nella progettazione con indicato a fianco di ciascuno:
- breve descrizione attività svolta;
- durata dell’impegno in ore uomo;
- luogo di svolgimento dell’attività professionale;
Impronta documento: C35629B29CED9C9A2F2E0DE8F894DA4DC7792C1B
(Rif. documento cartaceo 5640A6B626BAC61FCBF2CE09B39A2A51A086ACC5, 184/01//IFD_L)
Nessun impegno di spesa
REGIONE MARCHE
Luogo di emissione
Numero: 173/IFD
Pag.
Ancona
Data: 20/06/2014
24
GIUNTA REGIONALE
5.
dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà, ai sensi dell’art. 38 e 47 del DPR 28 dicembre 2000,
n. 445, come da allegato 2) al presente decreto;
6.
prospetto finanziario (di cui all’allegato 3) da allegare alla dichiarazione dovrà essere redatto per
le macrocategorie di spesa indicate al punto 10 “Spese Ammissibili” ed all’interno di ogni
macrocategoria dovranno essere indicati, analiticamente, per ogni spesa sostenuta e quietanzata:
- il numero e la data del documento,
- la ragione sociale,
- l’oggetto della spesa e/o prestazione,
- l’importo sostenuto,
- la data e il numero del mandato di pagamento emesso dall’istituzione scolastica capofila,
- l’indicazione della data e della modalità di pagamento: ricevute di conto corrente postale, copia
di assegni circolari/bancari/postali, bonifico bancario/postale.
7. dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà, Art.28 del DPR n.600/73, come da allegato 4) al
presente decreto;
Nello specifico, un costo, per essere ammissibile deve:
- riferirsi temporalmente al periodo di vigenza del finanziamento del progetto ed essere sostenuto
nel periodo compreso tra la data del decreto di concessione contributo e la data di conclusione del
progetto : 10/06/2015.
- essere sostenuto dall’istituzione scolastica che ha presentato il progetto e capofila della rete di
scuole;
- essere pertinente ed imputabile, direttamente o indirettamente, al progetto ammesso a
finanziamento con il presente atto;
- essere reale effettivamente sostenuto e giustificato, da fatture quietanziate o da documenti
contabili di valore probatorio equivalente.
Si specifica che, i costi che saranno rendicontati per il progetto presentato ai sensi del presente
allegato, non potranno essere imputati a nessun altro progetto.
Non sono ammessi a contribuzione i costi rispetto ai quali il beneficiario abbia già fruito di una misura
di sostegno finanziario regionale, nazionale e/o comunitario.
In sede di approvazione del rendiconto, il contributo concesso è confermato qualora il suo ammontare
non risulti superiore alla differenza risultante detraendo dall’importo complessivo delle spese
sostenute, riconosciute ammissibili, l’importo complessivo delle entrate relative al progetto, riferibili al
medesimo periodo.
Qualora l’ammontare del contributo concesso risulti superiore a detta differenza, il contributo è
rideterminato in un importo pari alla differenza stessa ed il beneficiario è tenuto alla restituzione della
quota eventualmente già erogata e non spettante.
Nel calcolo delle entrate non viene computato l’importo del contributo concesso.
Impronta documento: C35629B29CED9C9A2F2E0DE8F894DA4DC7792C1B
(Rif. documento cartaceo 5640A6B626BAC61FCBF2CE09B39A2A51A086ACC5, 184/01//IFD_L)
Nessun impegno di spesa
REGIONE MARCHE
Luogo di emissione
Numero: 173/IFD
Pag.
Ancona
Data: 20/06/2014
25
GIUNTA REGIONALE
La documentazione giustificativa e probatoria delle spese sostenute deve essere tenuta agli atti
dell’Istituzione Scolastica e può essere richiesta dalla P.F. Istruzione, Formazione Integrata e Controlli
di Primo Livello in sede di ispezione o controllo.
12) Liquidazione contributo, revoche
Liquidazione:
La P.F. Istruzione, Formazione Integrata, Diritto allo Studio e Controlli di Primo Livello provvederà
con decreto dirigenziale alla liquidazione del contributo previa verifica della documentazione di
rendicontazione inviata.
Revoche:
Il contributo concesso viene revocato nei seguenti casi:
a) il progetto non sia stato realizzato secondo quanto secondo quanto previsto dal presente bandoProgetti Punto 2;
b) il progetto ammesso non sia terminato entro la data del 10/06/2015, salvo proroghe autorizzate;
c) inadempimento del beneficiario;
d) non venga presentata la documentazione di rendicontazione indicata al precedente punto 11 entro e
non oltre il 10/08/2015, salvo proroghe autorizzate;
e) rinuncia del beneficiario;
f) qualora venga riscontrato che l’istituzione scolastica non abbia rispettato quanto stabilito dalla DGR
n. 118 del 10/02/2014 di adozione calendario scolastico 2014/2015;
g) rifiuto di sottoporsi alle ispezioni e ai controlli a campione previsti al successivo punto 14;
h) qualora a seguito di verifiche e controlli sulla documentazione di rendicontazione presentata,
emergano dati/situazioni/circostanze non corrispondenti a verità;
i) qualora un soggetto titolare di un progetto non porti a compimento tutte le attività, la Regione
Marche, disporrà la riduzione del finanziamento o la sua totale revoca.
La revoca del contributo comporta la restituzione del contributo erogato, unitamente agli
interessi legali maturati dalla data di estinzione del mandato di pagamento della Regione Marche.
Procedure di revoca
Dopo aver acquisito fatti, circostanze che potrebbero dar luogo alla revoca, la P.F. Istruzione,
Formazione Integrata, Diritto allo studio e Controlli di Primo livello comunica agli interessati l’avvio
del procedimento di revoca e assegna ai destinatari il termine di 30 giorni decorrente dalla ricezione
della comunicazione stessa, per presentare eventuali controdeduzioni.
Entro il predetto termine di 30 giorni dalla data di comunicazione dell’avvio del procedimento di
revoca, gli interessati possono presentare alla P.F. Istruzione, Formazione Integrata, Diritto allo Studio
e Controlli di Primo Livello, scritti difensivi, redatti in carta libera, nonché altra documentazione
ritenuta idonea, mediante raccomandata a.r..
La P.F. Istruzione esamina la documentazione pervenuta e se opportuno acquisisce ulteriori elementi
di giudizio formulando osservazioni conclusive in merito.
Qualora non si ritengano fondati i motivi che hanno portato all’avvio della procedura di revoca, verrà
adottato il provvedimento di archiviazione con conseguente comunicazione agli interessati.
Impronta documento: C35629B29CED9C9A2F2E0DE8F894DA4DC7792C1B
(Rif. documento cartaceo 5640A6B626BAC61FCBF2CE09B39A2A51A086ACC5, 184/01//IFD_L)
Nessun impegno di spesa
REGIONE MARCHE
Luogo di emissione
Numero: 173/IFD
Pag.
Ancona
Data: 20/06/2014
26
GIUNTA REGIONALE
Qualora invece si ritengano fondati i motivi che hanno portato all’avvio della suddetta procedura, la
P.F. Istruzione determina, con provvedimento motivato, la revoca dei contributi e le eventuali somme
dovute di ingiunzione di pagamento.
Decorsi 30 giorni dalla comunicazione del provvedimento, qualora i destinatari non abbiano
corrisposto quanto dovuto alla Regione Marche, la P.F. Istruzione provvederà ad informare la struttura
regionale competente in materia di recupero crediti in merito alla mancata restituzione delle somme.
13) Responsabile del procedimento
Il responsabile del procedimento è il funzionario: Gina Gentili, della P.F. Istruzione, Formazione
Integrata, Diritto allo Studio e Controlli di Primo Livello - e-mail: [email protected]
Il responsabile della gestione, rendicontazione e controllo è il funzionario Paola Santarelli, della P.F.
Istruzione, Formazione Integrata, Diritto allo Studio e Controlli di Primo Livello e-mail:
[email protected]
14) Modalità di controllo
Al fine di accertare il corretto svolgimento del progetto regionale, la Regione Marche potrà eseguire
anche controlli in loco.
Ai sensi D.P.R. n. 445/2000, la Regione Marche è tenuta ad effettuare idonei controlli anche a campione
e in tutti i casi in cui sorgono fondati dubbi, sulla veridicità delle dichiarazioni sostitutive dell’atto di
notorietà rilasciate ai sensi del predetto D.P.R..
Per la verifica documentale, si procederà tramite sorteggio di tutti i progetti ammessi a finanziamento,
all’estrazione casuale dei progetti da controllare nella misura minima del 5%.
Il comma 1 dell’art. 76 del D.P.R. n. 445 del 28/12/2000, stabilisce che: “chiunque rilascia
dichiarazioni mendaci, forma atti falsi o ne fa uso nei casi previsti dal citato DPR, è punito ai sensi del
codice civile penale e delle leggi speciali in materia”.
Pertanto qualora a seguito delle predette attività di controllo, emergano informazioni, dati e/o
fatti contrastanti con quanto dichiarato nelle dichiarazioni sostitutive e quindi non più rispondenti
a verità, la scrivente struttura dovrà procedere alla denuncia alla Autorità Giudiziaria, ai sensi
dell’art. 331 del c.p.p..
15) Informazioni sul procedimento
L’avvio del procedimento avviene il giorno successivo alla data di scadenza per la presentazione delle
istanze.
L’obbligo di comunicazione di avvio del procedimento a tutti i soggetti che hanno presentato richiesta
di finanziamento, sancito dalla Legge n. 241/90 e s.m., è assolto di principio con la presente
informativa.
La tempistica del procedimento è determinata dalle seguenti fasi:
- presentazione delle istanze di contributo in base alle modalità descritte al punto 4. Progetti Punto
2;
- istruttoria di ammissibilità, valutazione dei progetti, approvazione graduatoria, concessione
contributi, impegno risorse entro 90 gg dalla data di scadenza di presentazione dei progetti;
- comunicazione di concessione del contributo entro il 30° giorno successivo alla data di
approvazione graduatoria, concessione contributi e impegno risorse;
- procedimento di controllo rendicontazione e liquidazione dei contributi entro il 120° giorno dalla
data di ricezione della documentazione di rendicontazione, compatibilmente con le esigenze della
gestione del bilancio regionale.
Impronta documento: C35629B29CED9C9A2F2E0DE8F894DA4DC7792C1B
(Rif. documento cartaceo 5640A6B626BAC61FCBF2CE09B39A2A51A086ACC5, 184/01//IFD_L)
Nessun impegno di spesa
REGIONE MARCHE
Luogo di emissione
Numero: 173/IFD
Pag.
Ancona
Data: 20/06/2014
27
GIUNTA REGIONALE
16) Trattamento dei dati personali
Ai sensi dell’art.13 del Decreto Legislativo 196/2003 si informa che il trattamento dei dati personali
che verranno comunicati alla Regione Marche – P.F. Istruzione, Formazione Integrata, Diritto allo
Studio e Controlli di Primo Livello, sarà unicamente finalizzato all’espletamento delle proprie
funzioni istituzionali di informazione, documentazione, promozione e verifica delle politiche ed
attività realizzate.
17) Clausola di salvaguardia
L’ Amministrazione regionale si riserva la facoltà, a suo insindacabile giudizio di revocare,
modificare o annullare, il presente atto, qualora ne ravvedesse l’opportunità per ragioni di pubblico
interesse, senza che per questo i soggetti proponenti i singoli progetti possano vantare dei diritti nei
confronti della Regione Marche.
La presentazione della domanda comporta l’accettazione di tutte le norme del presente atto.
18) Modalità di diffusione delle informazioni
Il presente atto sarà diffuso mediante pubblicazione:
- nel sito della Regione Marche www.istruzioneformazionelavoro.marche.it alla pagina
“Istruzione – Sistema dell’istruzione – Promozione dell’autonomia scolastica”;
- nel BUR
19) Disposizioni generali
Per tutto quanto non previsto nel presente bando si farà riferimento alla normativa nazionale e
regionale e alla D.G.R. n. 802 del 04/06/2012 “Manuale per la gestione e la rendicontazione dei
progetti inerenti la formazione e le politiche attive del lavoro”.
Impronta documento: C35629B29CED9C9A2F2E0DE8F894DA4DC7792C1B
(Rif. documento cartaceo 5640A6B626BAC61FCBF2CE09B39A2A51A086ACC5, 184/01//IFD_L)
Nessun impegno di spesa
REGIONE MARCHE
Luogo di emissione
Numero: 173/IFD
Pag.
Ancona
Data: 20/06/2014
28
GIUNTA REGIONALE
Criteri e modalità attuative PROGETTI PUNTO 3
DGR n. 723 del 16/06/2014 - Allegato C)
1) Obiettivi e finalità
La Regione Marche intende sostenere le attività dei musei scientifici e tecnologici presenti nel territorio
regionale per identificare elementi comuni caratterizzanti il rapporto fra museo e scuola al fine di
sviluppare nei giovani l’interesse per gli studi scientifici e tecnologici.
I musei scientifici e tecnologici hanno un ruolo fondamentale nello sviluppo di un rapporto con la
scienza in quanto creano le condizioni e implementano le metodologie necessarie per consentire ai
visitatori di vivere in prima persona fenomeni scientifici, di sviluppare curiosità, meraviglia,
motivazione, interesse a sapere di più, sono strumenti facilitatori della comprensione, stimolo per
ulteriore apprendimento.
Educando attraverso un approccio didattico informale e interattivo, si inducono i ragazzi a compiere
esperienze pratiche, a osservare e a comprendere da soli i fenomeni scientifici, per giungere, in un
secondo momento, alla loro concettualizzazione.
I musei scientifici sono coinvolti attivamente nell’educazione scolastica, offrono attività per gli allievi,
forniscono risorse agli insegnanti.
A tali azioni viene riconosciuta grande importanza nel contesto della politica dell’Unione Europea per
l’educazione scientifica che stabilisce esplicitamente l’obiettivo di aumentare l’interesse dei giovani alla
scienza e identifica i musei scientifici come una fra le risorse extrascolastiche per educare alla scienza e
per associare la scienza con la vita quotidiana.
I musei scientifici e tecnologici richiedenti il contributo regionale devono realizzare attività didattiche in
collaborazione con le strutture scolastiche della Regione Marche, in quanto gli obiettivi che si
intendono raggiungere sono quelli di incrementare, agevolare, incentivare la familiarizzazione con il
museo scientifico e tecnologico quale istituzione con funzioni di conservazione, ricerca ed educazione,
oltre che come luogo di esperienza diretta della scienza e della tecnologia.
Si auspica che l’esperienza museale venga incorporata nell’attività didattica, piuttosto che considerata
una escursione sporadica, senza conseguenze, sostanzialmente fine a se stessa.
L’apprendimento museale è multidisciplinare in quanto l’attività condotta con gli alunni deve facilitare
l’apprendimento, creare le giuste condizioni per il coinvolgimento degli stessi in esperienze
scientifiche, ad esempio nell’osservare ed esplorare oggetti, e gli insegnanti possono assumere un ruolo
attivo nel processo educativo che ha luogo al museo familiarizzando con il museo stesso al fine di
acquisire una metodologia e ulteriori risorse di conoscenza e di esperienza.
Un museo ben integrato nel territorio che lo ospita, condivide con le scuole di ogni ordine e grado i fini
educativi e formativi.
Le metodologie applicate nel museo, proprie di una didattica informale, si affiancano e completano le
metodologie scolastiche, proprie della didattica in ambiente formale.
Indipendentemente dalla determinazione di standard minimi qualitativi e quantitativi relativi alle
strutture adibite a funzioni museali, il museo deve garantire che le sue strutture abbiano le proprietà e le
caratteristiche che conferiscono ai servizi da esse forniti la capacità di soddisfare le esigenze delle sue
collezioni, del suo personale e del suo pubblico, siano cioè in grado di conseguire specifici obiettivi di
qualità.
Il museo deve garantire la disponibilità di strutture adeguate in termini sia tipologici che dimensionali,
flessibili (capaci di mutare nel tempo in relazione al mutare delle esigenze), attrezzabili (capaci di
soddisfare esigenze diverse) e funzionali (efficaci nel garantire il raggiungimento degli obiettivi).
Impronta documento: C35629B29CED9C9A2F2E0DE8F894DA4DC7792C1B
(Rif. documento cartaceo 5640A6B626BAC61FCBF2CE09B39A2A51A086ACC5, 184/01//IFD_L)
Nessun impegno di spesa
REGIONE MARCHE
Luogo di emissione
Numero: 173/IFD
Pag.
Ancona
Data: 20/06/2014
29
GIUNTA REGIONALE
2) Soggetti proponenti
I progetti sono presentati dai musei scientifici e tecnologici della Regione Marche che hanno raggiunto
relazioni stabili con le scuole marchigiane.
Per relazioni stabili si intendono rapporti di collaborazione didattica e visite tra Istituzioni Scolastiche e
Musei costanti nel tempo ed avviati negli anni precedenti.
Ogni museo può presentare un solo progetto ed usufruire di un solo finanziamento regionale.
3) Risorse
Per l’attuazione delle progettazioni Punto 3, sono disponibili risorse fino a € 20.000,00 alla quale
possono aggiungersi eventuali ulteriori risorse che potrebbero rendersi disponibili.
Il contributo massimo concedibile per ciascun progetto viene determinato entro la somma di € 5.000,00.
4) Presentazione dei progetti
Le istanze dovranno essere, obbligatoriamente presentate dal legale rappresentante dell’ente, utilizzando
il fac simile allegato C.1 entro e non oltre il 21/07/2014, secondo le seguenti modalità:
1. a mezzo posta con raccomandata ricevuta di ritorno, alla:
Regione Marche
P.F. Istruzione, Formazione Integrata, Diritto allo Studio e Controlli di Primo Livello
Via Tiziano,44
60127 Ancona
Nella busta di spedizione del progetto, dovrà essere riportata la dicitura:
DGR n. 723 del 16/06/2014 - Progetto punto 3
Fa fede il timbro postale dell’Ufficio Postale ricevente apposto nella busta di spedizione.
La Regione non si assume responsabilità per disguidi postali.
2. a mezzo raccomandata a mano, entro e non oltre le ore 13,00 del giorno 21/07/2014, che dovrà
essere necessariamente depositata presso la segreteria della P.F. Istruzione, Formazione Integrata,
Diritto allo Studio e Controlli di Primo Livello. La segreteria stessa apporrà il timbro, la data e l’ora
di ricezione sull’istanza relativa al progetto.
La data per la presentazione delle istanze è perentoria, quindi il mancato rispetto dei termini
comporterà l’esclusione.
5) Inammissibilità dei progetti alla valutazione
Non saranno accolte e ammesse alla valutazione, le istanze che:
a. non rispettino le tempistiche e le modalità di spedizione di cui ai precedenti commi 1 e 2 del punto
4) Presentazione dei progetti;
b. le cui istanze siano prive della sottoscrizione e degli altri requisiti specificatamente previsti a pena
di decadenza nel presente bando.
La competente struttura regionale ha la facoltà di richiedere chiarimenti e documentazione integrativa,
assegnando un termine perentorio per la risposta, nel caso in cui manchino informazioni utili ai fini
procedimentali o documenti da allegare alla domanda, non a pena di decadenza.
Impronta documento: C35629B29CED9C9A2F2E0DE8F894DA4DC7792C1B
(Rif. documento cartaceo 5640A6B626BAC61FCBF2CE09B39A2A51A086ACC5, 184/01//IFD_L)
Nessun impegno di spesa
REGIONE MARCHE
Luogo di emissione
Numero: 173/IFD
Pag.
Ancona
Data: 20/06/2014
30
GIUNTA REGIONALE
6) Selezione e criteri di valutazione, graduatoria
Le istanze pervenute alla Regione Marche ai sensi della presente azione, saranno esaminate dalla P.F.
Istruzione, Formazione Integrata, Diritto allo Studio e Controlli di Primo Livello al fine di accertare, in
una prima fase, l’esistenza delle condizioni previste dal presente atto, per l’ammissione alla fase di
valutazione.
Le condizioni per l’ammissibilità sono quelle di non incorrere in una o più cause di inammissibilità di
cui al precedente punto 5.
I progetti ammissibili saranno valutati da una apposita Commissione nominata con atto dirigenziale, che
procederà:
- al controllo delle spese ammissibili, riservandosi la possibilità di eventuali tagli per le spese non
ritenute necessarie alla realizzazione del progetto,
- al successivo calcolo dei criteri di valutazione.
La valutazione dei progetti sarà effettuata sulla base dei seguenti criteri:
N. Indicatori di dettaglio
Pesi Criteri
Contenuto progetto: coerenza con gli obiettivi e le finalità stabilite per le
10
1 progettazioni Punto 3
8
2 N. scuole che hanno visitato il museo nel triennio 2011/2012 -2013/2014
3 Caratteristiche scientifico/tecnologiche del museo
4 N. istituzioni scolastiche coinvolte nel progetto presentato
Conoscenze e competenze che si intendono far acquisire, o promuovere nei
5 destinatari
Modalità didattiche, strumenti, contenuti da utilizzare per le finalità del
6 progetto
Adeguati livelli di servizi al pubblico (accessibilità/accoglienza/fruizione
7 attività scientifiche tecnologiche)
8 Strumenti di informazione per raggiungere i destinatari
9 Competenza del personale interno preposto alle attività educative
Sito WEB del museo contenente materiali didattici per
la scuola, dalle semplici informazioni e prenotazioni, a schede
10 didattiche scaricabili o questionari di fine percorso
Strumenti per il monitoraggio e valutazione delle attività progettuali
11 e per la diffusione dei risultati
14
5
5
Qualità del
progetto
50
5
3
10
10
10
Efficacia del
progetto
40
10
Chiarezza/esplicitazione, dettaglio e correttezza delle voci di costo
12 da preventivo
5 Economicità
10
13 Coerenza delle spese esposte nel preventivo, con le azioni progettuali
5
Per gli indicatori: 1 e 3 e da 5 a 13 il giudizio sarà espresso sulla base della seguente griglia:
- ottimo =
4 punti
- buono =
3 punti
- discreto =
2 punti
- sufficiente =
1 punto
Impronta documento: C35629B29CED9C9A2F2E0DE8F894DA4DC7792C1B
(Rif. documento cartaceo 5640A6B626BAC61FCBF2CE09B39A2A51A086ACC5, 184/01//IFD_L)
Nessun impegno di spesa
REGIONE MARCHE
Luogo di emissione
Numero: 173/IFD
Pag.
Ancona
Data: 20/06/2014
31
GIUNTA REGIONALE
- insufficiente o negativo = 0 punti
Per l’indicatore 2 il giudizio sarà espresso sulla base della seguente griglia:
- n. scuole oltre 51=
4 punti
- n. scuole da 31 a 50=
3 punti
- n. scuole da 11 a 30=
2 punti
- n. scuole da 2 a 10=
1 punti
- nessuna scuola=
0 punti
Per l’indicatore 4 il giudizio sarà espresso sulla base della seguente griglia:
- n. scuole oltre 11=
4 punti
- n. scuole da 8 a 10=
3 punti
- n. scuole da 5 a 7=
2 punti
- n. scuole da 2 a 4=
1 punti
- nessuna scuola=
0 punti
La posizione dei progetti in graduatoria sarà determinata dalla somma ponderata dei punteggi ottenuti
e la graduatoria conterrà:
a) i progetti ammessi a graduatoria;
b) i progetti ammessi a graduatoria e eventualmente da sottoporre a ulteriore richiesta di
documentazione per la definizione dei progetti stessi;
c) i progetti non ammessi.
Sulla base delle disponibilità delle risorse, saranno ammessi a finanziamento, secondo l’ordine di
ciascuna graduatoria, quei progetti ritenuti idonei, e cioè che hanno ottenuto il punteggio minimo di
60/100.
Nel caso si realizzassero economie derivanti dalle altre linee di intervento, si provvederà allo
scorrimento delle graduatorie.
Per il primo progetto in graduatoria non interamente finanziabile per carenza fondi, sarà possibile un
finanziamento parziale.
In caso di ulteriori risorse che si rendessero disponibili entro l’anno 2014, lo stesso finanziamento
potrà essere successivamente integrato fino a completamento della somma richiesta e comunque non
oltre la cifra massima consentita di € 5.000,00.
Al termine del procedimento valutativo verrà emesso il decreto di approvazione graduatoria e
concessione e impegno contributi che sarà comunicato a tutti gli interessati, ed inserito nel sito
www.istruzioneformazionelavoro.marche.it.
7) Avviamento, esecuzione e termine dei progetti
L’avviamento del progetto dovrà essere successivo alla data di adozione del decreto di concessione
contributi.
I progetti dovranno essere conclusi entro e non oltre il 10/06/2015 e rendicontati entro e non
oltre il 10/08/2015.
Possono essere richieste proroghe rispetto alla tempistica di realizzazione conclusione e
rendicontazione del progetto, e /o variazioni economiche al piano finanziario rispetto a quanto
stabilito nell’istanza di contributo.
Impronta documento: C35629B29CED9C9A2F2E0DE8F894DA4DC7792C1B
(Rif. documento cartaceo 5640A6B626BAC61FCBF2CE09B39A2A51A086ACC5, 184/01//IFD_L)
Nessun impegno di spesa
REGIONE MARCHE
Luogo di emissione
Numero: 173/IFD
Pag.
Ancona
Data: 20/06/2014
32
GIUNTA REGIONALE
La P.F. Istruzione, Formazione Integrata, Diritto allo Studio e Controlli di Primo Livello, procederà
alla valutazione ed al rilascio dell’eventuale autorizzazione.
8) Rinuncia
Nel caso in cui un soggetto titolare di un progetto non porterà a compimento tutte le attività, la
Regione Marche, disporrà la riduzione del finanziamento o la sua totale revoca.
9) Spese ammissibili
Le spese ammissibili devono essere direttamente ed esclusivamente riferibili al progetto e devono
essere comprese nel periodo che va, dalla data di approvazione del decreto di ammissione a
contributo alla data di conclusione progetto: 10/06/2015.
Non sono ammesse spese per investimenti ovvero spese che permettono l’acquisto, la costruzione,
la manutenzione straordinaria o il rifacimento di opere e di beni immobili facenti parte del patrimonio
dell’ente.
10) Rendicontazione
Il rendiconto delle spese complessivamente sostenute, è presentato alla P.F. Istruzione, Formazione
Integrata, Diritto allo Studio e Controlli di Primo Livello entro e non oltre il 10/08/2015.
E’ ammessa la richiesta motivata di proroga purché presentata prima della scadenza del 10/08/2015.
A conclusione del progetto deve essere presentata la seguente documentazione di rendicontazione
entro la scadenza sopra indicata:
1. relazione finale sull’attività svolta contenente:
- l’indicazione delle varie fasi progettuali,
- le modalità di attuazione,
- i risultati conseguiti,
- il numero complessivo delle istituzioni scolastiche coinvolte,
- il numero complessivo degli studenti coinvolti suddiviso per ordine di scuola,
- il numero complessivo dei docenti impegnati.
2.
elenco delle istituzioni scolastiche coinvolte con indicato a fianco di ciascuna di esse il numero
degli studenti che hanno frequentato il museo suddiviso per ordine di scuola;
3.
elenco del personale dipendente e non dipendente coinvolto nelle progettazioni con indicato a
fianco di ciascuno la durata dell’impegno in ore/uomo, il compenso previsto, comprensivo delle
spese per i rimborsi e per gli oneri previdenziali ove disposto dalla legge;
4.
dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà, ai sensi dell’art. 38 e 47 del DPR 28 dicembre 2000,
n. 445, come da allegato 2) al presente decreto;
5.
prospetto finanziario (di cui all’allegato 3) da allegare alla dichiarazione dovrà essere redatto per
le macrocategorie di spesa ed all’interno di ogni macrocategoria dovranno essere indicati,
analiticamente, per ogni spesa sostenuta e quietanzata:
1. il numero e la data del documento,
2. la ragione sociale,
3. l’oggetto della spesa e/o prestazione,
Impronta documento: C35629B29CED9C9A2F2E0DE8F894DA4DC7792C1B
(Rif. documento cartaceo 5640A6B626BAC61FCBF2CE09B39A2A51A086ACC5, 184/01//IFD_L)
Nessun impegno di spesa
REGIONE MARCHE
Luogo di emissione
Numero: 173/IFD
Pag.
Ancona
Data: 20/06/2014
33
GIUNTA REGIONALE
4. l’importo sostenuto,
5. la data e il numero del mandato di pagamento emesso dall’istituzione scolastica capofila,
6. l’indicazione della data e della modalità di pagamento: ricevute di conto corrente postale, copia
di assegni circolari/bancari/postali, bonifico bancario/postale.
6.
Dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà – Articolo 28 DPR n. 600/73 - di cui all’allegato 4.
Nello specifico, un costo, per essere ammissibile deve:
- riferirsi temporalmente al periodo di vigenza del finanziamento del progetto ed essere sostenuto
nel periodo compreso tra la data del decreto di concessione contributo e la data di conclusione del
progetto : 10/06/2015;
- essere pertinente ed imputabile, direttamente o indirettamente, al progetto ammesso a
finanziamento con il presente atto;
- essere reale effettivamente sostenuto e giustificato, da fatture quietanziate o da documenti
contabili di valore probatorio equivalente.
Si specifica che, i costi che saranno rendicontati per il progetto presentato ai sensi del presente
allegato, non potranno essere imputati a nessun altro progetto. Non sono ammessi a contribuzione i
costi rispetto ai quali il beneficiario abbia già fruito di una misura di sostegno finanziario regionale,
nazionale e/o comunitario;
Per tutto quanto inerente all’ammissibilità della spesa, costi diretti e indiretti, e non espressamente
indicato nel presente decreto, si farà riferimento a quanto stabilito nel “Manuale per la gestione e la
rendicontazione dei progetti inerenti la formazione e le politiche attive del lavoro” approvato con
D.G.R. n. 802 del 04/06/2012.
In sede di approvazione del rendiconto, il contributo concesso è confermato qualora il suo ammontare
non risulti superiore alla differenza risultante detraendo dall’importo complessivo delle spese
sostenute, riconosciute ammissibili, l’importo complessivo delle entrate relative al progetto, riferibili
al medesimo periodo.
Qualora l’ammontare del contributo concesso risulti superiore a detta differenza, il contributo è
rideterminato in un importo pari alla differenza stessa ed il beneficiario è tenuto alla restituzione della
quota eventualmente già erogata e non spettante.
Nel calcolo delle entrate non viene computato l’importo del contributo concesso.
La documentazione giustificativa e probatoria delle spese sostenute deve essere tenuta agli atti del
beneficiario e può essere richiesta dalla P.F. Istruzione, Formazione Integrata e Controlli di Primo
Livello in sede di ispezione o controllo.
11) Liquidazione e revoche
Liquidazione:
La P.F. Istruzione, Formazione Integrata, Diritto allo Studio e Controlli di Primo Livello provvederà
con decreto dirigenziale alla liquidazione del contributo previa verifica della documentazione di
rendicontazione inviata.
Revoche:
Il contributo concesso viene revocato nei seguenti casi:
Impronta documento: C35629B29CED9C9A2F2E0DE8F894DA4DC7792C1B
(Rif. documento cartaceo 5640A6B626BAC61FCBF2CE09B39A2A51A086ACC5, 184/01//IFD_L)
Nessun impegno di spesa
REGIONE MARCHE
Luogo di emissione
Numero: 173/IFD
Pag.
Ancona
Data: 20/06/2014
34
GIUNTA REGIONALE
a.
b.
c.
d.
e.
f.
g.
h.
il progetto non sia stato realizzato secondo quanto secondo quanto previsto dal presente bando;
il progetto ammesso non sia terminato entro la data del 10/06/2015, salvo proroghe autorizzate;
inadempimento del beneficiario;
non venga presentata la documentazione di rendicontazione indicata al precedente punto 10 entro
e non oltre il 10/08/2015, salvo proroghe autorizzate;
rinuncia del beneficiario;
rifiuto di sottoporsi alle ispezioni e ai controlli a campione previsti al successivo punto 14;
qualora a seguito di verifiche e controlli sulla documentazione di rendicontazione presentata,
emergano dati/situazioni/circostanze non corrispondenti a verità;
qualora un soggetto titolare di un progetto non porti a compimento tutte le attività, la Regione
Marche, disporrà la riduzione del finanziamento o la sua totale revoca.
La revoca del contributo comporta la restituzione del contributo erogato, unitamente agli
interessi legali maturati dalla data di estinzione del mandato di pagamento della Regione Marche.
Procedure di revoca
Dopo aver acquisito fatti, circostanze che potrebbero dar luogo alla revoca, la P.F. Istruzione,
Formazione Integrata, Diritto allo studio e Controlli di Primo livello comunica agli interessati l’avvio
del procedimento di revoca e assegna ai destinatari il termine di 30 giorni decorrente dalla ricezione
della comunicazione stessa, per presentare eventuali controdeduzioni.
Entro il predetto termine di 30 giorni dalla data di comunicazione dell’avvio del procedimento di
revoca, gli interessati possono presentare alla P.F. Istruzione, Formazione Integrata, Diritto allo Studio
e Controlli di Primo Livello, scritti difensivi, redatti in carta libera, nonché altra documentazione
ritenuta idonea, mediante raccomandata a.r..
La P.F. Istruzione esamina la documentazione pervenuta e se opportuno acquisisce ulteriori elementi di
giudizio formulando osservazioni conclusive in merito.
Qualora non si ritengano fondati i motivi che hanno portato all’avvio della procedura di revoca, verrà
adottato il provvedimento di archiviazione con conseguente comunicazione agli interessati.
Qualora invece si ritengano fondati i motivi che hanno portato all’avvio della suddetta procedura, la
P.F. Istruzione determina, con provvedimento motivato, la revoca dei contributi e le eventuali somme
dovute di ingiunzione di pagamento.
Decorsi 30 giorni dalla comunicazione del provvedimento, qualora i destinatari non abbiano
corrisposto quanto dovuto alla Regione Marche, la P.F. Istruzione provvederà ad informare la struttura
regionale competente in materia di recupero crediti in merito alla mancata restituzione delle somme.
12) Responsabile del procedimento
Il responsabile del procedimento è il funzionario: Gina Gentili, della P.F. Istruzione, Formazione
Integrata, Diritto allo Studio e Controlli di Primo Livello –e-mail: [email protected]
Il responsabile della gestione, rendicontazione e controllo è il funzionario Paola Santarelli, della P.F.
Istruzione, Formazione Integrata, Diritto allo Studio e Controlli di Primo Livello e-mail:
[email protected]
13) Informazioni sul procedimento
L’avvio del procedimento avviene il giorno successivo alla data di scadenza per la presentazione delle
istanze.
Impronta documento: C35629B29CED9C9A2F2E0DE8F894DA4DC7792C1B
(Rif. documento cartaceo 5640A6B626BAC61FCBF2CE09B39A2A51A086ACC5, 184/01//IFD_L)
Nessun impegno di spesa
REGIONE MARCHE
Luogo di emissione
Numero: 173/IFD
Pag.
Ancona
Data: 20/06/2014
35
GIUNTA REGIONALE
L’obbligo di comunicazione di avvio del procedimento a tutti i soggetti che hanno presentato richiesta
di finanziamento, sancito dalla Legge n. 241/90 e s.m., è assolto di principio con la presente
informativa.
La tempistica del procedimento è determinata dalle seguenti fasi:
- presentazione delle istanze di contributo in base alle modalità descritte al punto 4. Progetti Punto
3;
- istruttoria di ammissibilità, valutazione dei progetti, approvazione graduatoria, concessione dei
contributi, impegno delle risorse entro 90 gg dalla data di scadenza di presentazione dei progetti;
- comunicazione di concessione del contributo entro il 30° giorno successivo alla data di
approvazione graduatoria, concessione contributi e impegno risorse;
- procedimento di controllo rendicontazione e liquidazione dei contributi entro il 120° giorno dalla
data di ricezione della documentazione di rendicontazione, compatibilmente con le esigenze della
gestione del bilancio regionale.
14) Modalità di controllo
Al fine di accertare il corretto svolgimento del progetto regionale, la Regione Marche potrà eseguire
anche controlli in loco.
Ai sensi D.P.R. n. 445/2000, la Regione Marche è tenuta ad effettuare idonei controlli anche a
campione e in tutti i casi in cui sorgono fondati dubbi, sulla veridicità delle dichiarazioni sostitutive
dell’atto di notorietà rilasciate ai sensi del predetto D.P.R..
Per la verifica documentale, si procederà tramite sorteggio di tutti i progetti ammessi a
finanziamento, all’estrazione casuale dei progetti da controllare nella misura minima del 5%.
Il comma 1 dell’art. 76 del D.P.R. n. 445 del 28/12/2000, stabilisce che : “chiunque rilascia
dichiarazioni mendaci, forma atti falsi o ne fa uso nei casi previsti dal citato DPR, è punito ai sensi
del codice civile penale e delle leggi speciali in materia”.
Pertanto qualora a seguito delle predette attività di controllo, emergano informazioni, dati e/o
fatti contrastanti con quanto dichiarato nelle dichiarazioni sostitutive e quindi non più
rispondenti a verità, la scrivente struttura dovrà procedere alla denuncia alla Autorità
Giudiziaria, ai sensi dell’art. 331 del c.p.p..
15) Trattamento dei dati personali
Ai sensi dell’art.13 del Decreto Legislativo 196/2003 si informa che il trattamento dei dati personali
che verranno comunicati alla Regione Marche – P.F. Istruzione, Formazione Integrata, Diritto allo
Studio e Controlli di Primo Livello, sarà unicamente finalizzato all’espletamento delle proprie funzioni
istituzionali di informazione, documentazione, promozione e verifica delle politiche ed attività
realizzate.
16) Clausola di salvaguardia
L’ Amministrazione regionale si riserva la facoltà, a suo insindacabile giudizio di revocare, modificare
o annullare, il presente bando, qualora ne ravvedesse l’opportunità per ragioni di pubblico interesse,
senza che per questo i soggetti proponenti i singoli progetti possano vantare dei diritti nei confronti
della Regione Marche.
La presentazione della domanda comporta l’accettazione di tutte le norme del presente bando.
17) Modalità di diffusione delle informazioni
Il presente bando sarà diffuso mediante pubblicazione:
Impronta documento: C35629B29CED9C9A2F2E0DE8F894DA4DC7792C1B
(Rif. documento cartaceo 5640A6B626BAC61FCBF2CE09B39A2A51A086ACC5, 184/01//IFD_L)
Nessun impegno di spesa
REGIONE MARCHE
Luogo di emissione
Numero: 173/IFD
Pag.
Ancona
Data: 20/06/2014
36
GIUNTA REGIONALE
-
nel sito della Regione Marche www.istruzioneformazionelavoro.marche.it
“Istruzione – Sistema dell’istruzione – Promozione dell’autonomia scolastica”;
sul BUR.
alla pagina
18) Disposizioni generali
Per tutto quanto non previsto nel presente bando si farà riferimento alla normativa nazionale e
regionale e alla D.G.R. n. 802 del 04/06/2012 “Manuale per la gestione e la rendicontazione dei
progetti inerenti la formazione e le politiche attive del lavoro”.
Impronta documento: C35629B29CED9C9A2F2E0DE8F894DA4DC7792C1B
(Rif. documento cartaceo 5640A6B626BAC61FCBF2CE09B39A2A51A086ACC5, 184/01//IFD_L)
Nessun impegno di spesa
REGIONE MARCHE
Luogo di emissione
Numero: 173/IFD
Pag.
Ancona
Data: 20/06/2014
37
GIUNTA REGIONALE
Allegato A.1
MODULO ISTANZA PROGETTI 2014/2015 PUNTO 1 Fase 1
Il sottoscritto
………………………………………………………………………………………………………
Legale rappresentante dell’Istituzione Scolastica
CODICE MECCANOGRAFICO: ……………………
Denominazione: ……………………………………………………………………………………….....
Via ………………………………………………………………………………………………..………
CAP e CITTA’
…………………………………………………………………………………………….………………
Codice fiscale/Partita IVA …………………………………………………………………………….....
Tel. …………………………... Fax…………………………………
email ………………………………………………………………………………..…………………….
PEC………………………………………………………………………………………………………..
PRESENTA ISTANZA DI CONTRIBUTO:
Per la costruzione e realizzazione di un E-Book ai sensi di quanto stabilito con Bando DDPF n.
_____ del ________ Progetti Punto 1
Titolo: ____________________________________________________________________________
Breve descrizione dei contenuti: ______________________________________________________
__________________________________________________________________________________
Breve descrizione modalità di lavoro:
____________________________________________________
__________________________________________________________________________________
N. Alunni da coinvolgere: _________
Impronta documento: C35629B29CED9C9A2F2E0DE8F894DA4DC7792C1B
(Rif. documento cartaceo 5640A6B626BAC61FCBF2CE09B39A2A51A086ACC5, 184/01//IFD_L)
Nessun impegno di spesa
REGIONE MARCHE
Luogo di emissione
Numero: 173/IFD
Pag.
Ancona
Data: 20/06/2014
38
GIUNTA REGIONALE
Risorse professionali da impiegare per il progetto:
N. Docente interni : ______
N. Esperti Esterni: ______
PREVENTIVO DELL’INTERO PROGETTO
Descrizione costo
Euro
Spese personale interno per attività extraorario lavorativo
€
Spese per prestazioni professionali esterne all’ente
€
Spese per prodotti informatici esclusivamente connessi al progetto e solo fino alla
concorrenza della somma di € 1.000,00
€
COSTO TOTALE DEL PROGETTO
€
PREVISIONE ENTRATE
Descrizione entrate
Euro
€
€
TOTALE
€
Coordinate per il pagamento del contributo:
Conto unico di Tesoreria: …………………………………
Il sottoscritto si impegna:
-
-
-
alla costruzione e realizzazione dell’E-Book rispettando le caratteristiche tecnologiche stabilite con
decreto MIUR del 26.03.2013, prot. n. 209;
durante il periodo di svolgimento del progetto, all’inserimento/aggiornamento nella piattaforma,
delle attività relative alla costruzione e realizzazione dell’E-book anche in relazione allo scambio di
informazioni;
una volta terminato il progetto, all’inserimento dell’E-Book book nella piattaforma per essere
messo a disposizione dell’aula virtuale diventando così patrimonio del sistema scolastico regionale
secondo quanto stabilito nel Bando Fondo Autonomia Scolastica a.s. 2014/2015.
al rispetto di quanto stabilito nel Bando Fondo Autonomia a.s. 2014/2015 Progetti Punto 1 Allegato
alla DGR n. 723 del 16/06/2014.
Impronta documento: C35629B29CED9C9A2F2E0DE8F894DA4DC7792C1B
(Rif. documento cartaceo 5640A6B626BAC61FCBF2CE09B39A2A51A086ACC5, 184/01//IFD_L)
Nessun impegno di spesa
REGIONE MARCHE
Luogo di emissione
Numero: 173/IFD
Pag.
Ancona
Data: 20/06/2014
39
GIUNTA REGIONALE
Il sottoscritto
Consapevole delle sanzioni penali, nel caso di dichiarazioni non veritiere e falsità negli atti e della
conseguente decadenza dei benefici di cui agli artt. 75 e 76 D.P.R. n. 445 del 28/12/2000, in relazione
al Bando approvato con DDPF n. ………… del ………………, ai sensi del PUNTO 1 della D.G.R.
n. 723 del 16/06/2014,
dichiara inoltre che l’Istituzione Scolastica per la quale presenta istanza
1. è in regola con le disposizioni del calendario scolastico stabilite con DGR n. 636 del 29/04/2013;
2. che non ha beneficiato del contributo MIUR o Regione Marche per Scuole 2.0, Classi 2.0 e Centri
Scolastici Digitali. Il sottoscritto dichiara altresì di essere a conoscenza dei motivi di esclusione del
progetto dalla valutazione e in caso di ammissione a beneficio, di dover anticipare tutte le spese
relative al progetto stesso.
Luogo e data ……………………………..
Firma del legale rappresentante
………………………………………………..
Impronta documento: C35629B29CED9C9A2F2E0DE8F894DA4DC7792C1B
(Rif. documento cartaceo 5640A6B626BAC61FCBF2CE09B39A2A51A086ACC5, 184/01//IFD_L)
Nessun impegno di spesa
REGIONE MARCHE
Luogo di emissione
Numero: 173/IFD
Pag.
Ancona
Data: 20/06/2014
40
GIUNTA REGIONALE
Allegato A.2
MODULO ISTANZA PROGETTI 2014/2015 PUNTO 1 Fase 2
Il sottoscritto
………………………………………………………………………………………………………
Legale rappresentante dell’Istituzione Scolastica
CODICE MECCANOGRAFICO: ……………………
Denominazione: ……………………………………………………………………………………….....
Via ………………………………………………………………………………………………..………
CAP e CITTA’
…………………………………………………………………………………………….………………
Codice fiscale/Partita IVA …………………………………………………………………………….....
Tel. …………………………... Fax…………………………………
email ………………………………………………………………………………..…………………….
PEC………………………………………………………………………………………………………..
PRESENTA ISTANZA DI CONTRIBUTO PER:
Per la costruzione e realizzazione di un E-Book ai sensi di quanto stabilito con Bando DDPF n.
_____ del ________ Progetti Punto 1
Titolo: ____________________________________________________________________________
Breve descrizione dei contenuti: ______________________________________________________
__________________________________________________________________________________
Breve descrizione modalità di lavoro:
____________________________________________________
__________________________________________________________________________________
N. Alunni da coinvolgere: _________
Impronta documento: C35629B29CED9C9A2F2E0DE8F894DA4DC7792C1B
(Rif. documento cartaceo 5640A6B626BAC61FCBF2CE09B39A2A51A086ACC5, 184/01//IFD_L)
Nessun impegno di spesa
REGIONE MARCHE
Luogo di emissione
Numero: 173/IFD
Pag.
Ancona
Data: 20/06/2014
41
GIUNTA REGIONALE
Risorse professionali da impiegare per il progetto:
N. Docente interni : ______
N. Esperti Esterni: ______
PREVENTIVO DELL’INTERO PROGETTO
Descrizione costo
Euro
Spese personale interno per attività extraorario lavorativo
€
Spese per prestazioni professionali esterne all’ente
€
Spese per prodotti informatici esclusivamente connessi al progetto e solo fino alla
concorrenza della somma di € 1.000,00
€
COSTO TOTALE DEL PROGETTO
€
PREVISIONE ENTRATE
Descrizione entrate
Euro
€
€
TOTALE
€
Coordinate per il pagamento del contributo:
Conto unico di Tesoreria: …………………………………
Il sottoscritto si impegna:
-
-
-
alla costruzione e realizzazione dell’E-Book rispettando le caratteristiche tecnologiche stabilite con
decreto MIUR del 26.03.2013, prot. n. 209;
durante il periodo di svolgimento del progetto, all’inserimento/aggiornamento nella piattaforma,
delle attività relative alla costruzione e realizzazione dell’E-book anche in relazione allo scambio di
informazioni;
una volta terminato il progetto, all’inserimento dell’E-Book book nella piattaforma per essere
messo a disposizione dell’aula virtuale diventando così patrimonio del sistema scolastico regionale
secondo quanto stabilito nel Bando Fondo Autonomia Scolastica a.s. 2014/2015.
al rispetto di quanto stabilito nel Bando Fondo Autonomia a.s. 2014/2015 Progetti Punto 1 Allegato
alla DGR n. 723 del 16/06/2014.
Impronta documento: C35629B29CED9C9A2F2E0DE8F894DA4DC7792C1B
(Rif. documento cartaceo 5640A6B626BAC61FCBF2CE09B39A2A51A086ACC5, 184/01//IFD_L)
Nessun impegno di spesa
REGIONE MARCHE
Luogo di emissione
Numero: 173/IFD
Pag.
Ancona
Data: 20/06/2014
42
GIUNTA REGIONALE
Il sottoscritto
Consapevole delle sanzioni penali, nel caso di dichiarazioni non veritiere e falsità negli atti e della
conseguente decadenza dei benefici di cui agli artt. 75 e 76 D.P.R. n. 445 del 28/12/2000, in relazione
al Bando approvato con DDPF n. ………… del ………………, ai sensi del PUNTO 1 della D.G.R.
n. 723 del 16/06/2014,
dichiara inoltre che l’Istituzione Scolastica per la quale presenta istanza
1.
è in regola con le disposizioni del calendario scolastico stabilite con DGR n. 636 del 29/04/2013;
Il sottoscritto dichiara di essere a conoscenza dei motivi di esclusione del progetto dalla
valutazione e in caso di ammissione a beneficio, di dover anticipare tutte le spese relative al
progetto stesso.
Luogo e data ……………………………..
Firma del legale rappresentante
………………………………………………..
Impronta documento: C35629B29CED9C9A2F2E0DE8F894DA4DC7792C1B
(Rif. documento cartaceo 5640A6B626BAC61FCBF2CE09B39A2A51A086ACC5, 184/01//IFD_L)
Nessun impegno di spesa
REGIONE MARCHE
Luogo di emissione
Numero: 173/IFD
Pag.
Ancona
Data: 20/06/2014
43
GIUNTA REGIONALE
Allegato A.3
Diario di Lavoro
INDICARE DENOMINAZIONE ISTITUZIONE SCOLASTICA: N. ORE GIORNO/ ORARIO ORARIO EXTRA GIORNALIERE DI SEDE NOMINATIVO MESE/ CURRICULARE CURRICULARE IMPEGNO SVOLGIMENTO DOCENTE ANNO DA: ___ A: ____ DA: ___ A: ____ EXTRACURRICULARE PROGETTO IMPEGNATO CLASSE N. ALUNNI Impronta documento: C35629B29CED9C9A2F2E0DE8F894DA4DC7792C1B
(Rif. documento cartaceo 5640A6B626BAC61FCBF2CE09B39A2A51A086ACC5, 184/01//IFD_L)
Nessun impegno di spesa
REGIONE MARCHE
Luogo di emissione
Numero: 173/IFD
Pag.
Ancona
Data: 20/06/2014
44
GIUNTA REGIONALE
Allegato A.4
Guida Autenticazione TRIS
Guida modalità di autenticazione alla MCloud Project Community
(La guida completa di immagini verrà pubblicata nel sito:
http://www.istruzioneformazionelavoro.marche.it alla sezione “Istruzione – Sistema
dell’Istruzione – Promozione dell’autonomia scolastica”)
L’indirizzo del sistema è: http://progetti.regione.marche.it
che utilizza il framework regionale Cohesion come sistema di autenticazione.
Cohesion gestisce principalmente tre modalità di autenticazione:
- Forte con SMART CARD
- Forte PIN RAFFAELLO (User Name, Password, Pin)
- Debole (User Name, Password)
AUTENTICAZIONE FORTE CON SMART CARD
Per gli utenti che sono in possesso della CNS Carta Raffaello o altre CNS, per accedere al sistema
debbono selezionare il link corrispondente alla propria smart card, successivamente il sistema
richiederà di inserire il Pin della CNS utilizzata.
Per gli utenti che non sono in possesso di CNS e come strumento di firma digitale hanno chiavette
USB o altro che non necessitano di lettori di smart card, per poter effettuare:
1) l’autenticazione forte utilizzando le credenziali denominate PIN RAFFAELLO costituite
dalla terna UTENTE/PASSWORD/PIN consegnate attraverso una busta retinata segreta, da
ritirare personalmente presso l’ufficio Carta Raffaello della Regione Marche via Tiziano, 44
Palazzo Leopardi.
La terna UTENTE/PASSWORD/PIN deve essere inserita nel framework Cohesion sezione
“Autenticazione forte Pin Raffaello”.
2) l’autenticazione debole utilizzando le credenziali UTENTE e PASSWORD ottenute
selezionando dal framework Cohesion il link “Registrazione/Cambio Password” nella sezione
Autenticazione debole.
Verrà richeisto di inserire il porpio Codice Fiscale e di selezionare il tasto “Cerca” per
verificare se l’utente è stato precedentemetne registrato.
Se la ricerca da esito negativo selezionando il tasto “Registrazione” verranno richiesti alcuni
dati.
Successivamente utilizzare le credenziali ricevute nell’indirizzo e-mail dichiarato per accedere al
sistema MCloud Project Community
Impronta documento: C35629B29CED9C9A2F2E0DE8F894DA4DC7792C1B
(Rif. documento cartaceo 5640A6B626BAC61FCBF2CE09B39A2A51A086ACC5, 184/01//IFD_L)
Nessun impegno di spesa
REGIONE MARCHE
Luogo di emissione
Numero: 173/IFD
Pag.
Ancona
Data: 20/06/2014
45
GIUNTA REGIONALE
Allegato B.1
MODULO ISTANZA PROGETTI 2014/2015 PUNTO 2
Il sottoscritto
………………………………………………………………………………………………………
Legale rappresentante dell’Istituzione Scolastica capofila della rete:
Denominazione: ………………………………………………………………………………….....
Via ………………………………………………………………………………………………………
CAP e CITTA’
…………………………………………………………………………………………….…………
Codice fiscale/Partita IVA …………………………………………………………………………..
Tel. …………………………... Fax…………………………………
email ……………………………………………………………………………………………….
PRESENTA ISTANZA DI CONTRIBUTO PER IL SEGUENTE PROGETTO: (indicare titolo)
………….………………………………………………………………………………………………
N. ___________ ISTITUZIONI SCOLASTICHE IN RETE indicate nell’accordo di rete –
Indicatore n. 7
Obiettivo e finalità del progetto – Indicatore n. 1 (max 10 righe a disposizione):
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
Impronta documento: C35629B29CED9C9A2F2E0DE8F894DA4DC7792C1B
(Rif. documento cartaceo 5640A6B626BAC61FCBF2CE09B39A2A51A086ACC5, 184/01//IFD_L)
Nessun impegno di spesa
REGIONE MARCHE
Luogo di emissione
Numero: 173/IFD
Pag.
Ancona
Data: 20/06/2014
46
GIUNTA REGIONALE
Descrivere le modalità di coinvolgimento delle istituzione scolastica in rete (max 10 righe a
disposizione):
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
Fasi del progetto e tempi di attuazione – Indicatore n. 2 (max 6 righe a disposizione):
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
Modalità che si prevedono di adottare per misurare il livello di competenza che le istituzioni
scolastiche intendono raggiungere con le azioni programmate – Indicatore n. 5 (max 5 righe a
disposizione):
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
Impronta documento: C35629B29CED9C9A2F2E0DE8F894DA4DC7792C1B
(Rif. documento cartaceo 5640A6B626BAC61FCBF2CE09B39A2A51A086ACC5, 184/01//IFD_L)
Nessun impegno di spesa
REGIONE MARCHE
Luogo di emissione
Numero: 173/IFD
Pag.
Ancona
Data: 20/06/2014
47
GIUNTA REGIONALE
Risorse professionali per il progetto – Indicatore n. 3
N. Docente interni : ______
Descrivere l’attività dei docenti interni coinvolti (max 3 righe a disposizione):
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
N. Esperti Esterni: ______
Descrivere l’attività degli esperti esterni coinvolti (max 3 righe a disposizione):
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
Strumenti che si prevedono di adottare per il monitoraggio e valutazione in itinere delle attività
progettuali finalizzate ad un controllo della qualità della realizzazione del progetto – Indicatore n. 4
(max 3 righe a disposizione):
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
Misurabilità del livello di competenza che si intende raggiungere con gli studenti Indicatore n. 5
(max 3 righe a disposizione):
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
Obiettivi da raggiungere per la riduzione degli insuccessi scolastici (ripetenze, promozioni con debiti
e abbandoni – Indicatore n. 6 (max 3 righe a disposizione):
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
Impronta documento: C35629B29CED9C9A2F2E0DE8F894DA4DC7792C1B
(Rif. documento cartaceo 5640A6B626BAC61FCBF2CE09B39A2A51A086ACC5, 184/01//IFD_L)
Nessun impegno di spesa
REGIONE MARCHE
Luogo di emissione
Numero: 173/IFD
Pag.
Ancona
Data: 20/06/2014
48
GIUNTA REGIONALE
Numero scuole e alunni che si prevede di coinvolgere:
N. Alunni _____ delle Scuole Secondarie di Primo grado (per ogni istituzione s. in rete)
Totale alunni Scuole Secondarie di Primo Grado N. ______
N. Alunni _____ delle Scuole Secondarie di Secondo grado (per ogni istituzione s. in rete)
Totale alunni Scuole Secondarie di Secondo Grado N. ______
PREVENTIVO DELL’INTERO PROGETTO – Indicatore n. 8 -9
Descrizione costo
Euro
Spese personale interno per attività extraorario lavorativo
€
Spese per progettazione esecutiva fino ad un max € 250,00
Spese per prestazioni professionali esterne all’ente
€
Spese per missioni docenti interni ai sensi di legge
€
Spese per missioni esperti esterni ai sensi di legge
Spese materiale strettamente connesso alle progettazioni: Specificare quanto più
possibile la voce “materiale”:
€
€
€
€
Totale Spese materiale
€
TOTALE COSTI DIRETTI
Spese generali (sono ammesse nella misura del 15% del costo totale dei costi
diretti)
€
€
COSTO TOTALE DEL PROGETTO
€
Impronta documento: C35629B29CED9C9A2F2E0DE8F894DA4DC7792C1B
(Rif. documento cartaceo 5640A6B626BAC61FCBF2CE09B39A2A51A086ACC5, 184/01//IFD_L)
Nessun impegno di spesa
REGIONE MARCHE
Luogo di emissione
Numero: 173/IFD
Pag.
Ancona
Data: 20/06/2014
49
GIUNTA REGIONALE
PREVISIONE ENTRATE
Descrizione entrate
Euro
€
€
TOTALE
€
Coordinate per il pagamento del contributo:
Conto unico di Tesoreria: …………………………………
Si impegna ad inviare, in data odierna, a mezzo mail agli indirizzi: [email protected]
[email protected]:
atto costitutivo della rete.
Il sottoscritto
Consapevole delle sanzioni penali, nel caso di dichiarazioni non veritiere e falsità negli atti e della
conseguente decadenza dei benefici di cui agli artt. 75 e 76 D.P.R. n. 445 del 28/12/2000, in relazione
al Bando approvato con DDPF n. ………… del ………………, ai sensi del PUNTO 2 della D.G.R.
n. 723 del 16/06/2014,
dichiara inoltre che l’Istituzione Scolastica capofila per la quale presenta istanza
è in regola con le disposizioni del calendario scolastico stabilite con DGR n. 636 del 29/04/2013.
Il sottoscritto dichiara di essere a conoscenza dei motivi di esclusione del progetto dalla
valutazione e in caso di ammissione a beneficio, di dover anticipare tutte le spese relative al
progetto stesso.
Luogo e data ……………………………..
Firma del legale rappresentante
………………………………………………..
Impronta documento: C35629B29CED9C9A2F2E0DE8F894DA4DC7792C1B
(Rif. documento cartaceo 5640A6B626BAC61FCBF2CE09B39A2A51A086ACC5, 184/01//IFD_L)
Nessun impegno di spesa
REGIONE MARCHE
Luogo di emissione
Numero: 173/IFD
Pag.
Ancona
Data: 20/06/2014
50
GIUNTA REGIONALE
Allegato C.1
MODULO ISTANZA PROGETTI 2014/2015 PUNTO 3
Il sottoscritto
………………………………………………………………………………………………………
Legale rappresentante dell’Ente:
Denominazione: ………………………………………………………………………………….....
Via ………………………………………………………………………………………………………
CAP e CITTA’
…………………………………………………………………………………………….…………
Codice fiscale/Partita IVA …………………………………………………………………………..
Tel. …………………………... Fax…………………………………
email ……………………………………………………………………………………………….
PRESENTA ISTANZA DI CONTRIBUTO PER IL PROGETTO(indicare titolo:
………….…………………………………………………………………………………………….
Indicatore n. 2
N. _________ scuole e N. ______ alunni che hanno visitato il Museo nell’a.s. 2011/2012
N. _________ scuole e N. ______ alunni che hanno visitato il Museo nell’a.s. 2012/2013
N. _________ scuole e N. ______ alunni che hanno visitato il Museo nell’a.s. 2013/2014
Descrizione, obiettivi, finalità e tempi dell’attività museale – Indicatore n. 1: (max 10 righe a
disposizione)
_______________________________________________________________________________
_______________________________________________________________________________
_______________________________________________________________________________
_______________________________________________________________________________
_______________________________________________________________________________
_______________________________________________________________________________
_______________________________________________________________________________
_______________________________________________________________________________
_______________________________________________________________________________
Impronta documento: C35629B29CED9C9A2F2E0DE8F894DA4DC7792C1B
(Rif. documento cartaceo 5640A6B626BAC61FCBF2CE09B39A2A51A086ACC5, 184/01//IFD_L)
Nessun impegno di spesa
REGIONE MARCHE
Luogo di emissione
Numero: 173/IFD
Pag.
Ancona
Data: 20/06/2014
51
GIUNTA REGIONALE
_______________________________________________________________________________
Fasi del progetto e tempi di attuazione (max 5 righe a disposizione):
_______________________________________________________________________________
_______________________________________________________________________________
_______________________________________________________________________________
_______________________________________________________________________________
_______________________________________________________________________________
Caratteristiche scientifiche del museo – Indicatore n. 3 (max 3 righe a disposizione):
_______________________________________________________________________________
_______________________________________________________________________________
_______________________________________________________________________________
Caratteristiche tecnologiche del museo – Indicatore n. 3 (max 3 righe a disposizione):
_______________________________________________________________________________
_______________________________________________________________________________
_______________________________________________________________________________
Numero scuole che si prevede di coinvolgere – Indicatore n. 4:
N. _____ delle Scuole Secondarie di Primo grado
N. _____ delle Scuole Secondarie di Secondo grado
Conoscenze e competenze che si intendono far acquisire, o promuovere nei destinatari – Indicatore
n. 5 (max 3 righe a disposizione):
_______________________________________________________________________________
_______________________________________________________________________________
_______________________________________________________________________________
Impronta documento: C35629B29CED9C9A2F2E0DE8F894DA4DC7792C1B
(Rif. documento cartaceo 5640A6B626BAC61FCBF2CE09B39A2A51A086ACC5, 184/01//IFD_L)
Nessun impegno di spesa
REGIONE MARCHE
Luogo di emissione
Numero: 173/IFD
Pag.
Ancona
Data: 20/06/2014
52
GIUNTA REGIONALE
Modalità didattiche, strumenti, contenuti da utilizzare per le finalità del progetto – Indicatore n. 6
(max 3 righe a disposizione):
_______________________________________________________________________________
_______________________________________________________________________________
_______________________________________________________________________________
Adeguati livelli di servizi al pubblico (accessibilità/accoglienza/fruizione attività scientifiche
tecnologiche) – Indicatore n. 7( max 3 righe a disposizione):
_______________________________________________________________________________
_______________________________________________________________________________
_______________________________________________________________________________
Strumenti di informazione per raggiungere i destinatari – Indicatore n. 8 ( max 4 righe a
disposizione):
_______________________________________________________________________________
_______________________________________________________________________________
_______________________________________________________________________________
_______________________________________________________________________________
Risorse professionali per il progetto – Indicatore n. 9
N. personale interno : ______
N. Esperti Esterni: ______
Descrivere l’esperienza del personale interno coinvolto (max 4 righe a disposizione):
_______________________________________________________________________________
_______________________________________________________________________________
_______________________________________________________________________________
_______________________________________________________________________________
Sito WEB del museo contenente materiali didattici per la scuola, dalle semplici informazioni e
prenotazioni, a schede didattiche scaricabili o questionari di fine percorso – Indicatore n. 10 (max 4
righe a disposizione):
_______________________________________________________________________________
_______________________________________________________________________________
Impronta documento: C35629B29CED9C9A2F2E0DE8F894DA4DC7792C1B
(Rif. documento cartaceo 5640A6B626BAC61FCBF2CE09B39A2A51A086ACC5, 184/01//IFD_L)
Nessun impegno di spesa
REGIONE MARCHE
Luogo di emissione
Numero: 173/IFD
Pag.
Ancona
Data: 20/06/2014
53
GIUNTA REGIONALE
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
Strumenti per il monitoraggio e valutazione delle attività progettuali e per la diffusione dei risultati
– Indicatore n. 11 (max 4 righe a disposizione):
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
Modalità per la diffusione e pubblicizzazione che si intendono attuare per i risultati del progetto
(max 3 righe a disposizione)
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
PREVENTIVO DELL’INTERO PROGETTO – Indicatore n. 12-13
Descrizione costo
Euro
€
€
€
€
€
€
€
COSTO TOTALE DEL PROGETTO
Impronta documento: C35629B29CED9C9A2F2E0DE8F894DA4DC7792C1B
(Rif. documento cartaceo 5640A6B626BAC61FCBF2CE09B39A2A51A086ACC5, 184/01//IFD_L)
Nessun impegno di spesa
€
REGIONE MARCHE
Luogo di emissione
Numero: 173/IFD
Pag.
Ancona
Data: 20/06/2014
54
GIUNTA REGIONALE
PREVISIONE ENTRATE
Descrizione entrate
Euro
€
€
TOTALE
€
Coordinate per il pagamento del contributo:
Intestatario del C/c………………………………………..………………………………….…….
Denominazione Banca e Agenzia …………………………………………….…………….……..
Codice IBAN ………………………………………………………………………………………
Il sottoscritto consapevole delle sanzioni penali, nel caso di dichiarazioni non veritiere e falsità negli
atti, richiamate dall’art.76 D.P.R. n. 445 del 28/12/2000,
DICHIARA inoltre
1. di essere a conoscenza dei motivi di esclusione del progetto dalla valutazione e in caso di
ammissione a beneficio, di dover anticipare tutte le spese relative al progetto stesso;
2. che l’associazione / ente da lui presieduta ha la seguente natura giuridica:
Provincia
Comuni
Unioni di Comuni
Università (Università inserite nell’elenco Amm.ni Pubbl. dell’ISTAT)
Impresa privata (escluse quelle produttrici di servizi sanitari e assistenziali) (nota 1)
Impresa pubblica (nota 2)
Impresa produttrice di servizi sanitari e assistenziali (nota 2)
Istituzione sociale privata per assistenza sociale (nota 3)
Istituzione sociale privata per fini diversi dal sociale (culturale, sportivo ecc….) (nota 4)
Ente privato produttore di servizi sanitari e assistenziali (nota 5)
Data _______ ________
Timbro e Firma
________________________
Ai sensi dell’art.38 D.P.R. n. 445 del 28/12/2000 la dichiarazione è sottoscritta dall’interessato in presenza
del dipendente addetto ovvero sottoscritta e inviata unitamente a copia fotostatica, non autenticata di un
documento di identità del sottoscrittore, all’ufficio competente via fax, tramite un incaricato, oppure a
mezzo posta.
Informativa ai sensi dell’art. 10 della legge 675/1996: i dati sopra riportati sono prescritti dalle disposizioni
vigenti ai fini del procedimento per il quale sono richiesti e verranno utilizzati esclusivamente per tale scopo.
Impronta documento: C35629B29CED9C9A2F2E0DE8F894DA4DC7792C1B
(Rif. documento cartaceo 5640A6B626BAC61FCBF2CE09B39A2A51A086ACC5, 184/01//IFD_L)
Nessun impegno di spesa
REGIONE MARCHE
Luogo di emissione
Numero: 173/IFD
Pag.
Ancona
Data: 20/06/2014
55
GIUNTA REGIONALE
Legenda:
(1) La voce considera le erogazioni di risorse finanziarie (ad esclusione delle erogazioni per fini
d’investimento) in assenza di controprestazioni effettuate a favore di imprese private non soggette a
controllo di amministrazioni pubbliche. N.B.: le cooperative agricole di garanzia e i consorzi fidi sono
considerate imprese. Sono esclusi trasferimenti correnti a imprese private.
(2) La voce considera le erogazioni di risorse finanziarie non a fronte di controprestazioni, effettuate a
favore di imprese soggette al controllo di amministrazioni pubbliche ad esempio le IPAB, le aziende
regionali per l’edilizia residenziale pubblica, le aziende pubbliche per servizi alla persona (ASP), i
Consorzi di miglioramento fondiario RD n.215/1933 e le imprese di pubblici servizi. Sono escluse le
imprese pubbliche comprese nel comparto delle Amministrazione pubbliche(es. ANAS). L’elenco
delle amministrazioni pubbliche pubblicato dall’ISTAT è disponibile nel sito internet dedicato al
SIOPE.
(3) Vedi nota 2. N.B.: la voce considera le erogazioni effettate a istituzioni sociali private per
assistenza sociale. Le istituzioni sociali private sono organismi privati, senza scopo di lucro, dotati o
meno di personalità giuridica, che producono beni o servizi non destinati alla vendita. Per assistenza
sociale si intendono gli interventi forniti gratuitamente o ad un prezzo non significativo riguardanti
l’assistenza socio- assistenziale erogata in strutture comunitarie e residenziali o domiciliare, servizi per
il sostegno e il reinserimento lavorativo, interventi a favore delle famiglie (invalidi, anziani, bambini
con relative famiglie). Non sono comprese in tale definizione le parrocchie, i seminari e gli oratori.
(4) Vedi nota 2. N.B.: la voce considera le erogazioni di risorse finanziarie effettate a istituzioni sociali
private per fini diversi dal sociale. Le istituzioni sociali private sono organismi privati, senza scopo di
lucro, dotati o meno di personalità giuridica, che producono beni o servizi non destinati alla vendita.
Sono comprese in tale definizione le parrocchie, i seminari e gli oratori.
(5) Vedi nota 4. Sono esclusi gli enti che hanno fine di lucro.
Impronta documento: C35629B29CED9C9A2F2E0DE8F894DA4DC7792C1B
(Rif. documento cartaceo 5640A6B626BAC61FCBF2CE09B39A2A51A086ACC5, 184/01//IFD_L)
Nessun impegno di spesa
REGIONE MARCHE
Luogo di emissione
Numero: 173/IFD
Pag.
Ancona
Data: 20/06/2014
56
GIUNTA REGIONALE
Allegato 2
DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELL’ATTO DI NOTORIETA’
(Artt. 38 e 47 D.P.R. n. 445 del 28/12/2000)
Esente dall’imposta di bollo ai sensi dell’art.37 del D.P.R. n. 445 del 28/12/2000
Il sottoscritto __________________________nato a _______________________________ (_____)
Il _____________________ e residente a _______________________________________(_____)
in Via ____________________________ n. ________
in qualità di legale rappresentante
di: ________________________________________________________________________________
con sede in Via ________________________________ Città _______________________ (_____)
tel.________________ fax ______________ e-mail : ____________________________________
codice fiscale / partita IVA : ________________________________:
Consapevole delle sanzioni penali, nel caso di dichiarazioni non veritiere e falsità negli atti e della
conseguente decadenza dei benefici di cui agli artt. 75 e 76 D.P.R. n. 445 del 28/12/2000, in relazione
al contributo assegnato con DDPF n. ………… del ………………, ai sensi del PUNTO ___ della
D.G.R. n. 723 del 16/06/2014:
DICHIARA
1. Che il progetto intitolato:__________________________________________________________ e
ammesso a finanziamento con il decreto dirigenziale sopra indicato è iniziato il ________ e si è
concluso il __________;
2. che le spese sostenute per la realizzazione del progetto di che trattasi, ammontano ad €
…………………… così come esposto nel prospetto finanziario composto di n. ____ pagine
allegato e parte integrante della presente dichiarazione;
3. che l’IVA gravante sulle fatture relative agli acquisti dei beni e servizi attinenti la realizzazione del
progetto, è / non è recuperabile;
4. che per la realizzazione del progetto indicato al punto 1 della presente dichiarazione:
non si è usufruito di altri finanziamenti o contributi pubblici /privati / regionali;
che si è usufruito di finanziamenti pubblici / privati / regionali per l’importo di:
€ __________
€ __________ ecc…
€ __________ Totale
Impronta documento: C35629B29CED9C9A2F2E0DE8F894DA4DC7792C1B
(Rif. documento cartaceo 5640A6B626BAC61FCBF2CE09B39A2A51A086ACC5, 184/01//IFD_L)
Nessun impegno di spesa
REGIONE MARCHE
Luogo di emissione
Numero: 173/IFD
Pag.
Ancona
Data: 20/06/2014
57
GIUNTA REGIONALE
5. che gli originali dei documenti di spesa sono conservati presso:
__________________________________;
6. che i dati esposti nel prospetto finanziario allegato alla presente dichiarazione, di cui è parte
integrante e sostanziale, sono autentici ed esatti e la documentazione della spesa in esso indicata, è
regolare ai fini fiscali e tributari;
7. che le spese indicate nel prospetto finanziario e per le quali si chiede il riconoscimento:
- sono tutte sostenute e quietanzate al 100%;
- riguardano effettivamente ed unicamente la realizzazione dell’iniziativa finanziata e che le stesse
trovano riscontro nella documentazione elencata, la quale resta a disposizione per ogni eventuale
verifica per il periodo previsto dalla normativa vigente;
- non sono state rendicontate per nessun altro progetto;
8. che le spese indicate nell’allegato prospetto finanziario relative alle prestazioni professionali esterne
all’ente sono state quantificate secondo le tabelle professionali di riferimento;
Il contributo deve essere accreditato sul conto di Tesoreria Provinciale: __________________
Data _______________
Timbro e Firma
________________________
Ai sensi dell’art.38 D.P.R. n. 445 del 28/12/2000 la dichiarazione è sottoscritta dall’interessato in
presenza del dipendente addetto ovvero sottoscritta e inviata unitamente a copia fotostatica, non
autenticata di un documento di identità del sottoscrittore, all’ufficio competente via fax, tramite un
incaricato, oppure a mezzo posta.
Informativa ai sensi dell’art. 13 del Decreto Legislativo n. 196/2003 :
i dati sopra riportati sono prescritti dalle disposizioni vigenti ai fini del procedimento per il quale sono
richiesti e verranno utilizzati esclusivamente per tale scopo.
Impronta documento: C35629B29CED9C9A2F2E0DE8F894DA4DC7792C1B
(Rif. documento cartaceo 5640A6B626BAC61FCBF2CE09B39A2A51A086ACC5, 184/01//IFD_L)
Nessun impegno di spesa
REGIONE MARCHE
Luogo di emissione
Numero: 173/IFD
Pag.
Ancona
Data: 20/06/2014
58
GIUNTA REGIONALE
Allegato 3
Schema Prospetto finanziario
Le spese devono essere indicate secondo l’ordine di macrocategoria, e dettagliate all’interno di ogni
macrocategoria di spesa con i relativi subtotali.
Le spese ammissibili devono essere direttamente ed esclusivamente riferibili al progetto e devono essere
comprese nel periodo che va dalla data di approvazione del decreto di concessione contributo alla data di
conclusione progetto (entro e non oltre il 10/06/2015, salvo proroghe autorizzate)
N.
DOC.
DATA
DOC.
RAGIONE SOCIALE
(completa di indirizzo
e partita IVA)
in caso di compensi
personale dip. di cui
alla macrocategoria 1
indicare nominativo
/qualifica
In caso di missioni
indicare nome e
cognome , giorno e
luogo della missione
DESCRIVERE LA
NATURA DEL
COSTO/PRESTAZIONE
e/o
N. ore /uomo
attività extraorario
DATA E NUMERO
DEL MANDATO DI
PAGAMENTO
IMPORTO
TOTALE COMPLESSIVO
Impronta documento: C35629B29CED9C9A2F2E0DE8F894DA4DC7792C1B
(Rif. documento cartaceo 5640A6B626BAC61FCBF2CE09B39A2A51A086ACC5, 184/01//IFD_L)
Nessun impegno di spesa
MODALITA’ DATA del
DI
bonifico
PAGAMENTO banca./postale,
ricevuta postale,
assegno
bancario/circolare
REGIONE MARCHE
Luogo di emissione
Numero: 173/IFD
Pag.
Ancona
Data: 20/06/2014
59
GIUNTA REGIONALE
Allegato 4
DICHIARAZIONE ARTICOLO 28 D.P.R. N. 600/73
Il sottoscritto ____________________________________nato a _____________________ (_____)
Il_____________________residente ___________________________________________(_____)
in Via ____________________________________________ n. ________ in qualità di legale
rappresentante dell’Ente: ___________________________________________________ con sede
in Via _________________________________________ Città _____________________________
(_____) tel.______________ fax ______________
codice fiscale / partita IVA : ___________________________:
DICHIARA
Che il contributo erogato dalla P.F. Istruzione, Formazione Integrata, Diritto allo Studio e Controlli di
I° Livello - Regione Marche ai sensi della DGR n. 723 del 16/06/2014 e del Bando n. ______ del
_________________:
NON E’ ASSOGETTABILE alla ritenuta di cui all’art. 28 del D.P.R. n. 600/73 in quanto:
L’attività oggetto del contributo non è svolta nell’ambito dell’esercizio d’impresa o
comunque non produce reddito di natura commerciale;
Il contributo medesimo è destinato a finanziare l’acquisto di beni strumentali;
E’ ASSOGETTABILE alla ritenuta di cui all’art. 28 del D.P.R. n. 600/73 in quanto:
L’attività svolta è principalmente o esclusivamente di natura commerciale;
L’attività oggetto del contributo è svolta nell’ambito di esercizio d’impresa.
Data _______________
Timbro e Firma
________________________
Impronta documento: C35629B29CED9C9A2F2E0DE8F894DA4DC7792C1B
(Rif. documento cartaceo 5640A6B626BAC61FCBF2CE09B39A2A51A086ACC5, 184/01//IFD_L)
Nessun impegno di spesa
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
2
File Size
344 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content