close

Enter

Log in using OpenID

Catalogo Calendario Gutenberg 2014

embedDownload
Calendario Gutenberg
2014
Con il patrocinio
Calendario Gutenberg
Pinacoteca Provinciale
Salerno 4 >16 febbraio 2014
Provincia di Salerno
Settore Musei e Biblioteche
Progetto
Massimo Bignardi, Giuseppe Rescigno
Redazione e cura della mostra
Pasquale Ruocco
Grafica e impaginazione
Enzo Ricciardi
© Gutenberg Edizioni, 2014
Via Ponte Don Melillo
84084 Fisciano (SA)
Nessuna parte di questo libro può essere riprodotta o
trasmessa in qualsiasi forma o con qualsiasi mezzo
elettronico, meccanico o altro senza l’autorizzazione
dell’Autore proprietario dei diritti e dell’Editore.
Tutti i diritti riservati.
Dodici artisti italiani di differenti generazioni hanno espresso il desiderio
di condividere i giorni del prossimo anno con dodici artisti che operano
o provengono dai paesi che partecipano alla millenaria cultura
che anima il Mediterraneo in un progetto curato
da Massimo Bignardi e Giuseppe Rescigno
«Il Mediterraneo? Un’immensa
spugna che si è lentamente
imbevuta di ogni conoscenza»
«vivere, per una civiltà, significa quindi essere capace di donare,
e di ricevere e di prendere a prestito... Ma si riconosce, non di meno,
una grande civiltà dal fatto che essa rifiuta talvolta
di prendere in prestito, dal fatto che essa si oppone con veemenza
a determinati allineamenti, dal fatto che essa fa una scelta selettiva
tra quanto i proponenti lo scambio le offrono e spesso
le imporrebbero se non ci fossero vigilanze, o, più semplicemente,
incompatibilità di umore e di appetito»
Fernand Braudel
Nicola Salvatore
Nicola Salvatore Casalbore (AV) 1951. Frequenta l’Accademia
di Belle Arti di Napoli e realizza le sue prime mostre alla Galleria
Frate Sole di Cava Dei Tirreni nel 1972 e alla San Carlo di Napoli
nel 1973. Nel 1975 partecipa alla “X Quadriennale” di Roma. Più
recenti le partecipazioni al “China International Exhibition
Centre”; l’antologica di scultura allestita a Villa Olmo a Como e
l’invito alla “LIV Biennale di Venezia”. È titolare di Pittura
presso l’Accademia di Belle Arti di Brera di Milano.
Joual Soukaina
Joual Soukaina Fès (Marroco) 1990. Ha svolto la sua formazione a Fès
e poi presso l'Istituto Nazionale di Belle arti di Tétouan. Ha esposto in
diverse occasioni tra cui: nel 2006 "Complexe Culturel Munieipal AI
Houria" a Fès e nel 2009 presso l' lnstituto Cervantès di Bab Okla a
Tétouan. Nel 2011 partecipa alla prima “Fiera di Arte Contemporanea
dell'Africa e del Mediterraneo” e nel 2012 espone come borsita del Governo francese presso la Galerie Du Crous de Paris.
Renata Boero Genova 1936. Formatasi a Brera dove insegna, vive a Milano. Dopo gli esordi nella città natale
espone alla “XVI Biennale di Sao Paulo” del 1981; alla
“XL Biennale di Venezia” del 1982 dove è presente anche nel 1993 e nel 2009; alla “XIII Quadriennale di Roma” del 1999. Più recenti sono “Anatomia dell'irrequietezza” a Perugia e la personale del 2011 presso il Castello Aragonese di Ischia. Nel 2012 ha tenuto un ciclo di
conferenze e mostre personali in Argentina.
Renata Boero
Shabani Artan
Shabani Artan Vlorë (Albania) 1969. Ha frequentato a Torino il corso di
laurea in Scienze dei Beni Culturali e poi la Facoltà di Scienze politiche di
Vlorë. Espone sia in personali che in collettive di cui si ricordano nel 2009
“Works on Paper”e la “IV Biennale di Praga”. Ancora ''Talking About'' presso la Générale en Manufacture Sèvres di Parigi nel 2010 mentre nel 2012 allestisce la personale "You Only Real Thing Is Time"a Vlorë e prende parte alla Biennale di Architettura diretta da Chipperfield.
Giulio De Mitri
Giulio De Mitri nato a Taranto è docente in Tecniche e tecnologie delle arti visive contemporanee è impegnato da anni in una ricerca sull’immaginario della
cultura mediterranea. Partecipa a numerose esposizioni, tra cui: la LIV e la LII
Biennale di Venezia; la XV “Quadriennale di Roma”; “20 artisti per i 150°
dell’Unità d’Italia” presso il Palazzo Reale di Torino; la XV e XIV “Biennale
d’Arte Sacra Contemporanea” presso il
Museo Stauros e l'“Environmental Art
Festival Lakonia” in Grecia.
Hana Mirkov
Hana Mirkov Spalato (Croazia) 1989. Si è laureata nel 2013 in
Pittura all’Accademia di Belle Arti di Cetinje (Monte-negro). Ha
partecipato a mostre personali e collettive, tra le quali: nel 2011
espone presso la Facoltà di Economia di Podgorica e al “Kotor
art” di Kotor dove aveva già esposto l’anno precedente. Nel
2012 partecipa a “Sccotish pub Accademia” a Cetinje e a
“ULUCG” a Podgorica; l'anno successivo espone al “Perjanicki
dom” di Podgorica e “Skolski brod Jadran” a Tivat.
Aldo Spoldi
Aldo Spoldi Crema (CR) 1950. Nel 1978 tiene le prime mostre personali alla
Galleria Diagramma/Luciano Inga Pin di Milano e allo Studio d’Arte Cannaviello di Roma.
Nel 1982 è alla “XL Biennale di Venezia” e nel 1983 tiene la personale alla
Holly Solomon Gallery di New York. Nel 2005 espone alla mostra “La Scultura italiana del XX secolo” presso la Fondazione Arnaldo Pomodoro di Milano.
Insegna “Illustrazione” presso l’Accademia di Belle Arti di Brera Milano.
Ivad Bassil
Ivad Bassil Smar-Jbeil (Batroun, Libano) 1993. Termina il liceo nel
2011; frequenta per due anni l’Università Libanese di Belle Arti di
Beirut. E dal 2013 il corso di Pittura presso l’Accademia di Belle Arti
di Brera. Nel 2012 ha elaborato lo storyboard per un cartone animato di Joyce T., e ha realizzato numerosi interventi di wall painting a
Beirut.
Marco Pellizzola
Marco Pellizzola Cento (FE) 1953. Dopo aver lavorato presso lo studio
del pittore bolognese Severo Pozzati, nel 1987 inizia la sua attività come
docente, insegnando all’Accademia di Belle Arti di Firenze, di Torino e
di Brera a Milano, dove attualmente è titolare di cattedra di Decorazione. Dal 2000 al 2006 realizza il parco d’arte ambientale “Il Giardino del
Gigante” a Cento, la “Porta Celeste” ne Parco Nord di Milano e poi a
Bruxelles. Collabora con poeti e scrittori in edizioni d’arte e cura mostre
e iniziative artistiche e culturali.
Konstantinos Echo Dervenis
Konstantinos Echo Dervenis Volos (Grecia) 1991. Studia presso l’Università
di Ioannina, Accademia di Belle Arti, dipartimento di Arti Plastiche e Scienze dell’Arte, ha frequentato uno stage presso la Pinacoteca Nazionale della
Grecia, e fa l’Erasmus presso l’Accademia di Belle Arti di Brera. Alcuni dei
sue opere sono stati pubblicati su riviste specializzate, ha esposto in diverse
mostre collettive e personali.
Franco Marrocco
Franco Marrocco Rocca d’Evandro (CE) 1956. Frequenta l'Accademia di Belle Arti di Frosinone. Nel 1978 tiene la personale presso Centro Servizi Culturali di Cassino, nel 1979 è al “Premio Mazzacurati” di Teramo. Partecipa
alla “XI Quadriennale di Roma” e alla “XXXV Rassegna San Fedele Quadro
Giovani” a Milano dove nel 2010 espone alla mostra “Dell'Arte Sacra e
dell'Esperienza Spirituale”. Nel 2011 è invitato alla “54° Biennale di Venezia”. È direttore dell'Accademia di Belle Arti di Brera a Milano.
Adi Haxhiaj
Adi Haxhiaj Tirana (Albania) 1989. Frequenta il corso di Pittura di secondo
livello presso l'Accademia di Brera a Milano. Espone in diverse occasioni tra
cui a Milano “Le metafore del risparmio” e “All’inizio non era un'isola” entrambe del 2011, mentre nel 2012 partecipa ,
“Pre & Post Contemporaneo” presso la Galleria Blanchaert. Nel corso del
2012 espone per “m3n0” presso lo Spazio OCA di Milano e “Andata e Ritorno 2” presso la Galleria Fab e la Galleria Miza di Tirana.
Mauro Staccioli
Mauro Staccioli Volterra (PI) 1937. Dopo un periodo dedicato alla pittura si dedica alla scultura. Nel 1972 tiene la sua prima mostra in uno
spazio urbano a Volterra e nel 1976 è invitato alla Biennale di Venezia.
La sua carriera è segnata da numerosi interventi di carattere urbano in
Italia e all'estero tra cui quelli realizzati per il Centro d'Arte Contemporanea Luigi Pecci di Prato, per il Parco Olimpico di Seul, per il Parc
Tournay Solvay di Bruxelles.
Leila Mirzakhani
Leila Mirzakhani Teheran (Iran) 1978. Si laurea
all’Università dell’Arte di Teheran e consegue la
specializzazione in grafica d’arte all’Accademia di
Belle Arti di Roma, dove vive e lavora. Nel 2001
partecipa alla I Biennale del disegno di Teheran avviando un’importante attività espositiva in Italia e
all’estero, in Cina e negli U.S.A. Di recente ha esposto presso il Macro di Roma, il Museo Revoltella di
Trieste e al Castello Colonna di Genazzano.
Gerardo Di Fiore
Gerardo Di Fiore Giugliano (NA) 1934. Frequenta l’Accademia di Belle
Arti di Napoli e si diploma in scultura. Avvia l' attività espositiva partecipando al “Premio Gemito” a Napoli nel 1955 e alle Quadriennali di Roma del 1959 e del 1963. Più recenti sono la mostra antologica del 2007
promossa dal F.rac di Baronissi e l'installazione realizzata a Lucera nel
Castello federiciano. Del 2012 è la personale allestita al MADRE di Napoli e del 2013 quella al Museo Archeologico di Napoli dal titolo “O mythos deloi oti”.
Daniel Rietti Perdomo &
Sonsoles Company de Bethencourt
Daniel Perdomo Rietti (Gran Canaria)
Ha frequentato il liceo presso la Scuola
di Arti e Mestieri di Palmas, Gran Canaria, poi l'Università di Tenerife, La Laguna, completando gli studi presso
l'Accademia di Brera a Milano. Tra le
mostre collettive figurano: “NAIFEST",
primo festival di giovani artisti canarini
a Madrid; “Raw Meat", organizzatore e
partecipante della manifestazione artistico Gran Canaria nella capitale; “Tu
tranquillo Fest", Las Palmas; “Let
ArtDentista”, Expo, Las Palmas de GC.
Sonsoles Company de Bethencourt
(Gran Canaria) Frequenta il liceo presso
la Scuola di Arti e Mestieri di Palmas,
Gran Canaria, poi l'Università di Tenerife, La Laguna, completando gli studi
presso l'Accademia di Brera a Milano.
Tra le mostre collettive si segnalano:
“NAIFEST", primo festival di giovani
artisti canarini a Madrid; “Raw Meat",
organizzatore e partecipante della manifestazione artistico Gran Canaria nella capitale; “Tu tranquillo Fest", Las
Palmas.
Angelo Casciello
Angelo Casciello Scafati (SA) 1957. Studia presso l'Accademia di Belle Arti
di Napoli. Nel 1979 tiene la sua prima personale alla Galleria Amelio di Napoli; nel 1986 è invitato alla “Quadriennale di Roma” ed alla “Biennale di
Venezia”. Di recente è stato presente alla mostra “La Scultura italiana del
XX secolo”, Fondazione A. Pomodoro di Milano, 2005; alla “10ª Mostra Internazionale dell’Architettura”, Biennale di Venezia, del 2006 e alla “54°
Biennale di Venezia”, Padiglione italiano, del 2011.
Hana Silberstein
Hana Silberstein Tel Aviv (Israele)
1951. A Tel Aviv frequenta il liceo e
il conservatorio diplomandosi in
pianoforte. Trasferitasi nel 1970 a
Bologna frequenta l'Accademia di
Belle Arti diplomandosi nel 1975.
Avvia l'attività espositiva con una
collettiva al Circolo Artistico di Bologna. Partecipa poi a numerose in
Italia all'estero: Bologna, Milano,
Torino, Barcellona, Amburgo, Hannover, Strasburgo, Klagenfourt.
Giorgio Cattani
Giorgio Cattani Ferrara 1949. La sua attività espositiva si sviluppa tra
l'Italia e l'estero. Nel 1985 espone presso la Galleria Schubert di Milano
e a Graz presso la H + W.Lang. Nel 1986 è a Kassel per "Documenta 8".
Nel 1991 espone a Chicago presso la Galleria Ferran-Cano, e nel 1996
presso la Bianca Pilat di New York. Nel 2001 partecipa alla rassegna
"L'arte Elettronica" presso il Palazzo dei Diamanti di Ferrara. Nel 2011
espone per il Padiglione italiano della “54° Biennale di Venezia”. Insegna presso l’Accademia di Brera.
Soheil Naderi
Soheil Naderi Teheran (Iran) 1981. Diplomato in Pittura presso
l'Accademia di Belle Arti di Brera a Milano ha esposto in diverse
occasioni in Italia e all'estero. Si ricordano, tra le diverse presenze a mostre collettive e rassegne, quella del 2010 a Teheran
presso il Museo di Kameledin Behzad, del 2011 sempre nella capitale iraniana presso la Soore art. Espone ancora nel 2013 presso il Chiostro di Voltorre a Gavirate e presso il Palazzo Sassi di
Sondrio.
Franco Fienga
Franco Fienga Pompei (NA) 1969. Diplomato presso l’Accademia
di Belle Arti di Napoli, espone a partire dal 1989 in occasione
del “Premio Liburia”. Partecipa al “Nouvieme Rencontre Internazionale de Jeunes Artist de Pau” in Francia e alla “Triennale
dei Giovani incisori italiani al Museo d’Arte Contemporanea di
Villa Croce a Genova”. Più recenti le partecipazioni alla mostra
“Scultura Internazionale” Castello di Agliè Torino nel 2006 e alla Biennale di Venezia del 2011.
Alp Yavuz Ödemiş (Turchia)
1972. Laureato in Scienze della
Formazione, dipartimento di
pittura, presso l'Eskişehir Anadolu University espone le sue
opere in diverse occasioni tra
cui le personali del 2009 e del
2010 a Istanbul. Nel 2003 espone ancora al Festival d'arte di
Muğla e a quello di Bursa, dove
è ancora presente al Trilye Festival del 2005.
Alp Yavuz
Teo De Palma
Teo De Palma San Severo (FG ). Ha avviato la sua attività
artistica sul finire degli anni Sessanta. Espone in mostre personali e collettive tra cui il “XXXVI Premio Internazionale
di pittura F.P. Michetti” a Francavilla a Mare del 1985. Di
recente ha esposto in “Caotica” al Miart Milano 2001. Nel
2006 il Frac di Baronissi gli dedica una mostra personale
mentre nel 2010 è presente alla mostra “Carte Italiane” presso la Galleria Cerruti Arte di Genova. Ha esposto alle Biennali di Venezia del 2007 e del 2011.
Minou Amirsoleimani
Minou Amirsoleimani nata in Iran, da molti anni vive e lavora
a Roma. Dagli anni Ottanta è presente in numerose manifestazioni personali e collettive in Italia e all'estero. Nel 1993 ha partecipato alla “Biennale di Tehran” e nel 1996 tiene la mostra
personale “Viaggio" al Centro Luigi Di Sarro a Roma. L'anno dopo presso l'Ex Mattatoio partecipa alla mostra “l'Arte a Roma”.
Più recente è la partecipazione al “LIX Premio Michetti” del
L’iniziativa
Dodici artisti italiani hanno espresso il desiderio di condividere i giorni del
prossimo anno con dodici artisti dei paesi che partecipano alla millenaria cultura che anima il Mediterraneo in un progetto curato da Massimo Bignardi e
Giuseppe Rescigno
La Gutenberg Edizioni dedica il calendario 2014 alla solidarietà, all’identità
mediterranea e al rilancio di un disciplinato rapporto tra le dinamiche
dell’arte, senza verticalità o cedimenti ad un processo di globalizzazione culturale. Il calendario è un diario immaginativo che scandisce i giorni e dà il
tempo al futuro, per cui dodici artisti italiani di generazioni diverse hanno segnalato, secondo un progetto curato da Massimo Bignardi (docente di Storia
dell’Arte contemporanea presso l’Università di Siena) e Giuseppe Rescigno
(artista), dodici giovani e affermati artisti dell’area mediterranea, estendendo
lo sguardo anche all’Iran, secondo una proposta che privilegia la strada del
dialogo e della partecipazione al farsi della contemporaneità.
Gli artisti italiani invitati Renata Boero, Angelo Casciello, Giorgio Cattani,
Giulio De Mitri, Teo De Palma, Gerardo Di Fiore, Franco Fienga, Franco Marrocco, Marco Pellizzola, Nicola Salvatore, Aldo Spoldi, Mauro Staccioli appartengono a generazioni diverse e sono espressione dei principali centri della produzione artistica italiana. Essi hanno, a loro volta, segnalato Shabani
Artan, Sonsoles Company de Bethencourt & Daniel Perdomo Rietti, Hana Silberstein, Soheil Naderi, Hana Mirkov, Minou Amirsoleimani, Alp Yavuz, Adi
Haxhiaj, Konstantinos Echo Dervenis, Joual Soukaina, Ivad Bassil, Leila Mirzakhani.
L’editore ha espresso la volontà di destinare il ricavato dell’asta delle 24 opere
alla creazione di una borsa di studio da assegnare, attraverso un bando pubblico rivolto ai giovani artisti dei paesi del sud Mediterraneo, di quell’arco
che dalle coste del Marocco si spinge fino al Montenegro e alla Croazia. La
borsa consiste in un soggiorno di studio in Italia della durata di dieci mesi.
G
U T E N BE DEI TRR I G
TIPOGRAFIA
CE
[email protected] 089.891385
via giovanni paolo II, 55 - fisciano (sa)
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
10
File Size
1 289 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content