close

Enter

Log in using OpenID

aprile 2014

embedDownload
# 191
aprile
dal 9 al 13 aprile 2014
Trieste, Politeama Rossetti
SLAVA’S SNOWSHOW
Teatro Kubinek il Clown Marco Paolini Chiusura a Monfalcone Storia e mito
a teatro Società dei concerti e la grande musica Le novità del Miela Arte Il
Messico a Trieste Lelioswing Podrecca e i piccoli Roberto Vidali: Mobbasta!
La ricchezza dell’arte triestina Schermi Le voci dell’inchiesta Filmforum
Festival Far East Film Festival Premio Mattador Musica Concerto per
Gabriele Men in Rock Tutta un’altra musica Zapping Fiere e gite d’aprile
1 aprile 2014 / Network Caffè n. 191/ Anno XIX/ Tel. 3488044685 / Aut. Trib. TS n. 980 del 9/4/199NTWK Aut. Trib. TS 1028 del 22/06/2001 - DIFFUSIONE GRATUITA - Spedizione in A.P. - 70% DC TS
friendly magazine
1 marzo 2013 / Nwork Caffè n. 177/ Anno XVII / Tel. 3488044685 / Aut. Trib. TS n. 980 del 9/4/199NTWK Aut. Trib. TS 1028 del 22/06/2001 - DIFFUSIONE GRATUITA - Spedizione in A.P. - 70% DC TS
aprile 2014
191
TEATRO
Slava’s Snowshow e Kubinek, un nuovo
teatro | Ballata di uomini e cani | Società
dei concerti, gran chiusura | Il teatro nella
storia e nel mito, da Gesù a Shakespeare |
Temi di attualità in scena | Fine stagione a
Monfalcone | Al Miela not ordinary easter
Tel. 348 8044685
www.ntwk.it
[email protected]
[email protected]
STAFF
Direzione
ARTE
Slava’s Snowshow, al Politeama
Rossetti di trieste dal 9 al 13 aprile
FABIO FIERAMOSCA
DA PAGINA 14
Ponte internazionale di arte contemporanea
Italia-Messico a Miramare | Luttazzi
protagonista al Magazzino delle idee |
Roberto Vidali dice Mobbasta! | Martoriati,
Saccari, Budicin, Sarto, Piemonti, Trieste
Lorenzo De Vecchi
Grafica e impaginazione
Erratacorrige
[email protected]
Un grazie a tutti gli Uffici
stampa ed alle Agenzie di
comunicazione che hanno
fornito materiale per questo
numero.
DA PAGINA 4
SCHERMI
da pagina 4
DA PAGINA 20
Aprile non si scappa, c’è voglia di cinema |
Le voci dell’inchiesta a Pordenone |
Cortometraggi e videoclip al FilmForum |
Stampa
Tipografia Stella, Trieste
Il cinema dell’Oriente a Udine | Premio
Mattador, il premio si avvicina
NTWK è un’edizione:
da pagina 14
MUSICA
DA PAGINA 24
Baglioni, Ligabue, House of Lords, Tommy
Emmanuel: ce n’è per tutti i gusti |
Puntualissimo il concerto per Gabriele |
La musica a Trieste: Men in rock
Registro periodici
autorizzazione Tribunale di Trieste
n. 980 del 9/4/1998 e
n. 1028 del 22/6/2001
Alcune immagini e testi riprodotti sono
usati a scopo informativo e divulgativo e
mantengono il © dei rispettivi detentori.
La responsabilità su giudizi ed opinioni
espressi negli articoli è esclusivamente
di chi li ha firmati o siglati e non necessariamente della direzione o della proprietà
editrice. Le date dei concerti possono
subire variazioni o errori di stampa: decliniamo ogni responabilità ed invitiamo ad
usare le info disponibili. È vietata la riproduzione anche parziale dei testi o delle
immagini senza espressa autorizzazione
della casa editrice.
Questo numero è stato chiuso per la stampa il 31 marzo 2014
Distribuzione gratuita
ZAPPING
da pagina 20
da pagina 24
DA PAGINA 28
Fiere e feste: Horti tergestini, Lignano in
fiore e Pollice verde, per stare all’aperto |
Vinitaly, l’imperdibile appuntamento col vino
a Verona | Motori, casa, bambino: le fiere in
regione
NETWORK CAFFÉ
Le date del Friuli Venezia Giulia
GLI INDIRIZZI DOVE TROVI NTWK A TRIESTE:
HOTEL MILANO, v. Ghega 17 • JOLLY HOTEL v. Cavur 7 • HOTEL DUCHI p. Unità d’Italia 2 • BAR ROMA4 v.Roma 4 • BIP COMPUTER v. Donota 9 • DIME v.Milano 21 •
SABBADIN v. Roma 28 • CENTER FITNESS v. San Nicolò13 • LA PORTIZZA p. Borsa 6 • BAR URBANIS p. Teatro 4 • SPAZIO 11 v. S.Caterina 11 • CAFFE JOICE v. Roma
14 • BAR REX g. Protti 1 • UTAT POINT c. Italia 6 • CAFFE’ TORINESE c. Italia 2 • BUFFET BORSA v. Cassa Risparmio 2 • RISTOBAR PRIMO v. Santa Caterina 9 •
CAFFE’ STELLA POLARE v. Dante 14 • CAFFE’ TOMMASEO p. Tommaseo 4/c • MALABAR p. San Giovanni 6 • CAFFE’ VIA DELLE TORRI v.delle Torri 3 • BAR ALPINO
v. San Lazzaro 8 • CAFFE’ PONCHIELLI v.Ponchielli 3/b • LA FELTRINELLI v. Mazzini 39 • BAR X v. Coroneo 11 • CIRCUS v. San Lazzaro 11 • CAFFE’ SAN MARCO
v.Battisti 11 • LA PREFERITA v.le XX Settembre 29 • AQVEDOTTO v.le XX Settembre 37/c • COSTA v.le XX Settembre 24 • CAFFE’ROSSETTI v.le XX Settembre
45/a • BAR EXCELSIOR v.le XX Settembre 3 • BAR HARRY’S v.Carducci 2/c • TABACCHI ST.CENTRALE p. Libertà • CREMA&CIOCCOLATA v. Dante14/a • OSTERIA
ISTRIANO r. Grumula 6 • SIORA ROSA p. Hortis 3 • EMEROTECA p. Hortis 4 • BAR UNIVERSITA’ v. Vecchia Università 1/b • BIBLIOTECA STATALE l.go Papa Giovanni
6 • CASA DELLA MUSICA v. Capitelli 3 • KNULP v. Madonna del Mare 7/a • BAR STELLA l.go Pitteri 4 • CALZEDONIA p. Borsa 4 5 • BAR ROSSETTI V. XX Settembre
43 • BAR AUDACE p.Unità d’Italia 3/a • CAFFETTERIA del BORGO v. Malcanton 6 • OSTERIA da MARINO v. del Ponte 5 • INFORMAGIOVANI v. Procureria 2/a • SOL
del SUR v. d. Campanelle 85 • VIA EMILIA c/o C. C. MONTEDORO v. Flavia 119 • TEATRO MIELA, p. degli Abruzzi 3 • Vinerie Pirona, via dell’Annunziata 6/c
4
TEATRO
TRIESTE | POLITEAMA ROSSETTI
DAL 9 AL 13 APRILE
WWW.ILROSSETTI.IT
Slava’s Snowshow
Una valanga di fantasia che trasmette tanta poesia
Lo spettacolo è fra i più
applauditi e amati degli ultimi
anni, non solo a Trieste – dove è andato in scena nel 2007 per ritornare
con ancora maggiore successo nel
2009 ed ora nuovamente in questa
stagione – ma nei più prestigiosi
teatri internazionali: dal 2004 è
attrazione fissa off-Broadway,
da cinque anni il Piccolo Teatro di
Milano lo mette in cartellone ogni
stagione, e alcuni dei suoi numeri
sono stati inglobati dal Cirque du
Soleil nello spettacolo Alegria.
Il suo geniale ed eccentrico
ideatore, il russo SLAVA, pluripremiato (ha meritato l’Olivier e il
Time Out Award a Londra, il Drama
Desk a New York, lo Stanislavskij a
Mosca e il Festival Critics Award a
Edimburgo) e considerato “il miglior
clown del mondo”, afferma di amare
«(...) un teatro che nasce inesorabilmente dai sogni e
dalle fiabe; un teatro ricco di speranze e sogni, di desideri e di
nostalgie, di mancanze e disillusioni. Un teatro che sfugge a
qualsiasi definizione, all’interpretazione unica delle sue azioni
TRIESTE | POLITEAMA ROSSETTI
MERCOLEDì 23 APRILE
e da qualsiasi tentativo di limitazione della sua libertà».
Lo Slava’s Snowshow è proprio così: libero, lirico, ironico,
fantasioso, divertentissimo
e tenero, talvolta venato di
malinconia... Raccoglie i numeri
più belli e famosi del repertorio di
SLAVA, che per la sua arte si ispira
a maestri come Leonid Engibarov,
clown triste, o al raffinato Marcel
Marceau, o alla delicata comicità di
Charlie Caplin. Il risultato è una serata di teatro che è limitante definire
semplicemente “spettacolo”: per il
pubblico è un’esperienza incredibile
e inattesa, che lascia gli adulti pervasi di spirito bambino, che induce
spettatori piccoli e grandi a divertirsi nella neve e a giocare assieme con
i giganteschi palloni che invadono il
teatro nel gran finale: e mai nessuno, alla fine, ha voglia di lasciare la sala.
Ma prima di questo coup de theatre, sono molti i sortilegi
e le ironie che i clown regalano alla platea, invadendola
talvolta, per fare qualche dispetto esilarante.
WWW.ILROSSETTI.IT
Kubinek, maestro dell’impossibile
One-man show di Tomáš Kubinek: Certified Lunatic & Master of the Impossible
Tomáš Kubinek è un artista americano di origine ceca che
si è formato alla scuola del Physical Theatre con i maestri
di questo genere, Boleslav Polivka e Frank van Keeken. Il suo
one-man show Certified Lunatic & Master of the Impossible (Lunatico certificato
& Maestro dell’Impossibile)
ha ottenuto riconoscimenti
da pubblico e critica in tutto
il mondo: i suoi divertenti
show sono una combinazione di grande comicità,
mimica, vaudeville virtuoso
e simpatia irresistibile.
Specializzato in improvvisazione e clownerie, ha
al suo attivo diversi tour
internazionali oltre che
masterclass e workshop
in Teatri, Festival - è stato
ospite all’International
Mime Festival di Londra - e università in Europa, Nord America
e Asia. Da sempre infatti accompagna la sua attività artistica a laboratori e stage per studenti e professionisti
dello spettacolo dal vivo. Autore e regista, questo comico
dai molteplici talenti
diventa, durante lo
spettacolo, un autentico
“poeta visivo”.
Dopo l’enorme
successo degli ultimi
due tour italiani, Tomáš
Kubinek torna nel nostro
Paese e si trasforma
davanti ai nostri occhi in
mago (la sua passione
giovanile), equilibrista,
mimo, attore... senza
per questo essere ridotto
ad una qualsiasi di queste categorie.
Tomáš Kubinek
6
TEATRO
TRIESTE | POLITEAMA ROSSETTI
DAL 2 AL 6 APRILE
WWW.ILROSSETTI.IT
Ballata di uomini e cani
Il nuovo lavoro di Marco Paolini dedicato a Jack London
Marco Paolini ha iniziato a lavorare su Ballata
di uomini e cani raccontando storie nei boschi,
nei rifugi alpini, nei ghiacciai: e in effetti – è stato
notato da un critico – il suo teatro ha il sapore di un’ascesa in montagna. L’osservazione del paesaggio, la fatica
dell’avvicinarsi alla meta, l’assenza di fretta, il ritmo, la
meditazione, l’entusiasmo per aver raggiunto il traguardo dopo un itinerario forse tortuoso, ma di certo
arricchente...
Il work in progress che è alla base degli spettacoli
dell’amatissimo artista veneto possiede proprio questo spirito che si respira anche nell’ultimo lavoro, un
tributo a Jack London. «A lui devo una parte del mio
immaginario di ragazzo – spiega Paolini – ma Jack non è
uno scrittore per ragazzi, la definizione gli sta stretta.
È un testimone di parte, si schiera, si compromette,
quello che fa entra in contraddittorio con quello che pensa. È
facile usarlo per sostenere un punto di vista, ma anche il suo
contrario: Zanna Bianca e Il richiamo della foresta sono
antitetici. La sua vita è fatta di periodi che hanno un inizio
e una fine e non si ripetono più. Lo scrittore parte da quei
periodi per inventare storie credibili dove l’invenzione affonda
nell’esperienza ma la supera». Nasce così una produzione
TRIESTE | TEATRO O. BOBBIO
DALL’11 AL 16 APRILE
Marco Paolini
letteraria sterminata, ispirata da una vita fra le più
turbolente che si possano immaginare: nato in California
nel 1876 London fu strillone di giornali, pescatore clandestino
di ostriche, cacciatore di foche, corrispondente di guerra, giornalista, lavandaio, pugile, coltivatore, agente di assicurazioni,
naturalmente scrittore, e addirittura cercatore d’oro nella
leggendaria epopea del Klondike.
WWW.CONTRADA.IT
L’impresario delle Smirne
Arriva anche a Trieste uno dei capolvari di Goldoni diretto da Roberto Valerio
Composta nel 1759, l’opera è una splendida e divertente commedia che presenta un impietoso ritratto
dell’ambiente degli artisti di teatro, ambiente che Goldoni
conosce a fondo: può a ragione “parlarne per fondamento”,
come egli stesso dichiara nella prefazione dell’opera.
Ed ecco un gruppo di attori pronti per partire per una
tournèe nelle Smirne, capitanati da Alì, un ricco mecenate che
vuole formare una compagnia d’Opera.
Un viaggio in Oriente che potrebbe portare ricchezza
e celebrità a degli attori che, disperati e affamati ma
non per questo meno pettegoli e boriosi, sperano nella
svolta della loro vita e delle loro carriere. Uomini e donne
distratti dalle loro piccole incomprensioni e rivalità, invidiosi e
pronti a tutto pur di riuscire ad ottenere un briciolo di notorietà. La gerarchia di palcoscenico, un costume
più o meno sfarzoso o una paga più alta rispetto a
quella dei colleghi li distraggono da quelli che sono i
problemi veri, portandoli ad essere solo delle marionette piccole e sciocche i cui fili vengono manovrati
da chi il potere invece lo detiene per davvero.
Facili prede di mediatori intriganti e di impresari
furbi e rapaci, i poveri artisti scoprono a loro
spese che le regole del Teatro sono eterne e
che la loro vicenda scritta 250 anni fa ha un
sapore grottesco di attualità.
Lo spettacolo ha già riscosso successo in vari
teatri italiani. Sobrie ed efficaci le scene di Giorgio
Gori: protagonista della vicenda nonché regista
L’impresario delle Smirne
dello spettacolo è Roberto Valerio.
7
WWW.SOCIETADEICONCERTI.NET
AD APRILE
TRIESTE | POLITEAMA ROSSETTI
TEATRO
Volata finale per la Società
Ultimi tre concerti al Rossetti, Mozart sempre protagonista
Volata finale per la Società dei
Concerti di Trieste, che in aprile chiuderà la sua ottantaduesima stagione.
Ben tre sono gli appuntamenti di aprile,
il 7, il 14 e il 28 per la serata conclusiva.
Lunedì 7 sarà protagonista il Quartetto Ebène, una formazione eccentrica,
giovane e che propone spesso nei suoi
concerti qualche contaminazione con
musiche al di fuori del repertorio. Sarà
questo anche il nostro caso, con un
programma che prevede in successione
due capolavori del classicismo viennese,
il K428 di Mozart e il Quartetto n. 15 di
Schubert; alla fine del concerto però la
dicitura in programma “jazz & Crossover” allude a qualcosa di
ben diverso. Lunedì 14 sul palco del Rossetti saliranno la violinista Nicola Benedetti e il pianista Alexei Grynyuc.
Venticinquenne di gran qualità, la Benedetti unisce uno
charme da modella delle linee di moda più eleganti a un grande
WWW.TEATROVERDI-TRIESTE.IT
talento. La presenza sicura e delicata,
ma di grande effetto, fa pendant con il
pianista Alexei Grynyuk, ucraino e ottimo professionista capace di affrontare
degnamente tutte le sonorità del programma, che prevede la settima Sonata
di Beethoven, la prima di Prokofev e l’op.
82 di Elgar. Infine, il 28 aprile sarà la
volta di due strumentisti nordici di fama
internazionale, Henning Kraggerud
e Christian Ihle Hadland. Si tratta di
un altro concerto per violino e pianoforte, interpretato da questi due musicisti
norvegesi, che prevede un programma
Nicola Benedetti
altrettanto articolato rispetto al precedente. Si apre con la Sonata K454 di Mozart, e a seguire un
brano del tardo romanticismo nordico come la prima Sonata di
Grieg. Il concerto si chiuderà con la celeberrima Sonata di Frank,
ma non prima di aver sentito Abendstimmung dell’assai poco
conosciuto Sinfing.
DAL 22 AL 27 APRILE
TRIESTE | TEATRO VERDI
Ballando col Novecento
Un grande dittico di Debussy e il terremoto della Sagra della Primavera
Due capolavori del ‘900 in danza
al Verdi. Si tratta del dittico Six
Antique Epigraphs e in White
and Black su musiche di Claude
Debussy e del balletto Le Sacre
du printemps su musiche di Igor
Stravinski nella interpretazione
coreografica di Edward Clug. Già
danzatore principale per importanti
compagnie classiche come ad esempio, il Balletto di Zagabria, Edward
Clug si è affermato internazionalmente come coreografo di balletto
contemporaneo creando lavori per l’
Ochi Ballet di Nagoya (Giappone), lo
Stuttgart Ballet e il National Ballet
of Portugal. Dal 2003 è direttore
del balletto dell’Opera Nazionale di
Maribor, sede della più importante
compagnia di danza e del maggiore
teatro lirico sloveno.
Six –Antique Epigraphs e in
White and Black (1914 e 1915) sono
due composizioni per pianoforte a
4 mani di Claude Debussy contemporanee a Le sacre du printemps
(1913), una delle opere di Igor
Stravinski che reinventarono il
genere del balletto. Ancora oggi,
a distanza di 100 anni, questi
lavori sono considerati come
dei “classici” del repertorio
musicale contemporaneo
del XX secolo. Lo spettacolo
che sarà in scena al Teatro Verdi
di Trieste in una stessa sera e
secondo un unico stile coreografico, rende omaggio a questi due
geni della musica, che composero
nella stessa temperie culturale
Le sacre du printemps
del 20esimo secolo.
Gustavo Dudamel
Giovanni da Udine, 22 aprile. Dudamel
è ai vertici mondiali della direzione d’orchestra; è figlio di “El Sistema”, il modello didattico musicale pubblico promosso in Venezuela
da José Antonio Abreu, e a 23 anni ha vinto
il Concorso Mahler per la direzione d’orchestra. In America, Dudamel è stato nominato
musicista dell’anno per il 2013. Insieme alla
moglie Eloisa, nel 2012
ha dato vita a una
fondazione che porta
il loro nome e sostiene
i valori dell’educazione musicale e della
giustizia sociale.
Il direttore venezuelano sarà a Udine
con i Göteborgs
Symfoniker per un
Gustavo Dudamel
bellissimo programma: Strauss Till Eulenspiegels op. 28,poema
sinfonico in forma di rondò; Mozart Sinfonia
n. 38 Kv 504 “Praga”; Sibelius Sinfonia n.2 op.
43. www.teatroudine.it
8
TEATRO
TRIESTE | SALA BARTOLI DEL POLITEAMA ROSSETTI
DAL 16 AL 18 APRILE
WWW.ILROSSETTI.IT
Gesù, Pilato e gli altri
Christian Poggioni propone due riletture dei Vangeli di Schmitt alla Sala Bartoli
Ancorta Schmitt. dopo le Variazioni enigmatiche di
fine marzo, il Rossetti propone altri due lavori del frammaturgo belga, non nuovo a riconsiderare alcuni fatti o personaggi
storici o mitici secondo una visione personale. In scena alla
Bartoli ci saranno La notte degli ulivi e il più noto Vangelo
secondo Pilato.
«Cresciuto ateo in una famiglia di atei, laureatomi in
filosofia in una Parigi diventata completamente materialista,
non avevo mai prestato attenzione a quella strana storia di
un falegname morto su una croce. Un giorno mi persi nel deserto del Sahara. Vicinissimo alla morte, quella notte di fuoco
vissi un’esperienza mistica. Al mattino, come una traccia,
un’impronta, deposta nel più intimo di me, si trovava la fede.
(...) Tornato in Europa mi immersi nei poeti mistici di tutte
le confessioni: una notte lessi per la prima volta i quattro
vangeli. Quella notte iniziai a credere a Cristo e a non crederci.
Il Vangelo secondo Pilato
La notte degli ulivi
Sono stato ossessionato dalla figura di Cristo. Alcuni
anni dopo, ho deciso di chiamare questa ossessione il
mio cristianesimo» racconta Éric-Emmanuel Schmitt, di
cui Christian Poggioni – talentuoso attore e regista – mette in
scena La notte degli ulivi e Il Vangelo secondo Pilato.
Il primo spettacolo racconta Gesù da un’angolazione
provocatoria: il suo è un volto profondamente umano e sul
Monte degli Ulivi è il primo a dubitare di sé e a vivere con angoscia la terribile morte ormai vicina. Il secondo testo invece ha lo stile avvincente della spy-story: Ponzio Pilato si
ostina a decifrare razionalmente il mistero della Resurrezione. La sparizione del cadavere di Gesù non può restare senza
soluzione e creare pericolosi miti in Palestina: il governatore
romano indaga, ma alla fine è un uomo che drammaticamente
interroga sé stesso.
Poema a fumetti: i misteri di Buzzati
Dal 22 al 25 aprile al Rossetti va in scena Paolo Valerio con Poema a fumetti.
«Capita nella vita di fare cose che piacciono senza riserve,
cose che vengono su dai visceri. Poema a fumetti è per me una di
queste, come Il deserto dei Tartari, come Un amore». Così Dino
Buzzati presentava ai suoi lettori
il suo libro – troppo a lungo sottovalutato – dal quale è tratto l’omonimo
spettacolo Poema a fumetti. Paolo
Valerio reciterà il testo, accompagnato dalle musiche scritte da
Antonio Di Pofi e suonate dal vivo al
pianoforte da Sabrina Reale.
L’attore interpreta e ci trasporta
dentro la storia. Sembrerà quasi di
guardare un film grazie alle 208
tavole originali del poliedrico artista
Buzzati, scrittore, giornalista, drammaturgo e pittore, che potrebbe esse-
re – e da molti è già definito – come il padre della moderna “graphic
novel”. L’opera originale, a cui la rappresentazione teatrale resta
fedele, è una rilettura in chiave moderna del mito di Orfeo e
Euridice, che raccoglie tutti i temi più cari all’artista, a partire
dal dialogo tra la vita e la morte.
«Buzzati amava il fumetto, al punto
di farne una vera e propria arte in un contesto in cui esso era invece considerato di
seconda categoria rispetto agli altri generi
figurativi» spiega Paolo Valerio. «Con il
fumetto – prosegue – l’artista ci regala una chiave per comprendere moltissime sue opere, ed in esso emergono
con straordinaria immediatezza aspetti di
lui, quali l’amore per la musica ed il fascino
per il mistero. È una vera e propria sintesi
delle sue passioni svelata attraverso un
racconto affascinante e surreale ispirato
al mito». www.ilrossetti.it
9
INFO VARIE
AD APRILE
FVG | LUOGHI VARI
TEATRO
Shakespeare e successori
Dal Giulio Cesare ad Amleto, arrivando all’elaborazione novecentesca di Enrico IV
Progetto Io Shakespeare
Al Teatro San Giorgio di
Udine il 5 aprile. Io Shakespeare
di Tim Crouch racconta la fine
dell’idea di Occidente attraverso
Banquo o il fallimento del potere;
Fiordipisello il fallimento delle
relazioni ; Caliban il fallimento della
cultura; Cinna il fallimento degli
intellettuali.
Gabriele Benedetti interpreta la riscrittura di Giulio Cesare
di Shakespeare da parte del
drammaturgo britannico in Io Cinna. Cinna è un poeta perché
scrive poesie? O solo perché dichiara di esserlo? O semplicemente perché il suo autore decide di definirlo così, Shakespe-
are prima e Crouch dopo? (sciogliendo
così, didascalicamente, l’ambiguità
dell’identità di Cinna: congiurante di
Cesare o solo vittima di uno scambio
di persona?)
In Shakespeare c’è Cinna il console congiurante e Cinna il poeta.
Ma il nome vale di più della persona. Il
nome vale una morte ingiusta. Crouch
riconsegna un Giulio Cesare rivisto
con gli occhi, e riscritto con le parole,
Gabriele Benedetti
di un ciondolante poeta che fa brutti
sogni, e che non smette di trovarsi sempre nel posto sbagliato
al momento sbagliato. Come la Storia segna la vita di chi vi
prende parte, anche malgrado lui? www.artefatti.org
Amleto
La replica in data unica di
Amleto andrà in scena in 15 aprile
alle ore 20.30 nella Sala principale
del Teatro Stabile Sloveno di
Trieste.
Amleto è l’archetipo dell’eroe
tragico, frutto di anomalie individuali e sociali che vive profondi
disagi emotivi nella consapevolezza
che nel marciume della Danimarca non ci sia posto per l’amore e la
felicità. La tragedia di Shakespeare tocca l’interrogativo del coraggio e della definizione del ruolo del singolo come protagonista attivo
dello spirito del proprio tempo,
offrendo lo spunto per parlare di una
contemporanea »Danimarca« dove
nessuno più nasconde l’infrazione di
codici etici. La produzione del Teatro
nazionale Drama di Ljubljana propone
la lettura attuale del regista Eduard
Miler, all’interno della quale alcuni
degli attori più acclamati della scena
slovena reinterpretano la celebre tragedia alla luce della consapevolezza
Hamlet©Peter Uhan
moderna del ruolo dell’individuo nella
costruzione di una coscienza collettiva.
Info su www.teaterssg.it
Enrico IV - Da Shakespeare a Pirandello
Teatro Giovanni da Udine, 15
aprile: Enrico IV. Questa “tragedia
in tre atti” fu pubblicata e rappresentata nel 1922 con l’interpretazione
del grande attore Ruggero Ruggeri. Il conflitto finzione-realtà assume
qui aspetti paradossali, giungendo
al culmine dell’ironia tragica: un
uomo finge per tutta la vita di essere
pazzo, bloccato nella parte di Enrico
IV, e costringe tutti a restare nel
suo gioco di illusione. Quando riceve
la visita dell’antico rivale in amore
decide di rivelare la sua lucida follia.
Il Testo è amato da tutti i grandi attori perché richiede “un
attore dittatoriale, che piega ai suoi piani e obbliga alla reci-
tazione tutti coloro che si mettono
nella sua strada; che guida la recitazione degli altri, usandoli senza
esserne usato” (Franca Angelini). In
questa edizione la compagnia guidata da Alberto Oliva “prosegue – spiega il regista - un percorso di esplorazione: dopo il Conte di Roccamonte
nel Ventaglio di Goldoni e Shylock
nel Mercante di Venezia di Shakespeare, scegliamo di raccontare la
Mino Manni in Enrico IV
parabola esistenziale di un altro
grande emarginato, un reietto
della società, che si rinchiude in un volontario esilio di pazzia
da cui uscirà allo scoperto urlando la sua rassegnazione: ‘mi
chiamavano pazzo anche prima’ ”. www.teatroudine.it
10
TEATRO
FVG | LUOGHI VARI
AD APRILE
INFO VARIE
Attualità e denuncia
Mafia, petrolio, antieroi ed eroi del mito greco: le proposte di aprile
È stato la mafia
M.E.D.E.A. Big Oil
13 aprile, Teatro Giovanni da Udine. L’avventura teatrale di Marco Travaglio riprende a grande richiesta, dopo
una breve tournèe di due mesi nella primavera 2013. Uno
spettacolo che racconta la storia della presunta trattativa fra Stato e Cosa Nostra, che sarebbe stata avviata nel
1992 e proseguita
fino ad oggi.
Sarebbe stata
una negoziazione
avvenuta all’indomani della stagione
delle bombe del ‘92
e ‘93 con lo scopo
di giungere ad un
accordo che avrebMarco Travaglio
be previsto la fine
della stagione stragista in cambio, tra le altre concessioni,
di un’attenuazione delle misure detentive previste
dall’articolo 41bis. La trattativa è ancora oggetto di indagini giudiziarie ed è stata dichiarata reale nella motivazione
della sentenza del processo a Francesco Tagliavia per le
bombe del ‘92 e ‘93, secondo cui l’iniziativa per la trattativa
“fu assunta da rappresentanti dello Stato e non dagli uomini
di mafia”. www.teatroudine.it
Palamostre di Udine, 12 aprile. Per il fine stagione
si scatena sulla scena di Contatto l’energia contagiosa e
civile del Collettivo InternoEnki, la compagnia vincitrice del Premio Ustica 2013 con il suo M.E.D.E.A. Big Oil,
Enron
una vibrante denuncia sul devastante dominio
monopolistico delle multinazionali del petrolio in
Basilicata. Il Collettivo
è composto da ragazzi
e ragazze che lavorano
coraggiosamente e incessantemente alla costituzione di un teatro dissacrante e politico, civile e
di ricerca, alla riscoperta
di un linguaggio in grado
di comunicare l’oggi e di
trasformare la scena in
M.E.D.E.A. big oil
uno strumento d’arte e
controinformazione. M.E.D.E.A. Big Oil è una rielaborazione
piuttosto anticonvenzionale ma attuale del mito di Medea:
siamo nella Basilicata di oggi sventrata dalle trivellazioni.
L’eroina barbara diventa allora una donna lucana disattesa
Clara
Rivierida
e Juri
Dan octet - ruolo
il concerto
nelle promesse
e tradita
BigDal
Oil-Giasone,
simbolico
affidato a una compagnia petrolifera, sullo sfondo del dissesto ambientale della Val d’Agri. www.cssudine.it
Radio Argo
Rossetti di Trieste, 16 e 17 aprile. Un’impalcatura
di schermi su cui in maniera ossessiva vengono trasmesse le
oscillazioni degli indici di Borsa. Sotto, algidi uffici di dirigenza. Un’autrice appena trentenne come Lucy Prebble,
affascinata da intrighi e scandali e lucida narratrice dei nostri tempi. E poi un progetto scenico imponente, orchestrato
da Leo Muscato, che incrocia teatro, musica, danza e video,
armonizzando la preparazione scenica degli Attori di Teatro
Due alla sensibilità fisica degli attori-danzatori di Balletto
Civile...
Sulla scena si
rappresentano
una pratica,
Enron
una mentalità
e una strategia
adottate da
persone che
hanno segnato
il destino del
mondo. Non sono
mitici eroi della Storia dell’uomo: sono gli anti-eroi di oggi. È
la fine di un mondo, di un sistema, di una prospettiva. Enron,
nome del colosso energetico texano, dà il titolo allo spettacolo. www.ilrossetti.it
Teatro Palamostre, Udine, 10
aprile. L’Orestea,
immortale trilogia
tragica di Eschilo,
fa da traccia ad
una versione pop
per voce sola, che al
microfono ne rievoca
e ridice la catena di
Ph Pietro Scarcello
violenze, innescate
dalla guerra e poi costellate di colpe e vendette, secondo la
logica tribale della faida e dell’occhio per occhio: l’assassinio della figlia Ifigenia da parte del padre Agamennone,
accecato dal potere militare; l’assassinio di lui e della schiava Cassandra da parte della moglie Clitemnestra, spinta
dal furore di madre ferita; l’assassinio anche di lei da parte
del figlio Oreste, che vuole così risarcire la morte violenta
del padre. Una striscia lunga di sangue, che qui viene arrestata non tanto dall’instaurazione del tribunale umano
e dalla legge, ma dal gesto anarchico del Oreste, ultimo
omicida, che dopo il terribile matricidio, il più innaturale dei
delitti, rifiuta ogni consolazione civile e politica e si redime
da sé, in disperata solitudine. www.teatroclubudine.it
11
WWW.TEATROMONFALCONE.IT
AD APRILE
MONFALCONE | TEATRO COMUNALE
Monfalcone ad aprile
Chiusura della stagione con Ranieri e Bach
Il cartellone di aprile del
Teatro Comunale di Monfalcone si apre, martedì 1
e mercoledì 2 aprile, con
lo spettacolo che chiude la
stagione di prosa 20132014, l’attesissimo Viviani
Varietà che vede protagonista Massimo Ranieri. Diretto da Maurizio Scaparro,
lo spettacolo è dedicato al
teatro di Raffaele Viviani,
alla galleria di ritratti in
musica disseminati nelle
sue opere e prende le mosse
dalla traversata che Viviani
e la sua compagnia compiono nel
1929, a bordo del piroscafo Duilio,
da Napoli a Buenos Aires, nel corso
della quale provano lo spettacolo
destinato a cercar fortuna nel nuovo mondo. Accompagnati dal vivo da
una piccola orchestra, e cantando in
acustica, Ranieri e il nutrito cast di
attori che lo affianca restituiscono
voce e anima alle parole, ai versi e
alle melodie dello “scugnizzo” più
famoso del mondo.
La stagione musicale propone martedì 8 aprile il Gringolts
Quartet, quartetto d’archi nato
nel 2008 a Zurigo dal desiderio del
violinista Ilya Gringolts di affiancare alla sua prestigiosa carriera di
solista (Premio Paganini nel 1998)
l’esperienza della musica da camera;
in programma un repertorio molto
diversificato, il cui fulcro è costituito
dal Quartetto op. 132 di Beethoven,
cui si affiancano il Quartetto n. 3 di
Bartók e il recente Quartetto n. 3
(2003) di Widmann.
TEATRO
NUOVI
STRUMENTI
DI VISIONE
TEATRO
COMUNALE
DI MONFALCONE
STAGIONE 2013-2014
A P R I L E
MUSICA
Gringolts Quartet
A chiudere il cartellone dei
concerti, martedì 15 aprile, è
la Capella Savaria, formazione ungherese specializzata nel
repertorio barocco e classico che
ha suonato nei maggiori festival di
musica antica ed ha al suo attivo
oltre 60 registrazioni discografiche;
in programma i Concerti Brandeburghesi di Bach, i sei concerti
composti verosimilmente a Köthen
che prevedono una grande varietà
di combinazioni strumentali: alcuni
con una strumentazione più ricca
composta da archi e fiati, altri solo
per archi ma con diversi ruoli spiccatamente solistici.
Biglietti in vendita presso:
Biglietteria del Teatro (tel. 0481
494 664, da lunedì a sabato, ore 1719), Ticketpoint di Trieste, Libreria
Antonini di Gorizia, ERT di Udine e
on line sul sito www.pointticket.
it. La Biglietteria del Teatro accetta
prenotazioni telefoniche. Informazioni più dettagliate su www.
teatromonfalcone.it.
MARTEDÌ 8 APRILE ORE 20.45
‘900&oltre
GRINGOLTS QUARTET archi
Bartók / Widmann / Beethoven
MARTEDÌ 15 APRILE ORE 20.45
CAPELLA SAVARIA
ZSOLT KALLÓ maestro
di concerto, primo violino e viola
Bach I Concerti Brandeburghesi
PROSA
MARTEDÌ 1, MERCOLEDÌ 2 APRILE
ORE 20.45
MASSIMO RANIERI in
VIVIANI VARIETÀ
Poesie, parole e musiche del teatro
di Raffaele Viviani, in prova sul
piroscafo Duilio in viaggio da Napoli
a Buenos Aires nel 1929
regia di Maurizio Scaparro
BIGLIETTI
Biglietteria del Teatro (tel. 0481 494 664,
da lunedì a sabato, ore 17-19)
Ticketpoint / Trieste
Libreria Antonini / Gorizia
ERT / Udine - www.pointticket.it
Viviani Varietà
INFORMAZIONI
0481 494 369
[email protected]
www.facebook.com/teatromonfalcone
www.teatromonfalcone.it
12
TEATRO
TRIESTE | TEATRO MIELA
AD APRILE
WWW.MIELA.IT
Miela: Not Ordinary Easter
Tanta musica, ma anche tanta satira con il Pupkin e l’immancabile cinema di qualità
Ancora tanta musica al teatro Miela: giovedì 3 i Kaiorda con il concerto/spettacolo Safar, un viaggio tra le
culture musicali dell’Italia del Sud, con l’esplorazione e
la rivisitazione di antichi brani eseguiti con strumenti
della tradizione (oud, tamburi a cornice, mandole, flauti) e
moderni.
Per i più giovani, lunedì 7, ultimo concerto della rassegna [email protected] con KRISTAL AND JONNY BOY,
duo svedese composto da Kristina Hanses (voce e danza
contemporanea) e Jonny Eriksson (chitarra e drum machines), canzoni che spaziano da atmosfere di pura felicità
pop fino ai confini del misticismo e della malinconia; ad
aprire la serata saranno i triestini Etoile Filante.
Giovedì 17, per Miela Music-Live: Bassekou Kouyate
& Ngoni Band, concerto carico di ritmo ed energia con
uno degli artisti più in vista della fertile scena musicale
del Mali, è un vero e proprio virtuoso
e ambasciatore del ngoni, tipico
strumento a corde dell’africa
dell’ovest, a completare l’ensemble di strumentisti eccezionali
è presente la bella e brava Amy
Sacko, come voce solista.
Martedì 8 e mercoledì 9,
ultimo spettacolo della rassegna
altri percorsi con LA SEMPLICITÀ
INGANNATA satira per attrice e
pupazze sul lusso di esser donne di
e con Marta Cuscunà. Uno spettacolo che armonizza temi acutamente sviscerati e umorismo,
teatro d’attore di grande energia
e tecniche di figura. La recitazione di Marta Cuscunà è “totale” e
coinvolgente e – sul piano della
tecnica – sorprendente per la
pulizia e la velocità dei passaggi
fra ruoli diversi, e dalla funzione
di attrice a quella di animatrice: ad
accompagnarla in scena soltanto
Bassekou
Stefano Dongetti
alcune “pupazze” mosse da lei stessa. Il
suo racconto evoca il passato per farci
riflettere sul presente.
Incalza la satira, puntuale e pungente con la compagnia del Pupkin
Kabarett, che questo mese salirà
sul palco del teatro Miela lunedì 14 e
lunedì 28: canzoni, sketch, monologhi
e sondaggi sulle elezioni europee e
improvvisazioni dell’ultima ora.
Assolutamente imperdibile la
nuova proposta del mese: venerdì
25, sabato 26 e domenica 27 Pupkin
Kabarett & Associati presentano IL
TITOLO CE L’HA MIO CUGINO - una
introduzione al pensiero anomalo con
vividi esempi di e con Stefano Dongetti, con le musiche live di Luca Colussi e
Franco Trisciuzzi. “L’unica via di fuga
è farsi schiacciare dal peso dell’irresponsabilità” Dongetti spiega il senso
e la finalità altamente sociale del suo
spettacolo.
Marta Cuscunà
Ultimi due appuntamenti con LA
STAGIONE DEL RACCOLTO - la maturità della vita nel cinema, domenica 6 QUARTET il film che ha
segnato il debutto alla regia di Dustin Hoffman, e domenica
13 E SE VIVESSIMO TUTTI INSIEME? di Stephane Robelin,
una commedia pudica che affronta con realismo e leggerezza una condizione antropologica tutta contemporanea.
Ricordiamo gli appuntamenti di Film-outlet la rassegna
di cinema in lingua originale del mercoledì: il 2 LA VITA DI
ADELE di Abdel Kechiche, Palma d’Oro come miglior film
all’ultimo Festival di Cannes; il 16 GIOVANI RIBELLI di John
Krokidas definito il nuovo “Attimo Fuggente”; il 23 VENERE
IN PELLICCIA un film, di Roman Polanski, che mette a nudo
le anime con il loro lato oscuro; il 30 DIETRO I CANDELABRI di Steven Soderbergh, la storia di un tempo non lontano
in cui fare outing era proibito.
TEATRO MIELA
STAGIONE 2013/14
APRILE
PROSA
mar 8 e mer 9 aprile, ore 21.00
Bonawentura e Il Rossetti Teatro
Stabile del FVG
Altri percorsi
LA SEMPLICITÀ INGANNATA
Satira per attrice e pupazze sul
lusso d’esser donne.
Seconda tappa del progetto sulle
Resistenze femminili in Italia.
di e con Marta Cuscunà
Liberamente ispirato alle opere
letterarie di Arcangela Tarabotti
e alla vicenda delle Clarisse di
Udine.
MUSICA
gio 3 aprile, ore 21.00
Bonawentura
KAIORDA
Safar
concerto spettacolo
Tessuti, colori, spezie, suoni come
in suk: un viaggio tra le culture
musicali dell’Italia del Sud, con
l’esplorazione e la rivisitazione
di antichi brani eseguiti con
strumenti della tradizione (oud,
tamburi a cornice, mandole,
flauti)
e moderni.
MIELA MUSIC-LIVE
SATIRA
lun 14 aprile, ore 21.01
Bonawentura
PUPKIN KABARETT
Gli attori del Pupkin Kabarett
affrontano questo mese di
aprile con insolita energia:
nuovi personaggi rivisitati in
modo molto particolare, vecchie
canzoni reinterpretate e novità
dell’ultima ora.
ven 25 e sab 26 aprile, ore 21.00
dom 27 aprile, ore 19.00
Bonawentura & Pupkin Kabarett
Associati
IL TITOLO CE L’HA MIO CUGINO
(una introduzione al pensiero
anomalo)
di e con Stefano Dongetti
musiche dal vivo Luca Colussi
e Franco Trisciuzzi
Uno spettacolo ancora in fase di
realizzazione, scritto e recitato
da un uomo che da anni, ogni
mattina, si sveglia ed esce di
casa con il ferreo proposito di
spaventare i mercati.
lun 28 aprile, ore 21.01
Bonawentura
PUPKIN KABARETT
Prosegue puntuale come il
rimorso, a lunedì alterni,
l’appuntamento con il Pupkin
Kabarett per una serata
irriverente, corroborante
e soprattutto inedita.
SPRINGBREAK
lun 7 aprile, ore 21.30
Bonawentura
KRISTAL AND JONNY BOY
Atmosfere di pura felicità pop
fino ai confini del misticismo
e della malinconia.
Kristina Hanses - voce e danza
contemporanea
Jonny Eriksson - chitarra e
drum machines
Opening act: Etoile Filante
gio 17 aprile, ore 21.30
Bonawentura
BASSEKOU KOUYATE
& Ngoni Ba (Mali)
Uno degli artisti più in vista
della fertile scena musicale
del Mali, è un vero e proprio
virtuoso e ambasciatore del
ngoni, tipico strumento a
corde dell’africa dell’ovest,
ha collaborato con artisti
di calibro internazionale
e si è aggiudicato ben due
BBC3 awards. A completare
l’ensemble di strumentisti
eccezionali della “Ngoni band”,
che entusiasma per bravura,
ritmo ed energia, è sempre
presente la bella e brava Amy
Sacko, come voce solista.
CINEMA
FILM-OUTLET
Bonawentura
in collaborazione con
La Cappella Underground
mer 2 aprile, ore 18.30 e 21.30
LA VITA DI ADELE
di Abdel Kechiche;
con Léa Seydoux, Adèle
Exarchopoulos, Salim
Kechiouche, Mona Walravens,
Jeremie Laheurte
Francia, 2013, col., 179’
versione originale s/t it.
mer 16 aprile, ore 19.00 e 21.30
GIOVANI RIBELLI
di John Krokidas;
con Daniel Radcliffe, Dane
DeHaan, Michael C. Hall, Ben
Foster, Jack Huston
USA, 2013, 143’
versione originale s/t it.
mer 23 aprile, ore 19.00 e 21.30
VENERE IN PELLICCIA
di Roman Polanski;
con Emmanuelle Seigner,
Mathieu Amalric
Francia, Polonia 2013, col., 96’
versione originale s/t it.
mer 30 aprile, ore 19.00 e 21.30
DIETRO I CANDELABRI
di Steven Soderbergh;
con Michael Douglas, Matt
Damon, Dan Aykroyd, Scott
Bakula, Rob Lowe
USA 2013, col., 118’
versione originale s/t it.
venerdì 11 aprile
Fondazione Lelio Luttazzi
e Provincia di Trieste in
collaborazione con Bonawentura,
La Cappella Underground, Casa
del Cinema
ore 18.00:
L’AVVENTURA
di Michelangelo Antonioni;
con Gabriele Ferzetti, Monica
Vitti, Lea Massari, Lelio Luttazzi
Italia, 1960, b/n, 141’
copia 35mm proveniente da CSC
Cineteca Nazionale
ore 21.00:
L’ILLAZIONE
di Lelio Luttazzi;
con Cinzia Bruno, Annabella
Incontrera, Lelio Luttazzi, Mario
Valdemarin
Italia, 1972, col., 63’
presentazione a cura di
Elisa Grando (Ciak, Il Piccolo)
e Fulvio Toffoli (RAI)
LA STAGIONE DEL RACCOLTO
La maturità della vita
nel cinema
Bonawentura in collaborazione
con ITIS e ARIS
dom 6 aprile, ore 16.30
QUARTET
di Dustin Hoffman;
con Maggie Smith, Albert Finney,
Tom Courtenay, Billy Connolly,
Pauline Collins
Gran Bretagna, 2012, col., 98’
dom 13 aprile, ore 16.30
E SE VIVESSIMO TUTTI
INSIEME?
di Stéphane Robelin;
con Guy Bedos, Daniel Brühl,
Geraldine Chaplin, Claude Rich,
Jane Fonda
Francia, Germania, 2011, col., 96’
NOT ORDINARY EASTER
Teatro Miela / Bonawentura
Trieste, Piazza Duca degli Abruzzi 3
[email protected]
tel. 040 365119
www.miela.it
seguiteci anche su
14
ARTE
TRIESTE | CASTELLO DI MIRAMARE
DAL 15 APRILE AL 15 SETTEMBRE
WWW.GRUPPO78.IT
Mex pro: un ponte Italia-Messico
Ponte culturale internazionale che celebra in Italia l’arte contemporanea messicana
Parte integrante del
progetto Ponte Internazionale di arte contemporanea Italia-Messico
- promosso dall’Associazione culturale triestina
GRUPPO78 già dal 2010 in
una prospettiva di scambio culturale concordato
tra i due paesi sul terreno
dell’arte contemporanea
– MEX PRO è l’ambizioso
progetto internazionale
che si svolgerà a Trieste nel
corso del 2014 con successive espansioni nazionali e
internazionali.
Un progetto che - oltre
Zed Desideraja, Figure in grass 2012
all’intrinseca valenza
culturale – ha anche il
merito di celebrare il positivo, rinsaldato rapporto tra l’Italia e
il Messico in occasione del 140° anniversario dall’apertura
delle prime relazioni diplomatiche tra i due paesi.
Due i segmenti principali nei quali MEX PRO si articola, la
mostra CIRCA 2000 e l’installazione 2.501 MIGRANTES
dell’artista Alejandro Santiago.
Con 87 artisti messicani provenienti dalla collezione Josè Pinto
Mazal, CIRCA 2000 è l’esposizione internazionale che
aprirà il 14 aprile 2014 nelle sale delle Scuderie del Castello di Miramare dando di fatto seguito alla grande mostra
di artisti del Gruppo78 tenutasi da gennaio a settembre 2013
in Messico prima a Oaxaca negli spazi La Telarana e La Calera,
poi a Torreon presso il Museo Arocena.
Curata da Maria Campitelli con la collaborazione di Manolo
Cocho, Fernando Galvez de Aguinaga e Gerardo Traeguez la mostra approda in uno dei luoghi simbolo di Trieste – le
Scuderie del Castello di Miramare - sito particolarmente significativo per quanto riguarda gli storici rapporti tra Trieste e
il Messico, relativamente alla vicenda di Massimiliano d’Austria che andò a morire oltre oceano dopo essersi costruito a
Chapultepec, nel cuore di Città del Messico, un’altra dimora
Graciela Iturbide, Un Ángel en el Desierto
evocativa del modello di Miramare.
Costruita con la passione, il rigore e la conoscenza di un visionario dell’arte contemporanea, la collezione “CIRCA 2000” di
Josè Pinto Mazal si compone di opere realizzate tra il 1980 e
il 2013 di artisti messicani e stranieri che hanno incontrato in
Messico un luogo idoneo alla loro produzione.
La collezione si attiene a una pluralità di tendenze,
privilegiando tuttavia i lavori che si traducono in “quadri” nei
quali s’inserisce, ineludibile, sotteso o dichiarato, un imprinting tipicamente messicano. Cioè un retaggio insopprimibile,
un legame con le culture passate, con le grandi, terribili,
innumerevoli civiltà precolombiane, azteca, maya, olmecha,
toltecha ….che incombono con le loro straordinarie vestigia, sparse nel paese, che parlano di grandezza, di milioni di
abitanti, di tempi favolosi, di incessante produttività sotto
regimi ferrei e soprattutto di morte. Morte intesa come un
anello del ciclo vitale. Una sorta di “dna”, oscuro e misterioso, che contraddistingue l’arte messicana così dell’attualità
come del passato.
Ad agosto sarà
la volta dell’installazione 2501
MIGRANTES
dell’artista prematuramente scomparso Alejandro
Santiago, che evoca il dramma eterno,
della migrazione
dei popoli e di cui lo
stesso artista si sentiva di far parte.
Un popolo di 2501
statue di terracotta dalle misure
variabili da cm 120
a 180 si stanzierà
in piazza dell’Unità
d’Italia, internaManolo Cocho, Palma
zionalmente nota
come la più ampia e
magnifica piazza europea con affaccio sul mare.
Questa grande iniziativa culturale sarà corredata a Trieste
da una schiera di eventi collaterali distribuiti in spazi pubblici
come il Museo Revoltella /Galleria d’Arte Moderna e privati sì
da invadere nel 2014 la città di significative presenze messicane restituendo un’immagine a tutto tondo della cultura
messicana.
Tra questi la mostra A’NABAANY dell’artista multimediale
Lucio Santiago in visione fino al 6 aprile al Museo Carà di
Muggia (TS). Una delle principali iniziative collaterali sarà la
mostra della maschera messicana ROSTROS DE LA FIESTA,
proveniente dal museo nazionale della Maschera di San Luis
Potosì con una proposizione di taglio antropologico/etnografico ospitata alle Scuderie del Castello di Miramare, in concomitanza con la mostra di pittura.
15
WWW.PROVINCIA.TRIESTE.IT
FINO AL 4 MAGGIO
TRIESTE | MAGAZZINO DELLE IDEE
ARTE
Lelioswing, per ricordare Luttazzi
“50 anni di storia italiana” è il sottotitolo di una mostra che ricorda il musicista
La mostra Lelioswing 50
anni di storia italiana è a Trieste, al Magazzino delle Idee
fino al 4 maggio 2014. L’esposizione, che nella sua edizione
triestina si avvale del contributo
della Fondazione CRTrieste e
della collaborazione de LaCappellaUnderground, Casa del Cinema,
Casa della Musica-Scuola di musica 55, Bonawentura, Biblioteca
Stelio Crise, vuole raccontare i
momenti fondamentali e le atmosfere che si respiravano Italia,
dal dopoguerra passando per gli anni sessanta fino ai nostri
tempi: oggetti d’epoca, dal mobile radio in legno alla televisione, al design spaziale, documenti che segnano il passaggio
dal giazzo al jazz. E ancora, foto del dopoguerra e della Dolce
Vita, immagini ed emozioni che raccontano come un ragazzo
triestino, un giovanotto matto, sia riuscito a materializzare il
suo sogno.
“Quando Rossana Luttazzi incominciò a pensare ad una
mostra dedicata al marito Lelio, alla sua opera e dedicata a
quell’Italia in bianco e nero che in molti ricordano e un po’ rimpiangono, io aderii subito entusiasticamente, senza pensare”
racconta Cesare Bastelli regista, direttore della fotografia
e vicepresidente della Fondazione Luttazzi”.” molti dei suoi
dischi, degli articoli che lo riguardano, delle fotografie che lo
WWW.CIVIDALE.NET
ritraggono, degli apparecchi per
riprodurre la sua musica, ecc. sono
stati reperiti in vari e “strani” modi,
non ultimi i mercati di modernariato, i collezionisti, acquisti e
ricerche via internet durate quasi due anni...Inoltre, per l’allestimento a Trieste abbiamo aggiunto
ulteriori elementi che riguardano
la città, quasi creando una mostra aperta. Vale come esempio la
recentissima e casuale scoperta
che un’auto d’epoca, posseduta a
Roma per qualche anno da Luttazzi
alla fine dei ‘60 e poi rivenduta, approdò per un affascinante
scherzo del destino anni fa proprio a Trieste dove fu restaurata dall’attuale proprietario che, rintracciato in questi giorni, ci
ha concesso di fotografarla e di farla apparire nella mostra”.
Un viaggio della memoria che parte da Trieste, la sua
città. Radio Trieste, il jazz, il primo complesso di Lelio “I Gatti
Selvatici”, gli americani, il piano bar all’Hotel de la Ville. Poi
Milano, la direzione artistica alla CGD (Compagnia Generale
del Disco) con Teddy Reno e i tanti dischi pieni di swing. E
ancora, Torino chiamato dalla sede Rai per dirigere la prima
orchestra d’archi ritmica di sua invenzione. E Roma con la
radio, il periodo d’oro della tv e del cinema. Infine il ritorno a
Trieste, gli ultimi concerti, Sanremo e il memorabile concerto
del 15 agosto del 2009, nella sua Piazza dell’Unità.
FINO AL 21 APRILE
CIVIDALE | CHIESA DI SANTA MARIA DEI BATTUTI
Signorelli-Podrecca
Grandissimo successo per la mostra di Cividale, prorogata fino al 21 aprile
Prorogata sino al 21 aprile
la mostra “Maria Signorelli &
Vittorio Podrecca: un incontro”, in allestimento a Cividale
del Friuli.
Presentata come una piccola
anteprima al pubblico della
Collezione Maria Signorelli,
l’iniziativa sta riscontrando
un enorme favore di pubblico.
«Continueranno a rimanere
esposti al pubblico pochi, ma
significativi pezzi della Collezione Maria Signorelli - spiega
il sindaco Stefano Balloch - che conta invece migliaia fra
marionette, burattini, pupi e fantocci».
L’esposizione è corredata da due video in mostra e, per i
gruppi interessati, c’è anche
la possibilità di prenotare una
visita guidata (il numero di riferimento è 340/1035044). «Va
ricordata anche la bellissima
iniziativa realizzata dai bambini delle scuole dell’infanzia
di Cividale - conclude il sindaco
- che hanno vestito e colorato
alcune sagome ispirate a quelle
originali di Maria Signorelli
costruite per lo spettacolo Pantomime Futuriste». Le sagome
cividalesi in questi giorni abbelliscono alcune vetrine della città e sono presenti sia all’InformaCittà che in biblioteca. Nelle prossime settimane saranno
riunite nella sede espositiva di Santa Maria dei Battuti.
ARTE
16
A CURA DI RACHELE LUNARDI
Mobbasta!!!
Intervista a Roberto Vidali
Caro Roberto, quali picconate sei pronto a menare a
destra e a sinistra?
Solo quelle necessarie. Nulla di più e nulla di meno, ma
senza fare sconti a nessuno. E lo faccio solo perché Giacomino
Pixi, a cui avete dato ospitalità sul NTWK di febbraio, mi ha
provocato.
Da dove vuoi partire?
Il paese arranca e invece di guardare al futuro ci si rivolge
al passato, con passi di gambero e con ricette fasulle. Non si
vuole capire che la crisi epocale che stiamo attraversando ha
bisogno non di richiami identitari che spaccano e dividono e
Roberto Vidali, Ph. Fabio Rinaldi
saranno sempre più privi di futuro e prospettiva, ma di simboli
che uniscono, di collaborazioni che sappiano intrecciare le
è piena di spazi museali ridotti a un insieme di tombe: luoghi
persone con le loro idee, di sogni che possano diventare realtà
morti dove le cose non possono più succedere, dove gli orari
e non di idee lasciate morire nelle cantine ammuffite o nei
striminziti fanno difficoltà a permettere una attività serale.
cassetti con la naftalina.
Mi sembri un po’ arrabbiato...
Potresti essere più chiaro, perché non capisco bene
Si può tranquillamente scrivere che sono davvero incavocome tutto ciò rientri nel campo culturale...
lato, come la maggior parte dei cittadini onesti! E, purtroppo,
Bisogna smetterla con le rendite di posizione, con i diretall’orizzonte non si vedono alternative.
tori a vita, con i musei deserti, con la pletora di impiegati che
Vuoi dire due parole per parlare bene di qualcuno?
timbrano il cartellino e prendono lo stipendio, con una filiera
Senz’altro di Antonio Sofianopulo, un grande pittore conche dal parlamento come una metastasi attraversa l’intera
temporaneo e un vero intellettuale. Lui è disposto ad esporsi,
società, come se le cose importanti fossero le loro chiacchiere
a dire le cose come stanno e senza nascondersi all’ombra di
e non i bisogni reali di un paese sull’orlo del baratro.
querce frondose più o meno politiche. Peraltro di SofianopuContinuo a non seguirti...
lo l’Associazione Juliet è in procinto di vincolare un’opera di
L’associazionismo è un bene per il paese. Il volontariato è
grande valore alla locale Soprintendenza, così come sta per
la sua arma più forte: persone che lavorano a favore del bene
procedere alla donazione di un quadro di Carlo Fontana al
collettivo e non al servizio di un comandante. E allora, perché
Santuario di Monte Grisa.
l’ente pubblico non è capace di usare questa risorsa? Perché
Hai un ultimo pensiero da esprimere?
non è capace di fare una selezione tra le decine di piccole conRipropongo la consueta e dolente nota: le mostre sono da
sorterie che vivacchiano all’ombra
costruire a ciclo continuo, secondo il concetto
di alberi spogli di gemme e di frutta.
di attività viva e permanente, strutturata con
Il punto è tutto qui: lottare per una
incontri e dibattiti e cicli di proiezioni. Mostre non
cultura viva e attiva, finalizzata alla
con budget da trecentomila euro, ma da diecimila
crescita del singolo, ma che sostenga
o tutt’al più da ventimila. Non mi si dica che fare
allo stesso tempo una ricaduta nel
un’attività di questo tipo sia impossibile. Bastesolco della storia futura. Il provvisorebbe che uno dei tanti musei comunali fosse
rio, l’evento straordinario, la grande
destinato (almeno in parte) a un’attività così
mostra, non servono più allo scopo,
strutturata. Guardianìa, luce, acqua e gas sono
oppure, per dire meglio, non servono
già in contabilità, basterebbe agire con un po’ di
più a una piccola città. E poi vorrei
intelligenza e di fantasia. Comunque concludo
i gemellaggi, le collaborazioni, le
con una citazione, proviene dal lontano 1964,
sovrapposizioni, gli intrecci. Assoe dice che il museo non può essere “soltanto un
ciazioni che collaborano tra loro e
centro d’informazione e magari di raccolta di fatche possono dialogare con il Comune
ti in attesa di giudizio”, ma deve diventare il “rie che la città di Trieste possa, infine,
sultato di una continua, impegnata valutazione
affrontare il problema dello scambio
critica dei fatti e un centro attivo di educazione
Antonio Sofianopulo
con città di pari dimensioni. Trieste
estetica, una scuola”, parola di Giulio Carlo Argan.
R
oberto Vidali è presente operativamente a Trieste dal 1974. Al suo attivo un rapporto decennale con il Centro
La Cappella, una collaborazione biennale con il “Piccolo”. Nel 1980 ha fondato la rivista “Juliet”, che tuttora dirige
con polso fermo e inflessibile. Ha firmato circa duecento mostre, altrettanti articoli e ventiquattro pubblicazioni.
Nel 1975 ha partecipato, da artista, alla X Quadriennale di Roma e, nel 1976, senza merito particolare, è stato invitato ad esporre alla Biennale di Venezia, Padiglione Italia.
17
WWW.RETECIVICA.TRIESTE.IT
TRIESTE | LUOGHI VARI
AD APRILE
ARTE
Trieste nella storia
Tre mostre per conoscere da vicino la storia della e nella nostra città
Adriana Filippi, pittrice partigiana
Mostra virtuale/installazione “Adriana Filippi, pittrice partigiana”,
alla Risiera di San Sabba dal 25 aprile
al 2 giugno, prevede l’esposizione
di 150 opere (disegni, pastelli ed olii)
eseguiti dal vero, nel tempo e sul luogo dell’azione della Resistenza sulla
Bisalta, Piemonte saranno visibili in
formato digitale.
Adriana Filippi (1909 – 1982): conseguita l’abilitazione all’insegnamento
del disegno architettonico dopo avere
frequentato l’Accademia di Belle arti a
Firenze, si è successivamente dedicata
alla scultura e poi, in modo definitivo
alla pittura. La sua produzione artistica
può essere compendiata in tre momenti.
Dapprima la sua attenzione è stata rivolta a soggetti di bambini ed a personaggi
dell’ambiente montano, successivamente a
composizioni di carattere religioso e infine,
alla vita partigiana attraverso le 150
opere della Resistenza piemontese,
attualmente conservate presso il Museo
della Resistenza di Boves (CN). In collaborazione tra Civico museo della Risiera di
San Sabba, Comune di Boves e Scuola di
pace di Boves. Il 25 aprile come di consueto,
alla Risiera di San Sabba, Cerimonia solenne alle ore 11.
Trieste, guarnigione nella Belle Époque
Nella sala “Umberto Veruda” di Palazzo Costanzi, in piazza Piccola 2, si può vedere la mostra “Trieste, guarnigione nella Belle
époque”, organizzata dall’Associazione Culturale F. Zenobi e
realizzata con il contributo del Comune di Trieste.Il percorso
della mostra, ideato dall’Associazione Culturale F. Zenobi, attraverso immagini didascalizzate di una città che non esiste più,
proporrà al visitatore il ricordo di antiche caserme e di
monumenti e luoghi dimenticati. Autentici non luoghi, ben
presenti nell’immaginario collettivo. Una selezione di oggettistica d’epoca, legata al mondo militare cui appartennero i cittadini
soldati del Litorale Austriaco, ridarà colore alle immagini in bianco e nero conservate da tante famiglie. Un percorso che accompagnerà i visitatori della mostra dalle giornate della leva militare
verso lo scoppio della Prima Guerra Mondiale, quel 28 luglio 1914
che così pesantemente ha segnato la storia europea.
L’antico ufficio postale di piazza Verdi
Fino al 20 maggio al Museo Postale e Telegrafico della Mitteleuropa di piazza Vittorio Veneto di Trieste la mostra “Rari documenti per celebrare l’antico
Ufficio Postale di Piazza
Verdi”. I documenti postali rappresentano delle significative
fonti storiche, e gli uffici postali
stessi, presenti in modo capillare lungo la penisola italiana,
testimoniano laboriosamente
l’evolversi della storia nazionale
sin dalla costituzione del Regno
d’Italia. A Trieste, dove sino al
1918 il governo della città è
Austro Ungarico, il ruolo dell’uf-
ficio postale è sin dal Diciannovesimo secolo strategico e fondamentale per i traffici del fiorente emporio. Tra gli uffici postali
più antichi c’è quello di piazza
Verdi, il mitico Trieste 3, a cui il
Museo Postale e Telegrafico della
Mitteleuropa dedica una mostra
esclusiva. La rassegna, curata da
Chiara Simon e Corrado Carli, è stata
realizzata grazie alla preziosa collezione dello stesso Carli, collezione
rappresentata da diversi documenti
postali, timbri, bollature, raccomandate e altri materiali che ripercorrono
la storia di uno degli uffici postali più
frequentati dai triestini.
18
ARTE
TRIESTE | LUOGHI VARI
AD APRILE
INFO VARIE
Trieste protagonista dell’arte
Collettiva alla Galleria One San Nicolò, i quadri di Budicin, le immagini di Saccari
L’arte del ‘900 triestino
Dal 4 aprile al 17 maggio. Dopo il grande
consenso suscitato dalle mostre dedicate
a Spacal e Music, s’inaugura venerdì 4
aprile alle ore 19 alla Galleria One San
Nicolò (Via S. Nicolò 1) di Trieste la rassegna
“Arte del ‘900 a Trieste”. Lo spazio espositivo, fondato nel 2011 e diretto da Fiorenzo
Parmiani, gallerista di origine milanese e fine
intenditore d’arte, rappresenta un’autentica icona del buon gusto. Curata dall’arch.
Marianna Accerboni, che introdurrà la
rassegna, la mostra propone, lungo un itinerario di qualità, importanti dipinti, disegni e
Un acquerello di Leonor Fini
grafiche di alcuni dei più significativi protagonisti del linguaggio artistico triestino
del secolo scorso, presenti ciascuno con
più opere: Vittorio Bergagna, Gianni
Brumatti, Augusto Cernigoj, Oreste
Dequel, Edoardo Devetta, Marcello
Dudovich, Leonor Fini, Ugo Flumiani,
Bogdan Grom, Marcello Mascherini,
Gino Parin, Federico Righi, Livio Rosignano, Marino Sormani, Luigi Spacal,
Carlo Wostry e Giovanni Zangrando.
Orario da martedì a sabato 16 - 20. Info:
340.5991050.
Orizzonti di luce
S’inaugura sabato 5 aprile alle
18 alla Galleria Rettori Tribbio di
Trieste (piazza Vecchia 6, chiusura
il 18 aprile) la mostra del giovane
pittore triestino Roberto Budicin, presentata sul piano critico
dall’arch. Marianna Accerboni. La
rassegna propone un’ampia sequenza di lavori per la maggior
parte recentissimi e inediti, realizzati soprattutto tra il 2013 e il
2014.
Iniziato alla pittura dal padre Sergio, artista molto noto soprattutto all’estero - scrive Accerboni
- col quale per altro tiene una nota scuola di disegno e pittura,
a distanza di non molto tempo dagli
ultimi eventi espositivi in diverse
città italiane, Budicin propone ora
una selezione di dipinti, in cui si
ravvisa un ulteriore livello di
maturità espressiva e compositiva. Quest’ultima è espressa attraverso un tratto pittorico ancor più
libero e leggero, sciolto e immediato:
una pittura poetica e di qualità declinata da un artista che sa guardare
lontano verso una Bellezza fatta
Neve Rupinpiccolo
di equilibrio e istinto. Orario: feriali 10-12.30 e 17-19.30 / festivi 10-12/ ven pomeriggio e lun
chiuso. Info 338.8873069.
Claudio Saccari
S’inaugura martedì 8 aprile alle 18 (chiusura il 4 maggio) al Museo Regionale di Capodistria, situato nel prestigioso
Palazzo Belgramoni Tacco e
diretto da Luka Juri, una fascinosa rassegna dedicata
all’artista-fotografo triestino Claudio Saccari e curata
da Marianna Accerboni, che introdurrà l’esposizione: in mostra
più di una quarantina di immagini realizzate per la maggior parte tra il 2013 e il 2014
sull’amato tema del paesaggio.
L’itinerario, ideato da Saccari
ad hoc per la mostra, parte da
Trieste, scende a Capodistria e lungo la costa fino a Pirano, da
dove risale attraverso la parte interna collinare della Slovenia
sino a Lubiana. Da qui entra nella
Venezia Giulia attraverso Tarvisio per
ritornare a Trieste, passando per
il Carso triestino e sloveno e concludersi a Capodistria. Si ripete ancora
una volta in questa mostra l’incanto
estetico e concettuale che ha affascinato di recente il pubblico di Bruxelles
dove Saccari ha esposto con grande
successo. Orario: da mart a ven 9 - 17/
sab, dom e festivi 11 - 17/ lun e 1°
maggio chiuso/ sab 2 maggio 11 - 20.
Autunno in Sovenia
Info 348.4503368.
19
INFO VARIE
TRIESTE | LUOGHI VARI
AD APRILE
ARTE
Novità nell’arte della città
Nuovo atelier di Martoriati a Trieste; Lucia Sarto espone alla Tribbio
Martoriati Arte, per un mondo migliore
S’inaugura a Trieste venerdì 11 aprile
alle 19 lo spazio “Martoriati Arte”, l’atelier
dell’artista romano Mauro Martoriati
situato nel centro cittadino in via Rittmeyer
4/a, che si propone anche quale nuovo punto
d’incontro per l’arte e la cultura contemporanea, ospitando l’associazione M.A.R.T.
(Movimento artistico Roma - Trieste)
promotrice dello scambio fra artisti romani e
triestini. La sua ricerca artistica nasce più di
trent’anni fa, con Mario Schifano, all’insegna
della libertà, nell’ambito della Scuola di Piazza
del Popolo.
Il pittore, molto noto e apprezzato anche
Mauro Martoriati (ph. Roberto Cirelli)
per le sculture urbane, intensamente simboliche
e innovative, ora ha scelto la luce del
Nord - Est per esprimere la propria poliedrica creatività. Nella mostra inaugurale
sarà esposto in particolare il suo magico
design neobarocco accanto ai dipinti
dall’acceso e personale cromatismo
espressionista e alle sculture fantastiche dall’impulso cinetico: “un’arte
per sognare un mondo migliore” come afferma la curatrice dell’evento Marianna
Accerboni (da lunedì a venerdì dalle 10
alle 13 e dalle 16 alle 20, martedì aperto fino alle 24, sabatoa e domenica su
appuntamento). Info 329.3947761; 328
9683335; www.mauromartoriati.it.
L’arte e la moda di Lucia Sarto
S’inaugura sabato 19 aprile alle
18.30, con chiusura il 2 maggio, alla
Galleria Rettori Tribbio di Trieste
(piazza Vecchia 6) un’originale
rassegna dedicata alla pittrice Lucia
Sarto, che sa interpretare il reale
con intensità e nel contempo con
intuito poetico. Curata e presentata
dall’arch. Marianna Accerboni, la
mostra propone un interessante
e riuscito connubio tra pittura
e moda: un’ampia selezione dei dipinti figurativi, raffinati e
puntuali dell’artista, realizzati a olio e ad acrilico dal 2005 a
oggi, vengono abbinati a borse, gioielli,
foulard e a un abito da lei stessa disegnato,
su cui sono riprodotti i suoi motivi di fiori e
frutta e i suoi personaggi. Molto interessanti
appaiono anche gli eleganti e accurati
gioielli in oro e argento, che riportano gli
stessi soggetti o altri elementi più astratti,
spesso impreziositi da pietre dure, e gli
oggetti d’arte e d’arredamento. Orario: feriali
10-12.30 e 17-19.30/ festivi 10-12/ ven
Lilies
pomeriggio e lun chiuso/ in occasione del
Mercatino dell’antiquariato domenica 20 aprile 10-13 e 16-18.
Info 366.3112200.
Natural di Carlo Piemonti
Al Twins Club 2.0 di via Economo a
Trieste, Natural, di Carlo Piemonti. La
ricerca pittorica di Carlo Piemonti non
si inserisce all’interno del dibattito che,
ancora oggi, dopo l’esuberanza trasgressiva
delle neoavanguardie, continua a dominare le vicende dell’arte contemporanea;
il che ci permette di buttare sul tavolo la
domanda: gli extra media più consolidati
(fotografia, tivù, cinema), unitamente ai
principi dell’interattività e della pratica
relazionale, debbono condurre un gioco di
sponda o possono permettersi di puntare al
predominio dell’intero mercato dell’arte? A
un problema posto in maniera così brutale
Oppio
e diretta, l’autore evita di rispondere, non
per un ostinato voto del silenzio, ma per
scelta ben precisa, ovvero per indifferenza
verso codeste esperienze che, nostro
malgrado, disegnano la vita moderna. In
questo modo, di fronte al lavoro ossessivo e
da grande equipe di autori come Jeff Koons e
Damien Hirst, ipercelebrati a livello globale,
egli si permette di tirare diritto lungo una
strada solitaria, e questo perché, secondo
il suo assunto programmatico la pittura
è, ancora oggi, la tecnica più idonea a
captare il reale e a impedirgli di sfuggire
al quesito “Chi siamo? Dove andiamo? Da
dove veniamo?”
20
SCHERMI
PORDENONE | LUOGHI VARI
DAL 9 AL 13 APRILE
WWW.VOCI-INCHIESTA.IT
Le voci dell’inchiesta
Cinque giorni fittissimi per il festival interamente dedicato all’inchiesta
Sguardi che intrecciano importanti
esempi del passato alle più recenti espressioni del genere dell’inchiesta, con omaggi
a grandi maestri del giornalismo affiancati alle
tematiche di più stretta attualità; premiati documentari italiani e internazionali, protagonisti del
cinema, della televisione e della radio e un fitto
palinsesto di proiezioni con numerose anteprime
nazionali: con oltre quaranta ospiti italiani e stranieri e una trentina di opere selezionate nei più
importanti festival cinematografici del mondo
torna da venerdì 11 a domenica 13 aprile a Pordenone il
festival “Le voci dell’inchiesta” organizzato da Cinemazero,
sotto la direzione artistica di Marco Rossitti. Anteprima nei
giorni di mercoledì 9 e giovedì 10 con importanti omaggi alla
Tv di ieri e di oggi e un caloroso omaggio ad Andrea Barbato a
80 anni dalla nascita.
L’inchiesta dei nostri
giorni è donna, come rivelano molteplici esempi
di storie e protagoniste
al femminile presentate al festival, tra cui il
racconto della rivoluzione libica firmato dalla
giovanissima film maker
di guerra Rachel Beth
Anderson vera rivelazione di quest’edizione, che giunge
per la prima volta in Italia dopo aver sbancato in pochi mesi i
principali Festival internazionali (tra cui Amsterdam e Sundance Film Festival): a Pordenone sarà tra i protagonisti del
dovuto omaggio alla giornalista Ilaria Alpi, uccisa 20 anni fa a
Mogadisco con l’operatore Milan Hrovatin. Beth Anderson
ha girato tutto il mondo in diverse zone di conflitto, tra cui
Libia, Siria, Afghanistan, Egitto, Turchia e Sud Sudan. Il suo
documentario First to Fall
(Premiere all’International
Documentary Film FestivalIDFA ) è frutto di 7 mesi in
mezzo alla guerra libica per
capire i giovani combattenti
e il popolo libico, i cui cortili
divennero un territorio di
prima linea.
Attesa prima nazionale
Beth Anderson
per il film che documenta
in modo del tutto inedito la coraggiosa sfida al gigante del
Cremlino da parte delle determinate Pussy Riot in Pussy vs
Putin, realizzato dal collettivo russo Gogol’s wives (gli autori
saranno presenti al festival) raccogliendo materiale che documenta le gesta del gruppo della Pussy Riot dalle prime azioni contro il potere di Putin fino all’arresto, le
reazioni del pubblico e di semplici cittadini in
questi anni di provocazioni, proponendo uno
sguardo dall’interno che mostra il vero volto
di queste ragazze, dalla sala prove al carcere. Il documentario - che ha vinto lo scorso
International Documentary Film Festival
di Amsterdam - segue, camera in spalla, le
Pussy Riot, durante le loro performance in
occasione delle elezioni russe del 2012, culPussy Vs. Putin
minate con la manifestazione Punk Prayer
nella cattedrale della capitale. La telecamera non si ferma davanti alla reazione delle forze dell’ordine e molte scene sono
girate da dietro le sbarre dove i membri del collettivo vengono
rinchiusi dopo un fermo.
Gli appuntamenti sono moliti e di grande interesse, come i nomi, da Sean Penn a Nick Ryan ad Andrea
Barbato. Maggiori informazioni sul sito www.vociinchiesta.
Tagliacorti 2014: I vincitori
Grande successo per la quinta edizione di Taglia Corti,
conclusa il 27 marzo a Trieste. La serata, realizzata come un
ero e proprio show ha visto alternarsi sul palco le opere finaliste
in gara per i premi in palio, ma anche momenti di spettacolo. Tra
questi gli applauditissimi interventi musicali degli Spritz for
Five, giovane gruppo a cappella triestino e l’intervista sul palco a
Davide Boosta Dileo, tastierista dei Subsonica, che ha raccontato
la sua storia artistica con aneddoti e retroscena.
La serata si è conclusa con le premiazioni delle quattro categorie in concorso. Per i cortometraggi la giuria è stata composta
da Tommaso Lessio, Elisa Grando e Diego Monfredini. Ad aggiudicarsi il premio per il miglior Cortometraggio Esordiente è stato Lovearthcam di Aitor Marin Correcher, proveniente dalla
Spagna. Arriva dalla Svizzera invece il vincitore della categoria
Professionali, Pascal Forney, con il cortometraggio Entre
Ange et Dèmon. Per la categoria Videoclip musicali, invece,
si torna in Spagna, con l’opera Te y desilusion di Biktor Kero,
assegnata da Davideo Boosta Dileo, Sara Arango Ochoa e Piero
Pieri. I premi sono stati offerti dalla BCC di Staranzano e Villesse.
A vincere, poi, la categoria Animazione è stato Mee di Letty
Felgendreher, scelta dal direttore dello Scretch Film Festival di
Lecce, Hermes Mangialardo.
E’ il triestino Claudio Osvaldini, invece, con l’opera From
Iron to gold ad aggiudicarsi tutti e due i premi speciali della
serata. Il primo in collaborazione con Il Piccolo, come Miglior corto
web 2014, scelto dai lettori del quotidiano e il secondo come
premio speciale Miglior Corto Esordiente del FVG, che gli darà la
possibilità di realizzare il video del backstage del prossimo videoclip di un’importante band italiana in collaborazione con il regista
Tiziano Russo.
21
WWW.FILMFORUMFESTIVAL.IT
DAL 2 ALL’11 APRILE
UDINE E GORIZIA
SCHERMI
Filmforum festival 2014
Festival dedicato alla cultura cinematografica e alle arti visive contemporanee
Dal 2 all’11 aprile 2014 si rinnova l’appuntamento
con FilmForum Festival, alla sua 21^ edizione, in cartellone come sempre a Udine e Gorizia, con nove giorni di proiezioni, incontri, convegni, workshop, pubblicazioni ed eventi intorno al cinema, dalle origini ai nuovi media. At the borders
of Film History, ovvero L’archeologia del cinema sarà il
leit motiv di questa 21^ edizione del festival, promossa
come sempre dall’Università degli Studi di Udine, diretta dal
docente e storico del cinema Leonardo Quaresima e coordinata dai ricercatori Sara Martin e Federico Zecca. La 21^ edizione è realizzata in sinergia con la Regione Friuli Venezia Giulia
– Assessorato alla Cultura, la Fondazione CRUP, la Fondazione Carigo, il Ministero dei Beni e delle attività culturali – Direzione Generale per il Cinema, il Consorzio per lo sviluppo del
Polo universitario di Gorizia, il Comune di Udine, il Comune di
Gorizia. Contribuiscono alla realizzazione di FilmForum: APT
Gorizia, Barista Italiano, Valdirose – Enoteca Trattoria Tipica
di Gorizia, Borgo San Daniele (Cormons) Gorizia.
FilmForum Festival 2014 si aprirà mercoledì 2 aprile,
alle 9.30 nella Sala Convegni di palazzo Antonini a Udine,
e sarà scandito da discussioni, tavole rotonde, proiezioni di
film, laboratori pratici e performance da artisti sperimentali
nelle citta’ di Udine e Gorizia. Il convegno internazionale su
L’archeologia del cinema sarà di scena negli spazi dell’Ateneo
udinese fino al 4 aprile 2014, con i migliori accademici di tutta
Europa e di Canada e Stati Uniti. Fra gli altri i noti Marc Vernet, Siegfried Zielinski e Thomas Elsaesser, con tre relazioni
inedite che affondano nei ‘confini’ del cinema delle origini.
A inaugurare le proiezioni di FilmForum Festival 2014,
mercoledì 2 aprile (Cinema Visionario di Udine, ore 21) sarà
la prima nazionale di Nymphomaniac Parte 1, il film che
riporta Lars Von Trier nei nostri cinema 2 anni e mezzo
dopo Melancholia. All’evento della prima serata farà seguito, giovedì 3 aprile, un’altra proiezione eccellente, quella
– sempre al Cinema Visionario alle 21 – dello storico film The
Devils di Ken Russell in versione restaurata e X-rated con
Vanessa Redgrave.
Dal 5 all’11 aprile FilmForum Festival 2014 si spostera’ a Gorizia per ospitare l’annuale Spring School come
sempre incentrata sul rapporto fra Cinema e arti visive con-
temporanee. Il tema “At the borders of (film) history” sarà
esplorato nel passato della storia del cinema e nel presente
delle arti visive contemporanee durante i Workshops di Film
Heritage e Visual Arts, e si calerà poi sul versante delle nuove tecnologie nel Workshop Post Cinema (dai videogiochi, al
fumetto, ai social networks) e sulla mappatura della ricerca
intorno alla cinematografia dei Porn Studies. Saranno molti
gli appuntamenti che, per dieci giorni, renderanno Udine e
Gorizia la frontiera piu’ avanzata della cultura audiovisiva
in Europa. Fra le novità più attese della sezione goriziana
del festival spicca, sabato 5 aprile (Kinemax Gorizia ore 21),
la prima assoluta di “Eccoli”, una produzione dedicata a
Franco Basaglia, a cura dell’artista e fumettista Stefano Ricci, realizzata con il montaggio di materiali inediti della
Collezione Osbat Basaglia. L’evento sarà accompagnato dalla
pubblicazione fotografica a cura di Stefano Ricci, edita MamiVerlag, nella quale i lettori ritroveranno le atmosfere di quei
filmati clinici e l’esperienza di Basaglia a
Gorizia, dal 1961 al 1968.
Proprio a Gorizia FilmForum,
per la prima volta gli autori, registi
e protagonisti delle webseries più
famose e più amate dal popolo della
rete si ritroveranno per una due
giorni di tavole rotonde a cura di
Sara Martin, dedicate alla cineserialità
‘esplosa’ nelle ultime stagioni sul web:
mercoledi’ 9 e giovedì 10 aprile dalle 17
alle 19 presso il Palazzo del Cinema di
Piazza Vittoria 41 a Gorizia, FilmForum
2014 promuove dunque l’incontro del
suo pubblico con chi fa il “cinema” del
nostro tempo.
Nymphomaniac vol. I
22
SCHERMI
UDINE | LUOGHI VARI
DAL 25 APRILE AL 3 MAGGIO
WWW.FAREASTFILM.COM
Far East Film Festival
Sedicesima edizione del festival che porta in Friuli il cinema asiatico
Torna il Festival dedicato al cinema asiatico, che avrà
luogo a Udine in tre diversi centri culturali della città. Sede
principale è il Teatro Nuovo Giovanni da Udine, ma alcuni
eventi avranno luogo al Visionarioe al Cinema Centrale, situato nel pieno centro città.
Attesissimo, a Udine, dal 25 aprile al 3 maggio, il FEFF 16
offrirà oltre 60 titoli della migliore produzione popolare asiatica: dai blockbuster polverizza-botteghino ai futuri cult movie,
passando (come sempre) per gli outsider degni di scommessa.
10 differenti realtà (Hong Kong, Cina, Giappone, Corea del
Sud, Thailandia, Malesia, Indonesia, Filippine, Singapore, Taiwan) per uno sguardo ampio e curioso: quello degli
organizzatori, che sorveglia il perimetro qualitativo senza
discriminazioni artistiche, e quello degli spettatori, che desidera scivolare, spaziare e perdersi… lontano dall’Occidente.
Diverse sono le anticipazioni sui caratteri principali di
questa edizione. Tra questi, la stretta connessione con Hong
Kong. Una connessione artistica e culturale che si rinnova
felicemente di anno in anno, certo, ma questa volta è il suo
stesso significato ad avere una sfumatura diversa: a 16 anni
dalla riunificazione con la Cina, infatti, l’ex colonia britannica
non è mai stata così orgogliosamente hongkonghese. E non lo
è mai stato nemmeno il suo cinema!
Hong Kong calling, insomma, e il grande festival udinese
è prontissimo a raccogliere la chiamata: tra gli ospiti d’onore
ci sarà mister Fruit Chan, il più indie dei registi from HK, e
presenterà al pubblico il suo
ultimo geniale lavoro cinematografico The Midnight
After (il talk di approfondimento, poi, vedrà impegnato Marco Müller grande
conoscitore del cinema di
Fruit Chan). Un’eccentriFruit Chan
ca e assurda commedia
horror-surreale che racconta,
metaforicamente, la grande
ossessione di Hong Kong per
la “data di scadenza”. Ossessione connaturata alla sua
paura di scomparire…
Che cosa unisce Matteo
Matteo Oleotto
Oleotto, regista di Zoran, il
mio nipote scemo, e l’imminente FEFF 16, oltre al comune
amore per il cinema? La risposta non è certo complicata: il
nuovo festival trailer, infatti, porterà la sua firma! Sessanta
secondi per giocare con l’essenza pop della grande manifestazione udinese, prendendo allegramente a schiaffi gli stereotipi che (ancora) gravano sull’arte cinematografica d’Oriente…
Interpretata da Riccardo Maranzana, l’irresistibile Ernesto di Zoran, la sigla porta avanti quella spassosa linea comica
già percorsa da quasi tutti i suoi predecessori (escludendo
le stilose narrazioni di Lorenzo Bianchini e Joko Anwar o il
dolce fuori pista poetico di Špela Cadež).
Ritorna anche quest’anno Bed&Feff, la fortunata iniziativa targata Far East Film che invita le famiglie udinesi ad
offrire gratuitamente un posto letto a studenti, ricercatori
universitari e giovani giornalisti (italiani e stranieri) durante
l’attesissimo festival internazionale del Centro Espressioni
Cinematografiche. In cambio di questo piccolo grande gesto
di cortesia, le famiglie potranno usufruire di alcuni vantaggi
esclusivi: ottenere due accrediti nominativi per assistere a
tutte le proiezioni. Se ritorna il Bed&Feff, non può ovviamente non ritornare anche uno degli eventi faristiani più amati:
domenica 27 aprile alle 16.00, in Piazza San Giacomo, si
svolgerà infatti la quinta edizione del Far East Cosplay
Contest! Costumi, pose, abiti e trucchi ispirati all’estetica
rigorosamente made in Asia dei manga, degli anime, del cinema, della tivù, della musica e anche dei videogame. Per tutto il
resto, attendiamo nuove.
V edizione Premio Mattador
Ancora pochi giorni alla data di scadenza - 15 aprile 2014 - per partecipare al 5°
Premio Internazionale per la Sceneggiatura
MATTADOR dedicato a Matteo Caenazzo,
uno dei più attesi concorsi nel settore della
scrittura per il cinema. Alcune delle sceneggiature premiate nelle scorse edizioni sono
diventate dei veri e propri film, premiati e
applauditi nei festival di cinema nazionali.
formazione” che consente loro di partecipare
al workshop internazionale di sceneggiatura
Eastweek. Il vincitore della migliore sceneggiatura per cortometraggio CORTO86 viene
premiato invece con la produzione del cortometraggio tratto dalla sua sceneggiatura. Inoltre, i
lavori segnalati dalle Giurie del Premio hanno la
possibilità di essere pubblicati nei volumi della
collana “Scrivere le immagini. Quaderni
Sul set del cortometraggio E tu
di sceneggiatura”, edita da EUT in collaboraIl Concorso premia i vincitori con
zione con Mattador. I libri sono stati presentati il 5 marzo scorso
5.000 euro per la migliore sceneggiatura per lungoalla Casa del Cinema Venezia.La cerimonia di Premiazione si
metraggio e 1.500 euro al miglior lavoro di sviluppo
del soggetto (premio offerto dalla Provincia di Trieste). Sono
previsti anche premi sotto forma di percorsi formativi. Ai finalisti
della sezione al miglior soggetto viene assegnata una “ Borsa di
svolgerà il 17 luglio 2014 nelle Sale Apollinee del Teatro
La Fenice di Venezia. Maggiori informazioni sul sito www.
premiomattador.it.
24
MUSICA
RUBRICA
Ad aprile si resta in regione
Molti gli appuntamenti con la musica leggera, da Baglioni a Ruggeri a Marlene Kuntz
Un super duo apre le danze in
regione. Ligabuie e Claudio Baglioni
saranno rispettivamente al Palazzetto
di Latisana e al Palasport di Pordenone.
Liga tra marzo e aprile si esibirà nei
palazzetti di undici centri minori sparsi
nella Penisola per il “Mondovisione
tour - Piccole città 2014”. Latisana è
appunto una delle tappe dedicate alle
piccole città: intento dell’artista è quello
di ricreare, dopo anni di successi, lo
spettacolo e l’atmosfera che si respirava
nei suoi primissimi live, basati su una
produzione potente ed essenziale e soprattutto su uno strettissimo contatto
col pubblico.
Il giorno dopo a Pordenone Claudio
Baglioni. Una nuova dimensione del
dialogo artista-pubblico in un crescendo
di intensità e profondità, per una straordinaria stagione di grandi appuntamenti dal vivo. Questo in sintesi l’ultimo
grandioso progetto di Claudio Baglioni,
denominato “ConVoiLive”, ispirato
all’ultimo omonimo album di inediti - il
primo dal 2003, pubblicato lo scorso
22 ottobre - che si divide in tre fasi, la
prima delle quali iniziata già lo scorso
dicembre nei teatri con lo spettacolo
“Diecidita”. La seconda fase, il “ConVoiLive Tour” appunto, proseguirà invece nei
palasport di tutta Italia, trasformati per
l’occasione in vere e proprie arene che
ospiteranno, in una vasta area centrale,
uno spettacolo multidisciplinare nel
solco dei grandi e innovativi show che
l’artista, primo al mondo, ha presentato
fin dal 1990.
Pordenone propone parecchio
in aprile. Alla Naonian Concert Hall
approderanno in pochi giorni Marlene
Kuntz e i Tre allegri ragazzi morti.
Ad accompagnare il primo, il 19 aprile,
un videoclip che vede la straordinaria
partecipazione di una delle attrici più
carismatiche del cinema italiano: Kasia
Smutniak, co-protagonista insieme a
Cristiano Godano del video firmato dal
talentuoso regista Francesco Amato
(sua la regia del lungometraggio «Cosimo e Nicole»). Sul palco Cristiano Godano voce e chitarra, Luca Bergia batteria,
percussioni, Riccardo Tesio chitarra
oltre che Luca Saporiti aka Lagash ,
basso e Davide Arneodo, polistrumentista. Il 24, per i loro vent’anni Tre allegri
ragazzi morti propongono un concerto
esclusivo ed irripetibile: “Aprile 1994”,
come fossimo vent’anni fa. Tutte e solo
Tommy Emmanuel
le canzoni delle origini, quelle contenute nelle cassette autoprodotte Mondo
Naif, Allegro pogo morto e Si parte,
riproposte per l’occasione in edizione in
vinile a tiratura limitata da La Tempesta
Dischi e Tannen Records!
A Trieste il 5 aprile la Contrada
ospita Enrico Ruggeri. Dopo 4 anni
il cantautore milanese torna in teatro
con un concerto sorprendente e
imprevedibile. Uno spettacolo diviso
in due parti, la prima con un excursus
sulla rock opera Frankenstein, che
ha rivisitato completamente con un
rivoluzionario ed elettronico Frankenstein 2.0. Ruggeri ne racconterà
l’attualità e la poesia in un suggestivo scenario visivo e sonoro. Nella
Claudio Baglioni
seconda parte il protagonista sarà
Tre allegri ragazzi morti
anche il pubblico, chiamato ad interagire attraverso i social: i presenti in sala
e quelli che “interverranno” da luoghi
lontani potranno partecipare allo show.
Lo stesso giorno al Macaki si esibiranno gli House of lords presentando il
nuovo album “Precious Metal”, in uscita
a febbraio per Frontiers Records. La
band californiana, nata dalle ceneri dei
più “leggeri” Giuffria grazie alla geniale intuizione di Gene Simmons che li
scritturò sotto la sua Simmons Records,
è senza dubbio una delle più note ed
imporanti del panorama melodic rock.
L’evento è promosso da Trieste is rock
e ad aprire la serata ci saranno i Sweet
Lorraine, Tribute Band Internazionale
degli Uriah Heep capitanata dal tastierista triestino Alex Falcone, e gli scozzesi
Estrella, band di apertura ufficiale per il
tour degli House Of Lords.
Grande appuntamento con un
maestro della chitarra il 2 maggio
al Rossetti. Tommy Emmanuel ha
appena pubblicato “The Colonel and
the Governor”, un album jazz registrato
in duetto con l’altrettanto talentuoso
Martin Taylor. L’ultimo album di Tommy è l’attesissimo CD/DVD combo live,
“Tommy Emmanuel cgp: Live and Solo
in Pensacola, Florida”, registrato dal
vivo nel primi mesi del 2013 in Florida.
Questo CD/DVD include successi vecchie
e nuovi.
Sempre in regione, ma a Gorizia, il
12 aprile ritorna l’appuntamento con
Rap’n go, un evento in cui trova spazio
la musica emergente rap del panorama
regionale e nazionale. Decine di gruppi
musicali rap, writers, ballerini e dj insieme a chioschi e stand.
25
[email protected]
12 APRILE
TRIESTE I TEATRO MIELA
MUSICA
Concerto per Gabriele
Sabato 12 aprile il CxG 2014, con l’Associazione Jambo Gabri
Torna anche
quest’anno il CxG,
il concerto-evento
giunto alla sua sesta
edizione, in ricordo
del giovane chitarrista
Gabriele Manfioletti
scomparso nel 2008.
L’appuntamento,
organizzato e curato
dall’Associazione Musicale Jambo Gabri,
che si svolgerà in data
12 Aprile 2014 all’interno del Teatro Miela, è ormai un simbolo
nella cultura musicale
CxG 2013
di Trieste, accolto con
grande partecipazione
dai vari musicisti e artisti della città (e non solo). I concerti
del pomeriggio inizieranno alle ore 16, alternando 9 gruppi
più o meno della scena emergente: SPERO PROMITTO IURO,
EDGAR MEIS, BABY GELIDO, LOULOU AND HER DEMONS,
VINOLIA, PSICO FEE, VIDIAM, BOLERO EXTASY, e infine la
band HOVER. Ad aprire in serata, a partire dalle ore 21, sarà
la band triestina WELCOME COFFEE all’insegna di un sound
principalmente rock-alternative. La band, che
di recente ha presentato l’ep Box#2, ha già
in programma diverse
date in Italia e Slovenia
per il Maneki Neko Tour.
Il testimone passerà poi
alla band genovese AUDIOGRAFFITI, con una
musica ricca di contaminazioni multiculturali
restando pur sempre
fedele alla matrice rock.
La formazione raccoglie i primi consensi nel
2012, anno che li vede
solcare il palco dell’Hiroshima Mon Amour
(Torino), e inoltre pubblicare il disco d’esordio per Fabbrica Musicale Records. Per finire, la band goriziana INSANITY FAIR
concluderà l’evento in un turbine crossover/numetal, fresca
del suo primo singolo Color Box uscito a dicembre scorso.
Alla giornata saranno presenti in collaborazione anche
RadioTweetItalia, Mediaservice, e i ragazzi del progetto
di Impatto Visivo.
SLOVENIA GIG GUIDEAPRILE 2014
Malevolent. Il Gala Hala di Metelkova propone Ollie
Teeba (Herbaliser) il 4 e Debruit dalla Francia venerdì
11,i Casualties il 20 e gli Skatalites il 24. A Channel 0,
sempre a Metelkova, due ottimi live, Notwist il 10 e Dub
Trio il 12. Per chiudere al K4, dall’UK arriva Phase il 14, il
25 Cheeba (Solid Steel).
Notwist
Sempre fitto il calendario lubianese di appuntamenti,
aprile non fa eccezione. Partiamo da Kino Siska (www.
kinosiska.si) che parte subito forte. L’1 arriva infatti il rock
and roll secco e diretto dei Blood Red Shoes, il 2 dall’Islanda il sound fatato dei Mum, mentre martedì 8 ancora un
live onirico con i God is An Astronaut.L’11 serata di metal
pesante con Comeback Kid, Xibalba, The Greenery e
Mum
26
MUSICA
WWW.FACEBOOK.COM/latanadeigechi
latanadeigiechi.blogspot.com
Parola di Geco...
Il mese scorso abbiamo accennato al
ricercatore argentino Hugo Zuccarelli, personaggio noto nell’ambito della
ricerca sonora per la sua interessante
tesi sull’evoluzione dell’orecchio umano,
che ha messo in discussione i metodi moderni per le registrazioni ad alta fedeltà,
sostenendo che l’udito degli esseri umani si è sviluppato secondo le esigenze di
sopravvivenza degli ominidi, in modo da
poter percepire e localizzare un suono
anche con un orecchio solamente. Sulla
base di questo concetto, afferma che il
nostro orecchio non è predisposto per
l’ascolto della musica o dei discorsi tra
persone e che quindi i suoni registrati
e riprodotti ad alta fedeltà come quelli
degli home video o dei videogiochi, non
otterranno mai un certo realismo. acousticintegrity.com
A dimostrazione di quanto sostenuto, oltre a proseguire su questa sua
strada “controcorrente”, ha creato un
complicato
orecchio artificiale, in grado
di riprodurre
questo meccanismo, e ha dato
vita al sistema di registrazione
Holofonica, in seguito brevettata ma non del tutto svelata.
In molti ritengono che
questo sistema holofonico abbia
qualcosa di più rispetto agli altri
sistemi di registrazione, anche
se scientificamente non è stato dimostrato, ma intanto Zuccarelli e la sua
teoria hanno varcato la soglia del mondo
della cinematografia e della musica.
The Final Cut dei Pink Floyd è stato
registrato con questo sistema. Non ci
credete? Date un occhiata alle note di
copertina.
Può mancare nelle nostre biblioteche
un tomo come Il libro del Prog italiano-Storie e dischi della musica Rock
italiana anni ’70? Edito da Giunti, è
un’accurata opera firmata da John Martin e Michele e Sandro Neri. Una profonda analisi di questo genere musicale
RUBRICA | A CURA DI ALCE &VALVA
Alcepedia
Cari lettori,
Il prossimo 4 maggio i mitici Dream Syndicate si esibiranno al New
Age Rock Club di Roncade, in provincia di Treviso, un appuntamento
per intenditori da non perdere. Tra
le nuove uscite discografiche vi
segnaliamo la nuova fatica di Beck,
dal titolo “Morning Phase”; se avete
amato le sonorità folk rock del suo
“Sea Change” datato 2002, è il disco
che fa per voi.
Altra produzione interessante,
di genere affine, è “The River And
The Thread” della primogenita di
Johnny Cash, Rosanne. Canzoni
molto godibili e raffinate, un viaggia
nel Sud degli States, tra Louisiana e
Mississippi. Un piacere per le orecchie. Pezzo forte, a nostro avviso,
di quest’ ultimo periodo è “Play All
Night, Live at the Beacon Theatre
1992” prima apparizione degli Allman Brothers Band nel noto locale
newyorkese. Alla chitarra suonava
Dickey Betts affiancato da un giovanissimo Warren Haynes alle prime
RUBRICA DI CRISTIANO PELLIZZARO
italiano che ancora
oggi vanta stima e
rispetto anche oltre
oceano.
Twinscapes
è un progetto
musicale prodotto
da Bill Laswell, al
quale hanno preso
parte il sassofonista
David Jackson e il
batterista Roberto
Gualdi (solo per citare alcuni nomi). Il
risultato è Ambient d’avanguardia e
sperimentazione, all’interno dei quali
diversi generi si mischiano assieme
creando un paesaggio sonoro visionario.
Consigliato agli intenditori.
Altrettanto degno di nota è il debutto
ufficiale mediante label dei Coloured
Sweat, giovane e stuzzicante band
triestina. Esce in questi giorni per la
Gramophono Records, Camels un brano
del loro repertorio presente già nel Demo
e ora pubblicato come si fa con le grandi
band. facebook.com/colouredsweat/info.
RUBRICA | A CURA DI LONDONDERRY
Masterpiece
The Dream Syndicate
esperienze con la band sudista per
antonomasia. Una setlist composta
da tutti i loro cavalli di battaglia
suonati con furore agonistico senza
pari.
Segnaliamo, infine, la ristampa in
doppio dvd del tributo a Bob Dylan,
celebrato nel 1992 al Madison Square Garden di New York. Il gota del
rock riunito a rendere un doveroso
omaggio al menestrello in occasione
dei suoi trent’anni di carriera. Disco
del passato consigliato questo mese
è l’esordio al fulmicotone degli irlandesi Hothouse Flowers, intitolato
semplicemente “People”. Correva l’
anno 1988 quando la band capitanata da Liam Ó Maonlaí (una delle
voci più belle di quegl’anni) dava alle
stampe un piccolo capolavoro Soul/
Rythm Blues con punte Irish. Da
riscoprire!
Bei tempi a San Francisco
nell’estate del 1967, quando uscì
l’album Surrealistic Pillow dei
Jefferson Airplane, siamo in
piena psichedelia e molte cose
stanno cambiando nel mondo.
Guidati da Paul Kantner e sua
moglie Grace Slick, sorretti dalla
chitarra lisercica di Jorma Kaukonen sfornano delle autentiche
pietre miliari come, Some Body
To Love e White Rabbit, brani
che saranno consacrati inni della
hippie generation. Buon ascolto
a tutti!!
27
WWW.MENINROCK.IT
4 APRILE
TRIESTE I CAFE’ ROSSETTI
MUSICA
Men in rock
La Deep Purple Night triestina, debutto al Cafè Rossetti
Ma perché in anni di frenetica esasperazione tecnologica in tutti i campi
- non ultimo quello musicale - ci sono
ancora musicisti che invece di ricercare
nuove elaborate sonorità, sentono la
necessità di rivivere sensazioni
che solo la vera musica rock, creata
da “geni della musica” 40/50 anni
fa, riesce a trasmettere? La risposta
è molto semplice: i “suoni” degli strumenti di quell’epoca - per chi ascolta
oggi un brano di allora - sono rimasti
inalterati, “suoni puri che resteranno
eterni”.
Ecco perché 5 musicisti triestini - che
per anni hanno suonato separatamente in formazioni musicali a Trieste e
all’estero, maturando esperienze delle
più varie - in un giorno d’agosto del
2013, scoprono di possedere un desiderio comune: formare una band che ne
ricalchi una originale anni 70, per
riproporre la vera musica rock. La
scelta era scontata: i nostri eroi vole-
vano riproporre “fedelmente” la musica
dei Deep Purple, il gruppo inglese che
ha segnato indelebilmente il mondo del
rock. I Deep Purple riuscivano - ci riescono tutt’oggi - ad ogni concerto, a creare
un’atmosfera unica, vuoi per il talento dei
musicisti, vuoi per l’energia che scaturisce dall’insieme del gruppo.
Maurizio alla chitarra, Silvio all’organo
Hammond, Flavio alla batteria, Lorenzo
al basso e la voce di Stefano ad amalgamare questo ensemble, la nuova band
“Men in rock ” inizia - con il primo concerto del 4 aprile - un nuovo percorso
musicale con la determinazione di far
rivivere, umilmente, le emozioni che si
provano ascoltando un disco dei Deep
Purple. Un obiettivo ambizioso, ma supportato dalla preparazione individuale
dei singoli musicisti.
Argomenti che difficilmente entusiasmano l’interlocutore, ma che sicuramente
creano curiosità. I Men in rock vogliono dimostrare che con la loro musica
possono ricreare i suoni e l’atmosfera
dei mitici Deep Purple. E come i loro idoli
allora, hanno una ben precisa finalità:
“Essere unici nel genere Rock”. Stupire ad
ogni concerto.
I Men in rock vi aspettano al loro debutto.
28
ZAPPING
FVG | LUOGHI VARI
AD APRILE
INFO VARIE
Per godere della primavera
Horti tergestini al Parco di San Giovanni. Alla scoperta dei castelli della regione
Da nord-ovest a sudricordi teneri e struggenti, che
est, gli eventi all’aperto
hanno trasformato dolori potenche rallegrano in regione
zialmente devastanti, in preziosi
l’inizio della primavera.
semi di solidarietà.
Ne scegliamo alcuni tra i
La festa si svolge dal 1987 tra
tantissimi organizzati da
la fine d’aprile e i primi di magenti privati e pubblici in
gio, rivestendo il parco Hemingogni angolo del Friuli Veneway di Lignano Sabbiadoro con
zia Giulia.
l’arcobaleno dei mille colori di
Il 6 aprile a Sacile si
un’autentica festa popolare che
tiene la Fiera degli uccelparla di solidarietà, tra il verde
li, alla sua 68a edizione.
dei pini, il candore dei gazebo,
Molti sono coloro che ogni
una marea di gente e sopratanno arrivano a Sacile per
tutto tanti bambini a inseguire
questa vera e propria kerincantati i voli di palloncini e
Lignano in fiore
messe primaverile di piandegli aquiloni, e i mille laboratote, fiori e uccelli considerata
ri, spettacoli e iniziative che di
un’anticipazione della Sagra dei Osei che si tiene nel mese di
anno in anno vengono proposti. www.lignano in fiore.it
agosto e per prendere parte alla Esposizione uccelli concorso
Dal 19 al 21 aprile, alla sua ottava edizione, Horti
canoro ed il Concorso Interregionale canarini – esotici – ibriTergestini è la più importante manifestazione regionale
di. www.prosacile.org
del florovivaismo e una delle principali in Italia, in grado di
L’adunata degli alpini è prevista dal 9 maggio a
attrarre oltre diecimila visitatori. Oltre novanta espositori
Pordenone. Tra i vari eventi che aprono la manifestazioinseriti nel Parco di San Giovanni, a Trieste, che rappresenne, il 12 aprile gli sbandieratori di Cordovado offriranno
tano il meglio del florovivaismo italiano, accanto ad artigiani
uno spettacolo dalle ore 18 in piazza XX settembre. www.
che producono oggetti e arredi per il giardino, nonché una
adunataalpini-pordenone2014.it
significativa rappresentanza di associazioni. Horti Terge12 e 13 aprile al Castello di Strassoldo l’evento “In
stini non guarda solo alla realtà nazionale ma ha progressiPrimavera: Fiori, Acque e Castelli”. Costruiti quasi mille
vamente coinvolto qualificati espositori provenienti dalla
anni fa, questi manieri, i loro borghi e la natura circostante
vicina Slovenia e da alcuni paesi dell’Est Europa. www.
rappresentano un unicum di grande bellezza. Spinte dalla
hortitergestini.it
volontà di salvaguardare questi scrigni di storia e di valoAnche quest’anno, in occasione di Castelli aperti organizrizzare tutto il territorio, le organizzatrici aprono gli aviti
zati domenica 6 aprile dal Consorzio Salvaguardia Castelli
saloni per due rassegne d’eccezione (in primavera ed in
del Friuli Venezia Giulia, il Castello di Spessa di Capriva del
autunno) in cui antiquari, artigiani, decoratori e artisti d’ecFriuli, con il suo parco ricco di piante secolari e fiori, aprirà
cellenza presentano le loro opere. Fuori, i giardini ospitano
le porte ai visitatori. L’evento è rivolto a chi, da solo o con un
una ricca selezione dei migliori vivaisti ed ibridatori italiani
gruppetto di amici o familiari, desidera scoprire alcuni dei
con pregiate collezioni di piante antiche, insolite e rare. Gli
castelli più belli della Regione, non sempre aperti al pubblico.
ospiti possono rilassarsi ed immergersi nella fantastica
Nel Wine Store Casanova, ricavato in rustici edifici all’entraatmosfera del luogo, passeggiando lungo le vie in acciotta del castello, sarà offerto come benvenuto ai visitatori un
tolato, attraverso gli antichi saloni e nei giardini secolari.
calice di vino della tenuta che circonda il castello e ne porta
Una bella esperienza sono anche le visite guidate al parco,
il nome. Sempre a Casanova, che fu ospite del maniero nel
al borgo ed al territorio che
1773, è dedicata la romantica
ospita i castelli, per scopripasseggiata letteraria che i
re da vicino le risorgive, la
visitatori potranno fare nel
natura e la cultura che in
parco, seguendo il fil rouge
questo speciale ambiente si
delle 10 frasi del letterato
è sviluppata. www.castelsull’amore, le donne, l’amicizia,
lodistrassoldo.it
la vita, pensieri incisi su artiNell’azzurra latitudine
stiche tabelle in ferro battuto.
della primavera sul mare Liwww.castellodispessa.it
gnano in fiore, dal 25 al 27
Dal 25 aprile al 4 maggio
aprile, grazie all’impegno
a Grado una mostra-concorso
dei suoi volontari può contisull’ortaggio tipico della zona:
nuare a rilanciare il proprio
l’asparago di Fossalon, per
messaggio di solidarietà.
promuovere la specialità della
Castello di Spessa, cantine (ph G.Mezzadri)
Alle radici della festa anche
zona. www.grado.info
]fik\U]fik\
]fik\U]fik\
]fik\U]fik\
SPAZIO 11B
SPAZIO 11B
SPAZIO 11B
spazio 11b
SPAZIO 11B
via S. Caterina 11b Trieste ! t. 040 661821 ! www.spazio11b.it
escapista photographer
Casual Prêt-à-Porter Boutique
30
ZAPPING
FVG | LUOGHI VARI
AD APRILE
INFO VARIE
Ad aprile, tra le fiere
Molti gli appuntamenti nei grandi quartieri fieristici della regione
Dal 4 al 6 aprile torna al quartiere fieristico di Gorizia Pollice
verde, dedicata al florovivaismo
e all’orticoltura. Pollice Verde è
un’ottima occasione per approfondire la conoscenza della natura,
per scoprire piccoli segreti su come
coltivare piante e fiori, per conoscere le loro proprietà curative.
Da sempre momento di attrazione
e curiosità per le famiglie e per i
giovani visitatori di Pollice Verde,
la Mostra Internazionale Cunicola
presenta decine di soggetti di provenienza nazionale ed estera. Ai giovani
e giovanissimi visitatori della mostra è
dedicato Verde Pollicino: uno spazio e
un contesto fertile dove, in collaborazione con gli espositori che aderiscono
all’iniziativa, vengono proposti laboratori interativi, giochi creativi, presentazioni e mini-esperimenti. www.
udinegoriziafiere.it
È degli stessi giorni, tra 5 e 6 aprile,
la grande fiera motoristica udinese.
Udinemotori si propone al visitatore
come una grande contenitore di attività motoristiche nelle quali il pubblico
diventa a sua protagonista partecipando attivamente a dimostrazioni di
fuoristrada 4x4, motocross ed enduro,
quad, trial, guida sicura, educazione
stradale, modellismo, volo. A questo
e non. Bevanda conviviale sinonimo
di compagnia e allegria, la birra si
presta ad accompagnare piatti e
vivande esaltando sia i propri sapori
sia quelli del cibo: non mancano dunque ad A Tutta Birra gli abbinamenti
e le proposte enogastronomiche
più tradizionali accanto a quelle più
insolite che incontrano la curiosità
e il gusto dei visitatori. E poi musica, eventi e tanto divertimento.
Udinemotori
0432.4951
poi si aggiunge il circuito dove, oltre
La casa è protagonista dal 5 al
a provare le vetture messe a disposi13 aprile alla Fiera di Pordenone. Due
zione dalle varie autoconcessionarie
eventi complementari, La casa ecodel territorio si potranno ammirare
compatibile e Casa&Dintorni, vogliole evoluzioni e le esibizioni proposte
no offrire al pubblico mostre, vonvegni
da stutman professionisti e piloti di
e ovviamente mercati sulla casa e tutto
supermotard, pitbike e kart. I più temeciò che la riguarda. La casa ecocomparari invece potranno provare l’ebbrezza
tibile, 4^ Salone Energie Rinnovabili,
di stare a fianco di piloti professionisti
Risparmio energetico e Bioedilizia,
su bolidi da pista.Domenica sarà anche
è una mostra convengo della Green
la giornata dedicata al “Motoincontro di Economy specialistica che si rivolge
UdineMotori” al quale da anni partecial pubblico e agli operatori dei settori
pano migliaia di centauri provenienti
del risparmio energetico, delle energie
da tutta Italia oltre che da Austria, Slorinnovabili, della bioedilizia e della movenia e Craozia. www.udinemotori.it
bilità sostenibile. Casa&Dintorni è il
Dal 30 aprile a 3 maggio un altro
Salone dell’Arredamento, complementi
appuntamento tipico delle fiere
d’arredo, casalinghi, rivestimenti,
regionali di primavera. A tutta birra,
tessuti per la casa, Edilizia e risparmio
sempre nel quartiere fieristico di Udine, energetico, ma non mancherà una parpropone una vastissima scelta e prete dedicata all’enogastronomia.
sentazione di birre rtigianale friulana
www.pordenonefiere.it
Vinitaly - Salone internazionale del vino
Vinitaly, nella fiera di Verona, è la principale manifestazione di riferimento del settore vinicolo, nell’edizione 2013 ha ospitato oltre 4 mila espositori,
registrando 148 mila visitatori, dei quali 52.979 esteri provenienti da 120 Paesi. Quattro giorni di grandi eventi, rassegne, degustazioni e workshop mirati
all’incontro delle cantine espositrici con gli operatori del comparto, assieme ad
un ricco programma convegnistico che affronta ed approfondisce i temi legati
alla domanda ed offerta in Italia, Europa e nel resto del mondo.
Tra gli appuntamenti collaterali che vogliamo ricordare in questo ormai
grandioso evento, Enolitech, Salone Internazionale delle Tecniche per la
Viticoltura. L’Enologia e delle Tecnologie Olivicole ed Olearie è una valida opporVinitaly
tunità per tutte le aziende del settore che intendono promuovere sul mercato
il meglio della produzione, per presentare e far conoscere nuove applicazioni e tecnologie. C’è poi Sol&Agrifood, rinnovato
nella formula e negli spazi espositivi per meglio rispondere alle esigenze dei partecipanti. Sol&Agrifood è la Rassegna Internazionale dell’Agroalimentare di Qualità: prestigiosa vetrina che, anche grazie alla concomitanza con Vinitaly, promuove l’eccellenza olivicola ed agroalimentare sul mercato nazionale ed internazionale. Buon divertimento. www.vinitaly.com
Sistema Network Caffè
A maggio pubblichiamo gratuitamente le date che riceviamo
entro il 21 aprile 2014
La redazione consiglia:
5/4 Afghanistan 1969 Go
7 e 8/4 Magazzino 18 Ud
11/4 L’avaro Pn
11 e 12/4 Richard Strauss Ts
17/4 Bassekou Kouyate Ts
27/4 Giorgia Nardin Ud
fino all’11/4 Pinocchio Ud
1/5 Harlem Globetrotters Go
Insieme ai poveri. Insieme ai dimenticati. Insieme alle vittime della
camorra. Insieme ai detenuti. Insieme ai malati. Insieme agli anziani soli.
Conto corrente postale n.57803009 - www.insiemeaisacerdoti.it
Segui la missione dei sacerdoti sulla pagina FB facebook.com/insiemeaisacerdoti
32
PORDENONEAPRILE
musica
Mercoledì 2
T.A.N.G.O.S.
Alcuni tra i migliori interpreti di
tango argentino nel panorama internazionale, conducono
il pubblico in un viaggio ideale
attraverso i differenti stili che
hanno reso il tango un’Arte.
Quattro coppie di straordinari
ballerini, in un programma costruito su misura e accompagnati dall’eleganza musicale
dell’Hyperion Ensemble, vanno
dirette all’anima più profonda dell’Argentina, al cuore di
una danza e di una musica rese
mitiche da Gardel e Piazzolla,
mettendone in risalto la nobile
trasformazione attraverso i
decenni. Una metamorfosi che
coinvolge il tango nella sua
totalità espressiva, musicale e
coreografica-Ore 20.45-Teatro
Comunale G. Verdi, viale Martelli
2, Pordenone-Info:
www.comunalegiuseppeverdi.it
presentate pagine insolite, come
la commovente Eclogue di Gerald
Finzi, opera che si può ascoltare
raramente al di fuori dei Paesi anglosassoni-Ore 20.45-Fazioli Concert Hall, Sacile, Pordenone-Info:
www.fazioli.com
Sabato 5
Claudio Baglioni
Il 2014 in musica del Friuli Venezia
Giulia si apre con l’annuncio di un
nuovo sensazionale concerto live.
Dopo le star della musica italiana
Antonello Venditti, Max Pezzali,
Elisa e la notizia dell’arrivo a giugno dei fenomeni del rock mondiale, i Pearl Jam, Claudio Baglioni,
uno dei cantautori più amati di
sempre, ufficializza oggi il suo
grande ritorno in regione a distanza di cinque anni dal suo ultimo
grande show tenuto nel 2009 a
Villa Manin. L’importante appuntamento, parte del “Convolive
Tour” che da fine febbraio a maggio toccherà i palazzetti più importanti d’Italia, sarà al PALASPORT
FORUM di Pordenone-info:
www.azalea.it
Mercoledì 16
Piano solo
L’iridescente arte di Franco D’Andrea è un poliedro tendente alla
sfera. L’oceanica immensità della
sua costante ricerca di un linguaggio personale all’interno della tradizione jazzistica, trova in questa
quasi un’ora di musica in piano solo
una rappresentazione adamantina. Una straordinaria panoramica
sul suo pensiero musicale libero da
manierismi di sorta e costantemente alla ricerca di un’espressività autentica e profonda. Musica di
una caparbietà gentile, appuntita,
magmatica, scattante e raffinata.
Travolgente e coerente allo stesso
tempo. Mirabilmente in bilico tra
Apollo e Dioniso. Intensamente
personale, completamente jazzOre 20.45-Teatro Comunale G. Verdi, viale Martelli 2, Pordenone-Info:
www.controtempo.org
Sabato 19
Marlene Kuntz
Nella tua luce è un disco particolarmente sentito dalla band, che
ha voluto dedicare oltre due anni
alla sua realizzazione per curarne
ogni dettaglio. Ascoltando l’album
si incontreranno vari personaggi e si intuiranno le loro vicende
umane, percorrendo un mondo
dalle tinte scure intervallato da
vitali lampi di luce. Nella tua luce,
è uscito lo scorso agosto e contiene 11 brani inediti. Anticipato
dal singolo Il Genio (l’importanza
di essere Oscar Wilde), a cui ha
fatto seguito il brano attualmente in programmazione dal titolo:
Seduzione-Naonian Concert Hall,
Pordenone-Info:
www.naonianconcerthall.com
Venerdì 18
Trio Debussy,
Briatore, Tortia
Il più delle volte, vicende umane
e professionali portano le formaVenerdì 11
zioni cameristiche a sciogliersi nel
giro di poche stagioni. La regola
Johannes Passion
non vale per il Trio Debussy, che
Dopo gli studi accademici (pianoPericoloso - secondo alcuni - avcon i suoi venticinque anni di
forte, organo e composizione) il
vicinarsi a una Passione di Bach;
attività, si qualifica come il più
friulano Claudio Cojaniz (originario
pericoloso per chi si professa non
longevo trio italiano e uno dei
di San Giorgio di Nogaro) svolge
credente e non vorrebbe recederari Trii a “tempo pieno” nel paun’ampia attività di compositore.
re dalle proprie posizioni. Perché,
norama della musica da camera.
Si avvicina al jazz negli anni ’80
come diceva lo scrittore e filosofo
Avvalendosi della collaborazione
e registra il suo primo lavoro al
Cioran, “questa musica è una prodi due colleghi, il Trio ci riporterà
piano solo dedicancolo alla musica
va certa dell’ esistenza di Dio”; o
a cavallo tra Otto e Novecento,
di Thelonious Monk, riferimento
come diceva l’allora cardinal Ratin una Parigi fervente, divenuta
strutturale che perdura tuttora.
zinger, “una Cantata o una Paspunto di riferimento culturale per
Collabora con molti musicisti e fonsione sono più convincenti di tangli artisti di tutte le nazionalità. Il
da a metà degli anni ’80 il Tarahute prediche o discorsi teologici”.
viaggio partirà in trio, dal mondo
mara Group. Scrive musica per film
Nelle due Passioni composte dal
favolistico e ludico di Casella, per
e per la TV (collabora tra l’altro a
Kantor, contano il passo drammaaffrontare in quartetto le raffinate
Mixer Rai 2). Forma il duo con Giotico, il ritmo narrativo: entrambe
armonie di Fauré e giungere in
vanni Maier al contrabbasso che
affreschi di ampio respiro, si
quintetto ad uno dei primi lavori
diventerà poi trio con l’aggiunta di
differenziano per durata (monucameristici di Frank Martin-Ore
U.T. Gandhi alla batteria e quindi
mentale quella di Matteo, due ore
20.45-Fazioli Concert Hall, Sacile,
quartetto con il trombonista Gianin più di musica), ma soprattutto
Pordenone-Info:
carlo Schiaffini. E’ recentissima
per carattere. La più asciutta,
www.fazioli.com
l’uscita di “Blue Africa”, un partiacerba, ma allo stesso tempo
colare progetto in duo con Franco
più audace e sperimentale, è la
Luca Chiandotto
Feruglio, contrabbassista e comPassione secondo Giovanni, affiNato a Latisana (UD) nel 1995,
positore udinese molto attivo nel
data per l’occasione a interpreti
Luca Chiandotto inizia lo studio
campo della musica classica cond’eccellenza, sotto la direzione
del pianoforte a 6 anni presso la
temporanea e sinfonica. Le mudi Hansjörg Albrecht-Ore 20.45Scuola Comunale di Musica della
siche di “Blue Africa” (il CD è stato
Teatro Comunale G. Verdi, viale
propria città, sotto la guida della
pubblicato da Caligola Records)
Martelli 2, Pordenone-Info:
prof.ssa Jessica Galetti. Attualsono originali ed ispirate alla trawww.comunalegiuseppemente è iscritto all’ultimo anno
dizione del Continente Nero-Ore
verdi.it
del Liceo Scientifico di Latisana
20.45-Teatro Comunale G. Verdi,
e al Conservatorio di Musica “G.
viale Martelli 2, Pordenone-Info:
Tartini” di Trieste, dove frequenta
Sabato 12
www.controtempo.org
il primo anno del Triennio Accademico con il prof. Flavio Zaccaria.
Massimo Volume
I Massimo Volume sono un gruppo In programma musiche di Bach,
un gruppo rock nato a Bologna alla Cjopin, Liszt, Ravel, Prokofev-Ore
20.45-Palazzo Ragazzoni , Sacile,
fine degli anni ottanta, scioltosi
nel 2002 e riunitosi nel 2008. Il 13 Pordenone-Info:
www.conservatorio.trieste.it
giugno 2013 comunicano tramite
un video pubblicato su YouTube
Nobraino
e sul sito ufficiale del gruppo
I Nobraino sono una band indie
che nell’ottobre seguente sarà
rock italiana che nasce negli anni
dato alle stampe il nuovo album
‘90 a Riccione e cresce nel circuito
Aspettando i barbari. Il singolo
delle autoproduzioni e delle etidi lancio dell’album, intitolato La
chette indipendenti. Un gruppo
Venerdì 4
cena, viene diffuso il 20 settembre
che si è nutrito di concerti, oltre
attraverso
un
videoclip
realizzato
Roberto Plano
un migliaio, e che ha fatto della
dal
fumettista
Gipi.
Il
nuovo
disco
Alla rivalutazione di Andrea
performance il suo punto di forza.
è
uscito
lo
scorso
1°
ottobre-NaoLuchesi, Plano ha contribuito in
Conosciuti ormai in tutta Italia
nian
Concert
Hall,
Pordenone-Info:
modo particolare con due CD per
per i loro live act dirompenti e
www.naonianconcerthall.com
l’etichetta Concerto, uno dei quali
fuori da ogni schema, propongoregistrato alla Fazioli Concert Hall
no fondamentalmente una forma
insieme alla Nuova Orchestra
di cantautorato classico che non
da Camera Ferruccio Busoni. Da
sacrifica l’esuberanza di una solida
qui sono tratti i due concerti di
formazione rock. Un approccio che
Luchesi che impreziosiscono ulteconsente loro di muoversi tra vari
riormente questo programma, che
generi con grande eclettismo sentratta il Settecento nella prima
za mai perdere la loro identità-Naoparte e il Novecento nella seconda.
nian Concert Hall, Pordenone-Info:
Per entrambe le epoche vengono
www.naonianconcerthall.com
Giovedì 3
Blue Africa
ra romantica tedesca: in ambito
etnografico la Germania deve a
giusto titolo occupare uno spazio
fondamentale nella musica d’arte.
E parlando di etnografia in senso
musicale, non poteva poi mancare
il riferimento alle Sinfonie di Felix
Mendelssohn Bartholdy, che, in
ciascuna Sinfonia, omaggia Paesi
diversi o situazioni storico-geografiche particolari : l’ Italia, la
Riforma oppure, in questo caso
specifico, la Scozia. Un concerto
con la grande letteratura tedesca,
appunto, che parte dalla città di
Monaco Di Baviera, oggi sede di
almeno cinque Istituzioni Orchestrali di enorme prestigio, per toccare, in senso storico, i riferimenti
alle città di Lipsia - La prima esecuzione del Mendelssohn avvenne
al Gewandhaus di Lipsia, spazio
culturale a trecentosessanta gradi
fortemente voluto dallo stesso
Mendelssohn - e di Vienna, dove
fu eseguita la creazione del concerto per violino e orchestra op.
77 di Johannes Brahms-Ore 20.45Teatro Comunale G. Verdi, viale
Martelli 2, Pordenone-Info:
www.comunalegiuseppeverdi.it
Venerdì 2/5
Elvenking
Giovedì 24
Tre allegri ragazzi
morti
Per i loro vent’anni Tre allegri
ragazzi morti propongono un
concerto esclusivo ed irripetibile: “Aprile 1994”, come fossimo
vent’anni fa. Tutte e solo le canzoni delle origini, quelle contenute
nelle cassette autoprodotte Mondo Naif, Allegro pogo morto e Si
parte, riproposte per l’occasione in
edizione in vinile a tiratura limitata da La Tempesta Dischi e Tannen
Records! Le date escusive saranno
solo dieci. Nei posti dove suonavano, quelli che sono rimasti, nelle
città che per prime hanno risposto
all’urlo di Mai come voi-Naonian
Concert Hall, Pordenone-Info:
www.naonianconcerthall.com
Venerdì 25
Orchestra Laboratorio
2.0
L’Orchestra Laboratorio 2.0 viene
formato dal Docente di Jazz Giovanni Maier, del Conservatorio
Tartini di Trieste, per approfondire le modalità di composizione,
arrangiamento ed esecuzione
all’interno di un gruppo di medio
organico, nel quale non sono presenti delle sezioni orchestrali di
strumenti omogenei come nelle
Big Band (nelle quali è necessario
talvolta rinunciare ad un po’ delle
proprie peculiarità espressive per
raggiungere una certa omogeneità di suono), ma dove invece ogni
musicista deve contribuire con la
propria personalità alla creazione
del suono collettivo del gruppoOre 20.45-Palazzo Ragazzoni ,
Sacile, Pordenone-Info:
www.conservatorio.trieste.it
Lunedì 28
Müncheünchner
Symphoniker
Orchester
Una delle orchestre di tradizione
fra le più importanti al mondo,
con due capisaldi della letteratu-
Naonian Concert Hall, Pordenone-Info:
www.naonianconcerthall.com
Sabato 3/5
Zen Circus
Naonian Concert Hall, Pordenone-Info:
www.naonianconcerthall.com
teatro
Martedì 8
OtHello, la H è muta
2013. 200 anni dalla nascita di
Giuseppe Verdi. 200 anni dalla
nascita di Richard Wagner. 10
anni di Oblivion… Nel 1603 Shakespeare scrive Othello. Otello è
la prima parodia mai scritta dagli
Oblivion. Otello è la prima opera di
Verdi in cui si avverte chiaramente l’influsso di Wagner. Otello è
anche la prima parodia mai scritta
dagli Oblivion. La classica vicenda
Shakesperiana prenderà pieghe
del tutto inattese e potrà capitare
che i nobili personaggi verdiani si
dimentichino i testi di Arrigo Boito
per usare quelli di Mogol o di Zucchero… Un progetto speciale con
tanta musica e vocalità, arricchito
dagli equilibrismi canori e dai montaggi beffardi ma impeccabili cui
ci hanno abituati questi 5 formidabili attori e cantanti, diventati
in poche stagioni beniamini del
pubblico teatrale, seguiti da decine
di migliaia di spettatori anche su
Internet-Teatro Verdi, Maniago,
Pordenone-Info:
www.ertfvg.it
8 e 9/4
Radio Argo
Di Igor Esposito
Buona sera dal vostro amico delle
sere. Di questi interminabili collassi. Oggi fanno dieci anni, dieci corse, dieci pasque. Dieci tramonti in
cui muore maggio. Dieci attese perché quel sole torni a tramontare.
Dieci anni da quel primo maggio.
Quando fu che legammo i letti coi
PORDENONE
APRILE
legacci. E partì il primo viaggio.
E noi sostammo al vento, alle folate
improvvise per cui oscillavano i
cavi e volavano i capelli. Salutammo e partirono i soldati. E ora vedete? Non so nemmeno più da dove
parlo. Se sono una persona da teatro o soltanto la voce di una radio. I
ricordi perdono il corpo e diventano fantasmi. Vorrei correre più veloce di questo orologio a rughe che
batte il suo ritardo nell’assalto con
cui segna la pelle. Ma sotto quali
pieghe si nasconde la vergogna di
quella partenza?”-Ore 20.45-Teatro Comunale G. Verdi, viale Martelli 2, Pordenone-Info:
www.comunalegiuseppeverdi.it
Pordenone-Info:
www.voci-inchiesta.it
>>articolo a pag. 21
diverso, si sono già messi in luce
per la qualità del loro lavoro. Essi
non sono degli esordienti e però
hanno appena iniziato il percorso
della maturità creativa: se sapranSabato 12
no resistere e persistere grazie a
Il Pellegrinaggio di
una solida motivazione interiore
(quasi eroica, specie in provincia),
Dante
certamente si metteranno ancora
Il Circolo Culturale Paolo Sarpi
promuove l’evento Il Pellegrinag- più in luce, faranno sempre più
gio di Dante. Proiezione del Film “Il parlare di sé-Galleria Sagittaria,
Pordenone-Info:
Mistero di Dante”, regia di Louis
Nero, cast: premio Oscar F.Murray www.centroculturapordeAbraham. Presenterà ed introdur- none.it
rà la serata l’ Avvocato, Scrittore
Donne, dame e guerrieri
e Poeta Nino Orlandi. Presente
Roberto da Cevraja è nato a Cain sala il regista Louis Nero-Ore
stions, provincia di Pordenone, il 6
21-Teatro Comunale Pier Paolo
giugno 1946, dove vive e lavora.
Pasolini, Casarsa della Delizia,
L’approccio di Roberto alla pittura
Pordenone-Info: 338.9160153
avviene accompagnando due Maestri affermati nel territorio friuVenerdì 11
lano come Duilio Jus e Ugo Tonizzo
nei loro vagabondaggi artistici per
L’avaro
concorsi e mostre-Palazzo Conti
L’esilarante comicità di Lello Arena,
Toppo Wassermann, Travesio,
negli insoliti panni de “L’avaro”
Pordenone-Info:
chiuderà la stagione venerdì 11
Fino all’11/4
www.arcometa.org
aprile ed anche in questo caso si
Sergey Bermeniev
tratterà di un’esclusiva regionale.
Il testo di Moliére, portato in scena Portraits, fotografie di Sergey
Bermeniev. Ingresso libero-Teatro
nella sua versione classica ricco di
Comunale G. Verdi, viale Martelli 2,
intrighi, sotterfugi, finte alleanPordenone-Info:
ze, matrimoni non graditi e goffe
www.comunalegiuseppemeschinità, verrà esaltato dalla
Entro l’8/6
singolare interpretazione dell’atto- verdi.it
arte
varie
re napoletano. Non mancheranno
i dialoghi diventati celebri pezzi
comici, come non mancherà di stupire l’allestimento e l’ambientazione “moderna” voluta da Claudio Di
Palma-Teatro Mascherini di Azzano Decimo, Pordenone-Info:
www.teatromascherini.it
Fino al 12/4
Amos Crivellari
Apertura: lunedì, mercoledì, venerdì e sabato ore 16.00 - 19.00
esclusi i giorni festivi. Ingresso
libero-Sala Appi, Centro Culturale
Aldo Moro, via Traversagna 4, Cordenons, Pordenone-Info:
www.ortoteatro.it
Fino al 13/4
Architetture abitabili
Un percorso nel mondo di
Agatha Ruiz De La Prada
Martedì 29
Aspettando Ercole
Come un gioco delle parti, la rassegna si conclude ritornando alla
commedia, il 29 aprile con “Aspettando Ercole” di Barabao Teatro.
Una banda di cantastorie buffoni,
che racconta della nascita di Ercole
e delle sue fatiche. Ne risulta un
gioco mitologico, una forma di teatro di creazione in cui si mescolano
canto, lazzi della Commedia dell’Arte, maschere artigianali, in cui
tutti sono attori e autori, capace di
trasportare il pubblico-FrescoTeatro Social al Concordia, PordenoneInfo: 0434.520074
cinema
Dal 9 al 13/4
Le Voci dell’Inchiesta
Tre anniversari da ricordare e
festeggiare - nelle sezioni retrospettive del festival - senza alcun
intento monumentale e celebrativo, ma limitandosi a portare alla
superficie, con rapide immersioni
nelle profondità dei rispettivi archivi audiovisuali, la cui sorprendente vastità non ci stancheremo
mai di esplorare, qualche pezzo
“prezioso” (per ragioni affettive
più che strumentali) di quel consistente ed inestimabile patrimonio immateriale-Luoghi vari,
Per le antiche vie
Si tratta di un Premio per racconti
brevi inediti, in lingua italiana e
non premiati in altri concorsi. La
partecipazione è aperta a tutti
gli autori emergenti o esordienti, che alla scadenza del Bando
siano maggiorenni. Si concorre
inviando entro l’8 giugno 2014 un
racconto in lingua italiana a tema
libero, della lunghezza massima
di 12.000 caratteri. I racconti, i cui
contenuti possono ispirarsi alla
realtà o essere frutto dell’invenzione degli autori, devono essere
ambientati completamente o in
parte nella Regione Friuli Venezia
Giulia. In ogni caso, il territorio
deve avere un ruolo significativo e
non essere presente solo con semplici citazioni di luoghi-Info:
www.perleantichevie.it
Mostra «Architetture abitabili»,
realizzata negli Spazi Espositivi di
via Bertossi in collaborazione con il
Comune di Pordenone, il sostegno
di Spazioquadro e il contributo di
Icm, Palazzetti, Le Troi Chef, Donne
Giovedì 3
del Vino Fvg e Fundación Agatha
Ruiz de la Prada-Spazi espositivi
I poeti, cosa leggono,
via Bertossi, via Bertossi 9, Pordecosa scrivono
none-Info:
A Pordenone la primavera ha il
www.artemodernapordeprofumo della poesia, quella che
none.it
sarà protagonista al Teatro Verdi
dal prossimo marzo, con incontri
Fino al 17/4
per la città e per le scuole. Con SteDal Bianco.Ore 18-Foyer del
Fotografare la natura fano
Teatro Verdi, Pordenone-Info:
L’associazione culturale Bottega
www.pordenonelegge.it
Errante insieme alla libreria Quo
Vadis di Pordenone organizzano
Dal 5 al 13/4
un laboratorio di 8 lezioni di 2 ore
ciscuna e un’uscita sul campo, di
B come Bimbo
fotografia naturalistica, a cura del Novità e proposte per i bambini e
fotografo Giacomo Renier-Libreria per la loro crescita: arredamento,
Quo Vadis, Pordenone-Info:
accessori, abbigliamento, sicurezwww.quovadislibris.com
za, alimentazione e benessere,
turismo per famiglie, tempo libero,
sport, giocattoli, giochi ecologici,
Fino all’11/5
giochi vecchi e nuovi, libri ed eduTre/1
cazione, proposte e opportunità
per bambini e famiglie-Fiera di
Tre modi d’interpretare oggi
Pordenone, viale Treviso 1, Pordela pittura
none-Info:
La mostra TRE/1 propone, ovviawww.fierapordenone.it
mente senza alcuna pretesa di
esaustività, una sorta di itinerario
attraverso tre modi molto diversi
ma ugualmente emblematici di
intendere la pittura oggi. Maria Elisabetta Novello, Alessandro Zorzi
e Beppo Zuccheri rappresentano
al meglio la generazione nata alla
metà degli anni ’70, quella degli artisti di quarant’anni che hanno ormai ben definito una propria linea
di ricerca e che, sia pure in grado
La casa ecocompatibile
che RANE! . Mercatini, giochi e tanMostra convengo della Green Eco- te giostre per grandi e piccini!!E nel
nomy specialistica che si rivolge al lunedì di Pasquetta non perdetevi
pubblico e agli operatori dei settori la tradizionale marcia non competitiva, la corsa con le carriole e
del risparmio Energetico, delle
tanto altro divertimento-Travesio,
Energie Rinnovabili, della BioediPordenone-Info:
lizia e della Mobilità SostenibileFiera di Pordenone, viale Treviso 1, www.arcometa.org
Pordenone-Info:
Venerdì 25
www.fierapordenone.it
Casa e dintorni
Salone dell’Arredamento, complementi d’arredo, casalinghi, rivestimenti, tessuti per la casa, Edilizia e
risparmio energetico. Arredamento, arredo bagno, energia solare,
edilizia per il risparmio energetico,
domotica, building automation
Edilizia, risparmio energeticoFiera di Pordenone, viale Treviso 1,
Pordenone-Info:
www.fierapordenone.it
Domenica 6
Fiera Primaverile degli
Uccelli
L’Associazione Pro Sacile organizza, nell’ambito della 68ª Fiera
primaverile degli Uccelli, dal 3 al 6
aprile p.v., due spazi di degustazione in Piazzetta Manin e Abside
Duomo-Sacile, Pordenone-Info:
www.prosacile.com
Sabato 12
Sbandieratori
Al torrente
Tradizionale festa di primavera in
onore del santo patrono della frazione di Gaio, probabilmente una
delle più antiche del comune di
Spilimbergo ma sicuramente la più
sentita dalla comunità spilimberghese. Ospitalità, offerta gastronomica di qualità, tranquillità del
posto in un’ampia area verde sono
i presupposti per una giornata di
festa-I Due Campanili Gaio, Baseglia, Pordenone-Info:
www.arcometa.org
Dal 25 al 27/4
Fiera del Radioamatore
Radiantistica, componenti e ricambi per apparecchiature radio,
pubblicazioni tecniche, antenne
per ricetrasmettitori, elettronica
di consumo, prodotti per telecomunicazioni, informatica-Fiera
di Pordenone, viale Treviso 1,
Pordenone-Info:
www.fierapordenone.it
Spettacolo con gli sbandieratori
di Cordovado. Il Comitato Organizzatore dell’Adunata ha programmato una serie di iniziative
che hanno come scopo quello di
coinvolgere la Città di Pordenone e l’intera provincia in vista del
raduno nazionale delle “penne
nere”-Ore 18-PIazza XX Settembre, Pordenone-Info:
www.adunataalpini-pordenone2014.it
12 e 13/4
Tiliment Marathon Bike
Un appuntamento da non perdere, quello di quest’anno, con
la 6° edizione della Tiliment
Marathon Bike, la classica manifestazione su lunga distanza
off road che ogni anno richiama
migliaia di bikers provenienti da
tutta Europa. La data da fissare
sul calendario è quella del 1213 Aprile, dove la Polisportiva
Trivium LeeCougan attenderà
i partecipanti con un week end
ricco di eventi su uno dei tracciati più belli del Friuli Venezia
Giulia. I greti sassosi dei fiumi
Tagliamento e Meduna e le montagne delle Prealpi Carniche che
circondano la Pianura friulana
sono gli ambienti in cui si correrà
il 13 Aprile la “Tiliment Marathon
Bike” 2014 che vedrà la possibilità di scegliere tra due percorsi
differenti, di diverso impegno
tecnico ma di altrettanta bellezza paesaggistica-Spilimbergo,
Pordenone-Info:
www.arcometa.org
Domenica 13
Marcia della Val
Meduna
Sostegno alla protezione civile comunale e mostra storica del gruppo-Meduno, Pordenone-Info:
www.arcometa.org
Lunedì 21
Sagra delle Rane
Tendone riscaldato con musica,
piatti tipici tra cui le caratteristi-
Domenica 27
Escursione botanica
Uscita alla ricerca della Daphne
Blagayana, fiore che in Italia cresce unicamente nella zona di Chievolis (Tramonti di Sopra). Partenza
dalla chiesa di Chievolis (Tramonti
di Sopra), escursione adatta a tutti. A termine dell’escursione la pro
loco offrirà il pranzo ai partecipanti. E’ richiesta l’iscrizione-Tramonti
di sopra, Pordenone-Info:
www.arcometa.org
Giovedì 1/5
1° maggio in Cjanal di
Cuna
Per gli amanti della montagna,
camminata con partenza da San
Francesco o Tramonti di Mezzo
attraverso la suggestiva valle del
Cjanal di Cuna e ritrovo presso la
Cjiasera Giaf dove si può pranzare
in tranquillità con specialità tipiche della zona-Pielungo, Pordenone-Info:
www.arcometa.org
3 e 4/5
Festa delle erbe e dell’
asparago verde
Mostra mercato delle erbe primaverili ed officinali; incontri tematici e corso di cucina a base di erbe
del prato; stand enogastronomici
con le specialità di primavera-Spilimbergo, Pordenone-Info:
www.arcometa.org
33
34
UDINEAPRILE
musica
Ogni venerdì
Musica dal vivo
Birreria La Casa Matta, via Codroipo 4, Biauzzo di Codroipo,
Udine-Info:
www.lacasamatta.it
contemporanea, toccando anche
le coinvolgenti espressioni del
Jazz - scandiranno le tappe più
significative della storia musicale,
da sempre strettamente connessa
alle altre manifestazioni d’arte
dell’Uomo-Ore 17-Università delle
LiberEtà del FVG, via Napoli 4,
Udine-Info:
www.libereta-fvg.it
band, eseguirà le canzoni dell’ultimo album “Vivo”-Ore 21-Teatro
Nuovo Giovanni da Udine, via
Trento 4, Udine-Info:
www.teatroudine.it
Saggi degli allievi
Ogni sabato
Ingresso aperto a tutti, in particoKara-love music party lare è un’ottima opportunità per
Birreria La Casa Matta, via Codroipo 4, Biauzzo di Codroipo,
Udine-Info:
www.lacasamatta.it
Mercoledì 2
Kaiorda
Voce, darbouka, cajon, bouzuki,
mandolino, chitarra barocca fisarmonica, danza. Musiche, balli,
canti della tradizione del sud Italia.
In collaborazione con l’Associazione Euritmica-Ore 20.30-Teatro Palamostre, piazzale Paolo Diacono,
Udine-Info:
www.amicimusica.ud.it
Giovedì 3
Chitarra violino
pianoforte
gli allievi dei corsi di linguaggio
musicale che non hanno ancora
scelto lo strumento da studiare.
Canto moderno (prof.ssa Elsa
Martin), Sassofono (prof. Nevio
Zaninotto)-Ore 17-Sala Concerti
della Scuola di Musica “Città di Codroipo”, Udine-Info:
www.scuolamusicacodroipo.it
Martedì 8
Martin Kasík
Martin Kasík, pianista, con la FVG
Mitteleuropa Orhestra diretta da
Amaury du Closel. Robert Schumann, Concerto per pianoforte e
orchestra in La minore op. 54-Ore
20.45-Auditorium di Pagnacco,
Udine-Info:
www.fondazionebon.com
Michele Tedesco chitarra, Martina Mercoledì 9
Orlando e Anna Baratella, violino e
pianoforte-Ore 20.30-Sala Stucchi, Recital Oboistico
Jesus Fuster Palmer, oboe
Scuola di Musica di Latisana-Info:
Carlos Apellaniz Martinez, pianowww.scdmlatisana.it
forte, concerto realizzato nell’ambito del Progetto Erasmus-Ore
Venerdì 4
17-Sala Vivaldi, Sala Udienze del
Conservatorio, Udine-Info:
Ligabue
www.conservatorio.udine.it
Il 2014 si annuncia come l’anno di
INVIATECI LE VOSTRE DATE
[email protected]
Ligabue ì, dei giorni scorsi è la pubblicazione del nuovo video di “Per
Sempre”, terzo singolo estratto
dal fortunatissimo decimo album,
“Mondovisione”, certificato cinque
volte platino e (dati e certificazioni
FIMI/GFK Retail and Technology
Italia). Dal 27 marzo sarà dunque
il rocker ad andare incontro al
suo popolo, per la felicità dei suoi
tantissimi fan, che lo accoglieranno trionfalmente anche al
Palasport di Latisana il prossimo 4
aprile-Info:
www.azalea.it
Sabato 5
Mamma... gli Abba?
Concerto spettacolo con le musiche degli Abba-Ore 20.45-Auditorium Scuole Medie, via Pascoli 4,
Tarcento, Udine-Info:
www.protarcentoud.com
Rebel Bricks
Al bar del Visionario rock, pop,
reggae, hip-hop, elettronica e
tutto quanto faccia musica-Ore
21-Bar del Visionario, via Asquini,
Udine-Info:
www.visionario.info
Il Jazz
Gli incontri - dalle accattivanti sonorità barocche agli arditi
traguardi della composizione
Giovedì 10
Canto e piano
Sabato 12
Ambima
Sala polivalente Sot dal Morar a
Madrisio di Fagagna, Udine-Info:
www.comune.fagagna.ud.it
Lunedì 14
Ilia Kim
Introduce Piero Rattalino. Musiche
per pianoforte di Clementi, Schumann, Beethoven,Wagner/ Liszt
Mercoledì 16
Grubert - Piastra
Ilya Grubert violinista, considerato uno studente di talento eccezionale. Claudio Piastra chitarrista,
dall’esordio, all’età di 14 anni, ad
oggi è invitato a tenere concerti in
Festivals e Rassegne internazionali in tutta Europa, Stati Uniti,
Canada, America del Sud, Medio
Oriente e India. Musiche di De Falla, Villa Lobos, Schubert, Ysaye,
Paganini-Ore 20.45-Teatro Luigi
Bon, Coulgna, Udine-Info:
www.fondazionebon.com
How Wang baritono, Alessandra
Iaiza pianoforte, Vania Marzona
soprano, Marina Odorico soprano Martedì 22
, Fabrizio Zoldan bass/baritono, al
Göteborgs Symfoniker
pianoforte Giovanna PagnuccoOre 20.30-Scuiola di musica di Mu- Gustavo Dudamel
Fondata nel 1905 e costituita da
sile di Piave, Udine-Info:
109 elementi, la Sinfonica di Götewww.scdmlatisana.it
borg è definita dalla critica “una
delle più elettrizzanti orchestre
Venerdì 11
del mondo”. È stata diretta da celeCeghedaccio
bri musicisti – Jean Sibelius (nelle
Sarà un appuntamento da non
proprie composizioni), Herbert
perdere per gli appassionati della von Karajan, Neeme Järvi che con
musica anni 70 e 80 quello di vei Göteborgs Symfoniker ha inciso
nerdì 11 aprile alla Fiera di Udine:
l’integrale di Grieg per la Deutsche
torna infatti il Ceghedaccio, la not- Grammophon – e oggi è protagonite dance dedicata ai grandi sucsta di applaudite tournée. Strauss
cessi della musica disco che hanno Till Eulenspiegels op. 28, poema
fatto ballare milioni di persone in sinfonico in forma di rondò; Motutto il mondo.
zart Sinfonia n. 38 Kv 504 “Praga”;
L’evento, che richiama in pista da
Sibelius Sinfonia n.2 op. 43-Teatro
oltre vent’anni i dance lovers over Nuovo Giovanni da Udine, via
30 all’insegna della disco music di Trento 4, Udine-Info:
qualità, è seguito da sempre con
www.teatroudine.it
grande entusiasmo da un vasto e
Lords Of Altamont
affezionatissimo pubblico proveMancavano da un po’ in Italia i Siniente non soltanto della nostra
regione. In vista dunque del nuo- gnori di Altamont, la garage punk
band californiana che ispira il suo
vo appuntamento primaverile il
countdown è iniziato e la macchi- nome alla tragedia di Altamont,
na organizzativa si è già messa in il festival organizzato dai Rolling
Stone. Il loro è un rock urticante e
movimento per garantire ancora
rumoroso, venato di un’attitudiuna volta un’occasione unica
all’insegna del divertimento e del ne smaccatamente sixties punk
aggiornata ai tempi nostri, che
ballo.-Fiera di Udine-Info:
planerà sull’Italia a fine aprile-Al
www.ceghedaccio.com
boegon ex whisky a go go, Camino
Vivo in Tour
al Tagliamento, Udine-Info:
Remo Anzovino
www.lordsofaltamont.com
Il piano sublime di Remo Anzovino
delizierà il Teatro Nuovo Giovanni
Domenica 27
da Udine il prossimo venerdì 11
aprile. Il pianista e compositore, ar- Giorgia Nardin
tista fra i più in vista del momento, Di Giorgia Nardin con Sara Leporterà a Udine lo spettacolo “Vivo ghissa, Marco D’Agostin, editing
in Tour” nel quale, assieme alla sua musicale e ambienti sonori Luca
UDINE
APRILE
Scapellato. Rassegna Off Label All dressed up with nowhere to go.
All Dressed Up With Nowhere To
Go vuole indagare il momento della transizione, ricercando lo stato
necessario per intraprendere un
percorso in costante divenire.
Il disegno coreografico diventa la
mappa che traccia l’itinerario da
seguire, da cui si è liberi di deviare,
definisce i paesaggi da attraversare ma non la linea d’arrivo.
Quando la volontà è quella di sviscerare i momenti di transizione, il
corpo può solo rivelare ciò che resta di essi. Rimanendo esposti, sospesi e aperti, questi corpi offrono
agli occhi di chi guarda l’essenza
di questo cambiamento, che pulsa
sotto pelle-Ore 21-Lo Studio, via
Fabio di Maniago 15, Udine-Info:
www.arearea.it
ni, condite da una mimica unica e
la capacità di riuscire a dire sempre
la cosa giusta nel momento giustoTeatro Nuovo Giovanni da Udine,
via Trento 4, Udine-Info:
www.azalea.it
Io Cinna
Gabriele Benedetti interpreta
la riscrittura di Giulio Cesare di
Shakespeare da parte del drammaturgo britannico Tim Crouch,
diretta da Fabrizio Arcuri e coprodotta da Accademia degli ArVenerdì 4
tefatti e CSS. Per Accademia degli
Artefatti questo nuovo incontro
Teo Teocoli
con il teatro di Tim Crouch si fa
“Restyling”, il nuovo spettacolo di
occasione per attivare un dispoTEO TEOCOLI, comico fra i più amasitivo di indagine sulle forme del
ti dal pubblico con all’attivo oltre
racconto teatrale, realizzando
50 anni di carriera, si terrà venerdì
5 spettacoli imprevedibili e di4 aprile al Teatro Nuovo Giovanni
rompenti. All’origine, Tim Crouch
da Udine, con inizio alle 21.00. Lo
scrive I Shakespeare pensando al
show, originariamente previsto
pubblico dei ragazzi, ma il risultato
per il 21 marzo al Palasport Mansi adatta indifferentemente al
lio Benedetti, trova dunque una
pubblico di ogni età. Ogni pièce
nuova location e una nuova datariesce infatti sia a narrare la viTeatro Nuovo Giovanni da Udine,
cenda principale di ogni opera che
via Trento 4, Udine-Info:
a dare una nuova occasione a perwww.azalea.it
sonaggi secondari per raccontarla
o per dire semplicemente un po’
Giovedì 1/5
Sabato 5
di battute in più di quante gliene
Mnozil Brass
abbia concesse Shakespeare. Ecco
Il Piccolo Principe
É un vero evento per la nostra
allora farsi avanti Banquo, il geneUna lettura di e con Sonia Bergaregione ospitare un concerto (l’ul- masco e Fabrizio Gifuni, suoni di
rale dell’esercito scozzese ucciso
timo in Italia per il 2014) dei Mnozil scena di Rodolfo Rossi, disegno luci da Macbeth, Calibano, abitante
Brass, settetto di fiati viennese
solitario dell’isola su cui approda
di Cesare Accetta, produzione Teche sa creare uno spettacolo ‘tota- atro Franco Parenti- Sonia BergaProspero nella Tempesta, il magle’ in cui la perfezione tecnica agli
masco e Fabrizio Gifuni. Misterioso giordomo innamorato Malvolio
strumenti ed alle voci viene quasi e lunare, Il Piccolo Principe è un
della Dodicesima notte, o Fiordipioscurata da continui momenti di
sello, che nel Sogno di una notte di
affascinante rompicapo che ipnopuro divertimento, dalla parodia al tizza da quasi settant’anni adulti
mezza estate ha una sola battuta:
funambolismo, dal mimo al teatro e bambini. Poniamoci in ascolto
“Sono pronto”. Infine c’è Cinna,
dell’assurdo.
Cinna il poeta, forse scambiato
del suo mistero, consapevoli che
Uno spettacolo unico che i sette
solo l’infanzia è in grado di svelare per errore per un congiurante,
artisti portano in giro per tutto il
del Giulio Cesare-Dalle 19-Teatro
e rivelare “ciò che è invisibile agli
mondo da vent’anni. E sarà proprio occhi”-Ore 20.45-Teatro Nuovo
S.Giorgio, Udine-Info:
il concerto celebrativo del signifiwww.cssudine.it
Giovanni da Udine, via Trento 4,
cativo compleanno al centro dello Udine-Info:
spettacolo, in cui verranno pro7 e 8/4
www.teatroudine.it
posti ‘numeri’ scelti all’interno del
Magazzino 18
vastissimo repertorio, dalla SinSimone Cristicchi
fonia del “Gugliemo Tell” alla “BoCon il trattato di pace del 1947
hemian Rhapsody” dei Queen, da
l’Italia perdette vasti territori
“Moon river” a “Lonely boy”, tutte
dell’Istria e della fascia costiera, e
esecuzioni/sketch che attirano
quasi 350 mila persone scelsero –
continuamente milioni di visitatodavanti a una situazione intricata
ri di Youtube-Ore 17-Teatro Ristori,
e irta di lacerazioni – di lasciare
Cividale del Friuli, Udine-Info:
le loro terre natali destinate ad
www.folkclubbuttrio.it
essere jugoslave e proseguire la
loro esistenza in Italia. Non è facile
riuscire davvero a immaginare
quale fosse il loro stato d’animo,
con quale sofferenza intere famiglie impacchettarono tutte le
Colpi di tasse
loro poche cose e si lasciarono alle
Martedì 1
I RestroScena! presentano la
spalle le loro città, le case, le radici.
loro ultima produzione da strada
Davanti a loro difficoltà, povertà,
La bottega del caffè
riadattata per il teatro. “Colpi di
insicurezza, e spesso sospetto.
La commedia fu scritta in diaTasse” nasce come uno spettacolo Simone Cristicchi è rimasto colpito
letto nel 1750 (nel gruppo delle
da strada ed è stato creato in ocda questa scarsamente frequensedici “commedie nuove” scritte
casione della rievocazione storica
tata pagina della nostra storia ed
in quell’anno da Goldoni) per la
ha deciso di ripercorrerla in un
compagnia Medebach e fu poi pub- “Tempvs Est Jocundum” 2013 di
Gemona del Friuli. Il testo nasce da testo che prende il titolo proprio
blicata in lingua italiana nel 1753.
una serie di improvvisazioni degli
da quel luogo nel Porto Vecchio di
La vicenda si svolge in un caffè di
attori su un canovaccio scitto da
Trieste, dove gli esuli – senza casa
un campiello veneziano dove EuPaolo Zucchiatti e Luca Braidotti.
e spesso prossimi ad affrontare
genio, buono e ingenuo, accecato
Urla, botte e strepiti! Una rissa
lunghi periodi in campo profughi
dal gioco trascura, pur amandola,
infuria sulla piazza di Codesto Rea- o estenuanti viaggi verso lontane
la moglie Vittoria (uno dei perme. “Ma forse vi starete chiedendo mete nel mondo – lasciavano le
sonaggi femminili più riusciti di
il perché di tutto questo…”-Ore
loro proprietà, in attesa di poterne
Goldoni) e si fa truffare dal baro
20.45-Auditorium “G. Piccini” di
in futuro rientrare in possesso:
Flaminio che insegue la ballerina
Buttrio, Udine-Info:
il Magazzino 18-Teatro Nuovo
Lisaura, mentre i pettegolezzi e le
www.teatrotuttotondo.org
Giovanni da Udine, via Trento 4,
maldicenze di Don Marzio creano
Udine-Info:
un amaro clima avvelenato-Teatro
www.teatroudine.it
La famiglia Nuovo Giovanni da Udine, via
Trento 4, Udine-Info:
dell’antiquario
www.teatroudine.it
Produzione Piccolo Teatro Sacile.
Regia Filippo Facca-Ore 20.45-Teatro della Corte, Osoppo, Udine-Info:
Giovedì 3
www.anathemateatro.com
teatro
Genesi di un comico
Graditissimo ritorno è quello che
vede protagonista Giuseppe Giacobazzi, a Udine con il suo nuovo
spettacolo tour «Un po’ di Me»,
che segue il fortunatissimo «Apocalypse ». Giacobazzi è pronto a
coinvolgere ed ammaliare il pubblico con il suo nuovo esilarante
spettacolo in cui a farla da padrone
saranno le sue argute osservazio-
Come si rapina una
banca
Spettacolo con la Compagnia Teatrale “Il Tomat” di Sammy Fayad. A
cura dell’Accademia Sperimentale
dello Spettacolo Carnia. Ingresso
libero-Cine Teatro Daniel, Paluzza,
Udine-Info:
www.accademiaspettacolocarnia.it
HAITI
CAFÈ
Artist’s Area
via Imbriani 14 - Trieste
wine - café - aperitivi
Giovedì 10
Radio Argo
Con straordinario virtuosismo
sonoro, sulla tastiera di multiple
varianti foniche e dentro un raffinatissimo dispositivo audio-visivo,
Peppino Mazzotta, noto al grande
pubblico come l’ispettore Fazio
del commissario Montalbano, qui
interprete e regista di se stesso, dà
vita a una vera esperienza sensoriale, un concerto di suoni, sussurri
e grida, parole lanciate nella notte
da una simbolica emittente radiofonica. Per catturare le orecchie
dei distratti e degli insonni intorno
alla vicenda archetipica del potere
e alla luce disperata di chi, reietto,
vi si sottrae-Ore 21-Teatro Palamostre, piazzale Paolo Diacono,
Udine-Info:
www.teatroclubudine.it
>>articolo a pag. 10
Sabato 12
M.E.D.E.A. Big Oil
MedeaBigOil, la Basilicata petrolizzata sotto schiavitù monopolista e
inquinante. 10 attori con la forza di
un coro tragico contemporaneo.
Per il fine stagione si scatena
sulla scena di Contatto l’energia
contagiosa e civile del Collettivo
InternoEnki, la compagnia vincitrice del Premio Ustica 2013 con il
suo M.E.D.E.A. Big Oil, una vibrante
denuncia sul devastante dominio
monopolistico delle multinazionali
del petrolio in Basilicata. Il Collettivo è composto da ragazzi e ragazze
che lavorano coraggiosamente e
incessantemente alla costituzione
di un teatro dissacrante e politico,
civile e di ricerca, alla riscoperta
di un linguaggio in grado di comunicare l’oggi e di trasformare
la scena in uno strumento d’arte
e controinformazione-Teatro Palamostre, piazzale Paolo diacono,
Udine-Info:
www.cssudine.it
>>articolo a pag. 10
Dal miedi... al è simpri
masse di spietâ
Commedia in lingua friulana scritta e diretta da Mauro FontaniniOre 20.45-Auditorium Scuole
Medie, via Pascoli 4, Tarcento,
Udine-Info:
www.protarcentoud.com
Zal
Per l’ultima serata della rassegna
“Buttrio a Tutto Tondo” all’auditorium parrocchiale “G. Piccini” di
Buttrio, l’associazione culturale “TeatroTuttoTondo” ritorna in
scena con “ZÂL”, uno spettacolo
scritto e diretto da Stefano Podrecca e messo in scena la prima vola
nel 2008. L’associazione ha deciso
quest’anno di riproporlo al pubblico
con un nuovo adattamento e un
nuovo cast-Ore 20.45-Auditorium
“G. Piccini” di Buttrio, Udine-Info:
www.teatrotuttotondo.org
Une sblancjade di pasche
Produzione Baraban. Regia Claudio
Mezzelani-Ore 20.45-Teatro della
Corte, Osoppo, Udine-Info:
www.anathemateatro.com
Domenica 13
E’ stato la mafia
Marco Travaglio
L’avventura teatrale di Marco Travaglio riprende a grande richiesta,
dopo una breve tournèe di due
mesi nella primavera 2013. Uno
spettacolo che racconta la storia
della presunta trattativa fra Stato
e Cosa Nostra, che sarebbe stata
avviata nel 1992 e proseguita fino
ad oggi. Sarebbe stata una negoziazione avvenuta all’indomani
della stagione delle bombe del ‘92
e ‘93 con lo scopo di giungere ad
un accordo che avrebbe previsto
la fine della stagione stragista
in cambio. La trattativa è ancora
oggetto di indagini giudiziarie
ed è stata dichiarata reale nella
motivazione della sentenza del
processo a Francesco Tagliavia
per le bombe del ‘92 e ‘93, secondo
cui l’iniziativa per la trattativa “fu
assunta da rappresentanti dello
Stato e non dagli uomini di mafia”.
La trattativa quindi è vera, non è
più presunta, è certa, è avvenuta
e non l’ha voluta la mafia, ma lo
Stato e i negoziati fecero da sfondo alle stragi, condizionando la
politica negli ultimi vent’ anni-Ore
21-Teatro Nuovo Giovanni da Udine, via Trento 4, Udine-Info:
www.teatroudine.it
>>articolo a pag. 10
Fantasmi
Interventi di Claudia Furlanetto e
Beatrice Bonato. Letture da testi di
S. Freud, J. Lacan, S. Žižek, H. James.
In psicoanalisi, fantasma è il nome
della scena su cui si ripete, immobile, l’immagine a cui si è fissato il
desiderio, fuori dalla coscienza e
fuori da ogni possibile memoria.
Estraneo eppure così prossimo,
così familiare, il fantasma non si
scaccia con gli scongiuri, la sua
stoffa non si strappa con un taglio
deciso. Per andare al di là, non
rimane che attraversarlo-Ore 11Teatro S.Giorgio, Udine-Info:
www.cssudine.it
Martedì 15
Enrico IV
Luigi Pirandello
Con Mino Manni e con Davide
Lorenzo Palla, Sonia Burgarello,
Giancarlo Latina e Daniele Nutolo,
scene di Alessandro Chiti, costumi
35
36
UDINEAPRILE
esce ad instaurare un rapporto con
lui. Mario verrà alla fine sottratto
alla coppia dal Tribunale dei minori
e affidato a un’altra famiglia-Ore
20.30-Centro Servizi Museale, via
della Vittoria 4, Tolmezzo, UdineInfo:
www.comune.tolmezzo.ud.it
Dal 25/4 al 3/5
Far East Film Festival
e maschere di Marco Ferrara, musiche di Bruno Coli, luci di Fulvio Melli
immagini di scena di Valentina
Bianchi e Alessandro Chiti, aiuto
regia Anna Carollo, assistente alla
regia Sara Quadri, revisione e regia
di Alberto Oliva, produzione Il Contato del Canavese in coproduzione
con Teatro Litta. Questa “tragedia
in tre atti” fu pubblicata e rappresentata nel 1922 (un anno dopo I
sei personaggi in cerca d’autore)
con l’interpretazione del grande attore Ruggero Ruggeri-Ore
20.45-Teatro Nuovo Giovanni da
Udine, via Trento 4, Udine-Info:
www.teatroudine.it
Miniere
Miniere racconta con la forza del
teatro e il respiro della musica la
storia di una comunità di minatori
in un piccolo paese sperduto tra le
montagne, Cave del Predil. La vita
del paese dipende dall’esistenza di
una grande cava di zinco e piombo
che però nel 1991 viene chiusa,
come tanti altri giacimenti d’ Italia.
Chiudere la miniera significa far
morire il paese, perdere un lavoro
sicuro, la propria casa, tutto. Inizia
così uno sciopero che coinvolge
l’intera comunità: i minatori occupano la miniera per 17 giorni, le
donne li sostengono, manifestando in paese, sempre in prima linea.
La lotta però termina con una
sconfitta. La miniera chiude. Dopo
tanti anni, il paese si è svuotato,
ma molti di loro ancora vivono lì,
ancora orgogliosi di quel loro amato e odiato lavoro, che li lega profondamente a quella montagna,
a quelle gallerie buie che hanno
percorso per tutta una vita, e che
ancora li fanno commuovere e
vibrare-Teatro Pasolini, Cervignano, Udine-Info:
www.cssudine.it
Sabato 26
A teatro con delitto
Produzione Ana’-Thema Teatro.
Uno spettacolo interattivo
alla ricerca dell’assassino!-Ore
20.45-Teatro della Corte, Osoppo,
Udine-Info:
www.anathemateatro.com
glio-Ore 20.30-Palabocce Udinese,
via Padova 20, Udine-Info:
www.teatrodellasete.com
Turo di Brazzà
Commedia in lingua friulana di
Domenico Venuti-Ore 20.45-Auditorium Scuole Medie, via Pascoli 4,
Tarcento, Udine-Info:
www.protarcentoud.com
cinema
Dal 2 all’11/4
FilmForum
FilmForum è un festival internazionale dedicato alla cultura
cinematografica e alle arti visive
contemporanee che si propone
di saldare ricerca, diffusione
della conoscenza ed esposizione
spettacolare. La manifestazione
intende da sempre intercettare
e sviluppare gli ambiti artistici e
di ricerca più vivaci e innovativi,
ponendosi come punto di riferimento per numerosi settori del
sapere contemporaneo (tra cui
videogame studies, postcinema, porn studies, film heritage).
FilmForum si svolge a Udine e Gorizia e propone un programma di
conferenze, incontri, workshop e
proiezioni. Ospita inoltre il Premio
Limina per libri sul cinema italiani e internazionali. La manifestazione si rivolge a un pubblico
plurale che include specialisti,
studiosi e studenti di discipline
legate agli audiovisivi e ai nuovi
media ma anche semplici appassionati di cinema e culture visive
in generale-Gorizia-Info:
www.filmforumfestival.it
Martedì 8
Spaghetti Story
Per il ciclo “disagio giovanile” proiezione del film “Spaghetti Story”,
di Ciro De Caro con V. Di Benedetto,
C. Di Sante, S. Tosti, R. d’Andrea, D.
Xueying-Ore 20.30-Centro Servizi
Museale, via della Vittoria 4, Tolmezzo, Udine-Info:
www.comune.tolmezzo.ud.it
Martedì 15
La guerra di Mario
L’incontro-scontro tra Mario,
bambino difficile sottratto ai genitori naturali dal Tribunale per i
minorenni, e la coppia affidataria,
formata da Giulia e Sandro.
La prima, entusiasta del suo nuovo
Zets
ruolo materno, vizia in ogni modo il
Vita morte e miracoli di due
bambino, un po’ per legarlo a sé, un
comuni mortali
po’ perché timorosa di “reprimere”
Di e con Andrea Collavino e Deniz
l’espressività del ragazzo. Il suo
Ozdogan, regia di Andrea Collavino compagno, al contrario, vede Mario
| assistente alla regia Guido Ferucome una sorta di nemico e non ri-
la raffinata sensibilità verso l’arte
incisoria-Stamperia d’Arte Albicocco, Udine-Info:
www.stamperiaartealbicocco.it
Il Far East Film Festival è una manifestazione dedicata al cinema
asiatico, ed è stata definita “la più
ricca rassegna di cinema dell’Estremo Oriente in Europa”. Il festival
ospita numerose recenti produzioni del cinema orientale (molte
in contemporanea con l’uscita
nelle sale asiatiche o in anteprima mondiale) e dedica ogni anno
Fino al 13/4
retrospettive su cinematografie
dei paesi dell’est e sudest asiatico- Orizzonti IM -possibili
Udine-Info:
Esposizione di progetti di trasforwww.fareastfilm.com
mazione della piazza Primo Mag>>articolo a pag. 22
gio realizzati dagli studenti del
Laboratorio Integrato di progettazione Architettonica e Tecnologia
dell’Architettura dell’Università di
Udine, Dipartimento di Ingegneria Civile e Architettura-Palazzo
Morpurgo, via Savorgnana 12,
Fino al 4/4
Udine-Info:
Mostri selvaggi
www.udinecultura.it
La biblioteca comunale Villa Dora
festeggia i cinquant’anni dei mostri selvaggi ospitando la mostra di Fino al 21/4
cinquanta tavole originali di grandi Signorelli-Podercca:
illustratori per l’infanzia che sono
un incontro
stati invitati a reinterpretare,
Questa esposizione vuole presensecondo il proprio stile, le creature
tare al pubblico una piccola parte
di Sendak-Biblioteca Comunale
della Collezione Signorelli e festegVilla Dora, San Giorgio di Nogaro,
giare i cento anni della Compagnia
Udine-Info:
dei Piccoli di Podrecca. Quella che
www.villadorasgn.alterviè stata finora la maggiore raccolta
sta.org
privata esistente in Europa di
materiali attinenti al teatro di aniFino all’11/4
mazione è stata data in comodato
dagli eredi Signorelli al Comune di
Pinocchio
Cividale del Friuli con la collaboraC’era una volta un pezzo di
zione del Ministero dei Beni e delle
legno
Attività Culturali e del Turismo,
Mostra e laboratori didattici inper realizzare il “Centro Podrecca
teramente dedicati al più famoso
-Museo delle meraviglie Maria
burattino di legno della tradizione. Signorelli”-Chiesa di Santa Maria
La mostra comprende edizioni lidei Battuti, Cividale, Udine-Info:
brarie, discografiche e audiovisive www.cividale.net
provenienti da tutto il mondo, tra
>>articolo a pag. 15
cui la prima ediz. italiana a stampa
del celebre capolavoro di Carlo ColFino al 27/4
lodi, “Le avventure di Pinocchio”
del 1883, manifesti e supporti
Biodiversitas
pubblicitari, marionette, pupazzi,
La mostra, aperta al pubblico dal 1°
buattini e giocattoli di ogni genere, dicembre 2013 al 27 aprile 2014, ha
oggetti di design e tanto altro ma- come obiettivo quello di far conoteriale da esposizione. Laboratori
scere al visitatore la biodiversità
didattici pensati per soddisfare e
della nostra Regione, così ricca
accrescere la conoscenza e la crea- da non avere eguali in Europa-ex
tività di bambini e ragazzi sul per- chiesa di San Francesco, Udinesonaggio di Pinocchio, suddivisi
Info:
in base all’età e al grado scolastico [email protected]
dei partecipanti. É necessaria la
prenotazione e un numero minimo Jacopo Linussio e
di 5 pax-Museo Carnico, Tolmezzo, Jeans
Udine-Info:
Il fashion accessibile
www.museocarnico.it
La mostra, che prosegue l’iniziativa “Carnia ‘700, mette a confronto
un produttore e un prodotto che
Fino al 12/4
hanno fatto la storia della moda
Pictor Optimus
alla portata di tutti,conosciuti
a livello internazionale. Jacopo
In punta di pennello
Linussio, con la sua “Fabrica” di
A Safet Zec, tra i massimi espoTolmezzo e le altre sedi sparse nelnenti della pittura della Ex Jula regione, riuscì a occupare fino
goslavia ed erede della migliore
a 32.000 persone rivoluzionando
arte incisoria del nostro tempo,
la produzione tessile e lo stesso
la prestigiosa Stamperia d’Arte
Albicocco di Udine dedica una per- concetto di organizzazione industriale, innovando senza dislocare
sonale. Per il maestro Safet Zec si
per dare una possibilità economica
tratta di un felice ritorno in Friuli
alla sua gente. Il suo successo
Venezia Giulia e in particolare a
Udine dove grazie a questa mostra industriale fu tale che Venezia
aveva una voce daziaria a suo
si rinnova il sodalizio con Corrado
Albicocco, uno dei più grandi stam- nome. Tra i colori più caratteristici
patori a livello nazionale, noto per della sua produzione fu l’indaco,
lo stesso usato nei jeans.-Palazzo
la straordinaria professionalità e
arte
Frisacco, Tolmezzo, Udine-Info:
www.concatolmezzina.it
Fortini antichi erano
all’intorno di Cividale
Archeologia e castelli nel Friuli
nord-occidentale. La mostra,
ospitata nelle sale del museo, è
dedicata alle ultime ricerche sui
castelli del Friuli nord-orientale. In
esposizione, oggetti provenienti
dagli scavi dei castelli in alcuni casi
mai esposti al pubblcio, portatori di
messaggi dal medioevo-Museo Archeologico Nazionale, Cividale del
Friuli, Udine-Info: 0432.700700
Fino al 30/4
Il giallo nel giallo
La mostra primaverile Il giallo nel
giallo, suggestivo titolo per la collettiva allestita dall’associazione
Quadrante Arte, in collaborazione
con il Circolo Culturale Fotografico
Il Grandangolo di Campoformido.
Ingresso libero-Locali espositivi
della 4^ Circoscrizione, Udine-Info:
www.udinecultura.it
Fino al 4/5
Le Immagini della
Fantasia
Espone una numerosa selezione
di tavole originali corredate dai
corrispondenti libri e realizzate
da circa 70 illustratori italiani,
europei e di altri paesi di tutto il
mondo: Argentina, Brasile, Iran,
Israele, Taiwan e … ,naturalmente, Russia! “Fiabe dalla Russia”,
infatti, è il tema dell’anno, che
corre per i vasti territori di questo
paese senza confini. Come il cavallo, fedele compagno di avventure
dei cavalieri dell’antica terra di
Kiev, il tema ci guida alla scoperta
dell’immenso patrimonio fiabesco
russo. Il libro “Nel bosco della Baba
Jaga, fiabe dalla Russia” affianca la
sezione tematica. Edito da Franco
Cosimo Panini, ha vinto il Premio
Andersen 2013, il più ambito riconoscimento italiano per i libri
illustrati destinati ai ragazzi-Palazzo Orgnani-Martina, Venzone,
Udine-Info:
www.bibliotecadivenzone.it
Fino all’11/5
Donne, dame e
guerrieri
Roberto da Cevraja è nato a Castions, provincia di Pordenone, il
6 giugno 1946, dove vive e lavora.
L’approccio di Roberto alla pittura
avviene accompagnando due
Maestri affermati nel territorio
friulano come Duilio Jus e Ugo
Tonizzo nei loro vagabondaggi
artistici per concorsi e mostre.
Pian piano si lascia affascinare dal
movimento espressionista che da
tempo si muove dal Nord Europa.
Sarà proprio l’incontro fra l’esperienza figurativa e la suggestione
espressionista a caratterizzare
la sua pittura ben riconoscibile
nel segno forte e nel colore pregnante e vivace-Villa Conti Toppo
Wassermann, Toppo di Travesio,
Pordenone-Info:
www.arcometa.org
Fino al 15/5
D/segni
Illustrazioni, fumetti e
altri segni
Il fulcro della mostra D/segni sono
le facce, come quelle che vediamo
tutti i i giorni al supermercato,
sull’autobus o al bar. Volti da cui
siamo letteralmente circondati ma
UDINE
APRILE
che inevitabilmente finiamo per
ignorare. Poco importa che si tratti
di Elisabetta I o di Salvo (il pensionato dell’appartamento accanto),
c’è spazio per tutti. Tra fumetti e illustrazioni si animano personaggi
ironici e grotteschi: persone comuni, autocrati dittatori e cinici Babbi
Natale vivono la loro quotidianità
semplice e comune come quella di
tutti noi, una scatoletta dalla duplice valenza di gabbia arrugginita
e oggetto prezioso-Visionari, via
Asquini 33, Udine-Info:
www.danielcuello.com
Fino al 22/6
Danilo Donati
Oltre cento costumi del due
volte Premio Oscar
Villa Manin, Udine-Info:
www.villamanin-eventi.it
Giovedì 3
Sessualità e autismo
Diversi gli interventi in programma, tra cui la presentazione di
una app per l’educazione sessuale realizzata da Progettoautismo FVG in collaborazione
con il Centro Solidarietà Giovani
“G.Micesio”.
Interverranno anche il dott.
Simone Zorzi, responsabile psicoeducativo dei Servizi per le disabilità intellettive ASS.4 MEDIOFRIULI; il dott. Giovanni Miselli,
psicoterapeuta e analista del
comportamento; il dott. Fabrizio
Giorgeschi, psicologo responsabile Unità Gravissimi Istituto Madre
Divina Provvidenza e la dott.ssa
Zanin della NPIA del Gervasutta.
Al convegno sarà presente con
una testimonianza Carlo Zoratti,
regista del film The special needSala consiliare del comune di
Tavagnacco, Udine-Info:
www.progettoautismofvg.it
Sabato 5
Il Piccolo Principe
L’aggettivo “classico” dà tanti
sapori alle cose. Ciascuno di noi
ha i propri classici, sono la nostra
“enciclopedia di riferimento” con
la quale misuriamo e comprendiamo la realtà. Un’enciclopedia
che, sebbene intimamente personale, ci è stata consegnata per
Fino al 28/9
contagio e per corrispondenze
e appartiene anche ad altri. E le
Arkadyi Shaikhet
storie che si incontrano da piccoli,
Un maestro della fotografia
ci appartengono con maggiore
russa degli anni ’20 e ‘30
tenacia. Il Teatro Nuovo Giovanni
La mostra, inizialmente prevista
da Udine e l’ERT FVG - teatroeper l’inverno 2013, è stata poi poscuola, af­fi ancati dalla Cooperasticipata ed è prodotta dal Comune tiva Damatrà, collaborano nella
di Torviscosa e dal CRAF con il sorealizzazione di CASA TEATRO,
stegno della Regione Friuli Venezia una casa abitata anche dai bamGiulia e del fondo FESR e la collabini e dalle loro storie-Ore 16-Teborazione di Foto Soyuz di Mosca. atro Nuovo Giovanni da Udine, via
Particolare interesse storico rive- Trento 4, Udine-Info:
ste lo studio e la comparazione del- www.teatroudine.it
le immagini fotografiche prodotte
nell’ Italia degli anni ’30 quando
5 e 6/4
venne avviata la costruzione di
Torviscosa – città di fondazione,
Udine Motori
in quella che era palude diventata L’idea di proporre un grandisterreno fertile – con l’ esperiensimo mercato del veicolo usato
za diametralmente opposta della
riscontrò un successo talmente
Russia sovietica dove allo stesso
inaspettato da essere persino comodo venivano avviati grandi
piato nei più importanti quartieri
progetti di pianificazione e di trafieristici italiani e, diventato masformazione delle campagne-CID
teria d’interesse nazionale, fece
di Torviscosa, Udine-Info:
salire UDINEMOTORI alla ribalta
www.craf-fvg.it
nazionale per il suo format che,
seppur pur semplice, si dimostrò
subito vincente.
Centinaia erano i veicoli venduti
nella due giorni fieristica che
però con il passare degli anni ha
subito un’evoluzione dettata più
Martedì 1
che altro proprio dal cambiamenLa bottega del caffè
to dei mercati e delle dinamiche
d’acquisto. Dopo dieci anni Udine
da Venezia ai social network
Motori ha una veste completaConversano Giulia Oskian, Luca
mente nuova alla quale si è giunti
Bargagna e Giovanni Roitero,
con un percorso fatto di piccoli
conduce Mario Brandolin. Quatpassi che hanno portato la manitro giovani registi a confronto
festazione da un semplice e puro
con grandi classici del teatro e
mercato ad una ricchissima procon i temi che li rendono attuaposta di eventi motoristici-Fiera
li: il classico è tale perché crea
di Udine-Info:
relazione, domanda, fiducia nel
poter dar ordine alle esperienze. www.udinemotori.it
Sarà Mario Brandolin a proporre
i temi che emergono più attuali
dai testi della rassegna Giovani
Compagnie e Autori Classici (abb.
Giovani Teatri e classici), ai registi e agli ospiti presenti - scelti
assieme ai registi - e completati
dalle domande del pubblico-Ore
17.30-Teatro Nuovo Giovanni da
Udine, via Trento 4, Udine-Info:
www.teatroudine.it
varie
Sabato 12
Cena con delitto
Maleficarum
L’ultima pennellata del Romanino. Giallo brillante in tre atti di
Cremonini Bianchi-Ore 20-Prinicpato di Ariis, Udine-Info:
www.anubisquaw.it
12 e 13/4 In Primavera
Fiori, Acque e Castelli
Proposta per una bella gita nel
week-end delle Palme. Tra una
sosta per farsi spiegare come
potare un glicine e l’acquisto
di un set da tea di seta dipinta,
è possibile anche ristorarsi in
uno degli angoli gastronomici o
assistere ad esibizioni musicali
ed appuntamenti culturali. L’iniziativa ha lo scopo di valorizzare
il territorio e di contribuire alla
conservazione di uno dei beni
storici più rilevanti della regione
FVG. Conservare queste realtà è
ormai quasi impossibile, visti gli
esorbitanti costi di manutenzione e gestione ed i grossi vincoli
in capo ai beni culturali, per non
parlare delle nuove e rovinose
tasse su questi immobili-Castelli
di Strassoldo, Cervignano del
Friuli, Udine-Info:
www.castellodistrassoldo.it
particolare diversi appuntamenti
sportivi tra cui gare di pesca per
bambini e ragazzi, torneo di Mini
Volley, ciclocross, gara ciclistica.
Inoltre verranno organizzati
spettacoli teatrali ed animazioni dedicati ai bambini. Il 25 aprile
festa di S. Marco, con celebrazioni liturgiche e manifestazioni
collaterali-Campolessi, Gemona
del Friuli, Udine-Info:
www.prolocogemona.it
Giovedì 24
Negli occhi dell’altro
Ritratto di Virginia Woolf
Giulia Negrello si è laureata in
Lingue e Letterature Straniere nel 2008 e ha conseguito il
dottorato in Letteratura Inglese
nel 2013 con una monografia sui
manoscritti di Virginia Woolf. Attualmente è Cultore della Materia
presso la cattedra di Letteratura
Inglese dell’Università degli Studi
di Udine dove prosegue con il
lavoro di ricerca sulla letteratura
modernista e di genere. Da anni
si occupa anche di traduzione,
soprattutto di autori contemporanei e dal 2010 collabora con
il documentarista Marcantonio
Lunardi-Ore 20.30-Museo Civico
di Gemona, Udine-Info:
www.prolocogemona.it
Domenica 27
Far East Cosplay
Contest
Ritorna anche quest’anno
Bed&Feff, la fortunata iniziativa
targata Far East Film che invita
le famiglie udinesi ad offrire gratuitamente un posto letto a studenti, ricercatori universitari e
giovani giornalisti (italiani e stranieri) durante l’attesissimo festival internazionale del Centro
Espressioni Cinematografiche.
In cambio di questo piccolo grande gesto di cortesia, le famiglie
potranno usufruire di alcuni
vantaggi esclusivi: ottenere due
accrediti nominativi per assistere
a tutte le proiezioni dell’edizione
numero sedici (in programma dal
25 aprile al 3 maggio) assieme a
due oggetti cult (la borsa e il catalogo ufficiali), o ricevere un carnet di 6 ingressi per le proiezioni
del Visionario da utilizzare entro
il mese di dicembre-Ore 16-Piazza
San Giacomo, Udine-Info:
www.fareastfilm.com
Aquileia in primavera
Dalla mattina verrà allestito
un mercatino dell’artigianato e
dell’enogastronomia regionale,
mentre durante tutta la giornata
ci saranno diverse attività di
animazione rivolte in particolare
ai bambini. Come gli anni scorsi la
Pro Loco provvederà ad assegnare i posti ai partecipanti in base al
regolamento del mercatino e alle
necessità logistico-tecniche e a
coordinare le varie attività della
giornata-Aquileia, Udine-Info:
[email protected]
Dal 30/4 al 3/5
A tutta birra
Fiera della birra-Fiera di UdineInfo:
www.udinegoriziafiere.it
Martedì 15
Nuove generazioni
della scena
Dal 25 al 27/4
Lignano In Fiore
Nell’azzurra latitudine della
primavera sul mare Lignano in
“Grandi temi” cerca di restituire
fiore, grazie all’impegno dei suoi
voce direttamente al pubblico e
volontari, può continuare a rilandi rafforzare il pensiero critico dei ciare anno dopo anno il proprio
giovani che stanno costruenmessaggio di solidarietà. Alle
do con forza e rigore un futuro
radici della festa anche ricordi tesociale: una città umana dove il
neri e struggenti, che hanno tradialogo costruisca, dove la solitu- sformato dolori potenzialmente
dine degli individui si trasformi
devastanti, in preziosi semi di
nell’apertura di rapporti più uma- solidarietà.
ni. A cura di Giuseppe Bevilacqua, La festa si svolge dal 1987 tra la
Anna Bertolo e Pamela Calligaris fine d’aprile e i primi di maggio,
con Alberto Oliva e Mario Branrivestendo il parco Hemingway
dolin, Alberto Oliva regista e
di Lignano Sabbiadoro con l’arcoscrittore, Mario Brandolin critico baleno dei mille colori di un’aue organizzatore teatrale. Lettura tentica festa popolare che parla
di brani da L’odore del legno e la
di solidarietà, tra il verde dei pini,
fatica dei passi di Alberto Oliva,
il candore dei gazebo, una marea
ATì editore, 2013-Ore 17,30-Teadi gente e soprattutto tanti bamtro Nuovo Giovanni da Udine, via
bini a inseguire incantati i voli
Trento 4, Udine-Info:
di palloncini e degli aquiloni, e i
www.teatroudine.it
mille laboratori, spettacoli e iniziative che di anno in anno vengono proposti-Parco Hemingway,
Dal 17 al 21/4
Lignano, Udine-Info:
Festival
www.lignanoinfiore.it
Internazionale di
Scacchi
Palazzetto dello Sport, Tarvisio,
Udine-Info:
www.accademiainternazionalediscacchi.com
Dal 18 al 27/4
San Marco
Per tutta la durata della manifestazione divertimento con musiche e balli, degustazione di specialità enogastronomiche ed in
Sabato 26
Nuove generazioni
della scena
I mercatini dell’antiquariato, del
collezionismo e dell’usato “Il baule della nonna” sono riproposti
dall’Associazione Pro Tarcento
per tutto il 2014 il 4° sabato del
mese (escluso dicembre)-Piazza
Libertà e via Roma, Tarcento,
Udine-Info:
www.protarcentoud.com
Giovedì 1/5
Tolmezzo in fiore
I vivaisti del Friuli Venezia Giulia
riempiranno il centro storico di
fiori, piante e addobbi floreali: Gatsronomia tipica locale,
animazione,mercato dell’usato
e antiquariato, 4a Mostra del
vinile-Tolmezzo, Udine-Info:
www.nuovaprolocotolmezzo.it
37
38
TRIESTEAPRILE
musica
Ogni martedì
Via dell'Annunziata n° 6/C 34100 Trieste
Tel: +39 040 3229353
11:00 - 14:00 / 17:00 - 23:30 - Lunedì chiuso
INVIATECI LE VOSTRE DATE
[email protected]
sorprende come sempre e include
quest’anno anche la settima arte,
con la proiezione, il 3 e 4 aprile al
Cinema Teatro dei Fabbri, del filmdocumentario “Richard Wagner
Franco Toro e Diario veneziano della sinfonia
Nicole Pellicani
Ogni sabato
ritrovata” di Gianni Di Capua preLed by the Sun-Trattoria storica
sentato alla 70° Mostra CinematoDall’aperitivo in poi
triestina Antico SpazzacamiDall’aperitivo in poi divertiti con grafica della Biennale di Venezia e
no, via delle settefontane 66,
in anteprima europea al Bayreunoi, per iniziare bene la serata
Trieste-Info:
ther Festspiele in occasione delle
www.anticospazzacamino.com feste a tema, con bella musica
celebrazione del bicentenario dele i gadget ricordo per voi-Dalle
Alle sorgenti dello
19-Bar Harry’s, via Carducci 2/c, la nascita del grande compositore
tedesco. Il film offre un importanstile classico
Trieste-info: 040.361800-sete contributo musicologico attra(eccetto 22 aprile)
guici su Facebook
verso la trascrizione per pianoIl seminario si prefigge lo scopo
forte della sinfonia realizzata da
di fornire una esauriente e siMartedì
1
Davide Coppola, revisionata sulla
stematica guida all’ascolto e alla
base del manoscritto dello stesso
comprensione del linguaggio
Baldini - Delle Donne
Wagner rinvenuto alla Library of
musicale di Franz Joseph Haydn
Emanuele Baldini, nato in un’imCongress di Washington-Dalle 17(1732-1809), un grande autore del portante famiglia musicale della
Cinema dei Fabbri, via dei Fabbri
passato troppo spesso oscurato
nostra città, precocissimo e ri2/a, Trieste-Info:
dall’ingombrante presenza di
conosciuto talento concertistico
www.wunderkammer.trieWolfgang Amadeus Mozart-Ore
internazionale e da alcuni anni
ste.it
17.30-La Caffetteria del Borgo,
Koncertmeister al Teatro di San
Trieste-Info:
Paolo in Brasile, in duo con l’eccelVenerdì 4
www.belcomposto.net
lente pianista Luca Delle Donne,
espressione della miMusica inglese per
Be erasmus partyHip anch’egli
gliore Trieste Musicale, eseguirà
Hip hop, rock, soul, dancehall, MiArchi
la celebre sonata Kreutzer di L.van
guel selekta-Five Points, via ValdiMusica inglese per Archi del primo
Beethoven e la Sonata di C.Franckrivo 30/b, Trieste-Info:
novecento. L’Orchestra d’Archi del
Ore 20.30-Teatro Miela, piazza
www.facebook.com/MiguelConservatorio, preparata dal M°
Duca degli Abruzzi 3, Trieste-Info:
Selekta
Fabio Pirona, presenta tre comwww.miela.it
posizioni di autori inglesi: Holst,
Vaughan-Williams e Britten-Ore
Ogni mercoledì
Mercoledì 2
20.30-Sala Victor de Sabata (ridotAperitivo a KM “0”
to del Teatro Verdi), Trieste-Info:
Sogno e fantasia
Perchè andare lontano con
www.conservatorio.trieste.it
Omaggio a Chopin. Letizia Mitutto quello che offre il nostro
chielon, pianoforte. Ingresso
Luca Ferraris
territorio?-Ore 18.30-Corte cafè,
libero-Ore 20.30-Conservatorio G. Luca Ferraris: Piano, charanpiazza S.Giovanni 5, Trieste-Info:
Tartini,
via
Ghega
12,
Trieste-Info:
go e voce. Ingresso riservato ai
[email protected]
040.6724911
soci arci-Ore 21.30-via Bernini 2,
Mihuel Selekta
Trieste-Info:
Il mondo della luna
University of groove-Colonia, via
www.d-sotto.org
Audizioni rivolte ai cantanti lidel Canal piccolo 2, Trieste-Info:
rici di tutto il mondo, soprani e
Men in rock
www.facebook.com/miguelmezzosoprani, tenori e baritoni,
Deep purple night
selekta
per l’opera “Il mondo della luna”,
Cinque musicisti triestini ispirati
Da Primo con Zippo
del compositore veneziano Baldai Deep Purple-Cafè rossetti, viaBar Ristorante Primo, via Sandassarre Galuppi-Ore 10-Teatro
le XX settembre 45, Trieste-Info:
ta Caterina 9, Trieste-Info:
Miela, piazza Duca degli Abruzzi 3, www.meninrock.it
040.764199
Trieste-Info:
>>articolo a pag. 27
www.miela.it
Venerdì danzante
Con Miguel Selekta-Mandracchio, piazza Verdi, Trieste-Info:
338.1438397
Ogni giovedì
Jazz e improvvisazione Giovedì 3
Ore 21-Trattoria storica triestina
Kaiorda
Antico Spazzacamino, via delle
Tessuti, colori, spezie, suoni come
settefontane 66, Trieste-Info:
in suk: un viaggio tra le culture
www.anticospazzacamino.com
musicali dell’Italia del Sud, con
l’esplorazione e la rivisitazione di
Jazz live
antichi brani eseguiti con struOgni giovedì da Romi-Via Torino
menti della tradizione (oud, tam30, Tiretse-Info: 040.308240
buri a cornice, mandole, flauti) e
Ogni giovedì se baila
moderni, ma anche il viaggio, fisico
Salsa Cuba y Puertorico, Merene spirituale, di un’anima in fuga
gue, Bachata, Reggaeton. Ingresso da una terra affascinante e conlibero-Ore 22-Bowling di Duino,
traddittoria: direttamente dalla
via Duino 5, Duino, Trieste-Info:
Sicilia, i Kaiorda presentano il loro
339.5225000
Safàr, un viaggio nel Mediterraneo,
con la partecipazione dell’attrice
Non Aperitivo
Elisa Taormina. Per trasportarci in
Al Cappellaio Matto, via xxx
un viaggio tra le culture musicali
ottobre 15/b, Trieste-Info:
del Sud Italia, ricche di influenze
040.2457261
levantine e medio-orientali. Un
Pane, amore e...
viaggio nel tempo, con l’esplorazione e la rivisitazione di antichi brani
giovedì
tradizionali della cultura siciliana,
In onda solo al Pane quotidiano,
via Sette fontane 42, Trieste-Info: calabrese e salentina, accostati a
brani tradizionali più recenti e a
040.39060
pezzi originali, ma anche il Safàr
Giovedì dell’anticrisi
(viaggio in arabo) di un’anima in
Happy hour di birre artigianali alla fuga da una terra affascinante e
spina, panini ed empanadas-Dalle contraddittoria-Ore 21.30-Teatro
20-Pub/Birreria argentino “Sol del Miela, piazza Duca degli Abruzzi 3,
Sur”, via Campanelle 85, TriesteTrieste-Info:
Info: 040.395423
www.miela.it
Ogni venerdì
Latino e caraibico
Ogni venerdì sera appuntamento
con i ritmi latini e caraibici, per una
serata danzante-Ore 22-Discoteca
Paradiso, via De Franceschi 3,
Trieste-Info: 040.812391
3 e 4/4
Richard Wagner
Diario veneziano della
sinfonia ritrovata
Il cartellone del festival di musica
antica Wunderkammer di Trieste
Sabato 5
House Of Lords
Dopo il grande concerto del 2012,
tornano a Trieste i leggendari
House of Lords, che suoneranno
sabato 5 aprile al Macaki presentando il nuovo album “Precious
Metal”, in uscita a febbraio per
Frontiers Records. La band californiana, nata dalle ceneri dei più
“leggeri” Giuffria grazie alla geniale intuizione di Gene Simmons
(bassista dei Kiss, occorre dirlo?)
che li scritturò sotto la sua Simmons Records, è senza dubbio una
delle più note ed imporanti del panorama melodic rock-Macaki, viale
20 settembre, Trieste-Info:
www.triesteisrock.it
Immagini e Musica
Nel programma, intitolato “Immagini e Musica”, Olga Stezhko offrirà
al pubblico triestino l’esecuzione
di una rara Berceuse di F. Busoni,
l’esecuzione integrale dei due libri
di Images di C. Debussy e una testimonianza dell’idea spiritualistico-prometeica di “cosmo” che A.
Skrjabin con “Comme la flamme”
indaga pianisticamente-Ore
20.30-Teatro Miela, piazza Duca
degli Abruzzi 3, Trieste-Info:
www.miela.it
Frankenstein 2.0
Enrico Ruggeri
Dopo 4 anni il cantautore milanese torna in teatro con un concerto
sorprendente e imprevedibile. Uno
spettacolo diviso in due parti, la
prima con un excursus sulla rock
TRIESTE
APRILE
opera FRANKENSTEIN, che ha
rivisitato completamente con
un rivoluzionario ed elettronico
FRANKENSTEIN 2.0. Ruggeri ne
racconterà l’attualità e la poesia
in un suggestivo scenario visivo
e sonoro-Teatro O. Bobbio, via del
Ghirlandaio 12, Trieste-Info:
www.contrada.it
Lunedì 7
Quartetto Ebène
Musiche di Mozart, Schubert, jazz
& crossover-Ore 20.30-Politeama
Rossetti, largo Gaber 1, TriesteInfo:
www.societadeiconcerti.net
Kristal and Jonny Boy
Duo svedese composto da Kristina
Hanses (voce e danza contemporanea) e Jonny Eriksson (chitarra
e drum machines). Le loro canzoni
spaziano da atmosfere di pura
felicità pop fino ai confini del misticismo e della malinconia-Ore
21.30-Teatro Miela, piazza Duca
degli Abruzzi 3, Trieste-Info:
www.miela.it
United World College
of the Adriatic Onlus
Concert
Appuntamento di musica LIVE
con i ragazzi del Collegio del
Mondo Unito di Duino, programma classico/popolare. Entrata
libera previa prenotazioneOre 18-Sede Rai di Trieste, via
Fabio Severo 7, Trieste-Info:
040.7784251
Martedì 8
Roberto Magris Trio
Roberto Magris pianoforte, Max
Sornig contrabbasso, Alessandro
Mansutti batteria-Ore 21-Bar
Knulp,via Madonna del mare 7/A,
Trieste-Info:
www.knulp.org
Mercoledì 9
Insolite esplosioni
sonore
Popocatepetl Percussion Duo
Il Duo presenta un programma
composto di musiche di Kuhr,
Klatzow, Merkù, Druckman,
Kaiser, Golinski,Reich, Piazzolla.
Ingresso libero-Ore 20.30-Conservatorio G. Tartini, via Ghega 12,
Trieste-Info: 040.6724911
Giovedì 10
A Trieste se cantava
cussì... e ogi?
La rassegna “A Trieste se cantava
cussì... e ogi?” offre da una ventina
d’anni una panoramica varia e
articolata del canto popolare triestino del passato e del presente
ed è l’unica manifestazione del
genere che si organizzi a Trieste
e provincia-Ore 20.30- Teatro
Miela, piazza Duca degli Abruzzi 3,
Trieste-Info:
www.miela.it
AP group live
AP group live: quintetto jazz dalla
Slovenia. Ingresso riservato ai
soci arci-Ore 21.30-via Bernini 2,
Trieste-Info:
www.d-sotto.org
Venerdì 11
The rideouts
Musiche di Beethoven e Ravel-Ore
20.30-Sala Victor de Sabata (ridotto del Teatro Verdi), Trieste-Info:
www.conservatorio.trieste.it
Giovedì 17
Bassekou Kouyate
Dopo essersi aggiudicato ben due
BBC3 awards con il debutto “Segu
Blue” - nella categoria world muThe rideouts live. Ingresso riservato ai soci arci-Ore 21.30-via Ber- sic, rispettivamente come ‘miglior
album’ del 2008 e ‘migliore artista
nini 2, Trieste-Info:
africano’, Bassekou Kouyate si è
www.d-sotto.org
affermato come uno degli artisti
più in vista della fertile scena mu11 e 12/4
sicale del Mali, un vero e proprio
virtuoso del ngoni: un liuto a tre
Richard Strauss
Il maestro Gabor Ötvös Dirigerà un o quattro corde costituito da una
piccola zucca allungata sulla quale
programma interamente composto da musiche di Richard Strauss, è montata una pelle di capra, Bassekou ne ha rivoluzionato lo stile
a iniziare dalla Suite da Der Bürelevandolo al ruolo di strumento
ger als Edelmann d’apertura per
solista, aggiungendo delle corde
passare poi al folgorante poema
sinfonico Don Juan ( Don Giovanni) per ampliarne le potenzialità
op. 20 e chiudere infine il program- e sperimentando anche le sue
possibilità elettriche-Ore 21.30ma con la seconda sequenza di
Waltzes da Der Rosenkavalier -Te- Teatro Miela, piazza Duca degli
Abruzzi 3, Trieste-Info:
atro lirico G. Vedi, Trieste-Info:
www.teatroverdi-trieste.com www.miela.it
>>articolo a pag. 12
Sabato 12
CXG
Concerto-evento fulcro della attività annuale dell’Associazione
Musicale Jambo Gabri, con la forte
volontà di ricordare il giovane
chitarrista Gabriele, scomparso
nel 2008. Giornata dedicata interamente alla musica in tutte le
sue sfumature, con l’esibizione di
9 band e artisti (emergenti e non)
nel pomeriggio, per poi giungere
alla sera con tre nomi più noti del
panorama musicale nazionale:
WELCOME COFFEE, AUDIOGRAFFITI e INSANITY FAIR. I due momenti musicali saranno senz’altro
testimoni di aggregazione, condivisione e spazio giovanile. Ingresso libero-Dalle 16 alle 24-Teatro
Miela, piazza Duca degli Abruzzi 3,
Trieste-Info:
www.jambogabri.altervista.org
>>articolo a pag. 25
D-Fragola
Serata organizzata assiema a
Radio Fragola con gli Afterglow
live + dj set. Ingresso riservato ai
soci arci-Ore 21.30-via Bernini 2,
Trieste-Info:
www.d-sotto.org
Lunedì 14
Nicola Benedetti e
Alexei Grynyuk
Al talento innato, Nicola Benedetti, scozzese di origini italiane,
unisce uno charme da modella
delle linee di moda più eleganti. Ma
la presenza scenica non è fine a sé
stessa poiché rivela, a venticinque
anni, una grande sensibilità artistica. La presenza sicura e delicata,
ma di grande effetto, fa pendant
con il pianista Alexei Grynyuk,
ucraino e ottimo professionista
capace di affrontare degnamente
tutte le sonorità del programmaOre 20.30-Politeama Rossetti, largo Gaber 1, Trieste-Info:
www.societadeiconcerti.net
>>articolo a pag. 7
Mercoledì 16
Un pensiero per Dario
De Rosa
In collaborazione con il Conservatorio Tartini, concerto a un anno
dalla scomparsa del Maestro.
Esecutori: Ars Trio e Trio Debussy.
Al sabato dall’aperitivo in
poi divertiti con noi,
per iniziare bene la serata
feste a tema,
con bella musica
e i gadget ricordo per voi
Week end con doppio
gusto al venerdì, sabato
e domenica
Venerdì 18
The Best of Musical
Al fine di celebrare il grande successo di pubblico riscosso dalle
produzioni Stage Italia dal 2009 al
2013, arriva al Rossetti la produzione indipendente di un grande
concert show interamente suonato e cantato dal vivo che, con
i principali interpreti dei Musical
Stage, ripercorre, attraverso i
pezzi musicali più celebri, alcuni
tra i più grandi spettacoli mai realizzati, da “ La Bella e la Bestia” a
“La Febbre del Sabato Sera”-Ore
21-Politeama Rossetti, largo Gaber
1, Trieste-Info:
www.ilrossetti.it
Sogni e
microorganismi
Inglobante universale presenta:
sogni e microorganismi. Musica
e video performance. Ingresso
riservato ai soci arci-Ore 21.30-via
Bernini 2, Trieste-Info:
www.d-sotto.org
Cocktail Story
presentazione/degustazione
di uno dei più famosi cocktail
che hanno fatto la storia del
bere miscelato, e
Vino&gusto
degustazione con
abbinamento di vini
superiori e cibi di qualità
Funkimage
Ritorna a grandissima richiesta la
band Funkimage, accompagnata da una delle più belle voci del
panorama triestino (pur non essendo tipicamente triestina) e che
vanta collaborazioni importanti
a livello nazionale ed internazionale... Con i Funkimage un altro
ospite di eccezione, il trombettista Stefano Muscovi, tornato da
poco dall’Irlanda (dove per lungo
tempo ha collaborato, tra l’altro,
con i Committments). Tante sorprese dunque per questa serata di
alto livello all’insegna del Funky &
soul: lo spettacolo è garantito!-Ore
22.30-Cafè rossetti, viale XX settembre 45, Trieste-Info:
[email protected]
d r i n k d o lc i u m i ca f f e t t e r i a
ta b acc h i r i ca r i c h e t e l e f o n i c h e
Trieste, via Carducci 2c, 040.361800
39
40
TRIESTEAPRILE
per il suo contributo come chitarrista alla musica, una distinzione
molto rara condivisa solo da altre
quattro persone nel mondo. Dopo
una straordinaria performance
con il fratello Phil alla Cerimonia
per la chiusura delle Olimpiadi di
Sydney, il mondo voleva sapere chi
era questo virtuoso chitarrista.
Nel 2001, Tommy ha pubblicato il
suo primo album da solista in acustico (http://bit.ly/17FQnNA). Ben
presto la sua popolarità è cresciuta
a passi da gigante aiutata dal suo
tour non-stop in giro per il mondoOre 21-Politeama Rossetti, largo
Gaber 1, Trieste-Info:
www.ilrossetti.it
dizionali ebraiche accompagnate
da violino e clarinetto. Al centro
del palco, spesso seduta a terra
come in un parco a raccontare
una storia agli amici, una ragazza
ebraica, Razna-Sala Bartoli del
Politeama Rossetti, largo Gaber 1,
Trieste-Info:
www.ilrossetti.it
Dal 2 al 6/4
Ballata di uomini e
cani
Marco Paolini ha iniziato a lavorare su Ballata di uomini e cani
raccontando storie nei boschi,
nei rifugi alpini, nei ghiacciai:
e in effetti – è stato notato da
un critico – il suo teatro ha il sa2 e 3/5
pore di un’ascesa in montagna.
L’osservazione del paesaggio, la
Chiusura della
Coro Polifonico di
fatica dell’avvicinarsi alla meta,
Sabato 26
stagione sinfonica
Ruda
l’assenza di fretta, il ritmo, la
Nono e ultimo appuntamento
Fabiana Noro - direttore, Matteo
Alberto Sergi trio
della stagione, in programma il 2 e meditazione, l’entusiasmo per
Andri - pianoforte, Antonio Merici Alberto Sergi TRIO in concerto aver raggiunto il traguardo dopo
3 maggio 2014, il concerto diretto
- violoncello, musiche di Schubert, “Pizzica De Core – Il corteggiamendal M° Alessandro Vitiello in cui fi- un itinerario forse tortuoso, ma
R. Strauss e Mendelssohn-Ore 18- to attraverso la danza”. Ingresso
gura la Terza sinfonia di Johannes di certo arricchente...-Politeama
Ridotto De Sabata del teatro Verdi, riservato ai soci arci-Ore 21.30-via
Brahms, cui farà seguito la Gesang Rossetti, largo Gaber 1, TriesteTrieste-Info:
Bernini 2, Trieste-Info:
der Parzen (Canto delle Parche) op. Info:
www.acmtrioditrieste.it
www.d-sotto.org
www.ilrossetti.it
89 per orchestra e coro, composizione sinfonico-corale di rara ese- >>articolo a pag. 6
Sabato 19
Lunedì 28
cuzione, che trae ispirazione da un
Venerdì 4
Easter Greatest Hits
Henning Kraggerud e testo di Goethe. Infine la raccolta
liriche Sea Pictures op. 37 per
Il crisantemo sul
Vibrante Swing delle gommelacChristian Ihle Hadland di
contralto e orchestra di Edward Elca suonate da Yeronimus Kaplan.
pianoforte
Concerto per violino e pianoforte.
gar
vedrà
il
graditissimo
intervenIngresso riservato ai soci arci-Ore Musiche di Mozart, Frank, Sinfing
Svetlana Makarovic racconta
to
solistico
di
Daniela
Barcellona
21.30-via Bernini 2, Trieste-Info:
con la propria poesia quello che
e Grieg-Politeama Rossetti, largo
la
cui
esibizione
vuole
essere
un
www.d-sotto.org
non abbiamo il coraggio di dire
Gaber 1, Trieste-Info:
omaggio alla sua città natale e al
e che non vogliamo vedere. Le
www.societadeiconcerti.net
Teatro Verdi in particolare-Teatro
sue poesie sono ciniche, delicate,
Martedì 22
lirico G. Vedi, Trieste-Info:
amare, toccano il cuore e sono
Quarta - Arciuli
www.teatroverdi-trieste.com
Jam session
diventate materia di uno spettaDuo Massimo Quarta (vl.) - EmaCon gli allievi del Conservatorio
colo di teatro e musica creato da
nuele Arciuli (pf.), musiche di
Tartini-Ore 21-Bar Knulp,via MaJanja Majzelj-Ore 20.30-Ridotto
Stravinskij, Ravel, Kernis e Coridonna del mare 7/A, Trieste-Info:
del Teatro Sloveno, via Petronio
gliano-Ore 20.30-Sala Victor de
www.knulp.org
4, Trieste-Info:
Sabata (ridotto del Teatro Verdi),
www.teaterssg.com
Trieste-Info:
www.acmtrioditrieste.it
Dal 22 al 27/4
Insieme oltre
teatro
Le Sacre du printemps
Su musiche di Claude Debussy
e Igor Stravinski, il balletto “Six
Antique Epigraphs; In White and
Black /Le Sacre du printemps”
creazione coreografica di Edward
Clug per il Balletto del Teatro Nazionale Croato di Zagabria-Teatro
lirico G. Vedi, Trieste-Info:
www.teatroverdi-trieste.com
>>articolo a pag. 7
Mercoledì 30
Grupo Compay
Segundo
Martedì 1
Oliver Twist
Oliver Twist, o Le avventure di
Oliver Twist (Oliver Twist; or,
the Parish Boy’s Progress), fu
Il Grupo Compay Segundo è l’enil secondo romanzo pubblicato
samble di nove elementi che dal
da Charles Dickens. Apparve in
1955 tengono viva e portano in
prima edizione a puntate mensili
giro per il mondo la musica del
sulla rivista Bentley’s Miscelmitico musicista cubano Compay
lany, dal febbraio 1837 all’aprile
Segundo, che ha il merito di aver
1839, con illustrazioni di George
avvicinato il grande pubblico alla
Cruikshank. È una delle opere più
musica tradizionale cubana. Com- celebri e influenti di Dickens. Fu il
Mercoledì 23
pay Segundo in persona scelse
primo romanzo in lingua inglese
i musicisti della band come suoi
ad avere come protagonista un
La sentenza è
successori affinché divulgassero
ragazzo[1] e uno dei primi esempi
stata eseguita
la sua arte. Del gruppo fanno parte di romanzo sociale. Inedita per
immediatamente
due dei suoi figli, Salvador e Basil’epoca fu anche la rappresentaManifestazione celebrativa nel
lio, inoltre due di questi musicisti
zione fortemente anti-romantica
70° anniversario dell’eccidio na(oltre a Compay) parteciparono al
della vita dei delinquenti e dei pozista di via Ghega - 23 aprile 1944. film di Wim Wenders “Buena Vista
veri.[2] Attraverso un rovesciaOratorio civile per voci e strumenti Social Club” -Ore 21-Politeama
mento del romanzo di formazione
- Testo di Roberto Spazzali, con la
Rossetti, largo Gaber 1, Triestee un dissacrante umorismo nero,
partecipazione degli studenti del
Info:
il romanzo analizza i mali della
Conservatorio “G. Tartini-Ore 17www.ilrossetti.it
società inglese ottocentesca: la
Conservatorio G. Tartini, via Ghega
povertà, il lavoro minorile, la cri12, Trieste-Info: 040.6724911
minalità urbana, e la intrinseca
ipocrisia della cultura vittorina.
Elegia
Riduzione teatrale di Blažka MülTrio Leonardo:Miriam Rigamonti ler Pograjc-Teatro Sloveno, via
Pianoforte, Vera Otasek - Violino,
Petronio 4, Trieste-Info:
Mariano Bulligan - Violoncello.
www.teaterssg.com
Ingresso libero-Ore 20.30-Conservatorio G. Tartini, via Ghega 12,
Trieste-Info: 040.6724911
Dall’1 al 3/4
Balkan Burger
Giovedì 24
Franc Cinelli
Singer e songwriter italiano, romano, ma londinese d’adozione e
con una particolare predilezione
per il folk. Ingresso riservato ai
soci arci-Ore 21.30-via Bernini 2,
Trieste-Info:
www.d-sotto.org
Venerdì 2/5
Tommy Emmanuel
Chet Atkins onorò Tommy con il
titolo di “Certified Guitar Player”
Sullo sfondo di una Bosnia straordinariamente complessa, in un
miscuglio ricchissimo e assortito
di religioni, alfabeti e modi di
vivere, nel periodo in cui l’exJugoslavia era sede di inesauribili scontri etnici e culturali... In
sottofondo le musiche e il canto
di Enrico Fink, dai ritmi di una
ballata klezmer, le musiche tra-
l’arcobaleno
Riduzione de “Il malinteso” di
Albert Camus. “È straordinario
come questo dramma, come dice
Virginio Celletti, abbia tutta l’essenzialità della tragedia greca.
Nella mia riduzione ho condensato l’azione drammatica nelle sole
prime 4 scene del primo atto, depurandole, peraltro, da qualsiasi
elemento, anche scenografico,
di quotidianità. Ma, a mio avviso,
per quanto paradossalmente, il
dramma, che adombra, in senso
anche traslato, le angosce dell’ora
e del sempre nell’eterno conflitto
fra vita e morte, nulla perde in
efficacia.” -Sergio Jannitti-Ore
21-Teatro Miela, piazza Duca degli
Abruzzi 3, Trieste-Info:
www.miela.it
Martedì 8
Il cortile, Pali
Al Teatro Stabile Sloveno il nuovo anno inizierà con la prima
assoluta in lingua slovena di due
atti unici, entrambi insigniti del
premio UBU, del drammaturgo
contemporaneo siciliano Spiro
Scimone.
IL CORTILE (2003) e PALI (2009)
rappresentano in modo molto
eloquente i temi della sua poetica
che utilizza il linguaggio dell’assurdo e del grottesco per incidere
nel tessuto della decadenza
morale del sistema sociale. Lo
sguardo critico dell’autore verrà
interpretato dal regista triestino
Marko Sosic, artista vicino allo
stile di Scimone e che ha già portato la sua opera all’attenzione
del pubblico d’oltreconfine met-
tendo in scena La busta per il teatro nazionale Drama di Ljubljana.
Gli eroi di Scimone sono piccoli
uomini esposti alle grandi incertezze del mondo contemporaneo.
Vivono ai margini della società,
apparentemente impotenti, e
le loro opportunità appaiono
fortemente limitate. Ma sanno
ancora ridere e scherzare, sognare e ritagliarsi uno scorcio di
libertà. Non si abbandonano mai
alla disperazione. Nei brevi atti
unici di Spiro Scimone l’assurdo
e il surreale si mescolano al quotidiano, il dramma al sorriso, in
modo spietatamente realistico.
Sono critici nei confronti della
politica e caratterizzati da una
profonda riflessione umanisticaTeatro Sloveno, via Petronio 4,
Trieste-Info:
www.teaterssg.com
8 e 9/4
La semplicità
ingannata
Lo studio del saggio storico Lo
spazio del silenzio, di Giovanna
Paolin e delle testimonianze della monaca Arcangela Tarabotti
(1604-1652), hanno rappresentato per Marta Cuscunà – versatile
artista corregionale – il punto di
partenza per proseguire nel progetto sulle “Resistenze femminili
in Italia”. Progetto che ha avuto
una fase iniziale in È bello vivere
liberi e prosegue con La semplicità ingannata, uno spettacolo che
armonizza temi acutamente sviscerati e umorismo, teatro d’attore di grande energia e tecniche di
figura-Ore 21-Teatro Miela, piazza
Duca degli Abruzzi 3, trieste-Info:
www.ilrossetti.it
Dal 9 al 13/4
Slava’s snowshow
È buffo se a teatro improvvisamente iniziano a danzare nell’aria
alcuni fiocchi di neve... è insolito
che cadano addirittura in platea...
e se poi diventano una copiosa
tormenta... allora è arrivato lo SLAVA’S SNOWSHOW! Lo spettacolo
è fra i più applauditi e amati degli
ultimi anni, non solo a Trieste –
dove è andato in scena nel 2007
per ritornare con ancora maggiore
successo nel 2009 ed ora nuovamente in questa stagione – ma nei
più prestigiosi teatri internazionali: dal 2004 è attrazione fissa
off-Broadway, da cinque anni il
Piccolo Teatro di Milano lo mette in
cartellone ogni stagione, e alcuni
dei suoi numeri sono stati inglobati dal Cirque du Soleil nello spettacolo Alegria-Politeama Rossetti,
largo Gaber 1, Trieste-Info:
www.ilrossetti.it
>>articolo a pag. 4
Dall’11 al 16/4
L’impresario delle
Smirne
Composta nel 1759, l’opera è una
splendida e divertente commedia
che presenta un impietoso ritratto
dell’ambiente degli artisti di tea-
TRIESTE
APRILE
tro, ambiente che Goldoni conosce
a fondo: può a ragione “parlarne
per fondamento”, come egli stesso
dichiara nella prefazione dell’opera. Ed ecco un gruppo di attori
pronti per partire per una tournèe
nelle Smirne, capitanati da Alì, un
ricco mecenate che vuole formare
una compagnia d’Opera-Teatro
O. Bobbio, via del Ghirlandaio 12,
Trieste-Info:
www.contrada.it
>>articolo a pag. 6
do la preparazione scenica degli
Attori di Teatro Due alla sensibilità fisica degli attori-danzatori di
Balletto Civile... -Ore 20.30-Politeama Rossetti, largo Gaber 1,
Trieste-Info:
www.ilrossetti.it
>>articolo a pag. 10
Domenica 13
Set Cabaret
Si parte con la messa in scena del
Set Cabaret - Minimal Kitchen del gruppo teatrale dei Minimalli,
un cabaret a puntate ricco di colpi
di scena-Ore 21-Circolo Etnoblog,
riva Traiana 1/3, Trieste-Info:
www.facebook.com/teatroblog.etnoblog
Lunedì 14
Pupkin Kabarett
Mercoledì 23
Tomáš Kubinek
Certified Lunatic & Master of
the Impossible
Dal 16 al 18/4
La notte degli ulivi
«Cresciuto ateo in una famiglia
di atei, laureatomi in filosofia in
Gli attori del Pupkin Kabarett
una Parigi diventata completaaffrontano questo mese di aprile mente materialista, non avevo
con insolita energia: nuovi permai prestato attenzione a quella
sonaggi rivisitati in modo molto
strana storia di un falegname
particolare, vecchie canzoni rein- morto su una croce. Un giorno
terpretate e novità dell’ultima
mi persi nel deserto del Sahara.
ora commentate al momento. La
Vicinissimo alla morte, quella
Niente Band spumeggiante come notte di fuoco vissi un’esperiennon mai accompagnerà la serata
za mistica. Al mattino, come una
con la sua musica. Entrata libera
traccia, un’impronta, deposta
uscita obbligatoria-Ore 21.01nel più intimo di me, si trovava
Teatro Miela, piazza Duca degli
la fede. (...) Tornato in Europa mi
Abruzzi 3, Trieste-Info:
immersi nei poeti mistici di tutte
www.miela.it
le confessioni: una notte lessi per
la prima volta i quattro vangeli.
Quella notte iniziai a credere a
Cristo e a non crederci. Sono stato
ossessionato dalla figura di Cristo. Alcuni anni dopo, ho deciso
di chiamare questa ossessione il
mio cristianesimo»-Sala Bartoli
del Politeama Rossetti, largo Gaber 1, Trieste-Info:
www.ilrossetti.it
>>articolo a pag. 8
Martedì 15
Amleto
Amleto è l’archetipo dell’eroe tragico, frutto di anomalie individuali
e sociali che vive profondi disagi
emotivi nella consapevolezza che
nel marciume della Danimarca non
ci sia posto per l’amore e la felicità.
La tragedia di Shakespeare tocca
l’interrogativo del coraggio e della
definizione del ruolo del singolo
come protagonista attivo dello
spirito del proprio tempo, offrendo
lo spunto per parlare di una contemporanea »Danimarca« dove
nessuno più nasconde l’infrazione
di codici etici. Regia Eduard Miler.
Produzione SNG Drama LjubljanaOre 20.30-Teatro Sloveno, via Petronio 4, Trieste-Info:
www.teaterssg.com
>>articolo a pag. 9
16 e 17/4
Enron
Un’impalcatura di schermi su cui
in maniera ossessiva vengono
trasmesse le oscillazioni degli
indici di Borsa. Sotto, algidi uffici
di dirigenza. Un’autrice appena
trentenne come Lucy Prebble,
affascinata da intrighi e scandali e lucida narratrice dei nostri
tempi. E poi un progetto scenico
imponente, orchestrato da Leo
Muscato, che incrocia teatro, musica, danza e video, armonizzan-
che potrebbe essere – e da molti
è già definito – come il padre della
moderna “graphic novel”. L’opera
originale, a cui la rappresentazione teatrale resta fedele, è una
rilettura in chiave moderna del
mito di Orfeo e Euridice, che raccoglie tutti i temi più cari all’artista, a partire dal dialogo tra la
vita e la morte-Sala Bartoli del
Politeama Rossetti, largo Gaber 1,
Trieste-Info:
www.ilrossetti.it
>>articolo a pag. 8
17 e 18/4
Il Vangelo secondo
Pilato
Il testo ha lo stile avvincente
della spy-story: Ponzio Pilato si
ostina a decifrare razionalmente
il mistero della Resurrezione. La
sparizione del cadavere di Gesù
non può restare senza soluzione e
creare pericolosi miti in Palestina:
il governatore romano indaga, ma
alla fine è un uomo che drammaticamente interroga sé stesso-Sala
Bartoli del Politeama Rossetti,
largo Gaber 1, Trieste-Info:
www.ilrossetti.it
>>articolo a pag. 8
Nel percorso dedicato all’antica
arte del circo e della clownerie
che accompagna il pubblico del
Rossetti nella stagione 2013-14
non poteva mancare Tomáš Kubinek, artista americano di origine
ceca che si è formato alla scuola
del Physical Theatre con i maestri di questo genere, Boleslav
Polivka e Frank van Keeken. Il
suo one-man show Certified Lunatic & Master of the Impossible
(Lunatico certificato & Maestro
dell’Impossibile) ha ottenuto riconoscimenti da pubblico e critica
in tutto il mondo: i suoi divertenti
show sono una combinazione di
grande comicità, mimica, vaudeville virtuoso e simpatia irresistibile-Ore 20.30-Politeama Rossetti, largo Gaber 1, Trieste-Info:
www.ilrossetti.it
>>articolo a pag. 4
Venerdì 25
Peppa Pig
La caccia al tesoro
Bambini, genitori, nonni, famiglie intere: tutti ormai conoscono la maialina più famosa
della tv!
Lei è Peppa Pig, la compagna
ufficiale di giochi degli oltre
500.000 bambini italiani che
seguono quotidianamente le sue
avventure. Inventata dal genio
inglese del trio Phil Davies, Mark
Baker e Neville Astley, protagonista del piccolo schermo da dieci
anni in territorio britannico, ha
conquistato a poco a poco tutto
il mondo, approdando nel nostro
Paese nel 2010 ed in tre anni è
diventata il cartone animato più
seguito dai bambini nella fascia
di età 0-6 -Politeama Rossetti,
largo Gaber 1, Trieste-Info:
www.ilrossetti.it
Dal 22 al 25/4
Poema a fumetti
«Capita nella vita di fare cose che
piacciono senza riserve, cose che
vengono su dai visceri. Poema a
fumetti è per me una di queste,
come Il deserto dei Tartari, come
Un amore». Così Dino Buzzati
presentava ai suoi lettori il suo libro – troppo a lungo sottovalutato – dal quale è tratto l’omonimo
spettacolo Poema a fumetti. Paolo Valerio reciterà il testo, accompagnato dalle musiche scritte da
Antonio Di Pofi e suonate dal vivo
al pianoforte da Sabrina Reale.
L’attore interpreta e ci trasporta
dentro la storia. Sembrerà quasi
di guardare un film grazie alle
208 tavole originali del poliedrico
artista Buzzati, scrittore, giornalista, drammaturgo e pittore,
Dal 25 al 27/4
Ritorna .. il varietà
Un nuovo spettacolo di arte varia con balletti, canzoni, storie e
fiabe varie-Teatro S.Giovanni di
via S.Cilino 99/1, Trieste-Info:
www.patteatro.it
Il titolo ce l’ha mio cugino
(una introduzione al pensiero anomalo)
41
42
TRIESTEAPRILE
Uno spettacolo ancora in fase di
realizzazione, scritto e recitato
da un uomo che da anni, ogni
mattina, si sveglia ed esce di casa
con il ferreo proposito di spaventare i mercati. Se l’attore e i musicisti riusciranno a presentarsi
in scena allo stesso orario potrebbe divenire l’evento teatrale
dell’anno.
Si avvisano gli spettatori interessati che le informazioni contenute nel monologo non possono sostituire in alcun modo
l’intervento del medico. Di e con:
Stefano Dongetti, musiche dal
vivo: Luca Colussi e Franco Trisciuzzi-Teatro Miela, piazza Duca
degli Abruzzi 3, Trieste-Info:
www.miela.it
Lunedì 28
Pupkin Kabarett
Prosegue puntuale come il
rimorso, a lunedì alterni, l’appuntamento con il Pupkin Kabarett per una serata irriverente
corroborante e inedita. Attori e
musicisti si alterneranno sul palco con sketch stralunati, satira
pungete e come sempre la buona musica dell’inimitabileNiente
Band. Intervenite numerosi!-Ore
21.01-Teatro Miela, piazza Duca
degli Abruzzi 3, Trieste-Info:
www.miela.it
Dal 2 al 4/5
Il titolo ce l’ha mio cugino
(una introduzione al pensiero anomalo)
Vedi dal 25 al 27/4-Ore 21.30Teatro Miela, piazza Duca degli
Abruzzi 3, Trieste-Info:
www.miela.it
Corti Teatrali, teatro in pillole
accessibile a tutti-Ore 21-Circolo
Etnoblog, riva Traiana 1/3, Trieste-Info:
www.facebook.com/teatroblog.etnoblog
cinema
Entro il 15/4
Premio Mattador
Ancora possibile partecipare al
5° bando del Premio Internazionale per la Sceneggiatura
MATTADOR dedicato a Matteo
Caenazzo. Il termine ultimo per
l’invio dei lavori è il 15 aprile
2014. La Premiazione avverrà
il 17 luglio 2014 a Venezia nelle
Sale Apollinee del Teatro La
Fenice-Info:
www.premiomattador.it
>>articolo a pag. 22
Martedì 1
Wolke 9
Inge conosce Karl, si innamora di
lui candidamente e perdutamente e dopo ben trent‘anni di matrimonio lascia il marito Werner
per andare a vivere con Karl. Una
Facile la vita negli anni ’60,
senza telefoni cellulari e con un storia d’amore come tante, se
non fosse che i suoi protagonisti
mondo in evoluzione, per Bernardo, un uomo che si è costrui- sono tutti ultrasessantenni se
to una vita perfetta a Parigi. Un non addirittura settantenni...
lavoro, una casa e tre splendide -Ore 16.30 e 21-Cinema Teatro
Dei Fabbri, via dei Fabbri 2/A,
fidanzate tutte convinte di essere l’unica donna della sua vita. Trieste-Info:
E tutte e tre hostess! Questa è la www.goethe.de/trieste
prima riedizione italiana, dopo
un fortunato allestimento del
Mercoledì 2
1966 prodotto da Lucio Ardenzi
con i giovanissimi Carlo Giuffrè, La vita di Adèle
Adele è adolescente e non ha
Vittorio Sanipoli, Marina Bondubbi: le ragazze stanno coi rafigli e Valeria Fabrizi-Teatro O.
Dal 2 al 7/5
Boeing Boeing
Domenica 27
Corti Teatrali
Bobbio, via del Ghirlandaio 12,
Trieste-Info:
www.contrada.it
gazzi. La sua visione del mondo
però inizia a vacillare il giorno in
cui incontra Emma, una giovane
donna dai capelli blu, che le farà
scoprire il desiderio e le permetterà di realizzarsi come donna
e come adulta. Sotto lo sguardo
di chi la circonda, Adele cresce,
cerca se stessa, si perde, si trova
di nuovo... versione originale
francese s/t italiano-Ore 18.30 e
21.30-Teatro Miela, piazza Duca
degli Abruzzi 3, Trieste-Info:
www.miela.it
Dal 3/4
La luna su Torino
di Davide Ferrario (Italia, 2014,
90’)-Cinema Ariston, TriesteInfo:
www.lacappellaunderground.org
Sabato 5
Incontro con Davide
Ferrario
Tra le proiezioni delle ore 19 e
delle ore 21-Cinema Ariston,
Trieste-Info:
www.lacappellaunderground.org
Domenica 6
Quartet
Il film segna il debutto alla regia
di Dustin Hoffman all’età di 75
anni, ed è la trasposizione cinema-tografica di una pièce teatrale di Ronald Harwood, qui anche
sceneggiatore-Ore 16.30-Teatro
Miela, piazza Duca degli Abruzzi 3,
Trieste-Info:
www.miela.it
Lunedì 7
Piccola patria
Di Alessandro Rossetto (Italia,
2013, 110’)-Ore 21-Cinema Ariston, Trieste-Info:
www.lacappellaunderground.org
Martedì 8
Fenomenologia del
reality show
Fabio Corigliano, Laboratorio di
Filosofia e Politica dell’Immagine.
Fenomenologia del reality show.
The Truman Show di Peter Weir
(1998). Per il terzo ciclo di seminari su società, politica e cinemaOre 16-Dipartimento di Scienze
Politiche e Sociali, piazzale Europa 1, Trieste-Info:
[email protected]
Venerdì 11
L’avventura -L’illazione
Ore 18: L’avventura di Michelangelo Antonioni; con Gabriele Ferzetti, Monica Vitti, Lea Massari,
Lelio Luttazzi. Ore 21: L’illazione
di Lelio Luttazzi; con Cinzia Bruno, Annabella Incontrera, Lelio
Luttazzi, Mario Valdemarin. Ingresso libero-Teatro Miela, piazza
Duca degli Abruzzi 3, Trieste-Info:
www.miela.it
TRIESTE
APRILE
Domenica 13
E se vivessimo tutti
insieme?
Di Stéphane Robelin; con Guy
Bedos, Daniel Brühl, Geraldine
Chaplin, Claude Rich, Jane Fonda
Francia, Germania, 2011, col.,
96’-Ore 16.30-Teatro Miela,
piazza Duca degli Abruzzi 3,
Trieste-Info:
www.miela.it
realizzati in collaborazione
con Eros Monai il figlio seienne
dell’artista e nipote del pittore e
scrittore Fulvio Monai-Galleria
Rettori Tribiopiazza Vecchia 6,
Trieste-Info:
www.dianbosnjak.com
dall’Associazione Culturale F. Zenobi e realizzata con il contributo
del Comune di Trieste-Sala “Umberto Veruda” di Palazzo Costanzi,
Trieste-Info:
www.zenobionline.com
>>articolo a pag. 17
Fino al 6/4
A’ Nabaany
Lucio Santiago
A’ Nabaany è una parola dell’antica lingua Zapoteca che tradotta
in spagnolo significa “vita”. La
mostra, appositamente ideata
per lo spazio del Carà, s’innesta
Kill your darlings, di John Krokinei vissuti del giovane artista
das; con Daniel Radcliffe, Dane
che di recente ha conosciuto il
DeHaan, Michael C. Hall, Ben Foster, Jack Huston, USA, 2013, 143’, dramma della morte attraverso
la prematura scomparsa del paversione originale inglese s/t
italiano-Ore 18.30 e 21.30-Teatro dre, il grande Alejandro Santiago
Miela, piazza Duca degli Abruzzi 3, e, dall’altro filo dell’esistenza, lo
sbocciare della vita, con un figlio
Trieste-Info:
in arrivo. Questa opposta dualità,
www.miela.it
bios e thanatos, viene ripercorsa
con un’installazione che assorbe
Mercoledì 23
in sé sia l’antica cultura precoVenere in pelliccia
lombiana con le sue specifiche
Di Roman Polanski; con Emmacrudeli modalità, sia l’attualità
nuelle Seigner, Mathieu Amalric
dei media tecnologici per compleFrancia, Polonia 2013, col., 96’,
tare con video-proiezioni la maversione originale s/t italianogica intensità del suo messaggio
Ore 19 e 21.30-Teatro Miela, piazza di morte da cui spunta la vita-MuDuca degli Abruzzi 3, Trieste-Info: seo d’Arte Moderna Ugo Carà di
www.miela.it
Muggia, Trieste-Info:
www.atemporarystudio.com
Mercoledì 16
Giovani ribelli
Mercoledì 30
Dietro i candelabri
Di Steven Soderbergh; con Michael Douglas, Matt Damon, Dan Aykroyd, Scott Bakula, Rob Lowe
USA 2013, b/n, 118’, versione originale inglese s/t italiano-Ore 19
e 21.30-Teatro Miela, piazza Duca
degli Abruzzi 3, Trieste-Info:
www.miela.it
arte
Ad aprile
Trieste 2013
e le province del Friuli
Venezia Giulia
mostra collettiva del quarto concorso fotografico «Trieste 2013
e le province del Friuli Venezia
Giulia», in cui saranno esposte
e premiate le migliori fotografie
classificate. Il triestino Roberto
Furlan con il suo scatto «Acrobazie in volo» è il vincitore assoluto
del contest, seguito da Giancarlo
Staubmann con «Topolin» e dal
bolognese Stefano Zocca con
«Gli Stambecchi del Montasio».
Le classifiche complete di ogni
sezione sono consultabili sul sito
web del contest http://trieste.
dotart.it-Centro commerciale Il
Giulia, Trieste-Info:
www.dotart.it
Fino al 13/4
Calendario di visite
guidate
Visite guidate di Trieste, un prodotto dell’Agenzia TurismoFVG
sempre molto apprezzato da turisti e cittadini che, alle 10.30 di tutti i sabati, domenica e festivi fino
al 13 aprile, potranno passeggiare
alla scoperta di una città dove
la cultura italiana e mitteleuropea si incontrano in un connubio
affascinante. Dopo il 13 aprile il
servizio diventerà giornaliero.
Le visite guidate sono disponibili in italiano e inglese al costo di
8,50 euro o gratuitamente per i
possessori della FVG Card e per i
bambini sotto i 12 anni accompagnati da un adulto pagante-Info:
800016044
Sala del Giubileo, via Mazzini 3,
Trieste-Info: 040.301580
Gli albori della Grande Guerra
Una mostra fortemente voluta
per dare l’avvio a Duino Aurisina delle iniziative rivolte al
Centenario della Grande Guerra,
territorio che è stato lo scenario
di una delle più cruenti battaglie
dell’Isonzo. Il Gruppo Ermada Flavio Vidonis, e il Gruppo Culturale
e Sportivo Ajser 2000 hanno voluto congiuntamente al Gruppo
HERMADA Soldati e Civili per
la prima volta assieme, hanno
voluto presentare al pubblico una
mostra completa e ricca di spunti
per capire al meglio il territorio
compreso dell’Ermada negli anni
della Grande Guerra-Centro d’Arte Skerk di Ternova, Trieste-Info:
www.gruppoermadavf.blogspot.it
Fino al 9/4
Le mani e le donne
Annamaria Castellan
Quanto e quando le mani entrano
a far parte di un ritratto figuraDal 4/4 al 17/5
tivo o letterario? Le gestualità
‘900 triestino
raccontate o rappresentate parGalleria One San Nicolò, via S. Ni- lano, urlano, accolgono, fermano,
colò 1, Trieste-Info: 340.5991050 offendono, amano e costruiscono
>>articolo a pag. 18
vita. Annamaria Castellan, fotografa, e Patrizia Rigoni, scrittrice,
invitano tutti a guardare e ad
Fino al 4/4
ascoltare…. mani-Antico Caffè
San Marco, Trieste-Info:
Diana Bosnjak
[email protected]
In vendita
Nel 2013 Diana esordisce con la
sua prima raccolta dei racconFino al 10/4
ti, intitolata “Mondi paralleli”
Trieste, guarnigione
pubblicata da Giovane Holden
edizioni (sarà possibile consulnella Belle époque
tare il libro durante la mostra).
Mostra “Trieste, guarnigione
Alcuni lavori esposti sono stati
nella Belle époque” , organizzata
Carlo Piemonti
La mostra si compone di venti
opere di grandi e piccole dimensioni (realizzate sul tema
del viaggio, del mare, della vita
quotidiana) che rimescolano,
per mezzo di un contrasto molto
appariscente il rapporto biunivoco tra figura e sfondo e sarà
presentata da Roberto Vidali,
direttore editoriale di “Juliet art
magazine”-Twins Club 2.0 Art &
Gym, via Economo 5, Trieste-Info:
[email protected]
>>articolo a pag. 19
Fino al 2/6
Scritte, lettere e voci
Fino al 17/4
Serena Zors Breuer
Ermada
Fino al 15/5
Natural
Fino al 26/4
Una stagione difficile
Adriana Rigonat
Mostra personale della pittrice
Adriana Rigonat Una stagione
difficile, a cura di Isabella Bembo.
L’esposizione commemora il Primo
conflitto mondiale con un occhio di
riguardo per i “rimasti”: l’attenzione dell’artista va, infatti, a coloro
che non parteciparono direttamente alle operazioni belliche ma,
in assenza dei loro cari impegnati
al fronte, combatterono l’aspra
guerra per la sopravvivenza quotidiana-Biblioteca Statale Stelio
Crise, Largo Papa Giovanni XXIII,
Trieste-Info: 040.307463
Fino al 4/5
Lelioswing
50 anni di storia italiana
Lelioswing 50 anni di storia italiana dopo Roma, arriva a Trieste, al
Magazzino delle Idee dal 16
marzo al 4 maggio 2014. “Abbiamo
accolto con favore la proposta di
Rossana Luttazzi di realizzare
Lelioswing al Magazzino delle Idee,
una rassegna che, raccontando
la vita di Lelio Luttazzi racconta
tanta parte della cultura musicale
italiana” ha detto Maria Teresa
Bassa Poropat, Presidente della
Provincia di Trieste con delega alla
cultura. “E’ un omaggio dovuto – ha
aggiunto - a un grande protagonista del nostro tempo, a un triestino
del mondo”-Magazzino delle Idee,
Corso Cavour, Trieste-Info:
www.lelioswing.com
>>articolo a pag. 15
Tracce di vittime e superstiti
della Risiera di San Sabba
Una mostra dedicata alle tracce
lasciate dalle persone passate
in Risiera: le scritte e i graffiti
tracciati nelle cellette, le pagine
dei diari di Diego de Henriquez in
cui lo studioso triestino ricopiò
le scritte che vennero poco dopo
cancellate, le lettere scritte dai
prigionieri e le memorie di chi
poté tornare indietro a raccontare quello che aveva subíto. La
mostra è curata da Franco Cecotti, Francesco Fait, Dunja NanutCivico Museo della Risiera di San
Sabba, Trieste-Info: 040.826202
Giovedì 3
Elisabetta Bacci
Incontro con la pittrice Elisabetta Bacci. La serata sarà presentata da Gianni Spizzo. Nell’incontro verranno toccati i temi del
colore simbolico e della public
art. Seguirà una discussione
aperta sugli argomenti toccati
nella serata con la possibilità di
chiedere ulteriori approfondimenti-Ore 20-Scuola del Vedere
/ Libera Accademia di Belle Arti,
via Rittmeyer 18, Trieste-Info:
[email protected]
Lunedì 7
Firenze
Alla corte medicea di Cosimo I:
Bronzino, Salviati, Benvenuto
Cellini, Vasari. I grandi temi trattati dallo storico dell’arte Enrico
Lucchese nel secondo ciclo di 12
incontri esteso nell’arco di otto
mesi fino a giugno 2014; lo storico e musicista Valentino Sani
intergrerà gli appuntamenti con
una serie di interventi e ascolti
musicali strettamente connessi
alle tematiche artistiche volta
per volta trattate-Ore 17.30-Caffetteria del Borgo, Trieste-Info:
www.belcomposto.net
Giovedì 10
Serena Mizzan
Incontro con l’artista Fabio Fonda. La serata sarà presentata
da Serena Mizzan. Tema dell’incontro sarà la “Pittura digitale”
e verranno offerte in testimonianza delle campionature figurative e toccati i temi della AR
(realtà aumentata). Seguirà una
discussione aperta sugli argomenti toccati nella serata con la
possibilità di chiedere ulteriori
approfondimenti-Ore 20-Scuola
del Vedere / Libera Accademia
di Belle Arti, via Rittmeyer 18,
Trieste-Info:
[email protected]
Giovedì 17
Elena Carlini
Elena Carlini parlerà del lavoro
di Manuel e Francisco Aires Mateus, architetti di chiara fama.
Nell’incontro si parlerà di spazi
e architettura contemporanea,
e in questo senso, la ricerca dei
fratelli Mateus, protagonisti del
panorama architettonico portoghese, è esemplare di un lavoro
svolto tra rigorosa geometria,
fantasia e senso del luogo; talvolta sfidando la forza di gravità le
loro architetture sono al tempo
stesso arcaiche ed elegantemente contemporanee. Seguirà
una discussione aperta sugli
argomenti toccati nella serata.
Ore 20-Scuola del Vedere / Libera
Accademia di Belle Arti, via Rittmeyer 18, Trieste-Info:
[email protected]
Dal 19/4 al 2/5
L’arte e la moda di
Lucia Sarto
Galleria Rettori Tribbio di Trieste-Info: 366.3112200
>>articolo a pag. 19
Dal 25/4 al 2/6
Adriana Filippi,
pittrice partigiana
150 opere (disegni, pastelli ed
olii) eseguiti dal vero, nel tempo
e sul luogo dell’azione della Resistenza sulla Bisalta, Piemonte saranno visibili in formato
digitale-Risiera di San Sabba,
Trieste-Info:
www.retecivica.trieste.it
>>articolo a pag. 17
26 e 27/4
Polaround
Concorso fotografico ‘POLAROUND – International Instant
Weekend 2014’, maratona fotografica indetta dall’associazione
Officina Istantanea. Partenza
ore 10.00 di sabato 26 aprile.
Sabato 26 aprile maratona fotografica istantanea; domenica 27
aprile premiazione delle opereThe Art Photo Gallery, via Diaz
22/c, Trieste-Info:
www.officinaistantanea.com
Lunedì 28
Roma
Paolo III Farnese, pontefice e
mecenate. I grandi temi trattati
dallo storico dell’arte Enrico
Lucchese nel secondo ciclo di 12
incontri esteso nell’arco di otto
mesi fino a giugno 2014; lo storico e musicista Valentino Sani
intergrerà gli appuntamenti con
una serie di interventi e ascolti
musicali strettamente connessi
alle tematiche artistiche volta
per volta trattate-Ore 17.30-Caffetteria del Borgo, Trieste-Info:
www.belcomposto.net
Dal 28/4 al 25/5
Alessandro Benassai
L’inaugurazione avverrà al 28
aprile al Caffè alle ore 18.3-Caffè
Tommaseo, Trieste-Info:
www.alessandrobenassai.com
Dal 5/5 al 18/5
Orizzonti di luce
Galleria Rettori Tribbio di Trieste-Info: 338.8873069
>>articolo a pag. 18
43
44
TRIESTEAPRILE
varie
Ogni venerdì, sabato,
domenica
Cocktail Story
I mercoledì
con Dj Zippo
“Cocktail Story”, presentazione/degustazione di uno
dei più famosi cocktail che
hanno fatto la storia del bere
miscelato, e “Vino&gusto”,
degustazione con abbinamento di vini superiori e cibi
di qualità-Dalle ore 18, Bar
Harry’s, via Carducci 2/c,
Trieste-info: 040361800-seguici su Facebook
Fino al 31/5
Corsi gratuiti di
italiano per stranieri
Ore 19.15-Biblioteca comunale
Quarantotti Gambini, via delle
Lodole 6, Trieste-Info:
www.retecivica.trieste.it
Giovedì 3
Cv e cover letter
Il Ristorante Primo è da sempre a Trieste
in via Santa Caterina 9
info: 040.634398
INVIATECI LE VOSTRE DATE
Il Ristorante Primo è a Trieste
[email protected]
in via Santa Caterina 9
040.634398
A cura di Adecco-Dalle 14 alle
16-Dipartimento di Economia dell’università di TriesteInfo:040.5583794
Venerdì 4
La metamedicina e le
dipendenze affettive
Per quale motivo ci sono delle persone che quando amano, temono
di essere abbandonate, tradite o
rifiutate? Cos’è che le conduce ad
essere dipendenti da chi amano,
od anche ad essere dipendenti dal
fumo, dal cibo o dal vizio del gioco? Potrebbe essere una carenza
che hanno vissuto nell’infanzia e
che non hanno ancora compreso
e risolto? Uno degli scopi della
Metamedicina è quello di aiutare
le persone a trovare le risposte a
queste (e ad altre) domande. L’incontro è aperto a tutte le persone
che vogliono comprendere queste
dinamiche che impediscono loro
di vivere pienamente e in serenità
i rapporti affettivi-Ore 17-Associazione Mericlere, via Mazzini 30,
Trieste-Info:
it.metamedicina.it
Competenze
trasversali e soft
skills
Dalle 11 alle 13-Dipartimento
di Economia dell’università di
Trieste-Info:040.5583794
Lunedì 7
Corso di poesia per
lettori
Riprendono al Caffè Teatro Verdi,
gli incontri del Corso di poesia per
lettori, curato da Marco Fernandelli, Ermanna Panizon, Corrado
Travan. Gli incontri quest’anno
saranno dedicati alla continuità
e al rinnovamento delle forme,
dei temi e dei simboli della poesia.
Ciascuno di questi argomenti
sarà trattato in un breve ciclo di
lezioni. Alla fine di ogni lezione,
come nell’edizione precedente,
saranno presentati testi di autori
presumibilmente meno familiari
ai lettori italiani-Ore 20.30-Caffè
Verdi, Trieste-Info:
www.caffeteatroverdi.com
I processi di selezione
del personale
Dalle 14 alle 16-Dipartimento
di Economia dell’università di
Trieste-Info:040.5583794
Martedì 8
Fenomenologia del
reality show
dati di carattere personale, il divieto di discriminazione, i diritti
dei minori, la tutela dell’ambiente, i diritti riguardanti la giustizia,
i diritti dei lavoratori, il rispetto
della diversità culturale, religiosa
e linguistica, il diritto di voto-Ore
11-Teatro Miela, piazza Duca degli
Abruzzi 3, Trieste-Info:
www.miela.it
Perle d’oltre confine
Vini di Marjan Simcic e olio extravergine d’oliva di Lisjak. Cena con
degustazione vini. Ospite della
Fabio Corigliano, Laboratorio di
serata Marjan Simcic. Inizio ore
Filosofia e Politica dell’Immagi20-Trattoria Ai Fiori, piazza Horne. The Truman Show di Peter
tis 7, Trieste-Info:
Weir (1998)-Ore 16-Sala Atti della [email protected]
ex Facoltà di Scienze Politiche,
Fra diritto e cultura
piazzale Europa 1, Trieste-Info:
Quando il limite diventa [email protected]
Ore 16-Sala Atti della ex Facoltà
Colloquio di lavoro e
di Scienze Politiche, piazzale
assessment center
Europa 1, Trieste-Info: tonchiat@
Dalle 14 alle 16-Dipartimento
sp.units.it
di Economia dell’università di
Trieste-Info:040.5583794
Giovedì 10
La falsa scienza
Silvano Fuso: “La falsa scienza”.
Federica Donda: “Anidride carbonica: dal cielo alla terra”. Per il
Caffè delle Scienze-Ore 18-Caffè
Tommaseo, riva Tre Novembre 5,
Trieste-Info:
www.caffedellescienze.eu
Mercoledì 16
Conferenza su Claudio
Naranjo
L’erede di Fritz Perls.Meditazione e psicoterapia della Gestalt.
Relatori: P.Baiocchi, A.Messia,
D.Querci, G.Pacella-Dalle 15 alle
19-Aula Magna dell’Università
degli Studi di Trieste, Piazzale
Europa 1, Trieste-Info:
www.gestalttrieste.it
[email protected]
Edificio centrale dell’università di Venerdì 18
Trieste, piazzale Europa 1-Info e
Cocktail Dream
iscrizioni su
Alla Corte caffè Trieste con gli
www.units.it/job
specialisti del cocktail al vostro
servizio-Corte Cafè, piazza San
Domenica 13
Giovanni 5, Trieste
D-stagione &
NoteDgusto
h. 18.00 per tutti. Incontro aperto
a tutti gli interessati sul tema
della stagionalità. Piccoli produttori, autoproduzioni, associazioni e gruppi d’acquisto per capire
insieme i segreti e le particolarità
della stagione in corso, scambiare
consigli e conoscenze.
h 20.00 soli soci. Degustazione
vini di Ferluga ( Pišcianci ) con
assaggini e stuzzichini fattri con
i prodotti d-stagione il tutto condito da buona musica dal vivo!
Per partecipare alla degustazione e necessario prenotare alla
mail [email protected]
com-Circolo D-sotto, via Bernini
2, Trieste-Info:
www.d-sotto.org
Lunedì 14
Circolo dei lettori
Libri proibiti, libri censurati, libri
riscritti con Simone Volpato.
Una storia dell’editoria inedita e
pertanto tutta da scoprire. Quota
di partecipazione: 5 euro-Ore 18Libreria Ubik Tergesteo, piazza
Borsa 15, Trieste-Info:
www.circolodeilettoritrieste.it
Martedì 15
Diritti in Europa!
Dal 19 al 21/4
Horti tergestini
Torna puntuale l’appuntamento
di primavera con Horti Tergestini. I giorni 19, 20 e 21 aprile 2014,
dalle 9 al tramonto, adulti, bambini e amici a quattro zampe
sono invitati alla nona edizione
della prestigiosa mostra-mercato che come sempre si terrà nel
Parco di San Giovanni, a pochi
passi dal centro di Trieste, e
come sempre sarà ad ingresso
gratuito. E per festeggiare insieme la Pasqua, quest’anno ci
saranno ben tre giorni a disposizione per aggirarsi tra i numerosi
stand e fare incetta di piante e
arredi per giardino, aggiornandosi con le ultime novità in fatto
di libri o “indossando la natura”
con le creazioni degli artisti
presenti-Parco di San Giovanni,
Trieste-Info:
www.hortitergestini.it
>>articolo a pag. 28
Lettura degli articoli della Carta,
accompagnata da alcuni brevi video dei docenti e collaboratori del
Dipartimento di Scienze Giuridiche, del Linguaggio, dell’Interpretazione e della Traduzione che ne
spiegano i contenuti e la ricaduta
nella vita dei cittadini. I giuristi
Venedì 25
delineano i principi cardine della
Carta e approfondiscono alcuni
Cerimonia solenne
diritti quali: la proibizione della
Ore 11-Risiera di San Sabba,
schiavitù e del lavoro forzato, il
Trieste-Info:
diritto di asilo, la protezione dei
www.retecivica.trieste.it
GORIZIA
APRILE
musica
1 e 2/4
Viviani varietà
Massimo Ranieri
Massimo Ranieri, diretto da
Maurizio Scaparro, ricompone
la galleria di ritratti in musica
che Viviani ha disseminato nelle
sue opere, riunendo nelle sale di
terza classe del Duilio il popolo
vitale e dolente degli ambulanti,
delle prostitute e della povera
gente: sono loro i protagonisti e
gli spettatori del varietà popolare che va in scena nella sala
del piroscafo affacciata sul blu
dell’oceano. Accompagnati dal
vivo da una piccola orchestra,
e cantando in acustica, Ranieri
ed il nutrito cast di attori che lo
affianca restituiscono voce ed
anima alle parole, ai versi ed alle
melodie dello “scugnizzo” più
famoso del mondo-Ore 20.45-Teatro Comunale, corso del Popolo
20, Monfalcone, Gorizia-Info:
www.teatromonfalcone.it
cioè gli interventi del popolo, dei
soldati e dei grandi sacerdoti,
mentre lo storico, cioè la voce
recitante, presenta il testo evangelico nella “lingua fiorentina”
affinchè, come ebbe a dire il
Corteccia, la comprensione del
popolo fosse esatta ed immediata. Il racconto della Passione
di Christo si snoda quindi lungo
due direttrici: la recitazione in
volgare e gli interventi della folla in latino-Ore 20.30-Chiesa di
S.Andrea, Gorizia-Info:
www.coromonteverdi.it
Sabato 5
Afghanistan 1969
Musica dal vivo di Home Movies
Afghanistan 1969: immagini
inedite, girate alla fine degli anni
Sessanta in Super8, da una giovane filmmaker, Anna Bavicchi.
La proiezione segna l’incontro
tra Home Movies, Archivio Nazionale del Cinema di Famiglia e
curatori della selezione filmica, e
il musicista Renato Rinaldi, con
l’assistenza di Roberto Fabrizio.
Anna Bavicchi (Roma, 1944), è
figlia di un dipendente del Ministero degli Esteri, Alessandro
Bavicchi, console in vari Paesi,
tra i quali l’Afghanistan, dove
l’autrice ha vissuto per circa
dieci anni dal 1963-Kinemax di
Gorizia-Info:
www.filmforumfestival.it
Martedì 8
Gringolts Quartet
Giovedì 3
Pianoforte romantico
Due compositori espressero
soprattutto attraverso il pianoforte la loro arte romantica,
attingendo dalla loro terra natia
ritmi e cellule musicali; Liszt ungherese amico degli zingari e conoscitore della musica tzigana,
e in seguito dell’arte e cultura
italiana che lo ispirarono profondamente. Chopin polacco frequentatore della nobiltà di Varsavia e conoscitore delle danze
e dei canti dei contadini della
Mazowia-Ore 20.30-Auditorium
Comunale, Ronchi dei Legionari,
Gorizia-Info: 0481.477205
Venerdì 4
Violoncello e
pianoforte
Il violoncello e il pianoforte
insieme costituiscono un duo
cameristico per eccellenza: dedicate a questi strumenti esistono
musiche di rara bellezza e di
preziosa fattura. Un assaggio
l’offriranno a Gorizia Giuseppe
Barutti - indicato da Lorin Mazel come uno dei grandi talenti
del violoncello per l’alta qualità
delle sue interpretazioni e per
l’unicità della voce data al suo
strumento - e la sorella Anna
Barutti – nota solista e docente
al Conservatorio “B. Marcello” di
Venezia. Musiche di Beethoven,
Brahms e Debussy-Teatro “L.
Bratuž”, Gorizia-Info:
www.lipizer.it
Passione di Christo
Secondo Giovanni
Il Quartetto Gringolts ci presenta
un programmamolto diversificato: il fulcro è costituito dal Quartetto op. 132 di Beethoven, uno
degli ultimi grandi cinque quartetti, composto fra il 1824 ed il
1825, che ha al proprio centro la
“Canzona di ringraziamento offerta alla divinità da un guarito,
in modo lidio“.
In apertura di programma il
Quartetto n. 3 di Bartók (1927)
ed il recente Quartetto n. 3
(2003) di Widmann intitolato
Jadgquartett (La caccia), un titolo che echeggia forse quello di
Mozart, anche se l’apertura della
composizione rimanda invece
tematicamente a reminiscenze
schumanniane-Ore 20.45-Teatro
Comunale, corso del Popolo 20,
Monfalcone, Gorizia-Info:
www.teatromonfalcone.it
Coppelia a
Montmartre
A chiudere la stagione è la prestigiosa Compagnia ceca del
Balletto del Teatro Nazionale di
Brno. Un alto livello di professionalità, sia del corpo di ballo che
dei solisti, permette la produzione di un repertorio ampiamente
diversificato, che comprende l’allestimento di spettacoli di danza
classica, nonché coreografie
moderne e contemporanee.
In scena una splendida produzione del coreografo Youri Vàmos,
celebre coreografo ed ex Direttore Artistico della compagnia
di balletto della Deutsche Oper
am Rhein, che torna a Gorizia
dopo molti anni. La Coppelia
a Montmartre è ambientata
nel periodo della Belle Epoque
parigina-Ore 20.45-Teatro Verdi,
Gorizia-Info:
www3.comune.gorizia.it
Nella Passione Secondo Giovanni
il musicista Francesco Corteccia, La Bohème
Con: Anita Hartig, Susanna
nato ad Arezzo nel 1502, ha afPhillips, Vittorio Grigolo. Dal
fidato al coro virile, spartito in
Metropolitan Opera di New York
quattro voci, le turbarum voces
Opera in quattro atti cantata
in italiano-Ore 19.30-Kinemax
Gorizia-Info: 0481.530263
Giovedì 10
Viaggio irlandese
Dall’allegria più sfrenata della
musica da ballo, alla struggente
malinconia delle slow airs. Questo vuole essere un piccolissimo viaggio alla scoperta della
musica irlandese, un piccolo
assaggio di ciò che questa terra
straordinaria sa offrire anche
dal punto di vista musicale-Ore
20.30-Auditorium Comunale,
Ronchi dei Legionari, GoriziaInfo: 0481.477205
Sabato 12
Rap’n Go
Di Lenardo, in arte “Sdrindule”.
Festival Street Arts - Carnicats L’artista di Valbruna, personagEvento gratuito, in cui la musica
emergente rap del panorama
regionale e nazionale trova
spazio. Decine di gruppi musicali
rap , writers, ballerini e dj hanno
partecipato alle diverse edizioni;
durante la manifestazione sono
stati sempre presenti chioschi e
stand-Ore 15-Galleria Bombi,
piazza Vittoria, Gorizia-Info:
www3.comune.gorizia.it
Frei
Il 14 gennaio 2013 esce il suo secondo disco autoprodotto ”2013:
ODISSEA NELLO SPIAZZO”. “Lui è
un cantautore scaltro, il che vuol
dire originale, intelligente, capace di invenzioni musicali e testuali che non somigliano a niente e a nessuno.”-L’alchimista, via
Garibaldi 16/3, Gorizia-Info:
www.freifreifrei.com
gio dotato di una simpatia travolgente ed animatore unico di
spettacoli comici, si presenterà,
nell‘ambito della rassegna di teatro comico “Komigo 2014”-Ore
20.30-Kulturni dom, Gorizia-Info: 0481.33288
Sabato 5
Grisu’, Giuseppe e
Maria
Nonostante la vena comica e
farsesca la commedia presenta
un’attenzione non indifferente
a particolari temi sociali quali
l’immigrazione, la povertà e
l’analfabetismo, tratti tipici del
belpaese all’indomani del secondo dopoguerra, che sono stati
tratteggiati da Gianni Clementi
con estrema delicatezza. Come
sottotitolo la si potrebbe definire
“una storia Italiana”-Ore 20.30Kulturni Dom, Gorizia-Info:
www.terzoteatro.it
Martedì 8
Una Moglie Necessaria
Atto unico di Nicoletta Storari.
Regia di Alessandro Pesaola.
Aiuto regista Michele Muradore, con Luciano Berini, Ennio
Giovedì 3
Martedì 15
Bressan, Fabrizio Brandolin,
Linapolina
Monica Cozzarolo, Chiara LiCapella Savaria
Linapolina è parola che detta
voni, Carla Ludovico, Sabrina
Zsolt Kalló
più volte consecutivamente dice Flapp, Danila Guzic, Tarsilla
“Six Concerts avec plusieusempre Napoli, fa cantare Napoli: Mazzocchi,Michele Muradore,
rs instruments“ è il titolo che
Napoli all’infinito. La straordina- Gabriella Poian, Gustavo Sialino,
troviamo nell’autografo di Bach
ria attrice partenopea Lina - al
Nicoletta Storari-Kulturni Dom ,
con la dedica (24 marzo 1721)
secolo Guendalina - Sastri, in
via I. Brass, Gorizia-Info:
al margravio Christian Ludwig
questa occasione anche regista
www.kulturnidom.it
del Brandeburgo. È la raccolta di
e drammaturga, ha voluto chiaquei concerti che noi siamo abimare proprio così questo spetLunedì 14
tuati, dall’Ottocento, a chiamare
tacolo. Accompagnata da otto
appunto “Brandeburghesi”.
Boris Kobal e Branko
eccellenti musicisti e passando
Sei concerti composti verosimilcon disinvoltura dalla parola alla Završan
mente a Köthen (anche se forse
musica alla danza, lo spettacolo
Spettacolo in sloveno. Con: Boqualcuno fu scritto precedenè capace di raccontare in manie- ris Kobal. Accompagnamento
temente) e che ci offrono una
ra unica Napoli. Nonostante sia
musicale: Polona Janežic-Ore
grande varietà di combinazioni
conosciuta dal grande pubblico
20.30-Kulturni dom, Goriziastrumentali: alcuni (n. 1, 2) con
per le sue straordinarie doti di
Info:
una strumentazione più ricca
attrice (soprattutto drammatica www.kulturnidom.it
che prevede archi e fiati, altri
e tragica), la Sastri nasce come
(n. 3, 4, 5, 6) solo per archi ma
cantante: tra l’89 e il 2010 ha
con diversi ruoli spiccatameninfatti pubblicato ben 13 dischi.
te solistici (clavicembalo, flauto
Per la prima volta compare inole violino nel n. 5, tromba nel n.
tre come autrice unica dei testi
2, violino e 2 flauti diritti nel n.
di uno spettacolo: “ogni parola è
4)-Ore 20.45-Teatro Comunale,
Dal 2 all’11/4
scritta da me, ogni verso è nato
corso del Popolo 20, Monfalcone,
di getto, e così è rimasto, e l’ho
Gorizia-Info:
FilmForum
collocato nello spettacolo, che
www.teatromonfalcone.it
FilmForum è un festival intercosì è diventato una cantata po>>articolo a pag. 11
nazionale dedicato alla cultura
etica in musica”-Ore 20.45-Teacinematografica e alle arti visive
tro Verdi, Gorizia-Info:
contemporanee che si propone
Martedì 22
www3.comune.gorizia.it
di saldare ricerca, diffusione
Otello
della conoscenza ed esposizione
Dal Teatro San Carlo di Napolispettacolare. La manifestazione
Ore 20.30-Kinemax Gorizia-Info:
intende da sempre intercettare
0481.530263
e sviluppare gli ambiti artistici e
di ricerca più vivaci e innovativi,
ponendosi come punto di riferimento per numerosi settori del
sapere contemporaneo (tra cui
videogame studies, postcinema, porn studies, film heritage).
Martedì 1
FilmForum si svolge a Udine e
Gorizia e propone un programSdrindule
ma di conferenze, incontri,
C’è viva attesa nel capoluogo
workshop e proiezioni. Ospita
isontino per il gran ritorno del
inoltre il Premio Limina per libri
noto cabarettista friulano Ermes
cinema
teatro
45
46
GORIZIAAPRILE
sul cinema italiani e internazionali. La manifestazione si rivolge
a un pubblico plurale che include
specialisti, studiosi e studenti di
discipline legate agli audiovisivi e ai nuovi media ma anche
semplici appassionati di cinema
e culture visive in generale-Gorizia-Info:
www.filmforumfestival.it
>>articolo a pag. 21
mato nella sconosciuta cittàOre 17-Kinemax Gorizia-Info:
0481.530263
varie
Giovedì 3
Domenica 6
Castello di Spessa
Anche quest’anno, in occasione di Castelli aperti organizzati
Martedì 8
domenica 6 aprile dal Consorzio
When bubbles burst Questo incontro nasce dalla voSalvaguardia Castelli del Friuli VeIn un’economia globalizzata è
lontà di offrire dei mezzi efficienti nezia Giulia, il Castello di Spessa di
sempre più difficile per nazioni,
e concreti per imparare a riportare Capriva del Friuli, con il suo parco
società e individui proteggersi
ricco di piante secolari e fiori, april’equilibrio nel corpo. Ogni sintodai rischi dei mercati finanziari. mo, dal più lieve al più grave, ha
rà le porte ai visitatori. L’evento è
La cittadina norvegese di Vik ne origine da una tensione che nasce rivolto a chi, da solo o con un grupè un esempio illuminante: quepetto di amici o familiari, desidera
nella psiche, una specie di lotta
Venerdì 4
sto idilliaco villaggio di 2.800
scoprire alcuni dei castelli più belli
interna tra ciò che desideriamo
Vuoti a rendere
abitanti è stato risucchiato in
della Regione, non sempre aperti
essere contro ciò che crediaDi Jan Sverak (Repubblica Ceca,
investimenti complessi e opachi mo dover essere-Ore 18-Centro
al pubblico-Castello di Spessa, CaGran Bretagna, 2007 - 100’)-Ore
che lo hanno portato sull’orlo
priva del Friuli, Gorizia-Info:
Diurno “Mare Pensante”, Via
20-Auditorium dell’Istituto Tecdella bancarotta. Documenwww.castellodispessa.it
Vittorio Veneto 174, Gorizia-Info:
nico Economico “Luigi Einaudi”,
tario-Ore 20.15-Kinemax,
328.8381969
Straanzano, Gorizia-Info:
piazza Vittoria, Gorizia-Info:
I Labirinti della mente
www.turismofvg.it
0481.530263
Nel corso del quinto e ultimo
incontro è prevista la visione di
Sabato 5
Venerdì 11
Inception, introdotta da un comFranco Basaglia
Vuoti a rendere
mento tecnico elaborato dai parSabato 5 aprile, al Kinemax di
Al termine della proiezione è
tecipanti al laboratorio e seguita
Gorizia alle 21, si leveranno i
previsto un dibattito con il pubda un dibattito, nel corso del
riflettori sulla prima assoluta
blico alla presenza di un ospite
quale verrà stimolato il confronto
della videoproduzione dedicata a scelto a seconda del tema tratfra i due autori Alfred Hitchcock e
Franco Basaglia: i materiali della tato nel film-Ore 20-Auditorium Christopher Nolan-Forum GiovaCollezione Osbat Basaglia sono
dell’Istituto Tecnico Economini della Provincia di Gorizia-Info:
di proprietà della Mediateca Pro- co “Luigi Einaudi”, Staranzano,
0481.536069
vinciale “Ugo Casiraghi”, e sono
Gorizia-Info:
stati acquistati dalla famiglia
www.propalma.it
Venerdì 4
Osbat grazie a un contributo
Colla di pesce
Martedì 8
della Fondazione Carigo, quindi
Colla di pesce è innanzitutto la
digitalizzati a Gorizia a cura del
Immagina una pagina
storia
di
un’amicizia
quella
fra
Laboratorio La Camera Ottica
L’incontro di martedì 8 aprile
Duilio, di professione attacchino
dell’Università di Udine, e infine
2014 è dedicato al libro “Il ballo”
e Felice, un ragazzo più giovane
selezionati nel montaggio di Jadi Irene Nemirovsky, nata a Kiev
di qualche anno. Attraverso la
copo Quadri, il noto montatore di Fino al 6/4
nel 1903, morta ad Auschwitz nel
loro amicizia il lettore conoscerà
‘Sacro Gra’, spesso al fianco di reRiflessi
Franca, la madre di Felice, vedova 1942 Il romanzo riesce a coniugagisti come Bertolucci, Martone,
re tematiche e sentimenti difficili
inconsolabile ed Ester, la sorella,
Cipri’ e Maresco-Ore 21-Kinemax, Le socie del Circolo Fotografico
quali la rivalità tra una madre ed
Isontino elebrano la festa dedicata ragazza estrosa e anticonforGorizia-Info:
una figlia, l’ipocrisia sociale, l’amalle donne presentando una momista dalla quale Duilio rimarrà
www.filmforumfestival.it
stra collettiva-Spazio espositivo
stregato. Lorenzo Fain ci descrive bizione sfrenata, il risentimento e la vendetta-Ore 21-Libreria
del bar “La Cicchetteria”, via Peuna Trieste insolita e lo fa da una
Voltapagina, corso Verdi 54,
trarca 2, Gorizia-Info:
angolatura particolare usando
www.lacicchetteria.it
uno stile fresco e giovane. Ingres- gorizia-Info:
[email protected]
so libero-Ore 18.30-Auditorium
Linguaggio Neuro
Corporeo
arte
Fino al 9/4
Tullio Vietri
Lunedì 7
Non uno di meno
Il film ha ottenuto il Leone d’oro
alla 56ª Mostra internazionale
d’arte cinematografica di Venezia. Una ragazzina di 13 anni
viene assunta per una breve
supplenza nella scuola di una
zona rurale e misera della Cina,
in cui anche i gessetti sono un
bene prezioso. Affronta completamente impreparata le difficoltà dell’insegnamento e stenta
a imporre attenzione e ordine
ai piccoli scolari. L’assenza di
uno degli alunni, costretto dalla
situazione familiare a lavorare
in città, la costringe ad affrontare un viaggio disagevole e
un’affannosa ricerca. La giovanissima maestra è spinta dalla
promessa di una ricompensa in
denaro, fatta dal maestro che la
ragazzina è incaricata di sostituire ma anche dalla necessità
di non deludere le aspettative
del maestro unita a una certa
caparbietà di carattere e - si
intuisce solo alla fine - a un
sincero interessamento per la
sorte del ragazzino, solo e affa-
comunale, Ronchi dei Legionari,
Gorizia-Info:
www.comuneronchi.it
Sono persone e non cose, a cura di
Roberto Costella-Biblioteca Statale La Grande Guerra
narrata da Ungaretti
Isontina, Gorizia-Info:
www.isontina.librari.benicul- La lettura è affidata alla professionalità di Mariolina De Feo,
turali.it
intervallata dalla chitarra e
dal canto di Andrea Ianesch e
Mercoledì 2
Marco Zitter-Ore 18-Consiglio
Comunale di Gradisca d’Isonzo,
Arte e follia
Gorizia-Info:
Presentazione e proiezione di
www.comune.gradisca-d“La porta che sta nell’ombra”,
isonzo.go.it
regia di Piero Pieri, Produzione RAI – Sede Regionale per il
Friuli Venezia Giulia. Intervengono Piero Pieri, Fabio Nieder,
Antonio Sofianopulo. Introduce
e coordina Franca Marri. Apertura straordinaria della mostra
fino alle 22.. Ingresso libero-Ore
20.30-Sala conferenze Fondazione Cassa di Risparmio di
Gorizia-Info:
www.mostre-fondazionecarigo.it
Alcool e gioco d’azzardo:
che fare?
Dal 12 al 28/4
Franca Morandi
Dal 4 al 6/4
Pollice verde
Personale di Franca Morandi, a
cura di Francesca AgostinelliBiblioteca Statale Isontina,
Gorizia-Info:
www.isontina.librari.beniculturali.it
Fino al 4/5
Dino Facchinetti
L’urlo del barco
Palazzo Attems Petzenstein,
Gorizia-Info:
www3.comune.gorizia.it
Alle persone con difficoltà di spostamento - o che per altri motivi
potessero trovare difficile raggiungere il luogo degli incontri
- la C.R.I. e la Parrocchia di San Nicolò rendono disponibile - a titolo
gratuito - il trasporto-Ore 18.30Centro Civico, via G. D’Annunzio
17, Sagrado, Gorizia-Info:
www.comune.sagrado.go.it
Pollice Verde, l’evento che
rappresenta l’antica e radicata vocazione di Gorizia “Città
Giardino”: il capoluogo isontino
riscopre la sua storia di ville
e palazzi eleganti, di giardini
curati e attraenti e il quartiere
fieristico apre i battenti al verde, alle meraviglie della natura
e a tutto ciò che rende più belli e
accoglienti la casa, il terrazzo, il
giardino, l’orto e la città-Fiera di
Gorizia-Info:
www.udinegoriziafiere.it
Mercoledì 9
Intervista a Scipio
Slataper
Alzheimer: istruzioni
per l’uso
Alle persone con difficoltà di spostamento - o che per altri motivi
potessero trovare difficile raggiungere il luogo degli incontri - la
C.R.I. e la Parrocchia di San Nicolò
rendono disponibile - a titolo gratuito - il trasporto-Ore 18.30-Centro Civico di Sagrado, Gorizia-Info:
www.comune.sagrado.go.it
Sabato 12
La Grande Guerra sulla
Bainsizza
L’autobus storico-turistico riparte
con due importanti novità. Muterà
innanzitutto l’aspetto del bus, che
rinnoverà la propria veste: con
questa nuova immagine grandi
e piccoli viaggiatori si sentiranno
parte della storia e potranno sedere accanto ai suoi protagonisti,
grazie alla guida degli esperti che
li accompagneranno, itinerario per itinerario. Partirà inoltre
“èStoriabus in un click”, concorso
fotografico per i partecipanti agli
itinerari, volto a cogliere lo spirito
e il contenuto storico degli appuntamenti targati èStoriabus. Infine
si potrà rivivere “La Grande Guerra
sulla Bainsizza” sabato 12 aprile,
con partenza alle 9, percorrendo
l’itinerario sulla Bainsizza-Info:
www.estoria.it
12 e 13/4
Convoy and American
Cars
Raduno Van & American Cars
aperto a tutti i tipi di Van e a ogni
modello di macchina americanaViale Italia, Grado, Gorizia-Info:
340.3456519
Domenica 13
A caccia di piante rare
Visita guidata gratuita seguita da
degustazione-Ore 10-Isola della
Cona, Staranzano, Gorizia-Info:
www.riservafoceisonzo.it
Il mio Carso pubblicato nella Libreria della Voce nel 1912, è la
sua opera più importante, l’unico
romanzo della sua breve carriera,
interrotta prematuramente dalla
guerra. Il testo recitato a Gorizia
è di M.Rosaria De Vitis Piemonti.
Voci recitanti: Edi Bramuzzo, Lucia
Calandra, Vincenzo Compagnone,
Alessandra Marc. Al violino: Alice
Pecorari, Riccardo Vida-Ore 17-Palazzo Attems, piazza De Amicis 2,
Gorizia-Info:
www.centroculturaletulliocrali.it
Dal 25/4 al 4/5
Festa degli asparagi di
Fossalon
Giovedì 10
L’ultimo testimone
Giovedì 1/5
Harlem Globtrotters
Il libro di Andrea Romoli. L’unico
libro sullo spionaggio italiano durante la Guerra Fredda.
L’agente segreto non è un
militare, ma un giovane, uno
dei ventottomila italiani che
lasciarono Pola. I documenti
inediti - e spesso sorprendenti e il suo racconto permettono di
conoscere vicende e retroscena
non reperibili in nessun archivio.
Senza questo memoriale la storia avrebbe una pagina bianca
o, peggio, avrebbe generato
leggende. Un mondo scomparso
senza lasciare traccia di sé viene
tratteggiato in maniera minuziosa e attenta, ma anche con un
velo d’ironia-Ore 18-Sala conferenze della bibliotca comunale di
Monfalcone-Info:
www.bibliogo.ccm.it
A cura della sezione Coldiretti di
Fossalon e della Pro Loco GradoFossalon, Gorizia-Info:
www.grado.info
Martedì 29
Efficienza energetica
Vuoi saperne di più?-Ore 22.30-Biblioteca di Romans d’Isonzo,
Gorizia-Info: 0481.90555
E’ il secondo anno consecutivo che
gli Harlem Globetrotters visitano il
Friuli Venezia Giulia ed anche questa volta in uno spettacolo unico
e coinvolgeranno grandi e piccini
con le gags, le stravaganze e le
incredibili giocate-Ore 18.30-Pala
Bigot, Gorizia-Info:
www.allinsport.it
REYNOLDS fotografo
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
6 728 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content