close

Enter

Log in using OpenID

5. 1150 19-30 06 2014 (58%)

embedDownload
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE
Seduta del 19 giugno 2014
L’anno duemilaquattordici addì 19 del mese di giugno alle ore 15,30 in Palermo, nella
sede del Rettorato presso la Sala “M. Carapezza” di Palazzo Chiaromonte - Steri (Piazza
Marina n° 61) si è riunito il Consiglio di Amministrazione, convocato dal Rettore con avviso
n. 41872 del 13 giugno 2014.
Sono presenti:
Prof. Vito Ferro
pro Rettore Vicario
Prof. Mario Enea
Professore Ordinario
Prof. Giovanna Bruno Sunseri
Prof. Valeria Militello
Professore Associato
Professore Associato
Dott. Alessandro Riccobono
Ricercatore
Dott. Ignazio Filippi
Rappresentante personale TAB
Sig. Sara Pizzillo
Sig. Marco Tirone
Rappresentante degli studenti
Rappresentante degli studenti
Prof. Alberto Auteri
Componente esterno
Dott. Antonio Valenti
Direttore Generale
Presiede l’adunanza il Prof. Vito Ferro.
Assume le funzioni di Segretario il Direttore Generale, Dott. Antonio Valenti.
Assente: Rettore, prof. Roberto Lagalla
Assente giustificato: Dott. Giancarlo Trevisone
Presenziano alla riunione odierna del Consiglio, quali componenti del Collegio dei Revisori dei
Conti, il dott. Maurizio Meloni, la Dott. Nunziata Barone e il Dott. Maurizio Persico.
Sono altresì presenti i dott. Sergio Casella, Angelo Neri e Pasquale Di Maggio quali collaboratori
del Direttore Generale.
Constatata la presenza del numero legale dei Consiglieri, il Presidente dichiara aperta la seduta ed
invita i presenti all’esame degli argomenti posti all’ordine del giorno:
1.
2.
3.
Comunicazioni
Risposte ed interrogazioni
Approvazione verbale seduta del 15 aprile 2014
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
1
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
4.
5.
6.
7.
8.
9.
10.
11.
12.
13.
14.
15.
16.
17.
18.
19.
20.
21.
22.
23.
24.
25.
26.
27.
Ratifica D.R. n. 1970/2014 del 16/05/2014 prot. n. 36453 del 16/05/2014 relativo alla
rimodulazione dell’elenco delle attrezzature da acquistare nell’ambito del progetto
PONa3_00053” Platform for Agrofood Science and Safety (PIASS) - Avviso D.D. Miur Prot.
n. 254/Ric. del 18 maggio 2011-P.O.N. Ricerca e Competitività 2007/2013 - Asse I Obiettivo 4.1.1.4-I Azione
Ratifica D.R. n. 2189/2014 prot. n. 39699 del 06/06/2014 relativo alla rimodulazione del
piano finanziario del Master di II livello di durata annuale in “Applicazioni in Scienze Forensi”
A.A. 2013/2014
Ratifica D.R. n. 2305/2014 del 10/6/2014 relativo ai lavori di manutenzione straordinaria e
interventi di riqualificazione energetica dell’aula f180 del corpo centrale della Facoltà di
Ingegneria – edificio 8 viale delle Scienze - Parco d’Orleans - Palermo. Importo complessivo
€ 244.000,00
Ratifica Decreto D.G. n. 2279 del 10/06/2014 di variazione per maggiore entrata e maggiore
spesa
Ratifica Decreti D.G. di storno n. 2164 del 05/06/2014, n. 2166 del 05 05/06/2014, n. 2329
del 11/06/2014
Relazione sulla Performance 2013
Relazione sugli obiettivi 2013 del Direttore Generale
Parere su proposta di modifica Codice Etico
Approvazione Associazione Temporanea di Scopo “Distretto ad Alta Tecnologia sui Sistemi
Avanzati di Manifattura della Sicilia”, per brevità “DISAM”, per l’attuazione dei progetti
esecutivi presentati a valere sull’avviso PON R&C 2007-2013 Avviso MIUR prot. 713/Ric del
29/10/2010 Asse I - Sostegno ai mutamenti Strutturali, Distretti di Alta tecnologia e relative
reti-/Laboratori pubblico-privati e relative reti - Titolo III - Creazione di Nuovi Distretti e/o
Nuove Aggregazioni Pubblico/Private - Domanda PON03PE_00206
Esame del Regolamento chiamate di cui agli artt. 18 e 24 della L. 240/2010
Sintesi surl: nomina del dott. Ugo Sebastiano Campo, quale responsabile per l’attuazione
del piano di prevenzione e corruzione ai sensi della legge 190/12. Presa d’atto
Convenzione tra Consiglio Nazionale delle Ricerche e Università ai fini dello svolgimento
attività didattica/ricerca tramite la condivisione di personale – Approvazione schema tipo
Convenzione per I'inserimento lavorativo di soggetti disabili presso Enti pubblici ai sensi
dell'art. 11 della legge n. 68 del 12/03/1999
Storno della somma di € 3.000.00 a favore della voce di bilancio R6D09+P5192008velacup1001- Coordinatore Prof. Antonio Mancuso
Storno dalla voce di spesa 2A0002270001 “Spese effettuate con i fondi erogati dal Banco di
Sicilia. Convenzione 2013-2017” per contributo a favore del Dipartimento di Scienze
Umanistiche
Storno dalla voce di spesa 26000200000000 “Acquisto pubblicazioni, riviste e giornali per
servizi generali” per contributo a favore del Dipartimento di Culture e Società
Storno dalla voce di spesa 26000200000000 “Acquisto pubblicazioni, riviste e giornali per
servizi generali” per contributo a favore del Dipartimento di Scienze Psicologiche
Storno dalla voce di spesa 26000400000000 “Stampe e pubblicazioni” per contributo a
favore del Dipartimento di Culture e Società
Variazioni per maggiori entrate e corrispettive maggiori spese al bilancio di previsione E.F.
2014
Variazione per maggiore entrata e maggiore spesa – Progetto “ALADIN”
Variazione per maggiore entrata e maggiore spesa – Progetto “Reti Smart”
Variazione per maggiori entrate e maggiori spese per Progetto “Sistema innovazione per il
monitoraggio…”
Storno per acquisto materiale di consumo su attività conto terzi
Storno per trasferimento somme al Centro Stampa di Ateneo
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
2
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
28.
29.
30.
31.
32.
33.
34.
35.
36.
37.
38.
39.
40.
41.
42.
43.
44.
45.
46.
47.
48.
49.
50.
51.
Storno per forniture per accesso ai servizi al Centro Stampa di Ateneo per la stampa di
locandine, brochure, libretti e attestati di partecipazione in occasione del Convegno
Internazionale “Sguardi di genere e sapere sociologico tra le rotte del Mediterraneo” che si
terrà ad Agrigento il 29-30 maggio 2014
Storno e impinguamento voce per corrispettivo attività c/terzi prof. Marcello Traina
Storno per rimborso spese missioni su attività conto terzi
Storno per € 3.990,53 dalla D200010001S02+ “Spese per la biblioteca S02+ bilancio
D1003001S070 “ Spese di funzionamento ordinario per il sistema bibliotecario dell’Ateneo”
anno 2014
Storno per versamento quota polizza kasko 2013
Storni per pagamento contributi spese II semestre 2013 dovuti al Dipartimento di Ingegneria
Chimica, Gestionale, Informatica e Meccanica per l’esecuzione di analisi mediante l’uso
della Microscopia Elettronica a scansione
Storno per rimborso delle spese di missioni
Storno per adempimenti connessi alla sottoscrizione dell’abbonamento al servizio di editoria
elettronica Science per l’anno 2014
Variazioni per maggiore entrata e maggiore spesa per complessivi € 150.000,00 connessa
ad accordo di collaborazione stipulato con la Ditta Pfizer Italia Srl per lo svolgimento di uno
studio clinico epidemiologico monocentrico dal titolo “Nasopharingeal carriage in all ages
cluster population after PCV7/PCV13 and PCV13 increasing uptake: a feasibility study in
Sicily” R.S. Prof. Francesco Vitale
Variazione per maggiore entrata e maggiore spesa per complessivi € 145.186,00, connessa
al finanziamento “Programma Messaggeri della Conoscenza” quali costi riconosciuti ai
dipartimenti
Variazioni per maggiore entrata e maggiore spesa per € 1.645,00, relativa al contributo
concesso dall’INDAM alla Dott.ssa Lidia Saluto per il soggiorno di studio presso l’Universitat
Autonoma de Barcelona e al Dott. Metere Giuseppe per partecipare al Category Theory
2014 a Cambridge dal 28 giugno al 08 luglio 2014
Variazione di bilancio per maggiore entrata e maggiore spesa per incasso contributi per
partenariato con l’Associazione 1001Velacup
Variazione per minore entrata e minore spesa per rettifica quota di finanziamento del
Progetto Greenclean
Variazioni per maggiore entrata e maggiore spesa per contratto di ricerca Sikelia Service
Variazioni per maggiore entrata e maggiore spesa per convenzione di Ricerca con O. C.
Ospedali Riuniti di Palermo
Variazione per maggiore entrata e maggiore spesa per convenzione Merck Financial
Services Gmbh
Variazione per maggiore entrata e maggiore per contribuiti di ricerca
Storno e impinguamento voci di bilancio in uscita per far fronte alle sopraggiunte necessità
presentatesi anche alla luce dell’assegnazione di ulteriori spazi in precedenza di pertinenza
della Scuola delle Scienze Giuridiche ed Economico-Sociali
Variazione di storno di € 30.000,00 per attività conto terzi. Fattura attiva n. 6/2014/DICGIM
del 17/04/2014 (ENGINEERING)
Variazioni per maggiore entrata e maggiore spesa per Corsi di Formazione personale
Regione Siciliana
Variazioni per maggiore entrata e maggiore spesa – per compartecipazione del Comune di
Ragusa alla realizzazione del convegno internazionale presso il locali di Palazzo La Rocca
a Ragusa
Variazione per maggiore entrata e maggiore spesa per contributi di ricerca
Variazione per maggiore entrata e maggiore spesa derivante da sperimentazioni cliniche;
Variazioni per maggiore entrata e maggiore spesa connessa al progetto GNAMPA;
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
3
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
52.
53.
54.
55.
56.
57.
58.
59.
60.
61.
62.
63.
64.
65.
66.
67.
68.
69.
70.
71.
72.
73.
Storno per impinguamento voci di spesa “noleggio, manutenzione e riparazione
attrezzature, fotocopiatrici ed apparecchiature d’ufficio” e “acquisto cancelleria, stampati,
materiale consumo e spese di legatori
Storno attività formativa 2014 Regione Siciliana
Riconoscimento legittimità del debito di € 241,37 riguardante rimborso di spese di missione Dott. Rosario Siino
Ripartizione della seconda annualità del Finanziamento Fondo Finalizzato alla Ricerca
(FFR) anno 2013
Utilizzazione delle risorse derivanti dai progetti finanziati da programmi internazionali,
comunitari, nazionali e regionali, voce di spesa R4DA00SRIC0001 “Quota per interventi a
sostegno della ricerca e del funzionamento di Ateneo” Missione a Roma del 29/05/2014 del
Prof. Giacomo De Leo
Dott.ssa Federica SCIBILIA – rinnovo assegno di ricerca di ricerca da far gravare sui fondi
del Progetto COSMED – Responsabile Scientifico: Prof. Marco Rosario Nobile
Rimodulazione del piano finanziario del Master di II livello di durata annuale in “Applicazioni
in Scienze Forensi” A:A: 2013/2014
Definizione dei rapporti amministrativo – contabili tra l’Ateneo e l’Azienda Ospedaliera
Universitaria Policlinico “P. Giaccone”
Modificazione della deliberazione n° 59 dell’11 aprile 2013 relativa alla destinazione dei
fondi derivanti dal mutuo chirografario concesso da Unicredit s.p.a.
Trasferimento della Direzione del Dipartimento di Scienze Giuridiche, della Società e dello
Sport presso i locali di Piazza Bologni - Palermo
Accordo di cooperazione tra Unipa e l'Università di Erlangen-Nürnberg "Friedrich Alexander"
per l'attivazione di un percorso formativo (Doppio Titolo di Laurea) nell'ambito del Corso di
laurea triennale in Ingegneria meccanica - L-9: modifica Annex B (tabella di scambio degli
insegnamenti)
Accordo di cooperazione tra Unipa e l'Università di Lorraine (Francia) per l'attivazione di un
percorso formativo (Doppio Titolo di Laurea) nell'ambito del Corso di laurea magistrale in
Lingue e letterature moderne dell'Occidente e dell'Oriente - LM-37
Accordo di cooperazione tra Unipa e l'Università di Nizza (Francia) per l'attivazione di un
percorso formativo (Doppio Titolo di Laurea) nell'ambito del Corso di laurea magistrale in
Lingue moderne e traduzione per le relazioni internazionali - LM-38
Programma di Sviluppo del Settore Educativo (ESDP), Istruzione Terziaria(PGP),
all’Università di Addis Abeba - PGP/AAU7RFP/02-04/2012 Fornitura di servizi riguardanti i
bisogni della predetta Università nell’ambito delle attività didattiche, di ricerca e di
consulenza
Protocollo d’intesa tra l’Università degli studi di Palermo ed il Comune di Palermo per
favorire l’accoglienza ed agevolare l’inserimento e l’integrazione degli studenti stranieri
universitari nel contesto cittadino
Istituzione e/o rinnovo e attivazione dei Corsi di Master Universitari di I e II livello, Corsi di
Perfezionamento e approvazione Bozze di Convenzione 2014-2015
Dottorato di ricerca-Ammissione iscritti corsi di Dottorato di Ricerca-Cicli XXVI e XXIX ai
corsi di Tirocinio Formativo Attivo
Varie, eventuali e sopraggiunte
Modifiche al Regolamento per la nomina dei cultori della materia emanato con D.R. 1796
del 17 giugno 2013
Convenzione fra L’Università degli studi di Palermo e la Libera Università SS.Assunta di
Roma ex art.6 comma 11 e art 23 comma 2 L.240/2010
Storno per impinguamento voci di spesa Summer School D17+
Proposta di accordo di cooperazione tra l’Università degli studi di Palermo e la Sichuan
International Studies University(SISU) per l’attivazione di un percorso integrato di studi
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
4
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
74.
75.
76.
77.
78.
79.
80.
81.
82.
83.
84.
85.
finalizzato a migliorare la conoscenza reciproca delle lingue, culture e società italiana e
cinese attraverso la professoressa Mari D’Agostino, Direttore della Scuola Italiana per
Stranieri (Dipartimento di Scienze Umanistiche)
Determinazione in ordine al deposito in Italia del brevetto dal titolo: “Nuovo metodo chimico
eco-compatibile ed applicazione alla produzione della sintesi industriale di un importante
farmaco”(inventori Fontana G.,Bruno M., Maggio A., Rosselli S., Giangrande G.)
Determinazione in ordine al pagamento della V annualità del brevetto n. RM2010A000388
del 14.7.2010 dal titolo “Fucile da pesca subacqueo a due fusti orizzontali con asta singola
o doppia”(inventori: Pantano A., Martorana A.)
Determinazione in ordine al pagamento della VII annualità del brevetto n. RM2008A00426
del 4.8.2008 dal titolo: “Diorganostagno (IV) complessi con N-acetil_l_cisteina attività
antitumorali selettiva su cellule di epatoma HEPG2” (inventori: Pellerico C:, Prinzivalli O.,
Giuliano M.)
Determinazione in ordine al pagamento della V annualità del brevetto n. RM2010A000054
del 12.2.2010 dal titolo “Uso terapeutico combinato di organo stagno (IV) ed inibitori delle
deacetillasi istoniche” (inventori: Giuliano, Pellerito, Prinzivalli, Pellerito)
Determinazione in ordine al pagamento della VII annualità del brevetto n. RM2008A000160
del 31.3.2008 dal titolo: “Strumento di supporto all’impiantologia orale”(inventori: Gallo,
Mancuso, Calunniato, Dolce)
Determinazione in ordine al pagamento della VI annualità del brevetto n. RM2009A000073
del 18.2.2009 dal titolo “Procedimento di Scaffold Polimerici Preangiogenizzati” (inventori:
Brucato, La Carruba, Carfi Pavia)
Variazione per maggiore entrata e maggiore spesa-Progetto di formazione SHELF LIFEUtilizzo integrato di approcci tecnologici innovativi per migliorare la shelf-life e preservare le
proprietà nutrizionali di prodotti agroalimentari- Distretto “AgroBioPesca- Consorzio di
Ricerca per l’Innovazione Tecnologica Sicilia, Agrobio e Pesca Ecocompatibile S.c.a.r.l.”
finanziati a valere sull’avviso MIUR prot. 713/ric del 29/10/2010-PON R&C 2007-2013-Asse
I-Titolo II. Richiesta variazione per l’iscrizione del saldo di finanziamento
Comunicazioni del Presidio di Qualità relative all’adunanza del 10.06.2014
Testa Stirring per Friction Stir Welding per la saldatura allo stato solido di leghe di alluminio,
megnesio e materiali alto-resistenziali di piccolo spessore, CIG:5810106B23 per un importo
pari ad € 202.000,00 +IVA ovvero € 246.440,00 IVA inclusa. Progetto “INTEP - Innovazione
tecnologica e di processo per il settore manifatturiero”, PO FESR Regione Siciliana 20072013 Linea 4.1.2.A, CUP J41J12000110002 di cui è responsabile il prof. Francesco Paolo
La Mantia
Fornitura di Servizi e Sistemi LAN attivi e passivi per la sede del DICAM, Potenziamento
della rete LAN interna del DICAM e Potenziamento e adeguamento degli impianti del Centro
Elaborazione Dati del Sistema Informativo di Ateneo, CIG: 5806079FF2 importo €
165.444,73 (centosessantacinquemilaquattrocentoquarantaquattro/73) + IVA ovvero €
201.842,57 (duecentounomilaottocentoquarantadue/57) IVA inclusa. Progetto MITO
Informazioni Multimediali per Oggetti Territoriali PAC01_00119, CUP B72F13000300001,
finanziato dal MIUR – Linea intervento “Ricerca e Innovazione” – Azione “Potenziamento
Strutturale” – Avviso n.274 del 15 febbraio 2013, di cui è responsabile il prof. Goffredo La
Loggia
Laser Scan System (Sistema di ispezione ad ultrasuoni con sorgente e ricezione
laser/laser), CIG 5786296A81 per un importo pari ad € 147.500,00 + IVA ovvero 179.950,00
incluso IVA. PO FESR Regione Siciliana 2007-2013 Linea 4.1.2.A, Azioni di qualificazione
dell’offerta di ricerca e dei servizi per l’innovazione tecnologica: costituzione di
“Mediterranean network for emerging Nanomaterials MEDNETNA”, CUP E61J1200010006,
di cui è responsabile il prof. Francesco Paolo La Mantia
Regolamento per il conferimento degli insegnamenti nei corsi di studio dell’offerta formativa
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
5
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
86.
87.
88.
89.
90.
91.
92.
93.
94.
95.
96.
97.
98.
99.
100.
101.
102.
103.
104.
105.
106.
107.
Ratifica D.D.G. n. 2375 del 16/06/2014. Storno dalla voce di spesa 2A000220070001 Spese
effettuate con i fondi erogati dal Banco di Sicilia-Convenzione 2013-2017 per contributo a
favore del Dipartimento di Culture e Società
Convenzione con l’Associazione CO.TU.LE.VI. ai fini dello svolgimento dei tirocini curriculari
all’interno dello Sportello Anti Violenza Diana del Tribunale di Trapani
Affidamento incarico al Dott. Avv. Lillo Fiorello
Approvazione dell’accordo di collaborazione tra l’Università degli studi di Palermo e la
Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento delle informazioni per la sicurezza
Attivazione procedura concorsuale per il reclutamento di n. 1 ricercatore a tempo
determinato - art. 24 della Legge 30.12.2010 n. 240 - S.C. 09/D1 – S.S.D. ING-IND/22
presso il Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale, Aerospaziole, dei Materiali
Convenzione tra l’Università degli Studi di Palermo e la Abbvie S.r.L. per il finanziamento di
un posto di ricercatore universitario S.S.D. MED/16 Reumatologia presso il Dipartimento
Dibimis
Proposta di istituzione del Centro Interuniversitario di Ricerca denominato “L’altro diritto.
Centro di ricerca interuniversitario su carcere, devianza, marginalità e governo delle
migrazioni”(ADIR). Sede amministrativa: Firenze.
Ratifica D.R. n. 1916/2014 - prot. n. 33958 del 14/05/2014 nell’ambito del progetto dal titolo
“Mediterranean Center for Human Health Advanced Biotechnologies (Med-CHHAB)” PONa3_00273 finanziato a valere sull’avviso MIUR n. 254/Ric del 18 maggio 2011;
Ratifica D.R. n. 1917/2014 - prot. n. 33960 del 14/05/2014 nell’ambito del progetto dal titolo
“Mediterranean Center for Human Health Advanced Biotechnologies (Med-CHHAB)” PONa3_00273 finanziato a valere sull’avviso MIUR n. 254/Ric del 18 maggio 2011
Ratifica D.R. n. 1918/2014 - prot. n. 33961 del 14/05/2014 nell’ambito del progetto dal titolo
“Mediterranean Center for Human Health Advanced Biotechnologies (Med-CHHAB)” PONa3_00273 finanziato a valere sull’avviso MIUR n. 254/Ric del 18 maggio 2011;
Ratifica D.R. n. 1919/2014 - prot. n. 33963 del 14/05/2014 nell’ambito del progetto dal titolo
“Mediterranean Center for Human Health Advanced Biotechnologies (Med-CHHAB)” PONa3_00273 finanziato a valere sull’avviso MIUR n. 254/Ric del 18 maggio 2011;
Ratifica D.R. n. 1920/2014 - prot. n. 33967 del 14/05/2014 nell’ambito del progetto dal titolo
“Mediterranean Center for Human Health Advanced Biotechnologies (Med-CHHAB)” PONa3_00273 finanziato a valere sull’avviso MIUR n. 254/Ric del 18 maggio 2011
Riorganizzazione funzionale degli spazi degli edifici 12, corpo aggiunto e 15 di viale delle
scienze e Trasferimento della Direzione del Dipartimento di Scienze Giuridiche, della
Società e dello Sport presso i locali di Piazza Bologni n.8- Palermo
Ratifica D.R. n.D2124 del 29/05/2014
Ratifica D.R. n. 2098 del 28/05/2014
Ratifica D.R. n. 2362 del 16/06/2014
Lavori di recupero e riuso dell'ex Sala delle Verifiche - 1° Stralcio (importo progetto €.
1.000.000,00)
Lavori di manutenzione e di ripristino dei prospetti del Dipartimento DICAM Edificio 8 Viale
delle Scienze - 1° Stralcio (importo progetto €. 1.520.000,00)
Appello avverso le Ordinanze n. 375 e 376 del 09/05/2014 TAR - Sicilia per contenziosi
relativi al trattenimento in servizio di professori universitari. Art.1 D.L. n. 90 del
24/06/2014:abrogazione delle norme relative al trattenimento in servizio
Accordo di collaborazione per la creazione di una rete tematica di ricerca comune sull’arte
tardo-gotica (XV-XVI sec.)
Ratifica D.R. n.2501 del 26/06/2014
Ripartizione del 30% delle risorse derivanti dal Piano straordinario associati 2010-2013 per
la chiamata dei Professori Associati ai sensi dell’art. 18 c. 1 della Legge 240/2010
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
6
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
108. Piano Straordinario Associati Art. 24, comma 6 della Legge 240/2010. Criteri per
l'assegnazione alle Aree CUN delle posizioni residue
Il Presidente pone in approvazione l’inserimento dell’ordine del giorno suppletivo dal numero 70 al
numero 108.
3. Approvazione verbale seduta del 15 aprile 2014
Il Presidente pone in approvazione il verbale della seduta del Consiglio di Amministrazione del 15
aprile 2014
Il Consiglio di Amministrazione approva il verbale della seduta del Consiglio di Amministrazione
del 15 aprile 2014
4. Ratifica D.R. n. 1970/2014 del 16/05/2014 prot. n. 36453 del 16/05/2014 relativo alla
rimodulazione dell’elenco delle attrezzature da acquistare nell’ambito del progetto
PONa3_00053” Platform for Agrofood Science and Safety (PIASS) - Avviso D.D. Miur
Prot. n. 254/Ric. del 18 maggio 2011-P.O.N. Ricerca e Competitività 2007/2013 - Asse I
-Obiettivo 4.1.1.4-I Azione
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Il Rettore con decreto n. 1970/2014 del 16/05/2014 prot. n. 34653 del 16/05/2014, emanato in via
d’urgenza, ha approvato la rimodulazione dell’elenco delle attrezzature da acquistare nell’ambito
del progetto congiunto di potenziamento PONa3_00053 “ Platform for Agrofood Science and
Safety (PlASS”), finanziato a valere sull’Avviso D.D. Miur Prot. n. 254/Ric del 18 Maggio 2011 P.O.N. Ricerca e Competitività 2007/2013 - Asse I – Obiettivo 4.1.1.4 – I Azione.
L’Università ha presentato in qualità di soggetto attuatore il suddetto progetto insieme all’Università
di Foggia (Capofila) ed al Consiglio per la Ricerca e la Sperimentazione in Agricoltura – CRA.
Il responsabile scientifico di progetto per l’Università è il prof. Ettore Barone afferente al
Dipartimento di Scienze Agrarie e Forestali.
Il MIUR, con D.D. 968/Ric. del 11/11/2011, prot. n. 17962 del 17/11/2011, ha ammesso alle
agevolazioni il succitato progetto per un importo totale di € 16.700.000,00 di cui € 15.176.392,00
per il potenziamento ed €1.523.608,00 per la formazione e la quota di finanziamento spettante
all’Ateneo per le attività di potenziamento ammonta ad € 4.909.709,28.
La realizzazione delle attività progettuali per l’Ateneo è affidata ai Dipartimenti presso i quali
verranno realizzate le attività scientifiche e segnatamente ai seguenti:
 SAF ex Demetra;
 STEBICEF ex Dipartimento di Scienze e Tecnologie Molecolari e Biomolecolari (Stembio);
 Dipartimento di Biomedicina Sperimentale e Neuroscienze Cliniche (Bionec) e DISTEM;
 DICGIM Dipartimento di Ingegneria Chimica, Gestionale, Informatica e Meccanica.
Per l’attuazione del progetto è stata prevista l’acquisizione, da parte delle suddette strutture, di
attrezzature e strumentazioni scientifiche e tecnologiche.
A tal proposito il Consiglio di Amministrazione, con delibera n. 31 del 24/07/2012, ha autorizzato
l’esperimento delle procedure di acquisto delle attrezzature necessarie secondo una “Tabella
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
7
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
riepilogativa delle attrezzature ripartite per Dipartimento” elaborata dal responsabile scientifico del
progetto prof. Barone, nella quale venivano individuati gli importi e la struttura dipartimentale di
assegnazione.
Successivamente, alla succitata tabella sono state apportate delle rettifiche recepite con delibera
del Consiglio di Amministrazione n. 42 del 11/04/2013.
Nel corso dello svolgimento del piano di potenziamento del progetto, a seguito delle mutate
esigenze di ricerca, è emersa la necessità da parte dell’Ateneo di Palermo, su proposta del
responsabile scientifico, prof. Barone, di acquisire alcune, diverse, attrezzature rispetto a quelle
inizialmente pianificate, tenuto conto anche di alcuni lievi interventi correttivi e di piccole economie
che in itinere si sono realizzate, fermo restando il budget assegnato a ciascun Dipartimento.
A tal proposito, il soggetto capofila, Università di Foggia, su richiesta dell’Ateneo di Palermo, ha
presentato al MIUR due proposte di rimodulazione correttive dell’elenco delle attrezzature da
acquistare rispetto al progetto originariamente approvato, ottenendo per entrambe esito
favorevole, rispettivamente con nota prot. n. 5357 del 18/03/2013 e con D.D. prot. n. 8279 del
10/04/2014.
In relazione alle intervenute modifiche, è emersa, quindi, la necessità di approvare il nuovo elenco
rimodulato delle attrezzature da acquistare per il progetto da destinare ai Dipartimenti succitati.
Successivamente, il MIUR ha emanato la circolare prot. n. 10338 del 08/05/2014, con la quale
sono stati comunicati i target di spesa da realizzare entro il 30 giugno 2014 per i progetti finanziati
a valere sull’avviso MIUR 254/Ric del 18/05/2011 e con la quale è stato stabilito che entro tale
data, ciascun soggetto attuatore deve assumere impegni giuridicamente vincolanti pari al 100%
del finanziamento assegnato, pena eventuali applicazioni di penali e/o revoche parziali o totali
delle agevolazioni assegnate.
Alla luce di quanto sopra, al fine di rispettare le tempistiche di cui alla succitata circolare MIUR,
ravvisata l’urgenza, il Rettore con Decreto n. 1970/2014 del 16/05/2014 prot. n. 34653 del
16/05/2014 ha approvato il nuovo elenco rimodulato delle attrezzature da acquistare per il progetto
PONa3_00053 ed ha autorizzato l’Area Patrimoniale e Negoziale all’esperimento delle connesse
procedure, come da elenco rimodulato e secondo le modalità approvate con delibera del C.d.A. n.
31 del 24/07/2012.
Tutto ciò premesso, si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
la ratifica del Decreto Rettorale n. 1970/2014 del 16/05/2014 prot. n. 34653 del 16/05/2014,
emanato in via d’urgenza, nel testo di seguito integralmente riportato:
IL RETTORE
Visto il progetto congiunto di potenziamento denominato “Platform for Agrofood Science and
Safety (PlASS)”, codice PONa3_00053, di cui l’Ateneo è soggetto attuatore con l’Università di
Foggia (Capofila) e il Consiglio per la Ricerca e la Sperimentazione in Agricoltura - CRA,
finanziato a valere sull’Avviso MIUR n. 254/Ric del 18 maggio 2011 – Programma Operativo
Nazionale “Ricerca e Competitività” 2007/2013 per le Regioni dell’Obiettivo Convergenza
Campania, Puglia, Calabria, Sicilia - Asse I – Obiettivo 4.1.1.4 – I Azione;
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
8
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Visto il D.D. 968/Ric. del 11/11/2011, prot. n. 17962 del 17/11/2011, con il quale il MIUR ha
ammesso alle agevolazioni il succitato progetto per un importo totale di € 16.700.000,00 di cui
€15.176.392,00 per il potenziamento ed €1.523.608,00 per la formazione e che la quota di
finanziamento spettante all’Ateneo per le attività di potenziamento ammonta ad € 4.909.709,28;
Considerato che il progetto di potenziamento si propone l’obiettivo di creare una rete scientifica e
tecnologica distribuita che permetta di affrontare, in una logica di allineamento a standard
internazionali e multidisciplinarietà, la complessa tematica scientifica e tecnologica connessa con il
nesso “Alimenti, salute e sicurezza alimentare”;
Considerato, in particolare, che le attività del progetto sono relative alla creazione ed attivazione
di servizi da erogare per sostenere il processo innovativo nelle regioni meridionali, individuati in
“Multilab” omogenei caratterizzati dalla tipologia di fabbisogno in servizi del sistema produttivo
individuato, ulteriormente aggregati in 4 Core Facilities:
 Sicurezza Agro-alimentare;
 Qualità salutistica e nutrizionale dei prodotti Agro-alimentari;
 Qualità tecnologica, qualità di processo e rintracciabilità alimentare;
 Alimenti e Salute;
Considerato che la realizzazione delle attività progettuali da parte dell’Ateneo comporta ai fini
della gestione amministrativo-contabile il coinvolgimento sia delle strutture dell’Amministrazione
Centrale sia dei Dipartimenti presso i quali verranno realizzate le attività scientifiche e che il
responsabile scientifico per le attività complessive di Ateneo è il prof. Ettore Barone;
Considerato che i Dipartimenti coinvolti nello svolgimento delle attività progettuali sono i seguenti:
 SAF ex Demetra;
 STEBICEF ex Dipartimento di Scienze e Tecnologie Molecolari e Biomolecolari (Stembio);
 Dipartimento di Biomedicina Sperimentale e Neuroscienze Cliniche (Bionec) e DISTEM;
 DICGIM Dipartimento di Ingegneria Chimica, Gestionale, Informatica e Meccanica ;
Considerato che per l’attuazione del progetto succitato è prevista l’acquisizione da parte delle
suddette strutture di attrezzature e strumentazioni scientifiche e tecnologiche;
Considerato che il responsabile scientifico del progetto, prof. Ettore Barone, ha comunicato
l’elenco dei Referenti scientifici per ogni Dipartimento coinvolto nel progetto e la relativa spesa per
le attrezzature assegnata a ciascuno di essi;
Vista la delibera del Consiglio di Amministrazione n. 31 del 24/07/2012 con la quale è stato
autorizzato l’esperimento delle procedure di acquisto per le attrezzature necessarie all’attuazione
delle attività progettuali da destinare ai Dipartimenti secondo l’elenco riportato nelle “Tabella
riepilogativa delle attrezzature ripartite per Dipartimento”, approvata con la citata delibera e nei
limiti d’importo assegnati a ciascun Dipartimento come di seguito riportato:
Dipartimento SAF già
DEMETRA
Dipartimento DICGIM
Dipartimento STEFICEF già
STeMBio
Dipartimento BioNeC e
DISTEM
Totale
€ 2,212,000.00
€ 218,348.00
€ 730,000.00
€ 716,000.00
€ 3,876,348.00
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
9
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Vista la delibera del C.d.A. n. 42 del 11/04/2013 del con la quale si è preso atto delle rettifiche
apportate alla citata tabella;
Considerato che nel corso dello svolgimento del piano di potenziamento del progetto, a seguito
delle mutate esigenze di ricerca, è emersa la necessità da parte dell’Ateneo di Palermo, su
proposta del responsabile scientifico, prof. Barone, di acquisire alcune, diverse, attrezzature
rispetto a quelle inizialmente pianificate, anche in considerazione di alcuni lievi interventi correttivi
e di piccole economie che in itinere si sono realizzate, fermo restando il budget assegnato a
ciascun Dipartimento;
Considerato, pertanto, che l’Ateneo di Palermo, per il tramite del soggetto capofila, Università di
Foggia, ha presentato due proposte di rimodulazione correttive dell’elenco delle attrezzature da
acquistare rispetto al progetto originariamente approvato dal MIUR;
Vista la prima proposta di rimodulazione approvata dal MIUR con nota prot. n. 5357 del
18/03/2013 a seguito della quale, l’attrezzatura inserita nella citata “Tabella riepilogativa delle
attrezzature ripartite per Dipartimento” al n. 20 - “Camera di crescita - Temperatura /Luce/Umidità”,
per l’importo di € 50.000,00, da destinare al SAF già Demetra, è stata cassata;
Vista la seconda proposta di rimodulazione approvata dal MIUR con D.D. prot. n. 8279 del
10/04/2014, trasmesso con nota Miur prot. n. 8375 del 11/04/2014, a seguito della quale sono
state apportate alla “ Tabella riepilogativa delle attrezzature ripartite per Dipartimento” le seguenti
modifiche e integrazioni:
Tabella riepilogativa attrezzature ripartite per Dipartimento –RIMODULAZIONE
N°
Rif
.
22
A)
22
B)
26
Importo
rimodulato
Dipartime
nto
Multilab
Piattaforma per la gestione di
parcelle sperimentali
€ 31.476,00
SAF
Ex
DEMETRA
3.2
Prof. Tiziano Caruso
€7.000,00
SAF
Ex
DEMETRA
3.2
Prof. Tiziano Caruso
3.2
Prof. Alberto Brucato
3.2
Prof. Alberto Brucato
camera fogliare per latifoglie con
possibilità di cambiare la superficie
misurata 25mm x 18mm, 25mm x
7mm e 18mm diametro
Pilota per la produzione combinata di
microalghe e zoo-plancton
€ 62,000.00
ATTREZZATURA CASSATA
Coultercounter
€ 36,000.00
27
ATTREZZATURA CASSATA
27
A)
27
B)
Responsabile
procedura
acquisizione
Descrizione Attrezzatura UniPa
Gas Cromatografo
HPLC
€ 26.846,90
€ 17.329,88
Ingegneria
Chimica,
Gestionale,
Informatica
Meccanica
Ingegneria
Chimica,
Gestionale,
Informatica
Meccanica
Ingegneria
Chimica,
Gestionale,
Informatica
Meccanica
Ingegneria
Chimica,
Gestionale,
Informatica
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
Prof. Alberto Brucato
3.2
3.2
Prof. Alberto Brucato
10
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
27
C)
€ 12.532,79
Spettrofotometro UV
27
D)
Spettrofotometro a fluorescenza
27
E)
€ 20.769,23
€ 16.947,58
Spettrofotometro FTIR
27
F)
Staz. lavoro calcoli CFD
modellazione fotobioreattore
€ 3.573,60
35
A)
GCxGC – Sistema di cromatografia
bidimensionale accessorio per
Strumentazione LC Massa- Upgrade
€ 33.686,64
Meccanica
Ingegneria
Chimica,
Gestionale,
Informatica
Meccanica
Ingegneria
Chimica,
Gestionale,
Informatica
Meccanica
Ingegneria
Chimica,
Gestionale,
Informatica
Meccanica
Ingegneria
Chimica,
Gestionale,
Informatica
Meccanica
STEBICEF
3.2
Prof. Alberto
Brucato
3.2
Prof. Alberto
Brucato
3.2
Prof. Alberto Brucato
3.2
Prof. Alberto Brucato
1.2/1.3
Dott. Andrea Pace
Vista la Circolare del MIUR, prot. n. 10338 del 08/05/2014, con la quale sono stati comunicati i
target di spesa da realizzare entro il 30 giugno 2014 per i progetti finanziati a valere sull’avviso
MIUR 254/Ric del 18/05/2011 e che in particolare, entro tale data, ciascun soggetto attuatore deve
assumere impegni giuridicamente vincolanti pari al 100% del finanziamento assegnato, pena
eventuali applicazioni di penali e/o revoche parziali o totali delle agevolazioni assegnate;
Visto l’art. 50 del Regolamento per l’Amministrazione, la Finanza e la Contabilità dell’Università
degli Studi di Palermo, emanato con D.R. n. 285 del 07/02/2013;
Ravvisata l’urgenza di avviare le procedure di acquisto delle nuove attrezzature previste a seguito
delle citate rimodulazioni per l’attuazione del progetto PONa3_00053 nel rispetto delle tempistiche
imposte del MIUR e dalla citata circolare;
Considerato che non è prevista a breve una seduta del C.d.A.;
Visto l’art. 14 dello Statuto di Ateneo;
VISTO l’art. 16 del Regolamento Generale di Ateneo;
DECRETA
Per i motivi richiamati in premessa e da ritenersi qui integralmente riportati:

Di prendere atto delle modifiche apportate alla “Tabella riepilogativa delle attrezzature
ripartite per Dipartimento”, ad invarianza di spesa complessiva prevista per ciascuno di
essi, approvata con delibera del C.d.A. n. 31 del 24/07/2012, da acquistare nell’ambito del
progetto di potenziamento congiunto PONa3_00053, dal titolo “Platform for Agrofood
Science and Safety (PlASS)”, di cui è responsabile scientifico per l’Ateneo il prof. E.
Barone, ammesso a finanziamento a valere sull’Avviso MIUR n. 254/Ric del 18 maggio
2011 – PON R&C 2007/2013 - Asse I – Obiettivo 4.1.1.4, come da rimodulazioni
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
11
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
comunicate con note MIUR n. 5357 del 18/03/2013 e n. 8375 del 11/04/2014, che di
seguito si riportano:
N°
Rif
.
Descrizione Attrezzatura UniPa
Importo
rimodulato
Dipartime
nto
Multilab
Responsabile
procedura
acquisizione
€ 50,000.00
DEMETRA
2.2/3.3
Prof. Francesco
Sottile
Camera di crescita
Temperatura/Luce/Umidità
20
ATTREZZATURA CASSATA
22
A)
Piattaforma per la gestione di
parcelle sperimentali
€ 31.476,00
SAF
Ex
DEMETRA
3.2
Prof. Tiziano Caruso
22
B)
camera fogliare per latifoglie con
possibilità di cambiare la superficie
misurata 25mm x 18mm, 25mm x
7mm e 18mm diametro
€ 7.000,00
SAF
Ex
DEMETRA
3.2
Prof. Tiziano Caruso
3.2
Prof. Alberto Brucato
3.2
Prof. Alberto Brucato
26
Pilota per la produzione combinata di
microalghe e zoo-plancton
€ 62,000.00
ATTREZZATURA CASSATA
Coultercounter
€ 36,000.00
27
ATTREZZATURA CASSATA
27
A)
27
B)
27
C)
27
D)
27
E)
€ 26.846,90
Gas Cromatografo
€ 17.329,88
HPLC
€ 12.532,79
Spettrofotometro UV
Spettrofotometro a fluorescenza
€ 20.769,23
€ 16.947,58
Spettrofotometro FTIR
27
F)
Staz. lavoro calcoli CFD
modellazione fotobioreattore
€ 3.573,60
35
A)
GCxGC – Sistema di cromatografia
bidimensionale accessorio per
Strumentazione LC Massa- Upgrade
€ 33.686,64
Ingegneria
Chimica,
Gestionale,
Informatica
Meccanica
Ingegneria
Chimica,
Gestionale,
Informatica
Meccanica
Ingegneria
Chimica,
Gestionale,
Informatica
Meccanica
Ingegneria
Chimica,
Gestionale,
Informatica
Meccanica
Ingegneria
Chimica,
Gestionale,
Informatica
Meccanica
Ingegneria
Chimica,
Gestionale,
Informatica
Meccanica
Ingegneria
Chimica,
Gestionale,
Informatica
Meccanica
Ingegneria
Chimica,
Gestionale,
Informatica
Meccanica
STEBICEF
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
Prof. Alberto Brucato
3.2
3.2
Prof. Alberto Brucato
3.2
Prof. Alberto
Brucato
3.2
Prof. Alberto
Brucato
3.2
Prof. Alberto Brucato
3.2
Prof. Alberto Brucato
1.2/1.3
Dott. Andrea Pace
12
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO

Di autorizzare l’Area Patrimoniale e Negoziale all’esperimento delle procedure di acquisto
per le attrezzature necessarie all’attuazione del progetto PONa3_00053, da destinare ai
Dipartimenti, come da elenco rimodulato e secondo le modalità approvate con delibera del
C.d.A. n. 31 del 24/07/2012.
Il presente Decreto sarà sottoposto a ratifica nella prima seduta utile del Consiglio di
Amministrazione.
Il Dirigente dell’Area
f.to Ing. Gandolfo Gallina
Il Responsabile del procedimento
f.to Dott. Luciano Tropea
Il Consiglio di Amministrazione
Visto il Decreto n. n. 1970/2014 del 16/05/2014 prot. n. 34653 del 16/05/2014, emanato in via
d’urgenza, citato in premessa;
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Sentita la relazione del Presidente della Commissione Bilancio Edilizia Patrimonio e Rapporti con
AOUP
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
5. Ratifica D.R. n. 2189/2014 prot. n. 39699 del 06/06/2014 relativo alla rimodulazione del
piano finanziario del Master di II livello di durata annuale in “Applicazioni in Scienze
Forensi” A.A. 2013/2014
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
VISTO l'art.3 comma 8 del D.M. n.509 del 3 novembre 1999 recante norme concernenti
l'autonomia didattica degli Atenei;
VISTO il D.M. 270/2004 e in particolare l’art.3 comma 9;
VISTO il Regolamento Didattico dell’Università degli Studi di Palermo;
VISTI il Regolamento per la disciplina dei Corsi di Master Universitari di I e II livello in atto vigente;
VISTO lo Statuto del Master di II Livello in “Applicazioni in Scienze Forensi”;
VISTO il D.R. n.324/2014 prot.n. 6462 del 28 gennaio 2014 relativo all’istituzione del Master di II
livello in “Applicazioni in scienze forensi” per l’A.A. 2013/2014;
VISTO il D.R.n. 432 del 04/02/2014 relativo al Bando di selezione del Master II livello in
“Applicazioni in scienze forensi ” per l’A.A. 2013/2014;
VISTO l’art.9 comma 4 del Regolamento per l’istituzione e il funzionamento dei Corsi di Master
Universitari, in atto vigente, che testualmente recita: “I docenti coordinatori possono richiedere la
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
13
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
proroga dei termini di presentazione delle istanze da parte dei candidati una sola volta e solo nel
caso in cui si sia raggiunto almeno il 70% del numero minimo di allievi previsto in fase istitutiva;
CONSIDERATO che i richiedenti, alla data di scadenza del bando e cioè al 10 marzo 2014, sono
stati 12 (dodici);
CONSIDERATO che il Master prevede un massimo di 25 posti e un minimo di 15 ;
VISTA la nota del 21 maggio 2014 con cui il Coordinatore del Master, Prof. Luca Sineo, sentito il
parere del Consiglio Scientifico (riunitosi on line in data 21 maggio 2014) propone, in deroga
all’art.9 lettera h) del Regolamento per l’attivazione e il funzionamento dei Master di I e II livello, la
rimodulazione del piano finanziario del Master di II livello in “Applicazioni in scienze forensi ” a
seguito del numero inferiore di iscritti al Master, nella misura di 13 anziché quindici;
VISTO il D.R.n.2189 del 06/06/2014 relativo all’approvazione della rimodulazione del Piano
Finanziario del Master di II livello in “Applicazioni in Scienze Forensi” A.A. 2013/2014;
DELIBERI
di ratificare il seguente D.R. relativo alla proposta di rimodulazione del Piano Finanziario del
Master di II livello in “Applicazioni in Scienze Forensi” A.A. 2013/2014:
Decreto n. 2189/2014
IL RETTORE
VISTO l'art.3 comma 8 del D.M. n.509 del 3 novembre 1999 recante norme concernenti
l'autonomia didattica degli Atenei;
VISTO il D.M. 270/2004 e in particolare l’art.3 comma 9;
VISTO il Regolamento Didattico dell’Università degli Studi di Palermo;
VISTI il Regolamento per la disciplina dei Corsi di Master Universitari di I e II livello in atto vigente;
VISTO lo Statuto del Master di II Livello in “Applicazioni in Scienze Forensi”;
VISTO il D.R. n.324/2014 prot.n. 6462 del 28 gennaio 2014 relativo all’istituzione del Master di II
livello in “Applicazioni in scienze forensi” per l’A.A. 2013/2014;
VISTO il D.R.n. 432 del 04/02/2014 relativo al Bando di selezione del Master II livello in
“Applicazioni in scienze forensi ” per l’A.A. 2013/2014;
VISTO l’art.9 comma 4 del Regolamento per l’istituzione e il funzionamento dei Corsi di Master
Universitari, in atto vigente, che testualmente recita: “I docenti coordinatori possono richiedere la
proroga dei termini di presentazione delle istanze da parte dei candidati una sola volta e solo nel
caso in cui si sia raggiunto almeno il 70% del numero minimo di allievi previsto in fase istitutiva;
CONSIDERATO che i richiedenti, alla data di scadenza del bando e cioè al 10 marzo 2014, sono
stati 12 (dodici);
CONSIDERATO che il Master prevede un massimo di 25 posti e un minimo di 15 ;
TENUTO CONTO che in atto sono già immatricolati n. 13 (tredici) studenti;
VISTA la nota del 21 maggio 2014 con cui il Coordinatore del Master, Prof. Luca Sineo, sentito il
parere del Consiglio Scientifico (riunitosi on line in data 21 maggio 2014) propone, in deroga
all’art.9 lettera h) del Regolamento per l’attivazione e il funzionamento dei Master di I e II livello, la
rimodulazione del piano finanziario del Master di II livello in “Applicazioni in scienze forensi ” a
seguito del numero inferiore di iscritti al Master, nella misura di 13 anziché quindici;
TENUTO CONTO della necessità di dare inizio alle lezioni in data 09 giugno 2014;
Decreta
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
14
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
La rimodulazione del Piano Finanziario, senza oneri per l’Ateneo, così come proposta:
Piano Finanziario precedente
Piano Finanziario nuovo
Entrate previste:
Entrate previste:
Euro 520.00 Contributo annuo di Ateneo (CdA
11.4.2005)
Euro 55.00 Diritti di segreteria
Euro 2025.00 Contributo alle spese di
funzionamento per ciascun allievo
Euro 520.00 Contributo annuo di Ateneo (CdA
11.4.2005)
Euro 55.00 Diritti di segreteria
Euro 2025.00 Contributo alle spese di funzionamento
per ciascun allievo
Piano finanziario con 15 iscritti - al netto
degli oneri
Entrate previste:
€
30.375,00
Piano finanziario con 13 iscritti - al netto degli oneri
Entrate previste:
€ 26.325,00
Uscite Previste:
(considerando una paga oraria di 50,00 euro
lordi per la docenza)
Uscite Previste:
(considerando una paga oraria di 50,00 euro lordi per
la docenza)
Compensi al personale docente interno
Compensi al personale docente
€
20.000,00
Compensi al personale docente esterno
€ 6.000,00
Costo collaborazioni esterne per attività di
supporto e organizzazione
€ 1.500,00
Rimborso di spese viaggio e soggiorno
€ 1.000.00
Spese beni non inventariabili
per laboratorio
€ 1.875,00
Totale
€ 30.375,00
€ 18.892,00
Costo collaborazioni esterne per attività di supporto
e organizzazione (Tutor)
€ 2.000.00
Rimborso di spese viaggio e soggiorno per relatori ad
invito
€ 2.000.00
Spese beni non inventariabili per laboratorio
€ 3.433,00
€ 26.325,00
Totale
Palermo,
F.to Il Rettore
Prof. Roberto Lagalla
Il Responsabile del procedimento
Il Dirigente dell’Area Formazione, cultura e
servizi agli studenti
ad interim
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
15
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
f.to Liliana Mortelliti f.to Dott.Antonio Valenti
Si propone che il Consiglio di Amministrazione
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Sentita la relazione del Presidente della Commissione Bilancio Edilizia Patrimonio e rapporti con
AOUP;
all’unanimità
DELIBERA
Di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
7. Ratifica Decreto D.G. n. 2279 del 10/06/2014 di variazione per maggiore entrata e
maggiore spesa
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Vista
la delibera del Consiglio di Amministrazione del 19/12/2013, punto 9 dell'o.d.g.,
relativa all’approvazione del bilancio unico di previsione d'Ateneo per l'E.F. 2014;
Visto
il Decreto del Direttore Generale n. 2279 del 10.06.2014;
Considerato
che era necessario ed urgente apportare la variazione di bilancio descritta nel
succitato decreto al fine a consentire al Dipartimento di Scienze Agrarie e
Forestali di adempire agli obblighi di rendicontazione nei tempi previsti;
Visto
il Regolamento per l’amministrazione, la finanza e la contabilità dell’Università
degli Studi di Palermo, emanato dal Rettore con Decreto n. 285 del 07/02/2013;
Pertanto si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
di ratificare il Decreto del Direttore Generale n. 2279 del 10.06.2014 di variazione per maggiore
entrata e maggiore, che di seguito si riportano integralmente:
DIREZIONEGENERALE
Decreto n. 2279 | 2014
IL DIRETTORE GENERALE
VISTA
la delibera del Consiglio di Amministrazione del 19/12/2013, punto 9
dell'o.d.g., relativa all’approvazione del bilancio unico di previsione d'Ateneo
per l'E.F. 2014;
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
16
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
VISTA
la Convenzione relativa al PSR Sicilia 2007-2013 – Misura 124 – Progetto
“Trasferimento di tecniche innovative di gestione del suolo finalizzato alla
sostenibilità ambientale della viticoltura Siciliana” - Associazione Sicilia
Mèdit capofila dell’ATS Gesvi Sicilia;
VISTO
il Decreto direttoriale n. 45 del 22.05.2014 del Dipartimento di Scienze
Agrarie e Forestali;
VISTA
la nota del 13.5.2014 dell’ Associazione Sicilia Mèdit capofila dell’ATS Gesvi
Sicilia con il quale comunica la chiusura improrogabile del progetto di che
trattasi alla data del 12.06.2014;
VISTO
che non ci sono sedute utili di Consiglio di Amministrazione idonee a
consentire al Dipartimento di Scienze Agrarie e Forestali di adempire agli
obblighi di rendicontazione nei tempi previsti;
CONSIDERATA
l’urgenza correlata alla imminente chiusura del progetto e la conseguente e
tempestiva rendicontazione delle attività;
VISTO
l’Art. 14 del Regolamento per l’amministrazione, la finanza e la contabilità
dell’Università degli Studi di Palermo, emanato dal Rettore con Decreto n.
285 del 7.02.2013;
DECRETA
di autorizzare il Settore Bilancio e Rendiconto dell’Area Economico Finanziaria ad apportare la
variazione in aumento dello stanziamento relativo alla voce entrata 1270D13+
“Contratti/Convenzioni/Accordi-programma: con soggetti privati D13+” per € 30.000,00 e
corrispondentemente incrementare per lo stesso importo lo stanziamento sulla voce di spesa
R4D13+P1NFM124 – “Convenzione M124 – PSR Sicilia 2007-2013…”, come riportato nella
seguente tabella:
VARIAZIONI
ENTRATA
Voce di Bilancio
1270D13+
Contratti/Convenzioni/Accordiprogramma: con soggetti
privati D13+
Voce di Bilancio
R4D13+P1NFM124
Convenzione M124 –
Resp. Scient. Prof. L.
Gristina
Stanziamento
22.800,00
Stanziamento
22.800,00
Variazione in +
€ 30.000,00
SPESA
Variazione in +
€ 30.000,00
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
Stanziamento definitivo
€ 52.800,00
Stanziamento definitivo
€ 52.800,00
17
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Il presente decreto sarà sottoposto a ratifica nella prima seduta utile del Consiglio di
Amministrazione.
IL DIRETTORE GENERALE
f.to Dott. Antonio Valenti
Il Responsabile del procedimento
f.to Dott. Valerio Castiglia
Il Dirigente
f.to Dott.ssa Giuseppa La Tona
Il Consiglio di Amministrazione
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Visto il parere della Commissione Bilancio, Edilizia e Patrimonio, Rapporti con l’A.O.U.P.;
Visto il parere del Collegio dei Revisori dei conti;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
8. Ratifica Decreti D.G. di storno n. 2164 del 05/06/2014, n. 2166 del 05 05/06/2014, n. 2329
del 11/06/2014
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Vista
la delibera del Consiglio di Amministrazione del 19/12/2013, punto 9 dell'o.d.g.,
relativa all’approvazione del bilancio unico di previsione d'Ateneo per l'E.F. 2014;
Visto
il Decreto del Direttore Generale n. 2164 del 5.06.2014;
Visto
il Decreto del Direttore Generale n. 2166 del 5.06.2014;
Visto
il Decreto del Direttore Generale n. 2329 del 11.06.2014;
Considerato
che era necessario ed urgente apportare le variazione di storno descritte nei
succitati decreti al fine a consentire il regolare e tempestivo svolgimento delle
attività istituzionali;
Visto
il Regolamento per l’amministrazione, la finanza e la contabilità dell’Università
degli Studi di Palermo, emanato dal Rettore con Decreto n. 285 del 07/02/2013;
Pertanto si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
di ratificare i Decreti del Direttore Generale n. 2164 del 5.06.2014, n. 2166 del 5.06.2014, n. 2329
del 11.06.2014, che di seguito si riportano integralmente:
Decreto n. 2164/2014
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
18
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
IL DIRETTORE GENERALE
Vista la delibera del Consiglio di Amministrazione del 19/12/2013, punto 9 dell'o.d.g., relativa
all’approvazione del bilancio unico di previsione d'Ateneo per l'E.F. 2014;
Vista la delibera del Consiglio di Amministrazione del 27/05/2014, punto 14 dell'o.d.g., relativa
all’approvazione del Conto Consuntivo Unico d'Ateneo per l'E.F. 2013;
Vista la richiesta del Dirigente dell’Area Ricerca e Sviluppo prot.n. 38464 del 03.06.2014 con
oggetto “Richiesta di reiscrizione dell’Avanzo di Amministrazione disponibile. Storni di Bilancio –
Delibere del C.d.A. nn.14 e 75 del 27/05/2014 con la quale chiedono lo storno di euro 223.349,75
alla voce R4DA00SRIC0002 “Quota per Ricerca di Ateneo”. Autorizzazione storno di Bilancio” e
la consequenziale applicazione del disposto della delibera n.75 dell’odg del 27.05.2014
Considerato conseguentemente che è necessario ed urgente reiscrivere nel bilancio unico
l'avanzo indisponibile e la successiva allocazione delle risorse finalizzate nelle rispettive voci di
competenza; rendere disponibili i fondi necessari al proseguimento delle attività istituzionali dei
Dipartimenti; consentire la spendibilità dei fondi finalizzati e la relativa rendicontazione entro i
termini di scadenza dei progetti, evitando restituzione di somme per mancata rendicontazione o
ancor più grave non raggiungimento delle finalità progettuali con restituzione dell’intero
finanziamento;
Visto l’art. 21, comma 8, del Regolamento per l’amministrazione, la finanza e la contabilità
dell’Università degli Studi di Palermo che prevede: “Gli stanziamenti relativi a spese in conto
capitale, a spese specificatamente finalizzate, ivi comprese quelle per le prestazioni a pagamento
di cui all'art. 76, nonché gli stanziamenti di volta in volta individuati dal Direttore Generale,
coadiuvato dal Dirigente dell'Area Economico-Finanziari, non impegnati al termine dell'esercizio,
sono reiscritti, in aggiunta ai rispettivi stanziamenti della competenza nel bilancio del successivo
esercizio. Detti stanziamenti sono posti in evidenza in calce alla situazione finanziaria presunta ed
a quella amministrativa e sono utilizzati anche prima dell'approvazione conto consuntivo,
prelevando le somme dall'avanzo di amministrazione indisponibile di cui all'art. 12, comma 2;
DECRETA
di autorizzare il Settore Bilancio e Rendiconto dell’Area Economico Finanziaria ad apportare lo
storno della quota di avanzo disponibile come deliberato dal C.d.A. per l’importo di euro
223.349,75, come riportato nella seguente tabella:
SPESA
Voce di Bilancio
Fondo di riserva per avanzo di amministrazione
"disponibile" dell'Amm. Centrale
R4DA00SRIC0002 Quota per ricerca di Ateneo - D.R. 2572/2010
TOTALE
5300000000DA00
Storno |
Reiscizione
Stanziamento
Stanziamento
definitivo
€ 5.250.486,47
-€
223.349,75
€ 5.027.136,72
€ 107.625,97
€ 5.358.112,44
€
€
223.349,75
-
€ 330.975,72
€ 5.358.112,44
Il presente decreto sarà sottoposto a ratifica nella prima seduta utile del Consiglio di
Amministrazione.
IL DIRETTORE GENERALE
f.to Dott. Antonio Valenti
Vista
Decreto n. 2166/2014
IL DIRETTORE GENERALE
la delibera del Consiglio di Amministrazione del 19/12/2013, punto 9 dell'o.d.g.,
relativa all’approvazione del bilancio unico di previsione d'Ateneo per l'E.F. 2014;
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
19
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Vista
la proposta del Centro Interuniversitario di Dinamica Strutturale Teorica e
Sperimentale (C.I.Di.S.) di reiscrizione dell’avanzo indisponibile, giusto Decreto
n. 1 del 16.5.2014;
Considerato
conseguentemente che è necessario ed urgente reiscrivere nel bilancio unico
d’Ateneo l'avanzo indisponibile e la successiva allocazione delle risorse
finalizzate nelle rispettive voci di competenza; rendere disponibili i fondi
necessari al proseguimento delle attività istituzionali del Centro Interuniversiario;
Visto
l’art. 21, comma 8, del Regolamento per l’amministrazione, la finanza e la
contabilità dell’Università degli Studi di Palermo che prevede: “Gli stanziamenti
relativi a spese in conto capitale, a spese specificatamente finalizzate, ivi
comprese quelle per le prestazioni a pagamento di cui all'art. 76, nonché gli
stanziamenti di volta in volta individuati dal Direttore Generale, coadiuvato dal
Dirigente dell'Area Economico-Finanziaria, non impegnati al termine
dell'esercizio, sono reiscritti, in aggiunta ai rispettivi stanziamenti della
competenza nel bilancio del successivo esercizio. Detti stanziamenti sono posti
in evidenza in calce alla situazione finanziaria presunta ed a quella
amministrativa e sono utilizzati anche prima dell'approvazione conto consuntivo,
prelevando le somme dall'avanzo di amministrazione indisponibile di cui all'art.
12, comma 2”;
DECRETA
di autorizzare il Settore Bilancio e Rendiconto dell’Area Economico Finanziaria ad apportare lo
storno per reiscrizione dell’avanzo indisponibile del Centro Interuniversitario di Dinamica
Strutturale Teorica e Sperimentale (C.I.Di.S.) U01+, come riportato nella seguente tabella:
SPESA
Stanziamento
Voce di spesa
Stanziamento Storno | reiscrizione
definitivo
5300010002DA00
Fondo di riserva
indisponibile
€ 28.462.462,80
€ 123.108,00
€ 28.339.354,80
Variazione in +/-
Stanziamento
definitivo
-
Voce di Bilancio
Uscita
Stanziamento
270000U01+0001
0
€ 1.056,83
€ 1.056,83
270000U01+0002
0
€ 4.715,01
€ 4.715,01
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
20
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
270000U01+0003
0
€ 4.342,50
€ 4.342,50
270001U01+0000
0
€ 946,75
€ 946,75
270002U01+0000
0
€ 101.533,07
€ 101.533,07
270003U01+0000
0
€ 10.513,84
€ 10.513,84
0
€ 123.108,00
€ 123.108,00
Totale
Il presente decreto sarà sottoposto a ratifica nella prima seduta utile del Consiglio di
Amministrazione.
Il Responsabile Amministrativo
f.to D.ssa Alessandra Gagliano Candela
Il Direttore del CIDiS
f.to Prof. Ing. Mario Di Paola
IL DIRETTORE GENERALE
f.to Dott. Antonio Valenti
Decreto n. 2329/2014
IL DIRETTORE GENERALE
Vista la delibera del Consiglio di Amministrazione del 19/12/2013, punto 9 dell'o.d.g., relativa
all’approvazione del bilancio unico di previsione d'Ateneo per l'E.F. 2014;
Vista la delibera del Consiglio di Amministrazione del 27/05/2014, punto 14 dell'o.d.g., relativa
all’approvazione del Conto Consuntivo Unico d'Ateneo per l'E.F. 2013;
Vista la richiesta del Dirigente dell’Area Patrimoniale e Negoziale prot.n. 16289 del 04.03.2014
con oggetto “Avanzo di amministrazione indisponibile – riscontro a nota prot.n.6780 del
29/01/2014” con la quale chiedono lo storno di euro 45.205.207,42 alla voce 62MUT.POL.0001
“Gestione della somma erogata dalla Ministeriale CC DD PP per il mutuo riguardante il
"POLICLINICO"”, di cui quota parte di euro 17.360.472.26 sono stati già reiscritti con DDG
n.822/2014 del 6.03.2014, resta da stornare la differenza di euro 27.844.735,16 alla voce
62MUT.POL.0001 “Gestione della somma erogata dalla Ministeriale CC DD PP per il mutuo
riguardante il "POLICLINICO"”.
Vista la richiesta del Responsabile Amministrativo del Dipartimento D20+ “Dems” del 4.02.2014
pervenuta via email, con la quale chiede la reiscrizione dell’avanzo indisponibile delle voci di
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
21
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
pertinenza dell’ex Facoltà di Scienze Politiche per un importo complessivo di euro 15.462,50 sulle
relative voci comunicate.
Vista la richiesta del Direttore del Dipartimento D17+ “Dip. di Scienze Giuridiche, della società e
dello Sport” prot.n.1898 del 8.05.2014, con la quale chiede l’assegnazione alla voce
R4D17+P4RFAUTO della somma di euro 10.000,00 erroneamente confluita nell’avanzo
dell’amministrazione.
Tenuto conto dell’errato impegno n.18024 del 20.11.2013 assunto dal Dipartimento D03+ sul
Fondo di Riserva per l’importo di euro 27.267,41 relativo al Potenziamento “DOTTORATO IN
FISIOPATOL. NEUROSENSORIALE” e, pertanto, cancellato.
Considerato che la di cui sopra disponibilità a seguito di cancellazione andava correttamente
stornata sulla voce 910002D03+DR08 con la descrizione Potenziamento “DOTTORATO IN
FISIOPATOL. NEUROSENSORIALE”, per consentire l’utilizzo delle relative somme finalizzate.
Considerato, conseguentemente, che è necessario ed urgente reiscrivere nel bilancio unico
l'avanzo indisponibile e la successiva allocazione delle risorse finalizzate nelle rispettive voci di
competenza; per rendere disponibili i fondi necessari al proseguimento delle attività istituzionali dei
Dipartimenti; per consentire la spendibilità dei fondi finalizzati e la relativa rendicontazione entro i
termini di scadenza dei progetti, evitando, altresì la restituzione di somme per mancata
rendicontazione o ancor più grave per il non raggiungimento delle finalità progettuali con la
restituzione dell’intero finanziamento;
Visto l’art. 21, comma 8, del Regolamento per l’amministrazione, la finanza e la contabilità
dell’Università degli Studi di Palermo che prevede: “Gli stanziamenti relativi a spese in conto
capitale, a spese specificatamente finalizzate, ivi comprese quelle per le prestazioni a pagamento
di cui all'art. 76, nonché gli stanziamenti di volta in volta individuati dal Direttore Generale,
coadiuvato dal Dirigente dell'Area Economico-Finanziari, non impegnati al termine dell'esercizio,
sono reiscritti, in aggiunta ai rispettivi stanziamenti della competenza nel bilancio del successivo
esercizio. Detti stanziamenti sono posti in evidenza in calce alla situazione finanziaria presunta ed
a quella amministrativa e sono utilizzati anche prima dell'approvazione conto consuntivo,
prelevando le somme dall'avanzo di amministrazione indisponibile di cui all'art. 12, comma 2;
DECRETA
di autorizzare il Settore Bilancio e Rendiconto dell’Area Economico Finanziaria ad apportare lo
storno della quota di avanzo indisponibile come deliberato dal C.d.A. per l’importo di euro
27.897.465,07, come riportato nella seguente tabella:
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
22
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
SPESA
Stanziamento
Storno | Reiscizione
FONDO DI RISERVA INDISPONIBILE
Gestione della somma erogata dalla Ministeriale
CC DD PP per il mutuo riguardante il
"POLICLINICO"
Viaggi studenti Facolt? di Scienze Politiche S08+
FAC. DI SC. POLITICHE - PROG. INTERNAZ. BANDO CORI 2009/2010 - AZ. A3 -.PROF.SSA
JACQUELINE LILLO' - S08+
€ 28.462.462,80
-€ 27.897.465,07
Stanziamento
definitivo
€ 564.997,73
€ 17.360.472,26
€ 27.844.735,16
€ 45.205.207,42
€ 0,00
€ 7.062,50
€ 7.062,50
€ 0,00
€ 950,00
€ 950,00
LM RELAZ. INTERNAZ. PER LA COOPERAZ.
ALLO SVILUPPO - PROF. J. LILLO'
€ 0,00
€ 2.800,00
€ 2.800,00
€ 0,00
€ 1.850,00
€ 1.850,00
€ 0,00
€ 2.800,00
€ 2.800,00
€ 12.868,00
€ 10.000,00
€ 22.868,00
€ 0,00
€ 27.267,41
€ 27.267,41
Voce di Bilancio
5300010002DA00
62MUT.POL.0001
3300020000S08+
R6S08+P4BT2010
R6S08+P4BT2012
R6S08+PY362011
R6S08+P64U2012
R4D17+P4RFAUTO
910002D03+DR08
FACOLTA' DI SCIENZE POLITICHE - BANDO
CORI 2011 AZ. D - PROF. S. CASABONA S08+
FAC. SC. POLITICHE - LM MODELLI DI
DINAMICA - PROF. A. BELLAVISTA
CONV. ARS RIVISTA NUOVE AUTONOMIE PROF. M. IMMORDINO
BioNec - POTENZIAMENTO DOTTORATO IN
FISIOPATOL. NEUROSENSORIALE
€ 45.835.803,06
TOTALE
-€
0,00
€ 45.835.803,06
Il presente decreto sarà sottoposto a ratifica nella prima seduta utile del Consiglio di
Amministrazione.
IL DIRETTORE GENERALE
f.to Dott. Antonio Valenti
Il Responsabile del procedimento
f.to Dott. Valerio Castiglia
Il Dirigente
f.to Dott.ssa Giuseppa La Tona
Il Consiglio di Amministrazione
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Visto il parere della Commissione Bilancio, Edilizia e Patrimonio, Rapporti con l’A.O.U.P.;
Visto il parere del Collegio dei Revisori dei conti;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
11. Parere su proposta di modifica Codice Etico
L’ argomento non è trattato in questa seduta
13. Esame del Regolamento chiamate di cui agli artt. 18 e 24 della L. 240/2010
L’ argomento non è trattato in questa seduta
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
23
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
17. Storno della somma di € 3.000.00 a favore della voce di bilancio R6D09+P5192008velacup1001- Coordinatore Prof. Antonio Mancuso
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Il CdA con deliberazione n. 37 dell’08/10/2013 ha approvato il Protocollo d’Intesa per l’istituzione di
un partenariato tra Università Italiane ed Estere e l’Associazione 1001 VELACUP, finalizzato ad
attività di ricerca, sperimentazione e divulgazione nel campo della nautica e ha disposto di far
gravare gli eventuali oneri conseguenti, non superiori ad euro 3.000,00, sulla voce di bilancio
“2.1.0002.0001.DA00- Spese per quote associative e contributi agli enti partecipati a carico
dell’Amministrazione Centrale”.
Con nota Prot. 77701 del 4/11/2013 l’Ufficio Affari Legali Negoziali-Patrimoniali ha rappresentato la
non attinenza della voce di bilancio suddetta e la necessità di individuare una voce di spesa
pertinente sulla quale far gravare gli oneri derivanti dall’accordo.
Con Decreto Rettorale 1355 prot. 26057 del 9/04/2014, ratificato dal C.d.A con deliberazione n. 40
del 13/05/2014, è stata individuata la voce si spesa “R4DA00SRIC0001 -Quota per interventi a
sostegno della ricerca e del funzionamento di Ateneo” ed autorizzato l’assunzione dell’impegno di
spesa.
L’Area Economico Finanziaria ha assunto l’impegno n. 4260 del 28/04/2014 di €.3.000,00 sulla
voce di spesa R4DA00SRIC0001, a seguito della disposizione n. 368 del 24/04/2014 dell’Area
Ricerca e Sviluppo;
Il Prof. Antonio Mancuso, nominato coordinatore degli Atenei che hanno sottoscritto il Protocollo
d’intesa, avendo la necessità che l’intera somma destinata alle spese del progetto sia posta in
un’unica voce di bilancio in cui allocare anche le risorse provenienti dagli altri atenei aderenti (Pisa,
Padova, La Spezia) ha avanzato richiesta di storno della somma di € 3.000,00 sulla voce
“R6D09+P5192008 – Progetto Mille ed una vela- Prof. A. Mancuso” attribuita al del Dipartimento di
Ingegneria Chimica, Gestionale, Informatica, Meccanica;
Poiché per effettuare lo storno richiesto è necessario procedere preventivamente alla cancellazione
dell’impegno n. 4260 del 28/04/2014, di € 3.000,00 , l’Area Ricerca e Sviluppo ha disposto la
cancellazione dell’impegno suddetto con disposizione n, 474 del 20/05/2014;
Si chiede pertanto a codesto Consiglio di autorizzare lo storno di €.3.000,00 dalla voce
R4DA00SRIC0001 “Quota per interventi a sostegno della ricerca e del funzionamento di Ateneo” a
favore della voce “R6D09+P5192008 – Progetto Mille ed una vela- Prof. A. Mancuso” ;
Tutto ciò premesso, si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
Di autorizzare l’Area Economico-Finanziaria ad effettuare lo storno della somma di € 3.000,00
dalla voce R4DA00SRIC0001 “Quota per interventi a sostegno della ricerca e del funzionamento di
Ateneo” alla voce “R6D09+P5192008 – Progetto Mille ed una vela- Prof. A. Mancuso”.
R4DA00SRIC0001
Quota per interventi a
sostegno della ricerca e del
funzionamento di Ateneo”
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
-3.000,00
24
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
R6D09+P5192008
Progetto Mille ed una velaProf. A. Mancuso
Il Responsabile del procedimento
F.to Dott.ssa Maria Barbera
+3.000,00
Il Dirigente
F.to Ing. Gandolfo Gallina
Il Consiglio di Amministrazione
Vista la delibera del C.d.A n. 40 del 13/05/2014 citata in premessa;
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Sentita la relazione del Presidente della Commissione della Commissione Bilancio, Edilizia e
Patrimonio, Rapporti con l’AOUP;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
19. Storno dalla voce di spesa 26000200000000 “Acquisto pubblicazioni, riviste e giornali
per servizi generali” per contributo a favore del Dipartimento di Culture e Società
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Vista la nota prot. n. 38724 del 03/06/2014 con la quale il Magnifico Rettore concede un
contributo di Euro 700,00, a seguito della richiesta da parte del Prof. Andrea Cozzo del
12/05/2014 prot. n. 603, al Dipartimento di Culture e Società per l’acquisto di n. 100 copie del
volume “Stranieri, Figure dell’alterità nella Grecia antica, individuando la voce di spesa
26000200000000 “Acquisto pubblicazioni, riviste e giornali per servizi generali” per contributo” da
cui stornare la somma per renderla disponibile alla struttura;
Vista la nota prot. n. 39244 del 05/06/2014 con la quale il Dirigente dell’Area Patrimoniale e
Negoziale chiede di effettuare lo storno di € 700,00 dalla voce di spesa. 26000200000000
“Acquisto pubblicazioni, riviste e giornali per servizi generali” alla voce di spesa
2.6.0002.0000.D02+ “Acquisto pubblicazioni, riviste e giornali per servizi generali - D02+” a favore
del Dipartimento di Culture e Società;
Considerato che il suddetto contributo a favore del Dipartimento di Culture e Società non può
essere utilizzato per scopi diversi da quelli per cui è concesso;
Vista la disponibilità della voce di spesa. 26000200000000 “Acquisto pubblicazioni, riviste e
giornali per servizi generali”;
Vista la delibera del Consiglio di Amministrazione del 19/12/2013 punto 9 odg relativa
all’approvazione del bilancio unico di previsione E.F. 2014;
Visto l’art. 14 c. 2 del Regolamento per l’amministrazione, la finanza e la contabilità dell’Università
degli Studi di Palermo, emanato dal Rettore con Decreto n. 285 del 07/02/2013;
Pertanto si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
25
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Di autorizzare il Settore Bilancio e Rendiconto dell’Area Economico Finanziaria ad effettuare lo
Storno di € 700,00, descritto in premessa, nel bilancio unico di previsione esercizio finanziario
2014, variando gli stanziamenti delle spese nelle seguenti voci:
VARIAZIONI
SPESA
Voce di Bilancio
Stanziamento
Storno
Stanziam. Definitivo
2.6.0002.0000.0000
16.435,00
-700,00
15.735,00
Voce di Bilancio
Stanziamento
Impinguamento
Stanziam. Definitivo
2.6.0002.0000.D02+
0,00
700,00
700,00
Il Responsabile del procedimento
F.to dott.ssa Gaetana Giuliana
Il Dirigente
F.to dott.ssa Giuseppa La Tona
Il Consiglio di Amministrazione
Visto il parere del Collegio dei Revisori dei conti,
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Sentita la relazione del Presidente della Commissione Bilancio, Edilizia e Patrimonio, rapporti con
l’AOUP;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
20. Storno dalla voce di spesa 26000200000000 “Acquisto pubblicazioni, riviste e giornali
per servizi generali” per contributo a favore del Dipartimento di Scienze Psicologiche
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Vista la nota prot. n. 40114 del 09/06/2014 con la quale il Magnifico Rettore concede un
contributo di Euro 500,00, a seguito della richiesta da parte del Prof. Stefano Boca del 04/06/2014
prot. n. 585, al Dipartimento di Scienze Psicologiche, Pedagogiche e della Formazione per
l’acquisto di copie del volume “Educare la comunità”, individuando la voce di spesa
26000200000000 “Acquisto pubblicazioni, riviste e giornali per servizi generali” da cui stornare la
somma per renderla disponibile alla struttura;
Vista la nota prot. n. 40405 del 09/06/2014 con la quale il Dirigente dell’Area Patrimoniale e
Negoziale chiede di effettuare lo storno di € 500,00 dalla voce di spesa. 26000200000000
“Acquisto pubblicazioni, riviste e giornali per servizi generali” alla voce di spesa 2600020000D12+
“Acquisto pubblicazioni, riviste e giornali per servizi generali”- D12+” a favore del Dipartimento di
Scienze Psicologiche, Pedagogiche e della Formazione;
Considerato che il suddetto contributo a favore del Dipartimento di Scienze Psicologiche,
Pedagogiche e della Formazione non può essere utilizzato per scopi diversi da quelli per cui è
concesso;
Vista la disponibilità della voce di spesa. 26000200000000 “Acquisto pubblicazioni, riviste e
giornali per servizi generali”;
Vista la delibera del Consiglio di Amministrazione del 19/12/2013 punto 9 odg relativa
all’approvazione del bilancio unico di previsione E.F. 2014;
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
26
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Visto l’art. 14 c. 2 del Regolamento per l’amministrazione, la finanza e la contabilità dell’Università
degli Studi di Palermo, emanato dal Rettore con Decreto n. 285 del 07/02/2013;
Pertanto si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
Di autorizzare il Settore Bilancio e Rendiconto dell’Area Economico Finanziaria ad effettuare lo
Storno di € 500,00, descritto in premessa, nel bilancio unico di previsione esercizio finanziario
2014, variando gli stanziamenti delle spese nelle seguenti voci:
VARIAZIONI
SPESA
Voce di Bilancio
Stanziamento
Storno
Stanziam. Definitivo
2.6.0002.0000.0000
16.435,00
-500,00
15.935,00
Voce di Bilancio
Stanziamento
Impinguamento
Stanziam. Definitivo
2.6.0002.0000.D12+
0,00
500,00
500,00
Il Responsabile del procedimento
F.to dott.ssa Gaetana Giuliana
Il Dirigente
F.to dott.ssa Giuseppa La Tona
Il Consiglio di Amministrazione
Visto il parere del Collegio dei Revisori dei conti,
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Sentita la relazione del Presidente della Commissione Bilancio, Edilizia e Patrimonio, rapporti con
l’AOUP;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
21. Storno dalla voce di spesa 26000400000000 “Stampe e pubblicazioni” per contributo a
favore del Dipartimento di Culture e Società
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Vista la nota prot. n. 40070 del 09/06/2014 con la quale il Magnifico Rettore concede un
contributo di Euro 700,00, a seguito della richiesta da parte della Prof.ssa Rosa Maria Carra del
27/05/2014 prot. n. 688, al Dipartimento di Culture e Società per stampa di “Quaderni digitali di
archeologia postclassica”, individuando la voce di spesa 26000400000000 “Stampe e
pubblicazioni” per contributo” da cui stornare la somma per renderla disponibile alla struttura;
Vista la nota prot. n. 40396 del 09/06/2014 con la quale il Dirigente dell’Area Patrimoniale e
Negoziale chiede di effettuare lo storno di € 700,00 dalla voce di spesa. 26000400000000 “Stampe
e pubblicazioni” alla voce di spesa 2.6.0004.0000.D02+ “Stampe e pubblicazioni - D02+” a favore
del Dipartimento di Culture e Società;
Considerato che il suddetto contributo a favore del Dipartimento di Culture e Società non può
essere utilizzato per scopi diversi da quelli per cui è concesso;
Vista la disponibilità della voce di spesa. 26000400000000 “Stampe e pubblicazioni”;
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
27
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Vista la delibera del Consiglio di Amministrazione del 19/12/2013 punto 9 odg relativa
all’approvazione del bilancio unico di previsione E.F. 2014;
Visto l’art. 14 c. 2 del Regolamento per l’amministrazione, la finanza e la contabilità dell’Università
degli Studi di Palermo, emanato dal Rettore con Decreto n. 285 del 07/02/2013;
Pertanto si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
Di autorizzare il Settore Bilancio e Rendiconto dell’Area Economico Finanziaria ad effettuare lo
Storno di € 700,00, descritto in premessa, nel bilancio unico di previsione esercizio finanziario
2014, variando gli stanziamenti delle spese nelle seguenti voci:
VARIAZIONI
SPESA
Voce di Bilancio
Stanziamento
Storno
Stanziam. Definitivo
2.6.0004.0000.0000
4.050,00
-700,00
3.350,00
Voce di Bilancio
Stanziamento
Impinguamento
Stanziam. Definitivo
2.6.0004.0000.D02+
1.500,00
700,00
2.200,00
Il Responsabile del procedimento
F.to dott.ssaGaetana Giuliana
Il Dirigente
F.to dott.ssa Giuseppa La Tona
Il Consiglio di Amministrazione
Visto il parere del Collegio dei Revisori dei conti,
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Sentita la relazione del Presidente della Commissione Bilancio, Edilizia e Patrimonio, rapporti con
l’AOUP;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
22. Variazioni per maggiori entrate e corrispettive maggiori spese al bilancio di previsione
E.F. 2014
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Vista la delibera del Consiglio di Amministrazione del 19/12/2013 punto 9 odg relativa
all’approvazione del bilancio unico di previsione e.f. 2014;
Tenuto conto che si sono verificate delle maggiori entrate rispetto alla previsione del bilancio
unico E.F.2014;
Viste le reversali di incasso della voce entrata 2.3.1.2.0010 “Trasferimenti vari da Enti Pubblici”: n.
2747 e n. 3542 per un totale di Euro 12.367,30 relative al trasferimento da parte dell’Azienda
Ospedali Riuniti del compenso ed indennità accessorie, periodo gennaio/marzo 2014 a favore del
dott. Battaglia Salvatore, del prof. Scichilone Nicola e della prof.ssa Bonsignore M. Rosaria;
Considerato che la somma introitata di Euro 12.367,30 troverà allocazione nella voce di spesa
1.1.0002.0011.0001 denominata “Compensi accessori per docenti, ricercatori e T.A. ”;
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
28
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Vista la reversale d’incasso n. 3409 della voce entrata 1.1.2.T.0001 “Corsi di laurea con modalità
in teledidattica - Consorzio Nettuno” di Euro 600,00 relative all’incasso di contributi di iscrizione ai
corsi di laurea con modalità di teledidattica periodo gennaio – febbraio 2014;
Considerato che la somma introitata di Euro 600,00 troverà allocazione nella voce di spesa
D.2.0002.P0GQ.D10+ “Spese per laboratori e biblioteca altri costi - Prof. G.La Loggia per
Nettuno”;
Vista la reversale d’incasso n. 3739 della voce entrata 2.3.3.5.0000 “" Trasferimenti da altre
Università " di Euro 500,00, relativa al trasferimento dall’Università di Catania per la realizzazione
dei moduli formativi di Marketing e legislazione turistica nell’ambito del progetto LLP Leonardo
Fotug III;
Considerato che la somma introitata di Euro 500,00 troverà allocazione nella voce di spesa
3.3.0004.0007.0000 “Progetto di mobilita internazionale LLP Leonardo "Mobilita' Leonardo da Vinci
";
Vista la reversale d’incasso n. 3453 della voce entrata 3.1.1.0.0000 “Recupero e rimborsi per
introiti di fondi vari” di Euro 340,00, relativa alla restituzione di somme non dovute dagli studenti
Maniscalco e Cuccia ;
Considerato che la somma introitata di Euro 340,00 troverà allocazione nella voce di spesa
5.1.0001.0000.0000 “Rimborsi tasse e contributi agli studenti”;
Vista la reversale d’incasso n. 3613 della voce entrata 3.1.1.0.0000 “Recupero e rimborsi per
introiti di fondi vari” di Euro 2.258,00, relativa al versamento da parte dell’Istituto I.P.A.B. per
rimborso del 50% delle spese di registrazione della proroga del contratto di locazione del
22/11/2007 Albergo delle Povere;
Considerato che la somma introitata di Euro 2.258,00 troverà allocazione nella voce di spesa
2.5.0001.0002.0001 “Spese condominiali per le locazioni per la didattica”;
Vista la reversale d’incasso n. 3733 della voce entrata 3.1.1.0.0000 “Recupero e rimborsi per
introiti di fondi vari” di Euro 1.000,00, relativa al rimborso a favore del dr. Giulio Mercurio in quanto
il debito è stato estinto;
Considerato che la somma introitata di Euro 1.00,00 troverà allocazione nella voce di spesa
5.2.0001.0000.0000 “Oneri derivanti da contenziosi giudiziali”;
Totale variazione per maggiore entrata voce 3.1.1.0.0000 “Recuperi e rimborsi per introiti di
fondi vari”: Euro 3.598,00;
Viste le reversali di incasso della voce entrata 2.3.2.0.DA00 “Trasferimenti correnti da soggetti
privati”: n. 2453, n. 2454, n. 2455, n. 2665, n. 3480, n. 3624 per un totale di Euro 4.350,00 relative
al versamento da
parte La Bose Products BV, Puleo Marianna, ICI e Sciortino SNC ,Agilent Technologies, A.R.
IMPIANTI SRL ed AUTOSOFT di somme per registrazione di contratti;
Considerato che la somma introitata di Euro 4.350,00 troverà allocazione nella voce di spesa
4.2.0001.0000.0000 denominata “Imposte ”;
Viste le risultanze contabili ed i riscontri nelle voci di entrata e di spesa del Bilancio Unico di
previsione dell’esercizio finanziario 2014;
Tenuto conto che per dar corso all’utilizzazione dei finanziamenti introitati, occorre variare gli
stanziamenti iscritti nella previsione dell’esercizio finanziario corrente per le voci di bilancio
suindicate sia nelle entrate che nelle spese;
Visto l’art.14 punto 1 del Regolamento per l’amministrazione, la finanza e la contabilità
dell’Università degli Studi di Palermo, emanato dal Rettore con Decreto n. 285 del 07/02/2013;
Pertanto si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
29
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Di autorizzare il Settore Bilancio e Rendiconto dell’Area Economico Finanziaria ad apportare le
variazioni per maggiore entrata e maggiore spesa, descritte in premessa, nel bilancio unico di
previsione del corrente esercizio finanziario 2014, variando gli stanziamenti sia nell’entrata che
nella spesa per la somma complessiva di Euro 21.415,30 nelle seguenti voci:
VARIAZIONI
ENTRATA
Voce di Bilancio
23120010
112T0001
23350000
31100000
2320DA00
TOTALE
Stanziamento
11.222,73
900,00
0,00
142.595,15
78.000,00
Variazioni in +
12.367,30
600,00
500,00
3.598,00
4.350,00
21.415,30
Stanziam. Definitivo
23.590,03
1.500,00
500,00
146.193,15
82.350,00
USCITA
Voce di Bilancio
Stanziamento
11.222,73
15.352,34
0,00
Variazioni in +
12.367,30
600,00
500,00
Stanziam. Definitivo
23.590,03
15.952,34
500,00
5.1.0001.0000.0000
2.5.0001.0002.0001
5.2.0001.0000.0000
TOTALE
350.000,00
80.000,00
400.000,00
340,00
2.258,00
1.000,00
3.598,00
350.340,00
82.258,00
401.000,00
4.2.0001.0000.0000
TOTALE
220.000,00
4.350,00
21.415,30
224.350,00
1.1.0002.0011.0001
D20002P0GQD10+
3.3.0004.0007.0000
Il Responsabile del procedimento
F.to dott.ssaGaetana Giuliana
Il Dirigente
F.to dott.ssa Giuseppa La Tona
Il Consiglio di Amministrazione
Visto il parere del Collegio dei Revisori dei conti,
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Sentita la relazione del Presidente della Commissione Bilancio, Edilizia e Patrimonio, rapporti con
l’AOUP;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
23. Variazione per maggiore entrata e maggiore spesa – Progetto “ALADIN”
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
30
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Premesso che con delibera del C.d.A n. 4 del 20/05/2014, è stato approvato il Progetto “ALADIN” PO FESR Regione Siciliana 2007/2013 – ASSE 4 linea d’intervento 4.1.1.1. – avviso DDG 4591
del 26/10/2011, ammesso a contributo con D.D.G. n. 569/3 del 14/03/2014 dell’Assessorato
Regionale delle Attività Produttive – Dipartimento Regionale delle Attività Produttive, per un
importo complessivo di € 2.243.777,03 a fronte di spese ammissibili pari ad € 3.346.004,39 di cui
quota assegnata all’Ateneo € 657.691,02 a fronte di spese ammissibili per € 772.280,00.
Considerato che il progetto è stato presentato dall’Ateneo di Palermo per il tramite del
Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale e Aerospaziale dei Materiali (DICAM) in partenariato
con i seguenti soggetti:




SERING SRL (capofila);
Hydro Engineering degli Ingegneri Damiano e Mariano Galbo;
ENGINEERING – INGEGNERIA INFORMATICA SPA;
Università degli Studi di Enna “KORE”.
Visto che finanziamento assegnato all’Ateneo sarà gestito presso il Dipartimento di Ingegneria
Civile, Ambientale e Aerospaziale dei Materiali (DICAM), sotto la responsabilità scientifica del
Prof. Goffredo La Loggia;
Viste le “Linee guida per la gestione contabile dei progetti di ricerca” a firma del Rettore e del
Direttore Generale, prot. 36184 del 15/05/2013, le quali prevedono che al momento
dell’approvazione del finanziamento di un progetto di ricerca di cui l’Amministrazione è venuta a
conoscenza, lo stesso deve essere iscritto in bilancio di norma nella sua interezza per poter
consentite il raggiungimento degli obiettivi previsti secondo la tempistica progettuale;
Considerato che le Linee guida prevedono, altresì, che per i progetti di ricerca di importo superiore
ad euro 100.000,00 occorre allegare alla proposta di variazione una previsione temporale dei
pagamenti relativi alle tipologie di spesa previste dal piano finanziario che deve essere formulata
dal Responsabile scientifico del progetto;
Vista la nota prot. n. 40091 del 09/06/2014 con la quale il Dirigente dell’Area Ricerca e Sviluppo
chiede la variazione di bilancio per € 657.691,02 pari al 100% del finanziamento assegnato
all’Ateneo, relativo al progetto ““ALADIN” - PO FESR Regione Siciliana 2007/2013 – ASSE 4
linea d’intervento 4.1.1.1. Considerato che occorre effettuare la variazione in aumento nella voce
di entrata 1.2.5.7.0003 “Contratti e convenzioni con la Regione Siciliana - FSE - P.O.
Convergenza 2007/2013 - P.O. FESR Regione Siciliana 2007/2013 - Linea intervento 4.1.1.1” per
€ 657.691,02 ai fini dello svolgimento delle attività progettuali come indicato nel piano finanziario;
Tenuto conto che in applicazione del Regolamento per la gestione delle risorse derivanti dai
progetti finanziati da programmi internazionali, comunitari, nazionali e regionali, l’Ateneo dovrà
trattenere dal contributo da iscrivere in bilancio, la quota proporzionale di risorse spettante, pari
ad € 63.302,26, di cui al piano finanziario di ripartizione delle quote debitamente sottoscritto;
Visto che le quote da trattenere sul finanziamento del progetto ammontano complessivamente ad
€ 63.302,26, le stesse saranno ripartite nelle seguenti voci di spesa:
- R4DA00SRIC0001 “Quota per interventi a sostegno della ricerca e del funzionamento di AteneoD.R. 2572/2010” per € 28.134,34;
- R4DA00SRIC0002 “Quota per ricerca di Ateneo – D.R. 2572/2010” per € 28.134,34;
- R4DA00SRIC0003 “Quota di incentivazione al personale T.A. su progetti – D.R. 2572/2010” per
€ 7.033,58;
Considerato che parte della somma (€ 594.388,76) sarà gestita dal Dipartimento di Ingegneria
Civile, Ambientale e Aerospaziale dei Materiali (DICAM) la stessa sarà allocata nelle voci di
spesa:
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
31
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
R.4.D10+.P0GQ.RI39 “P.O. FESR Regione Siciliana 2007/2013 - Linea intervento 4.1.1.1
progetto "ALADIN" R.S. Prof. G. La Loggia - Ricerca Industriale (CUP: G71I14000000007)” per
Euro 428.933,26;
R.4.D10+.P0GQRF39 “P.O. FESR Regione Siciliana 2007/2013 - Linea intervento 4.1.1.1 progetto
"ALADIN" R.S. Prof. G. La Loggia - Ricerca Fondamentale (CUP: G71I14000000007)” per Euro
158.421,92;
R.4.D10+.SRIC0001 “Quote su finanziamenti vari per potenziamento della Ricerca, gestite dal
Dipartimento (quota autofinanziamento 10%)” per Euro 7.033,58;
Visto che il responsabile scientifico del progetto ha predisposto il cronoprogramma delle spese;
Considerato che al momento della presente proposta di delibera al Consiglio di Amministrazione
non è stato incassato alcun importo relativo al Progetto in oggetto;
Tenuto conto che per lo svolgimento delle attività progettuali e delle modalità di erogazione del
finanziamento, occorre provvedere all’iscrizione nel bilancio dell’Ateneo per l’e.f. 2014 del 100%
del contributo assegnato;
Vista la delibera del Consiglio di Amministrazione del 19/12/2013 punto 9 odg relativa
all’approvazione del bilancio unico di previsione E.F. 2014;
Visto l’art.14 punto 1 del Regolamento per l’amministrazione, la finanza e la contabilità
dell’Università degli Studi di Palermo, emanato dal Rettore con Decreto n. 285 del 07/02/2013;
Pertanto si propone che il Consiglio di Amministrazione.
DELIBERI
Di autorizzare il Settore Bilancio e Rendiconto dell’Area Economico Finanziaria ad apportare le
variazioni per maggiore entrata e maggiore spesa, descritte in premessa, nel bilancio unico di
previsione esercizio finanziario 2014, variando gli stanziamenti sia nell’entrata che nella spesa per
la somma di Euro 657.691,02 nelle seguenti voci:
VARIAZIONI
ENTRATA
Voce di Bilancio
1.2.5.7.0003
Stanziamento
1.577.991,39
Variazioni in +
657.691,02
Stanziam. Definitivo
2.235.682,41
USCITA
Voce di Bilancio
R.4.D10+.P0GQ.RI39
R.4.D10+.P0GQRF39
R.4.D10+.SRIC.0001
R.4.DA00.SRIC.0001
R.4.DA00.SRIC.0002
R.4.DA00.SRIC.0003
Stanziamento
0,00
0,00
9.912,98
58.934,57
107.625,97
21.880,56
Tot.
Variazioni in +
428.933,26
158.421,92
7.033,58
28.134,34
28.134,34
7.033,58
657.691,02
Stanziam. Definitivo
428.933,26
158.421,92
16.946,56
87.068,91
135.760,31
28.914,14
Il Responsabile del procedimento
Il Dirigente
F.to dott.ssa Gaetana Giuliana
F.to dott.ssa Giuseppa La Tona
Il Consiglio di Amministrazione
Visto il parere del Collegio dei Revisori dei conti,
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
32
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Sentita la relazione del Presidente della Commissione Bilancio, Edilizia e Patrimonio, rapporti con
l’AOUP;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
25. Variazione per maggiori entrate e maggiori spese per Progetto “Sistema innovazione per
il monitoraggio…”
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Premesso che il capofila SEA Società Elettrica di Favignana spa, del progetto "Sistema
innovativo per la riduzione ed il monitoraggio in real-time delle emissioni della centrale elettrica ..."
R.S. Prof. G. Aiello - linea d’intervento 4.1.1.2. del P.O. F.E.S.R. 2007/2013 Regione Siciliana,
ammesso a contributo con D.D.G. n. 6032/3 del 22/12/2011 dell’Assessorato Regionale delle
Attività Produttive per € 41.561,23, ha trasferito all’Ateneo l’importo di € 20.780,61 a titolo di I
acconto pari al 50% del contributo complessivo concesso (€41.561,23), incassato nella voce di
bilancio 1.2.5.7.0004 “P.O. FESR Regione Siciliana 2007/2013 – Linea d’intervento 4.1.1.2” con
reversale n. 3395 E.F. 2012;
Vista la nota prot. n. 38775 del 04/06/2014 con la quale il Dirigente dell’Area Ricerca e Sviluppo
chiede la variazione di bilancio per € 12.468,37 , a titolo di secondo acconto pari al 30% del
contributo concesso, relativa al suddetto progetto ;
Tenuto conto che il capofila al progetto in oggetto SEA Società Elettrica di Favignana spa , ha
trasferito all’Ateneo l’importo di € 12.468,37 a titolo di II acconto pari al 30% del contributo
complessivo concesso (€41.561,23), incassato nella voce di bilancio 1.2.5.7.0004 “P.O. FESR
Regione Siciliana 2007/2013 – Linea d’intervento 4.1.1.2” con reversale n. 3726 E.F. 2014;
Visto che il finanziamento è gestito dal Dipartimento di Ingegneria Chimica, Gestionale,
Iinformatica, Meccanica quale referente in Ateneo per il progetto di cui è responsabile scientifico il
prof. Giuseppe Aiello;
Considerato che occorre effettuare la variazione in aumento nella voce di entrata 1.2.5.7.0004
“P.O. FESR Regione Siciliana 2007/2013-Linea intervento 4.1.1.2” per € 12.468,37 ;
Visto che parte della somma (€ 11.199,02) viene gestita dal Dipartimento di Ingegneria Chimica,
Gestionale, Iinformatica, Meccanica e che la stessa sarà allocata nella voce di spesa
R.4.D09+.P8KUSS14 “PO FESR Regione Siciliana 2007/2013 - Linea intervento 4.1.1.2 "Sistema
innovativo per la riduzione ed il monitoraggio in real-time delle emissioni della centrale elettrica ..."
R.S. Prof. G. Aiello - Sviluppo Sperimentale (CUP:G73F11000240004)”;
Tenuto conto che in applicazione del “Regolamento per la gestione delle risorse derivanti dai
progetti finanziati da programmi internazionali, comunitari, nazionali e regionali”, l’Ateneo dovrà
trattenere, dal contributo trasferito, la quota proporzionale spettante, pari ad € 1.269,35, di cui al
piano finanziario di ripartizione delle quote debitamente sottoscritto nelle seguenti voci di spesa:
- R4DA00SRIC0001 “Quota per interventi a sostegno della ricerca e del funzionamento di AteneoD.R. 2572/2010” per € 564,16;
- R4DA00SRIC0002 “Quota per ricerca di Ateneo – D.R. 2572/2010” per € 564,16;
- R4DA00SRIC0003 “Quota di incentivazione al personale T.A. su progetti – D.R. 2572/2010” per
€ 141,03;
Vista la delibera del Consiglio di Amministrazione del 19/12/2013 punto 9 odg relativa
all’approvazione del bilancio unico di previsione E.F. 2014;
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
33
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Visto l’art.14 punto 1 del Regolamento per l’amministrazione, la finanza e la contabilità
dell’Università degli Studi di Palermo, emanato dal Rettore con Decreto n. 285 del 07/02/2013;
Pertanto si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
Di autorizzare il Settore Bilancio e Rendiconto dell’Area Economico Finanziaria ad apportare le
variazioni per maggiore entrata e maggiore spesa, descritte in premessa, nel bilancio unico di
previsione del corrente esercizio finanziario 2014, variando gli stanziamenti sia nelle entrate che
nelle spese per Euro 12.468,37 nelle seguenti voci:
VARIAZIONI
ENTRATA
Voce di Bilancio
1.2.5.7.0004
Stanziamento
66.698,66
Variazioni in +
12.468,37
Stanziam. Definitivo
79.167,03
USCITA
Voce di Bilancio
R.4.D09+.P8KUSS14
R.4.DA00.SRIC.0001
R.4.DA00.SRIC.0002
R.4.DA00.SRIC.0003
Stanziamento
0,00
58.934,57
107.625,97
21.880,56
Tot.
Variazioni in +
11.199,02
564,16
564,16
141,03
12.468,37
Il Responsabile del procedimento
F.to dott.ssaGaetana Giuliana
Stanziam. Definitivo
11.199,02
59.498,73
108.190,13
22.021,59
Il Dirigente
F.to dott.ssa Giuseppa La Tona
Il Consiglio di Amministrazione
Visto il parere del Collegio dei Revisori dei conti,
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Sentita la relazione del Presidente della Commissione Bilancio Edilizia Patrimonio e rapporti con
AOUP;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante
26. Storno per acquisto materiale di consumo su attività conto terzi
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Vista la delibera del Consiglio di Amministrazione del 19.12.2013 relativa all’approvazione del
bilancio unico di previsione d'Ateneo per l'E.F. 2014;
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
34
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Visto il Decreto del Direttore del Dipartimento di Scienze per la Promozione della Salute e
Materno Infantile “Giuseppe D’Alessandro” n. 29 del 3.6.2014 Prot. n. 588 relativo alla
proposta di storno di € 50.211,47 dalla voce 270002D18+DPM9 – derivanti da attività
convenzionale con l’INAIL di Palermo, conclusasi nell’E.F. 2009 – ed al conseguente
impinguamento delle voci di spesa 270001D18+0004 e 270003D18+MLAV finalizzato
all’acquisto di materiale di consumo e per altre spese;
Visto l’art. 14 del Regolamento per l’amministrazione, la finanza e la contabilità dell’Università degli
Studi di Palermo, emanato dal Rettore con Decreto n. 285 del 7.2.2013;
Pertanto si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
di autorizzare il Settore Bilancio e Rendiconto dell’Area Economico Finanziaria ad operare lo
storno per € 50.211,47 dalla voce 270002D18+DPM9 ed il conseguente impinguamento delle voci
di spesa come riportato nel seguente prospetto:
SPESA
Voce di Bilancio
270002D18+DPM9
DIP. DI SC. PER LA
PROMOZ. DELLA
SALUTE - "
Monitoraggio
..Macozeb...aziende
vitivinicole siciliane"
Prof. Diego Picciotto
- D18+
270001D18+0004
Acquisto materiale
di consumo per
prestazioni c/terzi sezione Medicina
del Lavoro
270003D18+MLAV
Altre spese di
gestione per attività
commerciale -Sez.
Medicina del lavoro
- D18+
Stanziamento
Storno
Stanziamento definitivo
50.211,47
- 50.211,47
0
8.572,08
5.211,47
13.783,55
2.053,23
45.000,00
47.053,23
Il Responsabile del procedimento
f.to Maria Antonietta Rubino
Il Direttore
f.to Prof. Giovanni Corsello
Il Consiglio di Amministrazione
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Visto il parere della Commissione Bilancio, Edilizia e Patrimonio, Rapporti con l’A.O.U.P.;
Visto il parere del Collegio dei Revisori dei conti;
all’unanimità,
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
35
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
27. Storno per trasferimento somme al Centro Stampa di Ateneo
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Vista
la delibera del Consiglio di Amministrazione del 19/12/2013, punto 9 dell'o.d.g.,
relativa all’approvazione del bilancio unico di previsione d'Ateneo per l'E.F. 2014;
Visto
il Decreto del Direttore del Dipartimento Culture e società n. 40 del 12/05/2014 ,
relativo a storno;
Visto
l’art. 14 del Regolamento per l’amministrazione, la finanza e la contabilità
dell’Università degli Studi di Palermo, emanato dal Rettore con Decreto n. 285 del
07/02/2013;
Visto
il “Regolamento per l’accesso ai servizi del centro stampa di Ateneo” e considerato
che si deve procedere allo storno del corrispettivo per i servizi prestati dal Centro
Stampa di Ateneo al ns. Dipartimento;
Pertanto si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
di autorizzare il Settore Bilancio e Rendiconto dell’Area Economico Finanziaria ad operare gli
storni per € 89,88, € 519,22 e € 44,00 rispettivamente dalle voci R6D02+PQBT2010
D300020002D02+ e 2300070000SO50 alla voce 2300070000SO50 come riportato nel seguente
prospetto:
SPESA
Voce di Bilancio
R6D02+PQBT2010
Stanziamento
Storno
123.766,94
- 89,88
D300020002D02+
4.042,00
2300070000SO50
123.677,06
- 519,22
641,08
2200070000D02+
Stanziamento definitivo
-
25.000,00
Il Responsabile del procedimento
f.to Cinzia Cusumano
44,00
121,86
4.042,00
+ 653,10
25.653,10
Il Direttore
f.to Prof. Maria Concetta Di Natale
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
36
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Il Consiglio di Amministrazione
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Visto il parere della Commissione Bilancio, Edilizia e Patrimonio, Rapporti con l’A.O.U.P.;
Visto il parere del Collegio dei Revisori dei conti;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
28. Storno per forniture per accesso ai servizi al Centro Stampa di Ateneo per la stampa di
locandine, brochure, libretti e attestati di partecipazione in occasione del Convegno
Internazionale “Sguardi di genere e sapere sociologico tra le rotte del Mediterraneo”
che si terrà ad Agrigento il 29-30 maggio 2014
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
In occasione del convegno internazionale “Sguardi di genere e sapere sociologico fra le rotte del
Mediterraneo” organizzato nei giorni 29 e 30 maggio 2014 dalla prof.ssa I. Bartholini del CdS in
Servizio Sociale della sede di Agrigento, si è provveduto ad incaricare il Centro stampa di Ateneo
per la fornitura e la stampa di pieghevoli, locandine, libretti e attestati per il convegno come da
preventivo n. 14/quater del 21.05.2014.
Vista la delibera del Consiglio di Amministrazione del 19 dicembre 2013 relativa all’approvazione
del bilancio unico di previsione d'Ateneo per l'E.F. 2014;
Visto l’art. 14 del Regolamento per l’amministrazione, la finanza e la contabilità dell’Università degli
Studi di Palermo, emanato dal Rettore con Decreto n. 285 del 7 febbraio 2013;
Pertanto si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
Di autorizzare il Settore Bilancio e Rendiconto dell’Area Economico Finanziaria ad operare lo
storno per € 533,40 dalla voce D10003P02+0000 e il conseguente impinguamento della voce
2300070000SO50 per come riportato nel seguente prospetto:
SPESA
Voce di Bilancio
D10003P02+0000
2300070000SO50
Stanziamento
11088,88
25000
Il Responsabile Amministrativo
f.to Dott. Ettore Castorina
Storno
- 533,40
533,40
Stanziamento definitivo
10555,48
25533,40
Il Direttore
f.to Prof. Lucio Melazzo
Il Consiglio di Amministrazione
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Visto il parere della Commissione Bilancio, Edilizia e Patrimonio, Rapporti con l’A.O.U.P.;
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
37
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Visto il parere del Collegio dei Revisori dei conti;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
29. Storno e impinguamento voce per corrispettivo attività c/terzi prof. Marcello Traina
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
VISTA la delibera del Consiglio di Amministrazione del 19/12/2013 punto 9 dell'o.d.g., relativa
all’approvazione del bilancio unico di previsione d'Ateneo per l'E.F. 2014;
VISTA la delibera del Consiglio di Dipartimento di Scienze Giuridiche, della Società e dello Sport
del 08/04/2014, p. 14
CONSIDERATA la necessità di impinguare la voce di spesa “270001D17+0000 Ex DISMOTQuota conto terzi spettante al personale afferente presso i Dipartimenti in applicazione del
Regolamento D.R. n. 3930 del 2011 D17+” per procedere con la liquidazione del corrispettivo
c/terzi al Prof. Marcello Traina pari ad € 2.184,00;
VISTO l’art. 14 del Regolamento Amministrativo - Contabile dell’Università degli Studi di Palermo;
Pertanto si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
di autorizzare il Settore Bilancio e Rendiconto dell’Area Economico-Finanziaria ad apportare lo
storno di € 1.086,00, descritto in premessa, nel Bilancio Unico di previsione d'Ateneo, E.F. 2014, e
riportato nella seguente tabella:
Voce di Bilancio
270001D17+0000
Spese gestione
attività commerciale
270002D17+0001
Ex DISMOT-Quota
conto terzi spettante
al personale
afferente presso i
Dipartimenti in
applicazione del
Regolamento D,R,
n.3930 del 2011
D17+
Stanziamento
4.650,00
Storno
Stanziamento def.
- € 1.086,00
1.098,00
3564,00
2184,00
+ € 1.086,00
Il Responsabile del procedimento
f.to Rita Livecchi
Il Direttore
f.to Prof. Giuseppe Verde
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
38
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Il Consiglio di Amministrazione
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Visto il parere della Commissione Bilancio, Edilizia e Patrimonio, Rapporti con l’A.O.U.P.;
Visto il parere del Collegio dei Revisori dei conti;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
30. Storno per rimborso spese missioni su attività conto terzi
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Vista la delibera del Consiglio di Amministrazione del 19.12.2013 relativa all’approvazione del
bilancio unico di previsione d'Ateneo per l'E.F. 2014;
Visto il Decreto del Direttore del Dipartimento di Scienze per la Promozione della Salute e Matemo
Infantile "Giuseppe D'Alessandro" n. 27 del 27.5.2014 Prot. n. 563 relativo alla proposta di
stormo di € 5.834,28 dalle voci 270002D18+AGW3 e 270002D18+39Pl ed al conseguente
impinguamento della voce di spesa 270003018+0002 finalizzata al rimborso delle spese di
missioni che verranno effettuate dalla Prof.ssa Anna Giammanco, dal Dott. Bonura Celestino e
dalla Dr.ssa Teresa Fasciana;
Visto l’art. 14 del Regolamento per l’amministrazione, la finanza e la contabilità dell’Università degli
Studi di Palermo, emanato dal Rettore con Decreto n. 285 del 7.2.2013;
Pertanto si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
di autorizzare il Settore Bilancio e Rendiconto dell'Area Economico Finanziaria ad operare 10
stomo per € 5.834,28 dalle voci 270002D18+AGW3 e 270002D18+39Pl ed il conseguente
impinguamento della voce 270003D18+0002 come riportato nel seguente prospetto:
SPESA
Voce di Bilancio
270002D18+AGW3
270002D18+39P1
270003D18+0002
Stanziamento
3.834,28
6.006,00
377,00
Variazione in +
- 3834,28
- 2000,00
5834,28
Il Responsabile del procedimento
f.to Maria Antonietta Rubino
Stanziamento definitivo
0,00
4006,00
6211,28
Il Direttore
f.to Prof. Giovanni Corsello
Il Consiglio di Amministrazione
Visto il parere della Commissione Bilancio, Edilizia e Patrimonio, Rapporti con l’A.O.U.P.
Visto il parere del Collegio dei Revisori dei conti;
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
all’unanimità,
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
39
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
31. Storno per € 3.990,53 dalla D200010001S02+ “Spese per la biblioteca S02+ bilancio
D1003001S070 “ Spese di funzionamento ordinario per il sistema bibliotecario
dell’Ateneo” anno 2014
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Vista
la delibera del Consiglio di Amministrazione del 19/12/2013, relativa all’approvazione
del bilancio unico di previsione d'Ateneo per l'E.F. 2014;
Visto
il Decreto Rettorale n. 1506/2014, prot. N. 26613 del 9/4/2014, ratificato dal Consiglio
di Amministrazione nella seduta del 15/4/2014;
Vista
la nota Prot. 30825 del 30.04.201 a firma del Direttore Generale che riporta il costo
complessivo degli abbonamenti Natura e Science da stornare dalla voce di
pertinenza della Scuola Politecnica al capitolo del bilancio di Ateneo
D100030001SO70 “spese di funzionamento ordinario per il sistema Bibliotecario
dell’Ateneo” per l’importo complessivo di €.3.990,53;
Considerato che in base alla succitata nota si rende necessario provvedere allo storno delle
somme necessarie per la sottoscrizione degli abbonamenti ai periodici elettronici
Nature e Science 2014, dalla voce di bilancio D200010001S02+ “Spese per la
biblioteca S02+ al capitolo di bilancio D1003001S070 “ Spese di funzionamento
ordinario per il sistema bibliotecario dell’Ateneo” anno 2014.
Visto
Visto
l’art. 14 punto 4 bis del Regolamento per l’amministrazione, la finanza e la contabilità
dell’Università degli Studi di Palermo, emanato dal Rettore con Decreto n. 285 del
7/2/2013;
il provvedimento n. 5 del 15.05.2014 con il quale il Presidente della Scuola
Politecnica approva la lo storno;
Si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
di autorizzare il Settore Bilancio e Rendiconto dell’Area Economico Finanziaria ad operare lo
storno per € 3.990,53 dalla voce D200010001S02+ “Spese per la biblioteca S02+ alla voce
D1003001S070 “Spese di funzionamento ordinario per il sistema bibliotecario dell’Ateneo” anno
2014, come sotto riportato:
Voce di Bilancio
e descrizione
D200010001S02+
Spese
per
la
biblioteca
Stanziamento
66.551,00
Storno
3.990,53
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
Stanziamento definitivo
62.560,47
40
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
D100030001SO70
Spese
funzionamento
ordinario
Sist..
Bibl. Ateneo
1.650.000,00
3.990,53
Il Responsabile del procedimento
f.to Dott. Maria Parafioriti
1.653.990,53
Il Presidente della Scuola Politecnica
f.to Prof. Fabrizio Micari
Il Consiglio di Amministrazione
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Visto il parere della Commissione Bilancio, Edilizia e Patrimonio, Rapporti con l’A.O.U.P.;
Visto il parere del Collegio dei Revisori dei conti;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
32. Storno per versamento quota polizza kasko 2013
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Vista
la delibera del Consiglio di Amministrazione del 19/12/2013 n. 9 dell'o.d.g., che ha
approvato il Bilancio Unico di previsione d'Ateneo per l'E.F. 2014;
Vista
la nota della’area Patrimoniale e Negoziale, prot. n. 92696 del 19/12/2013, e ns.
prot. 889 del 08/04/2014, avente ad oggetto “Adempimenti per uso veicoli privati per
servizio esterno ES. 2013”.
Considerata la necessità di provvedere al versamento della quota, quantificata da questo
Dipartimento in € 383,28, in base ai km percorsi nell’anno 2013 dal personale
autorizzato all’utilizzo del veicolo proprio per servizio esterno, a valere sulla voce
270000D10+0000;
Visto
l’art. 14 punti del Regolamento per l’amministrazione, la finanza e la contabilità
dell’Università degli Studi di Palermo, emanato dal Rettore con Decreto n. 285 del 7
febbraio 2013;
Pertanto si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
di autorizzare il Settore Bilancio e Rendiconto dell’Area Economico Finanziaria ad operare lo
storno di € 383,28, descritto in pressa e riportato nella seguente tabella:
SPESA
Voce di Bilancio
270000D10+0000
Stanziamento
23.670,45
Storno/Impinguamento
- € 383,28
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
Stanziamento
definitivo
23.287,17
41
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
53000100000000
+ € 383,28
37.369,42
Il Responsabile del procedimento
f.to D.ssa Alessandra Gagliano Candela
37.752,70
Il Direttore del DICAM
f.to Prof. Ing. Francesco Di Quarto
Il Consiglio di Amministrazione
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Visto il parere della Commissione Bilancio, Edilizia e Patrimonio, Rapporti con l’A.O.U.P.;
Visto il parere del Collegio dei Revisori dei conti;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
33. Storni per pagamento contributi spese II semestre 2013 dovuti al Dipartimento di
Ingegneria Chimica, Gestionale, Informatica e Meccanica per l’esecuzione di analisi
mediante l’uso della Microscopia Elettronica a scansione
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Vista
la delibera del Consiglio di Amministrazione del 19/12/2013 n. 9 dell'o.d.g., che ha
approvato il Bilancio Unico di previsione d'Ateneo per l'E.F. 2014;
Viste
le note del Dipartimento di Ingegneria Chimica, Gestionale, Informatica e Meccanica
prot. 1108, 1109, 1110, 1111, 1112, 1113, 1114 del 14.04.2014 aventi ad oggetto
“Contributo spese II 2013 per l’esecuzione di analisi mediante l’uso della
Microscopia Elettronica a scansione;
Considerata la necessità di provvedere allo storno a valere sui fondi di ricerca o convenzioni di €
1.925,00 a favore del Dipartimento di Ingegneria Chimica, Gestionale, Informatica e
Meccanica, quale contributo spese II semestre 2013 per l’esecuzione di analisi
mediante l’uso della Microscopia Elettronica a scansione richieste dai docenti, prof.
Valenza, A., prof. Rizzo G., prof. Brucato V., prof. Scaffaro R., prof. Di Quarto F.,
prof.ssa Dintcheva N.;
Visto
l’art. 14 punti del Regolamento per l’amministrazione, la finanza e la contabilità
dell’Università degli Studi di Palermo, emanato dal Rettore con Decreto n. 285 del 7
febbraio 2013;
Pertanto si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
di autorizzare il Settore Bilancio e Rendiconto dell’Area Economico Finanziaria ad operare gli
storni dalle competenti voci per € 1925,00, come di seguito riportato:
SPESA
Voce di Bilancio
Stanziamento
Storno/Impinguamento
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
Stanziamento
definitivo
42
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
R4D10+P8DL0107
R4D10+P0TV0108
R1D10+P3LY2010
R4D10+P8DL0107
270003D10+0000
R4D10+PNAB0107
12.489,93
739,57
61.539,75
12.489,93
74.132,03
5.373,41
270001D09+SEM.
8.782,26
Il Responsabile del procedimento
f.to D.ssa Alessandra Gagliano Candela
-145,00
-310,00
-490,00
-385,00
-220,00
-375,0 0
+ 1.925,00
12.344,93
429,57
61.049,75
12.104,93
73.912,03
4.998,41
10.707,26
Il Direttore del DICAM
f.to Prof. Ing. Francesco Di Quarto
Il Consiglio di Amministrazione
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Visto il parere della Commissione Bilancio, Edilizia e Patrimonio, Rapporti con l’A.O.U.P.;
Visto il parere del Collegio dei Revisori dei conti;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
34. Storno per rimborso delle spese di missioni
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Vista
la delibera del Consiglio di Amministrazione del 19.12.2013
all’approvazione del bilancio unico di previsione d'Ateneo per l'E.F. 2014;
relativa
Visto
il Decreto del Direttore del Dipartimento di Scienze per la Promozione della Salute
e Materno Infantile “Giuseppe D’Alessandro” n. 27 del 27.5.2014 Prot. n. 563
relativo alla proposta di storno di € 5.834,28 dalle voci 270002D18+AGW3 e
270002D18+39P1 ed al conseguente impinguamento della voce di spesa
270003D18+0002 finalizzata al rimborso delle spese di missioni che verranno
effettuate dalla Prof.ssa Anna Giammanco, dal Dott. Bonura Celestino e dalla
Dr.ssa Teresa Fasciana;
Visto
l’art. 14 del Regolamento per l’amministrazione, la finanza e la contabilità
dell’Università degli Studi di Palermo, emanato dal Rettore con Decreto n. 285 del
07/02/2013;
Pertanto si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
di autorizzare il Settore Bilancio e Rendiconto dell’Area Economico Finanziaria ad operare lo
storno per € 5.834,28 dalle voci 270002D18+AGW3 e 270002D18+39P1 ed il conseguente
impinguamento della voce 270003D18+0002 come riportato nel seguente prospetto:
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
43
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Voce di Bilancio
Stanziamento
SPESA
Storno/Impinguamento
Stanziamento definitivo
270002D18+AGW3
3.834,28
- 3.834,28
0
270002D18+39P1
6.006,00
- 2.000,00
4.006,00
270003D18+0002
377,00
5.834,28
6.211,28
Il Responsabile Amministrativo
f.to Maria Antonietta Rubino
Il Direttore
f.to Prof. Giovanni Corsello
Il Consiglio di Amministrazione
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Visto il parere della Commissione Bilancio, Edilizia e Patrimonio, Rapporti con l’A.O.U.P.;
Visto il parere del Collegio dei Revisori dei conti;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata e, per il futuro, raccomanda una più
dettagliata motivazione dei provvedimenti.
Letto ed approvato seduta stante.
35. Storno per adempimenti connessi alla sottoscrizione dell’abbonamento al servizio di
editoria elettronica Science per l’anno 2014
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Vista
la delibera del Consiglio di Amministrazione del 19/12/2013, punto 9
dell'o.d.g., relativa all’approvazione del bilancio unico di previsione d'Ateneo
per l'E.F. 2014;
Viste
le delibere del Consiglio di Amministrazione n. 5 del 23 settembre 2013 e n.
74 dell’8 ottobre 2013, relative all’istituzione e alla denominazione delle
Strutture di Raccordo;
Visto
il Decreto Rettorale n. 1506 del 09/04/2014 che approva la
sottoscrizione dell’ abbonamento al servizio di editoria elettronica Nature per
l’anno 2014, con decorrenza aprile 2014-dicembre 2014, al costo di
€7.770,00 oltre IVA;
e approva la sottoscrizione dell’abbonamento al servizio di editoria
elettronica Science per l’anno 2014, con decorrenza luglio-dicembre 2014 al
costo di € 2.042,00 oltre IVA;
Considerato
che il Decreto Rettorale n. 1506 del 09/04/2014 dispone di far gravare la
spesa, in parti uguali, tra le Scuole di Medicina e Chirurgia, Scienze di Base
e Applicate e Politecnica;
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
44
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Vista
la nota Prot. 20825 del 30.04.201 a firma del Direttore Generale A. Valenti
che riporta il costo complessivo degli abbonamenti Natura e Science da
stornare dalla voce di pertinenza della Scuola di Medicina e Chirurgia al
capitolo del bilancio di Ateneo D100030001SO70 “spese di funzionamento
ordinario per il sistema Bibliotecario dell’Ateneo” per l’importo complessivo di
€.3.990,53
Visto
l’art. 14 del Regolamento per l’amministrazione, la finanza e la contabilità
dell’Università degli Studi di Palermo, emanato dal Rettore con Decreto n.
285 del 07/02/2013;
Visto
il provvedimento n. 2 con il quale il Presidente della Scuola di Medicina e
Chirurgia approva lo storno;
Si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
di autorizzare il Settore Bilancio e Rendiconto dell’Area Economico-Finanziaria ad apportare lo storno
di € 3.990,53 descritto in premessa, nel Bilancio Unico di previsione d'Ateneo, E.F. 2014, e riportato
nella seguente tabella:
SPESA
Voce di Bilancio
e descrizione
Stanziamento
D200010001S12+
Spese per la
41.890,00
biblioteca
D100030001SO70
Spese
funzionamento
1.650.000,00
ordinario Sist..
Bibl. Ateneo
Il Responsabile Amministrativo
f.to Giovan Battista Bartolone
Storno
- 3.990,53
3.990,53
Stanziamento definitivo
37.899,47
1.653.990,53
Il Presidente
f.to Prof. Francesco Vitale
Il Consiglio di Amministrazione
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Visto il parere della Commissione Bilancio, Edilizia e Patrimonio, Rapporti con l’A.O.U.P.;
Visto il parere del Collegio dei Revisori dei conti;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
45
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
36. Variazioni per maggiore entrata e maggiore spesa per complessivi € 150.000,00
connessa ad accordo di collaborazione stipulato con la Ditta Pfizer Italia Srl per lo
svolgimento di uno studio clinico epidemiologico monocentrico dal titolo
“Nasopharingeal carriage in all ages cluster population after PCV7/PCV13 and PCV13
increasing uptake: a feasibility study in Sicily” R.S. Prof. Francesco Vitale
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Vista la delibera del Consiglio di Amministrazione del 19.12.2013 relativa all’approvazione del
bilancio unico di previsione d'Ateneo per l'E.F. 2014;
Visto l’accordo di collaborazione stipulato con la Ditta Pfizer Italia Srl per lo svolgimento di uno
studio clinico epidemiologico monocentrico dal titolo “Nasopharingeal carriage in all ages
cluster population after PCV7/PCV13 and PCV13 increasing uptake: a feasibility study in
Sicily” – CUP B72I14000040001 - responsabile scientifico Prof. Francesco Vitale; importo
del finanziamento € 150.000,00 (centocinquantamila/00) approvato dal Consiglio di
Dipartimento nella seduta del 3.3.2014 con delibera n. 5;
Visto il Decreto Direttoriale N. 19 prot. N. 315 del 24.3.2014, relativo alla variazione per maggiore
entrata per complessivi € 150.000,00 ;
Visto l’art. 14 del Regolamento per l’amministrazione, la finanza e la contabilità dell’Università
degli Studi di Palermo, emanato dal Rettore con Decreto n. 285 del 7.2.2013;
Pertanto si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
di autorizzare il Settore Bilancio e Rendiconto dell’Area Economico Finanziaria ad apportare la
variazione
in
aumento
dello
stanziamento
relativo
alla
voce
1270D18+
“Contratti/Convenzioni/Accordi-progr. con soggetti privati D18+” per Euro 150.000,00, a
codificare la voce di bilancio in uscita R4D18+PDEBPFZR “Progetto Pfizer - Prof. Vitale” e
corrispondentemente incrementare l’importo dello stanziamento sulla voce di spesa sotto
riportata:
ENTRATA
Voce di Bilancio
1270D18+
Totale
Stanziamento
9.000,00
Variazione in +
150.000,00
150.000,00
Stanziamento definitivo
159.000,00
159.000,00
USCITA
Voce di Bilancio
R4D18+PDEBPFZR
Totale
Stanziamento
0,00
Variazione in +
150.000,00
150.000,00
Stanziamento definitivo
150.000,00
150.000,00
Il Responsabile del procedimento
f.to Maria Antonietta Rubino
Il Direttore
f.to Prof. Giovanni Corsello
Il Consiglio di Amministrazione
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
46
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Visto il parere della Commissione Bilancio, Edilizia e Patrimonio, Rapporti con l’A.O.U.P.;
Visto il parere del Collegio dei Revisori dei conti;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
37. Variazione per maggiore entrata e maggiore spesa per complessivi € 145.186,00,
connessa al finanziamento “Programma Messaggeri della Conoscenza” quali costi
riconosciuti ai dipartimenti
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Vista
la delibera del Consiglio di Amministrazione del 19/12/2013 punto 9 dell'o.d.g., relativa
all’approvazione del bilancio unico di previsione d'Ateneo per l'E.F. 2014;
Visto
il Decreto Direttoriale n. 346 de! 26.02.2013 del Ministero dell'Istruzione dell'Università
e della Ricerca, relativo al “Programma Messaggeri della Conoscenza”, con il quale
sono stati ammessi n. 22 progetti didattici per un importo complessivo di € 834.332,00
di cui € 697.310,00 di costo ammesso e € 137.022,00 di costi riconosciuti ai
Dipartimenti coinvolti;
Visto
il Decreto del Direttore Generale dell’Università di Palermo n. 1411, prot. 35966 del
15.05.2013 relativo alla variazione per maggiore entrata e maggiore spesa per
complessivi € 697.310,00, connessa al finanziamento “Programma Messaggeri della
Conoscenza”, ratificato nella seduta del Consiglio di Amministrazione del 31.05.2013,
p. 34;
Visto
il Decreto Direttoriale n. 805 del 6 maggio 2013 della Direzione generale per il
coordinamento e lo sviluppo della ricerca del MIUR, con il quale sono stati rettificati la
maggior parte degli importi relativi ai finanziamenti sostituendo i precedenti per un
ammontare complessivo di € 883.316,00, di cui € 738.130,00 di costo ammesso e €
145.186,00 di costi riconosciuti ai Dipartimenti;
Vista
la delibera del Consiglio di Amministrazione del 17.06.2013, p. 63, relativa alla
variazione per maggiore entrata e maggiore spesa per complessivi € 40.820,00, a
seguito della succitata rettifica ministeriali sul finanziamento “Programma Messaggeri
della Conoscenza”;
Vista
la nota dell’Area Ricerca e Sviluppo, prot. 38835 del 4 giugno 2014, relativa alla richiesta
di variazione per maggiore entrata e maggiore spesa per € 145.186,00, connessa al
finanziamento “Programma Messaggeri della Conoscenza” – M.I.U.R. Dipartimento per
l’Università, l’AFAMC e la Ricerca, quali costi riconosciuti ai dipartimenti, come di
seguito elencati:
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
47
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
ID
progett
o
Dipartimento
€ 45.500,00
€ 29.320,00
€ 41.200,00
258
Architettura
185
181
Architettura
Architettura
407
283
Architettura
Scienze agrarie e forestali
265
286
DEMS
DICAM
322
177
191
132
324
DICAM
DICAM
Fisica e Chimica
Fisica e Chimica
Fisica e Chimica
Ingegneria chimica,
gestionale, informatica,
meccanica
Ingegneria chimica,
gestionale, informatica,
meccanica
Ingegneria chimica,
gestionale, informatica,
meccanica
449
321
412
262
193
236
274
312
44
373
costo
ammesso
(A)
Ingegneria chimica,
gestionale, informatica,
meccanica
Psicologia
Psicologia
Scienze giuridiche, della
società e dello sport
Scienze economiche
aziendali e statistiche SEAS
Scienze e Tecnologie
Biologiche, Chimiche e
Farmaceutiche
Scienze Umanistiche
TOTALE
costo
riconosciuto al
dipartimento
(B)
€ 8.000,00
TOTALE
(A+B)
€ 53.500,00
€ 5.864,00
€ 8.000,00
€ 35.184,00
€ 49.200,00
€ 29.360,00
€ 38.100,00
€ 35.200,00
€ 30.300,00
€ 24.200,00
€ 38.100,00
€ 45.500,00
€ 22.320,00
€ 39.400,00
€ 5.872,00
€ 7.620,00
€ 7.040,00
€ 6.060,00
€ 4.840,00
€ 7.620,00
€ 35.232,00
€ 45.720,00
€ 42.240,00
€ 36.360,00
€ 29.040,00
€ 45.720,00
€ 8.000,00
€ 4.464,00
€ 53.500,00
€ 26.784,00
€ 7.880,00
€ 47.280,00
€ 30.900,00
€ 6.180,00
€ 37.080,00
€ 16.880,00
€ 3.376,00
€ 20.256,00
€ 35.800,00
€ 7.160,00
€ 42.960,00
€ 23.860,00
€ 4.772,00
€ 28.632,00
€ 38.200,00
€ 38.200,00
€ 7.640,00
€ 45.840,00
€ 7.640,00
€ 45.840,00
€ 39.800,00
€ 7.960,00
€ 47.760,00
€ 29.090,00
€ 5.818,00
€ 34.908,00
€ 30.500,00
€ 6.100,00
€ 36.600,00
€ 36.400,00
€ 7.280,00
€ 43.680,00
€ 738.130,00
€ 145.186,00
€ 883.316,00
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
48
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
l’art. 14 del Regolamento per l’amministrazione, la finanza e la contabilità dell’Università
degli Studi di Palermo, emanato dal Rettore con Decreto n. 285 del 07/02/2013;
Visto
Si propone, pertanto, che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
di autorizzare il Settore Bilancio e Rendiconto dell’Area Economico-Finanziaria ad apportare la
variazione per maggiore entrata e maggiore spesa per complessivi € 145.186,00 quale costo
riconosciuto al Dipartimenti, come riportato nella seguente tabella:
ENTRATE
VOCE DI
BILANCIO
12120000
DESCRIZIONE
Programma "Messaggeri della Conoscenza" - Miur
Dipartimento dell'Università, l'AFAMC e la Ricerca - D.D. 21
settembre 2012, n.567. Piano Azione Coesione (PAC)
Totale
VARIAZIONE +
€ 145186,00
€ 145.186,00
SPESE
VOCE DI
BILANCIO
DESCRIZIONE
Programma "Messaggeri della Conoscenza"
D70011D01+0258 PROGETTO ID 0258 - Dipartimento D01+ - Prof. G.
Licata
Programma "Messaggeri della Conoscenza"
D70011D01+0185 PROGETTO ID 0185 - Dipartimento D01+ - Prof.
F.Maggio
Programma "Messaggeri della Conoscenza"
D70011D01+0181 PROGETTO ID 0181 - Dipartimento D01+ - Prof.
G.Guerrera
VARIAZIONE +
€ 8.000,00
€ 5864,00
€ 8.000,00
Programma "Messaggeri della Conoscenza"
D70011D01+0407 PROGETTO ID 0407 - Dipartimento D01+ - Prof. F.Lo
Piccolo
€ 5.872,00
Programma "Messaggeri della Conoscenza"
D70011D13+0283 PROGETTO ID 0283 - Dipartimento D13+ - Prof.
E.Barone
€ 7.620,00
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
49
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Programma "Messaggeri della Conoscenza"
D70011D20+0265 PROGETTO ID 0265 - Dipartimento D20+ - Prof
A.Miranda
D70011D10+0286
D70011D10+0322
D70011D10+0177
D70011D08+0191
D70011D08+0132
D70011D08+0324
D70011D09+0449
D70011D09+0321
D70011D09+0412
D70011D09+0262
D70011D12+0193
D70011D12+0236
Programma "Messaggeri della Conoscenza"
PROGETTO ID 0286 - Dipartimento D10+ - Prof.
G.Borino
Programma "Messaggeri della Conoscenza"
PROGETTO ID 0322 - Dipartimento D10+ - Prof.
G.Borino
Programma "Messaggeri della Conoscenza"
PROGETTO ID 0177 - Dipartimento D10+ - Prof.
F.Viola
Programma "Messaggeri della Conoscenza"
PROGETTO ID 0191 - Dipartimento D08+ - Prof.
B.Spagnolo
Programma "Messaggeri della Conoscenza"
PROGETTO ID 0132 - Dipartimento D08+ - Prof.
A.Martorana
Programma "Messaggeri della Conoscenza"
PROGETTO ID 0324 - Dipartimento D08+ - Prof.
A.Martorana
Programma "Messaggeri della Conoscenza"
PROGETTO ID 0449 - Dipartimento D09+ - Prof.
M.Bruccoleri
Programma "Messaggeri della Conoscenza"
PROGETTO ID 0321 - Dipartimento D09+ - Prof.
M.Bruccoleri
Programma "Messaggeri della Conoscenza"
PROGETTO ID 0412 - Dipartimento D09+ - Prof.
M.Bruccoleri
Programma "Messaggeri della Conoscenza"
PROGETTO ID 0262 - Dipartimento D09+ - Prof.
M.Bruccoleri
Programma "Messaggeri della Conoscenza"
PROGETTO ID 0193 - Dipartimento D12+ - Prof.
S.Boca
Programma "Messaggeri della Conoscenza"
PROGETTO ID 0236 - Dipartimento D12+ - Prof.
S.Boca
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
€ 7.040,00
€ 6.060,00
€ 4.840,00
€ 7.620,00
€ 8.000,00
€ 4.464,00
€ 7.880,00
€ 6.180,00
€ 3.376,00
€ 7.160,00
€ 4.772,00
€ 7.640,00
€ 7.640,00
50
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Programma "Messaggeri della Conoscenza"
D70011D17+0274 PROGETTO ID 0274 - Dipartimento D17+ - Prof.
G.Smorto
Programma "Messaggeri della Conoscenza"
D70011D16+0312 PROGETTO ID 0312 - Dipartimento D16+ - Prof.
C.Lipari
Programma "Messaggeri della Conoscenza"
D70011D15+0044 PROGETTO ID 0044 - Dipartimento D15+ - Prof.
G.Spinelli
Programma "Messaggeri della Conoscenza"
D70011D19+0373 PROGETTO ID 0373 - Dipartimento D19+ Prof.M.Privitera
Totale
Il Responsabile del Procedimento
f.to Dott. Valerio Castiglia
€ 7.960,00
€ 5.818,00
€ 6.100,00
€ 7.280,00
€ 145.186,00
Il Dirigente
f.to Dott.ssa Giuseppa La Tona
Il Consiglio di Amministrazione
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Visto il parere della Commissione Bilancio, Edilizia e Patrimonio, Rapporti con l’A.O.U.P.;
Visto il parere del Collegio dei Revisori dei conti;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
38. Variazioni per maggiore entrata e maggiore spesa per € 1.645,00, relativa al contributo
concesso dall’INDAM alla Dott.ssa Lidia Saluto per il soggiorno di studio presso
l’Universitat Autonoma de Barcelona e al Dott. Metere Giuseppe per partecipare al
Category Theory 2014 a Cambridge dal 28 giugno al 08 luglio 2014
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Vista
la delibera del Consiglio di Amministrazione del 19 dicembre 2013 relativa
all’approvazione del bilancio unico di previsione d'Ateneo per l'E.F. 2014;
Vista
la nota 2014/000170 del 19/05/2014 dell’INDAM che attribuisce alla Dott.ssa Lidia Saluto
la somma di 745,00 euro quale contributo per soggiorno di studio presso l’Universitat
Autonoma de Barcelona;
Vista
la nota 2014/000175 del 19/05/2014 dell’INDAM che attribuisce al Dott. Giuseppe Metere
la somma di 900,00 euro quale contributo per partecipare al Category Theory 2014 che si
terrà a Cambridge dal 28/06/2014 al 08/07/2014;
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
51
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Considerato che le succitate proposte sono state approvate dal Consiglio di Dipartimento del
27/05/2014;
Visto
l’art. 14 del Regolamento per l’amministrazione, la finanza e la contabilità dell’Università
degli Studi di Palermo, emanato dal Rettore con Decreto n. 285 del 7 febbraio 2013;
Pertanto si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
di autorizzare il Settore Bilancio e Rendiconto dell’Area Economico Finanziaria ad apportare la
variazione per maggiore entrata e maggiore spesa per complessivi € 1.645,00, come riportato
nella seguente tabella:
VARIAZIONI
Voce di Bilancio
2312D11+
Trasferimenti correnti
da altri enti pubblici
Stanziamento
Voce di Bilancio
2100020002D11+
Congressi e iniziative
culturali dell' U.O. D11+
Stanziamento
5.516,81
ENTRATA
Variazioni in +
Stanziamento definitivo
1.645,00
0,00
SPESA
Variazione in +
1.645,00
Stanziamento definitivo
1.645,00
Il Responsabile del procedimento
f.to Cesare Ferrante
7161,81
Il Direttore
f.to Prof. C. Trapani
Il Consiglio di Amministrazione
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Visto il parere della Commissione Bilancio, Edilizia e Patrimonio, Rapporti con l’A.O.U.P.;
Visto il parere del Collegio dei Revisori dei conti;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
39. Variazione di bilancio per maggiore entrata e maggiore spesa per incasso contributi per
partenariato con l’Associazione 1001Velacup
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
52
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
VISTO
la delibera del Consiglio di Amministrazione del 19/12/2013 punto 9, relativa
all’approvazione del bilancio unico di previsione d'Ateneo per l'E.F. 2014;
Visto
l’art. 14 del Regolamento per l’amministrazione, la finanza e la contabilità
dell’Università degli Studi di Palermo, emanato dal Rettore con Decreto n. 285
del 07/02/2013;
Tenuto conto
del processo di dipartimentalizzazione d'Ateneo, conclusosi con la delibera del
Consiglio di Amministrazione del 27 Novembre 2012, che ha ridefinito la nuova
organizzazione dipartimentale;
VISTO
il protocollo d’intesa per l’istituzione di un partenariato tra università italiane
ed estere e l’Associazione 1001Velacup finalizzato ad attività di ricerca,
sperimentazione e divulgazione nel campo della nautica che vede coinvolta
anche l’Università di Palermo stipulato in data 05/10/2013;
TENUTO CONTO
che, ai sensi dell’art. 5 del predetto accordo le parti convengono di nominare
il Prof. Antonio Mancuso Coordinatore degli Atenei sottoscrittori del predetto
protocollo;
CONSIDERATO
che il Comitato Gestore si avvarrà della struttura amministrativa dell’Ateneo
cui afferisce il coordinatore degli Atenei;
VISTO
il sospeso di cassa n. 3146 del 09/04/2014 con cui UNICREDIT da incassato
la somma di € 3.000,00 dall’Università degli Studi di Padova per pagamento
quota adesioni 1001 VELA CUP;
VISTO
il sospeso di cassa n. 3211 del 10/04/2014 con cui UNICREDIT da incassato
la somma di € 3.000,00 dall’Università degli Studi di Pisa per pagamento
quota adesioni 1001 VELA CUP;
VISTO
il Decreto del Direttore del Dipartimento di Ingegneria Chimica, Gestionale,
Informatica, Meccanica (DICGIM) n. 116 del 22/04/2014, relativo alla variazione
di € 6.000,00;
Si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
Di autorizzare il Settore Bilancio e Rendiconto dell’Area Economico Finanziaria ad effettuare la
variazione di bilancio per Euro 6.000,00 alle sotto indicate voci di bilancio:
VARIAZIONI
ENTRATA
Voce di
bilancio
1260D09+
Stanziamento
Variazione in +/-
0
+ € 6.000,00
Stanziamento
definitivo
€ 6.000,00
Totale
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
53
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Voce di bilancio
Stanziamento
€0
R6D09+P5192014
USCITA
Variazione in +/-
Stanziamento
definitivo
€ 6.000,000
+ € 6.000,00
+ € 6.000,00
Totale
Il Responsabile del procedimento
f.to Dott.ssa Maria Graziella Giaccone
Il Direttore
f.to Prof. Carmelo Sunseri
Il Consiglio di Amministrazione
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Visto il parere della Commissione Bilancio, Edilizia e Patrimonio, Rapporti con l’A.O.U.P.;
Visto il parere del Collegio dei Revisori dei conti;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
40. Variazione per minore entrata e minore spesa per rettifica quota di finanziamento del
Progetto Greenclean
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
VISTA
la delibera del Consiglio di Amministrazione del 19/12/2013, punto 9
dell'o.d.g., relativa all’approvazione del bilancio unico di previsione d'Ateneo
per l'E.F. 2014;
VISTO
l’art. 14 del Regolamento per l’amministrazione, la finanza e la contabilità
dell’Università degli Studi di Palermo, emanato dal Rettore con Decreto n.
285 del 07/02/2013;
CONSIDERATA le necessità di rettifica della quota di finanziamento del Progetto Greenclean che
è stata gestita in maniera centralizzata dal Supporto Ricerca rendendo la
previsione di bilancio del finanziamento maggiore
DELIBERA
Di autorizzare il Settore Bilancio e Rendiconto dell’Area Economico-Finanziaria ad effettuare la
seguente variazione in dimunuzione del bilancio unico di previsione d’Ateneo per l’E.F.. 2014:
ENTRATA
Voce di Bilancio
e descrizione
Stanziamento
€ 358.247,00
Variazione in +/- € 290.193,00
Stanziamento definitivo
€
68.054,00
1257D21+
- € 290.193,00
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
€
68.054,00
54
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Totale € 358.247,00
USCITA
Voce di Bilancio
e descrizione
Stanziamento
R4D21+P5HZRI34
€ 495.914,65
- € 290.193,00
€ 205. 721,65
Totale € 495.914,65
- € 290.193,00
€ 205. 721,65
Variazione in +/-
Il Responsabile Amministrativo
f.to Giovanna Ciulla
Stanziamento definitivo
Il Direttore di UniNetLab
f.to Prof. Leopoldo Ceraulo
Il Consiglio di Amministrazione
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Visto il parere della Commissione Bilancio, Edilizia e Patrimonio, Rapporti con l’A.O.U.P.;
Visto il parere del Collegio dei Revisori dei conti;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
41. Variazioni per maggiore entrata e maggiore spesa per contratto di ricerca Sikelia Service
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Vista
la delibera del Consiglio di Amministrazione del 19/12/2013 punto 9 dell'o.d.g., relativa
all’approvazione del bilancio unico di previsione d'Ateneo per l'E.F. 2014;
Visto
il Decreto del 22 maggio 2014 n. 12 del Direttore del Dipartimento di Scienze
Economiche, Aziendali e Statistiche, relativo alla variazione per maggiore entrata e
maggiore spesa di € 18.000,00 connessa al contratto di ricerca con la Società Sikelia
Service;
Visto
il Contratto di ricerca stipulato in data 23.01.2014 tra la Sikelia Service ed il
Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali e Statistiche;
Vista
la nota 50019 del 05/07/2013 dell’Area Ricerca e Sviluppo – Settore Ricerca
Istituzionale, che prevedono la quantificazione delle quote di applicazione del Nuovo
Regolamento della Ricerca;
Visto
l’art. 14 del Regolamento per l’amministrazione, la finanza e la contabilità dell’Università
degli Studi di Palermo, emanato dal Rettore con Decreto n. 285 del 07/02/2013;
Si propone, pertanto, che il Consiglio di Amministrazione
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
55
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
DELIBERI
di autorizzare il Settore Bilancio e Rendiconto dell’Area Economico-Finanziaria ad apportare le
variazioni per maggiore entrata e maggiore spesa, descritta in premessa, nel bilancio unico di
previsione E.F. 2014, variando gli stanziamenti sia nelle entrate che nelle spese per la somma
complessiva di Euro 18.000,00, come riportato nella seguente tabella:
VARIAZIONE
Entrata
Voce di Bilancio
1260D16+
TOTALE
Stanziamento
0,00
0,00
Variazione in +/+ € 18.000,00
+ € 18.000,00
Stanziamento definitivo
+ € 18.000,00
+ € 18.000,00
Spesa
Voce di Bilancio
R40000P5E1D16+
TOTALE
Stanziamento
0,00
0,00
Variazione in +/+ €. 18.000,00
+ € 18.000,00
Stanziamento definitivo
+ €. 18.000,00
+ € 18.000,00
Il Responsabile del procedimento
f.to Dott.ssa Anna Rita Panebianco
Il Direttore
f.to Prof. Antonio Purpura
Il Consiglio di Amministrazione
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Visto il parere della Commissione Bilancio, Edilizia e Patrimonio, Rapporti con l’A.O.U.P.;
Visto il parere del Collegio dei Revisori dei conti;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
42. Variazioni per maggiore entrata e maggiore spesa per convenzione di Ricerca con O. C.
Ospedali Riuniti di Palermo
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Vista
la delibera del Consiglio di Amministrazione del 19/12/2013 punto 9 dell'o.d.g., relativa
all’approvazione del bilancio unico di previsione d'Ateneo per l'E.F. 2014;
Visto
il Decreto del 23 maggio 2014 n. 13 del Direttore del Dipartimento di Scienze
Economiche, Aziendali e Statistiche, relativo alla variazione per maggiore entrata e
maggiore spesa di € 1.500,00 connessa al contratto di ricerca con l’ex A.O. “Cervello”
di Palermo, ora O.C. Ospedali Riuniti di Palermo;
Considerato che:
 In data 22 maggio 2008 la Regione Siciliana – Azienda Ospedaliera “V. Cervello”, ha
effettuato la deliberazione n. 606 con cui, al punto 4, dava atto che per lo svolgimento
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
56
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
dei controlli di qualità dei laboratori, come disposto dal DDG n. 01477/07 del
13.07/2007, è necessaria la costruzione di una pagina web dinamica, che verrà
realizzata in convenzione con il Dipartimento di Scienze Statistiche e Matematiche
“Silvio Vianelli” dell’Università degli Studi di Palermo;
 In data 7 agosto 2008 la Regione Siciliana – Azienda Ospedaliera “V. Cervello”, ha
effettuato la deliberazione n. 930 con cui veniva stipulata la Convenzione con il
Dipartimento di Scienze Statistiche e Matematiche “Silvio Vianelli” dell’Università
degli Studi di Palermo, relativamente ai “Controlli di qualità HbA2 U.O. Ematologia II
con Talassemia;
 In data 13 settembre 2008 è stata stipulata la Convenzione tra l’Azienda Ospedaliera
“Cervello” di Palermo ed il Dipartimento di Scienze Statistiche e Matematiche “Silvio
Vianelli” dell’Università degli Studi di Palermo per un’attività di ricerca e di analisi
statistica finalizzata alla costruzione di una pagina web dinamica e all’analisi dei dati
al fine di un corretto accreditamento di questi laboratori per la “Misura Emoglobina
A2”;
 Questa Convenzione prevedeva, al punto 4, un costo di gestione l’anno pari ad €.
1.500,00 a condizione che il numero dei laboratori non sia superiore a 100;
 in data 17 gennaio 2014 il Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali e
Statistiche dell’Università degli Studi di Palermo ha emesso la ricevuta n. 1 per il
costo di gestione per l’anno 2013 per un importo di €. 1.500,00;
 in data 22 maggio 2014 l’Amministrazione Centrale ha comunicato, tramite mail, il
sospeso n. 2640 del 20.03.2014 pari ad €. 1.500,00 relativo alla Convenzione con
l’Azienda Ospedaliera “Cervello”;
Visto
l’Art. 14 del Regolamento per l’amministrazione, la finanza e la contabilità dell’Università
degli Studi di Palermo, emanato dal Rettore con Decreto n. 285 del 7.02.2013;
Pertanto si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
di autorizzare il Settore Bilancio e Rendiconto dell’Area Economico Finanziaria ad apportare la
variazioni per maggiore entrata e maggiore spesa per e 1.500,00 sulle voci di entrata e di spesa
sotto riportate:
Voce di Bilancio
1260D16+
TOTALE
Voce di Bilancio
R6D16+P6WQCERV
TOTALE
VARIAZIONI
Entrata
Stanziamento
Variazione in +/0,00
+ € 1.500,00
+ € 1.500,00
Stanziamento
€ 1.380,00
Spesa
Variazione in +/+ € 1.500,00
+ € 1.500,00
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
Stanziamento definitivo
+ € 1.500,00
Stanziamento definitivo
+ € 2.880,00
57
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Il Responsabile del procedimento
f.to Dott.ssa Anna Rita Panebianco
Il Direttore
f.to Prof. Antonio Purpura
Il Consiglio di Amministrazione
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Visto il parere della Commissione Bilancio, Edilizia e Patrimonio, Rapporti con l’A.O.U.P.;
Visto il parere del Collegio dei Revisori dei conti;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
43. Variazione per maggiore entrata e maggiore spesa per convenzione Merck Financial
Services Gmbh
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Vista la delibera del Consiglio di Amministrazione del 19/12/2013 punto 9 dell'o.d.g., relativa
all’approvazione del bilancio unico di previsione d'Ateneo per l'E.F. 2014;
Vista la convenzione con la ditta Merck Financial Services Gmbh per il progetto “Grant for
Fertility Innovation”. Responsabile scientifico Prof.ssa Maria Carmela Roccheri.;
Vista la delibera del Consiglio di Dipartimento STEBICEF n. 2 del 13 febbraio 2014 punto 10
dell'O.d.G., relativa all’approvazione delle variazioni per l’introito della somma trasferita
dalla ditta Merck Financial Services Gmbh per il progetto in itinere dal titolo: Grant for
Fertility Innovation – responsabile scientifico Prof.ssa Maria Carmela Roccheri.;
Visto il sospeso di cassa n. 1217 del 4 febbraio 2014 di € 35.000,00;
Visto che la somma di € 10.000,00 relativa allo stesso progetto di ricerca è stato a suo tempo
accertato – Accertamento residuo n. 200000022;
Visto l’Art. 14 del Regolamento per l’amministrazione, la finanza e la contabilità dell’Università
degli Studi di Palermo, emanato dal Rettore con Decreto n. 285 del 7.02.2013;
Pertanto si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
di autorizzare il Settore Bilancio e Rendiconto dell’Area Economico Finanziaria ad apportare la
seguente variazione di bilancio per maggiore entrata e maggiore spesa per € 25.000,00 da
imputare nelle voci di seguito riportate:
VARIAZIONE
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
58
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
ENTRATA
Voce di Bilancio
1270D15+
Stanziament
o
€ 25.000,00
Variazione in +/€ 25.000,00
Stanziamento
definitivo
€ 50.000,00
USCITA
R4D15+P4GAMER
C
€ 2.487,76
€ 25.000,00
€ 27.487,76
Il Responsabile Amministrativo
f.to Dott. Giovanni Rizzuto
Il Direttore
f.to Prof. Giovanni Spinelli
Il Consiglio di Amministrazione
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Visto il parere della Commissione Bilancio, Edilizia e Patrimonio, Rapporti con l’A.O.U.P.;
Visto il parere del Collegio dei Revisori dei conti;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
44. Variazione per maggiore entrata e maggiore per contribuiti di ricerca
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Vista
la delibera del Consiglio di Amministrazione del 19/12/2013 punto 9 dell'o.d.g., relativa
all’approvazione del bilancio unico di previsione d'Ateneo per l'E.F. 2014;
Visto
il Decreto del 19 maggio 2014 n. 67 del Direttore del Dipartimento di Biomedico di
Medicina Interna e Specialistica (Di.Bi.M.I.S.), relativo alle variazioni per maggiore
entrata e maggiore spesa, per un importo totale di € 68.720,89 connesse a contributi di
ricerca;
Considerato che:
- la MUNDIPHARMA PHARMACEUTICALS srl ha versato (sospeso n°1089 del
03/02/2014) nel c/c dell’Ateneo la somma di euro 25.000,00, relativa ad un ctb
liberale, assegnato al Prof. Nicola Scichilone e finalizzato al supporto della ricerca
nel campo dell’allergologia condotta dallo stesso;
- la ABBOTT srl ha versato (sospeso n°1602 del 17/02/2014) nel c/c dell’Ateneo la somma
di euro 17.100,00, relativa ad un ctb liberale, assegnato alla Prof.ssa Carla
Giordano e da destinare ad un contratto di Ricercatore Universitario;
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
59
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
- che l’A.O.U.P. ha versato (sospeso n°1723 del 19/02/2014) nel c/c dell’Ateneo la somma
di euro 26.630,89, relativa a fondi derivanti da sperimentazioni cliniche di cui è
Responsabile Scientifico la Prof.ssa Carla Giordano (protocolli di ricerca SANOFIAVENTIS e NOVO-NORDISK)
Considerato che la predetta entrata non è stata prevista e che pertanto è necessario procedere
ad una variazione di bilancio per maggiore entrata e maggiore spesa per complessivi
euro 68.720,89
Visto
il Regolamento interno del Dipartimento DIBIMIS che prevede di destinare al fondo per
le spese generali per la ricerca (voce di spesa R4D04+XRICERCA) il 10% di ogni
contributo alla ricerca assegnato al Dipartimento;
Visto
l’art. 14 del Regolamento per l’amministrazione, la finanza e la contabilità dell’Università
degli Studi di Palermo, emanato dal Rettore con Decreto n. 285 del 07/02/2013;
Si propone, pertanto, che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
di autorizzare il Settore Bilancio e Rendiconto dell’Area Economico-Finanziaria ad apportare la
variazione per maggiore entrata e maggiore spesa di € 68.720,89, come riportato nella seguente
tabella:
ENTRATA
Voce di Bilancio
e descrizione
Stanziamento
Variazione in +
Stanziamento definitivo
2322D04+
20.000,00
42.100,00
62.100,00
2340D04+
0
26.630,89
26.620,89
68.730,89
SPESA
Voce di Bilancio e
descrizione
Stanziamento
Variazione in +/-
Stanziamento definitivo
R4D04+PD33ENP
R
Nuova voce
15.390,00
15.390,00
R4D04+P8BBENP
R
Nuova voce
22.500,00
22.500,00
R4D04+PD33AOU
P
31.505,67
26.630,89
58.136,56
R4D04+XRICERCA
2.000,00
4.210,00
6.210,00
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
60
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Totale
68.730,89
Il Responsabile Amministrativo
f.to Rag. Mario Piazzese
Il Direttore
f.to Prof. Antonio Craxì
Il Consiglio di Amministrazione
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Visto il parere della Commissione Bilancio, Edilizia e Patrimonio, Rapporti con l’A.O.U.P.;
Visto il parere del Collegio dei Revisori dei conti;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
45. Storno e impinguamento voci di bilancio in uscita per far fronte alle sopraggiunte
necessità presentatesi anche alla luce dell’assegnazione di ulteriori spazi in
precedenza di pertinenza della Scuola delle Scienze Giuridiche ed Economico-Sociali
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
VISTA la delibera del Consiglio di Amministrazione del 19/12/2013 punto 9 dell'o.d.g., relativa
all’approvazione del bilancio unico di previsione d'Ateneo per l'E.F. 2014;
CONSIDERATA la necessità di impinguare le voci di spesa relative alle “Spese postali”,
all’”Acquisto di licenze d’uso per programmi informatici”, alla “Manutenzione e riparazione varia”,
per far fronte alle sopraggiunte necessità presentatesi anche alla luce dell’assegnazione di ulteriori
spazi in precedenza di pertinenza della Scuola delle Scienze Giuridiche ed Economico-Sociali;
VISTO il Decreto del Direttore del Dipartimento di Scienze Giuridiche, della Società e dello Sport
n. 58 del 23/05/2014;
VISTO l’art. 14 del Regolamento per l’amministrazione, la finanza e la contabilità dell’Università
degli Studi di Palermo, emanato dal Rettore con Decreto n. 285 del 07/02/2013;
Pertanto si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
di autorizzare il Settore Bilancio e Rendiconto dell’Area Economico-Finanziaria ad apportare lo
storno di € € 8.100,00, descritto in premessa, nel Bilancio Unico di previsione d'Ateneo, E.F. 2014,
e riportato nella seguente tabella:
Voce di Bilancio
Descrizione
2200050000D17+ Spese postali e
Stanziamento
1.000,00
Storno
+ € 1.500,00
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
Stanziamento def.
2500,00
61
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
spedizioni
2200080000D17+ Acq. Licenze d’uso
per programmi
informatici
2.000,00
+ € 1.600,00
3600,00
2300090003D17+ Manutenzione e
riparazione varia
1.500,00
+ € 5.000,00
6500,00
2300110006D17+ Rifiuti speciali
diversi
2.000,00
- € 1.500,00
500,00
2400020000D17+ Telefonia
4.500,00
- € 3.000,00
1500,00
5300010000D17+ Fondo di riserva
per maggiori spese
3.600,00
- € 3.600,00
0,00
Il Responsabile del procedimento
f.to Rita Livecchi
Il Direttore
f.to Prof. Giuseppe Verde
Il Consiglio di Amministrazione
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Visto il parere della Commissione Bilancio, Edilizia e Patrimonio, Rapporti con l’A.O.U.P.;
Visto il parere del Collegio dei Revisori dei conti;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
46. Variazione di storno di € 30.000,00 per attività conto terzi. Fattura attiva n.
6/2014/DICGIM del 17/04/2014 (ENGINEERING)
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Vista
della delibera del Consiglio di Amministrazione del 19/12/2013 punto 9 dell'o.d.g.,
relativa all’approvazione del bilancio unico di previsione d'Ateneo per l'E.F. 2014;
Visto
l’art. 14 del Regolamento per l’amministrazione, la finanza e la contabilità
dell’Università degli Studi di Palermo, emanato dal Rettore con Decreto n. 285 del
07/02/2013;
Tenuto conto
del processo di dipartimentalizzazione d'Ateneo, conclusosi con la delibera del
Consiglio di Amministrazione del 27 Novembre 2012, che ha ridefinito la nuova
organizzazione dipartimentale;
Visto
il Regolamento conto terzi dell’Università degli Studi di Palermo;
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
62
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
VISTO
il Regolamento interno per la gestione di contratti e convenzioni approvato nella
seduta del C.d.D. del 27/07/2012;
VISTA
la convenzione conto terzi stipulata tra il DICGIM e la società ENGINEERING
Ingegneria Informatica spa in data 21/05/2012 di cui è Responsabile Scientifico il
Prof. Giovanni Perrone;
TENUTO CONTO
che il Consiglio di Dipartimento, in fase di approvazione del budget di
bilancio 2014, ha deliberato che tutte le somme relative alle convenzioni
conto terzi fossero previste in uscita al capitolo 270000D09+0000 per essere
successivamente stornate ai pertinenti capitoli al momento della emissione
delle fatture relative ai vari SAL;
CONSIDERATO
che, relativamente alla predetta convenzione con la ENGINEERING
Ingegneria Informatica spa stipulata in data 21/05/2012, nei precedenti
esercizi finanziari sono stati previsti in bilancio gli importi relativi ai primi
quattro stati avanzamento lavori;
VISTA
la fattura attiva n. 6/2014/DICGIM del 17/04/2014 di € 36.600,00 IVA
compresa, emessa dal DICGIM nei confronti della società ENGINEERING
Ingegneria Informatica spa e relativa al V SAL;
CONSIDERATO
che UNICREDIT ha incassato la somma di € 36.600,00 con sospeso di
cassa n. 3045 del 04/04/2014;
TENUTO CONTO
che il Responsabile Scientifico ha la necessità di accantonare la somma di €
5.900,00 per il pagamento di missioni necessarie per la ricerca;
CONSIDERATO
che si rende necessario ed urgente provvedere ad effettuare gli storni di
bilancio nei pertinenti capitoli;
TENUTO CONTO
che tale somma era stata prevista nel bilancio di previsione al capitolo
delle u scite 270000D09+0000;
TENUTO CONTO
che il Responsabile Scientifico ha la necessità di accantonare la somma
di € 5.900,00 per il pagamento di missioni necessarie per la ricerca;
CONSIDERATO
che si rende necessario ed urgente provvedere ad effettuare gli storni
di bilancio nei pertinenti capitoli;
Visto
il Decreto del Direttore del Dipartimento di Ingegneria Chimica,
Gestionale, , Meccanica (DICGIM) n. 121 del 22/04/2014, relativo allo storno di
€ 30.000,00;
Si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
di autorizzare il Settore Bilancio e Rendiconto dell’Area Economico-Finanziaria ad apportare lo storno
di € 30.000,00, descritto in premessa, nel Bilancio Unico di previsione d'Ateneo, E.F. 2014, e riportato
nella seguente tabella:
USCITA
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
63
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Voce di Bilancio e
descrizione
270000D09+0000
270001D09+0000
270001D09+0067
270002D09+0067
270004D09+0000
1100020006D09+
5300010002D09+
R40000FFRAD09+
Stanziamento
€ 268.333,96
€ 86.137,49
€ 29.585,93
€ 14.756,00
€ 952,50
€ 1.270,00
€ 317,50
€ 2.222,50
Storno
Stanziamento def.
- - € 30.000,00
+ € 4.844,00
+ € 5.900,00
+ € 14.756,00
+ € 900,00
+ € 1.200,00
+ € 300,00
+ € 2.100,00
€ 238.333,96
€ 90.981,49
€ 35.485,93
€ 29.512,00
€ 1.852,50
€ 2.470,00
€ 617,50
€ 4.322,50
Totale
Il Responsabile del procedimento
F.TO Dott.ssa Maria Graziella Giaccone
Il Direttore
F.TO Prof. Carmelo Sunseri
Il Consiglio di Amministrazione
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Visto il parere della Commissione Bilancio, Edilizia e Patrimonio, Rapporti con l’A.O.U.P.;
Visto il parere del Collegio dei Revisori dei conti;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
47. Variazioni per maggiore entrata e maggiore spesa per Corsi di Formazione personale
Regione Siciliana
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
VISTA la delibera del Consiglio di Amministrazione del 19/12/2013 punto 9 dell'o.d.g., relativa
all’approvazione del bilancio unico di previsione d'Ateneo per l'E.F. 2014;
VISTO il Protocollo d’Intesa con l’Assessorato Regionale della Funzione Pubblica e del
Personale della Regione Siciliana del 17/11/2010 e il Dipartimento di Studi su Politica, Diritto e
Società “Gaetano Mosca” nonché, la Convenzione del 10/12/2010 stipulata con il Dipartimento
IURA con le quali la Regione Siciliana si impegna a riconoscere ai Dipartimenti la somma di €
774,69 a giornata d’aula per la formazione del proprio personale;
VISTA la comunicazione prot. n. 20170 del 12/02/2014 dell’Assessorato Regionale delle
Autonomie Locali e della Funzione Pubblica della Regione Siciliana con la quale l’Ente manifesta
la volontà di continuare la collaborazione già instaurata di cui alle convenzioni sopracitate per
l’organizzazione di n. 42 giornate/aula al costo di € 774,69 ciascuna e l’ulteriore nota, prot. n.
61683 del 09/05/2014 dello stesso Assessorato, nella quale chiede l’incremento di n. 5 giornate
formative per l’area giuridica e quindi, per un importo complessivo di € 36.410,43;
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
64
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
VISTA la necessità di accertare la somma di € 36.410,43 al fine di impegnare le spese necessarie
per l’organizzazione dei Corsi di Formazione dell’Area Giuridica e dell’Area Comunicazione SocioPolitica per i dipendenti della Regione Siciliana;
VISTO il Decreto del Direttore del Dipartimento di Scienze Giuridiche, della Società e dello Sport
n. 54 del 14/05/2014;
VISTO l’art. 14 del Regolamento per l’amministrazione, la finanza e la contabilità dell’Università
degli Studi di Palermo, emanato dal Rettore con Decreto n. 285 del 07/02/2013;
Pertanto si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
di autorizzare il Settore Bilancio e Rendiconto dell’Area Economico Finanziaria ad apportare la
variazione in aumento dello stanziamento relativo alla voce 1322D17+ “Contratti e Convenzioni
ex art. 66 DPR 382/80 dei Dipartimenti – D17+” per Euro 36.410,43 e corrispondentemente
incrementare l’importo dello stanziamento sulle voci di spesa sotto riportate:
VARIAZIONI
Voce di
Bilancio
1322D17+
Totale
Stanziamento
€ 692,00
Voce di Bilancio
Stanziamento
270003D17+P52R
€ 147,48
270003D17+COMU
€ 206,30
270002D17+P52R
€ 1735,00
270002D17+COMU
€ 3.533,73
270004D17+0000
€ 329,68
5300010002D17+
€ 56,92
R40000FFRAD17+
€ 769,27
Totale
ENTRATA
Variazione in +
Stanziamento definitivo
+ € 36.410,43
+ € 36.410,43
€ 37.102,43
SPESA
Variazione in +
+ € 4.028,39
+ € 3.253,70
+ € 14.099,36
+ € 11.387,94
+ € 1.820,52
+ € 1.092,31
+ € 728,21
+ € 36.410,43
Il Responsabile del procedimento
f.to Rita Livecchi
Stanziamento definitivo
€ 4.175,87
€ 3.460,00
€ 15.834,36
€ 14.921,67
€ 2.150,20
€ 1.149,23
€ 1.497,48
Il Direttore
f.to Prof. Giuseppe Verde
Il Consiglio di Amministrazione
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Visto il parere della Commissione Bilancio, Edilizia e Patrimonio, Rapporti con l’A.O.U.P.;
Visto il parere del Collegio dei Revisori dei conti;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
65
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Letto ed approvato seduta stante.
48. Variazioni per maggiore entrata e maggiore spesa – per compartecipazione del Comune
di Ragusa alla realizzazione del convegno internazionale presso il locali di Palazzo La
Rocca a Ragusa
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Vista la nota del Comune di Ragusa “Città di Ragusa” Servizio Culturale e manifestazioni Sviluppo
BB. Culturali;
Vista la delibera del C.d.A. del 19/12/2013 punto 9 dell'o.d.g., relativa all’approvazione del
bilancio unico di previsione d'Ateneo per l'E.F. 2014;
Visto l’art. 14 punti 3 e 4 bis del Regolamento per l’amministrazione, la finanza e la contabilità
dell’Università degli Studi di Palermo, emanato dal Rettore con Decreto n. 285 del 7 febbraio 2013;
Vista la delibera del Consiglio di Dipartimento del 09/05/2014 di approvazione della variazione di
bilancio di €.1.000,00 quale compartecipazione alla realizzazione del convegno internazionale
promosso dall’Università degli Studi di Palermo da tenersi a Ragusa presso i locali di Palazzo La
Rocca;
Considerato che si deve procedere alla predetta variazione di bilancio;
Pertanto si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
Di autorizzare il Settore Bilancio e Rendiconto dell’Area Economico Finanziaria ad apportare la
variazione in aumento dello stanziamento relativo alla voce 1260D01+ “contratti convenzioni
accordi di programma con altri enti pubblici” per Euro 1.000,00 e corrispondentemente
incrementare l’importo dello stanziamento sulla voce di spesa sotto riportata:
VARIAZIONI
ENTRATA
Voce di Bilancio
1260D01+
Stanziamento
178.080,49
Totale
SPESA
Voce di Bilancio
178.080,49
Stanziamento
2100020002D01+
Totale
1200,00
1200,00
Variazione in +/1.000,00
Stanziamento
definitivo
179.080,49
1.000,00
179.080,49
Variazione in +/1.000,00
1.000,00
Il Responsabile Amministrativo
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
Stanziamento
definitivo
2.200,00
2.200,00
Il Direttore
66
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
F.TO Dott. Iolanda Carollo
F.TO Prof.ssa Marcella Aprile
Il Consiglio di Amministrazione
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Visto il parere della Commissione Bilancio, Edilizia e Patrimonio, Rapporti con l’A.O.U.P.;
Visto il parere del Collegio dei Revisori dei conti;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
49. Variazione per maggiore entrata e maggiore spesa per contributi di ricerca
L’argomento è trattato al punto n.43.
50. Variazione per maggiore entrata e maggiore spesa derivante da sperimentazioni
cliniche;
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Vista
la delibera del Consiglio di Amministrazione del 19/12/2013 punto 9 dell'o.d.g., relativa
all’approvazione del bilancio unico di previsione d'Ateneo per l'E.F. 2014;
Visto
il Decreto del 10 giugno 2014 n. 70 del Direttore del Dipartimento di Biomedico di
Medicina Interna e Specialistica (Di.Bi.M.I.S.), relativo alle variazioni per maggiore
entrata e maggiore spesa, per un importo totale di € 36.014,64 connesse a contributi di
ricerca;
Considerato che l’AOUP ha versato, sul conto dell’Ateneo, le seguenti somme, relative a quanto
indicato a fianco di esse, per un totale di euro 36.014,64:
 euro 13.149,64 – sospeso 3052 del 4/4/2014 – somme derivanti da
sperimentazioni prof. M. Averna;
 euro 13.940,00 – sospeso 4105 del 20/05/2014 – somme derivanti da
sperimentazioni prof. G. Montalto;
 euro 8.925,00 – sospeso 4106 del 20/05/2014 – somme derivanti da
sperimentazioni prof. C. Giordano;
Considerato che la predetta entrata non è stata prevista e che è pertanto necessario procedere a
variazione di bilancio per complessivi euro 36.014,64
Visto
il Regolamento interno del Dipartimento DIBIMIS che prevede di destinare al fondo per
le spese generali per la ricerca (voce di spesa R4D04+XRICERCA) il 10% di ogni
contributo alla ricerca assegnato al Dipartimento;
Visto
l’art. 14 del Regolamento per l’amministrazione, la finanza e la contabilità dell’Università
degli Studi di Palermo, emanato dal Rettore con Decreto n. 285 del 07/02/2013;
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
67
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Si propone, pertanto, che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
di autorizzare il Settore Bilancio e Rendiconto dell’Area Economico-Finanziaria dell’Area
Economico-Finanziaria ad effettuare la seguente variazione in aumento del bilancio unico di
previsione d’Ateneo per l’E.F.. 2014:
ENTRATA
Voce di Bilancio
e descrizione
Stanziamento
Variazione in +/-
Stanziamento
definitivo
36.014,64
2340D04+
0,00
36.014,64
36.014,64
Totale
SPESA
Voce di Bilancio
e descrizione
R4D04+P6D40007
R4D04+P0N42010
R4D04+PD33AOU
P
R4D04+XRICERC
A
Stanziamento
Stanziamento
definitivo
Variazione in +/-
746,65
11.834,68
8.327,18
12.546,00
31.505,67
8.032,50
12581,33
20.873,18
39.538,17
2.000,00
3.601,46
Totale
36.014,64
Il Responsabile Amministrativo
f.to Rag. Mario Piazzese
5.601,46
Il Direttore
f.to Prof. Antonio Craxì
Il Consiglio di Amministrazione
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Visto il parere della Commissione Bilancio, Edilizia e Patrimonio, Rapporti con l’A.O.U.P.;
Visto il parere del Collegio dei Revisori dei conti;
all’unanimità,
DELIBERA
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
68
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
51. Variazioni per maggiore entrata e maggiore spesa connessa al progetto GNAMPA
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Vista la delibera del Consiglio di Amministrazione del 19 dicembre 2013 relativa all’approvazione
del bilancio unico di previsione d'Ateneo per l'E.F. 2014;
Vista l’attribuzione di un contributo di € 3.000,00 alla dott.ssa Giorgia Bellomonte, assegnista
presso il Dipartimento di Matematica e Informatica, per il Progetto di Ricerca GNAMPA 2014:
“Proprietà spettrali di i quasi *-algebre di operatori differenziali”, da parte dell’Istituto Nazionale di
Alta Matematica Francesco Severi di Roma;
Considerato che la presente proposta è stata approvata con Decreto del Direttore n. 22 del
10/06/2014;
Visto l’art. 14 del Regolamento per l’amministrazione, la finanza e la contabilità dell’Università degli
Studi di Palermo, emanato dal Rettore con Decreto n. 285 del 7 febbraio 2013;
Pertanto si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
Di autorizzare il Settore Bilancio e Rendiconto dell’Area Economico Finanziaria ad apportare la
variazione per maggiore entrata e maggiore spesa per complessivi € 3.000,00, come riportata
nella seguente tabella:
VARIAZIONI
Voce di Bilancio
2312D11+
Trasferimenti correnti
da altri enti pubblici
Stanziamento
0,00
ENTRATA
Variazioni in +
3.000,00
Stanziamento definitivo
3.000,00
Voce di Bilancio
R4D11+P8RYGNAM
“Progetto di Ricerca
GNAMPA 2014”
Stanziamento
0,00
SPESA
Variazione in +
3.000,00
Stanziamento definitivo
3.000,00
Il Responsabile Amministrativo
f.to Cesare Ferrante
Il Direttore
f.to Prof. Camillo Trapani
Il Consiglio di Amministrazione
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
69
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Visto il parere della Commissione Bilancio, Edilizia e Patrimonio, Rapporti con l’A.O.U.P.;
Visto il parere del Collegio dei Revisori dei conti;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
52. Storno per impinguamento voci di spesa “noleggio, manutenzione e riparazione
attrezzature, fotocopiatrici ed apparecchiature d’ufficio” e “acquisto cancelleria,
stampati, materiale consumo e spese di legatori
L’argomento non è trattato in questa seduta
53. Storno attività formativa 2014 Regione Siciliana
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Vista
la delibera del C.d.A. del 19/12/2013, punto 9 all’o.d.g., che ha approvato il
Bilancio Unico di previsione di Ateneo E.F. 2014;
Visto
l’art. 14 del Regolamento per l’amministrazione, la finanza e la contabilità
dell’Università degli Studi di Palermo, emanato dal Rettore con Decreto n. 285 del
07/02/2013;
Visto
l’incarico conferito al DEMS dal Dirigente del Dipartimento per la Formazione e
qualificazione del personale regionale dott. Antonio Cangemi, prot. 18017 del
7.02.2014.
L’incarico prevede n. 26 giornate formative rivolte al personale delle carriere dirigenziali
in servizio presso i Dipartimenti regionali per un importo finanziato pari ad € 20.141,94;
Visto
il Decreto del Direttore del Dipartimento di Studi Europei e della Integrazione
Internazionale. Diritti, Economia, Management, Storia, Lingue e Culture (D.E.M.S.),
n. 7 dell’11.06.2014;
Si chiede, pertanto, che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
di autorizzare il Settore Bilancio e Rendiconto dell’Area Economico-Finanziaria ad apportare lo storno di €
6.000,00 nel Bilancio Unico di previsione d'Ateneo, E.F. 2014, come riportato nella seguente tabella:
SPESA
Voce di Bilancio e descrizione
270003D20+0000
ALTRE SPESE PER ATTIVITA’
COMMERCIALE DIPARTIMENTI
270003D20+BE03
ALTRE SPESE PER ATTIVITA’
Stanziamento
Storno/Impinguam
ento
Stanziamento
definitivo
€ 60.000,00
-€ 6.000,00
€ 54000,00
€ 0,00
€ 6.000,00
€ 6.000,00
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
70
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
COMMERCIALE D20+ FORMAZIONE REGIONALE DIRIG.
REGIONALI 2014 - PROF. A.
BELLAVISTA
Il Responsabile del procedimento
f.to Dott. Mario Gagliano
Il Direttore
f.to Prof. Giovanni Fiandaca
Il Consiglio di Amministrazione
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Visto il parere della Commissione Bilancio, Edilizia e Patrimonio, Rapporti con l’A.O.U.P.;
Visto il parere del Collegio dei Revisori dei conti;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
54. Riconoscimento legittimità del debito di € 241,37 riguardante rimborso di spese di
missione - Dott. Rosario Siino
L’argomento non è trattato in questa seduta
56. Utilizzazione delle risorse derivanti dai progetti finanziati da programmi internazionali,
comunitari, nazionali e regionali, voce di spesa R4DA00SRIC0001 “Quota per interventi
a sostegno della ricerca e del funzionamento di Ateneo” Missione a Roma del 29/05/2014
del Prof. Giacomo De Leo
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Premesso che il Regolamento per la gestione delle risorse derivanti dai progetti finanziati da
programmi internazionali, comunitari, nazionali e regionali” emanato con DR 2011/2013 del
01/07/2013 statuisce all’art. 5 c. 8 che “Le quote a titolo di autofinanziamento spettanti
all’Ateneo ed al finanziamento della ricerca di Ateneo derivanti dalle spese generali e dal
personale interno rendicontato, devono essere iscritte in specifiche voci del bilancio
dell’Ateneo, l’utilizzo di dette quote sarà deliberato dal C.d.A. su proposta del Rettore sentito
il Direttore Amministrativo ;
Considerato che le risorse finanziarie di cui sopra trovano allocazione in tre distinte voci di
bilancio di uscita, relative rispettivamente ad: autofinanziamento di Ateneo, spese di ricerca
ed incentivazione del personale;
Tenuto conto che l’Ateneo di Palermo, nell’ambito dell’Avviso MIUR D.D. n. 436 del
13/03/2013, Bando Start up, partecipa con il progetto PAC0212_00068 “Bookalive”, del
quale è responsabile scientifico per l’Ateneo il prof. Antonio Gentile;
Considerato che il C.d.A. con delibera n. 57 del 27/05/2014, ha autorizzato il Prof. Giacomo
De Leo, Pro-Rettore alla Ricerca, già autorizzato alla firma con D.R. n. 1157/2014, alla
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
71
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
sottoscrizione del Disciplinare di Concessione delle Agevolazioni e dei relativi Atti d’Obbligo
e di Accettazione del progetto PAC0212_00068 “Bookalive”;
Vista la mail del 26/05/2014, con cui il MIUR AT-PAC, ha invitato il soggetto legittimato alla
sottoscrizione dell’ Atto d’Obbligo e di Accettazione del progetto PAC0212_00068
“Bookalive”, a recarsi a Roma presso il FORUMPA in data 29/05/2014;
Vista la nota n. 37775 del 29/05/2014 con cui il Magnifico Rettore autorizza il Prof. Giacomo
De Leo, Pro-Rettore alla Ricerca, ad effettuare il giorno 29/05/2014 la missione a Roma, per
sottoscrivere il Disciplinare di Concessione delle Agevolazioni e dei relativi Atti d’Obbligo e di
Accettazione del progetto PAC0212_00068 “Bookalive”, addebitando la spesa relativa sulla
voce di bilancio R4DA00SRIC0001 “Quota per interventi a sostegno della ricerca e del
funzionamento di Ateneo”;
Considerata la rilevanza della missione per il progetto di Ricerca, PAC0212_00068
“Bookalive”;
Considerato che i tempi non risultavano in alcun modo compatibili con la sottoposizione al
primo Consiglio di Amministrazione di Ateneo, previsto per il 4/06/2014, , si è proceduto alla
emissione dell’ordine di missione prot. 904R/SV del 29/05/2014, imputando la spesa sulla
voce di bilancio R4DA00SRIC0001 “Quote per interventi a sostegno della ricerca e del
funzionamento di Ateneo” come indicato dal Magnifico Rettore nella nota 37775 del
29/05/2014;
Vista la Disposizione di impegno di spesa n. 502 del 29/05/2014, con cui l’Area Ricerca e
Sviluppo, verificata la disponibilità sulla voce di spesa, R4DA00SRIC0001 “Quota per
interventi a sostegno della ricerca e del funzionamento di Ateneo” es. fin. 2014 ha disposto
l’assunzione dell’impegno per € 600,00 (imp. n. 6111/2014);
Tutto ciò premesso, si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
Di autorizzare l’utilizzazione della somma di € 600,00 sulla voce di spesa R4DA00SRIC0001
“Quota per interventi a sostegno della ricerca e del funzionamento di Ateneo” per far fronte alle
spese di missione a Roma del 29/05/2014 del Prof. Giacomo De Leo
F.to
Il Responsabile del procedimento
Dott.ssa Maria Barbera
F.to
Il Dirigente
Ing. Gandolfo Gallina
IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE




Visto il Regolamento per l’Amministrazione, la finanza e la contabilità dell’Università degli
Studi di Palermo, emanato con DR 285 del 7 febbraio 2013;
Visto il Regolamento per la gestione delle risorse derivanti dai progetti finanziati da programmi
internazionali, comunitari, nazionali e regionali” emanato con DR 2011/2013 del 01/07/2013;
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Sentita la relazione del Presidente della Commissione Bilancio, Edilizia e Patrimonio, Rapporti
con l’AOUP;
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
72
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
DELIBERA
di autorizzare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante
57. Dott.ssa Federica SCIBILIA – rinnovo assegno di ricerca di ricerca da far gravare sui
fondi del Progetto COSMED – Responsabile Scientifico: Prof. Marco Rosario Nobile
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Il Direttore del Dipartimento di Architettura (DARCH), con proprio decreto n. 23 del 27.05.2014, ha
espresso parere favorevole in merito alla richiesta del Prof. Marco Rosario Nobile, responsabile
scientifico del Progetto COSMED, di rinnovo, per ulteriori 12 mesi e per l’importo di € 23.075,13,
comprensivo anche degli oneri a carico dell’Amministrazione, di n. 1 assegno di ricerca, della
durata di mesi 24 (26.07.2012-25.07.2014) dal titolo “From stereotomy to antiseismic criteria:
crossroads of experimental design. Sicily and Mediterranean (XII-XVIII century). Ricerca
bibliografica, archivistica e iconografica”. Titolare dell’assegno è la Dott. Federica Scibilia.
CUP: B71J12000040005
La richiesta di rinnovo, formulata ai sensi dell’art. 6 del “Regolamento per il conferimento degli
assegni di ricerca”, emanato con D.R. n. 61/2013, e supportata da motivazioni strettamente
collegate alla prosecuzione della ricerca, propedeutiche al completamento del progetto, nel
rispetto della pianificazione temporale del progetto stesso, oltre a contenere parere positivo
sull’operato della Dott. Federica SCIBILIA, evidenzia l’attività costante svolta all’interno del
progetto.
Durante lo svolgimento degli studi sono emerse, infatti, problematiche nuove, che non sarà
possibile esaurire nel corso dell’anno di durata dell’assegno.
Si precisa che il Dipartimento di Architettura DARCH ha provveduto ad assumere l’impegno di
spesa n. 16566/2013, sub 33 del 27.05.2014, - sulla voce R4D01+P67W2012
Si propone, pertanto, che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
Sul rinnovo dell’assegno di ricerca, della durata di mesi 24 (26.07.2012-25.07.2014), dal titolo
“From stereotomy to antiseismic criteria: crossroads of experimental design. Sicily and
Mediterranean (XII-XVIII century). Ricerca bibliografica, archivistica e iconografica”, di cui è titolare
la Dott. Federica Scibilia, per ulteriori 12 mesi e per l’importo di € 23.075,13, comprensivo anche
degli oneri a carico dell’Amministrazione, da far gravare sui fondi del Progetto “COSMED”, di cui è
responsabile scientifico il Prof. Marco Rosario Nobile.
CUP: B71J12000040005
Il Responsabile del procedimento
F.to Dott. Marcella Maddalena
Il Responsabile del Settore
F.to Dott. Modesta Semilia
Il Dirigente dell’Area
F.to Ing. Gandolfo Gallina
Il Consiglio di Amministrazione
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
73
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Visto il parere favorevole espresso dal Direttore del Dipartimento di Architettura (DARCH), con
proprio decreto n. 23 del 27.05.2014, che accoglie la richiesta del Prof. Marco Rosario Nobile,
responsabile scientifico della ricerca in oggetto, e autorizza il rinnovo, per ulteriori 12 mesi e per
l’importo di € 23.075,13, comprensivo anche degli oneri a carico dell’Amministrazione, di n. 1
assegno di ricerca, della durata di mesi 24 (26.07.2012-25.07.2014) dal titolo “From stereotomy to
antiseismic criteria: crossroads of experimental design. Sicily and Mediterranean (XII-XVIII
century). Ricerca bibliografica, archivistica e iconografica”. Titolare dell’assegno è la Dott. Federica
SCIBILIA.
CUP: B71J12000040005
Visto l’impegno n. 16566/2013, sub 33 del 27.05.2014 - assunto sulla voce di spesa
R4D01+P67W2012 - dal Dipartimento di Architettura (DARCH);
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Sentita la relazione del Presidente della Commissione Bilancio Edilizia Patrimonio e rapporti con
AOUP;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare, in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto e approvato seduta stante.
58. Rimodulazione del piano finanziario del Master di II livello di durata annuale in
“Applicazioni in Scienze Forensi” A:A: 2013/2014
L’argomento non è trattato in questa seduta
60. Modificazione della deliberazione n° 59 dell’11 aprile 2013 relativa alla destinazione dei
fondi derivanti dal mutuo chirografario concesso da Unicredit s.p.a.
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO
Con deliberazione n. 24, adottata nella seduta del 27/7/2011, il Consiglio di Amministrazione
dell'Università ha autorizzato la contrazione di un mutuo chirografario di € 7.620.000,00 da
destinare alla copertura finanziaria di previsti interventi edilizi.
In data 29/3/2012 è stato stipulato un parziale contratto di mutuo chirografario nella misura di €
1.080.000,00.
Con successiva deliberazione n. 59, adottata nella seduta del 11/04/2013, il C. di A. ha approvato
il nuovo assetto della programmazione edilizia da finanziare con la concessione della quota
residua di € 6.540.000,00 del mutuo Unicredit, secondo il seguente nuovo piano:
1) Biblioteca del Dipartimento di Beni Culturali e Studi Culturali
(ex Dip. Ingegn. Nucleare)
€
1.100.000,00
2) Interventi di manutenzione presso l’Edificio 16 di Viale delle
Scienze
€
1.600.000,00
3) Interventi di messa in sicurezza del Museo Gemmellaro
€ 900.000,00
4) Risanamento prospetti corpo centrale Facoltà di Ingegneria –
corti interne del Dipartimento DICAM
€ 1.250.000,00
5) Manutenzione straordinaria Prospetti Chimica e Fisica della Terra
€
200.000,00
6) Interventi di recupero dell’ex Sala delle Verifiche
€ 1.000.000,00
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
74
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
7) Realizzazione di laboratori presso il DICAM –
edificio 8 parco d’Orleans
8) Aula Turchetti
TOTALE
€ 240.000,00
€
250.000,00
€ 6.540.000,00
In seguito a nuove esigenze dell’Ateneo, rappresentate al Rettore e al Prorettore all’Edilizia, prof.
Antonio De Vecchi, nelle more dell’assunzione di ulteriori determinazioni in merito, è apparso
necessario e prioritario la revisione parziale e provvisoria del sopra citato piano edilizio.
È stato necessario, precisamente, provvedere ad una diversa destinazione della somma di €
1.100.000,00, originariamente prevista interamente per il finanziamento dei Lavori di
ristrutturazione della Biblioteca del Dipartimento di Beni Culturali e Studi Culturali (ex Dip. Ingegn.
Nucleare) indicati al superiore punto 1), avvalendosi di parte di essa per far fronte alle suddette
nuove esigenze. Tale individuazione ha origine dalla constatazione che l’intervento di cui al
suddetto punto 1) non aveva più ragion d’essere, in quanto, a seguito di deliberazione consiliare n.
66 del 15/04/2014, si era provveduto alla riorganizzazione funzionale degli spazi degli edifici 12,
corpo aggiunto, e 15 di viale delle Scienze.
Il punto 1) di cui sopra è stato, pertanto, sostituito dalla seguente nuova programmazione a seguito
della deliberazione consiliare n. 27 assunta nella seduta del 13 maggio 2014:
1a) Manutenzione straordinaria impianto di climatizzazione edificio 14 € 185.000,00
1b) Espletamento sondaggi geognostici e strutturali finalizzati alla realizzazione degli interventi
rientranti nell’ambito del Piano Nazionale per il Sud.
€ 150.000,00.
Poiché è di prossima erogazione la residua somma correlata al mutuo in questione, l’Ateneo deve
rivedere globalmente il piano degli interventi edili, alla luce delle criticità manifestatesi e delle
strategie organizzativo-gestionali.
Sulla scorta di quanto sopra e delle indicazioni formulate dal Rettore e dal Prorettore all’Edilizia, la
scrivente Area, sottopone alle valutazioni del Consiglio l’approvazione della rivisitazione della
programmazione edilizia, che di seguito si riporta:
1) Manutenzione straordinaria impianto di climatizzazione edificio 14 € 185.000,00
2) Espletamento sondaggi geognostici e strutturali finalizzati alla
realizzazione degli interventi rientranti nell’ambito del Piano
Nazionale per il Sud
€ 150.000,00
3) Adeguamento e rifunzionalizzazione Edifici 12 e 15 di viale delle Scienze € 1.595.000,00
4) Interventi di manutenzione presso l’Edificio 16 di Viale delle Scienze
€ 1.600.000,00
5) Risanamento prospetti corpo centrale Facoltà di Ingegneria corti interne del Dipartimento DICAM
€ 1.520.000,00
6) Interventi di recupero dell’ex Sala delle Verifiche
€ 1.000.000,00
7) Realizzazione di laboratori presso il DICAM – edificio 8 parco d’Orleans € 240.000,00
8) Aula Turchetti
€
250.000,00
TOTALE
€ 6.540.000,00
Il predetto programma edilizio tiene conto delle seguenti circostanze:


per quanto concerne gli interventi previsti nella precedente delibera e momentaneamente
accantonati (Museo Gemmellaro, Prospetti di Chimica e Fisica della Terra), si ritiene che
essi possano essere destinatari delle risorse che si renderanno disponibili a seguito dei
ribassi effettuati sui predetti interventi programmati;
per ciò che concerne il Dipartimento DICAM, si precisa che, al fine di rendere perseguibile
l’obiettivo, già sancito nel verbale n. 4 del Consiglio di Dipartimento del 1/4/2014, di stabilire
la nuova redistribuzione di spazi dello stesso Dipartimento, i fondi previsti dalla delibera
CIPE per complessivi € 480.000,00, destinati alla ristrutturazione dei laboratori del Corpo
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
75
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Centrale della Facoltà di Ingegneria (oggi Scuola Politecnica), costituiranno, unitamente
all’intervento citato al punto 7, risorsa unica per il predetto scopo.
A tal proposito si evidenzia che l’Ateneo, con propri fondi di Bilancio, ha già avviato e ha in
corso di esecuzione una prima parte di interventi finalizzati al trasferimento del personale
docente afferente a Ingegneria dei Materiali dall’edificio 6 all’edificio 8 e dei rispettivi
laboratori.
Pertanto, si richiede che il Consiglio si pronunzi sulla sopra riportata proposta di deliberazione.
Il Dirigente
Responsabile del Procedimento
f.to dott. Calogero Schilleci
IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE
Vista la relazione del Responsabile del Procedimento;
Sentita la relazione del Presidente della Commissione Bilancio, Edilizia e Patrimonio, rapporti con
l’AOUP;
all’unanimità,
Visto il parere del Collegio dei Revisori dei conti che di seguito si riporta:
Il Collegio esprime parere favorevole, sottolineando l’esigenza che le modifiche siano coerenti con
gli interventi previsti nell’originaria destinazione del mutuo (interventi edilizi).
DELIBERA
approvare in conformità alla proposta del responsabile del procedimento.
Letto ed approvato seduta stante.
61. Trasferimento della Direzione del Dipartimento di Scienze Giuridiche, della Società e
dello Sport presso i locali di Piazza Bologni – Palermo
L’argomento non è trattato in questa seduta
62. Accordo di cooperazione tra Unipa e l'Università di Erlangen-Nürnberg "Friedrich
Alexander" per l'attivazione di un percorso formativo (Doppio Titolo di Laurea)
nell'ambito del Corso di laurea triennale in Ingegneria meccanica - L-9: modifica
Annex B (tabella di scambio degli insegnamenti)
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Con e-mail del 12/05/2014 il prof. Livan Fratini ha trasmesso allo scrivente ufficio, per le
valutazioni di competenza, la modifica dell’Annex “B” dell’accordo vigente tra l’Ateneo di Palermo e
la Friedrich-Alexander-Universitat Erlangen-Nurnberg (FAU) (Germania) per l’attivazione di un
percorso formativo con rilascio del Doppio Titolo nell’ambito del corso di Laurea in Ingegneria
Meccanica e il Bachelor in International Production Engineering and Management.
A seguito del mutamento del Manifesto degli studi del Corso di Laurea in Ingegneria
Meccanica (L-9), intervenuto dopo la stipula dell’accordo, è risultato necessario predisporre una
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
76
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
nuova tabella di scambio degli insegnamenti dei due corsi di studio, approvata dal Consiglio di
Corso di Studi in data 18/03/2014.
Lo scrivente ufficio, dopo averne verificato la fattibilità tecnica, ha approvato le modifiche
proposte pur rilevando che l’accordo vigente prevede l’acquisizione per ciascuno studente di 51
ECTS presso il partner straniero, mentre, di norma, le linee guida del nostro Ateneo di cui alla nota
prot. N. 31086 del 05/05/2010 per l’attivazione di programmi “Doppio titolo” prevedono la soglia di
60 ECTS da maturare all’estero (nelle lauree di primo livello, 180 CFU).
In data 15/05/2014 l’ufficio ha ricevuto, infine, il Decreto del Direttore del Dipartimento di
Ingegneria Chimica, Gestionale, Informatica, Meccanica di approvazione della nuova tabella delle
corrispondenze.
Pertanto, tenuto conto dell’approvazione del CCS in Ingegneria Meccanica e del Decreto
del Direttore del Dipartimento, ai sensi della delibera del Senato Accademico di approvazione
dell’accordo (08/05/2012) la quale recita: “… considerato altresì, che le linee guida costituiscono
uno strumento di indirizzo generale e che esistono di fatto delle specificità proprie di ciascun
accordo tra le parti come peraltro previsto dallo stesso citato DM 22/10/2004 n. 270 …”, avendo
constatato la correttezza formale e sostanziale della richiesta di modifica.
La proposta ha già ottenuto il parere favorevole da parte del S.A. nella seduta del
17/06/2014 – argomento n. 24 con la seguente prescrizione: “Si segnala l’opportunità che vengano
fatte le traduzioni in ambedue le lingue”.
Infine, la proposta di modifica è stata sottoposta alla valutazione della UOA Cooperazione
internazionale per la formazione e la ricerca.
Ciò premesso, si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
l’approvazione della modifica dell’Annex B del vigente accordo di cooperazione tra l’Università
degli Studi di Palermo e l’Università di Erlangen-Nürnberg “Friedrich Alexander” nell’ambito del
percorso formativo internazionale (Doppio Titolo di Laurea) del Corso di Laurea triennale in
Ingegneria meccanica L-9 che di seguito si riporta nella versione in lingua inglese:
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
77
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
78
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
79
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
80
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
81
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
82
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
83
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
84
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Annex B modificato
ANNEX B
Special requirements for Bachelor students wishing to enter the double degree programme
of FAU or UP.
B1.
Students wishing to enter the UP Laurea Triennale in Ingegneria Meccanica programme
must have successfully completed all courses of year one and two of the bachelor degree
in International Production Engineering and Management at FAU and must have acquired
further 9 ECTS as practical training or further courses, for a total of 129 ECTS. In their final
year at UP, the following courses must be completed, which equals a credit transfer of 51
ECTS:
Lecture
Impianti Meccanici – Mechanical plants
Fisica tecnica – Applied Physics
Macchine – Machines
Attività di laboratorio CAD - CAM – Laboratories of CAD CAM
Prova Finale – Final thesis
ECTS
12
12
9
3+3
12
The above courses will be given in English.
B.2.
Students wishing to enter the FAU bachelor degree in International Production Engineering
and Management programme must have successfully completed all courses of year one
and two of the Laurea Triennale in Ingegneria Meccanica (curriculum meccanico)
programme at UP and have already successfully completed the lecture “Macchine” for a
total of 129 ECTS. In their final year at FAU, the following courses must be completed,
which equals a credit transfer of 51 ECTS:
Lecture
Production Technology 1 + 2
Exercises in Production Technology (with training in
technical english)
Fundamentals of Metrology
Umformtechnik
Quality Management
Advanced Seminar on International and Sustainable
Production
Integrated Production Systems
Advanced Service Management
Interdisciplinary Business Project
Bachelor Thesis
B.3.
ECTS
5
5
5
5
5
2,5
5
5
2,5
11
Full particulars of the units/modules listed in B1 and B2 are given in the Module Handbook
maintained by FAU and UP.
Poiché nei manifesti proposti dalle Università straniere si rileva, talvolta, la presenza di
insegnamenti che possono trovare una corrispondenza più puntuale in insegnamenti erogati da
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
85
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
altri corsi di studio dell’Ateneo, sarà possibile, previa approvazione del Consiglio di Corso di Studi,
inserirli nei curricula formativi degli studenti stranieri e individuare idonee modalità di flessibilità
dell’offerta formativa nei confronti degli studenti incoming”.
Il Responsabile del procedimento
f.to dott. Valeria Floriano
Il Dirigente
f.to dott. Antonio Valenti
Il Responsabile della UOA
Cooperazione internazionale per la formazione e la ricerca
f.to Antonio Serafini
Il Consiglio di Amministrazione
visti gli artt. 2, 4 e 9 dello Statuto vigente dell’Università degli Studi di Palermo;
visti gli artt. 3, c.10 e 11, c.7-o del Decreto Ministeriale 22 ottobre 2004, n. 270;
visto l’art 2, c.2-II del DM 15 ottobre 2013, n.827, “Linee generali di indirizzo della programmazione
delle università per il triennio 2013-2015”;
visti i DD.MM. 23 dicembre 2013 n. 1059, 30 gennaio 2013 n. 47 e 22 settembre 2010 n. 17;
vista la nota prot. 17 del 16 febbraio 2011 del MIUR – Direzione Generale per l’Università e il
Diritto allo Studio – Ufficio V;
visto il Regolamento Didattico dell’Ateneo di Palermo;
vista la nota della Segreteria Tecnica del Rettore prot. n. 31086 del 05 maggio 2010 avente per
oggetto le Linee Guida del Programma Doppio Titolo di Laurea;
visti l’Accordo vigente e la modifica all’Annex “B” riportante la tabella di scambio degli
insegnamenti tenuti presso l’Università degli Studi di Palermo e quelli tenuti presso la FriedrichAlexander-Universitat Erlangen-Nurnberg (FAU) (Germania);
vista la delibera del Consiglio di Corso di Studi in Ingegneria meccanica del 18/03/2014;
visto il Decreto del Direttore del Dipartimento in “Ingegneria Chimica, Gestionale, Informatica,
Meccanica” del 14/05/2014;
vista la delibera di Senato Accademico di approvazione dell’accordo del 08/05/2012;
visto il parere positivo espresso dal S.A. al n. 24 della seduta del 17/06/2014 con la seguente
prescrizione: “Si segnala l’opportunità che vengano fatte le traduzioni in ambedue le lingue”;
vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Sentita la relazione del Presidente della Commissione Cultura Didattica e Servizi agli studenti;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
63. Accordo di cooperazione tra Unipa e l'Università di Lorraine (Francia) per l'attivazione di
un percorso formativo (Doppio Titolo di Laurea) nell'ambito del Corso di laurea
magistrale in Lingue e letterature moderne dell'Occidente e dell'Oriente - LM-37
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Con e-mail del 06/3/2014 il dott. Antonio Serafini, Responsabile UOA 07 Coop.
Internazionale per la Formazione e la Ricerca, ha trasmesso allo scrivente ufficio, per competenza,
la proposta di Accordo per il doppio titolo di Laurea tra l'Università di Palermo - Laurea Magistrale
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
86
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
in Lingue e Letterature moderne dell’occidente e dell’oriente “curriculum orientale” - e l'Università
della Lorena (Nancy, Francia) - Master Méditerranée et Europe Centrale et Orientale (MECO).
Dopo aver preso visione dei documenti, sono state riscontrate alcune difformità tra il
manifesto degli studi vigente del corso di laurea in Lingue e Letterature moderne dell’occidente e
dell’oriente “curriculum orientale” e la tabella di scambio tra gli insegnamenti dei due corsi di studio
nella versione in inglese dell’accordo.
Dopo alcuni colloqui intercorsi con il prof. Pellitteri e la dott.ssa Sciortino, le modifiche sono
state apportate e la versione definitiva dell’accordo è stata trasmessa via mail in data 22/04/2014.
In data 29/05/2014 l’ufficio ha ricevuto la delibera del Consiglio di Corso di studi e in data
30/05/2014 la delibera del Consiglio del Dipartimento di Scienze Umanistiche di approvazione
della nuova versione dell’Accordo.
Lo scrivente ufficio ha verificato la correttezza formale e sostanziale della documentazione
ricevuta, constatando che i suggerimenti concordati sono stati recepiti.
La proposta ha già ottenuto il parere favorevole da parte del S.A. nella seduta del
17/06/2014 – argomento n. 25 con la seguente prescrizione: “Si segnala l’opportunità che vengano
fatte le traduzioni in ambedue le lingue”.
Infine, la proposta è stata sottoposta alla valutazione della UOA Cooperazione
internazionale per la formazione e la ricerca.
Ciò premesso, si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
l’approvazione dell’accordo di cooperazione tra l’Università degli Studi di Palermo e l’Università di
Lorraine (Francia) per l’attivazione di un percorso formativo internazionale (Doppio Titolo di
Laurea) nell’ambito della Corso di Laurea Magistrale in Lingue e letterature moderne
dell’Occidente e dell’Oriente “curriculum orientale” LM-37 che di seguito si riporta nella versione in
lingua inglese:
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
87
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
88
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
89
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
90
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
91
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
92
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
93
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
94
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
95
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Poiché nei manifesti proposti dalle Università straniere si rileva, talvolta, la presenza di
insegnamenti che possono trovare una corrispondenza più puntuale in insegnamenti erogati da
altri corsi di studio dell’Ateneo, sarà possibile, previa approvazione del Consiglio di Corso di Studi,
inserirli nei curricula formativi degli studenti stranieri e individuare idonee modalità di flessibilità
dell’offerta formativa nei confronti degli studenti incoming”.
Il Responsabile del procedimento
f.to dott. Valeria Floriano
Il Dirigente
f.to dott. Antonio Valenti
Il Responsabile della UOA
Cooperazione internazionale per la formazione e la ricerca
f.to Antonio Serafini
Il Consiglio di Amministrazione
visti gli artt. 2, 4 e 9 dello Statuto vigente dell’Università degli Studi di Palermo;
visti gli artt. 3, c.10 e 11, c.7-o del Decreto Ministeriale 22 ottobre 2004, n. 270;
visto l’art 2, c.2-II del DM 15 ottobre 2013, n.827, “Linee generali di indirizzo della programmazione
delle università per il triennio 2013-2015”;
visti i DD.MM. 23 dicembre 2013 n. 1059, 30 gennaio 2013 n. 47 e 22 settembre 2010 n. 17;
vista la nota prot. 17 del 16 febbraio 2011 del MIUR – Direzione Generale per l’Università e il
Diritto allo Studio – Ufficio V;
visto il Regolamento Didattico dell’Ateneo di Palermo;
vista la nota della Segreteria Tecnica del Rettore prot. n. 31086 del 05 maggio 2010 avente per
oggetto le Linee Guida del Programma Doppio Titolo di Laurea;
visti l’Accordo per il doppio titolo di Laurea tra l'Università di Palermo - Laurea Magistrale in Lingue
e Letterature moderne dell’occidente e dell’oriente “curriculum orientale” - e l'Università della
Lorena (Nancy, Francia) - Master Méditerranée et Europe Centrale et Orientale (MECO) e la
tabella degli insegnamenti a scambio predisposta secondo le indicazioni della UOB Programmi e
ordinamenti didattici internazionali;
vista la delibera del Consiglio di Dipartimento di “Scienze umanistiche” del 20/05/2014;
vista la delibera del Consiglio di Corso di Studi in Lingue e Letterature moderne dell’occidente e
dell’oriente “curriculum orientale” del 21/05/2014;
visto il parere positivo espresso dal S.A. al n. 25 della seduta del 17/06/2014 con la seguente
prescrizione: “Si segnala l’opportunità che vengano fatte le traduzioni in ambedue le lingue”;
vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Sentita la relazione del Presidente della Commissione Cultura Didattica e Servizi agli studenti;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
64. Accordo di cooperazione tra Unipa e l'Università di Nizza (Francia) per l'attivazione di un
percorso formativo (Doppio Titolo di Laurea) nell'ambito del Corso di laurea
magistrale in Lingue moderne e traduzione per le relazioni internazionali - LM-38
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
96
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
A seguito di uno specifico incontro con il prof. Velez (13-03-2014), volto a verificare la
fattibilità di un percorso integrato di studi con rilascio di doppio titolo tra la Laurea magistrale in
“Lingue moderne e traduzione per le relazioni internazionali” e il Master in “Langues etrangères –
spécialité: traduction, sou-titrage, doublages des productions audiovisuelles (Tsdpa)” tra
l’Università degli Studi di Palermo e la Université de Nice (Francia), si è attivato un intenso
scambio di e-mail e incontri tra questo ufficio e il docente stesso.
Di concerto con il docente, si è giunti alla predisposizione dell’atto convenzionale tra le sedi
(“Agreement”) e alla definizione di un allegato tecnico (“Annex: Regulations on students mobility”)
in cui vengono illustrati i requisiti di ammissione, le modalità di svolgimento del programma e della
mobilità degli studenti, riportante anche la tabella degli insegnamenti a scambio dei due Corsi di
Studio coinvolti, tenuto conto dei rispettivi ordinamenti didattici e della normativa vigente.
In data 28-05-2014, il prof. Velez ha trasmesso via mail la delibera di approvazione del
Consiglio di Corso di studi, il Decreto del Direttore del Dipartimento “Scienze Umanistiche”,
l’“Agreement” con la Université de Nice e l’Annex contenente le regole per la mobilità degli studenti
e la tabella degli insegnamenti a scambio dei due corsi di Studio coinvolti.
Lo scrivente ufficio ha verificato la correttezza formale e sostanziale della documentazione
ricevuta ed ha constatato che le indicazioni concordate sono state osservate.
La proposta ha già ottenuto il parere favorevole da parte del S.A. nella seduta del
17/06/2014 – argomento n. 26 con la seguente prescrizione: “Si segnala l’opportunità che vengano
fatte le traduzioni in ambedue le lingue”.
Infine, la proposta è stata sottoposta alla valutazione della UOA Cooperazione
internazionale per la formazione e la ricerca.
Ciò premesso, si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
l’approvazione dell’accordo di cooperazione tra l’Università degli Studi di Palermo e l’Università di
Nizza (Francia) per l’attivazione di un percorso formativo internazionale (Doppio Titolo di Laurea)
nell’ambito della Corso di Laurea Magistrale in Lingue moderne e traduzione per le relazioni
internazionali LM-38 che di seguito si riporta nella versione in lingua inglese:
ANNEXE
REGULATIONS ON STUDENTS MOBILITY IN THE DOUBLE DEGREE PROGRAMME
REGARDING THE LAUREA MAGISTRALE IN LINGUE MODERNE E TRADUZIONE PER LE
RELAZIONI INTERNAZIONALI OF THE UNIVERSITY OF PALERMO AND THE MASTER IN
LANGUES ETRANGERES - SPÉCIALITÉ : TRADUCTION, SOUS-TITRAGE, DOUBLAGES DES
PRODUCTIONS AUDIOVISUELLES (TSDPA) OF THE UNIVERSITY OF NICE
SECTION 1
The current regulation applies to the Double Degree Programme regarding the Master in LINGUE
MODERNE E TRADUZIONE PER LE RELAZIONI INTERNAZIONALI (Lmtri) OF THE University
of Palermo (hereinafter UNIPA) And the Master in langues etrangeres - spécialité : traduction,
sous-titrage, doublages des productions audiovisuelles (tsdpa) OF THE University of Nice
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
97
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
(hereinafter UNICE)
SECTION 2
a) The Double Master Programme will be implemented at the academic year 2014/15.
b) The students’ mobility programme will only be developed provided both titles are officially
implemented.
c) The max number of students for the official implementation of the UNIPA Laurea Magistrale in
LMTRI is 5.
d) The max number of students for the official implementation of the UNICE Master in tsdpa is 5.
SECTION 3
THE RESPECTIVE INSTITUTIONS WILL SET UP AND PUBLISH THE APPLICATION DEADLINES FOR THE LAUREA
MAGISTRALE IN Lingue Moderne e Traduzione per le Relazioni Internazionali (LMTRI) AND THE
MASTER DEGREE Langues Etrangeres - Specialité : Traduction, Sous-Titrage, Doublages des
Productions Audiovisuelles (TSDPA), RESPECTIVELY.
FOR THE ACADEMIC YEAR 2014-15, THESE DEADLINES ARE:
 Laurea Magistrale in Lingue Moderne e Traduzione per le Relazioni Internazionali:
september 2014 for second-year students
november 2014 for first-year students

Master Degree in Langues Etrangères - spécialité : Traduction, Sous-titrage, Doublages des
Productions Audiovisuelles (tsdpa):
October 2014
SECTION 4
a) The total number of students of the Double Degree Programme which can take part in the
Erasmus exchange programme will be established every year by the respective institutions
between a minimum of 2 and a maximum of 5.
b) Eligibility criteria of the students for UNIPA will be, among others, the motivations of
candidates, academic records (grade of bachelor degree, French language proficiency etc.)
and the level of English language proficiency.
c) Eligibility criteria of the students for UNICE will be the same as for the admission to the
Master Degree in LMTRI
d) The proved lack of interest of a candidate in participating in the Double Degree Programme
will determine the assignment of his/her place to the next candidate in the admission list.
e) All candidates, as far as possible, will participate to the exchange in the framework of the
Erasmus programme. For this end, both universities will sign the corresponding Erasmus
agreement. This agreement will establish a yearly number of mobilities, up to a maximum
of 10 students per academic year.
f) If one or more candidates cannot apply for the Erasmus Exchange programme, having
done this mobility previously or for any other reason, the agreement will be considered to
all intents and purposes as a bilateral mobility agreement for those students, with the same
procedures requested to apply for the Erasmus programme. In particular, students will be
protected by a learning agreement recording the academic recognition established in this
regulation; they will have to prove the mobility period with the corresponding certificates of
arrival and departure issued by the host university; also, host universities will issue an
academic transcript of records with the grades awarded to the students during the
academic exchange.
g) Students taking part in the programme can participate to the exchange in one or two
different stages corresponding to the first or second year.
SECTION 5
a) The learning programme for students enrolled at UNIPA in this Double Degree Programme is
recorded in the following table:
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
98
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Una disciplina a scelta fra
il seguente gruppo:
Linguaggio spec e
Traduzione: francese
L-Lin/04 (A.Velez)
CFU
Codice
francese
6
HMLLT301
Linguaggio specialistico e
Traduzione: inglese
(A. Rizzo) L-Lin/07
HMLLT412
HMLLT413
HMLLT414
Linguaggio specialistico e
Traduzione: spagnolo
(F. Di Gesù) L-Lin/12
6
13564 Letteratura italiana
contemporanea livello
avanzato (La Monaca)
13565 - LETTERATURA
ITALIANA LIVELLO
AVANZATO DI
GIOVANNA (PA
- Storia moderna livello
avanzato M-STO/02
(Palermo)
- Storia medievale livello
avanzato (Santoro)
3(tot 40h)
12 (40h)
Oppure II semestre 1 materia a
scelta fra il seguente gruppo:
I semestre
Le 2 discipline
HMLLT322
02261 - CRITICA
LETTERARIA E
LETTERATURE
COMPARATE DEIDIER
ECTS
Langue et traduction- anglais
Langue et traduction espagnol
Langue et traduction - italien
Linguaggio specialistico e
Traduzione: tedesco LLin/14
Una disciplina a scelta:
une matière au choix
entre
I semestre
Tutto il gruppo
Théorie et pratique de la
traduction-adaptation
(C. Gere)
Traductologie S1
M. Marti
Initiation logiciel ST
M.Marti
Cinéma italien
S. Leoncini
HMLLT304
3
3
Histoire du doublage
J.P. Aubert
HMLLT402
4
II semestre una disciplina a
scelta
4
HMLLT401
Théorie et pratique de la
traduction-adaptation
(S. Leoncini)
D. Ribotti (Logiciel doublage)
J.L. Sarthou (Ecriture pour le
doublage)
C. Gere (Doublage de séries
TV)
Economie et droit de
l’audiovisuel S2
B. Cailler
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
99
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Una disciplina a scelta:
15825 - LINGUISTICA
TEORICA E
APPLICATA MELAZZO
9
HMLLT323
HMLLT302
16435 - LINGUISTICA
GENERALE LIVELLO
AVANZATO ALIFFI
Due o più materie a scelta fra il
seguente gruppo (il totale di
ects non dovrà essere inferiore
a 6):
I semestre
Classiques du cinéma
S. Milan
3
3
2
HMLLT303
HMSL101
Atelier d’écriture S1 A. Zucker
Nouvelles technologies S1 (T.
V. Luong)
5
5
Architecture cognitive de la
grammaire (M. Scheer)
Acquisition du langage (M.
Hudelot)
II semestre le 2 materie
Cinéma US
K. Hildenbrand
2
HMSL151
HMLLT425
HMLLT424
Altre attività
3
Materia a scelta dello
studente
Oppure la materia a scelta
può essere convalidata
con un gruppo di altre
materie a scelta francesi
fra quelle riportate in
tabella che abbiano un
totale di ects non inferiore
a 6 e non siano già state
scelte per altre
equivalenze
9
Analyse filmique (dans
UEO/UEL « Cinémas
latins »S2 (S. Milan)
Oppure lo stage
di durata otto settimane
dal 1 giugno al 30 settembre
Initiation à la recherche en tav
mémoire d’étude
Projet
2
2
2
6
b) The learning programmes for students enrolled at UNICE in this Double Degree Programme is
recorded in the following tables:
MASTER 1 ETUDES ITALIENNES, PARCOURS RECHERCHE
UNIVERSITE’ NICE SOPHIA ANTIPOLIS (F)
UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI PALERMO (I)
SEMESTRE 1
UE DISCIPLINAIRE FONDAMENTALE (18
ECTS)
Littérature et civilisation 1
13564 Letteratura italiana contemporanea o
Littérature et civilisation 2
13565 Letteratura italiana avanzato
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
100
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Littérature et civilisation 3
Littérature et civilisation 4
Histoire de la littérature et civilisation
Langue latine
13573 Storia medievale o
13751 Storia moderna
02261 Critica letteraria e letterature comparate
UE DISCIPLINAIRE DE SPECIALITE (5 ECTS)
Traduction
Méthodologie
15823 Lingua e traduzione francese o
15810 Teoria e tecnica della traduzione
UE SUR LISTE (7 ECTS)
Cinéma italien
Littérature et civilisation latine
15825 Lingustica teorica e applicata
o altro a scelta
SEMETRE 2
UE DISCIPLINAIRE FONDAMENTALE (8
ECTS)
Littérature et civilisation 1
13564 Letteratura italiana contemporanea o
Littérature et civilisation 2
13565 Letteratura italiana avanzato
Littérature et civilisation 3
13573 Storia medievale o
Littérature et civilisation 4
13751 Storia moderna
Histoire de la littérature et civilisation
02261 Critica letteraria e letterature comparate
Langue latine
UE DISCIPLINAIRE DE SPECIALITE (5 ECTS)
Traduction
Méthodologie
UE SUR LISTE (17 ECTS)
Analyse filmique
15808 Letteratura francese e traduzione o
15810 Teoria e tecnica della traduzione
13549 Sociolinguistica dell’italiano cont.
o altro a scelta
X
Mémoire de recherche
MASTER 1 LEA (ITALIEN + ALLEMAND, ANGLAIS, ESPAGNOL), PARCOURS TRADUCTION
UNIVERSITE’ NICE SOPHIA ANTIPOLIS (F)
UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI PALERMO (I)
SEMESTRE 1
- UE LANGUE ET CIVILISATION
Traduction écrite spécialisée
Traduction à vue
Civilisation contemporaine
- UE DOMAINES D’APPLICATION
Gestion de projets
Communication des entreprises
15823 Lingua e traduzione francese o
15813 Linguaggio specialistico e traduzione fr.
o
158XX Linguaggio spec. e trad. (altra lingua)
13571 Storia moderna
05718 Politica economica
- UE DISCIPLINAIRE DE PARCOURS
15810 Teoria e tecnologie della traduzione
Linguistica (da precisare)
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
101
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
SEMESTRE 2
- UE LANGUE ET CIVILISATION
Traduction écrite spécialisée
Traduction orale
Civilisation contemporaine
15802 Lingua e traduzione inglese o
15803 Lingua e traduzione spagnola o
15804 Lingua e traduzione tedesca
15813 Linguaggio specialistico e traduzione fr.
o
Linguaggio specialistico e trad. (altra lingua)
- UE DOMAINES D’APPLICATION
Droit, Economie
00294 Economia aziendale
- UE DISCIPLINAIRE DE PARCOURS
Stage
X
SECTION 6
The learning programmes described in the previous section follows these criteria:
UNICE gives recognition of a total of 30 ects over the ects obtained during the first or the second
semester of the first or second year at at UNIPA, by the student enrolled at UNICE in the MASTER
IN LANGUES ETRANGERES - SPÉCIALITÉ : TRADUCTION, SOUS-TITRAGE, DOUBLAGES
DES PRODUCTIONS AUDIOVISUELLES (TSDPA),
UNIPA gives recognition of a total of 30 ECTS over the total ECTS obtained during the first or the
second semester of the second year at UNICE by the student enrolled at UNIPA in the master in
LINGUE MODERNE E TRADUZIONE PER LE RELAZIONI INTERNAZIONALI.
The grades obtained by recognition of the student enrolled at UNIPA of the ECTS taken at UNICE
will be the weighted average of grades obtained at the host institution.
The grades obtained by recognition of the student enrolled at UNICE of the ECTS taken at UNIPA
will be the weighted average of grades obtained at the host institution.
Students not reaching the minimum necessary grade to obtain the ECTS will have to comply with
the regulations of the corresponding degree in the respective host or home university. The possible
conflicts about these regulations shall be solved by the academic commission of the double master
degree and accepted by both parties.
SECTION 7
The student enrolled in the double Master degree, both at UNIPA or UNICE, will have to be
awarded a minimum of 30 ECTS, to obtain the title MASTER IN LANGUES ETRANGERES SPÉCIALITÉ : TRADUCTION, SOUS-TITRAGE, DOUBLAGES DES PRODUCTIONS
AUDIOVISUELLES (TSDPA) and the title of LAUREA MAGISTRALE IN LINGUE MODERNE E
TRADUZIONE PER LE RELAZIONI INTERNAZIONALI (LMTRI).
SECTION 8
UNIPA reserves the right to establish other national and/or international agreements related to the
LAUREA MAGISTRALE IN MASTER IN LINGUE MODERNE E TRADUZIONE PER LE
RELAZIONI INTERNAZIONALI (LMTRI).
UNICE reserves the right to establish other national and/or international agreements related to the
MASTER IN LANGUES ETRANGERES - SPÉCIALITÉ : TRADUCTION, SOUS-TITRAGE,
DOUBLAGES DES PRODUCTIONS AUDIOVISUELLES (TSDPA)
SECTION 9
a) Through the present proposal of Double Master Degree, the students of both UNIPA and
UNICE will be awarded, in two years, with two Master degrees, issued by UNIPA and UNICE,
respectively.
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
102
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
SECTION 10
The Laurea Magistrale in LINGUE MODERNE E TRADUZIONE PER LE RELAZIONI
INTERNAZIONALI takes place at the Department of Scienze Umanistiche, ex Convento
S.Antonino, Piazza S.Antonino 1, Palermo, from Monday to Friday.
The Master in LANGUES ETRANGERES - SPÉCIALITÉ : TRADUCTION, SOUS-TITRAGE,
DOUBLAGES DES PRODUCTIONS AUDIOVISUELLES (TSDPA) takes place at 28 Avenue
Valrose, 06103 Nice, France, from Monday to Friday, according to schedules established for every
academic year.
Poiché nei manifesti proposti dalle Università straniere si rileva, talvolta, la presenza di
insegnamenti che possono trovare una corrispondenza più puntuale in insegnamenti erogati da
altri corsi di studio dell’Ateneo, sarà possibile, previa approvazione del Consiglio di Corso di Studi,
inserirli nei curricula formativi degli studenti stranieri e individuare idonee modalità di flessibilità
dell’offerta formativa nei confronti degli studenti incoming”.
Il Responsabile del procedimento
f.to dott. Valeria Floriano
Il Dirigente
f.to dott. Antonio Valenti
Il Responsabile della UOA
Cooperazione internazionale per la formazione e la ricerca
f.to Antonio Serafini
Il Consiglio di Amministrazione
visti gli artt. 2, 4 e 9 dello Statuto vigente dell’Università degli Studi di Palermo;
visti gli artt. 3, c.10 e 11, c.7-o del Decreto Ministeriale 22 ottobre 2004, n. 270;
visto l’art 2, c.2-II del DM 15 ottobre 2013, n.827, “Linee generali di indirizzo della programmazione
delle università per il triennio 2013-2015”;
visti i DD.MM. 23 dicembre 2013 n. 1059, 30 gennaio 2013 n. 47 e 22 settembre 2010 n. 17;
vista la nota prot. 17 del 16 febbraio 2011 del MIUR – Direzione Generale per l’Università e il
Diritto allo Studio – Ufficio V;
visto il Regolamento Didattico dell’Ateneo di Palermo;
vista la nota della Segreteria Tecnica del Rettore prot. n. 31086 del 05 maggio 2010 avente per
oggetto le Linee Guida del Programma Doppio Titolo di Laurea;
visti l’Accordo per il doppio titolo di Laurea tra l'Università di Palermo - Laurea Magistrale in
“Lingue moderne e traduzione per le relazioni internazionali” e la Université de Nice (Francia) Master in “Langues etrangères – spécialité: traduction, sou-titrage, doublages des productions
audiovisuelles (Tsdpa)” e l’Annex “Regulations on students mobility” riportante anche la tabella
degli insegnamenti a scambio dei due Corsi di Studio coinvolti, predisposti secondo le indicazioni
della UOB Programmi e ordinamenti didattici internazionali;
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
103
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
vista la delibera del Consiglio di Corso di Studi in Lingue moderne e traduzione per le relazioni
internazionali” del 16/05/2014;
vista la delibera del Consiglio di Dipartimento di “Scienze umanistiche” del 20/05/2014;
visto il parere positivo espresso dal S.A. al n. 26 della seduta del 17/06/2014 con la seguente
prescrizione: “Si segnala l’opportunità che vengano fatte le traduzioni in ambedue le lingue”;
vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Sentita la relazione del Presidente della Commissione Cultura Didattica e Servizi agli studenti;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
65. Programma di Sviluppo del Settore Educativo (ESDP), Istruzione Terziaria(PGP),
all’Università di Addis Abeba - PGP/AAU7RFP/02-04/2012 Fornitura di servizi
riguardanti i bisogni della predetta Università nell’ambito delle attività didattiche, di
ricerca e di consulenza
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Nell’ambito del programma ”Ethio-Italian Country”, firmato in Addis Abeba il 21/6/1999, il
Governo Italiano ha contribuito con uno stanziamento di 28,5 milioni di euro per i programmi di
sviluppo nel settore dell’educazione (ESDP Education Sector Development Program), per fornire
un supporto diretto ed una assistenza tecnica, dall’educazione primaria alla terziaria, includendo i
programmi post-graduate attraverso il Ministero dell’Educazione della Repubblica Federale
Democratica dell’Etiopia.
Il Programma di Sviluppo del Settore Educativo (ESDP), Istruzione Terziaria (PGP)
dell’Università di Addis Abeba (Etiopia), prevede la fornitura di servizi, da parte di Università
italiane, riguardanti i bisogni della predetta Università nell’ambito delle attività didattiche, di ricerca
e di consulenza, sulla base di specifiche richieste (Request for proposal).
Ai fini della partecipazione al predetto programma, in data 04/06/2012 questo Ateneo ha
provveduto, in prima istanza, ad acquisire apposite manifestazioni di interesse (ALL. 1) sottoscritte
da Università dalle Università di Pisa, Roma - La Sapienza, Milano, della Tuscia, Mediterranea di
Reggio Calabria, Messina e dal Consorzio Interuniversitario Regionale Pugliese per la costituzione
di un “consorzio” universitario idoneo a fornire il servizio richiesto.
Con successiva dichiarazione del 26/07/2012 (ALL. 2), sottoscritta da tutte le Università
interessate questo Ateneo ha preso in carico il coordinamento delle attività legate a tale progettoIn
data 30/7/2012 la predetta dichiarazione veniva trasmessa a mezzo fax (ALL. 3) all’Università di
Addis Abeba.
A seguito della Request of Proposal dell’Università di Addis Abeba n. PGP/AAU/RFP/0204/2012 del 31/10/2012, questo Ateneo, in qualità di capofila del sopra indicato “Consorzio”
universitario, ha formulato e trasmesso la propria offerta tecnica - FORM TECH prot.n. 5600 del
28/1/2013 (ALL. 4 ) e finanziaria - Form FIN prot.n. 5598 del 28/1/2013 (ALL. 5).
In data 15/08/2013, con nota 021/UR (dichiarata non ufficiale) ricevuta a mezzo fax,
l’Università di Addis Abeba comunicava che la proposta aveva ottenuto una valutazione positiva a
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
104
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
vari livelli e con successiva nota del 26/8/2013, che il contratto sarebbe stato pronto da
sottoscrivere tra il 16 e il 20 settembre 2013.
In data 16/08/2103 con nota prot. n. PPD/2234/2013 l’Università di Addis Abeba ha
comunicato all’Università di Palermo l’approvazione della proposta e del relativo finanziamento.
In data 26/09/2013 è stata trasmessa, a mezzo e mail, dal Director for Procurement and
Property Administration Dr. Genet Tilahun, la bozza di contratto per la fornitura di servizi
all’Università di Addis Abeba (ALL. 6) da sottoporre a valutazione ed eventuale proposta di
modifica. Tale contratto vede come fornitori del servizio le università facenti parte del consorzio,
coordinato e rappresentato dall’Università degli Studi di Palermo.
La proposta approvata, per un importo complessivo di € 120.600,00, contempla la fornitura
dei servizi in un arco temporale di un triennio.
I servizi contenuti nella proposta prevedono n.18 mensilità di lavoro presso l’Università di
Addis Abeba espletati da n. 9 docenti, elencati nel FORM FIN-4 (ALL. 7) afferenti alle diverse
università del consorzio. Gli stessi dovranno altresì fornire, per tutta la durata del progetto, la
propria disponibilità per eventuali comunicazioni, dissertazioni o servizi di consulenza da rendersi
in remoto dalla propria sede di lavoro.
L'importo totale del corrispettivo è di € 120.600,00, strettamente collegato all'esecuzione
delle attività previste dal progetto. Come previsto dalla proposta di contratto, come condizione
preliminare per l'avvio del progetto, il coordinatore provvederà a stipulare, con i propri mezzi e a
proprio rischio, una garanzia bancaria.
Il contratto, del valore complessivo di € 120.600,00, prevede la erogazione in quattro
tranche, così ripartite:
 Il 30% dopo la firma del contratto e la stipula a carico dei fornitori (Atenei), della garanzia
bancaria a favore della stessa Università di Addis Abeba;
 Il 30% prima dell’inizio del secondo anno di attività;
 Il 30% prima dell’inizio del terzo anno di attività;
 Il 10% alla fine del terzo anno di attività, a seguito dell’approvazione da parte di Addis Abeba
del report finale.
Poiché l’Ateneo di Palermo è capofila del consorzio proponente, ha l’onere della stipula
della garanzia bancaria, la quale, a seguito di successiva interpretazione intervenuta direttamente
con gli uffici amministrativi dell’Università di Addis Abeba, potrà essere stipulata non sull’intero
importo del contratto ma sulla cifra del 30%, pari al valore della prima anticipazione, per la durata
di un biennio, fino alla erogazione della terza tranche di finanziamento che avverrà al termine del
secondo anno e prima dell’avvio del terzo.
Pertanto, si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
A) l’autorizzazione alla firma del Magnifico Rettore del contratto di cui di seguito si riporta la
versione originaria, suscettibile di modifica delle date:
B) la conseguente autorizzazione per l’Università degli Studi di Palermo a stipulare in nome e per
conto del Consorzio Universitario la garanzia bancaria del costo presuntivo di € 5.000,00 prevista
all’art. 6.4 dal “Contract” e dalle “Special Conditions of Contract” trattenendo successivamente la
quota-parte, di competenza delle singole Università partecipanti, dal finanziamento che verrà
trasferito per le attività di competenza di ciascuna Università;
C) l’autorizzazione all’utilizzo della voce di spesa 9.3.0002.0001.0001 “Spese per
l’internazionalizzazione” del B.U. 2014 per la copertura delle spese di anticipazione per il
pagamento del premio del costo presuntivo di € 5.000,00 dovuto per la garanzia bancaria.
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
105
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Il Responsabile del procedimento
f.to Antonino Serafini
Il Dirigente dell’Area
f.to Gandolfo Gallina
Il Consiglio di Amministrazione
Visto il D.M. 509/99 recante norme concernenti l’autonomia didattica degli Atenei;
Visto il D.M. 270/2004;
Vista la Legge 240/2010;
Visto lo Statuto dell’Ateneo;
Visto il Regolamento Generale di Ateneo;
Visto il regolamento Didattico di Ateneo;
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Sentita la relazione del Presidente della Commissione Cultura Didattica e Servizi agli Studenti;
all’unanimità
DELIBERA
l’approvazione in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
66. Protocollo d’intesa tra l’Università degli studi di Palermo ed il Comune di Palermo per
favorire l’accoglienza ed agevolare l’inserimento e l’integrazione degli studenti
stranieri universitari nel contesto cittadino
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Premesso che

il Governo italiano, attraverso il dettato dell’art. 39 del T.U. sull’immigrazione del
25.07.1998, n. 286 ed i relativi regolamenti attuativi, garantisce parità di trattamento tra lo
studente italiano e lo studente straniero;

il Centro Orientamento e Tutorato dell'Università degli Studi di Palermo, in attuazione di
quanto prescritto dall’art. 39 del su citato TU e dai relativi regolamenti attuativi, svolge
attività di orientamento e tutorato a favore degli studenti stranieri, attraverso un apposito
sportello;

per lo svolgimento delle predette attività, il Centro Orientamento e Tutorato dell'Università
degli Studi di Palermo opera in sinergia con l’Area ricerca e sviluppo all’interno della quale
sono presenti le U.O. che si occupano di Relazioni Internazionali e della Mobilità degli
studenti;

il Comune è una delle istituzioni deputate ad agevolare l’accoglienza e l’inserimento nel
contesto cittadino di stranieri;
Premesso altresì che

il Comune di Palermo ha manifestato l'interesse a collaborare in tale ambito di comune
interesse e competenza, al fine di ottimizzare lo scambio tra le attività di ricerca e di
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
106
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO





didattica svolte dall’Università e le funzioni proprie del comune in tema di ricerca applicata,
di attuazione di specifiche campagne di monitoraggio e controllo ed anche di supporto per
l’elaborazione di piani di intervento che si rendano di volta in volta necessari;
al fine di coordinare le attività svolte in settori di interesse comune è necessario attivare
stabili strumenti di concertazione;
per realizzare l’obiettivo su esposto è necessario sviluppare quantomeno le seguenti
iniziative, ovvero semplificare le procedure di rilascio/rinnovo dei permessi di soggiorno per
gli studenti stranieri universitari, individuare alloggi sul territorio della città di Palermo per
l’accoglienza di tali studenti, agevolare la fruizione di servizi cittadini istituendo una card
multifunzionale, collaborare nell’ambito della promozione e gestione di ricerca ed
innovazione attraverso progetti scientifici, elaborare progetti formativi per l’attivazione di
stage, strutturazione di corsi formativi e di aggiornamento destinati al personale interno
delle due Parti e/o destinatari esterni in tema di educazione interculturale nonché
collaborare nella didattica e nella ricerca;
la eventuale collaborazione dovrebbe prevedere la possibilità di attivare interventi in altre
aree, oltre quelle su elencate, per le quali se ne individui la necessità;
per la determinazione dei contenuti e delle modalità di tale collaborazione l’Università ed il
Comune dovranno servirsi delle proprie strutture di competenza;
le linee programmatiche e gli interventi specifici che deriverebbero da tale collaborazione
dovranno essere realizzati attraverso appositi accordi attuativi;
Considerato che




assumerebbe importanza primaria, nell’ambito di una tale collaborazione, nella logica del
supporto allo studente straniero nonché della agevolazione della mobilità internazionale,
l’aspetto della semplificazione delle procedure di rilascio/rinnovo dei permessi di soggiorno;
il Comune, a tal uopo, ha evidenziato l’opportunità che gli operatori dello sportello di
accoglienza degli studenti stranieri del Centro di Orientamento e Tutorato dell’Università di
Palermo, ove è installato il software ELI2 di Poste Italiane Spa attraverso il quale vengono
gestite le pratiche per l’ottenimento del permesso di soggiorno, siano messi nelle condizioni
di potere avviare direttamente le pratiche di rilascio/rinnovo dei permessi di soggiorno per
gli studenti stranieri;
il Comune pertanto ha proposto, che nell’ambito di tale eventuale collaborazione, sarebbe
opportuno dare immediata attuazione alla semplificazione delle procedure di
rilascio/rinnovo dei permessi di soggiorno, individuando nell’ambito dello stesso protocollo
d’intesa che disciplinerebbe il rapporto tra il Comune e l’Ateneo, le relative disposizioni
attuative;
il Comune pertanto si impegnerebbe immediatamente ad effettuare l’iscrizione on line al
corso di formazione a distanza (FAD) su software ELI2 di Poste Italiane S.p.A. degli
operatori dello sportello di accoglienza per studenti stranieri del Centro Orientamento e
Tutorato dell’Università di Palermo e successivamente a fornire loro le credenziali di
accesso per la fruizione dello stesso;
Visto che

Il Comune di Palermo, con delibera di Giunta del 9 aprile 2014, ha approvato il testo del
Protocollo di Intesa che segue, ai fini di proporre all’Università di Palermo la collaborazione
de qua;
considerato che
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
107
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO

la stipula di tale Protocollo non comporterebbe alcun onere né obbligo a carico dell’Ateneo
palermitano, se non quello, da parte del Centro Orientamento e Tutorato, di accogliere gli
studenti stranieri, al fine di implementare i servizi erogati e di contribuire all’elevazione degli
standard qualitativi e quantitativi di erogazione dei servizi di orientamento e tutorato;
si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
la stipula di un Protocollo d’Intesa tra l'Università degli Studi di Palermo ed il Comune di Palermo
per favorire l’accoglienza ed agevolare l’inserimento e l'integrazione degli studenti stranieri
universitari nel contesto cittadino, secondo il testo sotto riportato e proposto e approvato dal
Comune di Palermo:
Protocollo d’intesa
tra
l’Università degli studi di Palermo
ed il Comune di Palermo
per favorire l’accoglienza ed agevolare l’inserimento e l’integrazione degli studenti stranieri
universitari nel contesto cittadino
L’Università degli Studi di Palermo – Centro di Orientamento e Tutorato – C.F. 80023730825, d’ora
in poi denominata “Università”), in persona del Magnifico Rettore Prof. Roberto Lagalla, nato a Bari
il 16 aprile 1955, domiciliato per la carica in Palermo, Piazza Marina, 61;
e
Il Comune di Palermo – C.F.
(d’ora in poi denominato Comune), in persona del
Sindaco Prof. Leoluca Orlando
premesso che


l’Università considera fondamentale, al fine di migliorare le procedure di
internazionalizzazione, una più stretta connessione tra le proprie attività e le specifiche
azioni sviluppate sul territorio dal Comune nel pieno rispetto delle autonomia e delle
rispettive competenze;
il Comune ritiene che sia fondamentale consolidare i rapporti esistenti con l’Università in
modo da effettuare una collaborazione con l’obiettivo di ottimizzare lo scambio tra le attività
di ricerca e di didattica svolta dall’Università e le funzioni proprie del Comune in tema di
ricerca applicata, di attuazione di specifiche campagna di monitoraggio e controllo ed
anche di supporto per l’elaborazione di piani di intervento che si rendano di volta in volta
necessari;
si conviene e stipula quanto segue
Il presente Protocollo al fine di ottimizzare e continuare la fattiva collaborazione tra l’Università
ed il Comune di Palermo
Art. 1
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
108
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Le Parti contraenti concordano di attivare stabili strumenti di concertazione e di
programmazione della collaborazione, al fine di coordinare le attività svolte nei settori di
interesse comune, rispettando le rispettive competenze, per favorire ed incentivare un continuo
confronto che possa arricchire reciprocamente i propri piani di azione.
Art. 2
Le Parti per le finalità indicate nel presente Protocollo si impegnano a sviluppare le seguenti
iniziative:
a) Semplificazione delle procedure di rilascio/rinnovo dei permessi di soggiorno per gli studenti
stranieri universitari;
b) Individuazione di strutture alloggiative sul territorio della città di Palermo per l’accoglienza di
studenti stranieri;
c) Agevolazioni per la fruizione di servizi cittadini istituendo una card multifunzionale;
d) Collaborazione nell’ambito della promozione e gestione di ricerca ed innovazione attraverso
progetti scientifici;
e) Elaborazione di progetti formativi per l’attivazione di stage, strutturazione di corsi formativi e
di aggiornamento destinati al personale interno delle due Parti e/o destinatari esterni in tema
di educazione interculturale; collaborazione nella didattica e nella ricerca con ricezione, da
parte del Comune di studenti che intendano svolgere un tirocinio curriculare, tesi di laurea
ovvero laureati impegnati in attività di perfezionamento post- lauream;
Tale elenco non preclude la possibilità di attivare interventi in altre aree per le quali se ne individui
la necessità e l’interesse e/o siano strettamente collegate alle modifiche legislative e sociali
intervenute.
Art.3
Per la determinazione dei contenuti 1e delle modalità di collaborazione connessi alle attività del
presente protocollo le Parti si avvarranno delle proprie strutture competenti, il personale delle
Parti interessato nelle attività sarà di volta in volta delegato dal Sindaco e dal Rettore alla
sottoscrizione delle convenzioni attuative.
Art.4
In fase di prima applicazione l’Amministrazione Comunale si impegna:
- ad effettuare l’iscrizione on line al corso di formazione a distanza (FAD) su software ELI2 di
Poste Italiane S.p.A. degli operatori dello sportello di accoglienza per studenti stranieri e
successivamente a fornire loro le credenziali di accesso per la fruizione dello stesso;
- ad individuare locali idonei per l’espletamento di tale servizio;
- a nominare un referente al fine di instaurare un proficuo scambio informativo utile per una
corretta gestione di tutte le attività previste;
Art. 5
Il presente Protocollo di intesa ha validità tre anni a decorrere dalla data della sua
sottoscrizione ed è rinnovabile mediante accordo espresso delle parti
Palermo,
per l’Università
Il Rettore
per il Comune di Palermo
Il Sindaco
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
109
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Prof. Roberto Lagalla
Prof. Leoluca Orlando
Il Responsabile del procedimento Il Dirigente dell’Area Formazione, Cultura, Servizi agli Studenti
f.to Dott.ssa Barbara Corleo
Ad interim
f.to Dott. Antonio Valenti
IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE
Visto l’art. 39 del T.U. sull’immigrazione del 25.07.1998, n. 286;
vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Sentita la relazione del Presidente della Commissione Cultura Didattica e Servizi agli studenti;
Vista la delibera del Senato Accademico del 17/06/2014 n.21;
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata
Letto ed approvato seduta stante
67. Istituzione e/o rinnovo e attivazione dei Corsi di Master Universitari di I e II livello, Corsi
di Perfezionamento e approvazione Bozze di Convenzione 2014-2015
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
VISTO il D.M. n.509 del 3 novembre 1999 e in particolare l’art. 3 comma 8;
VISTO il D.M. 270/2004 e in particolare l’art.3 comma 9;
VISTI i Regolamenti che disciplinano i Corsi di Perfezionamento e i Corsi di Master;
VISTA la nota rettorale prot. n. 28302 del 16/04/2014 con la quale si sono richieste entro il 13
maggio 2014 le proposte di rinnovo e/o istituzione e l’attivazione dei Corsi di Master di I e II livello
e dei Corsi di Perfezionamento;
VISTE le proposte di istituzione e/o rinnovo e attivazione dei Corsi di Master Universitari di I e II
livello e Corsi di Perfezionamento, per l’Anno Accademico 2014/2015;
VISTE le delibere dei Dipartimenti con cui si propone l’istituzione e/o rinnovo e l’attivazione dei
Corsi di Master di I e II livello e Corsi di Perfezionamento per l’A.A. 2014/2015;
VISTE le delibere delle Scuole con cui si propone l’istituzione e/o rinnovo dei Corsi di Master di I e
II livello per l’A.A. 2014/2015;
VISTA la delibera del 17 giugno 2014 con cui il Senato Accademico ha espresso il proprio parere
favorevole all’istituzione e/o rinnovo e attivazione dei Corsi di Master di I e II livello e Corsi di
Perfezionamento per l’A.A. 2014/2015;
Si propone che il Consiglio di Amministrazione
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
110
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
DELIBERI
1) L’istituzione e/o rinnovo e l’attivazione dei Corsi di Master Universitari di I e II livello e Corsi di
Perfezionamento A.A.2014/2015, così come di seguito proposti e senza oneri per l’Ateneo:
Analisi e gestione del rischio
geologico (internazionale
congiunto con l'Università El
Salvador)
Edoardo
Rotigliano
Dipartimento di
Scienze della
Terra e del Mare
II
Competenze dello psicologo
di base in un sistema
sanitario integrato
Caterina La
Cascia
Dipartimento di
Biomedicina
Sperimentale e
Neuroscienze
Cliniche
Cesira
Palmeri di
Villalba
Dipartimento di
Biopatologia e
Biotecnologie
Mediche e
Forensi
Diagnosi e trattamento dei
tumori rari ed eredo-familiari
dell'adulto
Antonio
Russo
Dipartimento di
Discipline
Chirurgiche,
Oncologiche e
Stomatologiche
Diritto e Management dello
Sport
Laura
Santoro
Scuola delle
Scienze
Giuridiche ed
EconomicoSociali
Annamaria
Pepi
Dipartimento di
Scienze
Psicologiche,
Pedagogiche e
della Formazione
Gianfranco
Rizzo
Dipartimento di
Energia,
Ingegneria
dell'Informazione
e Modelli
Matematici
Cure palliative
Disturbi e/o Disabilità
dell'apprendimento
Energy Management:
Efficienza Energetica ed
Energie Rinnovabili
II
60
25
20
€ 4.443,75
Dipartimento di
Architettura
X
1
60
25
10
€ 1.745,00
Dipartimento
Biomedico di
Medicina Interna
e Specialistica
X
1
60
40
10
€ 1.800,00
Dipartimento di
Scienze della
Terra e del Mare
€ 2.000,00
Dipartimento di
Biomedicina
Sperimentale e
Neuroscienze
Cliniche
€ 3.000,00
Dipartimento di
Biopatologia e
Biotecnologie
Mediche e
Forensi
€ 2.000,00
Dipartimento di
Discipline
Chirurgiche,
Oncologiche e
Stomatologiche
€ 1.500,00
Scuola delle
Scienze
Giuridiche ed
EconomicoSociali
€ 2.000,00
Dipartimento di
Scienze
Psicologiche,
Pedagogiche e
della Formazione
€ 55,00
Dipartimento di
Energia,
Ingegneria
dell'Informazione
e Modelli
Matematici
X
II
1
X
II
2
X
II
1
X
II
II
1
X
X
1
1
1
60
120
60
60
60
60
30
30
20
50
30
30
15
10
10
10
15
10
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
FINANZIAMENTI
II
CENTRO DI SPESA
Dipartimento
Biomedico di
Medicina Interna
e Specialistica
IMPORTO
CONTRIBUTO DI
ISCRIZIONE ANNUO
Mario
Barbagallo
N. PARTECIPANTI
MINIMO
Agopuntura, pratiche fisiche
e psicocorporee della
Medicina Tradizionale Cinese
N. PARTECIPANTI
MAX
X
CREDITI
II
ANNI
Dipartimento di
Architettura
RINNOVO
Fabrizio
Avella
ATTIVAZIONE
ISTITUZIONE
3D Modeling e Visual Design
per i Beni Culturali
TITOLO
LIVELLO
STRUTTURA
PROPONENTE
COORDINATORE
Manifesto dei Master Universitari proposti per L'Anno Accademico 2014/2015
Master di II livello
Polo Universitario
di Ricerca di
Bivona e S.
Stefano di
Quisquina per
l'Energia,
l'Ambiente e le
risorse del
territorio
111
Salvatore
Feo
Dipartimento di
Scienze
eTecnologie
Biologiche,
chimiche e
Farmaceutiche
Francesco
Pace
Dipartimento di
Scienze
Psicologiche,
Pedagogiche e
della Formazione
Medicina Subacquea ed
Iperbarica
Massimo
Midiri
Dipartimento di
Biopatologia e
Biotecnologie
Mediche e
Forensi
II
X
1
60
20
Metodi BIM per il progetto di
architettura
Fabrizio
Agnello
Dipartimento di
Architettura
II
X
1
60
25
Mario Di
Paola
Dipartimento di
Ingegneria Civile,
Ambientale,
Aerospaziale e
dei Materiali
II
X
1
60
25
Maria Brai
Dipartimento di
Fisica e Chimica
II
X
1
60
12
Psicologia Pediatrica
Giovanna
Perricone
Dipartimento di
Scienze
Psicologiche,
Pedagogiche e
della Formazione
Psiconcologia
Giuseppe
Cicero
Dipartimento di
Discipline
Chirurgiche,
Oncologiche e
Stomatologiche
Psicosomatica e Modelli
Terapeutici Integrati
Daniela La
Barbera
Dipartimento di
Biomedicina
Sperimentale e
Neuroscienze
Cliniche
II
Gianluca
Scaccianoce
Dipartimento di
Energia,
Ingegneria
dell'Informazione
e Modelli
Matematici
II
Goffredo La
Loggia
Dipartimento di
Ingegneria Civile,
Ambientale,
Aerospaziale e
dei Materiali
II
Maria
D'Agostino
Dipartimento di
Scienze
Umanistiche
II
Santi
Maurizio
Raineri
Dipartimento di
Biopatologia e
Biotecnologie
II
Genomica e Proteomica
applicate e bioinformatica
Gestione e Sviluppo delle
Risorse Umane
Monitoraggio, Controllo,
Collaudo e Vulnerabilità del
Costruito & Strategie
Innovative per la Mitigazione
del Rischio Sismico
Patologie Respiratorie
Croniche e
Neurodegenerative in
correlazione alla qualità
dell'aria
Ricercatore Industriale
nell'ambito della
produzione/distribuzione/acc
umulo/consumo di risorse
energetiche e naturali in
condizioni normali, di crisi o
emergenza
Tecnico di ricerca
specializzato nella
determinazione e nel
management del rischio
ambientale attraverso l'uso di
soluzioni ICT in rete
Teoria, progettazione e
didattica dell'italiano come
lingua seconda e straniera
Terapia del dolore
II
X
II
1
X
II
X
II
X
X
1
1
1
60
60
60
60
15
20
FINANZIAMENTI
CENTRO DI SPESA
€ 55,00
Dipartimento di
Scienze
eTecnologie
Biologiche,
chimiche e
Farmaceutiche
€ 2.355,00
Dipartimento di
Scienze
Psicologiche,
Pedagogiche e
della Formazione
10
€ 2.000,00
Dipartimento di
Biopatologia e
Biotecnologie
Mediche e
Forensi
17
€ 4.441,00
Dipartimento di
Architettura
15
€ 4.000,00
Dipartimento di
Ingegneria Civile,
Ambientale,
Aerospaziale e
dei Materiali
9
€ 55,00
Dipartimento di
Fisica e Chimica
Distretto
Biomedico Sicilia:
Telemedicina
Ambiente e Salute
€ 2.460,00
Dipartimento di
Scienze
Psicologiche,
Pedagogiche e
della Formazione
€ 5.166,00 borse
€ 2.000,00
Dipartimento di
Discipline
Chirurgiche,
Oncologiche e
Stomatologiche
€ 2.500,00
Dipartimento di
Biomedicina
Sperimentale e
Neuroscienze
Cliniche
3 borse da €
700,00 cadauna
€ 55,00
CINFAI
PON "Smart
Intelligent Energy
Green"
PON "SIGMA"
10
25
IMPORTO
CONTRIBUTO DI
ISCRIZIONE ANNUO
N. PARTECIPANTI
MINIMO
N. PARTECIPANTI
MAX
CREDITI
ANNI
RINNOVO
ATTIVAZIONE
ISTITUZIONE
LIVELLO
STRUTTURA
PROPONENTE
COORDINATORE
TITOLO
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
15
10
12
1
60
30
15
X
1
60
12
X
1
60
20
8
€ 55,00
CINFAI
X
1
60
50
15
€ 2.052,00
Dipartimento di
Scienze
Umanistiche
X
1
60
10
10
€ 3.000,00
Dipartimento di
Biopatologia e
Biotecnologie
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
Distretto
Biomedico Sicilia:
Piattaforme
Biotecnologiche
avanzate per la
salute dell'uomo
112
Mediche e
Forensi
Turismo Sostenibile e
Pianificazione Ambientale
Sustainable Tourism and
Enviroment Planning
MASTER INTERNAZIONALE
CONGIUNTO
Valutazione Psicologica
Ferdinando
Trapani
Dipartimento di
Architettura
Giovanna
Manna
Dipartimento di
Scienze
Psicologiche,
Pedagogiche e
della Formazione
FINANZIAMENTI
CENTRO DI SPESA
IMPORTO
CONTRIBUTO DI
ISCRIZIONE ANNUO
N. PARTECIPANTI
MINIMO
N. PARTECIPANTI
MAX
CREDITI
ANNI
RINNOVO
ATTIVAZIONE
ISTITUZIONE
LIVELLO
STRUTTURA
PROPONENTE
TITOLO
COORDINATORE
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Mediche e
Forensi
II
X
2
II
X
1
120
60
40
25
15
15
€ 3.600,00
Dipartimento di
Architettura
€ 1.800,00
Dipartimento di
Scienze
Psicologiche,
Pedagogiche e
della Formazione
Amministrazione e Gestione
delle Aziende Sanitarie
Riccardo Ursi
Dipartimento di
Scienze
Giuridiche, della
Società e dello
Sport
Assistenza Infermieristica
Avanzata al Paziente Critico
Antonino
Giarratano
Dipartimento di
Biopatologia e
Biotecnologie
Mediche e
Forensi
Salvatore
Mangano
Dipartimento di
Scienze per la
Promozione per
la salute e
materno-infantile
"G. D'Alessandro"
Cure Palliative
Filippo
Giambartino
Dipartimento di
Biopatologia e
Biotecnologie
Mediche e
Forensi
I
1
Cultura e comunicazione del
gusto
Master Interateneo
Gianfranco
Marrone
Culture e Società
I
1
Salvatore
Novo
Dipartimento
Biomedico di
Medicina Interna
e Specialistica
I
1
Antonio
Palma
Scuola delle
Scienze
Giuridiche ed
EconomicoSociali
Autismo infantile: dalla
diagnosi al trattamento
Ecocardiografia
Esercizio Fisico in Età
Pediatrica
I
I
I
I
1
X
1
X
X
X
X
X
60
60
45
30
15
30
12
10
€ 1.400,00
Dipartimento di
Scienze
Giuridiche, della
Società e dello
Sport
€ 2.250,00
Dipartimento di
Biopatologia e
Biotecnologie
Mediche e
Forensi
€ 2.500,00
Dipartimento di
Scienze per la
Promozione per
la salute e
materno-infantile
"G. D'Alessandro"
60
30
10
€ 1.000,00
Dipartimento di
Biopatologia e
Biotecnologie
Mediche e
Forensi
60
30
12
€ 2.000,00
Consorzio
Centrico
60
15
10
€ 2.500,00
Dipartimento
Biomedico di
Medicina Interna
e Specialistica
€ 1.500,00
Scuola delle
Scienze
Giuridiche ed
EconomicoSociali
60
40
10
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
FINANZIAMENTI
CENTRO DI SPESA
IMPORTO CONTRIBUTO
DI ISCRIZIONE ANNUO
N. PARTECIPANTI
MINIMO
N. PARTECIPANTI MAX
CREDITI
60
X
1
1
RINNOVO
ISTITUZIONE
ANNI
LIVELLO
STRUTTURA
PROPONENTE
COORDINATORE
TITOLO
Manifesto dei Master Universitari proposti per l'Anno Accademico 2014/2015
Master di I livello annuali
113
Hospitality Management and
Food & Beverage in
collaborazione con Florida
Internazional University
Miami FLA (USA)
Antonio
Purpura
Dipartimento di
Scienze
Economiche
Aziendali,
Finanziarie e
Statistiche
Management dei Servizi
Tecnico-diagnostici abilitante
al Coordinamento delle
Professioni Sanitario
Tecnico-diagnostiche
Marcello
Ciaccio
Dipartimento di
Biopatologia e
Biotecnologie
Mediche e
Forensi
I
1
X
60
25
Management e Qualità della
Filiera Agro-alimentare
(internazionale)
Titolo congiunto con
l'Università degli Studi di
Verona e l'Università degli
Studi di Nicosia-Cyprus
Maria
Crescimanno
Dipartimento di
Scienze Agrarie e
Forestali
I
1
X
60
30
Sebastiano
Torcivia
Dipartimento di
Scienze
Economiche
Aziendali,
Finanziarie e
Statistiche
Manager delle Aziende del
Settore Vitivinicolo
Medicina di laboratorio
Chiara Bellia
Dipartimento di
Biopatologia e
Biotecnologie
Mediche e
Forensi
Dipartimento di
Studi Europei e
dell'Integrazione
Internazionale.
Diritti, Economia,
Management,
Storia, Lingue e
Culture
Modelli di system dynamics
per il controllo di gestione nei
processi di risanamento e
sviluppo
Carmine
Bianchi
Posturologia e Biomeccanica
Angelo
Iovane
Dipartimento di
Scienze
Giuridiche, della
Società e dello
Sport
Vincenza
Leonardi
Scuola delle
Scienze
Giuridiche ed
EconomicoSociali
Tecniche di medicina
estetica e wellness
I
I
1
1
I
1
I
1
I
I
X
X
X
X
1
X
1
X
60
60
30
16
€ 3.800,00
Dipartimento di
Scienze
Economiche
Aziendali,
Finanziarie e
Statistiche
10
€ 1.500,00
Dipartimento di
Biopatologia e
Biotecnologie
Mediche e
Forensi
20
€ 2.500,00
Dipartimento di
Scienze Agrarie e
Forestali
€ 1.952,00
Dipartimento di
Scienze
Economiche
Aziendali,
Finanziarie e
Statistiche
10
10
60
25
10
€ 1.500,00
60
30
10
€ 2.500,00
60
60
40
30
20
10
Dipartimento di
Biopatologia e
Biotecnologie
Mediche e
Forensi
Dipartimento di
Studi Europei e
dell'Integrazione
Internazionale.
Diritti, Economia,
Management,
Storia, Lingue e
Culture
€ 3.000,00
Dipartimento di
Scienze
Giuridiche, della
Società e dello
Sport
€ 4.500,00
Scuola delle
Scienze
Giuridiche ed
EconomicoSociali
FINANZIAMENTI
CENTRO DI SPESA
IMPORTO CONTRIBUTO
DI ISCRIZIONE ANNUO
N. PARTECIPANTI
MINIMO
N. PARTECIPANTI MAX
CREDITI
RINNOVO
ISTITUZIONE
ANNI
LIVELLO
STRUTTURA
PROPONENTE
TITOLO
COORDINATORE
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
5 borse INPS Ex
Gestione Inpdap
3 borse da € 1000,00
cadauna
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
CENTRO DI SPESA
IMPORTO
CONTRIBUTO DI
ISCRIZIONE ANNUO
N. PARTECIPANTI
MINIMO
N. PARTECIPANTI
MAX
MESI
RINNOVO
ATTIVAZIONE
ISTITUZIONE
STRUTTURA
PROPONENTE
COORDINATORE
TITOLO
Manifesto dei Corsi di Perfezionamento proposti per l'Anno Accademico 2014/2015
114
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Laser e nuove
tecnologie in
odontoiatria
Giuseppina
Campisi
Dipartimento di
Discipline Chirurgiche,
Oncologiche e
Stomatologiche
Medicina Orale
Giuseppina
Campisi
Dipartimento di
Discipline Chirurgiche,
Oncologiche e
Stomatologiche
X
X
11
20
5
€ 1.500
Dipartimento di Discipline Chirurgiche,
Oncologiche e Stomatologiche
11
20
5
€ 1.000
Dipartimento di Discipline Chirurgiche,
Oncologiche e Stomatologiche
2) L’approvazione delle bozze di convenzione, in atti, dei seguenti master:
a) Master di I livello in “Management e qualità della filiera agroalimentare”;
b) Master di I livello in “Posturologia e Biomeccanica”;
c) Master di II livello in “Tecnico di Ricerca specializzato nella determinazione e nel
management del rischio ambientale attraverso l’uso di soluzioni ICT in rete”;
d) Master di II livello in “Ricercatore industriale nell’ambito della produzione/
distribuzione/accumulo/consumo di risorse energetiche e naturali in condizioni normali, di
crisi o emergenza”;
e) Master di II livello in “Turismo sostenibile e Pianificazione Ambientale”.
Il Responsabile del procedimento
F.to Sig.ra Liliana Mortelliti
Il Dirigente dell’Area Formazione,
Cultura e Servizi agli Studenti
Ad interim
F.to Dott. Antonio Valenti
Il Consiglio di Amministrazione
vista la proposta del Responsabile del procedimento;
sentita la relazione del Presidente della Commissione;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
68. Dottorato di ricerca-Ammissione iscritti corsi di Dottorato di Ricerca-Cicli XXVI e XXIX ai
corsi di Tirocinio Formativo Attivo
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
VISTO il Regolamento per l’istituzione dei Corsi di Dottorato di Ricerca del XXIX ciclo emanato
dall’Università degli Studi di Palermo con D.R. n. 2089 del 08/07/2013, ed in particolare la
parte che recita: ” VISTE le ulteriori proposte di modifica approvate dal Senato
Accademico nella seduta del 25/06/2013 con delibera n. 4, con la quale si impegna a
rivedere il regime di incompatibilità tra T.F.A. e dottorati, qualora sopraggiungano nuovi
cicli di T.F.A. e interpretazioni normative che consentano la sospensione del dottorato per
la frequenza ai tirocini formativi attivi”;
VISTA la richiesta rivolta da alcuni dottorandi in data 28/05/2014 al Magnifico Rettore al fine di
ottenere l’accesso ai corsi del II ciclo di T.F.A., bandito in data 16/05/2014;
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
115
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
VISTO il Decreto n. 2242/2014, con il quale è stata consentita ai dottorandi iscritti ai Corsi di
Dottorato di Ricerca appartenenti ai cicli XXVI e XXIX, la frequenza dei Corsi di Tirocinio
Formativo Attivo in deroga ai rispettivi RegolamentI.
CONSIDERATO che l’iscrizione al Corso di Dottorato di Ricerca verrà sospesa relativamente
all’anno in cui i dottorandi frequenteranno il Corso di Tirocinio Formativo attivo ;
Pertanto si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
Di ratificare il Decreto n. 2242/2014 che di seguito si riporta, con il quale è consentita ai dottorandi
iscritti ai Corsi di Dottorato di Ricerca appartenenti ai cicli XXVI e XXIX, la frequenza dei Corsi di
Tirocinio Formativo Attivo, previa sospensione dell’iscrizione al Corso di Dottorato di Ricerca.
Decreto n. n. 2242/2014
IL RETTORE
VISTO il Regolamento per l’istituzione dei Corsi di Dottorato di Ricerca del XXIX ciclo emanato
dall’Università degli Studi di Palermo con D.R. n. 2089 del 08/07/2013, ed in particolare la
parte che recita: ” VISTE le ulteriori proposte di modifica approvate dal Senato Accademico
nella seduta del 25/06/2013 con delibera n. 4 con la quale si impegna a rivedere il regime
di incompatibilità tra T.F.A. e dottorati, qualora sopraggiungano nuovi cicli di T.F.A. e
interpretazioni normative che consentano la sospensione del dottorato per la frequenza ai
tirocini formativi attivi”;
VISTA la richiesta rivolta da alcuni dottorandi in data 28/05/2014 al Magnifico Rettore al fine di
ottenere l’accesso ai corsi del II ciclo di T.F.A., bandito in data 16/05/2014;
DECRETA
Di consentire ai dottorandi iscritti ai Corsi di Dottorato di Ricerca appartenenti ai cicli XXVI
e XXIX, la frequenza ai Corsi di Tirocinio Formativo Attivo, in deroga a quanto previsto dai
rispettivi Regolamenti.
Palermo, _____/_____/_______
Il Responsabile del procedimento
f.to dott.Modesta Semilia
Firmato
Il Rettore
(Prof. Roberto Lagalla)
Il Dirigente
f.to Ing. Gandolfo Gallina
Il Consiglio di Amministrazione
VISTO il Regolamento per l’istituzione dei Corsi di Dottorato di Ricerca del XXIX ciclo emanato
dall’Università degli Studi di Palermo con D.R. n. 2089 del 08/07/2013, ed in particolare la
parte che recita: ” VISTE le ulteriori proposte di modifica approvate dal Senato
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
116
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Accademico nella seduta del 25/06/2013 con delibera n. 4, con la quale si impegna a
rivedere il regime di incompatibilità tra T.F.A. e dottorati, qualora sopraggiungano nuovi
cicli di T.F.A. e interpretazioni normative che consentano la sospensione del dottorato per
la frequenza ai tirocini formativi attivi”;
VISTA la richiesta rivolta da alcuni dottorandi in data 28/05/2014 al Magnifico Rettore al fine di
ottenere l’accesso ai corsi del II ciclo di T.F.A., bandito in data 16/05/2014;
VISTO il Decreto n. 2242/2014 con il quale è stata consentita ai dottorandi iscritti ai Corsi di
Dottorato di Ricerca appartenenti ai cicli XXVI e XXIX, la frequenza dei Corsi di Tirocinio
Formativo Attivo in deroga ai rispettivi Regolamenti.
CONSIDERATO che l’iscrizione al Corso di Dottorato di Ricerca verrà sospesa relativamente
all’anno in cui i dottorandi frequenteranno il Corso di Tirocinio Formativo attivo ;
VISTO il parere dell'Ufficio proponente;
VISTA la proposta del Responsabile del procedimento;
SENTITA la relazione del Presidente della Commissione Cultura Didattica e Servizi agli Studenti;
all’unanimità,
DELIBERA
di ratificare il Decreto n. 2242/2014 nella formulazione sopra riportata;
di dare mandato all’ufficio proponente di attenzionare le modalità con le quali si intende risolvere la
questione della contemporanea iscrizione al Corso di Tirocinio Formativo attivo e al Corso di
dottorato.
Letto ed approvato seduta stante.
69. Varie, eventuali e sopraggiunte
L’argomento non è trattato in questa seduta
70. Modifiche al Regolamento per la nomina dei cultori della materia emanato con D.R. 1796
del 17 giugno 2013
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Con D.R. n. 1796 del 17 giugno 2013 è stato emanato il Regolamento per la nomina dei cultori
della materia sia in conformità sia a quanto disposto sia dall’art. 42 del R.D. 4 giugno 1938, n.
1269, che stabilisce che <<Le Commissioni per gli esami di profitto sono composte di tre membri: il
professore ufficiale della materia, presidente, un professore ufficiale di materia affine, e un libero
docente o cultore della materia. […]>>, sia dall’art. 24 del vigente Regolamento Didattico di
Ateneo.
Alla luce delle recenti modifiche organizzative, è necessario procedere ad una modifica di alcune
norme del citato Regolamento, per renderle conformi al nuovo assetto statuario.
Inoltre il Regolamento in esame, che ha rilevanza con riferimento al processo “nomina dei cultori
della materia” ai fini della costituzione delle commissioni degli esami di profitto degli insegnamenti
presenti nei manifesti dei corsi di studio dell’Ateneo, è stato proposto al Presidio di Qualità, nella
seduta del 10.06.2014, con le seguenti modifiche rispetto al testo vigente:
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
117
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Testo Vigente
REGOLAMENTO PER LA NOMINA DEI
CULTORI DELLA MATERIA
Art. 1
Obiettivi del Regolamento e definizione delle
funzioni
Proposte di modifica
Il presente Regolamento disciplina le modalità
di nomina dei cultori della materia e le loro
attività, in conformità a quanto disposto sia
dall’art. 42 del R.D. 4 giugno 1938, n. 1269, che
stabilisce che <<Le Commissioni per gli esami
di profitto sono composte di tre membri: il
professore ufficiale della materia, presidente,
un professore ufficiale di materia affine, e un
libero docente o cultore della materia. […]>>,
sia dall’art. 24 del vigente Regolamento
Didattico di Ateneo.
Si intendono “cultori della materia”, d’ora
innanzi “cultori”, esperti o studiosi, non
appartenenti ai ruoli del personale docente,
ricercatore universitario ed assegnista di
ricerca, che abbiano acquisito nelle discipline
afferenti ad uno specifico settore scientificodisciplinare documentata esperienza ovvero
peculiari competenze, in virtù delle quali
possono essere abilitati, relativamente alle
discipline stesse, alle condizioni e con le
procedure stabilite nel presente Regolamento,
a far parte delle Commissioni degli esami di
profitto.
Il titolare dell’assegno di ricerca può fare
parte delle Commissioni degli esami di
profitto, essendo già esperto della materia
per gli insegnamenti del settore scientificodisciplinare di riferimento, su richiesta del
referente scientifico dell’assegnista di
ricerca e previa presentazione della
proposta redatta conformemente all’art. 2
del presente Regolamento.
Requisito essenziale per la nomina a cultore è il
possesso, da almeno 3 anni, di laurea
magistrale, ovvero laurea rilasciata ai sensi
dell’art. 3 della legge 341/90 o laurea
specialistica/magistrale rilasciata ai sensi
dell’art. 3, comma 1, lettera b, del D.M.
03.11.1999, n. 509 come modificato dal D.M.
22.10.2004, n. 270.
I candidati alla nomina di cultore devono altresì
possedere almeno uno dei seguenti altri titoli:
a) Dottore di Ricerca o ex assegnista di
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
118
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Ricerca;
b) titolarità di una borsa di studio;
c) essere stati professori a contratto in
materia affine o dello stesso SSD.;
d) esperto di comprovata esperienza nel
SSD laureato da almeno sette anni;
e) esperto di comprovata esperienza per i
SSD presenti nei Corsi di Studio delle
professioni sanitarie, delle scienze motorie e
del servizio sociale.
Il titolo di studio e gli altri titoli di cui si richiede il
possesso devono essere congruenti con
l’insegnamento per il quale viene richiesta
l’attribuzione della qualifica di cultore.
È in ogni caso escluso lo svolgimento
sistematico da parte dei cultori di altre attività
didattiche istituzionali, sotto qualsivoglia forma.
La partecipazione dei cultori alle Commissioni
degli esami di profitto non dà diritto ad alcuna
retribuzione, trattandosi di attività svolta su
base esclusivamente volontaria che non dà
luogo a diritti in ordine all’accesso ai ruoli
universitari.
Ogni diversa disposizione provvedimentale o
negoziale è nulla ed improduttiva di qualunque
effetto giuridico.
Art. 2
Procedura di nomina
La proposta di nomina a cultore di un soggetto
(Allegato 1) è formulata, entro il 30 ottobre di
ogni anno, da un docente (professore o
ricercatore) afferente al settore scientificodisciplinare nell’ambito del quale il cultore
svolgerà la propria attività.
La proposta, formulata con riferimento ad uno
specifico insegnamento appartenente ad un
settore
scientifico-disciplinare
è,
pena
l’inammissibilità, corredata da:
a) una dichiarazione di disponibilità (Allegato
2), rilasciata dall’interessato, nella quale lo
stesso espressamente enuncia la sua
volontà di accettare la disciplina dettata dal
presente Regolamento e di non avanzare
alcuna pretesa di retribuzione per la propria
attività, in quanto liberamente svolta e
finalizzata esclusivamente all’arricchimento
della propria formazione culturale;
b) un curriculum dell’interessato, dal quale
risultino il possesso della laurea magistrale,
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
119
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
od equipollente, di almeno uno degli altri
titoli previsti dall’art. 1, comma 3 lettere a),
b), c) del presente Regolamento e
l’acquisizione di esperienze e competenze
coerenti con l’insegnamento per il quale si
propone la nomina a cultore;
c) un’ulteriore dichiarazione (Allegato 2)
dell’interessato di non intrattenere, e di non
avere intrattenuto nei due anni precedenti
alla richiesta di nomina, rapporti di
collaborazione di qualunque natura con
enti
o
istituzioni
di
carattere
extrauniversitario che forniscano servizi di
preparazione o assistenza per gli studi
universitari.
La proposta di nomina è successivamente
sottoposta dal docente proponente al Consiglio
di Corso di Studio competente per
l’approvazione.
Il Consiglio di Corso di Studio, sulla base della
proposta di nomina di cui al comma 1 e del
curriculum dell’interessato, tenuto conto della
specificità delle esperienze maturate e delle
competenze acquisite dallo stesso, in relazione
alle materie appartenenti al settore scientificodisciplinare di riferimento, delibera la nomina a
cultore per uno specifico insegnamento del
SSD.
Il Coordinatore di Corso di Studio può
provvedere
alla
nomina
con
proprio
provvedimento da portare a ratifica nella prima
adunanza utile dell’organo collegiale.
Il Coordinatore di Corso di Studio può nominare
un numero massimo di cultori pari a due per
ciascun insegnamento.
Il Coordinatore di Corso di Studio può nominare
cultore della materia, al di fuori della quota
prevista nel precedente comma e su richiesta
dell’interessato, un docente in quiescenza
dandone comunicazione ai sensi dell’art.4 del
presente regolamento.
Art. 3
Durata e rinnovo
Il Consiglio di Corso di Studio, sulla base della
proposta di nomina di cui al comma 1 e del
curriculum dell’interessato, tenuto conto della
specificità delle esperienze maturate e delle
competenze acquisite dallo stesso, in relazione
alle materie appartenenti al settore scientificodisciplinare di riferimento, propone, con
apposita delibera, al Consiglio della Scuola,
la nomina a cultore per uno specifico
insegnamento del SSD.
Il Presidente della Scuola può provvedere
alla nomina con proprio provvedimento da
portare a ratifica nella prima adunanza utile
dell’organo collegiale.
ll Consiglio di Corso di Studio può proporre
per la nomina un numero massimo di cultori
pari a due per ciascun insegnamento.
Il Presidente della Scuola può nominare
cultore della materia, al di fuori della quota
prevista nel precedente comma e su richiesta
dell’interessato, un docente in quiescenza
dandone comunicazione ai sensi dell’art.4 del
presente regolamento.
Il riconoscimento del titolo di “cultore” ha
validità per due anni accademici ed è
rinnovabile.
Il cultore può fare uso della qualifica di “cultore
della materia presso l’Università degli Studi di
Palermo” esclusivamente nel periodo di
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
120
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
attribuzione
e
con
l’indicazione
dell’insegnamento e del settore scientificodisciplinare in cui è stata conferita.
Le relative certificazioni sono rilasciate dal
Coordinatore di Corso di Studio in base alle
attestazioni presentate dal docente che ha
proposto la nomina.
Alla scadenza del biennio è consentito il
rinnovo, previa dimostrazione della continuità
dell’impegno scientifico e/o professionale, con
la stessa procedura di cui al precedente art. 2.
Le relative certificazioni sono rilasciate dal
Presidente della Scuola in base alle
attestazioni presentate dal docente che ha
proposto la nomina.
Art. 4
Art. 4
Elenchi dei cultori della materia e requisiti di Elenchi dei cultori della materia e requisiti di
trasparenza
trasparenza
Il Consiglio di Corso di Studio è tenuto alla
redazione e all’aggiornamento dell’elenco dei
cultori della materia che provvederà a
trasmettere, per tramite dei propri uffici, ai
responsabili delle segreterie studenti entro e
non oltre il 30 novembre di ogni anno.
Ai fini dei requisiti di trasparenza tale elenco,
che dovrà contenere le generalità del cultore, il
professore o il ricercatore proponente, la data
della delibera del Consiglio di Corso di Studio,
l’insegnamento per cui è conferita la qualifica e
il periodo di validità della stessa, deve essere
pubblicato sul sito web di Ateneo.
Il Consiglio della Scuola è tenuto alla
redazione e all’aggiornamento dell’elenco dei
cultori della materia che provvederà a
trasmettere, per tramite dei propri uffici, ai
responsabili delle segreterie studenti entro e
non oltre il 30 novembre di ogni anno.
Ai fini dei requisiti di trasparenza tale elenco,
che dovrà contenere le generalità del cultore, il
professore o il ricercatore proponente, la data
della delibera del Consiglio di Corso di Studio,
la data della delibera del Consiglio della
Scuola, l’insegnamento per cui è conferita la
qualifica e il periodo di validità della stessa,
deve essere pubblicato sul sito web di Ateneo.
I dati previsti dalla procedura CSA devono
essere inseriti dal personale amministrativo
preposto, presso il Corso di Studio competente,
alla gestione degli incarichi didattici.
Art. 5
Norme finali
I dati previsti dalla procedura CSA devono
essere inseriti dal personale amministrativo
preposto, presso la Scuola competente, alla
gestione degli incarichi didattici.
Art. 5
Norme finali
Il presente Regolamento entra immediatamente Per l’Anno Accademico 2013/14 restano
comunque valide le nomine già effettuate e
in vigore.
le commissioni già nominate.
A decorrere dall’entrata in vigore del
regolamento perdono effetto le nomine dei
cultori della materia disposte per gli A.A.
precedenti. Per l’Anno Accademico 2012/13
restano comunque valide le commissioni già
nominate.
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
121
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Il Presidio, nella adunanza del 10.06.2014, ha preso atto che le modifiche proposte sono
necessarie e conformi sia al Regolamento per l’attribuzione degli assegni di ricerca sia all’art.24
del Regolamento Didattico di Ateneo.
Il Presidio ha anche segnalato che <<il regolamento potrebbe essere perfezionato prevedendo che
la nomina di un cultore per un assegnato SSD sia vincolata ad una procedura di verifica della
piena utilizzazione del personale docente strutturato appartenente a quel SSD>>.
Il Responsabile del procedimento
F.to Dott. Massimo Albeggiani
Il Dirigente ad interim
F.to Dott. Antonio Valenti
IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Vista la delibera del Presidio di Qualità del 10 giugno 2014;
Sentito il Pro Rettore Vicario, Delegato del Rettore alla Didattica, Prof. Vito Ferro;
Sentita la relazione del Presidente della Commissione Cultura Didattica e Servizi agli studenti;
all’unanimità,
DELIBERA
di esprimere parere favorevole alle seguenti modifiche del testo del “Regolamento per la nomina
dei cultori della materia”:
Testo Vigente
REGOLAMENTO PER LA NOMINA DEI
CULTORI DELLA MATERIA
Art. 1
Obiettivi del Regolamento e definizione delle
funzioni
Il presente Regolamento disciplina le modalità
di nomina dei cultori della materia e le loro
attività, in conformità a quanto disposto sia
dall’art. 42 del R.D. 4 giugno 1938, n. 1269, che
stabilisce che <<Le Commissioni per gli esami
di profitto sono composte di tre membri: il
professore ufficiale della materia, presidente,
un professore ufficiale di materia affine, e un
libero docente o cultore della materia. […]>>,
sia dall’art. 24 del vigente Regolamento
Didattico di Ateneo.
Si intendono “cultori della materia”, d’ora
innanzi “cultori”, esperti o studiosi, non
appartenenti ai ruoli del personale docente,
ricercatore universitario ed assegnista di
ricerca, che abbiano acquisito nelle discipline
afferenti ad uno specifico settore scientificodisciplinare documentata esperienza ovvero
peculiari competenze, in virtù delle quali
possono essere abilitati, relativamente alle
discipline stesse, alle condizioni e con le
Proposte di modifica
Il titolare dell’assegno di ricerca può fare
parte delle Commissioni degli esami di
profitto, essendo già esperto della materia
per gli insegnamenti del settore scientificodisciplinare di riferimento, su richiesta del
referente scientifico dell’assegnista di
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
122
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
procedure stabilite nel presente Regolamento,
a far parte delle Commissioni degli esami di
profitto.
ricerca e previa presentazione della
proposta redatta conformemente all’art. 2
del presente Regolamento.
Requisito essenziale per la nomina a cultore è il
possesso, da almeno 3 anni, di laurea
magistrale, ovvero laurea rilasciata ai sensi
dell’art. 3 della legge 341/90 o laurea
specialistica/magistrale rilasciata ai sensi
dell’art. 3, comma 1, lettera b, del D.M.
03.11.1999, n. 509 come modificato dal D.M.
22.10.2004, n. 270.
I candidati alla nomina di cultore devono altresì
possedere almeno uno dei seguenti altri titoli:
a) Dottore di Ricerca o ex assegnista di
Ricerca;
b) titolarità di una borsa di studio;
c) essere stati professori a contratto in
materia affine o dello stesso SSD.;
d) esperto di comprovata esperienza nel
SSD laureato da almeno sette anni;
e) esperto di comprovata esperienza per i
SSD presenti nei Corsi di Studio delle
professioni sanitarie, delle scienze motorie e
del servizio sociale.
Il titolo di studio e gli altri titoli di cui si richiede il
possesso devono essere congruenti con
l’insegnamento per il quale viene richiesta
l’attribuzione della qualifica di cultore.
È in ogni caso escluso lo svolgimento
sistematico da parte dei cultori di altre attività
didattiche istituzionali, sotto qualsivoglia forma.
La partecipazione dei cultori alle Commissioni
degli esami di profitto non dà diritto ad alcuna
retribuzione, trattandosi di attività svolta su
base esclusivamente volontaria che non dà
luogo a diritti in ordine all’accesso ai ruoli
universitari.
Ogni diversa disposizione provvedimentale o
negoziale è nulla ed improduttiva di qualunque
effetto giuridico.
Art. 2
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
123
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Procedura di nomina
La proposta di nomina a cultore di un soggetto
(Allegato 1) è formulata, entro il 30 ottobre di
ogni anno, da un docente (professore o
ricercatore) afferente al settore scientificodisciplinare nell’ambito del quale il cultore
svolgerà la propria attività.
La proposta, formulata con riferimento ad uno
specifico insegnamento appartenente ad un
settore scientifico-disciplinare è, pena
l’inammissibilità, corredata da:
d) una dichiarazione di disponibilità (Allegato
2), rilasciata dall’interessato, nella quale lo
stesso espressamente enuncia la sua
volontà di accettare la disciplina dettata dal
presente Regolamento e di non avanzare
alcuna pretesa di retribuzione per la propria
attività, in quanto liberamente svolta e
finalizzata esclusivamente all’arricchimento
della propria formazione culturale;
e) un curriculum dell’interessato, dal quale
risultino il possesso della laurea magistrale,
od equipollente, di almeno uno degli altri
titoli previsti dall’art. 1, comma 3 lettere a),
b), c) del presente Regolamento e
l’acquisizione di esperienze e competenze
coerenti con l’insegnamento per il quale si
propone la nomina a cultore;
f) un’ulteriore dichiarazione (Allegato 2)
dell’interessato di non intrattenere, e di non
avere intrattenuto nei due anni precedenti
alla richiesta di nomina, rapporti di
collaborazione di qualunque natura con
enti
o
istituzioni
di
carattere
extrauniversitario che forniscano servizi di
preparazione o assistenza per gli studi
universitari.
La proposta di nomina è successivamente
sottoposta dal docente proponente al Consiglio
di Corso di Studio competente per
l’approvazione.
Il Consiglio di Corso di Studio, sulla base della
proposta di nomina di cui al comma 1 e del
curriculum dell’interessato, tenuto conto della
specificità delle esperienze maturate e delle
competenze acquisite dallo stesso, in relazione
alle materie appartenenti al settore scientificodisciplinare di riferimento, delibera la nomina a
cultore per uno specifico insegnamento del
SSD.
Il Consiglio di Corso di Studio, sulla base della
proposta di nomina di cui al comma 1 e del
curriculum dell’interessato, tenuto conto della
specificità delle esperienze maturate e delle
competenze acquisite dallo stesso, in relazione
alle materie appartenenti al settore scientificodisciplinare di riferimento, propone, con
apposita delibera, al Consiglio della Scuola,
la nomina a cultore per uno specifico
insegnamento del SSD.
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
124
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Il Coordinatore di Corso di Studio può
provvedere alla nomina con proprio
provvedimento da portare a ratifica nella prima
adunanza utile dell’organo collegiale.
Il Coordinatore di Corso di Studio può nominare
un numero massimo di cultori pari a due per
ciascun insegnamento.
Il Coordinatore di Corso di Studio può nominare
cultore della materia, al di fuori della quota
prevista nel precedente comma e su richiesta
dell’interessato, un docente in quiescenza
dandone comunicazione ai sensi dell’art.4 del
presente regolamento.
Art. 3
Durata e rinnovo
Il riconoscimento del titolo di “cultore” ha
validità per due anni accademici ed è
rinnovabile.
Il cultore può fare uso della qualifica di “cultore
della materia presso l’Università degli Studi di
Palermo” esclusivamente nel periodo di
attribuzione e con l’indicazione
dell’insegnamento e del settore scientificodisciplinare in cui è stata conferita.
Le relative certificazioni sono rilasciate dal
Coordinatore di Corso di Studio in base alle
attestazioni presentate dal docente che ha
proposto la nomina.
Alla scadenza del biennio è consentito il
rinnovo, previa dimostrazione della continuità
dell’impegno scientifico e/o professionale, con
la stessa procedura di cui al precedente art. 2.
Il Presidente della Scuola può provvedere
alla nomina con proprio provvedimento da
portare a ratifica nella prima adunanza utile
dell’organo collegiale.
ll Consiglio di Corso di Studio può proporre
per la nomina un numero massimo di cultori
pari a due per ciascun insegnamento.
Il Presidente della Scuola può nominare
cultore della materia, al di fuori della quota
prevista nel precedente comma e su richiesta
dell’interessato, un docente in quiescenza
dandone comunicazione ai sensi dell’art.4 del
presente regolamento.
Le relative certificazioni sono rilasciate dal
Presidente della Scuola in base alle
attestazioni presentate dal docente che ha
proposto la nomina.
Art. 4
Elenchi dei cultori della materia e requisiti di
trasparenza
Art. 4
Elenchi dei cultori della materia e requisiti di
trasparenza
Il Consiglio di Corso di Studio è tenuto alla
redazione e all’aggiornamento dell’elenco dei
cultori della materia che provvederà a
trasmettere, per tramite dei propri uffici, ai
responsabili delle segreterie studenti entro e
non oltre il 30 novembre di ogni anno.
Ai fini dei requisiti di trasparenza tale elenco,
che dovrà contenere le generalità del cultore, il
professore o il ricercatore proponente, la data
della delibera del Consiglio di Corso di Studio,
l’insegnamento per cui è conferita la qualifica e
il periodo di validità della stessa, deve essere
Il Consiglio della Scuola è tenuto alla
redazione e all’aggiornamento dell’elenco dei
cultori della materia che provvederà a
trasmettere, per tramite dei propri uffici, ai
responsabili delle segreterie studenti entro e
non oltre il 30 novembre di ogni anno.
Ai fini dei requisiti di trasparenza tale elenco,
che dovrà contenere le generalità del cultore, il
professore o il ricercatore proponente, la data
della delibera del Consiglio di Corso di Studio,
la data della delibera del Consiglio della
Scuola, l’insegnamento per cui è conferita la
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
125
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
pubblicato sul sito web di Ateneo.
qualifica e il periodo di validità della stessa,
deve essere pubblicato sul sito web di Ateneo.
I dati previsti dalla procedura CSA devono
essere inseriti dal personale amministrativo
preposto, presso il Corso di Studio competente,
alla gestione degli incarichi didattici.
Art. 5
Norme finali
I dati previsti dalla procedura CSA devono
essere inseriti dal personale amministrativo
preposto, presso la Scuola competente, alla
gestione degli incarichi didattici.
Art. 5
Norme finali
Il presente Regolamento entra immediatamente
in vigore.
Per l’Anno Accademico 2013/14 restano
comunque valide le nomine già effettuate e
le commissioni già nominate.
A decorrere dall’entrata in vigore del
regolamento perdono effetto le nomine dei
cultori della materia disposte per gli A.A.
precedenti. Per l’Anno Accademico 2012/13
restano comunque valide le commissioni già
nominate.
Letto e approvato seduta stante.
71. Convenzione fra L’Università degli studi di Palermo e la Libera Università SS.Assunta di
Roma ex art.6 comma 11 e art 23 comma 2 L.240/2010
RELAZIONE RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
VISTA la legge 30 dicembre 2010, n. 240, recante “Norme in materia di organizzazione delle
università, di personale accademico e reclutamento, nonché delega al Governo per incentivare la
qualità e l’efficienza del sistema universitario”;
VISTO in particolare l’articolo 6, comma 11, della legge 30 dicembre 2010, n. 240, ai sensi del
quale “I professori e i ricercatori a tempo pieno possono svolgere attività didattica e di ricerca
anche presso un altro ateneo, sulla base di una convenzione tra i due atenei finalizzata al
conseguimento di obiettivi di comune interesse;
VISTO in particolare l’art. 23 comma 2, della legge 30 dicembre 2010, n. 240;
CONSIDERATO che l’ Art. 8-Attività didattica e di ricerca continuativa presso altre istituzioni
universitarie o enti di formazione universitaria del Regolamento per l’autorizzazione e il
conferimento degli incarichi retribuiti ai professori e ricercatori ai sensi dell’art. 53 Dlgs
165/2001 prevede che: “1.I professori e i ricercatori a tempo pieno, possono svolgere attività
didattica e di ricerca anche presso altra Università sulla base di una convenzione tra i due atenei
per il conseguimento di obiettivi di comune interesse. La convenzione stabilisce, con l’accordo
espresso del professore o ricercatore interessato, le modalità di ripartizione fra i due atenei
dell’impegno annuo dell’interessato, dei relativi oneri stipendiali e delle modalità di valutazione
dell’attività di didattica e di ricerca, secondo i criteri stabiliti con Decreto Ministeriale;
3. I professori, i ricercatori e gli assistenti in servizio presso l’Università degli Studi di Palermo, in
regime di impegno a tempo pieno, possono svolgere per affidamento a titolo oneroso, ai sensi
dell’art. 23 comma 2 della L. 240/2010, incarichi di insegnamento presso Università diverse dalla
propria, nei limiti previsti dall’art. 6 comma 10 della L. 240/2010. Il rilascio dell’autorizzazione ai
sensi del precedente art. 7 è subordinata all’effettivo svolgimento delle attività didattiche e di
servizio agli studenti secondo quanto disciplinato dal Regolamento didattico di Ateneo e del
Regolamento per il conferimento degli incarichi di insegnamento gratuiti e retribuiti”.
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
126
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
CONSIDERATO che è interesse delle due Università concertare, strutturare e implementare forme
di collaborazione sul piano scientifico-didattico, che consentano uno sviluppo delle rispettive
attività didattiche e che scopo della Convenzione è quello di facilitare, per tutta la durata
dell’accordo, il mantenimento e lo sviluppo di forme di intesa e di cooperazione sul piano
scientifico, didattico e organizzativo tra la LUMSA e l’Università degli Studi di Palermo, anche con
la reciproca concessione di nulla-osta ai docenti e ai ricercatori di ruolo per l’affidamento di
insegnamenti e per eventuali contratti di ricerca.
Considerato che
- con nota ricevuta il 29/05/2014 il Magnifico Rettore nella persona del Prof. Giuseppe dalla
Torre Del Tempio di Sanguinetto ha trasmesso lo schema di Convenzione, a seguito di
Delibera di approvazione del Senato della LUMSA del 20.03.2012, che si allega.
-
che il S.A. con delibera n. 15 del 17.06.2014 ha approvato il testo di convenzione che
segue con modifica all’art. 5 del seguente tenore, “ la presente convenzione ha durata di
cinque anni salvo disdetta di una delle due parti, inviata almeno 60 giorni prima della
scadenza.”
Si propone che il Consiglio di Amministrazione
APPROVI
La proposta di Convenzione quadro che segue
CONVENZIONE QUADRO
TRA
LA LIBERA UNIVERSITA’ MARIA SS. ASSUNTA (LUMSA), con sede legale in Roma, 00193 –
Via della Traspontina, 21, C.F. 02635620582, rappresentata dal Magnifico Rettore, nella persona
del Prof. Giuseppe dalla Torre Del Tempio di Sanguinetto, nato a Roma il 27 agosto 1943, munito
dei necessari poteri
E
L’UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI PALERMO, con sede legale in Palermo, 90133 – Piazza
Marina , 61, C.F. 80023730825, rappresentata del Magnifico Rettore, nella persona del Prof.
Roberto Lagalla, nato a Bari il 16 aprile 1955, munito dei necessari poteri
VISTA la legge 30 dicembre 2010, n. 240, recante “Norme in materia di organizzazione delle
università, di personale accademico e reclutamento, nonché delega al Governo per incentivare la
qualità e l’efficienza del sistema universitario”;
VISTO in particolare l’articolo 6, comma 11, della legge 30 dicembre 2010, n. 240, ai sensi del
quale “I professori e i ricercatori a tempo pieno possono svolgere attività didattica e di ricerca
anche presso un altro ateneo, sulla base di una convenzione tra i due atenei finalizzata al
conseguimento di obiettivi di comune interesse;
VISTO in particolare l’art. 23, comma 1 e comma 2, della legge 30 dicembre 2010, n. 240;
VISTO il D.M. 22 ottobre 2004, n. 270, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 12 novembre 2004,
n. 266;
VISTO il D.M. 22 settembre 2010, n. 17, recante disposizioni in relazione ai “Requisisti necessari
dei corsi di studio”;
VISTO il D.M. 26 aprile 2011, n. 167, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 26 settembre 2011 n.
224;
CONSIDERATO che è interesse delle due Università concertare, strutturare e implementare forme
di collaborazione sul piano scientifico-didattico, che consentano uno sviluppo delle rispettive
attività didattiche;
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
127
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
CONSIDERATO l’alto valore scientifico e culturale di cui le due Università sono portatrici non
soltanto sul territorio nazionale, fermo restando il pieno rispetto della reciproca autonomia
giuridica, gestionale, scientifica e didattica;
si conviene e si stipula
Articolo 1
Scopo del presente atto è quello di facilitare, per tutta la durata dell’accordo, il mantenimento e lo
sviluppo di forme di intesa e di cooperazione sul piano scientifico, didattico e organizzativo tra la
LUMSA e l’Università degli Studi di Palermo, mediante una Commissione paritetica costituita da
due rappresentanti per ciascun Ateneo, nominati dagli stessi.
Articolo 2
Nell’ambito degli scopi previsti dalla presente Convenzione gli Atenei si impegnano a valutare le
richieste di nullaosta ai Professori e ai Ricercatori universitari, in regime a tempo pieno per
l’affidamento di insegnamenti, in risposta ad un bando emanato da uno dei due Atenei Il rilascio
del nullaosta da parte dell’Ateneo di appartenenza è subordinato all’effettivo svolgimento delle
attività di didattica e di servizio agli studenti presso l’Ateneo di appartenenza, alla dichiarazione di
disponibilità richiesta all’atto dell’attivazione dell’offerta formativa annuale e alla limitazioni derivanti
dalle attività scientifiche nell’Ateneo di appartenenza.
Articolo 3
L’articolazione della presente convenzione si conforma ai fini operativi, alle disposizioni, ai
regolamenti e alle norme alla cui osservanza sono tenuti gli enti convenzionati, in particolare con
riferimento ai decreti attuativi della legge 30 dicembre 2010, n. 240.
Articolo 4
La presente convenzione verrà integrata da “specifici protocolli esecutivi” relativi al singolo
accordo, che potrà essere basato o sulle disposizioni di cui all’art. 6, comma 11, della legge n. 240
del 2010. Gli specifici protocolli esecutivi saranno oggetto di approvazione degli organi di governo
dei due Atenei previa istruzione ad opera della Commissione di cui all’art. della presente
Convenzione.
Articolo 5
La presente convenzione ha durata di cinque anni salvo disdetta di una delle due parti,
inviata almeno 60 giorni prima della scadenza.
Articolo 6
La presente convenzione e gli specifici protocolli esecutivi non possono riguardare professori o
ricercatori la cui presenza nell’organico dell’Università di appartenenza è indispensabile ai fini del
possesso dei requisiti necessari di docenza di cui al D.M. 22 ottobre 2004, n. 270 e al D.M.
17/2010 e successive modifiche o integrazioni.
Articolo 7
La LUMSA e l’Università degli Studi di Palermo convengono che la presente convenzione quadro
e gli specifici protocolli esecutivi, ex art. 4 della presente convenzione quadro possono essere
risolti unilateralmente da ciascuna delle due università firmatarie per sopravvenute esigenze
didattiche o scientifiche entro i termini previsti per la verifica dei requisiti di docenza di cui al D.M.
22 ottobre 2004, n. 270, e che si intende autonomamente risolta nel caso di revoca, da parte del
Professore o Ricercatore interessato, del proprio accordo a svolgere attività didattica e di ricerca
presso ateneo diverso da quello di appartenenza ovvero nel caso in cui il professore o ricercatore
interessato eserciti l’opzione per il regime di tempo definito ai sensi di quanto previsto all’articolo 6,
comma 6, della legge 30 dicembre 2010, n. 240.
In ogni caso il Professore o il Ricercatore è tenuto a portare a termine l’attività didattica e le
relative prove di valutazione dell’anno accademico iniziato.
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
128
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Per il periodo di durata della presente convenzione non possono essere stipulati altri accordi
specifici per l’utilizzo del medesimo Professore o Ricercatore né avviate procedure per la
copertura delle attività poste a suo carico a seguito di dichiarazione di disponibilità fornite dal
Docente all’Università di appartenenza al momento dell’attivazione dell’offerta formativa annuale.
Articolo 8
I due Rettori concordano di definire amichevolmente qualsiasi vertenza che possa nascere
dall’interpretazione della presente convenzione. Nel caso in cui non sia possibile in questo modo
un accordo, il Foro competente è quello di Roma.
Letto, approvato e sottoscritto
Roma, li …………2014.
Il Rettore dell’Università degli Studi di Palermo
f.to Prof. Roberto Lagalla
Il Rettore della Libera Università Maria SS. Assunta
f.to Prof. Giuseppe Dalla Torre Del Tempio di
Sanguinetto
Il Responsabile del procedimento
f.to dott. Alba Biondo
Il Dirigente
f.to dott. Giuseppa Lenzo
Il Consiglio d’Amministrazione
VISTO il sopra riportato testo di Convenzione;
VISTA la proposta del responsabile del procedimento;
Sentita la relazione del Presidente della Commissione Cultura Didattica e Servizi agli studenti;
Vista la delibera del S.A. della seduta del 17.06.2014 che approva il testo di convenzione con
modifiche sopra indicate
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare la proposta sopra riportata con ulteriore modifica all’art. 5 avente il seguente tenore
“la presente convenzione ha durata annuale”.
Letto e approvato seduta stante.
73. Proposta di accordo di cooperazione tra l’Università degli studi di Palermo e la Sichuan
International Studies University(SISU) per l’attivazione di un percorso integrato di studi
finalizzato a migliorare la conoscenza reciproca delle lingue, culture e società italiana e
cinese attraverso la professoressa Mari D’Agostino, Direttore della Scuola Italiana per
Stranieri (Dipartimento di Scienze Umanistiche)
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Con nota prot. del 09/06/2014 il prof. Pasquale Assennato ha trasmesso allo scrivente
ufficio, per le valutazioni di competenza, la proposta di stipula di una Convenzione e un Protocollo
aggiuntivo tra l’Ateneo di Palermo e la Sichuan International Studies University (Repubblica
Popolare Cinese), già approvati e firmati dal Rettore dell’Università partner, per l’attivazione di un
percorso integrato di studi finalizzato a promuovere e migliorare la conoscenza reciproca delle
lingue, culture e società italiana e cinese.
Lo scrivente ufficio, dopo aver esaminato i documenti ricevuti in collaborazione con il
responsabile della UOA07 (Cooperazione internazionale) ha evidenziato che la convenzione
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
129
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
prevede diverse azioni mirate al raggiungimento dell’obiettivo di cui sopra (Art. 2), fra le quali il
percorso integrato di studi disciplinato nel Protocollo aggiuntivo che identifica l’ambito di
applicazione fra gli studenti del Corso di Laurea di Italiano del Dipartimento di Francese della
S.I.S.U. (responsabile prof.ssa Yang Lin) e il Dipartimento di Scienze Umanistiche dell’Università
di Palermo, autorità preposta alla selezione degli studenti UNIPA che svolgeranno un periodo di
studi presso l’università partner seguendo le indicazioni della prof.ssa Mari D’Agostino, Direttrice
della Scuola di Lingua Italiana per Stranieri dell’Università di Palermo.
Il protocollo esecutivo all’Art. 4 disciplina le modalità di pagamento delle tasse universitarie
da parte degli studenti partecipanti al programma che non appare improntato all’insegna del
principio di reciprocità.
Inoltre, nel protocollo esecutivo manca un piano didattico identificato e definito ma si indica
soltanto, genericamente, che il periodo di studio presso l’Università partner è parte integrante del
programma di studi della sede di provenienza (Art. 8) e l’attività da svolgere va concordata di volta
in volta tra le responsabili delle due sedi (Art. 9).
Con mail del 11/06/2014 l’ufficio ha comunicato agli interessati l’apparente discrepanza
nella modalità di pagamento delle tasse e l’opportunità di redigere un allegato tecnico-didattico,
che riporti:
 gli insegnamenti fruibili da parte sia degli studenti incoming che da quelli outgoing in
entrambe le sedi, anche in forma di un pacchetto all’interno del quale individuare gli
insegnamenti da inserire nel learning agreement di ogni studente;
 i corsi di studio UNIPA di riferimento (anche per identificare quali studenti possono
partecipare al programma);
 le modalità di integrazione del periodo di studio svolto dagli studenti presso la sede
ospitante nel programma di studi della sede di provenienza, anche per agevolare il
successivo riconoscimento degli insegnamenti svolti e la ricostruzione della carriera dello
studente da parte degli uffici preposti.
Con mail del 12/06/14 la prof.ssa D’Agostino ha risposto con una relazione dettagliata a
tutti i punti elencati sopra, chiarendo la problematica relativa alla tassazione e, soprattutto,
convenendo sulla opportunità di predisporre successivamente un piano didattico chiaro e definito.
In data 11/06/2014 l’ufficio ha ricevuto il Decreto del Direttore del Dipartimento di “Scienze
Umanistiche” di approvazione dell’accordo e la relazione del soggetto proponente sulle finalità del
progetto.
Infine, sia la prof.ssa D’Agostino per le vie brevi che il delegato del Rettore per le Relazioni
Internazionali hanno sottolineato l’urgenza della firma dei documenti al fine di consentire agli
studenti cinesi di avviare la procedura per il rilascio del visto di ingresso.
Si ritiene che, una volta approvato e firmato l'accordo, il progetto didattico potrà essere
sottoposto, eventualmente, previo parere positivo dello scrivente ufficio, all’approvazione del
Consiglio di Dipartimento proponente l'accordo.
La proposta ha già ottenuto il parere favorevole da parte del S.A. nella seduta del
17/06/2014 – argomento n. 29 con la seguente prescrizione: “Si segnala l’opportunità che vengano
fatte le traduzioni in ambedue le lingue”.
Ciò premesso, si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
l’approvazione parere favorevole all’approvazione dell’accordo di cooperazione tra l’Università
degli Studi di Palermo e la Sichuan International Studies University (SISU) per l’attivazione di un
percorso integrato di studi finalizzato a migliorare la conoscenza reciproca delle lingue, culture e
società italiana e cinese attraverso la professoressa Mari D’Agostino, Direttore della Scuola
italiana per Stranieri (Dipartimento di Scienze umanistiche), la cui convenzione e protocollo
aggiuntivo già firmati dal Rettore dell’Università cinese si riportano nella versione in lingua italiana:
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
130
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
131
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
132
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
133
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
134
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
135
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
136
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
137
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Poiché nei manifesti proposti dalle Università straniere si rileva, talvolta, la presenza di
insegnamenti che possono trovare una corrispondenza più puntuale in insegnamenti erogati da
altri corsi di studio dell’Ateneo, sarà possibile, previa approvazione del Consiglio di Corso di Studi,
inserirli nei curricula formativi degli studenti stranieri e individuare idonee modalità di flessibilità
dell’offerta formativa nei confronti degli studenti incoming”.
Il Responsabile del procedimento
f.to dott. Valeria Floriano
Il Dirigente
f.to dott.Antonio Valenti
Il Consiglio di Amministrazione
visti gli artt. 2, 4 e 9 dello Statuto vigente dell’Università degli Studi di Palermo;
visti gli artt. 3, c.10 e 11, c.7-o del Decreto Ministeriale 22 ottobre 2004, n. 270;
visto l’art 2, c.2-II del DM 15 ottobre 2013, n.827, “Linee generali di indirizzo della programmazione
delle università per il triennio 2013-2015”;
visti i DD.MM. 23 dicembre 2013 n. 1059, 30 gennaio 2013 n. 47 e 22 settembre 2010 n. 17;
vista la nota prot. 17 del 16 febbraio 2011 del MIUR – Direzione Generale per l’Università e il
Diritto allo Studio – Ufficio V;
visto il Regolamento Didattico dell’Ateneo di Palermo;
vista la nota della Segreteria Tecnica del Rettore prot. n. 31086 del 05 maggio 2010 avente per
oggetto le Linee Guida del Programma Doppio Titolo di Laurea;
visti la Convenzione e il Protocollo aggiuntivo tra l’Ateneo di Palermo e la Sichuan International
Studies University (Repubblica Popolare Cinese);
visto il Decreto del Direttore del Dipartimento in “Scienze Umanistiche” del 11/06/2014;
visto il parere positivo espresso dal S.A. al n. 29 della seduta del 17/06/2014 con la seguente
prescrizione: “Si segnala l’opportunità che vengano fatte le traduzioni in ambedue le lingue”;
vista la proposta del Responsabile del procedimento;
sentita la relazione del Presidente della Commissione Cultura Didattica e servizi agli studenti;
all’unanimità
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
74. Determinazione in ordine al deposito in Italia del brevetto dal titolo: “Nuovo metodo
chimico eco-compatibile ed applicazione alla produzione della sintesi industriale di
un importante farmaco”(inventori Fontana G.,Bruno M., Maggio A., Rosselli S.,
Giangrande G.)
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
138
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
La Commissione Brevetti nella riunione del 05/02/2014 ha esaminato la domanda di deposito del
brevetto dal titolo provvisorio: : “Nuovo metodo chimo eco-compatibile ed applicazione alla
produzione della sintesi industriale di un importante farmaco” inventori Fontana G., Bruno M.,
Maggio A., Rosselli S., Giangrande G. che hanno firmato l’atto di cessione della titolarità
dell’invenzione al nostro Ateneo.
Il prodotto della ricerca che si vuole brevettare consiste in un nuovo metodo per la de acetilazione
biocatalitica in acqua di vari acetati organici ed applicazione alla preparazione di un composto
chimico che è un intermedio nella sintesi industriale di un importante farmaco: il Fitomenadione
(Konakion ®), il metodo, rispetto a quelli a nostra conoscenza già esistenti nella letteratura
scientifica e brevettuale, apporta un miglioramento sul piano della sicurezza e costo di produzione
in quanto fa uso di materiale di scarto vegetale come biocatalizzatore e di acqua come solvente
per la reazione
La Commissione Brevetti, nella seduta del 5 febbraio 2014 (verbale n. 1/2014), esaminata la
richiesta e i documenti allegati, all’unanimità ha espresso parere favorevole al deposito del
brevetto in oggetto.
Tutto ciò premesso e in considerazione dell’effettuata prenotazione di impegno, si propone, che il
Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
- di autorizzare l'inoltro della domanda di deposito del brevetto dal titolo provvisorio: : “Nuovo
metodo chimo eco-compatibile ed applicazione alla produzione della sintesi industriale di un
importante farmaco” (inventori Fontana G., Bruno M., Maggio A., Rosselli S., Giangrande G.)
Il Responsabile del procedimento
F.to: Dott. Fausto Gennuso
Il Dirigente dell’Area Ricerca e Sviluppo
F.to: Ing. Gandolfo Gallina
IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Sentita la relazione del Presidente della Commissione Bilancio Edilizia Patrimonio e Rapporti con
AOUP
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante
75. Determinazione in ordine al pagamento della V annualità del brevetto n. RM2010A000388
del 14.7.2010 dal titolo “Fucile da pesca subacqueo a due fusti orizzontali con asta
singola o doppia”(inventori: Pantano A., Martorana A.)
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
La soc. CPA Global limited in associazione con la Notarbartolo e Gervasi ha fatto pervenire
l’avviso di scadenza per il 14.07.14, per il pagamento della V annualità del brevetto dal titolo
“Fucile da pesca subacqueo a due fusti orizzontali con asta singola o doppia” (inventori Pantano A.
– Martorana A..)
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
139
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
La Commissione brevetti, nella riunione del 15.5.2014, considerate le potenzialità di valorizzazione
economica ancora non espresse del brevetto ha espresso parere positivo al pagamento delle
tasse di mantenimento del brevetto, il cui costo ammonta a € 161,00
Si propone, pertanto, che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
- di autorizzare il pagamento della V annualità del brevetto n. RM2010A000388 del 14.07.2010 dal
titolo “Fucile da pesca subacqueo a due fusti orizzontali con asta singola o doppia”;
- di far gravare la relativa spesa pari a € 161,00 sulla voce di bilancio 2.1.0006.0001.0001 “Spese
per la registrazione di Brevetti” - sulla quale esiste la copertura finanziaria.
Il Responsabile del procedimento
F.to:: Dott. Fausto Gennuso
Il Dirigente dell’Area Ricerca e Sviluppo
F.to: Ing. Gandolfo Gallina
IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE
Visto il Regolamento brevetti;
Vista l’estratto del verbale della Commissione Brevetti del 15.5.14
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Sentita la relazione del Presidente della Commissione bilancio Edilizia Patrimonio e Rapporti con
AOUP
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante
76. Determinazione in ordine al pagamento della VII annualità del brevetto n. RM2008A00426
del 4.8.2008 dal titolo: “Diorganostagno (IV) complessi con N-acetil_l_cisteina attività
antitumorali selettiva su cellule di epatoma HEPG2” (inventori: Pellerico C:, Prinzivalli
O., Giuliano M.)
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
La CPA Global in associazione con la Notarbartolo e Gervasi ha fatto pervenire l’avviso di
scadenza per il 04.08.14, per il pagamento della VII annualità del brevetto dal titolo
“Diorganostagno (IV) complessi con N-acetil-L- cisteina attività antitumorale selettiva su cellule di
epatoma umano HEPG2” n. RM2008A000426 del 04.08.08 inventori Pellerito C., Prinzivalli C.,
Pellerito O., Giuliano M.
La Commissione brevetti, nella riunione del 15.5.14, considerate le potenzialità di valorizzazione
economica ancora non espresse del brevetto ha espresso parere positivo al pagamento delle
tasse di mantenimento del brevetto, il cui costo ammonta a € 221,00
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
140
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Si propone, pertanto, che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
- di autorizzare il pagamento della VII annualità del brevetto n. RM2008A000426 del 04.08.08 dal
titolo “Diorganostagno (IV) complessi con N-acetil-L- cisteina attività antitumorale selettiva su
cellule di epatoma umano HEPG2”;
Il Responsabile del procedimento
F.to: Dott. Fausto Gennuso
Il Dirigente dell’Area Ricerca e Sviluppo
F.to: Ing. Gandolfo Gallina
IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Sentita la relazione del Presidente della Commissione Bilancio Edilizia Patrimonio e Rapporti con
AOUP
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante
77. Determinazione in ordine al pagamento della V annualità del brevetto n. RM2010A000054
del 12.2.2010 dal titolo “Uso terapeutico combinato di organo stagno (IV) ed inibitori
delle deacetillasi istoniche” (inventori: Giuliano, Pellerito, Prinzivalli, Pellerito)
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
La Società N & G Patent Services S.A ha fatto pervenire l’avviso di scadenza per il 20.03.14, per il
pagamento della V annualità del brevetto dal titolo “Uso Terapeutico Combinato Di
Organostagno(Iv) Ed Inibitori Delle Deacetilasi Istoniche” RM2010A000054 del 12/02/2010
(inventori- Pellerito Claudia-Prinzivalli Cristina – Pellerito Ornella- Giuliano Michela)
La Commissione brevetti, nella riunione del 12.06.14, considerate le potenzialità di valorizzazione
economica ancora non espresse del brevetto ha espresso parere positivo al pagamento delle
tasse di mantenimento del brevetto, il cui costo ammonta a € 340,00.
Si propone, pertanto, che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
- di autorizzare il pagamento della della V annualità del brevetto dal titolo “Uso Terapeutico
Combinato Di Organostagno(Iv) Ed Inibitori Delle Deacetilasi Istoniche” RM2010A000054 del
12/02/2010”;
-
di far gravare la relativa spesa pari a € 340,00 sulla voce di bilancio 2.1.0006.0001.0001
“Spese per la registrazione di Brevetti” - sulla quale esiste la copertura finanziaria.
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
141
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Il Responsabile del procedimento
F.to Dott. Fausto Gennuso
Il Dirigente dell’Area Ricerca e Sviluppo
F.to Ing. Gandolfo Gallina
Il Consiglio di Amministrazione
Visto il Regolamento brevetti;
Vista l’estratto del verbale della Commissione Brevetti del 12.06.14;
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Sentita la relazione del Presidente della Commissione bilancio Edilizia Patrimonio e Rapporti con
AOUP
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante
78. Determinazione in ordine al pagamento della VII annualità del brevetto n.
RM2008A000160 del 31.3.2008 dal titolo: “Strumento di supporto all’impiantologia
orale”(inventori: Gallo, Mancuso, Calunniato, Dolce)
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
La Società Cantaluppi & Partners S.r.l ha fatto pervenire l’avviso di scadenza per il 14.03.14, per il
pagamento della VII annualità del brevetto dal titolo ““Strumento Di Supporto Alla Implatologia
Orale” n. RM2008A000160 del 21/03/2008 (inventori- Gallo Pio Domenico -Mancuso AntonioMauceri Nicola-Calunniato Vincenzo- Dolce - Giancarlo)
La Commissione brevetti, nella riunione del 12.06.14, considerate le potenzialità di valorizzazione
economica ancora non espresse del brevetto ha espresso parere positivo al pagamento delle
tasse di mantenimento del brevetto, il cui costo ammonta a € 441,00.
Si propone, pertanto, che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
- di autorizzare il pagamento della della VI annualità del brevetto n. RM2008A000160 del
21/03/2008 dal titolo ““Strumento Di Supporto Alla Implatologia Orale””;
-
di far gravare la relativa spesa pari a € 441,00 sulla voce di bilancio 2.1.0006.0001.0001
“Spese per la registrazione di Brevetti” - sulla quale esiste la copertura finanziaria.
Il Responsabile del procedimento
F.to: Dott. Fausto Gennuso
Il Dirigente dell’Area Ricerca e Sviluppo
F.to: Ing. Gandolfo Gallina
Il Consiglio di Amministrazione
Visto il Regolamento brevetti;
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
142
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Vista l’estratto del verbale della Commissione Brevetti del 12.06.14;
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Sentita la relazione del Presidente della Commissione bilancio Edilizia Patrimonio e Rapporti con
AOUP
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante
79. Determinazione in ordine al pagamento della VI annualità del brevetto n.
RM2009A000073 del 18.2.2009 dal titolo “Procedimento di Scaffold Polimerici
Preangiogenizzati” (inventori: Brucato, La Carruba, Carfi Pavia)
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
La Società Italiana Brevetti SIB S.p.A ha fatto pervenire l’avviso di scadenza per il 18.07.14, per il
pagamento della VI annualità del brevetto dal titolo “Procedimento Di Scaffold Polimerici
Preangiogenizzati” RM2009A000073 del 18.02.09 inventori Brucato V.- La Carruba V.- Ghersi G.Carfì Pavia F.
La Commissione brevetti, nella riunione del 12.06.14, considerate le potenzialità di valorizzazione
economica ancora non espresse del brevetto ha espresso parere positivo al pagamento delle
tasse di mantenimento del brevetto, il cui costo ammonta a € 386,50.
Si propone, pertanto, che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
- di autorizzare il pagamento della della VI annualità del brevetto n. RM2009A000073 del 18.02.09
dal titolo “Procedimento Di Scaffold Polimerici Preangiogenizzati”;
- di far gravare la relativa spesa pari a € 386,50 sulla voce di bilancio 2.1.0006.0001.0001 “Spese
per la registrazione di Brevetti” - sulla quale esiste la copertura finanziaria.
Il Responsabile del procedimento
F.to: Dott. Fausto Gennuso
Il Dirigente dell’Area Ricerca e Sviluppo
F.to: Dott. Gandolfo Gallina
Il Consiglio di Amministrazione
Visto il Regolamento brevetti;
Vista l’estratto del verbale della Commissione Brevetti del 12.06.14;
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Sentita la relazione del Presidente della Commissione Bilancio Edilizia Patrimonio e Rapporti con
AOUP
all’unanimità,
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
143
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante
81. Comunicazioni del Presidio di Qualità relative all’adunanza del 10.06.2014
Il Pro Rettore Vicario ricorda, preliminarmente, che al fine di perseguire il requisito di assicurazione
della qualità AQ2, il Presidio di Qualità, come riportato nel D.M. 47/2013, nel D.M. 1059/2013 e
nelle “Linee Guida per l’accreditamento periodico delle sedi e dei corsi di studio” pubblicate
dall’ANVUR in data 24.04.2015, è tenuto <<ad assicurare che esistano efficaci relazioni tra
Corsi di Studio, Commissione paritetica Docenti-Studenti e Nucleo di Valutazione, e
riferisce agli Organi di Governo>> dell’Ateneo.
Il Pro Rettore Vicario comunica che nella seduta del 10.06.2014 il Presidio di qualità ha esaminato
le “Determinazioni delle Scuole sui Corsi di Studio da sottoporre all’accreditamento periodico”.
Il Pro Rettore Vicario ricorda che, a seguito della emanazione delle Linee Guida ANVUR
sull’accreditamento periodico delle sedi e dei Corsi di Studio del 24.04.2014, il Presidio di Qualità
nella seduta del 7.05.2014 ha segnalato al Magnifico Rettore <<la necessità che gli Organi
competenti assumano le seguenti determinazioni:
1) Proposta di ciascuna Scuola di 3 Corsi di Studio, di cui 2 di differente livello della formazione, da
sottoporre all’accreditamento periodico;
2) Proposta del Senato Accademico di 6 Corsi di Studio, scelti tra i 15 proposti al punto 1), da
sottoporre all’accreditamento periodico;
3) Delibera del Consiglio di Amministrazione, sulla base della proposta di cui al punto 2) e delle
complessive indicazioni di cui al punto 1), di scelta dei 6 Corsi di Studio da sottoporre all’ANVUR
per l’accreditamento periodico.>>
Al fine di dare seguito alle indicazioni del Presidio di Qualità, il Rettore, con Nota Prot. 33539 del
13.05.2014, ha invitato i Consigli delle Scuole a deliberare sulla proposta di <<3 Corsi di Studio, di
cui 2 di differente livello della formazione, da sottoporre all’accreditamento periodico>>.
Dalle delibere dei Consigli delle Scuole emerge il seguente elenco di sedici proposte:
LM-41
Scienze della pianificazione territoriale, urbanistica,
paesaggistica e ambientale
Statistica per l'Analisi dei Dati
Ingegneria Gestionale
Imprenditorialità e qualità per il sistema
agroalimentare
Tecniche di radiologia medica, per immagini e
radioterapia
Tecniche della prevenzione nell'ambiente e nei
luoghi di lavoro
Medicina e chirurgia
L-25
Scienze Forestali ed Ambientali
LM-8
Biotecnologie per l'Industria e per la Ricerca
Scientifica
L-21
SCUOLA
POLITECNICA
L-41
LM-31
LM-69
SCUOLA DI
MEDICINA E
CHIRURGIA
SCUOLA DELLE
SCIENZE DI BASE E
APPLICATE
L/SNT3
L/SNT4
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
144
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
SCUOLA DELLE
SCIENZE UMANE E
DEL PATRIMONIO
CULTURALE
SCUOLA DELLE
SCIENZE
GIURIDICHE ED
ECONOMICOSOCIALI
LM-13
Farmacia
L-5
Studi Storici e Filosofici
LM-45
Musicologia
LM-59
Scienze della comunicazione pubblica, d'impresa e
pubblicità
L-22
Scienze delle attività motorie e sportive
LM-47
Management dello Sport e delle Attività Motorie
LM-63
Scienze delle amministrazioni ed organizzazioni
complesse
Il Presidio di Qualità rileva che nelle delibere dei Consigli delle Scuole non sono esplicitamente
riportate le motivazioni che hanno condotto alla scelta dei corsi di studio proposti per la procedura
di accreditamento periodico.
Il Presidente dell’ANVUR, con Nota Prot.2042 del 9.06.2012, ha comunicato che per il 2014 <<è
prevista la visita a quattro Atenei, tra i quali un Ateneo telematico, scelti sulla base di
autocandidature. Per il 2015 sono previste fino a 15 visite, sempre su base volontaria, per poi
passare nel 2016 a un programma a regime pluriennale che consenta, come previsto dalla
normativa, di visitare nel quinquennio tutti gli atenei, sia pubblici che privati>>.
<<Gli Atenei sono invitati, quindi, a presentare le loro autocandidature per accogliere le visite per
l’Accreditamento periodico, sia per il 2014 che per il 2015. L’ANVUR si riserva comunque di
individuare, tra le autocandidature pervenute, gli Atenei da inserire nel programma di visita, anche
in base alla loro tipologia e distribuzione territoriale>>.
Posto che l’Ateneo probabilmente non si proporrà per l’accreditamento periodico nel 2014, e
potrebbe invece proporsi per il 2015, il Presidio propone agli Organi di Governo di avviare una
sperimentazione interna del processo di accreditamento periodico per i sedici corsi di studio che si
sono autocandidati.
La suddetta sperimentazione costituirebbe un utile banco di prova per testare le procedure
previste nelle Linee Guida dell’ANVUR del 24.04.2014, per individuare punti di forza e di
debolezza dei Corsi di Studio proposti e per informare gli studenti e i docenti coinvolti nel processo
di assicurazione della qualità.
Con riferimento a quest’ultimo aspetto si è dato incarico alla Dott.ssa Sternheim di predisporre un
glossario di almeno 3000 parole sui processi di assicurazione della qualità e di accreditamento da
distribuire agli studenti e ai docenti.
La sperimentazione potrà essere effettuata, su ciascuno dei sedici corsi di studio, da una
commissione, presieduta del Presidente del Presidio di Qualità e costituita da due docenti per
ciascuna delle cinque aree (Area Giuridica ed Economico-Sociale, Area Medica, Area Politecnica,
Area Scientifica, Area Umanistica) presenti nel Presidio stesso.
I docenti saranno scelti dal Presidio di Qualità con i seguenti criteri:
1) Non devono essere coordinatori dei corsi di studio oggetto della sperimentazione;
2) Non devono essere delegati della didattica nei Dipartimenti;
3) Non devono essere Presidenti o Componenti delle Commissioni Paritetiche Docenti-Studenti
delle Scuole;
3) Non devono insegnare nei Corsi di Studio oggetto della sperimentazione;
4) Devono avere comprovata esperienza di tematiche di didattica e di valutazione.
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
145
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
La Commissione redigerà un apposito Verbale utilizzando gli stessi elementi e i medesimi criteri
adottati nelle Linee Guida ANVUR per i lavori della Commissione degli Esperti Valutatori (CEV)
che si occuperà dell’accreditamento periodico della sede e dei corsi di studio.
IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE
Vista la proposta del responsabile del procedimento
DELIBERA
di approvare la sperimentazione interna del processo di accreditamento periodico per i sedici corsi
di studio che si sono autocandidati con le modalità individuate dal Presidio di Qualità di Ateneo.
Letto ed approvato seduta stante.
Alle ore 17 esce il prof. Auteri
82. Testa Stirring per Friction Stir Welding per la saldatura allo stato solido di leghe di
alluminio, megnesio e materiali alto-resistenziali di piccolo spessore,
CIG:5810106B23 per un importo pari ad € 202.000,00 +IVA ovvero € 246.440,00 IVA
inclusa. Progetto “INTEP - Innovazione tecnologica e di processo per il settore
manifatturiero”, PO FESR Regione Siciliana 2007-2013 Linea 4.1.2.A, CUP
J41J12000110002 di cui è responsabile il prof. Francesco Paolo La Mantia
L’argomento non è trattato in questa seduta
83. Fornitura di Servizi e Sistemi LAN attivi e passivi per la sede del DICAM, Potenziamento
della rete LAN interna del DICAM e Potenziamento e adeguamento degli impianti del
Centro Elaborazione Dati del Sistema Informativo di Ateneo, CIG: 5806079FF2
importo € 165.444,73 (centosessantacinquemilaquattrocentoquarantaquattro/73) +
IVA ovvero € 201.842,57 (duecentounomilaottocentoquarantadue/57) IVA inclusa.
Progetto MITO Informazioni Multimediali per Oggetti Territoriali PAC01_00119, CUP
B72F13000300001, finanziato dal MIUR – Linea intervento “Ricerca e Innovazione” –
Azione “Potenziamento Strutturale” – Avviso n.274 del 15 febbraio 2013, di cui è
responsabile il prof. Goffredo La Loggia
L’argomento non è trattato in questa seduta
84. Laser Scan System (Sistema di ispezione ad ultrasuoni con sorgente e ricezione
laser/laser), CIG 5786296A81 per un importo pari ad € 147.500,00 + IVA ovvero
179.950,00 incluso IVA. PO FESR Regione Siciliana 2007-2013 Linea 4.1.2.A, Azioni di
qualificazione dell’offerta di ricerca e dei servizi per l’innovazione tecnologica:
costituzione di “Mediterranean network for emerging Nanomaterials MEDNETNA”,
CUP E61J1200010006, di cui è responsabile il prof. Francesco Paolo La Mantia
L’argomento non è trattato in questa seduta
85. Regolamento per il conferimento degli insegnamenti nei corsi di studio dell’offerta
formativa
L’argomento non è trattato in questa seduta
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
146
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
86. Ratifica D.D.G. n. 2375 del 16/06/2014. Storno dalla voce di spesa 2A000220070001
Spese effettuate con i fondi erogati dal Banco di Sicilia-Convenzione 2013-2017 per
contributo a favore del Dipartimento di Culture e Società
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Visto il Decreto del Direttore Generale n. 2375 del 16/06/2014 relativo allo Storno dalla voce di
spesa 2A000220070001 Spese effettuate con i fondi erogati dal Banco di Sicilia - Convenzione
2013 2017 per contributo a favore del Dipartimento di Culture e Società;
Pertanto si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
di ratificare il D.D.G. n. 2375 del 16/06/2014 che di seguito si riporta:
Decreto n° 2375
IL DIRETTORE GENERALE
Vista la nota prot. n. 41632 del 12/06/2014, con la quale il Magnifico Rettore concede un contributo
di Euro 500,00, a seguito della richiesta da parte della Prof.ssa Wanda Cortese del 11/06/2014, al
Dipartimento di Culture e Società per il convegno “Modalità di promozione e riqualificazione delle
Isole minori. Il turismo e la valorizzazione dei beni culturali come primi fattori di sviluppo”,
individuando la voce di spesa 2A000220070001 “Spese effettuate con i fondi erogati dal Banco di
Sicilia - Convenzione 2013 – 2017” da cui stornare la somma per renderla disponibile alla struttura;
Vista la nota prot. n. 41987 del 13/06/2014 con la quale il Dirigente dell’Area Patrimoniale e
Negoziale chiede di effettuare lo storno di € 500,00 dalla voce di spesa. 2A000220070001 “Spese
effettuate con i fondi erogati dal Banco di Sicilia - Convenzione 2013 – 2017” alla voce di spesa
2.1.0002.0002.D02+ “Congressi e iniziative culturali dell' U.O. - D02+” a favore del Dipartimento di
Culture e Società;
Considerato che il suddetto contributo a favore del Dipartimento di Culture e Società non può
essere utilizzato per scopi diversi da quelli per cui è concesso;
Vista la disponibilità della voce di spesa. 2A000220070001 “Spese effettuate con i fondi erogati dal
Banco di Sicilia - Convenzione 2013 – 2017”;
Considerato urgente effettuare lo storno di cui sopra in quanto il suddetto convegno si svolgerà il
19 p.v. a Palermo;
Vista la delibera del Consiglio di Amministrazione del 19/12/2013 punto 9 odg relativa
all’approvazione del bilancio unico di previsione E.F. 2014;
Visto l’art. 14 c. 2 del Regolamento per l’amministrazione, la finanza e la contabilità dell’Università
degli Studi di Palermo, emanato dal Rettore con Decreto n. 285 del 07/02/2013;
DECRETA
Di autorizzare il Settore Bilancio e Rendiconto dell’Area Economico Finanziaria ad effettuare lo
Storno di € 500,00, descritto in premessa, nel bilancio unico di previsione esercizio finanziario
2014, variando gli stanziamenti delle spese nelle seguenti voci:
VARIAZIONI
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
147
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
SPESA
Voce di Bilancio
Stanziamento
Storno
Stanziam. Definitivo
2.A.0002.2007.0001
48.583,00
-500,00
48.083,00
Voce di Bilancio
Stanziamento
Impinguamento
Stanziam. Definitivo
2.1.0002.0002.D02+
5.500,00
500,00
6.000,00
.
Il presente decreto sarà sottoposto a ratifica nella prima seduta utile del Consiglio di
Amministrazione.
IL DIRETTORE GENERALE
F.to Dott. Antonio Valenti
Il Responsabile del procedimento
F.to dott.ssaGaetana Giuliana
Il Dirigente
F.to dott.ssa Giuseppa La Tona
Il Consiglio di Amministrazione
Visto il parere del Collegio dei Revisori dei conti,
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Sentita la relazione del Presidente della Commissione Bilancio Edilizia rapporti con l’AOUP;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante
89. Approvazione dell’accordo di collaborazione tra l’Università degli studi di Palermo e la
Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento delle informazioni per la sicurezza
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
La Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento delle informazioni per la sicurezza, nei
mesi scorsi, ha avviato, attraverso e-mail, una specifica corrispondenza, volta a richiedere a
questo Ateneo la propria disponibilità alla stipula di un accordo di collaborazione riguardante il
sistema di informazione per la sicurezza della Repubblica di cui alla legge 3 agosto 2007 n. 127
“Sistema di informazione per la sicurezza della Repubblica e nuova disciplina del segreto”.
Il superiore provvedimento legislativo, ha attribuito al Dipartimento delle informazioni per la
sicurezza (DIS), ai sensi dell’art. 4 comma 3 lett. m), la promozione e la diffusione della cultura
della sicurezza.
L’assolvimento di tali compiti, ai sensi dell’art. 11 della citata legge, sono stati assegnati alla
Scuola di formazione, istituita nell’ambito del Dipartimento delle informazioni per la sicurezza
(DIS).
Il citato Dipartimento, al fine di assicurare l’addestramento, la formazione di base e continuativa
e l’aggiornamento del proprio personale e dei servizi di informazione per la sicurezza, a mente
dell’art. 13 l. 127/07, può stipulare convenzioni con le università e con enti di ricerca.
Com’è noto la precipua finalità di questa Università è la promozione della cultura, della ricerca
di base e applicata, dell'alta formazione e del trasferimento tecnologico, pertanto, l’Ateneo,
rappresenta una struttura in grado di offrire un efficace e qualificato apporto scientifico in aree
disciplinari di interesse ai fini della sicurezza nazionale.
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
148
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Sulla scorta di tali premesse, lo stipulando accordo mira ad instaurare un rapporto di
collaborazione che consenta di sviluppare in modo coordinato ed integrato attività didattiche, di
formazione e ricerca su temi di rilievo per la sicurezza nazionale.
La realizzazione dei superiori intenti avverrà mediante apposite convenzioni attuative da
stipularsi nel rispetto delle regole procedurali dell’Ateneo.
L’accordo di collaborazione, che non comporta alcun onere finanziario a carico del bilancio di
Ateneo, è stato preventivamente sottoposto al competente ufficio dell’Area Affari generali, che con
mail del 13 maggio 2014, ha comunicato la compatibilità delle clausole con le norme civilistiche e
la vigente legislazione alle quali le stesse sono riconducibili.
In conclusione si informa codesto Organo che il citato accordo di collaborazione, ai sensi
dell’art. 9 dello Statuto e dell’art. 53 del Regolamento Generale di Ateneo, è stato sottoposto al
Senato Accademico di questo Ateneo che, nella seduta del 17 giugno 2014, ha espresso parere
favorevole.
Ciò premesso si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
Di approvare l’accordo di collaborazione tra l'Università degli Studi di Palermo e la Presidenza del
Consiglio dei Ministri - Dipartimento delle Informazioni per la Sicurezza (DIS), nel testo di seguito,
integralmente, riportato:
ACCORDO DI COLLABORAZIONE
TRA
L’Università degli Studi______________ con sede legale in ______________________,
____________ Codice Fiscale _______________, rappresentata dal Rettore, __________, nato a
__________ il __________, domiciliato per il presente atto presso la sede dell'Ente (nel seguito
indicato come Università) e autorizzato alla stipula del presente accordo dal Consiglio di
Amministrazione (o altro Organo equivalente) del ______________
E
Il Dipartimento delle informazioni per la sicurezza della Presidenza del Consiglio dei Ministri,
C.F.: 80188230587, d’ora in poi denominato “DIS”, rappresentato dal Direttore Generale,
Ambasciatore Giampiero Massolo, nato a Varsavia il 5/10/1954
Premesso
- che la legge 124/2007, istitutiva del Sistema di informazione per la sicurezza della Repubblica,
ha attribuito al DIS, ai sensi dell’art. 4 comma 3, lett. m), la promozione e diffusione della cultura
della sicurezza e che al medesimo DIS compete, a mente dell’art. 7 comma 6 del DPCM 24
gennaio 2013 (“Direttiva recante indirizzi per la protezione cibernetica e la sicurezza informatica
nazionale”), promuovere e diffondere la conoscenza e la consapevolezza in merito ai rischi
derivanti dalla minaccia cibernetica;
- che il compito di curare la promozione e diffusione della cultura della sicurezza è stato
assegnato in via regolamentare alla Scuola di formazione istituita nell’ambito del DIS, a norma
dell’art. 11 della citata legge n. 124/2007, al fine di assicurare l’addestramento, la formazione di
base e continuativa e l’aggiornamento del personale del DIS e dei servizi di informazione per la
sicurezza (di seguito collettivamente definiti “organismi informativi”);
- che la collaborazione con le Università rappresenta uno degli strumenti principali attraverso cui
perseguire l’obiettivo della promozione e diffusione della cultura della sicurezza, sia ai fini
dell’individuazione di docenti universitari cui affidare attività didattiche a favore del personale
degli organismi informativi, sia per l’approfondimento accademico e scientifico di tematiche di
rilievo per la sicurezza nazionale, sia per l’organizzazione di iniziative volte a propiziare, negli
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
149
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
-
-
-
-
studenti universitari, una migliore conoscenza di tali temi e della missione affidata al Sistema di
informazione per la sicurezza della Repubblica;
che l’Università, come indicato all’art. ____ del suo Statuto, emanato con
_______________pubblicato su GU Serie Generale n. _____ del __________ha come finalità
istituzionali il progresso nella ricerca scientifica e tecnologica e la formazione superiore nella
loro necessaria integrazione;
che l’Università contribuisce, attraverso la formazione e la ricerca, a un processo di sviluppo
fondato su principi di coesione sociale e di sostenibilità, in particolare promuovendo la
collaborazione tra istituzioni al fine di favorire la crescita culturale scientifica e professionale
della collettività;
che rientra tra gli obiettivi primari dell’Università rispondere alle esigenze del territorio
contribuendo alla diffusione di cultura innovativa e alla creazione di nuove figure professionali in
aree disciplinari che risultano d’interesse anche per il Sistema di informazione per la sicurezza
della Repubblica;
che l’Università ed il DIS hanno interesse ad instaurare un rapporto di collaborazione che
consenta di sviluppare in modo coordinato ed integrato attività didattiche, di formazione e
ricerca su temi di rilievo per la sicurezza nazionale;
che l’Università rappresenta una struttura in grado di offrire un efficace e qualificato apporto
scientifico in aree disciplinari di interesse ai fini della sicurezza nazionale;
SI CONVIENE E SI STIPULA QUANTO SEGUE
Le premesse costituiscono parte integrante del presente accordo di collaborazione.
Articolo 1 – Oggetto della collaborazione
Le Parti, nel rispetto delle proprie finalità istituzionali e dei vincoli dettati da norme e
regolamenti vigenti, manifestano il comune intento di instaurare un rapporto di collaborazione in
iniziative riguardanti attività di ricerca scientifica, didattiche e di formazione nell’ambito di aree
disciplinari di interesse ai fini della sicurezza nazionale.
Le iniziative di collaborazione potranno riguardare:
1) attività di formazione, anche in forma congiunta;
2) collaborazioni per studi e ricerche su temi di interesse;
3) partecipazione a programmi e progetti di ricerca nazionali e internazionali;
4) organizzazione di conferenze, dibattiti e seminari funzionali alla promozione e diffusione della
cultura della sicurezza.
Il presente accordo non comporta alcun onere finanziario diretto a carico delle Parti.
Articolo 2 – Convenzioni attuative
Al fine di dare attuazione a quanto previsto all’art. 1, le Parti procederanno mediante la
stipula di apposite convenzioni attuative, che dovranno indicare in particolare:
 obiettivi;
 durata della convenzione e condizioni per l’esercizio del diritto di recesso;
 attività a carico di ciascuna delle Parti contraenti;
 modalità di esecuzione, anche con riguardo all’accesso a banche dati, archivi e biblioteche
dell’Università;
 responsabili scientifici indicati da ciascuna delle Parti;
 eventuali oneri finanziari e relative modalità di corresponsione;
 disciplina dei diritti di proprietà intellettuale.
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
150
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Ogni singola convenzione attuativa sarà approvata e sottoscritta dai rispettivi organi
competenti nel rispetto delle normative e regolamenti interni delle Parti e segnatamente, per il DIS,
dal Direttore della Scuola di formazione del Sistema di informazione per la sicurezza della
Repubblica e per l’Università dal Consiglio di Amministrazione (o altro Organo equivalente) e dal
Senato Accademico, sulla base delle rispettive competenze e nel rispetto delle regole procedurali
interne dell’Ateneo.
Articolo 3 – Responsabili dell’accordo di collaborazione
Le Parti individuano quali referenti del presente accordo di collaborazione, per l’Università, il
Rettore o suo delegato e, per il DIS, il Direttore della Scuola di formazione o suo delegato.
Articolo 4 – Copertura assicurativa
L’Università garantisce, a suo esclusivo carico e responsabilità, l’adempimento di ogni onere
di natura retributiva, assicurativa, previdenziale e lavoristica, derivante dai rapporti con il proprio
personale che verrà coinvolto nella realizzazione delle singole attività che verranno
successivamente avviate in attuazione del presente accordo.
Il DIS garantisce analoga copertura assicurativa ai propri dipendenti impegnati nello
svolgimento delle suddette attività.
Articolo 5 – Tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro
Al fine di garantire la tutela della salute e la sicurezza del personale coinvolto nelle attività di
cui al presente accordo le Parti si impegnano, ciascuna per quanto di sua competenza, a rispettare
gli obblighi previsti in materia dal D.Lgs. 9 aprile 2008, n. 81.
Articolo 6 – Durata
Il presente accordo di collaborazione ha durata di 3 (tre anni) a decorrere dalla data di stipula
e potrà essere eventualmente rinnovato a scadenza, previa valutazione positiva congiunta dei
risultati delle iniziative poste in essere, mediante la sottoscrizione di un nuovo Accordo, essendo
esclusa ogni forma di rinnovo tacito.
Articolo 7 – Trattamento dei dati personali
Le Parti provvederanno al trattamento dei dati personali relativi al presente accordo ed alle
relative convenzioni di attuazione unicamente per le finalità connesse all’esecuzione dello stesso e
delle predette convenzioni, in conformità con le disposizioni di cui al D.Lgs. 30 giugno 2003, n. 196
rispettivamente applicabili.
Articolo 8 - Titolarità dei diritti di proprietà industriale ed intellettuale
I diritti di proprietà, intellettuale ed industriale, su brevetti e know-how, restano regolati dalla
normativa di Legge vigente.
La titolarità dei risultati derivanti dalle attività comuni sarà di norma di proprietà paritetica
delle Parti ed in ogni caso sarà oggetto di specifico accordo nell’ambito di ogni singola
convenzione attuativa.
Articolo 9 - Promozione dell’immagine
Le Parti si danno atto dell’esigenza di tutelare e promuovere la collaborazione regolata dal
presente accordo e l’immagine di ciascuna di esse.
In particolare, i rispettivi loghi potranno essere utilizzati, previo consenso espresso delle
Parti, nell’ambito delle iniziative di cui all’art. 1 del presente accordo.
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
151
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Articolo 10 – Giurisdizione
Per qualsiasi controversia che dovesse insorgere in relazione al presente accordo è
competente in via esclusiva il foro di Roma.
Articolo 11 – Registrazione e spese
Il presente accordo verrà registrato solo in caso d’uso. Le relative spese sono poste a carico
della parte richiedente.
L’Università
IL RETTORE
_________________
Il Dipartimento delle informazioni per la sicurezza
IL DIRETTORE GENERALE
Ambasciatore Giampiero Massolo
Di autorizzare la sottoscrizione del citato accordo di collaborazione conferendo, all’uopo, ampio
mandato al Magnifico Rettore.
Il Responsabile del procedimento
f.to Dott. Massimo Valenti
Il Dirigente dell’Area
Ricerca e Sviluppo
f.to Ing. Gandolfo Gallina
IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE
Visto l'art. 9 dello Statuto di Ateneo
Visto l’art. 53 del Regolamento Generale di Ateneo;
Visto l’accordo di collaborazione tra l'Università degli Studi di Palermo e la Presidenza del
Consiglio dei Ministri - Dipartimento delle informazioni per la sicurezza (DIS);
Vista la documentazione allegata;
Vista la nota del 13/05/2014 dell’Area Affari Generali e Legali;
Preso atto del parere reso dal Senato Accademico nella seduta del 17/06/2014;
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
80. Variazione per maggiore entrata e maggiore spesa-Progetto di formazione SHELF LIFEUtilizzo integrato di approcci tecnologici innovativi per migliorare la shelf-life e
preservare le proprietà nutrizionali di prodotti agroalimentari- Distretto
“AgroBioPesca- Consorzio di Ricerca per l’Innovazione Tecnologica Sicilia, Agrobio e
Pesca Ecocompatibile S.c.a.r.l.” finanziati a valere sull’avviso MIUR prot. 713/ric del
29/10/2010-PON R&C 2007-2013-Asse I-Titolo II. Richiesta variazione per l’iscrizione
del saldo di finanziamento
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Vista
la nota dell’Area Ricerca e Sviluppo – Servizio di supporto alla ricerca prot.n.42062
del 16.06.2014 con oggetto: Progetto di Formazione SHELF LIFE- Utilizzo integrato di
approcci tecnologici innovativi per migliorare la shelf – life e preservare le proprietà
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
152
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
nutrizionali di prodotti agroalimentari - Distretto “AgroBioPesca- Consorzio di Ricerca
per l’Innovazione Tecnologica Sicilia, Agrobio e Pesca Ecocompatibile S.c.a.r.l.”.
finanziati a valere sull’avviso MIUR prot. 713/Ric del 29/10/2010 - PON R&C 20072013 - Asse I – Titolo II Richiesta variazione per l’iscrizione del saldo del
finanziamento, che riporta nel testo quanto segue:
“In relazione al progetto citato in oggetto, ammesso a finanziamento con D.D.G.
631/Ric del 08/10/2012, modificato con D.D.G. n. 827/Ric del 26/11/2012, com’è noto è
stato iscritto in bilancio l’80% del contributo concesso, pari ad € 22.184,00, giusta
delibera del CdA n.45 del 17/06/2013.
Con nota prot. n. 1925 del 13/06/2014, che si allega alla presente, il Dipartimento di
Ingegneria Chimica, Gestionale, Informatica, Meccanica ha rappresentato la necessità
di iscrivere in bilancio il saldo del del finanziamento, poiché l’attuale stanziamento è
insufficiente per garantire i fabbisogni del progetto.
Infatti, come evidenziato nel cronoprogramma allegato alla citata nota, occorre
assumere per lo svolgimento delle attività progettuali impegni di spesa, nel corrente
E.F., per € 6.000,00 a fronte di una disponibilità complessiva di € 1.847,28.
Si chiede, pertanto, a codesta Area di effettuare la seguente variazione nel bilancio
dell’Ateneo per l’E.F. 2014 per un importo di € 5.546,00:
VOCE
1.2.7.0.001
1
VOCE
Vista
Viste
Considerato
Vista
ENTRATE
DESCRIZIONE
Contratti/Convenzioni/Accordi-programma: con
"DISTRETTO AGROBIOPESCA" -Consorzio di ricerca
per l'innovazione tecnologica Agrobio e Pesca
Ecocompatibile S.c.a.r.l.
SPESE
DESCRIZIONE
PON R&C 2007/2013 ASSE I - progetti Distretti
ad Alta Tecnologia - Titolo II - Distretto
AGROBIOPESCA - Domanda PON02_00667 PON02_00451_3361909 "Innovazione
tecnologica per migliorar la Shelf-Life di prodotti
della filiera agroalimentare” R.S. Giada La
Scalia (CUP: B68J12000240007)
IMPORTO
€ 5.546,00
IMPORTO
€ 5.546,00
della delibera del Consiglio di Amministrazione del 17/06/2013 punto 45, relativa
alla variazione per maggiore spesa e maggiori spese per Progetti Distretto
“AgroBioPesca – Consorzio di Ricerca per l’Innovazione Tecnologica Sicilia,
Agrobio e Pesca Ecocompatibile S.c.a.r.l” finanziati a valere sull’avviso MIUR
prot. 713/Ric del 29/10/2010 – PON R&C 2007/2013 – Asse I – Titolo II, per la
quota dell’80% del finanziamento;
la disponibilità della scheda voce 12700011 in entrata e la scheda voce di uscita
R4D09+4479DAF3;
che al momento della presente proposta di delibera al consiglio di
Amministrazione non è stato incassato alcun importo relativo al saldo del 20%
del Progetto in oggetto;
della delibera del Consiglio di Amministrazione del 19/12/2013 punto 9, relativa
all’approvazione del bilancio unico di previsione d'Ateneo per l'E.F. 2014;
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
153
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Visto
Tenuto conto
l’art. 14 punto 1 del Regolamento per l’amministrazione, la finanza e la contabilità
dell’Università degli Studi di Palermo, emanato dal Rettore con Decreto n. 285
del 07/02/2013 e successive modifiche ed integrazioni;
del processo di dipartimentalizzazione d'Ateneo, conclusosi con la delibera del
Consiglio di Amministrazione del 27 Novembre 2012, che ha ridefinito la nuova
organizzazione dipartimentale;
DELIBERI
di autorizzare il Settore Bilancio e Rendiconto dell’Area Economico Finanziaria ad operare le variazioni
per maggiore entrata e maggiore spesa, descritte in premessa, nel bilancio unico di previsione e.f.2014,
variando gli stanziamenti sia nell’entrata che nella spesa per la somma di euro 5.546,00 secondo lo
schema sotto riportato:
VARIAZIONI
ENTRATE
Voce di Bilancio
127011
TOTALE
SPESA
Voce di Bilancio
Stanziamento
€ 646.079,88
€ 646.079,88
Storno | Reiscizione
Stanziamento definitivo
€ 5.546,00
€ 651.625,88
€ 5.546,00
€ 651.625,88
Stanziamento
Storno | Reiscizione
€ 1.816,12
€ 1.816,12
R4D09+4479DAF3
TOTALE
Il Responsabile del procedimento
F.to dott. Valerio Castiglia
€ 5.546,00
€ 5.546,00
Stanziamento definitivo
€ 7.362,12
€ 7.362,12
Il Dirigente
F.to dott.ssa Giuseppa La Tona
Il Consiglio di Amministrazione
Visto il parere del Collegio dei Revisori dei conti,
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Sentita la relazione del Presidente della Commissione Bilancio Edilizia rapporti con AOUP;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante
72. Storno per impinguamento voci di spesa Summer School D17+
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Vista la delibera del Consiglio di Amministrazione del 19 dicembre 2013 relativa all’approvazione
del bilancio unico di previsione d'Ateneo per l'E.F. 2014;
Visto l’art. 14 del Regolamento per l’amministrazione, la finanza e la contabilità dell’Università degli
Studi di Palermo, emanato dal Rettore con Decreto n. 285 del 7 febbraio 2013;
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
154
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Vista la richiesta di contributo del Prof. Aldo Schiavello e Nicola Gullo per la Summer School in
“Diritti Umani, Ambiente e Sviluppo Economico”;
Vista la richiesta di contributo del Prof. Ennio La Scala per la Summer School “Jean Monnet”;
Vista la delibera n. 2 del Consiglio di Struttura del 23.04.2014 punto all’odg A3 autorizzazionio e
ratifiche che ha deliberato di eragare un contributo pari ad € 1000,00 per ciscuna iniziativa sopra
descritta;
Visto il provvedimento urgente del Presidente della Scuola di Scienze Giuridiche ed Economiche e
Sociali n. 2 del 12.05.2014 prot. 1467;
Vista la disponibilità della voce di bilancio 2100020002S10+;
Considerato che è urgente stornare la suddetta cifra al Dip. di Scienze Giuridiche della Società e
dello Sport;
Prestanto si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
di autorizzare il Settore Bilancio e Rendiconto dell’Area Economico Finanziaria ad operare lo
storno di € 2000,00 dalla voce di bilancio 2100020002S10+ ed il consegunte impinguamento delle
voci D70009D17+DIUM e D7D17+PQ95SSWS, come riportato nel seguente propetto:
SPESA
Voce di Bilancio
2100020002S10+
D70009D17+DIUM
D7D17+PQ95SSWS
Stanziamento
4900,00
1000,00
13200,00
Storno
- 2000,00
1000,00
1000,00
Il Responsabile Amministrativo
f.to Serena Giambruno
Stanziamento definitivo
2900,00
2000,00
14200,00
Il Direttore
f.to Prof. G. Liotta
Il Consiglio di Amministrazione
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Visto il parere della Commissione Bilancio, Edilizia e Patrimonio, Rapporti con l’A.O.U.P.;
Visto il parere del Collegio dei Revisori dei conti;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
87. Convenzione con l’Associazione CO.TU.LE.VI. ai fini dello svolgimento dei tirocini
curriculari all’interno dello Sportello Anti Violenza Diana del Tribunale di Trapani
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Tenuto conto delle indicazioni inviate il 6 marzo 2014 dal Servizio Speciale SSP08-Osservatorio
contratti-convenzioni e sistemi fruibilità informazioni tra pubbliche amministrazioni dell’Area Affari
legali negoziali – patrimoniali e pervenute allo scrivente Settore il 15 aprile 2014 tramite la
Segreteria Tecnica del Rettore (comunicazione email in allegato), si e’ posto in essere l’iter
procedurale propedeutico all’approvazione della convenzione indicata in oggetto. Pertanto si
trasmette lo schema di convenzione finalizzato a disciplinare la partecipazione degli studenti iscritti
ai corsi di laurea indicati all’art. 1, ad udienze il cui oggetto riguarda la violenza sulle donne.
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
155
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Nella seduta del 17 giugno 2014 il Senato Accademico ha espresso parere favorevole
all’approvazione dello schema di “Convenzione con l’Associazione CO.TU.LE.VI. ai fini dello
svolgimento dei tirocini curriculari all’interno dello Sportello Anti Violenza Diana del Tribunale di
Trapani”.
Pertanto si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
Di approvare lo schema di convenzione ai fini dello svolgimento di Tirocinio Curriculare per i corsi
di Studio di seguito indicati all’art. 1, il cui testo di seguito si riporta:
PROTOCOLLO D’INTESA
TRA
L’Associazione CO.TU.LE.VI , nella persona del legale rappresentante Palma Camelia Aurora
Ranno con sede legale all’interno dello SPORTELLO ANTI VIOLENZA DIANA presso il Tribunale
di Trapani
E
L’Università degli Studi di Palermo nella persona del Prof. Rettore Roberto Lagalla, domiciliato per
la carica presso la sede legale dell’’Università medesima, sita in Palermo – Piazza Marina 61;
VISTO il D.p.r. n. 382/80;
VISTO il decreto ministeriale 22 ottobre 2004, n.270;
VISTA la L. 240/2010;
VISTO l’art.9 dello Statuto dell’Università degli Studi di Palermo;
VISTO il Regolamento Didattico dell’Università degli Studi di Palermo;
VISTO l’articolo 5 del regolamento dello sportello Antiviolenza
VISTO l’articolo 1 del regolamento della CO.TU.LE.VI
1. Il Responsabile rappresenta lo sportello e i suoi servizi, lo presiede e ne è il referente
ufficiale;
2. Il Responsabile si occupa di stabilire accordi di partenariato con enti, istituzioni e
organizzazioni sia private che pubbliche;
3. Il Responsabile cura i contatti con le istituzioni pubbliche e private e si occupa di
promuovere lo sportello e i suoi servizi attraverso i mass-media (tv,stampa,radio);
4. Il Responsabile si occupa di azioni di marketing finanziario (ricerca di sovvenzioni, sponsor,
finanziamenti, contributi economici) e di ogni forma di supporto materiale utile al
funzionamento dello sportello.
5. Il Responsabile a cadenza periodica cura l’organizzazione esterna di manifestazioni
(convegni, seminari, tavole rotonde) per promuovere attività di prevenzione e di
informazione rispetto al tema della violenza.
6. Il Responsabile convoca l’assemblea generale dei componenti dello sportello (operatori,
consulenti esterni aventi presa in carico, eventuali rappresentanti istituzionali) dirige e
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
156
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
modera le discussioni, pone questioni, provvede al buon andamento dei lavori
dell’assemblea.
L’assemblea generale si riunisce in convocazione ordinaria, di norma, almeno una volta
l’anno e in via straordinaria tutte le volte in cui il responsabile e/o uno dei componenti dello
sportello ne facesse richiesta
7. Il Responsabile si relaziona con il Coordinatore Generale dello sportello rispetto a
segnalazioni di nuovi casi, informazioni su casi seguiti, dati inerenti allo sportello da
comunicare a rappresentanti istituzionali ( Tribunali, comune, forze dell’ordine) qualora ne
venisse espressamente fatta richiesta.
PREMESSO
Che lo Sportello Anti Violenza “DIANA” del Comune di Trapani si prefigge di prevenire e
contrastare il fenomeno della violenza in genere nelle sue più variegate forme e manifestazioni,
fisica, psicologica, sessuale, morale, spirituale, razziale ed altro ancora in qualunque luogo e
contesto essa si manifesti, al fine di tutelare la salute, la dignità ed il benessere psicofisico e
sociale dell’individuo;
CONSIDERATO che lo sportello apre la sua sede distaccata c/o il tribunale di Palermo il 6
dicembre 2013 alle ore 9,30, il documento è stato sottoscritto dal Presidente del tribunale
Leonardo Guarnotta, dalla Presidente dell’associazione Aurora Ranno e dalla Presidente del
Comitato delle pari opportunità Giudice Alessandra Piras.
Lo Sportello realizza i propri compiti attraverso: a) azioni di prevenzione del fenomeno violenza
mediante convegni, work shop, gruppi di studio, conferenze, campagne di informazione e
formazione, coinvolgendo enti, associazioni, istituti, scuole, organizzazioni pubbliche e private,
b) azioni di intervento in tutte quelle situazioni in cui il fenomeno violenza si è già manifestato
ed in cui è necessario intervenire attraverso variegate forme di sostegno e supporto,
psicologico, materiale, legale, morale, assistenziale, etc. Tali azioni vengono espletate
all’interno dello sportello
grazie all’ausilio ed alla collaborazione spontanea di numerosi professionisti specializzati del
settore che, come è avvenuto già in diverse occasioni hanno contribuito alla parziale o totale
risoluzione di gravi episodi.
VISTO che lo Sportello Anti Violenza, al fine di sviluppare in modo corretto e ottimale le proprie
funzioni, può svolgere attività complementari, tra le quali, le
proposte circa: a) la realizzazione di indagini conoscitive, anche mediante la somministrazione
di questionari, circa la diffusione del fenomeno violenza,
b) l’organizzazione di ricerca e di studio, nonché la partecipazione mediante proprie
componenti, ad iniziative analoghe realizzate presso altre amministrazioni o soggetti privati di
altri comuni; c) l’attivazione e lo sviluppo di rapporti di collaborazione con altri singoli
professionisti/ consulenti e con centri, enti, comitati che si occupano di servizi analoghi nella
prevenzione e lotta contro la violenza.
CONSIDERATO che la collaborazione tra Università ed enti e/o associazioni possa risultare
funzionale ad una maggiore efficienza formativa e collaborativa;
Si stabiliscono con il presente protocollo i punti principali tra il Comune di Trapani, attraverso la
Commissione Pari Opportunità, il Tribunale di Trapani e il Polo territoriale di Trapani.
SI CONVIENE E SI STIPULA QUANTO SEGUE:
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
157
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Art.1
Le parti intendono avviare azioni e strategie comuni finalizzate a stimolare, programmare e
realizzare attività ed iniziative rivolte agli studenti del Polo di Trapani dell’Università degli Studi
di Palermo e precisamente dei seguenti corsi di Laurea ove attivati: Laurea in Giurisprudenza,
laurea in Scienze Giuridiche, laurea in Relazioni Industriali, Laurea in Servizio Sociale, Laurea
in Scienze e tecniche psicologiche, Laurea in Psicologia clinica, Laurea in Psicologia dell’arco
di vita, Laurea in Psicologia sociale, del lavoro e delle organizzazioni, Laurea in scienze
Sociologiche.
Le parti, pertanto, potranno promuovere attività di stage al fine di approfondire il tema delle
Pari opportunità presso il Tribunale di Trapani.
Art.2
Scopo del presente Protocollo di Intesa è favorire la partecipazione degli studenti iscritti ai corsi
di Laurea di cui al precedente art. 1 ad udienze il cui oggetto riguarda la violenza sulle donne,
utile sotto il profilo formativo teorico-pratico.
Art.3
Lo Sportello Anti Violenza “DIANA” si impegna a fornire i locali per la realizzazione del progetto
c/o il tribunale di Palermo stanza nr. 31 con autorizzazione del 22/11/2013 verbale nr. 41 a
firma del Presidente della Corte Dott. Vincenzo Oliveri.
Art.4
L’Università valuterà la possibilità di contribuire alla realizzazione del progetto anche mediante
azioni di informazione/ formazione realizzate da docenti incaricati, che abbiano espresso il
previo consenso, con competenze specifiche nell’ambito di cui al presente protocollo.
Art.5
Al fine di realizzare i progetti di cui al presente atto, si istituisce un comitato scientifico
composto da un membro designato dal Rettore dell’Università degli Studi di Palermo e da un
membro designato dall’Associazione Co.Tu.Le.Vi.
Art.6
Il presente protocollo non comporta oneri finanziari a carico delle parti.
Art.7
L’Università degli Studi di Palermo potrà valutare, nei limiti consentiti dalla L. n. 240/2010 e dal
Regolamento Didattico di Ateneo, il riconoscimento di crediti formativi universitari per le attività
realizzate in esecuzione del presente atto.
Art.8
Il presente Protocollo d’Intesa decorre dalla data di sottoscrizione, è di durata annuale e si
considera tacitamente rinnovato, alla sua scadenza, per un periodo di pari durata.
Luogo e data, ________________
Il Rettore dell’Università degli Studi di Palermo
Prof. Roberto Lagalla
Il legale Rappresentante
Palma Camelia Aurora Ranno
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
158
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Il Responsabile del procedimento
f.to Dott. Fausto Gennuso
Il Dirigente
f.to Ing. Gandolfo Gallina
Il Consiglio di Amministrazione
Visto lo schema predisposto dal Servizio Speciale SSP08-Osservatorio contratti-convenzioni e
sistemi fruibilità informazioni tra pubbliche amministrazioni dell’Area Affari legali negoziali:
Visto il D.M. 270/2004 “Modifiche al regolamento recante norme concernenti l’autonomia didattica
degli atenei, approvato con decreto del Ministro dell’Università e della ricerca scientifica e
tecnologica 3 novembre 1999, n. 509”;
Visto il Regolamento Didattico di Ateneo emanato con D.R. 3201 del 15.10.2013;
Vista la Delibera del Senato Accademico del 17.06.2014.
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Sentita la relazione del Presidente della Commissione Cultura Didattica e servizi agli studenti;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante
12. Approvazione Associazione Temporanea di Scopo “Distretto ad Alta Tecnologia sui
Sistemi Avanzati di Manifattura della Sicilia”, per brevità “DISAM”, per l’attuazione dei
progetti esecutivi presentati a valere sull’avviso PON R&C 2007-2013 Avviso MIUR
prot. 713/Ric del 29/10/2010 Asse I - Sostegno ai mutamenti Strutturali, Distretti di Alta
tecnologia e relative reti-/Laboratori pubblico-privati e relative reti - Titolo III Creazione di Nuovi Distretti e/o Nuove Aggregazioni Pubblico/Private - Domanda
PON03PE_00206
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
L’Ateneo di Palermo, in partenariato con altri soggetti pubblico/privati, ha presentato uno studio di
fattibilità finalizzato alla costituzione di un “Distretto ad Alta Tecnologia sui Sistemi Avanzati di
Manifattura della Sicilia”, per brevità “DISAM”, nell’ambito dell’avviso MIUR D.D.G. prot. n. 713/Ric
del 29/10/2010 PON R&C 2007-2013 – Regioni Convergenza Asse I: Sostegno ai mutamenti
Strutturali, Distretti di Alta tecnologia e relative reti-/Laboratori pubblico-privati e relative reti - Titolo
III - Creazione di Nuovi Distretti e/o Nuove Aggregazioni Pubblico/Private, domanda
PON03_01258.
Il MIUR, con il D.D. n. 190/Ric del 23 aprile 2012 ha ammesso alla fase negoziale il citato studio di
fattibilità per la stipula di specifici Accordi di Programma tra il MIUR e le Amministrazioni Regionali.
In data 7 agosto 2012 è stato stipulato fra il MIUR e la Regione Siciliana l’Accordo di Programma
“Distretti ad Alta tecnologia, Laboratori e Aggregazioni Pubblico/Privati per il rafforzamento del
potenziale scientifico e tecnologico della Regione Siciliana”.
Il citato Accordo di programma prevede che l’attuazione dei nuovi Distretti e/o Aggregazioni
pubblico/private si realizzi attraverso l’individuazione di progetti esecutivi afferenti agli studi di
fattibilità risultati ammissibili alla fase negoziale, secondo quanto definito da un apposito Comitato
Tecnico.
Il MIUR, con nota prot. n. 0020344 del 07/08/2013, ha comunicato che, ai sensi dell’art 6 comma 5
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
159
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
dell’Accordo di Programma sopra citato, il Comitato Tecnico ha provveduto a definire le traiettorie
tecnologiche prioritarie relative all’ambito settoriale “Nuovi materiali e nanotecnologie/ Fabbrica
intelligente” ed ha assegnato ai nuovi distretti afferenti il sopra citato ambito, DISAM e EN.LAB,
risorse finanziarie per un ammontare di € 29.000.000,00.
Con la citata nota, il MIUR ha richiesto, ai soggetti attuatori dei nuovi Distretti DISAM e EN.LAB la
presentazione di progetti esecutivi di ricerca industriale e sviluppo sperimentale, nonché di attività
di formazione, entro il termine del 15 ottobre 2013.
Con la citata nota prot. n. 0020344 del 07/08/2013, il MIUR ha, altresì, previsto che prima
dell’avvio delle attività progettuali, i soggetti attuatori del nuovo Distretto DISAM, dovranno
costituirsi in forma associata avente valore legale, sia contrattuale sia societaria, indicando
espressamente il soggetto capofila che assumerà la funzione di coordinamento dei progetti e di
interfaccia con il MIUR per ogni adempimento burocratico-amministrativo previsto in attuazione del
progetto, riguardante il complesso di partner.
I soggetti attuatori del costituendo Distretto DISAM hanno stabilito, quale forma associata,
l’Associazione Temporanea di Scopo (ATS), individuando come soggetto capofila il Consorzio
ARCA ed impegnandosi alla costituzione prima dell’avvio delle attività progettuali.
L’Università di Palermo, unitamente agli altri soggetti attuatori del costituendo “Distretto ad Alta
Tecnologia sui Sistemi Avanzati di Manifattura della Sicilia”, ha presentato al MIUR n. 4 Progetti
esecutivi per attività di ricerca e formazione, per un importo complessivo è pari ad € 37.907.669,00
di cui € 33.342.000,00 per attività di ricerca ed € 4.565.669,00 per attività di formazione - domanda
PON03PE_00206 - di seguito specificati:

“AMELIE”, responsabile scientifico di progetto per le attività di Ateneo prof. Francesco
Paolo La Mantia
- Costo attività di ricerca 14.182.000,00, Costo attività di Formazione € 1.944.990,00;
- Unipa - Costo attività di ricerca € 800.000,00, Costo attività di Formazione 260.804,00
Dipartimenti coinvolti:
- DICGIM, giusto decreto n. 229 del 10/10/2013;

“S5 - Smart Small Scale Solar Systems” responsabile scientifico di progetto per le attività
di Ateneo prof. Francesco Paolo La Mantia
- Costo attività di ricerca € 13.060.000,00, Costo attività di Formazione € 1.786.328,00;
- Unipa - Costo attività di ricerca € 2.400.000,00, Costo attività di Formazione 239.530,00.
Dipartimenti coinvolti:
- DIFC, giusto decreto n. 57/2013;
- DEIM, giusto decreto n. 25 del 10/10/2013;
- DICGIM, giusto decreto n. 229 del 10/10/2013;
- DARCH, giusto decreto n. 37 del 13/09/2013;
- DICAM, giusto decreto n. 54 del 10/10/2013;

“NanoBioMat” responsabile scientifico di progetto per le attività di Ateneo prof. Francesco
Paolo La Mantia
- Costo attività di ricerca € 6.100.000,00, Costo attività di Formazione € 834.351,00;
- Unipa - Costo attività di ricerca € 1.300.000,00, Costo attività di Formazione 111.878,00.
Dipartimenti coinvolti:
- DICAM, giusto decreto n. 54 del 10/10/2013;
- DEIM, giusto decreto n. 25 del 10/10/2013;
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
160
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
- STEBICEF, giusto decreto n. 50 del 10/10/2013;

Progetto di formazione dal titolo “DISAM ACADEMY”.
Il MIUR, nel mese di Gennaio 2014, ha avviato l’attività di valutazione dei progetti esecutivi e
contestualmente il Soggetto convenzionato, Mediocredito Italiano, ha richiesto ai soggetti attuatori
la documentazione integrativa per completare la relativa fase istruttoria.
Tenuto conto che i progetti esecutivi dovranno concludersi entro il termine previsto del 31/12/2015
e al fine di avviare tempestivamente le attività progettuali, per i quali si attende l’esito della
valutazione da parte del MIUR entro la prima decade del mese di Giugno 2014, si rende
necessario procedere alla costituzione dell’Associazione Temporanea di Scopo del nuovo Distretto
“DISAM” per l’attuazione dei citati progetti esecutivi presentati, di cui alla domanda
PON03PE_00206.
A riguardo, d’intesa con gli altri soggetti attuatori, si è proceduto ad elaborare uno schema di ATS
che si sottopone alla valutazione ed approvazione del Consiglio di Amministrazione.
Tutto ciò premesso, si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI

Di approvare i Progetti esecutivi per attività di ricerca e formazione, presentati dal
costituendo “Distretto ad Alta Tecnologia sui Sistemi Avanzati di Manifattura della Sicilia”,
nell’ambito dell’avviso MIUR D.D.G. prot. 713/Ric del 29/10/2010 PON R&C 2007-2013 –
Regioni Convergenza Asse I: Sostegno ai mutamenti Strutturali, Distretti di Alta tecnologia
e relative reti-/Laboratori pubblico-privati e relative reti - Titolo III - Creazione di Nuovi
Distretti e/o Nuove Aggregazioni Pubblico/Private, per un importo complessivo è pari ad €
37.907.669,00 di cui € 33.342.000,00 per attività di ricerca ed € 4.565.669,00 per attività di
formazione, di seguito specificati:

“AMELIE”, responsabile scientifico di progetto per le attività di Ateneo prof. Francesco
Paolo La Mantia
- Costo attività di ricerca 14.182.000,00, Costo attività di Formazione € 1.944.990,00;
- Unipa - Costo attività di ricerca € 800.000,00, Costo attività di Formazione 260.804,00
Dipartimenti coinvolti:
- DICGIM, giusto decreto n. 229 del 10/10/2013;

“S5 - Smart Small Scale Solar Systems” responsabile scientifico di progetto per le attività
di Ateneo prof. Francesco Paolo La Mantia
- Costo attività di ricerca € 13.060.000,00, Costo attività di Formazione € 1.786.328,00;
- Unipa - Costo attività di ricerca € 2.400.000,00, Costo attività di Formazione 239.530,00.
Dipartimenti coinvolti:
- DIFC, giusto decreto n. 57/2013;
- DEIM, giusto decreto n. 25 del 10/10/2013;
- DICGIM, giusto decreto n. 229 del 10/10/2013;
- DARCH, giusto decreto n. 37 del 13/09/2013;
- DICAM, giusto decreto n. 54 del 10/10/2013;

“NanoBioMat” responsabile scientifico di progetto per le attività di Ateneo prof. Francesco
Paolo La Mantia
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
161
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
- Costo attività di ricerca € 6.100.000,00, Costo attività di Formazione € 834.351,00;
- Unipa - Costo attività di ricerca € 1.300.000,00, Costo attività di Formazione 111.878,00.
Dipartimenti coinvolti:
- DICAM, giusto decreto n. 54 del 10/10/2013;
- DEIM, giusto decreto n. 25 del 10/10/2013;
- STEBICEF, giusto decreto n. 50 del 10/10/2013;

Progetto di formazione dal titolo “DISAM ACADEMY”.

Di approvare la partecipazione dell’Università, in qualità di partner, all’Associazione
Temporanea di Scopo (ATS) del costituendo “Distretto ad Alta Tecnologia sui Sistemi
Avanzati di Manifattura della Sicilia”, unitamente agli altri soggetti attuatori dei progetti
esecutivi.

Di approvare lo schema dell’atto costitutivo dell’Associazione Temporanea di Scopo
“Distretto ad Alta Tecnologia sui Sistemi Avanzati di Manifattura della Sicilia”, per brevità
“DISAM”, nel testo di seguito integralmente riportato:
COSTITUZIONE ASSOCIAZIONE TEMPORANEA DI SCOPO
REPUBBLICA ITALIANA
L'anno duemilaquattordici, il giorno del mese di …………………..
Avanti a me notaio in……………. Iscritto nel ruolo del Collegio Notarile del Distretto di
SONO PRESENTI
CONSORZIO ARCA, con sede in Palermo, Piazza Marina 61, iscritta al Registro delle Imprese di
Palermo al numero 05215710822, nella persona del Suo legale rappresentante pro- tempore Prof.
Umberto La Commare, nato a Palermo il 31/03/1956 e residente in Palermo in Via Noto, n. 34 con
codice fiscale LCMMRT56C31G273L;
AGRIPLAST S.r.l. con sede in Vittoria, C.da Marangio SN, iscritto al Registro delle Imprese di
Ragusa al R.E.A. numero 47432 , nella persona del Suo legale rappresentante Salvatore
Cascone, nato a Santa Croce Camerina (RG) il 16/05/1938 e residente in Vittoria (RG) C.da
Marangio S.N., con codice fiscale CSCSVT38E13I178L;
AMARU’ GIOVANNI S.r.l., con sede in Gela, Zona Industriale 4^ Strada, iscritto al Registro delle
Imprese di Caltanissetta al numero 00267070852, nella persona del Suo legale rappresentante
pro-tempore Amarù Rosario, nato a Gela (CL) il 30/07/1963 e residente in Gela (CL) alla Via E.
Romagnoli 91, con codice fiscale MRARRN63L30D960B;
ARANCIA-ICT S.r.l., con sede in Palermo, via Ercole Bernabei N. 51, iscritto al Registro delle
Imprese di Palermo al numero 268766, nella persona del Suo legale rappresentante pro-tempore
Filippo Ciaravella, nato a Palermo (PA) il 03/02/1959 e residente in Palermo (PA) alla VIA
Guglierlmo Oberdan n. 2/A, con codice fiscale CRVFPP59B03G273F;
ASCOT INDUSTRIAL S.r.l., con sede in Gela (CL) Zona Industriale terza strada, iscritto al
Registro delle Imprese di Caltanissetta al numero 01791840851, nella persona del Suo legale
rappresentante pro-tempore Luigi Greca, nato a Enna (EN) il 07/11/1941 e residente in Gela (CL)
alla Via Marmolada 6, con codice fiscale GRCLGU41S07C342K;
EASY INTEGRAZIONE DI SISTEMI S.r.l., con sede in Palermo, Via G. Di Giovanni 14, iscritto al
Registro delle Imprese di Palermo al numero 04384100824, nella persona del Suo legale
rappresentante pro-tempore Elizabeth Parisi, nata a Siracusa il 25/12/1968 e residente in Palermo
alla Via del Celso 95 con codice fiscale PRSLBT68T65I754B;
ENGINEERING INGEGNERIA INFORMATICA S.p.A., con sede in Roma, Via s. Martino della
Battaglia n. 56 , iscritta al Registro delle Imprese di Roma al numero di Repertorio Economico
Amministrativo 531128, nella persona del Suo Procuratore Speciale Giuseppe Sajeva, nato a
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
162
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Palermo il 24/05/1971, residente in Palermo in viale Regina Margherita n. 9, con codice fiscale
SJVGPP71E24G273O;
FRATELLI MOLE’ S.r.l. con sede in Chiaramonte Gulfi (Rg) C.da Gulfi, iscritto al Registro delle
Imprese di Ragusa al numero 36114, nella persona del Suo legale rappresentante pro-tempore
D’Asta Rosalia, nata a Chiaramonte Gulfi (Rg) il 13/02/1943 ed ivi residente in Corso Europa, 47,
con codice fiscale DST RSL 43B53 C612W;
IDEA S.r.l., con sede in Termini Imerese (PA), C.da Molara Zona Ind. III Fase, iscritto al Registro
delle Imprese di Palermo al numero 05550350820, nella persona del Suo legale rappresentante
pro-tempore Fabio Maria Montagnino, nato a Caltanissetta il 20/08/1968 e residente in Palermo,
Via del Celso n.95, con codice fiscale MNTFMR68M20B429G;
IRRITEC S.p.A. (già Siplast S.p.A.), con sede in Capo D' Orlando (ME), via Gambitta Conforto
C.da S. Lucia, iscritta al Registro delle Imprese di Messina, al numero 00171620834, nella
persona del Suo Amministratore Unico (legale rappresentante pro-tempore) Giuffré Carmelo, nato
a Capo D' Orlando (ME) il 05/03/1948 e residente in Capo D' Orlando (ME) via F. Crispi n.7 , con
codice fiscale GFFCML48C05B666G;
JOEPLAST S.P.A., con sede in Casteltermini (AG), via Zona Industriale s.n., iscritto al Registro
delle Imprese di Agrigento al numero 00307810846, nella persona del Suo legale rappresentante
pro-tempore Messina Giuseppe, nato a Burgio (AG) il 13/01/1939 e residente in Casteltermini (AG)
alla Viale Kennedy nr. 55, con codice fiscale MSSGPP39A13B275T;
MERIDIONALE IMPIANTI SPA, con sede in Caponago (MB), via Senatore Luigi Simonetta n.26/D,
iscritto al Registro delle Imprese di Monza e Brianza al numero 00853070878, nella persona del
Suo legale rappresentante pro-tempore Salvatore Raffa, nato a Giarre (CT) il 29/08/1949 e
residente in Milano (MI) alla Via Ampere n.112, con codice fiscale RFFSVT49M29E017Z;
P.M.F. S.r.L., con sede in Catania, via Mario Sangiorgi n.37, iscritta al Registro delle Imprese di
Catania al numero 04117610875, nella persona del Suo legale rappresentante pro-tempore
Giuseppe Ursino, nato a Catania (CT) il 18/11/1967 e residente in Catania, via Mario Sangiorgi
n.37, con codice fiscale RSNGPP67S18C351I;
SABER TECHNOLOGY S.R.L., con sede in Palermo, via P.pe di Belmonte n° 80, iscritta al
Registro delle Imprese di Palermo al numero 262891, nella persona del Suo legale rappresentante pro-tempore Giuseppa Viola, nata a Palermo (PA) il 24-12-1966 e residente in Palermo
(PA) alla Via P.pe di Belmonte, con codice fiscale VLIGPP66T64G273J;
S.D.I. SOLUZIONI D’IMPRESA S.r.L, con sede in Palermo, via D. Di Marco 9, iscritto al Registro
delle Imprese di Palermo al numero 38342, nella persona del Suo legale rappresentante protempore Ing. Massimo Plescia, nato a Palermo (PA) il 07/09/1963 e residente in Palermo (PA) alla
Via Marche 45, con codice fiscale PLSMSM63P07G273V;
SORMEC S.r.l., con sede in Alcamo (TP), C.da SASI Area Artigianale, iscritto al Registro delle
Imprese di Trapani al numero 01498290814, nella persona del Suo Amministratore Delegato
(legale rappresentante pro-tempore) Sorrentino Santo, nato a Alcamo (TP) l’ 11/07/1980 e
residente in Alcamo (TP) alla Via Vittorio Veneto n. 13, con codice fiscale SRRSNT80L11A176K;
XENIA PROGETTI S.R.L., con sede in Aci Castello (CT), via Acicastello n° 71, iscritto al Registro
delle Imprese di Catania al numero 02738450879, nella persona del Suo legale rappresentante
pro-tempore Giuseppe Sorbello, nato a Piedimonte Etneo (CT) il 16/11/1961 e residente in
Acireale (CT) alla Via Roccamena n°30 , con codice fiscale SRBGPP61S16G597M;
Università degli Studi di Palermo, con sede legale in Palermo, Piazza Marina 61, con codice fiscale 00605880822, in persona del legale rappresentante Rettore pro-tempore prof. Roberto Lagalla,
nato a Bari (BA) il 16 aprile 1955, residente per la carica presso la sede dell’Università stessa;
Università degli Studi di Catania, con sede legale in Catania, Piazza Università, 2, con codice
fiscale 02772010878, in persona del legale rappresentante, Rettore pro-tempore Prof. Giacomo
Pignataro, nato a Caltagirone (CT) il 23/02/1963, residente per la carica presso la sede
dell’Università stessa;
Università degli Studi di Messina, con sede legale in Messina, Piazza Pugliatti 1, con codice fiscaVERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
163
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
le 00724160833, in persona del legale rappresentante Rettore pro-tempore Prof. Pietro Navarra,
na- to a Messina (ME) il 30/08/1968, residente per la carica presso la sede dell’Università stessa;
Università degli Studi di Enna “KORE”, con sede legale in Enna, Cittadella universitaria, con
codice fiscale 01094410865, in persona del Presidente e legale rappresentante Prof. Salerno
Cataldo Salvatore, nato a Enna (EN) il 01/09/1951, residente per la carica presso la sede
dell’Università stessa;
Consiglio Nazionale delle Ricerche - Dipartimento di Ingegneria, ICT e Tecnologie per l’Energia e i
Trasporti, con sede in Roma, Piazzale Aldo Moro n.7, con codice fiscale 80054330586, in persona
dell’Ing. Salvatore Freni, nato a Messina il 28/08/1952, residente in Messina Via Valore Alessio is.
301, giusta delega n…………..del ;
ENEA – Agenzia Nazionale per le Nuove Tecnologie, con sede in Roma, Lungotevere Thaon di
Ravel, 76, con codice fiscale 01320740580, nella persona del suo Procuratore Speciale XXX, nato
a XXX, il XXX, residente in XXX, codice fiscale XXX;
PREMESSO CHE





il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (da qui in avanti MIUR), ai sensi
dell’Avviso D.D. Nr. 713/Ric. del 29 ottobre 2010, con D.D. Nr. 190/Ric. del 12 aprile 2012,
ha approvato la domanda, contrassegnata con la posizione PON03_01258, relativa allo
Studio di Fattibilità del Distretto ad Alta Tecnologia sui Sistemi Avanzati di Manifattura della
Sicilia (di seguito DISAM);
il MIUR con comunicazione del 7 agosto 2013 (rif. MIUR.AOODGCSR.REGISTRO
UFFICIALE(U).0020344.07-08-2013) ha invitato i Soggetti Attuatori del DISAM (di seguito
Soggetti Attuatori) a presentare i progetti esecutivi di ricerca industriale comprensivi di non
preponderanti attività di sviluppo sperimentale, nonché di attività di formazione
professionale di ricercatori e tecnici di ricerca, nell’ambito di una disponibilità complessiva
per il cluster Sistemi Avanzati di Manifattura, composto dal DISAM e dal Laboratorio
pubblico privato En.Lab, a valere sull’Accordo di Programma MIUR - Regione Siciliana
"Distretti ad alta tecnologia, aggregazioni per il rafforzamento e laboratori pubblico privati
per il rafforzamento del potenziale scientifico e tecnologico della Regione Siciliana" del 7
agosto 2012;
il MIUR nella comunicazione citata ha posto la condizione che i Soggetti Attuatori si
costituiscano in forma associata avente valore legale, prima dell’avvio delle attività
progettuali, assumendo l’impegno a mantenere la forma associata e una stabile
organizzazione nelle aree della convergenza per almeno cinque anni dal termine effettivo
di conclusione dei progetti;
le società ed enti comparenti hanno confermato la validità del sopra citato Studio di
fattibilità del DISAM e, in risposta all’invito MIUR, hanno presentato i progetti esecutivi e il
progetto di formazione, ivi identificati e di seguito specificati
1. “Advanced framework for Manufacturing Engineering and product LIfecycle
Enhancement” (AMELIE), domanda PON03PE_00206_1;
2. “Smart Small Scale Solar Systems” (S5), domanda PON03PE_00206_2;
3. “Nano Bio Materials for the plastic industry” (NanoBioMat), domanda
PON03PE_00206_3;
4. “Disam Academy”, progetto di formazione collegato a tutti e tre i sopra menzionati
progetti esecutivi;
d’ora in poi denominati: “Progetti Esecutivi”;
le società ed enti comparenti hanno sottoscritto in data 29 ottobre 2013 una scrittura con la
quale si sono impegnati a costituirsi in Associazione Temporanea di Scopo (da qui in avanti
ATS) “Distretto ad Alta Tecnologia sui Sistemi Avanzati di Manifattura della Sicilia” per
brevità “DISAM”, con conferimento di mandato collettivo speciale alla Capofila Consorzio
ARCA. Hanno altresì stabilito di volersi costituire in forma associata, prima dell’avvio delle
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
164
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO

attività progettuali e in tempo utile per massimizzare la durata dei Progetti Esecutivi la cui
chiusura è attualmente prevista il 31 dicembre 2015; ciò con l’obiettivo di attuare sia i
progetti sopramenzionati sia gli scopi più generali descritti nello Studio di Fattibilità
approvato dal MIUR e successivamente recepiti dal Comitato Tecnico dell’Accordo di
Programma MIUR – Regione Siciliana del 7 agosto 2013;
le società ed enti comparenti intendono, con il presente atto, costituire formalmente l'ATS
regolandone il sistema organizzativo, nonché conferire al Consorzio ARCA mandato
collettivo speciale con rappresentanza.
Tutto quanto sopra premesso si conviene e si stipula quanto segue.
I.
II.
I.
I.
II.
III.
I.
II.
III.
IV.
Art. 1 -Costituzione
Gli enti e le società in epigrafe, a mezzo dei loro rappresentanti, dichiarano di costituirsi in
ATS denominata "Distretto ad Alta Tecnologia sui Sistemi Avanzati di Manifattura
della Sicilia”, per brevità “DISAM” sia per la realizzazione dei Progetti Esecutivi che per la
conduzione delle attività previste nello Studio di Fattibilità del DISAM.
L’ATS è disciplinata da quanto disposto dai successivi articoli.
Art. 2 -Individuazione del Capofila e conferimento di Mandato
Capofila dell'ATS viene nominato il Consorzio ARCA al quale gli altri associati
conferiscono mandato collettivo speciale gratuito e irrevocabile, con rappresentanza
esclusiva, anche processuale.
Art. 3 -Impegni del Capofila e degli associati - Studio di Fattibilità
Il Capofila assume l’impegno di coordinare lo svolgimento delle attività previste nello Studio
di Fattibilità del DISAM.
Gli associati si obbligano a svolgere, ciascuno per la parte di propria competenza, tutte le
attività di cui allo Studio di Fattibilità del DISAM, secondo le indicazioni fornite dal Capofila
e dal Consiglio Tecnico Scientifico di cui all’art. 7 del presente atto.
Gli associati definiranno con successivi atti la regolamentazione delle attività previste nello
Studio di Fattibilità del DISAM.
Art. 4 -Impegni del Capofila - Progetti Esecutivi
Al Capofila viene affidata, in relazione ai Progetti Esecutivi, la funzione di coordinamento e
di interfaccia con il MIUR per ogni adempimento burocratico-amministrativo previsto in
attuazione degli stessi, ferma restando la responsabilità individuale e solidale in capo a
ciascuno dei singoli Soggetti Attuatori incaricati della loro realizzazione, così come definito
nel successivo art. 5.
Ciascun Soggetto Attuatore eseguirà le prestazioni di propria competenza in totale
autonomia fiscale, gestionale ed operativa, con personale responsabilità in ordine alla
perfetta esecuzione dei compiti affidati. Rimane comunque la responsabilità solidale nei
confronti del MIUR, per quanto riguarda l’esecuzione del progetto, e la responsabilità
individuale per le obbligazioni economiche in capo a ciascuno dei singoli soggetti facenti
parte della presente ATS, fino alla data di conclusione dei Progetti Esecutivi e il
perfezionamento degli adempimenti conseguenti.
Il Capofila assume l’impegno di rappresentare l’ATS, anche in sede processuale, nei
confronti del MIUR e dell’Amministrazione Regionale, per tutte le operazioni e gli atti di
qualsiasi natura dipendenti dal suddetto incarico, fino all’estinzione di ogni rapporto.
Il Capofila assume l’impegno di svolgere in favore dei Soggetti Attuatori ogni attività di
supporto occorrente per la migliore redazione di tutti gli atti necessari al perfezionamento
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
165
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
della concessione del finanziamento, nonché di coordinare gli aspetti amministrativi e legali
correnti ed i rapporti con il MIUR.
In particolare esso assume:
a. il coordinamento della rendicontazione dei Progetti Esecutivi finanziati,
conformemente alle disposizioni stabilite dal MIUR;
b. il coordinamento amministrativo e dei rapporti finanziari con il MIUR;
c. il coordinamento nella predisposizione delle relazioni scientifiche.
Qualora il Capofila ricevesse erogazioni finanziarie per conto dei Soggetti Attuatori, si impegna a
trasferirle agli stessi con le modalità e i termini stabiliti dalle norme, e, in assenza di specifiche
indicazioni, entro 30 gg. dal loro ricevimento.
I.
II.
III.
IV.
V.
VI.
VII.
VIII.
IX.
Art. 5 -Impegni dei Soggetti Attuatori - Progetti Esecutivi
Ciascun Soggetto Attuatore s’impegna a fornire il più ampio quadro di collaborazione per la
realizzazione dei Progetti Esecutivi.
Le modalità di realizzazione di ciascun progetto sono affidate ai singoli Soggetti Attuatori,
secondo quanto indicato nel Progetto Esecutivo di propria competenza.
I Soggetti Attuatori dovranno partecipare a tutte le fasi di propria competenza previste per
la realizzazione del Progetto Esecutivo in cui sono coinvolti.
I Soggetti Attuatori si obbligano a svolgere, ciascuno per la parte di propria competenza,
tutte le attività necessarie per rispettare le modalità, la tempistica e quanto connesso alla
gestione e realizzazione di ciascun progetto in cui sono coinvolti, anche in relazione ai
compiti spettanti a ciascuna parte come determinati dai Progetti Esecutivi.
Ciascun Soggetto Attuatore eseguirà le prestazioni di propria competenza in totale
autonomia fiscale, gestionale ed operativa, con personale responsabilità in ordine alla
perfetta esecuzione dei compiti affidati - ferma restando la responsabilità solidale degli altri
soggetti facenti parte della compagine di progetto per le attività eseguite congiuntamente entro e non oltre il 31/12/2015, salvo eventuali proroghe concesse dal MIUR, con la
precisazione che entro tale data i costi relativi ad ogni attività dovranno essere
regolarmente quietanzati, e che di conseguenza non saranno ammesse le spese effettuate
e pagate successivamente alla data del 31/12/2015, salvo eventuali proroghe concesse dal
MIUR. Tale limite potrà essere riconsiderato in caso di variazione, da parte del MIUR, della
data ultima di rendicontazione delle spese.
Ciascun Soggetto Attuatore è tenuto a trasmettere la propria rendicontazione al soggetto
Capofila in tempo utile per le attività di coordinamento e l’inoltro al MIUR, in conformità alle
prescrizioni date dallo stesso Ministero ed ai tempi fissati dal soggetto Capofila.
I Soggetti Attuatori si impegnano a rispettare le procedure previste dal Capofila per la
corretta gestione amministrativa delle attività, nel rispetto di quanto previsto dal MIUR, ma
anche a rispettare le specifiche e i programmi formulati dal Responsabile scientifico
nell’ambito di ciascun Progetto Esecutivo, e, più in generale, a tenere in considerazione le
indicazioni del Consiglio Tecnico Scientifico di cui all’art. 6 del presente atto.
Ciascun Soggetto Attuatore è tenuto, inoltre, all’elaborazione del rendiconto di tutti i costi
relativi alla propria attività svolta nel rispetto della normativa vigente e delle procedure
stabilite dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, nonché alla
predisposizione, relativamente alle proprie attività, dei documenti di monitoraggio,della
documentazione necessaria allo svolgimento del progetto, della presentazione dei risultati,
compresa la relazione finale.
Ciascun Soggetto Attuatore dovrà adottare un sistema contabile distinto e/o una
codificazione contabile appropriata di tutti gli atti contemplati dall’intervento, da realizzarsi
attraverso l’istituzione di un adeguato sistema contabile, eventualmente correlato alla
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
166
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
X.
XI.
contabilità generale, al fine di poter definire in ogni momento le disponibilità relative ad ogni
singola voce di costo.
I Soggetti Attuatori assumono l’impegno a mantenere la presente forma associata, nonché
una stabile organizzazione nelle Regioni della Convergenza, per almeno cinque anni dal
termine effettivo di conclusione dei Progetti Esecutivi.
I Soggetti Attuatori si assumono gli obblighi di tracciabilità finanziaria che saranno
eventualmente disposti dal MIUR nell’ambito del finanziamento dei Progetti esecutivi;
Art. 6 -Consiglio Tecnico-Scientifico
E’ costituito un Consiglio Tecnico-Scientifico (di seguito CTS), con compiti consultivi di
coordinamento, proposta e indirizzo strategico. Il CTS ha, in particolare, il compito di:
 favorire il coordinamento tra i Progetti Esecutivi
 promuovere lo sviluppo delle attività previste nello Studio di Fattibilità
 aggiornare periodicamente lo Studio di Fattibilità e individuare le strategie e le ulteriori
opportunità di sviluppo del DISAM in relazione alle evoluzioni del settore manifatturiero e
della programmazione europea, nazionale e regionale.
Il CTS è composto da:
 un rappresentante del soggetto Capofila;
 i Responsabili Scientifici dei Progetti Esecutivi;
 tre esperti scelti dall’ATS tra personalità proposte dalle imprese e da Università ed Enti
Pubblici di Ricerca associati e non rappresentati tra i Responsabili Scientifici dei Progetti
Esecutivi.
Il CTS:
 nomina al suo interno un Presidente;
 può avvalersi del parere di esperti in settori scientifici propri e affini a quelli caratteristici
dell’ATS;
 si riunisce almeno due volte l’anno e ogni qualvolta sia necessario, su convocazione del
soggetto Capofila.
Art. 7 -Controllo e ripartizione delle spese - Progetti Esecutivi
Tutti i Soggetti Attuatori, ciascuno per le proprie attività, sono tenuti al rispetto delle procedure
definite dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca per quanto riguarda
l'effettuazione e il controllo delle spese sostenute nell'ambito del progetto.
Ciascuna parte si fa comunque carico delle spese autonomamente assunte per l'esecuzione delle
attività, fatta salva la loro eleggibilità e il conseguente finanziamento.
In caso di mancata o ritardata trasmissione al Capofila della documentazione di rendicontazione
periodica delle spese sostenute, quest’ultimo non potrà chiedere la liquidazione al MIUR delle
spese ed è quindi esonerato da qualsiasi responsabilità conseguente alla mancata liquidazione
delle somme.
I Soggetti Attuatori s’impegnano a consentire ai funzionari preposti, nonché agli Organismi a tale
scopo delegati, di procedere alle ispezioni ed all’acquisizione di documenti rilevanti ai fini dei
controlli amministrativi e contabili, fornendo ogni utile collaborazione durante eventuali visite in
loco.
Art. 8 -Riduzione del finanziamento - Progetti Esecutivi
Eventuali riduzioni del finanziamento, mancato riconoscimento di singole voci di spesa e/o
eventuali revoche del finanziamento concesso ai Soggetti Attuatori di ciascun progetto esecutivo,
saranno esclusivamente imputate alla responsabilità del socio esecutore dell’ATS che ne ha la
competenza.
Art. 9 -Riservatezza
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
167
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Tutta la documentazione e le informazioni di carattere tecnico e metodologico, fornite da uno degli
Associati a un altro, dovranno essere considerate da quest'ultimo di carattere confidenziale. Esse
non potranno essere utilizzate, per scopi diversi da quelli per i quali sono state fornite, senza una
preventiva autorizzazione scritta dal soggetto che le ha fornite.
Ciascuno dei soggetti avrà cura di applicare le opportune misure per mantenere circoscritte le
informazioni e le documentazioni ottenute. La gestione dei diritti di proprietà intellettuale derivanti
da attività svolte nell’ambito dell’ATS verrà normata da specifici accordi tra gli associati.
Art. 10 -Durata
Il presente atto entra in vigore alla data della sua firma e cesserà ogni effetto, senza necessità di
alcuna formalizzazione, ai 5 anni successivi dal termine effettivo di conclusione dei Progetti
Esecutivi. La durata del presente contratto associativo potrà essere prorogata, per il
perseguimento degli obiettivi definiti dallo Studio di Fattibilità, con il consenso di almeno il 75%
degli associati.
Art. 11 -Modifiche al presente atto
Fino alla conclusione degli obblighi connessi ai Progetti esecutivi, il presente atto potrà essere
modificato con il consenso unanime degli associati, fatto salvo quanto previsto all’art. 10.
A conclusione di tali obblighi le modifiche richiederanno il consenso di almeno il 75% degli
associati, fermo restando il diritto di recesso da parte degli associati.
Ogni modifica dovrà avvenire mediante atto scritto da trasmettere agli organi competenti del
Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.
Art. 12 – Ammissione di nuovi soci
L’ammissione di nuovi soci è prevista in attuazione agli scopi associativi connessi allo Studio di
fattibilità. Essa dovrà avvenire su proposta del CTS e con il consenso unanime degli associati. I
nuovi soci assumono tutte le obbligazioni e i diritti previsti dal presente atto per gli associati esclusi
quelli che si riferiscono all’attuazione dei Progetti Esecutivi.
Art. 13 -Foro competente
Per tutte le eventuali controversie in merito all'applicazione del presente atto tra i soggetti che lo
sottoscrivono, qualora non dovessero trovare bonario componimento tra le parti, il Foro
competente è quello di Palermo.
I.
II.
Art. 14 - Clausola di salvaguardia
L’ENEA vista l’urgenza, sottoscrive il presente atto nelle more dell’approvazione del
Ministero dello Sviluppo Economico. In caso di mancata approvazione da parte del
Ministro, la partecipazione dell’ENEA non sarà efficace e si considererà come mai
avvenuta.
L’Università degli Studi di Enna “Kore”, vista l’urgenza, sottoscrive il presente atto, nelle
more dell’approvazione del progetto “de quo” da parte del Ministero dell’Università e della
Ricerca. In caso di mancata approvazione da parte del Ministero, la partecipazione
dell’Università degli Studi di Enna “Kore” non sarà efficace e si considererà come mai
avvenuta.
 di autorizzare il Rettore, prof. Roberto Lagalla, o suo delegato/procuratore, alla sottoscrizione
dell’atto costitutivo dell’Associazione Temporanea di Scopo succitato.
Il Responsabile del procedimento
f.to Dott. Luciano Tropea
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
Il Dirigente
f.to Ing. Gandolfo Gallina
168
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Sentita la relazione del Presidente della Commissione Bilancio, Edilizia e Patrimonio, rapporti con
l’AOUP;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
14. Sintesi surl: nomina del dott. Ugo Sebastiano Campo, quale responsabile per
l’attuazione del piano di prevenzione e corruzione ai sensi della legge 190/12. Presa
d’atto
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Com’è noto SINTESI s.r.l. è una società ad integrale partecipazione dell’Università di Palermo, che
svolge le proprie attività con modalità di affidamento diretto nell’interesse esclusivo del socio che
effettua sulla società un controllo analogo a quello esercitato su attività e servizi propri.
La società SINTESI, come previsto dal proprio statuto, ha l’obiettivo condiviso con l’Ateneo di
contribuire ad aumentare la competitività, l’innovazione e la dinamica del mondo della cultura,
della formazione, della ricerca, dell’impresa, dei servizi pubblici e privati anche attraverso azioni
d’individuazione dei fondi pubblici e privati locali, nazionali, europei ed internazionali.
In considerazione della natura giuridica di ente in house e strumentale dell’Ateneo,
l’Amministratore Unico, prof. Giovanni Perrone, al fine di adempiere alle prescrizioni contenute
nella legge 6 novembre 2012 n. 19 “Disposizioni per la prevenzione e la repressione della
corruzione e dell’illegalità nella pubblica amministrazione”, ha richiesto, con nota 27664 del
14/04/2014, di sottoporre al Consiglio di Amministrazione di questo Ateneo, la proposta di nomina
del dott. Ugo Sebastiano Campo, direttore di Sintesi, responsabile per l’attuazione del piano di
prevenzione e corruzione.
Questo ufficio cui compete la cura, in raccordo con le altre Aree dirigenziali eventualmente
coinvolte “ratione materiae”, di tutte le attività inerenti i rapporti amministrativi riguardanti la Sintesi
s.u.r.l., giusta nota prot. 27890 del 9 aprile 2013, ravvisando, nello statuto di Sintesi, un dubbio
interpretativo sulla procedura da seguire, ha richiesto al competente ufficio dell’Area Affari
Generali e Legali, con nota n. 30483 del 29/04/2014, di rendere un parere in ordine al soggetto
preposto alla nomina di tale figura.
L’Area Affari Generali e Legali, con nota n. 32135 del 07/05/2014, ha comunicato che il
provvedimento di nomina del responsabile per l’attuazione del piano di prevenzione e corruzione,
deve essere formalizzato dall’Amministratore Unico della società in house, e successivamente
comunicato al Consiglio di Amministrazione di questo Ateneo per una presa d’atto.
Sulla scorta del superiore parere l’Amministratore Unico, con nota acquisita al protocollo di Ateneo
l’11 giugno 2014 n. 40956, ha comunicato la nomina del dott. Ugo Sebastiano Campo,
responsabile per l’attuazione del piano di prevenzione e corruzione, richiedendo al contempo la
trasmissione di tale provvedimento al Consiglio di Amministrazione del Socio Unico.
In conclusione si propone che il Consiglio di Amministrazione,
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
169
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
DELIBERI
di prendere atto della nomina del dott. Ugo Sebastiano Campo, quale responsabile per l’attuazione
del piano di prevenzione e corruzione, ai sensi della legge 190/12, della società SINTESI surl.
Il Responsabile del procedimento
f.to Dott. Massimo Valenti
Il Dirigente dell’Area
f.to Ing. Gandolfo Gallina
IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE
Vista la nota prot 27664 del 14.04.2014 dell’Amministratore di Sintesi S.u.r.l.;
Vista la nota prot. 30483 del 29.04.2014 dell’Area Ricerca e Sviluppo;
Vista la nota prot. 32135 del 07.05.2014 dell’Area Affari Generali e Legali;
Vista la nota prot. 33360 del 13.05.2014 dell’Area Ricerca e Sviluppo;
Vista la nota prot 40956 del 11.06.2014 dell’Amministratore di Sintesi S.u.r.l.;
Visto lo Statuto di Sintesi S.u.r.l.;
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Sentita la relazione del Presidente della Commissione Bilancio EdiIizia Patrimonio e Rapporti con
AOUP
all’unanimità,
DELIBERA


di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
di invitare gli Uffici a modificare lo Statuto di Sintesi affinché vengano ampliate le
competenze e le responsabilità degli Organi della SURL.
Letto ed approvato seduta stante.
15. Convenzione tra Consiglio Nazionale delle Ricerche e Università ai fini dello
svolgimento attività didattica/ricerca tramite la condivisione di personale –
Approvazione schema tipo
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Il CNR, con nota n. 0013666 di prot. del 19/2/2014, ha comunicato quanto segue:
“In riferimento al Decreto 27 novembre 2012 con il quale il Ministero dell’Istruzione,
dell’Università e della Ricerca ha approvato la “Convenzione Quadro tra università ed enti pubblici
di ricerca per consentire ai professori e ricercatori universitari a tempo pieno di svolgere attività di
ricerca presso un ente pubblico e ai ricercatori di ruolo degli enti pubblici di ricerca di svolgere
attività didattica e di ricerca presso un’università”, questo Consiglio ha predisposto uno schema
tipo di Convenzione che disciplina i criteri e le modalità di attuazione della normativa citata.
Il testo della Convezione in oggetto promuove la condivisione di personale per
progetti/programmi comuni di ricerca o didattica e favorisce la valutabilità dell’attività di
insegnamento universitario dei ricercatori CNR ai fini del conteggio dei requisiti di docenza
nell’ambito delle procedure di accreditamento dei corsi di studio.
Tale ultima ipotesi presuppone che l’impegno destinato all’attività didattica sia
corrispondente ad una uguale o superiore al 50% dell’impegno lavorativo cui il ricercatore è
obbligato nei confronti del CNR.
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
170
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Lo schema tipo che si allega è stato condiviso sia dal MIUR sia dalla CRUI che
riconoscono il comune interesse consistente nello favorire nuove opportunità di collaborazione tra
il CNR e l’Università quali strumenti strategici e presupposti indispensabili per lo sviluppo del
sistema della ricerca del nostro paese.”
Pertanto si riporta di seguito il testo della Convenzione di che trattasi:
“CONVENZIONE TRA CONSIGLIO NAZIONALE DELLE RICERCHE E
UNIVERSITA’/POLITECNICO AI FINI DELLO SVOLGIMENTO ATTIVITA’ DIDATTICA/RICERCA
TRAMITE LA CONDIVISIONE DI PERSONALE
IL CONSIGLIO NAZIONALE DELLE RICERCHE – Istituto……., con sede in …….., …………., C.F.
n. …………., PI. n. ……………, rappresentato dal Presidente………………………,
E
L’UNIVERSITA’/POLITECNICO – Dipartimento di…….., con sede in ……….., cap …………., C.F.
n. ………. PI n. ……….., rappresentata dal Rettore/Pro Rettore ………….. ,
entrambe nel seguito congiuntamente denominate anche come “Parti”,
premesso che
in base al D. Lgs. n. 127/2003 e al D. Lgs. n. 213/2009, il CNR è un Ente pubblico
nazionale con il compito di svolgere, promuovere, diffondere, trasferire e valorizzare attività di
ricerca nei principali settori di sviluppo delle conoscenze e delle loro applicazioni per lo sviluppo
scientifico, tecnologico, economico e sociale del Paese, perseguendo l'integrazione di discipline e
tecnologie diffusive e innovative anche attraverso accordi di collaborazione e di programmi
integrati;
il CNR svolge, promuove e coordina attività di ricerca con obiettivi di eccellenza in ambito
nazionale e internazionale, finalizzate all'ampliamento delle conoscenze nei principali settori di
sviluppo, individuati nel quadro della cooperazione ed integrazione europea e della collaborazione
con le Università e con altri soggetti sia pubblici sia privati;
il CNR promuove la formazione e la crescita tecnico-professionale del personale
dipendente promuovendo e realizzando apposite Convenzioni con le Università;
l'articolo 6, comma 11, della legge 30 dicembre 2010, n. 240, consente ai professori e
ricercatori a tempo pieno di “svolgere attività didattica e di ricerca anche presso un altro ateneo,
sulla base di una convenzione tra i due atenei finalizzata al conseguimento di obiettivi di comune
interesse”;
l’art. 55 del decreto legge 9 febbraio 2012, n. 5, convertito con modificazioni dalla legge 4
aprile 2012, n. 35, sancisce che "Le disposizioni di cui all'articolo 6, comma 11, della legge 30
dicembre 2010, n. 240, si applicano anche ai rapporti tra università ed enti pubblici di ricerca e tra
questi ultimi, fermo restando il trattamento economico e previdenziale del personale di ruolo degli
enti di ricerca stessi";
il Decreto Ministeriale 26 aprile 2011, n. 167, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, Serie
Generale, del 26 settembre 2011, recante "Stipula di convenzioni per consentire ai professori e
ricercatori a tempo pieno di svolgere attività didattica e di ricerca presso altro ateneo stabilendo le
modalità di ripartizione dei relativi oneri", fissa i criteri per la stipula delle convenzioni sopra
richiamate;
con Decreto del 27 novembre 2012, il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
ha approvato la "Convenzione quadro tra università ed enti pubblici di ricerca per consentire ai
professori e ricercatori universitari a tempo pieno di svolgere attività di ricerca presso un ente
pubblico e ai ricercatori di ruolo degli enti pubblici di ricerca di svolgere attività didattica e di ricerca
presso un 'università";
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
171
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
in data …………. le Parti hanno sottoscritto una Convenzione Quadro con cui
riconoscevano l’interesse comune a mantenere e sviluppare forme di collaborazione in partnership
per lo svolgimento di attività di ricerca, di didattica e formazione, nonché per l’erogazione di servizi
a supporto delle attività di ricerca;
con deliberazione del Consiglio di Amministrazione n. 23/2013 del 23 marzo 2013 il CNR
ha fissato linee guida per la stipula delle dette convenzioni;
con deliberazione dell’UNIVERSITA’/POLITECNICO ha approvato ………… …………….. la
stipula delle dette convenzioni;
con istanza prot. n…………. del …….. (all. n. ………………) il ……… ………. (di seguito
denominato “personale interessato”), con il profilo di .…………….., che sottoscrive la presente per
adesione alle pattuizioni di seguito concordate, ha espresso il proprio interesse a svolgere presso
……………… (UNIVERSITA’/CNR), per il periodo di ……………., la seguente attività
………………………………………….,
previo
parere
favorevole
del
Direttore
dell’Istituto/Dipartimento;
con nota…. è stato espresso parere favorevole da parte del Direttore dell’istituto
CNR/Dipartimento……..di afferenza del personale interessato;
la stipula della presente convenzione è di reciproco interesse delle Parti, essendo
finalizzata alla razionalizzazione e valorizzazione delle risorse scientifiche e didattiche presenti
nelle due Istituzioni;
tutto ciò premesso,
si stipula e conviene quanto segue
Art. 1
PREMESSA
La premessa costituisce parte integrante e sostanziale della presente convenzione e ne forma il
primo patto.
Art. 2
OBIETTIVI DI INTERESSE COMUNE
Le Parti si danno reciprocamente atto che la presente convenzione è finalizzata al conseguimento
di obiettivi di comune interesse, consistenti nello sviluppo della reciproca collaborazione al fine di
promuovere lo scambio delle rispettive conoscenze ed esperienze di carattere tecnico-scientifico
nell’ambito del seguente (descrizione del progetto/programma – attività di comune interesse ecc.)
……………… ……………………
Art. 3
OGGETTO
Per la realizzazione dell’obiettivo di cui all’articolo precedente, il ……………………….. (personale
interessato) svolgerà l’attività didattica e/o di ricerca consistente nel ………………..…... presso
…………………… (CNR/UNIVERSITA’)
Per lo svolgimento di detta attività il …………. (personale interessato) destinerà una quota del
…………%, pari a ………… ore annue,dell’impegno lavorativo cui è obbligato nei confronti del
CNR/Università in base al contratto di assunzione. La restante quota del …………%, pari a
…………………. ore annue, continuerà ad essere destinata allo svolgimento dell’ordinaria attività
di …………… presso l’Istituto/Dipartimento.
Il diritto all'elettorato attivo e passivo verrà esercitato presso l’ente per il quale viene svolta la quota
maggioritaria di attività lavorativa entro i limiti e nel rispetto delle disposizioni legislative e statutarie
inerenti gli organi accademici collegiali e monocratici (UNIVERSITA’/CNR) .
Ai fini del conteggio dei requisiti di docenza nell’ambito delle procedure di accreditamento dei corsi
di studio, il ……………..(personale interessato) svolgerà la propria attività nel corso …………..
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
172
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Art. 4
DURATA
La convenzione ha la durata di ………………………. anno a partire dal …………..; è rinnovabile
fino ad un massimo di cinque anni consecutivi con il consenso del personale interessato e previa
provvedimento favorevole dei competenti Organi/Uffici delle Istituzioni coinvolte.
Per il periodo di durata della presente convenzione non possono essere stipulate altre convenzioni
per l'utilizzo del medesimo personale ne' avviate procedure di selezione del personale per la
copertura delle attività ordinariamente poste a suo carico.
Art. 5
AMMINISTRAZIONE DEL RAPPORTO DI LAVORO
Lo svolgimento dell’attività didattica/di ricerca presso …………………… (UNIVERSITA’/CNR) non
comporta alcun mutamento nel rapporto di lavoro del personale interessato. Pertanto, il relativo
trattamento economico e previdenziale resta invariato.
L’…………………… (UNIVERSITA’/ CNR) si impegnano a rispettare i CCNL della categoria di
appartenenza del personale interessato.
Il. ……………… (personale interessato) assicurerà lo svolgimento dell’attività di cui alla presente
convenzione correlandola alle esigenze ed all’orario di servizio della struttura in cui andrà ad
operare, nel rispetto del regolamento dell’…………………… (UNIVERSITA’/CNR)e dei relativi
criteri organizzativi.
La gestione del rapporto di lavoro resta in capo al Direttore/Dirigente della
……………………………. (indicare il Direttore della struttura di afferenza del personale
interessato).
Ai fini della gestione delle presenze in servizio, il responsabile della struttura ……………………
(UNIVERSITA’/CNR), in cui verrà svolta l’attività didattica/di ricerca di cui alla presente
convenzione, dovrà inoltrare alla Struttura indicata al comma precedente un’attestazione circa le
presenze del personale interessato, con cadenza mensile.
Art. 6
ONERI STIPENDIALI
Le parti stabiliscono che gli oneri stipendiali sono interamente a carico CNR
ovvero
sono divisi tra le Parti in proporzione della ripartizione dell’impegno annuo di cui all’art. 2, come di
seguito stabilito:
euro ……… (……….) a carico del CNR
euro ……… (……….) a carico del …………………… (UNIVERSITA’/POLITECNICO).
Eventuali adeguamenti stipendiali saranno ripartiti con le medesime modalità.
L’…………………… (UNIVERSITA’/POLITECNICO)si impegna a versare al CNR l’importo a
proprio carico, mediante ……. rate semestrali posticipate, ciascuna dell’importo di euro
………………….., di cui la prima entro il …………., mediante ………………………….. ………
Art. 7
VALUTAZIONE DELL'ATTIVITA' DI RICERCA
Ai fini della valutazione delle attività di ricerca e delle politiche di reclutamento degli atenei di cui
all’art. 5, comma 5, della legge 30 dicembre 2010, n. 240, l’apporto dei ricercatori di ruolo degli enti
di ricerca è considerato, in attuazione del Decreto del Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della
Ricerca del 27 novembre 2012, in proporzione alla durata e alla quantità dell’impegno prestato
presso l’ateneo.
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
173
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Ai sensi di quanto sopra le parti convengono che i risultati dell’attività di ricerca del personale
interessato per il periodo di tempo di cui alla presente convenzione, inclusa la VQR, siano ripartiti,
in coerenza con quanto previsto al precedente art. 3, come di seguito indicato:
ATENEO:
ENTE DI APPARTENENZA:
Art. 8
DIRITTO DI VOTO
Il. ………….(personale interessato) per effetto dell’esecuzione della presente convenzione
acquisirà la qualifica di membro aggiunto del Consiglio del corso di studio nell’ambito del quale è
impegnato in attività didattiche.
In seno al Consiglio e compatibilmente a quanto previsto dai Regolamenti dell’Ateneo, egli
eserciterà il diritto all’elettorato attivo e godrà dell’esercizio del voto deliberativo in merito alle
questioni attinenti alla programmazione didattica dello stesso corso di studio.
Art. 9
COPERTURA ASSICURATIVA – SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO
Il CNR e l’UNIVERSITA’/POLITECNICO provvedono alla copertura assicurativa di legge per il
personale interessato, in considerazione della frequentazione delle sedi in cui verrà svolta l’attività
di cui alla presente convenzione.
Il personale interessato è tenuto ad uniformarsi ai regolamenti disciplinari e di sicurezza in vigore
nelle sedi di esecuzione delle attività inerenti la Convenzione, nel rispetto della normativa per la
sicurezza dei lavoratori e delle disposizioni del responsabile del servizio di prevenzione e
protezione.
Il personale interessato, prima dell’accesso ai luoghi di espletamento delle attività, è tenuto ad
entrare in diretto contatto con il Servizio di Prevenzione e Protezione dell’Università, al fine di
definire le misure di prevenzione e protezione da adottare nell’ambito delle proprie attività
didattiche e di ricerca.
Art. 10
TRATTAMENTO DATI PERSONALI
Le Parti si impegnano ad osservare quanto previsto dalla normativa vigente in tema di trattamento
dati personali e sensibili.
In relazione alla Convenzione e ai sensi e agli effetti del D. lgs 196/03, le parti prendono atto e
acconsentono che i dati personali da loro forniti formino oggetto, nel rispetto della legge, di
trattamento per eseguire gli obblighi della Convenzione, di legge ovvero per adempiere a quando
disposto dagli organi di vigilanza.
I titolari del trattamento sono le Parti come sopra individuate, denominate e domiciliate.
Art. 11
RISOLUZIONE
Ciascuna delle Parti potrà risolvere il presente accorso per sopravvenute esigenze didattiche o
scientifiche, a mezzo dichiarazione di recesso da comunicare per iscritto alla controparte e, per
conoscenza, anche al personale interessato.
La Convenzione si intende automaticamente risolta qualora il personale interessato revochi il
proprio consenso a svolgere la propria attività didattica/di ricerca presso l’UNIVERSITA’/CNR. La
revoca dovrà essere comunicata ad entrambe le Istituzioni coinvolte.
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
174
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
La risoluzione della convenzione, ai sensi dei commi precedenti, ha effetto a far data dall'inizio
dell'anno accademico successivo ovvero, nel caso di attività di ricerca, allo scadere del sesto
mese successivo alla ricezione della dichiarazione di recesso/dichiarazione di revoca.
Art. 12
CLAUSOLE FINALI
Le Parti si impegnano a comporre amichevolmente ogni eventuale controversia che dovesse
sorgere relativamente alla interpretazione ed esecuzione della Convenzione, prima di iniziare
qualsiasi procedimento giudiziale.
Fermo restando quanto previsto al comma precedente, qualsiasi controversia dovesse insorgere
fra le Parti relativamente alla interpretazione ed esecuzione della Convenzione sarà deferita alla
competenza dell’Autorità Giudiziaria del foro di Roma.
Ai fini della presente convenzione, le Parti eleggono domicilio legale nella propria sede in epigrafe
indicata.
La convenzione è redatta in duplice originale, una per ciascuna delle Parti, e copia della stessa
sarà inviata dall’Università al Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.
L’Istituto avrà cura di trasmettere copia della presente convenzione alla Direzione Generale del
CNR.
La convenzione è soggetta ad imposta di bollo e verrà registrata solo in caso d’uso e le relative
spese saranno poste a carico della parte richiedente.”
In ordine al testo proposto, il Presidente del CNR ha comunicato che
“Lo schema tipo che si allega è stato condiviso sia dal MIUR sia dalla CRUI che riconoscono
il comune interesse consistente nello favorire nuove opportunità di collaborazione tra il CNR e
l’Università quali strumenti strategici e presupposti indispensabili per lo sviluppo del sistema della
ricerca del nostro paese.”.
- Tuttavia si segnala che, essendo il 2° comma dell’art. 5 formulato come segue:
L’………….. (Università/CNR) si impegnano a rispettare i CCNL della categoria di appartenenza
del personale interessato.
si propone di formularlo aggiungendo l’espressione evidenziata in grassetto:
L’……………….(UNIVERSITÀ/CNR) si impegnano a rispettare le norme sullo stato giuridico dei
professori e ricercatori/i CCNL della categoria di appartenenza del personale interessato.
- quanto al comma 5, riportato di seguito:
Ai fini della gestione delle presenze in servizio, il responsabile della struttura
…………………………… (UNIVERSITÀ/CNR), in cui verrà svolta l’attività didattica/di ricerca di cui
alla presente convenzione, dovrà inoltrare alla Struttura indicata al comma precedente
un’attestazione circa le presenze del personale interessato, con cadenza mensile.
nel segnalare che l’utilizzo dell’espressione “gestione delle presenze in servizio” e le disposizioni
che seguono mal si addicono allo stato giuridico di professori e ricercatori, personale non
contrattualizzato, si propone di modificare il comma aggiungendo le espressioni in grassetto, come
segue:
Ai fini della gestione delle presenze in servizio, il responsabile della struttura
…………………………… (UNIVERSITÀ/CNR) in cui verrà svolta l’attività didattica/di ricerca di cui
alla presente convenzione, dovrà inoltrare alla Struttura indicata al comma precedente
un’attestazione circa le presenze del personale del CNR interessato, con cadenza mensile.
Al termine dell’attività il CNR comunicherà all’Università gli esiti delle attività di ricerca
svolte da professori e ricercatori presso la struttura ospitante.
- quanto al seguente art. 8
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
175
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Art. 8
DIRITTO DI VOTO
Il……………(personale interessato) per effetto dell’esecuzione della presente convenzione
acquisirà la qualifica di membro aggiunto del Consiglio del corso di studio nell’ambito del quale è
impegnato in attività didattiche.
In seno al Consiglio e compatibilmente con quanto previsto dai Regolamenti dell’Ateneo, egli
eserciterà il diritto all’elettorato attivo e godrà dell’esercizio del voto deliberativo in merito alla
questioni attinenti alla programmazione didattica dello stesso corso di studio.
si evidenzia che risulta disciplinato esclusivamente il diritto all’elettorato attivo esercitato dal
personale del CNR in seno al Consiglio del corso di studio nell’ambito del quale detto personale è
impegnato in attività didattiche, in qualità di membro aggiunto, mentre non si fa parola
dell’esercizio di analoghi diritti per il personale universitario operante presso il CNR.
Pertanto, armonicamente con quanto pattuito tra Università di palermo e CNR con la Convenzione
quadro del 13 maggio 2009, ed in particolare con l’art. 4, comma 4, si propone di integrare il
suddetto art. 8 come segue:
Il……………………………(personale interessato) per effetto dell’esecuzione della presente
convenzione acquisirà la qualifica di membro aggiunto del Consiglio del corso studio nell’ambito
del quale è impegnato in attività didattiche.
In seno al Consiglio e compatibilmente a quanto previsto dai Regolamenti dell’Ateneo, egli
eserciterà il diritto all’elettorato attivo e godrà dell’esercizio del voto deliberativo in merito alle
questioni attinenti alla programmazione didattica dello stesso corso di studio.
Analogamente, i professori e ricercatori universitari parteciperanno, esercitando il diritto
all’elettorato attivo e godendo dell’esercizio del voto deliberativo, alla programmazione
delle attività di ricerca del CNR
VISTA la nota n. 0013666 di prot. del 19/2/2014, con la quale il CNR ha fatto pervenire lo schema
tipo di Convenzione tra Consiglio Nazionale delle Ricerche e Università ai fini dello
svolgimento attività didattica/ricerca tramite la condivisione di personale;
VISTO il D.M. 27 novembre 2012 con il quale il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della
Ricerca ha approvato la “Convenzione Quadro tra università ed enti pubblici di ricerca per
consentire ai professori e ricercatori universitari a tempo pieno di svolgere attività di ricerca
presso un ente pubblico e ai ricercatori di ruolo degli enti pubblici di ricerca di svolgere
attività didattica e di ricerca presso un’università”
VISTO il D.M. 30 gennaio 2014 con il quale il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della
Ricerca ha approvato la “Convenzione Quadro tra università ed enti pubblici di ricerca per
consentire ai professori e ricercatori universitari a tempo pieno di svolgere attività di ricerca
presso un ente pubblico e ai ricercatori di ruolo degli enti pubblici di ricerca di svolgere
attività didattica e di ricerca presso un’università”
VISTA la Convenzione quadro tra il Consiglio Nazionale delle Ricerche e l’Università degli studi di
Palermo, stipulata il 13 maggio 2009
si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
di approvare lo schema tipo di “Convenzione tra Consiglio Nazionale delle Ricerche e Università ai
fini dello svolgimento attività didattica/ricerca tramite la condivisione di personale”, apportando le
modifiche e le integrazioni proposte,
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
176
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
La Responsabile del procedimento
f.to Dott. Loredana Ferraro
La Dirigente
f.to Dott. Giuseppa Lenzo
IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE
VISTA la nota n. 0013666 di prot. del 19/2/2014, con la quale il CNR ha fatto pervenire lo schema
tipo di Convenzione tra Consiglio Nazionale delle Ricerche e Università ai fini dello
svolgimento attività didattica/ricerca tramite la condivisione di personale;
VISTO il D.M. 27 novembre 2012 con il quale il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della
Ricerca ha approvato la “Convenzione Quadro tra università ed enti pubblici di ricerca per
consentire ai professori e ricercatori universitari a tempo pieno di svolgere attività di ricerca
presso un ente pubblico e ai ricercatori di ruolo degli enti pubblici di ricerca di svolgere
attività didattica e di ricerca presso un’università”
VISTO il D.M. 30 gennaio 2014 con il quale il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della
Ricerca ha approvato la “Convenzione Quadro tra università ed enti pubblici di ricerca per
consentire ai professori e ricercatori universitari a tempo pieno di svolgere attività di ricerca
presso un ente pubblico e ai ricercatori di ruolo degli enti pubblici di ricerca di svolgere
attività didattica e di ricerca presso un’università”
VISTA la Convenzione quadro tra il Consiglio Nazionale delle Ricerche e l’Università degli studi di
Palermo, stipulata il 13 maggio 2009
VISTA la proposta del Responsabile del procedimento;
SENTITA la relazione del competente commissione consiliare;
all'unanimità,
DELIBERA
di approvare, apportando le modifiche proposte e cassando l’art. 8, lo schema tipo di
“Convenzione tra Consiglio Nazionale delle Ricerche e Università ai fini dello svolgimento attività
didattica/ricerca tramite la condivisione di personale”, riportato di seguito:
“CONVENZIONE TRA CONSIGLIO NAZIONALE DELLE RICERCHE E
UNIVERSITA’/POLITECNICO AI FINI DELLO SVOLGIMENTO ATTIVITA’ DIDATTICA/RICERCA
TRAMITE LA CONDIVISIONE DI PERSONALE
IL CONSIGLIO NAZIONALE DELLE RICERCHE – Istituto……., con sede in …….., …………., C.F.
n. …………., PI. n. ……………, rappresentato dal Presidente………………………,
E
L’UNIVERSITA’/POLITECNICO – Dipartimento di…….., con sede in ……….., cap …………., C.F.
n. ………. PI n. ……….., rappresentata dal Rettore/Pro Rettore ………….. ,
entrambe nel seguito congiuntamente denominate anche come “Parti”,
premesso che
in base al D. Lgs. n. 127/2003 e al D. Lgs. n. 213/2009, il CNR è un Ente pubblico
nazionale con il compito di svolgere, promuovere, diffondere, trasferire e valorizzare attività di
ricerca nei principali settori di sviluppo delle conoscenze e delle loro applicazioni per lo sviluppo
scientifico, tecnologico, economico e sociale del Paese, perseguendo l'integrazione di discipline e
tecnologie diffusive e innovative anche attraverso accordi di collaborazione e di programmi
integrati;
il CNR svolge, promuove e coordina attività di ricerca con obiettivi di eccellenza in ambito
nazionale e internazionale, finalizzate all'ampliamento delle conoscenze nei principali settori di
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
177
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
sviluppo, individuati nel quadro della cooperazione ed integrazione europea e della collaborazione
con le Università e con altri soggetti sia pubblici sia privati;
il CNR promuove la formazione e la crescita tecnico-professionale del personale
dipendente promuovendo e realizzando apposite Convenzioni con le Università;
l'articolo 6, comma 11, della legge 30 dicembre 2010, n. 240, consente ai professori e
ricercatori a tempo pieno di “svolgere attività didattica e di ricerca anche presso un altro ateneo,
sulla base di una convenzione tra i due atenei finalizzata al conseguimento di obiettivi di comune
interesse”;
l’art. 55 del decreto legge 9 febbraio 2012, n. 5, convertito con modificazioni dalla legge 4
aprile 2012, n. 35, sancisce che "Le disposizioni di cui all'articolo 6, comma 11, della legge 30
dicembre 2010, n. 240, si applicano anche ai rapporti tra università ed enti pubblici di ricerca e tra
questi ultimi, fermo restando il trattamento economico e previdenziale del personale di ruolo degli
enti di ricerca stessi";
il Decreto Ministeriale 26 aprile 2011, n. 167, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, Serie
Generale, del 26 settembre 2011, recante "Stipula di convenzioni per consentire ai professori e
ricercatori a tempo pieno di svolgere attività didattica e di ricerca presso altro ateneo stabilendo le
modalità di ripartizione dei relativi oneri", fissa i criteri per la stipula delle convenzioni sopra
richiamate;
con Decreto del 27 novembre 2012, il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
ha approvato la "Convenzione quadro tra università ed enti pubblici di ricerca per consentire ai
professori e ricercatori universitari a tempo pieno di svolgere attività di ricerca presso un ente
pubblico e ai ricercatori di ruolo degli enti pubblici di ricerca di svolgere attività didattica e di ricerca
presso un 'università";
in data …………. le Parti hanno sottoscritto una Convenzione Quadro con cui
riconoscevano l’interesse comune a mantenere e sviluppare forme di collaborazione in partnership
per lo svolgimento di attività di ricerca, di didattica e formazione, nonché per l’erogazione di servizi
a supporto delle attività di ricerca;
con deliberazione del Consiglio di Amministrazione n. 23/2013 del 23 marzo 2013 il CNR
ha fissato linee guida per la stipula delle dette convenzioni;
con deliberazione dell’UNIVERSITA’/POLITECNICO ha approvato ………… …………….. la
stipula delle dette convenzioni;
con istanza prot. n…………. del …….. (all. n. ………………) il ……… ………. (di seguito
denominato “personale interessato”), con il profilo di .…………….., che sottoscrive la presente per
adesione alle pattuizioni di seguito concordate, ha espresso il proprio interesse a svolgere presso
……………… (UNIVERSITA’/CNR), per il periodo di ……………., la seguente attività
………………………………………….,
previo
parere
favorevole
del
Direttore
dell’Istituto/Dipartimento;
con nota…. è stato espresso parere favorevole da parte del Direttore dell’istituto
CNR/Dipartimento……..di afferenza del personale interessato;
la stipula della presente convenzione è di reciproco interesse delle Parti, essendo
finalizzata alla razionalizzazione e valorizzazione delle risorse scientifiche e didattiche presenti
nelle due Istituzioni;
tutto ciò premesso,
si stipula e conviene quanto segue
Art. 1
PREMESSA
La premessa costituisce parte integrante e sostanziale della presente convenzione e ne forma il
primo patto.
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
178
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Art. 2
OBIETTIVI DI INTERESSE COMUNE
Le Parti si danno reciprocamente atto che la presente convenzione è finalizzata al conseguimento
di obiettivi di comune interesse, consistenti nello sviluppo della reciproca collaborazione al fine di
promuovere lo scambio delle rispettive conoscenze ed esperienze di carattere tecnico-scientifico
nell’ambito del seguente (descrizione del progetto/programma – attività di comune interesse ecc.)
……………… ……………………
Art. 3
OGGETTO
Per la realizzazione dell’obiettivo di cui all’articolo precedente, il ……………………….. (personale
interessato) svolgerà l’attività didattica e/o di ricerca consistente nel ………………..…... presso
…………………… (CNR/UNIVERSITA’)
Per lo svolgimento di detta attività il …………. (personale interessato) destinerà una quota del
…………%, pari a ………… ore annue,dell’impegno lavorativo cui è obbligato nei confronti del
CNR/Università in base al contratto di assunzione. La restante quota del …………%, pari a
…………………. ore annue, continuerà ad essere destinata allo svolgimento dell’ordinaria attività
di …………… presso l’Istituto/Dipartimento.
Il diritto all'elettorato attivo e passivo verrà esercitato presso l’ente per il quale viene svolta la quota
maggioritaria di attività lavorativa entro i limiti e nel rispetto delle disposizioni legislative e statutarie
inerenti gli organi accademici collegiali e monocratici (UNIVERSITA’/CNR) .
Ai fini del conteggio dei requisiti di docenza nell’ambito delle procedure di accreditamento dei corsi
di studio, il ……………..(personale interessato) svolgerà la propria attività nel corso …………..
Art. 4
DURATA
La convenzione ha la durata di ………………………. anno a partire dal …………..; è rinnovabile
fino ad un massimo di cinque anni consecutivi con il consenso del personale interessato e previa
provvedimento favorevole dei competenti Organi/Uffici delle Istituzioni coinvolte.
Per il periodo di durata della presente convenzione non possono essere stipulate altre convenzioni
per l'utilizzo del medesimo personale ne' avviate procedure di selezione del personale per la
copertura delle attività ordinariamente poste a suo carico.
Art. 5
AMMINISTRAZIONE DEL RAPPORTO DI LAVORO
Lo svolgimento dell’attività didattica/di ricerca presso …………………… (UNIVERSITA’/CNR) non
comporta alcun mutamento nel rapporto di lavoro del personale interessato. Pertanto, il relativo
trattamento economico e previdenziale resta invariato.
L’…………………… (UNIVERSITA’/ CNR) si impegnano a rispettare i CCNL della categoria di
appartenenza del personale interessato.
Il. ……………… (personale interessato) assicurerà lo svolgimento dell’attività di cui alla presente
convenzione correlandola alle esigenze ed all’orario di servizio della struttura in cui andrà ad
operare, nel rispetto del regolamento dell’…………………… (UNIVERSITA’/CNR)e dei relativi
criteri organizzativi.
La gestione del rapporto di lavoro resta in capo al Direttore/Dirigente della
……………………………. (indicare il Direttore della struttura di afferenza del personale
interessato).
Ai fini della gestione delle presenze in servizio, il responsabile della struttura ……………………
(UNIVERSITA’/CNR), in cui verrà svolta l’attività didattica/di ricerca di cui alla presente
convenzione, dovrà inoltrare alla Struttura indicata al comma precedente un’attestazione circa le
presenze del personale interessato, con cadenza mensile.
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
179
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Art. 6
ONERI STIPENDIALI
Le parti stabiliscono che gli oneri stipendiali sono interamente a carico CNR
ovvero
sono divisi tra le Parti in proporzione della ripartizione dell’impegno annuo di cui all’art. 2, come di
seguito stabilito:
euro ……… (……….) a carico del CNR
euro ……… (……….) a carico del …………………… (UNIVERSITA’/POLITECNICO).
Eventuali adeguamenti stipendiali saranno ripartiti con le medesime modalità.
L’…………………… (UNIVERSITA’/POLITECNICO)si impegna a versare al CNR l’importo a
proprio carico, mediante ……. rate semestrali posticipate, ciascuna dell’importo di euro
………………….., di cui la prima entro il …………., mediante ………………………….. ………
Art. 7
VALUTAZIONE DELL'ATTIVITA' DI RICERCA
Ai fini della valutazione delle attività di ricerca e delle politiche di reclutamento degli atenei di cui
all’art. 5, comma 5, della legge 30 dicembre 2010, n. 240, l’apporto dei ricercatori di ruolo degli enti
di ricerca è considerato, in attuazione del Decreto del Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della
Ricerca del 27 novembre 2012, in proporzione alla durata e alla quantità dell’impegno prestato
presso l’ateneo.
Ai sensi di quanto sopra le parti convengono che i risultati dell’attività di ricerca del personale
interessato per il periodo di tempo di cui alla presente convenzione, inclusa la VQR, siano ripartiti,
in coerenza con quanto previsto al precedente art. 3, come di seguito indicato:
ATENEO:
ENTE DI APPARTENENZA:
Art. 8
COPERTURA ASSICURATIVA – SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO
Il CNR e l’UNIVERSITA’/POLITECNICO provvedono alla copertura assicurativa di legge per il
personale interessato, in considerazione della frequentazione delle sedi in cui verrà svolta l’attività
di cui alla presente convenzione.
Il personale interessato è tenuto ad uniformarsi ai regolamenti disciplinari e di sicurezza in vigore
nelle sedi di esecuzione delle attività inerenti la Convenzione, nel rispetto della normativa per la
sicurezza dei lavoratori e delle disposizioni del responsabile del servizio di prevenzione e
protezione.
Il personale interessato, prima dell’accesso ai luoghi di espletamento delle attività, è tenuto ad
entrare in diretto contatto con il Servizio di Prevenzione e Protezione dell’Università, al fine di
definire le misure di prevenzione e protezione da adottare nell’ambito delle proprie attività
didattiche e di ricerca.
Art. 9
TRATTAMENTO DATI PERSONALI
Le Parti si impegnano ad osservare quanto previsto dalla normativa vigente in tema di trattamento
dati personali e sensibili.
In relazione alla Convenzione e ai sensi e agli effetti del D. lgs 196/03, le parti prendono atto e
acconsentono che i dati personali da loro forniti formino oggetto, nel rispetto della legge, di
trattamento per eseguire gli obblighi della Convenzione, di legge ovvero per adempiere a quando
disposto dagli organi di vigilanza.
I titolari del trattamento sono le Parti come sopra individuate, denominate e domiciliate.
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
180
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Art. 10
RISOLUZIONE
Ciascuna delle Parti potrà risolvere il presente accorso per sopravvenute esigenze didattiche o
scientifiche, a mezzo dichiarazione di recesso da comunicare per iscritto alla controparte e, per
conoscenza, anche al personale interessato.
La Convenzione si intende automaticamente risolta qualora il personale interessato revochi il
proprio consenso a svolgere la propria attività didattica/di ricerca presso l’UNIVERSITA’/CNR. La
revoca dovrà essere comunicata ad entrambe le Istituzioni coinvolte.
La risoluzione della convenzione, ai sensi dei commi precedenti, ha effetto a far data dall'inizio
dell'anno accademico successivo ovvero, nel caso di attività di ricerca, allo scadere del sesto
mese successivo alla ricezione della dichiarazione di recesso/dichiarazione di revoca.
Art. 11
CLAUSOLE FINALI
Le Parti si impegnano a comporre amichevolmente ogni eventuale controversia che dovesse
sorgere relativamente alla interpretazione ed esecuzione della Convenzione, prima di iniziare
qualsiasi procedimento giudiziale.
Fermo restando quanto previsto al comma precedente, qualsiasi controversia dovesse insorgere
fra le Parti relativamente alla interpretazione ed esecuzione della Convenzione sarà deferita alla
competenza dell’Autorità Giudiziaria del foro di Roma.
Ai fini della presente convenzione, le Parti eleggono domicilio legale nella propria sede in epigrafe
indicata.
La convenzione è redatta in duplice originale, una per ciascuna delle Parti, e copia della stessa
sarà inviata dall’Università al Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.
L’Istituto avrà cura di trasmettere copia della presente convenzione alla Direzione Generale del
CNR.
La convenzione è soggetta ad imposta di bollo e verrà registrata solo in caso d’uso e le relative
spese saranno poste a carico della parte richiedente.”
Letto e approvato seduta stante
16. Convenzione per I'inserimento lavorativo di soggetti disabili presso Enti pubblici ai
sensi dell'art. 11 della legge n. 68 del 12/03/1999
L’argomento non è trattato in questa seduta
6. Ratifica D.R. n. 2305/2014 del 10/6/2014 relativo ai lavori di manutenzione straordinaria e
interventi di riqualificazione energetica dell’aula f180 del corpo centrale della Facoltà
di Ingegneria – edificio 8 viale delle Scienze - Parco d’Orleans - Palermo. Importo
complessivo € 244.000,00
IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO
Con Decreto Rettorale n. 2305/2014 del 10/6/2014 è stato approvato il progetto, trasmesso dal
Responsabile Tecnico del Progetto, relativo ai lavori di manutenzione straordinaria e interventi di
riqualificazione energetica dell’aula F180 del corpo centrale della Facoltà di Ingegneria – edificio 8
viale delle Scienze Parco d’Orleans Palermo dell’importo complessivo di € 244.000,00.
Pertanto si propone che il Consiglio
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
181
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
DELIBERI
Approvare il Decreto Rettorale indicato in premessa, il cui testo di seguito si riporta:
“
Decreto n°2305/2014
Palermo, 10/06/2014
IL RETTORE
VISTI gli elaborati tecnici relativi al progetto inerente ai lavori di manutenzione straordinaria e
interventi di riqualificazione energetica dell’aula F180 del corpo centrale della Facoltà di Ingegneria
– edificio 8 viale delle Scienze Parco d’Orleans Palermo, redatti e trasmessi in data 3/6/2014 dal
R.U.P., ing. Antonio Sorce;
VISTO il quadro economico del suddetto progetto, dell’importo complessivo di € 244.000,00, così
articolato:
A)
Importo dei lavori
A1) Importo soggetto a ribasso d’asta
A2) Oneri per la sicurezza
SOMMANO € 181 085,29
€ 168.409,32
€ 12 675,97
€ 181 085,29
B)
Somme a disposizione dell’Amministrazione
B1) Lavori in Economia (3% dell’importo di cui al punto A) € 5.432,56
B2) Imprevisti e arrotondamenti
€ 9.718,65
B3) Incentivi (2% degli importi di cui alle lettere A, B1 e B2)
di cui all’art. 92, comma 5 del Codice degli Appalti
€ 3.924,73
B4) Oneri per conferimento a discarica
€ 2.500,00
B5) Oneri per verifiche tecniche impianti
€ 1.500,00
B6) I.V.A
€ 39.838,76
€ 62.914,71 € 62.914,71
TOTALE
€ 244.000,00
CONSIDERATA l’avvenuta validazione del progetto in questione da parte del RUP, ai sensi
dell’art. 47 del D.P.R. 207/2011;
RITENUTA l’urgenza connessa alla realizzazione del suddetto intervento, in tempi congrui rispetto
al nuovo anno accademico;
CONSIDERATO ogni opportuno elemento;
VISTO l’impegno di spesa n. 3260 del 2012 assunto sulla voce di bilancio 2.3.0004.0001TFA0
“Spese per funzionamento selezioni per l’accesso ai corsi di tirocinio formativo attivo” - E.F. 2012;
CONSIDERATO che il suddetto impegno prevedeva l’intervento tecnico su due aule anfiteatro
dell’edificio 8 Facoltà di Ingegneria;
CONSIDERATO, altresì, che, durante la stima sommaria dei costi degli interventi, è emersa la non
sufficienza di tale somma rispetto ai lavori da effettuare per entrambe le aule e si è stabilito di
limitare l’intervento alla realizzazione dell’impianto di climatizzazione per la sola aula F180;
DECRETA
Approvare gli elaborati tecnici del progetto relativo ai lavori di manutenzione straordinaria e
interventi di riqualificazione energetica dell’aula F180 del corpo centrale della Facoltà di Ingegneria
– edificio 8 viale delle Scienze Parco d’Orleans Palermo dell’importo complessivo di € 244.000,00.
Autorizzare il Settore Appalti Opere e Lavori ad affidare l’appalto dei lavori meglio descritti in
premessa mediante esperimento di procedura aperta ai sensi dell’art. 55, comma 5, del Decreto
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
182
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Legislativo n. 163/2006, con il criterio di aggiudicazione del prezzo più basso, ai sensi dell’art. 81
del citato D.Lgs.
Fare gravare la relativa spesa di €. 244.000,00, quale importo complessivo dei lavori di cui sopra,
sulla voce di spesa n. 2.3.0004.0001TFA0 “Spese per funzionamento selezioni per l’accesso ai
corsi di tirocinio formativo attivo” - E.F. 2012.
Dare mandato al Dirigente dell’Area Patrimoniale e Negoziale di compiere qualsiasi atto
consequenziale fino al collaudo dei lavori.
Il presente decreto sarà sottoposto a ratifica da parte del Consiglio di Amministrazione.
IL RETTORE
f.to (Prof. Roberto Lagalla)”
Il Responsabile del procedimento
f.to dott.ssa Marianna Tagliavia
Il Dirigente
f.to dott. Calogero Schilleci
Il Consiglio di Amministrazione
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Sentita la relazione del presidente della Commissione Bilancio Edilizia rapporti con AOUP;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
9. Relazione sulla Performance 2013
L’argomento non è trattato in questa seduta
Alle ore 17.20 esce il Direttore Generale
10. Relazione sugli obiettivi 2013 del Direttore Generale
Visto il Decreto Rettorale n. 4718/2009 prot. 59811 del 08-09-09 con il quale si conferisce
l’incarico di Direttore Amministrativo al Dott. Antonio Valenti a far data dal 14 settembre 2009 sino
al 31 dicembre 2012;
Visto il contratto del Direttore Amministrativo Dott. Antonio Valenti, n. 4719/2009 prot. 59812 del
08-09-09;
Visto l’art. 5 del contratto n. 4719/2009 del 08/09/2009 prot. n. 59812 secondo il quale il Direttore
Amministrativo presenterà al Consiglio di Amministrazione una relazione sull’attività svolta
nell’anno precedente;
Visto il Decreto Rettorale n. 3648/2012 prot. 68309 del 19/09/2012 con il quale si conferisce
l’incarico di Direttore Generale al Dott. Antonio Valenti a far data dal 19 settembre 2012 sino al 18
settembre 2015;
Visto il contratto del Direttore Generale, Dott. Antonio Valenti, n. 3650/2012 prot. 68318 del
19/09/2012;
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
183
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Vista la delibera del Consiglio di Amministrazione del 12 Febbraio 2013 punto 9 all’ordine del
giorno con la quale sono stati approvati gli obiettivi annuali assegnati al Direttore Amministrativo
relativi al periodo 1° gennaio – 31 dicembre 2013;
Vista la delibera del Consiglio di Amministrazione del 06 agosto 2013 punto 32 all’ordine del
giorno con la quale si approva il piano triennale della Performance 2013 - 2015;
Visto l’art. 3 comma 1 del regolamento per la valutazione della performance del personale
Dirigente e tecnico-amministrativo che prevede che la valutazione nei confronti del Direttore
Amministrativo sia effettuata, al termine dell’anno di riferimento dal Consiglio di Amministrazione.
Si riporta di seguito la Relazione sugli obiettivi del Direttore Generale per il periodo 1° gennaio –
31 dicembre 2013.
RELAZIONE SUGLI OBIETTIVI DEL DIRETTORE GENERALE ANNO 2013
SCHEDA DI VALUTAZIONE DEGLI OBIETTIVI E DEI RISULTATI
ANNO DI RIFERIMENTO DELLA VALUTAZIONE: 1° gennaio – 31 Dicembre 2013
OBIETTIVO:
1 Organizzazione, processi e risorse umane: Revisione ed implementazione del sistema di
programmazione per obiettivi.
TIPO OBIETTIVO:
PUNTEGGIO
COMPLESSIVO
ATTRIBUITO ALL’OBIETTIVO:
 Qualitativo
 Quantitativo
15%
DESCRIZIONE DEL PROGETTO:
TEMPISTICA:
Completamento della mappatura dei processi nel 100% delle
strutture universitarie.
Entro il 31 dicembre 2013
OBIETTIVO RAGGIUNTO AL 100%
MODALITA’ DI MISURA ED ATTIVITA’ SVOLTE:
In riferimento a tale obiettivo, il cui scopo finale è quello di raggiungere livelli più elevati di efficienza ed
efficacia nell’erogazione dei servizi, sono stati analizzati nel corso del 2013 i seguenti processi:
1. Offerta didattica on demand;
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
184
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
2. Offerta post lauream;
3. Stage e tirocini;
4. Supporto alla ricerca;
5. Sistema bibliotecario;
6. Infrastrutture e risorse;
7. Governance;
8. Finanza e contabilità.
I processi “core” allegati alla presente relazione, già individuati nel 2012, sono stati tutti mappati, come
previsto, tra il 2012 e il 2013. Si evidenzia, come risulta dalla relazione sulla performance 2012, che già
nel corso del 2012 tutte le strutture universitarie sono state coinvolte nella mappatura dei processi.
Le modalità di svolgimento dell’analisi e della successiva mappatura sono state quelle già collaudate nel
corso degli scorsi anni, ed, in particolare, così riassunte:
1. Raccolta e studio della normativa cogente;
2. Raccolta e studio delle disposizioni regolamentari di Ateneo;
3. Interviste su campo al personale di Ateneo (sia personale TA che corpo docente);
4. Riscontro documentale e raccolta delle evidenze oggettive;
5. Stesura preliminare di una bozza di mappatura;
6. Condivisione della bozza con il personale TA;
7. Modifica e riscontro alla mappatura a seguito della condivisione;
8. Stesura definitiva della mappatura.
Si allegano alla presente relazione le mappature dei processi sopra elencati, insieme a quelle effettuate
nel 2012 e all’elenco dei processi ritenuti “core” (allegato 1.1).
Obiettivo raggiunto.
RISULTATO ATTESO:
Miglioramento della valutazione della performance individuale e revisione dei processi (BPR).
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
185
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
OBIETTIVO:
2 Organizzazione, processi e risorse umane: Implementazione dei servizi di supporto agli studenti.
TIPO OBIETTIVO:
PUNTEGGIO
COMPLESSIVO
ATTRIBUITO ALL’OBIETTIVO:
 Qualitativo
 Quantitativo
20%
DESCRIZIONE DEL PROGETTO:
a) Realizzazione e completamento del nuovo portale d’Ateneo
(10%).
b) Gestione delle procedure di accreditamento attuative del
Decreto 47/2013 (10%).
TEMPISTICA:
a) Entro il 30 Giugno 2013;
b) Entro le scadenze fissate dalla
normativa
OBIETTIVO RAGGIUNTO AL 100%
MODALITA’ DI MISURA ED ATTIVITA’ SVOLTE:
Con riferimento al suddetto obiettivo si deve precisare che il primo sviluppo del nuovo portale di Ateneo si
è concluso in data 28 dicembre 2012, successivamente il piano di collaudo si è sviluppato come previsto. Il
nuovo portale è stato realizzato e completato entro i termini ed è visionabile al seguente indirizzo:
http://portale.unipa.it/.
L’implementazione ed il miglioramento del sito web d’Ateneo sono stati effettuati alla luce dei parametri
valutativi utilizzati dal Censis. Lo sviluppo dell’anagrafica unica è stato completato e costituisce fonte
informativa del nuovo portale di Ateneo.
Il nuovo Portale di Ateneo ospita il sito web dell’Ateneo e tutti i siti web dell’amministrazione centrale e
periferica, delle ex facoltà, dei corsi di studi, delle pagine personali del personale docente e non docente.
I siti web, secondo la loro natura, sono generati e popolati automaticamente dal sistema CMS (Content
Management System) sulla base dei dati presenti nel sistema informativo di Ateneo in modo tale che i
contenuti informativi non siano riportati in modo differente su posizioni diverse in tutto il web. Questo
significa che il Portale di Ateneo ha:
- una parte preimpostata dal sistema che funge da “vetrina” di tutte le informazioni che comunque
continueranno a risiedere ed ad essere gestite nelle diverse applicazioni di pertinenza (Portale della
didattica, ex Portale Docenti, Offerta Formativa, Surplus, ecc.);
- una parte configurabile dagli utenti autorizzati tramite il CMS e comunque secondo il modello adottato per
tutto il sito web.
Per quanto riguarda la gestione delle procedure di accreditamento attuative del Decreto 47/2013 si è
garantito il regolare rispetto delle procedure, delle attività e dei tempi previsti. In particolare, la
“Commissione di Ateneo per l’accreditamento dei Corsi di Studio ”, come definita con D.R. n. 3428/2012
(prot.n. 64858 del 04/09/2012) e incaricata di svolgere i compiti di “Presidio di Qualità di Ateneo” con D.R.
830/2013 (prot.n. 28150 del 10/04/2013), presieduta dal Prof. V. Ferro, si è riunita, nel corso della
annualità 2013, nelle seguenti date: 18/07/2013, 14/10/2013, 20/11/2013, 16/12/2013.
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
186
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
In particolare, nella seduta del 18/07/2013, Il Presidente, Prof. V. Ferro, ha comunicato che, sulla base
della documentazione prodotta e delle connesse richieste presentate, con D.M. del 14/06/2013 sono stati
accreditati 122 corsi dei 123 proposti dall’Ateneo di Palermo. Il corso di laurea magistrale in “Matematica e
Scienze per l'insegnamento nella scuola secondaria di primo grado” non è stato valutato in quanto anche
per l’A.A.in corso, il Ministero ha deciso di non attivare, per tutte le Università italiane, le magistrali abilitanti
all’insegnamento. La mancanza delle lauree magistrali abilitanti all’insegnamento, come definite dal D.M.
249/2010, è arginata, nel transitorio, dalla presenza dei TFA.
Nella seduta del 20/11/2013, è stata manifestata l’intenzione di avviare una collaborazione con gli altri
Atenei siciliani al fine di attivare corsi studio dell’area sanitaria, non sottoposti a vincoli restrittivi per quanto
riguarda le sedi decentrate, in modalità interateneo. Ad esempio un corso istituito presso l’Ateneo di
Palermo potrebbe prevedere, in fase di attivazione, una sede didattica presso l’Ateneo di Catania. In tal
modo si perverrebbe ad un aumento dei percorsi didattici offerti dall’Ateneo senza incidere sul numero
totale dei corsi di studio inseriti in Banca Dati. L’applicazione di tale intenzione consentirebbe il
perseguimento di uno degli obiettivi del Piano Triennale.
Con riferimento al tema dell’accreditamento si evidenzia, altresì, che come stabilito dall’Allegato A lettera f)
del D.M. 47/2013 la sostenibilità economico-finanziaria condiziona, rispetto ai Corsi di Studio attualmente
presenti nell’Offerta Formativa 2013/2014, l’attivazione di nuovi Corsi nell’A.A. 2014/2015. L’attuale
situazione economico-finanziaria preclude, pertanto, l’attivazione, e l’accreditamento iniziale, di nuovi Corsi
di Studio, anche se rispondenti a particolari esigenze dell’utenza o capaci di consentire un inserimento dei
giovani laureati nel mondo del lavoro, a meno di effettuare una rimodulazione dell’Offerta Formativa. Tale
rimodulazione può essere in linea di principio effettuata sia modificando corsi di studio esistenti,
determinando nuove proposte per “modifica di ordinamento” o “disattivazione” di corsi di studio attivi, sia
ricorrendo all’accorpamento di più corsi di studio utilizzando lo strumento dei “curricula”. L’accorpamento di
Corsi di Studio e la successiva articolazione in curricula, oltre a creare la possibilità di nuove attivazioni,
consente una distribuzione più razionale della docenza disponibile al fine di ampliare il numero dei posti
per i corsi ad accesso programmato e, in prospettiva, per garantire i requisiti di docenza a regime dall’A.A.
2016/2017.
Obiettivo raggiunto.
RISULTATO ATTESO:
Miglioramento dei servizi agli studenti ed agli stakeholders e applicazione della normativa vigente.
OBIETTIVO:
3 Organizzazione, processi e risorse umane: Implementazione dei servizi di supporto agli studenti.
a) Miglioramento dei tempi di caricamento degli statini;
b) Caricamento diretto CFU e attivazione firma on-line;
c) Customer satisfaction.
TIPO OBIETTIVO:
 Qualitativo
PUNTEGGIO
COMPLESSIVO
ATTRIBUITO ALL’OBIETTIVO:
25%
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
187
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
 Quantitativo
DESCRIZIONE DEL PROGETTO:
TEMPISTICA:
1. Riduzione tempo medio espresso in mesi per
Entro il 31 dicembre 2013
l'aggiornamento della carriera di uno studente,
attraverso il caricamento di un esame (inferiore a 2,3
mesi) [5%];
2. Attivazione firma digitale per tutti i docenti dell’Ateneo
e verbalizzazione on-line e caricamento diretto dei
CFU degli esami per l’intero Ateneo [15%];
3. Analisi di customer satisfaction degli studenti
attraverso un questionario compilabile via web (tasso
di risposta pari ad almeno il 50% degli utenti) [5%];
OBIETTIVO RAGGIUNTO AL 100%
MODALITA’ DI MISURA ED ATTIVITA’ SVOLTE:
1. Riduzione tempo medio espresso in mesi per l'aggiornamento della carriera di uno studente,
attraverso il caricamento di un esame (inferiore a 2,3 mesi) [5%];
Per quanto riguarda l’implementazione dei servizi agli studenti e in particolare il miglioramento dei tempi di
caricamento degli statini, si è registrata una riduzione del tempo medio espresso in mesi per
l’aggiornamento della carriera di uno studente.
Nel corso del 2013 vi è stata una riduzione dei tempi medi di caricamento degli esami rispetto al 2012, si
passati in fatti da una media di 2,3 mesi ad una media di circa 1,7 mesi.
Ci sono, tuttavia, alcune facoltà per le quali si è registrato un valore superiore a 2,3, come si può
osservare dal seguente grafico (grafico 2).
Tali eccezioni nascono da tre realtà che riguardano le Segreterie di Facoltà di Economia, di Architettura e
di Medicina.
Per quanto riguarda la Segreteria della Facoltà di Economia, si è registrato nel corso del 2013 un tempo
medio per la registrazione degli esami in carriera espresso in giorni di poco superiore al limite e pari a 72
giorni. Ciò è dovuto alla situazione particolare che la Segreteria della Facoltà di Economia ha dovuto
gestire a seguito dei controlli disposti dalla autorità giudiziaria che hanno provocato un’attività eccezionale
diretta all’attenta verifica dei verbali e delle carriere degli studenti interessati con carriera ancora attiva
negli anni 2008-2010.
Per quanto riguarda, invece, la Segreteria della Facoltà di Architettura, si è registrato nel corso del 2013
un tempo medio per la registrazione degli esami in carriera espresso in giorni pari a 85 giorni. Lo
scostamento dal valore medio è dovuto al continuo accoglimento da parte dei Consigli dei Corsi di studi
delle richieste formulate da parte degli studenti per modifiche al piano degli studi, con la conseguente
gestione manuale di ricostruzione e convalida degli esami sostenuti con piano degli studi dell’anno di
immatricolazione.
Infine per quanto riguarda la segreteria della Facoltà di Medicina bisogna sottolineare che nel corso del
2013 la stessa è stata oberata da una notevole mole di lavoro a causa delle procedure concorsuali per
l’accesso ai corsi di laurea di Medicina e dell’area medica. Inoltre la segreteria ha dovuto fare fronte ad un
notevole afflusso di studenti che ha rallentato il tempo di caricamento degli esami.
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
188
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Bisogna, inoltre, precisare che il file di dati analizzato contiene informazioni disaggregate, ovvero per
ciascuno studente, relative al giorno in cui l’esame è stato sostenuto e al giorno in cui è stato caricato sul
piano di studi con riferimento all’anno solare 2013. La fonte dei dati è GEDAS.
Grafico 2: Tempi medi mensili di caricamento degli esami per Facoltà a.s. 2013
Obiettivo raggiunto.
2. Attivazione firma digitale per tutti i docenti dell’Ateneo e verbalizzazione on-line e caricamento
diretto dei CFU degli esami per l’intero Ateneo [20%];
Per quanto riguarda la messa in esercizio e la manutenzione della funzionalità per la verbalizzazione on
line degli esami di profitto con integrazione della firma digitale remota si è proceduto ad una applicazione
progressiva della verbalizzazione on line con firma digitale fino alla copertura totale registrata a partire dal
giorno 11/11/2013.
In particolare, in data 04/02/2013 è stata avviata la verbalizzazione on line per i seguenti sei corsi di studi:

Chimica e tecnologia farmaceutica;

Agro ingegneria;

Fisioterapia;

Biotecnologie;

Studi filosofici e storici;

Statistica per l’analisi dei dati.
In data 20/05/2013 è stata effettuata l’attivazione della procedura di verbalizzazione on line per tutti i corsi
di laurea magistrale biennale delle varie Facoltà, secondo le disposizioni contenute nella nota prot. n.
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
189
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
35503 del 13/05/2013 a firma del Pro-Rettore Vicario Prof. Vito Ferro.
A partire dagli appelli di settembre 2013 la verbalizzazione on line è stata estesa a tutti i corsi di studio
delle Facoltà di Giurisprudenza, di Architettura e di Ingegneria.
Le Facoltà di Agraria, di Scienze Politiche, dal primo appello di settembre 2013, hanno coperto con la
verbalizzazione on line tutti i corsi di studio di cui al D.M. 270/2004 (triennali e magistrali).
Come detto precedentemente, dal 11/11/2013 la verbalizzazione on line è stata completata per tutti i
rimanenti corsi di studi afferenti a tutti i vari ordinamenti (D.M. 270/2004, D.M. 509/1999 e V.O.).
Nel corso dell’anno 2013 sono state organizzate alcune giornate per la formazione degli operatori e per la
presentazione di queste nuove procedure informatiche al personale docente.
Obiettivo raggiunto.
3
Analisi di customer satisfaction degli studenti attraverso un questionario compilabile via web (tasso
di risposta pari ad almeno il 50% degli utenti) [5%];
L’attività di gestione e diffusione della customer satisfaction per le biblioteche viene gestita attraverso
l’invio di messaggi di posta elettronica, debitamente concordati con il gruppo di comunicazione di Ateneo,
alla mailing list di Ateneo degli studenti, del personale t.a. e di tutti i fruitori dei servizi bibliotecari. Sono
state pubblicate, altresì, nell’area intranet di Ateneo le news relative che danno informazioni a tutti gli
interessati per la compilazione dei questionari.
Nel corso dell’anno 2013 sono stati predisposti e resi disponibili per la compilazione via web sul sito
dell’Ateneo, sia un questionario per valutare i servizi agli studenti erogati dalle segreterie sia uno per
valutare i servizi bibliotecari offerti. Questo secondo questionario è stato rivolto oltre che agli studenti
dell’Ateneo anche ai docenti, agli assegnisti ed ai dottorandi.
Questionario di customer satisfaction sui servizi bibliotecari
Il questionario, rivolto a tutti gli utenti dei servizi bibliotecari dell’Ateneo di Palermo, è composto da 72
domande: le prime 11 di carattere generale volte a classificare la tipologia di utente (studente o docente,
in sede o fuori sede, ecc..), le altre 61 mirano a valutare la percezione che ha l’utente dei servizi offerti e,
quindi, il suo grado di soddisfazione.
Le domande vengono così raggruppate:

frequenza dell’accesso agli spazi, attrezzature e servizi offerti dalla biblioteca di
riferimento;

valutazione degli spazi, attrezzature e servizi offerti dalla biblioteca utilizzata
abitualmente (sale della biblioteca, orari di apertura, attrezzature, personale, patrimonio
bibliografico, prestiti di libri, servizio di document delivery e prestito interbibliotecario,
servizio di referente, sito web della biblioteca);

biblioteca digitale (ricerca tramite catalogo elettronico, varietà delle riviste elettroniche,
ecc.., sito web del SBA);

suggerimenti.
Gli accessi al questionario nell’anno solare 2013 sono stati 4356; i questionari compilati risultano essere
stati 2600. L’obiettivo è stato quindi raggiunto (tasso di risposta pari ad almeno il 50% degli utenti).
I grafici seguenti mostrano la distribuzione degli utenti dei servizi bibliotecari per sesso, per età, per facoltà
e per tipologia di biblioteca.
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
190
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Grafico 1: distribuzione degli utenti dei servizi bibliotecari per sesso
Il grafico seguente (grafico 2) mostra come la maggior parte degli utenti delle Biblioteche non ha rivelato
l’età (54%)
Grafico 2: distribuzione degli utenti dei servizi bibliotecari per età
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
191
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Grafico 3: distribuzione degli utenti dei servizi bibliotecari per Facoltà
Grafico 4: distribuzione degli utenti dei servizi bibliotecari per “tipologia” di biblioteca
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
192
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Il grafico 4 mostra come circa il 45% degli utenti frequenta le biblioteche centrali di facoltà, seguiti da un
5% che frequenta le biblioteche dei dipartimenti. Nel valutare questi dati si tenga conto del fatto che il 46%
degli utenti non ha dichiarato la biblioteca di riferimento.
Trattandosi di un questionario articolato in un elevato numero di domande, si presentano di seguito solo i
risultati relativi ad una domanda di sintesi (C32), in cui si chiede all’utente di esprimere un giudizio
complessivo sui servizi bibliotecari di cui abitualmente usufruisce.
Grafico 5: distribuzione delle risposte
Al netto del 31% degli utenti che non risponde, il 48% degli utenti esprime un giudizio positivo sui servizi
bibliotecari offerti: il 23% dichiara che il servizio è sufficiente, il 19% afferma di essere soddisfatto, seguito
da un 6% molto soddisfatto. Di seguito si filtra questa domanda per sesso, età e facoltà.
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
193
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Grafico 6: distribuzione delle risposte per sesso
Il grafico 6 rappresenta la distribuzione delle risposte condizionata al sesso ed evidenzia come uomini e
donne esprimono un giudizio simile; si noti però che circa il 60% degli utenti che dice di essere molto
soddisfatto è di genere femminile.
La variabile età consente una maggiore discriminazione delle risposte.
Classi di età
Giudizio
Risposta
complessivo
Mancante
24-29
30-45
>45
Molto insoddisfatto
4,01%
3,98%
2,22%
0,00%
3,85%
Insoddisfatto
7,45%
7,57% 11,11%
0,00%
7,69%
Sufficiente
21,49% 25,50% 20,00% 80,00%
23,38%
Soddisfatto
20,06% 18,73% 22,22%
0,00%
19,54%
Molto soddisfatto
5,44%
5,98%
8,89%
0,00%
5,85%
Non so
8,60%
8,76%
8,89%
0,00%
8,62%
Risposta mancante
32,95% 29,48% 26,67% 20,00%
31,08%
Totale complessivo
100,00% 100,00% 100,00% 100,00% 100,00%
Tabella 1: distribuzione di frequenze (percentuali) delle risposte condizionata alle classi d’età
Grafico 7: distribuzione delle risposte per classi d’età
Si noti come l’80% degli utenti con un’età superiore a 45 anni esprime un giudizio positivo sui servizi
bibliotecari; il 22,22% degli utenti con età compresa fra 30 e 45 è soddisfatto, ma vi è comunque una
percentuale rilevante dei suddetti utenti (11,11%) che risponde di essere insoddisfatto.
Per un’attenta interpretazione del grafico 7 bisogna comunque ricordare che il 54% degli utenti dei servizi
bibliotecari ha preferito non rivelare la propria età (grafico 2).
Dal momento che il 45% degli utenti frequenta biblioteche centrali di facoltà (grafico 4) è interessante
vedere come si distribuiscono le risposte nelle diverse facoltà.
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
194
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Grafico 8: distribuzione delle risposte per facoltà
Il grafico evidenzia come la maggior parte degli studenti esprimono un giudizio positivo sui servizi offerti
dalle biblioteche indipendentemente dalla facoltà di appartenenza.
Questionario per la valutazione della segreteria studenti
Il questionario per la valutazione della segreteria studenti è costituito da 20 domande: le prime 4 di
carattere generale volte a identificare la facoltà di appartenenza e il tipo di laurea (V.O. o N.O., triennale o
magistrale), le altre 16 tendono a valutare il grado di soddisfazione degli studenti.
Di seguito, l’elenco delle domande:
1. Con quale frequenza ti sei recato presso gli sportelli della segreteria studenti nel corso degli ultimi
tre anni?
2. Nel caso non ti fossi recato presso gli sportelli della segreteria studenti più di 1-2 volte nel corso
degli ultimi tre anni, qual'è la ragione principale?
3. Ritieni affidabile il personale della segreteria studenti?
4. Ritieni cortese il personale della segreteria studenti?
5. Ritieni adeguati gli orari degli sportelli (con riferimento alla durata e alla distribuzione nell'arco della
giornata)?
6. Come valuti la durata dell'attesa allo sportello?
7. Gli spazi della segreteria studenti destinati al pubblico consento un utilizzo proficuo del tempo di
attesa (disponibilità di spazi per studiare, collegamento in rete, sistema di prenotazione)?
8. Ti è capitato di dover ritornare in segreteria studenti per aver ricevuto informazioni errate o per
errori della segreteria nello svolgimento delle pratiche?
9. In generale le informazioni reperite con altri strumenti sono coerenti con quelle fornite dalla
segreteria studenti(Facoltà, sito web, guida dello studente, manifesti)?
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
195
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
10. Ritieni comprensibile la modulistica?
11. Ritieni reperibile la modulistica?
12. Come valuti i tempi impiegati dalla segreteria studenti nello svolgimento delle pratiche?
13. In generale le informazioni fornite dalla segreteria sono coerenti con quelle rilasciata in
precedenza dalla stessa segreteria?
14. Ritieni adeguata la disponibilità di strumenti alternativi allo sportello della segreteria studenti
(iscrizione ad esami e certificati on-line ...)?
15. Sei complessivamente soddisfatto della qualità del servizio ricevuto dalla segreteria studenti?
16. Sei complessivamente soddisfatto delle informazioni avute e dei tempi di esecuzione della
segreteria in corrispondenza delle procedure di fine carriera (pagamento tasse di laurea,
domanda di laurea, verifica della carriera, etc.)?
Gli accessi al questionario nell’a.s. 2013 sono stati 3981, i questionari regolarmente compilati sono stati
2822. L’obiettivo è stato quindi raggiunto (tasso di risposta pari ad almeno il 50% degli utenti).
Il grafico 9, mostra la distribuzione dei questionari per facoltà di appartenenza dello studente.
Grafico 9: distribuzione dei questionari compilati per facoltà
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
196
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Grafico 10: distribuzione delle risposte alla domanda A
Dal grafico 10 si evince come gli studenti non si recano frequentemente presso la segreteria studenti: il
41% degli studenti, infatti, ha risposto ogni tanto e il 24% raramente.
Di seguito, verranno mostrati i risultati generali e per facoltà di alcune delle domande ritenute più
significative; nell’effettuare il confronto fra le facoltà si ricordi che la numerosità dei questionari compilati
per ciascuna facoltà è molto variabile (grafico 9).
Grafico 11: distribuzione delle risposte alla domanda C1
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
197
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Grafico 12: distribuzione delle risposte alla domanda C1 per facoltà
Il grafico 11 evidenzia come il 53% degli studenti esprime un giudizio negativo: il 22% decisamente NO e il
31% più NO che SI; gli studenti più insoddisfatti del grado di affidabilità del personale delle segreterie
studenti sono quelli della facoltà di Economia (circa il 68%), seguiti dalla facoltà di Scienze Matematiche,
Fisiche e Naturali (circa il 66%) e dalla facoltà di Architettura (circa il 63%). Di contro, gli studenti che
esprimo un giudizio maggiormente positivo sono quelli frequentanti le facoltà di Scienze Politiche (circa il
62%), Agraria (circa il 61%) e Scienze Motorie (circa il 61%).
Grafico 13: distribuzione delle risposte alla domanda C4
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
198
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Grafico 14: distribuzione delle risposte alla domanda C4 per facoltà
Il 62% degli studenti esprime un giudizio negativo sulla durata dell’attesa allo sportello (grafico 13): il 32%
afferma che la durata è eccessiva, il 30% che è lunga. Anche in questo caso, gli studenti che esprimono
un giudizio negativo sono quelli della facoltà di Economia (il 72%), insieme alle facoltà di Scienze della
formazione e di Medicina, seguite dalla facoltà di Lettere (circa il 71%).
Una domanda che trova concordi gli studenti di quasi tutte le facoltà è quella relativa all’adeguatezza degli
spazi destinati al pubblico durante l’attesa: il 36% degli studenti risponde decisamente NO e il 30% più NO
che SI, come mostra il grafico 15.
Grafico 15: distribuzione delle risposte alla domanda C5
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
199
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Per concludere, sono molto interessanti e in linea con quanto presentato finora, le risposte date dagli
studenti alla domanda: “Sei complessivamente soddisfatto della qualità del servizio ricevuto dalla
segreteria studenti?”
Grafico 16: distribuzione delle risposte alla domanda D8
Grafico 17: distribuzione delle risposte alla domanda D8 per facoltà
Il 56% degli studenti dichiara di non essere soddisfatto (28% decisamente NO e il 28% più NO che SI); gli
studenti maggiormente insoddisfatti sono quelli iscritti alla facoltà di Economia (circa il 44% risponde
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
200
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
“Decisamente NO”), seguiti dalle facoltà di Architettura, Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali e
Medicina e Chirurgia.
Obiettivo raggiunto.
RISULTATO ATTESO:
Miglioramento dei servizi agli studenti e delle performance dell’Ateneo in relazione ad alcuni indicatori
relativi al modello FFO
OBIETTIVO:
4 Sistemi gestionali: Introduzione ed implementazione dei sistemi di supporto alle decisioni onde
realizzare il monitoraggio della gestione.
a) Digitalizzazione.
TIPO OBIETTIVO:
PUNTEGGIO COMPLESSIVO ATTRIBUITO
ALL’OBIETTIVO:
 Qualitativo
 Quantitativo
10%
DESCRIZIONE DEL PROGETTO:


TEMPISTICA:
Presentazione di un progetto esecutivo per la
A)Entro 30 gg dall’invio da parte della
digitalizzazione (5%);
Presidenza del Consiglio dei Ministri della nota
Avvio del piano esecutivo per la digitalizzazione
per la presentazione del progetto esecutivo
dell’Ateneo, secondo quanto indicato e previsto
nel Piano approvato dalla Presidenza del
Consiglio dei Ministri con riferimento prioritario al
B) Entro il 31 dicembre 2013
work flow documentale (5%).
OBIETTIVO RAGGIUNTO AL 100%
MODALITA’ DI MISURA ED ATTIVITA’ SVOLTE:
In questi ultimi anni gli Atenei si trovano ad operare in uno scenario sempre più complesso, caratterizzato
principalmente da una forte competitività degli Atenei stessi nell’ambito dei servizi volti alla formazione e
alla ricerca, e da una sensibile riduzione dei fondi ministeriali che ha indotto le Università ad una maggiore
attenzione alla gestione delle proprie risorse.
I recenti decreti legge sulla “crescita” e sulla “semplificazione” emanati dal Governo per accelerare
l’ammodernamento del Paese trovano nella digitalizzazione dei processi (e nella dematerializzazione) un
elemento chiave per rispondere alla domanda di ammodernamento del Paese insita nei suddetti decreti.
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
201
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Ciò fornisce all’Ateneo una grossa opportunità per rivedere la sua organizzazione migliorando i processi
informativi. Infatti per cogliere in pieno i vantaggi di una digitalizzazione dei processi è necessario che a
questa si accompagni una revisione dei flussi di lavoro.
Nel corso del 2013 è stato prodotto un ACCORDO DI COLLABORAZIONE, che si allega (allegato 4.1)
alla presente relazione, per la realizzazione del Programma di digitalizzazione e dematerializzazione
dell’Università degli Studi di Palermo in collaborazione con la Presidenza del Consiglio dei Ministri,
Dipartimento per la digitalizzazione della Pubblica Amministrazione e l’innovazione tecnologica.
Si allega (allegato 4.2) altresì alla presente la nota prot. n 28795 del 11.04.2013 con cui si trasmette il
progetto esecutivo nella tempistica prevista (Entro 30 gg dall’invio da parte della Presidenza del Consiglio
dei Ministri della nota per la presentazione del progetto esecutivo).
Il piano esecutivo per la digitalizzazione dell’Ateneo, frutto dell’accordo di collaborazione con il
Dipartimento per la digitalizzazione della Pubblica Amministrazione e l’innovazione tecnologica della
Presidenza del Consiglio dei Ministri, è stato avviato. Si allega (allegato 4.3) il verbale della riunione del
10 settembre 2013, con il quale il Comitato tecnico, organo previsto dall'accordo di collaborazione tra
l’Ateneo e il Dipartimento per la digitalizzazione della Presidenza del Consiglio dei ministri, ha approvato il
Progetto esecutivo per la Dematerializzazione e la digitalizzazione dei processi di Ateneo.
Con la nota n. prot. 63733 del 18.09.2013, inviata con mail a tutti i dirigenti (allegato 4.4), si è dato
concreto avvio al programma per la digitalizzazione e la dematerializzazione dei processi di Ateneo.
Obiettivo raggiunto.
RISULTATO ATTESO:
Monitoraggio delle performance dell’Ateneo in relazione ai dati relativi al modello FFO.
OBIETTIVO:
5 Sistemi gestionali: Avvio gestione Bilancio Unico ed avvio della sperimentazione per la introduzione
della contabilità economico patrimoniale.
TIPO OBIETTIVO:
PUNTEGGIO
COMPLESSIVO
ATTRIBUITO ALL’OBIETTIVO:
 Qualitativo
 Quantitativo
30%
DESCRIZIONE DEL PROGETTO:
TEMPISTICA:
 A) gestione a regime del bilancio unico 2013
(5%);
 B)
formazione
del
personale
ai
fini
dell’applicazione della contabilità economico
patrimoniale (5%);
 C) procedure per l’attivazione del bilancio
economico patrimoniale e della relativa
contabilità con particolare riferimento al
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
A) Entro il 15 marzo 2013
B) Entro il 30 novembre 2013
C) Entro il 15 dicembre 2013
202
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
regolamento per la contabilità economico
patrimoniale (5%); implementazione di un
sistema informatico per la gestione economico
patrimoniale
(5%);
piano
dei
conti
(5%);individuazione del patrimonio d’Ateneo
(5%).
OBIETTIVO RAGGIUNTO AL 100%
MODALITA’ DI MISURA ED ATTIVITA’ SVOLTE:
In relazione all’avvio della gestione del bilancio unico, è stata continuata l’attività di studio al fine di
ottemperare a quanto previsto dalla Legge n. 240/2010 art. 5, cosiddetta “Legge delega”, e dal successivo
D. Lgs. 27 gennaio 2012 n. 18 “introduzione di un sistema di contabilità economico patrimoniale ed
analitica, del bilancio unico e del bilancio consolidato nelle Università, a norma dell’art. 5 comma 1, lett. b)
e art. 4 lett. a) della Legge 30 dicembre 2012 n. 240”.
Infatti, per effetto della legge 240/2010 e del conseguente D.Lgs. attuativo, dell’entrata in vigore dello
Statuto e del deliberato del C.di A. del nostro Ateneo del 02/8/2012, è stato introdotto il bilancio unico
d’Ateneo, mantenendo la tradizionale struttura di competenza, a decorrere dal 01/01/2013.
Il primo bilancio unico d’Ateneo ha inglobato tutti i dati finanziari che fino all’esercizio finanziario 2012
confluivano nei bilanci predisposti dai vari Dipartimenti, Centri interdipartimentali e poli decentrati.
La nuova struttura di bilancio unico è stata impostata su un nuovo piano dei conti, incentrato su una unità
gestionale – amministrazione centrale – e su trentasette sezioni, con ambiti di budget separati.
Nel 2013 per effetto del B.U. gli stanziamenti definitivi ammontano ad un totale di 579 milioni di euro
contro i 479 milioni di euro dell’E.F. 2012.
Infatti, durante l’E.F. 2013 si è avuta un’intensa attività di movimentazione del bilancio tra variazioni e
storni nel numero di 650 contro 117 variazioni (tra decreti e delibere) dell’E.F. 2012.
La struttura del bilancio unificato si caratterizza per alcune salienti differenze rispetto al precedente
impianto, scaturenti dal venir meno dei singoli bilanci decentrati..
Da ciò è sorta, tra l’altro, l’esigenza di organizzare nell’ambito della nuova gestione contabile i residui del
titolo 8 del precedente bilancio, per un importo di circa 26 milioni di euro.
Bisogna sottolineare anche l’attività di riorganizzazione ed aggregazione delle strutture dipartimentali.
Detta attività di riassetto ha comportato:
1.
L’applicazione del nuovo strumento regolamentare per il quale sono stati organizzati
appositi incontri tecnici esplicativi sull’argomento con tutti i Responsabili amministrativi
delle strutture decentrate e i Funzionari dell’Area Economico Finanziaria nei giorni 29 e 30
gennaio 2013; (allegato 5.1)
2.
Al fine di uniformare le procedure tecnico contabili, la preparazione e la trasmissione, da
parte dell’Area, alle strutture decentrate della nuova modulistica per effettuare le
disposizioni di accertamento, gli impegni, le liquidazioni, le variazioni e gli storni; (allegato
5.2)
3.
Altri incontri e riunioni relative alla fase di avvio per superare le difficoltà riscontrate in
relazione alla complessità di unificazione delle procedure; infatti, in data 25 e 26 marzo
2013, presso i locali del SIA, si sono organizzati altri incontri formativi aventi ad oggetto le
registrazioni e i pagamenti dei compensi di lavoro autonomo; (allegato 5.3)
4.
Innumerevoli altre note predisposte con vari oggetti da parte dell’Area Economico
Finanziaria relativamente a chiarimenti, in particolare sulle disposizioni estere, sugli anticipi
missioni e su comunicazioni varie in materia fiscale. (allegato 5.4)
Bisogna, inoltre, ricordare che l’Area Economico Finanziaria ha intensificato l’attività di consulenza e
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
203
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
supporto verso le strutture decentrate dell’Ateneo per il miglior andamento della nuova macchina
organizzativa. A tal fine, nell’ottica di un maggiore supporto alle attività delle strutture decentrate è stata
assegnata a ciascuna di essa un diretto referente individuato tra i responsabili dei settori della suddetta
Area, come da nota prot. n. 8312/13). (allegato 5.5)
L’Area Economico Finanziaria ha anche curato l’applicazione del Regolamento (D. R. n. 285 del
07/02/2013) effettuando per l’intero E.F. il controllo formale delle disposizioni d’impegno e di liquidazione
trasmesse da tutte le strutture decentrate. Tutti i risultati dei monitoraggi trimestrali dell’intero E.F. 2013
sono stati inviati presso questa Direzione Generale con le seguenti note di protocollo: 27807/13,
55088/13, 81850/13 e 5113/14. (allegato 5.6)
Per effetto dell’introduzione del B.U. e del combinato disposto della normativa di riferimento si è reso
necessario chiudere tutti i C/C bancari detenuti dalle varie strutture decentrate per passare al nuovo
assetto della cassa e della tesoreria unica. Tale attività ha determinato l’apertura della cassa iniziale al
01/01/2013 per un importo pari a 103.996.212,00 euro rispetto alla chiusura al 31/12/2012 per un importo
pari a 91.761.642,00 euro.
Tale accertamento della gestione delle risorse liquide ha comportato l’introduzione di strumenti di controllo
assegnando a tutte le strutture un budget di liquidità in termini di emissione dei mandati come da nota
dell’Area Economico Finanziaria prot. n. 9191 del 06/02/2013. (allegato 5.7)
Durante l’anno sono stati richiesti n. 95 reintegri del budget di liquidità iniziale, sottoposto a continuo
monitoraggio, come disposto dall’art. 24, comma 9, del Regolamento contabile d’Ateneo. A tal fine,
bisogna ricordare che tra l’Area Economico Finanziaria e la società SELFIN si sono avuti nel corso
dell’anno incessanti rapporti per ciò che concerne l’aggiornamento della procedura di contabilità (SCI).
Per quanto riguarda l’avvio del mandato informatico, si sono avuti vari incontri con l’UNICREDIT per
l’aggiornamento della procedura TLQ.
Il B.U. ha comportato la centralizzazione degli accertamenti contabili e l’emissione delle relative reversali,
che per l’anno 2013 ammontano a 9550 con un numero di diposizioni di accertamento provenienti dalle
strutture decentrate pari a 570.
Il B.U. di previsione dell’E.F. 2013 è stato approvato nella seduta del CdA del 22 gennaio 2013 (n. 10
dell’OdG) contestualmente all’approvazione del B.U. di Ateneo di previsione pluriennale 2013/2015 (n. 11
dell’OdG) nella tradizionale struttura in contabilità finanziaria. In tal senso si è concretizzata, per ciò che
attiene il B.U., la fase progettuale dell’introduzione al B.U. contenente la descrizione delle fasi applicative
ed attuative del processo di cambiamento contabile e strutturale in questione. (allegato 5.8)
Nella seduta del CdA del 23 aprile 2013 (n. 28 dell’OdG) avente ad oggetto “Progetto attivazione U-GOV
contabilità proposta di servizio CINECA” si è deliberato di posticipare la data di inizio del passaggio dalla
contabilità finanziaria alla contabilità economico patrimoniale al 01/01/2015, in considerazione della
complessità e centralità dell’applicazione e di approvare la proposta CINECA autorizzando il sottoscritto
alla firma del contratto ed all’avvio del progetto di attivazione U-GOV contabilità.
Per quanto riguarda l’analisi del prodotto U-GOV contabilità sono stati svolti vari incontri a cui hanno
partecipato i Funzionari dell’Area Economico Finanziaria e i Responsabili di tutte le strutture decentrate, in
particolare si sono svolti degli incontri di approfondimento in data 12, 13, 17 e 18 settembre 2013.
(allegato 5.9)
Con nota del sottoscritto prot. n. 63762/13 lo scrivente ha conferito alla Dirigente dell’Area Economico
Finanziaria, Dott.ssa La Tona, l’incarico di responsabile del progetto U-GOV contabilità. Per iniziare
questa attività sono state prodotte dalla stessa le note prot. n. 90602/13 e 90608/13 aventi ad oggetto le
proposte di delibera di approvazione del nuovo Regolamento di contabilità generale e del nuovo piano dei
conti del COGE.
La Dott.ssa La Tona ha coordinato l’attività formativa svolta dal gruppo di funzionari dell’Area Economico
Finanziaria. In particolare è stato erogato un corso dal titolo “Il sistema di contabilità economico
patrimoniale” che si è svolto in tre edizioni nelle date 8, 15 e 22 ottobre 2013. (allegato 5.10)
Si rappresenta, infine, che nella seduta del CdA del 31/05/2013 (n. 12 OdG) è stato approvato il Conto
Consuntivo dell’E.F. 2012, imprescindibile base per l’apertura della gestione contabile accentrata del
2013.
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
204
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Per quanto concerne la parte relativa all’individuazione del patrimonio d’Ateneo, la ricognizione
inventariale dei beni mobili (cat. 1/1, 1/2, 1/3, 2/4, 2/5) di pertinenza dell’Amministrazione Centrale è stata
prodotta dall’Area Patrimoniale Negoziale entro la tempistica assegnata.
Per quanto riguarda la ricognizione del patrimonio delle strutture decentrate, sono state poste in essere, di
concerto con l’Area Patrimoniale Negoziale, una serie di iniziative volte ad assicurare il raggiungimento
dell’obiettivo.
In particolare, sia prima che dopo l’avvenuta nomina, dei responsabili del patrimonio per ogni struttura
decentrata, il Dirigente dell’Area Patrimoniale Negoziale ha effettuato svariati incontri con i suddetti
Responsabili, con i Segretari delle strutture dipartimentali e con i Responsabili dei Centri servizi generali,
finalizzati ad un costante monitoraggio dello stato di avanzamento delle attività ricognitive e della
possibilità di interventi correttivi rispetto alle modalità adottate. Di tali incontri sono stati redatti appositi
verbali (in data 08/05/2013, 19/05/2013, 11/06/2013, 02/07/2013). Sono state anche emanate svariate
circolari, alcune a firma del Dirigente dell’Area summenzionata altre a firma congiunta con il sottoscritto tra
le quali si possono annoverare quelle prot. n. 90556 del 06/12/2012, n. 11985 del 12/02/2013, n. 57786
del 05/08/2013, n. 72732 del 22/10/2013. Con tali circolari si sono fornite diverse indicazioni in ordine alle
più opportune modalità operative da adottare, a fronte di persistenti e dichiarate manifestazioni di difficoltà
a procedere nella attività ricognitiva de qua, originata, tra l’altro, dalla contemporanea iniziativa di
accorpamento delle strutture dipartimentali.
Si precisa, inoltre, che per l’implementazione del sistema informativo per la gestione economico
patrimoniale l’Area Patrimoniale e Negoziale ha acquisito presso il CINECA l’applicativo previsto mediante
ordine formulato con prot. n. 71205 del 16/10/2013.
Obiettivo raggiunto.
RISULTATO ATTESO:
Applicazione della normativa vigente.
In ottemperanza a quanto previsto dall’art. 5 del contratto n. 3650/2012 del 19/09/2012 secondo il
quale la verifica annuale sul raggiungimento degli obiettivi organizzativi prefissati è effettuata dal
Consiglio di Amministrazione, d’intesa con il Rettore, chiede al Consiglio di Amministrazione, sulla
base di quanto sopra premesso, la valutazione degli obiettivi specifici sopra riportati.
Il Responsabile del procedimento
f.to dott. Silvia Salerno
Il Consiglio di Amministrazione
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Preso atto del documento proposto dal Direttore Generale;
Sentita la relazione del Presidente della Commissione Gestione del Personale, Funzionamento e
Ricerca;
Visto l’art. 5 del contratto stipulato con il Direttore Generale, Dott. Antonio Valenti;
all’unanimità,
DELIBERA
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
205
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
1.
2.
di valutare positivamente la relazione del Direttore Generale per periodo 1° gennaio – 31
dicembre 2013;
di esprimere parere favorevole alla erogazione della retribuzione di risultato.
Letto ed approvato seduta stante
Alle ore 17.45 rientra il Direttore Generale
24. Variazione per maggiore entrata e maggiore spesa – Progetto “Reti Smart”
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Premesso che con delibera del C.d.A n. 12 del 20/05/2014, è stato approvato il Progetto “Reti
Smart” - PO FESR Regione Siciliana 2007/2013 – ASSE 4 linea d’intervento 4.1.1.1. – avviso
DDG 4591 del 26/10/2011, ammesso a contributo con D.D.G. n. 2640/3 del 21/11/2013
dell’Assessorato Regionale delle Attività Produttive – Dipartimento Regionale delle Attività
Produttive, per un importo complessivo di € 887.256,61 a fronte di spese ammissibili pari ad €
1.584.167,16 di cui quota assegnata all’Ateneo € 386.652,64 a fronte di spese ammissibili per €
483.315,80;
Considerato che il progetto è stato presentato dall’Ateneo di Palermo per il tramite del
Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale e Aerospaziale dei Materiali (DICAM) in partenariato
con i seguenti soggetti:



Ekso s.r.l. (Capofila);
Synapto s.r.l.;
Idragest s.r.l.
Visto che finanziamento assegnato all’Ateneo sarà gestito presso il Dipartimento di Ingegneria
Civile, Ambientale e Aerospaziale dei Materiali (DICAM), sotto la responsabilità scientifica del
Prof. Antonino Valenza;
Viste le “Linee guida per la gestione contabile dei progetti di ricerca” a firma del Rettore e del
Direttore Generale, prot. 36184 del 15/05/2013, le quali prevedono che al momento
dell’approvazione del finanziamento di un progetto di ricerca di cui l’Amministrazione è venuta a
conoscenza, lo stesso deve essere iscritto in bilancio di norma nella sua interezza per poter
consentite il raggiungimento degli obiettivi previsti secondo la tempistica progettuale;
Considerato che le Linee guida prevedono, altresì, che per i progetti di ricerca di importo superiore
ad euro 100.000,00 occorre allegare alla proposta di variazione una previsione temporale dei
pagamenti relativi alle tipologie di spesa previste dal piano finanziario che deve essere formulata
dal Responsabile scientifico del progetto;
Vista la nota prot. n. 40123 del 09/06/2014 con la quale il Dirigente dell’Area Ricerca e Sviluppo
chiede la variazione di bilancio per € 386.652,64 pari al 100% del finanziamento assegnato
all’Ateneo, relativo al progetto “Reti Smart” - PO FESR Regione Siciliana 2007/2013 – ASSE 4
linea d’intervento 4.1.1.;
Considerato che occorre effettuare la variazione in aumento nella voce di entrata 1.2.5.7.0003
“Contratti e convenzioni con la Regione Siciliana - FSE - P.O. Convergenza 2007/2013 - P.O.
FESR Regione Siciliana 2007/2013 - Linea intervento 4.1.1.1” per € 386.652,64 ai fini dello
svolgimento delle attività progettuali come indicato nel piano finanziario;
Tenuto conto che in applicazione del Regolamento per la gestione delle risorse derivanti dai
progetti finanziati da programmi internazionali, comunitari, nazionali e regionali, l’Ateneo dovrà
trattenere dal contributo da iscrivere in bilancio, la quota proporzionale di risorse spettante, pari
ad € 41.236,20, di cui al piano finanziario di ripartizione delle quote debitamente sottoscritto;
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
206
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Visto che le quote da trattenere sul finanziamento del progetto ammontano complessivamente ad
€ 41.236,20, le stesse saranno ripartite nelle seguenti voci di spesa:
- R4DA00SRIC0001 “Quota per interventi a sostegno della ricerca e del funzionamento di AteneoD.R. 2572/2010” per € 16.494,48;
- R4DA00SRIC0002 “Quota per ricerca di Ateneo – D.R. 2572/2010” per € 16.494,48;
- R4DA00SRIC0003 “Quota di incentivazione al personale T.A. su progetti – D.R. 2572/2010” per
€ 4.123,62;
Considerato che parte della somma (€ 345.416,44) sarà gestita dal Dipartimento di Ingegneria
Civile, Ambientale e Aerospaziale dei Materiali (DICAM) la stessa sarà allocata nelle voci di
spesa:
R.4.D10+.P2KZ.RI40 “P.O. FESR Regione Siciliana 2007/2013 - Linea intervento 4.1.1.1 progetto
"Reti Smart" R.S. Prof. A. Valenza - Ricerca Industriale (CUP: G71I14000000007)” per Euro
345.416,44;
R.4.D10+.SRIC0001 “Quote su finanziamenti vari per potenziamento della Ricerca, gestite dal
Dipartimento (quota autofinanziamento 10%)” per Euro 4.123,62;
Visto che il responsabile scientifico del progetto ha predisposto il cronoprogramma delle spese;
Considerato che al momento della presente proposta di delibera al Consiglio di Amministrazione
non è stato incassato alcun importo relativo al Progetto in oggetto;
Tenuto conto che per lo svolgimento delle attività progettuali e delle modalità di erogazione del
finanziamento, occorre provvedere all’iscrizione nel bilancio dell’Ateneo per l’e.f. 2014 del 100%
del contributo assegnato;
Vista la delibera del Consiglio di Amministrazione del 19/12/2013 punto 9 odg relativa
all’approvazione del bilancio unico di previsione E.F. 2014;
Visto l’art.14 punto 1 del Regolamento per l’amministrazione, la finanza e la contabilità
dell’Università degli Studi di Palermo, emanato dal Rettore con Decreto n. 285 del 07/02/2013;
Pertanto si propone che il Consiglio di Amministrazione.
DELIBERI
Di autorizzare il Settore Bilancio e Rendiconto dell’Area Economico Finanziaria ad apportare le
variazioni per maggiore entrata e maggiore spesa, descritte in premessa, nel bilancio unico di
previsione esercizio finanziario 2014, variando gli stanziamenti sia nell’entrata che nella spesa per
la somma di Euro 386.652,64 nelle seguenti voci:
VARIAZIONI
ENTRATA
Voce di Bilancio
1.2.5.7.0003
Stanziamento
1.577.991,39
Variazioni in +
386.652,64
Stanziam. Definitivo
1.964.644,03
USCITA
Voce di Bilancio
R.4.D10+.P2KZ.RI40
R.4.D10+.SRIC.0001
R.4.DA00.SRIC.0001
R.4.DA00.SRIC.0002
R.4.DA00.SRIC.0003
Stanziamento
0,00
9.912,98
58.934,57
107.625,97
21.880,56
Tot.
Variazioni in +
345.416,44
4.123,62
16.494,48
16.494,48
4.123,62
386.652,64
Il Responsabile del procedimento
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
Stanziam. Definitivo
345.416,44
14.036,60
75.429,05
124.120,45
26.004,18
Il Dirigente
207
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
F.to dott.ssaGaetana Giuliana
F.to dott.ssa Giuseppa La Tona
Il Consiglio di Amministrazione
Visto il parere del Collegio dei Revisori dei conti,
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Sentita la relazione del Presidente della Commissione Bilancio, Edilizia e Patrimonio, rapporti con
l’AOUP;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
Alle ore 18 entra il Rettore
18. Storno dalla voce di spesa 2A0002270001 “Spese effettuate con i fondi erogati dal
Banco di Sicilia. Convenzione 2013-2017” per contributo a favore del Dipartimento di
Scienze Umanistiche
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Vista la nota prot. n. 38788 del 04/06/2014 con la quale il Magnifico Rettore concede un
contributo di Euro 500,00, a seguito della richiesta da parte della Prof.ssa Laura Auteri del
28/04/2014 prot. n. 887, al Dipartimento di Scienze Umanistiche per l’organizzazione di un
convegno, individuando la voce di spesa 2.A.0002.2007.0001 “Spese effettuate con i fondi erogati
dal Banco di Sicilia - Convenzione 2013 - 2017” da cui stornare la somma per renderla disponibile
alla struttura;
Vista la nota prot. n. 39230 del 05/06/2014 con la quale il Dirigente dell’Area Patrimoniale e
Negoziale chiede di effettuare lo storno di € 500,00 dalla voce di spesa. 2.A.0002.2007.0001
“Spese effettuate con i fondi erogati dal Banco di Sicilia - Convenzione 2013 – 2017” alla voce di
spesa 2.1.0002.0002.D19+ “Dip. di Scienze Umanistiche - Spese per Congressi e Iniziative
Culturali – D19+” a favore del Dipartimento di Scienze Umanistiche;
Considerato che il suddetto contributo a favore del Dipartimento di Scienze Umanistiche non può
essere utilizzato per scopi diversi da quelli per cui è concesso;
Vista la disponibilità della voce di spesa. 2.A.0002.2007.0001 “Spese effettuate con i fondi erogati
dal Banco di Sicilia - Convenzione 2013 – 2017;
Vista la delibera del Consiglio di Amministrazione del 19/12/2013 punto 9 odg relativa
all’approvazione del bilancio unico di previsione E.F. 2014;
Visto l’art. 14 c. 2 del Regolamento per l’amministrazione, la finanza e la contabilità dell’Università
degli Studi di Palermo, emanato dal Rettore con Decreto n. 285 del 07/02/2013;
Pertanto si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
Di autorizzare il Settore Bilancio e Rendiconto dell’Area Economico Finanziaria ad effettuare lo
Storno di € 500,00, descritto in premessa, nel bilancio unico di previsione esercizio finanziario
2014, variando gli stanziamenti delle spese nelle seguenti voci:
VARIAZIONI
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
208
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
SPESA
Voce di Bilancio
2.A.0002.2007.0001
Voce di Bilancio
2.1.0002.0002.D19+
Stanziamento
48.583,00
Stanziamento
9.850,00
Storno
-500,00
Impinguamento
500,00
Il Responsabile del procedimento
F.to dott.ssaGaetana Giuliana
Stanziam. Definitivo
48.083,00
Stanziam. Definitivo
10.350,00
Il Dirigente
F.to dott.ssa Giuseppa La Tona
Il Consiglio di Amministrazione
Visto il parere del Collegio dei Revisori dei conti,
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Sentita la relazione del Presidente della Commissione Bilancio, Edilizia e Patrimonio, rapporti con
l’AOUP;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
55. Ripartizione della seconda annualità del Finanziamento Fondo Finalizzato alla Ricerca
(FFR) anno 2013
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Vista la nota dell’Area Ricerca e Sviluppo prot.n.36133 del 23.05.2014 con oggetto Ripartizione
della seconda annualità del Finanziamento Fondo Finalizzato alla Ricerca (FFR) anno 2013, che
riporta nel testo quanto segue:
“Come è noto, a seguito della nota prot. n. 13655 del 21 febbraio 2013 di questo Settore, con
Decreto del Direttore
Generale (n. 426 del 22/02/2013) codesta Area, successivamente alla rimodulazione di residui
passivi, ha reso disponibile sulle voci di spesa dei Dipartimenti interessati l’importo complessivo
di € 996.352,22 pari al 50% dei finanziamenti assegnati ai progetti FFR 2012/2013, approvati dal
Senato Accademico nella seduta del 5 febbraio 2013. In proposito, si ricorda che lo stanziamento
resosi disponibile in bilancio a seguito dell’applicazione del “Regolamento per l’accesso e per
l’utilizzo del fondo finalizzato alla ricerca (FFR)”, è stato regolarmente impegnato per l’intero
stanziamento (€ 1.992.704,44) nel corso degli EE.FF. 2011 e 2012 sulla voce di spesa
81000200120000 “Fondo
finalizzato alla Ricerca di Ateneo (FFR)”, rinominata R2FFRA00000000 nel
bilancio unico 2013.
In particolare, il summenzionato regolamento, che ad ogni buon fine si allega, al sesto capoverso
dell’art 9 dispone che il contributo per la realizzazione del progetto è assegnato in due
soluzioni: la prima annualità, per un importo pari al
50%, dell’assegnazione, all’atto dell’approvazione del finanziamento, la seconda annualità, pari
al rimanente 50%, a seguito della presentazione delle rendicontazioni scientifiche e
amministrative in itinere, dopo un anno di attività.
In relazione alle dette previsioni si informa che, a seguito della conclusione, in data 28 febbraio
2014, del primo anno di attività dei progetti FFR 2012/2013, è stato richiesto ai responsabili
scientifici (425) la presentazione dei rendiconti in questione. Tali rendiconti, sono stati sottoposti
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
209
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
al Consiglio scientifico di Ateneo, che, nella riunione del 8 maggio u.s., ha esitato i risultati della
valutazione dei rendiconti presentati, attribuendo un giudizio positivo a quelli dei responsabili
scientifici elencati in allegato.
Si chiede, pertanto, a codesta Area di volere attivare tempestivamente, mediante Decreto del
Direttore Generale, le procedure necessarie alla rimodulazione degli impegni, già assunti sulla
voce di spesa 81000200120000 e riportati alla
voce di spesa R2FFRA00000000 nel bilancio unico 2013, al fine di rendere disponibile,
mediante le consequenziali operazioni contabili connesse, la seconda annualità del
finanziamento in questione ai docenti la cui rendicontazione “in itinere” ha avuto un esito
positivo.
Si allega, a tal uopo, l’elenco dei docenti beneficiari della seconda trance di detto finanziamento,
facendo presente che, per la seconda annualità si dovrà rendere disponibile per il
proseguimento delle attività di ricerca, un importo
complessivo di € 954.904,88, pari al rimanente 50% dei finanziamenti relativi ai progetti
rendicontati.” Il prospetto di ripartizione da parte integrante della proposta di bilancio
Considerato che le somme risultano impegnate nell’E.F. 2012, impegni n.2320/2012 di €
928.661,36 e n.2668/2012 di euro
186.733,60;
Considerato che con atto del Consiglio di Amministrazione del 22.01.2013 ordine del
giorno n.10, è stato deliberato il primo bilancio unico che ha inglobato tutti i bilanci dei centri di
gestione decentrati, viceversa separati ed autonomi fino al 31.12.2012
Considerata la nuova struttura di bilancio unificata caratterizzata dalla saliente differenza
del
venir meno del trasferimento interno tra amministrazione centrale e le strutture decentrate e
viceversa
Visto il Decreto del Direttore Generale n. 426 del 22/02/2013, ratificato dal Consiglio di
Amministrazione nella seduta del 12/03/2013 al punto n.35 dell’odg, con il quale si autorizza il
Settore Bilancio e Rendiconto dell’Area Economico Finanziaria a rimodulare i residui passivi
2011 e 2012 relativi al Fondo di Finanziamento della Ricerca di Ateneo (FFR) nella gestione
residui dell’esercizio finanziario 2013;
Vista la delibera del CDA n. 9 dell’odg del 17 giugno 2013 con la quale vengono ratificati i
decreti
del Direttore Generale nn. 810-811-812-813-814-815-816-817-818-819-820-821-822-823-824825-826-827-828 e 829/2013 di rimodulazione dalla voce dell’FFR del Dipartimento alle voci
create per ogni singolo docente;
Viste le disponibilità sugli impegni assunti negli esercizi precedenti sulla voce R2FFRADA00000
“Fondo di Finalizzato alla Ricerca di Ateneo (FFR) - da ripartire”, per un complessivo €
1.298.010,45, tenuto conto degli impegni residui passivi n.2320/2012 di € 928.661,36 e
n.2668/2012 di euro 186.733,60 sufficienti per rimodulare la somma di € 954.904,88, come
da
richiesta dell’Area Ricerca e
Sviluppo;
Tenuto conto delle esigenze gestionali rappresentate dai responsabili dei Centri di Gestione,
riguardo alla ripartizione di tali fondi tra i vari responsabili dei progetti;
Viste le novità delle questione affrontate, passaggio al Bilancio unico di ateneo che ha
determinato il venir meno del trasferimento esterno alle strutture decentrate per l’utilizzo delle
somme relative agli impegni residui e conseguentemente della inesistenza di procedure
ordinarie e consolidate della gestione dei residui;
Ritenuto necessario trovare soluzioni operative immediate ed
eccezionali;
Ritenuto necessario, al fine di garantire il completamento delle attività di ricerca già
avviate a seguito dell’esecutività dei precedenti deliberati su menzionati, procedere:
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
210
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
1) a cancellare il residuo passivo n.2320/2012 di € 928.661,36 e parziale riduzione del
residuo passivo n.2668/2012 di euro 186.733,60, per l’importo di euro 26.243,52, per un
complessivo di euro € 954.904,88 nella voce di spesa R2FFRADA000000 “Fondo di
Finalizzato alla Ricerca di Ateneo (FFR) - da ripartire” nella gestione residui
dell’esercizio finanziario 2014;
2) ad apportare la variazione in aumento dello stanziamento relativo alla voce 0.0.8.0.0000
“AVANZO DI AMMINISTRAZIONE A SEGUITO ATTI DELIBERATIVI” per l’importo di
€
954.904,88 e in corrispondenza incrementare lo stanziamento sulla voce di spesa
53000100000001 “Fondo di riserva per maggiori spese da avanzo disponibile a seguito
atti deliberativi (0.0.8.0.0000) “;
ENTRATA
Voce di Bilancio
Descrizione
Stanziamento
AVANZO DI AMMINISTRAZIONE A SEGUITO ATTI
DELIBERATIVI
0.0.8.0.0000
TOTALE
Variazione
Stanziamento
definitivo
€
-
€ 954.904,88
€ 954.904,88
€
-
€ 954.904,88
€ 954.904,88
Variazione
Stanziamento
definitivo
USCITA
Voce di Bilancio
Descrizione
Stanziamento
53000100000001
Fondo di riserva per maggiori spese da avanzo disponibile
a seguito atti deliberativi (0.0.8.0.0000)
TOTALE
€
-
€ 954.904,88
€ 954.904,88
€
-
€ 954.904,88
€ 954.904,88
3) ad effettuare lo storno dalla voce 53000100000001 “Fondo di riserva per maggiori
spese da avanzo disponibile a seguito atti deliberativi (0.0.8.0.0000) “per l’importo di €
954.904,88 alle voci di spesa dei progetti FFR, secondo il seguente prospetto:
USCITA
Variazione
Stanziamento
definitivo
Voce di Bilancio
Descrizione
Stanziamento
53000100000001
Fondo di riserva per maggiori spese da avanzo disponibile a
seguito atti deliberativi (0.0.8.0.0000)
€ 954.904,88
-€ 954.904,88
€
-
R2FFRAD01+P0WN
FFR - Architettura (DARCH) - Prof. AIROLDI Cesare
€
-
€
4.183,12
€
4.183,12
R2FFRAD01+P5FG
FFR - Architettura (DARCH) - Prof. ALAIMO Giuseppe
€
-
€
1.819,04
€
1.819,04
4.343,64
R2FFRAD01+P00Q
FFR - Architettura (DARCH) - Prof. APRILE Marcella
€
-
€
4.343,64
€
R2FFRAD01+P8NG
FFR - Architettura (DARCH) - Prof. BADAMI Angela
€
-
€
699,73
€
699,73
R2FFRAD01+P6CP
FFR - Architettura (DARCH) - Prof. CARTA Maurizio
€
-
€
3.360,93
€
3.360,93
R2FFRAD01+P94G
FFR - Architettura (DARCH) - Prof. CILONA Teresa
€
-
€
2.339,08
€
2.339,08
R2FFRAD01+P0AB
FFR - Architettura (DARCH) - Prof. DE VECCHI
Antonio
€
-
€
1.661,98
€
1.661,98
R2FFRAD01+P8SO
FFR - Architettura (DARCH) - Prof. FIRRONE Tiziana
Rosa M. Luciana
€
-
€
598,81
€
598,81
R2FFRAD01+P5M5
FFR - Architettura (DARCH) - Prof. GANGEMI
Giuseppe
€
-
€
2.715,20
€
2.715,20
R2FFRAD01+P8DQ
FFR - Architettura (DARCH) - Prof. GERMANA' Maria
Luisa
€
-
€
2.541,86
€
2.541,86
R2FFRAD01+PQ8X
FFR - Architettura (DARCH) - Prof. LEONE
MANFREDI
€
-
€
1.771,24
€
1.771,24
R2FFRAD01+P8D8
FFR - Architettura (DARCH) - Prof. LO PICCOLO
Francesco
€
-
€
4.672,34
€
4.672,34
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
211
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
R2FFRAD01+P8R4
FFR - Architettura (DARCH) - Prof. MAGGIO Francesco
€
-
€
1.751,06
€
1.751,06
R2FFRAD01+P5LG
FFR - Architettura (DARCH) - Prof. PELLITTERI
Giuseppe
€
-
€
979,42
€
979,42
R2FFRAD01+P8KN
FFR - Architettura (DARCH) - Prof. PENNISI Silvia
€
-
€
538,06
€
538,06
R2FFRAD01+PQ3U
FFR - Architettura (DARCH) - Prof. PIAZZA Stefano
€
-
€
2.451,61
€
2.451,61
R2FFRAD01+P948
FFR - Architettura (DARCH) - Prof. SCADUTO Rosario
€
-
€
534,37
€
534,37
R2FFRAD01+PQ54
FFR - Architettura (DARCH) - Prof. SCIASCIA Andrea
€
-
€
3.490,21
€
3.490,21
€
-
€
1.165,63
€
1.165,63
R2FFRAD01+P1BY
FFR - Architettura (DARCH) - Prof. SESSA Ettore
R2FFRAD01+PQ7G
FFR - Architettura (DARCH) - Prof. SPOSITO CESARE
€
-
€
2.883,85
€
2.883,85
R2FFRAD01+P93U
FFR - Architettura (DARCH) - Prof. TUZZOLINO
Giovanni Francesco
€
-
€
2.813,61
€
2.813,61
R2FFRAD01+PYQR
FFR - Architettura (DARCH) - Prof. VENTIMIGLIA
GASPARE
€
-
€
1.780,44
€
1.780,44
€
-
€
791,41
€
791,41
R2FFRAD01+P92Z
FFR - Architettura (DARCH) - Prof. VITRANO Rosa
Maria
€
-
€
1.536,66
€
1.536,66
R2FFRAD02+P1RN
FFR - Beni Culturali - Studi Culturali - Prof. ALLEGRO
Nunzio
€
-
€
1.181,70
€
1.181,70
R2FFRAD02+P944
FFR - Beni Culturali - Studi Culturali - Prof.
BARTHOLINI Ignazia Maria
€
-
€
1.881,87
€
1.881,87
R2FFRAD02+P02B
FFR - Beni Culturali - Studi Culturali - Prof.
BELVEDERE OSCAR
€
-
€
2.231,76
€
2.231,76
R2FFRAD02+P608
FFR - Beni Culturali - Studi Culturali - Prof. CANCILA
Rosaria
€
-
€
2.186,35
€
2.186,35
R2FFRAD02+P060
FFR - Beni Culturali - Studi Culturali - Prof. CARRA
Rosa Maria
€
-
€
787,72
€
787,72
R2FFRAD02+PN35
FFR - Beni Culturali - Studi Culturali - Prof.
CASAMENTO Alfredo
€
-
€
3.719,60
€
3.719,60
R2FFRAD02+P6DG
FFR - Beni Culturali - Studi Culturali - Prof. COMETA
Michele
€
-
€
1.701,70
€
1.701,70
R2FFRAD02+P66K
FFR - Beni Culturali - Studi Culturali - Prof. COZZO
Andrea
€
-
€
2.268,92
€
2.268,92
R2FFRAD02+P8NQ
FFR - Beni Culturali - Studi Culturali - Prof. DE
SPUCHES Giulia
€
-
€
678,50
€
678,50
R2FFRAD02+P2B7
FFR - Beni Culturali - Studi Culturali - Prof. DI NATALE
Maria Concetta
€
-
€
5.207,44
€
5.207,44
R2FFRAD02+P840
FFR - Beni Culturali - Studi Culturali - Prof. IURILLI
Antonio
€
-
€
394,62
€
394,62
R2FFRAD02+P6WH
FFR - Beni Culturali - Studi Culturali - Prof. MARRONE
Giovanni
€
-
€
1.734,00
€
1.734,00
R2FFRAD02+P9B0
FFR - Beni Culturali - Studi Culturali - Prof.
MERCATANTI LEONARDO
€
-
€
1.960,15
€
1.960,15
R2FFRAD02+P864
FFR - Beni Culturali - Studi Culturali - Prof. MIRTO
Ignazio Mauro
€
-
€
787,76
€
787,76
R2FFRAD02+PN0X
FFR - Beni Culturali - Studi Culturali - Prof. MOTTA
Daniela
€
-
€
4.463,52
€
4.463,52
R2FFRAD02+PQ17
FFR - Beni Culturali - Studi Culturali - Prof. PIRRONE
Marco Antonio
€
-
€
3.184,44
€
3.184,44
R2FFRAD02+PYLJ
FFR - Beni Culturali - Studi Culturali - Prof. ROGNONI
CRISTINA
€
-
€
3.403,40
€
3.403,40
R2FFRAD02+PQ5M
FFR - Beni Culturali - Studi Culturali - Prof. SANTORO
Daniela
€
-
€
1.960,15
€
1.960,15
R2FFRAD02+P5PE
FFR - Beni Culturali - Studi Culturali - Prof. TERESI
Loredana
€
-
€
1.701,70
€
1.701,70
R2FFRAD01+PN24
FFR - Architettura (DARCH) - Prof. VINCI Ignazio
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
212
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
R2FFRAD02+P87C
FFR - Beni Culturali - Studi Culturali - Prof. VACCARO
Salvatore
€
-
€
3.848,34
€
3.848,34
R2FFRAD03+P80H
FFR - Biomedicina Sperimentale e Neuroscienze Cliniche
(BioNeC) - Prof. BELLUARDO Natale - CUP:
B71J12001230001
€
-
€
1.628,50
€
1.628,50
R2FFRAD03+P004
FFR - Biomedicina Sperimentale e Neuroscienze Cliniche
(BioNeC) - Prof. BENIGNO Arcangelo - CUP:
B71J12001240001
€
-
€
339,00
€
339,00
R2FFRAD03+P8KQ
FFR - Biomedicina Sperimentale e Neuroscienze Cliniche
(BioNeC) - Prof. BUCCHIERI Fabio - CUP:
B71J12001270001
€
-
€
786,00
€
786,00
R2FFRAD03+P89P
FFR - Biomedicina Sperimentale e Neuroscienze Cliniche
(BioNeC) - Prof. CAPPELLO Francesco - CUP:
B71J12001090001
€
-
€
1.628,50
€
1.628,50
R2FFRAD03+PLTJ
FFR - Biomedicina Sperimentale e Neuroscienze Cliniche
(BioNeC) - Prof. CASARRUBEA MAURIZIO - CUP:
B71J12001100001
€
-
€
1.743,50
€
1.743,50
R2FFRAD03+PQ8A
FFR - Biomedicina Sperimentale e Neuroscienze Cliniche
(BioNeC) - Prof. DAVID SABRINA - CUP:
B71J12001110001
€
-
€
1.962,00
€
1.962,00
R2FFRAD03+P8CM
FFR - Biomedicina Sperimentale e Neuroscienze Cliniche
(BioNeC) - Prof. DI FELICE Valentina - CUP:
B71J12001120001
€
-
€
1.543,50
€
1.543,50
R2FFRAD03+P5FW
FFR - Biomedicina Sperimentale e Neuroscienze Cliniche
(BioNeC) - Prof. DI LIEGRO Italia - CUP:
B71J12001130001
€
-
€
2.273,00
€
2.273,00
R2FFRAD03+P8WK
FFR - Biomedicina Sperimentale e Neuroscienze Cliniche
(BioNeC) - Prof. GALLINA Salvatore - CUP:
B71J12001160001
€
-
€
2.500,00
€
2.500,00
R2FFRAD03+P0E8
FFR - Biomedicina Sperimentale e Neuroscienze Cliniche
(BioNeC) - Prof. GERBINO Aldo - CUP:
B71J12001170001
€
-
€
2.416,00
€
2.416,00
R2FFRAD03+P8CR
FFR - Biomedicina Sperimentale e Neuroscienze Cliniche
(BioNeC) - Prof. GRASSO Giovanni - CUP:
B71J12001180001
€
-
€
5.573,99
€
5.573,99
R2FFRAD03+P82P
FFR - Biomedicina Sperimentale e Neuroscienze Cliniche
(BioNeC) - Prof. LA BELLA Vincenzo - CUP:
B71J12001190001
€
-
€
2.500,00
€
2.500,00
R2FFRAD03+PNTB
FFR - Biomedicina Sperimentale e Neuroscienze Cliniche
(BioNeC) - Prof. LA ROCCA Giampiero - CUP:
B71J12001230001
€
-
€
3.229,00
€
3.229,00
R2FFRAD03+PQW7
FFR - Biomedicina Sperimentale e Neuroscienze Cliniche
(BioNeC) - Prof. MONASTERO ROBERTO - CUP:
B71J12001240001
€
-
€
5.520,35
€
5.520,35
R2FFRAD03+P10F
FFR - Biomedicina Sperimentale e Neuroscienze Cliniche
(BioNeC) - Prof. SAVETTIERI Giovanni - CUP:
B71J12001290001
€
-
€
6.503,66
€
6.503,66
R2FFRAD03+P15J
FFR - Biomedicina Sperimentale e Neuroscienze Cliniche
(BioNeC) - Prof. ZUMMO Giovanni - CUP:
B71J12001400001
€
-
€
842,50
€
842,50
R2FFRAD04+P6D4
FFR - BIOMEDICO DI MEDICINA INTERNA E
SPECIALISTICA (DIBIMIS) - Prof. AVERNA Maurizio
€
-
€
6.503,66
€
6.503,66
R2FFRAD04+P62G
FFR - BIOMEDICO DI MEDICINA INTERNA E
SPECIALISTICA (DIBIMIS) - Prof. BARBAGALLO
Mario
€
-
€
7.665,75
€
7.665,75
R2FFRAD04+P81H
FFR - BIOMEDICO DI MEDICINA INTERNA E
SPECIALISTICA (DIBIMIS) - Prof. BONGIORNO
Maria Rita
€
-
€
2.500,00
€
2.500,00
R2FFRAD04+P04G
FFR - BIOMEDICO DI MEDICINA INTERNA E
SPECIALISTICA (DIBIMIS) - Prof. CAIMI Gregorio
€
-
€
3.285,56
€
3.285,56
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
213
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
R2FFRAD04+PD43
FFR - BIOMEDICO DI MEDICINA INTERNA E
SPECIALISTICA (DIBIMIS) - Prof. CARROCCIO
Antonio
€
-
€
2.820,73
€
2.820,73
R2FFRAD04+PLU1
FFR - BIOMEDICO DI MEDICINA INTERNA E
SPECIALISTICA (DIBIMIS) - Prof. CICCIA Francesco
€
-
€
3.428,59
€
3.428,59
R2FFRAD04+P88D
FFR - BIOMEDICO DI MEDICINA INTERNA E
SPECIALISTICA (DIBIMIS) - Prof. DI MARCO Vito
€
-
€
2.820,73
€
2.820,73
R2FFRAD04+PD33
FFR - BIOMEDICO DI MEDICINA INTERNA E
SPECIALISTICA (DIBIMIS) - Prof. GIORDANO Carla
€
-
€
2.878,70
€
2.878,70
R2FFRAD04+P0J3
FFR - BIOMEDICO DI MEDICINA INTERNA E
SPECIALISTICA (DIBIMIS) - Prof. LICATA Giuseppe
€
-
€
7.665,75
€
7.665,75
R2FFRAD04+P0N4
FFR - BIOMEDICO DI MEDICINA INTERNA E
SPECIALISTICA (DIBIMIS) - Prof. MONTALTO
Giuseppe
€
-
€
7.665,75
€
7.665,75
R2FFRAD04+P4DL
FFR - BIOMEDICO DI MEDICINA INTERNA E
SPECIALISTICA (DIBIMIS) - Prof. NOVO Salvatore
€
-
€
7.665,75
€
7.665,75
R2FFRAD04+PD0J
FFR - BIOMEDICO DI MEDICINA INTERNA E
SPECIALISTICA (DIBIMIS) - Prof. PARRINELLO
Gaspare
€
-
€
3.285,56
€
3.285,56
R2FFRAD04+6DC4
FFR - BIOMEDICO DI MEDICINA INTERNA E
SPECIALISTICA (DIBIMIS) - Prof. PETTA
SALVATORE
€
-
€
5.520,35
€
5.520,35
R2FFRAD04+P0RB
FFR - BIOMEDICO DI MEDICINA INTERNA E
SPECIALISTICA (DIBIMIS) - Prof. PINTO Antonio
€
-
€
2.820,73
€
2.820,73
R2FFRAD04+P0TE
FFR - BIOMEDICO DI MEDICINA INTERNA E
SPECIALISTICA (DIBIMIS) - Prof. RINI Giovam
Battista
€
-
€
4.447,65
€
4.447,65
R2FFRAD05+P827
FFR - Biopatologia e Biotecnologie Mediche e Forensi
(DIBIMEF) - Prof. ALESSANDRO Riccardo
€
-
€
842,50
€
842,50
R2FFRAD05+P8D9
FFR - Biopatologia e Biotecnologie Mediche e Forensi
(DIBIMEF) - Prof. BRANCATELLI GIUSEPPE
€
-
€
5.520,35
€
5.520,35
R2FFRAD05+P8AR
FFR - Biopatologia e Biotecnologie Mediche e Forensi
(DIBIMEF) - Prof. CACCAMO Nadia Rosalia
€
-
€
5.520,35
€
5.520,35
R2FFRAD05+P45U
FFR - Biopatologia e Biotecnologie Mediche e Forensi
(DIBIMEF) - Prof. CANDORE Giuseppina
€
-
€
7.660,26
€
7.660,26
R2FFRAD05+P065
FFR - Biopatologia e Biotecnologie Mediche e Forensi
(DIBIMEF) - Prof. CARUSO Calogero
€
-
€
7.665,75
€
7.665,75
R2FFRAD05+P80F
FFR - Biopatologia e Biotecnologie Mediche e Forensi
(DIBIMEF) - Prof. CIACCIO Marcello
€
-
€
254,00
€
254,00
R2FFRAD05+P0A4
FFR - Biopatologia e Biotecnologie Mediche e Forensi
(DIBIMEF) - Prof. DE LEO Giacomo
€
-
€
648,50
€
648,50
R2FFRAD05+P5L7
FFR - Biopatologia e Biotecnologie Mediche e Forensi
(DIBIMEF) - Prof. DI BELLA Maria Antonietta
€
-
€
507,00
€
507,00
R2FFRAD05+PNFJ
FFR - Biopatologia e Biotecnologie Mediche e Forensi
(DIBIMEF) - Prof. FONTANA SIMONA
€
-
€
1.040,00
€
1.040,00
R2FFRAD05+PX0S
FFR - Biopatologia e Biotecnologie Mediche e Forensi
(DIBIMEF) - Prof. GALIA MASSIMO
€
-
€
4.358,26
€
4.358,26
FFR - Biopatologia e Biotecnologie Mediche e Forensi
(DIBIMEF) - Prof. MIRISOLA Mario Giuseppe
FFR - Biopatologia e Biotecnologie Mediche e Forensi
(DIBIMEF) - Prof. SALERNO Sergio
€
-
€
701,00
€
701,00
€
-
€
3.428,59
€
3.428,59
R2FFRAD05+P8D5
FFR - Biopatologia e Biotecnologie Mediche e Forensi
(DIBIMEF) - Prof. SCAZZONE Concetta
€
-
€
2.439,00
€
2.439,00
R2FFRAD05+P8BX
FFR - Biopatologia e Biotecnologie Mediche e Forensi
(DIBIMEF) - Prof. SEIDITA Gregorio
€
-
€
254,00
€
254,00
R2FFRAD06+P1QH
FFR - Discipline Chirurgiche, Oncologiche e
Stomatologiche (Di.Chir.On.S.) - Prof. BAZAN Viviana
€
-
€
2.820,73
€
2.820,73
R2FFRAD05+P899
R2FFRAD05+P84D
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
214
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
R2FFRAD06+P8DP
FFR - Discipline Chirurgiche, Oncologiche e
Stomatologiche (Di.Chir.On.S.) - Prof. BRACALE
UMBERTO MARCELLO
€
-
€
3.428,59
€
3.428,59
R2FFRAD06+P0CZ
FFR - Discipline Chirurgiche, Oncologiche e
Stomatologiche (Di.Chir.On.S.) - Prof. FIORENTINO
Eugenio
€
-
€
3.285,56
€
3.285,56
R2FFRAD06+P1L5
FFR - Discipline Chirurgiche, Oncologiche e
Stomatologiche (Di.Chir.On.S.) - Prof. MOSCHELLA
Francesco
€
-
€
2.820,73
€
2.820,73
R2FFRAD06+P1JS
FFR - Discipline Chirurgiche, Oncologiche e
Stomatologiche (Di.Chir.On.S.) - Prof. RUSSO Antonio
€
-
€
7.665,75
€
7.665,75
R2FFRAD06+P80P
FFR - Discipline Chirurgiche, Oncologiche e
Stomatologiche (Di.Chir.On.S.) - Prof. SALZANO
Francesco Antonio
€
-
€
2.500,00
€
2.500,00
R2FFRAD06+PQF1
FFR - Discipline Chirurgiche, Oncologiche e
Stomatologiche (Di.Chir.On.S.) - Prof. SCARDINA
Giuseppe Alessandro
€
-
€
6.038,82
€
6.038,82
R2FFRAD06+P807
FFR - Discipline Chirurgiche, Oncologiche e
Stomatologiche (Di.Chir.On.S.) - Prof. STASSI Giorgio
€
-
€
6.038,82
€
6.038,82
R2FFRAD07+P0WM
FFR - Energia, Ingegneria dell'Informazione e Modelli
Matematici (DEIM) - Prof. AIENA Pietro
€
-
€
2.775,00
€
2.775,00
R2FFRAD07+P6D1
FFR - Energia, Ingegneria dell'Informazione e Modelli
Matematici (DEIM) - Prof. ALA Guido
€
-
€
431,50
€
431,50
R2FFRAD07+P6S5
FFR - Energia, Ingegneria dell'Informazione e Modelli
Matematici (DEIM) - Prof. BAGARELLO Fabio
€
-
€
2.825,00
€
2.825,00
R2FFRAD07+P5PX
FFR - Energia, Ingegneria dell'Informazione e Modelli
Matematici (DEIM) - Prof. BURLON RICCARDO
€
-
€
999,48
€
999,48
R2FFRAD07+P063
FFR - Energia, Ingegneria dell'Informazione e Modelli
Matematici (DEIM) - Prof. CARUSO GIUSEPPE
€
-
€
337,50
€
337,50
R2FFRAD07+P06D
FFR - Energia, Ingegneria dell'Informazione e Modelli
Matematici (DEIM) - Prof. CASTIGLIA Francesco
€
-
€
1.861,50
€
1.861,50
R2FFRAD07+P8FA
FFR - Energia, Ingegneria dell'Informazione e Modelli
Matematici (DEIM) - Prof. CATALIOTTI Antonio
€
-
€
3.996,00
€
3.996,00
R2FFRAD07+P8E6
FFR - Energia, Ingegneria dell'Informazione e Modelli
Matematici (DEIM) - Prof. CELLURA Maurizio
€
-
€
2.923,00
€
2.923,00
R2FFRAD07+PJ43
FFR - Energia, Ingegneria dell'Informazione e Modelli
Matematici (DEIM) - Prof. CINO ALFONSO CARMELO
€
-
€
3.393,00
€
3.393,00
R2FFRAD07+P5L2
FFR - Energia, Ingegneria dell'Informazione e Modelli
Matematici (DEIM) - Prof. CIOFALO Michele
€
-
€
635,00
€
635,00
R2FFRAD07+PNBC
FFR - Energia, Ingegneria dell'Informazione e Modelli
Matematici (DEIM) - Prof. DI MAIO Pietro Alessandro
€
-
€
1.943,00
€
1.943,00
R2FFRAD07+P0BW
FFR - Energia, Ingegneria dell'Informazione e Modelli
Matematici (DEIM) - Prof. DI PAOLA Agatino
€
-
€
635,00
€
635,00
R2FFRAD07+PNLX
FFR - Energia, Ingegneria dell'Informazione e Modelli
Matematici (DEIM) - Prof. DI TOMMASO Antonino
Oscar
€
-
€
2.225,50
€
2.225,50
R2FFRAD07+P8GL
FFR - Energia, Ingegneria dell'Informazione e Modelli
Matematici (DEIM) - Prof. D'IPPOLITO Filippo
€
-
€
998,50
€
998,50
FFR - Energia, Ingegneria dell'Informazione e Modelli
Matematici (DEIM) - Prof. DUSONCHET Luigi
FFR - Energia, Ingegneria dell'Informazione e Modelli
Matematici (DEIM) - Prof. FRANZITTA Vincenzo
€
-
€
4.364,50
€
4.364,50
€
-
€
3.777,50
€
3.777,50
R2FFRAD07+PNE1
FFR - Energia, Ingegneria dell'Informazione e Modelli
Matematici (DEIM) - Prof. LO BRANO Valerio
€
-
€
1.543,50
€
1.543,50
R2FFRAD07+P8FE
FFR - Energia, Ingegneria dell'Informazione e Modelli
Matematici (DEIM) - Prof. LODDO Vittorio
€
-
€
1.068,50
€
1.068,50
R2FFRAD07+P8LQ
FFR - Energia, Ingegneria dell'Informazione e Modelli
Matematici (DEIM) - Prof. MANGIONE Stefano
€
-
€
808,50
€
808,50
R2FFRAD07+P0BJ
R2FFRAD07+PN7A
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
215
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
R2FFRAD07+PPWA
FFR - Energia, Ingegneria dell'Informazione e Modelli
Matematici (DEIM) - Prof. PIACENTINO Antonio
€
-
€
4.568,50
€
4.568,50
R2FFRAD07+PQ1X
FFR - Energia, Ingegneria dell'Informazione e Modelli
Matematici (DEIM) - Prof. RIVA SANSEVERINO
Eleonora
€
-
€
4.458,50
€
4.458,50
R2FFRAD07+P6D3
FFR - Energia, Ingegneria dell'Informazione e Modelli
Matematici (DEIM) - Prof. RIZZO Gianfranco
€
-
€
3.588,50
€
3.588,50
R2FFRAD07+PQ5E
FFR - Energia, Ingegneria dell'Informazione e Modelli
Matematici (DEIM) - Prof. ROMANO Pietro
€
-
€
804,00
€
804,00
R2FFRAD07+PNMW
FFR - Energia, Ingegneria dell'Informazione e Modelli
Matematici (DEIM) - Prof. TINNIRELLO Ilenia
€
-
€
2.012,00
€
2.012,00
R2FFRAD07+P8GG
FFR - Energia, Ingegneria dell'Informazione e Modelli
Matematici (DEIM) - Prof. TRAPANESE Marco
€
-
€
2.523,50
€
2.523,50
R2FFRAD07+P5RW
FFR - Energia, Ingegneria dell'Informazione e Modelli
Matematici (DEIM) - Prof. VELLA Giuseppe
€
-
€
1.073,50
€
1.073,50
R2FFRAD08+PNAS
FFR - FISICA E CHIMICA - Prof. AGNELLO
Simonpietro
€
-
€
6.055,86
€
6.055,86
R2FFRAD08+P07X
FFR - FISICA E CHIMICA - Prof. COMPAGNO
Giuseppe
€
-
€
2.247,34
€
2.247,34
€
-
€
1.798,96
€
1.798,96
R2FFRAD08+PNAR
FFR - FISICA E CHIMICA - Prof. CORSO Pietro Paolo
€
-
€
3.255,00
€
3.255,00
R2FFRAD08+P0EQ
FFR - FISICA E CHIMICA - Prof. GIANGUZZA
Antonio
€
-
€
4.890,50
€
4.890,50
R2FFRAD08+PPJN
FFR - FISICA E CHIMICA - Prof. LAZZARA Giuseppe
€
-
€
2.053,50
€
2.053,50
R2FFRAD08+PQ9B
FFR - FISICA E CHIMICA - Prof. LEVANTINO
MATTEO
€
-
€
6.516,49
€
6.516,49
R2FFRAD08+P8NJ
FFR - FISICA E CHIMICA - Prof. FIORE Tiziana
R2FFRAD08+PQ34
FFR - FISICA E CHIMICA - Prof. LO CELSO Fabrizio
€
-
€
2.434,50
€
2.434,50
R2FFRAD08+P6AQ
FFR - FISICA E CHIMICA - Prof. MANTEGNA Rosario
Nunzio
€
-
€
3.763,15
€
3.763,15
R2FFRAD08+PPNY
FFR - FISICA E CHIMICA - Prof. MARRALE
MAURIZIO
€
-
€
2.590,23
€
2.590,23
FFR - FISICA E CHIMICA - Prof. MESSINA Antonino
€
-
€
1.911,45
€
1.911,45
FFR - FISICA E CHIMICA - Prof. MINEO Rosa Maria
R2FFRAD08+P4M6
€
-
€
2.240,35
€
2.240,35
R2FFRAD08+P62B
FFR - FISICA E CHIMICA - Prof. PALMA Gioacchino
Massimo
€
-
€
2.000,00
€
2.000,00
R2FFRAD08+P8AQ
FFR - FISICA E CHIMICA - Prof. RASO Giuseppe
€
-
€
3.242,63
€
3.242,63
R2FFRAD08+P6WU
FFR - FISICA E CHIMICA - Prof. REALE Fabio
€
-
€
3.868,65
€
3.868,65
R2FFRAD08+P0UW
FFR - FISICA E CHIMICA - Prof. ROBBA Natale
€
-
€
3.084,37
€
3.084,37
R2FFRAD08+PP3M
FFR - FISICA E CHIMICA - Prof. SCOPELLITI
Michelangelo
€
-
€
1.291,00
€
1.291,00
R2FFRAD08+P3PG
FFR - FISICA E CHIMICA - Prof. SPAGNOLO Bernardo
€
-
€
2.563,85
€
2.563,85
R2FFRAD09+P6BC
FFR - INGEGNERIA CHIMICA, GESTIONALE,
INFORMATICA, MECCANICA - Prof. BARCELLONA
Antonio
€
-
€
804,00
€
804,00
R2FFRAD09+P8T6
FFR - INGEGNERIA CHIMICA, GESTIONALE,
INFORMATICA, MECCANICA - Prof. BARONE
Stefano
€
-
€
1.480,62
€
1.480,62
R2FFRAD09+PNGT
FFR - INGEGNERIA CHIMICA, GESTIONALE,
INFORMATICA, MECCANICA - Prof. BAUSO Dario
€
-
€
550,00
€
550,00
R2FFRAD09+P5HK
FFR - INGEGNERIA CHIMICA, GESTIONALE,
INFORMATICA, MECCANICA - Prof. BRUCATO
Alberto
€
-
€
2.813,00
€
2.813,00
R2FFRAD09+PNE3
FFR - INGEGNERIA CHIMICA, GESTIONALE,
INFORMATICA, MECCANICA - Prof. BRUCCOLERI
Manfredi
€
-
€
1.849,50
€
1.849,50
R2FFRAD08+P0MP
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
216
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
R2FFRAD09+P8E8
FFR - INGEGNERIA CHIMICA, GESTIONALE,
INFORMATICA, MECCANICA - Prof. CAMMALLERI
Marco
€
-
€
2.719,00
€
2.719,00
R2FFRAD09+PNBA
FFR - INGEGNERIA CHIMICA, GESTIONALE,
INFORMATICA, MECCANICA - Prof. CERNIGLIA
Donatella
€
-
€
2.515,50
€
2.515,50
R2FFRAD09+P6WS
FFR - INGEGNERIA CHIMICA, GESTIONALE,
INFORMATICA, MECCANICA - Prof. D'ACQUISTO
Leonardo
€
-
€
1.296,50
€
1.296,50
R2FFRAD09+PJ8W
FFR - INGEGNERIA CHIMICA, GESTIONALE,
INFORMATICA, MECCANICA - Prof. DINDO HARIS
€
-
€
869,50
€
869,50
R2FFRAD09+PQ18
FFR - INGEGNERIA CHIMICA, GESTIONALE,
INFORMATICA, MECCANICA - Prof. DISPENZA
Clelia
€
-
€
1.467,50
€
1.467,50
FFR - INGEGNERIA CHIMICA, GESTIONALE,
R2FFRAD09+P62T INFORMATICA, MECCANICA - Prof. FRANCOMANO
Elisa
€
-
€
350,00
€
350,00
R2FFRAD09+P89Q
FFR - INGEGNERIA CHIMICA, GESTIONALE,
INFORMATICA, MECCANICA - Prof. FRATINI Livan
€
-
€
5.069,50
€
5.069,50
R2FFRAD09+P1D8
FFR - INGEGNERIA CHIMICA, GESTIONALE,
INFORMATICA, MECCANICA - Prof. GAGLIO
Salvatore
€
-
€
1.747,50
€
1.747,50
R2FFRAD09+P8DJ
FFR - INGEGNERIA CHIMICA, GESTIONALE,
INFORMATICA, MECCANICA - Prof. GALIA
Alessandro
€
-
€
1.849,50
€
1.849,50
R2FFRAD09+PQDM
FFR - INGEGNERIA CHIMICA, GESTIONALE,
INFORMATICA, MECCANICA - Prof. GAMBINO
ORAZIO
€
-
€
2.213,00
€
2.213,00
R2FFRAD09+P5MN
FFR - INGEGNERIA CHIMICA, GESTIONALE,
INFORMATICA, MECCANICA - Prof. GRILLO
Caterina
€
-
€
370,50
€
370,50
R2FFRAD09+P8A8
FFR - INGEGNERIA CHIMICA, GESTIONALE,
INFORMATICA, MECCANICA - Prof. LO NIGRO
Giovanna
€
-
€
2.416,50
€
2.416,50
R2FFRAD09+P93Q
FFR - INGEGNERIA CHIMICA, GESTIONALE,
INFORMATICA, MECCANICA - Prof. LO RE Giuseppe
€
-
€
776,00
€
776,00
R2FFRAD09+PNLN
FFR - INGEGNERIA CHIMICA, GESTIONALE,
INFORMATICA, MECCANICA - Prof. LUPO Toni
€
-
€
2.315,00
€
2.315,00
R2FFRAD09+PQ26
FFR - INGEGNERIA CHIMICA, GESTIONALE,
INFORMATICA, MECCANICA - Prof. MICALE
Giorgio D.Maria
€
-
€
1.739,50
€
1.739,50
R2FFRAD09+PNM2
FFR - INGEGNERIA CHIMICA, GESTIONALE,
INFORMATICA, MECCANICA - Prof. ORTOLANI
Marco
€
-
€
776,00
€
776,00
R2FFRAD09+PNM0
FFR - INGEGNERIA CHIMICA, GESTIONALE,
INFORMATICA, MECCANICA - Prof. PERI Daniele
€
-
€
776,00
€
776,00
R2FFRAD09+P0R4
FFR - INGEGNERIA CHIMICA, GESTIONALE,
INFORMATICA, MECCANICA - Prof. PITARRESI
Giuseppe
€
-
€
2.813,00
€
2.813,00
R2FFRAD09+PQ0N
FFR - INGEGNERIA CHIMICA, GESTIONALE,
INFORMATICA, MECCANICA - Prof. SCIALDONE
Onofrio
€
-
€
4.293,50
€
4.293,50
R2FFRAD09+P11Y
FFR - INGEGNERIA CHIMICA, GESTIONALE,
INFORMATICA, MECCANICA - Prof. SORBELLO
Filippo
€
-
€
3.495,00
€
3.495,00
R2FFRAD09+PNBS
FFR - INGEGNERIA CHIMICA, GESTIONALE,
INFORMATICA, MECCANICA - Prof. SORBELLO
Rosario
€
-
€
1.310,00
€
1.310,00
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
217
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
R2FFRAD09+P3RQ
FFR - INGEGNERIA CHIMICA, GESTIONALE,
INFORMATICA, MECCANICA - Prof. VIRZI'
MARIOTTI Gabriele
€
-
€
869,50
€
869,50
R2FFRAD10+PQ74
FFR - INGEGNERIA CIVILE, AMBIENTALE,
AEROSPAZIALE, DEI MATERIALI (DICAM) - Prof.
CANDELA ANGELA
€
-
€
2.785,80
€
2.785,80
R2FFRAD10+P5AM
FFR - INGEGNERIA CIVILE, AMBIENTALE,
AEROSPAZIALE, DEI MATERIALI (DICAM) - Prof.
CANNAROZZO Marcella
€
-
€
1.818,27
€
1.818,27
R2FFRAD10+P8FL
FFR - INGEGNERIA CIVILE, AMBIENTALE,
AEROSPAZIALE, DEI MATERIALI (DICAM) - Prof.
CAVALERI Liborio
€
-
€
1.516,43
€
1.516,43
R2FFRAD10+PP53
FFR - INGEGNERIA CIVILE, AMBIENTALE,
AEROSPAZIALE, DEI MATERIALI (DICAM) - Prof.
CELAURO CLARA
€
-
€
1.780,44
€
1.780,44
R2FFRAD10+PQ4C
FFR - INGEGNERIA CIVILE, AMBIENTALE,
AEROSPAZIALE, DEI MATERIALI (DICAM) - Prof.
CIRAOLO Giuseppe
€
-
€
1.193,06
€
1.193,06
R2FFRAD10+PNBX
FFR - INGEGNERIA CIVILE, AMBIENTALE,
AEROSPAZIALE, DEI MATERIALI (DICAM) - Prof.
CIUNA Marina
€
-
€
1.139,21
€
1.139,21
R2FFRAD10+P0B2
FFR - INGEGNERIA CIVILE, AMBIENTALE,
AEROSPAZIALE, DEI MATERIALI (DICAM) - Prof.
DI QUARTO Francesco
€
-
€
6.698,77
€
6.698,77
R2FFRAD10+PNGX
FFR - INGEGNERIA CIVILE, AMBIENTALE,
AEROSPAZIALE, DEI MATERIALI (DICAM) - Prof.
FILECCIA SCIMEMI Giuseppe
€
-
€
614,39
€
614,39
R2FFRAD10+P82N
FFR - INGEGNERIA CIVILE, AMBIENTALE,
AEROSPAZIALE, DEI MATERIALI (DICAM) - Prof.
GIAMBANCO Giuseppe
€
-
€
2.742,65
€
2.742,65
R2FFRAD10+PN73
FFR - INGEGNERIA CIVILE, AMBIENTALE,
AEROSPAZIALE, DEI MATERIALI (DICAM) - Prof.
GRANA' Anna
€
-
€
1.880,93
€
1.880,93
R2FFRAD10+PNA5
FFR - INGEGNERIA CIVILE, AMBIENTALE,
AEROSPAZIALE, DEI MATERIALI (DICAM) - Prof.
LA CARRUBBA Vincenzo
€
-
€
2.147,00
€
2.147,00
R2FFRAD10+P0GQ
FFR - INGEGNERIA CIVILE, AMBIENTALE,
AEROSPAZIALE, DEI MATERIALI (DICAM) - Prof.
LA LOGGIA Goffredo
€
-
€
2.544,90
€
2.544,90
R2FFRAD10+P6BD
FFR - INGEGNERIA CIVILE, AMBIENTALE,
AEROSPAZIALE, DEI MATERIALI (DICAM) - Prof.
LA MENDOLA Lidia
€
-
€
1.959,80
€
1.959,80
R2FFRAD10+P8FS
FFR - INGEGNERIA CIVILE, AMBIENTALE,
AEROSPAZIALE, DEI MATERIALI (DICAM) - Prof.
MIGLIORE Marco
€
-
€
3.723,99
€
3.723,99
R2FFRAD10+P8DU
FFR - INGEGNERIA CIVILE, AMBIENTALE,
AEROSPAZIALE, DEI MATERIALI (DICAM) - Prof.
MILAZZO Alberto
€
-
€
1.572,00
€
1.572,00
R2FFRAD10+PQ09
FFR - INGEGNERIA CIVILE, AMBIENTALE,
AEROSPAZIALE, DEI MATERIALI (DICAM) - Prof.
NAPOLI Enrico
€
-
€
1.017,20
€
1.017,20
R2FFRAD10+P0NX
FFR - INGEGNERIA CIVILE, AMBIENTALE,
AEROSPAZIALE, DEI MATERIALI (DICAM) - Prof.
NICOSIA Salvatore
€
-
€
2.268,39
€
2.268,39
R2FFRAD10+PQ5H
FFR - INGEGNERIA CIVILE, AMBIENTALE,
AEROSPAZIALE, DEI MATERIALI (DICAM) - Prof.
NOTO Leonardo
€
-
€
1.241,00
€
1.241,00
R2FFRAD10+P0Q1
FFR - INGEGNERIA CIVILE, AMBIENTALE,
AEROSPAZIALE, DEI MATERIALI (DICAM) - Prof.
PANZECA Teotista
€
-
€
2.700,65
€
2.700,65
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
218
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
R2FFRAD10+PN9F
FFR - INGEGNERIA CIVILE, AMBIENTALE,
AEROSPAZIALE, DEI MATERIALI (DICAM) - Prof.
PARRINELLO Francesco
€
-
€
1.841,09
€
1.841,09
R2FFRAD10+P8EQ
FFR - INGEGNERIA CIVILE, AMBIENTALE,
AEROSPAZIALE, DEI MATERIALI (DICAM) - Prof.
PIRROTTA Antonina
€
-
€
2.557,57
€
2.557,57
R2FFRAD10+P8DL
FFR - INGEGNERIA CIVILE, AMBIENTALE,
AEROSPAZIALE, DEI MATERIALI (DICAM) - Prof.
SCAFFARO Roberto
€
-
€
3.220,50
€
3.220,50
R2FFRAD10+P8LA
FFR - INGEGNERIA CIVILE, AMBIENTALE,
AEROSPAZIALE, DEI MATERIALI (DICAM) - Prof.
TERMINI Donatella
€
-
€
1.151,44
€
1.151,44
R2FFRAD10+PQ6X
FFR - INGEGNERIA CIVILE, AMBIENTALE,
AEROSPAZIALE, DEI MATERIALI (DICAM) - Prof.
TORREGROSSA MICHELE
€
-
€
972,13
€
972,13
R2FFRAD10+P52V
FFR - INGEGNERIA CIVILE, AMBIENTALE,
AEROSPAZIALE, DEI MATERIALI (DICAM) - Prof.
VALORE Calogero
€
-
€
267,96
€
267,96
R2FFRAD10+P5W1
FFR - INGEGNERIA CIVILE, AMBIENTALE,
AEROSPAZIALE, DEI MATERIALI (DICAM) - Prof.
VILLA Benedetto
€
-
€
8.097,34
€
8.097,34
R2FFRAD10+P5KU
FFR - INGEGNERIA CIVILE, AMBIENTALE,
AEROSPAZIALE, DEI MATERIALI (DICAM) - Prof.
VIVIANI Gaspare
€
-
€
3.718,94
€
3.718,94
R2FFRAD10+PN4E
FFR - INGEGNERIA CIVILE, AMBIENTALE,
AEROSPAZIALE, DEI MATERIALI (DICAM) - Prof.
ZINGALES Massimiliano
€
-
€
1.098,13
€
1.098,13
R2FFRAD11+P03L
FFR - MATEMATICA E INFORMATICA - Prof.
BRIGAGLIA Aldo - CUP: B71J12001250001
€
-
€
1.125,00
€
1.125,00
R2FFRAD11+P1KH
FFR - MATEMATICA E INFORMATICA - Prof. DI
PIAZZA Luisa - CUP: B71J12001260001
€
-
€
3.200,00
€
3.200,00
R2FFRAD11+P896
FFR - MATEMATICA E INFORMATICA - Prof.
FALCONE Giovanni - CUP: B71J12001280001
€
-
€
1.855,00
€
1.855,00
R2FFRAD11+P5JR
FFR - MATEMATICA E INFORMATICA - Prof.
GIAMBRUNO Antonino - CUP: B71J12001300001
€
-
€
1.350,00
€
1.350,00
R2FFRAD11+P1LZ
FFR - MATEMATICA E INFORMATICA - Prof.
GIANCARLO Raffaele - CUP: B71J12001310001
€
-
€
1.775,00
€
1.775,00
R2FFRAD11+P5AE
FFR - MATEMATICA E INFORMATICA - Prof.
RESTIVO Antonio - CUP: B71J12001320001
€
-
€
2.775,00
€
2.775,00
R2FFRAD11+P950
FFR - MATEMATICA E INFORMATICA - Prof. RICCI
Valeria - CUP: B71J12001330001
€
-
€
300,00
€
300,00
R2FFRAD11+P61S
FFR - MATEMATICA E INFORMATICA - Prof.
SAMMARTINO Marco Maria Luigi - CUP:
B71J12001340001
€
-
€
2.225,00
€
2.225,00
R2FFRAD11+P94Y
FFR - MATEMATICA E INFORMATICA - Prof.
SANFILIPPO Giuseppe - CUP: B71J12001350001
€
-
€
350,00
€
350,00
R2FFRAD11+PP6P
FFR - MATEMATICA E INFORMATICA - Prof.
TOSCANO ELENA - CUP: B71J12001360001
€
-
€
425,00
€
425,00
R2FFRAD11+PNCB
FFR - MATEMATICA E INFORMATICA - Prof.
VALENTI Cesare Fabio - CUP: B71J12001380001
€
-
€
1.150,00
€
1.150,00
R2FFRAD11+PNGZ
FFR - MATEMATICA E INFORMATICA - Prof.
VETRO Calogero - CUP: B71J12001390001
€
-
€
1.775,00
€
1.775,00
R2FFRAD12+PN7Y
FFR - PSICOLOGIA - Prof. ALESI MARIANNA
€
-
€
2.110,95
€
2.110,95
R2FFRAD12+P8R6
FFR - PSICOLOGIA - Prof. ANELLO Francesca
€
-
€
1.734,00
€
1.734,00
€
-
€
980,10
€
980,10
€
-
€
1.960,15
€
1.960,15
€
-
€
2.035,55
€
2.035,55
€
-
€
1.960,15
€
1.960,15
€
-
€
2.153,55
€
2.153,55
R2FFRAD12+P894
R2FFRAD12+P8G6
R2FFRAD12+PN14
R2FFRAD12+P4KI
R2FFRAD12+P87J
FFR - PSICOLOGIA - Prof. BELLINGRERI Antonio
FFR - PSICOLOGIA - Prof. D'AMICO Antonella
FFR - PSICOLOGIA - Prof. DI GIOVANNI Elisabetta
FFR - PSICOLOGIA - Prof. DI GIOVANNI Pietro
FFR - PSICOLOGIA - Prof. DINO Alessandra
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
219
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
R2FFRAD12+P88N
R2FFRAD12+P4LG
FFR - PSICOLOGIA - Prof. LA GRUTTA Sabina
FFR - PSICOLOGIA - Prof. LO COCO Alida
€
-
€
2.186,35
€
2.186,35
€
-
€
2.261,75
€
2.261,75
R2FFRAD12+PQ13
FFR - PSICOLOGIA - Prof. LO COCO Gianluca
€
-
€
2.940,25
€
2.940,25
R2FFRAD12+PN80
FFR - PSICOLOGIA - Prof. MISURACA Raffaella
€
-
€
1.884,80
€
1.884,80
R2FFRAD12+P8KE
FFR - PSICOLOGIA - Prof. OLIVERI Massimiliano
€
-
€
2.261,75
€
2.261,75
€
-
€
2.337,10
€
2.337,10
FFR - PSICOLOGIA - Prof. POLIZZI CONCETTA
€
-
€
1.884,80
€
1.884,80
R2FFRAD12+PQCV
FFR - PSICOLOGIA - Prof. SMIRNI DANIELA
€
-
€
1.432,45
€
1.432,45
R2FFRAD12+P91Z
FFR - PSICOLOGIA - Prof. TURRIZIANI Patrizia
€
-
€
904,70
€
904,70
€
-
€
980,10
€
980,10
€
-
€
2.035,55
€
2.035,55
€
-
€
2.789,45
€
2.789,45
R2FFRAD13+P01C
FFR - SCIENZE AGRARIE E FORESTALI - Prof.
BACARELLA Simona - CUP: B71J13000470001
€
-
€
2.576,00
€
2.576,00
R2FFRAD13+P67F
FFR - SCIENZE AGRARIE E FORESTALI - Prof.
BARBAGALLO Maria Gabriella - CUP:
B71J13000480001
€
-
€
715,00
€
715,00
R2FFRAD13+P679
FFR - SCIENZE AGRARIE E FORESTALI - Prof.
BARONE Ettore - CUP: B71J13000490001
€
-
€
1.413,50
€
1.413,50
R2FFRAD13+P6WF
FFR - SCIENZE AGRARIE E FORESTALI - Prof.
CARRUBBA Alessandra - CUP: B71J13000500001
€
-
€
1.492,00
€
1.492,00
R2FFRAD13+P8AE
FFR - SCIENZE AGRARIE E FORESTALI - Prof.
CATANIA Pietro - CUP: B71J13000510001
€
-
€
4.910,00
€
4.910,00
R2FFRAD13+P9G8
FFR - SCIENZE AGRARIE E FORESTALI - Prof.
CONTE Pellegrino - CUP: B71J13000520001
€
-
€
3.864,50
€
3.864,50
R2FFRAD13+PQ8B
FFR - SCIENZE AGRARIE E FORESTALI - Prof.
CORONA ONOFRIO - CUP: B71J13000530001
€
-
€
1.475,50
€
1.475,50
R2FFRAD13+P5EC
FFR - SCIENZE AGRARIE E FORESTALI - Prof.
CRESCIMANNO Giuseppa - CUP: B71J13000540001
€
-
€
715,00
€
715,00
R2FFRAD13+P8PU
FFR - SCIENZE AGRARIE E FORESTALI - Prof.
D'ASARO francesco - CUP: B71J13000550001
€
-
€
1.360,00
€
1.360,00
R2FFRAD13+P9UA
FFR - SCIENZE AGRARIE E FORESTALI - Prof.
DAVINO SALVATORE - CUP: B71J13000560001
€
-
€
1.606,00
€
1.606,00
R2FFRAD13+P5EN
FFR - SCIENZE AGRARIE E FORESTALI - Prof.
DAZZI Carmelo - CUP: B71J13000570001
€
-
€
3.159,11
€
3.159,11
R2FFRAD13+PQ35
FFR - SCIENZE AGRARIE E FORESTALI - Prof. DI
GRIGOLI Antonino - CUP: B71J13000580001
€
-
€
1.357,50
€
1.357,50
R2FFRAD13+PN91
FFR - SCIENZE AGRARIE E FORESTALI - Prof. DI
MICELI Giuseppe - CUP: B71J13000590001
€
-
€
2.798,00
€
2.798,00
R2FFRAD13+P81N
FFR - SCIENZE AGRARIE E FORESTALI - Prof.
FERRO Vito - CUP: B71J13000780001
€
-
€
2.157,50
€
2.157,50
R2FFRAD13+P8SL
FFR - SCIENZE AGRARIE E FORESTALI - Prof.
GERMANA' MARIA - CUP: B71J13000790001
€
-
€
876,00
€
876,00
R2FFRAD13+P1K1
FFR - SCIENZE AGRARIE E FORESTALI - Prof.
GIANGUZZI Lorenzo Antonio - CUP: B71J13000800001
€
-
€
2.521,00
€
2.521,00
R2FFRAD13+P0ET
FFR - SCIENZE AGRARIE E FORESTALI - Prof.
GIORDANO GIUSEPPE - CUP: B71J13000810001
€
-
€
1.459,00
€
1.459,00
R2FFRAD13+P5RA
FFR - SCIENZE AGRARIE E FORESTALI - Prof.
IAPICHINO Giovanni - CUP: B71J13000820001
€
-
€
320,00
€
320,00
R2FFRAD13+P81Q
FFR - SCIENZE AGRARIE E FORESTALI - Prof.
INGLESE Paolo - CUP: B71J13000830001
€
-
€
1.537,50
€
1.537,50
R2FFRAD13+P65T
FFR - SCIENZE AGRARIE E FORESTALI - Prof.
IOVINO Massimo - CUP: B71J13000840001
€
-
€
1.926,00
€
1.926,00
R2FFRAD13+P8J6
FFR - SCIENZE AGRARIE E FORESTALI - Prof. LA
BELLA Salvatore - CUP: B71J13000600001
€
-
€
1.635,00
€
1.635,00
R2FFRAD12+PNW5
R2FFRAD12+PJWC
R2FFRAD12+P60J
R2FFRAD12+P4NY
R2FFRAD12+P8GA
FFR - PSICOLOGIA - Prof. PACE Francesco
FFR - PSICOLOGIA - Prof. VENZA Gaetano
FFR - PSICOLOGIA - Prof. ZANNIELLO Giuseppe
FFR - PSICOLOGIA - Prof. ZAPPULLA Carla
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
220
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
R2FFRAD13+P8FN
FFR - SCIENZE AGRARIE E FORESTALI - Prof. LA
MANTIA Tommaso - CUP: B71J13000610001
€
-
€
1.860,00
€
1.860,00
R2FFRAD13+P8NU
FFR - SCIENZE AGRARIE E FORESTALI - Prof. LO
BIANCO RICCARDO - CUP: B71J13000620001
€
-
€
3.281,50
€
3.281,50
R2FFRAD13+P66J
FFR - SCIENZE AGRARIE E FORESTALI - Prof. LO
VERDE Gabriella - CUP: B71J13000630001
€
-
€
1.773,00
€
1.773,00
R2FFRAD13+P8GQ
FFR - SCIENZE AGRARIE E FORESTALI - Prof.
MICELI Alessandro - CUP: B71J13000640001
€
-
€
410,00
€
410,00
R2FFRAD13+PN1P
FFR - SCIENZE AGRARIE E FORESTALI - Prof.
MONCADA Alessandra - CUP: B71J13000650001
€
-
€
1.478,00
€
1.478,00
R2FFRAD13+P8PJ
FFR - SCIENZE AGRARIE E FORESTALI - Prof.
MOTISI Antonio - CUP: B71J13000660001
€
-
€
1.650,00
€
1.650,00
R2FFRAD13+PQWH
FFR - SCIENZE AGRARIE E FORESTALI - Prof. PERI
Ezio - CUP: B71J13000670001
€
-
€
2.082,50
€
2.082,50
R2FFRAD13+PPWR
FFR - SCIENZE AGRARIE E FORESTALI - Prof.
PISCIOTTA Antonino - CUP: B71J13000680001
€
-
€
944,00
€
944,00
R2FFRAD13+P1M8
FFR - SCIENZE AGRARIE E FORESTALI - Prof.
PROVENZANO Giuseppe - CUP: B71J13000690001
€
-
€
872,00
€
872,00
R2FFRAD13+P6A6
FFR - SCIENZE AGRARIE E FORESTALI - Prof.
SAIANO Filippo - CUP: B71J13000700001
€
-
€
797,50
€
797,50
R2FFRAD13+P65R
FFR - SCIENZE AGRARIE E FORESTALI - Prof.
SCHIFANI Giorgio - CUP: B71J13000720001
€
-
€
4.319,00
€
4.319,00
R2FFRAD13+P9U4
FFR - SCIENZE AGRARIE E FORESTALI - Prof.
SETTANNI Luca - CUP: B71J13000730001
€
-
€
1.978,00
€
1.978,00
R2FFRAD13+PNKB
FFR - SCIENZE AGRARIE E FORESTALI - Prof.
SGROI Filippo - CUP: B71J13000740001
€
-
€
2.306,50
€
2.306,50
R2FFRAD13+P8MO
FFR - SCIENZE AGRARIE E FORESTALI - Prof.
TODARO Massimo - CUP: B71J13000750001
€
-
€
1.507,00
€
1.507,00
R2FFRAD13+P1L4
FFR - SCIENZE AGRARIE E FORESTALI - Prof.
TSOLAKIS Haralabos - CUP: B71J13000760001
€
-
€
2.025,50
€
2.025,50
R2FFRAD13+P60V
FFR - SCIENZE AGRARIE E FORESTALI - Prof.
VENTURELLA Giuseppe - CUP: B71J13000770001
€
-
€
4.040,50
€
4.040,50
R2FFRAD14+PQA4
FFR - SCIENZE DELLA TERRA E DEL MARE
(DISTEM) - Prof. AIUPPA Alessandro
€
-
€
1.343,70
€
1.343,70
R2FFRAD14+P1KG
FFR - SCIENZE DELLA TERRA E DEL MARE
(DISTEM) - Prof. DI STEFANO Enrico
€
-
€
585,71
€
585,71
R2FFRAD14+PNAZ
FFR - SCIENZE DELLA TERRA E DEL MARE
(DISTEM) - Prof. GIANGUZZA Paola
€
-
€
2.047,00
€
2.047,00
R2FFRAD14+P8RZ
FFR - SCIENZE DELLA TERRA E DEL MARE
(DISTEM) - Prof. MADONIA Giuliana
€
-
€
1.994,22
€
1.994,22
R2FFRAD14+P61F
FFR - SCIENZE DELLA TERRA E DEL MARE
(DISTEM) - Prof. MASINI Federico
€
-
€
318,05
€
318,05
R2FFRAD14+P93E
FFR - SCIENZE DELLA TERRA E DEL MARE
(DISTEM) - Prof. MERLI Marcello
€
-
€
532,58
€
532,58
R2FFRAD14+PNFG
FFR - SCIENZE DELLA TERRA E DEL MARE
(DISTEM) - Prof. MILAZZO Marco
€
-
€
2.415,00
€
2.415,00
R2FFRAD14+P5AL
FFR - SCIENZE DELLA TERRA E DEL MARE
(DISTEM) - Prof. PARELLO Francesco
€
-
€
1.024,69
€
1.024,69
R2FFRAD14+P942
FFR - SCIENZE DELLA TERRA E DEL MARE
(DISTEM) - Prof. ROTIGLIANO EDOARDO
€
-
€
6.795,17
€
6.795,17
R2FFRAD14+P6DW
FFR - SCIENZE DELLA TERRA E DEL MARE
(DISTEM) - Prof. ROTOLO Silvio Giuseppe
€
-
€
3.141,38
€
3.141,38
R2FFRAD14+PNR3
FFR - SCIENZE DELLA TERRA E DEL MARE
(DISTEM) - Prof. SCOPELLITI Giovanna
€
-
€
3.326,66
€
3.326,66
R2FFRAD14+PN8M
FFR - SCIENZE DELLA TERRA E DEL MARE
(DISTEM) - Prof. VARRICA Daniela
€
-
€
1.589,19
€
1.589,19
R2FFRAD14+PNAV
FFR - SCIENZE DELLA TERRA E DEL MARE
(DISTEM) - Prof. VIZZINI Salvatrice
€
-
€
2.387,00
€
2.387,00
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
221
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
R2FFRAD15+P4HH
FFR - Scienze e Tecnologie Biologiche, Chimiche e
Farmaceutiche - Prof. ALBANESE Ida
€
-
€
254,00
€
254,00
R2FFRAD15+PNQT
FFR - Scienze e Tecnologie Biologiche, Chimiche e
Farmaceutiche - Prof. ALDUINA Rosa
€
-
€
701,00
€
701,00
R2FFRAD15+P8RU
FFR - Scienze e Tecnologie Biologiche, Chimiche e
Farmaceutiche - Prof. ALLEGRA Mario
€
-
€
2.362,50
€
2.362,50
R2FFRAD15+P61Y
FFR - Scienze e Tecnologie Biologiche, Chimiche e
Farmaceutiche - Prof. ARCULEO Marco
€
-
€
1.543,50
€
1.543,50
R2FFRAD15+PQ67
FFR - Scienze e Tecnologie Biologiche, Chimiche e
Farmaceutiche - Prof. BARONE GIAMPAOLO
ANTONIO
€
-
€
5.233,50
€
5.233,50
R2FFRAD15+PNB1
FFR - Scienze e Tecnologie Biologiche, Chimiche e
Farmaceutiche - Prof. BONGIORNO David
€
-
€
3.162,50
€
3.162,50
R2FFRAD15+P485
FFR - Scienze e Tecnologie Biologiche, Chimiche e
Farmaceutiche - Prof. CAMMARATA Matteo
€
-
€
2.415,00
€
2.415,00
R2FFRAD15+P18H
FFR - Scienze e Tecnologie Biologiche, Chimiche e
Farmaceutiche - Prof. CAMPISI Patrizia
€
-
€
955,00
€
955,00
R2FFRAD15+PNT9
FFR - Scienze e Tecnologie Biologiche, Chimiche e
Farmaceutiche - Prof. CAVALIERI Vincenzo
€
-
€
2.188,00
€
2.188,00
R2FFRAD15+P66X
FFR - Scienze e Tecnologie Biologiche, Chimiche e
Farmaceutiche - Prof. CAVALLARO Gennara
€
-
€
9.772,00
€
9.772,00
R2FFRAD15+P8F2
FFR - Scienze e Tecnologie Biologiche, Chimiche e
Farmaceutiche - Prof. CHILLURA MARTINO Delia
Francesca
€
-
€
2.329,50
€
2.329,50
R2FFRAD15+PJ4L
FFR - Scienze e Tecnologie Biologiche, Chimiche e
Farmaceutiche - Prof. CORONA Davide
€
-
€
1.628,50
€
1.628,50
R2FFRAD15+PNFZ
FFR - Scienze e Tecnologie Biologiche, Chimiche e
Farmaceutiche - Prof. D'ANNA Francesca
€
-
€
10.459,50
R2FFRAD15+P5EY
FFR - Scienze e Tecnologie Biologiche, Chimiche e
Farmaceutiche - Prof. DI LEONARDO Aldo
€
-
€
1.572,00
€
1.572,00
R2FFRAD15+P616
FFR - Scienze e Tecnologie Biologiche, Chimiche e
Farmaceutiche - Prof. FEO Salvatore
€
-
€
3.059,00
€
3.059,00
R2FFRAD15+P8W2
FFR - Scienze e Tecnologie Biologiche, Chimiche e
Farmaceutiche - Prof. FONTANA Gianfranco
€
-
€
6.229,00
€
6.229,00
R2FFRAD15+PNFK
FFR - Scienze e Tecnologie Biologiche, Chimiche e
Farmaceutiche - Prof. GERACI Fabiana
€
-
€
1.852,50
€
1.852,50
R2FFRAD15+P8MS
FFR - Scienze e Tecnologie Biologiche, Chimiche e
Farmaceutiche - Prof. GHERSI Giulio
€
-
€
592,00
€
592,00
R2FFRAD15+P0EP
FFR - Scienze e Tecnologie Biologiche, Chimiche e
Farmaceutiche - Prof. GIANNOLA Libero Italo
€
-
€
2.141,50
€
2.141,50
R2FFRAD15+P9TU
FFR - Scienze e Tecnologie Biologiche, Chimiche e
Farmaceutiche - Prof. GUARINO RICCARDO
€
-
€
2.188,00
€
2.188,00
R2FFRAD15+P5PF
FFR - Scienze e Tecnologie Biologiche, Chimiche e
Farmaceutiche - Prof. LAURIA Antonino
€
-
€
3.394,00
€
3.394,00
R2FFRAD15+PQ2G
FFR - Scienze e Tecnologie Biologiche, Chimiche e
Farmaceutiche - Prof. LO BRUTTO Sabrina
€
-
€
786,00
€
786,00
R2FFRAD15+P62A
FFR - Scienze e Tecnologie Biologiche, Chimiche e
Farmaceutiche - Prof. LUPARELLO Claudio
€
-
€
842,50
€
842,50
R2FFRAD15+P9NC
FFR - Scienze e Tecnologie Biologiche, Chimiche e
Farmaceutiche - Prof. MANACHINI Barbara Rosy Ines
€
-
€
1.496,50
€
1.496,50
R2FFRAD15+P0N3
FFR - Scienze e Tecnologie Biologiche, Chimiche e
Farmaceutiche - Prof. MONTALBANO Alessandra
€
-
€
7.484,00
€
7.484,00
€ 10.459,50
R2FFRAD15+P5RH
FFR - Scienze e Tecnologie Biologiche, Chimiche e
Farmaceutiche - Prof. MULE' Flavia
€
-
€
2.472,00
€
2.472,00
R2FFRAD15+P6WC
FFR - Scienze e Tecnologie Biologiche, Chimiche e
Farmaceutiche - Prof. NASELLI FLORES Luigi
€
-
€
2.330,00
€
2.330,00
R2FFRAD15+P0Q6
FFR - Scienze e Tecnologie Biologiche, Chimiche e
Farmaceutiche - Prof. PARRINELLO Nicolo'
€
-
€
4.015,00
€
4.015,00
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
222
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
R2FFRAD15+PN8K
FFR - Scienze e Tecnologie Biologiche, Chimiche e
Farmaceutiche - Prof. PIBIRI Ivana
€
-
€
5.509,50
€
5.509,50
R2FFRAD15+P0SA
FFR - Scienze e Tecnologie Biologiche, Chimiche e
Farmaceutiche - Prof. PUGLIA Anna Maria
€
-
€
842,50
€
842,50
R2FFRAD15+P940
FFR - Scienze e Tecnologie Biologiche, Chimiche e
Farmaceutiche - Prof. QUATRINI PAOLA
€
-
€
592,00
€
592,00
R2FFRAD15+P5EW
FFR - Scienze e Tecnologie Biologiche, Chimiche e
Farmaceutiche - Prof. RAFFA Demetrio
€
-
€
3.718,00
€
3.718,00
R2FFRAD15+P94E
FFR - Scienze e Tecnologie Biologiche, Chimiche e
Farmaceutiche - Prof. RAGUSA Maria Antonietta
€
-
€
1.517,00
€
1.517,00
R2FFRAD15+P0SU
FFR - Scienze e Tecnologie Biologiche, Chimiche e
Farmaceutiche - Prof. RAIMONDO Francesco Maria
€
-
€
4.461,00
€
4.461,00
R2FFRAD15+P4GA
FFR - Scienze e Tecnologie Biologiche, Chimiche e
Farmaceutiche - Prof. ROCCHERI Maria Carmela
€
-
€
786,00
€
786,00
R2FFRAD15+P59E
FFR - Scienze e Tecnologie Biologiche, Chimiche e
Farmaceutiche - Prof. SAJEVA MAURIZIO
€
-
€
366,00
€
366,00
R2FFRAD15+P1D6
FFR - Scienze e Tecnologie Biologiche, Chimiche e
Farmaceutiche - Prof. SARA' Maurizio
€
-
€
648,50
€
648,50
R2FFRAD15+P1KU
FFR - Scienze e Tecnologie Biologiche, Chimiche e
Farmaceutiche - Prof. SCHILLACI Domenico
€
-
€
395,00
€
395,00
R2FFRAD15+P61W
FFR - Scienze e Tecnologie Biologiche, Chimiche e
Farmaceutiche - Prof. SERIO Rosa Maria
€
-
€
1.686,00
€
1.686,00
R2FFRAD15+P8AS
FFR - Scienze e Tecnologie Biologiche, Chimiche e
Farmaceutiche - Prof. SINEO Luca
€
-
€
1.628,50
€
1.628,50
€
-
€
3.390,00
€
3.390,00
R2FFRAD15+P4NQ
FFR - Scienze e Tecnologie Biologiche, Chimiche e
Farmaceutiche - Prof. TURCO LIVERI Vincenzo
R2FFRAD15+P135
FFR - Scienze e Tecnologie Biologiche, Chimiche e
Farmaceutiche - Prof. VENTO Renza
€
-
€
7.321,50
€
7.321,50
R2FFRAD16+PNK7
FFR - Scienze Economiche, Aziendali e Statistiche
(SEAS) - Prof. BONO Filippa
€
-
€
748,09
€
748,09
R2FFRAD16+P4R8
FFR - Scienze Economiche, Aziendali e Statistiche
(SEAS) - Prof. CAPURSI Vincenza
€
-
€
2.842,25
€
2.842,25
R2FFRAD16+P8N4
FFR - Scienze Economiche, Aziendali e Statistiche
(SEAS) - Prof. CONSIGLIO Andrea
€
-
€
2.721,72
€
2.721,72
R2FFRAD16+P4TG
FFR - Scienze Economiche, Aziendali e Statistiche
(SEAS) - Prof. CUFFARO Miranda
€
-
€
1.854,66
€
1.854,66
R2FFRAD16+P618
FFR - Scienze Economiche, Aziendali e Statistiche
(SEAS) - Prof. DARDANONI Valentino
€
-
€
2.348,46
€
2.348,46
R2FFRAD16+P8L4
FFR - Scienze Economiche, Aziendali e Statistiche
(SEAS) - Prof. DE CANTIS Stefano
€
-
€
2.169,60
€
2.169,60
R2FFRAD16+PQA7
FFR - Scienze Economiche, Aziendali e Statistiche
(SEAS) - Prof. DOMINICI GANDOLFO
€
-
€
328,94
€
328,94
R2FFRAD16+P8FY
FFR - Scienze Economiche, Aziendali e Statistiche
(SEAS) - Prof. FAZIO Gioacchino
€
-
€
1.346,86
€
1.346,86
R2FFRAD16+PQ5K
FFR - Scienze Economiche, Aziendali e Statistiche
(SEAS) - Prof. FAZIO Giorgio
€
-
€
897,39
€
897,39
R2FFRAD16+P0J6
FFR - Scienze Economiche, Aziendali e Statistiche
(SEAS) - Prof. LIPARI Claudio
€
-
€
807,19
€
807,19
R2FFRAD16+P6AU
FFR - Scienze Economiche, Aziendali e Statistiche
(SEAS) - Prof. LOVISON Gianfranco
€
-
€
3.933,27
€
3.933,27
R2FFRAD16+P5R4
FFR - Scienze Economiche, Aziendali e Statistiche
(SEAS) - Prof. MAZZOLA Fabio
€
-
€
1.121,35
€
1.121,35
R2FFRAD16+PN0W
FFR - Scienze Economiche, Aziendali e Statistiche
(SEAS) - Prof. MENDOLA Daria
€
-
€
1.630,70
€
1.630,70
R2FFRAD16+P6BS
FFR - Scienze Economiche, Aziendali e Statistiche
(SEAS) - Prof. MINEO Angelo
€
-
€
1.825,89
€
1.825,89
€
-
€
1.646,25
€
1.646,25
€
-
€
897,39
€
897,39
R2FFRAD16+PQ4U
R2FFRAD16+P0SH
FFR - Scienze Economiche, Aziendali e Statistiche
(SEAS) - Prof. MOCCIARO LI DESTRI Arabella
FFR - Scienze Economiche, Aziendali e Statistiche
(SEAS) - Prof. PURPURA Antonio
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
223
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
R2FFRAD16+P8N8
FFR - Scienze Economiche, Aziendali e Statistiche
(SEAS) - Prof. ROMANA Nicola
€
-
€
408,56
€
408,56
R2FFRAD16+P6DA
FFR - Scienze Economiche, Aziendali e Statistiche
(SEAS) - Prof. ROMEO Marcella
€
-
€
393,90
€
393,90
R2FFRAD17+P958
FFR - Scienze Giuridiche, della Società e dello Sport Prof. BLANDO Felice
€
-
€
700,95
€
700,95
R2FFRAD17+PNDV
FFR - Scienze Giuridiche, della Società e dello Sport Prof. CAMILLERI Enrico
€
-
€
11.336,01
R2FFRAD17+PP5T
FFR - Scienze Giuridiche, della Società e dello Sport Prof. CAVASINO ELISA
€
-
€
6.887,82
€
6.887,82
R2FFRAD17+P8K4
FFR - Scienze Giuridiche, della Società e dello Sport Prof. FERRANTE Mario Giuseppe
€
-
€
1.730,52
€
1.730,52
R2FFRAD17+P8FG
FFR - Scienze Giuridiche, della Società e dello Sport Prof. GIAIMO Giuseppe
€
-
€
350,48
€
350,48
R2FFRAD17+P4RF
FFR - Scienze Giuridiche, della Società e dello Sport Prof. IMMORDINO Maria
€
-
€
2.980,04
€
2.980,04
R2FFRAD17+P8RQ
FFR - Scienze Giuridiche, della Società e dello Sport Prof. IMPASTATO Ignazio
€
-
€
350,48
€
350,48
R2FFRAD17+PQ9S
FFR - Scienze Giuridiche, della Società e dello Sport Prof. LA SCALA AGOSTINO ENNIO
€
-
€
2.936,31
€
2.936,31
R2FFRAD17+P9FC
FFR - Scienze Giuridiche, della Società e dello Sport Prof. LAVEZZI Andrea Mario
€
-
€
807,19
€
807,19
R2FFRAD17+P27F
FFR - Scienze Giuridiche, della Società e dello Sport Prof. LETO Gaetano
€
-
€
5.162,00
€
5.162,00
R2FFRAD17+P6DC
FFR - Scienze Giuridiche, della Società e dello Sport Prof. MANGANO Renato
€
-
€
350,48
€
350,48
R2FFRAD17+P8RQ
FFR - Scienze Giuridiche, della Società e dello Sport Prof. MAZZARELLA FERDINANDO
€
-
€
350,48
€
350,48
R2FFRAD17+P5RB
FFR - Scienze Giuridiche, della Società e dello Sport Prof. MILITELLO Vincenzo
€
-
€
5.872,62
€
5.872,62
R2FFRAD17+P3JW
FFR - Scienze Giuridiche, della Società e dello Sport Prof. PALMA Antonio
€
-
€
1.960,15
€
1.960,15
R2FFRAD17+P8JZ
FFR - Scienze Giuridiche, della Società e dello Sport Prof. PASCIUTA Beatrice
€
-
€
496,67
€
496,67
R2FFRAD17+P8PL
FFR - Scienze Giuridiche, della Società e dello Sport Prof. PLAIA ARMANDO
€
-
€
1.401,90
€
1.401,90
R2FFRAD17+P0SJ
FFR - Scienze Giuridiche, della Società e dello Sport Prof. PURPURA Gianfranco
€
-
€
1.365,02
€
1.365,02
R2FFRAD17+P8EL
FFR - Scienze Giuridiche, della Società e dello Sport Prof. SANTORO Laura
€
-
€
1.314,45
€
1.314,45
R2FFRAD17+P11D
FFR - Scienze Giuridiche, della Società e dello Sport Prof. SERIO Mario
€
-
€
569,11
€
569,11
R2FFRAD17+P8KJ
FFR - Scienze Giuridiche, della Società e dello Sport Prof. SMORTO Guido
€
-
€
350,48
€
350,48
R2FFRAD17+PIP4
FFR - Scienze Giuridiche, della Società e dello Sport Prof. TRAINA Marcello
€
-
€
2.186,35
€
2.186,35
R2FFRAD17+P8PQ
FFR - Scienze Giuridiche, della Società e dello Sport Prof. TRUJILLO PEREZ Isabel Ascension
€
-
€
4.966,72
€
4.966,72
R2FFRAD17+P8K6
FFR - Scienze Giuridiche, della Società e dello Sport Prof. ZIINO Salvatore
€
-
€
1.029,56
€
1.029,56
R2FFRAD18+P8HG
FFR - Scienze per la Promozione della Salute e Materno
Infantile "Giuseppe D'Alessandro" - Prof. CANNIZZARO
Carla
€
-
€
1.375,00
€
1.375,00
R2FFRAD18+PQ7B
FFR - Scienze per la Promozione della Salute e Materno
Infantile "Giuseppe D'Alessandro" - Prof. CAPRA
GIUSEPPINA
€
-
€
3.428,59
€
3.428,59
R2FFRAD18+P5QA
FFR - Scienze per la Promozione della Salute e Materno
Infantile "Giuseppe D'Alessandro" - Prof. CASUCCIO
Alessandra
€
-
€
2.820,73
€
2.820,73
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
€ 11.336,01
224
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
R2FFRAD18+PQBV
FFR - Scienze per la Promozione della Salute e Materno
Infantile "Giuseppe D'Alessandro" - Prof. DE GRAZIA
Simona
€
-
€
4.358,26
€
4.358,26
R2FFRAD18+P4D7
FFR - Scienze per la Promozione della Salute e Materno
Infantile "Giuseppe D'Alessandro" - Prof. FRANCO Vito
€
-
€
6.503,66
€
6.503,66
R2FFRAD18+P8A7
FFR - Scienze per la Promozione della Salute e Materno
Infantile "Giuseppe D'Alessandro" - Prof. MAMMINA
Caterina
€
-
€
2.820,73
€
2.820,73
R2FFRAD18+PNPC
FFR - Scienze per la Promozione della Salute e Materno
Infantile "Giuseppe D'Alessandro" - Prof.
NOTARBARTOLO DI VILLAROSA Monica
€
-
€
2.164,00
€
2.164,00
R2FFRAD18+PMRJ
FFR - Scienze per la Promozione della Salute e Materno
Infantile "Giuseppe D'Alessandro" - Prof. SERGIO Maria
€
-
€
3.893,42
€
3.893,42
R2FFRAD19+PQ3T
FFR - SCIENZE UMANISTICHE - Prof. AMENTA
Luisa
€
-
€
1.701,70
€
1.701,70
R2FFRAD19+P480
FFR - SCIENZE UMANISTICHE - Prof. AUTERI Laura
€
-
€
2.231,76
€
2.231,76
R2FFRAD19+P8GZ
FFR - SCIENZE UMANISTICHE - Prof. BARTOLOTTA
Anna Maria
€
-
€
1.701,70
€
1.701,70
R2FFRAD19+PN0H
FFR - SCIENZE UMANISTICHE - Prof. CALDARONE
Rosaria
€
-
€
2.186,35
€
2.186,35
R2FFRAD19+PN38
FFR - SCIENZE UMANISTICHE - Prof. CICATELLO
Angelo
€
-
€
2.110,95
€
2.110,95
R2FFRAD19+P260
FFR - SCIENZE UMANISTICHE - Prof. COLLISANI
Amalia
€
-
€
393,90
€
393,90
R2FFRAD19+PN0R
FFR - SCIENZE UMANISTICHE - Prof. DI GESU'
Floriana
€
-
€
2.268,92
€
2.268,92
R2FFRAD19+PNMV
FFR - SCIENZE UMANISTICHE - Prof. DI GESU'
Matteo
€
-
€
1.134,47
€
1.134,47
R2FFRAD19+P0B1
FFR - SCIENZE UMANISTICHE - Prof. DI PIAZZA
Carmelo
€
-
€
2.975,68
€
2.975,68
R2FFRAD19+PN08
FFR - SCIENZE UMANISTICHE - Prof. DI STEFANO
Elisabetta
€
-
€
2.337,10
€
2.337,10
R2FFRAD19+P0JQ
FFR - SCIENZE UMANISTICHE - Prof. LO PIPARO
Francesco
€
-
€
2.261,75
€
2.261,75
R2FFRAD19+P84Y
FFR - SCIENZE UMANISTICHE - Prof. LUPO Salvatore
€
-
€
1.281,65
€
1.281,65
R2FFRAD19+P850
FFR - SCIENZE UMANISTICHE - Prof. MANCINI
Sandro
€
-
€
1.432,45
€
1.432,45
R2FFRAD19+P616
FFR - SCIENZE UMANISTICHE - Prof. MARRAPODI
Michele
€
-
€
3.403,40
€
3.403,40
R2FFRAD19+P55M
FFR - SCIENZE UMANISTICHE - Prof. PERRONE
Domenica
€
-
€
1.181,70
€
1.181,70
R2FFRAD19+P0R6
FFR - SCIENZE UMANISTICHE - Prof. PICONE
GIUSTO
€
-
€
4.463,52
€
4.463,52
R2FFRAD19+P9UO
FFR - SCIENZE UMANISTICHE - Prof. PRIVITERA
Massimo
€
-
€
787,80
€
787,80
R2FFRAD19+P4UW
FFR - SCIENZE UMANISTICHE - Prof. ROCCARO
Giuseppe
€
-
€
1.130,85
€
1.130,85
R2FFRAD19+P5LA
FFR - SCIENZE UMANISTICHE - Prof. SACCO
Michelina
€
-
€
4.463,52
€
4.463,52
R2FFRAD19+P102
FFR - SCIENZE UMANISTICHE - Prof.
SANTANGELO Giovanni Saverio
€
-
€
1.575,60
€
1.575,60
R2FFRAD19+PQ33
FFR - SCIENZE UMANISTICHE - Prof. SCHEMBRI
Gennaro
€
-
€
2.268,92
€
2.268,92
R2FFRAD19+P60Q
FFR - SCIENZE UMANISTICHE - Prof. SICA Anna
€
-
€
1.575,52
€
1.575,52
R2FFRAD19+PQC8
FFR - SCIENZE UMANISTICHE - Prof. SOTTILE
ROBERTO
€
-
€
1.701,70
€
1.701,70
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
225
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
R2FFRAD20+P83Y
FFR - Studi Europei e dell'Integrazione Internazionale.
Diritti, Economia, Management, Storia, Lingue e Culture
(D.E.M.S.) - Prof. ASSO Pier Francesco
€
€
-
1.225,55
€
1.225,55
R2FFRAD20+P65G
FFR - Studi Europei e dell'Integrazione Internazionale.
Diritti, Economia, Management, Storia, Lingue e Culture
(D.E.M.S.) - Prof. BIANCHI Carmine
€
-
€
4.398,29
€
4.398,29
R2FFRAD20+P5W9
FFR - Studi Europei e dell'Integrazione Internazionale.
Diritti, Economia, Management, Storia, Lingue e Culture
(D.E.M.S.) - Prof. COSTANTINO Salvatore
€
-
€
4.792,85
€
4.792,85
R2FFRAD20+P4KG
FFR - Studi Europei e dell'Integrazione Internazionale.
Diritti, Economia, Management, Storia, Lingue e Culture
(D.E.M.S.) - Prof. FIUME Giovanna
€
-
€
1.734,00
€
1.734,00
R2FFRAD20+PQCQ
FFR - Studi Europei e dell'Integrazione Internazionale.
Diritti, Economia, Management, Storia, Lingue e Culture
(D.E.M.S.) - Prof. GUCCIONE CRISTINA
€
-
€
787,76
€
787,76
R2FFRAD20+P4BT
FFR - Studi Europei e dell'Integrazione Internazionale.
Diritti, Economia, Management, Storia, Lingue e Culture
(D.E.M.S.) - Prof. LILLO Jacqueline
€
-
€
1.701,70
€
1.701,70
R2FFRAD20+PQ9T
FFR - Studi Europei e dell'Integrazione Internazionale.
Diritti, Economia, Management, Storia, Lingue e Culture
(D.E.M.S.) - Prof. MARSALA ROSANNA
€
-
€
396,30
€
396,30
R2FFRAD20+PQ65
FFR - Studi Europei e dell'Integrazione Internazionale.
Diritti, Economia, Management, Storia, Lingue e Culture
(D.E.M.S.) - Prof. MONTELEONE CARLA
€
-
€
2.094,17
€
2.094,17
€ 954.904,88
-€
0,00
TOTALE
€ 954.904,88
Vista della delibera del Consiglio di Amministrazione del 19/12/2013 punto 9, relativa
all’approvazione del bilancio unico di previsione d'Ateneo per l'E.F. 2014;
Visto l’art. 14 punto 1 del Regolamento per l’amministrazione, la finanza e la contabilità
dell’Università degli Studi di Palermo, emanato dal Rettore con Decreto n. 285 del
07/02/2013 e successive modifiche ed integrazioni;
Tenuto conto del processo di dipartimentalizzazione d'Ateneo, conclusosi con la delibera
del
Consiglio di Amministrazione del 27 Novembre 2012, che ha ridefinito la nuova
organizzazione dipartimentale;
DELIBERI
In conformità a quanto premesso e nella assoluta eccezionalità della
procedura,
1) di autorizzare il Settore Bilancio e Rendiconto dell’Area Economico Finanziaria a
cancellare il residuo passivo n.2320/2012 di € 928.661,36 e parziale riduzione del residuo
passivo n.2668/2012 di euro 186.733,60, per l’importo di euro 26.243,52, per un
complessivo di euro € 954.904,88 nella voce di spesa R2FFRADA000000 “Fondo di
Finalizzato alla Ricerca di Ateneo (FFR) - da ripartire” nella gestione residui riportati al 1
gennaio 2014;
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
226
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
2) di autorizzare il Settore Bilancio e Rendiconto dell’Area Economico Finanziaria ad
apportare la variazione in aumento dello stanziamento relativo alla voce 0.0.8.0.0000
“AVANZO DI AMMINISTRAZIONE A SEGUITO ATTI DELIBERATIVI” per l’importo
di €
954.904,88 e in corrispondenza a incrementare lo stanziamento sulla voce di spesa
53000100000001 “Fondo di riserva per maggiori spese da avanzo disponibile a seguito
atti deliberativi (0.0.8.0.0000) “;
ENTRATA
Voce di Bilancio
0.0.8.0.0000
Descrizione
Stanziamento
AVANZO DI AMMINISTRAZIONE A SEGUITO ATTI
DELIBERATIVI
TOTALE
Variazione
Stanziamento
definitivo
€
-
€ 954.904,88
€ 954.904,88
€
-
€ 954.904,88
€ 954.904,88
Variazione
Stanziamento
definitivo
USCITA
Voce di Bilancio
Descrizione
Stanziamento
53000100000001
Fondo di riserva per maggiori spese da avanzo disponibile
a seguito atti deliberativi (0.0.8.0.0000)
TOTALE
€
-
€ 954.904,88
€ 954.904,88
€
-
€ 954.904,88
€ 954.904,88
3) di autorizzare il Settore Bilancio e Rendiconto dell’Area Economico Finanziaria ad effettuare lo
storno dalla voce 53000100000001 “Fondo di riserva per maggiori spese da avanzo
disponibile a seguito atti deliberativi (0.0.8.0.0000) “per l’importo di € 954.904,88 alle voci
di spesa dei progetti FFR, secondo il seguente prospetto:
USCITA
Variazione
Stanziamento
definitivo
Voce di Bilancio
Descrizione
Stanziamento
53000100000001
Fondo di riserva per maggiori spese da avanzo disponibile
a seguito atti deliberativi (0.0.8.0.0000)
€ 954.904,88
-€ 954.904,88
€
-
R2FFRAD01+P0WN
FFR - Architettura (DARCH) - Prof. AIROLDI Cesare
€
-
€
4.183,12
€
4.183,12
R2FFRAD01+P5FG
FFR - Architettura (DARCH) - Prof. ALAIMO Giuseppe
€
-
€
1.819,04
€
1.819,04
R2FFRAD01+P00Q
FFR - Architettura (DARCH) - Prof. APRILE Marcella
€
-
€
4.343,64
€
4.343,64
R2FFRAD01+P8NG
FFR - Architettura (DARCH) - Prof. BADAMI Angela
€
-
€
699,73
€
699,73
R2FFRAD01+P6CP
FFR - Architettura (DARCH) - Prof. CARTA Maurizio
€
-
€
3.360,93
€
3.360,93
R2FFRAD01+P94G
FFR - Architettura (DARCH) - Prof. CILONA Teresa
€
-
€
2.339,08
€
2.339,08
R2FFRAD01+P0AB
FFR - Architettura (DARCH) - Prof. DE VECCHI
Antonio
€
-
€
1.661,98
€
1.661,98
R2FFRAD01+P8SO
FFR - Architettura (DARCH) - Prof. FIRRONE Tiziana
Rosa M. Luciana
€
-
€
598,81
€
598,81
R2FFRAD01+P5M5
FFR - Architettura (DARCH) - Prof. GANGEMI
Giuseppe
€
-
€
2.715,20
€
2.715,20
R2FFRAD01+P8DQ
FFR - Architettura (DARCH) - Prof. GERMANA' Maria
Luisa
€
-
€
2.541,86
€
2.541,86
R2FFRAD01+PQ8X
FFR - Architettura (DARCH) - Prof. LEONE
MANFREDI
€
-
€
1.771,24
€
1.771,24
R2FFRAD01+P8D8
FFR - Architettura (DARCH) - Prof. LO PICCOLO
Francesco
€
-
€
4.672,34
€
4.672,34
R2FFRAD01+P8R4
FFR - Architettura (DARCH) - Prof. MAGGIO Francesco
€
-
€
1.751,06
€
1.751,06
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
227
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
R2FFRAD01+P5LG
FFR - Architettura (DARCH) - Prof. PELLITTERI
Giuseppe
€
-
€
979,42
€
979,42
R2FFRAD01+P8KN
FFR - Architettura (DARCH) - Prof. PENNISI Silvia
€
-
€
538,06
€
538,06
R2FFRAD01+PQ3U
FFR - Architettura (DARCH) - Prof. PIAZZA Stefano
€
-
€
2.451,61
€
2.451,61
R2FFRAD01+P948
FFR - Architettura (DARCH) - Prof. SCADUTO Rosario
€
-
€
534,37
€
534,37
R2FFRAD01+PQ54
FFR - Architettura (DARCH) - Prof. SCIASCIA Andrea
€
-
€
3.490,21
€
3.490,21
€
-
€
1.165,63
€
1.165,63
€
-
€
2.883,85
€
2.883,85
R2FFRAD01+P1BY
R2FFRAD01+PQ7G
FFR - Architettura (DARCH) - Prof. SESSA Ettore
FFR - Architettura (DARCH) - Prof. SPOSITO CESARE
R2FFRAD01+P93U
FFR - Architettura (DARCH) - Prof. TUZZOLINO
Giovanni Francesco
€
-
€
2.813,61
€
2.813,61
R2FFRAD01+PYQR
FFR - Architettura (DARCH) - Prof. VENTIMIGLIA
GASPARE
€
-
€
1.780,44
€
1.780,44
€
-
€
791,41
€
791,41
R2FFRAD01+P92Z
FFR - Architettura (DARCH) - Prof. VITRANO Rosa
Maria
€
-
€
1.536,66
€
1.536,66
R2FFRAD02+P1RN
FFR - Beni Culturali - Studi Culturali - Prof. ALLEGRO
Nunzio
€
-
€
1.181,70
€
1.181,70
R2FFRAD02+P944
FFR - Beni Culturali - Studi Culturali - Prof.
BARTHOLINI Ignazia Maria
€
-
€
1.881,87
€
1.881,87
R2FFRAD02+P02B
FFR - Beni Culturali - Studi Culturali - Prof.
BELVEDERE OSCAR
€
-
€
2.231,76
€
2.231,76
R2FFRAD02+P608
FFR - Beni Culturali - Studi Culturali - Prof. CANCILA
Rosaria
€
-
€
2.186,35
€
2.186,35
R2FFRAD02+P060
FFR - Beni Culturali - Studi Culturali - Prof. CARRA
Rosa Maria
€
-
€
787,72
€
787,72
R2FFRAD02+PN35
FFR - Beni Culturali - Studi Culturali - Prof.
CASAMENTO Alfredo
€
-
€
3.719,60
€
3.719,60
R2FFRAD02+P6DG
FFR - Beni Culturali - Studi Culturali - Prof. COMETA
Michele
€
-
€
1.701,70
€
1.701,70
R2FFRAD02+P66K
FFR - Beni Culturali - Studi Culturali - Prof. COZZO
Andrea
€
-
€
2.268,92
€
2.268,92
R2FFRAD02+P8NQ
FFR - Beni Culturali - Studi Culturali - Prof. DE
SPUCHES Giulia
€
-
€
678,50
€
678,50
R2FFRAD02+P2B7
FFR - Beni Culturali - Studi Culturali - Prof. DI NATALE
Maria Concetta
€
-
€
5.207,44
€
5.207,44
R2FFRAD02+P840
FFR - Beni Culturali - Studi Culturali - Prof. IURILLI
Antonio
€
-
€
394,62
€
394,62
R2FFRAD02+P6WH
FFR - Beni Culturali - Studi Culturali - Prof. MARRONE
Giovanni
€
-
€
1.734,00
€
1.734,00
R2FFRAD02+P9B0
FFR - Beni Culturali - Studi Culturali - Prof.
MERCATANTI LEONARDO
€
-
€
1.960,15
€
1.960,15
R2FFRAD02+P864
FFR - Beni Culturali - Studi Culturali - Prof. MIRTO
Ignazio Mauro
€
-
€
787,76
€
787,76
R2FFRAD02+PN0X
FFR - Beni Culturali - Studi Culturali - Prof. MOTTA
Daniela
€
-
€
4.463,52
€
4.463,52
R2FFRAD02+PQ17
FFR - Beni Culturali - Studi Culturali - Prof. PIRRONE
Marco Antonio
€
-
€
3.184,44
€
3.184,44
R2FFRAD02+PYLJ
FFR - Beni Culturali - Studi Culturali - Prof. ROGNONI
CRISTINA
€
-
€
3.403,40
€
3.403,40
R2FFRAD02+PQ5M
FFR - Beni Culturali - Studi Culturali - Prof. SANTORO
Daniela
€
-
€
1.960,15
€
1.960,15
R2FFRAD02+P5PE
FFR - Beni Culturali - Studi Culturali - Prof. TERESI
Loredana
€
-
€
1.701,70
€
1.701,70
R2FFRAD02+P87C
FFR - Beni Culturali - Studi Culturali - Prof. VACCARO
Salvatore
€
-
€
3.848,34
€
3.848,34
R2FFRAD01+PN24
FFR - Architettura (DARCH) - Prof. VINCI Ignazio
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
228
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
R2FFRAD03+P80H
FFR - Biomedicina Sperimentale e Neuroscienze Cliniche
(BioNeC) - Prof. BELLUARDO Natale - CUP:
B71J12001230001
€
-
€
1.628,50
€
1.628,50
R2FFRAD03+P004
FFR - Biomedicina Sperimentale e Neuroscienze Cliniche
(BioNeC) - Prof. BENIGNO Arcangelo - CUP:
B71J12001240001
€
-
€
339,00
€
339,00
R2FFRAD03+P8KQ
FFR - Biomedicina Sperimentale e Neuroscienze Cliniche
(BioNeC) - Prof. BUCCHIERI Fabio - CUP:
B71J12001270001
€
-
€
786,00
€
786,00
R2FFRAD03+P89P
FFR - Biomedicina Sperimentale e Neuroscienze Cliniche
(BioNeC) - Prof. CAPPELLO Francesco - CUP:
B71J12001090001
€
-
€
1.628,50
€
1.628,50
R2FFRAD03+PLTJ
FFR - Biomedicina Sperimentale e Neuroscienze Cliniche
(BioNeC) - Prof. CASARRUBEA MAURIZIO - CUP:
B71J12001100001
€
-
€
1.743,50
€
1.743,50
R2FFRAD03+PQ8A
FFR - Biomedicina Sperimentale e Neuroscienze Cliniche
(BioNeC) - Prof. DAVID SABRINA - CUP:
B71J12001110001
€
-
€
1.962,00
€
1.962,00
R2FFRAD03+P8CM
FFR - Biomedicina Sperimentale e Neuroscienze Cliniche
(BioNeC) - Prof. DI FELICE Valentina - CUP:
B71J12001120001
€
-
€
1.543,50
€
1.543,50
R2FFRAD03+P5FW
FFR - Biomedicina Sperimentale e Neuroscienze Cliniche
(BioNeC) - Prof. DI LIEGRO Italia - CUP:
B71J12001130001
€
-
€
2.273,00
€
2.273,00
R2FFRAD03+P8WK
FFR - Biomedicina Sperimentale e Neuroscienze Cliniche
(BioNeC) - Prof. GALLINA Salvatore - CUP:
B71J12001160001
€
-
€
2.500,00
€
2.500,00
R2FFRAD03+P0E8
FFR - Biomedicina Sperimentale e Neuroscienze Cliniche
(BioNeC) - Prof. GERBINO Aldo - CUP:
B71J12001170001
€
-
€
2.416,00
€
2.416,00
R2FFRAD03+P8CR
FFR - Biomedicina Sperimentale e Neuroscienze Cliniche
(BioNeC) - Prof. GRASSO Giovanni - CUP:
B71J12001180001
€
-
€
5.573,99
€
5.573,99
R2FFRAD03+P82P
FFR - Biomedicina Sperimentale e Neuroscienze Cliniche
(BioNeC) - Prof. LA BELLA Vincenzo - CUP:
B71J12001190001
€
-
€
2.500,00
€
2.500,00
R2FFRAD03+PNTB
FFR - Biomedicina Sperimentale e Neuroscienze Cliniche
(BioNeC) - Prof. LA ROCCA Giampiero - CUP:
B71J12001230001
€
-
€
3.229,00
€
3.229,00
R2FFRAD03+PQW7
FFR - Biomedicina Sperimentale e Neuroscienze Cliniche
(BioNeC) - Prof. MONASTERO ROBERTO - CUP:
B71J12001240001
€
-
€
5.520,35
€
5.520,35
R2FFRAD03+P10F
FFR - Biomedicina Sperimentale e Neuroscienze Cliniche
(BioNeC) - Prof. SAVETTIERI Giovanni - CUP:
B71J12001290001
€
-
€
6.503,66
€
6.503,66
R2FFRAD03+P15J
FFR - Biomedicina Sperimentale e Neuroscienze Cliniche
(BioNeC) - Prof. ZUMMO Giovanni - CUP:
B71J12001400001
€
-
€
842,50
€
842,50
R2FFRAD04+P6D4
FFR - BIOMEDICO DI MEDICINA INTERNA E
SPECIALISTICA (DIBIMIS) - Prof. AVERNA Maurizio
€
-
€
6.503,66
€
6.503,66
R2FFRAD04+P62G
FFR - BIOMEDICO DI MEDICINA INTERNA E
SPECIALISTICA (DIBIMIS) - Prof. BARBAGALLO
Mario
€
-
€
7.665,75
€
7.665,75
R2FFRAD04+P81H
FFR - BIOMEDICO DI MEDICINA INTERNA E
SPECIALISTICA (DIBIMIS) - Prof. BONGIORNO
Maria Rita
€
-
€
2.500,00
€
2.500,00
R2FFRAD04+P04G
FFR - BIOMEDICO DI MEDICINA INTERNA E
SPECIALISTICA (DIBIMIS) - Prof. CAIMI Gregorio
€
-
€
3.285,56
€
3.285,56
R2FFRAD04+PD43
FFR - BIOMEDICO DI MEDICINA INTERNA E
SPECIALISTICA (DIBIMIS) - Prof. CARROCCIO
Antonio
€
-
€
2.820,73
€
2.820,73
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
229
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
R2FFRAD04+PLU1
FFR - BIOMEDICO DI MEDICINA INTERNA E
SPECIALISTICA (DIBIMIS) - Prof. CICCIA Francesco
€
-
€
3.428,59
€
3.428,59
R2FFRAD04+P88D
FFR - BIOMEDICO DI MEDICINA INTERNA E
SPECIALISTICA (DIBIMIS) - Prof. DI MARCO Vito
€
-
€
2.820,73
€
2.820,73
R2FFRAD04+PD33
FFR - BIOMEDICO DI MEDICINA INTERNA E
SPECIALISTICA (DIBIMIS) - Prof. GIORDANO Carla
€
-
€
2.878,70
€
2.878,70
R2FFRAD04+P0J3
FFR - BIOMEDICO DI MEDICINA INTERNA E
SPECIALISTICA (DIBIMIS) - Prof. LICATA Giuseppe
€
-
€
7.665,75
€
7.665,75
R2FFRAD04+P0N4
FFR - BIOMEDICO DI MEDICINA INTERNA E
SPECIALISTICA (DIBIMIS) - Prof. MONTALTO
Giuseppe
€
-
€
7.665,75
€
7.665,75
R2FFRAD04+P4DL
FFR - BIOMEDICO DI MEDICINA INTERNA E
SPECIALISTICA (DIBIMIS) - Prof. NOVO Salvatore
€
-
€
7.665,75
€
7.665,75
R2FFRAD04+PD0J
FFR - BIOMEDICO DI MEDICINA INTERNA E
SPECIALISTICA (DIBIMIS) - Prof. PARRINELLO
Gaspare
€
-
€
3.285,56
€
3.285,56
R2FFRAD04+6DC4
FFR - BIOMEDICO DI MEDICINA INTERNA E
SPECIALISTICA (DIBIMIS) - Prof. PETTA
SALVATORE
€
-
€
5.520,35
€
5.520,35
R2FFRAD04+P0RB
FFR - BIOMEDICO DI MEDICINA INTERNA E
SPECIALISTICA (DIBIMIS) - Prof. PINTO Antonio
€
-
€
2.820,73
€
2.820,73
R2FFRAD04+P0TE
FFR - BIOMEDICO DI MEDICINA INTERNA E
SPECIALISTICA (DIBIMIS) - Prof. RINI Giovam
Battista
€
-
€
4.447,65
€
4.447,65
R2FFRAD05+P827
FFR - Biopatologia e Biotecnologie Mediche e Forensi
(DIBIMEF) - Prof. ALESSANDRO Riccardo
€
-
€
842,50
€
842,50
R2FFRAD05+P8D9
FFR - Biopatologia e Biotecnologie Mediche e Forensi
(DIBIMEF) - Prof. BRANCATELLI GIUSEPPE
€
-
€
5.520,35
€
5.520,35
R2FFRAD05+P8AR
FFR - Biopatologia e Biotecnologie Mediche e Forensi
(DIBIMEF) - Prof. CACCAMO Nadia Rosalia
€
-
€
5.520,35
€
5.520,35
R2FFRAD05+P45U
FFR - Biopatologia e Biotecnologie Mediche e Forensi
(DIBIMEF) - Prof. CANDORE Giuseppina
€
-
€
7.660,26
€
7.660,26
R2FFRAD05+P065
FFR - Biopatologia e Biotecnologie Mediche e Forensi
(DIBIMEF) - Prof. CARUSO Calogero
€
-
€
7.665,75
€
7.665,75
R2FFRAD05+P80F
FFR - Biopatologia e Biotecnologie Mediche e Forensi
(DIBIMEF) - Prof. CIACCIO Marcello
€
-
€
254,00
€
254,00
R2FFRAD05+P0A4
FFR - Biopatologia e Biotecnologie Mediche e Forensi
(DIBIMEF) - Prof. DE LEO Giacomo
€
-
€
648,50
€
648,50
R2FFRAD05+P5L7
FFR - Biopatologia e Biotecnologie Mediche e Forensi
(DIBIMEF) - Prof. DI BELLA Maria Antonietta
€
-
€
507,00
€
507,00
R2FFRAD05+PNFJ
FFR - Biopatologia e Biotecnologie Mediche e Forensi
(DIBIMEF) - Prof. FONTANA SIMONA
€
-
€
1.040,00
€
1.040,00
R2FFRAD05+PX0S
FFR - Biopatologia e Biotecnologie Mediche e Forensi
(DIBIMEF) - Prof. GALIA MASSIMO
€
-
€
4.358,26
€
4.358,26
R2FFRAD05+P899
FFR - Biopatologia e Biotecnologie Mediche e Forensi
(DIBIMEF) - Prof. MIRISOLA Mario Giuseppe
€
-
€
701,00
€
701,00
R2FFRAD05+P84D
FFR - Biopatologia e Biotecnologie Mediche e Forensi
(DIBIMEF) - Prof. SALERNO Sergio
€
-
€
3.428,59
€
3.428,59
R2FFRAD05+P8D5
FFR - Biopatologia e Biotecnologie Mediche e Forensi
(DIBIMEF) - Prof. SCAZZONE Concetta
€
-
€
2.439,00
€
2.439,00
R2FFRAD05+P8BX
FFR - Biopatologia e Biotecnologie Mediche e Forensi
(DIBIMEF) - Prof. SEIDITA Gregorio
€
-
€
254,00
€
254,00
R2FFRAD06+P1QH
FFR - Discipline Chirurgiche, Oncologiche e
Stomatologiche (Di.Chir.On.S.) - Prof. BAZAN Viviana
€
-
€
2.820,73
€
2.820,73
R2FFRAD06+P8DP
FFR - Discipline Chirurgiche, Oncologiche e
Stomatologiche (Di.Chir.On.S.) - Prof. BRACALE
UMBERTO MARCELLO
€
-
€
3.428,59
€
3.428,59
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
230
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
R2FFRAD06+P0CZ
FFR - Discipline Chirurgiche, Oncologiche e
Stomatologiche (Di.Chir.On.S.) - Prof. FIORENTINO
Eugenio
€
-
€
3.285,56
€
3.285,56
R2FFRAD06+P1L5
FFR - Discipline Chirurgiche, Oncologiche e
Stomatologiche (Di.Chir.On.S.) - Prof. MOSCHELLA
Francesco
€
-
€
2.820,73
€
2.820,73
R2FFRAD06+P1JS
FFR - Discipline Chirurgiche, Oncologiche e
Stomatologiche (Di.Chir.On.S.) - Prof. RUSSO Antonio
€
-
€
7.665,75
€
7.665,75
R2FFRAD06+P80P
FFR - Discipline Chirurgiche, Oncologiche e
Stomatologiche (Di.Chir.On.S.) - Prof. SALZANO
Francesco Antonio
€
-
€
2.500,00
€
2.500,00
R2FFRAD06+PQF1
FFR - Discipline Chirurgiche, Oncologiche e
Stomatologiche (Di.Chir.On.S.) - Prof. SCARDINA
Giuseppe Alessandro
€
-
€
6.038,82
€
6.038,82
R2FFRAD06+P807
FFR - Discipline Chirurgiche, Oncologiche e
Stomatologiche (Di.Chir.On.S.) - Prof. STASSI Giorgio
€
-
€
6.038,82
€
6.038,82
FFR - Energia, Ingegneria dell'Informazione e Modelli
Matematici (DEIM) - Prof. AIENA Pietro
FFR - Energia, Ingegneria dell'Informazione e Modelli
Matematici (DEIM) - Prof. ALA Guido
€
-
€
2.775,00
€
2.775,00
€
-
€
431,50
€
431,50
R2FFRAD07+P6S5
FFR - Energia, Ingegneria dell'Informazione e Modelli
Matematici (DEIM) - Prof. BAGARELLO Fabio
€
-
€
2.825,00
€
2.825,00
R2FFRAD07+P5PX
FFR - Energia, Ingegneria dell'Informazione e Modelli
Matematici (DEIM) - Prof. BURLON RICCARDO
€
-
€
999,48
€
999,48
R2FFRAD07+P063
FFR - Energia, Ingegneria dell'Informazione e Modelli
Matematici (DEIM) - Prof. CARUSO GIUSEPPE
€
-
€
337,50
€
337,50
R2FFRAD07+P06D
FFR - Energia, Ingegneria dell'Informazione e Modelli
Matematici (DEIM) - Prof. CASTIGLIA Francesco
€
-
€
1.861,50
€
1.861,50
R2FFRAD07+P8FA
FFR - Energia, Ingegneria dell'Informazione e Modelli
Matematici (DEIM) - Prof. CATALIOTTI Antonio
€
-
€
3.996,00
€
3.996,00
R2FFRAD07+P8E6
FFR - Energia, Ingegneria dell'Informazione e Modelli
Matematici (DEIM) - Prof. CELLURA Maurizio
€
-
€
2.923,00
€
2.923,00
R2FFRAD07+PJ43
FFR - Energia, Ingegneria dell'Informazione e Modelli
Matematici (DEIM) - Prof. CINO ALFONSO CARMELO
€
-
€
3.393,00
€
3.393,00
R2FFRAD07+P5L2
FFR - Energia, Ingegneria dell'Informazione e Modelli
Matematici (DEIM) - Prof. CIOFALO Michele
€
-
€
635,00
€
635,00
R2FFRAD07+PNBC
FFR - Energia, Ingegneria dell'Informazione e Modelli
Matematici (DEIM) - Prof. DI MAIO Pietro Alessandro
€
-
€
1.943,00
€
1.943,00
R2FFRAD07+P0BW
FFR - Energia, Ingegneria dell'Informazione e Modelli
Matematici (DEIM) - Prof. DI PAOLA Agatino
€
-
€
635,00
€
635,00
R2FFRAD07+PNLX
FFR - Energia, Ingegneria dell'Informazione e Modelli
Matematici (DEIM) - Prof. DI TOMMASO Antonino
Oscar
€
-
€
2.225,50
€
2.225,50
R2FFRAD07+P8GL
FFR - Energia, Ingegneria dell'Informazione e Modelli
Matematici (DEIM) - Prof. D'IPPOLITO Filippo
€
-
€
998,50
€
998,50
R2FFRAD07+P0BJ
FFR - Energia, Ingegneria dell'Informazione e Modelli
Matematici (DEIM) - Prof. DUSONCHET Luigi
€
-
€
4.364,50
€
4.364,50
€
-
€
3.777,50
€
3.777,50
R2FFRAD07+P0WM
R2FFRAD07+P6D1
R2FFRAD07+PN7A
FFR - Energia, Ingegneria dell'Informazione e Modelli
Matematici (DEIM) - Prof. FRANZITTA Vincenzo
R2FFRAD07+PNE1
FFR - Energia, Ingegneria dell'Informazione e Modelli
Matematici (DEIM) - Prof. LO BRANO Valerio
€
-
€
1.543,50
€
1.543,50
R2FFRAD07+P8FE
FFR - Energia, Ingegneria dell'Informazione e Modelli
Matematici (DEIM) - Prof. LODDO Vittorio
€
-
€
1.068,50
€
1.068,50
R2FFRAD07+P8LQ
FFR - Energia, Ingegneria dell'Informazione e Modelli
Matematici (DEIM) - Prof. MANGIONE Stefano
€
-
€
808,50
€
808,50
R2FFRAD07+PPWA
FFR - Energia, Ingegneria dell'Informazione e Modelli
Matematici (DEIM) - Prof. PIACENTINO Antonio
€
-
€
4.568,50
€
4.568,50
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
231
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
R2FFRAD07+PQ1X
FFR - Energia, Ingegneria dell'Informazione e Modelli
Matematici (DEIM) - Prof. RIVA SANSEVERINO
Eleonora
€
-
€
4.458,50
€
4.458,50
R2FFRAD07+P6D3
FFR - Energia, Ingegneria dell'Informazione e Modelli
Matematici (DEIM) - Prof. RIZZO Gianfranco
€
-
€
3.588,50
€
3.588,50
R2FFRAD07+PQ5E
FFR - Energia, Ingegneria dell'Informazione e Modelli
Matematici (DEIM) - Prof. ROMANO Pietro
€
-
€
804,00
€
804,00
R2FFRAD07+PNMW
FFR - Energia, Ingegneria dell'Informazione e Modelli
Matematici (DEIM) - Prof. TINNIRELLO Ilenia
€
-
€
2.012,00
€
2.012,00
R2FFRAD07+P8GG
FFR - Energia, Ingegneria dell'Informazione e Modelli
Matematici (DEIM) - Prof. TRAPANESE Marco
€
-
€
2.523,50
€
2.523,50
R2FFRAD07+P5RW
FFR - Energia, Ingegneria dell'Informazione e Modelli
Matematici (DEIM) - Prof. VELLA Giuseppe
€
-
€
1.073,50
€
1.073,50
R2FFRAD08+PNAS
FFR - FISICA E CHIMICA - Prof. AGNELLO
Simonpietro
€
-
€
6.055,86
€
6.055,86
R2FFRAD08+P07X
FFR - FISICA E CHIMICA - Prof. COMPAGNO
Giuseppe
€
-
€
2.247,34
€
2.247,34
€
-
€
1.798,96
€
1.798,96
R2FFRAD08+PNAR
FFR - FISICA E CHIMICA - Prof. CORSO Pietro Paolo
€
-
€
3.255,00
€
3.255,00
R2FFRAD08+P0EQ
FFR - FISICA E CHIMICA - Prof. GIANGUZZA
Antonio
€
-
€
4.890,50
€
4.890,50
R2FFRAD08+PPJN
FFR - FISICA E CHIMICA - Prof. LAZZARA Giuseppe
€
-
€
2.053,50
€
2.053,50
R2FFRAD08+PQ9B
FFR - FISICA E CHIMICA - Prof. LEVANTINO
MATTEO
€
-
€
6.516,49
€
6.516,49
R2FFRAD08+P8NJ
FFR - FISICA E CHIMICA - Prof. FIORE Tiziana
R2FFRAD08+PQ34
FFR - FISICA E CHIMICA - Prof. LO CELSO Fabrizio
€
-
€
2.434,50
€
2.434,50
R2FFRAD08+P6AQ
FFR - FISICA E CHIMICA - Prof. MANTEGNA Rosario
Nunzio
€
-
€
3.763,15
€
3.763,15
R2FFRAD08+PPNY
FFR - FISICA E CHIMICA - Prof. MARRALE
MAURIZIO
€
-
€
2.590,23
€
2.590,23
R2FFRAD08+P4M6
FFR - FISICA E CHIMICA - Prof. MESSINA Antonino
€
-
€
1.911,45
€
1.911,45
R2FFRAD08+P0MP
FFR - FISICA E CHIMICA - Prof. MINEO Rosa Maria
€
-
€
2.240,35
€
2.240,35
R2FFRAD08+P62B
FFR - FISICA E CHIMICA - Prof. PALMA Gioacchino
Massimo
€
-
€
2.000,00
€
2.000,00
R2FFRAD08+P8AQ
FFR - FISICA E CHIMICA - Prof. RASO Giuseppe
€
-
€
3.242,63
€
3.242,63
R2FFRAD08+P6WU
FFR - FISICA E CHIMICA - Prof. REALE Fabio
€
-
€
3.868,65
€
3.868,65
FFR - FISICA E CHIMICA - Prof. ROBBA Natale
€
-
€
3.084,37
€
3.084,37
R2FFRAD08+PP3M
FFR - FISICA E CHIMICA - Prof. SCOPELLITI
Michelangelo
€
-
€
1.291,00
€
1.291,00
R2FFRAD08+P3PG
FFR - FISICA E CHIMICA - Prof. SPAGNOLO Bernardo
€
-
€
2.563,85
€
2.563,85
R2FFRAD09+P6BC
FFR - INGEGNERIA CHIMICA, GESTIONALE,
INFORMATICA, MECCANICA - Prof. BARCELLONA
Antonio
€
-
€
804,00
€
804,00
R2FFRAD09+P8T6
FFR - INGEGNERIA CHIMICA, GESTIONALE,
INFORMATICA, MECCANICA - Prof. BARONE
Stefano
€
-
€
1.480,62
€
1.480,62
R2FFRAD09+PNGT
FFR - INGEGNERIA CHIMICA, GESTIONALE,
INFORMATICA, MECCANICA - Prof. BAUSO Dario
€
-
€
550,00
€
550,00
R2FFRAD09+P5HK
FFR - INGEGNERIA CHIMICA, GESTIONALE,
INFORMATICA, MECCANICA - Prof. BRUCATO
Alberto
€
-
€
2.813,00
€
2.813,00
R2FFRAD09+PNE3
FFR - INGEGNERIA CHIMICA, GESTIONALE,
INFORMATICA, MECCANICA - Prof. BRUCCOLERI
Manfredi
€
-
€
1.849,50
€
1.849,50
R2FFRAD09+P8E8
FFR - INGEGNERIA CHIMICA, GESTIONALE,
INFORMATICA, MECCANICA - Prof. CAMMALLERI
Marco
€
-
€
2.719,00
€
2.719,00
R2FFRAD08+P0UW
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
232
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
R2FFRAD09+PNBA
FFR - INGEGNERIA CHIMICA, GESTIONALE,
INFORMATICA, MECCANICA - Prof. CERNIGLIA
Donatella
€
-
€
2.515,50
€
2.515,50
R2FFRAD09+P6WS
FFR - INGEGNERIA CHIMICA, GESTIONALE,
INFORMATICA, MECCANICA - Prof. D'ACQUISTO
Leonardo
€
-
€
1.296,50
€
1.296,50
R2FFRAD09+PJ8W
FFR - INGEGNERIA CHIMICA, GESTIONALE,
INFORMATICA, MECCANICA - Prof. DINDO HARIS
€
-
€
869,50
€
869,50
R2FFRAD09+PQ18
FFR - INGEGNERIA CHIMICA, GESTIONALE,
INFORMATICA, MECCANICA - Prof. DISPENZA
Clelia
€
-
€
1.467,50
€
1.467,50
R2FFRAD09+P62T
FFR - INGEGNERIA CHIMICA, GESTIONALE,
INFORMATICA, MECCANICA - Prof. FRANCOMANO
Elisa
€
-
€
350,00
€
350,00
R2FFRAD09+P89Q
FFR - INGEGNERIA CHIMICA, GESTIONALE,
INFORMATICA, MECCANICA - Prof. FRATINI Livan
€
-
€
5.069,50
€
5.069,50
R2FFRAD09+P1D8
FFR - INGEGNERIA CHIMICA, GESTIONALE,
INFORMATICA, MECCANICA - Prof. GAGLIO
Salvatore
€
-
€
1.747,50
€
1.747,50
R2FFRAD09+P8DJ
FFR - INGEGNERIA CHIMICA, GESTIONALE,
INFORMATICA, MECCANICA - Prof. GALIA
Alessandro
€
-
€
1.849,50
€
1.849,50
R2FFRAD09+PQDM
FFR - INGEGNERIA CHIMICA, GESTIONALE,
INFORMATICA, MECCANICA - Prof. GAMBINO
ORAZIO
€
-
€
2.213,00
€
2.213,00
R2FFRAD09+P5MN
FFR - INGEGNERIA CHIMICA, GESTIONALE,
INFORMATICA, MECCANICA - Prof. GRILLO
Caterina
€
-
€
370,50
€
370,50
R2FFRAD09+P8A8
FFR - INGEGNERIA CHIMICA, GESTIONALE,
INFORMATICA, MECCANICA - Prof. LO NIGRO
Giovanna
€
-
€
2.416,50
€
2.416,50
R2FFRAD09+P93Q
FFR - INGEGNERIA CHIMICA, GESTIONALE,
INFORMATICA, MECCANICA - Prof. LO RE Giuseppe
€
-
€
776,00
€
776,00
R2FFRAD09+PNLN
FFR - INGEGNERIA CHIMICA, GESTIONALE,
INFORMATICA, MECCANICA - Prof. LUPO Toni
€
-
€
2.315,00
€
2.315,00
R2FFRAD09+PQ26
FFR - INGEGNERIA CHIMICA, GESTIONALE,
INFORMATICA, MECCANICA - Prof. MICALE
Giorgio D.Maria
€
-
€
1.739,50
€
1.739,50
R2FFRAD09+PNM2
FFR - INGEGNERIA CHIMICA, GESTIONALE,
INFORMATICA, MECCANICA - Prof. ORTOLANI
Marco
€
-
€
776,00
€
776,00
R2FFRAD09+PNM0
FFR - INGEGNERIA CHIMICA, GESTIONALE,
INFORMATICA, MECCANICA - Prof. PERI Daniele
€
-
€
776,00
€
776,00
R2FFRAD09+P0R4
FFR - INGEGNERIA CHIMICA, GESTIONALE,
INFORMATICA, MECCANICA - Prof. PITARRESI
Giuseppe
€
-
€
2.813,00
€
2.813,00
R2FFRAD09+PQ0N
FFR - INGEGNERIA CHIMICA, GESTIONALE,
INFORMATICA, MECCANICA - Prof. SCIALDONE
Onofrio
€
-
€
4.293,50
€
4.293,50
R2FFRAD09+P11Y
FFR - INGEGNERIA CHIMICA, GESTIONALE,
INFORMATICA, MECCANICA - Prof. SORBELLO
Filippo
€
-
€
3.495,00
€
3.495,00
R2FFRAD09+PNBS
FFR - INGEGNERIA CHIMICA, GESTIONALE,
INFORMATICA, MECCANICA - Prof. SORBELLO
Rosario
€
-
€
1.310,00
€
1.310,00
R2FFRAD09+P3RQ
FFR - INGEGNERIA CHIMICA, GESTIONALE,
INFORMATICA, MECCANICA - Prof. VIRZI'
MARIOTTI Gabriele
€
-
€
869,50
€
869,50
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
233
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
R2FFRAD10+PQ74
FFR - INGEGNERIA CIVILE, AMBIENTALE,
AEROSPAZIALE, DEI MATERIALI (DICAM) - Prof.
CANDELA ANGELA
€
-
€
2.785,80
€
2.785,80
R2FFRAD10+P5AM
FFR - INGEGNERIA CIVILE, AMBIENTALE,
AEROSPAZIALE, DEI MATERIALI (DICAM) - Prof.
CANNAROZZO Marcella
€
-
€
1.818,27
€
1.818,27
R2FFRAD10+P8FL
FFR - INGEGNERIA CIVILE, AMBIENTALE,
AEROSPAZIALE, DEI MATERIALI (DICAM) - Prof.
CAVALERI Liborio
€
-
€
1.516,43
€
1.516,43
R2FFRAD10+PP53
FFR - INGEGNERIA CIVILE, AMBIENTALE,
AEROSPAZIALE, DEI MATERIALI (DICAM) - Prof.
CELAURO CLARA
€
-
€
1.780,44
€
1.780,44
R2FFRAD10+PQ4C
FFR - INGEGNERIA CIVILE, AMBIENTALE,
AEROSPAZIALE, DEI MATERIALI (DICAM) - Prof.
CIRAOLO Giuseppe
€
-
€
1.193,06
€
1.193,06
R2FFRAD10+PNBX
FFR - INGEGNERIA CIVILE, AMBIENTALE,
AEROSPAZIALE, DEI MATERIALI (DICAM) - Prof.
CIUNA Marina
€
-
€
1.139,21
€
1.139,21
R2FFRAD10+P0B2
FFR - INGEGNERIA CIVILE, AMBIENTALE,
AEROSPAZIALE, DEI MATERIALI (DICAM) - Prof.
DI QUARTO Francesco
€
-
€
6.698,77
€
6.698,77
R2FFRAD10+PNGX
FFR - INGEGNERIA CIVILE, AMBIENTALE,
AEROSPAZIALE, DEI MATERIALI (DICAM) - Prof.
FILECCIA SCIMEMI Giuseppe
€
-
€
614,39
€
614,39
R2FFRAD10+P82N
FFR - INGEGNERIA CIVILE, AMBIENTALE,
AEROSPAZIALE, DEI MATERIALI (DICAM) - Prof.
GIAMBANCO Giuseppe
€
-
€
2.742,65
€
2.742,65
R2FFRAD10+PN73
FFR - INGEGNERIA CIVILE, AMBIENTALE,
AEROSPAZIALE, DEI MATERIALI (DICAM) - Prof.
GRANA' Anna
€
-
€
1.880,93
€
1.880,93
R2FFRAD10+PNA5
FFR - INGEGNERIA CIVILE, AMBIENTALE,
AEROSPAZIALE, DEI MATERIALI (DICAM) - Prof.
LA CARRUBBA Vincenzo
€
-
€
2.147,00
€
2.147,00
R2FFRAD10+P0GQ
FFR - INGEGNERIA CIVILE, AMBIENTALE,
AEROSPAZIALE, DEI MATERIALI (DICAM) - Prof.
LA LOGGIA Goffredo
€
-
€
2.544,90
€
2.544,90
R2FFRAD10+P6BD
FFR - INGEGNERIA CIVILE, AMBIENTALE,
AEROSPAZIALE, DEI MATERIALI (DICAM) - Prof.
LA MENDOLA Lidia
€
-
€
1.959,80
€
1.959,80
R2FFRAD10+P8FS
FFR - INGEGNERIA CIVILE, AMBIENTALE,
AEROSPAZIALE, DEI MATERIALI (DICAM) - Prof.
MIGLIORE Marco
€
-
€
3.723,99
€
3.723,99
R2FFRAD10+P8DU
FFR - INGEGNERIA CIVILE, AMBIENTALE,
AEROSPAZIALE, DEI MATERIALI (DICAM) - Prof.
MILAZZO Alberto
€
-
€
1.572,00
€
1.572,00
R2FFRAD10+PQ09
FFR - INGEGNERIA CIVILE, AMBIENTALE,
AEROSPAZIALE, DEI MATERIALI (DICAM) - Prof.
NAPOLI Enrico
€
-
€
1.017,20
€
1.017,20
R2FFRAD10+P0NX
FFR - INGEGNERIA CIVILE, AMBIENTALE,
AEROSPAZIALE, DEI MATERIALI (DICAM) - Prof.
NICOSIA Salvatore
€
-
€
2.268,39
€
2.268,39
R2FFRAD10+PQ5H
FFR - INGEGNERIA CIVILE, AMBIENTALE,
AEROSPAZIALE, DEI MATERIALI (DICAM) - Prof.
NOTO Leonardo
€
-
€
1.241,00
€
1.241,00
R2FFRAD10+P0Q1
FFR - INGEGNERIA CIVILE, AMBIENTALE,
AEROSPAZIALE, DEI MATERIALI (DICAM) - Prof.
PANZECA Teotista
€
-
€
2.700,65
€
2.700,65
R2FFRAD10+PN9F
FFR - INGEGNERIA CIVILE, AMBIENTALE,
AEROSPAZIALE, DEI MATERIALI (DICAM) - Prof.
PARRINELLO Francesco
€
-
€
1.841,09
€
1.841,09
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
234
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
R2FFRAD10+P8EQ
FFR - INGEGNERIA CIVILE, AMBIENTALE,
AEROSPAZIALE, DEI MATERIALI (DICAM) - Prof.
PIRROTTA Antonina
€
-
€
2.557,57
€
2.557,57
R2FFRAD10+P8DL
FFR - INGEGNERIA CIVILE, AMBIENTALE,
AEROSPAZIALE, DEI MATERIALI (DICAM) - Prof.
SCAFFARO Roberto
€
-
€
3.220,50
€
3.220,50
R2FFRAD10+P8LA
FFR - INGEGNERIA CIVILE, AMBIENTALE,
AEROSPAZIALE, DEI MATERIALI (DICAM) - Prof.
TERMINI Donatella
€
-
€
1.151,44
€
1.151,44
R2FFRAD10+PQ6X
FFR - INGEGNERIA CIVILE, AMBIENTALE,
AEROSPAZIALE, DEI MATERIALI (DICAM) - Prof.
TORREGROSSA MICHELE
€
-
€
972,13
€
972,13
R2FFRAD10+P52V
FFR - INGEGNERIA CIVILE, AMBIENTALE,
AEROSPAZIALE, DEI MATERIALI (DICAM) - Prof.
VALORE Calogero
€
-
€
267,96
€
267,96
R2FFRAD10+P5W1
FFR - INGEGNERIA CIVILE, AMBIENTALE,
AEROSPAZIALE, DEI MATERIALI (DICAM) - Prof.
VILLA Benedetto
€
-
€
8.097,34
€
8.097,34
R2FFRAD10+P5KU
FFR - INGEGNERIA CIVILE, AMBIENTALE,
AEROSPAZIALE, DEI MATERIALI (DICAM) - Prof.
VIVIANI Gaspare
€
-
€
3.718,94
€
3.718,94
R2FFRAD10+PN4E
FFR - INGEGNERIA CIVILE, AMBIENTALE,
AEROSPAZIALE, DEI MATERIALI (DICAM) - Prof.
ZINGALES Massimiliano
€
-
€
1.098,13
€
1.098,13
R2FFRAD11+P03L
FFR - MATEMATICA E INFORMATICA - Prof.
BRIGAGLIA Aldo - CUP: B71J12001250001
€
-
€
1.125,00
€
1.125,00
R2FFRAD11+P1KH
FFR - MATEMATICA E INFORMATICA - Prof. DI
PIAZZA Luisa - CUP: B71J12001260001
€
-
€
3.200,00
€
3.200,00
R2FFRAD11+P896
FFR - MATEMATICA E INFORMATICA - Prof.
FALCONE Giovanni - CUP: B71J12001280001
€
-
€
1.855,00
€
1.855,00
R2FFRAD11+P5JR
FFR - MATEMATICA E INFORMATICA - Prof.
GIAMBRUNO Antonino - CUP: B71J12001300001
€
-
€
1.350,00
€
1.350,00
R2FFRAD11+P1LZ
FFR - MATEMATICA E INFORMATICA - Prof.
GIANCARLO Raffaele - CUP: B71J12001310001
€
-
€
1.775,00
€
1.775,00
R2FFRAD11+P5AE
FFR - MATEMATICA E INFORMATICA - Prof.
RESTIVO Antonio - CUP: B71J12001320001
€
-
€
2.775,00
€
2.775,00
R2FFRAD11+P950
FFR - MATEMATICA E INFORMATICA - Prof. RICCI
Valeria - CUP: B71J12001330001
€
-
€
300,00
€
300,00
R2FFRAD11+P61S
FFR - MATEMATICA E INFORMATICA - Prof.
SAMMARTINO Marco Maria Luigi - CUP:
B71J12001340001
€
-
€
2.225,00
€
2.225,00
R2FFRAD11+P94Y
FFR - MATEMATICA E INFORMATICA - Prof.
SANFILIPPO Giuseppe - CUP: B71J12001350001
€
-
€
350,00
€
350,00
R2FFRAD11+PP6P
FFR - MATEMATICA E INFORMATICA - Prof.
TOSCANO ELENA - CUP: B71J12001360001
€
-
€
425,00
€
425,00
R2FFRAD11+PNCB
FFR - MATEMATICA E INFORMATICA - Prof.
VALENTI Cesare Fabio - CUP: B71J12001380001
€
-
€
1.150,00
€
1.150,00
R2FFRAD11+PNGZ
FFR - MATEMATICA E INFORMATICA - Prof.
VETRO Calogero - CUP: B71J12001390001
€
-
€
1.775,00
€
1.775,00
R2FFRAD12+PN7Y
FFR - PSICOLOGIA - Prof. ALESI MARIANNA
€
-
€
2.110,95
€
2.110,95
R2FFRAD12+P8R6
FFR - PSICOLOGIA - Prof. ANELLO Francesca
€
-
€
1.734,00
€
1.734,00
€
-
€
980,10
€
980,10
€
-
€
1.960,15
€
1.960,15
€
-
€
2.035,55
€
2.035,55
€
-
€
1.960,15
€
1.960,15
€
-
€
2.153,55
€
2.153,55
€
-
€
2.186,35
€
2.186,35
€
-
€
2.261,75
€
2.261,75
R2FFRAD12+P894
R2FFRAD12+P8G6
R2FFRAD12+PN14
R2FFRAD12+P4KI
R2FFRAD12+P87J
R2FFRAD12+P88N
R2FFRAD12+P4LG
FFR - PSICOLOGIA - Prof. BELLINGRERI Antonio
FFR - PSICOLOGIA - Prof. D'AMICO Antonella
FFR - PSICOLOGIA - Prof. DI GIOVANNI Elisabetta
FFR - PSICOLOGIA - Prof. DI GIOVANNI Pietro
FFR - PSICOLOGIA - Prof. DINO Alessandra
FFR - PSICOLOGIA - Prof. LA GRUTTA Sabina
FFR - PSICOLOGIA - Prof. LO COCO Alida
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
235
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
R2FFRAD12+PQ13
FFR - PSICOLOGIA - Prof. LO COCO Gianluca
€
-
€
2.940,25
€
2.940,25
R2FFRAD12+PN80
FFR - PSICOLOGIA - Prof. MISURACA Raffaella
€
-
€
1.884,80
€
1.884,80
R2FFRAD12+P8KE
FFR - PSICOLOGIA - Prof. OLIVERI Massimiliano
€
-
€
2.261,75
€
2.261,75
€
-
€
2.337,10
€
2.337,10
R2FFRAD12+PNW5
FFR - PSICOLOGIA - Prof. PACE Francesco
R2FFRAD12+PJWC
FFR - PSICOLOGIA - Prof. POLIZZI CONCETTA
€
-
€
1.884,80
€
1.884,80
R2FFRAD12+PQCV
FFR - PSICOLOGIA - Prof. SMIRNI DANIELA
€
-
€
1.432,45
€
1.432,45
R2FFRAD12+P91Z
FFR - PSICOLOGIA - Prof. TURRIZIANI Patrizia
€
-
€
904,70
€
904,70
€
-
€
980,10
€
980,10
€
-
€
2.035,55
€
2.035,55
€
-
€
2.789,45
€
2.789,45
R2FFRAD12+P60J
R2FFRAD12+P4NY
R2FFRAD12+P8GA
FFR - PSICOLOGIA - Prof. VENZA Gaetano
FFR - PSICOLOGIA - Prof. ZANNIELLO Giuseppe
FFR - PSICOLOGIA - Prof. ZAPPULLA Carla
R2FFRAD13+P01C
FFR - SCIENZE AGRARIE E FORESTALI - Prof.
BACARELLA Simona - CUP: B71J13000470001
€
-
€
2.576,00
€
2.576,00
R2FFRAD13+P67F
FFR - SCIENZE AGRARIE E FORESTALI - Prof.
BARBAGALLO Maria Gabriella - CUP:
B71J13000480001
€
-
€
715,00
€
715,00
R2FFRAD13+P679
FFR - SCIENZE AGRARIE E FORESTALI - Prof.
BARONE Ettore - CUP: B71J13000490001
€
-
€
1.413,50
€
1.413,50
R2FFRAD13+P6WF
FFR - SCIENZE AGRARIE E FORESTALI - Prof.
CARRUBBA Alessandra - CUP: B71J13000500001
€
-
€
1.492,00
€
1.492,00
R2FFRAD13+P8AE
FFR - SCIENZE AGRARIE E FORESTALI - Prof.
CATANIA Pietro - CUP: B71J13000510001
€
-
€
4.910,00
€
4.910,00
R2FFRAD13+P9G8
FFR - SCIENZE AGRARIE E FORESTALI - Prof.
CONTE Pellegrino - CUP: B71J13000520001
€
-
€
3.864,50
€
3.864,50
R2FFRAD13+PQ8B
FFR - SCIENZE AGRARIE E FORESTALI - Prof.
CORONA ONOFRIO - CUP: B71J13000530001
€
-
€
1.475,50
€
1.475,50
R2FFRAD13+P5EC
FFR - SCIENZE AGRARIE E FORESTALI - Prof.
CRESCIMANNO Giuseppa - CUP: B71J13000540001
€
-
€
715,00
€
715,00
R2FFRAD13+P8PU
FFR - SCIENZE AGRARIE E FORESTALI - Prof.
D'ASARO francesco - CUP: B71J13000550001
€
-
€
1.360,00
€
1.360,00
R2FFRAD13+P9UA
FFR - SCIENZE AGRARIE E FORESTALI - Prof.
DAVINO SALVATORE - CUP: B71J13000560001
€
-
€
1.606,00
€
1.606,00
R2FFRAD13+P5EN
FFR - SCIENZE AGRARIE E FORESTALI - Prof.
DAZZI Carmelo - CUP: B71J13000570001
€
-
€
3.159,11
€
3.159,11
R2FFRAD13+PQ35
FFR - SCIENZE AGRARIE E FORESTALI - Prof. DI
GRIGOLI Antonino - CUP: B71J13000580001
€
-
€
1.357,50
€
1.357,50
R2FFRAD13+PN91
FFR - SCIENZE AGRARIE E FORESTALI - Prof. DI
MICELI Giuseppe - CUP: B71J13000590001
€
-
€
2.798,00
€
2.798,00
R2FFRAD13+P81N
FFR - SCIENZE AGRARIE E FORESTALI - Prof.
FERRO Vito - CUP: B71J13000780001
€
-
€
2.157,50
€
2.157,50
R2FFRAD13+P8SL
FFR - SCIENZE AGRARIE E FORESTALI - Prof.
GERMANA' MARIA - CUP: B71J13000790001
€
-
€
876,00
€
876,00
R2FFRAD13+P1K1
FFR - SCIENZE AGRARIE E FORESTALI - Prof.
GIANGUZZI Lorenzo Antonio - CUP: B71J13000800001
€
-
€
2.521,00
€
2.521,00
R2FFRAD13+P0ET
FFR - SCIENZE AGRARIE E FORESTALI - Prof.
GIORDANO GIUSEPPE - CUP: B71J13000810001
€
-
€
1.459,00
€
1.459,00
R2FFRAD13+P5RA
FFR - SCIENZE AGRARIE E FORESTALI - Prof.
IAPICHINO Giovanni - CUP: B71J13000820001
€
-
€
320,00
€
320,00
R2FFRAD13+P81Q
FFR - SCIENZE AGRARIE E FORESTALI - Prof.
INGLESE Paolo - CUP: B71J13000830001
€
-
€
1.537,50
€
1.537,50
R2FFRAD13+P65T
FFR - SCIENZE AGRARIE E FORESTALI - Prof.
IOVINO Massimo - CUP: B71J13000840001
€
-
€
1.926,00
€
1.926,00
R2FFRAD13+P8J6
FFR - SCIENZE AGRARIE E FORESTALI - Prof. LA
BELLA Salvatore - CUP: B71J13000600001
€
-
€
1.635,00
€
1.635,00
R2FFRAD13+P8FN
FFR - SCIENZE AGRARIE E FORESTALI - Prof. LA
MANTIA Tommaso - CUP: B71J13000610001
€
-
€
1.860,00
€
1.860,00
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
236
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
R2FFRAD13+P8NU
FFR - SCIENZE AGRARIE E FORESTALI - Prof. LO
BIANCO RICCARDO - CUP: B71J13000620001
€
-
€
3.281,50
€
3.281,50
R2FFRAD13+P66J
FFR - SCIENZE AGRARIE E FORESTALI - Prof. LO
VERDE Gabriella - CUP: B71J13000630001
€
-
€
1.773,00
€
1.773,00
R2FFRAD13+P8GQ
FFR - SCIENZE AGRARIE E FORESTALI - Prof.
MICELI Alessandro - CUP: B71J13000640001
€
-
€
410,00
€
410,00
R2FFRAD13+PN1P
FFR - SCIENZE AGRARIE E FORESTALI - Prof.
MONCADA Alessandra - CUP: B71J13000650001
€
-
€
1.478,00
€
1.478,00
R2FFRAD13+P8PJ
FFR - SCIENZE AGRARIE E FORESTALI - Prof.
MOTISI Antonio - CUP: B71J13000660001
€
-
€
1.650,00
€
1.650,00
R2FFRAD13+PQWH
FFR - SCIENZE AGRARIE E FORESTALI - Prof. PERI
Ezio - CUP: B71J13000670001
€
-
€
2.082,50
€
2.082,50
R2FFRAD13+PPWR
FFR - SCIENZE AGRARIE E FORESTALI - Prof.
PISCIOTTA Antonino - CUP: B71J13000680001
€
-
€
944,00
€
944,00
R2FFRAD13+P1M8
FFR - SCIENZE AGRARIE E FORESTALI - Prof.
PROVENZANO Giuseppe - CUP: B71J13000690001
€
-
€
872,00
€
872,00
R2FFRAD13+P6A6
FFR - SCIENZE AGRARIE E FORESTALI - Prof.
SAIANO Filippo - CUP: B71J13000700001
€
-
€
797,50
€
797,50
R2FFRAD13+P65R
FFR - SCIENZE AGRARIE E FORESTALI - Prof.
SCHIFANI Giorgio - CUP: B71J13000720001
€
-
€
4.319,00
€
4.319,00
R2FFRAD13+P9U4
FFR - SCIENZE AGRARIE E FORESTALI - Prof.
SETTANNI Luca - CUP: B71J13000730001
€
-
€
1.978,00
€
1.978,00
R2FFRAD13+PNKB
FFR - SCIENZE AGRARIE E FORESTALI - Prof.
SGROI Filippo - CUP: B71J13000740001
€
-
€
2.306,50
€
2.306,50
R2FFRAD13+P8MO
FFR - SCIENZE AGRARIE E FORESTALI - Prof.
TODARO Massimo - CUP: B71J13000750001
€
-
€
1.507,00
€
1.507,00
R2FFRAD13+P1L4
FFR - SCIENZE AGRARIE E FORESTALI - Prof.
TSOLAKIS Haralabos - CUP: B71J13000760001
€
-
€
2.025,50
€
2.025,50
R2FFRAD13+P60V
FFR - SCIENZE AGRARIE E FORESTALI - Prof.
VENTURELLA Giuseppe - CUP: B71J13000770001
€
-
€
4.040,50
€
4.040,50
R2FFRAD14+PQA4
FFR - SCIENZE DELLA TERRA E DEL MARE
(DISTEM) - Prof. AIUPPA Alessandro
€
-
€
1.343,70
€
1.343,70
R2FFRAD14+P1KG
FFR - SCIENZE DELLA TERRA E DEL MARE
(DISTEM) - Prof. DI STEFANO Enrico
€
-
€
585,71
€
585,71
R2FFRAD14+PNAZ
FFR - SCIENZE DELLA TERRA E DEL MARE
(DISTEM) - Prof. GIANGUZZA Paola
€
-
€
2.047,00
€
2.047,00
R2FFRAD14+P8RZ
FFR - SCIENZE DELLA TERRA E DEL MARE
(DISTEM) - Prof. MADONIA Giuliana
€
-
€
1.994,22
€
1.994,22
R2FFRAD14+P61F
FFR - SCIENZE DELLA TERRA E DEL MARE
(DISTEM) - Prof. MASINI Federico
€
-
€
318,05
€
318,05
R2FFRAD14+P93E
FFR - SCIENZE DELLA TERRA E DEL MARE
(DISTEM) - Prof. MERLI Marcello
€
-
€
532,58
€
532,58
R2FFRAD14+PNFG
FFR - SCIENZE DELLA TERRA E DEL MARE
(DISTEM) - Prof. MILAZZO Marco
€
-
€
2.415,00
€
2.415,00
R2FFRAD14+P5AL
FFR - SCIENZE DELLA TERRA E DEL MARE
(DISTEM) - Prof. PARELLO Francesco
€
-
€
1.024,69
€
1.024,69
R2FFRAD14+P942
FFR - SCIENZE DELLA TERRA E DEL MARE
(DISTEM) - Prof. ROTIGLIANO EDOARDO
€
-
€
6.795,17
€
6.795,17
R2FFRAD14+P6DW
FFR - SCIENZE DELLA TERRA E DEL MARE
(DISTEM) - Prof. ROTOLO Silvio Giuseppe
€
-
€
3.141,38
€
3.141,38
R2FFRAD14+PNR3
FFR - SCIENZE DELLA TERRA E DEL MARE
(DISTEM) - Prof. SCOPELLITI Giovanna
€
-
€
3.326,66
€
3.326,66
R2FFRAD14+PN8M
FFR - SCIENZE DELLA TERRA E DEL MARE
(DISTEM) - Prof. VARRICA Daniela
€
-
€
1.589,19
€
1.589,19
R2FFRAD14+PNAV
FFR - SCIENZE DELLA TERRA E DEL MARE
(DISTEM) - Prof. VIZZINI Salvatrice
€
-
€
2.387,00
€
2.387,00
R2FFRAD15+P4HH
FFR - Scienze e Tecnologie Biologiche, Chimiche e
Farmaceutiche - Prof. ALBANESE Ida
€
-
€
254,00
€
254,00
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
237
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
R2FFRAD15+PNQT
FFR - Scienze e Tecnologie Biologiche, Chimiche e
Farmaceutiche - Prof. ALDUINA Rosa
€
-
€
701,00
€
701,00
R2FFRAD15+P8RU
FFR - Scienze e Tecnologie Biologiche, Chimiche e
Farmaceutiche - Prof. ALLEGRA Mario
€
-
€
2.362,50
€
2.362,50
R2FFRAD15+P61Y
FFR - Scienze e Tecnologie Biologiche, Chimiche e
Farmaceutiche - Prof. ARCULEO Marco
€
-
€
1.543,50
€
1.543,50
R2FFRAD15+PQ67
FFR - Scienze e Tecnologie Biologiche, Chimiche e
Farmaceutiche - Prof. BARONE GIAMPAOLO
ANTONIO
€
-
€
5.233,50
€
5.233,50
R2FFRAD15+PNB1
FFR - Scienze e Tecnologie Biologiche, Chimiche e
Farmaceutiche - Prof. BONGIORNO David
€
-
€
3.162,50
€
3.162,50
R2FFRAD15+P485
FFR - Scienze e Tecnologie Biologiche, Chimiche e
Farmaceutiche - Prof. CAMMARATA Matteo
€
-
€
2.415,00
€
2.415,00
R2FFRAD15+P18H
FFR - Scienze e Tecnologie Biologiche, Chimiche e
Farmaceutiche - Prof. CAMPISI Patrizia
€
-
€
955,00
€
955,00
R2FFRAD15+PNT9
FFR - Scienze e Tecnologie Biologiche, Chimiche e
Farmaceutiche - Prof. CAVALIERI Vincenzo
€
-
€
2.188,00
€
2.188,00
R2FFRAD15+P66X
FFR - Scienze e Tecnologie Biologiche, Chimiche e
Farmaceutiche - Prof. CAVALLARO Gennara
€
-
€
9.772,00
€
9.772,00
R2FFRAD15+P8F2
FFR - Scienze e Tecnologie Biologiche, Chimiche e
Farmaceutiche - Prof. CHILLURA MARTINO Delia
Francesca
€
-
€
2.329,50
€
2.329,50
R2FFRAD15+PJ4L
FFR - Scienze e Tecnologie Biologiche, Chimiche e
Farmaceutiche - Prof. CORONA Davide
€
-
€
1.628,50
€
1.628,50
R2FFRAD15+PNFZ
FFR - Scienze e Tecnologie Biologiche, Chimiche e
Farmaceutiche - Prof. D'ANNA Francesca
€
-
€
10.459,50
R2FFRAD15+P5EY
FFR - Scienze e Tecnologie Biologiche, Chimiche e
Farmaceutiche - Prof. DI LEONARDO Aldo
€
-
€
1.572,00
€
1.572,00
R2FFRAD15+P616
FFR - Scienze e Tecnologie Biologiche, Chimiche e
Farmaceutiche - Prof. FEO Salvatore
€
-
€
3.059,00
€
3.059,00
R2FFRAD15+P8W2
FFR - Scienze e Tecnologie Biologiche, Chimiche e
Farmaceutiche - Prof. FONTANA Gianfranco
€
-
€
6.229,00
€
6.229,00
R2FFRAD15+PNFK
FFR - Scienze e Tecnologie Biologiche, Chimiche e
Farmaceutiche - Prof. GERACI Fabiana
€
-
€
1.852,50
€
1.852,50
R2FFRAD15+P8MS
FFR - Scienze e Tecnologie Biologiche, Chimiche e
Farmaceutiche - Prof. GHERSI Giulio
€
-
€
592,00
€
592,00
R2FFRAD15+P0EP
FFR - Scienze e Tecnologie Biologiche, Chimiche e
Farmaceutiche - Prof. GIANNOLA Libero Italo
€
-
€
2.141,50
€
2.141,50
R2FFRAD15+P9TU
FFR - Scienze e Tecnologie Biologiche, Chimiche e
Farmaceutiche - Prof. GUARINO RICCARDO
€
-
€
2.188,00
€
2.188,00
R2FFRAD15+P5PF
FFR - Scienze e Tecnologie Biologiche, Chimiche e
Farmaceutiche - Prof. LAURIA Antonino
€
-
€
3.394,00
€
3.394,00
R2FFRAD15+PQ2G
FFR - Scienze e Tecnologie Biologiche, Chimiche e
Farmaceutiche - Prof. LO BRUTTO Sabrina
€
-
€
786,00
€
786,00
R2FFRAD15+P62A
FFR - Scienze e Tecnologie Biologiche, Chimiche e
Farmaceutiche - Prof. LUPARELLO Claudio
€
-
€
842,50
€
842,50
R2FFRAD15+P9NC
FFR - Scienze e Tecnologie Biologiche, Chimiche e
Farmaceutiche - Prof. MANACHINI Barbara Rosy Ines
€
-
€
1.496,50
€
1.496,50
R2FFRAD15+P0N3
FFR - Scienze e Tecnologie Biologiche, Chimiche e
Farmaceutiche - Prof. MONTALBANO Alessandra
€
-
€
7.484,00
€
7.484,00
€ 10.459,50
R2FFRAD15+P5RH
FFR - Scienze e Tecnologie Biologiche, Chimiche e
Farmaceutiche - Prof. MULE' Flavia
€
-
€
2.472,00
€
2.472,00
R2FFRAD15+P6WC
FFR - Scienze e Tecnologie Biologiche, Chimiche e
Farmaceutiche - Prof. NASELLI FLORES Luigi
€
-
€
2.330,00
€
2.330,00
R2FFRAD15+P0Q6
FFR - Scienze e Tecnologie Biologiche, Chimiche e
Farmaceutiche - Prof. PARRINELLO Nicolo'
€
-
€
4.015,00
€
4.015,00
R2FFRAD15+PN8K
FFR - Scienze e Tecnologie Biologiche, Chimiche e
Farmaceutiche - Prof. PIBIRI Ivana
€
-
€
5.509,50
€
5.509,50
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
238
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
R2FFRAD15+P0SA
FFR - Scienze e Tecnologie Biologiche, Chimiche e
Farmaceutiche - Prof. PUGLIA Anna Maria
€
-
€
842,50
€
842,50
R2FFRAD15+P940
FFR - Scienze e Tecnologie Biologiche, Chimiche e
Farmaceutiche - Prof. QUATRINI PAOLA
€
-
€
592,00
€
592,00
R2FFRAD15+P5EW
FFR - Scienze e Tecnologie Biologiche, Chimiche e
Farmaceutiche - Prof. RAFFA Demetrio
€
-
€
3.718,00
€
3.718,00
R2FFRAD15+P94E
FFR - Scienze e Tecnologie Biologiche, Chimiche e
Farmaceutiche - Prof. RAGUSA Maria Antonietta
€
-
€
1.517,00
€
1.517,00
R2FFRAD15+P0SU
FFR - Scienze e Tecnologie Biologiche, Chimiche e
Farmaceutiche - Prof. RAIMONDO Francesco Maria
€
-
€
4.461,00
€
4.461,00
R2FFRAD15+P4GA
FFR - Scienze e Tecnologie Biologiche, Chimiche e
Farmaceutiche - Prof. ROCCHERI Maria Carmela
€
-
€
786,00
€
786,00
R2FFRAD15+P59E
FFR - Scienze e Tecnologie Biologiche, Chimiche e
Farmaceutiche - Prof. SAJEVA MAURIZIO
€
-
€
366,00
€
366,00
R2FFRAD15+P1D6
FFR - Scienze e Tecnologie Biologiche, Chimiche e
Farmaceutiche - Prof. SARA' Maurizio
€
-
€
648,50
€
648,50
R2FFRAD15+P1KU
FFR - Scienze e Tecnologie Biologiche, Chimiche e
Farmaceutiche - Prof. SCHILLACI Domenico
€
-
€
395,00
€
395,00
R2FFRAD15+P61W
FFR - Scienze e Tecnologie Biologiche, Chimiche e
Farmaceutiche - Prof. SERIO Rosa Maria
€
-
€
1.686,00
€
1.686,00
R2FFRAD15+P8AS
FFR - Scienze e Tecnologie Biologiche, Chimiche e
Farmaceutiche - Prof. SINEO Luca
€
-
€
1.628,50
€
1.628,50
€
-
€
3.390,00
€
3.390,00
R2FFRAD15+P4NQ
FFR - Scienze e Tecnologie Biologiche, Chimiche e
Farmaceutiche - Prof. TURCO LIVERI Vincenzo
R2FFRAD15+P135
FFR - Scienze e Tecnologie Biologiche, Chimiche e
Farmaceutiche - Prof. VENTO Renza
€
-
€
7.321,50
€
7.321,50
R2FFRAD16+PNK7
FFR - Scienze Economiche, Aziendali e Statistiche
(SEAS) - Prof. BONO Filippa
€
-
€
748,09
€
748,09
R2FFRAD16+P4R8
FFR - Scienze Economiche, Aziendali e Statistiche
(SEAS) - Prof. CAPURSI Vincenza
€
-
€
2.842,25
€
2.842,25
R2FFRAD16+P8N4
FFR - Scienze Economiche, Aziendali e Statistiche
(SEAS) - Prof. CONSIGLIO Andrea
€
-
€
2.721,72
€
2.721,72
R2FFRAD16+P4TG
FFR - Scienze Economiche, Aziendali e Statistiche
(SEAS) - Prof. CUFFARO Miranda
€
-
€
1.854,66
€
1.854,66
R2FFRAD16+P618
FFR - Scienze Economiche, Aziendali e Statistiche
(SEAS) - Prof. DARDANONI Valentino
€
-
€
2.348,46
€
2.348,46
R2FFRAD16+P8L4
FFR - Scienze Economiche, Aziendali e Statistiche
(SEAS) - Prof. DE CANTIS Stefano
€
-
€
2.169,60
€
2.169,60
R2FFRAD16+PQA7
FFR - Scienze Economiche, Aziendali e Statistiche
(SEAS) - Prof. DOMINICI GANDOLFO
€
-
€
328,94
€
328,94
R2FFRAD16+P8FY
FFR - Scienze Economiche, Aziendali e Statistiche
(SEAS) - Prof. FAZIO Gioacchino
€
-
€
1.346,86
€
1.346,86
R2FFRAD16+PQ5K
FFR - Scienze Economiche, Aziendali e Statistiche
(SEAS) - Prof. FAZIO Giorgio
€
-
€
897,39
€
897,39
R2FFRAD16+P0J6
FFR - Scienze Economiche, Aziendali e Statistiche
(SEAS) - Prof. LIPARI Claudio
€
-
€
807,19
€
807,19
R2FFRAD16+P6AU
FFR - Scienze Economiche, Aziendali e Statistiche
(SEAS) - Prof. LOVISON Gianfranco
€
-
€
3.933,27
€
3.933,27
R2FFRAD16+P5R4
FFR - Scienze Economiche, Aziendali e Statistiche
(SEAS) - Prof. MAZZOLA Fabio
€
-
€
1.121,35
€
1.121,35
R2FFRAD16+PN0W
FFR - Scienze Economiche, Aziendali e Statistiche
(SEAS) - Prof. MENDOLA Daria
€
-
€
1.630,70
€
1.630,70
R2FFRAD16+P6BS
FFR - Scienze Economiche, Aziendali e Statistiche
(SEAS) - Prof. MINEO Angelo
€
-
€
1.825,89
€
1.825,89
€
-
€
1.646,25
€
1.646,25
R2FFRAD16+PQ4U
FFR - Scienze Economiche, Aziendali e Statistiche
(SEAS) - Prof. MOCCIARO LI DESTRI Arabella
R2FFRAD16+P0SH
FFR - Scienze Economiche, Aziendali e Statistiche
(SEAS) - Prof. PURPURA Antonio
€
-
€
897,39
€
897,39
R2FFRAD16+P8N8
FFR - Scienze Economiche, Aziendali e Statistiche
(SEAS) - Prof. ROMANA Nicola
€
-
€
408,56
€
408,56
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
239
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
R2FFRAD16+P6DA
FFR - Scienze Economiche, Aziendali e Statistiche
(SEAS) - Prof. ROMEO Marcella
€
-
€
393,90
€
393,90
R2FFRAD17+P958
FFR - Scienze Giuridiche, della Società e dello Sport Prof. BLANDO Felice
€
-
€
700,95
€
700,95
R2FFRAD17+PNDV
FFR - Scienze Giuridiche, della Società e dello Sport Prof. CAMILLERI Enrico
€
-
€
11.336,01
R2FFRAD17+PP5T
FFR - Scienze Giuridiche, della Società e dello Sport Prof. CAVASINO ELISA
€
-
€
6.887,82
€
6.887,82
R2FFRAD17+P8K4
FFR - Scienze Giuridiche, della Società e dello Sport Prof. FERRANTE Mario Giuseppe
€
-
€
1.730,52
€
1.730,52
R2FFRAD17+P8FG
FFR - Scienze Giuridiche, della Società e dello Sport Prof. GIAIMO Giuseppe
€
-
€
350,48
€
350,48
R2FFRAD17+P4RF
FFR - Scienze Giuridiche, della Società e dello Sport Prof. IMMORDINO Maria
€
-
€
2.980,04
€
2.980,04
R2FFRAD17+P8RQ
FFR - Scienze Giuridiche, della Società e dello Sport Prof. IMPASTATO Ignazio
€
-
€
350,48
€
350,48
R2FFRAD17+PQ9S
FFR - Scienze Giuridiche, della Società e dello Sport Prof. LA SCALA AGOSTINO ENNIO
€
-
€
2.936,31
€
2.936,31
R2FFRAD17+P9FC
FFR - Scienze Giuridiche, della Società e dello Sport Prof. LAVEZZI Andrea Mario
€
-
€
807,19
€
807,19
R2FFRAD17+P27F
FFR - Scienze Giuridiche, della Società e dello Sport Prof. LETO Gaetano
€
-
€
5.162,00
€
5.162,00
R2FFRAD17+P6DC
FFR - Scienze Giuridiche, della Società e dello Sport Prof. MANGANO Renato
€
-
€
350,48
€
350,48
R2FFRAD17+P8RQ
FFR - Scienze Giuridiche, della Società e dello Sport Prof. MAZZARELLA FERDINANDO
€
-
€
350,48
€
350,48
R2FFRAD17+P5RB
FFR - Scienze Giuridiche, della Società e dello Sport Prof. MILITELLO Vincenzo
€
-
€
5.872,62
€
5.872,62
R2FFRAD17+P3JW
FFR - Scienze Giuridiche, della Società e dello Sport Prof. PALMA Antonio
€
-
€
1.960,15
€
1.960,15
R2FFRAD17+P8JZ
FFR - Scienze Giuridiche, della Società e dello Sport Prof. PASCIUTA Beatrice
€
-
€
496,67
€
496,67
R2FFRAD17+P8PL
FFR - Scienze Giuridiche, della Società e dello Sport Prof. PLAIA ARMANDO
€
-
€
1.401,90
€
1.401,90
R2FFRAD17+P0SJ
FFR - Scienze Giuridiche, della Società e dello Sport Prof. PURPURA Gianfranco
€
-
€
1.365,02
€
1.365,02
R2FFRAD17+P8EL
FFR - Scienze Giuridiche, della Società e dello Sport Prof. SANTORO Laura
€
-
€
1.314,45
€
1.314,45
R2FFRAD17+P11D
FFR - Scienze Giuridiche, della Società e dello Sport Prof. SERIO Mario
€
-
€
569,11
€
569,11
R2FFRAD17+P8KJ
FFR - Scienze Giuridiche, della Società e dello Sport Prof. SMORTO Guido
€
-
€
350,48
€
350,48
R2FFRAD17+PIP4
FFR - Scienze Giuridiche, della Società e dello Sport Prof. TRAINA Marcello
€
-
€
2.186,35
€
2.186,35
R2FFRAD17+P8PQ
FFR - Scienze Giuridiche, della Società e dello Sport Prof. TRUJILLO PEREZ Isabel Ascension
€
-
€
4.966,72
€
4.966,72
R2FFRAD17+P8K6
FFR - Scienze Giuridiche, della Società e dello Sport Prof. ZIINO Salvatore
€
-
€
1.029,56
€
1.029,56
R2FFRAD18+P8HG
FFR - Scienze per la Promozione della Salute e Materno
Infantile "Giuseppe D'Alessandro" - Prof. CANNIZZARO
Carla
€
-
€
1.375,00
€
1.375,00
R2FFRAD18+PQ7B
FFR - Scienze per la Promozione della Salute e Materno
Infantile "Giuseppe D'Alessandro" - Prof. CAPRA
GIUSEPPINA
€
-
€
3.428,59
€
3.428,59
R2FFRAD18+P5QA
FFR - Scienze per la Promozione della Salute e Materno
Infantile "Giuseppe D'Alessandro" - Prof. CASUCCIO
Alessandra
€
-
€
2.820,73
€
2.820,73
R2FFRAD18+PQBV
FFR - Scienze per la Promozione della Salute e Materno
Infantile "Giuseppe D'Alessandro" - Prof. DE GRAZIA
Simona
€
-
€
4.358,26
€
4.358,26
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
€ 11.336,01
240
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
R2FFRAD18+P4D7
FFR - Scienze per la Promozione della Salute e Materno
Infantile "Giuseppe D'Alessandro" - Prof. FRANCO Vito
€
-
€
6.503,66
€
6.503,66
R2FFRAD18+P8A7
FFR - Scienze per la Promozione della Salute e Materno
Infantile "Giuseppe D'Alessandro" - Prof. MAMMINA
Caterina
€
-
€
2.820,73
€
2.820,73
R2FFRAD18+PNPC
FFR - Scienze per la Promozione della Salute e Materno
Infantile "Giuseppe D'Alessandro" - Prof.
NOTARBARTOLO DI VILLAROSA Monica
€
-
€
2.164,00
€
2.164,00
R2FFRAD18+PMRJ
FFR - Scienze per la Promozione della Salute e Materno
Infantile "Giuseppe D'Alessandro" - Prof. SERGIO Maria
€
-
€
3.893,42
€
3.893,42
R2FFRAD19+PQ3T
FFR - SCIENZE UMANISTICHE - Prof. AMENTA
Luisa
€
-
€
1.701,70
€
1.701,70
R2FFRAD19+P480
FFR - SCIENZE UMANISTICHE - Prof. AUTERI Laura
€
-
€
2.231,76
€
2.231,76
R2FFRAD19+P8GZ
FFR - SCIENZE UMANISTICHE - Prof. BARTOLOTTA
Anna Maria
€
-
€
1.701,70
€
1.701,70
R2FFRAD19+PN0H
FFR - SCIENZE UMANISTICHE - Prof. CALDARONE
Rosaria
€
-
€
2.186,35
€
2.186,35
R2FFRAD19+PN38
FFR - SCIENZE UMANISTICHE - Prof. CICATELLO
Angelo
€
-
€
2.110,95
€
2.110,95
R2FFRAD19+P260
FFR - SCIENZE UMANISTICHE - Prof. COLLISANI
Amalia
€
-
€
393,90
€
393,90
R2FFRAD19+PN0R
FFR - SCIENZE UMANISTICHE - Prof. DI GESU'
Floriana
€
-
€
2.268,92
€
2.268,92
R2FFRAD19+PNMV
FFR - SCIENZE UMANISTICHE - Prof. DI GESU'
Matteo
€
-
€
1.134,47
€
1.134,47
R2FFRAD19+P0B1
FFR - SCIENZE UMANISTICHE - Prof. DI PIAZZA
Carmelo
€
-
€
2.975,68
€
2.975,68
R2FFRAD19+PN08
FFR - SCIENZE UMANISTICHE - Prof. DI STEFANO
Elisabetta
€
-
€
2.337,10
€
2.337,10
R2FFRAD19+P0JQ
FFR - SCIENZE UMANISTICHE - Prof. LO PIPARO
Francesco
€
-
€
2.261,75
€
2.261,75
R2FFRAD19+P84Y
FFR - SCIENZE UMANISTICHE - Prof. LUPO Salvatore
€
-
€
1.281,65
€
1.281,65
R2FFRAD19+P850
FFR - SCIENZE UMANISTICHE - Prof. MANCINI
Sandro
€
-
€
1.432,45
€
1.432,45
R2FFRAD19+P616
FFR - SCIENZE UMANISTICHE - Prof. MARRAPODI
Michele
€
-
€
3.403,40
€
3.403,40
R2FFRAD19+P55M
FFR - SCIENZE UMANISTICHE - Prof. PERRONE
Domenica
€
-
€
1.181,70
€
1.181,70
R2FFRAD19+P0R6
FFR - SCIENZE UMANISTICHE - Prof. PICONE
GIUSTO
€
-
€
4.463,52
€
4.463,52
R2FFRAD19+P9UO
FFR - SCIENZE UMANISTICHE - Prof. PRIVITERA
Massimo
€
-
€
787,80
€
787,80
R2FFRAD19+P4UW
FFR - SCIENZE UMANISTICHE - Prof. ROCCARO
Giuseppe
€
-
€
1.130,85
€
1.130,85
R2FFRAD19+P5LA
FFR - SCIENZE UMANISTICHE - Prof. SACCO
Michelina
€
-
€
4.463,52
€
4.463,52
R2FFRAD19+P102
FFR - SCIENZE UMANISTICHE - Prof.
SANTANGELO Giovanni Saverio
€
-
€
1.575,60
€
1.575,60
R2FFRAD19+PQ33
FFR - SCIENZE UMANISTICHE - Prof. SCHEMBRI
Gennaro
€
-
€
2.268,92
€
2.268,92
R2FFRAD19+P60Q
FFR - SCIENZE UMANISTICHE - Prof. SICA Anna
€
-
€
1.575,52
€
1.575,52
R2FFRAD19+PQC8
FFR - SCIENZE UMANISTICHE - Prof. SOTTILE
ROBERTO
€
-
€
1.701,70
€
1.701,70
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
241
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
R2FFRAD20+P83Y
FFR - Studi Europei e dell'Integrazione Internazionale.
Diritti, Economia, Management, Storia, Lingue e Culture
(D.E.M.S.) - Prof. ASSO Pier Francesco
€
-
€
1.225,55
€
1.225,55
R2FFRAD20+P65G
FFR - Studi Europei e dell'Integrazione Internazionale.
Diritti, Economia, Management, Storia, Lingue e Culture
(D.E.M.S.) - Prof. BIANCHI Carmine
€
-
€
4.398,29
€
4.398,29
R2FFRAD20+P5W9
FFR - Studi Europei e dell'Integrazione Internazionale.
Diritti, Economia, Management, Storia, Lingue e Culture
(D.E.M.S.) - Prof. COSTANTINO Salvatore
€
-
€
4.792,85
€
4.792,85
R2FFRAD20+P4KG
FFR - Studi Europei e dell'Integrazione Internazionale.
Diritti, Economia, Management, Storia, Lingue e Culture
(D.E.M.S.) - Prof. FIUME Giovanna
€
-
€
1.734,00
€
1.734,00
R2FFRAD20+PQCQ
FFR - Studi Europei e dell'Integrazione Internazionale.
Diritti, Economia, Management, Storia, Lingue e Culture
(D.E.M.S.) - Prof. GUCCIONE CRISTINA
€
-
€
787,76
€
787,76
R2FFRAD20+P4BT
FFR - Studi Europei e dell'Integrazione Internazionale.
Diritti, Economia, Management, Storia, Lingue e Culture
(D.E.M.S.) - Prof. LILLO Jacqueline
€
-
€
1.701,70
€
1.701,70
R2FFRAD20+PQ9T
FFR - Studi Europei e dell'Integrazione Internazionale.
Diritti, Economia, Management, Storia, Lingue e Culture
(D.E.M.S.) - Prof. MARSALA ROSANNA
€
-
€
396,30
€
396,30
R2FFRAD20+PQ65
FFR - Studi Europei e dell'Integrazione Internazionale.
Diritti, Economia, Management, Storia, Lingue e Culture
(D.E.M.S.) - Prof. MONTELEONE CARLA
€
-
€
2.094,17
€
2.094,17
€ 954.904,88
-€
0,00
TOTALE
Il Responsabile del procedimento
Finanziaria f.to Dott. Valerio Castiglia
€ 954.904,88
Il Dirigente dell’Area Economicof.to Dott.ssa Giuseppa La Tona
Il dott. Meloni, presidente del Collegio dei Revisori dei conti precisa che la proposta di
delibera, nella formulazione sopra riportata, è pervenuta all’esame del Collegio poco prima
della chiusura del verbale unitamente alla nota del Direttore Generale n. 43722 del 19 giugno
2014 e che pertanto il parere può essere reso seduta stante. Il Collegio esprime parere
favorevole sottolineando, tuttavia, che si tratta di un parere favorevole dato al caso di specie
posto oggi in approvazione.
Il Rettore ringrazia il Collegio per il lavoro svolto, ritiene, inoltre, che debba verificarsi la
disponibilità residua per la mancata approvazione di alcuni progetti da distribuire con
successivo provvedimento del Consiglio.
Il Consiglio condivide la proposta del Rettore.
Il Consiglio di Amministrazione
Visto il parere della Commissione Bilancio, Edilizia e Patrimonio, Rapporti con
l’A.O.U.P. Visto il parere del Collegio dei Revisori dei conti;
Vista la proposta del Responsabile del
procedimento;
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
242
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
all’unanimità,
DELIBERA
 di approvare in conformità alla proposta sopra riportata;
 di verificare la disponibilità residua per la mancata approvazione di alcuni progetti da distribuire
con successivo provvedimento del Consiglio su proposta del Rettore.
Letto ed approvato seduta stante.
59. Definizione dei rapporti amministrativo – contabili tra l’Ateneo e l’Azienda Ospedaliera
Universitaria Policlinico “P. Giaccone”
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
VISTA la delibera n. 70 del 15 aprile 2014 con cui il Consiglio di Amministrazione ha approvato il
testo dell’atto transattivo, nella stesura concordata tra questo Ateneo e l’AOUP, che di seguito si
trascrive:
ATTO DI TRANSAZIONE
L'Università degli Studi di Palermo, Codice Fiscale 80023730825 - Partita IVA 00605880822, in
persona del Magnifico Rettore e legale rappresentante pro – tempore, Prof. Roberto Lagalla, nato
a Bari il 16/04/1955, C.F. LGL RRT 55D16 A662V, domiciliato per la carica in Piazza Marina, 61 90133 Palermo, Palazzo Chiaramonte (Steri), di seguito denominata Università;
E
l'Azienda Ospedaliero Universitaria “Paolo Giaccone”, Codice Fiscale 05841790826 - Partita IVA
05841790826, in persona del Commissario Straordinario e legale rappresentante pro – tempore,
Dott. Renato Li Donni, nato a Palermo il 27/01/1950, C.F. LDN RNT 50A27 G273L, domiciliato per
la carica nella Via del Vespro 129 - 90127 Palermo, di seguito denominata Azienda e/o AOUP;
PREMESSO CHE
- con leggi regionali nn. 32/87, 17/93 e 3/94 è stato istituito, nell’ambito del ruolo unico regionale
del Servizio Sanitario Regionale, un contingente aggiuntivo di personale (medico e non medico)
per soddisfare le esigenze assistenziali delle strutture e unità operative del Policlinico universitario
di Palermo, assegnato all’Unità Sanitaria Locale n. 58, con utilizzazione esclusiva presso il
Policlinico e con oneri interamente a carico del SSR. Tale personale, assunto attraverso selezione
pubblica effettuata dalla U.S.L. n.58, era destinatario dei CC.CC.NN.LL., rispettivamente, della
Dirigenza medica del SSN e del personale del Comparto del SSN;
- con D.A. (Assessorato Regionale Sanità) n. 15294 del 28.4.1995, recante “Criteri per
l'individuazione dei beni mobili e immobili, delle attrezzature e del personale delle unità sanitarie
locali da trasferire alle aziende ospedaliere”, veniva disposto che “il personale assunto dalle
UU.SS.LL. in forza di specifiche norme regionali per l'attività dei policlinici transita alla azienda
policlinico”, determinando di fatto una situazione disarmonica poiché sussisteva, in capo a detto
personale, un rapporto di impiego con il SSR e un rapporto di servizio con l’Università, dal
momento che l’Azienda O.U. Policlinico non era stata ancora costituita;
- con Decreto Rettorale n. 2494 del 17/10/1996 si costituì l’”Azienda Universitaria Policlinico”,
dotata di autonomia organizzativa, gestionale, patrimoniale e contabile, ma priva di personalità
giuridica, poi attribuita in applicazione del successivo D.Lgs. n. 517/99 - art. 2, Decreto Rettorale n.
264 del 26/04/2000;
- il quadro problematico e complesso sopra delineato non veniva risolto neppure dall’atteso D.Lgs.
n. 517/99 poiché - relativamente alle procedure concernenti il trasferimento o l'utilizzazione del
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
243
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
personale non docente alle aziende ospedaliero universitarie - l’art. 8 del predetto decreto si
limitava a rinviare gli atti applicativi a decreti interministeriali dei Ministri della Sanità, dell’Università
e Ricerca scientifica e tecnologica, della Funzione pubblica e del Tesoro, tuttavia mai emanati;
- con delibera del 14.2.2000, il Consiglio di Amministrazione dell’Università, per porre fine alla
discrasia tra il titolare del rapporto di dipendenza giuridica del personale in questione (SSR) e il
soggetto nella cui dotazione organica di fatto il medesimo personale si trovava stabilmente inserito
(Università), deliberò di procedere all’inserimento, in applicazione dell’art. 33, comma 1, del D.lgs.
n. 29/93 e ss.mm.ii., del personale non medico nei profili professionali della qualifica
corrispondente a quella posseduta, o esclusivamente della quarta, o della terza qualifica
funzionale dell’ordinamento del personale tecnico-amministrativo universitario;
- con la medesima delibera fu disposto che “gli oneri a carico dell’Università degli Studi di Palermo,
a decorrere dal 14 febbraio 2000 derivanti dal presente provvedimento permangono a carico
dell’AOUP nella misura comunque non superiore a quella in atto sostenuta per il personale
interessato, pur nella vigenza dell’art. 31 del D.P.R. n. 761/79 e nelle more di quanto in premessa
relativamente agli atti applicativi del D.Lgs. n. 517/99; a tal fine, per integrare l’efficacia della
presente deliberazione, il Direttore Generale dell’Azienda Universitaria Policlinico dovrà
confermare con apposito atto il proprio consenso e l’accollo degli oneri in questione”;
- con nota prot. n. 693 del 17.6.2000 il Direttore Generale dell’AOUP rese il previsto consenso
sull’accollo degli oneri, precisando ulteriormente che: “tale accollo è limitato alla complessiva
somma di £. 12.654.906.620, risultante dalla media della spesa sostenuta nel triennio 1997/1999
per le retribuzioni tabellari (stipendio base, I.I.S, qualificazione professionale, eventuale assegno
per nucleo familiare) per il personale interessato. Ogni eventuale ulteriore emolumento è, perciò
estraneo al disposto accollo;” (..) e che: “così come precisato nella delibera n.6/2000, citata,
l’accollo interviene nelle more dell’adozione dei provvedimenti applicativi del D.Lgs. n.517/1999,
ferma restando la vigenza dell’art.31 del DPR n. 761/1979 e, dunque, delle disposizioni ivi previste
sia per quanto concerne l’individuazione dei soggetti tenuti alla corresponsione delle retribuzioni al
personale universitario in servizio presso le Aziende ospedaliere-universitarie sia per quanto
relativo alla misura del rispettivo concorso nelle retribuzioni stesse. Appare opportuno evidenziare,
peraltro, che la vigenza di siffatte disposizioni è stata ulteriormente ribadita dall’art.8, comma 5
dello stesso D.Lgs. n.517/1999.”;
- la concreta attuazione del suddetto provvedimento si è andata realizzando con le seguenti
modalità:
1)
Anni 2001 - 2002: trattamento economico interamente erogato dall’Università,
2)
Anni 2003 – 2013: trattamento economico interamente erogato dall’AOUP,
rinviando di fatto la regolarizzazione delle posizioni debitorie/creditorie alla complessiva
definizione dei rapporti amministrativo-contabili tra l’Università e l’AOUP, atteso che
sussistevano altre e altrettanto consistenti partite da portare a compensazione;
- con nota del 9.3.2010 prot. n. 3007, la Direzione Generale dell’A.O.U.P. chiedeva all’Università la
compensazione di diverse e varie partite di debito e di credito, rappresentando di vantare, per il
periodo 1997/2009, un credito complessivo pari a € 30.989.710,99;
- a seguito della costituzione di un Tavolo Tecnico, insediato per la definizione della situazione
complessiva debitoria e creditoria tra l’Azienda O.U.P. e l’Università, si è pervenuti a un parziale
accordo, sottoscritto in data 21.12.2012, per altre e diverse partite gestionali.
Tuttavia, le posizioni tra Università e Azienda O.U.P. non hanno trovato convergenza per quel che
concerne il richiesto rimborso della differenza stipendiale riguardante il personale ex USL 58 di cui
alla delibera del C.d.A. 14.2.2000;
- le divergenti posizioni hanno riguardato sostanzialmente l’applicazione della stessa delibera in
ordine alla corresponsione dell’indennità di equiparazione ospedaliera e del trattamento
accessorio, di cui all’art. 31 del D.P.R. 761/79, e la correlata imputazione dei costi. Infatti:
- ad avviso dell’Azienda, in virtù della delibera del C.d.A. dell’Università del 14/02/2000,
l’accollo del costo del personale ex USL 58 è limitato alla complessiva somma annua di £.
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
244
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
12.654.906.620 (pari a €. 6.535.713,83), con addebito all’Università di ogni altro onere.
L’Azienda ha osservato che, in ogni caso, la quota a carico della stessa stabilita
dall’accordo sopra citato risulta più onerosa di quanto previsto dal CCNL Comparto
Università del 27/01/2005 (quadriennio 2002-2005), applicabile al personale ex ASL-58. In
base al comma 3 dell’art. 28 del citato CCNL, infatti, nel caso di personale dipendente
dall’Università assegnato funzionalmente all’Azienda, è a carico dell’Università il
trattamento tabellare previsto dall’inquadramento universitario e la corrispondente indennità
di Ateneo, e gravano sull’Azienda l’integrazione al tabellare prevista a titolo di
equiparazione dall’art. 31 del DPR 761/79 (differenza di tabellare tra trattamento
ospedaliero e trattamento universitario), nonché le indennità accessorie correlate all’attività
assistenziale;
- ad avviso dell’Università, invece, avendo la delibera del proprio C.d.A. del 14.2.2000
stabilito che “gli oneri a carico dell’Università degli Studi di Palermo, a decorrere dal 14
febbraio 2000 derivanti dal presente provvedimento permangono a carico dell’AOUP nella
misura comunque non superiore a quella in atto sostenuta per il personale interessato, pur
nella vigenza dell’art. 31 del D.P.R. n. 761/79”, la somma di €. 6.535.713,83 concorre alla
formazione dell’importo dovuto dall’Università al personale ex USL 58 a titolo di trattamento
retributivo fondamentale statale; la parte retributiva da erogare in applicazione dell’art. 31
del D.P.R. n. 761/79, rimane quindi a carico dell’A.O.U.P. e del suo bilancio, trattandosi di
voci stipendiali che la norma richiamata fa gravare sui fondi del Servizio Sanitario
Regionale. In ogni caso, si ricorda che alla data della citata delibera (14.02.2000) vigeva
altra normativa contrattuale;
- l’AOUP ha quantificato il rimborso richiesto all’Università, per gli anni 2003-2013, in
€.52.140.215,40 (al netto di €.1.109.594,55 secondo l’accordo sottoscritto in data 21.12.2012).
CONSIDERATO CHE
- nell’ambito dei rapporti di dare e avere, tra Università e Azienda, si rinvengono ulteriori partite
contabili sospese, relative a crediti vantati dall’Università, per un importo pari a € 2.849.657,44
così specificati:
€
2005
Rimborso trattamento accessorio art. 28
1.543.410,43
Borse di studio per medici specializzandi (quota Assegnazione 2005
2005
A.O.U.P. Ass.to Sanità)
€ 665.787,01
2006
Assicurazione Cattolica specializzandi polizze n.31/3530 e n. 32/1340
€ 192.750,00
2007
Assicurazione Cattolica specializzandi polizze n.31/3530 e n. 32/1340
€ 198.900,00
Assicurazione Cattolica specializzandi polizze n.31/3530 e n. 32/1340
2007
regolazione premio
€ 131.138,00
Assicurazione Cattolica x specializzandi polizze n.31/3530 e
2008
n.32/1340 regol. premio
€ 117.672,00
TOTALE € 2.849.657,44
cui va aggiunta la somma di € 991.132,38, quale ristoro del gravame indebitamente sopportato
dall’Università, a seguito di pignoramento da parte di 52 dipendenti, sulla base di sentenze
emesse, in favore degli stessi, dal Giudice del Lavoro su riconoscimento di differenze retributive
per indennità di equiparazione ospedaliera (art. 31 del D.P.R. n. 761/79), nonché la somma di €
609.577,52 per rimborso retribuzioni, anni 1997/2000, relative ad operai agricoli impegnati in
attività di manutenzione, cura, pulitura e sanificazione del parco del policlinico;
- nell’ambito dei summenzionati rapporti di dare e avere si rinvengono, altresì, ulteriori partite
contabili sospese, relative a crediti vantati dall’Azienda, per un importo pari a € 752.261,96 così
specificati:
2006
Recupero decreto ingiuntivo Novartis Pharma Spa
€
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
245
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
59.712,79
€ 6.037,58
€ 7.746,85
€
296.000,00
2008
2008
Pignoramento Farmafactoring per società Nycomed Amersham Sorin
Recupero x decreto ingiuntivo ICEFOR SPA
2012
Quota parte a carico dell’Università per spese delle utenze 2012
Recupero costo personale ex art. 23 n.7 lavoratori (quota a carico
€ 43.382,37
Università) anno 2012
€
Quota parte a carico dell’Università per spese delle utenze 2013
296.000,00
Recupero costo personale ex art. 23 n.7 lavoratori (quota a carico
€ 43.382,37
Università) anno 2013
€
TOTALE
752.261,96
2012
2013
2013
cui va aggiunta la somma di € 392.313,02, relativa alla differenza di cui all’accordo sottoscritto in
data 21.12.2012;
- è intendimento delle parti - stante la mancata corrispondenza della partite di debito/credito, come
risultanti dalla contabilità in possesso dell’Università e dell’Azienda, e preso atto, soprattutto, delle
divergenti posizioni - superare l’attuale situazione di impasse ed evitare l’insorgere di una lite
giudiziaria tra Amministrazioni pubbliche, che comporterebbe oneri sia in termini di costi aggiuntivi
per le parti, che di tempi oltremodo incerti per la definizione della complessa vicenda;
- l’Assessorato Regionale della Salute ha formalmente invitato l’Azienda a concludere con
sollecitudine i lavori del Tavolo Tecnico, sottoponendo l’approvazione del bilancio d’esercizio,
chiuso al 31 dicembre 2011, alla condizione necessaria che si pervenga alla completa definizione
dei rapporti di credito e debito tra l’Azienda e l’Università, i cui effetti contabili siano recepiti nei
saldi di bilancio al 31/12/2012. Detta condizione, di fatto, ha determinato la non approvazione dei
bilanci di esercizio chiusi al 31 dicembre 2011 e al 31 dicembre 2012 da parte dell’organo tutorio.
Né la mancata composizione della rappresentata vicenda potrebbe determinare sorte diversa per il
consuntivo dell’esercizio 2013, appena trascorso;
- l’Avvocatura Distrettuale dello Stato, più volte investita dei problemi connessi alla singolare
situazione venutasi a creare, ha invitato l’Università e l’Assessorato Regionale alla Salute ad
adoperarsi attivamente perché venisse individuata e realizzata in sede nazionale un’iniziativa
legislativa adeguata a consentire un assetto ragionevole della situazione in essere (si fa
riferimento, da ultimo, alla cons. 892/99 Avv. Pignatone). A tale riguardo l’Università e l’Azienda
non possono che auspicare un intervento normativo volto a definire con chiarezza la corretta
imputazione delle risorse relative ai costi del personale universitario funzionalmente assegnato e
utilizzato dall’AOUP;
- l’Università, da parte sua, sta finanziando, con oneri a proprio esclusivo carico, i lavori di
complessiva ristrutturazione degli edifici in uso all’Azienda, finalizzati all’adeguamento strutturale,
impiantistico e funzionale necessario all’accreditamento della struttura sanitaria al SSN,
sostenendo un impegno economico pari a € 51.645.690,00, di cui € 39.815.758,67 su spazi
esclusivamente dedicati ad attività assistenziali;
- l’Azienda riconosce che da tale investimento discende un notevole arricchimento in termini di
rifunzionalizzazione dei luoghi e riduzione dei costi di adeguamento e di manutenzione, ordinaria e
straordinaria, degli spazi assistenziali che la legge, peraltro, pone a carico dell’Azienda medesima
la quale, negli anni passati, non ha goduto di congrui finanziamenti a valere sull’art. 71 della legge
n. 448/98;
- per quanto sopra esposto, l’Università vanterebbe nei confronti dell’AOUP il credito pari a €
4.450.367,34 (corrispondente alla somma di € 2.849.657,44 + €. 991.132,38 + € 609.577,52) ai
quali, ai fini della auspicata compensazione, è da aggiungere l’investimento di cui sopra, pari a €
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
246
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
39.815.758,67, per un totale di € 44.266.126,01 (corrispondente alla somma di € 4.450.367,34 + €
39.815.758,67);
- l’AOUP, secondo la propria ricostruzione, vanterebbe un credito nei confronti dell’Università di
complessivi €. 53.284.790,38 (corrispondenti alla somma di €.52.140.215,40 + € 752.261,96 + €
392.313,02).
Tutto ciò premesso e considerato, al fine di definire in via transattiva le questioni meglio descritte
in premessa ed evitare l’insorgere di una lite giudiziaria i cui esiti sarebbero inevitabilmente incerti,
si dispiegherebbero nel lungo termine e, certamente, comporterebbero oneri aggiuntivi di rilevante
entità per entrambe le parti,
SI CONVIENE E STIPULA QUANTO SEGUE
1) l’Università, con la sottoscrizione del presente accordo, a fronte delle pretese dell’AOUP, per le
ragioni e le fattispecie sopra evidenziate, complessivamente pari a €.53.284.790,38 riconosce, ai
soli fini transattivi, gli impegni finanziari sostenuti dall’Azienda per il periodo 2003/2013, nella
misura sopra indicata, in ragione del riconoscimento da parte dell’AOUP di cui al successivo punto
2).
2) L’Azienda, con la sottoscrizione del presente accordo, a fronte delle pretese dell’Università, per
le ragioni e le fattispecie sopra evidenziate, riconosce, ai soli fini transattivi, nella misura di €
44.266.126,01, gli impegni finanziari sostenuti dall‘Ateneo per il periodo 2005/2013, nella misura
sopra indicata in ragione del riconoscimento da parte dell’Università di cui al superiore punto 1).
3) Per effetto di quanto convenuto ai punti 1) e 2) le parti dichiarano compensate tutte le partite di
credito/debito vantate/pretese per le fattispecie indicate in premessa, con una differenza a favore
dell’AOUP pari a € 9.018.664,37 che sarà regolata sulla base di quanto si conviene al successivo
punto 6).
4) Le parti convengono che - qualora i citati lavori finanziati dall’Università, per la ristrutturazione
degli edifici in uso all’Azienda, non venissero totalmente eseguiti come da relazione tecnica del
RUP allegata - il riconoscimento dei connessi costi avverrà esclusivamente per la quota parte dei
lavori effettivamente eseguiti mentre, per la restante parte, il presente accordo transattivo si
intenderà risolto e oggetto di successiva rinegoziazione, fermo restando il riconoscimento delle
rispettive pretese.
5) Per effetto di quanto convenuto ai punti 1), 2), 3) e fatto salvo quanto previsto al punto 4, le parti
dichiarano che ogni questione relativa alle fattispecie di cui al presente accordo è da intendersi
definitivamente risolta e transatta e pertanto di non avere, a tale titolo, null’altro a pretendere, salvo
il credito di € 9.018.664,37 a favore dell’AOUP, già richiamato al punto 3.
6) Le parti - considerato che la materia riveste particolare complessità come ampiamente
evidenziato in premessa, ritenuto necessario regolarizzare ogni altro aspetto relativo ai costi del
personale ex USL 58, che l’Università ritiene di dover garantire pur non riconoscendone gli oneri
(come sopra specificato) in quanto trattasi di personale utilizzato esclusivamente per attività
assistenziali, convengono che, a decorrere dall’esercizio amministrativo 2014, i costi relativi alla
retribuzione del personale ex USL 58, di cui all’allegato prospetto, che costituisce parte integrante
del presente accordo, continueranno a essere sostenute dall'AOUP.
Per tali oneri sostenuti dall’AOUP, e dalla stessa stimati in € 30.898.564,96 incrementati della
somma di € 9.018.664,37, di cui al punto 3, l’Università corrisponderà annualmente, a titolo di
contributo di finanziamento e compartecipazione ex art. 11 del vigente Protocollo d’Intesa, la
somma di € 2.530.000,00 omnicomprensivi per 16 anni a partire dall’esercizio amministrativo
2014, che l’AOUP deconterà annualmente.
7) Resta inteso tra le parti che il mancato rispetto delle condizioni della presente transazione,
meglio specificate ai punti 1), 2), 3), 4) e 6), comporterà la risoluzione della stessa.
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
247
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
8) Le parti convengono che, qualora nel tempo dovessero intervenire normative a chiarimento e
definizione della complessa materia riferita al personale giuridicamente universitario ma dedicato
esclusivamente all’assistenza, il presente accordo dovrà essere rinegoziato per la parte relativa ai
costi eventualmente rimanenti.
9) Il presente atto transattivo è subordinato, ai fini della sua esecutività, al parere della competente
Avvocatura Distrettuale dello Stato, alla quale sarà sottoposto dall’Assessorato regionale della
Salute, ove da quest’ultimo condiviso.
10) Le spese di registrazione del presente accordo rimangono a carico della parte che, in relazione
alla sua condotta, vi avrà dato causa.
Letto, confermato e sottoscritto
Palermo, lì
Il Rettore dell’Università degli Studi di Palermo, Prof. Roberto Lagalla
Il Commissario Straordinario dell’AOUP, Dott. Renato Li Donni
VISTA la delibera n. 70 del 15 aprile 2014 con cui il Consiglio ha contestualmente conferito
mandato al Rettore per la sottoscrizione del su esteso atto, previa verifica della possibilità di
inserimento delle notazioni indicate dal Consiglio medesimo;
CONSIDERATO che non è stato possibile raggiungere alcuna intesa in ordine all’inserimento,
nella proposta di atto transattivo, delle notazioni indicate dal Consiglio come riportate nella
suindicata delibera;
VISTA la nota prot. A.I.3 – S.5/41065 del 20 maggio 2014 con cui l’Assessorato della Salute,
acquisito il parere reso dall’Avvocatura dello Stato con distrettuale n. 33885 del 8 aprile 2014, ha
espresso parere favorevole alla sottoscrizione da parte dell’AOUP dell’atto transattivo,
condizionandola, tuttavia, alla contestuale rinuncia da parte di questo Ateneo “al proseguimento
della controversia incardinata al TAR Palermo - ed ogni altra eventuale pretesa ad essa connessa
– per l’annullamento del D.A. n. 2032 del 4 ottobre 2012 con il quale l’Assessorato ha revocato in
autotutela il DA n. 289/12 del 16/02/2012, avente ad oggetto l’approvazione dell’Accordo quadro
del 22/12/2011 per l’attuazione del comma 6 dell’art. 14 del vigente protocollo di intesa, stante che
la transazione de qua è in evidente contrasto con la persistenza del giudizio tuttora pendente”;
CONSIDERATO che con delibera n. 64 del 18 settembre 2012 il Consiglio di Amministrazione ha
autorizzato la tutela legale dell’Università, nelle opportune sedi, a seguito di eventuale revoca
unilaterale da parte dell’Assessorato Regionale della Salute, degli accordi formalmente intervenuti
in applicazione dell’art. 14 comma 6 dei vigenti protocolli di intesa;
CONSIDERATO che con nota prot. n. A.I. 3 – S.I. 75475 del 15/10/2012 del Dirigente Generale
dell’Assessorato della Salute della Regione Siciliana, assunta a prot. n. 76487 del 18/10/2012,
veniva comunicata che, con D.A. 2032/12 del 4/10/2012, era stata disposta la revoca in autotutela
del D.A. n. 289/12 del 16/02/2012 di approvazione dell’Accordo quadro stipulato con l’Università
degli Studi di Palermo in attuazione dell’art. 14 comma 6 del Protocollo di Intesa di cui al D.A. 647
del 4/03/2012;
CONSIDERATO che con D.R. n. 47 del 06/12/2012 prot. 90490, successivamente ratificato dal
Consiglio, si è provveduto, ai fini della tutela legale degli interessi di questa Università, a conferire
ad un Avvocato del libero Foro mandato difensivo ai fini dell’impugnazione del D.A. 2032/12 del
4/10/2012,
CONSIDERATO che la rinuncia al giudizio appare particolarmente onerosa per l’Ateneo, e che
pertanto questa Amministrazione si riserva di far valere in ogni sede le proprie legittime pretese in
ordine alla complessa questione relativa al trattamento economico del personale TA universitario,
funzionalmente assegnato all’AOUP per esigenze esclusivamente assistenziali e già ricompreso
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
248
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
nella dotazione organica di quest’ultima, per la quale si sottoporrà al tavolo tecnico regionale la
modifica del comma 6 dell’art. 14 del vigente P.I. che di seguito si riporta:
“Proposta di modifica da inserire nella bozza di rinnovo del vigente PI in sostituzione del
comma 6 dell’art. 14 ( oggi art. 15 comma 6) ovvero tra le norme finali.
Le parti si impegnano a rappresentare al Governo regionale la questione relativa al trasferimento o
all’utilizzazione del personale universitario non docente in atto ricompreso nella dotazione organica
dell’Azienda O.U. e a richiedere interventi normativi in materia, atteso che i provvedimenti di cui
all’art. 8 comma 5 DLgs 517/1999 rientrano nella competenza delle Regioni per effetto della
riforma del Titolo V della Costituzione.
Le parti si riservano, comunque, di costituire un apposito tavolo tecnico per valutare, ai sensi
dell’art. 70 comma 12 del Dlgs 165/2001, ipotesi di rimborso, anche parziale, da parte del SSR in
favore dell’Università del trattamento fondamentale da quest’ultima corrisposto al personale
tecnico/amministrativo universitario utilizzato dall’Azienda O.U. per esigenze esclusivamente
assistenziali, già ricompreso nella dotazione organica della stessa.”
RITENUTO, pertanto, che ai fini della sottoscrizione dell’atto transattivo, con il quale si procederà
alla completa definizione dei rapporti di credito / debito tra l’Ateneo e l’Azienda Ospedaliera
Universitaria Policlinico “P. Giaccone”, è condizione necessaria la rinuncia al proseguimento della
controversia incardinata al TAR Palermo per l’annullamento del D.A. n. 2032 del 4 ottobre 2012 e,
per le considerazioni su esposte, non anche ad ogni altra eventuale pretesa ad essa connessa;
si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
a) approvare il testo definitivo dell’atto transattivo sopra riportato e autorizzare il Rettore alla
sottoscrizione;
b) dare mandato all’Amministrazione a procedere alle conseguenti variazioni di bilancio;
c) di autorizzare il Rettore alla rinuncia al proseguimento della controversia incardinata al
TAR Palermo per l’annullamento del D.A. n. 2032 del 4 ottobre 2012- e non anche ad ogni
altra eventuale pretesa ad essa connessa, solo a seguito della sottoscrizione dell’atto
transattivo nel testo oggi approvato dal Consiglio, previa rinuncia da parte dell’Assessorato
alle spese del giudizio e all’inserimento nel Protocollo di Intesa in fase di rinnovo della
modifica dell’art 14 comma 6 sopra riportata.
Il Responsabile del procedimento
f.to Dott.ssa Maria Antonia Garaffa
Il Direttore Generale
f.to Dott. Antonio Valenti
Il Consiglio di Amministrazione
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Sentita la relazione del Presidente della Commissione Bilancio, Edilizia e Patrimonio, rapporti con
l’AOUP;
Visto il parere del Collegio dei Revisori dei conti che di seguito si riporta:
Il Collegio dà avviso favorevole sul testo definitivo dell’atto transattivo, esprimendo peraltro
rammarico per il mancato accoglimento delle notazioni formulate dallo stesso Consiglio e da
questo Collegio; sottolinea l’importanza dell’inserimento del protocollo di intesa in fase di rinnovo
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
249
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
della modifica dell’art 14 comma 6 e raccomanda l’adozione di ogni opportuna cautela nella sede
delle conseguenti variazioni di bilancio.
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
87. Affidamento incarico al Dott. Avv. Lillo Fiorello
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Tenuto conto delle indicazioni inviate il 6 marzo 2014 dal Servizio Speciale SSP08-Osservatorio
contratti-convenzioni e sistemi fruibilità informazioni tra pubbliche amministrazioni dell’Area Affari
legali negoziali – patrimoniali e pervenute allo scrivente Settore il 15 aprile 2014 tramite la
Segreteria Tecnica del Rettore (comunicazione email in allegato), si e’ posto in essere l’iter
procedurale propedeutico all’approvazione della convenzione indicata in oggetto. Pertanto si
trasmette lo schema di convenzione finalizzato a disciplinare la partecipazione degli studenti iscritti
ai corsi di laurea indicati all’art. 1, ad udienze il cui oggetto riguarda la violenza sulle donne.
Nella seduta del 17 giugno 2014 il Senato Accademico ha espresso parere favorevole
all’approvazione dello schema di “Convenzione con l’Associazione CO.TU.LE.VI. ai fini dello
svolgimento dei tirocini curriculari all’interno dello Sportello Anti Violenza Diana del Tribunale di
Trapani”.
Pertanto si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
Di approvare lo schema di convenzione ai fini dello svolgimento di Tirocinio Curriculare per i corsi
di Studio di seguito indicati all’art. 1, il cui testo di seguito si riporta:
PROTOCOLLO D’INTESA
TRA
L’Associazione CO.TU.LE.VI , nella persona del legale rappresentante Palma Camelia Aurora
Ranno con sede legale all’interno dello SPORTELLO ANTI VIOLENZA DIANA presso il Tribunale
di Trapani
E
L’Università degli Studi di Palermo nella persona del Prof. Rettore Roberto Lagalla, domiciliato per
la carica presso la sede legale dell’’Università medesima, sita in Palermo – Piazza Marina 61;
VISTO il D.p.r. n. 382/80;
VISTO il decreto ministeriale 22 ottobre 2004, n.270;
VISTA la L. 240/2010;
VISTO l’art.9 dello Statuto dell’Università degli Studi di Palermo;
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
250
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
VISTO il Regolamento Didattico dell’Università degli Studi di Palermo;
VISTO l’articolo 5 del regolamento dello sportello Antiviolenza
VISTO l’articolo 1 del regolamento della CO.TU.LE.VI
1. Il Responsabile rappresenta lo sportello e i suoi servizi, lo presiede e ne è il referente
ufficiale;
2. Il Responsabile si occupa di stabilire accordi di partenariato con enti, istituzioni e
organizzazioni sia private che pubbliche;
3. Il Responsabile cura i contatti con le istituzioni pubbliche e private e si occupa di
promuovere lo sportello e i suoi servizi attraverso i mass-media (tv,stampa,radio);
4. Il Responsabile si occupa di azioni di marketing finanziario (ricerca di sovvenzioni, sponsor,
finanziamenti, contributi economici) e di ogni forma di supporto materiale utile al
funzionamento dello sportello.
5. Il Responsabile a cadenza periodica cura l’organizzazione esterna di manifestazioni
(convegni, seminari, tavole rotonde) per promuovere attività di prevenzione e di
informazione rispetto al tema della violenza.
6. Il Responsabile convoca l’assemblea generale dei componenti dello sportello (operatori,
consulenti esterni aventi presa in carico, eventuali rappresentanti istituzionali) dirige e
modera le discussioni, pone questioni, provvede al buon andamento dei lavori
dell’assemblea.
L’assemblea generale si riunisce in convocazione ordinaria, di norma, almeno una volta
l’anno e in via straordinaria tutte le volte in cui il responsabile e/o uno dei componenti dello
sportello ne facesse richiesta
7. Il Responsabile si relaziona con il Coordinatore Generale dello sportello rispetto a
segnalazioni di nuovi casi, informazioni su casi seguiti, dati inerenti allo sportello da
comunicare a rappresentanti istituzionali ( Tribunali, comune, forze dell’ordine) qualora ne
venisse espressamente fatta richiesta.
PREMESSO
Che lo Sportello Anti Violenza “DIANA” del Comune di Trapani si prefigge di prevenire e
contrastare il fenomeno della violenza in genere nelle sue più variegate forme e manifestazioni,
fisica, psicologica, sessuale, morale, spirituale, razziale ed altro ancora in qualunque luogo e
contesto essa si manifesti, al fine di tutelare la salute, la dignità ed il benessere psicofisico e
sociale dell’individuo;
CONSIDERATO che lo sportello apre la sua sede distaccata c/o il tribunale di Palermo il 6
dicembre 2013 alle ore 9,30, il documento è stato sottoscritto dal Presidente del tribunale
Leonardo Guarnotta, dalla Presidente dell’associazione Aurora Ranno e dalla Presidente del
Comitato delle pari opportunità Giudice Alessandra Piras.
Lo Sportello realizza i propri compiti attraverso: a) azioni di prevenzione del fenomeno violenza
mediante convegni, work shop, gruppi di studio, conferenze, campagne di informazione e
formazione, coinvolgendo enti, associazioni, istituti, scuole, organizzazioni pubbliche e private,
b) azioni di intervento in tutte quelle situazioni in cui il fenomeno violenza si è già manifestato
ed in cui è necessario intervenire attraverso variegate forme di sostegno e supporto,
psicologico, materiale, legale, morale, assistenziale, etc. Tali azioni vengono espletate
all’interno dello sportello
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
251
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
grazie all’ausilio ed alla collaborazione spontanea di numerosi professionisti specializzati del
settore che, come è avvenuto già in diverse occasioni hanno contribuito alla parziale o totale
risoluzione di gravi episodi.
VISTO che lo Sportello Anti Violenza, al fine di sviluppare in modo corretto e ottimale le proprie
funzioni, può svolgere attività complementari, tra le quali, le
proposte circa: a) la realizzazione di indagini conoscitive, anche mediante la somministrazione
di questionari, circa la diffusione del fenomeno violenza,
b) l’organizzazione di ricerca e di studio, nonché la partecipazione mediante proprie
componenti, ad iniziative analoghe realizzate presso altre amministrazioni o soggetti privati di
altri comuni; c) l’attivazione e lo sviluppo di rapporti di collaborazione con altri singoli
professionisti/ consulenti e con centri, enti, comitati che si occupano di servizi analoghi nella
prevenzione e lotta contro la violenza.
CONSIDERATO che la collaborazione tra Università ed enti e/o associazioni possa risultare
funzionale ad una maggiore efficienza formativa e collaborativa;
Si stabiliscono con il presente protocollo i punti principali tra il Comune di Trapani, attraverso la
Commissione Pari Opportunità, il Tribunale di Trapani e il Polo territoriale di Trapani.
SI CONVIENE E SI STIPULA QUANTO SEGUE:
Art.1
Le parti intendono avviare azioni e strategie comuni finalizzate a stimolare, programmare e
realizzare attività ed iniziative rivolte agli studenti del Polo di Trapani dell’Università degli Studi
di Palermo e precisamente dei seguenti corsi di Laurea ove attivati: Laurea in Giurisprudenza,
laurea in Scienze Giuridiche, laurea in Relazioni Industriali, Laurea in Servizio Sociale, Laurea
in Scienze e tecniche psicologiche, Laurea in Psicologia clinica, Laurea in Psicologia dell’arco
di vita, Laurea in Psicologia sociale, del lavoro e delle organizzazioni, Laurea in scienze
Sociologiche.
Le parti, pertanto, potranno promuovere attività di stage al fine di approfondire il tema delle
Pari opportunità presso il Tribunale di Trapani.
Art.2
Scopo del presente Protocollo di Intesa è favorire la partecipazione degli studenti iscritti ai corsi
di Laurea di cui al precedente art. 1 ad udienze il cui oggetto riguarda la violenza sulle donne,
utile sotto il profilo formativo teorico-pratico.
Art.3
Lo Sportello Anti Violenza “DIANA” si impegna a fornire i locali per la realizzazione del progetto
c/o il tribunale di Palermo stanza nr. 31 con autorizzazione del 22/11/2013 verbale nr. 41 a
firma del Presidente della Corte Dott. Vincenzo Oliveri.
Art.4
L’Università valuterà la possibilità di contribuire alla realizzazione del progetto anche mediante
azioni di informazione/ formazione realizzate da docenti incaricati, che abbiano espresso il
previo consenso, con competenze specifiche nell’ambito di cui al presente protocollo.
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
252
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Art.5
Al fine di realizzare i progetti di cui al presente atto, si istituisce un comitato scientifico
composto da un membro designato dal Rettore dell’Università degli Studi di Palermo e da un
membro designato dall’Associazione Co.Tu.Le.Vi.
Art.6
Il presente protocollo non comporta oneri finanziari a carico delle parti.
Art.7
L’Università degli Studi di Palermo potrà valutare, nei limiti consentiti dalla L. n. 240/2010 e dal
Regolamento Didattico di Ateneo, il riconoscimento di crediti formativi universitari per le attività
realizzate in esecuzione del presente atto.
Art.8
Il presente Protocollo d’Intesa decorre dalla data di sottoscrizione, è di durata annuale e si
considera tacitamente rinnovato, alla sua scadenza, per un periodo di pari durata.
Luogo e data, ________________
Il Rettore dell’Università degli Studi di Palermo
Prof. Roberto Lagalla
Il legale Rappresentante
Palma Camelia Aurora Ranno
Il Responsabile del procedimento
f.to Dott. Fausto Gennuso
Il Dirigente
f.to Ing. Gandolfo Gallina
Il Consiglio di Amministrazione
Visto lo schema predisposto dal Servizio Speciale SSP08-Osservatorio contratti-convenzioni e
sistemi fruibilità informazioni tra pubbliche amministrazioni dell’Area Affari legali negoziali:
Visto il D.M. 270/2004 “Modifiche al regolamento recante norme concernenti l’autonomia didattica
degli atenei, approvato con decreto del Ministro dell’Università e della ricerca scientifica e
tecnologica 3 novembre 1999, n. 509”;
Visto il Regolamento Didattico di Ateneo emanato con D.R. 3201 del 15.10.2013;
Vista la Delibera del Senato Accademico del 17.06.2014.
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Sentita la relazione del Presidente della Commissione Cultura Didattica e servizi agli studenti;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante
1. Comunicazioni
Il Rettore comunica che:
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
253
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO


Il Ministro, in occasione dell ‘assemblea della CRUI, ha confermato che entro luglio
verranno rivisitati i punti organico per gli Atenei con il conseguente differimento dei termini
già previsti e che vi sarà una revisione dei criteri di assegnazione del FFO.
Il Governo ha resa noto la necessità di un ulteriore assestamento dei conti e ciò avrà
conseguenze anche per l’Ateneo con un taglio rilevante al FFO. Sarà pertanto necessario
avviare un ragionamento complessivo sulle modalità per fare fronte a questa mancata
entrata ivi compresa anche una rivisitazione della tassazione degli studenti.
2. Risposte ed interrogazioni
La dott. Pizzillo fa presente che in segreteria studenti non hanno consentito ad alcuni studenti
l’esonero dal pagamento della seconda rata pur rientrando nei requisiti di cui al decreto rettorale
n.1514 del 10 aprile 2014 asserendo che la domanda per il conseguimento della laurea sarebbe
dovuto avvenire entro il mese di gennaio. Gli addetti alla segreteria ritengono che ciò derivi da
quanto scritto nel decreto citato nella parte in cui testualmente recita: lo studente che ha
presentato domanda per il conseguimento del titolo finale di un qualsiasi Corso di Studio
dell’Ateneo di Palermo nella sessione straordinaria 2012/13…., intendendo quindi il mese di
gennaio come termine ultimo per la presentazione della domanda.
Il Rettore ritiene che l’interpretazione delle segreterie studenti sia errata e che debba intendersi
come termine ultimo la presentazione dell’istanza entro il 10 marzo 2014.
Il Rettore fa presente che verrà emanato un nuovo decreto a correzione del D.R. n.1514 del 10
aprile 2014 per evitare i dubbi interpretativi sopra evidenziati.
90. Attivazione procedura concorsuale per il reclutamento di n. 1 ricercatore a tempo
determinato - art. 24 della Legge 30.12.2010 n. 240 - S.C. 09/D1 – S.S.D. ING-IND/22
presso il Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale, Aerospaziole, dei Materiali
L’argomento non è trattato in questa seduta
91. Convenzione tra l’Università degli Studi di Palermo e la Abbvie S.r.L. per il
finanziamento di un posto di ricercatore universitario S.S.D. MED/16 Reumatologia
presso il Dipartimento Dibimis
L’argomento non è trattato in questa seduta
92. Proposta di istituzione del Centro Interuniversitario di Ricerca denominato “L’altro
diritto. Centro di ricerca interuniversitario su carcere, devianza, marginalità e governo
delle migrazioni”(ADIR). Sede amministrativa: Firenze.
L’argomento non è trattato in questa seduta
93. Ratifica D.R. n. 1916/2014 - prot. n. 33958 del 14/05/2014 nell’ambito del progetto dal
titolo “Mediterranean Center for Human Health Advanced Biotechnologies (MedCHHAB)” - PONa3_00273 finanziato a valere sull’avviso MIUR n. 254/Ric del 18
maggio 2011
L’argomento non è trattato in questa seduta
94. Ratifica D.R. n. 1917/2014 - prot. n. 33960 del 14/05/2014 nell’ambito del progetto dal
titolo “Mediterranean Center for Human Health Advanced Biotechnologies (Med-
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
254
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
CHHAB)” - PONa3_00273 finanziato a valere sull’avviso MIUR n. 254/Ric del 18
maggio 2011
L’argomento non è trattato in questa seduta
95. Ratifica D.R. n. 1918/2014 - prot. n. 33961 del 14/05/2014 nell’ambito del progetto dal
titolo “Mediterranean Center for Human Health Advanced Biotechnologies (MedCHHAB)” - PONa3_00273 finanziato a valere sull’avviso MIUR n. 254/Ric del 18
maggio 2011
L’argomento non è trattato in questa seduta
96. Ratifica D.R. n. 1919/2014 - prot. n. 33963 del 14/05/2014 nell’ambito del progetto dal
titolo “Mediterranean Center for Human Health Advanced Biotechnologies (MedCHHAB)” - PONa3_00273 finanziato a valere sull’avviso MIUR n. 254/Ric del 18
maggio 2011
L’argomento non è trattato in questa seduta
97. Ratifica D.R. n. 1920/2014 - prot. n. 33967 del 14/05/2014 nell’ambito del progetto dal
titolo “Mediterranean Center for Human Health Advanced Biotechnologies (MedCHHAB)” - PONa3_00273 finanziato a valere sull’avviso MIUR n. 254/Ric del 18
maggio 2011
L’argomento non è trattato in questa seduta
98. Riorganizzazione funzionale degli spazi degli edifici 12, corpo aggiunto e 15 di viale
delle scienze e Trasferimento della Direzione del Dipartimento di Scienze Giuridiche,
della Società e dello Sport presso i locali di Piazza Bologni n.8- Palermo
L’argomento non è trattato in questa seduta
99. Ratifica D.R. n.D2124 del 29/05/2014
L’argomento non è trattato in questa seduta
100. Ratifica D.R. n. 2098 del 28/05/2014
L’argomento non è trattato in questa seduta
101. Ratifica D.R. n. 2362 del 16/06/2014
L’argomento non è trattato in questa seduta
102. Lavori di recupero e riuso dell'ex Sala delle Verifiche - 1° Stralcio (importo progetto €.
1.000.000,00)
L’argomento non è trattato in questa seduta
103. Lavori di manutenzione e di ripristino dei prospetti del Dipartimento DICAM Edificio 8
Viale delle Scienze - 1° Stralcio (importo progetto €. 1.520.000,00)
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
255
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
L’argomento non è trattato in questa seduta
104. Appello avverso le Ordinanze n. 375 e 376 del 09/05/2014 TAR - Sicilia per contenziosi
relativi al trattenimento in servizio di professori universitari. Art.1 D.L. n. 90 del
24/06/2014 :abrogazione delle norme relative al trattenimento in servizio
L’argomento non è trattato in questa seduta
105. Accordo di collaborazione per la creazione di una rete tematica di ricerca comune
sull’arte tardo-gotica (XV-XVI sec.)
L’argomento non è trattato in questa seduta
106. Ratifica D.R. n.2501 del 26/06/2014
L’argomento non è trattato in questa seduta
107 Ripartizione del 30% delle risorse derivanti dal Piano straordinario associati 2010-2013
per la chiamata dei Professori Associati ai sensi dell’art. 18 c. 1 della Legge 240/2010
L’argomento non è trattato in questa seduta
108. Piano Straordinario Associati Art. 24, comma 6 della Legge 240/2010. Criteri per
l'assegnazione alle Aree CUN delle posizioni residue
L’argomento non è trattato in questa seduta
La seduta è sospesa alle ore 19.30 e si aggiorna a lunedì 30 giugno alle ore 15.30 per la
trattazione dei punti all’ordine del giorno non trattati nella seduta odierna.
---------------------------------------------------L’anno duemilaquattordici addì 30 del mese di giugno alle ore 15,30 in Palermo, nella sede del
Rettorato presso la Sala “M. Carapezza” di Palazzo Chiaromonte - Steri (Piazza Marina n° 61) si è
riunito il Consiglio di Amministrazione, convocato dal Rettore con avviso n. 41872 del 13 giugno
2014.
Sono presenti:
Prof. Roberto Lagalla
Rettore
Prof. Mario Enea
Professore Ordinario
Prof. Giovanna Bruno Sunseri
Prof. Valeria Militello
Professore Associato
Professore Associato
Dott. Ignazio Filippi
Rappresentante personale TAB
Sig. Sara Pizzillo
Sig. Marco Tirone
Rappresentante degli studenti
Rappresentante degli studenti
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
256
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Dott. Sergio Casella
Delegato del Direttore Generale
Presiede l’adunanza il Prof. Roberto Lagalla, Rettore.
Assume le funzioni di Segretario il Delegato del Direttore Generale, Dott. Sergio Casella.
Assente: pro Rettore vicario, prof. Vito Ferro
Assenti giustificati: Dott. Antonio Valenti, Direttore Generale, Prof. Alberto Auteri, Dott. Alessandro
Riccobono, Dott. Giancarlo Trevisone.
Presenziano alla riunione odierna del Consiglio, quali componenti del Collegio dei Revisori dei
Conti, la Dott. Nunziata Barone e la Dott. Manuela Dagnino.
Sono altresì presenti i dott. Sergio Casella, Angelo Neri e Pasquale Di Maggio quali collaboratori
del Direttore Generale.
Constatata la presenza del numero legale dei Consiglieri, il Presidente dichiara aperta la seduta ed
invita i presenti all’esame degli argomenti non trattati nella seduta del 19 giugno.
13. Esame del Regolamento chiamate di cui agli artt. 18 e 24 della L. 240/2010
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Con D.R. n. 1582 del 18.04.2012 è stato emanato il “Regolamento per la disciplina della chiamata
dei professori di prima e seconda fascia in attuazione dell’art. 18 della Legge 240/2010”.
Nel rispetto della normativa vigente in materia si ritiene opportuno apportare alcune modifiche.
Pertanto, si riporta di seguito, nella versione modificata (a destra), il citato Regolamento che si
sottopone all’approvazione del Consiglio di Amministrazione.
Regolamento per la disciplina della
dei professori di prima e seconda
attuazione dell’art. 18 della Legge
esitato dal Senato Accademico
27/3/2012 (argomento n.7)
chiamata
fascia in
240/2010
in data
Regolamento per la disciplina della chiamata
dei professori di prima e seconda fascia in
attuazione dell’art. 18 della Legge 240/2010
esitato dal Senato Accademico in data
27/3/2012 e della procedura valutativa ai sensi
dell’art. 24 (commi 5 e 6) della Legge
n.240/2010
Titolo 1 - Norme generali
Titolo 1 - Norme generali
Art. 1 - Ambito di operatività
Art. 1 - Ambito di operatività
Il presente Regolamento disciplina, nel rispetto
del Codice etico dell’Università di Palermo e dei
principi enunciati della Carta Europea dei
ricercatori, di cui alla raccomandazione della
Commissione delle Comunità europee n. 251
1. Il
presente Regolamento disciplina, nel
rispetto del Codice etico dell’Università di
Palermo e dei principi enunciati dalla Carta
Europea dei ricercatori, dello statuto
vigente, di cui alla raccomandazione della
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
257
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
dell’11-03-2005, le procedure di chiamata dei
professori di prima e di seconda fascia.
Titolo 2 - Copertura mediante procedura
selettiva o mediante chiamata diretta
Commissione delle Comunità europee n.
251 dell’11-03-2005, le procedure di
chiamata e valutazione dei professori di
prima e di seconda fascia.
Titolo 2 - Chiamata mediante procedura
selettiva ai sensi dell’art. 18 (comma 1) della
legge 240/2010 o mediante chiamata diretta ai
sensi dell’art. 1 (comma 9) della legge
230/2005
Art. 2 - Richieste delle Strutture
Art. 2 - Richieste delle Strutture
1. Ciascun Dipartimento, nei limiti della
programmazione triennale del fabbisogno di
personale, acquisite le indicazioni delle
strutture di raccordo, richiede al Consiglio di
Amministrazione la copertura di posti di
professore di prima e seconda fascia.
1. Ciascun Dipartimento, nell’ambito della
programmazione triennale del fabbisogno di
personale ed entro la disponibilità dei punti
organico assegnati dal CdA, richiede al
Consiglio di Amministrazione con delibera
motivata la copertura di posti di professore
di prima e seconda fascia, indicandone la
priorità.
2. La delibera di richiesta del Consiglio del
Dipartimento proponente è adottata dalla 2. La delibera di richiesta del Consiglio del
maggioranza assoluta dei professori di
Dipartimento proponente è adottata dalla
1°fascia, per la chiamata di professori di
maggioranza assoluta dei professori di 1°
1°fascia, e dei professori di 1° e di 2°fascia,
fascia, per la chiamata di professori di 1°
per la chiamata di professori di 2°fascia.
fascia, e dei professori di 1° e di 2° fascia,
per la chiamata di professori di 2° fascia.
3. Nella proposta del Consiglio di Dipartimento
dovrà essere indicata una delle seguenti 3. Nella proposta del Consiglio di Dipartimento
modalità di copertura del posto richiesto,
dovrà essere indicata una delle seguenti
nonché le motivazioni relative a tale scelta:
modalità di copertura del posto richiesto,
a. chiamata in esito a procedura selettiva
nonché le motivazioni relative a tale scelta:
attivata ai sensi dell’art. 18 (1°comma) della
a) chiamata in esito a procedura selettiva
Legge 240/10; b. chiamata diretta secondo
attivata ai sensi dell’art. 18 (1° comma) della
le procedure disciplinate dall’art. 1
Legge 240/10; b) chiamata diretta secondo
(9°comma) della Legge 230/05 e successive
le procedure disciplinate dall’art. 1 (9°
modificazioni ed integrazioni;
comma) della Legge 230/05 e successive
modificazioni e integrazioni.
4. La delibera del Consiglio del Dipartimento
proponente deve contenere i seguenti dati: 4. La delibera del Consiglio del Dipartimento
a) la fascia per la quale viene richiesta la
proponente deve contenere i seguenti dati:
procedura; b) la sede di servizio; c) il settore
a) la fascia per la quale viene richiesta la
concorsuale e anche l’eventuale settore
procedura;
scientifico disciplinare (anche più di uno) per
il quale viene richiesto il posto; d) le
b) la sede di servizio;
modalità di copertura del posto, secondo
quanto previsto dal precedente comma 3; e)
c) l’area CUN, il settore concorsuale e
l’indicazione dettagliata delle specifiche
anche l’eventuale profilo ai sensi
funzioni che il professore dovrà svolgere,
dell’art.18 comma 1 della Legge
nonché la tipologia di impegno richiesto,
240/2010, per il quale viene richiesto il
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
258
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
didattico e scientifico e, ove previsto, sentito
il parere della scuola iale; f) l’eventuale
copertura finanziaria del posto richiesto da
parte di enti esterni pubblici o privati, ai
sensi dell’art. 18 c.3 della legge 240/10 con
l’indicazione dell’ente finanziatore e delle
modalità di finanziamento, che non potrà
comunque avere durata inferiore a 15 anni;
g) nel caso di posti, che prevedano lo
svolgimento di attività assistenziale, la
struttura dove essa potrà essere svolta. La
delibera del Consiglio di Dipartimento deve
anche indicare la consistenza numerica di
docenza (1° e 2° fascia) nel Settore
Concorsuale e nel Settore Scientifico
Disciplinare.
posto;
d)
le modalità di copertura del posto,
secondo
quanto
previsto
dal
precedente comma 3;
e)
l’indicazione delle specifiche funzioni
che il professore dovrà svolgere,
nonché la tipologia di impegno
richiesto, didattico e scientifico e, ove
previsto, assistenziale sentito il parere
della scuola di medicina e chirurgia;
f)
l’eventuale copertura finanziaria del
posto richiesto da parte di enti esterni
pubblici o privati, ai sensi dell’art. 18 c.
3 della legge 240/10 con l’indicazione
dell’ente finanziatore e delle modalità di
finanziamento,
che
non
potrà
comunque avere durata inferiore a 15
anni;
5. Per le procedure selettive di cui al punto a)
del 3°comma del presente articolo
“chiamata in esito a procedura selettiva
attivata ai sensi dell’art. 18 (1°comma) della
Legge 30.12.2010 n. 240”: a) l’eventuale
indicazione di un numero massimo di
g) nel caso di posti che prevedano lo
pubblicazioni, che non potrà essere inferiore
svolgimento di attività assistenziale, la
a dodici; b) l’eventuale indicazione dei criteri
struttura dove essa dovrà essere svolta
di
accertamento
delle
competenze
sentito il parere della scuola di
linguistiche del candidato, anche in
medicina e chirurgia.
relazione alle esigenze didattiche relative ai
corsi di studio in lingua estera.
5. La delibera del Consiglio di Dipartimento
deve anche indicare la consistenza
6. La delibera del Consiglio di Amministrazione
numerica di docenza in Ateneo (1° e 2°
di accoglimento della richiesta è adottata
fascia) nel Settore Scientifico Disciplinare,
dopo avere acquisito il parere obbligatorio
l’impegno didattico nel Dipartimento e
delle Strutture di raccordo e del Senato
complessivamente in Ateneo del Settore
Accademico.
Scientifico Disciplinare, le previsioni di
quiescenza
nel
triennio
successivo
riguardanti il Settore Scientifico Disciplinare.
6. Per le procedure selettive di cui al punto a)
del 3° comma del presente articolo
“chiamata in esito a procedura selettiva
attivata ai sensi dell’art. 18 (1° comma) della
Legge 30.12.2010 n. 240”, la delibera del
Consiglio del Dipartimento proponente deve
altresì riportare:
a) l’eventuale indicazione di un numero
massimo di pubblicazioni, che non
potrà essere inferiore a dodici;
b)
l’eventuale indicazione dei criteri di
accertamento
delle
competenze
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
259
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
linguistiche del candidato, anche in
relazione alle esigenze didattiche
relative ai corsi di studio in lingua
estera;
7. la delibera del Consiglio di Amministrazione
di accoglimento della richiesta è adottata
dopo avere acquisito il parere delle Scuole
competenti
relativamente
all’impegno
didattico e del Senato Accademico.
Art. 3 - Procedure Selettive
Art. 3 - Procedure Selettive
1. La procedura selettiva per la copertura del
posto viene svolta previa emanazione di un
bando Rettorale, che sarà pubblicato sul sito
di ateneo, su quello del Ministero e
dell’Unione Europea; l’avviso del bando sarà
pubblicato nella Gazzetta Ufficiale.
1. La procedura selettiva nel caso del piano
straordinario associati, può aggregare posti
da bandire afferenti a più settori concorsuali
anche se richiesti da dipartimenti diversi.
Essa sarà svolta previa emanazione di un
bando Rettorale, pubblicato sul sito di
Ateneo, su quello del Ministero e
dell’Unione Europea; l’avviso del bando
sarà pubblicato nella Gazzetta Ufficiale.
2. Il bando deve contenere: a) il numero dei 2. Il bando deve contenere:
a) il numero massimo dei posti per i quali
posti per i quali si attiva la procedura di
si attiva la procedura di selezione che
selezione; b) la fascia per la quale viene
possono appartenere a più settori
attivata la procedura; c) il settore
concorsuali solo nel caso del piano
concorsuale e l’eventuale settore scientifico
straordinario associati;
disciplinare (anche più di uno); d)
l’indicazione dettagliata delle specifiche
b) il numero massimo dei punti organico
funzioni che il docente dovrà svolgere
impegnati;
(tipologia d’impegno didattico e scientifico,
e, ove previsto, assistenziale); e) il termine e
c) la fascia per la quale viene attivata la
le modalità di presentazione delle domande;
procedura;
il termine per la presentazione delle
domande non potrà essere inferiore a trenta
d) l’area CUN, il/i settore/i concorsuale/i,
giorni consecutivi a decorrere dalla data di
l’eventuale/i profilo/i ai sensi dell’art.18
pubblicazione dell’avviso del bando in
comma 1 della Legge 240/2010 per i
gazzetta ufficiale; f) i requisiti soggettivi per
quali viene attivata la procedura,
l’ammissione alla procedura; g) l’eventuale
indicandone la priorità come deliberato
numero massimo di pubblicazioni che il
dal Consiglio di Amministrazione;
candidato dovrà trasmettere che non potrà
essere inferiore a dodici; h) l’indicazione dei
e) per ciascun posto messo a concorso
criteri generali di valutazione, cui la
l’indicazione le specifiche funzioni che il
Commissione dovrà attenersi; i) l’indicazione
docente dovrà svolgere (tipologia
dei diritti e doveri del docente e del suo
d’impegno didattico e scientifico, e, ove
trattamento economico e previdenziale; l)
previsto, assistenziale);
l’eventuale indicazione della lingua estera
per cui effettuare l’accertamento delle
f) il
termine
e
le
modalità
di
competenze linguistiche del candidato; m)
presentazione delle domande, che non
nel caso di posti ai quali è correlato lo
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
260
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
svolgimento
di
attività
assistenziale,
l’indicazione della struttura presso la quale
tale attività potrà essere svolta.
potrà essere inferiore a trenta giorni
consecutivi a decorrere dalla data di
pubblicazione dell’avviso del bando in
gazzetta ufficiale;
g)
i requisiti soggettivi per l’ammissione
alla procedura;
h)
il limite massimo di pubblicazioni, non
inferiore a dodici, che il candidato
dovrà trasmettere;
i)
l’indicazione dei criteri generali di
valutazione, cui la Commissione dovrà
attenersi;
j)
l’eventuale indicazione della lingua
estera per cui effettuare l’accertamento
delle competenze linguistiche del
candidato;
k)
la sede di servizio e nel caso di posti ai
quali è correlato lo svolgimento di
attività assistenziale, l’indicazione della
struttura presso la quale tale attività
sarà svolta.
l)
l’indicazione dei diritti e doveri del
docente e del suo trattamento
economico e previdenziale.
Art. 4 - Candidati ammissibili alle selezioni
Art. 4 - Candidati ammissibili alle selezioni
1. Alle selezioni possono partecipare: a) i
candidati
che
abbiano
conseguito
l’abilitazione scientifica nazionale ai sensi
dell’art. 16 della Legge 240/ 2010 per il
settore concorsuale e per le funzioni oggetto
del procedimento, ovvero per funzioni
superiori, purché non già titolari delle
medesime funzioni superiori; b) i candidati
che abbiano conseguito l’idoneità in
procedure concorsuali attivate ai sensi della
Legge
210/1998
per
la
fascia
corrispondente a quella per la quale viene
emanato il bando, limitatamente al periodo
di durata di tale idoneità (art. 29 – 8°comma
– Legge n. 240/2010); c) i professori, di 1° e
2° fascia, già in servizio in altri atenei alla
1. Alle selezioni per la chiamata di professori
di prima e seconda fascia possono
partecipare: a) studiosi che abbiano
conseguito
l’abilitazione
scientifica
nazionale ai sensi dell’art. 16 della Legge
240/ 2010 per il settore concorsuale messo
a concorso ovvero per uno dei settori
concorsuali ricompreso nel medesimo
macrosettore e per le funzioni oggetto del
procedimento, ovvero per funzioni superiori,
purché non già titolari delle medesime
funzioni superiori; b) i candidati che abbiano
conseguito l’idoneità nel settore concorsuale
in procedure concorsuali attivate ai sensi
della Legge 210/1998 per la fascia
corrispondente a quella per la quale viene
emanato il bando, limitatamente al periodo
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
261
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
data di entrata in vigore della Legge
240/2010 nella fascia corrispondente a
quella per cui viene bandita la selezione; d)
gli studiosi stabilmente impegnati all’estero
in attività di ricerca o insegnamento a livello
universitario in posizione di livello pari a
quelle oggetto del bando, sulla base di
tabelle di corrispondenza aggiornate ogni tre
anni, definite dal Ministero.
2. Ai procedimenti per la chiamata di cui al
presente
regolamento
non
possono
partecipare coloro per i quali esistano
incompatibilità di legge (art.18 c.1 lett. b
della Legge 240/10) o con il codice etico
dell’ateneo.
Art. 5 - Commissione di valutazione
1. Le commissioni giudicatrici per le procedure
di selezione sono composte da tre professori,
in servizio presso Atenei diversi, appartenenti
al Settore Concorsuale, o, in mancanza, a
Settori Concorsuali affini. Uno dei componenti
può essere designato dalla struttura che ha
proposto la procedura di selezione e può
essere uno studioso stabilmente impegnato
all’estero in attività di ricerca e insegnamento
a livello universitario da almeno un triennio,
che ricopre una posizione accademica
equipollente a quella di professore ordinario
in istituzioni universitarie o di ricerca estere,
con
elevata
qualificazione
ascientifica
riconosciuta a livello internazionale; i
componenti restanti sono individuati mediante
sorteggio tra i professori qualificati a far parte
delle commissioni per la abilitazione
scientifica nazionale per professori di 1°
fascia, prevista dall’art.6 c.2 del DPR 222 del
14.9.2011.
di durata di tale idoneità (art. 29 – 8°
comma – Legge n. 240/2010); c) i
professori, rispettivamente, di prima e di
seconda fascia già in servizio in altri atenei
per il settore concorsuale messo a
concorso; d) gli studiosi stabilmente
impegnati all’estero in attività di ricerca o
insegnamento a livello universitario in
posizione di livello pari a quelle oggetto del
bando,
sulla
base
di
tabelle
di
corrispondenza aggiornate ogni tre anni,
definite dal Ministero. Il candidato può fare
domanda per più di un settore concorsuale
qualora ne abbia i requisiti.
2. Ai procedimenti per la chiamata di cui al
titolo 2 non possono partecipare coloro per i
quali esistano incompatibilità di legge (art.18
c.1 lett. b della Legge 240/10) o con il
codice etico dell’Ateneo.
Art. 5 - Commissione di valutazione
1. Le commissioni giudicatrici per le procedure
di selezione sono composte da tre
professori ordinari, in servizio presso Atenei
diversi del Settore Concorsuale a bando e,
in particolare, ove indicato nel bando, al
Settore
Scientifico-Disciplinare.
Il
dipartimento che ha richiesto l’attivazione
del bando indica quattro nomi di professori
non appartenenti all’Ateneo tra i quali
saranno sorteggiati, da funzionari nominati
dal Rettore, due componenti della
Commissione. Il dipartimento che ha
richiesto l’attivazione del bando indicherà
altresì il nome del terzo componente anche
interno all’Ateneo ed in questo ultimo caso
può comunque essere individuato all’interno
del macrosettore. I componenti proposti
devono essere in possesso di un elevato
profilo scientifico a livello internazionale,
essi vengono individuati tra i professori
ordinari facenti parte delle liste dei
commissari per l’abilitazione scientifica
nazionale nel Settore Concorsuale di
appartenenza. Per i professori di Ateneo
che non sono presenti nelle liste ministeriali
vigenti dei commissari per l’abilitazione
scientifica nazionale, il possesso dei
requisiti sarà autocertificato e validato dal
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
262
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Direttore del dipartimento che ha richiesto la
procedura. Può anche essere proposto uno
studioso stabilmente impegnato all’estero in
attività di ricerca e insegnamento a livello
universitario da almeno un triennio, che
ricopre
una
posizione
accademica
equipollente a quella di professore ordinario
in istituzioni universitarie o di ricerca estere,
con elevata qualificazione scientifica
riconosciuta a livello internazionale. Il
componente della commissione per la
procedura di selezione per professore
associato, se interno all’Ateneo, in
mancanza
di
ordinari
del
settore
concorsuale in servizio presso l’Ateneo può
essere un professore di seconda fascia, con
i requisiti sopra indicati.
2. I componenti designati (ad eccezione
dell’eventuale docente di ateneo estero
devono essere inseriti nella lista di professori 2. La Commissione è nominata con decreto
del Rettore che, anche avvalendosi del
qualificati a far parte delle commissioni per la
parere di esperti, può preliminarmente
abilitazione
scientifica
nazionale
per
verificare i requisiti di cui al precedente
professori di 1° fascia, prevista dall’art.6 c.2
comma 1. In caso di rinuncia o di
del DPR 222 del 14.9.2011.
sopravvenuta indisponibilità prima della
nomina della commissione, si ripete la
3. I componenti delle commissioni devono
procedura del sorteggio per il commissario
essere Professori di 1° fascia, ad eccezione
che ha rinunciato a seguito dell’integrazione
delle procedure di selezione relative a
di un ulteriore nominativo da parte del
professori di 2° fascia, per le quali il
dipartimento interessato. Il decreto di
componente
designato
dalla
struttura
nomina è pubblicato sull’albo di Ateneo.
proponente può essere un Professore di 1° o
di 2° fascia. I Professori di 2° fascia
eventualmente designati devono soddisfare i 3. La Commissione individua al suo interno un
presidente e un segretario verbalizzante e
requisiti di elevata qualificazione scientifica
assume
le
proprie
deliberazioni
a
riconosciuta
a
livello
internazionale,
maggioranza
assoluta
dei
componenti.
documentata da un congruo numero di
pubblicazioni di alto livello negli ultimi cinque
Art. 5 bis - Commissioni di valutazione
anni.
nell’ambito del piano straordinario associati
4. La Commissione è nominata con decreto del
Rettore che, anche avvalendosi del parere di 1. Per ogni procedura saranno nominate tante
commissioni quanti sono i settori scientifici
esperti, può preliminarmente verificare il
disciplinari
messi
a
concorso.
Le
requisito di cui ai commi 1 e 3. In caso di
commissioni
saranno
nominate
con
le
rinuncia o di sopravvenuta indisponibilità
modalità previste all’art.5
prima della nomina della Commissione, la
procedura del sorteggio viene ripetuta.
5. La commissione individua al suo interno un
presidente e un segretario verbalizzante ed
assume
le
proprie
deliberazioni
a
maggioranza assoluta dei componenti.
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
263
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Art. 6 - Modalità di svolgimento delle
selezioni
Art. 6 - Modalità di svolgimento delle
selezioni
1. La commissione procede alla valutazione
comparativa dei candidati sulla base delle
pubblicazioni scientifiche, del curriculum,
dell’attività didattica degli stessi e, ove
previsto, dalla attività assistenziale, attestati
dai documenti allegati alla domanda di
partecipazione alla procedura selettiva.
1. La Commissione procede collegialmente
alla valutazione comparativa dei candidati
rispetto al profilo individuato dal bando, sulla
base
dell’attività
didattica,
delle
pubblicazioni scientifiche, del curriculum e
delle attività istituzionali e organizzative, ove
previsto, della attività assistenziale attestata
dai documenti allegati alla domanda di
partecipazione alla procedura selettiva.
2. La valutazione comparativa avviene sulla 2. Ai fini della valutazione dell'attività didattica
sono considerate l’entità e la continuità delle
base dei criteri predeterminati dalla
attività con particolare riferimento agli
commissione, tenendo conto delle funzioni
insegnamenti e ai moduli di cui si è assunta
che il professore dovrà svolgere, per come
la responsabilità. Ai fini della valutazione
specificato nel bando.
dell’attività didattica integrativa e di servizio
agli studenti, possono essere considerate le
3. Al termine dei lavori la commissione individua
attività di predisposizione delle tesi di
univocamente il candidato maggiormente
laurea, di laurea magistrale e delle tesi di
qualificato a svolgere le funzioni didattico
dottorato, i seminari, le esercitazioni e il
scientifiche specificate nel bando.
tutorato degli studenti.
3. La
valutazione
delle
pubblicazioni
scientifiche di cui al comma 1 è svolta sulla
base degli ulteriori seguenti criteri:
a) originalità,
innovatività,
rigore
metodologico e rilevanza di ciascuna
pubblicazione;
b)
congruenza di ciascuna pubblicazione
con il profilo di professore universitario
da ricoprire oppure con tematiche
interdisciplinari ad esso strettamente
correlate;
c)
rilevanza scientifica della collocazione
editoriale di ciascuna pubblicazione e
sua diffusione all'interno della comunità
scientifica;
d)
determinazione analitica, anche sulla
base di criteri riconosciuti nella
comunità scientifica internazionale di
riferimento, dell'apporto individuale del
ricercatore nel caso di partecipazione
del
medesimo
a
lavori
in
collaborazione;
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
264
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
e)
nell'ambito dei settori in cui ne è
consolidato
l'uso
a
livello
internazionale, le commissioni si
avvalgono anche di uno o più dei
seguenti indicatori, riferiti alla data di
inizio della valutazione: 1) numero
totale delle citazioni; 2) numero medio
di citazioni per pubblicazione; 3)
"impact factor" totale; 4) "impact factor"
medio
per
pubblicazione;
5)
combinazioni dei precedenti parametri
atte a valorizzare l'impatto della
produzione scientifica del candidato
(indice di Hirsch o simili).
4. Per la copertura di posti di professore
associato e di ordinario nel caso in cui il
candidato non rivesta il ruolo di professore
associato, al termine della valutazione delle
pubblicazioni scientifiche e dei titoli, la
procedura contempla lo svolgimento, di una
prova didattica e la discussione sulle
pubblicazioni scientifiche presentate.
5. Ai fini della valutazione delle attività
scientifiche, istituzionali ed organizzative si
terranno in considerazione anche i seguenti
aspetti:
a)
organizzazione,
direzione
e
coordinamento di centri o gruppi di
ricerca nazionali e internazionali o
partecipazione agli stessi e altre attività
di ricerca quali la direzione o
partecipazione a comitati editoriali di
riviste;
b)
conseguimento della titolarità di brevetti
nei settori in cui è rilevante;
c)
conseguimento
di
premi
riconoscimenti
nazionali
internazionali per attività di ricerca;
e
e
d)
incarichi istituzionali all’interno
istituzioni universitarie italiane
straniere;
di
o
6. Possono essere inoltre considerate le
partecipazioni in qualità di relatore a
congressi e convegni di interesse
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
265
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
internazionale.
7. La valutazione comparativa avviene, sulla
base dei criteri predeterminati dalla
commissione, tenendo conto delle funzioni
che il professore dovrà svolgere sotto il
profilo didattico e scientifico come
specificato nel bando.
8. Al termine dei lavori la commissione
individua, per ogni posto messo a concorso,
il candidato maggiormente qualificato a
svolgere le funzioni didattico scientifiche
specificate nel bando. Qualora il candidato
non dovesse accettare, la Commissione, nel
caso in cui siano presenti altri candidati
idonei per il posto messo a concorso, in una
successiva riunione individua il candidato
maggiormente qualificato.
Art. 7 - Termine del procedimento
Art. 7 - Termine del procedimento
1. I lavori della commissione devono essere 1. I lavori della commissione devono essere
conclusi entro tre mesi dall’emanazione del
conclusi entro quattro mesi dall’emanazione
decreto rettorale di nomina.
del decreto rettorale di nomina.
2. Il Rettore può prorogare, per una sola volta e 2. Il Rettore può prorogare, per una sola volta
e per non più di due mesi, il termine per la
per non più di due mesi, il termine per la
conclusione dei lavori per comprovati ed
conclusione dei lavori per comprovati ed
eccezionali motivi segnalati dal Presidente
eccezionali motivi segnalati dal presidente
della commissione. Nel caso in cui i lavori
della commissione. Nel caso in cui i lavori non
non si siano conclusi entro i termini della
si siano conclusi entro i termini della proroga,
proroga, il Rettore, con motivato decreto,
il Rettore, con motivato decreto, provvede alla
provvede
alla
sostituzione
della
sostituzione della commissione ovvero dei
commissione
ovvero
dei
componenti
ai
quali
componenti ai quali siano imputabili le cause
siano
imputabili
le
cause
del
ritardo,
del ritardo, stabilendo nel contempo un nuovo
stabilendo nel contempo un nuovo termine
termine per la conclusione dei lavori. Decorso
per la conclusione dei lavori.
tale termine, il Rettore provvederà a
dichiarare decaduta la commissione.
Decorso tale termine, il Rettore provvederà
a dichiarare decaduta la Commissione.
3. Il Rettore, con proprio decreto, accerta, entro
trenta giorni dalla consegna, la regolarità
degli atti e dichiara il nominativo del candidato 3. Il Rettore, con proprio decreto, accerta,
entro trenta giorni dalla consegna, la
più qualificato a ricoprire il posto per cui è
regolarità degli atti e dichiara il/i nominativo/i
stata attivata la procedura selettiva. Il decreto
del/i candidato/i più qualificato/i a ricoprire il/
è comunicato a tutti i candidati ed è
posto/i per cui è stata attivata la procedura
trasmesso al dipartimento che ha richiesto il
selettiva sino a copertura dei punti organico
bando. Il decreto sarà pubblicato sul sito
messi a bando, tenendo conto delle priorità
dell’Ateneo e al Ministero.
indicate nel bando. Il decreto è comunicato
a tutti i candidati ed è trasmesso al/i
4. Nel caso in cui il Rettore riscontri irregolarità
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
266
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
nello svolgimento della procedura, invia, con
provvedimento motivato, gli atti alla
commissione, assegnandole un termine per
provvedere ad eventuali modifiche.
dipartimento/i che ha/hanno richiesto il
bando. Il decreto sarà pubblicato sul sito
dell’Ateneo e del Ministero.
4. Nel caso in cui il Rettore riscontri irregolarità
nello svolgimento della procedura, invia, con
provvedimento motivato, gli atti alla
Commissione, assegnandole un termine per
provvedere a eventuali modifiche.
Art. 8 - Chiamata del candidato selezionato
Art. 8 - Chiamata del candidato selezionato
1. A conclusione della procedura, il dipartimento
interessato propone, entro due mesi dalla 1. A conclusione della procedura, entro 15
giorni dalla data di approvazione degli atti,
data di approvazione degli atti, al consiglio di
ogni dipartimento interessato propone al
amministrazione la chiamata del candidato
Consiglio di Amministrazione la chiamata
individuato dalla Commissione (art.6 comma
del candidato di cui al decreto rettorale di
3). La delibera di chiamata è adottata dalla
approvazione degli atti. La delibera di
struttura proponente con voto favorevole della
chiamata è adottata dal dipartimento
maggioranza assoluta dei professori di prima
proponente con voto favorevole della
fascia, per la chiamata di professori di prima
maggioranza assoluta dei professori di
fascia, e dei professori di prima e seconda
prima fascia, per la chiamata di professori di
fascia, per la chiamata dei professori di
prima fascia, e dei professori di prima e
seconda fascia. La proposta di chiamata
seconda fascia, per la chiamata dei
viene approvata con delibera del consiglio di
professori di seconda fascia. La proposta di
amministrazione.
chiamata è approvata dal Consiglio di
2. Nel caso in cui, nel termine sopra indicato, il
Amministrazione.
dipartimento non adotti alcuna delibera, lo
stesso Dipartimento non potrà richiedere, nei 2. Nel caso in cui, nel termine sopra indicato, il
dipartimento non adotti alcuna delibera, lo
due anni successivi alla approvazione degli
stesso Dipartimento non potrà richiedere,
atti, la copertura di un posto per la stessa
nei due anni successivi all’approvazione
fascia e per il medesimo settore concorsuale
degli atti, la copertura di un posto per la
per i quali si è svolta la procedura.
stessa fascia e per il medesimo settore
3. Nel caso in cui il Dipartimento che ha
concorsuale per i quali si è svolta la
proposto la chiamata non adotti alcuna
procedura.
delibera nei termini previsti, il Consiglio di
Amministrazione,
previa
verifica
della 3. Nel caso in cui il Dipartimento non effettui la
proposta di chiamata di cui ai commi
possibilità di afferenza del vincitore ad altro
precedenti, le risorse saranno acquisite dal
Dipartimento, delibera la afferenza al
Consiglio di Amministrazione che deciderà
Dipartimento che ha richiesto la procedura,
in merito alla loro eventuale riassegnazione.
fermo restando il divieto di cui al precedente
comma 2.
Art. 9 - Chiamata diretta
Art. 9 - Chiamata diretta
1. La delibera del Consiglio di Dipartimento di
cui all’art. 2 c.3 lettera b) deve contenere,
1. La delibera del Consiglio di Dipartimento di
oltre ai dati elencati al comma 4 dello stesso
cui all’art.1 c.3 lettera b) deve contenere, oltre
articolo, la indicazione dello studioso
ai dati elencati al comma 4 dello stesso
stabilmente impegnato all’estero in attività di
articolo, la indicazione dello studioso
ricerca e insegnamento a livello universitario
stabilmente impegnato all’estero in attività di
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
267
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
ricerca e insegnamento a livello universitario
da almeno un triennio, che ricopre una
posizione
accademica
equipollente
in
istituzioni universitarie o di ricerca estere. La
proposta può riguardare anche studiosi che
abbiano già svolto un periodo di almeno tre
anni di ricerca e docenza in università italiane
a seguito di chiamata diretta autorizzata dal
MIUR e che abbiano conseguito risultati
scientifici congrui rispetto al posto per il quale
ne viene proposta la chiamata. La proposta
può riguardare altresì studiosi che siano
risultati vincitori nell'ambito di specifici
programmi di ricerca di alta qualificazione,
identificati con decreto del Ministro, sentiti
l'ANVUR e il CUN, finanziati dall'Unione
europea o dal Ministero. La proposta del
Consiglio di Dipartimento deve essere
comunque
corredata
da
lettere
di
accreditamento delle strutture estere di
appartenenza del docente di cui si propone la
chiamata diretta.
da almeno un triennio, che ricopre una
posizione accademica equipollente in
istituzioni universitarie o di ricerca estere,
sulla base di tabelle di corrispondenza
aggiornate ogni tre anni, definite dal
Ministero. La proposta può riguardare anche
studiosi che abbiano già svolto un periodo di
almeno tre anni di ricerca e docenza in
università italiane a seguito di chiamata
diretta autorizzata dal MIUR e che abbiano
conseguito risultati scientifici congrui
rispetto al posto per il quale ne viene
proposta la chiamata. La proposta può
riguardare altresì studiosi che siano risultati
vincitori nell'ambito di specifici programmi di
ricerca di alta qualificazione, identificati con
decreto del Ministro, sentiti l'ANVUR e il
CUN, finanziati dall'Unione europea o dal
Ministero. La proposta del Consiglio di
Dipartimento deve essere comunque
corredata da lettere di accreditamento delle
strutture estere di appartenenza del docente
di cui si propone la chiamata diretta.
2. Il Consiglio di Amministrazione, acquisito il
parere delle strutture di raccordo e del Senato 2. Il Consiglio di Amministrazione, acquisito il
Accademico,
valuta
le proposte dei
parere delle Scuole interessate e del Senato
Dipartimenti, verificando la compatibilità con
Accademico, valuta le proposte dei
le disponibilità di Bilancio e con la
Dipartimenti, verificando la compatibilità con
programmazione di Ateneo e, in caso di
le disponibilità di Bilancio e con la
approvazione, inoltra la richiesta al MIUR per
programmazione di Ateneo e, in caso di
la prescritta approvazione.
approvazione, inoltra la richiesta al MIUR.
3. Il Rettore, con proprio decreto, dispone la 3. Il Rettore, con proprio decreto, dispone la
nomina dei docenti, per i quali il MIUR ha
nomina dei docenti, per i quali il MIUR ha
rilasciato
la
prescritta
autorizzazione,
rilasciato la prescritta autorizzazione,
indicando nel decreto la relativa classe di
indicando nel decreto la relativa classe di
stipendio sulla base della eventuale anzianità
stipendio sulla base della eventuale
di servizio e di valutazioni di merito.
anzianità di servizio e di valutazioni di
merito.
Titolo 3 - Chiamata in esito a procedura
valutativa ai sensi dell’art. 24 (commi 5 e 6)
Titolo 3 - procedura valutativa ai sensi
dell’art. 24 (commi 5 e 6) della Legge
n.240/2010
Art. 10 - Attivazione della procedura di
Ateneo
Art. 10 - Attivazione della procedura ex
art.24 della Legge n.240/2010
1. L’Ateneo, di norma con cadenza annuale, 1. Nell’ambito della programmazione triennale
del fabbisogno del personale il Consiglio di
emette un avviso per la presentazione di
Amministrazione, tenuto conto del parere
richieste di procedure di valutazione previste
obbligatorio del Senato Accademico,
dall’art. 24 (commi 5 e 6) e dall’art. 29
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
268
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
(comma 8) della Legge 240/2010.
assegna ai Dipartimenti le risorse in termini
di punti organico corrispondenti a posti di
professori di I e II fascia ricopribili secondo
le modalità di cui all’art. 24 commi 5 e 6
della Legge n.240/2010.
2. Per le procedure di valutazione ai fini della
immissione nel ruolo dei Professori Associati,
possono presentare richiesta: a) i Ricercatori
a TD, titolari dei contratti di cui all’art.23 c.3
Art. 10 bis - Attivazione della procedura ex
lettera b) della Legge 240/10 presso l’Ateneo,
che hanno conseguito l’abilitazione scientifica comma 5 dell’art.24 della Legge n.240/2010
nazionale (art. 16 della Legge 240/ 2010); b) i
Ricercatori a TI in servizio presso l’Ateneo 1. Nell’ambito delle risorse disponibili per la
che hanno conseguito la abilitazione
programmazione, nel terzo anno di contratto
scientifica nazionale (art. 16 della Legge 240/
e non oltre i 120 giorni antecedenti la
2010).
scadenza del medesimo, il Dipartimento
delibera di sottoporre a valutazione il titolare
3. Per le procedure di valutazione ai fini della
del contratto da ricercatore a tempo
immissione nel ruolo dei Professori Ordinari,
determinato di cui all’art. 24 comma 3 lettera
possono presentare richiesta i Professori
b) della legge 240/2010 che abbia
Associati o Ricercatori a TI in servizio presso
conseguito l’abilitazione scientifica, ai fini
l’Ateneo, che hanno conseguito abilitazione
della chiamata nei ruoli di professore
scientifica nazionale per Professori di 1a
associato.
fascia (art. 16 della Legge 240/ 2010).
2. Qualora il ricercatore non sia in possesso
della prevista abilitazione nel termine di cui
al comma 1, ma comunque la acquisisca
entro la naturale scadenza del contratto, la
procedura
valutativa
sarà
avviata
successivamente al conseguimento della
medesima. Qualora la procedura di
abilitazione scientifica nazionale non sia
stata bandita nel corso dell’ultimo anno di
contratto, la procedura valutativa sarà
avviata entro 120 giorni dalla pubblicazione
dell’esito dell’ASN successiva.
Art. 10 ter - Attivazione della procedura ex
comma 6 dell’art.24 della Legge n.240/2010
1. Alle procedure di valutazione ai fini della
immissione nel ruolo dei Professori Ordinari,
possono partecipare i Professori Associati o
Ricercatori a TI in servizio presso l’Ateneo,
che
hanno
conseguito
l’abilitazione
scientifica nazionale per professori di prima
fascia (art. 16 della Legge 240/ 2010). Alle
procedure di valutazione ai fini della
immissione nel ruolo dei Professori
Associati, possono partecipare i Ricercatori
a TI in servizio presso l’Ateneo, che hanno
conseguito
l’abilitazione
scientifica
nazionale per professori di seconda fascia
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
269
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
(art. 16 della Legge 240/ 2010).
2. Il Dipartimento sulla base delle risorse
assegnate dal Consiglio di Amministrazione,
con
delibera
motivata
adottata
a
maggioranza assoluta dei professori di
prima fascia per le richieste di posti di prima
fascia e dei professori di prima e seconda
fascia per le richieste di posti di seconda
fascia, individua i candidati da valutare ai
sensi dell’art.24 comma 6 della legge
240/2010 e per ciascuno indica:
a) la procedura valutativa ai sensi
dell’art.24 comma 6 della legge
240/2010 di professori associati o
ricercatori a tempo indeterminato già in
servizio presso l’Ateneo;
b)
il profilo di professore universitario di
seconda o prima fascia da ricoprire in
relazione alle funzioni che il professore
dovrà svolgere e la tipologia di
impegno didattico e scientifico;
c)
gli standard qualitativi, gli ulteriori
elementi di qualificazione didattica e
scientifica, l’eventuale comprovata
abilità clinica assistenziale, ritenuti
necessari per il posto di cui viene
chiesta la copertura;
d)
l’eventuale indicazione dei criteri di
accertamento
delle
competenze
linguistiche del candidato;
3. L’avviso deve contenere per ciascun
candidato:
a) la fascia per la quale viene attivata la
procedura;
b)
l’indicazione dettagliata del profilo del
professore in relazione alle specifiche
funzioni che il docente dovrà svolgere
(tipologia
d’impegno
didattico
e
scientifico,
e,
ove
previsto,
assistenziale);
c)
gli standard qualitativi, gli ulteriori
elementi di qualificazione didattica e
scientifica, l’eventuale comprovata
abilità clinica assistenziale, ritenuti
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
270
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
necessari per il posto di cui viene
chiesta la copertura;
d)
il
termine
e
le
modalità
presentazione delle domande;
di
e)
l’indicazione dei criteri generali di
valutazione cui la Commissione dovrà
attenersi;
f)
l’eventuale indicazione della lingua
estera per cui effettuare l’accertamento
delle competenze linguistiche del
candidato;
g)
la sede di servizio e nel caso di posti ai
quali è correlato lo svolgimento di
attività assistenziale, l’indicazione della
struttura presso la quale tale attività
potrà essere svolta.
Art. 10 quater – Attivazione delle procedure
nell’ambito del piano straordinario associati
1. Nell’ambito del piano straordinario per
associati, le posizioni per le quali effettuare
la valutazione ai sensi dell’art. 24 comma 6,
vengono
individuate
distribuendo
preliminarmente le risorse disponibili alle
aree CUN e predisponendo quindi all’interno
di ogni area una graduatoria di ricercatori a
tempo
indeterminato
in
possesso
dell’abilitazione nazionale, al momento
dell’entrata
in
vigore
del
presente
Regolamento, regolarmente in servizio
presso l’Ateneo, che ha validità per il piano
straordinario di riferimento. Sono comunque
fatti salvi i casi di aspettativa o congedo per
motivi di studio o ricerca.presso l’Ateneo,
che ha validità per il piano straordinario di
riferimento. La ripartizione tra le aree CUN e
la graduatoria all’interno della singola area
sarà redatta sulla base dei criteri approvati
dal Consiglio di Amministrazione tenuto
conto del parere obbligatorio del Senato
Accademico. In tale graduatoria sono
considerati in posizione utile ai fini
dell’attivazione
delle
procedure
per
valutazione diretta, i ricercatori a tempo
indeterminato
che
rientrano
nella
graduatoria fino alla copertura delle
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
271
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
posizioni assegnate all’area. L’elenco dei
candidati in posizione utile sulla base delle
risorse disponibili, sarà comunicato ai
Dipartimenti cui afferiscono i candidati
stessi.
2. Il Dipartimento per ciascuno dei candidati
compresi nell’elenco sopracitato e solo per
quelli afferenti al dipartimento, con
deliberazione assunta a maggioranza
assoluta dei professori di prima e seconda
fascia, può proporre l’avvio delle procedure
ai sensi dell’art.24 comma 6 della Legge
240/2010, a tal fine individua per ogni
procedura:
a)
il profilo di professore universitario di
seconda fascia da ricoprire in relazione
alle
specifiche
funzioni
che
il
professore dovrà svolgere e la tipologia
di impegno didattico e scientifico;
b)
gli standard qualitativi, gli ulteriori
elementi di qualificazione didattica e
scientifica, l’eventuale comprovata
abilità clinica assistenziale, ritenuti
necessari per il posto di cui viene
chiesta la copertura;
c)
l’eventuale indicazione dei criteri di
accertamento
delle
competenze
linguistiche del candidato
3. Il Consiglio di Amministrazione, delibera
riguardo quanto proposto dai Dipartimenti e
avvia la procedura.
4. Se il Dipartimento dovesse proporre di non
richiedere l’attivazione della procedura ai
sensi dell’art.24 comma 6 della Legge
240/2010 per uno o più candidati tra quelli
afferenti al dipartimento e facenti parte della
lista comunicata dal CdA, deve motivarne le
ragioni.
5. La proposta del Dipartimento di cui al
comma precedente del presente articolo è
sottoposta all’approvazione del CdA. Se il
CdA previo parere del Senato accademico
non approva la proposta del dipartimento di
cui al comma 4, avvia la procedura. Se il
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
272
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
CdA previo parere del Senato accademico
approva la proposta del dipartimento di cui
al comma 3, procede alla riassegnazione
della risorsa programmata ma non utilizzata.
6. L’avviso deve
candidato:
Art. 11 - Commissioni di valutazione
1. Le valutazioni ai fini della immissione nel
ruolo di Professori vengono affidate a
Commissioni di Macrosettore Concorsuale,
per come definiti nel DM 336 del 29/7/2011.
Le Commissioni sono composte da almeno
tre professori, e comunque almeno uno per
ciascun Settore Concorsuale.
contenere
per
ciascun
a)
l’indicazione dettagliata del profilo del
professore in relazione alle specifiche
funzioni che il docente dovrà svolgere
(tipologia
d’impegno
didattico
e
scientifico,
e,
ove
previsto,
assistenziale);
b)
il
termine
e
le
modalità
presentazione delle domande;
c)
l’indicazione dei criteri generali di
valutazione cui la Commissione dovrà
attenersi;
d)
l’eventuale indicazione della lingua
estera per cui effettuare l’accertamento
delle competenze linguistiche del
candidato;
e)
la sede di servizio e nel caso di posti ai
quali è correlato lo svolgimento di
attività assistenziale, l’indicazione della
struttura presso la quale tale attività
potrà essere svolta.
di
7. Nel caso in cui uno o più dei candidati
sottoposti alla valutazione diretta ex D.M.
4.8.2011, n.344, rinunciassero o non
dovessero ottenere una valutazione positiva
dalla Commissione ex DM 344/2011 o di
rinuncia del candidato l’Ufficio competente
darà comunicazione al/i dipartimento/i di
afferenza del/i candidato/i dell’area in
successiva posizione utile sulla base delle
risorse disponibili, che delibereranno
secondo la procedura di cui al presente
articolo.
Art. 11 - Commissioni di valutazione
2. Le Commissioni per la immissione nel ruolo 1. Le valutazioni ex art.24 della Legge
30.12.2010, n.240, vengono affidate a
dei Professori Ordinari sono costituite da
commissioni del settore concorsuale o dei
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
273
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Professori Ordinari; quelle per Professore
Associato da Professori Ordinari o Associati. I
componenti delle Commissioni vengono
individuati per sorteggio tra i Professori
Ordinari o Associati che, per la loro
produzione scientifica, si collocano nella
valutazione di Ateneo in posizione superiore a
quella mediana, calcolata per il Macrosettore.
settori scientifico disciplinari oggetto della
selezione, in subordine, in caso di motivata
necessità del macrosettore concorsuale, per
come definiti nel DM 336 del 29/7/2011. Le
commissioni sono composte da almeno tre
professori di Atenei diversi tra loro. Il
dipartimento che ha richiesto l’attivazione
del bando indica quattro nomi di professori
ordinari non appartenenti all’Ateneo tra i
quali saranno sorteggiati due componenti
della Commissione, da funzionari nominati
dal Rettore. Il Dipartimento indica altresì il
nome del terzo componente che in
mancanza
di
ordinari
del
settore
concorsuale in servizio presso l’Ateneo, può
essere un associato nel caso di valutazione
per il ruolo di professore associato.
3. Nel caso in cui per un Settore Concorsuale
non sia possibile soddisfare il requisito di
presenza di almeno un componente, la
Commissione può essere integrata da
Professori appartenenti al Macrosettore. Nel
caso in cui, per un Macrosettore il requisito di
un minimo di tre componenti non possa
essere soddisfatto, la Commissione può 2. I componenti delle Commissioni vengono
individuati tra i Professori Ordinari facenti
essere integrata da Professori appartenenti
parte delle liste dei Commissari per
all’Area CUN a cui afferisce il Macrosettore
l’abilitazione scientifica nazionale nel
oggetto della procedura.
Settore Concorsuale di appartenenza. Per i
professori che non sono presenti nelle
4. Le Commissioni di cui al comma 2 durano in
vigenti liste ministeriali dei Commissari per
carica tre anni.
l’abilitazione
scientifica
nazionale,
il
possesso dei requisiti sarà autocertificato e
validato dal Direttore del dipartimento che
ha richiesto la procedura.
3. La Commissione è nominata con decreto
del Rettore pubblicato all’albo ufficiale
dell’Ateneo.
4. La Commissione dura in carica per
l’espletamento della singola procedura.
Art. 11 bis - Commissioni di valutazione
nell’ambito del piano straordinario associati
1. Le valutazioni dei candidati al ruolo di
Professori associati vengono affidate a
Commissioni di Macrosettore Concorsuale,
per come definiti nel DM 336 del 29/7/2011,
una Commissione per ogni macrosettore
oggetto della valutazione. Le Commissioni
sono composte da almeno tre professori
ordinari o associati di Ateneo, di cui almeno
uno per ciascun Settore Concorsuale e
comunque appartenenti a settori disciplinari
diversi. Nel caso in cui per un Settore
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
274
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Concorsuale non sia possibile soddisfare il
requisito di presenza di un componente, tale
componente della Commissione può essere
sostituito da professori appartenenti al
Macrosettore. Nel caso in cui, per un
Macrosettore, il requisito di un minimo di tre
componenti non possa essere soddisfatto,
la Commissione può essere integrata da
Professori appartenenti all’Area CUN a cui
afferisce il Macrosettore oggetto della
procedura. Nel caso di Macrosettore
dell’Area 8 o dell’Area 11 l’integrazione
viene effettuata, ove possibile, con
Professori
appartenenti
a
Settori
Concorsuali
della
stessa
natura,
bibliometrica o non bibliometrica del
Macrosettore.
2. I componenti della commissione vengono
individuati dal Dipartimento che ha proposto
l’avvio della procedura con la delibera di cui
all’art.10 quater del presente regolamento.
3. La Commissione è nominata con decreto
del Rettore pubblicata all’albo ufficiale
dell’Ateneo.
Art. 12 - Valutazione per la immissione nel
ruolo dei Professori Associati.
1. Le Commissioni esprimono la loro valutazioni
esprimendosi su: a) attività didattica; b)
pubblicazioni scientifiche; c) complesso
dell’attività scientifica e curriculare; d) ove
previsto, attività assistenziale.
4. Le Commissioni di cui al comma 2 durano in
carica per la singola tornata del piano
straordinario.
Art. 12 - Valutazione per la immissione nel
ruolo dei Professori Associati.
1. Le Commissioni formulano le loro
valutazioni ai sensi del D.M. 4.8.2011, n.344
esprimendosi in particolare su:
a) attività didattica;
b)
pubblicazioni scientifiche;
c) complesso dell’attività scientifica e
2. Per la valutazione dell’attività didattica, in
curriculare,
compresa
l’attività
applicazione del DM 344 del 4 agosto 2011,
istituzionale;
le
commissioni
prenderanno
in
considerazione l’attività svolta nei cinque anni
d) ove previsto, attività assistenziale.
accademici precedenti all’avviso di cui all’art.
9 del presente Regolamento e, in
applicazione dell’art.3 dello stesso DM 344, 2. Per la valutazione dell’attività didattica, le
commissioni prenderanno in considerazione
faranno esplicito riferimento ai seguenti
l’attività svolta nei cinque anni accademici
aspetti: a) insegnamenti o moduli di
precedenti all’avviso per la procedura di cui
insegnamenti tenuti e continuità della tenuta
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
275
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
degli stessi; b) documentato impegno
didattico nella partecipazione a commissioni
di esami di profitto o di esami finali; c) qualità
e quantità di attività didattica integrativa
(esercitazioni, tutoraggio, predisposizione di
tesi anche in qualità di relatore); d) esiti della
valutazione degli studenti e della valutazione
di Ateneo, se disponibili.
al presente Regolamento e, in applicazione
dell’art. 3 dello stesso DM 344, faranno
esplicito riferimento ai seguenti aspetti:
a) numero dei moduli/corsi tenuti e
continuità della tenuta degli stessi;
b)
esiti della valutazione degli studenti, se
disponibili. In tale valutazione sono
attribuiti punti solo alle risposte positive
per i quesiti sulla presenza e sulla
puntualità;
c)
documentata
partecipazione
alle
commissioni istituite per gli esami di
profitto;
d)
quantità e qualità dell'attività di tipo
seminariale, di quella mirata alle
esercitazioni e al tutorato degli studenti,
ivi
inclusa
quella
relativa
alla
predisposizione delle tesi di laurea, di
laurea magistrale e delle tesi di
dottorato.
3. Per la valutazione delle pubblicazioni
scientifiche, le commissioni prenderanno in
considerazione i lavori pubblicati nei cinque
anni antecedenti all’avviso di cui all’art. 9 del
presente Regolamento e faranno esplicito
riferimento a: a) originalità, innovatività, rigore 3. Per le valutazioni di cui al comma 1, da
svolgere in relazione al profilo di professore
metodologico e rilevanza di ciascuna
universitario da ricoprire, maggiore peso
pubblicazione; b) congruenza di ciascuna
sarà dato dalle Commissioni alle attività
pubblicazione
con
il
Macrosettore
svolte nell’ambito del Settore Concorsuale
Concorsuale
oppure
con
tematiche
per il quale è stata conseguita l’Abilitazione
interdisciplinari
ad
esso
strettamente
Scientifica Nazionale e per il quale viene
correlate; c) rilevanza scientifica della
effettuata la valutazione.
collocazione
editoriale
di
ciascuna
pubblicazione e sua diffusione all'interno della
comunità scientifica; d) apporto individuale 4. Per la valutazione delle pubblicazioni
scientifiche, le commissioni prenderanno in
del ricercatore nel caso di lavori in
considerazione
i
lavori
pubblicati
collaborazione; e) nell'ambito dei settori in cui
antecedentemente all’avviso di cui alla
ne è consolidato l'uso a livello internazionale
procedura, in applicazione dell’art. 4 comma
le commissioni si possono avvalere di
3 del DM 344/2011 facendo esplicito
indicatori bibliometrici.
riferimento a:
a) originalità,
innovatività,
rigore
metodologico e rilevanza di ciascuna
pubblicazione;
4. Per la valutazione dell’attività scientifica e
curriculare, le Commissioni faranno esplicito
b) congruenza di ciascuna pubblicazione
riferimento alla attività svolta nei cinque anni
con il profilo di professore universitario
antecedenti all’avviso di cui all’art. 9 del
da ricoprire oppure con tematiche
presente Regolamento, considerando in
interdisciplinari ad esso strettamente
particolare i seguenti aspetti: a) documentata
correlate;
partecipazione a progetti di ricerca nazionali
ed internazionali, e ruolo ricoperto nella
c) rilevanza scientifica della collocazione
stessa; b) conseguimento della titolarità di
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
276
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
brevetti; c) visibilità nella comunità scientifica
di riferimento, valutata anche sulla base di
partecipazioni in qualità di relatore a
congressi
e
convegni
nazionali
e
internazionali e di premi e riconoscimenti.
editoriale di ciascuna pubblicazione e
sua diffusione all'interno della comunità
scientifica;
d)
apporto individuale del ricercatore nel
caso di lavori in collaborazione.
5. Le Commissioni definiscono preliminarmente
una griglia di punteggi da attribuire alle voci di
e) nell'ambito dei settori in cui ne è
cui ai commi 2, 3 e 4 del presente articolo,
consolidato l'uso a livello internazionale
attribuendo, con riferimento ad un punteggio
le Commissioni possono avvalersi di
massimo di 100, alla valutazione dell’attività
indicatori bibliometrici di cui al D.M.
didattica un punteggio massimo compreso tra
4.8.2011, n.344.
20 e 40, alla valutazione delle pubblicazioni
un punteggio massimo compreso tra 40 e 60, 5. Per la valutazione dell’attività scientifica e
alla
valutazione
dell’attività
scientifica
curriculare compresa l’attività istituzionale,
complessiva
un
punteggio
massimo
le Commissioni faranno esplicito riferimento
compreso tra 20 e 40. Per i macrosettori
all’attività svolta considerando in particolare
concorsuali per i quali è prevista la
i seguenti aspetti:
valutazione dell’attività assistenziale, gli
a) organizzazione,
direzione
e
intervalli sopra indicati sono così modificati:
coordinamento di gruppi di ricerca
attività didattica: tra 20 e 40; pubblicazioni: tra
nazionali e internazionali, ovvero
30 e 50; profilo complessivo: tra 10 e 30;
partecipazione agli stessi;
attività assistenziale: tra 10 e 20.
b) conseguimento della titolarità di
6. Per ciascun richiedente, il punteggio
brevetti;
conseguito è calcolato come media dei
punteggi
attribuiti
individualmente
dai
c) partecipazione in qualità di relatore a
componenti
della
commissione.
La
congressi e convegni nazionali e
valutazione si intende conseguita se il
internazionali;
richiedente ha raggiunto un punteggio
maggiore o uguale a 60 e la maggioranza dei
d) conseguimento
di
premi
e
componenti della commissione ha attribuito
riconoscimenti
nazionali
e
un punteggio maggiore o uguale a 80.
internazionali per attività di ricerca.
e)
visibilità nella comunità scientifica di
riferimento valutata sulla base di criteri
individuati dalla commissione;
f)
impegni istituzionali svolti in Ateneo.
6. La Commissione dovrà valutare la congruità
del profilo scientifico del candidato con le
esigenze di ricerca dell'Ateneo, nonché la
produzione
scientifica
elaborata
dal
ricercatore successivamente alla data di
scadenza del bando in base al quale ha
conseguito
l'abilitazione
scientifica
nazionale, in modo da verificare la
continuità della produzione scientifica. Nella
valutazione di cui sopra, la Commissione si
avvale di criteri e parametri coerenti con
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
277
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
quelli previsti dal DM 07.16.2012 di cui
all'articolo 16, comma 3, lettera a), della
legge 30 dicembre 2010, n. 240, potendo
altresì prevederne un utilizzo più selettivo.
Art. 13 - Valutazione per la immissione nel
ruolo dei Professori Ordinari
7. La Commissione al termine dei lavori
esprime valutazione positiva o negativa sul
candidato a maggioranza assoluta.
1. Per le valutazioni ai fini dell’accesso alla
fascia dei Professori Ordinari, è considerato
requisito preliminare per procedere alla
Art. 13 - Valutazione per l’immissione nel
valutazione l’avere ottemperato agli obblighi
ruolo dei Professori Ordinari
derivanti dai Regolamenti di Ateneo in merito
al compiti dei Professori. Le Commissioni 1. Per le valutazioni ai fini dell’accesso alla
esprimono la loro valutazioni esprimendosi
fascia dei Professori Ordinari, è considerato
su: a) attività didattica; b) pubblicazioni
requisito preliminare per procedere alla
scientifiche;
c)
complesso
dell’attività
valutazione l’avere ottemperato agli obblighi
scientifica e profilo curriculare; d) ove
derivanti dai Regolamenti di Ateneo in
previsto, attività assistenziale.
merito ai compiti dei Professori. Le
Commissioni esprimono la loro valutazioni
2. Per la valutazione dell’attività didattica, in
esprimendosi su:
applicazione del DM 344 del 4 agosto 2011,
a) attività didattica;
le
commissioni
prenderanno
in
considerazione l’attività svolta nei cinque anni
b) pubblicazioni scientifiche;
accademici precedenti all’avviso di cui all’art.
9 del presente Regolamento e, in
c) complesso dell’attività scientifica in
applicazione dell’art.3 dello stesso DM 344,
relazione
al
profilo
curriculare,
faranno esplicito riferimento ai seguenti
compresa l’attività istituzionale;
aspetti: a) insegnamenti o moduli di
insegnamenti tenuti e continuità della tenuta
d) ove previsto, l’attività assistenziale.
degli stessi; b) documentato impegno
didattico nella partecipazione a commissioni 2. Per la valutazione dell’attività didattica, le
di esami di profitto o di esami finali; c) qualità
commissioni prenderanno in considerazione
e quantità di attività didattica integrativa
l’attività svolta nei cinque anni accademici
(esercitazioni, tutoraggio, predisposizione di
precedenti all’avviso per la procedura di cui
tesi anche in qualità di relatore); d) esiti della
al presente Regolamento e faranno esplicito
valutazione degli studenti e della valutazione
riferimento ai seguenti aspetti:
di Ateneo, se disponibili.
a) insegnamenti o moduli di insegnamenti
tenuti e continuità della tenuta degli
stessi;
3. Per la valutazione delle pubblicazioni
scientifiche, le commissioni prenderanno in
considerazione i lavori pubblicati nei cinque
b)
documentato impegno didattico nella
partecipazione a commissioni di esami
di profitto o di esami finali;
c)
qualità e quantità di attività didattica
integrativa (esercitazioni, tutoraggio,
predisposizione di tesi anche in qualità
di relatore);
d)
esiti della valutazione degli studenti, se
disponibili. In tale valutazione sono
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
278
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
anni antecedenti all’avviso di cui all’art. 9 del
attribuiti punti solo alle risposte positive
presente Regolamento e faranno esplicito
per i quesiti sulla presenza e sulla
riferimento a: a) originalità, innovatività, rigore
puntualità
metodologico e rilevanza di ciascuna
pubblicazione; b) congruenza di ciascuna 3. Per la valutazione delle pubblicazioni
pubblicazione
con
il
Macrosettore
scientifiche, le commissioni prenderanno in
Concorsuale
oppure
con
tematiche
considerazione i lavori pubblicati nei cinque
interdisciplinari
ad
esso
strettamente
anni antecedenti all’avviso per la procedura
correlate; c) rilevanza scientifica della
di cui all’art. 10 del presente Regolamento e
collocazione
editoriale
di
ciascuna
faranno esplicito riferimento a:
pubblicazione e sua diffusione all'interno della
comunità scientifica; d) apporto individuale
a) originalità,
innovatività,
rigore
nel caso di lavori in collaborazione; e)
metodologico e rilevanza di ciascuna
nell'ambito dei settori in cui ne è consolidato
pubblicazione;
l'uso a livello internazionale le commissioni si
possono avvalere di indicatori bibliometrici.
b) congruenza di ciascuna pubblicazione
con il profilo di professore universitario
da ricoprire oppure con tematiche
interdisciplinari ad esso strettamente
correlate;
c)
rilevanza scientifica della collocazione
editoriale di ciascuna pubblicazione e
sua diffusione all'interno della comunità
scientifica;
d) apporto individuale nel caso di lavori in
collaborazione.
4. Per la valutazione dell’attività scientifica
complessiva e curriculare, le Commissioni
faranno esplicito riferimento alla attività svolta
e) nell'ambito dei settori in cui ne è
nei cinque anni antecedenti all’avviso di cui
consolidato l'uso a livello internazionale
all’art. 9 del presente Regolamento e faranno
le Commissioni possono avvalersi di
esplicito riferimento ai seguenti aspetti: a)
indicatori bibliometrici.
partecipazione in qualità di Responsabile (di
unità di ricerca o di progetto) a progetti di 4. Per la valutazione dell’attività scientifica
ricerca nazionali ed internazionali; b)
complessiva e curriculare, compresa
conseguimento della titolarità di brevetti; c)
l’attività istituzionale, le Commissioni
visibilità nella comunità scientifica di
faranno esplicito riferimento ai seguenti
riferimento, valutata anche sulla base di
aspetti:
partecipazioni in qualità di relatore a
a) organizzazione,
direzione
e
congressi
e
convegni
nazionali
e
coordinamento di gruppi di ricerca
internazionali, di premi e riconoscimenti, di
nazionali e internazionali, ovvero
presenza nei comitati di redazione di riviste
partecipazione agli stessi;
scientifiche nazionali o internazionali; d)
funzioni di responsabilità nell’ambito di
b) conseguimento della titolarità di
organismi nazionali o internazionali di
brevetti;
coordinamento della ricerca;
c) partecipazione in qualità di relatore a
congressi e convegni nazionali e
internazionali;
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
279
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
d)
conseguimento
di
premi
riconoscimenti
nazionali
internazionali per attività di ricerca;
e
e
e)
visibilità nella comunità scientifica di
riferimento valutata sulla base di criteri
individuati dalla commissione;
5. Le Commissioni definiscono preliminarmente
una griglia di punteggi da attribuire alle voci di
f) impegni istituzionali svolti in Ateneo.
cui al comma 1 del presente articolo,
attribuendo, con riferimento ad un punteggio
massimo di 100, alla valutazione dell’attività 5. La Commissione dovrà valutare la congruità
didattica un punteggio massimo compreso tra
del profilo scientifico del candidato con le
10 e 30, alla valutazione delle pubblicazioni
esigenze di ricerca dell'Ateneo, nonché la
un punteggio massimo compreso tra 40 e 60,
produzione
scientifica
elaborata
dal
alla valutazione del profilo complessivo un
candidato successivamente alla data di
punteggio massimo compreso tra 30 e 40.
scadenza del bando in base al quale ha
Per i Macrosettori concorsuali per i quali è
conseguito
l'abilitazione
scientifica
prevista
la
valutazione
dell’attività
nazionale, in modo da verificare la
assistenziale, gli intervalli sopra indicati sono
continuità della produzione scientifica. Nella
così modificati: attività didattica: tra 10 e 30;
valutazione di cui sopra, la Commissione si
pubblicazioni: tra 30 e 50; profilo: tra 20 e 30;
avvale di criteri e parametri coerenti con
attività assistenziale: tra 20 e 40.
quelli previsti dal dal DM 07.16.2012 di cui
all'articolo 16, comma 3, lettera a), della
legge 30 dicembre 2010, n. 240, potendo
6. Per ciascun richiedente, il punteggio
altresì prevederne un utilizzo più selettivo
conseguito è calcolato come media dei
punteggi
attribuiti
individualmente
dai
componenti
della
commissione.
La 6. La Commissione al termine dei lavori
valutazione si intende conseguita se il
esprime valutazione positiva o negativa sul
richiedente ha raggiunto un punteggio medio
candidato a maggioranza assoluta.
maggiore o uguale a 60 e se la maggioranza
dei componenti della commissione ha
Art. 14 - Termine del procedimento
attribuito un punteggio maggiore o uguale a
80.
1. I lavori della Commissione devono essere
conclusi entro trenta giorni dall’emanazione
del decreto rettorale di nomina nel caso del
piano straordinario associati e di tre mesi
negli altri casi.
2. Il Rettore può prorogare, per una sola volta
e per non più di trenta giorni, il termine per
la conclusione dei lavori per comprovati ed
eccezionali motivi segnalati dal Presidente
della commissione. Nel caso in cui i lavori
non si siano conclusi entro i termini della
proroga, il Rettore, con motivato decreto,
provvede
alla
sostituzione
della
commissione ovvero dei componenti ai quali
siano imputabili le cause del ritardo,
stabilendo nel contempo un nuovo termine
per la conclusione dei lavori. Decorso tale
termine, il Rettore provvederà a dichiarare
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
280
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
decaduta la commissione.
3. Il Rettore, con proprio decreto, accerta,
entro trenta giorni dalla consegna, la
regolarità degli atti e dichiara il/i nominativo/i
del/i candidato/i che ha/hanno avuto
valutazione positiva. Il decreto è comunicato
a tutti i candidati ed è trasmesso al
dipartimento che ha proposto la procedura.
Il decreto sarà pubblicato sul sito
dell’Ateneo e del Ministero.
4. Nel caso in cui il Rettore riscontri irregolarità
nello svolgimento della procedura, invia, con
provvedimento motivato, gli atti alla
commissione, assegnandole un termine per
provvedere a eventuali modifiche.
Art. 14 - Esiti della valutazione
Art. 15 - Esiti della valutazione
1. I Ricercatori a TD di cui alla lettera b) del c.3
1. I Ricercatori a TD di cui alla lettera b) del c.
dell’art. 23 della Legge 240/10 che hanno
3 dell’art. 24 della Legge 240/2010 che
superato la valutazione vengono inquadrati
hanno superato la valutazione di cui al
nel ruolo dei Professori Associati alla
presente titolo vengono inquadrati nel ruolo
scadenza del contratto.
dei Professori Associati alla scadenza del
contratto o all’esito della procedura di
2. I Ricercatori e i Professori che hanno
valutazione.
superato la valutazione entrano a far parte di
liste d’attesa per la presa di servizio nel
2. I Ricercatori a TI e i Professori che hanno
ruolo per cui hanno superato la valutazione,
superato la valutazione di cui al presente
formulate separatamente per la 1° e la 2°
titolo vengono inquadrati nel ruolo per il
fascia e per ciascuna area CUN, con un
quale è stata indetta la procedura.
ordine che tiene conto della posizione
occupata nella valutazione scientifica di
Ateneo
rispetto
alla
mediana
del
macrosettore
di
appartenenza,
della
distanza dai limiti di validità dell’abilitazione
scientifica, della anzianità nel ruolo. La
graduatoria viene formulata sulla base del
punteggio Pt ottenuto dalla seguente
formula: Pt = 0.2*Pv1 + 0.1*Pv2 + 0.1*Pv3 +
0.3*Pa + 0.3*Ps, in cui, per ciascun abilitato
valutato positivamente, Pv1 è il rapporto tra
la valutazione SURPLUS e quella mediana
del proprio macrosettore, Pv2 è il rapporto
tra la valutazione SURPLUS e quella
mediana della propria area CUN, Pv3 è il
rapporto tra la valutazione SURPLUS e
quella mediana del proprio Settore
concorsuale, Ps è il rapporto tra la durata di
validità dell'abilitazione nazionale e la
distanza (in anni, con arrotondamento
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
281
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
all'intero superiore) dalla sua scadenza, Pa è
il rapporto tra l'anzianità nel ruolo (di
Ricercatore TI nel caso di procedure per
Professore
Associato,
di
Professore
Associato nel caso di procedure per
Professore Ordinario) e quella mediana della
propria fascia.
3. In base alle disponibilità di bilancio, il
Consiglio di Amministrazione attribuisce alle
singole Aree CUN una disponibilità che verrà
utilizzata per la presa di servizio in ordine
progressivo.
4. Il Consiglio di Amministrazione, nella
attribuzione delle risorse per le procedure di
selezione, dovrà privilegiare quei Settori
Concorsuali che hanno usufruito in misura
minore delle prese di servizio a seguito di
procedure di valutazione.
Titolo 4
Art. 15 - Norme transitorie
1. Nelle more dell’entrata in vigore dello
Statuto previsto dalla Legge 240/10 e della
piena attuazione delle modifiche statutarie,
le
competenze
che
nel
presente
Regolamento sono attribuite ai Dipartimenti
ed alle strutture di raccordo sono da
intendersi attribuite alle Facoltà, che
deliberano dopo aver acquisito il parere dei
Dipartimenti interessati.
2. Nelle more della piena attuazione delle
modifiche statutarie, le competenze che nel
presente Regolamento sono attribuite al
Consiglio di Amministrazione agli art. 2, 3, 4
e 8, sono da intendersi attribuite al Senato
Accademico, nell’ambito delle disponibilità di
risorse
stabilite
dal
Consiglio
di
Amministrazione.
Pertanto si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
di approvare il nuovo Regolamento per la disciplina della chiamata dei professori di prima e
seconda fascia in attuazione dell’art. 18 della Legge 240/2010 e della procedura valutativa ai sensi
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
282
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
dell’art. 24 (commi 5 e 6) della Legge n.240/2010 il cui nuovo testo, che sostituisce il precedente, è
il seguente:
Regolamento per la disciplina della chiamata dei professori di prima e seconda fascia in
attuazione dell’art. 18 della Legge 240/2010 e della procedura valutativa ai sensi dell’art. 24
(commi 5 e 6) della Legge n.240/2010
Titolo 1 - Norme generali
Art. 1 - Ambito di operatività
1. Il presente Regolamento disciplina, nel rispetto del Codice etico dell’Università di Palermo e dei
principi enunciati dalla Carta Europea dei ricercatori, dello statuto vigente, di cui alla
raccomandazione della Commissione delle Comunità europee n. 251 dell’11-03-2005, le
procedure di chiamata e valutazione dei professori di prima e di seconda fascia.
Titolo 2 - Chiamata mediante procedura selettiva ai sensi dell’art. 18 (comma 1) della legge
240/2010 o mediante chiamata diretta ai sensi dell’art. 1 (comma 9) della legge 230/2005
Art. 2 - Richieste delle Strutture
1. Ciascun Dipartimento, nell’ambito della programmazione triennale del fabbisogno di personale
ed entro la disponibilità dei punti organico assegnati dal CdA, richiede al Consiglio di
Amministrazione con delibera motivata la copertura di posti di professore di prima e seconda
fascia, indicandone la priorità.
2. La delibera di richiesta del Consiglio del Dipartimento proponente è adottata dalla maggioranza
assoluta dei professori di 1° fascia, per la chiamata di professori di 1° fascia, e dei professori di
1° e di 2° fascia, per la chiamata di professori di 2° fascia.
3. Nella proposta del Consiglio di Dipartimento dovrà essere indicata una delle seguenti modalità
di copertura del posto richiesto, nonché le motivazioni relative a tale scelta: a) chiamata in esito
a procedura selettiva attivata ai sensi dell’art. 18 (1° comma) della Legge 240/10; b) chiamata
diretta secondo le procedure disciplinate dall’art. 1 (9° comma) della Legge 230/05 e
successive modificazioni e integrazioni.
4. La delibera del Consiglio del Dipartimento proponente deve contenere i seguenti dati:
a) la fascia per la quale viene richiesta la procedura;
b) la sede di servizio;
c) l’area CUN, il settore concorsuale e anche l’eventuale profilo ai sensi dell’art. 18 comma 1
della Legge 240/2010, per il quale viene richiesto il posto;
d) le modalità di copertura del posto, secondo quanto previsto dal precedente comma 3;
e) l’indicazione delle specifiche funzioni che il professore dovrà svolgere, nonché la tipologia
di impegno richiesto, didattico e scientifico e, ove previsto, assistenziale sentito il parere
della scuola di medicina e chirurgia;
f) l’eventuale copertura finanziaria del posto richiesto da parte di enti esterni pubblici o
privati, ai sensi dell’art. 18 c. 3 della legge 240/10 con l’indicazione dell’ente finanziatore e
delle modalità di finanziamento, che non potrà comunque avere durata inferiore a 15 anni;
g) nel caso di posti che prevedano lo svolgimento di attività assistenziale, la struttura dove
essa dovrà essere svolta sentito il parere della Scuola di Medicina e Chirurgia.
5. La delibera del Consiglio di Dipartimento deve anche indicare la consistenza numerica di
docenza in Ateneo (1° e 2° fascia) nel Settore Scientifico Disciplinare, l’impegno didattico nel
Dipartimento e complessivamente in Ateneo del Settore Scientifico Disciplinare, le previsioni di
quiescenza nel triennio successivo riguardanti il Settore Scientifico Disciplinare.
6. Per le procedure selettive di cui al punto a) del 3° comma del presente articolo “chiamata in
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
283
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
esito a procedura selettiva attivata ai sensi dell’art. 18 (1° comma) della Legge 30.12.2010 n.
240”, la delibera del Consiglio del Dipartimento proponente deve altresì riportare:
a) l’eventuale indicazione di un numero massimo di pubblicazioni, che non potrà essere
inferiore a dodici;
b) l’eventuale indicazione dei criteri di accertamento delle competenze linguistiche del
candidato, anche in relazione alle esigenze didattiche relative ai corsi di studio in lingua
estera;
7. La delibera del Consiglio di Amministrazione di accoglimento della richiesta è adottata dopo
avere acquisito il parere delle Scuole competenti relativamente all’impegno didattico e del
Senato Accademico.
Art. 3 - Procedure Selettive
1. La procedura selettiva nel caso del piano straordinario associati, può aggregare posti da
bandire afferenti a più settori concorsuali anche se richiesti da dipartimenti diversi. Essa sarà
svolta previa emanazione di un bando Rettorale, pubblicato sul sito di Ateneo, su quello del
Ministero e dell’Unione Europea; l’avviso del bando sarà pubblicato nella Gazzetta Ufficiale.
2. Il bando deve contenere:
a) il numero massimo dei posti per i quali si attiva la procedura di selezione che possono
appartenere a più settori concorsuali solo nel caso del piano straordinario associati;
b) il numero massimo dei punti organico impegnati;
c) la fascia per la quale viene attivata la procedura;
d) l’area CUN, il/i settore/i concorsuale/i, l’eventuale/i profilo/i ai sensi dell’art.18 comma 1
della Legge 240/2010 per i quali viene attivata la procedura, indicandone la priorità come
deliberato dal Consiglio di Amministrazione;
e) per ciascun posto messo a concorso l’indicazione le specifiche funzioni che il docente
dovrà svolgere (tipologia d’impegno didattico e scientifico, e, ove previsto, assistenziale);
f) il termine e le modalità di presentazione delle domande, che non potrà essere inferiore a
trenta giorni consecutivi a decorrere dalla data di pubblicazione dell’avviso del bando in
gazzetta ufficiale;
g) i requisiti soggettivi per l’ammissione alla procedura;
h)
il limite massimo di pubblicazioni, non inferiore a dodici, che il candidato dovrà
trasmettere;
i) l’indicazione dei criteri generali di valutazione, cui la Commissione dovrà attenersi;
j) l’eventuale indicazione della lingua estera per cui effettuare l’accertamento delle
competenze linguistiche del candidato;
k) la sede di servizio e nel caso di posti ai quali è correlato lo svolgimento di attività
assistenziale, l’indicazione della struttura presso la quale tale attività sarà svolta.
l) l’indicazione dei diritti e doveri del docente e del suo trattamento economico e
previdenziale.
Art. 4 - Candidati ammissibili alle selezioni
1. Alle selezioni per la chiamata di professori di prima e seconda fascia possono partecipare: a)
studiosi che abbiano conseguito l’abilitazione scientifica nazionale ai sensi dell’art. 16 della
Legge 240/ 2010 per il settore concorsuale messo a concorso ovvero per uno dei settori
concorsuali ricompreso nel medesimo macrosettore e per le funzioni oggetto del procedimento,
ovvero per funzioni superiori, purché non già titolari delle medesime funzioni superiori; b) i
candidati che abbiano conseguito l’idoneità nel settore concorsuale in procedure concorsuali
attivate ai sensi della Legge 210/1998 per la fascia corrispondente a quella per la quale viene
emanato il bando, limitatamente al periodo di durata di tale idoneità (art. 29 – 8° comma –
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
284
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Legge n. 240/2010); c) i professori, rispettivamente, di prima e di seconda fascia già in servizio
in altri atenei per il settore concorsuale messo a concorso; d) gli studiosi stabilmente impegnati
all’estero in attività di ricerca o insegnamento a livello universitario in posizione di livello pari a
quelle oggetto del bando, sulla base di tabelle di corrispondenza aggiornate ogni tre anni,
definite dal Ministero. Il candidato può fare domanda per più di un settore concorsuale qualora
ne abbia i requisiti.
2. Ai procedimenti per la chiamata di cui al titolo 2 non possono partecipare coloro per i quali
esistano incompatibilità di legge (art.18 c.1 lett. b della Legge 240/10) o con il codice etico
dell’Ateneo.
Art. 5 - Commissione di valutazione
1. Le commissioni giudicatrici per le procedure di selezione sono composte da tre professori
ordinari, in servizio presso Atenei diversi del Settore Concorsuale a bando e, in particolare, ove
indicato nel bando, al Settore Scientifico-Disciplinare. Il dipartimento che ha richiesto
l’attivazione del bando indica quattro nomi di professori non appartenenti all’Ateneo tra i quali
saranno sorteggiati, da funzionari nominati dal Rettore, due componenti della Commissione. Il
dipartimento che ha richiesto l’attivazione del bando indicherà altresì il nome del terzo
componente anche interno all’Ateneo ed in questo ultimo caso può comunque essere
individuato all’interno del macrosettore. I componenti proposti devono essere in possesso di un
elevato profilo scientifico a livello internazionale, essi vengono individuati tra i professori
ordinari facenti parte delle liste dei commissari per l’abilitazione scientifica nazionale nel
Settore Concorsuale di appartenenza. Per i professori di Ateneo che non sono presenti nelle
liste ministeriali vigenti dei commissari per l’abilitazione scientifica nazionale, il possesso dei
requisiti sarà autocertificato e validato dal Direttore del dipartimento che ha richiesto la
procedura. Può anche essere proposto uno studioso stabilmente impegnato all’estero in attività
di ricerca e insegnamento a livello universitario da almeno un triennio, che ricopre una
posizione accademica equipollente a quella di professore ordinario in istituzioni universitarie o
di ricerca estere, con elevata qualificazione scientifica riconosciuta a livello internazionale. Il
componente della commissione per la procedura di selezione per professore associato, se
interno all’Ateneo, in mancanza di ordinari del settore concorsuale in servizio presso l’Ateneo
può essere un professore di seconda fascia, con i requisiti sopra indicati.
2. La Commissione è nominata con decreto del Rettore che, anche avvalendosi del parere di
esperti, può preliminarmente verificare i requisiti di cui al precedente comma 1. In caso di
rinuncia o di sopravvenuta indisponibilità prima della nomina della commissione, si ripete la
procedura del sorteggio per il commissario che ha rinunciato a seguito dell’integrazione di un
ulteriore nominativo da parte del dipartimento interessato. Il decreto di nomina è pubblicato
sull’albo di Ateneo.
3. La Commissione individua al suo interno un presidente e un segretario verbalizzante e assume
le proprie deliberazioni a maggioranza assoluta dei componenti.
Art. 5 bis - Commissioni di valutazione nell’ambito del piano straordinario associati
1. Per ogni procedura saranno nominate tante commissioni quanti sono i settori scientifici
disciplinari messi a concorso. Le commissioni saranno nominate con le modalità previste all’art.
5.
Art. 6 - Modalità di svolgimento delle selezioni
1. La Commissione procede collegialmente alla valutazione comparativa dei candidati rispetto al
profilo individuato dal bando, sulla base dell’attività didattica, delle pubblicazioni scientifiche,
del curriculum e delle attività istituzionali e organizzative, ove previsto, della attività
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
285
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
2.
3.
4.
5.
6.
7.
8.
assistenziale attestata dai documenti allegati alla domanda di partecipazione alla procedura
selettiva.
Ai fini della valutazione dell'attività didattica sono considerate l’entità e la continuità delle attività
con particolare riferimento agli insegnamenti e ai moduli di cui si è assunta la responsabilità. Ai
fini della valutazione dell’attività didattica integrativa e di servizio agli studenti, possono essere
considerate le attività di predisposizione delle tesi di laurea, di laurea magistrale e delle tesi di
dottorato, i seminari, le esercitazioni e il tutorato degli studenti.
La valutazione delle pubblicazioni scientifiche di cui al comma 1 è svolta sulla base degli
ulteriori seguenti criteri:
a) originalità, innovatività, rigore metodologico e rilevanza di ciascuna pubblicazione;
b) congruenza di ciascuna pubblicazione con il profilo di professore universitario da ricoprire
oppure con tematiche interdisciplinari ad esso strettamente correlate;
c) rilevanza scientifica della collocazione editoriale di ciascuna pubblicazione e sua diffusione
all'interno della comunità scientifica;
d) determinazione analitica, anche sulla base di criteri riconosciuti nella comunità scientifica
internazionale di riferimento, dell'apporto individuale del ricercatore nel caso di
partecipazione del medesimo a lavori in collaborazione;
e) nell'ambito dei settori in cui ne è consolidato l'uso a livello internazionale, le commissioni si
avvalgono anche di uno o più dei seguenti indicatori, riferiti alla data di inizio della
valutazione: 1) numero totale delle citazioni; 2) numero medio di citazioni per
pubblicazione; 3) "impact factor" totale; 4) "impact factor" medio per pubblicazione; 5)
combinazioni dei precedenti parametri atte a valorizzare l'impatto della produzione
scientifica del candidato (indice di Hirsch o simili).
Per la copertura di posti di professore associato e di ordinario nel caso in cui il candidato non
rivesta il ruolo di professore associato, al termine della valutazione delle pubblicazioni
scientifiche e dei titoli, la procedura contempla lo svolgimento, di una prova didattica e la
discussione sulle pubblicazioni scientifiche presentate.
Ai fini della valutazione delle attività scientifiche, istituzionali ed organizzative si terranno in
considerazione anche i seguenti aspetti:
a) organizzazione, direzione e coordinamento di centri o gruppi di ricerca nazionali e
internazionali o partecipazione agli stessi e altre attività di ricerca quali la direzione o
partecipazione a comitati editoriali di riviste;
b) conseguimento della titolarità di brevetti nei settori in cui è rilevante;
c) conseguimento di premi e riconoscimenti nazionali e internazionali per attività di ricerca;
d) incarichi istituzionali all’interno di istituzioni universitarie italiane o straniere;
Possono essere inoltre considerate le partecipazioni in qualità di relatore a congressi e
convegni di interesse internazionale.
La valutazione comparativa avviene, sulla base dei criteri predeterminati dalla commissione,
tenendo conto delle funzioni che il professore dovrà svolgere sotto il profilo didattico e
scientifico come specificato nel bando.
Al termine dei lavori la commissione individua, per ogni posto messo a concorso, il candidato
maggiormente qualificato a svolgere le funzioni didattico scientifiche specificate nel bando.
Qualora il candidato non dovesse accettare, la Commissione, nel caso in cui siano presenti altri
candidati idonei per il posto messo a concorso, in una successiva riunione individua il
candidato maggiormente qualificato.
Art. 7 - Termine del procedimento
1. I lavori della commissione devono essere conclusi entro tre mesi dall’emanazione del decreto
rettorale di nomina.
2. Il Rettore può prorogare, per una sola volta e per non più di due mesi, il termine per la
conclusione dei lavori per comprovati ed eccezionali motivi segnalati dal Presidente della
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
286
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
commissione. Nel caso in cui i lavori non si siano conclusi entro i termini della proroga, il
Rettore, con motivato decreto, provvede alla sostituzione della commissione ovvero dei
componenti ai quali siano imputabili le cause del ritardo, stabilendo nel contempo un nuovo
termine per la conclusione dei lavori.
Decorso tale termine, il Rettore provvederà a dichiarare decaduta la Commissione.
3. Il Rettore, con proprio decreto, accerta, entro trenta giorni dalla consegna, la regolarità degli
atti e dichiara il/i nominativo/i del/i candidato/i più qualificato/i a ricoprire il/ posto/i per cui è
stata attivata la procedura selettiva sino a copertura dei punti organico messi a bando, tenendo
conto delle priorità indicate nel bando. Il decreto è comunicato a tutti i candidati ed è trasmesso
al/i dipartimento/i che ha/hanno richiesto il bando. Il decreto sarà pubblicato sul sito dell’Ateneo
e del Ministero.
4. Nel caso in cui il Rettore riscontri irregolarità nello svolgimento della procedura, invia, con
provvedimento motivato, gli atti alla Commissione, assegnandole un termine per provvedere a
eventuali modifiche.
Art. 8 - Chiamata del candidato selezionato
1. A conclusione della procedura, entro 15 giorni dalla data di approvazione degli atti, ogni
dipartimento interessato propone al Consiglio di Amministrazione la chiamata del candidato di
cui al decreto rettorale di approvazione degli atti. La delibera di chiamata è adottata dal
dipartimento proponente con voto favorevole della maggioranza assoluta dei professori di
prima fascia, per la chiamata di professori di prima fascia, e dei professori di prima e seconda
fascia, per la chiamata dei professori di seconda fascia. La proposta di chiamata è approvata
dal Consiglio di Amministrazione.
2. Nel caso in cui, nel termine sopra indicato, il dipartimento non adotti alcuna delibera, lo stesso
Dipartimento non potrà richiedere, nei due anni successivi all’approvazione degli atti, la
copertura di un posto per la stessa fascia e per il medesimo settore concorsuale per i quali si è
svolta la procedura.
3. Nel caso in cui il Dipartimento non effettui la proposta di chiamata di cui ai commi precedenti, le
risorse saranno acquisite dal Consiglio di Amministrazione che deciderà in merito alla loro
eventuale riassegnazione.
Art. 9 - Chiamata diretta
1. La delibera del Consiglio di Dipartimento di cui all’art. 2 c.3 lettera b) deve contenere, oltre ai
dati elencati al comma 4 dello stesso articolo, la indicazione dello studioso stabilmente
impegnato all’estero in attività di ricerca e insegnamento a livello universitario da almeno un
triennio, che ricopre una posizione accademica equipollente in istituzioni universitarie o di
ricerca estere, sulla base di tabelle di corrispondenza aggiornate ogni tre anni, definite dal
Ministero. La proposta può riguardare anche studiosi che abbiano già svolto un periodo di
almeno tre anni di ricerca e docenza in università italiane a seguito di chiamata diretta
autorizzata dal MIUR e che abbiano conseguito risultati scientifici congrui rispetto al posto per il
quale ne viene proposta la chiamata. La proposta può riguardare altresì studiosi che siano
risultati vincitori nell'ambito di specifici programmi di ricerca di alta qualificazione, identificati
con decreto del Ministro, sentiti l'ANVUR e il CUN, finanziati dall'Unione europea o dal
Ministero. La proposta del Consiglio di Dipartimento deve essere comunque corredata da
lettere di accreditamento delle strutture estere di appartenenza del docente di cui si propone la
chiamata diretta.
2. Il Consiglio di Amministrazione, acquisito il parere delle Scuole interessate e del Senato
Accademico, valuta le proposte dei Dipartimenti, verificando la compatibilità con le disponibilità
di Bilancio e con la programmazione di Ateneo e, in caso di approvazione, inoltra la richiesta al
MIUR.
3. Il Rettore, con proprio decreto, dispone la nomina dei docenti, per i quali il MIUR ha rilasciato la
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
287
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
prescritta autorizzazione, indicando nel decreto la relativa classe di stipendio sulla base della
eventuale anzianità di servizio e di valutazioni di merito.
Titolo 3 - procedura valutativa ai sensi dell’art. 24 (commi 5 e 6) della Legge n.240/2010
Art. 10 - Attivazione della procedura ex art.24 della Legge n.240/2010
1. Nell’ambito della programmazione triennale del fabbisogno del personale il Consiglio di
Amministrazione, tenuto conto del parere obbligatorio del Senato Accademico, assegna ai
Dipartimenti le risorse in termini di punti organico corrispondenti a posti di professori di I e II
fascia ricopribili secondo le modalità di cui all’art. 24 commi 5 e 6 della Legge n.240/2010.
Art. 10 bis - Attivazione della procedura ex comma 5 dell’art.24 della Legge n.240/2010
1. Nell’ambito delle risorse disponibili per la programmazione, nel terzo anno di contratto e non
oltre i 120 giorni antecedenti la scadenza del medesimo, il Dipartimento delibera di sottoporre a
valutazione il titolare del contratto da ricercatore a tempo determinato di cui all’art. 24 comma 3
lettera b) della legge 240/2010 che abbia conseguito l’abilitazione scientifica, ai fini della
chiamata nei ruoli di professore associato.
2. Qualora il ricercatore non sia in possesso della prevista abilitazione nel termine di cui al
comma 1, ma comunque la acquisisca entro la naturale scadenza del contratto, la procedura
valutativa sarà avviata successivamente al conseguimento della medesima. Qualora la
procedura di abilitazione scientifica nazionale non sia stata bandita nel corso dell’ultimo anno di
contratto, la procedura valutativa sarà avviata entro 120 giorni dalla pubblicazione dell’esito
dell’ASN successiva.
Art. 10 ter - Attivazione della procedura ex comma 6 dell’art.24 della Legge n.240/2010
1. Alle procedure di valutazione ai fini della immissione nel ruolo dei Professori Ordinari, possono
partecipare i Professori Associati o Ricercatori a TI in servizio presso l’Ateneo, che hanno
conseguito l’abilitazione scientifica nazionale per professori di prima fascia (art. 16 della Legge
240/ 2010). Alle procedure di valutazione ai fini della immissione nel ruolo dei Professori
Associati, possono partecipare i Ricercatori a TI in servizio presso l’Ateneo, che hanno
conseguito l’abilitazione scientifica nazionale per professori di seconda fascia (art. 16 della
Legge 240/ 2010).
2. Il Dipartimento sulla base delle risorse assegnate dal Consiglio di Amministrazione, con
delibera motivata adottata a maggioranza assoluta dei professori di prima fascia per le richieste
di posti di prima fascia e dei professori di prima e seconda fascia per le richieste di posti di
seconda fascia, individua i candidati da valutare ai sensi dell’art.24 comma 6 della legge
240/2010 e per ciascuno indica:
a) la procedura valutativa ai sensi dell’art.24 comma 6 della legge 240/2010 di professori
associati o ricercatori a tempo indeterminato già in servizio presso l’Ateneo;
b) il profilo di professore universitario di seconda o prima fascia da ricoprire in relazione alle
funzioni che il professore dovrà svolgere e la tipologia di impegno didattico e scientifico;
c) gli standard qualitativi, gli ulteriori elementi di qualificazione didattica e scientifica,
l’eventuale comprovata abilità clinica assistenziale, ritenuti necessari per il posto di cui
viene chiesta la copertura;
d) l’eventuale indicazione dei criteri di accertamento delle competenze linguistiche del
candidato;
3. L’avviso deve contenere per ciascun candidato:
a) la fascia per la quale viene attivata la procedura;
b) l’indicazione dettagliata del profilo del professore in relazione alle specifiche funzioni che il
docente dovrà svolgere (tipologia d’impegno didattico e scientifico, e, ove previsto,
assistenziale);
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
288
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
c)
d)
e)
f)
g)
gli standard qualitativi, gli ulteriori elementi di qualificazione didattica e scientifica,
l’eventuale comprovata abilità clinica assistenziale, ritenuti necessari per il posto di cui
viene chiesta la copertura;
il termine e le modalità di presentazione delle domande;
l’indicazione dei criteri generali di valutazione cui la Commissione dovrà attenersi;
l’eventuale indicazione della lingua estera per cui effettuare l’accertamento delle
competenze linguistiche del candidato;
la sede di servizio e nel caso di posti ai quali è correlato lo svolgimento di attività
assistenziale, l’indicazione della struttura presso la quale tale attività potrà essere svolta.
Art. 10 quater – Attivazione delle procedure nell’ambito del piano straordinario associati
1. Nell’ambito del piano straordinario per associati, le posizioni per le quali effettuare la
valutazione ai sensi dell’art. 24 comma 6, vengono individuate distribuendo preliminarmente le
risorse disponibili alle aree CUN e predisponendo quindi all’interno di ogni area una
graduatoria di ricercatori a tempo indeterminato in possesso dell’abilitazione nazionale, al
momento dell’entrata in vigore del presente Regolamento, regolarmente in servizio presso
l’Ateneo, che ha validità per il piano straordinario di riferimento. Sono comunque fatti salvi i casi
di aspettativa o congedo per motivi di studio o ricerca presso l’Ateneo, che ha validità per il
piano straordinario di riferimento. La ripartizione tra le aree CUN e la graduatoria all’interno
della singola area sarà redatta sulla base dei criteri approvati dal Consiglio di Amministrazione
tenuto conto del parere obbligatorio del Senato Accademico. In tale graduatoria sono
considerati in posizione utile ai fini dell’attivazione delle procedure per valutazione diretta, i
ricercatori a tempo indeterminato che rientrano nella graduatoria fino alla copertura delle
posizioni assegnate all’area. L’elenco dei candidati in posizione utile sulla base delle risorse
disponibili, sarà comunicato ai Dipartimenti cui afferiscono i candidati stessi.
2. Il Dipartimento per ciascuno dei candidati compresi nell’elenco sopracitato e solo per quelli
afferenti al dipartimento, con deliberazione assunta a maggioranza assoluta dei professori di
prima e seconda fascia, può proporre l’avvio delle procedure ai sensi dell’art.24 comma 6 della
Legge 240/2010, a tal fine individua per ogni procedura:
a) il profilo di professore universitario di seconda fascia da ricoprire in relazione alle
specifiche funzioni che il professore dovrà svolgere e la tipologia di impegno didattico e
scientifico;
b) gli standard qualitativi, gli ulteriori elementi di qualificazione didattica e scientifica,
l’eventuale comprovata abilità clinica assistenziale, ritenuti necessari per il posto di cui
viene chiesta la copertura;
c) l’eventuale indicazione dei criteri di accertamento delle competenze linguistiche del
candidato
3. Il Consiglio di Amministrazione, delibera riguardo quanto proposto dai Dipartimenti e avvia la
procedura.
4. Se il Dipartimento dovesse proporre di non richiedere l’attivazione della procedura ai sensi
dell’art.24 comma 6 della Legge 240/2010 per uno o più candidati tra quelli afferenti al
dipartimento e facenti parte della lista comunicata dal CdA, deve motivarne le ragioni.
5. La proposta del Dipartimento di cui al comma precedente del presente articolo è sottoposta
all’approvazione del CdA. Se il CdA previo parere del Senato accademico non approva la
proposta del dipartimento di cui al comma 4, avvia la procedura. Se il CdA previo parere del
Senato accademico approva la proposta del dipartimento di cui al comma 3, procede alla
riassegnazione della risorsa programmata ma non utilizzata.
6. L’avviso deve contenere per ciascun candidato:
a) l’indicazione dettagliata del profilo del professore in relazione alle specifiche funzioni che il
docente dovrà svolgere (tipologia d’impegno didattico e scientifico, e, ove previsto,
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
289
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
assistenziale);
il termine e le modalità di presentazione delle domande;
l’indicazione dei criteri generali di valutazione cui la Commissione dovrà attenersi;
l’eventuale indicazione della lingua estera per cui effettuare l’accertamento delle
competenze linguistiche del candidato;
e) la sede di servizio e nel caso di posti ai quali è correlato lo svolgimento di attività
assistenziale, l’indicazione della struttura presso la quale tale attività potrà essere svolta.
7. Nel caso in cui uno o più dei candidati sottoposti alla valutazione diretta ex D.M. 4.8.2011,
n.344, rinunciassero o non dovessero ottenere una valutazione positiva dalla Commissione ex
DM 344/2011 o di rinuncia del candidato l’Ufficio competente darà comunicazione al/i
dipartimento/i di afferenza del/i candidato/i dell’area in successiva posizione utile sulla base
delle risorse disponibili, che delibereranno secondo la procedura di cui al presente articolo.
b)
c)
d)
Art. 11 - Commissioni di valutazione
1. Le valutazioni ex art.24 della Legge 30.12.2010, n.240, vengono affidate a commissioni del
settore concorsuale o dei settori scientifico disciplinari oggetto della selezione, in subordine, in
caso di motivata necessità del macrosettore concorsuale, per come definiti nel DM 336 del
29/7/2011. Le commissioni sono composte da almeno tre professori di Atenei diversi tra loro. Il
dipartimento che ha richiesto l’attivazione del bando indica quattro nomi di professori ordinari
non appartenenti all’Ateneo tra i quali saranno sorteggiati due componenti della Commissione,
da funzionari nominati dal Rettore. Il Dipartimento indica altresì il nome del terzo componente
che in mancanza di ordinari del settore concorsuale in servizio presso l’Ateneo, può essere un
associato nel caso di valutazione per il ruolo di professore associato.
2. I componenti delle Commissioni vengono individuati tra i Professori Ordinari facenti parte delle
liste dei Commissari per l’abilitazione scientifica nazionale nel Settore Concorsuale di
appartenenza. Per i professori che non sono presenti nelle vigenti liste ministeriali dei
Commissari per l’abilitazione scientifica nazionale, il possesso dei requisiti sarà autocertificato
e validato dal Direttore del dipartimento che ha richiesto la procedura.
3. La Commissione è nominata con decreto del Rettore pubblicato all’albo ufficiale dell’Ateneo.
4. La Commissione dura in carica per l’espletamento della singola procedura.
Art. 11 bis - Commissioni di valutazione nell’ambito del piano straordinario associati
1. Le valutazioni dei candidati al ruolo di Professori associati vengono affidate a Commissioni di
Macrosettore Concorsuale, per come definiti nel DM 336 del 29/7/2011, una Commissione per
ogni macrosettore oggetto della valutazione. Le Commissioni sono composte da almeno tre
professori ordinari o associati di Ateneo, di cui almeno uno per ciascun Settore Concorsuale e
comunque appartenenti a settori disciplinari diversi. Nel caso in cui per un Settore Concorsuale
non sia possibile soddisfare il requisito di presenza di un componente, tale componente della
Commissione può essere sostituito da professori appartenenti al Macrosettore. Nel caso in cui,
per un Macrosettore, il requisito di un minimo di tre componenti non possa essere soddisfatto,
la Commissione può essere integrata da Professori appartenenti all’Area CUN a cui afferisce il
Macrosettore oggetto della procedura. Nel caso di Macrosettore dell’Area 8 o dell’Area 11
l’integrazione viene effettuata, ove possibile, con Professori appartenenti a Settori Concorsuali
della stessa natura, bibliometrica o non bibliometrica del Macrosettore.
2. I componenti della commissione vengono individuati dal Dipartimento che ha proposto l’avvio
della procedura con la delibera di cui all’art.10 quater del presente regolamento.
3. La Commissione è nominata con decreto del Rettore pubblicata all’albo ufficiale dell’Ateneo.
4. Le Commissioni di cui al comma 2 durano in carica per la singola tornata del piano
straordinario.
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
290
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Art. 12 - Valutazione per la immissione nel ruolo dei Professori Associati
1. Le Commissioni formulano le loro valutazioni ai sensi del D.M. 4.8.2011, n.344 esprimendosi in
particolare su:
a) attività didattica;
b) pubblicazioni scientifiche;
c) complesso dell’attività scientifica e curriculare, compresa l’attività istituzionale;
d) ove previsto, attività assistenziale.
2. Per la valutazione dell’attività didattica, le commissioni prenderanno in considerazione l’attività
svolta nei cinque anni accademici precedenti all’avviso per la procedura di cui al presente
Regolamento e, in applicazione dell’art. 3 dello stesso DM 344, faranno esplicito riferimento ai
seguenti aspetti:
a) numero dei moduli/corsi tenuti e continuità della tenuta degli stessi;
b) esiti della valutazione degli studenti, se disponibili. In tale valutazione sono attribuiti punti
solo alle risposte positive per i quesiti sulla presenza e sulla puntualità;
c) documentata partecipazione alle commissioni istituite per gli esami di profitto;
d) quantità e qualità dell'attività di tipo seminariale, di quella mirata alle esercitazioni e al
tutorato degli studenti, ivi inclusa quella relativa alla predisposizione delle tesi di laurea, di
laurea magistrale e delle tesi di dottorato.
3. Per le valutazioni di cui al comma 1, da svolgere in relazione al profilo di professore
universitario da ricoprire, maggiore peso sarà dato dalle Commissioni alle attività svolte
nell’ambito del Settore Concorsuale per il quale è stata conseguita l’Abilitazione Scientifica
Nazionale e per il quale viene effettuata la valutazione.
4. Per la valutazione delle pubblicazioni scientifiche, le commissioni prenderanno in
considerazione i lavori pubblicati antecedentemente all’avviso di cui alla procedura, in
applicazione dell’art. 4 comma 3 del DM 344/2011 facendo esplicito riferimento a:
a) originalità, innovatività, rigore metodologico e rilevanza di ciascuna pubblicazione;
b) congruenza di ciascuna pubblicazione con il profilo di professore universitario da ricoprire
oppure con tematiche interdisciplinari ad esso strettamente correlate;
c) rilevanza scientifica della collocazione editoriale di ciascuna pubblicazione e sua diffusione
all'interno della comunità scientifica;
d) apporto individuale del ricercatore nel caso di lavori in collaborazione.
e) nell'ambito dei settori in cui ne è consolidato l'uso a livello internazionale le Commissioni
possono avvalersi di indicatori bibliometrici di cui al D.M. 4.8.2011, n.344.
5. Per la valutazione dell’attività scientifica e curriculare compresa l’attività istituzionale, le
Commissioni faranno esplicito riferimento all’attività svolta considerando in particolare i
seguenti aspetti:
a) organizzazione, direzione e coordinamento di gruppi di ricerca nazionali e internazionali,
ovvero partecipazione agli stessi;
b) conseguimento della titolarità di brevetti;
c) partecipazione in qualità di relatore a congressi e convegni nazionali e internazionali;
d) conseguimento di premi e riconoscimenti nazionali e internazionali per attività di ricerca.
e) visibilità nella comunità scientifica di riferimento valutata sulla base di criteri individuati
dalla commissione;
f) impegni istituzionali svolti in Ateneo.
6. La Commissione dovrà valutare la congruità del profilo scientifico del candidato con le
esigenze di ricerca dell'Ateneo, nonché la produzione scientifica elaborata dal ricercatore
successivamente alla data di scadenza del bando in base al quale ha conseguito l'abilitazione
scientifica nazionale, in modo da verificare la continuità della produzione scientifica. Nella
valutazione di cui sopra, la Commissione si avvale di criteri e parametri coerenti con quelli
previsti dal DM 07.16.2012 di cui all'articolo 16, comma 3, lettera a), della legge 30 dicembre
2010, n. 240, potendo altresì prevederne un utilizzo più selettivo.
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
291
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
7. La Commissione al termine dei lavori esprime valutazione positiva o negativa sul candidato a
maggioranza assoluta.
Art. 13 - Valutazione per l’immissione nel ruolo dei Professori Ordinari
1. Per le valutazioni ai fini dell’accesso alla fascia dei Professori Ordinari, è considerato requisito
preliminare per procedere alla valutazione l’avere ottemperato agli obblighi derivanti dai
Regolamenti di Ateneo in merito ai compiti dei Professori. Le Commissioni esprimono la loro
valutazioni esprimendosi su:
a) attività didattica;
b) pubblicazioni scientifiche;
c) complesso dell’attività scientifica in relazione al profilo curriculare, compresa l’attività
istituzionale;
d) ove previsto, l’attività assistenziale.
2. Per la valutazione dell’attività didattica, le commissioni prenderanno in considerazione l’attività
svolta nei cinque anni accademici precedenti all’avviso per la procedura di cui al presente
Regolamento e faranno esplicito riferimento ai seguenti aspetti:
a) insegnamenti o moduli di insegnamenti tenuti e continuità della tenuta degli stessi;
b) documentato impegno didattico nella partecipazione a commissioni di esami di profitto o di
esami finali;
c) qualità e quantità di attività didattica integrativa (esercitazioni, tutoraggio, predisposizione
di tesi anche in qualità di relatore);
d) esiti della valutazione degli studenti, se disponibili. In tale valutazione sono attribuiti punti
solo alle risposte positive per i quesiti sulla presenza e sulla puntualità
3. Per la valutazione delle pubblicazioni scientifiche, le commissioni prenderanno in
considerazione i lavori pubblicati nei cinque anni antecedenti all’avviso per la procedura di cui
all’art. 10 del presente Regolamento e faranno esplicito riferimento a:
a) originalità, innovatività, rigore metodologico e rilevanza di ciascuna pubblicazione;
b) congruenza di ciascuna pubblicazione con il profilo di professore universitario da ricoprire
oppure con tematiche interdisciplinari ad esso strettamente correlate;
c) rilevanza scientifica della collocazione editoriale di ciascuna pubblicazione e sua diffusione
all'interno della comunità scientifica;
d) apporto individuale nel caso di lavori in collaborazione.
e) nell'ambito dei settori in cui ne è consolidato l'uso a livello internazionale le Commissioni
possono avvalersi di indicatori bibliometrici.
4. Per la valutazione dell’attività scientifica complessiva e curriculare, compresa l’attività
istituzionale, le Commissioni faranno esplicito riferimento ai seguenti aspetti:
a) organizzazione, direzione e coordinamento di gruppi di ricerca nazionali e internazionali,
ovvero partecipazione agli stessi;
b) conseguimento della titolarità di brevetti;
c) partecipazione in qualità di relatore a congressi e convegni nazionali e internazionali;
d) conseguimento di premi e riconoscimenti nazionali e internazionali per attività di ricerca;
e) visibilità nella comunità scientifica di riferimento valutata sulla base di criteri individuati
dalla commissione;
f) impegni istituzionali svolti in Ateneo.
5. La Commissione dovrà valutare la congruità del profilo scientifico del candidato con le
esigenze di ricerca dell'Ateneo, nonché la produzione scientifica elaborata dal candidato
successivamente alla data di scadenza del bando in base al quale ha conseguito l'abilitazione
scientifica nazionale, in modo da verificare la continuità della produzione scientifica. Nella
valutazione di cui sopra, la Commissione si avvale di criteri e parametri coerenti con quelli
previsti dal dal DM 07.16.2012 di cui all'articolo 16, comma 3, lettera a), della legge 30
dicembre 2010, n. 240, potendo altresì prevederne un utilizzo più selettivo
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
292
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
6. La Commissione al termine dei lavori esprime valutazione positiva o negativa sul candidato a
maggioranza assoluta.
Art. 14 - Termine del procedimento
1. I lavori della Commissione devono essere conclusi entro trenta giorni dall’emanazione del
decreto rettorale di nomina nel caso del piano straordinario associati e di tre mesi negli altri
casi.
2. Il Rettore può prorogare, per una sola volta e per non più di trenta giorni, il termine per la
conclusione dei lavori per comprovati ed eccezionali motivi segnalati dal Presidente della
commissione. Nel caso in cui i lavori non si siano conclusi entro i termini della proroga, il
Rettore, con motivato decreto, provvede alla sostituzione della commissione ovvero dei
componenti ai quali siano imputabili le cause del ritardo, stabilendo nel contempo un nuovo
termine per la conclusione dei lavori. Decorso tale termine, il Rettore provvederà a dichiarare
decaduta la commissione.
3. Il Rettore, con proprio decreto, accerta, entro trenta giorni dalla consegna, la regolarità degli
atti e dichiara il/i nominativo/i del/i candidato/i che ha/hanno avuto valutazione positiva. Il
decreto è comunicato a tutti i candidati ed è trasmesso al dipartimento che ha proposto la
procedura. Il decreto sarà pubblicato sul sito dell’Ateneo e del Ministero.
4. Nel caso in cui il Rettore riscontri irregolarità nello svolgimento della procedura, invia, con
provvedimento motivato, gli atti alla commissione, assegnandole un termine per provvedere a
eventuali modifiche.
Art. 15 - Esiti della valutazione
1. I Ricercatori a TD di cui alla lettera b) del c. 3 dell’art. 24 della Legge 240/2010 che hanno
superato la valutazione di cui al presente titolo vengono inquadrati nel ruolo dei Professori
Associati alla scadenza del contratto o all’esito della procedura di valutazione.
I Ricercatori a TI e i Professori che hanno superato la valutazione di cui al presente titolo vengono
inquadrati nel ruolo per il quale è stata indetta la procedura.
La Responsabile del procedimento
f.to Dott.ssa Alessandra Fallica
La Dirigente
f.to Dott.ssa Giuseppa Lenzo
IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE
VISTA la Legge 30.12.2010 n. 240;
VISTO il “Regolamento per la disciplina della chiamata dei professori di prima e seconda fascia in
attuazione dell’art. 18 della Legge 240/2010” emanato con D.R. n. 1582 del 18.04.2012;
VISTA la delibera del Senato Accademico n.20 del 30 giugno 2014;
SENTITA la relazione del Presidente della Commissione Gestione del Personale, Funzionamento
e Ricerca;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare il nuovo Regolamento per la disciplina della chiamata dei professori di prima e
seconda fascia in attuazione dell’art. 18 della Legge 240/2010 e della procedura valutativa ai sensi
dell’art. 24 (commi 5 e 6) della Legge n. 240/2010 come sopra riportato e modificato.
Letto ed approvato seduta stante.
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
293
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
83. Fornitura di Servizi e Sistemi LAN attivi e passivi per la sede del DICAM, Potenziamento
della rete LAN interna del DICAM e Potenziamento e adeguamento degli impianti del
Centro Elaborazione Dati del Sistema Informativo di Ateneo, CIG: 5806079FF2 importo €
165.444,73 (centosessantacinquemilaquattrocentoquarantaquattro/73) + IVA ovvero €
201.842,57 (duecentounomilaottocentoquarantadue/57) IVA inclusa. Progetto MITO
Informazioni Multimediali per Oggetti Territoriali PAC01_00119, CUP B72F13000300001,
finanziato dal MIUR – Linea intervento “Ricerca e Innovazione” – Azione “Potenziamento
Strutturale” – Avviso n.274 del 15 febbraio 2013, di cui è responsabile il prof. Goffredo
La Loggia
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
L’Ateneo di Palermo ha avuto ammesso a finanziamento con decreto n. 001256 del 28.6.2013,
nell’ambito del Piano di Azione e Coesione, a valere su fondi PAC, il progetto MITO - Informazioni
Multimediali per Oggetti Territoriali codice PAC01_00119, CUP B72F13000300001, responsabile
scientifico prof. Goffredo La Loggia.
Il Progetto MITO nasce nell’ottica di garantire alla community della ricerca (e nel contempo a
qualsiasi community intenda utilizzarlo) uno strumento di cooperazione, di condivisione e di
disseminazione dei risultati ottenuti. Infatti, nella sua idea di base il sistema intende migliorare,
estendere, e rendere più concreto lo scambio e l’interoperabilità dei dati, delle informazioni e dei
risultati scientifici e non. Si prevede che il sistema abbia una modalità di utilizzo del tutto
disaccoppiata dal tipo di dato, informazione, modello, ecc., e ciò a prescindere dall’utente: questo
mette chiunque in grado di esprimere alla comunità i risultati ottenuti anche in termini di prodotti
intermedi, vista la capacità di gestire lo storico e quindi anche le fasi intermedie e l’evoluzione dei
processi e dei risultati man mano ottenuti.
Il progetto in sintesi ha lo scopo di realizzare “un sistema di acquisizione, catalogazione, scambio
e rappresentazione del dato e dell’informazione che garantisce funzionalità multimediali e spazio
temporali in rete” .
Il progetto coinvolge le seguenti Università e Enti:
Università degli Studi di Napoli Parthenope, Università degli Studi di Napoli Federico II,Seconda
Università degli Studi di Napoli, Università degli Studi Suor Orsola Benincasa; Università degli
Studi di Palermo;Politecnico di Bari; ISPRA; Università degli Studi di Salerno.
L'Università degli Studi di Palermo, all'interno del progetto, ha una quota complessiva di budget di
€ 1.350.000,00 interamente finanziata dal MIUR.
In data 27.2.2014 il Consiglio di Dipartimento del DICAM ha autorizzato preventivamente il
Direttore e il Responsabile amministrativo ad avviare le procedure relative ad acquisti superiori ad
€ 100.000,00 ai sensi dell’art. 55 comma 6 del vigente Regolamento amministrativo –contabile
dell’Ateneo a valere sul progetto MITO.
Con RDO n. 455375 del 26.05.2014, il DICAM nell’ambito del Progetto MITO Informazioni
Multimediali per Oggetti Territoriali PAC01_00119, ha acquistato un "Sistema di virtualizzazione
multiprocessore" da installare presso il SIA per un importo pari ad € 170.187,50 iva esclusa;
Considerato che è di fondamentale importanza per le specifiche finalità ed obiettivi del progetto,
per le aree tematiche in quota all’Università degli Studi di Palermo, realizzare sia il potenziamento
della rete LAN interna al DICAM che il collegamento fra il DICAM ed il SIA (Sistema Informatico di
Ateneo), incluso il potenziamento di alcune infrastrutture interne al SIA medesimo, in data
28.02.2014 il professore Goffredo La Loggia, in qualità di responsabile scientifico del progetto
MITO, nel rispetto del piano finanziario approvato e delle attività di competenza dell'Università
degli studi di Palermo, ha richiesto al Direttore del DICAM di avviare le procedure per la fornitura di
Servizi e Sistemi LAN attivi e passivi per la sede del DICAM e di Potenziamento e adeguamento
degli impianti del Centro Elaborazione Dati del Sistema Informativo di Ateneo per le finalità del
progetto MITO.
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
294
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Con nota prot. n. 431 del 04.03.2014 il Direttore del DICAM ha richiesto a Telecom Italia SpA,
nella qualità di interlocutore “Consip Reti Locali 4”, di effettuare un sopralluogo presso le sedi
dell’Ateneo di Palermo coinvolte nel progetto MITO per la predisposizione del “progetto e il
preventivo economico preliminare”. Successivamente, con nota prot. 1418 del 20.05.2014, lo
stesso Direttore ha richiesto la stesura del “Progetto e del preventivo Economico definitivo”;
In data 27.05.2014 Telecom Italia SpA, ha trasmesso il progetto esecutivo codice 14SU0448 PE
v.2 che prevede:
la realizzazione di reti di collegamento tra apparecchiature di laboratorio e/o reti di collegamento
tra diverse strutture scientifiche e/o di alta formazione riguardanti il potenziamento della rete LAN
interna del DICAM e della connessione al SIA a 10 Gbps per l'importo complessivo di € 55.322,12
+ IVA per un totale di € 67.492,99;
Investimenti per Opere edili di realizzazione, adeguamento e ristrutturazione e impianti tecnologici
riguardanti il potenziamento e l'adeguamento degli impianti del Centro Elaborazione Dati del
Sistema Informativo di Ateneo per l'importo complessivo di € 110.122,61 oltre IVA 22% per €
24.226,97 per un totale di € 134.349,58
Il progetto e il piano economico definitivo sono stati ritenuti congrui e conformi a quanto richiesto
dal dott. Massimo Tartamella, Dirigente dell'Area Servizi a RETE dell'Ateneo con nota del
13.06.2014.
Tutto ciò premesso, si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI

di autorizzare la fornitura di Servizi e Sistemi LAN attivi e passivi per la sede del DICAM, in accordo
a quanto previsto dalla Convenzione CONSIP "Reti Locali 4", articolata in due lotti 1)Potenziamento
della rete LAN interna del DICAM e 2) potenziamento e adeguamento degli impianti del Centro
Elaborazione Dati del Sistema Informativo di Ateneo, CIG: 5806079FF2.
Progetto MITO Informazioni Multimediali per Oggetti Territoriali PAC01_00119, CUP
B72F13000300001 finanziato dal MIUR secondo l’Avviso Pubblico D.D. 274 del 15 febbraio 2013 Piano di Azione Coesione Codice Identificativo 2012MIURXPAC21 - Linea di intervento “Ricerca e
Innovazione” - Azione “Potenziamento strutturale", responsabile scientifico prof. Goffredo La
Loggia,
per
un
importo
complessivo
pari
ad
€
165.444,73
(centosessantacinquemilaquattrocentoquarantaquattro/73)
+
IVA ovvero
€
201.842,57
(duecentounomilaottocentoquarantadue/57) IVA inclusa;

di
far
gravare
la
spesa
complessiva
di
€
165.444,73,
(centosessantacinquemilaquattrocentoquarantaquattro/73)
+
IVA ovvero
€
201.842,57
(duecentounomilaottocentoquarantadue/57) IVA inclusa da assumere in competenza E.F. 2014
sulla voce di bilancio “R4D10+P0GQMITO progetto MITO Informazioni Multimediali per Oggetti
Territoriali PAC01_00119,CUP B72F13000300001 -responsabile scientifico Prof. Goffredo La
Loggia su cui è stata accertata la copertura finanziaria.
Il Responsabile del procedimento
f.to D.ssa Alessandra Gagliano Candela
Il Direttore
f.to Prof. Francesco Di Quarto
VISTO PER LA LEGITTIMITÀ
DELLA PROCEDURA ACQUISITIVA
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
295
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Il Dirigente dell’Area Patrimoniale e Negoziale
f.to Dott. Calogero Schilleci
Il Consiglio di Amministrazione
Vista la relazione del Responsabile del Procedimento;
Accertata la copertura finanziaria;
Sentita la relazione del Presidente della Commissione Bilancio, Edilizia e Patrimonio, rapporti con
l’AOUP;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
84. Laser Scan System (Sistema di ispezione ad ultrasuoni con sorgente e ricezione
laser/laser), CIG 5786296A81 per un importo pari ad € 147.500,00 + IVA ovvero
179.950,00 incluso IVA. PO FESR Regione Siciliana 2007-2013 Linea 4.1.2.A, Azioni di
qualificazione dell’offerta di ricerca e dei servizi per l’innovazione tecnologica:
costituzione di “Mediterranean network for emerging Nanomaterials MEDNETNA”,
CUP E61J1200010006, di cui è responsabile il prof. Francesco Paolo La Mantia
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
L’Ateneo di Palermo ha avuto ammesso a finanziamento con decreto n. 1560 del 24.7.2013,
nell’ambito PO FESR Regione Siciliana 2007-2013 Linea 4.1.2.A, il progetto “Mediterranean
network for emerging Nanomaterials MEDNETNA”, CUP E61J1200010006, responsabile
scientifico prof. Francesco Paolo La Mantia.
MEDNETNA è un progetto che prevede la realizzazione di quattro piattaforme di carattere
multidisciplinare altamente coordinate e sinergiche per valorizzare le competenze delle tre
Università e degli enti coinvolti per lo sviluppo di materiali hard e soft. In particolare le attività che si
intendono sviluppare sono quelle dei nano materiali, associate alle perfomances di nuovi materiali.
Il progetto coinvolge le seguenti università e enti: UNICT (capofila); UNIME; UNIPA; Consorzio
Interuniversitario Nazionale per la Scienza e Tecnologia dei Materiali (INSTM); Centro Siciliano di
Fisica Nucleare e Struttura della Materia (CSFNSM).
Nel rispetto del piano finanziario approvato e dell'elenco della strumentazione da acquisire, in
relazione all’implementazione delle attrezzature previste, con nota del 4.4.2014, il Prof. Francesco
Paolo Mantia, nella qualità di responsabile scientifico del suddetto progetto, ha inviato una
richiesta di esperire l'iter per l'acquisto di N.1 Laser Scan System (Sistema di ispezione ad
ultrasuoni con sorgente e ricezione laser/laser), richiedendo l'affissione all'albo dell'Ateneo
delle caratteristiche tecniche da lui indicate al fine di valutare il ricorso alla procedura negoziata ai
sensi dell’art. 57, comma 2, lett. b), del D.Lgs. n. 163/2006 con unico interlocutore.
Pertanto, si è proceduto a pubblicare all’Albo Ufficiale dell’Ateneo dal 14 al 21 aprile 2014, il
contenuto della citata dichiarazione di unicità al fine di riscontrarne ulteriormente la corrispondenza
alla situazione attuale del mercato.
E pervenuta dalla OPTOPRIM SRL una dichiarazione assunta al prot. 1019 del 16 aprile 2014, in
cui la ditta dichiara che "Il Laser Scan con le caratteristiche richieste nell’avviso del
14/04/2014 è unico nel suo genere e che Optoprim srl ne è distributore ufficiale ed esclusivo
per l’Italia".
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
296
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Pertanto, in data 18.4.2014 il Prof. Francesco Paolo Mantia ha indirizzato al Direttore del DICAM
una nota richiedendo di procedere, ad una richiesta di preventivo per la suddetta fornitura alla ditta
OPTOPRIM S.r.l. di Via Timavo, 34 - 20124 Milano.
E’ pervenuta l’allegata l’offerta economica della ditta OPTOPRIM S.r.l. di Via Timavo, 34 - 20124
Milano (offerta del 6.6.2014 assunta al n. di prot. 1709 del 10.6.2014 nella quale la suddetta
attrezzatura viene proposta ad un prezzo complessivo di € 147.500,00 + IVA).
Il prezzo di € 147.500,00 + IVA offerto dalla ditta OPTOPRIM S.r.l. di Via Timavo, 34 - 20124
Milano per l’acquisizione della strumentazione in parola, è stato ritenuto congruo dal prof.
Francesco Paolo Mantia, così come si evince nella sua dichiarazione.
L’attrezzatura denominata "Laser Scan System " è contenuta nell’elenco delle attrezzature da
acquistare all’interno del progetto.
In merito alla procedura di affidamento diretto della fornitura si rileva che il citato art. 57, comma 2,
lett. b) del D.Lgs. n. 163/2006 consente l’acquisizione di beni mediante procedura negoziata
senza previa pubblicazione di un bando di gara “per ragioni di natura tecnica o artistica ovvero
attinenti alla tutela di diritti esclusivi”.
Nella fattispecie sussistono gli estremi per il ricorso alla procedura negoziata con un unico
interlocutore, sulla scorta delle indicazioni contenute nella relazione tecnica firmata dal Prof.
Francesco Paolo Mantia e nella dichiarazione di esclusività prodotta dalla ditta OPTOPRIM S.r.l.
di Via Timavo, 34 - 20124 Milano.
Tutto ciò premesso, si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
autorizzare l’acquisto di un "Laser Scan System" denominato "BossaNova Tech Laser Scan
System" fornito dalla ditta OPTOPRIM S.r.l. di Via Timavo, 34 - 20124 Milano,
 facendo ricorso alla procedura negoziata con un unico interlocutore ai sensi dell’ art 57,
comma 2, lett. b) del D.Lgs. n. 163/2006, per un importo complessivo di € 179.950,00 IVA
inclusa, CIG 5786296A81, nell’ambito del progetto PO FESR Regione Siciliana 2007-2013
Linea 4.1.2.A, “Mediterranean network for emerging Nanomaterials MEDNETNA” , CUP
E61J1200010006, responsabile scientifico prof. Francesco Paolo La Mantia;

far gravare la spesa complessiva di € 179.950,00 IVA inclusa da assumere in
c/competenza E.F. 2014 sulla voce di bilancio “R4D10+P0GUETNA Mediterranean
network for emerging Nanomaterials MEDNETNA - PO FESR Reg. Siciliana - 2007/2013 Linea intervento 4.1.2. A - Prof. La Mantia " su cui è stata accertata la copertura
finanziaria;
Il Responsabile del procedimento
f.to D.ssa Alessandra Gagliano Candela
Il Direttore
Prof. Francesco Di Quarto
VISTO PER LA LEGITTIMITÀ
DELLA PROCEDURA ACQUISITIVA
Il Dirigente dell’Area Patrimoniale e Negoziale
f.to Dott. Calogero Schilleci
Il Consiglio di Amministrazione
Vista la relazione del Responsabile del Procedimento;
Accertata la copertura finanziaria;
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
297
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Sentita la relazione del Presidente della Commissione Bilancio, Edilizia e Patrimonio, rapporti con
l’AOUP;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
85. Regolamento per il conferimento degli insegnamenti nei corsi di studio dell’offerta
formativa
L’argomento non è trattato in questa seduta
90. Attivazione procedura concorsuale per il reclutamento di n. 1 ricercatore a tempo
determinato - art. 24 della Legge 30.12.2010 n. 240 - S.C. 09/D1 – S.S.D. ING-IND/22
presso il Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale, Aerospaziole, dei Materiali
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
La figura del ricercatore a tempo determinato è stata introdotta dall’art. 1 (comma 14) della Legge
4.11.2005 n. 230 e regolamentata dal successivo Decreto Interministeriale n. 94 del 16.09.2009.
Con la Legge n. 240 del 30.12.2010 - GURI n. 10 del 14.01.2011 – art. 24 “Ricercatori a tempo
determinato”, sono state introdotte le nuove disposizioni sulle modalità di reclutamento e sul
trattamento giuridico ed economico della suddetta tipologia di personale.
Con il D.R. n. 4197 del 19.12.2013 è stato emanato il nuovo “Regolamento per il reclutamento dei
ricercatori a tempo determinato”, approvato dal Senato Accademico con delibera n. 22 del
17.12.2013.
L’art. 24 della Legge 30.12.2010 n. 240 – che al 3° comma prevede le seguenti tipologie
contrattuali:
a) contratti di durata triennale prorogabili per soli due anni, per una sola volta, previa positiva
valutazione delle attività didattiche e di ricerca svolte, effettuata sulla base di modalità, criteri e
parametri definiti con decreto del Ministro; i predetti contratti possono essere stipulati con il
medesimo soggetto anche in sedi diverse;
b) contratti triennali non rinnovabili, riservati a candidati che hanno usufruito dei contratti di cui alla
lettera a), ovvero, per almeno tre anni anche non consecutivi, di assegni di ricerca ai sensi
dell'articolo 51,comma 6, della legge 27 dicembre 1997 n. 449 e successive modificazioni, o di
borse post-dottorato ai sensi dell'articolo 4 della legge 30 novembre 1989 n. 398, ovvero di
analoghi contratti, assegni o borse in atenei stranieri.
mentre all’ 8° comma prevede che
il trattamento economico spettante ai destinatari dei contratti di cui al comma 3, lettera a), è pari al
trattamento iniziale spettante al ricercatore confermato a seconda del regime di impegno. Per i
titolari dei contratti di cui al comma 3, lettera b), il trattamento annuo lordo onnicomprensivo è pari a
quello iniziale spettante al ricercatore confermato a tempo pieno elevato fino a un massimo del
30%”
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
298
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Si riportano di seguito elencati, gli articoli 3, 4 e 5 del Regolamento per il reclutamento dei
ricercatori a tempo determinato

art. 3 “Modalità di reclutamento e di finanziamento”
Il reclutamento di ricercatori a tempo determinato avviene nell’ambito delle risorse disponibili per la
programmazione, di cui all’art. 105 della legge 30.12.2004 n. 311 e di cui all’art. 1 ter del decreto
legge 31.01.2005 n. 7 convertito con modificazioni dalla legge 31.03.2005 n. 43, nonché delle
disposizioni di cui all’art. 5 (4° comma - lettera d) della legge 30.12.2010 n. 240.
In base a quanto previsto dal 3° comma dell’art. 18 della Legge 30.12.2010 n. 240, l’assunzione
dei ricercatori a tempo determinato di cui al presente regolamento può essere a totale carico di
altri soggetti pubblici o privati, previa stipula di convenzione di durata almeno pari a quella del
contratto.
I soggetti esterni, pubblici o privati, che si impegnano per un finanziamento, possono versare la
somma in un’unica soluzione o in quote da corrispondersi alle date concordate dalle parti. Nel caso
in cui il finanziatore esterno privato scelga di corrispondere la somma in più rate, dovrà
consegnare all’Università idonea fideiussione bancaria o assicurativa, o equivalente forma di
garanzia, di importo corrispondente all’intero finanziamento proposto.

art. 4 “Tipologie contrattuali”
a) contratti di durata triennale prorogabili per soli due anni, per una sola volta, previa positiva
valutazione delle attività didattiche e di ricerca svolte, effettuata sulla base di modalità, criteri e
parametri definiti con decreto del Ministro; i predetti contratti possono essere stipulati con il
medesimo soggetto anche in sedi diverse;
b) contratti triennali non rinnovabili, riservati a candidati che hanno usufruito dei contratti di cui alla
lettera a), ovvero, per almeno tre anni anche non consecutivi, di assegni di ricerca ai sensi
dell'art. 51, comma 6, della legge 27.12. 1997 n. 449, e successive modificazioni, o di borse
post-dottorato ai sensi dell'art. 4 della legge 30.11.1989 n. 398, ovvero di analoghi contratti,
assegni o borse in atenei stranieri.
I contratti di cui alla lettera a), possono prevedere il regime di tempo pieno o di tempo definito. I
contratti di cui alla lettera b), sono stipulati esclusivamente con regime di tempo pieno.
L'impegno annuo complessivo per lo svolgimento delle attività di didattica, di didattica integrativa e
di servizio agli studenti è pari a 350 ore per il regime di tempo pieno ed a 200 ore per il regime di
tempo definito.
L'espletamento del contratto di cui alle lettere a) e b), costituisce titolo preferenziale nei concorsi
per l'accesso alle pubbliche amministrazioni.
Nell'ambito delle risorse disponibili per la programmazione, nel terzo anno di contratto di cui alla
lettera b), l'Università valuta il titolare del contratto stesso, che abbia conseguito l'abilitazione
scientifica prevista dall'art. 16 della Legge 30.12.2010 n. 240, ai fini della chiamata nel ruolo di
professore associato, ai sensi dell'art. 18, comma 1, lettera e) della suddetta legge. In caso di esito
positivo della valutazione, il titolare del contratto, alla scadenza dello stesso, è inquadrato nel ruolo
dei professori associati. In caso di chiamata si applica, per il finanziamento, il disposto del comma
3 del suindicato art. 18.

art. 5 “Procedura di reclutamento”
Le procedure di reclutamento dei ricercatori a tempo determinato sono proposte dalle strutture
scientifiche o didattiche individuate dallo Statuto di Ateneo, di seguito indicata come Struttura
proponente.
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
299
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
La proposta di reclutamento, deliberata dalla Struttura proponente, deve contenere:
tipologia contrattuale;
regime di tempo pieno o di tempo definito;
eventuale indicazione, corredata da idonea documentazione, che la copertura finanziaria è
a carico di soggetti terzi pubblici o privati;
- settore concorsuale ed un eventuale profilo esclusivamente tramite indicazione di uno o più
c settori scientifico-disciplinari;
- sede di svolgimento delle attività di ricerca;
- struttura di svolgimento della attività didattica;
- indicazione della lingua o delle lingue straniere da conoscere;
- numero massimo, comunque non inferiore a dodici, di pubblicazioni che ciascun candidato
può presentare.
La proposta di reclutamento, previa approvazione del Senato Accademico, sarà sottoposta al
Consiglio di Amministrazione per l’autorizzazione all’emanazione del relativo bando.
Il bando di indizione della procedura di valutazione viene emanato dal Rettore e viene
pubblicizzato sulla Gazzetta Ufficiale, sull’Albo Ufficiale di Ateneo, nel sito internet dell’Università e
su quelli del Ministero e dell'Unione europea e anche sul sito della CRUI. Dalla data di
pubblicazione decorrono trenta giorni per la presentazione delle domande.
-









Nel bando saranno indicati:
la struttura proponente;
settore concorsuale ed un eventuale profilo esclusivamente tramite indicazione di uno o
più c settori scientifico-disciplinari
i requisiti e i titoli di ammissione alla selezione;
la lingua straniera scelta in relazione all’eventuale profilo plurilingue dell’Ateneo ovvero
alle esigenze didattiche dei corsi di studio in lingua straniera;
il numero massimo, comunque non inferiore a dodici, delle pubblicazioni che ciascun
candidato può presentare;
i termini di presentazione della domanda di partecipazione e i documenti che dovranno
essere presentati dai candidati;
il responsabile del procedimento;
le incompatibilità previste dalla Legge;
la tipologia contrattuale di cui all’art. 4 del presente regolamento e l’eventuale regime di
impegno previsto.
I requisiti indicati nel bando dovranno essere posseduti alla data di scadenza del termine utile per
la presentazione delle domande di partecipazione.
Con la delibera del 08.04.2014 il Senato Accademico approva la Convenzione, tra l’Università
degli Studi di Palermo ed il Consorzio Interuniversitario Nazionale per la Scienza e Tecnologia dei
Materiali (INSTM), per il finanziamento e l’attivazione di un posto di ricercatore a tempo
determinato di durata triennale nel SSD ING-IND/22 per attività di ricerca nell’ambito del progetto
di ricerca “Sistemi polimerici per il rilascio controllato”.
In data 16.06.2014 il Consiglio di Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale, Aerospaziale, dei
Materiali (DICAM) approva l’attivazione della procedura relativa alla copertura, per un triennio, di
n. 1 posto di ricercatore a tempo determinato della tipologia contrattuale A, (prevista al 3° comma
dell’art. 24 della Legge 30.12.2010 n. 240 e all’art. 4 del Regolamento di Ateneo) – Settore
Concorsuale 09/D1 “SCIENZA E TECNOLOGIA DEI MATERIALI” - Settore Scientifico Disciplinare
ING-IND/22 “SCIENZA E TECNOLOGIA DEI MATERIALI”, presso il Dipartimento di Ingegneria
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
300
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Civile, Ambientale, Aerospaziale, dei Materiali (DICAM), prevedendo per lo stesso il regime di
impegno a tempo pieno, la cui spesa graverà sul progetto sopra riportato.
La copertura finanziaria di €. 145.231,89 lordi è stata accertata con impegno n. 7346/2014 del
26.06.2014 sulla Voce di Bilancio n. R4D10+P0GUINST - Esercizio finanziario 2014 del Bilancio
Universitario.
Dalla documentazione allegata alla stessa, si evince che:
 il contratto da stipulare è della tipologia A;
 il regime di impegno è a tempo pieno;
 il Settore Concorsuale 09/D1 - Settore Scientifico Disciplinare ING-IND/22;
 la sede di svolgimento dell’attività di ricerca: Dipartimento di Ingegneria Civile,
Ambientale, Aerospaziale, dei Materiali (DICAM);
 la struttura di svolgimento dell’attività didattica: Scuola Politecnica;
 la lingua straniera di cui è richiesta la conoscenza è la lingua inglese;
 il numero massimo di pubblicazioni 15
Si fa presente in merito che, avendo la struttura proponente optato per la tipologia contrattuale A
con il regime di impegno a tempo pieno, la somma impegnata per la retribuzione del ricercatore a
tempo determinato è quantificata in €. 48.392,01 a.l., comprensiva degli oneri a carico
dell’Amministrazione, per un totale, nei tre anni di contratto, di €. 145.176,03.
Considerato che, come indicato dal Regolamento, la proposta di reclutamento contenente tutte le
citate indicazioni e deliberata dalla Struttura proponete deve essere approvata dal Senato
Accademico e, successivamente, sottoposta al Consiglio di Amministrazione per l’autorizzazione
all’emanazione del relativo bando.
Premesso quanto sopra esposto, si propone che il Consiglio esamini la documentata proposta alla
luce del disposto dell’art. 24 della Legge 30.12.2010 n. 240 e dell’art. 5 del “Regolamento per il
reclutamento dei ricercatori a tempo determinato”, e
DELIBERI
di approvare la proposta di reclutamento per un triennio, di n. 1 posto di ricercatore a tempo
determinato della tipologia contrattuale A, (prevista al 3° comma dell’art. 24 della Legge
30.12.2010 n. 240 e all’art. 4 del Regolamento di Ateneo) con regime a Tempo Pieno – Settore
Concorsuale 09/D1 “Scienza e Tecnologia dei Materiali” - Settore Scientifico Disciplinare INGIND/22 “Scienza e Tecnologia dei Materiali” presso il Dipartimento di Ingegneria Civile,
Ambientale, Aerospaziale, dei Materiali (DICAM).
La Responsabile del procedimento
f.to Dott.ssa Alessandra Fallica
La Dirigente
f.to Dott.ssa Giuseppa Lenzo
IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE
VISTA la Legge 30.12.2010 n. 240, ed in particolare gli artt. 22 (9° comma), e 24;
ESAMINATI i decreti ministeriali attuativi di tale normativa;
ESAMINATO il nuovo “Regolamento per il reclutamento dei ricercatori a tempo determinato”;
VISTA la delibera del 08.04.2014 con la quale il Senato Accademico approva la Convenzione tra
l’Università degli studi di Palermo ed il Consorzio Interuniversitario Nazionale per la Scienza e
Tecnologia dei Materiali (INSTM) per il finanziamento e l’attivazione di un posto di ricercatore a
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
301
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
tempo determinato di durata triennale nel SSD ING-IND/22 per attività di ricerca nell’ambito del
progetto di ricerca “Sistemi polimerici per il rilascio controllato”;
VISTA la delibera del 16.06.2014 con la quale il Consiglio di Dipartimento di Ingegneria Civile,
Ambientale, Aerospaziale, dei Materiali (DICAM) approva l’attivazione della procedura relativa alla
copertura, per un triennio, di n. 1 posto di ricercatore a tempo determinato della tipologia
contrattuale A, (prevista al 3° comma dell’art. 24 della Legge 30.12.2010 n. 240 e all’art. 4 del
Regolamento di Ateneo) – Settore Concorsuale 09/D1 “Scienza e Tecnologia dei Materiali” Settore Scientifico Disciplinare ING-IND/22 “Scienza e Tecnologia dei Materiali”, presso il
Dipartimento Ingegneria Civile, Ambientale, Aerospaziale, dei Materiali (DICAM), prevedendo per
lo stesso il regime di impegno a tempo pieno, la cui spesa graverà sul progetto sopra riportato;
CONSIDERATO che la copertura finanziaria di €. 145.231,89 lordi è stata accertata con impegno
n. 7346/2014 del 26.06.2014 sulla Voce di Bilancio n. R4D10+P0GUINST - Esercizio finanziario
2014 del Bilancio Universitario;
VISTA la delibera del Senato Accademico del 30.06.2014;
VISTA la relazione del Responsabile del procedimento;
PRESO ATTO del parere espresso in merito dalla Commissione Gestione del Personale e
Funzionamento Ricerca;
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto e approvato seduta stante.
91. Convenzione tra l’Università degli Studi di Palermo e la Abbvie S.r.L. per il
finanziamento di un posto di ricercatore universitario S.S.D. MED/16 Reumatologia
presso il Dipartimento Dibimis
RELAZIONE RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
VISTA la legge 30 dicembre 2010, n. 240, recante “Norme in materia di organizzazione delle
università, di personale accademico e reclutamento, nonché delega al Governo per incentivare la
qualità e l’efficienza del sistema universitario”;
VISTO in particolare l’art. 24 della legge 30 dicembre 2010, n. 240 “Ricercatori a tempo
determinato”;
VISTO l’articolo 18, comma 3, della legge 30 dicembre 2010, n. 240, ai sensi del quale “Gli oneri
derivanti dalla chiamata di professori di cui al comma 1 e dall'attribuzione dei contratti di cui
all'articolo 24 possono essere a carico totale di altri soggetti pubblici e di soggetti privati, previa
stipula di convenzioni di durata almeno quindicennale per i professori e i ricercatori titolari del
secondo contratto di cui all'articolo 24, comma 5, ovvero di durata almeno pari a quella del
contratto per i ricercatori.;
CONSIDERATO che l’ Art. 3 , comma 3, del Regolamento per il reclutamento dei ricercatori a
tempo determinato prevede che: …..in base a quanto previsto dal 3° comma dell’art. 18 della
legge 30.12.2010 n. 240, l’assunzione dei ricercatori a tempo determinato di cui al presente
regolamento può essere a totale carico di altri soggetti pubblici o privati, previa stipula di
convenzione di durata almeno pari a quella del contratto .…”;
CONSIDERATO che è interesse dell’Università degli Studi di Palermo e della Società
Farmaceutica, Abbvie S.r.l., concertare, strutturare e implementare forme di collaborazione sul
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
302
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
piano scientifico e didattico, che consentano uno sviluppo delle rispettive attività e che scopo della
Convenzione è quello di facilitare, per tutta la durata dell’accordo, il mantenimento e lo sviluppo di
forme di intesa e di cooperazione sul piano scientifico e della ricerca ;
CONSIDERATO che l’Università degli Studi di Palermo, Dipartimento Biomedico di Medicina
Interna e Specialistica, ha fatto espressa richiesta, con note del 10/06/2013 e del 10/10/2013, alla
Abbvie di una contribuzione economica per il finanziamento di un posto di ricercatore Universitario
a tempo pieno, di cui alla lett a), comma 3 art.4 del vigente Regolamento, per il settore MED/16
presso il Dipartimento Di.Bi.M.I.S. dell’Università nell’ambito del progetto scientifico “ Subsets
linfocitari e profilo citochimico nella Sindrome di Sjogren” ;
VISTO che la Abbvie, con nota del 07/11/2013 ha manifestato la propria volontà ad elargire il
contributo liberale di € 145.231,89 (eurocentoquarantacinquemiladuecentotrentuno/89) destinato al
finanziamento di un Posto di Ricercatore a tempo determinato MED/16, a sostegno del progetto
sopra menzionato;
VISTO la delibera positiva del S.A.
Si propone che il Consiglio di Amministrazione
APPROVI
La proposta di Convenzione che segue
CONVENZIONE TRA LA ABBVIE S.r.L E l’UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI PALERMO PER IL
FINANZIAMENTO DI UN POSTO DI RICERCATORE UNIVERSITARIO per il Settore Scientifico
Disciplinare MED/16 Reumatologia PRESSO IL DIPARTIMENTO Di.Bi.M.I.S.
La Società Abbvie S.r.l. – Società Unipersonale - con sede e domicilio fiscale in Campoverde di
Aprilia (LT) 04011 S.R. Pontina Km. 52 (P.IVA e C.F. n. 02645920592-, di seguito denominata
soggetto finanziatore o “ Abbvie”, rappresentata dal Rappresentante legale, Ing. Fabrizio Greco,
domiciliato per la carica presso la sede legale ed autorizzato alla sottoscrizione della presente
giusta delibera del Consiglio di Amministrazione del 12/10/2012
E
L’Università degli Studi di Palermo, di seguito denominata Università, C.F. n. 80023730825, in
persona del Rettore, Roberto Lagalla, nato a Bari il 16/4/1955, domiciliato per la carica presso la
sede dell’Università medesima sita a Palermo nella Piazza Marina n. 61
PREMESSO CHE

l’Università degli Studi di Palermo, Dipartimento di Medicina Interna e Specialistica,
(DIBIMIS) con lettera del 10/06/2013 ha chiesto all’Abbvie, come sopra identificata , il
finanziamento di un posto di Ricercatore Universitario a tempo determinato della durata di
3
anni,
per
un
importo
pari
ad
€
145.231,89
(eurocentoquarantacinquemiladuecentotrentuno/89), settore s.s.d. Reumatologia (MED/16)
presso il Dipartimento di Medicina Interna e Specialistica (DIBIMIS);
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
303
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO




l’Abbvie, come sopra specificata, con nota del 07/11/2013 prot. n. 7830 ha manifestato la
volontà di conferire all’Università degli Studi di Palermo un contributo economico liberale di
€ 145.231,89 (eurocentoquarantacinquemiladuecentotrentuno/89) per il finanziamento di
cui sopra;
l’Università degli Studi di Palermo, Dipartimento di Medicina Interna e Specialistica,
(DIBIMIS), nell’ambito delle proprie finalità istituzionali, ha previsto nella seduta del
Consiglio di Dipartimento del 12 dicembre 2013 di chiedere l’attivazione delle procedure
concorsuali per la copertura di un posto di ricercatore a tempo determinato, ai sensi del
comma 3, lett a), dell’art.24 della legge 240/2010, per il settore scientifico disciplinare
MED/16 Reumatologia, da bandire sul budget reso disponibile dal soggetto finanziatore,
nell’ambito del progetto scientifico “ Subsets linfocitari e profilo citochimico nella Sindrome
di Sjogren” ;
Il soggetto finanziatore propone di versare il predetto importo in n. 3 soluzioni annuali di €
48.410,63 (euroquarantaottomilaquattrocentodieci/63) ciascuna;
gli obiettivi e le finalità del soggetto finanziatore risultano convergenti con quelli
dell’Università degli Studi di Palermo, a garanzia della libertà e dell’autonomia della
didattica e della ricerca scientifica, nel rispetto dei valori che sono alla base delle attività
universitarie ed in conformità con i principi della Costituzione relativi allo sviluppo della
cultura e della ricerca e della libertà d’insegnamento (artt. 9 e 33 Cost.);
TUTTO CIÒ PREMESSO ED ATTESO SI CONVIENE E SI STIPULA QUANTO SEGUE
Art. 1
Le premesse costituiscono parte integrante del presente atto.
Art. 2
Oggetto della presente convenzione è il finanziamento da parte della Abbvie s.r.l. di un posto di
ricercatore universitario a tempo determinato settore scientifico disciplinare MED/16 presso la
Facoltà di Medicina e Chirurgia e il Dipartimento Di.Bi.M.I.S. dell’Università degli Studi di Palermo
per un periodo di anni 3.
Art. 3
Il soggetto finanziatore si impegna ad erogare all’Università degli Studi di Palermo la somma
complessiva di € di € 145.231,89 (eurocentoquarantacinquemiladuecentotrentuno/89) a copertura
del 100% del budget del posto di ricercatore a tempo determinato di cui all’art. 2 della presente
convenzione,
da
corrispondere
con
importi
annuali
di
€
48.410,63
(euroquarantottomilaquattrocentodieci/63) ciascuno.
Tale somma è riferita alla retribuzione lorda e risulta altresì comprensiva di oneri fiscali,
previdenziali e di altra natura spettanti al soggetto che verrà assunto a tempo determinato ai sensi
della vigente normativa. Le parti convengono che tale somma, in costanza del presente rapporto,
potrà subire variazioni ex lege ed il Soggetto Finanziatore si impegna ad adeguare il finanziamento
in relazione agli eventuali maggiori oneri.
L’impegno del Soggetto Finanziatore è da intendersi automaticamente esteso all’adeguamento
degli importi garantiti, al fine di far fronte ad eventuali incrementi retributivi, previdenziali e fiscali
previsti a norma di legge.
L’aumento del finanziamento, di cui al presente articolo, ha effetto dalla stessa data dalla quale
decorrono i miglioramenti stabiliti a favore dei ricercatori.
Art. 4
Il Finanziatore si impegna, ai fini della copertura del trattamento di cui agli artt. 3 e 4, a versare la
somma convenuta
in soluzioni annuali,
di cui
la prima di € 48.410,63
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
304
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
(euroquarantaottomilaquattrocentodieci/63) subito dopo l’emissione del bando, mentre le restanti
due tranche di pari importo verranno versate entro i primi 15 (quindici) giorni del mese di gennaio
di ogni anno.
I predetti versamenti dovranno essere effettuati con bonifico bancario a favore dell’Università degli
Studi di Palermo IBAN IT46X0200804663000300004577 Banca Unicredit S.p.A. Le copie
dell’avvenuto versamento dovranno essere trasmesse entro 10 (dieci) giorni dalla sua esecuzione.
Le parti convengono espressamente che il versamento della seconda e della terza rata saranno
subordinati alla’emanazione del bando di concorso del posto di ricercatore di cui l’Università
s’impegna a dare tempestiva comunicazione per iscritto allegando la relativa documentazione.
Art. 5
A garanzia dell’impegno di cui agli artt. 2,3 e 4, il Finanziatore sottoscrive, contestualmente alla
stipula della presente convenzione, idonea fideiussione bancaria/assicurativa incondizionata ed
irrevocabile, contenente la clausola “ a prima richiesta”, che viene allegata in copia alla presente
convenzione come previsto dal vigente Regolamento per il reclutamento dei ricercatori a tempo
determinato emanato con D.R. n. 4197 del 19.12.2013.
Art. 6
La presente convenzione ha la durata di anni 3, con decorrenza dalla data della stipula. La
presente convenzione potrà essere rinnovata almeno tre mesi prima della scadenza, previo
accordo con il Finanziatore da rendersi tramite atto scritto e per un numero pari e non superiore a
due annualità.
Art.7
L’Università si impegna a produrre la documentazione fiscale che consentirà al soggetto
finanziatore di poter dedurre fiscalmente, per quanto consentito dalla normativa vigente, la somma
di cui all’art. 3 della presente convenzione.
Art. 8
Gli effetti della presente convenzione decorrono dalla data del relativo perfezionamento e risultano
efficaci sino al completo adempimento degli obblighi previsti da parte dei contraenti.
Art. 9
Per qualsivoglia controversia legata all’applicazione della presente convenzione, foro competente
è il Tribunale di Palermo.
Art. 10
Per quanto non espressamente previsto dalla presente convenzione, trovano applicazioni le leggi
ed i regolamenti d’Ateneo vigenti in materia.
Per l’Università degli Studi di Palermo
per la Abbvie s.r.l.
Il Rettore
Rappresentante legale
(Ing. Fabrizio Greco )
(Prof.
Roberto
Lagalla)
Palermo,
Il Responsabile del procedimento
f.to dott. Alba Biondo
Il Dirigente
f.to dott. Giuseppa Lenzo
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
305
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Il Consiglio d’Amministrazione
VISTO il sopra riportato testo di Convenzione;
VISTA la proposta del responsabile del procedimento;
VISTA la delibera positiva del Senato Accademico della seduta del 30.06.2014
SENTITA la relazione del Presidente della Commissione Gestione del Personale, Funzionamento
e Ricerca;
all’unanimità
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto e approvato seduta stante.
92. Proposta di istituzione del Centro Interuniversitario di Ricerca denominato “L’altro
diritto. Centro di ricerca interuniversitario su carcere, devianza, marginalità e governo
delle migrazioni”(ADIR). Sede amministrativa: Firenze.
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Si sottopone all’esame del Consiglio di Amministrazione la documentazione inviata in data 25
febbraio 2014, dal Prof. Aldo Schiavello, afferente al Dipartimento di Scienze Giuridiche della
Società e dello Sport, relativa alla proposta di istituzione del Centro Interuniversitario di Ricerca
denominato "L’altro diritto. Centro di ricerca interuniversitario su carcere, devianza, marginalità e
governo delle migrazioni" (ADIR).
Si fa presente, a tal proposito, che il Settore Ricerca Istituzionale, con nota del 28 febbraio 2014,
ha suggerito di apportare alcune modifiche alla bozza di Convenzione del Centro in questione.
Il Consiglio del Dipartimento di Scienze Giuridiche della Società e dello Sport, nella seduta del
08 aprile 2014, ha espresso parere favorevole in ordine all’istituzione del Centro di cui trattasi e
alla relativa Convenzione.
Il Responsabile amministrativo del Dipartimento, con nota del 06 maggio 2014, ha trasmesso la
bozza relativa alla Convenzione in questione, contenente le modifiche suggerite da questo
Settore, nonché la suddetta delibera di approvazione.. L’Area Affari Generali e Legali,
Osservatorio Contratti e Convenzioni, con nota del 29 maggio 2014, ha comunicato che il testo
della Convenzione del citato Centro appare conforme alla normativa vigente.
L’art. 53, punto 4, del Regolamento Generale di Ateneo, infine, in merito a tali tipologie di
accordi, così dispone: “……..la proposta di stipula di un atto convenzionale, dopo l’istruttoria a
cura dell’Ufficio competente, viene sottoposta al Consiglio di Amministrazione per
l’approvazione, previo parere del Senato Accademico nelle materie relative alla didattica e
alla ricerca, all’orientamento e ai servizi agli studenti ”.
Il Senato Accademico, nell’adunanza del 17 giugno 2014, ha espresso parere favorevole in
merito alla istituzione della Centro citato e alla relativa Convenzione.
Si propone, pertanto, che il Consiglio di Amministrazione
Deliberi
di approvare l’ istituzione della Centro citato e la relativa Convenzione.
Il Responsabile del procedimento
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
Il Dirigente
306
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
F. to Dott.ssa Marisa Donzelli
F. to Ing. Gandolfo Gallina
Il Consiglio di Amministrazione
VISTA la documentazione relativa alla proposta di istituzione del Centro Interuniversitario di
Ricerca denominato "L’altro diritto. Centro di ricerca interuniversitario di ricerca su carcere,
devianza, marginalità e governo delle migrazioni" (ADIR);
VISTA la nota del 28 febbraio 2014 con la quale il Settore Ricerca Istituzionale ha suggerito di
apportare alcune modifiche alla bozza di convenzione del Centro in questione;
VISTO l’estratto del verbale della seduta del 08 aprile 2014, con il quale il Consiglio del
Dipartimento di Scienze Giuridiche della Società e dello Sport ha espresso parere favorevole in
ordine all’istituzione del centro di cui trattasi e alla relativa convenzione;
VISTA la nota del 06 maggio 2014 con la quale il Responsabile amministrativo del Dipartimento,
ha trasmesso la bozza relativa alla Convenzione in questione, contenente le modifiche suggerite
dal Settore Ricerca Istituzionale, nonché la suddetta delibera di approvazione..
VISTA la nota del 29 maggio 2014, con la quale l’Area Affari Generali e Legali, Osservatorio
Contratti e Convenzioni, ha comunicato che il testo della Convenzione del citato Centro appare
conforme alla normativa vigente;
VISTO l’art. 53, punto 4, del Regolamento Generale di Ateneo, che espressamente recita:
“……..la proposta di stipula di un atto convenzionale, dopo l’istruttoria a cura dell’Ufficio
competente, viene sottoposta al Consiglio di Amministrazione per l’approvazione, previo parere
del Senato Accademico nelle materie relative alla didattica e alla ricerca, all’orientamento e ai
servizi agli studenti ”;
VISTO il parere espresso dal Senato Accademico nell’adunanza del 17 giugno 2014;
VISTA la relazione del Responsabile del procedimento;
SENTITO il Presidente della Commissione Cultura Didattica e Servizi agli Studenti;
All’unanimità,
DELIBERA
di approvare la istituzione del Centro Interuniversitario di Ricerca denominato "L’altro diritto.
Centro di ricerca interuniversitario su carcere, devianza, marginalità e governo delle migrazioni"
(ADIR) e la relativa convenzione, il cui testo di seguito si trascrive:
CONVENZIONE ISTITUTIVA
DEL CENTRO INTERUNIVERSITARIO DI RICERCA
«L’altro diritto. Centro di ricerca interuniversitario su carcere, devianza, marginalità e
governo delle migrazioni»g
(acronimo ADIR)
L'anno …………………. il giorno ……………. del mese di …………………
TRA L’UNIVERSITA’
di FIRENZE, rappresentata dal Magnifico Rettore Prof. Alberto Tesi, autorizzato a firmare il
presente atto con delibera del Senato Accademico in data _________________ e delibera del
Consiglio di Amministrazione in data................................;
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
307
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
di GENOVA, rappresentata dal Magnifico Rettore Giacomo Deferrari autorizzato a firmare il
presente atto con delibera del Senato Accademico in data _________________ e delibera del
Consiglio di Amministrazione in data................................;
di BARI “Aldo Moro”, rappresentata dal Magnifico Rettore Antonio Felice Uricchio autorizzato
a firmare il presente atto con delibera del Senato Accademico in data _________________ e
delibera del Consiglio di Amministrazione in data................................;
PISA Scuola Superiore di Studi Universitari e di Perfezionamento Sant’Anna, Istituto
Universitario ad ordinamento speciale, (d’ora innanzi denominata Scuola Sant’Anna),
rappresentata dal Magnifico Rettore Prof. Pierdomenico Perata autorizzato a firmare il presente
atto con delibera del Senato Accademico in data _________________ e delibera del Consiglio
di Amministrazione in data................................;
di TORINO, rappresentata dal Magnifico Rettore Gianmaria Ajani autorizzato a firmare il
presente atto con delibera del Senato Accademico in data _________________ e delibera del
Consiglio di Amministrazione in data................................;
di PALERMO, rappresentata dal Magnifico Rettore Roberto Lagalla autorizzato a firmare il
presente atto con delibera del Senato Accademico in data _________________ e delibera del
Consiglio di Amministrazione in data................................;
di Napoli SUOR ORSOLA BENINCASA, rappresentata dal Magnifico Rettore Prof. Lucio
D’Alessandro autorizzato a firmare il presente atto con delibera del Senato Accademico in data
_________________ e delibera del Consiglio di Amministrazione in data................................;
della Calabria, rappresentata dal Magnifico Rettore Prof. Gino Mirocle Crisci, autorizzato a
firmare il presente atto con delibera del Senato Accademico in data _________________ e
delibera del Consiglio di Amministrazione in data
di Salerno, rappresentata dal Magnifico Rettore Prof. Aurelio Tommasetti, autorizzato a firmare
il presente atto con delibera del Senato Accademico in data _________________ e delibera del
Consiglio di Amministrazione in data
SI CONVIENE E SI STIPULA QUANTO SEGUE
Articolo 1
Costituzione
Su iniziativa dei seguenti Atenei proponenti, nel seguito, "promotori": Firenze, Bari, della
Calabria, Genova, Napoli Suor Orsola Benincasa , Palermo, Pisa Scuola S. Anna, Salerno e
Torino, viene costituito, a norma dell'art. 91 del DPR 382/80, il Centro Interuniversitario di
Ricerca denominato "L’altro diritto. Centro interuniversitario di ricerca su carcere, devianza,
marginalità e governo delle migrazioni" – (ADIR) (nel seguito, "Centro”)
Articolo 2
Finalità e funzioni del Centro
1. Il centro si propone di
a) Sviluppare, promuovere e coordinare studi e progetti di ricerca, anche internazionali, e studi
nel campo
1) della sociologia della pena
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
308
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
2)
della sociologia della devianza
3)
della sociologia della marginalità
4)
della sociologia delle migrazioni
5)
delle politiche penali
6)
del governo della marginalità
7)
del governo delle migrazioni
8)
dei fenomeni discriminatori e delle strategie di contrasto
9)
dei diritti delle persone private della libertà
10) del governo delle società multiculturali
b) Promuovere e coordinare law clinic sugli stessi temi
c) Promuovere l’istituzione e l’attivazione di corsi post laurea di perfezionamento, master e
dottorato (anche internazionali) sugli stessi temi
2. Il Centro perseguirà le proprie finalità in modo complementare, e senza fare concorrenza, a
quelle sviluppate dai Dipartimenti dell’Università degli Studi di Firenze e dai Dipartimenti e gli
istituti delle altre università aderenti.
Articolo 3
Sede amministrativa
1. La sede amministrativa del Centro è presso il Dipartimento di Scienze giuridiche
dell’Università degli Studi di Firenze, nei locali indicati nella planimetria allegata.
2. Il dirigente responsabile ai fini della sicurezza e il responsabile degli obblighi ai sensi di
quanto disposto nel decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81 è il Direttore del Dipartimento di
Scienze giuridiche.
Articolo 4
Organi del Centro
1.
Sono organi del Centro:
a) il Direttore
b) il Comitato di gestione
c) Il Consiglio scientifico
Articolo 5
Il Direttore
1. Il Direttore viene eletto dal Comitato di gestione fra i professori o ricercatori di ruolo che ne
fanno parte, ed è nominato con decreto del Rettore dell’Ateneo sede amministrativa. Dura in
carica quattro anni e può essere rieletto una sola volta consecutivamente.
2. Il Direttore
a.
rappresenta il Centro e ne promuove e coordina le attività istituzionali;
b.
convoca e presiede il Comitato di Gestione e il Consiglio Scientifico, e cura l’esecuzione
delle relative deliberazioni secondo quanto previsto ai successivi artt. 6 e 7;
c.
predispone le relazioni programmatica e consuntiva annuali sull’attività del Centro e la
trasmette per l’approvazione al Comitato di Gestione;
d.
predispone la relazione consuntiva annuale sui risultati conseguiti dal Centro, e, una volta
approvata dal Comitato di Gestione, la trasmette al Direttore del Dipartimento di afferenza e al
Rettore della Università sede amministrativa del Centro, al fine di valutarne efficacia ed
efficienza, ai sensi del successivo articolo 10;
e.
tiene aggiornato l’elenco dei docenti dei ricercatori e dei Dipartimenti aderenti al Centro;
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
309
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
f.
trasmette al Senato Accademico e al Consiglio di Amministrazione le richieste di adesioni
o di recesso di altri Atenei;
g.
adotta atti di competenza del Comitato di Gestione che siano urgenti e indifferibili, con
espressa e puntuale indicazione dei motivi di urgenza e di indifferibilità, riferendone al Comitato
di Gestione per la ratifica nella seduta immediatamente successiva;
h.
esercita ogni altra attribuzione che gli sia demandata dalle leggi vigenti, dallo Statuto, dai
regolamenti di Ateneo e dal protocollo di intesa con il Dipartimento di afferenza;
i.
Il Direttore nomina un vicedirettore scelto tra i componenti del Comitato di Gestione, che
lo coadiuva e lo sostituisce in caso di assenza o impedimento.
Articolo 6
Il Comitato di gestione
1.
Il Comitato di gestione è composto da un rappresentante per ciascun Ateneo, designato
dal Consiglio Scientifico tra i propri membri.
2.
Il Comitato di gestione dura in carica quattro anni, i suoi membri possono essere rinnovati
una sola volta consecutivamente.
3. Il Comitato di gestione:
a.
programma, indirizza, coordina e controlla l’attività del Centro;
b.
elegge tra i suoi componenti il Direttore del Centro;
c.
approva la relazione annuale programmatica sull’attività del Centro predisposta dal
Direttore;
d.
approva la relazione annuale consuntiva sui risultati conseguiti dal Centro, predisposta dal
Direttore;
e.
delibera sulle eventuali richieste di adesione al Centro di professori o ricercatori
successive alla costituzione del Centro medesimo;
f.
delibera sulle modalità di coinvolgimento nell’attività del Centro del personale tecnico dei
Dipartimenti aderenti, d’intesa con questi ultimi;
g.
propone agli Atenei aderenti le richieste di adesione al Centro avanzate da altri Atenei e
approva l’adesione dei nuovi Dipartimenti;
h.
riceve le eventuali comunicazioni di recesso dal Centro di altri Atenei, Dipartimenti o di
docenti ad esso aderenti;
i.
propone, previo parere del Consiglio scientifico, agli organi di governo dell’Ateneo sede
amministrativa la disattivazione del Centro.
4 Il comitato di gestione è presieduto dal Direttore, che lo convoca almeno quattro volte all’anno
o quando ne faccia richiesta un terzo dei suoi componenti; la convocazione deve essere fatta
con anticipo di sette giorni, anche a mezzo pec o altra forma di comunicazione con provante
ricevimento. Le riunioni si possono tenere anche in forma telematica. Per la loro validità è
necessaria la presenza della metà più uno dei membri e le delibere sono prese a maggioranza
dei presenti, in caso di parità di voti, prevale il voto del Direttore.
Articolo 7
Il Consiglio scientifico
a)
Il Consiglio scientifico è composto dai docenti e dai ricercatori che hanno richiesto di
aderire al Centro indicati da ogni Ateneo.
b)
Il Consiglio scientifico è presieduto dal Direttore, che lo convoca almeno due volte all'anno
o quando ne fanno richiesta un terzo dei suoi componenti; la convocazione deve essere
effettuata almeno quindici giorni prima della data della seduta, a mezzo pec o altra forma di
comunicazione comprovante il ricevimento.
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
310
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
c)
Il Consiglio scientifico indica le linee generali dell'attività scientifica del Centro ed esprime
parere sul programma annuale di attività del Centro proposto dal Comitato di gestione.
d)
Esprime parere al Comitato di gestione sulle eventuali richieste di adesione al Centro di
professori o ricercatori successive alla costituzione del Centro medesimo.
e)
Per la validità delle adunanze del Consiglio scientifico è necessaria la presenza di almeno
la metà più uno dei suoi componenti; nel computo per la determinazione del quorum non sono
considerati gli assenti giustificati. Le relative deliberazioni sono assunte a maggioranza dei
presenti; in caso di parità dei voti prevale il voto del Direttore.
f) le adunanze possono tenersi anche per video conferenza
Articolo 8
Gestione amministrativo-contabile
1.
Il Centro rappresenta un’autonoma articolazione scientifica rispetto ai Dipartimenti
proponenti, in particolare in merito all’acquisizione e gestione di fondi per progetti di ricerca.
2.
Il funzionamento del centro è assicurato dalle risorse garantite dal Dipartimento sede del
Centro, come previsto dall’Art. 6 del Regolamento di Ateneo di Firenze per i Centri di ricerca e,
con eventuali apposite delibere, dalle strutture che hanno promosso la costituzione, oltre che da
eventuali entrate proprie.
3.
Al Dipartimento sede del Centro compete il controllo di legittimità giuridico-formale e
amministrativo-contabile delle attività del centro, garantendo il rispetto delle norme e del
regolamento per l’amministrazione e la contabilità dell’Università di Firenze.
4.
Il Dipartimento sede del Centro e il Centro stipulano un apposito protocollo volto a
dettagliare le forme di autonomia del Centro di cui all’art. 35, comma 6, dello Statuto
dell’università degli Studi di Firenze.
5.
Il Dipartimento di afferenza inserisce nel proprio documento programmatico di spesa
annuale e triennale e nel report analitico di fine esercizio la documentazione relativa trasmessa
dal Direttore del Centro in un’apposita sotto-sezione identificabile dall’acronimo del Centro, che
viene sottoposto all’approvazione del Consiglio di Dipartimento.
Articolo 9
Nuove adesioni
1.
Possono aderire al Centro altri Dipartimenti degli Atenei promotori o aderenti, che ne
facciano motivata richiesta. L'adesione è subordinata al parere favorevole del Comitato di
Gestione del Centro.
2.
Le ammissioni di altre Università saranno formalizzate mediante appositi atti aggiuntivi
alla presente convenzione, da sottoporre all’approvazione di tutti gli Atenei aderenti.
3.
Possono altresì aderire al Centro, a titolo personale, singoli studiosi sia italiani che
stranieri non afferenti agli Atenei promotori o aderenti che ne facciano motivata richiesta.
L'adesione è subordinata al parere favorevole del Consiglio scientifico.
Articolo 10
Valutazione
L'attività del Centro è sottoposta ogni quattro anni alla valutazione degli Organi di governo
dell'Ateneo sede amministrativa del Centro, tenuto conto delle relazioni annuali di cui all'art. 5,
comma d, e sulla base di apposita relazione del Nucleo di valutazione
.
Articolo 11
Durata e rinnovo
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
311
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
1.
La presente Convenzione entra in vigore alla data di stipulazione, ha durata di otto anni ed
è rinnovabile previa valutazione delle attività svolte dal Centro da parte delle Università aderenti.
Articolo 12
Recesso e disattivazione
1.
Ciascuna Università aderente può esercitare l’azione di disdetta, di rinnovo o di recesso,
da comunicarsi almeno sei mesi prima della scadenza con lettera raccomandata R.R. o tramite
PEC indirizzata al Direttore del Centro, che la comunica agli Organi Accademici dell’Università
sede amministrativa.
2.
Ciascuna Università può recedere dal Centro in qualunque momento, previa
comunicazione con lettera raccomandata R.R. o tramite PEC indirizzata al Direttore del Centro,
quale presidente del Comitato di Gestione. Il recesso è efficace a decorrere dalla prima seduta
immediatamente successiva del Comitato di Gestione.
Il Centro può essere disattivato con delibera delle Università convenzionate, su proposta del
Consiglio Scientifico o del Comitato di Gestione, adottata con il voto favorevole della
maggioranza assoluta dei suoi componenti.
3.
L’Università il cui Dipartimento è sede amministrativa, può assumere motivata delibera di
disattivazione anche di propria iniziativa, quando sulla base delle valutazioni di cui al precedente
art. 10, ritenga che siano venute meno le necessarie condizioni di efficacia ed efficienza.
Letto e approvato seduta stante.
93. Ratifica D.R. n. 1916/2014 - prot. n. 33958 del 14/05/2014 nell’ambito del progetto dal
titolo “Mediterranean Center for Human Health Advanced Biotechnologies (MedCHHAB)” - PONa3_00273 finanziato a valere sull’avviso MIUR n. 254/Ric del 18
maggio 2011
Il Rettore, con decreto n. 1916/2014 del 14/05/2014 prot. n. 33958 del 14/05/2014, emanato in via
d’urgenza, ha autorizzato l’Area Patrimoniale e Negoziale ad acquistare l’attrezzatura denominata
“Fib Sem Feg” con il nome commerciale di Versa3D LV-ESEM, facendo ricorso alla procedura
negoziata con un unico interlocutore, ai sensi dell’art 57, comma 2, lett. b) del D.Lgs. n. 163/2006,
presso la ditta FEI Italia Srl Viale Bianca Maria, 23 – 20122 Milano, per un importo complessivo di
€ 516.000,00 + IVA di legge, per la realizzazione nell’ambito del progetto di potenziamento
PONa3_00273 – PON R&C 2007/2013 - del “Laboratorio di preparazione biomateriali” previsto
all’interno del Laboratorio Integrato materiali biocompatibili.
Il progetto individuale di potenziamento PONa3_00273 – Med-CHHAB, ammesso a finanziamento
nell’ambito dell’avviso MIUR n. 254/Ric del 18/05/2011 – PON R&C 2007/2013 Asse I – obiettivo
operativo 4.1.1.4, di cui è responsabile scientifico il prof. Giulio Ghersi, si articola in tre linee
generali di creazione e rafforzamento delle strumentazioni ed infrastrutture riguardanti i seguenti
laboratori:
1. Laboratorio integrato di materiali biocompatibili per la sintesi, lo sviluppo, l’analisi, i
trattamenti ed il processamento di materiali per le biotecnologie della salute umana, da
quelli protesici a quelli per la rigenerazione tessutale a quelli per il rilascio di farmaci alle
terapie più avanzate.
2. Laboratorio integrato di biotecnologie cellulari e molecolari per la produzione e la
propagazione di colture cellulari primarie e staminali, per l’analisi su larga scala di DNA,
RNA e proteine, per il bioimaging molecolare.
3. Laboratorio integrato di analisi in vivo, su modelli animali, di presidi biotecnologici,
scaffolds rigenerativi, sistemi di rigenerazione, etc.
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
312
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
In relazione alla realizzazione del “Laboratorio di preparazione biomateriali” previsto all’interno del
Laboratorio Integrato di materiali biocompatibili, i professori Vincenzo La Carrubba, componente di
affiancamento del Comitato di Coordinamento per il Laboratorio di preparazione biomateriali,
Valerio Brucato, competente componente del Comitato di Coordinamento e Giulio Ghersi,
responsabile scientifico del progetto, hanno sottoscritto la relazione tecnica descrittiva delle
caratteristiche specifiche della strumentazione richiesta del 21/03/2014, nella quale si attesta che
l’attrezzatura Fib Sem Feg fornita in esclusiva dalla FEI Italia Srl con il nome commerciale di
Versa3D LV-ESEM, è quella più aderente alle esigenze analitiche e di ricerca relative ai protocolli
del sopracitato laboratorio.
Insieme alla richiesta di acquisto sono stati presentati il capitolato prestazionale e la
documentazione attestante l’unicità dell’attrezzatura da acquistare del 17/03/2014, rilasciata dalla
FEI Italia Srl, nella quale la stessa dichiara di essere l’unica distributrice in Italia del Versa3D LVESEM che presenta una serie di caratteristiche che lo rendono unico sul mercato, analiticamente
indicate.
Riscontrata la regolarità della documentazione presentata e verificato, altresì, che l’attrezzatura
della quale è stato richiesto l’acquisto è contenuta nell’elenco delle strumentazioni da acquistare
all’interno del progetto (come da rimodulazione approvata dal MIUR con nota prot. n. 5714 del
12/3/2014), al fine di procedere tempestivamente all’avvio della procedura acquisitiva è stato
emanato, in via d’urgenza, il Decreto Rettorale n. 1916 del 14/05/2014 succitato.
Tutto ciò premesso si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
la ratifica del Decreto Rettorale n. 1916/2014 del 14/05/2014 – prot. n. 33958 del 14/05/2014,
emanato in via d’urgenza, nel testo di seguito integralmente riportato:
IL RETTORE
Visto il progetto individuale di potenziamento denominato “Mediterranean Center for Human
Health Advanced Biotechnologies (Med – CHHAB) – codice PONa3_00273, di cui l’Ateneo è
soggetto attuatore, responsabile scientifico prof. Giulio Ghersi, finanziato a valere sull’avviso MIUR
n. 254/Ric del 18.05.2011–PON e R&C 2007/2013 Asse I – obiettivo operativo 4.1.1.4 – I Azione;
Considerato che il progetto si prefigge di promuovere la crescita in ambito territoriale ed oltre, di
laboriosità industriali ed applicative di elevato profilo tecnologico attraverso la creazione di un
centro di riferimento tecnologico-scientifico in grado di accogliere e sviluppare capacità di
eccellenza della Regione, dell’Area Mediterranea e dell’Europa, attraverso la costituzione di un
centro di ricerca e sviluppo;
Considerato che il progetto si articola in tre linee generali di creazione e rafforzamento delle
strumentazioni ed infrastrutture riguardanti i seguenti laboratori:
1. Laboratorio integrato di materiali biocompatibili per la sintesi, lo sviluppo, l’analisi, i
trattamenti ed il processamento di materiali per le biotecnologie della salute umana, da
quelli protesici a quelli per la rigenerazione tessutale a quelli per il rilascio di farmaci alle
terapie più avanzate.
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
313
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
2. Laboratorio integrato di biotecnologie cellulari e molecolari per la produzione e la
propagazione di colture cellulari primarie e staminali, per l’analisi su larga scala di DNA,
RNA e proteine, per il bioimaging molecolare.
3. Laboratorio integrato di analisi in vivo, su modelli animali, di presidi biotecnologici,
scaffolds rigenerativi, sistemi di rigenerazione, etc.
Considerato che, per garantire la corretta realizzazione delle attività previste dal progetto, nel
rispetto degli obiettivi dichiarati, è stato istituito da parte del Rettore, con nota prot. n. 31828 del
23/04/2012, un Comitato di Coordinamento di gestione del progetto;
Considerato, inoltre, che su proposta di tale Comitato sono stati individuati dei componenti da
affiancare allo stesso Comitato per le azioni di dettaglio nella costruzione e sviluppo dei laboratori
individuati nel progetto;
Vista la circolare, prot. 52155 del 20/06/2012, con cui il Direttore Amministrativo ha emanato le
linee guida finalizzate alla gestione tecnica, amministrativa e contabile del progetto di
potenziamento PONa3_00273, individuando i responsabili tecnici ed amministrativi impegnati nel
processo attuativo e definendo il processo di gestione delle spese nonché, tra l’altro, le modalità e
le procedure acquisite delle attrezzature;
Tenuto conto che nel rispetto delle citate linee guida, in relazione all’implementazione delle
attrezzature previste per la realizzazione del “Laboratorio di preparazione biomateriali”, con
nota prot. n. 21487 del 24/03/2014, il Prof. Valerio Brucato, competente componente del Comitato
di Coordinamento e responsabile per le attività del citato laboratorio, unitamente al prof. Giulio
Ghersi, Responsabile Scientifico del progetto, hanno inviato una richiesta di acquisto mediante
procedura negoziata con unico interlocutore dell’attrezzatura denominata Fib Sem Feg per un
costo stimato pari ad € 516.000 + IVA;
Visto il capitolato prestazionale contenente la descrizione delle caratteristiche tecniche di cui la
strumentazione succitata deve essere dotata;
Vista la relazione tecnica, sottoscritta dai professori Valerio Brucato, competente componente del
Comitato di Coordinamento, Giulio Ghersi, responsabile scientifico del progetto e Vincenzo La
Carrubba, componente di affiancamento del Comitato di Coordinamento per il Laboratorio di
preparazione di biomateriali, descrittiva delle caratteristiche specifiche della strumentazione
richiesta nella quale si attesta che l’attrezzatura Fib Sem Feg fornita in esclusiva dalla FEI Italia Srl
con il nome commerciale di Versa3D LV-ESEM è l’unica in possesso di una serie di caratteristiche,
analiticamente descritte, utili a soddisfare le esigenze del Laboratorio di preparazione di
biomateriali previsto all’interno del Laboratorio Integrato di Materiali Biocompatibili;
Vista la dichiarazione della FEI Italia Srl del 17 marzo 2014 nella quale la stessa dichiara sia che il
Versa3D LV-ESEM presenta caratteristiche tecniche di unicità, supportate dal possesso di specifici
brevetti, analiticamente indicati, sia di essere l’unica azienda nel territorio italiano autorizzata a
vendere i prodotti della FEI Company;
Vista l’offerta economica della FEI Italia Srl nella quale l’attrezzatura richiesta, viene proposta ad
un prezzo complessivo di 516.000 + IVA (offerta n. QUO-49621-LS6 R0 del 17/3/2014);
Considerato che è stato pubblicato sull’Albo Ufficiale di Ateneo l’avviso di verifica di sussistenza
del requisito di unicità con scadenza 3 aprile 2014 e che, nei termini fissati, non è pervenuta
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
314
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
alcuna comunicazione da parte di altra ditta in grado di fornire o produrre l’attrezzatura oggetto
della fornitura di cui trattasi;
Ritenuto, pertanto, necessario procedere all’acquisto del Fib Sem Feg fornito in esclusiva dalla
FEI Italia Srl con il nome commerciale di Versa3D LV-ESEM come richiesto dal prof. Valerio
Brucato, competente componente del Comitato di Coordinamento e dal prof. Giulio Ghersi,
responsabile scientifico, per la realizzazione delle attività del progetto PONa3_00273;
Preso atto che l’attrezzatura de quo è contenuta nell’elenco delle attrezzature da acquistare
all’interno del progetto, come da rimodulazione approvata dal MIUR con nota prot. n. 5714 del
12/3/2014;
Considerato che per l’attrezzatura sopra indicata era stata stanziata una somma pari ad €
630.770,45 IVA compresa, e che il prezzo offerto dalla FEI Italia Srl per l’acquisizione della
strumentazione in parola, è ritenuto congruo dai professori Valerio Brucato e Giulio Ghersi, così
come si evince nella richiesta di acquisto succitata;
Considerato che, in merito alla procedura di affidamento diretto della fornitura si rileva che l’art.
57, comma 2, lett. b) del D.Lgs. n. 163/2006 consente l’acquisizione di beni mediante procedura
negoziata senza previa pubblicazione di un bando di gara “per ragioni di natura tecnica o artistica
ovvero attinenti alla tutela di diritti esclusivi”;
Considerato, inoltre, che nella fattispecie sussistono gli estremi per il ricorso alla procedura
negoziata con un unico interlocutore, sulla scorta delle indicazioni contenute nella relazione
tecnica firmata dai professori, Brucato, Ghersi e La Carrubba e nella dichiarazione di esclusività
prodotta dalla FEI Italia Srl;
Viste le citate linee guida per la gestione tecnica, amministrativa e contabile del progetto di
potenziamento, le quali prevedono che nei casi di “esclusiva”, si può prescindere da qualsiasi
procedura selettiva, ferme restando le verifiche di legge, a cura del competente ufficio dell’Area
Patrimoniale e Negoziale, nei confronti della ditta individuata;
Visto l’art. 50 del Regolamento per l’Amministrazione, la Finanza e la Contabilità dell’Università
degli Studi di Palermo, emanato con D.R. n. 285 del 07/02/2013;
Ravvisata l’urgenza di autorizzare la procedura per l’acquisto dell’attrezzatura succitata, in
considerazione della necessità di rispettare le tempistiche di attuazione del progetto
PONa3_00273;
Considerato che non è prevista a breve una seduta del C.d.A.;
Visto l’art. 14 dello Statuto di Ateneo;
VISTO l’art. 16 del Regolamento Generale di Ateneo;
DECRETA
Per i motivi richiamati in premessa e da ritenersi qui integralmente riportati:

Di autorizzare l’Area Patrimoniale e Negoziale ad acquistare, sulla base del capitolato
prestazionale fornito, l’attrezzatura Fib Sem Feg con il nome commerciale di Versa3D LV-
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
315
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
ESEM dalla FEI Italia Srl Viale Bianca Maria, 23 – 20122 Milano, facendo ricorso alla
procedura negoziata con un unico interlocutore, ai sensi dell’ art 57, comma 2, lett. b) del
D.Lgs. n. 163/2006, per un importo complessivo di € 516.000+ IVA di legge per la
realizzazione nell’ambito del progetto di potenziamento PONa3_00273 – PON R&C
2007/2013 - del “Laboratorio di preparazione biomaterieli” previsto all’interno del
Laboratorio Integrato di Materiali Biocompatibili;

Di far gravare la spesa complessiva di € 516.000+ IVA di legge sull’impegno a residuo n.
2990/2011 voce di bilancio “R4DA00P8MSPO01“ PON R&C 2007/2013 ASSE I - Obiettivo
operativo 4.1.1.4 - I^ AZIONE - PONa3_00273 Mediterranean Center for Human Health
Advanced Biotechnologies (Med-CHHAB) - Progetto di Potenziamento - R.S. Prof. Giulio
Ghersi”, con specifico sub-impegno;

Di far gravare il contributo da versare all’Autorità di Vigilanza sui Contratti Pubblici (AVCP)
nonché le spese di pubblicità sulla G.U.R.I., anche per il successivo esito di gara, sul
finanziamento del progetto in parola;

Di dare mandato al Dirigente dell’Area Patrimoniale e Negoziale di compiere qualsiasi atto
consequenziale fino al collaudo delle attrezzature.
Il presente Decreto sarà sottoposto a ratifica nella prima seduta utile del Consiglio di
Amministrazione.
Il Responsabile della gestione
delle procedure di acquisizione
f.to Dott. Giovanni Tarantino
Il Responsabile Amministrativo
del progetto
f.to Dott. Luciano Tropea
Il Dirigente dell’Area Patrimoniale e Negoziale
f.to Dott. Calogero Schilleci
Il Dirigente dell’Area Ricerca e Sviluppo
f.to Dott. Gandolfo Gallina
IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE
Visto il Decreto n. 1916/2014 - prot. n. 33958 del 14/05/2014, adottato dal Rettore in via d’urgenza
citato in premessa;
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Sentita la relazione del Presidente della Commissione Bilancio Edilizia Patrimonio e rapporti con
AOUP;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
94. Ratifica D.R. n. 1917/2014 - prot. n. 33960 del 14/05/2014 nell’ambito del progetto dal
titolo “Mediterranean Center for Human Health Advanced Biotechnologies (MedCHHAB)” - PONa3_00273 finanziato a valere sull’avviso MIUR n. 254/Ric del 18
maggio 2011
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
316
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Il Rettore, con decreto n. 1917/2014 del 14/05/2014 prot. n. 33960 del 14/05/2014, emanato in via
d’urgenza, ha autorizzato l’Area Patrimoniale e Negoziale ad acquistare l’attrezzatura denominata
“Stazione di microscopia con dissezione laser per preparati istologici e campioni criopreservati”,
facendo ricorso alla procedura negoziata con un unico interlocutore, ai sensi dell’ art 57, comma 2,
lett. b) del D.Lgs. n. 163/2006, presso la ditta Leica Microsystem Srl, Vicolo San Michele, 15 –
21100 Varese, per un importo complessivo di € 199.340,59 + IVA di legge, per la realizzazione
nell’ambito del progetto di potenziamento PONa3_00273 – PON R&C 2007/2013 - del
“Laboratorio di Genomica, Trascrittomica, Proteomica e Metabolomica” previsto all’interno del
Laboratorio Integrato di biotecnologie cellulari e molecolari.
Il progetto individuale di potenziamento PONa3_00273 – Med-CHHAB, ammesso a finanziamento
nell’ambito dell’avviso MIUR n. 254/Ric del 18/05/2011 – PON R&C 2007/2013 Asse I – obiettivo
operativo 4.1.1.4, di cui è responsabile scientifico il prof. Giulio Ghersi, si articola in tre linee
generali di creazione e rafforzamento delle strumentazioni ed infrastrutture riguardanti i seguenti
laboratori:
1. Laboratorio integrato di materiali biocompatibili per la sintesi, lo sviluppo, l’analisi, i
trattamenti ed il processamento di materiali per le biotecnologie della salute umana, da
quelli protesici a quelli per la rigenerazione tessutale a quelli per il rilascio di farmaci alle
terapie più avanzate.
2. Laboratorio integrato di biotecnologie cellulari e molecolari per la produzione e la
propagazione di colture cellulari primarie e staminali, per l’analisi su larga scala di DNA,
RNA e proteine, per il bioimaging molecolare.
3. Laboratorio integrato di analisi in vivo, su modelli animali, di presidi biotecnologici,
scaffolds rigenerativi, sistemi di rigenerazione, etc.
In relazione alla realizzazione del “Laboratorio di Genomica, Trascrittomica, Proteomica e
Metabolomica” previsto all’interno del Laboratorio Integrato di biotecnologie cellulari e molecolari, i
professori Salvatore Feo, componente di affiancamento del Comitato di Coordinamento per il
Laboratorio di Genomica, Trascrittomica, Proteomica e Metabolomica, Maurizio Averna,
competente componente del Comitato di Coordinamento e Giulio Ghersi, responsabile scientifico
del progetto, hanno sottoscritto la relazione tecnica descrittiva delle caratteristiche specifiche della
strumentazione richiesta del 12/03/14, nella quale si attesta che il sistema per la microdissezione
laser Leica LMD6500, completo di sistema di micromanipolazione e accessori per l’osservazione e
il taglio di cromosomi ed in fluorescenza, prodotto in esclusiva dalla Leica Microsystem Srl è quello
più aderente alle esigenze analitiche e di ricerca relative ai protocolli del sopracitato laboratorio.
Insieme alla richiesta di acquisto sono stati presentati il capitolato prestazionale e la
documentazione attestante l’unicità dell’attrezzatura da acquistare del 04/03/2014, rilasciata dalla
Leica Microsystem Srl, nella quale la stessa dichiara di essere l’unica distributrice in Italia del
sistema per la microdissezione laser Leica LMD6500 che presenta una serie di caratteristiche che
lo rendono unico sul mercato, analiticamente indicate.
Riscontrata la regolarità della documentazione presentata e verificato, altresì, che l’attrezzatura
della quale è stato richiesto l’acquisto è contenuta nell’elenco delle strumentazioni da acquistare
all’interno del progetto (come da rimodulazione approvata dal MIUR con nota prot. n. 5714 del
12/3/2014), al fine di procedere tempestivamente all’avvio della procedura acquisitiva è stato
emanato, in via d’urgenza, il Decreto Rettorale n. 1917 del 14/05/2014 succitato.
Tutto ciò premesso si propone che il Consiglio di Amministrazione
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
317
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
DELIBERI
la ratifica del Decreto Rettorale n. 1917/2014 del 14/05/2014 – prot. n. 33960 del 14/05/2014,
emanato in via d’urgenza, nel testo di seguito integralmente riportato:
IL RETTORE
Visto il progetto individuale di potenziamento denominato “Mediterranean Center for Human
Health Advanced Biotechnologies (Med – CHHAB) – codice PONa3_00273, di cui l’Ateneo è
soggetto attuatore, responsabile scientifico prof. Giulio Ghersi, finanziato a valere sull’avviso MIUR
n. 254/Ric del 18.05.2011–PON e R&C 2007/2013 Asse I – obiettivo operativo 4.1.1.4 – I Azione;
Considerato che il progetto si prefigge di promuovere la crescita in ambito territoriale ed oltre, di
laboriosità industriali ed applicative di elevato profilo tecnologico attraverso la creazione di un
centro di riferimento tecnologico-scientifico in grado di accogliere e sviluppare capacità di
eccellenza della Regione, dell’Area Mediterranea e dell’Europa, attraverso la costituzione di un
centro di ricerca e sviluppo;
Considerato che il progetto si articola in tre linee generali di creazione e rafforzamento delle
strumentazioni ed infrastrutture riguardanti i seguenti laboratori:
1. Laboratorio integrato di materiali biocompatibili per la sintesi, lo sviluppo, l’analisi, i
trattamenti ed il processamento di materiali per le biotecnologie della salute umana, da
quelli protesici a quelli per la rigenerazione tessutale a quelli per il rilascio di farmaci alle
terapie più avanzate.
2. Laboratorio integrato di biotecnologie cellulari e molecolari per la produzione e la
propagazione di colture cellulari primarie e staminali, per l’analisi su larga scala di DNA,
RNA e proteine, per il bioimaging molecolare.
3. Laboratorio integrato di analisi in vivo, su modelli animali, di presidi biotecnologici,
scaffolds rigenerativi, sistemi di rigenerazione, etc.
Considerato che, per garantire la corretta realizzazione delle attività previste dal progetto, nel
rispetto degli obiettivi dichiarati, è stato istituito da parte del Rettore, con nota prot. n. 31828 del
23/04/2012, un Comitato di Coordinamento di gestione del progetto;
Considerato, inoltre, che su proposta di tale Comitato sono stati individuati dei componenti da
affiancare allo stesso Comitato per le azioni di dettaglio nella costruzione e sviluppo dei laboratori
individuati nel progetto;
Vista la circolare, prot. 52155 del 20/06/2012, con cui il Direttore Amministrativo ha emanato le
linee guida finalizzate alla gestione tecnica, amministrativa e contabile del progetto di
potenziamento PONa3_00273, individuando i responsabili tecnici ed amministrativi impegnati nel
processo attuativo e definendo il processo di gestione delle spese nonché, tra l’altro, le modalità e
le procedure acquisite delle attrezzature;
Tenuto conto che nel rispetto delle citate linee guida, in relazione all’implementazione delle
attrezzature previste per la realizzazione del “Laboratorio di Genomica, Trascrittomica,
Proteomica e Metabolomica”, con nota prot. n. 21490 del 24/03/2014, il Prof. Maurizio Averna,
competente componente del Comitato di Coordinamento e responsabile per le attività del citato
laboratorio, unitamente al prof. Giulio Ghersi, Responsabile Scientifico del progetto, hanno inviato
una richiesta di acquisto mediante procedura negoziata con unico interlocutore dell’attrezzatura
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
318
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
denominata Stazione di microscopia con dissezione laser per preparati istologici e campioni
criopreservati, per un costo stimato pari ad € 199.340,59 IVA esclusa;
Visto il capitolato prestazionale contenente la descrizione delle caratteristiche tecniche di cui la
strumentazione succitata deve essere dotata;
Vista la relazione tecnica, sottoscritta dal prof. Salvatore Feo, componente di affiancamento del
Comitato di Coordinamento per il Laboratorio di Genomica, Trascrittomica, Proteomica e
Metabolomica, dal prof. Maurizio Averna, competente componente del Comitato di
Coordinamento, e dal prof. Giulio Gersi, Responsabile scientifico del progetto, descrittiva delle
caratteristiche specifiche della strumentazione richiesta nella quale si attesta che il sistema per la
microdissezione laser Leica LMD6500, completo di sistema di micromanipolazione e accessori per
l’osservazione e il taglio di cromosomi ed in fluorescenza, prodotto in esclusiva dalla Leica
Microsystem Srl è quello più aderente alle esigenze analitiche e di ricerca relative ai protocolli del
Laboratorio di Genomica, Trascrittomica, Proteomica e Metabolomica previsto all’interno del
Laboratorio Integrato di biotecnologie cellulari e molecolari;
Vista la dichiarazione di unicità tecnologica e commerciale della Leica Microsystem Srl del 4
marzo 2014 nella quale la stessa dichiara sia che il sistema per la microdissezione laser Leica
LMD6500 presenta caratteristiche tecniche di unicità, supportate dal possesso di specifici brevetti
analiticamente indicati, sia di essere l’unica filiale italiana del gruppo Leica Licrosystem GmbH e,
come tale, l’unica importatrice e distributrice in esclusiva sia per la vendita che per l’assistenza
tecnica su tutto il territorio nazionale dell’attrezzatura richiesta;
Vista l’offerta economica della Leica Microsystem Srl, nella quale l’attrezzatura richiesta viene
proposta ad un prezzo complessivo di € 199.340,59 IVA esclusa (offerta MB0212 del 4/3/2014);
Ritenuto, pertanto, necessario procedere all’acquisto del sistema per la microdissezione laser
Leica LMD6500 completo di accessori come richiesto dal prof. Maurizio Averna, competente
componente del Comitato di Coordinamento e dal prof. Giulio Ghersi, responsabile scientifico, per
la realizzazione delle attività del progetto PONa3_00273;
Preso atto che l’attrezzatura de quo è contenuta nell’elenco delle attrezzature da acquistare
all’interno del progetto, come da rimodulazione approvata dal MIUR con nota prot. n. 5714 del
12/3/2014;
Considerato che per l’attrezzatura sopra indicata era stata stanziata una somma pari ad €
250.00,00 IVA compresa, e che il prezzo offerto dalla Leica Microsystem Srl per l’acquisizione
della strumentazione in parola, è ritenuto congruo dai professori Maurizio Averna e Giulio Ghersi,
così come si evince nella richiesta di acquisto succitata;
Considerato che, in merito alla procedura di affidamento diretto della fornitura si rileva che l’art.
57, comma 2, lett. b) del D.Lgs. n. 163/2006 consente l’acquisizione di beni mediante procedura
negoziata senza previa pubblicazione di un bando di gara “per ragioni di natura tecnica o artistica
ovvero attinenti alla tutela di diritti esclusivi”;
Considerato, inoltre, che nella fattispecie sussistono gli estremi per il ricorso alla procedura
negoziata con un unico interlocutore, sulla scorta delle indicazioni contenute nella relazione
tecnica firmata dai professori Averna, Ghersi e Feo nella dichiarazione di esclusività prodotta dalla
Leica Microsystem Srl;
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
319
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Viste le citate linee guida per la gestione tecnica, amministrativa e contabile del progetto di
potenziamento, le quali prevedono che nei casi di “esclusiva”, si può prescindere da qualsiasi
procedura selettiva, ferme restando le verifiche di legge, a cura del competente ufficio dell’Area
Patrimoniale e Negoziale, nei confronti della ditta individuata;
Considerato che è stato pubblicato sull’Albo Ufficiale di Ateneo l’avviso di verifica di sussistenza
del requisito di unicità con scadenza 3 aprile 2014 e che, nei termini fissati, non è pervenuta
alcuna comunicazione da parte di altra ditta in grado di fornire o produrre l’attrezzatura oggetto
della fornitura di cui trattasi;
Visto l’art. 50 del Regolamento per l’Amministrazione, la Finanza e la Contabilità dell’Università
degli Studi di Palermo, emanato con D.R. n. 285 del 07/02/2013;
Ravvisata l’urgenza di autorizzare la procedura per l’acquisto dell’attrezzatura succitata, in
considerazione della necessità di rispettare le tempistiche di attuazione del progetto
PONa3_00273;
Considerato che non è prevista a breve una seduta del C.d.A.;
Visto l’art. 14 dello Statuto di Ateneo;
VISTO l’art. 16 del Regolamento Generale di Ateneo;
DECRETA
Per i motivi richiamati in premessa e da ritenersi qui integralmente riportati:

Di autorizzare l’Area Patrimoniale e Negoziale ad acquistare, sulla base del capitolato
prestazionale fornito, l’attrezzatura denominata “Sistema per la microdissezione laser Leica
LMD6500” dalla Leica Microsystem Srl, Vicolo San Michele, 15 – 21100 Varese, facendo
ricorso alla procedura negoziata con un unico interlocutore, ai sensi dell’ art 57, comma 2,
lett. b) del D.Lgs. n. 163/2006, per un importo complessivo di € 199.340,59+ IVA di legge
per la realizzazione nell’ambito del progetto di potenziamento PONa3_00273 – PON R&C
2007/2013 - del “Laboratorio di Genomica, Trascrittomica, Proteomica e
Metabolomica” previsto all’interno del Laboratorio Integrato di Biotecnologie Cellulari
e Molecolari;

Di far gravare la spesa complessiva di € 199.340,59+ IVA di legge sull’impegno a residuo
n. 2990/2011 voce di bilancio “R4DA00P8MSPO01“ PON R&C 2007/2013 ASSE I Obiettivo operativo 4.1.1.4 - I^ AZIONE - PONa3_00273 Mediterranean Center for Human
Health Advanced Biotechnologies (Med-CHHAB) - Progetto di Potenziamento - R.S. Prof.
Giulio Ghersi”, con specifico sub-impegno;

Di far gravare il contributo da versare all’Autorità di Vigilanza sui Contratti Pubblici (AVCP)
nonché le spese di pubblicità sulla G.U.R.I., anche per il successivo esito di gara, sul
finanziamento del progetto in parola;

Di dare mandato al Dirigente dell’Area Patrimoniale e Negoziale di compiere qualsiasi atto
consequenziale fino al collaudo delle attrezzature.
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
320
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Il presente Decreto sarà sottoposto a ratifica nella prima seduta utile del Consiglio di
Amministrazione.
Il Responsabile della gestione
delle procedure di acquisizione
f.to Dott. Giovanni Tarantino
Il Responsabile Amministrativo
del progetto
f.to Dott. Luciano Tropea
Il Dirigente dell’Area Patrimoniale e Negoziale
f.to Dott. Calogero Schilleci
Il Dirigente dell’Area Ricerca e Sviluppo
f.to Dott. Gandolfo Gallina
Il Consiglio di Amministrazione
Visto il Decreto n. 1917/2014 - prot. n. 33960 del 14/05/2014, adottato dal Rettore in via d’urgenza
citato in premessa;
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Sentita la relazione del Presidente della Commissione Bilancio Edilizia Patrimonio e rapporti con
AOUP;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
95. Ratifica D.R. n. 1918/2014 - prot. n. 33961 del 14/05/2014 nell’ambito del progetto dal
titolo “Mediterranean Center for Human Health Advanced Biotechnologies (MedCHHAB)” - PONa3_00273 finanziato a valere sull’avviso MIUR n. 254/Ric del 18
maggio 2011
Il Rettore, con decreto n. 1918/2014 del 14/05/2014 prot. n. 33961 del 14/05/2014, emanato in via
d’urgenza, ha autorizzato l’Area Patrimoniale e Negoziale ad acquistare l’attrezzatura denominata
IVIS “Spectrum Series”- Micro TAC Quantum FX completo di accessori, facendo ricorso alla
procedura negoziata con un unico interlocutore, ai sensi dell’art 57, comma 2, lett. b) del D.Lgs. n.
163/2006, presso la Perkin Elmer Italia S.p.A, Via Tiepolo, 24 – 20900 Monza (MB), per un
importo complessivo di € 637.435,00 + IVA di legge, per la realizzazione nell’ambito del progetto
di potenziamento PONa3_00273 – PON R&C 2007/2013 - dello “Stabulario per piccoli animali”
previsto all’interno del Laboratorio Integrato di analisi in vivo.
Il progetto individuale di potenziamento PONa3_00273 – Med-CHHAB, ammesso a finanziamento
nell’ambito dell’avviso MIUR n. 254/Ric del 18/05/2011 – PON R&C 2007/2013 Asse I – obiettivo
operativo 4.1.1.4, di cui è responsabile scientifico il prof. Giulio Ghersi, si articola in tre linee
generali di creazione e rafforzamento delle strumentazioni ed infrastrutture riguardanti i seguenti
laboratori:
1. Laboratorio integrato di materiali biocompatibili per la sintesi, lo sviluppo, l’analisi, i
trattamenti ed il processamento di materiali per le biotecnologie della salute umana, da
quelli protesici a quelli per la rigenerazione tessutale a quelli per il rilascio di farmaci alle
terapie più avanzate.
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
321
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
2. Laboratorio integrato di biotecnologie cellulari e molecolari per la produzione e la
propagazione di colture cellulari primarie e staminali, per l’analisi su larga scala di DNA,
RNA e proteine, per il bioimaging molecolare.
3. Laboratorio integrato di analisi in vivo, su modelli animali, di presidi biotecnologici,
scaffolds rigenerativi, sistemi di rigenerazione, etc.
In relazione alla realizzazione dello “Stabulario per piccoli animali” previsto all’interno del
Laboratorio Integrato di analisi in vivo, i professori Maurizio Averna, competente componente del
Comitato di Coordinamento e Giulio Ghersi, responsabile scientifico del progetto, hanno
sottoscritto la relazione tecnica descrittiva delle caratteristiche specifiche della strumentazione
richiesta del 19/03/14, nella quale si attesta che l’attrezzatura “IVIS “Spectrum Series”- Micro TAC
Quantum FX completo di accessori è quella più aderente alle esigenze analitiche e di ricerca
relative ai protocolli del sopracitato laboratorio.
Insieme alla richiesta di acquisto sono stati presentati il capitolato prestazionale e la
documentazione attestante l’unicità dell’attrezzatura da acquistare del 17/03/14, rilasciata dalla
Perkin Elmer Italia S.p.A, nella quale la stessa dichiara che l’attrezzatura “IVIS “Spectrum Series”Micro TAC Quantum FX completo di accessori presenta una serie di caratteristiche che la rendono
unica sul mercato, analiticamente indicate.
Riscontrata la regolarità della documentazione presentata e verificato, altresì, che l’attrezzatura
della quale è stato richiesto l’acquisto è contenuta nell’elenco delle strumentazioni da acquistare
all’interno del progetto (come da rimodulazione approvata dal MIUR con nota prot. n. 5714 del
12/3/2014), al fine di procedere tempestivamente all’avvio della procedura acquisitiva è stato
emanato, in via d’urgenza, il Decreto Rettorale n. 1918 del 14/05/2014 succitato.
Tutto ciò premesso si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
la ratifica del Decreto Rettorale n. 1918/2014 del 14/05/2014 – prot. n. 33961 del 14/05/2014,
emanato in via d’urgenza, nel testo di seguito integralmente riportato:
IL RETTORE
Visto il progetto individuale di potenziamento denominato “Mediterranean Center for Human
Health Advanced Biotechnologies (Med – CHHAB) – codice PONa3_00273, di cui l’Ateneo è
soggetto attuatore, responsabile scientifico prof. Giulio Ghersi, finanziato a valere sull’avviso MIUR
n. 254/Ric del 18.05.2011–PON e R&C 2007/2013 Asse I – obiettivo operativo 4.1.1.4 – I Azione;
Considerato che il progetto si prefigge di promuovere la crescita in ambito territoriale ed oltre, di
laboriosità industriali ed applicative di elevato profilo tecnologico attraverso la creazione di un
centro di riferimento tecnologico-scientifico in grado di accogliere e sviluppare capacità di
eccellenza della Regione, dell’Area Mediterranea e dell’Europa, attraverso la costituzione di un
centro di ricerca e sviluppo;
Considerato che il progetto si articola in tre linee generali di creazione e rafforzamento delle
strumentazioni ed infrastrutture riguardanti i seguenti laboratori:
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
322
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
1. Laboratorio integrato di materiali biocompatibili per la sintesi, lo sviluppo, l’analisi, i
trattamenti ed il processamento di materiali per le biotecnologie della salute umana, da
quelli protesici a quelli per la rigenerazione tessutale a quelli per il rilascio di farmaci alle
terapie più avanzate.
2. Laboratorio integrato di biotecnologie cellulari e molecolari per la produzione e la
propagazione di colture cellulari primarie e staminali, per l’analisi su larga scala di DNA,
RNA e proteine, per il bioimaging molecolare.
3. Laboratorio integrato di analisi in vivo, su modelli animali, di presidi biotecnologici,
scaffolds rigenerativi, sistemi di rigenerazione, etc.
Considerato che, per garantire la corretta realizzazione delle attività previste dal progetto, nel
rispetto degli obiettivi dichiarati, è stato istituito da parte del Rettore, con nota prot. n. 31828 del
23/04/2012, un Comitato di Coordinamento di gestione del progetto;
Considerato, inoltre, che su proposta di tale Comitato sono stati individuati dei componenti da
affiancare allo stesso Comitato per le azioni di dettaglio nella costruzione e sviluppo dei laboratori
individuati nel progetto;
Vista la circolare, prot. 52155 del 20/06/2012, con cui il Direttore Amministrativo ha emanato le
linee guida finalizzate alla gestione tecnica, amministrativa e contabile del progetto di
potenziamento PONa3_00273, individuando i responsabili tecnici ed amministrativi impegnati nel
processo attuativo e definendo il processo di gestione delle spese nonché, tra l’altro, le modalità e
le procedure acquisite delle attrezzature;
Tenuto conto che nel rispetto delle citate linee guida, in relazione all’implementazione delle
attrezzature previste per la realizzazione dello “Stabulario per piccoli animali”, con nota prot. n.
21491 del 24/03/2014, il Prof. Maurizio Averna, competente componente del Comitato di
Coordinamento e responsabile per le attività del citato laboratorio, unitamente al prof. Giulio
Ghersi, Responsabile Scientifico del progetto, hanno inviato una richiesta di acquisto mediante
procedura negoziata con unico interlocutore dell’attrezzatura denominata IVIS “Spectrum Series”Micro TAC Quantum FX completo di accessori, per un costo stimato pari ad € 777.670,00 IVA
inclusa;
Visto il capitolato prestazionale contenente la descrizione delle caratteristiche tecniche di cui la
strumentazione succitata deve essere dotata;
Vista la relazione tecnica, sottoscritta dalla dott.ssa Rosa Serio, componente di affiancamento del
Comitato di Coordinamento per lo Stabulario per piccoli animali e dal prof. Maurizio Averna,
competente componente del Comitato di Coordinamento, descrittiva delle caratteristiche specifiche
della strumentazione richiesta nella quale si attesta che il sistema di analisi tramite
luminescenza/fluorescenza e tomografia assiale “in vivo” su piccoli animali (topi e ratti) prodotto in
esclusiva dalla PerkinElmer Italia S.p.A. è l’unico in possesso delle caratteristiche necessarie a
soddisfare le esigenze dello Stabulario per piccoli animali previsto all’interno del Laboratorio
Integrato di Analisi in vivo;
Vista la dichiarazione di unicità della ditta PerkinElmer Italia S.p.A. nella quale la stessa attesta di
essere l’unica azienda nel mondo a produrre una combinazione di strumenti di imaging
ottico/micro TAC sui piccoli animali con le caratteristiche tecniche dell’IVIS Spectrum combinate a
quelle del Quantum FX, caratteristiche che vengono analiticamente elencate;
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
323
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Vista l’offerta economica della PerkinElmer Italia S.p.A., nella quale l’attrezzatura richiesta, con i
relativi accessori viene proposta ad un prezzo complessivo di € 777.670,70 IVA compresa (offerta
del 19/3/2014);
Considerato che è stato pubblicato sull’Albo Ufficiale di Ateneo l’avviso di verifica di sussistenza
del requisito di unicità con scadenza 3 aprile 2014 e che, nei termini fissati, non è pervenuta
alcuna comunicazione da parte di altra ditta in grado di fornire o produrre l’attrezzatura oggetto
della fornitura di cui trattasi;
Ritenuto, pertanto, necessario procedere all’acquisto dell’IVIS “Spectrum Series”- Micro TAC
Quantum FX completo di accessori come richiesto dal prof. Maurizio Averna, competente
componente del Comitato di Coordinamento e dal prof. Giulio Ghersi, responsabile scientifico, per
la realizzazione delle attività del progetto PONa3_00273;
Preso atto che l’attrezzatura de quo è contenuta nell’elenco delle attrezzature da acquistare
all’interno del progetto, come da rimodulazione approvata dal MIUR con nota prot. n. 5714 del
12/3/2014;
Considerato che per l’attrezzatura sopra indicata era stata stanziata una somma pari ad €
780.00,00 IVA compresa, e che il prezzo offerto dalla PerkinElmer Italia S.p.A. per l’acquisizione
della strumentazione in parola, è ritenuto congruo dai professori Maurizio Averna e Giulio Ghersi,
così come si evince nella richiesta di acquisto succitata;
Considerato che, in merito alla procedura di affidamento diretto della fornitura si rileva che l’art.
57, comma 2, lett. b) del D.Lgs. n. 163/2006 consente l’acquisizione di beni mediante procedura
negoziata senza previa pubblicazione di un bando di gara “per ragioni di natura tecnica o artistica
ovvero attinenti alla tutela di diritti esclusivi”;
Considerato, inoltre, che nella fattispecie sussistono gli estremi per il ricorso alla procedura
negoziata con un unico interlocutore, sulla scorta delle indicazioni contenute nella relazione
tecnica firmata dalla dott.ssa Rosa Serio e dal professore Maurizio Averna e nella dichiarazione di
esclusività prodotta dalla PerkinElmer Italia S.p.A.;
Viste le citate linee guida per la gestione tecnica, amministrativa e contabile del progetto di
potenziamento, le quali prevedono che nei casi di “esclusiva”, si può prescindere da qualsiasi
procedura selettiva, ferme restando le verifiche di legge, a cura del competente ufficio dell’Area
Patrimoniale e Negoziale, nei confronti della ditta individuata;
Visto l’art. 50 del Regolamento per l’Amministrazione, la Finanza e la Contabilità dell’Università
degli Studi di Palermo, emanato con D.R. n. 285 del 07/02/2013;
Ravvisata l’urgenza di autorizzare la procedura per l’acquisto dell’attrezzatura succitata, in
considerazione della necessità di rispettare le tempistiche di attuazione del progetto
PONa3_00273;
Considerato che non è prevista a breve una seduta del C.d.A.;
Visto l’art. 14 dello Statuto di Ateneo;
VISTO l’art. 16 del Regolamento Generale di Ateneo;
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
324
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
DECRETA
Per i motivi richiamati in premessa e da ritenersi qui integralmente riportati:

Di autorizzare l’Area Patrimoniale e Negoziale ad acquistare, sulla base del capitolato
prestazionale fornito, l’attrezzatura denominata “IVIS “Spectrum Series”- Micro TAC
Quantum FX” completo di accessori” dalla PerkinElmer Italia S.p.A, Via Tiepolo, 24 –
20900 Monza (MB), facendo ricorso alla procedura negoziata con un unico interlocutore, ai
sensi dell’ art 57, comma 2, lett. b) del D.Lgs. n. 163/2006, per un importo complessivo di €
637.435+ IVA di legge per la realizzazione nell’ambito del progetto di potenziamento
PONa3_00273 – PON R&C 2007/2013 - dello “Stabulario per piccoli animali” previsto
all’interno del Laboratorio Integrato di Analisi in Vivo;

Di far gravare la spesa complessiva di € 637.435+ IVA di legge sull’impegno a residuo n.
2990/2011 voce di bilancio “R4DA00P8MSPO01“ PON R&C 2007/2013 ASSE I - Obiettivo
operativo 4.1.1.4 - I^ AZIONE - PONa3_00273 Mediterranean Center for Human Health
Advanced Biotechnologies (Med-CHHAB) - Progetto di Potenziamento - R.S. Prof. Giulio
Ghersi”, con specifico sub-impegno;

Di far gravare il contributo da versare all’Autorità di Vigilanza sui Contratti Pubblici (AVCP)
nonché le spese di pubblicità sulla G.U.R.I., anche per il successivo esito di gara, sul
finanziamento del progetto in parola;

Di dare mandato al Dirigente dell’Area Patrimoniale e Negoziale di compiere qualsiasi atto
consequenziale fino al collaudo delle attrezzature.
Il presente Decreto sarà sottoposto a ratifica nella prima seduta utile del Consiglio di
Amministrazione.
Il Responsabile della gestione
delle procedure di acquisizione
f.to Dott. Giovanni Tarantino
Il Responsabile Amministrativo
del progetto
f.to Dott. Luciano Tropea
Il Dirigente dell’Area Patrimoniale e Negoziale
f.to Dott. Calogero Schilleci
Il Dirigente dell’Area Ricerca e Sviluppo
f.to Dott. Gandolfo Gallina
Il Consiglio di Amministrazione
Visto il Decreto n. 1918/2014 - prot. n. 33961 del 14/05/2014, adottato dal Rettore in via d’urgenza
citato in premessa;
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Sentita la relazione del Presidente della Commissione Bilancio Edilizia Patrimonio e rapporti con
AOUP;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
325
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
96. Ratifica D.R. n. 1919/2014 - prot. n. 33963 del 14/05/2014 nell’ambito del progetto dal
titolo “Mediterranean Center for Human Health Advanced Biotechnologies (MedCHHAB)” - PONa3_00273 finanziato a valere sull’avviso MIUR n. 254/Ric del 18
maggio 2011
Il Rettore, con decreto n. 1919/2014 del 14/05/2014 prot. n. 33963 del 14/05/2014, emanato in via
d’urgenza, ha autorizzato l’Area Patrimoniale e Negoziale ad acquistare l’attrezzatura denominata
“High Resolution Desk-Top Microtomograph” con il nome commerciale di Skyscan 1272, facendo
ricorso alla procedura negoziata con un unico interlocutore, ai sensi dell’art 57, comma 2, lett. b)
del D.Lgs. n. 163/2006, presso la Bruker Italia Srl Viale V. Lancetti, 43 20158 Milano, per un
importo complessivo di € 279.000,00 + IVA di legge, per la realizzazione nell’ambito del progetto
di potenziamento PONa3_00273 – PON R&C 2007/2013 - del “Laboratorio di preparazione
biomateriali” previsto all’interno del Laboratorio Integrato materiali biocompatibili.
Il progetto individuale di potenziamento PONa3_00273 – Med-CHHAB, ammesso a finanziamento
nell’ambito dell’avviso MIUR n. 254/Ric del 18/05/2011 – PON R&C 2007/2013 Asse I – obiettivo
operativo 4.1.1.4, di cui è responsabile scientifico il prof. Giulio Ghersi, si articola in tre linee
generali di creazione e rafforzamento delle strumentazioni ed infrastrutture riguardanti i seguenti
laboratori:
1. Laboratorio integrato di materiali biocompatibili per la sintesi, lo sviluppo, l’analisi, i
trattamenti ed il processamento di materiali per le biotecnologie della salute umana, da
quelli protesici a quelli per la rigenerazione tessutale a quelli per il rilascio di farmaci alle
terapie più avanzate.
2. Laboratorio integrato di biotecnologie cellulari e molecolari per la produzione e la
propagazione di colture cellulari primarie e staminali, per l’analisi su larga scala di DNA,
RNA e proteine, per il bioimaging molecolare.
3. Laboratorio integrato di analisi in vivo, su modelli animali, di presidi biotecnologici,
scaffolds rigenerativi, sistemi di rigenerazione, etc.
In relazione alla realizzazione del “Laboratorio di preparazione biomateriali” previsto all’interno del
Laboratorio Integrato di materiali biocompatibili, i professori Vincenzo La Carrubba, componente di
affiancamento del Comitato di Coordinamento per il Laboratorio di preparazione biomateriali,
Valerio Brucato, competente componente del Comitato di Coordinamento e Giulio Ghersi,
responsabile scientifico del progetto, hanno sottoscritto la relazione tecnica descrittiva delle
caratteristiche specifiche della strumentazione richiesta del 21/03/2014, nella quale si attesta che
l’attrezzatura “High Resolution Desk-Top Microtomograph” fornita dalla Bruker Italia Srl con il
nome commerciale di Skyscan 1272, è quella più aderente alle esigenze analitiche e di ricerca
relative ai protocolli del sopracitato laboratorio.
Insieme alla richiesta di acquisto sono stati presentati il capitolato prestazionale e la
documentazione attestante l’unicità dell’attrezzatura da acquistare del 18/03/2014, rilasciata dalla
Bruker Italia Srl, nella quale la stessa dichiara di essere l’unica distributrice in Italia
dell’attrezzatura “Skyscan 1272” che presenta una serie di caratteristiche che lo rendono unico sul
mercato, analiticamente indicate.
Riscontrata la regolarità della documentazione presentata e verificato, altresì, che l’attrezzatura
della quale è stato richiesto l’acquisto è contenuta nell’elenco delle strumentazioni da acquistare
all’interno del progetto (come da rimodulazione approvata dal MIUR con nota prot. n. 5714 del
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
326
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
12/3/2014), al fine di procedere tempestivamente all’avvio della procedura acquisitiva è stato
emanato, in via d’urgenza, il Decreto Rettorale n. 1919 del 14/05/2014 succitato.
Tutto ciò premesso si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
la ratifica del Decreto Rettorale n. 1919/2014 del 14/05/2014 – prot. n. 33963 del 14/05/2014,
emanato in via d’urgenza, nel testo di seguito integralmente riportato:
IL RETTORE
Visto il progetto individuale di potenziamento denominato “Mediterranean Center for Human
Health Advanced Biotechnologies (Med – CHHAB) – codice PONa3_00273, di cui l’Ateneo è
soggetto attuatore, responsabile scientifico prof. Giulio Ghersi, finanziato a valere sull’avviso MIUR
n. 254/Ric del 18.05.2011–PON e R&C 2007/2013 Asse I – obiettivo operativo 4.1.1.4 – I Azione;
Considerato che il progetto si prefigge di promuovere la crescita in ambito territoriale ed oltre, di
laboriosità industriali ed applicative di elevato profilo tecnologico attraverso la creazione di un
centro di riferimento tecnologico-scientifico in grado di accogliere e sviluppare capacità di
eccellenza della Regione, dell’Area Mediterranea e dell’Europa, attraverso la costituzione di un
centro di ricerca e sviluppo;
Considerato che il progetto si articola in tre linee generali di creazione e rafforzamento delle
strumentazioni ed infrastrutture riguardanti i seguenti laboratori:
1. Laboratorio integrato di materiali biocompatibili per la sintesi, lo sviluppo, l’analisi, i
trattamenti ed il processamento di materiali per le biotecnologie della salute umana, da
quelli protesici a quelli per la rigenerazione tessutale a quelli per il rilascio di farmaci alle
terapie più avanzate.
2. Laboratorio integrato di biotecnologie cellulari e molecolari per la produzione e la
propagazione di colture cellulari primarie e staminali, per l’analisi su larga scala di DNA,
RNA e proteine, per il bioimaging molecolare.
3. Laboratorio integrato di analisi in vivo, su modelli animali, di presidi biotecnologici,
scaffolds rigenerativi, sistemi di rigenerazione, etc.
Considerato che, per garantire la corretta realizzazione delle attività previste dal progetto, nel
rispetto degli obiettivi dichiarati, è stato istituito da parte del Rettore, con nota prot. n. 31828 del
23/04/2012, un Comitato di Coordinamento di gestione del progetto;
Considerato, inoltre, che su proposta di tale Comitato sono stati individuati dei componenti da
affiancare allo stesso Comitato per le azioni di dettaglio nella costruzione e sviluppo dei laboratori
individuati nel progetto;
Vista la circolare, prot. 52155 del 20/06/2012, con cui il Direttore Amministrativo ha emanato le
linee guida finalizzate alla gestione tecnica, amministrativa e contabile del progetto di
potenziamento PONa3_00273, individuando i responsabili tecnici ed amministrativi impegnati nel
processo attuativo e definendo il processo di gestione delle spese nonché, tra l’altro, le modalità e
le procedure acquisite delle attrezzature;
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
327
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Tenuto conto che nel rispetto delle citate linee guida, in relazione all’implementazione delle
attrezzature previste per la realizzazione del “Laboratorio di preparazione biomateriali”, con
nota prot. n. 21483 del 24/03/2014, il Prof. Valerio Brucato, competente componente del Comitato
di Coordinamento e responsabile per le attività del citato laboratorio, unitamente al prof. Giulio
Ghersi, Responsabile Scientifico del progetto, hanno inviato una richiesta di acquisto mediante
procedura negoziata con unico interlocutore dell’attrezzatura denominata High Resolution DeskTop Microtomograph, per un costo stimato pari ad € 279.000 IVA esclusa;
Visto il capitolato prestazionale contenente la descrizione delle caratteristiche tecniche di cui la
strumentazione succitata deve essere dotata;
Vista la relazione tecnica, sottoscritta dai professori Valerio Brucato, competente componente del
Comitato di Coordinamento, Giulio Ghersi, responsabile scientifico del progetto e Vincenzo La
Carrubba, componente di affiancamento del Comitato di Coordinamento per il Laboratorio di
preparazione di biomateriali, descrittiva delle caratteristiche specifiche della strumentazione
richiesta nella quale si attesta che l’attrezzatura High Resolution Desk-Top Microtomograph fornito
in esclusiva dalla Bruker Italia Srl con il nome commerciale di Skyscan 1272 è l’unico in possesso
di una serie di caratteristiche, analiticamente descritte, utili a soddisfare le esigenze del
Laboratorio di preparazione di biomateriali previsto all’interno del Laboratorio Integrato di
Materiali Biocompatibili;
Vista la dichiarazione di unicità della Bruker Italia Srl del 19 marzo 2014 nella quale la stessa
attesta di essere l’unica azienda nel territorio europeo ed extra europeo a detenere i diritti di
vendita e distribuzione del sistema Skyscan 1272 che presenta caratteristiche di unicità
analiticamente elencate;
Vista l’offerta economica della Bruker Italia Srl nella quale l’attrezzatura richiesta, viene proposta
ad un prezzo complessivo di € 279.000 IVA esclusa (offerta nr.0030b/14 del 18/3/2014);
Ritenuto, pertanto, necessario procedere all’acquisto dell’High Resolution Desk-Top
Microtomograph fornito in esclusiva dalla Bruker Italia Srl con il nome commerciale di Skyscan
1272 come richiesto dal prof. Valerio Brucato, competente componente del Comitato di
Coordinamento e dal prof. Giulio Ghersi, responsabile scientifico, per la realizzazione delle attività
del progetto PONa3_00273;
Preso atto che l’attrezzatura de quo è contenuta nell’elenco delle attrezzature da acquistare
all’interno del progetto, come da rimodulazione approvata dal MIUR con nota prot. n. 5714 del
12/3/2014;
Considerato che per l’attrezzatura sopra indicata era stata stanziata una somma pari ad €
350.00,00 IVA compresa, e che il prezzo offerto dalla Bruker Italia Srl per l’acquisizione della
strumentazione in parola, è ritenuto congruo dai professori Valerio Brucato e Giulio Ghersi, così
come si evince nella richiesta di acquisto succitata;
Considerato che, in merito alla procedura di affidamento diretto della fornitura si rileva che l’art.
57, comma 2, lett. b) del D.Lgs. n. 163/2006 consente l’acquisizione di beni mediante procedura
negoziata senza previa pubblicazione di un bando di gara “per ragioni di natura tecnica o artistica
ovvero attinenti alla tutela di diritti esclusivi”;
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
328
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Considerato, inoltre, che nella fattispecie sussistono gli estremi per il ricorso alla procedura
negoziata con un unico interlocutore, sulla scorta delle indicazioni contenute nella relazione
tecnica firmata dai professori, Brucato, Ghersi e La Carrubba e nella dichiarazione di esclusività
prodotta dalla Bruker Italia Srl;
Viste le citate linee guida per la gestione tecnica, amministrativa e contabile del progetto di
potenziamento, le quali prevedono che nei casi di “esclusiva”, si può prescindere da qualsiasi
procedura selettiva, ferme restando le verifiche di legge, a cura del competente ufficio dell’Area
Patrimoniale e Negoziale, nei confronti della ditta individuata;
Considerato che è stato pubblicato sull’Albo Ufficiale di Ateneo l’avviso di verifica di sussistenza
del requisito di unicità con scadenza 3 aprile 2014 e che, nei termini fissati, non è pervenuta
alcuna comunicazione da parte di altra ditta in grado di fornire o produrre l’attrezzatura oggetto
della fornitura di cui trattasi;
Visto l’art. 50 del Regolamento per l’Amministrazione, la Finanza e la Contabilità dell’Università
degli Studi di Palermo, emanato con D.R. n. 285 del 07/02/2013;
Ravvisata l’urgenza di autorizzare la procedura per l’acquisto dell’attrezzatura succitata, in
considerazione della necessità di rispettare le tempistiche di attuazione del progetto
PONa3_00273;
Considerato che non è prevista a breve una seduta del C.d.A.;
Visto l’art. 14 dello Statuto di Ateneo;
VISTO l’art. 16 del Regolamento Generale di Ateneo;
DECRETA
Per i motivi richiamati in premessa e da ritenersi qui integralmente riportati:

Di autorizzare l’Area Patrimoniale e Negoziale ad acquistare, sulla base del capitolato
prestazionale fornito, l’attrezzatura High Resolution Desk-Top Microtomograph con il nome
commerciale di Skyscan 1272 dalla Bruker Italia Srl Viale V. Lancetti, 43 – 20158 Milano,
facendo ricorso alla procedura negoziata con un unico interlocutore, ai sensi dell’ art 57,
comma 2, lett. b) del D.Lgs. n. 163/2006, per un importo complessivo di € 279.000+ IVA di
legge per la realizzazione nell’ambito del progetto di potenziamento PONa3_00273 – PON
R&C 2007/2013 - del “Laboratorio di preparazione biomaterieli” previsto all’interno del
Laboratorio Integrato di Materiali Biocompatibili;

Di far gravare la spesa complessiva di € 279.000+ IVA di legge sull’impegno a residuo n.
2990/2011 voce di bilancio “R4DA00P8MSPO01“ PON R&C 2007/2013 ASSE I - Obiettivo
operativo 4.1.1.4 - I^ AZIONE - PONa3_00273 Mediterranean Center for Human Health
Advanced Biotechnologies (Med-CHHAB) - Progetto di Potenziamento - R.S. Prof. Giulio
Ghersi”, con specifico sub-impegno;
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
329
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO

Di far gravare il contributo da versare all’Autorità di Vigilanza sui Contratti Pubblici (AVCP)
nonché le spese di pubblicità sulla G.U.R.I., anche per il successivo esito di gara, sul
finanziamento del progetto in parola;

Di dare mandato al Dirigente dell’Area Patrimoniale e Negoziale di compiere qualsiasi atto
consequenziale fino al collaudo delle attrezzature.
Il presente Decreto sarà sottoposto a ratifica nella prima seduta utile del Consiglio di
Amministrazione.
Il Responsabile della gestione
delle procedure di acquisizione
Dott. Giovanni Tarantino
Il Dirigente dell’Area Patrimoniale e Negoziale
Dott. Calogero Schilleci
Il Responsabile Amministrativo
Il Dirigente dell’Area Ricerca e Sviluppo
del progetto
Dott. Gandolfo Gallina
Dott. Luciano Tropea
Il Consiglio di Amministrazione
Visto il Decreto n. 1919/2014 - prot. n. 33963 del 14/05/2014, adottato dal Rettore in via d’urgenza
citato in premessa;
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Sentita la relazione del Presidente della Commissione Bilancio Edilizia Patrimonio e rapporti con
AOUP;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
97. Ratifica D.R. n. 1920/2014 - prot. n. 33967 del 14/05/2014 nell’ambito del progetto dal
titolo “Mediterranean Center for Human Health Advanced Biotechnologies (MedCHHAB)” - PONa3_00273 finanziato a valere sull’avviso MIUR n. 254/Ric del 18
maggio 2011
Il Rettore, con decreto n. 1920/2014 del 14/05/2014 prot. n. 33967 del 14/05/2014, emanato in via
d’urgenza, ha autorizzato l’Area Patrimoniale e Negoziale ad acquistare l’attrezzatura denominata
“Analizzatore genomico”, facendo ricorso alla procedura negoziata con un unico interlocutore, ai
sensi dell’ art 57, comma 2, lett. b) del D.Lgs. n. 163/2006, presso la ditta Life Technologies Italia,
Via G. B. Tiepolo, 18 – 20900 Monza (MI), per un importo complessivo di € 143.439,88 + IVA di
legge, per la realizzazione nell’ambito del progetto di potenziamento PONa3_00273 – PON R&C
2007/2013 - del “Laboratorio di Genomica, Trascrittomica, Proteomica e Metabolomica” previsto
all’interno del Laboratorio Integrato di biotecnologie cellulari e molecolari.
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
330
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Il progetto individuale di potenziamento PONa3_00273 – Med-CHHAB, ammesso a finanziamento
nell’ambito dell’avviso MIUR n. 254/Ric del 18/05/2011 – PON R&C 2007/2013 Asse I – obiettivo
operativo 4.1.1.4, di cui è responsabile scientifico il prof. Giulio Ghersi, si articola in tre linee
generali di creazione e rafforzamento delle strumentazioni ed infrastrutture riguardanti i seguenti
laboratori:
1. Laboratorio integrato di materiali biocompatibili per la sintesi, lo sviluppo, l’analisi, i
trattamenti ed il processamento di materiali per le biotecnologie della salute umana, da
quelli protesici a quelli per la rigenerazione tessutale a quelli per il rilascio di farmaci alle
terapie più avanzate.
2. Laboratorio integrato di biotecnologie cellulari e molecolari per la produzione e la
propagazione di colture cellulari primarie e staminali, per l’analisi su larga scala di DNA,
RNA e proteine, per il bioimaging molecolare.
3. Laboratorio integrato di analisi in vivo, su modelli animali, di presidi biotecnologici,
scaffolds rigenerativi, sistemi di rigenerazione, etc.
In relazione alla realizzazione del “Laboratorio di Genomica, Trascrittomica, Proteomica e
Metabolomica” previsto all’interno del Laboratorio Integrato di biotecnologie cellulari e molecolari, i
professori Maurizio Averna, competente componente del Comitato di Coordinamento e Giulio
Ghersi, responsabile scientifico del progetto, hanno sottoscritto la relazione tecnica descrittiva
delle caratteristiche specifiche della strumentazione richiesta del 20/03/14, nella quale si attesta
che la piattaforma AB 3500 Genetic Analyzer completa di accessori dalla Life Technologies Italia,
è l’unica in possesso delle caratteristiche tecniche necessarie per le attività richieste dal
Laboratorio stesso.
Insieme alla richiesta di acquisto sono stati presentati il capitolato prestazionale, la
documentazione attestante l’unicità dell’attrezzatura da acquistare del 20/03/14, rilasciata dalla
Life Technologies Italia, nella quale si attesta che la suddetta ditta è l’unica distributrice in Italia
della piattaforma AB 3500 Genetic Analyzer completa di accessori che presenta una serie di
caratteristiche che lo rendono unico sul mercato, analiticamente indicate.
Riscontrata la regolarità della documentazione presentata e verificato, altresì, che l’attrezzatura
della quale è stato richiesto l’acquisto è contenuta nell’elenco delle strumentazioni da acquistare
all’interno del progetto (come da rimodulazione approvata dal MIUR con nota prot. n. 5714 del
12/3/2014), al fine di procedere tempestivamente all’avvio della procedura acquisitiva è stato
emanato, in via d’urgenza, il Decreto Rettorale n. 1920 del 14/05/2014 succitato.
Tutto ciò premesso si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
la ratifica del Decreto Rettorale n. 1920/2014 del 14/05/2014 – prot. n. 33967 del 14/05/2014,
emanato in via d’urgenza, nel testo di seguito integralmente riportato:
IL RETTORE
Visto il progetto individuale di potenziamento denominato “Mediterranean Center for Human
Health Advanced Biotechnologies (Med – CHHAB) – codice PONa3_00273, di cui l’Ateneo è
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
331
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
soggetto attuatore, responsabile scientifico prof. Giulio Ghersi, finanziato a valere sull’avviso MIUR
n. 254/Ric del 18.05.2011–PON e R&C 2007/2013 Asse I – obiettivo operativo 4.1.1.4 – I Azione;
Considerato che il progetto si prefigge di promuovere la crescita in ambito territoriale ed oltre, di
laboriosità industriali ed applicative di elevato profilo tecnologico attraverso la creazione di un
centro di riferimento tecnologico-scientifico in grado di accogliere e sviluppare capacità di
eccellenza della Regione, dell’Area Mediterranea e dell’Europa, attraverso la costituzione di un
centro di ricerca e sviluppo;
Considerato che il progetto si articola in tre linee generali di creazione e rafforzamento delle
strumentazioni ed infrastrutture riguardanti i seguenti laboratori:
1. Laboratorio integrato di materiali biocompatibili per la sintesi, lo sviluppo, l’analisi, i
trattamenti ed il processamento di materiali per le biotecnologie della salute umana, da
quelli protesici a quelli per la rigenerazione tessutale a quelli per il rilascio di farmaci alle
terapie più avanzate.
2. Laboratorio integrato di biotecnologie cellulari e molecolari per la produzione e la
propagazione di colture cellulari primarie e staminali, per l’analisi su larga scala di DNA,
RNA e proteine, per il bioimaging molecolare.
3. Laboratorio integrato di analisi in vivo, su modelli animali, di presidi biotecnologici,
scaffolds rigenerativi, sistemi di rigenerazione, etc.
Considerato che, per garantire la corretta realizzazione delle attività previste dal progetto, nel
rispetto degli obiettivi dichiarati, è stato istituito da parte del Rettore, con nota prot. n. 31828 del
23/04/2012, un Comitato di Coordinamento di gestione del progetto;
Considerato, inoltre, che su proposta di tale Comitato sono stati individuati dei componenti da
affiancare allo stesso Comitato per le azioni di dettaglio nella costruzione e sviluppo dei laboratori
individuati nel progetto;
Vista la circolare, prot. 52155 del 20/06/2012, con cui il Direttore Amministrativo ha emanato le
linee guida finalizzate alla gestione tecnica, amministrativa e contabile del progetto di
potenziamento PONa3_00273, individuando i responsabili tecnici ed amministrativi impegnati nel
processo attuativo e definendo il processo di gestione delle spese nonché, tra l’altro, le modalità e
le procedure acquisite delle attrezzature;
Tenuto conto che nel rispetto delle citate linee guida, in relazione all’implementazione delle
attrezzature previste per la realizzazione del “Laboratorio di Genomica, Trascrittomica,
Proteomica e Metabolomica”, con nota prot. n. 23454 del 1/4/2014, il Prof. Maurizio Averna,
competente componente del Comitato di Coordinamento e responsabile per le attività del citato
laboratorio, unitamente al prof. Giulio Ghersi, Responsabile Scientifico del progetto, hanno inviato
una richiesta di acquisto mediante procedura negoziata con unico interlocutore dell’attrezzatura
denominata “Analizzatore genomico”, per un costo stimato pari ad € 143.439,88 IVA esclusa;
Visto il capitolato prestazionale contenente la descrizione delle caratteristiche tecniche di cui la
strumentazione succitata deve essere dotata;
Vista la relazione tecnica, sottoscritta dal prof. Salvatore Feo, componente di affiancamento del
Comitato di Coordinamento per il Laboratorio di Genomica, Trascrittomica, Proteomica e
Metabolomica, dal prof. Maurizio Averna, competente componente del Comitato di
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
332
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Coordinamento, e dal prof. Giulio Gersi, Responsabile scientifico del progetto, descrittiva delle
caratteristiche specifiche della strumentazione richiesta nella quale si attesta che l’attrezzatura
denominata “AB 3500 Genetic Analyzer” appartenente agli analizzatori genomici della Life
Technology, di produzione sia la più aderente alle esigenze analitiche e di ricerca relative ai
protocolli del Laboratorio di Genomica, Trascrittomica, Proteomica e Metabolomica previsto
all’interno del Laboratorio Integrato di biotecnologie cellulari e molecolari;
Vista le dichiarazioni di unicità e di esclusiva distribuzione della Life Tecnologies Italia nelle quali
la stessa dichiara che la piattaforma AB 3500 Genetic Analyzer presenta caratteristiche tecniche di
unicità analiticamente indicate, ed è prodotta dalla Life Technologies Usa, e distribuita in esclusiva
nel territorio italiano dalla Life Technologies Italia;
Vista l’offerta economica della Life Technologies Italia, nella quale l’attrezzatura richiesta completa
di accessori viene proposta ad un prezzo complessivo di € 143.439,88 IVA esclusa (offerta
S1084218 del 20/3/2014);
Ritenuto, pertanto, necessario procedere all’acquisto della piattaforma AB 3500 Genetic Analyzer
completa di accessori come richiesto dal prof. Maurizio Averna, competente componente del
Comitato di Coordinamento e dal prof. Giulio Ghersi, responsabile scientifico, per la realizzazione
delle attività del progetto PONa3_00273;
Preso atto che l’attrezzatura de quo è contenuta nell’elenco delle attrezzature da acquistare
all’interno del progetto, come da rimodulazione approvata dal MIUR con nota prot. n. 5714 del
12/3/2014;
Considerato che per l’attrezzatura sopra indicata era stata stanziata una somma pari ad €
175.00,00 IVA compresa, e che il prezzo offerto dalla Life Technologies Italia per l’acquisizione
della strumentazione in parola, è ritenuto congruo dai professori Maurizio Averna e Giulio Ghersi,
così come si evince nella richiesta di acquisto succitata;
Considerato che, in merito alla procedura di affidamento diretto della fornitura si rileva che l’art.
57, comma 2, lett. b) del D.Lgs. n. 163/2006 consente l’acquisizione di beni mediante procedura
negoziata senza previa pubblicazione di un bando di gara “per ragioni di natura tecnica o artistica
ovvero attinenti alla tutela di diritti esclusivi”;
Considerato, inoltre, che nella fattispecie sussistono gli estremi per il ricorso alla procedura
negoziata con un unico interlocutore, sulla scorta delle indicazioni contenute nella relazione
tecnica firmata dai professori Averna, Ghersi e Feo nella dichiarazione di esclusività prodotta dalla
Life Technologies Italia;
Viste le citate linee guida per la gestione tecnica, amministrativa e contabile del progetto di
potenziamento, le quali prevedono che nei casi di “esclusiva”, si può prescindere da qualsiasi
procedura selettiva, ferme restando le verifiche di legge, a cura del competente ufficio dell’Area
Patrimoniale e Negoziale, nei confronti della ditta individuata;
Considerato che è stato pubblicato sull’Albo Ufficiale di Ateneo l’avviso di verifica di sussistenza
del requisito di unicità con scadenza 9 maggio 2014 e che, nei termini fissati, non è pervenuta
alcuna comunicazione da parte di altra ditta in grado di fornire o produrre l’attrezzatura oggetto
della fornitura di cui trattasi;
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
333
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Visto l’art. 50 del Regolamento per l’Amministrazione, la Finanza e la Contabilità dell’Università
degli Studi di Palermo, emanato con D.R. n. 285 del 07/02/2013;
Ravvisata l’urgenza di autorizzare la procedura per l’acquisto dell’attrezzatura succitata, in
considerazione della necessità di rispettare le tempistiche di attuazione del progetto
PONa3_00273;
Considerato che non è prevista a breve una seduta del C.d.A.;
Visto l’art. 14 dello Statuto di Ateneo;
VISTO l’art. 16 del Regolamento Generale di Ateneo;
DECRETA
Per i motivi richiamati in premessa e da ritenersi qui integralmente riportati:

Di autorizzare l’Area Patrimoniale e Negoziale ad acquistare, sulla base del capitolato
prestazionale fornito, la piattaforma AB 3500 Genetic Analyzer completa di accessori dalla
Life Technologies Italia, Via G. B. Tiepolo, 18 – 20900 Monza (MI), facendo ricorso alla
procedura negoziata con un unico interlocutore, ai sensi dell’ art 57, comma 2, lett. b) del
D.Lgs. n. 163/2006, per un importo complessivo di € 143.439,88 + IVA di legge per la
realizzazione nell’ambito del progetto di potenziamento PONa3_00273 – PON R&C
2007/2013 - del “Laboratorio di Genomica, Trascrittomica, Proteomica e
Metabolomica” previsto all’interno del Laboratorio Integrato di Biotecnologie Cellulari
e Molecolari;

Di far gravare la spesa complessiva di € 143.439,88 + IVA di legge sull’impegno a residuo
n. 2990/2011 voce di bilancio “R4DA00P8MSPO01“ PON R&C 2007/2013 ASSE I Obiettivo operativo 4.1.1.4 - I^ AZIONE - PONa3_00273 Mediterranean Center for Human
Health Advanced Biotechnologies (Med-CHHAB) - Progetto di Potenziamento - R.S. Prof.
Giulio Ghersi”, con specifico sub-impegno;

Di far gravare il contributo da versare all’Autorità di Vigilanza sui Contratti Pubblici (AVCP)
nonché le spese di pubblicità sulla G.U.R.I., anche per il successivo esito di gara, sul
finanziamento del progetto in parola;

Di dare mandato al Dirigente dell’Area Patrimoniale e Negoziale di compiere qualsiasi atto
consequenziale fino al collaudo delle attrezzature.
Il presente Decreto sarà sottoposto a ratifica nella prima seduta utile del Consiglio di
Amministrazione.
Il Responsabile della gestione
delle procedure di acquisizione
Dott. Giovanni Tarantino
Il Responsabile Amministrativo
del progetto
Il Dirigente dell’Area Patrimoniale e Negoziale
Dott. Calogero Schilleci
Il Dirigente dell’Area Ricerca e Sviluppo
f.to Dott. Gandolfo Gallina
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
334
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
f.to Dott. Luciano Tropea
IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE
Visto il Decreto n. 1920/2014 - prot. n. 33967 del 14/05/2014, adottato dal Rettore in via d’urgenza
citato in premessa;
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Sentita la relazione del Presidente della Commissione Bilancio Edilizia Patrimonio e rapporti con
AOUP;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
98. Riorganizzazione funzionale degli spazi degli edifici 12, corpo aggiunto e 15 di viale
delle scienze e Trasferimento della Direzione del Dipartimento di Scienze Giuridiche,
della Società e dello Sport presso i locali di Piazza Bologni n.8- Palermo
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Premesso che:
- Nella seduta del 15 aprile u.s. questo Consiglio di Amministrazione ha deliberato in ordine
alla riorganizzazione funzionale dei locali degli edifici 12, corpo aggiunto e 15 del Parco
d’Orleans in viale delle Scienze (OdG 66) e alla assegnazione alla Scuola di Scienze
Giuridiche, dei locali già occupati dalla Presidenza della Facoltà di Farmacia al secondo
piano dell’ex Convento della Martorana (OdG 65).
- Per dare attuazione a tale delibera è stato concordato con i Responsabili delle diverse
strutture interessate il crono programma che definisce i tempi e la successione dei
trasferimenti e dei lavori connessi con tale attività, riassunti negli elaborati grafici allegati
alla presente delibera.
- Il suddetto programma è stato approvato dai Responsabili delle Strutture interessate nel
corso della riunione del 29 maggio u.s. come da relativo Verbale che di seguito si riporta:
VERBALE DELLA RIUNIONE SVOLTA IN DATA 29 MAGGIO 2014 PRESSO I LOCALI DEL
RETTORATO – 3° PIANO STERI – PER ESAMINARE IL PROGETTO DI RIORGANIZZAZIONE
DEGLI EDIFICI 12 (EX FACOLTA’ DI LETTERE E FILOSOFIA), 15 (EX FACOLTA’ DI SCIENZE
DELLA FORMAZIONE), CORPO AGGIUNTO (EDIFICIO WURTH) E CORPO BASSO E IL
RELATIVO CRONOPROGRAMMA.
Il giorno 29.05.2014 alle ore 9.00, a seguito di convocazione del Pro Rettore per l’Edilizia, presso
lo Steri, piano 3° si riuniscono i Signori:
Prof. Antonio De Vecchi, Prof. Girolamo Cusimano, Prof.ssa Maria Concetta Di Natale, Prof.
Giusto Picone, Prof. Stefano Boca, Prof. Calogero Licata, Prof. Aurelio Burgio, Ing. Dario La Torre,
Geom. Giuseppe Di Fiore, Arch. Giuseppe Rotolo.
Nel corso della odierna riunione il Pro Rettore per l’Edilizia, Prof. De Vecchi, illustra i contenuti del
progetto definitivo di sistemazione degli edifici 12 (ex Facoltà di Lettere e Filosofia), 15 (ex Facoltà
di Scienze della Formazione), corpo aggiunto (edificio Wurth) e corpo basso, elaborato a seguito di
quanto deliberato dal Consiglio di Amministrazione dell’Ateneo sull’argomento nella seduta del
15.04.2014.
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
335
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Nel corso della discussione si procede ad illustrare la successione delle diverse fasi dei
trasferimenti e dei lavori previsti con l’ausilio degli elaborati grafici e del cronoprogramma degli
interventi.
A seguito di specifiche osservazioni degli intervenuti, fra l’altro, si concorda che:

Al piano terra del corpo basso, l’ufficio prospiciente l’ingresso sarà dotato di apertura
vetrata, così da fungere da front-office e primo punto di informazione della Biblioteca di
Antichistica.

Le N° 4 unità di personale afferenti ai Dipartimenti di Scienze Umanistiche e Cultura e
Società in atto allocate presso il primo piano dell’edificio Wurth saranno trasferite al piano terra
dello stesso edificio e in particolare: N° 2 nel locale limitrofo all’attuale ingresso principale e N° 2
all’interno della sala per le immediate esigenze degli utenti della sala lettura.

La Direzione del Dipartimento di Psicologia avrà sede nei locali di ottavo piano (lato destro)
dell’edificio 15, che saranno ristrutturati ed adeguati a tale funzione.
A conclusione della riunione i convenuti approvano il programma discusso, così come illustrato
negli elaborati allegati al presente Verbale.
Alle ore 11,30 ha termine la riunione e, con essa, il presente Verbale, il quale sarà trasmesso entro
martedì 3 giugno p.v. dal Pro Rettore per l’Edilizia a tutti gli intervenuti e si intenderà dagli stessi
approvato, in assenza di osservazioni, dopo i successivi due giorni.
Prof. Antonio De Vecchi
Prof. Girolamo Cusimano
Prof.ssa Maria Concetta Di Natale
Prof. Giusto Picone
Prof. Stefano Boca
Prof. Calogero Licata
Prof. Aurelio Burgio
Ing. Dario La Torre
Geom. Giuseppe Di Fiore
Arch. Giuseppe Rotolo
Nell’ambito di tale processo di razionalizzazione delle strutture, alcuni Docenti del
Dipartimento di Scienze Giuridiche, della Società e dello Sport, in atto ospitati presso l’edificio 15,
dovranno essere trasferiti presso la sede del Dipartimento in via Maqueda 172, mentre i Docenti
afferenti al Dipartimento Culture e Società che in atto hanno la loro sede presso i locali del piano
primo di Piazza Bologni, saranno trasferiti presso l’edificio 15 di viale delle Scienze.
Vi è la necessità di accorpare gli Uffici della direzione del dipartimento di Scienze
Giuridiche, della Società e dello Sport che in atto sono frazionati in sedi inadeguate.
Le limitazioni dell’uso dei locali dell’ex Collegio San Rocco di via Maqueda n. 324, creano
notevoli difficoltà alle attività del dipartimento DEMS, che occupava detti locali.
Sulla base delle superiori premesse, ad integrazione e completamento di quanto già deliberato,
per dare immediato avvio ai trasferimenti risulta necessario procedere preliminarmente ad attuare
le seguenti iniziative:
1. gli Uffici della Direzione del Dipartimento di Scienze Giuridiche, della Società e dello Sport
che in atto si trovano ubicati nei locali dell’ex facoltà di Giurisprudenza si dovranno trasferire
presso i locali siti al primo piano di piazza Bologni n. 8, Palermo;
2. i locali che saranno in tal modo resi liberi presso la sede di via Maqueda 172 potranno così
essere utilizzati dai docenti del Dipartimento di Scienze Giuridiche, della Società e dello
Sport che attualmente occupano i locali del 2° piano dell’edificio n. 15 di viale delle Scienze,
Palermo;
3. i docenti afferenti al Dipartimento di Culture e Società che attualmente occupano il primo
piano dello stabile di piazza Bologni n. 8 troveranno sistemazione nei locali resisi liberi nel
suddetto ed. 15, a seguito del trasferimento di cui al superiore punto 2;
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
336
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
4. i docenti del Dipartimento DEMS che attualmente occupano i locali del primo piano di
piazza Bologni n. 8, unitamente ad altri docenti dello stesso Dipartimento che fanno parte
della Scuola di Scienze Giuridiche e che si trovano attualmente ubicati in condizioni
disagevoli presso l’ex collegio San Rocco, nonché a quelli che occupano la Sede Centrale,
troveranno sistemazione presso i locali dell’ex “Convento della Martorana”, già occupati
dalla Presidenza della Facoltà di Farmacia.
Il Responsabile del procedimento
f.to Dott. Pier Luigi D’Angelo
Il Dirigente
f.to Dott. Calogero Schilleci
IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE
Vista la proposta del Responsabile del Procedimento
Sentita la relazione del Presidente della Commissione Bilancio Edilizia Patrimonio e rapporti con
AOUP;
all’unanimità
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata il crono programma e gli elaborati
grafici, che di seguito si riportano, nonché le ulteriori attività elencate ai numeri 1, 2, 3 e 4
che dovranno essere avviate con urgenza perché propedeutiche allo sviluppo dei successivi
trasferimenti
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
337
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
338
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
339
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
340
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Letto ed approvato seduta stante.
99. Ratifica D.R. n.D2124 del 29/05/2014
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
341
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Formulando la seguente proposta è necessario premettere che l’Università degli Studi di Palermo, a
seguito di esperimento di asta pubblica indetta con bando del 14/11/2013 in ottemperanza, alla
deliberazione del Consiglio di Amministrazione n. 45 del 22.10.2013, ha affidato alla Ditta “PU.MA.
Immobiliare di Puleo Marianna” l’incarico di vendere diversi immobili di proprietà dell’Ateneo, tra cui
due locali commerciali siti a Palermo in via Montepellegrino n. 61/A e n. 63.
Al riguardo l’agenzia “PU.MA. immobiliare” ha conseguentemente sottoposto alla valutazione del
Dirigente dell’Area Patrimoniale e Negoziale dell’Ateneo la seguente proposta di acquisto formulata
da ciascuno degli attuali conduttori per gli immobili rispettivamente occupati:
- prezzo offerto per il locale di via Montepellegrino n. 61/A (adibito a negozio di ottica – mq. 51 )
€. 107.100,00 ( valore medio €. 2.100 al mq);
- prezzo offerto per il locale di via Montepellegrino n. 63 (adibito a negozio di Farmacia – mq. 75)
€. 157.500,00 (valore medio €. 2100 al mq.).
In ultimo, per evitare gli ulteriori costi e oneri di gestione che ancora sussisterebbero con la ritardata
alienazione dei predetti locali, il Rettore dell’Università degli Studi di Palermo ha autorizzato con
decreto n. D2124/2014 del 29.5.2014, prot. n. 37931 del 29.5.2014 il Dirigente dell’Area Patrimoniale
e Negoziale a compiere tutti gli atti necessari per l’alienazione degli immobili meglio descritti in
premessa.
Tutto ciò premesso e considerato si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
La ratifica del decreto n. D2124/2014 del 29/5/2014 prot. n. 37931 del 29/5/2014 che di seguito
integralmente si riporta:
Decreto n. D2124/2014
IL RETTORE
In ordine a
“Lascito Gugino - immobile dell’Università degli Studi di Palermo
via Montepellegrino n. 61 e n. 63”.
VISTA la delibera del Consiglio di Amministrazione n. 45 del 22.10.2013, con la quale è stato dato
mandato all’Area Patrimoniale e Negoziale di esperire apposita procedura per l’individuazione di
agenzia immobiliare cui demandare il compito di procedere, in nome e per conto dell’Ateneo,
all’alienazione di immobili rientranti nel patrimonio universitario, fissando altresì il prezzo base dei
suddetti immobili;
VISTE le proposte formulate dalla suddetta agenzia, dopo essere stata individuata, relativa
all’alienazione degli immobili di Via Montepellegrino al civico 61 e Via Montepellegrino al civico 63;
CONSIDERATO che dalla suddetta relazione si evince la circostanza che entrambe le offerte
risultano inferiori rispetto alle valutazioni originariamente poste a base d’asta nella suddetta
deliberazione;
CONSIDERATO che nella consistenza patrimoniale 2013 il Dirigente dell’Area Patrimoniale e
Negoziale ha proceduto a rivalutare tutti gli immobili del patrimonio universitario sulla scorta dei
valori O.M.I. sussistenti all’epoca del periodo di riferimento;
CONSIDERATO, altresì, che tali valori O.M.I. nel corso del 2014 hanno subìto un ulteriore
decremento;
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
342
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
VISTA la nota del 09.04.2014, con la quale l’agenzia ha formulato idonee considerazioni sulla
effettiva congruità di entrambe le offerte suddette rispetto agli attuali valori di mercato;
CONSIDERATO, altresì, che è necessario tener conto, per quanto riguarda specificamente
l’immobile di Via Montepellegrino al civico 63 (Farmacia), occorre tenere presente, come già in
altre analoghe fattispecie recentemente approvate dal Consiglio di Amministrazione, che la
valutazione complessiva deve tener conto della circostanza che l’immobile è comunque locato;
VISTI i decreti n. 1615/2014 del 17.04.2014 e n. 1653/2014 del 22.04.2014, con i quali il Dirigente
dell’Area Patrimoniale e Negoziale accetta la proposta formulata, rispettivamente,
dal sig. Francesco La Mendola, per € 115.000,00 (euro centoquindicimila) e dalla dott.ssa Maria
Micale, per € 158.000,00 (euro centocinquantottomila);
CONSIDERATO che il suddetto Dirigente dovrà procedere, per entrambi gli immobili, alla stipula
del relativo preliminare di vendita;
CONSIDERATA l’urgenza;
DECRETA
autorizzare il Dirigente dell’Area Patrimoniale e Negoziale a compiere tutti gli atti necessari per
l’alienazione degli immobili meglio descritti in premessa, al prezzo sopra ricordato.
Il presente decreto sarà sottoposto a ratifica da parte del Consiglio di Amministrazione.
IL RETTORE
F.TO Prof. Roberto Lagalla
Il Responsabile del procedimento
f.to Dott. Pier Luigi D’Angelo
Il Dirigente dell’Area Patrimoniale e Negoziale
f.to Dott. Calogero Schilleci
IL CONSIGLIO DI AMMINSTRAZIONE
Vista la proposta del Responsabile del Procedimento
DELIBERA
di ratificare il Decreto Rettorale n. D2124/2014 del 29/5/2014 in conformità della proposta sopra
riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
100. Ratifica D.R. n. 2098 del 28/05/2014
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
VISTA la reversale di incasso n. 3398 del 22/5/2014 del finanziamento erogato dall’Assessorato
della salute della Regione Sicilia per il pagamento dei medici in formazione specialistica
con contratto regionale, pari a €. 445.163,00, relativo a emolumenti già corrisposti
dall’Ateneo agli aventi diritto, con anticipazione su fondi propri;
VISTA la disposizione n. 312 del 28/4/2014 con la quale sono stati liquidati i compensi spettanti ai
medici in formazione specialistica con contratto regionale iscritti al 5° e 6° anno, per i mesi
di febbraio e marzo c.a.;
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
343
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
VISTE le delibere del C. di A. del 17/9/2013 e del 25/2/2014, con le quali lo stesso ha autorizzato il
pagamento degli emolumenti spettanti ai medici specializzandi con contratto finanziato su
fondi regionali solo in seguito all’accertamento del trasferimento da parte della Regione
Sicilia e del reale introito delle relative risorse finanziarie;
VISTA la nota dello Studio legale Marino del 14/5/2014 di diffida al pagamento degli emolumenti
arretrati al dott. G. F. Marino, specializzando con contratto regionale;
CONSIDERATO che sull’impegno n. 17820 del 17/12/2013 era disponibile una somma residua
pari a €. 34.422,72;
RITENUTO concreto e attuale il rischio di azioni legali da parte dei medici specializzandi con
contratto finanziato su fondi regionali iscritti agli anni dal 1° al 4° di corso, ai quali
dovevano ancora essere liquidate le mensilità di febbraio, marzo e aprile c.a.;
VISTO il D.R. n. 2098 /2014 del 28/05/2014 che ha autorizzato la liquidazione ai medici
specializzandi con contratto finanziato su fondi regionali iscritti agli anni dal 1° al 4° di
corso, della mensilità di febbraio c.a. per un totale di € 477.974,77 che di seguito si
riporta:
IL RETTORE
VISTA la reversale di incasso n. 3398 del 22/5/2014 del finanziamento erogato dall’Assessorato
della salute della Regione Sicilia per il pagamento dei medici in formazione specialistica
con contratto regionale, pari a €. 445.163,00, relativo a emolumenti già corrisposti
dall’Ateneo agli aventi diritto, con anticipazione su fondi propri;
VISTA la disposizione n. 312 del 28/4/2014 con la quale sono stati liquidati i compensi spettanti ai
medici in formazione specialistica con contratto regionale iscritti al 5° e 6° anno, per i mesi
di febbraio e marzo c.a.;
VISTE le delibere del C. di A. del 17/9/2013 e del 25/2/2014, con le quali lo stesso ha autorizzato il
pagamento degli emolumenti spettanti ai medici specializzandi con contratto finanziato su
fondi regionali solo in seguito all’accertamento del trasferimento da parte della Regione
Sicilia e del reale introito delle relative risorse finanziarie;
VISTA la nota dello Studio legale Marino del 14/5/2014 di diffida al pagamento degli emolumenti
arretrati al dott. G. F. Marino, specializzando con contratto regionale;
CONSIDERATO che sull’impegno n. 17820 del 17/12/2013 è disponibile una somma residua pari
a €. 34.422,72;
RITENUTO concreto e attuale il rischio di azioni legali da parte dei medici specializzandi con
contratto finanziato su fondi regionali iscritti agli anni dal 1° al 4° di corso, ai quali devono
ancora essere liquidate le mensilità di febbraio, marzo e aprile c.a. e al fine di scongiurare
lo stesso con il conseguente aggravio di costi per il bilancio dell’Ateneo;
VISTO il proprio decreto n. 2080/2014 del 27/05/2014 che autorizza la liquidazione ai medici
specializzandi con contratto finanziato su fondi regionali iscritti agli anni dal 1° al 4° di
corso, delle mensilità di febbraio e marzo c.a. per un totale di € 477.974,77.
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
344
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
CONSIDERATO che la disponibilità complessiva risultante dalla somma della reversale di incasso
n. 3398 del 22/5/2014 di €. 445.163,00 e dal residuo disponile dell’impegno n. 17820 del
17/12/2013 di €. 34.422,72 è pari a €. 479.585,72, appena sufficiente per il pagamento
della sola mensilità di febbraio;
RILEVATO che nel predetto decreto, per mero errore materiale, si stabilisce erroneamente di
liquidare le mensilità di febbraio e marzo, laddove l’importo indicato di 477.974,77 si
riferisce, invece, alla somma necessaria per il pagamento della sola mensilità di febbraio;
DECRETA
il D.R.2080/2014 viene modificato nella parte dispositiva come appresso:
“Liquidare ai medici specializzandi con contratto finanziato su fondi regionali iscritti agli anni dal 1°
al 4° di corso, la mensilità di febbraio c.a. il cui ammontare è pari a €. 477.974,77.
Il presente decreto sarà sottoposto a ratifica da parte del Consiglio di Amministrazione.”.
IL RETTORE
Prof. Roberto Lagalla
CONSIDERATO che il predetto decreto è stato adottato al fine di scongiurare il rischio di azioni
legali da parte dei medici specializzandi con contratto finanziato su fondi regionali con il
conseguente aggravio di costi per il bilancio dell’Ateneo;
propone che il C. di A.
ratifichi il decreto rettorale citato in premessa che costituisce parte integrante della
presente;
Il responsabile del procedimento
Il Dirigente dell’Area
f.to Dott. Onofrio Alessi
Formazione, Cultura, Sevizi agli Studenti
ad interim
f.to Dott. Antonio Valenti
IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE
Vista la relazione del Responsabile del procedimento;
Sentita la relazione del Presidente della Commissione Bilancio Edilizia Patrimonio e rapporti con
AOUP;
all’unanimità,
DELIBERA
In conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
345
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
101. Ratifica D.R. n. 2362 del 16/06/2014
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Premesso che con delibera del Consiglio di Amministrazione del 28 ottobre 2013 n. 65 è stato
approvato il piano acquisti del SBA per l’anno 2014;
Ritenuto necessario ripristinare i servizi di editoria elettronica Nature, Science e RILM per l’anno
2014, essenziali per la prosecuzione delle attività di didattica e di ricerca dell’Ateneo correlate a tali
risorse;
Ritenuto necessario procedere alla sottoscrizione degli abbonamenti ai servizi di editoria elettronica
Nature, Science e RILM per l’anno 2014, facendo gravare la spesa nella voce di bilancio
D100030001SO70 “Spese funzionamento ordinario per il Sistema Bibliotecario dell’Ateneo”, dove si
sono realizzate delle economie di spesa rispetto alle previsioni iniziali;
Vista la proposta di servizio del Consorzio CINECA, trasmessa con mail del 25/03/2014,
relativamente all’abbonamento al periodico elettronico Nature per l’anno 2014;
Vista la proposta di servizio del Consorzio CINECA del 02/04/2014, relativamente all’abbonamento
al periodico elettronico Science con decorrenza luglio-dicembre 2014;
Vista la quotazione per l’abbonamento alla banca dati RILM, trasmessa con mail del 05/06/2014,
con decorrenza giugno 2014-maggio 2015;
Tenuto conto che le quotazioni per i servizi di abbonamento Science e RILM sono espresse in
valuta estera e pertanto il costo è suscettibile di variazioni dovute alle oscillazioni del cambio;
Considerato che per ragioni di urgenza si è dovuto procedere alla sottoscrizione degli
abbonamenti ai periodici elettronici Nature, Science e RILM 2014 con il Decreto Rettorale n.
2362/2014, prot. n. 42117 del 16/06/2014;
Tenuto conto che le somme necessarie sono state impegnate nella voce di bilancio
D10003001SO70 con gli impegni nn. 6798, 6802 e 6809 del 17/06/2014;
Visto che occorre sottoporre il Decreto Rettorale n. 2362/2014, prot. n. 42117 del 16/06/2014 alla
ratifica del Consiglio di Amministrazione;
Si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
di ratificare il Decreto Rettorale n. 2362/2014, prot. n. 42117 del 16/06/2014 che di seguito viene
riportato.
IL RETTORE
Vista la delibera del Consiglio di Amministrazione del 28/10/2013, punto 65 con la quale è stato
approvato il piano acquisti SBA 2014;
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
346
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Visto il Decreto Rettorale n. 1506/2014 del 09/04/2014, ratificato dal CdA nella seduta del
15/04/2014;
Ritenuto necessario procedere alla sottoscrizione degli abbonamenti ai servizi di editoria elettronica
Nature, Science e RILM per l’anno 2014, facendo gravare la spesa nella voce di bilancio
D100030001SO70 “Spese funzionamento ordinario per il Sistema Bibliotecario dell’Ateneo”, dove si
sono realizzate delle economie di spesa rispetto alle previsioni iniziali;
Vista la proposta di servizio del Consorzio CINECA, trasmessa con mail del 25/03/2014,
relativamente all’abbonamento al periodico elettronico Nature, per l’anno 2014;
Vista la proposta di servizio del Consorzio CINECA del 02/04/2014, relativamente all’abbonamento
al periodico elettronico Science, per l’anno 2014;
Vista la quotazione per l’abbonamento alla banca dati RILM, trasmessa con mail del 05/06/2014 con
decorrenza giugno 2014-maggio 2015;
Tenuto conto che le quotazioni degli abbonamenti Science e RILM sono espresse in valuta estera e
pertanto il costo è suscettibile di variazioni dovute alle oscillazioni del cambio;
DECRETA
1) di approvare la sottoscrizione dell’abbonamento al servizio di editoria elettronica Nature per
l’anno 2014 al costo di € 7.770,00 + IVA;
2) di approvare la sottoscrizione dell’abbonamento al servizio di editoria elettronica Science per
l’anno 2014, con decorrenza luglio-dicembre 2014, al costo di $ 2.817,50 + IVA, che in euro
è pari a 2.042,77 + IVA;
3) di approvare la sottoscrizione dell’abbonamento alla banca dati RILM, con decorrenza
giugno 2014-maggio 2015, al costo di $ 2.500 + IVA, che in euro è pari a 1.842,71 + IVA;
4) di far gravare la spesa nella voce di bilancio D100030001SO70 “Spese funzionamento
ordinario per il Sistema Bibliotecario dell’Ateneo” – e.f. 2014;
5) di autorizzare il Dirigente dell’Area patrimoniale e negoziale ad espletare la procedura di
affidamento e acquisizione delle forniture del servizio di editoria elettronica Nature, Science
e RILM, confermando l’affidamento al Consorzio CINECA della gestione della trattativa con
gli editori.
Il presente decreto sarà portato a ratifica nel prossimo Consiglio di Amministrazione.
Palermo, __________________
IL RETTORE
Prof. Roberto LAGALLA
Il Responsabile del procedimento
f.to Dott.ssa Marina D’Amore
Il Dirigente dell’Area
ad interim
f.to Dott. Antonio Valenti
IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
347
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Vista la relazione del responsabile del procedimento;
Sentita la relazione del Presidente della Commissione Bilancio Edilizia Patrimonio e rapporti con
AOUP;
all’unanimità
DELIBERA
di approvare in conformità con la proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
102. Lavori di recupero e riuso dell'ex Sala delle Verifiche - 1° Stralcio (importo progetto €.
1.000.000,00)
IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO
Riferisce che:
Il Responsabile Unico del Procedimento, ing. Antonio Sorce, ha trasmesso gli elaborati relativi ai
lavori di recupero e riuso dell’ex sala delle Verifiche del Complesso monumentale dello Steri – I
Stralcio , dell’importo complessivo di € 1.000.000,00, così distribuiti:
QUADRO ECONOMICO DI PROGETTO
A)
Lavori
758.185,13
A0.1) opere di demolizione e finitura
617.220,10
A0.2) impianto elettrico e telematico
52.760,51
A0.3) impianto di condizionamento
58.204,52
A0.4) impianto idrico e antincendio
30.000,00
A1)
importo dei lavori al netto degli oneri della sicurezza
A2)
oneri della sicurezza
758.185,13
62.437,99
Importo totale
B)
820.623,12
Somme a disposizione dell'Amministrazione
b1) lavori in economia esclusi dall'appalto
5.000,00
b2) oneri discarica
5.500,00
b3) imprevisti ed arrotondamenti (6,5%)
53.304,39
b4) IVA (10%)
82.062,31
b5) contributo autorità di vigilanza
600,00
b6) incentivo art.92 D.Lgs 163/06
16.412,46
b7) spese polizza respons. civile e profess. Art. 111 D.Lgs 163/06
2.500,00
b8) spese per pubblicità
14.000,00
179.379,17 € 179.379,17
totale
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
1.000.002,29
348
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Nella relazione tecnica allegata al progetto esecutivo è evidenziato che si rende necessario
avviare con urgenza i lavori di che trattasi, viste le gravi condizioni di dissesto riscontrate nelle
coperture oggetto di intervento
In data 26/6/2014 il citato RUP ha validato il suddetto progetto esecutivo, subordinatamente
all’acquisizione dei Nulla-Osta da parte della Soprintendenza dei BB.CC.AA di Palermo
La relativa spesa potrà trovare copertura finanziaria nel mutuo chirografario stipulato con Unicredit
in data 23/6/2014 e di prossima erogazione.
Pertanto si propone che il Consiglio
DELIBERI
I. Approvare gli elaborati tecnici relativi ai lavori di recupero e riuso dell’ex Sala delle
Verifiche del Complesso monumentale dello Steri – I Stalcio
II. Autorizzare l’Area Patrimoniale e Negoziale – Settore Appalti Opere e Lavori ad espletare
la procedura aperta, ai sensi dell’art. 122, del D. Lgs n. 163/2006 con il criterio di
aggiudicazione del prezzo più basso ai sensi dell’art. 82, commi 1 e 2 let. a) del citato D.
Lgs, subordinatamente all’effettiva erogazione delle somme correlate al mutuo 2014 megli
descritto in premessa.
III. Subordinare l’avvio delle procedure sopra descritte all’ottenimento del rilascio del Nullaosta da parte della Soprintendenza dei BB.CC.AA. di Palermo.
IV. Fare gravare la spesa complessiva pari ad €. 1.000.000,00, imputando la stessa sulla voce
del B.U. 620002Mut2014” Spese per interventi di manutenzione straordinaria – Mutuo
2014.
V. Dare mandato al Dirigente dell’Area Patrimoniale e Negoziale di compiere qualsiasi atto
consequenziale fino al collaudo dei lavori.
Il Responsabile del procedimento
f.to dott.ssa Marianna Tagliavia
Il Dirigente
f.to dott. Calogero Schilleci
Il Consiglio di Amministrazione
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Visto il parere della Commissione Bilancio, Edilizia e Patrimonio, Rapporti con l’Azienda
Ospedaliera Universitaria Policlinico Giaccone;
all’unanimità,
DELIBERA
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
349
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata, facendo voti affinché il ribasso d’asta
venga utilizzato per il completamento dei lavori.
Letto ed approvato seduta stante.
103. Lavori di manutenzione e di ripristino dei prospetti del Dipartimento DICAM Edificio 8
Viale delle Scienze - 1° Stralcio (importo progetto €. 1.520.000,00)
IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO
Riferisce che:
Con nota prot. n. 87484 del 26/6/2014 il Responsabile Unico del Procedimento, arch. Rosario Lo
Piccolo, ha trasmesso gli elaborati relativi al “I Stralcio dei lavori di manutenzione e di ripristino dei
prospetti e delle coperture del Dipartimento DICAM presso l’Edificio 8 di Parco d’Orleans”,
dell’importo complessivo di € 1.520.000,00, così distribuiti:
a) Lavori
a.1) Importo a base di gara
a.2) Importo per l'attuazione dei piani di sicurezza
a.3) Importo a base d'asta
b) Somme a disposizione dell'Amministrazione
b.1) Imprevisti
b.2) Lavori in economia esclusi dall'appalto
b.3) Spese per polizza respons.civile e professionale
b.4) Incentivi ex art. 92 Dlgs 163/2006 e ss. mm. e ii.
b.5) Oneri ispettore di cantiere incluso iva e previdenza
b.6) Spese di pubblicità
b.7) Oneri di accesso alla discarica
b.8) Accertamento di laboratorio e verifiche tecniche
b.9) IVA 22%
Totale somme a disposizione
€ 1.122.832,10
€
73.303,23
€ 1.049.528,87
€
€
€
€
€
€
€
€
€
€
62.188,20
10.000,00
2.500,00
22.456,64
25.000,00
13.000,00
10.000,00
5.600,00
247.023,06
397.767,90
Importo progetto
€ 1.122.832,10
€
397.767,90
€ 1.520.000,00
Gli elaborati di progetto evidenziano la grave configurazione di degrado e dissesto dei prospetti e
delle coperture del Dipartimento DICAM, che rende urgente ed indifferibile l’esecuzione dei lavori
previsti.
La relativa spesa potrà trovare copertura finanziaria nel mutuo chirografario stipulato con Unicredit
in data 23.06.2014 e di prossima erogazione.
Pertanto si propone che il Consiglio
DELIBERI
I)
Approvare gli elaborati tecnici relativi al “I Stralcio dei lavori di manutenzione e di ripristino dei
prospetti e delle coperture del Dipartimento DICAM presso l’Edificio 8 di Parco d’Orleans”.
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
350
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
II)
Autorizzare l’Area Patrimoniale e Negoziale – Settore Appalti Opere e Lavori ad espletare la
procedura aperta, ai sensi del’art. 122, del D.Lgs n.163/2006, con il criterio di aggiudicazione
del prezzo più basso, ai sensi dell’art. 82, commi 1 e 2 let. a) del citato D.lgs,
subordinatamente all’effettiva erogazione delle somme correlate al mutuo 2014 meglio
descritto in premessa.
III)
Fare gravare la spesa complessiva pari ad € 1.520.000,00, imputando la stessa sulla voce del
B.U. 620002Mut2014 “Spese per interventi di manutenzione straordinaria – Mutuo 2014”.
IV)
Dare mandato al Dirigente dell’Area Patrimoniale e Negoziale di compiere qualsiasi atto
consequenziale fino al collaudo dei lavori.
Il Responsabile del procedimento
f.to dott.ssa Marianna Tagliavia
Il Dirigente
f.to dott. Calogero Schilleci
Il Consiglio di Amministrazione
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Visto il parere della Commissione Bilancio, Edilizia e Patrimonio, Rapporti con l’Azienda
Ospedaliera Universitaria Policlinico Giaccone;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
104. Appello avverso le Ordinanze n. 375 e 376 del 09/05/2014 TAR - Sicilia per contenziosi
relativi al trattenimento in servizio di professori universitari. Art.1 D.L. n. 90 del
24/06/2014 :abrogazione delle norme relative al trattenimento in servizio
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Successivamente alla conferma da parte del Consiglio di Giustizia amministrativa delle
ordinanze TAR n. 741 e 743 del 22 novembre 2013, pronunciate nei ricorsi proposti dai Prof.ri
Sergio Agrifoglio e Girolamo Monteleone per il mancato accoglimento delle istanze di trattenimento
in servizio ex art. 16 comma 1 del d.lgs. n. 503/1992, l’Ateneo ha proceduto all’esecuzione delle
stesse.
A tal fine ha effettuato una istruttoria ex novo e una nuova valutazione delle posizioni
interessate, in esito alle quali, con delibere nn. 39 e 40 del 25 febbraio 2014 il CdA ha determinato
“in coerenza coi presupposti stabiliti dalla legge e con le indicazioni fornite dal TAR, che non
sussistono esigenze organizzative e funzionali che impongano il trattenimento in servizio” dei
docenti in questione.
Questi nuovi provvedimenti e le relative note di trasmissione sono stati ulteriormente
impugnati dai ricorrenti e il TAR, con le ordinanze nn.375 e 376 del 9 maggio 2014, ha accolto la
domanda di sospensione dell’efficacia degli atti impugnati, unicamente sulla base della ritenuta
sussistenza dell’allegato pregiudizio grave ed irreparabile.
L’Avvocatura ha proposto appello avverso le suddette ordinanze che, comunque, si
presentano in concreto ineseguibili.
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
351
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Difatti, così come per le precedenti, l’esecuzione delle odierne ordinanze non potrebbe
in ogni caso comportare un mantenimento in servizio con conseguente riammissione a far data
dalle ordinanze stesse, neanche come conseguenza della sospensione degli effetti del nuovo
diniego e del provvedimento di cessazione.
Il superamento del limite di età per il collocamento a riposo previsto per legge, non può
intervenire senza un provvedimento espresso da parte dell’Ateneo, che si determini ad esercitare
la facoltà, prevista dalla legge come discrezionale, di trattenere in servizio i propri dipendenti, in
relazione alle sue esigenze organizzative e funzionali.
Peraltro, nelle more dei contenziosi di che trattasi, il CdA con delibera n. 34 del 13
maggio 2014 ha ribadito il carattere eccezionale dell’istituto in questione e l’esigenza che vengano
rispettate le generali esigenze di contenimento delle spesa pubblica, rivisitando i precedenti criteri
e diminuendo ulteriormente le ipotesi in cui può essere concesso.
A tale quadro bisogna aggiungere che il comma 1 dell’art.1 del D.L. 24 giugno 2014, n.
90, rubricato “Disposizioni per il ricambio generazionale nelle pubbliche amministrazioni”, ha
disposto l’abrogazione dell'articolo 16 del decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 503, dell'articolo
72, commi 8, 9, 10, del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito, con modificazioni, dalla
legge 6 agosto 2008, n. 133, e l'articolo 9. comma 31, del decreto-legge 31 maggio 2010, n. 78,
convertito, con modificazioni, dalla legge 30 luglio 2010, n. 122.
Il successivo comma 2, inoltre dispone che “I trattenimenti in servizio in essere alla data
di entrata in vigore del presente decreto sono fatti salvi fino al 31 ottobre 2014 o fino alla loro
scadenza se prevista in data anteriore. I trattenimenti in servizio disposti dalle amministrazioni
pubbliche di cui all'articolo 1, comma 2, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, e non
ancora efficaci alla data di entrata in vigore del presente decreto-legge sono revocati.”
Pertanto, per quanto esposto, si propone che il Consiglio di Amministrazione prenda atto
della proposizione dell’appello avverso le ordinanze in questione e dell’attuale ineseguibilità delle
stesse, tenuto anche conto delle nuove disposizioni contenute ai commi 1 e 2 dell’art. 1 del D.L. n.
90/2014.
Il Responsabile del procedimento
Il Dirigente
f.to dott. Chiara Terranova
f.to dott. Sergio Casella
Il Consiglio di Amministrazione
Viste le proprie delibere n.39 e 40 del 25 febbraio 2014;
viste le ordinanze del TAR nn.375 e 376 del 9 maggio 2014;
Vista la propria delibera n. 34 del 13 maggio 2014;
Visto il D.L. 24 giugno 2014, n. 90, in particolare l’art. 1 rubricato “Disposizioni per il ricambio
generazionale nelle pubbliche amministrazioni”, commi 1 e 2;
DELIBERA
di prendere atto della proposizione dell’appello avverso le ordinanze in questione e dell’attuale
ineseguibilità delle stesse, tenuto anche conto delle nuove disposizioni contenute ai commi 1 e 2
dell’art. 1 del D.L. n. 90/2014.
Letto ed approvato seduta stante
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
352
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
105. Accordo di collaborazione per la creazione di una rete tematica di ricerca comune
sull’arte tardo-gotica (XV-XVI sec.)
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Al fine di formalizzare una collaborazione tra il nostro Ateneo e le Università di Siviglia,
Lisbona e Cantabria, il prof. Marco Rosario Nobile del Dipartimento di Architettura ha proposto la
stipula di un accordo di collaborazione già firmato dalle università partner al fine di promuovere la
costruzione di una rete tematica tra ricercatori delle predette università. L'obiettivo della rete è
quello di analizzare i cantieri, le architetture e i maestri del XV e XVI secolo tra la penisola iberica e
le isole del Mediterraneo centrale e legati da una solida rete di interscambi e di mobilità di
committenti e operatori. La proposta di accordo è stata già approvata dal Senato Accademico nella
seduta del 17/06/2014.
Ciò premesso, si allega l'estratto del verbale del Consiglio del Dipartimento di Architettura
del 24 marzo c.a. con cui si approva la proposta di stipula e si precisa che la partecipazione a tale
iniziativa comporta per il DARCH la propria disponibilità della struttura e di personale della Sezione
Sfera per le ricerche previste senza oneri aggiuntivi per l'Ateneo. Si allegano, altresì, la nota del
prof. Marco Rosario Nobile, referente dell'accordo in oggetto, pervenuta in data 5 marzo c.a. e una
mail del prof. Ettore Barone da cui si evince che si può procedere alla stipula dell’accordo
nonostante la predetta indicazione inserita in delibera del S.A..
Ciò premesso si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
la stipula del predetto protocollo di collaborazione tra il nostro Ateneo e le Università di
Siviglia, Lisbona e Cantabria, che di seguito si riporta in lingua spagnola
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
353
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
354
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
355
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
356
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
357
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
358
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
359
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
360
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
361
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
362
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
363
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
364
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
365
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
366
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
367
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
368
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
369
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Il Responsabile del procedimento
f.to. Antonio Serafini
Il Dirigente
f.to Ing. Gandolfo Gallina
Il Consiglio di Amministrazione
Visto l’art. 9 dello Statuto di Ateneo;
Visto l'art. 53 del Regolamento Generale di Ateneo;
Visto l'estratto del verbale della seduta del Consiglio del Dipartimento di Architettura del
27/03/2014;
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante
106. Ratifica D.R. n.2501 del 26/06/2014
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Visto che l’Ateneo di Palermo ha avuto ammesso a finanziamento con decreto n. 2864/3
dell’1.8.2012, nell’ambito PO FESR Regione Siciliana 2007-2013 Linea 4.1.2.A, il progetto “INTEP
- Innovazione tecnologica e di processo per il settore manifatturiero” – codice unico di progetto,
CUP J41J12000110002, responsabile scientifico prof. Francesco Paolo La Mantia.
Visto che nel rispetto del piano finanziario approvato e dell'elenco della strumentazione da
acquisire, in relazione all’implementazione delle attrezzature previste, con nota del 7.1.2014, il
Prof. Francesco Paolo Mantia, nella qualità di responsabile scientifico del suddetto progetto, ha
inviato una richiesta di acquisto di un "Testa Stirring per Friction Stir Welding per la saldatura allo
stato solido di leghe di alluminio, magnesio e materiali alto-resistenziali di piccolo spessore.
Facendo ricorso alla procedura negoziata con un unico interlocutore ai sensi dell’art 57, comma 2,
lett. b) del D.Lgs. n. 163/2006, il Dipartimento ha pertanto proposto richiesta di autorizzazione
all’acquisto della suddetta attrezzatura nell’ambito del progetto PO FESR Regione Siciliana 20072013 Linea 4.1.2.A, il progetto “INTEP - Innovazione tecnologica e di processo per il settore
manifatturiero” – codice unico di progetto, CUP J41J12000110002, per un importo complessivo di
€ 202.000,00 IVA esclusa
Sulla base della richiesta prot 1917 del 26/06/2014 del Dipartimento DICAM e della successiva
comunicazione pervenuta via e.mail da parte del Responsabile Amministrativo in data 26/06/2014,
considerata la necessità di consentire l’acquisizione dell’attrezzatura nel rispetto delle scadenze e
del cronoprogramma previsti dal progetto approvato, è stato predisposto il decreto di urgenza del
Rettore che di seguito si riporta
Decreto n. 2501
del 26/06/2014
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
370
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
IL RETTORE
Vista la delibera del C.d.A. del 22/01/2013 n. 10 che ha approvato il Bilancio Unico di previsione di
Ateneo E.F. 2013;
Visto l’art. 16 del Regolamento per l’Amministrazione, la Finanza e la Contabilità dell’Università
degli Studi di Palermo, emanato con D.R. n. 3423 del 31/10/2013
Visto che l’Ateneo di Palermo ha avuto ammesso a finanziamento con decreto n. 2864/3
dell’1.8.2012, nell’ambito PO FESR Regione Siciliana 2007-2013 Linea 4.1.2.A, il progetto “INTEP
- Innovazione tecnologica e di processo per il settore manifatturiero” – codice unico di progetto,
CUP J41J12000110002, responsabile scientifico prof. Francesco Paolo La Mantia.
Visto che INTEP è un progetto di infrastrutturazione strumentale nel campo dei sistemi di
manifattura e consiste nell'acquisizione di strumentazioni necessarie in questo settore e nella loro
messa a regime.
Visto che il progetto coinvolge le seguenti università e enti: UNIME (capofila); UNICT; UNIKORE;
UNIPA e che per l'Ateneo di Palermo sono previsti interventi che saranno realizzati presso il
DICAM, il DICGIM, il DEIM e il Dipartimento di Fisica e Chimica.
Visto che nel rispetto del piano finanziario approvato e dell'elenco della strumentazione da
acquisire, in relazione all’implementazione delle attrezzature previste, con nota del 7.1.2014, il
Prof. Francesco Paolo Mantia, nella qualità di responsabile scientifico del suddetto progetto, ha
inviato una richiesta di acquisto di un "Testa Stirring per Friction Stir Welding per la saldatura allo
stato solido di leghe di alluminio, magnesio e materiali alto-resistenziali di piccolo spessore", il cui
costo stimato è pari ad € 199.000,00 oltre IVA, richiedendo l'affissione all'albo dell'Ateneo delle
caratteristiche tecniche da lui indicate al fine di valutare il ricorso alla procedura negoziata ai sensi
dell’art. 57, comma 2, lett. b), del D.Lgs. n. 163/2006 con unico interlocutore.
Considerato che l’Avviso relativo alla sussistenza del requisito dell’unicità per l’acquisto di un
"Testa Stirring per Friction Stir Welding per la saldatura allo stato solido di leghe di alluminio,
magnesio e materiali alto-resistenziali di piccolo spessore" è rimasto pubblicato all’Albo Ufficiale di
Ateneo dal 06/06/2014 al 13/06/2014 (n. 1008 del 06/06/2014);
Visto che la ditta ESAB con sede a Laxa (Svezia) ha risposto all’Avviso in data 10/06/2014 con
dichiarazione di unicità prot AE 14034;
Visto che in data 16/06/2014 con nota prot 1786 è stata inoltrata alla ditta ESAB una richiesta di
offerta economica per la fornitura della "Testa Stirring per Friction Stir Welding per la saldatura allo
stato solido di leghe di alluminio, magnesio e materiali alto-resistenziali di piccolo spessore";
Vista l’offerta economica della ditta ESAB AB Welding Automation, SE-695 81 LAXÅ, Sweden
(offerta del 16/06/2014 assunta al n. di prot. 1787 del 16.06.2014 nella quale la suddetta
attrezzatura viene proposta ad un prezzo complessivo di € 246.440,00 IVA inclusa).
Visto che il prezzo di € 246.440,00 IVA inclusa offerto dalla ditta ESAB AB Welding Automation,
SE-695 81 LAXÅ, Sweden per l’acquisizione della strumentazione in parola, è stato ritenuto
congruo dal prof. Francesco Paolo Mantia;
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
371
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Visto che l’attrezzatura denominata "testa Stirring per Friction Stir Welding per la saldatura allo
stato solido di leghe di alluminio, magnesio e materiali alto-resistenziali di piccolo spessore" è
contenuta nell’elenco delle attrezzature da acquistare all’interno del progetto.
Considerato che, in merito alla procedura di affidamento diretto della fornitura si rileva che il citato
art. 57, comma 2, lett. b) del D.Lgs. n. 163/2006 consente l’acquisizione di beni mediante
procedura negoziata senza previa pubblicazione di un bando di gara “per ragioni di natura tecnica
o artistica ovvero attinenti alla tutela di diritti esclusivi”.
Considerato che, sulla scorta delle indicazioni contenute nella relazione tecnica firmata dal Prof.
Francesco Paolo Mantia e nella dichiarazione di esclusività venduta e distribuita dalla ESAB AB
Welding Automation, SE-695 81 LAXÅ, Sweden, nella fattispecie sussistono gli estremi per il
ricorso alla procedura negoziata con un unico interlocutore,
Visto che la relativa proposta di delibera era stata posta all’odg della seduta del Consiglio di
Amministrazione del 19/06/2014, ma per un disguido fra uffici non è stato possibile esaminarne la
documentazione;
Vista la richiesta formulata prot 1917 del 26/06/2014 di autorizzazione all’avvio delle procedure
mediante decreto d’urgenza, considerata la necessità di consentire l’acquisizione dell’attrezzatura
nel rispetto delle scadenze e del cronoprogramma previsti dal progetto approvato;
Considerato che la successiva seduta utile di Consiglio di Amministrazione è prevista per il 30
giugno 2014, oltre i tempi utili previsti dal cronoprogramma,
Tutto ciò premesso,
DECRETA

Di autorizzare l’acquisto della "Testa Stirring per Friction Stir Welding per la saldatura allo
stato solido di leghe di alluminio, magnesio e materiali alto-resistenziali di piccolo
spessore", venduta e distribuita dalla ESAB AB Welding Automation, SE-695 81 LAXÅ,
Sweden facendo ricorso alla procedura negoziata con un unico interlocutore ai sensi
dell’art 57, comma 2, lett. b) del D.Lgs. n. 163/2006, per un importo complessivo di €
202.000,00 IVA esclusa nell’ambito del progetto PO FESR Regione Siciliana 2007-2013
Linea 4.1.2.A, il progetto “INTEP - Innovazione tecnologica e di processo per il settore
manifatturiero” – codice unico di progetto, CUP J41J12000110002, responsabile scientifico
prof. Francesco Paolo La Mantia;

Di far gravare la spesa complessiva di € 246.440,00 IVA inclusa da assumere in
c/competenza E.F. 2014 sulla voce di bilancio “R4D10+P0GU412A Innovaz. Tecnologica e
di Processo per il sett. manifattur. - INTEP - PO FESR Reg. Siciliana - 2007/2013 - Linea
intervento 4.1.2. A - tipol. a ) - Prof. La Mantia " su cui è stata accertata la copertura
finanziaria;
Il presente decreto sarà ratificato dal Consiglio di Amministrazione nella prima seduta utile.
F.to Il Rettore
Prof. Roberto Lagalla
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
372
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Pertanto si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
di ratificare il Decreto di urgenza del Rettore n. 2501/2014.
Il Responsabile del procedimento
F.to Dott.ssa Alessandra Corona
Il Direttore Generale
F.to Dott. Antonio Valenti
Il Consiglio di Amministrazione
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Sentita la relazione del Presidente della Commissione Bilancio Edilizia e Patrimonio, Rapporti con
l’AOUP
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
107 Ripartizione del 30% delle risorse derivanti dal Piano straordinario associati 2010-2013
per la chiamata dei Professori Associati ai sensi dell’art. 18 c. 1 della Legge 240/2010
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Vista le Legge n. 240/2010.
Vista la delibera del Consiglio di Amministrazione del 22.10.2013 con la quale sono state
programmate le risorse derivanti dal piano nazionale associati 2010-2013.
Visto il parere delle commissioni congiunte del Consiglio di Amministrazione “Gestione del
Personale, Funzionamento e Ricerca” e del Senato Accademico “Regolamenti e semplificazione
per i regolamenti”.
Considerato la sopracitata delibera ha previsto che le risorse assegnate vengano ripartite secondo
le seguenti percentuali:
50% per chiamate art. 24 c. 6 della Legge 240/2010;
30% per chiamate art. 18 c. 1 della Legge 240/2010;
20% per chiamate art. 18 c. 4 della Legge 240/2010;
Vista la delibera del Consiglio di Amministrazione del 05.04.2014 con la quale è stata stabilita
l’utilizzazione delle risorse derivanti dal piano straordinario associati 2010-13 per le chiamate ex
art.24 comma 6 della Legge n. 240/2010.
Considerato che adesso è necessario stabilire i criteri per l’assegnazione ai dipartimenti delle
risorse per chiamate art. 18 c. 1 della Legge 240/2010.
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
373
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Vista la relazione inviata dal Comitato di Coordinamento nominato con Decreto n° 2224/2013,
modificato con D.R. n°1669/2014, di seguito riportata:
“La ripartizione ai dipartimenti avverrà sulla base dei seguenti criteri:
- Indicatore RISd proposto dalla commissione ANVUR-CRUI per la distribuzione delle risorse ai
dipartimenti e basato sull’indicatore di qualità scientifica IPR (link);
- numero di abilitati “rimanenti”, Abr, dopo le procedure di chiamata diretta ex-art 24.
Numero di “posti” = (a*RISd + b* Abr(dip)/Abr(totali))*42
I coefficienti a e b potrebbero essere uguali .
Nessun dipartimento potrà avere meno di un “posto” e più di tre, ed in ogni caso non più del
numero di abilitati rimasti dopo la ripartizione della quota 50%.
Considerando che le procedure per chiamata diretta non sono ancora iniziate e tenuto conto della
necessità di avviare al più presto anche le procedure per le valutazioni comparative, si propone di
utilizzare nell’algoritmo precedente il numero degli abilitati.
In tutti i casi in cui il vincitore di una procedura di valutazione comparativa non risultasse un
ricercatore a tempo indeterminato in ruolo presso l’Università di Palermo, eventuali punti organico
aggiuntivi necessari all’assunzione graveranno sul budget del dipartimento richiedente la
procedura.
I Dipartimenti presenteranno una programmazione complessiva relativa alle posizioni di professore
associato, con ordine di priorità, motivando le richieste sulla base delle esigenze dell’attività sia
didattica sia scientifica del dipartimento stesso. Inoltre, la programmazione dovrà riportare il
“profilo” richiesto per ciascun SSD.”
In tale formula, il termine RISd è calcolato sulla base del nuovo indicatore di voto VQR per i
dipartimenti proposto dall’ANVUR per ripartire le risorse tra i dipartimenti e riportato nel documento
“Il confronto basato sul Dipartimento Virtuale Associato e sul Voto standardizzato (G. Poggi 24/2/2014)” dove:
Se
il parametro RISd dipende esclusivamente dalle dimensioni del dipartimento e quindi la
distribuzione sarà a pioggia, se
il parametro RISd risente fortemente l’influenza della qualità
della ricerca sulla distribuzione delle risorse.
Nell’espressione sopra riportata Nd è il numero dei membri del dipartimento. Comunque se Nd è
posto uguale a 1 le risorse sono distribuite indipendentemente dalle dimensioni dei dipartimenti e
quindi in base solo alla qualità relativa ai risultati della VQR.
Il Consiglio di Amministrazione dopo ampia discussione ritiene che debbano essere considerati
per la distribuzione delle risorse per chiamate ex art. 18 c. 1 della Legge 240/2010 a valere sul
piano straordinario:
- il numero di abilitati di ciascun dipartimento
- la bravura scientifica del dipartimento tenendo conto del numero dei membri dipartimento;
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
374
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
- la bravura scientifica del dipartimento indipendentemente dalle sue dimensioni.
Condivide in linea di principio la modalità di ripartizione delle risorse avanzata dal Comitato e
propone l’espressione:
Numero di “posti” al dip = (a1*RIS’d + a2*RIS’’d + b* Abr(dip)/Abr(totali)) * posti da distribuire
Dove:
essendo:
- Nd il numero dei membri del dipartimento;
- IPRd il parametro fornito dall’ANVUR che misura in modo normalizzato la bravura scientifica
del dipartimento sulla base della VQR.
- Abr(dip) = numero di abilitati “rimanenti”, dopo le procedure di chiamata diretta ex-art 24 o
numero di abilitati del dipartimento.
I coefficienti a1, a2, e b assumeranno i valori:
a1=…….
a2=……
b =……..
Nessun dipartimento potrà avere meno di un “posto” e più di tre ed in ogni caso non più del
numero di abilitati rimasti dopo la ripartizione della quota 50% per le chiamate ex art. 24 c. 6 della
Legge 240/2010.
In tutti i casi in cui il vincitore di una procedura di valutazione comparativa non risultasse un
ricercatore a tempo indeterminato in ruolo presso l’Università di Palermo, eventuali punti organico
aggiuntivi necessari all’assunzione graveranno sul dipartimento richiedente la procedura e in
particolare sul budget che sarà assegnato nelle programmazioni future per professori di prima o
seconda fascia.
I Dipartimenti presenteranno una programmazione relativa alle posizioni di professore associato
assegnate, con ordine di priorità, motivando le richieste sulla base:
 della capacità scientifica del / dei potenziali candidati interni
 del carico didattico del SSD in relazione all'offerta formativa
 del numero di professori di Ateneo del SSD computando rispettivamente 0 - 0,5 - 0,75 i
professori che vanno in pensione nell'anno, nel secondo anno e nel terzo anno.
 dell’anzianità in ruolo del / dei potenziali candidati interni
 degli incarichi gestionali istituzionali dei potenziali candidati interni solo per gli associati.
Pertanto si propone che il Consiglio di Amministrazione
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
375
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
DELIBERI
di approvare la ripartizione del 30% delle risorse derivanti dal Piano straordinario associati 20102013 per la chiamata dei Professori Associati ai sensi dell’art. 18 c. 1 della Legge 240/2010
La Responsabile del procedimento
F.to Dott.ssa Alessandra Fallica
La Dirigente
F.to Dott.ssa Giuseppa Lenzo
Il Rettore fa presente che il Senato Accademico, nella riunione appena conclusa, ha espresso il
proprio favorevole alla proposta sopra riportata con la sola cassazione del criterio “degli incarichi
gestionali istituzionali dei potenziali candidati interni solo per gli associati”.
Segue un ampio ed approfondito dibattito al quale prendono parte tutti i presenti e a conclusione
dello stesso
IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE
Vista le Legge n. 240/2010;
Vista la delibera del Consiglio di Amministrazione del 22.10.2013;
Visto il parere delle commissioni congiunte del Consiglio di Amministrazione “Gestione del
Personale, Funzionamento e Ricerca” e del Senato Accademico “Regolamenti e
semplificazione per i regolamenti”.
Vista la delibera del Consiglio di Amministrazione del 05.04.2014;
Vista la delibera del Senato Accademico del 30.06.2014 n°43;
Sentita la relazione del Presidente della Commissione Gestione del Personale, Funzionamento e
Ricerca;
Udito il Rettore;
dopo ampio dibattito;
all’unanimità,
DELIBERA
a) di approvare il seguente modello di ripartizione del 30% delle risorse derivanti dal Piano
straordinario associati 2010-2013 per la chiamata dei Professori Associati ai sensi dell’art. 18 c.
1 della Legge 240/2010 sulla base dei seguenti criteri:
- Indicatore RISd proposto dalla commissione ANVUR-CRUI per la distribuzione delle risorse
ai dipartimenti e basato sull’indicatore di qualità scientifica IPR (link);
- numero di abilitati “rimanenti”, Abr, dopo le procedure di chiamata diretta ex-art 24.
Numero di “posti” = (a*RISd + b* Abr(dip)/Abr(totali))*42
I coefficienti a e b potrebbero essere uguali.
Nessun dipartimento potrà avere meno di un “posto” e più di tre, ed in ogni caso non più del
numero di abilitati rimasti dopo la ripartizione della quota 50%.
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
376
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Considerando che le procedure per chiamata diretta non sono ancora iniziate e tenuto conto
della necessità di avviare al più presto anche le procedure per le valutazioni comparative, si
decide di utilizzare nell’algoritmo precedente il numero degli abilitati.
In tutti i casi in cui il vincitore di una procedura di valutazione comparativa non risultasse un
ricercatore a tempo indeterminato in ruolo presso l’Università di Palermo, eventuali punti
organico aggiuntivi necessari all’assunzione graveranno sul budget del dipartimento
richiedente la procedura.
I Dipartimenti presenteranno una programmazione complessiva relativa alle posizioni di
professore associato, con ordine di priorità, motivando le richieste sulla base delle esigenze
dell’attività sia didattica sia scientifica del dipartimento stesso. Inoltre, la programmazione
dovrà riportare il “profilo” richiesto per ciascun SSD.”
In tale formula, il termine RISd è calcolato sulla base del nuovo indicatore di voto VQR per i
dipartimenti proposto dall’ANVUR per ripartire le risorse tra i dipartimenti e riportato nel
documento “Il confronto basato sul Dipartimento Virtuale Associato e sul Voto standardizzato
(G. Poggi - 24/2/2014)” dove:
Al parametro α verrà successivamente attribuito il proprio valore.
Nell’espressione sopra riportata Nd è il numero dei membri del dipartimento. Comunque se
Nd è posto uguale a 1 le risorse sono distribuite indipendentemente dalle dimensioni dei
dipartimenti e quindi in base solo alla qualità relativa ai risultati della VQR.
b) Di considerare per la distribuzione delle risorse per chiamate ex art. 18 c. 1 della Legge
240/2010 a valere sul piano straordinario:
- il numero di abilitati di ciascun dipartimento
- la bravura scientifica del dipartimento tenendo conto del numero dei membri dipartimento;
- la bravura scientifica del dipartimento indipendentemente dalle sue dimensioni.
c) di condividere, in linea di principio, la modalità di ripartizione delle risorse avanzata dal Comitato
secondo la seguente espressione:
Numero di “posti” al dip = (a1*RIS’d + a2*RIS’’d + b* Abr(dip)/Abr(totali)) * posti da distribuire
Dove:
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
377
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
-
essendo:
Nd il numero dei membri del dipartimento;
IPRd il parametro fornito dall’ANVUR che misura in modo normalizzato la bravura scientifica
del dipartimento sulla base della VQR.
Abr(dip) = numero di abilitati “rimanenti”, dopo le procedure di chiamata diretta ex-art 24 o
numero di abilitati del dipartimento.
I coefficienti a1, a2, e b saranno successivamente determinati.
Nessun dipartimento potrà avere meno di un “posto” e più di tre ed in ogni caso non più del
numero di abilitati rimasti dopo la ripartizione della quota 50% per le chiamate ex art. 24 c. 6 della
Legge 240/2010.
In tutti i casi in cui il vincitore di una procedura di valutazione comparativa non risultasse un
ricercatore a tempo indeterminato in ruolo presso l’Università di Palermo, eventuali punti organico
aggiuntivi necessari all’assunzione graveranno sul dipartimento richiedente la procedura e in
particolare sul budget che sarà assegnato nelle programmazioni future per professori di prima o
seconda fascia.
I Dipartimenti presenteranno una programmazione relativa alle posizioni di professore associato
assegnate, con ordine di priorità, motivando le richieste sulla base:
 della capacità scientifica dei SSD inseriti tra le priorità
 del carico didattico del SSD in relazione all'offerta formativa
 del numero di professori di Ateneo del SSD computando rispettivamente 0 - 0,5 - 0,75 i
professori che vanno in pensione nell'anno, nel secondo anno e nel terzo anno.
A margine della suddetta deliberazione, il Consiglio di Amministrazione propone – senza efficacia,
allo stato degli atti - la seguente valorizzazione dei parametri numerici di cui sopra, fermo restando
il necessario e preventivo parere del Senato Accademico:
α = 0,5
a1 = 0,5
a2 = 0,3
b = 0,2
Letto ed approvato seduta stante.
Alle ore 20.30 esce il prof. Ferro
108. Piano Straordinario Associati Art. 24, comma 6 della Legge 240/2010. Criteri per
l'assegnazione alle Aree CUN delle posizioni residue
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Vista le Legge n. 240/2010.
Vista la delibera del Consiglio di Amministrazione del 15.04.2014 con la quale è stata stabilita
l’utilizzazione delle risorse derivanti dal piano straordinario associati 2010-13 per le chiamate ex
art.24 comma 6 della Legge n. 240/2010.
Visto il Decreto Rettorale n. 1860 del 09.05.2014 con il quale è stata nominata la Commissione
che ai sensi della citata delibera dovrà effettuare la ripartizione delle risorse alle 16 aree CUN-
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
378
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
VQR, di cui alla fase 1, e la stesura delle graduatorie all’interno delle singole aree, di cui alla fase
2.
Visto il verbale n. 3 del 28.06.2014, di seguito riportato, con il quale la Commissione, sopra citata
chiede che il Consiglio di Amministrazione deliberi uno o più criteri proposti per l’assegnazione alle
Aree CUN delle due posizioni residue.
COMMISSIONE PIANO STRAORDINARIO ASSOCIATI
VERBALE N. 3
L’anno duemilaquattordici, il giorno 28 del mese di giugno, alle ore 14,30, presso la Sala Consiliare
Dip. DICAM, è stata convocata la Commissione Piano Straordinario Associati di Ateneo, istituita
con decreto rettorale n. 1860 del 09 maggio 2014.
Sono presenti:
Prof. Antonio Cupane, rappresentante area CUN 02
Prof. Silvestre Buscemi, rappresentante area CUN 03
Prof. Pietro Di Stefano, rappresentante area CUN 04
Prof.ssa Anna Maria Puglia, rappresentante area CUN 05
Prof.ssa Giuseppina Campisi, rappresentante area CUN 06
Prof. Paolo Inglese, rappresentante area CUN 07
Prof. Goffredo La Loggia, rappresentante area CUN 08– sub-area 8a Ingegneria Civile
Prof. Gianfranco Rizzo, rappresentante area CUN 09
Prof. Oscar Belvedere, rappresentante area CUN 10
Prof. Giuseppe Falcone, rappresentante area CUN 12
Prof.ssa Miranda Cuffaro, rappresentante area CUN 13
Prof. Mario Gandolfo Giacomarra, rappresentante area CUN 14
Prof. Francesco Paolo La Mantia, Pro-Rettore alla programmazione, sviluppo e controllo strategico
e alle politiche dipartimentali e di reclutamento, Coordinatore della Commissione Piano
Straordinario Associati di Ateneo
Prof. Antonella Plaia, Delegato del Rettore al monitoraggio delle performance dell'Ateneo
Assenti giustificati: Prof. Andrea Sciascia, rappresentante area CUN 08 – sub-area 8b Architettura,
Prof. Antonio Restivo, rappresentante area CUN 01, Prof. Gioacchino Lavanco, rappresentante
area CUN 11 – sub-area bibliometrica.
OMISSIS
Fase I del Piano Straordinario degli Associati- Ripartizione tra le aree CUN delle posizioni
La commissione in data odierna procede, sulla base dei dati elaborati dalla prof.ssa Plaia alla
ripartizione delle 83 posizioni tra le 16 aree CUN, mediante l’applicazione dei parametri indicati in
delibera (CdA del 15 aprile 2014).
L’elaborazione dei dati porta al seguente risultato presentato in Tabella:
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
379
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Area
1
2
3
4
5
6
7
8.a
8.b
9
10
11.a
11.b
12
13
14
N area
5,1813
4,9002
5,3343
4,1493
4,4840
6,8296
3,2684
4,1976
6,2174
6,2876
6,1785
6,3484
3,7820
6,3339
5,5099
3,9976
83
N area
5,0000
5,0000
5,0000
4,0000
4,0000
7,0000
3,0000
4,0000
6,0000
6,0000
6,0000
6,0000
4,0000
6,0000
6,0000
4,0000
81
Proposta
Abilitati
assegnati
3,0000
5,0000
5,0000
3,0000
4,0000
10,0000
4,0000
3,0000
6,0000
6,0000
9,0000
6,0000
1,0000
6,0000
7,0000
3,0000
81,0000
6
10
12
5
11
33
11
6
18
15
27
20
2
16
21
6
219
Max
(50%)
3
5
6
3
6
17
6
3
9
8
14
10
1
8
11
3
Min
(30%)
2
3
4
2
4
10
4
2
6
5
9
6
1
5
7
2
: aree che hanno subito un incremento per raggiungere il valore minimo
_____: aree che hanno subito un decremento per raggiungere il valore massimo
Il Coordinatore illustra nel dettaglio i dati delle singole Aree e dopo ampia discussione la
Commissione approva la Tabella all’unanimità.
Il Coordinatore fa presente che rispetto alle 83 posizioni deliberate dal CdA, la Commissione
ripartisce con i criteri e la formula e le regole presenti nella delibera del CdA 81 posizioni.
La Commissione invita il Coordinatore a farsi portavoce presso il CdA dell’auspicio che per
l’assegnazione alle Aree CUN delle due posizioni residue si possa fare riferimento a uno o più
criteri che il CdA vorrà considerare, quali per esempio i seguenti emersi dal confronto delle
opinioni dei componenti la Commissione Istruttoria:
 l’attribuzione alle Aree, che non abbiano fruito nella presente ripartizione del bonus
derivante dalla forchetta 30-50% stabilita dal CdA, il cui valore di N di Area sia più vicino al
decimale 0,5;
 l’attribuzione alle Aree con il maggior numero di Abilitati e che non abbiano fruito, nella
presente ripartizione, del bonus derivante dalla forchetta 30-50% stabilita dal CdA;
 la valutazione VQR dell’area CUN;
 Aree in cui siano presenti RU ricorrenti per i quali il TAR ha disposto la sospensiva e che
hanno fatto istanza di essere inseriti nell’elenco degli abilitati UNIPA per II Fascia (I
tornata);
o combinazione dei precedenti criteri.
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
380
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Vengono anche proposti altri criteri, fra i quali la valutazione delle percentuali di successo delle
Aree nei progetti di ricerca.
OMISSIS
Alle ore 18,30 il Coordinatore dichiara conclusa la seduta.
Il presente verbale sottoscritto dal Coordinatore e dal Segretario sarà trasmesso al Responsabile
del procedimento, il quale provvederà a inviarlo agli organi collegiali.
Il Coordinatore
f.to Prof. Francesco Paolo La Mantia
Il Segretario
f.to Prof. Giuseppina Campisi
Pertanto si propone che il Consiglio di Amministrazione.
DELIBERI
uno o più criteri proposti per l’assegnazione alle Aree CUN delle due posizioni residue.
La Responsabile del procedimento
f.to Dott.ssa Alessandra Fallica
La Dirigente
f.to Dott.ssa Giuseppa Lenzo
Il Rettore illustra nel dettaglio i contenuti del verbale sopra riportato.
Fa presente, preliminarmente, che la ripartizione delle risorse del piano straordinario per gli
associati, secondo le delibere del Senato Accademico e del Consiglio di Amministrazione, prevede
che i punti organico disponibili, corrispondenti a 33,50, venga utilizzato nella seguente maniera:
 il 50% secondo le norme dell’art. 24 comma 6 della L. 240 (chiamata diretta) = 16,75;
 il 30% secondo l’art. 18 c. 1 (procedure di valutazione comparativa) = 10,05;
 il restante 20% secondo l’art. 18 c. 4 (procedure di valutazione comparativa finalizzate alle
chiamate di docenti esterni) = 6,70.
Sottolinea, pertanto, che le posizioni che risultano assegnabili per chiamata diretta sono 83,75
(16,75 punti organico per la percentuale 0,2, valore equivalente al passaggio da ricercatore ad
associato) arrotondate a 84 (numero intero più vicino), come peraltro attuato nel corso di tutta la
procedura.
A questo punto il Rettore propone che il Consiglio prenda in considerazione le proposte della
Commissione relative all’attribuzione delle 81 posizioni prese in considerazione come sopra
evidenziato e decida sulle attribuzioni delle residue tre posizioni alle Aree che, non avendo fruito del
bonus derivante dalla forchetta 30-50%, presentano il maggior numero di abilitati.
Il Consiglio per gli effetti della delibera n. 12 del 15 aprile 2014 e in esito all’approvazione del
Regolamento chiamate di cui agli artt. 18 e 24 della L. 240/2010 di cui al punto n. 13 della seduta
odierna prende visione dell’estratto del verbale sopra riportato.
A questo punto il Rettore riferisce al Consiglio il numero dei ricercatori a tempo indeterminato distinti
per Area, per come comunicati dal Settore Programmazione Risorse Umane con mail odierna delle
ore 14,57:
Area 01 Scienze matematiche e informatiche
31
Area 02 Scienze fisiche
24
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
381
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Area 03 Scienze chimiche
46
Area 04 Scienze della terra
11
Area 05 Scienze biologiche
90
Area 06 Scienze mediche
145
Area 07 Scienze agrarie e veterinarie
43
Area 08 Ingegneria civile ed Architettura
sub-area 8a Ingegneria Civile
16
sub-area 8b Architettura
6
Area 09 Ingegneria industriale e dell'informazione
57
Area 10 Scienze dell'antichita', filologico-letterarie e storico-artistiche 68
Area 11 Scienze storiche, filosofiche, pedagogiche e psicologiche
sub-area 11a bibliometrica
47
sub-area 11b non bibliometrica
21
Area 12 Scienze giuridiche
68
Area 13 Scienze economiche e statistiche
42
Area 14 Scienze politiche e sociali
22
Il Rettore, quindi, ritiene che, anche alla luce delle proposte formulate dalla Commissione, debba
essere utilizzato un criterio quanti-qualitativo che tenga conto della differenza tra il numero degli
abilitati ed il numero delle posizioni assegnate dalla Commissione (Δ), avendo riguardo anche alla
percentuale di successo dell’Area:
Il Consiglio condivide la proposta del Rettore.
Il Rettore fa presente, inoltre, che, in considerazione della tabella presentata dalla Commissione,
possano essere escluse dalla ripartizione delle tre posizioni aggiuntive le Aree segnate in quanto
hanno subito un incremento per raggiungere il valore minimo e le Aree segnate _____ che hanno
subito un decremento per non superare il valore massimo.
Sulla base dei dati sopra rappresentati e confrontando questi con la tabella presentata dalla
Commissione, si evince quanto segue:
Area
1
2
N area N area
3
Pos.
ass.
4
Abilitati
5
Max
(50%)
6
Min
(30%)
7
N. Ric.
(4-3)
Percentuale
di successo
3 Scienze Chimiche
5,3343 5,0000
5
12
6
4
46
7
26%
5 Scienze Biologiche
4,4840 4,0000
4
11
6
4
90
7
12,2%
Sub 8.b Architettura
6,2174 6,0000
6
18
9
6
36
12
50%
9 Ingegneria
industriale e
dell'informazione
6,2876 6,0000
6
15
8
5
57
9
26,3%
Sub 11.a bibliometrica 6,3484 6,0000
6
20
10
6
47
14
42,5%
12 Scienze giuridiche
6
16
8
5
68
10
23,5%
6,3339 6,0000
Δ
Pertanto le Aree alle quali si ritiene di attribuire le tre posizioni residue sono: 8b, 11a e 12.
Il Consiglio, dopo breve discussione, condivide la proposta.
IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE
Vista le Legge n. 240/2010;
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
382
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Viste le delibere del Consiglio di Amministrazione n.12 del 15.04.2014 e n.13 del 30.06.2014;
Visto il verbale n. 3 del 28.06.2014 della Commissione Piano Straordinario Associati;
Sentita la relazione del Presidente della Commissione Gestione del Personale, Funzionamento e
Ricerca;
Udito il Rettore;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare la seguente ripartizione delle 84 posizioni:
1 Scienze matematiche e informatiche
Posti
assegnati
3
2 Scienze fisiche
5
3 Scienze chimiche
5
4 Scienze della terra
3
5 Scienze biologiche
4
6 Scienze mediche
10
7 Scienze agrarie e veterinarie
4
8.a Ingegneria Civile
3
8.b 8b Architettura
7
9 Ingegneria industriale e dell'informazione
10 Scienze dell'antichita', filologico-letterarie e
storico-artistiche
11 Scienze storiche, filosofiche, pedagogiche e
psicologiche
Sub 11.a bibliometrica
6
Sub 11.b non bibliometrica
1
12 Scienze giuridiche
7
13 Scienze economiche e statistiche
7
14 Scienze politiche e sociali
3
Area
TOTALE
9
7
84
A margine della delibera in oggetto, il Rettore fa presente che la Commissione prevista dalla
delibera del CdA sul Piano straordinario Associati ha chiesto l’interpretazione autentica di alcuni
punti della delibera n.12 del 15/04/2014 proposti da ricercatori abilitati.
In particolare:
-
Significato di CFU, ed in particolare, se devono essere considerati solo quelli presenti su
Offerta Formativa UNIPA o anche altre attività didattiche prestate sia nei corsi di laurea che
in altri corsi quali master, scuole di specializzazione, etc.
Il Consiglio ritiene che vadano considerati solo i CFU affidati per l’insegnamento di
discipline presenti nei corsi di studio ai sensi dell’art. 36, comma 2 lettere a) e b), dello
Statuto dell’Ateneo.
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
383
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
-
l professori che vanno in pensione al 31.10.2014 non saranno computati, i professori che
vanno in pensione al 31.10.2015 saranno computati con un valore 0,25, i professori che
vanno in pensione al 31.10.2016 saranno computati con un valore 0,5. Inoltre i professori a
tempo definito saranno computati in ragione del rapporto 250/350." Si intende fare
riferimento ai professori che sono in quiescenza al 1 novembre o a quelli che sono in
quiescenza al 31 ottobre?
Il Consiglio ritiene che, in coerenza con la delibera, si deve fare riferimento ai professori
che sono in quiescenza al 1 novembre e che i professori a tempo definito saranno
computati in ragione del rapporto 250/350.
-
In riferimento al riconoscimento dell'anzianità in ruolo, si chiede al CDA come valutare i casi
in cui ci sia un anzianità riconosciuta dai nostri uffici e conseguita in altre università, italiane
o straniere, per funzioni uguali o superiori a quelle di ricercatore.
Il Consiglio precisa che sarà presa in considerazione solo l’anzianità pregressa
riconosciuta dall’Università di Palermo per funzioni uguali o superiori a quelle di ricercatore
in altre Università italiane. Per quanto riguarda i ricercatori nel caso che siano stati
stabilmente impegnati all’estero in attività di ricerca o insegnamento a livello universitario
in posizione di livello pari o superiori a quelle di ricercatore, sulla base di tabelle di
corrispondenza aggiornate ogni tre anni e definite dal Ministero, si terrà conto dell’anzianità
relativa maturata all’estero.
-
Come comportarsi rispetto ai non abilitati che hanno fatto ricorso e chiedono di essere
considerati sia nel calcolo dei posti per area che nella graduatoria degli abilitati
Il Consiglio ritiene che non vadano considerati fino ad esito conclusivo del ricorso.
-
I Dottori A. Sica (abilitata nel SC 10C1) R. Caldarone e A. Cicatello (abilitati nel SC 11C1)
fanno presente che la loro posizione in ordine “al terzo indicatore di attività scientifica” per il
periodo 2002/2012 ha subito modifiche a seguito delle correzioni apportate dall’ANVUR lo
scorso febbraio, con valore retroattivo, nella lista delle riviste di classe A, predisposta ai fini
dell’ASN. I Proff. Belvedere (Area 10) e Nicolaci (area 11) si domandano se la
Commissione, nell’assumere ai fini della determinazione della posizione Ki gli indicatori
pubblicati dal Miur a conclusione della prima tornata dell’ASN, così come prescrive la
delibera, non debba necessariamente tener conto, di tali correzioni, affinché non risulti
destituita di rigore l’utilizzazione per i settori non bibliometrici del terzo “indicatore di attività
scientifica” di cui all’art . & del D.M, 76/2012. Chiedono, pertanto, che sia interpellato al
riguardo il CdA.
Il Consiglio ritiene che siano da prendere in considerazione solo se desumibili da dati
ufficiali dell’ANVUR.
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
384
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
si chiede se le attività didattiche svolte all’estero in seguito ad accordi fra Università di
Palermo ed Università italiane o straniere, possano essere computate (in CFU) per il
candidato.
Il Consiglio ritiene che possano essere computate solo se gli CFU sono stati svolti
nell’ambito di accordi didattici formalizzati tra Università e certificati dall’Ateneo ospitante.
-
Letto ed approvato seduta stante.
La seduta è tolta alle ore 21.30
IL DELEGATO DEL DIRETTORE GENERALE
Segretario
Dott. Sergio CASELLA
VERBALE N. 1150 DEL 19-30/06/2014
IL RETTORE
Presidente
Prof. Roberto LAGALLA
385
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
19 799 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content