close

Enter

Log in using OpenID

Art. 12T1, 12T2, 12T3, 12T4 Manuale installatore

embedDownload
Manuale installatore
Art. 12T1
Art. 12T2
Art. 12T3
Art. 12T4
Art. 12T1, 12T2, 12T3, 12T4
Targhe telefoniche a viva voce
1.DESCRIZIONE
La targhe telefoniche vivavoce Art. 12T1, 12T2, 12T3, 12T4 sono alloggiate in una targa serie 1200 rispettivamente 1, 2, 3, 4 pulsanti. Sotto il vetrino trasparente della placca si trovano i LED per visualizzare lo stato di impegno e lo stato di programmazione. Tutti i pulsanti sono utilizzati per le chiamate. Una volta
configurata la targa, per effettuare una chiamata basterà attivarla semplicemente premendo il pulsante corrispondente a chi si vuol chiamare. La selezione
avviene in multifrequenza. La lunghezza massima del singolo numero memorizzato è pari a 32 cifre dove eventuali pause nella selezione sono conteggiate
come cifre. La targa telefonica non ha bisogno di essere alimentata localmente in quanto il collegamento viene effettuato da un doppino telefonico, analogo
a quello di un apparecchio BCA standard.
È collegabile sia ad una linea urbana standard che ad un PABX.
FIG. 1
NC2
NC1
Contatti
Relè 1
ContattiRelè 2
Caratteristiche relè:
Relè 1: 30V max, 1A max. c.c.
Relè 2: 30V max, 1A max. c.c.
Il significato dei COLLEGAMENTI
L’art. 930P presenta in basso a destra 6 connettori di collegamenC1
to(vedi fig. 1) indicati con i numeri 1, 2, 3, 4, 5, 6.
NC1
1 Morsetto di collegamento alla linea telefonica o al derivato del
PABX che si intende utilizzare. Il cavo utilizzato dovrà avere
una sezione di almeno 0,6mm².
2 Morsettiera per collegamento a 2 relè aventi le seguenti caratteristiche:
Relè 1, 1 contatto NC1: 30V max, 1 A max c.c.
1
211
Relè 2, 1 contatto NC2: 30V max, 1 A max c.c.
1
3 cavo bianco linea CO (comune)
cavo nero linea A (chiamata 1)
per collegamento pulsanti
cavo nero linea C (chiamata 3)
cavo nero linea E (chiamata 5)
4 cavo bianco linea CO (comune)
cavo nero linea VV (impegno/disimpegno)
per collegamento pulsanti
cavo nero linea B (chiamata 2)
cavo nero linea D (chiamata 4)
5. selettore SL1 per disattivare la risposta automatica alle
chiamate telefoniche
6. microfono
}
}
E
EE DD
D
1
E
D
CC BB
C B
C1
C2 AEA VV
C2
C2 A VV
VV
D
NC2 CO
NC1 NC2
CO
CO
C CO
B NC2
CO
CO
0 C2 A1 VV
NC2
CO CO
C1C2 C B
C1
NC1 A VV
NC1
NC2
CO CO
C1
NC1
2
32 4
2
3
2
5
33 44
3 4
33
3
5
35 4
5
6
3
CARATTERISTICHE TECNICHE DELLE TARGHE 12T1, 12T2, 12T3, 12T4
Tutte le targhe sono dotate di placca in acciaio inox ALSI 316 (V4A) di spessore 8/10 con superficie goffrata.
Tutti i modelli sono predisposti per l’installazione da incasso parete con scatola articolo 9192, oppure per fissaggio da esterno parete con articolo 1E21. Corredate di testate in alluminio pressofuso che consentono il fissaggio al telaio in acciaio inox, per mezzo di una vite speciale Elvox. Grado di protezione IP44.
Le dimensioni delle placche sono 280x100x22 (altezzaxlarghezzaxprofondità) la scatola da incasso 9182 (dim. 89x248x50 mm)
e la scatola di esterno parete 9192 (dim. 120x296x74 mm) sono fornite separatamente.
L’accesso al centralino portanome si ha agendo dal lato posteriore della placca (vedi Fig. 4).
n.b. Nel caso di montaggio da incasso parete oltre che alla scatola 9192 bisogna montare la cornice parapioggia articolo 1P21.
2
ALTEZZA TARGHE A 2 MODULI
CORNICE PARAPIOGGIA
39,5
SCATOLE DA ESTERNO
PARETE
CON PARAPIOGGIA
1P21
1E21
per 1 targa alta 2 moduli
per 1 targa alta 2 moduli
295
124 frontale
297
39,5
74
124 frontale
120 posteriore
297
295
120 posteriore
Fig. 2
L’installazione delle targhe è consigliata a 1,65 m dal bordo superiore della targa al pavimento.
410
412
410
Inserire l’unità telefonica.
412
Fig. 3A
39,5
74
Fig. 3B
295
297
Tasto di chiamata D
Tasto di chiamata C
Tasto di chiamata C
74
Tasto di chiamata A
Microfono
Per accedere al cartellino portanomi togliere il fermacartellino
dal retro come mostra la figura.
410
412
74
FIG. 4
3
2.INSTALLAZIONE
2.1. INSTALLAZIONE TELEFONICA
Per prima cosa decidere quale punto della scatola da incasso sfondare, tra quelli predisposti, in modo da fare uscire il cavo telefonico nella maniera
più comoda. Poi montare la scatola da incasso in modo che l’altoparlante sia in alto ed il microfono in basso.
Collegare sul morsetto a due viti il doppino telefonico.
L’altra estremità va collegata alla presa telefonica o al derivato del PABX che si intende utilizzare. Il cavo utilizzato deve avere una sezione di almeno
0,6 mm².
2.2. REGOLAZIONE VOLUME
In vicinanza dell’altoparlante è presente un trimmer di regolazione del volume esterno, che riguarda sia la voce che la suoneria Fig. 5. Per ottenere le
migliori prestazioni si consiglia di regolare il trimmer ad un valore intermedio.
Ruotare in senso orario per aumentare il volume.
Ruotare in senso antiorario per abbassare il volume.
Procedura per la regolazione del trimmer: posizionare il trimmer poco sopra al minimo (quasi tutto in senso
antiorario) e provare la fonica della targa (ad esempio chiamandola da un altro telefono). Aumentare un pò
alla volta il volume ruotando il trimmer in senso orario fino ad ottenere dei volumi accettabili sia sull’altoparlante della targa sia sulla cornetta del telefono in conversazione con la targa.
Usare un cacciavite a stella come quello mostrato in figura.
FIG. 5
4
3.FUNZIONAMENTO
3.1.INTRODUZIONE
La targa telefonica è una targa per posto esterno che si può collegare anche direttamente ad una linea telefonica. Lo scopo della targa telefonica è quello
di poter avviare una comunicazione audio con un telefono remoto il cui numero è associato ad uno dei pulsanti disponibili sulla targa. Inoltre è in grado di
ricevere una chiamata da un telefono remoto e ricevere comandi tramite codici DTMF (toni generati dalla pressione dei tasti di un telefono) per l’attivazione
dei due relè presenti sulla targa stessa.
3.2.CARATTERISTICHE
La targa ha le seguenti caratteristiche (modello di riferimento Art. 12T4):
• Il pulsante in basso a destra (tasto A, Fig. 1) è il primo tasto di chiamata. I tasti B, C, D sono gli altri tre tasti di chiamata
• La targa prevede tre diversi profili. Un profilo indica quale numero è associato al relativo tasto. Infatti si possono programmare due numeri di telefono
su ogni tasto e la targa utilizzerà il primo o il secondo a seconda del profilo impostato.
• La targa gestisce due relè indipendenti. Ad ogni relè è associato un contatto aperto o chiuso che può essere utilizzato per scopi generici e può essere
comandato attraverso dei codici DTMF programmabili (vedi caratteristiche dei contatti).
• Quando riceve una chiamata la targa inizia a suonare. Se la funzione di risposta automatica è attiva e il selettore SL1 non è posizionato in “0” (a sinistra)
la targa entra immediatamente in comunicazione.
• La targa riconosce automaticamente il tono presente sulla linea quando è impegnata. In questo modo in caso di linea occupata o di comunicazione
interrotta la targa disimpegna automaticamente la linea e va a riposo.
3.3.FUNZIONI
3.3.1.
Chiamate entranti
La targa può essere chiamata come fosse un telefono. Se la funzione di risposta automatica è attiva e il selettore SL1 non è posizionato in “0” (a sinistra), la
targa impegna automaticamente la linea.Nel caso la suoneria sia esclusa, i led lampeggiano per indicare che la targa sta ricevendo una chiamata.
3.3.2.
Chiamata uscente
Premendo uno dei tasti A, B, C, D presenti sulla targa a partire dalla condizione di riposo la targa si sveglia impegnando la linea. La selezione inizia 2 secondi
dopo l’impegno della linea. Durante la selezione il led esegue un lampeggio per ogni numero selezionato. La selezione avviene in multifrequenza.
Dopo aver eseguito una chiamata, una ulteriore richiesta della stessa chiamata non comporta nessun evento. Invece una ulteriore richiesta di chiamata diversa da quella precedentemente effettuata causa la chiusura della comunicazione in corso e la selezione del numero associato all’ultimo tasto di chiamata.
3.3.3.
Uso dei profili
La targa prevede tre diversi profili e la possibilità di associare due numeri ad ogni tasto di chiamata. Se nessun profilo è attivato non esegue la selezione di
nessun numero associato ai tasti di chiamata.
1. profilo 1: utilizza il numero principale associato al tasto.
2. profilo 2: utilizza il numero secondario associato al tasto.
3. profilo 3: utilizza il numero principale associato al tasto e nel caso che la linea sia occupata eseguirà automaticamente la selezione del numero secondario. La targa esegue il numero secondario solo nel caso in cui il tono di linea sia un tono di occupato e che questo sia presente entro i primi 20
secondi dopo la selezione del primo numero.
Il cambio del profilo è possibile entrando in comunicazione da un telefono. La targa prevede un codice per la gestione dei profili che va sempre preceduto
dall’ asterisco (*) e va sempre seguito da una delle cifre 0,1,2 o 3. Di default il codice profilo è 9 per cui si hanno i seguenti comandi:
*91
*92
*93
imposta il profilo 1
imposta il profilo 2
Imposta il profilo 3
Nessun profilo attivato. Disabilita la selezione dei numeri
associati ai tasti
*90
conferma con un tono
conferma con due toni
conferma con tre toni
genere un numero di toni pari al profilo che era attivo. Se non c’era nessun profilo attivo vengono generati 4 toni.
3.3.4.
Tempo di conversazione
Dal momento in cui la targa impegna la linea per eseguire una chiamata o per rispondere ad una chiamata esterna, un timer tiene conto del tempo trascorso
per terminare automaticamente l’impegno della linea dopo un tempo preimpostato. Allo scadere del tempo la targa inizia ad emettere degli avvisi sonori.
Inizialmente 6 avvisi intervallati di 1200ms l’uno dall’altro, poi 6 avvisi via via sempre più ravvicinati. Allo scadere del tempo la targa chiude la conversazione
e disimpegna la linea andando a riposo. Durante la fase degli avvisi sonori è possibile riazzerare il timer di conversazione premendo uno dei tasti A, B, C,
D dalla targa o inviando un tono DTMF qualsiasi per chi è sul telefono remoto. La targa rimanderà il disimpegno automatico di un tempo pari al tempo di
conversazione programmato.
È possibile programmare un tempo di conversazione a partire da un minimo di 5 secondi. I tempi inferiori ai 20 secondi vengono ignorati nel caso la targa
sia chiamata e vengono usati solo in caso sia la targa a chiamare. Nel caso la targa sia chiamata il tempo massimo di conversazione con impostazione di
5 secondi è fissato a 30 secondi.
Se si vuole anticipare la fine del tempo di conversazione basta inviare al posto esterno telefonico il codice *##.
3.3.5.
Comando dei relè da remoto
Ad ogni relè sono associati tre diversi comandi:
•
Comando impulso: il relè viene attivato per un tempo preimpostato dopo di chè viene disattivato.
•
Comando attivazione: il relè viene attivato e rimane in questo stato.
•
Comando disattivazione: il relè viene disattivato e rimane in questo stato.
Il relè si considera disattivato quando si trova nel suo stato a riposo e si considera attivato quando si trova nello stato non a riposo. Lo stato a riposo di ogni
relè può essere programmato come normalmente chiuso o normalmente aperto. La seguente tabella mostra l’effetto dei comandi su un relè in relazione al
suo stato a riposo.
Comandi
Impulso
Attiva
Disattiva
Normalmente aperto
Il contatto viene chiuso e dopo un tempo preimpostato
viene aperto.
Il contatto viene chiuso
Il contatto viene aperto
Normalmente chiuso
Il contatto viene aperto e dopo un tempo preimpostato viene
chiuso.
Il contatto viene aperto
Il contatto viene chiuso
5
Descrizione
Numero di telefono associato al tasto A
Numero di telefono associato al tasto B
Numero di telefono associato al tasto C
Numero di telefono associato al tasto D
Numero di telefono associato al tasto E
Numero di telefono secondario associato al tasto A
Numero di telefono secondario associato al tasto B
Numero di telefono secondario associato al tasto C
Numero di telefono secondario associato al tasto D
Numero di telefono secondario associato al tasto E
Modifica della password di accesso remoto (<nuova psw> è la nuova password di 6 cifre.
Tempo massimo di conversazione (20s – 325s)
Codice del comando impulso per il relè 1
Codice del comando attiva per il relè 1
Codice del comando disattiva per il relè 1
Tempo di impulso per il relè 1 (0.1s – 325s). Per iserire dei tempi inferiori al secondo basta inserire lo zero
come prima cifra e questo viene considerato come punto decimale.
Stato a riposo normalmente aperto per il relè 1
Stato a riposo normalmente chiuso per il relè 1
Abilita la disattivazione in chiusura per il relè 1
Disabilita la disattivazione in chiusura per il relè 1
Codice del comando impulso per il relè 2
Codice del comando attiva per il relè 2
Codice del comando disattiva per il relè 2
Tempo di impulso per il relè 2 (0.1s – 325s). Per iserire dei tempi inferiori al secondo basta inserire lo zero
come prima cifra e questo viene considerato come punto decimale.
Stato a riposo normalmente aperto per il relè 2
Stato a riposo normalmente chiuso per il relè 2
Abilita la disattivazione in chiusura per il relè 2
Disabilita la disattivazione in chiusura per il relè 2
Abilita la risposta automatica in caso di chiamata alla targa
Disabilita la risposta automatica in caso di chiamata alla targa
Modifica della password di programmazione dei numeri di telefono da locale
Modifica della password di configurazione da locale
Abilita l’uso dell’asterisco come cifra che precede l’inserimento di un comando ai relè
Disabilita l’uso dell’asterisco come cifra che precede l’inserimento di un comando ai relè
Modifica il codice per il cambio profilo. Il codice da dare per impostare il profilo 2 diventerà :
* <nuovo codice> 2
Disabilita la suoneria in caso di chiamata alla targa
Abilita la suoneria in caso di chiamata alla targa
Disabilita gli avvisi sonori locali generati dalla targa
Abiilita gli avvisi sonori locali generati dalla targa
Disabilita gli avvisi sonori (solo singoli bip) generati durante la programmazione da remoto
Abilita gli avvisi sonori (solo singoli bip) generati durante la programmazione da remoto
Richiesta della versione di firmware (cifra maggiore)
Richiesta della versione di firmware (cifra minore)
Ripristino delle configurazioni di default (vedere la tabella delle configurazioni di default)
Sequenza tasti
0 1 <num tel> * 1
0 2 <num tel> * 1
0 3 <num tel> * 1
0 4 <num tel> * 1
0 5 <num tel> * 1
0 0 1 <num tel> * 1
0 0 2 <num tel> * 1
0 0 3 <num tel> * 1
0 0 4 <num tel> * 1
0 0 5 <num tel> * 1
1 <nuova psw> <nuova psw> * 1
2 <tempo in secondi> * 1
3 1 1 <nuovo codice> * 1
3 1 2 <nuovo codice> * 1
3 1 3 <nuovo codice> * 1
3 1 4 <tempo in secondi> * 1
3150
3151
3161
3160
3 2 1 <nuovo codice> * 1
3 2 2 <nuovo codice> * 1
3 2 3 <nuovo codice> * 1
3 2 4 <tempo in secondi> * 1
3250
3251
3261
3260
41
40
7 <nuova psw><nuova psw> * 1
8 <nuova psw><nuova psw> * 1
941
940
9 5 <nuovo codice> * 1
932
933
930
931
934
935
91
92
90475869*1
<num tel>: cifre del numero di telefono, massimo 32 cifre comprese eventuali pause. Una pausa si inserisce con la combinazione di tasti *3.
<nuovo codice>: cifre da utilizzare per un codice comando, massimo 6 cifre.
<nuova psw>: cifre da utilizzare per la password. La password deve essere sempre di 6 cifre. Per la password di programmazione e configurazione da locale
si possono utilizzare solo le cifre da 1 a 5 che corrispondono ai tasti A, B, C, D, E.
6.3 Conferma della programmazione
Dopo aver inserito la sequenza di tasti per una programmazione, se questa è andata a buon fine la targa emette un doppio bip sulla cornetta del telefono
per avvisare la buona riuscita della programmazione. Al contrario la targa emette 5 bip consecutivi nel caso sia avvenuto un errore.
6.4 Esecuzione di un’altra programmazione
A questo punto si può eseguire un’altra programmazione premendo i tasti * 0 e continuando al punto 2. Dopo la pressione dei tasti * 0 la targa emette in
linea un tono di conferma.
In fase di programmazione il tasto speciale “asterisco” combinato con un tasto numerico assume delle funzioni speciali mostrate nella seguente tabella.
6
Combinazione
Funzione
“asterisco” + 1
“asterisco” + 2
“asterisco” + 3
MEMORIZZA
ANNULLA
PAUSA
“asterisco” + 4
“asterisco” + 8
ASTERISCO
ESCI
“asterisco” + 0
“asterisco” + 9
MENU PRINCIPALE
CHIUDI CONVERSAZIONE
Descrizione
Comando memorizza utilizzato per confermare l’inserimento dei numeri e dei codici nei vari
menù.
Comando annulla utilizzato per annullare l’inserimento dei numeri e dei codici nei vari menù.
Utilizzato per inserire una pausa durante l’inserimento dei numeri di telefono.
Inserisce la cifra asterisco che deve essere inserita in questo modo perchè l’asterisco è un tasto
speciale.
Esce dalla programmazione ma mantiene la conversazione tra telefono e targa.
Ritorna sempre al menù principale, stato in cui ci si trova ogni volta che si entra in programmazione.
Esce dalla programmazione e chiude la conversazione con il telefono.
Ad ogni comando è possibile associare un codice DTMF di più cifre. Se ad un comando non è associato nessun codice (codice con zero cifre) il comando
viene considerato disabilitato.
Durante la conversazione, per dare un comando ad uno dei due relè è necessario digitare la cifra di inizio inserimento codice comando che è l’asterisco ‘*’.
L’uso della cifra di inizio inserimento del comando può eventualmente essere disattivato. In questo caso basta inserire il codice associato per comandare il
relè. Un avviso sonoro sulla cornetta del telefono indica che il comando è stato eseguito con successo.
Quando si da un comando impulso, il relè si attiva e rimane attivo fino allo scadere del tempo. Se la linea viene chiusa o la targa va in timeout prima di
questo tempo ci sono due possibilità:
1) la targa disattiva comunque il relè anche se non è ancora trascorso il tempo di impulso.
2) La targa, allo scadere del tempo di conversazione, esclude l’audio ma mantiene l’impegno della linea fino allo scadere del tempo di impulso del relè.
Allo scadere del tempo di impulso il relè viene disattivato e la targa disimpegna la linea. Questo stato di attesa viene segnalato con dei lampeggi veloci
dei led ogni secondo.
La scelta del comportamento dei relè è programmabile.
4.
PROGRAMMAZIONE DA REMOTO
La targa permette la programmazione da un telefono con tastiera. Dato che un telefono ha una tastiera completa ciò rende più agevole la programmazione.
La procedura da seguire per la programmazione da remoto è la seguente:
4.1Ingresso in programmazione
Per entrare in programmazione con un telefono remoto è necessario prima mettere in conversazione il telefono con la targa. A questo punto digitare sul
telefono la password di accesso remoto preceduta dalla cifra asterisco: *123456. L’ingresso in programmazione è confermato da un tono udibile sulla
cornetta del telefono.
4.2Esecuzione di una programmazione
La programmazione avviene premendo sul telefono la corretta sequenza di tasti seguendo le indicazioni della tabella riportata nel paragrafo 6.
4.3 Termine della programmazione
Si può concludere la programmazione in qualsiasi momento chiudendo la conversazione dal telefono o premendo i tasti * 9.
7
5
CONFIGURAZIONE DI DEFAULT
La targa esce dalla fabbrica con una programmazione di default che può essere ripristinata in qualsiasi momento nel seguente modo:
• Scollegare la linea telefonica dalla targa e aprire la targa per accedere alla scheda elettronica.
• Individuare il connettore a tre pin mostrato in figura in cui è presente un ponticello tra i piedini 2 e 3. Spostare il ponticello sui piedini 1 e 2.
Sposto il ponticello
sui pin 1 e 2
• Ricollegare la linea telefonica alla targa.
• Tenere premuto il tasto VV per almeno 3 secondi fino all’avviso acustico generato dalla targa: l’intera configurazione della targa viene ripristinata ai
valori di default e eventuali numeri di telefono associati ai tasti vengono eliminati.
• Rimettere il ponticello nella sua posizione originale (tra i pin 2 e 3).
Valori di default
I valori di default della configurazione della targa sono:
Tempo massimo di conversazione
Funzione di risposta automatica
Relè 1: stato a riposo
Relè 1: codice comando impulso
Relè 1: codice comando attivazione
Relè 1: codice comando disattivazione
Relè 1: tempo impulso
Relè 1: disattivazione in chiusura
Relè 2: stato a riposo
Relè 2: codice comando impulso
Relè 2: codice comando attivazione
Relè 2: codice comando disattivazione
Relè 2: tempo impulso
Relè 2: disattivazione in chiusura
Password di accesso remoto
Uso dell’asterisco come inizio codice comando dei relè
Avvisi acustici sulla targa
Avvisi acustici in fase di programmazione da remoto
Suoneria di chiamata
Codice DTMF per gestione profili
8
120 secondi
Attiva
Normalmente aperto
11
1 secondo
Disabilitato
Normalmente aperto
22
1 secondo
Disabilitato
123456
Attivo
Attivi
Disattivati
Attiva
9
6.
TABELLA RIASSUNTIVA PER LE PROGRAMMAZIONI DA REMOTO
0 Programmazione numero di
telefono principale associato ai
tasti
1 Password accesso remoto
2 Tempo conversazione
3 Configura relè
4 Risposta automatica
9 Impostazioni avanzate
1 (tasto A)
2 (tasto B)
3 (tasto C)
4 (tasto D)
5 (tasto E)
Inserimento numero di telefono
* 1 (MEMORIZZA)
Inserimento numero di telefono
* 1 (MEMORIZZA)
Inserimento numero di telefono
* 1 (MEMORIZZA)
Inserimento numero di telefono
* 1 (MEMORIZZA)
Inserimento numero di telefono
* 1 (MEMORIZZA)
1 (tasto A)
Inserimento numero di telefono
* 1 (MEMORIZZA)
2 (tasto B)
Inserimento numero di telefono
* 1 (MEMORIZZA)
3
(tasto
C)
Inserimento
numero
di
telefono
* 1 (MEMORIZZA)
0 Programmazione numero di
4 (tasto D)
Inserimento numero di telefono
* 1 (MEMORIZZA)
telefono secondario associato
ai tasti
5 (tasto E)
Inserimento numero di telefono
* 1 (MEMORIZZA)
Inserimento due volte di seguito della nuova password. La password è sempre di 6 cifre.
* 1 (MEMORIZZA)
Inserire il tempo in secondi
* 1 (MEMORIZZA)
1 comando impulso
Inserimento codice
* 1 (MEMORIZZA)
2 comando attiva
Inserimento codice
* 1 (MEMORIZZA)
3 comando disattiva
Inserimento codice
* 1 (MEMORIZZA)
4 tempo impulso
Inserire il tempo in secondi
* 1 (MEMORIZZA)
0 (normalmente aperto)
5 stato a riposo
1 (normalmente chiuso)
1 (abilitata)
6 disattivazione in chiusura 0 (disabilitata)
0 (nessuna attivazione in chiamata)
1 (relè 1)
1 (attivazione del relè su chiamata dal tasto A)
2 (attivazione del relè su chiamata dal tasto B)
3 (attivazione del relè su chiamata dal tasto C)
4 (attivazione del relè su chiamata dal tasto D)
7 attivazione in chiamata
5 (attivazione del relè su chiamata dal tasto E)
6 (attivazione del relè su chiamata dei tasti BC)
7 (attivazione del relè su chiamata dei tasti DE)
8 (attivazione del relè su chiamata dei tasti BD)
9 (attivazione del relè su chiamata dei tasti ACE)
# (attivazione del relè su chiamata da tutti i tasti)
1 comando impulso
Inserimento codice
* 1 (MEMORIZZA)
2 comando attiva
Inserimento codice
* 1 (MEMORIZZA)
3 comando disattiva
Inserimento codice
* 1 (MEMORIZZA)
4 tempo impulso
Inserire il tempo in secondi
* 1 (MEMORIZZA)
0 (normalmente aperto)
5 stato a riposo
1 (normalmente chiuso)
1 (abilitata)
6 disattivazione in chiusura 0 (disabilitata)
2 (relè 2)
0 (nessuna attivazione in chiamata)
1 (attivazione del relè su chiamata dal tasto A)
2 (attivazione del relè su chiamata dal tasto B)
3 (attivazione del relè su chiamata dal tasto C)
4 (attivazione del relè su chiamata dal tasto D)
7 attivazione in chiamata
5 (attivazione del relè su chiamata dal tasto E)
6 (attivazione del relè su chiamata dei tasti BC)
7 (attivazione del relè su chiamata dei tasti DE)
8 (attivazione del relè su chiamata dei tasti BD)
9 (attivazione del relè su chiamata dei tasti ACE)
# (attivazione del relè su chiamata da tutti i tasti)
1 (viene attivata)
0 (viene disattivata)
1 (richiesta versione firmware – cifra maggiore)
2 (richiesta versione firmware – cifra minore)
0 (Avvisi sonori targa non udibili)
1 (Avvisi sonori targa udibili)
2
(Suoneria
non
udibile)
3 (Suoneria udibile)
3 Toni e avvisi sonori
4 (Avvisi in prog. remota non udibili)
5 (Avvisi in prog. remota udibili)
4 Uso della cifra asterisco
1 (abilitata)
come inizio comandi per i relè
0 (disabilitata)
5 comando gestione profili
Inserimento codice
* 1 (MEMORIZZA)
0 ripristino configurazioni
4 7 5 8 6 9 (ripristino configurazioni di default)
* 1 (MEMORIZZA)
9
7.
ESEMPI DI PROGRAMMAZIONE DA REMOTO
Esempio 1: Programmazione del tasto A con il numero di telefono 0p0499202511 (p corrisponde ad una pausa).
Comunicazione con la targa da un telefono remoto
* 1 2 3 4 5 6 (codice per entrare in programmazione)
0 (menu configurazione tasti)
1 (scelta del tasto A)
0*30499202511
(* 3 = pausa)
* 1 (memorizza)
* 9 (chiude la comunicazione)
Esempio 2: Programmazione del tasto B con il numero di telefono principale 42 e con il numero di telefono secondario 0p0499202511.
Comunicazione con la targa da un telefono remoto
* 1 2 3 4 5 6 (codice per entrare in programmazione)
0 (menu configurazione tasti)
2 (scelta del tasto B)
42
* 1 (memorizza)
* 0 (ritorno al menu principale)
0 0 (menu configurazione tasti per il profilo 2)
2 (scelta del tasto B)
0*30499202511
(* 3 = pausa)
* 1 (memorizza)
* 9 (chiude la comunicazione)
Esempio 3: Programmazione del relè 1 per attivare un impulso di 30 secondi in corrispondenza del comando *123.
Comunicazione con la targa da un telefono remoto
* 1 2 3 4 5 6 (codice per entrare in programmazione)
0 (menu configurazione tasti)
2 (scelta del tasto B)
42
* 1 (memorizza)
* 0 (ritorno al menu principale)
0 0 (menu configurazione tasti per il profilo 2)
2 (scelta del tasto B)
0*30499202511
(* 3 = pausa)
* 1 (memorizza)
* 9 (chiude la comunicazione)
Esempio 4: Attivazione della risposta automatica.
Comunicazione con la targa da un telefono remoto
* 1 2 3 4 5 6 (codice per entrare in programmazione)
41
* 9 (chiude la comunicazione)
10
Variante di collegamento per il comando remoto di due servizi ausiliari da relè (uscite NC1-NC2) mediante codici DTMF programmabili.
Targa telefonica viva voce
Art.
12T1, 12T2, 12T3, 12T4
LINE
NC1
NC2
Linea telefonica o
derivato di un
centralino telefonico
Servizio ausiliario
NO Auxiliary service
C Max 1A 30V
Servizio ausiliario
NO Auxiliary service
C Max 1A 30V
Targa telefonica viva voce
Rete
Art.
12T1, 12T2, 12T3, 12T4
PRI
LINE
NC1
NC2
Trasformatore
Art. 832/030
0 12
Linea telefonica o
derivato di un
centralino telefonico
Relè
Art. 170/001
1 2 3 4 5
Relè
Art. 170/001
NO
C
Servizio ausiliario
Auxiliary service
Max 3A 230V
1 2 3 4 5
Servizio ausiliario
NO Auxiliary service
C Max 3A 230V
11
Variante di collegamento per il comando remoto di una serratura elettrica da relè (uscite NC1-NC2) mediante codici DTMF programmabili.
Schema di collegamento per una serratura elettrica con assorbimento massimo 1A
Targa telefonica viva voce
Art.
12T1, 12T2, 12T3, 12T4
LINE
NC1
NC2
Rete
PRI
Trasformatore
Tranformer
Art. 832/030
0 15
Linea telefonica o
derivato di un
centralino telefonico
P
P- Pulsante supplementare serratura
L- Serratura elettrica 12 V ~ (max 1A)
L
Schema di collegamento per una serratura elettrica con assorbimento maggiore di 1A
Targa telefonica viva voce
Art.
12T1, 12T2, 12T3, 12T4
LINE
Linea telefonica o
derivato di un
centralino telefonico
NC1
Relè
Art. 170/001 Rete
PRI
Trasformatore
Tranformer
Art. 832/030
NC2
1 2 3 4 5
0 15
P- Pulsante supplementare serratura
P
L- Serratura elettrica 12 V ~ (max 1A)
L
12
INSTALLAZIONE DELLE TARGHE DA INCASSO PARETE
- Installare a muro la scatola da incasso (L) ad una altezza di circa 1,65m
dal bordo superiore dalla scatola al pavimento
- Nel caso di impianto citofonico: fissare la staffetta (C) nella parte alta
del telaio (B) per mezzo delle viti, nei fori predisposti e fissare il posto
esterno alla staffetta (vedi fig. 7, 8)
- Sfilare o tagliare il tappo in gomma (preesistente nei posti esterni audio
o telecamere) facendo attenzione a non tagliare i cavi del microfono
(vedi fig. 5) e inserire il microfono nell’apposita sede posta sul telaio (B)
richiudendo il tappo come indicato nella fig. 5 part. 1
- Fissare i pulsanti (G) al telaio (B) come indicato nelle fig. 7, 8
- Fissare la scheda per illuminazione a LED (H) nell’apposita sede come
indicato nelle fig. 7, 8
- Fissare l’eventuale cornice parapioggia (M) alla scatola da incasso
- Fissare il telaio alla scatola da incasso o alla cornice parapioggia
- Nel caso di impianto citofonico sul retro della placca frontale si deve:
togliere l’anello per obiettivo “E” e inserire la mascherina di chiusura
obiettivo “D” (vedi fig. 4)
- Collegare all’impianto posto esterno/telecamera, pulsanti e LED.
- Chiudere la targa fissandola al telaio per mezzo della chiavetta speciale
“P” (vedi fig. 6)
INSTALLAZIONE DELLE TARGHE DA ESTERNO PARETE
- Installare a muro la scatola da esterno parete (N) ad una altezza di circa
1,65m dal bordo superiore della scatola al pavimento.
- Nel caso di impianto citofonico: fissare la staffetta (C) nella parte alta
del telaio (B) per mezzo delle viti, nei fori predisposti e fissare il posto
esterno alla staffetta (vedi fig. 9)
- Sfilare o tagliare il tappo in gomma (preesistente nei posti esterni audio
o telecamere) facendo attenzione a non tagliare i cavi del microfono
(vedi fig. 5) e inserire la capsula microfonica nell’apposita sede posta
sul telaio (B) richiudendo il tappo come indicato nella fig. 5 part. 1
- Fissare i pulsanti (G) al telaio (B) come indicato nelle fig. 9.
- Fissare il telaio alla scatola da esterno
- Fissare la scheda per illuminazione a LED (H) nell’apposita sede come
indicato nelle fig. 9.
- Nel caso di targa con solo posto esterno audio sul retro della placca
frontale si deve: togliere l’anello per obiettivo “E” e inserire la mascherina di chiusura obiettivo “D” (vedi fig. 4)
- Collegare all’impianto, posto esterno/telecamera, pulsanti e LED.
- Chiudere la targa fissandola al telaio per mezzo della chiavetta speciale
“P” (vedi fig. 6).
MATERIALE NON FORNITO DI SERIE DA ORDINARE SEPARATAMENTE PER PREDISPORRE UNA TARGA DA INCASSO PARETE
MATERIALE NON FORNITO DI SERIE DA ORDINARE SEPARATAMENTE PER PREDISPORRE UNA TARGA DA ESTERNO PARETE
L- Scatola da incasso (fornita separatamente) art. 9092, 9192 (per 2
moduli verticali) o 9093, 9193 (per 3 moduli verticali)
M- Cornice parapioggia per installazione da incasso parete (fornita separatamente)
art. 1P21, 1P22, 1P23, 1P24 (2 moduli verticali)
art. 1P31, 1P32, 1P33, 1P34 (3 moduli verticali)
N- Scatola con cornice parapioggia per installazione targa da esterno
parete (fornita separatamente)
art. 1E21, 1E22, 1E23, 1E24 (2 moduli verticali)
art. 1E31, 1E32, 1E33, 1E34 (3 moduli verticali)
M
L
N
M
L
Fig. 4
E
D
2
Fig. 5
Part. 1
1
13
INSTALLAZIONE DI UNA TARGA VIDEOCITOFONICA DA
INCASSO PARETE CON CORNICE PARAPIOGGIA
Fig. 6
Fig. 8
A
C
B
P
M
H
G
INSTALLAZIONE DI UNA TARGA VIDEOCITOFONICA DA INCASSO PARETE
Fig. 7
A
C
B
L
L
H
G
INSTALLAZIONE DI UNA TARGA videoCITOFONICA DA
ESTERNO PARETE
Fig. 9
A
C
B
H
G
N
14
AVVERTENZE PER L’INSTALLATORE
- Leggere attentamente le av­ver­ten­ze contenute nel pre­sen­te do­cu­men­to in quanto for­ni­sco­no importanti indicazioni ri­guar­dan­ti la sicurezza
di in­stal­la­zio­ne, d’uso e di ma­nu­ten­zio­ne.
- Dopo aver tolto l’imballaggio assicurarsi dell’integrità del­l’ap­pa­rec­chio. Gli ele­men­ti dell’imballaggio (sacchetti di pla­sti­ca, po­li­sti­ro­lo espanso,
ecc.) non devono essere lasciati alla portata dei bambini in quanto potenziali fonti di pericolo. L’esecuzione dell’impianto deve essere ri­spon­
den­te alle nor­me CEI vigenti.
- È necessario prevedere a monte dell’alimentazione un appropriato in­ter­rut­to­re di tipo onnipolare facilmente accessibile con separazione
tra i contatti di almeno 3mm.
- Prima di col­le­ga­re l’apparecchio ac­cer­tar­si che i dati di targa siano rispondenti a quelli della rete di di­stri­bu­zio­ne.
- Questo ap­pa­rec­chio dovrà essere de­sti­na­to solo all’uso per il quale è stato espres­sa­men­te concepito, e cioè per sistemi di citofonia.
Ogni altro uso è da con­si­de­rar­si im­pro­prio e quindi pericoloso. Il costruttore non può essere con­si­de­ra­to re­spon­sa­bi­le per even­tua­li danni
derivanti da usi impropri, erronei ed ir­ra­gio­ne­vo­li.
- Prima di ef­fet­tua­re qual­si­a­si operazione di pu­li­zia o di ma­nu­ten­zio­ne, disinserire l’apparecchio dalla rete di ali­men­ta­zio­ne elettrica, spe­
gnen­do l’interruttore del­l’im­pian­to.
- In caso di guasto e/o di cattivo fun­zio­na­men­to del­l’ap­pa­rec­chio, togliere l’ali­men­ta­zio­ne me­dian­te l’interruttore e non ma­no­met­ter­lo. Per
l’even­tua­le ri­pa­ra­zio­ne ri­vol­ger­si so­la­men­te ad un centro di assistenza tecnica autorizzato dal costruttore. Il mancato ri­spet­to di quanto
so­pra può com­pro­met­te­re la si­cu­rez­za del­l’ap­pa­rec­chio.
- Non ostru­i­re le aperture o fessure di ven­ti­la­zio­ne o di smaltimento calore e non esporre l’apparecchio a stillicidio o spruzzi d’acqua.
- L’installatore deve as­si­cu­rar­si che le in­for­ma­zio­ni per l’uten­te siano pre­sen­ti sugli ap­pa­rec­chi derivati.
- Tutti gli apparecchi costituenti l’impianto devono essere de­sti­na­ti esclu­si­va­men­te all’uso per cui sono stati con­ce­pi­ti.
- ATTENZIONE: per evitare di ferirsi, questo apparecchio deve essere assicurato alla parete secondo le istruzioni di installazione.
- Questo do­cu­men­to dovrà sem­pre ri­ma­ne­re allegato alla do­cu­men­ta­zio­ne dell’impianto.
Direttiva 2002/96/CE (WEEE, RAEE).
Il simbolo del cestino barrato riportato sull’apparecchio indica che il prodotto, alla fine della propria vita utile, dovendo essere trattato
separatamente dai rifiuti domestici, deve essere conferito in un centro di raccolta differenziata per apparecchiature elettriche ed elettroniche oppure riconsegnato al rivenditore al momento dell’acquisto di una nuova apparecchiatura equivalente.
L’utente è responsabile del conferimento dell’apparecchio a fine vita alle appropriate strutture di raccolta. L’adeguata raccolta differenziata
per l’avvio successivo dell’apparecchio dismesso al riciclaggio, al trattamento e allo smaltimento ambientalmente compatibile contribuisce
ad evitare possibili effetti negativi sull’ambiente e sulla salute e favorisce il riciclo dei materiali di cui è composto il prodotto. Per informazioni
più dettagliate inerenti i sistemi di raccolta disponibili, rivolgersi al servizio locale di smaltimento rifiuti, o al negozio in cui è stato effettuato
l’acquisto.
Rischi legati alle sostanze considerate pericolose (WEEE).
Secondo la nuova Direttiva WEEE sostanze che da tempo sono utilizzate comunemente su apparecchi elettrici ed elettronici sono considerate sostanze pericolose per le persone e l’ambiente. L’adeguata raccolta differenziata per l’avvio successivo dell’apparecchio dismesso
al riciclaggio, al trattamento e allo smaltimento ambientalmente compatibile contribuisce ad evitare possibili effetti negativi sull’ambiente e
sulla salute e favorisce il riciclo dei materiali di cui è composto il prodotto.
Il prodotto è conforme alla direttiva europea 2004/108/CE e successive.
15
Via Pontarola, 14/a
35011 Campodarsego PD
Tel. +39 049 920 2511
Fax +39 049 920 2603
www.elvox.com
S6I.12T.100 RL. 00 13 10
ELVOX - Campodarsego - Italy
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
3 175 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content