close

Enter

Log in using OpenID

Bando - Ordine degli Architetti Barletta-Andria

embedDownload
Provincia di Barletta-Andria-Trani
Settore 5° Edilizia Scolastica, Viabilità, Trasporti ed Espropriazioni, Lavori pubblici.
BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA
procedura: art. 3, comma 37 e art. 53, comma 2 lett. b), decreto legislativo n. 163 del 2006
criterio: offerta economicamente più vantaggiosa, ai sensi dell’art. 83 d. lgs. n. 163 del 2006 e art. 120 del
d.P.R. n. 207 del 2010
Lavori urgenti di recupero e risanamento conservativo dell’Istituto I.T.C.
“G. dell’Olio” in Bisceglie
CUP: J11E14000140003
CIG: 5710268
SEZIONE I:
AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE
I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto
Denominazione ufficiale: PROVINCIA DI BARLETTA, ANDRIA, TRANI
Settore 5° Edilizia Scolastica, Viabilità, Trasporti ed Espropriazioni, Lavori pubblici.
Indirizzo postale: Piazza Plebiscito, 34
Città: Barletta
CAP: 76121
Paese: Italia
Punti di contatto:
All’attenzione di: ing. Mario Maggio
Telefono: + 39 0883 1978911
Posta elettronica: [email protected]
Fax:
Indirizzi internet: Amministrazione aggiudicatrice:
http://www.provincia.barletta-andria-trani.it
Ulteriori informazioni sono disponibili presso:
+ 39 0883 959713
i punti di contatto sopra indicati
si veda l’allegato A.I
Il capitolato speciale d’appalto e la documentazione
complementare sono disponibili presso:
i punti di contatto sopra indicati
Le offerte vanno inviate a:
i punti di contatto sopra indicati
si veda l’allegato A.II
si veda l’allegato A.III
SEZIONE II: OGGETTO DELL’APPALTO (LAVORI + SERVIZI INGEGNERIA)
II.1) Descrizione
II.1.1) Denominazione conferita all’appalto dall’amministrazione aggiudicatrice:
Lavori urgenti di recupero e risanamento conservativo dell’Istituto I.T.C. “G. dell’Olio” in Bisceglie .
II.1.2) Tipo di appalto e luogo di esecuzione: Progettazione Esecutiva Ed Esecuzione Lavori.
Sito o luogo principale dei lavori:
Bisceglie.
II.1.3) L’avviso riguarda un appalto pubblico
SI
II.1.5) Breve descrizione dell’appalto: L’appalto ha per oggetto la progettazione esecutiva e
l’esecuzione dei lavori, che consistono nei Lavori urgenti di recupero e di risanamento conservativo
dell’Istituto “G. dell’Olio” in Bisceglie.
Progetto validato in data 05.08.2014
II.1.8) Divisione in lotti:
sì
1/8
no
II.1.9) Ammissibilità di varianti:
sì
no
II.2) Quantitativo o entità dell’appalto
II.2.1) Quantitativo o entità totale (in euro, IVA esclusa)
167.854,84
di cui
136.128,84
lavori (soggetti a ribasso);
9.726,00
22.000,00
oneri per l’attuazione dei piani di sicurezza (non soggetti a ribasso);
Spese tecniche (soggette a ribasso);
a) Categoria prevalente:
Edifici civili e industriali
categ.
OG1
classifica:
I
importo:
€ 145.854,84
b) Classi e categorie dei lavori oggetto della progettazione esecutiva individuate sulla base delle
elencazioni contenute nelle tariffe professionali:
Scuole, istituti superiori.
Class.
I
categoria:
c
importo:
II.2.2) Opzioni:
€ 22.000,00
sì
no
II.3) Durata dell’appalto o termine di esecuzione
1. Tempo massimo esecuzione lavori in giorni: 120 (centoventi) naturali e consecutivi, decorrenti
dalla data del verbale di consegna dei lavori.
2. Tempo massimo per la progettazione esecutiva, giorni 20 (venti) naturali e consecutivi, decorrenti
dalla data della stipula del contratto di appalto;
SEZIONE III:
INFORMAZIONI DI CARATTERE GIURIDICO E TECNICO
III.1) Condizioni relative all’appalto
III.1.1) Cauzioni e garanzie richieste
a) per i concorrenti: garanzia provvisoria di euro 3.357,10 (2% dell’importo dell’appalto), ex art. 75
del d.lgs. n. 163 del 2006, mediante cauzione con versamento in contanti in tesoreria o fideiussione
conforme allo schema 1.1 approvato con d.m. n. 123 del 2004 che dovrà prevedere:
- la rinuncia espressa al beneficio della preventiva escussione del debitore principale;
- la rinuncia espressa all’eccezione di cui all’art.1957, comma 2 del c.c.;
- la sua operatività entro 15 (quindici) giorni, su semplice richiesta scritta della stazione appaltante;
b) per l’aggiudicatario:
1) garanzia fideiussoria definitiva non inferiore al 10% dell’importo del contratto, incrementabile in
funzione dell’offerta, ex art. 113 del d. lgs. n. 163 del 2006, mediante fideiussione conforme allo
schema 1.2 approvato con d.m. n. 123 del 2004;
2) polizza assicurativa per rischi di esecuzione (C.A.R.) per danni subiti dalla stazione appaltante a
causa del danneggiamento o della distruzione totale o parziale di impianti ed opere, anche
preesistenti, verificatisi nel corso dell’esecuzione dei lavori per un importo non inferiore
all'importo contrattuale, e per responsabilità civile per danni a terzi (R.C.T.) per un importo di
euro 500.000,00 ex art. 129, comma 1, d. lgs. n. 163 del 2006, conforme allo schema 2.3
approvato con d.m. n. 123 del 2004.
3) Assicurazione del progettista: il soggetto incaricato della progettazione esecutiva dovrà risultare
assicurato, a far data dall’approvazione del progetto esecutivo, con polizza di responsabilità civile
professionale di cui all’art. 111 del D. Lgs. N. 163/2006 per i rischi derivanti da errori od omissioni
nella redazione del progetto che possano determinare nuove spese di progettazione e/o maggiori
costi, con specifico riferimento ai lavori progettati. Tale polizza, con massimale non inferiore al
2/8
10% dell’importo dei lavori progettati, IVA esclusa, deve risultare conforme allo schema tipo 2.2
di cui al D.M. delle Attività Produttive n. 123/2004 e avere decorrenza dalla data di inizio lavori e
termine alla data di emissione del certificato di collaudo. In occasione della stipula del contratto
dovrà essere presentata una dichiarazione di una compagnia di assicurazioni autorizzata
all’esercizio del ramo responsabilità civile generale contenente l’impegno a rilasciare la suddetta
polizza.
Gli importi della garanzia provvisoria sub. lett.a) e della cauzione definitiva sub. lett. b.1), sono ridotti del
50% per i concorrenti in possesso della Certificazione del sistema di qualità della serie europea UNI EN ISO
9000, ai sensi del combinato disposto degli artt.40 comma 7 e 75 comma 7 del D.Lgs.n°163/2006 e s.m.i..
III.1.2) Principali modalità di finanziamento e di pagamento
a) finanziamento con fondi di bilancio della Provincia di Barletta-Andria-Trani per un importo
complessivo pari ad € 230.000,00;
b) anticipazione pari al 10% ai sensi dell’art. 26-ter della Legge 98/2013, e degli artt. 124, commi 1 e 2
e 140, commi 2 e 3 del D.P.R. 207/2010; pagamenti: le rate di acconto sono dovute ogni qualvolta
l’importo dei lavori eseguiti, contabilizzati sia pari ad € 50.000,00 al netto del ribasso d’asta,
comprensiva della quota relativa agli oneri per la sicurezza ed al netto della ritenuta;
c) spese tecniche per la progettazione esecutiva, coordinamento della sicurezza in fase di progettazione
e progetto di adeguamento alla normativa antincendio (DM 26.08.1992 e smi) corrisposte ai
professionisti incaricati nelle seguenti modalità:
- progettazione esecutiva e coordinamento della sicurezza in fase di progettazione contestualmente al
primo stato di avanzamento lavori
- progetto di adeguamento alla normativa antincendio (DM 26.08.1992 e smi) alla consegna del
progetto presso gli uffici competenti, previo rilascio di parere favorevole.
d) corrispettivo interamente a misura ai sensi dell’art.53, comma 4 del D.Lgs.n°163/2006 e s.m.i. e
dell’art.43, comma 7 del D.P.R.n°207/2010 e s.m.i.;
e) L’oggetto dell’appalto è coerente con il quadro delle funzioni amministrative che allo stato, in base
alla vigente normativa statale e regionale, sono attribuite o delegate alle Province, quadro destinato
a modificarsi per effetto degli emanandi atti legislativi.
Il contratto di cui al presente capitolato deve ritenersi risolutivamente condizionato al verificarsi
dell’evento del trasferimento per legge ad altro soggetto pubblico delle funzioni amministrative
attualmente conferite ex lege alla Provincia di Barletta, Andria, Trani al cui esercizio è
funzionalmente collegato l’oggetto dell’appalto, fatta salva la possibilità di subentro nel rapporto
contrattuale del soggetto al quale le dette funzioni saranno attribuite. In ogni caso la Provincia di
Barletta, Andria, Trani, si riserva espressamente la facoltà di recesso dal rapporto contrattuale per
superiori sopravvenuti motivi di interesse pubblico.
III.1.3) Forma giuridica che dovrà assumere il raggruppamento aggiudicatario dell’appalto:
Tutte quelle previste dall’ordinamento. Sia raggruppamento temporaneo o consorzio ordinario mediante
atto di mandato collettivo speciale e irrevocabile ex art. 37, commi 15, 16 e 17, d. lgs. n. 163 del 2006
che Società, anche consortile, tra imprese riunite, ex art. 93 del d.P.R. n. 207 del 2010.
III.1.4) Altre condizioni particolari cui è soggetta la realizzazione dell’appalto:
sì
no
a) il Capitolato Speciale d’appalto è parte integrante del contratto;
b) è prevista una penale giornaliera, pari a 1 ‰ (unopermille) dell’importo netto contrattuale, per
ogni giorno naturale e consecutivo di ritardo nella ultimazione delle opere, ai sensi dell'art. 6 dello
Schema di Contratto allegato al Capitolato Speciale d’appalto. La stessa penale si applica in caso di
ritardo nella consegna del progetto esecutivo, nonché nel caso di cui al punto 2.40 dell’art. 8 dello
Schema di Contratto.
III.2) Condizioni di partecipazione
III.2.1) Situazione personale degli operatori, inclusi i requisiti relativi all’iscrizione nell’albo
professionale o nel registro commerciale
Dichiarazioni sostitutive ai sensi del d.P.R. n. 445 del 2000, in conformità al disciplinare di gara, indicanti:
1. iscrizione alla C.C.I.A.A. o all’Albo professionale o altro registro ufficiale per i concorrenti stabiliti in
altri paesi della U.E.;
2. assenza delle cause di esclusione di cui all’art. 38, comma 1, del D.Lgs.n°163 del 2006 e s.m.i. per
3/8
gli operatori;
3. di non essersi avvalsi dei piani di emersione in applicazione della Legge n°266/2002;
4. di avere regolari le posizioni previdenziali ed assicurative presso I.N.P.S., I.N.A.I.L. e Cassa/e Edile/i
dove ha sede l’operatore economico;
5. di non trovarsi in nessuna delle situazione previste all’art.90 comma 8 del D.Lgs.n°163 del 2006 e
s.m.i. con il soggetto incaricato della progettazione dei lavori;
6. assenza di partecipazione plurima, ai sensi degli articoli 36, comma 5, e 37, comma 7, del
D.Lgs.n°163 del 2006 e s.m.i. ovvero che alla stessa gara non partecipa contemporaneamente:
a. individualmente ed in raggruppamento temporaneo o consorzio ordinario, oppure in più di un
raggruppamento temporaneo o consorzio ordinario;
b. individualmente o in raggruppamento temporaneo o consorzio ordinario e quale consorziata di un
consorzio stabile o di un consorzio di cooperative o di imprese artigiane per la quale il consorzio
concorre e a tal fine indicata per l’esecuzione.
Detti requisiti, di cui ai precedenti punti 1) (società di professionisti, società di ingegneria, consorzi
stabili), 2), 3), 4),5) e 6), in quanto pertinenti, sono obbligatori anche per i progettisti, unitamente
alle dichiarazioni di assenza di cause di incompatibilità, nei limiti e alle condizioni del disciplinare di
gara.
III.2.2) Capacità economica e finanziaria: non richiesta
III.2.3) Capacità tecnica
Dichiarazioni sostitutive ai sensi del d.P.R. n. 445 del 2000, in conformità al disciplinare di gara, indicanti:
(per le categorie e le classifiche di attestazione S.O.A. il riferimento obbligatorio è fatto rispettivamente
all’Allegato A del d.P.R. n. 207 del 2010)
a) attestazione SOA per prestazioni di progettazione e costruzione regolarmente autorizzata per
categoria e classifica adeguata ai lavori da assumere e precisamente nella categoria prevalente OG
1 per classifica pari al totale dei lavori.
in alternativa:
b) possesso dei requisiti di capacità economico – finanziaria e tecnico organizzativa di cui all’art. 90
del D.P.R. 207/2010 con riferimento alla categoria OG1;
Trova applicazione l’art.61 co.2 del DPR 207/2010 come dettagliatamene indicato nel disciplinare di gara. Si
precisa, altresì, che i lavori della categoria prevalente sono subappaltabili nella misura massima del 30%.
b) sono fatte salve le disposizioni in materia di raggruppamenti temporanei e consorzi ordinari ai sensi
dell’art. 37, commi 1, 3, e da 5 a 19, d.lgs. n. 163 del 2006; art. 92, commi 2 e 3, d.P.R. n. 207 del
2010; orizzontali: orizzontali: mandataria minimo 40%, ciascuna mandante minimo 10%; verticale:
mandataria qualificata nella categoria prevalente e mandante qualificata nella categoria scorporabile.
c) ammesso avvalimento ai sensi dell’art. 49 del d.lgs. n. 163 del 2006, alle condizioni previste dal
disciplinare di gara; il concorrente può avvalersi di una sola impresa ausiliaria per la categoria di
qualificazione prevista dal bando ai sensi dell’art. 49, comma, 6 del D.lgs. 163/2006 e succ. mod. ed int.
d) i concorrenti che non sono in possesso di attestazione SOA che documenti la qualificazione anche per
progettazione di cui al precedente periodo, devono associarsi, così come previsto dall’art.92 comma 6
del D.P.R.n°207/2010 e s.m.i., ovvero indicare, per la redazione del progetto, uno o più progettisti di
cui all’art.90 comma 1 lett.d), e), f), fbis), g), h) del D.Lgs.n°163 del 2006 e s.m.i.;
La verifica del possesso dei requisiti di carattere generale, tecnico-organizzativo ed economico-finanziario
avviene, ai sensi dell’art. 6-bis del Codice dei Contratti e della delibera attuativa dell’Autorità di Vigilanza sui
Contratti Pubblici di Lavori, Servizi e Forniture n. 111 del 20 dicembre 2012, attraverso l’utilizzo del
sistema AVCPASS, reso disponibile dall’Autorità, fatto salvo quanto previsto dal comma 3 del citato art.
6-bis. Tutti i soggetti interessati a partecipare alla procedura devono obbligatoriamente registrarsi al
sistema accedendo all’apposito link sul Portale AVCP (Servizi ad accesso riservato- AVCPASS) secondo le
istruzioni ivi contenute.
III.2.4) Appalti riservati:
sì
no
SEZIONE IV: PROCEDURA
IV.1) Tipo di procedura
IV.1.1) Tipo di procedura: aperta, ai sensi dell’art.3 comma 37, dell’art.53 commi 2b, 3, 4 e 5,
4/8
dell’art.54, dell’art.55, dell’art.83, dell’art.84, dell’art.86,
D.Lgs.n°163/2006 e s.m.i. nonchè dell’art.43 comma 6,
D.P.R.n°207/2010 e s.m.i.; modalità di determinazione del
dell’art.53, comma 4 del D.Lgs.n°163/2006 e s.m.i. e dell’art.43,
s.m.i.
dell’art.87 e dell’art.88 del
dell’art.120 e dell’art.168 del
corrispettivo a misura, ai sensi
comma 7 del D.P.R.n°207/2010 e
IV.2) Criteri di aggiudicazione
IV.2.1) Criterio di aggiudicazione: Offerta economicamente più vantaggiosa
ex art.83 del D.Lgs.n°163/2006 e s.m.i., secondo i seguenti criteri e previa valutazione della congruità
delle offerte, secondo quanto disposto dagli artt.86, 87 e 88 del D.Lgs.n°163/2006 e s.m.i., ove ne
dovessero ricorrere i presupposti. Detta offerta verrà individuata secondo i criteri e sub-criteri sotto
enunciati e secondo le corrispondenti seguenti ponderazioni (globalmente pari a punti 100) e come
meglio dettagliati nell’allegato disciplinare di gara:
VALUTAZIONE QUALITATIVA: ........ Valore tecnico ....................................................max punti 70
VALUTAZIONE QUANTITATIVA: ...... Prezzo offerto ....................................................max punti 20
Tempo di esecuzione offerto ............................ ..max punti 10
con valutazione dei sub elementi e relativi pesi alle condizioni previste dal disciplinare di gara;
IV.3) Informazioni di carattere amministrativo
IV.3.1) Numero di riferimento attribuito al dossier dall’amministrazione aggiudicatrice:
CUP: J11E14000140003
CIG: 5710268
IV.3.2) Pubblicazioni relative allo stesso appalto
sì
no
IV.3.3) Condizioni per ottenere il capitolato d’oneri e la documentazione complementare
Termine per il ricevimento delle richieste di documenti o per l’accesso ai documenti:
Giorno:
Lunedi
Documenti a pagamento
Data:
sì
15
-
09
-
2014
Ora:
12
00
-
2014
Ora:
12
00
no
IV.3.4) Termine ultimo per il ricevimento delle offerte:
Giorno:
Lunedi
Data:
22
-
09
IV.3.6) Lingue utilizzabili per la presentazione delle offerte: Italiano
IV.3.7) Periodo minimo durante il quale l’offerente è vincolato alla propria offerta
giorni: 180 (dal termine ultimo per il ricevimento delle offerte)
IV.3.8) Modalità di apertura delle offerte
Giorno:
Martedi
Data:
23
-
09
-
2014
Ora:
9
00
Luogo: Provincia di Barletta-Andria-Trani – Settore 5° Edilizia Scolastica, Viabilità,
Trasporti ed Espropriazioni, Lavori pubblici
Persone ammesse ad assistere all’apertura delle offerte: sì
no
Rappresentanti dei concorrenti, in numero massimo di una persona per ciascuno; i soggetti muniti
di delega o procura, o dotati di rappresentanza legale o direttori tecnici dei concorrenti, come
risultanti dalla documentazione presentata, possono chiedere di verbalizzare le proprie osservazioni.
SEZIONE VI: ALTRE INFORMAZIONI
5/8
VI.1) Trattasi di un appalto periodico:
sì
no
VI.2) Appalto connesso ad un progetto/programma finanziato da fondi comunitari:
sì
no
VI.3) Informazioni complementari:
appalto indetto con determinazione a contrattare n. 304 del 06.08.2014 del Dirigente del
Settore 5° Edilizia Scolastica, Viabilità, Trasporti ed Espropriazioni, Lavori pubblici (art. 55,
comma 3, d.lgs. n. 163 del 2006);
a. i concorrenti stabiliti in Stati diversi dall’Italia possono partecipare alle condizioni di cui all’art.47 del
D.Lgs.n°163/2006 e s.m.i. e l’esistenza dei requisiti prescritti per la partecipazione è accertata in
base alla documentazione prodotta secondo le norme vigenti nei rispettivi Paesi. I requisiti, le
condizioni e le modalità per la partecipazione alla gara, le informazioni e le formalità necessarie per
valutare la conformità ai requisiti sono fissati nel disciplinare di gara che forma parte integrante e
sostanziale del presente bando;
b. ai sensi del comma 1-ter dell’art.38 del D.Lgs.n°163/2006, in caso di presentazione di falsa
dichiarazione o falsa documentazione, nelle procedure di gara e negli affidamenti di subappalto, la
stazione appaltante ne dà segnalazione all’Autorità che, se ritiene che siano state rese con dolo o
colpa grave in considerazione della rilevanza o della gravità dei fatti oggetto della falsa
dichiarazione o della presentazione di falsa documentazione, dispone l’iscrizione nel casellario
informatico ai fini dell’esclusione dalle procedure di gara e dagli affidamenti di subappalto ai sensi
del comma l, lettera h), del predetto art.38, per un periodo di un anno, decorso il quale l’iscrizione
è cancellata e perde comunque efficacia;
c. la documentazione non in regola con l’imposta di bollo sarà regolarizzata a norma dell’art.16 del
D.P.R.n°955/1982 e s.m.i.;
d. la stazione appaltante si riserva la facoltà di effettuare ulteriori controlli a campione sui concorrenti;
e. le autocertificazioni, le certificazioni, i documenti e l’offerta devono essere in lingua italiana e gli
importi dichiarati da operatori stabiliti in altro stato membro dell’Unione Europea, qualora espressi
in altra valuta, dovranno essere convertiti in euro;
f. non sono ammesse offerte alla pari, in aumento, plurime, parziali, condizionate, espresse in modo
indeterminato o per persona da nominare e comunque difformi dalle prescrizioni del presente
bando e del disciplinare di gara;
g. si procederà all’aggiudicazione anche in caso di unica offerta valida, ex art.55, comma 4 del
D.Lgs.n°163/2006 e s.m.i. purché sia stata positivamente giudicata dalla Commissione come
conveniente o idonea in relazione all’oggetto del contratto;
h. in caso di parità di punteggio complessivo, sarà preferita l’offerta che avrà riportato un più alto
punteggio per l’offerta economica e, nel caso di ulteriore parità, sarà preferita l’offerta individuata
mediante sorteggio, ex art.77 del R.D.n°827 del 23.05.1924;
i. la stazione appaltante si riserva la facoltà:
j. di applicare le disposizioni di cui all’art.140 del D.Lgs.n°163/2006 e s.m.i.;
k. di non procedere all’aggiudicazione se nessuna offerte risulta conveniente o idonea in
relazione all’oggetto dell’appalto, ex art.81, comma 3 del D.Lgs.n°163/2006 e s.m.i. o non
consentono il conseguimento degli obiettivi prefissati o non soddisfano completamente le
prescrizioni del capitolato speciale d’appalto, e può indire una nuova gara;
Kbis.- obbligo di allegare il Documento “PASSOE” rilasciato dal servizio AVCPASS comprovante la
registrazione al servizio per la verifica del possesso dei requisiti disponibile presso l’Autorità di
Vigilanza sui Contratti Pubblici di Lavori, Servizi e Forniture. I soggetti interessati a partecipare alla
procedura devono obbligatoriamente registrarsi al sistema accedendo all’apposito link sul Portale
AVCP (Servizi ad accesso riservato – AVCPASS) secondo le istruzioni ivi contenute;
l. si procederà all’aggiudicazione definitiva con determinazione dirigenziale, solo dopo che i controlli
in capo all’aggiudicatario provvisorio saranno completati con esito positivo. Tuttavia
l’amministrazione aggiudicatrice si riserva la facoltà di adottare la determinazione di aggiudicazione
definitiva anche prima di procedere a detti controlli, subordinando però espressamente l’efficacia
del provvedimento alla verifica del possesso dei requisiti;
m. è fatto obbligo di indicare le prestazioni che si intendono subappaltare ai sensi dell’art.118 del
D.Lgs.n°163/2006 e s.m.i. e del C.S.A.. Si applica l’art.91, comma 3, del D.Lgs.n°163/2006 e
s.m.i.. E’ fatto obbligo al soggetto affidatario di trasmettere alla stazione appaltante, entro 20
giorni dalla data di ciascun pagamento effettuato nei suoi confronti, copia delle fatture quietanzate
relative ai pagamenti da esso affidatario corrisposti al subappaltatore o cottimista con l’indicazione
delle ritenute di garanzia effettuate;
n. la Stazione appaltante non provvede al pagamento diretto dei subappaltatori alle condizioni di cui
all’art. 118, comma 3, d.lgs. n. 163 del 2006;
6/8
o. pagamento in favore dell’Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici: ESENTE
p. obbligo di dichiarazione di avere esaminato gli elaborati progettuali, di essersi recati sul luogo, di
conoscere e aver verificato tutte le condizioni, ai sensi dell’art. 106, comma 2, d.P.R. n. 207 del
2010;
q. l’operatore economico è tenuto ad assumere gli obblighi di tracciabilità dei flussi finanziari previsti
dalla Legge n°136 del 13.08.2010 e s.m.i., pena la risoluzione del contratto ai sensi dell’art.3
comma 8 della medesima legge;
r. l’amministrazione aggiudicatrice verifica, in occasione di ogni pagamento all’appaltatore e con
interventi di controllo ulteriori, l’assolvimento da parte dello stesso degli obblighi relativi alla
tracciabilità dei flussi finanziari;
s. disciplinare di gara e modelli per dichiarazioni (utilizzabili dai concorrenti), disponibili all’indirizzo
internet http://www.provincia.barletta-andria-trani.it, link “Bandi e Concorsi”;
t. la stazione appaltante, ai sensi dell’art.77 comma 5 del D.Lgs.n°163/2006 e s.m.i., si avvarrà per
tutte le comunicazioni inerenti la presente procedura di gara del mezzo elettronico e
specificatamente della posta elettronica certificata (P.E.C.). L’indirizzo di posta elettronica
certificata
dell’Ente
utilizzato
per
la
presente
procedura
è
il
seguente:
[email protected];
u. con avviso sul sito internet www.provincia.bt.it si darà comunicazione, della convocazione delle
eventuali successive sedute pubbliche di gara, qualora le stesse non dovessero essere aggiornate il
giorno successivo. La comunicazione ai controinteressati, di cui all’art.11 comma 10 del
D.Lgs.n°163/2006 e s.m.i., sarà inviata a mezzo posta elettronica certificata all’indirizzo indicato
nella domanda di partecipazione. Tale metodo di comunicazione verrà adottato anche nel caso di
nuova aggiudicazione a seguito di decadenza o annullamento della precedente. Nello stesso sito
dell’Ente, nei giorni immediatamente successivi all’aggiudicazione, verrà data comunicazione del
nominativo dell’aggiudicatario;
v. i risultati di gara saranno pubblicati a norma di legge;
w. il presente bando non vincola questo Ente né all’espletamento della gara, né alla successiva
aggiudicazione. Inoltre l’Ente si riserva il diritto di annullare la gara, di rinviare l’apertura delle
offerte o di non procedere all’aggiudicazione, in qualsiasi momento a suo insindacabile giudizio,
senza che i concorrenti possano avanzare pretese di qualsiasi genere;
x. la Stazione appaltante si avvale della facoltà di cui all’art. 140, commi 1 e 2, d.lgs. n. 163 del 2006
per cui in caso di fallimento dell'appaltatore, liquidazione coatta e concordato preventivo
dell’appaltatore o di risoluzione del contratto per grave inadempimento o di recesso dal contratto ai
sensi dell’art. 11 co.3 del D.P.R. 252/98, saranno interpellati progressivamente i soggetti che
seguono in graduatoria, fino al quinto migliore offerente, escluso l’originario aggiudicatario;
y. ai sensi dell’art.23, commi 14-22, del D.L.n°201/2011, convertito in legge n°214/2011, la Provincia
di Barletta-Andria-Trani, nell’eventualità che le sue funzioni vengano riallocate ad altro ente prima
della naturale scadenza del presente appalto, si impegna a garantire l’adempimento delle
obbligazioni su di essa gravanti fino all’effettivo trasferimento delle sue funzioni.
z. Nelle more dell’adozione di provvedimenti normativi che individuino una più puntuale e definitiva
gestione della vicenda successoria tra enti, la Provincia di Barletta Andria Trani si riserva di
assumere ogni connesso provvedimento che si rendesse necessario o anche solo opportuno,
compresa la possibilità di recesso, cessione o risoluzione automatica dell’appalto di cui al comma
precedente, previa comunicazione scritta all’aggiudicatario.
aa. In caso di riallocazione delle funzioni, come sopra indicato, ed al fine di garantire continuità al
presente appalto, l’aggiudicatario, in sede di stipulazione del contratto, acconsentirà
preventivamente alla cessione del medesimo o di parti di esso all’ente pubblico che sarà investito
delle funzioni ad oggi attribuite alla Provincia di Barletta Andria Trani;
bb. è esclusa la competenza arbitrale per la definizione delle controversie derivanti dall’esecuzione dei
contratti, comprese quelle conseguenti al mancato raggiungimento dell’accordo bonario di cui
all’art.240 del D.Lgs.n°163/2006 e s.m.i.;
cc. per ogni informazione, non riportata nella presente sezione, si rimanda a quanto meglio indicato
nell’allegato disciplinare di gara;
dd. si informa, ai sensi dell’art.13 del D.Lgs.n°196 del 30.6.2003 e s.m.i., che i dati forniti dai
concorrenti saranno raccolti e trattati esclusivamente in funzione e per le finalità del presente
procedimento;
ee. l’intervento costruttivo è inserivo nel programma triennale delle OO.PP. 2013-2015, elenco annuale
2013;
ff. controversie contrattuali deferite all’Autorità giudiziaria del Foro di Trani;
responsabile del procedimento: ing. Mario Maggio, recapiti come al punto I.1).
7/8
VI.4) Procedure di ricorso
VI.4.1) Organismo responsabile delle procedure di ricorso
Denominazione ufficiale:
T.A.R. (Tribunale Amministrativo Regionale) per la Puglia, sede / sezione di Bari
Indirizzo postale: Piazza Massari, 6
Città: Bari
Codice postale: 70122
Paese: Italia
Organismo responsabile delle procedure di mediazione
Responsabile del procedimento di cui al punto VI.3, lettera ff).
VI.4.2) Presentazione di ricorso
Informazioni precise sui termini di presentazione del ricorso:
a) entro 30 giorni dalla pubblicazione del presente bando per motivi che ostano alla partecipazione;
b) entro 30 giorni dalla conoscenza del provvedimento di esclusione;
c) entro 30 giorni dalla conoscenza del provvedimento di aggiudicazione.
VI.4.3) Servizio presso il quale sono disponibili informazioni sulla presentazione di ricorso
Responsabile del procedimento di cui al punto VI.3, lettera ff).
Barletta, lì 06.08.2014
f.to Il Responsabile del Procedimento
ing. Mario Maggio
8/8
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
1
File Size
240 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content