close

Enter

Log in using OpenID

Chirurgia Estetica - Medica Porto Viro

embedDownload
Chirurgia
Estetica
Lifting
Le tecniche più innovative
Mastoplastica
Additiva, Riduttiva e Ricostruttiva
Rinoplastica
Non solo un intervento estetico
Liposuzione
Istruzioni per l uso
Neoformazioni
Controlla che i tuoi nei siano tutti di bellezza
T.R.A.P.
La Fleboterapia Rigenerativa Tridimensionale Ambulatoriale
www.medicaportoviro.com - www.gruppomas.com
Sommario
- Organigramma/Le nostre sedi................
- Chi siamo...............................................
- Servizi Gruppo MAS..............................
▶ Area Legale
▶ Area Formativa
▶ Area Aziende
- Parliamo di Chirurgia Plastica,
Ricostruttiva ed Estetica.........................
- Blefaroplastica.......................................
- Otoplastica.............................................
- Lifting temporale e/o frontale...................
- Lifting medio-facciale..............................
- Lifting cervico-facciale............................
- Rinoplastica............................................
- Mentoplastica.........................................
- Dermoabrasione....................................
- Lifting delle braccia.................................
- Mastoplastica additiva (e mastopessi)...
- Mastopessi............................................
- Mastoplastica riduttiva...........................
- Ginecomastia........................................
- Ricostruzione mammaria.......................
- Addominoplastica..................................
- Liposuzione o liposcultura......................
- Lifting delle cosce...................................
- Lipofilling e lipostruttura..........................
- Riduzione temporanea delle
rughe con tossina botulinica...................
- Riduzione temporanea delle
rughe con filler........................................
- T.R.A.P..................................................
- Neoformazioni cutanee e sottocutanee..
- Melanoma..............................................
pag. 04
pag. 05
pag. 06
pag. 10
pag. 12
pag. 14
pag. 15
pag. 17
pag. 18
pag. 19
pag. 21
pag. 23
pag. 24
pag. 25
pag. 27
pag. 28
pag. 30
pag. 31
pag. 34
pag. 35
pag. 37
pag. 38
d R O
oMA
r m i
dormiROMA
appartments
www.dormiroma.it
pag. 39
pag. 40
pag. 42
pag. 46
pag. 47
Cell: +39 393-7126807
Tel: +39 06-39376422
mail: [email protected]
Fax: +39 06-99344154
SEDI E ORGANIGRAMMA
DIRETTORE GENERALE
G R U P P O
Mirco Pedon
®
DIRETTORE AMMINISTRATIVO
Gloria Pedon
M e d i c i
A v v o c a t i
S e r v i z i
DIRETTORE SANITARIO
Porto Viro (Ro)
- C.so Risorgimento, 137
- C.so Risorgimento, 154
Cristina Rogato
RESPONSABILE SISTEMA
QUALITA’ VERIFICA
E CONTROLLI / FORMAZIONE
Elena Pavan
FORMAZIONE
Elisa Cacciatori
RESPONSABILE
AFFARI LEGALI
Rovigo
- Via Trento, 5
Roberta Cusin
RESPONSABILE OPERATIVO
AFFARI LEGALI
Matteo Ercolani
ACQUISTI
Nicola Bezzi
GESTIONE INFORMATICA
IMMAGINE E COMUNICAZIONE
Giovanni Bovolenta
Centro Unico di Prenotazione
CONTABILITA’
0426.321070
Linda Mancin
Katia Finotti
[email protected]
SEGRETERIA
Francesca Bordina
Valentina Veronese
Federico Brancalion
4
Chi
Siamo
Chi Siamo
Il Gruppo MAS è una realtà inedita e
dinamica di cui fa parte anche Medica Porto
Viro in collaborazione con altre aziende e
liberi professionis . Si tra a dell'unico
gruppo nel suo genere collocato nel nord
est italiano in grado di erogare servizi a
360°, soddisfacendo a pieno raggio le
esigenze dei ci adini, dei professionis e
delle aziende, con a enta ricerca alle
necessità del territorio e alla realtà
nazionale.
In qualità di pia aforma mul servizi, il
Gruppo MAS svolge un'a vità caratterizzata da standard qualita vamente
eleva e cer fica rela vi ai servizi medici,
all'informazione, all'orientamento, alla
consulenza e all'assistenza del richiedente,
grazie alla preziosa professionalità e
all'esperienza specifica delle risorse umane
che fanno parte dell'organico aziendale.
Il Gruppo MAS è un punto di riferimento
che si è velocemente affermato
nell'assistenza nei servizi professionali per
gli operatori sanitari, per i commercialis e
le a vità. Offre consulenza alle
associazioni e si occupa di formazione
professionale cer ficata con l'obie vo di
prestare una costante e mirata a enzione
all'utenza. E' l'unica realtà del territorio ad
occuparsi di assistenza in materia di
riconoscimento di nullità dei matrimoni
ca olici.
Essere riusci a creare un gruppo composto
da medici, avvoca e consulen che
collaborano in sinergia per il
raggiungimento di obie vi comuni è un
vanto e un mo vo d'orgoglio che perme e
al Gruppo di svolgere al meglio,
quo dianamente, i propri servizi.
Il Gruppo è cara erizzato da più sedi che
perme ono una ges one puntuale e
specifica dei servizi eroga .
Il Poliambulatorio MEDICA PORTO VIRO
è situato in Corso Risorgimento, 154/A a
Porto Viro (RO), interamente al primo
piano della stru ura e accessibile con
ascensore idoneo per disabili, quindi, senza
alcuna barriera archite onica. E’ dotato di
6 ambulatori, un’acce azione con 3
p o s t a z i o n i a l l ’e n t r a t a , u n u ffi c i o
amministra vo, una sala di a esa e servizi
predispos per disabili come da norme
corren .
Il Gruppo M A S è situato in Corso
Risorgimento, 137/A a Porto Viro (RO).
Interamente al primo piano è cara erizzato
da una sala riunioni e da 4 uffici
amministra vi.
Iscriviti alla nostra newsletter
dal sito www.medicaportoviro.com
riceverai periodicamente gli articoli redatti dal nostro staff
5
I servizi del Gruppo MAS
Area
LEGALE
CONSULENZA IN AMBITO:
Civile
Penale
Canonico
Tributario
Amministrativo
Area
FORMATIVA
CONSULENZA ED ORGANIZZAZIONE PER:
Formazione Aziendale
Bandi regionali ed Europei
Educazione Continua in Medicina ECM
Gestione fondi interprofessionali per aziende
Formazione specifica per ordini professionali
Corsi BLSD e PBLSD
Area
aziende
IGIENE E SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO
Valutazione rischi e stesura DVR
Piani di emergenza
Corsi RSPP, RLS
Corsi lavoratori Accordo Stato-Regioni
Corso Addetto Antincendio e Primo Soccorso
Patentini: muletti, piattaforme elevabili e
attrezzature da lavoro
Manuali di autocontrollo HACCP
Gestione del sistema di autocontrollo aziendale
Tamponi ambientali e analisi microbiologiche
Piani di sanificazione e disinfestazione
Consulenza per certificazione di sistema e
di prodotto (ISO, OHSAS...)
6
AREA
MEDICA
Direttore Sanitario:
Dott.ssa Rogato Cristina
Asma, Allergie, Malattie respiratorie
Biologia e Nutrizione
Cardiologia
Chirurgia Maxillo-facciale
Chirurgia Plastica e Medicina Estetica
Dermatologia
Dietistica
Endocrinologia
Fisiatria
Fisioterapia e Massofisioterapia
Ginecologia e Ostetricia
Logopedia
Medicina del Lavoro
Medicina dello Sport
Medicina Legale
Medicina Subacquea ed Iperbarica
Neurologia e Neurochirurgia
Neuropsichiatria Infantile
Oculistica
Ortopedia
Otorinolaringoiatria
Psichiatria
Psicologia
Senologia
Servizio di Diagnostica:
- Ecografia
- Elettromiografia
Urologia
Visite per patenti
Area Legale
L'Area Legale del Gruppo MAS, composta da
un team di professionis specializza in ogni
se ore, offre soluzioni basate su un approccio
innova vo mul disciplinare, studiato ad hoc
sulle specifiche necessità del cliente.
Oltre all'assistenza nelle controversie, i legali
forniscono consulenza a persone fisiche e
giuridiche, consigliando le soluzioni più ada e
ed aggiornate con la norma va vigente.
Gli avvoca del team rivolgono grande
a enzione alla prevenzione delle li ,
prospe ando al cliente le alterna ve migliori
in termini di cos -benefici e suggerendo, se
opportuno, soluzioni concilia ve appropriate
e produ rici di valore aggiunto.
Il Gruppo MAS, al fine di soddisfare nel modo
migliore le esigenze dei propri clien e
garan re un'assistenza completa, fornisce
inoltre ogni po di servizio e prestazione
notarile.
G R U P P O
®
www.gruppomas.com
M e d i c i
A v v o c a t i
S e r v i z i
CONSULENZA IN AMBITO
TUTELIAMO
CIVILE
PENALE
AMMINISTRATIVO
CANONICO
I TUOI DIRITTI
e non solo...
I nostri legali operano in unica sede in team con
Commercialisti - Revisori - Psicologi - Medici - Tecnici - Notai
C.So Risorgimento, 137
45014 Porto Viro (RO)
Chiedi informazioni al nostro centralino
0426.321070
Area
LEGALE
Area Aziende
L'Area Aziende comprende un pool di consulen e professionis
provenien da vari se ori e provenien in massima parte da esperienze
di dirigenza aziendale, accomuna da una forte preparazione e una
grande competenza acquisita negli anni dire amente sul campo.
I servizi offer alle aziende comprendono un check-up delle
problema che aziendali, un'analisi dello stato di fa o ed una proposta di
intervento da sviluppare con affiancamento di un nostro consulente
dire amente in azienda.
Le varie esigenze aziendali, sia quelle legate alla legislazione vigente,
quali la sicurezza nei luoghi di lavoro, o l'autocontrollo per le aziende della
filiera alimentare, sia quelle legate alla crescita ed allo sviluppo
dell'azienda, quali il marke ng e la ricerca e sviluppo, vengono affrontate
con il coinvolgimento dei Datori di Lavoro, dei Dirigen e dei Lavoratori.
I tecnici sono supporta nel loro lavoro da:
∙
laboratorio accreditato con servizio di prelievo per analisi
chimiche e microbiologiche sugli alimen ;
∙
servizio legale di interpretazione norma ve e di ges one
controversie legate ad aspe sanitari;
∙
studio di Medicina del Lavoro con servizio di Medico
Competente, visite periodiche ai lavoratori, esami strumentali
(audiometria, spirometria, ecc.), esami di laboratorio presso
laboratori convenziona ;
Partner specializza per problema che specifiche (valutazione
dell'analisi dei rumori e delle vibrazioni, pra che ambientali, cer fica
prevenzioni incendi, verifica degli impian di terra, ecc.).
Area Formativa
L'area forma va del Gruppo M A S
soddisfa ogni necessità de ata dalle
differen esigenze aziendali, a raverso
una stru ura di proge azione che si
occupa del coordinamento e della
realizzazione di a vità forma ve in
ambito regionale e nazionale. La nostra
consulenza e la rela va organizzazione
dei corsi, ci perme ono di formare,
informare e aggiornare le risorse umane,
secondo le necessità de ate dai trend
aziendali in con nua evoluzione, senza
tralasciare l'approfondimento delle
tema che necessarie ad un miglior
svolgimento professionale. Oltre ad
essere un ente di formazione,
provvediamo al coordinamento di corsi
per conto terzi.
9
Parliam d Chirurgi Plastic ,
Ric truttiv e Estetic
La chirurgia plastica estetica è una branca
chirurgica che si occupa di intervenire sul
corpo con lo scopo di correggere, ridurre o
eliminare difetti estetici (congeniti o
acquisiti), patologie, malformazioni ed esiti
di traumi e malattie. Chi si aspetta dalla
chirurgia plastica estetica trasformazioni
miracolose è destinato a inevitabili delusioni. I medici che a pieno titolo operano
ogni giorno in questo delicato ambito sono
Specialisti in Chirurgia Plastica.
Per diventare Specialista, un medico deve
frequentare una scuola di specializzazione
di 5 anni dopo la laurea, lavorare in un
reparto universitario e sostenere esami
annuali e una tesi nale. Inoltre un gran
numero degli specialisti in chirurgia
plastica, preparati, quali cati, e certi cati,
sono ammessi a far parte della SICPRE
(Società Italiana di Chirurgia Plastica
Ricostruttiva ed Estetica), dopo un rigoroso
processo di valutazione per stabilire le loro
capacità e impegno scienti co accompagnato da un comportamento etico
deontologico irreprensibile; aspetto questo
sempre sotto osser vazione da parte
dell'Associazione Scienti ca.
Ci si può rivolgere a medici specialisti in
chirurgia plastica-estetica per motivi dettati
da problemi funzionali, oppure per
motivazioni estetiche e in ogni caso in cui il
difetto crei di coltà nella vita di tutti i
giorni. In Italia come in altri paesi molti
medici in mancanza di regole certe e
d'interpretazioni nebulose, molte persone si
quali cano come chirurghi plastici, ma non
10
sono specialisti. Sono spesso operatori di
società commerciali con quali che e
competenze generiche, il cui interesse
principale è il pro tto. Fondano la propria
attività su pubblicità fuorvianti, e proposte
allettanti, super economiche con impiego di
materiale inadeguato.
Con il passare del tempo il corpo cambia, il
viso cambia, viene colpito dai segni
dell'invecchiamento e della maturità ed è
quindi normale che si cerchi un modo per
fermare od invertire questo processo. Tutti
vogliono sentirsi meglio ed essere belli agli
occhi di sé stessi e degli altri, perché la
bellezza è sinonimo di sicurezza che si
manifesta, sia sul lavoro che nei rapporti
interpersonali con un maggior successo.
In ogni caso l'importante è mantenere
l'individualità della persona, le proprie
caratteristiche siche che rendono un viso o
un corpo unico. Ogni persona ha la sua
immagine, è l'individuo che diventa suo
stesso modello e la chirurgia plastica estetica
p u ò a i u t a r e a l r a g g i u n g i m e nt o d i
un'immagine accattivante e desiderabile.
Con l'intervento chirurgico non si deve
tendere ad un bello ideale, ma al bello
derivato dalla singolarità dell'individuo,
cercando il riequilibrio e lasciando
inalterato il carattere, l'originalità.
MEDICA PORTO VIRO
Sottoporsi ad un intervento chirurgico
invasivo spesso spaventa, per cui molti
preferiscono ricorrere a trattamenti meno
invasivi, con risultati meno duraturi ma più
sicuri . Ad a ancare la parte chirurgica
esiste infatti la medicina estetica, branca che
comprende quelle cure e quei trattamenti
medici, che vengono eseguiti in modo non
chirurgico e quindi meno invasivo.
Gli specialisti di Medica Porto Viro si
occupano della parte di Chirurgia Plastica
Estetica e di Medicina Estetica. Così a anco
della chirurgia ambulatoriale per la
rimozione chirurgica di piccole formazioni
cutanee, quali nevi, cisti, angiomi, cicatrici,
cheratosi, bromi, etc. possono mettere a
disposizione le loro conoscenze per una
consulenza e per l'esecuzione di interventi
di chirurgia plastica estetica e ricostruttiva,
proponendo, grazie al contatto continuo
con l'Università, sempre i trattamenti più
all'avanguardia.
Per coloro che non aspirano sottoporsi a un
intervento maggiore, ma per timore o per
non necessità, desiderano un delicato
ringiovanimento abbiamo la possibilità,
attraverso le tecniche della moderna
Medicina Estetica, di poter incontrare le
loro esigenze.
Blefaroplastic
superior e inferior
La blefaroplastica è l'intervento che
permette di migliorare i difetti estetici a
carico sia delle palpebre superiori che
inferiori, che si possono presentare come
eccessi cutanei o come borse adipose,
eccessi di grasso che conferiscono all'occhio
un aspetto stanco e a aticato. Tra i fattori
che determinano tale fenomeno, incorrono
l'invecchiamento, fattori genetici, patologici
o lo stile di vita.
È un intervento indicato a qualsiasi età,
dai 20 anni in su e permette di correggere sia
un difetto estetico che funzionale, in quanto
il cedimento della palpebra superiore può
causare a volte, interferenza con il campo
visivo.
L'intervento può consistere nell'asportazione della pelle in eccesso, oppure
estendersi alla riduzione o al riposizionamento delle borse adipose, no al riassetto
della muscolatura palpebrale con possibilità
di modi care il taglio dell'occhio.
L'intervento può venire e ettuato in
anestesia locale, locale con sedazione o in
anestesia generale in base alle esigenze del
paziente.
Solitamente viene eseguito in regime
ambulatoriale o di day surgery, salvo
problematiche particolari. Le cicatrici
vengono eseguite nelle pieghe naturali delle
palpebre, quindi sono scarsamente visibili.
E' necessario chiarire che, pur potendo
intervenire sulla palpebra inferiore e
superiore, la blefaroplastica non permette di
eliminare le zampe di gallina che possono
solo subire di ri esso un miglioramento, e
12
non va ad in uire sull'abbassamento del
s o p r a c c i g l i o, s u l l a p i g m e nt a z i o n e
periorbitaria né sull'ec-cesso cutaneo
dell'area degli zigomi.
Per avere un miglioramento ulteriore è
possibile associare questo intervento al
li ing del sopracciglio o ad un li ing
temporo-frontale.
L'intervento non esclude la possibilità di
eseguire in un secondo tempo correzioni
aggiuntive con iniezioni di tossina
botulinica per le rughe periorbitarie o di
ller riassorbibili per il solco lacrimale o
l'area del sopracciglio.
Esistono attualmente tecniche alternative
alla blefaroplastica chirurgica, utilizzabili
quando la cute in eccesso non è molta e
quando non coesistono borse adipose
(questi inestetismi possono essere trattati
solo ed esclusivamente attraverso una
correzione chirurgica) e sono rappresentate
da peeling chimici super ciali e medi, laser
CO2, carbossiterapia.
Otoplastic
La normale forma e posizione del padiglione
auricolare è conferita da complicate ripiegature
della cartilagine che ne forma lo scheletro.
Numerose sono le possibili deformità della
cartilagine e l'otoplastica è l'intervento che
permette di correggerle.
La correzione delle deformità delle orecchie è
indicata dagli otto anni di età, per via del completo
e de nitivo sviluppo del padiglione auricolare.
Permette di correggere l'eccessiva prominenza
del padiglione auricolare per uno sviluppo
spropositato della conca (la parte centrale del
padiglione) oppure per la mancanza di alcune
ripiegature esterne chiamate elice e antelice. Può
servire per correggere i padiglioni auricolari
troppo grandi indipendentemente dalla loro
posizione o le cosiddette orecchie ad ansa ,
quando la parte superiore è ripiegata in basso e in
avanti, le orecchie a coppa di solito molto piccole
e le orecchie a conchiglia in cui mancano diverse
ripiegature cartilaginee.
L'otoplastica si svolge in anestesia locale con
associazione di una leggera sedazione, di solito in
regime ambulatoriale o di day surgery.
Dopo l'intervento, il dolore non è forte, ed è
controllabile con i comuni analgesici, e scompare
dopo circa un giorno. I punti di sutura vengono
rimossi indicativamente dopo 7-14 giorni.
Durante la notte è consigliato riposare con una
fascia elastica per circa 4 settimane che permette di
evitare traumi involontari. A seguito
dell'operazione l'e etto, che è permanente, è
subito visibile ed apprezzabile. Non esistono
metodi alternativi alla chirurgia per questo tipo di
deformazioni.
14
MEDICA PORTO VIRO
Li in
temporal / frontal
Questo inter vento è eseguito per
correggere gli e etti di rilassamento e
dell'atro a della cute e dei tessuti sottostanti della fronte e della regione laterale
corrispondente alle tempie, rappresentato
da un abbassamento delle arcate
sopraccigliari, un approfondimento delle
r u g he d el l a g l ab el l a e d el l e r u g he
perioculari.
Sono diverse le cause che possono portare
a t a li a lterazioni, t ra queste, olt re
all'invecchiamento, rientrano i danni
provocati dal sole, dall'a aticamento, dallo
stile di vita e, in alcuni casi, dalla familiarità.
L'intervento viene e ettuato attraverso il
sollevamento e il riposizionamento delle
fasce dei muscoli, del grasso e della pelle
della parte superiore del viso, permettendo
di eliminare, o almeno ridurre, le rughe
della fronte, della glabella, e di innalzare la
p a r t e t e r m i n a l e d e l s o p r a c c i g l i o,
distendendo la pelle delle tempie e della
parte laterale degli occhi.
Sono diverse le tecniche impiegate per
e ettuare il li ing a seconda delle caratteristiche del paziente, delle sue attese e
dell'eventuale risultato richiesto.
L'e etto di ringiovanimento può essere
potenziato associandolo ad un intervento di
blefaroplastica, ad un li ing medio-facciale,
o cervico-facciale, di rinoplastica per il naso
o di integrazione dello scheletro facciale.
Dopo l'intervento fronte, palpebre
inferiori e tempie potranno essere ricoperte
per qualche giorno con cerotti e il volto
potrà essere bendato o lasciato scoperto. Le
cicatrici, permanenti e non eliminabili, sono
principalmente localizzate tra i capelli o
comunque in zone poco visibili. Saranno
comunque impercettibili alla vista nel giro
di poche settimane.
Il riposizionamento dei tessuti può essere
MEDICA PORTO VIRO
ottenuto in alternativa con particolari li di
sospensione, mentre il sollevamento del
sopracciglio si può ottenere con il li ing
diretto del sopracciglio, intervento più
semplice, con asportazione diretta di una
porzione di cute sovrastante.
E' possibile, in alternativa, intervenire
senza la chirurgia, riducendo depressioni,
solchi e rughe con l'iniezione di sostanze
riempitive riassorbibili o con il trasferimento di tessuto adiposo proveniente dallo
stesso soggetto; rughe super ciali e rilassamenti lievi si possono correggere con
l'abrasione meccanica, trattamenti laser o
peeling chimici. In ne, la distensione delle
rughe glabellari e perioculari e il sollevamento temporaneo della parte laterale
del sopracciglio possono essere ottenuti con
l'uso della tossina botulinica, con e etto
temporaneo.
15
Li in
medi -faccial
Interessa la parte centrale del volto e viene
e ettuato per correggere gli e etti del
rilassamento e dell'atro a della cute.
L'invecchiamento della parte mediale del viso
porta all'appiattimento delle regioni degli
zigomi, all'approfondimento dei solchi nasojugali, dei solchi naso-labiali dai lati del naso
verso gli angoli della bocca e dei solchi della
marionetta, e ad alterazioni dei margini
mandibolari dovuto alla discesa della guancia.
L'intervento consiste nel rendere più
giovanile il volto attraverso il sollevamento e il
riposizionamento delle fasce, dei muscoli, del
grasso e della pelle della parte centrale del viso.
L'obiettivo nale è quindi quello di rendere più
fresco e giovanile l'aspetto senza cambiare la
sionomia e l'espressione della persona.
L'intervento può essere associato al li ing
della fronte, della regione temporale e/o del
collo, alla chirurgia estetica delle palpebre
(blefaroplastica), alla rinoplastica, ad abrasioni
o peeling cutanei, alla fotoabrasione laser.
Le incisioni possono avere sedi ed estensioni
diverse in base allo speci co programma
chir urgico. In casi selezionati, il
rimodellamento della parte centrale del volto
può essere ottenuto mediante il
p o s i z i on ame nto d i p ar t i c ol ar i l i d i
sospensione.
MEDICA PORTO VIRO
17
Li in
cervic -faccial
Il li ing cervico-facciale viene e ettuato per
correggere il rilassamento e l'indebolimento della cute e
dei tessuti della parte inferiore del volto e del collo
dovuti all'invecchiamento, alla forza di gravità, ai danni
provocati dai raggi solari e a causa delle abitudini di
vita. Per rendere più giovanile e tonico il volto, il li ing
cervico-facciale può essere e ettuato singolarmente o
contemporaneamente ad altri interventi come il li ing
della fronte, delle tempie, con la chirurgia estetica delle
palpebre, con la rinoplastica o con l'abrasione e i
peeling cutanei.
La pelle è sollevata dai tessuti che vengono trattati
secondo le seguenti modalità: il riposizionamento dello
SMAS ( super cial muscolar aponeurotic system),
ovvero la struttura muscolo-fasciale che si trova sotto la
pelle delle guance e del collo, attraverso la sua trazione e
il suo ancoraggio verso l'alto e all'indietro; la sutura dei
margini del platisma, un muscolo che si trova nel collo e
che quando si rilassa provoca pieghe antiestetiche,
prevede la saldatura con punti lungo la linea mediana
del volto anteriore del collo per debellare il cosiddetto
aspetto di collo di tacchino ; il riposizionamento del
grasso facciale che prevede la trazione verso l'alto e
l'ancoraggio di sospensione del grasso che si trova nella
parte centrale delle guance.
Tra i metodi alternativi all'intervento, è possibile
correggere avvallamenti, solchi e rughe profonde del
volto iniettando sostanze riempitive sotto o nello
spessore cutaneo o trasferendo del tessuto adiposo
dello stesso soggetto attraverso la lipostruttura. Peeling
chimici, trattamenti laser e abrasione meccanica
possono correggere rughe super ciali e rilassamenti
lievi della pelle del volto. E' possibile aumentare il
volume della regione zigomatica con protesi,
impiantando acido ialuronico o trasferendo grasso in
lipostruttura.
Tutti gli interventi di li ing possono essere eseguiti in
anestesia generale o in anestesia locale con sedazione.
Hanno una durata variabile e non standardizzabile, in
quanto spesso vengono tra loro associati ed ogni caso
viene considerato e progettato in modo individuale.
18
MEDICA PORTO VIRO
Rinoplastic
L'intervento permette di ottenere la correzione del
pro lo e della morfologia del naso. Oltre ad essere
impiegata per nalità estetiche, l'operazione si rende
necessaria nei casi di deformità congenite o acquisite, a
seguito di traumi o nel trattamento di problemi
respiratori. Si compie attraverso la riduzione e il
rimodellamento dello scheletro cartilagineo e delle
ossa nasali. Attraverso la rinoplastica è possibile
intervenire sul volume della piramide nasale
aumentandone o più frequentemente riducendone il
volume, cambiare la forma al dorso o alla punta,
restringere le narici, modi care l'angolo tra il naso e il
labbro superiore e tra il naso e la fronte.
Lo scopo dell'intervento è la correzione di un difetto,
ottenendo un e etto naturale. Non è pertanto
consigliato riprodurre la forma del naso secondo un
modello prede nito non personalizzato. Durante
l'intervento è possibile, in contemporanea, correggere il
setto nasale e i turbinati per risolvere determinati
problemi della respirazione.
L'intervento può essere e ettuato a partire dal
diciottesimo anno di età che prevede il completamento
della crescita del volto, salvo in casi gravi e selezionati di
deviazioni o deformità della piramide nasale e del setto
che determinano importanti alterazioni nella
respirazione.
La rinoplastica si esegue in sala operatoria in
anestesia generale o locale con sedazione per via
endovenosa. La scelta potrà essere valutata con
l'anestesista.
L'intervento, che può durare da una a tre ore, può
compiersi in regime di ricovero diurno o con degenza
notturna. Può essere svolto attraverso la tecnica
chiusa con incisioni che vengono praticate solo
all'interno delle narici, oppure con la tecnica aperta
che include un'incisione cutanea sulla columella,
porzione di tessuto tra le narici. Si può procedere
quindi al rimodellamento della parte cartilaginea della
punta e delle ossa nasali. Se indicato si può procedere
alla setto plastica, la correzione delle deviazioni del
setto nasale che spesso causano di coltà di
respirazione. Le cicatrici sono invisibili poiché poste
all'interno del vestibolo nasale. Tra i metodi alternativi,
è possibile utilizzare ller o tossina botulinica che
determinano però le sole modi cazioni lievi del pro lo.
MEDICA PORTO VIRO
19
Mentoplastic
additiv
La mentoplastica additiva prevede
l'inserimento di una protesi davanti all'osso
mandibolare per aumentare la proiezione e
se necessario la larghezza del mento,
aumentando le proporzioni orizzontali. È
un intervento chirurgico che permette la
correzione del pro lo e della forma del
mento.
Il grado di correzione del mento varia da
individuo a individuo per poter inserire il
meno in maniera armoniosa, integrandolo
con le proporzioni del volto.
La mentoplastica può essere e ettuata
dopo il diciottesimo anno di età. Solo in caso
di gravi deviazioni o deformazioni
mandibolari che provocano alterazioni della
masticazione, l'intervento può essere
eseguito anche durante l'età puberale.
L'impianto di protesi è solitamente
eseguito con anestesia locale, e può essere
e ettuata ambulatorialmente La
mentoplastica additiva con l'uso di protesi
può avvenire con l'approccio submentale
attraverso un'incisione che viene praticata
ester namente 5 mm s otto l a piega
submentale oppure con l'approccio
intraorale incidendo la mucosa orale da
canino a canino a 5 mm al di sotto della
gengiva.
Le protesi utilizzate sono
composte da diverso mater i a l e . Po s s o n o e s s e r e
formate da silicone in
forma solida o in struttura
morbida composta da un
involucro che contiene del
gel di silicone.
L'aumento della proiezione del mento può
essere ottenuto con l'uso di
ller a lunga durata che
determinano modicazioni lievi e transitorie
del pro lo, oppure con
l'autolipotrapianto (trasferimento di grasso dello
stesso paziente) che
permette cambiamenti più
stabili.
Dermoabrasion
La dermoabrasione, e le procedure simili come il
derma-planing, e lo skin resurfacing laser, prevedono di
asportare meccanicamente o sicamente gli strati
super ciali della cute per ottenere un aspetto liscio e
uniforme.
La dermoabrasione viene solitamente utilizzata per
migliorare l'aspetto della cute caratterizzata da cicatrici
dopo traumi o dopo precedenti interventi o per
attenuare imperfezioni.
Il dermaplanting viene impiegato per correggere
cicatrici profonde dovute ad acne, mentre lo skin
resurfacing che si ottiene con l'utilizzo del laser viene
impiegato per il trattamento delle rughe e il
ringiovanimento del volto. E' consigliato per correggere
le linee attorno agli occhi e alla bocca, per attenuare
piccole cicatrici e aree pigmentate.
Si tratta di interventi che possono essere eseguiti in un
centro di day hospital, in un ambulatorio chirurgico o in
ospedale. Di solito vengono e ettuati in regime
ambulatoriale, ma se la zona in questione è
particolarmente ampia può essere opportuno un
ricovero ospedaliero.
Dermoabrasione e skin resurfacing possono essere
e ettuati in anestesia locale con sedazione leggera. A
volte è impiegato anche uno spray ra reddante.
Solitamente l'operazione di dermoabrasione impiega
dai pochi minuti all'ora e mezza a seconda dell'area di
interesse. Può ritenersi necessario e ettuare
l'intervento per più sedute a seconda dell'area da
trattare. Il chirurgo asporta gli strati super ciali della
cute con una spazzola metallica o con una fresa con
particelle diamantate.
Lo skin resurfacing, come la dermoabrasione, può
impiegare dai pochi minuti a un'ora e può prevedere più
sedute.
Dopo l'intervento, la pelle sarà arrossata e gon a e si
potrà avvertire un formicolio o bruciore che si possono
controllare con antidolori ci e che scomparirà
all'incirca dopo una settimana.
Tali trattamenti possono compiersi sul volto o su aree
più o meno limitate della pelle, da soli o con altre
procedure (li ing, rimozione di cicatrici, peeling
chimici leggeri).
MEDICA PORTO VIRO
23
Li in
dell bracci
L'inter vento di brachioplastica,
conosciuto maggiormente come li ing delle
braccia, è mirato alla correzione della
rilassatezza cutanea e dei depositi adiposi
localizzati nelle braccia. Permette di
correggere il pro lo degli arti conferendo
maggior tonicità. Può prevedere in primis
una fase di lipoaspirazione per ridurre la
c i rc on fe re n z a d e l l e br a c c i a e s u c cessivamente la rimozione la pelle in
eccesso.
Viene e ettuato in anestesia locale
assistita con sedazione o con anestesia
generale. Si può eseguire in day surgery con
ricovero diurno o solo notturno e dura dalle
2 e le 3 ore a seconda dell'entità della
riduzione e dell'eventuale lipoaspirazione.
L a lip osuzione p ermette risultati
importanti che consentono di evitare grandi
cicatrici, ma deve essere eseguita in casi
selezionati per evitare che la pelle in eccesso
24
risulti poi ancora più cadente.
L'e etto dell'intervento, permanente, è
totalmente apprezzabile all'incirca 3-6 mesi
dopo l'operazione.
Per quanto riguarda invece le lassità
cutanee di piccola entità, possono essere
trattate con la radiofrequenza o con i raggi
infrarossi ottenendo risultati che non sono
però paragonabili a quelli che si ottengono
con la chirurgia.
MEDICA PORTO VIRO
Mastoplastic additiv
( mastopess )
Questo intervento viene eseguito per
modi care la forma ed il volume di
mammelle che sono poco sviluppate o sono
svuotate e scese ad esempio dopo grav id anze o dimag r iment i. Av v iene
attraverso l'inserimento di protesi sotto alla
g h i a n d o l a o a l mu s c o l o p e t t o r a l e
conferendo al seno consistenza , rotondità e
proiezione. Permette anche di correggere
importanti asimmetrie tra le mammelle.
La sede dell'incisione per l'inserimento
della protesi può variare a seconda della
paziente così come la sede dell'impianto e il
tipo di protesi. L'incisione permette di
alloggiare la protesi che sarà centrata sotto il
capezzolo.
L'intervento può essere associato ad una
mastopessi, che consiste nel sollevamento
della mammella mediante l'asportazione di
una piccola quantità di cute in eccesso e il
rimodellamento della ghiandola. Quando il
rilassamento è moderato è su ciente
l'asportazione di una porzione di cute
circostante l'areola, e le protesi vengono
inserite attraverso la stessa incisione. In caso
di ptosi più accentuate è necessario
asportare una quantità di cute maggiore e si
esegue una incisione verticale (fra l'areola e
il solco) che può proseguire all'interno del
solco stesso.
Le protesi che vengono inserite sono
caratterizzate da un involucro di silicone che
contiene del gel di silicone o di soluzione
siologica o idrogel. Le più utilizzate sono
quelle contenenti il gel di silicone che ad
oggi sono portate da oltre tre milioni di
donne. Diversamente da quanto ipotizzato
in passato, le protesi non in uiscono né sulla
MEDICA PORTO VIRO
formazione né sullo sviluppo né tantomeno
sulla cura di un tumore. Le protesi
disponibili sono di varie forme. Possono
essere rotonde a base circolare o anatomiche
a goccia . Sono dispositivi medicali soggetti
ad usura e non ne viene assicurata la durata
illimitata.
L'intervento può durare da due a tre ore. E'
possibile che, in caso di medicazione, dopo
la sua rimozione possa essere sostituita da
un reggiseno prescritto dal chirurgo che
deve essere utilizzato giorno e notte per
circa un mese. In caso di punti, saranno
rimossi dopo circa 7-10 giorni. Per le prime
due settimane dall'in-tervento, devono
essere evitati particolari movimenti con le
braccia.
Successivamente, alle visite senologiche e
alle indagini diagnostiche è necessario
segnalare la presenza delle protesi. A tale
proposito è utile conservare e esibire il
documento identi cativo delle protesi.
Il risultato de nitivo risulta evidente a
pieno dopo circa 6 mesi dall'intervento. Col
tempo, la parete della protesi può subire
alterazioni tra cui la trasudazione del
contenuto all'esterno o la rottura a segui-to
dei traumi, comunque non pericolosi per la
paziente; comunque è consigliata una visita
di controllo l'anno associata ad esami radiologici.
Tra i metodi alternativi alla mastoplastica
additiva, l'inse-rimento di grasso prelevato
dalla paziente o l'uso di un dispositivo
esterno a pressione negativa.
25
Mastopess
Fattori quali l'invecchiamento, la forza di
gravità, gravidanza e allattamento e le
variazioni di peso possono comportare una
diminuzione dell'elasticità della pelle
provocandone un eccesso e portando alla
modi ca del rapporto tra contenente e
c o n t e n u t o, s p e c i a l m e n t e a l i v e l l o
mammario. In questi casi è possibile
intervenire con la mastopessi attraverso la
quale si asporta la pelle in eccesso, si
riposiziona nella sede corretta il complesso
areola-capezzolo e si rimodella la ghiandola
mammaria. Quando non è su ciente
rimodellare il tessuto si può associare
all'inserimento di protesi per ripristinare o
aumentare il volume.
Sede ed estensione delle cicatrici
dipendono dalla quantità di pelle da
asportare e dal grado di rilassamento (ptosi)
delle mammelle, ovvero dall'entità della loro
discesa. Le mammelle discese possono
essere corrette mediante l'asportazione di
un settore circolare di cute attorno all'areola.
MEDICA PORTO VIRO
Mammelle con ptosi di grado intermedio
possono essere corrette con l'asportazione
di cute dall'area circostante l'areola cui si
aggiunge un'incisione verticale, che
dall'areola raggiunge il solco
sottomammario. La correzione della ptosi di
grado marcato implica invece la necessità di
asportare anche una porzione di tessuto a
livello del solco sottomammario, generando
una incisione a T invertita.
Ogni caso richiede una programmazione
chirurgica adeguata alla necessità e alle
richieste della paziente.
L'anestesia dipende dal singolo caso
clinico e dalla tecnica scelta. L'intervento
può essere eseguito in anestesia generale o
lo co-reg iona le ass o ci at a o meno a
sedazione.
I migliori risultati si ottengono nelle
donne con le mammelle pendule e di
dimensioni non eccessive.
27
Mastoplastic riduttiv
La mastoplastica riduttiva viene eseguita
per ridurre le dimensioni del seno e
correggere la forma delle mammelle
sviluppate e cadenti. Serve inoltre per
asportare l'eccesso di pelle e per ridurre il
diametro delle areole se eccessivo.
Consiste nell'asportazione dell'eccesso di
pelle, ghiandola e tessuto adiposo e nello
spostamento del complesso areolacapezzolo in una nuova sede più alta. In
qu e sto mo d o s i d a a l l a m am mel l a
c aratter ist iche di volume, for ma e
proiezione tali da renderla di aspetto più
gradevole e naturale.
Permette inoltre di correggere eventuali
di erenze di volume. Vantaggi non
28
morfologici che possono essere ottenuti ma
funzionali sono di ridurre la tensione
dolorosa, le dermatiti da decubito il regione
sottomammaria e il dolore in regione
cervicale e toracica.
Le cicatrici dipendono dalla necessità di
miglioramento che si deve ottenere e
possono essere perioareolari (attorno
a l l ' are ol a ) , ve r t i c a l e ( no a l s ol c o
sottomammario) e trasversale (nel solco
sotto mammario)
L'intervento viene eseguito in anestesia
generale, generalmente in regime di ricoveo.
MEDICA PORTO VIRO
Ginecomasti
Si tratta di un intervento correttivo che
viene eseguito per correggere le deformità
delle regioni mammarie nei soggetti di sesso
maschile. Si applica nei casi in cui vi è un
eccessivo sviluppo del tessuto ghiandolare
ed è questo il caso della ginecomastia vera,
del tessuto adiposo (pseudo ginecomastia) o
di entrambi (ginecomastia mista). Nella
ginecomastia la regione mammaria assume
una sionomia femminile in maniera
simmetrica o meno e in alcuni casi può
esserci anche dolore spontaneo o alla
palpazione. Anche le areole possono avere
diametro eccessivo e anch'esse vengono
c or re tt e i n s e d e d i i nt e r v e nt o. L a
ginecomastia può essere provocata da cause
farmacologiche, ormonali, neoplastiche o
sistemiche. L'intervento avviene per mezzo
di lipoaspirazione che permette di eliminare
l'eccesso di tessuto adiposo attraverso una
cannula sotto la pelle attraverso un'incisione
di 3-4 millimetri. Nei casi di ginecomastia
vera e mista è richiesto un intervento
chirurgico, con una incisione a livello
dell'areola e l'asportazione dell'eccesso di
ghiandola. L'intervento si può e ettuare in
day surgery o con degenza di una notte e la
durata varia da una a due ore. Dopo un mese
dall'intervento è possibile notare il risultato
che risulta de nitivo dopo circa sei mesi. Il
risultato è permanente perché una volta
e ettuata l'operazione, in genere, non si
riforma più il tessuto asportato.
Ric tr zion mammari
Dopo un intervento di mastectomia totale o
sottocutanea spesso le donne vivono una
fase di con itto con loro stesse, da una parte
il desiderio di guarire dalla malattia e
dall'altra il non riconoscere più il proprio
corpo modi cato dall'intervento. Diventa
una tappa fondamentale della terapia,
quindi, prop orre alla paziente una
ricostruzione il più possibile precoce della
mammella asportata.
La ricostruzione del seno è un insieme di
tecniche chirurgiche con lo scopo di
restituire ad una donna un volume ed una
forma del seno il più possibile simile a quello
presente prima dell'intervento.
La ricostruzione può avvenire contestualmente alla mastectomia (ricostruzione
immediata) o in un secondo tempo, anche
dopo molti anni dal primo intervento (ricostruzione di erita). Oggi, se le condizioni
cliniche lo permettono, i medici tendono
sempre più a proporre una ricostruzione
immediata per ridurre al minimo il disagio
della paziente nel post operatorio.
Le tecniche ricostruttive dipendono dalla
tipologia di mastectomia eseguita, dalle
condizioni cliniche della paziente e
dall'aspetto sico. Vediamo quali sono le
tecniche maggiormente utilizzate.
posizionare un espansore tis-sutale (una
sorta di palloncino ) al di sotto del muscolo
pettorale, che viene progres-sivamente
riempito con soluzione siologica creando
uno spazio in cui in un secondo tempo viene
inserita la protesi de nitiva.
RICOSTUZIONE CON TESSUTO
AUTOLOGO
(lembi cutaneo-muscolari): sono tecniche
chirurgiche all'avanguardia che consistono
nel ricostruire il seno asportato con
autotrapianti di tessuto. Tra queste
tecniche rientra la ricostruzione con lembo
DIEP, in cui viene utilizzata una ellisse di
cute e grasso addominale al di sotto
dell'ombelico; il lembo TRAM in cui si
associa il trasferimento di una parte muscolare e il lembo di gran dorsale, un muscolo
del dorso. La tecnica selezionata dipende
principalmente dalle necessità ricostruttive
e dalla conformazione sica della paziente.
RICOSTRUZIONE CON ESPANSOREPROTESI.
È di certo la tecnica più frequentemente
utilizzata, in quanto ha tempi operatori
brevi, ma è necessariamente di erita, perché
richiede il tempo dell'espansore, poi quello
di sostituzione con la protesi. Consiste nel
MEDICA PORTO VIRO
31
RICOSTRUZIONE CON INNESTO DI GRASSO
(lipotransfert): è un intervento che consiste nel
prelievo di tessuto adiposo mediante lipoaspirazione
e nel suo trapianto in aree che necessitano di
reintegro. Consente di aumentare il volume del seno
ricostruito o di quello controlaterale, di colmare i
difetti nel seno ricostruito con altre tecniche
migliorando il risultato nale. In casi selezionati si
può utilizzare per correzioni in caso di
quadrantectomie o di mastectomie sottocutanee
(con conser vazione del complesso areolacapezzolo).
RICOSTRUZIONE DEL COMPLESSO AREOLACAPEZZOLO:
è il giusto e dovuto completamento degli interventi
ricostruttivi. Consiste in un piccolo intervento,
generalmente in regime ambulatoriale, in cui viene
ricostruita la salienza del capezzolo con tessuti locali,
mentre la pigmentazione dell'areola viene ottenuta
mediante un tatuaggio medico.
Per ottenere la massima simmetria tra le due
mammelle, spesso si rende necessario un intervento
correttivo anche sul seno controlaterale, con
interventi di mastoplastica additiva (aumento del
volume), mastoplastica riduttiva (riduzione del
volume) o mastopessi (sollevamento del seno),
generalmente eseguito nello stesso tempo chirurgico
della ricostruzione.
32
MEDICA PORTO VIRO
IL GOMMISTA
di Sarto Luigi & C. s.n.c.
Via XXV Aprile, 10D
45014 Porto Viro (RO)
Tel. 0426 631802
[email protected]
Addominoplastic
Si esegue nel caso in cui si renda
necessario eliminare l'eccedenza di cute e
tessuto adiposo sottocutaneo che produce
alcuni evidenti inestetismi, quali la
formazione di pieghe e ondulazione e nei
casi più accentuati di un vero e proprio
grembiule che copre la regione pubica. Si
e ettua asportando l'eccesso di pelle
conferendo un aspetto più naturale al corpo.
Oltre all'asportazione della cute è possibile
e ettuare l'asportazione del tessuto adiposo
con la lipoaspirazione. Durante l'intervento
sono inoltre riparate e corrette eventuali
ernie causate dal cedimento della parete
addominale.
l'intervento e sono totalmente apprezzabili
dopo sei mesi. Il tessuto asportato non si
riforma. Le addominoplastiche di piccola
entità (mini addominoplastica)
comportano una piccola cicatrice che
deborda di poco al di sopra del pelo pubico.
Negli interventi di maggior estensione oltre
alla cicatrice circolare periombelicale per il
riposizionamento dell'ombelico, è presente
una cicatrice sovrapubica che si estende
lateralmente no ai anchi. In alcuni casi
particolari, la coesistenza di cicatrici
addomina li di preg ressi inter vent i
addominali può far modi care il
programma operatorio.
L'intervento viene e ettuato in anestesia
generale, peridurale o in anestesia locale e
sedazione. La durata dell'intervento varia, a
seconda dei casi, dalle due alle quattro ore. I
primi risultati sono visibili già durante
Non esistono alternative non chirurgiche
alla riduzione dell'eccesso adiposo e
cutaneo dell'addome.
34
MEDICA PORTO VIRO
Lip
lip cultur
Viene eseguita per asportare gli eccessi di
tessuto adiposo localizzati in sede diverse
per migliorare il pro lo corporeo. Si e ettua
generalmente su anchi, cosce, glutei,
ginocchia, addome, caviglie, braccia e nel
sottomento. Non include tra le nalità
l'eliminazione della cellulite e non è un
trattamento dell'obesità. Per poter e ettuare
l'intervento occorre essere in buona salute. I
candidati ottimali sono persone di peso
normale con pelle tonica che hanno
accumuli di grasso localizzati in alcune
aree. Da recenti progressi è possibile
eseguirla anche in persone in sovrappeso
con accumuli di usi e pelle meno tonica.
Il tipo di anestesia dipende dalla quantità
di tessuto adiposo da asportare e dalla sua
localizzazione. Si può procedere in anestesia
locale, con la peridurale o spinale per gli
accumuli localizzati agli arti inferiori
oppure con anestesia locale associata a
sedazione. Gli accumuli maggiori presenti
in più zone richiedono l'anestesia locale,
farmaci per via endovenosa o anestesia
generale.
MEDICA PORTO VIRO
zion
L'inter vento può essere realizzato
ambulatorialmente, in day surgery o con
degenza notturna. Può avvenire mediante
metodiche diverse:
- metodica tradizionale che prevede l'uso
di una cannula collegata a siringa o a
motore;
- reciprocante ovvero per mezzo di una
cannula vibrante collegata ad un motore;
- laser attraverso una sonda introdotta nel
sottocute che distrugge il tessuto adiposo e
aspira;
- ultrasonica che permette la liquefazione
con sonda ad ultrasuoni introdotta nel
tessuto.
L'intervento, a seconda delle casistiche e
del tessuto adiposo da asportare, varia da
una a più ore. I risultati sono valutabili dopo
il gon ore post operatorio e,
de nitivamente dopo sei mesi.
35
Li in dell c c
L'intervento permette l'asportazione della
cute e del grasso in eccesso all'interno delle
cosce. Nel caso in cui vi sia una situazione di
sovrappeso importante, prima
dell'intervento è necessario a darsi ad un
regime dietetico prescritto dal medico.
L'intervento può venire eseguito quando il
peso risulta stabilizzato.
E' possibile, in casi speci ci, combinare
l ' i nt e r ve nt o a l l a l ip o a s pi r a z i on e e
comunque estendere il li ing alla parte
laterale di cosce e glutei con un li ing
circonferenziale delle cosce.
diurna. Può impiegare tra le 2 e le 4 ore a
seconda del tipo di riduzione e dei tempi
operatori. Il dolore sarà poi controllabile
con comuni analgesici.
Il risultato risulterà ottimale, migliorando
il pro lo delle cosce, 3-6 mesi dopo
l'operazione. L'e etto è permanente.
Maggiori risultati si ottengono con la
liposuzione per quanto riguarda i casi che
n on n e c e s s it a n o d e l l ' a s p or t a z i on e
dell'eccesso cutaneo.
La radiofrequenza o i raggi infrarossi
possono essere impiegati per modeste
lassità cutanee.
Solitamente l'intervento si svolge in
anestesia generale. In alcuni casi può essere
scelta l'anestesia loco-regionale con la locale
con sedazione. Può essere e ettuato in
regime di ricovero o solo in modalità
MEDICA PORTO VIRO
37
Lipo llin
lip truttur
L'auto lipo-innesto è chiamato anche lipo lling o
lipostruttura e si utilizza per correggere solchi o
avvallamenti del viso o di altre sedi corporee, spesso
dovuti ad una diminuzione del tessuto adiposo
sottocutaneo, associata o meno alla perdita di elasticità della cute.
Si utilizza per incrementare aree depresse congenite,
posttraumatiche o conseguenti a trattamenti medici o
chirurgici o per ridurre i segni dell'invecchiamento. Ad
esempio per riempire i solchi naso-labiali, gli zigomi, le
guance, il dorso delle mani. Può essere utilizzato inoltre
per l'incremento del seno, dei glutei e per il
rimodellamento del pro lo corporeo.
Tra i vantaggi, il fatto che non richiede test per le
allergie, considerato che il materiale è del paziente
stesso. Tra gli svantaggi invece, il limite principale è la
disponibilità di accumuli adiposi da prelevare. Inoltre è
necessario ripetere il trattamento più volte a di-stanza
di mesi per ottenere il risultato sperato.
La durata e la quantità di tessuto che sopravvive non è
facilmente prevedibile.
Solitamente l'intervento si svolge in anestesia locale,
iniettando l'anestetico sotto la cute nella zona del
prelievo e dove si deve e ettuare la correzione. Le
incisioni attraverso le quali viene reinserito il grasso
sono di 1-2 mm e vengono e ettuate in luoghi dove
saranno poi di minor visibilità. Il grasso viene innestato
nel tessuto sottocutaneo e dopo l'intervento sono
previste suture delle incisioni e medicazioni.
Il risultato è de nitivo a partire da 3-6 mesi dopo il
trattamento.
Tra i metodi alternativi vi è l'uso di ller anche se con
l'auto lipo-innesto non presenta reazioni allergiche e gli
e etti hanno una durata maggiore anche se la
procedura d'intervento è maggiormente complessa e
prevede una convalescenza di durata maggiore.
38
MEDICA PORTO VIRO
Rid zion temporane
dell rugh co t sin botulinic
La tossina botulinica è una sostanza prodotta da
batteri, impiegata in medicina non solo estetica da
molti anni, che se usata in piccole dosi permette di
eliminare o di ridurre rughe e solchi della glabella,
l'area tra naso e sopracciglia, conferendo un aspetto
più tonico e giovane alla pelle. La tossina botulinica
iniettata con aghi sottilissimi agisce bloccando
temporaneamente gli impulsi nervosi e indebolendo i
muscoli corrugatori che provocano la creazione di
solchi e rughe.
E' possibile inoltre intervenire per distendere le
rughe della fronte o della parte laterale degli occhi, le
cosiddette zampe di gallina.
In questo caso non si pratica l'anestesia e la
percezione del paziente a seguito delle iniezioni è di
leggero bruciore. Dopo il trattamento è possibile che si
veri chi un gon ore delle zone interessate. Nel caso in
cui si vengano accidentalmente a rompere dei capillari,
si possono manifestare ecchimosi che durano alcuni
giorni.
Dopo il trattamento è controindicato massaggiare la
parte trattata o esporsi a fonti di calore per 6-8 ore.
Gli e etti del trattamento si vedono dopo qualche
giorno, da un minimo di uno ad un massimo di
quindici con riduzione progressiva dell'attività dei
muscoli trattati e permangono dai 3 ai 6 mesi. E'
consigliabile non e ettuare trattamenti troppo
ravvicinati nel tempo perché producono una riduzione
degli e etti per l'induzione di anticorpi che si
oppongono alla tossina botulinica.
I ller riassorbibili non sono consigliati da soli per il
trattamento delle rughe del terzo superiore del volto,
ma in associazione, dopo 15 giorni dal trattamento con
la tossina botulinica per la correzione delle rughe non
completamente distese.
MEDICA PORTO VIRO
39
Rid zion temporane
dell rugh co
Con il termine ller si de nisce un
metodo che consiste nell'iniettare nei tessuti
molli, di sostanze di varia natura in grado di
c or re g ge re i volu m i p e r otte n e re
miglioramenti clinici-estetici.
I ller si possono dividere tra ller
riassorbibili e ller di lunga durata o
permanenti.
FILLER RIASSORBIBILI
L'acido ialuronico appartiene alla
categoria dei ller riassorbibili ed è il ller
più di uso, nel trattare solchi e rughe e per
aumentare il volume di labbra, zigomi e altre
aree del viso. Sono tre i prodotti in
commercio: a bassa densità, di durata che
non supera i tre mesi e indicati per le rughe
del labbro superiore e le zampe di gallina; a
media densità utilizzati di norma per il
riempimento delle labbra e il trattamento
delle rughe profonde con durata dai 4 ai 6
mesi; ad alta densità utilizzati generalmente per i solchi naso-labiali.
Tra i vantaggi del trattamento, il fatto che
non richiedono test allergologici e che si
possono e ettuare più ritocchi, non richiede
anestesia e subito dopo si può riprendere la
regolare attività.
Il principale ller eterologo, derivato da
tessuti di una specie animale, è il collagene
bovino. Tra i principali problemi nell'uso di
questo tipo di ller, il fatto che vi possa
essere un'allergia nei confronti del
componente che si riscontra nel 3-5% dei
casi rendendo necessario l'utilizzo del
collagene porcino. Nella maggior parte dei
casi tali ller vengono utilizzati per
correggere gli inestetismi del volto. Il
collagene bovino, dopo l'in ltrazione è
subito riconosciuto come sostanza estranea
dal corpo che tende ad eliminarlo entro 2-3
mesi.
40
ller
FILLER DI LUNGA DURATA
I ller di lunga durata sono, invece, tutti
quei prodotti mirati alla correzione delle
righe il cui e etto ha una durata superiore
all'anno.
L'acido polilattico e il fosfato tricalcico
non agiscono mediante un e etto riempitivo ma attraverso una stimolazione di
crescita di nuovo collagene. Non sono
utilizzati per labbra e rughe super ciali.
Tra i riempitivi di lunga durata è da
ricordare la calcio idrossiapatite che agisce
mediante la formazione di una impalcatura
per la formazione e la crescita di tessuto
proprio nuovo
FILLER PERMANENTI
Ai ller permanenti appartengono
molecole sintetizzate in laboratorio. Le loro
indicazioni sono ormai estremamente
ridotte.
A prescindere dalla natura del prodotto, è
ormai opinione concorde che la scelta debba
c adere su un pro dotto a completo
riassorbimento.
MEDICA PORTO VIRO
T.R.A.P.
L Fleboterapi Rigenerativ
Tridimesional Ambulatorial
L'e cacia della scleroterapia tradizionale e
dei trattamenti laser è limitata perché tratta
la conseguenza di una malattia venosa e non
la causa reale. Ne consegue che spesso
vengono trattate solo le vene super ciali
senza prendere in considerazione l'insieme
del circolo venoso incontinente. Inoltre essa
non evita né le recidive né le complicazioni
legate all'iniezione di soluzione sclerosante
(dolore, irritazione, iperpigmentazioni
residue ), in quanto ha un'azione
obliterativa.
L'obiettivo principale nel trattamento dei
vasi degli arti inferiori è, invece, ristabilire la
normale e permanente circolazione nei vasi
super ciali e profondi (sistema perforante)
e non chiudere i vasi visibili. Per fare ciò è
necessario rinforzare la parete vascolare,
riducendo il diametro dei vasi incontinenti e
ristabilendo un sistema circolatorio
normale.
Abbiamo messo a punto una nuova tecnica:
la eboterapia rigenerativa tridimensionale
ambulatoriale (T.R.A.P.) che induce una
"rigenerazione" nella parete del vaso che
corrisponde ad una " brosi non
sclerotizzata e non obliterativa" del lume
vascolare. In altre parole agisce rinforzando
la parete dei vasi capillari dilatati senza
chiuderne il circolo.
Lo studio della siologia delle vene ci ha
p ermess o di comprendere la causa
dell'insu cienza venosa: un
assottigliamento progressivo della parete
dei vasi super ciali e profondi e il
conseguente rallentamento della
circolazione.
La scleroterapia classica, il laser o la
ebectomia non facevano che chiudere un
usso sanguigno in maniera non siologica.
Anzi, la chiusura di un vaso provocava
l'apertura di nuovi vasi nel territorio
adiacente.
Continua ►
L scompars de capillar all vist è
testimonia
de siologic recuper
de sistem circolatori .
La sostanza iniettata nella T.R.A.P.
(Bisclero®) non viene
assorbita dall'organismo e quindi il
suo effetto a livello generale è nullo.
42
MEDICA PORTO VIRO
TECNICA
Per e ettuare la T.R.A.P. si
utilizza una siringa da 2.5 ml ed
un ago molto sottile per iniettare
tutti i vasi visibili. L'ar to
inferiore viene diviso in 3 zone
funzionali: mediale, posteriore e
laterale.
Si inietta prima la regione
mediale del piede, della gamba e
della coscia; poi la regione
posteriore ed in ne la regione
laterale. S e la patologia è
modesta si può iniettare più di
un'area in ogni seduta.
Generalmente si tratta un arto
per volta per avere un migliore
confronto con il controlaterale.
Alla ne del trattamento la
paziente rimane sul lettino per
2-3 minuti, quindi indossa una
calza ad elevata compressione
che terrà per 24-48 ore.
Scleroterapia
Azione oblitera va
Azione infiammatoria forte
Azione sull’effe o
La soluzione agisce solo a livello
locale
Azione bidimensionale
Complicazioni legate alla procedura
Non blocca l’evoluzione della
mala a varicosa
Presenza di pigmentazioni
permanen
La scleroterapia non rispe a
l'integrità anatomica-funzionale
del circolo
La scleroterapia è considerata
un complemento alla chirurgia
La scleroterapia è poco efficace
T.R.A.P.
Azione rigenera va non obliterante
Azione infiammatoria limitata
Azione sulla causa
La soluzione viene spinta nel circolo
profondo responsabile dei capillari
Azione tridimensionale
Nessuna complicazione
Blocca l’evoluzione della mala a
varicosa
Assenza di pigmentazioni
La fleboterapia rispe a e restaura il
circolo superficiale e perforante
La fleboterapia è in grado di tra are
qualsiasi po di patologia
La fleboterapia è molto efficace
45014 Porto Viro (Ro)
Via Forni, 24
Tel. 328 7037116
fi[email protected]
Neoform ion
cutane
sottocutane
Il trattamento con bisturi nei casi di neoformazioni
cutanee e sottocutanee è il maggiormente utilizzato
poiché permette l'esecuzione dell'esame istologico
sul campione asportato. Considerata infatti la
complessità nel comprendere la di erenza tra le
neoformazioni benigne da quelle maligne, grazie
all'asportazione del tessuto si può ottenere una
conferma diagnostica attraverso il successivo esame
istologico nel caso in cui si presentino
comportamenti di malignità.
L'intervento si svolge attraverso anestesia locale
attraverso l'in ltrazione dei tessuti cutanei e
sottocutanei con iniezione di una sostanza anestetica.
Nel caso di asportazione di neoformazione con
bisturi avviene attraverso l'asportazione di un settore
di cute a losanga. La successiva sutura è intradermica
che non contempla punti esterni e viene coperta e
ssata con cerotti ad alta aderenza coperti da garza.
Può essere necessario mobilizzare i tessuti che si
trovano in prossimità dell'asportazione o fare un
innesto cutaneo.
L'asportazione con laser permette di distruggere le
lesioni cutanee in modo selettivo e con precisione. Il
difetto guarisce poi spontaneamente senza che si
rendano necessarie suture.
46
MEDICA PORTO VIRO
Melanom
Preve ion
diagn
precoc
CONTROLLO DEI NEI CON VIDEODERMATOSCOPIO
Il controllo periodico dei nei e delle
neoformazioni cutanee riveste un ruolo
fondamentale nella prevenzione e nella
diagnosi precoce dei tumori della cute ed in
particolare del melanoma. La tecnica
utilizzata per il controllo delle
neoformazioni è rappresentata dalla
dermoscopia, una metodica diagnostica
semplice, non invasiva ed indolore, che
permette di visualizzare le caratteristiche
microscopiche delle lesioni.
Attraverso la "pattern analysis" è possibile
i d e nt i c are pre c i s e c ar att e r i s t i c h e
strutturali e cromatiche delle lesioni
pigmentate, distinguendo quelle benigne da
quelle maligne, permettendo oltre alla
diagnosi precoce, di evitare l'asportazione.
di nei benigni.
Presso MEDICA
PORTO VIRO, l'esame
dei nei viene eseguito
utilizzando un videod e r mato s c opi o, che
consiste in una telec a m e r a a c o l or i a d
elevata risoluzione che
permette di ottenere un
ingrandimento di 30
volte della lesione, e di
visualizzarla su di un
monitor. Un so ware
permette l'elaborazione
della fotogra a, la sua
memorizzazione e il
confronto a distanza con
precisione millimetrica.
MEDICA PORTO VIRO
47
Quand eseguir u controll de ne ?
E indicato eseguire un controllo almeno
una volta nella vita. Il medico darà poi
indicazioni sulla necessità o meno di
eseguire controlli periodici.
E opportuno eseguire controlli periodici in
soggetti che hanno tanti nei, anche se
stabili nel tempo perché l'occhio umano
può "non vedere" le modi che cutanee.
I tumori della cute non hanno una
predilezione per una fascia di età.
E consigliabile seguire un controllo quando
compare una neoformazione dove prima
non c'era niente.
Prestare attenzione in particolar modo alla
comparsa di nei su una pelle che non ha
mai presentato lesioni pigmentate.
Particolare attenzione va data, in ne, se i nei
"si fanno sentire", ovvero quando si
modi cano per forma, colore, dimensione,
se fanno prurito, dolore, fastidio, se
sanguinano, se vengono traumatizzati.
Ne cas i cu veng identi cat u ne rischi
un
lesion ch richied 'asport ion è p sibil eseguirl
direttament i temp brevissim co invi de material i
anatomi patologic per 'esam is logic .
www.gruppomas.com
www.medicaportoviro.com
0426.321070
Si ringraziano gli sponsor per aver contribuito
a questa newsletter cartacea destinata ai nostri clienti.
clicca mi piace
GRUPPO MAS
Si declina ogni responsabilità per un uso scorretto delle informazioni contenute.
Ogni decisione diagnostica e terapeutica spetta al medico curante
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
1
File Size
7 433 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content