close

Enter

Log in using OpenID

Capitolato Lavori aggiornato Testo + Immagini

embedDownload
RESIDENZA “VIGNE DI SCANZO”
CAPITOLATO DEI LAVORI
Comune di Scanzorosciate
Loc. Gavarno/Vescovado
Capitolato delle finiture interne degli appartamenti e box
PREMESSA
Il presente capitolato intende esporre la qualità delle finiture che hanno concorso a determinare il prezzo di vendita delle unità
immobiliari facenti parte del complesso immobiliare.
Si precisa che qualora il cliente desideri apportare modifiche a quanto contemplato nel presente capitolato, tali modifiche saranno
computate e conteggiate, a seguito di preventivo sottoscritto dal cliente per accettazione prima della realizzazione delle modifiche
stesse.
Qualora il cliente desiderasse qualità di finiture inferiori a quelle previste nel capitolato o decidesse di rinunciare a determinate
finiture non verrà eseguita alcuna riduzione di prezzo dell’appartamento.
Ogni lavorazione interna ed esterna che segue è da considerarsi puramente indicativa e potrà essere variata a discrezione della
Direzione Lavori, mantenendo comunque inalterato il livello qualitativo ed il grado di finitura dell’immobile.
Le unità immobiliari rientreranno nella categoria energetica “B”.
STRUTTURA EDIFICIO
La struttura degli edifici ed il suo dimensionamento sono stati calcolati, con caratteristiche antisismiche, tenendo conto delle
sollecitazioni derivanti dalla struttura stessa in rapporto con la capacità di carico del terreno.
a. Strutture portanti:
Fondazioni, muri di elevazione, travi, pilastri e vani scala saranno realizzati in conglomerato di cemento armato, secondo i calcoli
strutturali redatti da professionista incaricato dal venditore.
b. Murature
Le murature di elevazione fuori terra saranno realizzate in termo laterizio, di adeguato spessore, e, ove previsto, in pietrame
locale a scelta della Direzione Lavori. La finitura esterna potrà essere realizzata anche con cappotto e intonaco pigmentato
sempre a scelta della Direzione Lavori.
c. Solette orizzontali
Saranno realizzate in cemento armato e/o laterizio, e/o travetti in legno lamellare, secondo i calcoli strutturali redatti da
professionista incaricato dal venditore. La soletta del piano interrato sarà realizzata con lastre tralicciate del tipo “predalles”, con
interposti elementi in polistirolo e caldana superiore in conglomerato di calcestruzzo, e/o relizzata con la tipologia cosiddetta a
“piastra”in Cls armato, sempre secondo i calcoli strutturali.
d. Copertura
Le gronde e l’orditura principale del tetto saranno realizzati in legno lamellare, la copertura sarà realizzata in tegole similcoppo e/o
materiali similari con sottostante isolazione di adeguato spessore, come da calcoli termotecnici al fine dell’ottenimento del miglior
rendimento energetico.
e. Balconi
Saranno realizzati con stuttura portante in legno lamellare di adeguato dimensionamento con parapetti scelti dalla D.L tra le
seguenti tipologie: legno,ferro.
f. Partizioni interne (Tavolati)
Saranno realizzate in laterizio forato e finiture con intonaco completo a civile; in alcuni casi verrà utilizzata la tipologia con lastre in
cartongesso.
g. Lattonerie
I canali di gronda, le scossaline e i pluviali saranno in rame di adeguato sviluppo e sezione posati da manodopera specializzata al
fine di garantire la miglior prestazione.
h. Impermeabilizzazioni
I muri contro terra saranno impermeabilizzati con guaina catramata e fondalina di protezione. La soletta di copertura del piano
interrato sarà impermeabilizzata con la posa di doppia guaina armata in polistirene con foglio superiore di polietilene, di adeguato
spessore, caldana di protezione, adeguato drenaggio, e tessuto non tessuto a protezione delle aree a giardino.
ISOLAMENTI
a. Isolamento solai
L’isolamento termoacustico dei solai sarà realizzato con cemento cellulare o pannello similare a scelta della D.L , di adeguato
RESIDENZA ACQUA DEI PINI
2
spessore; per il raggiungimento delle migliori performance sia termiche che acustiche.
b. Isolamento pareti esterne
Tutte le pareti perimetrali esterne saranno rivestite con “cappotto” termico, secondo calcoli termotecnici. Il tamponamento sarà
realizzato con muratura in laterizio portante e controparete interna.
c. Isolamento pareti divisionali
I muri divisionali interni saranno realizzati con muratura in laterizio, pannello in fibra di vetro di adeguato spessore come da calcoli
termotecnici/acustici, parete in blocchi di cls pieni, strato in fibra di vetro come sopra e laterizio forato con intonaco completo a
civile;
PAVIMENTI/RIVESTIMENTI DEI LOCALI INTERNI
a. Pavimenti
I pavimenti interni nella zona giorno delle unità immobiliari saranno realizzati in gres porcellanato smaltato dim. 60 x 60 della ditta
“Lea Ceramiche” modello Block disponibile nei colori bianco, grigio, nero, sabbia, marrone;
mentre nella zona notte le pavimentazioni sono previste in legno di rovere naturale, con oleatura, olio bianco, olio grigio, tinto
noce o tinto doussie o faggio naturale posato flottante, a scelta, dim. 229 x 14 cm, sp. 14 mm.
Le scale interne dove previste saranno rivestite in legno di rovere naturale;
La pavimentazione dei box e dell’androne di manovra
al piano interrato sarà realizzato con massetto di calcestruzzo con
interposta rete elettrosaldata, spolvero con impasto al quarzo e finitura lisciata.
b. Rivestimenti
I soffitti e le pareti dei bagni e delle cucine saranno intonacate al civile.
Sono inoltre previsti rivestimenti in ceramica per le cucine (da h.80 a h.160) e i bagni (h. 2,00), a scelta del cliente della ditta “Del
Conca” modello porcellana d’arredo Ky, rivestimento in ceramica dim. 30 x 60 cm disponibili in n. 8 colori verde, oro, noce,
marrone, grigio, crema, bianco, beige coma da campionatura.
RESIDENZA ACQUA DEI PINI
3
In tutti i locali sarà posara zoccolatura in legno stratificato.
Le soglie saranno realizzate in pietra naturale, mentre i davanzali saranno realizzati in legno o in marmo, il tutto a scelta della
Direzione Lavori.
IMPIANTO RISCALDAMENTO/IDROTERMOSANITARIO
a. Impianto Riscaldamento
L’impianto di riscaldamento dovrà essere realizzato per tutti i locali di abitazione.
Esso dovrà assicurare le temperature previste dalla normativa vigente in materia di contenimento dei consumi energetici ed il
massimo comfort in relazione alle caratteristiche più sotto definite e a quelle costruttive previste dalle specifiche tecniche presenti.
L’impianto sarà del tipo autonomo con caldaie interne a basamento, originali VAILLANT – serie Auro Compact, a tiraggio forzato e
camera stagna, del tipo a condensazione con bollitore integrato per sistema solare, realizzato mediante installazione di pannelli
solari in copertura. Le caldaie saranno del tipo funzionante a gas metano, di adeguate potenzialità, con produzione di acqua
calda. Ogni unità abitativa sarà riscaldata mediante sistema a pannelli radianti a pavimento marca UPONOR costituito da
pannello TECTO a doppia densità con assorbimento dei rumori da calpestio e relativa tubazione radiante UPONOR WIRSBO con
barriera anti diffusione dell’ossigeno in polietilene reticolato, posato a serpentina con interassi variabili, secondo i calcoli forniti dal
termotecnico incaricato. Le abitazioni saranno dotate di termoarredi nei bagni.
b. Impianto Idrotermosanitario
Le tubazioni di adduzione dell’acqua calda e fredda saranno in multistrato tipo Geberit – Mepla e di distribuzione interna;
La produzione dell’acqua calda ad uso sanitario verrà soddisfatta mediante produzione diretta dalla caldaia e mediante i pannelli
solari installati in copertura (come previsto dalla Normativa vigente in materia).
Le colonne di scarico saranno in “Geberit” con colonne tipo silent.
Sarà opportunamente posata la saracinesca per chiusura l’impianto idrico;
Sarà posato l’attacco lavatrice con rubinetto e sifone; sarà posato l’impianto di sole tubazioni per il lavello cucina;
I bagni saranno completi di vaso, bidet, lavabo, doccia da cm. 80x80 e vasca 170 x 70 con rubinetteria, come da planimetrie di
progetto allegate
il tutto come da campionatura (elementi sanitari “Ideal Standard”, serie Esedra o similare e rubinetteria
Ceramix);
RESIDENZA ACQUA DEI PINI
4
c. predisposizione impianto di aria condizionata
Verrà realizzata la predisposizione per l’aria condizionata.
IMPIANTO ELETTRICO
L’impianto elettrico sarà realizzato in base al progetto specifico redatto dal Professionista incaricato dall’Appaltatore, abilitato allo
scopo; tale progetto sarà redatto in base alle indicazioni sotto elencate ed alle norme del D.M. 22.01.08 n° 37 e integrazioni ed
aggiornamenti (Ex legge n. 46/90) e sarà esecutivo dopo l’approvazione della Direzione Lavori. L’impianto sarà completamente
sotto traccia, in idonee tubazioni, con adeguati conduttori in rame.
Sarà realizzato apposito vano, concordato con l’Ente erogatore dell’energia elettrica e con la Telecom Italia, di dimensioni tali da
contenere tutte le apparecchiature di misura di controllo e di protezione delle linee di alimentazione delle utenze, private e comuni,
dell’energia elettrica e del telefono.
Le placche sono in tecnopolimero colore bianco della ditta Gewisso o Vimar modelli rispettivamente “Chorus One” o “Plana”.
a. Dotazione ambienti e parti comuni
L’impianto elettrico a norme CEI l’impianto viene alimentato da una linea montante facente capo al relativo contatore; le linee
montanti fanno capo ad un centralino Siemens da incasso a filo muro, contenente: salvavita, interruttori automatici magnetotermici
a protezione dei due circuiti (utenze domestiche, lavatrice, lavastoviglie, caldaietta, centri luce, prese luce), n. 1 suoneria a 2 toni
per campanello d’ingresso.
Le prese per l’alimentazione della lavatrice sono munite, secondo le norme, di un adeguato interruttore protetto a terra; per ogni
vasca da bagno o doccia viene installato un campanello d’allarme a strappo, la cui suoneria viene posizionata al di fuori del bagno
stesso; tutte le prese, interruttori e punti luce sono muniti di terra secondo le norme;
Le parti comuni avranno luci esterne marca Boluce, le luci saranno tutte a basso consumo e gestite con sensori di luce per evitare sprechi.
b. Impianto Telefonico
In ogni unità abitativa saranno presenti una presa telefonica per ogni locale;
c. Impianto Tv
In ogni unità abitativa verranno realizzate 2. prese Tv collegate direttamente all'antenna condominiale;
c. Impianto Videocitofonico
Verrà fornito l’impianto completo delle apparecchiature di trasmissione e ricezione compendente un apparecchio (ricevente) in
RESIDENZA ACQUA DEI PINI
5
ogni unità abitativa e un apparecchio (emittente) installato in prossimità dell'ingresso della proprietà del residence il tutto della ditta
“Comelit” modello “Monitor Bravo”.
d. Impianto automazione cancello
Verrà fornito l’impianto completo delle apparecchiature e telecomando di apertura con la dotazione di un telecomando per
l'apertura del cancello carrale per ogni box.
d. predisposizione Impianto allarme
predisposizione perimetrale su ogni serramento e predisposizione per impianto volumetrico con punti a parete.
SERRAMENTI/PORTE
a. Serramenti Esterni
I serramenti esterni, finestre, saranno del tipo a battente, in legno massello laccato bianco sp. 78 mm. a tripla guarnizione e triplo
vetro basso emissivo;
I serramenti porte finestre con alzante scorrevole, saranno in legno massello laccato bianco, da 110 x 68 mm. di spessore, a
doppia guarnizione.
I vetri isolanti per finestra con ante, saranno da 4/16/4 mm. Gas Argon Top.n.
I vetri isolante antisfondamento antinfortunistico per portafinestra con ante, saranno da 3+3/15/3+3 mm. Top.n.
I vetri isolanti antisfondamento antinfortunistico per serramento alzante scorrevole senza ante, saranno da 4+4/15/3+3 mm.Top.
b. Serramenti interni (Porte)
Le porte interne cieche saranno rivestite in laminato nelle finiture scelte (bianco, rovere, noce tekno).
Telaio cassa Linea, in MDF spess. 40mm, rivestito in CPL. Coprifilo in MDF rivestiti in CPL nelle stesse finiture del telaio cassa.
posate come da campionatura numero e tipologia come da planimetrie allegate;
Il Portoncino d’ingresso sarà di tipo blindato misure 90 x 210cm, modello M16.
a.
Serramenti Esterni
Al piano sottotetto è prevista la realizzazione di un lucernario rettangolare per ogni appartamento sulla falda nord/ovest.
RESIDENZA ACQUA DEI PINI
6
Le maniglie previste sono della ditta “Frascio” modello “Lucia”con rosetta e bocchetta colore acciaio satinato.
c. Basculanti interrato
Le serrande per i box saranno in lamiera zincata, basculanti, grigliate nella parte alta per garantire l'aerazione come da normativa
nazionale; su richiesta e previo preventivo, sarà possibile installare la motorizzazione e dotare le porte di maniglie interne ed
esterne per lo sblocco manuale e di selettore a chiave interno ed esterno.
PARTI COMUNI
a. Giardini privati /condominiale
I giardini privati o condominiali saranno realizzati con modellazione del terreno e semina a verde. La piantumazione verrà
realizzata ad esclusiva scelta e discrezione della Direzione Lavori, sia per le parti condominiali che di pertinenza esclusiva.
Nel giardini privati verrà predisposto un attacco acqua con relativo scarico e un pozzetto predisposto per l’innaffiamento
automatico del giardino.
b. Recinzione
Su tutto il lato confinante con Via Victor de’ Sabata la recinzione del complesso sarà realizzata con muretto in calcestruzzo e
barriera in ferro verniciata a scelta della Direzione Lavori, mentre sui restanti lati la recinzione verrà realizzata con rete romboidale
e pali in ferro e/o legno di adeguato spessore.
Il cancello carrale sarà unico per entrambi i corselli e sarà posizionato primo degli ingressi degli stessi.
I cancelli carrali e pedonali verranno realizzati con profilati di ferro, a disegno semplice, in sintonia con la recinzione, a scelta
della Direzione Lavori.
c. Allacciamenti
Gli allacciamenti alle reti tecnologiche saranno realizzati secondo le indicazioni degli Enti Gestori.
d. Zona Piscina e relax
All’interno del parco verrà realizzata la zona piscina condominiale, non riscaldata, con adiacente area attrezzata a solarium/relax,
locale accessorio dotato di servizi igienici e spogliatoi oltre ai locali tecnici necessari. Il tutto secondo le normative vigenti in
materia ed con progetto e particolari costruttivi a scelta della Direzione Lavori.
e. Zona barbecue
DIRETTIVE GENERALI
RESIDENZA ACQUA DEI PINI
7
La D.L. o la società costruttrice potranno apportare, a loro insindacabile giudizio, alle opere descritte, varianti o modifiche che
siano tali da mantenere inalterato il risultato complessivo delle opere sopra descritte, sotto l’aspetto della qualità, funzionalità e
sicurezza.
Per ragioni organizzative, di forniture, di garanzia e di tempistica, non sarà consentito provvedere all’acquisto di qualsiasi
materiale o fornitura da parte del cliente, presso rivenditore o installatore diverso dai fornitori determinati dalla società costruttrice.
L’ubicazione degli impianti, delle colonne di servizio e le finiture esterne dell’edificio e delle parti comuni saranno decisi dalla
società venditrice e dalla D.L. tali da mantenere inalterato il risultato complessivo delle opere sopra descritte, sotto l’aspetto della
qualità, funzionalità e sicurezza.
RESIDENZA ACQUA DEI PINI
8
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
624 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content